Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Gli occhi dei poveri

  • 38


occhi_poveri_.jpg
"E gli occhi dei poveri riflettono, con la tristezza della sconfitta, un crescente furore. Nei cuori degli umili maturano i frutti del furore e s'avvicina l'epoca della vendemmia" (da John Steinbeck, Furore)

"Ieri sera in a Bologna consiglio comunale c'è stata tensione. Sono stati forzati gli ingressi e una cinquantina di persone senza tetto perché sfrattate hanno fatto un'irruzione tutt'altro che pacifica in aula (e pensare che le maestre erano state chiuse fuori dai cancelli) urlando "vergogna" e "vogliamo la casa". Questo non dovrebbe più succedere e auspico che si prendano immediatamente i provvedimenti affinchè questo non accada più, ma negli occhi di queste persone ho visto un crescente furore e il libro di Steinbeck che narra la storia di Tom Joad è uscito dai miei ricordi di letteratura ed è diventato realtà." Max Bugani

16 Lug 2013, 09:51 | Scrivi | Commenti (38) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 38


Tags: Bologna, consiglio comunale, crisi, irruzione, Max Bugani, poveri, sfrattati

Commenti

 

Per chi ha la pancia piena e il culo al riparo è facile fare il finocchio con il culo degli altri. Forse tu non hai ben capito cosa sta succedendo. Come tutti quelli che si ostinano a votare PD facendosi prendere per il culo dalle promesse elettorali ............. il sangue è già cominciato a scorrere (vedi suicidi e sparatoria mentre il governo giurava). La vera violenza la stanno subendo i cittadini comuni che hanno votato per cambiare rotta e invece sono stati fregati da questi cialtroni del PD-L che adesso hanno anche il coraggio di farsi vedere in tv argomentando supercazzole arrampicandosi sugli specchi per convincere gli italiani che l'alleanza con Berlusconi era l'unico modo per uscire da questa situazione. Cialtroni loro e cialtrone chi gli crede.

alfonso senatore, trieste Commentatore certificato 17.07.13 01:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CLICCATE SOPRA

SPUTTANIAMOLI:CLICCATE QUI 16.07.13 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Le proteste violente sono inammissibili. Sempre.

Marco Diaco 16.07.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo post di giuaeppe

Marco Diaco 16.07.13 17:05| 
 |
Rispondi al commento

Molti sfratti sono per colpa dello Stato e non, come verrebbe da dire, per colpa di quegli stronzi dei padroni. Lasciamo stare i piccoli affitti, che sono regolati da un regime forfettario, e prendiamo in esame l'affitto medio di un negozio in una grande città. Diciamo 1500 Euro? Anche di più.

Anzitutto:

Perché il locatore pretende così tanti soldi?

Semplice: Tra Irpef, Imu ed Imposta di Registro si arriva tranquillamente al 50% del canone da versare in tasse. Molti diranno che è pure troppo, ma andando a fondo si scopre che la cifra residua è sì e no il due per cento anno del valore dell'immobile. Quindi un cattivo investimento. Meglio i Bot.

Ma non potrebbe il Locatore mettersi una mano sulla coscienza ed evitare lo sfratto?

In teoria sì, ma qui interviene il compare che viene solo per spartire senza lavorare: lo Stato.

Anche se l'inquilino non ti paga, tu sei ugualmente tenuto a pagare le tasse. Lo ha ribadito la Cassazione lo scorso anno, su sollecitazione di Monti.

Come dire: dovresti riscuotere 20.000 Euro e pagarne 10.000 di tasse. L'inqilino, poveraccio, non ce la fa, e se non lo sfratti non solo non riscuoti i ventimila (che non sarebbe nulla) ma devi pagare pure diecimila che magari non hai.

Per di più è stata ridotta al solo 5% la detrazione per la manutenzione (in genere ci vuole molto di più) e quest'anno a Novembre tutti saranno tenuti ad un acconto non più del 98 ma del 110%. Il 110% di quello che non hai incassato è dura. Ci mancherebbe solo la patrimoniale che tanti talebani ignoranti invocano per finire di deprimere l'economia.

giuseppe 16.07.13 13:53| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

L'accordo pd pdl tiene votano insieme per la mozione su gli F35
Quando c'è da spendere sono un partito solo
2074 mld di debito non bastano sono allo sbandò non riescono più a frenare il mostro che hanno generato
Parlano di lavoro di tutto ma del default che è difronte a noi non ne parlano

Riccardo Garofoli 16.07.13 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Nel trimestre aprile maggio giugno sono serviti altri 33 miliardi di euro tutto a debito
È da 2041 del primo trimestre a 2074 di fine giugno e non si ferma prima della fine del anno sfondiamo quota 2100 mld di debito
È data la recessione il differenziale può sforare il 3%
Con l'autunno e l'inverno le spese salgono mentre gli introiti calano
Sarà una stagione davvero difficile per l'Italia se non l'ultima

Riccardo Garofoli 16.07.13 13:41| 
 |
Rispondi al commento

INPS conti in sicurezza
I conti tornano ma il furto perpetrato ai danni dei contribuenti ex INPS grida vendetta
INPS presenta un buco di gestione derivante dal accorpamento del INPDAP ente previdenziale per i lavoratori del pubblico impiego da 9 mld
Per pagare i PRIVILEGGIATI e scaricare un debito statale hanno fatto di tutt un erba un fascio ora il buco e di pertinenza del INPS che lo ripiana con i contributi dei lavoratori del privato
Il debito e schizzato a 2074 mld dati Bankitalia
È loro si baloccano spendendo altri soldi per i famosissimi F35
A settembre non ci arriviamo

Riccardo Garofoli 16.07.13 13:33| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
I POVERI SOPNO L'ULTIMA PREOCCUPAZIONE PER I POLITICI DI PROFESSIONE,MA AD OTTOBRE VEDREMO LA RESA DEI CONTI
ALVISE

alvise fossa 16.07.13 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Dico la mia: loro dei poveri, non interessa un bel niente, anzi più poveri ci sono, più soldi ci sono per loro e la disperazione, nei nostri giorni, è disgregazione anziché unione. Beppe e Casaleggio (che il cielo li benedica) fanno quello che possono, ma di fronte alla stupidità, all'ignoranza e alla paura di "cambiare", non ci sono molte armi immediate! Finché il popolo non insorge, con la disobbedienza civile, compatto e DETERMINATO, in Italia non cambierà mai niente e LORO NON SI SCHIODERANNO MAI dalle loro sedie! MAI!!! Potremmo essere il popolo che potrebbe dare l'esempio per una vita migliore per TUTTI, ma siamo ormai pecore, quindi..... Speriamo, ma..... Un gioioso saluto.

Claudio T. Commentatore certificato 16.07.13 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Apprendo or ora il voto favorevole espresso in relazione all'acquisto degli F35 e mi domando usque tandem abutere.... sino a quando ? dove si pove il confine di decenza ? cosa dovremo sopportare ancora?

Andrea Desideri 16.07.13 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Intanto il pd vota per la mozione su gli f35
Un calcio ai poveri e ai soldi

Riccardo Garofoli 16.07.13 13:08| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO, CASALEGGIO VOI CHE SIETE POTENTI AIUTATE L'ITALIA E GLI ITALIANI A
RIEMERGERE.
CERCATE E AIUTATECI A PRENDERE A CALCI, A CACCIARE VIA CHI CI HA
DANNEGGIATO E CONTINUA A FARLO.
CHIEDIAMO A VOI QUALE E' LA SOLUZIONE?
COME SI FA PER CAMBIARE TUTTO QUESTO SISTEMA MARCIO?
BISOGNA TOGLIERE TUTTI I PRIVILEGI A TUTTE LE CASTE.

grace 16.07.13 12:59| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO, CASALEGGIO VOI CHE SIETE POTENTI AIUTATE L'ITALIA E GLI ITALIANI A RIEMERGERE.
CERCATE E AIUTATECI A PRENDERE A CALCI, A CACCIARE VIA CHI CI HA DANNEGGIATO E CONTINUA A FARLO.
CHIEDIAMO A VOI QUALE E' LA SOLUZIONE?
COME SI FA PER CAMBIARE TUTTO QUESTO SISTEMA MARCIO?
BISOGNA TOGLIERE TUTTI I PRIVILEGI A TUTTE LE CASTE.

grace 16.07.13 12:45| 
 |
Rispondi al commento

domenica 14 luglio 2013

LAVORATORI UTILI E LAVORATORI INUTILI(II parte)

Furono sufficienti appena poche ore di braccia incrociate quando, per mancanza di manutenzione della rete fognante, un puzzo insopportabile si diffuse per tutto il primo piano. A metà giornata i reflui prodotti dall’alta dirigenza avevano raggiunto il soffitto del piano. Man mano che i liquami salivano di livello, i dirigenti si spostavano ai piani superiori. Pare che questa sia la ragione inconscia che da sempre spinga i papaveri più alti a sistemarsi a piramide, con la gerarchia massima agli ultimi piani e via via tutti gli altri a scendere nei piani più bassi, contribuendo a creare già fra loro incomprensibili motivi di differenze sociali. Al terzo giorno, quando tutti i dirigenti s’erano accatastati all’ultimo piano del palazzo dell’Eiaf, circondati e assediati dai contenuti dei loro giornalieri bisogni corporali, ad evitare che il principio di fisica elementare noto come caduta dei gravi avesse i suoi effetti, facendo rientrare quelle stesse quotidiane necessità dall’alto degli orifizi urlanti, e poi sentirle per gravità ricadere in basso, in un moto rotatorio senza fine, si arresero, ammettendo la loro inutilità con la rinuncia alle vomitevoli retribuzioni autostabilitesi e conseguente esproprio espiativo.
Logico risultato della vertenza fu l’immediato accordo economico raggiunto fra le parti, con il quale si stabilì che mai più la retribuzione del livello più basso della classe operaia sarebbe stata inferiore ad un terzo della retribuzione massima erogata dall’ente. Tutti i lavori concorrono in egual misura e dignità a rendere una società sempre più civile e giusta.

Edito a Bari il 14.7.2013
www.tinodabari.blogspot.com

vito petino, Bari Commentatore certificato 16.07.13 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

domenica 14 luglio 2013
LAVORATORI UTILI E LAVORATORI INUTILI (I parte)
E’ nel bar aziendale dell’Ente Italiano Acqua e Fogna (EIAF) che più d’un mese fa è cominciata quella disputa, sfociata poi nell’attuale situazione di disagio per l’intera città. Peppino il fognino, sindacalista, si lagnava con i colleghi per la vergognosa differenza di stipendio fra operai e dirigenti. “E dire che l’Eiaf sta in piedi grazie al nostro di lavoro, e non a quello degli strizza scartoffie”, concluse Peppino. Ma le parole appena dette erano state colte da uno dei 32 alti dirigenti che proprio in quel momento stava entrando nel bar. In meno di dieci minuti Peppino fu convocato dal presidente, all’ultimo piano della storica sede dell’ente. Le reciproche rivendicazioni sulla maggiore e minore utilità dei rispettivi ruoli dette inizio allo sciopero alternato delle due categorie, dirigenti e operai, con cui si sarebbe dimostrato quale fosse il lavoro più utile. Cominciarono per primi i dirigenti, dicendosi certi che pochissimi giorni senza il loro contributo avrebbe messo in ginocchio l’Eiaf e tutta la sua manovalanza. Ma non bastò una settimana per piegare gli operai che, con la collaborazione dei più specializzati, riuscivano ad interpretare progetti, eseguire nuove reti e manutenere quelle vecchie in perfetta sincronia, e armonia soprattutto; insomma, il lavoro procedeva in maniera forse anche più celere, avendo abolito completamente ogni maleodorante fronzolo burocratico; utilizzato, invece, a profusione dai dirigenti per dare una parvenza di indispensabilità al proprio ruolo, altrimenti inutile. Prima che la loro inutilità divenisse evidente anche al più distratto dei cittadini, immediatamente i dirigenti sospesero l’astensione dal lavoro, permettendo agli operai di cominciare a loro volta lo sciopero. (continua)

vito petino, Bari Commentatore certificato 16.07.13 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Boldrini dice : prima le case ai rom e agli immigrati anche clandestini con famiglia;

Kyenge dice : posti amministrativi comunali e statali anche agli immigrati;

Monti aveva decretato 40 miliardi per pagare i debiti amministrativi verso le piccole e medie imprese nel dicembre 2012, a data ancora da destinarsi;

i soldi raccolti per i terremotati dell'Emilia sono ancora in mano alla burocrazia che deve trovare un modo amministrativo per versarli ai comuni terremotati.

Non so chi ha detto che un popolo ha il governo che si merita, ma nel caso Italia il governo è fatto di persone nominate e non elette, tranne che nel M5S, quindi gli italiani non meritano questo governo.

Oggi in parlamento si voterà per gli F35.

Mancano i soldi, la coperta è corta, il tunnel è buio, i suicidi aumentano e loro discutono della kazaka, degli insulti alle varie non elette che stanno in parlamento, delle richieste di dimissioni ai vari A LORO INSAPUTA, e tutto questo per il BENE DEGLI ITALIANI (?!?)

egeria benvenuti 16.07.13 12:20| 
 |
Rispondi al commento

in un paese che muore c'è una classe che vince!! un come vampiro non lascia mai una goccia anche questi parassiti rubano fino all'ultimo giorno!

gianni ciccantelli 16.07.13 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Prima o poi qualcuno di voi politici pagherà per tutto questo schifo .è inevitabile siete fuori dalla realtà non riuscite a capire di come vivono tante famiglie!!!!!

stefano s., roma Commentatore certificato 16.07.13 11:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Se gli occhi dei poveri potessero vedere quell'assegno di 91 milioni di euro che i politici si stanno spartendo, farebbero irruzione nei palazzi del potere. Sarebbe come l'assalto manzoniano al forno delle Grucce. Ma il potere è subdolo e ,come i ladri di notte, nasconde le proprie malefatte. Perciò bada bene a che nessun Tg, nessun giornale metta la ruberia in prima pagina.

Paolo C., Roma Commentatore certificato 16.07.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I DEBOLI, I POVERI, GLI UMILIATI, LA GENTE COMUNE CHE E' IN TRISTISSIMA DIFFICOLTÀ per la superbia e le ruberie di pochi.
LORO SONO QUELLI DA ASCOLTARE E DA ESAUDIRE.

GRAZIE BEPPE E MOVIMENTO 5 STELLE, state ricostruendo le coscienze e state dando la forza della ribellione.

VI VOGLIO UN MONDO DI BENE ! GRAZIE GRAZIE GRAZIE !

Silvia P. Commentatore certificato 16.07.13 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Egr. Sig. Max Bugani: francamente non capisco il senso del Suo scritto. Di primo acchito mi verrebbe da rititolare il Suo post “Un colpo al cerchio e una colpo alla botte”, ma spero di sbagliarmi e allora Le chiedo di chiarire meglio il Suo pensiero.

Da una parte Lei riporta la citazione d Steinbeck “Nei cuori degli umili maturano i frutti del furore e s'avvicina l'epoca della vendemmia" . Frase da cui si evince che il furore degli umili è positivo e produce frutti. Non a caso viene citata la vendemmia, perché l’uva è simbolo di vita, di pace, di abbondanza e di fertilità.
Dall’altra Lei scrive che “Questo non dovrebbe più succedere e auspico che si prendano immediatamente i provvedimenti affinché questo non accada più”.
Come la mettiamo ?
Il furore del popolo stanco e continuamente vilipeso non si esprime in guanti bianchi, ma esplode con tutta la sua rabbia compressa e rintuzzata da tempo. Proprio come una molla da cui esplodano opportunità di rinnovamento, riscatto e verità! (Non a caso Spring in Inglese significa “molla” ma anche “primavera”).

Patrizia C., Milano Commentatore certificato 16.07.13 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Così vengono stabilizzati i c.d. precari CONSOB .... un esame colloquio ...... senza i requisiti per accedere al concorso pubblico.....regalo di natale 2012 = così il tortuosissimo art. 1, comma 166, legge 24 dicembre 2012 ...... e indovinate chi sono questi poveri precari? Grillo proteggici Tu!

166. Al fine di assicurare efficaci e continuativi livelli di vigilanza per la tutela degli investitori, la salvaguardia della trasparenza e della correttezza del sistema finanziario, la Consob, nell'ambito dell'autonomia del proprio ordinamento, adotta tutte le misure attuative della presente legge e delle connesse disposizioni in materia di finanza pubblica di propria competenza, a tal fine anche avvalendosi, entro dodici mesi dall'entrata in vigore della presente legge, delle facoltà di cui all'articolo 2, commi 4-duodecies, con riferimento alla data di entrata in vigore della presente legge e con le modalità di selezione pubblica ivi previste, e 4-terdecies del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005, n. 80. Ai soli fini di quanto previsto ai fini del presente comma, si applica l'articolo 3, comma 3, secondo periodo, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Conseguentemente, l'ultimo periodo dell'articolo 2, comma 4-duodecies del decreto-legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 maggio 2005 n. 80, è soppresso.

Santo Precario (precariconsob), lucca Commentatore certificato 16.07.13 11:12| 
 |
Rispondi al commento

...provvedimenti perchè questo non accada più...? cosa la protesta o la perdita della casa??? eih sig Bugani attenzione non si risolvono questi problemi con le forze dell'ordine, mi pare che sia ben chiaro a tutti è vero??!!

irinalabolscevica 16.07.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento

francamente sto iniziando a stufarmi di gente che si lamenta sempre per qualsiasi cosa, in questo paese non si puo fare niente che ce sempre qualcuno che si lamenta (ma guardate che non ce scritto da nessuna parte che la casa e un diritto) quante persone vivono in affitto compreso il sottoscritto ma non e che vado a lamentarmi dal sindaco per farmi dare una casa.

DUTTO ANDREA 16.07.13 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Quando fatti così succedono in una città ricca come Bologna bisogna riflettere!! Signori siamo alla resa dei conti e mi sa tanto che da settembre le cose andranno a peggiorare...le istituzioni sono in mano ad un gruppo di cialtroni e l'unica luce che si vede è quella dell'onestà dei cittadini a cinque stelle.L'onestà deve ritornare a far capolino il prima possibile in politica intesa come servizio al cittadino.Beppe avanti così e grazie al MOVIMENTO 5 STELLE

Danilo Manenti 16.07.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Caro Max,il giorno in cui 5000 non 50 disperati entreranno in una qualsiasi assemblea rappresentativa e daranno un fracco di botte a chi comodamente seduto si trastulla con i bisogni primari della povera gente,SARA'UN GRAN GIORNO.....il simbolico di J.Steinbeck sara'affiancato dall'indice accusatore dell'Onnipotente nell'affresco IL GIORNO DEL GIUDIZIO UNIVERSALE.

franco graziani 16.07.13 10:43| 
 |
Rispondi al commento

Caro Bugani in questo paese e in particolare da anni la sofferenza trova sempre porte o meglio portoni chiusi.
Forse non bussare e chiedere permesso ha poco di educato,ma non c'e' dubbio che le loro condizioni di vita ampiamente giustificano quelle modalità.
D'altra parte Grillo ha da tempo annunciato una esplosione sociale, che per quanto mi riguarda,finalmente ci consegna qualche lampo.
Non vorrei che fossimo molto attenti alla pagliuzza nell'occhio e non ci accorgessimo della trave che abbiamo nel sedere,
con stima

tiziano loreti, bologna Commentatore certificato 16.07.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO.
i collegamenti a video caricati su fb o tw non sono visibili molte volte se visti da tablet. Alcuni tablet non riconoscono flash player. Potete risolvere il disagio magari come sempre con il collegamento da you tube? Grazie.

Fabio D'ALTORIO 16.07.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Che non accada piu'?
Sappiamo benissimo che questi episodi sono destinati a crescere , sempre piu' persone resteranno senza lavoro e senza casa non ho idea di cosa succedera' ma se non cambia qualcosa i problemi di ordine pubblico sono destinati ad aumentare, quello che vedo venendo in Italia e' che la gente e' sfiduciata cammina a testa bassa gli occhi vero , gli occhi spenti e rassegnati non vedono un futuro.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato 16.07.13 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non tornare i soldi allo statoladro, dalli a chi ha bisogno. fai in modo che questo avvenga. imprese, professionisti, persone... o si vive o si pagano le tasse. tu lo sai bene.

angelo boreatti 16.07.13 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Piena solidarietà a queste persone se non hanno avuto altro modo e luogo per farsi ascoltare

Don skynet 16.07.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo andando dritti dritti esattamente dove Beppe Grillo dice da mesi, se non da anni. Nel frattempo l'orchestra suona sul ponte ed al comando abbiamo Alti pensatori (oltre ai 32 Saggi di nomina Presidenziale sempre attivi...) che stanno valutando il da farsi. E così finalmente comprendiamo il concetto di "Vuoto Cosmico".

LuigiVis 16.07.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Beppe a modo suo è ha sempre anticipato i tempi!

nirananda 16.07.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento

La casta, per non perdere il controllo sulla società, vuole che si creino queste situazioni di disordine per spingere l'opinione pubblica a chiedere delle misure che, di fatto, sarrebbero l'istaurazione di uno stato poliziesco per il quale i nostri politici stanno lavorando da molti molti anni.

Jorge Corona Commentatore certificato 16.07.13 10:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori