Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La funzione degli intellettuali

  • 1587


Gaber_intellettuali.jpg
Intellettuale: "Persona fornita di una buona cultura o cultore di studi per lo più riconducibili a un moderno valore umanistico" (dal Dizionario della lingua italiana Devoto-Oli). La funzione principale degli intellettuali è quella di lanciare appelli. L'appello e l'intellettuale sono imprescindibili. Cosa sarebbe infatti un appello senza una lista di intellettuali che fanno a gara per essere primi firmatari?
"Gli intellettuali sono razionali
lucidi, imparziali, sempre concettuali
sono esistenziali, molto sostanziali
sovrastrutturali e decisionali
." (*)
L'intellettuale italiano è in prevalenza di sinistra, dotato di buoni sentimenti e con una lungimiranza politica postdatata.
"Gli intellettuali fanno riflessioni
considerazioni piene di allusioni
allitterazioni, psicoconnessioni
elucubrazioni, autodecisioni
." (*)
L'intellettuale non è mai sfiorato dal dubbio, sorretto com'è da un intelletto fuori misura per i comuni mortali. Se si schiera lo fa per motivi etici, morali, umanistici su indicazione del partito. Quando il pdmenoelle chiama, l'intellettuale risponde. Sempre! In fila per sei con il resto di due.
(*) Gli intellettuali -- Giorgio Gaber

9 Mar 2013, 13:32 | Scrivi | Commenti (1587) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1587


Tags: appelli, Devoto Oli, Gaber, intellettuali, pd

Commenti

 

Leggo: “I tre profili del candidato ideale”. Renzi, ha come obiettivo quello di eleggere il successore di Napolitano senza sottostare a veti o imposizioni e per aggirare l’ostacolo, sembra essere alla ricerca di colui che sia l’espressione di una scelta che racchiuda in se “tre” requisiti: l’intesa politica, il profilo tecnico e il ruolo del cosiddetto jolly nelle passate legislature”. Probabilmente sarebbe il fantomatico figlio dell’araba fenice che una volta bruciata risorgeva dalle sue ceneri. E’ una mia fissazione, come quando ci troviamo in balia di un pensiero fisso che sta condizionando i miei rapporti sociali e non si invoca altro che il tempo trascorra almeno per lenire gli effetti. Che ce l’abbia con qualcuno non lo nascondo, e nemmeno che, tutto ciò, sia dovuto ad un numero maledetto che si ripete in tante cose come le dottrina, la filosofia e la matematica e…. anche nelle corse dei cavalli !!! Ho come l’impressione che mi perseguiti. Questo numero è il tre

Giuseppe (Pino) Verbari 27.01.15 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Oh! Ma dico!Ma.Stiamo.Scherzando?
Pensare ed essere colti sono valori negativi?
Non è che il blog è sotto attacco di hacker? Vi siete resi conto dei commenti beceri che utenti non identificati hanno colto l'occasione di scrivere qui per dare l'idea che i M5S siano una caricatura di popolino?
Esistono intellettuali anche nel M5S.
Grillo e Casaleggio, cosa sono se non intellettuali?
Semmai distinguiamo tra veri intellettuali e finti intellettuali, che si sono guadagnati tale fama servendo un padrone.

Spero che questo post sia solo un sondaggio sociologico e non un vero cambiamento del pensiero dello staff...

ambra a., Binasco Commentatore certificato 14.04.13 15:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Impossibile cambiare una società senza intaccare il cosiddetto mondo della cultura, equamente diviso tra chi pontifica perchè ne sa sempre una più del diavolo e chi sale felice sul carro del potere di cui si fa portavoce. Intanto il paese sprofonda nell'analfabetismo di ritorno e la più parte degli italiani riesce a capire solo messaggi semplici Prima che la cultura muoia di conformismo,speriamo che entri anche là una forza di cambiamento

Cinzia C., Verona Commentatore certificato 14.04.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento

nel 1993 il referendum ha decretato che il finanziamento pubblico ai partiti doveva essere abrogato! Come hanno fatto a renderlo inefficace? Cosa più può fare un cittadino per non essere preso in giro?

guido costa 14.04.13 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Chi cazzo ha votato Prodi? Prodi non serve neanche morto perché fa schifo anche ai vermi. E chi lo ha votato é sicuramente un servo del pd. BR tornate, c'è troppo bisogno di voi!

Giuseppe D'Agostino 13.04.13 23:35| 
 |
Rispondi al commento

COMMENTA


pertroppo il Devoto Oli non ce l'ho,e poi non ho capito una sega(come si dice a Firenze.)
Quando mi parlano di CULTURA,penso alla COLTURA.
Penso sempre al Nonno Gino che quando Zappava la terra,per seminare i BACCELLI(fave)...usava Mani e Piedi.Il Cervello(INTELLETTO) lo usava per centrare il seme dentro il buco della terra,...il resto e' noia,...a proposito di Coltura cosa hanno scritto sul Devoto OLI? Grazie

marco 13.04.13 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che c'è qualcuno...in grado di spiegare il pensiero di Gaber...che crede di essere un nuovo intellettuale. Qualcun altro qui sotto spiega il pensiero di Battiato...quanti intellettuali???

Vito D. Commentatore certificato 13.04.13 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Oggi un intellettuale è scivolato .
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2013/03/26/Battiato-inaccettabili-queste-troie-parlamento_8461715.html

Giuliana Santo, avellino Commentatore certificato 26.03.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, per favore, non incominciamo con queste storie sugli intellettuali. Sono le stesse storie che hanno motivato i regimi fascisti e comunisti a scatenare le folle contro persone che avevano la sola colpa di lavorare o studiare all'università o vivono proponendo idee per capire meglio dove e come viviamo. È successo tante volte, l'ultima una ventina di anni fa in Romania, quando il governo ha chiesto ai minatori di invadere le città e picchiare tutti gli intellettuali o studenti universitari che trovavano in strada. TU sei un intellettuale, Casaleggio è un'intellettuale, prendersela con la categoria dell'intellettuale, ammesso che esista,m significa ammazzare l'intelligenza

NIcola E. Morelli, Aalborg Commentatore certificato 24.03.13 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Gli intellettuali, ce li descrive bene Gaber.
Credono di essere la "magna carta" della comunità dimenticandosi di tanti "orrori" comportamentali assunti su problemi sociali, politici ed etici.
Se dovesse essere promosso un sondaggio sull'importanza che la gente comune assegna a questa
categoria verrebbe fuori un risultato sorprendente, come quello-per esempio- sull'abolizione dell'editoria.

Luigi M., lecce Commentatore certificato 18.03.13 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Testo di riferimento consigliato

"Dire la veritā: gli intellettuali e il potere"
Edward W. Said
Feltrinelli Editore, 1995

E' nel dissenso che l'avventura, l'interesse, la sfida della vita intellettuale vanno cercati. E se è vero che gli mancano regole stabilite alle quali ispirarsi per sapere cosa dire o fare, è altrettanto certo che l'intellettuale che non voglia tradire la sua missione non ha né cariche da difendere, né territori da consolidare o custodire: è un esiliato e un emarginato, un dilettante che possiede la capacità di sfruttare appieno le rare opportunità di discorso concesse, sa conquistare l'attenzione del pubblico, è pronto alla battuta e al dibattito più dei suoi avversari. E' soprattutto, autore/attore di un linguaggio che dice la verità al potere.

Pippo Costella, genova Commentatore certificato 17.03.13 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Gli intellettuali!!! Ci sono? Ci sono mai stati? Il moderno valore umanistico? Siamo sicuri che non sia più intellettuale una sorridente e bonaria ignoranza piuttosto che quella spocchiosa ricerca dell'io e dei suoi derivati. Lasciamoli perdere. Devo ancora sentire "intelletuali" che non mi dicano qualcosa che qualcun'altro di loro non mi abbia già detto. Ripetitivi e egocentrici. La vera bellezza è nella semplicità da cercare in quei luoghi dove ancora si ritrova un briciolo di umanità (tanto per citarne uno). E' nel silenzio dell'agire che sta la vera spinta intellettuale. Bisogna sporcarsi le mani...e non solo. Il resto sono chiacchiere e presunzione.
Eraldo.

Eraldo Degli Esposti 15.03.13 16:31| 
 |
Rispondi al commento

INVITO ALLA LETTURA:

http://www.cadoinpiedi.it/2013/03/13/se_fatto_uomo.html

Cristina Venneri 15.03.13 13:33| 
 |
Rispondi al commento

I giornalisti invece di asfisiare e parlare sempre dei deputati del M5Stelle, perchè non intervistano la deputa del Pd Marietta Tidei , Figlia del Sindaco di Civitavecchia ex deputato PD?

fausto marini 14.03.13 22:36| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di intellettuali, avete sottoscritto e chiesto di sottoscrivere questo appello?
http://temi.repubblica.it/micromega-appello/?action=vediappello&idappello=391292

enrica noseda 13.03.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito d'intellettuali. naturalmente oggi la parola è diventata stretta, anche perchè l'uomo nuovo tra reale e virtuale ha un'ampiezza mentale completamente diversa e una capacità di espressione illimitata, perciò il dibattito è superfluo. Ma attenti, si comincia sempre così, col dare addosso agli " intellettuali", col bruciare i libri, col disprezzare la cultura.E' questo non è il vento del cambiamento, ma l'inizio della dittatura; non dimentichiamoci che l'Italia non brilla certo per alfabetismo e cultura, che quasi il 65% degli Italiani hanno solo la licenza media, che è un paese dove non esiste il merito.
Mio padre diceva sempre, " Da un nemico mi guardo io, ma da un ignorante mi guardi Iddio !!!

Gianfrancesco ARTIBANI (copihue), sovana di sorano Commentatore certificato 13.03.13 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Grillo: “Tutto cambi perchè nulla cambi”

segnalo un'interessante articolo:

http://www.lavoroergosum.it/?p=1547

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 12.03.13 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Grillo: “Tutto cambi perchè nulla cambi”

Mi permetto di segnalare un'interessante articolo

http://www.lavoroergosum.it/?p=1547

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 12.03.13 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, io mi son convinta...anzi mi scuso per il dubbio! Lasciamoli fare e anzi supportiamo i nostri. A mio avviso, non è ottusità sono considerazioni tecniche e precise. Certo poteva essere, Grillo, un po' meno sibillino...ma capisco, gli squali del pdl sono in agguato!
Le ultime dichiarazioni di Grillo, specialmente sull'autorizzazione a procedere sul pornonano deliquente sono chiare... Se danno la fiducia al PD,l'opposizione diventa il pdl e tutti gli organi di garanzia andrebbero per legge a loro. Noi qui si ha così, stando all'opposizione, la possibilità non solo di mandarlo a casa, ma ripeto in gattabuia, così i suoi occhi riposano così fotofobici che sono.
Ma vi rendete conto in gattabuiaaaa....
YuppiiiiiiiYeeeeeeee andate avanti così!!!

ml c. Commentatore certificato 12.03.13 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti. Ieri è successo una cosa gravissima che è passata quasi inosservata nel frastuono assordante del pettegolezzo.Parte di un potere dello stato ( i parlamentari del PDL ) sono andati ad intimidire ( ben coperti dall'immunità parlamentare )un'altro potere dello stato , i Giudici. La situazione è molto critica per la sopravvivenza della democrazia. Non si è potuto non notare il silenzio assordante del Capo dello Stato e di gran parte del PD. La proposta di Grillo per l'ineleggibilità di Berlusconi tende a stanare il PD, e fa bene.Per fare questo occorre che il M5S sia presente nella giunta elettorale del Senato, e perchè questo avvenga occorre un dialogo con il PD. Quello che cerco di far capire ai sostenitori di M5S è questo : E' vero che ci siano troppe responsabilità del PD nello sfascio del paese, ma occorre sceglire il male minore quando non vi sono alternative percorribbili a breve termine e si è in emergenza democratica, pertanto occorre dialogare almeno con parte del PD per trovare delle soluzioni che salvi tutti i cittadini, lo scontro frontale con tutti non è nell'interesse degli italiani. Saluti.

Carlo Leone Commentatore certificato 12.03.13 07:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON TUTTI I GIORNALISTI SONO DEI PENNIVENDOLI CHE COME UNA PUTTANA SI VENDONO AL PRIMO CHE PASSA PURCHE' PAGHI !! PER CAPIRE E COMPRENDERE MEGLIO VAI A QUESTO LINK:http://andreanotari.blogspot.it/2013/03/la-vita-secondo-beppe-grillogian.html

ciro ciruto Commentatore certificato 12.03.13 06:19| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo una mia nota su FB sulla novità del M5S. Il titolo è "Sciuperemo anche questa volta un primato per non cambiare?"
Nel post faccio un parallelo storico tra l'iniziativa del M5S e il Movimento Comunità di Adriano Olivetti. Anche questa volta si presenta al Paese un'opportunità per cambiare in un contesto completamente diverso. Ma ora ci sono forze e potenzialità per imprimere una svolta. http://www.facebook.com/notes/alfonso-pascale/sciuperemo-anche-questa-volta-un-primato-per-non-cambiare/10151369288818195

Alfonso Pascale Commentatore certificato 12.03.13 03:41| 
 |
Rispondi al commento

Grillo: “Tutto cambi perchè nulla cambi”

Segnalo un'interessante articolo:

http://www.lavoroergosum.it/?p=1547

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 12.03.13 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Intellettuali: messaggio giusto obbiettivo sbagliato.
Illustri intellettuali, avete perfettamente ragione: facciamolo!
Cambiare l'Italia ora si può e ora si deve, ma cosa è in grado di farlo, gli 8 piccoli punti del PD o i venti del movimento 5 stelle?
Quando avrete risposto a questa domanda forse vi accorgerete che il vostro appello è stato rivolto alla parte sbagliata. Non dovete convincere il M5S ad appoggiare gli 8 piccoli punti del PD che, a dir poco, non cambiarebbero molto, ma al contrario convincete il PD ad appoggiare il vero cambiamento che porterebbero i coraggiosi 20 punti del movimento. Il vostro obbiettivo deve essere quindi quello di convincere Bersani ad una vera svolta e non Grillo a una finta.

Luigi Bagolini 11.03.13 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo non ha assolutamente idea di cosa voglia dire essere intellettuale. L'avallo sociale da lui assegnato alla figura dell'intellettuale è talmente inadeguato e sconcertante da presentificarmi concretamente la limitatezza di quest'uomo; è contenuta molta più acutezza e verità nei testi di un Sant'Agostino, uomo del quinto secolo, di quanta ve ne sia nel pensiero di un Grillo del ventunesimo secolo. E, tanto per restare in tema di eruditi, la "reference trompeuse" utilizzata da Racine nel riprendere le opere di Euripide era un abile espediente tutto intellettuale di manipolazione delle fonti, rimanendo pur sempre nel rispetto dell'ethos classico. La "reference trompeuse" attraverso la quale è ivi ripresa una canzone di Gaber, non so se riveli più malafede o più ignoranza nel suo stravolgere faziosamente il pensiero del grande cantautore.

Gabriele Figà 11.03.13 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' chiaro l'obbiettivo di Grillo, con la scusa dei rimborsi elettorali è quello di smantellare l'unico partito di centro-sinistra italiano. Se i rimborsi elettorali saranno cancellati del tutto (basterebbe dimezzarli) il Pd con quali soldi si finanzierà? Il movimento 5 stelle ha i milioni di Beppe grillo che ci mette i soldi insieme alla Casaleggio Associati che gestisce il blog ma il PD no. E lì arriveranno le lobby di tutti i settori che staccheranno assegni con molti zeri e con un gran sorrisi, tutti contenti fino a quando non si andrà al governo. Una volta arrivato al governo le varie lobby chiederanno il conto al PD, le lobby condizioneranno le scelte del partito e prendendo per la gola il partito lo obbligherà a legiferare leggi a favore dei grandi gruppi industriali e finanziari e così facendo addio all'ultimo partito di centro sinistra rimasto in Italia. E' difficile da capire? L'obbiettivo di Grillo è il 100% dei seggi, senza nessun altro partito che "disturbi"...In Italia abbiamo già avuto 2 "vent'enni", il primo con quel pezzo de merda di mussulini, il secondo con il boss della mafia berlusconi...ne vogliamo un altro?!?

Patrizio B., Pordenone Commentatore certificato 11.03.13 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spesso l'intellettuale sentenzia: "non si vive di solo pane"! Evidentemente non ha mai avuto la pancia vuota!

romano Bernabei 11.03.13 18:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il vincolo di mandato che Grillo vorrebbe in Costituzione non può mai consistere nell'ubbidienza al leader, come lui potrebbe credere, ma riguarderebbe soltanto il rapporto tra eletto ed elettore, il quale, però, in queste elezioni, non ha votato il suo rappresentante solo per impedire agli altri di governare, ma perchè potesse realizzare le cose che sono state promesse. Ora, se questa possibilità c'è, perchè offerta su di un piatto d'argento, non sfruttarla significa tradire il mandato avuto, con o senza vincolo. In parole povere il ragionamento che può fare un elettore è questo: se ti ho votato adesso per farti fare quello che mi hai promesso in tutte le piazze ed in tutte le salse, e, avendone la possibilità, non lo fai, non ti voterò la prossima volta perché avrò capito che non sai mettere in pratica quello che dici a parole. O forse credi che potrai ripetere le parole che hai detto in questa campagna elettorale anche nella prossima, quando avrai già una volta rifiutato di far seguire i fatti alle parole?
L’antica saggezza che, guarda caso, ci viene da una Grecia che sta peggio di noi dovrebbe suggerire a Grillo di non peccare di quella tracotanza (Hybris) che è invisa agli dei, perché questi, a loro volta, non mancherebbero di far sentire la loro vendetta (Ftonos Teon), come è sempre successo nella storia degli uomini. Basta ricordarsi di Mariotto Segni, di cui si disse, dopo una sua vittoria referendaria seguita da un insuccesso elettorale, che aveva vinto alla lotteria ma aveva gettato il biglietto vincente.
Se non proviamo adesso, che possiamo, a liberarci di quel macigno che ci opprime da quasi venti anni resteremo fregati per sempre.

Giorgio Di Dato, Roma Commentatore certificato 11.03.13 17:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici tutte le persone che soffrono (dati di oggi 7Mil) di questa situazione economica), gli operai del Sucis, della Richard Ginori, di Civita e tutti i piccoli artigiani che hanno riposto speranze nel Movimento , purtroppo dovranno ancora aspettare perché l’M5S non vuole fare alcun accordo. E’ una furba tattica politica per avere più voti nella prossime ormai certe elezioni ( simile alle vecchie tattiche di Pierfurbo). Tuttavia questo grava sulle spalle dei meno abbienti mentre qualcuno ha il sedere al calduccio. Sono deluso e alla prossima tornata elettorale cercherò persone che fanno meno calcoli elettorali e pensano al bene di tutti

Gianfranco D., milano Commentatore certificato 11.03.13 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,
sono Vanessa Giacomini, sono mamma di due bimbe di 2 e 4 anni.
Vorrei fare inanzitutto i complimenti per il successo raggiunto
e mettere a disposizione della comunità un argomento che non si sente mai discutere:
il reinserimento delle mamme nel mondo del lavoro con il part-time.
Ho lavorato per 14 anni in società private informatiche (con contratto a tempo indeterminato) che
appena hanno avuto la possibilità di eliminare le neo mamme sono state ben contente di farlo.
Ma questo non avviene solo nel settore informatico, le neo mamme vengono mal viste,
si cerca di rendergli la vita difficile e l'iter per cercare di mandarle via le società lo trovano.
Non capisco, dopo scelte faticose decidiamo di mettere al mondo dei figli e cosa fanno
ti tolgono la possibilità di seguirli?
In Italia per poter seguire i figli devi avere un marito che guadagni abbastanza per tutti e due,
ma sappiamo bene che questo non è semplice. E allora?
Dobbiamo delegare a terze persone l'educazionde dei figli per poter essere reinserite nel mondo del lavoro
o possiamo trovare un modo che possa aiutare sia le società che le mamme lavoratrici?
Vi prego provate anche voi a pensare che il part-time non è un mostro, è solo un modo diverso
di lavorare, inoltre così potremmo lavorare tutti!!!!!
Spero che si possa dare seguito a questa richiesta perchè le famiglie italiane non sono affatto agevolate.
Grazie a tutti
Vanessa

vanessa giacomini, roma Commentatore certificato 11.03.13 16:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Attenzione! Bisognerebbe partire non dalla definizione di intellettuale ma da chi li definisce tali. In un sistema come il nostro non sono solo gli intellettuali ad allinearsi ai diktat politici del PD (ex PCI, ecc), ma chi non è allineato non può ipso facto essere definito intellettuale. Bisogna riconoscere che alcuni intellettuali dei tempi che furono tenterono qualche forma di dissenso ma furono ridicolizzati, ghettizzati e perseguitati. Oggi nessuno osa più definirsi intellettuale se non all'interno del PD, al massimo può fare il comico!

Chiara Pellegrini 11.03.13 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei fare qualche commento su un argomento molto dibattuto da Grillo e dal suo staff: i criteri di selezione della classe dirigente.
Fino al 26 febbraio ero una soddisfatta elettrice del Movimento. Con il senno di poi penso di essere stata sprovveduta e di aver votato il Movimento senza conoscere a fondo i candidati. Mi sono detta: è gente "normale"; condivido gli ideali e il modo di pensare. Oggi sono una elettrice molto delusa. Sono molto arrabbiata perchè penso che sia stata sprecata una buona occasione! Ho approfondito un pò i curricula dei neo deputati e senatori e mi sento di dire che non sono particolarmente entusiasta. Non saranno peggio di quelli che siedono da 20 anni in Parlamento ma forse neanche tanto meglio! Ed è strano perchè il nostro paese è pieno di giovani preparati, brillanti, volenterosi ed anche competenti. Non posso parlare degli altri ma per quanto mi riguarda ho 35 anni, + di 20 pubblicazioni scientifiche (tra cui molte internazionali), ho studiato all'estero, ricopro incarichi pubblici per competenza (e non per appartenenza) ed onestamente non mi sento assolutamente rappresentata; la cosa peggiore è ascoltare le dichiarazioni dei neo eletti.
Questo msg non vuole essere distruttivo ma costruttivo: secondo me è il caso di pensare seriamente alla selezione delle persone che ci rappresentano. E' una responsabilità che tutti i leader devono assumersi. Che non ci siano condannati in Parlamento è il presupposto ma non l'unico criterio. Bisogna guardare alle COMPETENZE.

Marianna Mauro 11.03.13 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il governo di alto profilo si fa con persone di alto profilo. A casa mia le persone di alto profilo non sono quelle che guadagnano una barca di soldi con le chiacchiere ma quelle che sono oneste, anche "chiacchierando", ma guadagnano il giusto, che aiutano gli altri, che mandano avanti una famiglia con uno o due stipendi normali , che insegnano nelle scuole con passione e con uno stipendio da miseria, che continuano a lavorare a credito, che sorridono anche nelle difficoltà, che hanno sempre una speranza, che si lamentano raramente . La Repubblica del gatto moscio ha sempre le idee confuse sui concetti e travisa sempre troppo le idee degli altri all'interno delle sue logiche di loggia.

antonio c., jesi Commentatore certificato 11.03.13 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Riprendo un articolo che trovate su questa pagina : "Cari amici, anche io sarei favorevole a una intesa tra M5S e PD, ma devo riconoscere che gli 8 punti del PD sono acqua calda, fa bene Grillo a non accettarli; sarebbe un suicidio." Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione
**************************************************
Imposimato è favorevole ad una intesa tra PD e M5S ma quei punti andrebbero rivisti. Ossia il M5S dovrebbe stilare un diverso programma e tentare di trovare un accordo con il PD. Questo è dialogo senza calarsi le braghe.

Carlo Leone Commentatore certificato 11.03.13 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo, Renzo Piano, Adriano Celentano... solo gli intellettuali del M5S sono credibili?

claudio bolla, roma Commentatore certificato 11.03.13 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io faccio parte di quel fiume di persone che erano in piazza San Giovanni a Roma il 22 Febbraio, che ha creduto e crede fermamente nel movimento e nella fiamma che ha accesso la loro miccia, te Beppe! Credo che questa sia un'occasione unica, un sogno che tanti di noi, giovani, vecchi, padri e madri di famiglia, imprenditori, disoccupati stavamo aspettando. Il mio sogno è che l'Italia quanto prima inizi a rialzarsi, so che sarà dura, so che sarà un lungo processo, ma so anche che ormai è allo stremo! Non riesco a vedere più anziani italiani in strada che chiedono l'elemosina, sono stanca di non vedere più dignità nella vita di parecchi miei compaesani, sono stanca di vedere le facce rigate dalla stanchezza fisica e psicologica, stanca di vedere la mia mamma combattere e piangere perché delusa dal fatto di non potermi assicurare un futuro, sono stanca già a 26 anni di fare del mio lavoro il cercare lavoro! Io, come credo la maggior parte degli italiani, vogliamo delle risposte e eravamo fermamente convinti che voi ce le avreste date da subito. Non deludete le nostre aspettative, non spegnete le nostre ultime speranze! Non vi chiedo assolutamente di scendere a compromessi e di allearvi a "loro", vi abbiamo votato anche e soprattutto per questo, per mandarli TUTTI A CASA! Ma vi chiedo con il cuore di fare qualcosa per evitare di riandare immediatamente alle elezioni con questa Legge Elettorale che ci ritroviamo, vi chiedo di non fare di questo vostro, nostro motto, un'arma che loro, quelli che vogliamo mandare a casa, potranno impugnare per riprendersi tutti i voti da noi guadagnati in così poco tempo. Pensate vi prego al benessere del Paese, dateci quello per cui vi abbiamo votato, qualcuno che finalmente si prenda cura dell'Italia e degli italiani. Rialziamoci vi prego, ma iniziamo a farlo da subito.

Ilaria F., Salerno Commentatore certificato 11.03.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una osservazione semplice: ma perchè non ribaltiamo le condizioni, al Movimento 5 stelle l'onere di formare il governo e al PD di dare la fiducia, vediamo poi chi ha il senso di responsabilità.

Gaetano Sgroi 11.03.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Mi costa tantissimo ragionare con la testa altrui. Oltre allo spot pubblicitario puoi rispondermi a quanto scritto prima ?

P.S. Io sono un comunista senza la Ferrari . Ciao.


Carlo Leone Commentatore certificato 11.03.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Cari cittadini, cari amici 5 stelle. Non buttiamo all'aria l'enorme lavoro svolto finora nella fretta di fare un governicchio che non cambierebbe nulla, ma solo peggiorerebbe la situazione. Noi oggi, con la nostra intransigenza, li mettiamo dinanzi a un bivio: cambiare o sparire per sempre. Se cederemo, anche solo di un millimetro, "loro" avranno vinto e per giunta col nostro aiuto. La nostra irremovibilità piano piano li persuade che non hanno più scampo: o fanno quello che si deve fare oppure se ne vanno a casa. Vi prego amici, non fatevi abbindolare ancora dai comunisti con la ferrari che abitano ai Parioli. M5S porta avanti una rivoluzione. E le rivoluzioni si fanno credendo incrollabilmente nei propri principi, si badi bene principi e non ideologie. Abbiamo avuto fiducia in Beppe fino ad oggi e siamo stati più che ripagati. Ci costa così tanto continuare a fidarci?

Pietro Vantaggiato 11.03.13 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse qualcuno su questo Blog NON ha capito o NON VUOLE capire che se una parte di persone ora si accontentano del risultato saranno presto dove erano prima... Se Beppe si fosse accontentato delle briciole concesse dai Signori del Sistema, saremmo ancora agli sterili strepiti. La maggior parte degli iscritti certificati con documento che si sono messi in questa avventura vuole farla FINITA con il sistema che ha mangiato anche per le prossime tre generazioni (figli e nipoti) lo volete caoire o NO? Se appoggiamo i partiti a priori (o in questo caso a fortiori), (qualsiasi partito) vanifichiamo il tutto e allora sì che si perderebbe l'adesione della stragrande maggioranza degli elettori 5 stelle, quelli che hanno voluto FORTEMENTE ma pacificamente un taglio netto con la disonestà. O sei corrotto o non lo sei! E se lo sei, con me non hai nulla a che fare, non puoi essere corrotto solo per alcune cose, l'animo non è divisibile. Diffidare dalle repentine conversioni, dopo Damasco e un certo Saulo di così rapide se ne sono viste poche... Vogliamo "vedere" il bluff? Beppe, poni la condizione della restituzione dei rimborsi elettorali retroattiva all'ultima legislatura da votarsi con governo in "prorogatio" e vedremo i verginelli coprirsi... Astenersi ulteriori semantiche "please"!

Wetan di Bural Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.03.13 11:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho trovato sul sito di M5S questo capitolo : "Codice di comportamento eletti MoVimento 5 Stelle in Parlamento" all'interno del quale c'è scritto : "I gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi".
Non riesco a capire il senso perchè non dando la fiducia a un governo associandosi ad un'altro partito significa non ricoprire nessuna carica di governo, nessun ministro , nessun viceministro, nessun sottosegretario. Quindi significa non operare direttamente nella macchina amministrativa dello stato, ma solo ergersi a giudici dei provvedimenti decisi da altri. In italia la costituzione prevede un potere esecutivo, un potere legislativo e un potere giudiziario. Il potere giudiziario non è competenza dei parlamentari, nel potere esecutivo non volete entrarci e nel potere legislativo nemmeno in quanto in parlamento per legiferare si devono trovare degli accordi con altre forze politiche non avendo la maggioranza assoluta. Chi mi spiega come esattamente ( non spot pubblicitari ) il M5S vuole cambiare il modo di amministrare l'italia ???

Carlo Leone Commentatore certificato 11.03.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MESSAGGIO PER TUTTI QUEI MINCHIONI CHE DICONO DI AVERE VOTATO M5S E CHE ORA PRETENDONO L'ALLEANZA CON IL PD: MA L'AVETE LETTO ALMENO IL PROGRAMMA DEL M5S PRIMA DI VOTARE? AVETE LETTO, SEMPRE CHE SAPPIATE LEGGERE, CHE IL M5S NON AVREBBE SOSTENUTO ALLEANZE CON NESSUNO DI QUEI PARTITI CHE AVEVANO CREATO LO SFASCIO IN CUI VIVIAMO (ED IL PD E' UNO DI QUESTI)? ALLORA ADESSO CHE CAZZO CHIEDETE DI DARE LA FIDUCIA AL PD? MA SE VOLEVATE IL PD FRA I PIEDI PERCHE' NON LO AVETE VOTATO? E SE DITE DI NON VOLERE PIU' VOTARE IL M5S E' MEGLIO COSI'. DI CERTI MINCHIONI INDECISI E VOLTAGABBANE NE ABBIAMO LE PALLE PIENE. MEGLIO POCHI MA VERI E COERENTI. ALLE PROSSIME ELEZIONI, E SARANNO VERAMENTE PROSSIME, SOLO VOTI VERI M5S,ANCHE A COSTO DI SCENDERE DI PARECCHIO.
ANDATE AFFANCULO PIDDINI PENTITI

Lamberto Zingarini, Perugia Commentatore certificato 11.03.13 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fossi io Grillo, non farei votare la fiducia manco mi tagliassero i coglioni.


...questo è quello che penso...
http://lostudiodelpoeta.blogspot.it/2013/03/prostituzione-intellettuale.html

I'm Stefano Pedrollo Commentatore certificato 11.03.13 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai avuto il mio voto. Quello di mia moglie, e dei miei familiari.
Ti abbiamo votato avendo preso coscenza e conoscenza del programma elettorale.
Spero che venga rispettato, a cominciare dalla NON alleanza con alcuna forza politica.
Sarebbe il primo passo per la fine del movimento.
Già adesso la macchina della diffamazione mediatica è forte e presente.. ci manca solo che gli diamo spunto per farci dire: "vedete? anche loro sono come tutti gli altri, promettono e poi si piegano alle logiche politiche che fino a ieri hanno contestato".

Cristiano R., Roma Commentatore certificato 11.03.13 09:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella mia famiglia su tre voti due sono andati al M5S ed uno a SEL. Io non ho votato M5S ma vedendo le immagini di Roma sono stato contento dal grande successo. Adesso auspico che non si faccia nessuna accordo con i vecchi tromboni ma si tenga duro; alle prossime votazioni la mia famiglia esprimerà sicuramente tre voti per il M5S. In bocca al lupo ragazzi!

Angelo Rizzo 11.03.13 08:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve Sig.Grillo

Sono un Intellettuale , mi chiamo Dalema

Vorrei cortesemente chiedere al M5S se puo' gentilmente fare un inciucio con il PD il maniera che io ed i miei compagni possiamo rubare per almeno un'altra ventina d'anni.

Grazie e Cordiali Saluti

Dalema M.
Via del Nazzareno
angolo via delle botteghe scure
roma

sandro 11.03.13 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando 2 mesi fà, Letta, quello del PD, diceva: meglio votare il PDL che votare Grillo, gli intellettuali cosa pensavano? casa dicevano?
Gli intellettuali, sono fatti con lo stampo? sono tutti uguali al 100%? ma chi lo dà loro la patente di intellettuale? e quelli che appoggiavano in fascismo?

Silvano G., brescia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.03.13 08:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono solidale con gli intellettuali, che hanno espresso un'idea, condivisa poi da migliaia di persone, che vanno ascoltate, non sono infiltrati, ma persone preoccupate. Hanno esortato a mettere in pratica un voto che in tanti, me compreso, hanno dato. Finchè non si nazionalizzeranno le banche, avanti fatelo..., certi proclami dei leader, Grillo compreso, per il momento hanno creato solo un danno economico (spread, declassamento) che noi poi dobbiamo risanare, p.e. con il perpetrarsi del blocco degli stipendi pubblici o con il prossimo aumento dell'Iva. Basta ciance.... governate, ridistribuite il reddito più equamente. Che siamo messi male.

Massimo A., Fara Gera d'Adda Commentatore certificato 11.03.13 02:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pensavo ad un libro di Kalil Gibran... perche' dovrei temere Grillo quando per decenni DC, PCI, PSI, MSI, e loro evoluzioni hanno guidato il paese oggi declassato e ghettizzato in ambito europeo? I poteri forti e oscuri hanno l'ultimo confronto con il popolo, gli esseri umani, la vera anima del paese! Se questo popolo dovra' soccombere lo fara' per sua stessa responsabilita' se dovesse vincere sara' solo per sua volonta'. Beppe sii uomo fra uomini, bestia fra bestie.

Fabio M., bologna Commentatore certificato 11.03.13 02:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mr. Supercazzola 'io sono l'intellettuale', me la sai dire la differenza tra un ragù al cinghiale radioattivo della della Valsesia ed una banana?

Bannami Questo Commentatore certificato 11.03.13 01:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quel coglione di crozza nell'era di internet- potrebbe scrivere su Google : microcip sottocutanei.--E constatare che che è una realtà incombente da cui difendersi.-E constatare che il coglione non è quel ragazzo di m5stelle che ne ha parlato in Tv, m è lui Crozza.Un bravo comico istituzionale--materialista scietista ottuso come tutti i materialisti scientisti.Dogmatico come tutti i materialisti scientisti.-Irremovibile nei suoi dogmi come tutti i mat-scient....-----Il microcip è l'obbiettivo primario dei manipolatori occulti. Ne parla david icke da almeno 7 anni nei suoi libri.--Cari intellettuali--ma che intenzioni avete ? volete continuare per altri 20 anni a palrlare della crisi come di un evento ineluttabile simile alle stagioni ?--e poi volete continuare a chiamare complottisti gli unici che hanno capito dove risiede la sorgente della disuguaglianza sulla terra ?--Chi non contempla il complotto è ottuso .E' un fesso anche se legge 100 libri al mese.--Ora i fessi e gli ottusi possono essere di due tipi--uno è terminale- come i vostri politici-senza speranza.--Voi invece -cercate di informarvi un poco presso i seguenti nomi :Marco pizzuti---david icke----adam kadmon-zecharia sitchin--M.Talbot-David Bhom-Giancarlo Rosati-Rupert Shaldrake-Gregg Braden- paolo marchesi-Omraam micael Ivanov.--tutti ricercatori indipendenti -tutto ciò che dicono è vero-salvo quando tirano in ballo maestri mistici--li c'è bisogno di u talento a parte e non tutti tra loro ce l'hanno- Salvatevi dall'informazione dei quotidiani- da radio e tv che è sempre immancabilmente fondata sul dogma materialista scientista.-Si tratta di un comandamento culturale esattamente pianificato da famiglie come i Rotschield- da secoli se non da millenni.-gia 100 anni fa il governo americano emanava barche di soldi per combattere la ricerca paranormale.Attraverso un gruppo di scienziati ottusi.La sua sigla era CSICAP- non vi ricorda niente ? si -il cicap di piero angela

salvatore t., afragola (NA) Commentatore certificato 11.03.13 01:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho l'impressione che i sostenitori del M5S sottovalutino del tutto le enormi risorse dei poteri forti. Anzi peggio, non essendo visibili questi poteri, suppongono che non esistono e credono che una volta sconfitto Bersani e Berlusconi si VINCE. Questa disattenzione può costare cara a tutti noi. Attenzione !

Carlo Leone Commentatore certificato 11.03.13 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo e Casaleggio sono come Aristotele, Cartesio e Kant: le loro geometrie politiche sono architetture pulite e nette.
La gente, troppa, è stata piegata alle sfumature, al compromesso, teme lo scarto assoluto e il cambiamento radicale. Tanti, non so quanti, forse non tantissimi, propendono per l'accordo con PD, oggi Bersani, domani Renzi. C'è paura e la debolezza obbliga al cedimento. Oggi vogliamo concederci il lusso dell'intransigenza, della posizione ferma e utopica (ma tra poco potrebbe essere realtà).
Proviamoci, teniamo duro, tattica e strategia vanno in parallelo.
M5S veicola una forte proposta etica e culturale che ne contiene molteplici e multiformi. E ce ne sono molte più di quanto la vostra filosofia possa immaginare.
Augusto Iossa


Molto poco originali quest'intellettuali partecipanti a feste di partito e censori della sinistra.
Sono anni che li spalleggiano e incomincio ormai a credere che non sia per convinzione ma perché depositari delle loro fortune.
Il declino dell'Italia e' partito proprio da loro.

Leonardo Bruce 10.03.13 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che un gruppo d'intellettuali del calibro di Benigni, Saviano, Jovanotti ecc. ecc. possa arrogarsi il diritto di rivolgere un appello ai parlamentari del M5S dal titolo "Faccimolo" credendo, con non poca presunzione, d'interpretare il sentimento della maggioranza degli italiani mi sembra alquanto strumentale. Infatti, o sono pagati dal P.D. o l'intento è quello di fare ricadere la colpa di una mancata alleanza sul M5S. Ebbene, è chiaro a tutti che in queste ultime elezioni politiche il corpo elettorale italiano si è diviso in tre gruppi. Un gruppo ha votato lo psiconano credendo a tutte le cazzate che ha promesso e dimenticando tutte le cazzate che ha combinato negli ultimi 20 anni. Un secondo gruppo ha votato il PD meno L credendo fosse l'unico partito in grado di ottenere la maggioranza in entrambi i rami del parlamento per poter governare e volendo lasciare tutto invariato....lobby di potere, conflitto d'interesse, finanziamento pubblico ai partiti... persino l'auspicato rinnovamento generazionale è stato archiviato con la sconfitta di Renzi alle primarie. Ovviaamente per questo secondo gruppo di elettori vale la stessa regola del primo gruppo: hanno dimenticato immediatamente lo sfascio politico-economico-sociale che il PD meno L ha contribuito a provocare unitamente al PDL. Infine, c'è il terzo gruppo di elettori che ha votato M5S che semplicemente vuole cancellare dalla Repubblica italiana questo sistema partitocratico corrotto, obsoleto ed inefficiente. E' notizia di oggi che i capi gruppo di Camera e Senato chiederanno a Napolitano di dare al M5S il compito di formare il governo. Se gli intellettuali che hanno lanciato questo appello "Facciamolo" ci tengono così tanto a vedere la nascita di un governo che possa realmente cambiare le sorti di questo martoriato paese, dovrebbero spingere il P.D. ad accettarlo e votarlo. Lo faranno? Penso proprio di no. Hanno ragione quando sostengono che gli eletti rispecchiano un rinnovamento generazionale grazie a noi!!!

Massimo Musca, Gela Commentatore certificato 10.03.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La funzione degli intellettuali non è di utilizzare l'intelletto in valore assouluto, e cioè svincolato da quelli che sono i vettori della cultura dominante o di parte.

Intellettualmete corretto è l'uso del cervello e dei processi mentali in termini di comprensione cosciente di quei procedimenti del pensiero che possono essere considerati, valutati, affrontati in modo lineare, o multilineare, che consenta di leggere e comprendere spinte, funzioni, operazioni, e moventi, che legano le cause agli effetti.

Il concetto di funzioni karmiche investigate attraverso il pensiero consapevole, non si ferma all'apparente risoluzione temporanea del primo livello di inter relazione, ma affonda la sua visione in quello che potrebbe essere definito il disegno, il progetto, la sua realizzazione e le eventuali conseguenze, come si trattasse di una mossa degli scacchi, che potrebbe produrre una linea conseguente di 8 mosse ulteriori al massimo, che conducano allo scacco matto.

La consapevolezza di questa visione, è cosa fondamentale, qualora un intellettuale voglia analizzare o conoscere qualcosa e confrontarsi con essa.

Se l'intellettuale per definizion si dovesse dimostrare incapace di pervenire ad una visione delle cose per tempo o in ritardo rispetto a quelle che potrebbero essere le conseguenze ad esso legate, non potrà essere considerato tale.

La funzione degli intellettuali è quindi cosa chiara, e il fatto di riequilibrare le funzioni deviate inserite da coloro i quali lavorano sulla distorsione, il disequilibrio e il plagio mentale, dovrebbe essere cosa spontanea.
Se ciò non avviene, probabilmente sarà perchè l'intellettuale, che si identifica in un processo distorto, si adeguerà a quel tipo di diegno prima ancora di agire in senso operativo liberamente.

In conclusione, l'intellettuale che si dimostri al servizio, non dell'intelletto, della saggezza o della sapienza, o che segua per interposta persona l'altrui processo mentale, è clone inutile.

JediSimon Amonakur


Che ne pensate?

Don Gallo: Pd-M5S, incomprensione no incompatibilita'
Perché non fanno un referendum via web tra gli elettori?

"Tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle non c'é incompatibilità ma incomprensione, ci sono stati dispetti reciproci. Io conosco gli elettori del M5S, riconosco l'onestà di Grillo e la rabbia montante degli elettori che si è trasformata in partecipazione. Ma ora non ci si può chiudere, l'Italia diventa ingovernabile". Lo ha detto don Andrea Gallo a margine della messa celebrata questa mattina a Genova in ricordo di Hugo Chavez. "La mia proposta? Ho detto a Beppe: fate una tregua da sei mesi a un anno, dando il tempo al Paese di maturare e di tirare su la testa dopo 20 anni di inadempienze, corruzione, sprechi, decomposizione. Ci vuole un momento di grossa riflessione. Il mare è in tempesta ma se usiamo la bussola che è la costituzione...".

Secondo don Gallo per raggiungere un accordo di collaborazione è essenziale che "l'apparato e i notabili del Pd tacciano". Inoltre, ha aggiunto: "Non posso capire che un guru come Casaleggio voglia lasciare se c'é accordo con il Pd: come democratico mi sento male, non si può lanciare ricatti simili. Piuttosto perché non fanno un referendum via web tra gli elettori se andare al tavolo o meno? Non andarci a quel tavolo vuol dire giocare al massacro". Un ultimo messaggio a Grillo? "Affettivamente a lui ripeto: Beppe non fare lo stronzo"

luca c., Merano (BZ) Commentatore certificato 10.03.13 22:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito della Sinistra in italia , io non nè nego le responsabilità nel degrado della politica, però posso dire senza paura di smentita che negli ultimi 30 anni il degrado è stato generale nella società italiana.Guardiamo cosa succede negli stadi, secondo voi gli scalmanati sono di destra di centro, di sinistra, del M5S, sono cattolici, atei o cosa altro ? E i ragazzi maleducati , sbandati , che bevono e si drogano di che orientamente politico saranno ? Negli anni 80 uno dei maggiori contestatori della sinistra in italia è stato Giorgio Gaber, ma non per questo ha smesso di essere di sinistra. Per me essere di sinistra significa avere certi valori , se poi quei valori non vengono rispettati dai responsabili di partito non smetto certo di credere in quei valori, certo mi guardo intorno e vedo se c'è un partito o un movimento che meglio rappresenti quei valori e poi voto. Se ogni italiano avesse fatto la stessa cosa non saremmo arrivati a questo punto. Il PD può avere tutti i difetti di questo mondo , ma quando Grillo mi dice che è la stessa cosa del PDL mi lascia perplesso , in quanto il PDL non è un partito , è l'antipartito per antonomasia, comanda Berlusconi e basta, gli altri sono solo dei portaborse e al massimo dei portavoce. Mi chiedo come possa un partito non partito come il PDL aver ricevuto il 40 % dei consensi nelle precedenti consultazioni ? Ora gran parte di quelli elettori sono transitati nelle file del M5S, dove erano mentre Berlusconi sfasciava l'Italia ? La sinistra ha i suoi scheletri nell'armadio, ma non è paragonabile al degrado e allo sfacio del Berlusconismo attuato grazie all'appoggio di gran parte dei cittadini italiani.

Carlo Leone Commentatore certificato 10.03.13 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Parlando dellla funzione degli intellettuali:
http://rubriche.finanza.tiscali.it/socialnews/Carrano/2973/articoli/Aprile-1979-l-alienazione-della-coscienza-individuale-e-l-azione-degli-intellettuali.html
Salvatore Carrano

Salvatore Carrano 10.03.13 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo vedere Fazio la littizzetto servi del PD . Di Saviano avevo stima ma dopo oggi ... tutti stipendiati dal PD . Non avrei mai pensato di arrivare a dire che il PD è peggio del PDL!!!!
Grillo per favore non mollare sei l'ultima speranza di questo paese se anche i grillini si vendono gli italiani meriteranno ciò che acccadrà e si tengono Equitalia

Nunzia L., Salerno Commentatore certificato 10.03.13 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con tutto il rispetto,per i giullari, e spero che non se la sentano, Dario Fo e, secondo me, anche “Beppe Grillo” vengono accomunati a questi.
Da qualche parte ho letto che ebbero una funzione molto importante nella diffusione di notizie, idee, forme di spettacolo e di intrattenimento vario.
Oltre ai giullari di strada che si esibivano davanti ad un pubblico, se ne ricordano alcuni per capacità comunicative, esistevano infatti anche "buffoni di corte" e "canterini comunali" i cui spettacoli erano destinati ad un pubblico ricco e colto.
I primi, erano artisti nel vero senso della parola così come sono, per fare un esempio a modo mio, gli operai, i contadini, i soldati, ai quali riconosco un impegno ridondante, avendo spesso i necessari requisiti culturali e morali , perché ciascuno di loro si sente coinvolto nel dare il proprio contributo al bene comune.
Gli altri, i "buffoni di corte" e "canterini comunali", li vedo come tanti che oggi calcano la scena politica e il mondo del lavoro, visto che siamo in tema di campagna elettorale, e sicuramente chi pensa di guadagnare l’alloro e di ricoprirsi di gloria semplicemente creando un alone di indefinibile misticismo attorno al suo modo di fare non farà tanta strada.
Almeno con me.

Giuseppe (Pino) Verbari 10.03.13 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Una cosa la voglio dire sugli intellettuali. Il mondo di pseudo intellettuali venduti e funzionali al potere nè ha visti tanti, nessuno lo nega. Ma il mondo ha visto anche tanti intelletuali onesti che hanno migliorato la vita di tutti e che hanno fatto da guida per i popoli altrimenti inconcludenti. Di esempi nei libri di storia ne trovate quanti ne volete, ma più di recente abbiamo l'esempio di Beppe Grillo che senza alcun dubbio è l'intellettuale del gruppo M5S, colui il quale ha pensato le linee guida, che ha chiara la visione di un mondo diverso, senza di lui il M5S sarebbe nulla. Assodato questo perchè prendersela con gli intellettuali ? Occorre entrare nel merito delle questioni , si può dire "non sono daccordo con quanto viene detto nell'appello a Grillo" ma non si deve dire che gli intellettuali in quanto tali bisogna mandarli al rogo. Io ritengo che il modo di esprimersi sia molto importante per valutare la levatura morale , etica e politica di una persona.

Carlo Leone Commentatore certificato 10.03.13 22:01| 
 |
Rispondi al commento

mentre distruggevano la scuola, il futuro, la cultura, dov'era l'intellettuale di sinistra? si è rimaterializzato or ora,vuole convincermi che non sono in grado di eleborare la complessità quindi dovrò delegare: a lui. e mi parla della necessità di "formazione continua", cioè: scuola e strumenti per essere autonoma NO, portarmi per mano fino alla bara come una demente SI.

Gianna G., Torino Commentatore certificato 10.03.13 21:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questi giorni mi diverto ad osservare l'adunata della sinistra che richiama giornalisti, scrittori, attori ad un lavoro di convincimento dell'opinione pubblica e sopratutto grilliana, ad una unione, anche solo temporale , con il PD.
Non sono patetici?, Non vi sembra di assistere ad uno spettacolo già visto in più occasioni nel passato politico?
Beppe, non mollare, e con te voi che in parlamento siete chiamati a mantenere una promessa fattaci in 1000 occasioni, ossia di non mischiarsi con questi politici da strapazzo, per mantenere fede alle tante cose che dovrete fare per l'Italia, un'Italia di cui dobbiamo tutti noi riappropriarci. Meditate gente, meditate

giorgio d., mondo Commentatore certificato 10.03.13 21:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho notato il riemergere dell' intellettuale di sinistra, non importa dove fosse rintanato mentre distruggevano la scuola, la cultura, il futuro. Ora vuol rifarsi e preme, preme affinchè io mi convinca che non sono in grado di capire "la complessità", io credo di avere capito benissimo ma aspetto si decida a dirmi cosa, della complessità, mi sta sfuggendo. Una ultima chance gliela voglio dare ad una condizione: LA SMETTA DI PARLARE DI "NECESSITA' DELLA FORMAZIONE CONTINUA",

Gianna G., Torino Commentatore certificato 10.03.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FORZA BEPPE SIAMO TUTTI CON TE!!!
Chi veramente ha seguito i tuoi discorsi nelle piazze sapeva che non ti saresti alleato con i partiti,con questi partiti! Quindi adesso cosa vogliono? Rimani nella tua posizione,noi siamo con te e con chi la pensa come te.Abbiamo fatto nostro il tuo programma e integrato le tue idee,giuste a nostro modo di vedere.Il problema è che ancora ci sono molti che votano il Nano,ma come si fa??? Poi vengono qui a scrivere che siamo noi quelli fuori di testa...mah!

Stefano G., Terni Commentatore certificato 10.03.13 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera. Io non ho votato M5S e pertanto non ho il diritto di dirvi cosa dovete fare.Faccio solo delle riflessioni che condivido con voi. Credo che la priorità sia cambiare il più presto possibile il modo di fare politica. Lo sfascio provocato da chi ci ha governato fino ad ora ha portato gran parte delle famiglie sull'orlo della miseria più nera : vi sono mutui da pagare senza avere più un lavoro, ci stanno anziani da curare senza avere i soldi per le cure, ci stanno le scuole da riformare per non farle sfornare imbecilli, c'è la sicurezza sul lavoro per non morire per 500 € al mese , ecc.. Cosa intende fare il M5S per risolvere questa situazione , che non può aspettare ? I soliti giochini tattici che tanto ci hanno annoiato in questi decenni di malapolitica ? Non dico che bisogna svendersi, ma i governi si formano e si dà la fiducia fino a quando quel governo rispetta le aspettative, poi se non le rispetta si sfiducia il governo e se si va alle elezioni il M5S potra dire agli elettori "ci abbiamo provato". Invece io credo che il M5S si stia comportando esattamente come si sono comportati PD e PDL nell'ultimo anno, ossia la situazione era grave e occorreva prendere delle decisioni impopolari e nè PD nè PDL avevano il coraggio di farlo per paura di peredere consensi, allora hanno fatto nascere un governo tecnico per poi poter dire in campagna elettorale che la colpa è stata solo di Monti. Il M5S sta facendo la stessa cosa , auspica un governo PD + PDL per poi poter dire che la colpa è solo la loro. Si cambia il vestito , ma resta lo stesso modo di fare politica , tirarsi fuori e dare la colpa a gli altri. Saluti

Carlo Leone Commentatore certificato 10.03.13 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grillo, non fare il pappagallo...pensa e agisci con la tua testa. Dove vuoi portarci? non pensi che ormai siamo arrivati al capolinea?

paola moro 10.03.13 21:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal 2001 al 2006 ha governato il PDL di Berlusconi (5 anni), dal 2006 al 2008 ha governato Prodi (2 anni), dal 2008 al 2012 ha governato il PDL di Berlusconi (4 anni). Nel 2012-2013 Monti.
Negl'ultimi 12 anni il PD ha governato 2 anni e mezzo, il PDL di Berlusconi 9 anni e mezzo.
Questa è la storia recente dell'Italia, questa è la realtà, e voi cosa fate? continuate ad attaccare Bersani, che tra l'altro è la prima volta che si è candidato a Premier paragonandolo al psiconano di Arcore, accostandogli le stesse responsabilità che ha il PDL di Berlusconi?!?
Questo fa capire molto...

Patrizio B., Pordenone Commentatore certificato 10.03.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parla Beppe Grillo, uomo dalle certezze granitiche quanto infondate

http://vuoiqueikiwi.blogspot.it/2013/03/grillo-e-i-dubbi.html

Mauro Tezzo 10.03.13 20:32| 
 |
Rispondi al commento

Quando si prende il 25% dei voti, vale per tutti, bisogna ricordarsi che il 75% ha votato per altri. Gli altri esistono, e bisogna parlargli, e anche fare accordi onesti e alla luce del sole.

Graziano Frigeri 10.03.13 20:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si, però attenzione perchè l'intellettuale è anche una figura necessaria e molto importante. se è colui che possiede cultura e abitudine al ragionamento, è impotante che, avendone gli strumenti, punti il dito nella direzione del problema. senza gente come Brecht o Pasolini il mondo sarebbe parecchio più povero.

stefano taiuti, roma Commentatore certificato 10.03.13 20:02| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

non ti fidar ... di un drago a tante teste ...
tutti pronti a pararsi il sederino, con tanto di capro espiatorio pronto, sull'altare degli allocchi. Uscite allo scoperto un altro po', dai, che il mondo vi osserva.
Se non ora, quando? Quando finalmente la gente sarà pronta a riconoscere i vostri padroni e a comprendere come agiscono!
E che dire di questo modo di porvi poi - "NELL'IMMEDIATO.. !" - detto proprio dai portavoce di chi ha causato questo stato di cose avendo la possibilità di agire per anni e anni?! Siete un paradosso vivente.
Democrazia, andate a ristudiarvi il concetto di democrazia, ignoranti! La vostra è molto piu' simile ad una dittatura!

canis festinans caecos parit catulos, mentre noi vogliamo lavorare per bene.

MARCO Sciallà, RIMINI Commentatore certificato 10.03.13 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, io e mia moglie non siamo più giovanissimi, ma di giovane ci è rimasto il desiderio di "pulizia" di vita, quello che tu impersoni molto bene. Per questo abbiamo votato M5S. Ho letto molti elogi su di te, ma anche alcune critiche, delle quali quella che io reputo la più pericolosa è che tu sei un "padrone" che non lascia libertà di pensiero a coloro che ti appoggiano. Voglio subito dirti che io non lo credo, perchè il rigore che mostri nel mantenerti coerente con i principi da cui è partito il Movimento e di cui son ben consapevoli tutti quelli che vi hanno aderito, è necessario per la stessa integrità del Movimento. Un sistema che ha in se stesso motivi di dissidio è destinato ad esplodere. Credo che la tua apparente "tirannia" sia piuttosto un bisogno di dare un punto di riferimento. Sei piuttosto una bandiera o un qualunque altro simbolo intorno a cui i milioni di Italiani che ti hanno scelto vogliono ritrovarsi per combattere tutti insieme alla luce delle idee che sei riuscito a tirar fuori dai loro cuori e dalla loro mente.
A chi non ha ben compreso tutto questo, prova perciò a dare un piccolo segnale di umiltà che possa fugare i loro dubbi: trova il modo di prendere decisioni il più democraticamente e trasparentemente possibile "insieme" con chi condivide la tua battaglia. A te non manca.

Luigi Civita 10.03.13 19:28| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli intellettuali, è vero sono così.......ma chi ha firmato non mi risulta appartenere alla schiera degli intellettuali (come quelli degli anni 70 che mandavano i ragazzi a rovinarsi nelle piazze insanguinate mentre loro scalavano i piani del potere politico e giornalistico), anzi gente che mette la faccia in prima linea per lotte di civiltà e giustizia.
REFERENDUM SUBITO PER UN GOVERNO CON IL PD.

Pier P., Imola Commentatore certificato 10.03.13 19:14| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia questi pseudo-intellettuali di sinistra sono come la mafia, quando sentono odore di potere e denaro si fanno avanti...invece di fare 1000 passi indietro. Siete complici della distruzione dell'Italia. Vergognatevi !

il m. Commentatore certificato 10.03.13 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Come compilare una buona legge? Un solo articolo, preferibilmente di tre-cinque righe, scritto senza rimandi ad articoli di altre leggi. Abolire gli altri articoli e commi, che servono solo a negare la sostanza della legge. Una volta compilata la legge, dovrebbe essere portata in una scuola elementare e letta ai bambini di una prima classe. Se la capiscono tutti, la legge può ritornare al Parlamento per essere approvata (senza cambiare neanche un accento); se anche un solo bambino non dovesse capirla, la legge torna in Parlamento per essere resa più chiara, poi torna alla scuola per la verifica finale.

Massimo Marsico, Caserta Commentatore certificato 10.03.13 19:03| 
 |
Rispondi al commento

Il vincolo di mandato che Grillo vorrebbe in Costituzione non può mai consistere nell'ubbidienza al leader, come lui potrebbe credere, ma riguarderebbe soltanto il rapporto tra eletto ed elettore, il quale, però, in queste elezioni, non ha votato il suo rappresentante solo per impedire agli altri di governare, ma perchè potesse realizzare le cose che sono state promesse. Ora, se questa possibilità c'è, perchè offerta su di un piatto d'argento, non sfruttarla significa tradire il mandato avuto, con o senza vincolo. In parole povere il ragionamento che può fare un elettore è questo: se ti ho votato adesso per farti fare quello che mi hai promesso in tutte le piazze ed in tutte le salse, e, avendone la possibilità, non lo fai, non ti voterò la prossima volta perché avrò capito che non sai mettere in pratica quello che dici a parole. O forse credi che potrai ripetere le parole che hai detto in questa campagna elettorale anche nella prossima, quando avrai già una volta rifiutato di far seguire i fatti alle parole?

L’antica saggezza che, guarda caso, ci viene dalla Grecia dovrebbe suggerire a Grillo di non peccare di quella tracotanza (Hybris) che è invisa agli dei, i quali, a loro volta, non mancherebbero di far sentire la loro vendetta (Ftonos Teon), come è sempre successo nella storia degli uomini. Basta ricordarsi di Mariotto Segni, di cui si disse, dopo una sua vittoria referendaria seguita da un insuccesso elettorale, che aveva vinto alla lotteria ma aveva gettato il biglietto vincente.

Se non proviamo adesso, che possiamo, a liberarci di quel macigno che ci opprime da quasi venti anni resteremo fregati per sempre.

G. Di Dato

Giorgio Di Dato 10.03.13 19:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti. Mi chiedo se l'appello degli intellettuali voglia far passare il messagio che siano i detentori della verità. L'unica verità è che la gente è senza lavoro ma con intelletto, senza pane ma con ragione, senza speranza ma con istruzione. Personalmente gli intellettuali possono continuare a vegetare nel loro brodo, lo sono anche io, ma intanto mi crogiolo nell'impossibilità di avere una casa ed una famiglia. Quali e quanti intellettuali sono stati necessari per accorgersi che la forza di sinistra sbagliava, quali e quanti sono accorsi al capezzale del PD per applaudire una sconfitta. Qauli e quanti continueranno ad ingannarci chiedendo al movimento 5 stelle un'assunzione di responsabilità che loro per primi dovevano chiedere ai loro protetti. Protetti e protettori, questo è da sempre il sistema, ed io vedo la paura che il loro sistema di autoreferenziarsi sta giungendo alla fine. Preferisco un lavoro, una casa, una vita tranquilla ad un'accenno di intellettualità che mi porterebbe solo a domandarmi: ma con questo si mangia?..la gente ha fame! ancora non lo avete capito? ha fame di onestà e giustizia e non di idee che sorreggano il vecchio

omero lovia 10.03.13 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Si trova sempre un intellettuale per firmare qualcosa, senza capire dell'inutilità del loro gesto. Spero che il M5S continui per la sua strada seguendo il suo programma, nessun appoggio se non alle misure che rispecchiano il programma e nel vero interesse del paese. il resto è vento.

gianni d., Creteil Commentatore certificato 10.03.13 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho votato M5S perchè da programma NON può fare accordi con nessun partito politico. Se avvenisse un accordo sarebbe tradita la fiducia di quanti hanno votato M5S e ne hanno compreso il senso profondo! Capisco quindi le parole Di Gianroberto e le condivido, al suo posto (quale iniziatore di questo cambiamento culturale) non mi sentirei più affine qualora il M5S diventasse parte della vecchia politica che include inciuci e frodi! Tutta la mia stima a Gianroberto Casaleggio !

Monica C. Commentatore certificato 10.03.13 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Leggo da molto questo blog ma non sono mai intervenuta. Sono una delle milioni di persone che per la prima volta ha votato M5S perché ho trovato nel movimento quella carica ideale, quella visione del futuro, e quel cambiamento di valori, che non trovo più nella sinistra. Ma ora sono arrabbiatissima per post come questi che dimostrano come i vertici del M5S ebbene sì, anche voi avete dei vertici, come e più degli altri) non abbiano la consapevolezza della vera posta in gioco. Qui non è in gioco la coerenza di Mr. Grillo o di Mr. Casaleggio: qui è in gioco il benessere e il futuro di un intero paese! Il M5S ora ha la possibilità, E IL DOVERE, di FARE qualcosa per cambiare l'Italia.
La maggioranza assoluta in parlamento non ce l'avete, ma, con l'offerta del PD, avete la possibilità di DETTARE LE CONDIZIONI: potete benissimo fare una controproposta al PD imponendo la vostra visione delle cose in modo che alcuni punti del vostro programma vengano realizzati. In pratica ora tocca a voi dare le carte, proporre un programma, il PD in questo momento sarà
costretto ad accettare quasi qualunque cosa: perché non approfittarne, SUBITO, senza aspettare un assurdo e inquietante 100% dei voti?
Di sicuro, se continuate così, sordi a qualunque richiesta non solo del PD,ma anche a quelle espresse in questo blog da persone che vi hanno votato,il 25% dei voti l'avrete più (perdete tutte le persone di sinistra, tante, che hanno deciso di votarvi per questa volta).
Un'altro dubbio che dovete assolutamente dissipare, è quello, non credo soltanto mio, che le decisioni più importanti vengano preseda Grillo e Casaleggio in qualche stanza delle loro ville. Dov'è nella rete la discussione aperta sull'unica decisione da prendere in questo momento, ovvero se consentire un governo per l'Italia o mandare a casa questo magnifico, giovane parlamento? VI PREGO, BASTA FARE FINTA CHE SI POSSANO VOTARE I SINGOLI PROVVEDIMENTI SENZA VOTARE LA FIDUCIA! Niente fiducia = tutti a casa. spero sia una tattica.

Giovanna Quercia 10.03.13 18:37| 
 |
Rispondi al commento

SOno daccordo con te Beppe il M5S non deve appoggiare nessun governo con questi vecchi bacucchi e nababbi che si sono mangiati il paese ,e con le loro politiche anti democratiche e ad personam...Provate a proporgli un governo di intellettuali. COmunque spero che questo vento di novità e di rinnovamento ,faccia dell'Italia un paese civile ....Onestà....uguaglianza ...solidarietà...


il problema vero è che il nostro paese è pieno di luridi vermi che da anni ci han fatto credere di essere loro i BUONI, attraverso la loro sporca merdosa demagogia (loro si che hanno fatto e continuano a fare demagogia!) . Prima delle elezioni ci temevano ma sottovalutavano, ora fanno tutto per creare spaccature. Non è sufficiente essere intelligenti per capirlo. Bisogna fare il salto, andare al di là delle ideologie, o addirittura, come me, esserci sempre stati al dilà delle ideologie.
L'ideologia politica, la dialettica, studiate con cura al tavolino cozzano grottescamente con la vita vera, con la realtà . e questi continuano a non arrivarci. non ce la fanno piu' a capire. Non sono come dei vecchi tossicodipendenti, ormai irrecuperabili. l'alternativa c'è, andare avanti ancora altri trent'anni a dire : la vasca è di destra, eh si, e la doccia è di sinistra

marisa scoglio ( nata ), ROMA Commentatore certificato 10.03.13 18:28| 
 |
Rispondi al commento

La priorità del Movimento a 5 Stelle (oltre che di tutto il Governo) dovrebbe essere solo il Bene del Paese. Andare oltre ogni dualismo politico e sociale per questo fine a mio vedere è l'unica cosa che conta. Tutti questi dibattiti lasciano solo il tempo che trovano. Se l'alleanza non viene creata per il beneficio di pochi, per mere questioni di potere, allora SI all'alleanza. Non vorrei che il Signor Grillo, che gode della mia stima e di quella di tanti italiani, facesse delle scelte per "partito preso" :), piuttosto che guardando al futuro. Se il Movimento sa veramente quello che fa, allora tanto di cappello. Basta non perdere di vista l'obiettivo: IL BENE DEL PAESE.

Edoardo Luca 10.03.13 18:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, gli Italiani che hanno avuto fiducia in questo movimento, pretendono, dai parlamentari 5 stelle, quello che i vecchi mestieranti della politica non hanno voluto e saputo dare, ovvero che gettiate le basi per trasformare il paese in uno stato civile. Se la prima occasione che si presenta al movimento per imporre, anche parzialmente, le proprie condizioni e cominciare così a ridisegnare una nuova nazione, viene liquidata con atteggiamenti di sufficienza e sprezzo verso tutto e tutti, anche sulle proposte che POSSONO essere sposate, sappi che questo tuo disprezzo non è rivolto agli intellettuali o al PD-L, in nome di una presunta coerenza ideologica, ma verso tutti i cittadini che, come me, hanno sperato che foste diversi dagli altri e che dunque le tattiche e gli interessi di “partito” non appartenessero al DNA del movimento. Abbiamo bisogno di serietà, responsabilità e pragmatismo, non di altro…

Luigi Trasolini, Torrice [FR] Commentatore certificato 10.03.13 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Storicita' e Teoretica del Movimento
Perchè non abbandonarsi ai tradimenti storici del Popolo Italiano
Il movimento ha radici antiche che non si può confondere con l'attualità.
Vi è stata solo ultimamente una rivisitazione che ha tentato di nascondere
un tradimento profondo per tutti gli italiani che hanno combattuto per una
Repubblica, ed è stato il 150° dell'Unità.Proprio questa occasione ha
dato modo di risvegliare il Dormiente . Lasciate le inutili diatribe tra
politici che ci massacrano ma che con noi nulla hanno a condividere.
Lasciate perdere per 2 giorni Trasmissioni televisive Giornali e riprendete
il Vostro vecchio libro di Storia del Liceo magari il Villari ( purtroppo si cita solo una parte della storia). Rileggete dallo sbarco in Sicilia di Garibaldi. Vi siete mai
chiesti perchè in Sicilia ? Il popolo Siciliano è una cittadinanza eletta,
culturalmente più avanzata,porta dentro di se i geni millenari della polys
e dell'autonomia sopra ogni cosa. La Storia d'Italia parte sempre dalla
stessa Isola e si diffonde come un Virus perchè basato su verita'
universali. Quando purtroppo interessi e liberta' coincidono la libertà e
la giustizia vengono meno. Ricordate TEANO il grande tradimento la svendita
della lotta di popolo dei garibaldini e dei mazziniani ? Ora ci troviamo
nella stessa situazione. Il motivo per non votare PD è scritto nel Vs libro
di Storia Contemporanea, votare Pd significherebbe vendere le speranze di
tutti gli italiani ad un Cavour di turno sacrificare l'onor di patria e diventar Briganti. Cedere agli interessi dei Baroni rappresentati qui
dal PDL. Corsi e Ricorsi storici la Storia ci riporta a momenti gia'vissuti a verita' mai dette. Ho purtroppo poche righe a disposizione e nonposso dilungarmi. Abbiate fede non cedete a lusinghe pseudo comuniste abbandonate gli interessi di un partito che non vi rappresenta. Abbandonate l'idea del meno peggio.Siate Italiani. Gli Stati Europei ci hanno da sempre usati non temete spread

ascanio di lalla, venezia Commentatore certificato 10.03.13 17:59| 
 |
Rispondi al commento

il problema vero è che il M5S non si aspettava questo successo ed adesso non ha i coglioni per prendersi le sue responsabilità.
Sento tanti BALBETTII PENOSI, GIUSIFICAZIONI, SCUSE. Capisco gli ex-berlusconiani di cui siete infarciti, ma chi veramente vi ha votato per cambiare l'italia, RICORDATE, che non vi perdonerà. DOVETE GOVERNARE CON CHI L'ITALIA LA VUOLE CAMBIARE !!!!!

Ugo A., Recco Commentatore certificato 10.03.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è da spostare una sedia

Mariagrazia T., Genova Commentatore certificato 10.03.13 17:36| 
 |
Rispondi al commento

"Cos'è questa inutile critica agli intellettuali? L'appello non riprende i
punti programmatici del M5S? E il "popolo" della rete non dice le stesse
cose? Casaleggio se ne va in caso di alleanza con il PD. E allora? Il M5S è
Casaleggio? Spero che non siamo già alla fase del "Molto rumore per
nulla".in tal caso potremmo dire del M5S parafrasando:"Allora,per la
verità,mi sembra troppo bassa per un alta lode,troppo scura per una chiara
lode,e troppo piccola per una chiara lode.Solo questo posso riconoscerle di
buono che se fosse diversa da com'è,non sarebbe bella,e che,essendo
com'è,non mi piace"

Lucy M.

luciana micello 10.03.13 17:35| 
 |
Rispondi al commento


Però è anche vero che l' opinione media in Italia è guidata da "intellettuali" e "artisti" prezzolati, di cui è piena zeppa la società.
Oltre ai finti intellettuali raccomandati, servi del potere, ancora più pericolosi sono tanti artisti organici ai partiti - comici, musicisti, cantanti,registi. attori e via discorrendo - che, più dei politici e più dei cosiddetti intellettuali (compresi i giornalisti-opinionisti), mandano e possono inviare sottili messaggi quasi "subliminali", non dichiaratamente politici, in grado di sussurrare e plasmare messaggi mirati alla mente della gante.
SAPPIATE CHE TUTTI COLORO CHE HANNO O HANNO AVUTO VISIBILITÀ MEDIATICA IN QUESTO PAESE.SONO PURA ESPRESSIONE ED EMANAZIONE DEI PARTITI SENZA I QUALI FINO A POCO TEMPO FA NON SI AVEVA ACCESSO A NULLA, SOPRATTUTTO NEL CAMPO DELLA CULTURA E DELLO SPETTACOLO!!!

Alex P., Roma Commentatore certificato 10.03.13 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

accettare il compromesso con il pd?l'italia è in emergenza?no
ma l'italia è mai stata fuori dall'emergenza?no

se il m5stelle accetta di dare fiducia al pd, il programma di governo rimane quello di bersani-monti,aiutare le banche,prendersi i soldi pubblici,mantenere alti i loro stipendi,avere scorta e auto blu, alla faccia di chi non ha lavoro.
non si toglieranno mai i loro privilegi...........

stefano ragno 10.03.13 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo vedo Tanti intellettuali del C... che si perdono dietro ai BLA-BLA piuttosto di pensare a cambiare questo schifo di Italia. RICORDATEVI CHE SE NON FATE QUALCOSA SARETE VOI AD ESSERE SPAZZATI VIA.

LE GIUSTIFICAZIONI NON SERVONO PIU'. LA GENTE CHE STA MALE, CHE SI SUICIDA ECC.. VI VIENE A CERCARE A CASA. MA CHI VOLETE PRENDERE PER IL C...

Ugo A., Recco Commentatore certificato 10.03.13 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
posso scriverle con parolacce come intercalari o senza, questo è il solo lusso dell'intellettuale.
Se Tabucchi fosse ancora in vita avrebbe ricevuto una bella risposta, come quella che non sarà la mia, perché non so scrivere come lui ma potrà ricordare tutte le sue denuncie, le sue prese di posizione riguardo lo scempio della società italiana, e spero rendersi conto che gli intellettuali sono necessari per pensare altrimenti che secondo i luoghi comuni di tutti i mass media, televisione, giornali e internet. Come mai Diario Fo e Franca Rame possono esprimersi in suo favore, non sono intellettuali ? Il povero Gaber che lei cita non è considerato tale ? Sicuramente non sopporta che le sia del lei, le sembra un modo aristocratico, ma lo sa che le buone maniere esistono anche in questo mondo di merda ? Perché non cessa il suo turpiloquio che la rende così simile a Belusconi anche perché come lui il movimento 5 stelle fa riferimento sempre al suo padrone che è lei e il suo caro Casaleggio. Lo sa molti intellettuali "di sinistra" sono stati considerati dissidenti perché non rispettavano le linee dettate dal parito, perché non dovevano pensare liberamente, altrimenti, quel che sta succedendo con il suo movimento che non vuole essere considerato come un partito ma che detta leggi come se lo fosse, o lo è… si ricorda Pasolini ? forse Vittorini ? Si sperava in un cambiamento con il M5S, ma sta riproducendo la stessa politica maledetta di sempre : gloria indiscussa, culto della personalità, potere al 100%, un solo padrone, una sola cassa dove attingere… evivva il popolo dei dissidenti sempre !

Alice Di Noia 10.03.13 17:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione


"Storicita' e Teoretica del Movimento
Perchè non abbandonarsi ai tradimenti storici del Popolo Italiano
Il movimento ha radici antiche che non si può confondere con l'attualità.
Vi è stata solo ultimamente una rivisitazione che ha tentato di nascondere
un tradimento profondo per tutti gli italiani che hanno combattuto per una
patria libera ed è stato il 150° dell'Unità.Proprio questa occasione ha
dato modo di risvegliare il Dormiente . Lasciate le inutili diatribe tra
politici che ci massacrano ma che con noi nulla hanno a condividere.
Lasciate perdere per 2 giorni Trasmissioni televisive Giornali e riprendete
il Vostro vecchio libro di Storia del Liceo magari il Villari ( purtroppo
all'interno manca una parte importante è infatti visto da un solo punto di
vista). Rileggiete dallo sbarco in Sicilia di Garibaldi. Vi siete mai
chiesti perchè in Sicilia ? Il popolo Siciliano è una cittadinanza eletta,
culturalmente più avanzata porta dentro di se i geni millenari della polys
e dell'autonomia sopra ogni cosa. La Storia d'Italia parte sempre dalla
stessa Isolae si diffonde come un Virus perchè basato su verita'
universali. Quando purtroppo interessi e liberta' coincidono la libertà e
la giustizia vengono meno. Ricordate TEANO il grande tradimento la svendita
della lotta di popolo dei garibaldini e dei mazziniani ? Ora ci troviamo
nella stessa situazione. Il motivo per non votare PD è scritto nel Vs libro
di Storia Contemporanea, votare Pd significherebbe vendere le speranze di
tutti gli italiani ad un Cavour di turno sacrificare l'onor di patria per
poi diventar Briganti. Cedere agli interessi dei Baroni rappresentati qui
dal PDL. Corsi e Ricorsi storici la Storia ci riporta a momenti gia'
vissuti a verita' mai dette. Ho purtroppo poche righe a disposizione e non
posso dilungarmi. Abbiate fede non cedete a lusinghe pseudo comuniste
abbandonate gli interessi di un partito che non vi rappresenta. Abbandonate
l'idea del meno peggio.

ascanio di lalla, venezia Commentatore certificato 10.03.13 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Tenere duro! Non farsi abbindolare dalle sirene del vecchio partitismo!
Questi sono professionisti nell'abbindolare la gente. Se il m5s si fa tirare dentro la logica degli 8, 10, 20, 1000 punti il passo successivo sarà "trattiamo...". Ricordiamoci che LORO HANNO GIÀ PERSO !!!

Maurixx 10.03.13 16:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dato che ora siamo in ballo bisogna ballare e allora scriviamo anche noi 8 punti, ma chiari e inderogabili e proponiamoli al PD assicurando loro che saranno votati all'unanimità. E' abbastanza semplice no?

Fernanda Massa, Brena Alta Commentatore certificato 10.03.13 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo non vuole allearsi perché vuole abbattere un sistema. Vuole affrontare la questione morale che i partiti hanno seppellito. Per spiegare la questione morale nel merito, cito testualmente alcune parti di una famosa intervista che Eugenio Scalfari fece a Enrico Berlinguer nel luglio 1981.
Secondo Enrico Berlinguer [riferendosi a quel periodo storico] "I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela:
scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente,
idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero.
Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune.
La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, e non sono più organizzatori del popolo, formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l'iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un "boss" e dei "sotto-boss". "
“La questione morale (prosegue più avanti Berlinguer) non si esaurisce nel fatto che, essendoci dei ladri, dei corrotti, dei concussori in alte sfere della politica e dell'amministrazione, bisogna scovarli, bisogna denunciarli e bisogna metterli in galera. La questione morale, nell'Italia d'oggi, fa tutt'uno con l'occupazione dello stato da parte dei partiti governativi e delle loro correnti, fa tutt'uno con la guerra per bande, fa tutt'uno con la concezione della politica e con i metodi di governo di costoro, che vanno semplicemente abbandonati e superati. Ecco perché dico che la questione morale è il centro del problema italiano. [...] Quel che deve interessare veramente è la sorte del Paese. Se si continua in questo modo, in Italia la democrazia rischia di restringersi, non di allargarsi e svilupparsi; rischia di soffocare in una palude." Enrico Berlinguer 1981

Vivaldo Urtis 10.03.13 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Grillo rifiuta concrete e immediate azioni per migliorare il belpaese, e cita Gaber contro "gli intellettuali", dimenticando il Gaber di "libertà è partecipazione".

Casaleggio minaccia di lasciare il M5S se si commette il "sacrilegio" di un accordo. Magari andrà verso il fiume suonando un piffero magico, e spererà di essere seguito da 8 milioni e mezzo di italiani.

Entrambi svelano il luminoso traguardo futuro del 100% dei voti, prima del quale non si fa niente. Mentre il motto "uno vale uno" sembra abbandonato, con loro due che valgono molto di più di un qualsiasi LORO (o altrui) parlamentare, non più NOSTRI dipendenti. Forse hanno in mente un altro grande, Francesco Guccini, ma non osano citarlo: "...per chi non è abituato pensare è sconsigliato...", quindi che si lasci rispondere a loro due e a loro due soltanto.

Ma io sono un ottimista. Credo che nella stragrande maggioranza chi ha votato M5S è invece abituato a pensare (forse non erano informati del luminoso traguardo...), e persino i più numerosi dei "militanti della prima ora", e persino i parlamentari eletti. Questi ultimi vorrebbero essere accompagnati al Parlamento da una processione di cittadini. Ma per fare cosa una volta arrivati?

Grillo e Casaleggio sanno BENISSIMO che la maggioranza di quelli che hanno votato M5S vorrebbe "quagliare". Un "patto a corto termine" con il PD (non una alleanza in coalizione, non l'inesistente mercato di parlamentari) subordinato alla effettiva esecuzione di pochi punti concordati non contiene nulla contro il progetto che avevano sottoscritto.

Bersani non sarà un grande comunicatore ma è una persona onesta e capace. Il grande comunicatore era un'altro, non sono "tutti uguali". Chi è in buona fede lo sa.

"L'ONESTA' diventerà finalmente di moda!" Lo spero, insieme alla COMPETENZA. Non è che quest'ultima merce scarseggia dalle parti del M5S e si preferisce fare un giro a vuoto?

Sono un intellettuale. "Uno vale uno" sulla democratica rete valeva anche per me.

Nanni R. 10.03.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Cara Giovanna, sono giorni che vado dicendo e scrivendo le tue stesse cose e, noto con piacere che non siamo una minoranza silenziosa. Le motivazioni che ci hanno spinto a votare il MoVimento sono la voglia di cambiamento e di rinnovamento e la speranza di riuscire a dare un futuro migliore ai nostri figli rispetto a quello che stanno lasciando a noi quelli che ci hanno preceduto al Governo. Per questo stiamo qui e non smetteremo mai di dirvelo. Non sciupate, pertanto, quest'occasione!

Fabio ., roma Commentatore certificato 10.03.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho votato M5S e ho davvero sperato che servisse a cambiare le cose. Mi sono rallegrata per i risultati elettorali vedendo che molti avevano la mia stessa voglia di cambiare ma mi sono anche spaventata nel costatare che la politica corrotta e vergognosa del PDL aveva ancora cosí tanti sostenitori. Non hanno raggiunto la maggioranza per un soffio! Ora, m i spiace molto per quello che sto vedendo: vedo un gruppo di persone pulite (ancora!) che per la prima volta arrivano in parlamento cariche di buone intenzioni e di tutte le promesse che hanno fatto agli alettori, giungere ad un palmo dalla possibilità di cambiare finalmente la politica del nostro paese. Li vedo vicinissimi al traguardo, con le mani che già sottoscrivono quelle leggi che per decenni abbiamo inutimente richiesto ma che ora, per ideologismo, chiusura, settarismo, irrealtà, si stanno facendo sfuggire da sotto al naso. Come fate a non capire che questa opportunità, tanto ricercata, cosí attesa e sospirata che ormai avevamo smesso di credere possibile, è attuabile ora e che con ogni probabilità, questa condizione non si riprterà mai piú? Se ritorniamo alle elezipni il M5S non ripetrà il miracolo perché avrà deluso troppe persone, me per prima e data la figuraccia che il PD sta facendo, l'unico partito che ci guadagnerà sarà il PDL e vincerà le future elezioni impedendo per sempre ogni possibile cambiamento. Votando per M5S abbiamo fatto un enorme atto di fidicia, perché abbiamo votato praticamente alla cieca. Non deludete chi vi ha eletto! Per fare politica serve onestà trasparenza ma anche senso pratico e lungimiranza. DIMOSTRATE DI AVERCELE queste qualità!!!

Michela Pizzinat 10.03.13 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo rifiuta qualsiasi proposta. A che serve allora il M5S? A questo punto dico:
Siete inutili quanto quelli che vi hanno preceduto.

Marta Rossi 10.03.13 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari 5 stelle, Grillo e Casaleggio.
Non per spallegiare i famosi 'intellettuali', ma credo che in questo momento 2 grandi nodi siano al pettine del movimento (parlo da sostenitore e votante, assolotamente inesperto di politica e partiti): 1) non voler contribuire in alcun modo a una qualche governabilità del paese, potrebbe essere vista, nell'opinione comune, come grave colpa anche del 5 stelle se nei prossimi mesi l'Italia si impoverisse ancora. 2)Il rischio di perdere, o quantomeno rinviare a chissà quando, l'occasione di attuare già nell'immediato futuro una bella serie di riforme fondamentali, alcune delle quali comprese negli 8 punti programmatici di Gargamella.
Perfettamente d'accordo, Bersani e la sua nomenclatura sono 'morti che parlano', lo dimostra il fatto che i famosi 8 punti affiorano dopo che hanno 'perso' le elezioni: se li avessero annunciati prima probabilmente avrebbero preso ben più voti, ma evidentemente alla maggior parte di loro sono indigesti.
Quindi è ovvio che non si può dar fiducia a un governo Bersani e, fino a prova contraria, al PD. Ma per fortuna una qualche differenza alla fine la fanno anche le persone; allora perchè non proporre una alternativa, con l'appoggio difficilmente rifiutabile del PD? No, non penso affatto a Renzi, ma per es. a un governo provvisorio a termine (comunque sfiduciabile in qualsiasi momento) con alla guida Laura Puppato! E' certamente il personaggio più interessante e innovativo nell'ambito degli schieramenti politici tradizionali. Tra Laura e il 5 stelle ci sono vari punti di sintonia. Mi sembra tra l'altro che lo stesso Beppe la avesse definita a suo tempo un sindaco a 5 stelle!!!!
E' un periodo di transizione molto delicato, bisogna sfruttarlo al meglio per il bene di tutti noi! Ciao

Giorgio Soravia 10.03.13 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Che pena che mi fate voi attivisti m5s. Così poveri di idee che, quando qualcuno trova una falla nelle vostre zoppicanti e discutibili posizioni, sapete solo rispondere "troll del PD". E i fatti? La realtà è che l'Italia è marcia e voi NON siete la soluzione. Siete solamente dei poveretti che si son fatti prendere per i fondelli dai due baroni capelloni, che hanno usato la stessa tattica di B. per accalappiare masse ignoranti. Credete di arrivare al 100%? A me vien da ridere, perchè forse non vi siete accorti che già oggi, poco dopo le elezioni, molti dei vostri sostenitori sono pentiti ed hanno smesso di credere in voi. Chissà, forse sono pazzo o forse è solo il microchip nel mio braccio che parla al posto mio hihihihihi!
VERGOGNATEVI, IGNORANTI. Dovreste chiamarvi "Movimento il cane ed il porco", altro che 5 stelle. La più grande accozzaglia di pecore senza pensiero che l'Italia abbia mai visto.

Piergiorgio Cardone 10.03.13 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un controesempio di intellettuale:
"Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.
Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l’arbitrarietà, la follia e il mistero.
Tutto ciò fa parte del mio mestiere e dell’istinto del mio mestiere [..] Credo inoltre che molti altri intellettuali e romanzieri sappiano ciò che so io in quanto intellettuale e romanziere. Perché la ricostruzione della verità a proposito di ciò che è successo in Italia dopo il ’68 non è poi così difficile [..] Probabilmente i giornalisti e i politici hanno anche delle prove o, almeno, degli indizi.
Ora il problema è questo: i giornalisti e i politici, pur avendo forse delle prove e certamente degli indizi, non fanno i nomi.
A chi dunque compete fare questi nomi? Evidentemente a chi non solo ha il necessario coraggio, ma, insieme, non è compromesso nella pratica col potere, e, inoltre, non ha, per definizione, niente da perdere: cioè un intellettuale.
Un intellettuale dunque potrebbe benissimo fare pubblicamente quei nomi: ma egli non ha né prove né indizi [..] Mi si potrebbe obiettare che io, per esempio, come intellettuale, e inventore di storie, potrei entrare in quel mondo esplicitamente politico (del potere o intorno al potere), compromettermi con esso, e quindi partecipare del diritto ad avere, con una certa alta probabilità, prove ed indizi.
Ma a tale obiezione io risponderei che ciò non è possibile, perché perché è proprio la ripugnanza ad entrare in un simile mondo politico che si identifica col mio potenziale coraggio intellettuale a dire la verità: cioè a fare i nomi.
Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia"

Giampaolo A. da Lisbona 10.03.13 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Gli intellettuali postdatati
Immagino che la mattina dell’impegno, centinaia di bolsi intellettuali, dopo essersi consultati tra loro ma non averci capito una mazza date la sordità che avanza e la sicumera che non indietreggia, abbiano deciso di firmare un appello. Su Repubblica, ovvio, dove ci sono spazi già appositamente dedicati a commentatori autoreferenziali e nondimeno tracotanti. La mano tremante appone la firma e subito dopo una risacca di coscienza e di fierezza prende l’intellettuale, che subito si premia smozzicando un dolciume.
Centinaia di intellettuali che sono il nostro faro abbagliante, che interpretano, decodificano ed anticipano, grazie alla loro cultura, il futuro: sanno leggere tra le righe della società e prevedono i suoi assestamenti od i suoi smottamenti, previsioni che sono giornaliere e nitidissime, pur tra i mille impegni lavorativi che li attanagliano (sono rettori, architetti, intellettuali puri, archimandriti ecc.). Per eccesso di senso civico e di generosità, periodicamente firmano un appello in cui convogliano le loro disincantate ma impegnate preoccupazioni, le interpretazioni, le previsioni. Io li stimo, li apprezzo e soltanto mi chiedo: ma perché c. questi appelli, queste previsioni, queste fustigazioni non li firmate o fate PRIMA (prima che sia troppo tardi, prima del voto, prima che dozzine di parenti siano già inamovibili dagli enti pubblici, prima che centinaia di ricercatori siano precari…)? A farli prima, magari avreste invitato a riflettere un partito – il PD- che intimamente corrotto, inefficace, privo di ideali e di idee, rifiutava infastidito un’alleanza con Rivoluzione Civile, derubricava il M5S a rozzo populismo, e flirtava con la bavosa ed oligarchica austerità di Monti.
Francesco

Francesco Casamassima 10.03.13 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Finanziamento pubblico e Renzi.

Il PD non è un movimento, ma è un partito fortemente strutturato.
Questo implica che la sua esistenza è legata al dio danaro.
Eppure Renzi propone l'eliminazione del finanziamento p.
In un partito "classico" come il PD ciò darebbe origine ad una "oligarchia interna", attraverso la quale solo i benestanti potrebbero ambire all'amministrazione della cosa pubblica. Solo i ricchi occuperebbero i posti dominanti, solo i ricchi potrebbero candidarsi. Altro che casta!
Mi rendo conto solo adesso di quanto sia "romantico" il popolo di sinistra.
Non fatevi fregare.
Ciao

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 10.03.13 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che qui si sta uscendo dai binari!!sono settimane che stiamo solo combattendo contro il PD e Bersani, come se il nostro obbiettivo sia distruggere loro, (tra l'altro il vero pericolo viene sempre dal nano..che zitto zitto anche questa volta si e' ritirato in disparte a farci sbranare tra noi e il PD per poi riapparire come l'unico di buon senso per salvare l'Italia). Il nano ne ha combinate di cotte e di crude in queste due settimane e' qui non si legge che di Bersani!! Ricordiamoci che si il PD ha le sue colpe, ma il PDL e' quello che ci ha rovinato!! Allora siamo qui per cambiare qualcosa o no?? Vogliamo parlare di proposte, e basta con questa guerra, che sembra piu' personale che a favore del movimento. Vogliamo fatti adesso e non andare a elezioni dove il PD con Renzi e il nano malato immaginario ci accuseranno che non siamo stati capaci di prenderci le nostre responsabilita'.

furio torracchi Commentatore certificato 10.03.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Ma ci ritroveremo ancora Paolo "Sciopa"??? Non ne abbiamo avuto abbastanza? Ma veramente si perde completamente la memoria!Si consultino persone come il Prof. Brancaccio, il Prof. Brancaccio, il Prof. Brancaccio...
Sibilla12


Volevo solo aggiungere che ogni volta che leggo o sento qualcosa del tipo "quelli che chiedono l'accordo col pd sono solo quelli che l'hanno votato, il pd" INORRIDISCO...
Io ho votato 5 stelle!!! Ma l'accordo lo VOGLIO! Penso che sia la miglior possibilità capitata all'Italia da 50 anni a questa parte. Meglio ancora che se il 5 stelle avesse vinto da solo. I risultati elettorali di oggi danno la possibilità al movimento di fare delle cose importanti, osservando e monitorando nel frattempo i "politici esperti", imparando da loro cosa fare e cosa NON fare, preparandosi per vincere alla grande le elezioni tra qualche anno.
Se si torna a votare a breve, il mio voto l'avrete perso di certo: sarò schifata anche dal 5 stelle, da Grillo, da Casaleggio... che avranno gettato al vento un'OCCASIONE D'ORO.

laura cassata 10.03.13 14:01| 
 |
Rispondi al commento

DOVEVATE SALVARE IL PAESE E LO STATE UCCIDENDO. Per cosa poi? Per Casaleggio? Ma vi rendete conto di quanto questo sia ridicolo?

Oliver Hutton, Firenze Commentatore certificato 10.03.13 13:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Sembrano i capricci dei bambini: noooo ho detto di no con lui non ci gioco e se volete giocarci voi io me ne vado. Ma ciendiamo conto? Casaleggio se ne va se qualcuno dei NOSTRI deputati non è d'accardo con la sua linea. Stica!
Avevi detto, l'ultima sera, la fantasia al potere la fantasia, l'immaginazione è anche saper trovare una nuova soluzione di fronte ad un problema imprevisto o meglio in un mometo d'impasse...L'immaginazione è flessibile, dialogante e accogliente...non punta i piedi per terra e dice di no a tutto, alla fine anche a se stessa.
Vi reputo molto intelligenti, spiegatemi almeno il perchè di questa ostinata chiusura? vorrei motivazioni tecniche, quello chevolete...ma se sapete rispondermi è "l'avevamo detto!" Io penso " poveri noi con che razza di caproni c siamo imbattuti?" Spiegatemi perchè non potete far nascere il governo, come fate in Sicilia, (io mi sono basata su quell'esempio nel votavi) e nel caso foste insoddisfatti togliete la fiducia quando volete. Avete lapossibilità di tenere per le p...e il pd e buttate tt all'aria così? Spiegatmi perchè? Se la risposta sta solo nel rispetto della coerenza, sappiate che calata in questa situzione è solo ottusità.

ml c. Commentatore certificato 10.03.13 13:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha un senso l'appello degli "intellettuali", ha un senso la situazione di urgenza della Nazione, ha un senso il tentativo di Bersani e ha un senso la risposta del Blog.
Ha un senso che ci sia dibattito e visioni diverse sul da farsi e ha un senso che la risposta ufficiale sia "affidata" ai fondatori e responsabili polici del Movimento.

In bocca al lupo a tutti ma direi che "se non ora quando" ? voglia dire che l'Italia e' ADESSO, M5S e' al Parlamento ADESSO, una "fiducia condizionale" per vedere se possibile cominciare a impostare il lavoro di rivoluzione democratica sia come minimo da analizzare a fondo.

Alessandro Patrignani, Roma Commentatore certificato 10.03.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Assalto alla nave gialla... Si può si sintetizzare così l'operazione a tenaglia volta a delegittimare, da un lato, e blandire dall'altro il movimento 5 stelle. Altro che 8 punti... Basterebbe puntare su: taglio dei parlamentari e del costo della politica, superamento del bicameralismo perfetto, ammodernamento dell'articolazione dello Stato, sostegno all'impresa e al lavoro attraverso innovazione tecnologica, ambiente, agricoltura e turismo

Giuseppe Bonanno 10.03.13 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Certo, è vero, maledetti intellettuali radical-chic, ma che diavolo ne capite di un movimento nato dal popolo e fatto per il popolo, voi sempre asserviti alla vostra Ka$ta intellettualoide pronta a fregarci! Noi siamo quelli veri, non abbiamo bisogno della vostra Kultura, NOI SIAMO IL POPOLO!
Ehi, ma...Un momento... Ma non era il movimento a 5 stelle quello che proclamava fiero di avere il maggior numero di parlamentari laureati? LAUREATI? Ma... ma come? Grillo, aiutami, cosa posso dire per uscire dalla contraddizione? Eh? Come? Ah, sì,ok: SIETE CIRCONDATI, ARRENDETEVI, SVEGLIATEVI, SIETE MORTI CHE CAMMINANO, BRUTTI PIDIMENOELLINI, STIAMO ARRIVANDO!

Coney Island 10.03.13 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Perchè questo post è stato "nascosto"?... mi sa che si sta iniziando a sentire odor di rivoluzione al contrario..

Antonio Vivaldi 10.03.13 13:16| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO DI UNA CHE VALE UNO
Tu Grillo hai fatto molto per risvegliare la gente, ora spetta a tutti noi lo sforzo di ripulire il tantissimo marciume per poter ripartire con un'Italia più pulita che sappia crescere confrontandosi onestamente.
Tu sembri credere che abbiamo gia fatto tutto e che basta metterci semplicemente seduti sulla riva del fiume ad aspettare che passi il cadavere del nemico, ma il nemico è potente e ha sette vite come i gatti per cui non so se e quando passerà.
Se il tuo impegno finisce qui...io ti ringrazio e ti saluto... non aspetterò sulla riva del fiume che tu sciolga il Movimento farfugliando di dittatura con il 100% di pensiero unico.

Daniela M. Commentatore certificato 10.03.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Movimento 5 stelle non ha nessuna responsabilita'se il governo non ha la maggioranza assoluta e non è in grado di governare.L'unica responsabilita' che ha al momento è quella di mantenere la sua identita'e i suoi principi.Chi lo ha votato seriamente non vuole un governo del Pd,Pdl,Pd+Pdl.Vuole un governo movimento 5 stelle e basta.L'ingovernabilita'di questo paese esiste grazie alla legge elettorale fatta e mantenuta dai governi precedenti.Monti se ne è guardato bene di cambiarla....sapeva gia' dall'inizio che avrebbe partecipato alle elezioni...e grazie a questa legge pensava di trovarsi nella situazione attuale del Movimento 5 stelle e governare per 5 anni col Pd.Nessuno lo dice in TV o sui giornali perche' sono "corrotti"dai partiti.Il Movimento 5 stelle deve battersi per cambiare la legge elettorale e poi dopo l'elezione del presidente della Repubblica si va alle elezioni col doppio turno.Quando dicono che il Paese ha bisogno del governo per fare le riforme "necessarie",sappiamo bene che queste riforme non saranno fatte per aiutare gli italiani ma per continuare a salvare e dare potere alle banche barattando la nostra sovranita'che l'Europa non vede l'ora di farci perdere.Stanno attaccando e diffamando il Movimento con ogni mezzo, per togliere consensi, il giochino lo conosciamo bene sin dalla campagna elettorale.Se le leggi proposte saranno CONGRUE per il benessere degli italiani,verranno votatate,altrimenti no.Questa è la vera democrazia,imparzialita'indipendentemente da chi propone,mantenendo i propri principi.

Massimo Cipriani 10.03.13 13:07| 
 |
Rispondi al commento

la cultura e'scarsa, appelli non ne fa e parla poco(spesso mentendo),ma l'italiano medio ancora pensa liberamente(nonstante i bombardamenti della propaganda e valanghe di disinformazione)e ha una sufficiente capacita' di comprensione..sa bene che ormai il potere assoluto e irrinunciabile,lo ha schiacciato..siamo scivolati nella "tirannide democratica(?)" che ha devastato il paese economicamente e moralmente(supremazia della disonesta')e non contenta,continua ad offendere e umiliare:colpa dell'evasione,della crisi,dell'europa,di tutti tranne di un governo indegno..(a proposito perche' dobbiamo pagare l'inefficienza dei controlli?non ci sarebbe una tale evasione se fossero capaci di leggere i dati che hanno e di utilizzare le leggi in merito e abbiamo gia' rinunciato alla privacy per questo)..ci siamo sempre"arrangiati" sotto qualsiasi "occupazione"..ci siamo illusi di essere finalmente liberi dopo la guerra con la costituzione democratica, per scoprire che le elzioni servono solo ai candidati..che il clientelismo,l'intimidazione,la"compera del voto" hanno svuotato e annientato la volonta' popolare che comunque ha scarsa considerazione..cosi' ci rassegnamo..questo non fa di noi pavide pecore ma piu' realisticamente : meglio la rassegnazione che pagare anche col sangue..finche' possiamo non daremo quest'ultima soddisfazione che ancora servirebbe solo al prossimo tiranno..abbastanza "intellettuale"?
P.S.
non ho votato m5s pur simpatizzando,per una sorta di sospensione di giudizio su quella che sembra una certa radicalizzazione e alcune cose come la tav e la posizione antieuropea(secondo me indotta dalla propaganda)purtroppo considero l'europa come una possibilita' di controllo sull'operato sconsiderato di certi governi come il nostro..e il dubbio:m5s sara' comunque abbastanza coerente da resistere ai richiami di bersani che si e' eletto vincitore con l'appoggio di napolitano? non e' vero che nuove elezioni darebbero lo stesso risultato(anche con questa legge elettorale)

marina vescovo 10.03.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento

La funzione principale degli intellettuali è quella di favorire la diffusione critica della cultura e permettere il confronto democratico. Ed il confronto democratico non va evitato o temuto.
E’ ora che qualcuno si prenda la responsabilità di attuare concretamente quella bella equazione "1 vale 1" che al di là del programma mi ha convinto a votare M5S!
O io non ho capito bene come funziona oppure qua abbiamo un problema: da troppo tempo molti attivisti chiedono strumenti partecipativi migliori che permettano una concreta partecipazione dei cittadini(per esempio un forum M5S funzionale tipo liquid feedfack), ma tutto si fa di nebbia, ma chi gestisce il portale nazionale non affronta concretamente la questione e nenanche ne discute. Nel Movimento c'è qualche Generale che vuole scegliere da solo, facendo passare al sua volontà come maggioranza condivisa?
Ci sono progetti interessanti portati avanti da M5S Bergamo e M5S Roma, che aspettiamo?
Forse è meglio cominciare a leggere anche la definizione di dittatura del devoto oli, ma forse basta anche wikipedia....
Attenzione non dico che sia sbagliata la linea politica, è sbagliato non affrontare il confronto democratico, partendo da quello interno al M5S: fatto questo se poi qualche Generale si 'risente' della decisione presa può anche decidere di abbandonare il Movimento..... ' morto un papa.....'

PS avete una forte responsabilità nei confronti di tutti i vostri elettori nessuno escluso, non sprecate il consenso che avete ottenuto altrimenti sarà stato tutto inutile

Christian M., chmarco@tin.it Commentatore certificato 10.03.13 12:52| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare alcuni, in definitiva, hanno votato per il M5S senza condividerne le linee programmatiche (espressione orribile).
Siamo di fronte all'assurdo, la gente si è rimbecillita o si tratta solo di malafede?
Rosella

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 10.03.13 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNA RISPOSTA PER TUTTI I TROLL PIDDINI CHE BAZZICANO QUI ACCREDITATI -non capisco perche si sono scritti, cancellatevi- e NO.
BERSANI ha commesso un errore esiziale. non è che è andato in televisione a dire."va bene, abbiamo sbagliato, abbiamo perso, abbiamo attaccato a tutto spiano il m5s, sia io che tutti i troll in tutti i luoghi, ma il m5s ha vinto lo stesso. adesso il m5s ha un ruolo determinante e quindi fa il governo e noi lo appoggiamo" nooooooooooooooooooo
E' andato a dire "noi non abbiamo vinto, ma siamo arrivati primi, spetta a NOI LA RESPONSABILITA (?) di fare il governo adesso prendiamo il programma del m5s ne scegliamo i punti che ci piacciono e ci devono dare la FIDUCIA" e via con le fanfare di tutti i giornalisti servi contorni di intellettuali televisioni e giornali, insomma tutto quanto e stato sufficiente perche in due giorni con tutte le ragioni di questo mondo portasse beppe a dire
MA ANDATE AFFANCULO, MA VI SEMBRA VERAMENTE CHE MI SONO FATTO IL CULO IO E L'INTERO MOVIMENTO PER FAR METTERE IN PIEDI UN GOVERNO PDIOTA CON CONTORNO DI CASTE ASSORTITE E MAFIE BUROCRATICHE IN OGNI ANGOLO DELLO STATO. MA PERCHE NON ANDATE A SCHIATTARE, ....E QUI CI STA PUGNO DI STRONZI.
quindi la responsabilità di questa situazione e tutta sulle spalle di questi idioti che non solo sono degli ingordi, basti pensare che qui in regione sicilia i ragazzi prendono 2500 euro al mese e questi balordi continuano con 10000 e passa netti. uscendo di casa, ho incontrato uno disoccupato, moglie e due figli, in affitto lo aiuta il padre e qualche lavoretto ogni tanto, mi ha detto "anto, ci vogliono fregare di nuovo, speriamo che beppe non molli" gli ho risposto stai tranquillo, questa volta li mandiamo via tutti.
franc rosso

antonio l., palermo Commentatore certificato 10.03.13 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la situazione e' talmente assurda che se M5S non fara' l'accordo perdera' molti voti a sinistra e il PD vincera' facilmente le prossime elezioni, soprattutto se dovesse candidare renzi. Se invece ci sara' l'accordo ne uscira' rinforzato Berlusconi e il movimento perderebbe gli elettori di destra.

Fabrizio B., Paris Commentatore certificato 10.03.13 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e dopo quella vagonata di fango proveniente dal n.1 del PD De Benedetti, sul resort in Costarica (poi finito nel nulla), adesso gli mandano sotto gli intellettuali, per riuscire con il miele dove non c'è riuscito l'aceto e questo significa che nel cervello dei sommi dirigenti del PD ci sono solo due bacarozzi che giocano a morra cinese.
Beppe sei geniale nel farli uscire allo scoperto dal fango in cui sono immerse queste persone che hanno reso il nostro paese un cumulo di macerie.

egeria benvenuti 10.03.13 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con attenzione il programma proposto nell'appello pubblicato nella Repubblica, e mi chiedo, senza fare della facile ironia, ma chi è davvero il destinatario di un tale appello!? Il M5S o piuttosto la premiata ditta "Bersani & famuli"? Cosa mai ha davvero in comune il suddetto programma con gli 8 punti programmatici di Bersani? A me sembra molto poco. Se è così, non sarà il caso che prima di ogni altro appello in nome del "bene comune" al M5S, il PD faccia un po' di pulizia al suo interno? Ci sono esponenti e correnti all'interno del PD che davvero sono pronti a fare più di un passo indietro e cedere senza condizione di fronte alla richiesta imprescindibile di rinnovamento radicale avanzata dai cittadini attraverso il M5S? Se è così, tali soggetti, prima di ogni altra cosa, diano inizio ad una sana lotta intestina al PD che neutralizzi una volta per sempre gli elementi più conservatori e corrotti. E' il PD che si deve avvicinare alle posizioni del PD, non il M5S! Il M5S non ha nulla da innovare al suo interno! In primis, Bersani presenti le dimissioni da segretario, visto il suo palese (palese, eccetto a lui e ai suoi amici) fallimento, e in seguito, venga eletta una nuova direzione nazionale, possibilmente con delle primarie che siano davvero tali ...
Acquistate credibilità con l'umiltà, smettendola di dare lezioni in TV o nei vostri giornali di partito. Cominciate con l'elencare una per una tutte le vostre responsabilità nel favorire un regime partitocratico di cui avete goduto assieme al vostro pseudo-nemico Berlusconi (Caino e Abele prima ancora che essere nemici, erano fratelli di sangue). Ora che avete perso e vi sentite soffocare, vi accorgete di un intero paese che soffre non da adesso, ma da alcune decadi, e dichiarate di essere pronti ad una nuova politica. Ma voi non siete affatto nuovi, siete gli stessi di sempre ..
Una sola cosa dovete fare: recitare il mea culpa di fronte a tutti gli Italiani e andarvene mestamente. Non vi sarà fatto del male

Giampaolo A. da Lisbona 10.03.13 12:39| 
 |
Rispondi al commento

perche' al posto di aspettare che ci facciano una proposta che "non possiamo rifiutare" non facciamo noi una proposta che il PD non puo' rifiutare? Qualcosa di serio, non tipo sposate il nostro programma al 100%...

Fabrizio B., Paris Commentatore certificato 10.03.13 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno è come Gaber: è unico. Incredibile che ancora oggi, che dopo un giorno le cose sembrano diventare vecchie, lui stupisce e non invecchia mai. Non vi è venuta in mente, in questi giorni '....e la chiesa si rinnova....' o anche '...con tutta la rabbia, con tutto l'amore...' o 'c'è da spostare una sedia'...e potrei continuare. Grande e profondo conoscitore dell'animo umano. Inestimabile!

Christine C. Commentatore certificato 10.03.13 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
SIET E COERCITIVI, come gli altri, quelli ci tengono appesi ai doveri senza diritti, tu e i tuoi ci tenete appesi nel nulla da 15 giorni. Il potere, fa male, togliti gli occhiali da sole, riprenditi, spiEgaci chi è L'EMINENZA GRIGIA COI CAPELLI LUNGHI. pER fortuna non vi ho votato.
Con rancore
Leo MIlton

Leo Milton 10.03.13 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Leggo i commenti che vengono postati sul blog e mi sento confortato .
Credevo di essere tra pochi che vedono l’assurdità di questa Tua/Vostra posizione ma mi rendo conto che su questo atteggiamento il 5stelle scricchiola.
La posizione di mandare tutti a casa per ripartire da zero è pura utopia, arrivare al 100% dei voti per poi sciogliere il movimento è una freddura offensiva anche per chi ha creduto in questo voto di protesta.
Sostenere che tutti gli altri siano uguali e che Voi siate la verità e la purezza fatta persona è un atto di presunzione assurda così come pretendere che il proprio programma non sia discutibile .
La politica e la libertà sono un'altra cosa lo sappiamo tutti.
Dovresti/e avere rispetto per quelli che hanno da decenni non da ieri creduto di poter cambiare qualcosa , magari non ci sono riusciti magari sono stati commessi degli errori, magari non c’è stata una vera occasione per farlo come quella che abbiamo ora, ma ci si è messo la faccia l’ anima ed il corpo.
Adesso siete arrivati Voi il meglio che c’è e non tollerate di partecipare ad un confronto vero e leale, volete tutto.
Beh ragazzi cari, la vostra posizione se rimane questa, vanificherà quello che di bello vero ed entusiasmante c’è in voi, il paese non avrà a breve un’altra occasione come questa ma sia chiaro che la responsabilità sarà stata Vostra o forse solo di quei pochi ( due ) che hanno fondato, controllano e comandano realmente il Vostro movimento.
Ma davvero credete con questo genere di organizzazione di andare a parare da qualche parte ? già me lo vedo il 5 stelle tra qualche anno, in parlamento pieno di intrallazzatori e gente profittatrice .
Ragazzi sveglia le rivoluzioni servono solo a cambiare il padrone e spesso è peggio di quello di prima, sono le Evoluzioni quelle che contano e non si fanno partendo da zero ma migliorando e ripulendo quello che di buono già c’è basta volerlo cercare, ma ho il sospetto che voi non state cercando un bel niente.

Andrea Curcio 10.03.13 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
io sono dottore di ricerca, ho fatto l'operaio, ora sono disoccupato, da sempre pieno di dubbi. Mi dovrei risentire delle tue parole? Ti ho votato come tanti, ma ti sollecito a considerare che la base dei tuoi elettori è infinitamente più ampia degli iscritti al tuo blog e di quel gruppetto che qui t'invita ad arroccarti e a non scendere a compromessi preferendo la protesta e l'insulto senza discrimine. Pensi davvero di poter solo raggiungere gli stessi voti alle prossime elezioni? Altro che 100%, se ignori questo... Stai attento!

Roberto P. Commentatore certificato 10.03.13 12:16| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti intellettuali.Ai selvaggi un lavoro di merda,che poi si abituano.
Insuperabili nei panni del Piffero nella fattoria degli animali...

Ho dubbi sulla legittimità del ruolo sociale in sè,
sono invece certo dell'appetibilità del ruolo sociale per sè...

Rappresentiamo il conflitto per esorcizzarlo,poi ci dividiamo la stozza dai garanti..a nostra insaputa.
Ecco la funzione del sacro parassita,che convince gli emuli di fare il simbionte.

t.o. 10.03.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento


ATTO DI RESPONSABILITA'.
Tutti i partiti hanno a cuore il futuro!!!! SI!!! Hanno a cuore quale futuro?
Provo a fare un'ipotesi, Berlusconi e il pdl hanno a cuore il futuro, si il loro futuro. Berlusconi non avendo più potere di far scendere a patti gli avversari politici vede vicino la galera. I dirigenti del pdl se gli tolgono il finanziamento e tutti i privileggi, e la possibilità di fare feste in maschera cosa sanno fare? Non penso che Berlusconi abbia intenzione di pagare il suo partito con i suoi soldi, perchè sa benissimo che sono una banda di papponi.

Il PD e i vecchi dirigenti senza un nemico politico e senza spartizione, quali argomenti
e idee hanno? Niente purtroppo, e giustamente sono preoccupati del futuro. All'interno del PD e anche da tutti gli altri partiti i giovani non vengono presi sul serio, le idde dei giovani non sono ancora mature, idee come queste la gente non sono pronti per capirle. Si preoccupano di creare un governo che duri quel poco per sistemare qualche persona fidata, Ipotesi Prodi presidente della repubblica, legge elettorale, e cosi il gioco è fatto. Nuove elezioni e gli stessi seduti a poltrone e a banchettare di nuovo.

Nessun Italiano vorrebbe mandare un politico a rappresentarci alle grandi riunioni europee e mondiali con le dovute attrezzature, aereo, auto scorta un bel vestito, albergo, cene, ecc. Nessuno vuole fare brutta figura, tanto è vero che abbiamo tollerato per tanti anni il finanziamento ai partiti.
Purchè quei soldi siano spesi per il bene dell'Italia e degli Italiani.

maurizio di curzio, roma Commentatore certificato 10.03.13 12:15| 
 |
Rispondi al commento

e' proprio vero.... basta con i mascalzoni dell'intelligenza, le loro parole sono tanto piu' vuote quanto sonore. i fatti sono quelli che contano.
prima si fa poi si dice.
Solo chi sta vivendo sulla propria pelle le grandi difficolta' del momento puo' affrontarle e superarle per il bene di tutti...

massi m., bari Commentatore certificato 10.03.13 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Se semini grano, se riesce o non riesce sempre grano é quello che cresce! Se semini parole...presto se li porta via il vento!!!!
" CHI HA TEMPO NON ASPETTI TEMPO " Auguri e datevi da fare,in una impresa non si mettono mai!!! tutte persone nuove in un REPARTO! Tante volte bisogna anche domandare dove sono i BAGNI!!! la giusta via si può trovare anche a tentoni, meglio se si ha una guida. Ciao Giuseppe

giuseppe Fiorenza 10.03.13 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Perché gli intellettuali non rivolgono un invito al PD affinché si sbrighi ad appoggiare i punti del programma di M5S? e invitarlo a riflettere su quello che non sta facendo? Questa gente pensa ed agisce solo unidirezionalmente e non vuol capire che le direzioni sono due... si va e si viene ... non esiste una sola direzione. Dimostrino di avere capito altrimenti saranno vittime di loro stessi.!
Ok nessun tentennamento.

Corrado C., Camaiore Commentatore certificato 10.03.13 12:12| 
 |
Rispondi al commento

e basta grillo a dire sempre no e insultare tutti. attacchi gli intellettuali che fanno un appello, più che attaccarli rispondi se hai argomenti .anche tu mi sempri un replicante di intellettuali (rifkin-latouche-chomsky etc )e allora questi vanno bene gli altri no? citi gaber e ti rispondo con gaber :"un idea un concetto un idea fin che resta un idea è soltanto un astrazione se potessi mangiare un idea avrei fatto la mia rivoluzione"hai l'occasione con il movimento che hai organizzato di metter e in pratiche le buone idee suggerite dagli intellettuali che ti ho citato e allora fallo . In un paese da sempre democristiano per la prima volta ci sono due forze in parlamento che potrebbero cambiare la faccia dell'italia provaci se hai le palle. per adesso mi sembri uno che dice sempre no perchè non sà cosa fare perchè fra il dire e il fare c'è di mezzo il mare .i parlamentari eletti nel tuo movimento sono gente capace lasciali liberi di scegliere per il bene del paese e non per il piacere di casaleggio.

alex barone 10.03.13 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari trolloni piddini disperati che volevano rimanere schiavi... questa rivoluzione la facciamo anche per voi :-)

jimmy joe Commentatore certificato 10.03.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, quello che dovevi fare è stato fatto,
il consenso è arrivato e il botto si è sentito in tutto il globo, ora al di là di tutte le cazzate che scrivono chi di destra, chi di sinistra, e qualche refuso del centro, vai avanti con la disinfestazione pesante del vecchio sistema politico, questi pur di rimanere farebbero accordi con il diavolo, venderebbero loro madre, e farebbero prostituire i figli, chi invita i ragazzi del movimento ad eventuali accordi per salvare l'italia, ne decreta la sua fine, tranquilli, le minacce dell'europa, gli atti intimidatori della finanza gli pread, sono cazzate, ogni rivoluzione a i suoi costi, ma qui se salta il banco a rimetterci non siamo noi ma la germania, francia ecc, pertanto, boccie ferme e determinazione, e tra un mese la partita è vinta

vai cosi beppe, cambiare è possibile
grazie

marco gobbo 10.03.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

carissimo Beppe,Sono una persona di 73 anni ho vissuto tutti i sacrifici di questo mondo e sono vincente. Sono riuscita ad avere questo risultato, contro tutti gli str.....perchè ho usato sempre il buon senso.ho agito sempre dalla parte del bene e ho vinto.Tu ti stai comportando come quello che vuole solo togliersi i sassolini dalle scarpe.Così agendo insieme a Casaleggio distruggerai i nostri sacrifici, e quelli di tante altre famiglie che dici vuoi proteggere.ti comporti come Mastella e Berlusconi e tanti altri....chi credi che ti seguirà poi....... Hai i numeri in parlamento per fare quello che predichi, dimostra di essere un LIDER................G Giuse

Giiusi Masciarelli 10.03.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

O forse Gaber si riferiva al masturbatore cerebrale partigiano?
Boh!....
Ciao

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 10.03.13 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con Beppe Grillo principalmente per due punti essenziali: il primo è perché la proposta politica, da sempre sostenuta dal movimento, è quella di non confondersi con la vecchia politica ma di proporsi come forza di cambiamento di quella politica e chi ha votato lo ha fatto aderendo a questa proposta; il secondo motivo è perché essere presenti in parlamento non significa salire sul primo carro che passa (come solitamente fanno tutti)bensì operare tutti i giorni in maniera critica e costruttiva per risolvere i grandissimi problemi del Paese, ed è appunto questo che propone Grillo: votare di volta in volta i provvedimenti necessari. Il Movimento, come giustamente dice Bersani, ha "perso" le elezioni in quanto lui è arrivato primo, per cui non vedo perché una forza che ha perso deve poi seguire ciò che dice chi ha "vinto". Ha vinto, ebbene, faccia il governo con chi vuole ma non lo imponga, alle sue condizioni, al Movimento.

luigi leonetti 10.03.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Non è più tempo di "intellettuali". Ognuno si deve sentire a suo modo "Intellettuale", sono le idee che contano. Le mie e quelle di tutti gli altri non sono da meno di un tal qualsiasi anche se laureato alla bocconi o chissà dove.

Gianluca T. 10.03.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Non credo nell'intellettuale "spersonalizzato".
Ragionandoci sopra, disconosco proprio la categoria.
Per me esistono solo persone che ragionano sulle cose.
Questo blog ne è la dimostrazione.
SIAMO TUTTI INTELLETTUALI!
Ciao

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 10.03.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Leggo dei commenti veramente assurdi, quasi tutti provengono dalla sx, ed ancora mi stupisco come si fà a non pensarla come Grillo. Il programma è chiarissimo, ma cosa lo dico a fare,

Sebastiano O. Commentatore certificato 10.03.13 11:46| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Detta papale papale, pragmaticamente, la verità è questa:
Beppe Grillo è la prova che si puo' fare politica senza soldi pubblici.
I cosiddetti "intellettuali" dovrebbero lanciare moniti alla Gentile Attenzione di Gargamella Bersani e a tutti i Berlusconiani tesserati PD perchè appoggino i punti cardine del Movimento 5 Stelle e non facciano naufragare questa ghiotta occasione per dare una bella lavata al Parlamento e tentare di rivalutare la politica agli occhi dei cittadini italiani, stufi di pagare milioni di euro per finanziare giornali, partiti, corrotti ecc.


PER NON DIMENTICARE:

www.youtube.com/watch?v=RHPRel7mpUM

(discorso di Violante alla Camera - 2003)

gabriele m. Commentatore certificato 10.03.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento

NON DIMENTICHIAMOCI CHE MOLTE PERSONE SONO IN GRANDE DIFFICOLTA' E NON E' POSSIBILE ASSISTERE SENZA FIATARE A QUESTO PARADOSSALE SCONTRO BASATO SOLO SU POSIZIONI RIGIDE.
IL COMPITO DI CHI HA RICEVUTO L'INCARICO ALLA RAPPRESENTANZA PARLAMENTARE E' QUELLO DI PREOCCUPARSI DEL BENESSERE DEI CITTADINI.
CONDIVIDO IL VOSTRO PROGRAMMA E SONO CERTA CHE SARA' LA SOLUZIONE, MA NON POSSO NEPPURE PENSARE CHE GRILLO E CASALEGGIO POSSANO AVER CREDUTO DI OTTENERE UNA TOTALITA' DI CONSENSI.
Ciò detto credo che se si vuole veramente raggiungere l'obbiettivo di cambiare radicalmente il modo di fare politica, di introdurre una visione nuova del mondo e necessario anche saper accettare che i cambiamenti avvengono per gradi.
Non sono un'intellettuale spinta del PD, ma credo che il M5S debba dimostrare che non contribuirà al declino dell'Italia, arroccandosi su posizioni che sono apprezzabili ma che non giovano certamente ad ottenere alcun cambiamento, ma che rischiano, invece, di peggiorare la situazione di grande difficoltà in cui gli italiani si trovano.
La vera Rivoluzione, a mio parere, e quella di ottenere di lavorare al fine di ottenere un radicale cambiamento culturale del Paese, accettando anche che i primi cambiamenti siano modesti e non radicali senza mai perdere l'obiettivo.
MA TROPPE PERSONE, FAMIGLIE INTERE HANNO DIFFICOLTA A SODDISFARE I BISOGNI ESSENZIALI, SONO AL LIMITE DELLA SOPRAVIVENZA ED HANNO URGENTE BISOGNO DI RISPOSTE, NON POSSONO PERMETTERSI DI ASPETTARE UN MESE IN PIU', OGGI MOLTE DI ESSE VI HANNO DATO FIDUCIA E SI ASPETTANO UN SEGNO DI GRANDE RESPONSABILITA' DA PARTE VOSTRA, NON PENSO CHE VOTANDOVI MAGICAMENTE TUTTO CAMBIAVA, MA CHE FINALMENTE QUALCUNO SI SAREBBE OCCUPATO DI LORO, E CHE I VARI BERSANI, BERLUSCONI, CICCHITO, NON SAREBBERO IMMEDIATAMENTE SPARITI, MA CON LA COSTANZA E LA DIMOSTRAZIONE CHE LE IDEE SONO BUONE, SAREBBERO STATI CANCELLATI DAI LORO STESSI ELETTORI.
IL RISCHIO CHE SI CORRE E' QUELLO CHE SE SI FALLISCE LORO SARANNO LI' E IL M5S NO

Maria C., Cologno Monzese Commentatore certificato 10.03.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

"Caro" Grillo,
non mi sorprende che per sostenere la sua linea folle e irresponsabile di non dialogare con alcuna forza politica, Lei abbia scelto un brano di critica nei confronti degli intellettuali: infatti hai costruito il tuo consenso facendo leva su ben altre caratteristiche dell'essere umano: rabbia, frustrazione, invidia, odio. Quello che non mi piace dello tsunami è che, oltre a spazzare via il marcio, distrugge anche il buono che lentamente e con fatica si sta cercando di costruire.
L'appello è un invito a usare finalmente la testa, cercando di arginare i sentimenti negativi (proprio quelli su cui hai costruito il tuo consenso) e cercare di costruire un Paese migliore, secondo istanze basate sulla logica e sul buon senso, presenti tanto nel programma del PD, quanto nel suo.
Giorgio Gaber è una delle figure che più mi hanno ispirato nella mia formazione e vederlo scomodato sul Suo blog mi fa male quasi quanto vederlo scomodato al Palazzo delle Regione Lombardia. L'ironia e la critica di Gaber (e Luporini) mi sembrano di una qualità infinitamente superiore alle sue. Al di là della profindità, su cui è persino inutile discutere, Il vero signor G non dimenticava mai, nei discorsi e nelle canzoni, l'accoglienza, la tenerezza, l'autoironia. Grazie a ciò, e solo in questo modo, la fase di critica diventa presupposto per una fase creativa e costruttiva.
Avete in comune solo la G del cognome!

Alessandro Leone 10.03.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE!!!
A tutti coloro che hanno votato m5s ma in realtà volevano solo dare una scossa al loro vecchio partito, SIETE INVITATI A TORNARE A CASA VOSTRA. M5S è per sua natura incompatibile con le alleanze in quanto espressione dei singoli cittadini. Avere il 100% significa che tutto il popolo, senza intermediari , ha un portavoce in parlamento, questa è la Democrazia.

Sandro Trotta, Trieste Commentatore certificato 10.03.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma xchè tutti i militanti PD vengono a commentare quì. Quando riuscirete a ragionare con le vostre idee senza fare vostre quelle degli altri? se non cambiate rimarremo sempre quello che siamo ora: M...A

Gianluca Tinti 10.03.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi fanno ridere questi PDdini preoccupati che se non diamo loro l'appoggio perdiamo un sacco di voti (leggo anche da tanti messaggi qui sotto).
Non dovrebbero essere felici che perdiamo voti e ne guadagnano loro?
Hahahahaha
Ipocriti assetati di potere!
Tremate, voi e i vostri intellettuali prezzolati e fasulli !!!!!!!!!!!!!
W M5S (quello puro)!!!!!!!!

Luca C 10.03.13 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Ho amato e stimato Giorgio Gaber, anzi sono cresciuto con le sue canzoni.
Ma anche lui apparteneva, forse senza saperlo, alla schiera degli intellettuali e, come tutti essi, aveva in antipatia gli intellettuali.
Sentiva un forte mal di pancia verso gli intellettuali col mal di pancia.
Volente o no, apparteneva all'élite culturale dell'epoca, pur negandolo risolutamente.
Certo, la sua vita non era da sottoproletario.
Detto questo, mi piace ricordare anche la sua (forse) più celebre canzone:
"La libertà non è star sopra un albero (magari scendendovi di tanto in tanto per votare i singoli provvedimenti di un governo, NdR) .... Libertà è PARTECIPAZIONE"
Prego evitare facili commenti sul presunto significato subliminale di partecipazione. Tanto per essere chiari, non è "inciucio", ma pronunciamento strategico sui programmi.
O dentro o fuori, o promosso o bocciato.
Persino la scuola ha abolito le bocciature parziali e gli esami di riparazione.
Rimandato in quattro materie .. è roba da museo
In bocca al lupo

Alberto Scerrati, Roma

Alberto Scerrati 10.03.13 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Siamo di fronte a una scelta di campo, qualunque cosa il movimento 5 stelle decida di fare non sarà più quello di prima. Mi sembra evidente che sia impreparato a governare ma se ci si candida alla guida del paese si deve metter in conto che la gente ti prende sul serio.Auguri

Franco M., Bergamo Commentatore certificato 10.03.13 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe interessante leggere, e sottolineare qualche passo, anche l'intervista di Enzo Siciliano ad Italo Calvino sulla Stampa del 21/nov/1974 (Instabilità e Ingovernabilità )Non posso metterla perché credo sia un po lunga. Grazie saluti Fabrizio

Fabrizio Messina 10.03.13 11:34| 
 |
Rispondi al commento

I rappresentanti M5S che entreranno nelle istituzioni saranno i ns. occhi e le ns. orecchie.

VENERDI 15 MARZO SARA' GIORNATA STORICA
LO TSUNAMI M5S ENTRERA' NELLE ISTUTUZIONI.

A ROMA ACCOMPAGNIAMO NUMEROSI I NS. RAPPRESENTANTI CITTADINI COME NOI ALLA PORTA DEL VERO RINNOVAMENTO.

L'ITALIA, L'EUROPA, IL MONDO VEDRA' COME GLI ITALIANI DEMOCRATICAMENTE SOTTOLINENANO IL "NULLA" SEMPRE RAPPRESENTATO DALLA VECCHIA POLITICA DEI PARTITI CHE HANNO DISTRUTTO IL NS. PAESE.

Marini O.,., Fidenza 10.03.13 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Gaber diceva e cantava bene. Il suo l'ha fatto. Anche alcuni intellettuali hanno fatto il loro, opinabile si, ma l'hanno fatto. Ora tocca a noi, a voi soprattutto che avete un mandato serio in un momento serio. Mi permetto di osservare che tutti abbiamo delle ragioni, ma nessuno può reclamare l'esclusività della RAGIONE SU TUTTI, a meno che non sia un dittatore! I sanculotti durano poco e sono distruttivi e generano pericolisissime restaurazioni che rinculano la storia. Ora è il momento di fare: l'ooportunità è ghiotta! Buona democrazia!

Michelino Di Giannuario 10.03.13 11:28| 
 |
Rispondi al commento

pseudo-intellettuali della Casta... andate pure affanculo tutti quanti


jimmy joe Commentatore certificato 10.03.13 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma torna a fare il pagliaccio che sei più credibile....mentre tutto crolla te la ridi e te la prendi con gli intellettuali...ma vedi di prendetela in der c...

Maurizio Guasconi 10.03.13 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, cari amici la situazione secondo me è molto chiara. Se non si costituirà un nuovo governo il M5S apparirà come primo responsabile di questo visto che Bersani andrà in parlamento a proporre un elenco di cose da fare di "interesse nazionale" per le quali occorre però che prima venga votata la fiducia. L'equazione "mancata formazione di un governo = responsabilità del M5S " a quel punto sarà automatica quindi anche giustificata, almeno in parte. Si perde per sempre un'occasione per avviare le riforme e alle prossime elezioni vincerà il PD e tutto riprenderà come prima. Beppe non perdere questa occasione per cambiare il paese. Per favore restate lì il più possibile e cambiate le cose anche facendo qualche piccolo compromesso.
Ciao a tutti e in bocca al lupo

Mauro GAllotti 10.03.13 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cos'è 'sta storia della marcia dei parlamentari grillini al Parlamento il 15 marzo?
Ditemi che non è vero!
A parte il funereo ricordo della marcia fascista su Roma,basta con i simbolismi da lobotomizzati! Vogliamo copiare l'ampolla leghista con l'acqua del dio Po o altre cazzate del genere?
Al Parlameento si va e basta. E si va a lavorare, visto che tutti gli eletti prenderanno uno stipendio (tagliato o no).
E si deve lavorare per rimettere in piedi l'Italia, non per fare dei giochini e cacoli elettoral-politici. Che pirlata è "non facciamo alleanze. Restiamo fedeli a ciò che si è detto in campagna elettorale"?
Ma in campagna elettorale si è' anche detto che si vuole tagliare spese e parlamentari, fare una vera legge anticorruzione, fare una nuova legge elettorale che badi solo al bene dei cittadini e altre cose che si hanno in comune con il Pd.
Tante cose si possono fare ora.
E allora cari cittadini a 5 stelle eletti datevi una mossa.
Se Grillo e Casaleggio per biechi scopi distruttivi che non conosco (ma leggeranno mai tutti i nostri nessaggi su questo redditizio blog?) matengono il timone del Movimento in una rotta di collisione verso gli scogli come Cosentino della crociera Costa (per un omaggio a chi?), la prossima tornata elettorale si perderanno metà dei consensi altro che puntare al 100 per cento. E tutti gli sforzi di cambiamento saranno vanificati. Non è andarta cone in Sicilia dove una maggiorana c'è e si può decidere dall'opposizione cosa approvare e cosa no. Qui per approvare, bisogna partecipare a un governo di Maggioranza. Per fortuna si conta davvero! Facciamo le cose che si condividono e poi torneremo al voto. SE qualcuno degli eletti la pensa così ma non riesce a mutare la rotta dei comandanti, può sempre formare un nuovo gruppo parlamentare. E senza inciuci e scambio di poltrone. Ma solo con il proprio sens odel dovere verso i cittadini che aspettano riforme e per cui hannp votato "5 stelle".

Gianni Brusasca 10.03.13 11:25| 
 |
Rispondi al commento

L' ARRUFFAPOPOLO è il DEMAGOGO, quello di cui parlava il Signor Fo qualche giorno fa
Ciao

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 10.03.13 11:23| 
 |
Rispondi al commento

A che ora inizia il raduno per la passeggiata del 15 marzo dal Colosseo al Parlamento?
Piero

Pier Giacinto GALLI 10.03.13 11:20| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia non ha bisogno di intelletuali ma di cose concrete per il bene degli Italiani che hanno perso il lavoro e tra un po' non prenderanno neanche la cassa integrazione unico reddito che hanno,a meno che Beppe Grillo li porti a mangiare tutti a casa sua e dei suoi amici intellettuali, ma che cazzo dici Grillo ti sei impazzito!!!!!per il bene di questa gente falla finita con il tuo sempre no,devi accettare un dialogo con il PD per fare le cose che hai premesso in campagna elettorale e' troppo comodo rimanere all'opposizione e sparare su tutto e tutti!!!!

Angelo Di Michele, Roma Commentatore certificato 10.03.13 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Io sono del pd. Io sono uno. Non ho mai rubato,sono uno di quei tanti iscritti ancora oggi, che crede nella trasparenza e nella moralità,dai tempi di Enrico Berlinguer. Erano gli stessi tempi nei quali tutti andavamo a vedere Gaber. Sicuramente,nel corso degli ultimi anni il partito ha commesso errori come non fare la legge sul conflitto di interessi e una classe dirigente che non ha percepito la situazione che si stava creando nel paese.
Ho vissuto 23 anni all'estero, in otto paesi e tre continenti diversi e tantissime volte ho dovuto vergognarmi di essere Italiano,per Berlusconi e tutto il contorno impresentabile.
Però il PD che comunque e'fatto di persone normali come me ha fatto le primarie, ha rinnovato in buona parte i candidati,ha un 43% di donne che entreranno in parlamento, e il nostro segretario per quanto,come si dice -non buca il video- e' una persona onesta e seria sino a prova contraria.
Ora,pur immaginando tutte le strategie e il marketing che c'è dietro questo atteggiamento voerrei sapere da voi:
1) perchè dovete insultarci quando in buona parte siamo quasi la stessa base con le stesse tensioni e angosce e desideriamo il cambiamento quanto voi?
2) perchè trattate allo stesso modo una persona come Bersani, che avrà mille difetti ma non quello di essere un delinquente, e come vi permettete di mettere la nostra storia , il nostro presente alla stessa stregua o anche peggio
(questo è ciò che appare)di quella del bandito di Arcore?
Immagino che questo serve a pescare ancora nel nostro bacino elettorale giocando sulle stesse pulsioni di esasperazione con le quali gioca il bandito,però..noi anche andiamo tra la gente, siete proprio sicuri,a parte la moralità,in un momento come questo, che realmente ci riuscirete o al contrario rischiate che la gente disperata, non vi percepisca come un movimento di pura protesta,che poi gli apparati che volete distruggere assorbiranno senza tanti problemi?
Confrontiamoci sui fatti,ne beneficeremo tutti ma di più il paese

dario palescandolo, roma Commentatore certificato 10.03.13 11:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo e Casaleggio
ARRENDETEVI,SIETE CIRCONDATI … dal buonsenso degli elettori che vi hanno votato,dalla speranza dei miserabili che avete fatto sognare di avere un Paese più onesto, un Paese libero da privilegi di casta, un Paese senza lobby, un Paese senza diseredati,un Paese con Manager pagati massimo dodici volte gli operai,un Paese con pensioni massime di 5 mila euro,un Parlamento aperto come una scatoletta di tonno,un Paese amministrato secondo il modello Sicilia,...... O ANDATE A CASA !!!!!!!!!

antonio chichierchia, roma Commentatore certificato 10.03.13 11:19| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo con nessuna alleanza. Nel M5S credo, però, ci sia bisogno di TuTTI. Non si può creare alcuna discriminazione, altrimenti è finita: le discriminazioni rendono fragili. Creano falle. "NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO". Nessuno.

Cecilia Leonini 10.03.13 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei ricordare che lo zio di Rubby ai processi è andato con flebo e intubato, quasi come se fosse in camera operatoria, suvvia Cavaliere si vuole far bagnare il naso da Mubarak? E Rubby cosa penserebbe della sua virilità?
Dai coraggio, boia a chi molla, vada dalla Boccasini che la sta aspettando da venerdì scorso, poi se Lei è innocente come sostiene e non ha compiuto reati, che paura c'è? Se ha la coscienza a posto ?.
Saluti e auguri

antonio ciciretti 10.03.13 11:14| 
 |
Rispondi al commento

non e' possibile cambiare il paese con chi non lo vuole cambiare , dare la fiducia a chi lo ha sfasciato non servirà a cambiare , la soluzione e' il voto al più presto con una legge elettorale diversa , oppure imporre il programma del 5 stelle come elemento immutabile per un alleanza . quindi i partiti che dell' Italia e degli italiani non interessa niente non accetteranno e si andrà a votare

Paolo.c 10.03.13 11:14| 
 |
Rispondi al commento

"Casaleggio sarebbe pronto ad abbandonare il M5S se questo facesse nascere un qualsiasi governo, anche se solo per fare 4-5 cose importanti."

Scusi signor Casaleggio ma lei vive in questo mondo? A pranzo e cena mangia solo ideologie?

Ci sono milioni di italiani che soffrono e voi volete di propostito abbandonarli al loro destino fino a quando non avrete il 100 % dei consensi?

Non ho capito cosa avete proposto finora per convincere quel 29,55 che ha votato PD , e quel 29,18% degli "amici fedeli di Silvio" a votarvi?

SIMIONI V., Fontaniva (Padova) Commentatore certificato 10.03.13 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ettore zottarelli, quindi ammetti che il tuo libro non è altro che plagio? Una bella querelina... eh eh eh Vota pd dai, con il sorriso però, mi raccomando. E i testi a capitan Bersani chi li scrive? Berlusconi stesso?

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato 10.03.13 11:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fatto che il M5S non vuole contribuire a salvare l'Italia governando, dimostra DA' RAGIONE A CHI DICE CHE E' UN MOVIMENO MASSONE.

http://hirpusxwm.blogspot.it/2012/05/mo-v-movimento-5-bravi-massoni.html


Mo-V: MoVimento 5 bravi massoni

Il MoVimento 5 stelle, in questo momento storico, è la formazione più pericolosa e disumana presente sullo scenario politico italiano. Si afferma ciò, non perché il movimento in questione rappresenta agli occhi di molti un’alternativa alla politica tradizionale basando la propria azione su un forte sentimento di antipolitica, fomentato ad arte dai soliti burattinai, ma per il fatto che il reale obiettivo perseguito da chi ha voluto creare questo movimento in Italia è quello di contribuire alla realizzazione del progetto politico "Gaia", cioè la disumanità assoluta sulla Terra!
Tentando di andare per ordine e di mantenere un atteggiamento tendenzialmente quanto più oggettivo possibile, si tenta di dimostrare quanto sopra affermato.
Ogni qualvolta si prova a fare un’analisi sociale, politica, economica o di qualsiasi altro fatto umano, trascurare sistematicamente la componente massonica, data la stessa conformazione della nostra struttura sociale, che è appunto piramidale, rappresenta il primo grande errore di ogni ragionamento.
Inevitabilmente, quindi, bisogna partire da quello che è l’assioma di questa dimostrazione, da quello che è un dato di fatto, e cioè che esiste la massoneria, che la sua natura è disumana e che il suo obiettivo finale è l’affermazione della disumanità assoluta sulla Terra.

Fatta questa doverosa premessa, ora bisogna evidenziare:
1) il legame del MoVimento 5 stelle con la massoneria;
2) la natura disumana del MoVimento 5 stelle;
3) i reali obiettivi perseguiti dal MoVimento 5 stelle.

filippo f., Bologna Commentatore certificato 10.03.13 11:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Più lo rileggo, questo post, e più lo trovo geniale.
Scusami Beppe Grillo di avere qualche volta dubitato di te.

Pietro Quaglio Commentatore certificato 10.03.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

che strano il PD sembra essere il peggior nemico ..che strano contro il nano puttaniere quasi nulla tranne il fatto che con lui in comune nel programma M5S non c'è traccia di lotta all'EVASIONE FISCALE..che strano ..ho comprato un vaso a Murano ma, probabilmente chi ha preparato i programmi PDL e M5S il vaso lo ha comprato di bronzo..

ettore zottarelli, genova Commentatore certificato 10.03.13 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho trovato la parola!
Si riferiva agli ARRUFFAPOPOLI!
Rosella

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 10.03.13 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alle prossime elezioni, quelli che non hanno capito il m5s e il suo scopo rivoluzionario, sono pregati di votare pdl o pd-l e di farci lavorare in pace. Grazie!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato 10.03.13 11:00| 
 |
Rispondi al commento

questi discorsi non hanno una qualche assonanza con il rogo dei libri di hitler? nel senso di rifiutare un giudizio del mondo culturale

Fabrizio B., Paris Commentatore certificato 10.03.13 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono una grillina della prima ora e voglio dare la mia solidarietà a Grillo e Casaleggio per gli attacchi e le pressioni vergognose che stanno subendo. Ora tutti discernono sul movimento: cosa vuole, da dove deriva, cosa pensa, chi e come deve parlare....ma dov'era questa gente quando il sistema era incrostato e non si riusciva a fare una breccia? Nel sistema stesso. Ed ora sanno tutto del M5S, si permettono di consigliare, quando non di imporre. Loro non vedono un movimento di persone che vogliono cambiare il Paese in maniera civile e democratica. No. Loro vedono solo un ammasso di voti. Che gli servono. E quelli vogliono, ad ogni costo. Che poi bisogna prostituirsi, rinnegare tutto ciò in cui si crede, tradire la fiducia di milioni di persone........sono sottigliezze degne di poca nota. Io ho votato il M5S e mi aspettavo ESATTAMENTE questo comportamento per il dopo voto. Precisamente questo. Quindi dico a Beppe e a Casaleggio (che non chiamo per nome perchè mi è meno familiare come figura, ma il rispetto e la stima sono le medesime) CONTINUATE COSI'. Io vi ho votato per questo e continuerò a farlo fin quando rimarrete così. Vi sono vicina e vi sostengo. Forza e coraggio.
Poi mi rivolgo a Beppe in prima persona, per dirgli una cosa che desidero dirgli da diversi anni. Una parola, una sola.
GRAZIE.
Non so chi te lo ha fatto fare di metterti in una grana del genere, ma ti ringrazio per quello che hai fatto e che fai per il nostro Paese e per tutti noi.GRAZIE DAVVERO CON TUTTO IL MIO CUORE.
B.M.

Biemme 10.03.13 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono d'accordo.
Per me Gaber era un grande intellettuale.

Quello che lui asserisce forse potrebbe essere riferito ai commentatori o agli opinionisti.
L'intellettuale non deve avere necessariamente una cultura elevata e, generalmente, mette in dubbio anche se stesso.
Intellettuale è semplicemente una persona che ragiona sulle cose, giungendo a conclusioni che dipendono dal vissuto personale, conclusioni che possono essere o non essere condivise dagli altri.
L'intellettuale ama la critica perchè in essa vede un momento di crescita.
Saluti

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 10.03.13 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Se fossi Grillo non permetterei si votasse la fiducia manco mi tagliassero i coglioni

ariu giorgio 10.03.13 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Sono di Genova e da ragazzo vivevo tra Nervi e S.Ilario.
I testi per recitare, i “copioni” te li hanno sempre scritti persone capaci S.Benni etc….
La mia curiosità è ora chi scrive per te? Addirittura un libro? Eccellente attore non hai mai avuto la genialità di Dario Fo o quella assoluta ed impressionante di Benigni o quella preveggente di Nanni Moretti.
In politica poi il fatto di “usare” attori è sempre esistito.
Ricordo che Ronald Reagan, modesto uomo e ancor più modesto attore, è stato eletto Presidente degli U.S.A.
In Italia c’è lo strano caso del nano puttaniere, da tempo impotente ma sempre puttaniere. Pieno di debiti, modesto cantante occasionale da 20 anni ci viene imposto, incombe su di noi. Non poche delle tue fortune nascono dalla satira su di lui.
Nel libro di fantapolitica che sto scrivendo il “POTERE” aleggia su tutto.
E’ il POTERE che ora ha deciso che tu eccellente attore possa diventare importante esponente politico? Proprio tu con i tuoi tempi comici , con i tuoi occhi irrefrenabili.
Basta che tu alzi un sopracciglio e la folla capisce e va in delirio.
Chi c’è dietro il POTERE? Chi scrive ora i tuoi testi? Con quale obbiettivo? Perché non partecipi ai dibattiti? Il rapporto con la stampa italiana perché è così difficile? Nella mia fantapolitica l’attore che prende il potere si comporta come te perché senza un copione preciso non sa inventare risposte, non può entrare in un dibattito su argomenti improvvisati. Quando è costretto a farlo scade, si rifugia con i suoi ammiccamenti, col suo ghigno inconfondibile, nell’urlo contro gli altri, scade nelle
“facce da culo”, nell’ “andate a cagare”
Intanto la folla applaude comunque.

ettore zottarelli, genova Commentatore certificato 10.03.13 10:57| 
 |
Rispondi al commento

fare una offerta, da parte del Movimento 5 stelle, che nessuno possa rifiutare!
questo chiedono gli otto milioni e passa che hanno votato il movimento 5 stelle e il suo programma rivoluzionario in generale (nel particolare, vedi settore scuola e formazione dei cittadini e talmete evanescente e superficiale che l0unica proposta e quella di abolire il valore legale del titolo studio (sic!, Tale voto è espressione popolare del potere che esiste e nessuno è esente. si tratta COME ESSO VENGA UTILIZZATO. Infatti se è vero, come riportato da alcuni giornali che casaleggio ha annuciato che in caso di rapporti con qualche partito egli si dimette! questo è espressione di potere e di consapevolezza di essere insostituibile, Sono convinto che le dimissioni sono un gesto nobile e quindi attendere almenno che quanto paventato si realizzi, In altre occasione ho sottolineato come chi deteniei i meccanismi dei mezzi di comunicazione HA UN POTERE. lA COSA NON MI SCANDALIZZA è sempre stato così e lo sarà sempre.
Ho l'impressione che si siano risolti problemi enormi come la radicazione. anche culturale delle mafie di ogni genere, sembra che le tante corporazioni presenti in Italia siano sparite e che non ci sarà da parte loro una reazione.Cià che sostengo non vuol dire che serve semplicemente un accodo su alcuni punti, cosa abbastanza esecrabilem ma la rivoluzione appena iniziata procederà nostro malgrado per tappe e non è detto, viste le forze( militari vedi braccio armato delle mafie e le forze economiche palesi e occulte che detengono ancora il potere in Italia) che sarà una vittoria certa.
Sono sicuro che al movimento 5 stelle annuncio le mie dimissioni e la mia iscrizione al movimento, come uno vale uno, possaa causare un tale trauma che possa scigliolo in un battito di ciglia e di ali se preferite

antonio p. Commentatore certificato 10.03.13 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Renzi a Bersani via i soldi pubblici al partito, ma così facendo rimarrà solo Renzi e alle feste dell'Unità nessuno ti cuocerà più una bistecca.Questa è la verità caro Renzi.
saluti

antonio ciciretti 10.03.13 10:55| 
 |
Rispondi al commento

A parte tutte le insidie, falsità sete di potere di questo PD che è disposto a tutto our di avere il potere, c'è un punto della lettera di questi burattini intellettuali usati dal PD che mi irrita particolarmente.
È evidente la loro brama di eliminare Berlusconi dalla scena politica con la scusa del conflitto d'interesse per le proprietà televisive .... è questo farebbe piacere anche me.
Ma c'è una "assenza" che mi preoccupa in quel loro discorso:nessun accenno a ridimensionare la televisione pubblica ed estrapolarla dai partiti. Elemento presente nel programma M5S.
Un sistema "solo" contro Berlusconi, ma che conserva tutte le nefandezze del loro partito (PD), sarebbe del tutto squilibrato, ingiusto, fazioso, egoistico da parte loro e rivela la loro intenzione di usare Grillo per i soli loro interessi... Conservando di fatto tutti i loro privilegi "diessini" ..... Ed inoltre FREGANDOSENE del fatto che il M5S è costituito non solo da elettori che prima votavano PD ... Ma anche da tanti elettori che prima votavano Berlusconi (e che ora sono delusi la lui) ma che hanno sempre detestato e ancora detestano il PD e le sue politiche.

Giovanni F. 10.03.13 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe, e carissimi sostenitori del M5S

A queste elezioni ho avuto il piacere di avere per la prima volta la possibilità di scegliere chi votare, e non votare il meno peggio. Ho scelto M5S perchè grazie alle parole di Beppe ho capito che informarsi e sapersi interessare sono alla base della democrazia. Ora mi trovo lontano dalla mia terra, sono un ingegnere aerospaziale e sto cercado di iniare un PhD all'estero perchè in Italia non c'è speranza di farlo, senza l'aiuto dei genitori. Sono tornato apposta per votare e per dare il mio supporto ad un movimento che secondo me già ha cambiato molto, perchè ha smosso le coscienze anche all'interno dei partiti. Sapete ho sempre pensato che destra sinistra siano cose passate, che si dovrebbe votare secondo i programmi e le competenze. Tuttavia non condivido l'attuale posizione di Beppe, perchè se è vero che senatori e deputati del M5S ora sono indipendenti, dovrebbero prendere le loro decisioni senza ingerenze. Considerando il bene primo, quello del paese, non quello di una persona interna al movimento, anche se questa ha fatto tanto per il movimento stesso. Penso e credo che il M5S farà cambiare i partiti, renderà migliori gli schieramenti, perchè chi non cambierà rimarrà a casa ed è già accaduto! Se questo governo, che non è assolutamente composto da scellerati, verrà supportato, e soprattutto indirizzato scegliendo una politica comune, solo cosi si salverà l'Italia da problemi abissali e al tempo stesso darà ancora più forza al movimento. In ogni modo, auguro un enorme in bocca al lupo a tutti. Per la sfilata che volete fare a Roma, fate secondo coscienza, ma meditate che chi la fece prima di voi rovino questo paese, e rievocarla provoca sofferenze e paure. So che c'è tanta brava gente perchè siete persone normali, come me e per questo confido nel vostro buon senso.

Un saluto

Daniele Barbera 10.03.13 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Nessuna fiducia al pd! Sono il passato! Sono marci! E non vogliono abbandonare i loro privilegi!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato 10.03.13 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

poveri noi !!! siamo alla farsa.. gli intelletuali del pdmenoelle cercano ancora una volta spacciare per corretta, sensata ,ragionevole,ma sopratutto utile all'italia--un governo di ex pci e ex dc, ex ulivo ed ora PD..come nuovo sole nascende della della primavera italiana..per trent'anni hanno falsificato la realtà..con farse ed ipocrite giustificaziuoni con inchieste mirate o peggio ancora con suicidi..di coscinze macchiate..questa è l'arrogante supponenza.. dell'intellighenzia..PDmenol ..Mi ricorda il Rasoio di Ockham, che preferisce sempre la teoria più semplice, indipendentemente dalla sua capacità di spiegare i risultati (comprese eventuali eccezioni) che non tiene mai conto dei fenomeni reali in discussione. Il principio della falsificabilità richiede che ogni eccezione possa essere riprodotta a volontà ,sia capace di invalidare la teoria più semplice e che la nuova spiegazione possa effettivamente incorporare l'eccezione come parte della teoria che deve essere preferita alla teoria precedente.

qui si eleva la satira a gnosologia anzi ad epistemiologia.. .neppure macchiavelli avrebbe osato tanto

Pierluigi c., carbonia Commentatore certificato 10.03.13 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Ho votato grillo dopo aver votato per anni la sinistra, e' ora di dare un segnale tangibile a tutti gli 8 milioni di italiani che hanno sostenuto ed appoggiato le idee del movimento .razionalmente penso che Beppe Grillo, vero leader, debba finalmente decidersi a esporsi in prima persona non solo negli incontri di piazza ma proporsi come presidente del consiglio, se così fosse avrebbe sicuramente non il 100% del consenso italiano ma ragionevolmente un buon 50% .
Beppe facci un segnale noi abbiamo riversato le nostre speranze future su di te, non deluderci, abbandona qualsiasi altra tua attività e diventa l' uomo simbolo di una rivoluzione epocale civile fatta di concretezza e di equità . Non far crollare il castello che abbiamo costruito insieme, l Italia ma soprattutto noi italiani abbiamo bisogno di un riferimento di cui ci possiamo fidare perché è cittadino come noi che di mette a tavola con noi non sul trono. Basta che quella marmaglia di politicanti che studiano la parte ma non capiscono un bel niente e sono interessati solo al proprio portafoglio.
Non me ne importa niente se tu sei ricco e quanto sei ricco tu almeno ti senti parte di noi comuni mortali.
Noi abbiamo votato M5S ma vogliamo te a coordinare attivamente esponendoti in prima persona perché sei capace e coerente. Forza abbandona ogni dubbio fallo ti prego ne abbiamo veramente bisogno . Con stima

Simona B., Crevalcore Bologna Commentatore certificato 10.03.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Credo che siamo stati più effimeri di una stella cadente... non fai in tempo a gioire della sua visione che già è scomparsa..

Massimo Nerone 10.03.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"UNA RIVOLUZIONE CHE NON SI SPORCA LE MANI è UNA POSA DA SALOTTO.
non credevo di aver votato per un movimento di invasati.

il purismo di casaleggio e grillo fanno tenerezza: il movemento è la loro
creatura e saper che questa deve iniziare a fare un passo nel mondo vero li
disorienta.

adesso pensiamo col nostro cervello. Gli italiani, la scuola, le imprese,
l'ambiente, NON POSSONO ASPETTARE.

I GOVERNI SI POSSONO SEMPRE FAR CADERE DOPO: AL SENATO SIAMO DECISIVI!

CORAGGIO FACCIAMOCI VEDERE ALL'OPERA!

giaele 10.03.13 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Non era per tutto questo che ho seguito e fatto votare il Movimento. Non riconosco più nemmeno il senso di questi post deliranti. Mi sono sbagliato: io speravo di veder cambiare l'Italia. Non sbaglierò piú.

Alberto P. Commentatore certificato 10.03.13 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che qui si sta uscendo dai binari!!sono settimane che stiamo solo combattendo contro il PD e bersani, come se il nostro obbiettivo sia distruggere loro, (tra l'altro il vero pericolo viene sempre dal nano..che zitto zitto anche questa volta si e' ritirato in disparte a farci sbranare tra noi e il PD per poi riapparire come l'unico di buon senso per salvare l'Italia). Il nano ne ha combinate di cotte e di crude in queste due settimane e' qui non si legge che di Bersani!! Ricordiamoci che si il PD ha le sue colpe, ma il PDL e' quello che ci ha rovinato!! Allora siamo qui per cambiare qualcosa o no?? Vogliamo parlare di proposte, e basta con questa guerra, che sembra piu' personale che a favore del movimento. Vogliamo fatti adesso e non andare a elezioni dove il PD con Renzi e il nano malato immaginario ci accuseranno che non siamo stati capaci di prenderci le nostre responsabilita'.

furio torracchi 10.03.13 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Spiego meglio.
Il seme fascista e sfascista è già fecondato nel movimento.
Un alberello è cresciuto.
Avete già scoperto il colpevole: l’altro.
Sentirsi patologicamente parte di un gruppo , setta o movimento è cosa già vissuta dalla umanità. E’ umano. Sentirsi portatori di verità è cosa già vissuta nella patologia della storia umana.
Io sano tu malato. Io ho verità tu falsità.
Tu chi? Io chi ?
Nel movimento conosco gente che ha votato per decenni e senza capire per i soliti partiti , per ignoranza, per clientela, per ideologia. Per non fare nessuno sforzo di vedere in profondità.
Lo tsunami è un evento naturale. Distrugge e basta.
L’uomo è un'altra cosa.
Il piccolo uomo invece cerca rifugio nella setta.

vari nima 10.03.13 10:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

(segue da precedente)E allora mi chiedo, anche alla luce della ultima tempesta mediatica che vede il nostro Paladino come capo del governo in pectore o, almeno, come sicuro candidato premier ad eventuali nuove elezioni, perché Beppe vuole spianare la strada al nostro Paladino con la pervicace opposizione a Bersani? Non bisogna essere un genio della sondaggistica per capire che alle eventuali prossime elezioni, con tutto il battage mediatico che è già partito e probabilmente con lo psico nano fuori gioco, il nostro Paladino vincerà a man bassa!! Alla faccia dei microchip impiantati sotto pelle degli americani!!
Perché Beppe ora vuole con miopia neutralizzare la grande forza posseduta in questo momento dal movimento e lasciare ancora l’Italia in mano a certa gente?

paolo1 d., roma Commentatore certificato 10.03.13 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente da aggiungere cosi è !

pascal m., perugia Commentatore certificato 10.03.13 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Il MOVIMENTO 5 STELLE non è un partito politico legato a branchi divisi dalla cosidetta preistorica DX - SX, Il M5S propone valori come la solidarieta', democrazia, libertà e onestà di opinione non legata ai soldi, eliminazione di caste e inciucci ,giustizia onesta dove ogni cittadino è uguale all'altro, ogni cittadino mette a disposizione dell'altro la propria conoscenza. Unione di valori per crescere tutti insieme.
Chi segue il M5S non cerca la gloria personale, l'arrivismo economico, ma si espone con sacrificio per ottenere il bene comune.
Intelettuali dei media trovate il coraggio e l'onestà di dire la verità, ritrovate la Vs. dignità e l'orgoglio di valere uno, staccateVi dalle caste del passato. Qualcuno di Voi sobriamente ha già incominciato a farlo.
Un pò di CORAGGIO!! Ritroviamo la ns. dignità di ITALIANI.

I media e la vecchia politica ci ha sputtanato in tutto il mondo, è giunto il momento di riscattarci.

Giacomo l. ... 10.03.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggendo il post sulle malefatte di una maggiori compagnie assicuratrici italiane, molto vicina ad una parte di centrosinistra, il pensiero mi è corso subito al punto 29 del programma di Renzi:
29. Liberalizzare le assicurazioni su infortuni e malattie. Le attività svolte dall'Inail, il monopolio pubblico che si occupa dell'assicurazione per le malattie e per gli infortuni dei lavoratori svolge una funzione tipica di qualunque societa di assicurazione privata. Bisogna allora aprire all'accesso dell'attivita di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro da parte di imprese private di assicurazione o di riassicurazione.

Tò, guarda il caso (!) Renzi il Paladino di certo centro sinistra vuole demolire un Istituto solido per spostare un business che vale 11 miliardi di euro (con un avanzo di 1 miliardo di euro che finisce, per quanto ne sò, in un fondo improduttivo per decisione di Tremonti) alle compagnie assicuratrici sue amiche.

Nel corso delle Primarie poi qualcuno ha fatto notare al nostro Paladino che l’Inail è un ente pubblico che gestisce le risorse e le prestazioni senza gravare sul bilancio statale (anzi lo alimenta), tant'è vero che a differenza di tanti altri enti pubblici produce utili e non perdite ed inoltre eroga servizi in base al principio solidaristico, sia per quanto riguarda la rischiosità d'azienda sia per la tutela dei lavoratori anche laddove l'impresa non abbia adempiuto agli obblighi di legge. In Parole povere, L’INAIL assiste l’infortunato anche se il proprio Datore di Lavoro non ha pagato il premio assicurativo. Quale compagnia Assicuratrice privata (sì proprio di quelle che fanno le ricapitalizzazioni a spese dei piccoli risparmiatori) lo farebbe?
Sapete quale è stato il colpo di genio del nostro Paladino: istituiamo un fondo statale per queste sfortunate evenienze Come dire: i profitti ad ingrassare le tasche degli amici delle compagnie assicuratrici private, le perdite sulle spalle dei cittadini. OH!Non vi pare ALITALIA la vendetta?

paolo1 d., roma Commentatore certificato 10.03.13 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Saprete come temo andrà a finire?
Il M5S rifiuterò ogni ipotesi di accordo col PD che quindi su pressioni del quirinale darà incarico ad una personalità "indipendente" (esistono?) per evitare l'ingovernabilità e formare un governo PD + PDL-B.
Risultato: niente riforma elettorale (o ne verrà varata una che piaccia agli apparati), niente abolizione ai finanziamenti alla stampa e ai partiti, niente legge sul conflitto di interesse, niente legge anticorruzione (o verrà fatta un'altra pseudolegge annacquata come la precedente dei "tecnici"), B. senatore a vita o presidente, una bella serie di inchieste per accertare i fatti del Costarica e per affossare agli occhi dell'opinione pubblica il M5S che verrà descritto dai media come velleitario e furbacchione et voilà il gioco è fatto: si va a nuove elezioni...
Complimenti, ottima strategia, e pensate davvero che la prossima volta sarete più numerosi di ora in parlamento e che non rimpiangerete di non aver fatto le riforme?
Mi sa che le tanto attese riforme non arriveranno mai...

La sinistra di Gaber http://www.youtube.com/watch?v=emoFu3iejiQ

ren.pas. (bari) 10.03.13 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti parlano a nome del Movimento: "il Movimento vuole questo, il Movimento vuole quest'altro, il Movimento ha sempre detto così". Ma sulla base di che cosa fate queste considerazioni? Sulla base dei post scritti qui? Il fatto che una posizione abbia maggiore visibilità non significa che sia maggioritaria: secondo la teoria delle élite, una minoranza organizzata trionfa sempre su una maggioranza disorganizzata. In questo caso la minoranza organizzata guidata da Beppe (che potrebbe anche essere maggioranza, ma questo non può essere dimostrato), non vuole dare la fiducia a un governo di centro-sinistra. Siccome però il principio rivoluzionario alla base di questo Movimento è che UNO VALE UNO, non possiamo sapere cosa voglia la maggioranza degli elettori del M5S finché non si sarà fatto un sondaggio con un campione rappresentativo, o una votazione su Internet con metodi certificati, aperta a tutti coloro che hanno votato il Movimento.
Per ora abbiamo solo alcuni sondaggi (http://www.sondaggipoliticoelettorali.it/ListaSondaggi.aspx?st=SONDAGGI) secondo cui la percentuale di elettori del M5S favorevole a un governo di centro-sinistra è tra il 69 e il 50%. Siccome faccio un dottorato in Statistica, vi dico che queste percentuali, a differenza di quelle indicate dai sondaggi prima delle elezioni, sono affidabili, in quanto anche prendendo un intervallo di confidenza molto ampio (95%), non ci può essere un ribaltamento dei risultati. Il campione, ovviamente, è rappresentativo, selezionato con criteri scientifici, non preso a caso su Internet, altrimenti non avrei nemmeno perso tempo a menzionarvi questi sondaggi. Per ora essi rappresentano la stima più corretta di cosa pensa il Movimento, secondo il principio UNOP VALE UNO, quindi, caro Beppe, o commissioni un sondaggio con un campione rappresentativo più numeroso, oppure, in qualità di portavoce del Movimento, attieniti alle indicazioni della maggioranza.

Simone Piras 10.03.13 10:22| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Dieci giorni prima delle elezioni partecipai ad una riunione del Mv5s a Roma. Rimasi stupito che contrariamente alle mie aspettative su 50 presenti, almeno 40 erano della mia età: dai 55 ai 65 anni, tutti ex PCI.
Grillo ha mietuto a piene mani tra questi elettori facendoli(ci) sognare un cambiamento che non si riesce a realizzare da 40 anni.Purtroppo prevale nel Mv5S la posizione di non permettere che si crei alcun gorverno. Ci aspettano quindi nuove elezioni ..., e in questo senso si sta muovendo l'estabishment: tentativo Bersani, fallimento,elezioni. I miei 7 voti Grillo li perderà, anche alla luce del risultato pessimo che ha avuto Berlusconi che quindi apparirà battibilissimo nonostante le promesse di dare soldi. Come me, mi sembra di verificare, un buon 50% degli elettori Mv5S tornerà all'ovile:meglio perderli??? Probabile, ma il sogno è finito.

antonio chichierchia, roma Commentatore certificato 10.03.13 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, stavolta hai un po' sbagliato. Giorgio Gaber usava un giusto sarcasmo verso gli intellettuali da strapazzo degli anni 70. Ma quelli che hanno fatto un ragionamento nei confronti del vostro movimento sono persone libere, con la schiena dritta. Remo Bodei e' uno dei più apprezzati filosofi al mondo, Salvatore Settis uno dei migliori archeologi del mondo, per nominar e due. Uomini completamente liberi che hanno studiato e lavorato per una vita, buttando il sangue e dirigendo centri di ricerca di eccellenza assoluta come la Normale di Pisa. Non hanno avuto mai niente dalla politica ed hanno svolto un semplice ragionamento. Giù il cappello difronte ad uomini liberi.

Luigi Vavalà. 10.03.13 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S mostra coerenza e trasparenza, quello che dice fà, quindi a tutti quelli che pensano sia giusto l'inciuccio con il PD hanno sbagliato tutto,il M5S in campagna elettorale ha elencato un programma (votato da tutti noi M5S, potevi votarlo anche tu) di 20 punti per governare da solo, e fase 2 "mandiamoli tutti a casa",su questo programma: 8.700.000 italiani hanno votato M5S. Quindi con la coerenza che ci contradistingue, noi chiediamo alla vecchia partitocrazia incoerente corrotta e ipocrita di andare a casa.
Capite TUTTI che era chiaro fin da prima che non ci saremmo alleati con nessuno. Il M5S non è un partito ma un movimento di cittadini dove ognuno vale uno.

Bobo r, 10.03.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è sempre più fantastico sentire il livore e la violenza verbale espressa dai grillini.
nessun futuro dalla cecità. dopo aver mantenuto per decenni questi politici ora ci si può sfogare sulla pagliuca politica.
dove eravate nei precedenti anni?
buona lettura de " la peste italiana" documento pubblicato dai radicali 4 anni fa.
semplicemente osservando cosa è successo nella storia dovreste capire che la rivoluzione spinta dalla ignoranza e dalla mancanza di consapevolezza porterà solo al peggio.
Cercate la purezza? Fate un esempio nel mondo reale di quanto questo sia successo.
Nessuno tocchi caino.

vari nima 10.03.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Chentu concas, chentu berrittas...

Antonio Vivaldi 10.03.13 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono del parere che, in questo periodo, particolarmente delicato, in cui tutti siamo chiamati ad assumere atteggiamenti lineari e coerenti per rafforzare e non mettere in dubbio un intero progetto, “salva-Italia”, nel considerare che l’identità di ogni parte in causa sia ben definita per consolidare un sistema di correttezza, è bene ricorrere sempre di più all'effettuazione di discussioni e scambi di informazione per costruire un campo di conoscenze condivise che consente di fornire opinioni oneste e corrette che contribuiscono all'assunzione di decisioni utili.
Intanto serve un “repulisti”, e per tale non intendo lo spogliare, già lo siamo abbastanza.
Intendo “un cambio generazionale in cui i padri paternalistici e i “papi” che palpeggiano…. (n.d.r.)”, stereotipi, ormai avulsi alla proiezione verso il futuro, lascino spazio ai giovani pervasi dal gusto di esplorare che li spinge ad andare avanti come me che, alla soglia dei sessanta, devo ancora crescere.
Una cosa è certa, si parte favoriti: peggio di così non si può finire
Ogni tanto mi chiedo: a chi dei nostri personaggi avrei voluto somigliare? Quante volte l’abbia fatto non ricordo, ma l’ho fatto.
Aspetto ancora lo start .
Giuseppe (Pino) Verbari

Giuseppe (Pino) Verbari 10.03.13 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Siedon custodi de’ sepolcri, e quando il tempo con sue fredde ale vi spazza fin le rovine, le Pimplèe fan lieti di lor canto i deserti, e l’armonia vince di mille secoli il silenzio!

Paolo G., Roma Commentatore certificato 10.03.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Non bisogna commettere l'eerore di abbandonare gli intelletuali al solo PD! Esistono anche intellettuali non PD e possono aver votato M5S.
Valorizziamoli szenza farli sentire esecrati nell'ammucchiata di sempre, dal PCI sino ad oggi, anzi sin da Gramsci.
A casa Tutti!
N.U.

Nicola Uccella 10.03.13 10:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DEVO dare una risposta collettiva a tutti quelli che qui stanno piangendo sulla sorte subita dell'appello di questi intellettuali.
intanto devo dire una cosa ...saranno anche intellettuali, ..ma a nessuno è data la possibilità di abdicare all'intelligenza o più modestamente all'opportunità delle cose.
che cavolo c'entra un appello di tal fatta fatto nel giornale di punta del maggior gruppo mediatico ed editoriale ostile al movimento nel momento in cui questo rispolverando il peggior metodo diffamatorio trova un pagliuzza insignificante per tentare di ammazzarci, fermo restando che chiunque va a vedere gli strumenti on-line di costoro sa che non passa niente che non sia strettamente allineato con le loro posizioni.
perche questi intellettuali non sono venuti a dire qui quello che avevano da dire come tanti di voi fanno. se vogliono parlare con il m5s qui non c'è alcuna difficoltà. non si censura nessuno, nemmeno cani e porci che pur ci sono.
se sono andati li e proprio per un difetto di intelligenza, o per una voglia di narcisismo e di esposizione a buon mercato che per questo tipo di posizioni quei mezzi consentono, O per acquisire "meriti" e raggranellare facili consensi da parte di quelle fazioni che come ormai risulta sempre più evidente, sono palesemente ostili.
quindi cortesemente smettetela di stracciarvi le vesti per costoro, SONO INTELLETTUALI, sanno benissimo quello che hanno fatto, e la risposta di beppe mi sembra tralaltro oltremodo moderata...
direi perfino tenera.
buona continuazione. FRANCO ROSSO

antonio l., palermo Commentatore certificato 10.03.13 10:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ETTORE MARIA COLOMBO, IL CAVALIER SERVENTE DI GARGAMELLA.

Un grosso omone con una grande testa, all'interno della quale c'è soltanto un'elastico che regge le due orecchie. Le due orecchie non servono per ascoltare ma solo per tenere le aste degli occhiali.
Questi si definisce giornalista ? E' più giornalista un bambino di quarta elementare che scrive per il giornalino scolastico, inquanto libero da condizionamenti.
Questi,va contro tutti coloro i quali non sono disponibili ad appoggiare e quindi far nascere il governo di Gargamella, che garantirebbe il finanziamento all'editoria, le coop della TAV, le fondazioni bancarie e tutte quelle schifezze che hanno massacrato l'Italia.
CARO ETTORE, GARGAMELLA ANCHE SE ARRIVATO IN CHIESA NON VEDRA' IL SANTO. TI SEI DOMANDATO COME UN UOMO DI SINISTRA POSSA ANCORA TOLLERARE LO STIPENDIO ALLA TURCO PAGATO DAL PD (con i nostri soldi) OLTRE LA PENSIONE? O IL RIMBORSO ELETTORALE DI OLTRE 40 MILIONI, QUANDO LE IMPRESE CHIUDONO PERCHE' LO STATO NON PAGA?
PREGA E SPERA CHE IL POPOLO NON PRENDA I BASTONI.
NEL FRATTEMPO GIOISCI, PERCHE' SE I TUOI ODIATI GRILLINI FARANNO UN GOVERNO, SARAI LIBERO ANCHE TU DI SCRIVERE QUELLO CHE PENSI, NON DOVRAI PIU' COMPIACERE AL TUO PADRONE E POTRAI FINALMENTE ABBRACCIARE MOGLIE E FIGLI SENZA PIU' VERGOGNARTI.

Roberspierre 10.03.13 10:04| 
 |
Rispondi al commento

L'ipocrisia politica è la malattia che ci affligge, mantiene l'ignoranza culturale e ci soffoca e intrappola in gabbie cerebrali.(Su Agorà rai 3), a Bari il sindaco Pd e Vendola Sel, approffittando della situazione Bridgestone (900 disoccupati) cavalcano l'onda sapendo benissimo che nulla potranno fare , illudendo che risolveranno il problema dei 900 dipendenti. La bridgestone azienda in mano ai giapponesi se nè andrà in Cina a produrre perchè più conveniente per loro, in Italia la convenienza di produzione a causa dei costi e della fiscalità non è più possibile. I politici lo sanno, ma con ipocrisia fanno la loro campagna elettorale a discapito dei soliti polli.
L'IPOCRISIA politica non fa parte del DNA del M5S, per noi l'onestà deve ritornare di moda

Carlo G.,. forlì 10.03.13 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

intellettuale è chi usa l'intelletto ragion per cui
il pennivendolo asservito non solo non è intellettuale perchè non usa l'ntelletto ma è un povero sciocco perchè non afferra un principio elementare. se il pd voleva vincere le elezioni
bastava votare subito dopo che il cialtrone di arcore era stato silurato dai suoi mandanti, invece si è ben guardato dal puntare al governo che avrebbe conquistato senza problemi. il nodo era il che fare? siccome non riescono a concepire una politica di sinistra -ne sfruttano arbitrariamente il nome- dovendo salassare il popolo, che avrebbe reagito mandandoli al diavolo una volta per tutte hanno rinunciato mandando avanti l'uomo delle banche il cialtrone monti. adesso accusano gli altri. allora o loro sono degli agenti del nemico o sono degli inetti. sia nell'uno che nell'altro caso ebbene che sgoberino il campo lasciando ad altri quel compito che loro non sono riusciti ad attuare avendo avuto a disposizione non un mese ma ben venti anni. e' chiedere troppo?

giangiacomo bortone 10.03.13 09:56| 
 |
Rispondi al commento

Solo la compattezza potrà. Portare il M5S ha ottenere il cambiamento che vogliamo no hai ricatti dei delinquenti nessun appoggio!
Casaleggio rimanga dov'e. Forza gente la rivoluzione non si fa. Col "passa o i fido" purtroppo questa situazione non e un gioco dobbiamo. Mandarli a casa!

Mirko M., Bologna Commentatore certificato 10.03.13 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente concorde con la strada che stiamo percorrendo, lo sapevamo tutti che sarebbe stata difficile ma molti sono passati dal CACCIAMOLI VIA al ben più comodo FACCIAMO L'INCIUCIO.
Comodo fare il rivoluzionario quando va di moda...

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.03.13 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Bersani figlio di benzinaio e voglio fare il premier, questa è la presentazione dei candidati PD cominciando da Bersani. Il M5S si presenta a tutti con umiltà, verità , trasparenza e sopratutto COERENZA.
Beppe Grillo che in questo momento è il vero faro nella nebbia, nei comizi diceva accompagnato dalla folla, "TUTTI A CASA". Come si può pensare a un inciucio tra M5S e i partiti, coerentemente 8.700.000 di italiani dicono "TUTTI A CASA"
Il PD-L nella sua tradizione e nel suo sarcastico senso di ipocrisia disse e ancora adesso dice : IL NULLA" proteggiamo dal fallimento noi stessi la ns. casta e basta. Vuol cambiare il capo, e mettere Renzi che fin da bambino è cresciuto a suon di inciuci nel PD-L. Farà anche lui la foglia di fico dei dirigenti del PD-L.
Il PDL nella sua tradizione e nel suo sarcastico senso di ipocrisia compra voti con la restituzione dell'imu. Proteggiamo Berlusconi la ns. casta e basta.
Tutti i cittadini devono partecipare alla cosa pubblica informandosi e creandosi la propria obbiettività. non più dare deleghe ai partiti ma partecipazione dei cittadini per un obbiettivo comune, se le idee sono buone non sono nè di DX nè di SX sono buone e basta.
Noi cittadini tutti insieme dobbiamo ricostruire il ns. paese, su 30 anni di demolizione catastrofica

Callegari .,.,., monza 10.03.13 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Peccato che gli intellettuali scrivono libri e prendono soldi, tramite la Mondadori, da Berlusconi persino se scrivono libri contro Berlusconi.
Il pd quando ha governato non ha nemmeno provato a togliere il lodo Alfano, è un partito abituato a tradire i suoi elettori.
Bisogna cambiare musica, del solito ritornello 'il prossimo governo salverà l'Italia' non se ne può più

Gustavo Del Buono 10.03.13 09:48| 
 |
Rispondi al commento

"Cosa si aspettavano i ricchi intellettualoidi troppo lontani dalla realtà
della gente , scrivendo un appello a costituire un "governaccio" su un giornaletto come Repubblica,
giornaletto dei ricconi, dei politici e company, e dell'alta borghesia ?
Andassero a casa anche questi intellettualoidi di "sinistra" ("sinistra" si
fa per dire...) che banchettano lautamente sempre e solo a "corte" ,insieme
ai potenti nello sfarzo del Castello del Re. La realtà è ben altra cosa di
quello spazio egocentrico, dorato, insensibile, allucinogeno e ovattato dove
brucano tranquillamente gli intellettuali italiani."
Basta finanziamento ai giornaletti .

Alessandro Zanazzo 10.03.13 09:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco la risposta dello stesso Gaber... http://www.youtube.com/watch?v=emoFu3iejiQ
Dovreste ricordarvi che il popolo del "pidimenoelle" è composto nella stragrande maggioranza di brava gente onesta e con tanta passione...
Poi è fondamentale comprendere che "1 vale 1" se i voti li usi e li fai valere in parlamento (lasciare il pallino agli altri dopo una bella affermazione mi sembra tradire le aspettative degli elettori a riforme giuste e ORA...il 100% non lo prendeva neppure Ceausescu)... p.s. nel caso ve lo chiediate, assicuro che non mi è stato ancora inserito alcun microchip nella testa :)

ren. pas. (bari) 10.03.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo l'invito degli "intellettuali" aspettiamoci l'attacco dei magistrati........

tiziano gironi 10.03.13 09:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..Piena condivisione con Casaleggio se viene fatta allenza con PD alle prossime elezione annullo il voto.........
....M5*****al governo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Wiu@m@o -, Firenze Commentatore certificato 10.03.13 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi và da Monti.
Quasi quasi, proseguiamo il governo precedente,
Monti fai la foglia di fico, noi PD-l e PDL te lo appoggiamo e tu lo appoggi di nuovo a tutto il paese. Agli Italiani piace, così a giugno voteranno tutti il SEL di VENDOLA

Luigi C..,., Cologna v. 10.03.13 09:35| 
 |
Rispondi al commento

CI siamo presentati alle elezioni con un programma ben preciso, chiaro e definito. Ma come possono persone che dicono di aver votato il movimento 5 stelle chiederci di "fare una strappo" per il bene del paese ?????????
Pazienza sentirlo dai politici collusi ma da chi ha condiviso le battaglie fatte questo no, non si può essere così stupidi da cascare nel trappolone del martellamento mediatico in atto dal giorno dopo le elezioni. E che cazzo !!!

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.03.13 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Estratto dal sito fondazione Giorgo Gaber

http://www.giorgiogaber.net/dettaglio.asp?id_articolo=288&id_categoria=giorgio

"Biografia dettagliata a cura di Massimo Bernardini

-
Cos'è, cosa dice, scrive e fa un intellettuale, in una stagione confusa come la nostra? È uno che mentre gli altri sembrano fare i conti con le cose più spicciole guarda un po' più in là e un po' più dentro. Le parole di tutti non gli bastano, per lui vogliono dire un'altra cosa. Perciò le deve riscoprire, ripulendole da ovvietà ed equivoci. Perché l'intellettuale vero le parole le usa tutte, le più semplici come le più difficili, e non ne teme nessuna.
E poi l’intellettuale, quello vero, lo distingui perché ama il pensiero ma ancora di più ama la realtà. Ed è lì che diventa scomodo. Le parole, i pensieri, le ideologie, le misura con la realtà. E dunque di volta in volta diventa spiacevole per qualcuno. Quando un intellettuale non spiace più a nessuno non è che serva a molto.
Giorgio Gaber, come intuì qualche tempo fa lo scrittore e critico Luca Doninelli, è un intellettuale, forse l'ultimo della sua generazione. Quando oggi scrive: “La mia generazione ha perso” non è per finta ma nemmeno per autolesionismo. Grida che qualcosa è finito, qualcosa che era un sogno grande, e di tanti. Lui, che era nato come cantante di successo, entertainer di classe, lui che andava in tournèe con Mina e aveva un posto da titolare in tivù come a Sanremo, ci aveva creduto. E aveva mollato tutto per il teatro, l'impegno, il sociale."

Io penso che questa sia una definizione di intellettuale, e rispetti meglio il senso del lavoro e dello studio che un uomo compie per essere riconosciuto come Intellettuale.

Prendere dal dizionario definizioni per banalizzare realtà complesse, decontestualizzare frasi, di autori per altro non più viventi, è cattiva informazione e stupidità.

paolo.cagna 10.03.13 09:33| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma questa risposta è priva di senso. L'ennesimo "me ne frego" con il qualei anziché rispondere a una domanda, si scomunica con un pretesto balordo chi te la porge. Era di tutt'altro ordine l'intellettuale su cui cadde l'ironia di Gaber, se lo conoscete e non avete fatto copia e incolla da Internet. Era il 1972, l'epoca in cui l'Intellettuale engagé era figura ambita, riconosciuta, carismatica, organica a enclavi politiche, importanti editori, grandi giornali... oggi non soltanto l'intellettuale, ma anche l'intelletto se la passa piuttosto male, come si vede anche da questo goffo post... quindi, di che parla Grillo, o meglio, di che parlano i suoi ghost writers? L'idea, poi, che persone come Roberta De Monticelli o Salvatore Settis possano "rispondere al richiamo di qualcuno", il Pd!, è talmente ridicola che G. e C. dovrebbero semplicemente arrossire, se conoscessero la vergogna. Ma non si sono accorti di quanti prima, più e meglio di loro in questo Paese hanno combattuto per la legalità, la trasparenza, l'etica in politica? Odiano i giornali? E si vede: infatti non li leggono. Qualcuno li svegli, per favore, dal loro sonno di onnipotenza. Come tutti i sogni, prima o poi genera mostri.

Leggete quest'altro Appello: è del 2009. Almeno saprete di che cosa state parlando.

http://www.phenomenologylab.eu/index.php/2009/12/appello-in-difesa-del-valore-della-costituzione/

Stefano Cardini 10.03.13 09:33| 
 |
Rispondi al commento

MI SEMBRATE IL MOVIMENTO 5 STELLE DELLA LEBERTA M5S+L : SOLO ASTIO CON CHI VUOLE CAMBIARE IL PAESE, CHI VUOLE USCIRE DA QUESTO SUDICIUME. SE VIENE FATTO UN GOVERNO E CASALEGGIO SE NE VA, PENSO CHE SIA UN BENE PER TUTTI. SE NE PUò ANDARE COL BERLUSCA.GLI INTELLETTUALI DEL CAZZO I SANTONI NON CI INTERESSANO .E' UN RICATTO ? AVEVO CAPITO CHE TUTTI CONTIAMO PER 1. ANCHE IO ME NE VADO SE NON SI FA UN GOVERNO E CON ME L'80% DI CHI VI HA VOTATO: GLI ALTRI 20% ( I BERLUSCONIANI) VI APPLAUDIRANNO !!! DOPO POTETE FARE UN BEL PARTITO COL PDL CON LE NUOVE ELEZIONI DI GIUGNO.SIETE UNA DELUSIONE

Ugo A., Recco Commentatore certificato 10.03.13 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GABER DICEVA ANCHE CHE:
"LA LIBERTà è PARTECIPAZIONE"

Non avrei mai pensato di ritrovarmi a implorare il movimento di FARE quello per cui l'ho VOTATO: e basta adesso!
siete delle polianne nate ieri? volete mandarci al disastro? siete puristi e quindi inutili?

spero che rinsaviate,
SONO DELUSA!!!

giaele 10.03.13 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono già state date anche troppe opportunità al PD e al Pdl x cercare di fare del buon-governo , ma non ci sono riusciti... non è nel loro DNA il saper governare..
.. nel loro DNA è invece presente in quantità massiccia il saper rubare.............
..ANDATEVENE!
Finchè siete in tempo o volete fare la fine dei dittatori del medio-oriente...
..l'onda della primavera araba è una lunga ondata................
..Voi non rappresentate + il popolo ma solo voi stessi.....

Wiu@m@o -, Firenze Commentatore certificato 10.03.13 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Fino a giugno la strada è già segnata da MONTI con i voti di PD-L e PDL , le tasse (aumento IVA ecc.) son già previste. Chi dice che l'alleanza PD-L con M5S salva il paese è solo un propagandista della vecchia miserabile e ipocrita politica che ha distutto e continua a distruggere il paese per salvare solo la proria azienda PD S.p.A. PDL S.p.A. SEL S.r.l. Monti S.a.s. LEGA S.n.c.
Da TV ultime notizie:
RENZI 2 (EURO) per prossime primarie PD-L

Mriconi l,,,, castelnuovo s. 10.03.13 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Egregi Signori Onorevoli eletti del M5S : vi sembra giusto che gli italiano vi paghino solo perchè restiate a testimoniare lo sfacelo? Lo vediamo già da soli.

SE AVETE DECISO DI NON FARE IL LAVORO PER CUI SIETE STATI ELETTI E "PUR POTENDO" NON VOLETE PORTARE AVANTI LE RICHIESTE DEL POPOLO DIMETTETEVI COSI' ALMENO RISPARMIANO.

GRAZIE.

SIMIONI V., Fontaniva (Padova) Commentatore certificato 10.03.13 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ahahah che ridere


Gargamella ha chiamato a raccolta tutti gli smacchiatori di giaguri.


da scompisciarsi

paolo montiverdi, milano Commentatore certificato 10.03.13 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Scusate tanto baccano per un appello di repubblica che ha raggiunto 20.000 adesioni. Ce ne uno che considero più indipendente, fatto da Avaaz http://www.avaaz.org/it/italy_people_gov_c/?fp, che ha ragiunto quasi 80.000 firme. Io penso che più del rispetto del non statuto, si più importante la volontà della gente, e sembra che molti vogliono la realizzazione di quelle riforme di buon senso, indipendentemente da chi ci sia al governo. Siamo cittadini no tifosi...

emiliano c., tivoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.03.13 09:23| 
 |
Rispondi al commento

....nessun impasto con il PD ne con il Pdl ..puntare verso un governo di minoranza formata da M5*****,
abbiamo già visto la casta al lavoro e hanno gia rubato abbastanza...
.... Andate a casa!
Ma prima dovete restituire il malloppo fino all'ultimo centesimo...............

Wiu@m@o -, Firenze Commentatore certificato 10.03.13 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNA SEMPLICE DOMANDA AL “M5S”…

QUAL’ E’ LA TATTICA MIGLIORE PER AGGREDIRE LA:

MALA-POLITICA
MALA-BUROCRAZIA
MALA-FINANZA
MALA-RELIGIONE
MALA-STAMPA/TELEVISIONE

STARE FUORI O DENTRO IL GOVERNO DEL PAESE ?

SVEGLIA!

EVOLUZIONE E CAMBIAMENTO!!!

Lux Luci 10.03.13 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Continua messaggio preced……Ho riportato questa possibilit