Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Se evadi un gelato

  • 226


gelato_evasione.jpg
Ecco quanto è successo a una gelateria di Olbia, costretta a chiudere per tre giorni alla fine del mese di agosto per aver collezionato 4 verbali per scontrini non emessi in cinque anni. L'ultimo le è stato fatale, quanto basta per far scattare lo stop deciso dall'ex ministro dell'Economia Giulio Tremonti: secondo la norma sono sufficienti 4 scontrini non emessi in cinque anni per ordinare il "fermo".
E poco importa, come in questo caso, che l'importo delle violazioni sia particolarmente esiguo: due scontrini da 1 euro, uno da 6,50 e uno da 1 euro e 50. 10 euro in totale. Tra Iva (al 10%) non versata e spese accessorie la sanzione arriva a 1 euro e 50. La legge non fa distinguo in questo senso e la ripetuta violazione, se accertata, può far scattare la stop temporaneo dell'attività.
Una beffa ulteriore se si pensa che - secondo quanto raccontato dalla proprietaria Mirella Manzotti - il giro d'affari previsto per i quattro giorni lavorativi per i quali è stata ordinata la sospensione, l'ultimo weekend di agosto, periodo ad altissimo afflusso turistico, sarebbe di circa 5-6000 euro, pari a circa 500 euro di possibili introiti per il fisco.
"Già è stata una pessima stagione - ha spiegato la proprietaria a Olbianova.it - stiamo in piedi malgrado le perdite che si sommano ogni mese che passa. Beninteso, non voglio nessun regalo e sono pronta a pagare il mio debito ma spostatemi anche solo di 15 giorni la chiusura forzata. Chiudendo tutto questo fine settimana perderemo l'incasso che avrebbe bilanciato le perdite subite!".
Segnalato da TzeTze

26 Ago 2013, 17:25 | Scrivi | Commenti (226) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 226


Tags: evasione, gelateria, scontrini

Commenti

 

Raga guardate che grande idea hanno avuto questi!!
http://www.ebay.it/itm/181201882447
Si puó anche donare 50cent come ho fatto io, immaginatevi se tutti noi diamo 1 euro che bell'aiuto, per me lo meritano!!qua ragioniamo sempre di miliardi..gli diamo una mano a questi?
:) un sorriso non si nega a nessuno

Andrea 30.08.13 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Due domande. Uno: qualcuno può pensare davvero che la gelateria abbia omesso solamente quattro scontrini in cinque anni e che, non sfortuna ma sfiga cosmica, ogni volta la Finanza sia intervenuta per controlli proprio in quei quattro casi? Ma per piacere! Quanti scontrini ha in realtà omesso nel corso dei cinque anni e per quale importo totale senza essere "pizzicata"? Due: la legge prevede la chiusura dell'esercizio come sanzione accessoria alle multe per reiterate omissioni di scontrini. La richiesta di scegliere il momento mi sembra abbastanza puerile, oltre che assurda: quando dovrebbe chiudere, ad esempio in dicembre/gennaio, per non causare danni? Ma allora che sanzione sarebbe? Considerazione finale: la gelateria ha mai pensato di emettere tutti gli scontrini? o anche lei ha agito per "evasione per necessità" come ultimamente si sente dire dalle anime belle? Le altre considerazioni sullo strabismo dello Stato ecc. ecc. non sono pertinenti. Siamo tutti d'accordo, ma il fatto che ci sia chi ruba centinaia di milioni non può autorizzare altri a rubare "un poco".

valerio g. Commentatore certificato 28.08.13 18:10| 
 |
Rispondi al commento

In Italia come sempre quando si applicano le leggi si applicano solo per i poveri disgraziati; se per sanzione il lavoratore gelataio deve chiudere alcuni giorni a causa di quei microcentesimi sottratti al fisco, almeno lo Stato si faccia i conti e faccia chiudere più avanti e non in piena stagione...che così ci perde meno soldi per lui ... lo Stato così equo ...
tra in pò avrà sul groppone flotte di commercianti che chiudono i battenti a causa di tasse elevatissime e e avrà una manciata di multimiolionari sempre più ricchi, ma attenzione questi sanno come fare per non pagare le tasse...

caterina c. Commentatore certificato 28.08.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Io lo scontrino non lo voglio mai, preferisco lo sconto!
Ogni centesimo sottratto allo stato è benedetto

GioCorn 28.08.13 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Bell'articolo! che schifo! secondo me il negozio non fa mai scontrini , vergogna. !!!

Alessandro Cirulli 28.08.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Premetto che so leggere e so anche essere imparziale e obiettivo. Incomincio col dire che una sanzione è una sanzione e va applicata immediatamente, senza distinzioni di tempo, di luogo, di classe sociale ne di qualsiasi altra imparzialità che possa venire in mente a chiunque. La legge è legge e se ognuno di noi la rispettasse, sarebbe onesto verso la cumunità. Quindi mi domando io, perchè chi non rispetta la legge dovrebbe essere messo nella comdizione di scegliere quando o come essere sanzionato? Non ha senso, chi sbaglia paga e lo fà nel rispetto di quella cominità che e ligia e retta, 1 euro, mille euro, milioni di euro, la differenza non dovrebbe esistere, la sanzione, proporzionata ma giusta, deve intervenire a reato accertaro, senza sconti! Se per tutti valesse questo principio, caro Beppe, i grandi e potenti imprenditori avrebbero il terrore di evadere in Italia, invece lo hanno solo in paesi dive quesri principi che ho citato sono ferrei e applicati senza sconti e senza distinzione.

Luigi Di B. 28.08.13 07:36| 
 |
Rispondi al commento

A me spiace molto quello che è successo a questa signora , che probabilmente è in buona fede.
Ma io sono una dipendente e non posso evadere neanche un euro, e pago le tasse anche per chi non fa' gli scontrino, da una vita.
Qua dove abito io per avere uno scontrino lo devi chiedere e ti guardano pure male, io mi sono fatta due conti se ognuno di noi 60 milioni di abitanti evade 1 euro al giorno sono 60 milioni di euro per 365 giorni calcolo spicciolo cifre enormi alla tele hanno parlato di 120 miliardi di evasione e nero!!!
Sto arrivando! Cosa si potrebbe fare con questi soldi??? Un futuro per i giovani, scuole funzionanti e sanità funzionante .
Una bella Italia e si potrebbero abbassare di parecchio le tasse!!
Ma l'evasore è avido ed egoista e mi obbliga a pagare ke tasse al posto suo e non glie ne frega niente !!
E allora la prossima volta che le viene voglia di non battere lo scontrino, pensi che c'è un poveretto che le sta pagando al posto suo e che sta morendo lentamente ...... Pensi a questo e batta lo scontrino e vedrà che nessuno le farà chiudere l'attività nel momento

Ducci Maria 27.08.13 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Per chi non sa leggere preciso che il post NON inneggia all'evasione fiscale, ma mette in risalto la sproporzione incredibile fra il danno arrecato allo stato e la sanzione applicata (che genera mancati incassi alla gelateria per migliaia di euro su cui lo stato stesso non percepirà alcuna tassa).
Le tasse si pagano e le multe pure, ma che siano proporzionate e che si smetta con l'accanirsi col piccolo commerciante chiedendogli centinaia di volte il danno mentre finanzieri (e politicanti) rubano senza pagare un centesimo di multa nemmeno se colti con le mani nel sacco:
PERCHE IL LADRO NON PAGA MAI MULTE???
LA MULTE SONO SEMPRE E SOLO PER GLI ONESTI?

Insomma il frodatore ruba ma non va in galera e non paga multe mentre uno che si spacca i coglioni a servir gelati dalla mattina alla sera viene cazziato da una legge di merda scritta da filobanchieri lazzaroni come Monti?

Leggere il post per intero e contare sempre fino a 10 prima di commentare....

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 27.08.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento

La legge è legge, ovvero dura lex sed lex....
diverso è il caso del frodatore che ha rubato centinaia di milioni di euro in ben più di quattro volte, infatti le sue televisioni non le hanno chiuse nemmeno per tre secondi.
Ricordiamo a chiarimento di queste differenze di trattamento che per legge rubare NON è reato e neanche uccidere a ben guardare, poichè né in costituzione né in legge esiste un esplicito universale divieto a rubare e uccidere:
infatti rubare attraverso elusione fiscale e artifizi finanziari è lecito, uccidere con permesso speciale (militari o servizi segreti) è di nuovo lecito..... insomma le leggi sono scritte NON per disincentivare il male come dei comandamenti ma semplicemente per fregare i polli che credono ancora alle carte bollate.

Nessun paese al mondo ha leggi semplici, ufficialmente perchè l'interpretazione darebbe troppo potere ai giudici che le applicano, ma nello stesso tempo succede che ci sono evidentissimi illeciti e disparità di trattamento:
cosa si dovrebbe fare?
maggior potere al sovrano in modo che i torti che lui stesso subisce possano essere riparati e visto che il sovrano è il popolo questo significa almeno democrazia diretta mentre il predidenzialismo ne è l'esatto opposto andando verso la dittatura.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 27.08.13 22:02| 
 |
Rispondi al commento

Mi becca un autovelox sulla statale. E' la prima volta, vado sempre a 50 all'ora... dai... che ho fatto di male?

biagio 27.08.13 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Per la prima volta non sono d'accordo sul post..e sul modo in cui è presentata la notizia.
Dire che hanno evaso 1,5 eu non è corretto..E' giusto dire che per un pò di volte (secondo quanto si evince almeno 4)è stato fatto un controllo a campione e lo scontrino mancava. Se sei una gelateria lo scontrino che manca IN QUEL MOMENTO è del valore del gelato ovvio..ma quanti altri non ne ha fatti? 4 verbali dicono che c'è le recidiva. Quindi è giusta la pena, così passa la voglia anche agli altri...sempre ammettendo che i fatti si siano veramente svolti così..
Mi dispiace dirlo ma sull'evasione fiscale (che è il vero e unico grande problema dell'Italia perchè crea disuguaglianze sociali e soprattutto confonde tutti gli indicatori economici)la posizione dell'M5S è pericolosamente simile a quella di chi dice che si disturbano gli imprenditori..che creano posti di lavoro..che senza evasione non si sopravvive..etc.
La realtà è diversa: tasse pagate da tutti = meno tasse per tutti ma soprattutto con l'emersione del nero sapremmo finalmente come funziona la nostra economia e come si muovono i soldi...sennò si torna al punto di partenza...crisi crisi ma autostrade a tappo, Iphone in mano ai bimbi, aeroporti pieni, gran macchine in giro e nessuno che sa che succede e dove si muovano i soldi. Quando sapremo con esattezza dove si crea la ricchezza e come si muove sapremo anche come agire in politica economica..invece la realtà è che si applicano riforme e ricette economiche alla cieca..come se in ospedale ci fosse da curare un paziente solo sapendo se ha la febbre e visitando metà del corpo mentre il resto è coperto...

Fabio L. Commentatore certificato 27.08.13 20:28| 
 |
Rispondi al commento

E' l'inusitata sproporzione tra violazione e pena che colpisce. Possibile che non potessero applicare una pena pecuniaria e basta ?
E che dire della chiusura di una gelateria per l'evasione di 1,5 euro, mentre Mediaset resta aperta tranquillamente dopo un'evasione accertata e passata in giudicato da centinaia di milioni ?
Abbiamo dunque uno Stato strabico, spietato con i piccoli, gentile con i potenti.

Paolo C., Roma Commentatore certificato 27.08.13 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poteva pensarci prima. In scontrino mancati non lo sono per svista. Basta con benaltrismi vari.

(null) 27.08.13 16:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La legge e' legge e va rispettata. Se comporta la chiusura, si chiuda. Se comporta 4 anni di galera, li si facciano. Finche' scuseremo questo e quello non diventeremo mai un paese vero, democratico.
Mi meraviglio che Grillo si scandalizzi e soprattutto calchi la mano sui 10 euro o 1 euro. Se fosse stato un gioielliere ? Io ' ho votato Grillo ma se non e' per il rispetto della legalita' la prossima volta ci ripenso.

Chiara Grandi 27.08.13 16:52| 
 |
Rispondi al commento

il fatto e' che ne hanno beccati 4...e gli altri 4000 che non hanno fatto? Un malcostume tutto italiano..ma che pretenti con un Pregiudicato Evasore al Governo che da il buon esempio!

Massimiliano P., Bologna Commentatore certificato 27.08.13 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Penso che l'articolo ha scatenato l'iposcrisia da tutte le parti... Quello che si chiede è una pena commisurata al reato!
Io personalmente rilevato uno scontrino non emesso, sarei intervenuto facendo quello che credo chiamino un "accertamento". Ovvero un finanziere presiede tutto il giorno vicino la cassa, e quindi si misura l'effettivo aumento o meno dell'incasso.
Effettuata la misura e bilanciata considerando il giorno, i flussi precedenti etc. si fa una stima e quindi si capisce l'entità del reato, e la relativa pena/sanzione.
Bisogna essere onesti e legali anche nelle sanzioni. E' facile nascondersi dietro una norma o una sua interpretazione: possono anche essere fatte male o essere applicate fuori luogo.
Abbiamo gli strumenti per applicare correttamente (come l'esempio di prima) le leggi e sanzioni.
Sicuramente chiudere una attività è come darsi la zappa sui piedi. Questo non significa accettare l'illegale per necessità: anzi! Meglio far lavorare sotto controllo "eccezionale" e poi valutare precisamente la sanzione e/o rendersi conto che forse è stato un errore umano.
Ma non facciamoci tentare di metter alla gogna chiunque per qualsiasi errore: se fosse tutto bianco e nero non esisterebbero le sanzioni! Le sanzioni ci sono proprio perché le leggi fissano un limite... e la sanzione sotto intende che si è superato no?

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato 27.08.13 15:24| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Adesso basta non posso crederci
Sto gelateria povera povera deve chiudere
Tre giorni ma che chiuda se ha fatto
Una cosa che non é giusta
Ma non si parla della siria che sarebbe molto piú interessante!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Osa ne pensate che vogliono fare la guerra
Siete tutti daccordo??????

Lukas Plazotta 27.08.13 15:15| 
 |
Rispondi al commento

in questo caso mi piacerebbe che il termine evasione fosse un altro per il semplice motivo che sarà pur vero che sono stati incassati soldi in nero, ma è altrettanto vero che in ogni caso erano comunque lavorati a differenza di timbratori "pianisti" o di altri che dovrebbero lavorare e invece risultano in ferie o altri ancora che si presentano sul posto di lavoro per non fare nulla di utile. Quale termine è corretto per queste persone?

scarpa stefano 27.08.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

e' incredibile che tanta gente si scagli con odio nei confronti di uno scontrinonon fatto e non capisca il senso dell'articolo!!
da nessuna parte e' scritto che bisogna evadere anzi!!la stessa proprietaria chiede di pagare quanto dovuto!!
chiudere una attivita' per degli scontrini E' FOLLIA E INCENTIVA LO STATO DI DISGRAZIA IN CUI CI TROVIAMO!!
Mentre assistiamo tranquillamente al disintegro della nostra Costituzione e di ogni Legge per favorire potenti e criminali VERI!!
UN'AZIENDA SI CHIUDE SE E SOLO SE E' DIMOSTRATO CHE SIA IN MANO ALLA MAFIA SE E SOLO SE RICICLA SOLDI SPORCHI!!!
NON PERCHE'NON HA EMESSO DEGLI SCONTRINI!!
Solo se viene dimostrata una colpa grave si puo' procedere ad una chiusura che per persone normali significa LA MORTE!!!

alessandra p., bologna Commentatore certificato 27.08.13 14:10| 
 |
Rispondi al commento

p.s. gli ultimi 3 post per il limite dei 2000 caratteri vanno letti in ordine inverso dal terzo al primo

Dario M., zagarolo Commentatore certificato 27.08.13 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

all'apertura indiscriminata della grande distribuzione, collusa con il potere che ha autorizzato aperture selvagge , hanno reso il valore di una licenza pari a zero. Oltretutto mettere su un'attività costa ,costa molto e spesso ci si indebita per aprirla,e questo non a fronte della prospettiva aleatoria di guadagni che probabilmente non arriveranno mai, ma spinti dalla disperazione della disoccupazione
....ricordo che per lavorare in un ministero,e non parlo di incarico qualificato ,ma anche di impieghi generici,non bisogna portarsi neanche la penna da casa,mentre tirare su una saracinesca ogni mattina ha costi certi e profitti sempre più incerti.....quindi prima di inneggiare ad ipotetici roghi nei confronti di chi lavora e che si prende in prima persona tutte le responsabilità che ciò comporta, vi prego di analizzare il problema a 360 gradi con tutti i contro...e non solo i pro che comporta la libera professione.

Dario M., zagarolo Commentatore certificato 27.08.13 13:56| 
 |
Rispondi al commento

quindi definire il dipendente una unità indistinta non lo trovo corretto viste le enormi differenze che esistono all'interno del mondo del lavoro.
Premesso che bisogna pagare le tasse (ma anche li si potrebbe discutere,tasse inique e condizioni di indigenza nella popolazione hanno portato alle più grandi rivoluzioni della storia,se tutti avessero accettato supinamente senza reagire ai soprusi, ci ritroveremmo ancora al comando gli eredi di Maria Antonietta,dei Romanov e gli inglesi in America) e visto che viene portato in campo l'esempio del lavoro dipendente che non può sfuggire alle fauci del fisco,mi piacerebbe che la comparazione venisse fatta in maniera completa, ad esempio,se si pretende rigidità ferrea nell'emissione degli scontrini ( che ricordo a chi non lo sapesse che sono solo una variabile che incide nel calcolo della tassazione,ci sono gli studi di settore che intervengono anche se non si emette neanche una ricevuta ) bisogna pretendere la stessa rigidità anche con i permessi per malattia inesistenti,con l'assenteismo dilagante,con il doppio e triplo lavoro dei dipendenti e dei cassaintegrati..altrimenti c'è un'accanimento solo verso una categoria,bisogna introdurre tutele e ammortizzatori anche nelle microaziende perchè se il piccolo negozio ( ad esempio la gelateria in questione) attraversa dei momenti di crisi,deve essere aiutato come il dipendente dell'impresa che usufruisce della cassa integrazione (che ricordo verrà rifinanziata a breve a carico di tutti) altrimenti mi sembra ingiusto che lo stato chieda delle percentuali del proprio guadagno,che infligga sanzioni al piccolo imprenditore ,senza poi restituire nulla .
Una volta il tfr di un commerciante era la sua attività ,che sia giusto o no era una prassi consolidata e le piccole aziende a conduzione familiare la vedevano come un'ammortizzatore sociale di fine carriera che sommato alla misera pensione del settore, dava la possibilità di tirare avanti,ma la liberalizzazione delle licenze unita

Dario M., zagarolo Commentatore certificato 27.08.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Rimango stupito nel vedere tanta acredine su un'episodio e su una categoria,segno che anni di lavaggio del cervello per metterci gli uni contro gli altri , addossando la colpa dello sfascio alla categoria di turno,ha esentato dal processo i politici che sono i veri responsabili della situazione attuale.
Ma andiamo per ordine, vorrei mettere in evidenza che chi invoca la "forca" nei confronti del gelatiere,lo fà portando come esempio positivo il lavoratore dipendente che "paga tutto alla fonte",allora specifichiamo per dovere di cronaca che esistono diverse situazioni da dipendente,una è quello del pubblico impiego che come sappiamo è ipertutelato,impossibile da licenziare anche in presenza di assenteismo improduttività ecc. ,ci sono centinaia di sentenze reperibili nel web che lo testimoniano,a questo si aggiunge che le tasse e i contributi che versa ,se la sua assunzione come spesso succede ,non era strettamente necessaria al funzionamento della struttura ma è avvenuta per clientelismo o rafforzamento degli organici per compiacere il politico di turno, è un costo per la collettività insieme allo stipendio netto che percepisce qualcuno che non dovrebbe ricoprire quel posto (forestali calebresi docet)
Poi ci sono i dipendenti delle grandi aziende e li, anche se la produttività è più elevata che nel pubblico, ci sono gli ammortizzatori sociali pagati da tutti a calmierare la situazione,quindi in quel caso il dipendente è vero che paga, ma è anche vero che gli viene restituito parte quanto versato, in tutele che utilizzerà al momento del bisogno (cassa integrazione,mobilità,indennità di disoccupazione,malattia...ecc.ecc. ad es. ricordo i 7 anni di cig per i dipendenti alitalia ......ma si potrebbe continuare.... ) poi c'è il dipendente della piccola ,piccolissima azienda che segue i destini della sua impresa ,ha meno tutele e la sua produttività deve essere ovviamente elevata lavorando fianco a fianco con il suo datore di lavoro

Dario M., zagarolo Commentatore certificato 27.08.13 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Cosa vogliamo commentare. Quando diciamo tutti i politici di mestiere e raccomandati fuori dai Cogl...ni sappiamo quello che diciamo. La differenza tra chi sa e chi non sa un cazzzo e tutta qui.

pietro zambernardi 27.08.13 13:47| 
 |
Rispondi al commento

5 scontrini in 3 anni? Questa è un evasore acclamato!
Vogliamo cambiare il paese partendo imitando Berlusconi e favorendo l'evasione?

5000 euro in 3 giorni? Allora faccia vedere quanto dichiara di reddito in un anno! E vediamo se ha evaso 5 euro!

Questo post non è da M5S!!!!!

bulba p. Commentatore certificato 27.08.13 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mi trovo un po in difficolta a esprimermi in questo post
per dei motivi apparentemente sicuri
le tasse si pagano per un servizio
questo e l altro governo HANNO LA COMUNE DI AVER TAGLIATO I SERVIZI
percio le tasse non sarebbero da versare per un servizio inesistente
ANZI DOVREMMO RICHIEDERE IL RIMBORSO DEL IMU ...REGALATA ALLA BANCA DELLA SINISTRA (BPS)
quello che pero mi turba di piu e che la legge che porta alla sospensione del servizio esercente (in questo caso gelateria)
e tagata tremonti
(un ministro del gov berlusconi)
e i vari governi berlusca non sono stati eletti con il consenso delle loro vittime
(cioe gli operai i disuccupati.. ) ma sono stati eletti da parte di chi aveva un esercizio una ditta ...chi aveva interesse in economia e in indistria
percio e molto facile pensare che la proprietaria sia una votante del pdl

ora la parte del leone
il motivo che penso che la proprietaria della gelateria sia votante del pdl
la leggo nelle ultime righe
quel ...pretendere di spostare le giornate di sospensione in giorni meno reditizzi.......
tipico di questi elementi ...
con ragionamenti del genere
....rubare e un crimine
mi avete preso con le mani nella marmellata
e va bene ... da domani PROMETTO che non rubo piu...pero quello che ho rubato fino a oggi ...io me lo tengo

stefano b., rovato Commentatore certificato 27.08.13 13:19| 
 |
Rispondi al commento

Cara signora, se lei avesse fatto gli scontrini nessuno le avrebbe fatto chiudere, comunque, se non sbaglio, se lei pagava la multa, la sanzione accessoria della chiusura non gliela davano, e adesso si lamenta?
Fa bene, d'altronde con l'esempio di B. fa proprio bene.
E noi che paghiamo le tasse perchè abbiamo le trattenute alla fonte siamo proprio dei poveri stupidi!

Leonardo P 27.08.13 13:10| 
 |
Rispondi al commento

ma signora lei si porta a casina la media di 2.000 euro al giorno e si lamenta ....io gliela facevo chiudere considerato che chissà quanto nero ha fatto per farsi beccare 4 volte in 5 anni....
zero pietà ..gogna pubblica in piazza

alberto 27.08.13 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Certo che siamo proprio alla frutta(e non mi riferisco a quella nei gelati).Capisco il voler dare spazio a tutti perchè sentire più voci è un arricchimento collettivo,ma qui si è passata la misura.Questa signora si lamenta della multa presa e della chiusura della sua attività come se fosse normale evadere le tasse e si sente perseguitata perchè scoperta e sanzionata.Cara signora,è grazie alle persone come lei che questo paese è finito,paghi le tasse e pensi che per colpa anche sua ci sono migliaia di padri di famiglia che,causa scarsezza di risorse(leggasi evasione fiscale sistematica),non percepiscono nemmeno un minimo di reddito per sopravvivere.Ci pensi a questo mentre conta i suoi incassi a fine giornata e si sente povera perchè non ha guadagnato il doppio del giorno prima.

Luigi Protopapa 27.08.13 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Giusto l’altro giorno sono stato in un grande centro commerciale del quale non faccio il nome, ma credetemi uno dei centri Fai da Te più grandi di Padova.
Avevo bisogno di due ripeto due viti a espansione un po’ più grosse di quelle che avevo. Tra tutte le offerte disponibili in scaffale non cera quello che cercavo e comunque bisognava acquistare una confezione. Non trovando le viti che cercavo sono andato in una vecchia ferramenta, dove ho trovato le viti giuste. Alla domanda del commesso “di quante viti avevo bisogno “ ho risposto timidamente “due”. Con sorpresa il commesso mi ha incartato le due viti e mi ha battuto uno scontrini di 10 cent. Io a quel punto gli dissi che poteva fare a meno di battere uno scontrino per 10 cent e il commesso mi ha risposto che potevo fare a meno di acquistare.
Se fatte caso ci sono esercizi che battono sempre lo scontrino e altri che spesso si dimenticano più che una necessità a me sembra un’abitudine. Saluti.

gianluca f. Commentatore certificato 27.08.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Se costava così poco potevano farlo lo scontrino...comunque questi sono solo quelli riscontrati...

Massimo Gasparini 27.08.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Gli sospenderei la licenza a vita. $ scontrini ,
in quattro controlli. L'esercente si vede che
non rilasciava mai scontrini.

salvatore ., palermo Commentatore certificato 27.08.13 12:26| 
 |
Rispondi al commento

l'economia la fa girare + un italiano che paga metà tasse che però da lavoro ad operai italiani e spende i soldi in italia che uno straniero che non paga nessuna tassa, si porta gli operai dalla sua nazione e invia i soldi alla sua nazione e inoltre neanche si sposa con gli italiani;

inoltre come mai ci sono stranieri che si stanno comprando tutti i bar in italia e neanche trattano sul prezzo, quello che chiedi te lo danno in contanti; scommetto che nessuno controlla la provenienza dei soldi o se lo fanno
si devono fermare ai confini della loro nazione;

quindi se uno di un altra nazione ha soldi di dubbia provenienza puo' ripulirli in italia comprandosi attività

o sbaglio?


aldo bianchi 27.08.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

signora le tasse vanno pagate

Salvatore Rapparini 27.08.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai e magari hanno anche il coraggio di lamentarsi, se hanno beccato la gelateria a non fare scontrini 4 volte in 5 anni dal momento che i controlli non passano tutti i giorni chissà quanti coni sono passati sotto banco in quei 5 anni... Avrebbero dovuto farla chiudere ad ogni verbale preso aumentando ogni volta i giorni di chiusura! Cosa pensava di concordare i giorni di chiusura? E perché non proporre all'agenzia delle entrate di farli chiudere 15 gg a gennaio??

Davide 27.08.13 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Io ho un'attività e gli scontrini vengono sempre emessi tutti! l'imposizione fiscale è da panico ma le regole vanno rispettate. Non è giusto dire che non ne ha emessi 4! è stata beccata 4 volte ma chissà quanti non ne ha emessi.

Alice Olivieri, Bologna Commentatore certificato 27.08.13 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il calcolo delle tasse evase è solo sui quattro scontrini evidenziati ma quanti non li ha emessi che non sono stati elencati?

vigh84 27.08.13 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che è vero che non si debba far chiudere per uno scontrino , ma è vero che il titolare di scontrini, sicuramente ne faceva pochi. È il
Sistema di tassazione che è sbagliato. In Austria vai a prendere un caffè sotto
L'orologio paghi e non già scontrini. Possibile che loro non paghino le tasse???

Marco Luchi 27.08.13 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Il post mi sembra più una occasione per discutere dato che é solo una notizia data senza prese di posizioni.
Io sono per cancellare i soldi fisici ed utilizzare solo carte elettroniche, poi saremo in mano alle banche, ma comunque già lo siamo...
Controllare tutte le transizioni estere...
Sapere che gli stranieri possono non pagare l IVA se dicono che comprano l oggetto per portarlo all estero???... Chissà quante strategie di evasione esistono che le persone semplici non conoscono o immaginano neanche. Alcune penso siano anche in parte legali. Ditecele tutte che sarebbe interessante

Alessandro Dazzi 27.08.13 10:08| 
 |
Rispondi al commento

beh ma dove sarebbe lo "scandalo" o la "vergogna" in questo caso?? Non hanno emesso gli scontrini, se siano da un euro o da 50 poco importa.... Mi pare sacrosanto che venga applicata la legge. Se ne vada a quel paese la signora commerciante, poco da lamentarsi e nn capisco il senso di questo articolo sul blog.

Davide Bauzano 27.08.13 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Questa lamentela della gelateria, mi sembra di questi tempi inopportuna.Il fatto che in 5 anni sia stata beccata quattro volte e calcolando che nel peggiore delle ipotesi il controllo viene effettuato due volte all'anno, vuol dire che almeno la metà dei gelati che produce non vengono scontrinati .Ve lo dice uno che fa il commerciante da sedici anni senza aver preso una multa,il motivo ? non faccio mai uscire nessuno dal mio negozio senza scontrino.Forse è anche per questo che la mia attività è a rischio chiusura da un momento all'altro.

Paolo S., Guspini Commentatore certificato 27.08.13 09:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E'sicuramente da riformare il sistema fiscale in quanto fa acqua da tutte le parti, permette l'evasione e permette l'accertamento, quindi se sei furbo evadi fino a quando non ti scoprono. D'altro canto la guardia di finanza approfitta della complessità del sistema per multare a man bassa, multando evasori a volte, ma esistono multe anche per esempio per "scontrino infedele" ed altre sciocchezze del genere. A questi controlli possono comunque sfuggire i furbi che organizzano società di evasione che quando vengono scoperte falliscono e così non pagano un euro se non il capitale sociale in parte versato, in quanto come amministratore mettono le cosiddette teste di legno (persone nullatenenti). Una attività sana ovviamente non fa tutto ciò e se viene scoperta qualche mancanza viene multata salatamente! Insomma è diventato un modo, per l'agenzia delle entrate, di fare cassa, a volte fittizia perché se persegui società create ad arte quando li prende i soldi, però vanno in bilancio ed in televisione si parla di evasione accertata .... ma quanta ne viene effettivamente recuperata? Insomma perchè non adottare allora dei sistemi diversi come fanno in altri stati? e perchè non inasprire le pene per i reati fiscali? In America sono considerati tra i reati più gravi, cioè reati contro lo stato. Così forse saremmo forse meno incentivati a fare i furbi

PAOLO BELLERINO 27.08.13 09:51| 
 |
Rispondi al commento

(null)

Claudio Fabiani 27.08.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Basta evasori, Sono stato in Toscana e alcuni ristoranti non ti danno la ricevuta fiscale, a Palinuro nella piazzetta, una famosa pizzetteria idem, Nel mio paese la maggior parte non la fanno, mi avete rotto le scatole commercianti evasori del caiser, è anche per colpa vostra che la nostra economia fa schifo, che ci tassano e ci spremono come agrumi. Io vi farei chiudere subito, così ci pensate su 2 volte prima di non fare lo scontrino!!!

Marco Balzano 27.08.13 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Ecco che spuntano quelli che
" gli artigiani e i commercianti sono ladri!" "fateli li scontrini!"
" chissà quanti soldi hanno rubato!"
Si vede e si capisce benissimo che questi signori NON HANNO un attività propria, altrimenti terrebbero la bocca chiusa prima di riempirsela con delle COLOSSALI CAZZATE.
ANCHE se venisse recuperata tutta, ma proprio TUTTA L'EVASIONE di tutto il popolo delle partite IVA corrisponderebbe SOLO al 5% del totale evaso in ITALIA. Avete letto bene, SOLO IL CINQUE PER CENTO.
Ma certo, è più facile prendersela con chi non si può difendere e gridare AL ROGO!
Io vi ci metterei tutti alla guida di una gelateria o di una piccolissima impresa, poi passeri dopo un anno a chiedere come và.
IPOCRITI!

Milo Pepe 27.08.13 09:31| 
 |
Rispondi al commento

Daltronde non battere gli scontrini é sbagliato, contro le regole... tanti lo fanno per restare a galla o pagare dipendenti che di questi tempi é una gran cosa.
Personalmente dopo le ferie di agosto non riapriro' il mio bar. non ce la faccio piu' a pagare il mio dipendente e mi staccheranno la luce mi arrivavano botte da 1300-1400 tutti i due mesi, la bolletta se la possono infilare su per il c..o.
Si salvi chi puo'

tonello marco, colico Commentatore certificato 27.08.13 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma fate sti scontrini e non rompete er cazzo...sempre a piagne!!

niso matteucci 27.08.13 09:17| 
 |
Rispondi al commento

eh si , salviamo il culo a berlu no?

Annamaria Bumbaca, Locri Commentatore certificato 27.08.13 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Quanti scontrini scoperti? Solo quelli non ha fatto? Chiamare beffa la legge è assurdo. Il periodo è difficile per tutti, ma ci sono persone tassate alla fonte. Ok paghiamo troppe tasse in Italia, ma questo non esime i commercianti dal pagare le tasse. 4 giorni lavorativi 5-6 mila euro? vuol dire che solo ad agosto dovrebbero avere un introito non inferiore a 45/50mila euro, se non fai uno scontrino x ben 4 volte per me o non è il tuo mestiere o cerchi di fare il furbo troppe volte, se il commerciante è in mala fede a botta di 5 e 6 euro in 4-5 anni si possono guadagnare bei soldi. Concludendo io già al primo scontrino non emesso chiuderei i negozi, ma mi attiverei per cercare di cambiare le cose in questo paese senza guardare solo al mio orticello.

Steven H. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.08.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Per favore Grillo, non riprendere più questi articoli. Il succo è questo: su diversi controlli casuali sono state riscontrate sempre delle irregolarità. Se oggi vado a vedere se fai gli scontrini, controllo un cliente e non ha lo scontrino. Poi torno dopodomani e solita cosa, poi torno tra una settimana ed idem, vuol dire che evadi sistematicamente. PS. Olbia è la roccaforte di Berlusconi e dei suoi evasori (ops, elettori).

Samuele Salis 27.08.13 08:58| 
 |
Rispondi al commento

La LEGGE E' UGUALE PER TUTTI...bene,perfetto...
paghiamo tutti le tasse così le paghiamo meno tutti...ora in un paese "normale" potrebbe essere normale pensare alla correttezza di tale filosofia..
Purtroppo..purtroppo..non siamo un paese normale..perchè:...semplicemente perchè sulle spiagge ci sono venditori "abusivi"...(tralascio volutamente il discorso sulla merce contraffatta!)per sottolineare che ora si trova venditori itineranti di ("gelati,bibiti,ecc)...che ovviamente non fanno scontrini..quindi all'italiotto dico..continua pure a farti le "seghe mentali"..con l'evasione..antiamo avanti così..!
Quindi il mio consiglio è che la gelateria "incriminata" abbassi la "saracinesa" e magari ne rialzi una in SPAGNA....oltre tutto, c'è un clima buono tutto l'anno per vendere i "Gelati"...una tassazione al 38%..contro il 68,4% dell'italia...e là "l'abusivismo" è meno tollerato che in questo paese....
bravi italiotti..poi non v'incazzate se in questo paese iniziamo a trovare "cancelli e saracinesche chiuse" con su scritto "chiuso per delocalizzazione"..i dipendenti sono pregati di rivolgersi per una nuova occupazione al Sig.Presidente Letta....
Bye...Bye..italia...FALLITA!!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 27.08.13 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Se sei a Roma Vai da Fassi,nei pressi di Piazza Vittorio,Gelateria Storica,li oltre ad un buon gelato,puoi sostare sul retro,a cui potrai attribuire una Grande storia del Nostro Paese.( ........ ).C'è un piccolo cortile con una fontana.Sopra ci sono degli edifici,un pochino mal conci ,ma il Gelato è Buonissimo.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 27.08.13 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Per me già alla seconda violazione avrei fatto chiudere! Pagate queste cazzo di tasse che pagheremmo tutti in meno (una volta cambiati anche questi politici spendaccioni) Io le devo pagare TUTTE, non una sì ed una no.
Sono stufo marcio di pagare anche per tutti gli altri e sentirmi dire all'ospedale la solita storia: "non ci sono i soldi" per cui mi devo fare la cataratta "a mano" e non con il laser perchè costa Euro 4.400 per occhio e la cistoscopia con un cistoscopio lungo come una spada perchè "non ci sono i soldi" per acquistarne uno flessibile. Porc.....

carlo dalla 27.08.13 07:52| 
 |
Rispondi al commento

Quello della fiscalizzazione è un sistema che gira attorno all'imbecillità dei nostri burocrati(ex raccomandati passati al nemico), i quali manovrati dai soliti noti si lanciano a capo fitto contro poveri diavoli e che si guardano bene dal pestare i piedi ai potenti, anche del luogo !
Quello dello scontrino, poi, è la trovata all'italiana per gettare fumo negli occhi, per tenere occupati i servi più irrequieti. I nobili della casta del Fisco sanno bene che con quel marchingegno che si chiama "Studi di Settore", in pratica, volendo, a fine anno si può far pagare di più ed in modo più silenzioso !

francesco gulli, 8807 Botricello Commentatore certificato 27.08.13 07:46| 
 |
Rispondi al commento

il problema non sono le tasse, io sarei contento di pagarle,noi paghiamo il 50% di tasse e oltre, per avere in cambio cosa; sanità, istruzione, trasporti, sicurezza, giustizia, ecc. La settimana scorsa il medico di famiglia mi ha fatto una richiesta per fare una risonanza magnetica alla spina dorsale, perché ho dei problemi che ora non starò ad elencare. Ho telefonato al cup per prendere appuntamento, sapete per quando mi avrebbero dato l'appuntamento? A novembre! Io non posso aspettare novembre e quindi ho telefonato a una clinica privata che mi ha dato l'appuntamento per il giorno dopo. Non penserete mica che gli altri servizi siano diversi, a cominciare dalla giustizia!
La domanda sorge spontanea;
Per cosa paghiamo le tasse?

ROBERTO DONATI 27.08.13 07:25| 
 |
Rispondi al commento

Doveva fare sempre gli scontrini. Iniziare con le solite giustificazioni non si va da nessuna parte. Questa estate da Nord a Sud sono state più le volte che dovevo chiedere lo scontrino che quelle no

Andrea 27.08.13 06:54| 
 |
Rispondi al commento

Gli extracomunitari in spiaggia vendono cazzate cinesi a tutto spiàno senza neanche sapere cosa sia l'iva e la finanza si accanisce contro chi lavora e paga le tasse...

Simone sesto 27.08.13 06:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Però se evadi centiania di milioni di euro puoi anche proporti alla guida del Paese...

Andrea Girotto 27.08.13 06:42| 
 |
Rispondi al commento

La sproporzione tra la pena e il delitto in questo caso e' eclatante.
Teniamo presente pure la considerazione: “se hanno accertato 4 scontrini, chissa' quanti ne ha evasi”.
Io credo chi ha una piccola attivita' in proprio in questi tempi in Italia debba essere considerato un eroe: il paese con la piu' alta tassazione al mondo!
LA PIU' ALTA TASSAZIONE AL MONDO.
A volte l'evasione, per una piccola attivita' in proprio, e' un mezzo per sopravvivere.
Una pena del genere ti puo' uccidere.
Quante piccole attivita' vogliamo far chiudere ancora?

Eridania 27.08.13 04:35| 
 |
Rispondi al commento

4 scontrini in 5 anni in un controllo casuale siginifica come minimo uno scontrino evaso al giorno... sospensione di 3 giorni ??? Almeno la chiusura per un anno.... minimo !!!


Condivido solo in parte: il principio anglosassone del "3rd fellon" è una norma iniqua e ingiusta, che in California sbatte in carcere di max sicurezza per 30 anni un poveraccio che ha rubato tre volte una mela. Lo abbiamo importato pari pari in Italia, con la variante che il prezzo da pagare è la chiusura dell'esercizio.
Però così non facciamo apologia dell'evasione fiscale, se risarcisce il danno (accertato) all'Erario per me può più che andare bene: al limite si aumenta la sorveglianza, ma appena si evade, si risarcisce. In fondo battere uno scontrino non cosa tanto, perchè coloro che sono dipendenti (come la sottoscritta) non possono mica permettersi questi giochini. Se passa questo principio, se strizziamo l'occhio a chi ha veramente evaso patrimoni, e si ostina a non voler pagare e non lasciare la politica, diventiamo davvero come lui.

Valentina Vlahovic, Nice (France) Commentatore certificato 27.08.13 01:47| 
 |
Rispondi al commento

Il sistema sanzionatorio fiscale italiano è un'autentica prepotenza che lo Stato pone in essere continuamente e vessatoriamente nei confronti di quei poveri cristi (appartenenti sempre alle fasce sociali più deboli) che per un qialsiasi motivo si trovano a doverci fare i conti. So di una giovane madre che l'anno successivo alla separazione dal suo compagno per aver omesso nella dichiarazione ISEE per il contributo all'asilo nido del figlio, di esporre la rendita catastale della casa del suo ex compagno, non ritenendolo più del nuclueo familiare, benché si fosse rivolta ad un CAF per la compilazione del modello, a seguito di un accertamento della Guardia di Finanza (parliamo di una persona che ha un netto in busta paga di 1200 euro e ne paga 650 d'affitto)ha dovuto pagare oltre alla differenza del contributo mensile circa 55 eu. per 10 mesi (550 euro) anche 1100 euro di sanzione: cifra che l'ha costretta a rinunciare a qualche giorno di mare per il suo bambino. Manco avessero nutrito il figlio a caviale e champagne. Un'ingiustizia vergognosa degna di un paese del 4° mondo. La logica è quella più becera: punirne uno per educarne 100. Senza rendersi conto che in questo modo alimentano la disaffezione del cittadino nei confronti del Fisco. Stanno rompendo i coglioni da mesi per il mega problema fiscale dello psiconano ma mica pensano a rendere meno violente e vessatorie certe norme. Che schifo!! Quanto al lavoro autonomo poi nel nostro paese si assiste ad un autentico paradosso. Chi ha il culo coperto da un lavoro dip. magari in un Ministero non guadagna certo molto ma ha tutte le garanzie. Se sta male sta a casa e si cura. Un piccolo imprenditore va a lavorare anche con 39 di febbre, soprattutto se deve aprire bottega. Eppure le detrazioni sono più generose per il lavoratore dipendente, cioé: si premia di più chi lavora di meno. Perfetto. Siamo di fronte ad una sorta di Robin hood al contrario, si ruba ai più poveri per dare ai più ricchi. UN VOTO UN CALCIO IN CULO!!!

Franco Barigelli 27.08.13 01:16| 
 |
Rispondi al commento

se non si emette lo sconntrino si infrange la legge, ma se si emettono tuttti gli scontrini si chiude. Sigora non evada il fsco, non lo faccia, sono sicuro che il suo prodotto e buono, allora imballi la sua attrezzatura chiuda la sua attivita e vada in qualche paese del nord europa: Inghilterra, Austria, oppure qualche paese dell'est praga, oppure cracovia. io lho fstto e soo contento ho meno pensieri, e guadagno abbastanza.
il mondo e grande e ci sono ancora possibilita. DIce PIno Cacucci che le radici sono importanti nella vita di un uomo, ma gli uomini non hanno le radici, hanno le gambe e le gambe sono fatte per andare altrove.

Fabrizio tornado 27.08.13 01:15| 
 |
Rispondi al commento

Usate il cervello e smettetela di fare il loro gioco! Non vedete che fanno di tutto per mettervi uno contro l'altro e non vedere il vero problema, cioè che dentro lo stato c'è un cancro in metastasi?
Ma credete veramente che se avesse battuto tutti gli scontrini cambiava qualcosa...? L'Italia ha altri problemi, per questo chi ha un minimo di sale in zucca se ne va... che senso ha stare qui a fare la guerra tra chi pensa che lo scontrino vada fatto e chi no? mentre chi dovrebbe amministrare questo paese ruba a manbassa e passa inosservato... Scappate finchè potete, lasciateli marcire nel loro cancro, prima o poi andrà in metastasi e si autodistruggerà, allora eventualmente si potrà tornare.

Mark Russo, Torino Commentatore certificato 27.08.13 00:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se uno commette un reato e la legge è quella occorre applicarla e poi sembra che fosse recidivo il problema che si pone è di equità per strada molti extracomunitari vendono tutto in nero altri vendono merce contraffatta, nelle asl lo stesso prodotto viene pagato 1 o 100 o 1000 lo stesso nei comuni province regioni, la corruzione piccola e grande della burocrazia in italia è dilagante lo dice la corte dei conti dalla richiesta di non pagare un conto a richiesta di favori o addirittura mazzette, a questo però non si pone non si vuole porre rimedio ecco perche quello che dovrebbe essere giusto e normale diventa agli occhi della gente ingiusto.Un ultima annotazione mi sono sempre chiesto chi controlla il tenore di vita e il redditometro ai controllori?basterebbe andare fuori dai loro uffici................

silvano sotgius 27.08.13 00:45| 
 |
Rispondi al commento

Eviterei articoli simili. In Italia siamo sempre alle solite. C'è la ricerca eterna della scusa. Ma cosa ha fatto? Ha evaso per 15 euro, oppure: Ma cosa ha fatto berlusconi ha evaso 3 milioni di euro solamente, con tutte le tasse che paga! Siamo sempre alla ricerca della scusa .
Evitare notizie simili, meno se ne parla e meglio è!!

Luciano 27.08.13 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Cara signora della gelateria

Grazie a tutti voi che non emettete scontrini l'intero settore del commercio è preso a esempio come classico evasore

Probabilmente hanno preso degli scontrini esigui, ma questa è una campionatura

Chissà quanti non ne avrà emessi. Un ero oggi, uno domani ed ecco che si arriva a una bella cifra

Inutile lamentarsi e fare piagnistei. Altrimenti come facciamo a criticare Berlusconi. Alla fine proporzionalmente ha ragione lui.

Se veramente l'iva evasa era poca, si poteva anche evitare di evaderla e non ci avrebbe rimesso nessuno. Evidentemente il problema è un altro.

Comunque dato che non si parla di galera o di megamulte da fallimento, piuttosto che fare questi inutili piagnistei, si accetti l'ammenda e si cerchi di fare sempre lo scontrino

Marco B 27.08.13 00:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

concordo che non fare lo scontrino equivale a truffa e quindi va punito...ma chissa perche quelli che puniscono sono sempre e solo i piccoli negozianti.. vogliamo parlare di tutte le grandi aziende

red r. Commentatore certificato 26.08.13 23:43| 
 |
Rispondi al commento

il problema dello scontrino non si porrebbe se non fosse che lo stesso e l'ultimo anello di una catena fiscale che non porta benefici al ricevente, se non erro in america si emettono gli scontrini fiscali ma il ricevente a sua volta li detrae dalle tasse quindi quest'ultimo anello diventa a sua volta penultimo il ricevente gode di un diritto e a sua volta obbliga il mandatario ad emetterlo, detto tutto ciò fino a che lo scontrino rimarrà l'ultimo anello di una catena fiscale sarà solo carta straccia.

Marco Mauceri 26.08.13 23:35| 
 |
Rispondi al commento

Mi colpisce (sfavorevolmente, direi) questo post. La signora ha calcolato i mancati guadagni nel periodo più proficuo dell'anno, ma quelli della Gdf per me hanno fatto benissimo perché se l'hanno beccata per la 4 volta, chissà quanti scontrini non ha emesso in 5 anni! Chissà quanti soldi evasi, in questi anni in cui le casse dello Stato erano vuote! Sono d'accordo che è difficile mandare avanti un'attività, ma non prendiamoci in giro, conosco persone che evaso come professionisti della truffa negli anni 80 e 90 e hanno accumulato fortune soprattutto immobiliari, fregandosene di chi pagava doverosamente le tasse.
Molti di quelli che non emettono oggi gli scontrini, non li emettevano neppure 20 anni fa, tipo una pasticceria storica del mio paese, la cui proprietaria risiede in una villona da nababba, ha la villetta al mare e chissà quante altre proprietà...Non è invidia, è solo uno dei tanti esempi che si possono enumerare.
Un giorno sono entrata in un negozio di prodotti per l'igiene della casa e della persona. Ho chiesto al commerciante lo scontrino, lui con un fare arrogante, ha preso uno scontrino che aveva sul banco, me l'hanno in mano e mi ha fatto cenno di levarmi dalle scatole; a quel punto gli ho intimato di farmi lo scontrino perché altrimenti avrei chiamato le Fiamme Gialle e lui ha eseguito sbuffando i miei ordini. Un altro giorno, dopo molti mesi, sono tornata in quel negozio, benché mi fossi ripromessa di non farlo, verso l'ora di chiusura prima della pausa pomeridiana; il tipo che non aveva dimenticato la scenata, mi ha detto che aveva chiuso la cassa e quindi avevo di fronte a me due alternative: o compravo qualcosa e lui non batteva lo scontrino, oppure tornavo nel pomeriggio e lui me lo avrebbe fatto. Così l'ho mandato al diavolo e sono uscita. Morale della favola: il tipo in questione non se la passa tanto male e si è fatto le sue belle vacanze anche quest'anno, mentre io disoccupata non ho soldi per comprarmi manco un biglietto per il treno!!!

Angela Marino 26.08.13 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è questione di non accettare di buon grado le sanzioni previste per legge, è questione che in Italia manca il buon senso e la logica.
Se fossero veramente 10 euro di scontrini non emessi, fa più male una multa di 200 euro, che la chiusura forzata.

Ma al solito, in Italia, si fanno le cose a cazzo. Le si sono sempre fatte, tendenzialmente, dalla fine dell'Impero romano.

Andrea F. Commentatore certificato 26.08.13 23:23| 
 |
Rispondi al commento

Se uno infrange la legge deve essere pronto a risponderne, anche se la sanzione, ad un'analisi facilona, può sembrare spropositata e controproducente per l'erario. Vista la frequenza dei controlli, è plausibile che le violazioni siano state molto più numerose e per importi anche superiori rispetto a quelli relativi a due coni gelato. L’esercente, da quanto si legge, sostiene che i tre giorni di chiusura determineranno un mancato guadagno stimato in 5-6mila euro (cazzarola!!!!). Sono curioso di conoscere la denuncia dei redditi della gelataia!

Andrea Pinna 26.08.13 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Se non avesse voluto evadere..... Di che si lamenta?

L italia va male grazie a persone cosí, sempre a scusarsi, come chi passa i limiti o guida senza cinture poi piagnucola per le multe

Lucab 26.08.13 23:10| 
 |
Rispondi al commento

...e le banche?...dove le mettete, nn vi dico cosa mi è successo...il risultato è che anzichè aiutarti ti spingono nel baratro. aprirò un reclamo e dirò loro che sono ad un nulla ad interpellare i giornali. sono fortunati che non conto un cazzo altrimenti gliela farei pagare...

gianni t., codigoro Commentatore certificato 26.08.13 23:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fatto che l'hanno beccata quattro volte è comunque grave. Rispetto alle cifre che rubano in Italia facendola franca è quasi paradossale punirli, ma personalmente non li giustifico,perché molti di questi imprenditori hanno saputo fare i furbi in passato fregandoci alla grande ed ora hanno grandi ville e macchine. Dite alla signora che se avesse pagato le tasse regolarmente avrebbe lavorato questo fine settimana. Buona fortuna.

Antonio Arzillo 26.08.13 23:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo che chi oggi mantiene una sua piccola azienda dovrebbe essere aiutato dallo Stato, aiutato ed incoraggiato ed incentivatooo !!!
Certo non chiudendo uno o due occhi ma istituendo una specie di premio. Ad esempio si potrebbe pensare ad un sistema di prelievo fiscale fatto a doppia scala: fino ad un tot cresce il prelievo, dopo ricomincia a scendere, in modo tale che lo Stato comunque ci guadagna e l'imprenditore, dopo un certo punto , ha tutto l'interesse di dichiarare di piu' perche' trattiene di piu' nelle proprie tasche.
Immagino un Paese in cui, se decidi di aprire un'attivita' e quindi di investire un tuo capitale, lo Stato (tuo socio in affari) ti riceve in un bell'ufficio, ti offre un caffe' e ti dice "ok, non si preoccupi. Lei investa nel progetto e pensi solo a lavorare e a far lavorare qualcun'altro. Io penso a tutta la burocrazia e tra tre giorni lei potra' partire. Poi mi dara' fino ad un tot ed il resto sara' per lei, la sua famiglia e per reinvestirlo nell'impresa. Piu' gente assumera' piu' la ringrazieremo e le daremo dei premi". Utopia? Non so, io con dei pazzi che rischiano soldi propri, cosi' mi comporterei, invece di spremerli come limoni finche' non si seccano definitivamente. Ho sentito , inoltre, che in alcuni paesi con lo scontrino puoi partecipare addirittura ad una lotteria ! Ora non ricordo qual'e' il paese.Di idee ce ne sarebbero tante.
Giocando sulla paura e dando solo punizioni, si ottiene il peggio dalle persone. Il fatto e' che il Cittadino dovrebbe sentire lo Stato vicino,sentirlo amico (perche' lo Stato dovrebbe essere dalla parte del Cittadino !Perche' lo Stato e' fatto di Cittadini !)e non vederlo come un condor pronto a sfruttarlo appena riesce,rischiando e con sacrifici , a guadagnare due soldi.
Mi sembrano cose semplici, ovvie.
Ci vuole tanto?

bruno da roma 26.08.13 23:02| 
 |
Rispondi al commento

L'errore non è perseguire per 10 euro in 4 scontrini, è non perseguire gli altri evasori o permettere lo scudo fiscale ai rei confessi.

Fabrizio L., Udine Commentatore certificato 26.08.13 23:01| 
 |
Rispondi al commento

il redditometro nelle mani dei funzionari dell'Agenzia delle Entrate è come mettere una pistola carica in mano a un bambino.. Leggi tutto: http://www.montemesolaonline.it/Tassa.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 26.08.13 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo sia del tutto legittima la pena prevista. Basta con il buonismo all'italiana. Paghiamo tutti e forse pagheremo meno.

Guido Guidi 26.08.13 22:39| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avevo una partita IVA che mi ha rovinato la vita e sia chiaro aperta perché nessuno mi assumeva con e senza laurea....adesso l'ho chiusa non lavoro ma sono molto più felice di prima

Paolofranco 26.08.13 22:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È doveroso verso l'intera comunità pagare le tasse. Quando beccheranno qualche s.....o dipendente che arrotonda alla grande lavorando in nero il fine settimana? E facendo concorrenza sleale alle imprese!

incognito 26.08.13 22:29| 
 |
Rispondi al commento

Cara signora, chi non emette gli scontrini è un evasore fiscale e prende in giro un' intera comunità. La punizione mi sembra congrua, considerato il fatto che le cifre evase in quattro anni sono sicuramente superiori agli spiccioli citati nell' articolo e che ci sia reiterazione di reato nonostante ben tre avvertimenti.
Credo sia giusto criticare l' italico fisco tiranno, ma solo dopo aver pagato le tasse per intero, come fanno i lavoratori dipendenti.

davide Maugeri, Cantù Commentatore certificato 26.08.13 22:25| 
 |
Rispondi al commento

Tutti,dipendenti compresi,dovrebbero lavorare a partita iva. Perchè devo dare 1.500 euro a un operaio quando col mercato libero potrei darne 1.000? È il ragionamento che fate tutti voi consumatori. E perchè devo far girare per tre mesi grosse cifre di iva che mi comportano responsabilità e nessun guadagno? Le banche se le fanno pagare le responsabilità. Perchè l'inps,anche se lo pago non mi paga la malattia? Perchè non ho paternità,tredicesima,quattordicesima,assegni familiari? Perchè per arrivare a fine mese devo lavorare 12 ore al giorno? Perchè alcuni clienti non pagano e lo stato non mi difende? Perchè lo stato non mi paga le fatture per anni e vuole i soldi di iva e tasse? Perchè ho solo doveri? Ho chiuso tutto ora sono dipendente e sto molto meglio. Non parlate per favore che non avete mai avuto una partita iva. Ps: Sto parlando di questi ultimi anni. Prima evadevano alla grande.

incognito 26.08.13 22:13| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SIAMO ALLA FOLLIA PER UNO SCONTRINO,ED I RICCHI,NIENTE SCONTRINO?
ALVISE

alvise fossa 26.08.13 22:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non entro nel merito dei 3 o 5 euro di evasione, fatto sta che se i commercianti non emettono lo scontrino ben vengano le sanzioni. Ho votato M5S e ne sono soddisfatto, tuttavia noto con grande disappunto che non e' stata presa una decisa posizione contro l'evasione fiscale, Grillo piu' volte ripete che e' lo Stato che deve dar conto delle spese effettuate non invece il cittadino, osservero' la presa di posizione sull'argomento prima di rinnovarvi la mia fiducia alla prossima occasione!

Roberto Valia 26.08.13 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Ben le sta, magari l'anno prox li batti tutti gli scontrini. Le tasse sono alte ed è giusto lottare per abbassarle e per investirle meglio, ma io le pago tutte, anche su 1.50 euro, e le deve pagare anche la signora del gelato ad Olbia


Mi pare il minimo la sospensione dell'attività... Visto che la finanza plausibilmente non fa un controllo ogni cinque minuti tutti i giorni, vuol dire che se ti hanno beccato 4 volte in cinque anni di scontrini ne fai ben pochi...

Quindi che scatti la sanzione... E' il minimo.

PESSIMO POST

(personalmente non sono d'accordo neanche con l'abolizione dell'IMU sulla "prima casa", ma semmai andrebbe resa proporziale al reddito, o comunque andrebbero esentate solo le case più modeste..)

Valerio Natangelo 26.08.13 21:39| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Raga qua ragioniamo sempre di miliardi...gli diamo una mano a questi?
Se non fate offerte almeno divulgate!! :) un sorriso non si nega a nessuno

http://www.ebay.it/itm/181201882447

Andrea 26.08.13 21:38| 
 |
Rispondi al commento

perchè dobbiamo giustificare dei ladri?
ogni centesimo sottratto all'erario si tramuta in tasse.
Per piacere smettiamola altrimenti potremmo anche giustificare Berlusconi.
Parassiti questo sono i disonesti che si approfittano quotidianamente della mancanza di controlli.
BASTA

vittorio ferraresi - como 26.08.13 21:29| 
 |
Rispondi al commento

bisognerebbe fare in questo modo dal prossimo anno lo stato non può spendere più di tot, chi è evade viene punito molto più duramente, dalla riduzione della evasione si potranno ridurre le aliquote fiscali per tutti. Purtroppo i fantomatici miliardi recuperati dalla lotta alla evasione fanno gola a tutti i politici per fare altra spese, e aime anche il 5 stelle, aveva previsto il finanziamento del reddito di cittadinanza con i proventi derivanti dalla lotta alla evasione. Quindi nonostante il mio precedente posto contro l'evasore, facendo un'attenta riflessione forse la signora ha le sue ragioni, perchè in italia non c'è la cultura delle tasse basse per fare crescere le imprese, pultroppo viviamo in un paese in cui confidiamo in mamma stato per pagarci di tutto.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 26.08.13 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Invito tutti coloro , che essendo impiegati , non capiscono le ragioni di chi intraprende in proprio a fare un esperimento semplice semplice ... investire un piccolo capitale diciamo un centomila euro , se non li avete andate in banca e ve li fate prestare , aprite una partita iva , realizzate una qualsiasi attività a vostra scelta in un locale che avrete nel frattempo affittato , rivolgetevi alla ASL competente per il rilascio delle autorizzazioni, arredate lo spazio , ingaggiate un commercialista affinchè vi assista nello svolgimento della attività ... aprite l'uscio e tutti i giorni recatevi al lavoro , mediamente lavorerete dalle 8 alle 12 ore al giorno per circa 350 giorni all'anno ... nel frattempo investite i vostri soldi per l'acquisto delle merci e combattete contro la concorrenza sleale fatta da abusivi , truffatori , cinesi ed extracomunitari di turno ... cercate di non ammalarvi mai perchè ogni giorno chiuso è un giorno perso ed il vostro conto in banca si assottiglia se giornalmente non provvedete a rimpinguarlo ... dimenticatevi le ferie pagate e le tredicesime e quattordicesime e soprattutto cercate di non assumere alcun collaboratore in quanto rischiereste di lavorare per lui per poterlo inquadrare dal punto di vista contributivo ed assistenziale ... e tante tante altre cose che avrete il piacere di scoprire nel ricco mondo del lavoro autonomo ... chi vuole provare? ... BUONA FORTUNA!!

Sergio De Simone 26.08.13 21:27| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si bravi, facciamoli chiudere tutti se non ce la fanno a pagare le tasse...poi mettiamo anche loro in cassa integrazione in deroga o Aspi e poi tutti al mare!

Guglielmo La Micela 26.08.13 21:27| 
 |
Rispondi al commento

c'è chi dice che va colpita solo la GRANDE EVASIONE FISCALE.

Secondo questa logica i piccoli evasori andrebbero lasciati liberi di evadere, perchè tre giorni di chiusura sono una pena ingiusta...
In pratica sarebbe come spostare la soglia di esenzione ai ceti medio-bassi e probabilmente anche al ceto medio.
Ma chi come me è nella soglia medio-bassa ma ha la trattenuta in busta paga?
Come sempre paga per tutti?



sono un commerciante ambulante e sono d'accordo che chi sbaglia paga, anzi per me le sanzioni dovrebbero essere molto più alte, però dovrebbero cambiare i metodi della gdf, è inutile fare gli appostamenti, nascosti, fare due multe al mercato e poi andare via(perchè dopo due minuti tutti lo sanno che sono in giro e non becchi più nessuno). sarebbe molto più utile farsi vedere, magari far controllare anche ai vigili,
comunque come dimostra B. qui da noi è sempre più conveniente rischiare perchè anche se ti beccano paghi sempre meno di quanto avresti dovuto.

Lucio POL, Villorba Commentatore certificato 26.08.13 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono contento perchè la maggior dei commenti sono per rispettare le leggi contro l'evasione fiscale e quindi emerge una linea dura.
Anche se le tasse sono alte ciò non giustifica l'evasione. Se un'attività non produce reddito, non si apre nemmeno. Invece si fa fede sull'evasione fiscale salvo poi lamentarsi quando vengono pizzicati.

Armando ., Milano Commentatore certificato 26.08.13 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo il post...poi leggo i commenti..
E constato il grande successo che ha avuto lo Stato nel metter l'uno contro l'altro dipendenti e partite iva.
Invece il Ladro è lo Stato, attraverso una tassazione da esproprio sia nei confronti dei dipendenti che delle partite iva.
Riflettete che la parola Imposta è il participio passato del verbo Imporre. Un monarca assoluto impone. Una democrazia serve gli interessi dei cittadini. In una vera democrazia le imposte il popolo le ratifica accettandole o respingendole tramite referendum. Così si fa in svizzera. Con risultati: disoccupazione 3%, PIL in crescita, tasse basse, spesa pubblica bassa, concorrenza e trasparenza, amministrazioni efficienti e vicine al cittadino. Percepito come datore di lavoro e non come bestia da dissanguare per proprie clientele elettorali e per cementare il culo alla poltrona.
Smettetela con quest'ottica meschina del" non posso oppormi io al mio dissanguamento e quindi muoiano tutti dissanguati". È la mentalità italiana che ci porta alla rovina. Il nemico é lo stato predatore, nessun altro.

Marco Diaco 26.08.13 21:11| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

a tutti i benpensanti e puritani che stanno qui a dire:hanno fatto bene,ha evaso,ha derubato etc...
rispondo con un bel vaffanculo(scusate ma quando ci vuole).
si fa chiudere un povero cristo per 10 € di scontrini non emessi in 5 anni(che non vuole dire evasione poichè è una attività soggetta a studi di settore) e abbiamo uno che ha frodato milioni di euro che ci governa.
voi non capite che un gelataio,un meccanico,un paninaro sono costretti a fare un pò di nero per poter sopravvivere e pagare un pò di tasse,sì avete capito bene,si fa nero per pagare le tasse,questo è il paradosso a cui siamo arrivati in italia!
quindi prima di sputare addosso a uno che è li dietro a un banco a farvi il cono,sabato,domenica e festivi compresi e che di sicuro non mette soldi nei paradisi fiscali,fatevi un esame di coscienza!
p.s. senza contare che la pensione degli artigiani è una vera miseria

vito m., limido comasco Commentatore certificato 26.08.13 21:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non è la quantità che può giustificare il fatto di evadere. Io pago le tasse fino all'ultimo cent, mi girano i coglioni, certo, ma le pago. Caro M5S, vi voto e vi voterò ancora di cuore, ma cercate di essere un pò più cauti nel giustificare l'evasione fiscale.
Saluti
Stefano

Stefano Eccher 26.08.13 21:04| 
 |
Rispondi al commento

C'è da fare una piccola considerazione, non tanto sul post della signora, ma sui commenti seguenti.
Non so se la signora abbia una attività grande con grosso giro di affari, ma quello che vedo qui da noi(nord di Torino) è molto significativo. Entro la fine di quest'anno chiuderanno molti altri piccoli esercizi commerciali, e non saranno sostituiti da nessuno. Tutti questi lo faranno con "nero" o senza.
A me risulta che quelli che svicolano legalmente le tasse, sono i grandi gruppi e cooperative, con operasioni finanziarie e leggi fatte apposta.
Da quello che si vede, mancando soldi e lavoro, ormai il 70% dei piccoli artigiani e commercianti,sono alla canna del gas.
Parlo per esperienza diretta, da ex artigiano, quei problemi(bollettari, fatture, bolle, commercialista ecc.)li ho lasciati volentieri a chi ne ha ancora la forza e voglia!
Forse il vero problema è che non dovrebbero essere massacrati questi piccoli esercizi, ma la gran parte delle tasse le dovrebbero pagare i grandi.

adriano 26.08.13 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Ma possibile che questo blog e' infestato da moralisti e perbenisti del cazzo.
Poi vorrei vedere quando comprano qualcosa in nero o fanno qualche lavoro extra senza fattura per risparmiare se fanno tanto gli onesti
Ho sempre diffidato di questi italiani umili ed onesti e perbene , poi ti raccomando tutti quei finanzieri che fanno lavoretti extra ( camerieri etc..)
Mandaceli a novembre in gelateria a verificare gli scontrini : col cazzo che li trovano
Lo sanno questi lettori del blog che le gelaterie artigianali se gli dice bene lavorano 4 mesi all' anno?
Possibile che questo blog non sia frequentato da lavoratori autonomi o commercianti ma solo da disoccupati o inoccupati saccenti e dipendenti che non hanno un briciolo di responsabilita'?
Ma fatevi un esame di coscienza ed aprite una partita iva almeno capirete di quello che avviene nel mettersi in proprio e capirete veramente che significa lavorare !

Claudio Iachini 26.08.13 20:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non posso essere in alcun modo favorevole all'evasione, io pago fino all'ultimo centesimo prima ancora di ricevere lo stipendio.

In anni in cui la crisi non esisteva ho visto commercianti arricchirsi e metter su case, perchè l'evasione fiscale li rendeva fiscalmente più "poveri" di me che invece non potevo nemmeno chiedere un mutuo.

Ora che la crisi morde, chiedono pietà allo Stato cattivo, che evidentemente si accanisce più del dovuto, una situazione che non serve per ristabilire l'equilibrio tra chi le tasse le paga e chi no, ma solo a riparare i danni di una politica economica scellerata.

Ma si presuppone che se ti hanno "pescato" a non fare lo scontrino più volte la tua propensione all'evasione sia palese e QUALCHE GIORNO DI CHIUSURA è una pena minima alla quale ogni scusante o attenuante è figlia di una cultura politica che ci vuole SEMPRE E SOLTANTO VITTIME, peccato che spesso siamo solo vittime di noi stessi e delle nostre pessime scelte.


I 4 giorni, nell'ultimo week end di agosto, persi 5-6000 euro. Sarebbe interessante sapere quanti ne risultano incassati nel medesimo periodo dello scorso anno.
Per evitare simili problemi sarebbe sufficiente rispettare le regole.

Damiano Formiconi 26.08.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento

L'ultima vota che m'azzardai a chiedere la fattura ad un dentista m'avvisò che avrei speso circa 1000 euro in più... ci rinunciai.
Se, come vedo, a molti stà bene "massacrare" i piccoli, allora facciamo le cose proporzionate per cui se per 10 euro di scontrini si perdono 5000 euro
a chi evade 1000 euro gli tagliamo la testa.

Wlad/ Dò () Commentatore certificato 26.08.13 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Bravo e furbo invece chi apre srl a gogò,fa finta di pagare qualche fattura e poi manda in malora i fornitori. Poi ti rivende la merce a due citti perchè può fare concorrenza sleale e la massa che compra è contenta perchè ha fatto l'affare. Bravo che si misura le scarpe nei negozi e poi le compra su internet e spende 20 euro in meno. O grulliiii quei 20 euro servono per mandare avanti la baracca e pagare un commesso o una commessa. Brave le multinazionali che danno 200 euro ai ragazzini per pagare lo stage e poi a calci nel sederino e cosa hanno imparato? A prendere per il c..lo ops scusate,a vendere la merce che neanche loro conoscono. Ce n'è per tutti. Un ex commerciante...mi sto zitto che è meglio. Viva M5S!

incognito 26.08.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

L' scontrino basta diamo vita a un altro sistema di fare pagare le tasse sia per chi lavora nel mondo del commercio e per chi fa degli acquisti di ogni tipo.Levare queste paure non sarebbero male.E possibile mi chiedo io che non ci sono altri inventivi al solito sistema di 50anni. Sarebbe un punto di forza per il movimento 5stelle di dare una nuova vita al registro fiscale.

Riccardo 26.08.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo con la multa e la sospensione: una gelateria che non fa alcuni scontrini significa che non fa MOLTI scontrini. Ovvio che i controlli non sono 24 ore su 24 se se lo hanno beccato già 4 volte significa che il vizietto ce l'ha.

Federico Martinoli 26.08.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Strano questo post ...

La signora si lamenta perchè la sanzione le comporta dei disagi?
Beh, immagino che sia proprio quello che la sanzione si riprometteva, per cui non capisco la polemica.

In fondo ha derubato lo stato e i suoi cittadini 4 volte, perchè i soldi che vengono evasi andrebbero alla collettività. Ha rubato poco? Non mi sembra un motivo per chiedere di non avere conseguenze.
Altri rubano molto di più? Avranno allora sanzioni maggiori immagino.

Poi capisco che lo stato fa schifo e i soldi li butta, e darglieli è faticosissimo, però non ho mai sentito nessuno dire che allora evade il fisco e coi soldi risparmiati da da mangiare a una famiglia povera.

fabrizio castellana Commentatore certificato 26.08.13 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono un pensionato e prima di esserlo sono stato un lavoratore dipendente. Cari tolleranti,è ora di smetterla! Non è tollerabilee che una società civile abbia cittadini di serie A e di serie B! I lavoratori dipendenti e i pensionati sono da sempre costretti dal sistema fiscale a pagare fino all'ultimo centesimo! Sappiamo, invece, come molte altre categorie "sguazzano" allegramente nell'evasione, dalla parziale alla totale. I have a dream! Vorrei un sistema fiscale inflessibile ed imparziale con tutte le categorie! Vorrei pagare il gelato, la pizza, il vestito, l'automobile solo a mezzo di dispositivi automatici, con sistema self-service, che sistematicamente lasci traccia del pagamento. Vorrei poter richiedere e pagare ad un ufficio comunale l'intervento dell'idraulico, del tecnico che mi ripari la lavatrice, del muratore, l'elettricista, ...per non essere alla mercè di molti di questi "onesti" lavoratori autonomi. Un ufficio comunale che mi garantisca anche attraverso chiare tariffe, sia di manodopera che di materiali impiegati. Insomma, un ufficio pubblico che funga da "anello di congiunzione" fra utente e prestatore. Un ufficio pubblico a cui entrambi i soggetti devono riferirsi. In altre parole, dal medico all'avvocato, dal dentista al notaio, un chiaro ed equo sistema Pubblico e non l'arbitrario e ricattante sistema Privato! Questa è l'arma vincente per sconfiggere la secolare evasione fiscale, non le solite sbandierate, demagogiche, volutamente infruttuose operazioni che ogni governo di turno attua.

pasquale chionna 26.08.13 20:42| 
 |
Rispondi al commento

io vorrei solo dire che vivo in germania e il fatto degli scontrini non esiste,io ho un negozio di prodotti italiani,non ho mai avuto problemi con la finanza,non che qui non fanno controlli ma perche´ti fanno vivere,ma come pensate che faccia un´attivita´in italia a sopravvivere pagando tutte le tasse che lo stato italiano esige,e´una vergogna,un commerciante (o chi sia)che si spacca la schiena tutta la giornata per poi regalare i soldi alla banda bassotti che e´in parlamento.perche´non chiedete a quei pezzenti dove mettono i soldi delle tasse (le piu´alte al mondo)che la gente che non sa come sopravvivere paga e magari cerca di salvarsi facevo del nero?chiedetevi anche se chiudessero tutte le attivita´italiane (come gia´fanno quelle grosse come la fiat)in che stato cadrebbe l´italia?tutti questi commenti contro la gelateria non li capisco

maurizio peronaci 26.08.13 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Questo post non ha senso: i piccoli evasori evadono poco ma sono tanti, quindi l'evasione è enorme. Quante volte non viene hanno fatto lo scontrino per un caffè? Moltiplicate lo per 100 al giorno per 300 giorni l'anno. Ecco, quei soldi "che tanto per 1 euro di un caffè" li devono pagare le persone oneste. Certo che se anziché far chiudere l'attività per 3 giorni l'avessero fatta lavorare e devolvere l'incasso totalmente al fisco, magari aggiungendo un nell'accertamento fiscale anche per i 5 anni precedenti sarebbe stato meglio.
Comunque il fatto che le tasse siano alte non giustifica l'evasione ( come sostenne Berlusconi) ma quando si va al governo si cambiano le leggi. Fino a quel momento si rispettano.

Vittorio Bernasconi, Milano Commentatore certificato 26.08.13 20:36| 
 |
Rispondi al commento

La GdF ha fatto bene e mi auguro che lo facciano più spesso, se ci troviamo nella merda è ANCHE per colpa di chi evade e non venitemi a dire che erano solo pochi euro perchè sono certo che i controlli vengono fatti col contagocce e se li hanno beccati 4 volte è giusto che paghino.

Maurizio G. Commentatore certificato 26.08.13 20:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è rimasto aperto cinque anni giusto perchè si è salvato con qualche scontrino in meno. Sennò a quest'ora non c'era nessuna gelateria da multare, te lo dico che ha fine anno chiudo, mi son dovuto fare prestare i soldi da mio padre pensionato per pagare gli f24 di agosto. Mi stanno di dissanguando per comprare gli f35, VAFFANCULO, fà bene chi fà il nero.

Jim Tiberius Kirk, trofarello Commentatore certificato 26.08.13 20:33| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

DURA LEX, SED LEX.
Ci metterei mani e piedi sul fuoco che ne ha evasi molti di più. Se ci fossero più controlli sai quante chiusure! L'ultimo anno ho dovuto richiedere lo scontrino almeno 80 volte su cento. La pena per i recidivi mi pare irrisoria. Ha ragione chi ha scritto il commento che i controlli andrebbero fatti anche a banche e grosse società.
Ma qui è un`altro film.

sigfrido p., roma Commentatore certificato 26.08.13 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Io aggiungo che non ricordo di aver mai evaso.
A casa mia abbiamo sempre pagato tutto anche il canone rai da quando esiste.
Ci è arrivata una lettera da equitalia nella quale c'era scritto che dovevamo essere risarciti perchè avevamo pagato più tasse del dovuto.
Siamo gente umile noi ci accontentiamo di quel che abbiamo e per questo ad esempio non sentiamo mai il bisogno di andare in ferie.
Evasione di pochi euro e che cosa vuol dire!

Sempre evasione è!

Vero però che se un secchio ha i buchi e sta uscendo l'acqua la ragione mi porta a chiudere prima i buchi più grandi.

Noè SulVortice Commentatore certificato 26.08.13 20:32| 
 |
Rispondi al commento

La legge è giusta ma qualora chi la redige la rispetta dando esempio lui per primo, i nostri politici sono sempre stati d'esempio in tutti questi anni al rimborso dello scontrino chi dobbiamo punire per primo?

Pescatore 26.08.13 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Completamente in disaccordo con questo articolo!!!
Se ti hanno beccato 4 volte in 5 anni vuol dire che non hai mai fatto scontrini e troppo hai evaso. La legge è giusta. Nessuno sconto agli evasori!!!

Cristiano C., Dublino Commentatore certificato 26.08.13 20:17| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Ma scusate.... Non facciamo sempre le vittime. La legge, c'è e chi sbaglia paga. E poi.... Non è che uno viene punito per 4 scontrini in 5 anni, ma viene punito per essere stato beccato a non emettere scontrino per 4 volte in 5 anni.... quindi bisogna vedere quanti (chissà quanti), in realtà non ne ha emessi.
Se lo moltiplichiamo per una miriade di commercianti, si raggiungono cifre grosse.

A me capita ogni giorno ed anche nello stesso negozio o bar che vedo scontrini non emessi...

Se fossi della finanza, per quello che vedo, dovrei chiudere decine di negozi OGNI giorno.
Altro che 4 scontrini...

dario d., lecce Commentatore certificato 26.08.13 20:17| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

cioè questa in cinque anni ha omesso di rilasciare 4 scontrini fiscali solo quel giorno li..? Ma cazzo, ma siete rimbambiti? O mi prendete per il culo pure voi?

elio zunino 26.08.13 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Anche per me è giusta questa severità.
I negozianti devono tutti ben sapere che gli scontrini sono un obbligo anche se per 1€.
Una gelateria non può dire di essersi dimenticata lo scontrino, in tutte si fa prima lo scontrino e poi si prende il gelato.
Sei già stato scoperto dal fisco, non hanno scuse: non hanno proprio voluto prendere l'abitudine a fare gli scontrini. Ben gli sta. Non capisco la solidarietà per gli evasori di questo post.

Fabio Ret 26.08.13 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Ho aperto il post per vedere il tenore dei commenti. Sono contento che la maggiorparte delle persone condanna comunque l'evasione.
Ho votato M5S ma trovo la sua politica alquanto lacunosa per ciò che riguarda l'evasione fiscale.
Certo è sempre il partito "meno peggio".

Luigi Bello 26.08.13 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Che discorsi.. non fai lo scontrino paghi..... mi dispiace ma non giustifico la Signora e non posso dirglielo visto l'andazzo di questo paese... è inutile erigersi a giudici misericordiosi Il problema non è lo scontrino ma la ""lo fanno tutti lo faccio pure io"" ecco perchè gli amministratori..la cosa pubblica dovrebbero tenere una morale piu alta e una onestà piu spiccata .. chi glielo spiega a questi burattinai che VOI avete votato da sempre ???

Vincenzo D., Brusciano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.08.13 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Va bene il commerciante, ma ci si presta troppo ad essere punitivi per uno scontrino del caffè di 80cent mentre si è permissivi, fin troppo, con medici o avvocati o professionisti vari per parcelle, ovviamente non consegnate, di centinaia di euro.
O si cambia tutto, davvero, o non ha senso perchè l'ingiustizia fa più male della pena. E non si accetta.

Gian Mario 26.08.13 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non sono questo commercianti, che le tasse comunque le pagano e cercano solo di soppravvivere. Il problema sono gli evasori TOTALI. Dammi retta, ne conosco diversi. Quelli sono il cancro dell'Italia, insieme ai politici e ad altro.

gloria m., Londra Commentatore certificato 26.08.13 19:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al Tappone docet??

Alessandro Ranuncolo, La Spezia Commentatore certificato 26.08.13 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Giusta la punizione inflitta alla gelateria. Sacrosanta. Gli scontrini si emettono SEMPRE. Senza se e senza ma.
Magari facessero piu controlli dappertutto . Dai dentisti, dai gommai,nelle officine, ovunque. Mi sono veramente rotto i coglioni di chi evade. Fosse anche un euro.

lorenzo fiaschi 26.08.13 19:38| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando vivere è un lusso, evadere è un diritto

il nero lo fa solo chi ha i conti all'estero e i soldi li fa sparire veramente

chi evade ma rispende i soldi sul territorio è un benefattore, non un criminale

Coltiva le tue idee, pensa in verde

matte sisbatte Commentatore certificato 26.08.13 19:38| 
 |
Rispondi al commento

Poverini, hanno avuto la sfortuna di incappare nella GDF proprio le uniche 4 volte in 5 anni che non emettevano scontrino....Un evasore è sempre un evasore, che evada un milione o un euro. E danneggia in maniera uguale me, te, voi, noi tutti. E quando ce lo metteremo bene in testa si, allora, che cambierà l'italia.

Luca Angarola (italianbear), Milano Commentatore certificato 26.08.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento

per me è giusto quello che è stato fatto, gli scontrini si fanno è basta.

paolo bidoli 26.08.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma è il post di un troll???!?!

Giandomenico F., Peschiera Borromeo Commentatore certificato 26.08.13 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma questa volta non sono d'accordo con il tono polemico del post, gli scontrini si fanno, punto, la titolare era ben consapevole delle sanzioni, oltretutto non è credibile che siano solo le volte in cui è stata pizzicata quelle in chi non ha fatto lo scontrino, non iniziamo a giustificare gli evasori, piccoli o grandi che siano.

Fabio de Fabio 26.08.13 19:15| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che il post voglia acuire la differenza di trattamento che c'è per chi è un normale cittadino e chi è un capo del governo o un ministro delle finanze che pagava in contanti settimanalmente 1000 euro al suo sodale sotto segretario
Le regole valgono per tutti e non ci possono essere eccezioni altrimenti facciamoci adottare tutti da ziu sirviu
Il buon tremonti quando emanava certe norme era il dottor Jekyl o mister hide

Riccardo Garofoli 26.08.13 19:15| 
 |
Rispondi al commento

La legge deve essere applicata. Punto.
La titolare della gelateria si lamentava in una intervista perché aveva evaso poco... Non importa se tanto o poco. Chi sbaglia paga secondo la legge e se la legge non va bene si vota qualcuno che la cambi. Non esiste una giustificazione per quello che ha fatto, se no non ne veniamo più fuori!!!

Roberto V., BG Commentatore certificato 26.08.13 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Si lo sappiamo tutti che se ti hanno beccato 4 volte non significa che hai evaso 4 volte per un totale di 10 euro, ma che in realtà hai evaso molto di più, magari per migliaia di euro e solo 4 volte ti hanno beccato.
Il problema non è la pena è la diseguaglianza della pena.
Alcuni hanno una evasione accertata (e quindi quella reale è molto più alta) di milioni o decine o milioni di euro e magari fra processi, indulti e sconti gli fanno pure lo sconto su quello che dovrebbe versare (ricordate un certo Valentino Rossi, tanto per dirne uno)
Pensa poi a Mediaset condannata per frode fiscale che è molto più grave che la semplice evasione. Anche loro dovevano chiudere almeno per 3 giorni o più così almeno ci sarebbe stato un pò di pace.
Ma nel paese delle banane ci si indigna per un gelataio che magari per campare, visto le troppe e troppe tasse, qualche scontrino, mentre ci sono milioni di italiani che invece difendono Berlusconi che si è arricchito sulle nostre spalle e ha frodato lo stato per cifre enormi

Matteo Pietri Commentatore certificato 26.08.13 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Io sono stato commerciante per 15 anni e vi posso assicurare che non esiste un solo commerciante di ogni settore che emette regolarmente tutti gli scontrini a presentare un bilancio positivo ... È praticamente impossibile ... La nostra odiata politica ... Ovviamente manovrata dai poteri sovra-nazionali hanno creato volutamente le condizioni dell'evasione fiscale della piccola /media impresa ... A costoro non interessa un fico secco se il commerciante evade 10 , 100, 1000 euro all'anno, interessa molto di più creare quel così detto giochino di forza, creare disordini, malcontenti, e soprattutto la diffusione dell'odio tra i poveri, non dimentichiamoci che l'élite di chi ha il VERO potere sul pianeta, é criminale, satanista ecc ecc, é tutto scritto fin dai tempi... Voi prendetevela con il gelataio, con Berlusconi, con Bersani, letta ecc... Mentre dovreste avere bene in mente che vogliono solo deviare la vostra attenzione dai veri problemi, vogliono farvi credere e odiare il gelataio di turno o il politico, mentre quasi sicuramente non sapete neanche chi è il vero vostro / nostro nemico, non sapete chi ha portato e voluto questa crisi finanziaria, io non voglio formare ne informare ma dare un impulso a finché voi stessi vogliate davvero vederci chiaro ... cmq sia io punirei con la pena capitale l'evasione a patto che anche i banchieri lo facciano per primi, chi ha orecchio intenda...

Marco Tardelli 26.08.13 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che sono un autonomo e che non provo particolari simpatie per il fisco italiano... ma questo post è veramente sconcertante!

Gli scontrini non emessi contestati alla gelateria non sono CERTAMENTE gli unici scontrini non emessi. I controlli non avvengono certamente con cadenza quotidiana. Probabilmente è prassi di quella gelateria fare un sacco di nero.

Poi la proprietaria, sfiorando il ridicolo, si lamenta di essere in rimessa, quando in un weekend (seppur di notevole affluenza) dichiara di avere un giro d'affari di 5-6000 euro!

Secondo me non potevate scegliere caso peggiore per difendere la causa di noi autonomi.

Mario Rossi 26.08.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RICORDIAMOCI CHE ESISTONO GLI STUDI DI SETTORE E LO SCONTRINO VALE QUEL CHE VALE SULL'IMPONIBILE

fiorenzo balestreri 26.08.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Questo post mi lascia perplesso, ora andiamo anche a difendere l'evasione fiscale, perché no!?
Tanto in Italia economicamente parlando stiamo già ricoperti di sterco fin sopra la testa, e soprattutto grazie a questo oceano di furbetti.
Non è questione di 10€, ma di principio, inoltre chi assicura allo Stato che non ha evaso molto molto di più?! Sicuramente è stato accertato che la proprietaria della gelateria evadeva abitualmente, vogliamo tirar su le probabili cifre esatte!? Vogliamo fare una stima del giro d'affari di una gelateria ben avviata, come questa sembra, e che non emette abitualmente gli scontrini!?

Enrico Maria Trusiani 26.08.13 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Fuori dal governo come m5s non cambiera' mai niente.....
O no?

Sciutto roberto 26.08.13 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Sono stato un libero professionista fino a non tanto tempo fa
Le fatture devono essere emesse tutte le tasse devono essere pagate tutte , se poi ti accorgi che non c'è la fai a rimanere sul mercato chiudi . Per tentare di andare avanti ho tralasciato ( obligatoriamente o mangiavo o pagavo ) di pagare ora ho un debito con equitalia di 30.000 euro che spero di poter rateizzare con il maggior tempo possibile
Il commercialista della signora l'ha avvertita della norma ? La signora è recidiva
Ma visto che è la quarta volta che la beccano io direi che c'è proprio fumus persecutionis

Riccardo Garofoli 26.08.13 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,

Quando governerai questo Paese, perché lo governerai nonostante Napolitano......ci hai Promesso il Politometro......non Ti dimenticare!!!

Questa gente deve sentire sulla propria pelle cosa vuol dire aver Paura del Futuro per loro ed i loro figl!!!!

Roberto Durazzi 26.08.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

per favore rifletteteci tutti :
basta tasse sul reddito solo tasse sugli acquisti ( iva).
la vita sarebbe migliore e poi per sanzionare quella gelateria lo stato non ha perso solo i 500 euro dimancata iva ma ha dovuto tenere in piedi il macchinone delle verifiche e controlli che anche se non lo dice nessuno costa.
iva variabile in base al valore del prezzo acquistato in base al principio i ricchi comprano cose piu costose.
scusate se ho scritto malissimo ma sono in pausa e devo mangiare il panino.
buona serata

massimo x 26.08.13 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Hai sbagliato devi pagare punto.
I "poveri gelatai" non evadono 4 scontrini l'anno ma molti molti di piu'.
È la nostra mentalità italiana che ci porta a pensare che ciò possa essere una cosa accettabile! Ma non lo è.
Gli operai e dipendenti non evadono un euro e noi stiamo qui a difendere i piccoli imprenditori?!?!? non facciamo ridere per piacere

lorenzo iuso 26.08.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Essere pizzicati 4 volte in 5 anni lascia pensare che ci fosse una certa abitudine a non rilasciare lo scontrino. Inutile lamentarsi che non c'è certezza della pena quando poi ci si indigna che la si applichi.

Ulisse 26.08.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

veramente sconcertante questo post, si parla di evasione minima, ma che senso ha, è ovvio che una gelateria se non emette lo scontrino sarà sanzionata per importi minimi, se vendeva oro sarebbe stata sanzionata per importi superiori, ciò non cambia, allora anche il nano in rapporto alla sua ricchezza è stato punito per un importo piccolo! stiamo parlando di ben quattro violazioni, perpetrate poi da una che dichiara che nei 4 giorni avrebbe guadagnao 4000 euro, quindi non parliamo dell'imprenditore che non riesce a finire il mese, in america sarebbe finita in galera penso.

FABER C., RIMINI Commentatore certificato 26.08.13 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che articolo idiota!!!! L'hanno beccato 5 volte...e questo vuol dire che ha evaso almeno 5 volte!!!!
E sottolineo almeno!!!! Il M5S sta diventare una bandoliera del populismo... quando conviene andare con i poveracci si gira da una parte e quando conviene con gli evasori dall'altra! Ora anche con il Porcellum. Delusione su delusione. Altro che potere alla rete. Potere ai potenti che controllano gli idionauti....

Chemy75 Commentatore certificato 26.08.13 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo sempre alle solite.... fino a quando si manterranno le politiche repressive e punitive invece di quelle preventive i risultati saranno solamente questi. Se il fisco non funziona sarà mica colpa di Babbo Natale???

luca 26.08.13 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Io ho avuto un bar di 19mq chiusa l'attivita' nel 2008,dopo 11 ann, l'ufficio delle entrate mi fa una verifica fiscale degli ultimi 3 anni di attivita'. Oggi dovrei dare a equitalia circa 70.000,00 euro.

Lamberto Castorani 26.08.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

L'evasione va combattuta a tutti i livelli e' una frase usata spesso dai nostri amatissimi politici per... frantumare il popolo. Perché non frantumiamo i partiti politici che si blindano dietro le fondazioni? Perché non indaghiamo sui derivati presenti nei nostri comuni, province o regioni? Perché ci facciamo prendere in giro sulla storia del MPS? Fantastici i politici, ci hanno convinto che è giusto fare la "guerra del povero" ossequiando la casta! ... Ma non ci sentiamo un po' Fantozzi?

Andrea Cilona 26.08.13 18:48| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta non mi trovi d'accordo, dopo essere stato "avvisato" per ben 3 volte, uno se la va a cercare, io sono un operaio, e mi fa incazzare quando mia figlia bambina mi racconta che i gelatai sistematicamente non rilasciano gli scontrini ai bambini, mentre se ci sono anch'io me lo fanno. Se pensi che 1 euro evaso sia diverso dai 5 ml di B, allora anche lui ha ragione di dire che ne paga comunque molti di più di tasse perciò non va condannato.

Asprigno P. Commentatore certificato 26.08.13 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna vedere se ha evaso solo quattro gelati in cinque anni.... e se per paradosso avesse fatto solo quattro scontrini in cinque anni? Comunque questa e` l`italia, dura con i deboli e cagasotto con i potenti! Solidarieta` alla "gelataia" .

Samuele Della Gatta 26.08.13 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Tutti a prendere il gelato da questa signora! I grillini del luogo organizzino una mega mangiata di gelato e chiami la stampa per informare dell iniziativa.
Così la signora recupera l incasso perso. E il fisco si occupi delle evasioni dei ricchi prima di queste cagate.
Servirebbe una legge che consenta di multare solo se l evasione supera un certo valore (es. Lo 0,1 % del fatturato.

andrea di gennaro 26.08.13 18:46| 
 |
Rispondi al commento

La penale non sarebbe eccepibile in Svezia
In Italia lascia un po' perplessi
L'ex capo del governo che ha emesso questa norma è un evasore fiscale di dimensioni faraoniche
Il ministro in questione e quello che ha pagato in contanti il 50% di un affitto oneroso credo 4000 euro mensili non mi è dato sapere se ha almeno una ricevuta e se le ha le dovrebbe mostrare e visto che il pagamento avveniva settimanalmente , di ricevute da 1000 euro in giro nella sua contabilità c'è ne dovrebbero essere tante
Senza pensare che ha fatto più danni della grandine
Per tornare alla sanzione la norma e nota ai commercianti ? Perché non sanzionarla con una ammenda di importo pari alla somma delle altre per due
Si cerca molto spesso di dare la sensazione che l'enorme mole di evasione sia da attribuire alla categoria dei commercianti al dettaglio .
Comunque alla signora non rimane che sperare nella grazia o magari se fa tanto rumore c'è la possibilità che la facciano senatrice a vita

Riccardo Garofoli 26.08.13 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Sono una dipendente pubblica quindi pago fino all'ultimo centesimo di tasse e (da profana )mi permetto di dire che è giusto che le tasse vengano pagate ma sarebbe più giusto che i controlli venissero fatti a tutti i membri di quelle società che posseggono yacht e auto di lusso e non ai piccoli commercianti

loredana camilloni 26.08.13 18:44| 
 |
Rispondi al commento

Le attività commerciali sono destinate a chiudere tutte. I profitti non coprono più le spese. Lo stato è il nostro peggior nemico.

roberto fanelli 26.08.13 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace per la proprietaria ma gli scontrini bisogna farli. Essere stati beccati 4 volte in 5 anni non è poco, anche se l'ammontare dell'evasione è esiguo. Detto questo, credo che sia sbagliata la modalità della sanzione, che oltre a provocare un grave danno per l'artigiano provoca un ulteriore danno per l'erario che non incasserà nulla nei giorni di chiusura dell'esercizio.

Mario Rossi 26.08.13 18:40| 
 |
Rispondi al commento

Perché si va vedere l'evasione di un euro di chi paga le tasse in Italia e non si va vedere ENI e Enel che hanno la sede fiscale all'estero prendendo i soldi qui dal popolo italiano?

Roberto Frossandi 26.08.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Il succo di questo articolo e' W chi non emette gli scontrini ed evade il fisco? Allora per traslato, povero Berlusca!

Io dico W chi paga le tasse, e dico pure che se l'hanno beccato 4 volte con i controlli laschi che ci sono, chissa' quanti scontrini NON emetteva...

aligi 26.08.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

BISOGNA VEDERE, SE LA GELATAIA HA UNA AGIBILITA' POLITICA O E UNA PERSECUZIONE DEL FISCO. ORGANIZZIAMO UNA MANIFESTAZIONE A ROMA PRO GELATAIA E VEDIAMO SE IL PDL E' CON NOI.

giovanni b. Commentatore certificato 26.08.13 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non voglio assolutamente accanirmi col povero gelatiere di Olbia..mettiamo pure che sarà stato in buona fede..
comunque sia è giusto che sia stato punito, quanti commercianti/artigiani incrociamo che si "ricordano" di far lo scontrino/fattura?
Il fatto è che nell'Italia dei quaqquaraquà paga sempre il solito sfigato di turno perchè negl'anni ci si è abituati cosi:meglio rischiare qualcosa e far nero piuttosto che pagar subito le tasse.
Abbasso l'evasione!a tutti i livelli!

Ili Volpe 26.08.13 17:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori