Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lavoratori in ferie. E l'azienda sbaracca

  • 82


pmi-crisi.jpg
Se volete un parere di come vanno le cose per le piccole e medie imprese (PMI) eccovi una risposta plastica, senza parole, assoluta, netta e inequivocabile.
Lavoratori in ferie. E l'azienda sbaracca. Riaprirà in Polonia, titolari introvabili.
Succede alla Firem di Formigine (Modena). I proprietari non rispondono nemmeno al sindaco. Presidio degli operai: "L'impiego sparito in una notte". Sindacati: "Mai vista una cosa così" (Da il Fattoquotidiano.it)
Un gesto che vale più di mille parole per giudicare i primi 100 giorni del governo Letta.
Prima o poi qualcuno si accorgerà che i sindacati, i partiti, i Comuni, le Provincie e le Regioni sono enti vuoti, riempiti da marionette al soldo di interessi nazionali e macronazionali e che la sicurezza economica di impiegati e pensionati ha i piedi di argilla? Tolta la PMI in Italia rimarrà il patrimonio artistico e culturale che non sarà utilizzabile perché non ci saranno soldi per curarlo e sarà venduto dai pochi attuali ricchi che oggi si arricchiscono alle spalle dei tanti che subiscono le tasse, a favore di pochi ricchi che saranno i futuri padroni d'Italia: Cinesi, Indiani, Brasiliani, Russi, Americani.
Paolo B.

17 Ago 2013, 14:16 | Scrivi | Commenti (82) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 82


Tags: crisi, licenziamenti, PMI, sindacato

Commenti

 

Per evitare ciò: democrazia del benessere con il limite sociale profitto cioè ridistribuire reddito portando l'indice di Gini al livello dei paesi scandinavi (almeno 0.25) tramite rimodulazione irpef (porre almeno il 60% - anche 75% xme - per i redditi sopra 500.000 € (quello che non percepisce il 99.9% della popolazione), così i poveri man mano spariscono la classe media si rinfoltisce e man mano spariscono i plutomani (super-ricchi) e a regime no patrimoniali (casa, auto ecc) e niente tasse su servizi (quelli si trovano con l'alta tassazione oltre il LSP e lotta agli sprechi). Potrebbero magari anche ripristinare irpef del 74 (32 scaglioni dal 10% fino a 6 mil £ lire al 72% per redditi > 500 mil £: i furboni plutomani si sono abbassate le tasse del 30% (dal 72% al 43%) e le hanno alzate in media per i meno ricchi del 20-25%). Insomma si alla ricchezza (500.000 € l'anno basteranno o no!) no alla ricerca del profitto illimitato che non porta benessere neanche al singolo (ovviamente se i soldi vengono gestiti dall'azienda x fare investimenti no tassazione: tipo 500.000 € a marchionne e 47.5 mil. € x la fiat x investire in italia e il dg fiat si risparmiava una tassazione altissima). Tutto questo lo potete trovare studiando sul sito di albanesi punto it diffondendo la democrazia benessere e votando magari m5s x l'applicazione di tali principi (pd e pdl di fatto sono direttamente o indirettamente al servizio dei plutomani tanto che l'italia è una plutocrazia!)

Pincopalla mrc Commentatore certificato 21.08.13 11:16| 
 |
Rispondi al commento

quel che è ancora più grave e che dovrebbe indignare l'animo dei cittadini italiani è il fatto palese che il tanto blasonato governo centrale europeo che avrebbe dovuto mantenere un atteggiamento al di sopra delle parti e evitare di creare palesi disparità di trattamento politico ed economico tra i paesi membri,nella realtà ha permesso alle nazioni dell'est europeo essendo totalmente prive di una minima nozione di diritti umani associati al lavoro di oliare il motore della concorrenza sleale con costi al ribasso evidentemente insostenibili dai paesi industrializzati e avanzati sotto il profilo etico.proprio la totale mancanza di etica nel mondo del lavoro,da cui le generazioni precedenti si erano affrancate con il sacrificio di tanti per un mondo a misura d'uomo e non schiavo di logiche puramente economiche,ci riporterà indietro di un secolo o forse più,solo per nascondere un fallimento ancor peggiore di quello dello pseudocomunismo recente,il fallimento morale e ideologico del capitalismo che si dipingeva come l'unico modello percorribile per un mondo migliore

marco marin 20.08.13 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando andranno via tutti (quelli che se lo potranno "permettere" ovvio), cosa inventeranno i "mostri politici" per tenere su l'ex bel Paese??? da dove e da chi preleveranno denari???? forse dai profughi che arrivano ogni santo giorno???

stefano savo 20.08.13 15:12| 
 |
Rispondi al commento

le persone fisiche italiane che svolgono un’attività economica in Polonia possono adottare un’aliquota unica forfettaria del 19%, evitando la doppia imposizione e rimanendo all'estero per più di 6 mesi all'anno..... e qualcuno si stupisce se le aziende fuggono come ladri approfittando della prima occasione!

Le tasse sul lavoro in Italia sono le più care d'Europa

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 20.08.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma allora come la mettiamo che difendete gli extracomunitari dei CIE, volete l'abolizione della Bossi-Fini e che i finti naufraghi dall'Africa rimangano qui a nostre spese?
E' vero Grillo o no? Diccelo, diccelo!!!!!!!!!!!!!!!!

sergio picini 20.08.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento

Io ritengo che ciascuno abbia "diritto" di migliorare le proprie condizioni di vita,economiche e sociali..questo vale anche nel settore aziendale e lavorativo.
Imprenditore e Lavoratore sono liberi di scegliere le migliori condizioni per svolgere la propria attività al meglio.
E' legittimo che un Lavoratore bravo e preparato possa lasciare l'azienda per cui lavora, magari per migliorare le proprie condizioni lavorative e economiche?..sì...per me sì!..se questo principio vale per il lavoratore, deve valere anche per chi guida un azienda.
Eppure basta paragonare i dati sui redditi medi dei lavoratori europei, per capire che l'italia è fra i più bassi..e la colpa di chi è?dell'imprenditore?oppure è di un livello di tassazione talmente "esoso" che deprime sia gli stipendi di lavoratori che quello degli imprenditori..!
Quì la riflessione è d'obbligo,quando uno stato diventa nemico del cittadino allora i cittadini devono cambiare lo stato..se non lo fanno se ne assumano responsabilità e le relative conseguenze.

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 20.08.13 07:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

risulta ormai chiaro a tutti coloro che vogliono guardare la tragedia italiana,senza ipocrisia,viltà e inutile retorica che in questo paese,ormai parte del sud del'europa, i diritti più elementari del popolo che un tempo erano il cardine della costituzione stessa,sono carta straccia senza valore.un nuovo oscuro ordine mondiale si sta inesorabilmente delineando e diversi paesi tra cui il nostro ne sono già schiavi.vorrei citare un esempio di quanto conti la nostra parola presso la comunità europea:sbarchi incontrollati di disgraziati migranti ormai anche sulle spiagge affollate di bagnanti?il governo italiano afferma:è un problema europeo!malta se ne infischia e li respinge?nessuno interviene e diventa un problema solo italiano.il futuro di diverse nazioni e dei suoi figli è un mondo del lavoro senza regole plasmabile dal più forte e dove non vi è nessuna certezza del domani.i nuovi padroni saranno i cinesi e la loro economia.aprite gli occhi e guardate chi sta comprando le attività commerciali e artigianali e vi renderete conto che le bugie di chi doveva fare gli interessi di questo paese sono arrivate al capolinea.

marco marin 19.08.13 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Io non so' da dove questo commento arrivi, ma so' solo che questo e' quello che nel futuro succedera'.

MARTINO CINEL 19.08.13 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti, sono stato un ex candidato del M5S in Veneto 1, e impiegato nella logistica di una grossa azienda , che i sindacati e i partiti sanno solo aiutare le aziende a delocalizzare , questo perché pagano meno tasse e meno soldi di manodopera , me lo dite allora come facciamo a tutelare i lavoratori e i loro diritti quando abbiamo già perso in partenza ?
La soluzione che ho proposto da molto tempo al M5S che avevo messo nel mio programma era quella di diminuire l'IVA al 10 per cento alle aziende che si impegnavano per 25 anni a mantenere la forza lavoro, di pari passo dare la possibilità ai consumatori di detrarre i beni al consumo , in questo modo si combatte l'evasione fiscale e le aziende ritornano in Italia .
Non basta il reddito di cittadinanza come carità al popolo , recuperando i fondi dai privilegi della politica o dal l'evasione delle slot machine , in uno stato che ha un bilancio totale di 800 mld di spesa pubblica in un anno.
Questo dovreste fare ragazzi e alla svelta prima che il popolo si incazzi, non perdete tempo a trovare la massima condivisione , arriverete sempre troppo tardi, proponete subito tutto ciò, se lo avete già fatto se non vi ascoltano perché messi continuamente all'angolo , fate lo sciopero della fame tutti insieme fuori dal parlamento in solidarietà con chi ha perso la dignità e il posto di lavoro e ora e alla fame.
Altrimenti alle prossime votazioni vi identificheranno peggio degli altri partiti anche se molti di voi non lo meritano.
Poi quando passo in un negozio di firma con il nome degli stilisti a una giacca che costa 2500-3000 euro. , bene, io di quella giacca per legge vorrei la carta d'identità di chi l'ha prodotta, come vive , dove vive, come vive e qual'e la sua paga oraria, non è possibile scoprire che chi la produce e un indiano che prende se va bene 20 euro al mese.
Questa si chiama speculazione e sfruttamento , quindi una continua e dilagante situazione favorevole per la perdita dei diritti .
Saluti
Marco Maccis

Marco Maccis 19.08.13 00:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve sono Stefano ho 43 anni per trent'anni ho sempre lavorato in maniera precaria fino ad oggi che sono riuscito dopo tante sofferenze e nonostante mi sono indebitato fino al collo di aprire un'attività commerciale io quello che non capisco di questo Stato e perché non ci aiuta io non voglio soldi noi non vogliamo soldi desideriamo solo un po' di respiro di ossigeno , le tasse ok bisogna pagarle l'imps ok bisogna pagarla ma prima lasciateci pagare i debiti altrimenti chiuderemo l'attività dopo pochi mesi perché io ho pagò l'imps ho pagò il fitto ho pagò le bollette ho pagò i debitori tutto insieme non è possibile , quindi che fai chiusi baracca e ritorni disoccupato come eri prima. Io c'è la sto mettendo tutta ma questo stato pensa solo per se ! Grazie Italia grazie alla politica grazie perché non volete farci sopravvivere !

Stefano Acquaviva 18.08.13 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Alessandro -senza cognome delle ore 19.33: leggi di meno i giornali e guarda di più con i tuoi occhi e, per favore, USA un linguaggio più consono alle regole della buona educazione per esprimere il tuo dissenso verso chi, in questo caso il sottoscritto, ha solo manifestato le sue impressioni.

Enzo Zappalà , Roma Commentatore certificato 18.08.13 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Ma siamo in un paese che più vai male più hai successo, per esempio Marchione, negli ultimi 5 anni non ha venduto una macchina se non in America, dove ha svenduto la nostra tecnologia, pagata da decenni dagli italiani.
Chi ha sbagliato gli operai della Fiat o chi comanda, che non è riuscito a creare dei modelli più competitivi del mercato tedesco, giapponese, francese?
L'unico modello che si vende a prezzi allucinanti è la nuova 500, che con le vendite sperano di appianare i fallimenti degli altri modelli.
Se si ragiona come questi campioni l'Italia può solo che fallire.

Luca 18.08.13 15:30| 
 |
Rispondi al commento

ci piace tanto l'euro?
Accettiamone le conseguenze per favore.

Cristiano Streppa, Sant'Elpidio a Mare Commentatore certificato 18.08.13 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Spett.le Presidente della Camera Boldrini, come può lei che avendo lavorato per l'ONU, avendo visitato il mondo (specie le zone più disastrate), possa pretendere che sia l'Italia, con i gravi problemi che si ritrova, con tensioni sociali al limite, a dover essere il punto di riferimento per centinaia di culture diverse, per migliaia e migliaia di persone che più che un aiuto (abituate ad avere una visione della vita ben lontana dalla nostra) non si sente responsabile di tutti quei delitti compiuti da didperati ? e non ci parli di "femminicidio" come la sua collega Avv. G. Bongiorno !!! nel caso di queste persone la donna non ha valore se non come una proprietà, alla stregua di una casa o di un auto ecc. LA SOLUZIONE : creare gli aiuti sul posto, non dando soldi, che sà benissimo dove vanno a finire, ma insegnando quello che hanno fatto i nostri nonni dopo le guerre che anche NOI ITALIANI abbiamo avuto, ma tanti si sono rimboccati le mani e hanno ricostruito l'Italia. Qualcuno invece ha esportato la MAFIA in america, canada ecc, ma noi consapevoli di ciò vorremmo evitare che accada anche in Italia,.... invece ? città diventate ricettacolo di spaccio, bande di ogni tipo, e quant'altro.

gian luca cimatti, forlì Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.13 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Arriva la fine dell'estate, delle "ferie" e come accade per i condannati dalla mafia, questo Paese tornerà a mettersi in ginocchio, pronto per l'esecuzione. Questo è il classico metodo che consente di ingessare l'Italia e permettere a questo Governicchio (e ai precedenti) di non cambiare nulla, per gli Italiani mentre la politica continua a fare affari d'oro.

gian luca cimatti, forlì Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.08.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo L'enorme problema dello stato italiano è che vuole " fare cassa " con multe , aumenti imu tares iva .
e le forze dell' ordine devono fare cassa .....

Si sente poco di un finanziere , che ti consiglia come fare per non incorrere in una sanzione ....prima la contravvenzione.

se paghi subito ti fanno lo sconto ( mi sembra di essere in piena medina araba dove la contrattazione è praticamente un obbligo), se invece provi a far valere le tue ragioni e perdi la causa paghi il doppio ....

i Nostri Militari devono capire che hanno l obbligo difendere sempre prima NOI POPOLO SOVRANO e poi le istituzioni .

Paolo Ravarino Commentatore certificato 18.08.13 11:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il groviglio di leggi italiane spesso in contraddizione tra loro, l'esercito di avvocati disposti a tutto per qualunque parcella, i sindacalisti imboscati tutto chiacchiere e furore ideologico in difesa spesso di fannulloni, politici che "legalmente" approfittano delle pubbliche risorse... riducono a questo punto gli imprenditori: la fuga di notte. Immaginate se il trasferimento fosse avvenuto "alla luce del sole": dopo 10 anni di contenzioso civile contro i lavoratori che picchettano l'azienda... wuesto imprenditore forse avrebbe potuto disporre dei tuoi beni quando obsoleti.
Esattamente come gli inquilini morosi.
Ai lavoratori che ancora picchettano l'azienda e bloccano la partenza dell'ultimo automezzo di attrezzature suggerisco di andare in banca e ritirare tutti gli euro rimasti sui loro C/C e saltare a bordo del TIR con destinazione Polonia... in questo Paese non ci sono più speranze.

Esco 18.08.13 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Si parla tanto di crisi nera: qualcuno può, per gentilezza, spiegarmi perché, allora, vedo in giro tante auto nuove, alcune di grossa cilindrata, vedo la fila nei negozi di telefonia e di elettronica, e nessuno che, nonostante il prezzo scandaloso dei carburanti, rinuncia ad andare con i mezzi pubblici, occupati solo da stranieri? Grazie e un saluto a tutti.

Enzo Zappalà , Roma Commentatore certificato 18.08.13 11:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La sola immagine di bandiere rosse attaccate all'esterno di un'Azienda (brividi a parte) dovrebbe far capire che la stessa non ha futuro. Quale imprenditore farebbe affari con un partner imbandierato e presidiato da picchetti? Se l'Imprenditore ha pagato: fornitori, stipendi, TFR, leasing, bollette varie, al di la del mero aspetto umano nei confronti dei dipendenti, quale crimine ha commesso nel chiudere in Italia e nel riaprire all'Estero? E a chi mai dovrebbe chiedere il permesso? Qualsiasi impresa nasce col presupposto di fare degli utili; se vengono a mancare le condizioni non ha alcun senso continuare. L'azienda in questione, cosa avrebbe potuto fare per sopravvivere? Vedersi bloccare i macchinari, il materiale già confezionato, operai sul tetto, Polizia e CC in assetto antisommossa per mesi davanti ai cancelli? Il mercato è cambiato, sicuramente non a nostro favore, questa è la triste realtà. Buona parte di questo sfacelo, lo si deve, ovviamente alla Casta di politici avidi, corrotti e incapaci, ma una responsabilità seria e indiscutibile, è da attribuire anche ai Sindacati. Alle prossime Elezioni, ognuno di noi, avrà la possibilità e la responsabilità di far sì che queste cose non avvengano più, semplicemente votando il Movimento 5S. Fermo restando che ai lavoratori va data massima solidarietà e sostegno.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato 18.08.13 10:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non solo aziende...il Festival della musica Rototom Sunsplash...emigra in spagna..(fatto quotidiano)l'organizzatori avevano ricevuto 2 avvisi di garanzia per istigazione al consumo di stupefacenti...in spagna sono stati ricevuti con tutti gli onori..consapevoli che questo Festival porterà turisti da tutto il mondo...
Quì funziona solo il Festival di SANremo..sponsorizzato con i soldi n/s del canone TV...
I due responsabili con "giusta ragione"hanno preferito chiudere e delocalizzare in SPAGNA(poi si parla male dell'europa..!!)...meno male abbiamo l'europa..una vera opportunità, per chi vuol fuggire dalla teoria del "Bel Paese"...il Club dell'Italia bye..bye..accumula nuovi iscritti..chi saranno i prossimi..?
Mentre noi tentiamo di "sbarrare" la strada a questa politica e partitocrazia, gli altri fanno i fatti..e abbandonano la nave che sta affondando..
A questo punto..mi chiedo e vi chiedo...è ammissibile proporre a questo movimento iniziative diverse anche da quelle di natura politica..?

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 18.08.13 09:19| 
 |
Rispondi al commento

A Prato, gli unici che lavorano e girano con automobili di lusso; è la comunità cinese che in venti anni è riuscita a creare un indotto clandestino sommerso parallelo a quello legale, distruggendolo completameente.

Quì ho letto tanti bei discorsi,la realtà è ben diversa.

L'autunno è vicino; SARA' INCANDESCENTE

Marco C. Commentatore certificato 18.08.13 08:20| 
 |
Rispondi al commento

Beh' nell'ultima riga hai dimenticato i tedeschi.
Insomma la storia di noi italiani si ripete. Non abbiamo le palle per essere "nazione".
"Governare gli italiani non e' impossibile: e' inutile" diceva Mussolini in qualche lampo di luce.
Noi non siamo capaci di organizzarci, di obbedire alle leggi, non siamo capaci di farne di leggi buone e giuste che non siano scavalcabili e interpretabili.
Forse ce lo meritiamo. Qualcuno di noi ha vissuto con profonda emozione le commemorazioni sull'Unita' d'Italia?
O con distrazione?
In altri paesi se un leader politico "mente" al popolo.... e' finito. Noi invece?
Guardiamoci dentro, da dove veniamo... E capiremo.

Roberto Montemurro 18.08.13 06:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché invece di presidiare l'azienda i lavoratori non prendono per le palle i politici e i dipendenti delle amministrazioni pubbliche che con la loro vessazione hanno causato questo. Cosa pensate che l'imprenditore debba essere un martire rimanendo Italia per poi alla fine suicidarsi. La soluzione e' una sola per chi produce e mantiene il know how in Italia tassazione degli utili non oltre il 15 % se corrisposti a cittadini persone fisiche italiane, completamente detassati se corrisposti ai dipendenti della medesima azienda (un possibile modo per recuperare il Cuneo fiscale), tassati dal 50 % in modo secco in su se distribuiti ad societa ' che sul territorio non producono (finanziarie) o ad aziende non residenti (società estere), detassazione totale degli utili reinvestiti nell'azienda, obbligo per tutti del pagamento alla consegna della merce, obbligatorietà per le banche a fornire prestiti a tali societa' al tasso bce 3 punti massimo per importi pari alla metà del patrimonio netto aziendale, divieto per dette societa' di ottenere qualunque sovvenzione proveniente dal pubblico, obbligo per i funzionari Dell' agenzia delle entrate di fornire entro 5 gg su richiesta del contribuente pareri vincolanti che tengano conto SEMPRE della soluzione/Interpretazione più favorevole al contribuente. Potrei continuare ..

Roberto 18.08.13 05:59| 
 |
Rispondi al commento

Allucinante!
A proposito di PMI: domani parto in auto per l’Ungheria, come faccio da diversi anni in questo periodo. Sono solita pernottare in un paese vicino al confine con l’Austria. Qualche anno fa in quel comune, molto bello, turistico, c’erano 4-5 alberghetti carini, 3 stelle, alcuni con ristorante. Piano piano hanno chiuso tutti, ora anche l’ultimo (albergo-rist in pieno centro, neanche tanto piccolino), dove mi ero fermata negli ultimi 3 anni, mi ha detto che a fine settembre chiude...

L’unico modo di porre fine a questo declino su tutti i fronti è quello di VOTARE M5S!!!!!

PS. Riuscirò a collegarmi a Internet solo lunedì sera, ma come farò senza il Blog per quasi 2 giorni????

Francesca B., Ovada Commentatore certificato 18.08.13 02:43| 
 |
Rispondi al commento

Oggi sono andato un pochino sullo scurrile,scusatemi.Terminologia di chi vive sullo sfruttamento inregolare delle altre persone.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 18.08.13 00:14| 
 |
Rispondi al commento

Come non gli aveva dato i soldi alle imprese.....Hahahahahhahahahha.Detassare ,perche incentivare...hhahahhhahahhhaha........Non sono le manovre per L'italia ,sono le manovre per le tasche ,non sappiamo bene ancora di chi.1000 2000 2 milioni di persone da mantenere piu ricche di uno che fattura 10 Milioni l'Anno.Esperienza personale piu fatturi piu tasse ,non riesci a mantenere il tenore di vita di una casa ed una utilitaria,ma a chi vogliono prendere in giro.Sti Papponi.Mantenuti sul sangue della gente.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 18.08.13 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo ma in questi casi i lavoratori avranno almeno il diritto agli ammortizzatori sociali o anno a casa senza nessun aiuto ???

Giovanna Pellegrini 18.08.13 00:06| 
 |
Rispondi al commento

Italia e Grecia, 2 Paesi derelitti oggi ma ...

La culla della civiltà: L'antica Roma e Atene ... tutto ebbe inizio lì mentre il gran parte del resto del mondo era abitato da "barbari", tranne rare eccezioni di qualche civiltà di rilievo per lo più precedente (Egizi, Inca etc etc)...
Le vestigia archeologiche e le memorie storiche sono lì a dimostrare la grandezza di queste 2 civiltà.
Il Rinascimento Italiano è stato pieno di cultura arte e genio.
Le scoperte scientifiche e le invenzioni fatte da Italiani sono tantissime.
I poeti, scrittori, musicisti tra i più grandi al mondo sono stati Italiani.
Geni come Dante Leonardo Michelangelo ( e mi fermo altrimenti i 2000 caratteri non basterebbero) sono Italiani.
Una posizione geografica per Italia e Grecia incredibilmente bella. Natura, bellezze naturali e luoghi stupendi sono in questi 2 Paesi ovunque. La cultura del turismo dovrebbe essere radicata in noi.
2000 anni di storia e di cultura ... duemila !!!
E Paesi con nemmeno 200 anni di storia (un decimo,) e con niente, di tutto quello che prima ho elencato, ai nostri livelli, comandano sul mondo mentre questi 2 Paesi sono diventate le "cenerentole" d'Europa ...
E chi dobbiamo ringraziare per tutto ciò ?
I nostri "lungimiranti, onesti, disinteressati, colti" politici che ci hanno governato negli ultimi 50 anni ... ed i molti Italiani che hanno seguito il loro esempio ...
Cura del nostro patrimonio artistico, turistico, archeologico, paesaggistico, geologico, ambientale, imprenditoriale e culturale in genere : ZERO !!!
Nel mondo siamo ormai famosi e conosciuti solo per mafia pizza mandolino e "bunga bunga" ...
GRAZIE A TUTTI !!!

PS e non meravigliamoci se succedono poi casi come questo del post ...

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato 17.08.13 23:50| 
 |
Rispondi al commento

Pero so stati dei grandi dai......evidentemente erano alla frutta..x me hanno fatto bene...è tutta colpa di questo Stataccio..

Mirko Malvagiotti, Bratislava Commentatore certificato 17.08.13 22:40| 
 |
Rispondi al commento

http://www.ilgrandebluff.info/2013/08/in-italia-apple-fattura-2-miliardi-ma.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+LaGrandeCrisi+%28IL+GRANDE+BLUFF%29

eleonora . Commentatore certificato 17.08.13 21:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esatto Paolo, se non si abbassano le tasse è legittimo il diritto dell'imprenditore (il medio piccolo)di sopravvivere. Abbassare le tasse e farle pagare a società come Apple Google... pagano solo lo 0,17% non è una vergogna questa?

eleonora . Commentatore certificato 17.08.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento

FURTO O ASPORTAZIONE PRETERINTENZIONALI DI "LAVORO"
si dovrebbero prevedere dei reati per queste azioni delinquenziali

Alberto Tatone 17.08.13 21:52| 
 |
Rispondi al commento

pochi giorni fa su BBC c'é stato una trasmissione che confrontava l'industria automobilistica inglese con quella tedesca.

Qualche possibile analogia con l'Italia potrebbe trovarsi.. mi sembra che in Italia il rapporto datore/lavoratori sia che per il datore di lavore i lavoratori sono un insopportabile rottura che non meriterebbe nessun diritto e già tanto che gli si dia da lavorare.
Dall'altra parte mi sembra siamo ancora fermi alla lotte di classe dunque il datore di lavore é il diavolo per principio.

In germania si siedono al tavolo datori e rappresentati sindacali con un obbiettivo in mente cosa fare per far diventare la ditta la miglior ditta sul mercato.
Anche perché, appunto, i datori sanno quanto é importante la mano d'opera e i lavoratori non pensano che il lavoro sia un diritto.

E basterebbe confrontare una fiat con una volkswagen per vedere come cambiano le cose.

Igor Scicchitano, Ginevra Commentatore certificato 17.08.13 20:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che ca*zo. Qualche giorno fa c'era un post in cui un imprenditore era stato rovinato da un dipendente e da Equitalia e tutti giustamente solidarizzavano. Oggi si parla di un caso in cui gli operai lo prendono in quel posto e rimangono da un giorno all'altro in mezzo alla strada e mi tocca leggere che la colpa è degli operai che vogliono troppi diritti, dei sindacati (vero) e nessuno che abbia le palle di dire che l'Italia è piena anche di imprenditori del cazzo oltre che di un botto d'imprenditori onesti e che in questo caso la solidarietà va agli operai ed il biasimo a sto stron*o d'imprenditore.

Andrea Martini 17.08.13 20:44| 
 |
Rispondi al commento

Chi sa se prima non ha fatto figure i capitali ?

Riccardo Garofoli 17.08.13 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Il degrado e il vuoto politico e la spavalderia che ormai contraddistingue chi ha il potere , favorendo i delinquenti , ha generato queste situazioni

stefano barbarossa 17.08.13 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Se sentite i discorsi di MOOOOOOLTI Italioti sparsi per il paese vi renderete conto che ci meritiamo tutto questo e la colpa , o la colpa maggiore, sarà del Movimento 5 Stelle e di Beppe Grillo. Mi ripeto: se ci fosse la sfilata dei deficienti gli Italiani sarebbero davanti con la bandiera!!! Forza M5S

Claudio T. Commentatore certificato 17.08.13 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

===============================================
la scorsa settimana il mio commercialista, prima di andarsene in ferie, mi ha dato tutti gli F35 da pagare di quest'anno, e mi ha detto che per l'anno prossimo dobbiamo cercare degli "escamotage" in pratica dovremo cominciare a pensare come evadere, altrimenti posso chiudere, IO NON VOGLIO EVADERE!!!!
c'è qualcuno che mi sa dire come dovrò fare per continuare a lavorare e mantenere la mia, e altre 50 famiglie?
avete sei mesi di tempo.
===============================================

rocco 17.08.13 20:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In italia, minuscolo voluto, siamo bravissimi a commentare, qui, sui social network, su infiniti altri blog.....
Dopo ogni commento carico di doveroso sdegno e farlocchi suggerimenti su come ripianare le cose, tutti si sentono grandi e socialmente utili e ricominciano a parlare di calcio, sport vari ecc ecc. ritornando bravi e composti nel proprio buchetto, al limite solo un filino incazzati.
Mi ricorda molto quella barzelletta dei due amici che si incontrano e uno è conciato da buttare via, occhio nero, braccio al collo e gamba ingessata e alla richiesta di cosa gli fosse successo risponde: " Eee, sapessi, me ne hanno date, ma sapessi cosa gli ho detto......"
Ecco, noi siamo proprio così, parole, parole, parole mentre gli altri fanno i fatti, e tutto questo continuerà fintanto che non saremo 56 milioni di disoccupati, poveri e senza mangiare.
In ogni caso gli stadi saranno sempre pieni, i calciatori continueranno il loro balletto di cambio squadra a suon di milioni e i deficenti saranno orgogliosi del nuovo inseguitore di palla e corridore in mutanda.
Panem et circences, loro hanno ben imparato la lezione, il popolo deficiente no e quindi ben gli sta tutto quello che deve sorbirsi.
Chi è causa del suo mal pianga se stesso recita il proverbio, in questo caso la fregatura è che ci vanno di mezzo anche altre persone, poche, che con questi modi di pensare e agire non hanno nulla a che fare ma tant'è.

edoardo l., rottofreno Commentatore certificato 17.08.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io, dipendente comunale, ho revocato la tessera alla CISL nel 2006, perché mi ero reso conto che erano complici del governo; ma figuriamoci adesso un ex sindacalista adesso è segretario di partito;
quando aprirete gli occhi?

orso bianco 17.08.13 20:09| 
 |
Rispondi al commento

con una tassazione al 68,5% l'italia è al 1° posto nel rancking dei 28 paesi ue...ogni imprenditore ha diritto di tutelare la propria azienda i propri investimenti.
La pressione fiscale indiretta tipo IMU,TARES,ecc...ha letteralmente segato le gambe alla PMI..Monti con l'ausilio dell'ABC è stato quello che ha dato il colpo di grazia all'economia italiani.
Le elezioni di febbraio sono state una barzelleta..perchè con protagonisti diversi si continua con L'ABC...nulla è cambiato...
Hanno voluto salvare lo SPREAD ma HANNO AFFONDATO l'economia le imprese e la gente!
HAnno creato i presupposti per una fuga di massa..
quando non ci saranno più soldi per le pensioni e gli stipendi degli statali ci sarà da ridere...
la TARES è passata dal via senza nessuna discussione....per un negozio di 45 mq un amico paga 800,00 euro...!!
L'hanno voluto il BIS dell'ABC...e questi sono i risultati!!la cna ha già avvisato-entro la fine dell'anno andranno persi 400.000 posti di lavoro..
con tanti saluti!
Cari imprenditori non fate l'eroi...mettete al sicuro le vostre aziende!!e questo vale anche per tutti noi...proteggiamo quel poco che abbiamo..!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 17.08.13 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Se tante PMI sono in merda è anche per via del fatto che i lavoratori sono anche troppo tutelati in Italia....poi si arriva a gesti come questi, incomprensibili per la maggior parte delle persone.
Tanti diritti ma pochi doveri.
Ovvio che, grazie a Dio, non sono tutti così.
E le persone capaci ed operose, che non avrebbero nulla da temere, dovrebbero indignarsi di fronte a ciò perchè il danno causato dai parassiti nei loro confronti è enorme.

Eros F 17.08.13 19:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo è inutile che ci lamentiamo sempre quando è la legge che gli permette di fare queste cose .
Se leggete l articolo sul giornale la ditta non ha licenziato nessuno ha detto che il 26/08 aspetta tutti i lavoratori italiani nella nuova ditta della Polonia . Sempre è solo colpa delle leggi di merda che non tutelano più i lavoratori ma solo questi capitalisti di merda , lo sanno benissimo che nessun lavoratore italiano si presenterà a lavorare in Polonia ma x la legge la ditta e a posto anzi il 26 /08 li licenzierà perché non si sono presentati al lavoro ed avrà tutte le ragioni

massimiliano o., roma Commentatore certificato 17.08.13 18:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Le condizioni offerte dal Italia non sono di certo le migliori per fare impresa
Ma fuggire come un ladro
Ma il governo intanto si balocca servono delle risposte immediate per le pmi
Cosa che il m5s beppe e chiunque abbia un po' di buon senso va predicando tutti i giorni
Prima di reagire con forza bisogna mettere in condizione la spina dorsale produttiva di essere competitiva
Scappare come i ladri non e giusto nei confronti di quei lavoratori abbandonati come SPAZZATURA c'è da prendere procedimenti seri nei riguardi di aziende che hanno questo comportamento . Via il Made in Italy via i contratti con lo stato o enti pubblici e dazi doganali
Ma prima bisogna ridurre la tassazione ridurre gli adempimenti fiscali e facilitare la burocrazia le pmi sono alla canna del gas
Non c'è uno straccio di politica industriale commerciale agricola a lungho respiro

Riccardo Garofoli 17.08.13 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Se l'imprenditore si suicida e' buono ma ha "reagito male alle avversi
t
a'
"


Se l'imprenditore si suicida e' buono ma ha reagito male alle avversita'. Se scappa e manda a quel pease sindacati , tasse e l'Italia tutta e' un ingrato e forse evasore fiscale. Ho avuto 30 e lode in scienza delle finanze: posso dimostrare che la tassazione italiana pone fuori mercato molte produzioni. Le quali o chiudono o (ove possibile) emigrano.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 17.08.13 17:23| 
 
  • Currently 4.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il governo intanto si balocca

Riccardo Garofoli 17.08.13 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Se il sindacato o pseudosindacato avesse fatto il suo dovere, gli operari non sarebbero alla fame, quindi dov'era la Fiom(questa ora va per la maggiore) quando ai lavoratori, un pò alla volta gli prendevano tutto? Il PD e i Sindacati sono la rovina di questo magnifico Paese. Il primo perchè non ha mai fatto opposizione, il secondo perchè hanno pensato a farsi la guerra tra loro e hanno trascurato i cittadini.

giovanni di blasi, pisa Commentatore certificato 17.08.13 17:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto tempo ancora gli italiani faranno i maghi othelma i wanna marco e gli Emilio fido

Roberto V., Avellino Commentatore certificato 17.08.13 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma dai cosa vi lamentate. LA CASTA dice che, "in fondo al tunnel si vede la luce" e che "la ripresa economica è vicina". Vedo anche io la luce, ma è la luce del camion che sta per metterci sotto e si chiama FISCAL COMPACT che ci ridurrà alla fame. Vedrete.

Hasanagic Muamer 17.08.13 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Ad un dipendente pubblico,di qualsiasi tango non accadrebbe Mai.Ridiscutiamo tutto,I diritti aquisiti vanno rivisti....

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 17.08.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Solo in Italia possono succedere cose del genere. Quindi non ho parole per descrivere lo sgomento che sento dentro di me. Qui veramente stiamo portando una nazione a essere ridicolizzata davanti al mondo intero. Che amarezza.

Luca Lombardi 17.08.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

E pensare che Formigine è pressoché nel 'cuore' della famosa 'Emilia rossa', centro delle VIP metalmeccaniche e ceramiche!
Probabilmente è proprio vero che i comunisti emiliani sono come i ravanelli: rossi fuori ma bianchissimi dentro.

Fabrizio Massari Commentatore certificato 17.08.13 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Italioti, vi fate prendere per il culo da una sinistra farlocca a cui avete continuato a dare il voto, abboccate alle stronzate dei bonanni del cazzo e vi calate le brache, sono anni che va avanti così, mentre vi prendono per il culo sulla legge elettorale, imbambolati dalla telenovela dello psicopedonano, date retta ai soliti e da supercoglioni ve la prendete con il M5S urlando non vi voteremo più? Ma vi rendete conto, vi guardate allo specchio, massa di deficienti, quello che succede in questa nazione senza governo, é colpa solo vostra, siete voi che avete permesso che si ridiventasse una repubblica delle banane, dove succedono cose di questo genere, senza che si muova foglia, MA I SINDACATI? OGNIUNO PER SE E TUTTI PER SE STESSI, SIETE INDEGNI, MARCI E STUPIDI CHE PENA, E VE LO SIETE GUADAGNATO QUESTO ANDAZZO CHE VA AVANTI DALL'89, CON I SINDACATI CHE SONO RIMASTI SOLO A GUARDARE, NTU' CULO AI LAVORATORI, ASCOLTATEVI ANCORA LE PANZANE DEI BONANNI DI TURNO, QUELLA FRASE "QUANDO NON CI SARA' PIU' LAVORO PER COSA MANIFESTERANNO A FARE" SOLO UN GENIO MENTECATTO ITALIOTA POTEVA PRONUNCIARE UNA FRASE TALE SENZA CHE GLI SUCCEDESSE NIENTE, STRACCIATEVI LE VESTI E CONTINUATE A VOTARE PD, IDIOTI, BEN VI STA!

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 17.08.13 16:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Non dimenticate che senza datori di lavoro non esistono nemmeno gli operai. Se i sindacati sono tanto bravi, perché non prendono le aziende e le mandano avanti loro senza i contributi pubblici però..... È come dice il pastore... Le pecore si contano a maggio!!!!! Vedremo se è più facile commentare e giudicare che mandare avanti un'azienda in uno stato dove tutti sono contro l'imprenditore che quando ovviamente si stufa di nuotare controcorrente molla tutto e se ne va dove chi da lavoro viene premiato anche solo con un grazie!!!! Siamo nel 2013 questi discorsi dei sindacato di oggi valevano negli anni 70!!!!

Gianni simone 17.08.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Oggi un'azienda come quella che voleva chiudere con decoro avrebbe subito per mesi o anni i diktat dei sindacati con tavoli di lavoro a cui l'azienda avrebbe dovuto partecipare con consulenti da essa stessa pagati e avrebbe perso l'ultima possibilità di andarsene ed avrebbe chiuso senza avere più nulla. Sarebbe bastato una semplice lettera di Equitalia. Non conosco l'azienda ma conosco la macchina infernale che le sta distruggendo e credo sia lecito per i dipendenti cercare di salvare il proprio lavoro ma questo è lecito anche per i titolari che vogliono continuare a lavorare in un paese che ti distrugge moralmente ed economicamente come l'Italia. Chi pensa che chi si comporti così sia un delinquente sbaglia di grosso, comportarsi così è l'unico modo oggi in Italia, non ce ne sono altri. Ringraziate i sindacati. Chi non ce la fa più cosa deve fare, solo suicidarsi?

Belpaese 17.08.13 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Fino a che non ci decidiamo a muovere il culo esponendoci in prima persona per quello che ognuno di noi puo'dare e'normale che dalla piccola fabbrica (cmq 40 persone con relativa famiglia ...)all'amministratore che ci cancella con un clic disponendo di strumenti ldati da politici marci a cui purtroppo abbiamo magari creduto ,e'normale che questa piccola parte d'italia si faccia i cazzi suoi confidando nel fatto che oramai la gente guarda al mini orticello (cmq sempre piu'mini) e sulla certezza che non siamo piu'capaci di unire le forze e cacciarli via ...ha ragione beppe siamo rinati come popolo dopo gli sfaceli della guerra ....questi sono niente...lo dobbiamo ai nostri nonni e padri noi non siamo da meno!! donati gian maria

Gian maria donati 17.08.13 15:48| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
CI STIAMO "SUICIDANDO" O CI SVEGLIAMO FAREMO LA "FINE" DEI LEMMING........
ALVISE

alvise fossa 17.08.13 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo parlando del Settore Privato, vero? Perchè il Settore Pubblico funziona veramente bene! Non un licenziamento ne di giorno ne di notte; peccato che ai Poverini abbiano bloccato gli aumenti e i gloriosi Sindacati abbiano la sfrontatezza di indire uno sciopero! Viva i Comunisti con il portafoglio da Capitalista(il loro)! Quante risorse si potrebbero indirizzare a chi crea ricchezza se non ci fosse tutto questo parassitismo; Viva il Sole dell'Avvenire nell'unico Paese Comunista Ipocrita d'Europa!
E lasciamo stare Berlusca, per favore!

l.d. l., BOLZANO Commentatore certificato 17.08.13 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Paolo B.,
temo tu abbia ragione da vendere!

Vi guardo da lontano!

GPaolo C., Brescia Commentatore certificato 17.08.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori