Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

In memoria di Antonio Manganelli

  • 213


manganelli_.jpg

Manganelli è stato uno dei pochissimi a rispondere, per ben due volte, al blog. Sapevo, come molti, che era malato da tempo, ma speravo in una sua ripresa, avrei voluto incontrarlo di persona e discutere su una nuova relazione tra Polizia e cittadini, con incontri dibattito da tenersi in varie città. Un'idea che voglio riprendere in futuro. Mi dispiace per la sua scomparsa e porgo le mie condoglianze ai suoi familiari.

La prima lettera aperta a Manganelli e la sua risposta.
La seconda lettera aperta a Manganelli e la sua risposta.

21 Mar 2013, 16:30 | Scrivi | Commenti (213) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 213


Tags: cittadini, condoglianze, Manganelli, Polizia

Commenti

 

forza ragazzi, viva M5S!

mario 02.04.13 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Penso che sia sempre necessario portare rispetto ad una persona che ha
fatto moltissimo per il nostro Paese. Questo non solo perché è morto, ma
come segno di semplice civiltà e riconoscenza. Vedo con rammarico che qui
invece l'inciviltà non manca. Riguardo lo stipendio del Prefetto, penso che
in Italia ci sono persone che lavorano molto meno di quanto non facesse lui
è che prendono molto di più. C'è ne fossero di funzionari come lui!

Robby Romagnoli Commentatore certificato 01.04.13 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Penso che sia sempre necessario portare rispetto ad una persona che ha fatto moltissimo per il nostro Paese. Questo non solo perché è morto, ma come segno di semplice civiltà e riconoscenza. Vedo con rammarico che qui invece l'inciviltà non manca. Riguardo lo stipendio del Prefetto, penso che in Italia ci sono persone che lavorano molto meno di quanto non facesse lui è che prendono molto di più. C'è ne fossero di funzionari come lui!

Roberta Romagnoli 01.04.13 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Come cristiano porgo le mie condoglianze alla famiglia, per il resto non intendo minimamente elogiare colui che ha svolto semplicemente il suo lavoro e ben retribuito dalla comunità.Ogni giorno muoiono lavoratori per svolgere le proprie mansioni per un tozzo di pane e nessuno ne parla forse costoro non sono degni di rispetto!!! Eppure questi lavoratori vengono obbligati a svolgere le loro mansioni con la consapevolezza che operano con rischio di infortuni seri, ma nessuno o quasi nesuno gli presta l'attenzione dovuta. Viviamo in un mondo ipocrita dove vengono sopravvalutate mansioni dove chi comanda è il riconosciuto e chi lo deve eseguire è un semplice numero senza nome e cognome.E' pur vero che comandare è meglio del ficcare, questa vecchia massima è sempre valida e realistica perchè per i nostri comandanti politici o industriali o di settore o altro, la plebe è e sarà sempre la plebe, costoro devono solo obbedire, subire e attuare le decisioni di costoro siano esse giuste o ingiuste questo lo decideranno solo loro cioè il comandante/ti. Ma noi siamo in democrazia evvero!!!! bisogna capire solo quale democrazia intendiamo, forse è quella che si dà la possibilitè alla plebe di esprimere il voto e poi ognuno fa quello che vuole per fini personali o per difendere i propri interessi di gruppo alla faccia della plebe che sarà sempre destinata a soccombere per i fini altrui e questo si sta attuando anche per gli attuali grillini che parlano bene e razzolano male per fini oscuri di comando o di potere, il risultato è sempre uguale la plebe resterà sempre plebe nessuno penserà alle loro impellenti esigenze. Evviva la democrazia camuffata.

cerino salvatore 29.03.13 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Insomma basta che Berlusconi risponda ad un paio di commenti del blog per essere rivalutato? Mi pare di capire che questa sia la conclusione. Manganelli era sopravvalutato super pagato la moglie avrà una superpensione. Lui se ne va con su nella coscienza i morti ammazzati dalle forze di polizia che a quanto letto da qualche parte con riserva per carità pare abbiano superato quelli ammazzati dal terrorismo rosso. Intanto ci dimentichiamo di uomini di valore come Antonino Caponnetto finito nell'oblio.

Pino Sammartano 27.03.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Salve, io credo che dovremmo avere un altro approccio verso gli organi dello stato e le nostre istituzioni politicomilitari, so che anni e anni di questi politicanti hanno reso ancora piu grave la frattura e il distacco tra cittadini e polizia in questo caso, ma non dimentichiamoci che anch'essi rispondono alla politica. La politica puo influire sulla condotta e influisce sicuramente su privilegi e costi.
penso e voglio credere in un futuro dove un operaio o un dipendente come me possa confrontarsi e avere un dialogo anche con le forze dell'ordine (o del disordine a volte) non aver sempre "paura" che poi questa strana zensazione a vte, puo generare odio, vorrei essere ascoltato dalla polizia, non picchiato, e sono sicuro che non tutti siano esaltati, come non tutti gli altri, i cittadini, terroristi!
cordoglio per il capo della Polizia Italiana.
Viva il Popolo italiano viva il movimento 5 stelle, cambiare, insieme, si puo'!

matteo foggi 25.03.13 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Conoscevo Antonio Manganelli quando entrambi eravamo ragazzi, erano gli anni settanta, io non avevo ancora deciso cosa fare nella vita, lui sì. Mi ricordo che spesso mi chiamava "commissario" perché pensava che io avessi l'aspetto del commissario. Al di là dei ricordi cari e sinceri che ho di Antonio e che tengo per me, posso affermare , in pubblico, su questo blog che Antonio era una persona per bene, un "signore", un amico aperto e sincero. La vita è andata così come è andata, ma invito tutti ad avere rispetto per una persona così: un uomo onesto e coraggioso. Abbiatene almeno rispetto! Grazie.

luigi leonetti 24.03.13 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Non metto indubbio il dolore x la perdita di un amico ma mi domando cosa faceva questa persona per guadagnare così tanto. Il mio ginecologo fa parte di medici senza frontiere e non penso abbia un compenso così cospicuo

Laura Parodi 23.03.13 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Pure Grillo si è impazzito a fare le condoglianze per questo becero personaggio? Sei anche tu allora entrato nella logica allunghiamo la lingua e poi riarrotoliamola in tasca? gli unici obiettivi oramai siamo rimasti noi, che non abbiamo una rappresentanza in parlamento, caro il mio Omologato, leggiti quest'articolo:

http://www.contropiano.org/news-politica/item/15355

keng~ 22.03.13 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Leggete bene le risposte del burocrate con stipendio superiore a Obama. Il nulla piú assoluto, frasi fatte, da buon politico ... Per intenderci "vi ascolto, ma non posso fare nulla, le leggi vanno bene così, bisogna aspettare..."

L'uomo non lo conoscevo e non lo giudico, le risposte sono MERDA condita di buona grammatica, punteggiatura e corrette coniugazioni :-)

È morto un uomo costoso, merita piú onore la morte di una prostituta o quella di un barbone!

Aldo 22.03.13 14:46| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il prof. Monti ormai è al tramonto.
E meno male!
Da buon teorico ha in pratica affondato il Paese senza nemmeno capire perchè.
Ma il peggio ce l'ha lasciato in eredità ieri.
Diciamo subito che ha condiviso l'infamia, con cui ha coperto l'Italia, unitamente al ministro degli esteri Terzi di Sant'Agata, un nobile e timoroso bergamasco che non riesco a capire se ci è o ci fa.
L'India, dopo che Monti aveva spocchiosamente dichiarato alla nazione che i nostri due marò non sarebbero più stati rispediti laggiù, ha immediatamente sequestrato il nostro ambasciatore.
Tutte le convenzioni e le leggi mondiali non permetterebbero un atto del genere verso un diplomatico.
Ma nessuno dei nostri governanti si è guardato bene di sollevare subito il caso di fronte all'Onu, alla Nato, alla Comunità Europea per chiedere un supporto obbligato e fondamentale.
Così "senza palle" Monti ieri si è lasciato andare alle peggiore delle vigliaccherie possibili: svendere, dopo oltre un anno, i nostri due soldati pur di ridare la libertà al fido ambasciatore.
In cambio di cosa?
Della garanzia che non sarebbero stati condannati a morte!
Nessun paese moderno si sarebbe sputtanato in questo modo.
L'India e il mondo ridono di noi.
L'ex colonia britannica non si immaginava che sarebbe bastato mostrare da lontano i suoi scuri attributi per far cagar sotto i due eunuchi Monti e Terzi.
Così l'Italia della Folgore, del battaglione San Marco, della Tridentina viene messa in ginocchio per subire una vergogna galattica.
Io, che ho due medaglie d'oro al valor militare in casa, chiedo umilmente scusa ai famigliari di Latorre e Girone, che ieri erano in lacrime, per quanto il nostro governo ha fatto.
E propongo un semplice scambio: che gli indiani si prendano Monti e Terzi in cambio dei nostri due soldati.
Avremmo risolto un sacco di problemi interni e risparmiato due esosi stipendi immeritati (quelli del premier e del ministro, ovviamente!).

WWW.FUOCHIDIPAGLIA.IT

Giorgio Paglia 22.03.13 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Dispiace anche a me! Aveva però uno stipendio pazzesco!

Mauro Mostachetti 22.03.13 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Come uomo non lo conoscevo.
Come capo della Polizia non ho apprezzato la scarsissimo opera di democratizzazione della Polizia. Che ha fatto per avvicinare le forze dell'ordine alla gente ?
Le scuse per il G8 non valgono se non sono seguiti dai fatti. Due principali:
a) Codice identificativo personale alle Forze dell'Ordine.
b) Espulsione degli elementi facinorosi con condanna passata in giudicato (Vedi caso Aldovrandi).
Perché , Manganelli, non ha fatto nulla di tutto questo? Perchè Manganelli non si è adoperato per avvicinare la Polizia italiana a quelle (democratiche) dei paesi del Nord Europa ?

DARIO V., schio Commentatore certificato 22.03.13 12:53| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dispiacere per la persona, non per il ruolo, né per l'operato (dei quali la persona resta colpevole).
Finché non vedrò i poliziotti smettere di picchiare selvaggiamente chiunque protesti contro le inguistizie o chieda cambiamento (anche chi protestava perchè anche i figli dei poliziotti avesero un scuola pubblica ed un futuro accettabile), finchè non smetteranno di difendere ciecamente e acriticamente poteri infami, palazzi infami e leggi infami, finchè militari o poliziotti inizieranno a pagare quando sbagliano come tutti gli altri cittadini, allora, forse, potrei essere un difensore delle forze dell'ordine.

Non ci credo alla storia dell mele marce, le peggiori efferatezze fatte dalla polizia erano ordini, ordini colpevolmetne rispettati, mi viene in mente un certo discorso della Arendt...

Un poliziotto dovrebbe chiedersi durante una manifestazione chi sta difendendo chi, un difensore dello Stato o un difensore dei cittadini sono due cose molto, molto diverse.

Francesco N. Commentatore certificato 22.03.13 12:47| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

da ex poliziotto mi unisco condoglianze per l'uomo ma da cittadino mi attendevo qualcosa di più riugardo ai fatti incresciosi citati nelle lettere. E' pur vero che la nostra legge garantisce i più forti (almeno fino alla condanna definitiva, che in Italia si sa...), che hanno libertà di picchiare e talvolta di uccidere (senza intenzione, ci mancherebbe altro), ma il capo della polizia qualche tentativo avrebbe potuto tentarlo, qualche gesto ecclatante, almeno per i casi più vergognosi, in fondo le sue responsabilità erano più che lautamente compensate.

massimiliano zanoni 22.03.13 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Le più sentite condoglianze alla famiglia di una brava e corretta persona. Persona per la quale non è mai mancata la mia massima stima.

Euro 2008 22.03.13 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Al di la' dell'umana pietà che posso provare per la morte di Manganelli, credo che sia giunta l'ora in questo dannato paese di mettere mano alle leggi che disciplinano l'ordine pubblico, le quali sono nella forma e nella sostanza fasciste.
Il T.U.L.P.S. è DEL 1931, IL SUO REGOLAMENTO ATTUATIVO ADDIRITTURA DEL 1940 in pieno regime fascista, è vergognoso che dalla fine della dittatura mussoliniana nessun governo e nessun capo della polizia abbia voluto abrogare tali leggi autoritarie che distruggono le libertà civili e democratiche.
Da socialista nonviolento sono convinto che occorra sfidare le istituzioni autoritarie che limitano ed a volte annullano le nostre volontà e non le singole persone che in un dato momento esercitano un potere.

Il M5S dovrebbe, ora che è di fatto il primo partito in Italia, lanciare una grande campagna in parlamento e nelle piazze per abrogare queste leggi liberticide ed antidemocratiche, dovrebbe anche affrontare l'altro grave problema italiano e cioè la sopravvivenza del codice penale "Rocco" nato nel periodo fascista ed anche quello ancora in vigore anche se depurato dai suoi articoli più impresentabili.

In Valsusa, ad Acerra e in tante altre realtà sociali la risposta dello stato italiano alle giuste e legittime richieste delle popolazioni sono stati i manganelli delle forze dell'ordine che andrebbero radicalmente democratizzate.

Un saluto libertario da Pierluigi

pierluigi rainone 22.03.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condoglianze dal figlio di un ex poliziotto a una persona rispettosa delle idee, soprattutto quando non si condividono.
Rendo quindi un sincero tributo, e mi associo al dolore della famiglia, ad una persona di cui non condividevo le idee.

Fabio Palazzo, Roma Commentatore certificato 22.03.13 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Addio prefetto di ferro! Alla famiglia le condoglianze più sentite

Silvana Caggiano 22.03.13 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma insomma, chi ci ha messo con il culo per terra?
La crisi, la globalizzazione ecc. ma c'è per tutti! Però i piigs stanno peggio degli altri paesi europei. Perchè? Noi perchè abbiamo la peggior classe dirigenziale-politica possibile che scarica le colpe al passato e ci prendeva per i fondelli in tv con frasi tipo ... il lavoro che gli italiani non vogliono + fare... abbiamo il sistema bancario più solido ... reggiamo meglio alla crisi. Sbaglio o buonanima faceva parte di quella classe e ora ci inchiniamo a lui? Rispetto per la morte certo, ma siamo sicuri che gli dobbiamo qualcosa?

Peppino D. Commentatore certificato 22.03.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco alle condoglianze, per un servitore dello stato. A rigor di logica tutti gli operatori di servizio pubblico (polizia, carabinieri, ecc.) devono essere rispettati, in quanto hanno l'onere di fare rispettare le leggi.

Mi piacerebbe comunque che anche all'interno di questi corpi, si cominciasse a denunciare i propri colleghi che esplicitamente possono avere superato ogni limite di autocontrollo. Solo per esempio, quando vediamo in una manifestazione, un poliziotto per terra circondato da manifestanti che si trasformano in criminali perchè lo stanno pestando, io vorrei che questi criminali fossero immediatamente giudicati e incarcerati. Ma lo voglio anche nel caso opposto, quando vedo un manifestante inerme per terra circondato da poliziotti che lo stanno pestando, in questo caso anch'essi hanno superato la soglia e devono essere incriminati senza se e senza ma come qualsiasi altro cittadino che vada fuori le regole.

RGA GRO, Roma Commentatore certificato 22.03.13 10:46| 
 |
Rispondi al commento

MMazzini ha scritto che Manganelli era coraggioso perchè non ha snobbato Grillo!!! Si certo, poteva farne a meno di rispondere come la gran massa di quella gente....quando muoiono umili servitori dello Stato (a 2.000 euro al giorno!!!) Se a Grillo le risposte sono piaciute a me proprio per niente. Bravo slalomista il defunto Manganelli riposi in pace. BEATA la moglie con la reversibile e relativa buonuscita. Quanto le spetterà PER I PROSSIMI SUOI 30 ANNI ? Una cifra immensa son certo. E' giusto? Ladri di stato Ah vero, che volgarità parlar di euro in questi momenti di dolore

Peppino D. Commentatore certificato 22.03.13 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Marcello De Vito sarà candidato Sindaco per Roma 2013 del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo

http://commentandolestelle.blogspot.it/2013/03/marcello-de-vito-sara-candidato-sindaco.html

Emanuele Sabetta, Roma Commentatore certificato 22.03.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Condoglianze alla fam del dott.Manganelli uomo di spessore cmq.è indegno che qualunque capo della polizia prenda come emolumenti circa seicentomila euro quando un agente rischia per 1200 € al mese!!.
Grillo docet: vedere il rapporto capi/ sottoposti in Svizzera .

gianni sebastiani 22.03.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Manganelli pace all'anima tua... ma ho riletto le tue risposte a grillo ... cosa ci dici da ottimo burocrate? Che Le leggi sono quelle che sono e: nulla posso sino a quando non ci sarà un giudizio definitivo - e aggiungi: d'altro canto in alcuni casi vi fanno comodo questo tipo di leggi.. - E no buonanima!!! fanno comodo ai ricchi (come eri tu) che potete utilizzarle a pieno e non a noi povera gente che non potremo mai avere un ghedini alla difesa. E quindi se non vogliamo essere accoppati ci conviene stare piegati e con una mano sul c..o! Insomma dici .. anche se hai (come hai) un filmato che mostra il mio sottoposto prendere a calci un ragazzo .. e .. la legge ...io ai vertici del comando nulla posso!! Vero, cane non mangia cane!

Peppino D. Commentatore certificato 22.03.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento

forza dell'ordine, che vole dire? perchè forza dell' ordine? che vole dire ordine? perchè dobbiamo creare una o tante forze dell'ordine per farci controllare e mettere l'ordine alla nostra vita, allora in questo caso siamo incapaci di mettere in ordine la nostra vita da soli.
mettiamoci mano nella mano e insieme ordiniamo la nostra società, senza avere bisogno di una forza pagandoli.

firouz dodangeh 22.03.13 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggo di onore, rispetto, gratitudine, e addirittura...grande uomo...xche' a risposto due volte ai blog di beppe e xche' servitore dello stato...ma stiamo scherzando?! il M5S e' nato x combattere tutto cio' che e' "stato", nella sua forma peggiore x sperpero di denaro pubblico (600000euro di stipendio annuuo...) e comportamentale (infangare sentenze e soprusi dove erano chiaramente coinvolti i suoi uomini...) dei suoi rappresentanti...ora ci siamo accorti che lui, era diverso...proporrei x il prox capo della polizia un'aumento, se risponde a tre blog, e se consente ai suoi dipendenti maggiori liberta' nella totale impunita'...sveglia beppe, noi siamo quelli dalla parte opposta, o te ne sei gia' dimenticato?!

ale 22.03.13 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Era un uomo coraggioso Manganelli: per il solo fatto che in tempi non sospetti non ha snobbato Grillo, come invece i massimi vertici delle istituzioni, merita che gli si renda onore.
E "per tempi non sospetti" intendo il 2008 quando Manganelli era in salute e in sella mentre Grillo era considerato polvere.

M. Mazzini 22.03.13 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Faccio le condoglianze ai famigliari ma il sig.manganelli prendeva un bel stipendio totalmente ingiustificato specie quando faceva caricare i suoi uomini contro le brave persone ché manifestavano x i propri diritti vedi i pastori a Roma manganellati ingiustamente

salvatore floris, maracalagonis Commentatore certificato 22.03.13 08:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Leggo questi post e mi rendo conto di quanto fanno schifo molte persone. Non il capo della polizia, ormai defunto, ma tu, proprio tu che ora stai leggendo queste righe e ti senti un senso di rabbia dentro, tu che ieri hai sentito della morte di Manganelli ed hai "esultato", poi hai letto che a BG in fondo non dispiaceva ed hai scritto bene di lui su queste pagine. Sei un animale, la morte ed il male non si augura a nessuno... O forse a te si! Era solo un uomo, malato da tempo e che in molti avete denigrato. Vergognatevi, pentitevi! Onore all'uomo!

Panfilo 22.03.13 06:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il poliziotto è un bruttisimo lavoro ma qualcuno lo deve pur fare..... i responsabili nel bene e nel male sono sempre i politici cioè la mente che guida il braccio e mai il braccio in se tranne qualche mela marcia che esiste in tutte le professioni.

bruno bassi ex iscritto 22.03.13 03:04| 
 |
Rispondi al commento

Seppure nei modi e nei contenuti a cui il ruolo istituzionale lo obbligava, Antonio Manganelli ha deciso di rispondere sul blog di Beppe Grillo dimostrando sia come ne fosse un frequentatore che la sua dignità umana e professionale. Le sue risposte, nel rispetto delle istituzioni che rappresentava, sono state però indicative di una vicinanza di pensiero e di una condivisone degli aspetti sociali e morali legati al ruolo che le
Forze dell'ordine dovrebbero ricoprire nel tessuto sociale. La sua malattia e il suo decesso, per il quale esprimo profondo cordoglio, rappresentano una volta di più, se ce ne fosse bisogno, una massima ormai innegabile anche se sfruttata: sono sempre i migliori che se vanno. Magari un giorno potessimo scoprire che qualcosa o qualcuno abbia fatto invertire la tendenza!

Fabio 22.03.13 00:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grande beppe. onore a manganelli.

Stefano M., ROMA Commentatore certificato 22.03.13 00:15| 
 |
Rispondi al commento

per me personaggio indifendibile e non diventa migliore adesso solo perchè defunto. Spero di sbagliarmi ma articoletti come questi in prima pagina sul blog ( e il chapeau a Napolitano dove lo mettiamo?) mi fanno pensare che Beppe Grillo non riesce già più a reggere la pressione

Ivan L. 22.03.13 00:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


In unità e preghiera esprimiamo a tutta la Polizia di Stato il più profondo cordoglio per la scomparsa di Antonio MANGANELLI, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, e ai Suoi familiari la partecipazione più affettuosa al loro dolore. Serberò il ricordo del generoso collega dalla grande professionalità e umanità che ha cercato di tenere alta la dignità e valenza democratica della Polizia di Stato, anche in circostanze difficili.
Ciao “Antonio”, onore, memoria e pace a Te, sempre!
www.enniodifrancesco.it Ennio Di Francesco

Ennio Di Francesco 21.03.13 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Non ho evidenze per dire se era onesto o disonesto, assumiamo lo fosse senza dimenticare che ha lavorato per anni assieme alla casta x 600000 Euro anno. Potrei dire che anche Laurenti Beria era un ottimo servitore dello stato e nel contesto in cui ha vissuto certamente lo era. Anche Martin Bormann lo era, così come molti altri...
Quando tra x anni alcuni documenti verranno desecretati io saró morto e i miei figli sapranno la verità... Forse :-)
Invidio tanto quelli che credono negli eroi di stato :-)

Aldo 21.03.13 23:20| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

le mie condoglianze alla famiglia del dott. Manganelli

andrea vignolo, Genova Commentatore certificato 21.03.13 23:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, sono un Project Manager IT, ICT, GED,WEB.
Nel 2005 ho fatto un progetto Hardware e Software rivolto alle pubbliche amministrazioni e per i Privati. Questo progetto ha ottenuto il brevetto nel 2010 e in Italia é un miracolo. Se ti va di dare un'occhiata sul mio sito troverai tutto.

"sistema di gestione di messaggi pubblicitari elettronici."
Italia Brevetto n°: 0001376326 Rilasciato 17 giugno 2010
Inventori: Vincenzo Leonardo Cotroneo

ciao,
Vincenzo Leonardo Cotroneo


Mi dispiace per la sua morte ... non l'ho conosciuto personalmente ... ma un uomo dello Stato che è riuscito a chiedere "scusa" ... sinceramente merita un ringraziamento ... si è guadagnato la mia stima... mi auguro che il cammino intrapreso verso la legalità, la verità e l'onestà, non venga interrotto ... che le mele marce vengano allontanate, tutti gli agenti preposti al controllo della pubblica sicurezza devono rispettare e seguire dei protocolli ben precisi, nel rispetto della persona umana.
Non sapevo del suo male ... sicchè mi accingevo a scrivergli anche io una lettera ... per denunciare negligenza se non malafede in alcuni dei suoi uomini ... adesso rimane l'amarezza che ad andare via sono sempre le persone migliori ... finalmente sta tornando di moda l'onestà e di conseguenza dovrà tornare di moda anche l'assunzione delle proprie responsabilità, quando si sbaglia bisogna essere pronti ad ammettere le proprie colpe e a chiedere "scusa" ... il cammino è ancora lungo ma occorre percorrerlo per restituire agli italiani la fiducia nelle forze dell'ordine perchè ad oggi quando vedo una divisa provo terrore e disprezzo, trovando ancora più pertinente la citazione di A. Hitchcock:- "Non sono contro la polizia ne ho solo paura".

roberta mevi 21.03.13 22:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Beppe , grazie per non avere puntualizzato le debolezze di Manganelli, che come ogni uomo si hanno.
La Polizia nello stato democratico è al servizio del cittadino, è una frase che in ogni scuola di polizia era appesa ovunque, era solo una frase e con Manganelli alcune volte si è manifestata, bene ora tocca a noi affermarla , magari riformando il comparto sicurezza e avendo una Polizia più democratica.
PS sto vedendo Serv.Pub. ragazzi il M5S è l'unica soluzione dobbiamo fare lo sforzo di cambiare

salvo f. Commentatore certificato 21.03.13 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a tutti, è vero, non tutti i poliziotti sanno fare questo mestiere, ed è ancora più vero che ci sono delle mele marce, ma posso assicurare che la stragrande maggioranza (ed io per primo) lo fà con la consapevolezza di essere al SERVIZIO DEL CITTADINO.Molti conoscono solo la parte negativa dei poliziotti perchè a quella si dà molto risalto mentre silenziosamente c'è chi salva vite umane (e non solo), chi smessa la divisa fà volontariato con il CUORE,chi per ragioni di servizio deve dire alla propria figlia di 2 anni che il bacio della buonanotte stasera non ci sarà......ebbene, credo fermamente che la polizia di stato è formata da persone con alto senso del dovere e personalmente anche se lontano dai miei genitori, dai miei amici, con uno stipendio che ti permette a mala pena di vivere sono ORGOGLIOSISSIMO di appartenere a questo corpo.

Alessio ciccoli 21.03.13 22:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

concordo con beppe!!!è davvero stato uno dei pochi a rispondere a grillo e quindi a tutti noi!!condoglianze in ogni caso anche da parte mia!

Luca M., Rho Commentatore certificato 21.03.13 22:15| 
 |
Rispondi al commento

chi conosce la storia del nazismo conosce
due nazisti particolari
uno era nazista per convenienza
il secondo faceva parte del nazismo convinto ma popolare ( ci credeva ingenuamente)

il primo e piu famoso
si chiamava
oskar schindler
salvo la vita a 1000 ebrei (suoi operai)
e stato fatto anche un bel e famoso film di spielberg

il secondo e poco conosciuto e anche bistrattato
si chiamava
JOHN RABE

SALVO LA VITA A 250000 CINESI
gia duecentocinquanta mila cinesi
( che valore ha la vita di 250000 cinesi contro 1000ebrei....)

la differnza tra i due
il primo ne approfitto delle occasioni per arrichhirsi

il secondo collaboro persino con i ...nemici inglesi pur di salvare piu persone possibili
entrambi finirono male
morirono in poverta
john rabe
mando persino una lettera di protesta ad hitler per il trattamento persecutorio dei giapponesi contro la popolazione cinese
e al ritorno in germania fu arrestato dalla gestapo

oggi le morti celebri sono due manganelli
e pietro mennea che ha fatto grande il nome del italia
mantre il primo ha fatto solo grande l immunita della casta
dai media apprendiamo che ....
poverino era ammalato
gia proviamo a chiederlo a quelli che si sono ammalati nel napoletano per le discariche ...
dov'e ci sono gli inceneritori.....
a quelli in val di susa ...
e
tanti bei posti dove chi protesta per salvaguardarsi la salute viene manganellato dai sgherri del sig manganelli
MI DISPIACE PER I SUOI SOSTENITORI MA NON PROVO LA MINIMA COMPASSIONE

avrei preferito un post sul ricordo di un grande mennea

stefano b., rovato Commentatore certificato 21.03.13 22:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

PIETRO MENNEA
ecco chi voglio ricordare

Baci_veloci


Spero che il successore di Manganelli, se vuole dimostrare di essere onesto difronte agli italiani e, anche per dare l'esempio a tanti caimani, di ridursi lo stipendio da € 621.000 annui a € 32.000.

Filippo Sergio 21.03.13 21:21| 
 |
Rispondi al commento

Da ex carabiniere e come forza dell'ordine comprendo il grande lavoro svolto e mi unisco al dolore della famiglia .. e andiamo avanti per una ricostruzione della democrazia che è mancata per molto tempo!!

Marco ., Torino Commentatore certificato 21.03.13 21:14| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal punto di vista umano, mi dispiace per la sua dipartita, ma ricordo che era uno dei Manager pubblici più pagati (circa seicentomila € l'anno)e spero che non sia prevista la reversibilità per la moglie; spero anche, vivamente, che il suo successore sia stipendiato con molta più...... sobrietà; a proposito...... a quando la legge sul tetto agli stipendi dei manager pubblici?

antonio l. Commentatore certificato 21.03.13 21:09| 
 |
Rispondi al commento

NON VOGLIAMO PAGARE L' 8X1000:
L’Associazione per lo Sbattezzo ha lanciato anni fa un’iniziativa per l’obiezione fiscale.
L’UAAR ha anch’essa più volte criticato e chiesto modifiche alla normativa: resta il fatto che un cambiamento è fattibile solo attraverso una modifica della legge. L'UAAR ha proposto di adottare il meccanismo tedesco, per il quale solo i fedeli che desiderano esplicitamente appartenere a una confessione religiosa sono tassati per sovvenzionarla.
FACCIAMOLO!!!

stefania s 21.03.13 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Perché si dovrebbe commemorare Manganelli? Tutti noi viviamo e moriamo, è la nostra natura. Cosa ha fatto di così particolare? Ha risposto a due lettere? Ha chiesto scusa? Lo ha fatto quando è stato costretto, quando sono stati condannati, prima era tutto normale, la colpa degli incidenti erano dei manifestanti, dei facinorosi.. Quante persone muoiono ogni giorno? Ripeto, Beppe, per quale motivo lo devi commemorare? Se vogliamo salutare qualcuno, darei un saluto a Mennea..

Stefano Boni, Roma Commentatore certificato 21.03.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

....sentiremo la sua mancanza... un grandissimo uomo che ha dato tanto al suo paese.. sarai sempre nei nostri cuori Pietro Mennea ....

daniela de rosa 21.03.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Approfitto di questo blog per fare anche le mie condoglianze alla famiglia

erborista 1 21.03.13 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma qualcuno sa cosa si sono detti Napolitano e Grillo ???? abbiamo sentito tutti tranne Grillo !

salvatore tredici, monasterace marina Commentatore certificato 21.03.13 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,
l'anima ipocrita e borghese che ha permeato per secoli la cultura italiana rende tutti buonisti di fronte ad un morto. Lo stesso borghesismo che, declinato in altre forme, ha portato alla corruzione e allo sfacelo dell'italia cui assistiamo e che quotidianamente cerchiamo di combattere.
E' solo con queste considerazioni che riesco a "capire" come tu possa scrivere "in memoria di manganelli" e nello stesso tempo dare l'appoggio ai No Tav. Manganelli, capo della polizia, se non ha dato ordine lui di procedere alle cariche (cosa di cui dubito fortemente), di certo le ha approvate. O hai notizie diverse? Ricordi quando parlava del "i notav vogliono un morto"? Non era forse una previsione che legittimava il morto che solo per la bravura dei No Tav è stato evitato? Vi hanno messo in un'aula bunker per il processo.. non ricordi che gli arrestati erano ... Luca Abbà? ricordi?

Credo tu abbia visto, di persona o nei video, gli occhi dei pestati. Immagino che tu sappia quanto rimarranno indelebili quelle botte, quei manganelli pronti a spezzare, a fare il morto, se non fisico, dell'anima.

Le risposte di Manganelli sono incosistenti rispetto al contenuto espresso nelle lettere aperte.. formali, banali, insulse, offensive per la loro vacuità. Non vogliamo parole, vogliamo fatti, e ben diversi da quelli che ci sono stati finora.

Ricordo il tuo commiato a Steve Jobs e ricordo la risposta della rete. Non credo che tu abbia un'anima ipocrita e borghese, ma smarcati da questi buonismi che riscrivono il passato in funzione di un futuro ancora più squallido del presente e del passato stesso.

Andrea P. Commentatore certificato 21.03.13 20:26| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Falce non guarda in faccia a nessuno, neppure al Capo della Polizia. Pietà per chi muore, oggi non è il caso di parlare di ciò che è stato.

harry haller Commentatore certificato 21.03.13 20:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ragazzi a proposito di forze dell'ordine e di polizia,mettete una stellina alla mia causa per lavorare con le forze dell'ordine?

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/forum/2013/01/eliminare-limite-altezza-e-aumentare-eta-per-partecipare-concorsi-forze-armate-e-di-polizia.html

AIUTIAMOCI RAGAZZI!!!!

Salvatore Zenna (ethan hunt 86), irin@hotmail.it Commentatore certificato 21.03.13 20:14| 
 |
Rispondi al commento

SPARISCONO I COMMENTI !!
VERGOGNATEVI !!!

daniela de rosa 21.03.13 20:09| 
 |
Rispondi al commento

I Maro' tornano in India. Che due Maroni, ennesima figura di merda del governo Italiano. Stava funzionando tutto, erano tornati in India e la cosa stava scemando, tanto che il governo indiano aveva dato 40 giorni di permesso per votare!!! Poi dicono che Beppe non ha ragione a dire Tutti a casa. Inutili!!!

Luca 21.03.13 20:09| 
 |
Rispondi al commento

se non ho capito male abbiamo avuto un capo della polizia per 4 anni malato e all'estero.
E' normale?
ma se io non andassi in ufficio per 4 anni (con uno stipendio di 700.000 euro) voi cosa pensereste?
Qualcuno - solo per la cronaca - dovrà spiegare, perchè questa persona non si è dimessa, non è stata riformata, ha o non ha lavorato le canoniche 40 ora al giorno.
o no?

francesco fiore 21.03.13 19:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ricordo a tutti gli animali comunisti che non rispettano le istituzioni che se non esistevano i disastri di Genova non sarebbe esistita la Diaz e tantomeno la morte di quell'idiota che non poteva che essere figlio di un sindacalista che voleva solo spaccare la testa di un Carabiniere con un'estintore. Mi dispiace solo che non esiste il rispetto per le forze dell'ordine ecco perchè ci troviamo nelle strade quello che abbiamo!!!!!!!!!!!!

MANUEL FORCINA, ROMA Commentatore certificato 21.03.13 19:41| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

era un amico ...l'ho incontrato l'ultima volta ad avellino....gli ho ricordato che ci siamo conosciuti da ragazzi ed abbiamo giocato al tennis da tavolo ...lui si ricordava....ci siamo salutati e mi ha fatto un sorrison...era una brava persona....ed un amico

franco ruggiero 21.03.13 19:40| 
 |
Rispondi al commento

mi è sempre sembrato un'ottima persona...mi dispiace anche a me.

grattaveltroni evinciberlusconi (), perugia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.13 19:38| 
 |
Rispondi al commento

profondo rispetto per un uomo che ho conosciuto soltanto in questi giorni da notizie su la sua morte!tristezza per aver perso un grande uomo di stato.buon lavoro in paradiso ad antonio manganelli capo della polizia italiana

pietro deriu, aprilia Commentatore certificato 21.03.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo sulla richiesta ai presidenti di Camera e Senato di rinunciare totalmente alla indennità di presidente, rinunciare ai rimborsi elettorali e ridurre il loro stipendio e quello di tutti i parlamentari a non più di 5000,00 Euro.
La ventata di rinnovamento che il Movimento può portare alle nostre istituzioni è davvero importante, per poter operare, però, bisogna essere nel sistema e nelle regole e non fuori ad ogni costo. Si potrebbe sostenere un governo che abbia obiettivi condivisi con una fiducia limitata agli obiettivi stessi. Diversamente non si produce nulla e tutto lo tsunami potrebbe essere vanificato.
Se il movimento restasse radicalmente sulle posizioni che di fatto immobilizzano il sistema e quindi non riuscisse a modificarlo, io per primo non vorrei più essere rappresentato da personaggi che antepongono le motivazioni del movimento al miglioramento della Nazione e dei cittadini

Nicola D., Bari Commentatore certificato 21.03.13 19:34| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un capo-picchiatore in meno.
I ragazzi inermi e pacifici del Caslini e della Diaz di Genova 2001, stanno ancora cercando un briciolo di verità e giustizia.
Verità che Manganelli si è portato nella tomba.
Spero proprio che non riposi in pace.
Mai.

Saluti

Terzo Nick Commentatore certificato 21.03.13 19:32| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'sicuramente stato un uomo il cui esempio dovrebbe servire da monito per tutti. Un esempio da seguire. Se tutte le persone "servitrici dello Stato" avessero un po' della passione che ha sempre dimostrato Manganelli, il Paese non si troverebbe in questa penosa situazione.
Mi associo alle condoglianze per tutta la sua famiglia.Onore al merito ma ancor prima onore alla grande persona che ha dimostrato di essere.

El Grillo Marchese (perchè io so io e voi.....), Roma Commentatore certificato 21.03.13 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Manganelli non era persona disonesta, nel senso che non rubava per sé. Ma le direttive, quello che ha fatto diventare la polizia, Genova...La promozione di agenti di polizia che avevano perpetrato i peggiori crimini....
No, mi dispiace, non mi accanisco contro un morto, ma dargli onore solo perché ha risposto sul blog (pure raccontando cose non vere), proprio non me la sento di farlo.
Mai il rapporto tra cittadini e polizia è stato tanto terrificante in Italia dal dopoguerra come sotto Manganelli.
Rispetto il lutto della famiglia, ma niente altro.

Chiara e Tondo 21.03.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mia stima nei tuoi confronti aumenta di giorno in giorno la tua voce la mia voce grazie Beppe!

Massimo Obino 21.03.13 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe,di fronte alla morte è indispensabile il cordoglio e l'apprezzamento per le cose(anche se poche)buone fatte in vita...però fatto un papa se ne fa un altro,voglio dire che il capo della polizia rimane al momento un servitore dello Stato troppo ben pagato(a memoria circa 560.000 euro annui) e quindi fa parte di quel (non piccolo) numero di dirigenti pubblici che con le loro retribuzioni contribuiscono a rendere insopportabili per il Paese i costi della pubblica amministrazione...

roberto sozzi, collesalvetti (LI ) Commentatore certificato 21.03.13 19:08| 
 |
Rispondi al commento

perché quando moriamo diventiamo tutti un po' più buoni??????

Salvatore Rapparini 21.03.13 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO NON MI SENTO DI FARE LE CONDOGLIANZE,ANCHE SE RIMANE UNA SCOMPARSA....SE SIAMO IN QUESTA SITUAZIONE E' ANCHE COLPA SUA,IO LO CONSIDERO UN CASO SOCIALE MESSO LI DALLA POLITICA AMICA (SUA)....MI AUGURO SOLO CHE LA MOGLIE NON PRENDA L'ACCOMPAGNAMENTO SAREBBE GIRARE IL COLTELLO NELLE FERITE DELLA GENTE....TANTO VI DOVEVO....ADRIANO

adriano mecagni 21.03.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

approfitto di questo blog per ricordare due persone per bene che ci hanno lasciato per sempre:- "Il capo della Polizia Manganelli e Pietro Mennea". Le mie condoglianze ai loro familiari.

domenico cavalca, ribera Commentatore certificato 21.03.13 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo la laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Napoli, si specializzò in criminologia clinica presso l'Università di Modena.

Numero due del Nucleo anticrimine della Polizia di Stato negli anni ottanta del XX secolo, collaborò anche con i magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Nel 1991 divenne direttore dello SCO (Servizio centrale operativo) e del Servizio Centrale di Protezione dei collaboratori di giustizia. Dal 1997 fu questore a Palermo e, dal 1999, a Napoli.

Divenuto prefetto nel 2000, fu nominato direttore centrale della Polizia criminale e vice direttore generale della Pubblica Sicurezza, incarico nel quale dal 2001 assunse le funzioni vicarie del capo della Polizia Gianni De Gennaro dopo che questi si era dimesso perché coinvolto nei fatti del G8 di Genova nell'estate del 2001, fatti da cui Manganelli aveva preso le distanze.

Il Consiglio dei ministri lo nominò capo della Polizia il 25 giugno 2007.

Docente di Tecnica di polizia giudiziaria all'Istituto Superiore di Polizia, pubblicò saggi in materia di tecnica investigativa e sequestri di persona[1]. Il 25 giugno 2010 aveva ricevuto la cittadinanza onoraria di Palermo. PENSIERO(vorrei ricordare che in molte occasioni la polizia di stato viene spesso criticata ma c'e'da considerare che il fallimento della politica spesso si trasforma in problema di ordine pubblico, OCCORRE UN IMPEGNO GENERICO DA PARTE DI TUTTI A FIN CHE QUESTO PAESE POSSA DIVENIRE MIGLIORE.

Giuseppe Ga 21.03.13 19:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sinceramente uno che prendeva circa 600 volte lo stipendio di un operaio
che si permetteva a nome della casta di mandare i propri scagnuzzi a manganellare chi pretendeva il rispetto della loro dignita ...della loro salute ... del rispetto delle regole calpestate...
NON PUO CHE ESSERE TUTTO TRANNE
CHE UN UOMO DI VALORE
NE CERTAMENTE UN EROE

UN UOMO SI RISPETTA DA MORTO
SOLO SE DA VIVO MERITAVA RISPETTO
E
non mi tirate fuori la solita tiratella che era un servitore FEDELE in uno stato ....poco democratico
se no anche tutti i gerarchi fascisti diventerebbero innocenti e non colpevoli
E
non avro nemmeno un minimo di rimorso a dirlo
la polizia si e schirata apertamente contro i cittadini
contro la stessa costituzione che hanno giurato di difendere
percio
CERCATE DAI VOSTRI PADRONI LE CORDOGLIANZE
qundo sento le lamentele dei poliziotti che lamentano basse paghe
dopo i casi di manganello facile ... di spaccarotella...di tanti giovani assassinati daqlle forze del ordine come .aldrovandi
al caso g8

la pieta per i morti difensori E ASSISSINI PER LA CAST
non abita qui

NOI ABBIAMO GIA I MOSTRI MORTI DA PIANGERE E MOLTI PER MERITO DEI SGHERRI DEL SIG MANGANELLO
riguardo ai due interventi sul blog vorrei fare notare che ha mai ne rinnegato ne colpevizzato certi abusi di loro sottoposti
semmai ha cercato di giustificare il proprio operato
piu o meno come i gerarchi nazisti a norimberga

stefano b., rovato Commentatore certificato 21.03.13 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Beppe Grillo, mi piace molto e condivido il tuo programma politico, ma mi spaventa l'idea di una sola emittente televisiva magari controllata soltanto dal Movimento a 5 stelle in barba alle più elementari regole della democrazia(dualismo, concorrenza e pluralismo che fine farebbero?).Mi riesce difficile ad oggi capire quali siano le tue reali intenzioni e quelle del sig. Casaleggio.Perchè non approfittare dell'attuale momento favorevole per far si che molti punti del programma vengano portati e votati in Parlamento?Perchè aspettare? Ma credi davvero che con questo tipo di strategia tu possa raggiungere domani una maggioranza assoluta?Perchè tu e Casaleggio non vi siete candidati per guidare gli eletti del Movimento più da vicino? Chi scrive è stanco e non sopporta più la vecchia politica,la casta,lo scambio di poltrone,le auto blu,gli stipendiati e pensionati d'oro, ecc. ecc. e vuole che finalmente vengano create le basi per una società migliore, più trasparente, più sana, dove a regnare sia la giustizia sociale e non lo schifo che ha sempre imperato e che ho visto da quando sono al mondo. Sono un libero pensatore e non faccio, ne ho fatto parte di partiti politici vorrei semplicemente caro Beppe Grillo che il tuo Movimento al quale è andato anche il mio voto mettesse a frutto, cogliendone le occasioni, gran parte dei contenuti del programma da voi pubblicato. Grazie

domenico cavalca, ribera Commentatore certificato 21.03.13 18:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

spariti alcuni commenti non miei ma a cui avevo risposto. Cos'è, un flare solare?

Danilo V. Commentatore certificato 21.03.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento

RE GIORGIO si dimette da Presidente della repubblica !!!! e di conseguenza il
presidente del senato darà a lui l'incarico a presidente del consiglio per salvare l'italia !!!!!

RAFFAELE CRISTOFARO 21.03.13 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Avete in mano ora e solo ora la possibilità di cambiare l'Italia. state sbagliando.

Roberto Giogli, Grosseto Commentatore certificato 21.03.13 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe

ti ringrazio per aver voluto esprimere un serio commiato a chi ha servito le istituzioni con umiltà e professionalità.

Ai detrattori voglio dire se volete sputare addosso a qualcuno sputate addosso a PD-L o PDL a Bersani o Berluscni o meglio Bersusconi.

Bruno Gilmozzi, Bergamo Commentatore certificato 21.03.13 18:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condoglianze non vuol dire (come scrive qualcuno)erigere ad eroe Manganelli,e per ricostruire questo paese ci vuole sopratutto molta umanità,e Grillo ne ha tanta più di molti di noi,che c'incazziamo come delle iene perdendo il senno di poi.Bravo Beppe

Stefano bonifazzi 21.03.13 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Ho dato una letta ai commenti
Ma quanti hanno letto il post e le risposte credo in pochi
Meglio leggere tutto l uomo non era un eroe ma neanche un mascalzone una persona normale con pregi e difetti
Di manifestazioni ne ho fatte tante e ho anche preso le botte credo a torto
Lui era un impiegato di questo stato e con ha capo una classe politica e i media che hanno fatto di tutto perché gli animi fossero sempre esasperati nel mezzo noi è loro
P

Riccardo Garofoli 21.03.13 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Manganelli è stato un ottimo poliziotto e servitore dello Stato....per il G8 più che chiede scusa non poteva...anche perché chi ha sbagliato pagherà ma lui personalmente non sbaglio e comunque adesso non è il momento di fare processi storici. Di fronte alla morte umana pietà e per chi crede ci sarà il giudizio di Dio. Tante condoglianze alla sua famiglia.

Maurizio D., Roma Commentatore certificato 21.03.13 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pax..rip

giuseppe lucisano, catanzaro Commentatore certificato 21.03.13 18:10| 
 |
Rispondi al commento

stiamo aspettando ,siamo dentro il baratro grazie alla fornero ,monti, berlusconi,bersani,insomma la vecchia politica.cosa fate !!!!!!!!!!!!metteci piu grinta.la gente e disperata ,e quando comincia a vedere perdere i sacrifici di una vita,qualcuno si dovra prendere le sue resposabilita,E NON DATE COLPA CHE E"MATTOOOOOO!!!!!!la gente ha perso/perde il lavoro,chi lo ha si vede decurtare lo stipendio da 1800euroal mese,le tasse raddoppiano, il ceto medio arranca figuriamoci i poveri.....non c"e"una legge che vada in favore dell"occupazione,il territorio sempre piu lasciato allo sbando.le vecchie imprese chiuse per il mancato rinnovo generazionale,mancati fondi delle banche ,il non aver vigilato ai frofessionisti(tariffe minime ,massime)se si continua di questo passo nel breve periodo nel mediterraneo scoppiera l"ingovernabilita della gente(risorgeranno dalle ceneri i partigiani)i governi ,gli stati non HANNO PROPIO CAPITO NIENTE DAL PASSATO...................


Mai nome fu più appropiato.

Noè SulVortice Commentatore certificato 21.03.13 17:55| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Manganelli era un "signore", educato, credo perbene. Punto.
Le risposte che ha dato alle due lettere dimostrano quanto sia squilibrato non tanto il comportamento della Polizia in genere, ma l'ordinamente giuridico (e etico) che consente a funzionari e poliziotti chiaramente colpevoli di continuare non solo a percepire lo stipendio ma anche di fare carriera finchè la sentenza non va in giudicato.
Quelle sono ovvie risposte da parte di Manganelli, con l'ovvio problema che se mai qualcuno avesse preso a calci in faccia, come meriterebbero, i figli del funzionario Perugini o aggredito di notte il questore di Genova il processo sarebbe stato in direttissima, perfinp basato su indizi, e i colpevoli chiaramente allontanati da qualsiasi funzione pubblica in via preventiva.
Manganelli in sostanza, pace all'anima sua, risponde per cortesia ed educazione ma non dice nulla di che, non prende decisioni, non prende posizioni. Sa che loro sono colpevoli ma deve celarsi dietro uno strumento giudiziario medievale che in dieci anni non riesce a mandare uno stronzo dove è evidente che deve stare.
Non stava a lui fare qualcosa? Non lo so. So che se si vuole, ad alti livelli, si può far tutto, anche dire che un aereo è esploso per una bomba invece che per un missile o far ammazzare Falcone e Borsellino con la massima indifferenza.
Manganelli non c'entrava certo con queste cose, ma sono esempi di come il Potere, quando vuole, muove e smuove, mentre questi due funzionari, pessimi esempi di esseri paraumani, neanche hanno avuto un piccoo trasferimento a Gela. Chi li protegge? A quale loggia appartengono? Quale formazione occulta muove certi reparti delle forze dell'ordine affinchè alimentino il disordine? Le stesse che hanno organizzato i Black Bloc e la relativa controffensiva? La multinazionale del terrore? Era il tempo del 9/11. E non era il tempo delle mele certamente. E tutto questo Manganelli lo sapeva, e se l'è portato per sempre con sé. Buona reincarnazione Antonio.

Danilo V. Commentatore certificato 21.03.13 17:44| 
 
  • Currently 4.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sottoscrivo in pieno e sono sempre più orgoglioso di Beppe.

E' lungo l'elenco dei meriti del Compianto e perciò mi limito a sottolineare che le sue risposte sopra riportate dimostrano una lucidità ed un coraggio non comune. E mi inorgoglisce il fatto che Beppe con questo post ne sappia dare una forte e chiara testimonianza. Complimenti Beppe!

giovanni d., avellino Commentatore certificato 21.03.13 17:40| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento

Quando muoio io voglio un post uguale!
(in fondo anch'io non ho mai degradato o cacciato i picchiatori di Genova)

p.s. lo so che il mio commento precedente era poco rispettoso per il defunto ma cancellarlo è inutile perchè ripete quello che tutti stanno scrivendo

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 21.03.13 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Che abbia in qualche modo accettato il dialogo e che abbia cercato di mettere una pezza (per quanto a buoi già scappati dalla stalla) dopo quanto fecero i "bravi di Stato" a Genova, è già molto in un Paese come questo.

Se avrete ancora dialoghi credibili con figure ai vertici delle Forze (abbastanza) dell'Ordine, ricordate loro che certi fatti e comportamenti sono gravissimi; ma ancora di più lo sono le coperture di stile mafioso e i depistaggi che si sono visti quasi sempre in occasione di detti casi.

Le vere mele marce sono quelle che tendono a coprire chi non è professionalmente e umanamente capace di svolgere compiti del genere, più ancora di chi materialmente sbaglia.

Alberto Rizzi Commentatore certificato 21.03.13 17:35| 
 |
Rispondi al commento

questa cosa che uno quando muore diventa un eroe proprio non mi va giu'... ci sono riusciti anche con Cossiga.. non dico altro perche' sarei fraintesa

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.13 17:31| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA FAMIGLIA DEL DOTT. MANGANELLI ABBIA LA NOSTRA PARTECIPAZIONE AD UN VERO DISPIACERE PERCHE' PERDERE UN VERO UOMO DI STATO CHE NON HA TEMUTO UN CIVILE CONFRONTO SUL NOSTRO BLOG E' UNA GRAVE PERDITA PER TUTTI GLI UOMINI E DONNE DI VALORE DEL NOSTRO SFREGIATO E DEPREDATO PAESE,IMPEGNATI A RICOSTRUIRLO.

ANGELO L., SANT'AMBROGIO DI VALPOLICELLA Commentatore certificato 21.03.13 17:30| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Le doverose condoglianze ai familiari di un Servitore dello Stato con le due S maiuscole.

Un uomo che ha per tanti anni ricoperto un ruolo ed un compito non facile, che rientra fra i pochi che ha "colto" per educazione e formazione culturale l'occasione di rispondere ai quesiti e gli argomenti posti nel ruolo istituzionale che ricopriva, con evidente sincerità e cortesia.

Lello Marino, Ercolano Commentatore certificato 21.03.13 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Pace all'anima sua...Ma dov'è ra quando piangevano a Genova le vittime del G8? Che memoria corta che abbiamo...certo non hanno dimenticato le vittime💬💬💬💬

Rino P., Carloforte Commentatore certificato 21.03.13 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi associo al cordoglio per la scomparsa di Antonio Manganelli.
E sono lieto di farlo su questo blog. E' stato a suo tempo interessante sperimentare la sua partecipazione al dibattito pubblico attraverso la risposta alle lettere aperte di Grillo.

Tralasciando in questo contesto, qualsiasi altro commento sul suo operato, rilevo che per un funzionario di Stato, per di più titolare di una funzione pubblica estremamente rilevante, anche l'attenzione ai dettagli nel proprio comportamento pubblico conta, all'occhio dei cittadini. Manganelli è stato uno dei pochi a dimostrarlo. Onore al merito.

al ondeweb Commentatore certificato 21.03.13 17:22| 
 |
Rispondi al commento

E' morto un poliziotto !! Ci spiace quando muore qualcuno e non vedo perché dovremmo esserne contenti solo per il lavoro che faceva. Non dobbiamo fare apologia del defunto ma con un po' di senso reale dovremmo accettare che tra le tante figure di poliziotto, almeno lui era presentabile e forse era il meno peggio per una categoria che per statuto ha la faccia ed i modi feroci.

Antonio Luigi Mulleri, roma Commentatore certificato 21.03.13 17:21| 
 |
Rispondi al commento

condoglianze alla famiglia Manganelli

ALFREDO10 TROVATO, acireale Commentatore certificato 21.03.13 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Onore a tutti gli uomini dello Stato e cittadini comuni che ci hanno dato l Orgogio di essere Italiani hanno contribuito attivamente a rendere la vita in questo paese piu serena nei limiti delle loro competenze, Oggi tra i Grandi annoveriamo anche Pietro Mennea che è andato prematuramente Insieme a Antoni Manganelli un sentito GRAZIE e per chi ci crede arrivederci

Arrigo Garipoli, Genova Nervi Commentatore certificato 21.03.13 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho conosciuto la prima volta il Dr.Manganelli nell'anno 1983,quando era un semplice vice questore della Polizia di Stato. Io avevo 20 anni e rimasi sbalordito dalla professionalità, sicurezza e umanità che aveva.
Uno dei pochi che ha veramente meritato di diventare il Capo della Polizia.
Le mie più sentite condoglianze a tutta la famiglia.

LUCIANO PRESENTI, Suvereto Commentatore certificato 21.03.13 17:15| 
 |
Rispondi al commento

il massimo rispetto per un defunto.
Però si sta dimenticando che anche Manganelli ha fatto parte di quell'ampia schiera di "Boiardi di Stato" con uno stipendio annuo di circa settecento mila euro senza annessi e connessi, intimo di De Gennaro, con una moglie sistemata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ecc......

marco de santis 21.03.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie Beppe per averci ricordato il valore morale è l'onestà di quest'uomo. Condoglianze a tutta la famiglia e buon lavoro alla polizia di Stato

Corrado Lai 21.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Il capo della Polizia prende 600.000 euro all'anno. E' una vergogna.

simone stellini Commentatore certificato 21.03.13 17:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi siciliani onesti piangiamo Manganelli come Falcone e Borsellino tra i pochi servitori dello stato che ci hanno fatto sentire orgogliosi di essere siciliani ed italiani.Manganelli Uno di noi ! ! !

Antonio Lombardo 21.03.13 17:06| 
 |
Rispondi al commento

E' vero...giusto averlo ricordato...dovremo capire se il suo successore avrà lo stesso spessore.
Purtroppo come dici te Beppe non hai e non abbiamo avuto l'opportunità di aprire un confronto per un dialogo tra un istituzione e i cittadini.
E' venuto anche a mancare Mennea, la freccia del SUD..non dimentichiamo questo campione, semplice,onesto e modesto!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 21.03.13 17:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringrazio la memoria del web. Non avevo letto né le lettere aperte al signor Manganelli, né le risposte ricevute. Forse in ritardo scopro che qualcosa di giusto c'è, o meglio c'era. E' comunque un conforto.
Condoglianze alla famiglia e a tutti i colleghi che lo piangono sinceramente.

ilaria genovese 21.03.13 16:59| 
 |
Rispondi al commento

Desidero anch'io esprimere il mio rispetto verso il sig. Manganelli che ha messo il dovere e la responsabilità nel lavoro al primo posto. Un saluto

Patrizio De Grandi 21.03.13 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei unicamente esprimere cordoglio per la scomarsa di Manganellli. Una di quelle ormai troppo rare persone che ti fanno sentire orgoglioso e rappresentato dalle istituzioni di questo paese.

Ivan Solinas, Scandicci Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.03.13 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco con tutto il cuore al dolore della famiglia.tante condoglianze...

Oscar spinelli 21.03.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Un Capo di Polizia onesto,bravo e disponibile a mettere in discussione eccessivi interventi della Polizia nelle manifestazioni,grande servitore dello Stato sentite condoglianze

stefanella m., brescia Commentatore certificato 21.03.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Non lo sapevo o non me lo ricordavo. Questo gli fa onore, anche se solo alla memoria.
Era doveroso ricordarlo a tutti. Bravo Beppe!!

Alessandro Lavarello, Chiavari Commentatore certificato 21.03.13 16:52| 
 |
Rispondi al commento

requiem
in un momento così difficile per il paese è urgente rifondare il rapporto tra cittadini e polizia. le tensioni crescono e se non sono scoppiate ancora in disordini pubblici è solo perchè regge ancora una rete di rapporti familiari estesa che sostiene i disoccupati, gli inoccupati, i cassintegrati, gli esodati e tutte le persone attualmente impossibilitate a sostenersi autonomamente.questa rete, come tutte le cose, ha un suo limite di sopportazione e quando lo supereremo, andremo incontro a manifestazioni violente.
se ciò accadrà davvero, solo una polizia autenticamente democratica ossia al servizio dei cittadini potrà garantire la pubblica sicurezza senza comprimere i diritti civili di chi eccede nella protesta.

Gabriele Alfano Commentatore certificato 21.03.13 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Condoglianze alla fam. del dott. Manganelli. Mi associo al loro dolore. Una persona che ha protetto i cittadini e l'Italia merita il nostro rispetto. In Italia ci sono moltissime persone per bene ed in gamba. Che sia di ispirazione alle generazioni future. Roberto da Traunstein

Roberto de Filippo 21.03.13 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Proviamo a vedere le cose con nuovi occhi http://lucafiordelmondo.blogspot.it/2013/03/nuovi-occhi.html

Luca Fiordelmondo 21.03.13 16:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori