Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

6 agosto 1945: la bomba atomica a Hiroshima

  • 63


hiroshima_6_agosto.jpg
“La nostra tragedia va ricordata oltre che per le sue vittime, per il dramma incommensurabile dei sopravvissuti, costretti per due generazioni a sopportare indicibili sofferenze, mutilazioni, menomazioni, discriminazioni. Oggi agli oltre 200mila sopravvissuti della bomba si stanno aggiungendo, e temo aumentino sempre di più, le vittime del disastro nucleare di Fukushima. Ecco perché il mio appello non può non essere che forte e chiaro. Fuori dal nucleare. Adesso. Subito. E per sempre”. Kazumi Matsui, sindaco di Hiroshima, durante il discorso di commemorazione delle vittime dell'olocausto nucleare di Hiroshima del 6 agosto 1945

6 Ago 2013, 15:55 | Scrivi | Commenti (63) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 63


Tags: bomba atomica, Fukushima, Giappone, Hiroshima, Kazumi Matsui, nucleare

Commenti

 

Tutti usano il nucleare, tranne noi.
Tutti hanno un economia in crescita, tranne noi.
Tutti hanno un esercito bene armato, tranne noi.
Grillo e Casaleggio li abbiamo solo noi . vuoi dire che gli altri non hanno capito una mazza e noi siamo i più furbi? Cazzo ma allora apriamo una università dove Casaleggio spiega ai grandi della terra cosa devono fare. Qui c'è un comico di Genova che ha da ridire sulle scelte storiche degli usa... inchiniamoci al sapere a 5 stelle!

l.reale 07.08.13 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande!!!

Ivan b., monfalcone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.13 22:44| 
 |
Rispondi al commento

Test2001

Pietro 07.08.13 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Giusto.
Anche fuori dal carbone. Oh cavoli, la Cina funziona a carbone.. Anche un pò gli USA.
Anche fuori dal petrolio. Oh cavoli, le ambulanze non vanno..
Anche fuori dall' idroelettrico, perche' tanti morti, più dell' atomo ( vedi Vajont... )
Anche fuori...

Paolo Zanchetta, crocetta del montello, TV Commentatore certificato 07.08.13 16:28| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
ASSOLUTAMNTE D'ACCORDO CON IL SINDACO DI HIROSHIMA,FUORIE SUBITO DAL NUCLEARE
ALVISE

alvise fossa 07.08.13 15:20| 
 |
Rispondi al commento

We urge the national government to rapidly develop and implement a responsible energy policy that places top priority on safety and the livelihoods of the people.

Questo e' quello che ha detto..il resto dove ve lo siete sognato?

Enrico Bosco, Genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 07.08.13 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io invece penso che quell'uso ne abbia evitato conseguenze ben peggiori...proprio sulla base di questa esperienza ne ha dissuaso l'uso per scopi "Bellici"..purtroppo a livello Civile l'esempio è servito a ben poco...vedi Cernobyl,Fukushima..e altri casi..oltre all'inquinamento prodotto dal ciclo di utilizzo..
Oggi ci chiediamo se sia stato giusto l'utilizzo di queste Bombe..forse sì..ma l'alternativa per un invasione del Giappone non sarebbe comunque avvenuta senza pagare un alto prezzo di vite umane..da ambo gli schieramenti..vorrei ricordare che oltre le 2 bombe atomiche ci fu un 3° bombardamento a tappetto..fatto con un migliaio di b26 e b29..sullo stile DRESDA...immaginatevi se avessero continuato così...poi se l'opzione fosse stata l'invasione..bonanotte..in questo caso avrebbero partecipato anche i SOVIETICI...avremmo sicuramente contato milioni di vittime..
LA presa di SAIPAM a visto centinaia di civili "suicidarsi" per non cadere nelle mani degli americani..
Le responsabilità sono tutte della "CASTA" Militare Giapponese..altre non ce ne sono..

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 07.08.13 08:53| 
 |
Rispondi al commento

La bomba atomica è un'arma idiota.Serve solamente alle industrie che la producono ed ai militari che ne vantano il possesso. E' talmente pericolosa per chi la usa che nessuno mai e poi mai la userà più. Pericolosa politicamente per il governo che la lancia,perché verrebbe immediatamente scalzato dal suo stesso popolo impaurito,pericolosa militarmente perché scatena una reazione uguale e contraria che ti volatilizza in un'ora scarsa.
Ma non è solo cretina,è anche perfettamente inutile,visto che il territorio contaminato diventa inconquistabile ed inabitabile.
Ma la prova definitiva è data dal fatto che le massime potenze nucleari hanno perso tutte le guerre degli ultimi 60 anni senza mai aver osato lanciare una sola bomba H. Ad esempio :
-Vietnam, persa dagli USA;
-Afghanistan ,persa dall'URSS;
-Afghanistan II, persa da USA+stati occidentali;
-Irak, persa dagli USA;
Il vero pericolo sono dunque le armi convenzionali,quelle individuali esportate ovunque da stati e privati,mine ed esplosivi,F35,Eurofighter etc..,i droni,armi spaziali. Sono queste le armi che hanno ucciso milioni di esseri umani dal 1945 in poi e di cui i governi non parlano quasi mai. Molte di queste sono prodotte ed esportate dall'Italia : http://www.famigliacristiana.it/articolo/a-chi-vendiamo-le-nostre-armi.aspx

Paolo C., Roma Commentatore certificato 07.08.13 03:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

3 giorni dopo toccava a nagasaki la stessa sorte.
2 ne avevano costruite,2 ne hanno sganciate.
usa,i portatori di"democrazia ".

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 06.08.13 23:31| 
 |
Rispondi al commento

6 agosto '45, per ricordare come si fa... gli Usa insegnano.

Noi siamo uno dei pochi paesi fra i big a non avere armi di distruzione di massa (esattamente come il Giappone del '45 che infatti l'ha preso nel ####).

Non solo siamo così coglioni da aver aderito al patto di non proliferazione nucleare ma abbiamo firmato anche quello per le armi chimiche per essere sicuri che il nostro futuro rimanga per sempre quello di poveri schiavi delle potenze straniere.

Bisogna essere mentecatti per spendere miliardi in aerei e navi ultramoderne se poi servono a lanciare petali di rosa!! e un'atomica NON costa miliardi! e nemmeno le armi chimiche costano miliardi!
Chi non ha armi di distruzione di massa subisce l'egemonia economica e militare di chi è armato e di conseguenza non ha autorità nemmeno a casa propria.
Disarmati si diventa poveri.
Disarmati si muore.

p.s. con questo non intendo dire che dobbiamo metterci a costruire inutili centrali nucleari che saranno operative solo quando l'uranio terrestre sarà esaurito...

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 06.08.13 23:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gli americani insegnano che si può sterminare, a condizione però che ci sia una ragione e loro la trovano sempre una ragione, ma solo loro hanno questa facoltà

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 06.08.13 21:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se l'avesse avuta prima hitler o anche hitler ...

l'umanità sarebbe già estinta da un pezzo o al massimo ci sarebbero dei rimasugli di umanoidi vaganti per le terre ancora non del tutto radioattive !

ps: truman non era che una specie di "hitler" all'americana ! eh!

Lenin Nicolaj (che fare), Roma Commentatore certificato 06.08.13 20:41| 
 |
Rispondi al commento

Vedo passare automobili grandi come corriere, di oltre 100 cavalli.
Il promisquo pilota/passeggera di anoressica stazza, e di fiammante nervotismo, e sfida gli inferiori sfigati.
Diversamente cavalieri!
L'energia è come l'acqua, prima di tutto non va sprecata.

Franco Losini 06.08.13 20:39| 
 |
Rispondi al commento

L'oscenità di questo tempo è la dose illimitata di ipocrisia e menzogna. Il nanismo di questa umanità contemporanea, si misura nelle "giornate della memoria". Ma quando si tratta di ricordare la verità degli abomini compiuti dalle potenze sataniche del mondo, cone quelle che decisero di sganciare sui civili di Hiroshima e Nagasaki le bombe atomiche, si tace.
Nessun giorno della memoria può assolvere l'umanità che si fa bestia pensando di essere più di Dio.

luxveniente 06.08.13 20:30| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

BRAVO! FUORI DAL NUCLEARE. ADESSO. SUBITO.
SENZA SE E SENZA MA. L'ITALIA E' A RISCHIO TERREMOTO DALLE ALPI ALLA SICILIA.
E SE QUALCUNO USA LA BOMBA ATOMICA . SUBITO
LA MEDAGLIA D'ORO A CHI LO UCCIDE.

orfeonitrebla 06.08.13 20:18| 
 |
Rispondi al commento

Sono due cose diverse l'uso della Bomba per ragioni "storico-politiche" e l'uso dell'energia nucleare per scopi civili. Il primo è un fatto discutibile e per molti rispetti abominevole, il secondo rientra nella continua ricerca che l'umanità fa per sfuggire alla fame di energia. So che sono un ottimista/ingenuo ma penso proprio che le alternative energetiche siano solo palliativi, se le nuove tecnologie per la produzione di energia miglioreranno, rivedrò volentieri la mia posizione.

Lamberto Cateni 06.08.13 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ufficializziamo, anche nelle TV di stato il giorno della memoria per Nagasaky e Hiroshima.

lucifero 06.08.13 19:04| 
 |
Rispondi al commento

cerrrrrrrrto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

elisa terribile, savona Commentatore certificato 06.08.13 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei aggiungere che il sindaco si è anche rammaricato per la vendita di ordigni nucleari all'India e auspica un esercito di sola difesa che non faccia interventi all'estero. La parte di discorso in questione, in lingua inglese, è la seguente:

Hiroshima's mayor is critical

In the traditional peace declaration speech delivered every year by the mayor of Hiroshima, however, Mayor Kazumi Matsui rebuked the Abe administration over its intention to sell Japanese nuclear power technology to India, one of four countries that have not signed the Treaty on the Non-Proliferation of Nuclear Weapons.

“The government’s ongoing negotiations may bring economic benefits to Japan and India, but they will hamper efforts to eliminate nuclear weapons,” said Mr. Matsui.

The mayor went on to criticize the Abe administration’s plans to examine the restarting of Japan’s nuclear reactors, almost all of which have been taken offline since the triple meltdowns at the Fukushima Daiichi Nuclear Power Plant in March 2011. Approximately 100,000 people remain displaced by the disaster, and the plant’s operator, Tokyo Electric Power Co., or TEPCO, recently admitted that huge quantities of radioactive materials have been leaking continuously into the ocean since accident occurred.

“The people of Hiroshima know well the ordeal of recovery,” Matsui said. “We urge the national government to rapidly develop and implement a responsible energy policy that places top priority on safety and the livelihoods of the people.”

Bob Caprai, Galliate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 06.08.13 18:26| 
 |
Rispondi al commento

Mia moglie e' giapponese,ho mio figlio nato sordo-cieco,oggi ha 7 anni,il fratello di mia moglie il giorno prima del disastro di fukushima lavorava e s'e' salvato,il nucleare abolire subito

mario c., ladispoli Commentatore certificato 06.08.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento

IL DENTE CHE TRATTIENE LA LAMA. - In questo scivolamento collettivo verso una condizione di sicurezza nel terrore, chi farà scattare il dispositivo d'arresto? Chi farà giustizia di ciò che gli uomini si stanno abituando a prendere per il loro diritto al terrore e quasi per il normale sbocco delle loro antiche aspirazioni alla libertà?

Non certo un partito, ne alcuna delle organizzazioni totalitarie preposte a far la guardia all'uomo. Non un partito, rna forse dei partigiani di un genere nuovo che abbandonassero i modi classici dell'agitazione per dei gesti di partecipazione altamente esemplari. Molti avevano sperato che il- movimento della resistenza nell'Europa occupata avrebbe finalmente prodotto un'apertura nell'impasse politica e sociale della nostra epoca. I grandi partiti di massa sono stati i primi a fiutare questo pericolo. E che, ci si apprestava dunque a fare a meno dei loro servizi? La volontà popolare si vanagloriava adesso di fare senza intermediari? L'allarme fu di corta durata. Allo stesso modo come le forze militari della Resistenza furono rapidamente integrate nei quadri permanenti dell'esercito - così le sue forze politiche non tardarono, nel mescolarsi della lusinga e dell'intrigo, a tornare nella trappola per topi dei grandi partiti.
L'episodio -stavo per dire l'incidente- è chiuso. Ma qualcosa d'altro diviene possibile, diviene perfino la sola cosa possibile. L'epoca della guerriglia politica comincia ed è ad essa che devono andare le nostre riserve di fiducia ed entusiasmo.

Senza dubbio non è facile annunciare l'andamento che prenderà questa guerriglia e le imprese che non mancheranno di distinguerla. E tuttavia si potrebbe tenere presente l'atteggiamento valorosamente indipendente di un Camus - e, su un altro piano, di un Breton, di un Calas, di un Rougemont - come una indicazione per l'avvenire.
qui il post completo:
http://barraventopensiero.blogspot.it/2010/11/georges-henein-prestigio-del-terrore.html

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 06.08.13 16:45| 
 |
Rispondi al commento

La bomba oscillò, sempre scendendo verso terra, appesa al
paracadute.

Le lancette dell'orologio segnarono le otto, quattordici minuti e
cinquanta secondi.

La bomba si trovava a 600 metri dal suolo.

Alle otto e quindici minuti era scesa di altri cento metri, quando
altri apparecchi ìnventati da­gli scienziati fecero scattare
l'accensione all'interno della bomba: dei neutroni provocarono la
disinte­grazione di alcuni atomi di un metallo pesante, l'uranio
235. E questa disintegrazione si ripeté in una reazione a catena di
sbalorditiva velocità.

In un milionesimo di secondo, un nuovo sole si accese nel cielo, in
un bagliore bìanco, abba­gliante.

Fu cento volte più incandescente del sole nel firmamento.

E questa palla di fuoco ìrradiò milioni di gradi di calore contro la
città di Hiroscima.

In questo secondo, 86.000 persone arsero vive.

In questo secondo, 72.000 persone subirono gravi ferite.

In questo secondo, 6820 case furono sbricio­late e scagliate in aria
dal risucchio di un vuoto d'aria, per chilometri d'altezza nel
cielo, sotto for­ma di una colossale nube di polvere.

In questo secondo, crollarono 3750 edifici, le cui macerie
s'incendiarono.

In questo solo secondo, raggi mortali di neu­troni e raggi gamma,
bombardarono il luogo del­l'esplosione per un raggio di un
chilometro e mezzo.

In questo secondo, l'uomo, che Dio aveva creato a propria immagine e
somiglianza, aveva compiuto, con l'aiuto dell' scienza, il primo
tentativo per an­nientare se stesso.

Il tentativo era riuscito.

KARL BRUCKNER

Simona Silvestri 06.08.13 16:43| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Auguri

salvatore castellano Commentatore certificato 06.08.13 16:40| 
 |
Rispondi al commento

Spero che ci serva da monito, per ricordarci di quanto male siano capaci a volte gli esseri umani, per ricordarci di tutte le atrocità che si consumano nel mondo e a cui siamo diventati tanto indifferenti.
Nella speranza che, alcune di queste, non si verifichino mai più.
Grazie.

E UN NUOVO SOLE SI ACCESE NEL CIELO

Il colonnello Tibbets, comandante del B-29 « Enola Gay », guidò
l'apparecchio a 8000 metri d'altezza, verso il centro della città di
Hiroscima. Nello spazio riservato al carico, l'armiere, mag­giore
Farabee, mise ìn funzione il meccanismo di sganciamento della bomba.

Poi mirò il bersaglio.

La bomba cadde.

Con un miagolio infernale il mostro precipí­tò giù.

Gli uomini dell'equipaggio dell' « Enola Gay » inforcarono subito,
secondo gli ordini ricevuti, neri occhiali protettivi davanti al
vetri della maschera per l'ossigeno. Nessuno di loro sapeva a quale
scopo dovevano servire questi occhiali. Nessuno di loro sapeva che
cosa sarebbe accaduto il minuto successivo. Essi eseguivano soltanto
un ordine preciso.

Ed aspettarono, con le membra così irrigidite da parere insensibili.
Tendevano l'orecchio, e cre­devano di sentire l'urlo della bomba che
precipi­tava. Ma era soltanto il pulsare del loro stesso sangue. E
tutti guardavano fissi nel vuoto, senza
vedere, con i volti impietriti dal presentimento di una catastrofe
mai vista ancora sulla faccia della terra.

Per quanto forte battesse il polso del colon­nello Tibbets, il suo
orologio seguitava indistur­bato a scandire il tempo con le sue
rotelline; un secondo dietro l'altro si trasformavano in passato. Le
lancette segnavano le otto, quattordici minuti e trentacinque
secondi.

Alla bomba era attaccato un paracadute che, per mezzo di un
apparecchio appositamente stu­dìato, si aprì com'era previsto.

La bomba oscillò, sempre scendendo verso terra, appesa al
par

Simona Silvestri 06.08.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo con il sig. Kazumi. Al di là dello sterminio perpetrato dagli stati Uniti, che a parer mio è da considerare un crimine contro l'umanità, il rischio di una tragedia nucleare non può valere i benefici del nucleare stesso. E i danni di Fukushima, che ancora non conosciamo nella loro totalità, perché sicuramente ci stanno nascondendo buona parte della tragedia che si è generata, stanno a dimostrarlo.
Il nucleare è ancora troppo pericoloso, meglio evitarlo.
Le mie condoglianze per tutti i Giapponesi vittime delle bombe di Hiroshima a Nagasaki

Alessandro La Tessa 06.08.13 16:36| 
 |
Rispondi al commento

se fossimo tutti ingegneri nucleari potremmo trarre delle conclusioni condividendo le nostre idee..ma qui si traggono solo conclusioni sul nostro istinto condividendo solo nostre emozioni..tra l'altero davanti ad un monitor artificiale che lavora con corrente elettrica artificiale..mah..

matte sisbatte Commentatore certificato 06.08.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei saper la politica sull'immigrazione (extracominitari, zingari etcetc) del m5s!! prima di votare vorrei sapere bene come intende affrontare questo punto focale della nostra società!!

maxeem 06.08.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ci voleva il sindaco?

francesco bonetti 06.08.13 16:32| 
 |
Rispondi al commento

NO AL NUCLEARE

yakumo :) () Commentatore certificato 06.08.13 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo...ma dire "Fuori dal nucleare" è una stupidità colossale...l'energia nucleare sarà indispensabile...sono contro le centrali a FISSIONE (cioè quelle odierne) ma informatevi sullo stato della ricerca delle centrali a FUSIONE nucleare (si riproducono in soldoni le reazioni che avvengono sul Sole)...zero scorie, energia pulita...informatevi perché quello è il futuro...

Danilo Messinese 06.08.13 16:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dopo tanto orrore per le bombe atomiche è stato da pazzi investire sul nucleare... speriamo riescano a rimediare, loro non sono italiani, le cose le fanno... nel bene come nel male.... speriamo ora per il bene.

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 06.08.13 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo una nazione che non ha centrali nucleari.francia e germania ne hanno 100.
L'italia vista dal satellite sembra un parco giochi illuminato.si vede chiaramente che le altre nazioni sono meno illuminate.quando cominciamo a risparmiare?il fotovoltaico e le pale eoliche devono essere privilegio assoluto degli agricoltori, e non dei speculatori che rubano i nostri terreni

eugenio percossi, san benedetto dei marsi Commentatore certificato 06.08.13 16:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io però vorrei far notare come dal 1950 fino al 1993 i russi abbiano eseguito più di 250 test nucleari nei poligoni militari così come gli americani 260 test,poi la francia poi l'india.....siamo tutti radioattivi

alessio s., roma Commentatore certificato 06.08.13 16:17| 
 |
Rispondi al commento

BEPPE MA DOVE SONO FINITI I TUOI,VOSTRI 20 PUNTI PROGRAMMATICI?presentati a bersani alle consultazioni x formazione governo? REDDITO DI CITTADINANZA,CHIUSURA EQUITALIA ecc ecc?GRAZIE

MAURO STILO 06.08.13 16:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

tutte le scoperte della scienza sono meravigliose, però ci vuole un altissimo senso dell'etica per applicarle oppure no.

ENERGIA NUCLEARE? NO, GRAZIE :-)

Silvia P. Commentatore certificato 06.08.13 16:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori