Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Chianti e l’inceneritore, ipse dixit

  • 16


inceneritore_chianti.jpg
"Il Consorzio Chianti Classico si schiera contro l’inceneritore di Testi. Anche se non è più una novità freschissima è una cosa troppo importante per non pubblicarla. Il Consorzio Vino Chianti Classico, in una lettera del 29 settembre indirizzata al presidente della regione Toscana, al presidente della provincia di Firenze, nonchè al prefetto ed al sindaco di Firenze, chiede testualmente "una completa rivisitazione del piano provinciale dei rifiuti" nella direzione di una riduzione della quantità dei rifiuti prodotti. Il consorzio inoltre appoggia la richiesta del sindaco Bencistà di una moratoria "ad un progetto che, invece di risolvere il problema, rischia di aggravare le condizioni di vita dei cittadini". Qui la lettera originale." via Comitato Chianti Senza Inceneritore

2 Set 2013, 18:08 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 16


Tags: Chianti, Firenze, inceneritore, Testi, Toscana, vino

Commenti

 

Raga guardate che grande idea hanno avuto questi!!
http://bit.ly/1eaJCDM
Si puó anche donare 50cent come ho fatto io, immaginatevi se tutti noi diamo 1 euro che bell'aiuto, per me lo meritano!!qua ragioniamo sempre di miliardi..gli diamo una mano a questi?
:) un sorriso non si nega a nessuno, lasciategli il commento insieme alla donazione che vi rispondono!

Andrea T., Firenze Commentatore certificato 03.09.13 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Tanto per chiarezza: i paesi che hanno gli inceneritori in centro li hanno costruiti più di trent'anni fa, quando non se ne conosceva la nocività, ora stanno pensando di spegnerli; per quanto riguarda le alternative: una volta separato l'organico, il vetro, il legno, i metalli, le stoffe, la plastica, ecc. non rimane che un misero 10% per cui gli inceneritori esistenti sono più che sufficienti ( e questi materiali possono essere reimpiegati al posto di materie prime non tutte rinnovabili e di conseguenza destinate ad esaurirsi)

Vincenzo Santini 03.09.13 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Accettiamo che in Italia fare le cose bene è difficilissimo. Sopratutto quelle semplici! Figuriamoci quelle complicate tecnologicamente, che comportano rischi controlli etc.
Senza troppe teorie e prove controprove o che altro: NOI STESSI NON CI FIDIAMO DELLA NOSTRA GESTIONE.
Di qualsiasi cosa. E' opportuno quindi pensare dei sistemi (vedi la differenziata) che anche se fatte male e con mille problemi comunque non comportino grandi danni se gestite male in ogni punto della filiera: sinceramente al problema dei rifiuti io preferisco una montagna di rifiuti da smaltire separandole (o a casa, o il mondezzaro sotto casa o in discarica: come vorremmo farlo e pagarlo...) ma che non si trasformino in qualcosa che gestito male è un pericolo. Ma solo quando fa comodo si usa un principio di precauzione?

Il fatto vero è che la differenziata sarebbe conveniente per tutti tranne per i conniventi attuali (politici e mafiosi e aggregati...).

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato 03.09.13 13:06| 
 |
Rispondi al commento

La giustizia si è espressa nei confronti di un cittadino, condannandolo nei gradi previsti dalla Legge.
Questo cittadino, spalleggiato dai suoi complici (non esiste anche il reato di complicità?) non ne vuole sapere di andare in galera, di dimettersi dalla carica che occupa (parlamentare, rappresentante degli italiani!!!!). Il "garante della Costituzione" (pardon, della CASTA) non dice nulla?
La legge è uguale per tutti o non TUTTI sono uguali davanti la legge?

pippo pluto 03.09.13 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Sono d accordo nel spegnere l inceneritore , ma l alternativa qual e si deve proporre
Quindi suggerisco sempre su casi del genere di darla

Paolo tamburini 03.09.13 01:39| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'ignoranza, non è il mio campo anche se cerco di informarmi e
capire. Paesi più avanzati di noi è a forte tradizione politica verde, come
l'Austria e la Germania hanno gli inceneritori nelle città, lo ho visti a
Vienna e Berlino. L'Olanda avanzata ed eco sensibile importa i nostri
rifiuti. Si che una percentuale non è riciclabile e allo stato le
possibilità sono due: discarica con problemi di inquinamento delle falde
acquifere e inceneritore, da cui si trae energia. Da noi il business dello
smaltimento e trasporto dei rifiuti è in mano alla criminalità organizzata,
che credo difenda i suoi interessi facendo lobbyng. Cosa volete fare? Che nessun politico locale voglia gli inceneritori e le discariche è calcolo elettorale o peggio, difesa di interessi consolidati e spesso oscuri. Voi nella pratica cosa volete fare dei rifiuti non riciclabili? Gliela fate a dare una risposta pratica, diversa dai verbosi sermoni inconcludenti e incomprensibili ai quali ci hanno abituato?
Grazie

Marco Diaco 03.09.13 01:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
AVANTI COSI' COMITATO CHIANTI,PER UNA TERRA SENZA INCENERITORE
ALVISE

alvise fossa 02.09.13 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Beppe usa la TV poi , fottila......

massimo menchini 02.09.13 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Grillo è giunta l'ora di andare in tv a svegliare chi ancora dorme.BEPPE VAI IN TV!!!

DANNY DE VIETRO, mediglia Commentatore certificato 02.09.13 22:07| 
 |
Rispondi al commento


Stamani ho avuto un appuntameno di lavoro con un signore, che è un imprenditore, persona perbene, un ex musicista professionista, e uno che ama la musica conosce il significato della parola amore, della parola bellezza, della parola armonia etc etc fino ad arrivare ad onestà, giustizia etc. Bè, lui si domandava se il popolo avrebbe capito che Grillo e tutti i suoi accoliti avrebbero dovuto andare in direzione ostinata e contraria, fino alla fine, senza indugiare mai, sperando di elimninare la bestia, definitivamente, per sempre. E a tutti i grillini, a Grillo, a tutti noi dedico proprio Fabrizio che canta...

http://www.youtube.com/watch?v=aqVnV5f_ik4

Claudio melis 02.09.13 22:05| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno io abito a tavarnelle val di pesa e ragionando con dei politici del posto che mi dicevano che l'inceneritore ci vuole,bene io gli o risposto facciamolo a tavarnelle visto che ci vuole e l'oro mi anno detto ma sai qui non sta bene.ecco io inviterei tutti i nostri politici che lo vogliono a metterselo sotto casa sua e poi guardiamo se ci vuole o ci inpegnamo a fare una bella raccolta diferenziata,premesso che io non sono nato a tavarnelle val di pesa ma al montale provincia di pistoia con un inceneritore a 200 metri da dove abitavo prima...

roberto fiaschi, tavarnelle val di pesa Commentatore certificato 02.09.13 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Sto guardando il servizio di presa in diretta su Rai tre ......cosa aspettiamo a prendere le armi???

Belle' Luciano 02.09.13 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe cosa aspetti ad incontrare Letta e chiedere di applicare il programma elettorale del M5S in base al quale ti ho dato il mio voto.

vito langella, napoli Commentatore certificato 02.09.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori