Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Strage di Viareggio. Quattro anni in attesa di Giustizia

  • 34


strage_viareggio.jpg
"Oggi 29 giugno sono trascorsi quattro anni dalla strage di Viareggio. Una strage in cui sono state uccise 33 persone da una criminale mentalità che tutela il capitale lasciando il lavoro privo di sicurezza. Il mandante, è bene ricordarlo, è questo modello economico. Mauro Moretti, l'amministratore delegato del gruppo Ferrovie dello Stato, definì la strage "uno spiacevolissimo episodio". Una farse che infanga la memoria di chi è stato vittima e acuisce il dolore dei superstiti e dei familiari delle vittime. Una giustizia perseguita dal macchinista Riccardo Antonini che gratuitamente ha messo a disposizione dei familiari delle vittime la sua consulenza e per questo licenziato. Sono trascorsi quattro anni da quel maledetto 29 giugno e in via Ponchielli (la strada distrutta dal fuoco) i lavori devono ancora terminare. Lo spazio antistante la strada fino a tre giorni fa era completamente invaso da erbacce che rendevano la zona degradata e abbandonata, ma pochi giorni prima di ogni 29 giugno come ogni anno, in poche ore, ripulito il tutto.Intanto sulla casina dei ricordi dove sono conservati i messaggi, le immagini di quella terribile notte d’estate, la bandiera del nostro Paese sventola ancora a mezz’asta. Verrà alzata solo quando ci sarà giustizia." Gianluca Ferrara

29 Giu 2013, 11:50 | Scrivi | Commenti (34) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 34


Tags: Ferrovie dello Stato, Gianluca Ferrara, Mauro Moretti, memoria, strage di Viareggio, treni, Viareggio, vittime

Commenti

 

La giustizia italiana è quella che è lo sappiamo tutti che ci vogliono anni per fare un processo

Ilary Blasi 18.05.14 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a tutti per le belle parole di solidarietà e vicinanza, ma in questo momento avremmo bisogno di fatti. Lo stesso Beppe Grillo al quale ho espresso tutti i nostri problemi in un incontro vis a vis a Forte dei Marmi lo scorso anno, in realtà non ha poi messo in pratico quello che mi aveva promesso.
Dobbiamo fare in modo che il padrone delle Ferrovie si dimetta e revocargli il Cavalierato che il nostro beneamato Presidente gli ha conferito pochi giorni prima di essere persona indagata per la strage di Viareggio.
Chi ha il potere di farlo ci aiuti.
La mamnma di Federico.

luciana beretti 05.07.13 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Nelle Ferrovie ci sono almeno 175.000 dipendenti in eccedenza. Ed inoltre, tutti i dipendenti in genere, sono molto bene pagati e tutelati e molto poco produttivi. Ed è solo per questo, grazie pertanto a Partiti e Sindacati, che raccomandano e difendono questi vari dipendenti, che il povero buon Moretti si vede costretto ad assegnare lavori, anche di manutenzioni importanti, a cooperative di stranieri sottopagati e sottoattrezzati e sottopreparati. Le mancate corrette funzionalità delle Ferrovie e di tutti gli altri apparati riconducibili allo Stato, sono imputabili a Partiti e Sindacati che promuovono una produttività da paesi comunisti e la strapagano con stratasse e debito pubblico, ottenendo così Servizi dello Stato pessimi e Costi parassitari a carico dei veri produttivi altissimi.
Un sistema insostenibile che stà ormai collassando.

han van, monaco Commentatore certificato 30.06.13 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Tutto oramai viene rinviato. E il rinnovo si vede dalle bandiere sporche e stracciate, questo è lo specchio italiano... che orgoglio, che pazzia. Italia povera Italia.

Ben Monaco 30.06.13 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli che per ustica son passati 33 anni ma il presidente ha detto che occorre trovare i responsabili.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 30.06.13 09:47| 
 |
Rispondi al commento

ALLORA, CONTINUIAMO A LAMENTARCI?
BASTA, ABBIAMO CAPITO CHE E' ORA DI AGIRE!
CI HANNO TOLTO LA PENSIONE A 60 ANNI ALLUNGANDOCELA SOLO DI 7 ANNI, FREGANDO MILIONI DI ITALIANI SENZA IL RISPETTO DEI DIRITTI ACQUISITI CHE VALGONO SOLO PER LORO.
LA LEGGE ELETTORALE RIMANE TALE E QUALE PER MANTENERE AL GOVERNO GLI STESSI PERSONAGGI MAFIOSI E LADRONI.
LE AZIENDE CHIUDONO OGNI GIORNO E IL GENIO LETTA HA TROVATO LA SOLUZIONE CHE SOLO DEGLI INCAPACI POTEVANO TROVARE.
DEI TAGLI ALLA SPESA E DEI PARLAMENTARI NON SE NE PARLA PIU'.
ALLORA BISOGNA AGIRE, IO FACCIO IL COMMERCIALE PER UNA AZIENDA DI SERVIZI DA 30 ANNI E IL CANTAUTORE, DEMY CARRED, MI STO ACCINGENDO A GIRARE L ITALIA PER TUTTO IL 2013 -2014 CON UNO SPETTACOLO SULLA DIVINA COMMEDIA OLTRE A CANZONI MIE E DI LUCIO BATTISTI NEL QUALE MI SFORZERO' DI CONVINCERE GLI ITALIANI DI ANDARE A VOTARE PER REALIZZARE I 20 PUNTI DEL MOVIMENTO 5 STELLE.
VOTIAMO QUESTO MOVIMENTO E' OVVIO CHE TUTTI GLI ELETTI NON SONO DEI SANTI, E CHE MOLTI SONO ANDATI LI PER SISTEMARSI; NON CI RESTA ALTRA SOLUZIONE PER UN CAMBIO RADICALE DI QUESTA POLITICA, NONOSTANTE I MA HANNO SBAGLIATO A NON FARE IL GOVERNO CON BERSANI O DISCUTONO SOLO DI SCONTRINI E'L UNICA NOSTRA SPERANZA DI UN ITALIA BASATA SU PRINCIPI SANI E SULLA DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA, DOBBIAMO FARE PRESTO, SCENDERE IN PIAZZA PER OBBLIGARLI A FARE ALMENO LA RIFORMA ELETTORALE: AGIRE SENZA FARE GLI IGNAVI...........
RITROVIAMO IL NOSTRO SPIRITO UNITARIO DEI CARBONARI PER CACCIARE IL NEMICO AL GOVERNO VOTIAMO IL MOVIMENTO 5 STELLE
Ciao a tutti mi trovate su facebook DEMY CARRED

Demetrio caridi 30.06.13 08:16| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco Come Azzerare la Disoccupazione in Italia.

Brescia, mercoledì 10 luglio, ore 20,45, ingresso libero:

c'è la tappa del Tour di U. Marco Calì,


L'incontro si tiene presso la Birreria - Pizzeria Bierhuas (a 100 metri dallo Stadio del Brescia Calcio), in Via Triumplina, 103.

L'incontro è rivolto a tutta la popolazione: cassaintegrati, liberi professionisti, disoccupati, dipendenti, giovani, meno giovani, imprenditori, a chiunque sia stanco di dipendere dai politici, dallo Stato, dalle scuole e vuole riprendersi la propria vita e raggiungere il successo.

http://www.umarcocali.com/2013/06/si-parte-ecco-come-azzerare-la.html

Leopoldo Leopo Commentatore certificato 30.06.13 00:20| 
 |
Rispondi al commento

Arriverà molto prima la giustizia divina....

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 29.06.13 22:41| 
 |
Rispondi al commento

Il minimo che si possa fare, intanto, è invitare in Parlamento il macchinista licenziato Riccardo Antonini ad ascoltare l'interrogazione che M5S presenterà al Governo

Paolo C., Roma Commentatore certificato 29.06.13 21:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Un'altra cosa scandalosa e che cobtinuano a circolare treni merci con problemi alle ruote....ogni sera quando torno dal lavoro passa ripetutamente ogni giorno un treno merci che ha sempre un psio di ruote bloccate o che fanno atrito e per questo scintille.....ma Trenitalia non se ne accorge che viaggiano convogli rotti?......Ci prendono per il culo per farci stare buoni mentre loro fanno soldi a nostre spese! andy28031987

Andrea Raggi 29.06.13 20:13| 
 |
Rispondi al commento

è sempre la stessa storia, dopo lo stato si dimentica di tutti.

Pasquale Vitalone 29.06.13 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Marcirà prima la bandiera, con l'andazzo odierno.
Il prudere delle mani supera quello del cervello di fronte a fatti del genere. E ce ne sono troppi. Ma prudono oltretutto solo a chi ne ha, per assurdo, una certa consapevolezza.
Oh Dio della Giustizia Cosmica dacci una mano oggi a restare lucidi e per infilare con precisione e fermezza la spada nel cuore di questo malefico drago!

rino lagomarino Commentatore certificato 29.06.13 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Io c'ero... questi "signorini" non sanno neppure di cosa parlano, dalle loro elevate posizioni.
se avessero visto quei corpi forse... crescerebbero un pò.
Un "dispiacevole incidente" .... non ci son parole per definirli.
Quando cadranno loro.. la gente sorriderà.

lucas r. 29.06.13 16:42| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Adesso dietro i politici degli Stati europei c'è la finanza internazionale e la politica nell'interesse generale è morta! Riflettete... il lavoro precario e il problema pensionistico in tutta Europa sono nati dopo la caduta del muro di Berlino. Da quel momento è iniziata, strisciando lentamente, la crisi economica che adesso ci sta travolgendo rapidamente.
I ricchi, gli speculatori internazionali e i prestanome della "malavita" organizzata non hanno più paura del comunismo internazionale che prima franava la loro avidità per paura di perdere tutto!

Edoardo Pellegrini 29.06.13 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Giustizia ci sarà quando vedremo andare alla forca chi ha commentato come "spiacevole episodio" una strage!

gianfranco d. Commentatore certificato 29.06.13 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno sig. Ferrara,

Ho letto con interesse e commozione il suo articolo: qualificare di "spiacevolissimo episodio " la morte di 33 cittadini italiani innocenti è per me il sinonimo di un macchiavellismo "sui generis" e di una mancanza di rispetto della vita umana che mi tocca profondamente.

Si và verso un tipo di società che privilegia il rendiconto a discapito dell'individuo considerato nella sua accezione umana; un treno-bomba viene a trovarsi vicino a nuclei abitati senza misure di sicurezza: in una vera democrazia il governo avrebbe dovuto dimettersi.

Siamo a questo e probabilmente altre sciagure simili si produrranno, altri inermi, senza colpe
perderanno la vita finché non si cercherà di cambiare il modello di sviluppo: meno guadagno e più sicurezza, meno produttività e più umanesimo.

Ritengo il M5S allo stato attuale la sola entità capace di dare delle risposte oneste ai cittadini,
risposte non inficiate dalla ricerca delle prebende e delle poltrone.

Cordialità

paolo Di Lello

Paolo DI-LELLO, Dammarie(Francia) Commentatore certificato 29.06.13 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La infinita solidarietà alle vittime e ai loro familiari
La assoluta indignazione ai colpevoli
La assurda speranza di poter redimere questa nazione
Per onorare i morti, per condannare i colpevoli , perché vinca il bene di tutti gli uomini , non la malvagia ingordigia di pochi.
Se riusciremo con il. M5S a fare solo un piccolo passo
E' cosa buona

RosaAnnaOioli 29.06.13 15:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Grazie Beppe, soprattutto per la tua vicinanza a questa immensa tragedia. Diamoci a fare affinché ci sia Giustizia!

Gianluca Ferrara 29.06.13 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Questo è un paese destinato ad avere la bandiera a mezz'asta per sempre! Un paese dove la menzogna verrà sempre spacciata per verità!

Franco D'Urbano, Roma Commentatore certificato 29.06.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Da Wiki":
"Iscritto alla Cgil dai primi anni ottanta, Moretti scala i vertici aziendali e sindacali fino a diventare segretario nazionale della Cgil Trasporti dal 1986 al 1991."

Adesso, come amministratore delegato di FS guadagna OTTOCENTOSETTANTUNOMILA EURO all'anno.
A questa carica ne aggiunge una sfilza infinita guadagnandosi pienamente il titolo di rappresentante esemplare della casta che sta affondando l'Italia.
La CGIL (come Cisl e Uil) ha sfornato talmente tanti impresentabili opportunisti e venduti da rappresentare ormai una questione da affrontare, quanto quella dei politici e dei giornalisti corrotti.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.06.13 14:24| 
 |
Rispondi al commento

e ancora la bandiera? ancora??? dio dio..

Ethan Levi 29.06.13 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Cosa dire.E' l'ennesima porcheria di questo paese di disperati. Senza giustizia, senza senso di responsabilità, senza etica. Amministrato da pagliacci ignoranti che si riempiono le tasche con i nostri soldi. E che non pagano mai per gli errori che commettono. Mr.Moretti sarebbe da mettere al muro per il disastro di Viareggio in particolare, e per il disastro che sta facendo al sistema ferroviario italiano in generale. Altro nostro fiore all'occhiello sputtanato da un dirigente ignorante che fine mandato (chissà quando) si porterà via decine di milioni di euro. Scandaloso! E noi sempre "calpesti e derisi perché siam divisi" e non facciamo un cazzo. Bene così! Avantiii!

Marco73 P., Castellarano Commentatore certificato 29.06.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Combinazione anche Moretti è "cavaliere" .
Che strano, però, forse per avere diritto a questa onorificenza occorre essere dei raccomandati o dei criminali incalliti.
O magari avere la tessera CGIL che ti fa manager-operaio, e che piace tanto al partito delle coop.
Viareggio ricorda i suoi morti dovuti alla cialtroneria di chi fa incetta di onori e dimentica il dovere.

fran Commentatore certificato 29.06.13 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono un attento osservatore di quello che accade in politica,sui giornali e in tv nella disperata ricerca di qualcuno che mi possa dare una speranza.
Sono partito da destra arrivando al picaro di Di pietro e disperatamente ho toccato il fondo credendo a sel ...pensa tu.Penso che abbiamo dato troppo fiducia alle persone che come vedi si sono vendute per un niente.Ho buone capacità organizzative e potrei dare un contributo per nuove strategie, per non disperdere quello che hai costruito e io ho votato come se fosse un sogno e per questo ti ringrazio.Io sono il movimento 5 stelle ciao beppe e grazie di nuovo per avermi regalato un sogno.
Distinti saluti Cristian Aloise

cristian aloise 29.06.13 13:39| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
NEL PAESE DELLA MEMORIA CORTA,LA GIUSTIAZIA E' LUNGA NACHE PER LE VITTIME DI VAIRTEGGIO
ALVISE

alvise fossa 29.06.13 13:32| 
 |
Rispondi al commento

La strage di Ustica fu un disastro aereo avvenuto venerdì 27 giugno 1980. Con Indagini, indagini, Commissioni varie, Processi, depistaggi, pistaggi, scritti e non scritti, segreti e misteri.... perizie e contro-perizie .... etc.
Wikipidia:
Il 28 gennaio 2013 la Corte di Cassazione, nel respingere i ricorsi dell'avvocatura dello Stato ha confermato la precedente condanna, sentenziando che il DC-9 Itavia cadde non per un'esplosione interna, bensì a causa di un missile o di una collisione con un aereo militare, essendosi trovato nel mezzo di una vera e propria azione di guerra.[136]. I competenti ministeri furono dunque condannati a risarcire i familiari delle 81 vittime per non aver garantito, con sufficienti controlli dei radar civili e militari, la sicurezza dei cieli[136]. La sentenza fu accolta favorevolmente dall'associazione dei familiari delle vittime.
Vile e vergognosa vicenda.
Figuriamoci La strage di Viareggio del 29 giugno 2009.... tra 25 anni forse! (in Italia)!

giovanni g., girgioger@yahoo.it Commentatore certificato 29.06.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Il muro di gomma delle responsabilità a cui lo Stato sottopone per legge i privati e poi esso stesso se ne sottrae.
E' scandaloso.

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 29.06.13 13:15| 
 |
Rispondi al commento

........ oltre questo ed altri episodi gravissimi sulla gestione delle ferrovie .... prima ferrovie dello stato ... ora una gestione che ha avviato il sistema ferroviario come uso privato dei trasporti e non come deve essere un servizio al trasporto ........... la cosa ancora più grave di aver commercializzato il trasporto così detto ad alta velocità (che è una imbecillità progettuale), che purtroppo ci farà assistere ad altri eventi ........ voglio, ancora una volta, ricordare che l'alta velocità o velocità fino ai 600 Km. h.(come il sistema in funzione ad Osaka antigravitazionale), di cui il primo treno sperimentale di questa generazione è stato presentato e sperimentato, nel luglio 1974 sulla pista dell'aeroporto di Milo (Trapani), dall'istituto di Aeronautica Politecnico di Palermo, devono essere vincolati ai binari(qualunque sistema mono, bi-rotaia o altro)(è inammissibile che le velocità commerciali ipotizzate avvengono con sistema di "salamontata e binario)........... chiediamo conto dei guasti, a questo individuo dei danni causati ai cittadini ed al Paese.....

severino 29.06.13 13:13| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe sei fra i pochi che tiene la luce accesa su questa vergogna. Giustizia per i morti di Viareggio !

Marcello G., Milano Commentatore certificato 29.06.13 13:06| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

2008 2018 sara brutta decade per Viareggio
un lettone ex autista di pezzi grossi di Roma si butta dal balcone l anno successivo il giorno della sua nascita la strage poi Daniele Franceschi conoscente del lettone muore in carcere poi Velia Carmassi e Maddalena Semeraro vicin del lettone scompaiono poi il loro parente s impicca poi Monicelli si suicida
in un video di FFSS si vede bagliore qaundo treno entra in stazione poi in altro video fatto dopo si vede uno squarcio su parete del vagone deragliato
parlano di negligenza errore incompentenza fatalita nessun parla di attentato eppur non sarebbe la prima volta

francesca maria viti 29.06.13 12:45| 
 |
Rispondi al commento

tra trenta anni ne parleremo ancora...Ustica docet!

ettore liotta 29.06.13 12:17| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori