Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro

  • 38


sicurezza_lavoro.jpg
"L’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) celebra oggi, 28 aprile, la Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro. La Giornata ha l’obiettivo di incentivare la prevenzione degli infortuni delle malattie professionali a livello globale facendo luce sulle norme in materia di sicurezza. Secondo una stima effettuata per conto dell’Organizzazione Mondiale del Lavoro, dei 2,34 milioni circa di incidenti lavorativi che si manifestano ogni anno, solo 321.000 sono causati da incidenti. I restanti 2,02 milioni di morti sul lavoro sono collegabili a diversi tipi di malattie occupazionali che corrispondono a circa più di 5.500 morti sul lavoro al giorno. Tali risultati sono da imputarsi all’inadeguatezza delle misure di prevenzione delle malattie occupazionali, con profonde ripercussioni non solo per i lavoratori e le loro famiglie, ma per l’intera società a causa degli immensi costi che generano; in particolare, in termini di riduzione di produttività e di aggravamento dei sistemi di sicurezza in generale. La prevenzione è molto più efficace e comporta meno costi di terapie e riabilitazioni mediche. Per questo motivo è necessario che ogni Paese metta in atto delle azioni concreti per migliorare le competenze in ambito di prevenzione delle malattie occupazionali."
Leggi l'articolo completo

28 Apr 2013, 19:08 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 38


Tags: lavoro, occupazione, Organizzazione Mondiale del Lavoro, sicurezza lavoro

Commenti

 

Quando la giornata della povertà?qui è sempre peggio grazie anche a noi che dovevamo cambiare qualcosa!!!andiamo al voto che io me ne sto a casa la prossima volta

Augusto mancini 29.09.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Oggi è un'altra giornata pregna di dolore. Due altri nostri amici, Nicola e Giovanni, hanno perso la vita. Morti che vengono impropriamente classificate come "suicidi" e recentemente in TV non ricorda quale delle ns. facce di merda nazionali ha definito quelli che ricorrono alla corda come dei vili incapaci di affrontare i problemi. In realtà questi poveri esseri sono dei condannati a morte per il reato di "disperazione dell'essere umano che ha dignità". Lo Stato non provvede neppure al capestro e al boia. Si occupa del tutto lo stesso condannato. Io credo amici di 5S e cittadini tutti, di qualsiasi idea, censo, nazionalità che tutto questo sia inammissibile. Una strage che numericamente va unita ai caduti sul lavoro a causa delle indempienze in materia di sicurezza, perchè anche in questo caso si muore "per causa del lavoro", del lavoro che si perde o non si trova, o dei cosidetti incidenti (precipitare perchè manca il parapetto, andare al rogo perchè la cisterna dell'infiammabile non è collegata a terra e la scarica atmosferica la fa saltare in aria, andare alla camera a gas oggi detta "ambiente confinato", subire la decapitazione a causa della caduta di "gravi" (così si chiamano i fasci di lamiere taglienti spostatate con mezzi di sollevamento dotate di corde usurate), oppure la sedia elettrica in stazione eretta (almeno la normale esecuzione prevede che il condannato sia accomodato su di una poltrona confortevole) e così via. E' terribile, doloroso, bisogna indignarsi, ribellarsi, rifiutare tutto questo. L'inerzia è complicità. E' concorso in strage. Apriamo un canale di comunicazione per i disperati, aiutiamoli economicamente e affranchiamoli dal senso di solitudine ed abbandono. Caro Beppe metti a disposizione uno strumento di raccolta di fondi (sarò il primo a fare un versamento) per aiutare chi è all'estremo, o nel caso peggiore, i superstiti quelli a cui sarà recapitato un telegramma di condoglianza del sindaco e buona prosecuzione. 5S è l'ultimo baluardo.

MARIANO P., BRESCIA Commentatore certificato 04.05.13 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Se qualcuno ha tempo e pazienza potrebbe provare a leggere il cosidetto Testo Unico sulla Salute e Sicurezza dei Luoghi di lavoro ovvero il DLGS 15 aprile 2008 nr. 81 seguito da una fiumana di modificazioni e integrazioni. Già un esperto della materia, appena addentratosi nelle premesse, viene colto da convulsioni, eruzioni cutanee, conati di vomiito e choc febbrile a causa del fatto che il testo è un coacervo mastodontico di enunciati, obblighi, divieti incomprensibili ai più. Naturalmente, stante che fare sicurezza è un costo, i "consulenti" hanno trovato terreno facile nel ridurre il tutto ad una mera attività documentale che non ha poi alcun riscontro nella realtà di moltisimi luoghi di lavoro che ogni anno portano sul patibolo oltre mille persone. Eppure queste esecuzioni capitali vengono eseguite con modalità ricorrenti. Prima causa: cadute dall'alto. Cause: parapetti dei ponteggi approssimativi o mancanti e lavori in quota senza cinture di sicurezza. Folgorazioni da scariche di corrente su attrezzature non collegate alle "pozze di terra" o collegate a pozze inefficienti. Asfissia nei cosidetti "ambienti confinati"; l'operatore scende nel silos o nel pozzo senza essere assicurato a sistemi di recupero manovrati dall'esterno. Tanti poveri esseri umani sono stati condotti al rogo per incendi ed esplosioni dovute alla carenza di coordinamento delle attività, quali l'uso di fiamme libere in prossimità di contenitori di sostanze infiammabili o esplodenti. Uccisioni da "caduta di gravi" ovvero un fasciume metallico che si stacca dalla corda della gru e cade in testa a chi passa. E che dire di quei poveri esseri che mentre si trovavano nella vasca di colata sono stati vaporizzati da colate di acciao fuso. E perchè? Non funzionava il segnale acustico che avverte dell'imminente arrivo della siviera colma di metallo liquido. I nostri tecnici producono documenti detti DVR, DUVRI, POS, PSC, OIMUS etc. con copia e incolla ed è tutto a posto. Requiescat in pax. W 5S

MARIANO P., BRESCIA Commentatore certificato 30.04.13 19:45| 
 |
Rispondi al commento

quando vedi in un edificio pubblico la mancanza delle uscite di emergenza a norma,
la non segnalazione delle uscite di emergenza con cartelli ben visibili,
la giusta posizione degli estintori,
le luci di emergenza presso le uscite,
ecc...
SEGNALO al più presto ai responsabili.

Marco Costantino Commentatore certificato 29.04.13 22:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Faccio l'autista da dieci anni ,circa 12 ore al giorno per 5 giorni alla settimana . Riuscite a capire che si possono evitare molti incidenti dovuti allo stress ed alla stanchezza se si umanizza l'orario di lavoro, lavoro che già di per sè è ritenuto dal governo fra i più usuranti.Chi fà l'autista non può fare le stesse ore di chi stà in ufficio,è chiaro, ma si deve porre un limite per la sicurezza ed il rispetto delle persone.Dalla mia esperienza l'ideale è mettersi alla guida a giorni alterni e comunque mai passare le 40 ore settimanali, cosa che di fatto oggi nessun autista può rispettarsi.

andrea 29.04.13 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Giustizia e programma di governo...Lettone. "Il nostro è il Paese di Cesare Beccaria", ha detto, orgoglioso, il giovane premier.

Ma- dando a Cesare quel che è di Cesare, e benchè Enrico non lo abbia detto, per rispetto nei confronti di zio Gianni e del Cav.- anche di Cesarone Previti, ex ministro forzista e influente avvocato di Silvio, lesto di mano e di mazzettone, rifilate alle toghe per aggiustare i processi del Capo....

pietro mancini

Pietro Mancini 1952 (bassotto), Cosenza Commentatore certificato 29.04.13 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Equità: giustizia, imparzialità

I proprietari di casa in Italia.
Il 74% delle famiglie italiane possiede l'abitazione in cui risiede. Sono circa 58 milioni di unità immobiliari italiane. La fotografia è stata scattata dalla II edizione del volume "Gli immobili in Italia" dell'Agenzia del Territorio e del Dipartimento delle Finanze.
07 / 07 / 2010

Questo vuol dire che più di un quarto delle famiglie italiane non possono permettersi di possedere degli immobili.

Vi sembra equo togliere o bloccare la tassa IMU a tutti, anche ai proprietari di ville, o proprietari di diversi immobili o appartamenti?

Vi sembra imparziale poi chiedere a queste famiglie, non proprietarie, di contribuire con qualche altra tassa, al vuoto di cassa dato dalla mancata entrata dell'IMU?

Sergio I., Marlengo Commentatore certificato 29.04.13 18:16| 
 |
Rispondi al commento


Beppe! T'ho scritto molte volte sul blog, t'ho anche mandato 1 raccomandata l'11 marzo ma.. sempre ignorato! Rispondimi x favore!
Ho navigato, oltre 30 anni in tutto il Mediterraneo, noleggiando 1 mia barca "trasportavo" signorotti pretenziosi tipo "pago pretendo" ora basta! Sarebbe stato meglio trasportare dei meloni!
Da tempo ho un sogno: portare in crociera intorno l'Italia disabili, pensionati, meno abbienti etc.
Persone in grado di apprezzare\condividere la mia passione per il Mare non venuti per schiavizzarmi.
Ho per le mani gratis in regalo 1 traghetto di 33 mt. COMMERCIALMENTE inutilizzabile perché obsoleto e lento.
Ha il motore revisionato; con pochi soldi si puo' trasformare in un motoveliero da diporto NON commerciale. Una pensioncina itinerante, per circa 50 persone alla volta, dove ogni partecipante diventa un associato e va in crociera al solo costo del rimborso spese di vitto ed alloggio. La durata di permanenza a bordo è libera; in ogni porto ci si può imbarcare\sbarcare, in ogni porto una festa\gemellaggio con le locali associazioni di disabili e visita dei luoghi.
Con questo "contenitore" si realizzano molti scopi sociali e culturali, per ora, alcuni sono:1) Creare, con queste brevi convivenze "forzate" amicizie tra disabili e normodotati che potrebbero continuare anche dopo la crociera. 2)Svolgere corsi di formazione a persone di lunga disoccupazione, disaddatati sociali\ex-detenuti\ex-tossicodip. etc. (non paganti non pagati) alle quali viene rilasciato un attestato di partecipazione ogni mese;Un pezzo di carta con scritto:“il sig.Tizio Caio” ha effettuato 1 corso da:aiuto marinaio\e\o\cuoco\motorista\manutentore\rigger etc che potrebbe esser utile, a questi soggetti, per reinserirli al lavoro.
Il motoveliero in ogni porto si può utilizzare come palco x comizi con loghi M5S sulle vele! CHI PU0' MI METTA IN CONTATTO CON BEPPE!
N.B.: Si tratta di 1 iniziativa per passione dove nessuno ci guadagna! Tel. 3386007516 pierangelo.bellettini@gmail.com

Pier Angelo Bellettini, Rimini Commentatore certificato 29.04.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Obiettivo numero 1 raggiunto: salvarsi il c u l o da destra al centro a sinistra:
Obiettivo numero 2:
- fumo negli occhi degli italiani, ma taaantooo fumo: quindi tg e giornali di regime a lavoro a pieno ritmo unanimi nel decantare il nulla;
- panem et circenses a tutta forza;
- nuovi casi tipo "Cogne" o "Avetrana" per distrarre l'attenzione degli italoidi;
- operazione chirurgica di asportazione della cellula eversiva M5S dal parlamento;
- calcio tanto calcio e ancora tanto calcio, l'oppio dei popoli moderno più potente:
- ecc..

Massimo Carmine Perilli, Bitonto Commentatore certificato 29.04.13 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Forse Letta avrebbe fatto bene a parlare il grillese e dire "vaffanculo a tutti".
Ma, credo, che anche così i commenti qui sarebbero stati gli stessi

valeria conti 29.04.13 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi paventa il pericolo di una possibile alleanza PD-M5S che, secondo lui sarebbe una catastrofe politica e cita : Il Movimento Cinque Stelle è inadatto a governare!!

Vincenzo 29.04.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Dare le colpe a Grillo se un folle spara sui carabinieri mi pare strumentale, sempre si accusano gli avversari da qualunque parte senza che talvolta ce ne sia la ragione. Il fatto è che questi fenomeni si ingenerano nella disperazione, questa Italia dopo la cura tedesca affidata a Monti e sostenuta da tutto il gruppo politicante dominante ha questi gravi effetti collaterali. I signori che hanno mantenuto il potere e ora se lo spartiscono, dovrebbero capirlo, che cambino cura per l'Italia e sopratutto per gli italiani.

Adalberto 29.04.13 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Buon giorno

la mia esperienza di 21 anni di vita nel mondo del soccorso extra ospedaliro con esperienza elevata nel campo della formazione al Primo soccros mi fa dire che molti incidenti e molte morti potrebbero essere evitare e trattati con migliori risultati, da un'adeguata formazione nel Primo Soccorso.

Se Già nelle scuole superiori il Primo soccros diventasse materia scolastica e se nelle aziende la formazione specifica avesse maggiore imput rispetto a quella prevista dalla normativa vigente, secondo me i risultati in termini di miglioramento delle statistiche, non tarderebbero a farsi vedere.
Grazie
Infermiere Francesco Mattivi
Amante dell'azione del M5S!!!!
Per chi vuole, scrivetemi pure via mail.

Francesco Mattivi 29.04.13 13:25| 
 |
Rispondi al commento

ECCO LA VERA DEMOCRAZIA.CLICCATE SOTTO


MA SE A UNO SENZA LAVORO ..

CHE HA DEBITI DI GIOCO ( E CERTAMENTE LI HA CON LA MALAVITA ORGANIZZATA ...NDRANGHETA ...MAFIA CORONA UNITA ...NON IMPORTA )

GLI SI OFFRE DI ANNULLARE IL SUO DEBITO CON LA ONORATA SOCIETA'

E IN PIU' GLI SI OFFRE UNA SOMMA DI DANARO

IN CAMBIO AL MASSIMO DI DIECI ANNI DI GALERA ...

RIDOTTI PER BUONA CONDOTTA A 5 ANNI COME MINIMO POI SAPPIAMO COME FUNZIONA IN iTALIA ESCE PURE UN'AMNISTIA

MA SECONDO VOI QUESTO SIGNORE NON ACCETTA ?

E' LA SOLITA ITALIA DELL'INCIUCIO MAFIA POLITICA...

DI CUI FANNO LE SPESE I SERVITORI DELLO STATO ONESTI

IERI FALCONE BORSELLINO E LE LORO SCORTE

OGGI QUESTI NOSTRI FRATELLI CARABINIERI

VERGOGNA !!

francesco siddarta 29.04.13 11:22| 
 |
Rispondi al commento

LE COSE CHE NON TORNANO DELLA SPARATORIA DI IERI

1)UNO CHE HA UNA PISTOLA CON LA MATRICE ABRASATA

2) E CHE HA DEBITI DI GIOCO ...

3) CHE FA PRESUPPORRE UNA PERSONA RICATTABILE A CUI POTREBBE ESSERE CHIESTO DI TUTTO PER SALDARE IL SUO DEBITO ...

4) CHE VUOLE SPARARE AI POLITICI MA SPARA A DEI POVERI CARABINIERI

5) CHE SPARA TUTTI I SUOI COLPI E CENTRA PURE IL BERSAGLIO

6) E POI FA FINTA DI SUICIDARSI QUANDO LA PISTOLA E' SCARICA ( anche se nessuno lo ha visto che si puntava la pistola per suicidarsi ..questa sembra una ricostruzione piuttosto fantasiosa di Alfano o di qualche servizietto di quelli che fecero sparire l’agenda rossa di Borsellino per capirci )

7) CHE HA FATTO TUTTO CON UNA CERTA PIANIFICAZIONE E LO FA IL GIORNO DEL GIURAMENTO DEL GOVERNO ...IL CHE ESCLUDE UN COLPO DI TESTA


PUO' FAR VENIRE IN MENTE ...

CHE NON TUTTO E ' COME CE LA SI RACCONTA

IO FAREI INDAGINI PIU' ACCURATE .

francesco siddarta 29.04.13 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Vi ho votato, non ho mai chiesto niente a nessuno, però questa volta vorrei segnalarvi la situazione del lago d'Idro prov.Brescia. Non ci sono soldi per asfaltare le nostre mulattiere ma vogliono spendere 50 milioni di euro per una galleria per scaricare e rovinare il lago che non serve a nessuno.Se vorrete tenere presente questa mia segnalazione, Vi ringrazio tanto!!! Continuate abbiamo bisogno di Voi. Un saluto e Buona Fortuna, Bianchi Dario.

dario bianchi 29.04.13 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Immaginavo che la televisione e la stampa avrebbero in maniera subdola o velata puntato il dito contro il M5s. Però sinceramente solo le persone ignoranti possono darvii credito. È non penso ve ne siano molto, ne da parte di chi vota PDL o dalla parte del PD che possa crederlo. In realtà è un modo per esorcizzare una realtà che vogliono negare: ovvero l'Italia e gli italiani sono come sono perchè una classe politica da vent'anni non ha dato risposte. Le dichiarazioni del Berlusca poi non fanno che confermare che in realtà nulla cambierà nulla nel prossimo futuro: è sempre fissato con 'sti comunisti, ma non si è accorto che ora è al governo con loro. Se poi voleva essere una etichetta da appiccicare al movimento, prendiamo la come l'ennesima barzelletta......

Emanuele 29.04.13 11:05| 
 |
Rispondi al commento

SENTITE QUESTA
BERLUSCONI PRESIDENTE DELLA CONVENZIONE DELLE RIFORME PER CAMBIARE LA COSTITUZIONE
ANTI-DEMOCRATICI DEL CAZ..ZO
ANDATE AVANTI COSI’ …CHE A NOI VIENE DA RIDERE
AL PROSSIMO GIRO CI PRENDEREMO TUTTO L’ELETTORATO DEL VERO CAMBIAMENTO …VOI RAPPRESENTATE SOLO VOI STESSI E LE VOSTRE FAMIGLIE
SBOCCIA IL TRADIMENTO -DE MIGIROLAMORE PER LA POLTRONA DOCENT

francesco siddarta 29.04.13 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Mentre la Presidente della Camera riceve le organizzazioni femmniniste per discutere di "femminicidio", neanche un articolo sui principali media ha ricordato questa ricorrenza.
Le morti maschili non fanno notizia, il maschio è il genere sacrificabile. Mille e passa morti all'anno in Italia non meritano un inasprimento delle leggi sulla sicurezza del lavoro.
Come non esistono richieste di "Quote rosa" per le forze di lavoro nelle miniere o nei cantieri edili, così non esistono femministe in una nave che affonda.

Giuseppe Grasso 29.04.13 09:58| 
 |
Rispondi al commento

come può dire che il pd salvaguarda gli interessi del pdl? perchè non siete VOI entrati al governo col pd?? per il cambiamento che ci aspettavamo. Come dice "el pais" quando cita la tua frase che siete trattati come cani in chiesa e chiedi cosa hanno fatto d egli 8 milioni che vi hanno votato, giustamente dice"VOI piuttosto cosa avete fatto degli 8 milioni di voti"???

luca vici 29.04.13 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Finetelaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
e abbiate un poco di rispetto.
Fate esattamente come il resto della politica,
vi autoassolvete continuamente.
Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa,tutti.

valeria conti 29.04.13 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Per chi crede un po' al ripetersi di date nefaste nella nostra storia, osservo che il governaccio è nato il 28 aprile, giorno dell'assassinio di Benito Mussolini.

Marina Chantal Rajani 29.04.13 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spesso si punta il dito sempre alle imprese che non applicano i giusti mezzi per la sicurezza nei cantieri edili, e anche giusta una riflessione da parte di tutti, visto che siamo parte in causa sia come operai e allo stesso tempo quando ne abbiamo bisogno come datori di lavoro. Molto parte dalla committenza che alla vista dei costi da affrontare per fare dei lavori nelle proprie abitazioni, la dove può si avvale di pseudo imprese o quelli stessi operai che criticano le imprese dove lavorano per poi farsi dei lavori extra senza sicurezza e autorizazioni.
A mio parere per avere più sicurezza nei cantieri edili ci deve essere una legge che responsabilizzi di più il committente visto che parte molto da li, poi anche i comuni che alla chiusura dei lavori richiedano non solo il corretto snaltimento dei rifiuti ma anche un riscontro oggettivo delle strutture e mezzi usati per la sicurezza esempio con delle foto dei ponteggi e personale utilizzato da allegare alla chiusura dei lavori.
Cosi facendo si riduce la necessità di controlli sui cantieri visto che il riscontro lo si può fare in qualsiasi momento sui documenti.
Queste piccole proposte li ho già posti ai deputati dell'assemblea Sicilana qualche mese fà ed anche al sito dell'INAIL, sono ancora in attesa di risconto, se lE ritenete efficaci fate in modo nei limiti della legge di poterli applicare, ne avremo un grosso vantaggio sia in minori incidenti e minore spesa per il recupero

gino 28.04.13 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Sali e scendi da un camion compattatore della spazzatura per sei ore al giorno da solo e poi abbassati tira su i sacchi e ancora parti freni scendi tira su i sacchi ...ma i sindacati continuano a non vedere che stiamo morendo piano piano giorno dopo giorno. La chiamano raccolta differenziata .

raoul romano Commentatore certificato 28.04.13 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei segnalarvi su internet il sindacato federarchitetti, che ogni hano promuove la giornata nazionale sulla sicurezza nei cantieri. potete vedere anche i video che annualmente produciamo per l'evento. L'ultimo si intitola il mercatino degli attestati e tratta di società che dicono di fare formazione ai lavoratori ma in realtà non fanno nulla vi lascio i link

http://www.federarchitetti.it/

per tutti i video ndare su youtube e scrivere come parola chiave federchitetti

Federico T., roma Commentatore certificato 28.04.13 23:01| 
 |
Rispondi al commento

A guardare il programma delle jene pensi che in Italia si puo' tutto..poi la propabilita' che la Giustizia risani i valori e'cosa impropabile..Negozi orientali che vendono prodotti scadenti e dannosi per la salute,nell'inferno di ricostruzione dell'Aquila gli imprenditori costruttori hanno pensato bene di scuotere ancora di piu' la dignita' degli Aquilani,case e materiali scadenti per la ricostruzione che sono pericolosi per la sicurezza degli stessi..sono infatti scappati via da quelle case che sono state finanziate con i soldi dello Stato..soldi nostri che vengono rubati da gente con poco senso della civilta'..mi chiedo esterefatto: Grillo e gli 8 milioni di persone sono e appaiono i nuovi sicari della democrazia??VERGOGNATEVI CASTA DI FURFANTI!!!!!!!!

GIORGIO SPAGNOLI 28.04.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao!

OSSERVATORIO INDIPENDENTE
cadutisullavoro.blogspot.it

Ti ringrazio per questo articolo.

:quintet:

Quintet Images 28.04.13 22:38| 
 |
Rispondi al commento

Oggi con il giuramento di Letta è morta la seconda repubblica. Pero nessuno si era accorto della differenza con la prima, rubavano e rubano ancora, pero' si e' formalizzato il patto di non belligeranza pd-pdl che prima si chiamava inciucio(accordo sotto banco) che esiste da 20 anni ora lo chiamano larghe intese pero' i tempi sono ormai maturi per una rivoluzione civile e culturale che li spazzerà via e spero nemmeno i libri di storia si ricorderanno più di loro.

Roberto7o Mattia (robertomattia), Torano Castello Commentatore certificato 28.04.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
OK, PER LA GIORNATA SULLA SICUREZZA SUL LAVORO,MA QUI CI TROVIAMO DIFRONTE AD UN GRANDE CAMBIMENTO EPOCALE DA AFFRONTARE
ALVISE

alvise fossa 28.04.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Spesse volte ricevo le vs. sullo stesso argomento 3/4 volte.Evitatelo per cortesia.Grazie.

Marco zanier 28.04.13 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Anziché' fare celebrazioni proviamo a battere le mani sul petto soprattutto in Italia che in questi anni ha completamente abbandonato la sicurezza sui luoghi di lavoro , basti pensare solo alle grandi imprese italiane e alle vicende squallide che le hanno interessate.Purtroppo siamo un paese ormai bollito e senza speranza , chi dice il contrario o è' un illuso o è un falso .le chiacchiere che si fanno sono sempre le solite storielle per i creduloni .Di cambiare non si ha alcuna intenzione ,dico che andremo sempre peggio e credetemi i se gradite la Verità' qualunque sia

Enrico de angeli 28.04.13 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Ipocrisia del cazzo.
senza art. 18 non ci puo essere lotta agli incidenti sul lavoro.

massimo x 28.04.13 20:19| 
 |
Rispondi al commento

ehm.. QUALE LAVORO?

Sauro ., Firenze Commentatore certificato 28.04.13 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe spiegarlo a quel fascista di Epifani che andrà al governo con la fiducia della nipote del duce.

andrea f. Commentatore certificato 28.04.13 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Lavorare meno, lavorare tutti, ma fondamentale è anche lavorare in sicurezza. http://lucafiordelmondo.blogspot.it/2012/05/il-progresso-tecnico-vantaggio-della.html

Luca Fiordelmondo 28.04.13 19:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori