Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Fondazione Brunetta

  • 53


Brunetta_fondazione.jpg
"Caro Beppe,dopo lo scandalo dei 4 milioni di euro dati alla fondazione di Brunetta, dato che nessuno interverrà ed il costo sarà pagato dai cittadini residenti,ma in effetti lo pagheremo tutti ed in particolare i disoccupati,ritengo che al più presto dovremmo organizzarci per promuovere un referendum per la soppressione delle regioni,che sono la vera rovina del Paese e che ancora,mentre sono richiesti al popolo continuamente sacrifici, loro spendono il denaro pubblico in maniera spregiudicata. Bisogna estirpare questo cancro, dove è stata legalizzata l'illegalità in una disorganizzazione bene organizzata." vincenzo s., lamezia terme

24 Ago 2013, 10:05 | Scrivi | Commenti (53) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 53


Tags: Brunetta, Camapnia, fondazioni, Ravello, vincenzo s.

Commenti

 

Brunetta non è un campione di onestà. Durante il Governo Prodi si è fatto dare una consulenza che è durata per tutto il periodo del governo Prodi e si è fatto anche dare una stanza con segreteria presso uno degli stabili appartenenti alla Presidenza del Consiglio.
Non si è visto neanche un giorno.
si Vergogni!!
Lui è il meno idoneo a parlare.

Antonio Maria Scatassa, Montecalvo In Foglia Commentatore certificato 12.09.13 21:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo,bisogna abolire le regioni.
La loro introduzione èservita solo a raddoppiare(forse a quasi triplicare) le spese per la politica ed a aumentare gli intralci burocratici.

romano negroni 26.08.13 22:15| 
 |
Rispondi al commento

Eddai, è un povero gnomo, ora un po' meno povero e un po' più gnomo.

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato 25.08.13 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Brunetta : sei una zoccola nana!. Ma la gente del posto ancora non ti ha preso a calci nel culo?? Nano di merda

Paolo Cicala, Genova Commentatore certificato 25.08.13 00:50| 
 |
Rispondi al commento

Brunetta....mi fa schifo solo scrivere il tuo nome.....a Biancaneve serve l'ottavo nano" STRONZOLO"......corri da lei,e ricorda che le bugie hanno le gambe corte......la tua arroganza non ti eleva......

Carmine Delle cave, Bergamo Commentatore certificato 24.08.13 23:05| 
 |
Rispondi al commento

le regioni sono la rovina dell'Italia

Alessandro Ferri 24.08.13 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Piove sempre sul bagnato, e pantalone paga.

Maralberto Ronchi 24.08.13 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che queste regioni province servono solo a creare burocrazia e strati legislativi inutili.
Una possibile soluzione potrebbe essere: eliminiamo le regioni e unifichiamo a 40/45 province NON A STATUTO SPECIALE. Marari prevedendo che ogni regione venga divisa in due province e creando le città metropolitane province a se(Roma, Milano Monza , Napoli Caserta , ecc...)

Francesco Fiume 24.08.13 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a Tutti.
Condivido in pieno quanto affermato dall'amico Vincenzo in quanto da sempre sono avversario di quella legge truffaldina che ha creato in Italia una miriade di piccole repubbliche con l'unico scopo di potenziare il clientelismo politico che ha di fatto trasformato la politica in "terziario avanzato" con l'unico scopo di foraggiare economicamente ,e con fette di potere, gli amici degli amici:tutto cio' a danno del Popolo che avrebbe dovuto avere vantaggi dalla istituzione delle Regioni. L'abolizione delle regioni comporterebbe SI un grande risparmio per la Nazione ,mentre l'abolizione delle Province ritengo che creerebbe un vantaggio economico ed amministrativo modesto : abolizione delle regioni,potenziamento delle province ,accorpamento dei comuni limitrofi e di quelli con bassa densita' residenziale ...non sono sicuro ,ma ritengo che anche in questa maniera si possano rimettere le istituzioni in mano ai cittadini .

Un grande saluto .

Vittorio N.

Vittorio Nardoianni 24.08.13 18:09| 
 |
Rispondi al commento

SI bisogna eliminare le reggioni,erano nate con uno scopo ben preciso,ma si sono rivelate ,furti e sprechi e inutilita piu totale,

mario lerose, matera Commentatore certificato 24.08.13 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Che fondazione ha creato burnetta? -Quello di far arrivare gli uomini almeno 1.30 di altezza...ma se non è riuscito a far crescere se stesso figurati se puo far crescere il paese...lecchino di merda

dashnor koci 24.08.13 17:36| 
 |
Rispondi al commento

Definizione di Regione in Italia: Ente il quale, ancorche' costosamente più che reale ed indispensabile alla sopravvivenza drlla nostra casta politica, è, per quanto ad utilità ai cittadini italiani, meramente parassitario e virtuale.

ettore v., Maschito Commentatore certificato 24.08.13 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno dice una cosa a cui ho sempre pensato. Purtroppo l'ente Regione, almeno per l'esperienza che ne abbiamo noi al sud, è solo un baraccone clientelare mangiasoldi

Ennio Scalercio 24.08.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

che ce faranno sti nani co tutti sti sordi......bohh!

rob lim, roma Commentatore certificato 24.08.13 14:38| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra di capire (guarda un po' come parto da lontano) che la tua cura per estirpare il cancro sia mutilare il corpo. Solo che questo corpo è devastato da molteplici cancri. Ce li ha ovunque insomma e quindi non solo nelle Regioni,credo che tu non possa che convenirne. I Comuni (come ben si sa) sono luoghi di potere che gli fa un baffo di Roma basta che quadrino i loro (torna)conti, le Province sono una spugna di soldi per ogni assessore che peggio che in Comune si fa i cacchi sua, le Regioni sono la mano tesa...nei portafogli di: Comuni, Province e Stato. Lo Stato ruba a se stesso...
Mi sa che c'è solo una cura possibile a questo punto: se siamo diventati un mostro devastato da cancri di ogni genere e ovunque è meglio che ci facciamo fuori, come in uno dei tanti film di Alien dove l'eroina, consapevole che altrimenti sarebbe rimasta a vita nelle mani degli scienziati pazzi delle multinazionali, piuttosto si getta nella fornace.
Qualche altra idea meno efficace e sbrigativa?

rino lagomarino Commentatore certificato 24.08.13 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono in vacanza nella provincia di vibo valentia nella zona di ricadi capo Vaticano qui vige la legge delle famiglie locali che si accaparrano illegalmente territorio e spiagge mettendo addirittura cartelli con proprietà privata su luoghi pubblici e se lo fai presente alle autorità ti fanno spallucce promettendo che verificheranno!!!non vedo l ora che la gente onesta e corretta capisca che deve votare M5S se realmente vuole dare una svolta a quest ingiustizia!!!ma attraverso il canale internet non credo sia sufficiente far capire che non del movimento non siamo come i media ci dipingono!!!

Pietro muzzi 24.08.13 14:31| 
 |
Rispondi al commento

La Regione, la Provincia e il Comune non sono altro che un ramo dell'albero ossia del governo. Ognuno un piccolo governo fotocopia del governo che comanda il paese. Per poter rovesciare il regime occorre penetrare la Regione Provincia ed i comuni con rappresentanti 5S. Quando questi luoghi sono a conduzione M5S ( cioè non siamo un partito ma "cittadini" italiani o meglio democrazia diretta senza intermediari ) l'Italia sarà veramente libera e il parlamento nostro-cittadini al 101%.

Sam D., MC Commentatore certificato 24.08.13 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, forse le regioni sono la priorità maggiore rispetto alle province in termini di razionalizzazione della spesa e decentramento locale. Il M5S dovrebbe avere l'abolizioni delle regioni inserito nel programma.

Giante Lorusso Commentatore certificato 24.08.13 14:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le cose marcie del Paese continuano a venire a galla, tutti saranno seppelliti dal loro marcio e da cio' che hanno nascosto! Non li salveremo e non si salveranno.
Siamo stufi , stanchi , avviliti ,il Paese non ne puo' piu' a casa TUTTI!
W W W il ns. Movimento 5Stelle ci riprenderemo l'Italia!

a., padova Commentatore certificato 24.08.13 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna abolire le REGIONI ,perché sono il vero cancro Italiano.Lo sfascio è iniziato con la nascita delle regioni

Antonello M. Commentatore certificato 24.08.13 13:32| 
 |
Rispondi al commento

Signor Grillo, quando organizzerà le truppe per raccogliere le firme per l'abolizione delle regioni? La misura comincia ad essere colma!

Panucci Franco 24.08.13 13:27| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
ANCHE BRUNETTOLO DEVE DARSI "UNA MOSSA",A TAGLIARSI QUALCOSA
ALVISE

alvise fossa 24.08.13 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Auspicherei un SEVERISSIMO giro di vite sulle FONDAZIONI (in senso lato: bancarie, politiche, culturali...) con obbligo di ostensione dei bilanci sul web, dell'elenco dei finanziatori e della relativa entità, dei finanziamenti pubblici etc.

Fateci caso: il ricorso all'istituto della "fondazione" sta diventando sempre più pervasivo perché permette di occultare all'opinione pubblica clientele e affari ben poco commendevoli interni alla Casta politico-finanziario-imprenditoriale.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 24.08.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Concordo! Più che le Province, ritengo che siano le Regioni il vero mercato del magna magna. Infatti la soluzione che proporrei è l'abolizione delle regioni e l'accorpamento metodico delle province.

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 24.08.13 13:09| 
 |
Rispondi al commento

NESSUNO FA NIENTE PER I PADRI SEPARATI COME ME, DISTRUTTI MORALMENTE ED ECONOMICAMENTE DA CERTI GIUDICI CRIMINALI DI CUI FACCIO I NOMI.
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO NEL 2011 IL GIUDICE GRAZIA CAROLLO MI CONDANNA PER MINACCE DI MORTE SENZA PROVE...ANZI UN ISPETTORE DI POLIZIA MUNICIPALE IN QUALITA' DI TESTIMONE DICHIARA DI NON AVER SENTITO MINACCE. FACCIO RICORSO IN APPELLO E SEMPRE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL PRESIDENTE LO FORTI RAIMONDO, IL CONSIGLIERE MESSANA FILIPPO E IL CONSIGLIERE RELATORE EGIDIO LA NEVE MI RICONFERMANO LA CONDANNA. QUESTA GENTE DEVE ESSERE BUTTATA FUORI DALLA MAGISTRATURA PERCHE' HA OMESSO LA VERITA'VOLUTAMENTE E MI HA CONDANNATO PERCHE' DO FASTIDIO CON LE MIE PROTESTE NELLE QUALI ESIGO GIUSTIZIA VERA E NON QUELLA INVENTATA DA QUESTI CRIMINALI. IL POPOLO ITALIANO NON VUOLE ESSERE RAPPRESENTATO DA QUESTA ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE DEDITA ALLA PROTEZIONE DELLA MIA EX E QUELLA DEI COLLEGHI GIUDICI E P.M. CHE PER ANNI HANNO SBAGLIATO PERCHE' IN QUESTO MODO TRUFFANO LA GIUSTIZIA E ME FACENDOMI SPENDERE SOLDI INUTILMENTE....TANTO NON ESISTE RESPONSABILITA' CIVILE PER I MAGISTRATI E POSSONO FARE CIO' CHE VOGLIONO DEGLI ITALIANI MA IO NON SONO CARNE DA MACELLO, HO LA MIA DIGNITA' DI UOMO, PADRE E ITALIANO E NON POSSO E NON VOGLIO ESSERE CONDANNATO PER COSE CHE NON HO FATTO DA MAGISTRATI CRIMINALI. LE SENTENZE VANNO RISPETTATE QUANDO SONO GIUSTE E NON QUANDO SI OMETTE LA VERITA' E SI CONDANNA UNA PERSONA INNOCENTE. http://youtu.be/2zNw1500pok

nando sandovalli 24.08.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Le ruberie iniziano dai Comuni dove sindaci e giunte, messi li dai soliti partiti, una volta eletti vengono istruiti a dovere sul cosa fare e le priorita' ( che ovviamente non contemplano il bene dei cittadini), poi via a salire province, regioni fino agli apparati piu' alti dello stato.
I sindaci vanno in tv a piangere miseria poi sperperano soldi in consulenze, assessorati inutili, danno appalti non a chi costa meno ma a chi costa di piu' ( c'e' qualche parente o amico da accontentare) ecc. Elargiscono fondi, premi ed incentivi spropositati per il nulla sempre per accontentare qualcuno. Le fondazioni un modo semplice e legale per usufruire di finanziamenti non pagare tasse e chissaà che altro. La maggior parte delle banche piu' grosse fa parte di fondazioni. Brunetta non è l'unico esponente di un partito dietro ad una fondazione quanti ce sono sia a destra che a sinistra seduti vicino ai piu' grossi imprenditori italiani ecc.. Esportano capitali all'estero e chissà cos'altro insomma si costruiscono degli imperi il tutto con i soldi che gli diamo noi chiamateli scemi!! poi siamo noi gli evasori!!! e' ora che il prosciutto dagli occhi ce lo togliamo!!

Maria M., Bologna Commentatore certificato 24.08.13 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Più che le regioni,deve sparire brunetta. (Per sempre)

Giuseppe cannella 24.08.13 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma dico io perche non si abboliscono queste "fondazioni " che sono solo una macchinazione per mangiare soldi ai contribuenti e niente piu , come i rimborsi ai partiti , basta con questi cialtroni che trovano tutti i sistemi ed espedienti per mangiarsi soldi . ma cosa bisogna fare in italia per avere legalita , bisogna cominciare a sparare ! penso che una buona pulizia etnica dei partiti e politici sia la benvenuta attualmente . moras gabriele

moras gabriele 24.08.13 12:35| 
 |
Rispondi al commento

Andranno tutti a casa.....

Fabrizio rispoli 24.08.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Ridicolo Ministrucolo, è entrato in politica, perché ha saputo che a Roma, non c'è l'acqua alta come a Venezia. Cosa non fa, il politico per sopravvivere, politometro, e spesometro, poi tutti a casa o in galera, nel caso specifico a Lilliput.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato 24.08.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Un mio vecchio pallino: le regioni vanno abolite: europa, stato italiano, comune: tre gradi politico/amministrativi sono più che sufficienti

Anto - MeetUp di Genova 24.08.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Io non capisco se siamo una comunita', uno stato, una regione, una provincia oppure una citta'. Perche' devono esserci tutti questi passaggi con i rispettivi presidenti, capi ecc. Se la legge e' nazionale non ha senso tutto il resto, chi stabilisce che una regione debba avere "4 milioni" in piu' rispetto ad un'altra????

francesco colella 24.08.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento

E VERGOGNOSO IL SIGNOR BRUNETTA IERI SI DISSOCIAVA DALLA PROPOSTA DI DARE UN CONTRIBUTO DI sopravivenza OGGI LA SUA FONDAZIONE INCASSA 4 MILIONI DI EURO SOLDI CHE ALLA FINE SARANNO I CONTRIBUENTI A PAGARE,MI AUGURO CHE I MEDIA ABBIANO L'ACCORTEZZA DI EVIDENZIARE PUBBLICAMENTE LE PROSPETTIVE DI QUESTO PERSONAGGIO NON SOLO QUANDO STRILLA SU L'IMU EREGENDOSI PALADINO DI UN'ACCORDO ELETTORALE MA ANCHE QUANDO PORCATE COME QUESTE FANNO INCAZZARE ULTERIOLMENTE CHI E COSTRETTO A SOTTOSTARE AD UN IMBROGLIO CHIAMATO IN GERGO POLITICO LARGHE INTESE E ANCORA CI ROMPONO I COGLIONI CON LA RESPONSABILITA' MA QUALE' I LORO INTERESSI,QUI CHI E FUORI DALLA MISCHIA A MENO ALTERNATIVE DI UN PROFUGO.VERGOGNA

leonardo graziano (incosciente), roma Commentatore certificato 24.08.13 11:37| 
 |
Rispondi al commento

ORMAI NN MI MERAVIGLIA PIU' NIENTE.....LA COSA CHE MI SPAVENTA E CHE POTREBBERO ANCORA VINCERE ALLE ELEZIONI.....LA GENTE CHE LI VOTA SONO COME LORO E B. LI HA IPNOTIZZATI BENE.W5STELLE

amalia t., san salvo abruzzo Commentatore certificato 24.08.13 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Il problema che nessuno dice sono le assunzioni facili di personale del pubblico impiego,vedi le iene,improduttivo,che hanno troppi diritti acquisiti che non so mettono in discussions.Poi,sale do fino al parlamento,c e un enorme girl di danaro per rimborsi,stipendi e pensioni d oro che gravano sum privato,ecco che il debito pubblico non so controlla.Il nostro presidents fella repubblica e un esempio.Dai video du you tube spends a 90 euro e prendeva 900 per I biglietti aerei verso bruxel.Mai smentito.Allora,potrebbe dimettersi adesso e dire,sono c...vostri adesso,e mettere il paese ed I suoi rappresentanti alle loro responsabilita,invece continua a stare in mezzo chisaa perche....

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 24.08.13 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Io abilirei le Fondazioni.

Enrico Busetto 24.08.13 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Gianantonio Stella, vergognati!
Nella sua raffazzonata requisitoria contro il M5S, si è solamente dimenticato di far conoscere ai suoi lettori che il MoVimento è stato l'UNICO in parlamento a votare a favore della mozione Giachetti (Pd) per abolire il Porcellum e ritornare da subito al Mattarellum. Strana dimenticanza, per uno abituato a fustigare la Casta anche sugli sprechi più nascosti!! Ma così è: ''che s'adda fà'' pur di continuare a scrivere sul Corriere della Serva

Peter Benton, E.(milia) R.(omagna) 24.08.13 11:16| 
 |
Rispondi al commento

embè..io credo davvero...le regioni siano state il male assoluto del nostro sistema democratico/partitocratico...: se mai si mette mano alla loro eliminazione...mai ne usciremo..purtroppo!!

sebastiano t. Commentatore certificato 24.08.13 11:15| 
 |
Rispondi al commento

MA COME... SI FINANZIANO 4.000.000 DI € PER OTTENERE UN INCASSO DI 800.000€? OTTIMO INVESTIMENTO, COMPLIMENTI....

Angelo Bullo 24.08.13 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Prima di sopprimere le Regioni,estirpiamo Brunetta.
Le sue radici ricalcano il suo fusto(?)e basterebbe una paletta da spiaggia.
Come?
Con il voto?
Proviamoci...

vittorio di battista 24.08.13 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Questi si fanno chiamare onorevoli,professori,signori,ma mi sa che sono solo degli scrocconi e leccapiedi:a me, con una pensione da miseria,non solo non mi danno il dovuto,ma mi levano pure quel poco che ho.Si dovrebbero andare a nascondere,invece parlano e si presentano dovunque.

emanuele saja 24.08.13 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno, nel suo commento fa riferimento alla soppressione delle regioni. Il M5S già propone l'abolizione delle province e certamente non è possibile eliminare un ulteriore livello di governo perchè non funziona: occorre farlo funzionare. Tuttavia riapre una questione che non condivido al 100% col M5S: io vivo in una grande regione, la lombardia, e se sopprimere le province in umbria ha un senso, qui si rischia di creare una seconda Roma, nel senso di un livello di governo molto lontano e poco controllabile dai cittadini. Penso ai valtellinesi o ai mantovani che da Milano distano più di 200 km. A tal proposito vorrei proporre di considerare la proposta di riorganizzazione delle province fatta dalla SOCIETA' GEOGRAFICA ITALIANA, che prevede la soppressione delle regioni e l'accorpamento delle province in 35 entità territoriali omogenee. Lascio il link di seguito.
http://www.societageografica.it/index.php?option=com_content&view=article&id=780:la-riorganizzazione-territoriale-dello-stato&catid=62:comunicati-stampa&Itemid=89

Riccardo Radice 24.08.13 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe una pazzia abolire regioni e comuni e tenere solo le provincie ?
Il giusto taglio di dimensione territoriale che deve avere una amministrazione pubblica, secondo me, è quella delle provincie.

ps. Forza Brunetta, fai cadere il governo e poi... A casa!

PAOLO COGORNO, Cogorno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.08.13 10:53| 
 |
Rispondi al commento

lo so che e' un blablabla e questo post non serve a niente ma dovrebbero chiudere provincie , regioni e camere di commercio e licenziare tutti i dipendenti . sono stati assunti per clientelismo e non valgono niente , non hanno voglia di lavorare e mettono i bastoni tra le ruote di chi produce con la loro burocrazia. avevo letto come era partita la apple , in un garage di Wozniak , poi trasferito in una stanza di una zia e poi via via fino a diventare la apple di adesso. se fossero stai in italia jobs e wozniak appena aperto l'attivita' nel garage arrivava subito la asl e li faceva una bella multa perche' non in regola con le uscite di sicurezza , i bagni , le finestre. poi arrivava il comune e li faceva chiudere per cambio di destinazione d'uso e mancanza dell'altezza minima , poi la provincia perche' il riscaldamento non era revisionato e non aveva pagato la tassa sui passi carrai , poi equitalia perche' doveva andare dal notaio , costituire la societa' , iscriversi alla camera di commercio , pagare la tassa . Poi dovevano aprire la posizione inps e inail e pagare il fisso annuale , poi aprire la partita iva e pagare la tasse in anticipo oltre al commercialista. Se loro resistevano , al primo PC veniva sequestrato perche' mancava il marchio CE , la dichiarazione di conformita' e non avevano la licenza di telecamunicazioni di classe 1 (vedere la follia di questa licenza) , in piu' se abitavano nel sud arrivava la mafia , la camorra e chiedere il pizzo. probabilmente mi sono dimenticato qualcosa ma come minimo e' questo che chi vuole fare impresa in italia deve patire.

angelo 24.08.13 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Raga qua ragioniamo sempre di miliardi...gli diamo una mano a questi?
Se non fate offerte almeno divulgate!! :) un sorriso non si nega a nessuno

http://www.ebay.it/itm/181201882447

Andrea 24.08.13 10:35| 
 |
Rispondi al commento

non è questione di regione provincia o comune o circoscrizione ecc ,ma il vero cancro è il suo utilizzo cosa c'entrano le fondazioni le associazioni mascherate da benefiche ,bisognerebbe cambiare le persone in primo luogo ,uno sano di mente non darebbe mai i soldi alla fondazione brunetta,tra poco ci riprendiamo il paese

andrea s., trieste Commentatore certificato 24.08.13 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Salve non ce la faccio più a vivere in questo paese. Sono un imprenditore e per 4500 euro mangiati da professionisti incapaci sono costretto a chiudere la mia attività. Banche che aiutarti neanche se ne parla. Meglio chiudere e diventare extracomunitari così lo stato corre ad aiutarti.

Nicola 24.08.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Mica possiamo far mancare 4 milioncini a Brunetta poi ci si accusa di discrimazione nei riguardi dei diversamente alti, serviranno per comprare seggioloni e cuscini.
La regione Campania se lo puo' permettere, Pulcinella-Caldoro paga.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato 24.08.13 10:19| 
 |
Rispondi al commento

verissimo! Dovrebbero abolire le regioni e non le province! Sono le regioni il vero centro della ruberia e dello spreco, non le province. Il 90% dell'attivita' economica delle regioni riguarda la sanità, che notoriamente è un pozzo nero di scandali e di clientelismo politico. Quindi figurati se l'oligarchia si priva così facilmente di questa gallina dalle uova d'oro! Bisognerebbe scacciarli da lì con la forza, se necessario! E' per questo che focalizzano l'attenzione pubblica sulle innocue province, non per altro.

alessandromag 24.08.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori