Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lotta di casta

  • 946


lotta_di_casta.jpg

Una classe sociale secondo Marx è un insieme di individui con lo stesso rapporto con i mezzi di produzione. La lotta di classe è di solito attribuita a un conflitto tra proletari contro capitalisti e borghesia. La lotta di classe è stata sostituita dalla lotta di casta, o meglio dalla lotta tra chi produce ricchezza, servizi sociali e i ceti parassitari, le caste. Il confronto non è semplice, netto come in passato: proletariato contro capitale, ma a macchia di leopardo. Le caste sono infatti ovunque intorno a noi. Sono il colesterolo nelle vene e nelle arterie della Nazione. Le caste sono unite tra loro e formano un corpo immenso, un super blocco sociale, che annulla qualunque spinta al cambiamento. Un muro di gomma bulimico che si alimenta con un aumento delle imposte, dei bolli, dei balzelli. Lo Stato-Casta discute solo di tasse, di IMU, di IVA, di IRES, di IRPEF, temi che hanno ormai assorbito ogni spazio della comunicazione politica. Travasi di sangue da chi produce a chi sperpera per tenerlo in vita. Il potere delle caste non deriva dal controllo dei mezzi di produzione, ma da quello dei mezzi di informazione. Senza le menzogne quotidiane le caste sarebbero nude, visibili nella loro arroganza e inutilità. Chi le mantiene in vita con immensi sacrifici quotidiani scenderebbe in piazza come in piazza Tahrir in Egitto o in piazza Taksim in Turchia. Ovunque ci sia un ceto parassitario, lì c'è una casta che difende con le unghie e coi denti i suoi privilegi. La casta politica, la casta dei giornali, la casta della burocrazia, la casta della pubblica amministrazione centrale, la casta degli enti inutili, la casta delle aziende partecipate, la casta dei concessionari, la casta delle pensioni d'oro. Infinite caste che stritolano il cittadino come un serpente boa. Le caste italiane sono come un parassita che uccide l'organismo che lo ospita, indifferente al fatto che così condannerà anche sé stesso. La lotta contro le caste è la vera lotta politica: sottrarre il potere a chi lo esercita per perpetuare sé stesso e la propria posizione di dominio. L'Italia è una foresta pietrificata dove nulla deve cambiare e, se cambia, avviene solo in apparenza, per salvare le forme "democratiche" e mantenere tutto inalterato. Immobile. Immutabile. Chi abita nella foresta può fare sentire la sua voce, una voce che verrà in apparenza accolta, per farlo sentire libero, ma mai ascoltata.

Potrebbero interessarti questi post:

Diritti acquisiti
RAI: la voce del padrone
Priorità e emergenze

7 Lug 2013, 13:42 | Scrivi | Commenti (946) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 946


Tags: burocrazia, Casta, concessionari, enti inutili, giornali, lotta, partecipate, pensioni d'oro, politici, pubblica amministrazione

Commenti

 

..e per una bell'anima quanto tempo ci vuole? Non è il caso di occuparsene visto i tempi neri che viviamo? Corsi in tal senso gioverebbero a tutti... è proprio il tempo di occuparsene.

almagemme 29.07.13 19:13| 
 |
Rispondi al commento

GRILLO, CASALEGGIO VOI CHE SIETE POTENTI AIUTATE L'ITALIA E GLI ITALIANI A RIEMERGERE.
CERCATE E AIUTATECI A PRENDERE A CALCI, A CACCIARE VIA CHI CI HA DANNEGGIATO E CONTINUA A FARLO.
CHIEDIAMO A VOI QUALE E' LA SOLUZIONE?
COME SI FA PER CAMBIARE TUTTO QUESTO SISTEMA MARCIO?
BISOGNA TOGLIERE TUTTI I PRIVILEGI A TUTTE LE CASTE.

grace 16.07.13 12:50| 
 |
Rispondi al commento

QUALE IL VERO CASO?

Il rumore mediatico del “caso” Kyenge finisce per coprire e quasi rimuovere dalle coscienze quello ben più assordante, se si vuole ascoltarlo, del “caso” kazako.
Anche la parossistica, quanto, mi viene il sospetto, mediatica “ira” del Presidente Napolitano, molto somigliante a quella di un qualunque Padreterno assiso sul trono, si rivolge più alle insulse dichiarazioni di Calderoli che mio nonno avrebbe invece liquidato molto rapidamente, pacatamente e saggiamente con un: “Chi più ne ha...”, sembra coprire e nascondere il più profondo e genuino imbarazzo per una vicenda che definire imbarazzante è puro eufemismo.
La cosa probabilmente si risolverà nel modo tutto italiano, e anche un po’ bigotto, che conosciamo bene: vale a dire quello di nominare la solita Commissione d’inchiesta (ma sono mai giunte a qualche conclusione chiara e definitiva queste commissioni?) e, quando il clamore si sarà smorzato, rimuovere dall’incarico qualche funzionario di second’ordine.
E il Governo?
Leggo su un libriccino pescato casualmente in libreria: “Quando un governo perde l’onesta, son tempi tristi. Quando un popolo accetta tale perdita, son tempi disperati.”
Sottoscrivo.

Laura Trevisan

LAURA TREVISAN 16.07.13 11:19| 
 |
Rispondi al commento

excellent article, thank you

Pen Muslim 12.07.13 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma cittadini dove siete??? Sugli AVVOCATI HA RAGIONE LA CANCELLIERI .
Sono solo una casta, una lobby che prima si fa eleggere in parlamento per fare leggi incomprensibili e dopo si nasconde dietro la fatica di interpretarle e l’onorabilità del lavoro a suon di parcelle da capogiro. Ma chi di voi ha conosciuto un avvocato che pensa ai diritti del cittadino prima del proprio portafogli? Gli avvocati (247.000 in Italia, uno ogni 250 abitanti!!) con le leggi incomprensibili si garantiscono il lavoro per anni nei tribunali , dove "causa che pende causa che rende" e tutto questo lo pagano due volte i polli, ignari cittadini, che prima pagano i parlamentari per fare leggi astruse e poi sono costretti a pagare Giudici e cancellieri per interpretare le cose e fare cause infinite. Come mai da noi ci sono il doppio alle cause della Francia?
E poi hanno il coraggio di manifestare e piagnere miseria dicendo che non guadagnano abbastanza? Ma se per leggere un contratto e lavorare 1 ora sono capacissimi di chiedere 1000 euro che io mi guadagno in un mese? IENE DOVE siete? Andate a fare un giro con le vostre telecamerine negli studi legali. Ma vi pare che il fatturato di un avvocato possa essere 6.000 l’anno?
E poi sta baggianata dello sciopero?? Ma si è mai visto un libero professionista scioperare? Quando un lavoratore sciopera rinuncia allo stipendio. Questi invece che fanno? Rompono le balle la mattina in tribunale facendo slittare udienze con danno ai cittadini che magari aspettavano da 1 anno ed in studio il pomeriggio credete che non chiedano le solite profumate parcelle?
Ma vadano al diavolo queste boiate della difesa dei diritti. Dopo avere frequentato per 10 anni aule di Giustizia ed una marea di avvocati mi mancava di sentire la storia del " primario interesse dei cittadini." Parlassero del primario interesse del loro portafogli che ci farebbero una figura più degna e meno ipocrita. Grande Cancellieri. Avanti così!
Roberta

ROBERTA 10.07.13 20:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

oltretutto c'è il fatto che in passato la classe dominante deteneva o faceva riferimento ad eccellenze in arte e cultura e metteva impegno per evolvere invece oggi restringe il campo delle possibilità, fissa modelli obsoleti, cerca riferimenti prefatti -
boez

paola pannicelli 10.07.13 09:31| 
 |
Rispondi al commento

può un cammello passare pe la cruna di un ago???
Certo che no! E' talmente ovvio che non ci può essere nessuna mozione d'ordina contraria.
Ebbene questo concetto in italia o in italy o in italiota o in italmunnezzatour o come cazzo si vuol chiamarla è ammesso per mandare a morte o al linciaggio o dal carnefice chiunque...
Allooora... "Signori della cooorte..., quello lì è troppo grosso per poter passare in quello strettissimo tubicino e "fottersi" da solo, dico da solo, tutti quei mastodontici babà in un solo secondo o secondino!!!"-
Ed invece? ed invece i "fattacci strani", da "che mondo è mondo di munnezza" avvengono sempre tutto il contrario delle normali leggi fisiche conosciute da noi ignoranti terrestri.
Eh già... gli altri, tutti gli altri "porci" si fottono sempre tutto, sbrodolandosi come zozzi figuri su ogni squisita pietanza messa loro a disposizione ed alla fine chi viene accusato? Sempre chi rimane indietro, il povero fesso che rimane indietro, il povero fesso obeso per natural divina e squartato in mille e più mille pezzetti..., anche dopo morto....
ma c'è qualcuno o qualche cosa anche piccolina o piccolino in questo lurido paese di merda che non faccia schifo????
LORO non rinunciano mai a nulla...
perchè? per quale cazzo di motivo noi altri piccolini dobbiamo ancora ed ancora, sempre e comunque rinunciare anche a quel poco che abbiamo??? anche a quel poco che ci rimane in saccoccia mettendo a rischio e pericolo anche la nostra stessa esistenza? Facendo poi tutti sti sacrifici per chi??? Per LORO??? Per le CASTE??? Per i nostri DEI? Per i nostri cosiddetti altri PADRI??? Eh già... e questo mi è nuovo... prima ci scannano e poi li dobbiamo anche onorare... ma i morti dall'altra o da questa parte sono tutti uguali??? O anche lì ci sono le RRAZZE!?
Boh? Non capisco, non ci capisco un cazzo e non voglio capirci un cazzo!
STOP! Italia sempre più merda. Chi ama la merda venga a spendere in italia i propri quattrini. Almeno facciamo qualche soldino

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.07.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento

le caste, le caste,... le caste??? Ma quante sono ste cazzo di caste? Ma quante ne sorgono ogni giorno di caste? E perchè aumentano sempre??? Ma il termine casta cosa significa in realtà? Tutti vogliono le caste? Tutti parlano di caste? Perchè allora non si eliminano? Ma alla fine chi paga sempre... il povero, l'onesto, il dignitoso, il "fesso" cittadino? Oppure pagano le caste? Che fanno le caste? S'ingrassano e s'ingrossano senza mai "schiattare", senza mai pagare il conto, senza mai fare nulla per i "fessi" cittadini che alla fine pagano tutti i sollazzi delle caste e non ricevono in cambio da loro mai nulla. Pardon... mi sembra che casta o loro si devono scrivere con le lettere maiuscole... CASTA o LORO... eh già essi SONO e SARANNO sempre sul piedistallo... le CASTE sono la RRAZZA, quella VERA, quella che può fare, può scatenare sempre il brutto tempo "a favore" dei cittadini, che s'appallano tutto, vengono presi per i fondelli sempre e comunque, malgrado tutte le evidenze, malgrado la vergogna di tutte, dico tutte (non una soltanto) delle CASTE.
Chi può festeggiare? Chi può permettersi vacanze da SOGNO? Chi??? Ma è logico tutti le caste e tutti quelli che (casti o non casti) ne fanno parte. Se questa non è una colossale mafia, se questa non è una colossale dittatura, allora cos'è??? rosette e mergheritucce??? magari fosse solo quiello... c'è di peggio... il peggio è tutto ciò che non si conosce ed i peggiori di tutti sono tutti quelli che conoscono tutto, ma se ne fregano, lo negano, lo falsificano e....
Ma come si può non vergognarsi??? Italianiiii!!!
Caste italianeee!!! Ma jate affanguloooo... se questi sono italiani e me ne vergogno taaanto, allora voglio essere extracomunitario... non voglio essere più italiano...
e che cazzooo... cambiano il nome, ma alla fine siamo sempre noi i pagatori e fessi, taaanto fessi... viva che? ma si può dire in italia viva??? c'è qualcuno o qualcosa per cui si possa dire viva??? Viva le caste???? Noooo! VERGOGNAAA!!!

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.07.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, segnalo www.m5snews.it pr avere tutte le news in un solo sito. Se usate android c'e' anche l'App gratuita da scaricare.

Francesco Lisi Commentatore certificato 09.07.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di Caste, oggi ce ne è una che sciopera!

gli avvocati.

I processi si allungano,ma chi se ne frega!

E' per il bene del paese!

Ma tutte 'ste carogne non potrebbero smetterla di pensare al bene del paese^?

Gianni Fiorani 09.07.13 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Salve,

e' inutile stare a spendere altre parole sui mali della politica italiana, sono stati scritti fiumi di parole inutilmente.
Tanto loro invece di avere l'aggravio della pena per le funzioni di responsabilita' che sono chiamati a svolgere hanno l'impunita parlamentare.....
Esiste solo un rimedio : TOGLIERE I SOLDI ALLA POLITICA .
SCENDIAMO IN PIAZZA E BATTIAMOCI AFFINCHE' QUESTO AVVENGA E VEDRETE CHE TUTTO FINIRA.
VOLERE E' POTERE

Ciao a tutti

BC

cesare baglioni 09.07.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

condivido appieno aggiungo che le caste si tengono l'una con l'altra creandom una cappa pazzesca che soffoca la societa, lo spirito di iniziativa le buone idee. Avviluppano il tutto in meccanismi burocratici e pesanti a loro vantaggio affossando il singolo non dandogli gli strumenti di affermarsi singolarmente se non necessariamente dentri i meccanismi di casta creati e mantenuti da loro che spengono il modo diretto e libero nel rispetto delle leggi del fare. Bisogna invertire la rotta, gli eletti del movimento 5 stelle hanno tutti questi contro, non mollate, siete nel giusto, andate avanti a testa alta senza timori siete l'unica speranza di vero cambiamento per migliorare, direi di salvare il nostro paese.

e.campa 09.07.13 12:42| 
 |
Rispondi al commento

IN QUESTI DUE MESI, NONOSTANTE I SUICIDI E NONOSTANTE QUESTA SITUAZIONE DISPERATA DEL PAESE E DI MOLTI CITTADINI ITALIANI, SOPRATTUTTO GIOVANI, DISOCCUPATI E PRECARI, NELL'ARCO DI NEMMENO 60 GIORNI SI SONO SUCCEDUTI TRE VICE COMANDANTI GENERALI DELL'ARMA DEI CARABINIERI (GEN.IADANZA, GEN. GIRONE ED ORA GEN DEL SETTE), IN DISPREGIO ASSOLUTO DI TUTTI I POVERI IMPREDITORI E DEI CITTADINI ITALIANI IN GENERALE. QUESTA PRASSI VERGOGNOSA DI CUI SI E' PARLATO VANAMENTE IN PARLAMENTO GRAZIE AI DEPUTATI RADICALI ELETTI NEL PD (2-3 ANNI FA) GARANTISCE UN TRATTAMENTO SPECIALE CHE DA UN MILIONE E PASSA EURO DI LIQUIDAZIONE ED UNA PENSIONE DA 22 MILA EURO AL MESE OLTRE ALLOGGIO DI SERVIZIO GRATIS AUTISTA A VITA E ALTRO. DI QUESTO IL GENERALE IN PENSIONE PAPPALARDO HA SCRITTO UNA LETTERA AL PRESIDENTE NAPOLITANO (CHE FORSE AVRA' CESTINATO) E SONO STATI DEDICATI ALCUNI PICCOLI ARTICOLI SU REPUBBLICA.IT ED ALTRE RIVISTE SUL WEB, OVVIAMNETE LE TESTATE GIORNALISTICHE NON HANNO SCRITTO NULLA. NEI PRIMI 150 ANNI DI ARMA SI SONO SUCCEDUTI POCHISSIMI VICECOMANDANTI, NEGLI ULTIMI DIECI UNA MEDIA DI 5-6 L'ANNO CON UN ESBORSO DI MILIARDI A CARICO DEI CITTADINI E NULLA CAMBIA. NEL 1983 C'ERANO 14 GENERALI NELL'ARMA ADESSO CE NE SONO PIU' DI CENTO. IO PENSO CHE IL PD ED IL PDL SI SIANO ALLEATI ANCHE PER QUESTO, PER MANTENERE LO STATUS QUO E TUTTA QUESTA SCHIERA DI SUPERPAGATI CHE NON FANNO NULLA TUTTO IL GIORNO. HO PARLATO CON ALCUNI ALBERGATORI DI ABANO TERME CHE DEBBONO PAGARE CIRCA 60 MILA EURO L'ANNO DI IMU E MOLTI STANNO PENSANDO DI CESSARE L'ATTIVITA'. IL PD VUOLE SPREMERE I CITTADINI E LE IMPRESE PER MANTENERE QUESTO STATO CHE NON HA PIU' SENSO DI ESISTERE SE NON PER ALIMENTARE SE STESSO. NOI DOBBIAMO ENTRARE DENTRO LE ISTITUZIONI PER CAMBIARE radicalmente SE NO SARANNO SERI GUAI E QUANDO I CITTADINI SCOPPIERANNO SARA' GUERRA CIVILE NON C'E' ALTRA SOLUZIONE PERCHE' I POLITICI E DIRIGENTI NON HANNO ALCUNA INTENZIONE DI FARE SACRIFICI

ALDO COSTA 09.07.13 12:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe non mollare sei la nostra ultima speranza. Frza M5S

Real Promotional Code 09.07.13 10:24| 
 |
Rispondi al commento

Avete dimenticato la casta dei diplomatici. Quelli che, vinto il concorso iniziale d'accesso alla carriera, guadagnano stipendi d'oro nelle sedi all'estero (in Italia sono pagati meno), un vero e proprio illecito arricchimento.
Inoltre godono di impunita' totale, quale che sia il reato commesso, specie all'estero, dove hanno la massima liberta' d'azione e le sedi sono i loro feudi.
Un'altra casta di cui si sa poco e si parla ancor meno.
Salvo pochi casi, percentualmente parlando, i posti si tramandano di padre in figlio o figlia.
Meritocrazia per loro e' una parola senza senso, semplicemente non esiste.

Struzzo Mai Commentatore certificato 09.07.13 00:25| 
 |
Rispondi al commento

Carissimo Beppe.
Sono un attivista del Meet Up di Palermo.
Ho fatto campagna elettorale per Riccardo Nuti quando era candidato per Sindaco di Palermo e per un pelo, buon per lui, non siamo entrati nel consiglio comunale di Palermo.
Ho fatto campagna elettorare per il M5S alle regionali siciale appoggiando Giorgio Ciaccio. Ho lavorato sodo mettendoci la mia faccia.
Quando si andava in mezzo la gente si aprivano praterie.Il voto siciliano e' stato un successone. Sull'onda di quel successo alle nazionali abbiamo fatto il botto. Mai un movimento alle prime armi ha preso il 25% dei consensi. Tu che cosa hai fatto con questa potenza elettorale. L'hai messa a disposizione di Berlusconi che ormai morto, anche se con il 25% dei voti, e' rinato e' oggi detta l'agenda politica dell'Italia. Tutto cio' per non dire agli italiani che malgrado la promessa di non allearsi con nessun partito la situazione contingente ti obbligava ad allearti , alle TUE, condizioni con il PD. Che pur di non fare alleanze con il PDL avrebbe accettato le tue proposte che in parte erano condivise con quelle del PD. NO DOBBIAMO ESSERE COERENTI. VOGLIAMO UN GOVERNO A 5 STELLE. Sapendo benissimo che mai Napolitano avrebbe dato il mandato ad un esponente del M5S. Qualcuno dice che lo hai fatto apposta. Perche' non ti sentivi in grado. Questo mi fa male. Io ci credevo nel progetto politico del M5S. Hai creato un sogno in anni di lavoro e lo hai distrutto in 3 mesi.
Cosa rimane oggi. Una squadra di deputati e senatori che giorno dopo giorno si sfalda e tenterà di arrivare ai famosi 2 anni e mezzo per la pensione ben consci che non ci sarà un'altra occasione. Alle prossime elezioni nazionali dubito che arriveremo al 4%. Altro che sondaggi che ci danno al 16%. I cali delle comunali 15-20-30-40% in meno dovrebbero dirci qualcosa.
Beppe Sei un ottimo comico. Sembravi un ottimo politico. Ma alla prova dei fatti sei risultato un inadeguato. Sciogli il movimento prima che lo sciolgano gli italiani.
Natale

Natale Santoro 08.07.13 23:31| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione


CARO GRILLO ( PARTE II-DOPO h 11,21)

ALLORA DICIAMO CHE IL M5S SI ORGANIZZA QUANDO I GIOVANI M5S SI SONO ACCORTI CHE DI UNA CULTURA
FATTA DI ASSEMBLEE E BLA' BLA' POLITICHESE E SINDACALESE LORO ERANO I CANDIDATI A FARE LE VITTIME SACRIFICALI , A MILIONI ,E ORA SIAMO A 3.000.000 DI DISOCCUPATI , MA QUELLI IN COTTURA SONO MOLTI DI PIU' (FAMILIARI ).
L' ANALISI DELLE CASTE E' GIUSTA MA INSUFFICIENTE PERCHE' LE CASTE( LE CA-TA-STE ) DI ADDETTI AL DANNO SOCIALE NON NASCONO DA SOLE , NE' SONO AUTOORGANIZZATE , PERCHE' SI VEDE CHE GRILLO CHE E' AUTORGANIZZATO DEVE FARE UN GRAN LAVORO CHE NON FANNO LE CASTE CHE DEVONO SOLO PROSTITUIRSI , E NON AVERE REAZIONI DI RIGETTO NATURALE , PER CUI LI SCELGONO TRA I GIA' PEDOFILIZZATI.
E' VERO CHE CI PUO' ESSERE CHE IL PADRE FA IL DANNO AL FIGLIO MEDIANTE IL SISTEMA DI PARTECIPARE A QUESTE CASTE -MAFIE .
QUINDI E' OBBLIGO DI CHI FA ANALISI INDICARE LE SOLUZIONI, ALTRIMENTI LE SOLE DISCUSSIONI NON SONO SALVIFICHE DA SE' SOLE , EPPOI, INFILTRATE DI PERSONE E CATEGORIE DI PROPAGANDA , CHE RIPRENDONO LE FACOLTA' DI SOCIOLO-GESE , SONO GIA' PREDISPOSTE PER NON ANDARE IN PORTO CON RISULTATO UTILE.
PERTANTO , DOPO DETTO CHE CI SONO DIVERSE CASTE DI PROSTITUITI AL FINE DI FARE DANNO AL RESTO DELLA SOCIETA',CHE COLOCHIAMO DENTRO I 19.000.000 DI PENSIONATI ( CATEGORIA ALTA ) E I 6.000.000 DI IMPIEGATI PUBBLICI DI CUI 5.000.000 INUTILI , DOBBIAMO DIRE CHI E' CHE ORGANIZZA QUESTO, CHE HA COLLEGAMENTI INTERNAZIONALI IN TUTTI I PAESI E IN TUTTI I SETTORI ( BANCHE , RUFFIANI DELLE AGENZIE DI RATING E ALTRI ISTITUTI GIA' PROSTITUITI COME L'EUROPA -OVVERO GIA' OCCUPATA DA QUESTO PROGETTO DI MORTE PER FINE DI DOMINIO).SE NO E' BLA BLA' E NESSUNO CHE NON SIA INDIVIDUATO (LA CHIESA) PUO' TEMERE ALCUNCHE' ,SE NEANCHE E' INDIVIDUATA COME RESPONSABILE ,E CONTINUA TRANQUILLAMENTE COME FA CON "PAPI BUONI" DA FARE SANTI, COME UN VES-COVO DI MOSCA CHE HA PORTATO IL COMUNISMO IN TUTTO IL MONDO E UN ALTRO CHE HA FATTO UN PATTO CON L'ISLAM-OPE

PROF MARCELLO PILI 08.07.13 21:36| 
 |
Rispondi al commento

Mediamente, in Italia, dieci persone su cento accumulano ricchezza sfruttando il lavoro degli altri. Queste dieci su cento sono sempre in competizione fra di loro ma si uniscono intelligentemente e si organizzano quando percepiscono il rischio di perdere la loro posizione. Si danno una strategia, una tattica ed usano strumenti idonei per conservare il loro potere. Le altre novanta persone, invece, subiscono, sperano, si illudono, sono invidiose l’una dell’altra e quando una di loro propone una soluzione nel loro interesse la emarginano e la combattono. Ma, soprattutto, improvvisano. Senza un piano. Senza intelligenza. E quando non ne possono più usano la violenza contro se stesse o contro altri. Così, provocano reazioni che alla fine le sconfiggono. Se non cambiano, resteranno sempre perdenti.

carmine felice, campobasso Commentatore certificato 08.07.13 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Se una cosa è necessario farla, è possibile farla,
e tuttavia non la si fa,è perchè non la si è capita abbastanza.

Forse è ormai troppo tardi. Le famiglie si disgregano. Le regole sono vecchie e non vengono applicate nemmeno da chi dovrebbe farle osservare. I governanti pensano al loro interesse personale. La povertà aumenta insieme alla concentrazione della ricchezza. Tutti sanno che cosa sarebbe giusto fare ma non lo fanno. E ci rifugiamo nel misticismo.
Nonostante questa fosca situazione, sentiamo il dovere di reagire per compiere l'estremo tentativo di migliorare le cose, per noi stessi e soprattutto per i nostri figli. Fuori dalle vecchie ideologie e da qualsiasi settarismo, ma con le idee precise di ciò che è necessario fare. E crediamo che il popolo italiano voglia il cambiamento.

L'unica possibilità di cambiamento può derivare dalla volontà dei cittadini. Se essi vorranno occuparsi direttamente della scelta dei candidati e delle proposte per risolvere i problemi reali, potrà nascere rapidamente e proporsi con efficacia un'iniziativa capace di schiodare l'attuale situazione e migliorare le cose. Nonostante gli ostacoli ed i rischi che ci saranno (e saranno tanti).

carmine felice, campobasso Commentatore certificato 08.07.13 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Il problema sono le caste che sono furbe e occupano interamente l'informazione... e i cittadini fessi che pur non facendo parte delle caste le sostengono a loro stesso svantaggio.
Ma se le caste vi fottono i soldi perchè le votate?
Forse mancano le prove del ladrocinio? no.
Il problema è che grazie all'informazione di regime i cittadini hanno una visione distorta della realtà e non si accorgono che i "problemi" spesso non sono veri problemi ma sistemi creati ad hoc per fregare chi alle caste non appartiene.

La mancanza di democrazia diretta rende i soprusi delle caste molto facili poichè i cittadini possono esprimere la loro opinione solo ogni cinque anni (e senza preferenze di candidati);
i referendum vengono ignorati;
in generale la volontà della popolazione è irrilevante poichè dopo aver ricevuto il voto i partiti faranno l'esatto contrario di quanto promesso (vd alleanza pd-pdl)

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 08.07.13 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Probabilmente un minimo di strato amministrativo etc sara' sempre necessario e giusto.
Il livello attuale invece e' una cancrena, e' mortale immorale illegale irresponsabile, schifoso. Non sono piu' uomini, sono qualcosaltro ma non uomini.
Se non muore questa casta vorace e cattiva, muore l'Italia.
Io spero che questa casta muoia presto e sicuramente l'aiutero' a morire spargendo l'informazione vera, che trovo qui. non e' difficile... appena leggono capiscono.
E l'aiutero' a morire con il voto alle urne e spargendo la voce.
Come un dragone dara' fortissimi colpi di coda, facendo vittime e spaventando per la sua forza. Ma saranno credo gli ultimi rantoli prima di morire.
poi tochera' a noi ricostruire in maniera piu' giusta.

Paolo S., Sterrebeek, Belgio Commentatore certificato 08.07.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo inizio a credere che un cambiamento non ci sarà mai, mi sono sempre chiesto come milioni di italiani possano ancora pensare di votare pdl o pd-l, ed ora mi è tutto chiaro poichè sono quelle stesse persone che fanno parte, direttamente o indirettamente, di queste caste.
Purtroppo penso che questi politici sono quello che ci meritiamo perchè noi italiani come popolo non esistiamo ed ognuno pensa ai fatti suoi senza capire
che se la barca affonda affonderemo tutti insieme.

marino di crescenzo, pescara Commentatore certificato 08.07.13 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Ma certo, ma certo.. lo abbiamo capito tutti già da un po', chi più chi meno.. ma non si fa niente.
Perché??? Spiegatemi questo!! Perché nessuno (o la maggior parte) denuncia, reclama o semplicemente smette di votare i partiti di potere? Il sistema é forse così ben studiato da intaccare tutti? Cioè sarebbe a dire che un po' tutti siamo un po' colpevoli e godiamo di qualche beneficio? Non credo, eppure continuiamo a lamentarci, a guardare trasmissioni televisive nelle quali tutti accusano il diretto avversario ma nessuno (soprattutto i giornalisti) approfondiscono tanto da permettere al popolo di capire una volta per tutte e identificare dei responsabili.
Bisogna fare i nomi e i cognomi e pubblicare i dossier.
Eppoi, se anche dopi questo si continua così non so cosa dire.. si vede che ce lo meritiamo..

Riccardo Bottone Commentatore certificato 08.07.13 18:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Beppe, in una libera democrazia ci dovrebbe essere un flusso continuo di soggetti economici che possono circolare in base al principo di meritocrazia. La casta invece rappresenta la sclerotizzazione d'una situazione che viene congelata in rapporti di potere e di forza che rimangono inalterati grazie alle buone relazioni politiche e che rappresentano l'inefficienza fatta sistema.


E che dire della Casta degli avvocati, di quella dei farmacisti, dei dentisti, dei baroni universitari, dei notai, degli ingegneri (che progettano opere pubbliche regolando la spesa non sull'utilità reale ma sulla relativa parcella), di tutti i funzionari pubblici nominati politicamente, di tutti coloro che assunti per conoscenze vanno a formare la forza lavoro oltremodo esuberante degli enti pubblici, la casta dei giornalisti, degli ufficiali dell'esercito che in questo momento sono più numerosi dei militari semplici, ecc. ecc. ecc.
La ghigliottina ci vorrebbe !!!

Michele Tamponi 08.07.13 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi chiedo ma questa rivoluzione in itali chi dovrebbe farla?forse i 16 milioni di pensionati?i 5 milioni di dipendenti pubblici? i 175000 soggetti della politica? i 9 milioni di bambini e adolescenti? le centinaia di migliaia di iscritti agli albi delle professioni(avvocati,notai,farmacisti,giornalisti,dottori,ingegneri ecc.)? i milioni di furbi commercianti che da quando e' entrato in vigore l'euro hanno distrutto l'economia e impoverito il potere d'acquisto applicando prezzi incredibilmente alti e non giustificati se rapportati al precedente valore della lira?chi dovrebbe fare la rivoluzione,forse tutte le centinaglia di migliaia di persone che vivono di rendite immobiliari?potrei continuare ed arrivare alla fine a contare,escludendo gli stranieri che non sono inseriti all'interno del tessuto economico,si e no poco piu' di 3 milioni di persone che veramente stanno soffrendo,ma mi sembra un numero alquanto irrilevante confrontato a 60 milioni di italiani.avete voglia di scrivere di indignarvi,di scrivere tanto anche noi facciamo parte di questo film, di questo diciamo gioco delle parti.la vera rivoluzione e' l'inazione,ovvero fermarci per 3-4 giorni e non mettere benzina,non comprare sigarette,non acquistare gratta e vinci,lotto,scommesse,alcolici ed ogni attivita' connessa al guadagno dello stato.per non parlare del fatto che ci potremmo recare tutti nelle banche a ritirare i soldi che ovviamente loro non ti daranno per il semplice motivo che grazie al trucco della riserva frazionata non posseggono realmente tutto il denaro depositato.detto cio'potrei continuare con gli esempi,ma questo è l'unico modo attraverso il quale possiamo veramente minacciare il potere del sistema e farlo crollare.ma ripeto che rimane un sogno perche'non c'e' la reale volonta' di cambiare lo status quo delle cose.

matteo grasso, camporotondo etneo Commentatore certificato 08.07.13 17:52| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Lotta di Casta....è bene sapere che i DISABILI che percepiscono pensioni d'invalidità da fame 270 euro mensili, sono continuamente esclusi da qualsiasi beneficio economico "aggiuntivo"...in questi giorni l'inps sta effettuando i pagamenti delle "quattordicesime" ai titolari di pensioni minime circa 400 euro....(e questa è una cosa buona e giusta)purtroppo questa norma esclude chi ha un età inferiore ai pari o superiore ai 64 anni...!!!
Mi auguro che i nostri ragazzi in parlamento intervengano per estendere questo beneficio economico anche ai "DIversamenteabili".
Inoltre l'associazione mutilati e invalidi civili a presentato un disegno di legge per equiparare le pensioni o l'assegni di queste persone, alle pensioni minime portandole a 580 euro...confido che i n/s ragazzi si batteranno per sostenere questo disegno di legge.
GRAZIE RAGAZZI E BUON LAVORO!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 08.07.13 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Dopo un servizio televisivo sulle numerose "FONDAZIONI" esistenti a Roma in capo a quasi tutti i politici del Parlamento e Senato (escluso noi)con molti interrogativi circa la loro esistenza e il loro funzionamento, voglio che si facciano delle interrogazioni parlamentari per fare piena chiarezza e trasparenza su queste FONDAZIONI.

l'oracolo 08.07.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma che sei matto? Un leader di un movimento politico così importante che va in vacanza in sardegna a sue spese? Ma ti sei rincoglionito Beppe?
Fanno bene a criticarti giornali e tv!

Ho provato a cercare su e bay un lanciafiamme ma non sono riuscito a trovarlo. Se qualcuno ne possiede uno è pregato di contattarmi, sono disposto a pagare qualsiasi cifra.

antonio santi 08.07.13 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Beppe non mollare prima o poi anche coloro che pensano di difendere i loro privilegi che può essere la pensione o un lavoro nella pubblica amministrazione , si renderà conto che anche lui perde quello che crede che i grandi magliacci PARASSITI E CARNIVORI DELLA CARNE DEGLI ONESTI ITALIANI, si sveglieranno dal sonno e capiranno che se lascino questi al governo che può essere SILVIO O PD perderanno anche i loro sacrificio e i loro figli vivranno del NULLA. ITALIANIIIIIIIIIIIIIIII BASTA CON IL PASSATO O IL FUTURO MORIRà X TUTTI GIOVANI E VECCHI

giovanni c., Sassari Commentatore certificato 08.07.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento

Mia nonna mi diceva: " Pazienza continua diventa furore". Questi signori delle caste sbagliano a pensare che chi non ha nemmeno un reddito che gli consente di mangiare continui a non mangiare ed a starsene zitto. Ormai la pazienza e' al limite e la giusta reazione e',secondo me, alle porte.
Sarebbe gia' scoppiata se il M5S non gli avesse messo un grosso freno. Ma il freno, inevitabilmente, visto come vanno le cose, cedera'
e forse allora qualcosa potra cambiare.
Forza M5S. Resistiamo a tutti gli attacchi dei parassiti delle caste.

Jano P. Commentatore certificato 08.07.13 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Diciamo i fatti come stanno.
denunce denunce e poi ancora denunce. ma di fatti concreti con tanti deputati potevate farle. Invece nulla... Avete avallato i privilegi dei famigliari dei parlamentari all'accesso al sistema sanitario nazionale. ERA UN PRIVILEGIO E TALE E' RIMASTO. Anche in questo articolo denunciate e basta. sulla pagina www.facebook.com/programma.di.riprendiamoci.questa.italia invece una proposta concreta di chi non ha visibilità e nessuna forza elettorale per il momento.

Andrea Macchiarelli (scudiscio), Rimini Commentatore certificato 08.07.13 14:38| 
 |
Rispondi al commento

E' inevitabile l'esistenza di interessi collegati tra loro. La colpa è da spartire tra media, politica e opinione pubblica. http://laclessidra.net/societa/164-politica-media-e-opinione-pubblica-di-chi-e-la-colpa

Paolo Masullo 08.07.13 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Lotta di casta. L'aveva già capito il sociologo Roberto Michels all'inizio del Novecento, quando scrisse "La legge ferrea dell'oligarchia", proprio riferito alle classe politica, che in sostanza perpetua se stessa e accetta membri nuovi figli o parenti di membri influenti "vecchi". D'Alema ne è il classico esempio; Ferrara un altro. E poi Veltroni, Rutelli, Monti, Fornero, ecc. tutti o figli di onorevoli o di persone influenti. I cui figli, guarda caso, sono già sulle orme paterne. E non è detto che siano i migliori. Anzi, spesso è vero il contrario, nel senso che sono i peggiori. Poi c'è la casta dei giornalisti, dell'entourage di politici e giornalisti, che hanno occupato tutti i gangli, centrali e periferici, dello Stato e delle sue emanazioni. In questo senso, siamo proprio messi male. Ci vorrebbe un vero ricambio, ma radicale: mandare a casa tutta questa gente e sostituirla con persone che hanno veramente a cuore il bene del paese. PERSONE ONESTE, CHE ANTEPONGANO L'INTERESSE GENERALE AL PARTICOLARE. Saremo capaci di far questo? Sì, con il voto: o non votando o votando M5S, e basta. Per finirla una buona volta con il vecchiume che ha lottizzato il paese.

Sandro Antonini 08.07.13 13:37| 
 |
Rispondi al commento

le caste i poteri forti e le mafie
i poteri forti muovono la politica, i politici come pedine su di una scacchiera
per vincere la partita
che e' sempre una partita che ha come fine i soldi e il potere, i soldi per comprare il potere, il poteri e per fare poi i soldi...
le mafie che hanno disponibilita' di denaro, proveniente da attivita' illecite e il controllo di interi territori si alleano con la politica per mantenere lo status quo, l'immobilismo che permette ad entrambi di vivere al di sopra della legge e al di sopra delle regole di un sistema
( regole e leggi, controlli ante e post che si fanno a loro uso e consumo)...
le caste, che vivono in posizioni di privilegio, che potrebbero controllare, come i giornali e i media, che potrebbero sanzionare, come i burocrati di stato, che potrebbero pretendere la legalita', come questa giustizia silente e assente su tanti scempi locali e nazionali, col forte che la fa sempre franca, coi soprusi che non vengono mai condannati....
e' questo il Paese che vogliamo, in cui viviamo o sopravviviamo? il paese dei figli di, dei nipoti di, dei parenti di, degli sponsorizzati da, dei raccomandati da... con le ingiustizie e le iniquita' assurde, con sprechi e privilegi, con disuguaglianze economiche e sociali da brivido? da paese del terzo o quarto mondo? In che Italia vogliamo vivere e far vivere i nostri figli? in una giungla dove tutti sono contro tutti? dove il forte prevarica sempre il piu' debole? dove gli innocenti sono condannati e i colpevoli girano con le scorte, fuori e dentro i palazzi del potere?

Alessio Santi, Vernio(PO) Commentatore certificato 08.07.13 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Articolo condivisibile solo in parte.
Giustamente nella marxiana lotta di classe le posizioni erano molto più nette e quindi molto meglio individuabili ed attaccabili.
OGGI INVECE NO!
Questi illuminati detentori del potere, in una consapevole azione disgregatrice delle coscienze, ci hanno da decenni elargito tanti di quei "favori",tanti di quei piccoli ed inutili privilegi, da farci sentire TUTTI invischiati in questo blob infame.
Insomma da VITTIME sono riusciti a farci sentire CORRESPONSABILI, sicché ognuno di noi, per paura di perdere i suoi piccoli ed inutili "diritti acquisiti" diventa formidabile ostacolo ad ogni necessità di cambiamento.
IL BENALTRISMO è ormai la consolidata filosofia di questo Paese di cui si fa scudo la nostra classe dirigente (meglio digerente) per continuare a non fare niente e a godersi i privilegi di cui si è fornita.
Ecco allora il senso di una rivoluzione, in primis culturale: uno Stato di diritto, con poche regole, rispettate perché rispettabili, con un diffuso senso della legalità e della responsabilità, CONVIENE A TUTTI, meno che a quelli che, per quattro bagattelle concesseci, si sono letteralmente mangiato lo Stato.
COSA ABBIAMO NOI MENO DEI FRANCESI, DEI TEDESCHI, DEGLI ANGLOSASSONI, DEGLI SCANDINAVI?
Niente di meno MA MOLTO DI PIU', se solo ci soffermassimo sulla immensa eredità culturale di cui siamo depositari.
Quale privilegio vale la felicità dei nostri figli? NESSUNO, proprio NESSUNO!
E allora costruiamo, dopo un pubblico dibattito,uno STATO DI DIRITTO dove nessuno sia zavorra ma dove ognuno, secondo le proprie possibilità, potrà concorrere alla crescita comune senza lasciare indietro nessuno.

Dopo un anno, presentiamoci con la nostra Costituzione condivisa da milione di cittadini sotto i palazzi del potere, e se inascoltati, entriamo e cacciamo dai templi della nostra democrazia questi mercanti da quattro soldi.

enzo tofani 08.07.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Beppe
È ora che tu e il m5s con il suo tutor legale
Denunciate panorama x oltraggio
Dai che ci scappano 300.000 euro di risarcimento e li diamo ai terremotati emiliani.

alessandro giglio, magenta Commentatore certificato 08.07.13 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Lotta alle caste, ovvero lotta alle mafie meglio ancora al sistema mafioso che spolpa questo paese, un sistema che per decenni ha consentito ai furbetti di insinuarsi nelle posizioni di potere espandendosi come un tumore che spara metastasi in tutti gli organi di questo malandato organismo noto come Italia, e come per la cura del cancro anche per curare questo male esiste una sola via, la totale eliminazione delle cellule malate, iniziamo dalla casta politica per poi proseguire, i banchieri, i managers pubblici, i professionisti, tutti quelli che contribuiscono in un modo o nell'altro al diffondersi del male nel nostro paese. Ma occhio perchè il male è subdolo, si nasconde maggiormente la dove non si pensa di trovarlo, in modo particolare il pensare da mafioso è ahimè tipico dell'italiano medio, il male non si annida solo nelle caste propriamente dette ma anche in tutti quelli che a queste caste si sono rivolti per ottenere benefici, dal posto di lavoro per figli ed amici ad appalti per la propria ditta, questa mentalità è il nostro peggior nemico e per vincere la guerra dobbiamo sradicare totalmente questo modo di pensare, iniziando magari a licenziare tutti i dipendenti pubblici non produttivi che siano entrati dietro a raccomandazione, ossia il 70% del totale, il restante 30% è altrettanto raccomandato ma almeno produce.

Riccardo Parodi, Recco Commentatore certificato 08.07.13 12:08| 
 |
Rispondi al commento

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1275226/M5S--l-onorevole-Sibilia---Uccidere-Falcone-e-Borsellino-e-stato-un-atto-rivoluzionario-.html


Ma come cazzo ragionano sti coglioni che abbiamo mandato li?
Pensare prima di far uscire suoni dalla bocca no mi raccomando!

DEFICIENTE! E TESTA DI CAZZO PURE! IGNORANTE! STUPIDO!

Thorn Re Commentatore certificato 08.07.13 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pensavo " siamo in pochi a pensarla cosi'",avevo perso le speranze per un mondo migliore,ma ora siete arrivati Voi (moVimento 5 stelle),e mi e' tornato il desiderio di "lottare" , e finche' avro' la testa a posto e la forza fisica, continuero' a sostenere questa Vostra battaglia che e' anche la mia.Grazie Beppe!

Roberto Beggio 08.07.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
il movimento 5 stelle stà procedendo nella giusta direzione, sono coerenti ed a mio avviso, proprio per la loro natura, stanno davvero aprendo il parlamento come una scatola di sardine.
La cosa grave, gravissima e che molte notizie, avvenimenti che riguardavano e che riguardano noi cittadini ci sono state nascoste da sempre e da tutti media compresi. Oggi, grazie al movimento, i cittadini possono prendere coscienza di tutto ciò, di come questa politica ha operato e continua ad operare fregandosene dell'Italia.
Grazie Grillo grazie M5S forza !!!!

Domenico Laurenza 08.07.13 11:46| 
 |
Rispondi al commento

per tutti et per nessuno

novo post

paolostracizzato! 08.07.13 11:46| 
 |
Rispondi al commento

sbarcano altri 166 clandestini Il sindaco: "Per noi è normale"


cioe', siamo andati a prenderli sulle coste africane per portarli qui... roba da matti!!!

Che faccia di tolla...Per lei signor sindaco è normale essere foraggiati per accoglierli per poi spedirli a fancazzare e a delinquere in Italia?


Per noi invece non è normale che le migliaia di sbandati africani clandestini finiscano poi in Italia settentrionale a fare gli accattoni agli angoli delle strade, a commettere reati di ogni tipo fuori e dentro le nostre case e ad affollare i centri sanitari. Tutto naturalmente sulle spalle degli Italiani !!!

Trovo la ritrovata tolleranza del sindaco perfettamente adeguata alla situazione. Nessuna fonte istituzionale ha, infatti, mai menzionato i privilegi fiscali di cui godono questi solerti soccorritori isolani

Ernesto Anzino Commentatore certificato 08.07.13 11:44| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

ke articolo sublime <3

Emmanuele C. Commentatore certificato 08.07.13 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Giorni fa ascoltavo lo sfogo di una mia conoscente.
"Mio marito ha lavorato per 25 anni presso una Tv, un lavoro che amava. Al punto da farsi portare il lavoro in ospedale in un periodo in cui è stato ricoverato. Nel lettino, preparava il palinsesto con il computer. Giorni fa lo hanno licenziato in tronco, di punto in bianco. Motivazione: per giusta causa.
Cosa poteva essere mai questa "giusta causa"? Dove ha sbagliato mio marito? Ha fatto un errore di mezz'ora nel palinsesto, UNA VOLTA? Cioè, dopo 25 anni di lavoro svolto con passione e dedizione, sempre puntuale e preciso, lo licenziano per un errore così? Ho l'impressione che sia solo una scusa...
E ora cosa facciamo noi e i nostri figli, senza quello stipendio? Da dove ricomincia mio marito?"

L'ho rivista giorni dopo questo amaro sfogo, aveva il viso pieno di brufoli, herpes.. Le ho chiesto come andavano le cose, le ho detto che non dimentico di darle una mano a cercare, poi ci siamo salutate, dopo un po' mi sono girata e l'ho chiamata per dirle "Coraggio!"
Non riesco a dimenticare l'espressione del suo viso, umiliato da quei brutti brufoli. Un sorriso che era come una smorfia sofferente. Mi ha risposto: "Ok...coraggio!"
Mi sono allontanata con il cuore pesante, pensando "Com'è possibile tanta freddezza nei confronti delle persone? Licenziare così, senza un motivo valido, per freddi calcoli aziendali. Ho immaginato un amministratore delegato rampante e con la faccia da schiaffi, che non conosce nemmeno la storia di quel posto di lavoro e chi ci ha lavorato. Com'è possibile che non si rendano conto del male che fanno alle persone?" Uno lavora, poi all'improvviso si ritrova nel vuoto. Quell'espressione mi ha fatto male anche perchè l'ho immaginata sui visi di tutta quella gente che oggi sta vivendo lo stesso dramma...

Missy Elliott, Cittadina del Mondo Commentatore certificato 08.07.13 11:36| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A pranzo fuori oggi per caso mi cade lo sguardo sulla copertina dell’ultimo numero di Panorama: una foto di Grillo al mare con titolo cubitale: ”vacanze a scrocco“. Messaggio implicito: “Quello che credevate essere il nuovo in politica italiana, non è altro che l’ennesima bufala, l’ennesimo politico che, una volta raggiunto il potere, il successo, eccolo là: ne approfitta, si comporta come tutti gli altri, non cambia nulla, non cambierà mai nulla, è tutto un magna magna“.

Se poi ci si prende la briga di leggere l’articolo all’interno (bastano pochi minuti) si scopre che:

l’articolo si riferisce a sconti (sì, esattamente sconti, avete capito bene), neanche tanto consistenti (in alcuni casi il 10%) sul prezzo di listino vacanze Valtur;
questi sconti sarebbero stati fatti a diversi personaggi famosi, dello spettacolo, della politica, (alcuni dei quali con sconti molto più alti del comico pubblicato in copertina) ecc. quindi Grillo non c’entrerebbe neanche più di tanto, anche perchè:;
nel caso di Grillo ci si rifà addirittura ad una vacanza del 2003 !!!! (avete capito bene: 10 anni fa! Alla faccia della tempestività nel dare le notizie!)
… e sembra (ipotizzato nello stesso articolo) addirittura che lui abbia anche fatto qualche spettacolo gratuito, qualche serata, così, come forma di scambio.

Quindi, ricapitolando, un comportamento non solo lecito, ma anche simpatico, perchè un comico in vacanza potrebbe anche averne le palle piene, e invece si presta, e quindi è di richiamo per la struttura che lo ospita, viene qui stigmatizzato a fini puramente diffamatori. Immagino che qualunque struttura alberghiera, o centro vacanze, o villaggio, avrebbe volentieri regalato la vacanza al comico che riempiva i palasport, anche solo per il nome e il lustro che ne sarebbe derivato. Invece da un non-fatto del genere, avvenuto 10 anni fa, Panorama riesce a capovolgerlo e a metterlo in copertina con il messaggio implicito: “è tutto uno schifo. Italiani, se avete qu

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 08.07.13 11:31| 
 |
Rispondi al commento

""""Egitto/ Pistelli: Quello che è successo lo chiamo golpe

Roma, 8 lug. (TMNews) - "Quello che è successo in Egitto io lo chiamo golpe. L'esercito ha sospeso la Costituzione, sciolto il Parlamento e messo agli arresti un presidente eletto". Così il viceministro agli Affari Esteri, Lapo Pistelli, oggi ad Agorà Estate. "L'anomalia per noi europei è che questo golpe è stato salutato dai fuochi d'artificio e ha al fianco un premio Nobel per la Pace", aggiunge."""


credo che se succedesse in italia, ci sarebbero applausi anche qui ...

m.p.p.

poi, sospeso la costituzione... mi ricorda qualcosa , quindi contare fino all'infinito , prima di parlare!

paolostracizzato! 08.07.13 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe e M5S,
ieri ho sentito la "risposta" - come in precedenza chiesto da Grillo - che il nostro presidente gli ha dato. "EXPO, OCCASIONE PER RIPARTIRE"
Tradotto secondo il mio punto di vista... sino al 2015 non c'è trippa per gatti.
Ho rabbia dentro che mi contorce le budella.
Bellissimo Post, credo uno dei più belli dove viene esplicato un pensiero profondo dove ne danno ampia spiegazione @ Severino - 07:47 @ Bernardeschi - 07:28 @ Viviana - 06:12 Voglio aggiungere anch'io un pensiero già riportato in precedenza ***In questo momento e anche con la situazione che si verificherà (settembre e/o ottobre) come prospettato da Grillo questo paese rimarrà nella INGOVERNABILITA' e nello STATUS QUO.
Troppi poteri governano ancora questa itaGlia.
Gli italioti abboccheranno ancora agli ami appesi di b. il trasformista, a monti che vedeva la luce nel buio, a post-slitta che tutto rinvia e a tutti gli sguattor-media che a cuor tengono il potere.
Ecco, ora Grillo sul blog e il M5S con i suoi cittadini alla Camera e al Senato con voce soffocante sta risvegliando questo popolo bue ma non vi pare che manchi qualcosa.
Non vi pare che manchi l'appoggio di personaggi di alto profilo che fanno sentire la loro voce?
Dove sono queste persone? Io ne ho sentite "accennarsi" in numero non superiore a due mani per poi "defilarsi" subito dopo.
Vogliamo fare nel prossimo futuro la figura della Gabanelli, del Rodotà...
e altri defilarsi per non "bruciarsi"?
Chi verrà, nella società civile, chiamato a presiedere un Ministero della Sanità, dell'Economia, della Giustizia, degli Esteri.....?
Grillo diceva che erano gia in "lista" per un Governo a 5Stelle ma non ne abbiamo visti e/o sentiti alcuni.
Non sarebbe possibile quindi sentire le loro VOCI, il loro PENSIERO, le loro OPINIONI.
I tempi stringono e non possiamo sempre e solo delegare alla strategia e pensiero di Casaleggio, alla VOCE di Grillo e ai Cittadini eletti*** E perdonatemi se verrà ripetuto..............."

Ben Monaco 08.07.13 11:24| 
 |
Rispondi al commento

la luce in fondo al tunnel:

http://www.wallstreetitalia.com/article/1602024/economia/immobiliare-ko-in-italia-proteste-a-piazza-affari.aspx

http://www.wallstreetitalia.com/article/1601955/italia/ogni-due-ore-falliscono-tre-imprese.aspx


paolostracizzato! 08.07.13 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

expo è ancora una volta a consumo e uso dei potenti gruppi industriali che tramite aiuti dei politici dispongono di benefit economici per mostrare prodotti tecnologici che a noi gente comune non interessano vengono aiutati gli industriali a far conoscere i nuovi prodotti e tecnologie per i ricchi della casta che possono spendere---noi cittadini comuni lasciati soli e senza reddito non andremo in vacanza e nemmeno ad expo quindi il nostri politici e presidente andassero loro a spendere denari che lo stato gli regala onde leggislture che si garantiscono da caste perenni a onorem a noi di expo ce ne frega poco caro presidente noi vogliamo servizi nelle nostre città dove viviamo tutti i giorni con difficoltà di manutenzioni territoriali inesistenti------

antony.gentile 08.07.13 11:22| 
 |
Rispondi al commento


CARO GRILLO,

MARX ERA UNO DELLA CASTA FINANZIATO DA UN AMICO DELLA CHIESA CATTOLICA (ENGELS ) PER DISTRUGGERE IL BENESSERE PRODOTTO DALLA ELIMINAZIONE DELLA CHIESA DAL QUADRO NORD EUROPEO ,INGHILTERRA E GERMANIA ,CHE AVEVA TOLTO I LAVORATORI DALLA FAME DELLA CHIESA E DALLA PESTE, CHE ERANO LA REALTA' CHE LA CHIESA STA RICOSTRUENDO TRAMITA I DISOCCUPATI DI OGGI.

PERTANTO USARE CATEGORIE MARXIANE (O MARZIANE ) COME CAPITALISMO E LOTTA DI CLASSE E' GIA' UN MODO DI NON RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI DI LIBERAZIONE PERCHE' QUELLE CATEGORIE SONO STATE STUDIATE APPOSTA( DA MARX , E PER CIO' ERA PAGATO )PER ESCLUDERE LA CHIESA DALLE RESPONSABILITA' COME LA FAME E LA PESTE, CHE ERA LA COSTANTE DEL REGNO di dio e dei preti pedofili nell' evo BARBARICO , DETTO GIA' CON MANIPOLAZIONE DEI PRETI PEDOFILI MEDIO -MENTRE DI MEDIO NON C'ERA NIENTE E SOLO ERA ETA' DELLA PIETRA.
IL BERSAGLIO ERA L'ATTIVITA' ECONOMICA CHE AVEVA LIBERATO I SERVI DELLA GLEBA (SERVI DEI PEDOFILI CHE DOVEVANO DARE GLI ALIMENTI AI MONASTERI DEI PEDOFILI ), PERCIO' "BORGHESI E SFRUTTAMENTO" SONO STRUMENTI LOGICI PER DISTRUGGERE IL BENESSERE , PERCHE' SFRUTTAMENTO C'ERA SUI SERVI DELLA GLEBA CON LA CHIESA E ORA LO STA RIPROPONENDO .
SOLO ORA CHE IL POPOLO M5S VEDE CHE L'OBIETTIVO DI TUTTO CIO' E' LA FAME E IL SACRIFICIO UMANO A CUI E' STATO PREDISPOSTO SI ESCE DA CATEGORIE AMBIGUE TIPO DESTRA E SINISTRA( NON C'E' PAROLA PIU' SINISTRA CHE SINISTRA - E COMUNISMO ).
LE CASTE NON SONO TANTE, MA SONO UNA SOLA CHE RISPONDE AI PRETI PEDOFILI E SONO I SOTTOMESSI AL DISEGNO DELLA CHIESA ,CHE RICEVONO PREMI( GLI UNI ) E SOFFERENZE GLI ALTRI ) PER L'OBIETTIVO DEI SACRIFICI UMANI CHE SONO LA SOSTANZA DEL DOMINIO DELLA CHIESA CHE ORA RIGUARDA I GIOVANI ,CHE CAPISCONO D'UN TRATTO COSA (LOSCA) GIRAVA NELLE ASSEMBLEE E PER CONTO DI CHI, SE ORA SI TROVANO CANDIDATI AL SACRIFICIO UMANO .
PERCHE' LA CHIESA UCCIDE .
"CIO' CHE NON E' FATTO DA TE NON E' FATTO PER TE"(ASSEMBLEE SCOLASTICHE-BLA-BLA ) -

PROF MARCELLO PILI 08.07.13 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1275226/M5S--l-onorevole-Sibilia---Uccidere-Falcone-e-Borsellino-e-stato-un-atto-rivoluzionario-.html


Ma come cazzo ragionano sti coglioni che abbiamo mandato li?
Pensare prima di far uscire suoni dalla bocca no mi raccomando!

DEFICIENTE!

Thorn Re Commentatore certificato 08.07.13 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Usciamo dall'euro subito o faremo la fine della Grecia. Vogliamo la proprietà della moneta e la nazionalizzazione della Banca d'Italia. Basta con i privati e favoritismi agli amici degli amici.

Pino de gennaro, rho Commentatore certificato 08.07.13 11:19| 
 |
Rispondi al commento

PERFETTISSIMO!!!!!!!!

kikka Jolie 08.07.13 11:17| 
 |
Rispondi al commento

a proposito di casta...
son 4 minutini, fate uno sforzo:)

sempre dopo le cose importanti , ovviamente!

https://www.youtube.com/watch?v=AZ8mrzSKzQs

paolostracizzato! 08.07.13 11:17| 
 |
Rispondi al commento

Ci hanno ridotto così perché un popolo impoverito vessato impaurito e un popolo debole e quando sei debole non hai la forza di ribellarti e quando e'cosi lo stato dorme sonni tranquilli. Anche perché non siamo un popolo rivoluzionario,per liberarci di questi politici maldestri incapaci saccheggiatori di ricchezze in modo fraudolento e continuato in modo doloso.ci rivuole lo sbarco di Anzio da parte degli americani per ristabilire la democrazia in questo paese camuffata.democrazia e' la chiusura del blog di Beppe e casa leggio e noi chiudiamo i canali del rovina ragazzi e loro famiglie con prodotti scadenti verso le persone oneste sane educate rispettose che per questo paese son diventate la rovina ed un peso per l'associazione che ci guida il cerchio magico la casta non mi piace,mi piace di piu'associazione di stampo politico.

Silvio pronti 08.07.13 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Grillo dimentica la prima vera forma di lotta che in questo paese dura da oltre 150 anni: quella fra nord produttivo e sud assistito. Leggete gli scritti del socialista Filippo Turati alla fine dell'800. La peggiore casta si chiama Italia, che rappresenta tutto ciò contro cui Grillo se la prende. Quando Grillo comincerà a rimuovere il colesterolo dalle pareti delle arterie, il sud smetterà di votarlo, come ha fatto con tutti gli altri velleitari prima di lui. Il cancro è l'italia unita.

Giacomo C., Milano Commentatore certificato 08.07.13 11:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sottomissione è l'obiettivo del Potere. Con quelli della casta gli riesce alla grande: con NOI, no... e rosica!!!!!
Ragazzi siete MAGNIFICI!!!!

A presto, un abbraccio a tutti!!!!!!!!!

Marcello M., roma Commentatore certificato 08.07.13 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Letta di casta!
et di governo!

perfetta simbiosi!

paolostracizzato! 08.07.13 11:07| 
 |
Rispondi al commento

per tutti et per nessuno


https://www.youtube.com/watch?v=22jpNZqufiU

paolostracizzato! 08.07.13 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CONTINUANO A FREGARSENE ALTAMENTE!

Non vedo nessuno in parlamento che vuole realmente occuparsi di Lavoro e politiche per le famiglie, di reddito di cittadinanza e concrete politiche per la crescita di questa Nazione. Il movimento ha tanto da fare sulle chiacchiere delle diarie e via dicendo era l’unica nostra speranza ma fino ad adora è riuscito a fare poco quanto niente eppure aveva preso il 25% dei voti degli Italiani! Maaaa! Per il Lavoro e risollevare l’economia interna servono ben di più del Miliardo e mezzo di euro promessi dal Letta di turno. Ne servono 24miliardi all’anno (io i calcoli li so fare sono un matematico informatico), e andavano presi tagliando le super pensioni, gli sprechi della pubblica amministrazione e se propiro di tasse dobbiamo parlare, tassando veramente i più ricchi! Ma niente non gliene frega niente a nessuno, sembra una nave lasciata andare al largo con un pilota automatico semiguasto che mai potra’ riportarla indietro, ed intanto i nostri piloti ( i politici ed amministratori) spostano il tempo ed ingannano il popolo con leggi che hanno la pretesa dell’assurdo, cioè creare posti di lavoro semplicemente dando incentivi alle assunzioni e poi chissà perché sempre solo per i giovani ed i 40enni i cinquantenni con famiglie a carico? Niente non se ne frega niente nessuno. E del mercato interno che collassa? Niente anche qui gli frega niente a nessuno, loro credono che si parte dagli incentivi alle assunzioni non dando denaro alle famiglie per far riprendere il mercato interno ( ma che bravi economisti, fantastici veramente fantastici, mi domando su quali libri hanno studiato, ma soprattutto hanno studiato?). Allora a chi può dico solo lasciate la nave prima che affondi, andate all’estero, io ci sto pensando da anni ma purtroppo non è poi così facile per tanti di noi.

Roby 08.07.13 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ascoltateeeeeeee la Cosa adesssooooo!!!!!!!!!!!!grandissimoooooooooooooooooo!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 08.07.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da questo post si capisce come molti rivoluzionari della prima ora non erano altro in realtà che perfetti "contras" a favore dell'Ancien Regime perché si nutrono del loro sistema e ne fanno parte.
STOP ALLA CASTA STOP AL SISTEMA BUROCRATICO AUTOREFERENZIALE E DISTRUTTIVO CHE HA DISTRUTTO IL NOSTRO PAESE!

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.07.13 10:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Medici e infermieri in fuga dalla Croazia

Dopo l’ingresso nella Ue in centinaia attratti da stipendi più alti. Ma il comparto sanitario del Paese è già in sofferenza


TRIESTE. Centinaia di milioni di euro in fondi europei in arrivo nei prossimi mesi, nuove opportunità per lo sviluppo economico del Paese, merce più a buon prezzo nei negozi grazie alle prime avvisaglie di penetrazione di prodotti stranieri nel Paese. Ma per la Croazia non sono solo rose e fiori, in questo esordio nell’Unione europea. Lo confermano i continui allarmi che risuonano a proposito del più che traballante mercato del lavoro nazionale, abbattuto dalla crisi e afflitto da un 20% circa di disoccupati. Mercato del lavoro che potrebbe presto vivere mesi di passione, almeno per quanto riguarda il settore sanità. L’allarme è stato lanciato dalla Camera dei medici croata (Hlk) ed è stato poi ampiamente ripreso, accrescendo la preoccupazione della cittadinanza, dai media locali. In pratica, con l’ingresso nell’Ue, circa 300 medici con passaporto di Zagabria e 750 infermieri ed infermiere sono pronti, con le valigie in mano, ad abbandonare nei prossimi mesi il Paese per cercare lavoro e stipendi migliori all’estero.


http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/2013/07/08/news/medici-e-infermieri-in-fuga-dalla-croazia-1.7383564

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 08.07.13 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Nel 1996 il pd diceva che con la globalizzazione dovevano sparire le piccole e medie aziende perchè non capaci di reggere il mercato internazionale, questo per lasciar spazio a poche multinazionali con le quali il parassitismo politico poteva ben convivere. Oggi a distanza si capisce che lo scopo politico dei gemelli siamesi stà avverandosi nei fatti. Questo a causa delle scelte politiche dirette all l'entrata nell'euro che ha tolto competizione aziendale (con la lira svalutata eravamo i primi esportatori verso i paesi europei e secondi per competitività alla cina) e tolto anche immagine al ns. made in Italy. Oltre agli investimenti statali a vuoto e parassitari che hanno creato il debito pubblico .Oltre alle banche che hanno bruciato un enorme volume di denaro attraverso investimenti finanziari che neanche un bimbo di 2 anni avrebbe fatto.

L'unica soluzione è un ritorno alla lira, che svalutata porterebbe una rinascita di piccole e medie aziende che attraverso quel poco di immagine made in italy rimasto, creerebbe posti di lavoro, la lira investita sul recupero di immobili di valore storico attraverso ristrutturazione con piccole aziende edili locali darebbe lavoro locale con valore aggiunto per il richiamo di turismo internazionale. Investire lire nel settore turismo creando una gestione regionale apposita sfruttando dipendenti pubblici capaci e non politici parassiti, gestioni turismo regioni che fanno capo a un centro turismo nazionale gestito da dipendenti pubblici capaci (già dipendenti che si occupano dello sviluppo ns. turismo per propaganda internazionale.

Una banca nazionale seria e non corrotta che possa proteggere e tener sotto controllo la svalutazione della LIRA.

I 5 stelle sono gli unici politici che si stanno impegnando per non cadere tutti nel burrone.

I:D: Milano 08.07.13 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Quanto è vero. Le caste sono il parassita ed il coesterolo della società.

Antonio Marzi 08.07.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento

POLITICHE EUROPEE | VERTICE UE
Letta soddisfatto: «Abbiamo vinto sul lavoro»

«Per usare una metafore calcistica, abbiamo vinto bene sulla lotta alla disoccupazione giovanile, vinto di misura sull'unione bancaria e pareggiato sul ruolo della Banca europea degli investimenti».


Sig. Letta, voleva dire che l'abbiamo vinto, battuto, distrutto, disintegrato, detronizzato... forse???

Monica R., PR Commentatore certificato 08.07.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CASTA HA PURE LA POLIZZA VITA

In caso di morte dei deputati in carica, si prevede per gli eredi cifre fino a 500mila euro, per un costo annuale assicurativo di oltre un milione. A loro non manca proprio niente... (Fonte: http://goo.gl/SrRr5)

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 08.07.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

voglio vivere in un Paese dove incontro persone che amano la propria terra,che condividono ideali e scelte.che hanno il concetto di comunità e di fratellanza.vorrei vivere sapendo che ogni persona può essere un amico e che ognuno di noi fa la sua parte per evitare le ingiustizie.vorrei vivere in un Paese dove far politica sia sinonimo di impegno civile.
M5S senza se esenza ma!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 08.07.13 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma infatti...
invece di andarti ad incazzare di persona stai al mare. Ti conviene...ma chi te lo fa fare? :)
Ma quelle barche che si vedono dietro di te in acqua andranno ad idrogeno?? incomincia a litigare con quei ricchi evasori in barca che inquinano la Sardegna. O li conosci tutti e non ti vuoi rovinare la vacanza? :)
Ah ma sei andato li per protestare sul cartello fatto dalle società di traghetti .. vero?
Peccato...
che amarezza sti ricchi so tutti uguali

Gabriele , Roma 08.07.13 10:28| 
 |
Rispondi al commento

CARA VIVIANA NOTO CON PIACERE CHE CONTINUI A POSTARE DATI CHE ....... PER 20 ANNI POSTATVA LA PADANIA.... PECCATO CHE MILIONI DI "POLENTONI" HANNO VOTATO PDMENOELLE PER 20 ANNI E ORA.....
CHE PERDONO IL LAVORO E ANCHE LA CASA ......... SE LA PRENDONO CON IL BERLUSCA CHE (SICURAMENTE E' IMPRESENTABILE E INCOMMESTIBILE MA SI E' SEMPRE "VENDUTO" PER QUELLO CHE E').... HA SEMPRE DETTO CHE VOLEVA "PRIVATIZZARE" LO STATO PER COMPRARSELO A QUATTRO SOLDI................
ORA E' TARDI...... SI SVENDERANNO TUTTI I BENI IMMOBILI DELLE PROVINCE E DEI COMUNI PER FARE CASSA ... E POI SI FALLIRA'.....
"RICORDO PER CHI NON LO SAPESSE CHE LE PROVINCE SONO PROPRIETARIE DI TUTTI GLI IMMOBILI COME LE SCUOLE, GLI OSPEDALI ETC...... IHIHIHIHIHIHIHIHIHIHIHIHIHIHI...... PRIVATIZZANO LO STATO SVENDENDO TUTTO COMPRESE LE SCUOLE E GLI OSPEDALI...... COME IN ARGENTINA.........

Luigi P. Commentatore certificato 08.07.13 10:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho visto commenti che criticavano gli immigrati e chi li appoggia sparire immediatamente.
neanche fosse il blog della boldrini!

mister x, ravenna Commentatore certificato 08.07.13 10:21| 
 |
Rispondi al commento

E dopo l'Egitto ?????

piero l., tortona Commentatore certificato 08.07.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A margine di un incontro
Mi riferisco alla richiesta di Grillo per un colloquio con Napolitano e il gioco degli equivoci che è seguito nella stabilire una data e i rinvii conseguenti agli impegni paventati da entrambi che hanno spostato l’incontro, ma non senza caricarlo, mediaticamente, di ragioni banalizzate pensando a Grillo per sminuirlo agli occhi dell’opinione pubblica.
Di là dei giochetti a uso mediatico resta il discorso di fondo. Ha ragione il capo dello Stato a dire che occorre smettere di polemizzare sulla tenuta dell’attuale governo, ma nello stesso tempo vuole farci dimenticare che alla radice del problema vi è il modo come si “governano” i partiti che oggi sono alla guida del paese e che si sono definiti di “larghe intese”. In altri termini la loro leadership si scontra con una diversa visione della politica che è percepita dai rispettivi elettori. E per essere più esplicito significa che mentre i capi propendono per gli inciuci la base continua a diffidare e a ragione. Non si può durante tutta la campagna elettorale dire peste e corna dell’avversario e poi, come se nulla fosse ritrovarsi insieme a governare e persino le critiche che si fanno non sono più credute perché non sanno essere conseguenti. Se si è seri occorre rompere e se non lo si è si continua come sta accadendo nel fare il gioco del tira e molla.
Oggi per quanto demonizzato il movimento cinque stelle è l’unica forza organizzata che è rimasta coerente con i suoi principi e proprio per questa ragione oggi si sta facendo di tutto per sminuirla agli occhi dell’elettorato e gli attacchi saranno sempre più duri e selvaggi perché fa paura ai mestatori del torbido. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Riccardo Alfonso, Roma Commentatore certificato 08.07.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto è spettacolo
Vi è tanta l’ansia di creare uno spazio d’ascolto che non si trascurano gli eccessi per rendere più allettante l’audience da chi è preposto al lancio di queste “bufale”. Non solo. Se ci troviamo in competizione con altri come accade nei talk show cerchiamo di strappare il breve tempo che ci è riservato adottando due specifiche tecniche. La prima è quella d’interloquire mentre parlano gli altri per rubare il loro spazio e la seconda per cercare le frasi a effetto che sintetizzino in qualche modo un certo discorso anche a costo d’essere incompleti e vaghi. Questo significa che occorre essere preparati e aggressivi, concilianti e pacati quanto basta per cogliere il massimo d’attenzione non certo per gli astanti ma per quel pubblico che è dall’altra parte dello schermo. Tutto questo va detto per capire la ragione che spinge Grillo a scoraggiare la partecipazione dei suoi rappresentanti a incontri mediatici del genere dove si rischia di fare da cassa di risonanza più per la diffusione delle idee altrui che per le proprie. Ma l’insidia è ancora più raffinata nel far passare questa scelta prudenziale come l’arroganza del padre padrone che vuole accentrare solo su di se le luci della ribalta. La verità è che si vuole far dimenticare, la vera natura del dominus che convoca periodicamente i suoi “lacchè” per l’indottrinamento prima di lanciarli nell’agone mediatico e non è certo il caso di Grillo. Chi è buon intenditore intenda. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Riccardo Alfonso, Roma Commentatore certificato 08.07.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Brunetta: il fenomeno politico
La formazione accademica di Brunetta è senza dubbio rispettabile. E’ per definizione un docente di economia. Ciò che mi sorprende, e non certo in negativo, è la sua “vocazione” di animale politico e le sue capacità mediatiche. Ogni giorno ruba letteralmente la “scena” mediatica con le sue esternazioni. Il suo fine è chiaro mentre i suoi avversari politici sembrano imbambolati e incapaci di contrastarlo sia pure sul terreno dialettico oltre che dei contenuti. Sembra ripetersi la “sceneggiata” della recente campagna elettorale quando abbiamo avuto un Berlusconi esternatore a tutto campo mentre dall’altra parte vi era un Bersani scolorito e confuso. Ma c’è qualcosa di più che mi fa riflettere. Gli argomenti centrali di Brunetta sono due: l’abolizione dell’imu e il non aumento dell’Iva. Da mesi che batte sullo stesso tasto e sull’altro versante ci troviamo con un governo che gioca al tira e molla senza decidere. Alla fine l’opinione pubblica percepisce solo una cosa: il Pdl è l’unico partito a essere coerente con le promesse fatte in campagna elettorale ed è pronto alla crisi per questa battaglia ritenuta giusta e sacrosanta. Persino il fondo monetario internazionale è stato condannato per un sospetto avanzato dallo stesso Brunetta paventando la possibilità che sia stato strumentalizzato da chi non vuole l’abolizione dell’Imu. Di questo passo le premesse ci sono tutte per una vittoria elettorale del Pdl o di forza Italia se si dovesse andare alle elezioni anticipate. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Riccardo Alfonso, Roma Commentatore certificato 08.07.13 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

“La diretta delle audizioni non è uno scherzo. Nessuno avrebbe saputo niente perché
erano tutti d’accordo. Mi riferisco ai partiti, ovviamente. La Rai è stata anche
questo: una nomina a te, un’altra me. Un canale a tizio, il secondo a caio. Il direttore
lo decido io, il vice tu. É stata luogo delle larghe intese prima che larghe intese e spartizioni, nascessero sotto
gli occhi di tutti. La trasmissione in diretta delle audizioni potrebbe limitare anche questo. Sicuramente noi non rinunciamo al nostro lavoro
-Ora gli appalti. Dopo?
Dopo la trasparenza sugli stipendi.
-Vuol dire che rivelerete quanto guadagnano i dipendenti Rai?
Certo. È previsto dal regolamento.
-Lei ha già in mano le carte?
Non ancora. L’abbiamo chiesto e ci è stato consegnato una sorta di redditometro
per fasce. Vogliamo i nomi e i cognomi.
-Non è una strada impervia?
Non credo. È previsto. Anzi, è previsto che su questo punto si riunisca una commissione
paritetica, formata da quattro membri della Vigilanza e quattro del ministero. Ma la commissione è data per dispersa da oltre un anno.
-Vuol dire che il governo Monti non l’ha mai riunita?
Non so chi non l’abbia fatto e di chi siano le responsabilità. So soltanto che l’u l t ima
volta che si è formata eravamo nel 2012. E anche questo è un dato gravissimo
-Vi aspettate sorprese anche dal fronte stipendi?
Se sono in linea con le cifre spese per gli appalti purtroppo sì. Vedremo. Sicuramente
entro breve avremo una lista di nomi e la cifra lorda di quanto guadagnavano o guadagnano. Poi ne parliamo. Sicuramente è la nostra mission , e non vogliamo, almeno io non voglio, rinunciare.”

Quello che avete letto non è un diaologo estratto da una fiction ma è un fatto realmente accaduto ,è una parte dell’intervista a Roberto Fico che troverete sul FQ di oggi . ( continua nei sottocommenti )

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.07.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LOTTA DI CASTA ..........
Analisi lucida e perfetta , è bello vedere scritto quello che uno ha pensato intensamente nei giorni scorsi e poi per incanto vederselo apparire nel blog....grandi !!!!!!!!!!
Avrei aggiunto al titolo soltanto questo :

L'Italia è una repubblica fondata sulla corruzione e sulla burocrazia famelica ........

alberto paci, alberto_paci@libero.it Commentatore certificato 08.07.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento

ma che marca di tastiera usa viviana?
è indistruttibile!

mister x, ravenna Commentatore certificato 08.07.13 10:10| 
 |
Rispondi al commento

.

ema d. Commentatore certificato 08.07.13 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cattofascisti e cattocomunisti ora che si sono uniti faranno il loro grande Miracolo,
faranno risorgere la Democrazia Cristiana 2.0
Cambiano i nomi dei partiti, ma sono sempre gli stessi, nei casi peggiori i figli o i nipoti, ma mai nessuno eletto dai cittadini.
I cittadini italiani vivono in un limbo, hanno capito che lo stato sta fallendo, ma fanno finta di nulla sperano che peggio di così non si possa andare, invece ci si sbaglia di grosso, basta uno starnuto che finiamo come la Grecia, e i politici saranno sempre quelli che cadono impiedi, fanno finta di essere dispiaciuti e poi mangiano aragosta e noi paghiamo 14 miliardi di F35

Luca 08.07.13 10:06| 
 |
Rispondi al commento

eheheh i giornali ci ignorano da giorni!!non hanno più nulla da dire su espulsini e per loro non esistiamo più.i giornali e la stampa italiana son solo gossip in tema politico.servono solo ad attaccarci quando possono,poi calano il silenzio sui nostri parlamentari!!questa è la realtà iatliana dell'informazione.miserabili!!andiam avanti,vuol dire che la strada è giusta!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 08.07.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento

troppe caste!!!

tinto avrebbe dovuto trovare difficoltà, et invece....:)))

paolostracizzato! 08.07.13 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE, HAI DIMENTICATO LE CASTE 'MASSONICHE',
CHE SONO TRASVERSALI E INCLUSIVE (DOVE TROVI IL
MANOVALE,IL TABACCAIO,IL COSTRUTTORE,IL MEDICO,
IL PROFESSORE,IL GALOPPINO,IL DEPUTATO,IL SENATORE,ANCHE LA MASSAIA).
IL TUTTO TENUTO IMPERITURO DALLA GELATINA TRASPARENTE DELL'IGNORANZA COLLETTIVA.
BUON, GIORNO A TUTTI.

crescenzo d'addona 08.07.13 09:57| 
 |
Rispondi al commento

m Giornalisti segue

Non bisogna mai dimenticare che in uno Stato di diritto vige il diritto al contraddittorio (nei media italiani MAI). Essere zerbini dei magistrati o pendere dalle loro labbra senza dare analogo spazio alla difesa dei cittadini, significa non avere deontologia, né coscienza. I costi stratosferici della politica, tanto contestati e denunciati, vanno di pari passo con quelli del finanziamento pubblico ai giornali: quasi 750 milioni di euro finiscono in un anno, sotto forma di contributi diretti o indiretti, nelle casse dei grandi gruppi editoriali, organi di partiti, giornali. Un portentoso flusso di danaro pubblico finisce per mille rivoli, sotto forma di contributi diretti o indiretti – attraverso una stratificazione di norme clientelari, codicilli, trucchi e vere e proprie truffe – nelle casse di grandi gruppi editoriali, organi di partito, cooperative, giornali e giornaletti, agenzie, radio e Tv locali, ma anche di finti giornali di finti “movimenti” e di cooperative fasulle. Rimpolpando gli utili degli azionisti di grandi testate in attivo. Alimentando sottogoverno e clientele. E consentendo illecite rendite e privilegi mediatici a un esercito di “amici degli amici”. Tutto attesta lo stato di mortificazione dell’informazione in Italia e la sua riduzione a “specchio del diavolo” della casta del Potere.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:56| 
 |
Rispondi al commento

l
GIORNALISTI
Quelli che le notizie le fabbricano, non le danno; quelli foraggiati dallo stato coi soldi nostri per disinformarci, per creare false battaglie, per mettere alla gogna chi vuol criticare il sistema e elogiare chi attraverso il sistema ci distrugge; quelli che da soli e senza i finanziamenti di Stato fallirebbero in una settimana. I giornalisti che sono ormai le veline del potere e scodinzolano al suo comando.
Alti livelli di protezione, scarsi aumenti di stipendio e poche gratifiche per il merito. Intanto le assunzioni si fanno con il contagocce, con contratti a termine e perfino con inquadramento da metalmeccanici per il lavoro di desk. A fronte di 6.331 giornalisti, attivi in redazione o pensionati, risultano iscritti alla gestione separata per il lavoro autonomo 22 mila liberi professionisti. Peccato che la maggioranza dei free lance, che all’estero hanno pari dignità rispetto ai dipendenti, siano considerati poco più che precari. Pagati ad articolo, poche decine di euro, saltuariamente. Giornalismo: foraggiato dalla politica e dall’economia; intimorito e prono al cospetto dei magistrati. Il giornalista non dovrebbe correre dietro al gossip politico o giudiziario a tutti i costi e soprattutto dovrebbe ricordare che dietro la notizia ci sono persone, i cui diritti e la cui privacy meritano tutela e non giudizi affrettati e precostituiti. Specialmente quando la giustizia in Italia è quella che è. E non è anche una sostanziale incapacità dei giornalisti fare cronaca giudiziaria senza pendere dalle veline delle Procure? Non possono limitarsi a fare i postini. Il giornalista e il direttore devono dare le notizie in modo imparziale. Non può accadere che sia il magistrato, il carabiniere, il poliziotto a dare un appuntamento, consegnare qualcosa o consegnare tutto. Non è un segreto che spesso documenti riservati siano usciti dai palazzi di giustizia indirizzati a giornalisti con l’avvallo dei magistrati.

segue

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:55| 
 |
Rispondi al commento

cartello affisso alla vetrina di un negozio:

chiudiamo per sempre il 31 luglio.
ho visto uomini con la terza elementare mettere su un'azienda e dar lavoro a decine di persone.
Poi ho visto professori con tre lauree far chiudere migliaia di aziende affamando milioni di persone.

mister x, ravenna Commentatore certificato 08.07.13 09:53| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Organizzate un nuovo V-DAY a roma, in autunno con i soldi che state devolvendo o restituendo potreste organizzare migliaia di pulmann per portare a roma milioni di persone che per mancanza di mezzi e sopratutto di denaro non riescono a sscendere in piazza... una manifestazione pacifica a fronte di questa classe o casta politiche non fà altro che ridere dei cittadini che regolarmente ogni giorno prende in giro FATELO PER TUTTI FATELO PER SALVARE IL SALVABILE, b. si sta riorganizzando per sferrare l'ultimo e decisivo attacco alle istituzioni e ormai troppo chiaro che tra PIR-LETTA e almeno il 80% del pd ci sia qualcosa che non quadra gli e lo si legge in faccia D'alema e Bersani dovrebbero essere i primi a essere presi a calci nel cu.. PROVATE GLI ESEMPI DELL'EGITTO E DELLA TURCHIA NON SONO DA SOTTOVALUTARE il popolo ha voluto cambiare il governo in egitto e l'ha fatto noi siamo messi molto peggio perchè la casta è riuscita a integrare anche la malavita organizzata portandola al potere GRAZIE AL DELINQUENTE N°1 B. IN AUTUNNO BISOGNERA' FARLO IL GOVERNO SI AFFANNA PER NON FARE NULLA E NELL'AFFANNARSI STA CREANDO ANCOR + PROBLEMI DI PRIMA!!!

Fabio Tatti 08.07.13 09:51| 
 |
Rispondi al commento

i
Casta dei poliziotti (segue)

I peggiori li premiano.
I condannati per i fatti della scuola Diaz, per il massacro, i pestaggi e la costruzione delle prove false contro le vittime, hanno continuato a ricoprire incarichi delicatissimi nell’ambito della direzione effettiva degli apparati della polizia di stato e dei servizi segreti. Nonostante le condanne questi signori hanno continuato ad esercitare le loro funzioni, e anzi, di godere di protezioni trasversali della politica così evidenti, tanto da farli apparire come degli “intoccabili”, diversi da tutti davanti alla legge. Il Generale dei carabinieri Giampaolo Ganzer, comandante del Ros, è stato condannato a Milano a quattordici anni di carcere per “associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga” ed altri reati. Anche lui, come se nulla fosse, ha continuato a dirigere le “operazioni speciali” dell’Arma. Molti altri casi in questi anni, ci parlano di reati pesantissimi, fino all’omicidio, alle sevizie e alle torture, all’abuso sessuale e al ricatto, alla morte in mare di migranti tra cui bambini, in cui sono coinvolti i tutori dell’ordine. Genova è sicuramente il simbolo di dove si può arrivare se si costruisce l’idea di una totale impunità attorno ad azioni compiute indossando una divisa. Noi crediamo che bisogna dire basta. Quando militari, polizia e carabinieri, che hanno il potere di decidere sulla libertà e sulla vita della cittadinanza, godono di impunità invece che di maggiori controlli e attenzione, allora l’ombra autoritaria e fascista di un regime si delinea nettamente, rischiando di oscurare ogni cosa.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

h
FORZE DELL’ORDINE
ACAB,acronimo famoso tra gli Ultra "All cops are bastards”,“tutti i poliziotti sono dei bastardi” (titolo di un libro denuncia)
Poliziotti,carabinieri, finanzieri, secondini sono una casta a parte:legge e ordine i due volti dell'(In)Giustizia.Per loro la legge è uno strumento,non un fine.Purtroppo il rispetto si merita,non si pretende.Abbondano le accuse per i più vari reati e la distanza con i cittadini
Il libro,scritto dopo una lunga inchiesta da Carlo Bonini,di Repubblica,svela il background allucinante di certa polizia italiana,quella col mito di una dx reazionaria e violenta,quella del mattatoio di Genova.Il ritratto agghiacciante è tratto dalle chat degli stessi poliziotti sul web
Di pestaggi e violenze gratuite delle Forze dell’Ordine ne abbiamo a volontà.Per manifestazioni politiche(G8 Genova e Global Forum Napoli),sportive e sindacali.In arresti,in cui, addirittura,ci sono stati dei morti.Ma sono la punta di un iceberg,mai sfociata in condanne, data l’omertà e il corporativismo
Inutile denunciare:chi ti crede?Tanto,la testimonianza delle istituzioni ha maggiore valenza di quella del semplice cittadino
Un’Italia in cui il capo del Ros dei Carabinieri si becca 14 anni per narcotraffico e il capo della Polizia è condannato per i fatti di Genova e poi fa carriera fino ad approdare in Finmeccanica,non è un Paese normale.Peggio ancora vanno i servizi segreti,si pensi al Sismi di Pollari/Pompa con i dossier illeciti.Ma lascia di stucco De Gennaro,condannato in appello a 16 mesi per istigazione a falsa testimonianza sui pestaggi del G8,per i quali abbiamo 73 condanne fra dirigenti e agenti della Polizia;una dozzina di 007 indagati per i depistaggi sulle stragi;il comandante della Gdf,Speciale,in appello 18 mesi per peculato;il comandante del Ros,generale Ganzer,14 anni in 1° grado per traffico internazionale di droga,Mori imputato per favoreggiamento a Provenzano e indagato perché ai tempi delle stragi trattava con Cosa Nostra

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:49| 
 |
Rispondi al commento

e un buongiorno a voi blog!!!!qui caffè a 5 Stelle!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 08.07.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravo Beppe ,ottimo articolo! Hai detto cose sacrosante e di fronte agli occhi di tutti.Purtroppo è pura fantasia sperare di riformare in modo pacifico.Questi si sono sempre mossi al limite della legge e non gli ci vuole niente a usare mezzi violenti se vedono che gli si toglie il potere e i privilegi.

Angelo P 08.07.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

""""Crisi: Squinzi, Non Vedo Luce In Fondo Al Tunnel, Semmai Lumicino

(ASCA) - Milano, 8 lug - Giorgio Squinzi non e' d'accordo con le previsioni del ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, sulle prospettive di ripresa dell'Italia: ''Siamo ancora in recessione'', ha messo in chiaro il presidente di Confindustria parlando a margine della 'giornata della collera' promossa davanti alla Borsa di Milano dalle associazioni imprenditoriali delle costruzioni. ''Non riesco a vedere la luce in fondo al tunnel'', ha aggiunto Squinzi che ha precisato: ''Nonostante le dichiarazioni ottimistiche del ministro Saccomanni, l'ho definita un lumicino, peraltro non determinata da noi ma dalla rispresa economica internazionale''.""""


ma il signor squinzi non sa riconoscere uno spot pubblicitario?

eppure lui per la sua azienda di pubblicità ne ha fatta:)

paolostracizzato! 08.07.13 09:44| 
 |
Rispondi al commento

GROSSETO. L’azienda che produce il pecorino “più buono del mondo” - vincitore del campionato mondiale a Tours in Francia - frutto di una lavorazione artigianale familiare che si tramanda da oltre mezzo secolo nel cuore rurale della Toscana, rischia di dover cambiare sapore (e charme) dei suoi formaggi per adeguarli ai tempi della globalizzazione igienico - sanitaria.

La vicenda. Secondo i tecnici dell’Asl 9 di Grosseto il pluripremiato caseificio “Il Fiorino” di Roccalbegna deve sostituire «le assi in legno oggi in uso» per la maturazione dei formaggi non destinati a stagionatura, «con superfici in materiale idoneo per le quali sia possibile una efficace procedura di lavaggio e disinfezione». In pratica con la plastica, o materiali simili. Così ordina il provvedimento notificato il 3 aprile con obbligo perentorio a provvedere «entro 120 giorni» alla sostituzione. Per i titolari de Il Fiorino – il “capostipite” Duilio Fiorini, la figlia Angela e il genero Simone Sargentoni – un colpo durissimo. Alle casse aziendali, certo, ma prima ancora al senso stesso del lavoro di una vita. Perché – commenta amaro Simone – «così dovremmo trasformarci da artigiani a industriali».

Quel tipo di lavorazione infatti appartiene a una tradizione che non è solo del caseificio di Roccalbegna, ma di tante altre imprese artigianali della Toscana e dell’Italia. Ed è proprio lì, in quel mutuo scambio “organico” tra il legno d’abete e la superficie dei formaggi, che si nasconde una parte – non marginale – del pregio dei formaggi stessi, della loro unicità. Se il mondo adora il cacio nostrano è perché quel cacio si produce così, oggi come nel 1957, quando nacque Il Fiorino. «Qui si discute l’intera storia del formaggio in Toscana e in Italia», dice Sargentoni.

http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2013/07/06/news/plastica-e-non-legno-per-il-pecorino-piu-buono-al-mondo-1.7377089

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 08.07.13 09:41| 
 |
Rispondi al commento

dal fatto.it

Letta: «Si vedono segni di ripresa». Per il culo.

Microsatira

paolostracizzato! 08.07.13 09:37| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Va bene il dibattito sulle caste ma non dimentichiamo il problema della sovranità monetaria, altrimenti, quando avremo abbattuto le caste, in Italia ci sarà solo una feroce guerra tra poveri.

Luca 08.07.13 09:36| 
 |
Rispondi al commento

g
FARMACISTI.
Gli italiani divorano le medicine, tanto paga lo stato, la media è una al giorno per ogni cittadino. Si capisce, quindi, perché i 16 mila titolari delle farmacie difendano con le unghie i loro privilegi lasciando fuori della porta oltre 60 mila farmacisti che hanno i titoli di studio per esercitare l’attività ma non i soldi per rilevare un’azienda. È il classico meccanismo di una società chiusa, dove gli insider si barricano per respingere gli outsider. L’unica scossa è arrivata con una «lenzuolata» di Bersani che ha liberalizzato la vendita di alcuni medicinali da banco che all’estero si trovano in un qualsiasi drugstore. Le proteste della Federfarma sono arrivate fino ai tribunali civili e così è stata bloccata una seconda lenzuolata per i farmaci di fascia C. Intanto, però, i prodotti da banco costano meno.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In fondo e' sempre stato così: gli Italiani non vogliono impegnarsi.
La maggioranza delle gente non vuole occuparsi dei problemi della politica e della società civile, basta che ci sia qualcuno che prende le decisioni per tutti.
Lamentarsi, magari tutti insieme al bar, poi...ognuno a casa propria.
Il mondo perfetto ti dicono che non esiste, si chiama utopia.

gira che ti rigira 08.07.13 09:32| 
 |
Rispondi al commento

g
segue editori
Puoi anche scrivere un capolavoro ma se non hai l'editore che te lo vende, sei nessuno.
Spesso gli editori sono proprietari di testate d’informazione o di emittenti radiotelevisive, quindi si parla dell’opera o dell’autore solo se si fa parte dell’entourage. Inoltre per poter pubblicare un articolo d’informazione si è costretti a far parte di un’altra casta: quella dei giornalisti. C’è da dire che non tutti gli editori sono parigrado. C’è prevaricazione dei più forti a danno dei più deboli. Alcuni di loro, operanti nel campo radiotelevisivo, sono vittime di tentativi di acquisizione illegale delle frequenze assegnatele, con mancanza di tutela reale. Qualcuno spera che le opportunità tecnologiche, social network o blog, superino la censura mediatica. Poveri illusi. Non basta una piattaforma d’elite, chiusa ed autoreferenziale, con tecnologie non accessibili alla massa, oltretutto soggetta a sequestro ed ad oscuramento giudiziario. Nulla, oggi, per arrivare a tutti, può soppiantare un buon articolo, un buon libro, una buona canzone, un buon film, o una buona trasmissione radiotelevisiva. In conclusione. Con questo sistema si può ben dire che il libero pensiero, pur lecito e meritevole di attenzione, è tale solo quando è chiuso in una mente destinata all’oblio, altrimenti deve essere per forza conformato al sistema:quindi non più libero.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:32| 
 |
Rispondi al commento

f
EDITORI
La casta della censura occulta
La libertà di manifestazione del pensiero è una delle principali libertà e diritto fondamentale Tanto più se è mirata allo sviluppo socio-economico-culturale della comunità.Questa libertà è riconosciuta da tutte le moderne costituzioni (rt. 19 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo,art. 10 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali,art. 21 della Costituzione italiana) L’interpretazione dell’art. 21 dà vita a dei principi: Il diritto di critica e di cronaca, oltre alla libertà di informare e la libertà di essere informati.Ma il pensiero per essere manifestato ha bisogno di formarsi come merce accessibile a tutti,quindi essere pubblicato e distribuito da un editore. L’opera non sostenuta dalle istituzioni e non pubblicizzata dai media,non è vendibile.Spesso non è importante l’opera,ma che l’autore sia noto alle cronache,per usufruire dei benefici di visibilità.Spesso si privilegiano argomenti fatui e non di approfondimento e denuncia, perché l'ordine è di estraniare il pubblico dalla realtà quotidiana.L’editore, acquisendo i diritti dell’opera,la distribuisce e la vende, riconoscendo una minima parte dei proventi all’autore,per di più dopo molto tempo.
Paradosso: l’impedimento alla libertà di manifestare il pensiero è posto proprio dal sistema che ne prevede l’esistenza. L’autore autoprodotto non ha ha benefici,né sovvenzionamenti,né visibilità. L’editoria, attività economica privata,ha finanziamenti pubblici e pubblicitari,benefici postali,IVA speciale,sostegno dei media e delle istituzioni.Per cui,per manifestare liberamente il proprio pensiero,si è costretti a rivolgersi ad apparati,che si conformano al regine e sono foraggiati dalla politica e dall’economia e intimoriti dalla magistratura;che hanno distribuzione esclusiva e rapporti promozionali poco trasparenti.E'impossibile essere invitati o premiati a manifestazioni culturali,se non si è tutorati
segue

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Dico, dobbiamo comunque essere obbiettivi.

Anche le dimissioni dell'assessore di Parma indicano che c'è qualcosa che non funziona.
MI spiace, ma b isogna guardare in faccia la realtà ed è il caso di farlo molto in fretta prima di ridursi a qualche piccolo punto percentuale.

Beppe muoviti

Thorn Re Commentatore certificato 08.07.13 09:30| 
 |
Rispondi al commento

e
CONFINDUSTRIA.
Brunetta disse: “La grande impresa, pur valendo meno di voi lavoratori, si vende meglio di voi, sa fare lobby e voi non la sapete fare”. ”La grande industria ha un bel giornale, importante, il Sole 24 Ore. E voi, che avreste potuto fare il vostro Sole 24 Ore, perché non lo avete fatto? Voi pensate troppo a lavorare. Fare lobby è una cosa seria. I tavoli non servono assolutamente a niente. Sono come le commissioni di inchiesta. Un tavolo non si nega a nessuno. Non è che la Confindustria ottiene qualcosa ai tavoli, lo ottiene perché è Confindustria…”


DIRIGENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.
Sono la casta diva, come le divinità si considera eterna, e forse lo è: si perpetua nel tempo e si estende nello spazio tramite quelle che il Premio Nobel Douglas North chiama “istituzioni”, vincoli e regole non scritte, ma più cogenti di quelle scritte. Ed è casta al quadrato: sia nel senso di rete che incide sulla politica, sulla società, sull’economia sia in quanto il precetto costituzionale di “imparzialità della pubblica amministrazione” le conferisce una corazza di verginità, che è sopravvissuta ai vari passaggi dell’evoluzione dell’Italia e della sua storia – dallo Stato liberale (nelle sue varie guise), al fascismo, al centrismo, al csx, alle varie forme di bipolarismo fino al monocolore attuale. Ha una consistenza di quasi 1200 dirigenti di prima fascia, e 12.000 dirigenti di seconda .
Se si considera il settore pubblico allargato (istituti previdenziali, Ice, Aci, Cnr ed affini) e le Regioni i dirigenti di prima fascia arrivano ad oltre 5.000 e quelli di seconda fascia ad oltre 40.000.Il 60% della dirigenza ha superato i 60 anni.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:23| 
 |
Rispondi al commento

OT

C'é qualche triestino (o friulano in generale) che mi sa dare qualche opinione - a livello ambientale - su come é gestito il TAL, l'oleodotto che da Trieste arriva fino in Germania?


http://www.tal-oil.com/it/

Grazie!

Jakov Petrovic Goljadkin, San Pietroburgo Commentatore certificato 08.07.13 09:19| 
 |
Rispondi al commento

d
COMMESSI PARLAMENTARI.
Commessi da 9mila euro. Intorno agli onorevoli c’è la tribù degli addetti: dai tecnici agli stenografi. 3 volte più numerosi dei deputati. Alla Camera sono 1.642, quasi 3 per ogni deputato. E escludiamo i collaboratori degli onorevoli, per i quali i parlamentari hanno un contributo a parte (fino a 3.690 € al mese). Sono le comparse di Montecitorio,
e l’infinita varietà di mansioni dell’alveare Camera propone ben 19 servizi e 7 uffici della segreteria generale, con incarichi che vanno dall’operatore tecnico al segretario, che vanta uno stipendio superiore a quello del presidente della Repubblica (28.152 € lordi mensili). La spesa complessiva di Montecitorio per stipendi e pensioni dei 1.642 nel 2010 ha superato il mezzo miliardo. Tutto ruota intorno alla Casta, ma per muovere l’onorevole tribù c’è quest’altra Casta 3 volte più numerosa, che costa alle casse pubbliche quanto l’altra. Il bilancio consuntivo 2010 della Camera dice che per gli stipendi del personale (ascensoristi, commessi seda-risse, stenografi, consiglieri ecc.) la spesa è stata di 256 milioni 128mila €. Questo significa che il guadagno medio di un dipendente è di 155mila 985 € lordi l’anno, 6mila euro al mese netti di media. Uno stenografo sfiora i 260mila euro l’anno. Per fare un paragone, le controverse indennità parlamentari si sono fermate a 94 milioni 545mila €. Entrare alla Camera, anche nei ruoli meno prestigiosi come appunto quello di commesso significa portare a casa uno stipendio base, alla prima assunzione, di 2.618 € netti. Dopo 15 anni di lavoro: 5.613 €. A fine carriera, dopo 35 anni, il supercommesso arriva a guadagnare 9.400 €. La paga di 5 operai. E gli assunti prima del 2009 potevano andare in pensione anche a 57 anni con 35 di contributi, oppure molto prima se gli anni effettivi di servizio alla Camera erano stati almeno venti.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quanto prendeva l'assessore grillino di parma che si e' licenziato ?

Renzo Notarbartolo Commentatore certificato 08.07.13 09:15| 
 |
Rispondi al commento

c
COMMERCIALISTI
Dopo mezzo secolo di tira e molla, il 1° gennaio 2008 è nato l’albo unico dei commercialisti e dei ragionieri: se la sono presa comoda a rimettersi insieme, dopo la scissione del 1953. Adesso che circa 100 mila professionisti che fanno lo stesso mestiere si ritrovano sotto lo stesso tetto resta da sciogliere l’ultimo nodo: l’unificazione delle due casse previdenziali. I quattrini. Intanto l’ex consigliere nazionale dell’ordine dei commercialisti, Giovanni Stella, raccoglie le adesioni al suo comitato «a tutela della purezza della professione di dottore commercialista». Dalla sua parte ci sono i sondaggi che registrano il malumore della base, con l’83 % degli iscritti ai due vecchi ordini che giudica la fusione «solo un accordo di vertice». Forse tra cinquant’anni, invece dell’unione delle due casse previdenziali, assisteremo a una nuova scissione. Che fine farebbe questa categoria se si semplificasse il sistema tributario e si aggravasse il sistema sanzionatorio ?? L’erario addebita direttamente sul conto del contribuente il tributo dovuto in base al risultato algebrico tra tutti i costi sostenuti e tutti i ricavi introitati desumibili dal portale assegnato dall’Agenzia delle Entrate. Il contribuente aggiorna periodicamente ogni variazione. Tutti sarebbero obbligati ad emettere documenti fiscali: per interesse e per timore dei controlli incrociati.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:13| 
 |
Rispondi al commento

b
BENZINAI.
Nell’arco di un decennio Bersani ci ha provato due volte. «Con una rete più moderna la benzina può calare di almeno 70 lire al litro» diceva nel 1997. «Se cresce la concorrenza, gli italiani risparmieranno 4 euro per ogni pieno di carburante» annunciava nel 2007. Due flop. L’Italia continua a essere il paese europeo con il più alto numero di punti vendita del carburante (22.400). Risultato: la benzina, da Milano a Catania, costa più che a Monaco e a Marsiglia. E mentre l’Antitrust denuncia «le distorsioni di un mercato troppo frammentato», che si sommano al cartello lobbista delle compagnie petrolifere, all’automobilista italiano, per risparmiare, non resta che emigrare. In Italia il petrolio o il dollaro sale: il carburante aumenta. Il petrolio o il dollaro scende: il carburante non decrementa. In questo stato di cose è impossibile che si promuova la ricerca per fonti energetiche alternative.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:12| 
 |
Rispondi al commento

b
BANCHE.
La super casta più forte della politica, della magistratura, dei partiti, delle religioni e di qualsiasi altro potere, rischiano i soldi degli altri o quelli artificialmente creati, tramite la finanza sofisticata di carta denominata future, collateral, option, siv, vanilla, senza neppure le previste autorizzazioni a battere moneta. La casta degli intoccabili banchieri, si arroga il potere di valutare i sistemi economici e il merito del credito. Dalle arbitrarie decisioni di questa ristretta oligarchia, dipendono la vita o la morte delle imprese, l’occupazione o la disoccupazione, l’investimento nell’industria o nelle rendite finanziarie, le crisi economiche, le guerre, l’espansione dell’economia o la recessione. Di questi banchieri padroni dei destini del mondo che possono distruggere l’economia, scegliere chi deve vincere una guerra, manovrando flussi finanziari senza alcun controllo, con la creazione del denaro artificiale al di fuori del lavoro o della produzione, c’è da avere paura. Quando guadagnano, lo fanno per se stessi incamerando stock option e premi da risultati miliardari. Quando perdono perché crolla il castello di carta straccia fondato sulla sabbia, se ne vanno da soli (raramente vengono cacciati) con liquidazioni milionarie. Si nascondono per qualche tempo facendo vita da nababbi in qualche paradiso esotico per far decantare l’eco dei disastri, in attesa di riciclarsi di nuovo in qualche altro istituto bancario e/o finanziario, per ricominciare daccapo indisturbati a turlupinare le masse, indotte dai servili mezzi di informazione a credere alle virtù miracolistiche di facili arricchimenti, al di fuori del lavoro e dell’ingegno, dei sacrifici e del sudore derivanti dalla fatica degli uomini.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a Da rotta proletaria
CASTE ITALIANE

ASSICURAZIONI.
Discriminazione territoriale per costi e risarcimenti. Premi annui RCA che costano più dei veicoli assicurati. Indennizzi e risarcimenti resi dopo molti mesi, senza penalizzazioni da parte dei magistrati per lite temeraria. Mancata concorrenza con impedimento di fatto del plurimandato assicurativo per agenti e subagenti. Indennizzo diretto per agevolare il monopolio di avvocati e carrozzieri.

AVVOCATI, i veri potenti d’Italia.
Influenti, ricchi, intoccabili, il cui accesso alla professione è uno scandalo. John Pierpont Morgan, fondatore della Jp Morgan, una delle più grosse società finanziarie al mondo, dice:“Non voglio un avvocato che mi dica quello che non posso fare. Lo assumo perché mi suggerisca come fare quello che voglio” (da “Il Codice del Potere”)
Non parliamo dell’esercito di manovali di oltre 230.000 iscritti all’Ordine che bazzicano le aule di tribunale, ma degli avvocati del potere, “una prima scelta di giuristi, consiglieri, difensori, consulenti, che affianca e corteggia il potere economico, finanziario e politico. Una “Casta” parallela, insomma. Che ha potere, notorietà e denaro (molto), ma anche convivenze (o connivenze) pericolose e che ha un ruolo strategico nella mappa del potere in Italia.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 09:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CASTA


La CASTA è l'anagramma di TASCA (ripreso)

ogni sua mossa però è un po' FOSCA

non è un'opera simile alla TOSCA

qui si mette solo tutto in TASCA!

Se c'è un politico bene in VISTA

stà a veder che è legato alla COSCA

con le manacce riempie la sua CESTA

a tutti gli altri il poco che RESTA

grande si par a giocare nella BISCA

altri denari da far uscir da quella BUSTA

potere sì! Ma che greve vita anGUSTA

e altre mazzette da ricevere via POSTA

quanta la puzza a star tra gente MISTA

ma quella "sedia" la vale quella PASTA

basta piegarsi per non prendere la FRUSTA

un sorriso compiacente a nascondere la CROSTA

sotto sotto, stiamo bene noi della CASTA!

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 08.07.13 09:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BEPPE come sempre ci dice cose sacrosante. Ma noi cosa stiamo facendo per cambiare il paese? ... Poco... Ho come l'impressione che NOI IL M5S stiamo lasciando solo IL GRILLO PARLANTE. E' arrivato il momento di iniziare una vera OPPOSIZIONE in aula parlamentare iniziando a denuniciare, ogni giorno, gli sprechi che possono immediatamente essere eliminati con atti legislativi immediati, le storture di cui siamo a conoscenza. Fino a quando almeno il 50% degli italiani non apriranno gli occhi, questo paese non avrà futuro. Questo è il nostro compito principale.

Santi N., messina Commentatore certificato 08.07.13 09:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bergoglio: VAI A MILANO A DEPOSITARE UNA CORONA DI FIORI PER ERMANO MASINI, 65 anni - DANIELE CARELLA 21, ALESSANDRO CAROLE' e tanti, tanti ancora PORTA UNA CORONA DI FIORI ANCHE PER TUTTE LE DONNE VIOLATE, STUPRATE , PICCHIATE DEI TANTI KABOBO ..
PORTA UNA CORONA DI FIORI AL VIGILE TRAVOLTO DI UN ROMENO CHE PRIMA SI CHIAMAVA IN UN MODO POI IN UN ALTRO, PRIMA AVEVA UNA ETA POI UN'ALTRA ...
NON VENIRE A DIRCI CHE ANCHE GLI ITALIANI SONO UN POPOLO DI MIGRANTI PER FAR SI CHE CHI TI ASCOLTA TI DIA RAGIONE . GLI ITALIANI NEL MONDO HANNO PORTATO CULTURA, SCENZA, LAVORO. HAI BACIATO LETTA. IL MASSONE DEL BILDERBERG , MA DOVEVI BACIARE LE VITTIME DI QUESTO SISTEMA, LE VITTIME DEI MORTI IN MANO AI DELINCUENTI CHE STAI DIFENDENDO ... ABBIAMO GIA TANTI TRADITORI, NON C'ERA BISOGNO DI AGGIUNGERE ALTRI ALL ORGANICO .

maria de nadie 08.07.13 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Lingue di fuoco

di un vento arrostito dal sole

leccano accarezzando la pelle

stracciata da bruciature

degli ancora ostili sopravvisuti

appesi annodandosi le dita

alle grate delle trappole per tonni

piazzate abusivamente in mezzo

alle acque del mediterraneo

si sfida la resistenza della disumanità

si spezzano le speranze di tanti

che scompaiono sciogliendosi

come neve nera negli abissi

di coscienze saldate da un’oscenità squallida

vestita da interessi

tutti i competenti interessati

fanno finta negando la verità

queste non sono acque di nostra competenze

allora maledetti clandestini

quanto tempo ci mettete a crepare???

forse quelle non sono labrucce

di bambini che cercano di succhiare

dai capezzoli delle madri morte di stenti

sdraiate su pezzi di tavole

il latte marcio della sopravvivenza??

sbocciano corpi putrefatti

mischiandosi alle onde argentee

sembrano cefali impazziti

che morsi dall’inquinamento

si sono lasciati morire

infestando le rive del mare malato

dove pescatori dell’orrore

riempiono sacchi di anime insaguinate

cercando di venderle al mercato dell’usato dell’inferno

strilli frustati di visioni scellerate

urlano di disperazione

l’umano lancinante dolore

sabbia negli occhi

acqua salata nelle gole arse

mentre voi con i vostri cuori di marmo

non vi lasciate scolpire dal niente

nemmeno dalle ultime lacrime

che cadono dagli occhi sgranati di sofferenza

mischiandosi all’acqua del mare

di bambini che si trasformano

in angeli senza sapere volare…

ascea 18 luglio 2007

mariluuu barbera, Dar es Salaam Commentatore certificato 08.07.13 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Dico, dobbiamo comunque essere obbiettivi.

Anche le dimissioni dell'assessore di Parma indicano che c'è qualcosa che non funziona.
MI spiace, ma b isogna guardare in faccia la realtà ed è il caso di farlo molto in fretta prima di ridursi a qualche piccolo punto percentuale.

Beppe muoviti

Thorn Re Commentatore certificato 08.07.13 09:00| 
 |
Rispondi al commento

LE CASTE PIETRIFICANO IL PAESE.... SCOPERTA DELL' ACQUA CALDA...... CARISSIMO GRILLO IO PERSONALMENTE SONO 21 ANNI CHE LO DICO E STRADICO AL VENTO INUTILMENTE PERCHE'...... LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI SONO CORPORATIVI, CONSOCIATIVI, NEPOTISTI, PAVIDI, INCIUCIATORI FINCHE'..... NON VENGONO TOCCATI DIRETTAMENTE ED ECONOMICAMENTE E PESANTEMENTE.... ALLORA SI SVEGLIANO MA E' SEMPRE TROPPO TARDI...... I COMMERCIANTI E GLI ALBERGATORI ORA SI LAMENTANO DEL CROLLO DEI CONSUMI MA.... FINO AL 2011 IL REDDITO MEDIO ANNUO NELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI PUBBLICATA DALL' AGENZIA DELLE ENTRATE ERA DI 18.000 PER GLI ALBERGHI ETC..... QUINDI COME AL SOLITO SI VUOLE LA BOTTE PIENA ANZI STRAPIENA E LA MOGLIE UBRIACA.... IL DEBITO PUBBLICO E' SICURAMENTE FRUTTO DI SPRECHI , RUBERIE, FURBERIE MA...... MA ANCHE DI UN EVASIONE SPAVENTOSA CHE VA AVANTI DA DECENNI ED E'..... QUASI TUTTA STATA REINVESTITA IN IMMOBILI... QUINDI METTENDO UNA BELLA PATRIMONIALE SI POTREBBE RIEQUILIBRARE LA SITUAZIONE E INOLTRE SI POTREBBERO DIMINUIRE LE TASSE SULLE BUSTE PAGHE E TOGLIRE L' IRAP AUMENTANDO IL POTERE D' ACQUISTO DEI SALARI E FACENDO RIPARTIRE I CONSUMI E DI CONSEGUENZA LA PRODUZIONE .... MA PROPRRIO PER QUESTO NON SI FARA'.... ETC

Luigi P. Commentatore certificato 08.07.13 08:53| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO E' IL FRATTELLO DI DAVID SASSUOIL DEL PD , che vi resti chiaro : MASSONE DEL ORDINE DEI KIPPA COME MONTILETTA E TUTTO IL SUO GOVERNO ...

http://m.youtube.com/watch?v=WVhM_-xU61Q

maria de nadie 08.07.13 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Qualche mese fa dissi che stavano cercando almeno 500 mld per abbattere il debito pubblico..oggi qualcuno propone di alienare almeno 400 mld...-notate bene 400 miliardi di beni-ha società che dovrebbero acquistarli attraverso prestiti obbligazionari a tassi fissi.(se ho capito bene!)
allora questa operazione mi pare una "barzelletta"..in primis perchè "di solito"quando si vende non privato, si fa un ASTA...poi mi pare che sia incluso anche le "concessioni"...(vorrei ricordare che ci sono beni dello stato indisponibili..)inoltre proporre la vendità di beni "disponibile" come caserme,strutture,ecc...chi li aquisterà li vorrà mettere "a reddito"...almeno penso...e di questi tempi..dubito che ci sia chi abbia voglia d'investire in beni "immobili"...mah...!che sia il sole..?

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 08.07.13 08:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

bersani ha ripreso sicurezza!
qualche tempo fà sembrava un cane bastonato!

mala tempora currunt!!!!

paolostracizzato! 08.07.13 08:42| 
 |
Rispondi al commento

altro che giorno del papa a lampedusa,,., oggi e' il boldrini day con le sue mielosita' pro immigrati!!


Il sindaco dell'isola: "Cambiare la legge sull'immigrazione". La presidente della Camera e la Kyenge approfittano della visita pastorale per chiedere "porte aperte".


per la felicita' di sinistri grulli e pacifistume vario .... ancora un po' ed e' finita!!!

Renzo Notarbartolo Commentatore certificato 08.07.13 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Lampedusa

Migliaia di corpi chiusi

nei lager infami di lampedusa

trattati come bestie all’ingrasso

per non essere trasferiti nella miseria

qualcuno tenta di impiccarsi

con lenzuola sporche di apaticità

altri inghiottendo lamette taglienti

o bulloni sbullonati

che sbudellano le viscere

perle drogate appese

ai ganci di un macello in putrefazione

milioni di anime

di migranti affogati

cavalcano su dorsi

di meduse pronte a distruggere

allevamenti di salmoni e tonni

la miseria spunta in un mare sudato

di una spledente ribellione

come le teste di spighe dorate

e si perde nelle onde marce

di un commercio di esseri umani

senza nessuna regola inghiottito

da ostriche albergate nel cielo

degli abissi di un mare incolore

piovono stelle marine e fulmini maligni

spaccando le vostre teste serrate

da un razzismo ignorante

il miasmo dei vostri

cervelli bruciati trasformati

in concime alimenterà

le terre aride dei vostri infami cuori

nella speranza che

sboccierà un frammento di vita

imbottito di salsedine e misericordia

l’indulgenza dura un’attimo

donandovi l’ultima occasione

prima di essere incatenati

nei cessi dell’inferno…

6 febbraio 2009

mariluuu barbera, Dar es Salaam Commentatore certificato 08.07.13 08:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto vero ed analisi giusta. Dobbiamo solo informare chi non usa la rete. Usiamo i soldi risparmiati delle diarie comprare spazi sui giornali locali , ripartando le notizie del blog , una volta al mese almeno . Il giornale locale viene letto proprio dalle persone agli antipodi degli utilizzatori della rete .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 08.07.13 08:35| 
 |
Rispondi al commento

SUL FILO DEL RASOIO

NELLA "STORIA" GLI INGANNI HANNO AVUTO BREVE DURATA

CON RAMMARICO PREVEDO CHE PRESTO IN ITALIA( e non solo) CI SARà UNA RIVOLUZIONE E QUESTA VOLTA NON PACIFISTA. LE SITUAZIONI PER LE STRADE E In LUOGHI VARI SONO SUL FILO DEL RASOIO.Io LE VEDO. COME NON VEDERLE, SENTIRLE?
(POI NON CAPISCO COME FANNO A DIRE IN TV CHE IL GOVERNO LETTA è DI ALTO GRADIMENTO. CHI FA QUESTI SONDAGGI? CON CHI LI FANNO, CON I BENESTANTI?)
L'ITALIA è MORTA! GOODBYE

Marc Svetava Commentatore certificato 08.07.13 08:32| 
 |
Rispondi al commento

o.t.
non mi crocifiggete, in fondo est una battutina:):

extracomunitari di tutto il mondo, unitevi!!!!

""Lampedusa, barcone di migranti a due ore dall'arrivo del Papa

Lampedusa, 8 lug. (TMNews) - Un barcone carico di migranti è arrivato al porto di Lampedusa a Punta Favorolo, proprio là dove questa mattina attraccherà la nave che trasporta Papa Francesco dopo un giro in mare dell'isola. A bordo del barcone ci sarebbero 160 o 170 migranti, già assistiti dalla capitaneria di porto.""""

paolostracizzato! 08.07.13 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la storia
di expo 2015
che arriveranno 20miliardi di euro
70mila posti di lavoro solo per muratori
per cementificare ad ordine
della moratti e del nano
Là dove c’era l’erba ora c’è
la cocaina aaa
e quella piantagione di mariuana
in mezzo al verde ormai,
dove sarà?
Con il cemento dei navigli
milanese intu o culu to pigliu
29milioni di turisti
malpensa si è trasferita a firenze
con bossi e formigoni
che fanno affaroni
imbrogliando quattro ubriaconi
vendendo cemento scaduto nell’900
dove c’era l’erba ora c’è la cocaina-a-a
qui troverai le truffe che non hai fatto mai,
potrai mercificar in casa senza andar
giù nel comune!
Mio caro gore, disse,
qui tu non sei nato,
in italia tutto scompare
cosa vuoi che siano 20miliardi di euro.
mandati da quei babbei della
comunità europea
per la moratti prodi berlusconi e d’alema-a-a,
è una fortuna, che tu hai preso la tua parte
prima che la torta impenna e poi parte,
mentre là in centro costruiranno
un cesso di cemento scadente.
Ma verrà un giorno che mi daranno ragione
che sono scomparsi li sordi
ed è rimasto il cemento
lasciato in pegno da quei fetenti,
“wa wa”! Passano gli anni,
ma sette son lunghi,
e dell’ecopass è aumentato la tass ,
tutti i progetti di EXPO 2015,
sono più antichi di quelli di da vinci
la dove c’era topo gigio,
è nato il cesso della stazione di parigi,
catrame e cemento e qualche soldarello per clemente.
Là dove c’era l’erba ora c’è
la cocaina-a-a,
e quella casa in mezzo al verde ormai
dove sarà. Ehi, Ehi, La la la… la la la la la… Eh no,
non so, non so perché,
perché continuano
a costruire, le case
e non lasciano l’erba
non lasciano l’erba
non lasciano l’erba
non lasciano l’erba Eh no,
se andiamo avanti così, chissà
come si farà,
chissà i 20miliardi di euro
chi se li fotterà…

mariluuu barbera, Dar es Salaam Commentatore certificato 08.07.13 08:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo ad un altro:

"il Potere ci invidia.La nostra capacità di gioire, solo, a volte, per la sopravvivenza conquistata in dodici ore di lavoro. La nostra capacità di amare solo per un sorriso, per un semplice gesto d'amicizia. Cose che non le puoi quotare in borsa, e neanche farne uno spot
Ci invidia e gli resta solo la sottomissione, e impazzisce nel vedere che noi non ce lo filiamo.
Il MoVimento lo isolerà.
Il Potere non avrà nulla di tutto questo.MAI Marcello M., roma 07.07.13 22:46|
---------------------------------
Molti anni fa un mio amico faceva l'autista per i rappresentanti della Camera di Commercio locale, al rientro dai viaggi di rappresentanza, quando li riaccompagnava (3 o 4 di loro) a casa, a turno, come scendeva il "socio" gli altri in macchina sparlavano di lui e così fino all'ultimo
sceso.

Morale: Il Potere genera solitudine attraverso l'invidia e il confronto sempre più serrato tra le parti che accumulano sempre più ricchezza, le risposte da dare non sono più ai cittadini, lasciati un po' più in basso, ma solo a chi
compete per "allargarsi" sempre di più.
Questa è la schizofrenia del Potere, ormai incapace di trovare felicità nelle piccole cose.
Tutto si raddoppia dopo poco in questo gelo affettivo e sentimentale: doppie famiglie, doppi figli...doppie case...doppi conti...doppie vetture..doppie ville al mare e montagna...doppi corni...

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 08.07.13 08:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

entro ora per il buondi a tuttì!!!

cosi faccio in tempo a scendere per comprarmi un vestito nuovo!!

non prima però di dirvi questo:

""""FISCO | Il Pdl tiene alta la guardia e non ha intenzione di mollare la richiesta di un'abolizione totale dell'imposta. Tensioni dopo l'attacco a Saccomanni. Boccia (Pd): "E' evidente che l'Imu non ci sarà più"."""

ps
sono convinto che se silviuccio gli chiede le donne , loro sicuramente convinceranno le proprie che est il caso.....:))))))

paolostracizzato! 08.07.13 08:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti possa cambiare il mondo. In realtà è l'unico modo in cui è sempre successo.
Margaret Mead

mariluuu barbera, Dar es Salaam Commentatore certificato 08.07.13 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e M5S,
ieri ho sentito la "risposta" - come in precedenza chiesto da Grillo - che il nostro presidente gli ha dato. "EXPO, OCCASIONE PER RIPARTIRE"
Tradotto secondo il mio punto di vista... sino al 2015 non c'è trippa per gatti.
Ho rabbia dentro che mi contorce le budella.
Bellissimo Post, credo uno dei più belli dove viene esplicato un pensiero profondo dove ne danno ampia spiegazione
@ Severino - 07:47
@ Bernardeschi - 07:28
@ Viviana - 06:12
Voglio aggiungere anch'io un pensiero già riportato in precedenza
***In questo momento e anche con la situazione che si verificherà (settembre e/o ottobre) come prospettato da Grillo questo paese rimarrà nella INGOVERNABILITA' e nello STATUS QUO.
Troppi poteri governano ancora questa itaGlia.
Gli italioti abboccheranno ancora agli ami appesi di b. il trasformista, a monti che vedeva la luce nel buio, a post-slitta che tutto rinvia e a tutti gli sguattor-media che a cuor tengono il potere.
Ecco, ora Grillo sul blog e il M5S con i suoi cittadini alla Camera e al Senato con voce soffocante sta risvegliando questo popolo bue ma non vi pare che manchi qualcosa.
Non vi pare che manchi l'appoggio di personaggi di alto profilo che fanno sentire la loro voce?
Dove sono queste persone? Io ne ho sentite "accennarsi" in numero non superiore a due mani per poi "defilarsi" subito dopo.
Vogliamo fare nel prossimo futuro la figura della Gabanelli, del Rodotà...
e altri defilarsi per non "bruciarsi"?
Chi verrà, nella società civile, chiamato a presiedere un Ministero della Sanità, dell'Economia, della Giustizia, degli Esteri.....?
Grillo diceva che erano gia in "lista" per un Governo a 5Stelle ma non ne abbiamo visti e/o sentiti alcuni.
Non sarebbe possibile quindi sentire le loro VOCI, il loro PENSIERO, le loro OPINIONI.
I tempi stringono e non possiamo sempre e solo delegare alla strategia e pensiero di Casaleggio, alla VOCE di Grillo e ai Cittadini eletti***
E perdonatemi se verrà ripetuto...............

Ben Monaco 08.07.13 08:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il serpente che non può cambiar pelle muore. Lo stesso accade agli spiriti ai quali s'impedisce di cambiare opinione: cessano di essere spiriti.
Friedrich Nietzsche

mariluuu barbera, Dar es Salaam Commentatore certificato 08.07.13 08:16| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO E' IL DDL 1186
PROPOSTA DI LEGGE FATTA DAI TUOI PARLAMENTARI
DINIZIATIVA DEI DEPUTATI
MARZANA, BALDASSARRE, BATTELLI, BECHIS, MASSIMI-
LIANO BERNINI, BRESCIA, CHIMIENTI, CIPRINI, COMI-
NARDI, DI BENEDETTO, D’UVA, LUIGI GALLO, RIZZETTO,
ROSTELLATO, TRIPIEDI, VACCA, SIMONE VALENTE
Modifica all’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011,
n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre
2011, n. 214, in materia di requisiti di accesso al trattamento
pensionistico per il personale della scuola

http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0005430.pdf

http://www.camera.it/leg17/126?tab=2&leg=17&idDocumento=1186&sede=&tipo=

RENATO M., FORMIA Commentatore certificato 08.07.13 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Quanto ho scritto qui sopra ve la dice lunga sul fatto che neppure un 51% dei voti può bastare a cambiare le cose. per stupidità o interesse ci sarà sempre un buon 49% che metterà i bastoni tra le ruote ad un vero cambiamento. Per i potenti le soluzioni sono due: o il "profeta" si fa comprare o si ammazza come un cane. Lo hanno fatto con Moro per molto meno e con Kennedy per molto di più. Beppe vuole parlare con Napolitano! Vorrei essere nascosto in un angolo ad ascoltare le barzellette che si raccontano. Cosa volete che dica a uno che ha volutamente ignorato il quasi 30% di voti andati al M5S!!??. Cosa volete che dica a Re Giorgio I che lo stesso non sappia e che elude con discorsi privi di ogni senso pratico!?. Quello che si è fatto rieleggere per imporre un governo che cambi tutto, fatti però salvi i privilegi delle sempre ribadite caste!!??. Qualcuno che lo sapesse mi dovrebbe fare la cortesia di dirmi che promesse di immunità sono state fatte a Berlusconi per accettare di sostenere il governo Letta (pupillo di Napolitano). Non quello in atto ma in quel giorno sì avverrà il vero colpo di stato, con l'avvio di un presidenzialismo che vedrà la poltrona del Quirinale occupata dal signor Berlusconi. Alla faccia della democrazia parlamentare europea.
Se avete mai provato cosa sia il "tallone di ferro" ve ne accorgerete. Dico questo a buoni e cattivi. Ecco dove sta la corsa all'accaparramento di soldi da parte della casta dei PD che sta intravedendo la fine della cuccagna. L'unico vero soddisfatto sarà Bersani che ha ben protetto lo scudo davanti ai Franceschini, alle Finocchiaro, ai Fassina, a quella strega bionda (di cui mi sfugge il nome) che ha reclamato i 147.000 euro per la sua famiglia, ai D'Alema, a tutti i sindacalisti carrieristi, da Marini alla Camusso, complici di aver ridotto i lavoratori alla schiavitù del precariato. Senza falsi compromessi dichiaro che questi malfattori sono COLPEVOLI a norma di tutti gli articoli della Costituzione Italiana. Ciao

ANNIBALE BERNARDESCHI 08.07.13 08:10| 
 |
Rispondi al commento

SADDAM E IL POPOLO CURDO

(riflessione sul commento di.... ChiaraLuce C. 08.07.13 00:18 )

"Il potere non può sottomettere gli uomini
liberi,al massimo può soltanto ucciderli".

-------------------
Pur non avendo approfondito il problema, la breve notizia ascoltata via radio, che a livello
politico (forse PDL?) si vorrebbe fare in modo
di chiudere il Blog di Grillo per una questione di "Etica" e di "Tutela" contro presunte offese e vilipendi vari (autocritica no eh, Napolitano?)
porta il ricordo dello sterminio dei curdi da parte di Saddam, prepetrato nel più completo silenzio da parte delle nazioni più "democratiche" del pianeta e di cui solo tempo dopo si ha avuto modo di sapere.

Vogliono fare questo al popolo del Movimento italiano che và controcorrente?
Un'altra strage più o meno silenziosa ai più?
A distanza di più di 20 anni sarebbero cambiate
solo le armi non di sicuro l'obiettivo...

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 08.07.13 08:05| 
 |
Rispondi al commento

a seguito di una segnalazione telefonica effettuata dal sacerdote eritreo Padre Mosè Zerai, gli uomini della Marina hanno monitorato un barcone con a bordo circa 160 clandestini, tra cui minori e diverse donne incinte.

L'imbarcazione è stata individuata a circa 140 miglia a Sud Est di Malta. All'alba, una volta raggiunte le acque italiane, 48 miglia a Sud Est di Capo Passero, il barcone è stato preso in consegna dalle autorità del nostro Paese.

Il coordinamento delle operazioni è quindi passato alla Centrale Operativa della Guardia Costiera che ha monitorato l'imbarcazione mediante una motovedetta classe 300 partita da Pozzallo, un'unità della Guardia di Finanza e due aerei, un Atlantic della Marina Militare e un ATR della Guardia Costiera.

Alle 13.25, a 7 miglia dal porto di Porto Palo, il motore del barcone ha ceduto ed è stato quindi necessario effettuare il trasbordo dei migranti sulle due motovedette, che sono poi giunte in porto ed hanno terminato le operazioni di sbarco attorno alle 14.40.

Renzo Notarbartolo Commentatore certificato 08.07.13 08:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARO BEPPE
BELLE PAROLE CHE CERTAMENTE ANIMANO GLI ANIMI E TROVANO CONSENSO VISTO CHE LA GRAN PARTE DELLA POPOLAZOIONE NON FA PARTA DELLA CASTA MA DEL PROPLETARIATO.
MA NON BASTA PREDICARE BENE...PER POI RAZZOLARE MALE..
COSA STANNO FACENDO ADESSO I PARLAMENTARI DEL M5S AL PARLAMENTO NON SEMPE RISPETTANO QUESTO VOLERE.
UN ESEMPIO?
I PARLAMENTARI DEL M5S HANNO PRESENTATO IN PARLAMENTO UN DDL IL 1186 CON L'APPOGGIO DEL PDL PD E SEL CHE STA TENTANDO DI SALVAGUARDARE I PENSIONADI COSI DETTI Q96 DEL COMPARTO SCUOLA CHE NEL 2012 AVEVANO 60 ANNI DIETA E 36 DI CONTRIBUTI E CHE NON SONO ANDATI IN PENSIONE PER LA RIFORMA PENSIONE FORNERO.
QUESTO DDL E' INCOATITUZIONALE!!!!
PERCHE SALVAGUARDIA SOLO I Q 96 DELLA SCUOLA E FREGANDOSENE DEGLI ALTRI LAVORAORI SETTORE PUBBLICO E PRIVATO CHE ANCHE ESSI FACEVANO Q 96 NEL 2012 E USANDO... A CONFERMA CHE NON RISPETTANO CIO'CHE SCRIVI IN QUESTO BLOG LA SPECIFICITA' DELLE LORO FUNZIONI.
QUINDI STANNO CREANDO UNA ALTRA LOBBY,,,UN ALTRA CORPORAZIONE...MEMBRI ANCHE ESSI DELLA CASTA...A CUI EVIDENTEMENTE PIACE FARE DEI PIACERI...E SI STANNO COMPORTANTO COME TUTTI GLIA ALTRI POLITICI FACENDO UN INCIUCIO...
ALLORA!!!
CARO BEPPE
CONDIVIDI QUESTO LORO MODO DI FARE ????
O LI DOVRESTI CACCIARE DAL MOVIMENTO COME GLI ALTRI DISSIDENTI!!!CHE HANNO AVUTO IL VOTO E SONO STATI NOMINATI DAL MOVIMENTO FREGANDOSENE POI DELLE INDICAZIONI CHE TU GLI DAI???
O A TE STA BENE!!! COMUNQUE!!! E QUELLO CHE SCRIVI IN QUESTO BLOG E PURA DEMAGOGIA!!!
IO SONO UN Q 96 SETTORE PRIVATO E DOVEVO ANDARE IN PENSIONE NEL 2012 E LA LEGGE FORNERO A SPOSTATO NEL 2016 E MI SENTO CALPESTATO DA QUESTO DDL IL MIO LAVORO NON E MENO SPECIFICO DEGLI INSEGNANTI CHE SONO PAGATI TRA PARENTESI ANCHE BENE E HANNO ANCHE UNA PENSIONE TRA LE MAGGIORI DELL'ARCO PENSIONISTICO.
QUINDI QUESTOCHE TUSCRIVI E SOLO DEMAGOGIA SE NON TROVA POIRISCONTRO DAI PARLAMENTARICHE TUHAI MESSO INPARLAMENTO PER ATTUARE CIO CHE DICI E COSA FARAI ADESSO? ILDDL E' IL 1186

RENATO M., FORMIA Commentatore certificato 08.07.13 08:03| 
 |
Rispondi al commento

il papa a lampedusa


tra cuscini con l'immagine del papa, portachiavi , barche taxi per stare dietro al papa , piatti tazzine, magneti ,foulard .... e' in arrivo un bel barcone con una marea di migranti giusto in tempo per l'inizio della messa!!!

che paes de ciula che siamo diventati!!!!

Renzo Notarbartolo Commentatore certificato 08.07.13 07:57| 
 |
Rispondi al commento

A rifar l'Italia bisogna disfare le sètte. (da Della servitù dell'Italia, discorso primo: "Considerazioni generali intorno alle parti, alle fazioni, e alle sètte in Italia", in Prose politiche, Le Monnier, p. 186)
Niccolò Ugo Foscolo (1778 – 1827), poeta e scrittore.

Nulla di nuovo sotto questo sole!

Angelo Ricotta Commentatore certificato 08.07.13 07:50| 
 |
Rispondi al commento

ho letto il post 2 volte d'accordo come sono d'accordo la stragrande maggioranza dei commenti compresi quelli ben supportati di Viviana, ma manca sempre un piano "tecnico" di lavoro...! Siamo sempre sulla sponda di un fiume in piena (la casta) e tutti lo vediamo sappiamo che c'è dobbiamo attraversarlo per salvarci sull'altra sponda ma nessuno ha il coraggio fare il progetto per costruire un bel ponte sicuro e duraturo.....!

severino turco, bressanvido Commentatore certificato 08.07.13 07:47| 
 |
Rispondi al commento

NESSUNO PARLA. , ma sarebbe ora visto che Inghliterra fa Referendum : http://www.libreidee.org/2012/12/nessuno-come-litalia-ci-guadagnerebbe-lasciando-leuro/?gltr_lang=de

maria de nadie 08.07.13 07:43| 
 |
Rispondi al commento

L'avevo già scritto qualche mese fa, in un'immagine che rappresenta molto bene questo nostro Paese.

Un bambino idrocefalo (Italia dei partiti)
con una testa abnorme (Le Caste)
e malata s'ingrandisce sempre di più,
in questo suo anormale sviluppo vanno a finire tutte le risorse alimentari (finanze)
di cui si nutre,
togliendo linfa al corpo (regioni)
e atrofizzando di fatto sempre più
le braccia e le gambe (mondo del lavoro)
rendendo i movimenti sempre più impacciati e ardui (mondo delle imprese)

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 08.07.13 07:42| 
 |
Rispondi al commento

C'erano ,una volta, uomini d'onore vero che combattevano contro la casta e contro le divisioni che le caste generano nella società civile: oggi fanno sentire "casta" anche i volontari delle feste dell'Unità e "privilegiati" gli attaccchini di manifesti ed i distributori di pubblicità.
Il tumore italiano deve essere operato, le sue radici ricercate e rimosse. Questo può farlo solo un popolo maturo: i segnali ci sono e sono visibili a coloro che hanno sensibilità, ma questi sono minoranza e dovranno lottare a lungo per debellare il male.

antonio silvestre 08.07.13 07:30| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto diligentemente tutti i commenti del giorno e, per quanto vi possa interessare, vi dico cosa ne penso. Il lungo elenco delle caste, dai tassinari ai banchieri, sta a dimostrare che questo Paese non è più da considerarsi diviso in regioni, province e comuni, bensì in lobbies, o caste, che si chiudono a riccio per difendere i propri privilegi. E' questa divisione che annulla qualsiasi sforzo fatto in forma nazionale per riportare il Paese nei binari di una società giusta e comunitaria. Diceva il mio bisnonno: "Eran due fratelli ed un cugino ognun tirava l'acqua al suo mulino". Ritengo inutile fare l'analisi delle cause che ci hanno portato a questo e neppure i modi per ricomporre una situazione così malata da non lasciare speranza. Penso che gli interventi di Grillo siano una buona ventata di aria fresca ma, purtroppo, nulla di più. Le invocazioni che qui si rivolgono a lui dimostrano quanta debolezza ci sia anche nei sostenitori del M5S soprattutto per i commenti che, sebbene favorevoli, si contraddicono l'un l'altro. Ma davvero credete che un solo Grillo possa anche minimamente scalfire il muro che circonda le lobbies??!!. Lui lo sa e ha ben fatto a prendersi una vacanza. Lui sa che la soluzione arriverà dalla guerra che i potenti si faranno l'un l'altro come al tempo delle monarchie, quando dal popolo non c'è più sangue da cavare.
Anche se gli riconoscessimo la forza della predicazione di Gesù Cristo, questo non lo porterebbe che sulla croce. Lui lo sa e si è ritirato nell'"Orto di Getsemani". Siamo noi a non capire che la sua funzione è quella di aprirci gli occhi. Se c'è da impugnare una spada siamo noi, e non lui, a scacciare i farisei che ci affamano. Altrimenti, come il "verbo di Cristo", qualcuno se ne approprierà e lo gestirà in varie dottrine religiose per ammansire e mungere le pecorelle. Ci aspettiamo sempre che la salvezza venga da qualcun'altro. Corriamo ai comizi di Beppe e da Papa Francesco per avere Giustizia. Dobbiamo farcela da noi!. Ciao

ANNIBALE BERNARDESCHI 08.07.13 07:28| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

C'e' poco da commentare sul pensiero di Grillo,solo quello che manca ed e' rappresentato dalla casta dei servi che e' quella piu' tossica,piu' dannosa.Una volta esistevono gli schiavi e gli schiavisti.Oggi esistono i servi,che sono coloro che nulla hanno da spartire con coloro che li rendono tali,ma nonostante tutto si identificano con i loro rappresentanti.Sono servi non solo per il lavoro da servo che hanno,ma anche per quello della psicologia che assorbono.Sono pericolosi perche' li trovi da per tutto,dove meno ti aspetti siano e rappresentano la casta piu' numerosa,pronti ad impalarsi per difendere i loro principi.Raccolgono tutto quello che i loro rappresentanti come resti di un banchetto lasciano sul pavimento,lo difendono anche.Attraversano orizzontalmente ogni cosa,ogni partito politico,i sindacati,artigiani ma anche piccoli imprenditori,magistrati,polizziotti.Si sentono affini gli uni agli altri senza neppure si conoscano e diventano oppositori solo quando sono in miseria.Sono gli oppositori che piu' alzano la voce.Questa categoria ha la maggioranza nel nostro paese e viene sempre usata dalla destra per vincere sempre.Recuperare queste persone e' una impresa ardua,ma necessaria.Una parte di questa casta esiste anche nel movimento5s.E ci vuole una pazienza sovrumana per cambiarli,ma a questo non si deve rinunciare,perche' altrimenti le cose non cambieranno veramente mai.

Carlo De Rosa, Davao City Filippine Commentatore certificato 08.07.13 07:28| 
 |
Rispondi al commento

PDL PD-L Bonino= CASTA

Luca 08.07.13 07:24| 
 |
Rispondi al commento

I nostri voti non li avranno più tutti coloro i quali sono stati eletti grazie a Beppe e poi una volta che hanno messo il culo sugli scranni del Parlamento hanno inventato degli assurdi pretesti solo per non avere più obblighi nei confronti degli elettori ed essere così finalmente liberi di incassare lo "stipendio" da parlamentare. Fanno parte anche loro della casta, se la legislatura dovesse tenere avranno fatto bingo per loro e per i loro i familiari. Non facciamoci rubare la speranza!

Paolo A., Ascoli Piceno Commentatore certificato 08.07.13 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Può essere la soluzione quello che sta scritto in quest'articolo?
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12036

Flick Mcintosh, Lorenz Commentatore certificato 08.07.13 06:29| 
 |
Rispondi al commento

Provate a capire da questo articolo, se questa realmente potrebbe essere una soluzione.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12036

Flick Mcintosh, Lorenz Commentatore certificato 08.07.13 06:20| 
 |
Rispondi al commento

Ti danno noia gli aforismi?
Immagino che ti dia noia anche la poesia
O qualunque cosa profumi di intelligenza
.
Una volta avevamo politici che facevano affari. Oggi abbiamo affaristi che fanno politica.
Gino Paoli
.
I politicanti sono i camerieri dei banchieri.
Ezra Pound
.
Ci sono tre tipi di impostori: i bugiardi, i bugiardi sfacciati e i politici.
Will Rogers

.
Non sa niente, e crede di saper tutto. Questo fa chiaramente prevedere una carriera politica.
George Bernard Shaw

.
Non vi è una grande differenza tra un finanziere che introduce sul mercato affari che fanno molto chiasso e che andranno a picco nel giro di pochi anni, e il politicante che promette ai suoi concittadini una infinità di riforme che non sa come fare a ottenere e che si convertiranno soltanto in una pila di scartoffie parlamentari. Gli uni e gli altri non sanno niente di produzione, e tuttavia si ingegnano per imporsi ad essa, mal dirigerla e sfruttarla senza il minimo scrupolo: essi sono abbacinati dalle meraviglie della industria moderna e ritengono ,gli uni e gli altri, che il mondo rigurgiti di ricchezze abbastanza perché si possa comodamente derubarlo, senza sollevare troppo gli strepiti dei produttori; tosare il contribuente senza che questi si rivolti – ecco l'arte del grande uomo di Stato e del grande finanziere.
Georges Sorel, Riflessioni sulla violenza,

.
Che grande uomo politico sarebbe stato Giuda!
Achille Tournier
.
(Io: mentre Cristo, oggi, non arriverebbe nemmeno alla Croce. Lo ammazzerebbero di botte prima e direbbero che è caduto dalle scale)

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 06:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CACCIA ALLE STREGHE 2.0 ! ! !

http://pinoz6700.blogspot.it/2013/07/la-caccia-alle-streghe-20.html

G. 08.07.13 06:08| 
 |
Rispondi al commento

Non è vero che siamo governati da un branco di poveri imbecilli; siamo governati da imbecilli ricchissimi.

Hanns-Hermann Kersten

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 06:07| 
 |
Rispondi al commento

Conosciamo l'etica dei politici: è una tacca più sotto di quella del molestatore di bambini.

Woody Allen,

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 06:06| 
 |
Rispondi al commento

..il male è nell'uomo: la perdita individuale di coscienza etica sponsorizzata dall'alto.

almagemme 08.07.13 06:06| 
 |
Rispondi al commento

Riprese dal libro 'La Casta' di Stella e Rizzo

Con una mano il politico fa assumere precari, raccomandati, stabilizzati, amici, parenti, elettori, portaborse e reggipanza senza un concorso serio da decenni e senza che neppure i più scadenti o almeno i ladri e i corrotti vengano buttati fuori. E con l'altra mano distribuisce all'esterno lavori profumatamente pagati sostenendo che nessuno tra i dipendenti è all'altezza di farli. Un circolo vizioso micidiale.

La sintesi è già chiara: la Casta politica, una volta che sei dentro, ti permette quasi sempre di campare tutta la vita. Un po' in Parlamento, un po' nei consigli di amministrazione, un po' ai vertici delle municipalizzate, un po' nelle segreterie. Basta un po' di elasticità.

Occorre fantasia, si sono detti un po' di consiglieri circoscrizionali di Reggio Calabria. Detto fatto: visto che i gettoni di presenza erano bassi, li hanno moltiplicati. Arrivando a segnarsi 25 riunioni in luglio e agosto. Ma come, si son chiesti i giudici, nei mesi del solleone? È finita con una raffica di arresti. Mentre un po' di chilometri più a nord la Commissione Cultura del Comune di Lamezia Terme si riuniva polemicamente (e gratis) con l'ordine del giorno più straordinario che sia mai stato discusso neppure nella più sfaccendata delle assemblee politiche: «Plutone è ancora un pianeta?».
.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 06:05| 
 |
Rispondi al commento

Da ‘La casta” di Stella e Rizzo

La pianeggiante Comunità montana di Palagiano è unica al mondo: non ha salite, non ha discese e svetta a 39 (trentanove) metri sul mare. Con un cucuzzolo, ai margini del territorio comunale, che troneggia himalaiano a quota 86. Cioè 12 metri meno del campanile di San Marco. Vi chiederete: cosa ci fa una Comunità montana adagiata nella campagna di Taranto piatta come un biliardo?
Detto alla bocconiana, l'ente pubblico pugliese ha due mission. Una è dimostrare che gli amministratori italiani, che già s'erano inventati in Calabria un lago inesistente a Piano della Lacina e un'immensa tenuta di ulivi secolari nel mare (catastale) di Gioia Tauro, possono rivaleggiare in fantasia con l'abate Balthazard che si inventò l'«Isola dei filosofi» dove non esisteva un governo perché i suoi abitanti non riuscivano a decidere insieme quale fosse «il sistema meno oppressivo e più illuminato». L'altro è distribuire un po' di poltrone. Obiettivo assai più concreto della salvaguardia di un borgo alpino o della sistemazione di una mulattiera appenninica.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 06:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe, quella che tu chiai Lotta di Casta, ai tempi di Marx e Bacunin si chiamava lotta contro la sovrastruttura che è politica. Ed ancora oggi è così e non soo per noi anarchici. Forse non sai che esiste un'opera famosa "Dioe e lo Stato" scritta appunto da Bacunn e questo proprio per confutre le idee dehli "scienziati del socialismo" e dela loro mania di perseguire la strada del "partito unico", idea uesta che portò al fallimento della URSS. ATTENTO AL TRAM :)

Alfredo Mazucchelli 08.07.13 06:01| 
 |
Rispondi al commento

Energia,le rinnovabili supereranno il gas
2a fonte elettrica dopo il carbone

Il rapporto Iea (agenzia internazionale dell’energia):nel 2018 l'energia pulita aumenterà del 40% arrivando a coprire quasi 1/4 della produzione elettrica.Non servono alti incentivi ma politiche di lungo termine (e il governo italiano che fa?il nulla assoluto!)
Entro il 2016 a livello globale le rinnovabili supereranno il gas e doppieranno il nucleare diventando la seconda fonte elettrica dopo il carbone.Nel 2012 l’elettricità prodotta dalle rinnovabili è stata superiore a quella consumata in Cina.Nel 2018 l’energia pulita aumenterà del 40% arrivando a coprire quasi 1/4 del totale della produzione elettrica.La quota delle rinnovabili continua a crescere.Le imprese hanno ancora bisogno di politiche di lungo termine che consentano la formazione di un mercato affidabile e di una cornice di regole compatibile con gli obiettivi sociali.Non si può continuare a regalare soldi a chi inquina.Invece a livello globale i sussidi ai combustibili fossili restano 6 volte più alti degli incentivi alle rinnovabili.Dai dati IEA risulta che idroelettrico,geotermia e impianti di biomasse di grande taglia sono già competitivi.L’eolico tiene testa ai nuovi impianti a carbone o a gas in molto mercati e in particolare in paesi come Australia,Nuova Zelanda,Turchia e alcune aree del Cile e del Messico.Il fotovoltaico risulta vincente,se si compara il costo del consumo sul posto ai prezzi dell’energia distribuita in rete, in Spagna,Italia,Germania,California,Australia e Danimarca.In Italia le rinnovabili hanno fornito nel 2012 il 31% della produzione elettrica lorda: con sole e vento che si aggiudicano oltre 1/3
Ma occorre migliorare la rete di trasmissione, che deve essere fluidificata in particolare per collegare meglio Nord e Sud e permettere il migliore sfruttamento del potenziale eolico.E superare le difficoltà che frenano il consumo sul posto del fotovoltaico

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 08.07.13 05:58| 
 |
Rispondi al commento

ANIMALI
Uomini e squali
Chi ha più motivi di aver paura, l’uomo o lo squalo? Visto e considerato che ogni anno vengono uccisi dagli uomini tra i 70 e 100 milioni di squali, contro 5 uomini uccisi dagli squali, la risposta non è difficile.
Le sigarette uccidono 5 milioni di persone ogni anno. Gli incidenti in strada più di un milione e 200 mila. E si muore per i fulmini (10 mila persone all’anno), mandando sms (6000 persone all’anno) o nella vasca da bagno (340 morti ogni anno). Persino gli hotdog uccidono più degli squali (70 contro 5). Eppure nessuna di queste cose ci spaventa come l’incontro con un “grande bianco”.
Calcolo delle probabilità. Gli americani, secondo le statistiche, hanno più possibilità di vincere una medaglia alle olimpiadi, di generare un figlio geniale e di uscire una sera con una top model famosa, piuttosto che essere uccisi da uno squalo.
E poi, chi l’ha detto che lo squalo è l’animale più pericoloso? I serpenti provocano 10 mila vittime ogni anno. Gli scorpioni 5000, gli ippopotami 2900 e i coccodrilli 2000. Gli squali sempre e solo 5. Si muore di più persino a causa del morso di una medusa o di una formica. Nulla però in confronto ai due milioni di morti che causa ogni anno l’animale più pericoloso del pianeta: la zanzara.
Secondo gli scienziati la paura del grande predatore dei mari giustifica una vera e propria mattanza. Nel mondo vengono uccisi 11 mila squali ogni ora. Col risultato che solo il 10% degli squali che nuotavano nell’oceano 20 anni fa oggi sono ancora vivi. 38 milioni di esemplari ogni anno vengono uccisi per privarli delle pinne, utilizzate come ingrediente nella cucina orientale. E questo nonostante altre statistiche invitino a non farlo: una zuppa di pinne di pescecane contiene infatti più di 100 volte la dose giornaliera raccomandata di mercurio e arsenico.
Questo studio però non tiene conto che in Italia circa 600 squali stanno uccidendo 60 milioni di persone!

Aldo L., Montecretese Commentatore certificato 08.07.13 03:49| 
 |
Rispondi al commento

@@@ Danila R., 08.07.13 01:12 |

Quando leggerai starai di sicuro sorseggiando l'ottimo cafferino di Luca e quindi "Buona giornata" a voi due e a chi legge °_^

Ti ho risposto in 'discussione'
ChiaraLuce C. 08.07.13 00:18|



ChiaraLuce C. Commentatore certificato 08.07.13 03:02| 
 |
Rispondi al commento

cmq, quando andrò in ferie vi avviso così vi organizzerete col governo ombra per un po' di giorni, con la chiavetta tutti questi spot tv non si possono assorbire, va a 5kb dopo un certo limite mensile e non ci si manda neppure una mail a quella velocità

notte ;)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 08.07.13 02:13| 
 |
Rispondi al commento

Tutto vero, aggiungerei però che le Caste si riconoscono tra di loro, si sommano quando si sentono in pericolo e si difendono a vicenda. Oggi hanno un mezzo fortissimo, non solo i media, ma l'informazione pressoché totale delle vite dei sudditi. Immense banche dati che contengono la nostra vita e potrebbero essere usate contro ciascuno di noi. No, non servono per combattere le mafie, magari così fosse, perché sarebbero state già sconfitte. Le Mafie allora, viene da domandarsi, sono una delle caste ?

Paolo C., Roma Commentatore certificato 08.07.13 02:06| 
 |
Rispondi al commento

@Lucio di Jesi

vai nella discussione al mio commento delle 23:41, c'è la mia risposta

maria s., ancona Commentatore certificato 08.07.13 01:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da quando Marx ha descritto il funzionamento dell’economia capitalista (azzeccandole quasi tutte) sono sicuramente cambiate molte cose, ma il meccanismo ed i protagonisti rimangono sostanzialmente inalterati: possiamo chiamarli miliardari, capitalisti, industriali, bancari, speculatori finanziari, multinazionali, compagnie petrolifere, industrie militari o macro-caste (a voler usare questo termine) privilegiate e parassitarie che nascono e si arricchiscono grazie al plusvalore, ovvero la differenza di reddito dovuto, trattenuto dal datore di lavoro (in parole povere sfruttamento di chi presta la sua forza lavoro) e che genera il profitto.

Queste somme vengono poi utilizzate per creare e controllare i mezzi di comunicazione, foraggiare una classe politica collusa e compiacente, le forze di repressione statali per spegnere qualsiasi rivolta sociale e strati sociali intermedi (burocrati e funzionari) che fungono da cuscinetto con le grandi masse di lavoratori salariati e in misura molto minore con piccoli artigiani e produttori, che però sono destinati a scomparire a causa della concorrenza insostenibile delle grandi imprese.

E il cerchio si chiude.

Lucio P., Jesi Commentatore certificato 08.07.13 01:21| 
 |
Rispondi al commento

Lo zarismo di tutte le Russie fu abbattuto dalla rivoluzione bolscevica nella presa del palazzo d'inverno e generò il nazismo come fronte naturale al comunismo marxista al di là della Vistola; Il comunismo sovietico e l'internazionale comunista furono abbattute da un catto-capitalismo internazionale! Il nazismo fu soppresso dalle forze internazionali per la spartizione dei bottini di guerra accumulati dal nazismo stesso. Il capitalismo implosivo, ormai all'agonia, è spinto verso la fine dalla tecnocrazia finanziaria e della Silicon Valley tecnologica: praticamente il IV Reich... Solo i movimenti popolari potranno opporre resistenza all'avanzare degli strapoteri nel mondo occidentale: il M5S può essere uno di questi se conserverà la genuinità originaria e non lascerà corrompere.

Diego S., Paola Commentatore certificato 08.07.13 01:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oh ragazzi... la casta ci costa.
Lo psicopluricondannatointerdettoavita nano
sta riportando alla ribalta il vecchio simbolo del partito di FI.
FI?....
FALSA ITALIA...
FINTA ITALIA...
...ah si...
FARSA ITALIA!

Stefano s., Piacenza Commentatore certificato 08.07.13 01:02| 
 |
Rispondi al commento

MI SONO ROTTO I COGLIONI DI SENTIRE IN OGNI TG QUELLO CHE DICE BRUNETTA MA CI RENDIAMO CONTO SIAMO NELLE MANI DI UN PICCOLO UOMO DISPETTOSO, AVARO, ACCIDIOSO, INVIDIOSO VISTA LA STATURA......NON SOLO QUELLA FISICA... MERDA

aniello r., milano Commentatore certificato 08.07.13 00:53| 
 |
Rispondi al commento

guarda come forzano per l'expo!!!hanno sotto tutti gli interessi!!spero non parta mai e la si blocchi!!una vergognaaa nazionale mentre la gente è alla fame!!miserabili!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 08.07.13 00:52| 
 |
Rispondi al commento

Le caste:

- La casta politica
- la casta dei giornali
- la casta della burocrazia
- la casta della pubblica amministrazione centrale
- la casta degli enti inutili
- la casta delle aziende partecipate
- la casta dei concessionari
- la casta delle pensioni d'oro

e fin qui siamo tutti d'accordo, ma ho provato ad aggiungere altre caste quali

- EVASORI FISCALI
- ELUSORI FISCALI

ed ho avuto nei commenti dei "distinguo", delle "necessarie distinzioni", dei "bisogni di chiarire", e mi sono anche beccato del pirla

aggiungo adesso

- COLORO CHE SI SONO ARRICCHITI mentre noi si iniziava a patire la fame
- LA FINANZA che specula sulla nostra rovina
- LE BANCHE che ci campano sullo spread
- quelli degli ORDINI e degli ALBI PROFESSIONALI
- i BARONI delle univesrità e degli ospedali che hanno rovinato la possibilità di creare una VERA classe dirigenziale

Non possiamo permetterci di dimenticare quanti e quali sono i parassiti in italia!!

Sbarazzarci dei fannulloni statali sarà facile ma con questi come faremo?

simone v., Prato Commentatore certificato 08.07.13 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Il potere non può sottomettere gli uomini
liberi,al massimo può soltanto ucciderli.


http://www.dailymail.co.uk/news/article-2357828/Lac-Megantic-Death-toll-rises-5-massive-STILL-burning-day-unmanned-train-carrying-oil-derailed-exploded-Quebec-town.html

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 08.07.13 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Riporto dal post:

"Il potere delle caste non deriva dal controllo dei mezzi di produzione, ma da quello dei mezzi di informazione. Senza le menzogne quotidiane le caste sarebbero nude, visibili nella loro arroganza e inutilità. Chi le mantiene in vita con immensi sacrifici quotidiani scenderebbe in piazza come in piazza Tahrir in Egitto o in piazza Taksim in Turchia. Ovunque ci sia un ceto parassitario, lì c'è una casta che difende con le unghie e coi denti i suoi privilegi."

E' proprio questa la grande battaglia...togliere le menzogne quotidiane e far sapere la verità.
Una cosa significativa al riguardo è accaduta in Islanda.
Wikileaks ha pubblicato sul web i documenti che comprovavano le manovre criminale compiute dai loro istituti bancari. La popolazione, all'oscuro di tali operazioni, era alle prese con una profonda crisi economica e giustamente si è inferocita.
La gente ha preteso le dimissioni dei responsabili che sono stati cacciati e per evitare che cose simili possano ripetersi il parlamento islandese ha approvato all'unanimità una legge che obbliga a rendere note tutte le informazioni al popolo.
A mio parere bisogna divulgare ampiamente i documenti che pubblica Wikileaks, che sono appunto documenti, non chiacchere o pareri personali.
Chissà mai che qualche italiano dormiente si possa risvegliare?

Ornella M., Uzzano Pistoia Commentatore certificato 08.07.13 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Attento Beppe e tutti i ragazzi che sono a Roma...la casta sta mettendo le mani anche sui saperi.... http://2.flcgil.stgy.it/files/pdf/20130705/decreto-presidente-della-repubblica-80-del-28-marzo-2013-regolamento-sul-sistema-nazionale-di-valutazione-in-materia-di-istruzione-e-formazione_1.pdf
Questo il decreto del Presidente Napolitano , ex presidente Monti , ex ministro profumo che entrerà in vigore dal 19/07/2013
Ma la costituzione italiana è ancora in vigore?
oppure ci facciamo tutti quattro risate?
Non sono un costituzionalista, ma mi sembra una roba da ventennio....magari mi sbaglio..

filippo t., lugo Commentatore certificato 08.07.13 00:15| 
 |
Rispondi al commento

AIOSTRI POLITICI:

per venti denari si sono venduti
per venti denari si sono perduti
non han più sangue ma acqua melmosa
i loro giardini han perso ogni rosa
non hanno colori non hanno gli odori
ma solo gramigna e tanta fanghiglia
il fetore di morte che insegue la sorte
ascoltano e altro non odono
che il suono del denaro monotono
gli occhi guardano e non vedono
che un cielo grigio e atono
han spento ogni luce
mentre la sorte gli cuce
il vestito nero che ultimo indosseranno

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 08.07.13 00:14| 
 |
Rispondi al commento

http://www.signoraggio.it/quella-notte-del-92-in-cui-giuliano-amato-prelevo-dai-conti-correnti-degli-italiani-senza-avvisare/

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 08.07.13 00:09| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, e' triste...ma veritiero...le Caste sono irreversibili...non vi e' altro mezzo per tentare di estirpatle che quello del voto....non c'e' alcun metodo alternativo...si deve far capire agli italiani, evidentemente anche con altri argomenti rispetto ai soliti, in che situazione ci troviamo...non tutti si rendono conto di dove sta andando il nostro Paese...a breve inizieranno con i prelievi sui conti correnti....come in Grecia o in altri Paesi...si deve penetrare, attraverso i tuoi messaggi, in "teste" che ancor oggi, sono murate da antiche convinzioni che portano calorosamente in se stessi...senza riuscire ad aprire gli occhi ancora a piu' persone di quelle attuali...non si CAMBIA NULLA....a volte, nel chiedere e credere in un cambiamento, si deve dare il buon esempio!

fabio settimi 08.07.13 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Here is the update from a boat in the Mediterranean which is already launched the SOS morning, 58 hours, are 104 people, including 11 children, 48 pregnant women whose 5-6, the rest all men. The position specified in the SMS I received is North East Lon 016 Deg 035'020 018'036 .423 .617 Alt 00006m 19:58:02 Z Tel +8821XXXXXX28
Maltese and the Italian Coast Guard have been informed.
Grateful for the cooperation of everyone, especially the people involved in saving lives in the field.


http://bastacasta.altervista.org/quel-prete-eritreo-che-dal-vaticano-annuncia-alla-guardia-costiera-le-coordinate-dei-barconi-della-speranza/

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 08.07.13 00:06| 
 |
Rispondi al commento

a domani!

ema d. Commentatore certificato 07.07.13 23:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Manca la casta dei magistrati. La vera riforma della giustizia è abolire l'automatismo di carriera dei magistrati. Loro dicono che questo salvaguarda la loro libertà, ma quanto è successo alla Forleo e, in questi giorni, al pm Di Matteo dimostra che è un CSM politicizzato che attenta alla libertà dei giudici. Prima la carriera d un magistrato dipendeva dal numero e dalla qualità delle sentenze prodotte. Adesso diventano Presidenti d Cassazione, con relativo stipendio, anche restando imboscati come giudice di sorveglianza

GIANFRANCO B., CATANZARO Commentatore certificato 07.07.13 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Si è proprio così l'Italia è divorate dalle caste. Non sono tante, son ben individuabili. Beppe è stato un pò generico nell'individuarle. Le elenco io: ceto politico, giudici (sono in ferie dal 15 luglio al 15 settembre cascasse il mondo), medici (quelli di famiglia sono in ferie il prefestivo e il festivo sempre! cascasse il mondo), notai, farmacisti, tassinari, ordine professionali. Dimenticavo i dipendenti pubblici molti dei quali sono pagati solo per timbrare il cartellino: due volte al giorno non è poco.

biagio f., potenza Commentatore certificato 07.07.13 23:45| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Con l'aggiunta nell'elenco delle caste : dei magistrati e degli universitari, sono d'accordo con il quadro descritto.

michele marin 07.07.13 23:44| 
 |
Rispondi al commento

o.t.
Con sto expo gia' 24 mesi prima han iniziato a scassarci la...
sara' piu' probabile la labirintite della metro terminata-

intanto nei salotti dei circoli buoni iniziano gia' a sfregarsi le mani per il magna magna banchetto, che si sta allestendo!
ci tocchera' manifestare fuori come in brasile a 30 gradi!
Luca prenotati per un punto ristoro bevande fresche il bar sara' affollatissimo!

mary dg 07.07.13 23:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, cosa aspetti a postare sull' argomento Eurogendfor?
I nostri in Parlamento cosa aspettano a fare una interpellanza su tutta l'illegalità che il trattato di Velsen comporta? La Consulta non può essere attivata su questo scempio ai danni dei cittadini italiani?

O dobbiamo tenerci il dito medio di Gasparri senza capire esattamente perché?

Eurogendfor è la forza di polizia sovranazionale con status militare, che interviene in scenari di crisi nei paesi firmatari (Trattato di Velsen) per riportare l'ordine pubblico, a disposizione dell'Unione Europea, della Nato, dell'Onu e dell' Ocse, sotto il comando attualmente di un colonnello olandese.
Eurogendfor NON RISPONDERÀ DELLE SUE AZIONE ALLE ISTITUZIONI ITALIANE, sostituisce l'Arma dei Carabinieri e tutto questo voluto e ratificato da un parlamento delegittimato dal porcellum.

EUROGENDFOR, FORZA SOVRANAZIONALE, in Italia sostituisce l'Arma dei Carabinieri. Avete capito bene, da maggio 2013 stanno già smantellando l'Arma in un silenzio totale della stampa e TV.

La Germania non fa parte del trattato e questo basterebbe a dichiararlo illegale nella sua formulazione testuale, (testo falsato presentato in parlamento) al di la dell'illegalità costituzionale dei suoi contenuti.

ll trattato di Velsen tra Spagna, Italia, Francia, Paesi Bassi, Portogallo è stato firmato il 18/10/2007 per l'Italia da
Ministro Affari Esteri Franco Frattini, 

Ministro difesa Ignazio La Russa, 

Ministro Interno Roberto Maroni

, Ministro Economia e Finanza Giulio Tremonti

, Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali Maurizio Sacconi
Il 4 maggio 2010 la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana ha ratificato l’accordo. Presenti 443, votanti 442, astenuti 1. Al Senato unanimità!! E' la legge n.84 del 12 giugno 2010 pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Il pdr quando ha firmato questa legge, conosceva il suo contenuto?

maria s., ancona Commentatore certificato 07.07.13 23:41| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe, BUONE VACANZE Ritemprati perche devi ritornare guerriero come solo tu sai esserlo

mariuccia rollo Commentatore certificato 07.07.13 23:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vi convincerò a comprare roba nuova, idee nuove, inedite, nonostante la vostra propensione (parolona ahah)per l'usato sicuro, diciamo nonostante la vostra aspirazione verso l'usato
perchè l'usato sicuro non esiste, anzi
bene, passo passo ci compreremo insieme il nuovo,
quello che puzza di nuovo insomma, mai sentito l'odore di nuovo ? è sempre meglio, odora di buono
sarà dura perchè c'è chi ci crede agli slogan dei rottamatori, sulla necessità di riciclare rifiuti hanno costruito un sistema a loro esclusivo vantaggio
chi ci sta pensa di spendere meno, sbagliando, ricostruire un aggeggio con i pezzi presi dai rottamatori ci costerà una follia e anche i meccanici onesti (a trovarne) dicono tutti che una roba nuova è nuova, è meglio, certo ci vorranno parecchi soldini, ma li troveremo, lavorando ci leveremo la soddisfazione di comprare qualcosa di nuovo, perchè i soldini si trovano lavorando, non cadono dal cielo come qualcuno immagina, parlo dei fans del berlusca, fuorviati, che gli ha detto che lui il nuovo non lo regala ma i soldi per comprarlo vi cadranno dal cielo,
si si, come no
via anche lui, è roba vecchia, inaffidabile, ti lascia a piedi a metà strada
a questo punto mi dovreste tutti in coro scrivere che è meglio roba nuova,
altrimenti, la mia è una strategia di vendita sbagliata, da rivedere e correggere

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 23:37| 
 |
Rispondi al commento

"Ovunque ci sia un ceto parassitario, lì c'è una casta che difende con le unghie e coi denti i suoi privilegi." Come riassumere gli ultimi quarant'anni della storia d'Italia in ventidue parole. Ecco perché non si può non essere parte del MoVimento!!!!

Davide R. Commentatore certificato 07.07.13 23:15| 
 |
Rispondi al commento

QUESTO GOVERNO E’ UNA
VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA
PORTIAMO AVANTI SE VOLETE QUESTA PROTESTA,
IO MI STO ATTREZZANDO A FARE UNA PROTESTA CIVILE PER PROTESTARE
DEMOCRATICAMENTE E ONESTAMENTE
CONTRO QUESTO GOVERNO E TUTTA LA PARTITOCRAZIA
ESPONENDO FUORI DALLE FINESTRE DAI TERRAZZI DA TUTTE LE ABITAZIONI
UNA BANDIERA VERDE E ROSSA COME SIMBOLO DI PROTESTA.
IL BIANCO NON C'E' PERCHE' IN ITALIA NON C'E' PIU' ONESTA'.
SALUTI DA GIOVANNI DA BRINDISI
ESPONETE LA BANDIERA DI PROTESTA VERDE E ROSSA

DOPO IL 25 FEBBRAIO 2013 TUTTI DANNO ADDOSSO A BEPPE GRILLO E A TUTTO IL MOVMENTO 5 STELLE E A TUTTI I PARLAMENTARI ELETTI, QUESTO E' IL VERO MOTIVO DI QUESTO ODIO PER E CONTRO IL MOVIMENTO 5 STELLE, MA ATTENZIONE ORMAI SIETE CIRCONDATI DIMETTETEVI SUBITO PERCHE' I 20 PUNTI PER USCIRE DAL BUIO SARANNO TUTTI APPLICATI E VI MANDEREMO A CASA DEMOCRATICAMENTE LEGGETE E DIFFONDETE TUTTI QUESTA PICCOLA PARTE DELL'ONESTA' DEL M5S :
PORTIAMO AVANTI GLI ONESTI PORTIAMO AVANTI IL MOVIMENTO 5 STELLE

20 PUNTI PER USCIRE DAL BUIO
1-REDDITO DI CITTADINANZA
2-MISURE IMMEDIARE PER IL RILANCIO DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA
3- LEGGE ANTICORRUZIONE
4-INFORMATIZZAZIONE E SEMPLIFICAZIONE DELLO STATO
5-ABOLIZIONE DEI CONTRIBUTI PUBBLICI AI PARTITI
6-ISTITUZIONE DI UN ''POLITOMETRO'' PER VERIFICARE ARRICCHIMENTI ILLECITI DEI POLITICI NEGLI ULTIMI 20 ANNI
7-REFERENDUM PROPOSITIVO SENZA QUORUM
8-REFERENDUM SULLA PERMANENZA DELL'EUR
9-OBBLIGO DI DISCUSSIONE DI OGNI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE IN PARLAMENTO CON VOTO PALESE
10-UNA SOLA RETE TELEVISIVA PUBBLICA, SENZA PUBBLICITA' INDIPENDENTE DAI PARTITI
11-ELEZIONE DIRETTA DEI PARLAMENTARI ALLA CAMERA E AL SENATO
12-MASSIMO DI DUE MANDATI ELETTORALI
13-LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSI
14- RIPRISTINO DEI FONDI TAGLIATI ALLA SANITA' E ALLA SCUOLA PUBBLICA
15- ABOLIZIONE DEI FINANZAIAMENTI DIRETTI E INDIRETTI AI GIORNALI
16-ACCESSO GRATUITO ALLA RETE PER CITTADINANZA
17-ABOLIZIONE DELL' IMU SULLA PRIMA CASA
18-NON PIGNOR

GIOVANNI PUCA 07.07.13 23:12| 
 |
Rispondi al commento

-"Che la nuova legge Ammazza blog sia pensata in primis per il blog di Beppe Grillo lo fa pensare lo stesso firmatario del disegno di legge, Salvo Torrisi del Pdl, quando spiega che "non c’è nessuna censura nei confronti dei 5 stelle. Ma internet non può continuare a essere il luogo virtuale dell’impunità"

...

Giusto. A quello ci pensa già il Parlamento.

Ops...è vero...lì si parla di immunità e non di impunità...

Dino Colombo Commentatore certificato 07.07.13 23:10| 
 |
Rispondi al commento

mai comprato qualcosa dal rottamatore, quando un aggeggio non va lo cambio, lo voglio nuovo, e penso anche di risparmiare in fondo, non voterei nemmeno questi due quindi, civati e renzi

tu che leggi sei appassionato di roba vecchia ? se qualcuno l'ha già usata pensi che andrà bene ancora per molto tempo ?

mah, caro lettore/lettrice fa come ti pare ma anche se non c'hai i soldi per il nuovo, per una volta che te lo regalano prendilo !

levati una soddisfazione nella vita

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Oggi ho realizzato che io a la mia famiglia non contiamo nulla per questa società sono ormai quasi due anni che non trovo lavoro e con tre figlie ed una moglie oltretutto invalida sono ormai alla canna del gas.Non voglio sussidi perchè non sono malato io vorrei semplicemente un lavoro per poter sentirmi ancora la dignità addosso ,vorrei poter dire alle mie figlie che una cosa non si compra perchè è uno spreco , e non perchè non posso.Ho provato anche a mettere in vendita un rene ma non sono stato capace di trovare un sito dedicato. Se solo qualcuno si accorgesse di tutto quello che a tante persone come me sta accadendo ,se solo ci fosse un pò di attenzione alle persone ,tutto questo non succederebbe invece siamo alla fine .Grazie per la vostra attenzione Addio

walter serraglio (walter serraglio), serrawal64@libero.it Commentatore certificato 07.07.13 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CASTA IGNORANTE

La casta che tutti i giorni mi tocca combattere è quella che non legge, non si informa, vota berlusconi e vive bene.

Sembra assurdo ma è così.

Leggo tutti i giorni un quotidiano (variato negli anni) da quando avevo sedici anni. A dire il vero, per qualche anno, quando ho potuto ho comprato più di un quotidiano.

Eppure ho sofferto, e tanto. La gente mi ha sempre guardato in modo strano e le mie letture hanno fatto di me un bersaglio. Bersagliato dalla casta che non legge, non si informa e vota berlusconi. Bersagliato dalla casta che ti chiede il giornale e alle spalle ti pugnala dicendo che non fai un cazzo: che leggi dalla mattina alla sera.

Per loro "la casta" i giornali che scrivono contro berlusconi non sono di sinistra sono stronzi. Per loro "la casta ignorante" la lettura è quella che dicono in chiesa: il vangelo.

Questa casta è timorosa di Dio (ma se ne fotte) e dei potenti (e ci si scopa).

Aloha!

Paolo Rivera Commentatore certificato 07.07.13 22:59| 
 |
Rispondi al commento

c'è anche chi c'ha la fissa dell'usato sicuro, non comprano roba nuova per principio, e allora mesi e anni passando da un imbonitore di merce usata all'altro, e poi si spacca e allora e compra i pezzi dal rottamatore e trova il meccanico onesto (mamma mia che impresa, non ti basta una vita ) che te li rimette insieme come nuovi,
un lavoraccio, e poi per cosa ? per uan roba che non funzionerà mai bene perchè obsoleta ormai

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Oggi alle 17.23 scrivevo questo:

"Questo per rispondere anche a COLORO che ci hanno attaccato per non esserci alleati a Bersani.
E' lui che non ha VOLUTO allearsi.

Il Sistema preferisce che al governo ci vadano gli AMICI DEI PIDUISTI piuttosto che i CITTADINI DEL 5 STELLE.

Poco fa il minipost qui accanto che lo conferma:

"LA PROVA – Bersani ammette : “mica volevo far l’alleanza con Grillo, son mica matto!”

"L’ex segretario del PD in un’intervista alla festa dell’unità di cremona fa un piccolo escursus nel dopo elezioni in cui cercò di far scouting con i neo eletti del Movimento 5 Stelle (quando l’ha fatto berlusconi l’hanno chiamato corruzione) in cui svela dopo pochi minuti quello che il PD ha sempre negato, e cioè la mancanza di volontà di far nascere un governo con il movimento di grillo.

“son mica matto!” Testuali parole.

L’hanno fatto con berlusconi, era più affidabile".

UN CALDO VAFFANCULO A TUTTI COLORO CHE CI HANNO ATTURRATO LE PALLE CON L'ACCUSA DI NON AVER VOLUTO FARE L'ALLEANZA CON BERSANI E COL PD, QUI E FUORI DI QUI.

Dino Colombo Commentatore certificato 07.07.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi distraggo un attimo ...zacchetee mi aprono un bar alla faccia mia....
qui punto caffè(vero) a 5 Stelle per tutti!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 07.07.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vai ROBIN HOOD e se la tua voce non verrà ascoltata scaglieremo LE FRECCE che COLPIRANNO CON PRECISIONE GLI AIUTANTI E I COMPARI DEL FAMIGERATO SCERIFFO DI NOTTINGHAM.
Capiranno allora forte e chiaro CHE LA PACCHIA E' FINITA.

Daniela M. Commentatore certificato 07.07.13 22:57| 
 |
Rispondi al commento

itaGLiani? compatti solo quando c'è da invadere le spiagge!

M5S-NESSUN COMPROMESSO

Michele Bosman, Verona Commentatore certificato 07.07.13 22:56| 
 |
Rispondi al commento

ma non vi garba di più un bel business così alla luce del sole bello chiaro che tutti lo possono valutare ? invece che rottamare riciclare e vendere roba usata di terza mano, dai è meglio roba nuova secondo me alla fine

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 22:54| 
 |
Rispondi al commento

magari renzi gliela fa, c'ha la stoffa, per vendere ponte vecchio a qualche americano danaroso di passaggio, la faccia da furbetto ce l'ha, civati fa la parte di quello che se lo compra per finta e li freghiamo anche stavolta

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 22:52| 
 |
Rispondi al commento

...mandiamoli tutti a casa, è l'unica salvezza per l'Italia, e l'unico che può farlo è il M5S,
forza M5S!!!!!!!!!!!

alberto d. Commentatore certificato 07.07.13 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Quando scenderemo in piazza a farci sentire "veramente"? Basta caste, basta lobby ammanicate e protette dalla politica. Questo povero paese lobotizzato sta morendo

donatella davanzo 07.07.13 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Qualora si volesse dare significato alla azione congiunta PDL e PD-L, e in simbiosi esista giustizia, codesti si configurano nel reato di "Crimine contro Umanita", visto e considerato che ogni loro azione si manifesta in un ATTO generalizzato a derubare ai TANTI (cioè Noi)e finalizzato per preservare conservare espropiare a LORO BENEFICIO e VANTAGGIO, tale, da configurarsi a mio modesto parere in un crimine contro il POPOLO ITALIANO.

MARIO FARINA, Pattada (SS) Commentatore certificato 07.07.13 22:49| 
 |
Rispondi al commento

Vi svelo un segreto:
il Potere ci invidia.
La nostra capacità di gioire, solo, a volte, per la sopravvivenza conquistata in dodici ore di lavoro. La nostra capacità di amare solo per un sorriso, per un semplice gesto d'amicizia.
Cose che non le puoi quotare in borsa, e neanche farne uno spot
Ci invidia e gli resta solo la sottomissione, e impazzisce nel vedere che noi non ce lo filiamo.
Il MoVimento lo isolerà.
Il Potere non avrà nulla di tutto questo.
MAI

Marcello M., roma Commentatore certificato 07.07.13 22:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME TANTI SCRITTI -GRANDI E VERI - SU QUESTO BLOG. SI SUCCEDINO DA ANNI-
ANCHE QUASTA VERITA' E' STORIA DI QUESTO IGNOBILE PAESE -FERMO IMMOBILE - DA MOLTI ANNI- SIAMO QUASI ARRIVATI ALLA FINE DELLA STRADA, DALL'ALTRA PARTE C'E' IL VUOTO, UN ENORME BURRONE.
LOTTARE X LA PRORIA LIBERTA' X I PROPRI DIRITTI, CHE SONO I DIRITTI DI TUTTI E LA LIBERTA' DI UN POPOLO OPPRESSO DA DECENNI DA BUROCRATI- POLITICANTI- DA GIUDICI VERI E FALSI, CHE NON HANNO MAI APPLICATO VERAMENTE LA GIUSTIZIA X I GIUSTI.....MA SOLAMENTE X COLORO CHE HANNO PAGATO X GLI ALTRI.SE UN POPOLO VUOLE LA SUA NATURALE LIBERTA' E RISPETTO DEVE CONQUISTARLO A QUALSIASI COSTO, ALTRIMENTI LE CASTE NON MOLLERANNO MAI......E CONTINUERANNO A PERPRETARE ABUSI E SOPRUSI SUL POPOLO INERME. LE CASTE SONO COME I SERPENTI --BISOGNA COLPIRLI ALLA TESTA- SCHACCIARE LA TESTA ALLE CASTE SIGNIFICA RICONQUISTARE LA PROPRIA DIGNITA'OLTRE CHE LA VERA LIBERTA DI CITTADINI- GRAZIE BEPPE- GRAZIE MOV. 5 STELLE - CLASSE 1949--

CONAN- CONDOTTIERO Commentatore certificato 07.07.13 22:43| 
 |
Rispondi al commento

la casta peggiore di tutte?: la casta dei burocrati
sono arroganti, servili e parassitari
per motivare la loro esistenza rallentano ogni e qualsiasi processo produttivo
si passano montagne di carte da un ufficio all'altro (tanto per far qualcosa di utile per il paese)ed interpretano le leggi o le norme sempre per il loro esclusivo beneficio (tangenti)
per fare ripartire il paese, facendo un bel repulisti, bisogna abrogare 100.000 leggi e/o norme interpretative
altrimenti si ristagna nella fogna in cui i burocrati ci sguazzano !

meccojoni 07.07.13 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

civati vuol dialogare col M5S....gli rispondo io o avete già espresso il vostro pensiero???nel caso io avrei suggerimenti....pippo pippo.....

Luca M., Rho Commentatore certificato 07.07.13 22:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai dimenticato, fra quelle parassitarie, una casta: quella di chi fa da passamano fra chi produce ricchezza e chi - acquistando il bene prodotto - con il suo esborso di danaro oggettiva la produzione della ricchezza.
Se un frutto costa 20 centesimi a chi lo acquista dal contadino che lo produce e 2 euro a chi lo mette in tavola, i passaggi intermedi sono, sostanzialmente, PARASSITARI.
Può far piacere o meno, ma questa è la suonata.
Io ho sentito vantare come "produzione di ricchezza" la vendita di crociere da parte di un tour operator, che si limita a prendere 100 dal cliente e bonificare 80 alla società di navigazione.
Se questa - e tutte le attività assimilabili - configurano "produzione di ricchezza", allora anche l'impiegato comunale che vende un rinnovo carta di identità produce ricchezza, eh ....
Per cui gradiremmo che tu, caro Beppe, mettessi i puntini sugli "i" anche su questo.

la tua coscienza 07.07.13 22:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in assenza de barista ufficiale che arrivera' piu' tardi apro qui punto ristoro 5 stelle!
buona serata a tutto il blog!

ema d. Commentatore certificato 07.07.13 22:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'idea certamente assurda.. ma per arrivare a tutti i cittadini italiani.. si potrebbe fare uno spot pubblicitario su Mediaset o rai ? tanto per loro basta che si paga no?
Tipo quello sui parassiti che non pagano le tasse..
ma invece di quel poraccio con la barba lunga e una camiciaccia di flanella, una bella foto con tutti i "grandi " politici in giacca e cravatta.. quanto costerà?

loredana vangelisti, Marino Commentatore certificato 07.07.13 22:17| 
 |
Rispondi al commento

o.t.

dopo essermi abbronzato con lo schermo del mio compy:

@todos los santos, poetas, navegantes: ¡Buenas tardes!

nos vemos mañana!

si Dios lo quiere! :)

paolostracizzato! 07.07.13 22:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poltrone inutili per persone inutili! e la fabbrica che in italia non teme nessuna crisi.le persone inutili ricoprono ruoli inutili e si danno stipendi inutili!! QUANTO COSTA LA SPESA INUTILE IN ITALIA?? la prima poltrona e di un presidente inutile che rende un parlamento pieno di poltrone inutili! Basta abbiamo bisogno di persone utili di azioni utili!!FORZA M5S! siamo l'unica cosa utile rimasta!!

fred 07.07.13 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Analisi perfetta. Post preciso e puntuale.Grande Beppe! Anche in vacanza...

mauro lancioni, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.07.13 22:12| 
 |
Rispondi al commento

condivido dalla prima all'ultima parola questo post sui parassiti e sulle caste. Quello che non capisco è perche chiedere un incontro urgente con il capo dello stato per la gravità della situazione economica del paese e poi rimandarlo per delle vacanze al mare, ma siamo seri, poi non ci lamentiamo che ci prendono per il culo.

claudio pizziconi, marino Commentatore certificato 07.07.13 22:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Zio Beppe, mi corre l'obbligo di darti una notizia ufficiale: la lotta di classe esiste ancor & ognor, è viva e scalciante.

La cosiddetta "Casta" è uno dei tanti caleidoscopici PARACULI dei padroni. Lo sfruttamento è la "regina", la Casta è fatta di pedoni e alfieri, certo in Italia è un sistema gigantesco, ipertrofico...e va sicuramente abbattuto, ma non è il cuore della faccenda.

Poi, quando si calca la mano su "produzione", "produttività", ceti "in-produttivi" e così via...al sottoscritto viene l'orticaria. Amen!

Arjuna , Madras Commentatore certificato 07.07.13 22:07| 
 |
Rispondi al commento

domenica 7 luglio 2013
FINE MILLENNIO O FINE D’UN MITO (ultima parte)
Ovviamente nel discorso pratico del trascorrere del tempo, nulla ho da eccepire su quanto affermato relativamente a temi specifici non alla mia portata, come orologi atomici, asse terrestre e simili; temi che esulano da quella praticità quotidiana del semplice villano; di contro ho anche tralasciato amenità del tipo bullone-automobile e molecole fruttarole varie contenute nel VII capitolo, un vero inno alla contraddizione e incongruenza, ottenendo l’unico risultato di confermare nero su bianco il contrario delle sue convinzioni sull’inizio del terzo millennio.
Sono certo che per le tante incongruenze appena elencate il caro professor Zichichi si sia giocato il Nobel; e, se non si tratta di un refuso, quando riscontro a pagina 215 che movimento orbitale e movimento di circonvoluzione della Terra sono movimenti opposti, uno antiorario e l’altro orario, comincio a temere molto anche per la sua laurea.

Edito a Bari il 7.7.2013
www.tinodabari.blogspot.com

vito petino, Bari Commentatore certificato 07.07.13 22:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

domenica 7 luglio 2013
FINE MILLENNIO O FINE D’UN MITO (IV parte)
Ma quando gli esseri umani si chiedono la data o l’ora, contano soltanto il giorno, il mese, l’anno e, tutt’al più per esattezza, l’ora e il minuto. Che senso ha aggiungere alla lettura i secondi quando, leggendo quello del momento, non si ha manco il tempo di dirlo che siamo già a quelli successivi. Pertanto introdurre un fantomatico anno zero è un assurdo matematico, se il trascorrere di un periodo di dodici mesi lo nominiamo zero. Certo, ad ogni anno si può dare il nome che si vuole; vi sono calendari orientali in cui si susseguono nomi di animali: l’anno dell’asino, ad esempio. Ma nel nostro conteggiare il tempo, il nome di ogni anno corrisponde ad un numero. Pur nominando con l’inesistente anno zero i primi dodici mesi dell’era cristiana, avremmo una situazione simile: al predetto anno zero dei zichichini corrisponde, per noi precisi, l’anno uno, e di seguito, all’anno 1 loro il 2 nostro; così continuando, saremmo giunti in perfetto sincronismo, loro al 31 dicembre 1999 (con l’anno zero sommano 2000 anni, per l’appunto), e noi al 31 dicembre 2000; e comunque, mettendoli in parallelo, avremmo dovuto festeggiare, come dimostrato, contemporaneamente l’inizio del terzo millennio. Incongruenza che lo stesso Zichichi mette inavvertitamente in grande evidenza a pagina 107 (“Dall’anno 8 a.C. all’anno 8 d.C. c’erano sedici anni …”; introducendo l’anno zero come da lui sostenuto, avrebbe dovuto dire “... all’anno 7 d.C. c’erano sedici anni …”) e a pagina 116, nella quale evidenzia lo zero proprio al centro dei periodi a.C e d.C., senza dargli, dunque, spessore alcuno; una semplice linea di demarcazione senza alcun valore. (continua)

vito petino, Bari Commentatore certificato 07.07.13 22:04| 
 |
Rispondi al commento

domenica 7 luglio 2013
FINE MILLENNIO O FINE D’UN MITO (III parte)
Il primo concetto da tener presente ogni volta che anche quel villano effettua una conta è naturalmente matematico, anzi per essere ancora più semplici, è aritmetico. Alla base della nostra cultura, a noi occidentali sin dalle classi più elementari è stato posto, fra i tanti, un plinto che si radica nel sistema decimale. Pertanto il semplice villano ha la certezza che, a parte l’unità, le decine, le centinaia (secoli), le migliaia (millenni), eccetera, terminano esclusivamente con zero.
Completamente estemporanea l'invenzione dell’anno zero introdotta da Zichichi. In un ipotetico arrivo anteporre lo 0 al 1° è un assurdo logico; come dire che il primo è stato preceduto dallo “zeresimo”. In altri termini che il primo è stato preceduto da nessun altro della stessa specie e che, pertanto, lo 0 rappresenta nient’altro che nessuno, il nulla, l’inconsistenza, la statica perfetta; in geometria il punto, di partenza o d’arrivo, che non ha dimensione. Nel calcolo delle distanze, lo rappresentiamo come linea spartiacque fra l’immobilità assoluta e il movimento: solo spostandoci da quella linea s’abbandona lo zero per passare a valori reali, positivi o negativi, percepibili ad occhio nudo come il millimetro, centimetro ed oltre. Nel calcolo del tempo, lo rappresentiamo come linea spartiacque fra l’immobilità assoluta e il movimento: finché non si pigia il pulsante d’un cronometro, ipotetico o reale che sia, tutto è fermo, continua a persistere quello zero senza alcun valore; appena premuto quel pulsante il nulla, il vuoto, l’immobilità scompaiono per dare inizio a valori reali come il picosecondo e il nanosecondo (misurabili solo con apparecchi atomici, quindi, del tutto inutili per il comune mortale che non riesce ad averne la percezione mentale), il millesimo e centesimo di secondo (misurabili con semplici apparecchi manuali, perciò utili tutt’al più per manifestazioni sportive). (continua)

vito petino, Bari Commentatore certificato 07.07.13 22:02| 
 |
Rispondi al commento

ecco fatto che mi si è accesa la lampadina, ho trovato il titolo per il mio nuovo blog:

"Il Mentrelavoro", parafrasando sigh, il dopolavoro delle ferrovie, che ideona

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 21:59| 
 |
Rispondi al commento

domenica 7 luglio 2013
FINE MILLENNIO O FINE D’UN MITO (II parte)
Avviandosi sul cammino della civiltà, ad un certo punto l’uomo ha sentito la necessità di dare un ordine al trascorrere del tempo. E man mano, in tutto l’occidente e in gran parte del mondo restante, è andato affermandosi il sistema convenzionale data/orario gregoriano, perfezionato dagli ultimi risultati tecnologici, che tutti ormai riconosciamo come il sistema più valido ad ammortizzare in maniera quanto più precisa possibile la sincronizzazione fra equinozi. Ma tralasciando tutta la teoria tecnico-scientifica sull’argomento “tempo”, e considerando l’uso pratico che anche il semplice villano deve farne giornalmente, cercherò di spiegare le incongruenze riscontrate nella citata opera del caro professor Zichichi.
Inizio con l’esporre il duplice significato che per ogni uomo hanno quelle cifre che quotidianamente si scrivono o si leggono per indicare una data: oggi 7 luglio 2013 vuol dire che dell’anno 2013 dell’era cristiana ne stiamo trascorrendo il settimo giorno del settimo mese; cioè, perché sia trascorso completamente il 2013, dobbiamo attendere la mezzanotte fra il 31 dicembre e l’1 gennaio prossimi; ovvero, dalla nascita di Cristo sono trascorsi esattamente 2012 anni, 6 mesi e 7 giorni, tralasciando le ore. In termini più esatti e riconosciuti anche dalla Chiesa e dai Custodi del Tempo di Londra, il 3° Millennio è cominciato allo scoccare della mezzanotte fra il 31 dicembre 2000 e l’1 gennaio 2001. (continua)

vito petino, Bari Commentatore certificato 07.07.13 21:59| 
 |
Rispondi al commento

tutti al mare, vedo, l'unico che lavora anche di domenica sono solo io qua :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 21:57| 
 |
Rispondi al commento

« La maggioranza che si rassegna è colpevole. La minoranza ha il diritto di richiamarla. »
(Giovanni Passannante)

forza movimento 5 stelle, non perdiamoci in gossip e lottiamo contro chi per fare l'expo non usa i soldi degli f35 ma aumenta le tasse...

Maurizio Nardozza 07.07.13 21:56| 
 |
Rispondi al commento

domenica 7 luglio 2013
FINE MILLENNIO O FINE D’UN MITO (I parte)
Fra i miti ve ne sono tanti che cadono come le stelle spente. Pochi quelli che brillano in eterno. Ma uno di cui mai mi sarei aspettato la parabola discendente è il, per me ancora caro, professor Antonino Zichichi. Alcuni giorni fa m’è capitato fra le mani un suo libro, “L’IRRESISTIBILE FASCINO DEL TEMPO” (edizione Mondolibri spa Milano stampato nel febbraio 2001), di cui un amico ho pensato me ne facesse dono; solo dopo averlo letto ho invece capito che se n’era liberato. Un libro di 266 pagine, in cui per ben 217 pagine l’autore (all’epoca “settantino”, detto alla siciliana) s’incaponisce, con la forza più che con la ragione, a voler dimostrare che il terzo millennio è iniziato il primo gennaio 2000; salvo poi a contraddirsi palesemente nello specchietto di pagina 216 da lui compilato, in cui non s’accorge che, trasformando in termini “matematici” la data di lunedì 1.1.2001 con il numero 2001,0027379, sbaglia perché, sempre con la sua stessa formula matematica (0,0027379=1/365 pari a un giorno come da lui calcolato), con quel numero sta indicando che in realtà dell’era cristiana sono trascorse 2001 parti intere (anni) e una frazione dell’anno successivo, in pratica sta indicando la data dell’1.1.2002; mentre avrebbe dovuto scrivere il numero riportato più in basso 2000,0027379, cioè 2000 anni interi (al 31.12.2000) che chiudono i primi due millenni e una frazione del nuovo anno (primo giorno del 2001) che apre il terzo millennio, in sintesi la data di lunedì 1.1.2001: che per una perfetta combinazione immanente si presenta come primo giorno del 3° millennio, primo giorno del 21° secolo, primo giorno dell’anno, primo giorno del mese, primo giorno della settimana. (continua)

vito petino, Bari Commentatore certificato 07.07.13 21:56| 
 |
Rispondi al commento

non sappiamo ancora cosa mangia Renzi, l'altra faccia del riciclaggio della politica italiana

che si sa, che chi rottama, poi recupera,
un pezzo qua uno là, a te un carburatore (che non li fanno più) a me la dinamo, a te lo spinterogeno

si recupera tutto qua


il trucco delle caste parassite fino ad ora e' stato di metere categorie sociali,una contro l'altra presempio operai contro imprenditori ma siamo tutti cittadini che si guadagnano da vivere col proprio sudore per mantenere tutti questi privilegiati uniamoci tutti insieme e un giorno la settimana ci fermiamo tutti dal lavoro ma tutti e in tutta italia e' lunica soluzione.

roberto fiaschi, tavarnelle val di pesa Commentatore certificato 07.07.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento

allora mio Bepon con la tuta da subacquo come se la passa lì in sardegna ?

bene eh ! eh lo so :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 21:49| 
 |
Rispondi al commento

lotta di pasta...asiutta, altro che balle :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 07.07.13 21:48| 
 |
Rispondi al commento

è sempre vero quel proverbio che dice"chi sa fare fa, chi non sa fare insegna ,chi non sa insegnare amministra"
tutti amministratori in Italia!
parassiti che l'informazione mainstream ha trasformato negli anni in eroi nazionali, le pulci le fanno solo al M5S,tanto che da qualche giorno sono scandalizzati perchè Beppe Grillo, dopo essersi fatto un mazzo cosi in campagna elettorale per mesi,si è concesso una vacanza!
questo è un paese R I D I C O L O

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato 07.07.13 21:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma sto civati che si candida per il pd alla segreteria e una roba seria o la solita presa per il culo ?
sono andato sul suo blog,
titolo:

"le cose cambiano cambiandole"

epperò, promette bene il ragazzo... poi leggo la pubblicità di un suo libro

LIBROOOOO ??? già, libro..ahahahha

"Cinque stelle, La rivendizazione della politica, mille domande e qualche risposta"

sempre troppo poche però eh !

si sarà mica innamorato di noi, che questi rottamatori del pd sono dei sentimentali in fondo... :)

'sera


Bersani, con le "lenzuolate", aveva tentato di combattere delle caste (avvocati, farmacisti, tassisti), ma all'epoca non fregò niente a nessuno... dove eravate allora?

Cristina BBBB. 07.07.13 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Amen

Christian Nuvoli 07.07.13 21:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.