Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

28 aprile - Giornata mondiale per il Darfur - Antonella Napoli

  • 37

New Twitter Gallery

globaldaydarfur.jpg
Antonella Napoli, giornalista e presidente di Italians for Darfur Racconta il dramma del Darfur: 10 anni di guerra, 2 milioni di sfollati, 300mila morti- foto inedite di un villaggio bruciato

La Giornata per il Darfur (espandi | comprimi)
"Il 28 aprile viene celebrata in contemporanea in varie capitali del mondo la Giornata per il Darfur che, nel 2013, ha una valenza particolare essendo il decennale dell'inizio della crisi. Dieci anni di conflitto, dieci anni che hanno lasciato sul campo 300mila morti e oltre due milioni di sfollati in Darfur.

Una guerra civile insolita(espandi | comprimi)
Quella in Darfur non è stata, non è, la "solita" guerra civile. In dieci anni, l’ottanta per cento dei villaggi è stato distrutto. Io ne ho visto uno. Muhajiria. Trenta capanne, una scuola o poco più. Tutto incenerito dalle bombe dell’aviazione sudanese e dagli attacchi delle milizie arabe dei Janjaweed, i cosiddetti "diavoli a cavallo" assoldati, secondo il Tribunale dell’Aja, dal governo sudanese per contrastare la rivolta in Darfur.

Clicca qui per contattarel'Associaizone Italians for Darfur
Firma la petizione per il Darfur

Potrebbero interessarti questi post:

Selam Palace
Darfur: il massacro continua
Rwanda ieri, Costa d'Avorio oggi?

1 Mag 2013, 11:42 | Scrivi | Commenti (37) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 37


Tags: Africa, Antonella Napoli, Bashir, Corte Penale Internazionale, darfur, darfur global day, Doha, giornata mondiale darfur, Jebel Marra, Justice equality Movement, Khartoum, Minnawi, nord sudan, Onu, south sudan, sud sudan, sudan, Sudan Liberation Movement

Commenti

 

Il DARFUR e' nato come nazione solo quando i petrolierii si sono accorti che c'era il petrolio,hanno creato questo finto stato i cui ministri si sono portati i soldi delle ruberie all'estero,Vi ricordate l'estate scorsa il presidente di questa pseudo repubblica pregava i ministri di riportare in patria i soldi che avevano imboscato all'estero!!!!E noi dovremmo aiutarli????Prima li aiutiamo ad ammazzarsi tra loro e poi portiamo la nostra solidarieta',aspettiamo ancora un po' cosi ci possiamo prendere il loro petrolio dopo che si sono sterminati.

paolo sarullo 04.05.13 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi permetto di segnalarvi il sito Change.org per dare voce alla vostra petizione, a mio parere ogni appello ha una diffusione davvero rapida.

elisabetta zucco 02.05.13 09:59| 
 |
Rispondi al commento

La lobby bilderberg e il calcio.
Ieri sera, nonostante non il calcio non m'interessi, ho voluto guardare la partita di calcio Barcellona - bayern monaco. All'andata 4 - 0 per i tedeschi, ieri sera 3 - 0, sempre per i tedeschi. La germania controlla la SEAT e altre aziende spagnole. Alla Spagna non è stato chiesto di fare da bancomat.
Europei 2012, Italia - germania 2 - 1. La germania ci odia!!!!!!!!!!

Fabio T. Commentatore certificato 02.05.13 08:10| 
 |
Rispondi al commento

I morti ammazzati hanno ancora un colore,quelli neri restano al buio. Solo i cadaveri bianchi e ricchi fanno notizia.

Paolo C., Roma Commentatore certificato 02.05.13 02:30| 
 |
Rispondi al commento

una guerra dimenticata come tante altre perchè non è l'entità dell'evento importante ma la rilevanza che danno i media E così tra un maccherone e l'altro sono scivolati via i morti del darfur...

gilberto gamberini, cassacco Commentatore certificato 01.05.13 23:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppe! T'ho scritto molte volte sul blog, t'ho anche mandato 1 raccomandata l'11 marzo ma.. sempre ignorato! Rispondi x favore!
Ho navigato, oltre 30 anni in tutto il Mediterraneo, noleggiando 1 mia barca "trasportavo" signorotti pretenziosi tipo "pago pretendo" ora basta! Da tempo ho un sogno: portare in crociera intorno l'Italia disabili, pensionati, meno abbienti etc.
Persone in grado di apprezzare\condividere la mia passione per il Mare non venuti per schiavizzarmi.
Ho per le mani gratis in regalo 1 traghetto di 33 mt. COMMERCIALMENTE inutilizzabile perchè obsoleto e lento.
Ha il motore revisionato; con pochi soldi si può trasformare in un motoveliero da diporto NON commerciale. Una pensioncina itinerante, per circa 50 persone alla volta, dove ogni partecipante diventa un associato e va in crociera al solo costo del rimborso spese di vitto ed alloggio. La durata di permanenza a bordo è libera; in ogni porto ci si può imbarcare\sbarcare, in ogni porto una festa\gemellaggio con le locali associazioni di disabili e visita dei luoghi.
Con questo "contenitore" si realizzano molti scopi sociali e culturali alcuni sono:1) Creare, con queste brevi convivenze "forzate" amicizie tra disabili e normodotati che potrebbero continuare anche dopo la crociera. 2)Svolgere corsi di formazione a persone di lunga disoccupazione, disaddatati sociali\ex-detenuti\ex-tossicodip. etc. (non paganti non pagati) alle quali viene rilasciato un attestato di partecipazione ogni mese;Un pezzo di carta con scritto:il sig.Tizio Caio ha effettuato 1 corso da:aiuto marinaio\e\o\cuoco\motorista\manutentore etc che potrebbe esser utile, a questi soggetti, per reinserirli al lavoro.
Il motoveliero in ogni porto si può utilizzare come palco x comizi con loghi M5S sulle vele. O aspettiamo che lo facciano gli altri per poter dire: "Grillo se ne frega dei disabili etc.etc."? N.B.: Si tratta di 1 iniziativa NO-PROFIT per passione dove nessuno ci guadagna! Tel. 3386007516 pierangelo.bellettini.com

Pier Angelo Bellettini, Rimini Commentatore certificato 01.05.13 22:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A parte l'immane tragedia del Darfur sponsorizzata da chi ci guadagna, ora si apprende che gli Stati Uniti si apprestano ad intervenire militarmente anche contro la Siria ( famose le missioni di pace a suon di bombe). Ovviamente useranno le loro bombe intelligenti ma all'uranio arricchito! Così finalmente Hobama riceverà altri premi Nobel per la pace. Per par condicio, bisognerebbe dare, anche se postumo, un premio Nobel per la pace anche baffettino Hitler, lui ha sempre dichiarato di amare la pace e tutti ne abbiamo visto i risultati. Se avesse vinto la guerra sarebbe stato osannato come l'uomo della provvidenza come lo fu il suo caro amico Mussolini.

Stefano Monacò, Trapani Commentatore certificato 01.05.13 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Chiediamoci semplicemente a chi conviene l'infame guerra in Darfur; chi mira ad espandersi anche in queste terre apparentemente desertiche ma che di solito, sotto nascondono ricchezze immense. Poi vorrei sapere qual'è il ruolo dell'ONU, o siamo alla vecchia teoria che i "negri" sono di una razza inferiore e quindi vanno eliminati per far posto all'espansione demografica sia dei cinesi che dei caucasici? Oppure potrebbe esservi coinvolto qualcuno al momento insospettabile ? Che non posso nominare. Da dove provengono le armi che si usano in tale paese x sterminare come mosche povera gente indifesa e soprattutto innocente! Potrebbe anche esserci in mezzo la strategia per ridurre o eliminare l'immigrazione in Europa di tanti disperati della zona sub.sahariana? I signori della guerra, ciò se lo possono permettere perché, chi x loro, sono riusciti a cancellare la coscienza pacifista degli occidentali.

Stefano Monacò, Trapani Commentatore certificato 01.05.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, è ora di dire basta ad uno Stato che sfrutta i bisogni della gente con il gioco d'azzardo, rifugio di sognatori che in questo modo rovinano loro stessi e le loro famiglie

Ennio Molina, L'Aquila Commentatore certificato 01.05.13 21:43| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo superficiale e mistificante questo articolo (che mi auguro non orienti la politica estera del Movimento Cinque Stelle). L'indipendenza del Darfour (come quella della zona di Bengasi o quella del Kossovo) è stata inventata a tavolino dagli strateghi della NATO e delle multinazionali petrolifere e minerarie.

Francesco Santoianni 01.05.13 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco questi stermini di massa , forse siamo l' unica razza vivente sul pianeta che uccide non x fame o sopravvivenza ma uccide anche semplicemente x essere un pò più ricco del vicino . Senza Parole !!!

dami alessandro 01.05.13 19:21| 
 |
Rispondi al commento

...sulle cause della crisi del Darfur si dovrebbe andare a cercare il capro espiatorio nelle controversie internazionali rese critiche dall'imperialismo americano e dal neo-colonialismo europeo, sembra che x ragioni di petrolio di cui è ricco il Darfur, esista UN CONTENZIOSO TRa la Cina e le nazioni occidentali in particolar modo l'America e suoi principali parteners europei.
mentre la Cina contraccambia il prezzo favorevole di Karthum costruendo e investendo in infrastrutture, che renderebbero + vivibile il paese africano, gli occidentali perseguono imperterriti la loro secolare strategia di sfruttamento irreversibile del territorio e della popolazione che ignara spinge i loro giovani ad militare nelle milizie "ribelli", che destabilizzano la pace del paese............
La medaglia ha sempre il suo rovescio....

Wiu@m@o -, Firenze Commentatore certificato 01.05.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Nel bene e nel male l'informazione fa la diferenza. Se i media NON ne parlano, la guerra NON esiste, NON esiste la sofferenza ne la morte. Solo se si riesce ad informare correttamente si può avere la giusta sensibilizzazione e quindi dopo la partecipazione..... Se non so, non posso ne decidere ne partecipare.... Purtroppo ancora per molto tempo la televisione sarà ancora il maggior e più diffuso mezzo di informazione. Chi riesce a gestirlo fa passare le informazione che vuole .... giuste o sbagliate che sinano......

Giuseppe Natale 01.05.13 18:56| 
 |
Rispondi al commento

L’Italia e il suo popolo sono inflazionati. La cura dell’inflazione è la recessione, la povertà. Ma nella ristrettezza non dobbiamo viverci soltanto noi; devono condividerla anche i dirigenti. Chi guadagna un sacco di soldi, che relazione può avere con chi ne guadagna pochi? I governanti sono come degli alieni che governano una terra e un popolo straniero. Questi benestanti, non sanno che cosa sono le pene e le preoccupazioni di chi è nato in questa terra ed è costretto ad emigrare. Se pensiamo che persino i pensionati emigrano perché qui è diventato impossibile vivere, allora siamo proprio arrivati allo sfascio della nazione! La cura più drastica sarebbe un abbassamento degli stipendi, e un abbassamento dei costi della vita. Il presidente della repubblica, per esempio, non dovrebbe guadagnare più di 10.000 € al mese; un ministro, al massimo 7.000 €. I stipendi dei dirigenti non dovrebbero superare i 3.500 € al mese. Un piccolo divario è facilmente colmabile. Il lusso è un crimine.

Franc Catalano (aryossanubi), Busto Arsizio Commentatore certificato 01.05.13 18:17| 
 |
Rispondi al commento

IL PARTITO ANTIDEMOCRATICO

E' SOLO UNA ELITE CHIUSA AUTOCRATICA AUTOREFERENZIALE CHE NON HA ALCUN CONTATTO CON IL PAESE REALE ( ALA PARI DEL PARTITO DELLE LORO LIBERTA' MA ALMENO DA QUESTI CE LO SI ASPETTA ) ..E QUANDO CE L'HA ..E' SOLO PER FARE I PROPRI PORCI INTERESSI ...GARANTIRSI STIPENDI E PENSIONI D'ORO A SBAFO PAGATI CON IL LAVORO DELLA POVERA GENTE ....24.000 EURO MEDI PER SGOVERNARE IN CONFRONTO AI 1300 CHE NOI PERSONE NO0RMALI GUADAGNIAMO ...

POSATE L'OSSO LADRI PAPPONI E TROIE !!!

E ANDATE TUTTI A CASA e affanculoooooo!!!

francesco siddarta 01.05.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Votate!!

DiFFONDIAMO QUESTO VIDEO!!!

Contestazione di oggi al pd e la scorta fa allontanare le telecamere!!!!

Vogliono nascondere anche questo, in tv non lo passano!!!

Pd quanti voti alle prossime elezioni 5%?uhm...forse son stato troppo buono!!

P.s. Chi contesta vi sembra del 5 stelle???
Ormai il popolo non vi vuole dovete capirlo, non solo noi ma l'intera italia...a casa!!!

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2013/05/01/primo-maggio-a-torino-contestato-pd/230543/

Andrea T., Firenze Commentatore certificato 01.05.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

VEDERE GIANNI LETTA CHE DA LA MANO A UN MEZZO UOMO COME PUGNETTA OPS!! SCUSETA BRUNETTA MI VIENE IL VOLTASTOMACO, ERA TUTTO GIA' PROGAMMATO, DI PIETRO IN OTTOBRE 2012 AVEVA RACCOLTO 1000000,00 DI FIRME PER IL REFERENDUM ABROGAZIONE LEGGE ELETTORALE,MA I SIGNORI DEL TEARTINO HANNO FATTO ORECCHIE DI MERCANTI,GRILLO SONO IN AGONIA SI STANNO UCCIDENDO DA SOLI. W IL M5S

giovanni 01.05.13 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Chi mi sa dire quanto percepiscono quelli che sono ospiti dei talk show ( politici , sindacalisti, imprenditori, ecc...)?

valter n., bergamo Commentatore certificato 01.05.13 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Essere davvero d'aiuto a chiunque abbia bisogno. Ecco un motivo in più per ottenere un'Italia onesta.

W IL M5S

Coraggio Ragazzi!

giovanni d., avellino Commentatore certificato 01.05.13 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Oggi abbiamo tanti di quei problemi in Italia, che sono stufo di sentire tutte questi piagnistei per il Terzo Mondo. Gli africani si risolvano i loro problemi da soli. Noi italiani abbiamo già parecchio di cui preoccuparci. E dobbiamo sorbirci anche la Boldrini ex-ACNUR (che ha scoperto solo ora che in Italia c'è gente che non ha da mangiare) e la ministra congolese che vuole dare la cittadinanza a chi nasce in Italia!!!
Vadano loro in Darfur e ci rimangano.

Pierluigi C., Pesaro Commentatore certificato 01.05.13 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Passiamo parola. Facciamo sapere a tutti quanto succede in Darfur. http://lucafiordelmondo.blogspot.it/

Luca Fiordelmondo 01.05.13 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Il presidente del neo DARFUR ha chiesto ai suoi ministri di riportare in patria i soldi che avevano trasferito all'estero... e noi dovremmo aiutare questi subumani????Il petrolio .. non olet.altro che solidarieta' sono solo delinquenri che se ne fottono dei loro compatrioti!!!

paolo sarullo 01.05.13 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io so solo una piccola cosa di questa immane tragedia.
Che è stato costituito uno Stato, il Sud Sudan, che risulta tra i più fedeli alleati degli USA e di Israele......quindi mi dispiace, ma, molto, anzi TROPPO, non mi quadra proprio, chissà tra quanti anni scopriremo la vera, pura e semplice verità su questi massacri.

Carlo Pandolfini, Catania Commentatore certificato 01.05.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Durante il suo discorso Letta ha detto che istituira il Reddito Minimo Garantito, ma ha anche detto che non rinnegozierà il Fiscal Compact. Come sappiamo tutti con lo sblocco dei 40 miliardi delle P.A si è raggiunto il 2.9 % del PIL. Il reddito minimo garantito ha bisogno che venga speso almeno 1 % di PIL. Ora partendo dal fatto che il Fiscal Compact ci obbliga a rimanere sotto la soglia del 3 % mi chiedo, o Letta non sa niente di economia oppure mente sapendo di mentire, quindi addio Reddito Minimo. Il M5S chiede a gran voce di rinnegoziare il Fiscal Compact. Se non ora quando ?

Giovanni Torres, Mola di Bari Commentatore certificato 01.05.13 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Quando è stata la prima volta che avete sentito parlare del Darfur? A causa della guerra. Prima, nessuno aveva mai sentito parlare del Darfur. Ed è proprio qui il punto. La guerra del Darfur è una delle tante guerre senza fine, perché non ha alcun obiettivo se non la continuazione infinita della guerra, dato che la guerra stessa è il business. Con la guerra arrivano operatori umanitari, volontari, NGO, l'Onu, l'Unione Africana e chi più ne ha, più ne metta. Un fiume di soldi, per un paese in cui non c'è assolutamente nulla (e nulla vi è mai stato). Certo, il business è operato da gente senza scrupoli che non si cura dei morti e delle sofferenze. La vita in Darfur costa poco. E d'altra parte non è che in tempo di pace il livello di violenza e di oppressione sia particolarmente basso (faide, conflitti tribali e violenze interreligiose etc sono comunque all'ordine del giorno). Infine, senza il fiume di aiuti ancora più persone morirebbero semplicemente di fame e di sete: paradossalmente, milioni di persone sopravvivono grazie alla guerra. In un'altra guerra africana, in Sierra Leone, si cominciò a mutilare in massa la gente, specie i bambini, per attirare più attenzione da parte dei media occidentali. Il mondo in cui viviamo è all'80% fatto così. È un miracolo che non sia al 100%. Ma mi pare lo stia diventando, se non cambiamo rapidamente strada, soprattutto nel mondo occidentale.

Roberto Orsi 01.05.13 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe la macchina del fango sta facendo il suo sporco lavoro e faccio fatica sia fra la gente che su internet ad ostacolarla....

RIP per le vittime del Darfour

Corti Davide 01.05.13 12:37| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
IO HO FIRMATO,MI AUGURO CHE FIRMINO ALTRI COME ME',NEL PAESE DELLA "MEMORIA CORTA"
ALVISE

alvise fossa 01.05.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Povera Africa, povera gente sfruttata e massacrata da secoli senza un attimo di tregua, e poi ci ricordiamo della shoa, degli indiani massacrati in America, di coloro che soffrono e muoiono ogni giorno però poca memoria o molto corta e se stanno in quest'orribile situazione la colpa maggiore è nostra (occidente)che abusiamo di ciò che viene Loro sfruttato, petrolio, oro e pietre preziose, caffè e altre ricchezze non in mano a questi popoli sofferenti, ma nelle grinfie delle multinazionali rapaci, pensate come potrebbe essere un continente ricco, felice e autonomo se potesse sfruttare le proprie ricchezze...

Franca B. Commentatore certificato 01.05.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

La comunità internazionale ha fatto la sua scelta:
sostegno senza se e senza ma ai carnefici.

Quando c'è un genocidio, come qualunque atto criminale, ognuno guarda il suo orticello e la comunità internazionale non fa eccezione.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 01.05.13 12:00| 
 |
Rispondi al commento

"Abbiamo già lo sfascio economico. Con lo IUS SOLI arriverebbe anche lo SFASCIO SOCIALE. Ci si aspetta che Lega e PDL non facciano passare questa porcheria demagogica, altrimenti entrambi i partiti TRADIREBBERO i loro elettori e darebbero una mazzata al paese. Non sto neanche a commentare la bassezza della sinistra, sia per la nomina in se di un ministro che proviene dal Congo (!) che per le idee che tale 'ministro' professa, che sono a totale discapito dell'interesse degli italiani.

dario n. 01.05.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori