Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

ius soli

  • 1369


boldrini_cittadinanza.jpg
In Europa non è presente, se non con alcune eccezioni estremamente regolamentate, lo ius soli. Dalle dichiarazioni della sinistra che la trionferà (ma sempre a spese degli italiani) non è chiaro quali siano le condizioni che permetterebbero a chi nasce in Italia di diventare ipso facto cittadino italiano. Lo ius soli se si è nati in Italia da genitori stranieri e si risiede ininterrottamente fino a 18 anni è già un fatto acquisito. Chi vuole al compimento del 18simo anno di età può decidere di diventare cittadino italiano. Questa regola può naturalmente essere cambiata, ma solo attraverso un referendum nel quale si spiegano gli effetti di uno ius soli dalla nascita. Una decisione che può cambiare nel tempo la geografia del Paese non può essere lasciata a un gruppetto di parlamentari e di politici in campagna elettorale permanente. Inoltre, ancor prima del referendum, lo ius soli dovrebbe essere materia di discussione e di concertazione con gli Stati della UE. Chi entra in Italia, infatti, entra in Europa.

10 Mag 2013, 10:10 | Scrivi | Commenti (1369) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1369


Tags: cittadinanza italiana, ius soli, UE

Commenti

 

O ignoranti. Andate a leggervi la Convenzione di Ginevra. Essa esclude il diritto d'asilo per i rifugiati di guerra ed economici. Ed è evidente. Altrimemti uno Stato dovrebbe riempirsi di tutti quelli che scappano da Stati africani o asiatici dove vi siano guerre civili: Iraq, Siria, Libia, Nigeria, Somalia, Congo, Sudan, Egitto, e potrei continare la lista. Inoltre, chi diventasse italiano per essere nato in Italia da stranieri, anche clandestini, si troverebbe ad essere italiano pur avendo genitori stranieri, che, se clandestini, dovrebbero essere espulsi. Dunque il figlio rimarrebbe in Italia e i genitori sarebbero rispediti nel loro Paese? Bisognerebbe dunque estendere la cittadinanza anche ai genitori, anche se clandestini. Vi sarebbe un'invasione di donne incinte o pronte a farsi mettere incinte per cagare figli in Italia. Chi non non è capace di prevedere queste conseguenze è meglio che se ne vada dall'Italia per non causare una situazione peggiore di quella che stiamo subendo a causa di queste continue invasioni. Peggiori di quelle armate perché di fronte a quelle armate agisce il diritto alla legittima difesa come in guerra. Di fronte a quella non armata si ergono subito argomenti moralistici che fanno strame del diritto. Perché è la solita questione. Si vuole continuare a confondere la morale con il diritto.

Pietro Melis, cagliari Commentatore certificato 20.05.14 00:51| 
 |
Rispondi al commento

Egregi signori del M5$telle
ho dato il voto non a voi
ma al programma che mi sono letto
e che mi sono premurato di divulgare.
Non ho votato certo gente che non conosco
ma la rappresentanza di questo programma.
Non mi risulta alcun Jus Soli.
Per conto mio rappresenta un quesito
referendario non delegabile a nessuno.
Sono pienamente d'accordo con Grillo.
Anzi qualsiasi decisione di governo andrebbe
presa per referendum illustrata dalle eccelse
menti scaldasedie dormienti tramite "Tv PUBBLICA!"
La decisione verrebbe presa in tempo reale
tramite la rete superenalotto con modalità
doppiamente controllata che non sto ad esporre.
Non ci vorrebbero anni per partorire ed attuare
porcate.
Penso che molti come me stanno cercando di capire se siete diventati dei politici e non più rappresentantidei "cittadini".
Se il pasto per voi non è più un problema non è merito vostro.
Saluti ai Van Rompuj del 5$telle.
Attenti alla sedia !

Franco T, 07.10.13 04:33| 
 |
Rispondi al commento

Grillo, non fare il solito rappresentante grillino che con riflessi molto sinistrorsi apprezza multiculturalismo e occupazione e saccheggio e non solo del suolo italico , da parte di stranieri

Il Padano 25.09.13 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi sa che la Boldrini ama più gli stranieri che i suoi connazionali Italiani. L'amore che i miei genitori mi hanno inculcato per la loro patria lontana (ITALIA) ma molto dentro del loro cuore e del loro essere è incalcolabbile. Come immigranti italiani non hanno mai ricevuto niente, tutto è stato frutto del loro lavoro e sacrificio, con il solo pensiero di ritornare nella loro patria, e ce l'hanno fatta amare fin dalla nascita (all'estero).Con grande sacrificio ci hanno fatto studiare nelle scuole ITALIANE all' estero.Abbiamo partecipato e festeggiato ogni 2 giugno presso il consolato, presso gli istituti di cultura, presso le associazione italiane (Club Italo-venezuelano), per noi sentire l'inno d'Italia, ci faceva ingrandire il cuore. Andare in chiesa Nostra Signora di Pompei la domenica per sentire la messa in italiano. Chiesa dove siamo stati battezzati, cresimati e sposati. (chiesa fondata dalla colonia italiana). Ma avrei tante ma tante cose da dire, raccontare come ITALIANA nata all'estero.(ius sanguinis). Ma oggi che i miei genitori ce l'hanno fatta (ottantenni) siamo tutti ritornati nelle loro amata ITALIA, senza dovere niente a nessuno, frutto soltanto dei nostri sacrifici. al rispetto per la famiglia è la prima cosa, essere bravi professionisti e cittadini, lo dobbiamo solo a loro, perche sono soltato le RADICI che contano.

Paola T 15.07.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

In Italia, per avere la cittadinanza basta pagare qualche migliai di euro per comprare il certificato di un nonno, bisnonno, trisnonno con lo stesso cognome, ed é fatta.
Detta da uno come me che ha avuto lo ius sanguinis...
avrò comprato la cittadinanza?
avrò comprato la cittadinanza?
avrò comprato la cittadinanza?
Mio pappà avrà avuto anche lui la cittadinanza?
e oggi godi della pensione Italiana comodamente all'estero senza aver mai vissuto in Italia?
Intanto tanti ragazzi nati e vissuti nel territorio restano apolidi.
:(

daniel p., venezia Commentatore certificato 26.05.13 01:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono un operaio ma non mi sono mai sentito derubato da persone provenienti da altri paesi se hanno ottenuto il posto all'asilo nido o altro; piuttosto mi sono sentito privato dei miei diritti di cittadino da parte delle istituzioni perché invece di creare strutture che né garantissero a tutti la disponibilità si regolamentava l'inserimento con regole che venivano studiate annualmente per gestire l'affluenza.In Italia è in uso mettere un cartello (es.:pericolo; che sottintende che ci devi stare attento te) invece di togliere quella data condizione. Lo ius soli può essere diritto di nascita con il vincolo che i genitori devono avere i permessi di soggiorno e non devono avere procedimenti penali in corso, uguagliandoli per diritti e doveri ai nostri. Obbligo di conoscenza della lingua è necessario ma anche una semplificazione delle leggi in modo che siano conoscibili e comprensibili da tutti e non solo dai giudici. L'Italia è una "repubblica" che non ammette ignoranza ma che non permette la conoscenza a tutti.

Aurelio M., Donoratico Commentatore certificato 21.05.13 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Altro che ius soli, è una ius sola per gli italiani, la cittadinanza, dev'essere un premio e va meritata, non certo regalata a tutti.

Paolo Bondassi 20.05.13 07:52| 
 |
Rispondi al commento

A parte il fatto che l'eccezione Europea è rappresentata dalla Francia, il punto è che la legislazione Italiana sullo jus sanguis appare eccessivamente restrittiva rispetto a quella del resto d'Europa. Ha senso che un bambino che va nelle nostre scuole debba essere escluso dalla cittadinanza Italiana. Il mondo non è bianco o nero.

Sario Maria Maurizio 19.05.13 13:39| 
 |
Rispondi al commento

RECIPROCITà IUS SOLI TRA STATI NAZIONALI:


ESISTE LO"IUS SOLI"IN CONGO E IN ALTRI PAESI DOVE HA ORIGINE L'IMMIGRAZIONE CLENDESTINA?ESISTONO LEGGI PER,ACCOGLIENZA,ASSISTENZA,DETENZIONE DI MALAVITOSI SIMILI A QUELLE ITALIANE NEI SUDDETTI PAESI?

Esiste lo IUS SOLI in paesi ricchi (Petroliferi)del Medioriente che potrebbero accogliere emigranti più facilmente integrabili per religione,cultura,vicinanza territoriale?

Se non esiste la reciprocità perché L'Italia deve applicare la unilateralità dello IUS SOLI se nessun organismo internazionale ce lo chiede?
perché dobbiamo sempre essere dei visionari autolesionisti?fare una politica di "GRANDEUR PAESE SOLIDALE"quando non ce lo possiamo permettere?

Bisogna essere pragmatici,(realisti) più simili a Tedeschi e nordici che vanagloriosi della multietinicità e globalizzazione,irrealisti terzomondisti con illusorie utopie,senza fare i conti con la difficile esistenzialità del proletariato e della maggioranza degli Italiani.

DIOGENE 16.05.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Spero solo che i nostri rappresentanti non cadano su questo punto molto scottante per un Paese già svilito economicamente e moralmente, altrimenti perderà molti ma molti voti, cioè tanto valeva votare SEL :((

Daniela R., Roma Commentatore certificato 15.05.13 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Lo ius soli andava bene negli "stati continente" del 1800, laddove necessitava popolare enormi territori desertici, francamente non mi sembra questo il caso dell'europa o ancor peggio della microscopica Italia oltretutto decuplicare la popolazione a che pro? E con quali risorse?

Daniela R., Roma Commentatore certificato 15.05.13 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVEVO SCRITTO UN POST CONTRARIO ALLO IUS SOLI CHE NON E STATO PUBBLICATO
Spero che questo non si verifichi piu' su questo sito, anche perche' sono sicuro di non aver usato nessuna parola offensiva.
Tutti coloro che sono favorevoli allo IUS SOLI, secondo me', o sono degli utopici ed inguaribili retorici, oppure hanno da guadagnarci se lo IUS SOLI venisse approvato.
Non e' possibile sostenere un qualcosa che le piu' invidiate (da noi) democrazie mondiali, non prendono neanche in considerazione.
Delle volte mi chiedo se coloro che sono favorevoli si rendono conto delle implicazioni sociali che ne possono derivare, e della strumentalizzazione che ne fara' chi vuole accapparrarsi una seconda cittadinanza ad ogni costo.
Io non mi sento RAZZISTA, mi sento REALISTA e sono cosciente di vivere in un mondo, che per la maggioranza e' fatto solo di OPPORTUNISTI.
La negazione dello IUS SOLI e' solo un atto di DIFESA e ci mette al riparo dal perdere cittadinanza in casa nostra.
O voi buonisti.... perche' non provate ad emigrare in AUSTRALIA??? perche' non provate in NUOVA ZELANDA???
Sappiate che se la' ci fosse uno IUS SOLI, io ci andrei di corsa

By

Claudio G., 40068 - San Lazzaro di Savena - Bologna Commentatore certificato 15.05.13 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"e tutto un inciucio tipico di politici incapaci di intendere ma purtroppo
capaci di volere, a mio avviso i cittadini extracomunitari anno bisogno di
diritti riconosciuti uguali ai cittadini indigeni, poi dopo secondo leggi
europee condivise riconoscergli una nazionalita europea.diversamente lo
stato italiano diventa un organizzazione illecita che rilascia cittadinanze
a prezzi da criminalita organizzata smistandoli come italiani nella
comunita, questa e una furbizia che non puo passare perche stupida come chi
la pensata, lottiamo affinche chi vuole vivere in italia non sia sfruttato,
assistenza sanitaria,salario,istruzione, alloggi etc etc
vivo da 50 anni in germania ho goduto anche prima della unione europea di
tutti i diritti tedeschi

la mafiosita e una brutta bestia per non parlare del pensiero
codardofascista che colpisce tantissimi italiani specialmente chi
intrallazza decisioni
decidetevi o diventati piu europei o uscite ma rimanere in europa ed
essere filo americani NO
vincenzo "

vincenzo gagliardi 14.05.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

PSEUDO BUONISTI DELLO IUS SOLI

Mi auguro che i vari buonisti non incontrino una delle tante mine vaganti con piccone.

Di non essere stuprate,borseggiate,rapinate dai tanti invisibili che bivaccano nelle strade.

Non bisogna fare di ogni erba un fascio,ma neanche essere dei miopi idioti capaci soltanto di attaccare etichette dimostrandosi di fatto degli snob razzisti e xenofobi culturali,con la puzzetta sotta al naso,credendosi gli unici portatori di verità e superiorità culturale che li rende repellenti visionari perbenisti.

Questi tifosi dello IUS SOLI sono degli irresponsabili,magari è gente che frequenta Capalbio o Cortina D'Ampezzo o che vive in villa o in zone chic,magari usufruiscono anche di scorta o guardiaspalle,sono lontani anni luce dalla realtà e quotidianità dalle periferie Italiane.

OMNIA MUNDA MUNDIS=TUTTO è PURO PER I PURI

Chi è clandestino non deve risiedere in Italia soprattutto se socialmente pericoloso.

ATTILA 14.05.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento

a chi frequenta questo blog e continua a osteggiare lo Ius Soli ( non mi rivolgo ai tanti razzisti e xenofobi che sono venuti in massa a commentare questo post perché tanto è inutile parlare con loro ) per vari motivi, chiedo questo: come vi sentireste se in Italia imperversasse da anni una guerra, e qui le persone morissero a migliaia per il conflitto in atto, le malattie e le carestie e la fame ogni anno? non scappereste dall'Italia con la vostra famiglia? si, scappereste se poteste farlo. e mettiamo che, rischiando la vita e lasciando gli amici, gli affetti e il paese natio, riuscite a arrivare in un altro Paese, dove non ci sono guerre, carestie, e malattie endemiche. voi e la vostra donna vi trovate un lavoro. fate dei figli. passano gli anni. magari 5. o 7,8 o 10. voi la vostra compagna/o perdete il lavoro. avete pochissimo tempo per trovarne un altro per evitare l'espulsione che le leggi vigenti in quel paese prevedono per gli stranieri che perdono il lavoro e non ne trovano un altro a breve termine. e il lavoro non lo trovate. quel paese espelle voi, la vostra compagna/o e i vostri figli. come vi sentireste? è o non è una cosa vergognosa e un dramma umano che colpisce migliaia di innocenti? ecco, voi che avversate lo Ius Soli provate a immedesimarvi in queste persone. come diceva il grande John Lennon, " Non è difficile se provi. "

manuel barone 14.05.13 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il fatto è che un referendum sullo Ius Soli non è attuabile perché le leggi vigenti non consentono di effettuare referendum propositivi. comunque rimango convinto, come tantissimi, che lo Ius Soli potrebbe essere incorporato nel programma del M5S. capisco le motivazioni di Beppe per le quali sostiene l'idea di un referendum, ma ritengo sbagliato lasciare decidere alla gente in merito allo Ius Soli, perché la sostanza è questa: si chiederebbe, soltanto a chi andrà a votare all'eventuale referendum, se delle persone da anni in Italia hanno diritto a avere dei diritti. non è giusto. inoltre c'è un altro paradosso: delle persone dovrebbero stabilire se i bimbi figli di stranieri nascendo in Italia possono avere automaticamente la cittadinanza, ma pochissimi stranieri ( i direttamente interessati ) non potrebbero neanche votare! chi dice che gli mln di italiani che hanno votato M5S, in quanto lo Ius Soli non era nel programma, " non si sono posti il problema " dice una cosa inesatta: senz'altro gli 8 mln di italiani che hanno votato M5S non ritenevano lo Ius Soli PRIORITARIO perché altrimenti avrebbero votato PD o Ingroia. ma sicuramente sono TENDENZIALMENTE FAVOREVOLI altrimenti avrebbero votato Lega o estrema destra. e a me Crimi è piaciuto molto.

manuel barone 14.05.13 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IUS SOLI

Attenzione Beppe,purtroppo anche nel movimento si sono infiltrati degli opportunisti che non perdono occasione di rinnergarti-rinnegarci come dei Giuda inebriati e folgorati dai fasti dei Palazzi Romani,dimenticandosi dei buoni propositi e programmi sottoscritti per i quali sono stati eletti.

Anche il Senatore Crimi non sembra brillare per coerenza,disubbidendoti talvolta,rilasciando dichiarazioni ondivaghe e cerchiobottiste,come per esempio nel caso dello IUS SOLI e dell'eventuale possibilità di referendum popolare come da te evocato.

Condivido il tuo post al 100x100 e le relative argomentazioni ed analisi molto realiste,chi entra in Italia entra in Europa ipso facto,con costi sociali ed economici insostenibili per la situazione-condizione Italiana.

Si ha l'impressone che determinati parlamentari si siano adagiati sugli allori,filosofeggiando di utopie buoniste irresponsabili con voli Pindarici irrealizzabili poco aderenti alla realtà,trascurando e distraendosi dalle vere urgenze-emergenze degli Italiani.

Una di queste utopie è lo IUS SOLI che favorirebbe altre ondate di immigrazione clandestina di genere femminile difficilmente controllabile e sostenibile.

Lo IUS SOLI non potrebbe configurarsi come un conflitto di interesse da parte di determinati soggetti tifosi del terzomondismo e multietnicità?

Perché non si riesce ad espellere personaggi pericolosi che girano e trafficano nelle nostre civilissime città,perchè le leggi non vengono applicate elasticizzandole sempre a favore di soggetti pericolosi per la comunità?

Detta situazione di pericolosità pubblica costituita da criminali liberi di circolare indisturbati è come lasciare aperte le gabbie di Tigri e Leoni dello zoo facendoli uscire e circolare tra la gente inerme.

Questa situazione di mattanze e stupri seriali quando finirà?a quando un giro di vite?cosa si aspetta a rendere sicura la quotidianità? VIP E CASTA sono indifferenti alle sofferenze poiché sono tutti scortati.

PETROSINO 14.05.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Con il sig. Mada Kabobo andrebbe applicata la legge
del suo paese , credo sia più avanzata delle nostra,
nel contrasto al crimine.

toni b., roma Commentatore certificato 14.05.13 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senti Grillo.....
E` morto anche il terzo picconato a Milano, ed e` ora di finirla con questo buonismo.Questa non e` piu` civilta`, con gli italiani braccati per le strade come fossero animali nella savana, in un safari.

La tua posizione sull'immigrazione e sullo IUS SOLI, la conosco, ma Crimi ti rinnega anche su questo.Allora, non e` che uno puo` votare 5 stelle, per il rispetto verso la tua persona(come faccio io)...e poi vedere i deputati che votano insieme al PD pure sullo IUS SOLI, e magari anche sull'abolizione del reato di clandestinita`.

Questi individui dovrebbero essere invece rinchiusi, e impediti di circolare..se non vengono espulsi, finche` non se ne vanno da soli.

Simone 14.05.13 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

oggi ho visto un film in programmazione in questi giorni ,
invito beppe ed i parlamentari 5 * e tutti coloro che non lo hanno ancora visto di andare a vederlo ." STA PER POIVERE " : e' un film attualissimo che riguarda il tema di questi giorni , lo " ius solis " e non solo anche del diritto di cittadinanza . un film che colpisce molto la nostre coscienza , che fa' riflettere sulle contraddizioni del nostro paese e sulle tante leggi assurde .
per una volta anziche' copiare dal resto d'europa potremmo noi
italiani dare l'esempio di civilta' , regolare in maniera giusta lo ius solis e i dirittto di cittadinanza per coloro
che da anni vivono nel nostro paese, producono , lavorano onestamente e pagano le tasse , rispettano la cultura e le tradizioni italiane . Poi si puo' anche coinvolgere il parlamento europeo a legiferare in merito .
ma non ci nascondiamo sempre dietro l'europa dietro l'europa
ogni volta che ci fa' comodo , perche' quando vogliamo prendiamo ad esempio alcune leggi europee , tipo
il reddito di disoccupazione , reddito di cittadinanza come lo chiama beppe , lo prendono anche cittadini italiani in germania che Vi risiedono da poco tempo , lavorando e perso il lavoro . quindi per una volta prendiamoci la responsabilita'
di legiferare in merito guardando in casa nostra .

tonino g., milano Commentatore certificato 14.05.13 00:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo,
sulla retorica del pietismo verso gli immigrati irregolari occorre fare chiarezza, togliere il velo dagli occhi della realtà ed esprimere civilmente la propria verità intellettuale, senza falsi civismi comportamentali.
Scelte politiche e regolamentari così invasive e devastanti come lo JUS SOLI, non possono rimanere nell’esclusiva decisionalità di una banda di cialtroni che, oltretutto, vivranno scortati (a spese nostre) per il resto dei loro giorni.
Queste scelte riguardano tutta la comunità regolare di un territorio, sia esso nazionale o periferico.
Dunque soltanto queste comunità hanno la titolarità per decidere su queste materie che incideranno per sempre sulla loro esistenza, altro che farlo decidere da un ministro extracomunitario! L’unica idea che ha in mente questo ministro è quella di farci invadere da un’orda di trogloditi, che le autorità di provenienza sono state ben contente di liberarsi, svuotando anche carceri e ospedali psichiatrici, liberandosi da pericoli di ogni genere, come se non ne avessimo già abbastanza dei nostri. Cosa vuoi che glie ne importi alla Kienge?! Asinus asinum fricat! Ma come si fa, poi, a nominare un ministro extracomunitario ad un dicastero che ha la titolarità decisionale sulle politiche che riguardano proprio l’immigrazione! E’ come nominare Al Capone al dicastero della giustizia! Non riesco ancora a crederci, mi sembra un incubo! Qui si sta ragionando al contrario!
Si vuol normalizzare l’arbitrio e la prepotenza. In altri termini, e, facendo un ulteriore semplice esempio: è come se qualcuno, bussando alla mia porta, fossi obbligato a farlo entrare, e, qualora io negassi, costui avesse il diritto di buttarmi giù la porta. Una situazione del genere è assolutamente inammissibile, perché un simile diritto genera una minaccia verso gli altri, e, di fronte ad una minaccia, ognuno ha il pieno diritto di difendersi nel modo più opportuno, nulla escluso.

Cesare da Milano 13.05.13 23:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...seguito:

Ne consegue che prima di legiferare su simili materie, è indispensabile una preventiva consultazione popolare, mediante referendum. Se il nostro ordinamento non prevede il referendum propositivo, ciò non costituisce automaticamente un’autorizzazione implicita al governo per legiferare alla faccia del Popolo, anzi, questa è un’ottima occasione per accantonare l’ideona ed inserire nel nostro ordinamento tale forma di democrazia diretta, poi si vedrà se le idee della Kienge e compagni corrisponderanno alla volontà SOVRANA. Datevi da fare Grillo e M5S, una mascalzonata così non deve passare. Non escludo neppure che la strategia di questi malati di mente, possa anche celatamente corrispondere ad una forma di distrazione di massa. Sospetto che degli immigrati non interessi a nessuno e che questa ideona da malati di mente potrebbe anche non concretizzarsi mai, ma certamente tale ideona non è salita alla ribalta per caso. Temo, infatti, che la distrazione di massa possa essere uno strumento utilizzato per disorientare l’attenzione della popolazione dalle iniziative del nostro Movimento.
Ad ogni buon conto, certe cose sono un problema serio, ma non per razzismo o per mancanza di umanità, ma per un civilissimo quanto incontrollabile, umanissimo senso di pericolo, asfissia logistica ed economica.
Quindi, tutta la considerazione che si meritano questi migranti, ma non sforziamoci di considerarci civili solo perché facciamo finta che nulla ci turba, li offenderemmo di più.

Cesare da Milano 13.05.13 23:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo. No allo ius soli. Un po' di buon senso non guasta. Le anime belle della sinistra (quelle che prima fanno per anni i pacifisti e poi bombardano la Serbia

Nero Zolf 13.05.13 22:50| 
 |
Rispondi al commento

La lega gongola: se si arrivasse a ridosso delle elezioni con la minaccia di approvare lo ius soli così come lo vuole la kienge, vanno al 40%, nonostante quel che è successo a casa loro. Attenzione, la gente è stufa...stufa davvero...

Illy 13.05.13 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo col referendum ed anzi sono sfavorevole allo ius soli. Se passasse questa proposta ci troveremmo, probabilmente, con partorienti provenienti da tutte le parti. La conseguenza sarebbe l'acquisizione di tutti i sistemi di protezione e assistenza verso la madre a cui seguirebbe irrevocabilmente il ricongiungimento familiare. Tutto ciò non ha nulla a che vedere con le grandi idee illuministe del mondo senza frontiere, ha a che fare col sistema della globalizzazione, con l'aumento d'offerta di mano d'opera e conseguente gioco di salari al ribasso, ha a che fare con l'idea di rimpinguare in breve termine parte delle casse dell'INPS, a che fare col distogliere dal progetto di reddito di cittadinanza ed inversione di rotta verso i diktat della Banca Centrale Europea insomma, niente di veramente ideologico ma molto molto pratico. Per questo voglio anch'io un referendum e cui voterò contro lo ius soli.

roberto carroll, Almenno San Salvatore via Pavoni 26 Commentatore certificato 13.05.13 19:44| 
 |
Rispondi al commento


Gli immigranti clandestini non sono tutte badanti,nelle carceri Italiane non ci sono badanti,ma delinquenti abituali,la cittadinanza Italiana non deve essere "SVILITA" ad essere un mero fatto burocratico ma "VOLUTA E MERITATA"con consapevolezza ed accettazione della nostra costituzione ,leggi e lingua,senza macchie giudiziarie.

Lo IUS SOLI renderebbe destabilizzante la convivenza civile con problemi sociali ed economici che l'Italia e gli Italiani con il mostruoso debito pubblico e welfare asfittico non si possono permettere a prescindere da tutte le buone intenzioni UTOPISTE IRREALI ED IRRESPONSABILI dei cantastorie terzomondisti.

Chi etichetta gli altri con offensivi epiteti e slogan,retaggio del secolo passato,si qualifica da solo dimostrando di essere un utile idiota virtuale e minoritario,fuori dal tempo,ancorato ad ideologie nefaste sorpassate e poco realiste.

Coloro che danno del fascista e del razzista a chi la pensa diversamente sono essi stessi degli intolleranti antidemocratici,non rendendosi conto della situazione di tanta gente del proletariato italiano impoverito con problemi di sopravvivenza anche a causa della concorrenza sleale da parte dei lavoratori stranieri,vittime di azioni predatorie da parte di malavitosi stranieri,tasse da record mondiale,servizi ed assistenza sociale scadenti.

Coloro che sono fautori dello IUS SOLI si renderebbero complici virtuali di trafficanti e schiavisti che faranno la tratta delle donne partorienti provenienti con barconi dall'africa attirate dalle facilitazioni della suddetta legge
che renderebbe la cittadinanza non soltanto ai nascituri ma anche a genitori tutori e parentele varie.

L'Italia si trasformerebbe in una grande clinica ostetrica con la crescita esponenziale di costi e tasse a carico dei soliti noti.

I Tifosi dello IUS SOLI appartengono a classi sociali benestanti senza problematiche esistenziali,infatti un vecchio proverbio popolare recita"Pancia piena non pensa a Pancia vuota".Meditate gente

alberto benfenati 13.05.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento

...era questa la cosa più importante.. scusate:
E' VERO CHE SI TIRANO FUORI TEMI CHE DIVIDONO PER FAR DISTOGLIERE L'ATTENZIONE DA COSE PIU' URGENTI MA CHE NON VOGLIONO FARE!!!! E' PER QUESTO CHE ABBIAMO FATTO BENE A NON DARE LA fiducia ad un governo PD-5STELLE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ci stanno dicendo: "Discutete, discutete su questo che noi lo schifo lo facciamo di nascosto"

Simone Gavina (noaspritz), Bologna Commentatore certificato 13.05.13 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo con chi propone di fare come si fà in Germania o quacolcosa di simile: le coppie che risiedono con residenza in Italia da"x" anni devono poter avere un figlio italiano, poi se al compimento dei 18 anni vorrà cambiare cittadinanza lo potrà fare. Scusate ma, se una coppia straniera si conosce in Italia e vive quì, lavora quì e decidono di fare un bambino per crescerlo quì, quel bambino sarà sicuramente italiano di qualunque colore sia. Crescendo in Italia conoscerà amici in Italia, i primi amori in Italia e probabilmente vivrà in Italia . Alloa, tutta la sua infanzia e la sua adolescenza gliela vogliamo far passare da "mezzo italiano"?
Ulima cosa ma forse la più importante:

Simone Gavina (noaspritz), Bologna Commentatore certificato 13.05.13 18:51| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo permesso che ci invadessero...e continuano a farlo... moltissimi hanno sempre e dico sempre lavorato e così facendo hanno onorato loro stessi, il loro paese e ci aiutano.. Dobbiamo ringraziarli???? SIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!

quelli che sono........... da 20 anni in Italia e che hanno si e no lavorato 3 mesi in tutto
quelli che........hanno aperto ditte fasulle solo per rinnovare i documenti facendo cadere i prezzi di mercato in alcunoi settori.
quelli che ........ sono venuti in italia ad aprirsi ditte portandosi dal loro paese manodopera a costo zero azzerando la produttività locale e che poi aprono negozi e\o attività e non assumono " STRANIERI ( che saremo noi)
quelli che........ vivono di espedienti, furti, prostituzione
quelli che ........per loro tutto è possibile tanto non hanno niente da perdere.

potrei continuare, ma ricordo che per queste persone, paghiamo noi.
Diamo la cittadinanza a chi ha dimostrato di aver preso sul serio il nostro paese e non a chi ha scambiato la nostra tolleranza, ospitalità e benevolenza per debolezza.
Giovanni B. Lupi

giovanni battista lupi 13.05.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento

La soluzione più semplice? Fare come in Germania.
Chi nasce da una coppia residente da almeno 8 anni e con regolare permesso acquisisce la cittadinanza in modo automatico ma, a 18 anni
può decidere di tenerla o tramutarla nella
cittadinanza dei genitori.
I parafilantropi del PD si pronuncino sul modo
in cui vogliono concedere la cittadinanza così
evitiamo inutili discussioni.
Chiediamo loro se intendono dare la cittadinanza
alle donne incinte che arrivano con barconi a Lampedusa, oppure avete un 'idea più logica e
razionale?
Sulla base di questa risposta potremmo evitare di farci bollare come razzisti.
Se si dichiarano disposti a dare la cittadinanza senza alcuna regola allora sarà la gente che li
etichetterà come irresponzabili coerenti solo
alla nefaldezze che hanno compiuto in questo ventennio.

vincenzo ., Milano Commentatore certificato 13.05.13 15:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono per nulla in sintonia con la maggior parte dei commenti a questo post che dimostrano un razzismo becero e vigliacco.

L'immigrazione selvaggia di questi anni è stata una scelta politica precisa, mirante a tener bassi i salari per i lavori manuali.
E' tanto comodo avere le badanti rumene o ucraine che costano poco. Se le facessimo sparire tutte domani una badante ITALAINA verrebbe a prendere, ogni mese, almeno 4000 euro. Naturalmente alcuni dovrebbero rinunciare alla badante, ma molte giovani italiane (e italiani...), per almeno 4000 euro, accetterebbero di fare il lavoro, anche lontano da casa. Come minimo un muratore prenderebbe 3500 euro netti al mese, un operaio 4000, un traslocatore 5000. E ci sarebbero i muri tappezzati di offerte di lavoro.
I vantaggi sarebbero incomparabili rispetto alle difficoltà, e ci sarebbe anche molto margine per un'immigrazione ordinata, qualificata e regolata.

Detto questo, le badanti rumeno non si possono far sperire con un colpo di bacchetta magica. Ci dovevamo far furbi prima.
Sicuramente occorre governare con maggior criterio la politica migratoria per gli anni a venire.

Tutto questo però non ci muove dalla questione fondamentale, che è questa:
LO IUS SOLI NON E' UN DIRITTO DEGLI STRANIERI, MA DEI BAMBINI, BAMBINI CHE HANNO MAGARI UNO O DUE ANNI; MA LI HANNO TRASCORSI TUTTI IN ITALIA.

Nessuna persona onesta può pensare di dire a chi è nato e vissuto in italia (come me): NON SEI ITALIANO.
Quindi se uno è orfano, figlio di N.N. non potendosi accertare la nazionalità dei genitori, non dovrebbe avere alcuna nazionalità?

Voi siete fuori di testa, mi dispiace, ma l'odio vi ha onnubilato il cervello.

Siete anche dei meschini vigliacchi: avete paura di sfogare sugli stranieri il vostro razzismo, e allora ve la prendete con i piccoli.

Stefano P., Torino Commentatore certificato 13.05.13 15:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se a casa mia può entrare chi vuole allora non è più casa mia (gli stati uniti citati come esempio di ius soli SPARANO agli immigrati lungo i confini).

Se in irlanda lo ius soli l'hanno abolito perchè arrivavano valanghe di turiste per partorire non capisco perchè dovremmo commettere lo stesso errore.

Se in Italia ci sono mezzo milione di clandestini che in buona parte delinquono abitualmente ci sono e basta: è possibile che quella che si presenta numericamente come un'illecita invasione debba essere sempre e comunque giustificata anche in sfregio alle vittime? (quasi 30000 stranieri su 65000 carecerati dovrebbero far riflettere anche sulla questione della LEGALITA').

E perchè si continua a insultare chi evidenzia tali evidentissimi problemi con l'epiteto di "razzista" quando l'argomento è ECONOMICO:
gli stranieri non vengono in Italia per simpatia ma per SOLDI!
NON si parla di razze ma di vil denaro!

E faccio notare che anche senza cittadinanza e senza aver MAI rispettato le leggi italiane (anche con precedenti penali e anche senza aver pagato i contributi inps) tutti gli stranieri con permesso di soggiorno hanno diritto alla sanità e alle pensioni (non contributive) anche se non parlano una sola parola di italiano!
E infatti molti se ne approfittano e fanno venire qui anche i loro parenti perchè tanto l'Italia mantiene tutti......

Ripeto: il problema è economico!

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 13.05.13 14:14| 
 |
Rispondi al commento

la società di mercato

http://www.marketwatch.com/story/capitalism-is-killing-our-morals-our-future-2013-04-27?link=MW_popular

giovanni 13.05.13 14:07| 
 |
Rispondi al commento

Proviamo a fare chiarezza:

http://laclessidrademocratica.altervista.org/blog/sangue-o-suolo/

Maria 13.05.13 11:24| 
 |
Rispondi al commento

La questione immigrazione in Italia non si può ridurre al concetto utopista "che non bisogna aver paura"oppure "la società Italiana deve essere aperta ed inclusiva" ma và ricondotta su binari più realistici,ovvero sulle risorse e sostenibilità socioeconomiche e di densità territoriale,L'Italia non ha dimensioni continentali come altri Stati,le nostre belle città, e paesi (già sature di stranieri) si stanno trasformando in banlieu tipo Francese.

Le case degli Italiani si sono trasformate in piccole roccaforti difensive con allarmi ed inferriate fino ai terzi piani,alla sera c'è il coprifuoco non si può uscire senza rischiare di essere taglieggiati o rapinati,gli Italiani sono divenuti dei reclusi dietro le inferriate delle proprie abitazioni.

Anche di giorno diventa problematico vivere la città serenamente,difficoltoso è praticare
i marciapiedi invasi da bancarelle e da questuanti stranieri minacciosi.

La qualità della vita dei cittadini ha subito un repentino tracollo,ovunque si vada si trovano bivacchi di nullafacenti maleducati che lordano con noncuranza le strade con rifiuti e bisogni fisiologici.

Molti sono gli Stranieri ubriachi alla guida di fatiscenti auto e senza assicurazione che causano incidenti senza pagar pegno,nei parcheggi si rischia di avere danneggiata l'auto se non si paga il "pizzo" alla gang di posteggiatori abusivi.

Tutto ciò ed altro non significa avere pregiudizi,essere razzisti,avercela con gli stranieri,ma essere realisti e solidali con il proprio popolo,verso gli Italiani che subiscono finora passivamente questa situazione di degrado,di stress del modus vivendi,di impoverimento sia economico che assistenziale del welfare.

Gli Italiani vengono spesso scavalcati nelle graduatorie e nei diritti dagli stranieri, sempre più arroganti e pretenziosi dei diritti senza doveri,questa è la società senza regole che si vuole creare?ci vogliono trasformare in una colonia di topi di fogna costretti alla sopravvivenza praticando il cannibalismo?

Diogene 13.05.13 11:05| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ai cittadini parlamentari: noi vi abbiamo votato in base ai 20 punti del programma tutto il resto si farà quando avremo i REFERENDUMMMMMMMMMMMM in modo che i cittadini TUTTI possano esprimersi per poter contare finalmente anche loro questo non è lo spirito del movimento?leggo tante interviste dei ns/cittadini parlamentari che vanno da tutt'altra parte contano solo loro ripeto quando si entra in nei palazzi del potere si perde il senso della tua missione a quei cittadini parlamentari che vogliono tradire lo spirito del movimento dico VERGOGNATEVI

stefanella m., brescia Commentatore certificato 13.05.13 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Possibile che con tutti i problemi che abbiamo i più importanti siano il diritto di cittadinanza? Chi li mantiene poi tutti questi stranieri? I demagoghi della sinistra. Nessuno vi impedisce di portarli a casa vostra, nel vostro appartamento, ma non nella casa comune che è l'Italia.
Ma non possiamo, almeno per una volta essere realisti. Voi di sinistra, volete gli stranieri per vincere le elezioni, ben sapendo che con il voto degli italiani non ce la farete mai. E Crimi la smetta, io non lo votato per sentire quello che dice. Deve pensare che un 40% dell'elettorato 5 stelle è di destra e vuole una neutralità su certi problemi. Attualmente, se si andasse a votare non voterei più 5 stelle non per colpa di grillo, ma di quei deputati e senatori grillini che si stanno mostrando uguali a quelli di destra e di sinistra. Opportunisti!

Monica Silvestri 13.05.13 08:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO a IUS SOLI.
La legge va bene così com'è.
Prima pensiamo agli italiani, poi vedremo.
I clandestini vanno mandati a casa loro, subito, no tenerli nei centri mesi e mesi, che poi vanno in giro a commettere dei reati. A casa subito appena arrivano. Devono entrare in Italia solo quelli richiesti con contratto di lavoro.

Giancarlo Penso 13.05.13 05:46| 
 |
Rispondi al commento

Noi sappiamo che in Italia il referendum propositivo non è previsto dalla Costituzione, ed infatti rappresenta uno dei punti del M5S, ed allora cosa si vuole far capire?...
Io penso che una società a 5 stelle debba essere, necessariamente, una società “inclusiva” e aperta… e che con le “paure” non si va da nessuna parte…
Caro Grillo, per certi discorsi basta e avanza Bossi, non ti pare?

flavio casgnola, palermo Commentatore certificato 13.05.13 01:31| 
 |
Rispondi al commento

A me non dispiacerebbe una soluzione come quella francese:

"In particolare dal 1998, la Legge Guigou prevede che alla maggiore età civile chi è nato in territorio francese da genitori stranieri acceda automaticamente alla cittadinanza se i due genitori disponevano alla nascita dell'interessato di un permesso di soggiorno e se il figlio è risieduto per almeno cinque anni in Francia."

Condizioni simili per l'attribuzione della cittadinanza ai figli di genitori stranieri si applicano in Gran Bretagna, Germania e Irlanda.

Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Ius_soli

Marcello G., mlogamba1@tiscali.it Commentatore certificato 13.05.13 00:48| 
 |
Rispondi al commento

La realtà è che la "geografia", anzi più correttamente la demografia, è già cambiata. E' un fatto. La pressione dell'immigrazione esiste e continuerà. Siamo anche, come e più di altri paesi occidentali, in una rapida decerescita della popolazione (facciamo pochi figli). Già oggi se non ci fossero immigrati saremmo in crescita negativa e già oggi, senza immigrati, non potremmo pagare le nostre pensioni. Siamo già un paese di vecchi e lo saremo sempre di più. Lo squilibrio demografico incontrollato non fa parte di una "decrescita felice" è solo insostenibile (a meno di non uccidere i nostri vecchi).

La reatà va governata, questo ovviamente non significa che chiunque passi per caso per l'italia diventa italiano ma è certo che leggi ed idee fatte per un mondo che non esiste più sono solo un pericolo.

La diatriba tra "ius solii" e "ius saguinis" (quest'ultimo anche privo di basi scientifiche) è quindi insensata. Queste sono categorie vuote, spettri di un mondo antico che si aggirano solo nelle nostre teste. I fatti ci dicono che chi partecipa ad una conunità, semplicemente, ne è de facto cittadino.

Il problema che abbiamo è come governare e gestire, in modo appropriato mutamenti già avvenuti. Pressione dell'immigraione e crollo demografico sono già qui e devono essere affontati oggi. Come movimento nato sulla rete MS5 deve governare i fatti in modo ragionevole e rifiutare paure irrazionali.

"... nell'essere privati della nostra vecchia libertà impariamo che la libertà che abbiamo perso era soltanto un illusione mentre la libertà che aquistiamo è reale. Questa è la nostra condizione di oggi. Come disse Robert Owen ...: «Se qualcuna delle cause del male non potesse essere allontanata dai nuovi poteri che gli uomini stanno per acquisire, essi impareranno che si tratta di mali necessari ed inevitabili; e le inutili ed infantili lagnanze cesseranno». Questo è il significato della libertà in una società complessa"(da Karl Polannyi, La Grande Trasformazione, 1944)

Stefano Lotti 13.05.13 00:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' triste vedere persone che scambiano il realismo per razzismo,dando subito del fascista a chi la pensa diversamente,magari a persone oppresse da mille problemi esistenziali che non hanno pregiudizi di superiorità ma necessità di sopravvivenza subendo più tasse e meno servizi poiché la coperta del welfare Italiano è corta.

Le solite anime belle benpensanti della multietnicità e terzomondisti,della cattosinistra al caviale,si permettono di etichettare come razzisti e fascisti chi la pensa in modo meno demagogico e meno utopista ma più reale sulla situazione dell'immigrazione.

Coloro che etichettano gli altri come fascisti e razzisti sono degli utili idioti irresponsabili che ignorano le caratteristiche fisiche e socioeconomiche dell'Italia senza più risorse e con un debito estero mostruoso.

Chi pagherà i costi sociali ed economici di questi nuovi ed ulteriori esodi di partorienti e puepere attirate dalla legge IUS SOLI forse i benestanti benpensanti oppure il popolino?

In materia di cittadinanza esiste la reciprocità tra stati per esempio esiste lo IUS SOLI in Congo o in altri Stati Africani-Asiatici verso altre etnie?

Se Lo IUS SOLI non esiste in altri Stati allora significa che tutti i cittadini degli altri Stati sono razzisti e fascisti?

Lo IUS SOLI è un lusso che non ci possiamo permettere con il Servizio Sanitario nazionale già in agonia?I Pronto soccorso ospedalieri sono superaffollati di immigrati ed impraticabili per gli stessi cittadini Italiani tra i più tassati al mondo per non ricevere né assistenza né servizi adeguati vivendo nel degrado sempre più evidente ed in città con scadenti qualità di vita.

La insicurezza regna sovrana,gli ultimi fatti di cronaca nera dimostrano che i cittadini sono delle prede e vittime per malavitosi di provenienza estera irregolare,le nostre carceri ne sono piene,le nostre leggi troppo permissive, garantiste,che non vengono applicate e fatte rispettare,neanche chi delinque abitualmente viene espulso.


Cesare Beccaria 12.05.13 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono d'accordo con la attuale legge, che la cittadinanza sia data quando la persona è già grande. Non alla nascita, Io sono straniero e ho acetato le legge del paese ospite e mi sono integrato subito senza bisogno di un ministero. La signora Ministro se vuole fare il bene alla umanità sia italiana o straniera. Può fare il medico senza frontiere come Gino Strada. Ovvio come ministro si guadagna di più. Vedo troppi opportunisti. Io sono 23 anni che abito in Italia e non sono fascista, ne xenofobo, ma non piace vedere stranieri che cercano il profitto o la corsia preferenziale. Lo stesso italiani che dicono che "gli italiani non vogliono fare lavori umili" non è vero. Io personalmente ho visto colleghi di lavoro italiani che facevano il camerieri come secondo lavoro. Due lavoravano in banca. Quello lo hanno inculcato i politici casta nullafacente. Grillo non è un razzista sta dicendo una cosa coerente. Costruire una nazione non è riempire dei bucchi. Manca uno Stato che faccia rispettare italiani ed stranieri. L'Italia è un popolo accogliente, niente a che vedere con gli altri partner europei. La immigrazione va condivisa, non va subita come occorre in Italia.

michele f., milano Commentatore certificato 12.05.13 21:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma è chiaro lo ius soli garantirebbe la sinistra alle elezioni eliminando l'elettore italiano con meno tasso di natalità. Strizzare l'occhio a chi dovrà essere la maggioranza garantisce voti, posti di lavoro nelle onlus, l'integration-business. Anche la criminalità gongola. Il traffico di essere umani è un pozzo senza fondo scambiabile come solidarietà. Poco male ed anzi molto business se le azinde li usano per lavori in nero, se i quartieri diventano favelas, se aumentano naturalmente i delitti. Tutto è business e voto. Il resto è razzismo o solidarietà. Nessuno si preoccupa di aiutare le madri italiane. Pensate il latte in polvere non è detraibile dal 730 ancora nel 2013. Evviva le ministre delle pari opportunità: mentre dilaga il femminicidio, aumentano gli stupri anche a causa degli immigrati, le donne italiane sono costrette ad arrampicarsi sugli specchi. Anche la pensione posticipata come se gli anziani li badassero i comuni. Il 98% dei criminali sono uomini. Immettere maschi stranieri nel sistema aumenta naturalmente la criminalità. Propongo una regola che i flussi tengano conto dei crimini distribuiti per etnia. Più un popolo tende a delinquere o a non intregarsi, meno ne entra. Controlli ed espulsioni. Creare nuclei speciali anti-traffico di esseri umani e immigrazioen clandestina. Pugno di ferro con gli italiani che ci mangiano. Con le sanzioni pagheranno le esplusioni.

Augusto 12.05.13 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Oggi il nostro Vito, disbrigatosi brillantemente dalle domande incalzanti e tendenziose dell'annunziata è stato secondo me volutamente un pò vago sul tema dello ius soli perchè dire che non lo si vuole, o meglio, lo si vorrebbe, ma sottoposto a ben determinate regole fa molto fascista e razzista. (Per altro Vito ha subito tirato fuori la questione delle famiglie in difficoltà a Brescia, come dire: prima di suicidarci con una legge che se non è regolamentata porterà con sè altra povertà, perchè non pensiamo un pò anche ai poveri nostrani?) Non c'è niente da fare: i sinistri duri-e-puri (quelli coi soldi, una vita agiata e pure le scorte) da quest'orecchio non ci sentono. E sarebbe pure pur troppo facile tirare fuori la storia del clandestino ghanese (che di regola non avrebbe dovuto essere sul nostro suolo), pure con precedenti penali, che ha ucciso e ferito quelle persone al quartiere Niguarda di Milano, ieri... il fatto è che i pazzi assassini ci sono tra tutte le popolazioni di qualsiasi etnia e nazione. Con questo ragionamento, però non si deve dare corda al lassismo o alla frase "era destino". In Germania se devi andar via perchè non ti comporti bene te ne vai e te ne vai davvero!...
Come abbiam detto in tantissimi, qui, il lavoro ce n'è poco, lo stato sociale è sempre più scarso. Ius soli? Come lo concepisce la neo ministra , non mi pare il caso, davvero!

Illy 12.05.13 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma che fine ha fatto il " ogni uno conta uno" con questo post mi sembra che UNO ha deciso per tutti!

E' triste poi vedere tanti commenti cosi pieni di pregiudizio, di complessi di superiorita e si, anche di fascismo. Non dimmenticate che credersi migliori degl' altri e' una carateristica del fascisti. Ma chi vi ha detto che l' Italia sara innondata dai poveri del mondo !?

Ma i comenti xenofobi contro la nostra ministra rimangono la testimonianza di intoleranza e razzismo di cui sono afetti tanti frequentatori di questo blog. Altro che Lega Nord o Casa Pound !

Ho gia quasi dei ripensamenti di aver datto il mio voto al M5S. Era la ultima sfonda. Peccato.

Giovanni Orsi 12.05.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia lo Ius Soli di fatto C'E' GIA'.
Qualunque straniero che vive in Italia dopo un RAGIONEVOLE LASSO DI TEMPO può GIA' diventare meritatamente cittadino italiano.

Per quale diavolo di motivo non vi sta bene l'attuale legislazione???!

Beppe continua così e NON MOLLIAMO MAI!

p.s. la densità di popolazione in Lombardia è pari a 409 ab/kmq, superiore a:

India
Sri-Lanka
Rwanda
Giappone
Israele
Germania
Regno Unito
Francia

solo x citarne alcuni...
Penso che abbiamo già dato...
Saremo pure vecchi ma siamo già ben troppi.

VOLEVAMO ISTITUIRE IL REDDITO DI CITTADINANZA E FERMARE LA CEMENTIFICAZIONE??
PENSATE CHE SARA' POSSIBILE CON QUESTE PREMESSE??

IUS SOLI = M5S EPIC FAIL!

ASCOLTATE BEPPE! Rivendichiamo IL PROGRAMMA!

intendo il NOSTRO NON QUELLO DEGLI ALTRI!

Ho visto il TG3 con Crimi:
Crimi non fare scherzi... Altro che nostri voti allo Ius Soli del PD-L.

IO STO CON BEPPE.

Paolo S., LC Commentatore certificato 12.05.13 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IUS SOLI=IUS SOLA PER GLI ITALIANI

RIGOLETTO 12.05.13 18:32| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Ho votato M5S davvero con molta convinzione, anzi, ho anche convinto tanti miei parenti e amici a fare altrettanto, in quanto eravamo tutti sulla stessa barca, dalla stessa parte della Storia, che è quella degli schiavi moderni, degli sfruttati, delle persone oneste che chiedevano solo un pò più di giustizia, equità, rispetto per il nostro territorio (la mia famiglia vive in valdisusa), e soprattutto onestà e probità da parte di chi ci governa. Volevamo in una parola cambiarew questo sciagurato Paese.
Continuo ancora a volerlo, e ti sostengo riguardo a chi non rispetta i patti (quei miserabili che vogliono tenersi la diaria, o i vanesi che si fanno intervistare dai pennivendoli), ma su questa battaglia oscurantista mi dispiace, dissento fortemente, non per interessi particolari (nonostante il mio cognome SONO ITALIANA), ma per gli stessi motivi che mi hanno indotto a votare M5S: empatia verso i più deboli e disgraziati, consapevolezza che questo problema è globale, e soprasttutto, perchè dobbiamo unirci e lottare insieme anche a chi respingiamo come "diverso" (mi stupisco che te, nato in una città di Mare come me, possa avere queste pulsioni xenofobe), perchè naviga, ci piaccia o no, sulla nostra stessa barca. E non è lui il nostro nemico o la causa dei nostri mali.
Non sono loro che ci hanno ciulato miliardi sotto il naso. Loro non dirigono banche e multinazionali, lo fanno tanti bianchi e occidentali che ti piacciono tanto.
Finiamola di scannarci fra poveri, mentre i padroni del vapore se la ridono alle nostre spalle...

Valentina Vlahovic, Nice (France) Commentatore certificato 12.05.13 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono contrario allo ius soli automatico ma favorevole a un percorso di integrazione, laddove ci siano i requisiti, perché se una famiglia sta in Italia, lavora regolarmente, paga le tasse e rispetta le regole allora è giusto che i figli che nascono in Italia abbiano la possibilità di diventare Italiani anche prima dei 18 anni (se i genitori hanno accettato un percorso formativo di integrazione); mi preoccupa però un'altra cosa: il fenomeno della immigrazione da paesi più poveri a paesi più ricchi fa parte della storia dell'uomo (qualcuno si ricorda dei barbari e che fine hanno fatto fare all'impero romano nonostante muraglie, legioni ecc. ecc. ?). Voglio dire che questo problema non deve essere affrontato in maniera assolutamente "stupida" come fanno i leghisti, né furbetta come fanno altri politici. Ci vorrebbe una visione "strategica" elaborata da persone che vedono un po' più in là del giorno dopo o delle prossime elezioni! La leggi Bossi Fini ha fallito clamorosamente anche se tutti fanno finta di niente. Non è con i divieti finti o con il buonismo che si può affrontare il problema. Se continuiamo così invece ci riempiremo di immigrati nullafacenti che saranno una specie di bomba a orologeria e l'Europa sta a guardare! Infatti il problema dello ius soli dovrebbe essere con un criterio unico a livello Europeo. Peccato che ...... dov'è l'Europa tutta presa a guardare solo i bilanci? POLITICA ZERO!!!

Franco De Chellis 12.05.13 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“IUS SOLI”? … MA PERCHE’? PERCHE’ NO!!!
Perché e’ demagogia , ho avuto la possibilità di viaggiare per mezzo mondo,ho visto e conosciuto cittadini di altri Paesi con più passaporti,
un amico Libanese e’ in possesso di passaporto Libanese, Canadese, Francese. Inoltre c’e’ l’esperienza Irlandese che ha abolito con referendum, nel 2004, lo “IUS SOLI” puro perché l’IRLANDA era diventato, il Paese dove le partorienti extra Unione Europea, andavano a partorire con visto turistico per poter acquisire la Cittadinanza e di conseguenza i sussidi pubblici e diventare cittadini europei.

Cosimo BRUNO 12.05.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Premetto che l'umanità nasce in una valle del Corno d'Africa e si espande poi per tutto il pianeta e varia le caratteristiche esterne a causa
dell'ambiente dove si insedia e quindi il razzismo è completamente stupido (come il classismo) in quanto l'umanità è UNA SOLA.

Premesso ciò, sono fermamente contraria allo jus soli, in quanto l'Italia
diventerebbe la sala parto dell'Africa, e questo sarebbe inaccettabile per
una questione di sovrappopolazione in quanto la densità per kmq. in Italia
è già oggi insostenibile in confronto alle altre nazioni :

Italia....tot.kmq. 303.340 densità/kmq=202
Francia...tot.kmq. 547.030 densità/kmq=111
U.S.A.....tot.kmq 9.631.420 densità/kmq=31
Brasile...tot.kmq.8.511.965 densità/kmq=22
Svezia....tot.kmq. 449.964 densità/kmq=20
Argentina.tot.kmq.2.766.890 densità/kmq=14,4
Russia...tot.kmq.17.075.200 densità/kmq=8,4
Canada...tot.kmq. 9.984.670 densità/kmq=3,3

A coloro che ancora obiettano che anche gli italiani sono emigrati in altri
paesi, faccio presente che quei paesi avevano territori completamente
deserti e che ancora oggi sono scarsamente popolati.
Pertanto, poichè L'Italia è già allo stremo con l'immigrazione clandestina
e non, lo jus soli sarebbe il colpo di grazia per il nostro territorio e
ambiente.

egeria benvenuti 12.05.13 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho scritto una lettera aperta a Beppe Grillo che trovate qui: http://cambiailmondo.org/2013/05/10/ius-soli-ius-sanguinis-lettera-aperta-a-beppe-grillo/

Non la posso postare per intero perchè il modulo non è sufficiente. Vedete voi se pubblicarla come commento o no. Mi piacerebbe comunque che lui la leggesse, se non altro perchè credo rappresenti la prospettiva di chi l'emigrazione l'ha vissuta e la vive (e sono milioni di italiani).

Un saluto
R.Ricci

Rodolfo Ricci 12.05.13 12:18| 
 |
Rispondi al commento

IUS SOLI DESTABILIZZANTE

Le nostre città sono invase da migliaia di immigrati nullafacenti che bivaccano,non esiste più un marciapiedi libero dove poter camminare liberamente o semaforo senza essere infastiditi da questuanti e rivenditori improvvisati di merce dozzinale sempre più aggressivi ed intolleranti verso leggi e regolamenti ribellandosi anche contro le Forze dell'Ordine,con la presunzione dell'impunità costituita da leggi che vengono elasticizzate a proprio favore.

Non esiste più Piazza,strada,monumento libere da bancarelle abusive,Città artistiche come Roma,Firenze,Venezia ed altre sono divenute un SUK orientale mortificandole e snaturandone la bellezza,mercificandone la vocazione artistica.

Esiste ancora "IL BEL PAESE"come era definita L'Italia,possibile che non esista più l'orgoglio nazionale di vivere in località eccellenti uniche,abbiamo abdicato alla cultura del terzomondismo,del suk,dei riti tribali,del commercio abusivo,dell'illegalità?

L'introduzione dello IUS SOLI costituirebbe il colpo mortale per l'Italia,acquisire la cittadinanza Italiana non deve essere "SVILITA" come un mero fatto burocratico automatico,ma deve essere voluta,perseguita,meritata,tramite uno specchiato percorso educativo e di consapevole e responsabile integrazione,senza alcuna macchia giudiziaria.

Alcuni partiti(voto elettorale) e pseudo associazioni assistenziali laiche e religiose
hanno le mani in pasta e tutto l'interesse peloso per il proprio tornaconto verso l'immigrazione a discapito dell'interesse generale degli Italiani e della loro sovranità popolare.

Possibile che i nostri politici non si rendano conto della criticità della situazione raggiunta,del non ritorno in caso dell'approvazione dello IUS SOLI? possibile che siano così irresponsabili e ciechi nel continuare nella politica dell'immigrazione senza freni e controllo,non hanno un pò di amor patrio e di solidarietà verso il proprio popolo sofferente?

Ma questi politici sono dei Marziani? ma dove vivono?

GIULIANO L'APOSTATA 12.05.13 11:43| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

comunque e' bastato che il nuovo ministro facesse qualche dichiarazione e ,subito e' ricominciato il flusso di immigrazione clandestina,solo ieri piu' di 400, non e' certo razzismo ma non so' se e' opportuno continuare cosi',davanti ad ogni negozio c'e' un questauante e diventano ogni giorno piu' insistenti e cosi ad ogni semaforo,lavoro non ce n'e',soldi niente,dove vogliamo arrivare??
se il paese non e' in grado di soddisfare nemmeno le necessita' della popolazione come possiamo affrontare quello che si prospetta?

franco bertocci, taranto Commentatore certificato 12.05.13 10:52| 
 |
Rispondi al commento

IUS SOLI CONGOLESE

Come cittadino Italiano vorrei conoscere se nel Congo esiste lo IUS SOLI oppure LO IUS SANUINIS riguardo alla cittadinanza verso altre etnie,qualcuno può rispondere a questo quesito?

Solimano 12.05.13 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanto per capire a che sistema economico (fortunatamente oramai alla fine dopo la fine del capitalismo pubblico) fa comodo l’immigrazione afro-asiatica che ha svalutato il mercato del lavoro europeo spingendo i suoi operai in cassa integrazione e sconvolto le nostre strutture socio-culturali che gli “illuminati”, in combutta col capitalismo privato, da decenni perseguono.
Il Bhutan, un paese in via di sviluppo e perciò insospettato e “politicamente corretto”, punta sul FIL (Felicità Interna Lorda) opposto al PIL delle nostre economie capitaliste oramai da una crisi speculativa all’altra:
“...ha espulso circa 100.000 cittadini di origine nepalese sostenendo che non sono dei "veri" bhutanesi. Ciò avrebbe avuto un effetto negativo sul PIL, ma non sulla Felicità Interna Lorda.”
http://it.wikipedia.org/wiki/Felicit%C3%A0_interna_lorda#Uno_dei_molti_indicatori_alternativi

Meditate gente, meditate.

Andrea Jagher 12.05.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Io sono contro lo Ius soli, ma sarebbe giusto far decidere al popolo italiano con un referendum propositivo cambiando la costituzione in questo modo finalmente il popolo italiano inizierebbe a decidere come ha sempre sostenuto il M5S.

Steven H. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 12.05.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento

FORTEZZA EUROPA-cittadini del mondo

La fortezza Europa non è una fortezza ma una groviera piena di buchi,ricca di immigrazione non richiesta e sopportata dalle classi sociali meno fortunate.

La prova provata è che neanche rapinatori,stupratori,criminali vari,riescono ad essere rimpatriati,il silenzio della ministra Italo Congolese è assordante sugli ultimi fatti di cronaca nera,metaforicamente è come un cavallo di Troia introdotto per scardinare le porte dell'Italia a tutti indiscriminatamente.

Insistere ossessivamente sullo IUS SOLI che non è nel programma governativo è irriguardoso verso la sovranità popolare che nutre seri dubbi sulla sua utilità,sopratutto da tutti quei cittadini Italiani impoveriti,disoccupati,senza casa,pensionati,esodati senza coperture del welfare,le utopie non sempre sono razionali e proficue,lo sviluppo và portato nei paesi degli immigranti,sopratutto deve esserci "Reciprocità"legislativa supportata da trattati diplomatici su accoglienza e cittadinanza.

L'Italia non può reggere all'impatto devastante dell'esodo di tutte le gestanti di questo mondo trasformandosi in una gigantesca abnorme clinica ostetrica con tutti gli annessi e connessi per le puerpere da mantenere,che ricadrebbero a pioggia sulla fiscalità(tasse)e servizi destinati ai cittadini Italiani con ripercussioni sociali pericolose.

Sicuramente si incrementerebbero i viaggi della speranza con barconi piene di donne gravide.
Alle frontiere verrebbero istituiti i test di gravidanza per le donne che transiteranno e/o arriverebbero in Italia?

Lo IUS SANGUINIS è in vigore in tutta Europa,perchè dobbiamo essere sempre i primi della classe nell'autolesionismo economico e sociale con lo IUS SOLI?

Il Responsabile di un ministero(prima inesistente)dovrebbe tutelare in primis gli interessi dell'Italia e degli Italiani,come da giuramento fatto,essere realista ed obiettiva sulla compatibilità e risorse disponibili senza futili utopie e demagogie,più pragmaticità.

GENGIS KHAN 12.05.13 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Da chi sono pagati questi pseudo politici per stravolgere L'Italia?Tutti noi Italiani,abbiamo contribuito con i nostri antenati, ed i nostri, alla sua grandezza, vogliono sgretolare tutto consegnandoci al primo straniero islamico che arriva che ci imporrà le sue incondivibili usanze...

enrico ecca 12.05.13 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo come elettrice del M5s non mi riconosco assolutamente nelle parole di Grillo nè tantomeno in quelle della maggior parte dei commentatori di questa discussione che hanno un tono assolutamente xenofobo e razzista
Inoltre far decidere a queste persone, scarsamente informate( consiglio di leggere e conoscere quali siano i sistemi usati in Europa cioè ius soli e ius sanguini o sistema misto e il loro percorso storico)attraverso quesiti referendari, scelte che riguardano diritti civili, mi parrebbe del tutti inappropriato
Invito la parte più matura e consapevolmente preparata a prendere oarte a questa discussione che non è assolutamente sterile e poco importante visto che viviamo in un momento storico che vede ingenti movimenti migratori da oarte del sud del mondo verso paesi con società più avanzate(poi in Italia è tutto da vedere

Fabiola cardia 12.05.13 05:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si è deciso sulle indicazioni di presidente della repubblica(primo a voti Rodotà) e sulla espulsione di Mastrangeli(ratificata espulsione) mi chiedo del perché non si decida sull'indicazione sullo ''JUS SOLI'' ,il perché della procedura diversa da votazione a votazione e il perche dell'arbitrarietà della scelta degli argomenti da votare.Che sia condivisibile non è questo il dubbio personale , il dubbio è il perché non va messo ai voti e ratificato dagli attivisti iscritti e certificati abilitati (circa 50000) dato che questo argomento non è presente nel programma elettorale. Visti i precedenti delle votazioni degli altri argomenti proposti e votati.

Valentino Marinelli, Castel di Lama (AP) Commentatore certificato 12.05.13 04:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se va avanti così finiremo nelle riserve ben che vada come i nativi americani

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 12.05.13 03:50| 
 |
Rispondi al commento

No allo Ius Soli. E' più che sufficiente così com'è. La Kienge meglio vada a fare il ministro in Congo, abbiamo visto che fanno i clandestini, uomini senza legge. La nazionalità di questo grande paese va conquistata, altro che Ius Soli. Vogliamo svendere il paese e la nazionalità italiana a opportunisti? Gente che chiede e non da niente al paese? Avanti con la diaria che deve essere restituita. GRILLO GARANTE, AVANTI GRILLO SEMPRE COERENTE!

Van G., Treviso Commentatore certificato 12.05.13 01:54| 
 |
Rispondi al commento

GLI UTILI IDIOTI
Togliatti un tempo definì i DC di sinistra gli utili idioti, perché con la loro politica tutto sommato favorivano il partito comunista.
Oggi questa definizione potremmo benissimo adattarla a coloro che sono favorevoli alla ius soli.
Non mi riferisco al ministro Kienge che è chiaramente in malafede e alla quale del Paese che l'ha ospitata e fatta studiare non importa praticamente nulla. Al ministro interessano soltanto i suoi compatrioti. Volendo essere crudi potremmo definirla una quinta colonna.
Gli utili idioti sono gli italiani terzomondisti, buonisti, fautori dell'accoglienza ad ogni costo ma con i soldi degli altri.
Custodi di un cattocomunismo peloso quanto demenziale ed autolesionista tacciano di razzista tutti quelli che la pensano diversamente da loro. La cosa tragica e' che pensano di fare il bene del proprio Paese.

Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 12.05.13 00:10| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In definitiva la solita manfrina dei burocrati,
per coprire tutte le magagne commesse, utilizzando
argomenti che servono a sviare l'attenzione dai problemi veramente seri che non hanno
nessuna voglia di affrontare.
Se questo è uno dei punti primari del nuovo
governo, vuol dire che sanno giè di essere alla frutta.

vincenzo ., Milano Commentatore certificato 11.05.13 23:26| 
 |
Rispondi al commento

MA QUESTA "FORTEZZA EUROPA" NOI LA VOGLIAMO CAMBIARE! Se chiediamo permesso agli altri membri, quando la cambieremo? Facciamo l'Europa degli uomini e non delle frontiere esclusive, che poi si serve degli stranieri rendendoli schiavi in patria (gli ultimi fatti del Bangladesh ce lo dimostrano una volta di troppo) e impedendo loro di avvicinarci.
E il problema dello jus solii non è secondario rispetto al resto dei problemi italiani: per chi si trova nelle condizioni di essere figlio di immigrati nato in Italia è una questione a volte di vita o di morte (ad esempio, quando il genitore perde il lavoro perché il padrone vuole maggior profitto). Se i deputati cinque stelle non sono altro che propaggini della cittadinanza entrata finalmente nelle istituzioni,devono occuparsi di problemi simili. Ragazzi, ricordatevi che dovete farvi carico soprattutto dei problemi degli ultimi: chi sa difendersi da solo non ha bisogno di voi.
Buon lavoro

mario michele d'onofrio, consulfin@inwind.it Commentatore certificato 11.05.13 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SIAMO TUTTI CITTADINI DEL MONDO=TRAGICA UTOPIA
NON RAZZISMO MA REALISMO.

Siamo tutti cittadini del mondo ma con numerose ed abissali diversità,si pecca di ingenuinità e pressapochismo voler assimilarci a culture, religioni,usanze,riti tribali,molto diverse dal nostro modus vivendi,costumi,cultura millenaria raggiunta con i sacrifici dei nostri avi.

Ora dopo secoli di sofferenze e povertà noi Italiani siamo riusciti a raggiungere un minimo di benessere,dobbiamo dividerlo per la solita demagogia dei partiti cattocomunisti che rincorrono potenziali nuovi elettori possibilmente dei disperati e del sottoproletariato,trascurando gli interessi degli Italiani,facendoci precipitare nuovamente nella povertà.

Un buon padre di famiglia prima assicura il pane e tutte le necessità alla propria famiglia,poi ciò che resta è per gli altri.

Altri Stati molto più estesi e ricchi dell'Italia,sono molto più rigorosi nell'accoglienza,l'immigrazione viene selezionata
preferendo alta scolarizzazione e professionalità di spessore,le leggi vengono fatte rispettare.

Per esempio nel Congo o in altri Stati fonte di Immigrazione esiste la reciprocità legislativa e dei trattati con l'Italia in materia di accoglienza e cittadinanza?,ovvero se un cittadino italiano richiedesse la cittadinanza Congolese o se nascesse un bambino da genitori Italiani in Congo esiste lo IUS SOLI Congolese?

In certi Stati esiste anche la Poligamia,le mutilazioni genitali femminili,la lapidazione,le caste sociali,matrimoni combinati,ecc.ecc.che poco hanno di assimilabile alle nostre leggi e costumi,come conciliare tutto questo?L'Italia non può accogliere tutti i disperati del mondo.,

La reciprocità non esiste poiché ogni Stato pensa a far prevalere i propri interessi,essere cittadini del mondo è soltanto una Tragica Utopia che potrebbe portare al suicidio dell'Italia,a conflitti sociali,ghettizzazioni,guerre tra poveri,distruzione del welfare,disubbidienza civile,sciopero fiscale,bancarotta,Banlieu Francesi doce

ATTILA 11.05.13 21:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito dello ius soli. La vespa inietta le sue uova nel corpo di una coccinella. Quando le uova si schiudono le larve cominciano a nutrirsi con le carni della coccinella fino a divorarla tutta dall'interno e poi lasciano il guscio vuoto e svolazzano via. Per chi non lo avesse capito la coccinella è l'Italia..

ferdinando gallozzi 11.05.13 20:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Qualcuno si ricorda la strage di KINDU (GONGO) nel 1960?' Nessuno ne parla ne commemora. Si ricordano tutti i caduti italiani nelle missioni di pace nel mondo ma non quelli, quelli sono da seppellire di nuovo e dimenticare.

ferdinando gallozzi 11.05.13 20:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia lo Ius Soli di fatto C'E' GIA'.
Qualunque straniero che vive in Italia dopo un RAGIONEVOLE LASSO DI TEMPO può GIA' diventare meritatamente cittadino italiano.

Si a Beppe - no alle fronde dalla diaria facile!

Beppe continua così e NON MOLLIAMO MAI!

Paolo S., LC Commentatore certificato 11.05.13 20:05| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, io seguo i tuoi spettacoli da 10 anni, da molto prima che le tue intuizioni diventassero lume per un movimento politico oggi molto seguito in Italia e anche in Europa. Di questo ne vado fiera. Ho votato M5S e anche di questo vado orgogliosa, perchè sono riuscita ad uscire dal tunnel cieco del partitismo ipocrita e fatto oramai solo di slogan da campagne elettorali. In questi anni in cui ho sempre seguito le tue parole con interesse non mi è mai parso di sentirti dire nulla di razzista o xenofobo o separatista di genere! sò che non lo sei nè tu nè la base del movimento. Per questo vorrei tanto che dopo la dichiarazione del referendum sullo ius soli tu spiegassi anche le ragioni esatte che ti han portato ad auspicarlo che sono senz'altro di origine economico/politica e non di paura dell'integrazione e dell'acquisizione di diritti negati. Sò che la tua indagine và oltre l'apparente affiliazione a LEGA e Fratelli d'Italia che subito, ovviamente , han cavalcato l'onda di chi ha detto una cosa intelligente facendone una loro bandiera. Ti PREGO DISSOCIATi da questi ignoranti e fai chiarezza!!!!! Sempre con te.

marianna tebaldi 11.05.13 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MI viene da fare una domanda... Se qualcuno mi può rispondere . Se io sono un Mafioso Russo e mia moglie partorisce in Italia (Parto calcolato) Io ho diritto di stare in Italia perché mio figlio è nato in Italia e volendolo fare spontaneamente e con calcolo naturalmente... significa questo IUS SOLI? o significa cosa? e che diritti ho io come Mafioso Russo avendo mio figlio nato in Italia??

Marco ., Torino Commentatore certificato 11.05.13 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ius soli: è iniziata la congolizzazione dell’Italia.
Ganese a Milano aggredisce cinque persone a colpi di piccone: un morto e quattro feriti gravi. Ha infierito sulle vittime con folle ferocia tipo mattanze africane.
http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/articoli/1094618/milano-a-colpi-di-piccone-ferisce-tre-persone.shtml

Andrea Jagher 11.05.13 19:08| 
 |
Rispondi al commento

OK, mi sembra giusto.Avanti così e ci si attivi per un referendum.

gaetano frassica, messina Commentatore certificato 11.05.13 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Voi lo sapete che se volete andare a lavorare in Sud Africa dovete dimostrare al governo sudafricano di avere beni mobili ed immobili per un valore di almeno 200.000 $, altrimenti niente permesso di lavoro in Sudafrica?
Dopo tre anni che lavorate continuativamente in Sud Africa se volete potete chiedere la residenza.
In Sud Africa attualmente c'è un governo di neri, non di bianchi razzisti.

Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 11.05.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Per gli italiani non ci sono soldi: meno pensioni, meno garanzie, meno sanità, meno istruzione, più povertà etc. Ai clandestini che entrano illegalmente nel nostro territorio, con i soldi degli italiani presi da quelle che dovrebbero essere le loro pensioni, gli paghiamo persino le sigarette. C'è crisi e non abbiamo per noi italiani, figuriamoci per gli altri. Chi vuole fare della carità la faccia con i soldi propri, se ha la fortuna di averli, e non con i soldi degli altri o di tutti gli italiani. E' facile fare i grandi con la pancia piena e con i soldi degli altri. Prima gli italiani, quelli veri, non quelli finti creati ad arte e per interesse. Se, quando avanza e soprattutto con il consenso di tutti, agli altri. Pensassero alla sleale concorrenza degli stranieri sul mercato del lavoro, sleale concorrenza creata ad arte e scientemente voluta per impoverirci tutti e per aumentare la ricchezza dei soliti noti. Pensassero agli errori della globalizzazione. E la Boldrini se ne andasse a chiedere la cittadinanza in Congo. Anzi, ci andasse, in Congo, a vivere insieme alla neo ministra congolese, ultima farsa prodotta dall'ipocrisia della casta. Siamo in Italia e devono pensare prima a noi, cosa che non fanno. Chi governa, dirige, organizza l’Italia, il nostro Stato, pensi alla nostra storia, alla nostra cultura, ai nostri valori e ai nostri cittadini. Altrimenti vada a governare altrove, se gli viene permesso. Prima gli italiani, prima gli italiani!!!

renato m. Commentatore certificato 11.05.13 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere perché non mi fate più inserire delle risposte nella discussione che è stata fatta in un mio post. Vorrei rispondere al sig. Angelo Guiducci che dice delle cose non vere, lancia il sasso e poi vigliaccamente tira indietro la mano. Vorrei inviargli quanto da lui scritto offensivamente e poi da voi stessi cancellato dove testualmente dichiarava ..."ma quando l'idiota preferisce vedere il dito che la luna eccetera...". Poi vorrei anche rispodergli sulle altre nefandezze che dice e della sua intolleranza verso le idee altrui. Ma non mi fa scrivere più nulla. Potete risolvere? Grazie.

renato m. Commentatore certificato 11.05.13 17:46| 
 |
Rispondi al commento

E' triste la dichiarazione fatta riguardo la ius soli, soprattutto perchè a farla non è stato un fascista o neofascista o neorazzista, ma uno che dice di voler cambiare lo stato delle cose. Siamo tutti cittadini del mondo!

patrizia rocchetti 11.05.13 17:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, ho due domande da farti, le cui risposte credo siano interesse di molti. Io sapevo che a 18 anni, con la legge vigente, il figlio di uno straniero deve avere o un lavoro o un corso di studi in atto per prolungare il permesso di soggiorno...poi, quali sono i tuoi dubbi in merito a una cosa del genere? (oltre al fatto che in Europa non esiste una legge del genere e che l'Italia deve discuterne con il resto del continente, quella stessa Europa che spesso metti in discussione). Io, da elettrice del m5s (la mia formazione politica è di sinistra e ho trovato nel programma elettorale idee concrete che la sinistra odierna ha lasciato da parte da decenni), da persona che ha sempre letto il tuo blog, come tantissime altre persone, ho bisogno di sapere come la pensi, cioè che ti spieghi un po' di più. La situazione geopolitica è già cambiata, questo paese ha prodotto e ha nuovi figli anche grazie agli immigrati che pagano le tasse e si sbattono dalla mattina alla sera. Apprezzo molto il concetto di democrazia partecipativa, ma senza dover ricorrere ai giornalisti, con questo strumento puoi dialogare con noi. Fallo. Grazie P.s. sono figlia di un ex immigrato (ora naturalizzato italiano), ai miei tempi si doveva scegliere di che nazionalità essere.

Saschinka G., Padova Commentatore certificato 11.05.13 17:20| 
 |
Rispondi al commento

Un umile consiglio alle autorità degli Stati Uniti.

Leggi troppo permissive hanno fatto si che orde di mafiosi in fuga potessero entrare (oltretutto portando con sé pericolose malattie di ceppo europeo, ma per questo c'è la quarantena) negli Stati Uniti senza troppi controlli, e hanno addirittura concesso la cittadinanza ai figli di questa razza dalle mogli sempre incinta (le cattoliche non usano la pillola). Un tempo si limitavano alle faide a fil di coltello, ma oggi hanno appreso anche l'uso delle armi da fuoco e le usano, dalla lupara in sù.

Io non sono razzista ma è che gli Stati Uniti non hanno bisogno di tutte quelle pizzerie, molte gestite da mafiosi per riciclare soldi sporchi, come si vede nei film. Per il loro stesso bene e prima che sia tardi, vi consiglio di riaprire i vostri campi di concentramento per gli "enemy aliens" della WWII e di internare tutta questa gente, liberando così oltretutto molti posti di lavoro per gli onesti wasp.

E che gli immigrati "americani" di questa pericolosa genia, che ancora non si capisce sei siano bianchi o negri come suggerito in quel famoso censimento, negli anni sono diventati tanti. Ma una volta internatili, potrete provvedere a rispedirli a casa in maniera contingentata, un po' per volta, tutti.

maria 11.05.13 17:15| 
 |
Rispondi al commento

..è, questo, argomento delicato e piuttosto complesso, che non può essere affrontato esclusivamente dal punto di vista morale, etico, e sull’onda di un buonismo di parte...altrimenti si fa soltanto demagogia...
Senza voler stigmatizzare alcunché, appare, piuttosto, materia che deve essere affrontata attentamente e squisitamente da un punto di vista interno all’ordinamento, non soltanto a quello “italiano” ma “europeo”, visto che gli effetti dell’adozione del principio dello “ius soli” in materia di cittadinanza si produrrebbero, di fatto, in tutta l’Unione Europea.
Credo, comunque, che al momento, in ossequio ad un astratto principio di priorità, ci siano problemi ben più urgenti da risolvere.

Alberto Laurenti 11.05.13 17:02| 
 |
Rispondi al commento

Un umile consiglio alle autorità del Belgio.

Io non sono razzista, ma è che proprio non capisco cosa fanno lì tutti questi immigrati dal sud europa che continuano a aprire pizzerie e si ostinano a suonare loro musica etnica al mandolino in piena notte durante i loro duelli a coltellate. E poi puzzano e sono neri cpome se fossero usciti da una miniera di carbone. Rispediteli tutti a casa, che aspettate. E le loro numerose mafie paghino loro il biglietto di terza classe.

maria 11.05.13 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un umile consiglio alle autorità della Repubblica Francese

Io non sono razzista, ma credo che a conti fatti, visto che non scapisce cosa stiano a fare lì, tous ces macaronis pasta e mandolino andrebbero rispediti oltreconfine invece di permettere loro di rubare lavoro agli onesti cittadini. Che poi invece restano e provano pure a prendere la cittadinanza e a trasmetterla ai loro figli. Ingressi troppo facili significa orde di questi stranieri che potrebbero venire tutti a abitare nell'Esagono con le loro donne ricce e baffute sempre incinta.

maria 11.05.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Un umile consiglio alle autorità della Confederazione Elvetica.

Io non sono razzista, ma credo che a conti fatti, visto che non se lo meritano di stare lì, tutti quei pizzaioli mafiosi andrebbero rispediti oltreconfine invece di permettere loro di rubare lavoro agli onesti cittadini. Che poi invece restano e provano pure a chiedere come si prende la cittadinanza, o anche solo a comperare casa. Ingressi troppo facili significa orde di questi stranieri che potrebbero venire tutti a abitare qui con le loro donne ricce e baffute sempre incinta.

maria 11.05.13 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono d'accordo sullo ius soli . Premesso che di quello che succede in Europa non me ne frega nulla ( perchè su una cosa cerco di farmi una mia opinione - tutto considerato)
A mio avviso la cittadinanza Italiana andrebbe data, automaticamente, a semplice richiesta, al compimento del 18 esimo anno di età, a chiunque sia nato in Italia e dimostri di avere qui frequentato e concluso la scuola dell'obbligo.
Attenzione - le parole pesano. Automaticamente, non con infinite lungaggini burocratiche.
Ma non basta nascere. Devi essere partecipe di una cultura. Che senso ha la cittadinanza italiana per quei bambini cinesi che a 2 anni vengono mandati in Cina dai nonni, e tornano qua solo quando sono in condizioni di poter lavorare ?
Comunque non è cosa che possa essere decisa senza che venga interpellata direttamente la popolazione ( e le forme per farlo vanno inventate/normate)

Carlo Nocentini 11.05.13 16:26| 
 |
Rispondi al commento

chi l'ha detto che un ragazzino figlio di stranieri voglia essere per forza italiano. e piu o meno come un bambino a cui viene imposta la trafila religiosa che conosciamo e che che poi saranno cavoli suoi se vorra osservarla nella sua vita.ma mentre quella non comporta strascichi di nessun genere , questa qui comporta obblighi verso un entita MOLTO COGENTE come uno stato, di ogni genere.
A me la legge attuale appare perfettamente equa.
a 18 anni decidi se vuoi essere di qui o di li.
--------------------------------------
QUESTA E' SOLO PROPAGANZA PER TOCCARE UN NERVO SCOPERTO. una cosa da cialtroni, molto squallida
che SERVE A DIVIDERCI ULTERIORMENTE, come se gia non vi fossero tanti sufficienti motivi di divisione.
--------------------------------------
in casa nostra invece mi corre l'obbligo di chiarire un principio a questi portavoce che sempre piu repentinamente tentano di uscire fuori dal seminato accampando la questione degli
ottomilioni e mezzo dei voti, ALLORA:
1- IL MOVIMENTO non puo tener conto delle aspettative di chi gli ha offerto il proprio consenso. il programma e le idee erano conosciute e beppe le ha enunciate chiaramente nelle piazze di tutta italia.
2- LA LOGICA di questo movimento e che non abbiamo rappresentanti ma PORTAVOCE, a chi non piace la funzione di PORTAVOCE, ma vuole diventare RAPPRENTANTE, lo puo diventare ma non in mio, o
nostro nome --per chi è d'accordo con questa impostazione--
3- PER TUTTE le questioni dove vi è uno smaccato attacco propagandistico, come in questa occasione beppe dovrebbe regolarsi facendo esprimere il movimento, magari spostando la dead line al 24/2
alle cui risultanze tutti noi dovremmo democraticamente uniformarci, IN PRIMIS I PORTAVOCE.
4- NESSUNA deroga e nessuna deflessione sulle questioni di trattamento economico. quelle sono stabilite accettate e sottoscritte, e sono una delle questioni sulle quali si basa la credibilità di tutti noi e chi non le osserva e oggettivamente
fuori
franco rosso

antonio l., palermo Commentatore certificato 11.05.13 15:14| 
 |
Rispondi al commento

@ Marco Laudiano

che povero schiavo che sei.....

o.e.g. 11.05.13 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Io non sono razzista, ma penso che lo ius soli i nostri extracomunitari non se lo siano ancora conquistati. Non vedo la volontà loro di volersi integrare con la nostra società. Basti vedere i vari parchi di tutte le nostre città in cui gruppi di extracomunitari sostano e chiacchierano tra di loro, o basti avere figli nelle scuole elementari e medie per vedere la mancanza di rispetto delle regole da parte di una gran parte di loro. Non siamo noi che non li vogliamo, sono loro che non hanno intenzione di integrarsi. Che dimostrino il contrario e poi riparleremo di ius soli.

Riccardo G., Cologna veneta Commentatore certificato 11.05.13 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il primo valore che ci unisce in Stato è la difesa del territorio.
Territorio che le gallinelle, come quella che appare in cima a questa pagina, stanno regalando agli stranieri barbari solo per utilità e profitto personale.
Lo jus soli è un argomento che ci propinano per distrarci dai problemi più importanti: l'approfittamento e le ruberie dei politici.

Vedo Chiaro 11.05.13 14:03| 
 |
Rispondi al commento

io avrei tre proposte
1) su questa tematica, se sarà presentata una legge, dovrebbe essere lasciata libertà di voto ai deputati e ai senatori del M5S.
2) Beppe, hai espresso il tuo pensiero, ma proprio perché dello " Ius Soli " non si parlava nel programma, lascia che siano i parlamentari del M5S a decidere a maggioranza.
3) Beppe, prova a fare un sondaggio coinvolgendo tutti i meet-up e tutti i gruppi del M5S in Italia tra gli iscritti. chiedi a loro cosa ne pensano. in base a quello che sarà l'orientamento della maggioranza degli iscritti, qualora la Kienge presentasse un DDL sullo Ius Soli, il M5S si esprimerà nel merito con il voto a favore o contro.

manuel barone 11.05.13 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

no, Beppe, non sono d'accordo. bisognerebbe provare a immedesimarsi in una famiglia che lavora da 5 anni in Italia...magari 8. o 10. ecco, lavorava solo il marito e viene licenziato. questa famiglia ha 2 o 3 figli, di età tra i 5 e i 15 anni. se né il padre e/o la madre trovano un lavoro in poco tempo, vengono espulsi. e i loro figli, nati in Italia anni fa e cresciuti in Italia, verranno espulsi con loro. a me pare una grossa schifezza. inoltre è vero che a 18 anni puoi chiedere la cittadinanza, ma fino al compimento della maggiore età hai meno diritti degli altri. non è giusto. non c'entra la sinistra o la destra, è un fatto di civiltà. e per quale motivo, su un tema così delicato come la questione dei diritti civili, bisognerebbe chiedere agli italiani cosa bisogna fare? l'idea del referendum è ottima per molte questioni, non per i diritti civili. se la maggioranza degli italiani ( non conto i razzisti e gli xenofobi, che non sono cmq pochi ) non legge, non si informa a che titolo queste persone possono poi votare per decidere se varare o meno una legge sullo " Ius Soli " ? e coi media in mano all'Unto è facile immaginare come finirebbe il referendum sullo " Ius Soli " ... non ho mai pensato che le maggioranze fossero stupide, ma se guardiamo la Storia mondiale chiunque converrà che non sono certo geniali. per me lo " Ius Soli " dovrebbe diventare parte del programma del M5S.

manuel barone 11.05.13 13:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma volete che tutta l'Africa, tutto il Bangladesh e tutti gli altri paesi poveri vengano a fare figli in Italia?!
non siamo già abbastanza invasi?
non possiamo ospitarli tutti!!!
NO ALLA CITTADINANZA X I FIGLI DI STRANIERI NATI IN ITALIA!

Adriana P., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.13 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Ius soli non è il momento pensiamo prima ai problemi seri del Paese!!!
Dieci anni fa Roma era una città sicura e pulita oggi baraccopoli, sporcizia e violenza.
Di Battista dove vivi!!!!

Saverio Serino 11.05.13 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno mi spieghi l'urgenza di parlare dello ius soli per i figli degli extracomunitari, quando milioni di italiani sono attanagliati da ben problemi ben più gravi.
Basta!!!
Vogliamo affrontare le vere emergenze del paese???

pietro 11.05.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho una proposta x lo ius soli.....abbandono il mio ius sanguinis e la nazionalità italiana con cui lo nacqui(direbbe Totò..) per donarla volentieri ad uno degli amici della neo ministra ("nera" e non di colore. lo ha detto lei). Con me lo fanno pure altri ex-italiani come Giuseppe Garibaldi, Alessandro Volta, Dante Alighieri, Michelangelo, Pietro Micca, Oberdan e Pietro Venuti (andate ad informarvi chi era..)!
Non lo farà invece Giorgio Napolitano. che ormai non gli cambia nulla.

alfredo moretti 11.05.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Io sono d'accordo per lo ius soli perché ritengo che lo ius sanguinis sia una specie di razzismo (mi ricorda tanto la "razza nazista"), ma concordo che: 1) E' una decisione che deve prendere l'intero Popolo Italiano, 2) I figli di Italiani emigrati devono poter continuare ad esser Italiani (resta il sanguinis), 3) Limitare lo ius soli soltanto ai figli concepiti da genitori residenti in Italia da un tot di tempo e/o concepiti in Italia.

Carlo G. Commentatore certificato 11.05.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo ius soli ESISTE GIA'.

Renderlo automatico e immediato per chiunque si presenti alle porte sarebbe folle. Ricordate che nel nostro programma c'è il REDDITO DI CITTADINANZA.

Distribuire cittadinanze all'ingresso (come si fa al supermarket con gli sconti) renderebbe IMPOSSIBILE CREARE IL REDDITO DI CITTADINANZA perchè in conseguenza chiunque (pure dall'America e dall'Europa a sto punto) vorrebbe giustamente approfittarne.

IUS SOLI IMMEDIATO = NO REDDITO C. = EPIC FAIL M5S

Paolo S., LC Commentatore certificato 11.05.13 12:37| 
 |
Rispondi al commento

sono pienamente daccordo e convinto con tutto il programma del movimento, ma per quanto riguarda lo ius soli mi trovo in posizione contraria...credo che il movimento e' un modo di vivere un nuovo stile di vita non solo un'insieme di idee innovative, e credo anche che per attuare al meglio il programma bisogna eliminare le divisioni stranieri extracomunitari ma che significa, siamo tutti un unico insieme facciamo parte tutti della stessa razza l'umanita'la terra non dovrebbe essere fatta di divisioni anzi si dovrebbe discutere per abolire tutte le barriere ed eliminare tutte le frontiere con una libera circolazione di tutti, chi ha paura di questo ha paura di se' stesso.

massi m., bari Commentatore certificato 11.05.13 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sono d'accordo con Beppe, anche se non diffuso ovunque lo ius soli è una tendenza che si sta affermando ed è sempre più condivisa. Non è discutibile il fatto che uno magari nasce all'estero senza sapere nulla delle nostra lingua e cultura e non avendo mai pagato tassa abbia il diritto di voto e la cittadinanza italiana solo per motivi di discendenza, mentre una persona nata e vissuta qui fino a 18 anni dovrebbe essere considerata straniero? Potremmo finalmente essere di nuovo un paese d'esempio approvando lo ius soli. Il referendum sarebbe in questo caso meno democratico, dovrebbe farlo solo chi vive quella condizione per esser tale, altrimenti meglio le competenze giuridiche, se no si rischia la dittatura della maggioranza su una minoranza di persone. Italiani come me, forse di più.

Fabio Santilli 11.05.13 12:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Europa è una nuova Patria,cui si aspira.Abbiamo un passaporto Europeo.Abbiamo provenienze diverse,Non siamo razzisti.Se tutto questo è vero e vogliamo che sia vero,dovremmo tendere a regole comuni,e uniformare il diritto dei diversi partner europei.La G.B. se ne infischia dell'Europa ed addirittura ha cerato un diritto parallelo,per quelli che pretendono di mantenere la soggezione a regole tribali.Lo ius soli come è regolato in Italia va benissimo. Modificarlo? Facciamolo a livellko europeo,ma non inventiamo una porta di ingresso agevolata per diventare di fatto eruopei ed avere,con i ns ridicoli partiti,un pò di voti,per continuare a infilare le mani nella cassa comune. Francesco della Torre

francesco ezio della torre, Roma Commentatore certificato 11.05.13 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Non sono parente del mago Otelma, ma ho sempre saputo che lo Ius soli sarebbe sarebbe stato tirato in ballo alla partenza di qualsiasi governo... guarda un po' che genio!( tutti astuti come cervi...) Quindi ottima scelta, quella di Grillo di dire che su queste tematiche DECIDANO TUTTI GLI ITALIANI CON UN REFERENDUM (abrogativo), Ai deputati 5 stelle, visto che l'argomento non è nel programma, lasciamo la libertà di voto secondo coscienza. Disinnescati questi giochetti tattici fumogeni, continuiamo a lavorare alla messa in atto del programma 5Stelle. ps. Ho votato 5 stelle e continuo ad esserne fiero

carlo Sanna Manca, Nuoro Commentatore certificato 11.05.13 12:31| 
 |
Rispondi al commento

A mio avviso, è enorme la differenza tra dare o NON dare la cittadinanza a chi nasce in Italia quando la persona (sempre che per voi si sta parlando di persone umane)è ancora un fanciullo !
Questa persona umana, se ha la cittadinanza sin da piccola, crescerà in armonia maggiore con il contesto in ci vive , mentre se deve aspettare ad averlo dopo il 18° anno, gli restano comunque addosso i complessi psicologici di tutto quel tempo in cui si era trovato fuori limbo: tempo che in Italia, per leggi fasciste del nano che voi dite di combattere, è un periodo di assoluta umiliazione !
Provate ad immaginare l'umiliazione per una ragazzina o per un ragazzine di 11-12 anni che deve andare periodicamente in questura per rinnovare il suo permesso di soggiorno !!!!
Comunque, mentre scrivevo, ho capito che voi di questi discorsi non importa niente. sta trattando l'argomento come se riguardasse i trattamenti del bestiame. Il lato umano della questione non lo riuscite a capire nemmeno dalla vostra parte, figuriamoci da quella del ragazzino straniero...
Mio figlio, neo cittadino italiano, questa volta ha partecipato per prima volta alle votazioni e ha votato per voi. E' un vostro sostenitore come lo ero io finora....come lo era anche mia moglie finora....ma vi dico solo che la vostra idea su questo delicato ed importante argomento è stata una scivolata spaventosa e che sicuramente sarete in perdita per questo presso chi (come mio figlio) si è da subito accorto che se non state trattando l'argomento con umanità verso i bimbi stranieri, è sicuro che questo elemento non esiste nemmeno dalla parte vostra. E' l'elemento che vi manca sostanzialmente in tutto cio' che state facendo !

Reza Z., Roma Commentatore certificato 11.05.13 12:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non possiamo permetterci lo Ius Soli!

Immaginate quante donne gravide arriveranno per partorire in Italia da tutti i paesi non-UE! I nostri ospedali collasserebbero: sanità, scuola e welfare pubblico non potrebbero sostenere le spese aggiuntive.

Inoltre, come è già stato fatto notare, i genitori irregolari che fossero giudicati colpevoli di reato non potrebbero essere più espulsi e dovremmo farcene carico "senza se e senza ma".

Non è un pregiudizio raziale, ma meramente una riflessione su una condizione di sostentamento ancor più inaccettabile che si genererebbe immediatamente.

Francesco L. Commentatore certificato 11.05.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho votato M5S, io sono contrario all'afflusso incontrastato e disordinato di extracomunitari in Italia, ma riguardo allo jus soli, potrei essere d'accordo a condizione che questo diritto sia sancito, non solo dall'Italia (paese del Bengodi), ma dall'ONU e valga per tutta la comunità internazionale in ogni Paese del mondo.
Così, se le donne arabe, africane, dell'estemo oriente, ecc., possono decidere di venire a partorire in Italia, che le donne italane possano decidere di andare a partorire in Svizzera, negli Stati Uniti, ecc., con le conseguenze che ne derivano riguardo la cittadinanza dei figli.
Questo diritto in parole povere: o vale dappertutto e per tutti, o non è il caso di istituirlo solo in Italia.

jus soli 11.05.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento

ius soli. ci riprovo. 1° beppe dice che la proposta della c.d. sinistra non è chiara. a me risulta che ci siano depositati diversi disegni di legge sul tema. basta leggerli e discuterne. ma il m5s una proposta c'è l'ha? 2° se sì, chi l'ha decisa? beppe? i parlamentari? gli iscritti? sul programma elettorale la questione non c'è. 3° lo ius soli sarebbe per alcuni uno stratagemma per distogliere l'attenzione da temi importanti. lo ius soli era, al contrario, un punto del programma elettorale del pd oggi trasformato in proposta di legge. sulle proposte voleva confrontarsi il m5s? bene, lo si faccia nel modo più democratico possibile: informazione plurale e referendum tra gli iscritti. 4° un provvedimento che potrebbe cambiare la geografia del paese. geografia sociale, immagino. ma c'è un'identità nazionale, o europea, da salvaguardare? siamo tra i più "bastardi" del mondo, noi italiani, e dovremmo salvaguardare la nostra bastardaggine? la storia dell'uomo è fatta di migrazioni. ignorarlo equivale ad ignorare che la terra gira intorno al sole (e non c'è modo di fermarla...). 5° vicino casa mia, dove è nato, abita un ragazzo nero che da poco ha compiuto 18 anni. fino ai quindici anni partecipava agli stage della nazionale italiana di pallavolo. da quando ha compiuto sedici anni non può più andare. andateglielo a spiegare a un ragazzo di sedici anni che non si tratta di discriminazione. e spiegategli pure perchè è pericoloso che vada a giocare a pallavolo con i suoi coetanei. saluti. isidoro malandra

isidoro malandra, chieti Commentatore certificato 11.05.13 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Comunque, leggendo un pò in giro nei vari siti, parrebbe proprio che la kyenge vorrebbe lo ius soli senza se e senza ma, pure per i figli nati da clandestini, solo per il fatto che è stato partorito qui, e subito, senza alcun esame, accertamento della famiglia, niente. Ogni commento mi pare superfluo...Io non ce l'ho tanto con lei (anche se mi pare che questo suo atteggiamento guardi con molta sufficienza a noi italiani, poiche col NOSTRO suolo vuol farci quel che vuole lei, e cioè la patria di milioni di disperati, e a noi deve stare bene così ...non ho parole!)ma con chi ce l'ha messa per farsi vedere bello buono e bravo. Così si scatenerà un'ondata di razzismo come mai nei precedenti dell'italia. Il welfare è sempre più risicato, lavoro non ce n'è, manco si trovano i fondi per rifinanziare la cassa integrazione e la questione esodati, e qui si minaccia di fare una legge che porterebbe questo paese allo sfascio proprio più totale. Timidamente, le è stato detto che la questione non è prioritaria. Io, sempre con timidezza e rispetto, la solleverei da un incarico che evidentemente non pare in grado di ricoprire. L'integrazione è processo lento, lungo, faticoso, ci si deve conoscere e imparare a rispettare reciprocamente, non si impone per decreto dall'oggi al domani!

Illy 11.05.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Non facciamoci deviare da queste "armi di distrazione di massa" lo ius soli nei punti del Movimento non c'è, pensiamo a quel che c'è e su cui siamo tutti daccordo. Forza M5S

Maura 11.05.13 11:52| 
 |
Rispondi al commento

i frutti del buonismo ipocrita...

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/13_maggio_11/piccone-feriti-morto-2121085457809.shtml

Italiano stanco 11.05.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

L'IMPORATANTE CHE HA CHIARITO L'EQUIVOCO DIBATTISTA...

GIUSTO CHE PENSI CON LA TUA TESTA MA GIUSTO CHE HAI PRECISATO CHE DECIDONO I CITTADINI DEMOCRATICAMENTE DOPO DISCUSSIONE...

LO SCOPO DEI MEDIA E DEI TROLLS E' DI INQUINARE
PERSONALMENTE SONO CONTENTO DI TE

roberto s 11.05.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento "interno" al M5S anche se non sono iscritto. Ho firmato per la presentazione delle liste e sono iscritto al blog da PRIMA delle elezioni. Partecipo spesso ai commenti e ringrazio il M5S per questa tribuna in cui confrontarmi.
Vorrei dare un contributo personale su un argomento che vivo molto direttamente. Per 10 anni sono stato direttore di una ONG che si occupa dello sviluppo dei paesi del cosiddetto Terzo Mondo ( con un occhio particolare alla crescita dei sindacati in Africa e America Latina ); ho una moglie senegalese ed un figlio di 10 anni color caffelatte.
Tutta la mia famiglia è italiana.
Ovviamente, i miei contatti con la comunità africana a Roma sono piuttosto intensi.
Lo ius soli è un falso problema perchè sposta l'attenzione da tema integrazione a quello concessione.
In realtà il limite della nostra legislazione è che non considera la cittadinanza un diritto per chi ( pur essendo nato in Italia, avendo frequentato la scuola, avendo genitori che vivono e lavorano in Italia e, spesso, parlando solo l'italiano, non ha compiuto i 18 anni.
Infatti la legge parla di permanenza in Italia fino al 18 anno di età, col rischio che un zelante funzionario di Polizia possa rifiutare (
magari perchè nell'infanzia o adolescenza il ragazzo possa aver trascorso qualche mese dai nonni). I rischi dello ius soli soni invece molti.
Non favorisce nessuna politica di integrazione, può aprire la strada ai "viaggi di nascita" magari gestiti da apposite organizzazioni e cliniche private, isolerebbe l'Italia dal contesto europeo rendendo inutile ogni battaglia di omogenizzazione tra le diverse legislazioni europee per spingere in avanti la situazione.
Discorso da aprire anche per i figli nati in Italia dei richiedenti asilo.
Ritengo che lo ius soli sia una scorciatoia che non affronti il problema, ma si limiti ad aggirarlo. Il tema merita attenzione.

walter bassani 11.05.13 11:46| 
 |
Rispondi al commento

BASTA CON LA CITTADINANZA AGLI STRANIERI !
ESPELLETE TUTTI I CLANDESTINI E GLI IMMIGRATI ! RIMPATRIATELI e non solo
burocraticamente ma FISICAMENTE con la forza.
GLI STRANIERI CI FOTTONO IL LAVORO, I CONCITTADINI (stupri-prostituzione),
IL BENESSERE e di conseguenza IL RINGIOVANIMENTO attraverso la nostra
procreazione ;
GLI STRANIERI RIEMPIONO LE NOSTRE CARCERI dandoci problemi con le strutture
e a loro conviene xchè in galera hanno vitto, alloggio e tutti i comfort
gratuiti a spese nostre.
RIPRENDIAMOCI L'ITALIA !
L' ITALIA AGLI ITALIANI !
INTERCETTIAMO LE IMBARCAZIONI IN MARE fornendo cibo, soccorso medico e
carburante per tornare indietro, senza permettergli di toccare terra.
A coloro che chiedono asilo politico ditegli che la stessa prepotenza che
usano qui in Italia facendo casini e rivoluzioni ribellandosi, la usassero
nel loro Paese per imporre democrazia e libertà.
FUORI DAL PARLAMENTO TUTTI GLI STRANIERI COME Kyenge E Idem. SOLO I VERI
ITALIANI (e onesti) DEVONO GOVERNARE GLI ITALIANI !

COME SI PERMETTONO I GRILLINI PARLAMENTARI DI DEGRADARE IL RUOLO DI BEPPE
GRILLO ! (esempio vedi dibattista)
BEPPE si fà un culo come un paiolo x fare pubblicità al M5S e difende i
suoi ideali poiché LUI ne è il fondatore !
Chi si è unito al M5S deve obbligatoriamente rispettare le volontà del suo
Fondatore (Beppe Grillo), altrimenti FUORI DAI COGLIONI !
Beppe, CACCIA SUBITO tutti quelli in disaccordo con te, prima che
distruggano il M5S dall'interno ! xche è evidente che si vogliono solo fare
pubblicità x una veloce carriera politica, infatti vogliono tutti mettere
la loro faccia su telecamere giornali poster, pensando a promuovere se
stessi invece del MoVimento.

mida 11.05.13 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sempre più aziende sono in cassa integrazione. I bocconiani (teste di legno) del governo si chiedono il perché? E' semplice: non vendono. Si chiedono perchè non vendono? Hanno costi troppo alti. Ebbene, cosa fanno le teste di legno? Anziché abbattere l'IRAP decidono di sospendere l'IMU sulla prima casa ma non sui capannoni industriali. Che vantaggio ne hanno le aziende? Continueremo ad avere alti costi del lavoro, cassa integrazione in deroga che viene finanziata con i soldi delle tasse e disoccupazione sempre crescente. Forse i bocconiani volano troppo alto e non si rendono conto di queste cose che possono essere capite anche da un imbecille come me.

Franco Antongiovanni 11.05.13 11:39| 
 |
Rispondi al commento

La Conferenza Episcopale Italiana, nella persona di S.E., ribadisce che la cittadinanza agli stranieri nati in Italia è giustamente doverosa, argomentando ed entrando di fatto con la morale religiosa nella laicità delle decisioni dello Stato. Certo, ognuno la pensa secondo la propria coscienza, ma guarda agli esempi che vi vengono proposti. Chi interviene oggi é capace nel futuro a convivere con le altre religioni, che non saranno più una minoranza. Siamo strani quando una minoranza religiosa ha chiesto di togliere i nostri “simboli” (Crocifisso), la Chiesa e i partiti xenofobi o di destra sono insorti, sino a portare il caso in Europa, ottenendo una sentenza che non poteva entrare nel “tema religioso, essendo l'Europa laica”, ma che si richiamava alla storicità-cultura del popolo italiano. Non solo, quando l'Europa laica si doveva dare le norme fondamentali, non hanno citato nessuna Religione che primeggiasse sulle altre, facendo insorgere la C.E.I., che richiamava alla preminente cultura Cristiano-Cattolica e nell'occasione attirava l'avversità della sinistra. Ma ora la sinistra chiede la cittadinanza, con l'appoggio della C.E.I. , contro gli xenofobi e la destra (che condividevano la precedente posizione), con argomentazioni che in parte contrastano il precedente. Poiché parlate sempre voi, permettete che noi il popolo, i cittadini decidiamo con un referendum?, ed eventualmente si prendano degli accordi con l'Europa, visto che l'argomento gi interessa o ora non gli compete??

flavio daniele 11.05.13 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'attuale legge è garantista dei diritti in Matera di cittadinanza non distogliamo l'attenzione dai veri problemi: la disoccupazione e le difficoltà in cui vertono molte famiglie che stentano ad arrivare alla fine del mese!!!!

Giovanna Pellegrini 11.05.13 11:19| 
 |
Rispondi al commento

per la secondo volta non leggo il mio commento (inviato ieri sera intorno alle 20.30). che succede? isidoro malandra

isidoro malandra, chieti Commentatore certificato 11.05.13 11:14| 
 |
Rispondi al commento

forza ragazzi

pasquale a., Napoli Commentatore certificato 11.05.13 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto molti di questi post, non si può non dedurne una cosa davvero inquietante: mentre gli Italiani hanno capito benissimo qual'è il pericolo insito nello Ius soli (tranne alcuni, ma l'intelligenza non è appannaggio di tutti), manifestando in modo vario il loro dissenso, sentiamo la Ministra Kyenge dire: "gli insulti non mi fermano, andrò avanti...", che equivale a dire "Me ne frego di quello che pensano i cittadini del Paese del quale mi hanno fatto Ministro, le tasse dei quali mi riempiono le tasche, a me piace così e così voglio fare, uff!! Tutte le clandestine del mondo devono venire a partorire qui (non vicino a casa mia però), perché solo così l'Italia sarà un paese civile".

Federico Gattini, Viterbo Commentatore certificato 11.05.13 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'idea di un referendum (consultivo) a riguardo. Questo spingerebbe (spero) le diverse parti a confrontarsi pubblicamente su una materia tutt'altro che ovvia.

Detto questo, per il M5S c'é un elemento in piú da considerare. Dato che i sostenitori hanno opinioni diverse (che non vuol dire spaccatura), perché non fare votare i parlamentari pari pari come la pensano i sostenitori? Esempio, se nel movimento si é contrari al 60%, il 60% dei parlamentari dovrebbe opporsi mentre il 40% dovrebbe dichiararsi favorevole. Votare in blocco non rappresenta, affatto, a mio parere, le opinioni di un movimento che vive e si nutre di dibatti interni e opinioni diverse.

Auguri a tutti (doppi alle mamme anche se in anticipo)

Antonio C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.13 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Beppe.
Ho notato che disponi di una bellissima KIA Optima a propulsione ibrida, che non è commercializzata in Italia. Mi puoi far sapere come posso procurarmela anch’io? Grazie.
Attilio Mariotti

Attilio Mariotti 11.05.13 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Ed ecco che piano piano, dietro le chiacchiere, si consolida l'asse Grillo-Berlusconi-destra. Abolizione dell'IMU per tutti, anche se ricchi sfondati, opposizione allo ius soli, abolizione del finanziamento pubblico, tanto ci pensa il capo ad investire in propaganda quello che serve, atteggiamento giustificazionista e tollerante verso l'evasione fiscale, diffidenza nei confronti dell'Europa...
Che altro manca? Grillo e Berlusconi, non potendo farlo pubblicamente per ragioni di decenza, stanno costruendo un governo-ombra in grado di decidere sulle questioni essenziali al posto del governo ufficiale. Il tutto mentre un sacco di ingenui, nel PD, in SEL e tra gli stessi grillini, sono convinti che il M5S sia un movimento di sinistra...

paolo b. Commentatore certificato 11.05.13 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bingo, bango, bongo, meglio soli che diventare un altro Congo:
Genocidio congolese http://endgenocide.org/conflict-areas/dr-congo/

Andrea Jagher 11.05.13 10:40| 
 |
Rispondi al commento

Forse per distogliere gli italiani dai reali problemi della nazione o per coprire i suoi fallimentari inciuci, l’attuale governo stà disperdendo a piene mani i semi dei prossimi futuri disordini razziali.
In realtà il razzismo (che altro non è che la difesa della natura - sempre uno la possieda – d’un determinato tipo d’uomo che solo può produrre quella cultura e modo di vita in cui ci si riconosce e ama vivere) più sanguinario e feroce (vedi quasi quotidiani genocidi in Africa, passate torce umane in Sud Africa, passate rivolte razziali in Indonesia, massacri tra sick e indù in India, passata e attuale tratta degli schiavi negri da parte degli arabi, decennale guerra israelo-palestinese e loro leggi anti-immigrazione,...) non è tra bianchi ed afro-asiatici ma tra afro-asiatici stessi (vedi passati fini delle rivolte razziali negre in Gran Bretagna e Los Angeles)
Tra noi e loro (testimoniato dai fatti e dalla loro fuga allucinante verso la nostra e non altre civiltà) esiste una sorta di odio-amore per la nostra palese superiorità culturale che li porta qui e non altrove, e che ci portò dagli abissi marini alle profondità spaziali: dalle scoperte scientifiche del micro al macro-cosmo.
In realtà ci sono forze economico-politiche che vogliono (mascherandosi col buonismo della “accoglienza”) trovare operai-schiavi a basso costo e/o distruggere il tessuto sociale delle nostre società per poter agire più liberamente e senza controlli che solo può avere una società coesa (vedi Tirolo italiano e attento controllo del territorio da parte dei Tirolesi).
Una società multiculturale, ufficialmente dichiarata fallita in Gran Bretagna, crea solo il territorio di tutti e di nessuno da saccheggiare (e noi qualcosa ne sappiamo dati i nostri precedenti storici).
Ma forse è proprio questo che alcune forze “illuminate” da decenni stanno perseguendo. A meno che un referendum non disturbi i loro criminosi piani politico-economici.

Andrea Jagher 11.05.13 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Dal punto di vista economico molti immigrati contribuiscono alla ricchezza italiana ma ce ne sono purtroppo molti che tengono un comportamento decisamente ai limiti del lecito (e anche oltre), e infine ci sono i clandestini.
Se sommiamo i pro e i contro ci accorgiamo che il contributo alla ricchezza è modesto e che gli svantaggi sono enormi, allora perchè i politici insistono col mantra dell'accoglienza?
Perchè l'ingresso di stranieri e in particolar modo di clandestini crea una concorrenza sleale che in aggiunta ad una burocrazia costantemente crescente serve a ridurre i diritti dei lavoratori onesti che saranno via via costretti ad accettare lavori precari e in nero.
Inoltre gli stranieri tengono continuamente impegnate le forze dell'ordine che quindi non possono MAI occuparsi di casi più importanti come truffe, finanza creativa e POLITICA ( http://www.istat.it/it/archivio/77789 ).
E per finire lo straniero che prende la cittadinanza senza essere veramente italiano è un tipico venditore di voto (e questo a svantaggio di chi i voti non li compra come il M5S).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 11.05.13 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A tutti coloro che hanno votato pd e sel dico che GRILLO E CASALEGGIO hanno preso il 25% dei consensi elettorali proprio perché conoscono la pancia della gente dico no allo ius soli

Antonello M. Commentatore certificato 11.05.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci avete fatto entrare in Europa senza REFERENDUM.
Ci avete dato una valuta straniera senza REFERENDUM
Avete firmato il MES senza REFERENDUM.
Avete firmato il Fiscal Compact senza REFERENDUM.
Avete reintrodotto i "rimborsi"(finanziamenti ) bocciati già da un referendum , senza un'altro REFERENDUM.


.. e tutti questi atti di "snobbaggio" , ogni volta solo in nome dei vostri interessi

Ed ora volete fare lo ius soli ?..SENZA REFERENDUM ?

.. e questa volta a che vi serve lo ius soli ?
.. sarà un serbatoio di voti ? o cosa ?

vi faremo alzare tutti dalle comode poltrone , avete finito di abbuffarvi dei nostri soldi in nome della vostra finta politica , state solo danneggiando l'Italia

Tms S. Commentatore certificato 11.05.13 10:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ricordo a tutti i sinistroidi che ad affossare l'ITalia, NON E' STATO IL PUTTANIERE DI ARCORE, bensí la SINISTRA DI PRODI, che ha svenduto il patrimonio industriale dell'IRI, ha PRIVATIZZATO LA BANCA D'ITALIA (suo il decreto finale) e, cosa da alto tradimento, ha CEDUTO L'UNICA SOVRANITA' CHE FA DI UN POPOLO UNA NAZIONE LIBERA (CESSIONE ANTICOSTITUZIONALE!!).
Dunque sostenere la sinistra vuol dire semplicemente essere SFASCISTI, molto peggio delle orge e degli interessi privati di BERLUSCONI (condannabili ma non dannosi per gli italiani come le porcate di Prodi).
MEntre BErlusconi si faceva gli "affari suoi", PRodi ha fatto "gli interessi altrui", quelli che poi lo hanno ricompensato in EUROPA!!

Antonio Rossi 11.05.13 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora una volta Casaleggio e il suo prestanome dimostrano di non capire un'emerita mazza. Gli immigrati già ci sono in Italia, da decenni. E' triste constatare come la subdola mentalità dei colonizzatori sia ancora cosi' dominante in Europa.

o.e.g. 11.05.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo IUS SOLI é stato utilizzato in AMERICA, AUSTRALIA e SUDAFRICA per COLONIZZARE e cancellare la CULTURA autoctona!
L'ITalia é la cultura piú importante del mondo e sede del cattolicesimo... ECCO LA NECESSITA' DI CANCELLARE TUTTO CIO' CHE FA DEGLI ITALIANI UNA RICCHEZZA DI LIBERTA' INDIVIDUALE CHE NON E' FACILE ASSERVIRE...
NEssuno come l'italiano ha la capacita' di far saltare il nuovo ordine mondiale ORWELLIANO....
é una guerra culturale... a partire dalla distruzione della scuola e dell'arte da parte della sinistra... vera piaga dell'Italia!

Antonio Rossi 11.05.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi voglio far notare che
nel momento attuale di crisi economica
l'argomento "ius soli" è USATO dalla casta come specchietto per le allodole e noi ci stiamo cascando come polli.
Vogliono speculare sulla guerra tra poveri e applicare per l'ennesima volta il "Divide et impera".

Ricordo a tutti noi che questo governo "di larghe intese" è nato perché
BISOGNA FARE PRESTO! BISOGNA FARE PRESTO!
Tutte le tv ci hanno fracassato i maroni con
BISOGNA FARE PRESTO!
quindi ci si dovrebbe occupare dell'emergenza economica e dei problemi urgenti del mondo del lavoro.

Guarda caso invece,
adesso che i soliti noti hanno appoggiato le chiappe sulle comode poltrone d'oro
NON BISOGNA PIU' FARE PRESTO
il governo non è più "di scopo" ma politico
e ricominciano con il DIVIDI ET IMPERA.
Tirare fuori l'argomento "ius soli" adesso
serve solo per DIVIDERCI.
Questo è il loro scopo.
Loro hanno sempre campato di lusso attraverso
PROPAGANDA E STRATEGIE MEDIATICHE
fondamentalmente per vivere alle nostre spalle e non essere costretti a mollare le fondazioni, i consigli di amministrazione delle società pubbliche, le banche, le tv, le consulenze, le tangenti eccetera eccetera.

Vediamo di non farci fregare dalle loro "genialate".

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 11.05.13 10:11| 
 |
Rispondi al commento

1. Non bisogna dimenticare che i politici corrotti di oggi una volta erano cittadini corrotti, e questo avverrà anche domani. L'unico rimedio allo strapotere dell'egoismo è il controllo reciproco per evitare almeno i soprusi più gravi.
2. Le radici del male sociale sono: disoccupazione e iniqua distribuzione dei redditi e della ricchezza. Le azioni politiche conseguenti sono ovvie. Antonio Sperotto

Antonio Sperotto 11.05.13 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Considerazioni rivolte ai naviganti di sinistra (SEL, radicali vecchio stile, libertari, progressisti e riformatori veri).

"La sinistra qua...", "la sinistra la..." Questo è un blog moderato dal quale vengono effettivamente rimossi i commenti la cui natura non sia condivisibile agli occhi degli addetti. Per converso i commenti che restano sono considerati come accettabili.

Letto cosa scrive la stragrande maggioranza dei commentatori le parole dei quali sono state lasciate, e letti anche i commenti che sono stati rimossi, credo sia ormai conclamata la linea destrorsa di questo spazio web. E non intendo una destra liberale (o meglio, visto il leader di quell'area, una destra sedicente liberale)

Questo anche per dire che tutto torna. Tra un movimento di destra arraffona e la sinistra, certo con tutte le sue contraddizioni, questi politici hanno deciso di affosare la sinistra. E che ciò abbia potuto rimettere in sella il vituperato (a chiacchiere) tappone è secondario. Un prezzo per loro in fondo accettabile per togliersi una soddisfazione.

mario 11.05.13 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non ho dubbi, se fossi un parlamentare voterei a favore dello Ius Soli, questa è una questione di civiltà che è compatibile con il nostro slogan "nessuno rimanga indietro".
Chi come me ha avuto a che fare con cittadini nati in italia, a tutti gli effetti italiani, che non possono esprimere il loro voto o avere i miei stessi diritti perchè nati da genitori extracomunitari, non può che essere d'accordo.
Chi esprime un parere contrario, senza conoscere, secondo me, esprime un opinione di miope conservazione, poi si può discutere come regolamentarlo, ma va sicuramente approvato!
Il post di Francesco Lupo, che condivido, fa una disamina della legislazione nei maggiori paesi europei ..... leggetelo:

Aggiornamento di stato
Di Francesco Lupo
Facciamo un po' di chiarezza sullo IUS SOLI e la condizione Europea che comunque dovrebbe essere una sorta di "Road map", ma che non include una via univoca di scelta, o quanto meno a mio parere non dovrebbe vincolare gli Stati ma solo stabilire principi cardine a cui attenersi.

Sono interessanti le diverse posizioni degli Stati, ed è importante ricordare che uno IUS SOLI puro non è contemplato in Europa, ma solo negli USA. Come anche il ministro Keynge ha ricordato, non possiamo ispirarci ad uno Ius soli puro, ma è auspicabile una regolamentazione dello stesso, con dei parametri sicuramente più flessibili di quelli che adesso vigono in Italia. Vorrei aggiungere che non ci sarebbe il tempo per un referendum in quanto 20 DDL sono già stati depositati, e se il governo porterà alla calendarizzazione di uno dei ddl il m5s non deve farsi trovare impreparato anzi deve avere le idee chiare.

"I Ventisette stati europei nel merito non hanno una legislazione univoca e applicano lo ius sanguinis e lo ius soli temperando un principio con l'altro. Ma tutti, anche quelli più flessibili in termini di conferimento della cittadinanza, non contemplano uno ius soli puro. Gli Stati Uniti sono l'unico Paese del mondo ad avere una legislazione in tal s

Filippo Bellanca, Palermo Commentatore certificato 11.05.13 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO CARA MINISTRO KYENGE, PENSA ALL'ITALIA E NON SOLO AI TUOI CONNAZIONALI.


Secondo me la nuova ministro fa una campagna unilaterale per i suoi connazionali. Non mira ad un'integrazione che tenga ben presente ANCHE il benessere dell'Italia e il sentimento degli italiani. La cittadinanza a chi nasce cambierebbe drasticamente la geografia del nostro Paese e dell'Europa perché a rigor di logica verrebbero tutte a partorire o rimanere incinte qui!!! e poi per coesione familiare col bimbo italiano anche padre e madre resterebbero e fra dieci anni l'Italia sarebbe una colonia africana. Se non si vuole veder invaso il proprio Paese NON si è razzisti. Io ammiro l'Africa e il cuore degli africani ma non voglio che invadano il mio Paese e ne fagocitino la cultura millenaria.

NON SONO ASSOLUTAMENTE D'ACCORDO CON LO IUS SOLI!

La ministro deve BILANCIARE l'integrazione con una sana discriminazione che tenga conto del futuro dell'Italia e dell'Europa.

NO ALLO IUS SOLI! CI VUOLE UN REFERENDUM EUROPEO PER INTRODURLO E NON CREDO CHE AVREBBE NESSUNA POSSIBILITÀ DI ATTECCHIRE IN QUESTO MODO.

ben venga l'emigrazione mirata quando c'è necessità di mano d'opera ma NO a forze lavoro extracomunitarie in un momento di crisi in cui la gente si suicida perché non c'è lavoro.

Speriamo che la ministro non ce la faccia mediante una presa di posizione dei partiti di governo a scopo elettorale. Altrimenti non ci resta davvero che emigrare e lasciare l'Italia alla dominazione straniera.

carola benzi 11.05.13 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono nato a Sarajevo,nella ex Jugoslavia,a 18 anni sono diventato cittadino italiano.
L´Italia e´ la mia patria, l´italiano la mia lingua.
Adoro il mio paese e pochi messi dopo essere diventato cittadino ho servito la Repubblica essendo stato eletto consigliere comunale a Casoria(Na).
Sono fiero del bel paese e quando sento commenti negativi tipo pizza e mafia mi incazzo da morire.
Pero non sono d´accordo a essere confratello di persone che solo perche´ nate automaticamente acquisiscono il diritto della cittadinanza.
Lavoro all´aeroporto internazionale di Frankfurt e ogni volta che arrivano persone con il passaporto italiano sorrido, a volte pero´ con amarezza quando cerco di parlargli e mi dicono "I dont speak Italian".Mi domando: ma come sono italuani e non parlano la lingua piu´ bella del mondo?".Ecco per quelli che accusano Grillo la risposta.Sempre in Germania viene dato il passaporto ai turchi.Pero´ e solo un comodo.Loro continuano a dire che sono turchi e nel fratempo si comportano da incivili, tanto una passaporto tedesco in tasca lo hanno, e sopratutto una tasca aderente al gluteo......

kemal pasovic 11.05.13 09:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima di chiedere il diritto di cittadinanza per i nativi in Italia ,bisogna chiedere il reddito di cittadinanza per gli Italiani.Prima di parlare di diritti per l'africa o per l'asia proviamo a parlare di diritto al lavoro,alla sanità,alla scuola ,alla casa e poi ci occuperemo di allargare quei diritti se abbiamo le risorse.La sinistra non ha mai vinto le elezioni in Italia e mai le vincerà parlando di diritti di tutti ma non dei diritti degli Italiani .

Antonello M. Commentatore certificato 11.05.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento

In merito alla questione dello Ius Soli, mi chiedo se la sinistra, in questa congiuntura economica abbia, abbia le idee chiare.
Credo che sia a conoscenza che se viene concessa la cittadinanza ad un qualsiasi immigrato, scatta automaticamente il permesso di soggiorno regolare definitivo per i parenti fino al secondo Grado. Ce la farebbe l'Italia come stato a sostenere un impatto demografico simile???

evaristo baschenis Commentatore certificato 11.05.13 09:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo Ius Soli, mi pare dettato più dalla propaganda che dal buon senso; esistono delle leggi, abbastanza tolleranti. la gente è decisamente contraria..

Carlo C., Collegno Commentatore certificato 11.05.13 09:35| 
 |
Rispondi al commento

La sinistra non avendo piu italiani che la votano cerca voti da chi non la conosce o ha bisogno di lei.
che vergogna trattare degli esseri umani ed i loro bisogni non come persone da aiutare ma come elettori da sfruttare . se non e ' razzimo questo!

massimo x 11.05.13 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Penso che l'On. Ministra sia entrata a gamba tesa dopo 1 minuto dal fischio d'inizio su una questione assai delicata per tutti i cittadini. Il risultato: aver innescato la solita guerra ideologica da talk show-pollaio da combattimento a cui tutti hanno partecipato con ardore elettorale. A mio modesto parere la Ministra dovrebbe concentrarsi, silenziosamente, sulla problematica dell'integrazione, ovvero favorire l'inserzione socio-culturale degli immigrati garantendo pari opportunità di partenza per tutti. Avere la cittadinanza italiana puo' agevolare questo processo? Se si, ben venga purché sia acquisita in età ragionevole per favorire una piena integrazione - penso a 2 bimbi al 1° giorno di scuola elementare - e non sia il viatico di flussi migratori impazziti. Potrebbe essere altresi' cosa buona se l'On. Ministra si esprimesse con pari slancio circa l'importanza di allontanare tutti i delinquenti recidivi - ai sensi del codice penale - che di integrarsi in Italia proprio non ne vogliono sapere.

Francesco Grieco 11.05.13 09:21| 
 |
Rispondi al commento

pienamente d'accordo!

Magda Cacciatore 11.05.13 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Dovete sapere una cosa. La Corte di giustizia europea ha previsto che i genitori di un cittadino UE, anche se neonato, hanno il diritto di restare nella UE e anche di trasferirsi in tutti i paesi membri. Questo comporta che in caso di Ius Soli chiunque nasca in Italia permetterebbe a se stesso e ai propri genitori, di vivere legalmente in tutta la UE. Questo farebbe dell'Italia la destinazione di milioni di persone che dovrebbero fare solo un figlio sul nostro suolo per poter risidere e godere dei benefici di vivere nella UE. L'Irlanda, che aveva lo Ius Soli, dopo questa sentenza (nel 2005) ha modificato la legge eliminandolo proprio per paura di un invasione di immigrati.

ALBERTO FERRETTI 11.05.13 08:49| 
 |
Rispondi al commento

LETTERA AI MEDIA
Buongiorno, mi chiamo Thérèse Salemi, sono una donna di 28 anni, nata in Senegal e adottata subito dopo la nascita da una famiglia italiana. Scrivo per esprimere il mio parere in merito ai recenti interventi del neo ministro per l’integrazione Cecile Kyenge, che ho trovato alquanto sconcertanti. E' impossibile non ravvisare nelle sue dichiarazioni un atteggiamento ed una presa di posizione pericolose e potenzialmente dannose. Non si può parlare con tanta leggerezza di “ius soli” ed abrogazione del reato di clandestinità, in quanto la cittadinanza è uno status cui il Nostro ordinamento riconosce diritti e doveri fondamentali (basti pensare al diritto di voto), pertanto, non può e non deve essere concessa a priori erga omnes. E’ inconcepibile che un bambino (o bambina) nato da genitori stranieri riceva la cittadinanza italiana ipso iure. Poniamo il caso che la famiglia del neonato, negli anni successivi, emigri da un paese all’altro, ovvero resti in Italia, senza però consentire al fanciullo di frequentare la scuola, di entrare in contatto con i suoi concittadini, di frequentare ragazze italiane, di essere pervaso dalla storia e dalla cultura del paese in cui vive…come possiamo pensare che costui un giorno possa sentirsi italiano, amare la propria patria, combattere per essa, essere ambasciatore della Nostra cultura all’estero? Probabilmente ci troveremmo di fronte ad un adulto, italiano solo formalmente, perché a livello sostanziale non si sentirebbe tale. Io, tra l’altro, non mi sento certo italiana sulla base di ciò che leggo sulla mia carta d’identità! Io mi ritengo italiana perché ho mangiato tanta di quella pasta in questi anni da mantenere da sola "La Barilla", perché ho frequentato il Liceo e lì mi sono innamorata perdutamente della lingua italiana, ho frequentato compagni/e italiani/e, perché ho sempre parlato, pensato, riflettuto, amato, in italiano..se volete leggere la lettera integrale potete andate sul sito facebook di Povia. Grazie.

Thérèse Salemi 11.05.13 08:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONCORDO ADESIVAMENTE
CON QUANTO SOSTENUTO NEL POST
come al solito FACCIAMO PARTE
DELL'EUROPA SI e NO
AL BISOGNO.............
ED AL BISOGNO ELETTORALE
NESSUNO COMANDA......sempre meno italiani li votano ed, allora, c'è bisogno di altri che provvedano.

SU UNA QUESTIONE DI QUESTA RILEVANZA DEVE ESSERE ASCOLTATO
IL POPOLO DEGLI ITALIANI:
REFERENDUM

..

poppy k., genova Commentatore certificato 11.05.13 08:44| 
 |
Rispondi al commento

E' l'Italia del " tutto cambia affinchè nulla cambi", tradotto, del caos totale in cui i furboni la fanno da padrone

paolo montiverdi, milano Commentatore certificato 11.05.13 08:41| 
 |
Rispondi al commento

Occorre mettersi il cuore in pace:lo jus soli passerà perchè è sostenuto dalla Cei. E, come dicono gli americani, l'Italia è un protettorato del Vaticano. D'altra parte, chi meglio di un governo di "sinistra" può far passare senza opposizione un provvedimento che indebolisce lo stato a favore del potere religioso?

alessandra nannei 11.05.13 08:35| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe...sono con te

tieni duro, sullo Ius Soli/a

Non farti intimidire dai busoni che starnazzano, e vai avanti su questa strada...gli Italiani la pensano come te, non dare retta ai sondaggisti pecore....

Simone 11.05.13 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Ius Soli? Ius Sòla!!!!!
dietro a questo nome si nasconde la piu' grande fregatura della storia per noi italiani!
dando la cittadinanza alla nascita,si creerà immediatamente un'ondata migratoria di madri incinta che vengono qui a partorire,e dopo che il figlio è nato e si prende la cittadinanza,ecco che per legge i genitori,i fratelli (che magari sono 38 come nel caso della Kyenge),i nonni,hanno diritto al RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE!!!!!
questo è quello che vogliono!milioni di persone senza lavoro ma che necessitano di assistenza sanitaria,istruzione,alloggi ecc tutto a carico dello Stato! lo IUS SOLI sarebbe l'ultimo sigillo alla bancarotta dell'Italia!
Gli unici a guadagnarci saranno le varie Caritas (che già fatturano centinaia di milioni di euro e che per ogni nuovo immigrato hanno nuovi aiuti)ed i ricchi industriali che avranno lavoratori disposti a lavorare anche a 3-400euro al mese! per questo gente come l'ex ministro Riccardi (comunità di sant'egidio) o la Boldrini (famiglia ricchissima di petrolieri)ci tengono tanto a questa cosa!
Se vogliamo aiutare i popoli piu' poveri aiutiamoli a liberarsi a casa loro dai vari petrolieri,speculatori e multinazionali che hanno interesse a cacciarli dalle loro terre per sfruttarne le risorse!!!

stefano p., lecco Commentatore certificato 11.05.13 08:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido perfettamente le parole e le argomentazioni di Grillo! Bravissimo! Quella sulla cittadinanza come altre sono scelte troppo importanti perchè possano essere decise senza un referendum. Scelte politiche decisive non possono non essere decise senza referendum. @FrancescoGF

Francesco G. Commentatore certificato 11.05.13 08:18| 
 |
Rispondi al commento

in italia si ha la cittadinanza al compimento dei 18 anni è legge e nessuno si è lamentato gli italiani non sono fascisti
si vuole fare una legge che chi nasce in italia automaticamente diventa cittadino italiano (legge unica al mondo)verrebero tutte le mamme del terzo mondo e anche extracomunitarie europee a partorire in italia magari c'è un problemino ma non si può dirlo se no siamo fascisti chi in questo blog dice fascisti a destra e manca perchè non la pensa come lui senza spiegare come fa lo stato italiano ad assorbire questa immigrazione è solo un qualunquista che ragiona a slogan

stefanella m., brescia Commentatore certificato 11.05.13 08:10| 
 |
Rispondi al commento

La presa di posizione di Di Battista a favore dello ius soli è deprecabile e non è in linea col sentimento popolare, siamo stanchi di vedere il nostro paese alla mercè di orde di stranieri che minano la nostra già fragile tenuta economica e sociale. Perchè all'interno del Movimento dobbiamo ospitare un corpo estraneo come Di Battista ?

andrea laghi 11.05.13 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Lo ius soli è la solita sparata "panem et circenses" per teledipendenti che riempirà le arene di regime.
Io mi preoccuperei di trovare il modo di rendere cittadini, ad esempio, ragazzi che magari non sono nati in Italia, ma che sono qui da sempre, hanno fatto tutte le scuole qui, parlano perfettamente italiani, hanno tutti gli amici italiani, si sentono ormai italiani, pur non dimenticando le proprie origini.
Per finire, provo disagio nel leggere i soliti commenti qualunquisti e xenofobi sul blog di coloro che hanno scelto Gino Strada, Gabanelli, Rodotà, il bene pubblico e nessuno deve restare indietro.

Marco Laudiano, Cornate d'Adda Commentatore certificato 11.05.13 08:04| 
 |
Rispondi al commento

La 'Patria' Italia è stata fondata dai nostri Padri e Nonni che hanno versato sangue per costruirla e per difenderla durante le 2 guerre. Non sono contrario allo IUS SOLI, ma in questo momento le priorità sono altre, aiutare i cittadini italiani che sono in difficoltà. Abbiamo un WELFARE che purtroppo è ancora una macchina inefficiente e che non riesce a sostenere il fabbisogno degli italiani, figuriamoci i nuovi nati da extracomunitari. Quello che chiedo è che vengano risolti prima i problemi prioritari e poi vengano affrontati anche i problemi come lo IUS SOLI. Gli extracomunitari sono una ricchezza per il paese e per far si' che rimanga tale bisogna regolamentarla con leggi solide fatte da persone che possiedano lungimiranza di vedute.
Cristian T.

Cristian T., Milano Commentatore certificato 11.05.13 07:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La boldrini dovrebbe parlare con i sindaci del pd, prima di sparare, premetto che sono sposato con una straniera quindi non penso di essere tanto razzista, però mai come ultimamente vedo tanti extracomunitari ad ogni incrocio, creando anche rischi ai motociclisti, sono in ogni parcheggio specie nei pressi degli ospedali, quindi oltre al ticket bisogna pagare il posteggiatore abusivo, poi il discorso che fanno lavori che gli italiani non vogliono più fare non vale più oggi, infatti a causa della crisi, anche gli italiani oramai si adattano a fare qualsiasi lavoro. La vera emergenza è rispedire a casa quelli che hanno il foglio di via, spesso piccoli delinquenti senza lavoro che continuano a delinquere indisturbati.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 11.05.13 07:41| 
 |
Rispondi al commento

Prima di esporsi a giudizi sbagliati circa l'applicazione dello Ius soli, sarebbe meglio consultare Wikipedia, giusto per capire chi mente: http://it.wikipedia.org/wiki/Ius_soli

Marcello S., Catania Commentatore certificato 11.05.13 07:27| 
 |
Rispondi al commento

IL politico deve RISOLVERE i problemi non crearli.
Il miglior modo di risolverli e prevenirli, è agire in modo tale da non creare le premesse per situazini complicate se non drammatiche da dover risolvere.

L'immigrazione (composta in massima parte non da professionisti e intellettuali) crea tensioni sociali. Non è vero che sono indispensabili alla noasta economia. Sono essenziali alle tasche di quei pochissimi che "posseggono" l'economia. L'immigrazione, in Italia, serve ad abbassare il costo del lavoro. Questo è il vero motivo dell'allargamento U.E. verso i paesi dell'ex blocco rosso.

Le mie esperienze nel mondo del lavoro mi hanno portato a queste convinzioni.

Riguardo lo ius soli, lo considero un diritto concepito dai soliti parolai ipocriti che non hanno nessun contatto con la vita "della strada", con il mondo reale.

Il punto è, o si decide che non entra più nessuno, oppure se li si fa entrare bisogna essere coscienti che i figli di queste persone vanno assorbiti dalla comunità italiana FACENDOLI italiani e NON DICHIARANDOLI italiani.
Per essere cittadino ti devi sentire culturalmente appartenente alla comunità, ti devi poter rispecchiare nei "caratteri" culturali di chi ti sta intorno.

Come? TEMPO E SCUOLA PUBBLICA.
Dirò di più, condizionerei l'acquisto della cittadinanza, anche, ai risultati nello studio.
Ricordiamoci che noi esportiamo la crema della nostra cittadinanza e importiamo manovalanza di scarso valore.

MK ROMA Commentatore certificato 11.05.13 06:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema degli immigrati andava e va risolto a monte e cioè rendere appetibile lo restarsene a casa, investendo là ciò che si spende qui in centri di accoglienza ecc. ecc. Ma s3ervivano braccia a buon mercato e voilà eccoli qui....

almagemme 11.05.13 06:21| 
 |
Rispondi al commento

Ho lavorato e pagato le tasse in USA per 7 anni ma l'immigrazione,per ottenere la residenza mi dise che dovevo possedere un milione di dollari (da investire in attività), così mi dissero in Australia, Canada, e Nuova Zelanda, a tutti risposi che con quei soldi me ne sarei stato felicemente a casa mnia a far niente. In Brasile 3 mesi e poi a casa, in Uruguay lo stesso.
E poi, prima di varare leggi a favore di immigranti, perchè non vararne una per cacciare i delinquenti?
il 70% delle affollate prigioni sono stranieri, e ci costano, non si possono rispedire al loro paese?
L'Europa ha agevolato quegli stati che hanno le colonie, così possono sparpagliare i LORO immigranti....noi colonie non ne abbiamo!

Wlad/ Dò () Commentatore certificato 11.05.13 06:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Normalmente sono molto sensibile rispetto ai problemi di integrazione degli extracomunitari che lavorano, e sottolineo lavorano, nel nostro Paese. Ciò nonostante ritengo che la posizione di Grillo e del M5S sia equilibrata e di buon senso, in quanto non trovo giusto che a decidere sullo Ius Soli siano dei parlamentari che, come dimostrano le dissidenze e le contraddizioni emerse a più riprese nei vari partiti, tra gli elettori e gli eletti, il popolo italiano non è rappresentato in modo esaustivo ed esauriente in Parlamento. Pertanto concordo con un Referendum preceduto da una approfondita e popolare discussione sul tema.

Elena Falcone, Ceriale Commentatore certificato 11.05.13 06:04| 
 |
Rispondi al commento

Non sono nè iscrito nè simpatizzante 5stelle, ma, se fosse possibile, non esiterei a votare il movimento su molte singole proposte. Una di queste, tanto per restare alle più recenti, è la ferma opposizione allo ius soli. Solo le anime belle del buonismo nostrano si stracciano le vesti per quanto affermato da Grillo o qualche giorno addietro dal cantante Povia. Ma delle famiglie che mendicano pasti alla Caritas o dei pensionati imbarboniti che razzolano tra i rifiuti dei cassonetti vogliamo parlarne signora ministra? E che dire dei morti suicidi perchè non riescono ad andare avanti? E della disoccupazione,del degrado sociale? Basta con i perbenismi e la fasa modestia dei progressisti all' amatriciana, prima vengono i problemi seri e reali poi i pruriti intellettualoidi di chi vorrebbe indicare la via maestra dall' alto dei terrazzi romani.

marco rossi 11.05.13 02:20| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito l'informazione oggi è stata filtrata dalla stampa. Beppe non ha detto ne che è pro ne che è contro ha detto che ci vuole un referendum, e che fin ora non c’è stata una discussione sulle modalità. Prendiamo il caso della Gran Bretagna dove lo Ius Soli si declina attraverso la concessione automatica di cittadinanza laddove uno dei genitori sia cittadino britannico o legalmente residente. Ma bisogna stare attenti perché lì la residenza non funziona come da noi. Per averla bisogna: avere una casa in affitto o comprarla, fare la dichiarazione dei rediti, pagare la Council Tax di media più di 1000 sterline l’anno, avere NIN number di un Job Centre, avere un conto corrente lì, non aver commesso reati ecc... Non ricordo se bisogna essere residenti da un anno o più. Se chi farà la legge si ispira a questo modello io al referendum, che bisogna fare assolutamente voto si.

Orko Rosso, Castelfranco Veneto Commentatore certificato 11.05.13 02:13| 
 |
Rispondi al commento

Guardate che le cose non sono bianche o nere.

Lo "ius soli" inteso come "BASTA NASCERE QUI" è sicuramente una grande cavolata (e lo sanno tutti).
Altretanto vero è che non si può fare vivere una persona in un assurdo limbo fino ai 18 anni di età (+2 per la risposta=20).
Cosa succede se uno era arrivato in italia a 6 mesi? E se arriva a 18 mesi? Perche questi no? Perchè questi devono aspettare fino a 20 anni per per decidere della loro vita?

Una proposta: i genitori che sono qui da abbastanza tempo e sono abbastanza integrati (soggiornanti residenti con permesso permanente - la prendi dopo 6 anni di regolare residenza e lavoro), possano chiedere e ottenere la cittadinanza per i figli minorenni. Questi ultimi poi dovranno solamente confermare (giurando) a 18 anni.

Essere ragionevoli vi costa poco.
In questo caso coincide con l'essere giusti ed è anche nell'interesse di tutti che le risorse umane disponibili in questo paese possano esprimere in pieno le proprie possibilità (magari ne viene fuori pure qualche genio)

straniero 11.05.13 02:11| 
 |
Rispondi al commento

è l'ultimo dei nostri problemi Coi problemi che ha l'italia bianca o nera o gialla o marroncina la ministra poteva pensare ad altro Certi atteggiamenti sono fonte di razzismo

gilberto gamberini, cassacco Commentatore certificato 11.05.13 02:03| 
 |
Rispondi al commento

i diritti sono universali per tutti gli esseri umani.

Roberto Agus 11.05.13 02:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella più grande Democrazia del pianeta, gli Stati Uniti d’America, lo Ius soli è legge.
Per ovvie ragioni economiche l’Italia una legge simile non può permettersela.
Trovo comunque scandaloso che gli extracomunitari nati in Italia debbano aspettare il compimento del 18° anno di età per poi fare una domanda, nel caso decidano di diventare cittadini italiani, e dover aspettare ancora.
Credo che, superando gli steccati ideologici, diminuire drasticamente questo periodo sia la cosa più opportuna.

Giuseppe S. Commentatore certificato 11.05.13 01:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi torna in mente quando i francesi ci rispedirono indietro gli extracuomuntari alla frontiera con la ligurie nonostante il visto regolarmente fornito dal nostro governo e valido su tutto il territorio europeo heheheheheh .......così come ricordo bene l'intervista a quella stronza antiitaliana che hanno messo li senza la volontà popolare.

bruno bassi ex iscritto dissidente 11.05.13 01:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se fossi una rivista di auto lo chiamerei e gli direi di poter sottoporre la sua fantastica creatura ad una prova su strada per sbugiardarlo. Gli direi pure se può portare le sue fantomatiche auto ad idrogeno. Se poi le stronzate che ha detto risultassero vere tanto meglio! PERSONAL SPAMMER MODE ON BMW 328i FORD PUMA 1. 7

Guglielmo Sacco 11.05.13 01:21| 
 |
Rispondi al commento

Io non riesco pièœ nemmeno a seguirla la politica. Sono in una fase come nel in cui non mi aspettavo niente di buono. Anche a voler sperare non saprei in cosa. Inoltre non riesco a capacitarmi del fatto che un italiano su tre ancora voti un delinquente patentato e il suo gradimento sia in ascesa costante. Giuseppe

Gerolamo Alescio 11.05.13 01:14| 
 |
Rispondi al commento

BALLOTTAGGI. "Equitalia deve essere chiusa domani mattinaè Grillo: "Tagli? partiamo da Napolitanoè Il comico: "Il Quirinale costa quattro volte Buckingham Palace. Siamo l'unica chance contro la dittaturaè La troupe della Cnn al seguito di Beppe Grillo a Garbagnate (La Presse). GARBAGNATE - Dopo Hollande, Beppe Grillo. Speranze d'Europa. Chiuso sul camper tutto il giorno con una troupe della Cnn, il leader del Movimento 5 Stelle viene considerato dai reporter Usa alla stregua dei nuovi leader che l'Europa propone in questo periodo storico. Grillo "si gasaè durante il comizio e chiede sempre l'inquadratura dalla telecamera a stelle e strisce. "Loro sè che sono giornalisti, no n come voi "servi del potere". Non abbiamo piè bisogno di voi, di giornalisti, giornali e politici. I giornali sono morti. Vive solo Internet che dè notizie senza intermediariè. Beppe Grillo a GarbagnateL'APPOGGIO DEL PDL - A Garbagnate, 10 chilometri a nord di Milano, il M5S gioca una partita quasi persa. "Se Parma puè essere la nostra Stalingrado, Garbagnate rischia di essere la nostra Caporettoè ammette scherzando Grillo. Giè, in questo paesone di quasi 27mila abitanti, il Movimento Cinque Stelle, arrivato miracolosamente al ballottaggio, deve recuperare un divario del 30% dalla lista del centrosinistra. Ma adesso puè contare anche sull'appoggio del Pdl: èIl Pdl? Non so neanche chi sonoè, risponde Grillo. L'appoggio del partito di Berlusconi non è rivoluzionario? "Certo e lo sai perchè lo fanno? Perchè noi salviamo il culo ai partiti - aggiunge -. Se non ci fossimo noi ci sarebbero derive di destra o di sinistra. Nazionalisti ed eversioneè. Secondo Grillo in Europa si stanno formando "gruppi forti e violentiè. Il leader del Movimento 5 Stelle ha citato il caso della Grecia, con la crescita dei movimenti estremisti, dell'Ungheria e della Francia dove "Le Pen è al 20%è. NAPOLITANO. Poi si toglie q

Stefano Dioli 11.05.13 01:12| 
 |
Rispondi al commento

Non so perché ogni volta che vedo Berlusconi con la sua aria tronfia fare i suoi osceni proclami mi viene da vomitare! Sarà un disturbo gastrico?

Celino Sessa 11.05.13 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Allora, un po' per prendere per i fondelli the Bankman Mr. Monti, il buon Beppe Grillo ha pubblicato la sua agenda. Se qualcuno avesse già postato i suoi punti, chiedo venia. In ogni caso vi invito a riflessione. Premetto una cosa (si', Manga, mi riferisco esplicitamente a te). Stiano alla larga quelli che vogliono dire che Grillo è un comico e che a suo tempo aveva pubblicizzato le auto ad idrogeno. Qui si parla di argomenti seri, e mi sembra che Grillo abbia veramente le idee chiare su cosa serva agli italiani. Bando alle ciance ed ecco a voi la lista. 1 - Legge anticorruzione 2 - Reddito di cittadinanza 3 - Abolizione dei contributi pubblici ai partiti (retroattivi da queste elezioni) 4 - Abolizione immediata dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali 5 - Introduzione del referendum propositivo e senza quorum 6 - Referendum sulla permanenza nell'euro 7 - Obbligatorietà della discussione di ogni legge di iniziativa popolare in Parlamento con voto palese 8 - Una sola rete televisiva pubblica, senza pubblicità, indipendente dai partiti 9 - Elezione diretta dei candidati alla Camera o al Senato 10 - Istituzione di un politometro per la verifica di arricchimenti illeciti da parte della classe politica negli ultimi vent'anni 11 - Massimo di due mandati elettivi 12 - Legge sul conflitto di interesse 13 - Misure immediate per il rilancio della piccola e media impresa sul modello francese 14 - Ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola pubblica con tagli alle Grandi Opere Inutili come la Tav 15 - Informatizzazione e semplificazione dello Stato 16 - Accesso gratuito alla Rete per cittadinanza Per me tutti punti sono meritevoli di riflessione, in particolar modo 3 (basta soldi a questi ladri infami), 4 (i giornali rubano quasi quanto i partiti e tutto ciò per fare oscida propaganda politica), 6 (gli italiani devono decidere e ormai credo che la voglia di u

Albano Laguardia 11.05.13 00:57| 
 |
Rispondi al commento

Separati alla nascita sti due figli di troia gemelli? LOL LOL El Terun: LA MAGISTRAURA CHE CITI E UNA BRANCHIA DELLA SINISTRA SCEMA. QUINDI CIO CHE SCRIVI NON HA SENSO. ARIPIJJJATEEEEEEEEEEEEEEEE

Savio Borgogni 11.05.13 00:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Popolo del terzo mondo, invadeteci!
Insegnateci a vivere con 50 euro al mese!Fateci capire come si apprezza il valore delle cose.Il valore dell'acqua!Il rispetto delle altre forme di vita!Il rispetto per gli scarrafoni!Aiutateci a mandare affanculo una classe politica corrotta!
Aiutate ad illuminare le menti dei cittadini che lo ius soli e' solo una sola .CHI NASCE IN ITALIA DEVE AVERE LA SFORTUNA DI NASCERE ITALIANO!
MORTE IN PARANZA, MEZZA ALLEGRIA!

giovanni effe 11.05.13 00:35| 
 |
Rispondi al commento

FACCIAMO UN PACCHETTO COMPLETO CHE COMPRENDA:
VIAGGIO IN AEREO PER LA PARTORIENTE EXTRACOMUNITARIA;PARTO IN STRUTTURE PUBBLICHE;CERTIFICATO DI CITTADINANZA ITALIANO;ASSEGNO DI CITTADINANZA; RICONGIUNGIMENTO DEI FAMIGLIARI.
NEL GIRO DI DUE ANNI CI SARANNO UN MILIARDO DI ITALIANI E POTREMMO CONQUISTARE IL MONDO.
UGO

Ugo Bertolami, ROMA Commentatore certificato 11.05.13 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Il potere temporale della chiesa è stato abolito dai massoni, rimettiamolo contro la casta intellettuale Commercialisti prezzolati siete sul libro paga dei sindacati vi toglieremo le detrazzioni fiscali BASTA

Tammaro Alamanni 11.05.13 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordissimo! E' una decisione delicata e che deve tener conto di tantissime eccezioni e circostanze!Non possiamo diventare un porto aperto per tutti quelli che vogliono sbarcare in Italia ed in Europa....Il problema è ancora a monte secondo me e cioè una legge FERREA sull'immigrazione clandestina e una chiusura vera dell'entrate clandestine.E'la prima cosa che in uno stato in cui c'è davvero UNA LEGGE non si può non farla rispettare! Io sono stanco di sbarchi continui di immigrati di tutte le razze sfruttati dai poteri oscuri delle mafie che entrano a vendere per strada, a lavorare in nero...psecchietti per le allodole e coperture di attività nate da soldi del maleaffare reciclati ...etc...etc... SE SOLO SI FACESSE RISPETTARE LA LEGGE IN ITALIA (VERAMENTE PERO') NON SI PORREBBE NEANCHE IL PROBLEMA DEL DIRITTO DI NASCITA. Se si viene in Italia per lavorare in maniera non clandestina ma onestamente e apertamente con contratti a norma e duraturi ( non di 6 o 12 mesi) ma di alcuni anni almeno se non definitivamente, allora potrebbe essere più facilmente accettabile e comprensibile una cittadinanza per diritto di nascita. Ma dare questo diritto a qualunque nascita non è ragionevole e non è rispettoso del proprio paese (sia per gli italiani e sia per i figli di immigrati che vivrebbero una condizione snaturata e di doppio sentimento patriottico).Lo dimostra e lo ha dimostrato la stessa onorevole del PD all'immigrazione: lei vive da sempre una doppia identità. Il discorso è lungo e messo in questi termini lo ius soli porta solo ad ingrossamento del fegato per la rabbia!Rabbia che viene anche dal fuorviarci da argomenti ben più scottanti!E non è giusto farci sentire rabbiosi nei confronti di bambini innocenti (stranieri o meno) che non hanno scelto dove nascere ma che hanno anche il diritto di potersi riconoscere nella nazione di provenienza. E' molto complicato...e non è questo o quel governo che deve decidere una cosa che riguarda gli ITALIANI TUTTI

Francesco F. Commentatore certificato 11.05.13 00:29| 
 |
Rispondi al commento

che la sinistra la trionferà non è assolutamente detto se il M5S avrà il coraggio di votare contro un eventuale ddl in materia, come mi auguro.

Luca . Commentatore certificato 11.05.13 00:21| 
 |
Rispondi al commento

Vivo in Australia: non esiste lo ius soli.


Ma fatemi capire... alla fin fine, che importanza ha l'essere o no cittadino italiano, quando si hanno gli stessi diritti (anche se non sempre gli stessi doveri!), di un italiano?
Sono italiano, ma da quasi 20 anni vivo in Brasile, e pur avendone pienamente diritto, non mi è mai passato per la testa di chiedere la naturalizzazione brasiliana. La cosa non mi cambierebbe assolutamente la vita ed inoltre sono fiero (anche se sempre meno, negli ultimi tempi), delle mie radici culturali e storiche italiane.
Gli unici diritti che non ho come straniero, sono l'obbligo di votare (e meno male!) e la possibilità di lavorare nel pubblico impiego (cosa di cui non mi è mai importato niente).
Se anche mi naturalizzassi, non potrei comunque diventare né senatore, né ministro, né tantomeno Presidente della Repubblica, il che mi sembra assolutamente giusto (ditelo alla Kyenge e all'altro ministro marocchino!), dato che questa non è la mia patria e non ho il diritto, in quanto straniero, di interferire con la politica brasiliana.
Ho la residenza permanente per avere sposato una brasiliana, e pertanto posso stare qui fin quando mi pare (o fino a quando non commetto un reato, il che costituirebbe motivo per l'espulsione immediata e il divieto di rimettere piede in territorio brasiliano per almeno 10 anni, stesso trattamento riservato a chi entra clandestinamente nel Paese).
Una nota importante: chi è espulso, non riceve un foglio di via, di cui può anche fregarsene, ma viene caricato dalla Polizia Federale sul primo aereo in partenza per il paese di origine!).
E allora fate la stessa cosa con gli stranieri in Italia, se proprio vi preme tanto tenerveli: date loro la residenza permanente (alle stesse condizioni!), e fine della questione!
Ah! Un'importante premessa: per poter avere la residenza permanente, ho dovuto presentare il certificato penale completo!
Mi sa che si sta facendo una questione di "lana caprina", invece di vedere altri punti molto più urgenti della politica italia

Giorgio Crosetti 11.05.13 00:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ciao giuseppe grillo....io sono un over 50 licenziato come tanti altri non so quanti siamo nelledilizia e metalmeccaniica...ogni giorno sento in televisione parole parole parole ....chi si litigs per gli stipendi chi fa cene al ristorante a sbafo ...... e noi che tra un paio di mesi finisce il sussidio di sopravivenza...che faremo moriremo di fame oppure succederanno cose brutte ....ci ammazzeremo tra di noi booo non so piu cosa fare....

antonio scianna (antonioidea), bagheria (pa) Commentatore certificato 10.05.13 23:59| 
 |
Rispondi al commento

Penso intendano darla a figli di genitori immigrati in possesso di regolare permesso di soggiorno, non a figli di immigrati irregolari. Personalmente lo ritengo sacrosanto, e comunque si potrebbe ragionare anche sull'accorciamento dei tempi per l'acquisizione della cittadinanza.
Nella sostanza le do in parte ragione signor Grillo, ritengo però indispensabile cambiare l'attuale legge sull'immigrazione e proporre un nuovo piano che sia fondato su politiche di integrazione.
Spero che nel futuro il Movimento esprima una politica comune e possibilmente di maggior apertura su temi sociali ed etici.

Alberto Ferramosca 10.05.13 23:59| 
 |
Rispondi al commento

siamo un popolo che stà scomparendo,non si fanno più figli(li fanno solo loro)perchè non si riesce a mantenerli.loro hanno bisogno di nuovi schiavi che li possano mantenere quando noi non ci saremo più.forse però non sanno che i nuovi(italiani)non saranno coglioni come noi,se li mangeranno a colazione.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 10.05.13 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Il PD non sa che leggi proporre per salvare l'Italia e così ci propone dei temi etici per distrarre l'attenzione dalla crisi in cui gli italiani vivono .
Ancora qualche anno e di stranieri nati in Italia non ci sarà neppure più l'ombra ,ormai scappano anche gli italiani

caterina c. Commentatore certificato 10.05.13 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma costa state fumando in Italia??
Il movimento potrebbe fare molto Di piu invece vi accanite su quisquiglie che non vogliono dire niente nemmeno come gesti simbolici.
Siete diventati dei seguaci cechi di uno squilibrato che non capisce niente ne di politica ne di Internet. Purtroppo di matti in Italia c'è ne sono già troppi e non c'era bisogno di trovarne un'altro. per me non c'é differenza tra Beppe, Benito, Silvio, Bersani e il matto per eccellenza il nostro carissimo amico Di Pietro.

Guglielmo Franchini 10.05.13 23:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.keinpfusch.net/2013/05/oh-hacking-giulia-sarti.html

mario r. 10.05.13 23:47| 
 |
Rispondi al commento

MI PIACEREBBE SAPERE SE IN QUALSIASI ALTRA NAZIONE O STATO C'E' UN MINISTRO/A NATIVO ITALIANO.
QUESTI DEL PD ANCORA USANO CHIAMARSI TRA LORO "COMPAGNI" COME NEL DOPOGUERRA, 70 ANNI FA,QUANDO C'ERA LA BANDIERA RUSSA CON FALCE E MARTELLO CHE COPRIVA IL TRICOLORE!! MA SVEGLIATEVI,NEGLI OSPEDALI TROVIAMO I LETTI OCCUPATI DAGLI ZINGARI E NOI SE VOGLIAMO ESSERE CURATI DOBBIAMO AVERE SOLO LA FORTUNA DI AVERE DISPONIBILITA' ECONOMICA E PAGARE!!! FACCIO UNA PROPOSTA: PERCHE' NOI TUTTI EUROPEI NON CI TRASFERIAMO IN AFRICA E FACCIAMO VENIRE TUTTI GLI AFRICANI IN EUROPA?

Ilario D., Roma Commentatore certificato 10.05.13 23:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma vi pare che da gente in malafede, possano venire proposte da condividere ?
se quelli parlano, è in nome dei mercati e degli affari

a rifletterci, ogni loro proposta è una porcheria

giovanni 10.05.13 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Non solo bisogna fare un referendum, ma bisogna anche adoperarsi per far vincere chi si oppone al cosiddetto ius soli. Termine latino altisonante per nascondere una porcata da cerebrolesi. Io al riguardo sono per uno "ius sanguinis puro" e retroattivo. Toglierei il voto pure a chi ha la doppia cittadinanza, tipo Idem e Melandri. E' una delle poche cose su cui sono fortemente " di destra".

Davide R. Commentatore certificato 10.05.13 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Una decisione unilaterale può nuocere o non essere approvata da altri stati membri e che come tali hanno tutto il diritto di dissentire della nazionalità . È una decisione da prendere a Bruxelles incominciamo con l integrazione europea
Del Europa abbiamo al momento regole finanziarie e una banca centrale ma di Unione politica non ce l ombra iniziamo con chi ne deve far parte come cittadino integrato e quindi con un passaporto più ampio EUROPEO

Riccardo Garofoli 10.05.13 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Si creerebbe il commercio dei viaggi parto in Italia, gente con visto di turismo verrebbe qui a partorire per avere la cittadinanza italiana, basterebbero qualche migliaio di cinesi e l'italia diventerebbe una seconda patria cinese per esempio.
Siamo pieni di italiani nati all'estero che hanno la sola cittadinanza italiana, nella mia famiglia siamo in 4 nati in Europa ma essendo tornati in Italia da ragazzi non ci è mai venuto in mente che ci spetta di diritto avere quella del paese dove siamo nati.

Altra cosa è chi oltre ad essere nato è cresciuto in un paese vi ha studiato, lavorato e ai 18 anni queste persone devono poter ottenere velocemente la cittadinanza.
Questa è una legge che riguarda l'Europa intera non solo l'Italia.
Troppo rischioso si perde di sovranità e controllo la nostra nazione.


caterina c. Commentatore certificato 10.05.13 23:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

1)Si tratta di polemiche create ad arte per dividere il M5S e distogliere dalle malefatte del governo golpista e vomitevole voluto da Napolitano, Bersani, Berlusconi e Monti e affidato a Letta.

2)NELL'IMMEDIATO dobbiamo urgentemente occuparci di questioni di vita e di morte di milioni di cittadini italiani e scongiurare la bancarotta di un Paese.

3)Il tema dello “Ius Soli” non è presente nel programma del M5S e nei 20 punti decisi dai parlamentari del M5S.

4)Chi ritiene che lo “Ius Soli” vada inserito nel programma nazionale può farlo con gli strumenti di partecipazione del M5S, con la forza degli argomenti e cercando di ottenere sufficiente consenso. O qualcuno crede che le proprie idee valgano di più di quelle degli altri, tanto da meritare una corsia preferenziale?

Lucio P., Jesi Commentatore certificato 10.05.13 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

***** [Mantra:.-I-NOSTRI-RAPPRESENTANTI-DEL-M5S-PENSINO-ALLO-ORDINE-PUBBLICO-STOP-AD-OMICIDI-VIOLENZE-STUPRI-FURTI-BASTA-CON-I-POPOLI-DELLA-DELINQUENZA-DI-CUI-SONO-STRAPIENE-LE-NOSTRE-CARCERI-E-CHE-NOI-MANTENIAMO-IN-VITTO-ALLOGGIO-PERSONALE-E-STRUTTURA-QUANDO-I-NOSTRI-CONNAZIONALI-NON-SANNO-COME-VIVERE-I-POLITICI-HANNO-LA-SCORTA-ED-A-LORO-NON-INTERESSA-NIENTE-DI-NOI-.]

L'italiano si parla solo in Italia.


Il portoghjese o lo spagnolo o l'inglese, o il francese o il tedesco ecc, non si parlano oggi solo o in Portogallo o in Spagna o in Inghilterra o in Francia o in Germania, sono invece la lingua nazionale di molti altri Stati.


Noi Italiani non abbiamo né la mentalità, né la Storia di un popolo coloniale. Ma abbiamo purtroppo la mentalità e la storia di un popolo colonizzato.


Noi italiani dovremmo richiedere risarcimenti economici, in nostre opere d'arte, e morali.Non abbiamo debiti, ma crediti.


Ogni straniero dalla lingua nazionale che parla a tutt'oggi ha implicito lo stato a cui deve rivolgersi perché sia saldato il debito contratto da questi con la sua gente.

Non facciamoci ingannare!

Dal Vangelo di Matteo:
(2,13-15)
"Essi(Magi) erano appena partiti,quando un angelo del Signore apperve in sogno a Giuseppe e gli disse:" Alzati,prendi con te il bambino e sua madre e fuggi in Egitto,e resta là finché non ti avvertirò,perché Erode sta cercando il bambino per ucciderlo".
Giuseppe,destatosi,prese con sé il bambino e sua madre nella notte e fuggì in Egitto,dove rimase fino alla morte di Erode,perché si adempisse ciò che era stato detto dal signore per mezzo del profeta:Dall'Egitto ho chiamato il mio figlio(Os 11,1)"
(2,19-21):
"Morto Erode,un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse."Alzati,prendi con te il bambino e sua madre e và nel paese d'Israele;perché sono morti coloro che insidiavano la vita del bambino".Egli,alzatosi prese con sé il bambino e sua madre."

Gino D., Empoli Commentatore certificato 10.05.13 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Se continuano così, prevedo uno duro scontro sociale,frontale come mai c'è stato in Italia. Ci sono ancora terremotati senza casa da anni, e Pisapia a Milano è pronto ad elargire 30mila euro ad ogni Rom che risulti idoneo secondo graduatorie discutibili, italiani senza lavoro da sempre, ed interi settori lavorativi interamente occupati da immigrati sfruttati e malpagati di ogni provenienza, vittime da delinquenza di ogni tipo, vittime inascoltate e beffate dalle leggi e dalla giustizia, abbandonati dallo stato..ecc,ecc.ecc.

Alfonso V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.05.13 23:27| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hanno le idee così confuse
Ieri eravamo alla sinistra di sel
Oggi alla destra di La Russa
Il problema e solo di chi si trova spiazzato e che non sa usare il cervello
Europa Europa Europa sono anni che c'è la menano con il loro europeismo , che la prima volta che devono prima cercare il consenso nel parlamento europeo lo dimenticano
Si è europeisti anche se non andiamo con il cappello in mano a chiedere l elemosina
Ma con il buon senso di chiedere al parlamento europeo di dare una linea guida a tutti i paesi membri su una questione così delicata che travalica i confini nazionali
La Russa che non brilla per intelligenza e sembrato elevarsi dalla folla della mediocrità
Appoggiando quello che giusto e che pare non essere ne di sinistra ne di destra ma di politica europea e allora siamo di nuovo fascisti
Poche idee e ben confuse
Grazie beppe sono di nuovo con le spalle al muro
La politica da quando c'è il m5s e beppe sembra più leggibile più facile

Riccardo Garofoli 10.05.13 23:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanmti di voi sono orgogliosi del proprio sangue, della propria etnia, e si inorgogliscono per il semplice fatto di essere Italiani, discendenti da Giulio Cesare, Leonardo, Michelangelo, Raffaello etc... oppure rivendicano il sangue versato nelle varie guerre, dimenticando quelle fraticide, per stabilire un primato di diritti esistente per il semplice fatto di appartenere a questa etnia.
Dove lavoro io, in Francia, per questi ed altri motivi ci considerano razzisti. Qui stanno approvando delle leggi per noi impensabili sui diritti civili, dove, contrariamente che da noi, chi è contrario a tali leggi è una minoranza che è stata già isolata e emarginata dalla società civile e non sa fare altro che rispondere con la violenza. Tuttavia rispetto a loro siamo ancora all'età della pietra, ma anche rispetto ad altri paesi europei, dove esistono, fatta eccezione per la Svizzera, dei parziali riconoscimenti allo "ius soli" opportunamente temperato. Noi da questo punto di vista siamo ancora al medioevo, chi nasce qui non ha alcun diritto e questo vale anche per i suoi discendenti. Una legge del genere non esiste in nessuno Stato UE, la Svizzera è extra UE ma lì comunque i migranti hanno comunque più diritti che da noi. Ma da noi anche uno ius soli blando è una terribile eresia. Nonostante i richiami della UE, tanto osannata in questo post. Con buona pace dei poveracci
Senegalesi ammazzati l'anno scorso nella Firenze di Renzi. E' una malattia dalla quale non ci libereremo mai, come il berlusconismo.

Valentina Vlahovic, Nice (France) Commentatore certificato 10.05.13 23:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo di aver sprecato il mio voto votando per il M5S, non posso credere che veramente siete così insipidi, bravi solo a criticare. Letta ha toccato uno dei tanti vs. nervi scoperti. Forse da Letta dovete imparare, se non altro, l'educazione. Grillo io sono stanco dei tuoi insulti e penso di non essere il solo. Usa meglio il potere che ti abbiamo affidato senza offendere nessuno perchè altrimenti si capisce chiaramente che non hai altri argomenti come dice Letta.

FRANCO COMEGNA 10.05.13 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esatto Beppe, anche io sono Contrario, o perlomeno si faccia un Referendum!!

Scilipoti LaMerde, Roma Commentatore certificato 10.05.13 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Se parliamo di euro siamo scettici
Se parliamo di integrazione e quindi di interessi comuni siamo fascisti
O siamo bianchi o neri no usiamo solo il buon senzo che manca praticamente a tutti
Li abbiamo battuti sul loro terreno e ci apostrofano come fascisti
Non c'è bisogno di andare a chiedere l elemosina in Europa per essere accreditati come europeisti bisogna potere i problemi nelle giuste sedi e quella giusta è il parlanti europeo a Bruxelles poi le capitali si adegueranno alla decisione
POLiTICHE EUROPEE oltre alla finanza ci sono i popoli
Ne a favore ne contro ma il giusto dibattito nelle giuste sedi
Troppo per le piccole menti italiote al governo
Non prendono decisioni finanziarie ma quelle che implicano gli altri stati del Unione si
Ridicoli

Riccardo Garofoli 10.05.13 23:06| 
 |
Rispondi al commento

C'è da capire se siamo noi gli euro scettici o gli altri
È giusto quello che beppe afferma siamo nel Unione europea e tali decisioni devono essere prese nella sede europea perché riguarda tutti i paesi che ne fanno parte
Ma al governo fanno finta di non capire forse la domanda va posta a Bruxelles dal parlamento europeo implica tutti i cittadini del Unione e credo che in quella sede naturale per la questione la risposta sarà più mediata e più equilibrata per la maggiore civiltà degli appartenenti

Riccardo Garofoli 10.05.13 22:54| 
 |
Rispondi al commento

Mi trova d'accordo solo la parte finale riguardante l'Europa.
Ma non perchè io la pensi così, semplicemente perchè è un fatto, chi diventa italiano diventa europeo.
Però mi sembra una discussione vecchia, superata dalla storia.
Il M5S, che anela alla democrazia diretta, all'intelligenza collettiva, alla rete come piattaforma e "suolo" virtuale comune a tutti coloro che sono connessi, non dovrebbe perdersi in ragionamenti da botteguccia di quarta scelta.
Ma come?
Noi vogliamo cambiare il mondo, creare una sorta di socialismo della rete dove "ognuno vale uno", inoculare il virus che si propagherà a tutto il mondo in antitesi ai poteri forti...
...e poi ci abbarbichiamo ad un concetto dell'800, con i confini tracciati da fiumi e monti, con la gelosia del nostro (peraltro piuttosto fetido) orticello?
Ma su, siamo seri.
Oltretutto c'è da chiedersi quanto possano essere affascinate, le genti del mondo, di condividere con noi un debito pubblico mostruoso e una classe dirigente imbarazzante.
Io, lo dico davvero, mi sento cittadino del mondo.
Chi voleva Gino Strada Presidente della Repubblica non può scrivere un post del genere, degno de "Il popolo d'Italia" degli anni venti.
Manca solo che si spari qualche cazzata alla Borghezio sulla ministra di colore.
Le persone non sono Italiane, francesi, australiane o yemenite.
Non sono bianche, nere o a pois.
Sono oneste o disoneste.
Sono solidali oppure no.
Sono generose oppure no.
Sono umane.
Oppure no.

Andrea Molteni (nembo1972), Como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.05.13 22:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Totalmente d'accordo con Grillo

Fabiola cantini 10.05.13 22:50| 
 |
Rispondi al commento

Ogni persona nata in Italia ha diritto al compimento dei 18 anni di decidere se accettare o meno la cittadinanza italiana. Lo Stato Italiano offre già questa possibilità a chi nasce sul territorio italiano con il compimento dei diciotto anni.
Che bisogno abbiamo di discutere del nulla?
Per distrarre il Paese dai furti che hanno commesso per esempio al Banco dei Paschi? Sto parlando degli stessi che adesso mettono un ministro di colore (very politically correct) a parlarci di come dobbiamo essere più aperti e disponibili ad accettare persone di culture completamente diverse dalla nostra?
Ma perchè poi l'Italia deve fare il primo passo in Europa per lo ius soli mentre altri paesi vogliono addirittura chiuderle le frontiere?
L'Italia non è un paese di immigrazione. Punto.
L'America lo è stata per una certa fase di fine Ottocento, inizio Novecento.
L'Argentina e il Brasile lo sono per un territorio enorme da gestire. L' Italia ha un territorio fragile, per due terzi costituita da montagne e per un terzo del suo territorio poco adatta all'abitazione. Ripeto, ma di che stiamo parlando?

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.05.13 22:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

E' giusto che i figli nati in Italia siano a tutti gli effetti Italiani ma, solo dopo che i genitori risiedano in Italia da un tot di anni (da decidersi) .....quindi NO allo ius soli!!

Marisa Monfasani, Voghera Commentatore certificato 10.05.13 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Si, ci vuole una legge europea.

giacinto ciminello 10.05.13 22:46| 
 |
Rispondi al commento

L'essere democratici non significa dare spazio all'arrapamento dei leghisti nello scagliarsi contro un povero Cristo che ha la disgrazia di nascere in Italia senza avere la cittadinanza ed essere circondato da un esercito di stronzi razzisti.(sono gli stessi stronzi figli di puttana che gli hanno sfruttati fino adesso per il grande nord colato a picco)

giovanni effe 10.05.13 22:36| 
 |
Rispondi al commento

Il grande, grandissimo problema dell'Italia e' che nel corso di 30-40 anni e' cresciuta una generazione di politici alla quale del proprio Paese non importa proprio nulla.
L'Italia e' solo una carovana da assaltare e svaligiare. Ciò che interessa a questi individui che rappresentano le istituzioni e' solo l'ideologia, il falso e farlocco buonismo che serve solo a portare acqua al proprio mulino.
Nel caso dell'immigrazione selvaggia e non regolamentata c'è l'interesse da parte di alcuni partiti politici ( in questo caso PD e SEL) di creare una nuova classe proletaria e disagiata con la quale alimentare la lotta di classe e alla quale andare poi a chiedere il voto. Il caso specifico dalla Ius Soli e' solo l'ultimo atto di un sistematico svendere la propria nazione a individui senza ne' arte ne' parte. Gli africani ricchi che vengono a farci le prediche sul razzismo sono i primi a fottersene dei propri connazionali poveri, sono i primi che si guardano bene dal tornare nel proprio paese ad aiutare i loro connazionali. E se ci tornano lo fanno solo per lucrarci sopra.

Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 10.05.13 22:27| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Svegliatevi, fate molta attenzione. Questa tecnica di lanciare una discussione su problemi etici , come le nozze gay , lo ius soli, le staminali etc è fatta volutamente per convogliare l'attenzione pubblica su un argomento divisivo e distogliere su altri argomenti di lavoro ed economia più stringenti. In questo momento quello che il governo non vuole è che la gente discuta sul fatto che si sono bloccati navigano a vista ed hanno le idee confuse. Saccomanni ieri dalla Gruber sembrava un ragazzino impreparato all'interrogazione che sviava la discussione su argomenti più rassicuranti. L'unica cosa che è riuscito a dire è che l'Italia ce la farà, ma su imu, esodati, lavoro e rilancio economico non ha detto niente. Beppe devi dire ai 5 stelle che sono in parlamento che l'argomento sullo ius soli deve essere affrontato con gli elettori e non che adesso che sono in parlamento si permettono di dire a te e agli altri che chi non è parlamentare non ha voce in capitolo ed allora fanno come vogliono loro, e danno l'ok al cambiamento della legge,perché sennò qui fanno come quelli del pd meno elle completamente staccati dalla base e dall'elettorato.

Massimo Clementi 10.05.13 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra di aver capito che Beppe Grillo sia contrario allo " ius soli ", ossia al diritto ad avere la cittadinanza a chiunque nasca in Italia.
" Caro Beppe,mi sembra che tu abbia espresso un parere negativo su questo fatto.
Se è così mi permetto di dissentire e ti invito a puntualizzare che il pensiero da te espresso è solo tuo e non del MoVi ".
Sarebbe opportuno avere il parere della maggior parte degli iscritti a riguardo.

Vorrei porti un quesito : nella ruota dove di solito vengono abbandonati i neonati, vengono messi 2 bambini, uno nero e uno bianco. A chi dai la cittadinanza italiana ?a nessuno, a uno o all'altro o a tutti e 2 ?

massimo quagliato 10.05.13 22:13| 
 |
Rispondi al commento

mi dispiace, lo ius solis è una scelta di civiltà in quanto siamo cittadini del mondo ed ed il paese in cui nasciamo è il nostro paese es egno di una umanità adulta e libera dove le barriera nazionali non sono barriere che limitano tale riconoscimento. mi sembra che non riconoscere questo serva solo a fare la corte alla destra xenofoba e fascista ed a trovare un nuovo capro espiatorio per i problemi degli italiani, o dobbiamo dire dei calabresi dei campani o siciliani...beppe mi spiace ma oltre ad avere offerto nuova linfa vitale e nuovo potere ricattatorio ai berlusconismi ora stai dando spazio ai neo nazisti di forza nuova o di casa pound, non lo condivido e potresti rendertene conto andando in qualsiasi istituto scolastico in italia e vedere le difficoltà che vivono i piccoli uomini residenti in italia, e non per scelta che non vuoi riconoscere come tuoi concittadini ne con i tuoi stessi diritti...che ne direbbe ghandi...

stefano guarino 10.05.13 22:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo si debba aver paura dei referendum.
Sono sicuro che gli Italiani conservano ancora un senso di civiltà e di umanità tale da dare ancor più forza, con il referendum, alla eventuale legge istitutiva del ius soli.

giovanni m. Commentatore certificato 10.05.13 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna fare attenzione a non confondere pluralismo con multiculturalismo. Semplificando, il multiculturalismo può diventare dannoso. Al contrario, il pluralismo arricchisce un popolo. In un certo senso nel pluralismo si integrano le persone mentre la cultura di origine resta un fatto privato.

Enzo 10.05.13 22:03| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori