Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Trattativa Stato-mafia for dummies

  • 2043


Stato-mafia in 4 atti
(05:47)
lostato-post.jpg

Lo Stato e la mafia rinviati a giudizio dopo vent'anni per i loro rapporti. Nelle aule del tribunale di Palermo sfileranno dal 27 maggio senatori, ex ministri, vertici del Ros, generali e colonnelli che avrebbero dovuto difendere la Repubblica.

"Stato e mafia sono andati a braccetto per oltre 40 anni. Ma dovevano incontrarsi in clandestinità ché, si sa, in Paese si parla. Così come amanti il loro rapporto è andato avanti e come in tutte le coppie, con alcuni screzi – oggi ti ammazzo un magistrato, domani mi arresti un boss – ma fondamentalmente con una convivenza anche abbastanza civile. Ci si sedeva allo stesso tavolo a spartirsi il manciare, ci si aiutava in un rapporto mutualistico. Insomma, una vera e propria coppia di fatto. E poi che ci fu? Ci fu che qualcuno, nell'est europeo, ha deciso di fare saltare il tavolo sul quale s'era poggiato il mondo sin dal dopoguerra. Si disgrega l'Unione Sovietica e gli stati satelliti e un giorno il mondo s'è svegliato con un muro in meno e nuove regole da creare sulle ceneri delle precedenti. E l'Italia è crollata appresso a tutto il resto. Fino ad allora lo Stivale era stato un buon campo di battaglia per le due fazioni in cui era diviso il globo, un terreno sperimentale sito nell'avamposto dell'Occidente a pochi passi dal comunismo. E, fra gli esperimenti, c'era quel rapporto con la mafia. Quei “goodfellas” affidabili, utili all'occorrenza ma che, senza comunista da tenere a bada, non erano più dei partner strategici. Così, sulla soglia delle nozze d'oro, Stato e mafia litigano. E per la prima volta, nel gennaio 1992, l’intera Cupola si trova con gli ergastoli definitivi sulle spalle.

Mafia: Non mi ha più garantita, ma che cos'è? Quella sentenza della Cassazione non doveva andare così. Me l'avevi promesso...
Stato: Eh, abbiamo fatto tutto il possibile, ma non c'è stato niente da fare. Poi quel Falcone... pareva che avesse finito di rompere i coglioni e, invece, è venuto a casa mia. Sì, a Roma. E si inventa: carcere per tutti gli indiziati di te, e finirono gli arresti domiciliari; ha ricalcolato i termini di custodia, così ho dovuto riportare in carcere un bel po' di voi; i benefici per i pentiti e la Dda in cui i magistrati tutti sanno tutto di te e pure la Dna perché dicono che sei un fenomeno nazionale per non parlare della Dia... sbirri tutti dedicati a te; pure la norma sui prestanome s'è inventato e poi, quel 41 bis, ma che è brutto anche solo a sentirlo nominare. Ma stai tranquilla, queste cose non passeranno mai. Parola d'onore.
Mafia: Onore?! Ma di cosa stai parlando, tu non sai nemmeno cosa vuol dire onore per me! Ora ti faccio vedere io. Non hai voluto fare come ti dicevo? Ora mi devo togliere i sassolini dalle scarpe. Sassolini... belli pietroni!
Stato: No, aspetta. Possiamo ancora farcela, certo ad aprile ci sono le elezioni...
Mafia: Elezioni sta minchia! Tu sei finito. Guarda i tuoi uomini, sono tutti vecchi, molli, stanno cadendo come pere sfatte. E se non cadono, non ti preoccupare, li taglio io i rami. Tutti fuori dalla sella li voglio! La gente non ci deve credere più in te e ricordati che qua, in Sicilia, lo stato sono io! Salutamu.

Sotto i colpi dei killer il 12 marzo 1992, a Mondello, cade Salvo Lima, leader della corrente andreottiana in Sicilia e indicato da numerosi documenti come referente politico principale di Cosa Nostra. Qualcuno comincia a farsela sotto. Anche perché cominciano a girare documenti. Si parla di “piano destabilizzante l'ordine repubblicano” e si fanno anche i nomi dei prossimi rami da tagliare. Calogero Mannino, ministro dell'ultimo governo Andreotti e leader della sinistra Dc nell'Isola, è nella lista. Per salvarsi la pelle, chiede aiuto al capo del Ros dei carabinieri, Antonio Subranni, e anche ai servizi segreti, rappresentati da Bruno Contrada. E mentre i picciotti sono in giro a Roma per cercare di seccare uno a scelta fra Costanzo, Falcone e Martelli, arriva l'ordine di tornare alla base. C'erano cose grosse da sbrigare. Esplosive.

Stato: Ma che fai, m'ammazzi Falcone?! Ma sei diventata pazza?
Mafia: Avanti, non fare il verginello, che m'hai anche dato una mano.
Stato: Non ti consento di fare certe insinuazioni...
Mafia: Se va bé... e io come facevo a sapere che stava arrivando?
Stato: …
Mafia: Lo vedi! Comunque, sei debole, noi siamo più forti. Ormai l'hanno capito tutti.
Stato: Aspetta un minuto, parliamone. Che cosa vuoi per farla finita?
Mafia: Ora cominciamo a ragionare. Intanto che fa, me li togli dai coglioni questo Scotti, questo Martelli e Andreotti poi... deve sparire dalla scena, altrimenti ci penso io... già, come vedi, non l'ho fatto diventare il tuo capo.
Stato: No! No! Ok, ora vediamo.

Dopo la strage di Capaci il ministro Claudio Martelli firma il decreto Falcone che contiene tutte le intenzioni del giudice da applicare nel concreto alla lotta alla mafia. Norme che restano in parte lettera morta, soprattutto sul “carcere duro”. Il 28 giugno Giuliano Amato forma il nuovo governo, Scotti passa agli Esteri ma Martelli resta. Intanto il Ros dei Carabinieri cerca Vito Ciancimino per cercare di capire come finire con questo “muro contro muro”. Di questa iniziativa viene a conoscenza Paolo Borsellino (http://www.youtube.com/watch?v=BQkv3iy4TsE), amico, braccio destro e erede naturale di Falcone, tramite Liliana Ferraro, succeduta a Falcone nella poltrona di direttore degli affari penali al ministero di Giustizia, alla quale il Ros chiede “una copertura politica” da parte di Claudio Martelli.

Mafia: Ma chi mi hai mandato, ma chi sono questi?
Stato: Credimi, ne so poco, ho saputo che sono andati da Ciancimino e che vanno a bussare alle porte dei ministri per cercare coperture...
Mafia: E Martelli, che ci fa ancora là?
Stato: Eh, sì... dammi un po' di tempo, non è così facile come per te... tu decidi, parti, ammazzi, torni a casa. Io c'ho ministri, presidenti, parlamentari...
Mafia: E non me ne fotte niente. E allora? Che risposta mi dai, mi pare di averti fatto un bello papello.
Stato: Eh, va bè, così, come si fa? Ci vorranno anni...
Mafia: Ma tu lo sai che noi abbiamo la stessa età
Stato: Ma ora non si può fare niente... e poi, ormai si sa, lo sa anche quello che meno di tutti doveva saperlo. A volte i miei dipendenti, quando prendono l'iniziativa, finiscono per combinare guai.
Mafia: E a quello ci pensiamo noi... come abbiamo sempre fatto! Che... tu scurdasti Dalla Chiesa? E La Torre... che ti stava sui coglioni anche a te! E tutte quelle cose che ho fatto per te?! Io mi sono preso sempre la mia responsabilità e anche questa volta lo farò ma sappi una cosa...
Stato: Cosa?
Mafia: Non ci fermeremo mai

Alle 18 del 19 luglio 1992 salta in aria via D'Amelio a Palermo e con essa anche Paolo Borsellino e la sua scorta. La stessa notte, dalle celle dell'Ucciardone dove avevano appena finito di bere lo champagne per festeggiare, vengono trasferiti i primi detenuti nell'isola di Pianosa al 41bis.

Mafia: E allora? Ma che dobbiamo fare?
Stato: No, guarda, stavolta hai esagerato.
Mafia: Di nuovo? Che fai finta di niente?
Stato: La situazione è messa male, devi avere un po' di pazienza, fermati un attimo e vediamo se possiamo trovare un accordo.
Mafia: Va bene, io mi fermo per un po', tranne qualche altro sassolino che mi devo togliere, ma tu non ti preoccupare, questi sono affari interni nostri. Sono cose nostre.
Stato: Aspetta che mi riprendo, ora, così, non posso muovermi, mi sono spiegato?
Mafia: E amunì, vedi di sbrigarti che qua i picciotti si lamentano... e si lamentano assai!

Cosa nostra, sotto la sua superficie ruvida e compatta si spacca. La strategia delle bombe sta solo portando enormi sofferenze ai carcerati. Che si fanno sentire. Tre giorni dopo la morte di Borsellino il Ros bussa alla porta della Presidenza della Consiglio parlando con Fernanda Contri dei contatti avviati con Ciancimino, il portavoce della Cupola. Non sarà l’unica. In ottobre anche il Presidente della Commissione Antimafia Luciano Violante viene informato dal Ros degli incontri con l’ex-sindaco di Palermo.
La trattativa avviata dal Ros cambia l'interlocutore finale: con il sanguinario Riina non ci sono margini di trattativa, anzi, in questo momento rappresenta un danno per la stessa organizzazione. Meglio puntare su Bernardo Provenzano, più “ragioniere”, avvezzo a badare agli affari e che con lo Stato ci ha sempre dialogato. Attorno a lui potrebbe organizzarsi una nuova mafia che deve rispettare le regole di quella vecchia: niente scruscio. Così il 15 gennaio Totò Riina viene arrestato dal Ros a pochi metri da casa sua, dove nessuno dei carabinieri entra per 18 giorni.

Mafia: Sei stato bravo! Complimenti, non me l'aspettavo...
Stato: Fai pure ironia? Sai anche tu che non c'erano alternative, a quello gli era partita la testa.
Mafia: Non ti preoccupare che ce ne sono altri... ti pare che è finita qua?! Dammi un pochino di tempo e vedi che minchia ti combino. Qua i picciotti dalle carceri continuano a lamentarsi. E che è sta cosa? La vogliamo finire?
Stato: Eh va bé, lasciamelo dire, te la sei cercata. Ora, però, stai tranquilla che con questo colpo abbiamo dato un bel po' di calmante alle persone. Abbiamo preso il 'maggiordomo'. È dietro le sbarre. Vedrai che piano piano la gente comincerà a pensare ad altro...
Mafia: Ti do quattro mesi di tempo, dopo di che... non puoi immaginare...
Stato: Si, ho capito. L'importante ora è non fare altre cazzate, la gente deve immaginare che hai accusato il colpo.
Mafia: Certo, intanto io mi faccio qualche riunione... vediamo che ne viene fuori.
Stato: Fai come vuoi, sai che non sono mai stato geloso

A Febbraio 1993 Martelli viene costretto alle dimissioni perché raggiunto da un avviso di garanzia per una vecchia storia di tangenti, al suo posto va Giovanni Conso. I vertici del Dap, Dipartimento amministrazione penitenziaria, vengono sostituiti. Al posto di Nicolò Amato e Edoardo Fazioli, arrivano Adalberto Capriotti (vecchio magistrato di Trento) e Franco Di Maggio, magistrato d'assalto a Milano nei primi anni '80 finito poi all'Alto commissariato antimafia. Di Maggio non aveva i titoli per ricoprire quell'incarico ma ci pensa il presidente della Repubblica in persona, Oscar Luigi Scalfaro, che nominandolo in pochi minuti dirigente generale alla Presidenza del Consiglio lo fa salire di grado. Ma è già troppo tardi. A Firenze il 27 maggio una bomba fa cinque morti. Pochi giorni prima Maurizio Costanzo sfugge ad un attentato. Il 2 giugno, giorno dell’anniversario della nascita della Repubblica, un’autobomba viene fatta ritrovare a cento metri da Palazzo Chigi. Negli stessi giorni 140 detenuti escono dal 41bis. Alcuni di loro risultano essere legati ad organizzazioni mafiose.


Stato: T'avevo detto di stare ferma, dai cazzo.
Mafia: Ehhhh, ma io non te l'avevo detto pure...
Stato: Ma non ha visto, Martelli se n'è andato e sulle carceri ci sto già pensando...
Mafia: Eh, ma che vuoi?! I picciotti con le mani in mano non ci sanno stare...
Stato: Ma quel casino, per Costanzo?
Mafia: Ci dovevo pur dare qualcosa da fare... lo volevamo solo fare scantare.
Stato: Sì, spaventare, a Firenze sono morte cinque persone
Mafia: E tante altre in più ce ne saranno se non ti smuovi. Sto perdendo la pazienza... anzi sai che ti dico... succederanno cose clamorose. In tutta Italia!

La notte del 28 luglio tre esplosioni simultanee avvengono a Roma, davanti la Basilica di S.Giovanni e la chiesa del Velabro, e a Milano, vicino al museo d’arte contemporanea: cinque morti.
Nell’agosto del 1993 qualcuno avverte del pericolo di “una tacita trattativa” tra Mafia e Stato. E’ il capo della DIA Gianni De Gennaro che invia un report al ministro Mancino che a sua volta lo gira a Luciano Violante.

Stato: E ma ora basta! Pure le chiese! E a Milano, cinque persone che non c'entravano niente, ma che vuoi fare? Hai visto che ti ho levato un po' di persone dal 41 bis?
Mafia: Tu mi devi dare, anzi, mi devi ridare il mio potere. Lì, dove sei tu, a Roma. E continuare a levare i miei dal 41 bis. U capisti?
Stato: Si, qua, a Roma... ma tu non hai capito che ormai il potere è a Milano. Vedi che casino che stanno facendo con sta 'mani pulite'? Io pure a questo devo badare. Se rivuoi il tuo potere tu devi andare a Milano, qua stiamo raccogliendo i cocci e, facendo, così, i tuoi problemi te li potrò risolvere solo più in là.
Mafia: Minchia, sei un quaquaraquà, io mi posso solo fidare dei miei compaesani.

Sul finire dell'estate Cosa nostra si organizza per fare un suo partito. Basta rappresentanza indiretta, i boss vogliono essere loro stessi a sedere a Montecitorio in modo da non incappare più nei politici traditori. Ma, di contro all'idea del partito-mafia, qualcosa di nuovo si affaccia. Forse c’è un’altra strada. Mentre altri 340 detenuti, aderenti a Cosa nostra, ‘ndrangheta e camorra, escono dal 41 bis. Il ministro Conso, indagato per falsa testimonianza, dice che prese quella decisione da solo e per dare un segnale di distensione, “all’interno della mafia c’erano due fazioni, una più violenta l’altra più moderata”.

Stato: Ho saputo che ti stai sistemando...
Mafia: Sì, ma non credere che è finita qui, io di prese per il culo non ne voglio più sapere.
Stato: Io, con i miei uffici, quello che potevo fare l'ho fatto.
Mafia: Sì, ma qua ancora siamo lontani. Non ti dimenticare che ti colpisco quando voglio... e stavolta... non te lo puoi immaginare.
Stato: Ma insomma, le cose si stanno mettendo meglio, se pensi un anno fa... e poi l'ultima bomba l'hai messa tre mesi fa!

Nel gennaio del 1994 un ordigno di potenzialità devastante piazzato a pochi metri dallo Stadio Olimpico sarebbe dovuto esplodere alla fine di un incontro di serie A uccidendo centinaia di carabinieri in servizio di ordine pubblico.

Mafia: U viristi! Posso sempre farti un danno che manco te l'immagini! Va, per stavolta te la sei evitata
Stato: Grazie! Io l'ho capito che volevate dare l'ultima spinta, l'ultimo lancio. Grazie per non averlo fatto.
Mafia: Non c'è di che!
Stato: Ma ora, è chiaro, come dai patti... un po' di voi li dobbiamo togliere dalla circolazione. Sono teste calde, troppo pericolosi, io con loro non posso averci a che fare. Così tu sopravviverai e io sopravviverò e magari potremo tornarci a incontrare come ai vecchi tempi. L'hai capito che serve tempo e poi tutto sarà come prima. Tutto cambierà per restare tutto uguale, proprio come piace a te!
Mafia: E va bé! Però devono stare belli comodi! Non facciamo che ci levate i piccioli a questi... acchiappateli ma le loro famiglie non devono mai più avere problemi. Come ai vecchi tempi. Ci siamo capiti.
Stato: Sì, certo, sono serio io che ti pare...
Mafia: Talè, non mi fare parlare... Salutamu!

Negli ultimi mesi del 1993 il boss Vittorio Mangano, ex-stalliere ad Arcore, riallaccia i contatti con il suo vecchio amico Marcello Dell’Utri.
Sul finire del gennaio 1994 i fratelli Giuseppe e Filippo Graviano, registi delle stragi in “continente”, vengono arrestati a Milano mentre cenano in un noto ristorante. Con tutti i covi che potevano trovare in Sicilia, hanno deciso di passare la latitanza nella capitale meneghina, accompagnando il figlio di un loro amico a fare un provino nel Milan.
Leoluca Bagarella, altro frontman della strategia stragista, viene arrestato nel 1995. L'anno dopo tocca a Giovanni Brusca, il “boia” di Capaci. Bernardo Provenzano conquisterà la leadership della nuova Cosa nostra mentre giovani e vecchi boss vengono arrestati: tutti tranne lui. Fino al 2006 quando terminerà la sua latitanza durata 43 anni. Lo troveranno, incredibile ma vero, a Corleone dove il vecchio boss aspetta, seduto su una sedia, ormai troppo malato per farsi curare in latitanza. Ma ce n'è ancora uno. Matteo Messina Denaro. Ha dato man forte, cervello e braccia, per fare le stragi. Si dice sappia cose disdicevoli.

Stato: Meglio lasciarlo dov'è...

di
Andrea Cottone
Nicola Biondo


"Il testo sopra riportato è liberamente ispirato al contenuto degli atti depositati al gup di Palermo, dott. Piergiorgio Morosini, nell'ambito dell'udienza preliminare sulla trattativa Stato-mafia che si celebra a Palermo".

lasettimanabanner.jpg

8 Mar 2013, 17:05 | Scrivi | Commenti (2043) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 2043


Tags: 41bis, Amato, Andreotti, Borsellino, Capriotti, Ciancimino, Conso, Contrada, Cosa Nostra, DC, Dell'Utri, Di Magio, Falcone, Fazioli, mafia, Mannino, Martelli, Provenzano, Riina, Ros, Stato

Commenti

 

E' la prima volta in vita mia che mi iscrivo ad un movimento, credo nella mia scelta, credo in voi: non deludetemi. Ridate speranza al popolo, ridate tutta la dignità che ci è stata tolta. Fate in modo che le persone apprezzino di nuovo questo paese, governate con saggezza, con intelligenza, con onesta, con sacrificio, con umilta e con il cuore. Abbiate sempre il coraggio delle vostre azioni e non abbiate timore dei vosti nemici. Una cosa mi è venuta in mente, non ho mai sentito un politico dire ufficialmente al popolo italiano due semplici parole HO SBAGLIATO!

cesare canavero, bordighera(imperia) Commentatore certificato 14.03.13 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' la prima vlta in vita mia che mi iscrivo ad un movimento, credo nella mia scelta, credo in voi non deludetemi. Ridate speranza all popolo, ridate tutta la dignita che ci e stata tolta, fate in modo che le persone apprezzino di nuovo questo paese, governate con saggezza con intelligenza con onesta con sacrificio con umilta e con il cuore. Abbiate sempre il coraggio delle vostre azioni e non abbiate timore dei vosti nemici. Una cosa che mi e venuta in mente, non ho mai sentito un politico dire ufficialmente al popolo italiano due semplici parole HO SBAGLIATO come possibile

canavero cesare 14.03.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre votato per la sinistra, mi sono iscritto al M5 Stelle e l'ho votato per il parlamento in Sicilia e per quello nazionale,ma non condividendo la strategia di Grillo e Casaleggio, ritenendo essenziale che il paese Italia venga " aiutato " e considerato che per delle prese di posizione a priori senza invece sfidare sul campo il PD dando la fiducia, fiducia che in qualsiasi momento potrebbe essere tolta, credo che alle prossime elezioni tornerò a votare per il PD, cosa che credo faranno in tantissimi togliendo al movimento 5 stelle almeno 10 punti percentuali.
Per la stessa motivazione mi cancello dal movimento e dal blog.
Buona fortuna.

Giacomo Crisci, Bronte Commentatore certificato 14.03.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento

A seguito delle solite ed innumerevoli denunce sulla difficoltà a cancellare il proprio abbonamento Rai TV c'è da notare la totale inefficienza dell'obbligo delle pubbliche amministrazioni di dotarsi di una casella di POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA.

La legislazione NON OBBLIGA a comunicare tale indirizzo PEC!!!

Non obbliga le aziende e non obbliga le amministrazioni pubbliche.

L'indirizzario della Pubblica Amministrazione: https://www.postacertificata.gov.it/guida_utente/servizi/servizi_base/indirizzi-pubblica-amministrazione.dot
è del tutto inadatto a trovare gli indirizzi PEC !

A mio parere uno dei primi punti da perorare in Parlamento con estrema energia è la modifica legislativa che, con un articolo di qualche comma, imponga la presenza dell'indirizzo PEC in ogni documento accanto all'intestazione (come Parte integrante dell'intestazione) di ogni amministrazione pubblica.

Questo sarebbe davvero calare la rete nel quotidiano di ogni cittadino con benefici effetti sui portafogli (abolizione implicita dei call center e relative spese telefoniche) e "decrescita dolce" di un valore perverso nel calcolo del PIL.

Ovviamente sarebbe bene obbligare alla pubblicazione anche le aziende private. Però di esse, anche se con molta fatica, il pubblico registro gestito dalle Camere di Commercio è di aiuto (conoscendo l'esatta intestazione e l'indirizzo della sede legale).

Forse serve ricordare che il governo italiano fornisce gratuitamente un'indirizzo PEC ad ogni cittadino.

Enrico Sbardolini 14.03.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Amici sel m5s del xx municipio -Roma- desiderereb-
bero dare il loro contributo allo steseeo Ente,ove
si avverasse e si avvererà,la conquista di tale Istituzione da parte del m5s ormai inarrestabile.
Vorrebbero conferire e non solo via web con amici
del m5s con all'ordine del giorno investimenti
e lavoro nonchè l'acquisizione di nuove risorse
finanziarie,ahimè sempre tanto sospirate.
Papaolo.

PAOLO P., roma Commentatore certificato 14.03.13 12:44| 
 |
Rispondi al commento

HABEMUS PAPA, EVVIVA!!!
MA NON HABEMUS UN GOVERNO!!!
IL MIO VUOLE ESSERE SOLO UNO SFOGO E VORREI DIRE ANCHE CHE GRILLO COSì SI STA FACENDO MOLTI NEMICI ANCHE ALL'ESTERO E FORSE ANCHE UNA PARTE DEI SUOI ELETTORI. NON BASTA AVERE TUTTE LE RAGIONI DEL MONDO BISOGNA AGIRE CON UMILTA E NON SOLO CON PURO CALCOLO.
GRILLO LA BARCA STA AFFONDANDO! E QUANDO PARLI DI ARGENTINA SAPPI CHE ANCORA ADESSO DOPO 10 ANNI I SUOI PROBLEMI NON LI HA RISOLTI ANZI è MESSA MALE.

massimo d., trento Commentatore certificato 14.03.13 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno ha a cuore i 6 milioni ( dico 6 milioni ) di pensionati che per la legge FORNERO non hanno avuto per il 2012 ed il 2013 l'adeguamento al costo della vita con una perdita notevole del potere di acquisto.
Mi sembra una cosa profondamente ingiusta e vergognosa.

salvatore la torre 14.03.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

L'attacco di libero a Gianmarco Corbetta dovrebbe far meditare chi nel blog commenta:
"Destra e sinistra sono uguali"frase tipica del fascista che vuole mimetizzarsi!

sergio re 14.03.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Cari tutti,
ma questi nomi per la stanza dei bottoni... non mi dite che anche voi siete caduti nelle beghe delle poltrone da spartire come la vecchia politica contro la quale vi battete. NO.. allora è ancora vero? "bisogna che tutto cambi affinchè tutto rimanga come è"! Sentite una curiosità ma i centri anziani come si connettono con il Parlamento che non hanno i pc gli mandate un piccione viaggiatore... oppure i vostri assistenti legilsativi che ancora non avete assunto preparano una delibera per l'acquisto di pc per tutti i centri anziani d'Italia? governare un paese non è solo sputare nel piatto dove si mangia. Meditate grillini... meditate!!!

Rosa Billo 14.03.13 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, i tuoi portavoce che parlano in TV non mi sono sembrati particolarmente umili, come il contesto generale e la "novità" del movimento avrebbero potuto suggerire, anzi mi sono apparsi un pò presuntuosetti e saccenti..., non sarà meglio richiamarli? Sembrano i primi della classe un pò antipatici, forza!! ci sono tante cose giuste ed urgentissime da fare: avete un gran consenso, anche il mio, ma SBRIGATEVI!!

sergio alesi 14.03.13 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,desidero molto uscire dall'euro e usare la lira pre i nostri consumi interni e fare una moneta per i turisi,per usi internazionali etc etc.Quello che hai dichiarato pochi giorni fà,che siamo già fuori dall'euro e che ci molleranno appeno ripresi i soldi degli investimenti i paesi del nord europa ci molleranno,giochiamo d'anticipo che nè pensi?

roberto minnoni 14.03.13 11:07| 
 |
Rispondi al commento

se io volessi parlare direttamente con il Signor Grillo è un'utopia, oppure è una cosa fattibile?
grazie

Sonia Barro 14.03.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti.
Vorrei chiedere direttamente a Beppe Grillo e ai suoi collaboratori di interessarsi e aiutare i bambini come Sofia (della quale siamo venuti a conoscenza attraverso il programma Le Iene di domenica 10 marzo u.s.) che sono in attesa di curare le loro tremende malattie con il metodo Stamina del Dott. Vannoni.
AIUTATELI VI PREGO. Vengono ostacolati in ogni modo solo perchè ci sono sotto interessi di denaro delle case farmaceutiche che producono altre cure, che nei casi come quello della piccola Sofia non servono a nulla. Con la prima infusione di cellule Sofia aveva avuto miglioramenti perchè impedirle di portare a termine la Cura???
Basta "scherzare" con la vita delle persone. Aiutateli. Intervenite. GRAZIE a nome di tutti noi, di tutte noi mamme e papà, a tutti un giorno potrebbe accadere e non si può restare a guardare una bimba di 3 anni che si spegne ma che si potrebbe aiutare! Grazie

Emanuela Raitano 14.03.13 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, non serve perchè intanto non li vedo mai pubblicati. Allora o non sono capace a cercare o perdo tempo. Peccato. Mi piaceva dare un contributo. Sarà per le prossime elezioni.

Walter Marino

walter marino 14.03.13 09:32| 
 |
Rispondi al commento

NOI ITALIANI SIAMO I MIGLIORI NEL FARSI MALE DA SOLI!!!
ABBIAMO IL TALENTO MA LO SCIUPIAMO PERCHE NON SIAMO CONCRETI CIOè INCONCLUDENTI.
AD ESEMPIO VEDI ORA GRILLO DOVE STA TRASCINANDO IL PAESE E MALGRADO ABBIA TUTTE LE RAGIONI QUESTO ESSERE INCONCLUDENTI CI MANDERA TUTTI FALLITI.
GRAZIE GRILLO
P.S. LO SAPPIAMO TU NON PUOI SCENDERE A COMPROMESSI

massimo d., trento Commentatore certificato 14.03.13 07:58| 
 |
Rispondi al commento

La Rivoluzione di Velluto 1989

Categoria: Storia

198 views

0.9076543129049242
Play Velvet Revolution 1989 Audio Download MP3 audio
Per gli abitanti dell’Europa centrale e orientale, il 1989 è senza alcun dubbio un anno da non dimenticare. Diversi governi comunisti furono energicamente rovesciati e finalmente il Muro di Berlino venne abbattuto, permettendo così la riunificazione delle due Germanie.
Mentre accadeva tutto questo il governo Cecoslovacco osservava nervoso, con la consapevolezza che avrebbe potuto essere il prossimo in questo travolgente periodo rivoluzionario.
In Cecoslovacchia vi era un senso ambivalente di eccitazione e di preoccupazione, dal momento che il popolo desiderava vedere un cambio di governo, ma era allo stesso tempo preoccupato su come questo sarebbe avvenuto. Fino al 17 Novembre del 1989 nessuno aveva idea di come sarebbero andate le cose, quando il Movimento dei Giovani Comunisti organizzò una manifestazione a Praga per commemorare le vittime del Nazismo durante la Seconda Guerra Mondiale – una manifestazione che fu brutalmente repressa dalla polizia, la quale arrestò un buon numero di manifestanti e causò molti feriti.

Questo fu l’evento che spinse il popolo Cecoslovacco a fare qualcosa per riprendere il proprio destino nelle sue mani. La rabbia non si manifestò in atti di violenza, ma piuttosto in una serie di manifestazioni contro il governo – la maggior parte delle quali avvenne a Letna, che fu invasa da oltre 750.000 persone. La luce guida tra le file dei dimostranti rispondeva al nome di Vaclev Havel, il quale, insieme ad altri, riuscì a negoziare con il governo in carica, ottenendo le sue dimissioni il 3 Dicembre 1989. Immediatamente dopo venne formato un “governo di responsabilità nazionale”, cui partecipavano diversi partiti politici con a capo.
Grazie al modo pacifico con il quale la Cecoslovacchia ha saputo gestire questi eventi, il passaggio divenne famoso con il nome di Rivoluzione di Velluto. Tuttavia restavano dei probl

Mauro Fulici 14.03.13 02:20| 
 |
Rispondi al commento

Agli eletti del movimento 5 Stelle.

L'Italia, Paese abbandonato alle contrapposizioni perenni. I risultati sono davanti ai nostri occhi.

L'Italia non è solo macerie, ci sono ancora molte cose buone.

Da voi ci aspettiamo saggezza.

L'italia è un paese bello, il bello è ricchezza.

Non vado avanti con le mie parole, voi dovete andare avanti, chi vi a votato si aspetta saggezza.

marino martini, pescia Commentatore certificato 13.03.13 23:36| 
 |
Rispondi al commento

PER EVITARE CHE POSSA NASCERE IL SOSPETTO CHE QUALCUNO ALL'INTERNO DEL M5S POSSA TRARRE VANTAGGIO ECONOMICO DALLE POSIZIONI PRESE DAL MOVIMENTO STESSO, INVITO I VERTICI A FARE UNA OPERAZIONE DI TRASPARENZA RENDENDO PUBBLICI I PATRIMONI MOBILI E IMMOBILI, E DI AGGIORNARNE LA SITUAZIONE TRIMESTRALMENTE.

Guido R. Commentatore certificato 13.03.13 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Il paese è stato declassato e il rischio di un aggravamento della crisi che colpirebbe ancora di più le persone che già fanno fatica ad arrivare alla fine del mese è prossimo. Caro Beppe non possiamo ancora aspettare, abbiamo un'occasione unica che ci viene offerta, se la rifiutiamo non sappiamo se ce ne sarà un'altra, cè il rischio che gli Italiani non lo capirebbero. Proviamo a Governare il paese unitamente al PD che non puo permettersi di sbagliare, vediamo i punti più importanti che si possono portare a termine in attesa di andare alle prossime elezioni. Non vi è alternativa, dobbiamo fare la nostra parte per far ripartire la macchina dello stato, iniziamo con lo sblocco dei crediti che lo stato ha con la piccola e media impresa; una nuova legge elettorale dove vi sono un massimo di due mandati, una legge sul conflitto d'interesse che da circa 20 anni non si è capaci di risolvere; Abolizioni dei finanziamenti pubblico ai partiti, visto che anche il sindaco di Firenze Renzi è d'accordo; Abolizione dei finanziamenti pubblici ai giornali; dimezzamento dei Parlamentari; dimezzamento degli stipendi degli stessi;Riduzione del carico fiscale con l'abolizione dell'IMU e dell'Irap; blocco dei lavori della tav che è un'opera inutile dove si potrebbero recuperare parecchi miliardi da stanziare agli asili e spendere per il sociale; Ed altri punti che insieme si possono portare a termine, dopo di chè ritornare alle urne per nuove elezioni e sono sicuro che il Movimento 5 stelle continuera ad essere il primo partito italiano.Beppe non rischiamo di perdere questo sogno che tu sei stato capace di offrirci e per questo ti siamo grati

damiano randazzo 13.03.13 22:39| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della ricostruzione della CITTA' DELLA SCIENZA!!!
Quello che è rimasto deve essere recintato e deve restare AD PERPETUAM REI MEMORIAM, perchè nessuno dimentichi.
CHI HA ORGANIZZATO LA DISTRUZIONE HA GIA' ORGANIZZATO ANCHE LA RICOSTRUZIONE.
La ricostruzione deve essere fatta in altro posto,
nel CILENTO per esempio,sottrendola ai soliti delinquenti che come è già accaduto nel terremoto dell'Aquila già stanno festeggiando al nuovo affare.

Domenico Rizzo 13.03.13 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Agli Eletti del 5 Stelle.

L'italia è un paese ridotto a pezzi, ma c'è sicuramente anche molte cose buone, basta saperle gestire.

Voi che siete qui con buoni propositi, non c'è tempo da perdersi in chiacchiere.

marino martini, pescia Commentatore certificato 13.03.13 21:16| 
 |
Rispondi al commento

MA CHE CAVOLO C'ENTRA IL NOSTRO INNO NAZIONALE IN VATICANO??????? E CHI HA PAGATO LA BANDA MUSICALE???? E QUANTO??? E PERCHE'????E CHI HA DATO L'ORDINE????
BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Rob P. Commentatore certificato 13.03.13 20:37| 
 |
Rispondi al commento


in questo momento io non ho un lavoro, fortunatamente ho dei risparmi che mi dovrebbero permettere una certa tranquillità, finchè non prenderò la pensione.
arrivo al dunque, da quando ho sentito dire da Grillo che l'Italia è gia fallita e la Germania non vede l'ora di mollarci io e credo che come me molti altri risparmiatori sia venuta la voglia di prendere il tutto e salutare questo paese.
vorrei che qualcuno chiarisse bene questo problema

massimo d., trento Commentatore certificato 13.03.13 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, ti sei certamente guadagnato un capitolo nei futuri libri di storia. Ma cosa ci sarà scritto? Spero tanto che sarai ricordato come quello che ha indotto la sinistra a realizzare finalmente quelle riforme a favore della gente comune sempre rimaste sulla carta e mai realizzate, a fare assieme al PD una buona legge elettorale ed un risanamento dell'economia. Ma la tua ostinazione a non voler collaborare col PD, senza il quale nessuna legge può essere approvata in questa legislatura, mi fa temere che passerai alla storia come quello che ha rinunciato a questa opportunità, facendo precipitare l'Italia nell'abisso sul cui orlo il ventennio berlusconiano l'ha portata. Solo con il PD puoi realizzare almeno una prima parte di riforme, prima di andare a rivotare con una legge migliore, non fatta come il porcellum su misura per la destra. E probabilmente così la prossima volta potrai raddoppiare il consenso, mentre rivotare senza alcuna riforma fatta sarebbe solo un inutile spreco di miliardi, ed una tremenda condanna per l'economia e la società italiana, che degraderebbero ulteriormente facendoti poi pagare l'occasione sprecata.
Non ho capito inoltre se 1 vale 1 o se 8 milioni di uno valgono zero e Grillo vale 8 milioni, come sembra.
EM

Enzo M., Mestre (VE) Commentatore certificato 13.03.13 19:09| 
 |
Rispondi al commento


Non ho potuto votare perchè non ho residenza. Sono un ex imprenditore (avevo circa 80 dipendenti), e pur pagando sempre le tasse e contributi, non ho avuto la possibilità di votare!
La mia azienda è fallita! Non ho fatto quel che molti mi consigliavano e cioè scappare con gli incassi, ma son rimasto a far fronte a tutto, liquidando tutti i dipendenti e portando i registri in tribunale. Mi hanno portato via le case (la mia azienda è fallita per crediti considerati inesigibili dai curatori) e io non ho fissa dimora. Perciò secondo lo stato italiano di ... non ho quindi diritto al voto. Faccio presente che la mia situazione è nota ai giudici, che sanno sempre come rintracciarmi telefonicamente e/o tramite mail quando mi devono convocare per eventuali atti. E son sempre disponibile. In quel momento ridivento un cittadino che ha dei doveri e devo essere presente. Ho scritto anche a voi senza ricevere risposta. Per favore fatemi un segnale di fumo, la mia fiducia è riposta credo solo in voi!
Massimo Cocco 340 7351445

Massimo Cocco 13.03.13 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è gente che si dichiara attivista, iscritta regolarmente al blog e che va in giro per le vie tra la gente a fare una sporca pubblicità al movimento.
Vorrei avere una lista con un motore di ricerca che mi permetta di trovarli e smascherarli una volta per tutte.
Penso che questo problema non sia solo un caso isolato come il mio ma sarà comune a molti veri attivisti.
Dimostriamo il contrario alle persone e diciamo chi sono i veri attivisti!
Segnaliamo inoltre questi fantomatici iscritti,segnaliamo le loro iniziative e dimostrazioni plateali che rovinano il principio genuino del movimento

mauro trazzi, borore Commentatore certificato 13.03.13 18:12| 
 |
Rispondi al commento

LA PROVA DEL 9
Carissimi, non si tratta di essere francescani o meno; si tratta di fare SUBITO (appena il Parlamento è in grado di legiferare), cose che impattano gli UMORI PROFONDI di tantissimi di noi:fissare un tetto all'indennità parlamentare (non oltre 7.000 euro netti onnicomprensivi), abolire i rimborsi elettorali e i vitalizi sono TRE cose che potete inserire nella vostra PRIMA legge, dal momento che adesso siete deputati e senatori (del m5s)!
Fatevi un pò di conti: 159 milioni di rimborsi elettorali, 10.000 euro di risparmio al mese per ogni deputato o senatore (su una indennità complessiva netta di 17.000) più i "vitalizi". Si tratta di centinaia di milioni di euro che SUBITO potete destinare al reddito di cittadinanza o come "fondo" per evitare altri eventuali suicidi di piccoli imprenditori.
Avete idea di quale impatto questa legge avrebbe su tutti noi? ENORME!!!!
Avete la possibilità, UNICA ed IRRIPETIBILE, di mettere TUTTO il Parlamento di fronte ad una SCELTA: SI' o NO.
Se la legge viene approvata è già una rivoluzione; se viene respinta si va al voto e questa volta il m5s vince a mani basse!!
Riflettete gente, riflettete!!
Il vostro tormentone.

alberto antonini 13.03.13 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco perché non cerchiamo di dialogare con il PD e vedere di portare avanti i punti in comune, visto che abbiamo vinto le elezioni dobbiamo dimostrare di saper Governare, non possiamo perdere questa occasione per cambiare le cose. Con noi in Parlamento non possono scherzare dobbiamo essere i loro controllori. Non dobbiamo sposarci con il PD ma cambiare alcune cose in attesa delle nuove elezioni.Molti sono scettici sulle nostre capacità, dimostriamo loro che siamo capaci: Sono sicuro che se faremo bene alle prossime elezioni potremmo Governare da soli e cambiare questa Italia disastrata. Se invece non faremo il Governo insieme al PD alle prossime elezioni perderemo credibilità e dimezzeremo i nostri elettori.

Damiano Randazzo 13.03.13 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Proposta legge elettorale:
Napolitano decide da solo la nuova legge elettorale:
tutti si possono candidare ,ma senza coalizioni,il partito che prende più voti ,fosse anche solo il 10%comanda per quattro anni camera e senato.
Almeno no perdiamo tempo

Enrico De Carli 13.03.13 17:15| 
 |
Rispondi al commento

Leggo ora con piacere che l'ambasciatore U.S.A David Thorne,elogia il movimento 5 stelle scatenando, ovviamente, la rabbia (e l'invidia)di M.Anzaldi Pd e Giovanardi Pdl. Complimenti a tutti Voi,che ho votato con grande soddisfazione,per la coerenza e l'onestà che vi ha contraddistinto. Grazie per aver dato, finalmente, un pò di speranza!!!

Rosita R., Lecco Commentatore certificato 13.03.13 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno,
desideri ricordare la vergogna dei mega stipendi e le megapensioni percepite dai manager & uomini di potere.

http://notizie.tiscali.it/articoli/politica/11/12/16/manager-pubblici-stipendi-oro.html


Dai 4,420 milioni di Scaroni ai 2,475 di Guarguaglini: ecco gli stipendi d'oro dei manager pubblici
Tutti si indignano contro i politici e i loro invidiabili trattamenti economici, ma pochi considerano che ci sono altri, come i manager delle società pubbliche, che percepiscono stipendi ben più sontuosi. Da Scaroni a Guarguaglini, da Gnudi a Conti, i manager statali mettono in tasca retribuzioni d’oro, spesso superiori al milione di euro. E’ un tema questo lanciato in prima pagina dal Giornale che dedica un articolo alla “vera casta” aggiungendo: “altro che politici”. Le “Paghe d’oro statali” vengono poi riportate in una lista che mette in rilievo i nomi e le retribuzioni dei manager super pagati con i soldi pubblici.
Sono nomi ai vertici di società quotate e non, a partecipazione pubblica, ma anche nomi di dirigenti comunali, provinciali, regionali, di università ed enti pubblici. "Illustri sconosciuti" da "100 mila e lode", scrive il quotidiano, i cui stipendi arrivano cioè anche a 200 mila euro.
Ma vediamo i primi 15 nomi della lista pubblicata dal Giornale, dopo la norma della manovra che impone il tetto di circa 310 mila euro agli stipendi dei manager pubblici, che non vale per le società quotate in Borsa.
Eni, A.d. Scaroni, 4.420 milioni
Finmeccanica, presidente (ex) Guarguaglini, 2,475 milioni
Enel, Presidente (ex) Gnudi, 1,695 milioni
Enel, Ad Conti, 1,380 milioni
Poste, Ad Sarmi, 1,205 milioni
Eni, Presidente (ex) Poli, 1,101 milioni
Sace, Ad Castellano, 800 mila
Fintecna, Presidente Prato, 720mila
Consip, Ad (ex), Broggi 652mila
Poste, Presidente Ialongo, 590mila
Cassa Depositi e Prestiti, Ad Gorno Tempini 523mila
Enav, Ad (ex) Pugliesi, 478mila
Rai, Presidente Garimberti, 448mila
Sogei, Ad (ex) Bonamico, 352mila
Istituto Poligrafico e Zecca del

Salvatore 13.03.13 16:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al Movimento Cinque Stelle ed in particolare a Beppe Grillo faccio queste proposte:
1) perchè non facciamo pagare solo il 25% di tasse a tutti per cassa, esempio un artigiano, azienda o libero professionista incassano 100 euro, il giorno stesso o massimo entro tre giorni pagano su quello 25 euro(presso lottomatica, banca, posta, internet etc.), poi lo stato non deve pretendere ne denuncia dei redditi o altri adempimenti, l'agenzia delle entrate manderà al contribuente un estratto conto di quanto versato ogni anno senza applicare nessuna altra imposta, in questo modo avremo un sistema fiscale semplice senza dover ricorrere ai commercialisti o a complicati calcoli,l'economia italiana a parere mio si riprenderebbe.
2) per ogni imballaggio (lattina, bottiglia, carta, etc.)consegnato alle isole ecologiche per la raccolta differenziata, togliamo un centesimo di euro sulla tassa sui rifiuti , avremmo tutto l'interesse a consegnare piu' contenitori e imballaggi possibile nell'arco dell'anno, potremmo addirittura azzerare le tasse sui rifiuti riciclando piu' possibile.
3) per ogni connessione internet a siti non adatti ai bambini facciamo pagare 1 euro (tramite carta prepagata o altro) in questo modo lo stato incasserebbe e i bambini sarebbero tutelati nella navigazione.
Forza M.5.S., chi vuole veramente il bene di questa nazione è con voi.
Vi chiedo cortesemente di non pubblicare i miei dati, grazie e saluti a tutti.

SALVATORE RICCIU 13.03.13 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo Giuseppe,

Sono una pensionata di 69 anni,non mi sono mai occupata di politica attivamente,
da quando c'è l'attuale legge elettorale, non vado
a votare, perchè non mi piace essere usata come uno di quei pupi siciliani, i cui fili vengono mossi
a seconda delle necessità e dei fini del puparo.
Ho seguito la campagna elettorale del tuo movimento e condivido gran parte del tuo programma; uno dei punti che mi lascia scettica e
mi preoccupa è "Il reddito di cittadinanza".
Una laurea in lingue, una vita passata nella scuola pubblica,come insegnante e 40 anni di viaggi nel mondo, mi hanno data una conoscenza sociologica significativa. Il paese Italia ha una
realtà sociale diversa dal resto d'Europa, moltissime famiglie italiane non educano i giovani all'autonomia e al rispetto della legalità,il lavoro in nero è molto più diffuso di
quanto le statistiche rilevano, per non parlare di
tutti quei finti disoccupati che lavorano per le mafie locali per rapporti di parentela, amicizia,
opportunismo e paura di ritorsioni. dare del denaro a questi cialtroni, sarebbe un insulto ai veri disoccupati, giovani o ultra quarantenni licenziati, che mai più troveranno un'occupazione.
Io penserei piuttosto a un salario minimo temporaneo a coloro che seriamente cercano un lavoro, in cambio della loro disponibilità a impegnarsi in lavori socialmente utili.
saluti cordiali. Lidia Bellafiore

Lidia Bellafiore 13.03.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento

VA BENE COME STAI AGENDO,MA ACCETTA UN SOCIO PER INIZIARE IL SALVATAGGIO DELL'AZIENDA ITALIA.
AL PROSSIMO GOVERNO VINCERAI DA SOLO.
SONO UN PENSIONATO CHE NON SI E' MAI IMPEGNATO IN POLITICA MA CHE HA SEMPRE ESAMINATO LA SITUAZIONE INDEGNA DELLA NOSTRA BELLA ITALIA. CESARE,AUGURONI.

Cesare Gramatica 13.03.13 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Una volta i miei figli mi hanno chiesto quale fosse la virtù più importante che un uomo deve perseguire. Senza esitare risposi loro: il coraggio. Il coraggio perchè con esso si può sfidare la paura, cercare di contrastarla, tentare di cambiare il proprio stato di supina prostazione. Quant'anche il risultato apparisse come un completo fallimento,il solo fatto di averci provato ci renderebbe, di certo, più forti.
Povera Italia. Condivido le parole di Grillo, sono le mie parole, le stesse che da tanti anni vado pensando. Sono consapevole che il futuro ci presenterà un conto molto salato, ma il coraggio di opporsi al declino morale imperante non potrà, di sicuro, aggravare la condizione in cui versa la nostra povera Italia.

giovanni d., forio Commentatore certificato 13.03.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

povero paese se non viene governato e si continua a votare all'infinito la gente si stufera' veramente , povero paese che il mattino come accende la tv trova queste facce da culo di politici che ci hanno ridotto in queste condizioni , e ti rovinano la giornata , povero paese se non togliera la politica dai programmi tv e si occuperà delle sue risorse ed ottimizzare gli uffici del lavoro che da anni non trovano lavoro per nessuno , povero paese che non riesce ad espellere migliaia di extracomunitari pluripregiudicati perchè non ha le palle ed ha le carceri strapiene ...

roberto bottos 13.03.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Imposimato for President
Se fossero state fatte alcune riforme costituzionali, tra cui l'elezione diretta del Presidente della Repubblica, il mio nome preferito sarebbe quello del giudice Ferdinando Imposimato. Qualcuno di "buona volontà" potrebbe proporre il suo nome?
È stato il primo a parlare delle connessioni del terrorismo italiano con i servizi segreti israeliani e della presenza nel caso Moro del KGB. Si è occupato di processi contro mafia e camorra. Tra gli altri, ha istruito il caso di Michele Sindona, il banchiere siciliano legato a Cosa Nostra, accusato di bancarotta fraudolenta per il fallimento di banche italiane e straniere. Nel 1981 ha istruito il processo alla Banda della Magliana, una agenzia criminale legata a Cosa Nostra, al terrorismo, ad alti prelati, a finanzieri, a usurai, costruttori, a politici e amministratori.
Ha presentato numerosi disegni di legge sulla riforma dei servizi segreti, sugli appalti pubblici, sui trapianti, sui sequestri di persona, sui pentiti, sul terrorismo, sulla dissociazione.
Nel 1984 è designato dalla rivista francese Le Point Uomo dell'Anno-Giudice Coraggio e riceve il premio dedicato a Carlo Alberto Dalla Chiesa per avere proseguito le sue battaglie al servizio della giustizia nonostante le minacce ricevute e l'assassinio del fratello.
Nel 1985 il Times di Londra gli dedica una intera pagina definendolo lo scudisciatore della mafia. La rivista “Reader's Digest” gli dedica un servizio per le sue inchieste su terrorismo e mafia. Nello stesso anno un libro dell'ONU lo sceglie, nell'anno della gioventù, come “Il Simbolo della Giustizia”.

Maria Luisa De Francesco 13.03.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Adriano Celentano presidente della Repubblica !!!

Giovanni Spada 13.03.13 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Beppe se ti ritiri dalla politica io mi ritiro serenamente e x sempre dal voto. Giovanni

giovanni 13.03.13 11:10| 
 |
Rispondi al commento

solo il grande grillo puo' fermare il delinquente e i suoi lecchini scelti,forza grillo io sono pd ma sono con il cuore con te

giovanni lanzetta (kompagno), belo horizonte brasile Commentatore certificato 13.03.13 00:27| 
 |
Rispondi al commento


Pensando esclusivamente al bene del mio paese, con la convinzione che alla fin fine coincida anche con il mio interesse, formulo una semplice proposta per uscire dallo stallo in cui è precipitato il sistema politico: la formazione di un governo con persone che non siano mai state iscritte a partiti politici né siano stati candidate in elezioni. Queste persone, esperte dei settori che verrano chiamate ad amministrare, saranno scelte dal Movimeno 5 Stelle e dal PD. Il relativo governo avrà il compito di amministrare gli affari correnti e di realizzare alcuni limitati punti programmatici, al limite soltanto uno: l'approvazione di una legge elettorale che dia la certezza alla coalizione che ottiene il maggior numero di voti di avere la maggioranza dei seggi in entrambi i rami del parlamento, con la garanzia attraverso un meccanismo elettorale complessivo che sia la stessa maggioranza alla Camera e al Senato. Il mio auspicio è che tale governo realizzi anche altri punti programmatici in grado di affrontare la crisi, ma al limite meglio un governo per una cosa sola che nessun governo.

Paolo Borsoni

Paolo Borsoni 12.03.13 19:41| 
 |
Rispondi al commento

La trattativa parlamentare che oggi dovrebbe offrire un salvacondotto a Berlusconi per liberare il paese dalla sua presenza e contropresenza non si muoverebbe sulla stessa contraddizione della trattativa Stato-Mafia?

Giovanni Ferraro 12.03.13 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Grillo: “Tutto cambi perchè nulla cambi”

Mi permetto di segnalare un'interessante articolo

http://www.lavoroergosum.it/?p=1547

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 12.03.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento

E' assolutamente necessario introdurre "associazione a delinquere di stampo politico" e "associazione a delinquere di stampo economico-finanziariario"...e visto che gli effetti di questi crimini sono tanto devastanti e destabilizzanti quanto quelli mafiosi,bisogna applicare le stesse pene.

dario fornace 12.03.13 10:13| 
 |
Rispondi al commento

C'È ' TROPPA MAFIA AL NORD.TRA LORO LA CHIAMANO"IL CERCHIO MAGICO."...AIUTATECI! M5S,FERMEZZA PER UN VERO CAMBIAMENTO. !.E' tempo che OGNUNO RITOVI IL PROPRIO POSTO o che se si SONO COMMESSI ERRORI,si RITORNI da dove ci si e' fermati o persi o sbagliati. LA VIA E ' UNA e CHIARA,ma SPESSO gli UOMINI preferiscono e si PERDONO per ANGUSTI SENTIERI. ... AVANTI COSI',CON FERMEZZA ,DECISIONEe FORZA! FORZA BEPPE!FORZA ITALIANI!! ! La META E' VICINA! Felice Maritano

felice maritano, pietra ligure Commentatore certificato 12.03.13 02:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma Lei Grillo, Casalegno ed il premio nobel non lo capite proprio che state giocando sulla pelle degli italiani? Di quelli in particolare che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese che l'aggravarsi della crisi economica rischierebbe di spazzare via definitivamente. Non vi sembrano poca cosa le vostre arroganti disquisizioni difronte a questa esigenza che viene dal basso? Ma che gente siete? Siete la più la grande delusione politica della mia vita! Peggio dei vecchi partiti! Le vostre idee le condivido e le condividevo: casta, riduzione sprechi, abolizione finanziamento partiti ecc. MA ORA E' ARRIVATO IL MOMENTO DI METTERLE IN PRATICA CON L'UNICO PARTITO CHE PUO' CONDIVIDERLE! CONIUGARE RIGORE E RESPONSABILITA' VI SEMBRA DAVVERO IMPOSSIBILE? IL PAESE BOCCHEGGIA E VOI FATE I DIFFICILI!!! Insensato e omicida il vostro atteggiamento. Bersani senza fiducia non può governare oppure preferite che governi con Berlusconi? INDEGNI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Il paese esige un governo, lo capite o no??????????? Sento dire da più parti: "Ma quelli che fanno? Discutono e non capiscono che stiamo affondando. Hanno voluto i voti per farci fallire e non farci prendere neanche quei quattro soldi di pensione". Scendete in strada o in piazza e lo sentirete pure voi. E sentirete anche che continuando così si rischia anche la violenza perché la gente deve mangiare e non ha aziende all'estero.
Non perda Grillo questa occasione, la gente non glielo perdonerà. STATE GIOCANDO CON IL FUOCO!!!
Cordialità
PIETRO

Pietro D'Amato 11.03.13 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

salve , stasera mi sono fatto un giro al centro commerciale borgo gioioso COOP a carpi , e indovinate , le scale mobili ad andare in su erano ferme , la gente che si trascinava i carrelli(vuoti) in salita. motivo?
RISPARMIO ENERGETICO ahhahahahahahahaha.
la coop sei tu , della serie "hai votato per il PD meno elle mo ti fai la sudata! tiè!
che ci abbiano preso sul serio sul risparmio dell'energia?

stefano martinelli 11.03.13 20:59| 
 |
Rispondi al commento

LA TRATTATIVA STATO MAFIA NON E' QUELLA CHE VIENE SPACCIATA COME TALE OGGI!!! PER CONOSCERE: CERCATE UN "PENTITO" CHE INVECE DI STARE IN AMERICA ERA INVECE A PALERMO, CERCATE UN POLIZIOTTO CHE LO GESTISCE E LO INDIRIZZA (LO FA TELEFONARE A FALCONE E LO REGISTRA E LE CASSETTE FINISCONO A ZI' TOTO') E LO COPRE, CERCATE UN PRESIDENTE DI UNA ISTITUZIONE CHE COPRE TUTTO, CERCATENE UN ALTRO CHE NON CI STA! E CHE FINANZIA CON I FONDI "NERI" A DISPOSIZIONE E ALLA FINE TROVERETE COME FINISCE LA TRATTAIVA! VIA GIOVANNI, VIA IL BORSELLINO! CIAO.

FRA DIAVOLO 11.03.13 19:48| 
 |
Rispondi al commento

*****
Brevi considerazioni laiche sapienziali.

Lc (4,3-8):Il diavolo lo condusse in alto, e mostrandogli in un istante tutti i regni della terra, gli disse:" Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni, perché è stata messa nelle mie mani e io la do a chi voglio. Se ti prostri dinanzi a me, tutto sarà tuo". Gesù gli rispose:" Stà scritto: Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai, lui solo adorerai" (Dt6,13).

Gino D., Empoli Commentatore certificato 11.03.13 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto l'intervento Di Vittorio Bertola intitolato" CARI INTELLETUALI " sono d'accordo quasi su tutto.E' inspiegabile l'atteggiamento degli attuali dirigenti PD da Bersani in giu' e degli intellettuali della casta che fanno riferimento al PD ,che continuano a rivolgersi al Movimento,ai suoi eletti a Grillo per avere un endorsement per avere la fiducia al senato. Non hanno capito che devono andare a casa,che non riusciranno a fare un mercato delle vacche con gli eletti del movimento, o i suoi garanti.IO HO GIA SCRITTO CHE COME SEMPLICE INSCRITTO ED ELETTORE DEL MOVIMENTO,se i miei eletti 5 stelle dovessi dare la fiducia a un qualsiasi governo mi dimetto da ISCRITTO E DA ELETTORE.E i nuovi cittadini-eletti da noi ,devono stare molto attenti perche' il consenso cosi' come e' arrivato cosi' puo andare da un'altra parte o ritornare a far parte di quelli che non hanno votato.BERSANI SE VUOLE DARE UN SEGNO DI CAMBIAMENTO ,RINUNCI COME PRIMO SUO ATTO IN QUESTO PARLAMENTO AI SUOI RIMBORSI ELETTORALI,COME HA GIA' FATTO IL MOVIMENTO 5 STELLE.Ma sono sicuro che non lo fara'troppi sono i debiti che il partito ha accumulato e troppi sono i dirigenti di partito a cui deve pagare lo stipendio ogni mese.VORREI FARE POI UN'ALTRA CONSIDERAZIONE,c'e' un assalto alla diligenza del Movimento 5 stelle da parte di molti intellettuali e di molti appartenenti alla casta dei media,consiglierei a BEPPE GRILLO ( anche se s0' che non ha bisogno di consigli su questi temi) di stare molto attento ,IO SONO UN PROFESSORE UNIVERSITARIO della generazione studentesca del 68' e in 40 anni ne ho visto di cotte e di crude....e se ora dopo tanti anni di non avere preso nessuna tessera di partito, l'ultima tessera risale al 1974 ed era quella di AVANGUARDIA COMUNISTA mi sono deciso ad aderire al MOVIMENTO 5 STELLE con la passione che avevo nel 68',perche' GRILLO MI HA RIDATO UNA SPERANZA UN SOGNO che la mia generazione nel 68' non riuscì a realizzare.Ora non voglio che questo sogno venga infranto pdpci

Antonino D., Milano-Roma Commentatore certificato 11.03.13 15:57| 
 |
Rispondi al commento

“ dato che un politico non crede mai
in ciò che dice,
resta sorpreso quando gli altri
ci credono. “
Vai avanti Beppe ! non ti curar di lor
ma guarda e passa !

Claudio Aimola 11.03.13 14:52| 
 |
Rispondi al commento


PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

O ORA O MAI PIU' ( 1 ORA PER SEMPRE )

TUTTO QUELLO CHE DOVRESTI SAPERE

E CHE NESSUNO ALLINEA

https://www.facebook.com/pages/O-Ora-O-Mai-Piu-MY_5/156113364546862?ref=hl#

PUBBLICA CON FACEBOOK O CON QUELLO CHE PUOI

FANNE AVVISO AI MEETUP MY_5

my 5 11.03.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

BASTA PAROLE!...E' QUESTO IL MOMENTO DI CAMBIARE VERAMENTE COME DICE GRILLO!..O DENTRO O FUORI!ABBIAMO CREDUTO PER TROPPO TEMPO ALLE FANDONIE DELLO SPREAD E DEL DENARO FINE A SE' STESSO!!!...L'ITALIA E' LA TERZA POTENZA EUROPEA?...BENE, CHE LO DIMOSTRI E NON STIA A TREMARE DAVANTI ALLE FAVOLE CREATE DAI GRASSI PIENI DI SOLDI CHE SI CREDONO ONNIPOTENTI E SUCCHIANO COME SANGUISUGHE LA LINFA VITALE DELLA GENTE CHE LAVORA ONESTAMENTE E LI DEVE SUBIRE IN CONTINUAZIONE...SI CHIAMINO BANCHE O CAPITALISTI O GOVERNI O MASSONERIE O ALTRO NON VOGLIONO PIU' SCALARE SOCIETA' O GRANDI MARCHI...,ORA VOGLIONO SCALARE LE NAZIONI!!!...COME FACCIO A RADDOPPIARE IL MIO CREDITO NEI CONFRONTI DELL'ITALIA E DELLE ALTRE NAZIONI?...SEMPLICE: LE METTO IN MERDA PSICOLOGICAMENTE CON LA STORIELLA CHE NON SI PUO' VIVERE SENZA SPREAD E SENZA LA TRIPLA A DELLE AGENZIE DI RATING ED HO BEL CHE CREATO LA SCUSA PER RADDOPPIARE O TRIPLICARE LA RENDITA DEI TITOLI DI QUELLE NAZIONI NEL MIO PORTAFOGLIO!!....POCO IMPORTA SE, PER QUESTO SCOPO, UN POPOLO RISCHIA LA FAME E I SUICIDI....RAZZA DI BASTARDI!!...NON LASCIAMOCI INCANTARE... O ADESSO O MAI PIU'....PROPRIO COME DICE GRILLO E SEGUACI! NOI DELLA ''S.P.A. x GRILLO'' (Sede Per Adesione a Grillo ed alle sue idee politiche)di MILANO, SIAMO CONVINTI CHE CON LA LOTTA DURA IN QUESTO MOMENTO SI PUO' ARRIVARE AD OBBLIGARE QUESTI PARASSITI A RENDERSI CONTO DI ESSERE ALLA SBARRA E LORO, PER CONVENIENZA(L'UNICA LEGGE A CUI OBBEDISCONO), SARANNO COSTRETTI A RENDERSI CONTO CHE, SE VOGLIONO STARE BENE LORO DEVONO FAR STARE DIGNITOSAMENTE NOI!!!...APPOGGIATE GRILLO E QUELLI DEL M5S CHE LO SEGUONO : SONO DEI GRANDI, NON HANNO PAURA, NON SI VENDONO, E SONO INTELLIGENTI PERCHE' CAPISCONO CHE "ORA O MAI PIU'!!!"....STRINGETE I DENTI APPOGGIATELI E, NEL CASO DI NUOVE ELEZIONI, VOTIAMOLI IN MASSA!!!
Vito Marco Maria Vladimiro Bozzonetti
viale Monza 70
-20127- Milano
cell. 3381288099
mail oo@libero.it

Vito Marco Maria Vladimiro Bozzonetti 11.03.13 10:29| 
 |
Rispondi al commento

La mafia, questa cancrena, non è altro che il lascito e lo strascico di quella che è stata la prima Repubblica.
Ciò che prima era lupara,anche se con settori dello stato erano culo e camicia, ora si è fatto stato e molti sui adepti sono seduti in Parlamento e stanno, pressoché, in tutti gli schieramenti principalmente in quello del nano.
Anche se, bisogna dire, il m5s ne ha ridimensionato la portata. Sempreché tra gli eletti di quest'ultimo, nelle sua file, non ci sia qualche mela marcia. Ma questo lo vedremo col tempo.

Francesco La Spina 11.03.13 09:20| 
 |
Rispondi al commento

I WU Ming parlano del movimento 5 stelle, grillo e casaleggio.

http://www.youtube.com/watch?v=b_Vok_8kpXU

Arco Teso 11.03.13 04:54| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=pq0P52fTh5c
fermate gli F35 e gli armamenti che stanno uccidendo la Srdegna!
Lo chiedo a tutti anche chi non è del M5S.
questa è la vera MAFIA mondiale

antonioflaghen 11.03.13 01:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Distinguere é l'attitudine prevalente di noi esseri umani, anche se é l'unione che ci ha sempre salvati.
Distinguendo distinguendo, la sinistra onesta (sono un'elettrice di sinistra, da sempre, e fino a che esisteranno esseri umani violati e
affamati) ha cominciato a parlare solo a se stessa, mentre intorno tutto cambiava disfacendosi.
Non siate puri tra le macerie e sporcatevi le mani
col duro lavoro, cioé fate quello che i 'politici' non hanno mai fatto.

Antonella D'Angelosante 11.03.13 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo il testo tipo "teatrale"! Una battaglia e' stata vinta: lo Stato "disonesto" alla sbarra di fronte al Popolo italiano ed allo Stato degli Onesti e della lotta antimafia. Adesso c'e' da affrontare un'altra battaglia, cari ragazzi del M5S: contrastare e respingere l'attacco del datore di lavoro di Mangano ai giudici che, applicando la Legge, intendono processarlo. Il Fatto Q, antimafiaduemila e Rivoluzione civile si fanno sentire... ma sono poche voci nel deserto mediatico. VOi adesso siete il primo partito in Italia: FATE SENTIRE LA VOSTRA VOCE! No agli attacchi contro l'indipendenza e l'autonomia della magistratura! La Legge e' uguale per tutti! anche per B!!

aless fb Commentatore certificato 10.03.13 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Le agenzie declassano il paese, con il rischio a breve di un aggravamento della crisi che colpirebbe ancor di più le persone meno abbienti ed il movimento si perde in discussioni sterili e pericolose per il paese. Siano serie le proposte al Presidente, non arroganti e senza senso. Che governi 5 stelle con chi può davvero cambiare il paese. E' un'occasione unica che viene offerta. Se sarà respinta non ce ne sarà un'altra, perché la gente capirà di avere risposto male la propria fiducia. Solo una minoranza di eletti è favorevole ad alleanza con PD? Bene, esprimono il pensiero della maggioranza degli elettori. Basta consultarli...
Se a lei Grillo (o al suo autista che sembra se la passi meglio di lei), non interessa che si formi un governo in Italia perché sopravviverebbe alla crisi, a noi gente comune interessa che questo governo si faccia, escludendo finalmente Berlusconi dai giochi politici che tanto danno hanno prodotto nel paese. In nome di quale strategia il movimento dovrebbe obbligare il PD a fare il governo con il PDL?
Il movimento , entrando in parlamento, è diventato un partito come gli altri con propri parlamentari. Porterà mi auguro onestà e rigore, ma non può più sfuggire alle proprie responsabilità davanti ai propri elettori!
Non produca il movimento più sfascio di quello che hanno prodotto tutti gli altri partiti messi insieme!!! Gli italiani non lo capirebbero.
Cordialità
Pietro

Pietro D'Amato 10.03.13 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Mentre Micromega arranca sotto il silenzio dei media e qualche parolina sottovoce del Fatto e di Repubblica (persino il vice direttore della Stampa Gramellini A che tempo che fa ne parla con una velocità supersonica con un Fazio silenzioso e impassibile) sfugge ai più che la legge del 1957 sebbene abbia la mia età è ancora vigente e viva come la legge Monti sull'incandidabilità. Perche seguire la seconda e non applicare la prima adesso prima che il gioco democratico parta a Palazzo Madama? Non vogliamo le Idi di Marzo ma l'applicazione della legge da parte dei Senatori dell Repubblica. I grillini non hanno detto niente. Il Pd tace colpevole per le connivenze del passato con il pdl e gli altri manco a parlarne. Vogliamo svegliarci e parlare anche noi. Temo che il cosidetto Papello o la trattativa Stato mafia abbia qualche legame con il silenzio di tutti, anche di quelli che ne hanno aprlato nel passato e ora tacciono. Perché? Perchè nel 1994 l'ineleggibile era luomo di Arcore che ha garantito la pax mafiosa. non ci sono altre spiegazioni. Facciamo un pò dil luce in questa notte dela Repubblica e il Fatto speghi le migliori risorse facendo inchieste su questo nodo cruciale

filippo .senatore 10.03.13 21:20| 
 |
Rispondi al commento

FACCIO UN APPELLO A TUTTI I SOSTENITORI DEL MOVIMENTO 5 STELLE: LA PRIORITA' E' COSTITUITA DALL'EUROZONA E DALLA MANCANZA DI SOVRANITA' MONETARIA IN ITALIA.
FACCIAMO PRESSIONE AFFINCHE' BEPPE PRENDA CONTATTI CON PAOLO BARNARD, WARREN MOSLER, ALAIN PARGUEZ PER UNA GUIDA ECONOMICA AUTOREVOLE DEL PAESE!

Alessandro ., Milano Commentatore certificato 10.03.13 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazzi, sto cercando di denunciare alcuni fatti sconcertanti che ho potuto riscontrare alla Borsa internazionale del turismo a Berlino, se anche secondo voi questi fatti sono preoccupanti fate in modo che la notizia non si fermi qui! qua il link dell'articolo: http://enricoporceddu.blogspot.de/2013/03/borsa-internazionale-del-turismo.html

Enrico Porceddu 10.03.13 20:40| 
 |
Rispondi al commento

CONTRO LO STATO-MAFIA BISOGNA ORGANIZZARSI!!
NOI DELLA 'S.P.A. x GRILLO' di Milano PER ORA SIAMO POCHI, MA CI STIAMO ORGANIZZANDO PER CREARE IL NOSTRO 'CENTRO-COMPUTER e DI AVVICINAMENTO ALLA COSTITUZIONE ITALIANA ED ALL'ORGANIZZAZIONE PARLAMENTARE E DELLE CAMERE NEL NOSTRO ORDINAMENTO' IN CUI INVITIAMO CHI VUOLE FATTIVAMENTE DARE APPOGGIO A GRILLO E SEGUACI.
ANCHE MILANO DEVE RISPONDERE MASSICCIAMENTE A GRILLO, FATEVI VIVI!!!...SIAMO A MILANO ZONA P.ZZA LORETO.
Vito Marco Maria Vladimiro Bozzonetti
viale Monza 70
-20127- Milano
cell. 3381288099
mail oo@libero.it

Vito Marco Maria Vladimiro Bozzonetti 10.03.13 18:45| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti. Ho votato M5S perchè credo alla onestà delle idee di Beppe Grillo e dei Grillini e al desiderio di cambiare RADICALMENTE il nostro paese. Le schifezze delle quali veniamo a conoscenza (nel privato e nel pubblico) sono solo la punta dell'icesberg. La grave situazione nella quale ci troviamo si è resa possibile grazie alla convergenza di tutte le forze politiche che, in mille modi, sono sempre riuscite a trovare accordi e compromessi tra loro. I punti di Bersani sono solo un disperato tentativo di risucchiare il M5S in un sistema marcio che ancora cercano di difendere. Dal mio punto di vista è necessario fare soltanto una nuova legge elettorale e tornare alle urne. Così l'Italia tornerà nelle mani degli italiani.

Giuseppe Scrima 10.03.13 17:16| 
 |
Rispondi al commento

mai e poi mai, un semplice, elementare 'combattiamo, colpiamo, cancelliamo la mafia'? Si fa finta d'avversarla fin sulla bara dell'ultimo ammazzato; poi, non appena s'avvicina l'olezzo dell'urna, d'incanto tutto si scioglie... Portateci via

homofaber 10.03.13 16:32| 
 |
Rispondi al commento

in una tana a orologeria di compare). Col tempo, però, anche quell'offensiva s'affievolì e successivamente evaporò. Per tante varie, possibili ragioni: la contaminazione con molti gerarchi locali gia infetti?; le prime alleanze 'do ut des' tra poteri forti?; l'ubbidire del Duce a diktat superiori, magari di colossi non ancora rivali?; messaggi, minacce o eventi mai rivelati di penisola o d'oltreoceano? Ufficialmente, non ci sarà mai concesso saperlo e l'informazione di protocollo sempre si asterrà da eventuali approfondimenti (a parte 'coccodrilli' rievocativi, smielati e viscidi come d'ordinanza). E per rendere l'idea dell'indissolubilità del binomio Stato-Mafia, basterebbe limitarsi a un dettaglio poco percepito e tanto meno dibattuto: possibile che pur essendo il cancro più antico, condizionante, devastante ed anche alienante del Malpaese (altro che articolo 18 o politiche di pseudo sviluppo: chi mai potrà onestamente investire un bottone in un Paese dove è obbligatorio pagare il pizzo, di Stato o di Mafia che sia?); possibile che pur essendo il nostro primo marchio dequalificante e squalificante, a giudizio uniforme d'ogni Paese e cittadino straniero (oltrechè calamità innaturale ormai da Nord a Sud dello stivale-ciabatta, con sensibili propaggini in tutto il pappamondo); possibile, quindi, che pur rappresentando tanta melma e orrore, la lotta alle mafie non figuri mai in alcun programma, promessa, opuscolo, linea elettorale o programmatica dei nostri partiti? Possibile che tra tante bolle di sapone e zucchero filato, uomini delle stelle e delle stalle, nani-cannone che assicuravano di battere il tumore in due matches (manco fosse l'Inter nel derby) e ora si limitano a ridistribuire elemosine e milioni d'occupazioni; con wanne marchi e padre pii - al Centro e a Sinistra - che garantiscono più lavoro e più pelo (sullo stomaco) per tutti; inondati e sommersi da cotanto mercantificio disumano, è mai possibile che nel luna-park elettorale non si pronunci mai e

homofaber 10.03.13 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Credo che l'inciucio guancia a guancia, voto a voto, per effusione di minuetto o nevrosi da tarantella, stile baratto o ricatto, costumanza tribale o novella sinergia imprenditoriale (a garbo che si preferisca), abbiano ben oltre quaranta stagioni e conservino radici addirittura secolari. E sia la genesi sia lo sviluppo del feeling diventato presto sodalizio, ovviamente Stato-Mafia, ritengo abbiano registrato nel tempo supporti, interventi, condizionamenti e imprimatur (anche esterni) spesso determinanti e talvolta impensabili (dalla Cia alla Chiesa Cattolica, tanto per raffigurare un tratto del boulevard; e non è certo dietrologia ma sono sentenze, inchieste, pubblicazioni, voci e vite silenziate, testimonianze neutrali, deduzioni ragionevoli d'ogni mente autonoma ancor pensante). Perchè è pur vero che gli annali archiviano la strage di Portella della Ginestra come il debutto ufficiale della lupara, ma è altrettanto verosimile - soprattutto secondo fonti e ricostruzioni non italiane - che il fenomeno mafioso sussisteva e proliferava da tempo, antecedente persino Garibaldi e la costituzione della nostra Repubblica: essendo però degenerazione locale, non poteva ragionevolmente toccare l'intera popolazione oltretutto ancora in elaborazione e divenire. Era quindi conosciuto solo da una limitata parte. E bisogna rilevare che v'è stato - negli oltre 150 anni ufficiali- un solo reale tentativo di lotta ferrea e intransigente; e fa male al cuore, ma è la verità, ammettere che è stato per intervento del primo Mussolini (quello ancora non innamoratosi tragicamente del proprio ego, purtroppo quasi apocalittico), tanto da inviare in Sicilia un prefetto di ferro e mezzo esercito nazionale: il virus (che, ripeto, non era in embrione ma gia localmente inflazionato), inizialmente s'attenuò, vacillò, subì ferite e menomazioni profonde (e non le farse di Maroni o le catture apparecchiate di boss da tempo decaduti, che spesso sono più sicuri in una gabbia nemica che non in una

homofaber 10.03.13 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Agli Esperti di "ECONOMIA MORALIZZATA" del M5S un
WARNING!! Marchionne in TV ieri, ha candidamente
sottolineato UN PROBLEMA DELL'ECONOMIA SOMMERSA,
nata dopo gli accordi del 1945 fra la mafia della Sicilia Ovest e gli americani. Cosa nostra con la gigantesca CAMALEONTICA RIPULITURA DI CAPITALI E STATUS SOCIALE mise presto al riparo gli immensi capitali accumulati. Con quei mezzi in banche non legittime e colluse o protette dai POLITICI, sono in grado di arricchirsi QUANDO E COME VOGLIONO! A
spese nostre non escludendo azioni destabilizzanti
sui Governi più deboli o in divenire come noi. SO
CHE NE SIETE CONSAPEVOLI. FORZA GRILLINI!!!
Adriano Pecchinotti Roma


Adriano Pecchinotti, Roma Commentatore certificato 10.03.13 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Il mio voto a M5 è un voto per mandare a casa tutti i vecchi parlamentari e i loro partiti.
Solo riuscendo a cambiare totalmente questo parlamento si potrà sperare in una riscossa degli ONESTI.
Ragazzi/e non mollate, non correte dietro a false chimere;non lasciativi irretire.
Questi mascalzoni, bersani e compari,cercheranno di carpire la vostra onestà per continuare a fare i loro porci comodi.
"Tutti a casa" è il motivo per cui ho votato e fatto votare Beppe,,,,,,
in bocca al lupo

Primo Carbone (primo carb.), Salerno Commentatore certificato 10.03.13 15:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Michele Bozzo ha aggiunto 4 foto.
VORREI
- ESSERE ORGOGLIOSO E FIERO DI SENTIRMI ITALIANO
- SENTIRMI TUTELATO DAL MIO STATO
- SENTIRE LA MIA FAMIGLIA PROTETTA DALLO STATO
- SENTIRE IN CUOR MIO UN FUTURO PER I MIEI FIGLI
- SENTIRMI ASCOLTATO DALLO STATO
- AIUTATO NELLE DIFFICOLTà
- PARTE ATTIVA DELLO STATO
- AMATO DALLO STATO
- FORTE DEL MIO STATO

MI SENTO:
- ABBANDONATO
- TRUFFATO
- CONSIDERATO IMBECILLE
- IGNORANTE
- CARNE DA MACELLO
- SCHIAVO E PRIGIONIERO
- PADRE IMPOTENTE VERSO IL FUTURO DEI MIEI FIGLI
- FALLITO
- INCAPACE DI REAGIRE
- SENZA SPERANZA
- DESTINATO ALL'EMIGRAZIONE

RINGRAZIO TUTTA LA CLASSE POLITICA PER QUESTO, FIERO DI ESSERE UNO CHE HA RISPOSTO LE SUE SPERANZE NEL MOVIMENTO 5 STELLE E IN BEPPE GRILLO, UNICO UOMO COERENTE CAPACE DI SOGNARE UN SOGNO DI LIBERTà E DI PERPETUARLO PER ANNI CON COERENZA E COSTANZA, UNICO UOMO CHE MI HA DATO UNA SPERANZA VERA CONCRETA NONOSTANTE INFINITE DIFFICOLTà. UNICO UOMO AD AVER SEMPRE URLATO LA VERITà ANCHE AI SORDI.
INCREDULO DAVANTI ALL'IGNORANZA LA CECITà E LA COSTANZA DI UNA CLASSE POLITICA CHE ANCORA OGGI MI CONSIDERA NULLITà IGNORANTE E MIRA CON PAROLE RIDICOLE A CONSERVARE IL SUO POSTO DI PADRONE DEMOCRATICO (QUESTA SAREBBE LA DEMOCRAZIA???) PER I SUOI LURIDI INTERESSI INCURANTE DI CHI MUORE NEL SILENZIO.....
NON HO PAROLE SE NON DI VERGOGNA... MI RITROVO AD AVERE VERGOGNA DI ESSERE ITALIANO E QUESTO DAVVERO MI RENDE TRISTE...
HO 2 PAROLE X GRILLO ... POTRà ESSERE CHI VUOLE COME VUOLE E QUANTO E QUANDO VUOLE MA A LUI IO DEVO SOLO DIRE OGGI: GRAZIE!
MICHELE BOZZO

Michele Bozzo, camogli Commentatore certificato 10.03.13 14:56| 
 |
Rispondi al commento

nessuna paura: poi saranno tutti assolti perché il fatto non sussiste.Le condanne arrivano solo per i miseri cittadini che chiedono diritti e chiarezza.
Sibilla12

Bruna Chiesa 10.03.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento

DIFFIDARE DA CHI VUOL COMBATTERE LA MAFIA !!!

ADDITARLI QUALI COMPLICI !
INTERCETTARLI !
CONTROLLARE IL LORO TENORE DI VITA !

La mafia non la si combatte.
LA MAFIA LA SI DISTRUGGE ! PUNTO

Fintanto che esisterà in Parlamento gentaglia che a parole dice di voler combattere la mafia questa non appassirà mai anzi, rifiorirà sempre + forte e sempre + insinuata nella nostra vita privata.
La gente ha ormai il cervello lavato da messaggi subliminali che provengono dalla pubblicità del consumo e.... non solo !
L'obiettivo dello STATO-MAFIA è rendere acquiescente la MASSA.
" E CI STANNO RIUSCENDO ."

Le ultime elezioni politiche hanno dimostrato con i numeri alla mano che le MAFIE in Italia gestiscono 5 milioni di voti e....... continuano a crescere.
Altri 5 milioni di voti appartengono ai parassiti dello STATO, funzionari di stato da 10.000 euri di stipendio netto al mese, consulenti da 100.000 euri per apporre una firma, pseudo imprenditori che aspettano finanziamenti a pioggia per non realizzare nulla e non ultimo parlamentari ed ex politici che vivono vergognosamente nell'agio con privilegi che NON meritano ma che eppure gli spettano purché.......... " NON PARLINO ".
E' quell'Italia dei ricatti subiti ma anche dei ricatti minacciati.
C'è solo una soluzione pacifica che se..... negata darà voce ai bastoni e alla guerra civile :

" TOGLIERE IL DIRITTO AL VOTO AI DELINQUENTI ."

La lista è lunga va da coloro che sono coinvolti in affari lobbistico mafioso a quanti per 50-300 euri svendono la propria libertà al voto.

SIAMO IN GUERRA !
CI SARANNO PARECCHI MORTI SUL CAMPO !

LORO NON SI ARRENDERANNO MAI E ....... NOI NEPPURE !!!

MARCO S., ALBA Commentatore certificato 10.03.13 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Faccia da culo n°1 ..... conoscuto anche come berlusconi... riesce a prendere per il culo ancora il 25% degli italiani... merda che cammina guarda caso si fa ricoverare proprio per il giorno della sentenza... e poverino non può presentari ....ma intervistato da quella manica di coglioni che da voce alle sue scorregge mentali riesce ad attaccare grillo alla sua maniera gettando fango o meglio nel suo caso visto che si tratta di una merda, getta merda verso chi non la pensa come lui.
ma non si rende conto di aver rotto i coglioni...

ALVARO S., VENARIA Commentatore certificato 10.03.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Tra Stato e mafia è in corso una guerra non convenzionale.
In ogni guerra ci sono eroi e traditori, in ogni guerra c'è informazione e disinformazione, sabotaggi spionaggio e controspionaggio.
In ogni guerra c'è il peggio di tutto, c'è tutto l'uomo.
Ma "cui prodest".
A chi va incontro l'articolo:
E' una sceneggiatura?
Tutti colpevoli = nessuno colpevole
Difende gli infiltrati?( i buoni) no
Difende l'intelligence? no
Quindi l'articolo , se non è una prova di sceneggiatura è utile a mafiosi e corrotti
colpendo infiltrati e controspionaggio.

Cordiali saluti
Roberto Delpiano

Roberto Delpiano, Rivalta torinese Commentatore certificato 10.03.13 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Le leggi attuali sono state studiate per fare crescere il potere di chi agisce nell'illegalità, hanno costretto gli italiani ad avere tutti uno scheletro nell'armadio per poterli ricattare e farli votare come vogliono loro, l'economia sommersa é la nostra piaga economica che non permette la crescita del paese democratico a cui inevitabilmente sottrae immense risorse. la lotta all'evasione non basta, serve una rivoluzione del sistema fiscale, è necessario permettere al cittadino di vivere onestamente senza se e senza ma, fate scaricare tutto e il nero "onesto " verrà miracolosamente a galla rendendo più difficile se non impossibille l'operatività di chi non agisce nell'onestà.

Mario Rossi 10.03.13 11:22| 
 |
Rispondi al commento


Per esempio si potrebbe cominciare a parlare degli incontri e dei contatti telefonici nel corso del 1993 tra il sig. Dell’Utri e i vertici di Cosa Nostra (stragisti e non) o di quelli di un certo Gianni Letta negli alberghi di Palermo nel corso dell’estate di quell’anno.
E di lì’ alle fasi organizzative di Forza Italia.

Per esempio in un certo Hotel S.Paolo , a Palermo, di proprietà dei fratelli Graviano.

O eventualmente si potrebbe andare a cercare un certo “sig. Franco” che si dice si aggiri spesso dalle parti del Quirinale..

E se qualcuno fosse ancora confuso, per inquadrare ancora meglio il grande Segreto di Pulcinella,

basterebbe anche solo leggersi il libro/intervista dell'ex poliziotto Giaocchino Genchi, (“Un uomo in balia dello stato - Edoardo Montolli - Aliberti”).

Perchè volendo, alla fine, i conti tornano, in questo (tragico) Mistero Buffo

Radio Londra 10.03.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Chi va spesso al mare, come noi sardi,in spiaggia fa spesso questo gioco come passatempo. Si fa un mucchietto di sabbia alla sommità del quale si pone un bastoncino. Il gioco consiste nel toglire progressivamente la sabbia cercando di non far cadere subito il bastoncino; chi lo fa cadere ha perso e fa penitenza.Se togli una quantità troppo consistente di sabbia, il bastoncino può cadere subito; se ne togli un pò alla volta, il gioco dura più a lungo e puoi sempre sperare di vincere per l'errore dell'avversario.Questa similitudine(il bastoncino rappresenta il PAESE)per dire che la politica del poco alla volta (e non "tutto e subito") può essere una strategia vincente.

Lilia Pireddu 10.03.13 09:46| 
 |
Rispondi al commento

Giuseppe,

UHAUUU sei un fiume in piena non pensavo che togliendo il tappo veniva fuori l’innondazione....

Scrivi da perfetto italiano deluso elettore di Grillo. Io sono un simpatizzante di GRILLO dalle origini lo sai ed anch'io ho votato alle amministrative... tuttavia ti deluderò ancora ...

Ti ricordi quando ci siamo visti a capodanno 2011, tu eri cosi ottimista su MONTI mentre io ti avevo già messo in guardia su cosa sarebbe accaduto , vedrai che sarà ancora così.


Io ho sentito su you tube il tsunami tour il 26 gennaio a Rimini e in Sardegna, ovviamente condivido moltissimi punti lo sai benissimo sono cose che me le senti dire da molti anni...

Ma dopo aver ben ascoltato e soprattutto visto i sondaggio ho deciso di non votarlo più... Ti sembrerà assurdo ma prendere così tanti voti è stato assurdo oltre che pericoloso...

Se hai letto la lettera che ho mandato dovresti capire anche perchè.

GRILLO sarebbe stato utile al 10-15 % non di più , una bella spina nel fianco nel parlamento , istituzioni, commissioni...

Gli italiani sono degli emozionali, dei tifosi ma purtroppo non hanno la minima idea di come si costruisce una vera società competitiva..


I partiti storici sono stati corresponsabili del disastro attuale questo è vero ma NON E' ASSOLUTAMENTE VERO' che sono stati tutti uguali anche fosse per le occasioni avute..

Per di più quei partiti sono stati eletti da noi quindi erano e sono l'espressione di noi stessi. Ciclicamente gli italiani fanno un giro in lavatrice ripulendo se stessi andando a cercare questi fenomeni… ma non funziona così, le democrazie funzionano solo sui partiti . Ovviamente devono funzionare bene e possibilmente non costare troppo lma a democrazia della rete è una idiozia, perché al mondo lo sai come la penso i problemi sono ben altri e i poteri in gioco sono talmente forti che purtroppo anche i partiti stanno fallendo (aiutarlo a farlo è l'errore più grande).

Non voglio paragonare Grillo a Ber

Simone B., Rimini Commentatore certificato 10.03.13 07:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salute e bene a tutti del monvimento. Io non volio er professore monti al senato, se ne deve andare, a lavorato come consulente di goldman-sachs, Che cci deve fare un cosi i un governo: prima di fare stringere la cintura agli cittadini, avrebbe dovuto strigere la sua come esempio. Io voglio gente capacce e che non si fanno corrompere ! Forza tenete duro! Un cordiale saluto da Ginevra "Daniel

Daniele Angelini 10.03.13 06:27| 
 |
Rispondi al commento

" Tra il dire e il fare cè di mezzo il mare "

Quando si passa ai fatti ?? , quando si cambiano realmente le cose ??
Sò che non è facile ! ma oramai siamo stanchi e allo stremo ! Forza e coraggio Beppe ! La speranza, di un popolo avvilito è riposta in te !

Claudio Aimola 10.03.13 06:08| 
 |
Rispondi al commento

MANIFESTAZIONE/RADUNO DAVANTI AL TRIBUNALE DI ROMA, UFFICIO DEL GIUDICE TUTELALE DI VIA LEPANTO, ORE 10 DEL GIORNO 14 MARZO 2013.

Si riportano le parole di Paolo Ferraro:
"Comunico che la via intrapresa per l'annichilimento e distruzione totale di chi vi scrive sta' proseguendo a marce e tappe forzate .
Per il 14marzo 2013 sono stato convocato in udienza dinanzi al giudice tutelare di Roma ( presidente della sezione Tribunale ) per la "nomina di " amministratore di sostegno " non alla mia anziana madre o alla signora terminale in ospedale .. ma a me. .
Chi sà capisce quanto grave sia questa iniziativa e comunque spiego per gli altri che significa togliere a un soggetto autonomia capacità di agire ed in crescendo intrappolarlo rapidamente .. nella direzione finale che è stata evidentemente tracciata dall'odio di chi credeva di poter mettere tutto a tacere .
Farlo a Paolo Ferraro significa esattamente quello che intuite e non servono parole .
Le iniziative relative spettano a voi ma non sono "per me" , sono per la strenua difesa della democrazia e della legalità .
PAOLO FERRARO"

Lorenzo Sorci, Fano Commentatore certificato 10.03.13 04:36| 
 |
Rispondi al commento

PARTE2.
Caro Beppe , credo sia oramai indispensabile portare innanzi al paese TRE punti netti , semplici e facilmente identificabili dalla gente, ovvero espressione di coerenza e al tempo stesso di concretezza con quanto detto fino ad oggi :
1)Riduzione degli stipendi a 3.000 euro netti al mese
2)Abolizione deli rimborsi elettorali con effetto retroattivo a 5anni ( oppure pensare ad una DRASTICA riduzione del rimborso da 5 euro/elettore a 1 euro/elettore superando in questo modo la solita critica “la politica sarebbe appannaggio esclusivo dei ricchi ecc..” )
3)Due legislature
So molto bene che il programma del Movimento è cosa ben più articolata e racchiuda in se istanze di profondo cambiamento, una vera e propria rivoluzione culturale, ma oggi più che mai è divenuto strategico ed impellente COMUNICARE non solo agli elettori del movimento ma a tutto il paese ( anche a coloro potrebbero essere dei potenziali nuovi elettori) che siamo una forza seria e di governo e che il cambiamento passa in primis proprio dall’abolizione dei privilegi. Guarda Beppe che niente è così sentita come la questione morale, nessun altro argomento riscuote così ampio consenso quando qualcuno vuole davvero toccare (anzi demolire) i privilegi di questa gente, che non cè null’atro di così efficacie per ottenere risultato elettorale. Lo hai urlato in tutte le piazze ( ed io seguito ed ascoltato in più appuntamenti dello Tsunami Tour), ora è il momento di presentarlo nel conto alla classe politica.Guarda Beppe, bisogna essere consapevoli che buona parte di coloro che hanno deciso dare il proprio consenso al Movimento, in questa tornata elettorale, NON sono ne informati di politica ne tantomeno risultano essere assidui lettori del BLOG, bensì persone che questa volta hanno fatto una scelta sulla scorta del sentito dire, del vociferare e del sentimento comune di avversione alla solita politica e soprattutto ai suoi borbonici privilegi.

andrea n., biella Commentatore certificato 10.03.13 01:18| 
 |
Rispondi al commento

PARTE2 Ed è su questo tasto che dobbiamo battere se vogliamo cogliere in contropiede la politica ( e le sue prevedibili strategie basate sullo “scambio”)e comunicare al POPOLO che questi signori non sono disponibili ad abbandonare poltrone e potere. Andare dinnanzi al presidente del consiglio e porre quale elemento pregiudiziale, per il via libera alla formazione del governo, i TRE semplici ( e comprensibili) punti , significherebbe essere coerenti con chi ha votato movimento e al tempo stesso essere propositivi in favore del cambiamento. In caso di rifiuto ( MOLTO PROBABILE )dell’inserimento in agenda dei TRE punti sopraccitati, farebbe ricadere TUTTA la responsabilità, della mancata formazione del nuovo governo, ai vecchi parrucconi della politica e non al Movimento 5 stelle come si sta sempre più invece delineando anche fra i nostri sostenitori. Ti dico questo perché chi ti scrive proviene da una realtà territoriale ( Biella) che ha espresso grande voglia di rinnovamento votando in massa il Movimento , ma che ora sta manifestando sempre più insofferenza per questa poco comprensibile chiusura o meglio assenza di proposte nette , limpide e soprattutto facilmente individuabili (nel marasma dell’informazione- disinformazione generale ). L’attività che svolgo mi porta spesso a confrontarmi con la gente e ad avere scambi di vedute in merito ai fatti del giorno e sulle prospettive che si potrebbero delineare. Ti posso assicurare che (tolto l’effetto “premio al vincitore” postelezioni che vedeva il M5s a quota 29 %) il consenso si sta riducendo sempre più. Le corse in maschera, il silenzio assoluto e soprattutto l’assenza di proposte concrete stanno demolendo ogni giorno che passa tutto il gran lavoro che è stato svolto fino ad esso e di cui tu solo sei il vero artefice.Beppe, presenta i TRE punti dinnanzi al paese, attendiamo il loro Niet e a quel punto via, si torna ancora nelle Piazze e sul blog ad urlare che la vecchia solita politica RIFIUTA il cambiamento.

andrea n., biella Commentatore certificato 10.03.13 00:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe , credo sia oramai indispensabile portare innanzi al paese TRE punti netti , semplici e facilmente identificabili dalla gente, ovvero espressione di coerenza e al tempo stesso di concretezza con quanto detto fino ad oggi :
1)Riduzione degli stipendi a 3.000 euro netti al mese
2)Abolizione deli rimborsi elettorali con effetto retroattivo a 5anni ( oppure pensare ad una DRASTICA riduzione del rimborso da 5 euro/elettore a 1 euro/elettore superando in questo modo la solita critica “la politica sarebbe appannaggio esclusivo dei ricchi ecc..” )
3)Due legislature
So molto bene che il programma del Movimento è cosa ben più articolata e racchiuda in se istanze di profondo cambiamento, una vera e propria rivoluzione culturale, ma oggi più che mai è divenuto strategico ed impellente COMUNICARE non solo agli elettori del movimento ma a tutto il paese ( anche a coloro potrebbero essere dei potenziali nuovi elettori) che siamo una forza seria e di governo e che il cambiamento passa in primis proprio dall’abolizione dei privilegi. Guarda Beppe che niente è così sentita come la questione morale, nessun altro argomento riscuote così ampio consenso quando qualcuno vuole davvero toccare (anzi demolire) i privilegi di questa gente, che non cè null’atro di così efficacie per ottenere risultato elettorale. Lo hai urlato in tutte le piazze ( ed io seguito ed ascoltato in più appuntamenti dello Tsunami Tour), ora è il momento di presentarlo nel conto alla classe politica.Guarda Beppe, bisogna essere consapevoli che buona parte di coloro che hanno deciso dare il proprio consenso al Movimento, in questa tornata elettorale, NON sono ne informati di politica ne tantomeno risultano essere assidui lettori del BLOG, bensì persone che questa volta hanno fatto una scelta sulla scorta del sentito dire, del vociferare e del sentimento comune di avversione alla solita politica e soprattutto ai suoi borbonici privilegi.

andrea n., biella Commentatore certificato 10.03.13 00:55| 
 |
Rispondi al commento

interessante anche il libro-intervista di antonio ingroia dal titolo

IO SO

su questo tema della trattativa stato-mafia....
e intanto ndrangheta e camorra fregano la mafia e fanno meglio

bastardi....sono loro il male maggiore di questo paese........c´e` solo da piangere

husky j. Commentatore certificato 10.03.13 00:18| 
 |
Rispondi al commento


PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

O ORA O MAI PIU' ( 1 ORA PER SEMPRE )
TUTTO QUELLO CHE DOVRESTI SAPERE

E CHE NESSUNO ALLINEA

https://www.facebook.com/pages/O-Ora-O-Mai-Piu-MY_5/156113364546862?ref=hl#

PUBBLICA CON FACEBOOK O CON QUELLO CHE PUOI

FATENE AVVISO AI MEETUP MY_5


MY5 10.03.13 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Via la mafia dal parlamento!
Grillo se pensi di tornare alle elezioni sappi che tanti saranno delusi e forse non voteranno il m5s, poi se vorresti avere il 100% dei consensi, credo che tu stia facendo un errore.
I simpatizzanti grillini attendono segnali positivi, facciamo partire il Governo cercando di realizzare il programma.
Non possiamo perdere questa occasione!!!!
E' unica nella storia! No a rivoluzioni violente!

Anna A., Foggia Commentatore certificato 10.03.13 00:05| 
 |
Rispondi al commento

La mafia ci sarà sempre fintanto che non c'è uno stato giusto che faccia rispettare le leggi, sempre, tutti i giorni, sia per un piccolo reato , che per uno grande. La mafia ci sarà sempre finché questa classe politica non paga per le proprie responsabilità, cancellando una volta per tutte l'idea, ormai comune, che non c'è giustizia e quindi, ognuno é giustificato a fare quello che vuole.

Andrea da Piacenza

Andrea 09.03.13 23:41| 
 |
Rispondi al commento

vorrei rispondere alla signora Marina agnello dicendo che proprio perche' mi dispiace che il movimento 5 stelle (partito onesto che ho' votato)se perde questa occasione cala di voti e non possiamo avere al governo tutta quella brava gente di laureati e gente semplice,giovane che tanto puo' dare pe sto paese insieme al pd che non e' quel mostro che viene costruito qui

carletti g. jesi 09.03.13 22:49| 
 |
Rispondi al commento

La vera responsabilità che ha il M5S è quella di mantenere la fiducia ai propri elettori, senza cadere nelle facili e perverse scorciatoie, prerogativa dei vecchi partiti. Gli intenti del Movimento, di attuare un cambiamento radicale economico e socio politico sono stati oltremodo chiari, tanto che eventuali accordi extra programmatici, rappresenterebbero un grave errore che lo porterebbe ad un iniziale asservimento alle regole della vecchia nomenclatura politica. La coerenza spiazzerà molti degli avversari, disorientandone la rotta, infliggendo nel sistema una spina di innovazione che rappresenta solo l'inizio della palingenesi culturale e sociale. La coerenza, la fermezza e l'apertura a nuove proposte condivisibili, tipiche caratteristiche del M5S, assieme al nuovo e innovativo linguaggio dei suoi sostenitori, resterà il punto di forza per affrontare la trasformazione del paese. Le linee a di condotta di Beppe Grillo e di tutto il movimento, sono condivisibili e necessarie, altrimenti la rivoluzione che si vuole attuare cadrebbe in un polverone di nulla. Le parole oltre ad avere un significato semantico possiedono un potere assoluto nel momento in cui diventano legge. E se Grillo intende blu, e Bersani, che è ormai allo sbando, finge di capire e dice indaco, non ci siamo. La coerenza non appartiene all'uomo politico di professione, questo ormai è chiaro a tutti. Tranne che ai sostenitori dei vari partici nemici-amici, che li seguono attratti, anche da ideologie sorpassate e quanto mai fuori dal tempo. Quando un'ideologia anacronistica cavalca, senza prudenza e consapevolezza, le reali e concrete necessità di un paese, lo affossa senza rendersene nemmeno conto. Non sono tutti così consapevolmente colpevoli i politici! In parte sono anche maldestri pasticcioni, inadatti alla gestione del bene di altri loro concittadini. E loro, ancora non lo sanno. Dobbiamo spiegarglielo con la determinazione delle nostre idee!

Matteo Rossi 09.03.13 22:23| 
 |
Rispondi al commento

I PARLAMENTARI GRILLINI CERCANO CASA A ROMA.CON DIECIMILA EURO AL MESE NON CI DROVEBBERO ESSERE PROBLEMI.NON VOLETE SPENDERE,FATE BENE, C'E'CRISI,METTETE TUTTO IN BANCA VI POTREBBERO SERVIRE FRA QUALCHE MESE, QUANDO ANDRETE TUTTI A CASA,E NON SOLO VOI.

michelangelo ciacciarell, latina Commentatore certificato 09.03.13 22:15| 
 |
Rispondi al commento

https://s3.amazonaws.com/PDS3/allegati/Italia%20Onesta.jpg
qua c'è la proposta articolata di legge del pd sulla corruzione, ed è possibile compilare un questionario iscrivendosi, visto che si parla di confrontarsi legge per legge, mi pare sia un'occasione

valeria.l 09.03.13 22:11| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO HA SCRITTO COL MIO NOME SUL BLOG, COMMENTANDO UN POST DI DARIO FO!!! VORREI SOTTOLINEARE QUESTO FATTO STRANO E ASSICURARE CHE IO NON SCRITTO QUEL COMMENTO!!!! Io sono sempre dalla parte dei 5STELLE!!!

Letizia Lina Maria Pampana, SEGNY Commentatore certificato 09.03.13 21:46| 
 |
Rispondi al commento

http://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Dell'Utri

Luca . Commentatore certificato 09.03.13 20:12| 
 |
Rispondi al commento

LE SORGENTI DEL PO SONO PIU’ AFFASCINANTI. DAL COLOSSEO AL PARLAMENTO, LA SOLITA AZIONE SIMBOLICA CHE NON SERVE AD UN CAZZO, PARLAMENTARI GRILLINI VI GIUDICHEREMO PER QUELLO CHE PRODUCETE, CIOE’ NULLA, VISTO CHE ANDRETE TUTTI A CASA SENZA LA FIDUCIA AL GOVERNO. AL BERLUSKA OGGI CONVIENE ANDARE ALLE ELEZIONE CON UNA ALTA PROVABILITA’ DI VINCERLE, ANCHE RENZINO CI SPERA .FATEVI DUE CONTI… IL CAMBIAMENTO PUO’ ASPETTARE

michelangelo ciacciarell, latina Commentatore certificato 09.03.13 19:49| 
 |
Rispondi al commento

14 luglio 1789 PARIGI. La gente è tutta in piazza,il maggiordomo del re Luigi va a svegliarlo e dice che tutta Parigi è in strada.Il re si sveglia e gli dice:"ma Francois è la solita rivolta......Il maggiordomo di rimando:" No sire è la RIVOLUZIONE.........la Bastiglia viene presa d'assalto e ..................

15 marzo 2013 Montecitorio........la nostra Bastiglia forza CITTADINI eletti di m5s assaltatela per NOI......W la rivoluzione, la nostra RIVOLUZIONE

Michele Fusco 09.03.13 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Forza ragazzi forza.
La battaglia per il nuovo mondo è iniziata e noi,tutti noi e tutti insieme siamo dei liberatori.
M5S for ever.

Deep blue Ocean Commentatore certificato 09.03.13 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Ecco una nuova raccolta firme su Repubblica da parte degli "intellettuali" della sinistra, per convincere M5S e PD a stringere un accordo di governo. Tra i firmatari ci sono Nanni Moretti, Serena Dandini, Sabrina Ferilli, Stefano Rodotà, Umberto Eco, Andrea Camilleri, Dario Fo, Franca Rame ed altri.
La risposta di Grillo, parafrasando una canzone di Giorgio Gaber:''Quando il pdmenoelle chiama, l'intellettuale risponde. Sempre! In fila per sei con il resto di due''.

Iscrivetevi alla pagina Facebook che riunisce chi con fermezza dice NO a qualsiasi inciucio con i partiti politici, e che raccoglie testimonianze, ospita dibattiti e cerca di far conoscere a tutti quali sono le regole del Movimento!

MOVIMENTO 5 STELLE SEMPRE INDIPENDENTE
http://www.facebook.com/pages/Movimento-5-Stelle-sempre-indipendente/390008277764294?ref=hl

Nino Baldan 09.03.13 18:49| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di mafia e Stato:Il cavaliere Benito Mussolini,Presidente del Consiglio per quasi un ventennio,risultava legato alla Sicilia da alcune "particolari amicizie".Il 6 Maggio del 1924 si trovava a Piana degli Albanesi alla testa di un lungo corteo.Nella macchina presidenziale accanto al cavaliere sedeva don Ciccino Cuccia,sindaco di piana e capo indiscusso della locale confraternita mafiosa,dietro seguiva la macchina di Santino Termini sindaco di San Giuseppe Jato e capo o boss della provincia di Partinico.Poco dopo i due sindaci conferivano al Cav. la cittadinanza onoraria dei rispettivi paesi(archivio del comune di San Giuseppe Jato).Il cavaliere Mussolini ritornato a Roma ,ebbe l'occasione di ricambiare la cortesia in un famoso discorso alla camera del 27 Maggio del 1927,poi pubblicato su due grandi manifesti fatti affiggere in tutte le piazze d'Italia:nell'elencare uno per uno i comuni del palermitano dove maggiore era la presenza della mafia,tralasciava di citare le sue città onorarie.E dire che,per numero di delitti commessi e uomini diffidati,il comune jatino e quelli del partinicese risultavano primi in elenco.Fruivano della benevolenza del capo del governo altre zone legate alla mafia di San Giuseppe.Venne il tempo di Cesare Mori,un piemontese mandato in Sicilia dal cavaliere Benito,ovviamente per debellare la mafia in pochi giorni.Cosi almeno la davano a bere i "liberi giornali" dell'epoca.I poteri di cui disponeva ,il Mori erano pressochè illimitati,poteri che nemmeno il il generale Dalla Chiesa avrebbe avuto in seguito,e ne fece un uso tale,che i garantisti dei giorni nostri lo avrebbero sciolto nell'acido.Mori riusci a bloccare "la bassa mafia",quella più appariscente.Nel momento, però,in cui tenta di passare al livello superiore,viene nominato,il 22 Dicembre 1928 senatore del Regno.Promoveatur ut amoveatur,ovviamente!Ma lo scontro più violento si verificò tra Mori e l'onorevole Alfredo Cucco,un plenipotenziario del fascismo amico dei mafiosi.

Ettore Borghesan (borghi), Sasso Marconi (BO) Commentatore certificato 09.03.13 18:32| 
 |
Rispondi al commento

E' proprio vero...dati gli ultimi avvenimenti, le più importanti testate giornalistiche di questo Paese sono prezzolati al riguardo del recente articolo sull'Espresso sulle società di Beppe Grillo in Costarica.

Pietro D., ROMA Commentatore certificato 09.03.13 18:28| 
 |
Rispondi al commento

la mafia e' dentro lostao
solo il m5s puo' demolire questa piaga del paese
ma per farlo non puo' allearsi con nessuno, tanto meno con bersani

ANDREA FORGIONE64, AVELLINO Commentatore certificato 09.03.13 18:21| 
 |
Rispondi al commento

e il GUARDIAN distrugge Beppe Grullo e CasaOlezzo....VI STA BENE COGLIONI! GOVERNATE INVECE DI TIRARVELA! LO DOVETE A 60 MILIONI DI ITALIANI! NON SOLO A NOI 8 MILIONI DI ELETTORI!

stefano rigon (jim douglas morrison), venezia Commentatore certificato 09.03.13 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI ITALIANI SONO CON LA MERDA TRA LA BOCCA ED IL NASO E C'E' CHI SI DIVERTE A FARE L'ONDA? SI VEDE CHE SIETE LONTANI ANNI LUCE DA QUESTI PROBLEMI!

Daniele Casadei, Cesenatico Commentatore certificato 09.03.13 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi domando ma perché molti prodotti acquistati in farmacia non. Ci deve essere il prezzo sulla scatola?

Armando taverna 09.03.13 17:47| 
 |
Rispondi al commento

Grillo: “Tutto cambi perchè nulla cambi”

Questo inedito contesto ci offre oggi la possibilità straordinaria di far approvare norme fondamentali come quelle sui diritti civili, norme sulla legalità e trasparenza, scuola pubblica (rivedendo i finanziamenti ai privati), sanità pubblica, etc

Segnalo un articolo interessante:

http://www.lavoroergosum.it/?p=1547

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 09.03.13 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Appello a Beppe Grillo e al Movimento 5 Stelle: se non ora, quando?
Caro Beppe Grillo, cari amici del Movimento 5 Stelle,
La Trappola di Repubblica
Remo Bodei
Roberta De Monticelli
Tomaso Montanari
Antonio Padoa-Schioppa
Salvatore Settis
Barbara Spinelli

Francisco Sposato 09.03.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Andate a vedere cosa ho scritto sul mio blog.
Grande Beppe, fra Stato e Mafia c'è un'amicizia di lunga data.

Lorenzo Campanella, Pachino, SR Commentatore certificato 09.03.13 17:03| 
 |
Rispondi al commento

ma i pm statali del genere sinistroso sono in ballo da 10 anni con berlusconi, e adesso che lui si e' preso una settimana di malattia , si incazzano pure!!! roba da matti!!

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 16:50| 
 |
Rispondi al commento

egiziano clandestino picchia la fidanzata perche non si vuole convertire all'islam

Disporre contestualmente un TSO per la studentessa che non è stata capace di mollare la bestia manesca.... e un bel rimpatrio coatto per entrambi, così da non sentirne più parlare.

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Milano,egiziano e clandestino picchia la fidanzata per convertirla all'islam: arrestato

I soliti tontoloni di sinistra con il supporto dei grillini e matti fuori di testa amanti del multietcnico vorrebbero dare la cittadinanza a cani e porci: l'islam E'incompatibile (in quanto ne nega la validità) con il riconoscimento dei diritti universali e fondamentali riconosciuti ad ogni essere umano -uomo o donna- fatti propri dalla nostra Costituzione.

Questi diritti (uguaglianza tra uomo e donna, dignità, libertà di scelta, anche religiosa sono espressamente negati dal corano. E' RIDICOLO parlare di cittadinanza italiana riferita ad un musulmano. O la legge islamica o la nostra Costituzione. Chi sceglie l'islam deve essere cacciato dal nostro territorio. Secondo la legge islamica, oltre ad essere autorizzati a picchiare le donne, sono liberi di ammazzare gli infedeli (che poi saremmo noi).

.


Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci stanno dando piu la possibilità di aiutare i nostri figli, a crearsi un futuro dignitoso.

Alessandra G., sordio Commentatore certificato 09.03.13 16:44| 
 |
Rispondi al commento

ciao, mi chiamo otello : da piccolo giocavo con le macchinette militari e adesso che sono stato eletto in parlamento voglio fare il ministro della difesa.

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 16:42| 
 |
Rispondi al commento

Avete controllato bene il passato dei vostri nuovi onorevoli,a me non sembra proprio,ma prima o poi verrà tutto a galla...è solo questione di tempo.....

Daniele D., Venezia Commentatore certificato 09.03.13 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Voi continuate a urlare contro Carlo de Benedetti intanto ci hanno declassati a SERIE B! Questo vuol dire che molti meno investiranno in Italia oppure investiranno sulle ceneri dell'Italia che avanti così, diverrà la spazzatura d'Europa assieme alla Grecia. Ah già ma alla maggior parte di voi basta urlare contro prodi, bersani ecc...vi basta questo ed intanto così non inizia un governo, si va a nuove elezioni così da spendere ancora un mare di soldi nostri...voto 5 stelle da mo' ma ora mi sono rotto i coglioni della gentaglia che ne fa parte e di alcuni imbecilli ignoranti che popolano questo blog. Beppe grillo compreso. dai miliardari ci può aspettare sempre molto poco. belle idee certo, addirittura miracolose ma...non attuabili in questo momento. ora servono fatti concreti. molto più concreti o davvero andremo alla deriva come nazione.

stefano rigon (jim douglas morrison), venezia Commentatore certificato 09.03.13 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ il mononeurone "Padroni a casa nostra"

Solo un ottuso "padrone a casa sua" potrebbe bersi che il Puffo ha un UVEITE, e non una banale CONGIUNTIVITE dovuta a irritazioni Uv o ad altri agenti esterni irritanti.

HAI CAPITO ADESSO SAPIENTONE, il senso ironico del mio post precedente ? E' una uveite da uv quindi una banale congiuntivite perchè solo gli idioti possono credere alla favola dell'uveite, malattia oltretutto difficilmente determinabile, OK ? Dici che non hai ancora capito ? Nooo? E allora rassegnati al tuo destino.

E stai a casa tua che fai meno danni!


ChiaraLuce C. Commentatore certificato 09.03.13 16:36| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO FAI BENE A NON DARE IL VIA AL GOVERNO, COSI’ POSSONO CONTINUARE A FREGARE MEGLIO E DARE LA POSSIBILTA’ AL MALATO IMMAGINARIO DI RECUPERARE E VINCERE LE PROSSIME ELEZIONI. I SONDAGGI FAVOREVOLI SONO SOLO UN TRUCCO DI MASTROLINDO!

michelangelo ciacciarell, latina Commentatore certificato 09.03.13 16:22| 
 |
Rispondi al commento

DE BENEDETTI LO VUOLE: BERSANI PREMIER E LISTA SAVIANO - ALLA FESTA BOLOGNESE DI “REPUBBLICA”


http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/de-benedetti-lo-vuole-bersani-premier-e-lista-saviano-alla-festa-bolognese-di-repubblica-39634.htm

Giulio Cesare Cesare (pd-l e' demoniaco), roma Commentatore certificato 09.03.13 16:14| 
 |
Rispondi al commento

La mafia si puo' solo combattere con uomini come GRILLO E SEGUACI.
Gtazie alle idee di questi, infatti, la redistribuzione piu' equa della ricchezza e la lotta all'ignoranza creera' non poche difficolta' al riciclo dei ''picciotti''. L'uomo(per la maggior parte) diventa una bestia perche' l'insicurezza e la paura di non farcela a soddisfare i propri bisogni materiali, unita al bisogno di essere considerato dagli altri uomini lo spinge a ingozzarsi di denaro fino a restarne schiavo!!!... e noi della ''S.P.A. x GRILLO'' (Sede Per Adesione a Grillo ed alle sue idee politiche)di Milano, SIAMO CERTI CHE CIO' NON ACCADRA' A CHI INSEGUE UNA POLITICA VERAMENTE NUOVA....., FORZA RAGAZZI VI SOSTERREMO E, NEL CASO DI NUOVE ELEZIONI, SAREMO TANTI DI PIU'!!!
Vito Marco Maria Vladimiro Bozzonetti
viale Monza 70
-20127- Milano
cell. 3381288099
mail oo@libero.it

Vito Marco Maria Vladimiro Bozzonetti 09.03.13 16:14| 
 |
Rispondi al commento

FONDATORE DEL PD : Carlo De Benedetti

TESSERA NO. 1 DEL PD : Carlo De Benedetti


Il Pd dividerà la sede con Carlo De Benedetti

http://www.iltempo.it/politica/2009/12/24/il-pd-dividera-la-sede-con-carlo-de-benedetti-1.182617


Per il momento le distanze, almeno sotto il profilo logistico, si accorciano, dal momento che il Pd ha deciso di sdoppiarsi.

Al Pd l'attuale sede nazionale, in Largo del Nazareno a Roma, va stretta.

E i democrat hanno scelto di espandersi, spostando una parte degli uffici di poche decine di metri, al civico 169 di via del Tritone.

Nello stesso palazzo che ospita la sede romana della Cir (Compagnie industriali riunite), la società di cui De Benedetti è fondatore e presidente onorario.

Le curiosità non finiscono qui: per visitare i nuovi uffici Pd occorrerà salire al terzo piano, proprio quello dove è collocata la sede della Cir


DE BENEDETTI, EUGENIO SCALFARI E LA MASSONERIA. UNA VITA PER IL POTERE

http://www.avvocatisenzafrontiere.it/?p=1822

Giulio Cesare Cesare (pd-l e' demoniaco), roma Commentatore certificato 09.03.13 16:13| 
 |
Rispondi al commento

FONDATORE DEL PD : Carlo De Benedetti

TESSERA NO. 1 DEL PD : Carlo De Benedetti


DE BENEDETTI, EUGENIO SCALFARI E LA MASSONERIA. UNA VITA PER IL POTERE

http://www.avvocatisenzafrontiere.it/?p=1822

Giulio Cesare Cesare (pd-l e' demoniaco), roma Commentatore certificato 09.03.13 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Per non affondare si aggrapperebbero alla lama di un rasoio!

Tale meotti giulio scrive,sul foglio del 09.03.2013, a pagina 3, su Beppe Grillo

..."Enrico Deaglio lo stroncò sull'Unità...

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=337032606417860&set=a.220548628066259.51711.220538371400618&type=1&theater

Giuseppe Pog., Massa-Carrara Commentatore certificato 09.03.13 16:06| 
 |
Rispondi al commento


O ORA O MAI PIU' ( 1 ORA PER SEMPRE )
TUTTO QUELLO CHE DOVRESTI SAPERE

E CHE NESSUNO ALLINEA

https://www.facebook.com/pages/O-Ora-O-Mai-Piu-MY_5/156113364546862?ref=hl#

PUBBLICA CON FACEBOOK O CON QUELLO CHE PUOI MY_5

MY5 09.03.13 16:04| 
 |
Rispondi al commento

STORIA ANTICA O TRATTATIVE?
Siamo Mediterranei, passati dal Cottabos
al Bunga Bunga, dai Baccanali ai
Saturnali, dalla pirateria dei Popoli del Mare
alle Repubbliche Marinare, mantenendo la nostra
individualita' regionale spesso degenerata
in malavita organizzata e con gran seguito o, alla meglio,
ignorata.
In democrazia Mafia Ndrangheta
Camorra etc sono penetrate per vie naturali
nelle istituzioni.
Il controllo del territorio spesso sfugge da secoli
agli organi preposti. Cio' si ripercuote nella vita politica
ed economica nazionale.
Non bastano indignazioni tv e le fucilate a qualche
PM o giornalista ostinato a cambiare le cose.
Una economia funzionante e pienamente legale
nuoce agli affari portati avanti dalla malavita organizzata,
da cio' si ha che l'uso dei beni culturali e l' attivita'
legislativa e tanto altro non sono degni di un paese europeo.
Siamo ad un bivio, imposto dalla unione mometaria.
Modficare il DNA latino per gareggiare alla pari
con sassoni e celti non e' possibile.
O si evita che in Italia SPA significhi innalzare
solo Sindacalisti Parenti Amici, dando modo ai dotati
di lavorare bene e creare lavoro, o si toglie l'incasso
alle mafie legalizzando le droghe e fornendole a chi ne
fa richiesta, come un comune farmaco.
Oppure si riformuli l'alleanza malcelata con le Mafie
puntando sul turismo gestito a braccetto coi capomandamento,
sulla produzione alimentare di alta fascia di comune
accordo con chi da sempre gestisce mezza Penisola.

Francesco A., Catania Commentatore certificato 09.03.13 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Mi ricordo, quando frequentavo le superiori, delle bombe mafiose, delle inchieste su tangenti e della fine della "prima repubblica". Momenti orribili, con evidenti buchi di narrazione, con persone offese e personalità indignate; tutte le sicurezze di un epoca spensierata, per modo di dire, spazzate via da un onda di liquame infetto, l'economia versava in uno stato catatonico, si era fermato tutto il sistema...
Nonostante ciò si tentava di ricostruire una nuova era. Il terreno era fertile, ben concimato da 40 anni di gestione DC, il bubbone uccise la balena bianca, del suo cadavere rimasero cellule impazzite: staminali decise a ricostruire la balena.
La scena era pronta per la discesa dell'alfiere di Mangano, incredibilmente si propose come la soluzione dei problemi che attanagliavano il paese, e il popolo si illuse. Seguì la scia della stella cometa, estasiati da una promessa di restaurazione delle certezze di prosperità e tranquillità.
Solo un particolare si lasciò perdere, il bubbone.
Ancora non curato, si infettava, giorno dopo giorno; i legami tra lo stato e la mafia si strinsero a tal punto che si fusero...
Come insegnano le fusioni tra società, queste ultime, provocano licenziamenti di massa, ma in modo assurdo si licenzia la mano d'opera e si regge con due direttivi.
A queste si aggiungano vari problemi causati dalla gestione degli ultimi 20 anni: precariato per i giovani, smembramento della scuola, distruzione della sanità pubblica, avvio di cantieri megalomani con evidenti interessi privati, depauperamento delle casse statali con il debito pubblico quadruplicato, leggi emanate ad oc per la gestione delle imprese (falso in bilancio), aumenti sconsiderati di pressione fiscale (PD PDL UDC LEGA IDV AN), disattivazione del sistema di "scala mobile", distruzione del tessuto industriale italiano finanziando l'espatrio.
Negli anni ottanta eravamo felici e studiavamo, nei novanta increduli e offesi, nel 2000 c'hanno derubato.
Ora c'è una speranza!

Simone Palladi, Reggio Emilia Commentatore certificato 09.03.13 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E’ L’ORA DELLE DECISIONI INREVOCABILI, LA DICHIARAZIONE DI GUERRA E’ STATA CONSEGNATA AL PD…FINI’ MALE!!! 10-06-1940…CON LA DICHIARAZIONE DELLA NASCITA DELL’IMPERO ANDO’ PEGGIO 9-4-1936. SE GLI BUTTO MALE A LUI CHE AVEVA IL 100% FIGURIAMOCI A CHI HA SOLO IL 25% .E’L’ ORA DELLA RIFLESSIONE….

michelangelo ciacciarell, latina Commentatore certificato 09.03.13 15:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarà una lotta lunga ed estenuante ma solo chi crede in se stesso e nel cambiamento sarà sazio di democrazia il mondo ne ha bisogno ed il m5s ci sta dando la possibilità non ci sarà un altra chance crediamoci ed usiamo la nostra forza per il cambiamento le regole sono state date e' inutile ogni volta lamentarsi c'è chi per noi fare tutto il meglio possibile
Avanti sempre

Cristian Atzei 09.03.13 15:58| 
 |
Rispondi al commento

IL MERAVIGLIOSO MONDO DEI GRILLINI E DELLA SINISTRA


Con la legge anti-corruzione i nostri giovani disoccupati troveranno lavoro.

Con la legge anti-evasione si aumenteranno le pensioni minime dei nostri anziani che raccattano il cibo tra gli avanzi dei supermercati.

Se si tolgono le televisioni a Silvio le nostre imprese riceveranno credito dalle banche e potranno far ripartire la produzione.

VERO, COMUNISTI?


Capisco che per statali con il posto garantito dalla tessera della CGIL e del PD, siano queste le proposte fondamentali per il Paese, insieme alla cittadinanza ai clandestini e al matrimonio gay.

Ma nel mondo reale servono altre cose:


* DETASSAZIONE COMPLETA PER LE NUOVE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO, per far ripartire l'occupazione

* RIDUZIONE DEL CARICO FISCALE, CON ABOLIZIONE DI IMU E IRAP, per dare soldi alle famiglie e alle imprese e favorire consumi e investimenti

* VIA IL PATTO DI STABILITA' IMPOSTO DALL'EUROPA DELLE BANCHE E DELL'IMU PAGATA PER SALVARE IL MONTE DEI PASCHI, a favore di investimenti per la crescita economica e lo sviluppo


Di queste cose, è garante solo Silvio e la Lega.

La sinistra vuole solo uno Stato di polizia fiscale che rapini ulteriormente con le tasse soldi alle fasce produttive per dirottarle sulla spesa pubblica clientelare e sul parassitismo statale.

Grillo vuole creare un'Italia di nullafacenti mantenuti con il reddito di cittadinanza, come se già non bastassero quelli mantenuti da 50 anni nel Meridione, e ora anche gli immigrati, quando la gente vuole LAVORO E OPPORTUNITA' DI IMPRESA, per dimostrare il proprio merito e la creatività del Made in Italy, non vivere da parassiti!

Padroni a Casa Nostra 09.03.13 15:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Razza di mentecatto pensi di poter pubblicare un comunicato politico al giorno per gestire una crisi del genere e oltre 8 milioni di elettori ? BarbaPapá se non riesci a gestire la cosa perchè ti è scoppiata in mano dillo e fatti da parte tu e GianRoberto . . . Dovevo diffidare dall'inizio di questi due storditi .

Marco Tanz Commentatore certificato 09.03.13 15:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Secondo voi chi ha preteso la poltrona la lascerà così facilmente? o se ne fotterà della voce del popolo. Da quando ha vinto le elezioni quella schifezza d'uomo, mi vergogno di essere italiana, sono 20 anni. Il fatto che sia ancora lì, è disgustoso e puoi votare chi ti pare, tanto vincono loro, sono come le aziende che hanno due marchi per farsi concorrenza da sole. Avrei avuto dei grossi problemi a votare lo scorso 24 febbraio, mi facevano schifo tutti. il m5s mi ha dato la possibilità di votare senza tapparmi il naso per non sentire la puzza, la cosa triste è che ci siamo entusiasmati per un programma fatto di cose normali e banali dettate dal buon senso e nel 2013 avrebbero dovuto essere superate e assodate. Non so se sarà possibile raggiungere anche una minima parte di traguardi che il m5s si propone, ci sono troppi "Cettolaqualunque" a piede libero e con cariche importanti. Andrebbero spediti nello spazio per poter ricominciare e ricostruire. La speranza c'è, ma è piccola piccola.

stefania t. Commentatore certificato 09.03.13 15:52| 
 |
Rispondi al commento

una intervista della ex moglie del senatore trapanese Antonio D’Alì (ACCUSATO DI MAFIA e rieletto SENATORE COL PDL DI BERLUSCONI E ALLEATO DELLA LEGA NORD PADANIA...ndr)alla giornalista Sandra Amurri, per “Il Fatto quotidiano” e diventato un articolo dal titolo “La politica nella terra di Cosa nostra, parla Maria Antonietta Aula, ex moglie di Antonio D’Alì“.

Le affermazioni della signora Aula (già D’Alì), non sono di poco conto e chiamano in causa frequentazioni del senatore D’Alì, con boss di spicco quali: Francesco Messina Denaro, capomafia di Castelvetrano, trovato morto nel ‘98 durante la latitanza e padre di quel Matteo Messina Denaro, ritenuto a capo della mafia siciliana, o ancora Franco Virga, figlio di Vincenzo Virga, capomafia di Trapani, arrestato dopo anni di latitanza.

Ma che c’è in questa intervista ?

Tanto, tanto, ma qui riporto solo una frase:

“Certo, avrei potuto chiedere un accertamento patrimoniale (vs suo ex marito...ndr)per sapere dove fossero finiti i 7 miliardi incassati dalla vendita della Banca Sicula, di cui possedevo azioni, avrei potuto chiedere spiegazioni sui conti a Montecarlo e se ricordo bene in Lichtenstein, ma non l’ho fatto anche per rispetto di mio figlio.

Ma da quel giorno è come se fossi diventata trasparente.

Il vescovo,(!) che conoscevo bene essendo presidente dell’Unitalsi, ANDAVA A CENA CON LUI (!)...e con quella che allora era la sua amante”. E la città guardava.

“Ora che, invece, è la moglie – racconta la signora Picci – ci va a Lourdes con il cardinale Ruini a bordo dell’aereo del Vaticano”.

----


AZZO...ma sto cardinale RUINI non SE LE FA CERTO MANCARE...'CERTE' AMICIZIE!!

E se uno non è contiguo alla MAFIA, cardinale RUINI...se lo porta pure a Lourdes e PURE SULL'AEREO DEL Vaticano????

Cardinale RUINI....sa chi mi ricorda Lei?
Quello che se almeno almeno NON FAI PARTE DELLA BANDA DELLA MAGLIANA...COL ca...zo che ti seppelliscono nella CAPPELLA COI CARDINALI!

Dico bene Eminenza????

Dino Colombo Commentatore certificato 09.03.13 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che il tuo movimento prendesse in esame il "programma me-mmt di salvezza economica per il paese" di Dott.Warren Mosler, Prof. Mathew Forstater, Prof.Alain Parguez e Paolo Barnard.
Vorrei sapere cosa ne pensate e spero tanto di avere vostre notizie!!!!!!! Grazie Chiara

chiara santillo 09.03.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti, molto interessante l'articolo stato mafia,per sapere la verità presto e subito basterebbe prendere la poltrona del COPASIR ora presieduta da D'Alema, perche grillo rinunciamo a questo? perche ora che abbiamo i numeri ci mettiamo in disparte e stiamo lì fermi, francamente non lo capisco. Caro grillo mi hai sempre detto uno vale uno, ma tu vai a Roma in uno scantinato e detti ordini ai nuovi eletti, non mi piace. Avevi promesso democrazia diretta, scusa dove posso votare se il m5s deve dare la fiducia al Pd o ad un altra qualsiasi formazione di governo. per me questo era il sogno più grande, non delegare più a nesssuno nemmeno a te.
lo spero perche ho creduto molto in te

dimitri sponta, fano Commentatore certificato 09.03.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I caimani non hanno la congiuntivite, sono come i coccodrilli.
Lacrimano in continuazione e l'occhio è sempre pulitissimo.

fabrizio castellana Commentatore certificato 09.03.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento

L'uveite è una infiammazione della tunica vascolare dell'occhio, e se non curata può portare alla cataratta, e persino alla degenerazione maculare della retina, con conseguente cecità.

http://it.wikipedia.org/wiki/Uveite


Silvio in questi giorni è sottoposto a TORTURA dai giudici comunisti di Milano.


Probabilmente, se invece di sacrificarsi per salvare l'Italia dalla rovina della sinistra, avesse tirato estintori contro i Carabinieri, vi sareste preoccupati di più di salvaguardare i suoi diritti, nè la Magistratura si sarebbe dimostrata così ansiosa di condannarlo...


E' incredibile come l'essenza della sostanza non si veda...la sostanza di un paese di mafiosi in cui solo l'aria che respiriamo sembra al corrente della situazione! Questo movimento non sara' un farmaco di cura,ma una cura staminale con la quale saranno le nostre stelle cellule a rigenerarsi,a meno che l'agenzia del farmaco non ci impedisca di farlo...i miei ossequi mafiosi dei miei stivali..viva M5S

Aldo Tosini 09.03.13 15:37| 
 |
Rispondi al commento

Bello mi piace....c'è una massa di elettori che ha votato il Banana e Gargamella...poi i gargamelliani vengano dai noi e ci raccomandano senso di responsabilità....per condividere un governo con mounseur Gargamellon...a queste persone do un consiglio(gratis)...in italia i trapianti di cervello non li fanno ancora....però magari uno si mette in nota lo stesso...chissà alle volte, la scienza fa continui progressi..!almeno saranno fra i primi...!
Beppe sul blog bisogna mettere un messaggio come sui pacchetti delle sigarette:..."il m5s non fa alleanze con partiti e non da la fiducia a nessun governo diverso da se stesso"

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 09.03.13 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo,

Io ti ho votato e come me tanti altri. SE NON APPROFITTIAMO QUESTO MOMENTO STORICO IO E TANTI ALTRI NON TI VOTERANNO PIÙ.

Avevo proposto di candidare DARIO FO (premio nobel) di prestigio internazionale quale premier o presidente del consiglio per un periodo di un anno per via di un consenso accettabile e più ampio e, quindi, per poter approvare quei punti strutturali necessari per cambiare una volta per tutte questo paese.

PER TANTO, NON SONO AFFATTO D'ACCORDO - qualora non si desse la fiducia a un governo pragmatico imperativo per poter fare quelle riforme necessarie per cambiare l'italia- CHE IL M5S RADDOPPIEREBBE IN CONSENSI ALLE PROSSIME ELEZIONI, PERCHÉ NON IO NON VOTERÒ PIÙ IL M5S E COME ME TANTI… MA TANTI ALTRI ITALIANI.

APPROFITTIAMO –ADESSO- QUEST’OCCASIONE STORICA esortando quelli che la pensano come me di firmare l’appello del quotidiano La Repubblica: http://temi.repubblica.it/repubblica-appello/?action=vediappello&idappello=391293

Un cordiale saludo

Ugo Ottavio Commentatore certificato 09.03.13 15:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' allucinante sentire grilli (o anche tremonti) parlare della crisi come se loro non avessero nulla a che farci. Loro...chissà in che angolo del mondo vivono o hanno vissuto...come se non c'entrassero nulla con le scelte fatte e da farsi in questo pantano in cui siamo.

Maria P., Bergamo Commentatore certificato 09.03.13 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Otto punti al setto nasale.
Scritto da Uriel Fanelli http://www.keinpfusch.net/2013/03/otto-punti-al-setto-nasale.html#more

yuki 09.03.13 15:33| 
 |
Rispondi al commento

anche renato zero col M5S !!!!ah però...:))))olèèèèè

Luca M., Rho Commentatore certificato 09.03.13 15:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ingrasciotta, PENTITO DI MAFIA, adesso potrebbe essere sentito anche nel procedimento penale contro il SENATORE DI FORZA ITALIA-PDL Tonino D’Alì, accusato di CONCORSO ESTERNO IN ASSOCIAZIONE MAFIOSA!

...

GRUPPO ESPRESSO-REPUBBLICAAAAAAAAAAAAAA

SICURI DI NON AVERE ALTRO E DI PIU' IMPORTANTE DI CUI OCCUPARVI, TIPO LA MAFIA NELLE ISTITUZIONI...CHE ROMPERE LE PALLE A GRILLO E CO?


NON solo vi fottete i soldi delle NOSTRE TASSE...ma manco BENE LI USATE???

Ah...già...vero...Beppe usa solo PALLOTTOLE di PAROLE...mentre la MAFIA.....

Solito copione quindi?...FORTI COI DEBOLI ECC????

Dino Colombo Commentatore certificato 09.03.13 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da mesi i commentatori si dividono tra chi considera il Movimento 5 stelle una «costola della sinistra» e chi lo considera un'organizzazione populista, prevalentemente di destra, in certi casi tendenzialmente fascista. Sono vere entrambe le cose.

http://www.contropiano.org/it/archivio-news/documenti/item/15041-grillo-un-movimento-bifronte?fromfbpage=1

Il M5S contiene in sé entrambe le possibilità. Anche da questa co-presenza deriva il suo successo: le difficoltà di una costruzione «assemblearistica» della decisione politica è aggirata attraverso il verticismo. Il suo successo segnala che, usando il linguaggio di Gramsci, nella politica contemporanea c'è una nuova oscillazione dalla «guerra di trincea» (in cui le alternative politiche sono comprese negli assetti esistenti) alla «guerra di movimento»: ad essere in gioco sono gli assetti sociali stessi, le forme generali della politica e dell'economia. Questo passaggio apre alla sinistra un campo inedito di possibilità. A condizione che sappia giocare a questo livello. Che sappia elaborare, accanto a un proprio modello di democrazia radicale, un suo progetto globale di società. In crisi non è solo la rappresentanza, ma anche il capitalismo. Su questo Grillo non dice (quasi) niente: questo è compito nostro, è il nostro terreno. Agire a questo livello significa, a mio parere, costruire un nuovo soggetto plurale che sappia federare tra loro le lotte per i beni comuni, i movimenti anti-austerity, le lotte del lavoro, il mondo del lavoro dipendente e quello del lavoro «cognitivo», provando a costruire un'alternativa globale di società, un progetto di «democrazia dei beni comuni», l'idea innovativa di un «socialismo del XXI secolo».

UN ARGOMENTO MOLTO INTERESSANTE...
al link c'è il resto...

ne vedremo delle "nuove" nel prossimo futuro!
cari "CAMER-AGNI" eh eh!

Lenin Nicolaj (che fare), Roma Commentatore certificato 09.03.13 15:28| 
 |
Rispondi al commento

La finanza? eccola! http://traglisqualidiwallstreet.blogspot.it/2013/03/riflessioni-sulle-agenzie-di-rating.html

tra gli squali 09.03.13 15:28| 
 |
Rispondi al commento

[continua] Se ci aiuterete a liberarci ora, subito, dell’era Berlusconi: un imprenditore che secondo la legge non avrebbe nemmeno dovuto metter piedi in Parlamento e tanto meno a Palazzo Chigi.

Avete detto: «Lo Stato siamo noi». Avete svegliato in Italia una cittadinanza che vuole essere attiva e contare, non più delegando ai partiti tradizionali le proprie aspirazioni. Vale per voi, per noi tutti, la parola con cui questa cittadinanza attiva si è alzata e ha cominciato a camminare, nell’era Berlusconi: «Se non ora, quando?»
Remo Bodei
Roberta De Monticelli
Tomaso Montanari
Antonio Padoa-Schioppa
Salvatore Settis
Barbara Spinelli

Mario M. Commentatore certificato 09.03.13 15:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una legge anti-corruzione e anti-evasione che riformi in senso restrittivo, anche aumentando le pene, la disciplina delle prescrizioni, bloccandole ad esempio al rinvio a giudizio; nuovi reati come autoriciclaggio, collusione mafiosa, e ripristino del falso in bilancio; ineleggibilità per condannati fin dal primo grado, che colpisca corruttori e corrotti e vieti loro l’ingresso in politica; un’operazione pulizia nelle regioni dove impera la mafia (Lombardia compresa); una confisca dei beni di provenienza non chiara; una tutela rigorosa del paesaggio e limiti netti alla cementificazione; un’abolizione delle province non parziale ma totale; diritti civili non negoziati con la Chiesa; riconsiderazione radicale dei costi e benefici delle opere pubbliche più contestate come la Tav. E vista l’emergenza povertà e la fuga dei cervelli: più fondi a scuola pubblica e a ricerca, reddito di cittadinanza, Non per ultimo: un bilancio europeo per la crescita e per gli investimenti su territorio, energia, ricerca, gestito da un governo europeo sotto il controllo del Parlamento europeo (non il bilancio ignominiosamente decurtato dagli avvocati dell’austerità nel vertice europeo del 7-8 febbraio).

Non sappiamo quale possa essere la via che vi permetta di dire sì a questi punti di programma consentendo la formazione del nuovo governo che decida di attuarli, e al tempo stesso di non contraddire la vostra vocazione. Nella giunta parlamentare si può fin da subito dar seguito alla richiesta di ineleggibilità di Berlusconi, firmata da ormai 150.000 persone : la fiducia può essere condizionata alla volontà effettiva di darvi seguito. Quel che sappiamo, è che per la prima volta nei paesi industrializzati e in Europa, un movimento di indignati entra in Parlamento, che un’Azione Popolare diventa possibile. Oggi ha inizio una vostra marcia attraverso le istituzioni, che cambieranno solo se voi non fuggirete in attesa di giorni migliori, o peggiori. [segue]

Mario M. Commentatore certificato 09.03.13 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Facce di cazzo ,Berlusconi
Ognuno ha la faccia che ha, ma qualche volta si esagera.

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda a chi è competente di MEDICINA:
ma se il medico fiscale dice che il Nano non è malato, allora il medico del S.Raffaele chi ha visitato? Quindi quest'ultimo o è incompetente o è bugiardo, ma può essere che il Nano stando con il Celeste venga miracolato tout court!!! Non ci sono già problemi a sufficienza al S.Raffaele per invischiarsi in diagnosi da legittimo impedimento? Sembra che si confonda Ippocrate con Ipocrita (... di evitare, anche al di fuori dell'esercizio professionale, ogni atto e comportamento che possano ledere il decoro e la dignità della professione)

Giancarlo Riva 26/05/1952, Lecco Commentatore certificato 09.03.13 15:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe Grillo, cari amici del Movimento 5 Stelle,

Una grande occasione si apre, con la vostra vittoria alle elezioni, di cambiare dalle fondamenta il sistema politico in Italia e anche in Europa. Ma si apre ora, qui e subito. E si apre in questa democrazia, dove è sperabile che nessuna formazione raggiunga, da sola, il 100 per cento dei voti. Nessuno di noi può avere la certezza che l’occasione si ripresenti nel futuro. Non potete aspettare di divenire ancora più forti (magari un partito-movimento unico) di quel che già siete, perché gli italiani che vi hanno votato vi hanno anche chiamato: esigono alcuni risultati molto concreti, nell’immediato, che concernano lo Stato di diritto e l’economia e l’Europa. Sappiamo che è difficile dare la fiducia a candidati premier e a governi che includono partiti che da quasi vent’anni hanno detto parole che non hanno mantenuto, consentito a politiche che non hanno restaurato ma disfatto la democrazia, accettato un’Europa interamente concentrata su un’austerità che – lo ricorda il Nobel Joseph Stiglitz – di fatto «è stata una strategia anti-crescita», distruttiva dell’Unione e dell’ideale che la fonda.

Ma dire no a un governo che facesse propri alcuni punti fondamentali della vostra battaglia sarebbe a nostro avviso una forma di suicidio: gli orizzonti che avete aperto si chiuderebbero, non sappiamo per quanto tempo. Le speranze pure. Non otterremmo quelle misure di estrema urgenza che solo con una maggioranza che vi includa diventano possibili. Tra queste: una legge sul conflitto di interesse che impedisca a presenti e futuri padroni della televisione, della stampa o delle banche di entrare in politica; una legge elettorale maggioritaria con doppio turno alla francese; il dimezzamento dei parlamentari il più presto possibile e dei loro compensi subito; una Camera delle autonomie al posto del Senato, composta di rappresentanti delle regioni e dei comuni; la riduzione al minimo dei rimborsi statali ai partiti [segue]

Mario M. Commentatore certificato 09.03.13 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
proporrei di scrivere un articolo sulla Scuola Pubblica e di aprire urgentemente una commissione d'inchiesta mirante a esaminare i gravissimi problemi di questo settore in seguito alla pluridecennale gestione della Pubblica Istruzione da parte di una classe dirigenziale spesso incompetente, filo-mafiosa, scelta attraverso la prassi della raccomandazione.
Domando se sia legittimo che il ministro dell'istruzione, in questo momento di transizione prima del nuovo governo, continui a firmare disposizioni legge così incisive e determinanti per il futuro stesso della scuola seppure di fatto sia ormai un ministro uscente, disposizioni pesanti in quanto atte a trasformare radicalmente i criteri valutativi degli insegnanti a favore di una scuola sempre più buonista, priva di qualità, adeguata ai bassissimi standard delle scuole private-diplomifici (anche e soprattutto confessionali), tutte finalizzate alla costante facilitazione dei contenuti e a regalare le promozioni. Questo ecumenismo scolastico retoricamente volto verso una scuola "aperta a tutti", questo abbraccio mortale della scuola mirante a privilegiare gli ultimi rispetto ai primi - che dovranno accontentarsi sempre di più di programmi elementari, semplificati e incompleti - è un modo ipocrita per ridurre i cittadini del domani a degli ZOMBI. Ragazzi esclusi da una competizione che vedrà sempre più privilegiati i figli della casta mandati a studiare in scuole altamente selettive d'élite. Non a caso nessuno osa interessarsi a questa demolizione sistematica del sistema scolastico; spero che se ne occupi il M5S che, a confronto con il Pd, mi sembra caratterizzato da un TEMPERAMENTO molto più forte, capace di comprendere la malafede pseudo-buonista di simili iniziative e di squarciare il velo dell'ipocrisia pd-montiana

Cordialmente

ps.: rinvio alla lettura di una delle iniziative più "dottrinarie" avviate dalla regione Lombardia in materia:
http://www.istruzione.lombardia.gov.it/protlo2174_13/

Antonio M. 09.03.13 15:18| 
 |
Rispondi al commento

L'UVeite... e che gran malattia sarà mai! Una banale infiammazione da raggi UV che fa il suo decorso in pochi giorni. Provate a chiedere tre giorni di permesso per uveite al vostro datore di lavoro e vi beccate subito una visita fiscale.

Dov'è il fattore invalidante, caro Puffo di Arcore? Un paio di occhiali da sole e vai mezz'ora in tribunale a rispondere alle domande, magari tenuto in braccio a Ghedini.


Nell'ordine sparso:

- ci sono i troll;
- ci sono quelli che hanno votato M5S perchè odiano Bersani;
- ci sono quelli che hanno votato M5S perchè odiano Berlusconi;
- ci sono quelli che hanno votato M5S perchè è gente per bene;
- ci sono quelli che hanno votato M5S perhè è gente volgare e gli piace insultare;

ecc. ecc.

Tutti palliativi, strategia di demolizione del pensiero altrui facendo finta di voler cambiare.

A tutti voi dico: IO HO VOTATO M5S PER CAMBIARE LE COSE. LA VOSTRA IDEOLOGIA SPICCIA CI HA PORTATO FINO A QUI. Vi hanno insegnato che il nemico è "il fascismo" ovvero il "comunismo". Vi hanno insegnato che Prodi è un santo mentre il Berlusca un campione. O viceversa. Il M5S per come lo intendo io parla chiaro: TUTTI A CASA. Se volete ritornare dai nani-gargamellosi fate pure e state pure tranquilli: COMBATTEREMO LA CASTA CON O SENZA DI VOI ... ma sopratutto ANCHE PER VOI !!! Buon ritorno a casa a chi vorrà. ;)

Salvo B., Bologna Commentatore certificato 09.03.13 15:17| 
 |
Rispondi al commento

MA BASTA; PENSIAMO AD ALTRO! ABBIAMO TANTI PROBLEMI DA AFFONTARE E RISOLVERE E STIAMO PERDENDO TEMPO A DISCUTERE DI QUESTA C....TA!
IL POPOLO CI STA GUARDANDO E ATTENDE CON ANSIA E URGENZA DI CONOSCERE SE SIAMO IN GRADO DI AIUTARE L'ITALIA A USCIRE FUORI DALLA CRISI. IL LAVORO INNANZITUTTO!

beniamino marogna 09.03.13 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Ragassi.
Altro che discutere di rimanere dentro l'eurozona o uscire dall'eurozona, legge elettorale, no al finanziamento pubblico ai partiti, pensioni d'oro da 90000 euro al mese, il fiscal compact, flessibilità del mondo del lavoro, l'aborto, l'eutanasia, il berlusconismo, togliere l'imu, le politiche della BCE, il FMI, la UE, le trattative stato-mafia, la magistratura giacobina, il PDmenoelle, la casa di Montecarlo di Fini, la pensione da 30000 euro lordi di Giuliano Amato e il vitalizio da 9000 euro di Veltroni, Rainer Bruederle, capogruppo parlamentare del partito liberale tedesco che prospetta l'uscita dell'Italia dall'eurozona, i PIIGS e i BRICS, l'energia solare, quella eolica, il nucleare insicuro, il biofuel che non serve a un cazzo, il combustibile a idrogeno che nessuna multinazionale s'azzarda a rischiare miliardi in ricerca perché sanno tutti che sarebbero soldi buttati nel cesso... Tutto inutile... :D
Il nostro unico dio, cioé il petrolio, relativamente presto ( fra 10 o se va bene 40 anni ) ci abbandonerà perché non sarà più economicamente vantaggioso estrarlo e produrlo. E allora si che il mondo intero farà un bel balzo indietro di 150 anni... Adieu Italia... Cercate su youtube "un duro risveglio oil crash" Soltanto una piccola elité, meno del 1% per cento dell'umanità, continuerà a vivere con gli standard attuali. Il mondo finanziario, che si basa completamente sul mercato del petrolio, é come se fosse già morto.
Io non vedo l'ora che arrivi l'"oil crash". Il 99% dell'umanità tornerà a vivere secondo tradizioni millenarie. Ovviamente l'età media si abbasserà a 50 anni, ma vivremo più intensamente il nostro tempo senza consumismo e stress. Secondo me possiamo già rinunciare alle pensioni: non ci sarà più nessun sistema pensionistico... E invece delle auto o moto, andremo in giro con il carretto trainato dal mulo. Eccezzionale!! Niente piu' calcio, televisione, computer, acqua corrente ecc...Non vedo l'ora :D

Francesco C., Košice(SK) Commentatore certificato 09.03.13 15:16| 
 |
Rispondi al commento

..Beppe non ti fare infinocchiare, nessuna fiducia a priori...è una cosa seria la fiducia. Bisogna esprimersi sui singoli provvedimenti. Ma poi abbiamo un nostro programma che, in sostanza, significa evidenzia la necessità di cambiare radicalmente le cose. Per fare questo bisogna che se ne vadano chi ha portato l'Italia a questo disastro e rifondare lo Stato e la costituzione con un momento costituente.....

giovanni s. Commentatore certificato 09.03.13 15:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ENNESIMA BEFFA PER I DISOCCUPATI, I PENSIONATI AL MINIMO, GLI ESODATI ITALIANI


A Pomigliano – città con una disoccupazione prossima al 20% – il sindaco Raffaele Russo ha infatti deciso di utilizzare parte dei sontuosi emolumenti che lui e i suoi inutili assessori ricevono dallo Stato – quindi da noi cittadini con le tasse – per prolungare il soggiorno dei finti profughi africani in un hotel della città.

Si calcola che dei 52 finti profughi, alloggiati nell’albergo locale, ne siano rimasti circa 30.

Ieri il ministero degli Interni ha consegnato a questo gruppo, come a tutti gli altri 20mila finti profughi che abbiamo mantenuto per due anni in tutta Italia, per lo più giovani spacciatori (come da loro stessi ammesso, vedasi: http://www.youtube.com/watch?v=qyGONJzAKi0), una buonuscita di 500 euro e un permesso di soggiorno della validità di un anno.

Diversi immigrati africani hanno deciso di lasciare Pomigliano.

Per quelli che invece resteranno stabilmente in zona, Caritas e Comune stanno provvedendo a trovare alloggi disponibili.


QUELLI CHE NON ESISTONO, QUANDO A CHIEDERLI SONO GIOVANI COPPIE ITALIANI, PENSIONATI ITALIANI, DISOCCUPATI ITALIANI!


Grillo, sarà il caso di iniziare a indignarsi anche per questa discriminazione contro i poveri italiani, per tutti gli affari del business immigrazione in mano alla Carita$$$$, oltre che per l'immoralità della politica e il Monte dei Paschi?


IL GOVERNO 5 STELLE COSA AVREBBE FATTO CON I PROFUGHI SPACCIATORI?

SUSSIDI E ALBERGO PER TUTTI, COME VOGLIONO RICCARDI E LA SINISTRA?

Padroni a Casa Nostra 09.03.13 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Grillo: “Tutto cambi perchè nulla cambi”

Questo inedito contesto ci offre oggi la possibilità straordinaria di far approvare norme fondamentali come quelle sui diritti civili, norme sulla legalità e trasparenza, scuola pubblica (rivedendo i finanziamenti ai privati), sanità pubblica, etc

Segnalo un articolo interessante:

http://www.lavoroergosum.it/?p=1547

Mario A., Orbassano Commentatore certificato 09.03.13 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rilancio una lettera scritta questa mattina presto.

Cari Eletti del M5S,
mi rivolgo a voi da questo blog in attesa di potervi contattare personalmente attraverso il vostro indirizzo e-mail istituzionale presso i siti di Camera e Senato.
In quanto eletti, da oggi siete anche miei dipendenti, quindi avete il dovere di ascoltare e di rispettare (ovviamente non di condividere) ciò che vi sto per scrivere.
Da oltre 20 anni questo Paese ha perduto la via della moralità pubblica. Naturalmente la responsabilità non è solo dei politici (che spesso sono la fotocopia dei "cittadini" che li hanno eletti: rubano come loro, sono disonesti come loro, evadono le tasse come loro ecc. ecc.) ma senza dubbio i politici hanno dato il cattivo esempio.
Oggi voi avete nelle vostre mani la possibilità di legiferare in modo da opporvi a tutto questo. I costumi, l'etica, non si modificano per legge, ma buone leggi possono indirizzare i comportamenti verso il meglio.
Nel vostro programma ci sono molti punti che è necessario attuare al più presto. Tra questi (è una mia valutazione, naturalmente) due tra i più pressanti sono la revisione della legge sul falso in bilancio e la stesura di una legge sul conflitto d'interessi che cancelli una volta per tutte le storture che ci hanno portato alla situazione attuale.
Siete disposti a votare compattamente due leggi come queste (dopo averle opportunamente proposte voi stessi o dopo averle modificate secondo i vostri desideri in caso di proposta da parte di altri)?
A me non interessa nulla di alleanze, m'interessa che voi facciate in Parlamento ciò per cui siete stati eletti: leggi giuste che attuino un cambiamento radicale del Paese.
Attendo fiducioso un Vostro riscontro non via web, ma nelle scelte concrete che attuerete nei prossimi giorni.
Mario

Mario M. Commentatore certificato 09.03.13 15:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La proposta Ue: «Vietare il porno sui media» E su Bruxelles arriva una tempesta di mail. Il Parlamento europeo costretto a bloccare i messaggi (Tipo i relativi commenti sul corriere che parlano di “libertà”...).

L'Europoide onanista che parla di libertà? Un ossimoro.
Prima avevo qualche dubbio oggi è una certezza: per veder finire questa ributtante farsa bancario-burocratica gestita da dei psicopatici chiamata Unione Europea bisognerà attendere una direttiva da Bruxelles che vieti il gioco del calcio in tutte le sue manifestazioni. Quel giorno vedremo finalmente la rivoluzione. All'europoide infatti si può fare di tutto: rifilargli accordi e trattati sconcertanti come quello di Schengen e di Lisbona; imporgli direttive assurde come la Bolkestein, toglierli tutte le libertà personali: con telecamere sparse in tutte le vie e le piazze d'Europa, con il tracciamento dei dati personali, del dna, degli indirizzi IP, dei conti correnti, con l'abolizione del contante e l'introduzione della moneta elettronica data in mano a dei terroristi finanziari privati che, dall'alto delle loro S.p.A, hanno già dimostrato da tempo tutto il disprezzo possibile verso il mammifero europeo, con l'imposizione dall'alto della loro democrazia finanziaria (quella che per esempio toglie servizi essenziali sanitari per produrre l'ennesima bolla speculativa)...ecc..ecc...
ma guai toccare al bipede del vecchio continente il calcio, la “birretta” e la “smanettata” quotidiana. Quelle NO! Altrimenti si lede delle libertà fondamentali...le sue...fondamentali...

rigor mortis, milano Commentatore certificato 09.03.13 15:10| 
 |
Rispondi al commento

è ora di aggiornare il link alle donazioni per le politiche e mettere online le spese fatte però.ovviamente lo dico senza malizia ma lasciarlo sempre così vuoto e senza resoconti non va bene!

Luca M., Rho Commentatore certificato 09.03.13 15:09| 
 |
Rispondi al commento

leghisti/neonazisti con il capo verso gli immigrati!

NEL "RICCO" NORD-EST!!!

Consiglieri Regionali: 2,6 milioni di euro di “di soldi pubblici” per iPhone, iPad e Salmone…

Niente, non c’è più niente da fare è più forte di loro. Prima delle elezioni si sono sforzati in ogni modo e mezzo nel diffondere il cambiamento. Basta sprechi, basta benefit, basta rubare soldi pubblici, basta rimborsi ingiustificati… e poi?

Friuli Venezia Giulia: su 67 Consiglieri Regionali, sono TUTTI indagati per peculato, hanno usato i “SOLDI PUBBLICI” per acquisti presso farmacie, dal ferramenta e in pescheria: 800 euro per comprare salmone. Non manca il salto in negozi d’elettronica, dove primeggiano gli acquisti di un iPhone, iPad, Computer e la riparazione di un comando per auto. A colpire tra i rimborsi anche un seggiolino per bimbi dal costo di circa 90 euro oltre a uno scontrino da 300 euro per generici articoli per neonati.



500 MILIONI di Euro di rimborsi elettorali nel 2008 più tutte le mazzette stipendi rimborsi vari.
Totò Riina ai loro confronti è un ladro di galline.

MAX 09.03.13 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Visita fiscale per il berlusca lunedi deve andare in tribunale in caso di rifiuto sara' prelevato dai caramba

bernardo b., trecase Commentatore certificato 09.03.13 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI ITALIANI CREPANO DI FAME, MA SI DANNO 500 EURO A TESTA AI FINTI PROFUGHI TUNISINI

PER I COMUNISTI PERO', NON E' SUFFICIENTE...


Come sappiamo, 20mila finti profughi tunisini di una guerra inesistente

(in realtà, delinquenti venuti qui solo per spacciare, come ammettono loro stessi, vedasi: http://www.youtube.com/watch?v=qyGONJzAKi0 )

sono mantenuti con i soldi delle nostre tasse nei migliori alberghi.

Adesso, dopo due anni di vacanza, pare che finalmente se ne debbano andare, non prima di aver ricevuto dal loro bancomat privato, lo Stato Italiano, una ulteriore buonuscita variabile tra i 500 e i 2000 euro.

Ai Comunisti però, tutto questo non va bene. Ecco alcune loro deliranti dichiarazioni...


Sergio Bontempelli (Africa Insieme Onlus)

"La buonuscita non è sufficiente, nell’arco dei due anni, le istituzioni competenti avrebbero dovuto portare avanti dei percorsi, in grado di dare un’autonomia lavorativa e abitativa a queste persone."

Autonomia lavorativa e abitativa? Ma questo che in caxxo di paese vive? Un giovane su due in Italia non trova lavoro, non può neppure andare a vivere da solo perché mutui ai precari non vengono concessi, e gli affitti costano minimo 2/3 di un buon stipendio, e questo comunista mette come priorità il futuro occupazionale e abitativo di spacciatori parassiti che si fingono profughi?


Sempre Bontempelli...

"Questi ragazzi sono abbandonati a sé stessi e non hanno nessuna garanzia per il loro futuro"

Poverini, sono abbandonati a sè stessi, e allora tutti quegli imprenditori che si sono suicidati perchè oppressi dai debiti e da Equitalia, erano in compagnia? Cos’ha fatto lo Stato per impedire che commettessero quei gesti estremi? Nulla!


LA SINISTRA STA CON I FINTI PROFUGHI E SI DIMENTICA DEGLI ITALIANI

Bersani continua a porre come condizione per il governo la cittadinanza ai clandestini

SOLO SILVIO E LA LEGA FANNO PROPOSTE CONCRETE PER IL LAVORO, L'ECONOMIA, LA RIDUZIONE DEL CARICO FISCALE


E GRILLO, DA CHE PARTE STA?


Trattative stato mafia ci sono state per fondare un unica struttura legalizzata con base operativa nel pirellone di Milano.

MAX 09.03.13 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Cavaliere, nessuno vuole farla fesso.., non c’è bisogno.

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 15:00| 
 |
Rispondi al commento

L’educazione tante volte è vigliaccheria.

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pd-pdl-lega:
Erano persone che non sapevano fare niente, tranne che mangiare. Mangiavano da professionisti.

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Io vorrei sapere quanti di voi vanno ai meet-up.
CI SIETE ANDATI?
Andate nei meet-up, a fare politca attiva!
altro che blog...

Valentina Ruz Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.03.13 14:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Curzio Maltese la tua domanda: Perchè Grillo “non consulta la sua base sull’eventuale alleanza col centrosinistra?” è posta in malafede!!!
E questo dimostra che sei un giornalista disattento e nella peggiore delle ipotesi: "LECCHINO DEL SISTEMA PARTITICO"

Se tu fossi stato più attento avresti sicuramente appreso che:“Vige una regola nel M5S. Noi non facciamo accordi con i partiti. Chiunque si unisce al nostro movimento firma questa regola. QUINDI NON C'E' NIENTE DA DECIDERE”

IL M5S E' COERENTE CON CIO' CHE DICE....A DIFFERENZA DEI PARTITI.

La prossima volta, se vuoi fare domande falle, ma che abbiano un senso, e le BALLE valle a rompere al tuo amico Bersani e già che ci sei chiedi anche perchè non accetta i dieci punti cardini del M5S, poi torna e informaci!!!!!

Nico P., Tolentino Commentatore certificato 09.03.13 14:56| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi:Tutti i giorni lavoro, onestamente, per frodare la legge.

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 14:55| 
 |
Rispondi al commento

"A che cosa serve questa costellazione di società, dotate per altro di capitali sociali minimi, non più di 10 mila dollari ciascuna?" Tratta dall'Espresso! http://tinyurl.com/articolo-L-Espresso.
---------------------------------
Analizziamo cio che L'Espresso dichiara sopra:

L'Espresso dichiara l'esistenza di societa' anonime risalenti a Walter e la cognata di Grillo di cui esiste l'anonimato per gli investitori e dichiara anche di sapere quanti soldi siano in queste SOCIETA'!

Ma se esiste l'anonimato cioe' non si puo risalire all'identita' degli investitori come fa L'Espresso a sapere quanti soldi siano in queste societa'?? Cioe circa 10 mila dollari ciascuna!

Ora veniamo alla citazione da parte dell'Espresso che la Costa Rica e' un paradiso fiscale:
Walter vive in Costa Rica per circa 10 anni dove cresce anche suo figlio, apre delle societa' durante quel periodo e poi si trasferisce in Italia dove diventa amico di Grillo e lo segue per circa 10 anni.

Quanto ha guadagnato grillo negli ultimi 10 anni?
Diciamo che quando faceva gli spettacoli guadagnava qualche milione di euro l'anno e per accontentare gli sfiduciati diciamo 3 milioni di euro!

Voglio fare una domanda a voi ma sopratutto a quei figli di p.....a dell'Espresso;
Ma se Grillo era un'evasore fiscale e Walter lo aiutava ad evadere non vi pare strano che in quei conti ci sono all'incirca 10 mila dollari l'uno come dichiarato dall'Espresso sopra invece che milioni di DOLLARI??

Altra domanda!
Se walter era un'evasore ed aveva soldi in Costa Rica chi glielo ha fatto fare di seguire Grillo per 10 anni o piu invece di godersi i soldi "evasi" come vuol far credere l"espresso???
Come minimo in quei conti ci dovrebbero essere cifre tipo 100 200 300 mila dollari se non milioni, poi se sei un evasore che fai metti le societa' sotto il tuo nome?? Il nano (su Report) evase 30 miliardi e si compro' un'isola intera e non penso apri societa' usando il suo nome!!!

Quereliamo L'Espresso!



"CARISSIMO BEPPE,MI RIVOLGO ESCLUSIVAMENTE A TE E NON AL M5S PERCHE' PER ME
SEI IL LEADER INDISCUSSO DI TUTTO E DI TUTTI E MI PIACEREBBE VERAMENTE
TANTO SE POTESSI DARMI UNA RISPOSTA A CIO' CHE STO PER SCRIVERTI,ANCHE SE
SO' GIA CHE SEI TARTASSATO DA VALANGHE DI E-MAIL. IERI HO VISTO MIO
MALGRADO UNA VOSTRA PORTAVOCE PARLAMENTARE PARLARE IN TV NEL PROGRAMMA
ALIENO DELLA D'URSO;HO NOTATO CHE HA AVUTO DIFFICOLTA'NEL RISPONDERE E SI
AVVERTIVA LA SUA INCERTEZZA,PERCHE'PROBABILMENTE NON AVEVA MAI AVUTO A CHE
FARE CON AVVOLTOI COME QUELLI. SECONDO ME IL RISULTATO NON E'STATO POSITIVO
PER IL M5S PERCHE'LE RISPOSTE VERE E BUONE CHE SI DOVEVANO DARE NON SONO
STATE DATE NE' CON LE DOVUTE CONOSCENZE NE'CON IL DOVUTO TONO (come fai tu
per capirci).TENUTO CONTO CHE SONO D'ACCORDO CON TE SU TUTTO E NON MI
PERMETTEREI DI DARTI CONSIGLI PERCHE'CONOSCI LA TV MEGLIO DI CHIUNQUE
ALTRO,MI CHIEDO:NON SAREBBE MEGLIO ANDARE IN QUALCHE TV VISTO CHE CI DANNO
LA POSSIBILTA' DI FARLO E SMERDARLI PER BENE? PURTROPPO SI DEVE AMMETTERE
CHE E' UN MEZZO POTENTISSIMO CHE RAGGIUNGE MILIONI DI PERSONE CHE NON SEGUE
INTERNET O CHE NON CE L'HA PROPRIO. PER CUI HO PAURA CHE SI RITORCE CONTRO
TUTTO E CHE DIVENTI UN'ARMA A DOPPIO TAGLIO.QUINDI SAREI FAVOREVOLE CHE TU
O CHI E' AL'ALTEZZA DI SOSTITUTIRTI VADA IN TV A SPIEGARE ALLA GENTE COME
STANNO VERAMENTE LE COSE EVITANDO COSI'DI PERDERE TUTTO QUELLO CHE E'STATO
FATTO FIN'ORA.PRECISO CHE ANCH'IO NON VOLEVO CHE IL SM5 FACESSE QUESTO MA
MI SONO ACCORTO CHE IL MALCONTENTO DELLA GENTE CHE ANCHE HA VOTATO M5S
CRESCE SEMPRE PIU',FORSE PERCHE' NON HA CAPITO IL VERO SPIRITO DEL
M5S;PERO' SE PUO'SERVIRE PER DARE L'ULTIMO COLPO ALLA BESTIA SI POTREBBE
PENSARE DI CORREGGERE LEGGERMENTE IL PROGRAMMA NON TI PARE?PRECISO INOLTRE
CHE SONO D'ACCORDISSIMO A NON SCENDERE A COMPROMESSI CON I MALFATTORI E
TENERE UN ITER RIGIDO. SE VUOI PUOI ANCHE CHIEDERE ALLA GENTE SE RITIENE
GIUSTO QUESTO. IO SONO CON TE, CONTINUA COSI'. GRAZIE PER LA SPERANZA CHE MI HAI FATTO RIACCENDER

Vito Miccoli 09.03.13 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Bersani lei è un cretino, s’informi.

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

CAMERA IL PD ARRIVA PRIMO ! Almeno in questo hanno un record , La prima indagata tra i neo-eletti è del PD ,il padre Francesco “Cisco”, uomo forte da vent’anni del Pd a Patti, è finito agli arresti domiciliari per voto di scambio. Lei, Maria Tindara Gullo, 49 anni, neoeletta alla Camera nel Partito democratico, è indagata dalla Procura per falso ideologico assieme al marito, Salvatore Sidoti e a un cugino del padre, Luigi Gullo, candidato a sindaco (non eletto).

Vediamo un po cosa scriveranno l’espresso , la repubblica , l’unità , e cosa diranno nei talk show delle sette sorelle TV ? E si , andrà nel dimenticatoio , sono troppo impegnati ad inventare balle astronomiche -caraibiche per infangare il M5S . Inizio a pensare che in Bielorussia e Corea del Nord la stampa non è poi così male se la paragoniamo a quella italiana.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.03.13 14:51| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Ci vedremo in parlamento, e sarà un piacere", è stato raggiunto.
Vorrei che il prossimo slogan fosse:
" Ci vedremo nel governo, e saranno cazzi amari per LORO ed i LORO PRIVILEGI."
Però, bisogna entrare nel governo.
E non illudiamoci/illudetevi; questa è un'occasione IRRIPETIBILE.
Se uno vale uno.
Sennò, c'è uno che vale per tutti noi, anzi, voi.

antonio d., carrara Commentatore certificato 09.03.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Venti anni di bugie berlusconiane sulle tasse. Qui la incredibile rassegna stampa: http://eia-italianamente.blogspot.it/2013/03/berlusconi-e-le-tasse-tutte-le-promesse.html

bernardo l., corleone Commentatore certificato 09.03.13 14:50| 
 |
Rispondi al commento

PRESIDENTE
dopo NAPOLITANO?
magari IlDA BOCCASSINI
riderei per un mese intero alla faccia della CONGIUNTIVITE

marco m., avezzano Commentatore certificato 09.03.13 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi èun uomo così antipatico che quando morirà gli italiani chiederanno il bis

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da giorni scrivo e leggo i commenti a volte ci sono delle vere e proprie offese che di certo non fanno onore al vostro movimento!!!!
non vi pare che offendere sia una contraddizione
alla democrazia?
tutti i cittadini hanno diritto al rispetto anche se non hanno votato per voi ed anche i vostri "nemici" devono essere rispettati.
prima ho letto PRODI MAIALE!!
ma come siete educati!!!!

lora bedosti, castel san pietro terme Commentatore certificato 09.03.13 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO capisco che in Italia ci siano tanti problemi ma mai come ora abbiamo bisogno di UN RISORGIMENTO ECONIMICO dobbiamo salvare le nostre maggiori fabbriche a cominciare dal ILVA FONDATA NEI PRIMI DEL 900 non possiamo dipendere dalla germania per produrre acciaio
DOBBIAMO INNIETTARE DENARO ALLE FABBRICHE RENDERE IL LAVORO MENO COSTOSO PIù SNELLO
abolire tutti gli enti che creano problemi

ma non c'è tempo bisogna fare subito

dobbiamo essere in grado di ricominciare a produrre fortissimo e essere nuovamente hai vertici nel mondo di prodotti finiti

essere noi a convogliare denaro da altri paesi grazie alle nostre fabbriche

e questo denaro che sia distribuito a tutto il paese

NON LITIGHIAMO MA FACCIAMO !!!

alex maestri 09.03.13 14:48| 
 |
Rispondi al commento

MA QUELLA MERDA DEL CAMBIO PENSIONISTICO AL CONTRIBUTIVO DI DINI, NEMMENO UNO SBAFFO DI MERDA, VISTO CHE MORTO POLITICAMENTE IL GOBBO SI E' GETTATO FRA LE FILA DEI DELINQUENTI PDL, SIETE PROPRIO SICURI?

http://archiviostorico.corriere.it/1996/ottobre/07/LOBBY_COSTARICA_co_0_9610072540.shtml

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli 8 punti di Bersani...
E questa sarebbe la svolta a sinistra? Ma mi faccia il piacere! Svolti a destra e prenda il treno.

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Ecco ci mancava solo questo commento .... Grillo ti accusano di fascismo? non importa per noi il fascismo è meglio della tirannia di chi ci sta succhiando il sangue
IO NON SONO FASCISTA, ma io sono uno vero BarbaPapá ?

Marco Tanz Commentatore certificato 09.03.13 14:44| 
 |
Rispondi al commento

MA DINI E' STATO RIELETTO, CHI LO SA BATTA UN COLPO?

http://archiviostorico.corriere.it/1996/ottobre/07/LOBBY_COSTARICA_co_0_9610072540.shtml

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:44| 
 |
Rispondi al commento

CHE BRUTTA FINI! - IL CADAVERE DI FLI È ANCORA CALDO E GIÀ VOLANO GLI STRACCI TRA GLI SFUTURATI - CHIARA MORONI FA GUERRA A FLAVIA PERINA CHE, NELLO SBARACCARE DALLA SEDE DI VIA POLI, S’È PORTATA A CASA 20 PC COME RISARCIMENTO (“HO GIÀ BUTTATO ABBASTANZA SOLDI IN QUESTO PARTITO”) - PER IL BOCCHINO BEGANIZZATO SO’ DOLORI: MOLTI EX COLLEGHI NON HANNO VERSATO I 50 MILA € PER LA CAMPAGNA ELETTORALE E, COME RAPPRESENTANTE LEGALE DEL PARTITO, ORA HA SUL GROPPONE 1 MLN € DI DEBITI…

http://www.dagospia.com/

bernardo b., trecase Commentatore certificato 09.03.13 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

EHI FAMIGLIA DINI OLTRE AI 30000€ IL VOSTRO NONNETTO SE E' STATO RIELETTO SI CIUCCIERA' ALTRI 20000€ IN PIU', MA DAVVERO?

http://archiviostorico.corriere.it/1996/ottobre/07/LOBBY_COSTARICA_co_0_9610072540.shtml

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:42| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO GLI ORSI DELLA LUNA ..........BASTA CON STE TORTURE .......BASTA ...BASTA ....BASTA .... GRILLO NON TI DIMENTICARE MAI QUESTA COSA ......AIUTA GLI ITALIANI E AIUTA QUEGL ' ORSI ......

Daniele saporito 09.03.13 14:41| 
 |
Rispondi al commento

"Basta abusivi e vu' cumprà Raccogliamo foto del racket"
Le guide esasperate per l'assalto alle comitive degli stranieri al Castello. E la Lega lancia la raccolta delle foto degli abusivi da inviare al sindaco

Ma quanto sono intolleranti 'sti milanesi di area non democratica. Che sarà mai qualche tentativo di taccheggio, qualche spintarella, qualche palpatina, qualche petulante insistenza di troppo...

ps: ORMAI L'ITALIA è RIDOTTA A UN GABINETTO PER STRANIERI CLANDESTINI

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 14:40| 
 |
Rispondi al commento

E' DAVVERO PENOSO SAPERE CHE PER UN'INVESTIMENTO NEMMENO PORTATO A TERMINE SI FINISCA SUI GIORNALI E WALTER, MENTRE GENTE COME DINI E "SIGNORA" NEMMENO UNA RIGHETTA SUI LORO CONFLITTI D'INTERESSI IN COSTARICA?


http://archiviostorico.corriere.it/1996/ottobre/07/LOBBY_COSTARICA_co_0_9610072540.shtml

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Grillo ti accusano di fascismo? non importa per noi il fascismo è meglio della tirannia di chi ci sta succhiando il sangue

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 09.03.13 14:37| 
 
  • Currently 2.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pd a Grillo "Chiarisca su paradisi fiscali"

M5S a PD " Preparate la fuga per i paradisi fiscali"

PS: se farete in tempo!!!!

Nico P., Tolentino Commentatore certificato 09.03.13 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Basta abusivi e vu' cumprà Raccogliamo foto del racket"

Le guide esasperate per l'assalto alle comitive degli stranieri al Castello. E la Lega lancia la raccolta delle foto degli abusivi da inviare al sindaco

Grazie Pisapia e chi ti ha votato.

questi razzisti ed incolti leghisti vorrebbero riservare accoglienza e solidarietà ai ricchi turisti europei / americani, invece che ai poveri zingari...



Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Bonanni fai cagare come le tue opinioni
Vergognati...Hai svenduto i lavoratori e hai il coraggio ancora di parlare.
Vuoi un cosiglio ,ammazzati

michele ., rimini Commentatore certificato 09.03.13 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Tranquillo Berlusconi resta pure in ospedale, fra poco ti mandiamo Napolitano a far compagnia tanto anche lui ci vede poco.

giulio v., venezia Commentatore certificato 09.03.13 14:35| 
 |
Rispondi al commento

CERTO BEPPE CHE E' DURA, POVERO WALTER EQUIPARATO AI DINI, QUELLI AMICHETTI DI ANDREOTTI E DELLO PSICOPEDONANO, CHE CI FANNO PAGARE VOLI PER SAN JOSE' COME FOSSERO VOLI DI "STATO" ALLA AIR EUROPE DEGLI AGNELLI?
Quando e' crollato Andreotti, inquisito per mafia e per il delitto Pecorelli, c' e' stato l' ingresso in politica di Dini, nominato ministro del Tesoro nel governo di Silvio Berlusconi. Il viceconsole del Costarica Rocco, gia' sindaco di varie aziende di Stato, ha assunto incarichi piu' prestigiosi all' Ina assicurazioni, alla Banca nazionale del lavoro e al colosso petrolifero Eni (da cui s' e' dimesso dopo l' avviso di garanzia dei magistrati di La Spezia). Il commercialista milanese, impegnato anche in Rinnovamento italiano, ha spiegato di essersi recato a San Jose' per conto della famiglia Bassani, che apri' sul posto una fabbrichetta della B Ticino. Dopo anni da viceconsole, recentemente e' subentrato al console generale del Paese centroamericano Ugo Elias. Suo padre Rinaldo Rocco era il commercialista di fiducia del costruttore Zingone, da prima che lasciasse l' Italia con Donatella. Per Dini il problema e' che in Costarica il fisco non e' incisivo: quindi e' di moda la massima discrezione nei business e sui patrimoni. Cosi' sua moglie, che mantiene riservati tanti elementi specifici delle sue attivita' , e' facile bersaglio di dubbi e di illazioni. Nei circoli degli speculatori finanziari s' e' malignata perfino l' eventualita' di un conflitto d' interessi tra gli investimenti dell' imprenditrice di San Jose' e i ruoli istituzionali di Dini nella banca centrale e nel governo.

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:35| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI RICOVERATO IN OSPEDALE

Perchè quando vado in ospedale trovo persone sulle barelle nell'ingresso dei pronto soccorso e Berlusconi ha trovato subito il posto letto?

Salvo Pa Commentatore certificato 09.03.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON RIESCO A TOGLIERMI DALLA TESTA STA "STORIA DEL COSTARICA, MA I DINI:
Quando e' crollato Andreotti, inquisito per mafia e per il delitto Pecorelli, c' e' stato l' ingresso in politica di Dini, nominato ministro del Tesoro nel governo di Silvio Berlusconi. Il viceconsole del Costarica Rocco, gia' sindaco di varie aziende di Stato, ha assunto incarichi piu' prestigiosi all' Ina assicurazioni, alla Banca nazionale del lavoro e al colosso petrolifero Eni (da cui s' e' dimesso dopo l' avviso di garanzia dei magistrati di La Spezia). Il commercialista milanese, impegnato anche in Rinnovamento italiano, ha spiegato di essersi recato a San Jose' per conto della famiglia Bassani, che apri' sul posto una fabbrichetta della B Ticino. Dopo anni da viceconsole, recentemente e' subentrato al console generale del Paese centroamericano Ugo Elias. Suo padre Rinaldo Rocco era il commercialista di fiducia del costruttore Zingone, da prima che lasciasse l' Italia con Donatella. Per Dini il problema e' che in Costarica il fisco non e' incisivo: quindi e' di moda la massima discrezione nei business e sui patrimoni. Cosi' sua moglie, che mantiene riservati tanti elementi specifici delle sue attivita' , e' facile bersaglio di dubbi e di illazioni. Nei circoli degli speculatori finanziari s' e' malignata perfino l' eventualita' di un conflitto d' interessi tra gli investimenti dell' imprenditrice di San Jose' e i ruoli istituzionali di Dini nella banca centrale e nel governo.

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Milano, picchia la fidanzata per convertirla all'islam: arrestato


ma coma cazzo fa una donna a innamorarsi di un'islamico ? ma siete proprio rincoglionite?

per avere un po' di uccello vi mettete in mano a degli animali violenti ?

Questa gente non si adatterà mai a vivere secondo i costumi del paese in cui abitano e lavorano. Rimandiamoli al loro paese d'origine, islamizzino i loro compaesani.

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Nella storia i più grandi cabiamenti sono stati fatti da personaggi che avevano la maggior parte dell'opinione pubblica contro,questo perchè la genialita di vedere oltre non è data a tutti ma solo a pochi.
Beppe, Casaleggio, io credo nella vostra visione.

Massimiliano C., Massa Commentatore certificato 09.03.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento

"Così, sulla soglia delle nozze d'oro, Stato e mafia litigano"

Se davvero hanno "litigato" direi che è stato un litigio brevissimo, poi ci pensarono subito Berlusconi e Dell'utri e fare pace !

GIOVANNI B. Commentatore certificato 09.03.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/02/parma-si-accende-linceneritore-pizzarotti-non-ce-lha-fatta/517865/#disqus_thread

http://www.youtube.com/watch?v=HmQZ_sngUsU

gab napoli 09.03.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento

.COME MANTIENE LE PROMESSE 'QUELLO' CHE AI COGLIONI CHE GLI CREDONO ANCORA HA DETTO CHE AVREBBE ABOLITO L'IMU (DOPO AVERLA VOTATA)

La politica nella terra di Cosa nostra, parla Maria Antonietta Aula, ex moglie di Antonio D’Alì

Tonino D’Alì, trapanese, banchiere, classe ’51, torna a sedere a Palazzo Madama,(COL PDL DI BERLUSCONI!!!ALLEATO DEL LEGHISTA MARONI!!! ndr) e questo anche se è sotto processo accusato di avere FAVORITO LA MAFIA del Belice, quella potente capeggiata dal latitante Matteo Messina Denaro

D’Alì è tra i 14 senatori appena eletti dal Pdl in Sicilia.(PDL=PARTITO A CUI SI E' ALLEATA LA LEGA DI ROBERTO MARONI!!! RIPETERE FA BENE IN CERTI CASI!...ndr)

Dice la signora Aula:

Ma la venuta di Berlusconi, quella proprio non me la posso scordare.

Regionali del ‘96. Fu nostro ospite. Arrivò preceduto da 7 bauli su ruote pieni di abiti e camicie e dalla fedele Marinella Brambilla, che al mattino lo truccava con tanto di quel cerone che dovetti BUTTARE LE FEDERE(!!!) e la sera lo struccava usando quintali di kleenex.
Ricevetti in anticipo la lista delle cose proibite e di quelle indispensabili: pesce senza spine, perché il presidente temeva di soffocare, bagnoschiuma esclusivamente al limone, teli da bagno bianchi da avvolgere attorno alla vita, latte di mandorle fatto in casa da bere al mattino ecc. Organizzai una cena per circa 150 persone, c’erano tutti: La Loggia, Schifani, Micciché. (e potevano mai mancare???!!!...ndr)

Prima di ripartire mi chiese come avrebbe potuto ricambiare a tanta gentilezza e io gli risposi: doni all’Unitalsi, di cui allora ero presidente, un pulmino per il trasporto dei malati. ‘Per tanto poco, signora, sarà fatto’. DEL PULMINO NEPPURE L'OMBRA"(!TIPICO DEI BUGIARDI...ndr)

continua nel sottocommento

Dino Colombo Commentatore certificato 09.03.13 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'importanza delle parole

Caro Beppe,

bello ed efficace lo slogan che hai lanciato: "Arrendetevi, siete circondati"

Chi non si arrenderà mai e Romano Prodi che, sembra, ritorni, scenda in campo con l'ambizione di fare il Presidente della Repubblica.

Mai Prodi dirà la verità sulla presunta seduta spiritica alla quale ha partecipato, durante il sequestro Moro.

Durante le audizioni delle varie Commissioni d'inchiesta che si sono succedute negli anni ha sempre continuato a ribadire che era il "piattino" che girava sul tavolo ad indicare le lettere che dovevano indicare o dov'era la prigione di Moro o il luogo dov'era il corpo.

In sostanza, attribuendo la parola "Gradoli" che è stata individuata, alla volontà dei morti invocati ( De Gasperi e La Pira)

Strana coincidenza! In Via Gradoli c'era uno dei covi più importanti delle B.R.; in tale appartamento dormivano Moretti, il capo e la Balzarani (o la Faranda) attivista di spicco della organizzazione criminale.

Il bello è che gli investigatori hanno dato credito a questa seduta e sono andati nel paese di Gradoli e lo hanno rivoltato da cima a fondo senza approdare a nulla, trascurando la Via Gradoli, sita a Roma.

Come disse Cossiga avrebbero dovuto chiudere Prodi in una stanza e farlo uscire soltanto quando avesse detto chi era il suo informatore.

A distanza di 35 anni la situazione non è cambiata; anche un altro partecipante alla riunione, Baldasarre, ha confermato la versione di Prodi.

La Chiesa che, formalmente, condanna l'invocazione dei morti, non ha mai avuto nulla da ridire quindi sarebbe giusto che siano entrambi, Prodi e Baldasarri a guidare le sorti dell'Italia per avere, con gli spiriti guida, più possibilità di uscire da questa spaventosa crisi senza arrivare ad arrendersi e andare via tutti.

Clown non è una parola che si presta alla denigrazione; io penso che, invece, bisognerebbe utilizzare, per molti, la parola "Pagliacci"

pallotti.vito@yahoo.it

Vito P., verona Commentatore certificato 09.03.13 14:25| 
 |
Rispondi al commento

SPULCIANO I PELI DEL CULO DI BEPPE E DI WALTER, MA DELLA FAMIGLIA DINI E DEI INNUMEREVOLI CONFLITTI DI INTERESSI E STRANE MANOVRE ECONIMICHE, INVESTIMENTI, GIRI DI DENARI, VOLI PAGATI DALLO STATO AD AIR EUROPE, PER B767 MXP - SAN JOSE' NIENTE, NEMMENNO UNA PAGINETTA MA DAI?
Quando e' crollato Andreotti, inquisito per mafia e per il delitto Pecorelli, c' e' stato l' ingresso in politica di Dini, nominato ministro del Tesoro nel governo di Silvio Berlusconi. Il viceconsole del Costarica Rocco, gia' sindaco di varie aziende di Stato, ha assunto incarichi piu' prestigiosi all' Ina assicurazioni, alla Banca nazionale del lavoro e al colosso petrolifero Eni (da cui s' e' dimesso dopo l' avviso di garanzia dei magistrati di La Spezia). Il commercialista milanese, impegnato anche in Rinnovamento italiano, ha spiegato di essersi recato a San Jose' per conto della famiglia Bassani, che apri' sul posto una fabbrichetta della B Ticino. Dopo anni da viceconsole, recentemente e' subentrato al console generale del Paese centroamericano Ugo Elias. Suo padre Rinaldo Rocco era il commercialista di fiducia del costruttore Zingone, da prima che lasciasse l' Italia con Donatella. Per Dini il problema e' che in Costarica il fisco non e' incisivo: quindi e' di moda la massima discrezione nei business e sui patrimoni. Cosi' sua moglie, che mantiene riservati tanti elementi specifici delle sue attivita' , e' facile bersaglio di dubbi e di illazioni. Nei circoli degli speculatori finanziari s' e' malignata perfino l' eventualita' di un conflitto d' interessi tra gli investimenti dell' imprenditrice di San Jose' e i ruoli istituzionali di Dini nella banca centrale e nel governo.

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:24| 
 |
Rispondi al commento

A due settimane dal voto, mi chiedo: a quando tra di noi una profonda analisi del voto, su chi ci ha votato e le sue motivazioni ? Stiamo semplificando troppo, e ci stiamo auto incensando sul risultato raggiunto. Credo sia un errore gravissimo. Personalmente credo, e non credo di sbagliare, che la maggior parte dei voti siano venuti in particolare dalle classi sociali che maggiormente vivono la crisi, che sulla loro carne viva vivono il disfacimento di questa classe politica incapace e corrotta che ha prodotto i drammi che quotidianamente viviamo. Noi stiamo rispondendo con il non statuto, che arriveremo al 100% e che quando ci arriveremo applicheremo le nostre ricette. Ok, sono d'accordo ..... Ma questi stessi disperati hanno bisogno di risposte ora, quando noi arriveremo al 100% auspicato, loro saranno sprofondati ancor di più nell'abisso..... Operai, disoccupati, cassa integrati, pensionati, piccoli imprenditori hanno bisogno di essere aiutati adesso, già domani è troppo tardi. E nello sprofondare , non faranno più differenze tra chi è vecchio e chi è nuovo.....loro sono sprofondati comunque e a prescindere. E per carità , non mi rispondete che avrebbero dovuto leggere prima il non statuto, il programma e cazzate simili....quelle vanno bene per noi che dibattiamo, ci appassioniamo e siamo internauti......la maggioranza ha votato per protesta e nemmeno sa di cosa stiamo parlando. Credo che non si sia percepito le istanze di cui ci hanno fatto portatori e continuiamo a parlarci addosso. Il paradosso è che volevamo uno tsunami ed ora non riusciamo ad individuare ed interpretare dove sia stato l'epicentro e sopratutto, non riusciamo a dare risposte concrete a quelle nove milioni di goccioline d'acqua di mare che lo compongono.

angelo p. Commentatore certificato 09.03.13 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una lettura che lascia l'amaro in bocca e la tristezza nel cuore.Mlagrado la fantasia interpretativa, di chi ha letto alcune carte e ha cercato di concretizzare gli avvenimenti, tutti sanno che il contatto mafia/Stato è purtroppo una macchia vergognosa. Attendo che la Magistratura compia il suo dovere, dopo potremo arrivare alle conclusioni, alle condanne ed ai rimedi perchè ciò non debba più accadere.Siamo certamente in ritardo di decenni e il sacrificio di Falcone, Borsellino e tanti altri magistrati e agenti delle forze dell'ordine lo confermano, così come confermano che lo Stato è stato ingannato da alcuni personaggi che avrebbero avuto posti di resposnabilità. Il contato non era tra la mafia e lo Stato, ma con chi nello Stato ha occupato posti importanti tradendolo. Tradimento che spesso viene consumato anche in tante istituzioni e/o enti locali. Ogni giorno sono deniciati atti contro il patrimonio, contro il bene comune contro il Paese. Ognuno di noi ha il dovere di contribuire a emarginare questa vergogna. Con un comportamento esemplare e rifiutandosi di essere complice, omertoso, di ciò che accade davanti ai suoi occhi.

Benito A., Carate Brianza Commentatore certificato 09.03.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MAGISTRATI NON SAREBBE ORA DI FARE UN VERO CONTROLLINO ALLA FAMIGLIA DINI E DI COME MOVIMENTANO IL LORO DENARI, E SE HANNO USUFRUITO PURE DEL CONDONO FISCALE?
DALLA LORO STORIA NON SEMBRANO COSI' PULITI?
Quando e' crollato Andreotti, inquisito per mafia e per il delitto Pecorelli, c' e' stato l' ingresso in politica di Dini, nominato ministro del Tesoro nel governo di Silvio Berlusconi. Il viceconsole del Costarica Rocco, gia' sindaco di varie aziende di Stato, ha assunto incarichi piu' prestigiosi all' Ina assicurazioni, alla Banca nazionale del lavoro e al colosso petrolifero Eni (da cui s' e' dimesso dopo l' avviso di garanzia dei magistrati di La Spezia). Il commercialista milanese, impegnato anche in Rinnovamento italiano, ha spiegato di essersi recato a San Jose' per conto della famiglia Bassani, che apri' sul posto una fabbrichetta della B Ticino. Dopo anni da viceconsole, recentemente e' subentrato al console generale del Paese centroamericano Ugo Elias. Suo padre Rinaldo Rocco era il commercialista di fiducia del costruttore Zingone, da prima che lasciasse l' Italia con Donatella. Per Dini il problema e' che in Costarica il fisco non e' incisivo: quindi e' di moda la massima discrezione nei business e sui patrimoni. Cosi' sua moglie, che mantiene riservati tanti elementi specifici delle sue attivita' , e' facile bersaglio di dubbi e di illazioni. Nei circoli degli speculatori finanziari s' e' malignata perfino l' eventualita' di un conflitto d' interessi tra gli investimenti dell' imprenditrice di San Jose' e i ruoli istituzionali di Dini nella banca centrale e nel governo.

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:19| 
 |
Rispondi al commento

E' impressionante vedere come la memoria di molti riguardo alla storia italiana degli ultimi vent'anni sia svanita nel nulla...Bersani è semplicemente patetico. Berlusconi non merita neanche un commento. E ora l'instabilità sarebbe dovuta al M5S??? Le responsabilità sarebbero nostre??? Ma ci credete davvero a quello che scrivete?

Maurizio B. Commentatore certificato 09.03.13 14:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PD= PARASSITI DELINQUENTI & POTERE DEMONIACO & PARACULI DICHIARATI!!!!!

ITALIANO VERO 09.03.13 14:17| 
 |
Rispondi al commento

CARI DINI A CAUSA VOSTRA NON HO POTUTO FARE IL RICONGIUNGIMENTO FRA LE TASSE DA ME PAGATE FINO AL 94 AVENDOMI PRIVATO DI QUEL DENARO MI AVETE ANCHE INSERITO NELLA PENSIONE CONTRIBUTIVA, MA CON QUALE CORAGGIO SI INTASCA UNA PENSIONE DI 30000€ CON QUALE FACCIA DA CULO, SONO PASSATI 20 ED ORA DOVETE PAGARE VOI MERDE!
Quando e' crollato Andreotti, inquisito per mafia e per il delitto Pecorelli, c' e' stato l' ingresso in politica di Dini, nominato ministro del Tesoro nel governo di Silvio Berlusconi. Il viceconsole del Costarica Rocco, gia' sindaco di varie aziende di Stato, ha assunto incarichi piu' prestigiosi all' Ina assicurazioni, alla Banca nazionale del lavoro e al colosso petrolifero Eni (da cui s' e' dimesso dopo l' avviso di garanzia dei magistrati di La Spezia). Il commercialista milanese, impegnato anche in Rinnovamento italiano, ha spiegato di essersi recato a San Jose' per conto della famiglia Bassani, che apri' sul posto una fabbrichetta della B Ticino. Dopo anni da viceconsole, recentemente e' subentrato al console generale del Paese centroamericano Ugo Elias. Suo padre Rinaldo Rocco era il commercialista di fiducia del costruttore Zingone, da prima che lasciasse l' Italia con Donatella. Per Dini il problema e' che in Costarica il fisco non e' incisivo: quindi e' di moda la massima discrezione nei business e sui patrimoni. Cosi' sua moglie, che mantiene riservati tanti elementi specifici delle sue attivita' , e' facile bersaglio di dubbi e di illazioni. Nei circoli degli speculatori finanziari s' e' malignata perfino l' eventualita' di un conflitto d' interessi tra gli investimenti dell' imprenditrice di San Jose' e i ruoli istituzionali di Dini nella banca centrale e nel governo.

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:16| 
 |
Rispondi al commento


FONDATORE DEL PD : Carlo De Benedetti

TESSERA NO. 1 DEL PD : Carlo De Benedetti


DE BENEDETTI, EUGENIO SCALFARI E LA MASSONERIA. UNA VITA PER IL POTERE

http://www.avvocatisenzafrontiere.it/?p=1822

Giulio Cesare Cesare (pd-l e' demoniaco), roma Commentatore certificato 09.03.13 14:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA COME MAI PANORAMA NON HA MAI TRATTATO I PROBLEMI DI CONFLITTO DI INTERESSI DELLA FAMIGLIA DINI E IL COSTARICA?Quando e' crollato Andreotti, inquisito per mafia e per il delitto Pecorelli, c' e' stato l' ingresso in politica di Dini, nominato ministro del Tesoro nel governo di Silvio Berlusconi. Il viceconsole del Costarica Rocco, gia' sindaco di varie aziende di Stato, ha assunto incarichi piu' prestigiosi all' Ina assicurazioni, alla Banca nazionale del lavoro e al colosso petrolifero Eni (da cui s' e' dimesso dopo l' avviso di garanzia dei magistrati di La Spezia). Il commercialista milanese, impegnato anche in Rinnovamento italiano, ha spiegato di essersi recato a San Jose' per conto della famiglia Bassani, che apri' sul posto una fabbrichetta della B Ticino. Dopo anni da viceconsole, recentemente e' subentrato al console generale del Paese centroamericano Ugo Elias. Suo padre Rinaldo Rocco era il commercialista di fiducia del costruttore Zingone, da prima che lasciasse l' Italia con Donatella. Per Dini il problema e' che in Costarica il fisco non e' incisivo: quindi e' di moda la massima discrezione nei business e sui patrimoni. Cosi' sua moglie, che mantiene riservati tanti elementi specifici delle sue attivita' , e' facile bersaglio di dubbi e di illazioni. Nei circoli degli speculatori finanziari s' e' malignata perfino l' eventualita' di un conflitto d' interessi tra gli investimenti dell' imprenditrice di San Jose' e i ruoli istituzionali di Dini nella banca centrale e nel governo.

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

14:04
Visita fiscale a Berlusconi: le sue condizioni non sono legittimo impedimento

senza parole

antonio ciciretti 09.03.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

notizia di SKY
"BERLUSCONI,VISITA FISCALE:NON C'E' IMPEDIMENTO"
bella figuretta di m...

Massimiliano C., Massa Commentatore certificato 09.03.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento


Abito in provincia di Napoli, nella mia famiglia abbiamo un solo reddito proveniente da una piccola attività ereditata dai nonni.
Ogni giorno cerchiamo di combattere contro lo stato vessatore e contro "gli amici", ma vi garantisco che oggi continuare a vivere e lavorare quì è impossibile; avevamo due dipendenti ed ora ne è rimasto solo uno che lavora part-time ma non saremo in grado di garantirgli lo stipendio per molto nemmeno a lui.
Ciò che diceva la Lega era giusto (mia madre è friulana) ed ho potuto constatare con i miei occhi le enormi differenze culturali tra noi campani ed il resto del paese. I miei cugini di Palmanova (friuli) vivono le nostre stesse difficoltà ma con uno spirito diverso... ma forse loro sono veramente diversi, non sò!
Per questo dico che forse la secessione pùò essere una forma di protesta e riscatto per tutta l'Italia, Che dite?

Calesci M. - Casoria 09.03.13 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DAVVERO IL PROBLEMA E' BEPPE E WALTER CON LE SOCIEDAD ANONIMA (SPA)? E DELLA BAGASCIA DONATELLA DINI E IL MARITO CHE MANTENIAMO TUTTI A 30000€, CHE PREFERIREI DARE A WALTER PIUTTOSTO CHE AD UN VECCHIO BASTARDO DECREPITO, CHE MI HA REGALATO L'INGRESSO NELLA PENSIONE CONTRIBUTIVA LUI A 30000€ AL MESE, MA VAFFANCULO?
PANORAMA MA DI QUESTA FECCIA NON SCRIVI PERCHE' SERVI DEL TUO PADRONE?
Quando e' crollato Andreotti, inquisito per mafia e per il delitto Pecorelli, c' e' stato l' ingresso in politica di Dini, nominato ministro del Tesoro nel governo di Silvio Berlusconi. Il viceconsole del Costarica Rocco, gia' sindaco di varie aziende di Stato, ha assunto incarichi piu' prestigiosi all' Ina assicurazioni, alla Banca nazionale del lavoro e al colosso petrolifero Eni (da cui s' e' dimesso dopo l' avviso di garanzia dei magistrati di La Spezia). Il commercialista milanese, impegnato anche in Rinnovamento italiano, ha spiegato di essersi recato a San Jose' per conto della famiglia Bassani, che apri' sul posto una fabbrichetta della B Ticino. Dopo anni da viceconsole, recentemente e' subentrato al console generale del Paese centroamericano Ugo Elias. Suo padre Rinaldo Rocco era il commercialista di fiducia del costruttore Zingone, da prima che lasciasse l' Italia con Donatella. Per Dini il problema e' che in Costarica il fisco non e' incisivo: quindi e' di moda la massima discrezione nei business e sui patrimoni. Cosi' sua moglie, che mantiene riservati tanti elementi specifici delle sue attivita' , e' facile bersaglio di dubbi e di illazioni. Nei circoli degli speculatori finanziari s' e' malignata perfino l' eventualita' di un conflitto d' interessi tra gli investimenti dell' imprenditrice di San Jose' e i ruoli istituzionali di Dini nella banca centrale e nel governo. CONTINUA

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, più passano i giorni, più i media attaccano il M5S, più mi convinco di aver votato giusto. Tutta questa acrimonia, questo voler deridere dimostrano solo una cosa: il terrore del cambiamento, la paura di perdere il potere e i previlegi. Mai come ora la frase: "TUTTI A CASA!" diventa una realtà inconfutabile. Questo è il momento giusto per far in modo che nei tenpi dovuti tutte queste sanguisughe tornino nella melma dove finora hanno vissuto. Non cedere a nessun compromesso... Ci vorrà molto tempo? Non importa io so pazientare!!!!

WALTER BASSO 09.03.13 14:08| 
 |
Rispondi al commento

personaggi tanto difesi da quei matti dei fumati con pugno alzato e grillini


Alla fine, dopo le ennesime botte, l'uomo - un egiziano di 21 anni - è stato arrestato. L'episodio si è verificato a Milano. Mohamed A, pizzaiolo irregolare, vessava la sua convivente, una studentessa con passaporto spagnolo con richieste di questo genere:

doveva leggere il Corano,

portare il velo,

smettere di studiare

e infine convertirsi.

Lei cristiana convinta, non voleva proprio saperne di abbracciare l'islam. Ma non riusciva a separarsi da quel giovane così violento e così profondamente irrispettoso della libertà della sua donna.

Per tre volte i vicini di casa hanno chiamato la polizia per chiedere l’intervento, e altrettante volte la giovane è stata portata in ospedale per contusioni al volto, ai glutei e alla schiena. Alla fine per il fidanzato manesco sono scattate le manette.


mi raccomando grulli, tifate per impestare l'italia intera con sta gentaglia medioevale!!

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso che il gran delinquente di arcore vada condannato all'ergastolo per aver ri-portato la mafia in parlamento con la nascita di forza italia.
Con questo non assolvo certo chi lo ha preceduto.
Anche il pentapartito rappresentava gli interessi della mafia.
Quando il sistema andò in crisi cercarono prontamente di rimpiazzare i partiti defunti con uno "nuovo", e lo chiamarono forza italia.
Il gran delinquente di arcore si prestò e ne ebbe tutti i conseguenti vantaggi personali che sappiamo.
E noi sempre in merda, da sempre. E ancora milioni di persone che votano per lui!!!!
E la lega, coi suoi principi "ferrei", che ci si allea sempre. Vermi schifosi e putridi.

Raffaele Muraglia, Diano Castello (IM) Commentatore certificato 09.03.13 14:07| 
 |
Rispondi al commento

I just watched this video but struggled to understand all of the text. Is there a chance it could be translated into English?

Diane 09.03.13 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Eccellenza...Santità...Sua Altitudine...

Lei che abita sull'ermo colle'

Ci sarebbe un certo SENATORE...del PDL di BERLUSCONI ALLEATO DELLA LEGA NORD PADANIA...

Dicono i magistrati sia un personaggio...leggermente chiacchierato per... amicizie mafiose...(ssshhhhh!!...parlare piano!!!)

Si può fare niente...Eccellenza?

Niente da dichiarare in merito?...

Ehm...

Santità...io aspirerei...umilmentemente...a un Nuovo parlamento senza tizi del genere...a legiferare per me...

Si può fare niente per evitare che una manciata di voti venuti 'dacchissacchi' e 'chissàperchè' me lo faccia rivedere come un ....'mio' rappresentante?

Pure io....sono il Popolo...Sua Altitudine...ma mi fa ribrezzo che qualcuno cosi dica di....'rappresentarMI'...

Almeno accertiamo PRIMA COME STANNO....VERAMENTE LE COSE....

Umilmente con la testa sotto i Suoi piedi (e può pure muoversi se vuole...come diceva Benigni)

un devoto...Cittadino PAGATORE di TASSE.

(chenonvuolecheisuoipochisoldiguadagnationestamenteconsudorenonfiniscanonellemanidellemafie)

Dino Colombo Commentatore certificato 09.03.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PD-ELLINI TROLL ANDATE A LEGGERE:

http://www.cadoinpiedi.it/2013/03/08/un_deficit_tutto_culturale.html#anchor

claudio 09.03.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

OT : CACCIA VIA LO STATO DAL SUO NEGOZIO

****************************************

QUANDO LE NOTIZIE SUI MEDIA E GIORNALI PREZZOLATI

NON ESISTONO

http://www.today.it/citta/roberto-corsi-tasse-stato.html

.

Marco Folli, Bologna Commentatore certificato 09.03.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno blog!!!!!e caffè a 5 stelle per gli amici!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 09.03.13 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA FAMIGLIA DINI E IL COSTARICA: PROBLEMI DI ILLEGALITA', EVASIONE FISCALE, RIENTRO IN ITALIA DI FONDI SCUDATI AL 5%?
La signora Donatella non ha voluto rilasciare dichiarazioni al Corriere. Va precisato, pero' , che dietro la sua riservatezza finora non sono emersi fatti specifici censurabili, ne' si ha notizia di problemi giudiziari. L' unica grana nota nasce da una denuncia dei figli della prima moglie di Zingone, che contestano il testamento costaricense a favore della vedova. Ne' s' e' parlato di lei nell' inchiesta del magistrato di Roma Vittorio Paraggio sulla Cooperazione per lo sviluppo del Terzo Mondo, in cui trapelarono indagini sull' asse Italia Costarica. Recentemente la senora Donatella e' stata interrogata per l' inchiesta di Aosta, detta Phoney Money, sui suoi rapporti con Alvaro Robelo, spuntato anche nelle intercettazioni delle telefonate tra Pacini Battaglia e l' ex piduista Emo Danesi. Ma avrebbe dichiarato solo una conoscenza personale, senza business in comune. Ex ambasciatore del Nicaragua in Italia, candidato alle elezioni per la presidenza della repubblica, grande azionista del Banco europeo del Centroamerica (Beca), Robelo era in affari anche a Roma con il socio Gianfranco Saraca, titolare di societa' di engineering e vicino a Forza Italia. In passato era stato collegato dai giornali alla signora Dini perche' il gruppo Zeta ha investito in Nicaragua in vari settori (agricoltura, edilizia, commercio). Robelo starebbe promuovendo perfino il progetto di un' infrastruttura colossale: costruire in Nicaragua un canale navigabile alternativo a quello di Panama.

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera mi sono coricato ed ho fatto un sogno strano:
c'erano due carabinieri che andavano a Villa San Martino.
Hanno chiesto di entrare,ma dietro il cancello appaiono due colleghi:non si può entrare!
I due all'esterno rispondono:abbiamo un mandato di comparizione per un certo Berlusconi.
Quelli all'interno: avete sbagliato,qui non c'è Berlusconi c'è solo un mafioso che stiamo controllando!
Allora i due inviati dalla procura di Milano,con la coda fra le gambe ritornato in tribunale e commentono fra di loro:" vedi ci hanno dato un indirizzo sbagliato dovevamo prelevare uno che aveva la congiuntivite ed invece abbiamo trovato un mafioso a cui non possiamo fare nulla perchè il mandato di comparizione è stato sbagliato".
Mi sono svegliato di soprassalto....incazzato!

oreste m******, sp Commentatore certificato 09.03.13 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

10 DOMANDE AL PD

E' vero che De Benedetti (fondatore del PD) e' appartenuto alla Loggia Terroristico Massonica P2?

E' vero che De Benedetti fondatore del PD)e' pregiudicato ed e' stato condannato ad 8 anni e sei mesi di carcere?

E' vero che De Benedetti(fondatore del PD e tessera no.1 del PD) e' stato vicepresidente del Banco Ambrosiano di Calvi per 65 giorni e si e' intascato qualcosa come 85 MILIARDI di lire?

E' vero che De Benedetti (fondatore del PD e tessera no.1 del PD) e' stato condannato per Insider Trading e la condanna e' andata in prescrizione?

E' vero che per De Benedetti (fondatore del PD)e' stato spiccato ai tempi di Tangentopoli un Mandato di Cattura per aver pagato 10 miliardi di lire di tangenti a PSI e DC per forniture alle Poste

E' vero che De Benedetti (fondatore del PD) e' il padrone del quotidiano LA Repubblica?

E' vero che De Benedetti (fondatore del PD) e' il padrone del quotidiano L'espresso?

E' vero che la Commissione Tributaria di Roma ha condannato De Benedetti per evasione Fiscale perché' il Gruppo Espresso non ha pagato 225 milioni di euro ( 440 milardi di lire) su plusvalenze non dichiarate? Mentre gli Italiani stanno morendo di Fame?

E' vero che Bersani risulta essere al Catasto Proprietario con il PD di Unita' Immobiliari per un valore di circa 1.000.000 di EURO?
(Cioe' 2.000.000.000 DUE MILIARDI DI VECCHIE LIRE, pur essendo figlio di un meccanico come dice lui , pur non avendo mai lavorato?Mentre gli Italiani stanno morendo di Fame?

E' vero che ogni hanno il PD si becca almeno 150.000.000 di EURO (300 MILIARDI DI VECCHIE LIRE) SOLAMENTE di rimborsi ai partiti, sena contare le Pensioni D'oro e senza Contare gli Stipendi da Parlamentare , i Vitalizi, I sindacati, le Coop?Mentre gli Italiani stanno morendo di Fame?

E' vero che il Monte dei Paschi di Siena appartiene ad una Fondazione appartenente al PD che si e' rubata circa 5.000.000.000 di fondi pubblici di mazzette? Mentre gli Italiani stanno morendo di fame?

Giulio Cesare Cesare (pd-l e' demoniaco), roma Commentatore certificato 09.03.13 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

solo a leggere queste cose mi viene il volta stomaco.Come giovane ed ignorante Cittadino, oltre allo scambio di battute sarebbe cosa gradita conoscere nomi e cognomi di questi gentiluomini.

ivo donisi 09.03.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento

so che i giornalisti sono una gran razza figli di pu....a
ma quel minchione di Bonini che parla di microchip sottopelle fa proprio il loro gioco

ah Bonini ma parla delle cose che sai e non mettere il movimento in cattiva luce per le stronzate che dici

ferlingot 09.03.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento

ciao, mi chiamo Anacleto, ho fatto il pacifista propalestina con bandana e pugno alzato per non andare a lavorare e vorrei diventare ministro degli esteri

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quindi Stato e mafia erano in società e facevano accordi in segreto per proteggere i loro interessi . . Mi chiedo se stanno continuando . . . .lo chiedo perché sono sicuro che se fosse vero il loro prossimo problema da affrontare sarebbe come ELIMINARE fisicamente Grillo e Casaleggio, magari si faranno consigliare dai servizi segreti che li chiamano DEVIATI e ben consigliati . . naturalmente scherzo e faccio satira . .non è mai successo in Italia che ISTITUZIONI, MAFIA, SERVIZI quelli DEVIATI siano stati sospettati di eliminare persone scomode che mettono in grave pericolo LE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE . . . . Comunque Sig. Grillo, Sig Casaleggio se mai vi dovesse succedere qualcosa di spiacevole avrete l onore di essere ricordati come eroi dalle ISTITUZIONI DEMOCRATICHE . .che vi garantiranno una rapida indagine sull accaduto e un processo immediato, trasparente che in breve tempo consegni alla giustizia gli esecutori e mandanti , .

Carlo Nizzola 09.03.13 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

BERLUSCONI IN TRIBUNALE CON LA LETTIGA E CON GLI OCCHIALI DA SOLE.
PROCESSATE L' OMINO CHE SI è FATTO LE LEGGI PER NON FINIRE IN GALERA !

Gianni Fiume 09.03.13 13:55| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

si possono avere delucidazioni sulla trattativa costarica-grillo?

salvatore battiato 09.03.13 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dini quello che mi ha inserito nella fascia pensionabile in base a quanto ho versato, mentre lui prende 30000€ di pensione? E ha la moglie MAFIOSA PROPRIETARIA DI MEZZA COSTARICA? E VENGONO A FARE LE PULCI A BEPPE? SAREBBE IL CASI CHE LA MAGISTRATURA CONTROLLI PER BENE I PATRIMONI E EVENTUALI FUGHE DI DENARO DI QUESTA FAMIGLIA IGNOBILE, ALTRO CHE BEPPE, LEGGETEVI L'ARTICOLO:
http://archiviostorico.corriere.it/1996/ottobre/07/LOBBY_COSTARICA_co_0_9610072540.sht

Rudolf ., Malpensa Commentatore certificato 09.03.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non dovevano stare lontano dalle trasmissioni televisive? Si, Beppe Grillo l’ha detto e ripetuto fino allo sfinimento: c’è e rimarrà il divieto assoluto di andare in tv, ai talk show politici dove “giornalisti servi” vogliono solo metterli in contraddizione.
Eppure qualche crepa inizia a vedersi, e non solo nel campo della comunicazione. Martedì sera e ieri mattina in tv i grillini, guai però a chiamarli così, in televisione ci sono andati eccome. Chi ha visto l’ultima puntata di Ballarò ha potuto godere di una rara perla di saggezza. In una singolare intervista il neo deputato-cittadino Paolo Bernini ha teorizzato in meno di un minuto una sorta di complotto mondiale che ci vedrebbe tutti controllati «come hanno scoperto in America» attraverso dei microchip impiantati sotto la pelle. Una sorta di novella Matrix insomma dalla quale il neoparlamentare vegano mette tutti in guardia. Il rimedio? Internet, è così che «noi ci teniamo sempre informati». Insomma va bene il nuovo, ma qui siamo al limite della fantascienza. Bernini poi si è pentito e ha chiesto scusa per quell’intervista rilasciata ma chissà se questo sarà stato sufficiente a placare Grillo e ancor più il guru Gianroberto Casaleggio. La seconda e la terza insubordinazione sono andate in scena invece ieri mattina. Scenario delle comparsate grilline ancora una volta è Rai3. Otto del mattino, in onda c’è Agorà, il talk show politico condotto da Gerardo Greco. In collegamento all’improvviso ci sono addirittura due grillini. Entrambi da Torino: si tratta della giovane Laura Castelli, 26 anni, neodeputata nonché dipendente a termine per i consiglieri a cinque stelle del comune e Alberto Airola, senatore. Non è dato sapere se avessero una speciale dispensa dal grande capo oppure se hanno fatto di testa loro facendo fare un salto di mezzo metro a Grillo e annesso Casaleggio.
Un notista politico proprio l’altro giorno faceva appunto notare che alla fine l’unica domanda da farsi è: ma quanto ci metteranno quelli del

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Comunicato alla Fornero: " e allora abbiamo dovuto, e questo si che ci è costato anche psicologicamente, chiedere un sa..(scusate ma non riesco a finire la frase)..crificio a......quelli come te".

Davide B., Ascoli Piceno Commentatore certificato 09.03.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento

ok ma sai una cosa ? e' molto facile criticare , tutti sono capaci. E' molto piu' difficile proporre e fare. Ti ho votato credendo che avresti fatto qualcosa ma vedo che continui solo a criticare. Avevo sognato che avresti fatto fare i processi a berlusca, che avresti votato il taglio dei privilegi alla casta ma adesso che avresti una mezza possibilità continui solo a criticare. Sei una vera delusione, vediamo se hai il coraggio di pubblicare questo mio ....

maurizio m., verona Commentatore certificato 09.03.13 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, stanno preparandoal Paese una marmellata che non c'è nè uguale.
Noi fuori da questi giochi mafiosi e pervessi.
Il governo: Gargamella e Silvio il puttanierese se l'ho facessero tranquilli tranquilli, sarà l'Italia a GIUDICARE DOPO .

Antonio Giuseppe Longobucco, Rossano Commentatore certificato 09.03.13 13:51| 
 |
Rispondi al commento

politicanti da 4 soldi sudisti + carrozzone statale pieno di amici del sud + ideologia del fottere / truffare lo stato sudista + ideologia buonista della sinistra hanno rovinato l'italia intera!!!!

Rossano Deliberi Commentatore certificato 09.03.13 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Silvio con in testa il suo "borsellino", fa la spesa nei banchi del mercatoparlamentare.
evviva viva grillo

alessandro d., santeodoro Commentatore certificato 09.03.13 13:50| 
 |
Rispondi al commento

ho sentito oggi al telegiornale che la gente ruba ai contadini, agnelli ,frutta, carciofi e molti rubano anche ai supermercati. non saremo mica arrivati alla oligarchia? il potere di pochi e tutti poveri. Tra poco al presidente della repubblica non si chiederà più di fare un governo ma la domanda sarà '' Napolitano il popolo ha fame'', spero che la risposta non sia ''dategli delle brioches. Meno male che non c'e più monti, lui lo vedevo bene a dare questa risposta.. Vi consiglio di andare a studire a fondo il presidente del Paraguay e prendere lezioni e poi imitarlo. Non vogliamo fare la rivoluzione ed eleggere quelli che poi rifarebbero tutto come quelli di prima, al momento ci bastano le idee di Grillo che è l'unico che propone cose pulite e sensate, sempre che in seguito non vengano contaminate perchè allora veniamo noi popolo a fare quello che c'e da fare

gabriella piacente, roma Commentatore certificato 09.03.13 13:50| 
 |
Rispondi al commento

E i partiti..sono finiti..sia quelli della libertà,
che quelli democratici, e onestamente più che un parlamento sembra un centro di villeggiatura per anziani aristocratici,la situazione è diventata critica, da quando la politica parla solo di politica,non ti fanno lavorare ne studiare, perchè un popolo di ignoranti è più facile da governare! (fedez) anthem parte 1 e 2

osvaldo a., isili Commentatore certificato 09.03.13 13:50| 
 |
Rispondi al commento

ma una volta non si usava condannare i delinquenti anche in contumacia?
bei tempi...
ora basta dire che non hai voglia di andare in tribunale ed aspettare la sciagurata prescrizione.

mister x, ravenna Commentatore certificato 09.03.13 13:49| 
 |
Rispondi al commento

Abbiate pazienza ma che è sta cavolata che va dicendo Paolo Bernini a
Ballarò sui microchip per il controllo mentale? Guardate che adesso che
siete dei parlamentari dovete dare l'esempio e non potete mettervi a
sparare ste cavolate paranoiche sul complotto mondiale, scie chimiche, ecc.
Altrimenti vi candidavate a conduttori di Voyager o Mistero. Mi auguro che
il M5S sia all'altezza del compito che i suoi elettori gli hanno affidato e
che promuova la cultura e non l'ignoranza. Fate i seri oppure alle prossime
voterò qualcun'altro.

Dario Neri 09.03.13 13:47|