Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Le priorità del Paese

  • 164


disoccupazione_giovanile_.jpg
Chi perde un lavoro, chi non ce l'ha, è abbandonato dallo Stato. I dati sulla disoccupazione, specie quella giovanile, sono devastanti. La cassa integrazione è a rischio, ma le richieste aumentano. La priorità di governo non dovrebbe essere l'Expo come dice il Nipote di suo Zio, ma queste persone. Un reddito minimo di cittadinanza e l'abolizione graduale dell'IRAP per far ripartire le piccole e medie imprese non è "follia visionaria", ma ciò di cui ha bisogno urgente il Paese.

"Io, disoccupato, 45 anni, ho lavorato per 24 anni in un Tour Operator, poi la crisi e l'azienda che chiude. Sono 8 mesi che sono senza lavoro e ho due figli. Sto cercando in ogni modo di trovare un'occupazione e sono disponsto a fare qualsiasi cosa pur di "far qualcosa". Cerco di rimettermi in gioco, di trovare soluzioni. Ho anche fatto un corso (euro 750,00 + le spese di viaggio) per ottenere la qualificazione come autista di pullman. Non mollerò mai, continuerò a provare. Ma possibile che nessuna istituzione mi da una mano per cercare di reintrodurmi nel mondo del lavoro?
Io, disoccupato, 45 anni, ho pagato tasse e continuo a pagarne che mi schiacciano a terra e non ho un aiuto concreto." Andrea C

8 Mag 2013, 17:48 | Scrivi | Commenti (164) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 164


Tags: cassintegrati, disoccupazione, Expo, giovani, governo, IRAP, lavoro, Letta, reddito di cittadinanza

Commenti

 

Anche io, come Andrea, ho lavorato per anni in un'azienda che poi è fallita. Ma la storia ha dei numeri diversi anche se lo stato è ugualmente inadeguato.
Ho una laurea in Comunicazione aziendale ed ho lavorato come responsabile marketing in un'azenda della distribuzione alimentare (da trecento milioni di euro di fatturato e 2.000 dipendenti). Noi, dopo tante battaglie abbiamo avuto "aiuto". Alcuni (quelli delle filiali) sono stati assorbiti ma altri (come me) troppo "qualificati" sono stati espulsi dal mercato. Dopo CIG e Mobilità (a me scade l'anno prossimo) ci ritroviamo senza lavoro (molti di noi tra i 40 ed i 50 anni). Oggi facciamo i salti mortali con 700,00 € di sostentamento ma domani? Ho inviato 300 curriculum e fatto decine di colloqui. Sembra che l'età sia un handicap insieme all'esperienza. Cercano giovani da formare (e allora perché c'è la disoccupazione giovanile?) - L'Italia è il paese dei paradossi dove chi è competente è a casa a fare la calzetta.

Emiddio Esposito 13.05.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Se fossimo in un paese civile fondato su etica, onestà, equità, rispetto, solidarietà, giustizia, oggi non saremmo in questa situazione.

Se chi ci governa da decenni, almeno ora si mettesse una mano sulla coscienza la priorità sarebbe ridare la dignità alle persone.

Cose da fare in breve tempo potrebbero essere:

- ALLEGGERIMENTO IMPOSTE SU LUCE E GAS per redditi familiari almeno sotto i 1500€ ; in più si potrebbe contrattare con le società di fornitura per far aggiungere a ciò SCONTI sulle tariffe.
Guadagnerebbero un po' meno, ma si ritroverebbero ad avere a che fare con meno bollette non pagate.

- REDDITO DI CITTADINANZA
A grandi linee, partendo inizialmente dai disoccupati con reddito familiare sotto 2000€,
per 400€ al mese, costo intorno agli 11 Mld l'anno.

- CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA' SU PENSIONI basse.
Una media di 200€ al mese per le pensioni sotto i 500€, costo 5 Mld.
Una media di 100€ per le altre sotto i 1000€, costo 6 Mld.

TOTALE : 22 Mld

Soldi destinati ai consumi, visto che a chi li riceverebbe non credo che resterebbe qualcosa da depositare in banca.
E quindi di riflesso darebbero un po' di ossigeno anche alle imprese, per le quali comunque vanno attuate altre misure.

Dove prenderli?

- RIDUZIONE COSTI POLITICA, non solo parlamentari, ma anche dirigenti pubblici, agendo sui rimborsi, + RIDUZIONE FINANZIAMENTI vari(giornali,tv ecc), 7/8 Mld.

- TASSA DI SOLIDARIETA' alle pensioni sopra i 3000€. Da un 5% a salire porterebbe almeno 3 Mld.

- AFFITTI IN NERO; si stima che vengono evasi 2 Mld. Controllare le case che dovrebbero essere vuote non è difficile, almeno 1,5 Mld + sanzioni si dovrebbero fare.

Siamo oltre 13 Mld.

Altri Mld tornerebbero dai consumi generati.

Con altri provvedimenti, tagli a consulenze, appalti ed opere non necessarie o almeno non urgenti, ed una seria lotta all'evasione, mai fatta fino ad ora, ci sarebbero soldi anche per fare altro.

Ma con questa gente al governo è pura UTOPIA.

MARCO S 13.05.13 04:03| 
 |
Rispondi al commento

Le priorità del paese, putroppo, sono sempre quelle:
1) dare esito alla promessa fatta in propaganda elettorale: eliminare l'IMU (per mettere tasse diverse piu' care da altre parti)
2) Riforma della giustuizia, guerra ai giudici: per salvare il culo di qualcuno, e di tanti altri piu' o meno a pari livello
3) cittadinanza ai figli degli immigrati

E per tutto il resto, l' Italia puo' continuare ad affondare !

Marco S., Napoli Commentatore certificato 13.05.13 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Le banche devono diventare dello stato così 80 miliardi di interessi ce li riprendiamo e più debiti facciamo e più diventiamo ricchi!

walter giusti (gaggionato), bologna Commentatore certificato 12.05.13 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Gentile Vitofaraci,
in riferimento alla sua discussione del 09 maggio 2013, ore 08,36, sono rammaricato per i suoi problemi e comprendo pienamente la sua indignazione. Sono completamente solidale con lei e con quanti hanno problemi simili ai suoi. Però non ho capito da quale parte lei sta, se dalla parte dell'albergo, che per assumere personale chiede raccomandazioni, oppure dalla parte del ragazzo che, purtroppo, ha soltanto tantissima voglia di lavorare ma non ha santi in paradiso. L'albergo in questione è il WEBER AMBASSADOR di Capri, che ha inviato una mail al ragazzo scrivendogli che per lavorare come minimo in questo albergo, almeno come facchino, c'è bisogno della raccomandazione di un ministro. Come vede, non mi devo parare il culo da niente. So benissimo che le grandi aziende e non solo, sono politicizzate e corrotte fino al midollo. Ma a lei, tutto questo, le sta bene? Secondo lei, è giusto che un ragazzo (compresi anche i suoi figli) dopo aver studiato e raggiunto un titolo di studio, debbano farsi raccomandare per lavorare? Prima di esprimersi in termini Berlusconiani, come il MI CONSENTA (termine da lei usato, ndr) sappi che il sottoscritto ha combattuto sempre per denunciare la verità, pagandone tutte le conseguenze, come anche la perdita del lavoro.
Continuerò a fare il giornalista, perchè per fare il prete, purtroppo, ci vuole la vocazione...
Mi dispiace deluderla, ma prima di sparlare contro chi non conosce, cerchi prima di documentarsi, senza giudicare male l'operato degli altri. Se lei si ritiene all'altezza di poter fare meglio, agisca senza offendere chi da una vita si prodiga per il sociale. Se lei conosce termini migliori per descrivere i difficili problemi di questo Paese, me li suggerisca... Lasci stare i colleghi lottizzati, io non faccio parte di quella schiera! Come vede, sono un cane sciolto a cui non piace nè il guinzaglio nè la museruola...
Le faccio i più cordiali auguri.

Renato Romano (giornalista) Scafati (SA)

Renato Romano 12.05.13 03:36| 
 |
Rispondi al commento

La mia ricetta e semplice, abbiamo ben presente i tagli da fare al sistema italia iniziando dall'alto ma poi bisogna fare i soldi o liberare i soldi. Soldi ne facciamo esport va bene e mettere i dazi puo essere pericoloso non sono contro potremmo incentivare le materie prime e penalizzare i prodotti semilavorati e taglieggiare i prodotti finiti. Come facciamo a liberare il denaro che c'è. Io parto dalla Natura che ci dice che ogni essere umano per vivere degnamente e riprodursi deve avere un luogo una casa questo diritto è un diritto naturale diamo casa a chi non la ha e ha chi c'è la se vuole venderla per disfarsene diamogli la possibilità oggi ce ne sono molti. LIberiamo in sostanza i cittadini dalla schiavitu del mutuo. Sapete quanto si paga di affitto a roma 900 euro e se moltiplichiamo per 2000 famiglie e se moltiplichiamo per le regioni e provincie? Casa non vuol dire villa IMU va pagata per pagare servizi come l'asfalto e illuminazione stradale non pagata. Io stato ti riconosco 80 mt per 4 componenti se ne hai 200 paghi la differenza e cosi via. Lo stato a tanti terreni ricostruimo tutto e bonifichiamo la merda costruita sino ad ora ma costruimo rispettando le regone geologiche gli handicap i bambini gli anziani ecc. Io ho uno stipendio mantengo 5 figli ho la casa del comune e sopravvivo altri lavorano in due pagano il mutuo e vivono malissimo.

Paolo C., roma Commentatore certificato 11.05.13 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Condivido quello che scrive Enzo Tofani

Aldo torti 11.05.13 03:35| 
 |
Rispondi al commento

Uno degli elementi essenziali dello stato è il popolo e qui è questa voce che parla!!!
La sovranità non appartiene più al popolo, ma ai giochi di potere di chi gestisce lo Stato.
Si deve effettuare una politica della difesa dell'occupazione e di occupazione della forze lavoro alla ricerca della prima occupazione e licenziate dal mercato del lavoro per la crisi che ha colpito le imprese in Italia.
L'Unione Europea potrebbe avere un ruolo importante, ma non fondamentale, le misure anticrisi possono essere condivise, ma devono partire dal nostro paese.
-Aiuti alle piccole e medie imprese;
-riduzione dell'IRAP;
-agevolazioni fiscali per chi assume nuovi occupati o disoccupati;
-trasferimenti di reddito per le famiglie in difficoltà;
-aumentare il termine già presente di un anno per la sospensione del mutuo per coloro che sono in difficoltà;
-stabilizzazione del precariato in tutte le p.a.;
-incrementare i fondi da assegnare all'istruzione pubblica di qualsiasi ordine e grado;
-riformare diminuendo il carico fiscale degli scaglioni più bassi di reddito IRPEF;
-intervenire con forza a favore delle famiglie terremotate ormai abbandonate al loro destino;
-svalutazione della banca centrale europea dell'euro per renderlo più competitivo con le altre monete del mondo facilitando gli scambi internazionali;
-introdurre dei dazi doganali più elevati sui prodotti asiatici e americani;
-per le pensioni privilegiate e d'oro vanno ridotte ad un massimo mensile di 5.000;
Su quest'utimo punto è urgente una proposta di legge che comporterebbe un risparmio di spesa per il bilancio dello stato di circa 7.000.000.000 di euro.
Riforma urgente a tutela del pubblico impiego!!!

giovanna pellegrini 10.05.13 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Ho 67 anni e "faccio impresa" da quando sono nato. Mia madre mi faceva dormire sulle risme di carta e mi sfasciava sulla tavola della macchina da stampa. Si lavorava dall'alba al tramonto, pochi soldi, poche cose, si mangiava quando si poteva, si giocava scalzi per strada e così avanti tra mille ristrettezze ma con la certezza che le cose sarebbero cambiate. E sono cambiate!! E come sono cambiate!!
Arriva il boom, e con esso i piranha, che, in completa libertà, cominciano a disossare questo paese. Nessuna regola, le leggi si applicano solo per i nemici, il consenso si compra (Andretti docet), il lavoro comincia a diventare un posto di lavoro, i privilegi diventano diritti acquisiti, la stampa è prezzolata e serva dei padroni, l'economia in mano a pochi, la democrazia un contenitore vuoto dietro cui si nascondono i più ineffabili interessi. Però votiamo, esprimiamo con il voto prefenze concatenate con le quale si controlla il voto. Votiamo per quale governo non si sa, tanto ci penseranno i nostri padrini ad aggiustare le tessere e a donarci la formula miracolosa di un governo sempre uguale a se stesso. E tutto ciò mentre milioni di formichine lavoravano, lavoravano, lavoravano....fino a quando il lavoro sparisce. Così, improvvisamente!
Oh Gesù, e ora cosa si fa?! Aumentiamo un pò di tasse, agevoliamo l'ingresso al lavoro, mettiamo di quà, togliamo di là, facciamo..... UN CAZZO CHE VI FREGA!!!!
LO VOLETE CAPIRE SI O NO CHE DOVETE ANDARE TUTTI A CASA, CHE NON AVETE PIu' NIENTE DA FARE PER QUESTO PAESE??
VOLETE SI O NO CAPIRE CHE IL FORMICAIO E' VUOTO E LE FORMICHE SONO INCAZZATE??
Il lavoro non c'è perché avete letteralmente strangolato questo Paese con un debito e una spesa pubblica spaventosi! Il lavoro non c'è perché al suo posto avete saputo creare solo posti di lavoro, improduttivi, clientelari. Il lavoro non c'è perché non c'è giustizia. Il lavoro non c'è perché non c'è verità. Il lavoro non c'è perché ci siete voi, ipocrita razza di farisei.

enzo tofani 10.05.13 15:18| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Priorità per Efficentamento Sistema Paese Italia:
Tabella Parametri Produttività per Compensi della Politica:
Indennità Base e poi Compensi proporzionali su successo Attività.
Start Up: Qualità/Innovazione Spesa P.A. e Diritto.
2012:
40.000 MLD in corruzione, 50% Fondi UE
inutilizzati ogni anno.

Cesare Squittì 10.05.13 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Cari grillini Deputati e Senatori finitela di sprecare energia su cose superate esiste un regolamento e va rispettato altrimenti fuori dalle palle come gli stipendi l'Italia va a picco e voi vi state comportando come tutti gli altri inetti del parlamento i probblemi sono tanti per noi cittadini quindi vogliamo da voi un impegno per cambiare pochissime cose con questo governo del non fare niente si cambi subito la legge elettorale e si riducono le tasse ai lavoratori ed alle imprese il resto e solo retorica con questi personaggi e poi si fa di tutto per andare a votare subbito che abbiamo già la maggioranza per governare l'Italia del futuro.

Giuseppe Aiello 10.05.13 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Ecco il link alla notizia originale:
http://www.civit.it/?p=8114

Enrico Gugliotti, Sesto Fiorentino Commentatore certificato 10.05.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento

La corruzione è uno dei principali motivi della recessione di questo paese. I permessi e le autorizzazioni a coloro che hanno nuove idee vengono bloccati per tutelare gli interessi di coloro che si trovano in posizioni dominanti.
In questo modo l'economia non ripartirà mai e nessun nuovo posto di lavoro verrà creato.
Anche l'esecutivo uscente presieduto da Mario Monti non aveva potuto sottrarsi all'obbligo di imporre un minimo di trasparenza alla pubblica amministrazione, emanando il Decreto Legislativo 33/2013 entrato da poco in vigore.
Il CIVIT, ente pagato con soldi dei contribuenti preposto al controllo dell'operato delle pubbliche amministrazioni, emana subito un differimento dei termini.
E' semplicemente scandaloso.
Vorrei che altri cittadini manifestassero la loro indignazione per l'accaduto.
Vai alla notizia originale

Enrico Gugliotti, Sesto Fiorentino Commentatore certificato 10.05.13 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Da Santoro ho visto quel bel tomo (scusatemi le virgolette) di Venturino, e il "solito" Travaglio che, "come al solito", a 2 passi dalla sua sedia gliele ha cantate belle dritte dritte, sgamandolo in due secondi: ammutolito.
E poi non ditemi che non dovremmo fare persino delle selezioni attitudinali, prima di candidare qualcuno...

Biagio C. Commentatore certificato 09.05.13 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Cassa integrazione.
Ma chi se ne frega dell'IMU adesso?
L'hanno sospesa?
Bene. Cominciamo a prendere seriamente in esame i problemi delle famiglie!!!
Lo Stato non ha soldi per la cassa integrazione.
Persone come me non prendono un soldo DA MESI, dove andiamo a vivere con le nostre famiglie?
Se un'azienda manda in cassa integrazione i suoi dipendenti significa che ha seri problemi.
Questa azienda però continua lo stesso a pagare tasse allo Stato.
Non potreste fare in modo di posticipare queste tasse dando così la possibilità alle imprese di pagare loro la cassa integrazione a quei poveri dipendenti che oltre al lavoro rischiano di perdere anche un tetto per la loro famiglia?
...E lasciate perdere quei discorsi su una tassa come l'IMU riparlandone a fine anno altrimenti se andiamo avanti così i soldi per l'IMU non li avrà nessuno.
E' ora che in Parlamento si diano una mossa.
Forza M5S

Lorenzo D., Padova Commentatore certificato 09.05.13 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Siamo proprio sicuri che il problema dell'Italia è l'IMU.
Negli altri Paesi come funziona?
Leggi:

"Chiu IMU pi tutti!!!"

su www.analiticamente.it


Bravissimo tutto questo che stai facendo ti
Fa onore spero che tutti i politici facciano lo stesso . Oggi sei una mosca bianca domani può darsi che gli altri ti seguano ti saluto
Calorosamente

Giuseppe sannino 09.05.13 14:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non credo che si possa decidere tutto con i referendum.
Per poter dare delle risposte occorre prima documentarsi.
L'appartenenza all'area Euro non è una decisione che si può prendere a cuor leggero.
Da un lato si avrebbero facilitazioni alle esportazioni ma dall'altro costerebbe di più importare. Occorrerebbe riflettere anche sull'appetibilità dei nostri titoli di stato all'estero nel caso di uscita dall'Euro.
Va da sè che se il debito pubblico supera il PIL è impossibile che i cittadini italiani abbiano liquidità sufficiente per comprarsi tutti i titoli di stato.
Qualcuno dirà che questa deduzione non è automatica ma a me non risulta che nelle casse delle aziende né in quelle dei privati cittadini ci sia una liquidità pari al bilancio di un anno.
Far fallire l'Italia vorrebbe dire per prima cosa non pagare chi vanta crediti nei confronti dello stato, in larga parte cittadini e aziende italiane.

Enrico Gugliotti, Sesto Fiorentino Commentatore certificato 09.05.13 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S, a cui inizialmente avevo concesso il beneficio del dubbio, si sta dimostrando parte del problema e non la soluzione.
Il M5S e chi lo guida si stanno rendendo responsabili di situazioni come quella di Andrea.
Avevate proposto di fare un referendum sull'euro? COME MAI NON NE STATE PARLANDO? La situazione di Andrea è figlia della grave crisi che ha colpito l'europa, ma come mai non lo accennate MAI?
Come mai non parlate degli squilibri a livello europeo che hanno portato Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda, Italia e presto anche la Francia sull'orlo della catastrofe?
Dovreste vergognarvi. L'unica differenza fra voi e il pd (o pdl) è di cosmetica, pura etichetta.
Vergognatevi!

Francesco d., Rome Commentatore certificato 09.05.13 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ormai il M%S si sta avvicinando presto alla distruzione totale. Solo l'incapacità politica dei maggiori partiti lo tiene ancora in vita. La mancanza di un chiaro indirizzo politico, sta mostrando tutte le debolezze di un movimento, che salvo la base, ormai ha veramente poco da offrire.
Volete fare il referendum sull'euro? Bene. Perchè non iniziate ad informare i cittadini a 5 stelle su cosa sia l'euro?
La risposta è semplice: NON VOLETE. e perchè non volete, perchè siete asserviti. Ovviamente la mia critica è rivolta principalmente alla guida del M%S e non alla base, sulla cui buona fede non discuto, ma che purtroppo non conta nulla.

Francesco d., Rome Commentatore certificato 09.05.13 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

REDDITO DI CITTADINANZA IMMEDIATAMENTE.

AC67 09.05.13 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Ricreare posti di lavoro in Italia non sarà semplice ma le persone oneste che andranno spero presto al governo ci dovranno provare.
Non si tratta solo di cambiare le regole che penalizzano il lavoro dipendente (vedi mio precedente post) ma soprattutto di creare posti di lavoro. Il punto non è tanto impedire la delocalizzazione ma piuttosto garantire la libera concorrenza e incentivare chi ha buone idee.
Guardate dove sono fatti i telefonini e i vestiti che avete addosso. Quanto dovremmo guadagnare per poterci permettere gli stessi prodotti made in Italy?
Nel mondo siamo conosciuti come il popolo dalle grandi idee. In molti stati si dice che se vuoi qualcosa di robusto devi comprare un prodotto tedesco ma se vuoi qualcosa di bello devi rivolgerti a un italiano.
A mio avviso la delocalizzazione non è un problema ma dobbiamo fare in modo che gli organi decisionali e di controllo di tutte le aziende restino in Italia. Questo paese dovrebbe essere un banco di prova per tutti i progetti di eccellenza. Queste imprese trainerebbero tutte quelle dei servizi, dalle pulizie agli studi professionali.
Contrariamente con quanto dice Beppe, non credo che sia bene per noi uscire dall'Euro; pensate a quanto ci costerebbe importare le materie prime per fare la produzione di ciò che ci serve! Dobbiamo invece assolutamente impegnarci nella produzione di energie da fonti rinnovabili e nella preservazione del nostro territorio. Quindi sì alla manutenzione degli edifici, no a nuove costruzioni. Sì allo sviluppo del turismo culturale inteso nel senso più ampio del termine, no ai casinò e agli eventi di visibilità mondiale.
Praticamente tutto il contrario di ciò che stanno ora facendo.

Enrico Gugliotti, Sesto Fiorentino Commentatore certificato 09.05.13 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Grazie al cittadino Di Battista e grazie a tutti gli eletti del M5S che rispetteranno le promesse, anche se non chiedo loro di rimetterci e credo che il lavoro che fanno deve essere pagato! Voi non sapete le soddisfazioni che mi date potendo andare in giro con la spilla del movimento ben in vista e potendo rispondere con la verita alle menzogne di piddini berluschini, montini, purtroppo mi accorgo spesso dell'ignoranza delle regole della nostra Costituzione da parte di molti italiani, e questo li porta a non capire gli eventi, mi sono sentito dire:"ma ora che avete vinto ma non avete voluto incarichi chi vi ha votato a buttato via il voto" facendomi capire che non sanno niente sulla diffetenza tra governo e parlamento e sull'importanza dell'opposizione; vi chiedo per questo di ripristinare lo studio obbligatorio dell'educazione civica e della costituzione nelle scuole dell'obbligo, altro che ora di religione! Non sapere le regole è come abitare in un condominio senza conoscere le regole condominiali:l'amministratore fa quello che vuole!
Ciao.

giuseppe messe Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.05.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Gianantonio da Vicenza questa saggezza spicciola da baci perugina se La risparmi. Non lo dica a gente che manda camionate di Cv in rete tutti i giorni...

Luigi Carli 09.05.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono daniele, 43 anni , sposato e con figli. A 38 per colpa di un ischemia perdo l'idonietà al lavoro in "divisa" (ero un agente di polizia penitenziaria), vengo passato a ruolo civile ma la mia domanda di passaggio non viene accettata per motivi ancora oggi sconosciuti. Quindi dopo 3 mesi di attesa, senza stipendio e senza aver ancora percepito liquidazione, vengo posto in quescienza per invalidità con 700 euro di pensione al mese. Mi dicono di fare ricorso al TAR del Lazio con una spesa che oscillava da 3500 a 7000 euro, ma chi ce li aveva tutti questi soldi? Quindi mi sono preso lo "schiaffo" ed ho accettato il nuovo status di pensionato da "fame"..Oggi dopo 4 anni sono ancora "inoccupato", mio unico reddito la pensione di 700 €....la vedo dura e nera...speriamo che qualcosa cambi in questa ITALIA che io definisco un paese sottosviluppato..ciao

daniele P. 09.05.13 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Devi essere tu a cercare il lavoro e non il lavoro a cercare te.
Buona fortuna!

gianantonio d., vicenza Commentatore certificato 09.05.13 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Lo Stato non è' vicino al disoccupato ne a chi il lavoro non l'ha conosciuto mai perche'privo di santi.Abbiamo tutti delle responsabilità',chi tante e chi poche perche'abbiamo consentito alla Mafia che chiamiamo Stato di essere ciò' che oggi con questa crisi non solo economica si evidenzia come non mai.Tuttavia accettiamo passivi ancora gli inciuci e le spartizioni dei poteri dei politici .questo significa che siamo doppiamente colpevoli altrimenti queste persone che continuano con la loro arroganza a fottersene della gente dovrebbero essere messe da noi Tutti in condizioni di lasciare il paese di notte.A questa Violenza bisogna rispondere come dovuto e non con i fiorellino nella bocca.

Enrico de Angelis 09.05.13 11:49| 
 |
Rispondi al commento

REDDITO E LAVORO

Benissimo per il reddito di cittadinanza, ma non seduti davanti al bar a guardare i coglioni che lavorano....
Reddito contro un qualsiasi servizio di pubblica utilità e non come i trentamila forestali della calabria!
Propongo:

- Servizi ecologici di pulizia del greto di torrenti
- Servizi di ausiliarietà per anziani.
- Servizi di affiancamento alle strutture pubbliche carenti.
- Stage di apprendimento presso artigiani, studi legali, studi tecnici ecc ecc
Il tutto per un periodo limitato nel tempo ed eventualmente riproponibile non nelle stesse entità.
Possibile che non si possa pensare di fare una cosa così semplice? Datevi una mossa, cazzo!

Giovanni G., belluno Commentatore certificato 09.05.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Ciao,
ho 49 anni e ho perso il lavoro nel 2011 per il fallimento dell'azienda dove lavoravo.
Sto provando di tutto ma il mondo del lavoro non accetta i 40 / 50 / 60 enni che non hanno più un'occupazione, anche se hanno una famiglia con 2 figli piccoli da mantenere e una moglie ....
Nemmeno la mobilità (con i relativi sgravi fiscali) è un incentivo per le aziende ad assumere.
Per fortuna non ho il mutuo da pagare ma è dura mantenere la famiglia con la sola indennità di mobilità che, fra qualche mese, terminerà.
Ho inviato curriculum a destra e a manca (circa un migliaio ...), mi sono iscritto nelle agenzie di lavoro temporaneo, fatto colloqui ovunque nel nord italia, a Vicenza, a Verona, a Brescia, a Como, a Lecco, a Bergamo, a Milano ... sono disposto a svolgere qualsiasi attività, a "dequalificarmi" ... qualcuno mi ha chiesto "Quanto le manca per la pensione", qualcun altro "Lei è troppo qualificato, se la assumiamo poi appena trova un impiego migliore se ne va", un altro mi ha detto "Per questo lavoro lei è sprecato ...." ... ho provato anche i concorsi pubblici per vigile urbano ma sono troppo "vecchio" anche per questo ....
Ah, dal fallimento non ho ancora visto un centesimo ... solo spese per gli avvocati ...
In compenso sono "obbligato" a lavorare in comune per attività socialmente utili altrimenti perdo la mobilità ... come "lavoratore socialmente utile" vado bene mentre come "lavoratore dipendente" NO ???
Questo è il mondo del lavoro italiano, ho VERGOGNA di vivere in un paese malgovernato dove il pensiero principale dei politici NON è il POPOLO ma il "come spartirsi le poltrone".

La realtà qui è che se perdi il lavoro e hai più di 40 anni NON lo trovi più.

Ho votato M5S e lo rivoterei subito, sono stanco dei nostri politici che hanno trasformato il parlamento in un'unità di geriatria con la loro negligenza ed incapacità cronica.
E lo rivoterei anche per i miei figli, con questa classe politica per loro non c'è futuro, qui.
C'è bisogno di gente NUOVA !

Gianpaolo B., Dolzago Commentatore certificato 09.05.13 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solidarietà a tutti i lavoratori, disoccupati ,cassaintegrati e via dicendo. La vostra disperazione sarà la molla per la rivoluzione che è alle porte. Ormai siamo un esercito che ribolle di rabbia e indignazione. Quelli che stanno ai piani alti fanno finta di non vedere, ma hanno paura. Ne è la prova la riunione al viminale dell'altro giorno, stanno preparando la difesa ad oltranza dei loro privilegi. Uniamoci e prepariamoci alla lotta che purtroppo non sarà incruenta. Se la saranno voluta.

stefano t., barcellona (spagna) Commentatore certificato 09.05.13 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Il problema purtroppo non è solo per i giovani, ma anche per gli over 40, che con il mercato del lavoro attuale non hanno chance. Sono una partita IVA, non ho neanche l'aiuto della cassa integrazione (anzi contribuisco a pagarla, insieme alle pensioni degli altri, con i miei contributi). Sono sottoposto agli studi di settore, che se continua così, mi costringeranno a chiudere l'attività a fine anno. E pensare che, dato che porto reddito dall'estero (sono un agente di commercio che opera all'estero), dovrei avere qualche forma di ammortizzatore sociale. Manco per niente. Si vive alla giornata, sperando di sopravvivere, ma i risparmi diminuiscono. E intanto i politici continuano a perdersi in chiacchiere. A mio modesto parere, il primo problema è la sovranità monetaria a cui abbiamo abdicato. In questa situazione, non c'è nessuna soluzione che possa risollevarci, tranne appunto riprendere a stampare moneta e immetterla nel circuito economico. Anche uno studente del primo anno di Economia è in grado di capirlo. Tranne chi ci governa. A questo riguardo, però, mi chiedo che cXXXo aspetta il M5S. Di questo passo, stiamo correndo verso la guerra civile.

Pierluigi C., Pesaro Commentatore certificato 09.05.13 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Le persone hanno votato e si sono espresse in modo molto chiaro !!! dalle urne e' uscito non solo un voto, ma una chiara intenzione di voler mantenere le cose cosi' come stanno!! vedi i voti al PD al PDL e cosa piu' scandalosa ..a MONTI...
Se costui ha votato uno di loro, vada a chiedere a bersani o a berlusconi i soldi per vivere!! la colpa e' SUA e la mano sulla coscienza se la devono mettere gli italiani che hanno voluto QUESTO !!!


La prossima volta votate con CONSAPEVOLEZZA !!!

fabio v., torino Commentatore certificato 09.05.13 11:08| 
 |
Rispondi al commento

Chi dovrebbe ascoltarti,è sordo.
Chi dovrebbe vedere queste situazioni,è cieco.
Chi dovrebbe denunciare,è qui con te a combattere per un paese migliore.
Non ci arrenderemo mai.
Hai tutta la mia solidarieta',anche se non ti potra' aiutare molto.
Simone

simone stellini Commentatore certificato 09.05.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un po di coraggio e scappa dall italia ! Questo paese fa schifo a causa dei soliti , vai via con la famiglia e creati una nuova vita .

Emanuele Grifó 09.05.13 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beato te che hai lavorato 24 anni... io di anni ne ho 34 e sono disoccupato da quasi 5 anni, ho iniziato a lavorare in regola nel 2005, poi mi hanno licenziato nel 2008 per esubero (ero l'unico dipendente (commesso)), da li ho fatto la domanda per la disoccupazione che è durata 9 mesi (circa 700€ al mese), in questo tempo di mobilità ho fatto 1000 domande anche in luoghi pubblici, ma nulla. a fine 2009 riuscii a trovare uno stage in un albergo 400 € x 2 mesi con esito positivo ma niente contratto, da li crisi nera perchè avendo superato l'età di apprendistato non mi volle più nessuno, tutte porte chiuse in faccia!
nei 3 anni a seguire la crisi aumenta aumenta, il curriculum lo invio a tutti, quasi tutti i giorni controllo le offerte di lavoro ma invano. e ora mi ritrovo nel 2013 con solo 3 anni di contributi a 34 anni disoccupato, senza futuro, senza famiglia, senza casa, con nulla. che possibilità ho più di vivere? mantenuto dai ormai anziani genitori, mi sento male tutti i giorni, sono 6 mesi che sto sotto cura per ansia e stress.
L'unica porta aperta è rimasta quella del cimitero!

Antonio Rossi 09.05.13 11:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che sia la tutela di chi dopo i 40 anni perde il lavoro la priorità. Chi compie gesti estremi ha quella età, e gli altri vivono nella disperazione, nella ricerca di un lavoro che non c'è. Politici e sindacati pensano a tutelare cassaintegrati e esodati. Edili, ex partite iva, chi un lavoro sicuro non lo ha mai avuto...sono italiani di serie"B" a loro lasciano solo la disperazione.

carlo f. Commentatore certificato 09.05.13 10:59| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Azz... hai fatto la CAZZATA !
Hai pagato le tasse... mantenuto i voraci cazzari deputati e annessa claque e ora sei in braghe di tela.

Beh... che dire ? E' capitato a molti, a tantissimi... a tutti quelli che hanno CREDUTO che con le tasse si pagassero i servizi, i welfare e le garanzie democratiche.

SBAGLIATO !
Le tasse sono servite solo a ridurti in schiavitù, alla disperazione e a mantenere i mille vizi dei padroni del mondo.

La cosa buffa è che tu ti sentirai perfino ONESTO per aver distrutto le tue possibilità di essere felice...

Pensa che bravi che sono... Riescono a portarti fino a questo punto.

Smetti di CREDERE e comincia a SAPERE. Cambia il mondo così !

Taldeg 09.05.13 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Questo è il paese che NON sostiene chi lavora e produce, chi si crea una fammiglia investendo sentimenti e danaro nei figli che sono i futuri italiani.
Complimenti vivissimi...
La mia masima stima e comprensione ad un padre in difficoltà!!!!

Olmo V., Bologna Commentatore certificato 09.05.13 10:55| 
 |
Rispondi al commento

i sindacati dicono in coro:
"senza lavoro l'Italia muore"
il governo annuncia pomposamente:
" la nostra priorità è il lavoro"
tutti i partiti allineati con enfasi sul tema dei provvedimenti a favore dell'occupazione..
ma..MA..
1) si può creare lavoro per legge ?
2) si può obbligare le aziende ad assumere?
3) si può impedire la delocalizzazione?
4) si può evitare di far fallire le aziende?

airone bianco 09.05.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il PD non ha mai chiesto al M5Stelle di fare un governo condiviso ma ha solo chiesto la fiducia in bianco …. Perché ? Una risposta io l’azzardo : Se voi doveste scegliere un alleanza tra il M5Stelle e il PDL avendo scheletri nell’armadio ( Monte dei Paschi di Siena) scegliereste un partito che accetta di chiudere un occhio e magari accetta qualche compromesso o un movimento che non è ricattabile e pretende la trasparenza assoluta su tutto ? Pensate per un momento di essere voi al posto del PD ?

gian luigi volpato 09.05.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento

i concetti sono condivisi da tutti peccato che poi al lato pratico anche "i cittadini" del MS5 diventino parlamentari e si adeguino, taglio , redicontazione non se ne parla proprio , espulsioni ? da cosa andranno in un gruppo misto ormai sono stati eletti e da li non li muove nessuno. Mi sa che è tutto un bluff , si fa presto a predicare con la pancia piena ma poi quando si mette mano sul gruzzolo è difficile mollaro

giovanna 09.05.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo viviamo in un paese di merda, ho 50 anni e sono in difficoltà anche io, come tantissimi della ns età. Le istituzioni??? ma se sono lì da due settimane e non hanno fatto uno straccio di intervento. Se avessero voluto davvero , bastava fare un decreto legge per tagliare i rimborsi elettorali, e i soldi risparmiati facevano un fondo per aiutare la gente in difficoltà come te . sai con 200 milioni quanti ne aiutavano ? Ma tant'è. La prossima volta speriamo che gli italiani lo capiscano , anche se ci spero poco!!

Biagio Cantarella, FIRENZE Commentatore certificato 09.05.13 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Andrea C,

Se fossi stato un immigrato avresti ottenuto la solidarieta' di Kyenge. Se fossi stato un metalmeccanico avresti ottenuto la solidarieta' di Boldrini.

Dato che non appartieni a nessuna di queste categorie, ti dovrai accontentare della mia solidarieta'.

In bocca al lupo, and "well done" per continuare a credere in te stesso!

THX 1138

Roberto Duvallo 09.05.13 10:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Andrea,
non so se Beppe legge questi post, ma spero tanto di si, perché, vedi quanta disperazione c'è in questi commenti.

Allora credo che, anche se poco, si potrebbe costruire qualcosa, magari una piccola catena di solidarietà, magari una onlus con tante persone che danno il proprio tempo ed umanità per alleviare, per quanto è possibile, tutte queste sofferenze, materiali e psicologiche.

A detto ai neoeletti al Senato ed al Parlamento, e fatto firmare, che gli emolumenti eccedenti i 2.500,00 euro (più ovviamente le spese piè di lista certificate) sarebbero stati riconsegnati allo stato.

Saremmo anche d'accordo se poi lo stato girasse queste somme a chi ne ha bisogno, ma dato che, viceversa, questa accozzaglia di politici inutili buffoni, al massimo pensano di girarli ai soliti amici degli amici, credo sia giusto come dicevo che queste somme eccedenti vadano a questa onlus a 5 stelle da fondare e da farla inserire nel tessuto sociale con succursali in tutte le città italiane, affinché ognuno possa dare il proprio contributo in tempo, in professionalità, in aiuto concreto.

Insomma si può ricominciare, si può rifondare un nuovo tessuto sociale dove la parola d'ordine sia SOLIDARIETA', ma non quella pelosa dei soliti che parlano, parlano e parlano, no quella vera di chi, magari in pensione e dedica del suo tempo a dare una mano, all'avvocato che gratuitamente mette a disposizione i suoi servigi, il ciabattino che ti aiuto con un forte sconto, gruppi di persone che vanno nei market a fare la colletta alimentare per aiutare chi non ce la fa ecc, ecc..

Si, si può ricominciare, io dico che da soli, senza questo stato di merda ce la possiamo fare, bisogna stare uniti e fare rete sociale.

Beppe, dato che sei il leader di questo movimento, credo che stia a te dare l'incipit a questo cambiamento di solidarietà umana.

Nella speranza di un nuovo e rinnovato futuro, saluto tutti caramente rinnovando i miei migliori AUGURI.

BEPPE, FATTI SENTIRE !!!


Un elettore.

DanieleC55 09.05.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza è la misura più urgente da adottare. Come si può pensare ad altre cose quando milioni di disoccupati non hanno un reddito?

Giusy Romano Commentatore certificato 09.05.13 10:27| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
non so se leggi questi post, ma spero tanto di si, perché, vedi quanta disperazione c'è in questi commenti.

Allora credo che, anche se poco, si potrebbe costruire qualcosa, magari una piccola catena di solidarietà, magari una onlus con tante persone che danno il proprio tempo ed umanità per alleviare, per quanto è possibile, tutte queste sofferenze, materiali e psicologiche.

Ai detto ai neoeletti al Senato ed al Parlamento, e fatto firmare, che gli emolumenti eccedenti i 2.500,00 euro (più ovviamente le spese piè di lista certificate) sarebbero stati riconsegnati allo stato.

Saremmo anche d'accordo se poi lo stato girasse queste somme a chi ne ha bisogno, ma datosi che, viceversa, questa accozzaglia di politici inutili buffoni, al massimo pensano di girarli ai soliti amici degli amici, credo sia giusto come dicevo che queste somme eccedenti vadano a questa onlus a 5 stelle da fondare e da farla inserire nel tessuto sociale con succursali in tutte le città italiane, affinché ognuno possa dare il proprio contributo in tempo, in professionalità, in aiuto concreto.

Insomma si può ricominciare, si può rifondare un nuovo tessuto sociale dove la parola d'ordine sia SOLIDARIETA', ma non quella pelosa dei soliti che parlano, parlano e parlano, no quella vera di chi, magari in pensione e dedica del suo tempo a dare una mano, all'avvocato che gratuitamente mette a disposizione i suoi servigi, il ciabattino che ti aiuto con un forte sconto, gruppi di persone che vanno nei market a fare la colletta alimentare per aiutare chi non ce la fa ecc, ecc..

Si, si può ricominciare, io dico che da soli, senza questo stato di merda ce la possiamo fare, bisogna stare uniti e fare rete sociale.

Beppe, dato che sei il leader di questo movimento, credo che stia a te dare l'incipit a questo cambiamento di solidarietà umana.

Nella speranza di un nuovo e rinnovato futuro, saluto tutti caramente rinnovando i miei migliori AUGURI.

BEPPE, FATTI SENTIRE !!!


Un elettore.

DanieleC55 09.05.13 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la storia di 5 miglioni di italiani che hanno pensato di creare un futuro sul nulla
Quetsa è la stori di tutte le aziende che chiudono perche hanno costruito comprando denaro
Questa è la stori dell'ITALIA costruita dai Politici da 30 anni a questa parte.
La Mia soluzione:
1) RIPRENDIAMOCI TUTTI I LAVORI + MERITOCRAZIA SERIA
2) COMBATTIAMO LO STRAPOTERE DELLE BANCHE CON I SOLDI DELL'EUROPA
3) ELEZIONI SUBITO E MANDIAMO VIA QUESTA CLASSE POLITICA PER SEMPRE

IN CASO CONTRARIO DOBBIAMO EMIGRARE
grazie

Maurizio R., Rieti Commentatore certificato 09.05.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Dato che lo stato italiano, è stato cosi bravo in tutti questi anni, a ridurci sempre più precari ovvero poveri con il lavoro flessibile e non "riesce" o non vuole trovare una soluzione per un lavoro fisso opterei per il lavoro flessibile ma con un redditto di cittadinanza, che ci permetta di vivere con dignità. Siamo ridotti all'osso,la gente non c'è la fa più a non poter andare avanti, neanche a crearsi una famiglia, a permettersi un affitto ecc. SE LO STATO NON INTERVIENE, ALLORA VAFFANCULO! IO NON CI STO!

Daniele Arcidiacono 09.05.13 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Riporto un calcolo semplificato sul perchè non è più possibile andare avanti per le PMI, perchè nessuno investe in italia e perchè molti sposrano i costi della produzione e personale altrove.

Azienda di servizi fatturato... 1'000'000E
Costi del personale............ 750'000E
Altri costi.................... 200'000E
Utile prima delle imposte...... 50'000E

IRES........................... 15'000E
IRAP su utile.................. 2'500E
IRAP su costi pers............. 37'500E

Risultato...................... -5'000E

Se non riesce in qualche modo a fare un utile discreto sufficiente almeno ad essere mangiato interamente dalle tasse in 2/3 anni l'imprenditore si vede Equitalia che gli prende la casa.

Andrea B. Commentatore certificato 09.05.13 09:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Allora, vediamo cosa sono questi Grillini e cosa vuole Grillo. Dopo un insperato successo elettorale, con una manciata di deputati raccattati a caso in rete, hanno avuto l'opportunità di formare un governo con il PD e hanno detto di nò, ingiuriandoli e insultandoli. Volevano le presidenze delle commissioni, ma senza fare il governo, o con la pretesa di farlo loro. Hanno lasciato il paese senza governo per 2 mesi, e adesso rompono i coglioni perchè non hanno avuto le presidenze e le poltrone. Ben vi stà razza di inbecilli. E vedrete che fra poco non si parlerà neppure più di voi,e sarà un bene per il futuro del paese.

Salvatore Rainiere 09.05.13 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho 37 anni, sono una barista disoccupata. Vivo mantenuta dal mio compagno e, se non ci fosse lui, dovrei vivere della pensione di mia madre. Non ho figli e non penso di averne, viste le condizioni. Per questo paese io sono una cittadina inutile. L'amarezza più grande è questa, ho dovuto prendere atto che all'Italia io non servo. Sono troppo vecchia oppure troppo qualificata. Non posso godere di nessuna agevolazione o tutela. Sono tagliata fuori e tanti saluti. Non sono i sacrifici o le piccole o grandi rinunce quel che mi pesa, è il fatto che mi sento ignorata, non considerata, è il fatto che io mi sento un capitale umano parcheggiato e dimenticato. Inutile. Sono arrabbiata, non ho nessuna intenzione di arrendermi. Pretendo che i responsabili paghino per questo.

cristina biemmi, bs Commentatore certificato 09.05.13 09:32| 
 |
Rispondi al commento

è vero quanto segue?solo 12 disegni di legge
abolizione albo giornalisti e rimborsi elettorali
Sen AIROLA norme in materia di modiica del'attribuzione di sesso.Sen MONTECVECCHI nuove disposizioni per contrasto omofobia e transfobia.
Sen ORELLANA modifiche in materia di egualianza per matrimonio a favore coppie dello stesso sesso
introduzione voto di preferenza,modifica apertura negozi,divieto propaganda politica per persone appartenenti a clan mafiosi,soppressione obbligo assicurazione professionisti NESSUNA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE queste sono le priorità di questo paese per i cittadini parlamentari AIUTOOOOOOOO

stefanella m., brescia Commentatore certificato 09.05.13 09:24| 
 |
Rispondi al commento

Tu sei fortunato ! Io due figli non li posso fare !sei ricco!non ho casa vivo in camper e non ho lavoro a tempo indeterminato non posso prendermi una casa in affitto perche vogliono i garanzie impossibili ( chi ha un lavoro a tempo ideterminato?)
Io lavoro in nero non posso farmi la partita iva perche se qualcosa va male equtalia mi leva la mia unica propietà il camper ! Se faro mai un figlio melo tolgono perche vivo in camper e non ho il lavoro in regola!! Ripeto tu sei ricco e smettila di scrivere !

Janko Bortolamai 09.05.13 09:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ci sono parole per descrivere ciò....anch'io ho quasi 50 anni e mi ritrovo senza occupazione, ho creduto e credo molto nel M5S perchè è un movimento pulito sotto tutti gli aspetti, lo definisco come nostra ultima possibilità....mi dispiace molto che ora sia all'opposizione perchè credo che a quest'ora nel governo avrebbe già fatto più di ciò che ora stanno facendo PDL e PD-L. Credo nel reddito di cittadinanza, di una forma "minima" di dignità che risolverebbe parecchi problemi a gente che non guagagna nemmeno un euro al giorno...credetemi, alla mia età e con una madre che guadagna 500 euro di pensione è una cosa indicibile...mentre c'è gente da 40, 60 o 90 mila euro al mese.....secondo me la gente "reale" che non sta bene nel Paese è stata fin troppo paziente con questi pseudo-politici-ladri, grazie al M5S non è successo il peggio quel pomeriggio a Roma, come risposta a ciò il Gasparri di turno ha anche alzato il suo dito medio, a questo punto mi chiedo: ma la pazienza degli Italiani onesti ha una fine o no? Io spero soltanto che Grillo, Casaleggio, gli attivisti, i parlamentari e noi elettori del M5S ci uniamo per "gridare" sempre piu forte, come un esercito, fare di tutto per ostacolare che ci vuole e continua a rubare e spazzarli via DEFINITIVAMENTE TUTTI....quel giorno sarà un sogno per me....ci voglio ancora credere ai sogni! Ciao.

Rocco D., Ruvo di Puglia (BARI) Commentatore certificato 09.05.13 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sentire queste storie fà venire tristezza, e di lavoro ce n'è pochissimo. Funziona ancora abbastanza bene il settore della termoidraulica se ti dimostri ditta seria. Per esempio nei vecchi palazzi gli impianti di riscaldamento sono ancora tutti in ferro e frequentemente scoppiano i tubi e devono essere saldati. Prova a cercare un bravo saldatore e ti accorgerai che trovare mille ragionieri è facilissimo ma trovare un saldatore con le palle è l'opposto. Con questo non voglio dire nulla , ma a volte mi accorgo che i vecchi mestieri scompaiono pur essendo ancora utilissimi e la ricerca del posto impiegatizio invece impera. E' una stortura da correggere, altrimenti dalla disoccupazione non se ne uscirà mai.

Vecchia generazione 09.05.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Caro Andrea C., sono un imprenditore che a causa del mancato rilascio di un'autorizzazione da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dopo aver atteso invano per oltre un anno, sta licenziando tutti i suoi dipendenti. Tengo a precisare che erano tutti assunti a tempo indeterminato.
Nessuno può immaginare quale sia il mio stato d'animo e la rabbia che porto dentro di me verso le storture di questo paese.
La mancanza di lavoro in questo paese deriva in gran parte dalla mancanza di concorrenza e dagli ostacoli che vengono frapposti a chi ha nuove idee perché il sistema tutela i soggetti che hanno posizioni dominanti.
Esistono inoltre ulteriori problemi derivanti dalle attuali regole che scoraggiano le assunzioni.
1. L'IRAP è una tassa odiosa perché è applicata sugli utili delle aziende al lordo delle spese sostenute per i dipendenti. Perciò a parita di utili, l'azienda con meno dipendenti paga perciò meno tasse.
2. Se l'azienda non paga i contributi INPS relativi a un dipendente, il suo amministratore viene condannato penalmente. Se invece non paga un collaboratore a partita IVA al massimo questo, dopo non meno di 6 mesi, otterrà un pignoramento.
3. Se l'azienda non paga INPS, IRPEF e INAIL relativi ai suoi dipendenti, può ravvedersi entro un breve periodo di tempo pagando interessi ma anche sanzioni. Se poi trascorre ulteriore tempo arriva Equitalia che raddoppia in un colpo le somme da pagare. Tutto questo non accade se i tuoi collaboratori sono a partita IVA.
4. Per quelli come me che non avevano ancora capito, dal primo gennaio di quest'anno è stato introdotto il contributo ASPI obbligatorio per le imprese che licenziano.
Val la pena inoltre segnalare che le nuove regole per la cassa integrazione prevedono che l'azienda non possa più anticipare la cassa ai dipendenti ma lo debba fare l'INPS, il quale ha bisogno di essere finanziato con manovre finanziarie. Ma i soldi, per i giorni già approvati e fruiti, stentano ad arrivare...

Enrico Gugliotti, Sesto Fiorentino Commentatore certificato 09.05.13 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Essere senza lavoro e terribile. Ma sentire in TV che i parlamentari 5 stelle non possono rinunciare ai soldi per le loro situazioni familiari del tipo hanno figli a carico, come lo spiegano a chi un lavoro non l'ha? Ho fatto un errore credervi. Con i 26000€ si potrebbe dar lavoro ad almeno 13 famiglie. Mio fratello con uno stipendio da 1300€ sopravvivono in 4. VERGOGNA!!!

Umberto c., roma Commentatore certificato 09.05.13 07:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari 5 stelle, adesso sarete contenti Bersani ha lasciato e sono tornati gli avvoltoi!
Io non sono un politico ma era prevedibile una mossa sporca tra Pdl e quello che resta del peggio del Pd!!! Ora siamo nei guai veri!! Almeno Bersani era il meno peggio, e non mi sembra abbia mai avuto guai con la giustizia come quello che ora ci ritroviamo!! Spero si torni a votare, certo con un altro sistema altrimenti siamo punto e a capo.

paola febbi 09.05.13 07:41| 
 |
Rispondi al commento

io ve l'avevo detto nel 2008 che da questa crisi non se ne usciva . A questo punto, dopo 5 anni di illusioni credo sia necessario un incontro se non mondiale, almeno delle (ex) potenze occidentali ma questa volta a porte aperte, con telecamere, webcam e tutto il resto per cercare delle risposte di tipo tecnico su scala globale, quindi un incontro non solo politico
Se non lo faremo ho paura che il mondo verra' sconvolto da guerre civili e non, tra poco , fin'ora gli eventi non sono precipitati solo per le impressionanti iniezioni di denaro creato dal nulla che hanno tenuto in coma le banche
Se lo faremo la civilta' umana subirebbe un enorme balzo evolutivo , basterebbe poco: garantire un minimo per sopravvivere a tutti, migliorare la tecnologia eliminando obsolescenza programmata, brevetti e quindi i cartelli , investire risorse nella ricerca per migliorare lo sfruttamento delle fonti di energia e magari cercarne di nuove e cosa fondamentale riformare il sistema bancario.
Se studiate la storia , il mondo ha sempre attraversato cicli del genere, al periodo di massimo degrado e corruzione e' sempre seguita una guerra a rompere gli equilibri ma questa volta invece possiamo scegliere di crescere come civilta'

g. torquemada (), bolzano Commentatore certificato 09.05.13 07:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per cominciare il attuale governo Italiano si deve chiamare " Governo di Ladri d'Intese " o "Governo di Ladri che si Intendono ". Visto da chi e stato deciso e votato. E i ministri che fanno parte se erano onesti non dovrebbero accettare i incarichi.
Vedendo i telegiornali e i programi dove invitano dei politici e giornalisti politizatti (mi viene da vomitare). Donne che per loro il solo merito nella vita e stato di allargare le gambe (al presidente) , mariti cornuti e contenti pure fieri ( peche e stato il presidente), nullafacenti e incapaci che per solo merito hanno (leccaculo).
Buttano fango contro il Movimento 5 Stelle .
Dovete votare qualcuno per partecipare e difendere il movimento . Si non i ( Charlatani trovano spazio)e i danni sono enormi per la credibilita del movimento.

Shala Nino 09.05.13 07:09| 
 |
Rispondi al commento

Chi ti assume dovrebbe avere degli incentivi, pagare tasse zero. Ma bisogna finanziare queste priorità. Abolendo l' Imu siamo responsabili della sottrazione di risorse verso questa emergenza sociale. Dante

dante s., casier Commentatore certificato 09.05.13 06:49| 
 |
Rispondi al commento

Caro Andrea,
mi dispiace e sono amaramente deluso quando leggo queste storie simili alla sua e a quelle di tantissime altre persone che si trovano nelle sue stesse condizioni. Purtroppo, l'Italia è una Repubblica che anzichè fondata sul lavoro(come recita la nostra Costituzione)sta diventando una Repubblica fondata sulla disoccupazione... Tutto questo mi rattrista. Sapesse quanti giovani sono senza lavoro. Molti, a causa di tutto ciò, sono senza famiglia, senza prospettive per poter realizzare il proprio futuro. Proprio questa sera, un ragazzo mi raccontava che ha inviato diversi curriculum a tantissimi alberghi della Campania per chiedere di lavorare come facchino o lavapiatti. Un albergo di Capri ha risposto alla mail del giovane, scrivendogli: "Lei vuole lavorare come facchino presso il nostro albergo? Ma lo sa che deve essere raccomandato, come minimo, da un ministro...? Non conosco il nome di questo albergo nè chi sia costui che ha potuto dare una risposta del genere, in quanto non mi è stata detta la denominazione di questo losco esercizio. E' una vergogna, che per chiedere un diritto, come quello del lavoro, si debba ricorrere alle raccomandazioni. Spero che il M5 Stelle, che reputo un esercito di salvatori, sceso in politica per difendere le sorti degli italiani, possa quanto prima raddrizzare la spina dorsale di questo Paese, che si è incurvata per la mala politica di questi anni...
Continui a perseverare. Non molli, si inventi qualsiasi cosa pur che sia una seria iniziativa di lavoro. Vedo che lei è una persona di grande volontà. Le faccio una sola raccomandazione: non speri molto sulle Istituzioni, perchè sono quasi sempre assenti. Lo so per esperienza. Creda in se stesso e stia vicino ai suoi figli e a sua moglie, che sono le cose più preziose della sua vita. In un modo o nell'altro, vedrà che prima o poi, il sole sorgerà anche per lei! Auguri di tutto cuore...

Renato Romano (giornalista) Scafati(SA)

Renato Romano 09.05.13 02:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Signori, quando un ladro ruba ciò che abbiamo e lo troviamo con le mani nel sacco, abbiamo due possibilità: lo lasciamo scappare o lo blocchiamo.
Se lo lasciamo scappare, non potremo lamentarci della perdita subita. Se lo blocchiamo, forse, recupereremo il maltolto. Dico forse, perchè potrebbe essere più forte, deciso, scaltro di noi e sfuggirci o, peggio, malmenarci. Bene noi ci troviamo nella prima ed anche nella seconda ipotesi. Nella prima perchè abbiamo sempre confidato nella giustizia sociale e nella rettitudine dello Stato. Nella seconda, perchè i ladri sono protetti dalle leggi e grazie ad esse se li malmeniamo passiamo da parte lesa a colpevoli. Inoltre, oggi sono sempre di stazza più grossa della nostra e in caso di reazione, soccombiamo. C'è solo una strada da intraprendere per liberarsene: dobbiamo pensarci e smettere di lamentarci perchè è tempo perso....

stefano radi Commentatore certificato 09.05.13 01:46| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna fare RETE.I disoccupati gli esodati e tutti i precari devono fare rete, per progettualita' e innescare una spirale di forze concordi.
Questo crea opportunita'e sviluppo dei progetti.Cosa siamo a fare qui al pc?
Solo lagne e tic tac?Nel piatto le lagne non producono.
Applicarsi!!
Coraggio!!!!

mary dg 09.05.13 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro disoccupato, ma che dici? Il lavoro c'è, eccome! Basta andare a Porta a Porta...ma che Paese è questo, in mano alle Vespe!

Gianfranco Bonanno, Roma Commentatore certificato 09.05.13 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Leggi tue parole con profonda tristezza. Mio marito si è' buttato dal balcone venerdì scorso e io ora sono una vedova a 50 anni. Non ho ancora realizzato davvero cosa mi sta succedendo. Per fortuna mi sono creata una mia azienda, posso andare avanti e pagare il psicoterapeuta per superare il trauma ( almeno si spera) siamo ad un punto di non ritorno. NON fare come mio marito, che aveva predisposizione depressive, ma ha accelerato il percorso sentendo le notizie devastanti tutti giorni. Tieni duro, un giorno saranno morti tutti quelli che prendono le pensioni doppi e d'oro e non ci riprenderemo quello che ci spetta
La vedova

Claudia P 09.05.13 00:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

idem ma almeno senza figli.
non so più come fare per mangiare un panino, cazzo.
Comunque, prima di ammazzarmi, faccio una strage, almeno verrò ricordato.

mister x, ravenna Commentatore certificato 09.05.13 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Abbandonare la nave!

Chissà come mai i comandanti non danno mai quest' ordine.

Ah! Ok, tenere a galla la nave con i marinai che annegano...

Ale, Como 09.05.13 00:18| 
 |
Rispondi al commento

ANDREA PIENA SOLIDARIETA'! AGGIUNGO E PERMETTIMI: LI MORTACCI LORO! FINIRA' PRESTO!

Francesco F. Commentatore certificato 09.05.13 00:15| 
 |
Rispondi al commento

Leggo molti commenti di persone come me che in questo momento sono senza lavoro.
Premetto che, mi sono trovato in condizioni disperate nel 1997, e, senza lavoro, senza soldi, casa all'asta per mancato pagamenti ratei mutui e con 46 anni ho dovuto scegliere tra il suicidio o cercare di sopravvivere avendo una figlia di 8 anni.
Probabilmente ho fatto la scelta migliore.
Ho iniziato a fare i lavori più disperati dal lavaggio auto, alla vendita di detergenti e spazzole tergivetro, alla consegna alla mattina alle 5 del pane nelle scuole materne e nel frattempo ho studiato informatica da autodidatta fino al conseguimento del corso/certificazione Cisco CCNA.
Ho lavorato in nero per aziende che avevano appalti Unicredit, Capitalia, Enel ecc.
Fortunatamente con contratti a TD sono arrivato fino alla fine del 2012.Oggi sono disoccupato ed è difficile trovare lavoro anche in nero.
Chiaramente il reddito di cittadinanza sarebbe una opportunità economica, ma anche se ho quasi 62 anni spero di lavorare e mi auguro che il M5S faccia delle proposte a favore di tutti noi che per motivi di età si trovano in difficoltà.
Non arrendiamoci!!!

Gerardo P., Torino Commentatore certificato 09.05.13 00:10| 
 |
Rispondi al commento

http://www.keinpfusch.net/2012/06/io-sono-bellicoso.html
-----------------------------------------

Io ho semplicemente capito che NON E' POSSIBILE una societa' ove sia l'onesto che il disonesto siano FELICI. Non e' possibile un'economia dove SIA chi e' competente che chi e' incompetente siano FELICI. Non e' possibile una politica ove sia il cittadino onesto che quello corruttore sono FELICI.
---------------------------------------

mario t. 08.05.13 23:57| 
 |
Rispondi al commento

"spalle al muro",ci vogliono con le spalle al muro,terrorizzati dal futuro,distrutti dal presente.un popolo con le spalle al muro non pensa più,non ragiona più,e diventa facile preda dell'informazione di regime.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 08.05.13 23:56| 
 |
Rispondi al commento

anche voi avete imbarcato parecchia merda ! come dimostra il caso sicilia !

Giovanni Rossi 08.05.13 23:55| 
 |
Rispondi al commento

La cosa veramente irritante,oltre alla falsa partecipazione emotiva al problema, dei nostri politici,e' che il problema principale pare sia la disiccuoazione giovanile,non dimentichiamo che il disoccupato di 50 anni
Al contrario del giovane, ha versato in 30 anni di lavoro, qualche centinaio di migliaia di euro in contributi , che se tutto va bene, visto i tempi che corrono, si materializzeranno in una pensione Minima tra 18 anni.
Quindi In qualita' di azionista dello stato gradirei mi venisse restituito almeno il 50%
Del maltolto, cosi' da poter espatriare con i fondi per poter aprire un attivita' in un paese normale.
La precedenza deve essere data agli "azionisti" non a chi non ha ancora cominciato a comperare le quote.

Spinella fulvio 08.05.13 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Per dare un po' di ossigeno alle aziende lo stato poco tempi fa voleva pagare i propri debiti . I soldi stanziati sono già finiti
Le cifre che davano quelli del governo tecnico ammontavano a circa 50/70 miliardi
Le cifre stimate sembrano un al ribasso pare che effettivamente siamo più vicini ai 100/110 miliardi
Come può uno stato che versa in queste condizioni ad essere governato da cialtroni
Come fa a dare prospettive come fa a rispondere al grido di dolore di tutto un popolo alla ricerca disperata di un lavoro qualunque esso sia , senza pensare di ridisegnare immediatamente la scala delle priorità e la prima e il lavoro
Ma vedendo i numeri impietosì viviamo in una calcolatrice impazzita se non si cambia radicalmente non se ne esce siamo entrati in loop o meglio un cane che si morde la coda

Riccardo Garofoli 08.05.13 23:40| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dire,
a leggere tutte le vostre storie, mi prende un nodo alla gola da farmi soffocare ed un forte calore sul petto, un moto di ribellione mi assale.
Avete perfettamente ragione, viviamo in uno stato di merda (scusate l'espressione).

Un tempo quando si diceva Stato, si pensava immediatamente allo stato sociale, cioè la collettività si faceva solidale ed aiutava, per quel poco che poteva, le persone meno fortunate (vedi case popolari, sussidi di disoccupazione ecc.).

Oggi, quando dici stato, pensi immediatamente ad una controparte molto forte e potente, che ha dalla sua parte la legge e con essa le forse dell'ordine.

Una controparte che impone tasse, imposte, dazi ed ogni possibile balzello che possa portare danari nelle loro casse che provvedono immediatamente a ripulire direttamente o tramite amici e prestanome.

Capisco perfettamente chi pensa di tentare di ricostruirsi una nuova vita altrove.

Certo è un pensiero amaro il dover lasciare la propria patria, ma ci si rende conto che questa, da Madre è divenuta matrigna.

Ma le parole non servono a molto quando hai le tasche vuote e magari delle bollette o il fitto da pagare.

Servirebbe uno scatto d'orgoglio da parte della classe politica che dia dignità alle persone che hanno perso il lavoro, agli esodati, ai tanti che hanno dovuto chiudere la propria attività imprenditoriale per difficoltà finanziarie od economiche, ai papà separati che oltre alle loro difficoltà, devono pensare anche al mantenimento della famiglia che vive altrove, insomma a tutte le persone che fanno fatica a sopravvivere.

Ma i politici dove sono? Cosa fanno? Quali leggi per il sostegno? Con quali soldi?

Ecco il motivo profondo del perché il nostro Paese è nel baratro:
abbiamo una classe politica e dirigenziale di falliti, di gente unitile salottiera, parolai del nulla, lacchè, imboscati e fannulloni.

La speranza che ci deve sorreggere è che DOPO LA NOTTE ARRIVA SEMPRE IL GIORNO.

Vi faccio i miei migliori AUGURI.


Un elettore.

DanieleC55 08.05.13 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il grido che lancia un popolo contro un potere cieco e sordo
Un uomo senza un lavoro e un uomo senza libertà
È lo vorrebbero anche senza dignità

Riccardo Garofoli 08.05.13 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Tieni duro!!! Il periodo buio sembra non finire mai, ma non dobbiamo mai aver paura di darci da fare e di portare avanti le nostre idee e convinzioni contro tutto e contro tutti!!!

Stefano 08.05.13 23:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi Abbiamo meno disoccupati tutti i trombati hanno trovato lavoro chi in parlamento chi al senato, mentre il partito dei cittadini quelli disoccupati dovrà aspettare ancora qualche anno quando alle prossime votazioni certa gente capirà che ci stanno prendendo x il culo da una vita forse allora ci sarà giustizia.

Nicola Scoccia 08.05.13 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Andrea,
tutta la mia solidarietà.
anch'io ad ottobre ho perso lavoro,ho 38 anni e lavoro da 18 anni,gli ultimi 10 passati in un'azienda nel settore dell'edilizia,e da qualche anno che la crisi piano piano ci ha fatti tutti fuori.Ho una moglie ed una bambina di 14 mesi e sono stato licenziato su due piedi,così, dalla sera alla mattina,ed ora stò percependo la disoccupazione che finirà con il mese di luglio.Anch'io stò provando e provando a cercare lavoro, non mollo,perchè la vita tante volte mi ha messo di fronte le difficoltà,sono allenato,vado avanti a muso duro...ma a volte penso che razza di ingiustizia!sbattuto fuori dal mondo del lavoro proprio ora che ne ho più bisogno!a volte voglio mandare a fanculo tutti,questo Stato Sistema mi ha tradito,ho sempre lavorato sodo!sempre!e sono stato ripagato così!fanculo lo stato,fanculo la chiesa che predica affinchè facciamo famiglia e figli!!ma per che cosa?per metterli alla fame?mi pento di aver messo sù famiglia,ecco al punto dove sono arrivato!sono costretto a ragionare così perchè nel momento del bisogno ti giri intorno e non vedi nessuno!!!devi arrangiarti da solo con le tasse da pagare!Grazie Stato Sistema!grazie!
Ma andiamo avanti,siamo più forti di loro,coraggio anche a tutti coloro che sono nele mie stesse condizioni,non abbattetevi,andate avanti!con forza!
Fabio

Fabio Incavolato 08.05.13 22:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, mi occupo di allestimenti e do lavoro a circa 12 collaboratori (odio chiamarli operai!). L'Expo non è una priorità per il governo ma se fatto bene darà lavoro a molta gente. Io stesso prevedo di assumere altro personale a partire dal prossimo anno. E questo non è importante. Ma tu come sempre non ti informi sulle cose.... sbraiti e basta. Poveri noi !
A proposito come mai ha la pubblicità di Amazon visto i casini che combina con i propri dipendenti ?

Roberto Stefani 08.05.13 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Ho perso il lavoro il 10 gennaio di quest'anno sono in mobilità fino a gennaio 2014 e, per fortuna,ho la casa di proprietà, la macchina pagata e un po' di terra dove ho qualche albero da frutto e un bel po' di viti con cui negli anni scorsi, facevo il vinsanto (occorre poco tempo e ho tutta l' attrzzatura).Tutto GRAZIE AL MI' BABBO E ALLA MI' MAMMA... ho coltrato e fresato il terreno e faccio il contadino, almeno mangio. Tanta fatica e tanto lavoro, ma questi non mi hanno mai fatto paura!
SE DOVESSI AVER FIDUCIA NEGLI ITALIANI NON MANGEREI!..di sicuro.
Tutte le mie speranze sono rinchiuse nel M5S
E per ora, nonostanta non condivido in pieno la tattica post-elettorale,sono VERAMENTE ORGOGLIOSO di aver votato M5S.
E, cosa mai successa prima nonostante i miei 39 anni, MI SENTO RAPPRESENTATO!!!
Sono solo preoccupato che tutti hanno a cuore il lavoro per i giovani mentre nessuno si preoccupa dei 40/50/60enni che perdono il lavoro e sono ormai FUORI MERCATO. Buonanotte.

Filippo Mariottini, Castel San Niccolò AR Commentatore certificato 08.05.13 22:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

miei cari concittadini,ho letto tutti i vostri post e quello che estraggo in tutti i commenti :solitudine,disperazione,annullamento mentale ,distruzione di una dignità di fronte a tutte le responsabità,la mancanza di un sistema di sostegno ,uno stato fatti di politici lontani dalla realtà che nei salotti si coprono ad alta voce solo per far vedere che la colpa e sempre dell'altro fronte.
sono stanco ma stanco di vedere un popolo che usa la violenza e rabbia contro un'altro tifoseria,sono stanco ma stanco di vedere le piazze piene per uno scudetto,per un concerto ,o per una ricorrenza in cui ti ricordano che sei italiano e poi???? piu niente ......oramai ci hanno portato alla guerra tra poveri e ci stanno facendo diventare anche razzisti perchè le istituzioni aiutano economicamente gliextracomunitari e tu italiano sei cittadino italiano solo per pagare tutto anche l'aria che respiri e se non paghi ti tolgono ciò che ti sei guadagnato onestamente ...e mi chiedo con quale diritto ??? anch'io sono come tuti voi in balia della situazione e la mente che ti chiede perchè tutto questo sono stanco ma stanco di parole solo parole perche mi devo vergognare di che cosa ?sono stanco ma non mi arrendo e chiedo a voi tutti con dignità di riempire tutte le piazze ancora una volta pacificamente ma ad oltranza le vie di ogni città con cartelli "questo e lo stato che mi tutela,senza lavoro ,io cittadino italiano " non voglio essere quel cittadino umiliato e isolato che si suicida o peggio ancora i nuovi kamicaze della nuova era del millenio .
oggi siamo tanti ma cosi tanti ma invisibili allora scendiamo nelle piazze 1/10/100 potranno imperdirci ma siamo tanti giovani ,disoccupati ,precari,esodati,e se vogliono la violenza che siano i cellerini ad incominciare almeno il diritto di manifestare non possono togliercelo .
non mi vergogno di ciò che ho scritto e solo un a parte di tutti i miei pensieri .

vincenzo ingrassia 08.05.13 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera, sono un dipendente privato di 43 anni, e lavoro nella stessa categoria (commercio) da 23 anni consecutivi, cassa integrazione non esiste, avendo lavorato sempre in posti piccoli, mutua solo quando c'è bisogno, permessi idem, le ferie , quelle si sempre prese quando volevo e potevo. Scrivo per andare un po' controcorrente, purtroppo il male di questo paese siamo anche un po noi, cittadini dipendenti. Spiego ciò che intendo dire: Tre anni fa mio padre si è ammalato gravemente, e per utilizzare di un piccolo aiuto dall'INPS sono dovuto andare spesso presso la sede del mio comune, non vi dico quanti miei coetanei, lavoratori interinali, erano in attesa di consegnare un foglio della mutua di qualche giorno, quando magari erano assunti per due settimane (sentito con le mie orecchie), in più erano al corrente di tutte le clausole e i benefici di mettersi in mutua. Ora mi chiedo se è proprio sempre colpa degli altri oppure ogni tanto si deve guardare bene dentro noi stessi... La Fiat, l'Olivetti ecc. ecc. sono finite in malo modo anche grazie a chi ci lavorava dentro. Mio padre ne è stato un esempio (pace all'anima sua), era statale e quando è arrivato ai famosi 18 anni 6 mesi e 1 giorno di lavoro, è andato in pensione, praticamente alla mia età! Queste cose hanno anche dato una mano a ridurci così, per non parlare del lavoro nero, che va bene al datore ma anche al dipendente (in tanti casi...) So di alzare un po' di polvere ma ogni tanto si dovrebbe fare un po' di autoanalisi e non vedere solo ciò che fanno gli altri. Grazie e andate avanti così. Alberto F

Alberto Feno 08.05.13 22:29| 
 |
Rispondi al commento

La restituzione di parte dello stipendio dei senatori e deputati del M5S vi fa onore e la storia vi ripagherà di questo gesto con Onori ed Allori! Grazie per aver moralizzato in questo modo quello che è uno scandalo perpetrato e di malcostume tutto Italiano!!! Molta gente vive con meno di 500 euro! E' uno schifo pensare che a stipendi così oltraggiosi poi spettano anche tutti gli altri privilegi che i cittadini comuni non hanno!!! La rivoluzione è alle porte e coloro che si scandalizzano che si parla dei fucili significa che non ha capito un cazzo!! Non vogliamo che in Italia si paghino stipendi del genere gravando con le tasse su cittadini poveri!! La fine è vicina!| Sarete cancellati dai palazzi come dei fuscelli al vento non appena il malcontento non si riuscirà più a controllarlo!! Le polveri ormai sono calde!! La lotta armata è iniziata!!!!!!!!!!

Francesco Zacà 08.05.13 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono 2 anni che tribolo a lavorare in nero perchè nessuno mi prende a lavorare :/ 38 Anni e mi dicono che sono vecchio.

Ora avrei trovato lavoro in un azienda, e questa azienda non mi può prendere perchè supera la quantità di operai che può mettere in regola altrimenti gli alzano le tasse e non gli conviene.

Ora per poter prendere operai, si deve inventare una società che prende il lavoro da se stesso per prendere operai che gli servono assolutamente.

Queste sono le leggi italiane.

Enrico 08.05.13 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Vi siete impegnati per una società all'insegna del popolo vogliamo che vi attivate in fretta altrimenti il popolo muore...!!! Andate sempre avanti a testa alta e continuate negli impegni che ci avete promesso e che vi siete prefissati...

Rossella Beccari 08.05.13 22:10| 
 |
Rispondi al commento

ho letto una cosa interessante in un libro che chiamano Corano. Sentite cosa dice:“... In verità, Allah non modifica la realtà di un popolo, finché esso non muta nel suo intimo...” (Ar-Ra’d 13: 11)
Secondo questa visione, tutti noi dovremmo imparare a essere meno egoisti nel nostro piccolo, per non meritarci dei malvagi egoisti in grande. Impariamo a sacrificare un po' del nostro a favore del nostro vicino, a favore del nostro concittadino, a favore degli esseri umani...Chissà che magari un giorno, ci meriteremo, come dice il Corano, un governo che rappresenta il nostro intimo onesto e altruista.

PACE
Salam

Abe R. 08.05.13 22:04| 
 |
Rispondi al commento

Ho 40 anni, ho lavorato come "dipendente" (spesso in nero e/o sottopagato) per mettere da parte i soldi per realizzare il mio "piccolo/grande" sogno! 2 anni e mezzo fa ho aperto il mio negozio di informatica, tra tasse, inps, commercialista, affitto, bollette, periodo nero in cui la gente non può spendere, mega centri commerciali con prezzi ridicoli, tecnici improvvisati che lavorano per pochi euro perchè non hanno P.IVA e gente che non paga (o non può pagare), mi sono trovato senza un euro ... Ho chiuso il negozio e con quello che ho venduto del magazzino ho pagato i conti in sospeso, ma non ho potuto pagare, Inps, tasse e una fornitura di un rivenditore. Sinceramente non so come uscire da questa situazione, stò cercando lavoro in tutti settori ma non trovo nulla! Mi sono spostato da casa mia a casa dei miei per non farmi trovare dallo stato (e perchè non potevo più pagare l'affitto)! Adesso mi dovrei vergognare di non aver potuto fare il mio lavoro? ho perso oltre 25.000€ di soldi che avevo messo da parte con sudore in oltre 20 anni di lavoro e adesso da cittadino onesto, sono passato a cittadino moroso.
Non speravo in miracoli con il nuovo Governo, ma un minimo di tutela anche per chi come me si trova in una situazione morosa e priva di aspettative lavorative e invece mi toccherà sopportare per altri 5 anni le magagne di questa gentaglia che NESSUNO potrà fermare! Non ci sono parole ... anzi si:
Fanculo l'Italia e gli Italiani che hanno votato PD e PDL.
Fanculo i Politici!
Fanculo tutto!

diego t. Commentatore certificato 08.05.13 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, 52 anni, disoccupato da parecchio, speranza ormai persa, 3 figli in età scolare, cioè minori. Ebbene il Centro per l'Impiego a parte la registrazione di routine in questi anni non mi ha mai contattato né tanto meno le varie agenzie interinali, anzi quest'ultime forse mi hanno anche eliminato. Non godo di alcun sostegno, ho percepito la disoccupazione per 8 mesi e poi nulla. Se il mio Comune assume qualcuno in difficoltà lo fa per lavori LSU solo per quelli che già godono della mobilità o della cassa integrazione, assurdo. In questo caos dove i cinquantenni non sono considerati, si parla solo di giovani o di cassa integrazione, l'unico rimedio è il reddito di cittadinanza e la riforma dei Centri per l' Impiego. Forza grillini vi ho votato, mi aspetto molto da voi.

Gaetano Russo 08.05.13 22:01| 
 |
Rispondi al commento

STUDIATE LA TRUFFA DELL'EUROZONA SOLO COSI POTETE CAPIRE PERCHè SIAMO TUTTI COSI...LEGGETE.... INFORMATEVI SOLO COSI SARETE CONSAPEVOLI DEI PROBLEMI

Marco M., Pasese libero Commentatore certificato 08.05.13 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Esodato 56 anni disoccupato moglie invalida
Senza reddito 41 anni di contributi versati
È dobbiamo vivere con l aiuto dei genitori
È una cosa talmente umiliante che a volte penso di farla finita
Ma quello che mi ferma e l amore per mia moglie
E la speranza di un cambiamento messo in atto
Dal movimento spero di riuscire a vedere il cambiamento

Carlo Fugagnoli 08.05.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento

chiediamolo a quel c di floris cosa fare lui che lecca e nn fa un c saprà risponderti . ma che andasse al vday in bocca al lupo ai tantissimi Andrea C.

fabio spaziani 08.05.13 21:50| 
 |
Rispondi al commento

USCIRE DALL'EUROZONA PRIMA Priorità DEL PAESE...TUTTO IL RESTO è FUFFA.

Marco M., Pasese libero Commentatore certificato 08.05.13 21:50| 
 |
Rispondi al commento

E qualcuno critica becchi per i fucili....

Simone C., Liguria Commentatore certificato 08.05.13 21:48| 
 |
Rispondi al commento

anche io mi trovo in una situazione come voi sono 2 anni che non lavoro e non è possibile neanche trovarlo chi ci puo aiutare non lo so davvero speriamo bene

msrisa alessandri 08.05.13 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è speranza. Una nazione dove quando avrete 60 anni, 38 di contributi, invalido al 74 %, disoccupato, non vi daranno la pensione e nessun contributo INPS. Perché questo stabilisce oggi la legge. Non ci sono alternative perché
a chi é disoccupato e anche invalido fino al 74% e senza reddito, l'INPS chiede dì pagare i contributi per i 2 anni che mancano ai 40 di contributi, altrimenti dovrà aspettare 7 anni per avere un contributo INPS che ha largamente pagato e con un ritorno inferiore al peggiore ladro. Ma proteggono i diritti acquisiti di chi ha più pensioni d'oro. In Italia dov'è la legge?Chi non sa fare come dimostrato le leggi con tali "errori" non é in grado di intendere (certo di voler rubare) le proprie azioni? Possibile che tutti questi errori a favore dei ricchi, che tolgono diritti di sopravvivenza ai più deboli con continue leggi da ignoranti o peggio furti legalizzati, non siano punibili in qualche modo?

Claudio Paolo Beretta (berry's), Ponte nelle Alpi bl Commentatore certificato 08.05.13 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Siamo alla frutta... E ci raccontano le favole ancora.. Pioggia d milioni su Milano... La ndrangheta ringrazia.. Nn importa che la gente stia male, nn abbia un lavoro e rinunci anke alle cure sanitarie... Mi vergogno di essere rappresentato da questa classe politica

sergio g., San Bonifacio Commentatore certificato 08.05.13 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono sempre più convinto che la gestione del potere dei partiti ci sta portando a quanto segue, essenzialmente PD e pdl ma solo perché sono i più grandi, al nome poco importa perché i nomi cambieranno ma non le persone che gestiscono il potere politico. Il potere politico dei partiti ha usato le aziende pubbliche per crescere e consolidare tale potere, in maniera che non possano subentrare altri attori che non siano stati selezionati dalla casta dirigente. Ovvia quindi la forte resistenza con esclusione dei @cinquestelle (@mov5stelle). L unica organizzazione che può contrastare tre potere ora chiuso esplicitamente in difesa, con le sue già evidenti difficoltà, è quello della giustizia. Unico potere che può limitare la diffusione sfrenata di corruzione. L'Europa puo' poco a parte salvare la moneta e le banche. Ma il potere politico non vuole perdere tutti i benefici di una classe dirigente, ben evidente nello scarso interesse e superficialità con le quali hanno fatto le nuove leggi con Monti. Esodati ma anche invalidi che non ottengono che carità per salvare la faccia di un scarsa democrazia, vera partitocrazia, con partiti che cambiano solo nel nome, come ricambiera' pd+pdl. Il governo durerà perché anche se in Italia c'è molta ignoranza, dovuta alla manipolazione di TV e giornali, il mov5stelle con l aiuto di internet scopre molte cose che continuano a nascondere a chi li vota:
povere persone che legate in qualche modo ai partiti e/o aziende statali non si rendono conto che tra un po', senza i contributi della vera parte produttiva italiana che sta morendo o scappando, non ci saranno più i soldi per le loro paghe. Certo la resistenza dei manager pubblici e politici al governo continuerà :evitando di licenziare strutture inutili e inefficienti per mantenere potere e privilegi. Ma i costi hanno raggiunto livelli insopportabili e chi paga le tasse non c'è la fa più. Ra useranno tante falsità quotidiane nella speranza che come in passato tutto si risolva da solo. Ma

Claudio Paolo Beretta (berry's), Ponte nelle Alpi bl Commentatore certificato 08.05.13 21:12| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
IL GOVERNO,PENSA AD ALTRO,ALLE SUE "COSE",TRANNE GLI UNICI CHE LAVORANO,I NOSTRI 5 STELLE
ALVISE

alvise fossa 08.05.13 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto...il male trionfa!!!

angela b., potenza Commentatore certificato 08.05.13 21:07| 
 |
Rispondi al commento

Caro Andrea,
Ti sono vicino con tutto il cuore .
È' una vergogna che padri di famiglia siano in difficoltà per colpa di altri .
Non ti preoccupare perché con lo spirito battaglierò che trapela dalle tue parole i tuoi figli saranno orgogliosi e fieri di avere un papà con i coglioni e non una mammoletta.
Ti sono vicino .
Dove vivi ?
Fm.megacomm@gmail.com

Francesco Mosca 08.05.13 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Quando il Governo di un Paese porta alla fame, al suicidio, all'omicidio per disperazione il proprio popolo, non bisogna più aspettare .

Diventa necessario che i responsabili siano processati subito per CRIMINI CONTRO L'UMANITà

Aldo B. TN 08.05.13 20:38| 
 |
Rispondi al commento

MI RIVOLGO A TUTTI E TUTTI I CITTADINI
LA MIA E' UNA PROPOSTA SERIA
NON PAGHIAMO PIU' NULLA IRPEF IMU ecc.
CHE COSA CI POSSONO FARE?? OLTRE ALLA PAURA ....
POCO pochissimo!!!!! ci prendono la casa o l'auto usata? che cosa se ne fa il nostro governo di politici sapienti di case vecchie e auto usate?
MA DOBBIAMO FARLO NON PAGARE MULTE NULLA
SENZA RIVOLTE MA FATTI
E CHI LA DURA LA VINCE!!!!!!!!!!!!!

ROBERTA G., REGGIO EMILIA Commentatore certificato 08.05.13 20:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GRILLO BASTA CON LE CAZZATE SE NON PARLI DI SOVRANITA' MONETARIA CI PRENDI IN GIRO ANCHE TE!

massimiliano marzini, cecina (livorno) Commentatore certificato 08.05.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho 57 anni da 4 disoccupato senza cassa integrazione,2 figli 22 e 19 il primo a troncato l'ultimo anno perchè non riuscivo a pagargli la retta ed è tuttora senza lavoro,il secondo va ancora a scuola,la moglie che ci mantiene fa 2 ore la mattina 5 alle 7,in un bar a pulire ditemi voi come posso andare avanti.non ce la faccio piu.ciao

dante gnech 08.05.13 19:59| 
 |
Rispondi al commento

A 51 anni mi trovo in una situazione come la tua, ho moglie e 2 figli adolescenti, io lavoravo bene come autista finchè non mi sono ammalato. La malattia ora è risolta ma mi ha lasciato una disabilità che però non mi impedirebbe di fare lavori di ufficio. Ebbene, da vincitore di 2 concorsi pubblici nel 2006 e 2008 ancora non sono stato assunto, presumo perchè non "conosco" nessuno e mi rifiuto apertamente di vendere il mio voto. Mi tocca sbarcare il lunario e l'unica speranza che ho ormai è quella di tornare sulla strada, anche se non come prima, dopo gli interventi di protesizzazione. Mi sento abbandonato, sento che le istituzioni se ne fregano di reinserirmi nella parte attiva della società, sembra che ci guadagnino di più a tenermi come inutile zavorra, ma non demordo: Ho questo obiettivo e spero di raggiungerlo. Non mollare, in bocca al lupo.

Salvatore G., Nuoro Commentatore certificato 08.05.13 19:56| 
 |
Rispondi al commento

Io invece mi rendo conto di essere molto fortunata perchè il lavoro ce l'ho ma sempre più spesso di fronte a queste situazioni in costante aumento non riesco a non sentirmi, in qualche modo, in colpa.

Delfina Albonetti 08.05.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

e' un momento difficle ma sempre con opportunita'.
staccati dal sistema

usa bicigeneratore per caricare cellulare computer o lavatrice.

raccogli aqua piovana

butta via la televisione

compra macchina a metano

inizia a mangiare 80% frutta

lavati con aqua fredda


rossanod 08.05.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma è proprio vero che per combattere le situazioni di disagio si da di tutto e di più alla PMI?

Blu Bliz Commentatore certificato 08.05.13 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Si purtroppo è possibile, abiti in Italia, il "paese delle meraviglie", qui la priorità è togliere l'IMU ai pluri miliardari, dei poveracci se ne fregano, delle piccole e medie imprese, se ne fregano, degli operai e dei cassaintegrati, se ne fregano, adesso anche se i numeri erano a loro sfavore, gli esponenti politici della classe dominante (l'alta borghesia) sono riusciti a tornare al potere, hanno fatto un bel governone modello Democrazia cristiana (dove la "c" di cristiana è scritta molto volutamente in minuscolo) per difendere le loro posizioni di vantaggio come stanno facendo dall'epoca feudale. Notai, avvocati, farmacisti, latifondisti, mafiosi, capitani d'industria (capitani si fa per dire), banchieri (senza soldi se non i nostri), ecc. hanno ripreso la loro posizione e non la molleranno mai. Comunque ti porgo tutta la mia solidarietà ma mi permnetto di darti un consiglio, se hai buona predisposizione per le lingue, prendi su moglie e figli ed emigra all'estero, anche l'Albania ora come ora è un paese culturalmente avanzato rispetto al nostro.

ivan i. Commentatore certificato 08.05.13 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono Paolo M., disabile al 60%, laureato in filosofia con 110 e lode, diplomato Operatore Socio Sanitario nel 2008 con un figlio a carico. Disoccupato da 7 mesi. Ho anche vinto un concorso in Casa di Riposo, ma non vengo assunto per un ricorso al Consiglio di Stato. Oggi io e la mamma di mio figlio non lavoriamo. Cosa devo fare?
E' possibile che tutta la scienza, tutta la cultura che la nostra umanità ha sviluppato renda impossibile che tutte le persone abbiano un tetto, un pasto, la salute e possano concorrere con la loro attività al benessere degli altri?
La politica è criminale: dovrebbe innanzitutto congelare i debiti con le banche e ridare vita e dignità a imprese e persone al limite della sopravvivenza.
I suicidi della crisi economica gridano vendetta al cospetto degli uomini.
Uomini che avete ricoperto cariche politiche negli ultimi 20 anni: vergognatevi!

paolo manfredi 08.05.13 19:30| 
 |
Rispondi al commento

qualsiasi governo dovrebbe intervenire con priorità assoluta per NON FARE L'EXPO e far rientrare il più possibile tutti i soldi pubblici che sono stati gettati al vento fino adesso per qualcosa di totalmente inutile e dannoso per l'economia italiana. L'expo è stato pagato e lo sarà con i soldi di tutti noi contribuenti ma gli incassi miliardari della cementificazione andranno a poche società di fiducia dei partiti ecco perchè è prioritario!! a Milano c'è già un quartiere fieristico infinito sottoutilizzato ma che usino quello per un evento che dura qualche mese e poi tutti se lo scordano

lorenzo Gini 08.05.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Andrea, ti sono vicino. Sono in una situazione simile alla tua, per "fortuna" non ho figli... dico per fortuna ma in realtà li vorrei e in questa condizione non posso farli. Teniamo duro...

Sauro ., Firenze Commentatore certificato 08.05.13 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Aerei da guerra da non comprare, capitali scudati, maxievasione accertata dei concessionari di slot machines e similari...ci sarebbero soldi da tirare contro il muro, e invece....

Francesco Ricci 08.05.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento

GLI STRATI PIU' DEBOLI DELLA SOCIETA'

STANNO MORENDO ...

VANNO AIUTATI SENZA SE E SENZA MA ...

INTRODUZIONE SUBITO DEL REDDITO GARANTITO PER LE PERSONE/FAMIGLIE PIU' A RISCHIO ...

ABOLIZIONE IRAP UNA TASSA ODIOSA PIU' DELL'IMU ...

LE RISORSE CI SONO ...

TAGLI SUBITO DEI FINANZIAMENTI AI PARTITI ...

400 MILIONI SICURI ...

ABOLIZIONE APPARATO PLETORICO PRESIDENBZA REPUBBLICA ...MINIMO 300 MILIONI

UN ALYTRO MILIARDO DALL'ABOLIZIONE DEL SENATO SENZA SOSTITUIRLO CON QUELLO DELLE REGIONI CHE SAREBBE SOLO UNO SPRECO

RIDUZIONE PARLAMENTARI CAMERA ...DA SUBITO ...300 PERSONE BASTANO ...E RECUPERIAMO UN ALTRO MILIARDO

TAGLIO PRIOVINCE ....MINIMO DUE MILIARDI SUBITO ..RISPARMIO CHE POI CRESCERA' FINO A 10 MILIARDI ANNUI ...

ABOLIZIONE ESERCITO ...STANZIAMENTO SOLO DI UN 10% DA DESTINARSI A UN FONDO PER UN FUTURO ESERCITO EUROPEO

MINIMO 20 MILIARDI ANNUI ...

SE SI VUOLE I SOLDI CI SONO PER FAR RIPARTIRE L'ITALIA ...QUEST8 SONO SOLO ALCUNI ESEMPI

MOVIMENTO 5 STELLE ..DATEVI DA FARE ...

SIETE STATI MANDATI LI' PER FARE PROPOSTE RIVOLUZIONARIE ANTICASTA E A FAVORE DELLA POVERA GENTE CHE STA MORENDO .

SBRIGATEVI !!!

francesco siddarta 08.05.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

benvenuto nel mondo reale del disagio sociale,io sono due anni che non lavoro e l'unica cosa che lo stato ha fatto per aiutarmi è stata sguinzagliarmi dietro equitalia.

sandro t. Commentatore certificato 08.05.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Non mollare, se hai possibilità fatti un' orticello, prova a vendere i prodotti ai GAS (http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20111120114934AAhW7HK), datti da fare e coraggio! Forza M5S!

Marco R., Centallo (CN) Commentatore certificato 08.05.13 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Ho 60 anni invalido civile al 70% con capacità lavorative riduttive a causa della mia invalidità (Sono fortunato perché sono vivo dopo una emorragia cerebrale: 12 giorni di coma, 50 giorni in 4 ospedali diversi e nei successivi 3 anni di riabilitazione e 3 operazioni agli occhi poiché avevo perso la vista). Non ho nessun assegno di invalidità, avevo trovato lavoro Part-Time (18 ore settimanali) a tempo determinato come impiegato, ma a luglio 2012 per riduzione del personale sono stato lasciato a casa. C'è qualche alito di vento che muove le cime per provvedimenti in nostro favore e per i cosiddetti OVER 50 ovvero ESODATI?, e a che santo devo votarmi? Grazie

Antonio Gerace 08.05.13 18:49| 
 |
Rispondi al commento

Io divento una bestia per una cosa,ma è mai possibile che non ci sono soldi per far niente ,(cassa integrazione , e sodati in primis) ma i nostri cari politici non si toccano? Dimezzamento parlamentari e del loro stipendio , perché non si parla più ? Il nostro voltastomaco aumenta sempre più .

Salvatore durante 08.05.13 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, anche se ho ancora la fortuna di lavorare volevo comunque manifestarvi la mia solidarieta' e dirvi di non mollare e deprimersi nonostante mi rendo conto che non e' facile(SONO UN OPERAIO DI 31 ANNI FIGLIO DI OPERAI CHE AGLI INIZI DEL 20O3 AVEVANO PERSO IL LAVORO E GIA' ALLORA ERA DIFFICILE PER I 50enni RICOLLOCARSI E TROVARE UN IMPIEGO)per questo voglio dire che sono orgoglioso di chi come voi affronta questo grave problema del lavoro, con molta dignita' e spero che possiate il prima possibile ritornare a lavorare!!

Daniele2 Grassetti, Civitanova Marche Commentatore certificato 08.05.13 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Io di anni ne ho 51 e alle spalle già un anno obbligatoriamente sabbatico di disoccupazione. Aggiungere moglie e figli? Serve?

Francesco D'Ambrosio 08.05.13 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Uniti per ottenere un sistema economico la cui priorità sia l'interesse comune http://lucafiordelmondo.blogspot.it/2012/05/verso-un-nuovo-modello-socio-economico_19.html

Luca Fiordelmondo 08.05.13 18:17| 
 |
Rispondi al commento

devono andare tutti a casa.
prossime elezioni prendi il 30%
fai il governo e tutti a casa.
per fare ripartire il lavoro per tutti
il modo esiste solo che loro non vogliono fare niente, interessa solo il fine mese per lo stipendio completo di tutto e non pensano a niente...

gaetano cammarata 08.05.13 18:16| 
 |
Rispondi al commento

fratello anch'io come te, 42 anni 2 figli di 8 e 6 anni, sono disoccupato; ma da 2 anni però!
a differenza tua io la speranza l'ho persa.
Sto pensando di emigrare perchèpenso che sia meglio essere lontano dai figli e mantenerli che esseregli vicino e farli vivere da schifo.

Primo F., Legnano Commentatore certificato 08.05.13 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Non ti consola certamente, caro Andrea se ti dico che sono disoccupato, a 58 anni ho chiuso l'attività, perchè diventata ormai insostenibile. Ora anche gli affetti ti vengono a mancarecon la complicità del disagio economico.Che ti devo dire...Buona fortuna, anche se io alla fortuna ci credo niente!!

PAOLO B., Ciriè (TO) Commentatore certificato 08.05.13 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono disoccupato invalido di 60 anni da ottobre 2012 nn so piu dove cercare lavoro Nel frattempo trovano il modo di discutere tra seta e lana caprina a quando i provvedimenti a favore dell occupazione? Mi piacerebbe saperlo anticipatamente grazie

berruti silvano 08.05.13 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Grillo se si può fare qualcosa, dicci come dobbiamo muoverci per mandare via questi papponi, non vogliamo più subire violenze, ne mediatiche e ne economiche, qui a rischiare non siamo tutti

Cataldo strumbo 08.05.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera guardavo la trasmissione di Ballarò: hanno parlato di tutto, e tutti di argomenti che non erano nemmeno un pò attinenti a quello che serve ora a una famiglia per vivere, solo IMU, tasse e europa! Ah! si l'europa e i sogni di qualcuno, ma quale europa vogliamo fare se non ce n'è nemmeno per l'Italia e le famiglie non hanno da che vivere dignitosamente?
L'unico che ha detto qualcosa di sensato è stao Landini, per il resto è tutto calderone!

Claudia D., como Commentatore certificato 08.05.13 18:05| 
 |
Rispondi al commento

L'Expo e' e sarà il solito maxi contenitore da dove si ingrasseranno i soliti amici e gli amici degli amici!

danilo m., Taviano (Le) Commentatore certificato 08.05.13 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Legge elettorale subito!

David Fregoli Commentatore certificato 08.05.13 17:59| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori