La sberla morale

sberla_morale_.jpg
"Ora che mezza casta è rimasta a casa, prima di consegnare il testimone, l'ufficio di presidenza da Gianfranco Fini (non eletto) e con i rappresentanti di Lega, Pdl, Udc, Idv, Pd, prepara una succosa delibera per l’ultima riunione del 5 marzo: 30 assunti a tempo indeterminato. D’un colpo, ancora. I contratti non cadono per sbaglio: vanno a proteggere i collaboratori, fidati assistenti e segretari, che hanno lavorato per i 18 componenti dell’ufficio di presidenza.
I fortunati 30 hanno seguito un percorso a chiamata. Siccome il tempo per i rispettivi referenti politici è finito, la chiamata va resa infinita con una sanatoria che costerà 3 milioni di euro l’anno. Domanda: e se il Movimento Cinque Stelle non dovesse accettare il supporto di un ex berlusconiano o bersaniano? Non succede nulla. Non ci saranno disoccupati. Perché i 30 sono di fatto distaccati, ma appartengono all’Ufficio di presidenza che avrà, invece, un ammanco di 3 milioni di euro in bilancio. Questa è l’estrema furbata di un Parlamento che non ha giocato con le tre carte, ma che le ha nascoste. Per anni, dal '94, Montecitorio è stato imbottito di ex portaborse, a volte meritevoli e a volte inadeguati, finché l’antipolitica non li ha travolti. Valeva una regola: varcato il portone centrale, non si esce più. Senza ricordare che, spesso, c’erano consulenti giuridici sottopagati, proprio quelli che aiutavano i deputati a scrivere le leggi. Stavolta, un Parlamento che non esiste più si industria per salvare gli amici: e non con una retribuzione di medio livello, ma con l’inquadratura da dirigente. In soldoni: circa 100mila euro l’anno, in media, per ciascuno dei 30. Mancano tre giorni per fermare le penne che dovranno firmare una delibera da 3 milioni di euro." Segnalazione da Il Fatto Quotidiano

Postato il 3 Marzo 2013 alle 15:23 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (911) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: contratti, Gianfranco Fini, MoVimento 5 Stelle, presidenza Camera, privilegi, sberla

Commenti piu' votati


è una vergogna. Beppe non mollare

Giovanni De Paola, Teggiano Commentatore certificato 03.03.13 15:56| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 56)
 |
Rispondi al commento
Discussione

adesso basta !!!!!1
tutti quelli che dicono di allearsi con il PD
devono finirla di rompere le balle nessuno gli ha obbligati a votare il M5S , che stiano pure fuori.
e non vogliamo infiltrati per destabilizzare il M5S. TUTTI A CASA.
Non sporchiamo le nostre mani con chi ha rubato e devastato l'ITALIA e i CITTADINI.
Intanto recuperiamo :
92 miliardi dalle SLOT
recuperiamo con il POLITOMETRO i miliardi rubati
recuperiamo i miliardi rubato con il finanziamento ai pertiri.
recuperiamo i miliardi di stpendi d'oro dei politici
e dopo di questo abbassiamo le tasse
eliminiamo equitalia
se vogliono appogiamo tutto questo!!!!!!!!!!
se non gli piace andiamo a rivotare e spazziamo via questa banda di truffatori ladri parassiti.
BASTAAAAAAAAAAA !!!!!!!!
o 58 anni e sono incazzato nero.
forza grande BEPPE noi siamo tutti con te pronti a tutto

ANTONIO D'AVERSA, MILANO Commentatore certificato 04.03.13 14:29| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

“Fuori dal movimento, a calci, tutti gli eletti che oseranno cambiare casacca”. Non c'è dubbio. Ha ragione Grillo e torto tutti gli altri. A cominciare dai dotti giornalisti che discettano, scandalizzati, sulla regola costituzionale che un tale diktat, di fatto, viola. Già! Un parlamentare dovrebbe essere libero. Ma dove erano questi dotti opinionisti quando Berlusconi scilipotizzava il Parlamento, acquistava decine e decine di De Gregorio al mercato delle vacche o buttava fuori i Fini nel meschino tentativo di far sopravvivere il suo raffazzonato governo? Nessuno osava apostrofarlo di essere un dittatore! Men che mai nessuno si scandalizzava dei cambi di casacca o delle procrizioni ! Certo, nel contesto di lurido liquame nel quale Berlusconi gettato ogni regola civile, aveva anche ragione. Quale libertà poteva mai reclamare un deputato paracadutato in parlamento privo di ogni mandato popolare e vincolato solo al padrone che lo aveva imposto agli elettori in forza del “porcellum”? Doveva obbedire e basta ! Ed il Berlusca si lamentava anche di non avere abbastanza potere per governare con buona pace (ed il silenzio) di tutti ! Cosa si pretende invece adesso. Che in un Paese dove tutte le regole sono state buttate alle ortiche solo Grillo si suicidi pur di osservarle ? Cosa si pretende ? Che Grillo dopo avere imbarcato al Parlamento deputati che mai si sarebbero sognati di diventarlo con le loro forze li lasci anche liberi di cambiare casacca in nome di un malinteso senso di garantismo a senso unico! Che si cambi prima la legge elettorale e si ripristini la scelta del candidato. Solo dopo che ciò sarà avvenuto i legalisti e gli opinionosti di turno si potranno scandalizzare leggittimamente di una rappresentatività condizionata. Perchè solo in quel caso il deputato potrà reclamare leggittimamente di avere avuto un mandato popolare individuale in forza del quale operare in piena libertà le scelte da lui ritenute più opportune. Ma fino a quando ciò non accradrà non d

Carlo Iannotti 04.03.13 11:46| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono fortemente pentito di avervi votato. Ok la campagna elettorale, ottima e coinvolgente. Deludente il comportamento postelettorale. Addio.

Salvatore Rosta Commentatore certificato 04.03.13 14:45| 
 
  • Currently 1.1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori