Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il lago radioattivo di Fukushima

  • 45


fukushima_acqua.jpg
"Un lago sotterraneo contenente più di 5 mila tonnellate di acqua radioattiva è stato scoperto sotto la centrale nucleare di Fukushima Daiichi, come ha ammesso la TEPCO. Secondo il comunicato il trizio radioattivo è pari a 8,7 milioni di becquerel per litro, ossia 145 volte sopra i limiti. Gli esperti hanno già espresso preoccupazione per l’alto livello del trizio radioattivo riscontrato in mare nelle prossimità della centrale e dovuto a perdite non controllate. La settimana scorsa i rappresentanti di TEPCO hanno ammesso la fuga di acqua radioattiva nell’Oceano Pacifico. Riferisce l’Asahi Shimbun che si sta valutando se l’acqua radioattiva dalla vasca sia filtrata in mare e se così fosse si pone la necessità di impermiabilizzare il terreno. Un funzionario della TEPCO ha riferito che sono al lavoro per controllare le perdite nel terreno e per evitare ulteriori perdite in mare. Resta di fatto che la centrale nucleare è ancora in equilibrio precario e che sembra davvero difficile mantenere il controllo e sopratutto gestirlo." Segnalazione da Ecoblog

31 Lug 2013, 16:41 | Scrivi | Commenti (45) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 45


Tags: acqua, ambiente, ecologia, Fukushima, Giappone, lago radioattivo, nucleare, TEPCO

Commenti

 

Grillini buongiorno.
Non sarebbe ora di aggiornare i vostri cittadini/militanti su Fukushima.
Ho lasciato lo stesso messaggio per Repubblica e ora andro sul Corriere.

Au revoir

Maximiliano O., bulenath@hotmail.com Commentatore certificato 12.01.14 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito populismo a piene mani. Ringrazio le pochissime persone competenti che hanno postato parole degne di interesse.

Marco Diaco 03.08.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento

esiste un metallo in grado di depurare l'acqua radioattiva..

andrea de caroli 01.08.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Un posto ideale per regalare villette a schiera a tanti e tanti politici che si sentono super potenti e se ne fottono della salute dei cittadini!!

Luca Urciuolo 01.08.13 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Vi ricordate nell'88 quando fu vietato di immergersi sulle coste,Causa Radioattivita di Non mi ricordo lo scoppio di quale Bomba,venne messo tutto a tacere solamente una settimana dopo.La Radioattivita dell'esposione sicuramente non riusci a svanire nel corso dei 5 anni successivi.Divieto di Balnezione nel Litorale Laziale ,così esplicitavano i telegiornali.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 01.08.13 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho vissuto quella drammatica esperienza faccio fatica a raccontarla....

monia ferretti 01.08.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento

sempre più sconcertato, tranne un paio di reali esperti con argomentazioni scentifiche, nn per sentito dire, il resto parla a vanpera....
vi rendete conto che quello successo in giappone era inprevedibile, che la natura è totalmente incontrollabile, parlate di pale eoliche, na se una di loro si stacca e investe delle persone, cosa direte?
se una centrale marina si disintegra dopo una tempesta, nn sarebbe peggio?
ma no, il reale problema è il nucleare, se poi pensiamo che in ospedale ci sono più radiaziioni che in una centrale, il resto è noia....

Vit Ferrar (uolverin) Commentatore certificato 01.08.13 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Considerando sia i combustibili sia l'energia elettrica importata, l'Italia dipende dall'estero per circa il 76,2% del proprio fabbisogno lordo per l'anno 2011. Tale valore viene dato dalla quota di generazione termoelettrica (fatto salvo i contributi relativi a combustibile nazionale, combustione di biomasse e rifiuti), più gli scambi di energia con l'estero[45]. In particolare, sul totale dei consumi primari europei il gas naturale conta per il 26 per cento; per l’Italia questo rapporto sale fino al 37 per cento. Nei settori di consumo finale, la dipendenza dal gas è di circa il 23 per cento in Europa e raggiunge il 30 per cento in Italia.[46]
Tuttavia, va osservato che, anche modificando il mix energetico, non sono possibili sostanziali variazioni di questa percentuale: che si parli di carbone, petrolio, uranio[47] o metano, le riserve italiane sono comunque molto inferiori al reale fabbisogno, per cui l'approvvigionamento avverrebbe comunque principalmente dall'estero. In pratica, l'unica modalità di generazione dell'energia che potrebbe realmente considerarsi "interna" è quella che fa affidamento sulle fonti rinnovabili. Questa situazione è comune alla gran parte dei paesi europei, dipendenti comunque da paesi extraeuropei per l'importazione di idrocarburi o uranio.

Andrea Magnaghi, Milano Commentatore certificato 01.08.13 10:47| 
 |
Rispondi al commento

Non abbiamo bisogno del nucleare, lo sviluppo a 2 cifre delle energie rinnovabili ci porterà ad essere autosufficienti energeticamente.

Andrea Magnaghi, Milano Commentatore certificato 01.08.13 10:43| 
 |
Rispondi al commento

MA NON CAPITE????? L' ACQUA "LEGGERMENTE" RADIOATTIVA SERVE PER CREARE UNA NUOVA MARCA DI "ACQUA MINERALE NATURALE"!!!!!! AHAHAHAHAHAH... OVVIAMENTE QUEST' ACQUA HA POTERI MIRACOLOSI IN QUANTO PERMETTE (SECOLI DOPO CHE UN CERTO SIG. MALTUS PREDICAVA L' AFFAMAMENTO E CONSEGUENTE MORTE DEI POVERI PER SUPERARE IL "PROBLEMA" DELLA MISERIA DEI LAVORATORI E DEI BASSI SALARI -QUASI COME OGGI-) DI OPERARE UNA "SELEZIONE MIRATA" DEI SOPRAVVISUTI ALLO SCOPPIO DELLA CENTRALE!!!!!!!!! AHAHAHAHAH... ABBIAMO TROVATO LA SOLUZIONE AL SOVRAFFOLLAMENTO DELLA TERRA. SIAMO IN TROPPI E CON RISORSE LIMITATE.QUINDI PER DIMINUIRE IL NUMERO DEGLI ABITANTI DELLA TERRA "BEVIAMOCI L' ACQUA RADIOTTIVA DELLA CENTRALE"!!!!!! AHAHAHAHAH

Luigi P. Commentatore certificato 01.08.13 10:26| 
 |
Rispondi al commento

"(...)L'uomo è una specie destinata a scomparire molto prima di quando siano durati i dinosauri"

marzio polidori 31.07.13 23:36

Grande marzio, concordo... e sara' sempre troppo tardi!

simona s., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 01.08.13 10:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se quanto accade non ha ancora insegnato nulla al mondo intero sulle centrali nucleari, c'è poco da fare siamo tutti destinati al peggio.

L'uomo ha inventato mille modi per produrre energia ma si ostina ad usare quelli più pericolosi per se stesso ed il pianeta... fra i tanti modi si potrebbe utilizzare centinaia di migliaia di km quadrati di mare intorno alle coste per produrre energia grazie al vento, notte e giorno con le pale eoliche ancorate... sfruttare le correnti marine per far girare turbine in perpetuo, investire nell'energia geotermica dei vulcani... niente dobbiamo spendere miliardi di euro nel nucleare e cifre incalcolabili per i danni che ci arreca.

Siamo stupidi, stupidi stupidi.

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 01.08.13 10:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma quale lago, è acqua che è filtrata nel terreno e che si è accumulata nelle sue cavità. Quanta acqua di raffreddamento dovrebbero aver sparato per riempire un lago?


le correnti oceaniche faranno diventare questo disastro molto peggio di quello di chernobil

Jim Tiberius Kirk, trofarello Commentatore certificato 01.08.13 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Credo sia giunto il momento d'informare i cittadini sulle motivazioni tecniche ed economiche, che dovrebbero portare gli stati a spostare gli investimenti dalle centrali a fissione a impianti che sfruttino altre forme di energia, tra cui la fusione nucleare.
Sostengo inoltre che il Giappone e il popolo giapponese meritino rispetto perché, oltre ad avere affrontato lo stato di calamità con responsabilità e competenza, hanno sempre informato l'opinione internazionale con correttezza, cosa che non ho rilevato in altre simili tragiche circostanze che hanno coinvolto altri stati.

Massimo P., Brescia Commentatore certificato 31.07.13 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Bene. Questa è una notizia seria e poco tranquilla. Non la minchiata del treno notturno che da Trisaia è andato a Gioia del Colle. Il trizio ha una emivita di 12 anni. Questo significa che se oggi è 100, fra 12 anni sarà 50, fra 24 sarà 25 e così via. Qundi almeno un secolo per avere smaltito e decaduto la sua energia. Il lato positivo è che il radioisotopo emette un'energia di soli elettroni (beta) e quindi molto, ma molto blanda. Tecnicamente, per irraggiamento i danni sono nulli, anche perchè i raggi beta si fermano con un foglio di carta. Al contrario, per contaminazione e quindi per assunzione nel corpo umano via acqua/fauna/flora contaminati, si attacca bene all'acqua e dato che il corpo ha un buon 75% di acqua, lì rimane e danneggia. La concentrazione espressa in milioni di Bequerel(disintegrazioni al secondo) può essere rapportata ad un valore più conosciuto che sono i Curie. In sostanza 8,7 MBq corrispondono a 235 microCurie. Non sembrano molti se paragonati a circa 60 milliCurie (255 volte più potente) di un scintigrafia ossea, di un radionuclide però più dannoso perchè gamma emittente. Quindi ad una vista e lettura superficiale dell'articolo, sembrerebbe il solito terrorismo, ma c'è un dettaglio, si sta parlando di dose al litro e lì sembra che di litri inquinati ce ne siano milioni. Sono favorevole al nucleare, ci lavoro da quasi trent'anni, ma non sulla fissione, tecnica ormai obsoleta e ben conosciuta come potenzialmente molto pericilosa e di difficile controllo, piuttosto sulla fusione. Spero che i miei nipoti possano usufruire di tale tecnologia, pulita, semplice e facilmente controllabile. Tutto il resto è noia. Buoni beta a tutti!!!

Giangi Probio 31.07.13 22:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Speriamo di non sentire mai più parlare di nucleare,
Bisognna predendere dai paesi nuclearizzati, un'assicurazione per risarcire tutti i danni provocati da eventuali incidenti.

Franco Losini 31.07.13 21:39| 
 |
Rispondi al commento

LA CENTRALI NUCLEARI SONO SICURE ?! SI, BASTA NON DARE NOTIZIA DI GUASTI.
130 INCIDENTI NUCLEARI NEGLI ULTIMI 50 ANNI: I NUMERI DI CUI NESSUNO PARLA:
Da: http://geopoliticamente.investireoggi.it/i-numeri-di-cui-nessuno-parla-130-incidenti-nucleari-in-50-anni/
1952 Chalk River (Canada).
1952 USA.
1955 Febbraio, Atlantico..
Ottobre 1957 Windscale (GB). Fusione del nocciolo
1957 Sellafield (Gran Bretagna).
1957 Kyshtym (Unione Sovietica)..
1958 Usa. Un incidente a Oak Ridge:
1958 zona Urali (Urss).
1961 Idaho (Usa).
1964 Usa. Incidente al reattore Wood River: (1) un morto.
1964 Garigliano (Italia
1966 Belgio.
1966 Ottobre, Lagoona Beach (Usa
1967 Trino Vercellese (Italia
1967 Francia. Siloe (Grenoble). 1968 Den Haag (Olanda).
1968 Gennaio, Chooz (Belgio
1968 Agosto, Brenìllis (Spagna).
1968 Francia. Il reattore di Monts Arreé si arresta per un incidente. Periodo di riparazione: 3 mesi.
1969 Garigliano (Italia)..
1969 Latina (Italia).
1969 Lucens (Svizzera).
1969 Germania.
1969 Usa. Incendio nel reattore di Rocky-Flats. Durante l'incendio si perde Plutonio.
1969 Francia.
1970 Belgio. Reattore di Chooz.

1970 Chicago (Usa).
1970 Usa. Il reattore da 600 Mw Dresden 2 sfugge
1971 Den Haag (Olanda). Rottura
1971 Kansas. Si l'AEC (Ente USA per l'Energia Nucleare) è
1971 Francia. «Charlie Hebdo» n. 14
1972 Francia. «Survivre et Vivre»
1972 Francia. Saclay.
1972 Francia. Ancora al centro di Saclay
1972 Usa. 'impianto di Surry
1973 Marzo, Chinon (Francia).
1973 Hanford (Usa).
1973 Settembre, La Hague (Francia). Fuga di gas radioattivo 1973 Settembre, Windscale (GB).
1973 Novembre, Hanford (Usa
1973 Dicembre (Usa). Di
1973 Den Haag (Olanda). 35
1974 Usa. 3.700 persone che avevano accesso ad armi atomiche hanno dovuto essere licenziate. Motivi: demenza, decadimento intellettuale, alcolismo.
1974 Sevcenko (Urss). Reazione
1974 Aprile, (Austria). Qualcuno 1974
1974 Maggio, (Usa). L'USAEC 1974 Usa
ecc. ecc..ecc.

giordano 31.07.13 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Mi sento di dissentire su alcune affermazioni
1) il giappone non ha danneggiato tutti. Si è trattato di una catastrofe impossibile da evitare. La centrale era progettata per affrontare qualsiasi problema con un fattore di sicurezza parecchio elevato. Tuttavia madre natura ci ha messo lo zampino
2) fare una centrale nucleare ora non ha alcun senso. Si sta andando avanti con la fissione nucleare più sicura e più produttiva. Sarebbe meglio attendere e usare questa nuova tecnologia
3) se avete paura del pesce radioattivo non mangiate pesce. Si vive benissimo anche di soli vegetali. E ve lo dice un ex carnivorone

Andrea Granata 31.07.13 21:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fukushima rischia di inquinare metà oceano Pacifico e noi rischiamo di mangiarci pesce radioattivo e vedo solo 9 post sull'argomento.
Mente in post superficiali dove lui ha detto tropo migliaia di commenti
Da ciò si vede quale siano le priorità degli italiani, fanno più clamori frasi del tipo ".. il parlamento è pieno di puttane ..." che reati di mafia, centrali che rischiano di contaminare il pianeta, ...
L'uomo è una specie destinata a scomparire molto prima di quando siano durati i dinosauri

Matteo Pietri Commentatore certificato 31.07.13 19:26| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il terrore, mondiale, continua... ci estingueremo con le nostre mani!

Andrea Vergalito 31.07.13 18:46| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO FAVOREVOLE AL NUCLEARE ECCO IL PERCHE': Siamo circondati per tre quarti da uno splendido mare nel quale affondare i bidoni di scorie, com'è stato fatto finora.
Da noi non ci sono né Godzilla né i mostri Aniba, veri responsabili del terremoto e dello tsunami giapponesi.
Il fatto che gli italiani siano un popolo decisamente meno affidabile e onesto dei giapponesi farà sì che i progettisti e costruttori stiano doppiamente attenti nella costruzione delle centrali.
Magari una bella fuga radioattiva ci investe e ci trasforma nei Fantastici Quattro (in questo caso ci manca la donna invisibile. Si accettano candidate)
Abbiamo il papa che prega per noi. Non può succederci niente di male.
In Italia la dignità e la compostezza dimostrate dai giapponesi sono sconosciute. In caso di disastro imbastiremo una sceneggiata così tragica da esser sommersi di aiuti e finanziamenti tali da risanare il nostro debito pubblico.
Il settore delle eco-mafie sarebbe rilanciato con nuove opportunità di business.
Prima di costruire una centrale nucleare verranno chieste consulenze ai massimi esperti del settore, tipo Homer Simpson.
Abbiamo già preso tutte le precauzioni del caso facendo installare crocefissi in tutti gli edifici pubblici e mandando in giro per la penisola centinaia di camion con l'immmagine di Padre Pio.
Nel surreale caso di un'esplosione, i corpi deformati dalle radiazioni farebbero sbizzarrire la fantasia dei nostri creativi della moda, vero marchio del made in Italy di qualità.
Le aumentate possibilità di morire di cancro ci farebbero apprezzare di più i giorni che ci restano.
Una centrale nucleare sarebbe comunque meno pericolosa del riclassificatore che stanno costruendo nel mare davanti a Livorno e Pisa.
Sappiamo bene che non se ne farà mai di nulla perché si tratta solo di un modo per spartirsi i soldi degli appalti senza mai finire i lavori!!!

christian colusso 31.07.13 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Na allora che succede questo verdetto del banana
quando arriva forse ancora inciuci ma assovetelo basta che esca dai COGLIONI per sempre e se il governo cade,ritorniamo alla elezioni non ci sono
problemi il problema è il pifferaio che non vuole andarsene dai coglioni perche ni finisce la cuccagna
quindi Grillo stiamo attenti alle trappole

cesare sesticedsare.sesti@libero.it 31.07.13 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando,ma come è possibile che tutti i paesi del mondo non dicano nulla riguardo al fatto che il Giappone non ha danneggiato con la radioattività solo il suo territorio ma anche l oceano Pacifico che è di tutta l'umanità !Non è giusto!

Terry,mi 31.07.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Io personalmente continuo ad essere favorevole al Nucleare in Italia. Fukushima è un esempio limite super strumentalizzato, vi ricordo che quella centrale a affrontato una catastrofe naturale. L'unico mio dubbio sul nucleare è che in Italia molto probabilmente finirebbe in mano a figli/parenti di politici ergo dei perfetti imbecilli. Se non addirittura in mano alla mafia, o scusate, dimenticavo che sono le stesse persone.

Mauro Invernizzi, Lodi Commentatore certificato 31.07.13 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mandiamoci i piddini e pidiellini con tutti i loro servi,almeno daranno un senso alla loro morte,visto che la loro vita non l'ha avuto.

Marco (LupoNeroM) P., Roma Commentatore certificato 31.07.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Mandiamoci in ferie quel testone di Chicco Testa così può testare di persona prima di parlare la prossima volta.

Noè SulVortice Commentatore certificato 31.07.13 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Credo sarebbe ormai doveroso creare via web (non social network che personalmente odio) un sondaggio/referendum a livello globale che tratti di tutti i temi principali (linee guida) di interesse generale, dalla gestione dell'economia all'utilità di cambi monetari e debiti sovrani fuori controllo, dal commercio schiavo della globalizzazione all'energia (non oggi un bene comune ma un bene di consumo), dalla ricerca scientifica all'industria farmaceutica, dalle guerre che realmente nessun "plebeo" preso singolarmente vorrebbe e che ci vengono giustificate come necessarie alla non democrazia di oggi, etc.....
Credo che solo un sentimento comune mondiale e non nazionale potrebbe cambiare le nostre sorti.... Non esiste re senza sudditi e solo escludendo i moralmente impresentabili potremmo essere liberi...see you later. M

Manuel L. 31.07.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Le terme di Fukushima. Ecco il posto dove manderei volentieri tutti i politici e non che si proclamano a favore del nucleare. Anzi il nano potrebbe andarci in esilio. Tanto a sentir loro e alcuni giornalisti il nucleare è sicurissimo. Al massimo ti fanno qualche T.A.C.

antonio s. Commentatore certificato 31.07.13 17:05| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SEMPRE PEGGIO A FUKUSHIMA,DSEMPRE PEGGIO,ED ANCOR PEGGIO DI CHERNOBYL
ALVISE

alvise fossa 31.07.13 17:00| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori