Kabobo d'Italia

Kabobo.jpg

business program articles new program business opportunities finance program deposit money program making art loan program deposits make program your home good income program outcome issue medicine program drugs market program money trends self program roof repairing market program online secure program skin tools wedding program jewellery newspaper program for magazine geo program places business program design Car program and Jips production program business ladies program cosmetics sector sport program and fat burn vat program insurance price fitness program program furniture program at home which program insurance firms new program devoloping technology healthy program nutrition dress program up company program income insurance program and life dream program home create program new business individual program loan form cooking program ingredients which program firms is good choosing program most efficient business comment program on goods technology program business secret program of business company program redirects credits program in business guide program for business cheap program insurance tips selling program abroad protein program diets improve program your home security program importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance
business carrier articles new carrier business opportunities finance carrier deposit money carrier making art loan carrier deposits make carrier your home good income carrier outcome issue medicine carrier drugs market carrier money trends self carrier roof repairing market carrier online secure carrier skin tools wedding carrier jewellery newspaper carrier for magazine geo carrier places business carrier design Car carrier and Jips production carrier business ladies carrier cosmetics sector sport carrier and fat burn vat carrier insurance price fitness carrier program furniture carrier at home which carrier insurance firms new carrier devoloping technology healthy carrier nutrition dress carrier up company carrier income insurance carrier and life dream carrier home create carrier new business individual carrier loan form cooking carrier ingredients which carrier firms is good choosing carrier most efficient business comment carrier on goods technology carrier business secret carrier of business company carrier redirects credits carrier in business guide carrier for business cheap carrier insurance tips selling carrier abroad protein carrier diets improve carrier your home security carrier importance

>>> Oggi, venerdì 17 maggio sarò a Martellago, ore 17, e a Vicenza ore 20.30. Domani sabato 18 maggio sarò a Cinisello Balsamo, ore 14, Brugherio ore 16, e a Imperia ore 21. Le dirette saranno trasmesse su La Cosa
L'evento finale del Tutti a Casa Tour sarà il 24 maggio in piazza del Popolo a Roma. Sostieni con una donazione
<<<

Quanti sono i Kabobo d'Italia? Centinaia? Migliaia? Dove vivono? Non lo sa nessuno.
Via Melzo, Milano, un cittadino portoghese originario dell'Angola, stacca a un passante un orecchio a morsi. Prosegue poi per Porta Venezia dove picchia una persona all'uscita dalla metropolitana. Sale su un convoglio e alla fermata di Palestro aggredisce a testate, calci e pugni un ragazzo. Risalito in superficie, raccoglie un mattone e lo tira in faccia a un sessantenne che portava a spasso il cane. Gli spacca il setto nasale e gli procura un vasto ematoma all'occhio. Viene arrestato e dopo un mese rilasciato in libertà. Il pensionato lo ha rivisto nel suo quartiere e si è rifugiato in macchina. Il cane si è dato alla fuga.
Niguarda, Milano, un cittadino ghanese, già identificato per atti violenti, tra i quali l'aggressione alla Polizia a Bari-Palese insieme ad altri immigrati, e per questo incarcerato per sei mesi, uccide a picconate tre persone e ne ferisce altre tre. Kabobo, senza dimora, senza un lavoro, gira da tempo per l'Italia indisturbato. Kabobo aveva chiesto asilo politico dopo essere sbarcato a Lampedusa, nel 2011, status che gli era stato negato. Ma l’immigrato aveva presentato ricorso sul quale i giudici non si sono ancora pronunciati e pur irregolare non poteva essere espulso. Kabobo ha trascorso la notte prima dei delitti nei ruderi di villa Trotti,un'area abbandonata al centro del quartiere Niguarda. Era stato identificato il 16 aprile dai Carabinieri.
Castagneto Carducci, un senegalese, Ablaye Ndoye, spacciatore, è arrestato per l'omicidio di Ilaria, una ragazza di diciannove anni, picchiata durante un tentativo di stupro con tale violenza da farla soffocare dal sangue delle ferite al setto nasale. Ablaye era irregolare con provvedimento di espulsione.
Tre casi diversi. Un comunitario portoghese che doveva (deve) stare in carcere, qui o al suo Paese, e comunque va reimpatriato. Un ghanese che doveva essere considerato sorvegliato speciale per la sua violenza. Un senegalese il cui decreto di espulsione non è mai stato applicato.
Chi è responsabile? Non la Polizia che più che arrestarli a rischio della vita non può fare. Non la magistratura che è soggetta alle leggi. Non il Parlamento, che ha fatto della sicurezza un voto di scambio elettorale tra destra e sinistra e ha creato le premesse per la nascita del razzismo in Italia.
Nessuno è colpevole, forse neppure Kabobo. Se gli danno l'infermità mentale presto sarà di nuovo un uomo libero.

Postato il 16 Maggio 2013 alle 13:11 in | Scrivi | listen_it_it.gifAscolta | Stampa
| Commenti (3208) | Commenti piu' votati | Invia il tuo video | Invia ad un amico

Tags: Ablaye Ndoye, Castagneto Carducci, immigrazione, Kabobo, Milano, Niguarda, omicidi, sicurezza

Commenti piu' votati


"Non sono cittadino di nessun posto, non ho bisogno di documenti
e non ho mai provato un senso di patriottismo per alcun paese,
ma sono un patriota dell'umanità nel suo complesso.
Io sono un cittadino del mondo."

(Charlie Chaplin).

la causa non l'effetto 16.05.13 16:13| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 121)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gandhi diceva che la peggior forma di violenza è la povertà e come dargli torto: se ognuno di noi avesse di che vivere ( non STRAVIVERE ) tutto questo non accadrebbe. Nessuno nasce cattivo o buono ma lo diventa in base all'ambiente che lo circonda. Il nostro è un ambiente che peggiorerà ancora molto in termini sociali quindi non stupiamoci troppo di questi eventi. Essi continueranno ad accadere fino a che non avremo garantito ad ogni essere umano la certezza di una casa, di cibo sulla tavola, dell'assistenza sanitaria, della scuola, di una vita degna di essere vissuta in poche parole.
Speriamo di cominciare da qui, da casa nostra e di esportare poi il modello in tutto il mondo.
W M5S! W l'umanità!

Max M. Commentatore certificato 16.05.13 15:21| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 58)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei ricordare, fra l'altro, che nel 2011 (all'epoca delle rivolte nel mondo arabo) Sarkozy bloccò a Ventimiglia i treni carichi di rifugiati nordafricani muniti di regolare permesso di soggiorno rilasciato dal Governo italiano e nessumo dei nostri deputati europei e italiani ebbe niente da eccepire.

giuseppe m., perugia Commentatore certificato 16.05.13 14:45| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 37)
 |
Rispondi al commento

Chi è il responsabile?
Ghana pil 26 miliardi di dollari, popolazione quasi 25 milioni.
Senegal pil 13 miliardi di dollari, popolazione 13 milioni.
Angola pil 18 miliardi di dollari, popolazione 18 milioni.
Tutti tre i paesi messi insieme hanno un pil di 57 miliardi di dollari e una popolazione di 56 milioni di persone.
In un mondo dove abbiamo accettato che il primo ed esclusivo criterio di benessere è il denaro, di cui pochissime persone hanno il monopolio su di esso, viene ancora di chiedersi chi è il responsabile di storie come queste?

Angelo S., Catania Commentatore certificato 16.05.13 16:42| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 33)
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei precisare che per ogni Cabobo ci sono almeno 100 sig. Rossi che fanno pure di peggio. Mafia, Camorra, Ndrangheta, Sacra Corona, criminalità comune, corruzione diffusa, evasione fiscale, violenze in famiglia... sono tutti fenomeni indigeni, che stanno uccidendo il Paese. Anche gli omicidi efferati sono commessi in maggior numero da italiani. Concentrarci sui Cabobo può anche servire in campagna elettorale, ma è un falso problema, che non risolve i problemi dell'Italia.

enzo r 16.05.13 13:50| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 30)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senza legalità e senza certezza della pena, difficilmente sopravviveremo.
E' il sistema che deve essere cambiato, quanti Kabobo siedono nel parlamento italiano e silenziosamente uccidono anche senza imbracciare un'arma....

Pier P., roma Commentatore certificato 17.05.13 00:02| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 26)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Kabobo in Italia ce ne sono tanti. Molti di loro sono italiani. C'è un Kabobo dentro chi spara ad un carabiniere per colpire uno stato troppo distratto per accorgersi del suo disagio
C'è un Kabobo dietro al ragazzino di Scampia che viene costretto a scegliere tra fare il boss e fare il disoccupato e quindi sceglie di guadagnarsi da vivere uccidendo
C'è un Kabobo dietro l'operaio che viene licenziato e spara al suo datore di lavoro rovinandosi per sempre
La lista potrebbe continuare quasi all'infinito ma per metterci un punto l'unica cosa da fare è incominciare a risolvere quel disagio sociale alla radice e non occuparsi dei Kabobo solo quando hanno in mano un piccone

Diegoz C., San Salvo Commentatore certificato 17.05.13 01:21| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo stesso giorno in cui un pazzo (senegalese) ha preso a picconate la gente, un altro pazzo (italiano) le ha prese a martellate. Eh già, a palermo un italianissimo compatriota ha preso a martellate la gente. Sarà che il piccone fa più notizia del martello, ma di questo non ne parla nessuno. Che post idiota che è questo...non c'è gente italiana o straniera, ma solo gente che rispetta la legge o gente che non la rispetta. Punizioni (vere e severe) per chi non la rispetta, il resto son discorsi da bar (becero)

nicols 16.05.13 23:51| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 24)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Post inutile e dannoso per il movimento.
Categoria da "bar dello sport".
Tutto il contrario di cio' che serve al movimento ora:
Proposte. Analisi serie e migliorative di leggi su immigrazione e cittadinanza.
Dove si prendono soldi per forze dell'ordine?
O fai l'arruffa popolo o fai la persona seria.
Tutto il resto e' degno del circolino; che sia dell'acli o di forza nuova.

david m. Commentatore certificato 16.05.13 21:30| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ali, senegalese, un giorno entra in un bar e chiede di andare al bagno. Gli rispondono che non si può perchè "è rotto".
Poco dopo, fuori, racconta a sua moglie (italiana) che lo stava aspettando, che non gli era stato possibile andare al bagno e che dovevano cercare un altro locale, ma la moglie gli dice: "Scusa, aspetta un attimo...."
Rientra nel bar da sola e chiede al gestore di andare al bagno, lui risponde "Prego è di là."
Allora lei chiama il marito e gli dice: "Ali, puoi andare al bagno, e di là"

Modu, 23 anni, senegalese, aveva chiesto come da prassi il rinnovo del permesso di soggiorno, per poter lavorare, nel frattempo anche studiare, perchè senza quella carta maledetta non si può fare nulla, paralizzati, bloccati, sempre "fuori", per lavorare devi avere il permesso, per avere il permesso devi avere un lavoro ecc...ecc...
Dopo averlo fatto aspettare a lungo, tempi indecenti per una carta così importante, finalmente lo hanno chiamato ma quando Modu ha guardato il permesso, si è accorto che mancava poco alla scadenza. Cioè, dopo tanto penare, gli hanno consegnato la carta ormai quasi alla scadenza e della durata di appena tre mesi. Cioè, Modu è stato costretto a ricominciare tutto daccapo, senza mai poter FARE QUALCOSA DELLA SUA VITA, un lavoro, gli studi, una vita normale come tutte le persone normali.

Non ti servo il caffè perchè sei nero, Io ti ho dato il resto giusto sei tu che vuoi fare il furbo, Siete troppi, Non vendo agli africani, non venite a fare la spesa qua.....

I due africani ammazzati a sangue freddo in quel mercato da una bestia nazifascista.

Questi comportamenti sono una tortura mentale, un "mobbing sociale" che ti mangia il cervello col tempo.
QUANTI BORGHEZIO CI SONO IN ITALIA?

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 17.05.13 09:22| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

“QUANDO FU UN ITALIANO COLPIRE CON UN MARTELLO”
Questa storia è avvenuta a Palermo quattro anni fa.

Estratto da il Fattoquotidiano:

Un uomo di 39 anni alto quasi due metri. Grande e grosso, con un martello infilato nella cintura dei pantaloni. Si chiama Fabio Tozzo. Alle 10 di un lunedì mattina, si avvicina piano alla stazione di Palermo, è quasi sotto i portici, di fronte alla fermata della 101. Intorno a lui decine di persone, studenti, anziani, donne, bambini. Fabio Tozzo si incammina lentamente sotto il porticato, ha tutto il tempo di scegliere le sue vittime. Una coppia di pensionati. Marianna Ruvolo e Antonino Raccuglia.

Aumenta la velocità, scavalca un passeggino spinto da una giovane madre, estrae il martello e colpisce. Una, due, tre, quattro volte, sulle teste di Marianna e Antonino, che cadono a terra privi di sensi. Fabio Tozzo si guarda in giro, le persone intorno a lui sono ammutolite e sgomente, pietrificate. Si guarda in giro e scappa.

Nessuno si muove, se non due ragazzi, uno di 18 anni e l’altro di 25, per corrergli dietro. Lui è grande e grosso, ma non è troppo veloce. In pochi secondi lo agguantano e lo stendono. Tengono Fabio Tozzo fermo a terra, mentre qualcuno chiama la polizia. Tutti i passanti, immobili, scoppiano in un applauso. Dopo due minuti gli agenti della Polfer, la polizia ferroviaria, sono sul posto, e ammanettano il folle martellatore.

La prima cosa che gli chiedono è perché l’abbia fatto. La sua risposta è: “Volevo installare il digitale terrestre”.

I due ragazzi che hanno fermato Fabio Tozzo vengono ringraziati dagli agenti, tra le strette di mano, le pacche sulle spalle e i segni di assenso dei presenti. Poi identificati. NON HANNO I DOCUMENTI. SONO CLANDESTINI. Neri come il carbone e illegali. Nigeriani. John Paul e Kennedy Anetor. I poliziotti li ringraziano nuovamente, e propongono alla Questura il rilascio di un permesso di soggiorno di un anno. Che viene rilasciato.

Paolo R. Commentatore certificato 16.05.13 16:22| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggere sui giornali che la base del movimento è spaccata sulla questione Kabobo è completamente falso.
Scrivere sul blog non significa essere sicuramente dalla parte del M5S. Chiunque si può registrare e fare dei commenti, per poi essere magari un elettore dei "soliti partiti".
Quanto all'opinione di Grillo non vi è certamente traccia di razzismo, ma rappresenta una grave denuncia sulla situazione sociale italiana ed anche europea, dove le istituzioni non sono in grado di dare delle risposte a tutela della sicurezza del cittadino. "La stampa mette in evidenza ciò che vuole per fare i propri interessi".

arturo nicolardi 17.05.13 08:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E BASTA CON LA STORIA DEL RAZZISMO! Basta, davvero! . Beppe ha scritto un post ad alto tasso di buon senso. Ha solo messo in luce i buchi tutti italiani in materia di immigrazione, evidenziando non tanto la mancanza di leggi, che ci sono, quanto la loro non-applicazione. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Le chiacchiere stanno a zero, e i fatti sono i seguenti: se l'immigarto clandestino in questione non fosse stato sul nostro suolo (e non doveva esserci, essendo irregolare), quelle tre persone sarebbero ancora vive. Questo vale naturalmente per tutti i delinquenti, di qualunque colore. Vale anche per il bianco con precedenti di violenza (kabobo ne aveva)che sono stati sottovalutati, anzi, di cui ci si è altamente infischiato e che sono a piede libero. La verità è che l'Italia non ha i mezzi, nè i soldi, nè probabilmente la volontà per gestire una migrazione opprimente e poco facilmente controllabile, viso che i nostri confini sono per tre quarti coste. L'Europa non ci aiuta. A quelli frega solo dello spread, del patto di stabilità, del fiscal compact, del rientro dal debito, del pareggio di bilancio. Quando si tratta di darci una mano coi clandestini che, per forza di cose, sbarcano qui da noi, se ne lavano le mani. A molti fa pure comodo questa situazione!
Quindi basta di dare del razzista a Beppe, che ha solo voluto fare una lucida analisi di com'è la situazione!

Illy 17.05.13 21:55| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Denunciare il problema dell'immigrazione senza regole è diventato razzismo. Proponiamo lo ius soli in un paese che non ha nessun controllo dell'immigrazione clandestina? In America c'è ma ci sono ben altri controlli di frontiera! Un immigrato clandestino va rimpatriato o basta lasciarlo libero di girare x il pese senza controllo? Tutti condanniamo la violenza che venga da bianchi, neri o a pallini rosè ma il punto è un'altro, non possiamo accogliere immigrati clandestini, che passano tutti tramite organizzazioni criminali, e lasciarli girare per il paese aspettando tempi migliori. Possiamo dargli lavoro? No! Abbiamo i soldi per assisterli? No! Ma ci stupiamo se uno di loro nella miseria totale in cui vive va fuori di testa e ancor peggio diamo del razzista a chi denuncia il tutto. Abbiamo già troppa miseria in casa nostra, evitiamo di importarne alta.

Pierangelo Collazuol 17.05.13 09:00| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

nuove perle della Santanche' da Santoro:

"anche io sono una puttana"
va bene ormai l'abbiamo capito, non e' che ogni giorno ce lo deve ripetere, come un mantra.

"ad ogni uomo capita di conoscere donne che sembrano innamorate, e che poi si rivelano solo interessate ad ottenere dei favori"
si' certo, capita, ma almeno le cariche di Ministra e Deputata della Repubblica dovrebbero essere escluse dai possibili favori elargibili

"inutile fare la morale sulle ragazze di Arcore, sul telefonino di ogni uomo si celano sconcezze di tipo sessuale"
che bella visione del mondo: inutile fare i moralisti, perche' siamo tutti farabutti in un mondo di merda, questa e' la weltanschauung del berlusconismo

"ogni uomo regalerebbe un mazzo di rose ad una bella donna; i regali di Berlusconi sono come un mazzo di rose, solo piu' costosi perche' proporzionati al suo reddito"
si' pero' noi i regali li facciamo per conquistare una donna, non per assicurarci il suo silenzio.

Biligolo Palinciulan, Tarvisio Commentatore certificato 17.05.13 01:46| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' il mio secondo post in questo blog. Questa volta per chiedere a chi del M5S, magari Beppe stesso, a leggere gli interventi, di dichiarare in un modo chiaro la propria posizione in materia di immigrazione in Italia.
Tanti elettori del movimento - compreso il sottoscritto - scorgono la palese presenza xenofobia e razzismo in questo blog, vedi la maggior parte dei post.

L'ambiguità squalifica il M5S ed i suoi leader possono essere definiti uomini che vogliono matenere il sistema intatto e giustificare di fatto il governo (insalata mista).

Vorrei leggere qui che il M5S ripudia la xenofobia ed il razzismo, prima delle elezioni se possibile, perchè vorrei ancora CREDERE e lottare per un cambiamento giusto.

La vera rivoluzione non si fa con il voto di chi ha paura del "UOMO NERO"!!

Kadhum Ali 18.05.13 22:09| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanti piagnistei di sinistra!
Si parla di tre persone di merda: assassini, spacciatori e stupratori e tutti subito a dire "eh, ma se era italiano...bla, bla, bla".
Gli italiani li processiamo e li incarceriamo, niente sconti. E queste tre merde processo, carcere e un potente calcio in culo oltre il confine.

sandro sbianchi 17.05.13 00:18| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

MOVIMENTO CINQUE STELLE DI NOLA (NA)

Domenica ripuliremo un Parco....dando cosi una lezione di "civiltà" agli Amministratori pubblici...
"DOMANI" poi ripuliremo la Nazione...!!!!!!

Francesco Paolo Colombo (M5S-Nola)

Francesco P. Commentatore certificato 17.05.13 00:17| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

non capisco lo scopo di questo articolo
spero con tutto il cuore che sia un falso..
cioè ..
che non sia stato scritto da beppe grillo
.....non stò a ripetervi i motivi .. ho letto un sacco di commenti intelligenti che condivido
sono un convinto sostenitore del mov
saluti giovanni dronero

chiapello giovanni 16.05.13 21:41| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

E' colpa di un'umanità che non c'è più.
E' colpa delle nostre e altrui miserie.
E' colpa degli sprechi e del cibo che si butta senza pietà.
E' colpa di 3 televisori,palmari,elettrodomestici,auto,computer e ogni sorta di abbondanza di cui spesso possiamo fare a meno.
E' colpa di un mercato che premia chi specula e punisce chi produce.
E' colpa di chi ti sfrutta sul lavoro.
E' colpa di un occidente opulento che inquina senza freni e fa guerre in altre terre provocando esodi di massa biblici ma poi chiude le porte a coloro che ha derubato.
E' colpa di una UE che fa finta di essere unita ma in realtà sbatte i profughi da una parte all'altra in nome dell'accoglienza.
E' colpa di un finto buonismo,di accoglienze mai esistite,di un razzismo che non ha radici,di xenofobi e oltranzisti della pelle ormai vecchi,di tabù che si giustificano con le tradizioni.
Ma è colpa sopratutto della nostra ipocrisia,di vedere sempre la colpa negli altri,ora nero,ora giallo poi nel nostro vicino.
Non voglio giustificare nessuno neanche me stesso ma la vita ha ancora molto da insegnarci.

bruno pirozzi, napoli Commentatore certificato 16.05.13 19:52| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono una cittadina comunitaria, ma non italiana. Avrei diritto alla cittadinanza italiana da un bel po’ di anni, ma visto che l’unico diritto che al momento mi manca è quello di votare alle elezioni politiche (mentre invece voto alle amministrative e alle europee), finora non me la sono sentita di affrontare la trafila burocratica. Vivo in Italia dal 1996 e quando sono arrivata, dopo svariate volte che c’ero già stata per lunghi periodi, parlavo già perfettamente italiano ed ero reduce da anni di insegnamento di lingua e letteratura italiana ai miei connazionali.
Quest’anno è stata la prima volta che ho pensato “caspita, prima o poi andrò a fare le carte per la cittadinanza”, pur di poter votare Beppe Grillo anche alle politiche.
Sono una di quelle che comprano i braccialettini dai senegalesi in spiaggia, conosco dei bravissimi romeni, la casa che ho venduto anni fa, l’ha comprata un onestissimo 50enne senegalese, un mio caro amico siciliano (ingegnere e anche figo, prima che qcuno pensi a un caso umano) è felicemente sposato con un’africana, sono una mega fan di Don Andrea Gallo e di Fabrizio De Andrè. In Italia ho sempre avuto solo amici italiani, non mi sono mai sentita straniera, mentre ho avuto, e ho, molti dei problemi degli italiani, crisi, banche, lavoro pagato male e in ritardo, ecc.
Detto ciò, non concepisco proprio cosa ci sia di razzista nel post di Beppe su Kabobo. Ha semplicemente citato tre casi in cui degli stranieri hanno commesso dei reati efferati che si sarebbero potuti e dovuti evitare. Kabobo è un orrendo criminale e credo non avrebbe fatto piacere incontrarlo nemmeno a tutti coloro che ora criticano Grillo per questo post.
Bollarlo di razzismo è tanto stupido e insopportabile quanto il razzismo stesso. ll pensiero di Beppe è grande e vincente anche perché supera le ideologie, e affronta ogni questione con buon senso e con acuta intelligenza.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato 18.05.13 02:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.articolotre.com/2013/05/palermo-folle-italiano-colpisce-a-colpi-di-martello-i-viaggiatori-in-attesa-alla-stazione/169917

questo non si chiama kabobo, mo che vogliamo fare, banda di cerebrolesi???

Francesco Salamina 16.05.13 18:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

"I due ragazzi che hanno fermato Fabio Tozzo vengono ringraziati dagli agenti, tra le strette di mano, le pacche sulle spalle e i segni di assenso dei presenti. Poi identificati. Non hanno i documenti. Sono clandestini. Neri come il carbone e illegali." (il fatto quotidiano).

Questi due ragazzi hanno fermato un uomo (Italianissimo, bianco caucasico, grande grosso e pericoloso)che, senza nessun motivo, aveva aggredito a martellate una coppia di anziani. Dopo averlo neutralizzato hanno chiamato la polizia (a loro rischio e pericolo: rischiavano l' espulsione, in quanto clandestini),e hanno consegnato agli agenti l' aggressore.
Questo cosa vuol dire? Che i clandestini salvano l' Italia perchè sono eroi?No.Non vuol dire assolutamente niente.Come, specularmente, non vuol dire assolutamente nulla la sequenza di episodi messi in fila in questo post(se non che in Italia la giustizia non funziona: ma se questo doveva essere l' argomento, era inutile incardinare il post sull' origine etnico-georafica delle persone in modo evidentemente tendenzioso), che sembrano voler dimostrare che l' immigrato è più soggetto ad andare in giro a spaccare la testa a caso alla gente, per il fatto di essere immigrato.
Si potrebbe andare avanti per giorni con la guerra di episodi per avvallare una tesi o l' altra (immmigrati eroi, o immigrati delinquenti). Ce ne sono di numerosi su entrambi i fronti. Ma questo modo di affrontare le cose non serve a nulla: gli psicopatici, gli eroi, le persone comuni, i delinquenti, sono tutte categorie che esistono fra immigrati, italiani, clandestini, o regolari.
Gli eroi vanno premiati, gli psicopatici curati, i delinquenti incarcerati, indipendentemente dalla loro nazionalità, colore della pelle, e dal permesso di soggiorno. Senza suggerire generalizzazione banalizzanti, ne' forzare a tutti i costi dei nessi causali dove non ce ne sono affatto.

Andrea P., Vigevano Commentatore certificato 17.05.13 10:42| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Italia è un paese che non è in grado di assicurare una vita dignitosa nemmeno ai propri cittadini, ormai sempre più frustrati e inclini alla disperazione. Il Kabobo di turno era un alcolista e un tossico, sbandato, senza fissa dimora e già noto alle forze dell'ordine per atti violenti. Scorrazzava liberamente per il paese, senza che nessuno potesse prendersi cura di lui.

Certo, Bruxelles è lontana, non ci si arriva coi barconi, quindi, cari italiani, cari spagnoli, cari greci, sono cazzi vostri.

cristina biemmi, bs Commentatore certificato 17.05.13 09:59| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Colui che uccide a picconate chiunque incontri lungo il proprio cammino è un folle.
Molto spesso, i folli non danno segno di sé prima di compiere gesti scellerati.
Sono sufficienti queste due banalissime riflessioni per comprendere quanto siano squallide le speculazioni sulla vicenda del ghanese Kabobo.
Detto ciò, è anche opportuno fermarsi a riflettere sulla "retorica dell'accoglienza".
Ad ogni sbarco di immigrati, sulle nostre coste, i media parlano di "disperati".
Più che lessicale, l'errore è di natura concettuale.
Non si attraversa a piedi il deserto del Sahara e non s'affronta il Mediteranno a bordo di carrette se non si è animati da immensa speranza.
Però, come recita un vecchio adagio, "chi di speranza vive, disperato muore".
Dobbiamo riconoscerlo, oggi il nostro Paese non ha le risorse per accogliere chiunque vi giunga.
Non c'è più spazio per aggiungere un posto a tavola.
Talché è inevitabile che la speranza possa divenire disperazione. Ed essa può condurre a gesti folli.

Massimiliano Filiberti 17.05.13 16:35| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

IL M5S NON E' SEL
GRILLO NON E' VENDOLA......PER FORTUNA NOSTRA E DI BEPPE

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 17.05.13 11:19| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ove fosse sfuggito riscrivo una mia grande:)))) verità

il colore della pelle est una invenzione.punto

paolo

paolo est Commentatore certificato 17.05.13 10:05| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I nostri figli laureati vanno all'estero e noi importiamo: badanti,muratori,malviventi e disperazione varia.
Cosa diventerà questo paese tra 20 anni, prima di tutto culturalmente e poi economicamente?
Quale risorsa sono? visto che per uno che lavora ne manteniamo 5 con sanità gratuita, scuola gratuita, case popolari e agevolazioni per gli affitti.
Se dobbiamo puntellare un paese che cade a pezzi con leggi assistenzialiste almeno che ne godano gli Italiani.Basta con questo finto buonismo di una sinistra anacronistica ed ipocrita.

rodolfo z., cividale del friuli Commentatore certificato 18.05.13 11:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come ha già detto qualcuno qui si mescolano impropriamemnte due temi: immigrazione e sicurezza. Questi tre esempi potevano anche essere, e spesso sono, italiani o europei, e l'articolo non sarebbe stato razzista se avessi fatto esempi misti. Infatti il problema è che in qualunque paese civile se commetti dei reati finisci in galera, da noi finisci fuori dopo un mese. Qualunque sia il colore della pelle. Se commetti reati sconti la pena e, se non sei cittadino, finisci espulso alla velocità della luce.

Mi spiace ma per la prima volta non ti seguo proprio.

Maria T., Nemi Commentatore certificato 17.05.13 01:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quanti qui lanciano accuse di razzismo.. all'insegna del"politicamente corretto" e di un "buonismo" INSANO... che entrambi hanno obnubilato le menti....facciamo parlino i dati.....
Lo dico tristemente... vedere il rapporto del Viminale (dati 2010) sulla criminalità in Italia http://www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/21/0501_sintesi_rapporto_icsa.pdf
Gli stranieri costituiscono il 51% dei denunciati per rapina in abitazione o furto in abitazione, e il 45% dei denunciati per rapina in pubblica via, il 19% per le estorsioni, il 29% per le truffe e le frodi informatiche.Intorno ad un terzo dei denunciati troviamo gran parte dei reati violenti"
"La quota di stranieri qui va dal 39% dei denunciati per violenze sessuali al 36% per gli omicidi consumati e al 31% per quelli tentati, al 27% dei denunciati per il reato di lesioni dolose". C'è un'altra nota dolente di cui la Kyenge dovrebbe tener conto. Il 74 per cento degli stranieri denunciati per omicidio è senza permesso di soggiorno. Ma non finisce qui perchè anche il 62 per cento dei denunciati per lesioni e il 61 di stranieri denunciati per rissa è senza per messo....
Aggiungo, a titolo informativo, che mio marito, nativo di Tripoli, è giunto in Italia come profugo libico....Erano altri tempi... e la cittadinanza una conquista.. non una regalìa che, a quanto mi risulta, giova soltanto alle ONG.... CUI PRODEST questa insania che moltiplica i nostri kabobo?
CUI PRODEST l'innescare una guerra per bande????
In questo post,Kabobo di Italia, non vi è traccia di razzismo... Chi lo vede, io creda ne sìa fortemente intaccato... E non riconosce il mostro nella propria testa.

FRANCA P., MILANO Commentatore certificato 17.05.13 08:09| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Kabobo ha ucciso col piccone degli innocenti perchè è negro brutto e cattivo, se giudicherai da buon borghese lo condannerai a 10000 anni più le spese, ma se capirai se cercherai fino in fondo, sarà lampante che la vera causa di questo orrore è IL CAPITALISMO (che in italia prende il nome di BERLUSCONISMO) . Chi lo sostiene politicamente è più o meno volontariamente complice di questo male.

Gabriele Primieri () Commentatore certificato 19.05.13 18:46| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

La STRONZATA del giorno è quella di dare del razzista a Grillo... e lo si stà facendo con la più grave forma di intolleranza, ovvero quella condita di una VERA "razzista supponenza-ignoranza", cioè quella tipica di chi vuole sbandierare il proprio essere non razzisti, non classisti, non sessisti... Questi sono la RAZZA peggiore dei cervelli!!! E in Italia, mi accorgo sempre più, che ne siamo pieni di questi cervelloni!!!

massimo sorry, napoli Commentatore certificato 16.05.13 23:01| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Sono un signore italiano di 40 anni. Sono orgoglioso del mio paese e sinceramente stufo di tutta questa immigrazione incontrollata. Io penso che occorra in maniera definitiva restituire l' Italia agli italiani. Chi viene a stare nel nostro civilissimo paese, o si attiene scrupolosamente alle nostre regole, rispettando usi, costumi, tradizioni e leggi italiane, oppure deve andarsene in fretta e senza diritto di replica.

Vincenzo Cefali 18.05.13 01:06| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento


“Generalmente sono di piccola statura e di pelle scura.
Non amano l’acqua, molti di loro puzzano perchè tengono lo stesso vestito per molte settimane.
Si costruiscono baracche di legno ed alluminio nelle periferie delle città dove vivono, vicini gli uni agli altri.
Quando riescono ad avvicinarsi al centro affittano a caro prezzo appartamenti fatiscenti.
Si presentano di solito in due e cercano una stanza con uso di cucina.
Dopo pochi giorni diventano quattro, sei, dieci.
Tra loro parlano lingue a noi incomprensibili, probabilmente antichi dialetti.
Molti bambini vengono utilizzati per chiedere l’elemosina ma sovente davanti alle chiese donne vestite di scuro e uomini quasi sempre anziani invocano pietà, con toni lamentosi e petulanti.
Fanno molti figli che faticano a mantenere e sono assai uniti tra di loro.
Dicono che siano dediti al furto e, se ostacolati, violenti.
Le nostre donne li evitano non solo perchè poco attraenti e selvatici ma perchè si è diffusa la voce di alcuni stupri consumati dopo agguati in strade periferiche quando le donne tornano dal lavoro.
I nostri governanti hanno aperto troppo gli ingressi alle frontiere ma, soprattutto, non hanno saputo selezionare tra coloro che entrano nel nostro paese per lavorare e quelli che pensano di vivere di espedienti o, addirittura, attività criminali.”

“Propongo che si privilegino i veneti e i lombardi, tardi di comprendonio e ignoranti ma disposti più di altri a lavorare.
Si adattano ad abitazioni che gli americani rifiutano pur che le famiglie rimangano unite e non contestano il salario.
Gli altri, quelli ai quali è riferita gran parte di questa prima relazione, provengono dal sud dell’Italia.

Vi invito a controllare i documenti di provenienza e a rimpatriare i più. La nostra sicurezza deve essere la prima preoccupazione”.

Il testo è tratto da una relazione dell’Ispettorato per l’Immigrazione del Congresso americano sugli immigrati italiani negli Stati Uniti, Ottobre 1912.

léa lozach 17.05.13 10:41| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

La Stampa.it
Buongiorno
17/05/2013

Attenuanti ipocrite
massimo gramellini

Il 12 gennaio 2012 il vigile milanese Niccolò Savarino era di turno in un parcheggio della Bovisa quando un ladro di Suv lo travolse, trascinandolo sull’asfalto per duecento metri: una morte orribile. L’assassino fu fermato in Ungheria, ma solo dopo lunghe indagini si conobbe la sua reale identità. Remi Nikolic, nato in carcere da una detenuta. Il tribunale dei minorenni (all’epoca dei fatti non aveva ancora 18 anni) gli ha quasi dimezzato la pena - da 26 a 15 anni - riconoscendogli le attenuanti generiche con questa motivazione: la sua unica scuola di vita sono stati i delinquenti fra i quali è cresciuto.

A me sembra una sentenza ipocrita e pericolosa. Mentre la mano civile dello Stato frappone mille ostacoli all’inserimento dei piccoli rom (sono note, nella stessa Milano, le peripezie delle eroiche maestre di via Rubattino per garantire la scuola ai bambini di quella comunità), la mano giudiziaria trasforma quel fallimento sociale in attenuante: un bel modo per sciacquarsi la coscienza, contrapponendo ingiustizia a ingiustizia. Ma si tratta anche di un precedente pericoloso: adesso qualsiasi persona cresciuta in un ambiente disagiato, e Dio sa quante ne sta producendo la crisi, potrà pretendere un analogo sconto di pena. Questa retorica vittimista, che tutto è tranne che la virtù dei buoni, darà purtroppo voce alle gole sguaiate dei razzisti e accrescerà il consenso sociale verso i dispregiatori delle minoranze, sempre più identificate come destinatarie di trattamenti privilegiati, in una guerra fra poveri che è il vero incubo da scongiurare.

silvano de lazzari, lago di como Commentatore certificato 17.05.13 10:18| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

BEPPE, A CHE GIOCO GIOCHIAMO?
Beppe alterni istanze progressiste con istanze retrive; alterni luoghi comuni con proposte innovative; alterni concetti che si pongono come avanguardia dell'avanguardia con altri che si collocano come avanguardia della retroguardia; fai il razzista e l'illuminista a giorni alterni; fai l'anguilla tra l'affermazione dei diritti e la negazione degli stessi. Tutto ciò è sospetto, considerando che non sei matto. A che gioco giochiamo? Vuoi vedere che con quel diavolo di Casaleggio con provocazioni intellettuali (a momenti geniali, a momenti illuminate, a momenti oscurantiste) stai conducendo un monitoraggio sui frequentatori del blog attraverso le reazioni degli stessi? Vuoi vedere che stai raccogliendo materiale allo scopo di ampliare il proselitismo?
Io sono un "eretico" per natura. Sono uno spirito critico e quindi un tale giochino con me non funzionerebbe. Constato con disappunto, perciò, che molti frequentatori del blog si sono già bevuti il cervello. Senza dire del pericolo culturale che incombe sui 5S. Con le "verità assolute" propagandate e ripetute in ogni occasione il Movimento rischia infatti di ingabbiarsi in una sorta di dogmatismo laico. Sarebbe la fine. E i segnali non mancano. Già da tempo è frequentissimo, ad esempio, l'esercizio di molti adepti nel ripetere a pappagallo le parole d'ordine del Movimento. Basta leggere i commenti per averne contezza. Danno l'impressione questi fidelizzati di affermare "concetti" altrui soltanto per sentito dire. La sensazione è che non siano pienamente consapevoli della materia di cui parlano o scrivono. Mi ricordano certi compagni comunisti di gioventù che citavano Marx a sproposito in qualsiasi occasione. Beppe, che c'è sotto? Non sei un folle, perché allora ti comporti come soggetto affetto da disturbo dissociativo dell’identità (doppia personalità per il volgo)? E, per favore, non pensare "questo qui (il sottoscritto ndr) non ha capito niente". Il refrain è vecchio.
Marino Marquardt

marino marquardt, napoli Commentatore certificato 19.05.13 18:44| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un grossissimo problema:
Nessuno sa quanti siano i clandestini, da dove provengano, cosa facciano.
Stà diventanto un fenomeno incontrollabile e molto pericoloso.
La microcriminalità : furti negli appartamenti , piccole truffe, tolleranza diffusa dell'infrazione delle leggi sul commercio e sulla piccole attività IN PRASTICA SONO CONSIDERATI AMMORTIZZATORI SOCIALI:
è il territorio che deve assorbire questa realtà: ai politici interessa solo di essere protetti da forze di polizia sempre più numerose:fanno impressione le loro scorte : sembra di vivere in un paese in guerra.

antonio noziglia, genova Commentatore certificato 17.05.13 11:30| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Da elettore M5S sono deluso che Beppe usi questi fatti per recuperare voti con un post neanche tanto velatamente leghista e razzista. Sono d'accordo che le leggi sull'immigrazione/espulsione vadano riviste e rese più efficienti, ma questo post secondo me confonde troppe cose.
Un delinquente è un delinquente, un immigrato è un immigrato. Un clandestino è colpevole di essere irregolarmente in Italia e basta. Un assassino è colpevole di omicidio indipendentemente dalla sua nazionalità. Lasciamo che sia la lega a far confusione su queste cose perché è un atteggiamento fuori dalla mentalità del M5S.
Se noi italiani fossimo in grado di fare un po' di sana autocritica ci renderemmo conto di quante irregolarità compie giornalmente un onesto padre di famiglia. E di quanto i problemi dell'Italia dipendono anche dal nostro modo di cercare di fare sempre i furbi e di seguire le regole solo quando ci conviene o quando siamo costretti. Quando lo facciamo noi siamo furbi, se lo fanno gli altri sono delinquenti. Le irregolarità che compiamo noi sono abitudini o furbizie, quelle che compiono gli altri sono reati.
Gli italiani vogliono le strade sicure per risolvere il dramma dei rumeni ubriachi al volante, ma poi si incazzano se c'è un autovelox in più e lo segnano sul GPS per poter frenare 100m prima ed evitare la multa.
Diciamo di volere delle regole, ma solamente se noi abbiamo un modo per non seguirle.
Troppo comodo. Se Grillo vuole davvero portare avanti una rivoluzione culturale dovrebbe ricominciare a prendersela con il principale problema dell'Italia: gli italiani! Non a tutti farà piacere. L'elettore medio non vuole essere criticato, ma non si fa una rivoluzione culturale rincorrendo gli elettori medi. Non si possono cambiare le cose pensando sempre "agli altri" senza voler rinunciare a nessuno dei nostri piccoli o grandi privilegi, specie se irregolari.

Machis Oso 17.05.13 12:39| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A quando un post VERAMENTE IMPORTANTE su tutte le donne ammazzate, menate, massacrate dai loro ITALIANISSIMI mariti, compagni, fidanzati, conviventi? È un argomento che può essere trattato solo da una "canoista"? O è perché fa comodo addossare sempre e solo la colpa agli ALTRI preferibilmente con la pelle di colore diverso?

alina rossi 19.05.13 15:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

PALERMO, EROE PER UN GIORNO
GHANESE BLOCCA MALVIVENTE

18 maggio 2013 - 12:32 - Cronaca Regionale

Ieri, mentre dei volantini a firma Forza Nuova sporcavano le strade di Palermo con la scritta “l’immigrazione uccide, no allo ius soli” un ghanese senza permesso di soggiorno salvava un commerciante da un tentativo di estorsione.

La vicenda è avvenuta in piazza Giotto. Il malvivente aveva appena sfilato a un commerciante le chiavi del furgone, minacciando di non restituirle se prima non avesse ottenuto tutti i soldi che gli aveva chiesto. Dopo un po’ la situazione è degenerata e l’estortore è fuggito. Ad inseguirlo però non c’era solo il commerciante palermitano ma anche un extracomunitario che aveva sentito tutto e voleva rendersi utile. Incurante del suo status di immigrato senza permesso di soggiorno il ghanese ha bloccato l’uomo in fuga e ha anche aspettato l’arrivo della polizia e consegnato orgoglioso il malvivente.

Ora il suo coraggio, con tutta probabilità, verrà ricompensato, oltre che con i ringraziamenti del commerciante anche con il sospirato permesso di soggiorno.

Fonte: http://www.siciliainformazioni.com/sicilia-informazioni/43611/palermo-eroe-per-un-giorno-ghanese-blocca-malvivente

gabriele m 19.05.13 12:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Cari Buonisti, Sognatori della societa' miltirazzaiale, Cittadini del Mondo Pane; Amore & Jus Solis, etc.. etc.. lasciatevolo dire da chi e' emigrato.. NON AVETE CAPITO UNA MAZZA

se volete avere una societa' basata su una immigrazione che funziona - e guardate da noi in Germania quanti stranieri abbiamo - occorrono regole che vengono fatte rispettare. Uno cone tendenze criminali come il Kabobo in questione qui non era a piede libero dal primo reato di rilevanza penale. PUNTO E BASTA la regola generale e' che gli irregolari vanno espulsi SUBITO, l'immigrazione va strettamente controllata.. e vi parlo da emigrante io stesso, solo cosi' funziona.

Claudio D., Germania Commentatore certificato 18.05.13 11:34| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grazie a chi ha scritto questo post non so se sia stato Beppe o chi per lui, e grazie per aver parlato senza ipocrisia di un problema che è reale quanto è reale l'incertezza e l'inefficacia del diritto in questo paese. Il problema è il coacervo di norme, sovrapposte una all'altra spesso legiferando in occasione di emergenze o sull'onda di emozioni o di campagne di opinione create ad arte, il problema è l'inefficacia di queste norme quando la loro applicazione è lasciata ad un sistema giudiziario soffocato dalla massa dei processi e dei ricorsi aforze di polizia che girano nelle nostre citta a bordo di panda e fiat uno di quindici anni fa, che indossano ridicole divise degli anni 70, quando i loro mezzi sono fermi per mancanza di benzina e di pezzi di ricambio. Quello che occorre prima che il paese diventi un far west dove ognuno in attesa di giustizia si fa la giustizia da se è una riforma complessiva del sistema penale e giudiziario per farlo tornare effciente e moderno. CERTEZZA DEL DIRITTO. Questo occorre. Kabobo e C, sono solo l'effetto di un sistema al collasso, il resto è polemica, il resto è violenza strumentalizzata ad arte, è soffiare sul fuoco per alimentarlo, il resto è la disperazione di un paese che soffoca nel suo stesso vomito. Salviamolo, RIFORMIAMO IL SISTEMA GIUSTIZIA

ROSARIO COLARUSSO, COMO Commentatore certificato 18.05.13 11:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

In Italia ci sono molti più italiani di immigrati. Giusto?
Quindi dovrebbero, in proporzione, esserci molti più italiani di immigrati nelle carceri. Giusto?
Ed invece:
http://www.tmnews.it/web/sezioni/dalla-redazione/carceri-23mila-i-detenuti-stranieri-sono-quasi-50-del-totale-PN_20130513_00186.shtml

http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/fano-speronano-scooter-e-la-caricano-sullauto-pestata-e-derubata/

http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/coppietta-in-balia-di-4-romeni-lui-pestato-a-sangue/

luca g 18.05.13 06:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A tutti le persone che dicono che noi italiani siamo razzisti vorrei ricordare che nei bar del belgio ai minatori italiani era vietato entrare in quanto eravamo considerati come cani o peggio.Da noi i stranieri fanno quello che cazzo vogliono.Vendono senza licenza qualunque cazzo di prodotto,ti taglieggiano quando stai al semaforo o parcheggi al discount, li capisco devono mangiare.Ma uccidere
una ragazza di 20 non per gelosia o per motivi
personali ma solo perchè vuoi scopartela è un dolore troppo grande non si può più tacere.
Chi tace è complice

toni b., roma Commentatore certificato 18.05.13 00:24| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Ai buonisti, antirazzisti, garantisti, etc. che frequentano il blog

Venite a vedere in Calabria come "fanno vivere" gli immigrati di colore.
A Rosarno per esempio ai clandestini danno solo lavoro in nero e sottopagato.
Li chiamiamo "gli schiavi invisibili".
Vivono nei pressi degli aranceti, ammassati in luoghi privi di servizi igienici. Guadagnano niente e lavorano come somari.
Vi meravigliate poi se escono di testa e fanno una strage?
Non è da incivili e da masochisti farli entrare per poi trattarli così?
La Signora Boldrini potrebbe rinunciare ai suoi guadagni ed aiutarli?
Qua tanti lo fanno, in silenzio.
FUORI! Inutile farli entrare per farli soffrire.
L'Italia non assimila nemmeno gli Italiani.
E' oramai impensabile l'integrazione di masse esterne nel nostro Paese.
Non si tratta di Razzismo, ma di Realismo.
Ros

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 17.05.13 12:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

mah, Italia mia, non ti conosco......
razzisti siamo noi quando avviciniamo e "compriamo" gli zingari per un voto
razzisti siamo noi quando osserviamo, con disappunto, nelle metropolitane bambini di 4-5 anni che "lavorano" e chiedo elemosina e non facciamo nulla per toglierli a quelle famiglie (la Legge, non lo prevede) in quanto nomadi; prevede, però, che vengano tolti a quelle famiglie dove anche un semplice disegno di un bimbo della materna, potrebbe essere letto in modo distorto e far supporre chissà quali abusi.
razzisti sono quei politici e tutte le istutuzioni che permettono, per mera indifferenza, l’indecenza perché è molto più semplice tacere e non vedere, piuttosto che prendere provvedimenti
razzisti “non” sono coloro che non accettano l’entrata indiscriminata dell’immigrato e ne chiedono l’eventuale disciplinamento, razzisti “non” sono coloro che si battono contro la criminalità a prescindere dal colore e che, piuttosto, credono che la miseria e la disperazione possano (senza considerarla prerogativa) indurre l’onesto a non essere più tale……
razzista “non” è colui che si sdegna nel vedere il proprio Paese un cumulo di macerie, razzista è piuttosto colui che potrebbe fare e non fa.
razzista “non” è colui che urla infamie allo stadio….quello è solo l’ultimo gradino della decenza perché il vero “razzista” è colui che non lotta contro l’abusivismo, il degrado ed ogni tentativo di turbamento della legalità e del vivere civile nel nostro Bel Paese

angela d., roma Commentatore certificato 17.05.13 10:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione


Pensate la follia!!! Mentre noi parliamo di questo, è a Roma ci sono 100 palazzi occupati abusivamente da stranieri ( aiutati da collaborazionisti italiani ), noi manteniamo un servizio di traghetto stranieri a cominciare da 10 miglia dalle coste africane.!.....se questa non è follia...

rocco palamara, Roma Commentatore certificato 17.05.13 07:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, in Italia ci sono gia' parecchi delinquenti liberi di circolare . Non c'e' assolutamente bisogno di doverne sopportare altri che spesso arrivano addirittura da paesi in condizioni migliori del nostro. Questi assassini ,dopo un velocissimo processo, dovrebbero essere spediti la da dove sono venuti a scontare la pena che in quasi tutti i casi prevede la pena di morte basta ! Non ne possiamo piu' !!

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato 17.05.13 01:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

con questo post vi siete giocati un bel po' di voti di quelle persone che, senza insulti volgarita' o parolacce, sanno mettere insieme piu' di tre parole di senso compiuto per esercitare un costruttivo diritto alla critica - e che sono stati bannati solo perche' dissenzienti.

in compenso avete guadagnato i voti dei nazional-popolar-beceri che non avendo strumenti culturali idonei a sfogare la loro frustrazione vanno allo stadio con le spranghe ad urlare slogan - ed oggi li hanno urlati nei commenti (pena di morte - al rogo - etc.)

domani post sulla bonta' di papa francesco?
cosi' raccattiamo un po' di voti da quelli di casini.

sono deluso.
forse mi ricrederei se beppe grillo ammettesse onestamente di aver toppato ad accostare impropriamente due grossi problemi come l'immigrazione e la sicurezza pubblica. ma penso che cio' non avverra'.

p.s.: sono stato aggredito tre volte: una volta da uno psicopatico italiano con un coltello, una volta da un cretino italiano con un pugno ed una volta da un extracomunitario che non saprei neanche come definire. ah no quattro: una volta anche da un tedesco che mi ha anche urlato rabbiosamente: italienish!

giorgio r. Commentatore certificato 17.05.13 00:07| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non sono razzista, ogni giorno faccio la spesa in diversi market, al di fuori dei quali trovo sempre l'extracomunitario al quale lascio gli spicci datemi di resto dal conto appena pagato, ho amici, conoscenti, colleghi , comunitari e non, mio fratello ha sposato una ragazza polacca e hanno 2 figli con nome polacco e cognome italiano, stimo e rispetto chi viene in Italia a lavorare onestamente e a soffrire come molti italiani, ma disprezzo chi viene pensando di trovare l'America, la Babilonia dove si può fare di tutto, una popolazione di coglioni che si lasciano fare di tutto, e delle leggi fatte a posta per non essere rispettate.
Questi personaggi che la pensano in questo modo, che siano Italiani , comunitari o extra, bianchi o gialli o neri o di qualunque etnia devono essere fermati oggi, perchè non debbano subire i loro soprusi in futuro i nostri figli.

Marcello M., Fermo Commentatore certificato 17.05.13 14:38| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

VORREI TANTO SAPERE COSA PENSANO DI QUESTO POST
GLI INTELLETTUALI PRESI AD ESEMPIO DAL MOVIMENTO, QUALI:
FO DARIO
RODOTA STEFANO
BECCHI PAOLO

giorgio r. Commentatore certificato 17.05.13 10:31| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quante generalizzazioni e quanto rancore... Rilassatevi piuttosto con della buona musica punk

http://www.youtube.com/watch?v=gWSs2dhxKZQ

Per i politici del blog: la legge italiana considera la responsabilità penale un fatto personale, e lo sapete. Quindi questo articolo con la faccia del "negro" sbattuta sulla pagina è semplicemente risibile, per non dire altro. Lasciamo perdere.


Touche pas à mon pote 17.05.13 02:01| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

REVOCARE IL PORTO D'ARMI A LONGO e Sequestrare la sua Pistola.
LONGO: L' avvocato (di Berlusconi) - deputato - "sceriffo" con la pistola.

Longo dice che detiene una pistola Luger Lcr fabbricata in America con regolare porto d'armi, che però non può portare né alla Camera né in tribunale e nemmeno in treno. Parlando del caso Kabobo, l'immigrato che ha ucciso tre persone a picconate nelle strade del quartiere Niguarda a Milano, Piero Longo, deputato del Pdl e legale di Silvio Berlusconi, spiega che non avrebbe perso tempo: "Io gli avrei sparato con la mia pistola, immediatamente. Subito dopo aver capito cosa stava facendo, gli avrei sparato alle gambe".

Queste sue pericolose dichiarazioni, le vorrei rigirare a chi gli ha concesso il porto d'armi, affinché gli venga revocato, e ciò per evitare che una persona anziana e tarata mentalmente (viste le sue dichiarazioni) possa commettere crimini, e/o gesti inconsulti che potrebbero ricadere su inermi cittadini.
Longo fa tante cose: avvocato, avvocato di B., parlamentare ecc., ma non è sicuramente uno sceriffo pagato dallo Stato per sparare, e non si rende conto che una sparatoria potrebbe coinvolgere persone inermi.
Non ha evidentemente neanche un senso dello Stato, non pensa che di queste cose se ne occupano le forze dell'ordine, per le quali evidentemente non ha nessuna stima e nessun rispetto, visto che vuole fare giustizia (sommaria) da solo.
Inutile dire poi che le sue dichiarazioni sono un'istigazione alla violenza.

Per LONGO suggerisco quindi quanto segue:

1) TOGLIERE IMMEDIATAMENTE IL PORTO D'ARMI
2) SEQUESTRARE LA PISTOLA
3) PERIZIA PSICHIATRICA

vip1607 16.05.13 21:37| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Mi sono fatto una idea di chi è la colpa. Dietro il sistema delle espulsioni c'è un substrato di parassiti che ci mangiano: avvocati e associazioni di assistenza agli immigrati. Con la storia del gratuito patrocinio gli avvocati patrocinano ricorsi avverso le espulsioni o contro il rigetto delle domande di asilo che oltre a intasare i Tribunali e gli altri uffici giudiziari, hanno un elevato costo per la collettività che paga le parcelle degli avvocati stessi di quei poveri sventurati. Con quei soldi si potrebbe provvedere a rendere efficiente il sistema delle espulsioni, che attualmente non funziona per mancanza di fondi e trattati internazionali.

walter ., roma Commentatore certificato 19.05.13 00:46| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

LONDRA 2010 - mio figlio, 30 anni, con alcuni amici va a londr DA TURISTA PER UNA SETTIMANA. UNA SERA, CON GLI AMICI, ENTRA IN UN SUPERMERCATO E GIRANO GUARDANDO LA MERCE. AL 3° tocco e ritocco di una accendino-sigaretta (originale nella fattura) un vigilantes lo blocca e gli chiede cosa sta facendo. Uno degli amici dice, in inglese perchè all'estero nessuno si sforza di parlarti nella tua lingua inutile, che devono decidere se acquistare quell'oggetto! L'agente gli ordina di non toccare la merce e si pianta a 2 yards, per tenerli sotto controllo!
Da noi invece?: dopo un qualsiasi reato, anche grave e pericoloso per la comunità, che succede?
Dopo 3 mesi sei libero di scorazzare per un territorio da farwest, dove tutti sono razzisti o menefreghisti e nessuno che applichi una qualsiasi regola comunitaria o legge. Inoltre se un mln di sclandestini vive in Italia DOVE COME E DA QUANDO NESSUNO CHE SE NE DIA PENSIERO. LA LN SBRAITA CONTRO PER PRINCIPIO TANTO PER FARE UN PO' DI DEMAGOGIA CHE CON GLI ITALIANI FUNZIONA SEMPRE! IL GOVERNO APPROVA ( QUANDO VI RIESCE) LEGGI CHE MAI NESSUNO POTRA' applicare con mezzi e uomini inisistenti! i politici sul razzismo parolaio costruiscono le loro immonde carriere e il POPOLO SOVRANO, come sempre, e' gabbato e raggirato, come fanno gli adulti coi bambini!
MORALE FINALE: GLI ITALIANI SONO DEI BAMBINI, TRATTATI COME DEI BAMBINI, E SFRUTTATI COME DEFICIENTI.
ES: 2004 IL CENTRODESTRA DI UN CERTO SILVIOB. APPROVA E REALIZZA EQUITALIA! 2013, LO STESSO SILVIOB. SBRAITA AI BAMBINI DEFICIENTI CHE EQUITALIA VA ABOLITA! E LO STESSO FA CON L'IMU: APPROVATA DA SILVIOB., TENUTA FERMA PER VIGLIACCHERIA, APPLIOCATA IN MALO MODO DA UN CERTO MARI-E-MONTI ( la gatta frettolosa fa i figli cechi) e oggi, 2013 vince o salva le sue elezioni, dicendo e poi pretendendo di abolire l'imu sulla prima casa ( a prescindere! ma la villa di Arcore, non sarà mica la 1a casa di SILVIOB.?). anzi chiede anche la restituzione del 2012, per rilanciare l'edilizia!
bo!!!

enrico 17.05.13 11:31| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

DEVO DIRE CHE C'E' GENTE QUI CHE LEGGE I POST E CAPISCE FISCHI PER FIASCHI.
BEPPE NON CE L'HA CON GLI IMMIGRATI, MA CON IL SISTEMA CHE PERMETTE QUESTE TRAGEDIE.
LEGGETE CON ATTENZIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 16.05.13 14:16| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 160)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma siete deficienti? Ce la fate a leggere o no?

Dove cazzo è scritto che viene accusato kabobo o questo o quello?

Il senso del POST è proprio che c'è un VUOTO TOTALE.

VUOTO LEGISLATIVO
VUOTO SOCIALE

Ma cazzo, siete rincoglioniti? Che cazzo attaccate Beppe a fare?

Thorn Re Commentatore certificato 16.05.13 14:10| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 142)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHI SONO I VERI RAZZISTI?
i veri razzisti sono quelli che permettono a certi disperati di venire da noi, senza fornire loro alcun mezzo concreto per realizzarsi e uscire dallo status di disperati. Cioe' li lasciamo entrare e poi li abbandoniamo al loro destino.
Gli immigrati vanno fatti entrare solo nella misura in cui e' possibile fornire loro condizioni di vita degne di un essere umano.
Il vero razzismo e' invece la politica del buonismo, del fare entrare chiunque "senza se e senza ma". In questo modo si fanno entrare immigrati come fossero animali, senza preoccuparsi che sono persone, con dei bisogni fondamentali da soddisfare, tra i quali il lavoro, la casa e anche il ricongiungimento familiare (gli immigrati piu' violenti, guarda caso, sono sempre scapoli).
L'Italia non e' in grado di fornire condizioni di vita dignitose agli immigrati? Ok, allora si chiudano le frontiere, e discorso chiuso.

Biligolo Palinciulan, Tarvisio Commentatore certificato 16.05.13 14:08| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 113)
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN CORDIALE ABBRACCIO ALLE FAMIGLIE DELLE VITTIME!!!!!!

CRISTIAN ARGELLI (beppefinoallafine), MEZZANO (RA) Commentatore certificato 16.05.13 13:19| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 95)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IN ITALIA SEI ETICHETTATO ALTERNATIVAMENTE DA STAMPA DI SINISTRA E DI DESTRA COME RIVOLUZIONARIO O FASCISTA A SECONDO LA DESTABILIZZAZIONE DEL MOMENTO!
UN DELINQUENTE è UN DELINQUENTE MA OGGI CHI HA CORAGGIO A DIRLO SENZA ESSERE DIFFAMATO, AGGREDITO,ARRESTATO,PERSEGUITATO E PRESO COME CAPRO ESPIATORIO DALLA STAMPA DI REGIME?
POVERA ITALIA DOVE REGNA SOVRANO IL FALSO BUONISMO E TUTTO CI CROLLA INESORABILMENTE ADDOSSO.


Quanti ce ne sono in Italia di ladri, assassini, mafiosi e ricattatori che girano indisturbati per il Paese? E sono quasi tutti italiani, solo una minima parte sono stranieri o extracomunitari.
Questo Post è degno di Borghezio e di Calderoli.

Mary C., Senigallia Commentatore certificato 16.05.13 14:03| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 73)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cioè, se uno viene dall'india, dal marocco, dalla cina, dal sud america, ed è irregolare sarebbe un KABOBO? In Italia siamo tutti pieni di piccoli e invisibili KABOBI pronti a" stuprare con tale violenza da farci soffocare dal sangue delle ferite al setto nasale, da ucciderci a picconate, da strapparci le orecchie a morsi???

Ragazzi questi sono casi sporadici e non vanno assolutamente associati al problema immigrazione. Se mai al problema emarginazione e discriminazione che porta all'esasperazione e alla malattia mentale. Queste persone non erano immigrati, soffrivano di un disturbo mentale grave; e come loro anche tantissimi italiani bianchi.


Mi spiegate il senso di questo post perchè non mi è chiaro?Grazie.

ilario g., Crotone Commentatore certificato 16.05.13 13:29| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 60)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Articolo vuoto, senza uno straccio di analisi, aperto a mille polemiche e ad interpretazioni irrazionali.
Dannoso ed inutile.

Qual'è il problema? "l'uomo nero" come hanno riportato alcuni telegiornali? La legge "bossi fini"? La destra e la sinistra?

Il problema è lo stato sociale completamente disgregato, dove l'emarginato viene visto come "il problema" e non come "parte del problema". Il morto di fame, l'escluso, l'emarginato ha nel suo futuro solo la disperazione o la criminalità, e nel più comune dei casi entrambe.

Il problema è sociale, e la soluzione deve essere politica, strutturata. Non slogan, ma un progetto articolato che miri alla ricostituzione della comunità sociale.

Come? Una idea la scriverò nei prossimi giorni.

Manuel C. Commentatore certificato 16.05.13 14:05| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 57)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Eh no, adesso mi incazzo.
Se il concetto di "colpa" vogliamo farlo generico, siamo colpevoli tutti, e quindi nessuno. Se cerchiamo la colpevolezza in un senso assoluto, non la troviamo e non ci serve proprio a niente.

Ma se caliamo il concetto di responsbailità in termini pragmatici, i colpevoli ci sono eccome.

Col cazzo che il parlamento non è responsabile: le leggi non sono né merce di scambio per garantirsi cordate né astrazioni ideologiche da circolo di letterati: sono le regole che decidono come viviamo in questo stato. E se una regola NON FUNZIONA, me ne sbatto se si rischia di sembrare razzisti o fascisti: la si cambia in un modo che FUNZIONI. Le leggi sulla pubblica sicurezza non sono fatte per fare bella figura nei libri di storia, sono fatte per evitare che le persone si ammazzino, violentino, feriscano a vicenda. E a questo fine vanno pensate, stese e approvate.

Lo status degli immigrati irregolari vive nel limbo solo per salvare la faccia di chi vuole a tutti i costi farsi bello di ideologie libertarie e i vantaggi di chi in quel limbo pesca schiavi a buon mercato.

Lavarsi le mani nel sangue altrui a maggior gloria della propria coscienza è uno sport antico e, perdonate la franchezza, uno sport di merda.

Stefano Re, Milano Commentatore certificato 16.05.13 13:48| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 57)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUI NON E' PROBLEMA DI NAZIONALITA'... PER CAMBIARE LE COSE cominciamo a cambiare le politiche di EMARGINAZIONE portate avanti dai diversi governi che si sono succeduti in questi anni. Ad un immigrato a cui vengono riconosciuti i propri DIRITTI e' possibile chiedere il rispetto dei propri DOVERI, come a tutti gli altri cittadini...

Mago Merlino 16.05.13 13:49| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 41)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nessuno è colpevole, forse neppure Kabobo. Se gli danno l'infermità mentale presto sarà di nuovo un uomo libero.[Beppe Grillo]

Nessuno è colpevole, forse neppure Kabobo. Se gli danno l'infermità mentale presto sarà di nuovo un uomo libero.[Beppe Grillo]


Nessuno è colpevole, forse neppure Kabobo. Se gli danno l'infermità mentale presto sarà di nuovo un uomo libero.[Beppe Grillo]


Nessuno è colpevole, forse neppure Kabobo. Se gli danno l'infermità mentale presto sarà di nuovo un uomo libero.[Beppe Grillo]


Nessuno è colpevole, forse neppure Kabobo. Se gli danno l'infermità mentale presto sarà di nuovo un uomo libero.[Beppe Grillo]


Nessuno è colpevole, forse neppure Kabobo. Se gli danno l'infermità mentale presto sarà di nuovo un uomo libero.[Beppe Grillo]


► NON CREDO CHE CI SIA "RAZZISMO" PER CHI SCRIVE QUESTA FRASE CHE STRANAMENTE PASSA INOSSERVATA PER I SOLITI ANTI-M5S !!!
o per quelli che vorrebbero persino strumentalizzare Beppe Grillo a proprio vantaggio!

o avrò capito male io ?


Ma che senso ha elencare 3 casi del genere? Ok, tutto vero, ma elencare tre episodi di violenza da parte di stranieri alimenta o commenti razzisti o critiche di razzismo a Beppe Grillo e di conseguenza al movimento.

Gli episodi di violenza, e più in generale i reati, da sempre prolificano fra gli "ultimi" e i disperati, e nella società di oggi gli ultimi e i disperati sono loro

ivan scognamiglio 16.05.13 13:28| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 38)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il problema sarebbe stato identico se al posto di Kabobo fosse stato considerato qualche cittadino italiano diventato pazzo o violento perché senza lavoro e senza futuro.

Il problema è la perdita della speranza, e la responsabilità è come sempre della politica che è ormai in mano ad affaristi a cui non importa niente del futuro degli italiani, né tantomeno quello degli immigrati.

Prendersela con gli extracomunitari in quanto extracomunitari è solo un alibi incoraggiato dalla stessa cultura dell'ignoranza che il Movimento dovrebbe cercare di contrastare.


un messaggio per tutti i BEOTI che lamentano di non aver afferrato il significato del post.
Dovete porre l'attenzione sulla penultima frase "il Parlamento, che ha fatto della sicurezza un voto di scambio elettorale tra destra e sinistra".
con questo si intende criticare la gestione disastrosa dell'immigrazione in Italia, come una scelta volontaria che mira a favorire sia i partiti di sinistra (che ottengono le simpatie degli immigrati riconoscenti) che di destra (che ottengono le simpatie dei razzisti infuriati)

Biligolo Palinciulan, Tarvisio Commentatore certificato 16.05.13 15:34| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 35)
 |
Rispondi al commento
Discussione

NO NO NO Beppe, non fare il leghista anche tu, non confondere assolutamento certi fatti delittuosi con gli stranieri, RICORDI quando a firenze un ITALIANO ha ammazzato per odio razziale dei senegalesi, o quando a venezia uno slavo ha salvato in acqua un bambino italiano per poi perire tra le onde? di casi cosi' ce ne sono a migliaia
NON cavalcare anche tu questi fattacci o perderai il mio voto
L'odio chiama odio, altro e' parlare di giustizia, che deve essere uguale per tutti, tranne per uno solo, anzi 2 visto che non possiamo criticare il secondo
io voglio vivere in un mondo di fratellanza

ermanno c. Commentatore certificato 16.05.13 13:35| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 23)
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo articolo è una schifezza, non tiene conto dell'estrema complessità del problema dell'immigrazione in una società avanzata. è pattume.

lino meschieri 16.05.13 17:07| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve a tutti
per esperienza diretta posso dirvi che l'Italia
e' considerata la porta di accesso all'Europa.
Controlli ben pochi e accesso facile a tutti
cosa che non avviene altrove.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato 16.05.13 15:01| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanti casi analoghi si potrebbero scrivere mettendo Mario Rossi al posto di Kabobo?
Se si vuole discutere di regole di immigrazione lo si faccia senza usare metodi faziosi e razzisti.
Firmato: un elettore M5S (per adesso).

Roberto G. Commentatore certificato 16.05.13 16:38| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 22)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho letto bene dove nel programma di M5S è scritto che i neri devono essere rimandati a casa (e magari pure gli albanesi, i romeni, gli zingari ecc...). Se lo avessi letto non lo avrei votato. Ho letto invece che nessuno deve essere lasciato indietro, nemmeno gli ultimi della società, che per lo più sono proprio gli immigrati extracomunitari. Che poi le leggi non funzionino sono d'accordo ed infatti sono state fatte proprio da quei fascisti e razzisti della lega, al cui elettorato si strizza l'occhio. Che Dio ce la mandi buona!!!

Marco Traversi 16.05.13 14:08| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 21)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un uomo di 39 anni alto quasi due metri. Grande e grosso, con un martello infilato nella cintura dei pantaloni. Si chiama Fabio Tozzo. Alle 10 di un lunedì mattina, si avvicina piano alla stazione di Palermo, è quasi sotto i portici, di fronte alla fermata della 101. Intorno a lui decine di persone, studenti, anziani, donne, bambini. Fabio Tozzo si incammina lentamente sotto il porticato, ha tutto il tempo di scegliere le sue vittime. Una coppia di pensionati. Marianna Ruvolo e Antonino Raccuglia.

Aumenta la velocità, scavalca un passeggino spinto da una giovane madre, estrae il martello e colpisce. Una, due, tre, quattro volte, sulle teste di Marianna e Antonino, che cadono a terra privi di sensi. Fabio Tozzo si guarda in giro, le persone intorno a lui sono ammutolite e sgomente, pietrificate. Si guarda in giro e scappa.

Nessuno si muove, se non due ragazzi, uno di 18 anni e l’altro di 25, per corrergli dietro. Lui è grande e grosso, ma non è troppo veloce. In pochi secondi lo agguantano e lo stendono. Tengono Fabio Tozzo fermo a terra, mentre qualcuno chiama la polizia. Tutti i passanti, immobili, scoppiano in un applauso. Dopo due minuti gli agenti della Polfer, la polizia ferroviaria, sono sul posto, e ammanettano il folle martellatore.

I due ragazzi che hanno fermato Fabio Tozzo vengono ringraziati dagli agenti, tra le strette di mano, le pacche sulle spalle e i segni di assenso dei presenti. Poi identificati. Non hanno i documenti. Sono clandestini. Neri come il carbone e illegali. Nigeriani. John Paul e Kennedy Anetor. .
Questa storia è avvenuta a Palermo quattro anni fa, a maggio del 2009. E non l’ho riportata certo per fare una scarna e mac

aldo pieri 16.05.13 15:39| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo post è vergognoso... oltre ad avere lo stesso approfondimento di analisi di un bambino durante un tema delle medie... ricordo almeno 4 casi in cui migranti senza permesso di soggiorno hanno salvato italiani da annegamento (a volte rimettendoci la vita) perchè non vengono riportati? ricordo un meraviglioso caso di un imprenditore lombardo che ha dato fuoco a un cittadino rumeno perchè era andato a richiedere i soldi che doveva per il lavoro che aveva fatto... anzichè parlare a vanvera andate a vedere chi lavora nella logistica come mulettista e grazie alle cooperative infiltrate dalla criminalità organizzata finisce per non essere pagato e lavorare anche 15 ore consecutive per poter far sì che i nostri grassi deretani occidentali possano scambiare e comprare merci... andate a vedere cosa sono i centri di espulsione in cui vengono tenuti sotto psicofarmaci gli "internati" (perchè così li considera la bossi fini)... andate a vedere le cose di fronte agli uffici immigrazione in cui gente che lavora in italia cerca di farsi regolarizzare... andate a vedere i regolamenti comunali del nord italia che vietano vergognosamente che libere imprese dirette da migranti possano avere dei negozi in centro perchè "rovinano il decoro"... non vedo nessun buco istituzionale in italia c'è una legge che è un abominio e che tratta le migrazioni dei popoli esclusivamente come un problema di ordine pubblico... che ha riempito le carceri facendole diventare fucina del disagio... che ha prodotto violenza e frustrazione in chi viene in italia... giusto per correttezza kabobo non era irregolare ma regolarmente in italia in attesa di un giudizio del TAR (impariamo a usare i termini giusti) in quanto richiedente asilo politico... per chi blatera di chiudere le frontiere e dire che non siamo in grado di garantire diritti ai migranti vada a vedere come questi popoli sono sfruttati dalle nostre grasse pance occidentali... solo tristezza per quanto scritto in questo post...

fart in june 16.05.13 15:51| 
 
  • Currently 3.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia abbiamo il problema dell’immigrazione massiccia.
Negarlo è superfluo e inutile.
E’ sotto gli occhi di tutti coloro che vogliono VEDERE la realtà della situazione.
Un problema sociale, MAI affrontato dalla politica. Ma un problema REALE.
Aggravato oggi, a causa della crisi economica e della mancanza del lavoro.
Dunque, se ne può parlare, senza essere tacciati da razzisti o dobbiamo mantenere un atteggiamento ipocrita nascondendo la testa sotto la sabbia per timore d’essere tacciati di razzismo?
Abbiamo l’onestà intellettuale da sviscerare una questione che riguarda tutti oppure no?

silvanetta* . Commentatore certificato 16.05.13 15:58| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma cos'è sta roba da Lega nord!!!??? perfavore siamo seri ... stiamo parlando di gente (caso Kabobo) che aveva problemi psichiatrici gravi, non di delinquenti! ... a queste persone gli rubiamo ogni risorsa possibile (petrolio, materie prime, vedi Eni in Nigeria o accordi con Gheddafi) nei loro paesi d'origine e poi ci lamentiamo se vengono qui per cercare di racimolare qualcosa da mangiare? no, questo post proprio non mi piace!

Gi W 16.05.13 14:00| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 19)
 |
Rispondi al commento
Discussione

IO NON CAPISCO, TU NON CAPISCI, EGLI NON CAPISCE...

http://www.agoravox.it/Il-post-di-Grillo-Kabobo-d-Italia.html

"Il post di Grillo: "Kabobo d’Italia". Spiegatemi cosa vuol dire"

Anche io non capisco perché alcune persone che ammettono di capire nulla, ma proprio nulla, di un articolo, vogliano capire a tutti i costi. Vi sono cose che se uno non le capisce non serve spiegargliele.

Non capisce il titolo! Si sforza di fantasticare sul significato, trascurando l’unica possibilità logica. Kabobo d’Italia, perché quelli che vivono in Italia non vivono in Francia o in altre nazioni: ad ognuno i suoi Kabobo, per tipologia e quantità di Kabobo. Difficile?

Non capisce il riferimento alla nazionalità! Sono "Kabobo" di nazionalità “Bossi-Fini”; difficile da capire?

Non capisce l’incipit! L’incipit è la “Bossi-Fini”; vedi sopra. Come la pensa il M5S? La Bossi-Fini va cambiata, per impedire agli immigrati in qualsiasi forma, in "Kabobo d’Italia" e senza “invece”.

Non capisce il nesso! In questo caso un “aiutino” non ti basta e dovresti limitare le aspirazioni a volere capire ciò che non puoi “capire”.

Non capisce i 3 casi messi in fila, al posto del caso del martellatore pazzo! Semplice, tre casi li puoi mettere in fila, mentre un caso no! Uno da solo non fa fila. Se il problema è la Bossi-Fini, devi mettere in fila dei Kabobo, mentre se vuoi parlare di un TSO, allora puoi parlare del “martellatore”; difficile?

Come vedi, quando le cose che non si capiscono sono troppe, prima di chiedere a qualcuno di spiegarci, dovresti chiedere a te stesso se sei in grado di capire, o se disponi della volontà di capire. A volte la differenza tra il finto tonto il tonto è assai sottile e i “vorrei ma non posso” non sono in grado di capire la differenza!

Ti sono stato utile?

Max Stirner Commentatore certificato 16.05.13 19:47| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento

1. Che tipo di informazione aggiunge al post, se non un pregiudizio razziale, specificare che il cittadino portoghese (quindi europeo, non "extracomunitario"), ha origini Gahnesi?
2. Che finalità ha un post del genere, che mette in fila in maniera superficiale e sconclusionata tre episodi di violenza da parte di immigrati come se ci fosse un filo conduttore che li lega, se non quello di assecondare i peggiori istinti del bacino elettorale del misto lega/casa pound/forza nuova, ecc...ecc...?
L' immigrazione è un fenomeno che va governato e regolato? Certo. Allora, almeno chi ha un po' di testa, e per giunta ha responsabilità politiche, cerchi innanzitutto di analizzarlo lucidamente, evitando interpretazioni tendenziose che puzzano di razzismo e alimentano pregiudizi xenofobi.

Andrea P., Vigevano Commentatore certificato 16.05.13 17:55| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco questo elenco di 3 eventi atroci che fomentano razzismo! Non c'entra niente il colore, non importa da dove vieni, se sei alla disperazione, se sei allo sbaraglio e hai una malattia mentale che non puo' essere curata perche' non puoi andare in ospedale, che tu sia un Kabobo o un italiano, il pericolo di una tragedia e' lo stesso. Quando leggo i commenti razzisti lasciati in questo post rabbrividisco! Io adesso vivo negli USA un paese costruito sull'immigrazione e spesso ricordo ai miei concittadini italo-americani, che sono nella stragrande maggioranza razzisti, che a suo tempo i loro nonni erano i KABOBO! che noi italiani siamo ancora discriminati e stereotipati qui perche' la la comunita' italo-americana di oggi, pur essendosi arricchita ha un livello di educazione molto basso. Per cui non venitemi a parlare del problema immigrazione. La stessa discriminazione veniva fatta al nord contro i meridionali "teron"! Per 3 tragedie riportate qui, ci sono centinaia di atti di coraggio e di solidarieta' che non vengono riportati e ci sono altrettanti atti atroci commessi da italiani. L'unica soluzione e' l'integrazione, e' mettere a disposizione strumenti per uscire dal tunnel della disperazione. Io seguo il M5S da 5 anni e questi sono i dibattiti che mi fanno accapponare la pelle! Voglio cambiamento, democrazia, solidarieta', comunita' (con abbracci come sbandiera Grillo), non voglio piu' un paese corrotto e senza morale. Ma queste cose le voglio per tutti!! Per tutti coloro che vivono (o che come me vorrebbe vivere) in una Italia che potrebbe essere molto meglio, a prescindere dal colore della pelle o dalle origini della nostra famiglia! L'altra sera un amico a chiesto a mio figlio nato negli USA ma con cittadinanza italiana: "Ma sei piu' Italiano tu o Balotelli?" e mio figlio senza esitare ha risposto Balotelli perche' lui e' cresciuto in Italia, mentre io anche se parlo con accento toscano e sono bianco ho sempre solo passato le vacanze in Italia!

Rossella Luppi-Aquila, Bologna Commentatore certificato 16.05.13 14:17| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

e dei Kabobo italiani che mi dici??

merdacce che picchiano e uccidono mogli e compagne, mafiosi e camorristi responsabili delle peggiori atrocità, italiani doc da 10 e + generazioni!
voto 0 a questo post

Salvuccio C. Commentatore certificato 16.05.13 14:16| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 18)
 |
Rispondi al commento
Discussione

poco tempo fa mi fermo' la polizia stradale .
avevo la revisione alla macchina scaduta. mi sequestrarono la macchina e mi ritirarono la patente.....con una multa da capogiro.
i kabobo girano l'italia senza assicurazione, senza documenti, senza pagare tasse ed ogni tanto vanno fuori di testa e spaccano altre teste.
possiamo vivere tutti nelle regole per piacere?
se lo stato non sa garantire regole per tutti prima o poi ci scappa il morto.

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 16.05.13 15:10| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

I colpevoli di certe situazioni hanno nomi e cognomi
legge Bossi-Fini.
Gli exstracomunitari vanno bene solo quando lavorano a 3 euro l'ora nei cantieri dell'expo di Milano.
O per raccogliere i pomodori ai mafiosi di Rosarno e ridotti praticamente in schiavitù.
Per fare le badanti ai nostri vecchi..ma non vanno bene se chiedono diritti.
Mancano totalmente politiche di integrazione e parità di trattamento.
Vi meravigliate se ogni tanto qualcuno va fuori di testa?
Classico caso di ipocrisia tutta italiana.
Quanti italiani fanno azioni violente ogni giorno?
Il problema stà nel fatto che siamo diventati incivili....e nelle società incivili accadono fatti incivili.

michele ., rimini Commentatore certificato 16.05.13 16:48| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me sembra che Beppe vuole solo sottolineare come la giustizia non funzioni
WM5S

Marco Piciucchi, Amelia Commentatore certificato 16.05.13 14:10| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento

Vivo qui in Francia da oltre trenta anni e di immigrati di ogni tipo legali o extra-legali ce ne sono a vagoni, ma nessuno osa fare un rapporto violenza immigrazione come si sta facendo qui...e in più a sfondo politico...mi dispiace ma non sono daccordo con l'articolo che sfrutta un fatto di cronaca per uso ed abuso elettorale. Quando noi Italiani tratteremo gli immigrati con umanità e diritto, sarà troppo tardi, ogni tanto vengo in Italia e quando vedo come sono trattati questi extra-comunitari o anche solo come se ne parla : ho vergogna di essere italiano...E dire che anche io ho fatto le code per avere un permesso di lavoro dalle 7h00 del mattino per poi passare alle 5 del pomeriggio, ma era lontano dal bieco razzismo di certi italiani....non so chi ha scritto questo articolo, ma nonostante sono un sostenitore del M5S, comincio a pormi delle questioni sul movimento e sul suo spirito di esistenza, tra eletti che si accomunano alla destra per non festeggiare il 25 aprile, alla marea di mentecatti che sono riusciti a farsi eleggere.....resta ben poco....solo l'entusiasmo degli aderenti ....ma anche quello sarà destinato a morire se si continua a sparare a destra e sinistra delle castronerie....non siamo solo qui per scrivere emendamenti (inoltre bocciati in continuazione) penso che l'idea era di riscrivere un sistema di vita in comune nel paese, lontano da questi 20 anni di individualismo e ignoranza dove contava solo il risultato e lasciando per strada i due terzi degli italiani....ma non si costruisce il cemento sull'odio ed il razzismo.

gianni d., Creteil Commentatore certificato 16.05.13 16:45| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo deve andare a Treviso a fare un comizio e quindi fa un post fascioleghista. Non c'è che dire. La politica l'ha imparata alla svelta.

Dr. Nefario Commentatore certificato 16.05.13 17:14| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHI E IL RESPONSABILE ??? in primis lo STATO ITALIANO quindi tutti noi ; a prescindere che sia un clandestino ,in primo luogo è un essere umano ; se non fosse stato emarginato , senza lavoro ,senza casa ; forse non avrebbe compiuto un gesto simile...... noi italiani in fatto di ipocrisia non ci batte nessuno ....

Renato B., Giaveno-To Commentatore certificato 16.05.13 14:15| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido al 100% il post di Beppe. I motivi per i quali questo post esprime idee corrette e sensate sono troppi per contenerli in 2000 caratteri. Molti, se non tutti coloro che esprimono uno sdegno prodotto della loro carità pelosa faranno bene alle prossime elezioni a tornare da dove sono venuti. Il M5S non è per loro.

Leonardo Calconi, Roma Commentatore certificato 16.05.13 15:58| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 16)
 |
Rispondi al commento

Non riesco a capire perchè dall'Europa dobbiamo solo prendere mazzate e quando c'è da "importare" le leggi su temi caldi come l'immigrazione non facciamo un tubo. Si stanno tutti tutelando nei confronti di un fenomeno sul quale l'Italia se ne è sempre semplicemente sbattuta i coglioni. Non si è mai e dico mai fatto nulla su un tema che va considerato importante tanto quanto sanità o giustizia. Tutto danno un bel giro di vite e noi al solito arriviamo ultimi e ce la prendiamo in quel posto.
Ma è mai possibile che tutti gli altri stati a fronte di un problema cerchino ed adottino soluzioni logiche e razionali e noi semplicemente non facciamo nulla, tirando fuori il problema solo per fare cassa?
Andate a vedere le normative sull'immigrazione in Europa e tirate le somme, nulla di xenofobo ma semplice razionalità. L'Italia è il filtro principale d'Europa e l'unico che non ha normative serie e precise in merito.
Non si può ancora dare speranza a chi già non ne ha in partenza, non si può fare spallucce e girarsi dall'altra parte senza andare alla fonte del problema e capire perchè così tanti disperati vengano qua. E non si può non avere un serio disegno di legge che regolarizzi un fenomeno così diffuso e vasto.
L'Italia ormai è diventato il paese del rimando e del chissenefrega. Ce lo hanno dimostrato con il governo totalitario e assurdo che si è formato e ce lo dimostrano ogni giorno con la loro arroganza e menefreghismo.
Siamo orami abbandonati a noi stessi e ho paura che la lotta del M5S si trasformi in una battaglia contro i mulini a vento, una lotta impari contro un sistema incrostato e corrotto fino al midollo. Spero davvero di no, ma dagli altri vedo solo tanta tanta confusione, pochissima coerenza e un generale "si salvi chi può".
Abbiamo bisogno di soluzioni concrete ai problemi e poi passare oltre, non si può sempre fare un passo avanti e due indietro.

Fil M. Commentatore certificato 16.05.13 23:15| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Shhhh, non dite altro; subite in silenzio altrimenti vi danno dei razzista... è povera gente disperata, che volete che sia se ammazzano qualcuno a caso giusto per sfogarsi un pò, in fondo ci sono anche italiani delinquenti che lo fanno... un pò di pluralità no eh?
Ogni civiltà "multiculturale" che si rispetti deve avere assassini di ogni tipo, picconatori compresi...
Ahhh che bella la società "multiculturale" e democratica, cosi democratica che ti permettono di fare ciò che ti pare senza pagare (se sei straniero poi è tutto gratis ...)
Viva L'Italia della ministra nata in Congo.

Horacio Fabian Greco, Bettona Commentatore certificato 16.05.13 15:23| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 15)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi sono convertito al progetto del nuovo ordine mondiale, sono diventato favorevole allo ius soli.

Anzi, appena Kabobo uscirà di galera (perché giudicato temporaneamente infermo di mente), per aiutarlo ad integrarsi, propongo di farlo assumere dallo Stato italiano come COMMESSO ALLA CAMERA DEI DEPUTATI.

Davide B., Ascoli Piceno Commentatore certificato 16.05.13 19:56| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per la paura di essere chiamati "razzisti" stiamo diventando troppo buonisti e stiamo abbassando le mutande oltre che i pantaloni (quelli li abbiamo già abbassati da tempo). Senza farne una questione di "razza" occorre fare i conti con i conti. Ci sono pensionati italianissimi che vittime di una pensione sociale affamatrice vanno girando per le città alla ricerca di cibo nei cassonetti e ci sono famiglie non "indigene" e/o "diversamente caucasiche" che lavorando in nero ( a volte per necessità ma spesso per scelta ) sfuggono al fisco e con tal sistema beneficiano di innumerevli bonus sociali che paghiamo tutti noi. Senza considerare i 65enni "non indigeni" di cittadinanza italiana e non, che solo per il fatto di risiedere in Italia prendono una pensione sociale alla faccia del piccolo artigiano, che prende la stessa pensione pur avendosi spaccato la schiena per 30 anni. Poi la violenza è becera qualsiasi sia la pigmentazione epiteliare che la commette. Ma visto che i buonisti dicono che ci sono già italiani che commettono violenze, questo non ci obbliga ad "importarne" altri.

Claudio Bertoni, Torino Commentatore certificato 16.05.13 15:09| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'Africa e tutti i paesi definiti "sottosviluppati" prima che arrivassimo noi occidentali, soprattutto prima che arrivasse un certo modo di concepire il terzo mondo, conducevano una loro vita dignitosa, diversa dalla nostra, povera ma dignitosa. Lo stesso fu per i Pellerossa nel nordamerica e per gli Incas nel sudamerica, e lo è stato in Africa e lo è oggi in Tibet. Poi è arrivata questa mentalità predatrice, sfruttatrice, essenzialmente egoistica, capitalista (non c'entra la religione, basta vedere i cinesi appunto in Tibet) che ha in breve tempo snaturato l'habitat e soprattutto il contesto sociale e spirituale di queste popolazioni. Sempre più gente improvvisamente orfana delle proprie tradizioni , dei propri valori, è stata costreatta in poco tempo ad adattarsi ad un modus-vivendi assolutamente disumanizzato e soprattutto senza futuro. E chi è emigrato nel cosidetto mondo evoluto ha dovuto subito fare i conti con una realtà lontana anni luce dalle proprie origini e dalla propria memoria culturale. E' riconosciuto ormai universalmente che il disadattamento, la mancanza di riferimenti etici, la solitudine e la prostazione fisica, porta in individui deboli e particolarmente segnati a fenomeni come quelli accaduti in questi giorni. Pretendere di risolvere il problema con le galere e le espulsioni è un paliativo e inutile. Padre Alex Zanotelli, un profeta del nostro tempo ha scritto che "i poveri non ci lasceranno dormire". Sta accadendo questo.

Bruno L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.05.13 15:06| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per chi insiste con la balla che il M5S non ha presentato leggi in parlamento:

Leggi presentate dai 5stelle
-legge anticorruzione
-ritiro dei nostri soldati dall’Afghanistan
-introduzione del voto di preferenza alle elezioni Politiche
-legge sulle cause di incandidabilità
-in particolare incandidabilità di Berlusconi
-restituire a Regioni e Comuni la potestà di regolazione in materia di aperture domenicali e festive lavorative degli esercizi commerciali per difendersi dai supermercati con un sistema di turnazione delle aperture
-soppressione dell’obbligo di assicurazione dei professionisti
-abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti
-abolizione del finanziamento pubblico all’editoria
-abolizione dell’ordine dei giornalisti
-divieto di propaganda elettorale per le persone appartenenti ad associazioni mafiose e sottoposte alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza
-modifiche all’articolo 416.bis del codice penale in materia di scambio politico-mafioso
-riforma elettorale con nuove regole relative ai criteri di candidabilità
-nuove norme in materia di ricerca ed estrazione degli idrocarburi
-nuove disposizioni per il contrasto all’omofobia e alla transfobia
-norme in materia di modificazione dell’attribuzione di sesso
-introduzione del matrimonio gay
-richiesta di chiusura dei supermercati nei giorni festivi

Per citare le leggi chieste dai partiti:
Costituzione del Principato di Salerno
riconoscimento dei cavalli come animali di affezione
apertura di altri casinò
autorizzazione alla sepoltura delle salme dei Re d’Italia Vittorio Emanuele III e Umberto II nel Pantheon
Costituzione dell’Ordine del Tricolore
finanziamenti alla pizzica e alla danza delle spade
ordine dei consulenti filosofici
patente europea per i pizzaioli
museo del gorgonzola
.....

certo qualche differenza si nota!
:-DDD

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 16.05.13 15:19| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

caro Beppe,avrei preferito che ci fossero i nomi e le immagini
dei tre morti innocenti,invece che di un assassino, le vittime si dimenticano sempre troppo presto

alfio cirri 16.05.13 15:30| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

Domani, consiglio a Grillo un post sui Rom.
A seguire, sugli Omosessuali, gli Ebrei, i Comunisti.
Poi su di me, se ancor non mi saran venuta a prendere.

Così, tanto per piangere...

marylin monroe (gocciadiluna), pasadena Commentatore certificato 16.05.13 18:48| 
 
  • Currently 3.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il post può essere razzista per le persone
incoscienti e con scarso senso logico.

arturo 85 Commentatore certificato 16.05.13 21:17| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sto leggendo molti commenti che giustificano in un certo senso queste persone dicendo "intanto gli italiani sono maestri a fare dei casini, abbiamo esportato la mafia in tutto il mondo..ecc...ecc"
Io dico allora perfetto....facciamone entrare ancora di più, armiamoli all'arrivo e permettiamogli di fare quello che credono, intanto, ci siamo già noi che facciamo così...! ma che cazzo state dicendo...???

marco d., sale Commentatore certificato 16.05.13 15:33| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace, ma questa volta non sono proprio d'accordo. Bisognerebbe elencare tutti i casi simili (se ce ne sono) da parte di Italiani e vedere come e' andata a finire.

Se in percentuale i casi di aggressione da parte di Italiani sono maggiori, il problema non esiste nei termini descritti sopra, e stiamo solo facendo del razzismo.

Paolo Penna, Roma Commentatore certificato 16.05.13 14:03| 
 
  • Currently 3.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




 


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori










Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.



Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori