Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Prima domanda a De Benedetti

  • 174


carlodebenedetti.jpg
Inizia oggi un ciclo di dieci domande all'ingegner Carlo De Benedetti, tessera numero uno del pdmenoelle.
Prima domanda: "Lei si sente responsabile del fallimento dell'Olivetti di cui è stato presidente per molti anni? Una società all'avanguardia nell'innovazione ridotta in macerie? Può illustrarci le iniziative di manager che mise in atto per evitarne il tracollo? Risponda per cortesia anche se si trova in Svizzera."

7 Giu 2013, 12:27 | Scrivi | Commenti (174) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 174


Tags: 10 domande, Carlo De Benedetti, Olivetti

Commenti

 

e pensare che questa azienda insegnava informatica all ibm prima che arrivasse questo parassita .ma ci rendiamo conto il danno che hanno fatto questi signori? eravamo i primi in ogni settore e questi non solo hanno spolpato tutte le nostre miglori aziende ma ci hanno ridicolizato a gli occhi di tutti .bisogna fermarli ,anche se ormai ce poco da protegere se non il futuro delle nuove generazioni fermiamoli

silvano 11.02.14 10:24| 
 |
Rispondi al commento

E' ora che chiediamo conto a tutti i grandi manager: loro sempre più ricchi, con sempre maggiori incarichi e buonuscite...l'Italia è un Paese spolpato!! resta ben poco e se anche è tardi è giusto pretendere un risarcimento!!non solo morale, questa gente deve dare risposte e ripagare con quel patrimonio che si è costruito senza merito.

marirosa rizzi 10.02.14 22:20| 
 |
Rispondi al commento

quello che mi preoccupa è l'apatia dei nostri giovani.

lia maria Commentatore certificato 10.02.14 20:14| 
 |
Rispondi al commento

ma che cacchio... possibile che questi cannibali vengano a dirci come e cosa fare e loro risiedono all estero e non pagan tasse in italia
vedi briatore
vedi marchionne
vedi berlusconi che non è emigrato ma non le paga ugualmente

emi m., crema Commentatore certificato 10.02.14 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 10.02.14 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Domanda troppo simile alla seconda...

Massimo Fogo, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.02.14 14:18| 
 |
Rispondi al commento

é inutile se un azienda non va non va anche voi cambiate auto se sapete che si rompera
lui semplicemente non vuole investire in un paese in rovina
in fin dei conti non ha torto
é inutile fare demagogia si sa come hanno funzionato i giornali e i giornalisti
senza soldi pubblici nessuno stampa
resta il fatto che fa parte di quegli pseudo investitori/depredatori
come il prodi e molti altri

l onore alla mivar non paga
e loro sono iteressati al denaro
non alle persone perche le leggi sono
fatte per quello

andrea muci 05.11.13 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

De Benedetti, non si deve pensare male di quel viscido, no ...dovette pensare malisssssssimo.
Ed anche la "fuga" in Svizzera, deve essere ben motivata...vecchio adagio Andreottiano : ha pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca.
L'unica cosa bella che ha e la moglie( o compagna): Silvia Monti

Giuseppe L. 05.11.13 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Mi risulta che in quel di Ivrea lo chiamino tutt ora Ing. De Maledettis..... Sarà vero? Ogni ulteriore commento è superfluo.

Luigi P. Commentatore certificato 04.11.13 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Rispondo io per De Benedetti: «SECONDO VOI È PIÙ IMPORTANTE SALVARE L'OLIVETTI O IL CULO?»

guido musco Commentatore certificato 03.07.13 21:16| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti e' un vampiro succhia sangue che per giunta se ne vive all'estero. Spolpa le aziende, si nutre della loro rovina e si arricchisce.
È l'emblema dei paladini della sinistra italiana con il cuore a sinistra e il portafogli a destra.

Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 03.07.13 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


"QUESTO GOVERNO DEVE ANDARE SUBITO A CASA.
LETTA SEI UN AUTENTICO LADRONE,

NON PARLARE PIU' DI LAVORO E DEI LAVORATORI,

NOMINATI DA VOI E' UNA OFFESA PER TUTTE LE PERSONE ONESTE

TU E TUTTI I TUOI DELLA CASTA NON SANNO COSA E' LAVORARE.

RICORDA CHE IL TUO AMICO MONTI PARLAVA DI SPENDING REVIEW E LALLI GALLI
CHE
HA INIZIATO IL NOSTRO PRESIDENTE NAPOLITANO CON LA NOMINA INUTILE DI
MONTI,
ABBIAMO AVUTO MONTI + i suoi ladroni,+ LISTA CIVICA +10 SAGGI +35 ALTRI
PERSONAGGI DI DUBBIA FATTURA COMPLETA IL TUO BEL GOVERNO DI MANGIA MANGIA
E
DI LADRONI ALLA COMUNISTA E DEMOCRISTIANA MANIERA CREANDO TANTE DI QUELLE
POLTRONE QUANTI SONO I VOSTRI AMICI E PARENTI E AMANTI E VAI VAI.

VERGOGNATEVI TUTTI NON STATE CREANDO UN SOLO POSTO DI LAVORO PER IL POPOLO
ITALIANO,

NON SI FA PIU' UN PIANO PER CREARE PRODUZIONE E LAVORO, SI FANNO SOLO
parole, parole, parole,

SERVIZI,
SERVIZI,
SERVIZI,
TASSE,
TASSE,
TASSE,

SIAMO DA MOLTO SUL FONDO, ADESSO COSA DOBBIAMO FARE
VERGOGNA,
VERGOGNA,
VERGOGNA,

FATE SUBITO UNA RIFORMA ELETTORALE E A AGOSTO ANDIAMO A VOTARE SOLO COSI'
SALVATE IL POPOLO ITALIANO e LA SOVRANITA'DA QUESTA OPPRESSIONE DI QUESTA
PARTITOCRAZIA CORROTTA E LADRONA OGNI GIORNO NE STATE FACENDO UNA,
BASTA,
BASTA,
BASTA,
BASTA,

QUANTA GENTE SI DEVE AMMAZZARE ANCORA CON QUESTA SITUAZIONE INSOSTENIBILE.

VIA,
VIA,
VOGLIOMO CHE RITORNI DI MODA L'ONESTA' E LA MERITOCRAZIA. ANDATE VIA
CORROTTI ELADRONI TUTTI."
"

GIOVANNI PUCA 26.06.13 22:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo signore ha depredato il nostro paese con l'aiuto dei suoi giornalai lecca piedi ed è ancora a piede libero in un paese normale doveva contare le pecore dietro le sbarre per il resto della sua vita. Beppe continua la tua opera perchè sei con il movimento 5 stelle la parte sana del paese non arrendiamoci il sistema si è coagulato per difendere le istituzioni cioè la sedia quindi dovevamo aspettarci la loro reazione.

giovanni lazzara 12.06.13 21:01| 
 |
Rispondi al commento

vai avanti beppe siamo i più forti e onesti non ci mollare

bedussi stefano 12.06.13 16:24| 
 |
Rispondi al commento

In questo blog sto leggendo cose allucinanti . Quindi in Italia prima De Benedetti e poi Berlusconi , hanno distrutto 40 di sviluppo della Nazione . E ancora oggi non è finita , perchè sta spuntando un altro ( Renzi ). Siamo condannati allo sfacelo , ecco come una trasmissione come report sia stata efficace nell'affossare Di Pietro e cercando di farlo anche con Grillo . Il sospetto c'era , perchè in Italia non è possibile fare delle trasmissioni come quelle di Report addirittura sulla Rai (tre). Adesso se non interviene qualcuno ( tipo la Germania che è ormai stufa di tenere il gioco a dei farabutti )l Italia sara destinata ad un declino lento ed inesorabile . Già mi vedo partire con la valigia ma per andare dove a 50 anni ?????

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 11.06.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Lui non risponderà mai...rispondo io, che mi sono vissuta tutta la distruzione della Olivetti: De Benedetti, per evitare il tracollo ha soppresso la divisione Ricerca, ha venduto le rimanenze di magazzino alla Pubblica Amministrazione, ha utilizzato le liquidità per fondare Omnitel ed Infostrada che poi ha venduto ai tedeschi e agli arabi, con il preciso divieto di assumere personale Olivetti.

adriana 11.06.13 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse non abbiamo ancora capito, voltete combattere il sistema? l'unico modo è di non investirie i nostri soldi nel sistema e per combatterlo basta fare prelievi e non tenere nulla in banca, solo il stretto necessario. Portate il vostri soldi a casa in contanti.

Sam D., MC Commentatore certificato 11.06.13 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe...non c´e´la faccio piu´...sono il profeta...debito publico...organizzazioni criminali statali e undercover...mi ricordo Leopardi...300 giovani e forti...re Leonidas contro Serz...la Tv...il Papa...facciamo guerra al Vaticano ci riprendiamo qualcosina...e con quello che ricaviamo facciamo dell´Italia un paradiso fiscale...

Matrix 37, Stuttgart Commentatore certificato 11.06.13 02:02| 
 |
Rispondi al commento

vogliamo dire a Beppe ,che rispieghi alla gente della non all'eanza PD? ...ICOMINCIANDO il suo rifiuto per contrastare FORZA ITALIA. FACENDOGLI le scarpe con VELTRONI e FRANCESCHINI ?
by THE CROW (NA)

antonio frascogna, acerra Commentatore certificato 11.06.13 01:41| 
 |
Rispondi al commento

Quest'uomo è una vergogna.Ha affondato l'azienda e se ne andato in Svizzera.Ma questi sono gli uomini del PD:il meglio del peggio,partito che viene votato solo per non far vincere Berlusconi.Nel 2001 questo "straordinario" partito è stato complice(dico complice,perchè non ha fatto nulla per evitarlo)della vendita della Fonit Cetra,e della Ricordi.Tutto ciò è descritto in un'articolo di Red Ronnie: http://www.roxybar.it/?nc=editoriali&dc=redronnie/editoriali&idtext=18&pag= .Questa classe politica(e la cosa più vergognosa,è che la sinistra è complice di tutto ciò),non ha mai avuto intenzione di salvare il paese facendolo crescere,ma in realtà di svenderen le migliori aziende italiane,ai paesi stranieri,per trasformarla in un paese del terzo mondo.

alessandro fossati Commentatore certificato 10.06.13 21:09| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti è la più grande faccia di bronzo checesiste in Italia. Mi chiedo in che maniera abbia portato in Svizzera l ingente patrimonio che ha. Non dovrebbe più mettere piede in Italia e dovrebbe essere arrestato per disastro aziendale e scempio al patrimonio ed alla cultura degli italiani. Personaggio da indagare a fondo e far conoscere bene a tutti gli italiani.

Francesco DISSEGNA, Mussolente Commentatore certificato 10.06.13 20:48| 
 |
Rispondi al commento

Lui si impossessò di Telecom con un Opa, con il suo braccio destro Colanino, senza sborsare un euro, trasferì le risorse che gli interessavano di più e lasciò a casa parecchia gente, cercò di appropriarsi di tutte le centrali telefoniche, ma qualcuno si svegliò e non ce la fece, ma nel frattempo aveva preso possesso di quello che lo interessava e delle conoscenze/risorse per aprire una nuova società di telefonia. Un mercenario dei più spietati. Dove passa lui non rimane più nulla!

Giulia R. 10.06.13 18:44| 
 |
Rispondi al commento

DE BENEDETTI = BERSANI

DUE GRANDI PERDENTI TARGATI PD

Lamberto Zingarini 10.06.13 10:18| 
 |
Rispondi al commento

Dai dipendenti della Olivetti di Ivrea, poi messi sul marciapiede dall'ingegnere De Benedetti
risulta che lui venne chiamato De Maledetti.
Vi risulta?

sergio picini 09.06.13 22:34| 
 |
Rispondi al commento

Quando prese la Buitoni furono licenziati 700 operai, per rendere più appetibile il boccone per la nestlè e gli amministratori PD di memoria corta gli danno pure i budget per la sanità, è il dividendo
della linea editoriale????

Carlo Miani 09.06.13 21:25| 
 |
Rispondi al commento

09/06/2013, visita a eBay, sede di Shanghai:
- Età media degli ingegneri presenti = 30 anni,
- Stipendio medio di un neolaureato cinese più alto di quello di un neolaureato italiano (con i cinesi 20 volte meno preparati di un italiano)

Un grazie al Bel Paese. Un grazie alle scorse generazioni, il vostro passato ha distrutto il nostro futuro... e ancora lì, sempre nello stesso posto a decidere per noi

Daniele S. 09.06.13 15:58| 
 |
Rispondi al commento

@Massimo Sorrentino, ottima analisi la tua ed aggiungo che oggi in Italia si sta ripetendo la stessa cosa:

1) Avremmo FIAT (ormai più estera che italiana perciò dico avremmo);

2) Avremmo un certo Ing. Lorenzo Errico che ha brevettato in Germania e sperimentato con Nissan un sistema innovativo che sfrutta idrogeno creato all'istante e inserito nel processo di combustione dei motori a scoppio abbattendo del 95% le emissioni in atmosfera di inquinanti e riducendo contemporaneamente i consumi per ora quasi del 40% e che presto invertirà le proporzioni carburante-idrogeno.

Lo Stato dovrebbe dare priorità a "invenzioni di interesse nazionale" come questa, che possono ribaltare i destini di una nazione ed aiutarlo a sviluppare mercato e invece fra poco va in America... dove il nostro ingegnere è molto atteso.... e addio per l'italia anche a hydromoving.com, lo rivedremo sui giornali esteri quando qualche coglione di giornalista italiano poi si degnerà di scrivere... che ce lo siamo persi... Perchè la RAI ex servizio d'informazione di stato non va a Vasto (CH) a farci un bel servizio giornalistico?

Lello Marino, Ercolano Commentatore certificato 09.06.13 10:49| 
 |
Rispondi al commento

«Chissà perché non parlano dei loschi traffici del padrone del settimanale per il quale scrivono, lo spregiudicato arraffatore Carlo De Benedetti. Quello che nel 2009 ha preso la cittadinaza in Svizzera per “motivi affettivi”, mica per non pagare le tasse, chiaro. Quello che nel 1999 attraverso l’Olivetti, durante il governo D’Alema, tramite Roberto Colaninno, intraprende la scalata di Telecom. Tanto per rispolverare la memoria: Colaninno, sfruttando la classica serie di società fantasma con sede nel noto paradiso fiscale delle isole Cayman, arriva a controllare Telecom con appena lo 0,3 per cento delle azioni. Il “Financial Times” definì la scalata “una rapina in pieno giorno”. Altro che Costa Rica. De Benedetti è quello che ha spolpato le più grandi società italiane. È quello che, sul nascere dell’era dei personal computer, rifilò alle Poste italiane, grazie all’amico Visentini, centinaia di migliaia di obsolete telescriventi, rottamate dallo Stato qualche anno più tardi ancora negli imballaggi originali. Il proprietario de «l’Espresso» ci guadagnò 145miliardi di Lire».

Ecco il link all'articolo completo:
http://sporchibanchieri.wordpress.com/2013/03/09/lespresso-di-de-benedetti-pubblica-notizie-false/

Sporchi Banchieri 09.06.13 06:43| 
 |
Rispondi al commento

Attendiamo una puntata di Report in merito? Tanto per sapere se c'è ancora qualche giornalista indipendente su Rai3

Stefano V., Cagliari Commentatore certificato 08.06.13 23:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Lo trovo così disonesto che non voglio sporcare nemmeno la mia tastiera per scrivere il suo nome.

vera m., roma Commentatore certificato 08.06.13 22:37| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Si sa : De Benedetti ha affossato l'intero comparto informatico in Italia che proprio allora si stava sviluppando .
(1) Avevamo la Mente : Federico Faggin ( italiano ) che inventò il primo microprocessore in America nel 1972 .
(2) Avevamo la Grande Azienda : Olivetti che era leader mondiale nel cmpo delle calcolatrici Elettromeccaniche ( come IBM) ed era avanti nella ricerca nel settore .
Anche per incompetenza di Olivetti questi due fattori cruciali non vennero MAI messi a frutto per il bene dell'Italia Futura.
Ma che De Benedetti era un manager che non aveva ancora capito che allora stava nascendo addirittura una nuova Era Industriale, cioè l'Era Informatica, è risaputo.
Nel 1976 Jobs, che stava facendo nascere Apple, gli aveva offerto addirittura il 20% della società con una capitale di investimento di 100.000 dollari e lui rifiuto ( sic ! ) ... il che è tutto dire .... Per De Benedetti è come se avesse rifiutato di partecipare e promuovere ( a scelta ) : (1) All'invenzione della Ruota (2) Alla scoperta del Fuoco (3) Alla invenzione della Stampa (4) Alla scoperta dell'Elettromagnetismo (5) Alla invenzione del Motore a Scoppio ....
è un delitto nei confronti dell'Umanità per negato e mancato sviluppo della Civiltà. Ci sono Uomini che lo promuovono e Uomini che lo ritardano di decenni , e , forse anche di Secoli .... come la Chiesa che boicottò Galileo che stava inventando il metodo scientifico ... Ragazzi siamo a questi livelli ... La Storia ne parlerà in questi termini nei prossimi secoli .
Massimo Sorrentino

Massimo Sorrentino 08.06.13 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Su YouTube, "Pianisti in azione" è un video che dimostra quanto il problema dei pianisti parlamentari sia già stato posto in essere da altre trasmissioni nel passato e non come vogliono passarcelo, un incidente occasionale sul quale il M5S strumentalizza. Inoltre, cercando un'altro video sullo stesso argomento, messo in onda anni fa, dalla trasmissione EXIT postato su YT e visionato solo ieri o due giorni fa, non c'è più, giuro che c'era, ed era troppo divertente ma a ben guardare nemmeno il video su Malan che si scusa e si arrabbia dopo essere stato scoperto dal parlamentare 5S... questi tentativi di occultare la verità, mi sta facendo incazzare.

Rita Panarelli 08.06.13 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Nei post precedenti, oltre allo sdegno di molti, ho letto di cose note a pochi e sconosciute a tutti gli altri..io voglio rivolgere un appello a queste persone che erano a conoscenza di questi fatti ..è bene divulgare queste verità nascoste, ma chi se la sente, faccia qualcosa di più ..faccia tutto ciò che sente onestamente di poter fare per dare una svolta ! Beppe è il nostro faro ripetitore, la nostra cassa di risonanza e che Dio ce lo lasci in salute e pieno di grinta per quanto più possibile per guidare il MoVimento..ma ha bisogno del nostro aiuto, di tutti!
Ognuno deve fare qualcosa..quanto, sta a noi deciderlo, ma facciamo, facciamo, facciamo !!!
Il MoVimento accomuna persone, che a prescindere dal fatto che i loro ideali pendano a destra o a sinistra, sono stufe di vedere l'Italia, un paese dalle potenzialità enormi, arrancare per colpa di persone incapaci ..e quelli che non sono incapaci, peggio ancora, sono dei veri e propri delinquenti!
Uniamoci e (ri)prendiamoci l'Italia ..per noi, per i nostri figli, per il nostro amor proprio ! Prima che sia troppo tardi per sempre !!!

Marco Murgia 08.06.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Per lo staff
C'è uno splenditi reportage fatto da history
Fox chiedete se potete trasmetterlo su la cosa
È la storia del Olivetti raccontata da americani

Riccardo Garofoli 08.06.13 17:41| 
 |
Rispondi al commento

La Olivetti ha praticamente inventato il PC come lo conosciamo oggi, l'home computer. Era progettato e costruito in Italia. (scheda madre, memorie, schede video...).
Il declino/fallimento della Olivetti, è stato dovuto alla sprgiudicatezza economica dell'Ing. in oggetto, il quale ha prosciugato i conti dell'azienda per avviare il sistema di telefonia mobile Omnitel......
Se i risultati fossero stati più rapidi, forse......

paoloTV 08.06.13 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Il danno econmomico dato da De Benedetti al settore strategico dell'elettronica nazionale, prima ancora che dell'informatica, per onestà di cronaca, non è stato nel distruggere un'azienda all'avanguardia (la gloriosa divisione elettronica di Adriano Olivetti era stata mollata già negli anni '60 dai governi venduti agli americani, che l'acquistarono tramite il colosso GE), ma con una manovra della peggior specie economica: far credere che si trattasse ancora di "quella", per in realtà ricostruirla ex-novo in un settore mondiale iper-concentrato (IBM allora al 67%) e senza alcuna possibilità strategica di farcela. La cosiddetta Olivetti di De Benedetti fu creata dal PCI e soci per ottenere commesse pubbliche (PP. AA., cui venivano consegnate macchine poco funzionanti e tante, in gran parte rimaste nei magazzini o spesso abbandonate, M10 e M20) e settore finanziario (banche pubbliche o "politiche", stesso risultato): il progetto era proprio quello, far credere che si trattasse di alta tecnolgia italiana (quella venduta invece con la VERA divisione della Olivetti) mentre si trattava di una biechissima speculazione della lobby semi-casalinga della sinistra italiana, occhieggiante a certa finanza ebraica già globale. Un disastro molto meno ingenuo e molto peggiore di quello denunciato dalla "Prima domanda a De Benedetti", anche perchè ha creato un altro miraggio nell'economia nazionale e tantissimi squilibri rispetto a un settore che certo aveva perso la sua guida nazionale (la vera Olivetti), che comunque era rimasta in Italia (laboratorio Progetti e Studi di Pregnana Milanese, stabilimenti di Caluso e Borgolombardo...CON IL SUO INDOTTO, SANO!) anche se in mani americane, provocando enormi disturbi competitivi dati dall'ignoranza economica, guidata dalla politica, che si potesse fare ancora strategia dell'elettronica in Italia nel 1980... I giochi erano fatti, l'America aveva il monopolio, solo i giapponesi con tutt'altra politica industriale li stavano contrastando...

Sergio1 Bevilacqua, Venezia Commentatore certificato 08.06.13 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Aneddoto su Olivetti di De Benedetti: eravamo una software house che produceva software per la sanita' e l'Olivetti ci procurava i clienti , Ma non pagava . Esaurite le anticipazioni bancarie per essere pagati dovemmo comprare una grande quantita di computer 3b2 ATeT e compensare debito con credito . Se poi siamo sopravvissuti e' perche non abbiamo piu lavorato per Olivetti ed i tempi erano diversi, le banche ci hanno aiutato . Oggi saremmo falliti .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 08.06.13 09:46| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Che ne dite del suo fido discepolo e compagno di
merende: COLANNINO(padre)?Un altro che, dopo aver speculato in italia (TELECOM), ha portato i grandi
profitti all'estero lasciando in italia, a guardia
dei pochi interessi rimasti, il suo PARGOLETTO che
guarda caso è un servo tesserato ed emergente del
partito PD-L che,inciuciandosi col PD+L formando
il GOVERNO DEI TRADITORI dei propri elettori, sta
solo prendendo in giro i poveri onesti italiani:
GIOVANI ED ESODATI SENZA LAVORO, FAMIGLIE SENZA CASA E SENZA SPERANZA, VECCHI SENZA ASSISTENZA E
ABBANDONATI,ASSASSINI/STUPRATORI IN LIBERTA',
VILI MAESTRE D'ASILO E SCUOLE VIOLENTATRICI DI
POVERI BAMBINI AUTISTICI E NON CHE, ANCHE DOPO LE
PROVE SCHIACCIANTI A LORO CARICO, SONO SOLAMENTE
AGLI ARRESTI DOMICILIARI INVECE CHE IN GALERA!!!
Proteggono i loro privilegi e poltrone, i vili
delinquenti e ladri, i loro complici RAITV e carta
stracciai mediatici,mantenuti col vile CANONETV E
FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI E GIORNALI!!
Se volete salvare l'italia, date la vs. fiducia e
il vs. voto al MOVIMENTO 5 STELLE, l'unico che non
ha tradito i propri elettori, ma che molti SUOI
ELETTI STANNO TRADENDO (VILI E VIGLIACCHI)!!

peppino russo 08.06.13 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Non avrà mai il coraggio di rispondere.

Luca S., Verona Commentatore certificato 08.06.13 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo ricordi anche questo al Sognore De Benedetti:

"Nel 1981, Carlo De Benedetti, entrò nell'azionariato del Banco Ambrosiano guidato allora dall'enigmatico presidente Roberto Calvi. Con l'acquisto del 2% del capitale, De Benedetti ricevette la carica di vicepresidente del Banco. Dopo appena due mesi, l'Ingegnere lasciò l'istituto, già alle soglie del fallimento, motivandone le ragioni sia alla Banca d'Italia sia al ministero del Tesoro e cedendo la sua quota azionaria. De Benedetti fu accusato di aver fatto una plusvalenza di 40 miliardi di lire e per questo processato per concorso in bancarotta fraudolenta. Fu condannato in primo grado e in appello a 8 anni e 6 mesi di reclusione, sentenze poi annullate dalla Cassazione poiché non esistevano i presupposti per i quali era stato processato."

ave dotti, erbusco Commentatore certificato 08.06.13 08:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

De Benedetti mi ricorda molto quei acquisitori di auto a poco prezzo, poi le smontano e ne rivendono i pezzi guadagnandoci. Come ha fatto con l'Olivetti.

ave dotti, erbusco Commentatore certificato 08.06.13 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Oggi col M5S c'è l'occasione storica di un cambio evolutivo della classe dirigente:
…e si tratta di produrre in malora, ma si muore anche per la stupidità di un comandante, com'è accaduto a Costa Concordia. E che dire della strage della torre di Genova?.. ma chi è quel genio che ha deciso che doveva per forza sorgere in quel punto? ma non potevano farla più dentro di qualche metro e non come una palafitta? eppure era prevedibile che su migliaia di manovre qualche nave per effetto di un'avaria, un rimorchiatore che resta senza nafta, una cima che si strappa o un banale errore umano, potesse cozzarci contro, la Jolly Nero non volava a bassa quota, è semplicemente arrivata contro restando nel suo elemento naturale, l'acqua. Per l’okay alla costruzione della torre è immischiata una schiera di dirigenti imbecilli di vari comparti amministrativi.. classico esempio di “stupidità collegiale”. La dilagante stupidità dei capi non può essere più accettata.. la sindrome dello schettino, così la chiamo io, è ormai diventata piaga nazionale e sta cancrenizzando tutto il settore produttivo, politico e amministrativo.. è devastante.. ci sta affondando tutti… leggi tutto: http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 08.06.13 08:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

olivetti era un imprenditore... de benedetti uno dei tanti sciacalli con la finanza in mano...

alessandro 08.06.13 08:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

di certo De Benedetti non verrà ricordato per essere stato un imprenditore di successo. Semmai più per sua fama di speculatore e la sua disinvolta abilità di giocatore di Borsa...Sono questi indivudui che hanno portato l'Italia al tracollo. Dispiace solo che ci sono ancora tanti id.ioti che hanno ancora fiducia in un sistema corrotto

Franco Fanni Commentatore certificato 08.06.13 02:55| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo! Bisogna sempre ricordare questi fatti e questi personaggi. Mai fare in modo che possano indisturbatamente crogiolarsi nell'oblio che protegge la loro dorata esistenza! Giovani e giovanissimi cercate i documentari su Olivetti e la sua concezione di fabbrica come luogo di vita e di cultura oltre che di lavoro. Noi ce la possiamo solo sognare una realtà del genere!

Donatella Tizi 08.06.13 02:28| 
 |
Rispondi al commento

Castiariddu De Benedetti, parinti unu porcu!

v man Commentatore certificato 08.06.13 01:43| 
 |
Rispondi al commento

il bello è che i sinistri non sanno di avere il loro ""berlusconi""! hahahahhahhahahhahhaha
Potere dei media...!

yuva m., mantova Commentatore certificato 08.06.13 00:57| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggete... se avete coraggio.


http://www.qelsi.it/2011/de-benedetti-e-la-sinistra-storia-di-unalleanza-che-ha-svenduto-litalia/

http://www.qelsi.it/2013/cosi-ti-smonto-prodi-il-finto-presidente-di-tutti/

stefania f. Commentatore certificato 08.06.13 00:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lui...e gli Agnelli...per oltre mezzo secolo hanno saccheggiato il nostro paese...gente buona solamente a prendere...succhiare come vampiri...soldi dello stato...ed in cambio...regalare solo cassaintegrazione e licenziamenti.....MEDIOCRITà FATTA PERSONA!

Gio 66, Roma Commentatore certificato 08.06.13 00:12| 
 |
Rispondi al commento

Citazione testuale dalle prime righe del programma del Movimento 5 stelle, online da moltissimo tempo:
"Il Parlamento non rappresenta più i cittadini che non possono scegliere il candidato, ma solo il simbolo del partito. La Costituzione non è applicata. I partiti si sono sostituiti alla volontà popolare e sottratti al suo controllo e giudizio."

In altre parole, è ben noto cosa pensa Beppe dei meccanismi attuali di elezione e lavoro del Parlamento. E allora? Cosa sono tutte le grida "allo scandalo" che i vari paladini dei diritti-di-non-si-sa-chi oggi hanno levato unanimi? Ennesima sceneggiata alla napoletana?

Da alcuni giorni sono preso dallo sconforto: è evidente che la malattia che ha dilaniato anno dopo anno il nostro paese è profondamente radicata, permea trasversalmente tutte le fazioni politiche, tutte le istituzioni, tutti i possibili ambiti ove vengono prese le decisioni che possono cambiare la vita delle persone "normali".

E questo blaterare continuo, questo MENTIRE CON CANDIDA FACCIATOSTA giorno dopo giorno da parte della TriadeImmorale (TM dell'autore), non fa che rigirare il coltello nella piaga aperta.

Tutti noi, chiudendo gli occhi per decenni, in silenzio, abbiamo permesso che l'Italia arrivasse a questo punto. Noi per primi non abbiamo difeso il nostro paese dallo sciacallaggio. Abbiamo ficcato la testa sotto la sabbia, pensando che tanto avremmo potuto sopravvivere a tutto e a tutti.
Siamo stati incoscienti e ipocriti.

Ora la Storia ci sta chiedendo di saldare il conto. Ed il prezzo da pagare è drammaticamente alto.

Galeazzo Musolesi 08.06.13 00:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Egr. Sig. Ing.
De Benedetti ci spiega come fece a far assumere dal ministero delle finanze, quindi a spese dello stato, i dipendenti Olivetti in crisi nel 1992, e a meritarsi l'elogio del Dott. Scalfari e del fu Giorgio Bocca?

Oronzo De Pasquale 07.06.13 23:21| 
 |
Rispondi al commento


"QUESTO GOVERNO DEVE ANDARE SUBITO A CASA.
LETTA SEI UN AUTENTICO LADRONE,

NON PARLARE PIU' DI LAVORO E DEI LAVORATORI,

NOMINATI DA VOI E' UNA OFFESA PER TUTTE LE PERSONE ONESTE

TU E TUTTI I TUOI DELLA CASTA NON SANNO COSA E' LAVORARE.

RICORDA CHE IL TUO AMICO MONTI PARLAVA DI SPENDING REVIEW E LALLI GALLI CHE
HA INIZIATO IL NOSTRO PRESIDENTE NAPOLITANO CON LA NOMINA INUTILE DI MONTI,
ABBIAMO AVUTO MONTI + i suoi ladroni,+ LISTA CIVICA +10 SAGGI +35 ALTRI
PERSONAGGI DI DUBBIA FATTURA COMPLETA IL TUO BEL GOVERNO DI MANGIA MANGIA E
DI LADRONI ALLA COMUNISTA E DEMOCRISTIANA MANIERA CREANDO TANTE DI QUELLE
POLTRONE QUANTI SONO I VOSTRI AMICI E PARENTI E AMANTI E VAI VAI.

VERGOGNATEVI TUTTI NON STATE CREANDO UN SOLO POSTO DI LAVORO PER IL POPOLO
ITALIANO,

NON SI FA PIU' UN PIANO PER CREARE PRODUZIONE E LAVORO, SI FANNO SOLO
parole, parole, parole,

SERVIZI,
SERVIZI,
SERVIZI,
TASSE,
TASSE,
TASSE,

SIAMO DA MOLTO SUL FONDO, ADESSO COSA DOBBIAMO FARE
VERGOGNA,
VERGOGNA,
VERGOGNA,

FATE SUBITO UNA RIFORMA ELETTORALE E A AGOSTO ANDIAMO A VOTARE SOLO COSI'
SALVATE IL POPOLO ITALIANO e LA SOVRANITA'DA QUESTA OPPRESSIONE DI QUESTA
PARTITOCRAZIA CORROTTA E LADRONA OGNI GIORNO NE STATE FACENDO UNA,
BASTA,
BASTA,
BASTA,
BASTA,

QUANTA GENTE SI DEVE AMMAZZARE ANCORA CON QUESTA SITUAZIONE INSOSTENIBILE.

VIA,
VIA,
VOGLIOMO CHE RITORNI DI MODA L'ONESTA' E LA MERITOCRAZIA. ANDATE VIA
CORROTTI ELADRONI TUTTI."

GIOVANNI PUCA 07.06.13 23:14| 
 |
Rispondi al commento

una faccia da vero itajano,
uno di noi

fracatz 07.06.13 23:07| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti ha regalato l'elettronica italiana agli americani,quando Kennedy ha lanciato un concorso mondiale, tra tutti gli alleati per costruire dei sistemi elettronici tali a far vincere la famosa corsa a chi arrivava per primo sulla luna.
Bene, gli ingegneri italiani sbalordirono la nasa con sistemi di controllo che all'epoca, gli americani potevano solo sognare.
Ma questo per noi non fu un bene,si spaventarono e conoscendo l'importanza che l'elettronica avrebbe avuto negli anni a seguire,iniziarono una politica di corruzione e boicottaggio nei confronti della più grande azienda di elettronica e calcolo che l'Italia aveva;Olivetti per l'appunto.Come ci sono riusciti? Per prima cosa consigliarono(come oggi fa l'Europa) che la strategia di crescita del nostro paese doveva basarsi sullo sviluppo dell'automobile e nella costruzione di autostrade, che ci vennero imposte come unica soluzione di crescita.Poi importarono le migliori menti dell'elettronica negli Usa, ovviamente dopo aver messo nei salotti che contano l'illustrissimo De Benedetti, il quale era molto contento di non dover licenziare,visto che riceveva dimissioni.Poi dopo aver preso lauti aiuti economici dallo stato (che prendeva ordini da Kissinger)ha deciso di smantellare la Olivetti cedendo brevetti e cervelli in California.Rendo noto che i grandi guru dell'informatica moderna(anni 80 in poi) nella Silicon Valley andavano a scuola e imparavano l'abc da prof. Italiani usciti proprio dalle nostre università e da quella fabbrica l'Olivetti.Costui successivamente si è solo dedicato alla politica,utilizzando l'editoria(come da accademia Bildemberg) solo ed esclusivamente a scopi politici e di controllo.Ha tenuto in vita Berlusconi, evitando che i suoi servi di sinistra votassero leggi contro mediaset, soltanto perchè lui sapeva che il berlusca gli doveva mezzo miliardo. Non poteva farlo fallire....Se a qualcuno manca l'anello di congiunzione tra PD e PDL, eccolo si chiama De Benedetti & associati.

Loris G. 07.06.13 22:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Questi sono gli " IMPRENDITORI " italiani... bella roba!

antonella b., Cremona Commentatore certificato 07.06.13 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Mi rifiuto di sprecare parole per un associale come l'individuo oggetto di questo post.
Allora dico W BEPPE GRILLO.

giorgio p., verona Commentatore certificato 07.06.13 22:21| 
 |
Rispondi al commento

Il dottor Cuccia ripeteva ad Adriano Olivetti: “Mi dicono che lei va a vedere le fabbriche. Ma non va mica bene sa, perché poi ci si affeziona”. Chi invece ha seguito il consiglio è stato il dottor Carlo De Benedetti che non è andato nelle fabbriche, lui le ha distrutte per non affezionarsi. Questi perversi personaggi, come De Benedetti, hanno distrutto un sistema industriale, che credeva nelle persona e non nelle speculazioni finanziarie. Hanno potuto farlo con la complicità del sistema dei partiti politici, scarnificando e spolpando una parte del nostro patrimonio industriale. La tessera numero 1 del PD, con i suoi giornali che usa come arma contro i suoi nemici, spero che sia ricordato come uno dei più perfidi personaggi di questo sistema corrotto, che distrutto il patrimonio non solo della Olivetti.

Francesco M., Dueville Commentatore certificato 07.06.13 22:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

esatto... e mi aspetto che le altre nove siano altrettanto incisive

gaetano g., massa Commentatore certificato 07.06.13 21:50| 
 |
Rispondi al commento

bene cosi ,martellateli quei burattinai della stampa serva del potere.

Andrea Urso, Roma Commentatore certificato 07.06.13 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Quando lavoravo in Montedison c'erano i pc Olivetti. Ad un certo unto furono buttati via e sostituiti con gli IBM. Ho sentito odore di intrallazzo ai danni dell'Olivetti.

Baldo Scotti, Milano Commentatore certificato 07.06.13 21:14| 
 |
Rispondi al commento

premesso che non vedo l'ora che berlusconi si levi dalle palle, ma de benedetti è proprio l'esempio di come la politica sia fatta dai soliti noti. ha truffato lo stato, ha distrutto l'azienda di famiglia, ha distrutto migliaia di posti di lavoro, è stao in carcere e ora con la tessera numero uno del PD và in televisione e dice che berlusconi è un bandito. meglio un bandito che dopo aver pagato tangenti ha dato lavoro a qualche migliaio di persone che un figlio di papà che dopo aver pagato le tangenti ha portato l'azienda al fallimento. e questo è quello che farà il PD se non interverrà il movimento 5 stelle a mandare a casa tutti.

IL TROVATORE 07.06.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

finalmente parliamo di De Benedetti. Da quando è uscito Brlusconi, è sbucato De Benedetti. Due squali contro. Chi è meglio, chi è peggio, sia dal punto di vista morale, sia da quello legale???
Ma non è questo il problema. Che è invece il popolo italiano che ha creduto di fare politica per decenni senza accorgersi che venivano manovrati dai sopra menzionati. E cioè da un capitalista fregato da un altro capitalista nel corso di un lodo (perchè un lodo e non il tribunale??). Guerra all'ultimo sangue o dollaro. Repubblica (meglio scritta) contro Giornale. Un rifugiato in Svizzera contro un ipercinetico scatenato.
Ma il popolo italiano??? i seri e puri (pazzesco) tutti a sinistra, i beceri ignoranti a destra (ma è mai possibile che tutti gli intellettuali, ad esempio AUGIAS, siano a sinistra?).RAI 3 al completo contro Emilio Fede (è facile vincere, eh ?????).
Botte da orbi, con intervento, nei momenti cruciali, dei NOSTRI (procure della Repubblica assortite), tifo da stadio, e per che cosa?
Per l'Italia? No, per De Benedetti o Berlusconi.
Da anni ve lo dicevo, ma inutilmente.
Vorrei terminare precisando che è più corretto definire caimano DE BENEDETTI, visto lo stile di vita e di caccia del caimano; più zoologicamente corretto definire squalo BERLUSCONI, per lo stesso motivo
A risentirci.
Giuseppe Aulenti

giuseppe aulenti 07.06.13 20:41| 
 |
Rispondi al commento

grillo sei l'unico che non ti senti in obbligo con persone ditte società partiti quindi dici sempre quello che pensi,bravissimo non ti ho votato ma credo che lo farò se continui cosi senza peli sulla lingua senza fare sconti a nessuno e non è necessario guardare i sondaggi giornalieri pilotati

silvano sotgiu 07.06.13 20:39| 
 |
Rispondi al commento

prima del fallimento chiederei a De Benedetti se si ricorda quandò andò a san vittore per aver pagato delle tangenti al ministero delle poste per venedere le telescriventi che marcivano nel magazzino.
se andate sul corriere della sera c'è l'articolo sull'arresto di De Benedetti: l' ingegnere in carcere a regina celi, si è finalmente trovato faccia a faccia con la sua accusatrice Maria Cordova e il gip Augusta Iannini e le ha salutate entrambe con un galante baciamano.
Logicamente è stato solo tredici ore in carcere e poi ha patteggiato la pena.

la mazzetta 07.06.13 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Non trova anomalo che il risarcimento per il lodo Mondadori, ovvero un'azienda e richieste perdite di chanche, sia stato definito totalmente Patrimoniale e non, quantomeno parzialmente, Reddituale ?

LuigiVis 07.06.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento

CHE NESSUNO DIMENTICHI QUESTA FACCIA.

francesco silenzio 07.06.13 20:18| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE

PUOI FARE QUESTA DOMANDA STILE REPORT A DEBENEDETTI

CARO INGEGNERE LEI CHE HA LA TESSERA NUMERO UNO DEL PD CI PUO' DIRE QUANTO GUADAGNA DALL'AVER FATTO DI REPUBBLICA L'HOUSE ORGAN DEL PARTITO DEMOCRATICO ?

francesco blu 07.06.13 20:08| 
 |
Rispondi al commento

La storia dell'Olivetti è molto interessante, ma perl'appunto è storia. Perchè non ci parli della Montedison e di Cefis ? o del Risorgimento ? Sono attacchi personali ormai sterili. Fughe dalla realtà attuale, dalla necessità di impegnarsi concretamente. E' facile insultare e fare le pulci a quacuno. Perchè non ci parli delle 13 società aperte in Costarica ? o dell'evasione fiscale e dell'esportazione di capitali ?


Chissà se ricorda ... 1978 ... comune di Torino ... prima giunta di sinistra ... sindaco Nxxx ... assessore Bxxxx ... e ualà !!!

Pensionato Incazzato () Commentatore certificato 07.06.13 19:44| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti se ne frega delle domande di chiunque.
Ha fatto soldi vendendo il vendibile come da buon finanziario. Il resto è folklore.

silvano ottonari 07.06.13 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Non voglio commentare il fallimento dell'Olivetti.
E non perché si tratti di cosa da poco, ma perché quest'intervista, che mi pare di capire risalga al pre-risultato elettorale, mi ha lasciata incredula.
Dunque era tutto deciso.
Questa gente non è affatto inconsapevole.
Non agisce in nome dei propri esclusivi interessi perché un lauto stipendio li ha costretti a naufragare su di un un nucleo di sole collassato dal quale i problemi della collettività sono invisibili ad occhio nudo.
Sanno ció che fanno, e l'Italia in macerie è il risultato di un piano ben congegnato.

Vorrei riassumere brevemente le affermazioni di De Benedetti piú cariche del dono della preveggenza, ma ho l'emicrania a grappolo per la nausea.

Guardate il video.

Quintet Images 07.06.13 19:30| 
 |
Rispondi al commento

Le mele marce devono uscire dal parlamento.E sostituite con altre.

Paolo.T Commentatore certificato 07.06.13 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Uffa Beppe, ti metti a fare queste domande proprio ora che Bracconi e Curzio Maltese stavano preparando un dossier esplosivo sull'ingegnere!
Gli hai fregato lo scoop, vergogna!

fran Commentatore certificato 07.06.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti ha giurato a Radio Capital, nel corso di una recente intervista di non aver mai avuto la tessera del PD. Sarebbe il caso di verificare!

Fulvio Valsecchi Commentatore certificato 07.06.13 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Che peccato che la fabbrica dell'ing. Adriano sia andata in malora.

Giovanni Effe 07.06.13 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Olivetti un nome che ricorda il ticchettare delle macchine da scrivere e delle calcolatrici meccaniche. Ricordo anche però che Olivetti viveva sulle commesse pubbliche, su un monopolio per le forniture alle poste, alle banche, ai ministeri e via di questo passo. Aprì per prima negozi in franchising in tutta Italia promettendo guadagni basati sul brand, prodotti con costi sopra la media per garantire utili per tutti. Poi arrivò l'elettronica e contemporaneamente De Benedetti; due sfighe in un colpo solo! L'ambizione di gestire in proprio sistemi operativi ed hardware la fece sprofondare nelle vendite perchè "Ccà nisciuno è fesso" e l'Olivetti non è mai stata l'Apple.
Olivetti che aveva già allora potenti agganci con il PCI godeva pure di esclusive per le importazioni di apparecchiature e materiali dai paesi del blocco sovietico (una garazia di democrazia) che pure poco appetibili avevano prezzi bassissimi e garantivano redditività. De Benedetti non era un industiale, faceva parte di quella nuova categoria di arrembanti e spregiudicati scalatori della finanza. Provò l'assalto alla Société Générale de Belgique urtando lo spirito nazionalista francofono e della multinazionale francese Suez (quella che ora vorrebbe il monopolio sull'acqua in Italia). Il ns. ingegnere fù costetto a mollare la presa e precipitò nel baratro con tutto quello che gli stava dietro e l'Olivetti, già superindebitata, cessò di esistere. De Benedetti era già stato trombato alla Fiat dove aveva provato giochetti di potere ma aveva trovato, pure li, gente con i denti più lunghi dei suoi. Insomma una carriera costellata di successi, sta ancora a cavallo grazie alla pletora di boiardi che gli consentono di sguazzare nel semimonopolistico ed assistito ambito dell'energia e dell'editoria. Quando un gatto nero vede lui o Prodi che gli attraversa la strada si tocca i maroni.

Paolo Andrea 07.06.13 18:00| 
 |
Rispondi al commento

Potete chiedere a De Benedetti CHI ,nome e cognomi dei personaggi che che lavorarono al fallimenmtp dell'Olivetti? Colaninno vi dice qualcosa? Fallimento Alitalia e Colaninno vi dicono qualcosa?

carla v., roma Commentatore certificato 07.06.13 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Come prima domanda direi che iniziamo bene! L'ultima frase mi ha fatto morire dal ridere. Scusate, so che non c'è veramente nulla di divertente nella nostra situazione attuale.

Maria paties 07.06.13 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma credete che Vi risponderà, se ne fotte
geronzi 5 anni troppo pochi

piero l., tortona Commentatore certificato 07.06.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Come beppe a affermato il parlamento e solo una scatola vuota
Il corazziere la repubblica lo ha subito messo online
Beppe fatti pagare le royalti su i titoli

Riccardo Garofoli 07.06.13 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma con la tessera numero uno a che cosa si ha diritto
Forse a nulla visto che la tessera e falsa quella vera c'è là Berlusconi
O da diritto a un risarcimento pluri milionario ??

Riccardo Garofoli 07.06.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

TRADITORI, VI AUGURO DI MORIRE CON UN TUMORE AL CERVELLO, BASTARDI SCHIFOSI !!!

Riccardo pezzoli (djpezzo), Bologna Commentatore certificato 07.06.13 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Solo un appunto sull’ultima dichiarazione del comunicato :
« potranno finalmente fregiarsi del titolo di Onorevole »,
Finalmente non devono più sottostare alla ridicola buffonata terminologica dei « cittadini »
E’ necessario avere rispetto delle istituzioni, anche formale e terminologico. Io ho votato per questi Signori affinchè mi governino, decidano provvedimenti in nome della Nazione, si confrontino con questioni d’interesse nazionale, perfino mondiale.
Io ho mandato alle cariche elettive PARLAMENTARI, con tutto il peso, la responsabilità e il PRESTIGIO che tale posizione comporta. Voglio persone anche formalmente e terminologicamente AUTOREVOLI, non « cittadini », perchè il cittadino lo faccio già io.
Questi Signori rappresentano le decine di migliaia di persone che li hanno votati, ed hanno una responsabilità , un peso, che i cittadini normali non hanno.
Onorevole non si riferisce alle loro qualità personali. ONOREVOLE è la posizione che devono ricoprire.
Altrimenti aboliamo del tutto le elezioni e creiamo un sistema dove tutti i cittadini italiani, a rotazione o a sorteggio, si siedono per un periodo in parlamento.
Questa è solo una la più folkloristica, delle connotazioni che li rende ai miei occhi ridicoli e non idonei a governare una nazione.
A sedersi a tavoli internazionali, a guidare commissioni strategiche, non voglio il bravo ragazzo cittadino, un boyscout con zainetto e cappellino, voglio uno stra-cazzutissimo Onorevole, in giacca e cravatta, che sia autorevole anche agli occhi di chi deve interloquire con lui

Andrea Iammarino Commentatore certificato 07.06.13 17:08| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande elogio al commento del Sig. Silvano Ottonari!
Oltre a cio' che Egli ha citato vorrei aggiungere: "e per agevolare l'interscambio tra azienda e banche, fondamentale per il bene della Olivetti, a malincuore e con grandi sofferenze, ho preso la decisione di avere residenza in Svizzera. Sa non sia mai che le banche Svizzere usino dei "cavilli bancari" per accaparrarsi il meglio delle nostre aziende. Posso così controllare meglio il loro operato! Con grande fiducia e la collaborazione del validissimo connazionale, amministratore delegato della FIAT, anch'Egli mio vicino di casa in Svizzera, cercheremo di elevare al meglio cio' che il genio Italiano ha fatto e sta facendo nel mondo!" Ma credete che risponda??? Non vado avanti ! Non ho parole.......

Claudio T. Commentatore certificato 07.06.13 17:03| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non fate chiarezza e non informate i cittadini sul club Bilderberg e su quello che ci stanno facendo con le loro manovre finanziarie? e chi sono gli adepti che stanno rovinando questo paese?

Alessandro Giuliani 07.06.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rapporti con il monte dei paschi ?

antonello c., pescara Commentatore certificato 07.06.13 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Io che vivo in Belgio posso portare questa testimonianza vissuta nella più grande fabbrica di allora in questo paese. Essendo passato impiegato, dopo alcuni anni da operaio, nel 1971, per la mia funzione andavo spesso in tutti gli uffici, principalmente in quelli dei contabili:restai sorpreso che costoro usassero tutti le calcolatrici di allora di marca Olivetti e lo stesso vale per una buona parte delle macchine da scrivere! Chi è quel grande cavaliere d'industria che è riuscito ad annientare questo celebre marchio italiano nel mondo? E pensate che in seguito cercherà anche la scalata alla Société Générale del Belgio, della quale faceva parte anche la società dove lavoravo io, senza riuscirci...ma forse avendo fatto il lavoro sporco in favore della SUEZ francese ! Il più grande torto della sinistra italiana è proprio quello di essersi azzerbinata alla Francia, come fa tutt'ora: sono dei venduti ! Almeno Berlusconi fa il politico per i propri comodi e per evitare la prigione !

Marioli Bruno, AISEAU-PRESLES Commentatore certificato 07.06.13 16:06| 
 |
Rispondi al commento

ho realizzato tre anni fa una mostra su adriano Olivetti, in Collaborazione con la Fondazione Olivetti.
il caso dell'azienda di Ivrea è emblematico della spogliazione delle tecnologie italiane da parte delle multinazionali straniere. L'olivetti aveva appena creato il primo elaboratore elettronico a transistor, l'Elea 300, quando adriano olivetti muore improvvisamente di infarto in vagone letto mentre andava in Svizzera e il creatore dell'Elea 3000, l'Ing Thcu, moriva un anoon dopo investito in autostrada da un camion. dopo un anno la divisione elettronica di Olivetti venne venduta da Mediobanca alla General Elettric.
Leggete un bel libro: "il miracolo Scippato" di Pivato. Racconta 5 casi di sviluppo tecnologico di questo paese tarpato da strani affari. settori dove eravamo leader mondiali.
Luca Ravera

luca ravera 07.06.13 16:03| 
 |
Rispondi al commento

COME SI FA A FIDARSI DI IMPRENDITORI SCHIERATI A SINISTRA?(ma poi la sinistra dove sta?)in tempi meno dubbi il ns debenedetti aveva allargato i confini olivetti su tutto l asse del nord da Ivrea ,Crema ,Brescia, Milano, costruendo capannoni e case per i lavoratori, strappando ai comuni interessati prezzi ridicoli per quei terreni, POI con la chiusura di tutti gli stabilimenti ,rivendette quegli stessi terreni 10 volte il loro prezzo ,e intanto che la olivetti decresceva lui tentava la scalata alla banca belga con i soldi degli azionisti olivetti , ,azzerando poi il valore azionario di olivetti con grande perdita di chi aveva investito in titoli, specialmente i dipendenti poi venne telecom ... e via sempre sulle spalle dei lavoratori .. Questo sarebbe un imprenditore comunista o di sinistra ? probabilmente i suoi compagni ora al governo han preso parecchio dai suoi insegnamenti...
la classe operaia è la prima tartassata

emi m., crema Commentatore certificato 07.06.13 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra importante rivisitare la storia economica dell'Italia, evidenziando finalmente tutte le ingiustizie che sono state perpetrate contro il popolo italiano.
Purtroppo la nostra stampa, ha omesso da tempo di fare il proprio mestiere che è quello di essere costantemente all'opposizione del potere e di essere la coscienza critica del Paese.

riccardo g. Commentatore certificato 07.06.13 15:46| 
 |
Rispondi al commento

Metaforicamente parlando la seconda Repubblica italiana è come una moneta con due facce, l'una con Berlusconi e l'altra con De Benedetti... anni fa c'era solo la famiglia Agnelli a dettare legge alla politica, ma prima dell'avvento del Cavaliere che ha portato al successo l'ex Fiat, de Benedetti. Repubblichella 2000 è nato grazie ai soldi della mafia di un noto PSI, amico stretto di barba papà... Andreotti lo sapeva benissimo e per questo i repubblichini lo temevano... oltretutto in gioventù fuorno uno per uno balilla fascisti... il lupo perde il pelo ma non il vizio... ora l'ingegnere si limita al gruppo Bildenberg ...

ben vliet Commentatore certificato 07.06.13 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Come direbbe cettolaqualunque....na beata minchia cazzù io!

luciano u., roma Commentatore certificato 07.06.13 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in regime capitalista, Grillo! Come fai a chiedere ad un Imprenditore di essere qualificato? Non esiste! Non siamo in una Societa' Socialista dove l'Economia e' sacra e pertanto deve essere Gestita e Pianificata da persone Competenti (a meno del solito fattore umano che per interessi personali un politico anche se si dice socialista si conporta come una persona di destra,ma questo e' tradimento idologico e almeno da un punto di vista teorico non lo prendiamo giustamente in considerazione). Gli Imprenditori Capitalisti sono tutti...:"fai da te". Siamo come nella giungla (puoi chiamarla mercato ora)...ognuno fa da se', basta che abbia I soldi e non importa come se li sia procacciati (anche se sporchi va benissimo anzi meglio...importante non farsi beccare, il che non e' cosi' difficile). Non vedi con quali tipi di Imprenditori abbiamo a che fare in Regime Capitalista? Sono sempre in Bancarotta e la maggior parte delle Bancarotte sono fraudolente se non delinquenziali, come nel caso dell'Eternit, o Ilva, ecc. ecc..
Non e' l'Imprenditore la "parola chiave" per una corretta Economia, come vogliono farci credere I Capitralisti dopo aver fatto il lavaggio del cervello alla gente, ma la Produzione!!!! E si puo' produrre anche senza Imprenditori, tramite Cooperative, o tramite lo Stato stesso che puo' mettere alle Direttive Economiche le persone economicamente piu' valide ed esperte, e puo' cominciare fin dalla scuola a preparare i cittadini per una florida economia di tutta la Nazione! Come si fa invece in Regime Capitalista ad avere una Ricca Economia quando fin dai banchi della scuola e dai pulpiti delle chiese e dalla stessa voce del Papa (il loro grnde alleato) si inneggia alla beata poveeta'????

michele carobolante 07.06.13 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Seconda domanda: C'era anche lei sul panfilo Britannia nel 1992?

gabriella laeffe 07.06.13 15:23| 
 |
Rispondi al commento

Oggi col M5S c'è l'occasione storica di un cambio evolutivo della classe dirigente:
…e si tratta di produrre in malora, ma si muore anche per la stupidità di un comandante, com'è accaduto a Costa Concordia. E che dire della strage della torre di Genova?.. ma chi è quel genio che ha deciso che doveva per forza sorgere in quel punto? ma non potevano farla più dentro di qualche metro e non come una palafitta? eppure era prevedibile che su migliaia di manovre qualche nave per effetto di un'avaria, un rimorchiatore che resta senza nafta, una cima che si strappa o un banale errore umano, potesse cozzarci contro, la Jolly Nero non volava a bassa quota, è semplicemente arrivata contro restando nel suo elemento naturale, l'acqua. Per l’okay alla costruzione della torre è immischiata una schiera di dirigenti imbecilli di vari comparti amministrativi.. classico esempio di “stupidità collegiale”. La dilagante stupidità dei capi non può essere più accettata.. la sindrome dello schettino, così la chiamo io, è ormai diventata piaga nazionale e sta cancrenizzando tutto il settore produttivo, politico e amministrativo.. è devastante.. ci sta affondando tutti.. leggi ancora: http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 07.06.13 15:19| 
 |
Rispondi al commento

facciamo qualcosa per il Paese oltre a cercare di annientare gli altri, a noi interessa l'Italia e i suoi cittadini,non riusciremo mai a riportare il Paese deve gli compete se si continua sulla falsa riga adottata da chi governa o ha governato gli ultimi 20 anni. Bisogna abbattere il sistema senza perdere di vista la realtà, fatta di gente che è senza lavoro, senza speranza, senza futuro, senza vita!

Giovanni Di Blasi 07.06.13 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Ho lavorato per 13 anni per una ditta del Gruppo Olivetti per poi vedermi sbattuto fuori perché i conti economici non erano in attivo. Vorrei capire perché le colpe le devono prendere sempre coloro i quali metaforicamente parlando avvitano i bulloni e non coloro i quali hanno deciso le strategie di mercato, le stesse che poi si sono rivelate fallimentari?

Vincenzo Losacco 07.06.13 15:17| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se torno a dirvi dello special su Olivetti prodotto da Fox
La Fox e Americana
Forse in Italia uno special così non si può produrre ne mandare in onda

Riccardo Garofoli 07.06.13 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
visto che ci sei... Poni anche questa domanda al Ing. De Benedetti.
oltre l'olivetti che dopo essere stata massacrata è stata l'unica Azienda che i dipendenti sono andati in pensione anticipatamente e se non erro rimanenti inseriti nella pubblica amministrazione...(e io pago)
Vorrei sapere se sono veri questi fatti! che anche la Cirio ex azienda con partecipazione statale è stata ceduta la gruppo De Benedetti per 2 lire e successivamente dopo essere stata ripulita è stata riacquistata dallo stato ad un valore superiore (voci di corridoio grazie a P.mortadella...)
E VERO QUESTO... CHE IL SUO AVVOCATO A MILANO E' STATO PISAPIA?

franco ciotti 07.06.13 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si era detto che si cacciavano tutti gli infiltrati berlusconiani ;)

eugenio Rotelli 07.06.13 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Tessera n1 quindi primo sostenitore del governo letta alfano marionette di Berlusconi gestito dalla mafia in collaborazione con camorra e co! E tanti ancora li votano per 2 spicci e un posto di lavoro sotto raccomandazione! Ricordate che quando la gente si suicidia un po' e anche colpa vostra che credete ancora a questi cialtroni affermati !

Yuri b 07.06.13 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda anche a repubblica
Perche' continuate con ogni cagata del m5s in prima pagina?berlusconi non vi soddisfa piu'?

tommy. boy 07.06.13 14:58| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Lorenzo non è come vogliono far credere
Le decisioni sovranazionali non centrano nulla
È proprio uno speculatore

Riccardo Garofoli 07.06.13 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Se a qualcuno capita di vedere la storia della Olivetti su history cannel
Capisce quello che beppe rinfaccia a questo cialtrone d'accatto
Che senza i giornali a sua difesa avrebbe ben altra considerazione in Italia

Riccardo Garofoli 07.06.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Mio nonno ha lavorato per 40 anni all'olivetti nella sede di pozzuoli...gli operai amavano quella fabbrica..Adriano Olivetti era un visionario, veniva definito l'imprenditore rosso, credeva che la fabbrica fosse di tutti gli operai e voleva fare di loro tutti degli azionisti, cosa che gli fu impedita..l'olivetti era tra le prime al mondo nel settore insieme con IBM, fino a che non arrivò il finanziere di turno, questa carogna di De Benedetti che l'ha svenduta e se l'è mangiata per arricchirsi...che peccato ma soprattutto che vergogna!

Fabrizio Garzillo 07.06.13 14:50| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Chi ha la pazienza di raccogliere in ordine cronologico tutte le nefandezze (mai approfondite dalla magistratura, ovvio) del suddetto becero individuo?

E da chi è stato appoggiato e chi ha beneficiato caso per caso?

Ci sarebbe da riempire una bel tomo...

Io , Casa mia Commentatore certificato 07.06.13 14:49| 
 |
Rispondi al commento

La Fox television ha fatto uno special su Olivetti padre del computer la prima macchina alla quale era possibile a tutti di compilare un programma
Ma lo scenziato de benedetti la cedette credo alla general Eletrics
Uno squalo di mente corta e ingordo uno scemo
Lo special e di history per Fox tv

Riccardo Garofoli 07.06.13 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Ti dirò Beppe, io abito a Romano Canavese, a fianco di Scarmagno (e visto che so che sai chi è, ti posso dire di esser amico di un tuo "vecchio" amico - Beppe L. ;) mio quasi-vicino di casa) sede degli stabilimenti che producevano i computer e di cui gli ultimi "rimasugli" sono tristemente andati a fuoco nel silenzio generale - rotto solo dalla stampa locale - non più di tre mesi fa. Da queste parti - disgraziate sia a causa dello scempio Olivetti alla cui ombra qua si è sempre vissuto e del minacciato scempio Mediapolis, l'opinione che alcuni si son fatti, tra cui me, è che De Benedetti sia stato niente più che un "curatore fallimentare" di una meravigliosa e florida esperienza che ha avuto però la disgrazia di esser coeva e perciò disturbare la crescente realtà conosciuta come Silicon Valley californiana (Apple, Microsoft, Google e affini). In sostanza una decisione presa a livello sovranazionale e "sovragovernativo" di cui De Benedetti non è stato altro che il killer, l'esecutore materiale.

Lorenzo R., Romano Canavese Commentatore certificato 07.06.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Il primo computer da tavolo era Olivetti entrò anche nella NASA
Altri tempi altre persone
Non considera la produzione credo che incontro steve jobs agli albori quando aveva bisogno di investitori . Lo racconta lui stesso senza vergognarsi . E così lungimirante che non investì un solo dollaro in una idea che poi sappiamo bene cosa e divenuta

Riccardo Garofoli 07.06.13 14:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

pURTROPPO DE BENEDETTI COME d'aLEMA O CHIUNQUE ALTRO, CHE SO, bERLUSCONI, cAPEZZONE, gASPARRI ECC ECC GUARDANO OGNUNO IL PROPRIO ORTICELLO, PROPRIO ALLA PARI DI COME SI COMPORTANO PERSONE CON PENSIONI ANCHE SOLO MEDIE MA CHE RIESCONO AD ANDARE AVANTI CON TRAQUILLITA'. oGNUNO PENSA PER SE' E AGLI ALTRI PEGGIO PER LOR. LA VERITA' è SEMPLICE.

Anna M., Albosaggia (So) Commentatore certificato 07.06.13 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Due domande glie le farei anch'io:

1) E' consapevole di essere stato uno degli artefici dello schifo che è diventata l'italia in questi ultimi trent'anni ???

2) Lei si trova già in Svizzera, perchè pensa che eventualmente non avrà bisogno "dell'elicottero" quando sarà il "momento" ????

la terza me la faccio da solo: immagini cosa sarebbe stata l'italia anche solo senza de benedetti, e l'altra faccia della stessa medaglia: berlusconi ???? non voglio pensarci, mi metterei a piangere !!!

Isidoro De Rosa, Arzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.06.13 14:38| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti il capofila dei Manager papponi che hanno fagocitato le migliori realtà italiane, è a causa sua, di gente come Riva e di troppi altri se la situazione è questa, ma la colpa più grave è di chi ha fatto si che lor signori avessero l'opportunità di metter mano sulle più grandi realtà industriali del paese.

Riccardo Parodi, Recco Commentatore certificato 07.06.13 14:38| 
 |
Rispondi al commento

PER DIO BEPPE VAI IN TV A LA7 E PONIGLI STE DOMANDE CAZZO! E VINCIAMO LE PROSSIME ELEZIONI A MAN BASSA

Giacomo Lo Presti1981, Messina Commentatore certificato 07.06.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Altro che se è responsabile del fallimento dell'Olivetti e non solo, troppe aziende ha sulla sua coscienza; ma purtroppo di quale coscienza voglio parlare. Questo imprenditore e altri come lui vedi Marchionni, ecc. ecc. sono la schifezza della schifezza degli imprenditori. Se potessi li manderei tutti in miniera a 400 m. sotto e poi chiuderei la botola e sono anche molto buona.

Alina Ceccarelli. 07.06.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma è un finanziere d'assalto o d'accatto separa e vende al signor de benedetti non interessa l industria fine a se stessa ne la produzione mira esclusivamente al denaro e al potere ad esso collegato
In Francia ha provato la scalata ad una delle più grandi compagnia assicurativa bancaria lo hanno rispedito a casa con le ossa rotte
Ricordo il tifo delle sue testate sempre così
Misurate e imparziali
Anche lui a lucrato ai danni dello stato proponendo macchine obsolete per informatizzare l'amministrazione pubblica

Riccardo Garofoli 07.06.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Inutile fare commenti su come era considerata l'Olivetti da tutto il mondo prima di finire come ben si sà. L'Olivetti è solo uno dei risultati ottenuti da manager e amministratori ammirati e osannati da Banche e politici.
Lasciamo rispondere il Sig. De Benedetti, poi trarremo le nostre conclusioni anche se purtroppo tutto questo non servirà a far resuscitare questa impresa simbolo.

lucapaolino 07.06.13 14:32| 
 |
Rispondi al commento

La OLIVETTI vendeva le calcolatrici ai GIAPPONESI
come sono riusciti a farla fallire?

Antonino Bombaci 07.06.13 14:31| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
A proposito di
Vincenza Labriola e Alessandro Furnari del M5S allievi di scilipoti.
Come diceva Benigni " non so se è vero, ma non ci credo"
NON ho parole....Vergogna!!!!!!
Ma poi penso al rossiniano Barbiere " All'odor di quel metallo"

Antonio B. Commentatore certificato 07.06.13 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Ci dica per cortesia anche signor De Benedetti, ma per far scrivere sul suo giornalaccio Repubblica quele porcherie che riportano spesso i suoi schiavetti, lei li ricatta facendo sottintendere che perderebbero il posto di lavoro? Forza su coraggio non abba paura di rispondere...forza..su..su..

Luca 5 Stelle Commentatore certificato 07.06.13 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Chiedetegli anche del giochino fatto con La Perugina. A Perugia gli operai gli saranno eternamente riconoscenti.

giuseppe m., perugia Commentatore certificato 07.06.13 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Ha ricattato lo stato italiano obbligandolo ad acquistare macchine da scrivere ,telescriventi ecc.altrimenti licenziamenti un galantuomo come l'altro "ora non ricordo il nome "va be' tanto e'uguale.

Antoniotiglie 07.06.13 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me Beppe sbaglia completamente la domanda. Io porrei la seguente domanda:
Come intende risarcire gli italiani per aver rovinato una delle più grandi aziende messe in piedi da veri imprenditori italiani ?

Alessandro La Tessa 07.06.13 13:58| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

beppe ha sempre avuto ragione come per craxi e' solo una questione di tempo il popolo impareea' a propie spese votando pdl e pdmenoelle dopo diranno grillo aveva ragione come sempre

marco i., bari Commentatore certificato 07.06.13 13:48| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Si rende conto di aver distrutto una realta' industriale dell' IT a pochi mesi dal boom dell' IT, e poi aver venduto una attivita' TLC a pochi mesi dal boom delle telco, e che cosi' facendo ci ha rimesso una barca di soldi, che avrebbe avuto se avesse aspettato qualche mese? Come giustifica questo mancato valore per gli azionisti, se non con l'incompetenza?

Ivan Nikola Guerra 07.06.13 13:44| 
 |
Rispondi al commento

E che dire di Omnitel?
Il nostro beneamato strapagato Ciampi, diede a De Benedetti la seconda concessione pubblica per la telefonia mobile sullo scadere del proprio ultimo mandato. Se ben ricordo proprio qualche giorno prima.
De Benedetti che fece? Comprò tutto all'estero ed assemblò il servizio, dopo di che con la vendita a Vodafone fece nuovamente un mare di soldi. All'Italia restano solo posti in call center con paghe da fame e fra poco nemmeno più quelle.

Ora immaginate tutto quel fiume di denaro in mano ad un vero imprenditore.
Oggi potremmo essere al pari di Nokia o simili, se solo si fosse investito in prodotti Italiani. Avevamo tutto per farcela: cervelli, industrie e alta richiesta interna.

La schifezza è che i governi avrebbero dovuto imporre delle regole dato che si concedevano pezzi di tutti, invece, ovviamente tutti d'accordo e probabilmente con i loro tornaconti, hanno deciso la schifezza che abbiamo davanti agli occhi tutti.

Roberto Gilli, Pino Torinese Commentatore certificato 07.06.13 13:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

SACRILEGIO! SACRILEGIO ! Beppe, come osi???

non lo sai che a coloro che appartengono alla casta delle caste NON devi fare domende scomode ? Altrimenti diventi un antisemita e ti sguinzagliano contro i cani da guardia del corriere, la stampa,libero, il giornale,l'unità,la repubblica, i piddini, i berlusconiani,gli utili idioti e tutta la feccia che bacia le pantofole ai banchieri e finanzieri che hanno il famoso motto " privatizzare gli utili e socializzare le perdite".
Forza sempre M5S

Giuseppe C., Milano Commentatore certificato 07.06.13 13:29| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Le prendono, svendono tutto il vendibile e le fanno chiudere e si spartiscono le ossa come le iene.
Fermiamo la vendita dei beni dello stato a questi mafiosi dal colletto bianco prima di finire come l'isola di Pasqua o dei Maya

S. Gianluca 07.06.13 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Mr. MAFIA.
Ha portato la mafia dal dilettantismo al PROFESSIONISMO di Stato.
L'essere più infimo dell'universo. (Anche se Monti si è impegnato per batterlo).

Io , Casa mia Commentatore certificato 07.06.13 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Il soggetto non risponderá di sicuro, quello che invece accadrá, un'animata difesa dalle pagine dello "strumento di famiglia", alias Repubblica, con tanto di sproloqui a firma Scalfari!

Nicla G. 07.06.13 13:25| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

In sintesi, comunque, questo quello che ha prodotto il nostro Sig. Faggin, carlo:

La metodologia "random logic design" in silicon gate, creata da Faggin per sviluppare il 4004, fu poi usata per progettare le prime generazioni di microprocessori della Intel.

Ora sappiamo tutti dove e' arrivata Intel,grazie a carlo.

maurizio d., latina Commentatore certificato 07.06.13 13:20| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Domanda a De Benedetti: perche nel 1978 l'Olivetti ha fermato il programma P6040-P6060-P6066, tre personal computer da tavolo ben collaudati con cui mezza Italia ingegneristica faceva calcoli complessi anche di grattacieli? Paura di dare fastidio all'IBM, indietro di 10 anni? Nella mia cantina c'è la prova : un P6060 funzionante del 1978.

Giovanni Sgandurra 07.06.13 13:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

Il problema è sempre di chi rimane per ultimo con il cerino acceso in mano. Questo per non togliere meriti alle grandi scelte "strategiche" di personaggi dell'industria e politici come Valletta o Visentini in periodi precedenti. Olivetti spendeva così tanto nella comunicazione che ancora oggi qualcuno crede che fosse all'avanguardia nell'innovazione. Lo era nel design, in qualche ricerca, pur restando una grande fabbrica meccanica. Auguriamoci che Fiat non faccia la stessa fine.

Peter Amico 07.06.13 13:13| 
 |
Rispondi al commento

L'Olivetti non c'è praticamente più, De Benedetti fa la vita da multi-milionario in Svizzera.

Facciamoci due domande e diamoci due risposte


Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato 07.06.13 13:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Che vergogna..

Ermanno S. Commentatore certificato 07.06.13 13:10| 
 |
Rispondi al commento

la storia dell'Olivetti è simile a quella di MPS, dove il PD o suoi emissari hanno depredato e distrutto aziende storiche !

.. in linea con quello che hanno fatto e stanno facendo in Italia !

Roberto B. Commentatore certificato 07.06.13 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo con orgoglio tutto Italiano quando tutte le Rabobank dell'Olanda avevano computer Olivetti.
Si aveva la possibilita' di insegnare al mondo intero: grazie de Bendetti ci hai distrutto anche questo patrimonio.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato 07.06.13 13:01| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPEP,
NON SO' SE IL CARO DE BENEDETI RISPONDERA' DELLA SERIE:IO SONO IO E VOI NON SIETE NIENTE
ALVISE

alvise fossa 07.06.13 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Vi ricordato l'obbligo dei registratori di cassa?........purtroppo sono tutti una vergogna.

Francesco Marchetti 07.06.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento

La tragedia è che grazie alla gestione scellerata della Olivetti si è ucciso anche tutto l'indotto e si è condannato il nostro paese ai margini dello sviluppo tecnologico. Ancora negli anni '90 esisteva qualche produzione e la ricerca, adesso il deserto .. TV radio cellulari piccoli e grandi elettrodomestici ... non c'è più nulla.
GRAZIE PD scegliete, che caso sempre le persone giuste ...

Livio Lo Verso, liviolov@tiscali.it Commentatore certificato 07.06.13 12:54| 
 |
Rispondi al commento

de benedetti, potrebbe rispondere anche a questa, se vuole?

Perche' un nostro connazzionale, il Sig. Faggin, per chi non lo sapesse, fisico italiano che ha ideato il microprocessore, lavorava in Olivetti ed e' andato via, negli USA, in cui ha potuto mettere al mondo quello che oggi troviamo in tutti i prodotti elettrici ed elettronici denominata CPU?
Grazie

maurizio d., latina Commentatore certificato 07.06.13 12:52| 
 |
Rispondi al commento

L'Olivetti era un santuario di cultura riconosciuto in tutto il mondo.
Ad un certo punto arriva un grande imprenditore che, in virtù degli appoggi politici che aveva e quindi delle possibili vendite, ad esempio poste, senza dover garantire la qualità di ciò che vendeva, decide di smantellare ciò che di più importante aveva l'Olivetti: il centro ricerche e sviluppo.
In principio si sosteneva che sarebbero stati aperti tanti piccoli centri più settorizzati. Ma non fu fatto.
Il genio pensava di fare solo l'assemblatore e quindi comprare l'elettronica ed il software dall'estero per poi assemblarlo dentro i PC Olivetti.
Secondo voi quale è stato il risultato?
Grazie alle vendite garantite lui si è arricchito a dismisura mentre l'Olivetti con il mondo che gli girava intorno crepava.
CHE SCHIFO!!!!!

Roberto Gilli, Pino Torinese Commentatore certificato 07.06.13 12:42| 
 |
Rispondi al commento

A questa domanda posso rispondere io: della Olivetti, l'Ing. De Benedetti non gliene fregava un bel niente. A lui interessava fare soldi e li ha fatti: è un finanziere non un industriale. Come ha fatto con la Olivetti ha fatto con la Valeo: acquistare, prendere il meglio che hanno e poi venderle al miglio offerente. E' cosi che si distruggge un patrimonio di conoscenze.
P.S. nessuno ti risponderà, tanto meno l'Ing. De Benedetti.

silvano ottonari 07.06.13 12:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

RISPONDA PER FAVORE .. almeno per il rispetto verso i pd.ochini che ancora le credono !

può dire sempre che le leggi le consentivano di mettere sulla strada centinaia di persone per un suo profitto, parte del quale avrebbe poi girato a favore di un partito .. certo che è difficile scoprire quale partito abbia ricevuto sue donazioni ..

Roberto B. Commentatore certificato 07.06.13 12:40| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che è diventato svizzero per non pagare le tasse ?

alberto cremona 07.06.13 12:39| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori