Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Quella rabbia dentro

  • 150

New Twitter Gallery

letta_alfano.jpg
"Sono un imprenditore che a causa del mancato rilascio di un'autorizzazione da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dopo aver atteso invano per oltre un anno, sta licenziando tutti i suoi dipendenti. Tutti assunti a tempo indeterminato. Nessuno può immaginare quale sia il mio stato d'animo e la rabbia che porto dentro.
La mancanza di lavoro in questo paese deriva in gran parte dalla mancanza di concorrenza e dagli ostacoli che vengono frapposti a chi ha nuove idee perché il sistema tutela i soggetti che hanno posizioni dominanti. Esistono inoltre ulteriori problemi derivanti dalle attuali regole che scoraggiano le assunzioni.
1. L'IRAP è una tassa odiosa perché è applicata sugli utili delle aziende al lordo delle spese sostenute per i dipendenti.
2. Se l'azienda non paga i contributi INPS relativi a un dipendente, l'amministratore viene condannato penalmente. Se non paga una partita IVA al massimo un pignoramento
3. Se l'azienda non paga INPS, IRPEF e INAIL relativi ai suoi dipendenti, può ravvedersi entro un breve periodo di tempo pagando interessi e sanzioni. Se poi trascorre ulteriore tempo arriva Equitalia che raddoppia le somme da pagare. Questo non accade se i tuoi collaboratori sono a partita IVA
4. Dal primo gennaio di quest'anno è stato introdotto il contributo ASPI obbligatorio per le imprese che licenziano
Le nuove regole per la cassa integrazione prevedono che l'azienda non possa più anticipare la cassa ai dipendenti ma lo debba fare l'INPS, il quale ha bisogno di essere finanziato con manovre finanziarie. Ma i soldi, per i giorni già approvati e fruiti stentano ad arrivare..." Enrico Gugliotti

16 Mag 2013, 17:35 | Scrivi | Commenti (150) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 150


Tags: INPS, IRAP, licenziamenti, PMI, rabbia

Commenti

 

E' il momento di cambiare registro, andando avanti così rischiamo di farci schiacciare, i risultati elettorali vanno tenuti in considerazione, non possiamo lasciare ad un certo tipo di stampa la possibilità di denigrarci instillando nella gente il dubbio, l'atteggiamento tenuto fino ad oggi si è dimostrato controproducente, una cosa è chiara non dobbiamo cedere il passo e se per farlo si deve cambiare aproccio ebbene allora sia.

Riccardo Parodi, Recco Commentatore certificato 27.05.13 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono nella stessa situazione.

BARBARA BORRINI Commentatore certificato 23.05.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Gentile sig. Gugliotti,
spero che lei risolva in positivo i problemi che ha trovato. Se le sono stato di aiuto ne sono lieto.
Le faccio i miei auguri per la sua impresa
Cordiali saluti

antonio L. 18.05.13 09:44| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo gli imprenditori non vengono tenuti in considerazione. Questo e' l'egoismo politico che vige in Italia e se non si prendono dei seri provvedimenti non bastera' neanche una generazione per stistemare il bilancio dello stato che fa acqua da tutte le parti. Noi stiamo parlando inutilmente perche' qualcuno ha gia' deciso per il nostro futuro.

Raffaello Turno 17.05.13 22:00| 
 |
Rispondi al commento

La legge elettorale serve per dare governi stabili che possano operare.
Leggi che ridanno ossigeno all'economia servono come il pane.
Ma a mio avviso quel che serve maggiormente all'Italia sono due cose:
1) una grande riforma delle prassi amministrative. La burocrazia strangola tutti i settori economici e i servizi pubblici. Qualsiasi cosa si faccia in Italia si spende il triplo del tempo necessario. Report (grazie Gabanelli) fece vedere, qualche anno fa, il regolamento edilizio del comune di Monaco di Baviera (due facciate di foglio A/4) e lo paragonò al regolamento edilizio del comune di Bologna (7 libri). Un piccolo esempio: per ritirare il referto di analisi ospedaliere devi fare la fila al reparto, dove ti danno un foglio con quale fai la fila alla cassa e paghi, con la ricevuta di pagamento fai la fila al reparto e ti danno il referto. Tre file, due ore, vi sembra possibile ?
2) l'applicazione puntuale dei principi di competenza e professionalità. Nel settore pubblico, in particolare, i ruoli devono essere assegnati nel pieno rispetto di questi principi. Io mi farei curare da un medico perché è bravo non perché è di quel partito. Ci sono ogni giorno, nei ruoli pubblici, centinaia di migliaia di persone che lavorano con poca soddisfazione e scarsa professionalità. Provate ad immaginare quante decisioni ogni giorno sono prese e non sono le migliori. Un piccolo esempio: uno stagista, esperto di computer, ha svolto un tirocinio all'ASL di Forlì, in pochi mesi ha messo in piedi un sistema informatico che ha ridotto gli sprechi di tempo con un risparmio valutato (se non ricordo male) in 4 milioni di euro. Lo stagista al termine della sua esperienza non ha visto il rinnovo del suo contratto.

giulio valdinoci, cesena Commentatore certificato 17.05.13 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Credo che per risolvere i problemi politici etici ed economici basti una sola legge: tutte le attività pubbliche vanno pubblicate, e quindi giudicate dai contribuenti cittadini.
In questo modo finirà la corruzione, lo sperpero di denaro e risorse pubbliche, ma soprattutto si potrà giudicare l'operato dei politici dei vari manager e rappresentanti istituzionali, solo per il loro operato e non per le loro chiacchiere.
Immaginiamo di conoscere il rendiconto di spesa delle nostre tasse in tempo reale, e soprattutto dove vanno a finire tutte le risorse sociali con la possibilità di poter bloccare tutte le iniziative non socialmente utili.
Saluti.

vincenzo trasciatti 17.05.13 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Le cose da fare non sono troppo difficili da capire per delle persone provvedimento e che sappiano capire i possibili costi/benefici di un provvedimento avendo anche la capacità di mettere in fila le priorità
Per la copertura esiste una voce di spesa che questo governo sembra non conoscere : la Difesa
70 miliardi! Un semplice taglio "lineare"
del 10% per i prossimi 3 anni é un obiettivo giusto nobile e prioritario

Giovanni Introzzi Commentatore certificato 17.05.13 18:40| 
 |
Rispondi al commento

http://www.corriere.it/cronache/13_maggio_17/imprenditore-fuoco-vado-ligure-grillo_988c1c7c-befe-11e2-be2c-cd1fc1fbfe0c.shtml

adesso diranno che questo povero cristiano si è dato fuoco per colpa di beppe che non lo ha aiutato.......complimenti a questi giornalisti che non hanno speso nemmeno una parola sugli emendamenti al decreto sblocca pagamenti alle PMI del M5S bocciati dalla casta!
Ormai stanno al fondo del barile!

Antonio C. Commentatore certificato 17.05.13 16:53| 
 |
Rispondi al commento

TUTTI vogliamo il taglio delle tasse, reddito di cittadinanza e cittadinanza per tutti.

ven zaneln 17.05.13 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C' e' tanto malessere in giro e sul blog tuttavia ognuno aspetta che un santo faccia qualcosa.la verità' per cambiare e ' essere d'accordo sul da fare mettendosi in gioco ...tutti dinanzi al parlamento e invitarli con le buone o con le cattive a lasciare definitivamente i palazzi il resto sono chiacchiere

Enrico de Angelis 17.05.13 15:09| 
 |
Rispondi al commento

E nel frattempo Letta e Alfano se la ridono.Letta copo stipide delle coperative Rosse Alfano imbecille neonato che segue le sole gambe sensa niente in testa.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 17.05.13 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Che vergogna !!!! in questo PARLAMENTO al momento in cui non è richiesto il voto nelle discussioni PARLAMENTARI su provvedimenti esodati,lavoro,Tav,ecc.. tutti temi di grande importanza!!!! c'è un ASSENTEISMO quasi totale del PD. PDL... eppure sono pagati profumatamente !!! "che schifo" viene il vomito poi vederli in TV che spacciandosi per grandi lavoratori dovrebbero salvare l'ITALIA ??? Speriamo almeno che facciano 4 leggi importantissime. 1) Riforma Elettorale
2) Conflitto d'interessi
3) Reddito di Cittadinanza
4) Abolizione immunità parlamen=
tare ( sotto inchiesta) Riuesciranno a fare queste ???
Avanti di questo passo impiegheranno 20 anni ???
E' l'ITALIA SARA' UN CUMULO DI MACERIE !!!!

Alfonso M., TORINO Commentatore certificato 17.05.13 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Vi racconto la nostra situazione con un comunicato.Comunicato n°2 e mezzo dei dipendenti Niber.srl
La prepotenza dell'editore. Rcs non è una pmi in crisi. Rcs è controllata da: Pirelli tod's fiat indesit italcementi italmobiliare lucchini telecom generali fondiaria fondazione san paolo mediobanca intesa san paolo unicredit
Siamo 22 dipendenti della Niber.srl società a Bologna .
Premessa: La Niber s.r.l. è nata per il Corriere della sera, le macchine, le attrezzature a partire dalle 2 rotative diversi milioni di euro, i 4 c.t.p. (central unit processing) che sono macchine dal costo di centinaia di migliaia di euro, che stampano le lastre tipografiche o flexografiche. Tutti gli impianti di preparazione produzione e spedizione, le forniture per finire con le sedie sono proprietà del Corriere della Sera.
In questo contesto è chiaro che anche ogni forma di decisione operativa della Niber.S.r.l era ed è legata al Corriere della sera.
Quindi anche i lavoratori sono legati al Corriere della sera.
Durante le trattative nazionali per la riorganizzazione del gruppo Rcs, I sindacati nazionali hanno chiesto se erano in programma modifiche contrattuali per i centri stampa terzisti “esterni”.
Mentre l’A.D. di Rcs (nello stesso periodo) rispondeva che i centri stampa terzisti avrebbero continuato a stampare fino alla scadenza del contratto, Rcs firmava un concordato per recidere il contratto Niber con 24 mesi di anticipo, quindi il 30 giugno 2013.
Questo ci è stato comunicato dopo una settimana dallo stampatore Berretta.
Per dirla alla Grillo: Si sono incontrati di notte in barba ad ogni norma anche morale e hanno fatto la porcata.Non ci stà tutto in questo spazio.
Continua qui: https://www.facebook.com/dipendenti.niber

ALESSANDRO UCCI, Bologna Commentatore certificato 17.05.13 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Post di prova. Chiedo scusa.

Lucio M., UD Commentatore certificato 17.05.13 14:32| 
 |
Rispondi al commento

E' uno schifo. E' ora di finirla. Sia con questa stupida burocrazia sia con queste tasse. Paghiamo il pizzo allo Stato per ogni cosa che facciamo, soldi che anzichè essere reintrodotti per il bene comune servono solo ai Loro sporchi comodi e piaceri. Solo tasse regressive, mentre il giochino del debito pubblico aumenta sempre. Basta. Fermiamoli: ad ogni costo e con qualsiasi mezzo.

Filippo Malagola 17.05.13 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Gentile sig. Gugliotti,
lei ha ragione se il ministero la obbliga a seguire una procedura deve metterla in condizione di farlo.
E' anche vero che non ho fatto una ricerca approfondita e i testi che ho trovato potrebbero essere manchevoli e certo non ufficiali. Tuttavia, l' alternativa che lei ha qui raccontato ha del tragico non crede?
Volendo esserle di aiuto ho provato a fare una ricerca più approfondita e per la circolare n° 85 del 9/11/1978 del Ministero del Lavoro, ho trovato questo link a documento più completo:

http://www.sigitalia.org/lex27-93/1978%2011%2009.PDF
Si non è ufficiale ha ragione, ma l' lternativa sempre brutta rimane.
Poi faccia lei. Alla fine dipende da lei, perchè la ditta è sua e quindi sta a lei scegliere.
Cordiali saluti

antonio L. 17.05.13 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che alla fine finirò col dovermene andare, come già tanti hanno fatto, massima stima per chi ha la forza ed il coraggio per restare, io sono giunto allo stremo delle forze, se resto rischio di cadere nell'illegalità, rischio di fare cose delle quali potrei pentirmi, sono talmente schifato da essere arrivato al punto di detestare le istituzioni, sono stato cresciuto nella convinzione della bontà del nostro sistema, al punto da voler servire il paese indossando una divisa, ora tutto quello in cui credevo mi schifa, il settore pubblico in ogni sua parte costituito da raccomandati buoni a nulla nel 98% dei casi seri nel restante 2% ma sempre raccomandati, nel privato poi vincono i furbi, i disonesti è diventata una bolgia infernale dove tutti scalciano pur di restare a galla. I casi sono due o si prende la cosa in pugno ( ma per davvero) o tutti i discorsi fatti resteranno tali e tutte le persone migliori finiranno col fuggire.

Riccardo Parodi, Recco Commentatore certificato 17.05.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutto il popolo M5S, si continuano a criticare queste persone che come si sente, parlano,parlano,parlano, mentre oggi una altra persona si e' data fuoco.
Gli si sta' dando una ultima possibilita' per poter, almeno, rimettere sulla giusta strada questo paese, come ha detto qualcuno stamattina ch ha dichiarato che per Agosto di questo anno, dovranno essere presi provvedimenti imporanti in materia di lavoro e fisco.
Bene, aspettiamo? altri giorni, dopodiche' ricordo una cosa, loro sono nostri DIPENDENTI, i loro profumati stipendi sono pagati con il nostro sudore, se non fanno il loro lavoro, A CASA,LICENZIATI IN TRONCO E RESTITUZIONE DI TUTTO QUELLO CHE HANNO INCAMERATO DALL'INIZIO ALLA FINE.
Con poi,dopo, accertamento di eventuali responsabilita' con conseguenti imputazioni.
Oltre questo, la non possibilita' futura di poter ricoprire nessuna carica istituzionale, neanche come vigile urbano, con tutto il rispetto al corpo dei vigili.
Molti,forse, non hanno capito che continuano a fare quello che vogliono con le nostre vite e i nostri soldi?
A CASA, TUTTI A CASA,LICENZIATI IN TRONCO

maurizio d., latina Commentatore certificato 17.05.13 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa ma mi sembra che non sia impossibile trovare le circolari indcate dl sig. Gugliotti.
Nell' ordine indicato nel suo post si possono ad esempio seguire questi link:

http://www.layher.it/dati/normative/456/1978_Circolare%2085_%28RelazioneTubi&Giunti%29.pdf

http://www.cantieriinsicurezza.it/web/upload/files/opere-provvisionali/normativa/circolare-15-maggio-1990-n-44.pdf

http://www.layher.it/dati/normative/467/1991_Circolare%20132_%28RelazioneMontanti&Traversi%29.pdf

Quindi la cosa mi resta poco comprensibile
Saluti

antonio L. 17.05.13 12:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ti capisco, anche la mia situazione e davvero grottesca, e da due anni che ero alla disperata ricerca di notizie per avere dei finanziamenti dalla regione veneto per iniziare una attività artigianale per fare scarpe da lavoro in contoterzi, ma ho scoperto che se non hai un politico che ti fa da garante sei spacciato, ma il tempo passa e la situazione è peggiorata, dalla chiusura delle grosse aziende per fallimento o per fuga dall'Italia, a apro una parentesi, io sinceramente li posso anche capire ma mi da fastidio che dopo tanti anni di sfruttamento dei operai e del territorio, questi che hanno finanziato le politiche scellerate di B ora fuggano, almeno dicessero che hanno sbagliato ed ora ci allearsi fra imprenditori e operai per fare fronte unico per difendere il nostro lavoro dai sciacalli dei politici, comunque il mio bel progetto è andato in malora, io a casa e mia sorella disoccupata, che schifo d’Italia.
Distinti saluti Roberto santi

pasqualino santi Commentatore certificato 17.05.13 12:23| 
 |
Rispondi al commento

http://blog.chatta.it/bollicina_or/post/italia-addio-me-ne-vado-alle-canarie-.aspx#comments

Antonella Cancedda (bollicina.or), Oristano Commentatore certificato 17.05.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Come qualcuno mi ha fatto giustamente notare non è che il Ministero sia obbligato a rilasciare le autorizzazioni a chiunque le chieda sotto minaccia di licenziamento.
Voglio pertanto fugare ogni dubbio.
L'autorizzazione è stata richiesta ai sensi del D.Lgs. 81/2008 artt. 131 e 132.
Alla nostra istanza ci hanno risposto che dovevamo modificare la nostra relazione tecnica nelle rispetto di quanto contenuto nelle Circolari, emanate dallo stesso Ministero del Lavoro, n. 85 del 1978, n. 44 del 1990 e 132 del 1991.
Tralasciando la stranezza che le circolari state emesse fino a 30 anni prima della legge che pretendono di interpretare, dette circolari ci risultano introvabili.
Nonostante già la legge 241/1990 lo disponga, gli abbiamo chiesto di pubblicarle sul sito istituzionale o quantomeno di fornircele, prima con raccomandata A/R e poi con PEC. Da ultimo abbiamo richiesto un incontro presso il Ministero.
Il dirigente ci ha risposto "siamo affetti dalla sindrome grillina" e che non possiamo pretendere la pubblicazione di ogni cosa.

P.S. non ho alcun SUV. Mi muovo con una polo del 1989 a metano.

Enrico Gugliotti, Sesto Fiorentino Commentatore certificato 17.05.13 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STI IPOCRITI STRA PAGATI NULLAFACENTI E CAUSA DEL MALESSERE SOCIALE ITALIANO ! NELLE CONDIZIONI IN CUI VIVE L'ITALIA SI PERMETTONO PURE DI RIDERE DURANTE LE INTERVISTE O IN PARLAMENTO ! CHE CAZZO AVETE DA RIDERE ? C'E' DA RIDERE LETTA-ALFANO ? PROVATE A STARE TIPO SEI MESI SENZA NESSUN REDDITO E POI FATECI VEDERE QUANTO VI VIENE DA RIDERE !!! FORZA M5S FORZA BEPPE ! SIAMO L'UNICA CURA PER QUESTA MALATTIA ITALIANA !!!

antonello c., pescara Commentatore certificato 17.05.13 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Il 26 ed il 27 Maggio possiamo rispondere alle TRUFFE giornaliere alle banche strozzine ai politici corrotti, e a tutti quelli che rubano ogni giorno.
Un grido verso tutti le elezioni sono la nostra unica salvezza
grazie

Maurizio R., Rieti Commentatore certificato 17.05.13 11:04| 
 |
Rispondi al commento

"La mancanza di lavoro in questo paese deriva in gran parte dalla mancanza di concorrenza e dagli ostacoli che vengono frapposti a chi ha nuove idee"

Vi prego, basta con queste FINTE SPIEGAZIONI.
Se non andiamo al nodo europeo, agli squilibri che crea e sta continuando l'EURO, il M5S non cambierà nulla in questo paese.. Vi prego, documentatevi

Daniele Moroni 17.05.13 10:56| 
 |
Rispondi al commento

IL PAESE PIU' BELLO DEL MONDO..
ITALIA DOVE SEI?

LA POPOLAZIONE PIU' INTELLIGENTE DEL MONDO...
ITALIANI DOVE SIETE?

RITROVATE I VALORI PERDUTI PER L'AMOR DI DIO....

MATTEO GOLINELLI 17.05.13 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Noi, in Sardegna, possiamo essere fieri di avere anticipato questo trend mondiale. L’opinione pubblica si è giustamente concentrata in queste ultime settimane sul dramma dell’industria, artigianato e commercio del medio campidano e sulla crisi del lavoro, in termini generali. Eppure, poco prima dell’estate i dati ISTAT assegnavano alla Sardegna l’ennesimo primato, registrando un tasso di disoccupazione relativo alla popolazione compresa tra i 17 e i 28 anni al 40,2%, e che possiamo dire con certezza che nei primi mesi del 2013 abbiamo superato il 52% se poi andiamo a controllare … del medio campidano la cosa diventa allarmante la percentuale sale al 73 % e la situazione povertà e senza controllo ….e pensiamo che su tre persone 1,9 sono già in povertà ( manca persino il latte per i bambini ) e i dati sono allarmanti se pensiamo che in giro di qualche mese la povertà nel medio campidano salirà di ben 0, 4 punti portandosi a 2,3 ogni 3 persone , causando anche grossi problemi “Come l’ordine pubblico … come furti , prostituzione , droga , ecc sempre causato dall’assenza di politiche del lavoro ….. “ visto la grande crisi ... i comuni bocciano progetti ..consistenti .. come i capitato a noi in Sardegna medio campidano abbiamo presentato un progetto che ce stato bocciato ... dove erano in programma oltre 40 posti di lavoro per il primo anno e l'anno dopo sarebbero stati dai 70 a 80 posti di lavoro .... 80 famiglie con un redito .... e questa e la politica della destra e sinistra ... che vergogna che un imprenditore deve spendere i suoi soldi in Asia .... vergognatevi. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VER

murgia Franco 17.05.13 10:35| 
 |
Rispondi al commento

C'è una legge in Italia che dice: se dai SOLDI in CAMBIO DI VOTI vai in galera PER VOTO DI SCAMBIO.
Il Berl ha preso 7.234.500 voti proponendo in una martellante campagna elettorale: se non ci sono i soldi per rimborsare l' IMU, dammi i voti, io I SOLDI te li do DI TASCA MIA.
SE NON E' VOTO DI SCAMBIO QUESTO, ALLORA BEPPE GRILLO è IL PAPA!
Perchè NESSUN GIUDICE GLI HA TIRATO LE ORECCHIE?
Ma è chiaro: la stragrande maggioranza dei giudici sono TERRORIZZATI E PARALIZZATI dalle campagne lanciate dal fascismo del XXI secolo,DAL NUOVO MUSSOLINI IN DOPPIOPETTO E TV!

alberto sgroi 17.05.13 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro grillo, non sono d'accordo che delle persone arrivino al suicidio per colpa di questi mafiosi politici che hanno governato l'Italia in questi 20 anni, sarebbe ora di cacciarli tutti con le buone o cattive maniere sarebbe ora di scendere in piazza prima che sia troppo tardi

Francesco cantarelli 17.05.13 10:33| 
 |
Rispondi al commento

1) Sull'odiosità dell'IRAP si può discutere ma è anche vero che l'imposta sul reddito delle aziende è appena il 27,5%, (venti anni fa era al 38%) quindi un dipendente che guadagna più di 30.000 euro paga più tasse. L'irap è al 3,9% (prima al 4,25%), per quanto su un imponibile maggiore. Peraltro l'irap ha sostituito tutta un'altra serie di imposte: ilor, contributo al ssn (che è dove vanno il 90% degli introiti irap), iciap, etc.
2) A me pare una cosa sacrosanta che chi non paga i contributi ad un lavoratore dipendente finisca al gabbio! Altrimenti, casualmente, voi imprenditori ve ne dimentichereste molto spesso. Mio padre si è perso anni di contributi per questo giochino e ora ha qualche centinaio di euro in meno di pensione.
3) il paragone con le partite iva è fazioso: se uno non paga la fattura il lavoratore autonomo(o il suo commercialista) se ne accorge e può fare le opportune azioni per ottenere quanto gli spezza; il lavoratore dipendente no, quindi è giusto che sia maggiormente tutelato e vi siano norme più severe da tutti i punti di vista.
4) per regolarizzare i contributi uno ha UN ANNO di tempo, pagando un interesse sulla somma di circa il 7%. Mi sembra un periodo più che sufficiente e un interesse, comprensivo di sanzione, congruo.
5) l'aspi ha come scopo giusto impedire che gli imprenditori passino da apprendista ad apprendista o che licenzino qualcuno per prendere qualcuno che costa meno (in Italia o all'estero), o anche solo per ricattarlo. Trovo opinabile che si applichi anche ai licenziamenti per giusta causa e andrebbe valutato come fare per le aziende che liquidano (ma sul serio, non per aprirne un'altra identica) però mi sembra una norma che, semplicemente, vuol evitare che gli imprenditori facciano i furbi. E comunque sono, al massimo, 1.400 euro per ogni lavoratore licenziato se è stato assunto per più di 3 anni...

A quando un bel post sui lavoratori dipendenti? Prima o dopo i 10 post sui poveri piccoli imprenditori, magari col suv???

Alessio C., Firenze Commentatore certificato 17.05.13 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Temo che la causa di questo incomprensibile atteggiamento dello stato non sia da imputare solamente ad una classe politica inetta ma anche alla pervasiva presenza del malaffare ovvero di interessi di parte o, per essere più chiari ancora, di associazioni per delinquere di stampo mafioso.
Non riesco a spiegarmi diversamente la gestione dell'amministrazione. Se non riusciamo a buttare giù e poi a cambiare questo sistema esso finirà col ridurre l'Italia in macerie. Ormai siamo vicini ad un vero conflitto. Forza M5S! Siamo ormai rimasti solo noi, ma siamo molti e sempre più incazzati!!!

Fabrizio B. Commentatore certificato 17.05.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Ti posso capire in quanto anche io ho subito tutto quello che stai denunciando pubblicamente. Il lavorare,onestamente, per cinquant'anni, sempre con l'appoggio del sistema bancario, il portare la propria Azienda ad un bilancio di oltre 12 milioni di euro,l'avere come forza lavorativa 15 persone e il trovarsi nel gennaio 2009 con una banca che, in maniera del tutto unilaterale, decide di portarti in sofferenza per una somma di 10.000,00 euro, il vedere che tutto il sistema ti rifiuta con la conseguenza di licenziare tutti,fatturato nel 2012 di euro 150.000,00 e il costatare,dulcis in fundo,che il sistema previdenziale e tributario ti strozza come un tritacarne e' tutto inumano e non degno di questa ITALIA che ha sempre fatto passi da giganti e che negli ultimi anni sta andando nel baratro per colpa di una classe politica inadeguata e arraffona.Fa bene GRILLO a denunciare continuamente tutti i soprusi che vengono a galla e,lo dico apertamente, solo Lui e' l'ultima spiaggia di salvezza. Vai avanti che la gente che ha sempre creduto nel lavoro,nell'onesta',ti seguira' fino in fondo.Scusate se mi sono dilungato ma non sapete cosa ho nella pancia???

giovanni F., san severo Commentatore certificato 17.05.13 10:07| 
 |
Rispondi al commento

IERI HO VISTO LA7, e mi son dignato a sentire la santerchè, stamattino gil ho scritto sul suo blob,

ieri ti ho visto sul la7 SPARI TROPPI CAZZATE nn era un bel vedere hai offeso tutte quelle donno che x vivere onestamente , che! Italia basta che vai a fare la bunga bunga non cè niente di male. apri orecchio nn e il bunga bunga che fa la differenza ma la prostituzione uno che usa minorenne va messo solo in galera cara Santanchè, uscite dalla scena son 20 anni che ci siamo rotti n il cazzo con voi, siete quasi tutti indagate ma quando ti alzi la mattina e cè un altro suicido cosa pensi sei la vergogna di Italia io sono fiero di GRILLO (abbiamo visto a Brescia siete delle istigatore voi pensavate che tutti vi accentavano , quel giovani erano figli nostri che nn ci la fanno più delle vostri insulti) Grillo cammina libero tra la gente , quel nano brunetta come te SANTACER vi cacate sotto a camminare liberi. Oggi arriva rubi la santerella , in tribunale , BERLUSCONI IN GALERA nn ha fatto un cazzo in vent’anni per’questo paese, solo i suoi processi ci siamo rotto il cazzo siete tutti merda VERGOGNATAVI Ps: sono fiero che ho votato movimento 5 stelle di Grillo, tutti voi in galera solidarietà x i magistrati che fanno il loro lavoro e tutti quel povera gente che nn sanno vivere perche abbiamo della merda e governare. TUTTI IN GARELA, SANTACER BERLUSONI FROMIGONI e tanti altri pdl e pd di merda ……..

sergio pellegrino 17.05.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe ti prego organizza un nuovo V day in tutte le piazze d'italia e facciamo sentire il nostro dissenso a questa classe politica, ci stanno UCCIDENDO cazzo!
Non ce la facciamo più!!!!

Andrea Lonati 17.05.13 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che nessuno ascolta il grido disperato degli artigiani e delle piccole e medie imprese che costituiscono la stragance maggioranza del sistema produttivo ed occupazionale italiano. Oramai siamo tutti allo stremo senza lavoro o con lavoro mal retribuito data la spietata concorrenza. Da una parte lo stato e le aziende non pagano e dall'altro lo tato ci chiede ogni mese le tasse e Equitalia ci strozza. Di questo passo sarà la distruzione totale. Vi chiedo se mai ci sarà la ripresa ci sarnno più le aziende che con le proprie assunzioni dovrebbero ridurre la disoccupazione?
Fate qualcosa stiamo morendo

Roberto Laneve 17.05.13 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti
a me pare che le imprese in Italia siano considerate dalla politica delle mucche da mungere invece che una risorsa per il paese.
Sono in Olanda e ho na piccola ditta i pagamenti all'amministrazione che devo fare sono iva e tasse , il tutto viene conglobato fai i pagamento solo alle tasse e alla cassa pensione , non esiste irap irpef aspi e tanti balezelli vari.
Quello per cui pago parecchio e' per le spese mediche (cieca 10mila all'anno famiglia di 4 persone tutti adulti) avendo un certo gudagno.
Altra cosa la puntualita' nei pagamenti della pubblica amministrazione : ho comprato un garage capannone e mi e' stata restituita l'iva man mano che pagavo le rate .
Credo che fare impresa in Italia sia da eroi.
Ma quello che pensavo all'indomani dell'euro si e'avverato.
L'Italia non era competitiva a livello europeo non avendo rinnovato e investito in sviluppo perche' era facile avere lavori all'interno del mercato Italiano bastava pagare la mazzetta.
Solo le imprese che lavoravano con l'estero lo hanno fatto e per questo adesso anche con la crisi esportano di piu'.
Prevedo che per i prossimi anni la situazione peggiorera' l'Italia e' guidata da una massa di incapaci e anestetizzano il popolo con i media.
Bat starne di fuori per rendersene conto leggere i giornali esteri.
Buonagiornata Italia

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato 17.05.13 09:08| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oggi 17/5/2013 non ancora un provvedimento varato da questo Governo incredibile!!!!
Dopo tutte le promesse si vanno viavia sgonfiando tutte le "balle" promesse, neanche la legge elettorale che potrebbe essere il provvedimento più semplice da attuare.
Che schifo che Paese di M.....
Ora è tutto MOLTO CHIARO

Gymby69 17.05.13 09:02| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Come scritto, ieri Hollande (cfr. Les Echos, es.) ha cheisto al premier francese di presentare a giugno un piano DECENNALE DI INVESTIMENTI, focalizzato su digitale, transizione energetica, la salute, e le infrastrutture di trasporto, finanziato mediante fondi del "livret A" e la Caisse des Dépôts, e cessione di investimenti.

PERCHE' DA NOI SI PARLA SOLO DI IM(m)U(nità) e scudi?

PERCHE' NON CHIEDERE AL GOVERNO LETTA(rgo) UN PIANO DECENNALE DI SEMPLIFICAZIONE BUROCRATICA
AMMINISTRATIVA
FISCALE
SNELLIMENTO DI APPARATI
SEMPLIFICAZIONE DELLA P.A. NEO-FEUDALE
TAGLIO DI LEGGI INUTILI
SNELLIMENTO DI ADEMPIMENTI, PROCEDURE, BUROCRAZIA??

CHE COSA CAVOLO STA FACENDO IL MINISTRO LETTARGO???


SVEGLIA ITALIA!!!!
DRIIIN DRIIIIIIIIIIN DRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIN

E' IL TERZO MILLENNIO D.C.!

Federico B., Estero Commentatore certificato 17.05.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento


Questa bambina ha capito tutto:

http://youtu.be/hfUidcAyX9g

Laura Rinaldi 17.05.13 08:40| 
 |
Rispondi al commento

lo sapete che per collegare un modem alla adsl , quindi attaccare solo un cavo ci vuole la licenza di classe 1? e sapete cosa serve per ottenerla?: un capannone di 250 mq e uffici , 3 autocarri e 5 automezzi , un progettista che abbia lavorato alla telecom , un ingegnere progettista , 5 operai e una serie di strumentazioni che costano circa 100.000 euro. e la classe 1 serve anche per accendere un wifi , un ponte radio privato , farti una c onnessione in fibra ottica. questa legge esiste solo in italia ed e' burocrazia di una idiozia terribile. verificate su google licenza classe 1 telecomunicazioni. come questa ce ne sono migliaia di licenze (con conseguente pagamento della tassa di concessione, perche' lo stato feudale ti concede di poter lavorare)

angelo 17.05.13 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Che palle ....!!!!!!!!!!!!
Ma falliamo in fretta ma un botto grosso che lo ricordino fino al 3000

Ma basta
dopo mesi dalle elezioni si parla ancora di cazzate come IMU ma avete rotto i coglio....
Ma basta imparate, chiudetevi dentro una stanza e uscite solo a soluzioni definitive o fatevi internare da uno bravo!!!!!!!

Roberto T., Montesilvano Commentatore certificato 17.05.13 07:40| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più sconvolgente del nostro sistema fiscale non sono la tassazione elevata, ma bensì la base imponibile sulla quale sono applicate, il modo più disonesto del mondo!!! Per essere equi basterebbe togliere completamente il contante e far scaricare tutto.
Solo così si avrebbe un sistema funzionante e trasparente , un sistema dove l'applicabilita delle tasse potrebbe anche essere più alta di adesso ma l'economia tornerebbe a volare comunque e i contribuenti non si sentirebbero più truffati. Le tasse sono una conseguenza del lavoro oggi sono un nemico dell'imprenditore.

Giulio Tani 17.05.13 07:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'italia è diventata un poto dove i cretini si credono furbi e fanno danni ..... saltando di palo in frasca..... per esempio stasera a the voice italia il fonico sembrava divertirsi a fare la voce piccolina a chi l'ha potente e pomparla a quelli con la voce scarsa.... perché? ...... con quale scopo?..... di sicuro per qualche furbizia-ripicca più o meno personale e come al solito le furbizie-ripicche da cretinetti rovinano il tutto..... nelle pubbliche amministrazioni poi non se ne parla .... c'è una concentrazione di "cretinetti" allucinante perché un tempo la DC o il PCI ne mettevano 2 raccomandati e 1 bravo per fare anche il lavoro degli altri due mentre ora sono tutti e tre ..........

bruno bassi ex iscritto 17.05.13 03:54| 
 |
Rispondi al commento

Da comune cittadino sono molto rammaricato di tutto ciò. Quello che mi sento dire e che presto finirà tutto questo stillicidio di tasse e sovrattasse. Credo che il movimento cinque stelle e' ed sarà molto onesto a tal proposito. Bisogna tenere duro e sperare che in futuro vi sia una grande coazione, solo così potremo mandare a casa tutti questi governanti incapaci e truffaldini, e questo non è solo il mio parere ma di tantissimi cittadini di mia conoscenza.

Giuseppe cannella 17.05.13 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Siamo un paese finito. Negozi vuoti, capannoni vuoti, aziende che chiudono vedi Husquarna 220 persone che tra breve non avranno più un lavoro.Lo stato è diventato così potente che sta ormai mangiando se stesso. Le persone che ci hanno governato fin ora hanno fatto solo una cosa: arricchirsi in modo spudorato in accordo con banche assicurazioni ed iscritti agli albi professionali. Meritocrazia in questo paese è una parola vuota non esiste! Letta non ha ancora tagliato niente ed esiste ancora il rischio che non si faccia ancora nessuna legge elettorale e che se si torna a votare si voti ancora con questo sistema. Torneranno le associazioni segrete ma credo che non faranno filosofia !

Francesco DISSEGNA, Mussolente Commentatore certificato 17.05.13 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Qualche giorno fa ho acquisito una commessa che ci da luce per un paio di mesi. Ho necessità di aiuto a tempo sterminato e ho molte richieste di assunzione. Mi accorgo che la Fornero ha stratassato il tempo determinato... Non ci casco più, chiamo i miei e gli dico che è necessario lavorare oltre. Mi costa naturalmente ma meno che assumere altre persone a tempo determinato. La Fornero. Ha bloccato anche quel poco di flessibilità che portava fuori dalla mobilità migliaia di persone. Secondo me non si può essere così stolti, deve esserci un disegno occulto.

Pasquale m. 16.05.13 23:53| 
 |
Rispondi al commento

La Santadeche' da Santoro afferma che tutti gli uomini sono porci, tranne Silvio naturalmente, che la prostituzione è qualcosa di normale e che se una minorenne accetta di fare sesso senza essere costretta a farlo non c'è nulla di male. Diretta a Ruby la definisce una esperta che non dimostra di essere minorenne. Questa è la mentalità di queste merde. Pensano di vivere in una monarchia o meglio in una dittatura dove le loro falsità sono la realtà che dovremmo berci in silenzio. La verità è che Berlusconi è un puttaniere e che si è scopato una minorenne indotta da Lele mora o la Minetti ad andare ad arcore a prostituirsi in cambio di soldi ed altro. Una minorenne proprio per il suo stato non è pienamente capace di capire cosa è giusto e cosa no, di scegliere liberamente e poi soprattutto è fuori legge, perseguibile e Silvio deve andare dietro le sbarre.

Luca 16.05.13 23:30| 
 |
Rispondi al commento

questo governo ci sta prendendo per il culo per continuare er magna magna
fanculoooo

marco pantano 16.05.13 23:29| 
 |
Rispondi al commento

attenzione a non stravolgere troppo una riforma del lavoro "fornero"
che sta dando i suoi frutti

parole del nuovo ministro del lavoro la settimana scorsa!!
ma è scemo di suo oppure ha studiato anche lui alla bocconi?!?!
fanculooooo!!!

marco pantano 16.05.13 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione a chi ha titoli Mediaset, vendeteli tutti, ora sono al massimo loro consentito poi i Berluscones venderanno premium che non sta incassando e pensano anche di vendere reti tv. Hanno già iniziato a licenziare e gli incassi della pubblicità è in caduta libera. Se poi Silvio la prende in culo e Silvio è il proprietario della metà di Mediaset i titoli cadranno a cascata. Siete avvisati. Vendete.!!!

Luca 16.05.13 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Ecco,
prendete esempio, INCAPACI BIVACCATORI ROMANI.
PIANO DECENNALE. PERCHE' SERVONO 10 ANNI, PER UN PIANO SERIO, BRUTTI INCAPACI NATURALI
.
FATEVELO TRADURRE DA LAVITOLA O DA COSENTINO. LADRI
http://www.lesechos.fr/economie-politique/france/actu/0202769300636-impots-retraites-emploi-tour-d-horizon-des-principales-declarations-de-hollande-567183.php

Impôts, retraites, emploi : les principa
les déclarations de Hollande
Investissements d’avenir : une « recharge » sans recours à l’emprunt populaire

"Le chef de l’Etat a demandé au Premier ministre de présenter « en juin » un plan d’investissement pour les 10 prochaines années".

10 ANNI!

VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA.
VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VVERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGNA. VERGOGN

Federico B., Estero Commentatore certificato 16.05.13 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Scusatemi, di nuovo io
Ma è più forte di me
L'incazzatura per l'INCOMPETENZA E PARASSITISMO che sat conducendo DARWINIANAMENTE ALL'ESTINZIONE IL PAESE E' TROPPO FORTE.
PARASSITI DA STRAPAZZO E CRASSI IGNORANTI
TECNICA DI "SOLUZIONE DEI PROBLEMI": PORTARE A NUOVO LE PERDITE E RIMANDARE A DOMANI. 2 TRILIONI DI EURO DI DEBITO; 40 MILIARDI DI EURO (ALMENO 40 MILIARDI DI EURO) DI SPRECHI ALL'ANNO, DAL CUI TAGLIO SI POTREBBE ABROGARE L'IRAP (NON L'IMU), MA L'IRAP E TAGLIARE LE TASSE. E COSTORO CONTINUANO A PALLEGGIARSI...
SE POI HANNO ANCHE CASE AD ANTIGUA, O A MONACO, MAGARI CON COGNATUZZI CHE GIRANO IN FERRARI GRAZIE AI CONTRATTI DI MAMMA RAI, CAPITE BENE CHE TUTTO E' PIU' FACILE,

Le chiacchiere inconcludenti aumentano ed alla fine .... nuove tasse e balzelli, mentre lItalia muore dissanguata

PARASSITI DA STRAPAZZO: TAGLIARE LA SPESA INUTILE (40 MILIARDI; CFR. ISTITUTO BRUNO LEONI. ANZI ALMENTO 40 MILIARDI, DATO CHE TALE CIFRA DERIVA DA UN MERO RAFFONTO BY COFOG CON LA GERMANIA, IN TERMINI RELATIVI, CHE HA SERVIZI 100 ANNI LUCE PIU' AVANZATI) ED I LCUNEO FISCALE, PER TRASFERIRE POTERE D'ACQUISTO AD IMPRESE E LAVORATORI.

E TAGLIARE I 15 MILIARDI DI EURO DI COSTI DELLA POLITICA (1% DI PIL IN PIU' RISPETTO ALLA FRANCIA: SEMPRE P.Monsurrò. Istituto Bruno Leoni; tutto on.line)

COME SCRISSE DELLA VALLE 2 ANNI FA: VERGOGNA VERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVVERGOGNAVVERGOGNAVVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAVVERGOGNAVERGOGNAVERGOGNAPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIVPARASSITIPARASSITIVPARASSITIPARASSITIVPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIPARASSITIVPARASSITIPARASSITIPARASSITIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACIINCAPACI

Federico B., Estero Commentatore certificato 16.05.13 22:47| 
 |
Rispondi al commento

a questi pseudo signori non importa nulla delle partite iva in quanto non costano nulla allo stato anzi servono solo per essere spremute sino all' impossibile non abbiamo tutele contro chi non ci salda le fatture non abbiamo aiuti economici basta ricordare che lo stato pretende le tasse e l'iva sui soldi mai incassati dobbiamo rientrare negli studi di settore una vera tangente per poter lavorare e per finire si inventano corsi inutili obbligandoti a pagare cifre non indifferenti per cazzate inutili questa è la realtà delle partite iva o meglio definite" evasori fiscali" forse vale la pena di fermarsi e valutare se ne vale la pena di lavorare per mantenere questa gente capace solo di riempirsi le tasche visto che è la cosa che meglio gli riesce

ciare 16.05.13 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera Beppe e a tutti,
Ora vi racconto la mia, mia moglie a Novembre 2012 ha avuto un intervento al Gemelli di Roma di Colontomia totale è tornata a casa dopo 10 di degenza ospedaliera con dolori e tutte le conseguenze che questo tipo di intervento porta. Il medico di base, su consiglio del professore dell'ospedale, dà ulteriori 20 gg di riposo a casa. L'ultimo giorno di convalescenza, mia moglie avendo dolori addominali, si rivolge, in orario di visita di controllo medico INPS, dal medico di base per un controllo e neanche a farlo apposta passa il controllo medico. Lei è assente, ma giustificata con un fronte di un'intervento da non poco! L' ente di previdenza sociale nazionale, per modo di dire, scrive una bella raccomandata dicendo che la giustificazione non è attendibile!!! Assurdo!!! Ci sono persone che con raffreddori falsi si fanno anche un mese a casa e poi vanno a coltivare la campagna, lei che il giorno dopo tornava al lavoro perché non se la sentiva di stare più a casa a non far niente gli vengono contestati 10 gg di malattia che tra la quale sono i primi dopo l'intervento. Questa è la nostra Italia! Salute a tutti Domenico Paone. Ps. Sto valutando bene l'idea di trasferirmi in un paese con le istituzioni che rispettino i normali cittadini che lavorano e producono per la libertà e la voglia di vivere in un mondo sano e non corrotto.

Domenico Paone 16.05.13 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma la Santa pdl deve sempre essere invitata nelle trasmissioni????
Siamo rovinati veramente se la tv continua a mandare i carciofi in televisione
Ma veramente sono convinti che gli italiani sono storditi completamente???

Vincenzo donnarumma 16.05.13 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Noi operiamo nell'edilizia e siamo artigiani suggeriamo regole per distinguere i furbi da quelli con momentanee difficoltà: L'iva venga versata al momento dell'incasso e non dall'emissione della fattura. Che chi non salda i propri fornitori non possa portare in detrazione come costo le fatture non pagate. Che le banche notificassero gli insoluti sistematici di alcune ditte con i conti correnti gonfi a qualche organo di controllo e che successivamente ad un attenta analisi lo segnali su un apposito Pubblico Registro. E' venuta a tutti la mania...di NON PAGARE I DEBITI...ma poi in ferie, ristoranti e beni di lusso non se li fa mancare sulle spalle dei piccoli!!! Ma ci sarà un MODO per differenziare CHI HA DIFFICOLTA' REALI e NON PER COLPA da CHI E' FURBO E CAMPA SULLA PELLE DEGLI ALTRI!!!

Penelope P 16.05.13 22:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco ,io penso .......
che la situazione che viviamo oggi sia un immensa fregatura ,che ci contano solo delle balle immense ,
l europa ,e solo una immensa bolla speculativa,il patto di stabilita' ci portera' alla morte se non lo fermeremo in tempo...questa e' gia' guerra ,quella vera ,e sono tutte cazzate quelle che ci raccontano che non siamo pcompetitivi,servono a smontare ik nostro sistema produttivo...la verita'che popoli meglio organizzati di noi del nord europa vogliono distrruggerci con una falsxa competizione econcorrenza ,solo che noi non siamo in grado di opporci...per il patto di stabilita'!!
Il patto di stabilita' e' ka vera 3 guerra mondiale e cosi' Siamo fottuti ,speriamo di toglierci in fretta seza dove morire di fame !!!

paolo alberti 16.05.13 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Io mi domando una cosa...e premetto che parlo da ignorante...ma qualcuno ha pensato a ridurre le spese di una famiglia che non si può permettere una casa propria ed è costretta a pagare un affitto?! E qualcuno ha pensato che forse una famiglia con moglie e marito che lavorano se non è in grado di permettersi un mutuo è perché forse i prezzi delle case sono inarrivabili?! E' così banale pensare a mettere un limite sia agli affitti che al prezzo di una casa?! O sempre i soliti ricchi devono trovare il modo di guadagnare sempre di più?! Boh, era così per dire, a me non pesano 100 euro di IMU sulla casa, mi pesano più 20 anni di mutuo ed io non mi lamento perché me lo sono potuto permettere, ma chi come me non ha potuto deve comunque fare i conti con un affitto maggiore del mio mutuo...conto su di voi quantomeno per pensare a soluzioni più vicine alla gente vera...

barbara c. Commentatore certificato 16.05.13 21:51| 
 |
Rispondi al commento

La stessa situazione l'ho vissuta io, ora mi trovo disoccupato, troppo giovane per la pensione e troppo vecchio e apparentemente senza esperienza (come se aver lavoraro in proprio per quindici anni fosse roba da nulla) per essere assunto, poi magari mi capita di incontrare un ex compagno di università (un parcheggiato mai dato un esame) che senza titoli, senza esperienza nel settore si trova ad essere supervisore alla Fincantieri (potere del denaro paterno) a questo punto ditemi voi se non ci si deve incazzare.

Riccardo Parodi, Recco Commentatore certificato 16.05.13 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Continuiamo a parlare dei politici che sono ladri,delle istituzioni che non funzionano,dello stato che va in malora,degli imprenditori che sono al lastrico e si impiccano o si sparano,del lavoro che non c'è e poi si va a votare un terzo di noi vota PDL e un terzo vota PD.
Mi chiedo, siamo un popolo di codardi o di ricchi falsi poveri!

Luciano Desiderati 16.05.13 21:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

***** [Mantra:I NOSTRI RAPPRESENTANTI DEL M5S PENSINO ANCHE ALL'ORDINE PUBBLICO ! STOP AD OMICIDI,VIOLENZE,STUPRI,FURTI. BASTA CON DELINQUENTI CHE POI NOI MANTENIAMO IN CARCERE QUANDO MILIONI DI NOSTRI CONNAZIONALI HANNO RAGGIUNTO LA SOGLIA DELLA MISERIA ! I POLITICI HANNO LA SCORTA ED A LORO NON INTERESSA NULLA DI NOI]


E' UN ASSURDO STORICO-POLITICO CHE CI SIA DA NOI IMMIGRAZIONE DI STRANIERI QUANDO VI E' DISOSSUPAZIONE PER GLI ITALIANI.


Dal Vangelo di Matteo (3,7) :

Vedendo però molti fariosei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: "Razza di vipere! Chi vi ha suggerito di sottrarvi all'ira imminente?"

Gino D., Empoli Commentatore certificato 16.05.13 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per un imprenditore corretto c'è ne sono mille che imbrogliano, ecco la mia storia ho 60 anni inv. civile al 76% dopo 10 anni che ho lavorato presso un azienda, questo si e speso i soldi dei tfr degli operai, per FARSI LA VILLA e la legge lo protegge pk e una Srl società inventate proprio per rubare, ed io devo aspettare anni per averlo dall'INPS un altra schifezza , pk sono sempre soldi nostri, senza soldi senza lavoro e stiamo facendo la fame. ecco i veri problemi

luigi pandolfi 16.05.13 21:09| 
 |
Rispondi al commento

beh ho letto la situazione di quella persona con la sua azienda , io ho un armeria a busalla (ge) i permessi io l ho aspettati oltre l anno come lui , ma la cosa peggiore e stato per la mia attività la crisi e il seguente blocco della caccia -40.000 euro ... non vi dico la serie di assegni che ho pagato dal notaio con un aggravio di spese per ogni assegno disumano 10 % del valore dell assegno ... contento di aver resistito e pagato questo salasso premetto ho pagato tutti gli assegni dal notaio con spese ecc e nonostante tutto mi ritrovo protestato perchè anche se paghi interessi e spese sei comunque un delinquente , che legge del cazzo è non lo so boh .......... io lo dico a tutti voi ragazzi e a chi ha un attività IO NON MOLLO FINO AL GIORNO IN CUI NON MI PORTANO VIA ANCHE LE MUTENDE .

andrea rebora 16.05.13 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

dopo averti strasostenuto da sempre, orgogliosamente votato e fatto tutto ciò che era in nostro potere per sostenere te e il MoVimento, purtroppo siamo costretti a lasciare l'Italia. Abbiamo aspettato e sperato fino all'ultimo...
Non ce la facciamo più ed io in primis, stroncato da tasse e poco lavoro, o mi suicido o vado verso un Paese che mi offre stipendio e vita più agevole. L'Inghilterra.
Nel giro di 15 giorni avevo mandato dei curriculum, sostenuto 3 colloqui via skype e firmato il contratto di lavoro a tempo indeterminato del posto che ho scelto.
La mia famiglia si unirà a me il prima possibile. Continueremo a sostenere e votare il M5S a vita, finchè non spazzerà via tutto il marciume che ci ha condotto a questi punti.
Lasciamo a malincuore l'amata Liguria e siamo sicuri che prima o poi le cose cambieranno, per noi il tempo però era scaduto.
Con immutato affetto, da Rapallo.
Antonio Stefania e Jacopo (che a 9 anni sa già per chi votare)

Antonio Biggio 16.05.13 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io purtroppo so benissimo come si sento questo signore, purtroppo a soli 26 anni posso dire di aver sentito mio padre piangere come un bambino, ricordo benissimo come mi sono sentita e so che nessuno potrà mai farmi dimenticare il dolore che ho provato e la frustrazione che provo tutti i giorni da quando quel fatidico giorno due funzionari (mortificati) vennero a chiudere l'azienda di mio padre nella quale io lavoravo da 5-6 anni. L'azienda di mio padre aveva 20mila euro di debiti nei confronti della cassa edile. Nonostante i miei sforzi nel cercar di far capire a tutti che un'azienda per legge non può esser dichiarata fallita se ha un debito inferiore ai 30mila euro non può essere chiusa. beh non c'è nessuno che ci tutela. Ci sentiamo delle nullità e uno come mio padre non lo merita, ha lavorato tanto, troppo! ma l'onesta non viene ripagata in questo paese.

Sara Apone, Agropoli Commentatore certificato 16.05.13 21:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE VOLEVO SEGNALARE UN PROBBLEMA, O PROVOCAZIONE, CHE DIR SI VOGLIA: NEL MONDO DEL LAVORO IN ALCUNE AZIENDE PER POTER LAVORARE TI CIEDONOIL CERTIFICATO PENALE OVVIAMENTE SE AI FATTO QUALCHE CAZZATA ADDIO LAVORO. PERCHE' NON CHIEDETE I TEST ATTITUDINALI ,ANTIDROGA, E FEDINA PENALE ANCHE IN PARLAMENTO !!!! VISTO CHE CHI MI RAPPRESENTA DOVREBBE ESSERE INTEGRO !!!CIAO CONTINUATE A MARCARLI STRETTI NEGLI INTERESSI.

LUIGI CORASANITI 16.05.13 20:57| 
 |
Rispondi al commento

Io dico solo una cosa, siamo in tanti imprenditori, operai, laureati, siamo in tanti piu' di loro accerchiamoli democraticamente ed invitiamoli a tornare a casa di abbandonare le macerie che anno lasciato, inondiamoli prima che fanno altri danni omicidi e altro. Viva l'Italia ragazzi facciamo ancora in tempo a salvarla riprendiamocela, avete visto sono gia' da tempo al governo e cosa fanno parlano di favorire i ghei parenti della casta per assistenza medica si riuniscono al convento, parlano di al tappone,ma vi sembra normale questo. Non parlano minimamente del vero problema il popolo non lavora piu non mangia piu non ce futuro non ce nulla di nulla

antonio b., nibionno Commentatore certificato 16.05.13 20:57| 
 |
Rispondi al commento

E' ora di alleggerire le imposte sul lavoro e colpire di più le rendite. Bisogna inoltre cercare di istituire un percorso agevolato e privo di esosi balzelli per le start-up. Per non parlare delle banche che applicano in questo momento interessi troppo elevati sia su prestiti che su mutui di liquidità finalizzati all'apertura di piccole attività private.

Franco Barigelli 16.05.13 20:57| 
 |
Rispondi al commento

monti e la fornero hanno fatto bene il loro sporco lavoro e adesso non possiamo fare altro che espatriare o morire senza lavoro in italia.... e intanto bla bla bla bla bla.... le parole non riempiono la pancia

alfredo c., pesaro Commentatore certificato 16.05.13 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Io comprendo tutti gli imprenditori capisco che fanno fatica , ma non é colpa del dipendete come essere umano !
Cioe voglio dire ( parlo di grosse aziende ) se qlc dall alto , mi venisse a spiegare che non me le tuo dare determinate cose perché c e crisi , non ha soldi ecc... Probabilmente anche noi lavoratori comprenderemo e sorvoleremmo su alcuni nostri diritti negati , ma quando con prepotenza sobbalzano i tuoi diritti con arroganza come se quei soldi te le regalassero anche su tu lavori sputando l anima !!! E poi loro girano in bmw e vanno in Polinesia allora li ci fate girare le balle

Rossella zappi 16.05.13 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Si parla troppo di nuove regole di riforme
Qui c'è bisogno di una manutenzione straordinaria e se è il caso riprogettare di sana pianta
Da riforma a riforma non cambia mai nulla in meglio , riforme solo peggiorative
Un ministero alla volta con tutte le leggi annesse o collegate per fermare la macchina senza guida smontato e ricostruito dai pilastri
La macchina dello stato consuma troppo e male e per questo che tra tasse e balzelli si affogano le imprese e lo stato non ha una ciambella di salvataggio per nessuno troppo preso a spendere ,come chi preso dal morbo ho fa shopping o non è soddisfatto

Riccardo Garofoli 16.05.13 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Io lavoro nel campo dell'informazione medica. Da quando ho iniziato, sono passata dall'azienda di medie dimensioni, che assumeva con contratti a progetto con obiettivi impossibili per poterti poi dire, a fine progetto, che i risultati non erano sufficienti per essere assunti, alla multinazionale che assumeva nuovi isf a tempo determinatp per pressare di più il medico di base e soprattutto per licenziare gli anziani che all'azienda costavano di più. Dopo vari passaggi sono arrivata all'indeterminato. In questi ultimi mesi ho visto molti miei colleghi mandati via per essere sostituiti da neolaureati con contratti da fame ed altri miei colleghi che hanno dovuto accettare il passaggio da dipendenti ad agenti con partita IVA momomandatari naturalmente (quindi in realta dipendenti).
Le aziende medie e grandi hanno a disposizione mille leggi per poter usare le persone come meglio credono per fare solo gli interessi dei loro azionisti

Elena Goria 16.05.13 20:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche io penso che basterebbe una semplice analisi del mondo del lavoro oggi per capire che chi ci ha governato ha solo pensato a tutelare i propri interessi e quelli degli amici.
Sarebbe così facile governare ed avere degli eletti onesti se tutti usassero la propria testa per valutare i fatti e non ascoltare i media.
I FATTI PARLANO Più DI MILLE CAMPAGNE ELETTORALI E GOVERNI DELLA PROVVIDENZA... FORZA BEPPE,FORZA MOVIMENTO SEMPRE CON TE!

Irene M. Commentatore certificato 16.05.13 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Per chi ha un'azienda le giornate si dividono in minuti, le cose cambiano ogni minuto.

La politica ha tempi impossibili per gli imprenditori, mettetevelo bene nel cervello.

Nessuno riesce a pianificare niente sulla base dei programmi che si propongono in campagna elettorale.

Se un solo imprenditore per raggiungere i propri obiettivi si desse i tempi che si danno i politici, non ci sarebbe una sola azienda in vita su tutto il territorio nazionale....

buon lavoro a tutti and thanks for all the fish!

ANDREA s., roma Commentatore certificato 16.05.13 20:19| 
 |
Rispondi al commento

come già scritto,

CHIEDEREI CORTESEMENTE DI DARE MAGGIORE RISALTO A QUESTI TEMI.

QUI SI GIOCA IL FUTURO DEL PAESE. TOTAL TAX RATE PROSSIMO AL 69%!!!!

Nel rapporto Paying Taxes 2011 – The global picture di PwC l'Italia è all'ULTIMO POSTO NEL CONFRONTO del "total tax rate" calcolato per 23 Paesi dell'Unione Europea: il prelievo tricolore supera il 68 per cento, rispetto a una media europea del 44,2 ,e quella mondiale del 47,8.

l'indice Itr (implicit tax rate) sul lavoro - 42,8 per cento - più alto in Europa si registra
in Italia

Sempre Eurostat segnala anche le ampie differenze di aliquote praticate all'interno della Ue. Per esempio le più alte (dati riferiti al 2008) si riscontrano in Danimarca (48,2%), Svezia (47,1%) e Belgio (44,3%). Sopra il 40% ci si situa anche in Paesi come Austria, Italia e Francia (42,8%). In Germania ci si ferma leggermente al di sotto della soglia dei 40 con un'aliquota del 39,3%.

VIVANO GLI ITALIANI E MUOIA IL LEVIATANO

ISTITUTO BRUNO LEONI: +40 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO DI SPESA PUBBLICA IMPRODUTTIVA RISPETTO ALLA GERMANIA, IN TERMINI RELATIVI. O 2,5% DEL PIL

PARLIAMO DI TEMI CONCRETI.
ANDIAMO NOI, AL GOVERNO CON IL PD.
FUORI LA MAFIA DI BERLUSCONI E DDL INTERCETTAZIONI DAL PARLAMENTO


NON E' POSSIBILE SPENDERE 40 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO, IN TERMINI RELATIVI OVVIAMENTE, IN PIU' RISPETTO ALLA GERMANIA.

SI PARLI DI QUESTI TEMI, PER CORTESIA.
GRAZIE

Federico B., Estero Commentatore certificato 16.05.13 20:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha mai pensato per un momento che tutto questo disastro non sia dovuto alla incompetenza o alla semplice corruzione nella pubblica Amministrazione ma sia un preciso obbiettivo di far bollire per sempre questo paese? È che politici , sindacati e altri sono i complici di chi manovra tutto questo?

Enrico de Angelis 16.05.13 20:00| 
 |
Rispondi al commento

quello che provo è lo schifo,ma uno schifo che è inimagginabile, abbiamo votato,ci hanno messo due mesi ed adesso fra ritiri e plocami all'estero,che non ho capito,appena varcano il confine gli viene l'attacco di logorrea, e noi a sopportarili,nulla hanno fatto per diminuire le spese, aspettano il miracolo,pure un cretino lo capisce, se ha una famiglia lo sa che fare,per prima cosa riduce le sue spese, poi quelle inutili della famiglia e investe tutto nella semina , e in quello che ti da il pane,questi stanno togliendo i semi,la terra e il concime, si tengono loro i soldi e noi dobbiamo sentirci i vari comizi,ma non è finita,perchè poi incacchiati neri diciamo parolacce,le scriviamo,ed allora la priorità è venire a prenderci a casa per questi fatti gravi,ma vergognatevi,parlamento di cloaca, io questo post lo pubblico su facebook,io voglio che veniate a casa mia e lì poi vi dirò di peggio e se mi portate in tribunale peggio ancora ed ancora ed ancora fino a quando non sparirete,perchè non siete degni di governare manco un pollaio, a dire il vero ci trattate come un allevamento intensivo di polli,noi dobbiamo produrre per voi,ma annate ac... mi fate solo ribrezzo, il tutto è indirizzato ai politici che ci governano,compreso napolitano

anna q., pianborno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.05.13 19:54| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ULTIMA MULTA CHE HO PRESO per aver comunicato in ritardo di qualche giorno la CESSAZIONE dell'attività all'INAIL : 160 EURO notificata con raccomandata con più di 20 pagine di bla bla bla bla ... il tutto per estorcere ancora soldi malgrado abbia chiuso l'attività !!!!!

Ernesto F. Commentatore certificato 16.05.13 19:53| 
 |
Rispondi al commento

NON SI PUO' RIFORMARE....SI DEVE RIFONDARE!!!!

Luigi D., Nocera Inferiore (SA) Commentatore certificato 16.05.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Come si fa ad assumere un dipendente se costa tre volte quello che prende in busta paga ?????? Il lavoro è morto con tutte queste tasse , per non parlare della burocrazia che appena dimentichi qualcosa ti volano addosso come gli avvoltoi ...

Ernesto F. Commentatore certificato 16.05.13 19:48| 
 |
Rispondi al commento

guarda che equitalia si comporta ugualmente con chi ha la partita iva ma deve gestire almeno 1 operaio.
Ad esempio, sono un artigiano, licenzio l'operaio perchè non ho lavoro, il mio commercialista fa tutti i processi con l'INPS è tutto OK, con l'INAIL invece no, cominciano a chiedere soldi per 6 mesi che dicono non pagati, il commercialista dice che ha sistemato tutto, intanto dopo 1 anno arriva equitaglia che chiede il doppio, il commercialista dice che sistema tutto lui, dopo altro anno equitaglia chiede il triplo, riporto tutto al commerciaavista, ma stai tranquillo che tra 1 anno arispunterà equitaglia e chiederà il quadruplo.
Ma è chiaro che più enti inutili crei e più poi questi devono inventarsi qualcosa da fare aumentando le pastoie.
L'inail ad esempio oggi non serve più in quanto ci sono tante assicurazioni private molto più convenienti, l'inps capisco che è stato un pozzo da cui attingere e quindi di difficile rimozione, ma per semplificare non potrebbero stabilire una tariffa fissa da pagarsi ogni mese eliminando così tutte ste controversie ?


Ho chiuso due aziende per queste leggi di merda. Poi me ne sono andato dall'Italia. E ho scoperto che se le avessi aperte dove sono ora, probabilmente avrei dei soldi invece che un credito che non vedro mai piu con l'Agenzia delle Entrate.

Paolo C., Lecco Commentatore certificato 16.05.13 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe, da bravo ex imprenditore dico: ma quando arriveremo a delle riforme fiscali vere?

Ci prendono per i fondelli, ma pensano che son tutti idioti? Ho iniziato a lavorare nel 81', avevano già cominciato allora a smantellare l'Italia.

Non so più come fare per sopravvivere! Ho un figlio di 18 anni, la mia speranza è l'estero. Non vorrei ma è l unica via d'uscita. Ho una professione, ma quì è finita!

Ale, Como 16.05.13 19:11| 
 |
Rispondi al commento

SIANO MALEDETTI CHI CI A PORTATO A QUESTO PUNTO,SIANO MALEDETTI I FIGLI,I NIPOTI,I PRONIPOTI E OLTRE,NON DOVRANNO TROVARE MAI PACE.HANNO GODUTO DEL LUSSO SULLA PELLE DEL POPOLO E DROVRANNO LAVORARE DURAMENTE PER IL POPOLO CON SUDORE.CONOSCIAMO I NOMI DI TUTTE LE PERSONE CHE CI HANNO PORTATO A QUESTO PUNTO.RICORDATEVI CHE IL DIAVOLO FA' LE PENTOLE E NON I COPERCHI

carmine colantuono 16.05.13 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Tieni duro Enrico,sono imprenditore e ti capisco.
Solidarietà alle imprese che lottano per la sopravvivenza !!!!!

dario rulli, aosta Commentatore certificato 16.05.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a Tutti,

UNA DOMANDA, CORTESEMENE, NON SI POTREBBE DARE IL PRINCIPALE RILIEVO A QUESTE NOTIZIE, CHE HANNO IMPORTANZA FONDAMENTALE, ANCHE NEL BLOG?

Chi abbia cognizione o esperienza di processi produttivi, SA BENISSIMO CHE L'ITALIA SI DEVE DARE UNA MOSSA:

agire su una miriade di testi legislativi SURREALI, INCOMPRENSIBILI, DA GRIDE MANZONIANE, su applicazioni di regolamenti incrostati, seguire le indicazioni di chi lavora nelle imprese, SEGUIRE L'ESEMPIO DEL BRASILE O TAIWAN, rompere i patti tra sindacati del pubblico impiego e la casta (come Marchionne dice da ANNI).

Significa attuare lo Statuto del Contribuente Significa riformare il fisco surreale.
Significa disboscare la selva di moduli, pareri, nulla osta, che rendono impossibile aprire una qualsiasi attività economica senza dover aspettare decenni o pagare MAZZETTE, O DIRITTI di SERVAGGIO. Significa prosciugare la palude del diritto amministrativo che PONE LO STATO AL CENTRO

Letta mantiene un silenzio assoluto, va in tournée nelle capitali europee perché le larghe intese sono un MIRAGGIO CON LA SPERANZA di MUNGERE QUALCUNO PERCHE' SALVI strutture di potere parassitario surreale(con il pendant dell’Imu-nità e magari un colpo di spugna su MPS con un buco d 4/5 billion) che costano 40 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO IN PIU' RISPETTO ALLA GERMANIA.

mi scuso per i toni. ma DIAMOCI UNA SVEGLIATA. CI SI RENDE CONTO CHE NESSUNO PARLA DI SPENDING REVIEW? CON 40 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO DI SPESA SURREALE (CFR. ISTITUTO BRUNO LEONI)

Soprattutto, TEMIAMO PRESENTE CHE FIAT realizza già il 75 (settantacinque) per cento di ricavi in US. ED E' AZIENDA ITALIANA! L'ITALIA NON E' UN PAESE PER LAVORATORI!

CFR. Non è un paese per startup://www.webnews.it/2013/05/06/non-e-un-paese-per-startup/?ref=post

"Fare innovazione in Italia è complicato: le startup italiane soffrono burocrazia e limiti economici, quelle internazionali si scontrano con le lobbies"

CHIEDEREI CORTESEMENTE DI MAGGIORE RISALTO A QUESTI TEMI, PER PIACERE

Federico B., Estero Commentatore certificato 16.05.13 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ENRICO HAI RAGIONE

HAI FATTO UN'ANATOMIA PERFETTA DELLA DISTRUTTIVITA' DEL SISTEMA FISCALE ITALIANO ..SIA CON RIGUARDO ALLE IMPRESE CHE CONSEGUENTEMENTE PER I POSTI DI LAVORO CREATI DA VOLENTEROSI IMPTRENDITORI CHE VIVONO DI MERCATO

CI VORREBBERO PERSONE COME TE AL GOVERNO DEL PAESE ..

PERSONE ABITUATE A LAVORARE

E NON PAPPONI RUBASTIPENDI CON PENSIONI D'ORO A SPESE DI PERSONE CHE GUADAGNAO 1200 EURO AL MESE O DI PERSONE CHE COMUNQUE RISCHIANO I PROPRI SOLDI ...

MA CHE NE SANNO LORO ...LORSIGNORI HANNO LO STIPENDIO E LA PENSIONE D'ORO ASSICURATA ANCHE PER I LORO FAMIGLI ....ANCHE I FROCI...CHE INVECE DI PENSARE A TOGLIERE I PRIVILEGI ALLA CASTA ...SI DANNO DA FARE PER BENEFICIARNE ANCHE LORO ...COME CRONACA DI QUESTI ULTIMI GIORNI DIMOSTRA .

MANDIAMOLI AFFANCULO TUTTI ALLE PROSSIME ELEZIONI ...SOLO IL MOVIMENTO FATTO DA CITTADINI VERI ...PUO' FARE QUEI TAGLI DI SPESA E IMPOSTARE UN DIVERSO CARICO FISCALE CHE POSSONO EVITARE IL SUICIDIO DI TANTI NOSTRI CONCITTADINI

QUESTO E' OMICIDIO DI STATO !!!

DOVREBBERO ESSERE TUTTI PROCESSATI ...E CONDANNATI ALL'ERGASTOLO !!!

francesco blu 16.05.13 18:58| 
 |
Rispondi al commento

OK Beppe,
allora fai una bella cosa.....prendi i soldi dei rimborsi elettorali ( visto che lasciarli a loro significa perderli definitivamente )e dai una mano alle imprese tramite il movimento. Il tutto lo metti sul web e specifichi dove vanno i soldi e a chi e il gioco è fatto. Lo stai facendo in Sicilia...fallo anche altrove....!ancora non ho ben capito se i parlamentai grillini prendano uno sbotto di soldi o no.......

Riccardo Carboncini 16.05.13 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Purtroppo noi italiani siamo un popolo disgraziato la nostra disgrazia sonoi nostri politici e tutta la classe dirigente di questa nostra Italiamartoriata e saccheggiata ormai da troppo tempo dalle lobby dei partiti edagli imprenditori miliardari proprietari delle banche che i soldi li fannocon la finanza e non con le industrie penalizzando il lavoro, ci haenormemente stancato i notri politici e i miliardari di questa nazionesenza pietà alcuna ci stanno ammazzando tutti una morte lenta ma efficacevedi quanti nostri onesti cittadini sono indotti a suicidarsi perchè i varibersani vendola berlusconi gasparri,cicchitto brunetta monti fornero bossidalema e chi più ne ha più ne metta, ma di cosa cazzo parlano ?rifoma dellagiustizia tutti i giorni le solite stronzate stanno li a difendere ipotenti miliardari di questa nazione e non solo di questa nazione è uncomplotto mondiale ma noi dobbiamo risolvere subito questo problema in casanostra se non vogliamo che qui la gente seria e perbene continui ad esserecostretta

giovanni rea, villaricca Commentatore certificato 16.05.13 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Testimonianza emblematica. Il sistema economico in Italia è giunto al collasso. La crisi è arrivata da fuori, ma il ventre molle di una partitocrazia dedita alla burocrazia clientelare lo avevamo già in casa. Hanno fallito. Anzi, sono dei falliti.

LuigiVis 16.05.13 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo noi italiani siamo un popolo disgraziato la nostra disgrazia sono i nostri politici e tutta la classe dirigente di questa nostra Italia martoriata e saccheggiata ormai da troppo tempo dalle lobby dei partiti e dagli imprenditori miliardari proprietari delle banche che i soldi li fanno con la finanza e non con le industrie penalizzando il lavoro, ci ha enormemente stancato i notri politici e i miliardari di questa nazione senza pietà alcuna ci stanno ammazzando tutti una morte lenta ma efficace vedi quanti nostri onesti cittadini sono indotti a suicidarsi perchè i vari bersani vendola berlusconi gasparri,cicchitto brunetta monti fornero bossi dalema e chi più ne ha più ne metta, ma di cosa cazzo parlano ?rifoma della giustizia tutti i giorni le solite stronzate stanno li a difendere i potenti miliardari di questa nazione e non solo di questa nazione è un complotto mondiale ma noi dobbiamo risolvere subito questo problema in casa nostra se non vogliamo che qui la gente seria e perbene continui ad essere costretta al suicido

Giovanni Rea 16.05.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

il guaio è che non c'è più sordo di chi non vuole sentire, un'incompetenza totale da parte della classe politica che pensa solo ad arraffare ,sfruttare umiliando chi cerca di darsi da fare onestamente.Tante parole per dire che gli altri devono fare ma sempre gli altri.Quella massa di mantenuti non può capire o non vuole toccare i propri interessi navigando nel lusso a tutti i costi.Sacrifici,sudore,rinunce,fatica,per loro sono cose sorpassate ma io da semplice contadino retrogrado,nonostante tutto il progresso e l'evoluzione di questi anni,so che la mucca se non mangia non produce latte neanche per chi la sfrutta

giuseppe c., bastia mondovi (cn) Commentatore certificato 16.05.13 18:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.
Berlusconi ha dichiarato che è rimasto così scosso dalle violenze di Brescia che non parteciperà più ai comizi.
Mia interpretazione è che si sta rendendo conto che ormai è il momento di seguire il consiglio di Grillo:"fuori dalle balle".

leonardo l., augusta.sr Commentatore certificato 16.05.13 18:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento
Discussione

la burocrazia soffoca tutto e tutti. vogliamo finalmente fare qualcosa di concreto contro questa casta invisibile che ci danneggia e ci opprime. dei burocrati non ne posso più. ma scusate secondo voi quando viene affidato l'incarico ad un ministro politico non tecnico (che non sa nulla della materia) chi lo guida a legiferare se non i BUROCRATI del Ministero. Sarebbe bene che i nostri rappresentanti in parlamento facciano qualcosa in merito e colpissero una volta per tutte questi squallidi personaggi che vivono sulle nostre spalle.

gianpaolo chierico 16.05.13 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Mirandola Modena, terremoto 2012 uragano 2013, gli unici servitori dello stato che ci hanno veramente aiutato sono i vogli del fuoco e la protezione civile.

Quattro domande per i contributi abbiamo presentato! Tutte bocciate, cazzo manca in allegato come posso rete dere? Intanto i genieri e geometri sguazzano.
Ci fanno pure il finanziamento per pagare le tasse!

Figli di cane a casa

Tioli Stefano 16.05.13 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Non siamo arrivati qua in un giorno o in un anno.Abbiamo tutti votato coloro che ci hanno traditi e portati in questa situazione. Molti continuano a votarli ma l'ultimo voltafaccia clamoroso del pdpdl ha aperto una breccia anche nelle coscenze più granitiche. Tra non molto, alle prossime politiche spazzeremo via questo marciume insopportabile.

silvio a., verona Commentatore certificato 16.05.13 18:31| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

..il dramma e' che poi non hanno i soldi per i contratti dei dipendenti pubblici "normali" che percepiscono meno che in altri paesi. Il problema e' l'evasione e l'elusione grande che lo stato non ccombatte per accanirsi su chi le tassee le paga davvero.

Davide Viadi 16.05.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE SONO UN VOSTRO ISCRITTO. MI PIACEREBBE ESSERVI UTILE ANCHE COME SICUREZZA O STAFF. LUIGI

LUIGI CORASANITI 16.05.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

il contributo ASPI obbligatorio serve a dare il colpo di grazia alle aziende che sono in difficoltà e ovviamente a sostituire gli aiuti che lo stato non fornisce: tutto per far chiudere le aziende italiane a vantaggio dell'economia francotedesca che si sta pappando tutto il mercato in nome del "ci vuole più Europa" (chissà dove sono tutti i patrioti italiani quando i politici continuano a regalare la nostra sovranità all'europa delle banche)

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 16.05.13 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono un altro imprenditore che lo scorso anno ha licenziato tutti e chiuso. 2700 metri quadrati li ho trovati vuotati dei macchinari una mattina di Maggio 2012. Sappiamo chi è stato ma non possiamo dirlo, non abbiamo le prove. Ci hanno rubato un bilico di materiali in fiera a Milano in padiglione video sorvegliato, ma la privacy...... fatto un cazzo!!! In Italia ci hanno proibito produrre. Ho idee nuove e di questo vivo e faccio vivere. Ora sono in Germania, rispetto le regole e mi rispettano. Posso viaggiare a 180 km/h, dormo scaldato da centrali nucleari e sono in un paesino protetto dall'UNESCO. Mucche e cavalli, pecore e pale eoliche. Stiamo lanciano una azienda per un cliente tedesco. In Italia è tutto proibito, a Bologna vai bene se hai la tessere PD ex Comunisti, altrimenti ti affettano. Uno schifo. QUI L'IMPRENDITORE E? UNA RISORSA, NON UN EVASORE.
Ho dentro una rabbia da bestia, ho fatto il militare nella Folgore e fatto non so quanti brevetti. Lavorato una vita nelle macchine utensili ed automatiche, fiere, marketing ed ho un software di preventivazione che si mette sotto i piedi le teorie della Toyota. Noi siamo i più bravi ma anche i più fessi, ci facciamo governare dalla classe politica che ha paragoni solo in altri regni come la Spagna, gli unici Paesi con le RiBa. Prossimo mese sarò in Bulgaria e poi in Cina. Ecco cosa devo fare a 60 anni e dovrei già avere la pensione ma Amato ha unilateralmente violato un contratto che INPS aveva con me. Discepoli? Si in Germania, US, Bulgaria, Cina. A Bologna la mia scuola non sa nemmeno chi sono. all'estero insegno. Sono costretto a svendere tecnologia per un tozzo di pane. Ecco come ci hanno ridotto e poi dovremmo anche stare zitti e credere che Letta farà quello che dice. Ma se hanno rubato tutto cosa cazzo pensano di fare? Siamo bolliti! Il sistema è troppo complesso, non si può riformare, va rifondato. Se tolgono un stecchino da una parte dall'altra crolla, troppe connivenze e corruzione. A disposizione...

Gabriele D., despogabrio@gmail.com Commentatore certificato 16.05.13 18:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 20)
 |
Rispondi al commento
Discussione

è veramente assurdo come ci hanno fatto cadere in basso... speriamo che tutti abbiamo l'intelligenza di capire che persone così rielette non possono fare altro che danni

Marianna Golia 16.05.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento

Con le tasse che hanno messo negli ultimi anni,i contributi alle stelle,soldi per visite mediche,soldi per corsi sulla sicurezza,nessuna tutela dalla concorrenza e quando non si viene pagati...anzi devi pagare le tasse su soldi che non hai preso...ecco come hanno distrutto milioni di artigiani...

ENRICO ., CALCIO Commentatore certificato 16.05.13 17:59| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Quindi mi pare di capire che lo stato premia l'utilizzo di personale a partita IVA, che di solito è il modo per usare precari senza regolarizzarli e senza assumerli. Complimentoni!!!
E per quanto riguarda EQUITALIA, la escludono dalla riscossione delle multe, ma la lasciano continuare a torturare con modi da regime per qualunque altra evasione. Compresi i mancati pagamenti di chi non viene pagato dallo Stato per lavori eseguiti. Ma complimentoni davvero!!

Mariella Caggiano, Mercato San Severino (SA) Commentatore certificato 16.05.13 17:56| 
 |
Rispondi al commento

E' questo il problema in assoluto più grave in Italia e che può portare veramente allo sfacelo totale. Le aziende chiudono e licenziano, la gente finisce in mezzo alla strada, tutto a causa della INETTITUDINE COMPLETA che va a braccetto con la MANCANZA DI INTERESSE di politici che tanto hanno le tasche piene di soldi.

Le aziende non trovano lavoro perché non sono in regola con tasse e pagamenti, e per pagare tasse e debiti non possono pagare gli stipendi. I dipendenti anche se si sacrificano rinunciando allo stipendio per salvare l'azienda alla fine si ritrovano senza un C***O! E poi uno si meraviglia che si scende in mezzo alla strade a fare casino???

Io vorrei dire a tutti quei DEMENTI che continuano a dare fiducia a questi politici che secondo me parlano perché non sanno proprio che significa lavorare e che significa fare sacrifici per mandare avanti una azienda e rientrare con tutte le spese!! E soprattutto non sanno che significa rinunciare a uno stipendio e tirare a campare lo stesso! Votate di nuovo questi str**i, TESTE DI C***O!

Fabrizio D'Amore (ufotizio) Commentatore certificato 16.05.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento

leggo volentieri una riflessione pacata e ben argomentata. da lavoratore dipendente non sempre riesco a sentirmi solidale con chi fa impresa, nè credo molto alla "funzione sociale" dell'Impresa in quanto tale. ma so che tanta brava gente con buone idee e voglia di rischiare è messa in ginocchio da un sistema disfunzionale. attenzione però, non è mettendo contro dipendenti veri e false partite iva che salveremo il paese.

nico russo 16.05.13 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solidarietà per quello che le sta' succedendo.... rimango stupita che nessuno abbia commentato....Ma forse non si sa' cosa pensare!! come suggerirle una soluzione per risolvere la cosa..Questo strano governo da vetrina non sa che pesci pigliare...e fa solo chiacchiere... ero una dipendente.... e devo confessare che non avevo molta stima del mio datore di lavoro .... ma le auguro con tutto il cuore di trovare via d'uscita e di salvare la sua attività.

Monica L., RM Commentatore certificato 16.05.13 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono imprenditori strangolati dalle tasse, e il pdl si preoccupa della legge anti-intercettazioni per salvare AL TAPPONE. Ma in che paese viviamo. Comincio a preoccuparmi sul serio,continuano a fare i porci comodi loro.

Giorgio G., Torino Commentatore certificato 16.05.13 17:50| 
 |
Rispondi al commento

quando vedo scene di amicizia fra coloro i quali fanno finta di schifarsi poi vanno a letto insieme e che continuino collaborando allo sfascio dell'italia be mi viene solo da dire che siamo una massa di deficenti se permettiamo tutto questo

vincenzo ciaravolo 16.05.13 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è niente da fare, per andare avanti è necessario rivedere il nostro sistema economico. Meno pressione fiscale sulle imprese, ma anche una gestione economica di queste più attenta agli interessi generali. http://lucafiordelmondo.blogspot.it/2012/05/verso-un-nuovo-modello-socio-economico_19.html

Luca Fiordelmondo 16.05.13 17:43| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
GLI INNESIMI DANNI DI LEGGI E TASSE AS PERSONAS
ALVISE

alvise fossa 16.05.13 17:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori