Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Poco prima della rivoluzione - Dario Fo

  • 4258


Poco prima della rivoluzione
(09:25)
dario_fo_riv.jpg

pp_youtube.png

"Molti mi scrivono e mi telefonano, addirittura c’è chi mi ferma per strada, chiedendomi: “Ma non le pare che Grillo, a parte il suo talento, sia di fatto un populista?
Fermi tutti - rispondo – voi sapete che significato abbia l’espressione populista?
Il dizionario dice che populista è colui che intende migliorare la posizione del popolo permettendogli di sfuggire alle violenze della classe dominante, ai ricatti e allo sfruttamento. Quindi è un termine positivo completamente opposto all’altro termine: demagogo. Forse coloro che con tanta leggerezza usano la definizione di ‘populista’ per denigrare un oppositore, dovrebbero ritornare sul dizionario e consultare il termine alla voce demagogo e scoprirebbero che al contrario, quell’espressione, significa ‘colui che con ipocrisia ben calcolata, cerca di sfruttare l’ingenuità di una popolazione per trarne vantaggi indegni’.
Quindi, miei cari, avete sbagliato termine.
Ora, è buona norma quando si attribuisce un comportamento a qualcuno, specie verso Grillo, conoscere il significato del termine che si usa.
Attenzione, questa mia non è una banale pedanteria lessicale, ma qualcosa che impone una seria attenzione alla conoscenza del linguaggio.
Quindi è un valore che impone un atteggiamento molto serio, specie in un confronto dialettico corretto.
Questa particolare attenzione vale soprattutto oggi, nel momento in cui all’istante tutti i media, i partiti e soprattutto i soloni della politica, quelli che a loro dire avevano capito tutto del nuovo movimento contestatario fin dall’inizio, si trovano oggi completamente spiazzati col sedere a terra immersi nella boagna della realtà. Costoro in coro o intonando da solisti la loro sentenza, assicuravano si trattasse della solita sbruffonata senza alcuna coerenza politica: “Li abbiamo già visti – sghignazzavano – gli exploit de ‘l’uomo qualunque’ e i movimenti contestatari del ’68... nascere e con la stessa velocità esplodere e poi sfasciarsi alla prima curva della realtà."
La ragione di quelle effimere meteore è senz’altro la dabbenaggine di una generica protesta, priva di una minima analisi politica, arraffata piuttosto nel solito calderone anarcoide alla cui testa si susseguono velleitari Lenin o i soliti bordighisti, caricature di capopopolo, alla Cola di Rienzo e Masaniello, che infatti finirono addirittura linciati dai propri sostenitori.
Quello che poi è accaduto alla fine di una campagna elettorale condotta da tutti i partiti in modo a dir poco scellerato si è rivelato, per quanto riguarda i 5 Stelle, un successo fuori da ogni previsione.
Io stesso che l’ho vissuto da dentro il MoVimento sono rimasto completamente sconvolto dal risultato finale.
Un evento di questa portata non si era mai verificato in tutta Europa. Non comprenderlo ieri e oggi vuol dire essere completamente ottusi.
Purtroppo in politica abbiamo una massa di imbesuiti pieni di sé che credono di risolvere la loro dabbenaggine con i trucchetti e le strizzatine d’occhi.
In questo momento stiamo assistendo ad una specie di danza dei tarlocchi storditi. Dopo aver creato il caos ora non sanno che pesci pigliare e fingono certezza e chiarezza di idee e di programma.
Fa bene Grillo a denunciare immediatamente come ha fatto in questi giorni, le manovre giustamente definite "il mercato delle vacche" , orchestrate da parte di alcuni esponenti del PD, che cercavano di coinvolgere persone del MoVimento 5 Stelle con l'intento di offrire loro cariche in un ipotetico prossimo governo. Tentativo giustamente denunciato come il solito modo puttanesco di fare politica. Per attuarlo però bisogna avere a disposizione persone disposte a vendersi e il MoVimento a 5 Stelle, i suoi eletti, i suoi attivisti, i suoi elettori, ahimè non sono in vendita. Questi manovratori centro-sinistri insistono a muoversi fuori dalla storia e non se ne rendono conto. Mettetevi bene in testa che questa, amici miei, non è la solita solfa da sala giochi di lobby del potere e dell’intrallazzo, dove un bell’inciucio con tangente premia la società dei furbacchioni. Questo che sta esplodendo davanti ai vostri occhi è l’inizio di una rivoluzione! E come diceva una vecchia canzone: "Suonate le trombe fate pernacchi stavolta non volano solo gli stracci ma si fracassa tutto il papocchio e andiamo camminando insieme come una festa di nozze , il primo che sfalsa vola di sotto". Ma non finisce qui.
Ecco che all'istante i nostri gattopardi indelebili cercano di inventarsi una' altra pantomima, nuova di zecca, così vanno piagnucolando:"Come possiamo risolvere? Noi, è vero abbiamo usato qualche trucco per anni, rimanendo inattivi e silenti e tenendo nascosto nel cassetto le proposte fondamentali tipo il conflitto di interessi, la riduzione dei parlamentari, il problema degli aerei da bombardamento e strage che oltretutto ci costano miliardi, pur di difendere fino alla morte i nostri privilegi prebende e le paghe da nababbi". Ma ora, lacrimando, i pentiti ci dicono: "Oggi stiamo dimostrando di aver capito il nostro errore e siamo qui proni e inginocchiati disposti a fornire una alleanza attraverso la quale portare a termine finalmente i programmi che voi stessi sceglierete come essenziali."
Fermi lì! Attenti che la manfrina del gatto e la volpe la conosciamo già da tempo. Non vorremmo che come noi abbocchiamo alla proposta ecco che voi cominciate le omelie del: "Purtroppo ci sono le regole da rispettare, la democrazia si sa è insidiosa, ci vuole tempo, bisogna accettare modifiche, rimandare"...danzare offrendo le natiche comode al capo danza di governo. Il tempo passa e naturalmente ci troveremo da capo beffati e cornuti. Mi dispiace per voi cari maestri dello sberleffo ma stavolta la danza è un'altra, è cambiata l'orchestra, i musici e anche i ballerini e non è più il tango col casquè ma un Rock. (grammelot cantato)
Col lancio in aria di chi fa il furbo e ci allunga troppo le mani sul culo." (grammelot cantato)
Dario Fo

Potrebbero interessarti questi post:

Passaparola. La cultura si mangia - Dario Fo
Firenze non svenda la cultura
La cultura contro il sistema

6 Mar 2013, 14:00 | Scrivi | Commenti (4258) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 4258


Tags: 5 stelle, cola di rienzo, conflitto d'interessi, dario fo, demagogia, demagogo, eletti, elettori, elezioni 2013, gattopardi, il mercato delle vacche, inciuci, masaniello, movimento, movimento 5 stelle, PD, poco prima della rivoluzione, politiche 2013, populismo, populista, programma, riduzione parlamentari, rock. intrallazzo, tango

Commenti

 

here is a little lovely holiday village as kwown Sarot Termal you can visit

sarot termal 25.06.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento

quindi mi stai dicendo che il repubblichino pluriomicida (perchè di questo si tratta) chiamato dario fo sostiene il movimento dell'ex-candidato alle primarie del pd, anch'esso pluriomicida, che ha come obbiettivo la povertà generale e la fine dei partiti e con essi della democrazia.
Questo si che è sconvolgente: due bei tipini a capo dell'ultimo vero partito fascista in italia

giovanni simioni 20.04.13 01:41| 
 |
Rispondi al commento

Il post di Fo è vecchio, perchè lo avete riproposto??? Sa di vecchia tattica!!

Carmen spigariol, macerata Commentatore certificato 30.03.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Lettera aperta a Dario Fo

La difesa della Cultura italiana

La condizione della cultura italiana è entrata in una fase di emergenza, la politica che la dovrebbe promuovere e sorreggere nella sua diversificata complessità, non possiede la capacità di guidarla nella propria consapevole enucleazione sociale. La Bellezza spirituale, che ne rappresenta il giusto intendimento filosofico, non viene più considerata degna di interesse, si disgrega sotto i nostri occhi e senza nessuna pena fagocitata dall'edonismo degli intendimenti commerciali, il lascito morale della nostra storia, l'immensa stratificazione millenaria eretta nella calma sedimentazione delle idee e dagli uomini che le hanno suggerite ed edificate nella loro più consapevole concretezza estetica. Un crimine antropologico senza precedenti, che sta impoverendo senza nessuna umanità le nostre conoscenze anteriori e che ci mostra in tutta la sua tangibile evidenza una comprovata debolezza dei modelli e degli ideali che a posteriori ne costituiscono gli insensati propositi. Data l'importanza del tema, e in presenza di una condizione di affaticamento e distrazione alle ragioni della cultura, sarebbe indispensabile dare origine a un inedito collegio delle idee in cui a discutere e a promulgare nuove legalità per la salvaguardia dei futuri intendimenti, sulle responsabilità del patrimonio artistico, potranno farne parte i rappresentanti del mondo della cultura che si sono distinti nel corso della loro vita creativa per aver contribuito alla creazione e alla difesa dell'Arte e della Bellezza.
Alessandro Sardella

alessandro sardella, roma Commentatore certificato 18.03.13 12:37| 
 |
Rispondi al commento

CHI HA VINTO LE ELEZIONI? CHI HA VINTO LE ELEZIONI DEL PAPA?: FRANCESO...SAN FRANCESCO.
Caro Grillo pensa che siamo tutti figli di un unico DIO, ma sopratutto, (per chi non ci crede) cerchiamo di essere felici seguendo l'esempio di un grandissimo uomo che e' esistito dopo CRISTO. Francesco. L'umilta', la carita', la semplicita' e il tutto condito con l'AMORE. NON L?ODIO. Non dobbiamo odiare ma amare. Non dobbiamo rubare ma donare. Non dobbiamo offendere ma perdonare. Non ci dobbiamo far fregare certo per questo esistono i recinti dove porre le cattive persone. Non campi di concentramento ma sistemi di redenzione sociali per coloro che non hanno piu' il senso della realta' della giustizia e della verita'. Seguiamo San Francesco e tutti queelli che hanno avuto il voto non se lo debbono mai dimenticare. SALUTI.

CHICCO CHECCO 13.03.13 22:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dario uno dei miei idoli, una persona che daresti la fiducia ad occhi chiusi, una persona che vale 1000 dei nostri parlamentari corrotti. Dario Fo presidente del senato!

Daniele ., Misano Adriatico Commentatore certificato 13.03.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei fare anche un'altra precisazione l'anticlericale DARIO FO" che ha scritto mistero buffo ...HA AVUTO L'ARDIRE di sposarsi con tutti i crismi delle parate cattoliche NELLA CHIESA DI SANT'ABROGIO A MILANO ...ma quante contraddizioni !!

DONATELLA PETRINO 12.03.13 11:21| 
 |
Rispondi al commento

mi spice Dario, ti ho sempre ammirato e credo lo farò sempre, ma questa precisazione sul termine populimo mi sembra fuori luogo. Credo abbia scarso valore ostentare saccenza solo per difendere a tutti i costi il beppe nazionale. Questa è solo inutile retorica contornata da una obsoleta e vetusta dialettica. Forse non hai colto che il termine populista, da anni, ha una nuova accezione (grazie - meno - ai giornalisti).

http://www.treccani.it/vocabolario/populismo/

2. Per estens., atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Con sign. più recente, e con riferimento al mondo latino-americano, in partic. all’Argentina del tempo di J. D. Perón (v. peronismo), forma di prassi politica, tipica di paesi in via di rapido sviluppo dall’economia agricola a quella industriale, caratterizzata da un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici che possono così più agevolmente controllare e far progredire i processi di industrializzazione. In ambito artistico e letterario, rappresentazione idealizzata del popolo, considerato come modello etico e sociale: il p. nella letteratura italiana del secondo dopoguerra.

luca p. Commentatore certificato 11.03.13 22:08| 
 |
Rispondi al commento

chi pensi ai pubblici dipendenti?

salvatore miceli 11.03.13 18:37| 
 |
Rispondi al commento

MI SONO ISCRITTO AL BLOG DEL 5STELLE PUR NON VOTANDO DA CIRCA 10 ANNI PERCHE' TROVO MOLTO DEMOCRATICO IL POTER DIRE LA MIA (ANCHE SE NON VERBALMENTE).
VOLEVO ANALIZZARE LA SETTIMANAPOLITICA APPENA TRASCORSA,E,CERCARE DI CAPIRE A CHE PUNTO SI E' PER LA FORMAZIONE DEL NUOVO GOVERNO.
INIZIALMENTE AVEVO CREDUTO CHE LA COLPA DI QUESTA SITUAZIONE DI STALLO FOSSE ANCHE O SOPRATTUTTO DEL MOVIMENTO 5STELLE, CAVALCANDO L'ONDA DI CHI LI ADDITAVA IRRESPONSABILI O, INCAPACI.
POI FACENDO UN'ANALISI PIU' LUCIDA E APPROFONDITA SONO ANDATO A RIVEDERMI CHI ACCUSAVA IL MOVIMENTO DI QUESTA GRAVE IRRESPONSABILITA',NE CITO SOLTANTO ALCUNI PERCHE' L'ELENCO SAREBBE LUNGHISSIMO, E ANCHE PERCHE' RICORDARE NON FA SEMPRE MALE.
D'ALEMA,VELTRONI,CICCHITTO,ALFANO,LETTA,LUPI,FINOCCHIARO,GASPARRI.
CAZZO MI SONO DETTO MA QUESTI QUANDO DECIDONO DI TROVARSI UN LAVORO E NON VIVERE PIU' SULLE MIE SPALLE(CONSIDERANDO ANCHE CHE A PARTE QUALCUNO CHE HA CAPITO DI NON PRESENTARSI ALLE ELEZIONI, CON LA SPERANZA CHE NON VENGANO INSERITI IN QUALCHE CDA DI PUBBLICA ANMMINISTRAZIONE PER CONTINUARE A VIVERE A SCROCCO TUTTI GLI ALTRI SONO IN PARLAMENTO GRAZIE A QUESTA PORCATA DI LEGGE ELETTORALE, PERCHE',SE SI PRESENTAVANO CON LA PROPIA FACCIA NON AVREBBERO FATTO NEMMENO GLI AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO).
MA COME FA' GENTE CHE DA 20 ANNI O PIU' SIEDE IN PALMAMENTO SCAMBIANDOLO PER POSTO DI LAVORO BEN RETRIBUITO (DI CUI GESTA PER IL BENE PUBBLICO NON C'E'TRACCIA)A GIUDICARE GENTE COME ME CHE NON HA NULLA A CHE SPARTIRE CON LORO.
LA POLITICA RESTA UNA COSA NOBILE SE SI CI RICORDA IL SENSO DI COSA VOGLIA DIRE E, LO SCOPO PER CUI VIENE ATTUATA AVENDO SEMPRE PRESENTE CHE E' IL POLITICO AL SERVIZIO DEL CITTADINO E NON VICEVERSA.
AUGURI A TUTTI GLI ELETTI 5STELLE DI BUON LAVORO SPERANDO CHE LA PAROLA INCIUCIO NON ENTRI ANCHE NELLA VOSTRA DIALETTICA,ORA E' VERAMENTE IL MOMENTO DI CAMBIARE, DAI CAMBIAMO LA STORIA.

grasso carlo, caltanissetta Commentatore certificato 11.03.13 18:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quanto il sangue dei pscopata detti grillini incomincera' a scorrere rimarrai solo,sporco vigliacco ,,sono tutti vigliacchi come te,sporoc pluriomicida ,x colpa tua anche un bambino e morto atrocemente ,vatti a nascondere vigliacco ,costa rica sta alle porte e finita ,lurido clow ,scendi dal palco il circo e chiuso

giovanni lanzetta (kompagno), belo horizonte brasile Commentatore certificato 11.03.13 17:54| 
 |
Rispondi al commento

giustino motta,sicuramente gay,napolitano fara' un governo con tua moglie e tutti i tossici e pscopata come grillo contento

giovanni lanzetta (kompagno), belo horizonte brasile Commentatore certificato 11.03.13 17:50| 
 |
Rispondi al commento

sei un vigliacco ,usi tutti e tutto x vendicarti e arricchirti quanto lo capiranno sara' tardi costa rica ti distruggera' prendera' fuoco la prima casa sara la tua ci puoi contare,parola di napoletano e poi quella del tossico casaleccio,lurido pscopata

giovanni lanzetta (kompagno), belo horizonte brasile Commentatore certificato 11.03.13 17:47| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE IO E TUTTA LA MIA FAMIGLIA HA VOTATO MOVIMENTO 5 STELLE .IO VOGLIO CAPIRE COME E' POSSIBILE CHE SOLO IN ITALIA SE UN IMPRENDITORE VIENE PROTESTATO PER SFORTUNA O PER CRISI DALLE BANCHE NON PUO' PIU LAVORARE.

CLAUDIO PICCA 11.03.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questi politici,ora bisogna fare un presidente d`italia,ma non i vecchi politici.Io propongo che sia un Professore di lettera qualunque, che non ha fatto mai politica. Campiare ? Ebbene sia. Proposta tutta diversa dai politici, é che vanno a .....

Carmelo D., Chiasso Commentatore certificato 11.03.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento anche sicuro non siano tutti in malafede, ma è altrettanto vero che i Berlusconiani e i suoi presunti avversari ci hanno portato quasi allo sfascio. Così come so che il mondo è da sempre governato da una cricca di faccendieri che nascostamente manovra l'economia e ci propina attraverso i media, un bel po' di panzane. Quindi, tanto di cappello a Grillo e al movimento per i quali ho votato con sorprendente entusiasmo. Però, la palla di vetro non ce l'ho e non so come finirà quest'avventura. So che in un vecchio video, Grillo sosteneva che Pisapia non aveva possibilità di spuntarla. Anche Grillo insomma, non è il Papa (nel senso dell'infallibilità, ovviamente). Che altro dire? Mi auguro abbia sbagliato solo quella volta e spero finisca, se non come nelle favole, almeno non malissimo. Animo comunque!

Raoul Lolli, Ravenna Commentatore certificato 11.03.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma ho sentito parlare di una GAIA, e' la stessa di Asimov?.Perche' mi sembra proprio che Casaleggio sia R.Giskard e Grillo R.Daneel Olivaw.

ugo mancini 11.03.13 16:27| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE SONO UN ANTIBERLUSCONIANO VERO SE LO VEDESSI MORTO BRINDEREI MA TU STAI SBAGLINDO TI HO VOTATO MA SE NON APPOGGIM UN GOVERNO ANTI BERLUSCONI ALLE PROSSIME ELEZIONI IL MIO VOTO E QUELLO DELLA MIA FAMIGLIA NON LO AVRAI CHIARO ANTONIO SOLITARI

antonio solitari 11.03.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento

Misure urgenti di “pronto soccorso Italia”
- nuova legge elettorale
- abolizione del finanziamento ai partiti (Bersani, rinuncia ai rimborsi elettorali del PD!)
- prime misure sociali antipovertà da organizzare/concordare con centri di raccolta viveri, rivendite alimentari, parrocchie, …
- “riapertura” delle banche per il credito a cittadini e imprese
- riduzione del numero e degli stipendi dei parlamentari e dei loro uffici
le innumerevoli spese di politica e P.A. come l’affitto dei Palazzi, le auto blu, ecc.
- significativa riduzione di stipendi, vitalizi, benefit e pensioni d’oro
- emissione di fattura fiscale da tutti coloro che non pagano le tasse in busta paga
- trasformazione degli enti inutili e delle opere incompiute (edifici, carceri, strutture sportive e comunitarie, scuole, caserme, ospedali, aeroporti, ecc.)

Virgilio Conti 11.03.13 16:09| 
 |
Rispondi al commento

... i grilli dormienti - definendo tali tutti gli elettori che non hanno mai partecipato ad un meetup o ad un incontro di piazza - attendono con rispetto, le "decisioni" del "capo" degli ensiferi.
Sottolineo che siamo non violenti, anzi in questo perido di "piatto" apparente stiamo lavorando alacremente per aumentare il "nostro quorum" in caso fosse necessario tornare alle urne.
Forza Grillo accellera, l'Italia vera te lo chiede, i tempi sono maturi

germana g., lecce Commentatore certificato 11.03.13 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Che l'inse.Caro Beppe anche se non sei di Nervi ma di San Fruttuoso ti ringrazio per la puia che hai instillato al mio povero PD. Spero che tu possa rivedere la giusta intransigenza perche'io che devo personalmente tirare la carretta sono ormai al lumicino ,moglie invalida con malattia degenerativa, figlio vittima incidente stradale con probabile perdita uso braccio destro, ho dovuto lasciare in questi mesi il lavoro per accudire al mio ragazzo che ha 19 anni.Anche mia moglie e' ricoverata per cambiare il pacemaker ,cio' nonostante abbiamo votato,io PD i miei figli M5S mia madre voto disgiunto PD-M5S

ugo mancini 11.03.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In fatto di coerenza, per sistemare le cose in questo paese, a partire dai contenuti del programma del mov. 5 stelle, mi farei espellere volentieri dal movimento per poter restare 5 anni a legiferare sulle cose proposte e cancellare qull'infinità di leggi inutili e/o controverse.
Buon lavoro.

Giovanni castrezzati 11.03.13 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo cosa farà Napolitano: un altro governo tecnico porcata o cosa? Intanto, potrebbe dare un buon esempio, riducendosi, motu proprio, lo stipendio (o comunque lo si voglia chiamare) a cifre ragionevoli, non offensive della dignità di chi, magari plurilaureato, magari capace e volenteroso, magari con famiglia a carico, è disoccupato o cercare di sopravvivere con 400 euro al mese (quello che a certi signori non basta neanche per gli stuzzicadenti, immagino)! E che tutti, politici e amministratori vari seguano il buon esempio. Questo sarebbe l'unico accordo da fare, tanto per cominciare.

Giustino Motta 11.03.13 16:01| 
 |
Rispondi al commento

"Depenalizzazione della querela per diffamazione e riconoscimento al querelato dello stesso importo richiesto in caso di non luogo a procedere (importo depositato presso il tribunale in anticipo in via cautelare all’atto della querela". Amici del movimento 5 Stelle, sono un avvocato penalista ed ho letto questo punto del Vostro programma alla voce "Informazione".
Vorrei, se permettete, fare alcune precisazioni: a) non si depenalizza una querela perchè la querela è uno dei modi di far conoscere all'autorità giudiziaria l'esistenza di un reato. dovreste correggere il punto scrivendo "depenalizzazione del reato di diffamazione".
b) se un reato viene depenalizzato il Pubblico Ministero incaricato delle indagini chiede l'archiviazione perchè il fatto non costituisce più reato per intervenuta depenalizzazione.
c) nella querela non chiede, in genere, nessun importo a titolo di risarcimento ma solo che, se il fatto che si racconta costituisce reato, e si proceda penalmente nei confronti di chi lo ha commesso.
d) il risarcimento del danno si chiede, se si vuole, nell'atto di costituzione di parte civile, all'interno del processo penale, quantificando la somma richiesta o, se si preferisce, nel corso di un procedimento civile avente ad oggetto un risarcimento danni da fatto illecito.
Se il reato di diffamazione (solo quello a mezzo stampa o qualunque diffamazione? P.E.: Odio il mio ex e racconto a tutti che è un pedofilo.....)fosse depenalizzato prevedete che si possa chiedere un risarcimento in sede civile? Se si, si dovrebbe inserire una norma nel codice di procedura civile che prevede il deposito di una cauzione pari all'importo richiesto a titolo risarcitorio da consegnare al convenuto in caso di assoluzione.
Spreo di non avervi annoiato ma era un punto che mi ha colpito! (deformazione professionale)

Francesca Curreli 11.03.13 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Salve vorrei porre in risalto la questione della piccola Sofia di cui s'è data notizia ieri tramite il programma "Le Iene", in quanto il Ministro della salute, attualmente dimissionario, ha bloccato l'uso dell'unica cura a base di staminali avvalendosi della sentenza di un giudice (non un medico,ma un magistrato).La cura iniziata con delle prime infusioni aveva portato un giovamento alla piccola e invece ora con la sua interruzione s'è avuto un regresso. Ormai è una corsa contro il tempo prima che la piccola muoia.....Sì può fare qualcosa perchè possa riprendere immediatamente le cure?
Andrea da Lecce

andrea caiulo 11.03.13 15:43| 
 |
Rispondi al commento

Pag. 2/2
Per i singoli casi (penso siano pochi) in cui la sperequazione tra reddito e ricchezza è in qualche modo giustificata (eredità o altro) mandiamo la Guardia di Finanza sul territorio. Non più centralizzata ma con caserme diffuse tipo i Carabinieri: in ogni paese, città, circoscrizione, quartiere, in modo da conoscere da vicino le singole realtà: perché tutti sanno tutto di tutti, da vicino! E non basarsi su scartoffie senz'anima.
E si potrebbe anche “concordare”, come si faceva nell'immediato dopoguerra.
Mentre penso che tutto questo porterebbe nell'immediato aumento dei consumi e ad una conseguente ripresa economica, ritengo ci sia una risposta a obiezioni tipo: inflazione, meno investimenti, fuga di capitali ecc. (se ne può discutere)
Sul fronte della spesa ci sono già tante ipotesi da fonti più autorevoli che non mi sembra il caso di ipotizzare, ma io darei una bella “scossa” alla classe dirigente (pubblica o para-pubblica) come ricambio e come stipendio (mi dicono, ma sarà vero?, che, ad esempio, l'ambasciatore d'Italia a Berlino guadagna più della sig.ra Merkel).
E metterei nelle scuole delle lezioni di affrancamento dalla burocrazia :-). Punto.

Carlo G. Commentatore certificato 11.03.13 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Pag 1/2
Caro Dario, ci risiamo con l'aumento dell'IVA.
Si sente parlare oggi di un molto probabile aumento dell'IVA (e altro), che, secondo me, contrarrà ancora di più i consumi e la ripresa e farà aumentare ancora i prezzi senza controllo, perché mi sembra di aver sempre visto che i prezzi aumentano più dell'aumento dell'imposta.
Io ritengo occorrerebbe addirittura eliminare, o almeno rinegoziare, tutte le imposte che colpiscono “a pioggia”, cioè senza rapporto con la capacità contributiva, e che, quindi, sono, secondo me, incostituzionali (art 53 della costituzione: Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività.) come, ad esempio, l'IVA, le accise sui carburanti, l'IMU, l'imposta di registro ecc. che colpiscono indipendentemente dal tuo reddito e dalla tua ricchezza.
Poi togliere le imposte sui redditi fino almeno ai redditi medi, o alzare il tetto di esenzione.
Per recuperare il gettito si potrebbe mettere un'imposta patrimoniale progressiva (e non come l'IMU), tarandola in modo che non ci sia un aggravio rispetto all'imposta sul reddito per chi paga regolarmente.
Chi paga oggi, in tal modo, dovrebbe pagare di meno e chi non paga per il reddito, ma è proprietario di ricchezze, paghi per quello che ha. Questo starebbe a significare che è la ricchezza da se stessa che contribuisce al bene comune: così gli evasori e le fortune non legali almeno pagano! Poi vediamo ...!

Carlo G. Commentatore certificato 11.03.13 15:27| 
 |
Rispondi al commento

nn è il momento di dividersi,RESTATE UNITI,O VI FARANNO A PEZZI!e la rivoluzione andrà a farsi benedire.c è un secondo round da vincere..soprattutto nn cascate nelle loro lusinghe!

nicola v 11.03.13 14:53| 
 |
Rispondi al commento

ma oltre ai contributi elettorali ce pure altro pensate che in italia ci sono pensioni di 400.00 €
e pensioni ai politici fino a 90000.00€

natalina bitonti 11.03.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

è arrivat'stu mument ,è arrivata a riscoss mò so doce .mò song amar,mònient c'è pò fermmà stu guvern sadda fà e nui ammm'cumann'ah

sergioconte 11.03.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Più che passa il tempo e più che sono contento di NON aver dato il mio voto a questo movimento. Ero perplesso per le uscite di Grillo su CASAOPOUND e sulle CENSURE operate proprio nei confronti dei suoi più fedeli collaboratori. Non sapevo che dire sui "microchip" impiantati nel mio cervello. Ero abbastanza costernato delle intenzioni (solo da campagna elettorale per fortuna) di buttare a mare l'inceneritore di Parma (centinaia di milioni mandati in "fumo"). Ora controllo a stento la rabbia dopo le ultime uscite della vostra futura capogruppo ROBERTA LOMBARDI in merito all'articolo 18.
Ma chi avete (VOI) mandato in parlamento?
Ma di che state parlando? Lo sapete almeno?
Siete solo un'accozzaglia di ex extrapaltamentari di sinistra e ritrovati neofascisti che non sanno da che parte girarsi.
I fascismi nascono SEMPRE guidati dalle migliori intenzioni e si concludonio sempre con i peggiori disastri.
Volete esserne complici?

Marco Bianchi 11.03.13 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro beppe

se firmate un accordo con il pd perderete i miei voti. un aneddoto: 2 anni fa ero a teulada in sardegna dove ho casa pre vacanze: vedo in porto una barca a vela stratosferica e chiedo di chi fosse. mi rispondono essere di d'alema !! la mattina dopo al bar LOI bevo il caffe al banco e al mio fiancovedo d'alema: e sttao piu forte di me e gli ho chiesto se non gli sembrasse inopportuno in quel momento ( era l'estate 2010) sfoggiare una barca di quel tipo e lui senza guardarmi in faccia rispose "sono in vacanza". Senza quasi accorgemene gli ho detto " ma vedi di andartene a f...". Ho poi saputo che la sera accompagnato in taxi si e recato al forte village ad una cena a base di aragoste offerta dals uo amico colaninno ( verificate pure se volete). Ho scritto poi a Battista del corsera il quale mi ha dato ragione nel senso che non per pauperismo ma per senso di responsabilità il sig D'alema avrebbe fatto meglio a starsene sotto l'ombrellone. In sintesi NON FATE NESSUN ACCORDO CON STI MAGNACCIA!! ALTRIMENTI PERDERETE IL SUPPORTO DI GENTE COME ME CHE HANNO SEMPRE VOTATO A DESTRA. GRAZIE

stefano frabasile, milano Commentatore certificato 11.03.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io vorrei veramente sapere per quale motivo dobbiamo continuare a pagare gli avvocati dello psico-nano con i soldi delle nostre tasse. I parlamentari Longo e Ghedini, rieletti nuovamente in parlamento, si occupano esclusivamente delle cause del loro maggiore-unico assistito. Chiedo anche agli elettori del PDL e del PD-L se vi pare normale questa situazione e quale pseudo giustificazione per chi non ha mai fatto nulla per varare una legge adeguata affinchè questa ridicola situazione finisca.

Giovanni D., Pomezia - Roma Commentatore certificato 11.03.13 13:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo mi accorgo che sia grillo che dario fo hanno troppi soldi per andare avanti e se ne fregano se la gente sta male altrimenti potrebbero mettere alla prova bersani se poi non va sono il primo a dare il mio sostegno al movimento 5 stelle

luciano 11.03.13 13:41| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO IL REFERENDUM! UNO VALE UNO! VOGLIAMO CONTARE! BASTA SCELTE CALATE DALL'ALTO! DECIDA IL M5S!

Valerio P., Roma Commentatore certificato 11.03.13 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima che qualcuno lo faccia prima di me...mi scuso per alcune sviste o ripetizioni ortografiche fatte nella "fretta"del testo vedi ad es::banchetto e chiacchiere

Angelo F. Commentatore certificato 11.03.13 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Quando le parole, così come inutili "vuoti a perdere"... cominciano ad essere già raccolte dentro i sacchi della spazzatura, per essere poi smaltite e triturate nelle solite discariche-cloaca della politica e oltretutto beffeggiate dai soliti "santoni" del cazzo(giornalisti compresi)...la cosa m'infastidisce parecchio e cominciano a girarmi i coglioni nel sentirli in tutti i dibattiti da salotto,con le loro facce di facce di ...fare i supponenti o gli ironici verso un Movimento libero e nuovo nello scenario politico, e che oltretutto rappresenta milioni e milioni di cittadini onesti che non hanno di certo preso parte al macabro banchettato dell'Italia intera massacrata...e consumato avidamente da iene e sciacalli,sotto lo sguardo vigile e compiaciuto degli avvoltoi...E'GIA'TEMPO: MANDIAMOLI TUTTI A CASA! E basta chiacchere

Angelo F. Commentatore certificato 11.03.13 12:20| 
 |
Rispondi al commento

MA COMPLICAZIONE..!
MA QUALE RIELEZIONI...!
Ma DI CHE COSA SI STA' PARLANDO...!IL PROBLEMA DELLA GOVERNABILITA' DEL PAESE DOPO LE ELEZIONI NON ESISTE.
Come tutti sappiamo esiste un presidente della repubblica che in questi casi di dubbia maggioranza decide a chi e come far andare avanti le cose..Quindi??
In un certo senso il suo ruolo sostituirebbe in modo "democratico"un esecutivo dittatoriale.
Le cose sarebbero molto semplici e direi anche coraggiose..Perchè,visto che abbiamo i mezzi tecnologici non andiamo a pescare gli aventi diritto al voto
che non hanno votato e previo multa li facciamo votare per forza??..!!.e poi vediamo chi ha la maggioranza,non sarebbe risolutiva ma di certo
la prossima volta andrebbero tutti gli aventi diritto al voto a mettere il loro segno.Facciamo la finita con i paraculi che nascono sempre la mano e
passano sempre la palla..Stavano male Certificato medico,all'estero per lavoro Documenti alla mano etcc ettcc.
Questo forse sarebbe già un segnale di Stato presente.E comunque sia le regole che oggi stanno inchiodando il paese sono veramente Obsolete,
e di certo non sono l'espressione diretta del popolo, ma il risultato di anni di inciucismo di quella casta che oggi ai me sta pure a guardare con ghigno.
Per applicare le regole, bisogna anche saper conoscerle, altrimenti si percepisce solo il problema di turno senza risolverlo alla radice.
Quindi il costo delle elezioni sarebbe troppo in questo momento,Ma con tutti i bubboni scoppiati nei partiti ancora in vita (con le flebo)basta poco adesso
capire che la maggioranza dei voti italiani convoglierebbe nella unica direzione possibile M5S e chi sà un domani le stelle possono anche incrementare al
100%..

peyman azemoon, Morlupo (RM) Commentatore certificato 11.03.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Inutile fare dissertazioni o inutili chiacchere , quei molioni di insoddisfatti che TI HANNO VOTATO , caro Grillo , vogliono solo una svolta , e rapida in parlamento !! noi non faremo nessuna rivoluzione nelle strade !! Se ci farai perdere la nostra dignita' si tornera' subito al voto , e tu tornerai nella tia dimensione!! Affrettatevi dunque , le riforne aspettano , e i segnali di cedimento dei seguaci si moltiplicano !! Peccato speravamo in VOI GRILLO : CI STAI DELUDENDO !!!!

capriotti mario 11.03.13 09:30| 
 |
Rispondi al commento

hi thanks myweb sites http://www.insaat-zemin.com
floor coating sport areana

Deniz ., istanbul Commentatore certificato 11.03.13 08:28| 
 |
Rispondi al commento

E' vero, le parole sono importanti. E un po stupisce, anzi preoccupa, che un signore come Dario Fo, per definire il senso si una parola ("populista" nella fattispecie) dia più credito ad una voce di dizionario redatta da qualche accademia, piuttosto che all'uso comune di una parole, quale la capiscono e la usano tutti (alias: il popolo).

Francesco Biamonte 11.03.13 08:15| 
 |
Rispondi al commento

Per Cominic Riina () salerno 10.03.13 16:20

Uee! Cominic Riina non ho capito bene per quale motivo mi dovrei consolare perdendo la pensione: “Perché il mio destino, Grilletto e Cacaseggio, lo lega a quello di tanti altri?"; “Ho capito bene?”.
Tu dici che io mancherei di rispetto!
E tu, che te ne strafotti dei diritti acquisiti da altri, come ti consideri?
Ricordo, a te e a qualche altro, che l’INPS non è in deficit per le pensioni che paga, ma per oneri che lo stato dovrebbe fiscalizzare.
I contributi pensionistici che i lavoratori dipendenti pagano, com’è stato dimostrato più volte dalla CGIL, sono sufficienti a pagare le pensioni in corso, che beneficiano del principio: “Pago oggi per incassare domani”.
Uee! Cominic Riina, ricordati che la riconoscenza è un sentimento individuale che non va imposto ad altri: il fatto che tu ti senta riconoscente a Grilletto e Cacaseggio non significa che anche altri debbano sentire, obbligatoriamente, lo stesso sentimento.
Per quanto riguarda poi il tuo spunto di riflessione, ti faccio notare che è partito male.
Tu devi pensare che non tutti possono essere tanto intelligenti quanto te che riesci a vedere tutto; molti stanno ancora aspettando che Grilletto e Cacaseggio spieghino cosa intendono fare per giustificare la pagnotta che gli italiani pagani loro per stare in Parlamento.

Silvio R., Napoli Commentatore certificato 11.03.13 08:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COSA DAVVERO VOGLIAMO? (1a Parte)

In questi giorni vedo molti insulti e molto odio che si muove in questo BLOG, cosi mi sto ponendo proprio questa domanda.

Ma mi riesce difficile esprimere bene quello che intendo, lascatemi allora che ve la racconto cosi.

Nella storia sono passati tanti CONDOTTIERI che hanno portato il proprio popolo ad importanti vittorie, i CONDOTTIERI guidano i propri capitani e motivando al meglio il proprio esercito in battaglia. Quando i CONDOTTIERI conquistano nuovi spazi e nuovi territori di solito lo fanno a spese di altri popoli ma hanno il tributo e la gloria del proprio.
A questo punto dopo un grande trionfo è difficile fermare la spada, tanto sangue e tanto odio è stato sparso in battaglia. Ma UN GRANDE CONDOTTIERO non si ferma, spinto dalla voglia di conquista dei propri capitani e la ferocia del proprio esercito continua a “distruggere” e conquistare, ci sono ancora altri spazi, altri territori e poco importa se si faranno ancora macerie.
Tuttavia, un LEADER capisce per il bene del proprio popolo, che è meglio fermarsi che dopo il tempo del “distruggere”, arriva quello del “costruire” un futuro prospero per il proprio popolo.
Ma un LEADER sa bene che è più difficile “costruire” che “distruggere” e la cosa più difficile è proprio convincere i propri capitani sempre pronti alla battaglia e togliere la spada al proprio esercito.Molti potrebbero sentirsi delusi o traditi dal CONDOTTIERO, ma un LEADER va avanti lo stesso perché sa cosa è il bene del proprio popolo.
Inoltre un LEADER sa bene che in quelle terre, in quegli spazi vivono anche gli altri popoli vinti con i loro leader. Sa bene che per la sicurezza e prosperità del suo popolo è bene accogliere anche quei popoli.
Cosi UN GRANDE LEADER comincia a “costruire” la casa dove mettere il proprio popolo e la costruisce un po’ più grande per accogliere anche gli altri popoli, lasciando chiaramente fuori i loro leader.

Simone B., Rimini Commentatore certificato 11.03.13 06:37| 
 |
Rispondi al commento

COSA DAVVERO VOGLIAMO? (2a Parte)

Sa che lo attenderà un grande lavoro sopra tutte quelle macerie.
Ma lo STATISTA sa bene che gli altri popoli si riconoscono nei loro leader, ne rappresentano la storia, sono la loro identità e così se si vuole conquistare quei popoli occorre trattare proprio con i loro leader.
Un GRANDE STATISTA, per di più, sa riconoscere le virtù di quei popoli e sa sfruttarle al meglio, sa bene che a costruire insieme si riesce a fare le cose meglio e più velocemente per il proprio popolo.
Ovviamente quei leader hanno le loro idee il loro modo di costruire, ci sarà da trattare, discutere scendere a compromessi.
Però UN GRANDE STATISTA si preoccuperà soprattutto di decidere come devono essere “costruite” le fondamenta della casa perché dovrà essere solida e non dovrà cadere sopra il suo popolo. Si assicurerà poi di porre un solido tetto per proteggere al meglio e mettere al sicuro il suo popolo.
Poco importa se gli altri leader decideranno come mettere le pareti o dove collocare qualche porta, perché UN GRANDE STATISTA pensa soprattutto al bene del suo popolo.

Adesso non so proprio dirvi se, per il bene di questo MOVIMENTO, voglio alla guida UN GRANDE CONDOTTIERO o meno, però per il futuro di mia FIGLIA desidererei davvero che prima o poi arrivi UN GRANDE STATISTA, perché vedo tante MACERIE intorno a me.


Simone B., Rimini Commentatore certificato 11.03.13 06:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che con questo comportamento il M5S stia diventando il miglior alleato di Berlusconi, alla fine visto la fifa che ha Grillo di governare, si sentiranno giustificati a fare un governissimo, e quando si andrà di nuovo alle elezioni Grillo sarà abbandonato perché nonostante abbia i numeri scappa, e Berlusconi diventerà il nuovo salvatore della Patria.

Umberto Ciccarelli, Napoli Commentatore certificato 10.03.13 23:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In sintesi.
1)ho votato in modo disgiunto Camera M5 e Senato lista centro-sinisra.
2)ho un sogno, una vision, non sentire parlare dello spico nano.
3)l' orgoglio è importante, ma la mia coscienza mi uccide come un tarlo nel legno: non ne posso più della mummia.
4) mettetevi una mano sul cuore e liberate l'ITALIA.

massimiliano boffredo 10.03.13 21:50| 
 |
Rispondi al commento

E' arrivato il momento di prendersi qualche responsabilità. ORA il Movimento 5 Stelle è il primo partito su scala nazionale. Votare la "prima" fiducia ad un governo eventualmente avviato dal PD non significa tradire l'elettorato, ma prendersi la responsabilità di andare DAVVERO a discutere tutti i punti del programma M5S. La fiducia iniziale è un fatto meramente tecnico, mentre TUTTE le discussioni successive in aula sono il VERO fatto politico.
Non si può essere il primo partito e rimanere all'opposizione, restando in finestra a guardare mentre ALTRI decidono le sorti nazionali.
Questo si che sarebbe tradire la fiducia degli elettori.
Ci si aspetta che gli "eletti" facciano il proprio dovere. Che entrino in parlamento a promuovere il cambiamento. E che lo facciano rapidamente, perché nel frattempo le varie agenzie di rating internazionale si divertiranno ad abbassare la valutazione nei nostri confronti, aumentando così la speculazione e gli interessi sul nostro debito. L'ATTESA E' UN LUSSO CHE NON POSSIAMO PERMETTERCI.
ABBIAMO LA RESPONSABILITA' COLLETTIVA DI QUELLO CHE STA PER ACCADERE, E DIPENDERA' SOLTANTO DA NOI. QUESTA VOLTA NON POTREMO ACCUSARE NESSUNO SE FAREMO LA FINE DELLA GRECIA.

A quando dunque in REFERENDUM in rete per stabilire se dare la fiducia al nuovo governo oppure no?

Nero Oltreoceano, Roma Commentatore certificato 10.03.13 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo, ma fa a fare a quel paese.........................,per piacere. Hai fatto una bella lezioncina sul termine " populista"" ma una lezioncina a Grillo non gliela fai. Lo sai che se non abbassa un pò la cresta farà la fine dell'Uomo Qualunque. Non servono solo starnazzamenti e frasi del tipo " Arrendetevi, siete circondati..." Occorre pssare dalle parole ai fatti e di fatti concreti non si vede neanche l'ombra. Solo dei no a qualsdiasi tipo di proposta, anche la più seria. Ricordati e diglielo pure a Grillo che governare non è come andare a passare una serata a Teatro. Occorrono proposte concrete e ammesso chen queste ci siano occorre che siano messe in atto. Ma senza un governo non si mette in atto niente, proprio niente e si lascia campo libero al solito Berlusca che sta in attesa e in agguato per riagguantare la maggioranza e fare un'altra volta i cazzi suo. Altro che bene dell'Italia!!!!!!!!!!Il suo incubo sono i processi e sono dieci anni che tra stratagemmi vari riesce ad evitare i processi, riesce ad ottenere la prescrizione o ad eludere le udienze o le convocazioni in procura. E' questa l'Italia che volete tu er Grillo????? Perchè l'illusione di arrivare al 100% alle prossime elezioni rtimane solo una miope illusione. E' come se nove milioni di Italiani venissero tutti deportati nei lager nazisti con perdita dei diritti civili.Maz dovete vivete???? Scendete sulla terra e fate i contgi con la realtà. Non basta parlare ad una piazza arrabbiata per avere il plenum di voti. Per fortuna la democrazia è bella per questo. Neanche Hitler poteva contare sul 100% dell'elettorato ammesso che nel suo tempo erano possibili le elezioni. Riflettete ed evitate di sprecare questa occasione per mettere le mani su alcune riforme prioritarie che veramente possono costituire una inversione di tentenza della politica italiana.Un giorno mi ringrazierete ma non fate che sia troppo tardi!!!!!!!!!!!!

Francesco P., Roma Commentatore certificato 10.03.13 19:21| 
 |
Rispondi al commento

- Conterò poco, è vero:
- diceva l'Uno ar Zero -
ma tu che vali? Gnente: propio gnente.
Sia ne l'azzione come ner pensiero
rimani un coso voto e inconcrudente.
lo, invece, se me metto a capofila
de cinque zeri tale e quale a te,
lo sai quanto divento? Centomila.
È questione de nummeri. A un dipresso
è quello che succede ar dittatore
che cresce de potenza e de valore
più so' li zeri che je vanno appresso.

TRILUSSA.

giovanni schiavoni 10.03.13 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Voglio dare un incoraggiamento ai ragazzi del M5S.Sono sicuro che faranno un buon lavoro. Voglio però dare il mio consiglio: non alleatevi con nessuno ma date la fiducia al governo Bersani.Ponete poi delle condizioni e fate in modo che il paese esca da questa situazione e mettete a conoscenza tutti delle vostre mosse.
Se non faceste così rischiereste di essere divorati dai media che vi accuseranno di aver rovinato l'Italia. Perdereste inoltre quella parte di elettori che vogliono delle risposte adesso, e che non capirebbero le vostre mosse. Se Beppe continua a ripetere che vuole distruggere tutto per arrivare al 100% dei voti, non attira simpatie neanche tra coloro che lo hanno votato. Lasciamo quindi che si danneggino da soli, sono troppo presi dai loro interessi personali. Il PD vuole cambiare la carrozzeria della propria macchina (parlo di Renzi) ma non pensa al motore. Questo sarebbe il dopo Bersani, e partirebbero con un'alleanza con Monti. Peggio di così non si potrebbe andare. I democratici poi non capiscono che se non collaboreranno con una politica seria, che solo il M5S può dare, spariranno sotto l'ombra dell'evidenza. Lasciamoli dunque governare e aspettiamo le loro mosse. L'importante è essere sempre li, presenti e lasciare che il popolo sappia.
Quindi: Fiducia SI - Alleanze NO

Dario Vannucci Commentatore certificato 10.03.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ne populista , ne demagogo
Il termine che a mio parere si addice , sarebbe PRE-DITTATORE.
Esiste DEMOCRAZIA in cui non si riesce a trovare accordo , tra diverse opinioni e perché ?
Si vuole forse arrivare alla dittatura col 100% e non avere più problemi , ma sarete sempre al 99% , perché non avrete il mio voto.
A fronte di proposte del PD , l’unica risposta che si ha è no e sempre no .
Ma dove si vuole arrivare ?
Alla guerra civile tra due che dicono di volere la stessa cosa , ma non si accordano , perché in realtà ognuno vuole la morte dell’altro ?
Il paese è nella merda e Due Prime Donne non si accordano ; senza contare che c’è una Terza Donna sempre data per morta , ma che poi ogni volta resuscita , e che nel frattempo ha fatto il bello ed il cattivo tempo sempre con il voto libero dei cittadini che gli hanno dato la maggioranza , ma non la dittatura.
Qui siamo nella prima fase , sia di Cola Di Rienzo che di Masaniello e ci aggiungerei anche Cristo , palme , onori , blog e poi li mettono anche in croce .
Ma dove è la differenza tra Grillo e :
- La massa di imbesuiti pieni di se
- I tarlocchi storditi
- I manovratori centro-sinistri fuori della Storia
- I gattopardi indelebili
Io non voglio la rivoluzione .
Per me non c’è bisogno di suonare le trombe .
Basta trovare democraticamente un accordo , facendo valere le proprie idee , in un civile confronto.
La manfrina del gatto e della volpe non piace neanche a me , ma le regole della democrazia con cui vivo , che rispetto e che spero rispettino anche gli altri , per me sono Sacre.
Ed anche l’illustre Sig. Dario Fo dovrebbe invitare a rispettarle e se poi proprio vuole si faccia un bel giro di rock con Grillo . Ma non continui a seminare discordia , perché in tutti questi anni , così facendo , tra Lui e Bertinotti , non si è mai riusciti ad avere una SINISTRA DEMOCRATICA ed UNITA , che potesse fare realmente qualcosa per i tanto decantati CITTADINI .

pippo e francesca Commentatore certificato 10.03.13 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Caro Movimento a 5 Stelle, continuo a non capire cosa vuoi fare, oppure ho paura di capire che non vuoi fare niente, vuoi stare nell'immobilità mentre questo paese affonda.
Se pensi che l'immobilismo sia una tattica che paga ti posso assicurare che stai sbagliando, ma la mia paura più grande, la perdita di ogni speranza è la sensazione che tu stia là per dare una falsa speranza alle persone, che questo movimento sia il parafulmine delle proteste popolari per fare in modo che i vecchi partiti risorgano.
In cuor mio però spero che tu riesca a dare una svolta importante al modo di fare politica in questo paese, ma il dubbio mi tormenta.
Forse è vero che tu sia il peggior nemico del popolo.
Voglio credere o illudermi di sbagliarmi perché ti ho votato.

Umberto Ciccarelli, Napoli Commentatore certificato 10.03.13 17:33| 
 |
Rispondi al commento

hai lavorato 55 anni, non sei il solo.
rischi di perdere la pensione , non sei il solo.
sei arrabbiato ,non sei il solo.
caro amico mio,
appena letto il tuo commento mi sono un pò offeso,ma non fa niente, volevo semplicemente offrire uno spunto di riflessione a chi avesse voluto coglierlo.
sono sicuro che nel movimento stesso pochi si rendono conto di quanto stia realmente accadendo.
altrimenti non leggerei tanti commenti come il tuo,
qui non si protesta qui si fa la rivoluzione . e la rivoluzione è come la peste si espande e fa paura, colpisce santi e peccatori.
non so per quale motivo mi hai chiamato in causa , usando una comicità irrispettosa visto che non ci conosciamo e visto che nel mio post non offendevo nessuno, comunque fa pure, sarà protagonismo.
io sono un contadino , e la pensione per cui io verso oggi 3000 euro l'anno, quando avrò 70 anni forse mi verrà restituita a piccole rate mensili di 482 euro.
ora se tu nei tuoi 55 anni di lavoro ti sei disinteressato di quanto accadeva davanti ai tuoi occhi, non lo so, ma se permetti per quanto mi riguarda oggi voglio lottare per il mio futuro in prima persona e il movimento è la mia forza e se tu staresti attento sarebbe anche la tua.
la rivoluzione principalmente , deve essere culturale e alla base di tutto deve esserci il rispetto.
la libertà ha un prezzo e io sono disposto a pagarlo.
dopo il rispetto esiste un'altra cosa che si chiama riconoscenza, che per l'azione svolta Grillo e Casaleggio meritano.
ora se i tuoi prossimi interventi non mancheranno di rispetto a presto, altrimenti ti faccio gli auguri per la tua pensione

domenic reina (), salerno Commentatore certificato 10.03.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo ,alle prossime elezioni,ti resteranno
i voti di casa pound degli ex leghisti e ex pdl
quelli,per intenderci,che ti suggeriscono|
"Spacca tutto" "Falli morire" "Maandali Aff...."
Ti auguro,in tale compagnia,di risollevare le già
scarse fortune dell'italia.

sergio re, milano Commentatore certificato 10.03.13 13:47| 
 |
Rispondi al commento

La situazione nella quale si trova il paese non ci permette di fare analisi sottili sulla terminologia ma richiede interventi responsabili ed immediati. Per ridurre i costi della politica, eliminare le Provincie, eliminare gli sprechi e le ruberie di una casta ladrona ed ingorda, modificare la legge elettorale e quella sul falso in bilancio, rendere più efficiente e veloce la giustizia evitando le prescrizioni di salvataggio del giovanile nonnino, combattere seriamente la corruzione e gli sprechi delle amministrazioni e contrastare l'evasione servono fatti ed azioni incisive. Gli spettacoli e gli insulti non portano a nulla e si rischia di perdere un'occasione, quella di mirare agli obiettivi succitati,che è unica nella storia del nostro paese grazie ai grillini ai quali si chiede ora un senso di maggiore responsabilità verso il paese e tutti i suoi cittadini.

Tino F. Commentatore certificato 10.03.13 11:59| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO POST E' PER COMINIC RIINA

Il tuo più che un commento, è una grande bufala! (per non dire cacata)

Io devo credere a Grilletto e Cacaseggio......io devo creare un movimento.......io devo lavorare come loro........ecc. ecc.

Uee! Cominic Riina Io ho lavorato, per 55 anni, da quando avevo 13 anni e adesso non voglio correre il rischio che qualche coglione mi faccia perdere la pensione.

Ti ricordo che c'è gente che ha cominciato a suicidarsi per mancanza di reddito; altra gente che non è retribuita da istituzioni pubbliche (cosa mai avvenuta).
Se si continua a perdere altro tempo non rimarranno neanche più i soldi per le pensioni.
Quando si arriverà a tale punto andrai girando tu, Grilletto e Cacaseggio, per le case dei pensionati, a pagar loro la pensione?

Silvio R., Napoli Commentatore certificato 10.03.13 08:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buonasera a tutti e buonasera a lei signor Fo.
ho letto un bel pò di commenti, alcuni interessanti,alcuni no, indipendentemente che si parlasse bene o male del movimento e di Grillo.
quello che però mi ha colpito è l'ansia di risposte immediate, l'ansia di avere un governo subito, ansia ,ansia, ansia.
come se un governo potesse in 10 giorni un mese cambiare il nostro mondo.
e allora mi chiedo ,ma da dove nasce tutta quest'ansia.
a chi è figlia.
poi vedo un Bersani che per il bene del paese vuole un ' alleanza con Grillo.
e vedo Berlusconi che parla dell'assoluta necessarietà di garantire la governabilità nazionale.
governo,governo,governo.
scusatemi un attimo mi sono perso negli ultimi venti anni di governo Prodi-Berlusconi.
poi vedo un'europa che non si fa per niente i governi suoi e da tempo si fa i nostri.
Quindi ricapitolando Ber..sani vuole un governo, Ber..lusconi vuole un governo e l'Europa che ha assistito a 20 anni di fancazzismo italiano ora vuole un governo.
tutti vogliono un governo ,è necessario dicono e su questo sono d'accordo ma non ne capisco la reale urgenza, sia chiaro se fossero passati due mesi direi le vostre stesse identiche cose, ma dal voto sono 2 settimane e dagli 8 punti una.
avverto una leggera , leggerissima pressione su grillo
la sensazione avuta nel leggere i commenti è quella di un paese nella merda quasi a causa di grillo, cosa inspiegabile visto che in parlamento non ci ha ancora neppure fatto un peto.
e infine mi chiedo, anzi vi chiedo:
uno di voi che parla ha forse creduto prima di grillo e casaleggio al movimento 5 stelle, uno di voi che parla ha forse lavorato più di loro due per la nascita di questo sogno, uno di voi che parla ha forse dato vita a un movimento che conta milioni di persone, ebbene solo a quest'ultima domanda potrete risponder si ma principalmente grazie ai due appena citati.
se la mossa vincente è aspettare
aspettiamo in silenzio e forse cominceremo a governare l'ansia che ci governa.
buonanotte
Domenico .

domenic reina (), salerno Commentatore certificato 10.03.13 02:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo sorprendente che Dario Fo riesca a prendere una topica pazzesca mettendo "i soliti bordighisti" "alla testa" del "calderone anarcoide" alla Cola di Rienzo o Masaniello "che infatti finirono addirittura linciati dai propri sostenitori". Sono un comunista internazionalista, quello che gli altri chiamano un "bordighista" benché noi rifiutiamo questa denominazione, e siccome mi sento in qualche modo chiamato in causa sento il dovere di dare una risposta al signor Dario Fo affinché in futuro non incorra in errori così grossolani. In primo luogo occorre puntualizzare che noi "bordighisti" non attribuiamo alcuna funzione storica agli individui e alle loro iniziative personali e ci guardiamo bene dal tentare di assumere la direzione di movimenti che nulla hanno a che fare con la ripresa dell'autentica lotta di classe che contiamo di vedere entro pochi anni a causa del corso catastrofico che sta assumendo la crisi storica del modo di produzione capitalistico. Noi siamo inguaribilmente "attendisti", nel senso che prefiguriamo la nostra azione politica di "critica delle armi" soltanto in un contesto rivoluzionario in cui l'urto fra le due grandi classi della società borghese, proletariato e borghesia, sarà inevitabile. A quel punto non "faremo la rivoluzione" che come è noto nella teoria marxista si fa da sé, ma ne assumeremo la direzione, per indicare ai proletari gli obiettivi ai quali la loro classe deve puntare per realizzare i propri interessi storici che coincidono con l'unico progetto realistico e possibile per salvare la specie umana.
L'ignobile regime del capitale sta precipitando l'intera biosfera in un'orrendo processo di mineralizzazione, mentre la borghesia vedrà la soluzione alla crisi di sovrapproduzione nella distruzione di merci, capitali ed esseri umani in eccesso nella guerra imperialista. A quel punto il proletariato dovrà lottare per sopravvivere e troverà una direzione autenticamente marxista a guidarli verso la rivoluzione proletaria mondiale.

Maurizio Peggio 10.03.13 01:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come mai sig.Fo nel giro di una settimana ha cambiato idea? l'ho sentita ad 8 e 1/2 e da Gad Lerner ed era propenso ad un governo PD M5S per porre le basi per un'Italia più civile,cambia idea così facilmente?

anna antonini 10.03.13 00:52| 
 |
Rispondi al commento

Andate ad ascoltare questi due ragazzi che con niente hanno creato una cosa spettacolare e capirete perchè nulla può più contro la potenza della rete:

https://www.youtube.com/watch?v=IU1osj1skXM

Alessandro R., Cremona Commentatore certificato 10.03.13 00:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona sera Beppe, sto ascoltando - che tempo che fa - c'è Gramellini... e prima di lui Matteo Renzi, allora ho sentito il "bisogno" di scambiare qualche idea con lei sul dopo voto.
Lo straordinario risultato ottenuto dal Movimento rappresenta il fedele riscontro dell' altrettanta straordinaria necessità di cambiamento di cui ha bisogno il nostro paese ma anche l'ultima speranza per poterlo raggiungere democraticamente.
In questa fase credo che il Movimento debba collocarsi all' opposizione, non per sfruttare opportunisticamente questa posizione, ma per creare anche in Italia, finalmente, una democrazia compiuta: dove c'è chi governa e chi controlla veramente.
Questa cosa,il raggiungimento di una normalissima democrazia, è il primo grande contributo che il Movimento potrebbe dare al nostro Paese.
Stare all'opposizione, poi, non impedisce al Movimento,come già avviene, di essere propositivo o di avallare proposte che vengono giudicate positive sia sulle riforme istituzionali, dello stato, del lavoro e sulla fiscalità....
La responsabilità del governare,per ora,tocca a coloro che ci hanno portati fin qui.
Cordialità.

Piero Iaiani, Oleggio Commentatore certificato 10.03.13 00:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non é certamente questa la pagina giusta per quello che devo dire ,però vedo che è molto frequentata quindi... oggi (09/03/certamente 2013) da fazio fabio dopo la comparsa del "dead man walking" compare colui che nelle primarie "conquista "circa il 40% dei votanti e di fatto vincendo da solo contro l'apparato di partito(demo...cristiano). Scusatemi ma non so cosa abbia detto renzi ,ma ciò che mi sconforta è la solerzia della tv di stato nel fare sapere agli italiani tutti quello che i post politici abbiano da non dire!

fer 09.03.13 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Ora, in questo momento, c’è la possibilità di cambiare radicalmente l’Italia, il suo sistema politico, il suo inamovibile sistema economico. Il PD, sia pure in modo strumentale per quel che riguarda una parte del suo apparato dirigente, si assoggetterebbe alle riforme necessarie, anche oltre gli otto punti tanto declamati.

Il Movimento 5 stelle pensa che ci sarà in un prossimo futuro una possibilità migliore di quella che inaspettatamente si è aperta. Forse è così ma io non sono sicuro che, lasciata cadere questa, ci sarà un’altra opportunità.

Salvatore G. Commentatore certificato 09.03.13 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Boh... forse avete ragione voi, guadagno 1400 euro al mese lavorando su tre turni; devo prenotare visita oculistica a mio figlio di 7 anni e c'è posto per fine luglio. Intanto un miserabile parassita con i soldi che gli escono dalle orecchie, per evitare di andare a processo usufruisce del servizio pubblico e si fa ricoverare per una congiuntivite. Il silenzio su questa vicenda da parte del PD rende, ahi me, l'idea che fra cani non si mordono.
In effetti se è pur vero che il PD stando all'opposizione non aveva i voti per incidere più di tanto è altrettanto vero che la sua opposizione dialettica non è mai stata così veemente come doveva essere, si è lasciato fare perchè? ora basta .

Luca Pignataro 09.03.13 18:56| 
 |
Rispondi al commento

"Caro signor Ugo,
davvero Lei crede che un qualsiasi governo, formato sia pure con l'appoggio
di Grillo, farebbe le riforme che abbiamo reclamato in questa palestra!?.
Una auspicata presidenza di Dario Fo la sogna Lei ma, che io sappia, né
Berlusconi e tanto meno Bersani l'hanno mai proposta. Quella sorta di
governo che questi maleodoranti personaggi cercano di formare serve a
berlusconi per evitare la galera, a Bersani per mantenere in prima fila il
suo gruppo (Rosi Bindi, D'Alema, Fassino, Fassina,
Franceschini, Letta ecc..) evitando ancora di essere cancellati dalla scena
politica italiana.
Dunque Lei vorrebbe che andasse in fumo lo sforzo
che tutti noi stiamo compiendo per arrivare a fare piazza pulita senza la
quale nessuna delle istanze espresse dal voto si realizzi.
Leggendo il Suo intervento vedo come gli appelli di Napolitano possano aver
presa su persone che non hanno compreso quanto anche questo patetico
personaggio sia spaventato all'idea che tutto questo marcio sistema venga
spazzato via.
Se ancora non fosse convinto che nessuno dei governi proposti farà mai
leggi che riportino onestà e legalità nella politica, osservi come ancora
nessuno, ad eccezione dei grillini, abbia rinunciato agli appannaggi, alle
auto blu e a tutti quei tanti privilegi che ancora godono in barba alle
nostre difficoltà.
Lei è sicuramente libero di negare il voto a Grillo e io la invito a farlo.
Così favorirà la restaurazione di questa plutocrazia del malcostume
Noi non ci siamo mai fatti illusione che un 25-26%
di consensi potesse bastare a trasformare questa infame società di
magnaccia. Forse Lei ignora che questi bancarottieri non si fermeranno
neppure davanti ad un golpe militare pur di restare in sella. Ecco perché
Grillo parla e spera di arrivare al un 100% di consensi senza il quale
non si avrebbe la forza di capovolgere totalmente una situazione che, mi
pare, non piaccia neanche a Lei. Si rende conto che anche l'ex Papa ha
messo la Chiesa con le spalle al muro? La saluto"

ANNIBALE BERNARDESCHI 09.03.13 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Direi a Grillo


Direi a Grillo va e governa, oppure fai seria opposizione, non fare come i pittori o gli scrittori che hanno dipinto la povertà provenendo da famiglie più agiate, da cui sembra provenga anche Tu, altrimenti i tuoi uomini finiranno schiacciati come il grillo di pinocchio.
La povertà molti di noi non la conoscono, ma, se in difficoltà, possono aver conosciuto a fondo lo “spettro della povertà” ed è assolutamente orribile.
Se facendoci, anche tu, ridere un po’, riuscirai lo stesso a strappare a chi governa vantaggi o migliori favori per chi lavora, per chi ha lavorato, per chi vorrebbe lavorare, avrai già fatto qualcosa di buono.
Mirare alle grandissime imprese del tutto per tutto non è tipico del nostro popolo, molto amante della commedia dell’arte.
Apriti alle possibilità che il momento politico ti offre, stai dalla parte del più debole, ricostruisci lo stato sociale un po’ per volta e forse sarai servito a qualcosa; sai essere qualcuno che usa la satira e l’ironia,ma attento a non perdere il gusto dell’auto-ironia, perché -rifletti- non solo alla corte dei nani esistono coloro che non riconosceranno mai che “Il re è nudo” neanche se ne vedono le terga , cioè il lato B.

Angela Barresi simpatizzante del M5S

ernesto marziale, taurianova Commentatore certificato 09.03.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Appello a Beppe Grillo e al Movimento 5 Stelle: se non ora, quando?
Caro Beppe Grillo, cari amici del Movimento 5 Stelle,
La Trappola di Repubblica
Remo Bodei
Roberta De Monticelli
Tomaso Montanari
Antonio Padoa-Schioppa
Salvatore Settis
Barbara Spinelli

Francisco Sposato 09.03.13 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Dario sei mitico. Spero di vivere appieno i risultati di una rivoluzione che passerà alla storia.

Pierpaolo Taris 09.03.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

Io ti ho votato e come me tanti altri. SE NON APPROFITTIAMO QUESTO MOMENTO STORICO IO E TANTI ALTRI NON TI VOTERANNO PIÙ.

Avevo proposto di candidare DARIO FO (premio nobel) di prestigio internazionale quale premier o presidente del consiglio per un periodo di un anno per via di un consenso accettabile e più ampio e, quindi, per poter approvare quei punti strutturali necessari per cambiare una volta per tutte questo paese.

PER TANTO, NON SONO AFFATTO D'ACCORDO - qualora non si desse la fiducia a un governo pragmatico imperativo per poter fare quelle riforme necessarie per cambiare l'italia- CHE IL M5S RADDOPPIEREBBE IN CONSENSI ALLE PROSSIME ELEZIONI, PERCHÉ IO NON VOTERÒ PIÙ IL M5S E COME ME TANTI… MA TANTI ALTRI ITALIANI.

APPROFITTIAMO –ADESSO- QUEST’OCCASIONE STORICA esortando quelli che la pensano come me di firmare l’appello del quotidiano La Repubblica: http://temi.repubblica.it/repubblica-appello/?action=vediappello&idappello=391293

Un cordiale saludo

Ugo Ottavio Commentatore certificato 09.03.13 15:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che è iniziato ormai non si può più fermare e dico finalmente non si può più fermare!! Chissà perchè ora molti sono disponibili ad alleanze che solo qualche giorno prima delle elezioni nessuno ipotizzava. Hanno paura di perdere la sedia sotto il culo ovvero il potere , l'arroganza ecc. ma finalmente non si torna più indietro.
Grazie Grillo !!

luigi m., trento Commentatore certificato 09.03.13 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi segnalo un articolo molto interessante:

http://corsolinguistica.altervista.org/il-dizionario-di-dario-fo/

Dario Scozia 09.03.13 14:37| 
 |
Rispondi al commento

sul Dario Fo' candidato presidente di Beppe Grillo andate a rileggervi cosa diceva nel 2011 su Pisapia e Vendola...questo personaggio e' uno Schettino dell'ultima ora...riripeto contenti voi cari grillini contenti tutti...

Simon 09.03.13 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, Casaleggio e la democrazia virtuale

La rete: da straordinaria risorsa a pericolo per l'ordinamento democratico

Segnalo un'interessante articolo:

http://www.lavoroergosum.it/?p=1521

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 09.03.13 13:26| 
 |
Rispondi al commento


SE VUOI CAPIRE IL TUTTO VAI QUI
PERCHE' IL RESTO E' NOIA

O Ora O Mail Piu' MY_5

https://www.facebook.com/pages/O-Ora-O-Mai-Piu-MY_5/156113364546862?ref=hl#

my5 09.03.13 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo,

La vostra e' una splendida iniziativa!

Non bloccatela in un inutile,ora ,gioco al massacro,vostro e di tutti.Siediti a trattare e confronta le tue idee non arretrando ,con chi ha il dovere civile ed etico di ascoltarti.
Abbiamo visto troppe volte sfiorire queste primavere di speranza nella demagogia inutile.
Hai fatto una cosa grande,non deluderci.

alberto biscarini 09.03.13 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Cercate di trovare uno straccio di accordo, tanto per fare almeno la legge elettorale e poi torniamo al voto. Così rischiate di far incazzare la gente più di quello che !!!!! Mica ve li dovete sposà


LA RIVOLUZIONE E' IN ATTO
Se la situazione presente si spogliasse delle sovrastrutture giornalistiche e propagandistiche ci apparirebbe evidente che la rivoluzione è in atto.
Da sempre per rivoluzione si è inteso un sovvertimento violento tendente a demolire l'establishment. Questo tipo di rivoluzione si è sempre dimostrata inefficace tant'è che ad essa seguiva immancabilmente una restaurazione. Ciò è tanto vero quanto il fatto che a tutt'oggi il mondo è governato da un sistema di potere che esclude totalmente la partecipazione delle popolazioni. Nel "sistema" cosiddetto democratico
i cittadini, votando, delegano i partiti a rappresentare le loro istanze. Dopo di che, per cinque anni, non vi è alcuna possibilità di intervenire a correggere possibili deviazioni da una sana gestione della cosa pubblica. E' così che la situazione è degenerata al punto in cui siamo.
Al"fulmine" Grillo,che ha dato fuoco alle polveri,
è seguito un tuono che ha lasciato attoniti tutti i politici, ad eccezione di Napolitano che, come il "peggior sordo", continua a non voler sentire.
Se il capo di stato preferisce essere l'unico a nascondere la testa sotto la sabbia e, per suo dire, ha la vista offuscata dalla nebbia ciò non si deve a disturbi senili, bensì al fatto che ha vissuto tutta una vita immerso in un sistema che teneva i potenti lontano dalla realtà del Paese.
Quando si cominciano a sfaldare i principi base di
un "sistema stato" che infierisce sui cittadini con politiche fiscali sanguinarie, con una gestione corrotta e corruttrice non bastano i "Monti" a rattoppare una situazione così drammatica.
Ora noi ci ribelliamo contro tutto ciò che ci ha soffocato e ci soffoca. Ora vogliamo riprenderci la nostra vita, il nostro futuro e quello dei nostri figli. E per realizzare questo dobbiamo spendere le nostre forze per fare piazza pulita.
Non saranno i Berlusconi, i D'Alema, i Bersani, le Rosi Bindi né il nuovo Papa a fermare questa rivoluzione per rinnovare Stato e Chiesa. Ciao

ANNIBALE BERNARDESCHI 09.03.13 12:27| 
 |
Rispondi al commento

E' chiaro che quello che conta non è il significato in termini ma ho pensato che fosse meglio cercare di contribuire a chiarire anche quello, per onestà intellettuale. Dopodiché io personalmente ritengo che la cosa migliore è pensare a come arrivare ad una equità sociale e al bene comune. E se il populismo è questo, ben venga. Punto. Sono d'accordo con Dario (a parte quel "vola di sotto" :-) ).

Karlenando 09.03.13 12:03| 
 |
Rispondi al commento

"ACQUIETARSI NELL'OBLIO DELLA TRADIZIONE (compendio) 2

nuovamente a disposizione della casta . Allora ci stiamo prendendo per il culo per l'ennesima volta .Magari tutti questi finti rivoluzionari portano una t.shirt marcata Che Guevara. Cambiare non è facile, costa sacrifici, ma se si vuole cambiare veramente c'è bisogno di coraggio, coerenza, determinazione.


omero persia 09.03.13 11:19| 
 |
Rispondi al commento

"ACQUIETARSI NELL'OBLIO DELLA TRADIZIONE (compendio) 2

Se si tratta di falsi sostenitori, ovvero militanti PD travestiti e impegnati a destabilizzare, la cosa non sorprende più di tanto. Ma se stiamo parlando di elettori autentici leggendo, non tutti, ma molti di questi post, c'è da farsi prendere dallo sconforto. Molti commentatori che hanno dato il loro voto al movimento5stelle, sono pentiti di averlo fatto in quanto Grillo non cede alle lusinghe di Bersani per andare a formare una maggioranza di governo tappabuchi che scongiuri una crisi sempre più preoccupante, quasi come se questa crisi fosse stata generata da Grillo e non dallo stesso PD insieme all' alter ego PDL. Questi signori evidentemente non hanno capito che se Grillo cede a Bersani, nel giro di non molto tempo, tutti i significati alternativi, rivoluzionari del movimento sarebbero spazzati via e così i 5stelle verrebbero del tutto delegittimati, una sorta di punto e daccapo. Si può fare un governo con Bersani a condizione che accetti nella sua interezza il programma del movimento, con la consapevolezza di correre il rischio di collezionare promesse non mantenute. Se si voleva, poi, un governo Bersani, allora si faceva prima a votare PD. Non ci sarebbe certo da stupirsi ,se questi signori, nel nome della stabilità politica, potessero vedere un eventuale e probabile governissimo, come un atto di responsabilità assunto dai due partiti che hanno rovinato L’Italia, PD e PDL contano molto su questo alibi che gli stessi elettori potrebbero fornirgli. D’altronde il nostro è il paese dei balocchi o, meglio, dei paradossi. Io ritengo, invece, che adesso sia il momento di tenere duro, di avere coraggio se vogliamo sostenere un effettivo cambiamento a cui tutti i votanti 5stelle dovrebbero aspirare. Non si può dare fiducia ad un movimento , chiaramente rivoluzionario, per poi cagarsi addosso e scusarsi per averlo fatto, solo perché si voleva mettere paura ai soliti noti ed essere pronti a rimettersi in riga

omero persia 09.03.13 11:17| 
 |
Rispondi al commento

I cittadini pur di protestare contro il vecchio sistema dei partiti, protesta sacrosanta, lasciano però a Grillo proposte vaghe sui poveri come il "reddito di cittadinanza".
Il "reddito di cittadinanza" non esiste in nessun paese europeo perchè è dato a tutti i residenti indipendentemente dalla loro condizione economica mentre il "reddito minimo" esiste in tutti i paesi UE, eccetto che Italia e Grecia, ed viene dato solo alle famiglie in povertà per assicurare loro un livello di vita dignitoso, dato che non dispongono di loro risorse per farlo in modo autonomo.
Il WELFARE deve essere ridisegnato in linea con i paesi europei, per assicurare un livello di "REDDITO MINIMO" PER CUI NESSUNO DEVE CADERE SOTTO UN LIVELLO MINIMO DI DIGNITÀ.
Grillo dovrebbe chiarire meglio cosa intende fare, perchè la prima ipotesi porta solo consensi al M5S e niente altro che possa incidere veramente nel sociale, mentre la seconda porta meno consensi al M5S ma potrebbe veramente incidere nel sociale sulla crisi attuale delle persone. Con il reddito minimo Grillo con il suo M5S porterebbe un contributo determinante alla riduzione delle disuguaglianze in Italia che deve essere la base oggi di ogni discorso politico serio.

Claudio G., roma Commentatore certificato 09.03.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a Tutti i ragazzi delle 5 stelle questa volta ci siamo , si comincia a lavorare sul serio e proprio tramite il lavoro che sapremo dimostrare come rendere più efficace questa nostra macchina statale
Ps
Suggerimento per l app su iPad :
Potreste aggiungere la possibilità di poter ingrandire il testo direttamente sull' app senza fare copia incolla e passare su word
Un esempio c' e' l app del tg1 che ha due possibilità' t piccolo e T grande

Mauro ferracci 09.03.13 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti
leggo e sento da più parti varie critiche a questo intervento di Fo, soprattutto in merito al supposto cambio di casacca del signor Dario; leggo e sento da più parti varie puntualizzazioni sull'etimo di demagogo e populista.
Io credo che:
a) alla fine il buon Dario ha trovato il movimento che ne rappresenta al meglio le idee e i sentimenti. Credo anche che abbia risolto le apparenti incongruenze delle sue scelte: dall'appoggiare Pisapia nel non dar la cittadinanza al Dalai Lama (per non offendere la comunità cinese milanese, come dire che Tibet sta cannoneggiando l'inerme popolo cinese), al dichiararsi valsusino (e a proposito di Valsusa, vado un attimo offtopic: ma com'è possibile che il Pd appoggi la TAV? Chi sono i terminali ultimi, penultimi, mediani e primi della pioggia di finanziamenti? Com'è umanamente ammissibile che uno degli esponenti di spicco del PD Piemonte risponda al nome di Stefano Esposito? Che l'Espresso mi ci fa una bella inchiestina?)
e b) per quel che ho caito io, la precisazione etimologica è un preambolo per lo sviluppo del punto centrale dell'articolo, in cui io leggo il distacco del Dario dal PD, ma soprattutto da una certa parte del PD, e il totale appoggio al movimente delle cinque stelle. Io ci leggo uno schieramento, e un altolà.
Poi se ci si vuol masturbar le meningi su cosa dica un dizionario piuttosto che un altro sappiam già come finisce.

Stefano Briarava 09.03.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dario Fo,ti invito a rileggere ( e meditare sugli applausi )il " Discorso di insediamento del governo Mussolini" che troverari a Google.Sei stato un artista eccellente,premio Nobel meritato,al contrario di quello che dicono quelli di centrodestra.Ma ora ti sei fatto prendere dalla nostalgia dell'adolescenza quando hai percorso tutta la carriera di allora da figlio della lupa a balilla ad avanguardista e giovane fascista;e dalla militanza nella RSI. Oggi per la rivoluzione non c'è bisogno dell'uso delle armi,come Mussolini; basta la violenza verbale per imporre la dittatura della maggioranza a guida del duce unico e col consenso popolare fanatico come quello suscitato da Mussolini.Buona lettura.

francolivi 09.03.13 08:47| 
 |
Rispondi al commento

eh beh non ci sono commenti da fare.. Dario for President

beatrice c., finale emilia Commentatore certificato 09.03.13 06:57| 
 |
Rispondi al commento

Io personalmente, che in fin dei conti a livello di radici culturali quasi quasi non arrivo alla tangenza con uomini come Dario,sono contentissimo voglio dire che uomini così prendano la parola, come Grillo, come anche Casaleggio, di più ce ne vorrebbero, non per comandare come qualcuno male intende ma per interpretare quello che sta accadendo, l'anima o lo spirito di un movimento che ha bisogno di voci oneste per riconoscersi, perchè le persone o i cittadini se piace di più si riconoscano, o riconoscano ciò che sono, si elevino per così dire al loro rango di diritto, che non è quello di comparse anonime sulla scena sociale ma di forze attive e risorse preziose, ognuno per quello che è, che pensa e certamente che sogna (il che può rivelarsi anche molto importante perchè i nostri sogni sono i semi del futuro).
Ora, i sogni, sia detto senza alcun romanticismo, sono fragili sul nascere, più o meno come il germoglio, hanno bisogno di attenzione e di cura particolari, soprattutto hanno bisogno di essere riconosciuti, interpretati, vorrei dire cantati come era per gli antichi cantori.
Perciò, mi sento di esprimere un ringraziamento a questi interpreti e cantori (che certo una mente un pò rigida può ben vedere come dei clown ma questo non è tanto spiacevole in fondo se uno capisce cos'è davvero un clown e quello che fa)per il loro lavoro, per la loro passione, per la loro dedizione in questa cosa, anche se devo ammettere che io personalmente ancora faccio un pò fatica a comprenderla bene.
Ad ogni modo, buona fortuna a tutti, fuori e dentro il movimento 5 stelle, per questi tempi che a quanto pare sono difficili davvero ed hanno bisogno che riscopriamo una sobria ma forte fiducia reciproca.

Diego di Montesangro 09.03.13 00:25| 
 |
Rispondi al commento

E andate anche a vedere cosa dice Wikipedia:
"La parola populismo può avere numerosi campi di applicazione ed è stata usata anche per indicare movimenti artistici e letterari, ma il suo ambito principale rimane quello della politica. In ambito letterario si intende per populismo la tendenza a idealizzare il mondo popolare come detentore di valori positivi.

Il largo uso che i politici e i media fanno del termine "populismo" ha contribuito a diffonderne un’accezione fondamentalmente priva di significato: è rilevabile infatti la tendenza a definire "populisti" attori politici dal linguaggio poco ortodosso e aggressivo i quali demonizzano le élite ed esaltano "il popolo"; così come è evidente che la parola viene usata tra avversari per denigrarsi a vicenda – in questo caso si può dire che "populismo" viene talvolta considerato dai politici quasi come un sinonimo di "demagogia".

Origini del termine
Il termine nasce come traduzione di una parola russa: il movimento populista è stato infatti un movimento politico e intellettuale della Russia della seconda metà del XIX secolo, caratterizzato da idee socialisteggianti e comunitarismo rurale che gli aderenti ritenevano legate alla tradizione delle campagne russe.

Allo stesso modo il termine può essere considerato legato al People's Party, un partito statunitense fondato nel 1892 al fine di portare avanti le istanze dei contadini del Midwest e del Sud, le quali si ponevano in conflitto con le pretese delle grandi concentrazioni politiche industriali e finanziarie, e anch’esso caratterizzato da una visione romantica del popolo e delle sue esigenze."
Se poi qualcuno vuole vederlo negativo faccia pure.
Punto

Karlenando 08.03.13 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Se riportate la Treccani fatelo per intero:
"1. Movimento culturale e politico sviluppatosi in Russia tra l’ultimo quarto del sec. 19° e gli inizî del sec. 20°; si proponeva di raggiungere, attraverso l’attività di propaganda e proselitismo svolta dagli intellettuali presso il popolo e con una diretta azione rivoluzionaria (culminata nel 1881 con l’uccisione dello zar Alessandro II), un miglioramento delle condizioni di vita delle classi diseredate, spec. dei contadini e dei servi della gleba, e la realizzazione di una specie di socialismo rurale basato sulla comunità rurale russa, in antitesi alla società industriale occidentale.

2. Per estens., atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Con sign. più recente, e con riferimento al mondo latino-americano, in partic. all’Argentina del tempo di J. D. Perón (v. peronismo), forma di prassi politica, tipica di paesi in via di rapido sviluppo dall’economia agricola a quella industriale, caratterizzata da un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici che possono così più agevolmente controllare e far progredire i processi di industrializzazione. In ambito artistico e letterario, rappresentazione idealizzata del popolo, considerato come modello etico e sociale: il p. nella letteratura italiana del secondo dopoguerra. "
Punto

Karlenando 08.03.13 23:31| 
 |
Rispondi al commento

Perché non proporre 8 (o più) disegni di legge in cambio del sostegno al Governo?
Potrebbe anche essere un sostegno condizionato o a termine, potrebbe essere il Movimento a decidere se assumere solo una posizione di controllo o se partecipare e in che misura...Si potrebbero fare meraviglie

Loris Suriano 08.03.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Salve Sig. Casaleggio

Sono DALEMA

Come va? Spero tutto bene.

La disturbo perche' il Sig. Grillo non mi ha risposto.

Ho provato anche ha chiamare anche Berlusca , ma era troppo impegnato a scopare con le minorenni e non mi ha dato retta.

Volevo chiederle se gentilmente il M5S puo' cortesemente fare un inciucio con il PDmenoL e farmi fare il Ministro degli Interni per rubare il piu' possible per altri 20 anni.

Cortesemente voglia accettare la canditura anche del sig. Gargamella e la sig.ra R. Bindi rispettivamente come Ministro dell'economia e affari esteri.

Sarebbero perfetti come immagine dell'Italia nel mondo oltre che non lascerebbero neanche 1 euro agli italiani.

Se ha bisogno di un nostro curriculum vitae glielo mando via mail e le anticipo che siamo politici di professione con alle spalle piu' di 30 anni di esperienza nel ladrocinio e nel settore del furto, in particolare nella specializzaione del furto di fondi pubblici, rubati dalle dichiarazioni dei redditi degli italiani.

Grazie per la Cordialita' e per La Sua Cortese Disponibilita'

Distinti Saluti
Sig. M.DALEMA
Via del Nazzareno,
angolo delle Botteghe Oscure,
Roma

Giulio Cesare Cesare (pd-l e' demoniaco), roma Commentatore certificato 08.03.13 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, mi ripeto, la mia opinione è quella di non fare nessun accordo con il pd. Se dovrà nascere un governo Bersani sarà senza fiducia del M5S al massimo un governo di minoranza con i deputati 5 stelle che escono dall'aula. Io ti volevo comunque parlare di altre due cose. Prima: le liste civiche, io ti seguo dalla prima ora e abbiamo costituito una lista civica a civitanova marche nel 2007( raccogliendo tra l'altro 3.000 firme in occasione del 1° VDAY ). Tu all'inizio dicevi che le liste civiche presenti nel territorio sarebbero state certificate, a 5 stelle appunto, poi il movimento è andato in un altra direzione e con le liste civiche presenti nei territorio non si è fatto nessun ragionamento, visto che non ci sarà nessuna possibilità di fare accordi con i partiti ormai destinati a morte certa, non credi sia il caso di iniziare a parlare con le VERE liste civiche presenti nel territorio che sono i soli interlocutori possibili, attenzione, però non parlare con i vertici nazionali, come tu sai si è costituita una lista civica nazionale, ma attraverso i M5S locali con le varie espressioni delle liste civiche locali, dobbiamo considerare che faranno di tutto per evitare al m5s di cambiare questo paese e quindi la prosszima volta bisognerà superare il 50 % dei consensi. Seconda: tra poco ci saranno le elezioni europee il movimento non si pouò e non si deve fermare in Italia, il sogno che abbiamo per potersi realizzare deve superare le barriere nazionali, altrimenti non funziona, solo con un europa, meglio ancora con un mondo che ragiona in questa maniera questa nuova civiltà può sopravvivere e anche prosperare. Non fermiamoci a gongolare sul risultato ottenuto ora bisogna iniziare a lavorare sul serio per permettere ai cittadini di altri paesi come Spagna Portogallo Grecia ma anche Germania e Francia di avere questo meraviglioso sogno. Un abbraccio Paolo

paolol r., civitanova marche Commentatore certificato 08.03.13 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Perchè Grillo non consulta la base su un'eventuale alleanza temporanea con il PD?

--------------------------------------------------------------------------------

Perchè?

lucidissmo articolo,che trasuda intelligenza e acume nel leggere gli avvenimenti, di Curzio Maltese: da leggere


Grillo, permette una domanda?
di CURZIO MALTESE

A Berlusconi abbiamo fatto per anni tante domande, senza successo. A Grillo oggi se ne può rivolgere una sola. Questa: ma perché non consulta la sua base sull'eventuale alleanza col centrosinistra?

Beppe Grillo ha detto alla stampa tedesca che vuole far decidere la permanenza o l'uscita dall'euro dell'Italia attraverso un referendum on-line. Sarebbe una scelta storica, con conseguenze colossali e forse catastrofiche per la vita del Paese e l'economia europea, mondiale. Ma, spiega Grillo, queste sono le regole della nuova democrazia nell'era di Internet, dove non ci sono leader, uno vale uno e su tutte le decisioni, anche le più gravi, bisogna consultare direttamente la base attraverso il voto on-line. Benissimo. E allora perché non chiedere alla base degli elettori M5S, con un referendum, se vogliono o non vogliono allearsi per pochi mesi con il Pd allo scopo di approvare in Parlamento qualche urgente riforma, peraltro contenuta nei loro programmi?

Grillo, Casaleggio e tutti i cantori della democrazia on-line ammetteranno che si tratta di una scelta molto meno importante rispetto all'abbandono della moneta europea. Si tratta semplicemente di votare un accordo a termine, con pochi punti programmatici, dal quale si può recedere in qualsiasi momento, facendo mancare la maggioranza col voto di sfiducia, nel caso in cui gli impegni non vengano rispettati. Poca cosa davvero, al confronto di una drammatica uscita dall'euro, una strada dalla quale l'Italia non potrebbe mai più tornare indietro. E dunque, che cosa aspettano?

In questi giorni non si parla d'altro che di questo, fra italiani. Quelli che hanno votato Grillo e quelli che.....

monica t. Commentatore certificato 08.03.13 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Dario Fo, ammiro molto la tua onestà intelletuale, ma ti devo aggiornare sul Mercato delle vacche che non si svolge solo adesso in prossimità di Montecitorio ma si perpetua da anni in molte zone del territorio Italiano soprattutto al limitare delle zone industriali in crisi...Il caro Enrico Letta che chiede tanto di mettere le carte in tavola e di essere sinceri alla fine dei giochi faccia la cortesia di dire anche lui la verità di come sia andato in giro a promettere e a rassicurare gli imprenditori che avrebbero garantito a tante aziende che li avrebbero aiutati facendogli avere prestiti e finanziamenti dalle banche se gli avessero garantito un cospicuo contributo in prossimità delle elzioni mettendoli poi in realtà in mano alle loro banche che dopo avergli dato un minimo di credito li hanno poi strozzati.

tiziana boccacci 08.03.13 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, Casaleggio e la democrazia virtuale

La rete: da straordinaria risorsa a pericolo per l'ordinamento democratico


Segnalo un'interessante articolo:

http://www.lavoroergosum.it/?p=1521

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 08.03.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo, che classe, che ritmo, che vitalità.
Ti stimo Dario e sono abbastanza d'accordo con te

gianpaolo iannace 08.03.13 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono paure da debuttanti. Se non vi sbranano loro vi sbraneremo noi, dovette buttarvi, lottare per dimostrare che riuscite a domare la tigre altrimenti morirete da grillini.

Michele Randi 08.03.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Ho molta stima per Dario Fo ma non riesco a capire la paura di essere "fregati" !
Al Senato visti i voti il M5S può "staccare "la spina se chi ha promesso "sgarra" da quel che era stato pattuito e far cadere il governo!
Siamo ancora alle schermaglie iniziali ma vorrei capire meglio.
Ma la priorità è il M5S o gli Italiani ?
- A me sembra che anche il M5S ha iniziato a prendere atteggiamenti da "furbi" della vecchia politica ! Vedi la storia di "tenere in vita" Monti che vanno ripetendo figure "vicine" al M5S.Prima era il "peggio del peggio" , era "Rigor Mortis" ed oggi quella vecchia minestra se è riscaldata va bene ????? Se è questa la "nuova politica" è più vergognosa della vecchia !!!
-Mentre il paese sta morendo, la gente ha già perso il lavoro, molti altri lo stanno perdendo vogliamo continuare a farci le "s..he mentali" o dobbiamo tentare di far qualcosa ?
- Aspettiamo altri 6 mesi affinchè il M5S tenti di arrivare al 50% ( non è scontato) per andare di nuovo a votare ? Per 1 anno vogliamo cercar di far ripartire la "RUOTA del LAVORO " o dobbiamo morire tutti in questo periodo ? Da molti commenti forse non tutti si rendono conto di quanto siamo vicini alla...Grecia !!!
-Un nuovo governo che dia un cambio anche d'immagine e rinnovamento con figure fuori dai partiti e di provata ONESTA' come Rodotà, Davigo,Bocassini ecc . Con un programma di pochi punti che sono quelli sempre detti e mai fatti può essere una soluzione "meno peggio" per andare avanti .In alternativa alle molte chiacchiere anche "giuste" ma che non partoriscono mai niente come nella "vecchia" politica !!!

Renato G., roma Commentatore certificato 08.03.13 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Vocabolario Treccani . Populismo : atteggiamento ideologico,che,sulla base di principi e programmi genericamente ispirati al socialismo,esalta in modo demagogico e velletario il popolo come depositario di valori totalmente positivi.

Salvatore Boschini 08.03.13 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Il PD ha vinto le elezioni, quindi il PD faccia il governo, il M5S voterà i provvedimenti del governo in base al proprio programma, fine. Se il governo salta perchè non raggiunge la maggioranza, vuol dire che la maggioranza e non solo il M5S non era d'accordo su quel provvedimento. Vedremo quali saranno i provvedimenti prioritari del governo......

Tutto Relativo 08.03.13 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque non è vero che il termine populismo abbia una connotazione positiva. Dalla Treccani - Populismo: atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Con sign. più recente, e con riferimento al mondo latino-americano, in partic. all’Argentina del tempo di J. D. Perón (v. peronismo), forma di prassi politica, tipica di paesi in via di rapido sviluppo dall’economia agricola a quella industriale, caratterizzata da un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici che possono così più agevolmente controllare e far progredire i processi di industrializzazione.

Francesca 08.03.13 19:30| 
 |
Rispondi al commento

abbastanza comico il fatto che oggi le istituzioni chiedano, facendo passa parola dei voleri di mercati e politici internazionali, di fare presto, in un clima di collaborazione.

Fino a ieri le stesse istituzioni chiarivano che i tempi previsti devono essere rispettati, come le autonome prerogative e conseguenti scelte. Il parlamento sarà convocato il 15 e le consultazioni inizieranno il 19 Marzo 2013.

Chi è in ritardo ? di cosa parlano ? in tempo più breve decine e decine di cardinali (giovanissimi) sono arrivati da ogni parte del mondo e si preparano al conclave.

Fabrizio Grioni, Trieste Commentatore certificato 08.03.13 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Che situazione squallida, nascondersi dietro una stima di 3 milioni di spettatori , quali spettatori...... che guardano la grillina su canale 5, ridicolatizzata di domande e proposte che non riguardano il M5S,..........

Nicola ., La Spezia Commentatore certificato 08.03.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe!sei il più grande comico di questi decenni ed ora aspiri ad essere il più grande di tutti i tempi.Stai effettuando una grandissima recita a beneficio degli italiani perchè sei convinto che siamo tutti creduloni,attori o spettatori o entrambi allo stesso tempo e la stai facendo lunga per acuire l'attesa e vedere come la prendiamo.Alla fine ti defilerai, ti farai una grossa risata ,ci dirai che era tutto uno scherzo e che ce la dobbiamo sbrigare da soli,altro che 100%!
Poveri grillini cantattori in parlamento!E poveri quelli che preferiscono i grilli alle cicale.

mario spasiano 08.03.13 18:09| 
 |
Rispondi al commento

In Italia una donna su due subisce un qualsiasi tipo di violenza da parte di un uomo,spesso in famiglia.
Auguri.A tutte le stanche lavoratrici,in fabbrica e in famiglia a tempo pieno,16 ore al giorno,alle Managers pagate 20% in meno dei loro colleghi,a quelle che vengono chiamate “Signora” al posto di “Dottoressa” e “Dottoressa” al posto di “Rettore”.
Auguri a quelle incinte per cui licenziate e
alle giornaliste,che in piazza al Cairo,sono state stuprate,senza che nessuno le potesse aiutare.
Auguri a tutte le streghe e alle donne di chiesa che non mai diventarenno Papesse.
Auguri a quelle che la maternità gliela inculcano da piccole con il Cicciobello.
Auguri alle donne in politica che continuano a fare solo gli interessi degli uomini,senza ribellarsi mai e a quelle che si sono ribellate,ma che poichè erano prostitute,sono morte nelle fiamme.
Auguri a tutte le donne che hanno lasciato il lavoro per dedicarsi alla famiglia.A causa delle nevrosi che hanno comprano una quantità enorme di cibo ed elettrodomestici,le industrie non vi abbandoneranno.
Auguri a quelle che non divorziano non essendo economicamente e psicologicamente indipendenti.Auguri a degli esseri meno brutali dell’uomo,provviste di una maggiore potenza morale,capacità si sostenere la sofferenza,prontezza di sacrificio e coraggio come diceva Gandhi,il futuro è con voi.
Auguri a quelle che non credono alla frase precedente,a quelle che si sottovalutano in quanto donne e a quelle più maschiliste dell’uomo.
Auguri a tutte le donne che ancora moriranno,a quelle che sono libere e a quelle vendute come schiave.Auguri alle madri,sorelle,mogli,figlie,suocere,amiche,donne che sono sempre tutte belle!
"Gli uomini riusciranno a vivere in un mondo più equo,meglio organizzato,più valido,solo quando le donne avranno uno status più equo e valido.La conquista dell’uguaglianza riguarda entrambi."S.deBeauvoir.
Auguri a quelle che, in questo momento fanno l'amore con un uomo che si cura solo della propria soddisfazione.

Veronica S 08.03.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

caro Dario, caro Beppe, caro movimento.....speriamo che il Presidente ritorni "guaglione"....si ingrillisca...e arrapato da una nuova e giovine Italia..dia incarico a qualcuno con le ........., "colto politico" come dice Massimo C. che faccia dire a tutti noi:..........siiiiiii e vai......stavolta forse la facciamo sul serio la..........ne.

massimo mariti, ronciglione Commentatore certificato 08.03.13 18:04| 
 |
Rispondi al commento

Quando il popolo ha fame.....tutto cambia. È se si incazza anche il borghese allora e' ancora più' dura. Ancora ora molti non hanno capito che la rivoluzione non partirà dagli opera, ma da quelli come me che sono incazzati anche se lavorano a tempo indeterminato a 3000 euro al mese. La rivoluzione parte da me..

Benedetto Parodi 08.03.13 18:00| 
 |
Rispondi al commento

dario fo che delusione !!!!!!

alfredo dottavi 08.03.13 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo Presidente della Repubblica, ma quanti sono quelli che scrivono che si sono bevuti il cervello, fai l'alleanza con il PD, fate un governo col PD, ma li sentite quando parlano, altro che morti che camminano, non vogliono cambiare nulla tranne dare una rinfrescata alla facciata,(Vedi Travaglio)
Ascoltate invece colui che aveva dato del ladro ad un certo sig. Craxi quando voi non eravate ancora nati, se volete seguire il cambiamento seguite e date fiducia perchè Beppe più di così non può Fare e non si merita tutto il fango che gli stanno tirando addosso. FORZA BEPPE FORZA TRAVAGLIO DAGLI UNA MANO ANCORA PIU' FORTE, GRANDI MESSORA E BONAFEDE

roberto m., montecatini terme Commentatore certificato 08.03.13 17:32| 
 |
Rispondi al commento

mi sembra infantile e da scaricabarile il non voler partecipare alle vicende politiche post elettorali con la scusa puerilissima che non si vogliono inciuci con i ''partiti''. quando ci si presenta agli elettori e si ottiene la loro delega in misura di un quarto dei votanti occorre essere consci delle proprie responsabilita e della democrazia vera; il 60 per cento dei votanti M5S ha espresso la volonta di partecipare al governo come è giusto che sia per chi ha cosi larga delega popolare per imporre una svolta secolare e radicale alla gestione della cosa pubblica. Non ci si puo nascondere dietro il parere di pochissimi autocrati che hanno deciso che bisogna sfasciare soltanto senza nessuna assunzione di responsabilita. E' una fuga dai propri doveri e dal mandato del popolo non degno di un movimento democratico

giacomo saragosa 08.03.13 17:26| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Antonio, ti ringrazio di tutto. Dopo essermi connesso al sito www.eurocurriculum.com, che mi hai segnalato ho risolto il problema che mi stava a cuore. Ora sono a Londra, e penso di rientrare per alcuni giorni a Pasqua. Speriamo che nel frattempo facciano il governo. Forza deputati grillini appoggiate il PD, in modo che possiate mettere in pratica le promesse fatte.

Nello C., Milano Commentatore certificato 08.03.13 17:12| 
 |
Rispondi al commento

( NON FRAINTENDETEMI IO SONO CON VOI )

GRILLINI DI MERDA/ MOVIMENTO DI MERDA/
PARTITI DI MERDA/ STATO DI MERDA/
INFORMAZIONE DI MERDA/ POPOLO ITALIANO DI MERDA/
GRILLO TRADITORE /

IMPARATE DA QUESTA BAMBINA A CAPIRE QUAL' E'

IL VERO MALE DI QUESTA SOCIETA' ALLO SFASCIO

SIETE GRANDI NELL' INUTILE MA VI MANGIATE L' OVVIO

UNA BAMBINA DI 12 ANNI
SPIEGA IL SIGNORAGGIO BANCARIO

http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&NR=1&v=wYdAnlm8NTg

L' EQUADOR CANCELLA IL DEBITO PUBBLICO [Italiano]

http://www.youtube.com/watch?v=c_UM1fj3oV0

NEMMENO E' STATO MESSO COME PRIMO PUNTO NEL PROGRAMMA

RISOLTO QUESTO VERO PROBLEMA
CON UNO TZUMANI UNICO
VERSO BANCA ITALIA GOVERNI E PARTITI
EUROPA E BCE DEBITO SPAZZANDO VIA TUTTO

POTETE ALLORA SISTEMARE IL 50% DEGLI ITALIANI
INSACCATI E INUTILI E RICOSTRUIRE UN PAESE

PERCHE' IL RESTANTE 50%
SONO ITALIANI DOC.

NON CAPISCO PERCHE' I PIU' VOTATI SONO LE SCEMENZE
E NON VENGONO VOTATE LE VERE INFORMAZIONI
LA VERA MAFIA E' SOLO E UNICAMENTE QUI.

MY_5

my_5 08.03.13 16:54| 
 |
Rispondi al commento

grande dario! più chiaro di così si muore. Ma è proprio questo il punto: i partiti stanno morendo ed i loro apparati sono lì ai capezzali per cercare di aggiudicarsi una qualche eredità che gli dia da vivere dopo i funerali. No, non c'è nulla che vi salverà sansone muore con tutti i filistei e non rimarrà nulla per voi salvo la giusta memoria che meritate e di cui la vostra progenie si vergognerà. Scriveremo tutto nei libri di storia, finalmente la storia dei giusti e degli onesti. Le elezioni vi hanno dato un colpo mortale, purtroppo c'è da fare un pò d'agonia, siete in coma ma alla fine spirerete e pace all'anima vostra. fare governi con i moribondi non è nè giusto nè sbagliato, è semplicemente amorale e voi politici della vecchia guardia abbiate un pò di rispetto, almeno per voi stessi facendo l'ultima cosa vermente degna che vi rimanga da fare: andate a casa a testa bassa, siete in lutto.

ivana d., napoli Commentatore certificato 08.03.13 16:49| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=6LW7R5koqG0

Per i vecchi del 68' e per i giovani che avranno un futuro migliore.

giuliano ricatti 08.03.13 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Eppure, a me pare semplice: c'è finalmente la possibilità di realizzare alcuni cambiamenti di valore "costituzionale" (rispetto al berlusconismo): riforma elettorale, conflitto di interessi ecc. Non dovete sprecare l'occasione in nome di una pretesa purezza rivoluzionaria: sarebbe imperdonabile. Ovviamente, bisogna consentire la nascita di un governo e non è necessario alcun mercato delle vacche, basta una solida trattativa con il PD. Fino ad un certo punto si può arrivare, poi deciderete.


Al contrario di tanti altri, io vorrei solo esprimere la mia stima nei confronti di Dario Fo, che ha dato una lucida lettura della realtà. Vorrei però sottolineare che qui c'è il rischio che l'Italia si trasformi ben presto in una sorta di Repubblica di Weimar: l'orizzonte di speranze che ha creato la vittoria del movimento 5 stelle si potrebbe così trasformare in un incubo totalitario che spero tutti noi vogliamo evitare. Anche gli oppositori di Hitler si pentirono di non essersi uniti per salvare la democrazia. Questo potrebbe essere un giorno il medesimo destino di coloro che non voteranno la fiducia al governo.

Daniele C., Roma Commentatore certificato 08.03.13 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Va per la maggiore un giovanotto di 87 anni che diffonde cultura e talvolta si esprime in grammelot.
Ci ha spiegato il vero significato, etimologico, del termine inglese “clown”. Secondo lui, il capo popolo che irride le istituzioni e lancia proclami fascistoidi è in realtà un contadino giocondo; niente paura, allora, il meglio arriverà.
Non pago, Nonno Grammelot ci ha poi spiegato la differenza tra populismo e demagogia; quest’ultima, è chiaro, consiste nei comportamenti di chi usa false ragioni per attrarre il consenso di persone poco avvedute.
Bene: da giorni sul blog di Peppe Brillo compare indisturbato un articolo secondo cui tra le due principali coalizioni esisterebbero 10 o più punti programmatici condivisi; allora, che il governo se lo facciano loro, perbacco!!
Naturalmente, in tutte le democrazie moderne esistono principi condivisi tra le forze politiche di ogni segno; principi che discendono dalla cultura costituzionale che ciascuna forza parlamentare porta con sè, e dal senso delle istituzioni. L’estensore dei dieci punti però fa finta di non saperne nulla; il suo compito è arrivare almeno a 10 per superare 8. Dunque che fa? enumera banalità e sinonimi, sperando che nessuno se ne accorga.
Sperando che nessuno si accorga che l’Italia non ha “perduto” ma semmai “ceduto” la propria sovranità monetaria, attraverso un processo democratico, ad una istituzione sovra-nazionale al cui vertice si trova proprio un italiano. Che elencare “pareggio di bilancio”, “fiscal compact” e “Mes” è dire tre volte la stessa cosa: il vincolo di pareggio di bilancio è un elemento del fiscal compact e dunque condizione per poter fruire dei benefici del Mes. E così via, sperando che nessuno si accorga che il suo compito è solo arrivare a 10 perché 10 è più di 8, nient’altro.
Con rispetto vorrei ora porre una domanda a Nonno Grammelot. Questi sono esempi di populismo, o di demagogia? Spero la risposta arrivi presto.
Grazie

Mario Fiocca 08.03.13 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'atteggiamento del M5S di non accordarsi con nessuno. Questi sono i partiti che hanno portato l'Italia allo sfascio (proprio ieri un sessantenne che ha perso il lavoro si è dato fuoco in un bosco, e un imprenditore [psicopatico o no] è entrato negli uffici della regione Umbria e ha ucciso due impiegate la cui unica responsabilità era quella di trovarsi lì in quel momento). Il M5S è un movimento di nuova generazione, nessuno degli eletti è 'ammanicato' con i poteri che fino ad ora hanno come un cancro colonizzato lo Stato. La chiusura totale del M5S ad accordi con il PD, non è niet'altro che che l riprova della fedeltà a quello che sta nascendo, ossia una 'nuova forza politica', generata dal sistema stesso che è causa di una crisi economica che sorge dalla disonestà delle istituzioni. Il terrorismo mediatico che inscena panorami apocalittici di ingovernabilità non è che il contraccolpo del sistema per liberarsi di questa nuova forza politica.

Lorenzo B. Commentatore certificato 08.03.13 16:04| 
 |
Rispondi al commento

PRECISAZIONI LINGUISTICHE. Il populismo per la scienza politica [Wikipedia]
"... giornalisti e studiosi di scienze politiche usano spesso il termine in maniera contradditoria e confusa, alcuni per fare riferimento a costanti appelli alla gente che ritengono tipici di un politico o un movimento, altri per riferirsi a una retorica che essi considerano demagogica, altri infine per definire nuovi partiti che non sanno come classificare.
Negli ultimi anni diversi studiosi ...hanno definito il populismo come «una ideologia secondo la quale al ‘popolo’ (concepito come virtuoso e omogeneo) si contrappongono delle ‘elite’ e una serie di nemici i quali attentano ai diritti, i valori, i beni, l’identità e la possibilità di esprimersi del ‘popolo sovrano».
Regimi come quello fascista nella persona di Mussolini, quello nazista di Hitler e in generale la maggior parte delle dittature, sono un perfetto esempio del rapporto diretto fra il leader e le masse che si definisce populismo...
... la definizione di populismo è rimasta estremamente vaga, facendone per lungo tempo una comoda categoria residuale, buona per catalogare una grande varietà di regimi difficili da classificare in maniera più precisa ma nei quali era possibile ritrovare qualche elemento comune.... l’appello costante alle masse e un notevole potere personale e carismatico del leader. ..durante la seconda metà del Novecento...una categoria comune vari regimi del Terzo Mondo, come quello di Juan Domingo Perón in Argentina, Gamal Abd el-Nasser in Egitto e Jawaharlal Nehru in India, che non potevano essere definiti democrazie liberali né socialismi reali....Un’altra accezione ... è quella che lo rende un “contenitore” per movimenti politici di svariato tipo (di destra come di sinistra, reazionari e progressisti, e via dicendo) che abbiano però in comune alcuni elementi per quanto riguarda la retorica utilizzata. ... Il populismo guadagna perciò consensi nei momenti di crisi della fiducia nella "classe politica".... [per

Nanni (Giovanni) OMODEO ZORINI, gomodeozorini@gmail.com Commentatore certificato 08.03.13 15:55| 
 |
Rispondi al commento

"IL PROTAGONISTA DEL FALSO SCOOP SU GRILLO E' IL FONDATORE DEL PD :

INFORMAZIONI PERSONALI SUL FONDATORE DEL PD E PREGIUDICATO CARLO DE
BENEDETTI

NOME: CARLO DE BENEDETTI

RELIGIONE: EBRAICA

CITTADINANZA: ITALIANO CON PASSAPORTO
SVIZZERO

PARTITO POLITICO: FONDATORE DEL PD

FEDINA PENALE: PLURI-PREGIUDICATO

ORGANI DI STAMPA: ESPRESSO, LA REPUBBLICA,
GRUPPO C.I.R

MANDATO DI ARRESTO: E' STATO ARRESTATO

ALTRE ORGANIZZAZIONI: APPARTENUTO ALLA LOGGIA
TERRORISTICO MASSONICA P2
CONDANNE:

1. COINVOLGIMENTO NEL BANCO AMBROSIANO CON
ROBERTO CALVI

CARLO DE BENEDETTI Condannato ad 8 anni e 6 mesi di reclusione da scontare
in carcere

2. COINVOLTO IN TANGENTOPOLI
Pagato tangenti per 10 miliardi di lire ai partiti di governo e funzionali
all'ottenimento di una commessa dalle Poste Italiane.

3. NEL 2000
L'impennata in Borsa del valore delle azioni DI DE BENEDETTI, dovuta alla
notizia dell'ingresso di Fininvest, (BERLUSCONI) produsse un beneficio
finanziario (e accuse di "insider trading") per le quali De Benedetti
avrebbe pagato una sanzione di 30.000 euro (SIC!)

4. E' SCAMPATO AD ULTERIORI CONDANNE OLTRE A QUELLA GIA' ACQUISITA DI OLTRE
8 ANNI DI RECLUSIONE SOLO PER VIA DELLA PRESCRIZIONE PUR AVENDO SUBITO
ALTRE CONDANNE

ECCO CHI E' IL PD.

BERLUSCONI A CONFRONTO E' UN POVERETTO"

Maria Antonia, Roma 08.03.13 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cave ne cadas!
Attento a non cadere! (Ricorda che sei solo un uomo!)
Uno dei fondamenti basilari del M5S è la democrazia "diretta" che tramite lo strumento della rete i cittadini (dotati di connessione e sufficiente conoscenza tecnologica) possono esprimere, per scegliere personalmente quale strada percorrere. Bellissimo dico io. Ma questo valeva solo fino alla data delle elezioni o è valido ancora?
Leggendo nel blog di Grillo ho visto tantissimi commenti tra i più votati, che esprimevano dissenso con l'atteggiamento di chiusura totale espressa da Grillo e da i due portavoce che rappresentavano le idee degli eletti a Roma, per una possibile collaborazione con il Pd.
Neanche una parola è stata sprecata per questi che la pensano diversamente,anzi, si è cercato non di comprendere le loro ragioni ma di ostacolarle, confonderle e cambiarle, tramite le poche risposte degli amministratori del blog e dei "Capi" del Movimento.
Ma non è più vero che uno vale uno?
E sopratutto Grillo vale uno o più di 8500000 di elettori?
Lui è quello che ha creato il movimento e ha dato voce a milioni di persone o colui che ora tramite questi milioni di persone vuol far sentire più forte solo la sua di voce?
Attento Beppe, attento a non cadere.
Voglio delle risposte, le pretendo in quanto elettore M5S.

Gianni L., Bastia Umbra Commentatore certificato 08.03.13 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Bersani vuole fare un governo con i grillini che cambiano idea.Ma scusa se non sono affidabili e responsabili questi figurati quelli che hanno fatto dietro front.Siate seri,fate un governo (tecnico,istituzionale,del presidente,prorogato o quello che sia)e vediamo come vanno le trattative per il nuovo presidente (a cominciare da camera e senato).Tanto qualcuno si dovra' mettere daccordo per forza e' ovvio.Poi a seconda degli accordi fatti si decide.Saranno insopportabili pero' i tedeschi quando fanno le cose ci ragionano sopra,questo bisogna riconoscerlo.Quindi per una volta facciamo i tedeschi che di sicuro ci si guadagna

luca g., rieti Commentatore certificato 08.03.13 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Che dire, chi ha tempo non aspetti tempo

fabio i., milano Commentatore certificato 08.03.13 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Scusate qualcuno dlì da voi potrebbe rinfrescare un pò la matematica a Grillo?
O dice PDL meno L per indicare il PD
oppure dice PD più L per indicare il PDL
Delle due l'una. Può scegliere, entrambe le dizioni sono esatte, ma dire PD meno L non ha senso perchè già PD è senza L ed è quindi sbagliato anche matematicamente parlando.Come mai nessuno di voi lo avvisa almeno quando sbaglia così platealmente e ripetutamente per giunta?
Se se.
La "L" in questione vuol dire Libertà per giunta e certo fa la differenza sostanziale tra un regime ed un partito.

Luisa Mele, Salerno Commentatore certificato 08.03.13 14:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ringrazio Fo per la precisazione sul populismo. Infatti Grillo è un demagogo, ed in questo fa buona compagnia a Bossi e Berlusconi.
Attendo Grillo alla prova della democrazia. Senza democrazia nel suo movimento, non posso credere che sia un democratico. Se è capace di democrazia, ce lo dimostri.

Claudio Chiaruttini 08.03.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un click per promuovere l'Italia nel mondo
www.facebook.com/AmazingDolceVitaTheItalianLifestyle

Davide 08.03.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dario Fo hai commesso un errore un pò grave. Il significato di demagogo in Italia lo conoscono in pochi, mentre il termine "populista" nell'immaginario e nella comprensione popolare equivale a un politico che prende per il culo il popolo in varie maniere. Forse è meglio convincere tutti nella sostanza e non scrivere dissertazioni linguistiche d'elite. Siamo tutti un po stanchi e vorremmo tanto pragmatismo.

Antonio Veroux 08.03.13 14:09| 
 |
Rispondi al commento

ma avete le fette di prosciutto sugli occhi per non vedere quanti VIP stanno salendo sul vostro carro ? Dario Fo' , Celentano , Oliviero Toscani giusto per elencarne qualcuno , ma non ve li ricordate dove stavano fino all'anno scorso ? Sul palco con il " buson" Vendola a dichiarare gli zingari sono nostri fratelli. Quella che sale sul carro del vincitore e' la razza piu' meschina che esista e Grillo lo propone pure come presidente della repubblica...mah contenti voi...

Simon 08.03.13 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'e' un signore che partecipa al programma televisivo denominato pomerigio sul5
qualcuno ha autorizzato questo signore a parlare a nome del movimento5stelle se no si provveda a smentirlo e tacitarlo

Salvatore Terranova 08.03.13 12:49| 
 |
Rispondi al commento

IL POPOLO E' MOLTO INCAZZATO...RIPRENDIAMOCI I NOSTRI DIRITTI

ENRICO LAZAZZERA 08.03.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Un plauso e un grazie alle Donne-Mamme-Lavoratrici!!!
http://www.lavoroergosum.it/?p=690

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 08.03.13 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io personalmente non credo che un alleanza da parte del M5S verso PD o PDL sia la risposta.
Credo invece sia da apprezzare la coerenza per aver mantenuto, intanto almeno su questa questione, le idee chiare.Se credessi in un alleanza con il PD per esempio avrei votato direttamente PD allora.
Che Dario Fo vada a consigliare in Tv al M5S di trovare un accordo con chi che sia, non importa: lui da solo non rappresenta il movimento ed infatti è stato un consiglio quello che ha dato.
E' anche vero che ormai siamo arrivati alla frutta (per non dir di peggio) in Italia e che VERAMENTE non c'è piu tempo.

Radio Pellegrino, Monselice Commentatore certificato 08.03.13 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Dario Fo, riporto qui sotto la definizione del termine "populismo" tratta dal vocabolario Treccani della lingua italiana. Dato che Grillo non è vissuto "tra l’ultimo quarto del sec. 19° e gli inizî del sec. 20°", è evidente che l'epiteto "populista" è stato usato nella seconda accezione di chi ha un "atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi". Un populista è dunque un demagogo, contrariamente a quel che Lei afferma. Saluti.

1. Movimento culturale e politico sviluppatosi in Russia tra l’ultimo quarto del sec. 19° e gli inizî del sec. 20°; si proponeva di raggiungere, attraverso l’attività di propaganda e proselitismo svolta dagli intellettuali presso il popolo e con una diretta azione rivoluzionaria (culminata nel 1881 con l’uccisione dello zar Alessandro II), un miglioramento delle condizioni di vita delle classi diseredate, spec. dei contadini e dei servi della gleba, e la realizzazione di una specie di socialismo rurale basato sulla comunità rurale russa, in antitesi alla società industriale occidentale.

2. Per estens., atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Con sign. più recente, e con riferimento al mondo latino-americano, in partic. all’Argentina del tempo di J. D. Perón (v. peronismo), forma di prassi politica, tipica di paesi in via di rapido sviluppo dall’economia agricola a quella industriale, caratterizzata da un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici che possono così più agevolmente controllare e far progredire i processi di industrializzazione. In ambito artistico e letterario, rappresentazione idealizzata del popolo, considerato come modello

Alessandro Cossu 08.03.13 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Condivido assolutamente. Ringrazio Dario per la lezione di Italiano, sì con la i maiuscola, ora sfoglierò il dizionario poichè mi mancano un paio di termini.

Graziano Primo C. 08.03.13 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Attenti tutti, qua non si tratta né di ordini né commando il movimento si è sempre dimostrato unito, Grillo sta semplicemente cercando di dire che se non si rimane uniti il lavoro fatto fino ad oggi, non è servito a nulla chiaro che poi ognuno ha il proprio intelletto, non dimenticate che se il movimento è cresciuto e anche grazie al fatto che le opinioni collimavano con quelle del portavoce “GRILLO” un proverbio dice “ due non possono litigare se uno non vuole”, quanto è successo con queste elezioni è grandissimo non roviniamolo solo perché qualcuno mangia la minestra fredda anzi che calda quel che importa è che si mangi la stessa.

tullio s., cagliari Commentatore certificato 08.03.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Dario mettila su fcb che ti leggono tutti. Conosco diverse persone che non hanno votato grillo perchè è volgare. è chiaro che sono persone che guardano la forma e non la sostanza. Ecco tu parli bene e dici le stesse cose di Grillo, fatti leggere così ci rafforziamo di più

salvatore fernandez 08.03.13 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Grillo POPULISTA e NOVELLO DITTATORE, come HITLER

Le similitudini tra la nascita del Nazismo e l'attuale M5S:

1) Crisi economica di una Nazione,causata dalla vecchia classe dirigente;
2) Debolezza, incapacità, ottusità della vecchia classe politica;
3) Rabbia e disperazione di larga parte della popolazione;
4) Nascita di un movimento completamente estraneo alla politica che sembra democratico, il cui unico obiettivo (consapevole o no) è distruggere il sistema politico.

Alessandro Moriconi 08.03.13 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono Uno di tutti coloro che hanno creduto che un voto a Grillo poteva servire a cambiare l'italia. Sono SICILIANO e vista la scelta coraggiosa dei Grillino di entrare nel governo per cambiare dall'interno il marcio che c'é, ho pensato che anche a livello nazionale si ripetesse tale esperienza. In Sicilia tra le regionali e le nazionali Grillo ha accresciuto il consenso. Tuttavia adesso, ioe tutti coloro con cui mi confronto, temiamo che Grillo per il successo che ha ottenuto sia uscito fuori di testa. Dichiarazioni, scusate il termine, da esaltato. Io penso che i Grilini hanno i numeri per far cambiare le cose: IMPONENDOLE. Nuova legge elettorale, abrogazione delle leggi ad personam, riduzione della burocrazia, nuova tassazione progressiva dei redditi, abolizione dei privilegi e degli sprechi...... C'é tanto da fare!!! E con i numeri che abbiamo gran parte delle cose si possono fare, non cadiamo nell'errore che per volere tutto non stringeremo niente di quello che ho detto prima!!! Mi auguro che da adesso di possa cambiare.... Non poi quando potrebbe essere tardi!

Luigi Sorce 08.03.13 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, Casaleggio e la democrazia virtuale

La rete: da straordinaria risorsa a pericolo per l'ordinamento democratico

Segnalo un'interessante articolo:

http://www.lavoroergosum.it/?p=1521

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 08.03.13 11:26| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO E' IL VERO TZUNAMI DA PORTARE IN PARLAMENTO

SPAZZANDO VIA POLITICI E PARTITI

EURO BCE TRATTATI E ANNIENTAMENTO DEBITO

IN UN SOLO COLPO - spendete 2 ore una volta per sempre


UNA BAMBINA DI 12 ANNI
SPIEGA IL SIGNORAGGIO BANCARIO

http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&NR=1&v=wYdAnlm8NTg


PAOLO BARNARD PRESIDENTE DELLO STATO ITALIANO

TRATTATO DI LISBONA POALO BARNARD 1/5

http://www.youtube.com/watch?v=k_LHGWgWzPU


2 MINUTI di BARNARD VALGONO PIU' DI 10 ANNI DI TRAVOLPINO, DISINCANTATEVI !!! .

http://www.youtube.com/watch?v=BopKjpk_56E


PAOLO BARNARD SPIEGA LA TRUFFA DEL SIGNORAGGIO

http://www.youtube.com/watch?v=i93aD4RWtfw


GRILLO E AURITI AMICI
GIACINTO AURITI E IL SIGNORAGGIO

http://www.youtube.com/watch?v=wCr-QK09wbU


GRILLO MINACCIATO DI MORTE PER PARLARE DI SIGNORAGGIO
AIUTIAMOLO

http://www.youtube.com/watch?v=JyS-dQDrKgo


ASCOLTATE COSA DICE IN PARLAMENTO EUROPEO
NIGEL FARAGE CENSURATO DA TUTTE LE TV ITALIANE !
CONDIVIDERE è UN DOVERE!

http://www.youtube.com/watch?v=5bT2GsaK9k4

L' EQUADOR CANCELLA IL DEBITO PUBBLICO [Italiano]

http://www.youtube.com/watch?v=c_UM1fj3oV0


Eugenio Benetazzo ci dice cos'è il signoraggio

http://www.youtube.com/watch?v=Y5LnUPEqRUc


SGARBI E MARRA SPIEGANO DOV'E' LA MAFIA
MARRA SU SIGNORAGGIO, MORO E KENNEDY, ma suona il GONG!
(INTERLOCUTORE IL SOLITO MERDA POLITICO DI OGNI COLORE)

http://www.youtube.com/watch?v=a1ZEZG463sY

my_5

MY_5 08.03.13 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Grande successo del movimento a 5 stelle??? Io sono rimasto molto deluso perché il primo partito italiano in aumento continua ad essere quello degli astenuti.
Questo vuol dire che Grillo e company hanno mosso politicamente solo chi nella politica ci ha sempre creduto. Il popolo, quello puro, è rimasto fuori. Lo ha accomunato esattamente a quegli stessi partiti che lui denigra.
Quelli meno giovani di voi se li ricordano i “verdi” (probabilmente molti di loro per principi e ideali oggi sono a 5 stelle)? Oggi sono scomparsi, ma negli anni ’80 hanno costretto un Paese (DC, PCI, PSI, MSI veri dinosauri della politica) a vestirsi di verde per non soccombere e a fare qualcosa anche per l’ambiente, fino ad allora questo sconosciuto (non esistevano Leggi sulla protezione ambientale, nucleare a go go, ecomafia….).
Non hanno cacciato i partiti ma hanno utilizzato i loro stessi strumenti per risolvere (o iniziare a risolvere) un problema che a mio avviso era paragonabile a quello che ci si presenta oggi.
Perché sono scomparsi? Per fanatismo e assolutismo. Se si urla la prima volta per farsi sentire, va bene; ma una volta attirata l’attenzione si cambiano i toni. La gente alla fine li ha bollati come Cassandre disturbatrici della quiete pubblica.
In sintesi riflettete su questi dati oggettivi:
-voi siete stati eletti da cittadini che ancora credono nella politica e che parlano quel linguaggio.
-Non avete avuto la maggioranza.
-Siete di fronte a un bivio. Leggo su questo blog solo chiacchere, il count down per i fatti è già partito.
-Se fallite l’alternativa è solo una: Berlusconi e…. io e famiglia dovremo andare a vivere all’estero.
In bocca al lupo!!!!

PS: rivedete le vostre forme di comunicazione. Mia madre ottantenne e altre centinaia di migliaia di persone non ce la fanno a venire in piazza e internet e un PC non sanno cos’è. Sono anche loro cittadini italiani e hanno diritto ad essere informati su chi li rappresenterà in parlamento!!
Luigi Palieri

Luigi Palieri 08.03.13 11:18| 
 |
Rispondi al commento


( NON FRAINTENDETEMI IO SONO CON VOI )

GRILLINI DI MERDA/ MOVIMENTO DI MERDA/
PARTITI DI MERDA/ STATO DI MERDA/
INFORMAZIONE DI MERDA/ POPOLO ITALIANO DI MERDA/
GRILLO TRADITORE /

IMPARATE DA QUESTA BAMBINA A CAPIRE QUAL' E'

IL VERO MALE DI QUESTA SOCIETA' ALLO SFASCIO

SIETE GRANDI NELL' INUTILE MA VI MANGIATE L' OVVIO


UNA BAMBINA DI 12 ANNI
SPIEGA IL SIGNORAGGIO BANCARIO

http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&NR=1&v=wYdAnlm8NTg


RISOLTO QUESTO VERO PROBLEMA
CON UNO TZUMANI UNICO
VERSO BANCA ITALIA GOVERNI E PARTITI
EUROPA E BCE DEBITO SPAZZANDO VIA TUTTO

POTETE ALLORA SISTEMARE IL 50% DEGLI ITALIANI
INSACCATI E INUTILI E RICOSTRUIRE UN PAESE

PERCHE' IL RESTANTE 50%
SONO ITALIANI DOC.


NON CAPISCO PERCHE' I PIU' VOTATI SONO LE SCEMENZE

E NON VENGONO VOTATE LE VERE INFORMAZIONI

LA VERA MAFIA E' SOLO E UNICAMENTE QUI.

MY_5

MY_5 08.03.13 11:16| 
 |
Rispondi al commento

il 100% non è DEMOCRAZIA scordatelo ,se vuoi veramente cambiare oggi hai l'opportunità,legge elettorale ANTICORRUZZIONE, conflitto di interessi, dimostra la tua buonafede con questo inizio poi tuttu affanculu ma liberi da catene infingarde, cuscì ti pai nesciu, ma ti nu sei pe ninte

PIERINA 08.03.13 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono molte le considerazioni che vorrei condividere con tutti coloro che seguono il blog di Beppe Grillo ma due in particolare sono le domande che mi vengono in mente: è eticamente e moralmente giusto parlare di costruzione di processi democratici on line in un paese come l'Italia che ha un digital divide pazzesco? Con tutte le cautele del caso ma le indicazioni che EUROSTAT e Istat (ma anche altri) forniscono sarebbe forse il caso di moderare l'entusiasmo su processi giusti ma che di fatto non includono una buona parte della popolazione italiana, vuoi per mancanza dei mezzi necessari (accessibilità a una rete fissa o mobile decente) vuoi per mancanza di competenze informatiche (quelli che 'non so usare il computer', circa il 40% della popolazione italiana sopra una certa età). Non siamo in Islanda nè in Svezia ma neanche in Germania e dunque penso che i dubbi che sollevo abbiano un qualche fondamento. La seconda domanda, che da follower del blog da un pò di anni mi viene da porre (premetto che non sono d'accordo con l'entrata in politica del movimento 5 stelle, soprattutto a livello nazionale come non sarei d'accordo che green peace o emergency si trasformassero in uno pseudo partito) è perchè Beppe (scusa se da cittadino qualunque ti do del 'tu') utilizzi lo stesso registro verbale, spesso inutilmente violento, del nano malefico?!! Da cittadino, da semplice cittadino, incazzato come te e come voi tutti per tante cose che non vanno, non credo che servisse lo sfogatoio quanto idee buone e persone competenti. Popper non credeva alla teoria del complotto e io sono in parte d'accordo con lui e dunque poco inveire ma tanto ideare. Grazie

Matteo DEmilione 08.03.13 11:12| 
 |
Rispondi al commento

C’è qualcuno che scrive su questo Blog ed usa solo turpiloqui ed insulti.

Ma questi "energumeni mentali" non hanno niente di serio da dire, tranne insulti e parolacce?

Se avessero cose ragionevoli e serie da dire, non sarebbe meglio che lo facessero?

Ma evidentemente non hanno cose serie e ragionevoli da dire, per cui credo che sarebbe opportuno che tacessero per non fare solo magre figure e dimostrare il loro "bieco", "misero" nonché velleitario tentativo di sminuire l'importanza del " fenomeno" Movimento 5 Stelle.

Alla fin fine, risulta chiarissimo che chi si comporta così ha il solo obbiettivo di: “delegittimare" il M5S”.

Invito pertanto, con umiltà, tutti a stare più sereni ed a ragionare con pacatezza e rispetto per le posizioni dei propri interlocutori ed ignora-re questi provocatori.

Sicuramente entro 30 giorni l’attuale situazione critica sarà risolta.

Sono certo che ci sarà un Governo col supporto del Centro Sinistra e del M5S e si realizzeranno i punti che si concorderanno tra loro.

L’alternativa è:

1) Elezione del nuovo Presidente della Repubblica.

2) Scioglimento del Parlamento, Tutti a casa e Nuove Elezioni in Autunno.

3) Tracollo del M5S.

Quindi la soluzione del problema esiste ed è quella che ho indicato e Grillo, Casaleggio, Crimi, Lombardo e tutti gli altri del M5S, così come Bersani e quelli del Centro Sinistra, lo sanno benissimo.

Per cui penso proprio che dobbiamo solo pazientare, stare sereni ed ottimisti perché non credo che il M5S ed il PD siano in mano a dei pazzi.

Chi soffia sul fuoco e cerca di instillare odio, acredine e divisione ha il solo scopo di esacerbare gli animi e creare un clima di terrore con l’obbiettivo di far fallire questa bellissima prospettiva di rinnovamento e miglioramento che oggi il nostro Paese ha concretamente a portata di mano.

Ad maiora

girone vigoso 08.03.13 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Il tempo passa velocemente e anche le spese OCCULTE corrono, anzi, corrono ancora più velocemente. Se si continua a pensare soloalle MACRO VOCI e macro spese, non si arriverà mai a sopperire agli investimenti per la ripresa. Vanno guardate con molta attenzione anche a quelle micro voci che comportano macro spese. L'OMERTA' fa si che chi ne fruisce possa nascondersi e tentare di nasconderle. Abbiamo visto come siano spuntati all'improvvisop i 30 dipendenti della Presidenza della Camera assunti appena i loro protettori sono usciti dal contesto politico. Ce ne sono tantissimi altri protetti Comandati politicamente. Stanno per VOLARE miliardi di euro per i PREMI agli ALTI DIGERENTI Statali mentre ai dipendenti statali, quelli che lavorano seriamente, viene riconosciuta L'ELEMOSINA o NULLA. Si sa che al momento senza Governo e soprattutto SENZA CHI abbia seriamente voglia di esporsi per bloccare questo vero e proprio DISSANGUAMENTO non c'è. Ma mandare messaggi SI, si può.

Mario B., Roma Commentatore certificato 08.03.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Populista è colui che parla in nome del popolo. Ossia cerca di ridurre la pluralità delle voci ad un unica voce: la propria. Pretende di interpretare tutti. Da qui la demagogia che sempre accompagna il populismo. La pretesa di ridurre e quindi piegare la irriducibile pluralità del lessico ad una sola espressione necessariamente totalizzante e perciò coercitiva. Per il resto leggo solo le solite buffonerie di un buffone di professione.

Amleto L Massa 08.03.13 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io insegno in un liceo.
La scuola e l'Università sono il luogo del sapere consolidato, non del sapere innovativo. Perciò non si può pretendere che insegnanti e professori possano appoggiare la rivoluzione grillina. Essi sono classe reazionaria. Durante il fascismo soltanto 12 professori universitari su 1200 si rifiutarono di prestare giuramento al Regime. Durante il fascismo gli insegnanti nelle scuole erano la categoria... con il maggior numero di iscritti al Partito Fascista. E' prevedibile che essi resteranno fedeli all'attuale fascismo partitocratico fino alla fine. Come tutti gli intellettuali però, nel loro bieco conformismo da intellettuali, hanno una caratteristica peculiare: sono in vendita. Si schierano sempre dalla parte del potere. Di qualunque potere. Prima erano tutti fascisti, dopo il crollo del fascismo diventarono tutti comunisti. Sicché quando la rivoluzione sarà compiuta, passeranno dalla nostra parte. Quando cambierà la proprietà e la gestione di scuole, Università, giornali, televisioni, associazioni culturali, gli intellettuali si schiereranno con il nuovo potere.
Non bisogna farsi ingannare dal fatto che gli intellettuali possano apparire non conformisti perché si mostrano ostili a quel che pensa la gente, a quel che vota la gente. Come diceva acutamente George Orwell, il conformismo di un intellettuale va misurato non in relazione a quel che pensa il popolo, bensì a quel che pensano e scrivono gli altri intellettuali.
I miei colleghi sono classe reazionaria. Ma io ho sempre saputo questo. L'ho sempre sperimentato. Sicché non mi meraviglio.

Tolandus Redivivus Commentatore certificato 08.03.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento

... e allora? Ora che fate?

Roberto Pallaoro 08.03.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

C'è un ottimo documentario del giornalista Harald Schumann su "chi paga, quando l'Europa salva le sue banche" che è stato trasmesso su ARTE (canale franco-tedesco). Il film esiste anche in francese col titolo: "Quand l'Europe sauve ses banques, qui paye ?". Il titolo dell'originale tedesco è "Staatsgeheimnis Bankenrettung" (Salvataggio delle banche, un segreto di Stato) e si può vedere qui (non so fino a quando):
http://deutscheseck.wordpress.com/2013/03/07/video-staatsgeheimnis-bankenrettung-2/
Quintessenza: le banche irlandesi e spagnole sono state salvate con i soldi dei relativi Stati (ossia dei cittadini). I beneficiari sono banche soprattutto tedesche, francesi e britanniche che altrimenti sarebbero fallite. Ma ai cittadini - per esempio in Germania si racconta che con i loro soldi si sono salvati gli irlandesi, gli spagnoli, poi i greci etc. È vero il contrario: i cittadini delle nazioni colpite sono stati costretti ad accollarsi miliardi che non portranno mai pagare, per salvare le loro e le altrui banche. La cosa giusta da fare sarebbe stata lasciar che fallissero le banche. Salvare i depositi dei cittadini costa molto meno che salvare gli investimenti incauti di banche e assicurazioni tipo Deutsche Bank e Allianz.
Val la pena di tradurre questo film in italiano!

Giuliana Giorgi, Berlino Commentatore certificato 08.03.13 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Avrei bisogno di sapere cosa intende Grillo quando dice che il suo obbiettivo è la conquista del 100% del Parlamento e che poi il movimento si dissolverà. A quanto mi risulta in Democrazia ci deve essere chi governa e chi fa opposizione, altrimenti non è più democrazia, o mi sbaglio? Gradirei una risposta. Grazie.

elena spadoni 08.03.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema è che questa classe politica non conosce il dialogo costruttivo e aperto ma solo i compromessi al ribasso, le finte i doppi giochi e gli "aum-aum". M5S ha detto che PRONTO A VOTARE TUTTE LE LEGGI CHE SONO NEL SUO PROGRAMMA O CHE SONO CONDIVISE DAL MOVIMENTO NELLA SUA INTEREZZA (iscritti compresi). Serve la fiducia al governo. Bene, possono dire, fatto da chi? Bindi, Bondi e qualche altro reggicoda di palazzo? No grazie. I voti presi non erano per fare questo. Vogliono la governabilità? Bene, che ne pensano di una compagine di persone di elevata cultura, affidabilità, moralità e senza capibastone che gli telefonano ogni 5 minuti per dirgli cosa fare? Non si può fare perchè sai...gli equilibri interni...sai devo tener conto.....sai i miei...i suoi... i loro...devo trovare una collocazione anche io.... NO. UN NO GRANDE COME UNA CASA carissimo e stimatissimo Don Gallo.

Enrico Rossini 08.03.13 10:03| 
 |
Rispondi al commento

I veri complottisti sono loro. I giornalisti ormai hanno scelto la strada della dietrologia più bieca e non fanno altro che "eiaculare" parole prive di fondamento.
Per noi solo la soddisfazione di vedere in maniera lapalissiana il maldestro tentativo di un sistema terminale che cerca a tutti i costi di sopravvivere alla rivoluzione delle nostre coscienze. Perdoniamo loro perché non sanno quello che fanno.

Cristina Righi 08.03.13 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Non hanno ancora capito che per noi è già tutto fin troppo chiaro,
non hanno ancora capito che noi sappiamo benissimo che (purtroppo) il nostro Paese è tecnicamente “ITO”,
non hanno ancora capito che le loro chiacchere non servono più a nulla!

Perchè noi abbiamo capito che la crisi in realtà ha toccato soltanto i Commercianti gli Artigiani gli Imprenditori, categorie di Lavoratori ed Ex-Lavoratori che hanno già cominciato a manifestare insofferenza (manifestandola per fortuna, semplicemente dando il voto al M5S).
Finora la crisi non ha minimamente toccato la categoria dei Pensionati e degli Statali, categorie che piano piano stanno cominciando a capire che le riserve dello Stato, inevitabilmente con questi numeri, presto finiranno.
Purtroppo solo allora per Pd e per Pdmenoelle, saranno “uccelli senza zuccheri”!

giovanni faraone Commentatore certificato 08.03.13 09:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il discorso del populismo porta lontano nella storia...il bilancio è che , in quasi tutte le cose, come nelle scoperte scientifiche, quasi sempre si tratta non tanto della loro essenza in purezza ma, della loro applicazione, delluso che poi viene fatto.
In queste giornate c'è l'esempio di Chavez, il defunto presidente del Venezuela, e il bene che ha inteso fare al popolo dirottando i ptoventi del petrolio per sollevarlo dalla povertà, (più populismo di questo)? Se poniamo sui piatti di una ideale bilancia tutto il bene e tutto il male ( dipende dai punti di vista ) che il Chavismo ha fatto nella società venezielana, a conti fatti, non si sa bene come potremo uscirne.
E allora, l'antica saggezza della cultura latina ci ricorda che :" in media stat virtus " !
Ciao

P.S.
Tieni duro a non confondere "lo spirito del M5S" ( e le speranze di tanti) con le vecchie logiche del sistema.
Guarda però che io, sono uno che non s'illude, sull'animo umano e sui suoi vogliosi sentimenti fortemente autodistruttivi.

criceto italiano 08.03.13 09:22| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE CONTINUA A DIVERTIRTI MENTRE LA GENTE CHE TI HA VOTATO CONTINUA A SOFFRIRE!
Non ti rendi conto che stai diventando peggiore dei politici che hai tanto criticato? hai fatto promesse mirabolanti facendo credere al popolo che avresti risolto tutti i problemi dell'Italia e ora rifiuti la responsabilità di attuare quello che hai promesso. Votare la fiducia ad un governo che possa attuare dei provvedimenti positivi non significa diventare come loro, qualsiasi patto si può rompere se non viene rispettato ma bisogna provarci. E' UN DOVERE CHE HAI NEI CONFRONTI DI CHI GIORNO DOPO GIORNO CONTINUA A SOFFRIRE! Se non ci proverai dimostrerai di essere come loro...PAROLE, PAROLE, PAROLE....

giulia r. Commentatore certificato 08.03.13 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre Grande Dario Fo, condivido dalla prima all'ultima parola.
Sentivo ieri per radio che già stanno parlando di proporre la Finocchiaro premier se il progetto di Bersani fallisce, ma chi ha un minimo di cognizione e conosce la geografia del PD (e basta poco per conoscerla)sa perfettamente che nulla cambia anche lei è sempre la lunga mano di d'alema (scritto volutamente in minuscolo)questo essere che è il vero nemico di chi vuole migliorare l'Italia e il vero manovratore del PD ed è come un pugile all'angolo le sta prendendo da tutte le parti è totalmente rintronato ma non vuole cadere come hitler, mussolini e tutti i despoti/demagoghi sa che non ha vie d'uscita e combatterà fino alla fine (politica), spero che quel giorno sia vicino.
L'altro nemico è il nano (non solo fisico ma anche umano) ma con lui è più semplice, la sua mente ragiona in un solo modo "compro" i soldi li ha e lo può fare finche ci sono persone in vendita ma con chi non si vende è impotente...
Complimenti a Dario e a Giuseppe e a tutti gli elettori del M5S

luca malvezzi, peschiera del garda Commentatore certificato 08.03.13 09:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da: Dario Fo, Tutti Uniti! Tutti insieme! Ma scusa quello non è il padrone?

Antonia (Franca Rame) -... Dovresti sentirlo: "L'idea cretina che per parlare con gli operai bisogna adoperare soltanto parole terra-terra... è una mentalità da populista..."

Uno - Che cosa vuol dire populista?

...

Antonia - Beh, i populisti sono quelli che dicono che il popolo ha sempre ragione, mangiano pane e popolo, tutto quello che fa il popolo è giusto... è meraviglioso, perfetto... anche la cacca... anzi quella la raccolgono la mettono sotto una campana di vetro e la adorano!

Claudio Salati 08.03.13 09:02| 
 |
Rispondi al commento

finalmente! non se ne poteva più. La soddisfazione più grande é vedere la faccia di tutti i burattinai con quell'espressione da ebeti che non hanno ancora realizzato che sono tutti finiti.Grazie e non mollare é troppo divertente.

luisa finiello 08.03.13 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo è +++ GRAZIE ;-)

Grazie Beppe per quello che fai a tutta l'italia intera!!!

No a Monti, che a messo l'Italia ancor più giù nel baratro.
No a Berlusconi, per le "amicizie" che sono sevite solo ad alcune famiglie E NON HA FATTO NIENTE PER IL FULCRO DELL'ITALIA I CITTADINI.
No a Bersani, che con il PD hanno governato da più di 30 anni ed hanno rovinato l'Italia.
No a Renzi che schierato nel PD potrà fare solo quello che richiede la solita solfa.
Quindi non rimane nessun'altro ed allora:
MEGLIO SOLI CHE MAL ACCOMPAGNATI.
Sarà difficile ma peggio di così non può andare.
L'ITALIA VIVE!!! ;-)
Ciao e grazie a tutti.

marco carnessali 08.03.13 08:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il non-statuto inchioda Grillo. Per decidere sull'accordo con il Pd deve fare un referendum on line. Aperto a tutti

Francamente non capisco il dibattito. Don Andrea Gallo non solo ha ragione. Dice quasi una banalità. Un concetto che per il Movimento 5 Stelle è un obbligo, un postulato, la ragione della sua stessa esistenza. Le decisioni sulla linea politica del Movimento, in teoria, non le può prendere Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio, Vito Crimi o chiunque altro. Le decisioni le deve prendere la Rete. Tutta la Rete. E non solo gli iscritti a M5S.

Lo dice il "non statuto". Articolo 4 comma terzo: "Il MoVimento 5 Stelle non è un partito politico né si intende che lo diventi in futuro. Esso vuole essere testimone della possibilità di realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico al di fuori di legami associativi e partitici e senza la mediazione di organismi direttivi o rappresentativi, riconoscendo alla totalità degli utenti della Rete il ruolo di governo ed indirizzo normalmente attribuito a pochi". I primi a far rispettare questo principio devono essere i parlamentari del Movimento. Nel codice di comportamento è scritto che "sono tenuti al rispetto dello statuto riferito, come non statuto".

Dubbi interpretativi non ce ne sono. La norma è chiara. Organismi intermedi tra il popolo della Rete, la sua volontà e le sue decisioni, non ce ne devono essere. I parlamentari del M5S sono solo degli "esecutori materiali" della volontà della Rete. Nel momento in cui volessero decidere autonomamente si trasformerebbero in un partito politico, un corpo intermedio contrario al loro "non statuto". E la trasformazione avverrebbe anche se la decisione fosse limitata agli iscritti del Movimento. Almeno così c'è scritto nel non statuto.

E nemmeno si può invocare il passaggio del codice di comportamento dei parlamentari che dice che "I gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gr

ezio ahnen 08.03.13 08:37| 
 |
Rispondi al commento

PD sei una zavorra per il popolo.
Non bastava il debito pubblico, adesso agli italiani gli tocca pure pagare il debito di 27 miliardi di euro della Montedeipaschi (la banca del pd).

Davide B., Ascoli Piceno Commentatore certificato 08.03.13 08:37| 
 |
Rispondi al commento

L' O T T I M O

è N E M I C O del

B E N E !


Beppe Grillo, stai sbagliando !
Questa è una OCCASIONE
per fare qualcosa di buono.

Non so se ci sarà ancora
in futuro
almeno un 25 % di voti al M5S.

Tutti i miei amici Grillini
vorrebbero che M5S
concordasse alcuni punti
strategici
con il PD
e li REALIZZASSE.

Perchè non fare INSIEME al PD
(perchè il M5S non ha il 51 % dei voti !!!)
una legge sul CONFLITTO di INTERESSI ?
E perchè non fare un legge
per l'ABOLIZIONE del FINANZIAMENTO ai PARTITI ?

etc. etc.

Si da la FIDUCIA al PD
si discutono e approvano le leggi.
E se il PD sgarra,
si fa CADERE il GOVERNO.

Perchè NO ?
Moltissimi che hanno votato M5S,
questo NO
non lo capiscono.

E anche a me NON è CHIARO.
So bene che i CONTENUTI
portati avanti da M5S
sono ARIA PULITA.

Ma l' O T T I M O

è N E M I C O del

B E N E !


L' O T T I M O

è N E M I C O del

B E N E !

ciao

Domenico Maria Pisano, matera Commentatore certificato 08.03.13 08:16| 
 |
Rispondi al commento

"e che populista è colui che intende migliorare la posizione del popolo permettendogli di sfuggire alle violenze della classe dominante, ai ricatti e allo sfruttamento"
Quindi vuoi dire che quando tutto il globo terracqueo da del populista al Berlusca intende dire che lui e' veramente dalla parte del popolo. Lascia stare il vocabolario e vai in pensione.

Domenico D'Angelo 08.03.13 08:13| 
 |
Rispondi al commento

per tutti coloro che sono titubanti del m5s se provaste a guardare per un solo attimo un bimbo piccolo per un solo attimo lo affidereste ad un parlamentare del movimento od a uno del pd o pdl? la risposta ALLE URNE SE DOVESSIMO TORNARE AL VOTO E'DENTRO DI VOI FORZA M5S

marco i., bari Commentatore certificato 08.03.13 08:05| 
 |
Rispondi al commento

Beppe sei una speranza. Ma non riesco ad esimermi dal condannare i sempre più frequenti e virulenti turpiloqui. Ne comprendo la necessità ma non l'abuso. Sai mi fai venire in mente Bossi. Invece il movimento deve rimanere sulla rotta del migliorare, spazzare, la vecchia politica che con i loro atti e la loro totale mancanza di capacità comunicativa, di eloquenza forbita, dimostrazione di totale mancanza di cultura e rispetto dell'intelletto di chi ascolta. Ti prego non siate l'ennesima delusione. Potremmo non sopportarlo.

Fabio Reale 08.03.13 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Casaleggio non accetterà nessun tipo di configurazione, nè proposta per quanto fotocopiata dal programma M5S possa essere.

Non per via di frasi sibilline contenute nel programma, ma perchè più inattaccabile è una proposta riformista, più terreno gli toglierebbe da sotto i piedi.

Il movimento Casaleggio basa i suoi introiti pubblicitari sulla protesta.

Non sul programma.

Se il programma M5S prendesse veramente forma e fosse realizzato, Casaleggio perderebbe il 100% del suo fatturato (e anche del suo potere).

Mi spiace movimentisti, ma il programma non si realizzerà mai, semplicemente perchè Casaleggio non voterà mai contro se stesso per far felici voi.

Verità Vera 08.03.13 05:32| 
 |
Rispondi al commento

Acquietarsi nell'oblio della tradizione (compendio).


pubblicata da Omero Persia il giorno Giovedì 7 marzo 2013 alle ore 6.08 ·


...

Il successo elettorale del movimento 5 stelle, non solo ha finalmente messo in discussione il monopolio dei mass media tradizionali, divulgatori di una informazione mercenaria, ma è riuscito, altresì, ad accendere le coscienze in stand by del 75% di qell'elettorato che ancora una volta si è espresso a favore della casta, guidato dal'egoismo di voler mantenere una loro posizione sociale ancora accettabile e dall'avidità di poterla migliorare senza badare alla realtà di trovarsi difronte ad un deserto sociale arso ed arido che prima o poi disidraterà loro stessi. Gran parte degli aventi diritto al voto hanno parcheggiato le loro granitiche coscienze ed impegnato la loro cultura a cercare alibi per restituire alla loro ragione la soddisfazione di poter mantenere lo status quo. Ancora una volta coscienza, cultura e ragione non hanno lavorato armoniosamente insieme, non si sono espresse con la giusta sinergia per poter garantire l'onestà intellettuale indispensabile ad una sincera valutazione. Sarà che onestà ed intelletto di questi tempi non sono di moda. Dopo l'exploit di Grillo, però, quelle granitiche coscienze si stanno lentamente smaterializzando, danno timidamente segnali di vita, la loro cultura trova sempre meno alibi alla loro ragione. Sembrerebbe ci siano le premesse per un reale cambiamento...Ma attenti ai poteri forti!

omero persia 08.03.13 04:58| 
 |
Rispondi al commento

Siete certamente meglio di me, sono preoccupatissimo che il nuovo governo non ottenga la fiducia (certamente i venditori di vacche non se lo meritano). Ma se non darete le fiducia quante testate giornalistiche vi condanneranno? Ho paura che alla fine di questa falsa propaganda ottengano di fare nuove elezioni, e voi potreste non ottenere i giusti risultati. Sono convinto che è dall'interno delle istituzioni che si possa ottenere un cambiamento, già che ci siete cercate di ottenerlo. E' meglio che i partiti ottengano modesti contributi (sarebbe meglio niente) piuttosto che continuare a rubarci abbondantemente. Non fate come gli israeliani che hanno vinto tutte le guerre e hanno perso tutte le paci. Vi prego valutate pragmaticamente la possibilità di dare la fiducia a un governo, anche se fatto da politici così avranno la responsabilità del perdurare dei danni, e alle prossime elezioni otterrete(otterremo) la maggioranza assoluta. Grazie Sergio Massimi

Sergio Massimi, Milano Commentatore certificato 08.03.13 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Dario Fo può fare il Presidente della Repubblica. Lui dice che è troppo vecchio ma quando non ce la facesse più può sempre dimettersi. L'ha fatto un Papa. Lo può fare anche lui.

Francesco Maria Cecchini, Fano Commentatore certificato 08.03.13 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Infatti il termine adatto è qualunquismo.
Ecco, perfetto, alle prossime elezioni voto "qualunquismo 5 stelle".

malecs 08.03.13 01:11| 
 |
Rispondi al commento

Dario ha la lucidità mentale di un nonno che puo' raccontare ai nipoti la storia... una volta nelle società pre-industriali la saggezza degli anziani aveva un valore che forse in molti hanno dimenticato... sarebbe il caso di avere l'umiltà di ascoltare e comprendere... ciechi e sordi non riuscite più a vedere ed udire !!! il mondo sta cambiando; già mentre scrivo é in evoluzione... e Dario vi sta raccontando il futuro !!!

gianpiero a., dakar Commentatore certificato 08.03.13 00:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono certo padrone della lingua come può esserlo un Premio Nobel ma credo lo stesso di poter dire la mia su questa "rivoluzione" dei grillini

Gli yuppies degli anni ottanta avevano lo stesso programma , smantellare il sistema politico con la novità dei giovani eletti con l'onda lunga del PSI di Craxi (pregiudicato espatriato per non andare in galera ) e così in parlamento arrivarono i cicchitto i brunetta ecc.ecc. e si è visto il cambiamento che hanno portato, si sono rubai anche le stoviglie di casa.

Poi è venuto il tempo dei nuovi portatori del cambiamento .... i leghisti ( basta roma ladrona , esercito del nord , i cappi in parlamento ecc ecc ) rubando a man bassa si è visto il cambiamento che hanno portato ,

Poi gli anni 2000 vedono risplendere la stella del "psico nano" con parlamentari ,stipendiati dal padrone del partito che parlano votano e dicono solo quello che vuole il padrone che per 15 anni si è arricchito facendosi gli affari suoi e portando il paese sul lastrico

Ora è venuto il tempo dei grillini e fra dieci quindici anni il risultato sarà lo stesso degli yuppies socialisti, dei leghisti e di berlusca.

Il PSI la lega e Berlusca sono stati mandati al governo e hanno governato per decenni coi risultati che sono sotto gli occhi di tutti ( non venire a raccontare che i tre o quattro anni di governo di centro sinistra in oltre 30 anni sono responsabili alla pari giusto col gramelot lo puoi dire ) nonostante ciò due italiani su tre ancora votano per quelle forze in Italia purtroppo il problema non sono i politici ma gli italiani , sono troppi coloro che si trovano meglio ad essere condotti da un condottiero un pò discutibile ( ruberie, malefatte, investimenti in tanzania o in costa rica, mafiosità , evasione fiscale, falso in bilancio ecc.ecc.) piuttosto che trovarsi di fronte una persona corretta e inattaccabile sul piano dell'onestà .

oscar visani 08.03.13 00:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

" THE SECRET OF CHANGE IS TO FOCUS YOUR ENERGY NOT ON FIGHTING THE OLD, BUT ON BUILDING THE NEW" SOCRATE

Rossella Luppi-Aquila, Bologna Commentatore certificato 08.03.13 00:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate, buonasera.
allora MONTI speriamo che non torni...
BERLUSCONI ancor meno...
ma per l'uno e l'altro almeno c'è l'insufficienza elettorale che esclude che uno dei due possa fare il premier...
ma, ragazzi, avete letto l'ultimissima di BERSANI ?
un individuo così può essere in grado di governare ?
riporto quanto letto:"Matteo Renzi è allergico agli organismi, alla direzione del PD(meno elle n.d.a.) abbiamo discusso otto ore e mezza e non è stata una passerella. Ma è tlmente giovane che sono cose che si superano, ci si può anche abituare a stare negli organismi" e su Grillo " direi: dimmi cosa vuoi fare, dimmi qualcosa di serio che si possa capire e che valga anche domani mattina, per il nostro Paese" (!!!)
SE HA VERAMENTE DETTO QUESTO (beneficio di inventario) E' DAVVERO UNO SFRONTATO TRACOTANTE E PER GIUNTA TRUFFATORE E SACCHEGGIATORE MALDESTRO DELLE NOSTRE INTELLIGENZE !!
COME SI PERMETTE DI CHIEDERE A BEPPE DI DIRE QUALCOSA DI SERIO ? LUI, IL GARGAMELLA COMICO PER ECCELLENZA DELLA POLITICA !
MA DAVVERO DOBBIAMO ANCORA PARLARE DI MONTI E B&B?
VOLATILIZZATI FINI DI PIETRO E RIDOTTO AI MINIMI TERMINI STORICI CASINI(FINALMENTE MA E' ANCORA POCO...) DOBBIAMO DARE LA SPALLATA FINALE A QUESTI MALFATTORI !!!
FORZA RAGAZZI ! VOI CHE AVETE VOCE IN CAPITOLO NON MOLLATE MAI, VOI CHE AVETE I NOSTRI CONSENSI ELETTORALI ED EXTRAELETTORALI.
FORZA BEPPE !!!
NON MOLLIAMO !!!!

Nicola fu Antonio Memeo, BARI Commentatore certificato 07.03.13 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non è colpa dei giornalisti, ma l'impressione che si ricava dalle interviste di certi eletti, è che questi eletti saranno onesti ma non danno certo la sensazione di essere granché preparati. Sembrano piuttosto precipitati lì per caso. E non danno neanche l'impressione di comprendere la gravità della situazione finanziaria del paese e la relativa enorme responsabilità che pesa sulle loro spalle. Ma questo aspetto è purtroppo comune ai capi.
Riferendomi a lei Grillo, non evochi mai la violenza per favore. La violenza ,temo, si possa scatenare in Italia, non nel caso fallisca il movimento ma nel caso il movimento faccia fallire il paese con un irresponsabile atteggiamento che non garantisca la governabilità , come è già avvenuto in Grecia. Non si può chiedere al PD di governare con il PDL per aspettare comodamente sulla riva del fiume il passaggio del cadavere del nemico. Il PD non è un nemico, l'Italia non è un nemico. Chiedo troppo a lei Grillo,a Casaleggio e al premio nobel Dario Fo, di utilizzare i voti al movimento per costruire anzicchè per distruggere come avviene in Sicilia?
PIETRO

Pietro D'Amato 07.03.13 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Comunicato al blogger del pd: "Va bene, ci hai convinto, quando si tornerà alle urne voteremo tutti il Partito della Montedeipaschi".

Davide B., Ascoli Piceno Commentatore certificato 07.03.13 22:59| 
 |
Rispondi al commento

non ha capito una mazza chi non mi ha votato


camerati!!!!!


a roma o morte!!


compagni!!!

deliberateeeeeeeeeee

stefano boneva Commentatore certificato 07.03.13 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Dai Grillo continua così ,difendo le tue idee con chiunque

Antonio di bella 07.03.13 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono interessati a conservare il potere assoluto con le loro mafie massoniche meschine.Hanno un potere assoluto maturato per anni e le peggiori complicita'.La politica una semplice apparente facciata pulita .Un sistema ben collaudato che ha prodotto il collasso della nostra democrazia e della liberata'garantita.
La delegittimazione la loro arma.Siete diventati un bellissimo movimento ma per loro una preda.
pasquale.montilla@gmail.com

pasquale montilla 07.03.13 22:51| 
 |
Rispondi al commento

vuoi il 100% del parlamento, come nel 1922, amico belia che poteva essere un sogno fantasticolo, dovevi andarci in parlamento, e gli eletti del M5S non sono ANDROIDI,e te ne accorgerai !!! sei pericoloso per la democrazia, sei fascistoide e non hai la piu pallida idea sul da farsi,sono pentito della fiducia che ho riposto e , con me moltissime persone, ma questi commenti di solito non li pubblichi, sei un guitto isterico di un ignoranza pericolosa, questo poyeva essere un sogno fantastico che hai fatto diventare un incubo.scomparirai nel tetropalco di un teatro di 4 ordine,sei un guitto da 2 soldi, vergognati!traditore

sergio de rosalia, palermo Commentatore certificato 07.03.13 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


voglio vedere se non vota un governo rodota'
cacciari

rodota' a da' vota' grillo! rodota' a da' vota'

stefano boneva Commentatore certificato 07.03.13 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se vado fuori tama, ma ormai mi avete incuriosito.
Dove STAVA scritto (prima delle elezioni) che il movimento 5S (che ormai, essendo entrato in parlamento, è diventato un partito) non si sarebbe alleato con nessuno?
Potete gentilmente indicarmaelo?
Perchè, pensandoci bene, io non ricordo nulla di simile.
Ma io non sono Grillino, quindi mi può essere sfuggito.
Per cortesia, qualcuno puà rispondermi?

Stefano C. Commentatore certificato 07.03.13 22:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma IL meglio di tutti e' lo

STUPIDUSCA QUA SOTTO!!!

STUPISCICI STUPIDUSCA FORZA!!

stefano boneva Commentatore certificato 07.03.13 22:41| 
 |
Rispondi al commento

più che populista, grillo ha portato l'italia ad una barbarie morale, un altro grosso guaio, dopo i ladri, i mafiosi,le prostitute in parlamento.. anche i barbari adesso, con grillo stiamo andando verso la distruzione a causa dell'enorme barbarie aggiunta

lorenzo mc 07.03.13 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

EVVAI !!!! DOPO IL BERLUSCA ABBIAMO ANCHE IL GRILLUSCA

BERLUSCA = voglio la maggioranza per governare l’Italia.
GRILLUSCA = voglio il 100% dei voti per cambiare l’Italia (in dittatura!).
BERLUSCA = e se mi condannano rivoluzione nelle piazze!
GRILLUSCA = e se falliamo noi violenza in strada!
BERLUSCA = no a Bersani, no a Monti, no ai comunisti!
GRILLUSCA = no alla sinistra, no alla destra e pure al centro!
BERLUSCA = in TV parlo solo io e con la stampa parlo e preciso sempre io!
GRILLUSCA = in TV non parlo proprio e con la stampa parlo e preciso solo io!
BERLUSCA = non sono candidato premier ma comunque parlo solo io (se parla Alfano ci fa perdere voti!
GRILLUSCA = non sono manco parlamentare ma comunque nessuno deve aprire bocca (i miei parlamentari non hanno proprio diritto alla parola)!
BERLUSCA = resort di lusso ad Antigua.
GRILLUSCA = resort di lusso in Costarica.
BERLUSCA = i media mi attaccano e ce l’hanno tutti con me (però gratis!).
GRILLUSCA = i media ci attaccano e ci sputtanano (pagati però!)
BERLUSCA = il mio contabile Spinelli è un bravo ragazzo!
GRILLUSCA = il mio autista Vezzoli è un bravo ragazzo!
BERLUSCA = il bunga –bunga è una invenzione dei giornali (forse!).
GRILLUSCA = il Guru è un’invenzione dei nemici del M5S (forse!).

Avanti Italia non ci è bastato uno psico-nano, per noi ci vuole anche un pazzo normale!

Giannicola D., Torino Commentatore certificato 07.03.13 22:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei tanti POPULISTI secondo la definizione che ha dato DARIO FO. Non solo in Italia, ma in ogni stato del mondo........ GUARDATE COSA STA SUCCEDENDO IN UNGHERIA CON I POLITICI "NON POPULISTI". Fanno GOLPE a colpi di cambi di costituzione.... LIMITAZIONE DELLA LIBERTA' DI ESPRESSIONE,SVUOTAMENTO DEI POTERI DELLA CORTE COSTITUZIONALE,DISCRIMINAZIONE RELIGIOSA e DI GENERE,LIMITAZIONE DI LIBERTA' POLITICA....... io conosco bene quella realtà, si stanno apprestando a passare definitivamente alla moneta unica e le indicazioni che la comunità europea deve dare in questo caso, dovranno essere chiare ed intransigenti, altrimenti vuol dire che l'idea di europa come la intende la gente comune, NON ESISTE!!!!

Mario N., Catanzaro Commentatore certificato 07.03.13 22:01| 
 |
Rispondi al commento

. Ma non è così, perché purtroppo l’Italia è piena di gente incapace e disonesta che occupa posti dirigenziale, mentre le persone in gamba e oneste che portano avanti questo paese non contano nulla. Scardinare questo sistema sarà difficilissimo e serviranno sicuramente anni e un lavoro continuo che parta proprio dal responsabilizzare il popolo delle sue scelte….e non invece continuare ad assolverlo per servirsene meglio. Io ne ho abbastanza della responsabilità attribuita ai generali e basta, ai ricchi e basta, ai potenti e basta:noi che siamo?dati anagrafici e numeri da manipolare a loro piacimento nelle elezioni? Questo paese ha bisogno di essere rinnovato e ricostruito, ma pensare di poter fare questo con un semplice colpo di vento è un errore gravissimo. I grillini hanno adesso un’opportunità immensa di poter cominciare a cambiare qualcosa, un passo alla volta si può fare e serve pazienza e anche qualche volta dei piccoli compromessi ( che non significano necessariamente vendersi l’anima). Rifiutandosi adesso di collaborare per semplice partito preso è ai miei occhi una follia e soprattutto un’altra opportunità persa per cambiare l’Italia.

Alessandra, Pescara 07.03.13 21:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanto adoro DARIO FO, l'altra sera dissertavo con un amico sul fatto di tacciare o meno un politico di essere POPULISTA e mi sforzavo di far passare questo concetto...... ma io non sono DARIO FO e la grandezza di questo uomo è lapalissiana. Sarebbe un presidente della repubblica che forse ci darebbe quell'imprimatur di grazia e di grandezza culturale che per troppo tempo ci è stato negato, da ex gladiolini, ex maxoni, ex partigiani, ex di ex di qualcosa. Forza DARIO FO.

Mario N., Catanzaro Commentatore certificato 07.03.13 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Premio Nobel
Innanzitutto per populismo si intende un “movimento culturale e politico sviluppatosi in Russia tra l’ultimo quarto del sec. 19° e gli inizî del sec. 20°; si proponeva di raggiungere, attraverso l’attività di propaganda e proselitismo svolta dagli intellettuali presso il popolo e con una diretta azione rivoluzionaria, un miglioramento delle condizioni di vita delle classi diseredate, spec. dei contadini e dei servi della gleba, e la realizzazione di una specie di socialismo rurale basato sulla comunità rurale russa, in antitesi alla società industriale occidentale”. Tuttavia in un’accezione più estesa per populismo si intende un “atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi”. Ed è proprio su questo punto che vorrei che tutti riflettessimo un po’. Ma chi è il popolo?? In realtà per tutti i demagoghi il popolo è solo un’astrazione numerica, un concetto per sottrarre il singolo alla sua identità e alla sua responsabilità e assolvendolo continuamente in ogni sua colpa e viltà mirano soltanto a schiavizzarlo per servirsene meglio. Grillo ( come molti altri!!)sta facendo proprio questo: continua a gridare che lo sfacelo di questo paese è solo colpa di qualche centinaia di parlamentari mentre il popolo (cioè noi) è povero innocente….come se a eleggere in tutti questi anni i vari berlusconi non fosse il popolo, come se a votare per i padroni non fosse il popolo, come se ad accettare i re sul trono non fosse il popolo, come se a inchinarsi ai tiranni non fosse il popolo, come se la libertà si potesse assassinare senza il consenso e il silenzio del popolo. Io credo fermamente che la questione non sia così semplice…magari il problema di questo paese si potesse risolvere semplicemente spazzando via 600 parlamentari. Ma non è così, perché purtroppo l’Italia è piena di gente incapace e disonesta che o

Alessandra, Pescara 07.03.13 21:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dario Fo merita tutta la nostra ammirazione un uomo straordinario con idee altrettanto straordinarie!Per quanto riguarda invece gli infiltrati pd+pdl a meno che non siano pagati per dire cose a cui neppure loro credono allora andrebbero immediatamente analizzati da un bravo psichiatra che possa aiutarli a ritornare nel mondo reale fatto di politici corrotti e soprattutto indifferenti davanti a coloro che stanno soccombendo a causa della loro avidità( la stragrande maggioranza appartenenti proprio a summenzionati partiti infarciti di esseri umani di pessimo valore)...GRANDE FO!!!!!!!!!

gigi de santis 07.03.13 21:16| 
 |
Rispondi al commento

populista: Atteggiamento o movimento politico tendente a esaltare il ruolo e i valori delle classi popolari.
Ora dopo che ci siamo esaltati OGNUNO faccia la propria parte basta demandare la soluzione a chi sta al parlamento o a chi ci andra'TUTTI ABBIAMO IL DIRITTO/DOVERE DI CAMBIARE LE COSE, SOLO COSI' LE COSE CAMBIERANNO

massi m., bari Commentatore certificato 07.03.13 21:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma la smettete teste di cazzo , nel sostenere che e' colpa del m5s l'ingovernabilita' del paese , il paese e' ingovernabile per colpa di quei figli di troia di politanti che in 30 anni hanno pensato solo a derubarci , la situazione e' irreparabile ed ora cari piddini e compani vorreste attribuire la responsabilita' al movimento , perche' pensate che se si alleasse con sti figli di puttana criminali si potrebbe costruire qualcosa ? NON AVETE CAPITO UN CAZZO , se si puo' davvero cambiare , bisogna riempire il parlamento del 100% di cittadini semplice come i rappresentanti del m5s , sconvolgendo e ricostruendo tutto, leggi ,stato sociale ,europa,lavoro, banche,lavoro,debito pubblico , informazione,cultura, istituzioni ecc.ecc.un lavoro immenso ,che solo i cittadini possono fare con onesta' ,fedelta' ma sopratutto con coerenza ,esattamente la coerenza del m5s .
sti falliti,ladri,che hanno distrutto il paese se ne devono andare e devono restituire tutti i nostri soldi racchettateci , solo dopo si potra' ricostruire l'italia . In quanto a voi evidentissimi piddini e pidiellini che vi fate passare come grillini sostenendo le cagose alleanze , vi ricordo che non avete ancora compreso cos'e' il m5s , non e' politica inutile , ma e' ed deve essere evoluzione culturale e sociale , se non capite cio' e per sbaglio avete votato m5s ,avete sbagliato votate i soliti falliti , e sopratutto andate a rompere il cazzo sui blog di renzi o bersani o di forza italia , dove accettano tutti i blindati mentali come voi. ( CONDOGLIANZE celebrali )

walter messa 07.03.13 20:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I fatti sono che Berlusconi, da che era considerato spacciato ha fatto una rimonta incredibile. Dato l'andamento del suo recupero, si può ipotizzare ragionevolmente che se avesse avuto un po' più tempo a disposizione, avrebbe conquistato camera e senato.
E' altrettanto ragionevole ipotizzare che se si va a nuove elezioni ci sarà il serio rischio che berlusconi, per quanto detto, vinca. Se ciò accadesse, chi dovremmo ringraziare?

vincenzo mastriani 07.03.13 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanta intelligenza ha quest'uomo.Bravo complimenti.

Berardino Franco, Bari Commentatore certificato 07.03.13 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Ho due opzioni davanti;
Una e' tenere 1 sigaretta per domani.L'altra e' fumarne una subito,gia' sapendo che stasera
fumero'anche le altre due residue.
Domattina mi tocchera' uscire a raccogliere i mozziconi.
E con gli ultimi 60 cent comprare le cartine corte da Luigino:
Un grande.
L'ultimo tabaccaio di Milano che vende le cartine corte a 60 cent.
Un grande...
E meno male che sto cercando di smettere con le sigarette,
e mano male che io,precario da 15 anni,mi sono fatto e sono disposto a rifarmi anche "DODICI
ORE DI FILA A 4 EURO ALL'ORA SENZA FIATARE NE ANDARE IN BAGNO CON IL DIPLOMA
E QUELLA C...O DI QUALIFICA POST DIPLOMA f.s.e + REGIONE LOMBARDIA n° fORMICCHIONI IN CAMPO
AMBIENTALE CON CUI NON HO LAVORATO MAI..."
Tra i mozziconi ne ho trovati 5 di canne,li ho aperti e ho separato le caccole dal tabacco.
Poi le ho asciugate con lo scottex e le sto lasciando un paio d'ore a stagionare,
dopo averci fatto una pallina.
Fumero'un "Pino" dopo aver mangiato la pasta.
Un altro bicchiere di vino in cartone XD...
E' da tre mesi che riesco a farmi 2 canne tutti i giorni con il gighello
raccolto dai mozziconi che trovo per strada.
Giovanardi il proibizionismo e' fallito,fattene una ragione...
Invece la corruzione e la guerra economica,le botte e i ragazzi morti per mano di pubblici
ufficiali intoccabili.
Berlusconi si e' beccato un anno + 4 beccati un mese fa,
E sta li in TV,a dire cosa si deve fare e di tornare a votare.
Ho 36 anni,sono nato a Milano,tutte le mie ex mi hanno tradito.
L'ultima si e' portata via a 800 km mio figlio di 2 anni e io non ho i soldi per vederlo.
Il mio cane ha 11 anni ed e' malato,condannato a prendere una costosa medicina a vita.
Io non mi butto giu',
tutti i giorni esco e dimostro comprensione e curiosita',
poi il sistema mi tira giu',
Perche' io per essere disoccupato e nullatente e consumatore di cannabis sono un uomo
di serie B e sto per diventare un uomo da marciapiede perche' mio padre a 67 anni lavora
ancora anche per aiutare me;
Odian

LEONARDO CARBONI 07.03.13 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Sempre affascina nte l'eloquio del grande Dario Fo.
Mi chiedo però, perché non si voglia andare oltre l'alternativa tra fare il governo o stare all'opposizione.
Dove è andato a finire il richiamo alla "meravigliosa" esperienza
siciliana?

Sante Leotta 07.03.13 20:39| 
 |
Rispondi al commento

La stampa di regime si è scatenata. Calma, il movimento voterà tutti i punti del suo programma, senza accettare alcun compromesso.Hanno compreso che è nato un movimento di libertà autentica e che il vento del cambiamento è inarrestabile,per questo la partitocrazia schiera tutti i suoi segugi a difesa del sistema.
Natale Bosco

Bosco Natale, Cosenza Commentatore certificato 07.03.13 19:33| 
 |
Rispondi al commento

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€ AL MESE DI PENSIONE?

LO SAPEVATE CHE MEZZA COSTA RICA E' DI PROPRIETA' DELLA "SIGNORA" DINI QUELLO CHE PRENDE 30000€

Jan g., Gallarate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.03.13 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Gli 8 punti del pd non servono a niente. Il pd, il pdl e i loro amichetti massoni pervertiti dovrebbero, cortesemente: ridurre drasticamente gli stipendi dei politici; eliminare tutti i privilegi dei politici; ridurre le pensioni ed i compensi dorati dei loro amichetti ad un tetto massimo (si era detto, mi pare, 4.000 euro al mese); restituire, sotto forma di reddito sociale, al popolo italiano tutto quello che gli hanno rubato, etc. etc. etc..
O non gli entra nella testa?

Davide B., Ascoli Piceno Commentatore certificato 07.03.13 19:02| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE

E' ORA DI FARE FATTI CONCRETI E NON DI CONTINUARE
A PROTESTARE CONTRO TUTTI ( giornalisti ,politici etc. )
ATTENZIONE L'ONESTA' NON PUO' ESSERE SOLO UNA PREROGATIVA DEL TUO MOVIMENTO,CI SONO E CI SARANNO SEMPRE ONESTI E DISONESTI IN OGNI PARTE
DELLA SOCIETA'CIVILE E DEI PARTITI POLITICI ITALIANI PER CUI CERCA DI NON FARE IL " PISTOLA "
E LAVORA PER IL BENE DI TUTTO IL POPOLO ITALIANO
,PER CHI TI HA VOTATO SPERANDO IN UN REALE CAMBIAMENTO MA ANCHE PER CHI NON TI HA VOTATO MA TI SEGUE CON SIMPATIA


piero pogliana 07.03.13 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me, IL M5S perde un'occasione storica. Ha l'opportunita' di mettere in pratica il suo programma, semplicemente formando un governo col centrosinistra, coalizione che ha la maggioranza nel Paese e nel Parlamento. Invece, accecato dal pregiudizio secondo il quale tutti sono uguali, non coglie le enormi differenze fra centrosinistra e centrodestra (brutto sintomo di miopia politica), e rifiuta ogni accordo, assistendo noncurante al disfacimento del Paese, alla miseria galoppante, al trionfo dell'economia mafiosa, al tragico degrado ambientale, al devastante consumo del territorio. Eppure, il M5S in un governo con Bersani avrebbe il coltello dalla parte del manico: alla minima esitazione, via la fiducia. Senza contare che un movimento che ha il 25% dei consensi deve assumersi la responsabilita` di fare qualcosa per l'Italia. Altrimenti, fra qualche mese si rivota, e vince Berlusconi, perche' il centro non c'e` piu`, e PD e M5S si danneggeranno a vicenda. Ha pensato a questa eventualita` il M5S?

Paolo Acquistapace, Pisa Commentatore certificato 07.03.13 18:31| 
 |
Rispondi al commento

DO YOU HEAR
THE PEOPLE SING ?

SINGING THE SONG
OF ANGRY MAN ?

IT THE MUSIC
OF THE PEOPLE

WHO WILL NOT
BE SLAVES AGAIN !

WHEN THE BEATING
OF YOUR HEART

ECHOS THE BEATING
OF THE DRUMS

THERE I A LIFE
ABOUT TO START

WHEN TOMORROW
COMES !

andrea laudanna (do you hear the people singing), riga latvia Commentatore certificato 07.03.13 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Appello a tutti i cittadini con un alto senso di appartenenza a questa comunità e del bene comune! LA CITTA' DELLA SCIENZA di Bagnoli è stata bruciata e la vittoria della violenza e del disprezzo per i valori civili ed il bene comune, per la conoscenza, la vittoria della violenza sulla civiltà dicevo non è più un timore astratto ma un drammatico presente. Poco presenti invece, a giudicare dalla quasi indifferenza con cui le testate nazionali più importanti hanno trattato questa notizia, sono i giornalisti, che alla realtà preferiscono ormai il pettegolezzo, che poi questo riguardi il potere poco importa perchè, come ogni pettegolezzo, è sempre poco importante.
Ma proprio questo, più del rogo stesso, lascia quasi privi di speranza. Perchè da simbolo della vittoria dell' inciviltà sul sapere, che è alla base della civiltà stessa, il rogo diventa il simbolo dell' abbandono del cammino che porta alla costruzione di una civiltà sempre più conforme ai valori Umani.
Cosa bisogna fare allora? Prendere ognuno di noi un mattone ed andare in 100000, 1, 10 milioni a Bagnoli ma non per scagliarli contro i responsabili di questo stato di cose, ma per posarli uno sull' altro e ricostruire il bene comune. Mi appello quindi al M5S per organizzare questa iniziativa e dimostrare ancora una volta cosa significa fare politica. Grazie

Massimo M. Commentatore certificato 07.03.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Mio caro Dario Fo, sei sempre stato considerato un mito della libertà di espressione, della salvaguardia della democrazia, della libertà di parola e pensiero, del rispetto della persona e dei suoi ideali, hai combattuto insieme a Franca la libertà mettendo in scena dei meravigliosi atti per far prendere coscienza a chi magari era lontano dai diritti degli uomini e soprattutto delle donne.
E adesso cosa fai? appoggi uno che nei fatti concreti (perchè è questa la sostanza "fatti concreti") sta distruggendo la democrazia approfittando delle difficoltà in cui ci troviamo.
Certo per colpa di certi governanti è vero, ma certamente non tutti sono uguali e in ogni caso approfittare delle disgrazie altrui, delle difficoltà per alimentare la rabbia, non è certo sintomo di persona che vuole il bene del paese.
Se così fosse non avrebbe paura di confrontarsi seriamente, di individuare le persone giuste per poter finalmente apportare quelle modifiche al paese per farlo crescere e dare giustizia sociale.
Invece cosa fà? sputa sentenze, insulta, alimenta la rabbia, l’amplifica, detta legge come padrone assoluto, così fa il gioco suo per accaparrarsi il potere. IL POTERE unico e TOTALITARIO.
Tu che hai sempre combattuto tutto questo adesso lo appoggi.
Francamente è una grande delusione. Credo che in questo scenario non ti meriteresti il Nobel.

Anna 07.03.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo, sono ancora molti che come delle allodole, si sono lasciati abbagliare dagli specchietti sventolati da destra e sinistra, durante la campagna elettorale. Io non riesco proprio a capire cosa deve accadere ancora per far svegliare gli italiani. Basta con le chiacchiere, servono fatti, fatti che sia Berlusconi che Bersani non sanno fare.

Antonio Ragusa 07.03.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Più attaccano Grillo e più mi convinco della giustezza del mio voto. Che si torni alle elezioni... Lo ripetono come un mantra per nascondere la loro paura vigliacca.

silvio madonna, montesilvano Commentatore certificato 07.03.13 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVO NONNO DARIO!!! Premio Nobel alla Letteratura !!! ECCELLENTE ogni parola che dici è come oro!! condivido pienamente!!!!

Lucy C., Milano Commentatore certificato 07.03.13 17:53| 
 |
Rispondi al commento

ho 58 anni e quasi 39 di lavoro.fatemi andare in pensione cambiando quella porcata della legge FORNERO.SPERO CHE ABBIATE QUALCHE IDEA NEI VOSTRI PROGETTI.se potete rispondetemi per favore.un saluto avoi tutti.

sergio defacis 07.03.13 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il populismo in politica ha un significato preciso e basta consultare wikipedia o qualsiasi enciclopedia per capire di cosa parliamo. Hitler e Mussolini vengono definiti populisti. I Fratelli Musulmani in Egitto sono populisti. Movimenti che promettono al popolo cose fuori dalla realtà sono populisti. Movimenti che si adeguano al pensiero "di pancia" su certe tematiche senza stabilire se giusto o sbagliato sono populisti (l'odio per l'immigrato qui, l'odio per gli USA in un paese islamico). Comunque prima di giudicare se siete dei populisti o meno aspetto di vedervi all'atto pratico, a chiacchiere sono TUTTI populisti in questo paese!

Abdul Abu Khalil 07.03.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento

ELEZIONI SUBITO.

AL MOVIMENTO 5 STELLE E’ STATO DATO UN VOTO PER CAMBIARE E NON PER PROTESTARE. EVOCARE LA PIAZZA SI SA DOVE SI INZIA NON SI SA DO SI FINISCE!.ELEZIONI SUBITO!.TUTTI A CASA. GRILLO RIFLETTA!

michelangelo ciacciarell, latina Commentatore certificato 07.03.13 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Continuano i commenti di cittadini votanti m5s, che si dicono votanti m5s e votanti altri partiti, che pretendono che il m5s si impegni a votare la fiducia a un governo. Signori si vede che siete abituati(e forse foraggiati) alla vecchia poltica, quella del "dico una cosa e ne faccio un'altra". Il m5s si è alle elezioni e ha chiesto i voti per "FARLA FINITA CON LA VECCHIA POLITICA, per MANDARE A CASA I POLITICI CHE HANNO ROVINATO L'ITALA" ora voi ci chiedete di fregare gli elettori e di allearci con chi abbiamo detto di combattere. NO per noi non funziona più così

Marzio M., PIACENZA Commentatore certificato 07.03.13 17:48| 
 |
Rispondi al commento

CARO BEPPE GRILLO, CERCA DI CAPIRE, PER IL PDMENOELLE- PDL, LA COLPA DELLA CRISI E' TUA! HAI ROTTO LE UOVA NEL PANIERE A BERSANI, D'ALEM-MHA, VELTRONI L'AFRICANO, LA ROSY, LO PSICONANO, MARYSTAR GELMINI E TANTI ALTRI ALFIERI DEL VENTENNIO INCIUCISTA, ERANO GIA' PRONTI A FARE UN GOVERNO DI SPARTIZIONE, CON I RESTI DI QUESTO POVERA 'ITALIA, MA POI SEI ARRIVATO TU, IL SOLITO GUASTAFESTE ED ORA, PER QUELLI CHE CI INZUPPANO IL PANE, O SONO DI COCCIO, ANCHE UN PERICOLOSO FASCISTA!!! VE LO DICO DI NUOVO NON SCRIVETE DOPO PRANZO, VOI ADEPTI DEL VENTENNIO APPENA TRASCORSO, IL LITROZZO DI ROSSO VI DA' ALLA TESTA E RISCHIATE, AS USUAL, DI PRENDERE FISCHI PER FIASCHI!!!!

andrea manelli 07.03.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dario hai ragione, non si può accollare a beppe un'immagine che oggi non esiste più.
in effetti il populismo nasce dalla russia per richiamare quella grande quasi unica forza lavoratrice che sono i contadini (ricordo che fecero pure delle canzoni che iniziavano proprio da loro, compagni dei campi e delle ......), ora effettivamente diviene difficile poter dare un aggettivo che possa individuare queste figure.
saranno i tempi moderni, sarà un nuovo uso della comunicazione, ma populismo non si può ascrivere ad un popolo occidentale cresciuto con la paghetta. ma fortunatamente la fantasia non ci manca, conieremo un'altro aggettivo da consegnare ai posteri.

tore p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.03.13 17:40| 
 |
Rispondi al commento

MA QUI CI SONO UN MUCCHIO DI INFILTRATI PD_PDL. intellettualoidi da starpazzo.

silvana rocca, genova Commentatore certificato 07.03.13 17:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VANNO BENE TUTTI I COMMENTI, MA ADESSO CHI GOVERNA? O VOGLIAMO ANDARE DI NUOVO ALLE ELEZIONI CON QUESTA LEGGE ELETTORALE E TUTTI GLI ALTRI PROBLEMI CHE L'ITALIA SI STA' TRASCINANDO DA DIVERSI ANNI, E LA GENTE NON NE' PO' PIU',IL M5S A AVUTO I SUOI CONSENSI ADESSO, BANDO ALLE CIANCE E IL MOMENTO DI PORTARE A CASA QUALCHE RISULTATO CONCRETO.AUGURI

GIANFRANCO VENTRONI, Budoni Commentatore certificato 07.03.13 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Le TV continuano con i loro teatrini dove spacciano per esperti tutta una schiera di corresponsabili del disastro italiano, Mastella, Ferrara, Gasparri, Mieli, Feltri, Belpietro, Sallustri, Polverini, Camusso, Sartori, Ravetto, Crosetto, ecc. Che pretendono di dare pagelle e suggerire soluzioni. Poi si lamentano se il m5s non vuol avere a che fare con loro. Avanti così questa informazione complice va spazzata via.

Marzio M., PIACENZA Commentatore certificato 07.03.13 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

É incredibile come molti si soffermino sulla"forma" del messaggio di Grillo perdendone la sostanza!!!!Chi sta davvero agitando le folle sono i vecchi partiti zeppi di politici corrotti e senza dignità sprezzanti dei problemi altrui...Grillo sta piuttosto salvando il culo a questi "signori" che prima o poi avrebbero raccolto per tutto il male perpetrato con conseguenze imprevedibili...invitandoli con le buone a farsi da parte!

gigi de santis 07.03.13 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Fo, ma in tv qualche giorno prima non aveva detto che bisognava collaborare (parola diversa da vendersi) con il PD...Forse ho frainteso le sue parole? Capita a voi del Movimento5Stelle, vedi la
cittadina Lombardi, fraintesa sul fascismo.
PS: Ma sta leggendo da un gobbo?

Silvia . Commentatore certificato 07.03.13 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Anche il sig. Fo, non rivestendo alcuna carica Istituzionale e quindi affrancato da ogni responsabilità si diletta ( spirito di rivincita ? ) al tiro al bersaglio. Ma, l'obiettivo non può essere astratto e quindi, onestà intellettuale e politica vorrebbe che fossero citati e dimostrati fatti, circostanze, protagonisti.

vincenzo l. Commentatore certificato 07.03.13 17:24| 
 |
Rispondi al commento

La definizione è sostanzialmente corretta, anche se andava fatto il riferimento al Movimento Russo della fine del XIX secolo da cui è nato il termine. Ma è anche vero che nella definizione del termine "populismo" c'è un'accezione negativa o spregiativa, cit. "atteggiamento che mira ad accattivarsi il favore popolare mediante proposte demagogiche, di facile presa".

Riccardo Di Lorenzo 07.03.13 17:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dum ea Romani parant consultantque, iam Saguntum summa vi oppugnabatur. Vale a dire: mentre a Roma si chiacchiera, l'Italia va in fondo al mare. Troppa confusione, disordine, troppi pensieri in libertà senza cognizione di causa (non quelli di Dario Fò evidentemente). Spero presto di vedere un programma di cose da fare, tipo legge n° 1, legge n° 2 .... possibilmnente in un insieme logico con obiettivi finali chiari e raggiungibili, di fuochi artificiali se ne vedono abbastanza. Sono noiosi e preoccupano.

Giovanni Sgandurra 07.03.13 17:22| 
 |
Rispondi al commento

caro Dario ciò che spieghi è molto vicino a mistero buffo, non diamo una spiegazione ma una musicalità, che per quanto simile e completamente diversa ..

tore p. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.03.13 17:15| 
 |
Rispondi al commento

peccato... caro Dario

mi sarebbe davvero piaciuto
avere un Presidente della Repubblica
come te - potrai ripensarci ?

Con stima ed affetto !

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 07.03.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti mi sono appena iscritto per dire che non c'è niente di piu bello che passare alla storia come delle persone normali che hanno fatto veramente il bene dell'italia e i ladri devono evaporare dopo avere recuisito loro il maltolto.ho piena fiducia e spero di avere ragione e sarebbe la fine scoprire il contrario adesso che siamo vicini alla meta.grazie vi amo tutti

Ermes S., parma Commentatore certificato 07.03.13 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ridurre i parlamentari, abolire le province..perfetto: facciamoci male da soli..eliminiamo tutto ciò su cui possiamo incidere in qualche modo con le elezioni...lasciamo i "consorzi di comuni" come in sicilia: enti di secondo livello nominati..lasciamo le ATO, gli enti parco, le unioni di comuni dove si entra non perchè scelti dai cittadini ma perchè nominati (ricordo che i presidenti di provincia sono eletti dai cittadini e i parlamentari di M5S e PD sono stati scelti con primarie, qualunque sia il nome)...facciamo felici i partiti in modo da ridurre le situazioni che non possono controllare...invece di puntare ad avere tutti gli enti con centri decisionali eleggibili, si punta a eliminare quelli in cui si può entrare per controllare....quando leggo che non ci si presenta alle elezioni provinciali perchè si vuole abolire l'ente invece di dire: facciamoci eleggere e facciamoli funzionare al meglio mi viene in mente quel tale che si tagliava gli attributi per far dispetto alla moglie...candidiamo il M5S alle provinciali e verifichiamo come funzionano invece di abolire ciò che comunque, se funzionante, è un servizio al cittadino...guardate le proposte di Bersani: non ha mica detto eliminiamo gli enti di secondo livello, ha detto eliminiamo ciò che è sottoposto a elezione...apriamo gli occhi: gli slogan vanno bene ma poi i temi vanno approfonditi

rossano m. Commentatore certificato 07.03.13 17:06| 
 |
Rispondi al commento

Altri problemi "pratici" continuano ad esistere.
Per cortesia, stanno svendendo la nostra lingua e la nostra cultura all'estero, se volete firmate questa petizione contro la chiusura della scuola italiana di Istanbul
https://www.change.org/petitions/italyan-lisesi-sat%C4%B1%C5%9F%C4%B1n-durdurulmas%C4%B1-italyanlisesisatilamaz?utm_campaign=autopublish&utm_medium=facebook&utm_source=share_petition

UMBERTO R., ROMA Commentatore certificato 07.03.13 17:02| 
 |
Rispondi al commento

OK, fatemi capire una cosa, si sta cercando di debellare una classe politica legata alle corporazioni, banche, capitalisti ecc. ecc. cosa come bisogna agire? Va bene ridurre drasticamente i deputati(non più di 250 eletti direttamente dal popolo con facoltà di scegliere la persona da eleggere), abolire il senato, abolire il rimborso ai partiti stabilendo un minimo per un corretto svolgimento del mandato,abolire immediatamente le province con ridistribuzione dei dipendenti sui settori pubblici carenti di personale, ridurre gli stipendi sopra i 10.000 euro mensili, portare le pensioni ad un massimo di 5.000 euro netti ed un minimo di 1.500 euro netti, ma nessuno punta i piedi su i tre grandi temi che sono LA SANITA', LA SCUOLA, LA SICUREZZA PUBBLICA. Solo investendo risorse su questi tre settori potremmo essere all'altezza degli altri stati europei. Certo bisogna rivedere tutti gli apparati,ma basterebbe
copiare bovinamente il sistema anglosassone, mi sapete dire quale stato europeo o anche del mondo mantiene sul proprio territorio varie forze di polizia con divise e mezzi di diversa foggia e colori, con diversificazione di centrali operative e senza collegamenti di banche dati fra di loro? Solo riducendo le forze di polizia in due singole realtà, polizia locale e polizia nazionale(con divise e mezzi uguali)si risparmierebbe il 40% del mantenimento occorrente con un aumento del 50% di personale adoperato sulla reale sicurezza dei cittadini. Numero unico per le emergenze di qualsiasi tipo, sicurezza di interventi immediati. questo un piccolo esempio, comunque non dobbiamo inventarci niente basterebbe copiare dagli stati che hanno esperienza e concretezza nei tre settori vitali per lo STATO.

pitro c., torino Commentatore certificato 07.03.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

MA SU QUESTO BLOG CI SONO UN MUCCHIO DI INFILTRATI PD o PDL che fanno gli intellettuali.
Pussa via.

silvana rocca, genova Commentatore certificato 07.03.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cittadini eletti nel M5S. Un`area di intervento di tagli consistenti si deve fare a tutto l apparato di rappresentanze all`estero. Ambasciate nuovo ICE lettori di lingua universita`. Questo ultimo e` un lavoro che potrebbe fare un neo laureato per farsi un po le ossa . Invece mandano famiglie di professori a 20000 euro al mese !!!

bibo bibo 07.03.13 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Questo ragazzino di 87 anni sarebbe la persona ideale da eleggere come Presidente della Repubblica!

Massimo Levis 07.03.13 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Sig. Dario Fò,
mi chiamo Davide e sono un giovane di 24 anni laureando in giurisprudenza. Ho letto quanto Lei ha scritto e mi rammarico nel constatare che appoggi senza riserve il modus operandi del Signor Grillo. Mi spiace moltissimo che un premio nobel, letterato - quale è Lei - appoggi un agitatore di piazza che usa il turpiloquio come mezzo comunicativo principale. Nei miei anni liceali, studiando la letteratura latina e greca ho avuto modo di imbattermi in capacissimi oratori, politici di prim'ordine - come è stato Pericle per la Grecia classica, oppure Cicerone per la Roma repubblicana - che hanno saputo trascinare le folle verso le più ardite battaglie politiche. Ho intrapreso lo studio del diritto affascinato dagli esempi di Falcone e Borsellino, che con il loro senso del dovere e dello Stato e con la loro ossequiosa osservanza delle regole hanno condotto la battaglia più dura della nostra contemporaneità. Sono sempre stato messo in condizioni, nella mia famiglia, di imparare molto dalla nostra storia e sono cresciuto con i ricordi dei miei nonni (che purtroppo ora non ci sono più) suoi coetanei, che hanno visto nascere lo Stato italiano e hanno potuto conoscere figure significative come Sandro Pertini o Enrico Berlinguer. Di Pertini ad esempio mi è stato raccontato che, nel vedere il corpo esanime di Mussolini preso a calci e pugni dalla folla si è avvicinato e ha impedito che si continuasse a denigrare il corpo morto del dittatore che tanti guai ha portato all'Italia, disponendo che venisse sepolto con dignità. Grillo non rientra tra questi che considero i miei modelli e la ragione è evidente e non serve dirla, la vita di questi grandi e la sua parlano per loro. Spesso neppure lui sa quel che dice, come per l'art. 67 Cost., scritto non per il motivo che dice Grillo. Molte sono le cose che vorrei dire ma non ne ho lo spazio, per cui La saluto, sig. Fò, continuo ad ammirarLa per la sua vita di artista. Saluti alla Sua Signora.

Davide Tardivo 07.03.13 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Dario Fo, uomo intelligente e geniale, quanto avremmo bisogno di tante persone come Lei in questo Paese di ignoranti, parli ancora e ancora del nostro Movimento 5 stelle perchè la gente, anche quella intelligente si è fermata alle parolacce e alle cose urlate da Grillo senza capire l'importanza delle NOSTRE idee.+
Grazie

patrizia vitali 07.03.13 16:39| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono una signora non più giovanissima e faccio parte di quella metà di italiani che non ne possono più e faccio parte di quegli italiani che hanno votato il Movimento 5 stelle. Approvo al 100 per cento la posizione di Grillo e di tutti quelli che sono stati eletti.
Non possiamo più avere gente che ci "governa" senza che siano capaci di capire i problemi di noi cittadini.
Non è giusto che non ci sia lavoro, non ci sia sbocco per i giovani, non è giusto che questi ragazzi vadano all'estero, (vedi mio figlio partito 2 anni fa per Singapore) perchè obbligati per poter trovare lavoro e vivere.
Dobbiamo avere una società più equa, con grande rispetto di ciascuno e che ognuno abbia la propria dignità.
Grazie
Enrica Donzelli

Enrica Donzelli 07.03.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

(null)

Marco 07.03.13 16:31| 
 |
Rispondi al commento

La vera mafia non sta in sicilia.

In sicilia cio' che chiamano comunemente mafia in realta' e'ridotta a delinquenza e basta.

La vera mafia e' a Roma e si chiama PD.

Morte al PD cancro

Matteo Colaninno 07.03.13 16:26| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno, mi chiamo Nando , faccio il padroncino e vorrei diventare ministro dei trsporti

Rossano Deliberi Commentatore certificato 07.03.13 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bravo Dario,
sei come sempre illuminato ed illuminante,penso che il m5s ti ha ringiovanito ed ha dato speranza a milioni di italiani,che hanno dovuto subire le palle dei partitocratici ed ora cercano di pentirsi,ma duri non mollano sulle ingiustizie che hanno votato con il prof,monti,che ha criminalmente colpito gli italiani piu'deboli e creato gli esodati,quale io sono,e impoverito milioni di italiani,tanto loro lo stipendio ce l'hanno e nessuno glielo toglie ,per lo meno al momento,e poi delle auto blu nessuno parla e delle maserati ai generali e delle spese per le armi????Certo non ci sono i soldi come dice la super fornero,ignorante costituzionale,per i pensionandi o i disoccupati,ma per gli f35 o le maserate dei generali ci sono,per le auto blu e la benzina fregat aogni giorno ci sono per i telefonini grati s ci sono,per gli affitti di immobili vuoti pagati dal governo ci sono,per le 200stanze inutili del quirinale ci sono,per i pranzi loculliani e forse anche i fregacibo senza controllo ci sono,ma er finanziare imprese che vogliono dare lavoro no......!!!!!!!!
devono andare a casa e ridare i soldi maltolti,altrimenti non si riuscira'a combinare nulla,ormai il popolo si e'svegliato almeno quello indignato e quello indigente.
ciao dario ,vai avanti cosi'


Chapeau.........per Dario Fo; una persone del suo spessore nemmeno ci provano a farla passare da superficiale ed ignorante altrimenti gli si ritorce contro quindi la sua esposizione mediatica pro M5S non può che fare del bene.
Il momento è davvero di quelli della svolta; rimanendo uniti e mantenendo i propositi pre-elettorali il M5S ed i suoi elettori possono far davvero ritornare grande questo paese.
Quello che sta avvenendo era preventivabile con i tanti servi sparpagliati in TV e giornali che si riempiono la bocca di cazzate alle quali credono sempre meno persone.
E pur non andando in TV per scelta quando accendo la TV su qualche TG regolarmente fanno vedere la lettera del giorno direttamente dal Blog; gli tocca anche far questo........AH AH AH!

Avanti così senza mollare di un centimetro; soprattutto dopo aver sentito poche ma significative parole di D'Alema...........speriamo tu chiappi un traghetto quando esci in barca.

Gianluca P., Siena Commentatore certificato 07.03.13 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Se desideri toccare i parlamentari non cercare in Parlamento, ma rivolgiti al quartiere, o alla piazza, o alla città. Detta, Polis.

Hella Woland, roma Commentatore certificato 07.03.13 16:13| 
 |
Rispondi al commento

GLI ITALIANI SONO CON LA MERDA TRA LA BOCCA ED IL NASO. SPERO CHE NON CI SIA NESSUNO CHE VOGLIA DIVERTIRSI A FARE L'ONDA.

Daniele Casadei, Cesenatico Commentatore certificato 07.03.13 16:13| 
 |
Rispondi al commento

è un vanto allora essere populista, ma molti di noi habbiamo trascorso una vita ignorando la realtà, anche se con tanta di laurea, conseguita imparando a memoria nozioni imposte dai vari pedagoghi, che davano sempre ragione ai vincitori: nessuno ha giudicato gli americani per il lancio delle bombe atomiche....
il popolo va educato: noi ci teniamo i governi che ci meritiamo.
speriamo che i nostri figli si siano svegliati:voi siete i nostri figli se non vi piegherete davanti all'arroganza. auguri con stima.

gino rotondo 07.03.13 16:12| 
 |
Rispondi al commento

E ora l'ordine del giorno dei media è che Grillo è un irresponsabile e che stà mandando il paese in malora perchè rifiuta di allearsi al pd pdl ... Quando il paese à in malora a causa di questi mafiosetti senza vergogna. Poveri noi, siamo messi malissimo. Che Monti faccia una legge elettorale e poi si torni alle urne . . .

raffaella penco 07.03.13 16:11| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/07/lespresso-tredici-societa-dellautista-e-della-cognata-di-grillo-in-costa-rica/523343/

Grillo ti prego smentisci questa notizia, è ora il momento di rispondere a questi attacchi in maniera precisa non deludere chi ti ha votato credendoti diverso da tutti quegli altri ladroni.

Elettore dubbioso 07.03.13 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Premio Nobel,
la stimavo moltissimo, ancora ricordo perfettamente la sigla di Mistero Buffo, che cantavo allegramente, senza capirla fino in fondo, in verità, ma mi perdoni, avevo solo 7 anni. "ma che aspettate a batterci le mani, a metter le bandiere sui balconi? sono arrivati i re dei ciarlatani, i veri guitti sopra il carrozzone. Venite tutti in piazza tra due ore, vi riempirete gli occhi di parole, la gola di sospiri per amore e il cuor farà 3000 capriole"
Vedo che finalemte è salito sul carrozzone dei guitti! Perchè sembrate proprio voi i re dei ciarlatani! Riempite gli occhi di parole, ma dove sono i fatti? Questa non è un'opera buffa Signor Fo, è il nostro paese, è l'Italia, e sta andando a catafascio! Proprio l'altra sera dalla Gruber lei stesso si augurava e caldeggiava un accordo, su dei punti in comune, per il bene di questa nazione. "Parlerò con Casaleggio, è una persona timida ma intelligente" E ora? Cos'è successo? E' insorto l'alzheimer, nel frattempo, o Casaleggio ha lobotomizzato anche lei? Credo che non sia più il tempo, questo, dei guitti e di carrozzoni, vi siete divertiti abbastanza. E' tempo di dimostrare che volete realizzare i vostri progetti, lo dovete a chi vi ha votato. Oppure è lo sfascio del paese il vostro unico progetto?

claudia 07.03.13 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Non mi capacito di cosa accada a Dario Fo, per dare fiato alle trombe grillesche con tanta sicurezza. A partire dall'esordio. Dario dimentica che il "populismo" che intende lui è quello (russo) di un secolo fa. Dopo sono accadute tante cose, in primis i movimenti nazional-popolari (o nazional-socialisti, anche detti nazisti) che hanno imposto una virata semantica alla parola e all'-ismo. Così il Treccani della Lingua Italiana:

"Da 'populismo':populismos.m. [dall'ingl. populism, der. di populist "populista"]. - 1. (stor.) Movimento culturale e politico, sviluppatosi in Russia tra l'ultimo quarto del sec. 19° e gli inizi del sec. 20°, che si proponeva di raggiungere un miglioramento delle condizioni di vita delle classi diseredate e la realizzazione di una specie di socialismo rurale. 2. (estens.) a. Atteggiamento ideologico che, sulla base di principi e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. b. (artist., lett.) Rappresentazione idealizzata del popolo, considerato come modello etico e sociale."

Colma di tristezza assistere a un exploit del genere da parte di un grande intellettuale qual è Dario Fo.

Paolo Q., Paris Commentatore certificato 07.03.13 16:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DA UN POPULISTA
Proclamo erede universale tutta la gioventù del mondo; di destra, di sinistra, di centro, estremista: che mi importa!
C'è un solo cielo per tutto il mondo.
Allontaniamoci dai mascalzoni dell'intelligenza, come dai venditori di fumo: ci condurranno su strade senza fiori e che terminano nel nulla.
DISTINGUAMO CIO' CHE SERVE DA CIO' CHE SOTTOMETTE
Rinunciamo alle parole che sono tanto ...più vuote quanto sonore.
Non guariremo il mondo con dei punti esclamativi.
Ciò che occorre è liberarlo da certi "PROGRESSI" e dalle loro malattie, dal denaro e dalla sua maledizione.
Allontaniamoci da coloro per i quali tutto si risolve, si spiega e si apprezza in rapporto ai biglietti di banca.
Anche se sono intelligenti essi sono i più stupidi di tutti gli uomini.
Bisognerà dominare il potere del denaro, altrimenti quasi nulla di umano è possibile, ma con il quale tutto marcisce.
Esso, Corruttore, diventi Servitore.
Diventiamo ricchi della felicità degli altri.
TUTTI UGUALI E TUTTI INSIEME. Testimoni troppo spesso legati al deterioramento di questo secolo, spaventati da questa gigantesca corsa verso la morte di coloro che confiscano i nostri destini, asfissiati da un "progresso" folgorante, divoratore ma paralizzante, con il cuore frantumato da questo grido "ho fame! " che si alza incessante dai due terzi del mondo, rimane solo questo supremo e sublime rimedio: ESSERE VERAMENTE FRATELLI

massi m., bari Commentatore certificato 07.03.13 16:03| 
 |
Rispondi al commento


Un'economia dove i settori guida sono socializzati,dove i consumi collettivi soddisfano una grossa quota di bisogni privati,dove la tassazione dei redditi e della ricchezza tende a ridurre le disparità economiche,dove esistono leggi che limitano le possibilità di speculare sulla struttura delle passività,potrebbe dimostrarsi capace di raggiungere e mantenere uno stato di piena (o quasi)occupazione senza con ciò generare quelle tensioni e quella instabilità inerenti alla strategia economica correntemente adottata.
E' scritto nel programma del movimento, per questo non possiamo allinearci con la storia causa di conflitti e disperazione sociale.
Siamo con te Beppe aiutaci a liberarci di questi politicanti che mirano a distruggere lo stato sociale.

luca peruzzi 07.03.13 15:59| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dario.
Mi sembra che tu abbia letto nel vocabolario, alla voce populismo, solo quello che volevi leggere. Ora, da un premio Nobel della Letteratura, mi aspetterei lezioni di lessico un po' più precise ed oneste.
Da ex ammiratore, mi rammarico dover constatare che non stai invecchiando bene.
Cordiali saluti (riprendeti!)

Matteo D'Ambrosio 07.03.13 15:54| 
 |
Rispondi al commento

carissimo Sig. Fo,sono solo un umile ex operaio appena pensionato che,con molta soggezione, vorrebbe rispondere a un Grande Premio Nobel,volendo cercare un ponte ipotetico che a mio parere non dovrebbe esistere.
Vede Dario,mi chiedo se Chi ha scritto nell'articolo appena letto è la stessa Persona che ha contribuito ad eleggere,anche con la sua intelligente esposizione personale nelle varie manifestazioni,il Sindaco Pisapia si perchè,quel Dario Fo a cui sono grato solo per la Sua esistenza, mi sembrava un tracciatore di solco per rifondare in modo moderno intellettualmente parlando la Sinistra e la Sua Gente. E'chiaro che è un processo lungo e impervio ma,legarsi a Grillo,stimato Comico e più volte visto,pagando il biglietto il quale,a mio modo di vedere, è la rappresentazione del nuovo massimalismo, area dove la Sinistra ancora oggi non ha finito di fare i conti,sinceramente non lo comprendo. Cosa diversa è il Popolo di Cinque Stelle il quale per fortuna è uscito dal buio ma dico,oggi che avremmo un Parlamento, con vari difetti, ma con una Comitiva interpartitica o InterMovimentale nuova,che può cambiare con una maggioranza per la maggior parte nuova e "vergine", fatta di ex Amministratori e ex Lavoratori veri, cercando di costruire il nuovo e fare dimenticare quella contrapposizione politica egoista e vendicativa portata avanti dal joker B, non troviamo un punto di incontro ? mi scusi ancora Dario, se si torna ad elezioni, proprio per la plasmabilità ignorante che il ns. Popolo ha avuto sin qui potrebbe riportare in mano allo stesso Joker o chi per lui il Parlamento? facciamo le cose più importanti per il bene del ns. Paese e poi,istituzionalizziamo il Referendum e una Democrazia più adatta per Tutti ma non con una degenerazione virtuale del pensare e dell'agire. chi lavora nell'ombra e dietro le Masse a me fa ancora paura. Caro Dario,la Sx non potrà MAI vincere in questo Paese,non per colpa delle Persone che la dirigono o la compongono.
Con stima
Valerio
ReggioE

valerio t. Commentatore certificato 07.03.13 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Caro Dario mi hai affascinato sin da ragazzo quando venivo a vedere il Mistero Buffo e parlo del 1970 .... ho sempre avuto per te una sincera passione per tutti i messaggi positivi che hai sempre mandato attraverso le tue commedie ed il tuo teatro tragicomico .... io sono stato tentato di votare il M5S ma non l'ho fatto e sono rimasto fedele a Vendola. Nella mia famiglia i miei figli e mia moglie hanno votato M5S perché nauseati dalla politica. Ma ho molte perplessità oggi sulla gestione del movimento perché il rifiutare le responsabilità che oggi il M5S ha di fronte agli italiani mi ricorda il 68 dove si era sempre contro la Nomenclatura del Potere. Ritornare alle urne non è pagante per nessuno e va contro gli interessi degli italiani che sono stati vessati da Berlusconi e da Monti. Vorrei che tu fossi il latore di questo mio messaggio con Grillo che non può gestire il M5S come padre padrone (ed io so che tu mi capisci). Se vogliamo dare il potere alla fantasia provate a governare con il PD imponendo una piattaforma che sia comune anche se dovete rinunciare a qualche punto del vs programma ... e non disilludete gli italiani che vi hanno votato.
Tu cmq sei sempre un grande

Giovanni Nick, Roma Commentatore certificato 07.03.13 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VISTO CHE TUTTI AMATE PARLARE COME GRILLO, ricordatevi che PD e PDmenoelle SONO LA STESSA COSA !!
Altrimenti scrivete come mangiate e fate migliore figura.

mirco s., Fusignano Commentatore certificato 07.03.13 15:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è l'ultimo stadio...dovrebbero ringraziare il Movimento 5 stelle che ha fatto in modo che si facesse una rivoluzione pacifica.
Se non ci fosse stato questo movimento, adesso sarebbe sicuramente rivoluzione davanti al "portone" con i bastoni !!
Che la finissero anche con la parola "populista", iniziassero a farsi un esame di coscienza che è ora.
Il popolo è sovrano per la Costituzione, di conseguenza i politici sono nostri dipendenti...e da quando in qua i dipendenti, oltre ad averci amministrato male, si possono aumentare lo stipendio e prendere pensioni e liquidazioni da favola?
Ladri si nasce...bisognerebbe espropriarli dei loro beni e mandarli a lavorare in miniera, altrochè "populismo"...

Marina Massarenti, Milano Commentatore certificato 07.03.13 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Anche Gramsci distingueva tra demagogia deteriore e demagogia superiore! E per non cadere in quella deteriore invito tutti a un pragmatismo necessario. Misuriamo in Parlamento la volonta' di tutti a discutere proposte di legge concrete, vere e supportate dalle necessarie coperture finanziarie. Diamo al Parlamento il ruolo centrale di legislazione che la Costituzione gli ha assegnato. Guardate che e' consuetudine ma non obbligo costituzionale che il Presidente sciolga le Camere se non e' possibile avere un Governo che abbia la fiducia. Possiamo verificare la reale volontà di fare ciò che e' in comune tra le proposte del PD e quelle del M5S per uscire dalla recessione e dare una risposta al profondo disagio sociale prima che restino solo le rovine. Abbiamo il tempo di sperimentare una forma democratica che non e' estranea alla nostra Costituzione, in cui il Parlamento legifera e il Governo mantiene un puro ruolo esecutivo. Certo questo status improprio di Governo sfiduciato non può mantenersi durante l'intera legislatura, ma la sua durata può essere sufficiente a creare un nuovo soggetto politico, costruendo in concreto un'alleanza che spazzi via ogni idea di strapotere degli apparati e unisca i migliori giovani che sono entrati nella stanza dei bottoni per pigiarli, finalmente, a beneficio del popolo sovrano. Non s'illudano quanti sostengono il M5S che alle prossime elezioni sarà un dilagare di maggioranza assoluta. Il rischio, che nessuno vi perdonerà, e' di aver sprecato, ancora una volta, un'occasione di rinnovamento, e di riconsegnare l'Italia ad una Destra senza scrupoli. Dietro cui si annida un sistema economico di tipo mafioso, un abbraccio mortale imprenditoria-politica che e' una delle principali cause del nostro degrado. La scelta del Presidente, che consenta quell'esperimento di nuova democrazia e' di fondamentale importanza.

Carmine Castaldo 07.03.13 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Dario, ciò che scrivi è come al solito sintesi puntuale e suggestiva della realtà. Tutavia la sintesi per sua natura non racconta i dettagli e secondo me nei 'dettagli' del PD (e persino del PDL), è possibile rinvenire tracce di un'umanità molto vicina a quella che caratterizza tanti degli esponenti, militanti, simpatizzanti e votanti del M5S, ..... insomma gente che vorrebbe davvero che le cose cambiassero in maniera radicale. Il più grande successo di Grillo potrebbe essere proprio quello di dare voce e forza a queste persone, finora schiacciate da imperturbabili (eufemismo per facce di c..) leadership di partito. Secondo me è importante che Beppe capisca questa cosa e tenda una mano a queste persone che questa mano aspettano da decenni ! Grazie e ciao

Gianpiero P., Legnano Commentatore certificato 07.03.13 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di Nobel e di STANDING OVATION- ovvero, di come sono caduti i valori nell'ultima generazione- Fino ad una ventina di anni orsono, per esserne tributato, si doveva perlomeno vincere un Oscar, meglio se un Nobel, vero Dario? oggi basta aprire un pacco blu...
E allora... avanti con la Rivoluzione del Costume!

pierluigi morandi 07.03.13 15:14| 
 |
Rispondi al commento

sulle parole populista e demagoco:
caro beppe,in italia ci sono troppe differenze tra le persone attive, che come regola poi dovrebbero mantenere una famiglia, e chi campa di pensione o rendimento da capitale.
i primi li hanno solo accarezzati con un 5% di tassa solo sull'eccedenza i 90.000 euro ed i secondi ad aliquota di tassazione invariata del 12,50 hanno fatto lo stesso tassando con l'odierno 0,15% il valore nominale in portafoglio colpendo la loro custodia titoli, ergo è una tassa solo italiana.
in compenso a quello in attività come a tutti hanno scippato altri 34,20 euro nel caso il duo deposito superi i 5000 euro l'anno.
per il bene non solo nostro, ma ancor di più di chi verrà dopo di noi devi, obbligo, ripeto devi, riequilibrare queste abnormi anomalie che stanno portando all'implosione dei consumi e aumento dei disoccupati rendendo inoltre tutto il lavoro precario, che è ben diverso dalla mobilità.
ti ricordo caro beppe che uno stipendio medio netto è intorno ai 1300 euro a fronte di 2700 euro netti che percepiscono centinaia di migliaia, e mi tengo stretto, di ex impiegati della pa che di certo per conseguire tanti anni di contributi non si sono ammazzati di fatica.........altrimenti uscivano prima!
quanti precari, quanti giovani attivi occorrono per pagare uno di quei signori privilegiati?
prendi UN d'antona come esempio:ex sindacalista.
quei redditi pensionistici vanno assolutamente ridimensionati, salvo forte aumento dei salari, oggi impossibile, altrimenti la corda si spezzerà a dicembre, quando arriverà il saldo del bilancio del paese, cioè negativo, a cui dovrà seguire un'altra manovra economica di austerity che, abbiamo visto aggrava solo la situazione.
non ti fermare, evita lo scippo dei rimborsi elettorali per far sì che la politica torni ad essere partecipata dagli italiani con il loro volontario contributo!
gli italiani veri sono con te e ti sosterremo fino all'ultimo respiro!
e metti un numero di conto corrente in circolo per contribuire no?

giovanni ., vetralla Commentatore certificato 07.03.13 15:09| 
 |