Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Passaparola - Libero software in libero Stato- Richard Stallman

  • 2054


richard_stallman.jpg

Sei tu che controlli il software che utilizzi o è questo a controllare te? Queste sono le uniche due possibilità; con il software o sono gli utenti a controllare il programma o è il programma che controlla gli utenti.
Nel primo caso, in cui gli utenti controllano il programma, si tratta di free software: perché gli utenti abbiamo un controllo effettivo sul programma, essi hanno bisogno di alcune libertà fondamentali; queste quattro libertà fondamentali sono i criteri guida del software libero.
La libertà zero è la libertà di eseguire il programma come desideri.
La libertà uno è la libertà di studiare il codice sorgente del programma - cioè gli schemi del programma, presentati in una forma comprensibile per l'essere umano - e poi modificare il programma in modo che operi nel modo che desideri.
Con queste due libertà ogni utente, individualmente, ha il controllo del programma; con queste due libertà ciascuno è libero di far operare il proprio computer come vuole. Richard Stallman

Il Passaparola di Richard Stallman, programmatore, informatico e attivista statunitense.

Ciascuno è libero di far operare il proprio computer come vuole (espandi | comprimi)
Richard StallmanSono Richard Stallman. Ho lanciato il movimento per il Software Libero, che in inglese ha un nome ambiguo, Free Software, ma che riguarda la libertà, non il prezzo; ho guidato lo sviluppo del sistema operativo GNU che oggi, insieme al kernel Linux, è utilizzato come sistema GNU+Linux su milioni di computer, e che permette all'utente di avere il controllo sulle proprie attività informatiche e sul software che usa, anziché il contrario. Se si utilizza software non libero, proprietario, "soggiogante", allora è il programma che controlla l'utente, tutti gli utenti, e c'è un proprietario che controlla il programma, il che
significa che quel programma è uno strumento che dà al proprietario potere nei confronti dell'utente.
E' un'ingiustizia; ecco perché dobbiamo farla finita col software non libero.

E cosa c'è da aspettarsi, quando si dà alle grandi aziende potere sulle persone, cosa ne faranno? Ne approfitteranno! Studiano forme per abusare di questo potere. La mia risposta è: anziché cercare di convincerli a non abusare degli utenti, togliamo loro tutto il potere di cui godono. Con il software libero togliamo loro il potere, almeno in questo ambito della vita; gli altri ambiti richiederanno altre soluzioni.
Uno dei maggiori utenti di software è lo stato. Molte agenzie dello stato e altre entità statali usano software. Di solito non si tratta di software libero, il che significa che queste entità non controllano i propri computer. Il che viola la sovranità informatica dello stato.
Chi usa un programma non libero e perde così il controllo sul proprio computer danneggia solo se stesso. E' lui a rimetterci e non lo condanno, perché non mi danneggia in alcun modo, anche se mi dispiace e cercherò di aiutarlo nel caso in cui lo desideri.
Quando è lo stato a perdere il controllo sul proprio computer, è peggio. Perché lo stato non fa operazioni informatiche per il proprio piacere, lo fa per le persone. Lo stato ha il dovere morale di mantenere il controllo sull'informatica, in modo che non vada a finire in mano a terze parti.
Ciò significa che le entità statali non devono usare software proprietario. Devono usare esclusivamente software libero, e lo stato deve mantenere il controllo delle operazioni informatiche che compie per noi. Lo stato deve adottare politiche atte a liberarsi del software non libero che sta utilizzando, e naturalmente fare in modo che non ne venga introdotto altro.
Quali sono le implicazioni? Prima di tutto, quando lo stato acquista una soluzione informatica, il contratto deve prevedere che la soluzione sia fornita come software libero, e che venga progettata in modo da poter operare in ambienti liberi. Può essere portabile, può essere in grado di girare anche su altri ambienti, non importa. Il punto è che il contratto sia vincolato ad una soluzione che non allontani lo stato dal recuperare la propria sovranità.

Nel tempo, lo stato deve sostituire le soluzioni non libere esistenti con del software libero. Inoltre, quando lo stato acquista dei computer, deve comprare dei modelli che funzionino con il software libero, o almeno che si avvicinino il più possibile a quelli già esistenti tra i modelli in vendita al pubblico.
In questo modo, lo stato farà pressione sulle aziende affinché vadano nella direzione di rendere i loro computer utilizzabili senza alcun software non libero, e sarà sicuro che i computer che sta acquistando non diventino un ulteriore ostacolo al recupero della sovranità informatica.
Se lo stato non ha la sovranità informatica, è vulnerabile agli abusi. Ricordate che alcuni programmi non liberi hanno degli 'ingressi secondari' che ricevono comandi remoti e agiscono sull'utente. Tra questi troviamo Microsoft Windows, il software dei vari "iGadget" di Apple, e la maggior parte dei cellulari.
Se un'agenzia statale svolge un compito cruciale, la presenza di software non libero in quella agenzia costituisce una minaccia per la sicurezza nazionale. Io faccio riferimento ai casi conosciuti di ingressi secondari, ma in tanti altri casi noi non sappiamo nulla, e non siamo in grado di scoprire nulla, quindi l'utilizzo di software non libero significa che lo stato rischia di avere questo tipo di problemi, che possono essere utilizzati per attaccare lo stato stesso.

Un esempio italiano (espandi | comprimi)
Intervistatore: Richard, il tuo consiglio su ciò che il prossimo governo italiano dovrebbe fare per il software libero.
Richard Stallman: La responsabilità del governo consiste nell'organizzare la società con l'obbiettivo del benessere e della libertà delle persone. Si tratta di una missione molto ampia. Una parte di essa riguarda l'informatica per le persone. Lo stato dovrebbe aiutare la gente a diventare libera nell'utilizzo del computer. Aiutare la gente a spostarsi sul software libero. Non dovrebbe mai fare l'opposto, spingere i cittadini ad usare programmi non liberi.

In informatica, il compito è formare le persone a diventare utenti capaci di software libero. Pronti ad essere parte attiva di una società digitale libera. Le scuole non dovrebbero mai insegnare un programma proprietario, che significa insegnare a dipendere da un'azienda, e viola quindi la missione sociale della scuola. Non si deve mai fare.
C'è poi una ragione più profonda. Per l'educazione morale. Educazione e cittadinanza. Le scuole devono fare di più che insegnare fatti e abilità. Le scuole devono insegnare lo spirito di benevolenza. L'abitudine di aiutare altre persone. Quindi, in ogni classe deve valere questa regola: studenti, se portate un programma in classe, non potete tenerlo per voi.
Dovete condividere le copie in classe con tutti quelli che le desiderano. E anche il codice sorgente, gli algoritmi matematici, algebrici del programma, se qualcuno vuole impararle. Questa classe è un luogo in cui condividiamo la nostra conoscenza, quindi è vietato portare in classe software proprietario.
La scuola deve dare il buon esempio seguendo la propria regola, quindi deve portare in classe solo software libero, e condividerne copie con tutti, anche del codice sorgente.
Non si tratta soltanto di come fare formazione in maniera un po' migliore, o un po' più efficiente. Si tratta di fare della buona formazione invece che una formazione cattiva, sbagliata.
Il modello migliore, a livello mondiale, per aver convertito le agenzie di stato al software libero è l'Ecuador, dove il Presidente Correa ha messo in atto una politica per cui qualsiasi agenzia voglia usare del software proprietario deve richiedere un'eccezione, presentando motivazioni convincenti a sostegno della richiesta. Altrimenti deve spostarsi sul software libero. Una volta ottenuta l'eccezione, questa resta valida per qualche anno, poi viene riconsiderata, per valutare se sia nel frattempo divenuta possibile l'adozione di software libero. Ecco come si implementa un sistema efficace per allontanare lo stato dal software proprietario.
Va detto che oggi c'è un altro modo di perdere il controllo delle proprie attività informatiche, sia da parte degli individui, che di aziende o enti statali, e consiste nel farle su server altrui. Se si svolgono attività informatiche sul server di qualcun altro, con software scelto da quella persona, se ne perde il controllo. Questo fenomeno si chiama 'software come servizio', ed è profondamente scorretto.
Le agenzie di stato devono rifiutare anche il software come servizio, a meno che non stiano utilizzando un server che è operato dallo stato a quello scopo; che va bene, in quel caso è solo un altro pezzo dello stato, che può quindi svolgere i suoi servizi pubblici.

Intervistatore: I dati non devono avere un software "cloud"?
Richard Stallman: Non uso il termine "cloud" ("nuvola informatica"), lo trovo poco chiaro perché raggruppa concetti diversi, che pongono problemi distinti: se si utilizza quell'espressione non si sa più di cosa si stia parlando. Io preferisco usare espressioni più specifiche, come "software come servizio". Un altro possibile significato di "cloud" è "servizi remoti di archiviazione dati". Lo stato non deve servirsi di servizi di archiviazione remota di altre entità, mentre può fornire un centro di archiviazione remota che venga utilizzato dalle altre sue agenzie.
La tecnologia digitale ha reso possibile una sorveglianza tale che Stalin poteva solo sognarsela. E' incredibilmente pericolosa. Può darsi che la tecnologia digitale sia una maledizione per l'umanità per il livello di sorveglianza che rende possibile. Qualcuno nella ex-Germania Est ha utilizzato non so quale cavillo di legge irlandese per chiedere che Facebook in Irlanda gli consegnasse tutti i dati che lo riguardavano. Ha ottenuto centinaia o migliaia di pagine, non ricordo più.
Ha detto che la Stasi, la polizia segreta, non avrebbe avuto un dossier così vasto su una persona che non fosse coinvolta nella politica o in affari criminosi. Lui non era particolarmente coinvolto in alcunché di politico o di criminoso, eppure Facebook aveva un dossier gigantesco su di lui.
Questo è solo un esempio della portata della sorveglianza digitale. Parte della sorveglianza digitale viene fatta attraverso elementi di sorveglianza nei programmi che utilizziamo, principalmente nel software non libero.
Se abbiamo il controllo del nostro software, abbiamo il potere di assicurarci che non contenga elementi di sorveglianza, ma ci sono altri modi in cui questa sorveglianza viene attuata. Tantissimi siti web sorvegliano la gente che li visita e anche quella che non li visita.
Facebook è il principale esempio di sorveglianza su persone che non sono suoi utenti e non visitano il suo sito. Funziona grazie ai tasti "Mi piace". Se visitate una pagina che contiene il pulsante "Mi piace", Facebook sa immediatamente che il vostro computer ha visitato quella pagina. Ecco come.
L'immagine di quel pulsante "Mi piace" viene da un server di Facebook. Quando il vostro browser prepara la pagina, vede il riferimento a quell'immagine e dice al server di Facebook: "Dammi quell'immagine". Dice anche: "Mi serve per questa pagina".
Il server di Facebook sa che il vostro computer ha richiesto l'immagine per includerla in quella pagina. Se sa che quel computer è usato principalmente da voi, Facebook sa che avete visitato quella pagina, anche se non avete mai usato Facebook in vita vostra.
Bene, noi del progetto GNU stiamo lavorando ad un browser che sarà in grado di bloccare queste immagini, in modo che Facebook non possa più sorvegliare le persone in quel modo. Ma ciò che occorre veramente è che tali pratiche siano proibite per legge.
L'Unione Europea ha una direttiva per la protezione dei dati, all'epoca pionieristica, peccato che appartenga ad un'altra era. Quando ci si aspettava che le aziende acquisissero e immettessero informazioni nelle proprie banche dati perché qualcuno spediva loro su supporto cartaceo informazioni personali, che poi esse copiavano e archiviavano nei propri computer.
La direttiva per la protezione dei dati funziona molto bene per quel caso specifico, solo che oggi le pratiche informatiche sono cambiate. Oggi un'azienda molto probabilmente acquisisce dati personali attraverso una pagina web. E quando si guarda quella pagina web molto probabilmente questa fornisce informazioni sul visitatore anche ad altre aziende.
Per esempio a Facebook, se c'è un pulsante "Mi piace".
A compagnie pubblicitarie che forniscono la pubblicità al sito. E così via. Bene, quell’informazione è stata efficacemente fornita dalla ditta con cui tu stai cercando di interagire ad altre compagnie, secondo una modalità che aggira i dettami della direttiva sulla protezione dei dati.
Dettami che devono essere estesi se vogliamo che questo comportamento venga trattato come se quella compagnia avesse fornito i tuoi dati ad altri, cosa che non sarebbe stata permessa. Ma è anche peggio di così. Oggi, il sito web di quella ditta potrebbe non trovarsi sul computer della ditta stessa. Potrebbe trovarsi su un server virtuale preso in affitto da un’altra ditta. La quale a sua volta è ora in possesso dei vostri dati.
E se quella ditta fosse negli Stati Uniti? Se il server fosse negli Stati Uniti? A quel punto i vostri dati si trovano in un posto dove manca del tutto una legge sulla protezione dei dati. Gli Stati Uniti hanno un sistema di protezione dati che si applica solo ad alcuni campi particolari. Nella maggior parte dei casi, non si applica.
Questo non deve essere permesso. Le ditte europee non devono poter prendere dati e immagazzinarli in un luogo che non è soggetto a regole per la protezione dei dati equivalenti. Se i dati trasmessi dalla compagnia al proprio server attraversano gli Stati Uniti, questi copiano tutto il traffico dati che attraversa il confine.
Così stabilisce il famoso, illegale provvedimento sulle intercettazioni di Bush, che egli riuscì poi a far legalizzare dal Congresso. Si chiama “FISA Amendments Act”, credo. Stabilisce che qualora avvenga una comunicazione tra una persona degli Stati Uniti e una persona non degli Stati Uniti, questi hanno la facoltà di copiarla. E lo fanno.
E’ chiaro che se lo scopo è la protezione dei dati, non si può consentire a soggetti europei di inviare dati attraverso confini dove si sa che verranno spiati. La direttiva sulla protezione dei dati viene adesso ridisegnata. Le ditte che fanno pubblicità su Internet stanno facendo lobby in maniera molto pesante per impedire che assolva alla propria funzione.
Ecco un campo in cui gli europei devono attivarsi subito. La legge è sotto esame al parlamento europeo e va velocemente. Ho tenuto lì una conferenza all’inizio di Febbraio. Spero di aver influenzato qualcuno, ma io sono straniero. Non sono uno straniero ricco, quindi non mi daranno grande ascolto.
Questa battaglia tocca a voi.

4 Mar 2013, 16:00 | Scrivi | Commenti (2054) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 2054


Tags: beppegrillo-passaparola, computer, facebook, gnu, linux, passaparola, richard stallman, software libero, Stato

Commenti

 

il SOFTWARE LIBERO è importante!!

Matteo G., Milano Commentatore certificato 15.05.14 02:36| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe bello avanzare in tal senso, magari incominciando dal software di questo blog che, per quel poco che ne so, non è libero.

Matteo G., Milano Commentatore certificato 06.07.13 22:56| 
 |
Rispondi al commento

segue dalla lettera N3-2:

Ringrazio lo STAFF di BeppeGrillo o BeppeGrillo, per aver cercato di bloccare il mio IP, fortunatamente, avendo installato TOR, ho potuto avviare FireFox e connettermi alla rete TOR, che mi assegna un IP non identificabile, (e cui la community non è interessata nemmeno a sapere), consentendomi in questo modo di uscire su beppegrillo . it tutti quelli che si trovassero nella mia situazione, si scarichino TOR da torproject . org per GNU/linux; Mac OS X; Nokia N900; Windows; FreeBSD; NetBSD; OpenBSD....

paolodelbene 20.06.13 02:24| 
 |
Rispondi al commento

segue dalla lettera N3-2:

Attualmente la community ha bisogno di supporto e sviluppo, per quel che concerne GNU/HURD.
La community del progetto GNU'S Not Unix! sta lavorando a GNU/KFreeBSD e da tempo terzi sviluppatori hanno realizzato FreeVMS e distribuito secondo i della GNU General Public License Version 3.

Saluti,

Paolo Del Bene

paolodelbene 20.06.13 02:19| 
 |
Rispondi al commento

segue dalla lettera N3-1:

*.Mkv, *.Oga, *.Ogg, *.Ogv..
Non voglio che si faccia uso di: *.doc, *.pdf, *.ppt, *.xls, *.rtf
Voglio che si faccia uso di:
*.dbk, *.html, *.odt, *.ps, *.tex, *.texi, *.txt
Non voglio che si faccia uso di: *.bmp, *.gif, *.jpeg ....
Voglio che si faccia uso di: *.png, *.svg
Non voglio che si faccia uso di Facebook, Twitter, LinkedIn, Friendster,
Voglio che si usi IRC Internet Relay Chat, GNUsocial, ed altri, come descritto nel

h t t p : / / w w w . gnu . org / consensus / manifesto

Lei ha un grande potere, e può forzare il WWW affinchè vengano utilizzati codecs 100 per cento Software Libero, e protocolli Software Libero, per la connessione.

La prego di aiutare la campagna contro il DRM, le chiedo cortesemente di leggere:

h t t p : / / w w w . defectivebydesign . org / no-drm-in-html5

Ad ogni modo, ci sono protocolli Software Libero come B.A.T.M.A.N. , Babel, Robin, BMX, OLSR,
Come ad esempio la possibilità di avere un router Wi-Fi con "GNU/linux OpenWRT".

Ho dedicato i miei ultimi 12 anni a campagne contro il software NON libero, ed al supporto del Software Libero, 100 per cento .

Nel corso degli anni, abbiamo avuto modo di veder crescere distribuzioni GNU/linux 100 per cento Software Libero quali:
GNU/linux Blag; GNU/linux Dragora;
GNU/linux Dynebolic; GNU/linux gNewSense;
GNU/linux Musix; GNU/linux Parabola;
GNU/linux Trisquel GNU/linux Ututo .

Qui può vedere il perchè si da supporto a distribuzioni GNU/linux 100 per cento Software Libero: h t t p : / / w w w . gnu . org / distros / free-distros . html

E qui, per quale motivo, si è deciso di non dare
supporto e diffondere distribuzioni 100 per cento Software NON Libero:
h t t p : / / w w w. gnu . org / distros / common-distros . html

Attualmente la community ha bisogno di supporto e sviluppo, per quel che concerne GNU/HURD.
La community del progetto GNU'S Not Unix! sta lavorando a GNU/KFreeBSD e da tempo terzi sviluppatori hanno realizzato FreeVMS e distribuito secondo i

paolodelbene 20.06.13 02:17| 
 |
Rispondi al commento

Per conoscenza

Lettera N 3-1:

Oggetto: [Neutralità della Rete], "violata la privacy, sicurezza degli untenti nella RETE" !!!!!]

Data : Lunedì, 20, Maggio 2013 6:37 A.M.

A : "Sigr. Tim Berners-Lee"

Egr. Sigr Tim Berners Lee,
Con la presente le comunico che: io, lei, la FSF, FFII, RIPE, ARIN, W3C, abbiamo la stessa idea riguardo al World Wide Web.
Il fatto è che solo lei, può dire se qualcosa va bene per una "Libera Democrazia" per la "Neutralità della Rete".
Se voi volete, avete il potere per dire che: "FaceBook", "Twitter", "Youtube", "Linkedin", "Friendster", e tube del porno, (che sono molti) nel World Wide Web, non debbano usare:
*.aac, *.aiff, *.au, *avi, *.bmp, *.doc, *.flv, *.gif, *.htm, *.jpeg, *.mov, *.mpeg, *.mp3, *.mp4, *.mv4, *.pdf, *.ppt, *.rtf, *.swf, *.wmv, *.xml, *.xls e FLASH di Adobe per il World Wide Web, che ha un sol particolare: l'animazione ! .
Non è Software Libero, ed è un cattivo Software NON Libero, è baggato, e non GARANTISCE alcuna LIBERTA' agli UTENTI, che invece vengono GARANTITE, tramite la GNU General Public License !

Un altro problema è che: FLASH, oggi è buono per un pc veloce, ma domani lo stesso pc, non sarà più veloce, e quando una persona dovrà visitare un website, potrebbe attendere diversi minuti, con il rischio che scada il website, mentre è in caricamento e/o scaricamento.
Altro problema è che FLASH, supporta solo Microsoft windows, e FLASH fu BANNATO da mac os x di Steve Jobs, per questi problemi.
Altro fatto: ADOBE ha messo gli hackers, nella condizione di dover sviluppare: GET-FLASH; GNASH; NO-SCRIPT.

Se il World Wide Web fosse stato davvero "LIBERO", queste corporazioni, non avrebbero il modo di fare il buono od il cattivo tempo, a seconda di ciò che gli passa per la testa.

Lei è l'unico l'unico che può dire in INTERNET:
"Io non voglio che si usi Software NON Libero, voglio che si usi Software Libero 100 per cento, voglio che siano utilizzati codecs Software Libero 100 per cento come:
*.Mkv, *.Oga, *.Ogg, *.Ogv..

paolodelbene 20.06.13 02:03| 
 |
Rispondi al commento

segue dalla lettera N 2-1:

Lettera N 2-2:

LIBERTA' di PAROLA.

Se Facebook è autorizzata e può decidere in nome della DIFESA dei propri utenti, penso che avrà un esplicita autorizzazione firmata dal governo
Stati Uniti d'America per Facebook, al contrario, se Facebook non ha l'autorizzazione, può SPIARE gli utenti, come negli USA, come nel resto del mondo.

Ogni nazione, ha la propria Costituzione, e Costituzione Americana non può avere un ruolo PRIMARIO sulle Costituzioni delle altre nazioni.
Quindi, penso che Facebook, non è autorizzata ad: immagazzinare e classificare i dati degli utenti nei propri servers.

In attesa di vostra risposta che spero giunga il prima possibile,

saluti,

Paolo Del Bene

p.s: segue lettera inviata al Presidente Martin Schulz del Parlamento Europeo e membro dell'SPD.

paolodelbene 20.06.13 02:00| 
 |
Rispondi al commento

Per Conoscenza

Lettera N 2-1:

Oggetto: [Neutralità della Rete], "violata la privacy, sicurezza degli untenti nella RETE" !!!!!]

Data: Giovedì 9 Maggio 2013 02:20 a.m.

A: NSA


Spett.le NSA;

Con la presente, vi comunico che sinceramente, non capisco in che modo whitehouse.gov nsa.gov ..... possano autorizzare l'uso di Facebook.
E proprio con questa mia, voglio fare luce a tal proposito.

In passato ho scritto al Signor Martin Schulz, che è Presidente del Parlamento Europeo e membro del Partito SocialDemocratico" Tedesco "SPD", chiedendogli di fare luce sui tali fatti e di vietare l'uso del tasto iLike, per la
semplice ragione che si tratta di una backdoor.
Realmente FACEBOOK è una backdoor, perchè può avere accesso sui computers degli utenti finali, da controllo remoto, e può spiarli.

Li spia nella vita reale, ed entra nel merito della vita privata.

Questo è un modo semplice per spiare la gente.

In questo modo non c'è bisogno di alcuna giurisdizione sugli altri paesi per sapere che cosa una persona o le persone hanno fatto.

Senza alcuna Autorizzazione da parte dei giudici, magistrati, avvocati, la gente viene spiata, violando la privacy di MILIONI di persone nel mondo.

Facebook è nata negli USA, e se è autorizzato, può farlo, solo se richiesto dal governo Americano, ma non può immagazzinar dati, classificarli, decidere cosa pubblicare o (non PUBBLICARE == CENSURA) in nome della Difesa dei suoi propri utenti.

Il I° emendamento della Costituzione Americana, DIFENDE la LIBERTA' di PAROLA.

Non una sola decisione può esser presa in merito a ciò che potrebbe essere considerato di buono o cattivo gusto, per i cittadini americani, senza ricorrere alle precedenti sentenze.

USA vs Larry Flynt!

Non può essere un FaceBook che può decidere ciò che può essere pubblicati o non pubblicati.

Allo stesso tempo, chi può tornare sui propri passi, può essere solo la Corte Suprema degli Stati Uniti d'America, che è LIBERA di prendere una decisione riguardo all

paolodelbene 20.06.13 01:58| 
 |
Rispondi al commento

per conoscenza:

Lettera N1 :

Oggetto: neutralità della rete, [violata Privacy e sicurezza degli utenti di Internet]

Data: Venerdì, 14 dicembre 2012 alle 11:53 p.m.

A: "Sigr. Presidente Martin Schulz"

Egregio Signor Presidente Martin Schulz,
Questa sera, io sono qui per dirLe che Facebook con il proprio bottone iLike, sta mettendo a rischio il World Wide Web e sta violando la privacy e la sicurezza di ogni utente, che usa internet.
Tutti i ragazzi / ragazze pensano che il bottone iLike sia solo uno strumento per dire: mi piace.
In realtà il bottone iLike è una backdoor !
Che cosa è una backdoor ?
Si tratta di un accesso non autorizzato sui computers degli utenti, in modo che Facebook possa acquisir dati da parte degli utenti, violando la loro privacy e la loro sicurezza, quindi, sono qui per chiederVi di discutere a tal proposito al Parlamento Europeo, riguardo a questo danno creato da Facebook.
Nel passato il Cancelliere Angela Merkel ha detto che era a rischio la privacy della Pubblica Amministrazione Tedesdca, e della Pubblica Amministrazione dell'Unione Europea.
In Germania il bottone iLike è stato rimosso da qualsiasi website.
So che in altri paesi dell'Unione Europea, non hanno provveduto a rimuovere il bottone iLike.
Oggi sono qui per dirLe Presidente Martin Schulz: la prego di invitare la Pubblica Amministrazione Italiana a far rimuovere il bottone iLike da qualsiasi website, anche da quello di Facebook.

h t t p s : / / w w w . datenschutzzentrum . de / presse / 20110819-facebook-en . htm

Spero di ricevere una Vostra risposta il prima possibile,

distinti saluti,

Paolo Del Bene

paolodelbene 20.06.13 01:53| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti, desidero commentare sul software libero in quanto io uso da diversi anni il sistema operativo libero, cioé Linux. ( PuppyLinux, LinuxMint, SempliceLinux, SnowLinux ecc), Propio a proposito in quanto in questa settimana Beppe Grillo in un suo evento nel Friuli disse, e fa bene che lo ripeta sempre in modo che la TV capisca che LA COSA funzione e molto bene, che per seguirlo bisogna andare in linea ( internet ) quindi occorre un computer. Chi non ce l'ha lo dovrebbe comprare, e da questi tempi !!!. Quindi suggerisco che si puó acquistare un piccolissimo computer si chiama Raspberry PI piú o meno 50€, per quanto si puó vedere su youtube, per internet sarebbe ottimo, e si puó collegare direttamente alla televisione. Il sistema operativo installato é Linux Debian. Per chi invece ha un computer vecchio vecchio vecchio e non puó permettersi di comprarne uno nuovo e magari caruccio, basterebbe Puppy Linux per farlo volare, non occorre disco interno. Aiutiamo e aiutiamoci. Ciao.

Nando M. Commentatore certificato 19.04.13 20:40| 
 |
Rispondi al commento

"I socialisti digitali devono evitare la trappola di credere che una
ristrutturazione tecnologica abbia risolto tutti i problemi del socalismo
solo perché è in grado di risolverne alcuni. Convincere la Gente a
cooperare non è sufficiente". Jaron Lanier ex collaboratore di Stallman che
ha scritto Tu non sei un Gadget libro da leggere perchè fa comprendere che
la rete fino ad ora non ha portato prosperità p.s. spero di ricredermi in
futuro e spero che tu lo abbia già letto Beppe!
http://cultura.panorama.it/libri/Tu-non-sei-un-gadget-il-manifesto-anti-ope
n-source-di-Jaron-Lanier"

francesco d.c., roma Commentatore certificato 22.03.13 19:58| 
 |
Rispondi al commento

"I socialisti digitali devono evitare la trappola di credere che una ristrutturazione tecnologica abbia risolto tutti i problemi del socalismo solo perché è in grado di risolverne alcuni. Convincere la Gente a cooperare non è sufficiente". Jaron Lanier ex collaboratore di Stallman che ha scritto Tu non sei un Gadget libro da leggere perchè fa comprendere che la rete fino ad ora non ha portato prosperità p.s. spero di ricredermi in futuro e spero che tu lo abbia già letto Beppe! http://cultura.panorama.it/libri/Tu-non-sei-un-gadget-il-manifesto-anti-open-source-di-Jaron-Lanier

Francesco D. 22.03.13 19:49| 
 |
Rispondi al commento

è totalmente inutile opporsi con l'ignoranza, l'opensource è oramai in tutti i PC, Tablet, ecc...
Gli esempi sono infiniti: firefox, Chrome (Chromium), VLC, Thunderbird, GIMP, QGIS, GRASS, R-cran, Digikam, Joomla!, MySQL, PostGreeSQL, Openoffice.org, Libreoffice, ecc... non hanno più rivali!
e Linux ... è già perfetto, facile, potente, libero, veloce, completo (Fedora, Opensuse, Mint, Ubuntu, PClinuxOS ... c'è solo da scelgliere.
Unico nemico: l'ignoranza.

Ernesto P., Treviso Commentatore certificato 21.03.13 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo parlando di reale utopia.

Sono un informatico e lavoro come system administrator su piattaforme unix (quindi anche su linux).
Tutto quello che c'è scritto nell'articolo è vero è giusto ma irrealizzabile, nel mondo reale nel 90% dei casi all'utente non importa (vedi il mondo Apple) niente vedere il codice sorgente, l'utente vuole usare un prodotto e vuole che quel prodotto sia funzionante, riassumento, l'utente si deve dimenticare di avere un dispositivo tecnologico vuole utilizzarlo e stop. Se poi analizziamo anche l'aspetto economico sulla pubblica amministrazione ... beh ... direi di non toccare questo argomento, sarebbe più dispendioso e basta, per la pubblica amministrazione i costi sarebbero esorbitanti, perchè ?
Beh, Linux è gratis se lo usi sul pc di casa e se tutto si sbraga al limite hai perso gli mp3 e i video, se lo vuoi far lavorare in un ambiente "enterprise" ti servono dei contratti di manutenzione quindi delle licenze stile windows ma con RedHat o con Novell e per le applicazioni gestionali ? Tutto da riscrivere per l'ambiente linux perchè è tutto scritto per windows e qui l'utopia finisce. Avere Linux è fantastico, ma se il mondo è Microsoft i 2 ambienti totalmente diversi e la cosa non può funzionare se non a fronte di un grande dispendio economico.

zippo 17.03.13 18:53| 
 |
Rispondi al commento

http://it.wikipedia.org/wiki/Stallman#Discussione_sulla_morte_di_Steve_Jobs

Matteo G., Milano Commentatore certificato 16.03.13 23:43| 
 |
Rispondi al commento

A quanto pare Stallman vi fa una critica interessante e i fatti sono sotto i vostri occhi.
Un articolo per riflettere.

http://www.lffl.org/2013/03/stallman-critica-il-m5s-per-luso-di.html

Remo Tomasi 15.03.13 11:22| 
 |
Rispondi al commento

I think it is appropriate to criticize Grillo and M5S for using nonfree
software and nasty devices such as iBads. It could encourage them to
reconsider their practies. If so, that will be one good effect from
their decision to interview me.

Dr. Richard Stallman

Fonte: http://lists.pirateweb.net/pipermail/pp.international.general/2013-March/013805.html

I agree with Richard :-)
Giorgio

Giorgio Cantoni 14.03.13 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Sembra che Stallman abbia risposto: http://lists.pirateweb.net/pipermail/pp.international.general/2013-March/013805.html

"I think it is appropriate to criticize Grillo and M5S for using non-free software and nasty devices such as iBads."

Come volevasi dimostrare.

Marco Trevisan 14.03.13 22:24| 
 |
Rispondi al commento

scusa ,so che non è attinente ma vorrei dire questo:nelle politiche sociali c^è una totale assenza di operatività sociale preventiva ;e si vede tutti i giorni cosa succede a tanta misera gente che poi fa del male :questa misera gente che non merita è 0è 2 ..chi è ?

luciana 13.03.13 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, forse la prima cosa che dovresti fare è abbandonare la piattaforma closed source a pagamento di proprietà della società americana MeetUp e passare a un software libero per la gestione dei gruppi e dei forum. Ce ne sono a bizzeffe, ottime e gratuite. Le rivoluzioni di iniziano da se stessi.

Un utente gnu/linux soddisfatto (dal 2003).

Giorgio Cantoni 12.03.13 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Intanto è stato approvato lo statuto dell'Agenzia digitale. Non proprio un atto di ordinaria amministrazione da parte di un governo dimissionato. La prima rivoluzione digitale che credo andrebbe compiuta in Italia, è l'adozione di sistemi operativi liberi per i PC desktop della PA, in tutti i casi in cui sia possibile, che credo siano la maggior parte. Si può fare praticamente domani a spesa zero.

Marco C. 10.03.13 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono un elettore BIGAMO (ho votato M5S alla Camera e PD al Senato e non credo di essere il solo). Ho pensato che è opportuna una rilevante sostituzione di chi sinora è stato così pervicacemente abbarbicato al potere. Riscontro che M5S ha meritoriamente iniziato l'opera di smantellamento, ma non ha ancora intrapreso iniziative costruttive. desiderando essere realizzativo (penso di essere in buona compagnia) e, sulla base della tua dichiarazione di sentirti "un magafono" per tutti noi chiedo a te Beppe di attuare un referendum in rete tra tutti i tuoi elettori o simpatizzanti. Si tratta di rispondere SI o NO alla domanda:
"Vuoi tu che i rappresentanti parlamentari M5S diano una fiducia limitata all' eventuale Governo Bersani/PD qualora il suo programma preveda esclusivamente l'attuazione degli 8 punti proposti (ovvero..........) e ciò per una durata non superiore a 12 mesi, dopo la quale, in qualsiasi modo, la fiducia venga ritirata e si vada così a nuove elezioni?"
Mi rendo conto che hai tra le mani una patata bollente e non vorrei sinceramente essere nei tuoi panni. Ci vuole un bel fegato, ma penso che tu ce l'abbia.
Forza e Auguri.
Sergio Tenca

Sergio Tenca 09.03.13 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
ho letto, e sto leggendo, tutti gli appelli che ti sono stati inviati e voglio, molto modestamente, aggiungere qualche mia riflessione.
Non possono certo sfuggirti le origini sttostanti alla situazione attuale, certo la rinnovata mala politica dei partiti tradizionali ma, soprattutto, il ventennio di berlusconismo che ha ammazzato - oltre alla cultura, ai valori ed alla moralità - anche la nostra economia. E' facile, oggi, prendersela con Monti ma, senza demagogia, sai bene chi,e per quanti anni, ha governato finanziando per anni ed anni immensi sprechi attraverso l'inasprimento continuo delle tasse; ed il bello è che in campagna elettorale ha fatto di tutto per farcelo dimenticare.
Individuato il Responsabile, abbiamo ora l'enorme, irripetibile possibilità di allontanare per sempre tale personaggio dalla politica. Sarebbe delittuoso non cogliere l'occasione e poi, sai benissimo, che sono i cittadini a chiedertelo. La tua posizione è "mai con i partiti tradizionali" ma al riguardo ho una obiezioni da farti: il fine giustifica i mezzi: l'eccezionalità della situazione giustifica gli strumenti utilizzati e poi sai benissimo che l'allenza con il PD significherebbe poter dirigere la politica (perchè non c'è niente da fare, tutto è politica, anche le rivoluzioni pacifiche) verso i tuoi obiettivi.
In tal senso, potremmo parlare di un risultato - in termini di riappropriamento da parte del popolo - degno di essere ricordato dalla storia e di costituire un esempio anche per altri Paesi.
Un arroccamento su posizioni di chiusura e di intransigenza non possono, a mio avviso, che essere foriere di ulteriori sofferenze per tutti i cittadini e non farebbe altro che ricondurti al gioco ed ai calcoli della vecchia politica laddove le convenienze elettorali (seppur tutte rimesse in gioco dall'attuale posizione di chiusura) vengono prima dei bisogni dei cittadini.

stefano milani

- stefano - - milani - , roma Commentatore certificato 09.03.13 15:02| 
 |
Rispondi al commento

ciao a ttti
non entro in merito su qualèmeglio o peggio , tra linux , windows , bsd o osx. cmq bisogna chiarire alcuni punti secondo me.
primo bisogna mettere le persone in condizione di scegliere .
quando compro un pc DEVO poter sceglie se volerlo vuoto , con linux , windows ecc.
non OBBLIGARMI a comperare anche il S.O, con la scusa :" ma il sistema te lo regaliamo" , si e vero quando andate a compraare la macchina i sedili vi li regalano,,,,,,,
secondo : softerware libero , è giusto che il lavoro delle persone sia riconosciuto e retribuito e non deve essere copiato ecc , ma secondo me dovrebbe cambiare " l approccio" io devo comprare il programma non la licenza per l uso ,,,,,
terzo : istituzioni publiche scuole comuni ecc devo usare software libero , perche a scuola non devono usare software che con formati propretari e che mi obbliga ad acquistare proprio quel sfoware ,,,,
e a chi dice che linux non è fadile di utiluzzo , se vuole, lo faccio aiutare da mia nipote di 10 anni che usa un pc con linux.

alberto pancetti 09.03.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Non vi sopporto, siete banali, qualunquisti, populisti, ingenui, borioso. ma vediamo cosa sapete fare, vediamo le idee geniali che avete applicate alla realtà. non vedo l'ora di vedervi all'opera, nonostante l'orticaria che provocate. avanti grillini fateci vedere di che pasta siete fatti.

dania fabbiani 09.03.13 14:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, dall'età di 16 anni ho sempre militato nei partiti di sinistra. Nelle elezioni regionali siciliane e nelle elezioni nazionali ho votato per il Movimento 5 stelle, perchè mi sono ritovato nel suo programma. Come me hanno votato tanti altri, in quanto delusi soprattutto dalla poltica del PD. In Sicilia il movimento sta dando una sterzata alla politica, lo stesso potrà accadere in Italia. Ma per fare questo bisogna necessariamente dare la fiducia ala governo.Il movimento poi potrà veramente condizionare tutte le scelte del governo ed aprire il Parlamento come una scatola di tonno. Non ci sono alternative: pensare di attendere un ulteriore balzo in aventi è una illusione. I cittadini vogliono risposte ai loro problemi. E poi non ci sarebbe una ulteriore crescita del movimento 5Stelle, se mai si potrà registrare un arretramento fortissiomo: un altro tsumani, ma all'incontrario. Buone riflessioni

Salvatore Iacono, Ragusa Commentatore certificato 09.03.13 13:47| 
 |
Rispondi al commento

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
[...]

mario trucco 09.03.13 13:28| 
 |
Rispondi al commento

ottima idea il progetto di costa rica.
la sua realizzazione puo' servire da progetto pilota per il resto del mondo.
Perche' non aprire una sottoscrizione per reperire i fondi necessari?

Mino 09.03.13 13:08| 
 |
Rispondi al commento

SE VUOI CAPIRE IL TUTTO VAI QUI
PERCHE' IL RESTO E' NOIA

O Ora O Mail Piu' MY_5

https://www.facebook.com/pages/O-Ora-O-Mai-Piu-MY_5/156113364546862?ref=hl#

my5 09.03.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti ho ricevuto questa mail da una familiare che a sua volta l'ha ricevuta. Spaventa un po' così come viene presentata. Indubbiamente la traduzione è stata fatta ad hoc per poter somigliare nel lessico al lessico odierno. Sinceramente è una contropubblicità e contro-formazione. Cosa ne pensate?.
Ciao.
Rinaldo
Paura...


Guarda che cosa scriveva questo e dimmi chi ti viene in mente!

"...i contadini, gli operai, i commercianti, la classe media, tutti sono testimoni... invece loro preferiscono non parlare di questi 13 anni passati, ma solo degli ultimi sei mesi... chi è il responsabile? Loro! I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare. Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati.. sono loro i responsabili!
Io vengo confuso.. oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro! Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento..mi hanno proposto un'alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico...noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. E' un movimento che non può essere fermato... non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta..noi non siamo un partito, rappresentiamo l'intero popolo, un popolo nuovo..."

Nella pagina successiva, scorrendo, trovi l'autore

Adolf Hitler, 1932

Rinaldo Bergamelli 09.03.13 12:23| 
 |
Rispondi al commento

3° ed ultimo
Beppe non ti alleare!

... Nessuno mai rifonderà i danni delle potenzialità inespresse, delle vite sprecate, dei destini miseri, delle sofferenze, degli psicofarmaci, dei divorzi, degli abbandoni, dei figli perduti nella droga o nella delinquenza.
E gli artefici erano, anzi, ancora sono, gente con cravatta, laurea, che si batte il petto in chiesa e che la TV pubblica intervista con rispetto, amabilità e condiscendenza.
Millantano valori , senso dello di stato, della famiglia, giustizia eguaglianza, ma fanno come i preti che dal pulpito predicano bene e nel privato razzolano male,
Ci hanno distratti , impoveriti, ridotti a brandelli, disperati e depressi.
Grazie a Grillo ora abbiamo un sogno, che da tutto questo si possa uscire!
Auguri Bebbe Grillo, ultima risorsa di un popolo tradito.
Ma ti prego Beppe Grillo, non ti bruciare!, Tieni duro!
Se riuscirai, nonostante le immani resistenze delle istituzioni e degli individui responsabili di tutto questo, a fare capire alla gente che quella che tu proponi è l’unica via d’uscita, le generazioni future te ne saranno grate, e tu avrai avuto il merito di incarnare la nascita di un nuovo modello di sviluppo in armonia fra gli uomini e con la natura che è ormai l’unica possibilità contro i vicinissimo collasso totale.
Serge Latouche sarà nella prossima settimana a Roma, se vuoi posso proporgli un incontro con te, cosa che ritengo utile per alcuni punti di vista che mi sembrano assonanti con lo spirito del nostro movimento.
Carlo Castorina - Roma


carlo castorina 09.03.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quel partito esiste, e cresce, stiamone pur certi. C’è gente allo stremo la cui rabbia sta montando, e non è certo Grillo che l’ha prodotta né fomentata, anzi, è proprio grazie a lui, a quel barlume di speranza che la rabbia sociale si è messa in standby.
E dio non voglia che salti il tappo, perché il potenziale accumulato potrebbe esitare un’eruzione disastrosa, e il tappo non è neanche detto che salti in Italia.
Lavoro sterile per i servizi. Non ci sono trame o disegni eversivi, la situazione è al limite e ovunque germoglierebbero focolai inestinguibili.
F35, Maserati blindate, TAV, ponte sullo Stretto, sperperi in una Protezione Civile inefficiente e spendacciona sono solo gli ultimi punti su cui cade l’attenzione pubblica. Ma a ben guardare tutta la struttura statale italiana in pochi decenni è andata in malora. La coscienza civile attenta lo sa bene.
E siamo all’assurdo che il maggiore artefice di questo collasso ha il coraggio di far scendere la gente in piazza contro la sua pretesa persecuzione giudiziaria.
Siamo all’assurdo, ma non è, ed è amarissimo dirlo, l’assurdo del signor Berlusconi, malato incurabile di machismo e di onnipotenza.
Ancor più assurdo che si ventilasse la voce di una sua possibile candidatura al Quirinale, suo o del suo cristallino e fedele luogotenente: Gianni Letta.
Povera, povera Italia.
E pensare che i nostri avi, potevano vantare di vivere in un bel paese, meta obbligata dei grandi del passato per le sue lettere, la sua storia, l’arte, i suoi paesaggi, la sua accoglienza.
Questi ladri istituzionalizzati hanno formalizzato e legalizzato una burocrazia, giammai al servizio della società, ma ridotta in quella gabbia di acciaio che già Max Weber preconizza più di un secolo fa.
Tutto ciò è stato perpetrato con il maggior danno dei meno protetti, dei più ingenui ed onesti, che pagano le tasse, le contravvenzioni ed il canone a quella televisione che ha quasi totalmente supportato lo scempio.

carlo castorina 09.03.13 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non ti alleare con nessuno!
Lettera aperta a Beppe Grillo.
Quello che molti, anche fra gli stessi grillini non hanno ancora capito, (mi riferisco in specie a coloro che sollecitano alleanze governative), è che il danno fatto dall’inizio dell’era repubblicana ad oggi è incalcolabile, e non è che ci si possa salvare con pannicelli caldi.
I nostri politici, ovunque ideologicamente e logisticamente collocati, hanno rubato il presente ed il futuro a beneficio dei loro parenti, amici e gregari sottraendo risorse ad uno sviluppo autentico che diversamente sarebbe stato realizzabile.
Questa rapina di futuro è stata perpetrata con il sostegno connivente dei media, del sistema burocratico, di quello bancario e finanziario, dei tecnici delle scienze economiche, sociali e della quasi totalità dei sedicenti liberi pensatori, storici, saggisti, letterati e filosofi.
Distraendoci con pubblicità ingannevoli e con intrattenimenti televisivi demenziali, occultavano la realtà che lentamente si andava maturando nel lungo periodo.
Gonfiando il PIL con opere inutili, ma tangentizzabili, hanno dilatato la spesa pubblica (con giustificazioni di ispirazione keynesiana) con denari che non c’erano, ma che i sistemi bancari e finanziari creavano su richiesta in cambio di premi e retribuzioni fantastiche ai tecnici e burocrati collusi.
Per questo “progresso” hanno cementificato (con cemento depotenziato) il bel paese, inquinando suolo, aria ed acqua.
Ora hanno paura della ingovernabilità. Dispiacerebbe loro dover correre a cercar rifugio nelle residenze estere dei paradisi fiscali dove magari avevano progettato solo periodi vacanzieri.
Non è Grillo che sobilla il partito del bastone o del forcone di cui già da tempo si sente parlare, per ora, ancora a bassa voce.
Ma quel partito esiste, e cresce, stiamone pur certi. C’è gente allo stremo la cui rabbia sta montando, e non è certo Grillo che l’ha prodotta né fomentata, anzi, è proprio grazie a lui, a quel barlume di speranza che

carlo castorina 09.03.13 11:56| 
 |
Rispondi al commento

http://www.linkiesta.it/presidente-uruguay-guadagna-800-euro-al-mese
Un link da condividere con tutti coloro che credono in un mondo migliore.
Da leggere tutto di un fiato e sentire il cuore esplodere di emozione.
Agli antipodi della rabbia.

Benedetto Scurto 09.03.13 11:52| 
 |
Rispondi al commento

PER ME, BEPPE GRILLO DEVE RITORNARE ALLA RAI CON PIPPO BAUDO.

MICHELANGELO SAROTTO
NARZOLE - CUNEO
CELL. 3462239189
E-MAIL : SAROTTO.MIKE@TISCALI.IT

Michelangelo Sarotto, Narzole Commentatore certificato 09.03.13 11:33| 
 |
Rispondi al commento


Chiarezza su Stallman e Jobs: (anche come ammonimento a chi usa mac, iBad e simili)

(http://stallman.org/archives/2011-jul-oct.html?ohai#27_October_2011_(Steve_Jobs))

"Ho criticato l'attività pubblica di Jobs. I miei sentimenti su Jobs come persona non sono forti, poiché lo conoscevo appena. La cosa importante su di lui è che cosa ha portato Apple a fare a coloro che sono ancora in vita: computer con manette digitali più strette e ingiuste che mai. Li ha progettati per rifiutare di lasciare agli utenti persino la scelta di installare le proprie applicazioni - installare applicazioni free (che rispettano il principio di libertà) è completamente proibito. Ha persino provato a rendere illegale installare software non approvato da Apple".
"Jobs ha capito come realizzare computer in modo che fossero accattivanti. Questa normalmente sarebbe stata una cosa positiva, ma non in questo caso, perché ha avuto l'effetto paradossale di far apparire accettabile la loro natura controllata. La morte di Jobs ha ispirato una marea di articoli che l'hanno lodato per questi prodotti. Questo ha ulteriormente incrementato il loro potenziale dannoso, ed è per questo che ora più che mai dobbiamo focalizzare l'attenzione su questo. Non dobbiamo far sì che considerazioni secondarie su Apple o Jobs ci distraggano da questa minaccia fino a quando non l'avremo sventata".
"Jobs ha fatto anche una personale crociata per attaccare Android con i suoi brevetti software. In pratica, Android non è un software interamente free, ma è un grande passo in avanti rispetto all'iPhone. Se le pistole di Apple colpiscono Android, potrebbero spazzare via tutte le possibilità del software free sui dispositivi portatili. Il lascito finale di Jobs potrebbe essere un disastro sul tema dei brevetti, aspetto sul quale mettiamo in guardia da circa 20 anni".

mario trucco 09.03.13 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Continua la campagna di denigrazione orchestrata da
Berlusconi contro il M5*; basta guardare le sue disdicevoli tv per rendersene conto. Mentre lui continua a blaterare contro i magistrati che, finalmente, stanno chiudendo i processi contro di lui. Questo non fa che convincerci che il prossimo governo dovrà agire su soli tre punti programmatici: conflitto di interessi e totale blind trust, patrimoniale secca contro i ricchissimi, legge elettorale e poi subito alle urne.

Massimo Lazzaro, Reggio Calabria Commentatore certificato 09.03.13 11:00| 
 |
Rispondi al commento

MA TU... QUANDO NON SAI COSA RISPONDERE ALLE DOMANDE MANDI LA GENTE AFFAN...MA CHE RAZZA DI UOMO SEI??? SPIEGA AI TUOI ELETTORI COME MAI AVEVI 13 SOCIETA' in quello che a quel tempo era un paradiso fiscale non te la puoi cavare dicendo vaffan.... spiega tutto burattino.....

Riccardo Falcone 09.03.13 10:49| 
 |
Rispondi al commento

MA C'è QUALCUNO CHE RIPORTA A BEPPE IL TENORE DI QUESTI COMMENTI CHE NOI INVIAMO CON LA SPERANZA CHE SERVANO A SMUOVERE IL MESSIA DALLA SUA IRRAGIONEVOLE DECISIONE ?
HA CAPITO CHE SE SI RITORNA A VOTARE IL SUO MOVIMENTO NON AVRA' PIU' TANTI VOTI?
RENZI LO CANCELLARA' DALLA SCENA POLITICA.

salvatore maddaluno, roma Commentatore certificato 09.03.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, sono un tuo simpatizzante ed elettore, il mio desiderio sarebbe che tu facessi un iniziale atto di fiducia nei confronti di Bersani; con un rigoroso programma condiviso potremmo ottenere di diventare un paese normale ma,finalmente, ci potremmo liberare da berlusconi che, altrimenti continuerà ad imperversare insieme ai suoi orridi figuri Considera di ottenere i tuoi e nostri risultati in due tempi, ma prima per piacere mandiamo via il cavaliere che con una batosta così non sarebbe più in condizioni di nuocere.Se non ce ne liberiamo, ed ora ne avremmo la possibilità, continuerà a sedurre poveracci creduloni dalle sue tv con le solite promesse-bugie.

Luigi Maselli 09.03.13 10:35| 
 |
Rispondi al commento

Docenti e allievi ritengono che sia giunto il momento, dopo 17 anni, di rimuovere l’attuale direttrice, per ritrovare l’armonia nella scuola, per risollevare l’immagine immiserita dell’Accademia e per farla avanzare davvero come istituto di alta cultura, una possibilità che finora è stata difficilissima da perseguire. Docenti e studenti chiedono che venga rispettata la loro dignità e che l’Accademia Nazionale di Danza possa liberamente eleggere il proprio direttore come tutti gli istituti consimili e lanciano un appello, che risulta essere più un grido, affinché si ristabilisca la democrazia oramai disattesa dal 1996.

Resto a disposizione per ogni ulteriore chiarimento in merito e per fornire ogni tipo di documentazione al riguardo.
GRAZIE ADESSO SERVE UN AIUTO DAL M5S!!!!

Joseph Fontano, Roma Commentatore certificato 09.03.13 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Il 19 febbraio scorso studenti e docenti hanno convocato una conferenza stampa presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati per presentare questo appello.
Il giorno dopo, tutti i docenti firmatari hanno ricevuto una durissima lettera nella quale la direzione affermava che avevano diffamato, calunniato e ingiuriato la persona del Direttore e chiedeva chiarimenti. Mentre dieci docenti – quelli già sospesi per il quesito sullo Statuto - con un atto palesemente discriminatorio, ricevevano una lettera ancora più dura che li accusava di aver istigato la rivolta degli allievi e che confondeva volutamente i fatti per giustificare una nuova sanzione, che potrebbe arrivare fino a dieci giorni di sospensione.
In realtà, in tutta autonomia, gli studenti si sono rivoltati contro l’attuale direzione, stilando pagine su pagine di irregolarità e denunciando la mancanza di un regolamento didattico che la legge invece prevedeva.
Attualmente la situazione risulta essere invivibile, l'atmosfera opprimente.La direttrice, invece di assumersi le sue responsabilità, ha chiesto a tutto il personale – segreteria, docenti, bidelli - di rispondere “per quanto compete loro”, alle denunce di irregolarità degli studenti. Lei stessa risponde, per così dire, o rintuzzando le presunte irregolarità o denunciando complotti e manovre di “personaggi mossi da risentimenti personali - testualmente - che, in ogni caso, non rispettano leggi né regolamenti.”
Docenti e allievi ritengono che sia giunto il momento, dopo 17 anni, di rimuovere l’attuale direttrice, per ritrovare l’armonia nella scuola, per risollevare l’immagine immiserita dell’Accademia e per farla avanzare davvero come istituto di alta cultura, una possibilità che finora è stata difficilissima da perseguire.
CONTIUNUA....

Joseph Fontano, Roma Commentatore certificato 09.03.13 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Oggi e apparso un articolo su Repubblica un appello a Grillo dal titolo -Cambiare se non ora quando- nel quale si sollecita un Governo che facesse propri alcuni punti fondamentali, che riducano le disuguaglianze esistenti, per i cittadini italiani altrimenti gli orizzonti che si sono aperti pieni di speranza si chiuderanno e non si sa per quanto tempo si riapriranno.

Giuseppe Aiello 09.03.13 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Provo di nuovo a scrivere ma...nonostante i miei post siano aderenti all'argomento, sono con indirizzo e-mail, sono con nome e cognome e località di residenza, non pubblicitari, non usano un linguaggio offensivo, non contengono turpiloquio nè contunuto razzista o sessista,non contengono violazione delle leggi italiane... non li vedo mai pubblicati, ieri per caso ne ho visto uno, ma questa mattina alle nove etrenta già era stato tolto... come mai ???

Tancredi Boco, Perugia Commentatore certificato 09.03.13 10:26| 
 |
Rispondi al commento

. Questi articoli sembravano quindi correggere la lettera del DPR 132 del 2003 che all’articolo 16 recitava: “I direttori dell'Accademia di arte drammatica e dell'Accademia di danza in carica alla data di entrata in vigore del presente regolamento, mantengono le funzioni fino alla cessazione del rapporto per effetto del verificarsi di cause previste dalla normativa vigente.”
I dieci volenterosi professori hanno quindi posto un quesito al direttore generale dell’AFAM, Bruno Civello, riguardo l’incompatibilità del permanere in carica dell’attuale direttrice, nominata nel 1996, con lo Statuto dell’istituto.
Avendo avuto solo una risposta “autoritaria”, tautologica e elusiva, i docenti hanno inviato ben tre lettere, indirizzandole anche ad altre cariche e istituzioni per conoscenza, per avere delucidazioni. Fino a che non hanno ricevuto dalla direzione una lettera di richiamo che li ha portati ad una sospensione di un giorno e che fermerà l’avanzamento della loro carriera per ben due anni. Tutto questo per aver chiesto delucidazioni con la massima trasparenza.
Dal 3 dicembre 2012 gli studenti dell’Accademia Nazionale di Danza hanno iniziato una protesta contro la direzione dell’istituto. Hanno individuato una serie di irregolarità in tutti i settori della vita della scuola e hanno segnalato tutti gli arbitrii che hanno subito.
Successivamente, gli allievi – più di 200 - hanno chiesto ai docenti di unirsi alla loro protesta e la maggioranza dei professori dell’Istituto lo ha fatto, scrivendo una lettera con un appello al Capo dello Stato affinché, assieme al Ministro, mettesse fine, dopo diciassette anni, al mandato della Parrilla. E perché si potesse finalmente attivare al più presto l’elezione di un nuovo direttore come è previsto, dalla legge 508 del 1999, per ogni altro istituto simile, ovvero per tutte le accademie e tutti i conservatori d'Italia.
CONTINUA......

Joseph Fontano, Roma Commentatore certificato 09.03.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, sbrigatevi ad arrivare!!!!! Il vento di rinnovamento che porterete sarà anche ossigeno per chi rischia di soffocare!
Vorrei spiegare una situazione di grande gravità che riguarda l’Accademia Nazionale di Danza, l'unico istituto dello stato italiano per la formazione coreutica a livello universitario (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Alta Formazione Artistico Musicale). Nel 1996 Luigi Berlinguer, allora ministro della Pubblica Istruzione nel governo Prodi, nominò direttrice “per chiara fama” Margherita Parrilla, ex ballerina del Teatro dell’Opera. La mise a capo dell’Accademia Nazionale di Danza “in via definitiva”. In tutti questi anni la signora Parrilla non è stata in grado di collaborare con il corpo docenti e con gli allievi, ha mortificato in tutti i modi la professionalità dei docenti, ponendo sempre sé stessa in primo piano. Una direzione che oggi si può paragonare a un “feudo”, che ha portato all’interno dell’Accademia un clima di conflittualità altissima e di disagio generale. Le istanze dei docenti non sono mai servite a nulla, sono rimaste completamente inascoltate, a partire dal 2001 quando, dopo una serie già grande di irregolarità, la sfiduciarono a maggioranza, senza alcun esito. Dunque, quella nomina per “chiara fama”, imposta dal ministro Berlinguer, non solo fu, a nostro parere, una scelta antidemocratica,forse anche anticostituzionale, ma fu anche infelice negli esiti, miope, sbagliata.
Nello scorso luglio 2012, dieci docenti dell’Accademia hanno rilevato che gli articoli 7 e 8 dello Statuto dell'Istituto, emanato nel 2005, stabiliscono che tutti i membri del consiglio accademico e del consiglio di amministrazione: “restano in carica per un periodo di tre anni e possono essere confermati consecutivamente una sola volta.” Sembrava quindi che anche il direttore, per statuto, potesse fare parte degli organi indispensabili per il governo della scuola solo per 3 anni più altri 3.
CONTINUA.....

Joseph Fontano, Roma Commentatore certificato 09.03.13 10:24| 
 |
Rispondi al commento

VISTO CHE SI FA UN GRAN PARLARE DEI GUADAGNI DEL BLOGG DI GRILLO E CASALEGGIO, PERCHE NON METTERE IN RETE ANCHE I GUADAGNI DI QUESTO BLOGG E L'USO CHE SE NE FA ?
ALTRA COSA, COME MAI LA SUA VILLA, CHE E' COSTRUITA SULLA SPIAGGIA, NON L'HANNO BUTTATA ANCORA GIU'?
ANCHE LUI HA I SANTI IN PARADISO ?

salvatore maddaluno, roma Commentatore certificato 09.03.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Segnalo, sottoscrivendolo totalmente, l'appello odierno di B.Spinelli Padoa Schioppa S.Settis pubblicato su Repubblica http://temi.repubblica.it/repubblica-appelli/?action=vediappello&idappello=391293&ref=HRER1-1

Donatella Gionti 09.03.13 10:02| 
 |
Rispondi al commento

I tecnici sono peggio dei politici
E' assurdo e incomprensibile la delibera del CDM sul codice di comportamento dei dipendenti pubblici. Intanto in quanto non più leggittimati a deliberare nulla ad elezioni completate a a pochi giorni dalla riunione delle camere per l'elezione dei presidenti dei rispettivi rami del Parlamento. Poi perchè andrebde dato il buon esempio con il codice di comportamento dei politici (tecnici) in Parlamento e al Governo. Hanno bloccato gli stipendi dei dipendenti pubblici per anni, hanno tentato di bloccarli fino al 2014 a fine mandato. Iniziate con questo codice di comportamento prima di accettare qualsiasi carica: 1 NON RUBARE; 2: NO A PRIVILEGI (SIETE ANCHE VOI DIPENDENTI PUBBLICI!!): 3. TIMBRARE OGNI VOLTA CHE SI VA A A LAVORARE (in modo da verificare le ore lavorate) 4: LO STIPENDIO SIA RIDOTTO SE NON SI PRENDE PARTE ALMENO 80%-90% delle sedute parlamentari, salvo validi motivi di salute. ECCO UNA PARTE DEL VOSTRO CODICE COMPORTAMENTALE VI PIACE ??

Alberto Tringali, Milano Commentatore certificato 09.03.13 09:20| 
 |
Rispondi al commento

La nuovissima eccitante idea di Bersani: puntare a elezioni anticipate e magari anticipatissime con un governo da lui presieduto. Ma resta anche da capire come riuscirebbe a raggranellare una maggioranza presentabile, al netto di operazioni difficilmente ipotizzabili, tipo alcuni grillini che inaugurano la legislatura con una mega operazione Scilipoti di abbandono del proprio gruppo e di adesione alla nuova maggioranza.

Invito a Grillo: prepari una grande manifestazione di piazza per il giorno in cui Bersani riceverà la nomina del Presidente del Consiglio da parte del Presidente della Repubblica (art. 94 della Costituzione) con lo scopo di esprimere sentitamente un “Vaffa..” mondiale come risposta.

Ripetuta davanti al Senato, se il Bersani non dovesse recedere, il giorno in cui si dovesse presentare al Senato per chiedere la fiducia………

Luciano Sangiorgio 09.03.13 08:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Grillo, mi permetto di darti del tu se non ti dispiace.
Ti dico solo una cosa:" Vai avanti per la tua strada, fregatene di quello che dicono, sono arrivati alla frutta e non sanno più che pesci prendere per rimanere su quelle poltrone:".Io ti ho votato, perfavore non mi deludere.
Deve rinascere il Patriotismo il senso del dovere e dell'onore.
grazie Aldo Zago

Aldo Zago 09.03.13 05:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,
scrivo per un giornale locale dove in redazione è arrivata la lettera di una mamma disperata che ritengo utile segnalarti:
"MI CHIAMO MARIA ROSARIA ANNARUMMA E SONO MADRE DI 6 FIGLI,DEI QUALI L'ULTIMO SPASTICO DALLA NASCITA PER ASFISSIA DA PARTO. COMBATTO DA 24 ANNI PER I DIRITTI DI MIO FIGLIO MA, ANCORA OGGI,DEVO AFFRONTARE BARRIERE DI OGNI GENERE,DA QUELLE ARCHITETTONICHE A QUELLE MORALI.I MIEI FIGLI SONO TUTTI ANDATI VIA DA CASA E MIO MARITO E' MORTO LASCIANDOMI SENZA NULLA E CON UN FIGLIO DISABILE: ISAIA, QUESTO E' IL NOME DI MIO FIGLIO,E' INVALIDO AL 100% E PERCEPISCE PENSIONE D'INVALIDITA' E ACCOMPAGNAMENTO PER UN TOTALE DI CIRCA 730 EURO MENSILI. NELLA MIA SITUAZIONE QUESTI SOLDI SONO,PURTROPPO, ASSOLUTAMENTE INSUFFICIENTI ALLA NOSTRA SUSSISTENZA E AI BISOGNI DI MIO FIGLIO. IO NON HO ALCUN REDDITO,NON POSSO LAVORARE,PAGO 250 EURO MENSILI DI AFFITTO E,TOLTE LE BOLLETTE DI LUCE,GAS(SORATTUTTO), ACQUA...ECC...NON MI RIMANE QUASI PIU'NULLA. LA COSA ANCORA PEGGIORE E'CHE ATTUALMENTE VIVIAMO IN UNA CASA ASSOLUTAMENTE NON IDONEA A MIO FIGLIO(PIU'VOLTE E'INCIAMPATO O SCIVOLATO RISCHIANDO DI FERIRSI GRAVEMENTE). UN "POSTO" UMIDO DOVE LA MUFFA STA CONSUMANDO, INSIEME AI MURI,ANCHE I NOSTRI POLMONI. MIO FIGLIO NON E'PIU'UN BAMBINO ED IO NON SONO PIU'GIOVANE COME UNA VOLTA COSI',QUANDO DIVENTA AGGRESSIVO, NON RIESCO QUASI PIU'A DIFENDERMI. ALLORA, PER CALMARLO,PRENDO L'AUTO E LO PORTO IN GIRO PER ORE,FINCHE'LA LANCETTA NON SEGNA CHE LA BENZINA E' QUASI FINITA. HO CHIESTO ALL'AMMINISTRAZIONE UN AIUTO PER QUESTE SPESE MA MI HANNO FATTO MILLE STORIE:DIO MI E'TESTIMONE DI QUANTE VOLTE HO FATTO LE SCALE DEL MUNICIPIO CON MIO FIGLIO AL SEGUITO PER ELEMOSINARE AIUTI CHE MI SONO STATI SEMPRE NEGATI...".
La signora abita in Via Zara (Vicolo Tessitori),1 a Scafati (SA). Tel.: 348-1344839
Il problema è gravissimo,tanto che la signora ha più volte pensato di togliersi la vita.
Ti prego, fai qualcosa!!
Renato Romano (giornalista)

Renato Romano 09.03.13 04:05| 
 |
Rispondi al commento

cerchiamo di stare uniti ci vogliono annientare non ci riusciranno il POPOLO se' svegliato. FORZA E CORAGGIO IL MOVIMENTO VINCERA'. RIPRENDIAMOCI IL PAESE. DAJE SEMO ITALIANI...........

NAZZARENO FIORILLO 09.03.13 02:10| 
 |
Rispondi al commento

Basta con i commenti non inerenti!!!!

mario trucco 09.03.13 01:38| 
 |
Rispondi al commento

AIUTOOOOOOO
Chiude anche la Sila Telecomandi
In novantotto a casa senza lavoroLa maggior parte dei dipendenti
dell’azienda sono donne. La Sila Telecomandi di Nichelino chiude. E lascia a casa 98 lavoratori, all’80% donne. Ieri c’è stato l’annuncio ai delegati sindacali e subito è stato proclamato uno sciopero con presidio a oltranza ai cancelli. L’azienda produce cambi e cavi flessibili di comando a distanza. Dice Luciano Paiola, ad del gruppo: «È una scelta dolorosa, ma inevitabile: tutti i presupposti per la continuità del business sono venuti a cadere». E aggiunge: «Noi produciamo essenzialmente per Fiat, ma qui non ci sono nuovi modelli. È grazie alla Fiat, che abbiamo seguito a Melfi e nello stabilimento Sevel, che siamo cresciuti, ma ora qui non c’è più lavoro». Spiega che «la chiusura non è in discussione; prima di ricorrere a tale strumento negli ultimi anni abbiamo utilizzato i vari ammortizzatori sociali». La Sila Telecomandi fa parte del gruppo Sila Holding Industriale che ha oltre 1600 dipendenti, di cui 400 in Italia. Con 11 unità produttive (8 all’estero), è tra i principali produttori del mercato a livello mondiale come fornitore diretto di comandi. Edi Lazzi e Pino Viola della Fiom non hanno dubbi: «Un’altra pessima notizia per i lavoratori. È l’ennesima azienda nel territorio che dichiara degli esuberi legati al settore automotive». Spiegano: «Un settore che giorno dopo giorno va sempre più in sofferenza anche a causa della sostanziale inesistenza di un piano industriale e di nuove produzioni da parte della Fiat di cui la Sila è uno dei fornitori». E aggiungono: «I lavoratori si opporranno con tutte le forze a questa chiusura mettendo in campo tutte le iniziative necessarie a evitare questo ennesimo scempio». Ai cancelli i lavoratori stanno organizzando le prossime iniziative a partire dall’incontro che si terrà domai all’Amma. Dice la delegata Claudia Antoniazzi: «Non accettiamo la chiusura, siamo quasi tutte donne. Dove lo troviamo un altro

Leonardo Barbini 09.03.13 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, ho sentito un eletto 5 stelle affermare che non si sente un ONOREVOLE - con tanti disonorati deputati posso dargli ragione ma vorrei rammentargli che forse l'appellativo deriva dall'art.54 della Costituzione ove cita "i cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina e ONORE" - Finora questo non mi sembra sia stato rispettato dagli ex parlamentari, si spera nel futuro.
ciao, Gino

Gino Maggioni 08.03.13 23:32| 
 |
Rispondi al commento

VERGOGNOSO CROZZA FAI IL COMICO NON IL POLITICO

Massimo Angeli, Roma Commentatore certificato 08.03.13 22:56| 
 |
Rispondi al commento

caro beppe, premetto che ho votato pd e che sono un sindacalista di base(quelli che vanno dalla gente)della uil-fpl di Venezia. Molte delle cose che dici le condivido in pieno, la gente ha le palle piene di questi politici che ancora una volta non hanno capito nulla. il tuo risultato se ben usato può finalmente far cambiare il Paese, non avere deliri di onnipotenza, voler conquistare la maggioranza assoluta, il rischio è che se non ce la fai,le truppe cammellate dei partiti storici si rafforzeranno e nulla cambierà. partecipa ad un governo con il pd o dai un appoggio esterno su 5-6 punti,legge elettorale-costi della politica a partire dal dimezzamento dei parlamentari e consiglieri regionale soppressione delle provincie-incandidabilità dei condannati-legge di stabilità-rilancio dell'economia e del lavoro-regime fiscale e tra un anno torniamo a votare, il Paese te ne sarà grato, chi ci abita nel nostro Paese ti sarà grato. mario ragno,veneziano,ottimista idealista ed innamorato dell'Italia

mario ragno 08.03.13 22:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe. ti seguo da sempre e ti ho votato con convinta speranza. Ora hai le armi giuste per OPERARE il cambiamento. E' il momento di tessere sul serio quel cambiamento con l'arguzia politica necessaria che non può fare a meno dell'"utilizzo" politico/governativo della cosiddetta sinistra. Ove quest'azione si escludesse per un ipotettico rimanere soli/duri e puri e andare a nuove elezioni, il CAIMANO con la sua congrega ritornerebbe in sella. Il PD scomparirebbe o quasi ma anche il moviment cinque stelle si discioglierebbe come neve al sole. Io per primo non ti seguirei più ( dirai ... poco male ). Comunque non fare lo stronzo dimostra ORA di saper amministrare la tua vittoria per dare un TUO ( anche se non al 100%)governo a questa Italia in ginocchio. Se non lo fai stai buttando al cesso la tua/nostra vittoria... e ci riporti nella merda.

Gigi Angeli 08.03.13 21:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, facevo una riflessione, se permettessimo di fare un governo dei tecnici,con 4 punti di programma e cioe,
1 ) abolizione del finanziamento dei partiti;
2 ) riforma della legge elettorale (senza premi di maggioranza e gli eletti devono essere eletti sul territorio dove risiedono)
3 ) dimezzare il numero degli eletti;
4 ) abolizione delle province;
al momento della votazione, rai 1,2,3, rete 4,5,6,e la 7 in diretta, e con VOTO PALESE,
cosi vediamo chi vota e come vota.
dopo andiamo di nuovo a votare e vedremo.
un saluto a tutti.

Vincenzo Ranieri 08.03.13 21:33| 
 |
Rispondi al commento

FITCH DECLASSA IL RATING ITALIANO E COME RISPOSTA I NOSTRI GOVERNANTI DICONO CHE L'INSTABILITA POLITICA FA PARTE DELLA DEMOCRAZIA.
BENE SE QUESTA è DEMOCRAZIA IO SPERO ARRIVI PRESTO UNA DITTATURA DA STRONCARE QUESTI GOVERNANTI INCAPACI

massimo d., trento Commentatore certificato 08.03.13 21:20| 
 |
Rispondi al commento

voglio continuare a credere di avere fatto cosa giusta votando e stimolando a votare parenti e amici per M5S.fino ad ora
ne pago le conseguenze con la perdita della loro
fiducia.Mi spiace, ma io conto poco,spero che
pensino come me Dario Fo e don Gallo.
SPERIAMO

sergio re, milano Commentatore certificato 08.03.13 21:17| 
 |
Rispondi al commento

w le donne!

daniele d., lecce Commentatore certificato 08.03.13 20:22| 
 |
Rispondi al commento

bongiorno a voi tutti amici grillini sono un italiano che vive in Belgio . Quando ho visto i risultati del voto del 24 febraio mi sono interessato al vostro programma per provare a capire cosa sucedeva nel mio paese . Dopo una letura atentista mi sono rezo conto che non e nienta altro che il programma del communismo a la STALINE per il popolo con il popolo e delpopolo oggi si sa come e andato a finire POVERA ITALIA e chiamate questa comedia democrazia ???? io la chiamo comedia del arte forza ARLEQUINO

balltrap 08.03.13 20:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ho un'idea per risolvere due problemi che attanagliano la nostra società.
1) La scarsa efficienza della pubblica amministrazione
2) La disoccupazione giovanile, soprattutto dei diplomati e dei laurati.

Soluzione semplice ed efficace.
In un qualsiasi paese democratico, meritocratico e dove vige la legge della libera concorrenza,un lavoratore autonomo o dipendente privato, può essere sostituito con chi è migliore.
Non si capisce perchè in Italia quei 3 milioni di dipendenti pubblici che rendono la vita difficile ai cittadini con il loro scarso rendimento, in quanto fannulloni e raccomandati, non possono essere sostituiti da persone volenterose e preparate come i nostri giovani disoccupati.
I dati si equivalgono 3 milioni di dipendenti pubblici con 3 milioni di giovani preparati ed entusiasti.
La mia idea sarebbe: di proporre ai nostri giovani di individuare, ciascuno un dipendente pubblico a loro scelta e di proporsi come elemento migliore di quel soggetto scelto.
E così con un mega concorsone, face-to-face, potremmo risolvere il duplice problema, sia della scarsa efficienza della funzione pubblica e sia il problema sociale dei nostri giovani disoccupati.
Questo concorsone dovrebbe ripetersi ogni 5 anni, così da permettere a chi ha perso la sfida di prepararsi per poi rifarsi e riprendere il proprio posto di lavoro.
Sarebbe una rivoluzione, tutto a beneficio della collettività, anche perchè nel frattempo chi ha perso la sfida, ma ha ricevuto i soldi del TFR, potrebbe inventarsi un lavoro innovativo creando reddito e nuova occupazione ma soprattutto l'Italia avrà finalmente una pubblica amministrazione efficiente per poter vincere tutte le sfide.
Un bravo generale che vuole vincere una guerra ha bisogno dei migliori soldati, ma se deve combattere con elementi scadenti sarà sempre perdente.
Ed i nostri impiegati pubblici sono degli scadenti fannulloni, e noi Italiani anche se scegliamo il migliore premier a dirigere il nostro paese, saremo sempre dei perdenti a vita.

vito petrocitto 08.03.13 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Da più parti si preme e si provoca il M5s affinchè si assuma le sue
responsabilità e faccia accordi con il PD, ma il M5s è nato per mandare a
casa TUTTI i vecchi partiti per coerenza non può e non deve accordarsi. Se
la prendano con Bersani che non vuole fare inciuci con il PDL, piuttosto.
L'unico vero problema è che il 40/50 % degli italiani ha ancora votato gli
stessi partiti che, per esempio, hanno votato leggi che consentono ad
inquisiti e anche a condannati di candidarsi alle elezioni, mentre sappiamo
bene che chi vuole fare un concorso anche solo da bidello deve essere
pulito come un giglio, giustamente, però mandiamo a legiferare gente che ha
avuto condanne??????
E' ora di mettersi in testa, la nostra e la loro, che sono loro ad essere
stipendiati da noi e dobbiamo essere noi a decidere l'entità del loro
stipendio ecc ecc ecc"

luciano l., monastero bormida Commentatore certificato 08.03.13 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo fondato un movimento di persone normali che abbiamo apppunto chiamato normalista vedi www.normalista.it e non ci siamo presenatti alle elezioni per il troppo poco tempo a disposizione e ci stiamo preparando per le prossime.
A mio modo di vedere fate bene a tenere l'atteggiamento che state tenendo compreso l'articolo 67 della costituzione.
Mi sembra che grazie al M5S siamo come erano all'inizio del 1943. Per la classe dominante di allora arrivò il 25 luglio e dopo qualche scaramuccia è iniziò la vera rinascita dell'Italia. Bene ho l'impreessione che per questa classe politica si avvicini il loro 25 luglio a cui seguirà un " benefico" caos preludio ad una vera rinascita di questo paese.
Ritornando ai NORMALISTI ho l'impressione che l'unica vera cosa che ci differenzia sia ( e leggete fino alla fine ) lo stipendio del parlamenatre o rappresentante politico che dir si voglia. E per me è lo snodo fondamentale. Voi dite non più di 5000 euro. Siccome in politica non bisogna guadagnare nè perderci e siccome una persona può decidere di dedicare 10 anni della sua vita per il bene pubblico senza gudagnare ne perderci è ovvio che la regola deve essere che ognuno si trascina lo stipendio ( più le spese )che regolarmente percepisce nella vita civile con un massimo e un minimo.
Esempi.
Tetto di 5000 euro: è chiaro che chi ora guadagna meno di 5000 euro vede un salto economico comunque e ci guadagna e peraltro si rischia di tagliar fuori chi magari prende 6.7 8 mila euro regolarmente guadagnati che invece ci perderebbe.
Conclusione: prima fai la tua parte nella vita civile senza appoggiarti alla politica per far carriera. Poi decidi di dare 10 anni ( due mandati)alla politica, Ok ti prendi lo stesso stipendio senza ne perderci ne guadagnarci. Certo un massimo e un minimo.Se mi arriva l'industriale di turno che prende 1 milione al mese gli dico non più di 15 mila per es. e se mi arriva il disoccupoato o lo studente stipendio base dell'apprendista.Cosa ne pensate?

Privato Fenaroli 08.03.13 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Da più parti si preme e si provoca il M5s affinchè si assuma le sue responsabilità e faccia accordi con il PD, ma il M5s è nato per mandare a casa TUTTI i vecchi partiti per coerenza non può e non deve accordarsi. Se la prendano con Bersani che non vuole fare inciuci con il PDL, piuttosto.
L'unico vero problema è che il 40/50 % degli italiani ha ancora votato gli stessi partiti che, per esempio, hanno votato leggi che consentono ad inquisiti e anche a condannati di candidarsi alle elezioni, mentre sappiamo bene che chi vuole fare un concorso anche solo da bidello deve essere pulito come un giglio, giustamente, però mandiamo a legiferare gente che ha avuto condanne??????
E' ora di mettersi in testa, la nostra e la loro, che sono loro ad essere stipendiati da noi e dobbiamo essere noi a decidere l'entità del loro stipendio ecc ecc ecc

luciano lazzarino 08.03.13 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno monsieur Grillo, sono il direttore dell'agenzia di informazione giornalistica mhpress.it ,con sede a Parigi, che tratta argomenti di informazione internazionali ed è pubblicata esclusivamente su Internet in lingua italiana. Le chiedo se Lei è disponibile ad una intervista da pubblicare appunto su mhpress.it. Io Le invierei alla mail, da Lei comunicatami, una serie di domande alle quali Lei potrà rispondere rinviandole alla mia mail personale direttore@mhpress.it . Se Lei è disponibile Le garantisco che l'intervista sarà pubblicata esclusivamente sul sito Internet mhpress.it. Il sito mhpress.it ha mediamente oltre 40.000 lettori al giorno. RingraziandoLa saluto cortesemente.

Giovanni Miserocchi 08.03.13 18:09| 
 |
Rispondi al commento

penso che il movimento debba essere anche un sindacato,oltre a svuotare la triade, manifesterebbe meglio il malcontento generale.

paolo caramia 08.03.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Benvenuto al tripolarismo a Cinque Stelle. Lo attendevamo.
L’antica civiltà ellenica aveva visto fiorire Atene Sparta e Tebe, un tripolarismo studiato al liceo. Tripolarismo: Atene, Sparta, Tebe; tripolarismo: M5S, PD, PDL.
Si inizi la Ricostruzione. Si distruggano le Negatività (che sono sotto gli occhi di chi Vuole Vedere)
Si costruiscano le Positività (che sono sotto gli occhi di chi Può, Sa e Vuole Vedere).
E’ finito il Medioevo?
Ci attende un nuovo Rinascimento? Sia il Benvenuto.
Dice Roberto Vacca – Medioevo prossimo venturo - “La durata del prossimo medioevo sarà minore di quella del medioevo scorso: …. Non suona assurdo parlare oggi di medioevo prossimo, sebbene l'espressione implichi tre ipotesi: che un'era di disordine, di distruzione e di degradazione stia per cominciare, che questo inizio sia imminente e che questa era sarà seguita da un'altra di rinascimento”.
LA PRIMA E LA SECONDA IPOTESI SI SONO GIA' AVVERATE.
LA TERZA E' INIZIATA IL 24 FEBBRAIO 2O13 CON L’EMERGERE DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE
Del Medioevo scorso si comincio' a parlarne quand’era già finito (il primo a usare l'espressione
“media tempestas” pare fosse Giovanni Bussi Vescovo di Aleria in un contesto
elogiativo di Nicolo' Cusano nel 1469 ), questo nostro Medioevo ha la grandiosa singolarità
per la quale termina la fase iniziale della prima ipotesi – Disordine, Distruzione, Degradazione – , si salta la seconda e CONTEMPORANEAMENTE inizia la terza – Nuovo Rinascimento a Cinque Stelle.
E possiamo trarre conforto dai Premi Nobel Saramago (Saggio sulla lucidità, 2004) e Fo (Motivazioni del Nobel: ) e dal M5S di Grillo per aver saputo saltare a piè pari la trafila temporale ipotizzata da Saramago nel suo Saggio sulla lucidità e applicare il messaggio di Fo.
Sarà dunque oggi possibile portare a compimento la democrazia di questo nuovo rinascimento del Popolo Sovrano.

Paolo Badano 08.03.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento

La bambina che zittìil mondo per 6 minuti
continua
A scuola, persino all’asilo, ci insegnate come ci si comporta al mondo.
Ci insegnate a non litigare con gli altri, a risolvere i problemi, a rispettare gli altri, a rimettere a posto tutto il disordine che facciamo, a non ferire altre creature, a condividere le cose, a non essere avari.
Allora perché voi fate proprio quelle cose che ci dite di non fare?
Non dimenticate il motivo di queste conferenze, perché le state facendo?
Noi siamo i vostri figli, voi state decidendo in quale mondo noi dovremo crescere.
I genitori dovrebbero poter consolare i loro figli dicendo: “Tutto andrà a posto. Non è la fine del mondo, stiamo facendo del nostro meglio”.
Ma non credo che voi possiate dirci più queste cose siamo davvero nella lista delle vostre priorità? Mio padre dice sempre siamo ciò che facciamo, non ciò che diciamo.
Ciò che voi state facendo mi fa piangere la notte. Voi continuate a dire che ci amate, ma io vi lancio una sfida: per favore, fate che le vostre azioni riflettano le vostre parole.”

Fonte: un atto d’accusa per tutti noi: la bambina che zittì il mondo per 6 minuti – Altra Opinione -

maria grazia grilli 08.03.13 18:01| 
 |
Rispondi al commento

La bambina che zittìil mondo per 6 minuti
Nel mio paese produciamo così tanti rifiuti, compriamo e buttiamo via, compriamo e buttiamo via, compriamo e buttiamo via, e tuttavia i paesi del nord non condividono con i bisognosi.
Anche se abbiamo più del necessario, abbiamo paura di condividere, abbiamo paura di dare via un po’ della nostra ricchezza. In
Canada, viviamo una vita privilegiata, siamo ricchi d’acqua, cibo, case abbiamo orologi, biciclette, computer e televisioni.
La lista potrebbe andare avanti per due giorni.
Due giorni fa, qui in Brasile siamo rimasti scioccati, mentre trascorrevamo un po’ di tempo con i bambini di strada.
Questo è ciò che ci ha detto un bambino di strada: “Vorrei essere ricco, e se lo fossi vorrei dare ai bambini di strada cibo, vestiti, medicine, una casa, amore ed affetto”.
Se un bimbo di strada che non ha nulla è disponibile a condividere, perchè noi che abbiamo tutto siamo ancora così avidi?
Non posso smettere di pensare che quelli sono bambini che hanno la mia stessa età e che nascere in un paese o in un altro
fa ancora una così grande differenza; che potrei essere un bambino in una favela di Rio, o un bambino che muore di fame in Somalia, una vittima di guerra in medio-oriente o un mendicante in India.
Sono solo una bambina ma so che se tutto il denaro speso in guerre fosse destinato a cercare risposte ambientali, terminare la povertà e per siglare degli accordi, che mondo meraviglioso sarebbe
questa terra!

maria grazia grilli 08.03.13 17:55| 
 |
Rispondi al commento

LA BAMBINA CHE ZITTI’ IL MONDO PER 6 MINUTI
continua
Non sapete come si fa a riparare i buchi nello strato di ozono, non sapete come riportare indietro i salmoni in un fiume inquinato, non sapete come si fa a far ritornare in vita una specie animale estinta, non potete far tornare le foreste che un tempo crescevano dove ora c’è un deserto.
Se non sapete come fare a riparare tutto questo, per favore smettete di distruggerlo.
Qui potete esser presenti in veste di delegati del vostro governo, uomini d’affari, amministratori di organizzazioni, giornalisti o politici, ma in verità siete madri e padri, fratelli e sorelle, zie e zii e tutti voi siete anche figli.
Sono solo una bambina, ma so che siamo tutti parte di una famiglia che conta 5 miliardi di persone, per la verità, una famiglia di 30 milioni di specie.
E nessun governo, nessuna frontiera, potrà cambiare questa realtà.
Sono solo una bambina ma so che dovremmo tenerci per mano e agire insieme come un solo mondo che ha un solo scopo.
La mia rabbia non mi acceca e la mia paura non mi impedisce di dire al mondo ciò che sento.

maria grazia grilli 08.03.13 17:49| 
 |
Rispondi al commento

I think it is appropriate to criticize Grillo and M5S for using nonfree
software and nasty devices such as iBads. It could encourage them to
reconsider their practies. If so, that will be one good effect from
their decision to interview me.

--
Dr Richard Stallman
President, Free Software Foundation
51 Franklin St
Boston MA 02110
USA
www.fsf.org www.gnu.org
Skype: No way! That's nonfree (freedom-denying) software.
Use Ekiga or an ordinary phone call


http://lists.pirateweb.net/pipermail/pp.international.general/2013-March/013805.html

Giulia F., Roma Commentatore certificato 08.03.13 17:48| 
 |
Rispondi al commento

LA BAMBINA CHE ZITTI’ IL MONDO PER 6 MINUTI
Discorso di Seven Suzuki nel 1992 ai Delegati delle Nazioni Unite


“Buonasera, sono Severn Suzuki e parlo a nome di ECO (Environmental Children Organization).
Siamo un gruppo di ragazzini di 12 e 13 anni e cerchiamo di fare la nostra parte, Vanessa Suttie, Morgan Geisler, Michelle Quaigg e me.
Abbiamo raccolto da noi tutti i soldi per venire in questo posto lontano 5000 miglia, per dire alle Nazioni Unite che devono cambiare il loro modo di agire.
Venendo a parlare qui non ho un’agenda nascosta, sto lottando per il mio futuro.
Perdere il mio futuro non è come perdere un’elezione o alcuni punti sul mercato azionario.
Sono a qui a parlare a nome delle generazioni future.
Sono qui a parlare a nome dei bambini che stanno morendo di fame in tutto il pianeta e le cui grida rimangono inascoltate.
Sono qui a parlare per conto del numero infinito di animali che stanno morendo nel pianeta, perchè non hanno più alcun
posto dove andare.
Ho paura di andare fuori al sole perché ci sono dei buchi nell’ozono, ho paura di respirare l’aria perchè non so quali sostanze chimiche contiene.
Ero solita andare a pescare a Vancouver, la mia città, con mio padre, ma solo alcuni anni fa abbiamo trovato un pesce pieno di tumori.
E ora sentiamo parlare di animali e piante che si estinguono, che ogni giorno svaniscono per sempre.
Nella mia vita ho sognato di vedere grandi mandrie di animali selvatici e giungle e foreste pluviali piene di uccelli e farfalle, ma ora mi chiedo se i miei figli potranno mai vedere tutto questo.
Quando avevate la mia età, vi preoccupavate forse di queste cose? Tutto ciò sta accadendo sotto i nostri occhi e ciò nonostante continuiamo ad agire come se avessimo a disposizione tutto il tempo che vogliamo e tutte le soluzioni. Io sono solo una bambina e non ho tutte le soluzioni, ma mi chiedo se siete coscienti del fatto che non le avete neppure voi.

maria grazia grilli 08.03.13 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Volevo premettere che oltre ad essere un tuo votante come politico sono anche un tuo Fan.La notizia che ha dato la stampa per quanto riguarda le proprietà che hai insieme a tuo cognato in Costa Rica mi ha lasciato un po' di merda,quindi ti chiedo di mettere un po' a chiaro queste cose prima che i tuoi votanti ti si mettono contro e ci ripensino sulla scelta del voto che loro hanno fatto,in attesa di risposte ti saluto

Salvatore napoletano 08.03.13 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Piero Angela Presidente della Repubblica!!!
Cultura, competenza, merito..
Intelligenza al posto dlla solita furbizia..
Sarei fiero di essere rappresentato da Lui..
e poi va bene per tutto, dalla Regina Elisabetta ai Masai..
Una risorsa italiana

Andrea Consolo 08.03.13 17:17| 
 |
Rispondi al commento

...non sarà un argomento importante come quelli del lavoro, economia, o ambiente, ma quando sarà, se sarà, ELIMINATE le auto blu di marca straniera!!! è davvero avvilente vedere i politici con audi e schifezze varie. che ridicoli..
Fatelo, grazie

antonio de angelis 08.03.13 17:13| 
 |
Rispondi al commento

VORREI CHIDERE AL M5S COSA VORRA FARE ,IERI LA BANCA A RIFIUTATO LA SOSPENSIONE DEL MUTUO PER UN ANNO ,COSI CI RITROVEREMO ANCORA PIU NELLA MERDA CARO GRILLO COSA AI INTENZIONE DI FARE PER FAMIGLIE COME LA MIA ,PERCHE QUEI SOLDI CHE AI RIFIUTATO NON LI DAI A CHI NE A BISOGNO INSOMMA MUOVITI QUI ALLA FINE MORIREMO TUTTI

daniela bruno, FANO Commentatore certificato 08.03.13 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Sbaglio o in alto a sinistra c'è un bel ''Mi Piace''?

Ho votato questo movimento, chissà se lo rivoterò.

I deputati/senatori non mi sembrano all'altezza, saranno persone perbene, questo si, ma secondo me non sanno nemmeno l'1% delle cose di cui parlano, anzi di cui non parlano.

Non gongolate tanto, più rapida è la salita più rapida è la caduta...e lo dice 'uno che vale uno' e che ha votato questo movimento, ma ora datevi da fare.

Il cittadino, per il solo semplice fatto di essere tale, non è che può far tutto: ci vogliono ' cittadini ' onesti e competenti.

Onestà e COMPETENZA.

Penso di essere un cittadino onesto (forse!), ma di sanità, di comunicazione-open source, di infrastrutte, di dinamiche ambientali, di energia rinnovabile o presunta tale, di economia ed altre centinaia di 'cose' non ne so nulla: potrei mai far il ministro dell'economia ad esempio? O il ministro della Sanità?

Chi degli eletti di questo movimento potrebbe fare ad esempio il ministro della Sanità? mah...

Sono confuso..

Lorenzo C. 08.03.13 12:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È buffo preoccuparsi per l'utilizzo di software proprietario in Italia.
L'Italia e' il paese dove il 60% della popolazione ha deciso di farsi rappresentare da due partiti letteralmente posseduti da 3 persone...

Marco u colombo 08.03.13 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Non ho idea se posso postare link... però, dal punto di vista della tutela della privacy dell'utente (della sua libertà)... beh, le cose sono un tantino più complesse...
se volgiamo discuterne... queste sono le mie idee/lavori...

http://www.studiolegalepaternostro.it/articoli/profilazione-marketing-dati-sensibili-tutela-della-privacy.html

http://famiglia-cultura-informazione.studiolegalepaternostro.it/famiglia-e-consumo/smartphone-profilazione-utente-condizionamento-scelte-consumatore.html

...vediamo che succede!!!

Francesco Paternostro, roma Commentatore certificato 07.03.13 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono anni che predico queste cose nella cerchia dei miei amici e finalmente non posso far altro che condividere al 100% quello che Stalmann dice.
Un suggerimento che do ai lettori è quello di passare in blocco a Linux (qualsiasi distribuzione va bene) anche se oggi come oggi la distribuzione Ubuntu è quella che a mio avviso è la più facile da installare e da utilizzare anche per i meno esperti. Persino più facile di Windows.

Vito A., Buccheri Commentatore certificato 07.03.13 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare palese, logico e doveroso che un movimento nel quale si afferma che "1 vale 1" NON sia obbligato a dipendere da due persone che, pur nella loro integritè morale (fino a prova contraria),tirino le fila di tutto e che, bene o male, piglino realmente le decisioni a nome di oltre un milione di persone! Pertanto personalmente non vorrei essere nuovamente menato per il naso e rifare parte del popolo che subisce inerme, senza la possibilità di poter incidere minimamente sul proprio destino e su quello dei propri figli.
Quindi auspico che l'attuale Direzione del Movimento ponga in essere quanto necessario affinchè i parlamentari eletti siano indipendenti da presunti veti e linee IMPOSTE forzosamente sia da Beppe Grillo che da Casaleggio, modificando pure il Software dedicato all'attività del movimento.

Paolo Baldessari 07.03.13 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il movimento 5 stelle ha una sola strada per sopravvivere e crescere: porre subito la questione della moneta. Per uscire dallo stallo dell'euro, sarebbe impossibile sostituirlo. Ma a detta di validi economisti è possibile affiancargli una moneta solo per uso interno (lira o di qualsiasi altro nome), su cui però si eserciti la sovranità, ossia che la si possa stampare in proprio a volontà per iniettare liquidità nel sistema, rilanciare i consumi, quindi la produzione, quindi l'occupazione. Se il movimento capirà tutto questo in termini temporali immediati, arriverà al 90% di consenso. Se non lo farà, si continuerà a vivere nella precarietà e il movimento farà la fine della lega, perché quando la gente non arriva a fine mese, non la rabbonisci con le invettive antisistema. Libro consigliato: Loretta Napoleoni, Democrazia vendesi.

fabrizio iommi 07.03.13 16:34| 
 |
Rispondi al commento

CHI HA VOTATO PD - PDL - LEGA E PEGGIO ANCORA CHI HA VOTATO MONTI E' UN DECEREBRATO OLTRE CHE UN POVERO COGLIONE! MI SEMBRA OVVIO O NO ? COME SI FA' A VOTARE I PARTITI DI SEMPRE DOPO GLI SCANDALI AVVENUTI E SCOPERTI DOVE APPUNTO E' VENUTA ALLA LUCE LA TRISTE VERITA' CHE TUTTI I POLITICI DI SEMPRE FOTTONO SOLDI AL POPOLO ITALIANO DALLA MATTINA ALLA SERA ED INOLTRE FANNO ACCORDI CON GLI AMERICANI DEL NORD PER VENDERCI A 4 LIRE DOPO CHE CI AVRANNO UCCISI TUTTI CON QUESTA CRISI INVENTATA DAL GRUPPO MASSONE ILLUMINATI O ANCHE CHIAMATO GRUPPO BILDERBERGER ! IO AMO IL MIO PAESE SIAMO I MILGIORI IN TUTTO DALLA MEDICIANA DOVE SCROPRIAMO SEMPRE TUTTO PRIMA DEL RESTO DEL MONDO ALLA MODA ALLE AUTO MOTO ARCHITETTURA CIBO SIAMO IL POPOLO BACIATO DA DIO ! PECCATO CHE AL POTERE VI E' UNA MASSONERIA SATANICA CHE SI E' VENDUTO AL GRUPPO BILDERBERGER E VUOLE UCCIDERCI TUTTI SOTTOMETTENDOCI AL " NUOVO ORDINE MONDIALE " = " UNA NUOVA SCHIAVITU DEI TEMPI MODERNI " FORSE NON AVETE CAPITO IL PROGETTO DEGLI ILLUMINATI QUINDI PDL -PD-MONTI -LEGA E' QUELLO DI PORTARCI ALLA ROVINA PER POI FARCI INVADERE DAGLI AMERICANI DEL NORD! CARI FRATELLI ITALIANI ASCOLTATE E MEDITATE FATE COME FANNO GLI ECUADORIANI POPOLO FIERO E LIBERO VOTATE IN LARGA MISURA IL MOVIMENTO 5 STELLE E BEPPE GRILLO E VEDRETE CHE TUTTI I MASSONI VERRANNO SCONFITTI E L' ITALIA CONOSCERA' UNA DEMOCRAZIA CHE NON HA MAI VISSUTO ! RITORNERA' IL LAVORO PER TUTTI LE FAMILIE SI RIEMPIRANNO DI ALMENO 4 FIGLI , RITORNERA' IL SERENO ! FORZA ITALIA SVEGLIA ! ALLE PROSSIME ELEZIONI UN SOLO VOTO 1 VALE 1 VOTATE IN MASSA IL MOVIMENTO 5 STELLE SOLO COSI' IL SOGNO DIVENTERA' REALTA' ! E COME IL POPOLO ECUDORIANO VI LIBERERETE DEI CORROTTI LORO HANNO VOTATO RAFAEL CORREA LA LEGGENDA UN SANTO ! VOI VOTATE MOVIMENTO 5 STELLE BEPPE GRILLO E VI SALVERETE !!! FORZA FORZA !!! A MORTE I MASSONI DEL GRUPPO BILDEBERG ED ILLUMINATI AFFANCULO LO ZIO SAM FOTTETI GRINGOS VERRETE CACCIATI DAL NOSTRO PAESE IN ITALIA COMANDIAMO NOI! " ITALIA AGLI ITALIANI " !

CRISTIAN LOCATELLI 07.03.13 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma a me che sono tagliano e molto culturato mi nterezza zolo questo:
ma cor softuer libbero ce pozzo vedé la cempions ligghe e le donnine nude ?

Troglo Dita 07.03.13 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Ma è possibile che non ci sia un genio dell'informatica che possa smascherare la truffa dei POKER ONLINE?
E di conseguenza far risultare l'AMMS collusa che ritiene questi ladri dei siti a norma ?
E dai ...fate qualcosa!
Saluti

Antonello Manunta 07.03.13 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai un bel coraggio a caldeggiare il software libero su un sito basato su software proprietario!
Per inciso la chiusura dei sorgenti di questo blog non è più solo un preblema etico o ideologico, ma anche democratico.


Ciao amici, finalmente sono a Londra ho iniziato a lavorare e per il momento sono soddisfatto, non appena il mio inglese scolastico sarà fluente cerchero' un miglioramento; tutto questo l'ho realizzato grazie al grillino Osvaldo di Rieti che mi ha segnalato il sito www.eurocurriculum.com, dove gratuitamente mi hanno assistito. Un abbraccio a tutti

Nello C., Milano Commentatore certificato 07.03.13 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Stallman parla di un browser con il quale difendersi in assenza di una legge che regoli il tutto.

Io uso (sicuramente e solo Linux) Iron come breowser, che corrisponde a Chrome di Google senza tutte le "spie" inserite da Google. Il codice è stato ripulito dai tedeschi della srware. In aggiunta ad una add-on di nome ghostery che blocca montagne di cookies.

pierluigi sabbatini 07.03.13 12:17| 
 |
Rispondi al commento

volevo fare presente che utilizzando il software open source si risparmiano moltissimi soldi delle licenze e puo essere una voce da aggiungere alle liste di innovazione e taglio dei costi

mirko p., Pravisdomini Commentatore certificato 07.03.13 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Esempi da seguire Stallman ha reso a tutti noi un servizio e a volte ne godiamo senza neanche rendercene conto. Il software libero (opensource) cioè che può essere utilizzato senza restrizioni è il futuro e chi ancora pensa il contrario rimarrà indietro come lo è gia da adesso. Chi usa microsoft o apple e si sente "fico" lo è nel senso che ci è rimasto come un fico (secco). Ma non voglio far polemica, oggi scrivo qui per informarvi che esiste un software libero (e italiano) che è già messo a disposizione di tutti per portare al Parlamento proposte di legge formulate da tutti quelli che sono in rete.
Questo il link diretto http://www.airesis.it
E vi invito a firmare questa petizione perchè i vari partiti invitino i loro alettori ad utilizzarlo per risolvere quell'ingovernabilità che i media sventolano. Il Movimento Cinque Stelle gia lo fa.
https://www.change.org/it/petizioni/pd-movimento-sel-scelta-civica-e-altri-partiti-invitino-tutti-gli-elettori-ad-usare-la-democrazia-diretta-con-airesis-it

Jacopo T., Sorano Commentatore certificato 07.03.13 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Non ho votato per il M5S.
Se metterete ai primi punti l'abolizione del concordato la prossima volta vi voto.

Giuseppe Pappalardo 07.03.13 11:36| 
 |
Rispondi al commento

ecco, ora ci siamo, avete, no, scusa, hai tu, Beppe Grillo, portato folle inneggiati in parlamento, ma ora che vedi il gregge che tu hai creato portare le sue facce allegre da disoccupati, idealisti fanatici o in alcuni casi competenti non preparati in televisione difronte alle masse che vi hanno votato e che da loro si aspettano risposte che loro malgrado non sono in grado di fornire, ora che ci racconti, dove sono le innovazioni che hai promesso, nella spocchia idiota di ragazzini incapaci di destreggiarsi nella doverosa cacca della politica?
non sarete soli in quel marasma e non dovrete da soli salvare il nostro paese, ma ne siete in grado? io non sono del vostro movimento e ho veramente paura di lasciarvi, come bambini spauriti, in un mondo che la maggior parte di voi forse non capirà neanche e non sarà in grado di gestire. grazie tante salvatore delle minoranze senza partito

barbara piovano 07.03.13 09:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una battaglia da combattere con tutte le forze!

Emanuele Comito 07.03.13 07:48| 
 |
Rispondi al commento

CIAO GRILLO,COME GIA' TI HO DETTO, TI HO VOTATO, MA IL MIO E' UN VOTO MOLTO VOLUBILE, IN QUANTO DETTATO DALLA VOGLIA DI CAMBIAMENTO. IN QUESTO MOMENTO, A GIUDICARE DA QUELLO CHE SI SENTE IN TELEVISIONE I TUOI "CITTADINI" ONOREVOLI, PER IL MODO IN CUI SI PRESENTANO, SEMBRA CHE SIANO CONSIDERATI DEI COGLIONI, IO PERO', DI QUESTA COSA NON MI PREOCCUPEREI MOLTO, IN QUANTO E' NEL MOMENTO IN CUI DIVENTERANNO OPERATIVI CHE DOVRANNO DIMOSTRARE DI NON ESSERE DEI COGLIONI.
PER QUANTO RIGUARDA IL FATTO CHE SNOBBINO LA STAMPA, SECONDO ME, DEVONO CONTINUARE A FARLO, IN QUANTO, MOLTO SPESSO, ESSA E' MANIPOLATA E POI SERVE MOLTISSIMO AGLI ATTUALI POLITICI(E IN QUESTO SONO MAESTRI) IN QUANTO ATTINGONO DA LI TUTTE LE LORO NOTIZIE, NON FACENDO POI ALTRO, CHE SNOCCIOLARLE DI TRASMISSIONE TELEVISIVA IN TRASMISSIONE TELEVISIVA(MA QUANDO LAVORANO QUESTI!!!!).IL FATTO CHE NON ABBIANO NOTIZIE E CHE SI ARROVELLINO IL CERVELLO PER CERCARE DI CAPIRE COSA FARETE, MI CREA GRANDISSIMO GODIMENTO: VI ALLEERETE, NON VI ALLEERETE E SE VI ALLEERETE CON CHI, SI ANDRA' DI NUOVO ALLE ELEZIONI, COSA SUCCEDERA? INSOMMA COMINCERANNO A CAPIRE CHE QULCOSA DI GROSSO STA SUCCEDENDO, LE LORO POLTRONE, ANCHE SE BEN INCOLLATE AI LORO SEDERI, STANNO PER STACCARSI. LE TENTERANNO TUTTE, SAREBBERO CAPACI ANCHE DI ACCOPPIARSI TRA DI LORO PUR DI NON PERDERE I LORO PRIVILEGI, MA NON RIUSCIRANNO PERCHE' E' CONTRO LA LORO NATURA.
UN'ULTIMA COSA, PER QUANTO RIGUARDA IL POVERO BERSANI,SICURAMENTE UNA BRAVA PERSONA, MA CHE SI OSTINA A NON VOLER CAPIRE CHE E' FUORI DAL TEMPO E CHE SE HA AVUTO QUEL PUNTO DI MAGGIORANZA E' SEMPLICEMENTE PER UN FATTO AFFETTIVO, SE SI ANDREBBE ALLE URNE ADESSO, SAREBBE SPAZZATO VIA COME UN FUSCELLO, TUTTO QUESTO PERCHE' DAL GIORNO DOPO CHE SONO TERMINATE LE VOTAZIONI, LA GENTE E' CAMBIATA.C'E' ENTUSIASMO NONOSTANTE LA DIFFICILISSIMA SITUAZIONE ECONOMICA.
NON DELUDERCI, VAI DRITTO E PERSEGUI LA STRADA INTRAPPRESA, TENENDO NATURALMENTE PRESENTE LA SITUAZIONE ECONOMICA IN CUI E' L'ITALIA.

ENZO GRASSO 06.03.13 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma è mai possibile che ogni qualvolta che una persona venga eletta da un partito nuovo o innovativo debba subire il ricatto morale dell'antifascismo L'analisi di Roberta Lombardi che sostiene che "l'ideologia del fascismo, prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia" appare alquanto corretta. Anche perchè se si pensa che in Italia prima del fascismo non c'èra nulla a livello di riforme sociali. Il totalitarismo può nascere anche in democrazia. E comunque non dimentechiamoci che il governo totalitario nel nostro paese è stato votato dalla stragrande maggioranza degli intellettuali i quali premiarono il manifesto di Gentile contrapposto a quello di Croce. Detto questo spero che il M5S (pewr dirla con Montanelli)sia un movimento restauratore per l'Italia proprio come lo fu il fascismo: naturalmente senza degenerare.

Roberto Vigliotti 06.03.13 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
Produco software da 30 anni.
Quanto dico magari non sarà gradito. Ma come giornalista informatico, e penna non in vendita, ho sempre e solo detto la verità, verità che mi accingo a rendere pubblica, nella essenzialità.
La verità ha molte sfaccettature.
1) Il software costa. Produrre software costa molto. Richiede ricerca, richiede studio continuo, richiede esperienza. E' ricerca, prima, e poi produzione. Per produrre 30 come risultato finale di software, occorre investire una forza di 100, ed avere una buona strategia di marketing, altrimenti si spende 100 di ore di lavoro, e se ne recuperano 30.
2) Linguaggi di programmazione.
I linguaggi di programmazione, vedi Microsoft si evolvono continuamente e cambiano espressioni ogni 2 / 3 anni. Imparare bene un linguaggio, ad uno sviluppatore senior, richiede almeno 6 mesi di preparazione, di studio. Una volta scritto il software dopo 3 anni va riscritto. Perchè il linguaggio ha cambiato dialetto, e le espressioni usate nel programma commercializzato divengono obsolete.
3) I linguaggi costanti nel tempo, vedi Java, (e nessun altro, nemmeno il c) sono estremamente vasti e per apprenderli in modo approfondito occorrono diversi anni di studio.
Anche nei software costanti come il java, vi è il problema dell'aggiornamento del runtime, cioe magari non supporta più qualche istruzione.
Come si fa? Vi sono soluzioni.
Free software, io ne ho prodotto, anche rendendo pubblici i sorgenti. Ma per il software di produzione, che voglio considerare libero, quello non lo pubblico, dopo averci investito anni di lavoro. Non è libertà quello che è accaduto a me nel 1990, che il mio software Ergo 2000, primo software aziendale in linguaggio xBase, grazie alla tecnologia di reverse enginering, è divenuto la base di migliaia di programmi di contabilità, non solo in Italia, che ne hanno copiato, alcuni, solo una parte, altri totalmente cambiando solo il nome. Il tempo, i soldi, la fatica che ho fatto per produrlo?


Mi fa piacere che questo blog porti avanti la battaglia del software libero. Sono anni che cerco anch'io di farlo nel mio piccolo. Sono un insegnante di scuola primaria e un paio di anni fa ho progettato 4 laboratori linguistico-multimediali attrezzati con Ubuntu. Ebbene siamo riusciti ad ottenere i finanziamenti europei (FESR), i laboratori sono stati realizzati (tra l'altro nel mio plesso ho configurato personalmente i pc in modalità LTSP con possibilità di controllo dalla consolle assolutamente sconosciuta a windows a meno di sborsare cifre indecenti per le licenze dei software), ma non vi dico le resistenze a tutti i livelli.
Per questo mi compiaccio, perchè se la battaglia la porta avanti Grillo forse abbiamo qualche chance in più.


Da: http://www.partitodemocratico.it/doc/251554/otto-punti-per-un-governo-di-cambiamento.htm

Proposta del Segretario alla Direzione del Partito Democratico per lo sviluppo, la crescita e il cambiamento


1. Fuori dalla gabbia dell’austerità

Il Governo italiano si fa protagonista attivo di una correzione delle politiche europee di stabilità. Una correzione irrinunciabile dato che dopo 5 anni di austerità e di svalutazione del lavoro i debiti pubblici aumentano ovunque nell’eurozona. Si tratta di conciliare la disciplina di bilancio con investimenti pubblici produttivi e di ottenere maggiore elasticità negli obiettivi di medio termine della finanza pubblica. L’avvitamento fra austerità e recessione mette a rischio la democrazia rappresentativa e le leve della governabilità. L’aggiustamento di debito e deficit sono obiettivi di medio termine. L’immediata emergenza sta nell’economia reale e nell’occupazione.

2. Misure urgenti sul fronte sociale e del lavoro

- Pagamenti della Pubblica Amministrazione alle imprese con emissione di titoli del tesoro dedicati e potenziamento a trecentosessanta gradi degli strumenti di Cassa Depositi e Prestiti per la finanza d’impresa.

- Allentamento del Patto di stabilità degli Enti locali per rafforzare gli sportelli sociali e per un piano di piccole opere a cominciare da scuole e strutture sanitarie.

- Programma per la banda larga e lo sviluppo dell’ICT.

- Riduzione del costo del lavoro stabile per eliminare i vantaggi di costo del lavoro precario e superamento degli automatismi della legge Fornero.

- Salario o compenso minimo per chi non ha copertura contrattuale.

- Avvio della universalizzazione delle indennità di disoccupazione e introduzione di un reddito minimo d’inserimento.

- Salvaguardia esodati.

- Avvio della spending review con il sistema delle autonomie e definizione di piani di riorganizzazione di ogni Pubblica Amministrazione.

- Riduzione e redistribuzione dell’IMU secondo le proposte già avanzate dal PD.

- Mi

vincenzo l. Commentatore certificato 06.03.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo, oltre a essere demagogo,populista, controverso e razzista è anche profondamente antisemita e antisionista. E le tesi nauseabonde del movimento 5 stelle potrebbero riportare l'Italia a un periodo oscuro della sua storia, il fascismo. Grillo non ha mai nascosto la sua simpatia e ammirazione per il suo amico Blondet, direttore di Effedieffe.com, uno dei più importanti siti italiani antisemita e complottista.
(Consiglio di Rappresentanza delle Istituzioni ebree in Francia)

vincenzo l. Commentatore certificato 06.03.13 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Come tutti,o quasi, ho paura! Ho sempre votato PD e devo a Bersani l'indennità di malattia e durante la mia gravidanza perchè sono una ex co.co.pro. Ho deciso di fidarmi di Grillo....ora non lo sto capendo tanto ....so solo che il tempo oramai è esaurito, soprattutto per la fascia più debole...e i gesti di violenza omicida-suicida ne sono la riprova.....Sinistra collusa....lo credo anche io ( quantomeno una parte) ma adesso ? Pensare che Bersani si coalizzi con il cavaliere .....bhe! mi sembra una follia.....insieme a loro,(PD)sui punti sui quali siamo d'accordo sarebbe auspicabile....Non spariamo su chi ( a parte le differenze colpose o colpevoli ma sempre normali in democrazia ) può essere d'accordo con noi....! Pensiamo a ciò che ci unisce e non a ciò che ci divide...!

daniela b., ferentino Commentatore certificato 06.03.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento

LIBERI ESSERI IN LIBERO MONDO!
GRAZIE! WEB,PC,TV,ECC,ECC, NON SONO LA LIBERTA'.
L' U M A N I T A' (IL RITORNO ALL'ESSERE UMANI,QUALI LA MAGGIOR PARTE DI NOI SIAMO), SOSTITUISCA I S I S T E M I BASATI SULLO S F R U T T A M E N T O DELL'ALTRUI D I S P E R A Z I O N E. Piu' Libertta' piu' Creativita' piu' Crescita Umana e Sociale.Felice Maritano
P.S. CORDOGLIO E SOLIDARIETA' CON TUTTO IL VENEZUELA.
La differenza tra i "miei " anni 80,la mia gioventu' ed oggi, e' che,allora ci si mobilitava solidali per tanti e tantissime cose,oggi c'e' la non cultura del "coltivare il proprio orticello".Non si vede nemmeno piu' il proprio di naso,altro che vedere oltre il proprio naso...
Forza Beppe!!!

felice maritano, pietra ligure Commentatore certificato 06.03.13 18:47| 
 |
Rispondi al commento

spero che un giorno mio figlio e tutti i nostri figli possano vivere in un paese onesto e non inquinato.......forza beppe e forza ragazzi del M5s. un abbraccio, renato

renato mansueto 06.03.13 18:28| 
 |
Rispondi al commento

"Tantissimi siti web sorvegliano la gente che li visita e anche quella che non li visita"; be anche in questo sito viene eseguito google-analytics, grande spione dell'web...

Giorgione Tardo 06.03.13 18:04| 
 |
Rispondi al commento

che serva una regolamentazione internazionale, OK.
che serve un copyright per acquisire il sorgente dopo ..3 anni? OK. (se no un programmatore non mangia).
Che lo stato debba comprare open source, se poi lo deve gestire. Dipende. se è un semplice editing con standard nel formato file ok.
se è un ERP modificato ad oc da un gruppo di intenditori... auguri. e quanto costa poi mantenerlo? e gli SLA?

luca arosio Commentatore certificato 06.03.13 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
cosa significa veramente open source(non la traduzione letterale, non la parola che riempie la bocca) ?
l'analisi dei costi/benefici puntuale e precisa tra utilizzo sw non open source e open source chi la fa nell'interesse di tutti ?
Siamo sicuri che l'unico intento dei produttori di sw a pagamento sia quello di spiare tutti gli utenti vendendo patacche inutili ?
Qual' è l'utente ideale (non l'addetto ai lavori) in grado di utilizzare veramente il source open ?
In realtà il computer di tipo personal è fatto di tante piccole parti fa loro collaboranti ognuna dotata di un suo sw lungi dall'essere 'open-sourceabile':
bios, chip video, chip suono, chip di rete, gli stessi microprocessori e mi fermo qui.
chi controlla quale software c'è in quei chip ?
Si ha la lontana idea di cosa ci vuole per utilizzare veramente un codice sorgente ?
[Tanto per citare un non esaustivo elenco: compilatori (cosa sono ?), computer parallelo, ore a disposizione e soprattutto conoscenza profonda delle parti e dell'insieme.]
A quanto ammontano numericamente le linee di codice sorgente (source) di un banalissimo sistema operativo ? (10, 1000, centomila, milioni ?)
Quante di esse bisogna conoscere per modificare in proprio opportunamente il codice ?
Una qualsiasi decisione in merito è delegabile ad un insieme limitato di menti per quanto supreme ?
O è necessaria una conoscenza collettiva diffusa condivisa tale che non sia vissuta come una imposizione di opposta natura ?
Il materiale umano presente nei ministeri, nelle aziende, nelle scuole che utilizza correntemente sw di tipo non open source magari gratuito o già ammortizzato ha diritto di entrare nella discussione / decisione ?
O per loro tale decisione la prendono i vari guru fanatici di Linux, GNU, FreeDos, e simili ?
Il fenomeno open source /sw libero ha il pregio è che molte persone si pongano il problema, si informino, si mettano a studiare in definitiva aumentino la propria conoscenza.

stefano tufillaro 06.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signori esistono firewall, router e tante belle altre cose per rendere Windows sicuro... se non voglio che microsoft raggiunga la mia rete di pc basta che creo un perimetro attorno alla mia rete di pc e chi se ne fotte del software non libero.

Quanto costa mettere in piedi sistemi linux che gli utenti sappiano usare?? tutti a casa hanno windows... solo pochi deviati usano linux. Windows è piu' semplice, standardizzato e ben supportato. Non c'è nulla da fare.... è cosi' prendetene atto, per mettere inpiedi un'infrastruttura linux ci vuole zichicchi. per mettere in piedi 2 pc windows in 10 minuti lo fai!

Ora ditemi cosa costa di meno? 1 giornata di lavoro o una licenza di windows? Ecco.. rispondetevi da soli.

I sw delle amm pubbliche dovrebbero essere tutte delle applicazioni web... su questo sono daccordo... ma non statemi a dire di dover usare per forza linux come OS! Dai cazzo ci sono dei sw professionali che non ci girano nemmeno!!! parlo di sw ingegneristici degni di un certo livello e professionali...

Alberto Gorni 06.03.13 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

THE TEN MEMBER BANKS OF THE FEDERAL RESERVE
All owned by the Rothschilds
Rothschild Bank of London
Warburg Bank of Hamburg
Rothschild Bank of Berlin
Lehman Brothers of New York*
Lazard Brothers of Paris
Kuhn Loeb Bank of New York*
Israel Moses Seif Banks of Italy
Goldman, Sachs of New York
Warburg Bank of Amsterdam
Chase Manhattan Bank of New York

L'UNIONE EUROPEA E IN MANO A QUESTE BANCHE PRIVATE,
CHE CONTROLLANO E HANNO IN MANO LA "FEDERAL RESERVE" CHE NON UN ENTE STATALE MA "PRIVATO" NEL 1913 CON UN RICATTO AL PRESIDENTE WILSON WOODROW, MENTRE IL CONGRESSO ERA IN VACANZA, A PORTE CHIUSE SI FECE FIRMARE UN TRATTATO PER IL CONTROLLO DELLO STAMPO DI MONETA E DELL'ECONOMIA AMERICANA. WILSON DOPO DISSE,,,NON VOLENDO HO FIRMATO IL MIO PAESE ALLA ROVINA. LA FEDERAL RESERVE, STAMPA DENARO E LO "PRESTA ALLO STATO, CHE E OBBLIGATO A PAGARE INTERESSI, LO STATO TASSSA I CITTADINI PER PAGARE IL DEBITO PUBBLICO, MA LE ENTRATE NON COPRONO LE SPESE, COSI' AUMENTO DI TASSE PER PAGARE GLI "INTERESSI", UNA CATENA INFINITA CHE NON HA FINE, PERCHE' IL DEBITO CRESCE SEMPRE E NON FINIRA' MAI, GLI STATI SI TROVERANNO SEMPRE IN UNA SITUAZIONE DI DEBITO, ARRICCHENDO I "BANCHIERI E LE MULTINAZIONALI CHE NE FANNO PARTE. CNBC. GENERAL ELECTRIC ( CHE HA IN MANO LE MAGGIORI CENTRALI NUCLEARI, COMPRESE LE ARMI, CONTROLLA IL MERCATO MONDIALE DEI MEDIA.
(QUESTO E IL MODELLO DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA)
L'OBBIETTIVO E QUELLO DI FAR PERDERE AGLI STATI LA LORO INDIPENDENZA E SOVRANITA', PER POTER CONTROLLARE IL LORO DESTINO. MARIO MONTI NE SA QUAL'COSA, CON GOLDMAN SACHS ...CHE HA DECLASSATO L'ITALIA PER PRIMA...

luciano n., aprilia Commentatore certificato 06.03.13 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, dovresti metterti d'accordo col PD come fanno in Sicilia, altrimenti non ti voto la prossima volta

mauro gobbi 06.03.13 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho già commentato in disaccordo con l'estremismo un po' elitario dell'intervistato: noi programmatori comuni mortali ma pur sempre (se posso permettermi con un piccolo scatto d'orgoglio) tutt'altro che zucche vuote, non avremmo di che vivere se regalassimo il frutto del nostro lavoro... a meno di essere

1) dei geni come forse il signor Stallman che gli basta una consulenza da 10k dollari per campare un anno da hippy (e accidenti se lo invidio)

2) degli eterni mantenuti (da famiglia o Stato sottoforma di università, appalti gonfiati etc)

Un'alternativa molto sfruttata in tempi recenti è quella di guadagnare con le pubblicità... e qui si inserisce la mia critica sull'ultimo trafiletto aggiunto al post, quello dove si parla di proteggere la privacy da tutti quei sistemi automatici di analisi del comportamento che poi sono quelli che generano le offerte commerciali sui siti quali Facebook Google o nelle app di Android etc. Ebbene, combattendo questo sistema si va ad intaccare anche l'efficacia del sistema pubblicitario e quindi la portata dei relativi introiti, erodendo ulteriormente il già miserabile escamotage del programmatore free.
Ciò detto, ha senso essere così paranoici sui propri dati? Siamo proprio sicuri che a qualcuno al mondo importi che a me piace il gelato al pistacchio piuttosto che farmi le canne al peperoncino?
Windows mi spia? Sono io, Riccardo, al centro di una congiura mondiale?
E ancora, non ci piace il funzionamento di Facebook, Google etc? Benissimo, smettiamo di usarli, ma non facciamo i finti tonti pensando che i loro servizi ci siano dovuti. Niente è gratis.
Una minoranza di eletti come il sig. Stallman può pagarsi i cheeseburger col software free, open-source, senza pubblicità, noi comuni mortali invece dobbiamo arrangiarci diversamente.

Riccardo S. 06.03.13 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Credo che sia scorretto alimentare speranze in parte impossibili. Il software gratuito per tutti può essere prodotto solo dalle Università e dagli enti di ricerca. Un esempio è il sistema operativo Linux (e i suoi dialetti). Lì i ricercatori hanno già uno stipendio assicurato per le loro ricerche, prescindendo dal software prodotto o no. Le aziende private, a cui sono riservati mercati di nicchia, non potranno mai produrre software gratuito. Ma la produzione di software gratuito, ad opera delle università americane soprattutto, è come un pozzo senza fondo. Basta cercare e si trovano le cose più impensabili.
Perciò, quando si parla di software gratuito, bisogna sapere di che cosa si sta parlando o che cosa si sta cercando. La produzione professionale di software è fatta da lavoratori specialisti che hanno pure il diritto di campare e perciò di essere remunerati. Chi pretende il software professionale gratis, probabilmente non sa di che cosa sta parlando.

Armando L. Palma 06.03.13 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

my_5

MENTRE IL MOVIMENTO FARA' QUELLO CHE FARA'
NELL' ATTESA DI ATTACCHI FINANZIARI E POLITICI U.E - B.C.E.

DOVETE PER FORZA SPENDERE MEZZ' ORA
E GUARDARE QUESTI VIDEO

O NON SIETE NESSUNO

L'Equador cancella Il Debito Pubblico [Italiano]
http://www.youtube.com/watch?v=c_UM1fj3oV0

Giacinto Auriti e il Signoraggio
http://www.youtube.com/watch?v=wCr-QK09wbU

Trattato di Lisbona - Paolo Barnard 1 [/5]
http://www.youtube.com/watch?v=k_LHGWgWzPU

GRILLO CONTRO LA VERITA'
http://www.youtube.com/watch?v=RGKYygntfjk

-STAMPA MONETA SOVRANA ITALIANA-EURO VALORE EURO
- BANCA ITALIANA AUTONOMA E INDIPENDENTE
- CANCELLAZIONE SISTEMA BORSISTICO
- FINANZIAMENTO IMPRESE ITALIANE PRIVATE E STATALI
FINANZIAMENTO PRIVATO E WALFARE DOVE BISOGNA
- ORGANIZZAZIONE E PRODUZIONE ESCLUSIVAMENTE ITALIANA
INTERNA E SURPLUS PER SCAMBIO MATERIE PRIMARIE
- CAMBIO EURO-U.E CON EURO ITALIANO INTERNO
E CASSA VALORE PER INVESTIMENTI EURO-U.E CAMBIATO
- STIPENDIO STANDARD PARITARIO CON MARGINE GUADAGNO
- SISTEMA TELEMATICO BANCOMAT CONTROLLO COSTITUZIONALE
E NON FRAUDOLENTO
- CACELLAZIONE DI OGNI TASSA
-CANCELLAZIONE DEBITO -
- RISARCIMENTO DANNI E RESA SOLDI RUBATI
-CITAZIONE A GIUDIZIO DI OGNI RESPONSABILE STATI COMPRESI
DELLA FRODE EUROPEA BCE E POLITICA
- POLITICA ESCLUSIVA AUTONOMIA E AUTOSUFFICENZA REGIONI
- LEGGI (CAPITALI) SU FRODI INQUINAMENTO E DANNI ALLA SOCIETA
- RIFORMA DELLA GIUSTIZIA E DETENZIONE PER GIUDICI INETTI
- LAVORO OBBLIGATORIO PER TUTTI
- CONTROLLO ISTRUZIONE E RICERCA MIRATE ALLE SOLUZIONI VERE
E AI BISOGNI SOPRAVVIVENZA

O SI CAMBIA RADICALMENTE TUTTI E TUTTO
O LO CAMBIERAI PER FORZA PARTENDO DA ZERO SENZA PIU' NULLA

QUESTA E' L' UNICA E ULTIMA POSSIBILITA'
O L' ANARCHIA SARA' LEGGE


my 5 06.03.13 13:05| 
 |
Rispondi al commento

www.repubblica.it/tecnologia/2013/03/06/news/l_ue_multa_ancora_microsoft_561_mln_non_lascia_libert_di_scelta_sul_browser-53976345/

Paolo Milani (autoesiliatopolitico), folegandros(GR) Commentatore certificato 06.03.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento

il software libero è una chimera!!! è provato da anni ormai che sistemi di rete linux costano zero all'installatore, ma costano il doppio in manutenzione (o viene gratis anche l'omino che te installa, te lo configura, te lo aggiorna ecc. ecc. ecc.?????)....sofware libero???? e voi pensate veramente che centinaia di migliaia di addetti lavoreranno gratis x fornire servizi e programmi gestionali alla pubblica amministrazione????? ahahahahahahaha....ok...di informatica non capite proprio un cazzo!!!!

Marco Casazza 06.03.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va difesa la Costituzione ad oltranza, in ogni sua parte, parola per parola?

O si dovrebbero modificare alcune cose?

Ripeto alcune considerazioni già espresse in precedenti blog.

Nei primi 19 articoli si parla dei "diritti fondamentali" che dovrebbero costituire il perno su cui si concentra l'obiettivo principale: rendere il più equa possibile la vita dei cittadini.

All'articolo primo e quattro si parla (giustamente) del diritto al lavoro.

In teoria è il primo, in assoluto, dei diritti fondamentali, invece non è così, leggetevi attentamente il testo.

La parola "fondamentale" è utilizzata per il diritto alla salute, quello della scuola, quello della libertà.

Non è stato, a mio avviso un errore, una dimenticanza.

I padri costituenti sapevano benissimo che il diritto al lavoro era un semplice auspicio, una buona intenzione e non un diritto e men che meno un diritto "fondamentale"

A chi potete chiedere conto se perdete il lavoro?

Se non vi curano o se vi negano il diritto scolastico o se attentano alla vostra libertà potete denunciare coloro che vi hanno impedito di esercitare i vostri diritti.

Per il lavoro non potete denunciare nessuno, nemmeno a livello europeo o mondiale.

Se un diritto non si può esercitare che diritto è?

Leggetevi la costituzione tedesca e capirete l'enorme differenza di protezione che offre a chi non ha un lavoro o lo perde.

Se all'articolo 11 la costituzione dice che l'Italia ripudia la guerra non è colpa dei legislatori che questo articolo sia stato sempre ignorato chiamando "missioni di pace" molte azioni che ci hanno imposto i nostri alleati e anche che si facciano, in continuazione, spese militari folli e si mantenga un esercito anacronistico.

Ma nel presunto diritto al lavoro i legislatori hanno preso in giro il popolo italiano facendo credere ciò che non è.

pallotti.vito@ yahoo.it

Vito P., verona Commentatore certificato 06.03.13 12:12| 
 |
Rispondi al commento

E' fantastico è meraviglioso il nostro virus immesso con le elezioni sta facendo impazzire tutti i ns. competitors, stiamo mandando in confusione tutto il sistema partitocratico, grandi !!!!!!

antonio ciciretti 06.03.13 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Stallman non ha bisogno di presentazioni.

l'unico appunto che posso fare a Grillo è che pubblica i suoi libri su Kindle Fire,e che in ogni spettacolo/manifestazione nomina sempre l'app store e tutti i prodotti Apple....

Apple e Kindle fire sono 2 fra le cose che piu si allontanaono dall'Opensource

Tutto qui.

Antonio Cacciotto 06.03.13 10:56| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è una repubblica fondata sulla corruzione.

antonio ciciretti 06.03.13 10:27| 
 |
Rispondi al commento

USIAMO LA LOGICA:
I)VIETATO ARRICCHIRSI CON I SOLDI PUBBLICI
2)STIPENDI CHE NON SUPERINO I 3000.00 EURO MENSILI
3)ROMA COME UNA CASERMA PROTETTA DAI MILITARI E TUTTI I PARLAMENTARI CON LE LORO FAMIGLIE VIVERCI DENTRO IN QUESTO MODO SI RISPARMIA NELLE AUTO BLU,VITALIZI,E TUTTE LE ALTRE SPESE CHE NOI NENANCHE IMMAGINIAMO.
4)FATTO IL SACRIFICIO ILLUSTRATO NEL PUNTO 3 SI PUO PROCEDERE CON I SACRIFICI DEL POPOLO CHE E' BEN FAVOREVOLE AD AFFRONTATE PURCHE SI ARRIVI AD UNA SOPPRAVIVENZA DIGNITOSA.
IL SEGUTO DOMANI
CIAOOOOOOOOOOOOOOOOO 5 STELLE
FIRMATO L'UOMO DELLA LOGICA

ONETO GIUSEPPE 06.03.13 09:07| 
 |
Rispondi al commento

OH... CAZ...!!!

http://www.beppegrillo.it/2005/06/odio_ai_velisti.html

A questo punto mi spiace, sono un ex-elettore.
Il 25% è stato un apax.

Corrado Fantini 06.03.13 07:25| 
 |
Rispondi al commento

Dopo il 'web' l'era della Cybernetica
Le recenti vicissitudini politiche hanno evidenziato la potenza e allo stesso tempo l'insidiosità del web come strumento di propaganda e di rassembramento delle masse. La distruzione dei partiti per far posto alla democrazia del web potrà in futuro provocare crisi politiche governate dal caos, dinanzi al quale i cittadini si troveranno totalmente privi di qualsiasi tipo di protezione, che prima era garantito dal filtro della politica. Ci prepariamo quindi ad entrare in una era in cui una legge chiara sulla cybernetica sarà di vitale importanza per la sicurezza nazionale. Occorrerà infatti difendere il Paese dalle aggressioni di entità e lobbies sovrastatali pronte ad appropriarsi della conoscenza, delle informazioni sensibili e del patrimonio delle aziende strategiche. L'allarme fu lanciato già nel 2005 da Michele Altamura, fondatore della Etleboro ONG, che ha elaborato la "teoria del crimine invisibile", per spiegare come nei segreti delle società di gestione dei dati statistici e delle lobbies dell'informatica risiedano oggi i più pericolosi strumenti di guerra, deleteri per Stati e popolazioni....
http://etleboro.blogspot.gr/2013/03/dopo-il-web-lera-della-cybernetica.html

angelo saracini atene 06.03.13 06:40| 
 |
Rispondi al commento

E come mai pubblichi i tuoi libri su Kindle, formato proprietario Amazon, invece che su qualche formato libero?

Nazzareno Miele 06.03.13 04:26| 
 |
Rispondi al commento

Mi occupo di programmazione dal 1988. Dai commenti che leggo qui, la maggior parte di coloro che inneggiano al software libero scrivendo "software libero, che bello", sono principalmente persone che sfrutterebbero qualsiasi occasione per avere a casa propria del software gratis. Una minoranza di questi, sono pseudo-programmatori, pseudo, in quanto di solito (attenzione, di solito, non in qualsiasi caso, che sia chiaro) chi programma software libero non è un programmatore professionista, bensì uno che nei ritagli di tempo cazzeggia con la programmazione. E' ovvio che per tutti questi inneggiare al software libero è facile, fanno il loro lavoro (che non è il programmatore) e sono pure pagati. Per alcuni software, ci vogliono anni di ricerca e sviluppo, è impensabile dover regalare codice sorgente dopo anni di fatica. Anzi, dopo che ho dovuto subire anni di sacrifici e notti insonni, voglio vendere il mio prodotto al giusto prezzo e non regalare il mio codice/fatica a nessuno.

Paolo Vescovi, Sistiana (TS) Commentatore certificato 06.03.13 01:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo non è stupido. Deve rilanciare sugli 8 punti di Bersani con quelli del M5S. Soprattutto LA MADRE DI TUTTE LE PROPOSTE: "abolizione con effetto retroattivo dei rimborsi elettorali con inserimento in costituzione di qualsiasi tipo di rimborso o finanziamento, compreso quello ai giornali". Con 200 milioni di euro di debiti il PD sarà costretto a "baciare il giaguaro" e dopo 1 anno vinceremo le elezioni da soli

GIANNI DE BLASI 06.03.13 01:07| 
 |
Rispondi al commento

io sono un informatico, ho lavorato nel campo della security e dell'intelligence, non ne vado fiero ma il lavoro è lavoro. Non c'è nessuna garanzia "democratica" nel voto via computer e online, come dimostra l'elezione di George Dabliù Bush. Francamente conosco troppo direttamente il tema per non rabbrividire all'idea. Ci sono 1000 e 1 modi per taroccare un voto espresso in questo modo. Certo, si tarocca, lo abbiamo visto, anche il voto "classico", ma eliminare gli scrutatori e i rappresentanti di lista elimina anche qualunque possibilità di controllo, a meno che la comunità hacker non ne faccia le veci. Dato che ho visto che viene citato Stallman sul blog , beh sarei curioso di sentire che direbbe della Piattaforma...comunque potete linkarmi la repository github o dovunque sia "hostata" dove si trovano i sorgenti? E qualora ci siano, c'è un controllo che il codice binario corrisponda ad essi? Se non potete allora lasciate stare Stallman.

Fabio Bonfante 06.03.13 00:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHI HA VOTATO PDL E PD O LEGA O PEGGIO ANCORA CHI A VOTATO MONTI MERITA SOLO IL PEGGIO DEL PEGGIO DI FINIRE COME LA GRECIA E DI CREPARE DI FAME PERCHE' CHI E' COSI' COGLIONE DA VOTARE I PROPI CARNEFICI E' PIU'IGNORANTE DELLE BESTIE ! E' ARRIVATA UNA SPERANZA BEPPE GRILLO ED IL MOVINETO 5 STELLE CHE PROPONE NEL PROPIO PROGRAMMA UNA COSA MAI VISTA VARI SOGNI TUTTI REALIZZABILI BASTA SOLO AVERE IL SOSTEGNO DI UNA LARGA MAGGIORANZA ECCO I RELATIVI SOGNI :
1_ REDDITO DI CITTADINANZA PRENDI 1 STIPENDIO PER 3 ANNI FINO A QUANDO NON TROVI UN LAVORO
2_ DIMINUZIONE DELLE TASSE REALE NON COME PROMESSO E MAI ATTUATO DA PD - PDL LEGA MONTI E STRICAZZI
3_ IMPIGNORABILITA' DELLA CASA
4_ AIUTO ALLE IMPRESE CHE NON RIESCONO A PAGARE TASSE E SONO IN DIFFICOLTA'
5_ INCENTIVI PER LA GREEN ECONOMY = MOLTISSIMI POSTI DI LAVORO
6_ DEMOCRAZIA
7_ POTERE AL POPOLO TRAMITE REFERENDUM DOVE IL POPOLO PUO' DECIDERE TUTTO QUESTA E' LA MASSIMA ESPRESSIONE DI DEMOCRAZIA MAI VISTA IN ITALIA E MAI VISSUTA
8_ GIUSTIZIA UGUALE PER TUTTI
9_POLITICA COSTO ZERO O QUASI
10_ ZERO PRIVILEGI PER I POLITICI SOLO MERITOCRAZIA
11_ GUADAGNI PER POLITICI MINIMI COME FANNO TUTTI I POLITICI DEL MOVIMENTO 5 STELLE
12_ POLITOMETRO PERTANTO RECUPERO TOTALE DI TUTTI I SOLDI RUBATI DA SEMPRE DALLA CLASSE POLITICA
13_ FINE DEL MAGNA MAGNA
14_ ANNULLAMENTO DELLA FIGURA DEL CAPO DELLO STATO FIGURA INUTILE CHE COSTA 300.000.000 DI EURO ALL' ANNO
15_ RECUPERO DEI 98 MIGLIARDI DI SOMMERSO CHE CI SONO ATTUALMENTE PER LE SLOT MACHINE
16_ ANNULLAMENTO TOTALE DI PRIVILEGI PER POLITICI E VITALIZI ASSURDI COME ACCADE OGGI DOVE PARLAMENTARI DEL PD -PDL LEGA MONTI PRENDONO VITALIZI MIGLIONARI E MAGARI HANNO FATTO 3 GIORNI DI PARLAMENTO CAZZO SE QUESTA NON E' DITTATURA !!
17 _ DEMOCRAZIA TOTALE CON PARTECIPAZIONE ON LINE
18_ CAMBIO DELLA LEGGE ELETTORALE DOVE SI ANNULLA LA POSSIBILITA' DI FARE ALLENZA MA PARTICIPA ALLA COMPETIZIONE SOLO IL SINGOLO PARTITO E VINCE E COMANDA IL PARTITO CHE HA PRESO PIU VOTI .

cristian locatelli 06.03.13 00:17| 
 |
Rispondi al commento

A parte le considerazioni sociali che Richard Stallman ha giustamente evidenziato, vorrei far presente quanto ci costa, in licenze, il software proprietario, a parte il solo sistema operativo, che diventa obsoleto ed incompatibile con se stesso ogni due anni, abbiamo gli strumenti d'ufficio, e tutti i software che l'amministrazioni usano, dati in appalto a ditte che fanno riferimento alle solite facce, che usano appoggiarsi ai sistemi tipo windowz.
La politica di queste aziende, è che se usi un tipo di software per lavoro, automaticamente lo installerai sul pc di casa, ma cosa ancor più grave, verrà insegnato nelle scuole per preparare le generazioni future al suo utilizzo nel mondo del lavoro.
Tutto questo porta ad un esborso enorme per licenze da parte dell'utente finale , ma soprattutto da parte dell'amministrazione pubblica, noi alla fine, per usare qualcosa che non funziona, è un prodotto scarso e non affidabile, che ci spia, che viene sviluppato sulle nostre spalle ed a nostre spese.
Un corretto uso del software libero, comporterebbe una riduzione delle spese di gestione enormi.
Le macchine che oggi sono obsolete per far girare sistemi operativi e software proprietari, sarebbero più che idonee per utilizzi con software liberi, con enormi sgravi di spese per l'amministrazioni, che potrebbero utilizzarle per la didattica, per gli uffici nell'uso minore, con grandi risparmi per la collettività.
Quanto ho scritto, è stato provato non solo da me, ma da intere comunità di utenti ed insegnanti di buona volontà, ai quali va la mia sincera gratitudine.
Personalmente porto avanti quest'idea dai lontani anni '90.
Una goccia non conta nulla, ma con le sue sorelle, alla lunga scava la roccia.

Gian Luigi Rota 05.03.13 23:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

grillo ma perchè non parli del reddito di cittadinanza approvato dalla regioen sicilia?
l'hanno chiamato reddito di povertà e si applica a ogni nucleo famigliare che prende meno di 5000euro al mese ossia meno di 400euro al mese..e la regione gli dà altri 5000euro..
quindi secondo questi bastardi che tu elogi e di cui non parli prendere ad esempio 500euro al mese significa sta bene e nessuno ti dà niente..

quindi hai preso una caterva di voti promettendo ciò che non darai mai e che sarà poco più della social card di berlusconi ed applicata a chi muore di fame..
vergognati!
tante parole tanta gente illuso..ma nessun fatto!

stefano mainardi 05.03.13 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Questa la notizia fresca fresc... Scusate ma noi dovremmo allerci con questa gentaglia???

"  «L’agenzia Ansa riporta che i militari del nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza stanno eseguendo perquisizioni a carico di componenti del Consiglio di amministrazione della Banca Monte dei Paschi di Siena.»

  Siamo chiari. Presidente ed Amministratore delegato sono prestigiose cariche esecutive che dispongono di molto potere, ma essi sono nominati e diretti dal Consiglio di Amministrazione. É semplicemente impossibile che l’ad possa far qualcosa di propria iniziativa tenendo il cda all’oscuro del suo operato.

  Sono tutti i membri del Consiglio di amministrazione ad essere i responsabili dell’operato dell’amministratore delegato.

  Ma nel caso di Monte dei Paschi di Siena la quasi totalità dei membri del Consiglio di amministrazione della banca sono tutti pidiessini di acciaio, tutti nominati da giunte rigorosamente pidiessini, tutti supervisionati dai massimi organi del partito.

  La dirigenza del Partito Democratico, segretario nazionale in primis, é direttamente responsabile e mandante di ciò che é successo in Mote dei Paschi di Siena.

  Adesso le indagini si sono allargate ai membri del Consiglio di Amministrazione, ma la vera pulizia avverrà solo quando saranno chiamati al banco degli imputati tutti i dirigenti del PD, non uno escluso."

Luca 5 Stelle Commentatore certificato 05.03.13 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Alcune precisazioioni riguardo a Richard Stallman e al software libero:

1. Richard M. Stallman NON E' UN ATTIVISTA OPEN SOURCE, ma il FONDATORE e PRESIDENTE della FREE SOFTWARE FOUNDATION, che sostiene il software libero. La filosofia del software libero è molto diversa da quella dell'open source, e anzi sul punto centrale, che è quello della libertà, i due movimenti sono in forte disaccordo. Potete leggere l'opinione di Stallman sull'open source qui:
http://www.gnu.org/philosophy/open-source-misses-the-point.it.html

2. Richard M. Stallman iniziò la sua battaglia per la libertà del software 30 anni fa, quando decise di scrivere un SISTEMA OPERATIVO LIBERO, che chiamò GNU. Questo sistema operativo include anche delle parti di software libero sviluppate al di fuori del progetto GNU, tra cui il kernel LINUX. Linux è solo il nome del Kernel del sistema operativo, che nella sua completezza va quindi chiamato GNU/Linux. E' molto importante fare questa differenza perché chi ha sviluppato il Kernel Linux (Linus Torvalds) non condivide gli ideali del software libero. Informazioni sulla differenza tra Linux e GNU:
http://www.gnu.org/gnu/linux-and-gnu.it.html

3. Stallman non ha lottato per far risparmiare soldi agli utenti di computer ma per RENDERLI LIBERI. Soprattuto non per impoverire i programmatori. Gli sviluppatori di software libero solitamente si fanno pagare. Viceversa, c'è moltissimo software gratuito che non è assolutamente libero, per esempio Skype, il javascript che i visitatori devono eseguire sui siti più popolari, e l'elenco è veramente lunghissimo, e include anche software che viene distribuito in certe distribuzioni di GNU/Linux, come Ubuntu. Per non parlare del software per dispositivi mobili.

Mario Trucco 05.03.13 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ARGOMENTO INTERESSANTE VARIEGATO PIENO DI SILURATE.ESISTONO SOFTWARE FREE E A PAGAMENTO .I FREE E A PAGAMENTO HANNO SEMPRE DELLE ROUTINE DI CONTROLLO.INTERESSANTE LEGGERE IN EPIGRAFE TESTO-ARTICOLO "Sei tu che controlli il software che utilizzi o è questo a controllare te?" OPTEREI PER LA SECONDA PERCHE' I SISTEMI OPERATIVI CHE FANNO GIRARE I PC IN AMBIENTE WINDOWS SONO RICCHI DI ROUTINE DI MONITORAGGIO ,CONTROLLO A STATO.ALLORA UNO PUO PENSARE DI PASSARE AL MAC OS LEOPARD MA ANCHE LUI E' PASSIBILE DI MONITOR TRACERT GRAZIE ALLA TECNOLOGIA ECHELON INSERITA NEI MISURATORI ELETTRONICI GEMXX DELLA CARA BENEAMATA ENEL.E IL PRINCIPIO DELLA RETE CHE CUOLE UN CONTROLLO ,BASTI OSSERVARE LA STRUTTURA INFORMATICA GLOBALE DEL SISTEMA FINANZIARIO, A LIVELLO TOP ADMINISTRATOR IL SUP ADMIN HA LA POSSIBILITA' DI SCAVALCARE I FIREWALL DI RETE SOFTWARE E HARDWARE.COMUNQUE LA RETE TI PUO' ESSERE AMICA E NELLO STESSO ISTANTE NEMICA E AMICA DELLE AGENZIE INTERNAZIONALI.IL TUO COMPUTER TELEFONINO,TABLET SONO UNO STRUMENTO TECNOLOGICO VOLUTO DAI SIGNORI DEL PIANETA,GRAZIE A QUESTI STRUMENTI IL CONTROLLO DELLE MASSE AVVIENE BENE E VELOCE ATTRAVERSO LA NEW TECNOLOGY ,ESSA PORTA IN GREMBO IL DLNA CODE,QUEST'ULTIMO VIENE VIRTUALIZZATO ASSIEME ALLE TUE PERIFERICHE(TELEFONI,TELEVISORI,DECODER,PC,MODEM,AUTO,NAVIGATORI SAT,ALTRO)ENTRA IN MARIAGE CON IL POD ASSEGANOTI DALLA CARA ENEL ECHELON.DA QUEL MOMENTO ASSUMERAI UN NUMERO,INSERITO IN UN DATABASE DETTO ALBERO DELLA VITA.SOLO GLI ELETTI DEL PIANETA POSSONO (ATTRAVERSO UN SEMPLICE CLICK) SAPERE TUTTO PER TUTTO DEL CHI SEI,DA DOVE VIENI E COSA POTRESTI FARE.POTRANNO OSCURARTI O ESALTARTI DARTI RICCHEZZE O POVERTA'.UN GIOCO SURREALE DOVE LA SETE DI POTERE PORTA AD UN COMPROMESSO SEMPRE DI PARTE PER UN OBIETTIVO CONVENIENTE ALL'ELITE' DEL PIANETA.

Maverick 05.03.13 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono daccordo con la corrente del software libero, o almeno in parte.
Sviluppare un software costa un mucchio di tempo e soldi. Necessità di personale specializzato e laureato e ovviamente stipendiato.
é molto bello quando un software, magari abbandonato, diventa open source. Apporta qualcosa alla comunita internazionale; invero, quando un software commerciale è in sviluppo è logico che il codice rimanga di proprietà intellettuale e materiale del fautore.
In ogni tipo di attività ciò accade.. Avete mai visto un mago spiegare i suoi trucchi?

Se si vuole fare un software libero si può, come lo si deve poter fare protetto. Anche per la ciò che riguarda la sicurezza informatica che nell'open source diventa nulla o comunque svelata.

Sono discorsi da nerd questi.

Yuri Blanc 05.03.13 18:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era ora che anche l'Italia tenesse in considerazione il software libero e magari iniziasse ad usarlo nei enti pubblici, risparmiando migliardi in licenze inutili.

Marco Ragusa 05.03.13 18:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Linux per il desktop e' morto. Punto e basta.
Non e' un'alternativa a Windows, non lo e' mai stata e non lo sara' mai.
Non ha i requisiti minimi di facilita' di utilizzo, compatibilita', portabilita', longevita', non ha nulla! E chi sostiene il contrario e' solo un lunatico frikkettone che deve fare il diverso per partito preso (anche se va ad urtare il proprio interesse, produttivita' e benessere).

Linux e' gia' ampiamente utilizzato in Italia e nel mondo negli ambiti che gli competono (server, dispositivi embedded, power user via shell e molto altro) ma non e' un'alternativa a Windows nei computer che tutti usate quotidianamente.

E in tutti gli ambiti dove e' utilizzato professionalmente o:
- non e' gratuito
- e' gratuito ma i produttori chiedeno un sacco di soldi per customizzazioni/supporto

Entrando nel merito di quello che dice Stallman alcuni punti sono condivisibili (ad es. sul cloud che non si puo' esternalizzare) e molti altri no, ma parlate di quello, non di aria fritta (es. "Mio cuggino c'ha UBBUNTU e ci fa girare solitario e funziona benissimo non si pianta mai e non ci sono i virussszzz, Bill Gates BUUU cattivone")

David Fregoli 05.03.13 16:20| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

oramai la breccia è aperta, tutto non sarà più come prima!!!!!!!
W M5S

giuseppe i., brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.13 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Visto che la coscienza fa si che chi nasce e' pronto a vivere nel tempo che lo aspetta, pensare che dei ragazzini possono gestire il sistema senza che il sistema gestisca loro mi rende felice

Riccardo Norfini 05.03.13 15:39| 
 |
Rispondi al commento

é giusto... io aggiungerei che non ha senso pagare tantissimi soldi per software che sono da anni in commercio e solo perchè si sono fatti il nome espandendosi in tutto il mondo con l'immissione voluta di serial n° o di crack utilizzabili per tutti, poi hanno costretto praticamente tutti gli studi o simili di dover comprare licenze e che queste ogni 6 mesi si rinnovano a suon di euro... tutto questo non ha senso... anche qui si deve trovare la soluzione open source o free, perchè alla fine il ritorno c'è comunque, soltanto che le grandi softwarehouse devono guadagnarci tanto... come chi fabbrica i chip ecc.... perchè dobbiamo sempre pagare tanto ad ogni piccolo aggiornamento hardware? mentre se fossimo al passo con le invenzioni reali, a quest'ora saremmo già andati su Marte... è sempre il solito discorso del profitto e intanto la gente muore di fame... e di ignoranza...

Bobby R., Forlimpopoli Commentatore certificato 05.03.13 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' da tempo che uso Kubuntu (in parole povere la Distro Ubuntu con interfaccia grafica a base KDE). E ho usato anche altre distro Linux.

In passato ho usato i prodotti Microsoft, perchè erano quelli che avevamo nelle scuole e poi anche in ufficio al lavoro. Ma mi sono sempre chiesto se non c'era di meglio. Qualcosa che non fa sempre capricci e scarica la colpa a virus e quant'altro.

Mai avuto problemi di virus o quant'altro su Linux, grazie anche al fatto che è costruito su singoli pacchetti e non una cosa dove tutto è interdipendente.

Certo, non sopporto nemmeno tutto l'hype che si è avuto attorno ai Apple/Macintosh. Prodotto sicuramente più valido rispetto a quelli di Bill Gates, ma dove gli ultimi MacOS non sono altro che evoluzioni proprietarie e chiuse della stessa base di Linux, ovvero un sistema Unix certificato (mentre Linux non ha il certificato che ha un suo prezzo).

Ovvio, c'è poi il buon Android, altra evoluzione proprietaria su base Linux, sviluppato dalla Google. Per ora, su Smartphone e Tablet convivo con quello. Ma appena trovo una versione Linux valida, verrà caricata quella.

Sascha S., Eichstätt (Germania) Commentatore certificato 05.03.13 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io la chimerei manipolazione della libertà altrui a scopo economico...........................

pasquale gravante 05.03.13 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Tutto il bene possibile per il software open source: nella scuola dove insegno lo utilizziamo da 8 anni per tutte le attività con i ragazzi e funziona alla grande senza quasi mai dare problemi. Per chi non lo sapesse è talmente funzionale e ben funzionante che viene utilizzato anche per prendere la patente europea del computer (ECDL) sia a livello base che avanzato.
Le pubbliche amministrazioni dovrebbero essere obbligate ad utilizzarlo.

Piero Del Gamba, Grosseto Commentatore certificato 05.03.13 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vedete è solo una questione di priorità, provate ad andare in somalia, fermate una persona e ditegli: "Libero software in libero stato" e vedete poi la reazione.


giacomo catalani Commentatore certificato 05.03.13 15:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene! Mi piace. Attenzione all'uso delle regole come le tre carte. I tecnici, leggi funzionari, sono dei loro. Buon lavoro. sono qui se serve qualcosa per il territorio.

giorgio canella, apiro Commentatore certificato 05.03.13 15:13| 
 |
Rispondi al commento

A voi vi piacciono queste cose qua è?
Libero sw in libero stato.
MA QUELLO CHE MANCA E' IL LAVORO VI RIESCE DI CAPIRLO O NO.

MI FREGA UNA SEGA DEL LIBERO SW IN LIBERO STATO SE NON C'E' IL PANE.

giacomo catalani Commentatore certificato 05.03.13 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Io non capisco la questione della piattaforma online. come si fa a parlare di software libero?
vogliamo che il dialogo fra cittadini ed istituzioni esca dal controllo dell'azienda casaleggio e dalle manie DA TECNOCRATI.
NOI VOGLIAMO LA COMUNICAZIONE TRA CITTADINI E ISTITUZIONI PUBBLICA NON MEDIATA ATTARVERSO UN BLOG PRIVATO. VOGLIAMO questa dialettica PUBBLICA E NON VOGLIAMO CONSIDERARE ELETTORI come un semplice cliente della sua azienda.
ATTENZIONE ALLA E-POLITICS! QUESTI POST SUL FREE-SOFTWARE SONO UN INIZIO DELLE VOSTRE ASPIRAZIONI NASCOSTE.ecco le merdate delle parlamentarie. NON ESISTE mettere internet fin dalla scuola elementare..VOLETE ROBOTTIZZARE L'INFANZIA PER CREARE COSA??casaleggio pensa che qusto paese sia un cliente della sua azienda di comunicazione??COME SI FA A FAR COESISTERE IL REDDITO DI CITTADINANZA ALL'INTERNO DI UN LINGUAGGIO NEOLIBERISTA DA CONTROLLO MEDIATICO!

CASALEGGIO è il più grande conflitto di interessi ALTRO CHE FREE SOFWARE.
--------------------------------------------------
sfido i grillini. nella legge sul conflitto di interessi perchè non fanno un BLOG pubblico gestito dal MINISTERO delle comunicazioni e attiviamo una PIATTAFORMA PUBBLICA ONLINE, ANZICHè sottostare ai divieti e ai controlli di un BLOG PRIVATO???
SE VOGLIONO FARE LA RIVOLUZIONE DI INTERNET E LIBERPO SOFTWARE IN LIBERO STATO, SPOSTIAMOLA SUL PUBBLICO!!!!i
o SONO CITTADINO PRIMA DI TUTTO. NON SONO UN UTENTE DEL BLOG DI CASALEGGIO/GRILLO.

Davide C., Torino Commentatore certificato 05.03.13 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Beppe vai da Monti ma con una telecamerina Web.

Iniziamo ad accendere il faro sulle istituzioni italiane ;)

Paolo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.13 15:05| 
 |
Rispondi al commento

3- ISTITUIRE LA PATRIMONIALE SOLO SUI BENI DI LUSSO: BARCHE, NAVI, AUTOVETTURE DI ALTA CILINDRATA ,ELICOTTERI, AEROPLANI, ECC.... ED A CHI NE POSSIEDE PIU' DI UNA SUPER TASSA.
4-ELIMINARE IL VOTO AI MEMBRI DELLA CHIESA CONSIDERANDO CHE VOTATO GIA'PER PER IL LORO STATO VATIVANO; ELIMINARE I PATTI LATERANENSI CON IL VATICANO : PER CUI ELIMINARE GLI STIPENDI AI PRETI, FARE PAGARE L'ICI, ELIMINARE VITALIZI AL CLERO, FARE PAGARE DI PROPRIA MANO LA MANUTENZIONE AI MANUFATTI. IL VATICANO HA ENTRATE MOLTO ELEVATE CHE POTREBBERO RISANARE I CONTI ITALIA..ECC....
5- ISTITUIRE LA TASSA SUGLI IMMOBILI (ICI) A PARTIRE DALLA SECONDA CASA PER I NUCLEI FAMIGLIARI E PER INTERO A TUTTI GLI ALTRI, COMPRESO CHIESE, ENTE, ISTITUZIONI, SCUOLE, ASILI, CASERME, COMUNI, REGIONI,SINDACATI, ECC....
6- ELIMINARE LA SOVENZIONE AI QUOTIDIANI (LA CARTA STAMPATA). ELIMINARE LA SOVENZIONE AI PARTITI POLITICI, RITIRO DELLE FORZE ARMATE ITALINE DA OGNI PARTE DEL MONDO.
7- TUTTI GLI SCONTRINI FISCALI,(COMPRESA LA SPESA PER ALIMENTI ) E FATTURE DETRAIBILI DAL REDDITO.
8- ELIMINARE IL PRESIDENTE DELLA REPPUBLICA, META' PARLAMENTARI ED IL SENATO ED ISTITUIRE IL PRESIDENZIALISMO IN CARICA QUATTRO ANNI VOTATO DAL POPOLO SOVRANO.
9- ELIMINARE LE PROVINCE E TUTTE LE ISTITUZIONI BALLERINE :CONSOB, COVIP,CONSIP, COPAS ,INAIL, ANTITRUST, PRIVACY, AGCOM, ISVAP, AEEG, SISMI, ATO, GSE, COPAT, ETI, UNIV, ENAC, COPASIR, ANCI, INPDAD. MOLTE SONO SOLO DOPPIONI AD ALTRE SERVONO SOLO PER SISTEMARE POLITICI.
10- PRIVATTIZZAZIONE DI TUTTI I MESTIERI E LICENZE CON ELIMINAZIONE DI TUTTI GLI ALBO PROFESSIONALI, IL LAVORO PREMIERA' I BRAVI GLI ALTRI SOFFRIRANNO. NON E' GIUSTO CHE UN DIPLOMATO OPPURE UN LAUREATO DOPO AVER PRESO IL TITOLO DI STUDIO DALLO STATO DEVE NUOVAMENTE RIPRENDERNE UN ALTRO PER LO STESSO ORDINE E GRADO.

LUIGI.MARIA SIMEONE, GENOVA Commentatore certificato 05.03.13 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beh queste menate sulla libertà di utilizzo di un programma non vanno tanto d'accordo con lo stato di totale disorganizzazione in cui piattaforma online del M5s. Non voglio fare critiche immotivate, ma credo che siamo tutti d'accordo sul fatto questa piattaforma fa abbastanza pena:
-i commenti che l'utente pubblica scompaiono sommersi da altri commenti, rendendo impossibile recuperarli e continuare discussioni con altri utenti
-pubblicare anche un solo commento è una sofferenza
-i top comments dovrebbero stare in alto altrimenti non li legge nessuno
-la grafica fa schifo
-amazon kindle ha un po' rotto i coglioni
-eppoi vogliamo cambiare 'sto dominio? quando grillo di farà da parte (e l'ha detto più volte) dovremo ancora discutere sul blog di grillo?

Vi prego fate qualcosa perché così non si può andare avanti

Michele C., Roma Commentatore certificato 05.03.13 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Disideravo far notare che, essendo da 1 mese e 1/2 in un ufficio del Ministero della Giustizia (o dell'ingiustizia...) ho trovato sul pc assegnatomi LibreOffice.
Purtroppo ci sono diversi problemi di compatibilità con i file pregressi, soprattutto quelli con un sacco di funzioni di tipo database.
E' facile parlare teoricamente, un pò meno quando ci si cala nella realtà!
Un invito ai neo-parlamentari inerente la giustizia:
cambiare la legge che affida l'incarico di Giudice di Pace a pensionati, LAUTI pensionati già giudici o alti funzionari dello stato. Mettere dei giovani che conoscano il nuovo codice... accorpare con raziocinio, modificare il codice per velocizzare gli adempimenti, spostare il personale dove serve e combattere l'imboscamento! Chi vuol capire capisce!

Luigi C 05.03.13 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Stallman!!
ma per caso anche il sig. Casaleggio è d'accordo?

in tal caso gli vorrei chiedere di mettermi a disposizione il suo software per l'e-commerce della casaleggio associati!

e dopo il software libero anche le case libere per TUTTI, chi ha più di una casa la deve dare a chi non c'è l'ha!

e i soldi a TUTTI, chi ha più soldi che li divida con chi non c'è l'ha!

Dai Grillo distruggili TUTTI così il prossimo anno vengo a farmi 2 settimane di vacanze a casa tua a Marina di Bibbona!

riccardo c., münchen Commentatore certificato 05.03.13 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate siccome si parla di opne source penso che ci siano menti aperte che leggono. Vorrei spezzare una lancia in favore della causa per le donne maltrattate. Stavo ascoltando la Cosa, il canale del cambiamento, non so perché non mi funziona la chat; c'era il
giornalista di Rai Tre che faceva un quadro chiaro del macismo in
Italia. L' anno scorso una donna al giorno é stata uccisa. Ogni giorno
arrivano denunce di maltrattamenti (dati istat). Esce fuori un paese
ostile alle donne ultimo in graduatoria prima dei paesi arabi per
sostenere le donne che denunciano. Il macismo mi ha tormentato tutta
la vita, da un fratello che fa come gli pare e non mi rispetta a un
fidanzato che quando ho tentato di lasciarlo mi ha gridato della
puttana, perché la pensavo in modo diverso da lui. Tutta la vita
dovró e vorró dire come la penso e la veritá, non é direttamente colpa loro, so che
sono immersi in una societá ipocrita nella quale gridare e mancare di
rispetto alla compagna o al compagno é normale, e in cui i panni
sporchi si lavano in casa. Sono una donna indipendente enon bisogna
avere paura di donne come me ma anzi appoggiarle, apprezzarle. PErché
non siamo statuine che ci siamo quando serve. Ognuno si prenda le sue
responsabilitá. L'amore non é un contratto ma é una sfida, che bisogna
assumere come assumersi dei rischi. Bisogna stare al gioco senza
rompere le regole facendo piazza pulita con la violenza. PErché i
sentimenti vanno protetti, e anche una sola parola di scherno puó
spezzarli.Un bacio, spero che ti faccia riflettere.

Valentina Pica, Roma, Italy Commentatore certificato 05.03.13 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I use Linux and follow Stallman. I'm not seeing him like a GURU, but as a manufactor of Linux Operative System.

Uso Linux e seguo Stallman. Non lo vedo come Guru, ma come produttore del Sistema Operativo Linux.

3mendo 05.03.13 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Governo tecnico o Governo politico? ciò che importa agli italiani è di uscire al più presto da questa crisi e spero che il M5S, che ho votato, dimostri di dare urgentemente al paese una risposta sensata senza se e senza ma!

Luciano Faita, Concesio (BS) Commentatore certificato 05.03.13 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Lavoro-ambiente-finanza.Siamo amici del xx municipio-Roma e con gioia abbiamo accolto il risultato del M.5.S.,merito non già dell'ideale di
cambiamento,ma della riscossa del bene sul male.
Sarebbe nostro desiderio incontrare delegati di
zona al Parlamrnto per dialogare sulla politica di
lavoro,ambiente e reperimento risorse finanziarie,
anche in vista dell'avvento di conquista del Comune di Roma Capitale.Desideriamo più che mili-
tanza testimonianza.paolo.perilli23@gmail.com

PAOLO P., roma Commentatore certificato 05.03.13 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Ma nel Movimento come si fa a valere uno??

cioè, se io non sono d'accordo con quello che dice grillo cosa faccio?

lo scrivo qui?
qualcuno legge quello che scrivo e prende nota del mio pensiero?

c'è una conta dei favorevoli e dei contrari alla linea che sta tenendo M5S?

o ci sono solo urla indistinte costituite da centinaia di uno e poi le decisioni sono prese da due leader che, ad oggi, non hanno condiviso nulla col sottoscritto?

Fabio Cappello di Ivrea, Ivrea Commentatore certificato 05.03.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho letto commenti di gente che accusava gli amministratori del blog di non pubblicare i commenti non graditi agli amministratori..fatevi un giro nei vari corriere della sera,o repubblica e scrivete qualcosa che vada contro il PD..tutti i miei commenti non sono stati pubblicati..volevo dirlo per dovere di cronaca..

Marco G. Commentatore certificato 05.03.13 14:07| 
 |
Rispondi al commento


EFFETTO ZENER

*dal romanzo socioeconomico "Effetto valanga" (1974) di Mack Reynolds.

*Marv Seller estrasse un grosso fascio di banconote nuove di zecca.
-Che roba è?- chiese.
-Denaro, è evidente.
Sellers rise con amarezza. -Denaro dal governo degli Stati Uniti?
-Sì- disse Patrick...
Sellers cominciò a sgranare gli occhi.
-E ce ne sarà ancora- si affrettò ad assicurare Patrick. -Quando avrete finito di spendere questo.
-Sta bene- disse Sellers. -Ho anch'io un senso patriottico. Cosa devo fare?
---
La storia in breve...
Tucson, Arizona:
Marvin Sellers (lavoratore a reddito fisso) una sera fa i conti e si accorge di non potersi permettere un nuovo frigorifero; annulla l'ordinazione e mette in moto così, in un terribile effetto valanga, un cataclisma recessivo di vaste proporzioni. Una reazione a catena di sfiducia arriva a paralizzare il Paese. Finché un giorno, dopo diverse indagini governative, si scopre il "colpevole" e viene inviato a casa di Marvin un commando speciale armato di tutto punto e con una sacca piena di soldi, con l'ordine di fargli comperare quell'accidenti di frigo e pensare ad altre spese future.
La storia è ironica e non è niente a confronto con la gravità planetaria di questi tempi, ma è di un futurismo bestiale. L'idea: rimettere in giro l'economia permettendo di vivere a chi non ha i soldi per farlo.
"Effetto valanga" è una bella lezione, ma le valanghe si possono fermare.
Quello che mi fa paura è un altro effetto: l'"Effetto Zener". Lo zener è un diodo che viene messo a protezione dei circuiti elettronici. Se vi interessa potete leggerne su internet. L'effetto zener è terribile: oltre un certo punto di tensione e di corrente inverse, detto "di ginocchio" , lo zener non può più nulla e anziché proteggere precipita i suoi atomi e si distrugge.
Non credo ci sia molto tempo per evitarlo.
Cerchiamo di essere responsabili.
Il ginocchio è vicino.

Ermanno Bartoli (barlow), Reggio Emilia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.13 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Lo sapevamo, tutta la casta dei giornalisti comandati dai partiti collusi che ci hanno ridotto in questo stato stanno usando tutte le armi a loro disposizione e non, addirittura inimmagginabili, psicologiche e quant'altro per attaccarci e provare a distruggerci......................mi fanno ridere non hanno ancora capito niente, niente sarà più come prima, è finita la pacchia, non c'è più trippa per gatti, o collaborate con noi o è meglio se vi togliete di mezzo.
w grillo

antonio ciciretti 05.03.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'OBBLIGO di utilizzare software esclusivamente open è una stupidaggine.
In alcuni casi è peggiore, non supportato, non testato, non garantito ed il costo di assistenza a volte enorme.
Il fatto che gli UTENTI possano andare a vedere i sorgenti è completamente inutile.

Ci sono diversi software open che uso di frequente con ottimi risultati ma non si deve dare l'obbligo di usare open o chiuso. Si deve utilizzare sempre il meglio in base al caso.

Marco B 05.03.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono fiduciosa e contenta di questi cambiamenti, ma diche vi preoccupate? Di maggioranze, minoranze, ma qua bisogna studiare, bisogna aprirci , e basta essere paesani provinciali! Perché l'Italia dell'eccellenza deve andare all'Estero per fare la differenza??? Non é giusto. Un saluto a tutti i grillini e coraggio.

Valentina Pica, Roma, Italy Commentatore certificato 05.03.13 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Scusa ma qua si esagera!

descrivere Richard Stallman come "programmatore, informatico e attivista statunitense" è come definire Leonardo Da Vinci "un idraulico che a tempo perso si occupa di pittura, arte e ingegneria"

Insomma, vabbe' che certi personaggi non hanno bisogni di presentazioni ma....

.... Stiamo parlando di Stallman, cacchio!!!

Angelo M. 05.03.13 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era ora che qualcuno pensasse di rendere le istituzioni opensource sia dal punto di vista prettamente informatico che politico ideologico. Un governo opensource, libero, aperto, trasparente, condiviso.

Giancarlo Papa 05.03.13 13:38| 
 |
Rispondi al commento

PECORARO SCANIO
Protagonista anche da ministro, di figuracce e poi di inchieste. Un impresentabile, si mise a ridere in Chiesa con Errani ai funerali delle vittime di Nassiriya. Alla ricerca di un nuovo posto da poter sfruttare, ora "voci" dicono ci sia il Movimento pronto ad accoglierlo. APPLAUSI!!
Spero di cuore che queste siano voci infondate amici, perche'se cosi'non fosse, come vi ho votato,cosi' son pronto a mandarvi a quel paese...
un abbraccio.

Tom Collins (fireman 73), Napoli Commentatore certificato 05.03.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido pienamente (uso Linux da almeno 10 anni ormai) e stimo enormemente Stallman, ma se è giusto sottolineare i vantaggi del software libero, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza e il controllo di cosa effettivamente un'applicazione sta facendo con i nostri dati, qui viene trascurato completamente un altro aspetto fondamentele: la sicurezza dell'hardware.

Tendiamo a dimenticare che quasi tutti i componenti di cui sono costituiti i nostri computer sono prodotto in Cina, un paese che ha fatto della sorveglianza e dello stretto controllo dell'informazione (di qualsiasi genere) una pratica sistematica e consolidata, sia come mezzo di repressione del dissenso interno, che per scopi di spionaggio industriale e militare.
Aziende come Huawei e ZTE sono sospettate di collaborare in questo senso con il governo Cinese, e c'è chi ritiene che l'80% degli apparati di telecomunicazione in uso in occidente sia infettato da backdoor, a livello di firmware o perfino nel BIOS, per cui molto più pericolose e difficili da rilevare ed eradicare di quelle a livello applicativo!

In conclusione è giustissimo spingere per un passaggio dal software proprietario a quello libero, ma la vera sfida sarebbe liberarsi da questa dipendenza dall'hardware proveniente da paesi palesemente non democratici, che non danno sufficienti tutele alla libertà di informazione ed alla privacy, tornando ad investire e sviluppare una nostra industria micro e nano-elettronica, il che avrebbe inoltre enormi ricadute e benefici sia in termini occupazionali che sul nostro tasso di innovazione e sviluppo!

Fede74 05.03.13 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RMC ORE 13.00 DEL 5/03/2013:
"Il M5S fa marcia indietro e dice no al governo técnico" (titolo)
Ieri Crimi sembrava aver aperto dicendo: vediamo"

E QUESTA È L'INFORMAZIONE DEI MASS MEDIA???????????
NON È CHIARO ANCORA IN CHE RAZZA DI SISTEMA VIVIAMO?

claudio rizzo, Barcelona Commentatore certificato 05.03.13 13:22| 
 |
Rispondi al commento

VOLETE FINIRLA COI COMMENTI NON INERENTI AL POST? HO CHIESTO DI CANCELLARLI...E PREFERISCO MANGIARE DAL CASSONETTO DELL'ORGANICO PIUTTOSTO CHE MORIRE DI FAME....CIOE' VOTO BERSANI ...ANDATE SUGLI ALTRI POST

stefano ., bologna Commentatore certificato 05.03.13 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Peppinu'...!!!!( Beppe in calabrese )
mi stai facendo perdere valore ai miei modesti risparmi depositati. Se dichiari di essere un protagonista attivo della politica italiana devi dare conto degli effetti derivanti dalle tue azioni. Stai SPERPERANDO i soldi ( direttamente e indirettamente)degli italiani. Nessuno può negare che la situazione tende al peggio. Tu puoi mettere un freno.... Berlusconi no !...Visto che ti diverti a " grilleggiare " ti propongo una bella legge : il voto diventa palese e facciamo pagare, di volta in volta, l' aggravio del deficit publico solo a quella parte di elettori che hanno votato i politici che l' hanno causato. Esempio: berlusconi ha peggiorato il deficit di tot miliardi ? Questa somma la devono corrispondere i suoi elettori; grillo " può " aiutare la baracca, come sostiene tutto il mondo, ma si rifiuta peggiorando la situazione ? Anche i suoi elettori devono sborsare la somma del surplus di disavanzo che ne deriva.Troppo comodo GIOCARE con i soldi di tutti. Al contrario se il bilancio è positivo gli viene riconosciuto un bonus ad ogni elettore di quel partito. Quello che è giusto è giusto ! Quindi se vuoi fare filosofia e SPERPERARE i nostri soldi sei pregato di riflettere. O li sperperano i politici o li sperperi tu lo sperpero è sperpero. Non esiste lo sperpero filosofico consentito.
Peppinu'...due piu due fanno quattro. Tu puoi fare cose normali estremamente utili per questo paese e invece SPERPERI risorse. Inoltre: TU CI STAI RIMETTENDO PER QUELLO CHE STA FACENDO
" GRILLO " ? Se si.. dimmi QUANTO...se sei onesto che poi io ti dico il mio.

Gino Liperoti, Cutro Commentatore certificato 05.03.13 13:09| 
 |
Rispondi al commento

SONO MY_5 HO POSTATO 4 COMMENTI DA LEGGERE

CERCATELI SCRIVO GRANDE E INTESTATO


MONTI MONTI MONTI VERO CAPO DELL' EUROPA BCE IT

CHE DETIENE LA CORDA DEI SOLDI E DEI TRATTATI

TAGLIA TASSA PRIVATIZZA PAREGGIO BILANCIO

HA CHIAMATO I CAPI GRUPPI DEI PARTITI

COMPRESO GRILLO

E GLI HA RICORDATO CHE COMUNQUE VADI

CI SONO ACCORDI EUROPEI DA RISPETTARE

IMMAGINO CHE IL SI SIA STATO UNANIME.

SENZA SOVRANITA' SEI SPACCIATO

HANNO TUTTO SOTTO CONTROLLO E NON MOLLANO

COSTI CHE FAI LA FINE DELLE GRECIA TE

PAESE PIU' RICCO E CORROTTO POLITICAMENTE.

SONO MY_5 UNO DEL MOVIMENTO HO VOTATO E SEGUO

FATEVENE UN' IDEA NON TUTTO E' ORO SE LUCCICA

FATE COPIA INCOLLA TENETELI LEGGETELI E MANDATELI

UNO STATO CON MONETA SOVRANA NON CREA DEBITO

100 MLD INTERESSI 100 MLD PRIVATIZZAZIONI ALL' ANNO PER 10 ANNI

DEI 2.000 MLD. E' LA FINE FERMIAMOLI DEFINITIVAMENTE

COPIATE I COMMENTI LEGGETELI E FATELI PASSARE

MOVIMENTO IMPARATE A PENSARE E PARLARE COSI:

.PARMA: Università studentessa denuncia verita` sull'Euro-Truffa

http://www.youtube.com/watch?v=HdvGfPO9cNI

FORZA AL LAVORO MY_5

my 5 05.03.13 13:05| 
 |
Rispondi al commento

MY_5 post 1 di 4 LEGGIMI SFILA E CERCAMI SCRIVO GRANDE

MOVIMENTO CINQUE STELLE - ASCOLTATEMI TUTTI.

- SEGUITEMI E COMUNICATE FRA DI VOI QUESTO -

- POI GUARDATEVI QUESTO MERAVIGLIOSO VIDEO -

- QUESTA DEVE ESSERE LA PRIMA E UNICA VITTORIA -

== GRILLO PROPONE REFERENDUM IN RETE EURO SI O NO.

GRILLO E' INCOMPETENTE,FALLACE,INUTILE. MA SA'

1) USCIRE DALL' EURO E' DA CRETINI, LA SVALORIZZAZIONE A LIRA E' COME
AVESSI DATO TUTTO IL PAESE E TE STESSO CON I TUOI RISPARMI A QUESTI
PARASSITI LADRI ILLEGALIZZATI.

2) IL DEBITO E' UNA FRODE E CON I SOLDI DATI E SOPRATUTTO PRESI ALLA GENTE,
E' STATO STRA-PAGATO.

3) IL DEBITO VA CANCELLATO-ANNIENTATO E CON RICHIESTA RESTITUZIONE A CONTI
FATTI, CON RISARCIMENTO DANNI E VANNO PORTATI IN GIUDIZIO E CONDANNA TUTTI
GLI ESECUTORI E DETENTORI DEL DEBITO, DEI PAESI PIIGS ( VEDI GRECIA)

4) IMPORTANTISSIMO FONDAMENTALE

L' ITALIA DEVE FARE UNA MONETA SOVRANA ITALIANA
EURO-VALORE-EURO ITALIANO
AVERE UNA ZECCA CONIO MONETA SOVRANA VALORE EURO/
AVERE UNA BANCA DI STATO NAZIONALE COSTITUZIONALE/
AVERE UN SISTEMA TELEMATICO BANCARIO INDIPENDENTE E AUTONOMO

QUESTA E' LA META E LA VITTORIA PRINCIPALE IN CUI IL PARLAMENTO UNITO DEVE A FORZA ARRIVARE SOLO A QUESTO ALTRIMENTI SIETE E SIAMO TUTTI FALLITI
ADESSO GUARDATEVI QUESTO FILMATO
E' OBBLIGATORIO O SIETE NESSUNO

L'Equador cancella Il Debito Pubblico [Italiano]
http://www.youtube.com/watch?v=c_UM1fj3oV0

QUESTO DEVE DISCUTERE E INFORMARE IL MOVIMENTO
DITELO A GRILLO E AI PARLAMENTARI CHE SI RITROVANO A PARLARE DI DIRITTO
COSTITUZIONE LEGALITA' E REPUBBLICA
SPAMMATEVI QUESTO FONDAMENTO
SENZA QUESTA VITTORIA SIETE L' ULTIMA POSSIBILITA' CHE DARA' IL FALLMENTO
PIENO A TUTTO
Ricordatevi sempre di capire quello che scrivo.
Io ho votato il movimento e seguo grillo da una vita, ma non solo, e anche
voi finitela di cantare vittoria e di seguire queste puttanate di partiti governo io governi tu
INFORMATELI QUESTI ASINI E CORROTTI. MY_5

my 5 05.03.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento

MY_5 - 2°post di 4 LEGGI SFILA E CERCAMI SCRIVO GRANDE

REFERENDUM UNICO E VERO E NULLA PIU' +o-

-VUOI TU ITALIANO USCIRE DALL' EURO MONETA DIPENDENTE BCE E DAI TRATTATI EUROPEI CHE LIMITANO LA SOVRANITA E FAVORISCONO LA FRODE MONETARIA ANDANDO CONTRO LA COSTITUZIONE ITALIANA E I DIRITTI DEI POPOLI E CONTRO OGNI TUTELA DEI DIRITTI UMANITARI MONDIALI E CREARE UNA TUA MONETA SOVRANA EURO ITALIANO CON VALORE EURO EUROPEO E DOLLARO ED AVERE UNA BANCA CENTRALE STATO ITALIANO CONTROLLATA DA GOVERNI COSTITUZIONALI ED ISTITUZIONALI E CONTROLLATI A SUA VOLTA DIRETTAMENTE DAI CITTADINI DOVE AVRA' FUNZIONI DI MONETA SOVRANA SENZA CREAZIONE DI DEBITO ATTA A FINANZIARE ECONOMIA AZIENDE PRIVATE E PRIVATI CITTADINI USANDO IL WALFARE DOVE NESCESSITA E CHE ABBIA UN SISTEMA AUTONOMO E AUTOSUFFICENTE TELEMATICO CHE GARANTISCA LA NON INVASIONE DI NESSUN ALTRA STRUTTURA GIURIDICA E FINANZIARIA OLTRE CHE QUELLA COSTITUZIONALE E CHE LA COSTITUZIONE RITORNI TOGLIENDO LE MODIFICHE APPORTATE E ELIMINANDO LE BORSE DAL PROPRIO SISTEMA E CANCELLARE IL DEBITO PAGATO E INIQUO E CHIEDERE RISARCIMENTI E DANNI IN QUANTO ME HAI DIRITTO POICHE' LA MONETA CARTA SI STAMPA E SI ACCREDITA NUMERICAMENTE E HA COSTO ZERO ?

VOI DEL MOVIMENTO E PARLAMENTARI SAPPIATE CHE NEL WEB CI SONO MOLTI CAPACI DI ERUDIRVI AIUTARVI IN OGNI TEMA

E COME CAPO PRINCIPALE, RIMANE, PRESIDENTE UNICO DELL' ITALIA PAOLO-ROSSI-BARNARD QUESTO E' IL FONDAMENTO SEGUITELO E' D' OBBLIGO

Trattato di Lisbona - Paolo Barnard 1/5
http://www.youtube.com/watch?v=k_LHGWgWzPU

FARE GIUSTIZIA QUI E' FARE GIUSTIZIA A NOI E AD ALTRI PAESI PIIGS, A PAESI MONDIALI, E AL SISTEMA UMANO FRAUDOLENTO E VIOLENTO CHE ABBIAMO E CI MANIPOLA, E COSTRINGE INTERE POPOLAZIONI AL DISAGIO E ALLA FRODE. QUESTO E' IL VERO TZUNAMI CHE HA SENSO DIRE

Giacinto Auriti e il Signoraggio
http://www.youtube.com/watch?v=wCr-QK09wbU

GRILLO CONTRO LA VERITA'
http://www.youtube.com/watch?v=RGKYygntfjk

UNO STATO SOVRANO NON CREA MAI DEBITO MY

my 5 05.03.13 13:02| 
 |
Rispondi al commento

MY_5 post 3 di 4 LEGGI SFILA E CERCAMI SCRIVO GRANDE

TRATTTO DI Maastricht
http://www.integrazionemigranti.gov.it/Documenti/Documents/Normativa/Trattati%20e%20Convenzioni/Trattato%20Maastricht.pdf

-Sovranita' di interpretazione Corte Suprema Europea di Giustizia
art. 173 art. 177
Rinuncia sovranita' monetaria art. 105A
Rinunica sovranita' Art 157/2

Doveri dei governi di esprimere la volonta politica dei cittadiniArt. 138 A
Italia contro le frodi e contro l' europa bce art.183 A

http://www.riconquistarelasovranita.it/?p=191
Corte Costituzionale abbolisce i Trattati Europei

http://www.disinformazione.it/Maastricht_lisbona.htm

Il Grande inganno: da Maastricht a Lisbona
di Solange Manfredi – tratto da http://paolofranceschetti.blogspot.com/

IN INETERNET CI SONO FIOR FIORE DI CONOSCITORI E PROFESSIONISTI DEL PROBLEMA, EURDITI E CONOSCITORI DELLA FRODE E DELLA GIURISTIZIONE COSTITUZIONALE IT. E EUROPEA. BCE. E WTO.

PRESIDENTE DELLA REPLUBBLICA PER TUTTI

== PAOLO-ROSSI-BARNARD ==

solo trattati no MMT la Costituzione fara' il resto

Questo e' il presidente che non permettera' nulla di altro

e che sa' dire le cose a politici italiani ed europei.

( ha ancora contesi verbali e di educazione con grillo)

ma eliminarlo e' un grosso sbaglio fondamentale.

I COSI' DETTI VOSTRI EDUCANDI SCUOLA COSTITUZIONE E GIURIDICA
DOVREBBERO CONTATTARLO A FORZA. PER DIO

UNO STATO CON MONETA SOVRANA NON CREA DEBITO

100 MLD INTERESSI 100 MLD PRIVATIZZAZIONI ALL' ANNO PER 10 ANNI

SUI 2.000 MLD DEL DEBITO

E' LA FINE FERMIAMOLI DEFINITIVAMENTE

MY_5

my 5 05.03.13 13:01| 
 |
Rispondi al commento

MY_5 - POST 4 di 4 SFOGLIA CERCAMI E LEGGI SCRIVO GRANDE

GRILLO RINNEGA L' EVIDENZA. E' UN VENDUTO
http://www.youtube.com/watch?v=fkPR8DpDaCI

OGM. 2012 approvato in sordina. I magazzini al nord sono pieni mantengono di sintesi antiparassitari-anticrittogamici modificati rilasciandoli negli alimenti che danneggiano le tue cellule. Le scie chimiche da vent' anni e piu' avvelenano i cieli con metalli pesanti e altro, per fini militati e rilevamento giacimenti. I satelliti non rilevano senza aumento conduttibilita' atmosferica. Le fusioni a freddo (2) esistono

CORREA E LE SCIE CHIMICHE
http://www.youtube.com/watch?v=rXgB2WAkgu8


SE GRILLO NON FA E TACE NASCONDE CIO' CHE SA'

Beppe Grillo dal 1998 non parla più di Signoraggio Bancario. Perchè?
http://www.youtube.com/watch?v=fZwja8sVSJ8

DEVONO SAPERLO TUTTI
http://www.youtube.com/watch?v=QcMJ_LlNhlA

beppe grillo e la casaleggio associati
http://www.youtube.com/watch?v=cFsEFDt37yU

GRILLO RINNEGA IL VERO PROBLEMA
http://www.youtube.com/watch?v=9NHG9Z_1V70
http://www.youtube.com/watch?v=RGKYygntfjk

sputtanato il vero BEPPE GRILLO
http://www.youtube.com/watch?v=MgCvOj3XA64

IO SONO PER GRILLO E VOI, MA HO VOTATO
TUTTA LA VERITA' DELLA SOVRANITA
E LE COSE CHE DA VENT' ANNI SI DICONO. TUTTE

O MINIAMO LA BASE DEL MALE EUROPEO E ITALIANO
O IL MALE MINERA' NOI E TE

RIFATEVI LA MENTE CON TUTTI I VIDEO DI

Beppe Grillo Napoli Monnezza Day parte 1/6

http://www.youtube.com/watch?v=5hy9ZoZZBrU

PERCHE' GRILLO NON HA MESSO NEL PROGRAMMA LA SOVRANITA' MONETARIA PRIMA SOLUZIONE CHE RISOLVE l' ITALIA E INCORAGGIA GLI ALTRI PIIGS APRENDO UNA BRECCIA NELL' EUROPA COME UNA SCATOLA DI TONNO ???


IDEE CHIARE GRILLO E SOPRATUTTO VOI

PARLAMENTARI DA NOI ELETTI IN NOME

DELLA VERITA' PER I POPOLI.

MY_5

my 5 05.03.13 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Non ho votato per M5S. ma ora rappresentate anche me. Volete convincermi sulla bontà del VS movimento?.Non ascolto Grillo e nessuno che urli o dica parolacce o che offenda chiunque sia. Mi piacerebbe unadiscussione utile sui Vs. temi
Vi ringrazio
Barbara Bonetto

Barbara B., Udine Commentatore certificato 05.03.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Fate sorridere, da anni parlate di stà piattaforma e intanto siamo su un blog dilettantistico e pieno di pubblicità, volete fare le elezioni on-line e non sapete mandare neppure on line una conferenza in streaming senza che il segnale cada ogni due secondi, se poi fate una colletta per comprarvi un secondo microfono la prossima volta è meglio.

Verità Scomoda 05.03.13 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devo aggiungere un'altra critica al software free.

Spesso il gratis non è una gran cosa perchè significa qualità più bassa. Pensate a wikipedia, è una cosa affascinante sulla carta, ma nel concreto è un disincentivo gigantesco alla pubblicazione di enciclopedie a pagamento di qualità superiore, scritta da persone più competenti dei super nerd che hanno in mano wikipedia (ad esclusione di altri possibili contributori che non si conformano alle linee guida dei super nerd che ne hanno preso il controllo).

Avete mai notato quante pagine super dettagliate sui cartoni animati giapponesi oppure sui videogiochi ci sono? E' questo il vantaggio del "free"? Oppure quante teorie strambe e poco verificate vengono messe un pò ovunque? O la qualità generalmente bassa della scrittura?

Torno a ripetermi, il free non è automaticamente migliore delle cose a pagamento. Pagare prodotti di qualità superiore, meglio funzionanti e compatibili, più semplici da usare, e costantemente aggiornati da professionisti può essere una soluzione migliore che risparmiare con una soluzione free le cui migliorie sono lasciate totalmente in mano al volontariato di persone che magari mettono l'idealismo prima della funzionalità.

Se il movimento 5 stelle vuole combattere il software a pagamento, che si concentri magari su alcune clausole contrattuali assurde relative al loro utilizzo, invece che sposare acriticamente l'idea della superiorità del freeware

Stefano m 05.03.13 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DISCUTIAMO SULL’ ART.. 67 DELLA COSTITUZIONE (parte 3)

Noi crediamo che non si possa eliminare la prima lealtà senza correre il rischio di trasformare i partiti in istanze autoritarie, sacrali, a cui sarebbe dovuta un’obbedienza cieca e finendo per concepirli come un tutto che non ammette alternative legittime. Ma, d’altra parte, riteniamo che anche la lealtà alla parte politica, a cui si è scelto liberamente di aderire, sia un valore da tutelare, contro i trasformismi e le scelte di convenienza. Tanto più se ciascun partito svolge la sua azione rispettando, al proprio interno, la trasparenza e il metodo democratico (ciò a cui i partiti dovrebbero essere obbligati).
Detto questo ci sembrerebbe utile discutere della possibilità che il rappresentante, pur restando libero di dissentire dal suo partito o, al limite, di staccarsi da esso per aderire ad un’altra parte politica, possa fare ciò pagando qualche prezzo in modo da non alimentare dubbi sulle motivazioni ideali e politiche delle sue scelte (per esempio perdendo il diritto a candidarsi nelle elezioni successive).
Gli alunni della II D del Liceo classico “G. Leopardi” di Pordenone. (fine)

Andrea Pighin 05.03.13 12:47| 
 |
Rispondi al commento

DISCUTIAMO SULL’ ART.. 67 DELLA COSTITUZIONE (parte 2)

Il sovrano è divenuto il Parlamento, nel quale ciascun membro è chiamato a rappresentare l’insieme della Nazione. Ciò che è cambiato è che il mandato è, si, libero ma revocabile, in quanto temporaneo (dura da un’elezione all’altra).
L’assenza di vincolo di mandato, che è principio sostanzialmente liberale, è prevista dalla nostra Costituzione all’art. 67 - “ Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”- ed è un presidio irrinunciabile in tutte le Costituzioni liberaldemocratiche. Con il passaggio dal liberalismo alla democrazia, e con l’estensione universale del diritto di voto, abbiamo assistito ad un’ulteriore evoluzione politica che ha prodotto un pluralismo di visioni politiche e la formazione di diversi partiti politici, i quali hanno contribuito a rendere la vita politica più articolata e più dialettica. Tutto ciò ha comportato il riconoscimento del preminente ruolo dei partiti nella vita politica come risulta, per quanto ci riguarda, dall’art. 49 della nostra Costituzione: “ Tutti i cittadini hanno il diritto di associarsi liberamente ai partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”.
Ma anche in questa nuova cornice il mandato dei rappresentanti del popolo non è stato sottoposto ad alcun vincolo formale. E’ certamente vero che il deputato, in un sistema democratico maturo, si trova di fronte a una doppia lealtà (e a una doppia rappresentanza): da un lato quella, tradizionale e formale, nei confronti dell’intera popolazione e, dall’altro, quella assunta nei confronti della parte politica a cui ha aderito, condividendone programmi e finalità politiche.

Andrea Pighin 05.03.13 12:46| 
 |
Rispondi al commento

DISCUTIAMO SULL’ ART.. 67 DELLA COSTITUZIONE (parte 1)

Siamo una classe di studenti liceali che nelle ultime settimane ha approfondito, nell’ambito del programma di storia ed educazione civica, alcuni temi della nostra Costituzione, in particolare quello della rappresentanza. Ciò ci ha stimolato ad intervenire sulle affermazioni fatte da Grillo in questi giorni proprio su questo stesso tema. Grillo ha dichiarato (la Repubblica 04.03.2013) che, in base all’articolo 67 della Costituzione : “ L’eletto può fare, usando un eufemismo, il c… che gli pare, senza rispondere a nessuno”. Ed ha aggiunto che, nel caso in cui qualcuno dei neoeletti decida di tradire gli elettori e cambiare partito, si dovrebbe “prenderlo a calci.”
Per quanto ci riguarda vorremmo discutere la questione pacatamente richiamando innanzitutto l’attenzione sul significato che ha la distinzione tra “mandato imperativo” - in cui il rappresentante è vincolato alla volontà del rappresentato - e “mandato libero”, in cui il rappresentante non deve sottostare a nessun vincolo. Nel pensiero politico moderno, a partire da Hobbes, il sovrano, che il popolo fa nascere attraverso il patto politico, esercita il suo potere in modo indipendente, assoluto, senza dover essere autorizzato da altri. Il sovrano decide in modo incondizionato sulla base del presupposto che esso solo incarna l’interesse generale identificandosi con l’universalità della ragione, sciolta dagli interessi particolari, dai privilegi e dalle convenienze di questo o quel ceto sociale. Mandato libero, nella teoria e nella prassi politica moderna, non significa pertanto mandato arbitrario, ma soltanto non asservito a una parte qualsiasi, imparziale, in quanto istituito per tutelare i diritti di tutti gli individui indistintamente. Nel passaggio dall’assolutismo al liberalismo il principio del mandato libero non è stato scalfito. (segue)

Andrea Pighin 05.03.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Quando si doveva sostituire il governo Berlusconi, il PDL aveva la maggioranza ma ci voleva un governo tecnico.Ora la maggioranza ce l’ha il PD (solo alla camera) ma ci vuole un governo PD.Mi sembra che Bersani le regole se le fa come gli pare.Parliamo della stampa : sara’ un po’ faziosa?I grillini sono strani,hanno i capelli lunghi,senza cravatta e dicono cose assurde.Eppure Vendola porta l’orecchino,Berlusconi il tupe’ e va con le escort e hanno detto di tutto .Cari giornalisti non sara’ che i grillini li abbiamo votati perche’ non hanno rubato soldi pubblici o delle banche non sono mafiosi o lobbisti e non si iscrivono al partito per fare carriera? Vogliamo parlare di fascismo? Berlusconi dice che i grillini sono tutti di sinistra perche’ ci sono i no-tav,la sinistra adesso dice che tra i grillini c’e’ la Lombardi che e’ fascista,insomma mettetevi d’accordo.

luca g., rieti Commentatore certificato 05.03.13 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Grandi, viva il software libero ed open source.

Invece di regalare milioni di dollari a Micro$oft e compagnia si potrebbero investire gli stessi soldi per formare personale sull'uso del software open, creando così molti posti di lavoro.

Ci sono alternative valide open per tutti i software closed, è solo questione di abitudine.

Grazie ancora per l'articolo.

Francesco S. Commentatore certificato 05.03.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dio acceca chi vuole perdere. Ricordatelo! Abbiamo un'occasione storica: quella di far nascere un governo per votare leggi indispensabili all'Italia, e non rimandabili nemmeno di un giorno, come quelle sul lavoro, sulla corruzione, sulla mafia, sul conflitto d'interessi. Dobbiamo votare la fiducia a un governo di persone prese fuori dei partiti, e dobbiamo votare questa fiducia insieme ai parlamentari del PD. Pensate al consenso che il M5S otterrebbe se andassimo a nuove elezioni dopo il varo di leggi simili. E pensate, invece, al calo di popolarità che avrebbe se non l'avessimo varate. Perché, semmai, non mettiamo ai voti in rete la questione della fiducia al governo? Dobbiamo forse dare ragione a quelli che insinuano che non siamo democratici? Il cambiamento non sarà possibile in nessun modo, in futuro, se non facciamo nostra questa occasione storica adesso, qui, nel presente.

alichino a., arezzo Commentatore certificato 05.03.13 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il principio di cui parli è giustissimo ma poco praticabile. Per essere libero veramente devi conoscere il linguaggio di programmazione con cui è stato scritto il programma. L'utente medio finisce nella maggior parte dei casi ad essere un mero utilizzare e non sarà mai in grado di capirlo(e nemmeno vuole farlo). La libertà in questo caso non potrà mai arrivare dal fatto che tu possa leggere il codice del programma che usi, ma dal fatto che ci sia una legge che ti tutela seriamente. Quanti di quelli che usano Facebook, conoscono i reali problemi di privacy che possono derivare dal suo utilizzo errato? pochi e si vede dal tipo di messaggi e foto che vengono pubblicati.

Danilo

Danilo Rocca 05.03.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi ormai ci siamo e' inutile fare commenti senza senso, e vero che su questo blog ci sono molti infiltrati ma e anche vero che ci sono tante persone del M5S, l'unica cosa che mi e rimasto perplesso e' il fatto che sono stati eletti persone dello stesso nucleo familiare tra loro e la cosa non va bene perche' qui entrerebbe il conflitto di interesse
spero che qualcuno controlli i vari eletti per vedere se esistono questi problemi per il resto aspettiamo fiduciosi della grande svolta del secolo

vito chiaviello 05.03.13 12:21| 
 |
Rispondi al commento

STAFF potete cancellare i post non inerenti all'argomento? dormite? non mi manda grillo e preferisco bersani (dio che fatica dirlo ma dovevo qualificarmi)

stefano ., bologna Commentatore certificato 05.03.13 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Beppe Grillo,
tutto bene, bravissimo, però ora con 163 tra deputati e senatori devi prenderti le responsabilità e proporre qualcosa. Ovvio, non devi partecipare al teatro della vecchia politica, ma ora per favore basta con il fare il comico. Tu hai intorno a te 163 donne e uomini che rappresentano moltissimi italiani stanchi di anni e anni di commedia dell'arte nel Palazzo a Roma. Secondo me sarebbe urgente di mettersi a tavolino con Bersani e discutere alcuni punti fondamentali in cui trovarsi, per esempio: taglio degli stipendi dei deputati e senatori, legge elettorale, ridurre il numero dei parlamentari a livelli "europei", misure contro la corruzione e l'evasione fiscale. Però non solo promesse, fissate delle date precise entro le quali volete raggiungere certi obiettivi. Sono convinto che con un po' di serietà da parte tua le cose cambiano. Ti prego lascia via certi giochetti, ricordati che ti vedono anche dall'estero.
Forza e buon lavoro.
Lucio Paniz, Aarau, Svizzera

Lucio Paniz 05.03.13 12:08| 
 |
Rispondi al commento

dite che rinunciate al finanziamento dei partiti,(questo fa consenso tra gli elegttori), ma non rinunciate ai fondi per i gruppi parlametari, circa 10 milioni all'ann0, soldi che gestiràuna società esterna, lagata a chi?

grillo un FURBONE che cavalca il malcontento

gli eletti, sono solo BURATTINI

matteo 05.03.13 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chi è nato prima l'uovo o la gallina ?
chi è nato prima Grillo o berlusconi ?

- quanti "grillini-grilloni-5 stellati" saranno
anti-berlusconiani ? eh eh eh eh eh eh eh eh eh eh !

daje, che je la famo a cacciare "il palo" dal Palazzo e tenersi "il ladro e corruttore"... eh !

del resto quale giudice non darebbe 20 anni al palo
e un buffetto sulla guancia al ladro ! ^_^


in questo sito si sono infiltrati PD e PDL, cose da non credere,il M5S non ha neanche incominciato e gia lo criticano, non credo propio che questi commenti siano da parte dei grillini

giorgio silvestri, genova Commentatore certificato 05.03.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Su questo articolo mi sento chiamato in causa direttamente, ho 6 computer e un tablet, su 5 pc ho installato Windows, su uno Linux Bodhi, il perché è semplice, se faccio usare Linux a mia moglie o a mia figlia mi mandano a fanc. Attenzione non voglio scoraggiare ad usarlo, ma bisogna cambiare mentalità, oggi io stesso volevo mettere un programma di editing, solo per installarlo su pc ho perso mezz'ora alla fine non l'ho installato più, se devi mettere una periferica spesso smadonni in giapponese. Per meglio intenderci finché vuoi navigare, scrivere qualcosa, potrebbe anche andare sempre che riconosca la periferica wireless, ma già per fare altre cose potrebbero insorgere più di qualche problema. Detto ciò, negli ultimi tempi la situazione è migliorata, ma da quì a cambiare sistema operativo, io attenderei almeno 5 o sei anni.

Enrico Vollero Commentatore certificato 05.03.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Convocazione Prof. Monti
Riceve gli allievi Grillo, Bersani e Berlusconi
Monti:Bersani! Mi hanno detto che viene a scuola con la trielina!

Bersani:Ma prof. è per smacchiare il jaguaro!

Monti:E lei Berlusconi, la smetta di importunare le ragazze delle prime classi con CD e Farfalle Gioiello, lei è in quinta, anche ripetente, loro sono minorenni!

Berlusconi :Ma gribbio Prof. mi avevano detto che sssono tutte ripetenti e poi mi scusi ma le pare che se non fossero consenzienti accetterebbero i Cd e………mi consenta prenda anche lei un CD e poi mi dica cosa ne pensa…..lo apra dopo con calma…

Monti: E anche lei Grillo, la smetta di occupare l’aula magna con slogan populisti e demagoghi…….lo sa che qui tanti docenti non sanno neppure cosa vogliono dire queste parole?

Grillo: NON SANNO COSA VOGLIONO DIREEEEE!? VOGLIONO DIRE AFFANNNNNNNNNNC…………..LO TUTTI QUELLI CHE NON CAPISCONO CHE VUOL DIRE “BUON SENSO”

Monti:Adesso basta, datevi la mano e fate pace, tra poco viene il Papa in visita alla scuola e dobbiamo far vedere che si va d’amore e d’accordo……a no, non abbiamo Papa! Ehnmmm dunque ….ah! si viene la Regina Elisabetta e dobbiamo mostrare che siamo un popolo collaborativo……….già ….la Regina sta male!....vediamo ecco si potrebbe …..oooooooo all’ora basta decido io FACCIO VENIRE LA Vicepreside Merkel , lei sa come trattarvi ……vi faccio mandare tutti in colonia estiva, è tanto che è chiusa ma per voi la riaprirà e se ne riparla il prossimo anno scolastico….

antilla dal canto, livorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Non per lei (che è un profeta 'disarmato'), ma per gli eletti 'cinquestellari' al parlamento, mi permetto di suggerire la seguente lettura (fa bene sia al corpo sia allo spirito):

Montesquieu, Breviario del cittadino e dell'uomo di Stato, Pisa, Ets, 2011.

Seza Fo e Caseleggio, si vive ottimamente (ma loro non lo sanno); senza Montesquieu, invece, ci si rompe la testa, e il resto, contro il muro.

Domenico Felice 05.03.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Convocazione Prof. Monti
Riceve gli allievi Grillo, Bersani e Berlusconi
Monti
Bersani
Monti
Berlusconi
Grillo > NON SANNO COSA VOGLIONO DIREEEEE!? VOGLIONO DIRE AFFANNNNNNNNNNC…………..LO TUTTI QUELLI CHE NON CAPISCONO CHE VUOL DIRE “BUON SENSO”>
Monti<Adesso basta, datevi la mano e fate pace, tra poco viene il Papa in visita alla scuola e dobbiamo far vedere che si va d’amore e d’accordo……a no, non abbiamo Papa! Ehnmmm dunque ….ah! si viene la Regina Elisabetta e dobbiamo mostrare che siamo un popolo collaborativo……….già ….la Regina sta male!....vediamo ecco si potrebbe …..oooooooo all’ora basta decido io FACCIO VENIRE LA Vicepreside Merkel , lei sa come trattarvi ……vi faccio mandare tutti in colonia estiva, è tanto che è chiusa ma per voi la riaprirà e se ne riparla il prossimo anno scolastico….

antilla dal canto, livorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.13 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Niente bulgari e romeni": la Germania pronta al veto

Berlino (come molte altre nazioni tranne che l'italia) teme un'invasione e annuncia il suo no all'allargamento dell'area di libera circolazione.

<<Se in Italia qualcuno avesse mai pronunciato questa frase:"Niente bulgari e romeni",sarebbe stato uno scandalo.

Sarebbero immediatamente insorti i compagni falce e macello , gli avanzi dei centri sociali, gli antileghisti , i grillini , gli sbandieratori con bandiera della pace vuncia sul balcone, i fumati ed acculturati nullafacenti , onlus, caritas, opere pie gridando allo scandalo al razzismo e al Fascismo.

Comunque tranquilli, c'é sempre l'Italia "democratica e antifascista" ben disposta ad accogliere tutti! Perché morir di fame da soli se possiamo morire di fame in compagnia di bulgari e romeni!

Scommettiamo che nessun commissario europeo avrà niente da ridire su questi divieti, a differenza di quanto accade con noi?

comunque, benissimo: se li prenderanno tutti pisapia, de magistris, vendola, e il sud con la sua ospitalita'!! (in attesa dei rom turchi e medioorientali)

..Ah..Ah..Ah. italia, pattumiera etnica d'Europa: In Italia "le cose", non cambieranno mai.

al "nord",quindi,siamo 27 milioni,ed al "sud" sono 33 milioni.

Fra questi, c'è qualche milionata di "ex migranti",in attesa di voto.
Magistratura,politicanti, sindacati, polizia, esercito, marina, funzionari pubblici, scuola, statali, para-statali, sono tutte attività con una presenza al 70% di persone di origine e mentalità "sudista",stanziali ed irremovibili.

Quando in un paese,il 30% della popolazione, produce la ricchezza, con beni vendibili(non fasulli,non virtuali) ed il resto "in qualche modo"vive su questa, le eventuali manovre correttive,sono impossibili, e si va verso la "sindrome cinese".

Tano Logiovanni Commentatore certificato 05.03.13 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Interessante articolo, ora pubblichiamo il software usato per le votazioni interne al M5S!

Olaf M. 05.03.13 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Linux e' bello, facile, compatibile,affidabile, sicuro e soprattutto free.Tante aziende, soprattutto pubbliche, dovrebbero adottarlo al posto di costose licenze per avere diritto ad utillizzare sistemi operativi e software a pagamento.


Come distruggere le aziende italiane con la disinformazione sul fotovoltaico
di Ugo Bardi | 5 marzo 2013

In un editoriale sul Corriere, Alberto Alesina e Francesco Giavazzi sono riusciti a infilare quattro pesanti errori in un singolo paragrafo nel tentativo di far passare il concetto che il fotovoltaico è solo un costoso imbroglio. Non è così; ma gli errori si pagano e non sempre chi paga sono quelli che li fanno. In questo caso, la campagna tesa a demonizzare il fotovoltaico rischia di distruggere posti di lavoro danneggiando uno dei settori ad alta tecnologia dell’industria italiana che ancora sta funzionando bene.

A questo proposito, ho ricevuto copia di una lettera inviata al Corriere dai responsabili della ditta “Power One” che produce apparecchiature per impianti fotovoltaici. Tanto per sfatare la leggenda che il fotovoltaico è solo un regalo alle industrie estere, notate che la Power One ha fatturato oltre mezzo miliardo di Euro l’anno scorso e dà lavoro direttamente a oltre mille persone in Italia, senza contare l’indotto. Oltre il 50% dei loro prodotti viene esportato all’estero.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/05/come-distruggere-aziende-italiane-con-disinformazione-sul-fotovoltaico/520589/

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.03.13 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

REFERENDUM LIRA – EURO.
LA DOPPIA MONETA (EURO – LIRA) DAREBBE AL NOSTRO PAESE, LA POSSIBILITA’ DI STAMPARE MONETA(LIRA) PER INIETTARE LIQUIDITA’ NEL MERCATO INTERNO ITALIANO, COME HA FATTO LA F.R. AMERICANA!

MASSIMO FRATINI 05.03.13 11:08| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO AI NEOELETTI 5 STELLE

Ascoltate i cittadini 5 stelle, ricordate che siete nostri portavoce.

Fate una proposta per salvare questo paese, indicate un premier e ministri presentabili e date l'appoggio esterno ad un governo di scopo per una serie legge anticorruzione, conflitto interessi, tagli alla casta, riforma elettorale.
L'immobilismo o peggio tattiche da prima repubblica ci si rivolteranno contro. E' il momento di agire, abbiamo un occasione storica, inaspettata, che ha ridato almeno la speranza ad un paese decadente. Mettete da parte ogni interesse personale, diffidate da chi lo persegue. Ricordate che tradire una speranza è come violare l'innocenza di un bambino.

CAMBIAMO QUESTA MERDA DI PAESE

Jimi Hendrix Commentatore certificato 05.03.13 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'articolo non fa una grinza, ma non è una questione legata solo alla privacy, un paese come il nostro che da sempre fa pagare ai cittadini i risultati della mala politica, puntare sul software libero ove possibile, rappresenterebbe anche un risparmio economico, soprattutto per la scuola pubblica, dove le risorse disponibili sono state ridotte al minimo.

Santo Ollio, Reggio Calabria Commentatore certificato 05.03.13 10:58| 
 |
Rispondi al commento

10:51
Marchionne: "Se l'Italia esce dall'euro
blocchiamo gli investimenti"

corriere.it

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 05.03.13 10:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Italiani x i vecchi partiti e' finita e' l'ora della ritirata ,ma prima deve dare indietro tutto quello che ci ha' portato via con degli interessi ,altrimenti ci sono delle galere umpo' scomode x il loro soggiorno / sta' a loro la scelta /le loro grandi parole e spesso offensive si sono trasformate in preghiere /sapendo che x loro e' arrivata la fine/ha' venduto il paese con tutti noi alle banche straniere riducendoci schiavi a lavorare e morire x pagare i loro debiti che anno fatto durante il loro governo rubando continuamente/ci ha' ridotto schiavi anche dei extracomunitari che anno invaso il nostro paese come le formiche se non facciamo qualcosa,/ presto andremmo noi in africa a chiedere l'elemosina x la strada/ bastardi criminali assassini drogati puttanieri ci ha' levato il nostro nome e la nostra dignita'GALERA A VITA X I CRIMINALI////
RAGAZZI vi ho' seguito a roma vi seguo continuamente sono sempre con voi / ho' fatto e continuo a fare molta publicita'x questo partito ci ho' creduto sempre dall'inizio circa da 20 anni ho' sostenuto e lo faro' x sempre il coraggio la forza il potere che col tempo ha' conquistato( BEPPE SEI GRANDE E NOI SAREMMO SEMPRE CON TE, E TE SARAI SEMPRE CON I TUOI RAGAZZI ,INSIEME SAREMO I + FORTI /UNA VERA DEMOGRAZIA E UN PAESE NUOVO ,CI RIPRENDEREMO I NOMI E LA NOSTRA DIGNITA'/
buona giornata a tutto il ( M.5.S.)

marc.giov. rossi, rimini Commentatore certificato 05.03.13 10:52| 
 |
Rispondi al commento

leggete quest'articolo e riflettete su chi tiene le redini di questo paese , degli inciuci e della fitta rete di inganni alle spalle dei cittadini , e di quanto lavoro ha da fare il M5S per risanare questo paese .E la battaglia di Davide contro Golia , se gli italiani ci crederanno si potrà vincere altrimenti si sprofonderà di nuovo nel medioevo della prima e seconda repubblica :
di Marco Travaglio
C’è una sola corporazione più refrattaria
della casta politica al cambiamento:
quella dei giornalisti. Ieri ci siamo muniti di
microscopio elettronico alla ricerca di una
qualche traccia della notizia pubblicata sabato
dal Fatto : la denuncia, precisa e circostanziata,
del procuratore del Trentino Alto Adige della
Corte dei Conti Robert Schülmers sulle pressioni
ricevute dal Pg Nottola e dal presidente
Giampaolino per salvare le chiappe al governatore
della Provincia autonoma di Bolzano,
Luis Durnwalder della Südtiroler Volkspartei.
Costui, a leggere le indagini dei magistrati
contabili, ma anche varie inchieste giornalistiche,
è un incrocio fra Matusalemme e Sardanapalo:
al potere ininterrottamente dal 1989
(prima del crollo del Muro di Berlino), è accusato
di sperperare il denaro pubblico in regali
all’ex moglie e all’ex fidanzata e in spese
folli col solito trucco dei “rimborsi”. Ma è anche
un alleato storico del centrosinistra: alle
ultime elezioni i 145 mila voti di Svp sono stati
decisivi per assicurare a Bersani il primo posto.
Così, narra Schülmers, nel giugno 2012
Durnwalder va in visita pastorale al Quirinale
e subito dopo, come per incanto, partono i
calorosi inviti al procuratore perché archivi le
indagini sul governatore e usi il guanto di velluto con la giunta altoatesina, altrimenti “ci/ti distruggono”. Il tutto accompagnato da minacce di dossier sul suo conto: roba che, se ci
fosse di mezzo B., si griderebbe alla “macchina
del fango”. Invece tutti zitti e mosca. E dire che
i riferimenti alle pressioni del Quirinale si
sprecano, nero su bianco.(continua)

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.03.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

su tiscali c'è questo:
RVISTE L'economista di Grillo: "L'articolo 18? Non va difeso" Non solo reddito di cittadinanza: molti i dubbi sulle proposte grilline. Mauro Gallegati, docente di Macroeconomia all’Università di Ancona, sta scrivendo una parte del programma economico del M5S. "Tutelare il lavoratore e non il posto di lavoro"......
i commenti sono feroci del tipo:potevano dirlo prima delle elezioni.........
che mi dite?

troppo freak 05.03.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi piacerebbe che il movimento 5 stelle non si fossilizzasse troppo sulle teorie di stallman. Di certo le ditte di software a volte impongono condizioni troppo assurde agli utenti, ma questo non vuol dire che stravolgere la situazione attuale e dirottare tutti i consumatori sull'open source sia la cosa migliore.

La roba della microsoft funziona alla grande, non facciamoci ingannare dai super appassionati dei programmi free, avranno le loro ragioni ma spesso esagerano. IL vantaggio di software a pagamento prodotto da una grossa casa consiste nel sapere che c'è un colosso che lavora costantemente sul prodotto per aggiornarlo ed in grado di fornire supporto a chi lo usa, cosa che non è così scontata per il software free.

Secondo me open source e non devono coesistere, non ha senso proporre che il free sovrasti completamente ciò che è a pagamento.

Un altro problema dell'open source e che lo sviluppo viene di solito effettuato da SUPER nerd, detto in senso non positivo, persone veramente molto isolate non solo dalla società ma anche dagli altri nerd, che sviluppano strane passioni e dogmi sullo sviluppo del software. Ci si ritrova quindi con software che magari sono il massimo per questi individui mentre non sono in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli altri

Stefano m 05.03.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stallman è da molti anni che propone le sue idee, che ho condiviso in tempi non sospetti. Ma mi spiegate il senso di questo post oggi? Sono questi i problemi urgenti su cui discutere?

Anto N. Commentatore certificato 05.03.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Il software libero è una risorsa inesauribile, ad oggi, di affidabilità e funzionalità. Mi sono addirittura certificato su Linux nel '96 e posso dire che permetterebbe di risparmiare molti soldi nella pubblica amministrazione. Se per un progetto occorre comprare del software proprietario, adattarlo ed avere una consulenza sistemistica/software a pagamento avremmo, tanto per un esempio di massima, un costo dato da: L+S+C, dove L sono le licenze, S è lo sviluppo e C la consulenza. Se a tale equazione andiamo a togliere L utilizzando software Libero, vedi Linux, ecco che il costo si riduce a S+C. Essendo in media L, nella pubblica amministrazione, 500/1000 volte il costo di S+C credo che risparmieremmo bei soldoni. Ma come si attua tutto ciò? Dobbiamo far sì che a livello locale vi sia un consulente disposto a mettersi al servizio della PA e che a livello Italia tutti siano coordinati nelle specifiche di sviluppo da una unica entità così da uniformare i servizi da nord a sud. Io, ad esempio, non mi tirerei indietro nel dare tale servizio al mio territorio ma gli attuali dirigenti comunali, provinciali e regionali non hanno intenzione di perseguire tale strada abbattendo i costi. Immaginate solo l'uso di softwares alternativi all'office di microsoft su ogni computer della PA di una regione. Metti un costo di € 100 a licenza e moltiplichiamolo per i 1000 e più pc. Quanto risparmieremmo? E se comprassimo pc con linux al posto di windows? Etc. etc. etc. Insomma gli strumenti per un risparmio notevole e funzionale vi sono. Si deve solo voler fare ma poiché i singoli dirigenti spesso non hanno cultura informatica allora dovrebbe essere il governo centrale a forzare la mano.

Roberto Palmini (roberto.palmini), Assisi Commentatore certificato 05.03.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Confesso l’iniziale scetticismo sulla possibilità che una forza di cittadini potesse concretizzare il remoto sogno di disfare un sistema pandemicamente ammuffito, che da sempre ha tenuto sotto scacco come fossero automi e ha controllato i voti e le sezioni blindate dei nostri padri e dei nonni dei più giovani di voi. Se ci pensate in quegli anni l’alternativa erano quelli di sinistra o quelli di destra.La sinistra, era l’alta borghesia intellettuale, capace di ubriacare con la dialettica e convincere anche il povero bracciante o operaio che il mondo sarebbe cambiato grazie a loro. Quelli di destra erano visti male e certamente subivano retaggi pregiudiziali, che ne mostravano solo il volto draconiano, sebbene fossero gli unici che parlavano di regole, anche troppo. Come è apparsa la politica in tutti questi anni? Beh, una compravendita, uno scambio, l’impegno a contraccambiare la fiducia riposta. Oppure la concreta possibilità di amministrare la cosa pubblica mettendo in pratica gli ideali che bruciavano dentro i nostri animi? Da sempre quando si pensa a cosa sia realmente la politica ci si deve fermare a questo bivio. E non credo che si possa parlare di due facce della stessa medaglia, in cui l’aspetto ideale, magari spinto da un intenso vortice motivazionale e passionale, sia totalmente in antitesi con quello di puro e crudo istinto di sopravvivenza che ci porta a relazionarci con gli altri costruendo attraverso gli interessi privati la realtà pubblica. Non abbiamo capito un cazzo! La politica non è niente di tutto questo, la politica è un sentimento ancora tutto da definire, tutto da costruire. In politica non abbiamo imparato niente forse, perché nessuno ci ha ancora insegnato niente di buono e di nuovo. Nuovo come il sapore delle dimissioni di un Papa, che ci ha voluto dire in modo quasi premonitore che, a volte, quando si infrangono tradizioni, quello può essere l’inizio dell’Avanzamento di una società civile, come un treno dal motore nuovo, che deve anco

fabio i 05.03.13 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Non ho voluto leggere l'articolo. Voglio solo che il mio paese migliori.
Grillo, Casaleggio è ora di spostarvi, di fare spazio. Lasciate lavorare quelli che avete fatto eleggere.
Ricordate la storia, studiate la storia!

Ho ancora fiducia. Vi prego non deludetemi, non voglio mai più dover pensare "devo emigrare".
Per un italiano che ama l'Italia questo pensiero è alienante e frustrante.

Daniele Ognibene 05.03.13 10:41| 
 |
Rispondi al commento

la smetteranno questi infiltrati sotto mentite spoglie di lusingare Beppe Grillo che oltre tutto non c'entra nulla con il Movimernto5stelle e il suo stare in parlamento?

Alessandro V. Commentatore certificato 05.03.13 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, volevo sapere come ci si comporta nel caso in cui si han davanti persone che col computer non hanno a che fare, cioè persone "non giovani" che non sanno neanche cosa sia un PC, personalmente il fatto di lavorare solo tramite il web la vedo una cosa per pochi. Avete pensato anche a loro?

Fabio C., PRAIA A MARE Commentatore certificato 05.03.13 10:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi la quantità di letame ribaltata sulle nostre spalle è davvero notevole.. Complimenti a tutti i giornalisti servi..

Paolo L., Valle Susa Commentatore certificato 05.03.13 10:38| 
 |
Rispondi al commento

A coloro che invitano il Movimento a "tapparsi il naso e trovare un compromesso per la formazione di un governo" vorrei dire: ma vi riesce così difficile capire che vi è un abisso che separa i nostri eletti del movimento 5 stelle dai mestieranti della politica eletti nelle file del pd, pdl o altro partito che sia, grazie al clientelismo, il voto di scambio e le malefatte compiute dai partiti in nome del dio denaro?!?Proprio non capite che, fortunatamente, siamo distanti anni luce nell'interpretazione della politica che, finalmente, può mettersi a disposizione dei cittadini e non dei poteri forti e del marciume che la nostra partitocrazia ha creato nei decenni?!?Quindi è evidente che non si può scendere a patti con chi ci ha portato alla rovina e dista anni luce dal nostro modus operandi.Per cui resistiamo agli attacchi compatti del "sistema" stampa, che mai come in questa fase storica sta dimostrando tutto il suo asservimento ai partiti politici, e continuiamo per la nostra strada, battagliando per il nostro programma in parlamento con le sole armi della onestà e la trasparenza!!!!

Alessandro Rame 05.03.13 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, ti do del tu perchè potrei essere tua mamma. Io ti ho votato: ti ho dato la mia piena fiducia! Ora, se non ti adopererai in tutti i modi affinchè l'Italia abbia presto un governo e non si torni alle urne, se anche tu entrerai nella logica dell'odio e della villania dei personaggi che hanno portato l'Italia alla rovina, ti riterrò corresponsabile di questa rovina! è tempo di mettere da parte gli estremismi e di metterti a guardia affinchè tutto venga fatto per il bene dello Stato. Se non ci sarà un governo ti riterrò il primo responsabile e ti garantisco che non voterò mai più per te e così sarà per molti e ci sarà quindi il disastro! Ricordati che prima di tutto io tengo al mio paese: ti ho votato perchè convinta che ci tenessi anche tu! Per il momento ancora con stima e fiducia

Milena Salvador

Daniele De Biasi, miane Commentatore certificato 05.03.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA Lombardi tenta di correggersi ma peggiora la sua situazione: "ho difeso la destra sociale"-.
AFFANCULO da parte dei miei 2 nonni deportati

Jimi Hendrix Commentatore certificato 05.03.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Visto che faccio il programmatore professionista, se regalo il mio lavoro ai miei clienti con quali soldi posso vivere ?
Me li dà questo "cervellone" di Stallman ???
Il problema è che la politica del libero software potrebbe essere corretta se la gente pagasse lo stesso e non rubasse le idee, gli algoritmi ed il codice, allora l'idea di poter controllare (ma chi lo fa poi? gli utenti ? impossibile !) potrebbe essere corretta.
Mi sembra tutta una grossa utopia e una considerazione abbastanza stupida !!
Allora chiediamo anche i progetti delle case automobilistiche per verificare che non ci spiino nelle nostre auto !
Oppure chiediamo di conoscere i progetti dei nostri telefoni, delle nostre televisioni, delle nostre lavatrici ecc. ecc.
Ognuno deve fare il proprio mestiere , ed essere pagato per il servizio che fornisce ed essere responsabile di ciò !!

Marco Piumi (marcopiumi), Torino Commentatore certificato 05.03.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nuovi gruppi del M5S stanno nascendo sul territorio come funghi. Sono stata invitata a tenere una relazione a Lequile, paese limitrofo a Lecce,e ieri sera si è tenuto l'incontro con parecchi giovani.Ho parlato un po' della genesi e dello sviluppo del Mov ,dalla nascita nel 2005 del blog e poi via via tutte le tappe piu significative sino a quel famoso 4 ottobre 2009 quando al teatro Smeraldo di Milano GRillo lancio il M5S.Ormai le richieste di incontri non si contano piu, il virus sta dilagando.La prossima volta saremo PRIMI

mariuccia rollo Commentatore certificato 05.03.13 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..................................................................................A quel punto si vedra' davvero chi vota o non vota per il bene del paese, senza per questo correre il richio che un dissenso faccia cadere un intero governo. Io credo quindi sia la soluzione piu' logica perche' se davvero molti punti ad esempio tra PD e M5S coincidono in questo mode esiste la possibilita' del FARE senza pero' vincolarsi in una FIDUCIA TOTALE E TRADIZIONALE, nella quale il rischio di un dissenso colpevolizzi uno schieramento del crollo di un governo.


luca


-------------------------------------------------

mi sembra una buona soluzione, l'importante e' poter fare, cominciare a proporre e legiferare per ottenere i risultati giusti e iniziare realmente quel cambio di rotta di cui abbiamo tanto bisogno, non a chiacchiere ma nella realta'.

francesco 05.03.13 10:34| 
 |
Rispondi al commento

1)nazionalizzazione delle banche!!
2)ridiscutere trattati commerciali europei e mondiali
3)rete libera
4)potenziamento della ricerca e sviluppo di nuove tecnologie in tutti i campi.
più o meno dovrebbero essere alcuni degli argomenti di discussione.
davvero bisogns ascoltare e continuare a discutere di zombi!????

geremia nardini, sant agostino ( ferrara ) Commentatore certificato 05.03.13 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me l' unico modo per sbloccare la situazione è eleggere i presidenti di Camera e Senato, poi Napolitano crea un governo pupazzo (qualcosa per dire che abbiamo un governo), eleggere il nuovo capo dello stato il quale subito dopo scioglie le camere e si va a votare entro giugno.

Amorveno Lapelosa Commentatore certificato 05.03.13 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono contenta per questa ventata di primavera che avete portato in Parlamento,siete un Movimento pacifico e nello stesso tempo rivoluzionario.Una cosa spero che voi facciate:illuminate di stelle e di speranza la nostra bella Italia,pensate e siate saggi,prudenti,responsabili,come ogni cittadino italiano deve essere al di la' del ruolo che svolge.Non abbiate paura di contaminarvi,ma cercate adesso,subito, la migliore soluzione per i giovani,per la cultura e la scuola,per IL LAVORO,per quelle famiglie che si sacrificano tutti i giorni.Entrate in Parlemento e lavorate con chiunque e' di buona volonta',trasparente,corretto,integro:penso che ne troverete al di la' del loro schieramento.Il tempo non ci aspetta,adesso bisogna FARE,SUBITO, CON QUELLO CHE ABBIAMO TRA LE MANI.BUON LAVORO.

maria augello 05.03.13 10:29| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE E' CHIARO IL PARAGONE:
M5S : partiti = Open Source : win_zozz
E se vuoi, un po' ricordi Stallman.
Ma chi banna il bannatore?
Onore ai pentastelluti.

WMV5* 05.03.13 10:29| 
 |
Rispondi al commento

BERSANI CHE PRODOTTO USI?

Il famoso smacchiatore di giaguari e lo sbranatore di accusatori del pd in realtà è la controfigura di berlusconi,è il suo alter ego.
Bersani ed i suoi parlamentari hanno salvato la maggioranza 5096 volte dall'inizio della legislatura del governo berlusconi facendo passare leggi vergogna più volte criticate dallo stesso pd.
Bersani è il capo dei salvatori alla camera salvando berlusconi ben 2306 volte, un autentico smacchiatore.
Che scopo può avere un governo di scopo e cosa c'entra il M5S con giaguari,finti domatori e polpettoni parlamentari?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/03/un-rapporto-rivela-lopposizioneha-salvato-5098-volte-la-maggioranza/161856/

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 05.03.13 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A casa la portavoce Lombardi per manifesta incompatibilità con i principi del movimento. Te lo do io il fascismo con altissimo senso dello stato. A CASA!!
PIATTAFORMA ON LINE SUBITO!!

Jimi Hendrix Commentatore certificato 05.03.13 10:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei rassicurare i preoccupati di un eventuale governo tecnico. In questo caso deve essere chiaro (altrimenti significa non aver capito nulla) che tale formula NON SAREBBE UN MONTI BIS anche nel caso in cui Monti avesse tecnicamente il Governo. La formula che si applicherebbe sarebbe quella della cosiddetta "prorogatio" applicata anche nel governo Dini che duro' ben 127 giorni.

Ora premesso cio' in tale situazione ci sarebbe un governo "dormiente" ma la CAPACITA' ESECUTIVA e totale del Parlamento di poter legiferare. A questo punto ogni schieramento e' libero di fare le sue proposte di legge, emendamenti ecc.. Che possono essere votate ed appoggiate oppure no dagli altri. Capite bene che in tale situazione non e' necessaria alcuna alleanza tipo quella cui alcuni auspicano PD-M5S ma, e lo sottolineo, se davvero si vuole fare il bene del paese quello sarebbe il banco di prova Piu' imparziale inquanto ad esempio sarebbero innanzitutto proposte ed approvate la nuova legge elettorale e la nomina del Presidente della Repubblica. Fatto queste seremmo ad un punto in cui un eventuale ritorno alle urne sarebbe in una sitazione decisamente migliore di quella attuale. Esiste inoltre la possibilita' che invece si possa proseguire colpo su colpo approvando le leggi e gli emendamenti che tutti dicono di essere favorevoli a fare in teoria tipo Riduzione costi della politica, conflitto d' dinteressi, ecc.. A quel punto si vedra' davvero chi vota o non vota per il bene del paese, senza per questo correre il richio che un dissenso faccia cadere un intero governo. Io credo quindi sia la soluzione piu' logica perche' se davvero molti punti ad esempio tra PD e M5S coincidono in questo mode esiste la possibilita' del FARE senza pero' vincolarsi in una FIDUCIA TOTALE E TRADIZIONALE, nella quale il rischio di un dissenso colpevolizzi uno schieramento del crollo di un governo.

Luca 5 Stelle Commentatore certificato 05.03.13 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL MOVIMENTO 5 STELLE NON VOTA LA FIDUCIA A NESSUN GOVERNO DEI PARTITOSAURI .
non saremo mai complici dei parassiti che hanno fatto fallire il paese

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 05.03.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento

"Chi è il responsabile? Loro! I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare.
Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati...sono loro i responsabili!
Io vengo confuso...oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro!
Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento...mi hanno proposto un'alleanza. Così ragionano!
Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico...noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta.
E' un movimento che non può essere fermato...non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta...noi non siamo un partito, noi rappresentiamo l'intero popolo, un popolo nuovo..."
"Discorso alla Nazione " Adolf Hitler 4 aprile 1932

vincenzo levante 05.03.13 10:24| 
 |
Rispondi al commento

giornalisti di merda
andate a lavorare e smettete di fare i leccaculo dei partitosauri che da anni vi pagano profumatamente per fare le puttane del potere.
LA VOSTRA ORA , COME CASTA DI PRIVILEGIATI, SI AVVICINA.
SOLO CHI VENDE GIORNALI PUO' DIRDI GIORNALISTA.
CHI LECCA IL CULO ALLA PORCILAIA PARTITOCRATICA E' UN MERCENAIO

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 05.03.13 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono s'accordo con la linea del movimento 5 stelle nessun accordo con chi ha portato allo sfascio l'Italia, l'unica cosa che farei con questo parlamento eleggerei il Presidente della Repubblica, in quanto serve per sciogliere le camere e andare ad elezioni,che vincerà il movimento, nella scelta cercherei un cinquantenne o sessantenne per evitare di ritrovarci con un altro pappone ottantenne per sette anni.

martino floris 05.03.13 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Trovo davvero buffi i commenti di coloro che ne fanno una questione di prezzo: vi faccio osservare che nell'articolo in oggetto non si è mai accennato alla questione costi in termini di risparmio, ma il tema centrale è la libertà da un sistema di controllo.
La domanda sorge spontanea: quanto costa la propria libertà?
Non so se la Germania, citata da qualcuno, stia tornando indietro per una questione di costi, ma, se anche così fosse, si espone ad una perdita di sovranità informatica con tutto ciò che ne consegue.
Il punto, dico io, è che certa gente dovrebbe imparare a leggere ciò che è scritto e ad ascoltare ciò che è detto e smettere di attribuire alle cose significati che non erano affatto intesi.

Davide G., Milano/Bari Commentatore certificato 05.03.13 10:21| 
 |
Rispondi al commento

ai detrattori della verita'(leggi giornalisti venduti)che brancolano qui in questo blog...

DOVETE ANDARE SONORAMENTE AFFANCULOOOOOO

Andate a guadaganrvi onestamente il panino--BARBONI!!!

mary dg 05.03.13 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono un avvocato,elettore ed un iscritto al Movimento....quindi di parte...!!!Però mi chiedo:tutta questa esplosione di libertà...Si ad internrt libero,si all'abolizione dei privilegi della casta,si ad un reddito minimo per poter almeno sopravvivere,si all'istruzione,si ad una giustizia più giusta,si alla sanità per tutti,si alla politica "vera" Mi sembra quasi un riecheggiare di quello che si diceva nella famosa "primavera di Praga"oppure alla caduta del "Soviet"...Ma allora la nostra era ed ancora al "momento" è una "DITTATURA"!!!!!Ed allora perchè tutti prima si "riempivano" la bocca con la parola "Democrazia"!!!????? Attendo Vostre considerazioni:Peccato che non è possibile avere un parere da Grillo oppure dal suo Staff!!!!!! Francesco Paolo

Francesco P. Commentatore certificato 05.03.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

direi che l'apriscatole (di tonno) è ormai pronto per essere usato !

.. siamo dentro e da dentro rendiamo trasparente TUTTO .

sono finalmente contento che questa politica cominci a cambiare !

Roberto B. Commentatore certificato 05.03.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

HO VOTATO PD MA....

BERSANI DEVE CAPIRE CHE DEVE FARE UN PASSO INDIETRO!
NON PUO FARE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PERCHE' NON HA VINTO LE ELEZIONI!

E FA BENE GRILLO A RITRATTARE SUL GOVERNO!

SERVE UN GOVERNO "TECNICO" COME IN SICILIA

Lucio Mariani Commentatore certificato 05.03.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento

la labbrona, succhia pd, della 7 fa solo disinfomazione
non la guardate e speriamo che il suo nuovo padrone la cacci a calci nel sedere

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 05.03.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA lettera di Mario Monti inizia così :

«
All’Onorevole Silvio Berlusconi,
all’Onorevole Pier Luigi Bersani,
al Signor Beppe Grillo
».

Roberto B. Commentatore certificato 05.03.13 10:15|