Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'IMU aumenta per le imprese

  • 40


aumenti_imu_imprese.jpg
"Alla fine, il prezzo più alto della Riforma IMU Parte Prima lo pagano le aziende: niente abolizione della tassa sugli immobili produttivi d’impresa, niente possibilità di portare le somme pagate in detrazione, aumento dei coefficienti e rincari delle aliquote per il gruppo catastale D (capannoni, alberghi). La sorpresa più amara riguarda la mancanza sui possibili vantaggi fiscali per immobili d’impresa. L’agevolazione dovevava essere al 50% e riguardare professionisti e artigiani. Da gennaio 2013 è passato da 60 a 65 il moltiplicatore per capannoni e alberghi, come previsto dal "Salva Italia". Prima con il decreto di maggio, poi con quello estivo, sembrava destinato a tornare a quota 60 per gli immobili produttivi e invece resta a 65, con un aumento rispetto al 2012 pari all’8,3%. L’ultimo rincaro riguarda le aliquote IMU comunali. In base alla Legge di Stabilità 2013 gli immobili produttivi del gruppo D sono gli unici per i quali resta la divisione fra quota comunale ed erariale: allo Stato va lo 0,76% e quindi i Comuni non possono deliberare nessuna agevolazione rispetto a questa soglia (nel 2012 potevano invece abbassare l’aliquota allo 0,46%) e perciò se vogliono guadagnare qualcosa devono alzare l’aliquota. Risultato: in tutti i Comuni che per il 2012 avevano stabilito ribassi sull’aliquota standard, nel 2013 le imprese pagheranno senz’altro un’IMU maggiore." segnalazione da Pmi.it

9 Set 2013, 12:24 | Scrivi | Commenti (40) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 40


Tags: artigiani, decreto imu, imprese, Imu, pmi, PMI.it, professionisti, Salva Italia

Commenti

 

Se uno volesse abbassare le tasse non avrebbe bisogno di inventarsi nuove norme per nascondere il risultato:
è ovvio che la pressione fiscale aumenterà (anche l'iva) perchè questo è il programma necessario a portare l'Italia a livello Grecia, lo sterminio delle imprese è un passo fondamentale a cui il governo Letta non vuol rinunciare.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 11.09.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

il mio compagno e' un artigiano dal 2008..e' sempre stato un ragazzo ottimista e non si e' MAI fermato davanti alle difficolta' che ha affrontato con coraggio e allegria..insomma una persona meravigliosa..ieri sera mi ha detto che sta pensando di farla finita...

alessandra p., bologna Commentatore certificato 10.09.13 13:29| 
 |
Rispondi al commento

Se tutti i titolari e proprietari di immobili di categoria catastale D o C (laboratori, opifici ecc) o, perchè no, anche A e tutte le altre, compresi i terreni agricoli, avessero votato M5S adesso, probabilmente, queso problema non ci sarebbe. Alle prossime elezioni, prima di votare, ci pensino bene oppure si impicchino pure tanto è solo colpa loro se continuiamo a stare nella merda. Grazie!

Paolo M., Brescia Commentatore certificato 10.09.13 07:30| 
 |
Rispondi al commento

Non ce la facciamo più siamo a pezzi ..qualcuno sa darmi dritte per un bel "cannone" ...non preoccupatevi ..non è per suicidarmi ...è per farci un pensierino...qualuno in italia è di troppo ..vi dovete vergognare . .

Messaggio pubblicitario finanziato e pensato dal popolo italiano a scopo benefico di puro intrattenimento e non a scopo di lucro ...

luca Tumiati 09.09.13 21:30| 
 |
Rispondi al commento

A Milano, anzichè pagare i 100 euro di imu sulla prima casa mi ritrovero' a pagare il doppio in Irpef comunale, con validita' retroattiva, quindi pago in più rispetto alla casa sulla casa. Grazie alle splendide idee del PDL

Enrico P. Commentatore certificato 09.09.13 21:08| 
 |
Rispondi al commento

(null)

Oscar Temporin 09.09.13 21:05| 
 |
Rispondi al commento

tanto i maggiori costi dell' impresa ricadono sui cittadini che comprano i suoi servizi. E noi non compriamo un cazzo, lurido lettamaio

Vittorio DIncaLevis, Pordenone Commentatore certificato 09.09.13 21:02| 
 |
Rispondi al commento

DELLE AZIENDE CHE CHIUDONO CONTINUAMENTE PARLO DI PICCOLE AZIENDE PERCHE LE GRANDI SONO D ACCORDO CON LORO NON GLI E NE FREGA A NESSUNO, MA PRESTO TUTTI SI ACCORGERANNO COSA SUCCEDE SENZA PICCOLE AZIENDE, LA DISTRUZIONE TOTALE E SENZA RITORNO DI UNA NAZIONE CHE NON A SAPUTO FARSI RISPETTARE E DI UN GOVERNO COROTTO E MAFIOSO DOVE IL CLIENTELISMO E A LIVELLI DI MAFIA DA NORD A SUD DOVE TANTI CITTADINI SONO LORO CLIENTI IN ATTESA DI FAVORI
QUESTO E LO SPECCHIO DI UN ITALIA SENZA DEMOCRAZIA DOVE UN PRESIDENTE DELLA REPUBLICA APPOGGIA QUESTI MAFIOSI E COROTTI FINO ALL OSSO SE NON SI CAMBIA AL PIU PRESTO SARA TROPPO TARDI.

antonio b., nibionno Commentatore certificato 09.09.13 20:49| 
 |
Rispondi al commento

Salve, da maggio 2012 sono iscritto al M5S, a novembre mi è già stata confermata l'iscrizione con la foto ed il nr. di Carta d'Identità.
Da qualche tempo, quando clicco sul login, non riconosce la mia e- mail, e se voglio simulare un'ulteriore iscrizione al Movimento, il sistema dice che già esiste l'iscrizione. Come devo fare per risolvere il problema?
Grazie e ....avanti così...

Giovanni Dal Santo 09.09.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Sono un artigiano, da mesi intorno a me hanno chiuso quasi tutti. Siamo in pochi a resistere, ma penso che a fine anno, a meno di novità rilevanti, dovrò molto tristemente abbandonare i miei sogni. Eppure mi sono sempre accontentato di poco pur di essere onesto. Ma non sono più adatto a questa italia che mi fa sentire più scadente di un qualsiasi improvvisato truffatore.
Perfino il lavoro più bello, se non proficuo, genera frustrazione e depressione. L'entusiasmo sciama e la volontà lascia spazio alla rassegnazione... Che siano maledetti gli sciacalli che ci hanno ridotti così

Massimiliano Rizzi 09.09.13 19:42| 
 |
Rispondi al commento

penso che gli italiani ancora non se ne sono accorti ,ma questa classe politica sta facendo un danno alle aziende che continuano a chiedere cassa integrazione e mobilita' e licenziamenti.
purtroppo non vedo giovani che si ribellano (tipo 68)o ancora non abbiamo toccato il fondo....mi auguro che si vada presto al voto per un cambiamento vero ......M5S

gianni f. Commentatore certificato 09.09.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Ha Ha Ha cosi le Imprese reali,verranno sottoposto ad una tassazione insostenibile,mentre i Mantenuti terranno aperto,perche pagheranno con i soldi dati loro sotto Banco.Questo puoi Metterlo sotto la Diceria : OMICIDI.Spese insostenibili per Lavoro di Sopravvivenza.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 09.09.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

OT
Premetto che sono un elettore e sostenitore del M5S.

Carlo Sibilia, cittadino portavoce M5S Camera dei Deputati, il giorno 12/06/2013 scriveva del Bilderberg:
http://www.beppegrillo.it/2013/06/linformazione_dimentica_il_bilderberg.html

Ora mi piacerebbe capire cosa ne pensa il blog e il M5S di Casaleggio che parla al Forum Ambrosetti a porte chiuse.

Fiducioso, attendo risposte.

Massimiliano Monopoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.09.13 18:49| 
 |
Rispondi al commento

la rabbia degli italiani sta per esplodere, dimettetevi e cominciate a correre prima che sia troppo tardi. Anche tu nanerottolo di Venezia che ti sei fatto la legge su misura!

Maria Marcianò 09.09.13 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Rubano perché non hanno fiducia del futuro. Neppure loro che sono al vertice della "catena alimentare fiscale". Hanno paura, ecco perché sono attaccati alla loro sedia. Hanno paura perché non sono capaci. Hanno paura e non possono vedersi sfilare il boccone da altri come loro.
Uno scippatore non ha fiducia del giorno dopo, ma che dico di un'ora dopo e ruba subito. Se una persona investe è perché ha fiducia di domani. Se viene meno non investe. Un contadino non coltiverà mai un campo dove chiunque può entrare a derubarlo.
Questa gentaccia toglie fiducia al futuro. E si fregiano professori. E loro malgrado agiscono talmente male che una persona qualsiasi avrebbe più giudizio. Sono loro la causa dell'emorragia di gente che scappa, che aspetta, che attende e che non vive. Perché non aspettano altro come i predatori, per poi attaccarti inerme. Una marea di intelligenza spesa invece che a far bene qualcosa, a proteggersi a metter su muri, a metter lucchetti e serrature.
Oramai siamo arrivati al paradosso che più aumentano le tasse meno gli entra di gettito: la gente molla.

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato 09.09.13 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Anch'io tiro avanti la mia ditta , ma le cose si stanno mettendo male; sono due anni che abbiamo comunque lavorato , ma con prezzi inferiori del 40 % rispetto ai preventivi di 7 - 8 anni fa.Siamo in un vicolo cieco.
Potete ben immaginare che è imperativo comprimere i costi se si vuole stare in piedi in un mercato globalizzato. Ma i ns ministri "fiduciosi" che ricetta hanno introdotto?
TASSE, TASSE , TASSE! Equitalia , Roba da pagare e ancora TASSE, TASSE .... e di questo passo i "fiduciosi" con le loro belle superpaghe cosa faranno?
Continueranno a spergiurare il falso come hanno sempre fatto!

enrico m. 09.09.13 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Basta parlare. RIVOLUZIONE!

Tioli Stefano 09.09.13 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Basta parlare, RIVOLUZIONE!

Tioli Stefano 09.09.13 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Non avrei mai dubitato, quello che sanno fare meglio, farti credere di togliere una tassa, ma nella realtà gli cambiano nome e la tassa aumenta, quasi magicamente. Togliere spese assurde e sprechi, ovviamente , non si può, lo dice la corte costituzionale. Ma quello che fa pensare di più è che ci sono coglioni che continuano a votare PDmenoL PDL Scelta Civica Lega Nord e Sel, ed il bello che chi vota PD s'incazza pure, tanto la colpa è di Grillo, sempre e comunque a prescindere.

Gualtiero G., cattolica Commentatore certificato 09.09.13 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Non possiamo fare progetti, non possiamo sognare, non possiamo spendere i nostri soldi, senza pensare ad eventuali persecuzioni. Non conviene essere imprenditori, artigiani, operai, impiegati liberi professionisti, corretti ed onesti. Semplicemente non conviene, e molti non hanno più la forza, lo stimolo, la volontà di continuare. Siamo, tutti chi più chi meno arrivati al dunque. Manca la scintilla, ma, quando a furia di "fregarci" scocca, poi brucia tutto. Accidere ex una scintilla incendia passim.
A volte da una sola scintilla scoppia un incendio. E che incendio! Virtute siderum tenus. Cinque siderum.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato 09.09.13 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma questo governo una idea buona riuscirà a tirarla fuori, ma non tante, una, solo una a favore della classe operaia e dei piccoli imprenditori operai, o pensano solo ai suoi stipendi e pensioni d'oro.... A CASA DEVONO ANDARE TUTTI A CASA.....Poi toccherà agli schiavetti rai e giornali azzeccagarbugli ....

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 09.09.13 15:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Figlio di puttana!

Francesco durante 09.09.13 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Le imprese devono essere spremute fino alla morte. Servono i soldi per pagare gli stipendi pubblici, le pensioni d'oro del sistema retributivo, i commessi della camera e del senato 5000 al mese, gli aumenti automatici di stipendio dovuti agli automatismi di carriera di magistrati e ufficiali, i 700.000 del capo della polizia, i 600.000 del capo di Equitalia...
Le imprese debbono produrre il reddito
Gli statali lo debbono consumare.
È l'economia socialista bellezza!
Quando saranno tutte fallite?
Niente più raccolta fiscale, default Italia.
È poi finalmente si potrà ricominciare, poveri ma liberi da questa piovra assassina che é lo Stato.

Marco Diaco 09.09.13 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Monti, grazie Berlusconi, grazie PD: mi ricorderò sempre di voi e del vostro furto chiamato Imu sugli immobili destinati ad attività produttive.

Ho già pagato nel 2012 una tassa pari a tre volte la vecchia Ici. Così sarà anche per il 2013 . Vi auguro sinceramente di spenderli tutti in medicine.

Mai avrei pensato che si arrivasse a tanto, nel silenzio generale.

Una vera vigliaccata su chi non può difendersi.

Stato ladro 09.09.13 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Sentite condoglianze per i proprietari di capannoni per l'ennesima balla-promessa fatta dai soliti politici-fantocci.
A 10 km. da Este in provincia di Padova (Veneto) ci sono i "Ricchi" proprietari di capannoni VUOTI che hanno dovuto togliere il tetto al capannone per evitare di pagare l'IMU, questo perché non avevano i soldi. Di affittarli i capannoni manco ci provano più, visto che gli ultimi imprenditori esistenti o stanno schiattando del tutto oppure stanno facendo le valigie per migrare in Carinzia (Austria) o in Croazia. Fra poco ci ritroveremo con così tanti immobili Vuoti che la Città di Chernobil in confronto apparirà come la città dei Balocchi...

Luca Paolino 09.09.13 13:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'IMUrtacci loro

Tante Stelle, Lovere Commentatore certificato 09.09.13 13:26| 
 |
Rispondi al commento

Quando scoppiò la rivoluzione francese la pressione fiscale in Francia era uguale a quella inglese. In Francia però clero e nobiltà non pagavano le tasse, così che le tasse incidevano al 70% sulla popolazione rimanente (e produttiva).
In Italia la pressione fiscale sulle aziende ed i lavoratori si avvicina al 70% (vi ricorda qualcosa?)
la Chiesa (il clero) non paga l'Imu e le altre tasse (fondazioni, enti senza scopo di lucro,ecc) il gettito fiscale delle aziende è per il 90% da piccole e medie imprese (le grandi aziende, la nobiltà di oggi pagano pochissime tasse ricevendo in cambio tante sovvenzioni), il 10% della popolazione italiana ha il 40% del PIL, questa percentuale è aumentata a partire dal 2002, anno d'introduzione dell'euro (la nuova nobiltà).
La Fornero-Maria Antonietta ci ha deliziati per mesi con commenti del tipo: se non hanno pane che mangino le brioches.
Come andrà a finire possiamo immaginarlo: solo i popoli che ignorano la propria storia sono destinati e ricomettere gli stessi errori.

Alessandro G. Commentatore certificato 09.09.13 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho un impresa artigiana sono in affittoe penso che a breve tirerò le somme e andrò anch'io a fare il disoccupato o dipendente perché mi sento estremamente preso per ilculo avanti così bene

Ale.t 09.09.13 13:00| 
 |
Rispondi al commento

pero' ci si dimentica che gli unici proprietari di prima casa che non hanno mai e dico mai smesso di pagare ici e imu sono coloro che possiedono una villa o villetta a8 a9 senza minimamente distinguere quale sia il reale valore di quest'ultima....tutti vengono definiti ricchi e quindi possibilitati a pagare....beh ci sono ville e villette in paesini sperduti che valgono quanto un bilocale a milano periferia.....ora io mi chiedo possibile che mai nessuno abbia sollevato la questione? si dice imu abolita per le prime case...non e' vero!!!!!! chi ha un appartamento di 1000 mq a milano non paga ma se si possiede una villetta di 150mq a Vergiate per esempio che vale meno di un quarto dell'appartamento suddetto, allora si paga........che schifo!!!! qualcuno di grazia puo' sottolineare la cosa? almeno avere la soddisfazione di sentir dire perche' noi si debba continuare a pagare e gente piu' ricca no!!!!

paola borgis 09.09.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
CI ASPETTA UN BEL DESTRO DI "IMPRESE",L'ENNESIOMO SUCCESSO DEL GOVERNO DI LETTANIPOTE
ALVISE

alvise fossa 09.09.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento

e cosi il nano di venezia è contento, non pagherà un cazzo per la villa del "puffo", la pagheranno gli Italiani.
Ma cosa aspettiamo ad andarli ad appenderli ?

Carmine s., caserta Commentatore certificato 09.09.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono daccordo con te Beppe ma vorrei ricordare a te e a tutti gli Italiani che questa tassa sulla prima abitazione e' anticostituzionale proprio perche' le rendite catastali non sono aggiornate da quarant'anni... le periferie degli attuali centri urbani pululano di nuove costruzioni (io vivo a Roma ho pagato 600 euro di IMU) che pagano piu' di un abitazione in centro e questa è una palese presa per culo...

alessandro d'angeli 09.09.13 12:50| 
 |
Rispondi al commento

E poi ci si meraviglia del fatto che le imprese se ne vadano all'estero !!!

Gabriele F. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.09.13 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Sarò un matto visionario, ma credo che in un non lontano futuro tutte le attività attualmente in mano alla piccola e media impresa saranno assorbite da grandi multinazionali straniere che imporranno i loro franchising. Solo allora le aliquote scenderanno misteriosamente...

Emanuele A. 09.09.13 12:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori