Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

M5S: Stop studi di settore nell’area del sisma emiliano

  • 154

New Twitter Gallery

emilia_terremoto.jpg
Andrea Defranceschi, M5S Emilia Romagna, ha depositato un’interrogazione per la sospensione degli studi di settore nelle zone colpite. Michele Dell’Orco e Vittorio Ferraresi, M5S Camera, hanno depositato l'interrogazione in Parlamento.

"Applicare gli studi di settore validi in tutta Italia ai commercianti toccati dal sisma è assurdo. L’applicazione di uno standard a una situazione che standard non è, diventa chiaramente un controsenso. In questo caso i già discussi studi di settore diventano un vero e proprio esproprio nei confronti di quei commercianti che hanno perso, fisicamente, il negozio crollato. O che hanno dovuto traslocare, o spendere una fortuna in ristrutturazioni non previste. O, ancora che hanno perso un’ampia fascia della clientela. Come MoVimento 5 Stelle abbiamo deciso di lavorare congiuntamente, come promesso, con i nostri parlamentari: l’interrogazione regionale è stata replicata anche a livello nazionale." Andrea Defranceschi, Michele Dell’Orco e Vittorio Ferraresi

4 Apr 2013, 17:14 | Scrivi | Commenti (154) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 154


Tags: Andrea Defranceschi, blogparlamento, Emilia Romagna, M5S, Michele Dell’Orco, studi di settore, terremoto, Vittorio Ferraresi

Commenti

 

guardate questi video su un partito politico neonato:
http://pnd.im/youtube

marco donesti, milano Commentatore certificato 09.04.13 20:06| 
 |
Rispondi al commento

RISPOSTA A TUTTI, vorrei sottoportVI un quesito..!! " intanto ti dico un proverbi, ...CARTA CANTA..!! ..MA, FORSE è TROPPO DIFFICILE DA SPIEGARE A QUELLE PERSONE CHE PENSINO SIA PEù SEMPLICE AVERE SOLDI ELETTRONICI. NON SAPETE COSA DITE O, COSA VUOL DIRE.
VI RENDETE CONTO DELLE CAZZ........ CHE DITE..!!!
I SOLDI ELETTRONICI....!! MA SIAMO VERAMENTE MATTI... SCUSATE, MA TI RENDI CONTO DI QUANTI PROBLEMI L'ELETTRONICA TI CREA. PENSATE BENE PRIMA DI PARLARE, VISTO CHE IN ITALIA VIVIAMO CON UN SISTEMA BANCARIO OBSOLETO E SENZA CONTROLLO, MA CONTROLLATO DA TUFFALDINI....

edmondo l., Milano Commentatore certificato 08.04.13 19:29| 
 |
Rispondi al commento

oggi, lo studi di settore dovrebbe essere messo al bando, visto l'andamento lavorativo di oggi.....
non si guadagna più come una volta, inoltre, bisognerebbe smettere di guardae in tasca a chi lavora seriamente per tirare a fine mese.....

edmondo l., Milano Commentatore certificato 08.04.13 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Basta studi di settore in tutti i campi!
Vogliamo una economia reale con tasse reali

Carlo russo 05.04.13 16:11| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, è TROPPO facile, troppo, ma non resisto. Mi domandavo: ma la diretta streaming dell'incontro di oggi??mi sono perso sei pezzi??

Simone Digennaro 05.04.13 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore vanno eliminati e basta. Sono solo un ricatto nei confronti del piccolo imprenditore che fa una fatica bestiale ad arrivare ad essere congruo. Se facciamo due calcoli è da stupidi evadere senza prima arrivare al congruo, ed è per questo, credo, che non esistono piccoli imprenditori così stupidi da evadere senza prima arrivare al congruo.Chi non arriva al congruo è perchè proprio non riesce. E l'agenzia delle entrate cerca questi poveracci, che non riescono, attuando una sorta di ricatto. Ti chiamano al concordato e dopo che li hai ''supplicati'' portando una relazione che dimostra le tue ragioni: malatia, concorenza, crisi economica, luogo della tua attività, e altro. la risposta è: facciamo il 50% e se non ci stai a pagare quello che ti propongono ti fanno un accertamento sulla somma totale. Se fai ricorso devi comunque pagare subito il 60% più le spese per avvocato e altro. Quindi, umiliato, stai zitto e paghi, sperando e pregando che gli affari migliorino per raggiungere quel maledetto ''CONGRUO''.
E poi non capisco perchè una persona che si mette in proprio deve per forza guadagnare quello che dicono loro e non magari accontentarsi di poco, perchè magari dedica solo due ore al giorno o perchè sono cavoli suoi, magari ha altri redditi o viene mantenuto da altri. Si cerca di incentivare i giovanni a fare impresa, ma oggi è da pazzi solo pensarlo, devi essere nulla tenente altrimenti se qualcosa va torto ti portano via la casa e non ti resta che il suicidio.

roberto martine 05.04.13 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Se uno vale uno tutti insieme facciamo una comunità. Perché si può truffare e rubare alla comunità senza andare in galera mentre sei io rubo al singolo in galera ci vado? L'evasore fiscale è un ladro peggiore di tutti gli altri la perché sfrutta la collettività. Perché nessuno deputato del movimento cinque stelle presenta una mozione che chiede la galera per gli evasori fiscali come succede negli Stati Uniti in tutti gli altri paesi civili del mondo? Forse per non perdere qualche foto di questi miserabili?

Teo 05.04.13 11:23| 
 |
Rispondi al commento

La solita vergogna Italiana.
Tieni duro Beppe, sei l'ultima speranza!

Silvano G., brescia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 05.04.13 11:21| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Come tutti i cosiddetti strumenti di controllo realizzati negli ultimi venti anni,gli studi di settore mortificano l'imprenditoria onesta e non toccano la grande evasione della malavita e delle big companies. Sono funzionali al progetto di salvaguardia dei grandi interessi a scapito della piccola e media imprenditoria e delle assunzioni, follemente concepite come indice di reddito al pari di altri costi. Figuriamoci poi se sono applicabili nelle zone colpite dal terremoto!

Marco Lepre 05.04.13 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Avanti! Non fatevi intimidire dai professionisti della frode politica!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato 05.04.13 10:56| 
 |
Rispondi al commento

(null)

Antonio di serio 05.04.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Può darsi che abbia capito male, in tal caso prego qualcuno di smentirmi, ieri a servizio pubblico, ospite, tra gli altri la Santanchè, che dopo averci accusato di essere dei settari (M5S) ha addossato a Bersani la colpa dello stallo. Anche se mi sarebbe piaciuto poterle rispondere cosa ne penso della sua congrega, ma questa sarebbe stata solo una mia personalissima opinione, ho seguito con grande interesse il fatto che in parlamento lo stallo c'è perchè non si istituiscono le commissioni per votare le proposte di legge e iniziare a fare qualcosa. Purtroppo molti degli ospiti evidentemente non hanno fatto caso che la Boldrini era ospite della Gruber proprio prima di Santoro, e appunto la Boldrini ha detto che non si istituiscono le commissioni perchè sono solo due partiti che non sono d'accordo. indovinate chi sono questi partiti? PD e PDL. Ora, ripeto, forse ho capito male, o forse si cerca di dare poco risalto alla cosa in modo che la gente non capisca come vanno le cose, anche se sono sicura che tra gli ospiti di ieri a servizio pubblico qualcuno avrebbe risposto per le rime alla Santanchè, alla quale non vengono certamente risparmiati dissensi.Grillo lo so che non ci vai in TV,però delle volte seppure con la nausea ammiro certi personaggi che con una grande faccia di sedere vanno in tutte le trasmissioni a farsi riempire di ridicolo, mentre la gente ha bisogno di verità, di onestà, ha bisogno di te. Ho pianto quando hanno fatto vedere uno stralcio dello tsunami tour in cui scendevi dal palco per abbracciare un esodato.Io sono con te, ma mentre tutti parlano che la gente è disperata, la gente rimane disperata e non cambia nulla. Questo è solo uno sfogo, non una critica, io sto col M5S perchè è l'unica speranza per tutti, forse anche per chi adesso non ci crede.

Anna Fideli, Olbia Commentatore certificato 05.04.13 10:23| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

buon giorno a tutti,sono un piccolo imprenditore del nord italia che cerca di galleggiare in questi ultimi anni di crisi,ho come salvagente i denari risparmiati in anni precedenti,e volevo solo dire la mia...
ritengo che gli studi di settore siano solo una formula fiscale ed ESTORSIVA applicata dallo stato ,contro la quale un cittadino resta inerme avendo proprieta'ed essendo ricattabile di pignoramento.
pensate che serieta' :anni fa mi contestarono una non congruita' percui dovevo secondo loro 20.000 euro,dopo 10 minuti di arringa all'ag. delle entrate diventarono 10.000,e dopo altri 10 minuti chiudemmo a 2000 euro.
mi venne consigliato di pagare ,altrimenti oltre a sostenere le spese per un processo fiscale di circa 2 anni,senza rimborso spese (avvocato e commercialista),avrebbero controllato non solo quell'anno,ma fino a 5 anni antecedenti la data del contenzioso.sapete a cosa paragonai questo evento?
lo paragonai ad una trattativa con qualche boss malavitoso che chiedendomi il "pizzo"valutava le mie disponibilita'pur di estorcermi qualcosa.

le istituzioni sono solo una complessa macchina burocratica con due fini (non gianfranco)ah ah ,
1 quello di garantire redditi illeciti a coloro i quali amministrano,
2 quello di utilizzare un metodo fiscale estorsivo per compensare i fondi che loro stessi si preoccupano di sottrarre antecedentemente per interessi personali.

se non si riuscira' a smontare questa macchina e a dotarla di trasparenza e senso civico,resteremo coltivatori del feudo per altri 20 anni,sempre oppressi e ricattebili.
sono schifato...
ringrazio beppe per come si adopera e spero che riusciremo nell'intento.grazie.

sergio malgeri 05.04.13 09:12| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fare delle interrogazioni è utile, ma se entraste nell'esecutivo di governo sarebbe molto più semplice, e potreste fare.

Flavio Boschetti 05.04.13 09:00| 
 |
Rispondi al commento

Non è giusto adesso, anche a fronte di gravi dispiaceri, addossare la responsabilità di questo disastro nazionale al movimento 5 stelle. I politici che ancora oggi rimangono incollati alle poltrone dei palazzi non dimostrano di avere un barlume di dignità.
Dovrebbero farsi da parte ma soprattutto il Presidente della Repubblica dovrebbe dimostrare di essere un uomo. Desidererei che certi commenti venissero ponderati un po' di più dagli stessi autori ancora prima di pubblicarli. Questo è il momento di mantenere la calma per affrontare e risolvere i problemi del mio amato Stato.

Giovanni faillaci 05.04.13 08:57| 
 |
Rispondi al commento

"Beppe aiutaci..." "La gente stá morendo..." "Facite o miracolo..." "Alleanza col PD..." "Non vi voto piú..."
Sempre il solito disco rotto.
PAGLIACCI ANDATE A LAVORARE.


L'interrogazione non è solo per l'Emilia ma dovrebbe essere in campo nazionale, bisogna ricordare che gli studi di settore vero e proprio aborto partorito come tanti altri dall'agenzia d. entrate non è altro che una serie di parametri di numeri di percentuali macchinose, astruse e non aderenti a territorio, realtà e contesto temporale fatto in modo che quando il contribuente si deve confrontare lo fà con dei parametri stabiliti da loro. Che sono completamente diversi da quelli realizzati sulla realtà. Ma questo non importa se per il fisco e 10 tu anche se hai realizzato 6 devi pagare per 10 altrimenti equitalia farà il resto. Secondo voi chi è il cretino che con simili imposizioni e non solo questa, inizia oppure continua in una attivita ? Certamente pochi e sempre meno. Da quì la disoccupazione, le aziende chiuse, trasferite all'estero, fallite. Hanno messo la museruola all'economia, quando dovevano mettere i ferri alla politica ai loro sprechi, sperperi, tangenti e lobby. Ancora oggi non riusciamo a venirne a capo e a ridurre il potere che certe agenzie hanno sull'economia reale, depredandola e limitandone lo sviluppo.
Una delle tante cose che il movimento se ne dovrà occupare.
Un 'ultima cosa, i neo parlamentari in disaccordo con la linea del movimento, facciamone conoscere i nomi, affinche chi gli ha votati e sostenuti si regoli di conseguenza, e alla prima occasione rimedi.

franco melisi, cagliari Commentatore certificato 05.04.13 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore sono inutili. Io faccio la guida turistica in Sicilia e sicuramente non lavoriamo come le guide a Venezia o a Roma. E' improponibile considerare il reddito dei colleghi che lavorano in città d'arte che hanno realtà completamente diverse dalle nostre. Lo stesso vale per mille altri settori. Se si abbassasse l'imposizione fiscale e si inasprissero le pene per chi evade (fino a levargli la licenza o l'abilitazione) non avrebbe più senso?

Esther ., Catania Italia Commentatore certificato 05.04.13 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Stop anche ad una agenzia delle entrate con obiettivi di raccolta dalle sanzioni determinate con criteri di target e incentivi ai dipendenti e non più ad una ricerca di vera evasione e stop soprattutto a procedimenti di giudizio che possono portarti fino alla cassazione che necessitano costi in avvocato e anticipo del 70% della multa inaffrontabili per le piccole imprese

Franco Polli 05.04.13 08:01| 
 |
Rispondi al commento

gli studi di settore hanno dato un importante contributo alla chiusura di tantissime aziende e attivita' commerciali. non si puo' e non si deve pagare le tasse su calcoli statistici ed essere costretti a dichiarare un guadagno anche quando questo guadagno non c'e'. spero che il m5s faccia abolire questo abuso continuo ai danni delle piccole aziende (le grosse sono esentate)

angelo 05.04.13 08:00| 
 |
Rispondi al commento

E' sempre colpa degli altri o è un problema di scarsa e sprezzante comunicazione?

Michele De Luca 05.04.13 07:38| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra giusto e doveroso. Non capisco perchè le cose più ovvie debbano sempre essere oggetto di cavillose normative.... Questo è un grande vizio del nostro Paese. Troppe leggi... Nessuna legge.

michela cesaretti 05.04.13 07:27| 
 |
Rispondi al commento

Sono un ex imprenditore della Romagna,
concordo con l'abolizione degli studi di settore!!
Beppe bisogna sbrigarsi a risollevare la nostra economia,

Valter Bucci 05.04.13 06:48| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo studi di settore sulla casta politica, con il "target" di levarci 'sti bastardi infami dalle palle! Non hanno ancora finito di rubare? Lo studio di settore per la "casta" potrà' anche decidere di mandarli a lavorare con le pale ed i picconi in Abruzzo ed in Emilia, per aiutare fattivamente i Terremotati. Di più' non gli affiderei. Pale e picconi! Ah, anche in Liguria servono per pulire gli argini dei fiumi e le fogne dove 'sti bastardi ci hanno defecato per anni e su cui ci hanno "mangiato" senza ritegno. Forse si eviteranno inondazioni e frane dovute al loro sterco politico! Nano, Gargamella, sindacati......a lavorare per il Sociale!

Marco Pagliani 05.04.13 06:37| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare EVIDENTE che il m5* sia l'unica speranza per il futurp del nostro popolo!!!
Forza facciamoci sentire, beppe il blog non basta, dobbiamo arrivare ovunque a far sentire queste notizie!!

Andrea T., Firenze Commentatore certificato 05.04.13 05:12| 
 |
Rispondi al commento

....TI SCRIVO DALL EMILIA TERREMOTATA.....
ABBIAMO BISOGNO DI UN GOVERNO.....E CHE NN SIA CON BERLUSCONI...E LA CASTA .......FAI QUALCOSA. RICATTA BERSANI...MA FAI QUALCOSA ......LEGGI QUEST ARTICOLO ........MA COME FAI A PENSARE DI TORNARE A VOTARE. E CONSEGNARCI IN MANO AL PDL......

LEGGI QUI SOTTO.....LA GENTE STA MORENDO.....

VENEZIA - Un piccolo imprenditore, attivo nella termoidraulica, si è suicidato perché in crisi economica e in particolare perché non riusciva a riscuotere i crediti frutto del proprio lavoro. La vittima è un 46enne di Spinea (Venezia) che è stato trovato impiccato nel garage della propria abitazione. L'uomo, sposato e con una figlia piccola, aveva subito il pignoramento della propria casa e si era trasferito a vivere da dei parenti a cui è toccato scoprire il cadavere. L'uomo, che non ha lasciato alcun biglietto per giustificare il gesto, temeva che la crisi travolgesse anche il cognato con il quale aveva cominciato a collaborare per guadagnare qualcosa. I carabinieri - che hanno indagato sulla vicenda - hanno chiuso il caso come atto autolesionistico e la Procura della Repubblica ha già archiviato il fascicolo restituendo la salma ai familiari per i funerali.

Grazia De nunzio , Guastalla Commentatore certificato 05.04.13 04:13| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO FUORI CASA DAL MAGGIO SCORSO.........TERRIBILE.........
E TI CHIEDO BEPPE .....
BASTAAAAA PROTESTAREEEEE.......E' ORA DI FAREEEEEEEEEEEEEEE..........RICATTA BERSANI......MA FAI LE LEGGI CHE SERVONO ....L ITALIA STA MORENDO......E TU risulterai. RESPONSABILE ....CON LA TUA CHIUSURA TOTALE........IL PD ...SOLO CON TE PUO FARE QUALCOSA ...........

Grazia De nunzio , Guastalla Commentatore certificato 05.04.13 03:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STOP STUDI DI SETTORE DAPPERTUTTO! Sono un abominio (come i DRG) per una realtà non omogenea. Vi faccio il mio esempio, sono un medico libro professionista in un piccolo paese della Basilicata: anni fa scelsi drasticamente di abbandonare il servizio sanitario ospedaliero e pubblico in genere, il certo per l'incerto... per una serie di motivi cruciali: nel pubblico vengono premiati i peggiori, i lecchini i raccomandati,gli imbecilli, i tesserati; c'è disorganizzazione,poca motivazione, sprechi. Non esiste politica del merito. I primi anni (13 anni fa) l'attività privata era soddisfacente ma comunque il costo di molte terapie in Basilicata doveva NECESSARIAMENTE essere di gran lunga INFERIORE rispetto Emilia, Lombardia, Piemonte, Toscana, Lazio per via del diverso substrato socio-economico. Terapie che a Milano costerebbero 100-150 euro a seduta..in un paesino di Basilicata le devi abbassare a 50 (40 per i pensionati e già ti sembra di rapinarli..
così che spesso si lavora gratis). Adesso siamo alla canna del gas. La gente NON HA SOLDI PER CURARSI e qui al sud ne ha molti di meno!! DI CHE SETTORE VOGLIAMO PARLARE? Ho solo costi ed attingo dai risparmi per l'amore che ho per il mio lavoro,ma pago più di 1000 euro spazzatura, poi IMU, IRPEF, LUCE, GAS, TELEFONO, EMPAM, ORDINE DEI MEDICI. Cazzo! Ho solo costi!A Febbraio ho fatturato poche centinaia di euro..che studi di settore della cippa di minchia si possono fare con una nazione così disomogenea?... Proprio stamattina ho chiamato il commercialista ed ho prospettato la chiusura della partita IVA se la situazione generale non cambierà. Tempo un anno e chiudo e i risparmi me li riservo per vivere. Il "guadagno" da tempo non esiste più. Bisogna abolire queste perversioni di basso mercato delle vacche. Sto pensando di tornare al BARATTO!

Agnesina Pozzi, Lagonegro Commentatore certificato 05.04.13 02:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gli studi di settore dovrebbero sparire. basta prendere i soldi alla gente. basta è ora che i soldi li vadano a prendere dai nostri politici punto e basta.

luana andraghetti 05.04.13 02:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo gli studi di settore sono un altra arma che colpisce le nsotre aziende italiane.
Essi nascono in da un sistema operativo che non speccia per nulla la realtà economica delle nostre aziende in questo tragico momento. Questo strumento se ancora usato sarà altamente recessivo facendo chiudere l'aziende che finisco in accertamenti..senza contare quelle che chiuderanno per la crisi..Oggi micro e piccoli imprenditori sono la linfa economica di questo paese..danno lavoro, creano ricchezza immettendo investimenti nel sistema produttivo con il proprio lavoro. A differenza di uno Stato sbandato come il nostro che preleva ricchezza per disperdela nel nulla. Quindi da buon italiano bisogna difendere questa linfa..e non come lo stato che mediante gli studi di settore uccide lentamente la sua linfa..praticamente lo Stato italiano si sta CANNABALIZZANDO..praticamente lo studio di settore è diventato una metastasi del tessuto economico.
Altra cosa bisgna riformare Equitalia urgentemente..altra metastasi che sta affliggendo il nsotro tessuto economico.
Ricordate questi elementi spingeranno a non creare futuri imprenditori quindi condannando il popolo ad essere sempre più disoccupato.
Poi l'evasione che una piccola azienda fa entro certi limiti deve essere tratta in modo moderato, e non in modo inquisatorio come fa l'Agenzia delle Entrate..(la santa inquisizione fatta da Visco nel 2007).
Oggi bisogna cercare ad un piccolo imprenditore se ha evaso capire il perchè..se l'ha fatto per far rimanere viva l'azienda (non mi sentirei di condannarlo).se l'ha fatto per comprarsi un suv (allora deve essere condannato sempre con una misura da non far chiudere l'azienda specialmente se ha dipendenti perchè da ultimo pagano loro..l'ultimo anello della catena di questa situazione) Quindi il fisco deve diventare piu moderato verso l'aziende specialmente in questo momento.
Ultima cosa dovrebbe esistere un SOLO STUDIO di settore quello alle ammistrazione pubbliche!

stevino ., pistoia Commentatore certificato 05.04.13 01:31| 
 |
Rispondi al commento

NON BASTA

Vorrei che quanto emerge in Emilia porti ad una più ampia riflessione sugli studi di settore:
l'errore, la ingiustizia negli studi di settore è insita proprio nello stabilire un valore medio (secondo la teoria dei piedi nel frigo e la testa nel forno);
tale errore genera una ingiustizia fiscale in quanto chi guadagna meno della media è consigliato generalmente dal proprio commercialista (che non vuole perdere tempo a certificare al fisco che gli introiti del cliente sono inferiori a quelli che ci si aspetta) a dichiarare di aver avuto un reddito almeno pari alla soglia minima per evitare "rogne fiscali";
A questo punto un cittadino con difficoltà economiche si trova solo innanzi al fisco (se uno ha difficoltà economiche difficilmente potrà spendere soldi per pagare professionisti, commercialisti o legali, per risolvere la questione) e pertanto seguirà il consiglio del commercialista.
Tanto aggrava la situazione economica di chi è in difficoltà perchè, oltre ad avere un reddito basso, si accolla maggiori imposte di quante dovrebbe pagare.

In Emilia, la difficoltà diffusa in tutta la popolazione ha fatto emergere quello che accade a singoli cittadini in difficoltà ed in disperata solitudine in tutta italia.

questi modi barbari di sottrarre risorse vitali ai cittadini avranno fine quando il controllo della economia (spesa pubblica ed imposte) sarà nelle mani delle comunità. basta con questa centralità di stampo monarchico che ci spinge a trovare leader che quasi certamente ignorano i nostri reali problemi.

Pippo M. Commentatore certificato 05.04.13 01:19| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore dovrebbero anche adeguarsi ai tempi.

Nicola Prato 05.04.13 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno che sta dalla parte dei cittadini
Grazie Beppe

Mi raccomando niente accordi con chi ha distrutto il paese

In primis le sinistre. ( irap,equitalia,imu,ag. Entrate, studi settore... )

Marco Rusconi 05.04.13 00:39| 
 |
Rispondi al commento

POLITOMETRO SUBITO!!!! e studi di settore relativi rapportati agli altri Paesi Europei E NON !!!!

Lucy C., Milano Commentatore certificato 05.04.13 00:28| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente sono pienamente daccordo....è surreale che non ci abbiano pensato prima i nostri ex governanti...

Mirko Torri 05.04.13 00:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Era ora non ne potevamo più di adeguar ci ad un guadagno non avuto

Vincenzo santoro 05.04.13 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi pubblicizziamo questa cosa!!!l'italia deve sapere, non deve essere riferito solo le menzogne...facciamo capire all'italia chi si sta muovendo per il suo bene, per il nostro bene!!il blog non basta, dobbiamo arrivare a tutti!!!

Andrea T., Firenze Commentatore certificato 05.04.13 00:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si, per me si possono abolire, in circostanze normali non abbiamo bisogno degli studi di settore.

PAOLO B., Ciriè (TO) Commentatore certificato 05.04.13 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Vediamo, adesso qualcuno ha ancora da ridire? Avete ancora da accusate il movimento di non fare niente? E nel frattempo bersani e company che fanno dormano?
Bersani e compani zero provvedimenti.
Il movimento a 5 stelle è l'unico che puó dare una mano all'italia, sveglia gente, i fatti parlano chiaro. Movimento conquestelle 1 bersani e company 0.

Andrea T., Firenze Commentatore certificato 05.04.13 00:13| 
 |
Rispondi al commento

niente da eccepire siete fortissimmi, chi vi denigra un giorno sicuramente capirà che questa era l'unica strada per poter cambiar e risolvere i problemi non solo di questo paese,
ma del mondo intero

claudio ., cesena Commentatore certificato 04.04.13 23:35| 
 |
Rispondi al commento

BRESCIA MUORE AVVELENATA GNUTTI E IL TUO SPONSOR

D'ALEMA E GIUNTA DEL PD DOVE SIETE?

VINCENZO N.

vincenzo nesci 04.04.13 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore in questo momento sono assurdi ovunque, su tutto il territorio nazionale.
Ovviamente, ancor di più nelle zone terremotate.
In questo momento chi ha un ristorante, per esempio, non riesce nemmeno a calcolare con facilità la quantità di merce deperibile da comprare di scorta per i frighi... ci sarà gente questo week end? Si, no? Si, no?... come diavolo credono di poter calcolare LORO con gli studi di settore? Perché non si può dedurre dagli acquisti la roba che butti invenduta (da mangiare parlo) ??? Io la butto se non l 'ho venduta, per LORO l 'ho venduta !!!
Ci sarà gente? Allora prendiamo un cameriere extra...
Buco nell'acqua...
Non c'è stata affluenza "normale" per essere sabato sera... Però , hai comprato merce e preso un extra... quindi LORO dicono: hai incassato! Tira fuori i soldi!
E questo è solo la punta dell'iceberg sull'argomento... OVVIAMENTE!
Congruità ...
Lasciamo stare vah!

Ary C 04.04.13 23:14| 
 |
Rispondi al commento

ONORE ALL'ESERCITO ITALIANO CHE HA IMPEDITO

LA LAPIDAZIONE DI CENTINAIA DI DONNE AFGHANE

E HA DATO LA POSSIBILITA' A TANTI BAMBINI E

BAMBINE,

A COSTO DI SACRIFICARE LA VITA,DI ANDARE A SCUOLA

VIVA L'ESERCITO ITALIANO

VIVA LA FOLGORE

NO ALLA VIGLIACCHERIA NO A RITIRO DEI NOSTRI

MILITARI DALL'AFGHANISTAN

VINCENZO N.

vincenzo nesci 04.04.13 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parlo da cittadino terremotato. Fino ad ora se volevamo ripartire con le nostre attivita' abbiamo dovuto dare fondo ai nostri averi, altrimenti se aspettavamo i contributi , saremmo gia' morti tutti di fame e il cratere emiliano del sisma sarebbe disabitato. Ora ci stracciano pure le mutande che abbiamo indosso con gli studi di settore...Ma qualcuno dei nostri governanti non si rende conto che i tempi son cambiati? E allora,movimento 5 stelle che siete al parlamento, tirate fuori le palle e mandate a casa tutti, ma seriamente e in fretta! Un saluto da Mirandola terremotata.

giuseppe c., mirandola Commentatore certificato 04.04.13 22:56| 
 |
Rispondi al commento

il colmo è fare studi di settore dove tutto è a terra, lo vedete che noi abbiamo ragione a non fidarci di chi ci ha governato fino a ora, facendo finta di non capire che i problemi sono altri, io non gli taglierei solo i finanziamenti ma anche la testa, tanto per quello che a loro serve.

franco f. Commentatore certificato 04.04.13 22:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io direi, stop agli studi di settore ovunque! Mai fu fatta cagata più grossa degli studi di settore.

Vedo Tondo (vedotondo), Cagliari Commentatore certificato 04.04.13 22:52| 
 |
Rispondi al commento

Via per tutti .sono una cosa assurda questi studi di settore ,per far pagare le tasse a tutti dovrebbero essere basse ,semplici da calcolare e a quel punto se non le paghi vai a lavorare gratis per 5 anni in una stalla a spalare cacca con le mani :)):

veratti Silvia 04.04.13 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Abolire gli studi di settore o studiare una proposta equa che ragioni su basi reali di produttività.
grazie e un buon lavoro

Barbara Luciani 04.04.13 22:28| 
 |
Rispondi al commento

salve vorrei sottoporvi un idea che mi è venuta camminando x la mia città...il comune potendo rilasciare delle "licenze temporanee"di 24 ore previo pagamento di 10 euro all'apposito ufficio potrebbe creare uno spazio dove gli ambulanti parlo di qualsiasi categoria possano lavorare in regola pagandosi la licenza senza dover temere nessuna multa nessun sequestro della merce e mezzo..le dieci euro date dal venditore verranno riutilizzate per pagare il personale che secondo uun bando emanato dal comune invita tutti i ragazzi disoccupati a rivolgersi agli sportelli x mettersi in graduatoria il lo spiazzale resterebbe aperto 6 su 7 il personale si occuperebbe della sicurezza e dei servizi di agibilità..il venditore a fine vendita sulla ricevuta scrive cosa ha venduto e a che prezzo compreso il totale ovviamente...se potesse pagarsi una marca come un giorno di lavoro e soprattutto quando può dato che non lavora ma va li con la verdura raccolta in campagna o l'arancia x guadagnarsi qualcosa e tornarsene a casa un contributo pagato da aggiungere ad un eventuale pensione già presente penso che davanti ai comuni ci sarebbero le file fino a sera x potersi aggiudicare una piazzola x l'indomani,e il nero si azzererebbe drasticamente a mio modo di vedere..ma il mio modo di vedere magari sembrerà utopistico lo so ma sarebbe bello poter fare qualcosa di concreto x gente che non lavora da tempo come me....cordiali saluti da lentini (SR)sarebbe bello avere una risposta da Beppe grazie...

samuele sciacca 04.04.13 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Commisurare gli studi di settore alle realta in cui risiede l'azienda ....

( in sicilia siamo terremotati da una vita grazie agli intrallazzi stato mafia)

Una software house in sicilia (tranne botte di "fortuna") .... non fatturera mai come una software house a milano ....

mancano i potenziali clienti locali .... i clienti grossi .... qui le ditte piu grosse sono negozietti con 2 sedi ....
quindi cosa posso chiedere ai miei clienti ....
discorso diverso se i clienti fossero titolari di grosse ditte ... e necessitassero di servizi informatici a iosa ....
saluti

Rosario Giacalone 04.04.13 22:14| 
 |
Rispondi al commento

io abito a crevalcore una zona colpita...mi fa incazzare il fatto il fatto che il comune abbia cspeso sun sacco di soldi per edificare un terreno agricolo metterci sopra container dove il nostro futuro (i ani devono andare a studiare con le goccie di pioggia sui banchi.........ed ha adirittura chiesto 8 milioni di eurini dalle offerte per il teatro dove nn ci hanno fatto mai nessuno spettacolo..........tutto questo mentre a 12 KM a sant'agostino per l'esattezza ...con 2 milioni hanno fatto una scuola in classe A col tetto in legno e lo scuolabus regalato da vasco rossi.....notizie lette sul Resto del Carlino.

christian pusinanti 04.04.13 22:13| 
 |
Rispondi al commento

si sono d'accordo.
per i terremotati si.
in generale però sono d'accordo solo se si sostituiscono gli studi di settore con qualcosa di veramente efficace contro gli evasori fiscali.sono troppo stufo di vedere gente con Audi o Mercedes da 50.000 euro ed oltre che fa l'imbianchino,l'idraulico,l'elettricista etc.
Ma tutto ciò è solo una parte di quello che veramente servirebbe.

cristiano sanvito Commentatore certificato 04.04.13 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Si, sono d'accordo e subito dopo via gli studi di settore per tutti.
Eliminare questo sistema aberrante è un dovere e subito dopo cambiare la legge in modo da contrastare gli evasori reali.
Galera e confisca dei patrimoni per coloro che evadono lasciando all'Agenzia delle Entrate l'onere della prova.
Se evado le tasse rubo alla collettività, chi ruba merita la galera e merita di andare a prendere il posto dei clandestini per colpa della Bossi/Fini.

Gabriele Marchetti

Saluti

Gabriele Marchetti 04.04.13 22:05| 
 |
Rispondi al commento

anche se ho una piccola azienda CONGRUAAAAAAA è giusto abolire gli studi di settore per tutti, specialmente in questo momento per chi ha subito danni per terremoti e alluvioni (vedi Albinia ecc.)


Ma siamo matti?!
Abolizione degli studi di settore, subito!

Grazie Beppe.

Quintet Images 04.04.13 21:59| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia intera e' in uno stato di calamita' naturale, una calamita' chiamata crisi o "miseria". Applicarli ai terremotati e' immorale, ma e' assurdo applicarli a chiunque in questo momento.

Stefano Baldo 04.04.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo , addirittura dovrebbero toglierli in questo periodo di crisi a tutte le attività

Fabrizio Pesci 04.04.13 21:36| 
 |
Rispondi al commento

È giusto abolirli perchè questo è un'altro modo per privilegiare i soliti e non aiutare chi ne ha veramente bisogno, come le piccole imprese e gli artigiani.
È ora di aiutare chi ne ha veramente bisogno! !

Alessandra Pusceddu 04.04.13 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti Andrea De Franceschi, ma con tutto il rispetto per te e con tutta il mio disappunto per questi " Tecnici burocraticizzati" , Ma quando Vi " ricordate che esistiamo anche noi poveri cittadini"
Vi seguo e vi approvo
Enrico schiavone

Enrico schiavone 04.04.13 21:28| 
 |
Rispondi al commento

gli studi di settore scaturiscono se non ricordo male da accordi trà le varie associazloni di categoria e gli uffici finanziari, quindi bisognerebbe chiedere conto a chi ha firmato tali accordi.

rinaldo p., grosseto Commentatore certificato 04.04.13 21:27| 
 |
Rispondi al commento

SALVE QUESTI STUDI DI SETTORE CERTAMENTE HANNO CONTRIBUITO AD AFFOSSARE LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE.I POLITICANTI DOVREBBERO ESSERE "LORO " OGGETTO DEGLI STUDI DI SETTORE,IN QUANTO SI SONO ARRICCHITI MANDANDO IN MALORA L'ECONOMIA,E SACRIFICANDO IL FUTURO DELL'ITALIA,IN NOME E PER CONTO DELLE BANCHE.SALUTI.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato 04.04.13 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Siamo spacciati...
Io la penso come Beppe, si deve mantenere la parola data, quello scritto nel programma, niente accordi con i vecchi partiti.
Ma tanti, troppi nostri voti vengono da chi in qualche modo sperava in un cambiamento "indotto" tramite un acordo con il PD. E non sono certo tutti troll.

Io sono effettivamente combattuto, sono combattuto perchè è giusto rispettare gli accordi presi nel nostro programma, se non rispettassimo le nostre regole interne come potremmo garantire di rispettare il resto?

Ma dall'altro lato se non dovessimo dare la fiducia a "qualcuno" su dei punti precisi e condivisi rischieremmo, anzi sono sicuro che perderemo un sacco di voti e alle prossime elezioni probabilmente non conteremo più nulla.
Lo dico perchè ascolto le opinioni di molti che hanno votato M5S e convinti, anche dalla TV, che non stiamo facendo nulla di nulla non ci voteranno più.

Io sono in stallo, bloccato sul rispetto degli accordi presi prima delle elezioni e violarli in nome di qualche legge approvata e di un possibile aumento dei voti.

Parafrasando un detto, Coerenti e Maziati

Davide B. Commentatore certificato 04.04.13 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pienamente d'accordo caro Beppe, come tante altre assurdità ke si sono inventati x distruggere l'economia di qs. Paese a loro pro!

Anna Maria Franchi, Roma Commentatore certificato 04.04.13 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Abolire gli studi di settore è un dovere poichè sono di parte. Cioè vanno a colpire maggiormente solo le fascie di piccoli imprenditori. Ma i politici no?? Certi finanzieri che vivono al di sopra dei propri mezzi ufficiali, no? Ci sarebbe da fare descrizioni per ore......

M5s bisogna muoversi prima che inizi la guerra tra poveri.

Alessandro , Milano 04.04.13 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con i cittadini parlamentari. Purtroppo, gli studi di settore, sono stati utilizzati in modo improprio, ossia in favore dell'Erario dello Stato e contro i commercianti e gli artigiani. Figuriamoci se i terremotati potevano sottrarsi. Anche questi vanno a finire nel famoso "tritacarne".

Paolo Longhi 04.04.13 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Approvo!!

patrizia l. Commentatore certificato 04.04.13 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ma qualcuno di voi si è informato prima di parlare? fin dal 2007 sono in vigore per la maggior parte i correttivi agli studi di settore dovuti a periodi di crisi particolari, calamità ed altro ... quello che si chiede nell'intervento dei rappresentati del M5S semplicemente già c'è ...

Franco Lodoli, Roma Commentatore certificato 04.04.13 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono pienamente d'accordo, concordo gli studi di settore sono solo una perdita di tempo, e penso anche cwhe bisogna velocizzare i cosidetti incentivi per poter far ricominciare i nostri amici emiliani!!!

silvano bozzetti, milano Commentatore certificato 04.04.13 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Avanti troll attacchate il moVimento anche su questo!!!!

Stefano Veltre (il jack) Commentatore certificato 04.04.13 21:05| 
 |
Rispondi al commento

buttiamoli fuori a calci tutti quanti quegli incapaci, loro erano in parlamento prima della crisi. adesso i casi sono 2 o si facevano le pippe mentali con la coca, o studiavano il modo per ridurre gli italiani in questo stato?

giuseppe miniello, rotello Commentatore certificato 04.04.13 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore dovrebbero essere aboliti per sempre ! Io sono stata multata di 80.000,00 euro e ho chiuso la mia agenzia immobiliare perche' incongrua secondo gli studi di settore!!! E quindi due anni fa multa per accertamento induttivo..se scendi sotto un certo fatturato scatta l' accertamento!! Quindi la colpa era mia e non della crisi immobiliare, inoltre in quel periodo di forte stress, ( tre figli e sola!) mi sono anche ammalata di ipotiroidismo e quindi riuscivo a fare veramente poco perche' sempre stanca e piangevo per un nonnulla! Non intendo assolutamente pagare,anzi vorrei essere risarcita da questo abuso . Tanto pagheranno esiste un Dio!

Patrizia Montefusco, Milano Commentatore certificato 04.04.13 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Daccordissimo! non è tollerabile che queste persone (commercianti di qualsiasi tipo) dopo quasi un anno non abbiano potuto avere un cazzo di 'incentivo' per poter provare a ripartire e vivere serenamente! Io abito in un comune semi terremotato e questa situazione è incredibile e disastrosa.
W MOVIMENTO 5 STELLE !

Riccardo D., Quistello Commentatore certificato 04.04.13 20:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo con il M5S avanti così

simone ruscio 04.04.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Non servono gli studi di settore. In questo paese ci vuole la tracciabilità "il pagamento con carte di credito senza alcun costo da parte delle banche". Bisogna ridurre il più possibile l'utilizzo di moneta. In altri paesi d'Europa si fa da tempo e si preleva giusto il minimo indispensabile per il caffè, il giornale, la piccola spesa al mercato, anche se esiste oggi il mobile payment che permette il pagamento attraverso il proprio iphone.

stefano fazi 04.04.13 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Da ITALIANA TERREMOTATA COMMERCIANTE direi che sarebbe più che giusto...ma lo sarebbe stato anche senza terremoto!!!!!!

marzia superbi, modena Commentatore certificato 04.04.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento

GLI STUDI DI SETTORE SONO SOLO UN SISTEMA PER BUTTARE VIA DEI SOLDI IN DIREZIONE CLIENTELARE. HO SENTITO CHE REGIONI PAGANO STUDI DI UNA STUPIDITA' ASSURDA: TIPO IL CENSIMENTO DEI MILLEPIEDI SUI MONTI CARSICI....GIUSTO PER DIRE UNA STUPIDAGGINE.

leonardo l., augusta.sr Commentatore certificato 04.04.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento

sono di Poggio Rusco (MN), comune terremotato, noi non siamo in emilia ma in lombardia ed ancora non è arrivato un soldo qui....

Gabriele Marangoni (magoo59), Poggio Rusco (MN) Commentatore certificato 04.04.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli studi di settore sono la più grossa idiozia che i nostri governanti ci hanno regalato.....non solo per le zone terremotate ma per tutta l'Italia.....
Quello che si deve colpire sono le anomalie che lo stile di vita che certe persone hanno e non uno studio demente di settore che blocca l'economia e gli investimenti delle aziende.

gabrio bianchi 04.04.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente d'accordo. Sono da abolire in toto ma in questo caso sono una aberrazione e una presa in giro.

Giuliana Quondam 04.04.13 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente d'accordo... ma in seguito andranno rivisti in generale

Marina A., lucca Commentatore certificato 04.04.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

É strano come per un articolo come questo, piccolo sí, ma significativo e importante a livello pratico, fattivo, reale, che si occupa di economia, di persone, di interventi diretti sulle questioni, i trolls, scompaiano. Si intimidiscano, non commentino.
Tutti troppo impegnati a criticare, analizzare, elaborare strategie e linee politiche? Giudicare, istruire, bacchettare il M5S per la sua cialtronaggine politica? Tutti professoroni di politica istituzionale? O pecoroni incapaci di intelleggere le piccole cose dalle quali si parte per cambiare questo paese che ha sempre piú l'aspetto di un carro funebre? Questi cominciano ad essere fatti.
Paura, eh?

Paola R., Forlì Commentatore certificato 04.04.13 20:46| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

assolutamente d'accordo

maurizio palma 04.04.13 20:45| 
 |
Rispondi al commento

condivido bravi avanti cosi'

MARIO SATURNO 04.04.13 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore sono da abolire a prescindere.
Penalizzano chi non lavora molto e premiano chi ha molto lavoro.
Perchè solo che hai lavoro rientri pienamente nello studio e puoi evadere quello che vuoi.
Se la tua attività va male o hai poco lavoro non ci entri e risulti un evasore anche se invece non è vero.

Matteo Pietri Commentatore certificato 04.04.13 20:43| 
 |
Rispondi al commento

sono stati i politici a creare gli evasori !! facendo pagare sempre di più quindi alzando sempre la soglia chi ci arrivava appena avendo un piccolo margine poi non ce la più fatta !! Invece di pagare poco ma tutti anno messo le code al collo alla gente !!! loro sono i veri criminali e assassini !!!!

Trasforini Odiliano 04.04.13 20:42| 
 |
Rispondi al commento

perchè non utilizzare i fondi dell'unione europea per finanziare un proggetto di riqualifica?

Davide 04.04.13 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente SI

Gianfranco Di Tella 04.04.13 20:38| 
 |
Rispondi al commento

approvo le vostre idee ok procedete

luigi apicella, san miniato Commentatore certificato 04.04.13 20:38| 
 |
Rispondi al commento

sono solidale e daccordo

natalino cerlon 04.04.13 20:34| 
 |
Rispondi al commento

In tutta Italia li dobbiamo togliere sti studi di settore!

Emanuele C., Palermo Commentatore certificato 04.04.13 20:34| 
 |
Rispondi al commento

Quella degli studi di settore è un assurdità totale, ovvio che in certe situazioni sia devastante e un idiozia pura, ma andrebbero tolti a livello nazionale, se ne parla troppo poco di questo argomento !!

Alessandro. Baroni, Reggello Firenze Commentatore certificato 04.04.13 20:28| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe meglio in tutta l'area nazionale!!se l'onesta' deve essere una moda bisogna far si' che chi lavora deve guadagnare e pagare le tasse in maniera equa

FABRIZIO P., Roletto Commentatore certificato 04.04.13 20:23| 
 |
Rispondi al commento

ASSOLUTAMENTE SI !

Ivano A. Commentatore certificato 04.04.13 20:22| 
 |
Rispondi al commento

certo sono d'accordo

adriana ajello 04.04.13 20:21| 
 |
Rispondi al commento

condivido pienamente!

Francesco Paolo Capaldo, Imola Commentatore certificato 04.04.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento

ma certo che sono d'accordo, gli studi di settore bisogna farli a chi ci ha ridotto alla fame!!!

Antonella Cancedda (bollicina.or), Oristano Commentatore certificato 04.04.13 20:13| 
 |
Rispondi al commento

SONO PIENAMENTE IN ACCORDO

RUSSO ANTONIO 04.04.13 20:13| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo

vittorio buzzi 04.04.13 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Approvo

Ita881 04.04.13 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore sono da abolire ovunque,perchè basati su criteri "ignoranti" come solo la nostra classe politica poteva fare.
Inutile dire che in zone colpite duramente andrebbero quantomeno sospesi.

Alessandro Rimassa 04.04.13 19:40| 
 |
Rispondi al commento

**************************************************

http://www.keinpfusch.net/2013/04/il-salvataggio-delle-banche-italiane.html

giorgio r. 04.04.13 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Basta dichiarare i redditi (o perdite) realizzate nell'esercizio e gli studi di settore sono superati. Se le dichiarazioni sono veritiere i controlli del fisco non potranno che prendere atto.

Carlo Gloria 04.04.13 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore sono una grande boiata, essendo stato un artigiano fino a poco tempo fa, ho sempre lavorato da solo, mi è capitato ultimamente per problemi di salute di non poter lavorare per un certo periodo e di conseguenza non incassare, come glielo spieghi alla finanza che non sei congruo.

Rino piras 04.04.13 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Basta con gli studi di settore per tutti ,hanno strozzato gli artigiani . Ma siamo sicuri che chi li calcola ne capisca veramente? Noi abbiamo i nostri dubbi ,.Forza Emilia e coraggio a tutti gli artigiani ivo e vera borgomanero

gallarotti ivo 04.04.13 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore vanno aboliti tutti, c'è una legge dello stato che dice che ognuno deve pagare in base al reddito che produce, se io non voglio essere schiavo del lavoro e voglio lavorare per quanto ritengo mi possa bastare perchè sono obbligato a pagare di più???

Nico P., Tolentino Commentatore certificato 04.04.13 18:46| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non riescono a monitorare, le entrate con le uscite dello stato come possono vantare di presumere le entrate con le uscite di una piccola realtà economica magari in un paesino del meridione,questa legge come il redditometro se lo applicassero alle loro vite e a quelle dei loro parenti, siamo vessati e maltrattati da quattro incompetenti che credono di essere Dio in terra, ditegli chesono niente e che se ne vadano una volta per tutte

Domenica S., Fasano (BR) Commentatore certificato 04.04.13 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mammamia ragazzi è circa una mesata che respiro proprio aria fresca, aria pulita come salto un pa in aria...peccato che ad altezza terra ci sia ancora un pò di malodore di quei partiti incapaci e collusi....ma sono sicuro che stia svanendo tempo 7-8 mesi e si toglieranno dalle balle e finalmente faremo vedere per la prima volta in 2000 anni di storia che gli italiani non sono solo quei geni che hanno inventato quasi tutte le invenzioni moderne(pardon einstein) ma hanno anche le capacità di implementare una società giusta guidati dall'onestà e dalla verità.non vedo l'ora di vivere tra 30 anni, quando racconterò ai miei figli cosa è successo in questi anni e come la gente sia riuscita a rivoluzionare un sistema partendo proprio da "uno vale uno"....e adesso sigla:non siamo un partito non siamo una castaaaaa

riccardo m., roma Commentatore certificato 04.04.13 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Ho sentito che 200 nominativi italiani segreti hanno conti miliardari all'estero.Sembra che siano sull'espresso, tra cui apparirebbe anche TREMONTI ecc. La tv lo accenna appena.
M5S, stanateli e metteteli tutti sul blog e fate un'inerrogazione parlamentare!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 04.04.13 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Avanti così !! gli studi di settore li faremo ai Politici !!

Maurizio Bassetti, sesto calende Commentatore certificato 04.04.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

se non fermiamo l'ingordigia di questi politici vampiri avremmo da pagare anche le tasse sulle finestre come nel medio evo.Non perdiamoci in seghe mentali prendiamo la bastiglia,facciamo tabula rasa della casta che ad un mese e mezzo dal voto sta ancora traccheggiando come niente fosse successo,loro la busta paga a fine mese la portano cmnq,noi quì siamo in balia di crisi finanziare,economiche ed anche isteriche,senza lavoro e chi il lavoro c'è l'ha non viene pagato.Basta Basta prendiamo i forconi le falci e le picche tiriamo fuori sti politici dal maniero,come si tirano fuori le lumache dal loro guscio.Bisogna fare equitalia all'incontrario,sequestrare tutti i beni dei politici fino alla quarta generazione,perchè hanno preso la paga per ridurci così!

gioacchino m. Commentatore certificato 04.04.13 18:05| 
 |
Rispondi al commento

SONO COMPLETAMENTE D'ACCORDO SULLA vS. INIZIATIVA E,FATECI SAPERE, L'ITER ED EVENTUALMENTE I VARI INTOPPI CHE CREERANNO I TIRANNI DI STATO.
BRAVI

giovanni F., san severo Commentatore certificato 04.04.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento

un altro articolo a favore degli evasori!!!!!!

antonio l. Commentatore certificato 04.04.13 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SCIOCCHEZZE.... gli studi di settore sono una assurdità e vanno aboliti completamente. Premiano le attività a cui gli affari vanno bene, che non hanno problemi ad essere congrui con gli studi di settore e bastonano le attività minori, che hanno problemi oppure imprenditori che non vogliono sacrificare 16 ore al giorno al lavoro ma fare una attività marginale... sufficente al loro sostentamento. Gli studi di settore premiano chi non ne avrebbe bisogno e castigano chi si trova in difficoltà.... bella roba !!!

mat 04.04.13 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore vanno aboliti per tutti! lo stato ha ora di fatto tutti gli strumenti per verificare il mio reddito, addirittura può controllare il mio conto corrente. Quindi basta con la presunzione di colpevolezza, io pago quanto dichiaro e basta. Altrimenti mi dai la pensione, la mutua, e tutte le cosìne che spettano ad ogni lavoratore. Cassa integrazione compresa.

Marco Rossi 04.04.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Ottima idea, primo passo per liberare l'Italia da quella piaga di legge!

Antonello junior Esposito 04.04.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Gli studi di settore sono iniqui per tutti. La loro abolizione dovrebbe essere totale. Via la moneta cartacea ed introduzione in toto della moneta elettronica. Si eliminerebbero in un solo colpo (se veramente lo vogliamo e lo vuole il m5s portavoce dei cittadini) il problema dell'evasione, quello della droga (a meno che i pusher non accettassero anche i bancomat), della corruzione e delle tasse troppo alte poichè tutti saremmo costretti a pagarle. In uno stato dove non circola moneta, poichè non la potresti spendere, qualsiasi traffico illecito sarebbe interrotto. Se si vuole si puó fare !!

Max Teramo 04.04.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In questo momento di crisi dovrebbero essere aboliti completamente, io sono un artigiano e sono 3 mesi che non ho lavoro, a fine anno quando devo presentare la denuncia dei redditi allo stato non interessa niente se io non ho lavorato e se non sono congruo adeguarmi mi costa ancora di più che se avessi fatturato. Gli studi di settore sarebbero da abolire sempre ci sono altri modi per far pagare le tasse applicati in molti altri paesi ma i nostri politici sono sempre stati capaci a copiare dagl'altri solo le cose peggiori.

Tiziano 04.04.13 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una cosa importante anche se fuori tema Ho cercato Blog di Grillo ma non è uscito per primo il vostro sito. E' uscito al sesto posto dopo il messaggero, l'unità, formiche.net e altri.

Rossella Bigi, Milano Commentatore certificato 04.04.13 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Ben fatto
sono iniqui ovunque ma in emilia in questo momento sono delittuosi

PIER LUIGI CORRADI, GENOVA Commentatore certificato 04.04.13 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Ottima idea. Ma si dovrebbero abolire gli studi settore anche in molti altri casi. Non ho le competenze per suggerire altro, solo la mia esperienza. Ho dovuto chiudere un portale che si occupava dell'aspetto culturale della fotografia e aveva uno straordinario successo di pubblico e aveva una sua utilità. Ma non potevo pagare tasse per quello che non guadagnavo.

Rossella Bigi, Milano Commentatore certificato 04.04.13 17:33| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
I FRANKLING,DOVREBBERO FARLI DA ALTRE PARTI,NON DOV'E SI E' VERIFICATO L'EVENTO
ALVISE

alvise fossa 04.04.13 17:33| 
 |
Rispondi al commento

OK, d'accordo, un primo passo....
(per me gli studi di settore vanno aboliti in toto, o, al limite, "ristudiati" ed adeguati alla situazione finanziaria attuale....)
buon lavoro citti (ragazzi)......

carlo c., ar Commentatore certificato 04.04.13 17:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori