Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Cinquantenni abbandonati

  • 203


50enni_abbandonati.jpg
"52 anni, disoccupato da parecchio, speranza ormai persa, 3 figli in età scolare, cioè minori. Il Centro per l'Impiego, a parte la registrazione di routine, in questi anni non mi ha mai contattato né tanto meno le varie agenzie interinali, anzi quest'ultime forse mi hanno anche eliminato. Non godo di alcun sostegno, ho percepito la disoccupazione per 8 mesi e poi nulla. Se il mio Comune assume qualcuno in difficoltà lo fa per lavori LSU e solo per quelli che già godono della mobilità o della cassa integrazione. Assurdo. In questo caos dove i cinquantenni non sono considerati, si parla solo di giovani o di cassa integrazione, l'unico rimedio è il reddito di cittadinanza e la riforma dei Centri per l' Impiego." Gaetano Russo

17 Mag 2013, 19:43 | Scrivi | Commenti (203) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 203


Tags: centri per l'impiego, cinquantenni, giustizia sociale, reddito di cittadinanza

Commenti

 


Io do Collateral e prestiti non Collateral con una quantità gamma di 3,000EURO a 10.000.000 euro. Se si desidera un prestito e si dispone di un cattivo credito, nessun problema di contattarmi via e-mail: williamgreggfinancialinvestment@live.com

William Gregg 03.12.16 02:29| 
 |
Rispondi al commento

SONO DISPERATO HO CONTRIBUITO A INPS
PER LA SOMMA DI 210 MILA EURO SIA COME CONTRIBUTI
VERSATI IN AZIENDE PRIVATE E IN ENTE REGIONALE
LOMBARDO. ADESSO MI RITROVO SENZA LAVORO IN ETA'DI
56 ANNI E SENZA NESSUN SOSTEGNO E VADO AVANTI CON
20 EURO ALLA SETTIMANA CHE MIA MADRE DI 95 ANNI
MI AIUTA. E'VERGOGNOSO VORREI I MIEI SOLDI INDIETRO TI PREGO BEPPE VAI TU AL GOVERNO TOGLI LA CASTA.

martino 28.11.16 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Ho sempre lavorato nel mio supermercato ma la crisi e altro hanno distrutto i miei progetti e mi trovo a 58 anni distrutto!

mario picca 16.11.16 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Sono un prestatore di prestito privato registrato e degli investitori e vi offrirà prestito veloce e legittimo 2%
  per fare affari, comprare casa, auto e per pagare le bollette di contattare carteraudry01@gmail.com

MATTO 04.09.16 23:55| 
 |
Rispondi al commento

buona ha tutti quanti, io sono un edile gruista è ho girato in tutta italia per un lavoro cantiere per cantiere è mi anno sbattuto la porta in faccia mentre noi facciamo la fame gli ecstracomunitari lavorano , perckè , ditemi voi e giusto questo.

andrea 18.05.16 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiamo Urbano Granata ho 50 anni ho perso il lavoro non so che devo fare lavoravo in una azienda industriale di verniciatura alluminio che si trova ad Arzano ( Napoli )Slam S.r.l. che ha fatto un licenziamento colettivo di sette unita' del 3 livello piu' basso ,facevo il magazziniere e altre cose quando mancava il personale.Sposato con Filomena Pennacchio e due bambine di 9 anni e otto anni e con pigione da pagare ogni mese.Mi dite che posso fare grazie.

Urbano Granata 22.04.16 15:49| 
 |
Rispondi al commento

ho 51 anni padre di due figli uno 5 anni e una di 4 anni ho perso il lavoro da 2 anni per motivo che la ditta dove operavo a fallito. mia moglie si da da fare ad accudire una persona anziana.
ci diamo da fare tutti i santissimi giorni per portare a casa la giornata sii sono costretto a lavorare in nero. e me ne vergogno.
sono iscritto al collocamento mando c.v. periodicamente ma niente
non ho mai e poi mai chiesto niente allo stato abbiamo pagato sempre con dei sacrifici ma a testa alta a questo stato meschino che ci sta rovinando la vita. non siamo procupati per noi ma per i nostri figli. che avvenire possiamo dargli se andiamo avanti cosi.
io non sono un ipocrita.
sono solo un padre di famiglia che a visto suo nonno che a lavorato una vita per suo figlo e mio padre per me ma io che c.....o
scusate.
l'italia e basata sul lavoro.

UN PADRE CHE SI VERGOGNA DI ESSERE ITALIANO
DI castro adriano

adriano di castro 15.03.16 21:52| 
 |
Rispondi al commento

sono stanco dopo 35 anni di lavoro e con un eta' di 55 anni sto in mezza a una strada mebtre i governatori se la godono dicendo bugie e prese in giro, basta io sono d'accordo che prendiasmo un accordo e ci portiamo tutti a roma senza tornare indietro se non con certezze verev e scritte
o di un vero lavoro- o. di un sussidio che ci porta alla pensione i soldi sanno dove prenderli
comenoi abbiamo lavorato e pagato sempre i contributi.
poi per i fondi che arrivano fino al 2017
di miliardi di euro dove stanno andando a finire?
per tanto urgentemente organizziamo una data
che sia subito urgente prima di natale
e' corriamo a ROMA RESTANDO LA FINE ALLA FINE DELLA SOLUZIONE PER NOI OVER 55 altrimenti andremo con le nostre famiglie alle loro case
cosi ci rediamo conto bene se i soldi ci sono o no
ma spero di non arrivare a tutto questo
aspetto vostro appuntamento per marcia su roma siamo stanchi basta.finiamola una volta e' per sempre, entonifer

antonio ferraiuolo 17.10.15 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Non cpisco perchè il movimento 5 Stelle non attacchi la norma che consente di sfruttare i lavoratori socialmente utili facendoli lavorare come tutti gli altri operai ma ad un prezzo che si può definire sfruttamento del lavoro. Ora che lo faccia un privato tra virgolette e comprensibile in quanto ci sarà una contrattazione tra le parti ma che lo faccia un ente pubblico e scandaloso. Il movimento 5 stelle è l'unico che oggi difende i lavoratori speriamo che agicsa contro questa forma di schiavismo di Stato

stefano peressini 10.10.15 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Sono rifiutati dalla banca e volete un prestito per le vostre esigenze qualsiasi? Non c'è problema. Indipendentemente dalla vostra situazione finanziaria. Offro prestiti commerciali, mutui, prestiti internazionali, esclusive e personale educativi prestiti. Offro prestiti disponibili alla gente, altro pubblico e privato e molte aziende. Sono disponibile si ha su qualsiasi prestito, immobiliare, finanziamenti e altro. Offro due prestiti di lungo e breve termine. Contatto con me oggi e ottenere una prima classe di servizi finanziari per il: manuel.du16@yahoo.fr

manuel 07.07.15 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Stare qui davanti al pc e cliccare ore e ore per trovare un lavoro senza mai avere una risposta.A 58 anni sei un ripudiato dalla società.Stare qui a leggere che un funzionario governativo guadagna più del presidente della repubblica e del presidente degli stati uniti.Stare qui e leggere che in ogni dove salta fuori un funzionario corrotto.Stare qui e scoprire che in parlamento si accapigliano per una legge elettorale che andrà in vigore ....quando?Stare qui e sentirsi dire che la nuova legge elettorale è una grande conquista per gli italiani....come se noi a tavola parlassimo di proporzionale o maggioritario.....Un parlamento cosi che senso ha?Ovunque cosa fai ti mettono leggi leggine cosi ti impediscono di operare...altro che impresa in un giorno....oramai noi italiani comunichiamo con lo stato solo attraverso vigili,finanzieri,poliziotti,carabinieri.Questo stato è una dittatura.Persino un bidello si comporta come se fosse il dio in terra.E allora mi domando..perchè non posso fare anche io il parlamentare?Perchè devo dipendere da un partito?Perchè non posso dire la mia riguardo alla mia vita?Siamo circondati da corrotti,incapaci,nullafacenti e parassiti ad ogni livello....comunisti con la faccia pulita,vecchi democristiani riciclati liberali,fascisti che di colpo non lo sono mai stati e un presidente del consiglio che parla per riempire i telegiornali.Siamo alla frutta e ,tanti come me,non ne possono più.Che senso ha continuare cosi?E alcuni seduti su quegli scranni puzzolenti si lamentano perchè non vivono con 20.000 euro al mese.Populismo?Qualunquismo?Forse,ma qui è in gioco la vita delle persone.Forse sarebbe utile far rinascere il "partito della bistecca".Grazie

Marco Meneghel 05.05.15 14:21| 
 |
Rispondi al commento

62 anni io e 63 mia moglie, ambedue disoccupati da anni, casa in pignoramento perchè non possiamo più pagare il mutuo, nessun aiuto da Comuni, "assistenti sociali", e parassiti vari, nessun lavoro dalle aziende nonostante mille ricerche ed un curriculum di esperienza validissima. Tante iniziative autonome uccise in partenza da tasse, burocrazia, e ladri provinciali, regionali, statali.
Ci uccideremo, ma qualcuno lo porterò con me.

Edoardo D'Olivo 19.04.15 15:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signore/signora Ciao ha tutti
Email : finance.europa12@gmail.com
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.
Email : finance.europa12@gmail.com

Edizo 18.02.15 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Email : finance.europa12@gmail.com
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.
Email : finance.europa12@gmail.com

prestatore 09.02.15 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io disoccupato. 48 anni. 2 figli di 18 e 16 anni da mantenere. e solo
porte sbattute in faccia. mndo centinaia di curricula al giorno e nessuno
si degna nemmeno di rispondere!!! non so più cosa fare. io ho tanta voglia
di lavorare e sono disposto a fare qualsiasi lavoro ma qua ci si preoccupa
solo di giovani,disabili ed extracomunitari e questo solo perchè ai datori
di lavoro costano meno- e uno per sopravvivere cosa deve fare?? anadare a
rubare?? o farebbe meglio ad ammazzarsi??? è uno schifo!!! italia paese di
merda!!! paese dove vanno avanti solo ladri e troiette!!! fanculo!!!
alessandro curtarello san donà di piave."

Alessandro Curtarello, San Donà di Piave Commentatore certificato 15.01.15 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Il tuo commento:
"Anch'io disoccupato. 48 anni. 2 figli di 18 e 16 anni da mantenere. e solo
porte sbattute in faccia. mndo centinaia di curricula al giorno e nessuno
si degna nemmeno di rispondere!!! non so più cosa fare. io ho tanta voglia
di lavorare e sono disposto a fare qualsiasi lavoro ma qua ci si preoccupa
solo di giovani,disabili ed extracomunitari e questo solo perchè ai datori
di lavoro costano meno- e uno per sopravvivere cosa deve fare?? anadare a
rubare?? o farebbe meglio ad ammazzarsi??? è uno schifo!!! italia paese di
merda!!! paese dove vanno avanti solo ladri e troiette!!! fanculo!!!
alessandro curtarello san donà di piave."

Alessandro Curtarello, San Donà di Piave Commentatore certificato 15.01.15 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io disoccupato. 48 anni. 2 figli di 18 e 16 anni da mantenere. e solo porte sbattute in faccia. mndo centinaia di curricula al giorno e nessuno si degna nemmeno di rispondere!!! non so più cosa fare. io ho tanta voglia di lavorare e sono disposto a fare qualsiasi lavoro ma qua ci si preoccupa solo di giovani,disabili ed extracomunitari e questo solo perchè ai datori di lavoro costano meno- e uno per sopravvivere cosa deve fare?? anadare a rubare?? o farebbe meglio ad ammazzarsi??? è uno schifo!!! italia paese di merda!!! paese dove vanno avanti solo ladri e troiette!!! fanculo!!! alessandro curtarello san donà di piave.

Alessandro Curtarello 15.01.15 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Email : finance.europa12@gmail.com
signore/signora
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.
Email : finance.europa12@gmail.com

finance.europa12@gmail.com 05.12.14 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Candidato,
Io sono un prestatore di prestito privato, che dà fuori di prestito a un tasso di interesse molto basso del 3%. diamo fuori tutti i tipi di prestito come prestito Educational, prestito d'affari, mutuo per la casa, prestito agricolo, prestito personale, prestito auto e altro buon motivo, ho anche dare prestiti dalla gamma di $ 5,000- $ 50.000.000,00 sia in dollari, euro, sterline e altra valuta ad un tasso di interesse del 3%. Durata del 1- 30 anni a seconda della quantità necessaria come prestito Se siete interessati preghiamo di contattarci via e-mail: rllender@hotmail.com

RL LENDER 31.10.14 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Ciao!

Avete bisogno di aiuto finanziario?

Iscriviti adesso per tutti i tipi di prestiti e ottenere urgentemente i soldi!

* Importo del prestito appuntamenti che vanno da $ 5.000 a $ 5,000000.00
* Il tasso di interesse è al 3%
* Scegli tra 1 e 20 anni di rimborso.
* Scegli tra mensili e il piano di rimborso annuale.
* Termini e condizioni del prestito flessibilità.

Tutti questi piani e di più, non esitate a contattarci.

Email: sgrmarketers@gmail.com
Sito web: www.sgr.gnbo.com.ng

sinceramente
gestione
SGR Marketer di

Sydney Ethan 04.09.14 13:24| 
 |
Rispondi al commento

ho 53 anni da due anni disoccupato ormai sono alla disperazione non ce la faccio piu ad andare avanti con una famiglia sulle spalle sto governo si sbrighi a fare qualcosa un reddito minimo è una boccata di ossigeno per noi invisibili.A che cavolo serve poi questo centro per l impiego ogni due volte a settimana che vado li,non mi trovano niente da fare e me ne torno a casa con la dignità a pezzi ma quanto durerà tutto questo....ho capito ci vogliono morti.....

vincenzo martino 16.08.14 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Salve anch'io ho 53 anni e , ho finito la disoccupazione da due anni, non riesco a trovare nessun lavoro,ero impiegata commerciale presso una multinazionale americana a Milano,purtroppo ci sono meno ordini da inserire e quindi senza pensarlo due volte tutti noi cinquantenne fuori,ci hanno detto che non eravamo giovani e che secondo politica aziendale davano la preferenze ai giovani beh sono contenta e noi cinquantenne noi gli invisibili cosa facciamo? Non abbiamo la età. Di andare in pensione ma neanche quella di potere lavorare allora siamo spiriti invisibili, cosi risponderò alla mia proprietaria quando andrò a pagar l'affitto che io sono invisibili e quindi io non abito nella sua casa,anche al supermercato pagherò dicendo Io sono invisibili,e andrò al ristorante ed anche li dirò sono invisibili.Forse noi siamo invisibili o sono Io che sto diventando pazza buh,ma non credo perché nessuno su accorgi che ho bisogno di aiuto Che tristezza una vita lavorando per arrivare ad essere uno spirito prima di tempo

franca colombo 03.05.14 00:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quasi 51 anni, disoccupata da 2,senza alcuna speranza di ritrovare un lavoro. La politica si preoccupa di trovarlo ai giovani ed è giusto così. La nostra categoria è composta da dead men neanche tanto più walking. Se la vita si è allungata, dovrei vivere almeno altri 20 anni. Ma come? Da clochard? Mi vergogno troppo. La scelta del suicidio è obbligata nel mio caso, è l'unica via d'uscita. Ora l'unica mia (pre)occupazione è trovare il metodo più rapido e indolore. Qualcuno può consigliarmi in merito?
Grazie

federica rossi 30.03.14 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono una pensionata (reversibilità) mia figlia 43 anni il suo compagno 58 sono disoccupati non hanno un futuro.... sono tre mesi che non pagano l'affitto non hanno i soldi per pagare l'assicurazione né per fare la spesa non hanno nessun sostegno all'infuori di me che devono fare??? suicidarsi???

Bagagli Annamaria 01.12.13 18:13| 
 |
Rispondi al commento

il diritto al lavoro è sacrosanto, se noi cinquantenni non siamo più abili o siamo meno abili per lavorare, allora considerateci categoria protetta e dateci un sostegno, un lavoro partime , in fondo chi ha un handicap ha i suoi giusti aiuti , io credo che si dovrebbe cominciare seriamente a parlare di questo argomento, siamo ormai tantissimi i cinquantenni senza lavoro e senza alcuna speranza di ritrovarlo. Si parla solo del lavoro per i giovani che è anche giusto parlarne, ma noi?? serve una legge che protegga questa categoria di uomini resi inabili al lavoro da un sistema furbo e spietato, che con il licenziamento ha abbassato il costo del lavoro nel nostro paese.

Davide 09.06.13 15:51| 
 |
Rispondi al commento

Capisco cosa significa rimanere senza lavoro....io lo sono stato x 7 mesi e avevo 37 anni....ma la mia fortuna e' stata che lavorava mia moglie e i miei genitori e suoceri ci davano una mano....(benedetti!) e poi per fortuna nella mia categoria,c'era molta richiesta e comunque avevo un buon curriculum lavorativo!! Centro per l'impiego? Sono stato iscritto x anni.....MAI sentito nessuno....è tutta una buffonata!!! E poi e' vero che si parla del lavoro precario giovanile ,ma signori.....quelli di mezza età , i cinquantenni con i figli in adolescenza che giustamente devono studiare e hanno molte richieste e bisogna ancora mantenerli...e non possono più accedere alle chiamate perché fuori età......MA MI DITE COSA DEVONO FARE......RUBARE??

Luca Ferragamo 21.05.13 16:24| 
 |
Rispondi al commento

Legge sul finanziamento pubblico ai partiti: solo chi ha personalità giuridica non spetterebbe più ai movimenti confermo...oligarchia fondata sulla disoccupazione!!!!

Giovanna Pellegrini 21.05.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento

Vergogna dov'è la politica del lavoro!!! Gente che non ha mai timbrato un cartellino in vita sua!!!

Giovanna Pellegrini 21.05.13 12:15| 
 |
Rispondi al commento

La classe dei poveri ha votato prima per il PDL e poi per il PD travestito da DC adesso per rimediare un po' di voti si allargano le maglie si parla di pensioni a 35 anni vergogna andate a casaaaaaas!!!!!!

Giovanna Pellegrini 21.05.13 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto molti post. Io ho 50 anni e sono precario da 15e quindi sono un privilegiato. Faccio 100km in macchina tutti i giorni per 1280 euro netti e sono quindi un privilegiato. Non posso evadere neppure un centesimo e quindi sono un privilegiato. Non posso chiedere un prestito da 15 anni poiche' precario e quindi sono un privilegiato. Non posso neppure immaginare da 15 anni di comperarmi una macchina nuova e quindi sono un privillegiato. Non potrò andare in pensione prima dei 69 anni e 9 mesi e quindi sono un privilegiato. Non potrò tra poche settimane neppure scrivere che sono un precario perche' verrò licenziato. Non potrò pensare di avere un futuro migliore perchè ho 50 anni......

Luigi Previtera 20.05.13 22:42| 
 |
Rispondi al commento

In medicina omeopatica il simile si.combatte con il simile...a piccole dosi.La mancanza di lavoro (enorme), potrebbe forse essere contrastata se ognuno, nel suo piccolo, smettesse di lavorare:cosa mangerebbero i ricchi se tutti, ma proprio tutti smettessero di produrre pane, latte, carne, verdura...? Si tornerebbe al baratto, ma solo chi produce "realmente"qualcosa potrebbe barattare.Il denaro sarebbe carta straccia...sono fantasie di fantapolitica? Forse...ma ricordiamoci del panico che serpeggiava "tra i livelli alti"quando c'è stato il blocco degli autotrasportatori. Una cosa così, generalizzata, si chiama "resilienza", ossia resistenza non violenta alla deriva della democrazia tecno-finanziaria e allo sterminio della classe media in atto. Oggi potremmo anche chiamarla "resilienza cristiana", in sintonia con Papa Francesco che ci invita ad uscire fuori da noi stessi, guardarci intorno e considerare i morti per la crisi il vero spread sociale della guerra invisibile che stiamo combattendo.Magari, prima che arrivino i progrom, il Papa potrebbe pregare per tutta la classe media e benedirci...forse...

nunzia caltagirone Commentatore certificato 19.05.13 22:19| 
 |
Rispondi al commento

due proposte
1° le persone che usufruiscono del sussidio di disoccupazione vengano coordinate dal comune di residenza per effettuare piccoli lavori socialmente utili del tipo spesa agli anziani ed invalidi , pulizie agli anziani ed invalidi ,vigile davanti alle scuole e qualsiasi altro lavoro considerato utile 2° la persona che perde ,purtroppo, il lavoro ed ha più 50 / 55 anni e magari gli mancano quei 10 anni di contributi non ne ritroverà (salvo casi eccezzionali ) mai più uno, premesso questo propongo : la persona che 1) iscritta regolarmente ai centri per l'impiego. 2) non ha mai rifiutato le proposte di lavoro , rimanga in questo stato di disoccupazione per un massimo di tre anni dopo di che venga collocato in pensione d'ufficio per gli anni di anzianità contributiva .ciao roberto

roberto t. 19.05.13 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Figuratevi come sono "condito"...50 anni..3 anni fa mi è stata diagnosticata una malattia rara..che colpisce i muscoli.."mi è scoppiata una bomba in mano"...il centro per l'impiego..?non me ne parlate..!!!1 anno solo per fare l'iscrizione..tutela sociale 0...276 euro al mese..contributi versati?...persi tutti persi perchè non raggiungano il minimo..ora è emerso in modo "urgente" anche il Problema Casa..abbiamo il mutuo da finire di pagare..(vendere la casa è un impresa almeno andrei in affitto!)..le mie aspettative 0..zero..assoluto!..prendiamoci i soldi dei rimborsi e facciamo una bella fondazione, per aiutare le famiglie e gli imprenditori in difficoltà...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 19.05.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
ho 49 anni e ho perso il lavoro nel 2011 per il fallimento dell'azienda dove lavoravo.
Sto provando di tutto ma il mondo del lavoro non accetta i 40 / 50 / 60 enni che non hanno più un'occupazione, anche se hanno una famiglia con 2 figli piccoli da mantenere e una moglie ....
Nemmeno la mobilità è un incentivo per le aziende ad assumere.
Per fortuna non ho il mutuo da pagare ma è dura mantenere la famiglia con la sola indennità di mobilità che, fra qualche mese, terminerà.
Ho inviato curriculum a destra e a manca (circa un migliaio ...), mi sono iscritto nelle agenzie di lavoro temporaneo, fatto colloqui ovunque nel nord italia, a Vicenza, a Verona, a Brescia, a Como, a Lecco, a Bergamo, a Milano ... sono disposto a svolgere qualsiasi attività, a "dequalificarmi" ... qualcuno mi ha chiesto "Quanto le manca per la pensione", qualcun altro "Lei è troppo qualificato, se la assumiamo poi appena trova un impiego migliore se ne va", un altro mi ha detto "Per questo lavoro lei è sprecato ...." ... ho provato anche i concorsi pubblici per vigile urbano ma sono troppo "vecchio" anche per questo ....
Ah, dal fallimento non ho ancora visto un centesimo ... solo spese per gli avvocati ...
In compenso sono "obbligato" a lavorare in comune per attività socialmente utili altrimenti perdo la mobilità ... come "lavoratore socialmente utile" vado bene mentre come "lavoratore dipendente" NO ???
Questo è il mondo del lavoro italiano, ho VERGOGNA di vivere in un paese malgovernato dove il pensiero principale dei politici NON è il POPOLO ma il "come spartirsi le poltrone".

La realtà qui è che se perdi il lavoro e hai più di 40 anni NON lo trovi più.

Ho votato M5S e lo rivoterei subito, sono stanco dei nostri politici che hanno trasformato il parlamento in un'unitòà di geriatria con la loro negligenza ed incapacità cronica.
E lo rivoterei anche per i miei figli, con questa classe politica per loro non c'è futuro, qui.

Gianpaolo B., Dolzago Commentatore certificato 19.05.13 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Sto leggendo molte cose,
Molti commenti su questo capitolo dei 50enni.
Ho appena postato un altro commento, su questo capitolo.
Sto leggendo anche di altri 50 enni ora disoccupati che parla che chi ha i genitori va a chiedere loro aiuto , e sempre per chi li ha ancora.
Io sono single e voglio dire che per salvarci da questa macelleria sociale creata dai governi e sopratutto dalla ministro vampiro Fornero che ha creato tutto questo, io che sono solo, sto già combattendo questo sistema col più bello sistema.
Voi vi chioderete come?
Aiutando le famiglie che non ce la fanno ad arrivare a fine mese.
Sto aiutando due famiglie, col mio misero salario di 1250 euro mensili , o gli inviò dei soldi oppure gli faccio spesa e poi li vado a trovare a casa e gli porto la spesa.
Solo così potremmo combattere il sistema .
Ciao e se avete la possibilità fattelo anche voi, tutto sta a partire e sentirete come si sta bene a fare del bene agli altri.

Renato Petrolati 19.05.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

X Lorena C. di Perugia
Brava Lorena hai capito quale è lo scontro in atto.
Ci vogliono far scannare tra poveri.
Io ho 50 anni metalmeccanico a 1250 euro al mese , lavoro in una azienda del gruppo Merloni Ariston thermowatt e quella lotta tra poveri sta già succedendo tra operai.
Vi dico come .
Ci sono quasi tutte macchine automatiche, che però se non c'è l'operatore sono tutte ko.
Ebbene un turno che io chiamo dopato o corridori fanno per esempio 1000pz , lo altro turno 1100pz.
È così via aumentando sempre più.
È i dirigenti parassiti ridono sulla coglione dia della gente.
Ecco una altra guerra tra poveri.
SVEGLIAMOCI GENTE, SIAMO NOI I POVERI , SMETTIAMOCELA DI RINCORRERCI.
Siamo tutti nella merda.

Renato Petrolati 19.05.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Gli uffici di collocamento sono uno dei tanti enti inutili. 30/40 anni fà nel ufficio locale "lavoravano" 2 persone (non servivano a nulla neanche allora) oggi ce ne sono una ventina che offrono gli stessi servizi di 40 anni fà (prendono lo stipendio per nulla). Non gestiscono neanche una banca dati con i CV (sarebbe già qualcosa informatizzare e avere una banca dati visibile on line). Solo uno dei tanti enti inutili in italia.

carlo f. Commentatore certificato 19.05.13 11:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Abolire il CENTRO PER L'IMPIEGO E ISTITUIRE IL REDDITO DI CITTADINANZA ( O MINIMO COME LO VOLETE CHIAMARE ) E AFFIDARE AI COMUNI LE PERSONE CHE LO PERCEPISCONO PER FARLI LAVORARE. NEL MIO COMUNE (CECCANO)(FR)QUESTO REDDITO MINIMO NEL 2002 C'ERA POI è ANDATO ALLA REGIONE IL SIGNOR STORACE E LO HA TOLTO

domenico carlini, ceccano (FR ) Commentatore certificato 19.05.13 09:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E che ci sarebbe da cambiare nei Centri per l'Impiego?
Bisogna solamente chiuderli.
Oltre a non fare nulla, almeno non faranno altri danni.

Giuseppe 19.05.13 07:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

BASTA!!!!!!!!!! non cadete nel loro gioco quello dello scontro tra categorie di giovani vecchi padri figli e' la guerra fra poveri che vogliono, che ci massacriamo fra di noi cosi non massacriamo loro!
Non devono esistere le categorie dei giovani o dei cinquantenni ESISTONO SOLO LE PERSONE!!!!!! non DIVIDIAMOCI, SOLO TUTTI UNITI possiamo riprenderci questo paese

lorena c., Perugia Commentatore certificato 19.05.13 05:58| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

io ho l'impressione che chi ci governa ( male ) cerchi lo scontro sociale per poi avere la scusa per una repressione di chiunque si dissoci dalle decisioni del governo (?) perché i temi e i problemi sollevati qui sono semplici da vedere ....è impossibile che non se ne rendano conto.......continuano a classificare Beppe grillo un comico....Beppe è un'idea, è un sogno di democrazia, è una speranza ,Beppe è tutti noi che sogniamo una vita normale

romano a., rovereto Commentatore certificato 18.05.13 23:48| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE GRILLO ,

la giornalista Angela Vitaliano ha scritto sul http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/17/lista-razzista-di-grillo/596780/ che TU sei un razzista e mafioso.

Visto che IO mi fido di TE e delle TUE NOBILI intenzioni politiche, sento questa accusa automaticamente rivolta verso di ME.

Non sarebbe ora di cominciare a querelare questi VERMI-IGNOBILI-IMMONDI che TI (ci) dicono che SEI (siamo) nazista-razzista-mafioso-rivoltoso ?

Una idea ottima sarebbe: cominciare a pubblicare sul tuo blog le FOTO delle FACCE di cazzo di tutti i giornalisti-telegiornalisti-politici-magistrati-poliziotti che TI (ci) insultano pesantemente, così che i tuoi sostenitori possano riconoscerli quando se li ritrovano per strada.

mida 18.05.13 20:56| 
 |
Rispondi al commento

CIAO A TUTTI ANCHE IO HO 50 ANNNI DISOCCUPATO,I CENTRI DI IMPIEGO NON SERVONO A NIENTE, FIGURATEVI CHE NELLA MIA CITTA' CI LAVORANO 3 O 4 PERSONE CHE PASSANO LA GIORNATA FUORI DALL'UFFICIO A CAZZEGGIARE,FUMARE SIGARETTE, ANDARE AL BAR DI FRONTE A FARSI UN CAFFE'.DI NOI CINQUANTENNI SENZA LAVORO E CON FIGLI A CARICO E SENZA NESSUN AMMORTIZZATORE SOCIALE . NON SO PERCHE'DI NOI NON SI PARLA MAI.MA PERCHE' NON SI FA UNA LEGGE IN CUI SI GARANTISCE UN POSTO DI LAVORO ALMENO AL CAPO FAMIGLIA? POSSIBILE CHE A 50 ANNI DOBBIAMO ANDARE DAI NS. GENITORI( PER CHI C'E' L'HA ANCORA ) A CHIEDERE AIUTO ECONOMICO.
E POI CI MERAVIGLIAMO CHE LA GENTE SI SUICIDA

gianni l., grottaglie Commentatore certificato 18.05.13 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il centro x l'impiego.
Sono un piccolo imprenditore e le poche esperienze che ho avuto, sono state non positive. A parte le intenzioni 'sulla carta' dei patti firmati, non mi è mai capitato di sentire parlare di personale composto di funzionari che fanno il possibile per favorire l'inserimento nel lavoro.
Forse perchè, a scapito di persone in condizioni difficili come Gaetano, c'è ne sono molte soprattutto nel pubblico - ma non solo - che quando sono a tempo indeterminato perdono ogni senso di responsabilità. E qualche servizio in TV lo testimonia.
Si sentono leggende metropolitane dove in certi uffici i nuovi assunti vengono scoraggiati nell'essere zelanti perchè "se lavori tanto devo lavorare anche io", oppure di uffici in cui regna la lettura dei quotidiani in barba alle pratiche che aspettiamo appilate sulle scrivaqnie, per poi oltre l'orario magari, fare il secondo o terzo lavoro, rigorosamente il nero, ovviamente. E sono atteggiamenti che, ironia della sorte, sono tipici dei cinquantenni.
Ho conosciuto diverse persone che non hanno esitato nell'accettare trattamenti pensionistici anzitempo o a cui non anno diritto - es. amianto - e si ritengono e vengono ritenute brave persone se non addiruttura furbi
Non è solo colpa della politica. Forse è anche la mentalità generale che lascia desiderare. Ma anche il pessimo sindacalismo miope.
Si possono proporre re3gole nuove ed anche il reddito di cittadinanza, ma è necessario variare il modo spesso superficiale di pensare, farlo crescere; ed è compito di tutti. Certo soprattutto di chi fa politica, ma di ognuno.
Penso che dobbiamo insegnare ai nostri figli valori ed atteggiamenti più giusti anche nelle situazioni di difficoltà.
Tanti auguri a tutti.

enrico caserza 18.05.13 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Ho 52 anni, come Gaetano, ed anche tre figlie, proprio come lui.
Anch'io sono iscritto al C.P.I. da anni, dove periodicamente telefono per sapere se ci sono novità.
Ho un passato da imprenditore, e successivamente da operaio, ora solo da disoccupato.
Mi sono adattato a tutto, nel tempo, pur di aggrapparmi alla speranza del poter dire "domani andrà meglio".
Parlo 4 lingue, inglese, francese, spagnolo e rumeno, imparate per lavoro, quando potevo viaggiare e poter portare a casa risultati che mi permettevano di dare fierezza ai miei figli, e dar loro la dignità di avere un padre che andava dappertutto e portava a casa i "risultati".
Ho lavorato per 20 anni nel settore dell'abbigliamento, il tessile.
Oggi sono un disoccupato, e mi devo anche sorbire le prese per il culo di giovani laureati, se lo sono, occupati in agenzie interinali che alla vista del mio curriculum mi dicono : Lei è troppo qualificato per noi...
E siccome son troppo qualificato sono deastinato a fare la fame!!!
Che bello, vivere in una nazione dove la forza dell'esperienza ti porta alla fame!!!
Ti viene da chiederti : perchè mi sono fatto il culo per tanto tempo ?
L'unica "istituzione" , se così si può chiamare, che si sta ricordando di me è Equitalia, che sta cercando di portarmi via quel poco che ancora mi rimane.
Ecco come lo stato mi ripaga!!!
Mi ha dissanguato per una vita con tassazioni oltre il 60% ed oggi mi rapina di quel poco che mi è rimasto.
Sono proprio "fiero" di essere italiano!!!
Quanti suicidi ci devono ancora essere per far capire a questa banda di caproni che bisogna muoversi in fretta ?
Quanta gente deve ancora darsi fuoco ?
Cosa si sta facendo per i cinquantenni come me ?
Si parla solo di giovani, e poi nulla altro.
Siamo già scomparsi da tutte le liste, sondaggi, ricerche di mercato...
Quali iniziative rimangono, quale futuro per noi ?
Ogni giorno, ogni mattina che mi sveglio, so solo che dovrò combattere, ed ho un'età in cui vorrei poter cominciare a pensare a riposarmi.

Giovanni A., bergamo Commentatore certificato 18.05.13 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egregio signor Russo, se può consolarla io ho 40 anni e sono disoccupato da tre. Anche io mi sono iscritto al centro per l'impiego della mia città e nonostante abbia firmato un impegno a non rifiutare proposte di lavoro, a meno che non occorresse più di un'ora di viaggio con il trasporto pubblico locale per raggiungere il posto di lavoro (che razza di regola e' mai questa), ad oggi avrò avuto la fortuna di aderire a tre o quattro offerte per altro poi mai andate a buon fine per sconosciuti motivi, nonostante la mia richiesta di chiarimenti. Fra queste, ho aderito alla offerta di lavoro di ricerca di personale part-time da inserire presso un supermercato COOP di nuova apertura. Alla richiesta del verbale dello svolgimento delle operazioni di scelta del personale, e' venuto fuori il giudizio "NON EMERGE". Questo dopo avere sostenuto una prova pratica "articolata" che nulla aveva a che vedere con il futuro inserimento in un supermercato (nello specifico si trattava di indicare la disponibilità' oraria - dove anziché indicare le ore io ho scritto "sempre disponibile" -, lo stipendio che si sarebbe guadagnato - ho scritto 800 euro ma forse sono stato "colpevole" di ottimismo - la sede scelta per il tirocinio - dove, indicando io sedi della COOP vicine a casa mia, ho peccato di ingenuità - e, infine, scegliere fra certi personaggi dati quelli idonei a ripopolare un pianeta in caso di morte prematura del nostro. Insomma, tanto per farla breve e' venuto fuori che in soli quattro giorni, tre persone di alto profilo professionale hanno esaminato circa SEICENTO persone e il loro curriculum vitae! Roba da matti! Da ulteriori accertamenti - ma queste ahimè sono solo mie opinioni - ho scoperto che chiudevano la vicina IPERCOOP ridimensionando la struttura e il personale e che questo, anziché essere licenziato, veniva dirottato su il supermercato di nuova apertura nella mia città e su altri 2 aperti da poco in altre città limitrofe. Non ho capito perché fare tutto questo casino!

LUCA AZZINI, Quarrata Commentatore certificato 18.05.13 18:31| 
 |
Rispondi al commento

E' vero si parla di aiutare i giovani, ma nulla sugli ultra quarantenni di cui molti con minori a carico. Quelli non valgono nulla vero? O meglio non esistono...

Giò Verona 18.05.13 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Concordo pienamente con il post di Gaetano: è necessario ed urgente l'adozione del reddito di cittadinanza perché i quaranta o cinquantenni sono praticamente e quasi definitivamente espulsi dal mondo del lavoro e non possono pertanto neppure sperare in una occupazione futura, a differenza dei giovani e dei cassa integrati.

giuseppe acquafresca 18.05.13 17:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho 58 anni, da due disoccupato, due figli a carico di 22 e 20 anni che nn trovano lavoro malgrado si diano da fare disperatamente.
Sono sempre più sconvolto dal numero dei suicidi, ci ho provato anch'io, a pezzi, offrendo reni e altri organi in vendita, ora però non ne posso più, seguendo l'idea di crepi Sansone e tutti i Filistei ho deciso di darmi ancora fino ad agosto, poi comincerò a sparare, nel senso letterale del termine, mi sono procurato tutto il necessario.
MORIRE PER MORIRE ADESSO BASTA AMMAZZARCI NOI, CHE PAGHINO CHI CI HA RIDOTTI COSI' !!!!!!!!

edoardo l., rottofreno Commentatore certificato 18.05.13 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi dispiace di vero cuore per lei secondo me questo governo non fara' mai niente per i 50ni speriamo solo che il governo possa crollare presto e avere un nuovo governo con il m5s provi a mandare una e-mail alla trasmissione di la7 coffee break con la speranza che l'argomento possa essere trattato non si perda d'animo perche' questi politici non meritano gesti inconsulti

marina allegrini, mombaruzzo asti Commentatore certificato 18.05.13 17:44| 
 |
Rispondi al commento

a tutti quelli che si sono permessi di dire che dopo i 50 anni nn abbiamo voglia di lavorare, gli auguro una morte lenta, pk nn si devono permettere di dire cazzate, sono 2 anni che cerco lavoro, anke come lavapiatti mi scartano vedendo il curriculum appena leggono 59 anni.

luigi pandolfi 18.05.13 17:18| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione,io ho 53 anni,per fortuna non ho figli( eh si,in questo paese è quasi una fortuna che uno non ne abbia!)e come il signore non trovo il lavoro.Avevo un'attività nella quale avevo investito tutti i risparmi e anche ho fatto i debiti,un'attività di Phone Center/Internet a Milano,ma ad un certo punto i politici lombardi hanno cominciato ad infierire su questo settore e con una serie di leggi RETROATTIVE ha fatto chiudere maggior parte di questi esercizi,mio compreso(perchè non avevo 3 bagni ma uno solo!!!)Ho perso tutto GRAZIE ai politici ,grazie agli stessi che mangiano le aragoste coi soldi nostri,e dopo aver sniffato qualche sostanza deliberano le leggi che ci riducono alla fame...Ora c'è una nuova legge DESCIMINANTE che incentiva le aziende ad assumere quelli in mobilità,cio èquelli che hanno lavorato fino a ieri,ma noi che non troviamo il lavoro da anni cosa dobbiamo fare?Ci farete l'euthanasia o aspetterete che ci impicchiamo uno ad uno?

larissa rakitina 18.05.13 17:11| 
 |
Rispondi al commento

mi viene da piangere le parole son finite....

michele dragone, torino Commentatore certificato 18.05.13 16:52| 
 |
Rispondi al commento

io non è che stia messo meglio: io e mia moglie sono due anni che non lavoriamo, e abbiamo due figli di 10 e 13 anni.
sbattuto fuori con 4 lettere di richiamo in 4 mesi dopo aver lavorato per questa azienda 28 anni.
dopo di me fanno fuori pure mia moglie e ora mi sono pure ammalato e sto facendo radio terapia.

Giorgio C., MENTANA Commentatore certificato 18.05.13 16:42| 
 |
Rispondi al commento

quale rimedio sarà mai possibile stando così le cose, con un governo fantoccio nelle mani di potenti manipolatori, lobby del gioco d'azzardo che non vogliono assolutamente che le cose migliorino, anzi sperano che gli avvenimenti percorrano una strada a loro più conveniente, pertanto sino a quando il popolo continuerà a suicidarsi non gli fregherà più di tanto. cominceranno ad aver paura solo quando saranno toccati i loro interessi eciò mi sembra ancora lontano a venire. Questi manipolatori stanno nell'ombra e nessuno sa come arginare il loro potere, un modo ci sarebbe, non fargli guadagnare più danaro e per fare ciò bisogna far fallire l'Italia portarla alla bancarotta, questo è il compito di Letta e company, solo così il partito comunista potrà risorgere dalle sue ceneri

elpier 18.05.13 16:42| 
 |
Rispondi al commento


dal sito www.cliclavoro.gov.it

Riforma del mercato del lavoro (legge 92/2012)
A decorrere dal 1 gennaio 2013 sono previsti sgravi contributivi del 50% a carico del datore di lavoro per la durata di 12 mesi, in caso di assunzione di lavoratori di età pari o superiore a 50 anni a tempo determinato, e per 18 mesi in caso di contratto a tempo indeterminato.

gemma gemma 18.05.13 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io è un po' che lo dico:

CIVIC COMPANY COMUNALI.

Se non ce lo inventiamo noi il lavoro, non ne usciamo!

O preferite aspettare la manna dal cielo?

Vogliamo bussare sempre alle solite porte per mendicare un tozzo di pane?

Manco per il caxxo!

A Abbiate grasso un gruppo di persone ha deciso di occupare un canannone di una azienda fallita ed hanno messo in piedi un centro di riciclaggio!

Materiali elettrici, tv e computer, nella immondizia c'è l'oro, ma nel vero senso della parola, c'è tanto metallo prezioso, oro, argento, rame, alluminio ferro.

Stanno autogestendo un'azienda!

Hanno messo il loro ingegno, riciclano quello che si butta, ce fanno pure un favore, e vedrete, faranno anche soldini, glielo auguro!

Ci sarebbe così tanto da fare che potremmo star bene per decenni e decenni, non solo, l'amministrazione pubblica spendrebbe 1/3!

Spendiamo 10/15.000 euro per una buca sulla strada, ma 'ndo caxxo volemo annà così?

Che i disoccupati vengano impiegati per tutte le manutenzioni del loro territorio, così evitamo pure i pendolari!

Stipendi senza tasse, un reddito in cambio di lavoro, qualcuno lo potrebbe trovare più dignitoso di prendere soldi senza fare un caxxo!

Io la butto sempre lì, guardo avanti. ;)

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.


Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.05.13 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici leggere queste storie fa' veramente male soprattutto in un paese che dicono e' uno dei paesi piu' sviluppati e ricchi, io posso dire che sono spesso in giro per il mondo e anno per anno vedo che i paesi che una volta erano poveri oggi stanno sviluppando alla grande, piu' di qualcuno si chiedera' perche'?Facile ormai il piccolo o grande investitore non investe piu' in questi paesi come l'Italia che non ti lasciano vivere per le tante tasse quindi costretti ad investire fuori, e tanti padri di famiglia perdono il lavoro e quindi disperati.In questi giorni quello che piu' mi ha sorpreso che una commissione della Regione Lazio Presieduta dal Sig Buschini PD ha concesso un vitalizio a Fiorito detto Batman.Quindi come possiamo sperare che la politica attuale possa risolvere i problemi di tanti padri di famiglia.Io ho fatto una provocazione per vedere la reazione dei tanti amici che ho in facebook mettendo 3 foto dei 2 politici e una vacca in poco tempo hanno commentato tantissima gente.Io per la prima volta ho votato Movimento 5 Stelle questo anno, e voglio credere nella loro lealta' anche se dobbiamo aspettarci qualche Politico nel movimento che per soldi si vende o dissocia ma la base la vedo veramente forte.Grazie di esistere ragazzi l'Italia crede in voi non ci deludete.

Dheni Paris 18.05.13 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Come non essere d'accordo ,è un problema grande come una casa,sottaciuto da tutti perchè scomodo .Con il Reddito di cittadinanza il Sistema non può esercitare il proprio potere,come con la cassa integrazione..

pietro versace 18.05.13 16:08| 
 |
Rispondi al commento

disoccupazione? Che e' !!!!!!!

angela mancinone 18.05.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE, MA FONDARE UNA "BANCA ETICA 5S" CON TUTTI I SOLDI DEI "RIMBORSI" ETC, ETC ETC... E COSI' AIUTARE IL POPOLO?

W BEPPE IL LIBERATORE

marco ., milano Commentatore certificato 18.05.13 14:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Gaetano, hai tutta la mia comprensione. Anche io mi trovo nelle tue stesse condizioni, ho perso da anni ormai il lavoro (insieme a mia moglie). Ho 46 anni, sposato e con un bimbo di 12. Mia moglie è riuscita con non pochi sacrifici ad entrare da poco nel mondo della scuola, cosa che ci ha permesso una boccata d'ossigeno, ma è dura comunque. Sono riuscito ad iscrivermi all'università (scienze infermieristiche), frequento il primo anno. Ma anche questo capitolo meriterebbe un discorso a parte visto i costi assurdi a cui devo far fronte per poter proseguire i corsi, tra tasse (1500 euro/anno) e spese libri ecc. Ti auguro tutto il bene di questo mondo, e ti dico di non arrenderti, la vita può essere bella anche nella semplice e difficile battaglia quotidiana. Ciaoooo e forza M5S

Maurizio Petti Commentatore certificato 18.05.13 14:11| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

*************************************************
**********************
***************
********


http://www.keinpfusch.net/2013/05/come-costruire-un-regime-usando-le.html


*************************************************
******************************
*****************
*******

giorgio d. 18.05.13 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo alle signore di poco fa, io sono giovane, figlia di artigiani, fortunata, direte voi, si. Molto fortunata. Sembreranno belle parole e frasi fatte le mie. Sono fortunata perché i miei nonni, indebitandosi fino al collo, hanno creato un'azienda. Non avevano soldi, li hanno fatti in seguito. Questo lo dico perché non è sempre come dicono in tv. Il capo con la macchina bella, aguzzino, che ti guarda lavorare. No, ci sono altre realtà. Io, non mi sono fatta mettere in ufficio con il tacco e la gonna a comandare gli altri. Ho iniziato da zero. Appena uscita da scuola, ovviamente, non sapevo fare nulla, con gli anni ho imparato, di certo non dietro ad un comouter, ma sudando e sporcandomi le mani. Ci sono giovani che non sono disposti a sporcarsi le mani e signore di mezza età che l'anno scorso (perché cercavamo personale anche di 40-50 anni con esperienza minima ma voglia di imparare) che hanno risposto: sono in cassa integrazione per due anni e non ci rinuncio. Specifico che sarebbero state assunte a tempo determinato e in regola. Ma non volendo perdere la cassa avrebbero accettato di lavorare in nero. Così avrebbero avuto la cassa e lo stipendio extra. C'è gente disperata che venderebbe l'anima e gente che ancora e ancora vuole approfittarsi dei soldi statali e poi piangersi addosso. Non sto facendo di tutta l'erba un fascio, sia chiaro. Ma ci sono anche questw tristi realtà. Dove andremo a finire?

Laura Mora 18.05.13 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In India ci sono 500 milioni di poveri. Se ad una pur minima parte di questi venisse in mente di prendere un fucile e sparare, sarebbe un bel guaio! Allora hanno inventato una gaudiosa storiella: la loro religione dice infatti che "...la sofferenza porta al Nirvana" (il Paradiso). Beh, almeno loro qualche soddisfazione ce l'hanno! Qui da noi, invece, più sei povero e più ti sputano in faccia. Al raduno di Brescia c'erano tanti simpatizzanti del PDL, invero molto attempati, che si vantavano di aver avuto successo nella vita. Ma invece di tendere una mano ai giovani disoccupati che contestavano Al Tappone non hanno trovato niente di meglio che inveire contro di loro al grido di... "Pezzenti! Andate a lavorare! Zingaracci!". Ecco, se noi attendiamo qualche segnale d'incoraggiamento dal PDL e dai loro fratelli inciucioni del PDmenoelle (che sono altrettanto benestanti) possiamo stare freschi: ...meglio darsi fuoco con un lanciafiamme caricato al napalm.

Alberto P. Commentatore certificato 18.05.13 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Basta ai 50 anni hai figli! Io non ne potro mai avere e ho 30 anni !! Io non posso permettermelo!!!! Quindi tu sei ricco !!!tu sei diventato papa io non lo sarò mai perche non posso dargli una casa!!! Si sei povero ma almeno sei papa ! Io sono povero e papa non lo saro mai!!!! Basta lamentarti!!!sfigato

Janko Bortolamai 18.05.13 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho 59 anni sono disoccupata del febbraio 2012, finita l' indenità non mi rimaneva che la mobilità in deroga, che non arriva e che il governo non decide di decretare fondi. Intanto come me migliaia di ex lavoratori inoccupati per la crisi sono senza un reddito; prosciugando le risorse di cui di disponeva. Ho portato curriculum ovunque, ma in maniera delicata mi dicono che sono vecchia, però grazie a questi politici sono troppo giovane per la pensione. 29 anni di contributi e l'età anagrafica non sono sufficienti per avere un reddito da pensione che mi possa permettere di vivere dignitosamente. Ho dato via l'auto, mangio 1 volta al giorno e prevalentemente la sera, per riuscire a dormire, ho disdetto telefono e conto corrente bancario per poter ancora avere qualche giorno di auto sufficienza finaziaria per vivere e pagare l'affitto. Poi.........????

Rita Lenzi 18.05.13 13:16| 
 |
Rispondi al commento

sono una donna di 38 anni e da 6 mesi disoccupata non posso fare progetti a lunga scadenza,non posso pensare ad avere un figlio perche' sono troppo vecchia o troppo esperta e quindi costo troppo....mi spiegate perche' sono favoriti solo i "max 29 anni"?e tutti gli altri come fanno?sono costretta a chiedere aiuto alla mia famiglia per pagare l'affitto e non ce la faccio piu'

stefania u., imperia Commentatore certificato 18.05.13 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono aziende artigiane, o piccole aziende, che hanno la fortuna di avere ancora lavoro, ma non possono sopportare economicamente uno stipendio in più, è desolante. Desolante perché, c'è ancora lavoro, ma grazie alle mega tassazioni a cui sono sottoposte, anche se avrebbero bisogno di più personale, rinunciano perché non ce la fanno. E in alcuni settori credetemi che i 40-50 anni , spesso, sono un vantaggio, perché c'è gente che sa fare un mestiere e verrebbe assunta ad occhi chiusi.

Laura Mora 18.05.13 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Voglio aggiungere una cosa: in Italia per pura propaganda e ruffianeria verso l'Europa si parla solo della disoccupazione tra i 15(!!) e i 24 anni. Bene, io dico che a 15 anni forse non si ha un affitto da pagare, una compagna o dei figli.. Io dico che a 24 anni si è in tempo per progettare un futuro all'estero. Io dico anche che, almeno in Toscana, ci sono offerte di lavoro rivolte al 90% a persone sotto i 30 anni che portano sgravi fiscali alle aziende in quanto possono stipulare un contratto di apprendistato. Questo governo come tutti quelli che l'hanno preceduto non ci tutela perchè non vuole guardare il problema della disoccupazione nella sua interezza. Io non posso crearmi una famiglia perchè a 33 anni sono vecchio. Sono trattato come ne avessi 50, non cambia assolutamente nulla. I servizi sociali sono assenti. i centri per l'impiego COMPLETAMENTE INUTILI. Voi avete mai sentito parlare di una riforma dei centri per l'impiego? Io no. Per lo stato il problema non esiste.

Sauro ., Firenze Commentatore certificato 18.05.13 13:09| 
 |
Rispondi al commento

53 anni in disoccupazione e licenziato da una azienda pubblica che gestiva la piscina comunale. Non siamo stati in alcun modo tutelati nel passaggio con il nuovo gestore. Sono seriamente preoccupato x la mia situazione. Condanno il modo irresponsabile e vigliacco da parte di un'amministrazione Comunale che non ha tutelato il reintegro dei lavoratori. Nessuno si è degnato di una condanna politica a tutto ciò compreso
anche il sindacato. ( In questo molto dispiaciuto)

Andrea 18.05.13 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Solidarietà amico.. siamo tutti sulla stessa barca: anche a 35 anni niente aiuti di alcun tipo a meno che uno non sia cassintegrato o in mobilità... Le agenzie interinali hanno eliminato anche me: sono vecchio anch'io!
Mi sembra di capire che non è così solo in Toscana... e questo governo ci ignora.

Sauro ., Firenze Commentatore certificato 18.05.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo anch'io sono nella stessa situazione.
47 anni specialista informatico con la conoscenza di 2 lingue oltre l'italiano e mi trovo disoccupato da quasi 1 anno.
Ho sempre lavorato a Progetto. Per fortuna che il mini appartamento (57 mq) dove abitiamo in 4 me lo lasciò mio nonno, altrimenti ora sarei a chiedere l'elemosina.
Dopo tanto studio ed esami di certificazione sostenuti mi sento dire che oggi, le tariffe, sono la META' di prima, avete capito bene, proprio la metà, ma non è che la vita sia dimezzata nei costi, anzi...
E i dirigenti secondo voi ora prendono la metà?
Io e la mia compagna stiamo pensando di emigrare, ma con 2 figli sulle spalle non è facile anche per adattarsi per loro ad una nuova lingua...
E ogni giorno con la voglia di distruggere la tv all'assistere alle menzogne che raccontano sul movimento che è l'unico portavoce del disagio reale. Purtroppo sono pessimista. Troppi con questo sistema Italia ci hanno guadagnato e continuano a sopravviverci (quelli che continuano a votare PD-L e PDL).
Claudio

Tonino66 18.05.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento

in tv.vecchie..nel cinema(vedi festival di cannes..vecchie)nella pubblicita'..tardone(ben tenute ma sempre tardone..(la menopausa viene pure alla Bellucci)sui rotocalchi..tardone..ma perch a 45 anni(e bella anche se povera..tiè)è troppo tardi per fare un lavoro normale ma si può vincere l oscar o fare il ministro o un calendario nuda..spiegatemi per favore..

sara 18.05.13 12:27| 
 |
Rispondi al commento

A sentire certe situazioni mi sento un privilegiato. 51 anni, licenziato per crisi.
Ma, per fortuna, in mobilità ordinaria e quindi con um minimo che mi garantisce la sopravvivenza. Lavoro, neanche l'ombra. Possibilità di mettersi in proprio scarsissime, se non zero.
Ogni giorno che passa ti porta sempre più vicino alla depressione.
Ma quello che non capisco è perchè persone nella mia situazione non vengano utilizzate. Sostanzialmente siamo già retribuiti dallo stato. Perchè non utilizzarci, facendoci lavorare in tutte quelle situazioni dove esiste carenza di personale. Ospedali, comuni, uffici, servizi vari, riassetto del territorio. Si potrebbero tenere attive molte persone e non disperdere professionalità. Basterebbe, che ne so, un piccolo ritocco simbolico all'importo della mobilità, per motivare molta gente che altrimenti viene esclusa dal mondo produttivo. Personalmente mi sento a disagio e quasi un mantenuto. Il lavoro è fondamentale non solo per procurarsi il necessario di che vivere, ma anche per dare dignità, senso di appartenenza, voglia di partecipare alle sorti di una comunità.

luca magnelli, siderno Commentatore certificato 18.05.13 12:26| 
 |
Rispondi al commento

mi chiamo stefania ho 38 anni e sono disoccupata.le offerte di lavoro sono per i "max 29 anni" e io sono troppo vecchia o troppo esperta e quindi costosa...non riesco a mettere su famiglia perche' lavora solo il mio compagno e gia' paghiamo a fatica l'affitto e con le bollette siamo sempre indietro....e' ora di dare una boccata d'ossigeno a questa italia...aiutateci!!!!ci sarai stasera ad imperia?girano voci che vogliono far saltare il comizio

stefania unnia 18.05.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Di anni ne ho 41 è sono ella stessa situazione lavorativa: Qui non si tratta più di dire, i giovani sono senza lavoro, ma che tutti siamo destinati a perderlo o a non trovarne più uno. Tutti i cittadini hanno un problema, chi è troppo colto, chi lo è troppo poco, chi è troppo vecchio, chi sa fare delle cose ma non ha il titolo di studio a certificarlo. Se non serviamo più, oppure il sistema economico non è più in grado di darsi una regolata, vorrà dire che per vivere dovremmo imparare a regolarci da soli fuori dalle regole ormai diventate anch'esse un ostacolo. Lasciateci almeno la possibilità di "arrangiarci" per ricostruire questo paese dalla politica al lavoro. Il resto vien da se.

Giorgio Fiandrino , Buriasco Commentatore certificato 18.05.13 11:56| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo leggo molte storie uguali alla mia,sono disoccupata da 4 anni e per giunta invalida. I centri x l'impiego non hanno mai trovato lavoro a nessuno che io conosca ed esiste una legge che dice che se sei donna ed invalida lo stato paga il 75% dei tuoi contributi alla ditta purchè ti assuma a tempo indeterminato. Ho iniziato a 14 anni a lavorare ma tra una cosa in nero e il part-time mi ritrovo con solo 17 anni di contributi e mi dicono che devo aspettare altri 10 anni prima di andare in pensione.Ok aspetto..adesso ho la possibilità di mangiare perchè mia madre 92 anni è ancora in vita ma dopo con cosa mangio? e il mutuo con cosa lo pago? Pensare di andare all'estero a 57 anni è assurdo ma se trovassi qualcuno che mi dice andiamo lo farei...

nobili mariateresa 18.05.13 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Ho 53 anni licenziato grazie alla legge Fornero/Monti approvata da PD+PDL+Lega Nord+UDC+Scelta Civica, sono stato licenziato per motivi economici ho ancora la cassa integrazione a 890 euro al mese e devo pagare affitto, bollette, ecc. I centri per l' impiego non ti considerano oltre i 50 anni hanno ordini di non trovargli posto salvo solo non trovare i giovani. Il 50enne alla ditta costa troppo enon vogliono spendere cercano solo giovani con esperienza per non pagarli nulla. Già avuto più incontri con queste società interinali il punto è che tutte ti chiedono quanto vuoi prendere??? Sai lavorare, hai esperienza, sai come tenere un magazzino sono cose che non interessano nessuno l'unica cosa che si guarda è il salrio che vuoi, cioè se lavori gratis bene se no stai a casa. Questa è la realtà delle società interinali di ricerca lavoro, non servono a niente se non a far spendere i soldi agli operai.

marino ronchi, spilamberto Commentatore certificato 18.05.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

beppe aiuto ho letto la cronaca sul mercantile della fine di Mauro Sari ha lasciato moglie e due figli 13e14anni facciamo una sottoscrizione per aiutare la famiglia .. facciamolo

Gio P Commentatore certificato 18.05.13 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe questo è un omaggio ad una parte della nostra stampa cieca.

FILANTROPI DI BILE

A causa di queste mezze-calzette
maleodoranti
mi scodinzolano
nello Stivale
dei grassi
Pidocchi.

Sono parassiti della terra
e non della penna.
Filantropi di bile
e adoratori dell’incoerenza
poiché succhiano
finanche nelle ossa.

Dopo essersi
abbuffati,
povere bestie,
danzano,
per cadere nel vuoto.

Libraio di Reggio Calabria

VINCENZO CACCAMO 18.05.13 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Da piccolo imprenditore posso solo dire che le tasse assurde, la burocrazia assurda fanno in modo da rendere poco conveniente fare impresa in Italia. Oramai dopo aver ipotecato tutto rischi di dover chiudere anche se le cose vanno bene. Poi l'imu ha distrutto quel poco che rimaneva, cioè gli immobili. Qui non si distingue tra immobile per farti il Figo ed immobili per fare impresa e dare lavoro. Se paghi l'imu devi licenziare, non hai scelta in molti casi oppure non devi pagare l'Imu ed aspetti che tuo portino via tutto.

Riccardo D. Commentatore certificato 18.05.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutte e a tutti, Mi chiamo Luca Torregrossa ho 26 e vivo in uno dei comuni del cratere, vi scrivo per il fatto che oltre ad essere disoccupato ho anche mio padre che da 3 mesi l'INPS non gli paga la mobilità, premetto io ero un ex operatore telefonico assunto a tempo determinato da un'agenzia di lavoro interinale, Obbiettivo Lavoro S.p.A, sono stato schiavizzato per un anno intero, mi hanno obbligato a fare un corso di formazione di 2 mesi, con la finta promessa di un assunzione diretta da parte
dell'azienda dove operavo, la commessa era semplicemente gestire le chiamate in entrata e uscita degli utenti inps, un lavoro che non trovo da sottovalutare ma ben si da rispettare, mi piaceva perchè mi sentivo utile a livello sociale e verso le persone in difficoltà, la soluzione secondo me non è il reddito di cittadinanza, ma bensì una riforma fatta come si deve sugli sprechi della pubblica amministrazione, l'esempio calzante è il fatto che per esempio L'INPS come ente può funziona senza presidente, che costa alla collettività 200000 € l'anno considerando che gestisce tre enti inps inali ed equitalia, percepisce mensilmente uno stipendio superiore a 2000 € un vero schiaffo a chi soffre per via della crisi e del lavoro che manca, una possibile soluzioni per i giovani disoccupati potrebbe essere un referendum popolare che elimini tutti i contratti di lavoro precario come il contratto a tempo determinato, che è una vera carneficina umana, tutti lavoratori senza diritti trattati come bestie che il grasso che cola se riescono a percepire quei 600-700€, il reddito di cittadinanza può essere solo una soluzione ponte,ma non può essere una soluzione definitiva,tra le altre cose secondo me va eliminata la legge Fornero che trovo peggiorativa alla già situazione precaria a livello nazionale,tra le proposte della Fornero deve essere cancellato il contratto di solidarietà che rende schiavi i lavoratori che lavorano full time ma percepiscono lo stipendio di un partime.

Luca Torregrossa, San Demetrio Ne' Vestini Commentatore certificato 18.05.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento

È un problema enorme, legato all'abitudine di trattare le persone come merce. GIULIANO AMATO ha ammesso che tra qualche anno i 50 enni dormiranno nelle auto perché, senza nuovi contratti di lavoro, per molti anni prima di arrivare alla pensione saranno costretti a chiedere l'elemosina. Che CRESCITA è questa? Dov'è il PROGRESSO?

Diego Conti 18.05.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Io ne ho 35 e sono precaria però ho sempre partecipato alle manifestazioni di piazza per mostrare la mia rabbia
In queste manifestazioni siamo sempre troppo pochi
Perché?
Tutta la gente che soffre dove è?

Laura risso 18.05.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Funziona così. Si fanno le leggi, i Decreti legge, per i titoli dei giornali o per il proprio tornaconto personale o di partito. Quello che va di moda, il politico politicante esegue come un burattino. E così si fanno milioni di Leggi inutili (cit. Beppe/Tsunami Tour e Tutti a casa Tour) che valgono solo il titolo sulla carta e si trascurano leggi semplici, di facile comprensione (e quindi difficlmente aggirabili...) che aiutino in concreto la convivenza di questa povera Italia "di dolore ostello". Gentaglia, sono gentaglia senza ne arte ne parte. Teniamo duro e appoggiamoci agli affetti cari (almeno, finchè non tassano pure quelli). Il cambiamento è in atto, manca poco.

LuigiVis 18.05.13 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il vero grande problema dell'Italia oggi.
Una marea di 40/50enni che non riescono a rientrare nel mondo del lavoro, completamente ignorati e addirittura osteggiati dalla politica e dal mondo del lavoro. Dato che andremo (forse) in pensione a 70 anni, ci chiediamo cosa dovremmo fare per sopravvivere nei prossimi 20/30 anni?
Nessuno ne parla, sembra che il problema non esista, invece è una vera bomba ad orologeria. La disperazione può portare a compiere gesti estremi. Forse i politici se ne fregano, perchè pensano che tutti siano disposti a darsi fuoco, ma non è così. Molti preferiranno andare a cercare i responsabili di questo disastro, e presenteranno loro il conto da pagare.........
Le modalità le vedremo nel prossimo futuro. A meno che, non si prendano rimedi urgenti e concreti. Ma bisogna fare presto!

Pierluigi C., Pesaro Commentatore certificato 18.05.13 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Hai perfettamente ragione. Si tutelano gli occupati e si dimentica chi non ha da mangiare. Es. Vedova senza lavoro, 29 anni,figlio di 22 mesi : 137 euro di pensione di reversibilità. Nessun parente che la possa aiutare. È assurdo.

Giovanni Carlo Capetti 18.05.13 09:52| 
 |
Rispondi al commento

A 52 anni torno a fare quello che facevo a 20 vivo di piccoli espedienti
La mia preparazione multi settoriale mi permette di raccimolare non sempre la giornata
Piccole riparazioni per pochi euro a volte 10/20 a volte zero dover pensare di essere fortunato e di poter mettere la mia esperienza a disposizione a chi ha meno per solidarietà
Ritenersi fortunato di aver guadagnato 10 euro al giorno
Ma l ottimismo un po' di sana pazzia e una grande dose incoscienza mi consente di non deprimermi

Riccardo Garofoli 18.05.13 09:48| 
 |
Rispondi al commento

42 anni ,lavoro dai 18 anni, 14 in nero con controlli dell'ispettorato inesistenti o se ne avveniva qualcuno, avvisavano le aziende il giorno prima,se ti lamentavi ti dicevano che ne assumevano un'altro al posto tuo e se qualcuno denunciava il fatto non trovava più lavoro,veniva marchiato, poi altri 10 anni di CO.CO.CO.e ora disoccupato.Quindi penso di avere tutto il diritto di dire vaffanculo alle vecchie forze politiche che sono delle MERDE, posso dire vaffanculo al vilipendio di quel corrotto di Napolitano e vaffanculo a ENTI,COMUNI E PROVINCE italiane

Massimiliano C., Nuoro Commentatore certificato 18.05.13 09:46| 
 |
Rispondi al commento

47 anni dieci anni gettati come istruttore sportivo senza contratto e sottopagato, il resto degli anni dal diploma gettati tra corsi di informatica esami universitari, lavori e lavoretti a termine come cococo, da pochi spiccioli, sposato con una figlia di 10 anni, continuo a lottare quotidianamente, per fortuna mia moglie ha un lavoro part time con regolare contratto e la casa dove vivo è dei miei genitori, il reddito di cittadinanza sarebbe un toccasana ed un segnale di civiltà per un paese che è più vicino al terzo mondo che all'europa, ma non è la soluzione al problema, mi chiedo cosa farò fra 15-20 anni quando non avro più la forza fisica e mentale per sostenere questa situazione, senza pensione e neanche disoccupato perche quelli come me che non hanno mai avuto uno straccio di contratto, sono considerati "inoccupati" ed esclusi da qualunque tipo di assistenza anche sanitaria. siamo fantasmi, si ricordano di noi solo quando c'è da pagare. mai sentito un politico parlare della situazione degli inoccupati, è una assurdità giuridica! nell'antichita quelli che godevano della cittadinanza con tuitti i diritti connessi erano solo quelli che pagavano le tasse, ma gli imperatori dell'antica roma facevano le leggi "frumentarie" per tutti gli altri (periodicamente distribuivano farina alle classi meno agiate), oggi neanche quello! non abbiamo gli stessi diritti degli altri ma in compenso paghiamo le tasse come gli altri. da novembre quando è partita la campagna elettorale, lavoro solo per il moVimento... gazebo, raccolta firme per le liste elettorali, ore al pc a scrivere ed impaginare opuscoli e volantini, riunioni ecc. quando saremo al governo bisognerà affrontare anche questo problema e risolverlo una volta per tutte! lo stato dovrebbe creare delle aziende, per dare lavoro a quelli come me che sono tanti e non hanno alcuna speranza di avere un lavoro stabile. beppe spendi una parola anche per noi...!

massimo n. Commentatore certificato 18.05.13 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Comunque la vogliamo vedere la "questione Italia oggi" è un fallimento totale di tutto,dal lavoro all'economia ai precari al disoccupato dal debito pubblico,che per me resta privato di chi dirigeva la baracca quando si è creato e non di chi ha sempre pagato le proprie spese sempre e nei termini,per me un quarantenne o cinquantenne che sia è da ritenersi una risorsa in quanto ha maturato esperienze e non è certo da abbandonare come fosse "roba vecchia!....l'unico successo di questi vent'anni mi sembrano le carriere politiche in crescita di numero e di stipendi e che oltretutto non fanno il suo lavoro e gli errori li paghiamo noi assurdo....w il m5s e non mollate ciao!...

Raffaele bortesi 18.05.13 09:26| 
 |
Rispondi al commento

A 52 anni siamo posti al margine della società
Troppo vecchi per pensare di emigrare troppo giovani per un pensionamento
Troppo cari da assumere
In tanti messi in mezzo a una strada
Poche soluzioni al orizzonte
Dobbiamo cavarcela da soli come non l'ho ancora capito
In tanti cercchiamo il colpo di fortuna
Hanno ridotto questa società a una roulette russa

Riccardo Garofoli 18.05.13 09:25| 
 |
Rispondi al commento

Idem con patatine. Ho 58 anni, moglie e tre figli minorenni, giornalista disoccupato da diversi anni. Vivo di espedienti. Di fronte alle mie giornate c'è un muro invalicabile. Non ho reddito, non so come mangiare, non ho una pensione, non trovo lavoro, a volte rubo da mangiare nei supermercati. Alla caritas non ci vado, annche perché ti schedano. Ho un tetto sotto sfratto perenne, riesco a pagare la luce a malapena, al gas e all'acqua mi ci allaccio gratis, internet lo scrocco. A volte mi danno dei viveri scaduti delle suore di clausura. Si può vivere così senza arrivare a compiere gesti estremi?

Antonio ., Isola Gorgona - Livorno Commentatore certificato 18.05.13 09:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dico solo che in inghilterra o negli stati uniti una cosa del genere non accadrebbe...solo qui si discriminano gli over 40 e 50...se un 20enne cerca lavoro lo trova subito perchè ci sono leggi apposite come l'apprendistato mentre per i 40/50enni non c'è nulla!!quando la Fornero ha fatto la riforma del lavoro non ha pensato minimamente al dramma che vivono queste persone per questo è un'incapace..in + ha deciso di tassare chi non assume a tempo indeterminato mentre dovrebbe proprio abbassarle del tutto le tasse sul lavoro altrimenti non se ne uscirà mai

elisabetta rossi 18.05.13 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

con enorme tristezza ,e un grande rammarico, anch'io e mia moglie disoccupati a 50 anni con due figli,senza più un futuro,senza più speranza,siamo diventati invisibili,per la società,per il lavoro per il mio paese,per il mondo.È da un anno che mi sono ammalato di una grave
depressione,psicologi,psichiatri, pastiglie e via sempre più giù.Oggi e grazie a mia moglie e a i miei figli mi sono ripreso un pò, il cervello va meglio, ma la situazione economica è disastrosa seriamente disastrosa, se non arriva un redito di cittadinanza urgente MORIAMO e chissà se prima di ciò, non decidiamo di portarci via con noi qualcuno di questi demoni, che ci hanno stuprato, abbandonato e distrutto le nostre vite per sempre.

maurizio s., milano Commentatore certificato 18.05.13 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Che tutti debbono avere il necessario per vivere e'un diritto legittimo altrimenti chi non è' d'accordo dovrebbe spigare perché' in una società' ci debbono essere privilegiati e non secondo quale legge naturale affermano ciò'.Detto questo però' non è' pensabile che un paese resti in produttivo e questo e' il nostro problema che vine da lontano da quando hanno deciso i furbetti del quartierno a distruggere l'economia produttiva in cambio della " finanza " alias sistema criminale a cui hanno partecipato quasi tutti ,politici Confindustria ,sindacati , Vaticano stato deviato e tantissimi concittadini nostri che oggi magari si lamentano come noi .Non per scoraggiarti ma semplicemente per non ingannarti ritengo che questo paese sia totalmente bollito. Se ti sarà' possibile trovare occupazione altrove non esitare.

Enrico de Angelis 18.05.13 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Anche io 52 disoccupata che vive a casa con mia madre con tutto quello che comporta l'umiliazione di non sentirsi autonomi alla mia età. Il reddito di cittadinanza è un paliativo che in ogni caso come si dice "fa brodo" ma solo per tre anni e poi? alla bella età di 55 anni che faccio mi suicido? Non è questa una soluzione la soluzione è il lavoro, io voglio lavorare sono al picco delle mie capacità ho le stesse energie di dieci anni fa di venti anni fa. Allora bisogna trovare un mezzo per invogliare con incentivi ad assumenre la gente della nostra età perchè NOI siamo una priorità più dei giovani.

Patrizia P., Roma Commentatore certificato 18.05.13 08:19| 
 |
Rispondi al commento

I centri x l impiego non servono più a nulla infatti anche io mi chiedo del perché sono aperti. Quando ci vado ma ormai guardo su internet ci sono solo annunci delle agenzie interinali ormai è tutto in mano a loro. Anche io ho 45 anni sono senza lavoro e grazie a queste leggi che agevolano solo i giovani noi ci troviamo a spasso , ci mancherebbe fanno bene a fare leggi x i giovani ma quelli non giovani che si trovano senza lavoro cosa devono fare? Sono pienamente in sintonia che bisogna fare una legge x prendere un minimo di stipendio a chi si trova senza lavoro, ma allo stesso tempo x prevenire la furbizia di qualcuno che si cullerebbe bisogna dare ai comuni l obbligo di chiamare queste persone quando c e da fare dei lavori e sela persona che viene chiamata si rifiuta perde immediatamente il sussidio come in svizzera,lo stato ti da lo stipendio quando sei senza lavoro ma quando ti chiamano anche per andare a pulire i cessi e tu ti rifiuti perdi immediatamente lo stipendio

Max 18.05.13 07:50| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO LETTAMAIO CONTIENE I MAGGIORI RESPONSABILI CHE HANNO PORTATO IL POPOLO ITALIANO ALLA FAME,AL SUICIDIO,ALL'OMICIDIO PER DISPERAZIONE. IL M5S POTREBBE RIVOLGERSI ALLA CORTE SUPREMA EUROPEA PER VEDERE SE NON CI SIANO GLI ESTREMI DI ARRESTO PER CRIMINI CONTRO L'UMANITÀ?

Aldo B., Trento Commentatore certificato 18.05.13 07:39| 
 |
Rispondi al commento

in compenso , conosco tanti sessantenni e settantenni , che pur non avendo fatto un granchè nella vita ,vengono ricoperti d'oro dallo stato , dandogli tutte le cure (gratis) possibili !!

paolo b., ancona Commentatore certificato 18.05.13 07:38| 
 |
Rispondi al commento

42 enne, disoccupato, ex artigianato con un mare di debiti verso lo stato, non mi spetta neanche l' esenzione ticket perché ex autonomo. Assurdo

saro d 18.05.13 07:31| 
 |
Rispondi al commento

Ho perso il lavoro nel 2009 all'etá di 54 anni. Dopo 3 anni di inutili ricerche ho trovao una soluzione nell'auto-impiego.
Se anche tu vuoi risolvere il tuo problema economico in modo definitivo posso offrirti una soluzione.
Leggi la storiella su questa pagina www.iboitalia.jimdo.com e contattami tramite il form di contatto.
Non ti prometto nulla, ma forse posso aiutarti come ho aiutato me stesso

Alberto T. Commentatore certificato 18.05.13 07:04| 
 |
Rispondi al commento

Credo che tutto il sistema sia creato solo per dare posti di lavoro che non producono PIL. È ormai da oltre 40 anni che in Italia vengono creati posti di lavoro che producono solo servizi, non va bene, il lavoro deve produrre soprattutto beni di consumo oltre a servizi, non solo chiacchiere, aumentando a sua volta sulle spalle di chi produce costi enormi e pochi benefici. Mi sento dire che l' operaio costa troppo, ci vuole competività, professionalità ma la realtà è che oggi per far andare avanti un azienda mediamente servono più impiegati che operai, ma l'assurdo è che gli operai producono beni e gli impiegati per far sì che un azienda possa adempiere ai tantissimi doveri nei confronti delle istituzioni. La cosa più assurda è che per avere esperienza e professionalità ci vogliono anni di lavoro. Se perdi il posto di lavoro quando arrivi verso i 45/50 anni non hai molte speranze di essere assunto,costi troppo e niente agevolazioni. La politica si dovrebbe veramente chiedere se è il caso di continuare su questa linea o vergognarsi ( a quanto pare non si vergognano affatto)di sollazzarsi nel mondo dorato in cui risiede da sempre, troppi soldi e privilegi ed altro ancora e visto che sono tanti fanno come "i ladri di Pisa" il giorno litigano e la notte vanno insieme. servono riforme non ulteriori complicazioni nel mondo del lavoro, il concetto di abderitismo va cancellato dal vocabolario.

Paola B. Commentatore certificato 18.05.13 06:16| 
 |
Rispondi al commento

quando ho preso la fissa di leggermi tutti gli scritti antichi delle religioni monoteiste e non senza il filtro delle spiegazioni dei preti, vabbè non proprio tutti ma parecchi (preti e libri), ho capito che i grandi teologi della storia erano tutti daccordo in una sola cosa e cioè che quando l'uomo fa leggi in contrasto con le leggi di madre natura paga sempre un prezzo altissimo fatto di sofferenze estreme..... ecco, Io capisco che le leggi italiane stanno diventando sempre più contronatura e dunque non c'è via di uscita alla miseria umana se non si torna a ragionare con un altra testa, forse da taluni considerata fuori moda o arcaica ma che è l'unica via di salvezza..... e non lo dico perché sono un nostalgico del passato perché io sono abbbastanza per guardare avanti nel futuro.

e grillo che fa? meglio o peggio di casapound?

deve capirlo sa solo.

bruno bassi ex iscritto dissidente 18.05.13 05:27| 
 |
Rispondi al commento

Ho 42 anni, una vita ancora da costruire, nessuna moglie (chi me se pia senza un lavoro?) nessun figlio (lo desidero tanto,ma procreare senza delle basi economiche non credo sia saggio, e poi manca sempre la moglie). Quindi 40, 45, 50 anni siamo nella stessa barca, bucata e che imbarca acqua.... AIUTO!!!

Riccardo paleani 18.05.13 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Signori usciamo dalla crisi con le nostre forze! basandoci solo sulle persone che davvero vogliono un futuro migliore...PER CHIUNQUE VOGLIA UN FUTURO MIGLIORE CONSIGLIO DI GUARDARVI QUESTO VIDEO: www.eureasy.it e x maggiori info : simone.cavalli@eureasy.it

Simone Cavalli 18.05.13 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Stessa miserabile situazione.

Edo M. Commentatore certificato 18.05.13 00:13| 
 |
Rispondi al commento

La ministra che tifa per il Congo vuole l'immigrazione indiscriminata, oggi hanno parlato dei diritti delle coppie omosessuali e la Boldrini è Presidente della Camera. Quindi il programma di Sel, partito con una marea di parlamentari grazie all'inciucio della casta, è stato assecondato. C'è da fare altro oppure ci basta il rinvio del pagamento dell'imu a settembre/ottobre? Basta, hanno stufato, devono andare a casa. Oggi un altro poveraccio si è ucciso. Ma cosa bisogna fare? Basta, basta, basta. Pensate all'Italia e agli italiani. Non se ne può più. Rimpiango la prima Repubblica quando c'erano partiti che almeno ti ascoltavano e qualche problema te lo risolvevano. Questi sono il peggio del peggio. Basta!!!

renato m. Commentatore certificato 18.05.13 00:12| 
 |
Rispondi al commento

anche io, 58, avrei bisogno di un eddito di cittadinanza

giusi ., catania Commentatore certificato 18.05.13 00:10| 
 |
Rispondi al commento

o mail mittente: supplica rif: 4298

Gentile presidente della Camera della Repubblica Italiana, la mia e una
supplica,e riflessione Io ho 55 anni ho lavorato 30 anni presso agenzia
turistica chiusa nel2009, per dissesti finanziari , Ho maturato 29 anni di
contributi Inps,dopo di che ho solo lavorato con prestazioni occasionali. e
all'estero per anni 2 al momento non risulto ne esodato ne pensionato solo
in attesa di occupazione ,non rientro in nessuna cassa integrazione ,non ho
diritto a niente..Sempre che vivo fino all'ottenimento della pensione
minima cioe' ad anni 67 come vivo per anni 12 ? Sono iscritto regolarmente
all ufficio di occupazione di zona Bra pr di Cuneo. enessuno ci assume ,
risulta che in Germania ,vivessi li, avrei un sussidio di eur 1200
mensile,,come e' possibile?Allora attingiamo a una cassa e fondi europei o
usciamo dall'Europa .Io devo andare a rubare ? Non me la sento ,poi non
dite che non sapete delle angosce della gente ...Grazie! Paolo Alberti BRA


Gentile signor Alberti,
sono profondamente dispiaciuta per la difficile situazione che sta vivendo.
La crisi in corso sta producendo conseguenze drammatiche sulla vita di
tanti italiani. Disoccupazione, povertà e disagio sociale sono emergenze di
cui ho piena consapevolezza e che vanno affrontate in tempi brevi, con atti
concreti.
A tale scopo, farò tutto il possibile affinché si arrivi presto in
Parlamento all'esame e all’approvazione di misure per la crescita, di
sostegno al reddito e di tutela sociale.
Avvierò già dalle prossime settimane una campagna di ascolto e vicinanza
tra le istituzioni e i cittadini.
Con la mia più sentita vicinanza, un caro saluto.

Laura Boldrini

paolo alberti 17.05.13 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Stessa situazione mia, con un po' meno anni, ma stessa sensazione kafkiana...

carlo salza, chatillon (ao) Commentatore certificato 17.05.13 23:55| 
 |
Rispondi al commento

Il Governatore della Sicilia ieri ha fatto sapere di avere firmato il ddl per il reddito di cittadinanza! Oggi nemmeno una parola ne dalle tv ne dai giornali!?! E il colmo è che ancora ci sono persone così fesse da crederci! Forse qualcuno non sa che a giugno ci sono le elezioni amministrative, e come al solito e puntualmente Crocetta ne escogita una per infinocchiare i Siciliani.

Rocco 17.05.13 23:49| 
 |
Rispondi al commento

noi 50 enni non esistiamo,siamo come il tempo quando fà molto caldo"dà fastidio".

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 17.05.13 23:42| 
 |
Rispondi al commento

E' una vergogna quello che ti sta accadendo. Ma questi politici pensano solo alle chiacchiere e a metterci tutti uno contro l'altro. Ora parlano solo dei giovani ma anche quelli come te hanno il dritto di trovare un nuovo impiego. Non sanno più che cosa fare, sono degli inetti incompetenti. Spero che tu possa trovare lavoro al più presto per poter svolgere il ruolo che questa società ti ha assegnato cioè mantenere te, la tua famiglia e i tuoi figli hai quali dovrai garantire quel welfare che lo Stato non gli garantirà. Un abbraccio.

renato m. Commentatore certificato 17.05.13 23:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Boia é chi uccide.
Boia é chi uccide il tuo futuro.
Boia é chi uccide la tua speranza di cambiamento e si inciucia con l' avversario.
Boia chi uccide l' ambiente con il cemento, l' abusivismo, gli inceneritori, le discariche.
Boia é chi prospera con le rendite finanziarie e non produce nulla.
Boia é chi soffoca la cultura e l' istruzione.
Boia é chi uccide la veritá scrivendo o trasmettendo menzogne.
Boia i mafiosi, gli stragisti e i terroristi di ogni colore o Dio.

M5S....tutto il resto é Boia .

stefano s., roma Commentatore certificato 17.05.13 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Ho 52 anni da tre disoccupato, ho perso il lavoro tre anni fa per via di un infortunio, frattura allo scafoide, la ditta chiude e da li il calvario disoccupazione e poi più nulla, non riesco a trovare nessun lavoro, ormai abbiamo fatto accesso a tutte le risorse.. se non cambia qualcosa siamo nella mmmm

mauririzio . 17.05.13 23:18| 
 |
Rispondi al commento

Reddito minimo vitale di speranza, di relazione, di inclusione, di legalità, di qualificazione e riqualificazione.Come? Sconfiggendo le mafie (con leggi speciali) la corruzione e la evasione fiscale. NON VOGLIAMO ESTIRPARE IL MALE MA RENDERE LA ILLEGALITÁ DECISAMENTE SCONVENIENTE E SOCIALMENTE DEPLOREVOLE. OGGI SONO FURBETTI NON DI QUARTIERE MA DI BUONA PARTE DELLA SOCIETÁ ITALIANA.

Alessandro Iannella 17.05.13 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Scusami caro e sconosciuto amico Gaetano, ma tu a salute come stai? Voglio dire sei malato? Hai qualche impedimento fisico che ti impedisce di lavorare? Devi per forza fare l'impiegato? No perchè sai io credo che tu sia ancora giovane e in grado di provvedere alla tua famiglia...insomma: se problemi fisici non ti impediscono di lavorare l'unica soluzione è darsi da fare perchè un 52enne di sicuro ancora può dare molto alla propria famiglia...

giuseppe Picciotto 17.05.13 22:20| 
 |
Rispondi al commento

Sto aspettando una chiamata dall'estero (compresa Emergency), la prima oppurtunità interessante la prendero' al volo. 45 anni con un lavoro mal pagato a partita iva, 140 km al giorno sabato compreso (400 euro al mese in benzina non rimoborsate) per..... avere il minimo necessario per campare. PS faccio il fisioterapista, il lavoro che tutti sognano. Ma de che' ragazzi in italia ci hanno declassati a 1200 euri al mese (ma ormai nessuno ti assume) quando nel 2001 prendevo 2.500.000 di lire netti. Ci hanno fregati saremo il sudeuropa come il suditalia lo fu per il norditalia.

guglielmo tringali, Catania Commentatore certificato 17.05.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Il commento:
M5S e la coerenza d’azione: un problema di consapevolezza tra anima bianca e anima nera.

Maggiori informazioni http://www.juniopalenca.it/

JUNIO PALENCA 17.05.13 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo come te la vedo nera, 55 anni disoccupato da oramai 4 anni e mi sono mangiato la riserva dei miei sacrifici di 30 anni di lavoro. La delusione dei centri per l'impiego e bruciante, ho completato tutto quello che mi hanno proposto (corsi, patenti, stage) con un nulla di fatto, niente e basterebbero due settimane di lavoro per pagare l'IMU a mia mamma che paga di quota alberghiera nella RSA più di quello che prende di pensione come invalida civile al 100%. Lavoro Lavoro Lavoro Lavoro

giuseppe posca Commentatore certificato 17.05.13 21:47| 
 |
Rispondi al commento

lo dico a tutti basta piangersi addossso, nn rivolgete la mano contro di voi ma rivolgiamola contro questi bastardi che ci governano, l'altro giorno ho letto di un segretario di governo che prendeva 1362 euro al giorno, ma ci pensate potrebbero vivere 370 disoccupati a 1ooo euro al mese e lui 5000, pensate quanti ce ne sono di questi e vedete come si aiuta la gente.

luigi pandolfi 17.05.13 21:33| 
 |
Rispondi al commento

Internet offrirebbe possibilità di lavoro di una vastità clamorosa, ma ci sono degli ostacoli. Sotto i nostri occhi ogni giorno scorrono le pagine di giornali online assai lontani dai bisogni della gente: se l'Ordine dei Giornalisti fosse cancellato e tutti avessero libero accesso alla professione non sarebbe difficile per noi cinquantenni dimostrare che siamo tutt'altro che inabili al lavoro e in grado di fare molto meglio dei media di cui sopra (non ci vuol molto, del resto).

Noi cinquantenni vittime della Casta Mediatica non vogliamo il reddito di cittadinanza. Chiediamo soltanto di eliminare quegli steccati che fin qui ci hanno impedito di esprimere la nostra creatività.

Alberto P. Commentatore certificato 17.05.13 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna eliminare le barriere all`etá e considerare tutti allo stesso modo fino alla pensione. Proprio ieri ho visto un programma alla televisione tedesca (ARD) su come vengono reinseriti gli ultracinquantenni nel mondo del lavoro. Tramite agenzie interinali a cui é fatto divieto di chiedere l´etá di chi cerca lavoro, purché di sia nato in UE. Certo lo stipendio é molto piú basso del lavoratore regolare, ma qui chiunque voglia ritrovare la dignitá del lavoro perso ha l´opportunitá di farlo. E´anche una delle ragioni per cui l´industria dell´auto "tira" di piú che altrove: con la manodopera a basso costo. Si é comunque sindacalmente tutelati e i lavoratori della UE sono i benvenuti. Per i lavori semplici non serve nemmeno sapere bene il tedesco, lo si impara lavorando. Quando sento quello che capita in Italia mi chiedo come mai non possono prendere ad esempio gli altri paesi del Nord-Europa.

Marco S. 17.05.13 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Stessa situazione: 53 anni, avevo una ditta che ho dovuto chiudere e da anni senza lavoro. Viviamo in 3 con l'assegno sociale di mia madre (530 euro)

Marina A., lucca Commentatore certificato 17.05.13 21:22| 
 |
Rispondi al commento

In effetti si parla solo di giovani quando invece la disoccupazione purtroppo non conosce età...
Se dovessero fare una legge per detassare ed incentivare le aziende che assumono solo giovani, mi auguro che il M5S si impegni fortemente per eliminare i vincoli di età, in modo che ventenni, trentenni, quarantenni e cinquantenni, disoccupati ed inoccupati, abbiano tutti la speranza di poter trovare un lavoro...
Nessuno deve rimanere indietro, non dimenticatelo!!!

Andrea R., Catanzaro Commentatore certificato 17.05.13 21:22| 
 |
Rispondi al commento

.... se penso a quanto lavoro potrebbe uscire sfruttando in maniera giusta il patrimonio naturale e quello fatto dai monumenti che abbiamo in Italia mi prende un nervoso !
ci si potrebbe organizzare per scorrazzare in giro turisti per tre/quattro mesi l'anno. nei rimanenti si potrebbe tener cura dei vari siti di interesse turistico .... sarebbe un inizio

raffaele pianese 17.05.13 21:20| 
 |
Rispondi al commento

47 anni una moglie di 42,
due figli piccoli e siamo senza lavoro da 3 anni.
Avevamo un negozio deve lavoravamo insieme,quindi niente cassa integrazione o mobilità.
Iscritto a tutte le agenzie interinali nel raggio di 20 km e ai Centri per l'impiego,se non lo avessi fatto sarebbe uguale.
Finiti gli ultimi soldi,cosa potrò fare ??
Inutile chiederlo ai politici,hanno altri problemi.
Degli italiani non sono interessati,vivono in una realtà diversa,ma quando verranno toccati da questa realtà mi auguro per loro che non soffrano molto,che sia indolore,perchè mi auguro che chi li abbia tra le mani sia veramente crudele.

Spero la paghino e presto,io non ho rassegnazione,ma vendetta nei miei pensieri.

Carlo 17.05.13 21:18| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe sono uno dei tanti disoccupati e fra due mesi compio 58 anni.A fine settembre non avrò più neanche il sussidio della disoccupazione.Questo governo sembra neanche accorgersi che siamo 3 milioni.Ti chiedo di dire ai tuoi parlamentari se sono in grado di alzare la voce per noi.Ho una proposta da farti:potresti organizzare che I disoccupati si presentino nelle piazze dei loro paesi o città in bicicletta e un cartello con scritto sono disoccupato e l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro?Ovviamente in presenza di qualcuno del movimento.Non so se sarà possibile io ci spero,perchè non riusciamo a farci sentire da nessuno.Grazie

Roberto Novati 17.05.13 21:17| 
 |
Rispondi al commento

Ho 45 anni e sono disoccupato da piu' di un anno
ormai.Lavoro nulla perche' troppo vecchio! Ultimamente solo brutti pensieri e brutte sensazioni.Siamo al limite...

Orlando I., Udine Commentatore certificato 17.05.13 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Piena solidarietà, si pensa ( per modo di dire) ai giovani ma ci sono padri di famiglia con figli e moglie e mutui sulle spalle. Tante chiacchiere ed intanto la gente, le famiglie sono al lastrico. I centri per l'impiego di quel socialista di Bassanini hanno eliminato gli uffici di collocamento per creare un obbrobrio, il solito socialista filo liberale del cazzo. Ora, mentre vecchi rincoglioniti pensionati a 40 anni votano Berlusconi, le famiglie muoiono di fame. Vorrei ricordare ai pensionati che se la godono che la pensione la paghiamo noi che lavoriamo e che chissà se avremo una pensione mai. Gradirei almeno che stiano in silenzio. I vecchi godono ed i giovani muoiono. Questa è l'Italia dei vecchi schifosi 69 quelli della pace e love. Quelli che si facevano le canne ed erano per il sesso libero. Che nel paese di merda che hanno lasciato a noi.

Luca 17.05.13 21:07| 
 |
Rispondi al commento

L'iTaglia è solo una matrigna puttana che ti manda a lavorare da piccolo per arricchirsi e poi ti molla in mezzo a una strada. Smantellare l'italia unita con la violenza, il sangue, la truffa e la spoliazione. Basta italia. Basta volerlo.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 17.05.13 21:03| 
 |
Rispondi al commento

condivido il contenuto della lettera di Gaetano Russo e vi allego la Bozza della proposta di legge su Liste di Collocamento e reddito minimo che è stata inviata a 640 parlamentari e al Ministro del Lavoro
http://creapaneelavoro.blogspot.it/2013/05/inviata-la-leggeranno.html

saluti a tutti

francesco zaffuto 17.05.13 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, TI PREGO se ti fa schifo (e ti posso capire) la tv generalista, metti La Cosa su una frequenza del digitale terrestre, ma spiega quel che stanno proponendo i nostri parlamentari, chè qui passa il messaggio che "i grillini sanno solo dire no, e non fanno niente". Sai quanti ne sento? Gente che non usa internet, ovviamente...E poi, a proposte di legge fatte, metti a caratteri cubitali chi si oppone, così da sputtanarlo subito, e finalmente la gente saprà da che parte stare e non si farà più incantare dagli sparaballe di turno! Beppe, bisogna farlo, i tour nelle piazze potrebbero non bastare questa volta, il M5S è in calo nei sondaggi! Eddài!
Ilaria, che ti sostiene con tutto il cuore.

Illy 17.05.13 21:02| 
 |
Rispondi al commento

La colpa,oltre che dei nostri governanti,e'soprattutto dei nostri sindacalisti,che hanno permesso la nascita di questi centri,perche' anche loro rientrano in questo buisness,e come i nostri politici,giocano sulla pelle dei lavoratori.bisogna ritornare al vecchio ufficio di collegamento.

gianluca satolli 17.05.13 21:02| 
 |
Rispondi al commento

ho 53 anni ho una figlia, ma sono caxxi miei nessuno mi aiuta sono solo,ma solo faccio da solo, basta democraxia basta buonismo, adesso faro' cose impopolari...........


Mio marito ed io abbiamo perso il lavoro a 55 anni e da allora, io ho smesso di cercarlo e lui si è dovuto adattare a fare il venditore che guadagna solo se vende ed ha più spese e costi che guadagno; come viviamo? per fortuna due dei nostri figli lavorano e ci mantengono loro...ma non smettiamo di inviare curricula nella speranza di trovare un lavoro decente e decoroso.
La soluzione che io vedo? allargare l'apprendistato anche ai cinquantenni perchè se si vuole cambiare lavoro se lo si perde bisogna che qualcuno te ne insegni un altro e le aziende non vogliono più fare formazione però nello stesso tempo li vogliono preparati ed esperti ma se hai cinquantanni sei vecchio...
Come la mettiamo?

antonella b., Cremona Commentatore certificato 17.05.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Sospettavo che l'Agenzia per l'Impiego non mi avrebbe mai contattato (e così è stato), ma se non altro l'iscrizione mi ha permesso di avere l'esenzione dal ticket sanitario. Per il resto non serve assolutamente a nulla: me lo avevano detto anche gl'impiegati che ci lavorano.

Le agenzie interinali sono agghiaccianti: offrono soltanto occasioni da 400 euro al mese per i giovani, con la lusinga della serie "...questo lavoro ti permette di impreziosire il curriculum!". E devi accettare per forza, se no ti dicono che sei "choosy".

Se hai più di quarant'anni non dico che ti ridono in faccia, ma poco ci manca.

Noi cinquantenni siamo veramente l'ultima ruota del carro (funebre, naturalmente).

Alberto P. Commentatore certificato 17.05.13 20:53| 
 |
Rispondi al commento

BELIN CHE TA NEGA, e lento Beppe pero è come un Diesel ci arriva prima
51 enne occupato senza stipendio ,PRESENTE
Senza Stipendio (la Parola disoccupato non esiste nel mio lessico perche discriminate e , perche faccio sempre qual cosa in casa o fuori, disoccupato e come dire non pensante cosa impossibile) comunque senza introiti Grazie a Schettino (all epoca Costa Concordia ho subito Mobbing perche ero Ufficiale alla Rotta su navi Passeggeri Inglesi e provenivo da Costa Crociere, mi sono dovuot licenziare), Disoccupato grazie a compagnie come la Ignazio Messina e i suoi Jolly ( ho interrotto i miei cotratti perche imbarcato su nave a mia opinione senza la navigabilità nonostate il parere Positivo del Registo Italiano Navale , Nave "Jolly Rubino "che dopo il mio sbarco è affondata sotto le coste della somalia Grazie sopra tutto ad uno stato presente la solo dove c'è da rubare o occupare impropiamente incarichi remunerativi,
MARITTIMO, non ho mai chiesto niente allo Stato Italiano perche non ho mai creduto nello stato, Da quando Geddafi ha mandato via gli Italiani dalla Libia espropiandoli di tutto lo stato Italiano non ha mai aiutato i profughi ,nessuno, non aiuta nemmeno i terremotati cosa volete che aiuti i disoccupati?? gia la burocrazia per averla la disoccupazione e complessa lunga mai puntuale e solo per sei mesi, gli Impiegati INPS ti guardano come un parassita mentre i parassiti sono loro con in testa un dirigente capo che prende stipendi e incarichi dovunque,Insomma mi sono sempre industriato da solo e ho sempre disprezzato quelli che cercavano un posto fisso a tutti i costi, purtroppo mi rendo conto che gli stessi dirigenti con il posto fisso e politici con il furto fisso ci hanno portato via tutto svendendo quel poco lavoro rimasto , e per ricostruire non ci vorra un di , I nostri responsabili no vedeno piu in la di quel di, non capiscono che se danno il reddito di cittadinanza si instauera un processo virtuoso dove il lavoro non manchera piu come oggi

Arrigo Garipoli, Genova Nervi Commentatore certificato 17.05.13 20:50| 
 |
Rispondi al commento

Ascoltiamo quest'uomo che ha deciso di farla finita.. che facciamo?
Il governo dopo 19 giorni dal suo giuramento.. (era molto importante è urgente la capacità di decidere..)
dopo aver sistemato tutto l'apparato della corte e dei cortigiani..
ha partorito ieri la sospensione dell'imu.. !!
Dal giorno delle votazioni e dei risultati elettorali sono passati..
(si sono tenute domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013 a seguito dello scioglimento anticipato delle Camere avvenuto il 22 dicembre 2012)
82 giorni..
Niente è stato fatto per la gente che è veramente in difficoltà..
Una pazzia collettiva ci stà portando verso condizioni veramente difficili per milioni di italiani.
E la classe medio borghese, gli intellettuali, i giornalisti, ecc. continua a parlare e sparlare.. del movimento 5 stelle..
con disprezzo, pressapochismo, superficialità, inganno, mala fede..
Se avessero rispetto per gli otto milioni di italiani che hanno votato il movimento, e per i suoi 20 punti del programma.. almeno tre o quattro punti.. si sarebbero prese decisioni in tempi rapidi e in grado di invertire la condizione di milioni di italiani..
Utopia!? sicuramente..
purtroppo gli interessi e gli obbiettivi delle classi dominanti vanno in ben altre direzioni.. e per la finta democrazia che governa,
bastano il 40% degli elettori per governare..
Il resto degli italiani e solo contorno..!!

Massimo Di Giorgio, Perugia Commentatore certificato 17.05.13 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono 20 anni che ribadisco l'inutilità dei Centri per l'Impiego così come sono strutturati in Italia.
Il numero dei Centri per l’Impiego pubblici è pari a 539 in Italia, con circa 10 mila addetti con una spesa per lo stato di circa 20 milioni di euro.
Visto che non servono a nulla CHIUDIAMOLI E DESTINIAMO I SOLDI RISPARMIATI AL REDDITO DI CITTADINANZA.

Roberto Giardi, Monterotondo Commentatore certificato 17.05.13 20:47| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A CHI VIENE TOLTO IL LAVORO OGGI IN ITALIA?


Secondo dati Istat, nel trienno 2007-2001 si sono persi 255mila posti di lavoro: a questo numero si arriva così


GLI ITALIANI HANNO PERSO UN MILIONE DI POSTI DI LAVORO CHE AVEVANO

GLI IMMIGRATI HANNO GUADAGNATO 750MILA NUOVI POSTI DI LAVORO


Tra il 2007 e il 2011 l'occupazione in Italia è diminuita di circa 250.000 unità ma il dato significativo è che a fronte di un calo di un milione di lavoratoriitaliani si registra un aumento di 750.000 lavoratori stranieri.

È quanto si legge dalle statistiche sulla coesione sociale pubblicate dal ministero del Lavoro sulla base dei dati Istat.

Secondo i dati Istat gli occupati sono passati da 23.222.000 nel 2007 a 22.967.000 nel 2011 con un calo di 255.000 unità (-1,09%).

I lavoratori con cittadinanza italiana sono passati da 21.719.000 a 20.716.000 (oltre un milione in meno pari a -4,61%).

I lavoratori immigrati sono passati dai 1.502.000 del periodo pre crisi economica a 2.251.000 nel 2011 con un aumento di 749.000 unità (+49,8%).


NEGLI ANNI PIU' DURI DELLA CRISI, L'OCCUPAZIONE DEGLI IMMIGRATI E' CRESCIUTA DEL 50%


QUESTO E' IL RAZZISMO IN ITALIA... CONTRO DI NOI!

PADRONI A CASA NOSTRA!


Quando il lavoro manca manca sia per gli imprenditori che per i dipendenti.
La flessibilità non c'entra niente. Serve anzi per consolidare le posizioni degli imprenditori con attività protette.
Il reddito di cittadinanza è sicuramente una bella cosa ma dove li prendiamo i soldi?
Sono convinto che per pagare la cassa integrazione erogata nei primi quattro mesi di quest'anno non basterà tutto l'anno in corso.
La priorità è far ripartire l'economia. Dobbiamo batterci per il rispetto delle leggi, a partire da quelle anti corruzione. Dobbiamo batterci per eliminare lobby e monopoli. Dobbiamo lottare contro l'evasione fiscale.
Dobbiamo impedire che vengano tagliate le entrate di comuni e regioni che forniscono i servizi primari ai cittadini. Scuola, trasporti locali e sanità sono forse forniti da qualcun'altro?
Eliminiamo l'IMU per comprare gli F35. Vi sembra giusto?
Dobbiamo riorganizzare la pubblica amministrazione, anche redistribuendo le persone dove veramente servono.
Dobbiamo mettere dei tetti massimi alle retribuzioni di manager privati e pubblici.
Dobbiamo farla finita con il giochino delle stock options. Si premi chi investe in un'azienda e tiene ferme le sue quote o azioni per due o tre anni e si penalizzi invece chi compra e rivende quote in tempi brevi. Si renda appetibile l'investimento in aziende italiane, si premi l'aggregazione e vedrete che il lavoro arriverà.

Enrico Gugliotti, Sesto Fiorentino Commentatore certificato 17.05.13 20:28| 
 |
Rispondi al commento

anche mio marito, 55 anni, venditore auto, è in cassa integrazione. sta frequentando corsi vari ma nessuno lo aiuta a rifarsi un futuro. Come riciclarsi a 55 anni? eppure ha tanta esperienza.

rita di vito 17.05.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Sono nella stessa situazione, da due anni oramai. Zero prospettive e una figlia all'asilo, mutuo prima casa. Centro per l'impiego? Lasciamo stare che é meglio. Cosa posso fare? Darmi fuoco? Prima dò fuoco a qualcun'altro.

Giorgio Pettenello 17.05.13 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Me-mmt ? Nn sn idee condivisibili???

Marco P., Cesena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.05.13 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Se eravate finti profughi tunisini, venuti qui solo per spacciare, per due anni avreste avuto vitto e alloggio gratis, un sussidio e lavori socialmente utili fino a 1500 euro al mese

http://www.angelilli.it/it/rassegna/apriArticolo.asp?Documento=994

Se eravate zingari pluripregiudicati, le giunte di sinistra vi avrebbero regalato villette o dato in mano 8mila euro a famiglia.

http://www.qelsi.it/2011/pisapia-regala-8mila-euro-a-40-famiglie-rom-8mila-ogni-famiglia/

http://www.lanazione.it/pisa/cronaca/2010/09/02/378893-campo_nomadi_smantellato_nuove_case_coltano.shtml

INVECE SIETE ITALIANI NATI IN ITALIA E CAMPATE ONESTAMENTE

QUINDI LO STATO DI VOI SI RICORDA SOLO QUANDO C'E' DA PAGARE LE TASSE,

E SE NON CE LA FATE PIU', VI REGALA UN METRO DI CORDA, E POI LE ISTITUZIONI VENGONO A PIANGERE AI VOSTRI FUNERALI


Casa, lavoro, welfare

PRIMA GLI ITALIANI!

PADRONI A CASA NOSTRA!


caro amico,non ho altro che darti la mia solidarietà e sostegno morale,anche io sono nella stessa situazione,lavoro,come interinale,a tempo determinato,e ti capisco,in bocca al lupo fratello e non ti abbattere,sii forte

sandro cirafici 17.05.13 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Oggi, c'è stata l'ennesima vittima di questa crisi assassina ed altrettanto "ammazzatrice" indifferenza........! Un piccolo artigiano si è suicidato dandosi fuoco! Aveva chiesto disperatamente ma dignitosamente aiuto anche a te Grillo!
Non finirà mai!
Non cesserà mai questa immane e continua tragedia, se la Politica non si ferma , per poi ripartire......... "partendo"dal POPOLO!
BASTA!
E' inaccettabile , UMANAMENTE INACCETTABILE, tutto questo!

Giuseppe DELLE FOGLIE Commentatore certificato 17.05.13 20:19| 
 |
Rispondi al commento

Ex Quadro informatico, oggi con contratto a tempo determinato a 12,40 € all'ora, rinnovato mensilmente...forse,
33 anni di seria professionalitá.
Povera Fornero, poveri sindacati, poveri politici di questa societá malata.
Non perdiamoci d'animo e alziamo la testa!!!
Corialitá e arrivederci a Roma!

Marco Minoia 17.05.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento

Sono d accordo con te la nostra generazione non è considerata , e pensa che a governarci c'è gente un po' più vecchia di noi , ma pensa solo a se stessa

Corrado vada 17.05.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
IL VECCHIO BOLLITO,"MASCHERA DI CERA",SPARA CAVOLATE "ON LINE" E IL PAESE LENTAMENTE MUORE,CI ASPETTA UN BELLA "SVEGLIA"
ALVISE

alvise fossa 17.05.13 20:16| 
 |
Rispondi al commento

io appartengo a questa categoria

marco pelone, la spezia Commentatore certificato 17.05.13 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma come! Lo stato c'è va pure in ritiro, ma di queste persone non glie ne frega un cazzo, poi si lamentano che persone disperate vanno sotto il palazzo con intenzioni violente, vorrei vedere loro nelle stesse condizioni come si comporterebbero, ma loro sono li e non capiranno mai i problemi della gente finché non li butteremo giù dalla torre del potere.
Speriamo il più presto possibile.

Nicola Scoccia 17.05.13 20:14| 
 |
Rispondi al commento

subito il reddito di cittadinanza ho tanta voglia di lavorare 53 anni a dicembre 3 anni senza lavoro più di 500 cv consegnati a mano muratore di professione deluso !!!!

ciro papa 17.05.13 20:12| 
 |
Rispondi al commento

Per non parlare dei piccoli imprenditori o artigiani che hanno perso la loro attività... chi li aiuta ? Solo massima protezione a chi ha gia il lavoro attraverso le mega strutture sindacali autoreferenziali. Ma per chi è fuori niente di niente.

Michele D., Barletta Commentatore certificato 17.05.13 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Gaetano ti dico solo tieni duro, vedrai che riusciremo a far approvare il reddito di cittadinanza. Subito o alle prossime elezioni quando ci prenderemo il governo di questo paese.
Nessuno deve rimanere indietro, lo abbiamo sempre detto e lo faremo. L'unica cosa che ti posso consigliare, se non l'ha i già fatto, è di andare alle riunioni del gruppo a te più vicino del MoVimento 5 Stelle: troverai persone disposte ad ascoltarti e ti saranno vicino come possono.
In bocca al lupo a te e la tua famiglia e un caro saluto.

michela fabbrini, san giovanni valdarno Commentatore certificato 17.05.13 20:05| 
 |
Rispondi al commento

si anchio confermo quanto sopra per noi over 40 non ce via di uscita siamo trattati peggio degli invisibili ..troppo giovani per la pensione troppo vecchi per il lavoro.....gli uffici preposti ci snobbano e non ci considerano..che fare in questi frangenti ...l'unica nostra speranza e la ricollocazione dei centri del impiego...ma mi sa che tutto ciò rimane una utopia in questo paese che e sempre più sordo alle disgrazie dei cittadini..lasciati soli con le loro difficoltà...e tutto ciò non posso che esprimerla con una sola parola...vergogna e solo vergogna.

mauro arceri 17.05.13 20:01| 
 |
Rispondi al commento

46 anni. Per fortuna non ho moglie e figli e non pago affitto (ma non ho casa: vivo in una casa datami in comodato gratuito, mia grandissima fortuna). Ma sono disoccupato veramente da troppo. Mi restano meno di 500 euro. Cosa farò dopo veramente non lo so. Se non fate in tempo per noi, pensate almeno a quelli che hanno ancora un po' di tempo: prima o poi finirà anche per loro.

Andrea Ferro 17.05.13 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Io sto testimoniando la mia condizione in un blog in cui dico la verità, tutta la verità, senza autocommiserarmi e propositivamente http://italianidisponibili.wordpress.com/
e sto organizzando la marcia per il lavoro.

Marco Mozzoni 17.05.13 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Ci vuole il reddito di cittadinanza, cittadinanza a tutti gli immigrati, taglio delle tasse e non tagliare i costi della politica e della burocrazia.

ven zaneln 17.05.13 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo e' una situazione gravemente diffusa, di cui gli organi di informazione di regime omettono di narrare. La mia più sincera solidarietà

Mauro Caporali 17.05.13 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Anche io sono nelle condizioni simili: Io ho 50 anni e 2 figli , uno di 19 anni e l'altra di 16 ed entrambi vanno a scuola: io licenziato, mia moglie mai occupata....

rino 17.05.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

infatti una vera emergenza anche per me over 40!!!

Donatella 17.05.13 19:48| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori