Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'austerità sta distruggendo l'euro

  • 539


austerity.jpg
Dall'articolo di Wolfgang Munchau su Der Spiegel

"Grillo sarà supportato da economisti rispettati. Il Nobel Paul Krugman ha già dialogato in video con Grillo. Il premio Nobel Joseph Stiglitz lo consiglia sui temi economici insieme all’economista francese Jean Paul Fitoussi. Il M5S di Grillo non è una versione sovradimensionata dei Pirati o dei Freie Wahler. I suoi elettori arrivano principalmente dalla sinistra. Grillo rappresenta la protesta contro un establishment che ha somministrato al paese una ricetta economica sbagliata: politicamente non sostenibile e che economicamente non funziona. Grillo è indirettamente il vero capo dell’opposizione in Germania, perché alla fine è stata la politica di Angela Merkel ad aver imposto all’Europa questo riequilibrio asimmetrico. [...] Le elite europee non capiscono più il mondo perché non si sono mai confrontate intellettualmente con la grande depressione. E stanno ripetendo esattamente tutti gli errori del passato. Come i loro antenati stanno applicando alla macroeconomia tutte le inutili formule dell’economia aziendale continuando a sottovalutare gli effetti devastanti di tali politiche. Non capiscono il fenomeno Grillo, sia nella sua portata politica che in quella economica. Nel frattempo l’economia italiana continua a crollare. [...] A differenza della Germania negli anni trenta, l'Italia resta una democrazia pacifica. Questa è davvero una buona notizia. La storia alla fine ci parla anche di avvenimenti che non si ripetono esattamente. Ma c'è un punto che in questo confronto storico si adatta perfettamente. Allora l'austerità distrusse il Gold standard. Oggi sta distruggendo l'Euro." Wolfgang Munchau, editorialista del Financial Times
Articolo originale in tedesco

8 Mar 2013, 17:26 | Scrivi | Commenti (539) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 539


Tags: austerità, euro, Fitoussi, Germania, Krugman, Merkel, Munchau, Stiglitz

Commenti

 

L'EUROPA NON E' MAI ESISTITA NON ESISTE E MAI ESISTERA'. FUORI DALL'EURO SUBITO E MANDIAMO A CASA LA VECCHIA POLITICA ITALIANA. NON VEDO ALTRE SOLUZIONI PER I PAESI CHE STANNO SUBENDO QUESTA SCHIFOSISSIMA AUSTERITY.

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.11.13 23:57| 
 |
Rispondi al commento

EURO? NO GRAZIE. RIMANERCI SARA' SOLO LA NOSTRA ROVINA. CHE SE LO TENGA SOLO LA GERMANIA E DA OGGI BOICOTTA IL MADE IN GERMANY E QUANDO LA CRISI ARRIVERA' ANCHE DA LORO CHE VADANO A FARE IN CULO PER SEMPRE. DATO CHE CI CONSIDERANO PIGS QUANDO TOCCHERA' A LORO A ME NON FREGA PROPRIO UN CAZZO. PER LORO NON MUOVERO' UN DITO. CON LE NOSTRE TASSE SONO STATE FINANZIATE ANCHE LE LORO BANCHE.

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.11.13 23:33| 
 |
Rispondi al commento

.....la Germania condividendo la stessa moneta con gli altri paesi dell'area dell'euro, ottiene grossi benefici per i suoi esportatori, i quali si trovano ad avere i prezzi dei loro beni e servizi espressi in un euro debole, invece di quello che sarebbe sicuramente stato un supervalutato marco tedesco. (si l'export di un paese é constantemente superiore all'import, vuol dire che su i mercati valutari c'é una forte domanda per la valuta di quel paese, per pagare le merci e servizi che quel paese esporta).
A fronti di questi benefici, la Germania non ha dato niente in cambio. In una economia europea depressa sarebbe stato necessario che la Germania spendesse di più; per compensare i paesi del Sud, forzati a spendere di meno. Ma non l'ha fatto. I governanti tedeschi ovviamente non accettano questa analisi e considerano il loro paese come un fulgido esempio da imitare da tutti. L'amara verità é pero' che non tutti possono avere un enorme surplus di bilancia commerciale allo stesso tempo. Questo é semplicemente e tecnicamente impossibile. Questo ci spiega Paul Krugman e chiunque ha studiato economia non puo' non condividere. Una lacia per la Germania pero', vorrei spezzarla. L'efficienza del sistema produttivo tedesco, la qualità dei loro prodotti, la serietà di tutta una nazione, non si discutono. Poca o niente corruzione - poca o niente evasione fiscale - Certezza e efficienza del Diritto - un potente ministro della difesa che si dimette e sparisce dalla scena politica per aver copiato la tesi di laurea.....come dicono i francesi là..chapeau bas!!!

Antonio Maddalena 11.11.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Una recente nota del Tesoro americano accusa duramente la Germania e le sue politiche economiche. Questa nota afferma che il surplus della bilancia commerciale tedesca (che dura ormai da un decennio) é dannoso perché crea una spinta deflazionistica per l'area dell'euro oltre che per l'economia mondiale.
N.B. Questo lo dice il dipartimento del tesoro americano; non un politico estremista o un anonimo blogger. Paul Krugman (NYTimes.com 03/11/2013) ci spiega questo dato di fatto. Nel 2012 é stata la germania non la Cina ad avere il più grande surplus e se si misurano i surplus come percentuale del PIL, vediamo che il surplus tedesco risulta più del doppio di quello della Cina. All'inizio il surplus tedesco era compensato dai deficit dei PIGS. Ma poi é arrivata la crisi. I paesi debitori sono stati forzati, in parte sotto l'insistenza della Germania, verso un austerity molto dura, che ha eliminato i loro deficits correnti. La Germania invece ha continuato a gestire il proprio surplus senza fare niente per ridurlo. Questo é stato molto negativo per l'economia europea perché l'inattività della Germania ha aggravato il costo della austerità. Se prendiamo per es la Spagna che aveva il più grosso deficit prima della crisi(2008)Era inevitabile per la Spagna far fronte ad anni molto duri per imparare a vivere entro i propri mezzi. Non era comunque inevitabile che la disocuppazione spagnola raggiungesse il 27% et quella giovanile quasi il 57%. Le politiche tedesche che hanno mantenuto un elevato surplus, hanno dato un contributo pesante alla sofferenza del popolo spagnolo. L'economia mondiale é ancora in deppressione, soffrendo di una persistente riduzione della domanda, in queste condizioni un paese che ha surplus non fa altro che distogliere la spesa via dai prodotti e servizi dei paesi debitori, per indirizzarla verso i propri beni e servizi. Questo significa posti di lavoro in meno nei paesi debitori......

antonio Maddalena 11.11.13 18:39| 
 |
Rispondi al commento

NEL PANORAMA DESOLANTE DI QUESTA GRANDE CRISI, DOVE I POLITICI NON SANNO CHE PESCI PIGLIARE E I NOSTRI "CAPIANI D'INDUSTRIA" DELOCALIZZANO IL LAVORO, MI CHIEDO: PERCHE' NON CHIEDERE INDIETRO, A QUESTI RUFFATORI, TUTTI I SOLDI RICEVUTI SOTTO FORMA DI SGRAVI FISCALI, FINANZIAMENTI AGEVOLATI E A FONDO PERDUTO, RICEVUTI NEGLI ULTIMI DIECI ANNI? TROPPO FACILE NON INVESTIRE PIU' NELLA PROPRIA AZIENDA E TENTARE DI FARE PROFITTI IN BORSA, OLTRETUTTO CON I SOLDI RICEVUTI DALLO STATO!! PERCHE' NON FARE UNA PROPOSTA DI LEGGWE IN QUESTO SENZO? IL 60% DEL CAPITALE FIAT, OGGI SAREBBE NOSTRO SE CONTEGGIASSIMO TUTTI I CONTRIBUTI PUBBLICI EROGATI!!QUINDI A CHI DELOCALIZZA SOLO PER TRARRE MAGGIOR PROFITTO FACENDO MACELLERIA SOCIALE, CHIEDIAMO INDIETRO I NOSTRI SOLDI, PUNTANDO DA OGGI NON PIU' SULLA GRANDE INDUSTRIA, MA SULL'ARTIGIANATO E LA PICCOLA INDUSRIA, OSSATURA DELLA NOSTRA ECONOMIA. GRADIREI UNA RISPOSTA DA PARTE VOSTRA, GRAZIE.

maurizio gennari 21.07.13 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Per conoscere la fine che faremo basta guardare il film MEMORIA DE SAQUEO trasmesso incredibilmente alle 4 del mattino da Rai 3 pochi giorni fa. Un video che andrebbe reso noto e diffuso soprattutto tra coloro che si proclamano di sinistra e che propongono di vendere i beni pubblici per abbattere il debito.

Patrizio Tofanelli, Grosseto Commentatore certificato 18.07.13 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Credo che per salvare l'italia bisognerebbe abolire completamente il denaro contante, ma usare bancomat, assegni bonifici e carte. Solo così si eliminerebbe il lavoro nero, l'evasione fiscale, la mafia e addirittura anche i furti e i ladri. Qualcuno ci ha pensato?

mara elena 15.07.13 13:34| 
 |
Rispondi al commento

continuate cosi,a sputtanarli tutti questi parlamentari,voglio vedere,per quanto tempo resisteranno ancora e quanto tempo impiegheranno gli italiani a capire che gente sono questi politici di me......

tascone gaetano, bruxelles Commentatore certificato 14.07.13 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma qualcuno si è chiesto perchè paesi(v. nota sotto) con economia ben più debole dell'Italia, e non appartenenti nemmeno all'Unione Europea, hanno unilateralmente scelto di utilizzare l'Euro come moneta?

Oppure come si spiega che paesi come la Bulgaria o la Lettonia hanno deciso di adottare un cambio fisso con l'Euro e, anche in momenti di grave crisi economica, come nel 2009-10, non hanno deciso di svalutare la loro moneta, e anzi la Lettonia ha appena chiesto di entrare nell'Euro dal 2014?

Risposta: per approfittare della credibilità che l'Euro ha, dei bassi tassi d'interesse e della sua stabilità. Ovverossia, di quegli elementi che sono la pre-condizione per lo sviluppo di una economia sana, che crei sviluppo ed occupazione.

Per i paesi che da soli non sono in grado di creare questa credibilità (a cominciare da governi duraturi ed efficaci), una moneta nazionale significa costi più alti per tutti, a cominciare dai tassi d'interesse da pagare su mutui e prestiti di privati, aziende e dello stato e per finire con l'inflazione, che è un tassa occulta per tutti ed in particolare sulle categorie più deboli.

L'Italia quindi, fino a quando non avrà la credibilità di paesi come la Svezia e la Svizzera, se tornasse a una moneta propria causerebbe solo danni a sè stessa.

La soluzione non’è uscire dall’Euro, ma innanzitutto creare quella credibilità che dimezzerebbe i tassi d’interesse sul debito italiano (portandoli ad esempio al livello della Francia).

La credibilità si ottiene con governi seri che fanno politiche serie, affrontando tutti i problemi e le zavorre che rendono l’Italia meno competitiva dei suoi concorrenti europei, a cominciare da una giustizia lenta ed inefficace, un’amministrazione pubblica inefficiente, una criminalità che controlla molte parti del paese, una scuola e delle infrastrutture spesso carenti, etc.

Perchè non imparare dai paesi dove gli stipendi sono alti,la produttività è alta,i prodotti competitivi e la disoccupazione bassa?

Giuseppe Mazzoni 28.03.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

"Papa Francesco

Quel che si rispetta per paura, terrore e comando, non dura, mentre quel
che si fonda sulla verità e nel cuore, resta.

Si smetta di far festa e baldoria, si strappino le tasche al saio e si aggiunga un nodo alla corda.

Dalla consapevolezza come dalla comprensione degli sbagli compiuti, nel ravvedersi e attraverso la volontà di correggersi, nasca la soluzione che insegna, e non quella che cancella o distrugge, esempio di perdita comune.

Si tratta solo di riportare alla luce quel che è stato nascosto.

Che sarà mai questa occulta cosa? moneta, 14, 20 e 40, solo per cominciare, e delle verità nascoste, quanto basta per farne 3 volumi pesanti.

Tesoro comune sia questa storia, e ai poveri vengan consegnate le ricchezze.

Francesco, l'avrebbe fatto allora, figuriamoci oggi.

Torna quel che è stato rubato.

Se ne va quello che ha depredato.

Cessi l'omertà del numero da adesso, e che la Verità torni vittoriosa.

Ogni volta che qualcun la ferisce, o la nasconde, in un luogo buio e polveroso,
quello si sposa con la malasorte, e sviando
gli ignari si condanna.

Fa bene al mondo quello che senza veste, divisa, vanto, medaglia, vanità e potenza, si misura con le piccole cose.

Scioglie i nodi quello che comprende.

Chi pretende, impari a non sconfinare che è meglio.

Chi impedisce, tolga prima a se stesso.

Quando è tempo per Verità di saltar fuori, ella assumerà il colore che vuole, e trasmutandosi in quel che neppure appare, sarà ad un tempo canzone, poesia, cantata, filastrocca ed incanto.

Gulliver, Mida, Volpe, Gatto e Stregatto, Pettirosso, Lancillotto, Don Chisciotte, Zorro, nelle parole di un Santo, di un Saggio, di un Guru e di un bambino, nella semplicità di un gesto, fra due a caso nel mondo che si confidano all'orecchio il segreto del loro cuore senza nulla nascondersi a vicenda.

Fratello sole e sorella luna.

Poesia, incanto, chiara visione, impermanenza che insegna alla mano che a troppo stringer
non ti resta nulla

Jedi Amonakur 13.03.13 21:43| 
 |
Rispondi al commento

La misura

La dimensione che si crede immensa, in verità è distorto processo mentale e malattia,
e per questo, andrebbe riconosciuta e curata la persona che ne soffre.

L'abuso di credulità e l'ignoranza, fanno
il resto. Le 5 emme legate in una sola fattura!

Grandezza, non mi contagiare, tu che fosti sempre esempio di pochezza, megalomane forzatura e disegno, triste destino e caduca illusione.

Biodiversa e vitale è la creazione, e il rispetto per l'immacolata cangianza, andrebbe stimolato e non tarpato.

Il voler prevalere, fa un favore
alla cosa unica mentre fa danno a tutte e le incrina.

Il piegare per forza, spezza quella cosa.

Maggiormente "l'angolarita'" si manifesta, e irrispettosamente fende per comando le cose, peggiore è la condizione di quel malato che riempirà di frecce, d'armi e di angoli acuti e subacuti i suoi stendardi, sfruttando quella che è la propagazione Virale, che attaccano, trascrive, cambia e infetta, per propagarsi
da un veicolo all'altro.

Immagine e somiglianza? No clonazione. Quale illusione segue quel gregge che corre appresso al cane perchè il suo pelo è di un color che si confonde.

Spinte, controspinte e vettori, sogni di muffe che tutto vogliono e distruggono al passaggio.

Contaminazione dei cuori e dell'animo umano, saccenza, ardire e divinizzazione.

Dolcezza, mai mosse a danno. Cuore, risvegliò il sentimento. Delicatezza, estrasse la spina dolorosa.

Impugar spada non serve che "Quello che divide per regnare", e Impero si nomò, Quegli, che pure credette di non esser visto e che non l'avremmo riconosciuto a torto, ma errava.

Il ladro che avverte un brivido all'approssimarsi dello sguardo che trapassa, anche se dovesse dargli le spal le,non muoverà un dito immobile come una serpe. Egli sa e sente che o c'è sorella Coscienza o il Principe dei ladri
al suo fianco, e mai oserebbe mancar loro di rispetto, all'una per dormire, e all'altro per timor reverenziale!

Misurata misura consente.
Buon esempio, amore.


Jedi Amonakur 13.03.13 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Umanità

L'Unanimità è il parossismo della Democrazia che trascende e sconfina nell'idiozia. La natura non è forse cosa multiversale? Inchinati al creato e muovi in esso con dolcezza, senza strappo, per comporre la forma.

L'onda che muove stazionaria mentre la cogliamo, ma mobile e transiente, agisce formando e trasformando al di là dell'idea stessa che una forma sia più d'un altra degna, specie per somiglianza ad un altra che dicasi perfetta, divina e superiore, che l'avrebbe posta in dissonanza con ogni cosa che le si trova accanto.

Quand'anche uno volesse misurarsi con l'armonia sua, e la collocazione che ha nel contesto generale, vedrà chiaramente che egli si pone, al di sopra e mai al servizio, fruendo senza prendersi cura, tutte le volte che calpesa e sfrutta, usa e abusa a piacimento le cose conducendo il gioco.

La scusa della magnificenza non regge. Maltoto è razzia, guadagno estorto.

La ripartizione delle ricchezze
del creato, è garanzia di corretto operato.

La concentrazione, eccesso, che priva, e disequilibra la cosa.

Da essa nasce il parossismo e la follia di quelli che si fanno artefici della svalutazione dei valori, del senso ultimo delle cose, dell'arbitro, che non produce più risveglio e coscienza attraverso l'esperienza,
ma malcostume, opzione e ripetizione della stessa illusione.

I Greci ci portano oggi in dono un cavallo che si chiama "Risveglio", ma noi continuiamo a dormire e ad alimentare la stortura.

La rigidità del pensiero corrotto e rigido della gerontocrazia, corrompe ed invecchia quella vitalità che consente, quello spirito che rinnova, quell'atto che fulmineo risolve come per magia, in un solo gesto, e spegne la miccia
del violento.

Limitando la vostra dimensione reale all'orizzonte reale che potete vedere ad occhio nudo, agite per migliorare quel che è a giusta portata, e lasciate i sogni ai megalomani, che non conoscono che dettami, sopruso, bassezza ed eccesso.

Umanità, capace di perdono, dono, altruismo, elargizione

Jedi Amonakur 13.03.13 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Nel caso di un numero complesso C il valore assoluto o modulo è definito come la radice di una parte reale ed una immaginaria.
Dunque, |C| è la distanza fra l'origine e C nel campo complesso. La matemagica, come le scienze occulte, posson veder oltre quel che si monstra, e all'indagine attenta si saprà che le cose che sono, son già state fatte a misura di quel che serve nel presente, secondo ordine e regola invisibile. Senza la metafisica reale, non appare,
ad alcuno quello che imprime prima della cosa e nel mentre, il suo sigillo, a che le cose vadano in un senso.
Universale, è inganno, quanto è vero che ogni stella propaga la sua luce per ogni direzione e in ogni dove.
Questa si chiama radianza multiversale, ed essa brilla dentro questo mondo come in tutti, ed è doppia curvatura che trasforma, plasma e dal sottile genera massa, materia, movimento, e movente. Qual che grava, deve ad essa il suo peso,
come quel che esiste ad essa sua sostanza. Quintessenza, continua ovunque e derivabile dal comprendere che essa trae dal vuoto contorto quell'onda, che genera oltre ogni dire. Phi, che consente, norma e matrice stessa, fulcro invisibile d'attrazione e tendenza, che s'adopra oscillante a dar vita alla forma.

Come la luce, che genera l'occhio dell'essere che la scorge, egualmente il suono, porta con se la risonanza che consente il risveglio dei cuori, dello spirito e della mente.

Colui il quale comprende la metafisica visione, sa che il numero è niente, e la funzione "not a number", senza num, nome, ovvero "Nessuno", è quella che consente alle cose di mutevolmente apparire per il flusso che sono, quando si
scorge nello specchio oltre la forma e il pregiudizio, il Vero.

La maschera allora diviene quella Variabile, e se Nessuno vuole nulla si puote. Ecco che si delinea il contorno, di quel che è cymatica e formazione, epigenetica e condizionamento.

Volgi il cuore nell'intimo tuo senza timore, penetra il segreto e sfiora in pace l'essenza armonica e perfetta.

Jedi

Jedi Amonakur 13.03.13 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Valore Assoluto

In matematica, il valore assoluto (o modulo) di un numero reale o di un numero complesso X
è una funzione che associa a X un numero reale non negativo. Se è un numero reale, il suo valore assoluto è X stesso se X è non negativo, e -X se X è negativo. Ad esempio, il valore assoluto sia di +3 che di -3 è 3. Se è un numero complesso, il suo valore assoluto è la lunghezza del segmento nel piano complesso
che ha per estremi l'origine e X. Quest'ultima definizione coincide con la precedente
se il numero complesso X è un numero reale. Il valore assoluto di un numero si indica con |X|.
se verifichiamo il grafico della funzione valore assouluto, troveremo che esso avrà una somiglianza
incredibile con una delle lettere del nostro alfabeto che conosciamo bene. La V. E questo grafico, y=|x|, rappresenta perfettamente l'essenza intrinseca della verità assoluta, che si diparte nelle direzioni del dualismo, ma che nasce ed è fondamentalmente scaturigine dallo Zero, che è simbolo in se concluso, monade, e forma che contiene ogni cosa, ciclo, sfera, soffio, potenza e seme.

Quando si citerà qualsiasi cosa, in bene come in male, parlando, per via dell'attenzione riposta,
a suo vantaggio, la cosa stessa, ne trarrà forza e Vettore. Gli oscuri, che sanno bene come relegare all'oblio tale semenza, fan piuttosto svanire come per incanto quel che nuoce loro nel parteggio e cancellando.

"V", per vendetta trae nutrimento dall'interferenza, quando essa collide e spezza, mentre, "V", per Verità, è Valore assoluto che si manifesta, Vero, Virtù, Valore, Vortice, Volume, Visione, e Verità.

Se dal principio invece ci si discosta, e di parte si diviene in forza di cose astruse, allora chi non è amico sarà nemico e avrà già morso la mela. Uno è il principio. Una la sostanza. Vile Veemenza Volle ma Vendetta non Volse.

Sulla retta reale, il valore assoluto di un numero è la sua distanza dallo zero.

Volsi lo sguardo e Vidi Valenti Valorosi Volger a Vittoria. Veni vidi vici.

Jedi Amonakur 13.03.13 20:40| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti,riguardo alla affermazione sacrosanta di Grillo che l'Italia è già fuori dall'euro,i giornalisti prezzolati si strappano le vesti,ignorando o facendo finta di ignorare che in Spagna,Grecia,Portogallo,Spagna le misure di austerità imposte dalla Bce ,stanno portando anche l' Italia al sicuro disastro economico.Poi mi domando in quale modo si puo' avere sviluppo affamando le imprese e le famiglie.Cordiali saluti.

Agostino Sulis, Samugheo(OR) Commentatore certificato 13.03.13 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Per la VERA CRESCITA ripartire dall'uomo dalla persona umana ela priorità per me sarebbe dare 3 anni garantiti a ogni madre e il proprio bambino per la cura esclusiva del proprio bambino....una misura preventiva antipovertà perchè accogliendo al meglio la persona umana e contribuendo specie nei primissimi anni di vita allo sviluppo di essa in tutte le sue parti, anima, corpo e spirito si costruisce una società più forte e più giusta e inclusiva di tutti....3 anni a tutte i neonati è un'esagerazione???? Però paghiamo miliardi di cassaintegrazione e la disoccupazione crea una voragine di povertà.....3 anni per lo sviluppo cognitivo, affettivo, e intellettivo dei nostri figli e nessuno più dovrà essere costretto ad andare in cassaintegrazione perchè NESSUNO resterà senza occupazione. Pensiamo prima al bambino per non dovere pensare un giorno ad un adulto mancante!!!

Leila Mariani, Forlì Commentatore certificato 13.03.13 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me l'errore più grande dell'Europa (voluto o meno) è stato quello di basare tutto sulla finanza "dimenticandosi" il sociale, i problemi delle classi medie e basse, creando un sistema cinico dove il problema più grande è quello di verificare giornalmente lo SPREAD (che adesso sembra che sia diventato l'unica ragione per vivere....) e lo stato delle varie Borse. Non si parla più del benessere delle persone, famiglie. Siamo diventati solo dei numeri a cui spremere quanti più soldi possibile a beneficio dell'alta finanza e sistema banche.

christian d. Commentatore certificato 13.03.13 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Effettivamente,ciò che permette alle società di progredire e di prosperare,è l'etica sociale.Cosa vuol dire,vuol dire che tutti i sistemi speculativi,atti a creare benessere solo ad una parte,a pochi eletti,illuminati, mi si passi il termine,a poco a poco artiglia in una morsa irreversibile il sistema stesso,auto distruggendolo!Ecco spiegato, i crolli delle varie civiltà!Ad esempio l'impero romano,pensavano che l'unico sistema di società funzionante, fosse il loro.O,si all'inizio può funzionare,anche per anni,poi però se il sistema non prevede equità,tra tutti i Popoli che lo compongono,equità socio economiche,il sistema esplode. Questo è quello che succede all'unione europea,di etico non ha nulla,si è deciso una moneta unica,che non tiene conto delle economie, di ogni singolo Stato.In più, viene cercato in tutti i modi, di cancellare le singole sovranità,minando alla base la libertà dei Popoli.Il sistema, quindi, sta letteralmente auto distruggendosi.Ecco, secondo me,il motivo del fallimento, dell Europa unita.Per favorire paesi,dove non c'è dignità per la gente(Cina,India ecc.),si è pensato,dietro la spinta americana,di deindustrializzare,parte dei Popoli europei,la tattica però non essendo etica,sta attanagliando,paesi leader,come la Germania, il cui Popolo sta capendo l'errore. Infatti cominciano loro,a pensare di uscire dall'euro!Questa è la mia analisi,da pensionato ignorante,che crede che esistano associazioni,vogliose di dominare il Mondo(vedi Bilderberg),dimenticandosi però del desiderio di libertà e di voglia di vivere della gente!Auguro una buona vita a tutti gli onesti! Paolo buon.

paolo r., Pontestura (Al) Commentatore certificato 13.03.13 01:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che la BANCA D'ITALIA e la BCE, enti pubblici, potentissimi signori dell'economia e dei destini di ognuno di noi siano ENTI PRIVATI?

Possibile che sia pubblico e munito di ampi poteri (vigilanza, politica monetaria, politica finanziaria...) SIA PRIVATO?

E sapete chi sono i privati proprietari, gli azionisti... LE BANCHE!

Orbene come si può giustificare ogni nefanda azione che impoverisce la gente e distrugge l'economia in nome dei parametri di bilancio imposti dall'Europa... quando l'Europa non ha un governo mentre chi governa l'economia (la BCE) è un'ente privato nelle mano delle stesse banche?

Come ci si può meravigliare degli scandali MPS, la più antica banca d'Italia, gestita ad uso e consumo della politica, quando il controllore (la Banca d'Italia) è di proprietà anche del MPS???

QUIS CUSTODIET CUSTODES? CHI CONTROLLA I CONTROLLORI?

Massimiliano Mancini, Frosinone Commentatore certificato 12.03.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Non si può più accettare il mercato come mezzo per la soluzione dei problemi economici e sociali. E' necessario avere una banca nazionale sotto il controllo di un governo del popolo, una banca che aiuta il tessuto delle piccole e medie imprese e fornisce il salario minimo garantito ai disoccupati come via intermedia per la ripresa dello sviluppo, quando il salario minimo cesserà di essere un fine. Il fine e' una riorganizzazione della produzione industriale sotto il controllo del popolo che fornisca i beni di base alla popolazione, una produzione con gli operai che governano il processo produttivo, una rete di distribuzione dei beni con discount pubblici, magari gestiti in cooperativa, con passaggio diretto dei beni dalla produzione al consumatore per evitare inutili figure di speculazione commerciale, una politica industriale pubblica basata sul just in time (JIT) per evitare sprechi e accumulo di merci invendute ed energia sprecata. Non e' importante produrre per vendere all'estero, e' impossibile competere con Cina e altri paesi a basso costo del lavoro. La gente ha bisogno di avere cibo, vestiti, medicine, libri, mezzi di trasporto, sistemi energetici rinnovabili che devono servire anche alla produzione per ridurre la dipendenza dai paesi che vendono petrolio o energia basata sul nucleare.

Umberto Spurio, Ischia Commentatore certificato 12.03.13 10:42| 
 |
Rispondi al commento

NON TUTTI I GIORNALISTI SONO DEI PENNIVENDOLI CHE COME UNA PUTTANA SI VENDONO AL PRIMO CHE PASSA PURCHE' PAGHI !! PER LEGGERE E SAPERNE DI PIU' VAI A QUESTO LINK:http://andreanotari.blogspot.it/2013/03/la-vita-secondo-beppe-grillogian.html


luchecco@libero.it

Ciro

ciro ciruto Commentatore certificato 12.03.13 09:18| 
 |
Rispondi al commento

“Silenzio, nebbia, scompiglio, e fuggi fuggi. Orbo da un occhio, il claudicante arrocca, e mette la torre di guardia in capo al monte.

Il matto crea scompiglio mentre i pedoni avanzano.

So che le cose son vere sempre minimo da ambo i lati, e in esse si trovano testa e, assieme con la forza rinnovante del gesto che lancia in cielo la moneta.

Quella che mi dice che il matto, è il più sano di tutti mentre ci sta dicendo “Mo Vi Mento”!!!

Dice il vero.

Sappiate che “Quello”, sta dietro le cose che non vedete meglio di chiunque altro, e a giocare con la sua lingua si può finir scottati.”

"V", povero V, che vorrebbe seminare odio dietro ogni maschera.

Prima gli ori e le coppe, ora bastoni e spade.

E’ tempo per gli arcani di muovere la ruota.

Vedo due carte affacciarsi alla sorte, Diavolo e Morte, mentre il Sole brilla.

L’Appeso guarda alla Luna, mentre il Bagatto corre sul Carro e porta con se Giustizia.

Quindi l’Eremita siede e porta con se Temperanza, mentre la Forza, vivifica il mondo che è stato rinnovato.”

Possa la verità dispiegarsi dinnanzi ai vostri occhi, e battere nei vostri cuori, per farvi comprendere quel che avete fatto, come ciò che non avete fatto, e darvi modo di benedire il mondo.

Vengo da molto lontano, non mi cercate invano ma in Voi stessi.

Nessun uomo è cosi distante quanto quello che nel suo cuore non riesce più a provare amore.

Vivificate quello spirito che non è pietra, ma dono che lega senza stringere, e unisce senza vincolare.

Virtù che sostiene, comprende e consente. Niente è separato, comprendete questo.

Il giogo non unisce, strozza. Cauti, delicati e schietti, fate buon uso dei saperi e operate per il bene comune.

Che la Forza sia con Voi.

Diamoci manforte.

V non vi avrebbe forse parlato così, ma poi traditi?

Appunto, vi ricordo solo ciò che sapete bene.

V, non sia maschera, ma coscienza unificata, rivelata, produttiva.

Non è una profezia, ma solo quello che c'è scritto.

Manforte!

Jedi Simon

Jedi Amonakur 11.03.13 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Il tempo corre, e con esso, la possibilità di ognuno di migliorare le cose, di pulire il viale, innaffiare il giardino.

Se ci chiediamo tutti cosa stia accadendo veramente oggi, è perché tutto questo silenzio grida a gran voce, e già qualcuno pensa che stiate cancellando ogni prova, e guarda ai numeri dei conti che fuggono distanti, e a quelli che svaniscono nel nulla.

Se vi state ritirando è perché avete già perso, e in gran fretta, state cercando di cancellare le tracce che in ogni caso resteranno, e a nulla varrà l’omertà dei vostri cari, che essi parleranno e anche se avete chiesto loro di sacrificarsi per voi, vi porteranno con se.

Chi si fa presto opinione e certezza su un altro, nutre i pregiudizi quotidiani.

Non fatevi indirizzare per interposta persona, verso una azione od un'altra, e non ridete mai, ma cogliete quanto di buono c’è sempre in ogni cosa.

Senza il cattivo esempio, altri non si potrebbero ravvedere per tempo, e dovrebbero personalmente affrontare quelle dure prove.

Ringraziamo allora quelli che ci hanno fatto perdere la pazienza in favore della nostra pace e calma interiore.

Mai nessuna violenza risolverà questioni come quelle che stiamo affrontando, ma solo misurata consapevolezza che nasce dalla visione trasparente.

Ecco perchè auspico la creazione di un Ministro dell'Armonia e della Trasparenza, che sa luogo di insegnamento della musica come un conservatorio e della Fotografia, per la comprensione della trasparenza, che riluce al di la di quel che si lascia vedere.

Non manchi mai questa consapevolezza, e ci si adoperi per semplificare.

10 sia il massimo degli impedimenti ad ogni cosa, e se si applicasse solo questa regola, si troverebbero immediatamente tempo e soldi perduti in un istante.

Burocrazia e tecnologie digitali.

Quale paradosso!

E smettetela di scrivere a zampe di formica gli ingredienti dei veleni che ci offrite ogni giorno e le fregature dei contratti.

Abbiate il coraggio delle vostre azioni.

Fate meglio.

Jedi

Jedi Amonakur 11.03.13 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Notate come la V che tende al potere riduca le vie per farsi una in tutti e quattro i casi.
Se al contrario, potessimo leggerla come apertura e bivio, potremmo trovarsi due direzioni simultanee, ed anche più, allo stesso tempo, non in conflitto fra di loro, o diametralmente opposte come amano dire quelli che cercano pugna, ma essenti, e risolventi a misura delle realtà affrontate non secondo copione, ma relazione corretta con le cose presenti.
La libertà che tutti amate tanto, è, ben che ci vada, opzione, e la prova è che se le cose stessero diversamente, non vi ricorrerebbe ad una sola soluzione per tutti, ma proporzionalità, senso comune, altruismo e genio, ce ne darebbero tante da offrirci molteplici e meritevoli premi, direzioni, e modalità per il futuro rispondenti alle esigenze diverse dei popoli, che non sono una cosa sola, ma identità facenti parte.
Dalla valutazione corretta e nei contesti particolari, i risultati saranno buoni o cattivi a seconda del coraggio mostrato, che non richiede lacrime e sangue, ma intuito, intelligenza, sapienza e saggezza.
So che molti di voi sono stati formati per deridere quelli che sono in realtà viventi, e diversi dal clone che ci si aspettava, ma vi chiedo di prestare attenzione alle vostre reazioni e ancor prima a ciò che portate alla vostra bocca, poiché esso presto ne verrà fuori senza che neppure voi ne sarete coscienti.
Subliminale, è quell’artificio che consente alla reiterazione continuata, di insinuare nelle menti quelle procedure che non possono che risolversi nelle modalità previste dai casi.
Non è per magia che un quadro qualsiasi finirà appeso ad un chiodo in bella mostra? La scarpa destra vada al piede destro, il ladro ai lavori facili e sbrigativi, e l’architetto a quelli che prendono tempo?

Si faccia caso al fatto che il numero delle mosse non è infinito, e che finita è la dimensione di coloro i quali giocano a dama, agli scacchi, al domino, e usano la strategia per condizionare il mondo.

continua...

Jedi Amonakur 11.03.13 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Se amate la poesia, cercate in essa quei colori che altrimenti non trovereste nel vano parlare di problemi, dati e fatti, discorsi e opinioni che non vi competono e che riempiono quotidianamente il giornale della vostra appartenenza alle cose del mondo.
Una sana disattenzione verso le illusioni del mondo, mette al riparo dai sogni dei balordi e dalle loro malefatte.
Partecipare al plagio, e rinforzarlo, per opposta posizione come pure l’adulazione dei consoni che vi si confanno, darà forza a coloro i quali, nel citare il nome come un mantra, si faranno preghiera, rosario e vizio che si nutre e mantiene l’errore vivo nelle menti.
I principi generativi che rinnovano la cosa, sono altro dalla ripetizione della nenia, dell’evidenza che dalle rape non si cava sangue, come dagli indegni, non ci si può aspettare che si ravvedano all’istante.
Il vizio piega, ed esso porta con se al basso, mentre si fa grande agli occhi degli stolti, che in esso vedono i riflessi della potenza e del potere.
Quando vediamo quei bambini che nel tentativo di mostrarsi già grandi al mondo, sbagliano, sorridiamo.
Tempo al tempo, non affrettiamoci allora ad apprendere il politichese, ma portiamo in quei luoghi che sanno di vecchio, e dove regna la gerontocrazia, quel soffio vitale che rinnova, e mostriamoci flessibili come nessun uomo attempato saprà essere.
I costumi corrotti delle sinarchie, son cosa nota, e il segno della V si diparte da essi.
Corrotti e corruttori privano del vero significato e chiamano con un nome diverso ogni cosa che impedisca od intralci il loro operato.
Farsi disfunzione, per ignoranza come per ingordigia, significa infettare quel che c’e’ di buono nelle cose, come nelle relazioni e negare le possibilità di rinnovamento al mondo.
Beneficiare di problemi creati ad uopo, per arricchirsi attraverso di essi, e aumentare la sfera di controllo su quanto per “legittimazione approvata” si consideri scelta corretta, giusta causa, modo necessario, ed unica opzione.

continua..

Jedi Amonakur 11.03.13 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Siete stati prova del limite che siete.

Ora fatevi da parte.

Date modo. State a guardare.

Nessuna opposizione.

Solo partecipazione.

Attiva.

Azione propositiva.

Manforte, sia la parola d'ordine.

Manforte.

Sicuri.

Si curi questo male e si prepari la via.

Europa è altro da questo.

Fate del vostro meglio.

Non lasciatevi ingannare dai numeri, mai.

V vi avrebbe detto questo.

Jedi Simon

Jedi Amonakur 11.03.13 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Fantasia, è quella che ci vuole.

Immaginazione al potere.

Rammentate questa frase e quando venne scritta sui muri, pensata, vissuta.

Da allora, avete progressivamente perduto l'arcobaleno che era in voi, e pensando in bianco e nero, vi siete fatti funzione del potere.

Il potere di gestire l'altro.

Di dirgli come e cosa si deve fare, in quale maniera, con quali mezzi e in che modalità.

Poi, inseriti gli specialisti, professionisti nel settore dell'interposta persona del terziario, avete creata distanza fra tutte le cose, creando lavoro che è solo assorbimento e funzione del mantenimento degli attriti.

Da ciò deriva la crisi dei numeri, che è figlia della magia dell'illusione che si è presa ancora una volta gioco di quelli che ci hanno creduto.

Al tempo dei Luddisti, venne in mente a qualcuno, che le macchine avrebbero sostituito l'uomo.

Vollero distruggere quel pericolo, vennero sconsigliati.

Chi ne avrebbe beneficiato? Lo sappiamo.
Chi sarebbe stato privato di qualcosa? Sappiamo anche questo.

Ora, se vi fosse stato qualcuno che si fosse operato per praticare la regola dell'equilibrio, si sarebbero chiesti a coloro i quali avevano intenzione di mettere le macchine a lavorare al posto degli uomini, danari equivalenti per quante pensioni sarebbero venute a mancare per quelli che avendo perso il lavoro, non avrebbero più versato un centesimo alla società.

Progressivamente, attraverso l'equilibrio, da un modello all'altro si puo' passare senza strappi, a meno che non ne vogliano creare.

Si chiama transizione. Si può fare, se si vuole.

La Rivoluzione industriale produsse con il benessere di certuni, anche questa conseguenza.
Trovo che lo sfoltimento dei popoli, sia un crimine contro l'umanità, l'ambiente e l'ecosistema, e che i veleni non siano la maniera più corretta per gestire tali regni, ma la più scorretta.

O signori della maledizione delle pietre della Georgia, vi benediciamo.

Fatevi da parte. Sappiamo che per economia intendete "meno uomini"
No!

V

Jedi Amonakur 11.03.13 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Parlamento pulito? No, persone pulite innanzi tutto.
Uomini degni, poi cittadini che lavorano per risolvere e non per creare scompiglio od impedire.
Dallo sforzo è nato tutto questo.
La forza è vita e vivifica ogni cosa che consentirà trasformazione, mglioramento ed evoluzione.
Le stesse leggi della termodinamica sono false, cari miei.

E si dice da tempo, che per colpa degli attriti, non si possa beneficiare dell'OVERUNITY.
Falsa premessa, al servizio dei monopoli che giocano con la scarsità a spartirsi carenza, pochezza, fette di mercato e risorse.
Usare il vento per spostare una pala, che giri, per produrre energia, è cosa antiquata.

Basta sfruttare i flussi nei parametri della risonanza, ed essi forniranno energia gratuita e per sempre, o almeno finche' questo pianeta gira.

Geotermia e maree, possono al di dei numeri che avete osato calcolare.
Scavate e avrete i vostri 50, 60, 70 gradi per farne quel che volete.
Issate un cavo di metallo sulla montagna e giungete al livello del mare. Quale sarà la differenza di potenziale e l'energia che esso trasferirà dall'alto al basso senza muovere un dito?
Voi che fate finta di non sapere, cosa sia il plasma e le fasi magnetiche della gravità, imponderabile mistero che non volete raggiungere.
Io vi dico di dare una occhiata ai PATENT che gli inventori di questo mondo hanno depositato per risolvere già tutti i problemi che conosciamo e che ancora non sappiamo, e poi di calcolare la distanza che intercorre fra quello che è vitale e cosa che offre al mondo, e la mano morta di quelli che relegano al vantaggio di pochi, quei saperi, nascosti, distrutti, cancellati, per timore di perdere gli imperi materiali e i gironi degli inferni che hanno creati in terra.
Vi sono batterie che durano 70 anni, che si caricano con un solo impulso di radiofrequenza in 10 secondi, e possono funzionare di nuovo per 70 anni.
Non vedete o scimmie pirata che lavorano incessantemente sulla vostra ignoranza e dipendenza?

Pace e Armonia.

Jedi Simon

Jedi Amonakur 11.03.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Austerità? Ma no, si tratta solo di rimettere in sesto il motore, e lubrificarlo.

Questo è un lavoro da meccanici.

Si chiamimo i più esperti, e che lavorino professionalmente al problema, come se fosse un meccanismo.

Si chimino i compositori, e che essi compongano opere equilibrate, e attraverso l'utilizzo del contrappunto, cambino la musica e operino in senso armonico sulle strutture ormai ripetitive ed ipnotiche del vizio e dell'errore, come della morale deviata e delle verità perdute.

Si chamino in causa gli Architetti, che conoscono come si distribuiscono i pesi, quali materiali usare, e come saldarli uno all'altro.

Si ricorra a coloro i quali non sono stati istruiti per attuare il disegno, ma lo sono stati per realizzare le funzioni reali attraverso le quali esso a sua volta trae sostegno.

Pare che non vi siate mai accorti o domandati come mai da un lato una scheda integrata elettronica di un PC, o di un cellulare, possa in effetti funzionare tanto bene, mentre, una qualsiasi delle vostre città nella quale abitate è caos, disordine e disfunzione!!!

Immagino che il solo chiedere a tali inventori, di risolvere problemi così semplici come una città e i suoi piani urbanistici, viabilità, produzione e fabbriche, potrebbe portare giovamento.

Chiamate in soccorso coloro i quali sono rimasti in silenzio e al riparo dal malcostume, e sono rimasti integri, rispettosi e degni.

Che i filosofi, spieghino e i poeti con semplici parole, donino al mondo.

Che la distanza fra la mente e il cuore cessi di essere un problema, e si uniscano gli intenti.

Dal dualismo nasce facile il conflitto.

La nuova bvilancia ha 3 braccia, e non due come la vostra ingiustizia, anzi a dire il vero, 4 e 5, e 6, come tutte quelle che volete aggiungere, e provatevi allora ad essere giusti!! Equilibristi da strapazzo, filate dritti sul filo teso sopra l'abisso!

Armonia, non dalla rigidità, ma attraverso la flessibilità. Contratti, siete solo tensione e sforzo.
Pulizia, intento, dedizione

Jedi Amonakur 11.03.13 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Scusate il parlare strano, ma vi scrivo da molto lontano.
Comprendo il vostro problema, ma voi non comprendete il problema che c'e' dietro questa crisi.
Si chiama DISERGIA. Essa è una funzione inversa della SINERGIA, che toglie 10 a quello che ha speso 2, ma non vi starò a spiegare in numeri ed equazioni la cosa.
Disergico è l'insieme dei meccanismi, e cioè degli attriti che avete introdotti nei vostri sistemi.
Fidatevi.
Se vi curaste non di persone come quelle a cui fate appello, e che sono state programmate per pensare, agire, percorrere certi percorsi in modo consono con l’indirizzo dei formatori che li hanno programmati, prima ancora di farlo, otterrete lo stesso risultato di sempre, e cioè, nessun cambiamento risolutivo e mantenimento dello status quo che fa gioco alle parti che formano.
E' la matrice che è difettosa, come si appurerà fra qualche giorno, e dato che lo stampo è difettoso, ognuna delle parti precostituite, rigida per costruzione e incrinata, e abituata al vantaggio egoistico di parte, produrrà CLONI, atti al mantenimento delle mura, delle poltrone e delle iniquità che sono cosa nota a tutti.
Equanimità è altra cosa. Morbidezza e attenzione per la distribuzione corretta dei pesi è altro.
Il vostro baricentro, dove si trova ora?

Più la mano si distanzia dal corpo nel sostenere qualcosa, maggiormente questa peserà.
Siate a misura di quella che è la vostra forza, e non impelagatevi in sogni e illusioni di grandezza che fanno comodo a coloro i quali lavorano sulla disergia dei sistemi per farne lauto pasto, guadagnarci e corrompere il mondo.
In se, e vicina al corpo, si trova la dimensione spirituale e corretta, dei pesi che non gravano, e che anzi, portati nella giusta maniera, divengono assai più leggeri.

Scarpa storta, menisco rotto.
Avanzate a fatica.
Quando la macchina burocratica si fa attrito, è bene ricorrere all'olio.

Ungere non con i danari, come fanno costoro
ma con l'unto che non consenta al male di afferrare la preda. Curare e guarire.

Jedi Amonakur 11.03.13 19:43| 
 |
Rispondi al commento

finanziamento pubblico ai partiti con l'otto per mille. basta soldi pubblici alle confessioni religiose.

concetto minuscolo 11.03.13 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Austerità!

Si unisce culturalmente, socialmente, gli ordinamenti, le leggi, equiparando titoli di studio, si creano collegamenti e strade che vadano da un capo all'altro d'Europa, con un solo codice stradale, stesse tasse, stessi diritti. Doveri. Innanzi ad una sola Costituzione che le contenga tutte. Il meglio di tutte.

Non si unifica in modo arbitrario la sola moneta, per fare affari con i partecipanti alla festa, indebitandoli con l'allettante esca che una grande Europa, porterà vantaggio a tutti quanti.

A quale moneta assomiglia di più il valore dell'Euro rispetto alle valute precedenti?

Ecco, non credo che si possa parlare di essere o no a favore dell'Europa, credo che si debba parlare di RI-farla da capo.

Niente Paura!

Questa è stata solo una operazione finanziaria che ha portato povertà.

Siediamoci al tavolo.

Non amo sentire qualcuno dire che non si potrà garantire a lungo la pace.

Mi fa venire il voltastomaco questo modo di fare.

Si da il caso che se non vi sarà una sforzo di volontà per fare le cose con equanimità, secondo giustizia, la torre verrà su storta e cadrà.

Un canale televisivo Europeo sarebbe un buon principio. Fatti chiari e amicizia lunga.

Identità separate e diverse unificate arbitrariamente solo attraverso i danari grazie all'accordo sui debiti. Ma se questi debiti non si fossero accettati, a priori, siamo certi che si sarebbe avviata questa avventura egualmente?

Conoscete la risposta quanto me.

Questa creatura, nata dall'unione di Euro e Debito, non è Europa!!!

Si facciano le cose come si deve, non come conviene.

Si abbia il coraggio, la decenza e la pulizia, di fare qualcosa di buono, e non di preventivare milioni di diseredati da creare nel futuro dei piani del Directorate General con anni di anticipo.

Immagino che la prosperità come la povertà siano funzioni di una semplice equazione nelle mani di alcuni.

Considerateci Uomini.

Offese e Offensori sono legati al perdono e alla consapevolezza.

I Debiti alla povertà.

Jedi Amonakur 11.03.13 19:34| 
 |
Rispondi al commento

finanziamento dei partiti con l'otto per mille; pechè solo alle confessioni religiose? solo la chiesa cattolica ogni anno riceve circa un miliardo di euro (distribuzione 2010 euro 977.010.978). altro che finanziamento ai partiti.

concetto minuscolo 11.03.13 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Un giorno Germano, Franco e Giorgio, decidono di invitare tutta la classe ad una cena di fine anno.
Pensano a quale ristorante andare, e decidono che andranno a mangiare pesce in un ristorante al mare, che è rinomato per la sua qualità e la freschezza del pesce, anche se è un po caro.

Per qualche giorno in classe non si parla d'altro.

Tutti sanno della cena di fine anno, e vorrebbero prendervi parte.

Gli alunni non vedono l'ora che arrivi il giorno, anche se molti in classe avranno qualche problema forse per pagare il conto, ma ordinando con attenzione, potranno approfittare della cena senza mancare ai loro compagni di rispetto.

Non avendo il coraggio di mettere in chiaro le cose, arrivato il gran giorno, vanno al ristorante, si siedono e cominciano a fare baldoria.

Per non essere da meno, dato che il capo e il vice non si possono deludere e non vorrebbero mai mancare loro di rispetto, mangiano a crepapelle, cibi squisiti, e bevono vini rinomati, senza alcuna titubanza, accordandosi l'un l'altro a bassa voce sul fatto che se dovesse mancare qualcosa, l'amico gliela presterà.

Qualcuno si ubriaca anche un po, e altri, intanto, vedendo gli molti mangiano a crepapelle, non si perdono d'animo, ed rispondono a 4 ganasce.

Appare chiaro a tutti che ad un certo punto della cena, nessuno pagherà la sua parte solamente, ma si farà alla Romana.

E dai, a mangiare, e ad ordinare ancora sino al momento di chiedere il conto.

Finalmente, Germano, Girgio e Franco, chiedono il conto.

Eccolo che arriva. Tirano fuori la loro parte, e lasciano tutti gli altri nella merda.

Ci si sarebbe potuti mettere daccordo per un ristorante un poco meno caro e alla portata di tutti, si dicono Italo e Spagna.

Nicola, ci è rimasto male. Quattro compagni, scappano attraverso la finestra del bagno.

Se solo ci fossimo messi daccordo su un ristorante alla portata di tutti prima di fare questa cretinata!!!

L'oste viene con le maniche tirate su, e sono botte da orbi.

Famo alla Romana?

Jedi Amonakur 11.03.13 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Uscire dall'Euro, o farlo collassare, sarebbe un suicidio di massa. Occorre piuttosto un'Unione Europea governata dai Cittadini europei non dai rappresentanti dei governi nazionali. Occorre una vera banca centrale e un sistema di rappresentanza federale. Più Stati Uniti d'Europa e meno demagogie nazionaliste.

Vivaldo Urtis 11.03.13 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invito , a proposito dell'uscita dall'Euro ( URGENTISSIMA!!!) a guardare i video di Paolo Barnard "Come l'eurozona distruggel'Italia", poi "Il più grande crimine" e , se sivuole sapere chi è Monti veramente ( un discepolo del l'economista che predicava il liberismo selvaggio antistato: Von Hayek) anche il video " Monti odia lo Stato" tutto su youtube naturalmente. Uscire dalla crisi si può, non è semplice ma assolutamente possibile ( vedi uscita dallo SME nel 1992 con conseguente ripresa industriale dell'Italia!!!! E' un precedente importante) ma bisogna VOLERLO cari Grillo e Casaleggio e FARLO Subito fintanto che l'Italia conserva un apparato industriale ancora abbastanza integro...poi siamo destinati alla "Grecizzazione"..OCCORRE FAR PRESTO!!!!

maurizio riva 11.03.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'austerità va fermata. Non è la ricetta giusta in una fase recessiva. Lo capiscono anche i bambini. Se a questo ci aggiungi un aumento delle tasse beh allora è la fine. Monti è riuscito a fare due errori madornali in un colpo solo. Eppure basta guardare gli Usa, basta guardare il Giappone...loro stanno facendo esattamente il contrario e i risultati già si vedono. Ah dimenticavo che noi abbiamo la Merkel e i suoi vincoli...beh se il popolo italiano conta qualcosa con queste elezioni abbiamo detto no 90 a 10 (voti presi da Monti) alla ricetta Monti imposta dalla Merkel...e allora rispettiamo la volontà del popolo. Ci sono autorevoli economisti italiani con programmi già pensati, pronti a mettersi in discussione per suggerire ricette migliori...cosa stiamo aspettando???

RENE' AMICONI 11.03.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

L'austerità sta distruggendo l'EURO?
Non mi sembra, visto che il PIL dell'euro zona è pari a crescita 0 nel 2013 e in crescita nel 2014 pari a +1,3%. Solo l'Italia soffre dell'euro e delle politiche monetarie area euro? Come mai?
Diamo la colpa all'euro quando siamo un paese con deficit strutturali imponenti che ci pone leader tra i paesi del 3 mondo!! Il made in italy non esiste più!! Le aziende si stanno trasferendo in Romania, Slovenia, anche Cina!!! Sarei curioso di capire quanto impatta questa delocalizzazione sulla decrescita del PIL. Ma questi non sono imprenditori, solo solo speculatori i quali pensano che il vantaggio competitivo sia solo di costo e vanno alla ricerca di lavoratori a basso costo. Invece di investire in ricerca, sviluppo, salvaguardia del made in italy ecc.ecc...pensano alla manodopera. Vedi l'esempio, di Calzedonia. Quanto PIL è stato trasferito dall'ITALIA alla BULGARIA? Dovremmo boigottare queste realtà!!

Michele 11.03.13 13:18| 
 |
Rispondi al commento

«Stiglitz non sta fornendo nessuna consulenza economica a Beppe Grillo» (Eamon Kircher-Allen, Collaboratore di Joseph Stiglitz alla Columbia University, 9/3/2013 ).

«Apprendo con sorpresa dai giornali italiani che starei lavorando sul programma di Beppe Grillo. Ma quando mai? Non lo conosco, non l'ho mai incontrato e non sarò mai il suo consigliere. Per quanto mi riguarda, il suo movimento è espressione di una forma di regressione democratica» (Jean Paul Fitoussi, 6 marzo).

«Gli osservatori stranieri sono terrificati dalle elezioni italiane, e giustamente: anche se l'incubo del ritorno di Berlusconi non si è materializzato, lo stesso Berlusconi, Grillo o i due insieme potrebbero destabilizzare non solo l'Italia, ma l'intera Europa. Il M5S? Ha una piattaforma economica incoerente» (Paul Krugman, 7 marzo).

I collaboratori super qualificati li state cercando ora con una richiesta su internet, tipo agenzia interinale...."Cercasi esperto economista per nuovo governo italiano. Astenersi tesserati partiti politici."

PER FAVORE, io non ho votato nè lo PSICONANO, nè GARGAMELLA, nè M5s...UN PO DI SERIETA', RISPETTO E RESPONSABILITA' PER CHI E' APPESO ALLE VOSTRE SCELTE.

Claudio Gimmi 11.03.13 10:13| 
 |
Rispondi al commento

E' necessario insistere con forza sull'uscita dell'Italia dall'euro sottolineando che esistono due modi per farlo. Uno seguendo la linea di Berlusconi portando così il Paese al disastro totale: favorire la fuga di capitali,aprire all'acquisizione estera di capitali bancari e del poco che resta del capitale industriale nazionale e lasciare i salari inermi di fronte all'inevitabile sussulto dei prezzi e delle quote distributive con la conseguente distruzione totale dei diritti sociali. L'altro, quello che deve essere quello del M5S a mio parere: arrestare la fuga di capitali,nazionalizzazione dei capitali bancari, meccanismi di indicizzazione dei salari e di alcuni prezzi base per governare gli sbalzi nella distribuzione dei redditi e l'apertura di un'area di libero scambio tra i paesi del Sud Europa. Se il sistema vigente avesse funzionato, creare un simile modello sarebbe stato compito del PD che ormai esala gli ultimi sospiri. Per correttezza intellettuale riporto l'articolo in cui ho trovato questa analisi da prendere seriamente in considerazione. http://www.libreidee.org/2013/03/il-voto-italiano-accelera-la-fine-delleuro-ma-il-pd-dorme/

alessandra m. Commentatore certificato 11.03.13 09:57| 
 |
Rispondi al commento

si fa tanto dire sul finanziamento pubblico ai partiti, ma sul "partito" che costa di più, quello più costoso e meno controllato, non si dice nulla. la chiesa cattolica costa allo stato italiano circa sei miliardi di euro l'anno (http://icostidellachiesa.it/).
facendo un confronto con il finanziamento ai partiti che
dal 1994 ad oggi hanno ricevuto queste somme:

Area Lega: 120.260.237,37
Area democratici: 759.599.659,64
Area di centrodestra 916.536.489,85
Aera Udc: 121.396.272, 24
Area Di Pietro (a partire dal 2001) - 53.305.757, 75

totale 1.971.098.414

non si capisce come mai nessuno, o almeno troppo pochi e sempre i soliti, denunci questa situazione.

concetto minuscolo 11.03.13 09:47| 
 |
Rispondi al commento

a me invece semplicemente , pare che sia l ' euro che ci sta distruggendo!

patrizia m., oristano Commentatore certificato 10.03.13 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si fa un accordo con il pd per 8 punti confusi e non spiegati, senza cambiare la politica europea di base,senza tornare alla sovranita' monetaria,togliere il conflitto di interesse,seguendo il fiscal compact,il pareggio di bilancio,pagando i tassi usurai ogni anno? e che volete che cambi senza una rivoluzione monetaria. nulla

stefano ragno 10.03.13 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho votato M5S che è un movimento giovane, pur avendo 68 anni, e posso dire che forse la maggioranza dei pensionati che conosco ha fatto lo stesso; il motivo è sempre lo stesso VOGLIA DI LINGUAGGIO NUOVO, BASTA CON IL POLITICHESE DEL DICO E NON DICO, E IMPEGNI CHIARI E AZIONE. Sono d'accordo con Andrea N di Biella e cioè far partire un governo sx, chiudere i punti su spese della politica, dimezzamento dei parlamentari, e chi se ne fr... della nuova legge elettorale tanto si rivincerebbe, e ANDARE A NUOVE ELEZIONI!!!!

Riccardo Florean 10.03.13 17:22| 
 |
Rispondi al commento

ma sia Krugman sis Stiglitz sia Fitoussi hanno pubblicamente smentito di collaborare, né di averlo mai fatto, con Beppe o con il M5S... chi non la racconta giusta? non è che stiamo facendo come Giannino con le sue lauree?

Paolo De Paoli 10.03.13 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo proprio sicuri che la soluzione dei nostri problemi e' nella competizione internazionale ? Di cosa abbiamo bisogno? Di produrre scarpe, vestiti, cibo, mezzi di trasporto, medicinali? Non siamo un paese incapace di farlo. Abbiamo conoscenza di tecnica, una classe operaia tra le migliori del mondo e una rete di piccole e medie imprese di alto livello. Fino a pochi anni fa il mondo comprava beni prodotti in Italia. Possiamo produrre tutto cio' che ci serve. L' energia? Se ogni casa, edificio pubblico, ospedale, scuola si dota del solare termico e del fotovoltaico, se sfruttiamo l'eolico, il biogas e l'idroelettrico, riduciamo ai minimi termini la quantita' di petrolio che dobbiamo comprare all'estero. Ripensiamo alla nostra presenza in Europa, azzeriamo il debito pubblico e produciamo i beni che sono necessari per i bisogni della popolazione. Produrre per fare concorrenza con i cinesi e' impossibile! Produciamo per noi stessi e azzeriamo il debito con le grandi banche. Chi lo dice che non può essere una strada giusta?

Umberto Spurio, Ischia Commentatore certificato 10.03.13 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti,sono e resto della convinzione che per uscire dalla Crisi economica occorre che lo Stato si riappropri della sua Sovranità monetaria mandando a quel paese la BCE che altro non è una banca privata alla quale lo Stato elemosina i soldi per far funzionare i suoi servizi essenziali,quali previdenza,sanità,istruzione.Basta con l'austerità imposta dalla U.E. che sarebbe utile per crescere dopo.Ci prendono anche X il culo.Ricordiamoci che dietro i vari pupazzi di Prodi,Monti,Tremonti.Draghi, e ciarpame politico vario,ci sono le più grandi lobbies bancarie, quali la Goldman Sachs,Jp morgan di Rockfellear,Morgan Stanley.

Agostino Sulis, Samugheo(OR) Commentatore certificato 10.03.13 16:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l intervento di crozza a ballarò che pigliava per il
culo i parlamentari m5s
certo signor crozza queste persone sono piú credibili
e sono i portavoce di un italia che non ce la fa piú
e che ne ha le palle piene di chi si é riempito le
saccocce
questo lei signor crozza non lo ha capito perché fa
parte dell italia dei paraculi dei cosidetti furbi

claudio t., chupaclatir@gmail.com Commentatore certificato 10.03.13 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Amici miei, mentre i nostri guru chiacchierano con i media stranieri, e si crogiolano nei no assoluti, andatevi a leggere questo articolo con cui mi complimento e per l'imparzialità...
http://www.tzetze.it/2013/03/mentre-tutto-crolla-le-tristi-gare-di-burlesque-di-tre-leader-senza-maggioranza.html
Interessantissima la conclusione che dovrebbe far ragionare le brave ed intelligenti persone come molti di noi che hanno saputo sognare ma che adesso devono fare i conti con la ralta dei fatti per salvaguare la democrazia e salvare il la NOSTRA NAZIONE dalle speculazione economiche e dagli interessi di partito ed ora di movimento.
BISOGNA AGIRE SUBITO! Ho smesso 20 anni fa di obbedire bovinamente alle false promesse di leader, o fare cio che dicono I GURU. Per me il buon senso ed il bene comune sono l'unica Legge a cui obbedire! Qui non si fa nulla per il paese, si urla e basta si sputa su tutti, ma guai ad essere sputati perche allora si urla al complotto...La marcia in parlamento??? SI PRENDERE A CALCI NEL CULO I NOSTRI RAPPRESENTANTI PER FARE IL BENE DEL PAESE E DELLE PERSONE CHE LI HANNO VOTATI E SMETTERLA DI LASCIARCI TUTTI AL BUIO NON FACENDOCI CAPIRE DOVE VOGLIONO ARRIVARE E COSA HANNO IN PROGETTO DI REALIZZARE SUBITO E SENZA ASPETTARE!LA GENTE E' STUFA E STANCA DI PROMESSE E CHIACCHIERE VUOLE I FATTI PRIMA DI SOCCOMBERE ALLA CRISI CHE INEVITABILMENTE SARA' AGGRAVATA DAL NOSTRO IRRESPONSABILE COMPORTAMENTO.
RICORDATE CHE L'IDEALE ED IL SOGNO DI UN PAESE MIGLIORE PER NOI ED I NOSTRI FIGLI APPARTIENE A NOI E NON E' APPANNAGGIO DI UNA O DUE PERSONE CHE STANNO De<CIDENDO LE SORTI DEL PAESE. ORA BISOGNA GOVERNARE PER RISPONDERE AL MONDO E A NOI STESSI... ALTRIMENTI LA PAGHEREMO E NE SAREMO RESPONSABILI!

andrea t., roma Commentatore certificato 10.03.13 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'economia secondo me è giusto equilibrio tra chi rischia i propri mezzi o si procura i mezzi che gli consentano un guadagno, che per il rischio corso non puo essere uguale a quello di uno che non rischia nulla.... in tal senso mette un certo numero di posti di lavoro regolato dal rapporto del dare stipendio ad x persone per produrre un prodotto appetibile nel mercato del consumo. Chiaramente piu il prodotto è competitivo e richiesto maggiore sarà il numero di prodotti richiesti di gente necessaria a produrre. Il commercio di tali prodotti innesca un meccanismo virtuoso, per cui l'imprenditore guadagna e paga le tassa, il lavoratore consuma nel mercato delle necessità e paga le tasse, le tasse producono servizi, ed altro lavoro per x persone perche i servizi funzionino... cosa c'è di sbagliato? Nulla se tutti fanno il proprio dovere.Capita che per migliorare gli stati fanno prestiti che devono essere ripagati. Chi secondo voi vedendo la pazzia italiana investirebbe per produrre e dare lavoro? Nessuno! E se alcune problematiche possono essere sanate da subito, il M5S che Fa? favorisce l'instabilità che aggraverà questa situazione producendo ed aggravando la seguente situazione.
Instabilita= Governo senza possibilità di leggiferare= speculazione internazionale= fuga di capitali= Fuga e fallimento di impreditori = Fine di posti lavoro= fine dei consumi primari = Niente tasse= Paese instabile e niente aiuto alle famiglie in difficoltà = fine dei servizi = Paese morto. La situazione non mi convince piu, tutto questo non ha senso, e mi spaventa... Comincio a pensare che ci sia qualche grossa speculazione internazionale dietro M5s che cavalcando la rabbia e la disperazione delle persone, non sta facendo nulla per stabilizzare il paese anzi ci sta indebolendo come movimento e come possibilita di uscire dalla crisi.. non ho capito il senso ed il perche...ma datemi tempo...ci arriverò!!!Brava gente tutto questo non è normale!!! APRIAMO GLI OCCHI,E PRETENDIAMO I FATTI ORA!!!

andrea t., roma Commentatore certificato 10.03.13 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Augurati che non facciamo la fine degli illenici....Beppe ti conviene fuggire,fuggire perché non ti basta fondare la repubblica di S'Ilario...guarda che ti tengo sotto tiro!

Gianluigi Bertoglio 10.03.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia assolutamente condivisibile quanto riportato da Andrea N. di Biella. Volenti o nolenti bisogna cominciare in qualche maniera e il fatto di proporre dei punti chiave come condizioni irrinunciabili sui quali basare la formazione del nuovo governo sarebbe sicuramente un segnale forte. Come dice il sig.Andrea, la questione morale della politica alla quale aggiungerei un punto 4 nella riforma della legge elettorale sono punti che trovano un largo consenso anche al di fuori del M5S.
Un rifiuto di "inserire in agenda" questi elementi da parte dei partiti, sarebbe un ulteriore segnale che in realtà non vogliono nessuno dei cambiamenti che ora anche loro vanno sventolando. La situazione di stallo attuale attorniata da un completo silenzio non giova a nessuno e tanto meno al M5S che rischia ora di venire catalogato come colui che sta impedendo l'avvio un nuovo governo.

Paolo M., PESCHIERA BORROMEO Commentatore certificato 10.03.13 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Pur avendo votato M5S:
questa settimena sarà decisiva per il futuro e, come avevo spiegato in tempi non sospetti cosa sarebbe accaduto economicamente in mancanza di stabilita del paese, anche se con dolorosa consapevolezza,oggi vi dico a mio parere quali saranno i risvolti dell'attuale atteggiamento del M5S!
1)Berlusconi sarà condannato e vedo nel breve termine una evoluzione alla CRAXI, e di questo il M5s non ha merito. Quindi ci sara una ripartizione dei voti alle prossime votazioni e la nascita di nuove coalizioni e partiti in luogo del PDL come lo conosciamo.
2)Bersani al termine della sua attivita in primo piano di premier, pur di non dire che le colpe di quanto accadrà grazie a Lui ed al non fare del M5s(in questo periodo)e salvaguardare il PD fa strada ad un giovane sveglio e voglioso di fare, di nome RENZI(piace anche a me che sono di altre idee politiche!)il quale saprà dare filo da torcere alla vecchia guardia del PD innovandolo e credo migliorandolo fortemente,egli attirerà a se i voti di molti giovani di sinistra che hanno votato per protesta il M5S.
3)MONTI forse non scenderà in campo, ma ho una grande stima della sua professionalità(perchè dietro l'imposizione di austerità nella dificile governabilità ha costretto la Merkel ed Europa ad approvare e mettere in funzione un sistema che ci garantisce un futuro indebitamento a costo ridotto detto SCUDO)ed è più un tecnico che un politico,se lasciato operare senza pressioni potrebbe dare risultati incredibili per il paese, ed essere una grande risorsa consultiva(per chi governa)mantenere l'italia fuori dai guai e chissà magari trovare sistemi per reperire risorse per famiglie ed imprese!Quindi un PD rinnovato e piu vicino ai giovani ed ai problemi del lavoro con Monti nelle schiere potrebbe diventare un colosso tecnico-politico.Rimarrebbe il M5s che dovrà assumersi i danni arrecati per l'instabilità provocata,perderà consensi per incapacità di operare ed agire dando risposte reali a chi ci ha creduto!I FATTI

andrea t., roma Commentatore certificato 10.03.13 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Adesso cercheranno le nuove elezioni metteranno Renzi a capo della sinistra,il problema è che, sia chi ha votato a destra ,chi a sinistra, chi Grillo, molti andranno sicuramente con Renzi. Devi riuscire far qualcosa adesso, dopo forse è troppo tardi.

Flavio scu 10.03.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli...il copione si ripete. Ora si vedrà Monti pres. del senato, Cancellieri o Passera Premier...Eh, eh, eh. Ci tengono in pugno, diranno: "lo facciamo per l'Italia, non siete stati nemmeno capaci di darvi un governo stabile, poverini, noi aiuteremo il paese a non cadere nel baratro". Già nel fottutissimo baratro, lo stesso dell'altra volta. La spada di Damocle del declassamento da parte dei mercati già pende sulle nostre teste. Per non cadere nel famoso baratro ci metteranno a mollo in un pozzo nero con la merda fino alla bocca. Ma la colpa non è del Grillo di turno, vi siete chiesti come mai in Grecia e in altri paesi a rischio, non sono mai uscite delle maggiornaze certe alle ultime elezioni? Buena suerte a todos!

Lorenzo B. Commentatore certificato 10.03.13 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si aquista una casa e si critica i vecchi proprietari che erano sporchi..... Sai cosa si fà! Si entra dentro e si pulisce con ramazze e stracci puliti e con metodo. Non giocare con il fuoco c è gente che ha veramente fame.....è che soffre per le nefandezze perpretate ad oggi.ti abbiamo dato fiducia in tanti,lo so non hai la bacchetta magica ma comincia a fare ciò che hai urlato nelle piazze, i mezzi di comunicazione ci stanno facendo vedere un grillo diverso..... Corri ai ripari aiutaci. Se vai avanti così si tornerà al voto, e nessuno ti voterà più.....ho è quello che vuoi!!! Decidi.....

Elisabetta lucaccioni 10.03.13 09:23| 
 |
Rispondi al commento

Sto ascoltando in giro discussioni sulla opportunita' o meno di associarsi a qualche partito.... Ne sento alcuni, anzi i piu' che propongono il PD . Mi fa pensare che molti hanno votato 5stelle con la speranza di mischiare questo movimento con la sx , senza sapere che per noi nn esiste dx o sx o centro..... Esiste solo la voglia di cambiare modo di fare politica . Via i partiti... Via le lobby....via la gente legata ai carrozzoni che sfruttano l ' Italia .... Via i mass media che non sono liberi di dire la verita' ... Via una Europa non votata ne' voluta da noi .... Via una moneta che non e' moneta ...

luigi damiano 10.03.13 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Qui degli articoli che smentiscono le collaborazioni menzionate sul post. a chi dobbiamo credere? su quali dati di fatto? abbiamo bisogno di conferme

http://www.giornalettismo.com/archives/818479/stiglitz-smentisce-ancora-beppe-grillo/

BRIANZA ANTONIO (mpa), montagnana Commentatore certificato 10.03.13 02:52| 
 |
Rispondi al commento

PARTE1. Caro Beppe , credo sia oramai indispensabile portare innanzi al paese TRE punti netti , semplici e facilmente identificabili dalla gente, ovvero espressione di coerenza e al tempo stesso di concretezza con quanto detto fino ad oggi :
1)Riduzione degli stipendi a 3.000 euro netti al mese
2)Abolizione deli rimborsi elettorali con effetto retroattivo a 5anni ( oppure pensare ad una DRASTICA riduzione del rimborso da 5 euro/elettore a 1 euro/elettore superando in questo modo la solita critica “la politica sarebbe appannaggio esclusivo dei ricchi ecc..” )
3)Due legislature
So molto bene che il programma del Movimento è cosa ben più articolata e racchiuda in se istanze di profondo cambiamento, una vera e propria rivoluzione culturale, ma oggi più che mai è divenuto strategico ed impellente COMUNICARE non solo agli elettori del movimento ma a tutto il paese ( anche a coloro potrebbero essere dei potenziali nuovi elettori) che siamo una forza seria e di governo e che il cambiamento passa in primis proprio dall’abolizione dei privilegi. Guarda Beppe che niente è così sentita come la questione morale, nessun altro argomento riscuote così ampio consenso quando qualcuno vuole davvero toccare (anzi demolire) i privilegi di questa gente, che non cè null’atro di così efficacie per ottenere risultato elettorale. Lo hai urlato in tutte le piazze ( ed io seguito ed ascoltato in più appuntamenti dello Tsunami Tour), ora è il momento di presentarlo nel conto alla classe politica.Guarda Beppe, bisogna essere consapevoli che buona parte di coloro che hanno deciso dare il proprio consenso al Movimento, in questa tornata elettorale, NON sono ne informati di politica ne tantomeno risultano essere assidui lettori del BLOG, bensì persone che questa volta hanno fatto una scelta sulla scorta del sentito dire, del vociferare e del sentimento comune di avversione alla solita politica e soprattutto ai suoi borbonici privilegi.

andrea n., biella Commentatore certificato 10.03.13 01:47| 
 |
Rispondi al commento

Ed è su questo tasto che dobbiamo battere se vogliamo cogliere in contropiede la politica ( e le sue prevedibili strategie basate sullo “scambio”)e comunicare al POPOLO che questi signori non sono disponibili ad abbandonare poltrone e potere. Andare dinnanzi al presidente del consiglio e porre quale elemento pregiudiziale, per il via libera alla formazione del governo, i TRE semplici ( e comprensibili) punti . Significherebbe essere coerenti con chi ha votato movimento e al tempo stesso essere propositivi in favore del cambiamento. In caso di rifiuto ( MOLTO PROBABILE )dell’inserimento in agenda dei TRE punti sopraccitati, farebbe ricadere TUTTA la responsabilità, della mancata formazione del nuovo governo, ai vecchi parrucconi della politica e non al Movimento 5 stelle come si sta sempre più invece delineando anche fra i nostri sostenitori. Ti dico questo perché chi ti scrive proviene da una realtà territoriale ( Biella) che ha espresso grande voglia di rinnovamento votando in massa il Movimento , ma che ora sta manifestando sempre più insofferenza per questa poco comprensibile chiusura o meglio assenza di proposte nette , limpide e soprattutto facilmente individuabili (nel marasma dell’informazione- disinformazione generale ). L’attività che svolgo mi porta spesso a confrontarmi con la gente e ad avere scambi di vedute in merito ai fatti del giorno e sulle prospettive che si potrebbero delineare. Ti posso assicurare che (tolto l’effetto “premio al vincitore” del dopo-elezioni che vedeva il M5s a quota 29 %) il consenso si sta riducendo sempre più. Le corse in maschera, il silenzio assoluto e soprattutto l’assenza di proposte concrete stanno demolendo ogni giorno che passa tutto il gran lavoro che è stato svolto fino ad esso e di cui tu solo sei il vero artefice. Beppe, presenta i TRE punti dinnanzi al paese, attendiamo il loro Niet e a quel punto via, si torna ancora nelle Piazze e sul blog ad urlare che la vecchia solita politica RIFIUTA il cambiamento.

andrea n., biella Commentatore certificato 10.03.13 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Ha Beppe ci hanno già provato da predappio!Hai rotto il cazzo,Afffffffanculo vacci TU,ma non trascinarti dietro anche gli ITALIANI CHE NON TI HANNO VOTATO,che sono tanti e,se non la pianto di fare il pagliaccio,staccano il martello dalla falce e ti fanno fare una fine infausta....da tuo vicino di casa,ricordo di un fuoristrada nero con il roll bar inossidabile e molto inquinante che mi rombava sotto casa,eppure già parlavi di inquinamento ed energia pulita,la tua coscienza lo è?Lo sanno i tuoi adepti...se ci trascini nel baratro.......cambia città,nazione e costellazione!

Gianluigi Bertoglio 10.03.13 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Insisto nel proporvi la correzione del passaggio sull'Economia Aziendale. A supporto vi riporto una citazione di uno dei massimi esponenti della scuola italiana:
“L’economia insegna invero che anche per le imprese – come per gli individui, le famiglie e le nazioni – la prosperità si conserva durevolmente, e si sviluppa, diffondendola presso gli altri, piuttosto che difendendola contro gli altri. Non dura a lungo la prosperità degl’individui, delle imprese e delle nazioni, costruita sulla miseria altrui. Le conclusioni dell’economia convengono, in questo, con le esigenze di una superiore etica sociale”.
Pietro Onida delinea con poche parole i principi di base di un pensiero economico tutto europeo continentale, che unisce immaginate un po’ soprattutto Italia e Germania, vale a dire l’Economia Aziendale, i cui studi furono inaugurati in Italia da Gino Zappa nel 1926.

Il pensiero economico aziendale offre una chiave di lettura del fenomeno delle aziende oggi più che mai attuale, perché postulando la perdurabilità, ossia la tendenza delle aziende a permanere nel tempo rinnovando i processi produttivi, le eleva a realtà sociali in costante ricerca di armonia col contesto interno ed esterno, ossia, in ultima analisi, realtà etiche in sé in quanto dotate di un’esistenza proiettata nel lungo periodo.

Una delle espressioni più forti della natura etica delle aziende risiede nel principio dell’equità nella distribuzione del reddito, secondo cui la ricchezza prodotta deve essere equamente distribuita tra i fattori che hanno consentito di produrla, primo fra tutti il lavoro, ma non ultima l’azienda stessa, in cui è necessario reinvestire i profitti per apportare le innovazioni necessarie per sopravvivere sul mercato e sviluppare l’attività.

FRANCESCA SODERO 09.03.13 23:30| 
 |
Rispondi al commento

BASTA BASTA BASTA

ma se tutti continuano a massacrare il M5S perche' continuano a volerlo? Se dicono di tutto di piu' ma perchè continuano a volere i SUOI voti.
VI PREGO SPIEGATEMI PERCHE'?

paolo ferroni 09.03.13 22:12| 
 |
Rispondi al commento

..TROPPI SQUALI...

angeldevil p. Commentatore certificato 09.03.13 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Come è possibile asserire la bestialità che l'intellighentia europea non ha capito la portatata della crisi economica, l'ha capita benissimo, è che non la vuol e gli fa comodo non capirla ed è diverso. E' in tutto simile a quella del 1929 con il crollo della borsa USA causata da un eccesso di investimenti di azioni ed obbligazioni di aziende costruttrici di case in Florida, era il sogno americano trascorrere gli anni della pensione al caldo, il castello di carta crollò e trascinò nel baratro l'intera economia, come quella di allora questa crisi nata sul rifinanziamento mutui delle case USA e trasformati in derivati dalle banche americane, un eccesso di carta, egualmente come quella di allora esportata in Europa. Non si vuole capire il problema, calcaldo il primo degli assunti di Naom Chomsky, filosofo e linguista che asserisce; vengono creati ad arte problemi inesistenti, ampliati dai media, presso la pubblica opinione, per non identificare la radice del vero problema. Il vero problema di oggi,come allora era il servaggio della politica dal capitale, esso era stato identificato già da Lenin in suo discorso ai Soviet ed agli operai nel 1918, era il capitale ed i potentati economici che controllano e guidano la politica tutta, come esempio citava gli USA e la Francia ma può essere applicato a tutte le democrazie parlamentari. Negli Usa il servaggio della politica al capiale è ancor più stridente, ma tale concetto vige anche da noi. Se turba il richiamo a Lenin, potrei citare Carlo Rosselli o Onorato Damen ed Arrigo Cervetto che amnche loro avevano individuato la radice del vero problema. Occorre se si vuole che la politica cambi recuperare la legge del plus-valore di Carl Marx. Il plus-valore è l'iniquo accumulo di capitale ottenuto a discapito dei lavoratori che concorrono nel formarlo. Si deve ottenere una più giusta redistribuzione del reddito e nazionalizzare le banche come preconizzato da Rosselli nel 1930, solo in tal modo si potrà uscire indenni dalla cris

arnofaravelli 09.03.13 18:12| 
 |
Rispondi al commento

ORA STIAMO PAGANDO GLI ECCESSI DI SOBRIETA DI TUTTO E DI TUTTI I POLITICI E DEL MONDO DELL'IMPRENDITORIA CORROTTA DI QUEGLI ANNI ASSUNZION FACILI NELLE GRANDI INDUSTRIE ITALIANE DEI VARI SETTORI IN NUMERO FUORI OGNI PARAMETRO DI CONTROLLO DI INDICE DI CRESCITA,ADESSO CE LA PRENDIAMO CON L'AUSTORITA TROPPO FACILE A DIRLO MA LA VERA COLPA DI QUESTO BUCO NERO CHE CI STA POLVERIZZANDO TUTTO IL DANARO CONTANTE E DISPONIBILE E' SOLAMENTE DI QUEGLI UOMINI POLITICI E ECONOMISTI DELLE ISTITUZIONI DI QUEGLI ANNI CHE HANNO VOLUTO CON GRANDE FERMEZZA CONVINZIONE E APPROVAZIONE TUTTO QUESTO. BASTA SI DOVEVA FERMARE QUESTO VORTICE ALL'INIZIO QUANDO CON LE OPPORTUNE MISURE SI SAREBBE POTUTO EVITARE TUTTO QUESTO.ORA LECHAMOCI LE FERITE ED ANDIAMO AVANTI PER UN GRANDE E PROFONDO INNOVATIVO CAMBIAMENTO CHE POSSA PORTARE IL PAESE FUORI DALLA MERDA, SEMPLICE INIZIAMO A TAGLIARE I BENI DI CONSUMO UNO DI TANTI E POI DEVO CONCLUDERE E ANDARE VIA , IL CARO BENZINA, ASSICURAZIONI BOLLO AUTO,IMU,TASSO BANCARIO APPLICATO PER I MUTUTI E IL CREDITO ALLE IMPRESE E TANTO ALTRO DA FARE FINO A LIVELLARE COSTI E RICAVI SUL REDDITO MINIMO CHE DEVE ASSOLUTAMENTE CRESCERE

salvo locca (sasysalvo), Ottaviano Commentatore certificato 09.03.13 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Riporto link con la smentita del francese.
Qualcuno ha altre info?

http://www.lettera43.it/politica/fitoussi-non-ho-mai-lavorato-per-grillo_4367586581.htm

Enrico 09.03.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Prendere i soldi dalla casta è giustissimo ma non è abbastanza per uscire dalla crisi senza colpire i lavoratori.
Chi guadagna più di 3 o 4, o diciamo anche 5000 euro al mese non ha nessuna motivazione e nessuna giustificazione razionale per averne di più! Il denaro eccedente deve essere investito per il benessere degli altri, per la crescita sociale e culturale.
Essere ricchi è un crimine contro l'umanità!
Buon pomeriggio a tutti!

Fracesco N. 09.03.13 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non sanno più cosa inventarsi e finita un'epoca

Giovanni Ruo 09.03.13 16:08| 
 |
Rispondi al commento

sono fermamente convinto che più che di crisi si debba parlare di squilibrio, disarmonia. sono le abitudini squilibrate e disarmoniche degli uomini che per un vizio di evoluzione si stanno ritorcendogli contro. più che un governo tecnico ci vorrebbe una presa di coscienza illuminata da una nuova cultura del benessere, cioè da una nuova cultura dell'educazione sociale, dell'alimentazione, della produzione eco compatibile, del consumo intelligente ecc.l'euro rappresenta i beni e i servizi di un popolo, ma se questo è "malato"....

angelo andriani 09.03.13 16:06| 
 |
Rispondi al commento

questo buco nero nato negli anni 2000 e scoperto in tutta la ,sua potenza distruttiva subito dal 2001. alcuni anni addietro quando ci fu il consenso di certi politici esponenti rappresentanti e presidenti di banche, Romano Prodi, Carlo Azeglio Ciampi e tutto l'ordine istituzionale politico di allora, i quali affermavano che l'EURO avrebbe portato stabilità riparo da qualunque crisi mondiale e crescita economica, concordando e trattando a colpi di firme con la GERMANIA E ALTRI PAESI CHE DECISERO DI ENTRARE A FAR PARTE DELL'UNIONE MONETARIA EUROPEA, CERCANDO DI CONTRASTARE LA SUPREMAZIA DEL DOLLARO; ovvio che e ricordo bene allora che alcuni esponenti politici e economisti di vari paesi come la Germania stessa la Francia L'Inghilterra, quest'ultima infatti non è mai voluta entrare> ERANO CONTRARI ALL'AVVENTO DELLA MONETA UNICA EUROPEA, IN QUANTO AVREBBE PORTATO INSTABILITA DI CRESCITA ECONOMICA E FORTE DIVARIO IN TERMINI DI CAMBIO, CONCORRENZA, CONTROLLO DEI PREZZI,POTERE D'AQUISTO E SOSTENIBILITA DI CRESCITA SVILUPPO LAVORO E IL RIENTRO DEL DEBITO PUBBLICO, INFLAZIONE E RISANAMENTO DEI CONTI PUBBLICI NEI PARAMETRI PATTUITI E ACCORDATI CON IL RESTO DELL'EUROZONA, MA IN PARTICOLARE CON LA GERMANIA LA QUALE ERA LA PIU' SICURA DA QUALUNQUE SPECULAZIONE AVENDO IL MARCO FORTE NEI CONFRONTI DELLA STERLINA E DEL DOLLARO,CONSEGUENZA CON L'AVVENTO DELLA GRANDE GLOBALIZZAZIONE,RESCESSIONE AMERICANA,FORTE CRESCITA DEI PAESI ASIATICI E PETROLIFERI,CARO PETROLIO,SBAGLIATA E SCELLERATA CONDUZIONE DEI GOVERNI DI QUEGLI ANNI FINO A POCO TEMPO FA, MANCATA ATTUAZIONE DI UN SISTEMA CHE TENESSE SOTTO CONTROLLO LA CONVERSIONE DEI PREZZI TRA LIRA IN EURO HA PORTATO AD UNA GIGANTESCA SPECULAZIONE TRIPLICANDO I PREZZI DEI PRODOTTI LOCALI, tutto è andato fuori controllo corruzione mazzette tangentopoli miliardi di euro sprecati rubati e spariti sotto la guida dei politici di quegli anni in ITALIA, infine i grandi banchieri gli stessi che percepivano quel denaro sporco hanno voluto L'EURO

salvo locca (sasysalvo), Ottaviano Commentatore certificato 09.03.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe mia che ti fee di guai!!!

Gianluigi Bertoglio 09.03.13 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Permettetemi di dissentire con l’ondata anti-Euro, perché l’Euro è solo una moneta di scambio.
E’ come prendersela con un coltello se tagliando le cipolle ci si taglia la mano per imperizia.
Io vado spesso in Germania e conosco prezzi (es. alimentari mediamente più bassi dei nostri) e salari (mediamente più alti dei nostri).
Non mi risulta che le nostre tasse vadano nelle casse di Berlino.
Se i nostri politici hanno creato un debito assurdo, ingrassando gente che si è portata i soldi nei forzieri svizzeri o nei paradisi fiscali, non possiamo prendercela con l’Euro.
Chi è in mala fede cerca di rivoltare la frittata e indica un capro espiatorio credibile: è colpa della politica della Germania, le politiche di austerity ci affamano, ecc… Ma chi ha deciso quanto e come spendere i soldi che oggi costituiscono il nostro debito ?
Chi oggi perde il lavoro non lo ritrova grazie alle lungimiranti politiche di sviluppo degli ultimi vent’anni.
E se non si arriva a fine mese dovremmo sapere tutti perché: oggi paghiamo meno un insignificante telefonino rispetto a una spesa alimentare al supermercato, che però non mi risulta che per la maggioranza dei prodotti sia di provenienza estera (forse che oltre all’IVA esorbitante ci siano troppe intermediazioni e troppa speculazione ?).
Le regole poi si possono anche cambiare, ma conta la credibilità, che vuol dire iniziare a spendere in modo assennato, ridimensionando e destinando i fondi alle urgenze e cercando di eliminare i veri e propri regali nei confronti di corrotti, evasori e parassiti di ogni specie, malavita organizzata, multinazionali, lobby, monopoli di fatto, ecc...
Infine riflettiamo sul fatto che tutto è cambiato: non è possibile pensare a un paese autarchico; gli eventuali rapporti di cambio pensiamo davvero che possa dettarli l’Italia ?
Oppure che possiamo improvvisamente da un giorno all’altro non acquistare più dall’estero energia elettrica o altro indispensabile per la nostra sopravvivenza?
Io non ci confiderei.

Antonio T., Valfenera Commentatore certificato 09.03.13 15:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon giorno a tutti i lettori. Scrivo a seguito dell'articolo di Murnau e di alcuni concetti di teoria economica e monetaria che mi piacerebbero fossero approfonditi. Sono contento che ci sia stato un contatto tra Grillo e Krugman, e mi piacerebbe che questi contatti fossero più frequenti ed oggetto di dibattito.
Vorrei che la discussione approfondisse due aspetti:

1) carenza di liquidità del sistema economico e finanziario
2) Ineguaglianze di reddito- dove e con che effetti.
Nonostante qualche studio di economia politica con buoni professori ( tra cui D.P.Giarda) ma, soprattutto, Ezio Tarantelli, non ho nè competenze specifiche nè esperienza sufficienti per proporre analisi o suggerire strumenti di intervento. per questo chiedo aiuto agli altri partecipanti al blog.

Ma prima di passare a discutere di politica monetaria in un prossimo scritto, vorrei che, sul punto 2) cioè le ineguaglianze, qualcuno mi desse informazioni su un dato che non conosco.
IL REDDITO 2012 E' DIMINUITO COMPLESSIVAMENTE DEL 2,2 %

QUAL'E' LA COMPOSIZIONE DI QUESTO DATO, CIOE' DI QUANTO E' VARIATO IL SETTORE PUBBLICO E DI QUANTO E' DIMINUITO QUELLO PRIVATO, INTESO COME QUELLO APERTO ALLA CONCORRENZA INTERNAZIONALE ???

Grazie ed a presto.

Guglielmo BRUNI, MILANO Commentatore certificato 09.03.13 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici del M5S,
Sono un medico ospedaliero di 39 anni, vivo a Canicattì e ho con entusiasmo votato sia alle elezioni regionali che alle recenti nazionali x il M5S. Anche se ho una storia politica abbastanza lontana (sono un ex elettore MSI) condivido in pieno l'esigenza di cambiamento e "rottamazione" portata avanti dal M5S

Marco Airo' Farulla 09.03.13 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno. Nel mucchio di proposte arrivate per il conteniemnto della spesa pubblica ho letto poco, forse per disattenzione, sulle spese militari. Mi sembra che si sia posto l'attenzione solo su F35 E missioni militari. Ma che dire degli ospedali militari, enormi strutture con personale medico sotto o per niente utilizzato e in posizioni semicentrali delle grandi città che potrebbero essere riconvertiti per usi civili o addirittura chiusi e gli immobili venduti?

carlo scognamiglio 09.03.13 14:54| 
 |
Rispondi al commento

2 PARTE
Economisti, ambientalisti, giurislavoristi, esperti in giurisprudenza e messa in sicurezza del territorio, architetti ed ingegneri per l'ammodernamento infrastrutturale del Paese ed il riassetto idrogeologico con recupero del patrimonio edilizio esistente, mediante un nuovo piano paesaggistico ed urbano.Con tale iniziativa avrebbe peraltro termine, il gioco delle parti, laddove prima di ogni importante delibera, si chiamavano al tavolo delle decisioni, i sindacati, le associazioni di categoria, gli ordini professionali, le lobby interessate, insomma tutti i poteri forti, e dopo riunioni fiume, con il blocco dei veti incrociati, si partoriva il classico topolino con piena soddisfazioni di tutte le categorie partecipate e con la benedizione del politico di turno, che si vedeva così confermato il proprio mandato ad eternum, alla faccia degli interessi della collettività. Come trovare le risorse per pagare queste menti eccelse necessarie al rilancio economico, sociale e civile del Paese? Semplice, dai risparmi legati alla riduzione dei costi della politica. Nell'immediato da un taglio drastico, di almeno il 70% del finanziamento pubblico ai partiti e dalla riduzione del 50% di tutte le voci costituenti il trattamento economico di competenza dei parlamentari e di tutti i consiglieri regionali e comunali, nonchè dall'abolizione immediata di tutti i vitalizi compresi quelli agli ex onorevoli che percepiscono altri redditi superiori ad un tetto da stabilire. Successivamente, ulteriori risparmi saranno possibili con la riduzione di tutti gli organici parlamentari, regionali, comunali e dall'abolizione delle province, quest'ultime utilizzate dai partiti per sistemare parenti ed amici, e poi altro ancora, basta vedere gli enti utili alla partitocrazia ed inutili per i cittadini.

ALBERTO FERRETTI 09.03.13 14:44| 
 |
Rispondi al commento

1^ PARTE

Dal Paese si alza sempre più forte la richiesta di cambiamento e rinnovamento della classe politica. Il consenso dato al M5S va in questa direzione ed è ora necessario trasformare questa aspettativa in qualcosa di più concreto, che consenta alle persone di migliorare le proprie condizioni di vita. Abbiamo innanzitutto bisogno di avere alla guida dell'Italia, le nuove generazioni, i nostri giovani laureati, di tutte le parti del Paese, per ricreare anche una sana comunità. Facce nuove, pulite, non compromesse sul territorio.Tutto ciò però non sarà sufficiente, perchè ora si tratta di affrontare il problema maggiore, tirare fuori il Paese dalle secche di una profonda recessione e dalla palude della politica del malaffare portata avanti da una corrotta ed irresponsabile classe dirigente, che si è dimostrata inadeguata, incapace ed in diverse occasioni collusa sia con i poteri forti che con quelli mafiosi. Come uscire da questo pantano? Un'idea potrebbe essere quella di affiancare ad un governo politico formato dai giovani laureati del movimento, un supporto tecnico, formato dai più grandi scienziati ed economisti del mondo, in qualità di consulenti a tempo pieno. In altri termini, un governo tecnico, parallelo a quello di indirizzo politico.

ALBERTO FERRETTI 09.03.13 14:42| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO GLI ORSI DELLA LUNA ..... NON TE LO DIMENTICARE ........LORO SI CHE STANNO VERAMENTE MALE , IN QUELLE GABBIE ... NON TI DIMENTICARE DI JILL E DI QUELLO CHE STA FACENDO ....AIUTIAMO STI POVERI ORSI ...... CINESI COREANI E VIETNAMITI DEVONO MORIRE TUTTI ........ BRUTTI BASTARDI !!!!!!!!!

Daniele saporito 09.03.13 14:35| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più bella che vedo solo lamentele e non fatti.....cosa cambierà non si sa, spero solo di non restare illuso come sempre....

Callioni 09.03.13 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Mi sono quasi rotto della campagna mediatica denigratoria nei confronti di Grilli e M5S... Se i giornalisti impiegassero un 10° del tempo dedicato a questo per scovare la merda dei politici farebbero meno fatica e soprattutto non dovrebbero inventarsi nulla... Intanto non ci fate cambiare idea

gianluca lanza (giangi mano libera), biella Commentatore certificato 09.03.13 14:08| 
 |
Rispondi al commento

vi vorrei dedicare una canzone e dire grazie :)
http://www.youtube.com/watch?v=aPBaP1JyJwU

silvia b., pietrasanta Commentatore certificato 09.03.13 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nell'ultimo post del Prof.Bagnai, si vede un grafico che descrive la dinamica della media dei redditi italiani dal 1980 ad oggi(dati F.M.I.).Notate quanto crescevano nonostante la "Liretta" e la grande corruzione dei nostri governi.Osservate cosa è successo dopo l'ingresso nella moneta unica.I dati successivi al 2013 sono previsioni, che come sappiamo, sono sempre visioni deliranti(come la luce in fondo al tunnel).
http://goofynomics.blogspot.it/2013/03/anni-buttati.html

Saigo Takamori 09.03.13 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dalla mia famiglia il M5S ha avuto 10 voti,desidero che facciate applicare il Vs Statuto .
Mettete in discussione il cambio €-lira,il cambio doveva essere 1€=1000 Lit,,con Lit. 1.000.000 prima si viveva,oggi con 500€ si muore di fame! Grillo , lo faccia capire a quel tonto di Prodi, Lui con il suo stipendio vive benissimo.Chieda conto a chi ha accettato il cambio € Lit,e faccia in modo che venga messo doto processo.
Grazie

Rosati Luciana 09.03.13 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete info al riguardo?:
http://newsdalbasso.wordpress.com/2013/01/23/fin-che-la-barca-va/

Fabrizio D., Bologna Commentatore certificato 09.03.13 13:32| 
 |
Rispondi al commento

“Appello a Beppe Grillo e al Movimento 5 Stelle: se non ora, quando”?

“Caro Beppe Grillo, cari amici del Movimento 5 Stelle”...


Firmato da:

Remo Bodei
Roberta De Monticelli
Tomaso Montanari
Antonio Padoa-Schioppa
Salvatore Settis
Barbara Spinelli

Testo completo e possibilità di firmare l' appello al link sottostante:

http://temi.repubblica.it/repubblica-appelli/?action=vediappello&idappello=391293&ref=HRER1-1

EVOLUZIONE E CAMBIAMENTO !!!

Lux Luci 09.03.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

So che magari non è il posto giusto dove postare questa proposta, ma in attesa della piattaforma, vorrei lanciare una proposta di legge o variazione per quanto riguarda la Sanità.
Non ho mai capito perchè nel servizio sanitario, dove spendono Milioni di euro per macchinari mai andati in funzione, milioni di euro in protesi ( vedi scandalo in puglia) che non sono mai state usate, e non prevdono un servizio completo di Ortondonzia. Perchè non inserire nel servizio sanitario la possibilità per tanta gente che non può permetterselo la possibilità di potersi curare COMPLETAMENTE i denti?? Sarà perchè le lobbye dei Dentisti non lo permettono?? Ovviamente solo per quelle persone che davvero non hanno la possibilità di potersi curare privatamente. Io faccio parte di una categoria che fortunatamente ha la possibilità di potersi curare privatamente, ma sarebbe una cosa giusta dare la possibilità a gente che non sorride per le problematiche legate al lavoro o altro, ma che almeno abbia la possibilità di poter sorridere non vergognandosi di farlo. Magari chiamarla " Legge sorriso" credo che tutti abbiano il diritto di sorridere.
Grazie

Dario Paparella, Bari Commentatore certificato 09.03.13 13:30| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Nei paesi sud europei, la causa, a parte note ruberie e sprechi, è sempre la stessa: la cultura identitaria, il campanilismo...; nei luoghi di lavoro greci si parla solo greco, nei luoghi di lavoro spagnoli si parla esclusivamente in spagnolo e in italia si parla solo l'italiano. In germania e nei paesi nord europei nei luoghi di lavoro non si parla.., si lavora.

Antonio A. Commentatore certificato 09.03.13 13:28| 
 |
Rispondi al commento

dura ma se crediamo in un cambiamento questo e' il momento. Paure? Si, l'incolumità di Beppe Grillo ciò che è pericoloso per il sistema deve essere polverizzato e l'invasione di Multinazionali che per mezzo del dio soldo, telefonate minatorie non ostacolino la rinascita. Aggiungo che da decenni nei suoi spettacoli fuori Italia si è sempre battuto per dire verità. Ma era un comico.....leggete questo articolo, caso: Parmalat. Rompo il ghiaccio.Anche i comici sapevano...la Consob e la Banca d'Italia che facevano?Fanno finta di cascare dalle nuvole?

Riporto alcuni spezzoni dell'interrogatorio di oggi di Beppe Grillo interrogato come «persona informata sui fatti» sul crac della Parmalat al comando provinciale della Guardia di Finanza di Piacenza.

«Al magistrato ho ripetuto quello che da tempo vado dicendo nei miei spettacoli. Cose che dico da anni e che erano cose sulla bocca di tutti. Parmalat è una debacle, ma è solo la punta di un iceberg enorme. Ma la vera catastrofe è l'informazione: è grave che queste cose vengano fuori da noi, dai comici non dalla stampa che è arrivata dopo». Morbidelli Carlo

Carlo Morbidelli 09.03.13 13:24| 
 |
Rispondi al commento

Governare è difficile, governare gli italiani difficilissimo

Il problema della decadenza morale e materiale dell'Italia e dei suoi conti privati e pubblici è legato ad un insieme di cause. Ci sono sia cause strutturali interne che frenano uno sviluppo sostenibile, sia accordi internazionali penalizzanti che legano le mani a qualsiasi riforma sostanziale della società e delle istituzioni. Le cause interne sono legate ai comportamenti individuali dei cittadini italiani e all'organizzazione delle loro relazioni sociali, come ad esempio il rispetto delle regole e l'imparzialità nelle organizzazioni legali o all'esistenza di organizzazioni illegali e alla loro reciproca connivenza. L'educazione e la coscienza civica di una grande parte della popolazione è ancora scadente. L'illegalità è diffusa e concentrata insieme nelle mafie affaristiche.
Il Movimento 5 stelle ha cominciato una rivoluzione democratica, ma la vera sfida è la rivoluzione individuale. Soltanto migliorando la conoscenza e la coscienza dei cittadini si migliora l'organizzazione della collettività.

Il problema internazionale invece è legato alla sovranità e alla credibilità, al debito, all'euro e al sistema monetario e finanziario internazionale. Non c'è possibilità di ripresa senza risolvere prima questo problema, perché gli interessi corrono e si accumulano. La spesa pubblica è di circa 500 miliardi l'anno, di cui quasi 100 per interessi. Non è sostenibile. E' nello stesso interesse dei creditori invertire questa tendenza, e una rinegoziazione dovrebbe essere possibile in un quadro di accordi internazionali.
Se si riesce a rientrare in possesso della sovranità monetaria, lo stato emetterà una nuova moneta, alla quale verrà attribuito un tasso di cambio. Nessuno stato ha mai migliorato le condizioni economiche dei propri cittadini attraverso l'inflazione e la conseguente svalutazione del tasso di cambio. Per mantenere un tasso di cambio equilibrato dobbiamo essere competitivi con le produzioni degli alt

marco colazingari, roma Commentatore certificato 09.03.13 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Viviamo da anni, forse non consapevoli,nella felice oasi, chiamata dittatura e coloro che hanno sprecato le loro vite, esempio Falcone, Borsellino, Moro....uccisi da uno stato dove le cose sporche, le manovra, con la malavita. Gli esempi sono su You Tube, li non sbagli. Dimostra che siamo da decenni pilotati, robotizzati dall'informazioni distorte, dove le notizie sono pane per gli stupidi e mi riferisco alla gente schiava delle Banche S.p.A, anticostituzionale, come tanti altri meccanismi studiati per creare confusione e non capire. Tutto questo, la chiamo, Dittatura Fantasma, oltre alla guerra mediatica, che ha ridotto il Popolo Italiano Sovrano di non pensare e non mangiare ma sopravvivere. 25 Gennaio 2005 viene partorito il blog come scritto nel manuale : A Riveder le Stelle, come seppellire i partiti e tirare fuori lItalia dal pantano. Bene il manuale scotta, brucia per ciò che vi è scritto ma le verità devono passare per banali affermazioni di un comico e disoccupati che lo seguono. Purtroppo non si è mai dato peso alle parole di un ex comico il quale raccontava verità. Ho sempre seguito i mega spettacoli di B.Grillo, come l'umorismo dittatoriale dei non pensanti ma arroganti e corrotti poliitici. Dalla ripresa del dopo guerra a oggi nulla e' cambiato anzi peggiorato. Grillo è il Problema del PD etc. si gioca a carte scoperte e verranno, scoperchiati, gli inciuci di mazzette, poltrone, nomi. Grazie alla piattaforma di menti elette di giovani che da anni si sono impegnati a promuovere il M5S per riuscire a dare verità un grazie ma se non si fosse capito tutto questo e quello che dirà il portavoce, timoniere, saremo noi Cittadini i primus a farne parte ed essere coinvolti in tutto e per tutto nelle attività che andranno a beneficio della collettività. . Bene a parer mio non è reato se si è capito oggi. Punto di partenza: dal caos nasce l'ordine e riordinare l'Italia e scegliere coloro che saranno ministri onorevoli, sarà' dura ma se crediamo in un cambiamen

Carlo Morbidelli 09.03.13 13:12| 
 |
Rispondi al commento

IL MIO SOGNO è UNA PATRIA COMUNE UNO STATO DOVE TUTTI I CITTADINI POSSONO CONDURRE UNA BELLA VITA DIGNITOSA E DI SALUTE E BENESSSERE PER TUTTI
RISPETTO PER LE DONNE
IL VALORE DELLA FAMIGLIA
IL LAVORO PER CREARE RICHEZZA PER TUTTI
IL RITORNO ALLE NOSTRE TRADIZIONI
UN ITALIA FORTE E UNITA

alex maestri 09.03.13 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con Orsili,bravo! Aggiungerei, NON Dimentichiamo le BANCHE...

Giampiero Spacca 09.03.13 13:09| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI bando alle ciancie, alle chiacchiere ed alla elucubrazione delle cose storte e migliorabili! QUELLO che bisogna perseguire ad ogni costo è un profondo CAMBIAMENTO della politica italiana e della societa'. QUELLI CHE NON VORREBBERO CAMBIARE SONO TANTI.......MAI FARE IL LORO GIOCO! non aspettano altro

terenzio eleuteri 09.03.13 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Jean Paul Fitoussi ha pubblicamente smentito di essere in qualsiasi modo in contatto con il movimento (lancio ANSA ZCZC7969/SXA OPR77635 U POL S0A QBXB Z04 06-MAR-13 19:05 NNNN)

Idem Stiglitz (http://www.giornalettismo.com/archives/794689/grillo-stiglitz/)

Valentina Ruz Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.03.13 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Off topic

“L'annuncio della prevista manifestazione di piazza del 23 marzo scatena il panico negli ospizi e nelle case di cura. Centinaia di anziani tentano l'evasione in vista dei previsti rastrellamenti del PDL. Probabile la formazione di brigate di resistenza all'interno degli stessi istituti, da tempo vengono messi da parte i sacchetti dei cateteri pieni in previsione di bombardamenti con granate di piscio come ultima resistenza per evitare i rastrellamenti.”

fonte: agenzia ansia

Fabrizio Scaranello, Torino Commentatore certificato 09.03.13 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno signor Grillo.
mi chiedo come può permettere che l'attuale gogerno ha stanziato 150,milioni di euro,per trasportare la nave concordia dal giglio a piombino.mentre il sottoscritto e penso tante altre migliaia di italiani alla fame completa,ho 63 anni,34 anni di contributi versati all'inps,e altri 5 anni che l'imps non mi trova e non mi riconosce,senza alcun sussidio,ne pensione,ne lavoro.e si perchè a 63 anni nessuno si sogna di assumerti,poi vorrei dire alla grande signora fornero con la sua merdosa riforma di inalzamento dell'età pensionistica,io più troppo sono stato colpito da una grande disgrazia la perdita di una figlia giovanissima,ed ci rechiamo giornalmente al cimitero,e vorrei dire alla fornero e ai politici che l'anno appoggiata,che non ho visto e non ho avuto alcune notizie sia dalle televisioni sia dai giornali che muoiono dopo i 60 anni,vedo che se ne vanno guasi tutti prima dei 60 anni,magari dopo aver lavorato 30/40 anni dove finiscono i soldi che guei cittadini anno versato i contributi!forse la riforma è stata fatta a posto,in modo che gli italiani muoiono ed l'inps risparmia le pensioni.grazie.R.Raffaele.

raffaele romano 09.03.13 12:45| 
 |
Rispondi al commento

PAROLE, PAROLE....DESIDERII, CHIACCHIERE! QUESTO È IL MOMENTO DI AGIRE, IN QUESTA COSTELLAZIONE SI POSSONO FARE COSE, CHE NON SONO STATE FATTE IN TUTTI GLI ANNI! RAGAZZE E RAGAZZI, ANCHE NEL PD CE NE SONO TANTI DI GIOVANI CHE VOGLIONO CAMBIARE: L` UNIONE FÁ LA FORZA! "Aspettare e non venire é una pena da morire" QUINDI PRESENTATE ANCHE VOI UN VERO PROGRAMMA A BERSANI E FATE TUTTE QULLE COSE NECESSARIE A VOI E ALL`I T A L I A . Ciao Buon lavoro. Giuseppe

Giuseppe Fiorenza 09.03.13 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche oggi gran parte dei giornalisti italiani dimostrano quanto sia basso il loro livello di professionalità e correttezza e il M5S fà bene a stargli alla larga.
Vista la situazione attuale forse sarebbe opportuno valutare la possibilità di non dare al PD al PDL e altri la possibilità di fare un governo insieme con la scusa di voler scaricare sul M5S il fatto che è colpa nostra se non sono state possibili altre soluzioni.
Per dare la possibilità che il possibile governo del PD abbia la fiducia poniamo da subito delle condizioni che se non accettate danno a loro la responsabilità del fallimento quale ad esempio:
1) indichiamo noi 2/3 nomi come Presidente della Repubblica tra i quali il PD potrà scegliere;
2)non facciamoci coinvolgere con Presidenze e/o Vice-Predidenze a Camera e Senato lasciamole agli altri;
3) facciamoci invece dare la Predidenza di quelle Commissioni che sono veramente importanti per avere una maggiore visione di avrie situazioni;
4) indichiamo noi i nomi per alcuni Ministeri importanti quali Interno, Econimia, Grazia e Giustizia persone veramente qualificate;
5) dettare i tempi entro i quali devono essere adottate una serie di misure per l'Italia ad esempio:
5A)alla prima riunione del Consiglio dei Ministri devono essere prese le seguenti misure:
- abolizione IMU prima casa;
- rinuncia totale all'acquisto degli F-35;
- eliminazione delle Provincie;
- eliminazione IRAP per le imprese fino a 100 dipendenti per l'anno 2013, raddoppia il numero negli anni successivi, per le imprese che hanno un numero maggiore di dipendenti l'eliminazione sarà solo per il numero indicato per l'anno in questione;
- abolizioni leggi ad personam di Berlusconi;
- legge anticorruzione con pene minime e massime riviste al rialzo;
- Dlgs anti-reciclati con l'indicazioni che chi ha ricoperto cariche pubbliche (parlamentare, consiglirere regionale, provinciale, comunale) non può essere nominato in società pubbliche (ASL comprese) nemmeno come consulente per almeno 6 anni.

Primo Orsilli Commentatore certificato 09.03.13 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in democrazia e ci sono persone che hanno ancora molti interessi da difendere lasciamoli dire e non prendiamo paura di parole inutili e senza senso. Presto arriveranno i fatti !

Francesco DISSEGNA, Mussolente Commentatore certificato 09.03.13 12:35| 
 |
Rispondi al commento

ho un timore e voglio condividerlo con Voi.

Temo che le leve del potere siano veramente troppo forti per consentirci qualsiasi cambiamento.
Il loro obbiettivo primario è : SPAZZARE VIA GRILLO E M5S.

Stiamo dando fastidio, troppo fastidio e troppi vasi di Pandora rischiano di essere scoperchiati con conseguenza catastrofiche per l'Italia perché si scoprirebbe che è IL SISTEMA ITALIA ad essere marcio, a partire dalle banche per arrivare ai politici garanti delle medesime.

Nessuno ne parla e tutti nicchiano su questa domanda :


Io la vedo nera..... siamo peggio della Spagna e molto vicini alla Grecia con una sola differenza ; NOI ABBIAMO ANCORA I BILANCI FASI DA SCOPRIRE.

M5S da fastidio a tutti perchè proprio con noi potrebbe emergere il bluff che ci ha fatto sopravvivere sinora...... temono che se ci avviaciniamo troppo alla verità la denunciamo e crolla tutto il sistema.

SIAMO IN GUERRA contro tutti ma i nostri nemici sono armati, organizzazi, associazioni a delinquere , mentre noi siamo onesti e vogliamo fare pulizia.

PRODI TREMA
BERSANI TREMA
SILVIO TREMA
MONTI TREMA

Tremano tutti perché tutti insieme hanno faslificato dati per dipingere un'Italia che non esiste e far comprare il nostro debito ai partner tedeschi .

Io, nel mio piccolo, spero che si aprano i vasi ma dobbiamo capire che ABBIAMO CONTRO UN SISTEMA FORTE, TROPPO FORTE e che anche le alte cariche della magistratura potrebbero sapere e non aver interesse che tutto diventi pubblico.

A questo punto a chi denunciamo ?

RISCHIAMO IL LOOP e nel loop vincono loro.

URGONO STRATEGIE FORTI ED URGE RENDERLE PUBBLICHE .

Appoggiare un governo sarebbe come sporcarsi ed accettare esplicitamente che CI SIAMO VENDUTI .

La verità : NON ERAVAMO PREVISTI e siamo diventati l'obiettivo principale da ANNIENTARE.

MANTENERCI ONESTI E CONTINUARE LA LOTTA E' L'UNICA COSA DA FARE.

Allearci MAI !
Io smetterei di votare M5S .

Francesco Giuseppe Mosca, Cavallirio (NO) Commentatore certificato 09.03.13 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Visto che pubblicate volentieri gli articoli a favore tedeschi (ma non erano brutti e cattivi) perché non pubblicate QUESTO articolo dello Spiegel, in cui si parla del comportamento autoritario del capo - Il Signor Anti - verso i parlamentari eletti, messi a tacere per aver osato dichiarare di essere autonomi dal boss?

http://www.spiegel.de/politik/ausland/beppe-grillos-movimento-5-stelle-ringt-um-kurs-in-italien-a-887739.html

paolo santoni 09.03.13 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

cari amici, di sinistra da sempre, laureato, master, ex manager ora tassista, ho votato e fatto votare con convinzione il movimento cinque stelle, nel disgusto generalizzato dei vecchi amici. Mi sono persino commosso per un attimo ascoltando Grillo in piazza, e sul web, e in tv a S. Giovanni. Un attimo di debolezza, di umanità, un varco fra il cupo sentimento di ingiustizia subita senza possibilità di reagire.
Giro tutto il giorno per la citta, osservo, imparo dalla strada.
Che vita fanno concretamente tutti i giorni i giornalisti professionisti? Parrucchiere di quelli cari, vestiti di buon taglio, in taxi a pranzi di lavoro in ottimi ristoranti, tutto spesato,abitano in centro o semi centro, sono ben sposati, ben introdotti. E sopratutto fanno copiaincolla dal web e non lavorano quasi, non vedono nulla, non ascoltano nulla, non sanno nulla, tranne le loro chiacchere autoreferenti, come nei talk show. Non ci andate negli studi televisivi, non rilasciate interviste? E chi se ne frega, vi fanno parlare lo stesso e poi fra poco non sarete più di moda.
Poi ci sono quelli della finanza quelli che parlano una neolingua demenziale, quelli smart, tre telefonini in contemporanea e mai una parola sensata.
I politici, invece sono più intelligenti, meno svagati perchè sono sempre preoccupati di non farsi fregare il loro posto a tavola.
E cosa dicono sempre tutti in coro al povero tassista sfortunato: L'EUROPA, LA RESPONSABILITA', I SACRIFICI NECESSARI.
Ma in realtà stanno dicendo, per l'amor di Dio che non cambi nulla, ma proprio nulla, perchè io la mia vita dorata IO me la merito, e gli altri si fottano.
Grazie di esistere.


michael Khoolaas 09.03.13 12:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ragazzi giusto per conoscenza personale..vi mando questo link relativo alle ipotesi di uscita dall'euro..è stato intervistato un noto economista ed è un intervista molto interessante..in sostanza se usciamo dall'EURO la Germania e la Francia se la prendono nel culo come non mai..
http://www.byoblu.com/post/2012/05/23/COME-SI-ESCE-DALLEURO-Per-non-trovarsi-impreparati.aspx?page=all
per l'italia invece si delinea una ripresa economica..allora si può sapere MONTI per chi lavora???????????????????

Adriano M., Cave Commentatore certificato 09.03.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nel bene e nel male se vuoi sapere la verità devi sentire Munchau,che correttamente definì Monti un economista da politiche fallimentari, andando contro i LECCAPIEDI nazionalI e internazionali.Ora giustamente ci dice che Grillo è il solo, in Italia che abbia le palle per fare le cose giuste PER LA GENTE E NON PER LE BANCHE !
FORZA SEMPRE M5S !

Giuseppe C., Milano Commentatore certificato 09.03.13 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono essenzialmente due tipi di produzione di valore: da una parte la manifattura, l'agricoltura, l'edilizia, il turismo e tutte quelle atività che rielaborano beni primari, materie prime, cultura, paesaggio, e ricavano da queste un incremento di valore. Queste attività, se riescono a rivolgersi verso l'estero fanno crescere la bilancia dei pagamenti e portano il debito verso l'equilibrio.
Dall'altra parte ci sono tutte le attività di servizio che servono a consentire il funzionamento delle prime e che lo stato dovrebbe erogare alle migliori condizioni possibili.
Abbiamo invece assistito alla svendita delle attività di servizio ai privati, soprattutto da parte dei governi di centro sinistra che hanno svolto una politica economica di liberismo selvaggio.
Per salvare l'Italia dovremmo ridurre al minimo i costi delle attività di servizio eliminando tutte le strutture burocratiche parassitarie con il conseguente licenziamento dei dirigenti e del personale non riconvertibile per avere un significativo risparmio.
Dovremmo poi favorire tutte le attività di produzione del valore pagando ad esempio con i soldi risparmiati i 45 miliardi di debiti dello stato alle imprese, anche sotto forma di sgravi fiscali, btp ad un anno o imponendo alle banche di scontare i crediti delle imprese.

Il M5S deve dichiarare apertamente, non come opposizione ma come collaborazione, che appoggerà astenendosi o votando a favore o uscendo dall'aula, un governo di larghe intese PD PDL avendo assegnati i ruoli di controllo e garanzia: presidenze camera, senato, commissioni etc.

Ma questo va fatto subito, anzi ieri.
Non c'è più tempo.

walter monici, milano Commentatore certificato 09.03.13 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve a tutti. ok leggo ogni gg i vari commenti e mi sta anche bene tutto quello che viene messo in evidenza! ma adesso mi chiedo, oltre al parlare e ancora parlare e di nuovo parlare.... non sarebbe ora di fare qualcosa x cambiare questa situazione di stallo in cui versa il ns Paese? c'è da formare il Governo? bene, formiamolo! che si sta aspettando? sinceramente non l'ho ancora capito!
Non credo sia il caso di tornare alle elezioni, tanto, secondo me, non cambierebbe niente se non rischiare di perdere voti da tutti quelli che hanno votato il M5S convinti che qualcosa sarebbe cambiato da subito. E questo lo affermo xchè tanti, ma proprio tanti sono quelli che commentano questa situazione con un "ma Grillo che sta aspettando?" Basta con le critiche, ormai sappiamo benissimo con chi abbiamo avuto e abbiamo ancora a che fare. E quindi, muoviamoci!
i "vecchi personaggi" la poltrona non la molleranno mai e gira che ti rigira, qualcuno che da loro fiducia lo troveranno sempre. Dimostriamo al Paese che non siamo buoni solo a criticare gli altri, quello lo sanno fare tutti. Dimostriamo che abbiamo degli obbiettivi, dei programmi e, soprattutto, dimostriamo che abbiamo a cuore il bene del popolo italiano che è stanco e affamato. Così non c'è futuro x nessuno, in particolar modo x i giovani che sono sempre + sfiduciati e apatici. Caro Beppe e cari tutti, volgete x favore lo sguardo al ns Sud e, soprattutto, alla mia città, Taranto, dove di peggio non credo possa capitare da tutti i punti di vista. Abbiamo un inquinamento alle stelle (altro che 5) un'Ilva che ci ammazza e ci minaccia con la cassa integrazione, un Porto che potrebbe essere il fiore all'occhiello del Mediterraneo e che invece viene bistrattato e, a breve, soppiantato dal vicino Porto di Bari (sempre e solo x questioni politiche. Leggevo proprio ieri che anche "Maricentro" centro di formazione della M. M. verrà chiuso e tutto si sposterà ad Ancona. Mi chiedo,di cosa devono campare i Tarantini?
E' vergognoso!

anna ., taranto Commentatore certificato 09.03.13 12:10| 
 |
Rispondi al commento

bocciata la politica del governo tecnico da A a BBB perchè ha portato l'Italia alla deflazione, sarà difficile per qualsiasi governo uscirne si prevedono tempi lunghi nessuna luce dal tunnel
gianni roma

gianni piovano, roma Commentatore certificato 09.03.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

IN SINTESI:

1)Si va a nuove elezioni tra 2-6 mesi.
2)Nel frattempo i mercati ci distruggono.
3)La gente è sempre più povera.
4)Il PDL offre (Condono, no IMU e no Equitalia)
5)Gli Italiani disperati ci ricascano nonostante tutto gli hanno confermato 1/3 dei voti, questo dimostra che la "massa" votante nazionale è sovravalutata dal punto di vista intelletivo, mi dispiace ma è così.
6)Il PDL vince le elezioni e purtroppo attua il suo folle programma
7)Gli Italiani apparentemente sono più ricchi e sono contenti, possono tornare a sperperare soldi in Kazzate (se parlate con la Apple vi dirà che il loro mercato in Ialia non è affato in crisi)
8)I Media di Sinistra, lo so che è un espressione forte ma ci siamo capiti, distruggono M5S imputandogli il successo del PDL a causa della sua precente irragionevolezza.
9)MS5 ha forte perdita di consenso, in fondo la TV è purtroppo ancora il + potente mezzo di comunicazione, appare come il movimento nuovo a cui è stata data grande fiducia ma alla fine per dinamiche di "potere" interne, sto esagerando anche ora, non ha sfruttato realmente l'occasione di cambiare le cose.
10)Da li a un anno l'Italia è rovinata e commissariata diventanto di fatto il galoppino povero di lusso dell' Europa da tenere al guinzaglio.

VI PREGO NON FATELO ACCADERE

LO SO CHE PUO' SEMPRARE ASSURDO MA NON SOTTOVALUTATE L'IGNORANZA DEGLI ITALIANI
VIVIAMO IN UN PAESE IN CUI SI HA UN IDEA DIFFUSA E NO CHIARA DEL FATTO CHE NESSUNO RESUSCITA DOPO 3 GIORNI, CHE IL SALE MAGICO NON TI CURA IL CANCRO ETC. ETC. SONO SOLO DISPOSTI A SEGUIRE CIECAMENTE SOLO CHI GLI GARANTISCE UN TENORE DI VITA COMODO SICURO CHE COMPORTA POCO SFORZO, INFATTI SONO ENTUSIASTI DELLE VOSTRE PROPOSTE DI SOSTENAMENTO SOCIALE, INFATTI TUTTI CONOSCONO LA PROPOSTA DI REDDITO GARANTITO MA POCHI LA POSTILLA CHE QUESTO VIENE SCAMBIATO CON PRESTAZIONI GRATUITE A SECONDA DELLA PROPRIA PROFESSIONALITA'.

Grazie e complimenti comunque per provare a cambiare il sistema.

Davide O.

Ricordatevi CARPE DIEM

Davide Ottonelli 09.03.13 11:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che cosa straordinaria....nel mio comune cioè Fiumicino il candidato a sindaco per le prossime elezioni Esterino Montino PD-L, ha divulgato il suo programma .....5 punti......indovinate quali?????

romualdo nati 09.03.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento

La gente muore di fame e il pagliaccio si INGRASSA in COSTA RICA. smettila di fare il SANTO immacolato.

GOVERNA meglio ti abbiamo votato per questo.

mark e. Commentatore certificato 09.03.13 11:50| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Sei un buffone Grillo, Stiglitz e Fitoussi hanno smentito di aver scritto il tuo programma e sono anche incazzati perchè li hai tirati in ballo!

Eri più simpatico venti anni fa, ora ti sei fomentato davvero troppo, datti una calmata

Christian Dalenz Commentatore certificato 09.03.13 11:48| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

C'è un modo di pensare che è il pensiero meditante (filosofico, filosofico della politica, dell'economia, ecc.)e un altro modo che meramenmte calcolante, "tecnico". Da un lato si tratta di formulare un'ipotesi, un progetto a partire da fondamenti filosofici costituiti da domande: come mai ci troviamo in questa situazione in Italia? Cosa sta accadendo, cosa può accadere? Dall'altro lato appoggiandosi a privilegi, all'esistente si "pensa" solo agli enti senza mai pensare in modo profondo perchè non si è motivati. Ad esempio: come mai l'Italia ha emarginato la filosofia di Heidegger e Nietzsche? Non è accaduto questo (e tutte le conseguenze di un'arretratezza culturale) perchè ci si è fermati a filosofie di ascendenza marxista, e soprattutto stalinista e all'egemonia di Togliatti? Oltre che a una presenza religiosa non autenticamente cristiana, ma di potere religioso. La incapacità di affrontare la crisi non è anche dovuta alla mancanza di strumenti concettuali? La filosofia decostruttiva di Heidegger, Freud, Derrida,ecc. In fondo non si riesce nemmeno a pensare un'economia della decostruzione, della decrescita. Nietzsche e Heidegger sono rimasti monopolio di professori, nessuna parafrasi del loro pensiero è stata diffusa.

Antonio Q., Bari Commentatore certificato 09.03.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Muenchau ne diffondeva delle valutazioni ben diverse nella fase pre-elettorale e miei post in vari link dove provavo a spiegare i vari contenuti di Grillo/M5S erano notoriamente soggetti di attacchi sotto ogni livelli,specialmente in testate germaniche .Per fortuna qualcuno anche da quelle parti comincia a rendersi conto dai contenuti vero che possono portare a un cambiento radicale di aspetti economici e di società in tutta Europa che urgono più che mai .i demagoghi finora erano e sono l'internazionale dei mass-media tradizionali

Hans Leimgruber 09.03.13 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Se il popolo smetterà di arrufianarsi, di chiedere l'elemosina ai partiti, se ci metterà una pietra sopra alla Destra e alla Sinistra e ai colori che rappresentano valori ormai morti da tempi remoti, e comincerà a pensare a se stesso, al proprio paese, alla dignità di essere italiani e diventerà compatto e alle prossime elezioni darà un'incontestabile maggioranza ad un Movimento (il 5 stelle) di popolo, vedremo che le cose cambieranno e che tutti gli spauracchi che ci propinano in questo momento non sono altro che fesserie. è un sistema che sta morendo e farà tanto terrorismo psicologico x cercare di sopravvivere: "Se non fate come vi diciamo noi sarà molto peggio x voi!" Ma noi peggio di così non possiamo stare, peggio di così c'è solo la guerra di tutti contro tutti... e se guerra deve essere è meglio NOI CONTRO DI LORO CHE UNA GUERRA FRA NOI. Rimaniamo uniti, abbiamo dimostrato di avere una pazienza che neppure Giobbe se la sognerebbe. Abbiamo dimostrato di non essere lobotomizzati, narcotizzati, di non essere dei fanatici ignoranti, abbiamo superato confini che parevano insuperabili: ci siamo uniti da Destra e da Sinistra, da Nord a Sud... GRILLO COME GARIBALDI E NOI SAREMO PARTE DEI MILLE.

michele maglio 09.03.13 11:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ALCUNE OPERE INCOMPIUTE
Invaso incompleto – Cammarata (AG)
Variante di Porto Empedocle – Sicilia – Porto Empedocle
Viadotto Burgio – Sicilia – Burgio
Trenino Cogne-Pila – Valle D’Aosta – Cogne
Ospedale Sant’Isodoro – L’Aquila
Stadio “Tommaso Fattori” – L’Aquila
Palazzo dello sport – L’Aquila – Paganica
Centro Polifunzionale – L’Aquila
Metropolitana – L’Aquila
Bretella tra Brignano e Torrione – L’Aquila
Depuratore – Chieti – Francavilla al Mare
Porto di Francavilla al mare – Chieti
Ponte – Chieti
Campus universitario di Madonna delle Piane – Chieti
Ospedale – Chieti – Ripa Teatina
Ospedale Clinicizzato “Santissima Annunziata” di Colle dell’Ara – Chieti
Villaggio del Fanciullo – Teramo – Silvi
Complesso Ospedaliero di Casalena – Teramo
Ospedale “Sant’Egidio alla Vibrata” – Teramo
Ponte ciclo pedonale – Teramo – Silvi
Autoporto di Castellalto – Teramo
Autoporto di Roseto – Teramo – Roseto degli Abruzzi
Carcere Mandamentale – Matera – Irsina
Aeroporto di Pisticci – Matera
Ferrovia Matera-Ferrandina – Matera
Cinema Ariston – Potenza
Ex caserma dei Vigili del Fuoco – Potenza
Ex-Cip Zoo – Potenza
Ex-dispensario – Potenza
Palestra – Potenza
Stazione autobus extraurbani – Potenza
Diga sul Monte Marello – Catanzaro – Cannalia
Diga di Gimigliano sul fiume Melito – Catanzaro
Diga sull’Alaco – Catanzaro – San Sostene
Diga del Redisole – Catanzaro – Torrente Fiumarella
Ospedale – Catanzaro – Girifalco
Centro Polifunzionale – Catanzaro
Palazzetto dello sport – Catanzaro – Borgia
Piscina comunale di San Giovanni in Fiore – Catanzaro
Diga sul Laurenzana – Cosenza – Fiume Trionto
Diga sul Monte Pettinascura – Cosenza
Grande mattatoio consortile – Cosenza – Cetraro
Nuovo mercato coperto – Cosenza – Diamante
Mattatoio comunale – Cosenza – S. Pietro di Guarano
Diga di Tarsia – Cosenza
Diga sul Basso Savuto – Cosenza
Mattatoio consortile di Diamante – Cosenza
Diga Basso Esaro – Cosenza
Diga sull’Alto Esaro – Cosenza
Mercato coperto di Diamante – Cosenza
Casa albergo – Cosenza – Buonvici

Tg Com 09.03.13 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Quando siamo entrati nell'euro si era detto che sostanzialmente era un cambiamento in meglio per quanto riguarda l'economia del paese,per farlo stare allo stesso passo degli altri,ma alla fine il problema era solo il cambio della valuta con la Lira. Invece dopo che hanno detto che gli arrotondamenti venivano controllati e che facevano controlli sul'aumento dei prezzi,è incominciato il casino... Prezzi degli immobili alle stelle affitto e vendita e aumento generalizzato dei beni di consumo. Lo stipendio medio si è alzato ma da 4 anni ad oggi non ci sono stati adeguamenti,così è iniziata la crisi dei consumi che oggi e domani toccherà l'apice. Ora si intende bene che questa manovra monetaria ha agevolato esclusivamente la Germania,e che tutte le richieste di austerità provengono dal medesimo paese. Ma noi siamo in Italia e qui dovrebbe comandare il presidente del consiglio italiano e non tedesco. Allora abbiamo fatto la moneta unica? Siamo ancora tutti stati indipendenti? Allora la cosa non funziona,se vogliamo l'Europa vera bisogna istituire gli Stati Uniti d'Europa come in America,le leggi valgono per tutti coloro che stanno nella comunità tasse,diritti,valori tutti uguali,inglobamento dei debiti di tutti gli stati in un debito unico,tutti si danno una mano comanda un presidente degli Stati uniti d'Europa e nelle rispettive nazioni ci dovrebbero essere il governatore dell'Italia della Germania,ecc... Che devono garantire la stabilità e la correttezza nel proprio paese,basta! Un unico parlamento europeo dove si decidono tutte le leggi e decreti,non 10 tutti diversi,se è un utopia tutto ciò allora pure l'Euro doveva rimanere un utopia.

Fabrizio Foddis 09.03.13 11:32| 
 |
Rispondi al commento

L'austerità per i comuni cittadini, ma per i politici questo paese è un albero della cuccagna. Fra le spese folli della regione lazio troviamo anche fra le spese di rappresentanza 80 montblanc per un valore di 18.500 euro. Sono penne di extralusso e chissà chi se le è cuccate ? Proviamo a indovinare e certo non sbaglieremo! Ma la Corte dei Conti che cazzo ci sta a fare ? E gli organi di revisione, l'opposizione ? Forse è tutto un banchetto a spese dei poveri imbecilli di italiani che sperando in qualche briciola ancora gli credono. Poi gli organi di controllo come la Corte dei Conti e la magistratura e le loro spese chi le controlla ? E quelle delle forze dell'ordine dove fra caserme e ospedali militari si annidano miliardi di sprechi ? Questo è un paese da rigirare sotto e sopra!!!

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 09.03.13 11:32| 
 |
Rispondi al commento

I pennivendoli italiani, invece di definire antieuropeo il M5S, dovrebbero leggere questo articolo.

Arturo P. Commentatore certificato 09.03.13 11:28| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe leggi sopra GRILLO, GRILLO, GRILLO, GRILLO MA GLI ELETTI E GLI ELETTORI? lo vedi il rischio di fare la fine del PDL dove solo B può parlare? ATTENTO!nessuno può perlare vuol dire che nessuno può decidere,devi lasciare a chi è stato eletto oppure dichiara la tua dittatura non c'è via di mezzo!perchè devi andare tu alleconsultazioni?, non esiste partito e quindi non esiste rappresentanza democratica giusto? rifletti!

laki cungi, fiesole Commentatore certificato 09.03.13 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la sinistra non esiste più, è solo un nome, l'ultima persona di sinistra è stata il grande Berlinguer .. da allora la sinistra ha fatto business con la politica, coop rosse, assicurazioni come Unipol, banche come mps ..

per forza tanti di sinistra guardano al M5S .. è inevitabile !

ricordo anche che MAI da decenni a questa parte il pd ha avuto così pochi voti .. in queste elezioni ha raggiunto il suo record negativo !

Roberto B. Commentatore certificato 09.03.13 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe aver l' opinione del dott Munchau sul "Piano Funk" del 1936. Che e' lo specchio della situazione attuale. Grazie Merchel!

Manlio B., Cividale del Friuli (UD) Commentatore certificato 09.03.13 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Un'articolo che fa un po' di chiarezza .tra tanta mistificazione disinformazione e vituperio messo in campo dalla stampa italiana sul movimento 5 stelle . PREGO CONTINUATE A NON ANDARE IN TV E A NON CONCEDERE INTERVISTE . PURTROPPO , PERO' , GIA QUALCUNO DEGLI ELETTI HA CEDUTO AL CANTO DELLE SIRENE ...

Raffaele ., Trentola Ducenta Commentatore certificato 09.03.13 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CORSI E RICORSI STORICI.
Il "fenomeno Grillo" NON PUO' che essere una cosa diversa. Grillo ci ha preso per mano e ci ha aiutato a togliere il prosciutto dagli occhi. Non ha fatto niente di particolarmente speciale ma ha avuto il coraggio di farlo. Questo, il coraggio, manca a molti, sia in Italia che in europa. L'unico rimprovero che possiamo fare a Grillo è :Perchè non l'hai fatto prima?" Nel 2000 era ancora possibile salvarci dalla rovina "Europoli".
Comunque questa è solo demagogia. Tutti sono buoni a criticare. Per questo confermo quanto detto fino ad ora con il mio voto.
La Germania oggi si trova sul piedistallo d'Europa perchè ha avuto i "favori" degli altri Governi. Vien da chiedersi come li abbia ottenuti, che cosa ha promesso a "PRONTI PARTENZA VIA, SI VA PER MARI E MONTI, PARTENZA VIA.."

Dino Conta (grillopopulis) Commentatore certificato 09.03.13 11:20| 
 |
Rispondi al commento

"I suoi elettori arrivano principalmente dalla sinistra".....
questa è una str....ta galattica!
Ma se siete una banda di reazionari fascisti..

gatto selvatico, montagna Commentatore certificato 09.03.13 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei solo dire una cosa , visto che da piu parti si è capito che l' austerita ci ha ucciso bisogna cambiare rotta è questa è una realta,
pero per cambiare qualcosa bisogna partire dalla realta che ora abbiamo e mi pare che molti qua non se ne rendano conto è propongano ricette
semplici ed affascinanti, ma il resto del mondo esiste non si puo far finta che non ci sia

alberto d., milano Commentatore certificato 09.03.13 11:14| 
 |
Rispondi al commento

È' appassionante vedere come tutti quanti gli elettori di M5S ( e anche i non) diano il loro contributo x proporre eventuali soluzioni relativamente alla situazione politico economico sociale dell'Italia. Io non sono così' tremendamente preoccupato x ciò che accadrà' e sopratutto non credo che sia necessario trovare una soluzione oggi o fra 5 minuti, credo invece che tutta questa enfasi sulla situazione sia imposta da chi sostiene " a prescindere" l'europeismo e cioè i vecchi partiti, la Merkel le lobby, che cercano di incutere terrore e paura sulle conseguenze diem non mantenere una line classica sul da farsi in questo momento, e cioè vorrebbero che si facesse una grande coalizione inciuciatevi all'italiana proprio per mantenere le cose come sempre sono state e salvaguardare i propri posti di comando. Stiamo calmi, ragioniamo, una rivoluzione politiche sociale come quella che sta avvenendo in Italia non è' cosa da poco, non è' cosa che si compie in 3 settimane, ci vorrà' il tempo che ci vorrà ma si devono mantenere le idee e gli obiettivi comuni che hanno dato origine al movimento, idee condivise da milioni di perone, non solo in Italia ma i europea e nel resto del mondo. Non preoccupate i, le multinazionali, le lobby di potere e di categoria, faranno qualsiasi cosa per difendere il loro sistema di gestire il potere ma alla fine, quando capiranno che non potranno andare oltre si adegueranno e non ci sara'nessuna catastrofe economica, nessuno di loro e' tanto stupido o onesto da perdere il business per un ideale politico. Relativamente all'euro non capisco come tutti quanti diano per scontato che se l'Italia dovesse uscire dall'euro sarebbe una catastrofe, se l'Italia dovesse uscire dall'euro il problema si risolverebbe istantaneamente perché' l'euro crollerebbe in tutta Europa, iniziando da Spagna, Portogallo, Grecia , poi francia e così' via, nessuno a quel punto avrebbe più interesse ad essere nella zona euro. Certo qualcuno potrebbe pensare che , segue......

Marco Carbonara 09.03.13 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Marchionne ha detto:
"Se l'Italia esce dall'euro niente investimenti".... e ti credo...chi te li da 32 Milioni di lire per una 500??????????

Antonio P., Bari Commentatore certificato 09.03.13 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Nessuna fiducia al pd! Ed evitate la tv, tanto secondo i sondaggi continuiamo a salire.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato 09.03.13 10:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se qualcuno ha visto ieri sera l'ultima parola con l'intervento del giornalista tedesco che manco Dario Argento avrebbe saputo far di meglio...
Lui che è praticamente il referente della Merkel in italia , praticamente ha detto ' se state nell'€ siete fottuti e se uscite pure ' avete voluto voi entrarvi per forza e pagate il vostro sbaglio .
Ora non volete piu rispettare i patti ? bene , ne pagherete le conseguenze , quasi una velata dichiarazione di guerra , in effetti i vertici della RDT non penso si siano dimenticati l'italia della 2a guerra mondiale ed il dente avvelenato è ancora tutto li : è umanamente comprensibile .
Ora in ogni caso che la frittata è stata fatta le strade sono 2 : o ci si adegua agli standard tedeschi , cosa praticamente impossibile da attuare nella condizione attuale , o ci si rintana in un angolo a leccarsi le ferite cercando di rinascere , stando lontani da germania & Co . , insomma a volte un po di sano isolamento meditativo non può fare che bene

tino p. Commentatore certificato 09.03.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento

La priorità di questo paese , a mio modesto modo di vedere è STABILIRE CHI COMANDA dentro i nostri confini.

1)Stabiliamo che comanda la germania? Allora ci prendiamo i DIRITTI e i DOVERI della germania.

2)Stabiliamo che comandano i Mercati?Allora ci adeguiamo a ciò che i mercati ci impongono senza lagnarsi.

3)Stabiliamo che comanda la nostra classe politica? Allora formiamo un governo e cominciamo a fare le leggi,senza piagnistei.

4)Stabiliamo che COMANDA IL POPOLO che in questi confini VIVE? Allora ci ORGANIZZIAMO , ci prendiamo gli strumenti che servono per AUTOGOVERNARCI(moneta,risorse,infrastrutture) e li affianchiamo a POLITICHE FATTE PER IL POPOLO.

-OGNI DECISIONE ESCLUDE LE ALTRE 3 e la finiamo una volta per tutte di scannarci tra di noi.

atamoro M5S 09.03.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono stanco di leggere commenti di giornalisti o sedicenti tali o commentatori da strapazzo certi che il popolo dal Movimento 5 stelle sia formato prevalentemente da elettori della sinistra delusi ... non avete idea di quanti elettori del centrodestra, ex PDL, abbiano votato per il M5S, a partire da me e da un buon 30% delle persone che conosco che prima votavano PDL . Il M5S, per come lo abbiamo vissuto noi, non sta a destra e non sta a sinistra ...è semplicemente diverso e fuori dagli schemi... Non prono supinamente all'Europa delle Banche e della Finanzq che hanno distrutto Europa ed Italia, piccole e medie imprese, lavoratori autonomi, professionisti, il popolo delle P.Iva e di riflesso operai, impiegati e servizi . Il lavoro lo possono dare e creare solo le PMI ed i lavoratori autonomi ... non certo il carrozzone statale alla deriva. SVEGLIATIVI ... È comprendete che se non aiutiamo chi ogni mattina il lavoro se lo deve inventare e costruire per se è per gli altri saremo condannati ad un declino irreversibile !!!!

Piero guido 09.03.13 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Questo che scrive non conosce molto dell’Italia. E probabilmente nemmeno Krugman e Stiglitz. L’Italia non ha nessuna crisi. Ha solo un sistema squilibrato di aumento continuo, insostenibile, di malespese e spese parassitarie legato alle Mafie dei Partiti. Malespese e spese parassitarie che vengono finanziate da prelievi insostenibili a carico delle classi produttive e da debito pubblico. L’Italia non ha bisogno di evitare il Pareggio di Bilancio. Non ha nessun bisogno di progettare ulteriori opere inutili, stracostose, mai finite, abbandonate, stratangentate, parentopolate. Deve solo togliere ai parassiti e lasciare ai produttivi. E non ha nemmeno bisogno di crescita. Si tratta solo di redistribuire correttamente e produttivamente e progettualmente le risorse a disposizione. I cittadini produttivi italiani, i piccoli imprenditori, i migliori lavoratori, eviteranno così di chiudere e fallire, di delocalizzare ed emigrare e potranno dedicarsi ad innumerevoli attività legate ai territori. Gli altri Stati non dispongono di infiniti piccoli imprenditori, di infinite evolute mentalità imprenditoriali come l’Italia…Forse per questo tutti questi “esperti” tendono a proporre per l’Italia soluzioni che, non sarebbero buone nemmeno per altri Stati, ma che potrebbero per questi essere molto più adatte.
Forse questi economisti sono anche quelli che hanno consigliato di uscire dall’Euro. Sarebbe un salto nel peggiore buio. Un paesucolo piccolo, corrotto, malgestito, alla continua ricerca di elemosinare Fiducia presso partner e competitor. Nelle mani dei peggiori signoraggi CambiaValutari. Dei propri stracollaudati malgoverni. Rifuggito da Imprenditori ed Investitori, In balia della più spietata speculazione internazionale…siamo a posto…

roberto d'iseppi, verona Commentatore certificato 09.03.13 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sicuramente le ottuse politiche recessive, i patti di stabilità, i piani di rientro nei parametri vari stanno uccidendo l'Europa e l'Italia particolarmente. I limiti impostici sul rientro del debito, il fatto che i debiti per gli investimenti non vengano contabilizzati in CONTO CAPITALE come si fa in una azienda qualsiasi ma vadano ad aumentare il DEBITO PUBBLICO è cosa FOLLE! Un conto è accendere mutui o emettere bond per finanziare la costruzione di un porto, di una ferrovia, di un'autostrada, della banda larga, delle energie rinnovabili, tutte spese che producono effetti e benefici in X tempo, ben altro conto invece è indebitarsi per la SPESA CORRENTE, per pagare stipendi e pensioni.
La politica recessiva messa in atto principalmente dalla Germania a cui, passivamente, l'Italia s'è adeguata ha creato questa fase prima di stagnazione e poi di vera recessione economica con PIL negativo. Dobbiamo ribellarci attuando da subito politiche di tipo keynesiano, di espansione e di investimento per far sì che riparta l'economia, prima che sia troppo tardi, altrimenti la cura farà morire il malato!

Fabio ., roma Commentatore certificato 09.03.13 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Avete dimenticato pero' di dire come finisce l'articolo... Per quanto riguarda l'uscita dall'euro non la vedono esattamente come voi:

"L'unico modo, senza nuove elezioni sarebbe una grande coalizione secondo il modello tedesco. Ma questo e´impossibile per l'animosità dei principali attori.
Quindi, siamo di fronte a un ciclo di elezioni, governo tecnico, elezioni, un probabile vittoria Grillo e una fase che porterà al ritiro in Italia dall'euro. Fino a quando questa possibilita´ non sara´eliminata nessuno andra´ad investire in Italia. Il trauma della uscita diventa un profezia che si autoavvera.
A differenza della Germania negli anni Trenta, l'Italia e´rimasta una democrazia pacifica. Questa è la vera buona notizia. La storia è in ultima analisi, lo studio di eventi che non si ripetono esattamente. Ma un aspetto di questo confronto storico si adatta perfettamente. Allora la politica dei super risparmiatori distrusse il gold standard. Oggi ha distrutto l'euro.

Francesca Ciccolini 09.03.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

2^ PARTE
di tutte le categorie partecipate e con la benedizione del politico di turno, che si vedeva così confermato il proprio mandato ad eternum, alla faccia degli interessi della collettività. Come trovare le risorse per pagare queste menti eccelse necessarie al rilancio economico, sociale e civile del Paese? Semplice, dai risparmi legati alla riduzione dei costi della politica. Nell'immediato da un taglio drastico, di almeno il 70% del finanziamento pubblico ai partiti e dalla riduzione del 50% di tutte le voci costituenti il trattamento economico di competenza dei parlamentari e di tutti i consiglieri regionali e comunali, nonchè dall'abolizione immediata di tutti i vitalizi compresi quelli agli ex onorevoli che percepiscono altri redditi superiori ad un tetto da stabilire. Successivamente, ulteriori risparmi saranno possibili con la riduzione di tutti gli organici parlamentari, regionali, comunali e dall'abolizione delle province, quest'ultime utilizzate dai partiti per sistemare parenti ed amici, e poi altro ancora, basta vedere gli enti utili alla partitocrazia ed inutili per i cittadini.

ALBERTO FERRETTI 09.03.13 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Sulle pagine di "la repubblica" del 9/3 si trova lo spazio per sottoscrivere una petizione al M5S ed a Grillo affinche' si assecondi il "cambiamento"! Che il M5S vuole e ricerca un "profondo" cambiamento della politica e della societa' italiana è cosa risaputa! Io credo la petizione andava indirizzata in via prioritaria a tutti coloro che fino ad oggi sono stati i cultori della mala politica e che vanno in depresione al solo pensiero di doverla abbandonare.SONO LORO CHE DEVONO ASSECONDARE LE TIPOLOGIE DI PROPOSTA DEL CAMBIAMENTO PORTATE AVANTI DAI RAPPRESENTANTI DI QUEGLI OTTOMILIONI E MEZZO DI ELETTORI CHE HANNO VOTATO M5S!

terenzio eleuteri 09.03.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Ho un'idea da proporre a Beppe o a Casaleggio. Sto sviluppando un social che potrebbe aiutare a costruire sostenibile a cambiare l'economia del nostro paese attraverso la raccolta del risparmio finalizzata alla qualità ambientale e sociale. Qualcuno che mi legge può creare la condizione di confronto con uno degli economisti e strateghi che lo stanno consigliando?!? È' una cosa importante... ci conto! Grazie Luigi Mario Filocca

Luigi Mario Filocca 09.03.13 10:23| 
 |
Rispondi al commento


Dal Paese si alza sempre più forte la richiesta di cambiamento e rinnovamento della classe politica. Il consenso dato al M5S va in questa direzione ed è ora necessario trasformare questa aspettativa in qualcosa di più concreto, che consenta alle persone di migliorare le proprie condizioni di vita. Abbiamo innanzitutto bisogno di avere alla guida dell'Italia, le nuove generazioni, i nostri giovani laureati, di tutte le parti del Paese, per ricreare anche una sana comunità. Facce nuove, pulite, non compromesse sul territorio.Tutto ciò però non sarà sufficiente, perchè ora si tratta di affrontare il problema maggiore, tirare fuori il Paese dalle secche di una profonda recessione e dalla palude della politica del malaffare portata avanti da una corrotta ed irresponsabile classe dirigente, che si è dimostrata inadeguata, incapace ed in diverse occasioni collusa sia con i poteri forti che con quelli mafiosi. Come uscire da questo pantano? Un'idea potrebbe essere quella di affiancare ad un governo politico formato dai giovani laureati del movimento, un supporto tecnico, formato dai più grandi scienziati ed economisti del mondo, in qualità di consulenti a tempo pieno. In altri termini, un governo tecnico, parallelo a quello di indirizzo politico. Economisti, ambientalisti, giurislavoristi, esperti in giurisprudenza e messa in sicurezza del territorio, architetti ed ingegneri per l'ammodernamento infrastrutturale del Paese ed il riassetto idrogeologico con recupero del patrimonio edilizio esistente, mediante un nuovo piano paesaggistico ed urbano.Con tale iniziativa avrebbe peraltro termine, il gioco delle parti, laddove prima di ogni importante delibera, si chiamavano al tavolo delle decisioni, i sindacati, le associazioni di categoria, gli ordini professionali, le lobby interessate, insomma tutti i poteri forti, e dopo riunioni fiume, con il blocco dei veti incrociati, si partoriva il classico topolino con piena soddisfazioni di tutte le categorie partecipate.

ALBERTO FERRETTI 09.03.13 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si fa ad uscire adesso da questo pasticcio ?
Il paese non puo' piu' aspettare,bisogna fare qualche cosa.C'e' la possibilita' di approvare alcune leggi che danno un poco di stabilita'tipo applicare la legge sul conflitto di interesse (che tiene fuori il cancro berlusca)e un'altra per aiutare le piccole e medie aziende e poi ritornare a votare? Ma se il Pd invece vuole un governo per fare queste cose e non rimane alcuna possibilita',cosa si fa ? Si lascia andare a fondo il paese? Siamo in tanti a volere una risposta.

Martina O 09.03.13 10:20| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo con Munchau. Bene ora volete imporre le vostre ricette in parlamento o fate le belle statuine che non si sporcano le mani?

Gian F. Commentatore certificato 09.03.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Ancora a parlare di dx e sx oggi non esistono più, perché i valori che distinguevano gli uni dagli altri non esistono piu! Dobbiamo imparare a leggere i programmi politici, non ascoltare quello che ci vogliono far credere, le idee devono andare avanti, non i partiti, dx e sx sapete qual'è il loro piano politico? Continuare a stare col culo su quella poltrona, solo questo interessa a loro.

Alfredo libico 09.03.13 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se sono fuori tema, ma rilancio la questione di qualche giorno fa:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/08/grillo-lespresso-e-le-domande-aperte/524624/

Una domanda agli altri 5 stelle: siete tutti soddisfatti dalla risposta di Grillo sulla questione Costa Rica, o desiderate altri chiarimenti?

Marco M. 09.03.13 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È ora per tutto adesso

Martino ricupero 09.03.13 10:14| 
 |
Rispondi al commento

La bce è la cura o la malatia! la merkel è il dottore o la becchina!
Un grafico vale l'essenza della vita?
Devo pensare che nel prossimo futuro parleranno di due hitler!
La signora Merkel sessualmente si sente frustrata, niente di peggio se cosi fosse, vivono di sfide personali
contro l'umanità, sanno che il loro declino è prossimo, fanno parte del male, il male non regna per sempre ma lascia i ricordi sui libri e nei monumenti.
Non crediate di essere lontano da quelle persone che hanno lasciato le case le famiglie per combattere e difendere la propria e la vostra nostra libertà, non fatevi confondere dalla tecnologia dal bel vestito, siamo frutto di chi allora non conosceva un certo benessere, armatevi dell'arma più efficace che porta il nome di la" conoscenza".

Non sono cieco 09.03.13 10:13| 
 |
Rispondi al commento

l'accerchiamento per costringere m5s al governo è iniziato : vedasi fitch a chi appartiene.dietro c'è sicuramente la germania della merkel.
attenzione alla macchina del fango.ed alle toghe che saranno le prossime a scendere in campo.

Fielding Mellish Commentatore certificato 09.03.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perchè è già tutto pronto, eppure Grillo non voglia mettere sul tavolo la ME-MMT. Divisioni e frammentazione non sono utili a nessuno. Non ce la faccio più a sopportare un Paese costituito solo da "mafiosetti e parrocchiani". Abbiamo cultura, fantasia e forza come forse nessun altro popolo al mondo! http://memmt.info/site/ = = = = = = = = = = = =
[…] Si può vivere al mondo senza desiderare il potere, senza voler attingere una posizione, un'autorità? Senza dubbio, si può. E lo si fa quando non ci si identifica con qualche cosa di più grande. Quest'identificazione con qualcosa di più grande di noi - un partito, un paese, una razza, una religione, Dio - è perseguimento del potere. Poiché, se in voi stessi sarete vuoti, sordi, deboli, vi piacerà identificarvi con qualcosa di più grande di voi; e tale desiderio di identificazione equivale al desiderio del potere. - J. KRISHNAMURTI

Fausto C., Torino Commentatore certificato 09.03.13 10:11| 
 |
Rispondi al commento

“Appello a Beppe Grillo e al Movimento 5 Stelle: se non ora, quando”?

“Caro Beppe Grillo, cari amici del Movimento 5 Stelle”... Firmato:


Remo Bodei
Roberta De Monticelli
Tomaso Montanari
Antonio Padoa-Schioppa
Salvatore Settis
Barbara Spinelli

Testo completo e possibilità di firmare l' appello al link sottostante:

http://temi.repubblica.it/repubblica-appelli/?action=vediappello&idappello=391293&ref=HRER1-1

EVOLUZIONE E CAMBIAMENTO !!!

Lux Luci 09.03.13 10:07| 
 |
Rispondi al commento

...in effetti la situazione è da incubo : aziende e non più persone che emigrano , dimezzamento netto del 50% del potere di acquisto, una sinistra che non ce la fà proprio a fare la sinistra (?!), una marea di persone di centro destra che masochisticamente continuano a sostenere un partito (il Partito dei Dementi Longevi) sputtanato oltre ogni ragionevole dubbio...ma cosa altro deve accadere ancora per fare aprire gli occhi a tutti ?...al cospetto di tante macerie Beppe Grillo è quasi un santo

gianfranco calandrini, gradara Commentatore certificato 09.03.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Che leggano ciò gli afflitti di sx invece di preoccuparsi dello stipendio dei quadri del partito( vedi ultimo consiglio nazionale)
Ma veramente la Bindi e sodali pensano che ci sia ancora pane per loro?
Vado a raccogliere i miei ortaggi adesso , che debbo mangiare, perché a questa ora per gli strateghi di sx non c'è problema ,alle 9 hanno già ( per ora) la pancia piena.
Amici stellati andiamo avanti , e se nel frattempo ci sarà bisogno di me ( ed anche dei miei prodotti dell'Orto) io ci sarò .
Con stima martino

Martino ricupero 09.03.13 10:03| 
 |
Rispondi al commento

Uscire dall'Euro é assurdo e sapete benissimo che per l'Italia sarebbe una catastrofe. Pensavo aveste le idee chiare ma mi sembra di capire che avete fatto il possibile per avere la macchinina nuova e adesso non sapete come usarla. Invece di perdervi in chiacchiere cercate di essere persone mature e responsabili e aiutate il paese il piú presto possibile a uscire da questo disastro. Se andate a nuove elezioni non riceverete nemmeno la metá dei voti che avete ricevuto...state deludendo troppo vostri elettori.

rivoli maria grazia 09.03.13 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NIGEL FARAGE: ascoltate quello che di e da anni a Bruxelles. Il suo partito UKIP riscuote sempre più consensi. Gli Inglesi chiedono l'indipendenza dall'Europa, noi non siamo inferiori. Il M5S dovrebbe seguire questo modello e chiedere il referendum se rimanere nell'euro. Diversamente quando saremo ridotto come la Grecia nascerà un partito ITIP Italian Indipendence Party a conferma che l'euro e' stato un fallimento e gli italiani vogliono tornare a essere indipendenti.

Daniele Gibilisco 09.03.13 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare corretta l'interpretazione della crisi da parte di questo giornalista. Il problema vero è che i governati degli stati sono tutti all'interno di politiche di questo tipo, Si tratta da un lato di operare per una rivoluzione culturale di dimensioni palnetarie, dall'altra tuttavia mi pare che sia quasi inevitabile ritenere che c'è un rapporto perverso tra denaro e potere da cui è difficile prescindere. Gli intellettuali e gli economisti francesi tuttavia stanno proponendo un nuovo welfare. Mi pare una strada importante da percorrere. E' evidente che i nostri governanti sono molto distanti da questo modello, dopo che per anni hanno letteralemente svenduto el imprese italiane: in ordine di tempo Parmalat, Bulgari, tutte le aziende produttrici di alcolici, tanto per fare alcuni esempi. Tuttavia ritengo possibile il ritorno a un modello nuovo di welfare.

Claudio Gobbi 09.03.13 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Non si può confondere il 1994 col 2013.
La stampa italiana o è corrotta o ti intervista per fare talk- show.
Il popolo ha capito quello che intende il Movimento per programma.
Senza pregiudizi ma nudi alla meta.
Chi ci ama ci segua...

Mauro E., Genova Commentatore certificato 09.03.13 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Siamo attualmente sotto una sovranità extranazionale ,che accelera a requisire beni dal nostro paese impoverendoci con il debito creato con giochi di borsa e di differenziali (spred),siamo costretti a subire prestiti dalle banche centrali e in cambio ci indebitiamo, si impoveriscono varie aree del paese che in una fase successiva di giuristizione europea saranno requisite come moneta x il pagamento del debito irrisolto, a questo punto penso sia dovere di tutti i cittadini italiani se tengono alla loro terra a imporsi con un metodo semplice ma efficace che non comporta dispendio di energie, dare supporto ad una classe dirigente x il nostro paese che abolisca la dipendenza dalle banche centrali e che dando fondo alle ultime risorse ,pagare il debito , ma poi chiudere fuori queste banche del disastro economico , creando nel nostro territorio di nuovo la supremazia nazionale con un governo anti corruzione e votato alle leggi primarie della nostra costituzione IL LAVORO X TUTTI questo lo si può fare spegnando gradualmente l'abbeveraggio alle fonti petrolifere e rivitalizzandoci con l'energia rinnovabile che non tocca pagare a NESSUNO.

AntonioFlaghen 09.03.13 09:51| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Dalla mia famiglia il M5S ha avuto 10 voti,desidero che facciate applicare il Vs Statuto .
Mettete in discussione il cambio €-lira,il cambio doveva essere 1€=1000 Lit,,con Lit. 1.000.000 prima si viveva,oggi con 500€ si muore di fame! Grillo , lo faccia capire a quel tonto di Prodi, Lui con il suo stipendio vive benissimo.Chieda conto a chi ha accettato il cambio € Lit,e faccia in modo che messo sotto processo. Grazie

Rosati Luciana 09.03.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il termine P4 fu utilizzato per indicare una presunta associazione a delinquere che avrebbe operato nell'ambito della pubblica amministrazione e della giustizia. Indagati in tale procedimento giudiziario furono, tra gli altri, il faccendiere Luigi Bisignani e il deputato Alfonso Papa (PDL). La cosiddetta P4 avrebbe avuto l'obiettivo di gestire e manipolare informazioni segrete o coperte da segreto istruttorio, oltre che di controllare e influenzare l'assegnazione di appalti e nomine, interferendo anche nelle funzioni di organi costituzionali.[1]

L'inchiesta generò grande scalpore e per diversi mesi durante il 2011 i mezzi di comunicazione le dedicarono ampio risalto, in particolare per le numerose intercettazioni telefoniche[2][3] trapelate dagli atti giudiziari. Successivamente, tuttavia, le ipotesi accusatorie vennero radicalmente ridimensionate dai magistrati della Cassazione e del riesame di Napoli, i quali sancirono l'insussistenza degli indizi in relazione al reato di associazione per delinquere[4][5].

da wikipedia

Dario diario 09.03.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma basta con questa sindrome di appartenenza :destra o sinistra.In Italia chi ha un consenso superiore al 20% deve avere un ruolo primario nel condizionare l'azione politica e di governo del Paese.Per evitare un'implosione è indispensabile dare priorità a una parte del programma e imporlo quale agenda di un governo costituente.Il voto anticipato e al buio aumenterebbe certo il consenso al M5S ma probabilmente sarebbe anche la sua fine in quanto ricadrebbe su M5S tutta l'aspettativa di tradurre la rabbia trentennale in soluzioni efficaci per ognuno che ha dato fiducia a M5S.

maurizio petrolli 09.03.13 09:44| 
 |
Rispondi al commento

La germania minaccia l'Italia, e dimostra la stessa arroganza che ha portato alla seconda guerra mondiale. Ben venga il referendum per uscire dall'euro, ed eventualmente, accordarsi per creare una vera unione europea dei popoli, e non della finanza,con tutti quei paesi attualmente sfruttati e impoveriti dalla politica tedesca. Con le ultime dichiarazioni possibiliste, è emersa la falsità delle dichiarazioni di allarmismo sull'uscita dall'euro.

Antonio ., Roma Commentatore certificato 09.03.13 09:42| 
 |
Rispondi al commento

condivido in pieno e continuo a credere che un'europa solo bancaria non serve all'europa e ai cittadini europei.
Se i tedeschi non sono interessati ad un'unione politica vera fatta di veri cittadini europei e di governi che devono essere europei ESCANO DALL'EURO.
L'euro doveva essere il passaggio iniziale di un'unione anche politica non la meta d'arrivo.
efisio rosso

efisio rosso, villamar (vs) Commentatore certificato 09.03.13 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Il vero problema non é la scelta tra restare nell'Euro o tornare alla Lira. Il vero problema è la sovranità monetaria. Nessun paese al mondo può pensare di uscire da una recessione come quella attuale se non ha la sua sovranità monetaria. E' semplicemente impossibile. Il vero mistero è come mai l'Italia (ed altri paesi) abbiano rinunciato senza pensare alle inevitabili conseguenze che avrebbe portato "questo" Euro alla nostra economia. E a questa domanda ci sono solo due risposte. O una incredibile ignoranza dei principi basilari di economia da parte dei nostri politici, o semplicemente il dolo con cui hanno operato, fregandosene delle conseguenze, svendendo il loro paese, pensando solo ai loro benefici e interessi personali. L'eterna disputa tra i favorevoli e i contrari all'Euro, in realtà é una disputa senza fondamenta concrete. In altre parole, se potessimo "stampare" Euro, non ci sarebbe bisogno nemmeno di pensare di tornare alla Lira. Per quanto riguarda la tanto criticata "dittatura" economico-finanziaria tedesca, se i nostri politici si preoccupassero di difendere veramente gli interessi del paese, basterebbe solo minacciare di uscire dall'Euro, per rendere tutti (Merkel in primis) più malleabili. Con l'Italia fuori dall'Euro non avremmo nemmeno il problema di preoccuparci di impoverire rispetto agli altri stati, semplicemente perchè l'unione monetaria crollerebbe come un castello di carte. Ribadisco, basterebbe solo ventilare l'ipotesi, per ottenere dei cambiamenti.
Comunque sono personalmente convinto che questo Euro non abbia futuro. Prima o poi collasserà tutto. Solo la data è incerta. Purtroppo più a lungo si andrà avanti così, maggiori saranno i danni e le vittime di questa scelta scellerata.

Pierluigi C., Pesaro Commentatore certificato 09.03.13 09:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Temo che la favola sia finita ancora prima di cominciare
Vincono loro , sono troppo potenti

Andrea Falce 09.03.13 09:35| 
 |
Rispondi al commento

Ho votato 5 stelle perchè ho creduto in un movimento che potesse rappresentare realmente gli interessi del cittadino. Ho sperato che, come propagandato in campagna elettorale, potesse chiedere in parlamento una revisione della legge fornero sul pensionamento. Ho votato per un movimento che desse speranza di vita ai giovani. Non ho votato perchè si destabilizzasse il Paese. Siate seri e cercate di garantire ai Vostri elettori le promesse fatte in campagna elettorale. Tornare a votare potrebbe essere un grave errore per tutte le forze politiche, compreso il movimento che rappresentate.

ROSARIO ANTONIO CANTORO, TAVIANO Commentatore certificato 09.03.13 09:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono un sostenitore ed elettore del M5S da vecchia data (lo potete vedere dalla data di iscrizione) e ho letto questo appello su Repubblica. Confesso che mi ha fatto pensare seriamente a questa proposta. Non ho la lungimiranza di Grillo, ma penso che sia una serie di considerazioni interessanti.
http://temi.repubblica.it/repubblica-appelli/?action=vediappello&idappello=391293&ref=HRER1-1

Dario C. Commentatore certificato 09.03.13 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Josè Pepe Mujica, presidente Uruguay, discorso del 21 giugno 2012 alla Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile.

http://www.youtube.com/watch?v=3SxkMKTn7aQ&playnext=1&list=PL6A68B45CA28B5E7D&feature=results_main

antonella g. Commentatore certificato 09.03.13 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la lira andava cambiata alla pari,ora e' tardi ma' si deve poter fare EURI ITALIANI.cosi si puo' controllare chi li esporta all'estero,avanti con ilREDDITO DI CITTADINANZA...per adesso.


Dite che iniziano a capirla anche loro?

http://www.liberoquotidiano.it/mobile/articolo.jsp?id=1199523#.UTrx-_q9Kc0

Filippo Zavattari 09.03.13 09:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.bancaditalia.it/bancomonete/signoraggio

Abolire!!!!!!

Giovanni P., Lucca Commentatore certificato 09.03.13 09:24| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

al di la dei Bla-Bla facciamo un governo che faccia le cose che sono necessarie. Cerchiamo ciò che ci unisce con la gente di sinistra.

No ad un governo dei politici, no ad un governo tecnico ma si ad un GOVERNO POLITICO di una persona responsabile ed onesta di cui ci si possa fidare che garantisca che le cose dette siano fatte.

NON POSSIAMO BUTTARE VIA QUESTA OCCASIONE DI RIPULIRE L'ITALIA DALLA CURRUZIONE; è LA PRIMA VOLTA IN 60 ANNI.

Ugo A., Recco Commentatore certificato 09.03.13 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fino ad adesso tutto ok, ma ora a costo di ingoiare qualche rospo, bisogna fare, fare, fare il bene del paese e di tutte quelle persone che hanno riposto in Grillo le residue speranze di dare ai nostri figli un futuro migliore di quello che si prospettava fino ad oggi. Bisogna pensare al bene comune, e in questa ottica meglio rinunciare a qualcosa sul breve periodo, pur di ottenere alla lunga i grandi risultati di cambiamento che ci siamo preposti votando 5 stelle, iniziando ad incanalare la politica su prospettive e basi nuove , che però al momento rischiano di sembrare utopie. Fate e non ci deludete perché non può esserci una seconda volta se non ci sono i fatti.

Siro Magnanensi 09.03.13 09:14| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=QhpK2eN4Whs benettazzo 08 marzo 2013 .

Giuseppe Ga 09.03.13 09:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sto per dire qualcosa di sinistra...

tutto vero quello che si dice nell'articolo sulla germania e sulla linea merkel. Ma attenzione che non si può continuare a finanziare la crescita col debito. E i soldi per ripartire allora dove si prendono? A parte la doverosa decrescita, che però avrà tempi medio-lunghi e attuabilità tutte da vedere (non siamo un isola, ma inevitabilmente collegati al resto del mondo dalla mostruosa globalizzazione), a parte la decrescita, dicevo, bisogna decidersi a metter mano ad una critica seria del capitalismo. Se è vero che la maggior parte della ricchezza si concentra in una percentuale bassissima di popolazione (80% di ricchezze in mano al 20% della popolazione). Se non si combatte questa esagerazione, hai voglia di farcela con la decrescita (pur necessaria, ma per motivi soprattutto ecologici, del tipo stiamo sputtanandoci il pianeta).

Davide M. Commentatore certificato 09.03.13 08:41| 
 |
Rispondi al commento

ALLA CORTESE ATTENZIONE DI TUTTI
UN MODESTO SUGGERIMENTO PER IL "VINCOLO DI MANDATO PARLAMENTARE" SE UN PARLAMENTARE HA UNA CRISI DI COSCIENZA, SI DIMETTE! E GLI ALTRI DEL SUO GRUPPO NE ELEGGONO UN'ALTRO!!! SOLUZIONE SEMPLICE PER EVITARE GLI SCANDALOSI CAMBIA CASACCA DEL PASSATO!!!!!

Franca V., Empoli (Fi) Commentatore certificato 09.03.13 08:41| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

non vantiamoci di queste presunte investiture internazionali. fitoussi pare che abbia smentito, stiglitz ha lavorato per l'amministrazione clinton, e per la banca mondiale, pure lui ha i suoi scheletri nell'armadio. e soprattutto cerchiamo di affrontare il tema euro con preparazione superiore a quella di un vecchio rincoglionito analfabeta (su questo blog c'è un tizio che dice: "siccome stampare una banconota da 100 euro costa come stamparne una da 5, basterebbe stamparne da 100 e saremmo tutti felici e contenti", per dirne una)

Marco Quaresima Commentatore certificato 09.03.13 08:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, Sono un classe 64 che insieme alla mia famiglia ti abbiamo dato fiducia, ti ho sempre seguito fin dai tempi di Craxi quando improvvisamente sei scomparso dalla TV.
Grazie a Dio non ho particolari problemi economici: Dopo molti sacrifici ho una casa di proprietà, un lavoro da 25 anni, mia moglie precaria storica da 20 anni finalmente adesso è diventata insegnante a tutti gli effetti.
Vorrei dirti che apprezzo moltissimo la tua battaglia per l'onestà e la sobrietà che tutti dovremmo imparare a percorrere, ti chiedo però
di smettere di vedere o tutto bianco o tutto nero, che nella vita bisogna scendere sempre a compromessi, fissa i tuoi punti ma non mandare all'aria tutto quello che sei riuscito a creare, finalmente hai aperto gli occhi agli Italiani onesti e devi continuare su questo punto, ma ti prego non creare un clima di ostilità assoluto CERCHIAMO DI SALVARE IL SALVABILE, grazie e in bocca al lupo.

salvo riolo Commentatore certificato 09.03.13 08:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON SONO D ACCORDO CON IL FATTO CHE E STATO SCRITTO CHE I ...GRILLINI VENGONO PRINCIPALMENTE DA SINISTRA

DAL TESTO
I suoi elettori arrivano principalmente dalla sinistra.

e una balla macroscopica
si continua a parlare di aver ....rubato i voti a sinistra e destra
e una balla macroscopica
e vi do due casi
1 non e mai stato rivelato pubblicamente ma i NON ELLETTORI
(QUELLI CHE NON SONO ANDATI A VOTARE SONO IL 25 %
CIOE 11 MILIONI)
la generazione grillina e formata da un 80 %da giovani
e una piccola parte di vecchi che ha conosciuto grillo in tempi non sospetti
(che hanno vissuto il caso craxi e sapevano perfettamente chi er a veramente craxi)

la destra e sinistra hanno perso i propri elettori
perche sono convinti ancora adesso di non essere CRITICABILI
BERSANI E RESPONSABILE IN PRIMA PERSONA DELLE NON PENSIONI
E TUTTO PER MANTENERE I LORO PRIVILEGI
BERLUSCONI E COLPEVOLE COME MONTI PERCHE QUELLO CHE MONTI HA FATTO ... ERA IL PROGRAMMA CHE VOLEVA FARE BERLUSCONI
ma non poteva attuarlo perche poi le elezioni le avrebbe viste con un telescopio
E SENZA CARICA POLITICA ...ADESSO SAREBBE IN GALERA....

questo e il vero loro problema
si sono tagliati il ramo su di cui erano seduti
ma il ramo era situato TROPPO in alto
e adesso stanno cadendo e invece di prendersela con se stessi se la PRENDONO CON LA SEGA CHE HA TAGLIATO IL RAMO

stefano b., rovato Commentatore certificato 09.03.13 08:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pian piano stanno abbandonando tutti il dogma dell'austerità, i nord europei sono restii perchè lo considerano "regalare dei soldi a dei ladri" (il fatto che grecia ed italia siano i campioni dell'evasione fiscale non aiuta certo a fargli cambiare idea). l'importante è che se si immettono soldi pubblici lo si faccia per investire e non per finanziare la spesa corrente (che è quello che è sempre stato fatto in italia e che ci ha portato sin qui, ed è ciò che molti sostengono ancora: es. fassina-pd per lenire la crisi fincantieri: commissioniamogli, come stato, una barca anche se non ci serve... e poi? ne facciamo un'altra e un'altra ancora? una flotta immobile a largo di livorno... allora per far lavorare degli elettricisti facciamogli rifare l'impianto di palazzo chigi anche se funziona perfettamente!)

Marco Quaresima Commentatore certificato 09.03.13 08:27| 
 |
Rispondi al commento

Ci stanno riprovando! Fitch de varie agenzie collegate con Mionti & napolitano ricominciano con l'emergenza finanziaria per riproporre il governo tecnico urgente, Non ci si caschi ancora. La Spagna in piena crisi ha eletto un governo politico e politico deve essere il governo per cui siamo andati a votare.
Basta inoltre con il tollerare gli stereotipi: se c'è un movimento politico questo è il M5S, l'antipolitica apprartiene a Monti (mai eletto) ,i i giochi levantini di Napolitano, la propaganda di regime e la magistratura partiticizzata.
non si ceda alle euro-trappole finanzo-massoniche.

Frank S., roma Commentatore certificato 09.03.13 08:26| 
 |
Rispondi al commento

http://www.mentecritica.net/la-pioggia-di-merda/cuore-di-tenebra/dellefragilicose/33825/#more-33825

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.03.13 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S e' inarrestabile,da piazza s.Giovanni a piazza s.Pietro dove fa'piu' male!

renato bizzarri 09.03.13 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Condivido su tutta la linea, basti pensare anche alla svalutazione che ha portato l'Euro nelle tasche di tutte le famiglie con il dimezzamento del potere d'acquisto. Siamo arrivati a un punto che lo stipendio di un operaio risulta essere paragonabile alla vera soglia di povertà.

Roberto Sarli 09.03.13 08:00| 
 |
Rispondi al commento

per me è la stupidità, il vivere oggi senza pensare a domani, la superficialità, l'ingordigia, che sta distruggendo le società (tutte)

sarò mica di una moneta la colpa.

La colpa è delle persone.

fabio i., milano Commentatore certificato 09.03.13 07:55| 
 |
Rispondi al commento

I problemi per l'italia sono iniziati con l'euro, nessuno in Italia ha vigilato sull'aumento vergognoso dei prezzi dei beni (solo gli stipendi degli Italiani sono rimasti con il valore della lira), io sono contro l'euro, ma la mia paura è che ritornando alla lira, si ripeta lo stesso meccanismo.

Gabriella M., Voghera Commentatore certificato 09.03.13 07:51| 
 |
Rispondi al commento

Sul mio sito, http://primariesconvention.com ho pubblicato una dimostrazione matematica dell'assurdità dell'Euro, vedi http://primariesconvention.com/leuro-e-unirrazionale-e-irresponsabile-sfida-alle-leggi-della-matematica-e-della-fisica/ mostrando che porta alla rovina anche se tutti i paesi avessero inizialmente i conti a posto

Damiano A. 09.03.13 07:47| 
 |
Rispondi al commento

9/3/13 bevilacqua.as@alice.it sinavisi
Caro Grillo,
un vecchio proverbio recita "Le ose esposte al pubblico sono soggette alla critica", lei si è esposto, critica tutti, manda a tutti i suoi volgari "vaffa", e pretende di essere indenne alle critiche degli altri. Perchè non rispetta le scelte degli italiani? Se uno vale uno, i milioni di voti che gli italiani hanno dato agli altri partiti per lei non hanno valore? E se uno vale uno, perchè lei non lascia libertà di giudizio a quelli eletti con la sua lista, secondo l'art. 67 della Costituzione? Come già le ho scritto, anche se lei lo chiama movimento, anche il suo è un partito con i propri orientamenti, come tutti gli altri.Cerchi di capire la situazione del Paese, e la smetta di fare stupidaggini da teatro non compatibili con la vita reale e con le difficoltà che stanno attraversando i cittadini italiani, non è importante trovare capri espiatori, ora è necessario trovare una via d'uscita dal vicolo cieco in cui gli elettori hanno cacciato l'Italia..........................

angiolina Bevilacqua, Roma Commentatore certificato 09.03.13 07:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.. del presunto suicidio / omicidio di MPS di chi è la colpa ?
.. di tutti gli imprenditori suicidati in questi ultimi anni, in particolare quello a guida monti con il sostegno del pd con elle o senza di chi è la colpa ?

.. forse ancora sfugge un particolare : le persone sono stanche di questa politica e se davvero qualcuno vuole fare il governo del cambiamento che sostenga da fuori il primo governo del M5S !

Roberto B. Commentatore certificato 09.03.13 06:23| 
 |
Rispondi al commento

In Portogallo 8 milioni di persone sono scese in piazza.

Cancellare il debito? Si può, secondo due economisti del FMI. http://www.lastampa.it/Page/Id/1.0.582846435

Bisogna riunire tutte le liste e decidere una manifestazione di massa contro il debito subitooooo !!!!!!

In Grecia stanno vendendo le isole, non esistono più i negozi, la gente è alla fame cosa stiamo aspettando, ma siamo veramente diventati matti.

Manifestazione nazionale subito, erase day, subito, ora adesso.

Mario Pichetti, Brisighella Commentatore certificato 09.03.13 04:13| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggiamo questo articolo

http://www.perugiatoday.it/cronaca/crisi-stranieri-vanno-via-da-perugia-.html

Dopo il boom di stranieri in città: ora è fuga per crisi

Gli STRANIERI TORNANO A CASA PROPRIA!!

Inoltre a cavallo tra il mese di gennaio e il mese di marzo, il numero di abitazioni ALL'ASTA (per fallimento ad es.) sono passate da poco più di 1000 a più di 3000!!!

http://www.portaleaste.it/

LA VERITA' E' UNA SOLA: NESSUNO VUOLE PIU' STARE IN ITALIA!!!!

mario mario Commentatore certificato 09.03.13 04:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ehm...veramente le austerità stanno uccidendo le persone e salvando l euro...altrimenti la germania si ritroverebbe con il marco forte anziche con l euro fisso...e allora addio lauti guadagni e enormi surplus commerciali, mentre gli altri Paesi in difficoltà non possono svalutare le loro monete per rilanciare l economia per arrestare la chiusura di aziende e per arginare la disoccupazione dilagante. fuori dall euro e senza referendum..tu lo faresti un referendum per decidere se la terra sia piatta o tonda ??

alfonso v. 09.03.13 02:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DAVANTI A UNO SCHERMO
La televisione e inguardabile il giornale è illeggibile, e incredibile come Santoro e Co da programma Pro sia diventato solo mma, mai come in queste ultimi giorni ho visto la mediocrità di chi dovrebbe informare e chi dovrebbe riformare mentre si vedono scandali dove non ci sono e non si guardano quelli che ci sono ,parole mai dette contro parole dette ma non sentite, ignoranza in ogni dove , Bisogna fare il Governo gridano tutti , ma il Governo di Cosa di una Banca di una nave di cosa tutti che vogliono gestire gli spiccioli di una produzione che si sta fermando, oggi anche una ennesima istituzione finaziaria fuori dal nostro controllo ci ha declassato da A- ad BB, per via della situazione creatasi in Italia, Spingono dall estero per Governarci indirettamente alla ragione, ma non ci hanno sempre criticato per la Mafia la corruzzione il male affare gli opportunisti? e ora che ci ribelliamo che vogliamo cambiare ci spingono indietro per non rovinargli il mercato delle specualzioni, tremano tutti ma tutti, e in atto una campagna di oscurantismo totale mentre Berlusconi invece di preoccuparsi del mondo che sta per crollare recita per non comparire in tribunale giusto per dimostrare chi comanda, Bersani del suo mondo di 60enni che mantengono il fortino contro i 20enni che scalpitano per fare quello che hanno fatto i loro padri ubriacare il popolo di parole inutili per crearsi un motivo di esistere uno status sociale un potere e dei soldi ed ecco che nascono i Ferrara 20enni i Bersani coi capelli le Bindi dimagrite e i D alema senza Baffi una Generazioni gia vista ma piu vecchia, e tutti a fare forum su come fare , Basta avvicinarsi a Casa Grillo che si diventa degni di un investitura da opinonista e i disoccupati attacati ai computer in attesa di un email che non arriva mai si mangiano queste chiacchere

Arrigo G., Rapallo Commentatore certificato 09.03.13 02:24| 
 |
Rispondi al commento

PROPOSTA LEGGE ELETTORALE.
Per la mia proposta elettorale ideale, inanzi tutto bisogna stabilire per legge e in modo inequivocabile che non possono più esistere coalizioni di partiti movimenti o qual dir si voglia altra nomenclatura dei suddetti, nè prima del voto nè durante nè dopo il voto, cioè mai.Ogni partito, ecc. ecc., dovrà candidarsi da solo. Ogni partito o movimento potrà presentarsi esclusivamente con un simbolo ed un nome e sopratutto con un PROGRAMMA di governo chiaro e definit, presentato un mese prima delle elezioni in unica data e non più modificabile. Il programma deve essere completo delle linee da perseguire con spese e costi e coperture adeguatamente preventivate, come succede per la gestione di in un qualsiasi condominio. Non è più permesso in alcun modo sia durante la campagna elettorale che dopo il voto, che un parlamentare possa cambiare schieramento o partito per alcuna ragione, pena l'estromissione immediata dal parlamento fino a fine legislatura, ma potrà liberamente votare le leggi e le decisioni durante tutta la legislazione con voto eslusivamente palese. Se un numero cospicuo dovesse essere estromesso dal partito eletto per le ragioni di cui sopra, il governo in carica non potendo più garantire la stabilità dovrà automaticamente dimettersi riportando gli elettori alle urne. Detto questo la legge elettorale dovrà essere uguale o molto simile a quella dei comuni dove i primi due partiti per numero di voti siano essi movimenti, ecc. ecc., possano andare al ballottaggio a meno che il primo partito non raggiunga il 50%+1 dei votanti.
GRAZIE per lo spazio concessomi.

fabio c., carugate Commentatore certificato 09.03.13 02:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Wolfgang, verresti a fare da docente per le serali di giornalismo da noi? Presto dovremo istituire dei corsi intensivi obbligatori di recupero e pensavo che un paio di tue lezioncine su cos'e' l'eurozona sarebbero molto utili ai nostri scribacchini.

Lorenzo Albanello, Roma Commentatore certificato 09.03.13 02:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il movimento 5 Stelle è nato per tornare a far contare i semplici cittadini, per restituire loro il potere decisionale usurpato dall’orrida partitocrazia. Quindi, di fronte alla prima importante scelta del movimento, dovrebbe essere naturale ricorrere alla consultazione on-line della base. Così come si è fatto per le parlamentarie. Se si è deciso in questo modo chi doveva andare in Parlamento, non si capisce perché non si debba sottoporre ai cittadini le prime scelte degli eletti. Si e' parlato di “circonvenzione di elettori”. Ma qual è il mandato? Chi lo stabilisce, Grillo o gli elettori stessi? Come fa Grillo a sapere, senza consultare nessuno, che gli elettori non vogliono l'appoggio al centrosinistra?

Diego F., Torino Commentatore certificato 09.03.13 01:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://traglisqualidiwallstreet.blogspot.it/

Grillo non mollare!

tra gli squali 09.03.13 01:25| 
 |
Rispondi al commento

VIOLENTO SCONTRO TRA GIORNALISTI IN MERITO A BEPPE !! PER LEGGERE E CAPIRE MEGLIO VAI A QUESTO LINK:http://andreanotari.blogspot.it/2013/03/grillo-non-sbaglia.html

ciro ciruto Commentatore certificato 09.03.13 01:07| 
 |
Rispondi al commento

Ragassi, ma nessuno fa un bel fact checking di quel che riporta il giornalista tedesco? Evidentemente non si è informato bene:

Paul Krugman NON ha proprio una grandissima opinione di Beppe (http://www.nytimes.com/2013/02/25/opinion/krugman-austerity-italian-style.html?ref=paulkrugman , parzialmente tradotto qualche post più giù).

Jean Paul Fitoussi ha pubblicamente smentito di essere in qualsiasi modo in contatto con il movimento (lancio ANSA ZCZC7969/SXA OPR77635 U POL S0A QBXB Z04 06-MAR-13 19:05 NNNN)

Idem Stiglitz (http://www.giornalettismo.com/archives/794689/grillo-stiglitz/)

La disinformazione attraverso i rimbalzi di notizie (false) agisce su tutti, anche sui giornalisti stranieri

Simon7 RoXi (s.rossi078) Commentatore certificato 09.03.13 01:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo totalmente! Totalmente! Aggiungerei: "La storia si ripete sempre due volte. La prima in tragedia, la seconda in farsa." Grazie Grillo. Hai contribuito a svegliare le coscienze.

Vittorio Alberto Roberto, Montemagno Commentatore certificato 09.03.13 00:38| 
 |
Rispondi al commento

L'analisi e' corretta . Salvo una bocciatura sonora della Merkel a settembre l'euro e' "Kaputt". La responsabilita' e la colpa sono del popolo tedesco e della sua "etica protestante" che mescola debito con peccato. Anche in italiano si recita "rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori". Il debito si paga non si rimette. Questa confusione etica comporta un attegiamento politico che sta dividendo l'europa nelle sue due componenti "Eulandia" e "Nazilandia": dal greco EU = bene . NAZI non so cosa sia. In greco non c'e' . :)LEGGETELA E VOTATELA , VI PREGO , MI E' VENUTA COSI'. Prrometto che se fa schifo non ne scrivo piu'.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 09.03.13 00:26| 
 |
Rispondi al commento

Non parlo il tedesco e non ho la possibilità di tradurre dall'originale, ma l'autore dell'articolo mi sembra disinformato.
Oltre a Jean Paul Fitoussi, che evidentemente non sta collaborando a scrivere il programma economico, manco Krugman sembra proprio entusiasta della situazione politica italiana. Quoto dal sito del NYT (link: http://www.nytimes.com/2013/02/25/opinion/krugman-austerity-italian-style.html?ref=paulkrugman)

"Well, it’s not looking good. Mr. Monti’s party appears likely to come in fourth; not only is he running well behind the essentially comical Silvio Berlusconi, he’s running behind an actual comedian, Beppe Grillo, whose lack of a coherent platform hasn’t stopped him from becoming a powerful political force."

(trad: Bene, le cose non sembrano mettersi bene. Sembra probabile che il partito di Monti arriverà quarto; non solo è ben dietro al fondamentalmente comico Berlusconi, ma è dietro anche ad un vero comunico, Beppe Grillo, la cui mancanza di un programma coerente non l'ha fermato dal divenire una potente forza politica)

E ancora:

"Outside observers are terrified about Italy’s election, and rightly so: even if the nightmare of a Berlusconi return to power fails to materialize, a strong showing by Mr. Berlusconi, Mr. Grillo, or both would destabilize not just Italy but Europe as a whole"

(trad: gli osservatori esterni sono terrificati dalle elezioni italiane, e giustamente: anche se l'incubo del ritorno di Berlusconi al potere non diventa realtà, una forte affermazione di Berlusconi, Grillo o entrambi destabilizzerebbe non solo l'Italia ma l'intera Europa).

Secondo me al NYT ci sono consiglieri che tifano PD.

Simon7 RoXi (s.rossi078) Commentatore certificato 09.03.13 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Bellissimo questo articolo che riconosce la visionarietà della proposta dell'M5S.
..come mai da noi invece è tutta una critica??

...tranne poche illuminate eccezioni tra cui il solito eccezionale Marco Travaglio, a cui già nel governo Berlusconi 2001 - 2005 avrei dato una targa da Partigiano quasi solitario (me lo ricordo bene quanto fosse solo a denunciare senza paura le schifezze di Berlusconi, certo non era Repubblica lì a giustificare le motivazioni della guerra ecc ecc)

..ed ora Travaglio si ritrova nuovamente quasi da solo a guardare con lucidità e senza pregiudizi il Movimento 5 Stelle.

Il fatto è che il mondo è sempre uguale.
Durante il fascismo ci furono solo due professori universitari che si rifiutarono di firmare le leggi razziali.
La dignità è una merce rara.

Oggi come allora anche le presunte "menti superiori" guardano innanzitutto le proprie tasche e il "tengo famiglia".. e sono pronti a firmare quello che c'è da firmare, sostenere gente che le ha sbagliate tutte per 20 anni e ci ha portati dove siamo ora, quasi al fallimento.. e questo, costi quello che costi.

Ora difendono i loro partiti di riferimento.
Difendono il rimborso elettorale ai partiti.
Difendono il finanziamento ai giornali.

Con buona pace dell'onestà intellettuale.
Della responsabilità di cui blaterano.
Della serietà e della professionalità.

Comunque la storia svelerà, come sempre, la codardia e il servilismo, come già è successo negli anni 2001 - 2005..

sara 09.03.13 00:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nell'articolo originale compare un passaggio molto importante che è stato tolto nel riassunto su quesro blog, al posto degli ultimi puntini.
Dopo una illustrazione della crisi economica italiana l'autore afferma che"per le necessarie riforme c'è bisogno di un vero governo. L'unica possibilità senza nuove elezioni sarebbe una grande coaolizione sexondomil modello tedesco. Ma questa soluzione fallisce a causa dell'ostilità degli attori principali." Poi prosegue " Perciò ci troviamo di fronte ad un ciclo di elezioni, governo tecnico, nuove elezioni, una probabile vittoria di Grillo e una fase che sfocerà nell'uscita dall'euro. Fino a che sarà presente questa prospettiva nessuno vorrà investire in Italia. Il trauma dell'uscita (dall'euro, n.d.t.) diventerà una profezia che si autodeterminerà."
Mi sembra importante riportare tutta l'opinione del giornalista, per non forzare il contenuto e manipolare l'informazione.

Pietro Gittardo 09.03.13 00:11| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Eh no Beppe,così non va,devi gettare la maschera!

Gianluigi Bertoglio 09.03.13 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Grillo aiutami tu se no mi devo incazzare
Mi sono recato ben quattro volte nell’Agenzia delle Entrate di Taranto, ogni volta hanno mostrato un vistoso disorientamento nel ricercare la causa di tale anomalia e infine per rispondermi, il direttore ha rimediato con un secco “è evidente che i Dati che ci ha fornito questa ditta non sono attendibili, ma noi abbiamo questi Dati, quindi paghi.. altrimenti ti trovi la soluzione”. Oltre al danno di essere stato derubato dal mio ex datore di lavoro, anche la beffa...
Leggi tutto: http://www.montemesolaonline.it/Tassa.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 09.03.13 00:02| 
 |
Rispondi al commento

Le agenzie di Rating ci declassano a carta straccia.
Ma veramente c'è bisogno del loro parere per capire come siamo messi?
Basta andare in giro!
E basta di fare finta di nulla e coprirsi gli occhi!

Bob C., Rieti Commentatore certificato 08.03.13 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un grande economista ma a mio avviso ci dovrebbe essere una soluzione drastica e impopolare che per prima cosa vada a tagliare gli stipendi,pensioni,vitalizi, premi, buonuscite di tutti i dipendenti pubblici per ricondurli nella normalità. E'inconcepibile che nella situazione in cui siamo ci siano dipendenti pubblici che guadagnano 30,40,90.000 euro netti al mese mentre molti pensionati se la devono cavare con 500, dico cinquecento euro al mese e dipendenti di supermercato, padri e madri di famiglia ,con 800/1.000 Euro. Finora tante belle parole e promesse ma nessuno ha voluto mettere mano nelle tasche dei dipendenti pubblici e tantomeno in quelle dei parlamentari. E' ora di finirlaaaaaaaaaa e cominciare a tagliare nel pubblico cosi' certamente si libereranno delle risorse per diminuire il peso fiscale delle Imprese produttive italiane e non venite a dirmi che il pubblico produce ricchezza a parte ospedali e scuole per quello che compete loro.
In ogni economia familiare e imprenditoriale quando le spese superano gli introiti di certo il capofamiglia o il Presidente non può aumentare il proprio compenso come di fatto sta succedendo in tutto il comparto pubblico del nostro Paese. Ma possibile che nessuno se ne renda conto!!!!!!!!!!!
Se non si svegliano quelli che ci amministrano di certo dovremo darci da fare Noi votando gente nuova che abbia il coraggio di assumere decisioni impopolari per il bene del Paese.

Pietro C., Udine Commentatore certificato 08.03.13 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma come mai nussuno commenta nessuno?Non dovrebbe essere uno scambio di idee ? Mi sembrerebbe che ognuno scriva per i cazzo suoi senza minimamente osservare le posizioni altrui, così non credo che serva a molto se non a sfogarsi!

Nicola Ghelardi 08.03.13 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

occorre ripensare in modo sostenibile la produzione e la spesa: la cultura non inquina ed accresce l'uomo, l'arte idem, l'artigianato di qualità idem, lo sport, la ricerca, tutto ciò che gravita attorno al bnessere idem. Inquina il cemento, inquinano le grosse cilindrate, gli elettrodomestici obsoleti e quindi ad alto consumo energetico. Occorre ripensare la produzione d il consumo

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 08.03.13 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Peraltro stavo dicendo, dipendono in buona sostanza da noi, perché non torniamo alla nostra misera lira? In poco tempo torneremmo a essere competitivi attraendo il turismo culturale e alla produzione medio industriale. Attendo vostre opinioni ciao Nicola

Nicola Ghelardi 08.03.13 23:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bona sera amici, io mi chiedo aldilà dei giochetti di palazzo e delle strategie diffamatorie delle fonti ufficiali di informazione, vogliamo introdurre argomenti che vadano oltre il programma, che sicuramente se adottato migliorerà in maniera esponenziale la situazione, vogliamo però comprendere che fin tanto che le banche e gli stati del nord Europa avranno il controllo, non riusciremo a smuovere sostanzialmente la situazione, immaginare se si costituisse una banca del popolo, una VERA banca dove affluissero i piccoli e medi capitali dei cittadini, senza borse ne manager ne SPA , avete idea di come si potrebbe far leva sulla situazione e soprattutto finalmente la banca fungerebbe come tale elargendo crediti agli stessi correntisti, e siamo sicuri che uscendo dall'euro noi è gli altri sudisti europei non saremmo in grado uniti di contrastare le economie del nord Europa che peraltrp

Nicola Ghelardi 08.03.13 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Se gli elettori di Grillo arrivano principalmente da sinistra, mi licenzio.

Mauro Agnoli, Castel San Giovanni (PC) Commentatore certificato 08.03.13 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono iscritta al blog solo per far sapere a Beppe Grillo che gran parte del Paese è con lui, ma faccia attenzione a non cadere nella rete della provocazione di questi politici che oramai sono nel panico, e dei massmedia a loro collegati. Non si faranno togliere il potere tanto facilmente. Beppe deve rimanere autorevole, con i nervi saldi e tacere, lasciando spazio solo ai fatti. La gente è stanca di questi continui litigi e oramai ha capito che "buttarla in caciara" è la strategia preferita dei partiti che, almeno in questo, sono coesi. Bene sta facendo a tenere lontani i membri del Movimento dai giornalisti e da trasmissioni che hanno l'unico scopo di metterli in difficoltà adottando atteggiamenti provocatori. La parte sana del Paese, quella che non ha voce, quella che credeva di farcela con le proprie forze, non ne può più; è smarrita, confusa, disperata e molto, molto delusa.Forza Beppe! Questo è un momento storico, è il momento di fare un pò di pulizia, di ridare una speranza a questo Paese che non meritava davvero di cadere così in basso.

Giuseppina M., Roma Commentatore certificato 08.03.13 23:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

E ve ne siete accorti solo adesso, che pena che mi fate, siete esseri umani, non potete capire non avete l'intelligenza per capire, schiavi siete e schiavi morirete.
Siete sfruttati, calpestati, umiliati e ancora credete ai telegiornali, scrivono le notizie prima che succedono, non sono visionari, quello che succede é scritto e poi succede.
Non credetemi é solo uno scherzo.... Una burla di un pirla che scrive......

Calvagnasa 08.03.13 23:23| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe! sono Anselmo. Comprendo poco di economia, ma quel poco e abbastanza lucido e chiaro. faccio fatica a interessarmi di problemi di macroeconomia, speculazioni finanziarie, e banche criminali. Ma non posso ignorare il disagio che subisce più o meno
passivamente la mia famiglia, i miei amici, il mio villaggio, gran parte dell'Italia intera. Ci sono poteri forti in gioco. il movimento é divenuto abbastanza forte da poter creare un adeguato contrasto?
Riguardo all'economia di questo paese ammiravo la tua energia scagliarsi veritiera contro il signoraggio bancario, per acquisire nuovamente la benedetta sovranità monetaria...mi chiedo se nel programma 5 stelle si propone il ritorno della sovranità monetaria?
visto che non e scritto da nessuna parte! Ti prego di rispondermi ho un momento di profonda crisi! consapevole che il denaro in
se non ha alcun valore intrinseco rispetto al valore dei rapporti umani.

Anselmo Consolo 08.03.13 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Santo cielo, allora teniamoci solo le Euro-banconote il cui codice inizia con X o N (Germania e Austria), le altre, per chi ancora ne ha, le spenda al più presto possibile: accumuliamo in dispensa generi alimentari a lunga scadenza, bevande, medicine, candele, gioelli, vestiti per i figli, ecc. ecc. Senza scendere in una drammaticità ridicola, ma stiamo entrando davvero in una fase pre-guerra - lo dice anche mia madre austriaca, che la guerra l'ha vissuta sulla sua pelle da bambina - e percipisce la pensione dall'Italia, avendo paura di non riceverla più...

Gabriella Clari, A-3564 Plank am Kamp Commentatore certificato 08.03.13 23:14| 
 |
Rispondi al commento

Sto guardando la trasmissione di Gad Lerner, in particolare ho visto l'esempio del Presidente della Repubblica dell'Uruguay che, non so se tutti sanno, è un ex Tupamaro, che s'è fatto 14 anni di carcere quale terrorista. Vive con un decimo dei 9.000,00 € previsti per la sua carica, ha rifiutato di risiedere nel palazzo presidenziale e gira con la sua auto, un vecchio Maggiolino VW. Sarebbe esagerato forse indicarlo anche qui come un esempio per una nuova politica più rispettosa dei meno fortunati? Potremmo fare nostro un messaggio del genere? Ed ancora, appoggiare progetti come terra madre per una lotta alle multinazionali dell'agricoltura che hanno monopolizzato la politica agricola europea. Ed Agevolare al massimo l'installazione di fotovoltaico ed eolico per abbattere i consumi di idrocarburi. Insomma indirizzare questo paese verso una vita più ecologica, pulita e sostenibile e meno stressante

ercole elberti 08.03.13 23:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a

nina d. Commentatore certificato 08.03.13 23:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCHIO (Vicenza) - Chi posa una primula dai petali gialli, chi ne porta di rosse, viola, blu. I «padroncini» di Schio si stringono attorno al ricordo e alla famiglia di Elia Marcante, l'imprenditore scledense che mercoledì sera si è tolto la vita. Le esequie del titolare della Zimac, noto in città anche per essere stato in passato il presidente dello Schio Calcio, sono state fissate per lunedì alle 15, nella chiesa parrocchiale di Torrebelvicino. Intanto, venerdì pomeriggio la pioggia non ha spaventato i colleghi di Marcante: più di quaranta imprenditori si sono incontrati per una commemorazione silenziosa davanti alla sua azienda, la Zimac di via Lago di Vico, deponendo vasi di fiori davanti all'ingresso. Fra i presenti anche i figli di Marcante, Luca e Cristina. Gli occhi rossi, commossi e colpiti dall'affetto di tante persone per il padre, i due fratelli hanno spiegato che Zimac «continuerà ad esistere, la porteremo avanti noi. Nostro padre considerava i suoi operai una seconda famiglia». Fra i presenti tanti artigiani e industriali, della zona e non: «Vorremmo che questo spiazzo diventasse per una sera la vera capitale d'Italia, il luogo dove riflettere su quanto sia dura la crisi anche per gli imprenditori – commenta Vincenzo Lazzaro, dell'associazione Unionliberi che ha organizzato la commemorazione - rischiano di rimanere schiacciati dal peso della crisi che sta attanagliando il nostro sistema economico». (corriere del veneto)

Giuseppe Ga 08.03.13 23:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si sono concorde con questa analisi ma la nostra proposta per una soluzione??

Riccardo banchini 08.03.13 23:07| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un esperto ma credo che l'economista abbia perfettamente ragione. L'austerity semmai è praticabile quando l'economia è in una fase di sviluppo. Quando è in rallentamento o in depressione è come iniettare veleno nelle vene del malato. Gli Stati quasi al default al contrario dovrebbero creare momentaneamente più debito per favorire gli investimenti e rilanciare il ciclo produttivo. I privati ben difficilmente rischiano capitali in periodo di crisi, quindi se non lo fa lo Stato, la crisi economica è destinata ad avvitarsi su se stessa. La ricetta che pratica qualsiasi ragioniere di tenere i conti in ordine ed aumentare le tasse tutte le volte che è necessario coprire i buchi di bilancio porta solo al fallimento o alla stessa situazione che vediamo in Grecia dove la popolazione è stremata da tasse, tagli di stipendi ed inflazione per ricorrere un pareggio di bilancio che non raggiungerà mai soltanto con le proprie forze. Se restare in Europa significa fare la stessa fine della Grecia, ovvero negare agli Stati deboli la possibilità di indebitarsi per creare sviluppo, allora forse è meglio staccarsi ed affrontare tutte le incognite dell'abbandono dell'euro. Peggio di così non credo potrà andare.

francesco bozzetti, milano Commentatore certificato 08.03.13 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Vuoi vedere che come è successo per Berlusconi quando è "sceso in campo" che anche per Grillo iniziano inchieste, accertamenti, avvisi di garanzia e sputtanamenti sui vari quotidiani specialmente di De Benedetti??
é inutile ,la gioiosa macchina da Guerra della sinistra non digerisce di perdere, o come dice il suo capo "di non vincere" e quindi...usa tutti gli altri mezzi non proprio democratici per far fuori il nemico.
poveretti, si stavano già spartendo i ministeri e le varie poltrone...

nina deliperi, sassari Commentatore certificato 08.03.13 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per cortesia leggetevi qualche articolo sul blog del professor Bagnai che non fa altro che ripetere le teorie dei vari krugman, friedman, altri fior fior di macroeconomosti.

LA CRISI DELL'EUROZONA NON E' CAUSATA DAL DEBITO PUBBLICO (che secondo la commissione europea è sostenibile nel medio termine).
LA CRISI NASCE DALL'ESPLOSIONE DEL DEBITO PRIVATO GENERATO DALL'EURO CHE HA FAVORITO L'AFFLUSSO DI CAPITALI ESTERI

FUORI DALL'EURO SUBITO!!!!!!!!

Simone90 P. Commentatore certificato 08.03.13 22:42| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

http://traglisqualidiwallstreet.blogspot.it/

Fidarsi delle Agenzie di Rating è bene non fidarsi è meglio


Vi prego correggete la traduzione del passaggio sull'economia aziendale. Non è corretta, l'economia aziendale italiana e tedesca professa l'etica nelle attività economiche. Nell'articolo penso che il senso voglia essere: applicano alla macroeconomia la pignoleria dell'economia aziendale, facendosi sfuggire gli effetti devastanti delle politiche. Cioè si applica un approccio micro ad un fenomeno macro. L'economia aziendale si basa poco sulle formule, vi prego di correggere.

Francesca Sodero 08.03.13 22:35| 
 |
Rispondi al commento

INSEDIATEVI AL PIU' PRESTO E FACCIAMO VEDERE A QUESTI POLITICANTI DA STRAPAZZO CHI SIAMO.....

ALFONSO BRUNO, avellino Commentatore certificato 08.03.13 22:31| 
 |
Rispondi al commento

La convinzione di essere ad una svolta epocale, i cui risultati saranno goduti appieno solo dalle generazioni future, infonde coraggio solo in chi sa rinunciare al proprio egoismo in favore del bene comune, oppure in chi non è proprietario di nulla e nulla ha da perdere.

Io sono nella condizione privilegiata di chi, non avendo alcuna proprietà, nulla ha da perdere, ma mi permetto di esprimere un desiderio ingenuo:

se ognuno rinunciasse a qualcosa per ridistribuirlo tra tutti, senza lasciare nessuno indietro, nessuna crisi ci potrebbe terrorizzare, ma nemmeno impaurire o mettere ansia. Il problema è che siamo tutti talmente inquadrati in un sistema che mette al centro l'avere, l'accumulare o come minimo tenere le posizioni acquisite, che una decrescita non dico felice, ma consapevole è un pensiero eretico, improponibile.

Ma è meglio subire una recessione imposta da altri, o scegliere una decrescita cosciente e autodeterminata?

Antonio Bonini 08.03.13 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti! Volevo esprimere la mia opinione riguardo a tutto quello che sta succedendo. Sono fiero di essere italiano anche se adesso si sta andando male. Ma credo che non sia tutta colpa nostra. Secondo me come dice anche un mio amico le guerre oggi non si fanno con le armi, ma con le speculazioni finanziarie. L'unica via di uscita è uscire al più presto da questa trappola dell'euro. Siate fieri di essere italiani!!!! Grande Beppe

LOTTI S., PISTOIA Commentatore certificato 08.03.13 22:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono un simpatizzante del movimento ma non al punto di essere fanatico od intollerante nè tantomeno offensivo nei confronti di alcuno.
Mi piace postare sul sito del Fatto Quotidiano, anche se devo dire purtroppo il livello delle discussioni è precipitato moltissimo dai primi tempi ad oggi.
Ad esempio sono appena spariti un attimo fa per mano del censore, 4 post in cui parlavo dei "meet-up" ai quali avevo partecipato e nei quali mi sforzavo di far capire che tipo di persone ho frequentato e quale sia a mio avviso lo spirito che anima questi gruppi.
Considero il Fatto Quotidiano un buon giornale, ma il sito è ormai diventato lo "sfogatoio dei lettori".
Quando l'argomento è il movimento 5S. il numero di post schizza verso le migliaia in in un attimo.
Detto questo, sospetto che i censori del sito soffrano di parecchio strabismo politico anche se detta così la cosa potrebbe sembrare piuttosto incomprensibile, tuttavia ho notato anche un'altra cosa e cioè che il livello della discussione è lasciato scadere di proposito, altrimenti non si spiega come certa gente possa intasare il tutto con migliaia di commenti fatti di monosillabi o mezze frasi impedendo di fatto ogni serio confronto tra i lettori (e non lo dico per i miei post ma in generale).
In altre parole, l'impressione che se ne ricava è che si voglia aizzare la "plebe" (metaforicamente parlando) a scapito delle persone non dico intelligenti in quanto posso sembrare presuntuoso, ma almeno non del tutto "terra terra"
come avviene nella stragrande maggioranza dei casi.
In questo quadro, qualsiasi commento in difesa non del movimento, ma della verità di prima mano, sparisce come per incanto.
Di tutto questo mi spiace soprattutto per Marco Travaglio che stimo incondizionatamente; tuttavia mi sembra che tre quarti della redazione del Fatto Quotidiano sia composta da scampoli vetusti dell' Unita.

Paolo Rizzi 08.03.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condividete

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10200281147784189&set=a.1078909625809.12702.1618337359&type=1&theater

hahahah Grande Grillo

Fabrizio Lavenia, Roma Commentatore certificato 08.03.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento

"...penso al risultato a sorpresa per tutti gli osservatori dei referendum su acqua pubblica, nucleare e legittimo impedimento. Rifiutai di avere un ruolo nel comitato sull'acqua perché era giusto che rimanesse un movimento non personalizzato, senza leader. Un dato che i partiti, compreso il Pd, non hanno ritenuto rilevante. Bersani fece una scelta forte trascinando un partito riluttante a dire sì ai referendum"
Rodotà sull'Espresso di oggi. HA 80 anni e li dimostra tutti

maurizio parma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.03.13 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Credo che molti voti di M5S vengano anche dal centro e da destra. Gli indignati non stanno solo a sinistra, il senso di nausea non dovrebbe avere sesso ne parte, quindi per favore non traghettiamo il movimento. Grazie.

Roberto Bacis 08.03.13 21:55| 
 |
Rispondi al commento

BASTA parlare di cazzate. Io mi definisco una grillina doc, ma qui dissento! Dovete fe 3 2 cose, subito!
1: accettare l'offerta di Bersani e iniziare subito a fare il governo!

2: cercatevi un portavoce riconoscibile che non sia Beppe Grillo! Dobbiamo dimostrare che il movimento esiste senza di lui, lui ha messo solo la visibilità.

Abbiamo bisogno di un governo, ora. Basta temporeggiare. E fateci vedere online nomi, cognomi, curriculum di tutti i deputati del movimento, che mi sono resa conto che non ne conosco neanche uno.

Margherita DiPuntato, Cagliari Commentatore certificato 08.03.13 21:52| 
 
  • Currently 2.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In teoria economica, il termine austerità definisce la politica di taglio delle spese pubbliche al fine di ridurre il deficit pubblico, attraverso la riduzione dei servizi pubblici e l'aumento delle tasse.
Le tasse sono sempre aumentate e il deficit è sempre aumentato.... non è che per caso siamo in austerità fin dagli anni 70?

L'euro si sta distruggendo perchè non è la moneta degli europei ma la moneta delle banche: provate voi ad andare alla bce a farvi prestare soldi all'1%.... si tratta di un furto legalizzato a danno della collettività e ovviamente le banche si sdebitano volentieri con i politici pro euro di turno (e di questo cominciano ad accorgersene persino gli elettori PD).

Anche la Germania sta finendo in recessione e le paghe tedesche continuano a calare mentre solo la finanza creativa continua a macinare sempre più soldi: sappiamo però che i tedeschi sono un po' crucchi e ci metteranno molto più tempo di noi ad accorgersi che anche loro sono stati truffati dall'euro, nel frattempo politici e banchieri continueranno a gozzovigliare assieme.

http://tinyurl.com/Proposte-m5s

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 08.03.13 21:47| 
 |
Rispondi al commento

E intanto un altra società di rating americana ha ulteriormente declassato l'Italia. Per la instabilità politica, a loro dire.
Intanto non si capisce come mai solo gli States sono autorizzati a giudicare le economie straniere. E le stesse economie straniere devono attivarsi per rincorrere il consueto "menarca" mentale di qualche banchiere statunitense. Così, come 40 anni fa, l'economia americana non alza un dito mentre gli altri si strozzano per correggere i numeri. Corsi e ricorsi della storia (economica).

Gian A 08.03.13 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Il popolo ha facoltà di battere moneta secondo le proprie capacità individuali di produrre un bene acquistabile. Sostituire La Banca Centrale con la BCM - Banca di Certificazione Monetaria.
La BCM deve certificare emettendo moneta corrispondente al corrispettivo della percentuale che si da di interesse su un finanziamento. Il denaro, già certificato (valorizzato dal lavoro), verrebbe chiesto in prestito direttamente dai cittadini alla BCM tramite le classiche banche pagando loro una indennità (compenso per il servizio e per far cassa per le eventuali insolvenze che resterebbero a loro carico). Modulare il tasso di nuova certificazione per il controllo dell'inflazione

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 08.03.13 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma quel video, esiste? è disponibile?

mauro cancian 08.03.13 21:37| 
 |
Rispondi al commento

bell'articolo, un giornale che dice la verità, ovviamente non italiano!
lasciate stare i TROLL per favore, fanno tenerezza!

Alberto c., mail@albertocecchi.name Commentatore certificato 08.03.13 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Sento puzza di bruciato in questo blog !
Penso che in esso stiano intervenendo TROPPE persone che si sono organizzate per destabilizzarlo.

MA CHE CAZZO !
Chiedete che i blog siano firmati, come nel mio caso, con nome cognome ed indirizzo !!!!!!!

I bastardi della politica stanno scrivendo qua : l'avete capito o no ?

Il cancro è curabile, l'essere comunista o berlusconiano NO !

Ho letto cose oscene.....chiaramente postate per farci capire che ci possono annientare con le nostre stesse armi.

URGONO REGOLE ANCHE QUA'

Francesco Giuseppe Mosca
Cavallirio ( NOVARA )

metteteci la faccia come me......CO.DAR.DI !

Francesco Giuseppe Mosca, Cavallirio (NO) Commentatore certificato 08.03.13 21:24| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe fai quello che dice il tuo cuore sei il nostro portavoce grazie a dio che qualcuno ti abbia mandato in mezzo a noi senza voci, secondo me devi andare avanti così non stai sbagliando, sappi che qualche errore può succedere strada facendo ma è nulla in questa complicata matassa in sintesi e una guerra democratica qualche ferito c'è sempre non si può salvare l'Italia in così poco tempo forza , forza Beppe sei forte vai avanti.

FrancaForgione 08.03.13 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Un altro giorno è passato.
Un'altra rappresentante del M5S è stata dalla d'urso a farsi ridicolizzare e coprire di fischi.
Esce un articolo che riporta che due famosi economisti collaborano con grillo, o quantomeno lo consigliano, e invece la cosa viene smentita da loro stessi.
Bersani dalla Gruber dice: "Grillo dimmi qualcosa" e Grillo non dice niente né a lui né agli altri.
I deputati forse stanno lavorando.
Noi non si sa cosa stiamo andando...
Non so voi, io me comincio a preoccupa'.

Jessica Papa Commentatore certificato 08.03.13 21:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è chiaro che tireranno fuori tutta la merda che possono vera o falsa che sia ma le idee rimangono a prescindere dai singoli comportamenti, cosa dovrebbero dire tutti quelli che per anni anno votato una sinistra indecente(purtoppo anch'io)imbrogliona (vedi sindacati) nepotista /spero che grillo conosca certe carriere da un giorno all'altro di certi mariti di signore che ancora adesso vanno in tv a farsi intervistare sono senza vergogna ladri con due tessere una di partito e l'altra di sindacato, si vergognino. saluto tutti ricordando che l'altro amico noi lavoratori (burlando ) mi dinuovo aumentato l'addizionale regionale sull'irpef da 300€ a 500€ un furto ai pensionati,grazie compagno burlando ti venisse ...... .

renzo perino 08.03.13 21:04| 
 |
Rispondi al commento

"Caro beppe, ô trovato un punto in qui nonn sono daccordo con te. i premiati economisti nobel, Paul Krugman etc. sono economisti premiati già morti, come usi dire te. dobbiamo avere delle visioni nuove, non visioni da morti ,che cercano di perfezzionare questo sistema economico che è matematicamente destinato al fallimento. ti prego di contattare la - wissensmanufaktur. net - piu anche franz hörmann che à creato un nuovo partito in austria (http://www.kreditie.at/index.php?option=com_content&view=article&id=116&It
emid=525)e lui stesso e un schienziato economico con visioni e come anche la wissensmanufaktur, non solo nuove, ma assolutamente giuste, per staccarci da questa sciavitu moderna. speravo che la via del M5S si trovasse su un nuvo sistema economico. ti prego almeno di ascoltarli, per poi avere un spektrum largo per decidere la nostra via economica. grazzie per tutto. ciao beppe"

Edoardo Belafatti 08.03.13 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito giorni fa un idea di Grillo relativa ad acquisto titoli di stato italiani da parte dell'Italia. Sono d'accordissimo. Secondo me bisognerebbe usare la liquidità disponibile in tutti i conti correnti, libretti di risparmio ecc. per acquistare tutti i titoli di stato in circolazione. Nei conti correnti potremmo avere a disposizione non più euro ma eurobond ossia una moneta parallela con stesso valore dell'euro che potremmo utilizzare per tutte le transazioni commerciali, pagamento tasse e così via. Il governo a sua volta pagherebbe in eurobond fornitori italiani e dipendenti statali che in conto avrebbero eurobond con i quali potrebbero pagare la spesa con bancomat ed eseguire tutte le transazioni con carta elettronica. Alla naturale scadenza degli eurobond il governo paga togliendoli dal mercato. Avremmo un risparmio di circa 100 miliardi di interessi annui che ci permetterebbero di annullare il debito pubblico in 20 anni. O al massimo potremmo utilizzare i cento miliardi per finanziare la crescita. In un colpo solo l'Italia non avrebbe debiti, avrebbe la tripla A e diventerebbe una forza trainante per l'intera comunità. Se non sbaglio il debito giapponese è detenuto interamente dal popolo sovrano. I risultati della loro economia li conosciamo. Noi Italiani se vogliamo possiamo fare lo stesso. Naturalmente ci sono le lobby da combattere. Ma sono sicuro che con il movimento 5 stelle potremmo farcela. Che ne pensate?

alessandro1 zucca, maracalagonis Commentatore certificato 08.03.13 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe non mollare, non scendere a patti con nessuno della vecchia politica!

Loris 08.03.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono pronto a pane e acqua (libera) per mandare affanculo tedeschi euro europa e (se con queste valute) Beppe Avanti
Tutta ! Prendiamoci l `Italia tutti insieme e su le maniche uniti a riportare qusta splendida terra lassú cosi in alto che i Michelangelo, Leonardo, Volta,Galileo, Cristoforo, Marconi,e mi scuso. con chi ho tralasciato... possano sorridere insieme a noi e sprattutto i nosrti figli.
Forza. Venite fuori menti elevate e sublimi., date. Il vostro contributo prezioso per Progetti, leggi. che ne ne facilitino lo sviluppo, idee come ricorda sempre il nostro Beppe e plasmiamo una nuova era.

ddvid olari 08.03.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Da leggere...

http://www.libreidee.org/2013/02/debito-e-banche-pubbliche-la-germania-ci-rovina-barando/

Dario De Marinis, Valenzano (Ba) Commentatore certificato 08.03.13 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Forza ragazzi forza.
Dobbiamo scavare fino alle fondamenta della Repubblica e tirare fuori tutta la merda che ci sta distruggendo.
Mandiamoli tutti a san vittore.

Deep blue Ocean Commentatore certificato 08.03.13 20:45| 
 |
Rispondi al commento

(null)

Dario De Marinis, Valenzano (Ba) Commentatore certificato 08.03.13 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Il,problema dell'euro oltre alla banca centrale sta nella redistribuzione dei proventi ricavati nell'intera area euro.
Ovvero per doparsi di una unica moneta occorre che le politiche economiche fiscali, sulle, produzioni e nella logistca industriale vengano regolamentati e redistribuiti in modo omogeneo, e non come avviene oggi in Europa. Una moneta unica tra i diversi stati,funziona se vi è' un organo unico europeo che ne controlla la stabilizzazione nelle varie nazioni aderenti, non come avviene oggi, mediante le forme di debito, bensì sotto forma di ricapitalizzazione a scopo di investimenti. Se ogni stato guarda solo all'interno del suo orticello e obbliga gli altri al risanamento mediante le austerità la moneta unica comincia ad aver un costo troppo per il valore economico sviluppato, nazione per nazione e a lungo andare questi effetti invece di generale sviluppo e solidità gerenano solo recessioni.

Paolo Pigantelli Commentatore certificato 08.03.13 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Usciamo dall'euro, è la nostra salvezza.

Massimo Melonii, Donori Commentatore certificato 08.03.13 20:36| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento

Negli anni 50-60 c'è stato l'utilizzo della cambiale come moneta utile a far girare l'economia è ci fu il boom economico, poi negli anni 70-80 ricordo l'utilizzo sfrenato degli assegni circolari emessi dalle banche, furono un vero toccasana, molti anziani compravano di tutto, anche perchè non davano grande valore a quei assegni e non vedevano l'ora di disfarsene. Inoltre le pensioni venivano pagate ogni due mesi e c'era quindi un bel gruzzolo da ritirare per il pensionato. Un gruzzolo che risultava abbondante con la lira, appena sufficiente oggi con l'euro.
Allora che fare???
Io proporrei di far emettere dalla nostra banca d'Italia degli assegni circolari con scadenza di 5 anni, con i quali pagare le pensioni cash e ogni altro pagamento per ogni fornitura della pubblica amministrazione. Si otterrebbe che almeno gli anziani siano incentivati a spendere e a non tesaurizzare come fanno oggi, poi occorre darsi da fare nell'ambito dello stato sociale, la maggior parte delle persone non spende i propri euro per paura di non riuscire ad assicurarsi una vecchiaia dignitosa, con la paura folle di non potersi permettere una badante una volta che si diventi vecchi e si abbia disabilità. Se lo Stato fosse in grado di garantire a tutti una "vecchiaia serena"... allora si... l'economia girerebbe a mille!

Cosimo Napoli, Neviano Commentatore certificato 08.03.13 20:23| 
 |
Rispondi al commento

errore di traduz. non sará, bensí v i e n e rispettato... sac

Stefan Alm, Speyer Commentatore certificato 08.03.13 20:20| 
 |
Rispondi al commento


Che poi sarebbe, a braccio, "quindi stiamo affrontato un ciclo fatto di elezioni, governo tecnico, elezioni e una probabile vittoria di Grillo, una fase che porterà l'Italia fuori dall'Euro. Fino a quando questa possibilità rimane sul tappeto nessuno invesitrà in Italia. L'uscita dall'euro diventerà una profezia che si auto-avvera."

L'articolo è molto interessante, peccato che uscire dall'euro comporterebbe il dimezzamento quasi immediato del potere di acquisto dei salari.
Certo non tutti vivono del proprio (risicato) salario.

Antonio L. Commentatore certificato 08.03.13 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Daher stehen wir jetzt vor einem Zyklus von Wahlen, technischer Regierung, Neuwahlen, einem wahrscheinlichen Sieg Grillos und einer Phase, die in Italiens Ausstieg aus dem Euro münden wird. Solange das Thema im Raum steht, so lange wird niemand in Italien investieren. Das Trauma des Ausstiegs wird zu einer sich selbst erfüllenden Prophezeiung.

Dimenticato di tradurre la frase più importante dell'articolo, questa non me l'aspettavo proprio.
Guardate che c'è gente che parla e legge tedesco in giro

Ermanno Scaglione 08.03.13 20:02|