Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Passaparola - Legge elettorale: non farti fregare

  • 684

New Twitter Gallery

Intervista a Aldo Giannuli
(15:00)
giannuli-leggelettorale.jpg

pp_youtube.png

Un sistema elettorale in assoluto preferibile rispetto a altri non esiste, non c’è un sistema che in assoluto è più democratico di un altro.
Esistono sistemi elettorali che in qualche modo si adattano meglio alla conformazione di un paese e sistemi che invece sono meno adatti.
Esistono sistemi che esaltano la partecipazione dei cittadini, come per esempio il proporzionale, l’uso del voto di preferenza, e ci sono sistemi che invece deprimono questa partecipazione.
Quindi molto dipende da che cosa si vuole fare - Aldo Giannuli

Il Passaparola di Aldo Giannuli,professore universitario di Storia del mondo contemporaneo

Ciao a tutti i frequentatori del blog di Beppe Grillo, io sono Aldo Giannuli, insegno storia del mondo contemporaneo all’università di Milano e da circa 25 anni mi occupo di sistemi elettorali.
Da circa venti anni l’Italia è permanentemente attraversata dal dibattito sulla riforma del sistema elettorale.
C’è stata una prima riforma del 1993 a seguito del referendum che abolì la Proporzionale, ma già nei primi del 2000 iniziò a ritenersi inadeguato questo sistema e nel 2005 ci fu una nuova riforma con il cosiddetto Porcellum, che abbiamo utilizzato in tutte le più recenti elezioni.
Ma anche il porcellum, definito così dal suo stesso autore, dallo stesso autore del sistema elettorale, si è rivelato un sistema pieno di difetti e quindi di nuovo da ormai 4 anni si discute della sua abolizione e sostituzione.
Come mai tutto questo?
Come mai soprattutto non si riesce a fare una nuova legge, dato che tutti i partiti, sulla carta, sono contrari alla persistenza del porcellum?
Il sistema proporzionale non a caso è sopravvissuto per quasi mezzo secolo in Italia, perché rispecchiava in qualche modo la struttura profonda, sociale e politica, del nostro Paese, che non ha una natura bipolare.
La adozione di un sistema maggioritario, che premia un tendenziale bipolarismo si è rivelata alla fine una soluzione imperfetta, non siamo mai riusciti a produrre quel sistema bipartitico che ci si proponeva con questa riforma.
Questa difficoltà è dovuta a una serie di ragioni. In primo luogo sono state promesse cose dal ceto politico nella tranquilla coscienza che questo non sarebbe accaduto, in altri termini si è preso in giro l’elettorale promettendo attraverso la riforma del sistema elettorale certi risultati, mentre invece ce ne se si proponeva altri.
Questo perché il ceto politico dal '93 in poi, tutto il sistema politico dei partiti, ha cercato di realizzare un sistema elettorale il più possibile favorevole a sè e naturalmente questo alla fine ha prodotto dei compromessi molto pasticciati, è venuto fuori un insieme di norme incoerenti.
Per esempio io vorrei ricordare una cosa, nessun sistema costituzionale bicamerale adotta leggi maggioritarie, questo perché siccome il maggioritario ha un effetto moltiplicatore, per cui pochissimi voti possono produrre uno spostamento massiccio in termini di seggi, il rischio di un risultato difforme tra due camere, che porta all’ingovernabilità, è quello che sconsiglia di conciliare il sistema maggioritario e Parlamento bicamerale.
Che è esattamente quello che è accaduto in queste elezioni, ma che sarebbe dovuto accadere prima o poi, perché il calcolo delle probabilità andava in questo senso.
E infatti io ricordo che proprio questo in questo Blog ebbi a prevedere nell’estate scorsa l’alta probabilità della mancanza di maggioranza al Senato, anche perché il Senato ha un sistema elettorale diverso da quello della Camera, quindi in primo luogo c’è stato questo errore di fondo, ma ce ne sono stati anche altri. Per esempio i sistemi elettorali in genere sono abbastanza semplici, hanno poche norme portanti, per cui non esiste l’effetto di ridondanza, se c’è un premio di maggioranza è inutile la clausola di sbarramento e viceversa, noi invece abbiamo creato un sistema in Cui c’è un po’ di questo, di quello e di quell’altro, con il risultato di avere una legge assolutamente poco funzionale.
In primo luogo è proprio questa sovrabbondanza di norme, per cui per esempio c’è la clausola di sbarramento al 4% per chi è fuori coalizione alla camera, che però diventa del 2% per chi si coalizza in coalizioni che superano il 10% dei voti.
Al Senato invece in assoluto la lista deve avere almeno il 10%, e quindi ne deriva un sistema politico a fisarmonica, per cui le alleanze si modificano. Voglio fare un esempio: Scelta Civica si presentava su tre liste alla Camera e su una lista sola al Senato, proprio perché era diverso il sistema, la soglia di sbarramento.
Altra cosa, nella maggiore parte delle democrazie liberali il sistema elettorale grossomodo è lo stesso per quanto riguarda il Parlamento nazionale e gli eventuali consigli regionali o provinciali, comunali, etc. In Italia invece abbiamo sistemi elettorali diversi per il Comune, per la Provincia, per la Regione, per la Camera, per il Senato e per il Parlamento Europeo. Abbiamo 6 sistemi elettorali diversi, con il risultato che il quadro delle alleanze si forma o si scoglie in base alle regole di ciascuna competizione.
E quindi non si riesce a avere un sistema che ha una sua stabilità.
Ecco, tutto questo dice quale è il livello di dilettantismo e di impreparazione della classe politica, che lavora sulle leggi elettorali, conoscendo assolutamente poco il problema e facendo una serie di errori. La classe politica ha cercato di truccare la partita, questo è evidente, ma quello che deve colpire è che gli stessi obiettivi che la classe politica si riprometteva, prima di tutto il bipartitismo, sono stati regolarmente falliti.
Tutte le promesse che si facevano a proposito del maggioritario, sarebbe nato un sistema bipolare, quindi con chiarezza si sarebbe scelto chi governava o meno e quindi i governi sarebbero stati omogenei e duraturi, sarebbero durati l’intera legislatura, nessuno di questi obiettivi è stato raggiunto.
Non esiste il bipartitismo, anzi neanche il bipolarismo, perché ormai abbiamo un sistema politico articolato in tre o quattro coalizioni. Le coalizioni sono profondamente disomogenee al loro interno, per cui chi si divide perde, ma chi vince non governa, perché mette insieme coalizioni assolutamente eterogenee e in terzo luogo non abbiamo avuto neanche governi di legislatura, ma ugualmente una tendenza a frequenti crisi di governo.
Quindi anche da questo punto di vista, tecnicamente, queste leggi sono fatte male, al di là della violazione del principio di rappresentanza, tecnicamente sono fatte male!
Da qui il tentativo molto modesto che ho pensato di fare è di fornire al lettore comune una guida orientarsi, per spiegare i principi base dei sistemi elettorali, come funzionano, che effetti producono, dal punto di vista politico, sociale, etc., che rischi e inconvenienti ciascuna soluzione comporta, quali sono le clausole che possono essere compatibili tra di loro e quali non lo sono, qualche cosa che in qualche modo rispecchia quello che io ho studiato in questi 25 anni, ma cercando di metterlo a disposizione di un pubblico non specialistico, che voglia informarsi.
Da ultima la storia del doppio turno?

Un sistema elettorale in assoluto preferibile rispetto a altri non esiste, non c’è un sistema che in assoluto è più democratico di un altro.
Esistono sistemi elettorali che in qualche modo si adattano meglio alla conformazione di un paese e sistemi che invece sono meno adatti.
Esistono sistemi che esaltano la partecipazione dei cittadini, come per esempio il proporzionale, l’uso del voto di preferenza, e ci sono sistemi che invece deprimono questa partecipazione.
Quindi molto dipende da che cosa si vuole fare, se l’obiettivo è fare sì che le segreterie dei partiti decidano chi devono essere i parlamentari e allora l’attuale sistema a liste bloccate si dice è quello che serve, se invece vogliamo che la scelta venga fatta dagli elettori bisogna ripristinare il voto di preferenza, quindi in realtà il problema è quale è il paese in cui si opera e quali sono i risultati che si vogliono ottenere e in base a questo poi si sceglie il sistema elettorale.
L'ennesima truffa nei confronti dell'elettorato
Una proposta che è stata fatta recentemente nell’ennesimo dibattito di riforma al sistema elettorale, è stata quella dell’ex-parlamentare e ex-presidente della Camera Violante, del Partito Democratico che ha proposto ed è tornato a proporre una forma di doppio turno. Apparentemente questa cosa risponderebbe insieme alle esigenze di rappresentanza e di governabilità, un primo turno divide 75-80-85% dei seggi e questo poi si vede, in modo proporzionale tra la liste, il rimanente 15-20% di seggi viene attribuito in un secondo turno a cui partecipano le prime due liste.
Questo dovrebbe assicurare più rappresentanza per via della quota proporzionale, ma nello stesso tempo dare quel premio di maggioranza a uno dei due e naturalmente il premio sarebbe deciso dalla maggioranza assoluta dei votanti, perché è evidente che se i competitori sono due ci sarà qualcuno che prenderà più del 50% e qualcuno d’altro che prenderà un pochino di meno, parallelamente e quindi questo rispetterebbe l’esigenza di rappresentanza, ma assicurerebbe la governabilità, in realtà si tratta dell’ennesima truffa.
Intanto perché in termini di rappresentanza quello che conta è il voto libero del primo turno, se un partito ha il 29% al primo turno e al secondo turno dove partecipa allo scontro solo con un altro partito arriva al 50 e mezzo non vuole dire che ha il 50% dell’elettorato, ma è il 50% di quelli che sono andati a votare e dovendo scegliere su una scelta così limitata di due partiti ha votato, ma in termini di rappresentanza quel partito rappresenta il 29%, non il 50%.
Ma soprattutto è una truffa per un’altra ragione, perché è chiaramente pensato in funzione ostile al Movimento 5 Stelle.
Il calcolo è questo:
Partito Democratico e PDL nonostante tutto riescono a avere il primo e secondo posto.
Il 5 Stelle prenderebbero i loro seggi nella quota proporzionale, ma sarebbero esclusi dal ballottaggio, questo è il progetto.
Dopodiché gli elettori del Movimento 5 Stelle hanno due scelte o si astengono e probabilmente sarebbe la scelta maggioritaria oppure che votano? Votano PD, è impensabile che votino per Berlusconi e per il PDL, quindi in realtà il calcolo del PD è che una parte dei voti del 5 Stelle comunque se li prendono, non li votano al primo turno e una parte li voterà al secondo.
Nessuno voterà per Berlusconi, quella frazione in più di voti mi permetterà di battere Berlusconi e nel stesso tempo di rendere irrilevante il Movimento 5 Stelle.
Quindi ecco come una soluzione apparentemente più democratica contiene in realtà l’ennesima truffa nei confronti dell’elettorato.

Quindi è necessario in questo momento informarsi, capire che cosa si sta decidendo e soprattutto fare il passa parola, fare in modo che tutti abbiano la maggiore conoscenza possibile di quella che apparentemente è una materia tecnica, ma che in realtà è molto più semplice e lineare di quanto non si dica.
Io spero di avere dato il mio contributo in questo senso.

banner-leggeelettorale.jpg

Potrebbero interessarti questi post:

Legge elettorale “ad movimentum”
La legge elettorale è incostituzionale
Porcellum e Superporcellum

2 Set 2013, 14:00 | Scrivi | Commenti (684) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 684


Tags: Adagio ebook, aldo giannuli, beppegrillo-passaparola, coalizioni, legge elettorale, M5s, passaparola, PD, PDL, porcellum, proporzionale, referendum, silvio berlusconi, violante, voto

Commenti

 

il sig. Giannuli è un abile manipolatore che era riuscito a instradare le scelte dove voleva lui. bisogna chiedere di votare con quello che avevamo deciso, proporzionale, indipendentemente dalle convenienze politiche. ma il potere lo ha il pd quindi faranno un sistema senza ballottaggio e con premio di maggioranza per sperare di vincere col 40%. Ricordiamoci sempre di mantenere la correttezza e non cambiare in base alle convenienze apparenti del momento.

walter m., milano Commentatore certificato 06.12.16 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Insomma, tanti bla bla io non sono ferrato in queste cose, vorrei optare per il sistema più favorevole a far vincere tl M5S quale é?
Attendo risposta urgente. grazie

Dolphin 22.01.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento

secondo me, se non riusciamo a convincere seriamente i giovani ad andare a votare, sarà molto difficile riuscire a cambiare questo paese. quindi vi dico forza ragazzi mettiamocela tutta cominciando con le elezioni europee a vincere

ivan bucci 19.01.14 16:30| 
 |
Rispondi al commento

Se è vero che ogni forza politica vuole una legge elettorale che soprattutto giovi al proprio partito, allora il Movimento 5 Stelle, composto di giovani in gamba e non da cariatidi tradizionali, deve scegliere il MAGGIORITARIO CON COLLEGIO UNINOMINALE. Nello scontro singolare tra due o tre candidati, il giovane grillino è più in gamba di un politico che parla per slogan. Davanti ad un pubblico interessato il grillino è più appassionato, è più convincente perchè parla della realtà e quindi ha assai più possibilità di prevalere. Non capite questo? ne va della vita dell'Italia!!

Giuseppe Alù 18.01.14 16:56| 
 |
Rispondi al commento

è come se...chiedere ala Boldrini se ha mai sentito parlare di Alisei Ong http://www.video.mediaset.it/video/lucignolo/clip/432126/onlus-false.html

matteo m. Commentatore certificato 17.01.14 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 15.01.14 23:38| 
 |
Rispondi al commento

HO letto i suoi articoli, alla fine, non fa una conclusione ,di quale legge elettorale andrebbe bene per il M5S,ci rimane nel dubbio. Penso come attivista ,che qualsiasi legge elettorale che premia le coalizioni, per il M5S ,non vada bene, perché il M5S non si allea con nessuno di questi partiti, penso che, andrebbe bene un maggioritari secco, sempre che vincessimo le elezioni.

giovanni alessandro bottiglieri 15.01.14 17:06| 
 |
Rispondi al commento

tanti galli a cantare e non fa mai giorno.. (TROPPI)

sandro b. Commentatore certificato 15.01.14 16:04| 
 |
Rispondi al commento

QUEL BIPOLARISMO MERDOSO CHE HA AFFOSSATO IL PAESE

Il bipolarismo, oggi, è un pericolo per le democrazie, ma soprattutto per un paese come il nostro.
Il bipolarismo enfatizza le divisioni, trasformando lo scontro in una sorta di derby calcistico. Agli elettori, si sostituiscono i tifosi, spesso fanatici ed esaltati.
L’esempio italiano è sotto gli occhi del mondo.
Il fatto che l’Italia sia da quasi un ventennio, un paese ingessato (sotto il profilo economico e culturale) e preda dell’imbarbarimento morale, è la dimostrazione più esaustiva di una tale condizione.
Ai tempi "gloriosi" della Democrazia Cristiana, la feccia strisciante della politica italiana, era spalmata in maniera omogenea e trasversale, all’interno di un cospicuo numero di partiti, grandi e piccoli, e questo, evitava forme di degenerazione. Oggi, con il bipolarismo, i confini che relegavano la feccia all’interno di piccole aree, depotenziate da un potere reale, non esistono più (sono stati superati) e, tutte le varie correnti, sono convogliate in una sola casa (o solo popolo), dando origine al grande Partito della Feccia Unita.
Per il nostro paese, strutturato com’è, e così eterogeneo nelle sue molteplici realtà geografiche, umane e culturali, il bipolarismo è solo una sciagura. Stagnazione economica, sottocultura, e omologazione del pensiero, sono alcuni degli effetti di un tale modello politico, che entro pochi anni, ci porterà verso un totale e inconvertibile declino etico, morale e umano.
La competenza di formulare una nuova legge elettorale, va dunque data un organismo extraparlamentare, super partes, formato dai migliori cittadini della società civile, selezionandoli sulla base di un curriculum morale, etico/deontologico, ineccepibile e impeccabile.
Che a deciderne le regole e i modi, siano coloro che concorrono alla “gara”, è un vulnus della democrazia, soprattutto in un paese come l’Italia, dove i rappresentanti della politica, farebbero carte false e ucciderebbero la madre, pur di raggiung

gianni tirelli 08.12.13 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto e riletto il suo commento Sig. GIANNULLI e concordo sulle sue tesi compreso la proposta di Violante che subdolamente è fatta per il PD-L. Ma supponiamo solo per un momento che Violante sia stato ispirato da princìpi di eguaglianza e democrazia forse si è dimenticato di proporre IL DIVIETO DI ALLEANZE TRA I PARTITI: ossia per intenderci vietare che i partiti si alleino tra di loro per separarsi subito dopo. In questo modo ognuno parteciperebbe per sé, presenterebbe un proprio programma e in caso di vittoria potrebbe portarlo avanti senza dover trattare con gli altri alleati. Così, nel bene e nel male, saranno giudicati per quello che fanno o che non fanno. In questo modo anche il M5S potrebbe giocarsi la sua partita. Non pretendo che mi risponda ma mi piacerebbe sapere un suo commento al proposito.

Franco Orrù 23.10.13 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un sistema per me semplice ed efficace potrebbe essere un maggioritario puro, cioè il partito, non la coalizione, che prende un voto in più del 2° a livello nazionale, si prende il 51% o più dei seggi.
Quali possono essere le controindicazioni???

Silvano Gregori 27.09.13 09:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono sempre contento che si rivaluti la scienza e l'arte se si vuol nominare un senatore a vita. Ma prima di decidere quali persone scegliere, il presidente della repubblica potrebbe dare mandato ai suoi collaboratori di verificare se non sono degli evasori fiscali.

romano panagin 08.09.13 20:10| 
 |
Rispondi al commento

INVIO UNA PROPOSTA CHE PUNTA A DARE UNA MAGGIORANZA STABILE AL GOVERNO DEL PAESE/DEL COMUNE/DELLA REGIONE/DELLA CIRCOSCRIZIONE E NEL CONTEMPO A LIBERARCI DAGLI AVVOCATICCHI CHE INFESTANO IL PARLAMENTO.

1) SISTEMA MAGGIORITARIO A DOPPIO TURNO;

1) CIRCOSCRIZIONE PICCOLE PER PREPARARE LA RIFORMA FEDERALISTA DELLE COMUNITA' ( VEDI INASCOLTATA PROPOSTA ADRIANO OLIVETTI );

2) I PARTITI/MOVIMENTI SI PRESENTANO OBBLIGATORIAMENTE AL PRIMO TURNO DA SOLI (L'IMBROGLIO DELLE COALIZIONI CI E' GIA' BASTATO );

3) AL SECONDO TURNO SI AFFRONTANO I DUE PARTITI/MOVIMENTI CHE HANNO PRESO IL MAGGIOR NUMERO DI VOTI;

4)LA MINORANZA AVRA' UNA RAPPRESENTANZA PROPORZIONALE SULLA BASE DEI VOTI RACCOLTI AL PRIMO TURNO;

5) TUTTI I CANDIDATI DOVRANNO AVERE UNA QUALIFICATA COMPETENZA SUI TEMI AMBIENTALI - URBANISTICI - ECONOMICI CERTIFICATA NELLE PRIMARIE CHE I VARI PARTITI/MOVIMENTI DOVRANNO OBBLIGATORIAMENTE EFFETTUARE.

FABIO TROYLI 06.09.13 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Votare il proprio candidato è un falso problema.
In questo modo ogni paesello d'Italia da anni manda a Roma il proprio rappresentante per averne un tornaconto. E' così che ci hanno spolpato.
Bisogna votare il Presidente della Repubblica il quale preventivamente avra' proposto la propria squadra ed il proprio programma .
Una volta eletto il Governo presieduto dal Presidente si deve impegnare a portare a termine il programma entro tempi ristretti e precisi. Il parlamento mettera' a punto le leggi e le discuterà ma il programma deve andare avanti secondo le promesse fatte agli elettori . Il parlamento ed il presidente devono fare in modo che le promesse si traducano in fatti. Il governo che non porta a termine il programma per l'80% avra' una penalty per la successiva tornata elettorale diciamo del 3%. I ministri che non avranno portato a termine il programma non dovrebbero piu' poter essere rieletti nello stesso ruolo di ministro.

pero p., genova Commentatore certificato 06.09.13 02:24| 
 |
Rispondi al commento

Prima di entrare nel merito sarei interessato a sapere per quanto tempo Grillo sara' il capataz del Movimento e quando ci saranno le elezioni per sceglierne uno nuovo. O forse le due legislature vanno bene per i parlamentari del popolo M5S e non per lui che resterà capo a vita?

pero p., genova Commentatore certificato 06.09.13 02:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io capisco l’analisi storica di questo articolo ma non ne condivido la chiusura.
Si percepisce tra l’altro un certo “vittimismo” che non dovrebbe contraddistinguere il M5S.
Si dice che una riforma a doppio turno nasconde un modo “per far fuori” il movimento perché sono altri i partiti che prenderebbero più voti per piazzarsi poi al ballottaggio.
La cosa peggiore è che si sostiene quindi che il movimento non è in grado di aumentare la sua popolarità e quindi di crescere il numero disposto a sostenerlo e quindi a votarlo.
Se si pensa di non farcela poi non ce la si farà. Penso che Grillo abbia ben insegnato al mondo che invece bisogna sempre pensare e battersi per ottenere di più, che poi si raccoglieranno ottimi frutti.
L’altra questione è più meramente legata al sistema elettorale.
Condivido pienamente che il sistema maggiorittario non confà alla situazione ealla cultura italiana.
Bisogna convenire che un proporzionale secco in Italia non può più funzionare, se mai ha funzionato. Ci si troverebbe sempre con governi di coalizione che devono mediare le scelte per stare in piedi e quindi non saranno mai possibili cambiamenti forti di cui l’Italia in questo momento ha un’estrema necessità.
Quindi per uscire dall’ingovernabilità un buon metodo è il ballottaggio.
E’ vero che alla fine chi vince rappresenterà una quota parziale di elettori convinti ed un'altra quota di elettore che invece l’han scelto come male peggiore.
Con questo non difendo il sistema riportato perché in effetti macchinoso, potrebbe non portare comunque ad un unico vincitore e potrebbe nascondere i soliti trucchetti per far fuori questo e quel tipo di partito.
Come fare?

Giuliano Rapetti 05.09.13 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Beh io propongo una semplicaficazione.

A) I partiti/movimenti/coalizioni si presentano alle elezioni con un simbolo solo ed univoco che rappresenta tutti queli che ci stan dentro. Niente più Pippo coalizzato con Pluto e Paperino magari con aggregazioni differenti tra le varie circoscrizioni che poi i cittadini non sanno neanche più chi stanno votando. Si decide con che nome presentarsi, si presenta la lista dei candidati sotto quel nome e ci si confronta con l’elettorato.
B) Semplificazione alla iscrizione alle elezioni dei partiti/movimenti/coalizioni. Stesse regole per tutti, nuovi e vecchi
C) Preferenza da parte dell’elettore
D) Nessun sbarramento
E) Al primo turno ognuno fa la sua lotta dura e pura con le proprie idee e si va al voto
F) Tutti i partiti che, in ordine decrescente, formeranno il 50% + 1 elettori, saranno ammessi al secondo turno
G) Il vincitore del secondo turno si consegneranno il 55% per cento dei eletti ed il rimanente 45% si assegneranno a tutti gli altri proporzionalmente ai risultati del primo turno
H) Stesso sistema per le due camere
I) Legge elettorale blindata in costituzione con una clausola che il cambio avvenga solo tramite referendum confermativi così che si chiuda il balletto delle leggi elettorali “personalizzate”

Chiaramente è una bozza buttata la ma i punti chiave sono l’eliminazione delle complessità delle cosidette coalizioni, l’apertura a tutte le idee politiche, la decisione di chi deve governare in mano ai cittadini
Ci sono punti di discussione da approfondire.

Giuliano Rapetti 05.09.13 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senta Professore,
leggendola sembra di sentire la comare che spalleggia una donna che sta litigando con un altra: dille che è una puttana, altrimenti lo dice lei a te. Fregala tu se no ti frega lei
Così Lei, professore, dice ad un certo punto: dal 1993 in poi il sistema dei partiti ha cercato di proporre sistemi elettorali sempre favorevoli a sé.
Finisce col dire:attenzione alla fregatura, perché il sistema a doppio turno proposto da Violante potrebbe danneggiare il M5S.
Insomma andrebbe bene, per farla corta , un sistema elettorale che danneggi i partiti ma avvantaggi il M5S.
E IN TUTTO QUESTO, tra MOVIMENTI e PARTITI, l'Italia e gli italiani dove li mettiamo?
Quello che dice, professore, non mi sembra molto in linea con lo spirito del M5S e anziché sproloquiare "contro", perché non usa tutta la sua scienza per proporre Lei un sistema accettabile e il più possibile rispettoso delle necessità e della volontà degli italiani?

enzo tofani 05.09.13 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma non si era sempre detto che eravamo per il sistema a doppio turno? Anche il più sensato visto che ci sono tre forze politiche vicine al 30%? Questo darebbe rappresentanza a tutti e una governabilità a questo paese. Finiamola di farci le seghe mentali col dire "è contro il movimento". Rimbocchiamoci le maniche tutti quanti e cerchiamo di diventare la seconda...anzi la prima forza politica del paese! Ma ve lo ricordate l'entusiasmo dello tzunami?! E' di quello che abbiamo bisogno o ci siamo forse bolliti a stare in parlamento con questi?! Dai ragazzi, torniamo a sognare!

Leonardo Biocca, cascina (PI) Commentatore certificato 05.09.13 04:27| 
 |
Rispondi al commento

10) Potenziamento della leva tecnologica: alta banda, formazione online, cooperazione online, minibond di progetto. Da ultimo ma non ultimo per importanza M5S e Pd dovrebbero lavorare insieme a un progetto che dia corpo a ciò che Jacopo Fo cerca di fare da tempo: mettere insieme creatività e know How per andare sul mercato internazionale aperto dal Web con prodotti entertainment, grafici, ad alto contenuto tecnologico (grafica 3d, immersiva, virtuale, viecolabilità app su mobile device etc…). Su questo punto occorre pensare alla vecchia proposta Passera dei bond di rete, e fare dei minibond di progetto garantiti da Stato ed enti territoriali. Nel Pd stanno già lavorando sui Campus tecnologici, bisognerebbe far convergere queste intuizioni e immaginare delle cooperative di giovani (ma anche di babbani di mezza età), comunque gente che lavora insieme gratuitamente e gratuitamente accede a competenze tecnologiche oggi costosissime da acquisire, e gratuitamente accede a supporto harware aggiornato e sufficiente (schede video sufficentemente prestazionali, plotter a gel e a stampa metallica su supporti diversi dal cartaceo, plotter di taglio, stampanti 3D, tavolette cintiq, etc…) Tutta questa gente può rapidamente realizzare prodotti da proporre sul mercato mondiale tramite Web, esistono mercati già istiuzionalizzati per stuff 3D, app, enhanced books, design grafico, prodotti per la scuola etc… Pensiamo a ciò che hanno realizzato gruppi di giovani nell’interno delle Marche, pensiamo al gruppo delle Winks etc…


10+1) Dimezzamento stipendio parlamentari. Dimezzamento appannaggio parlamentari e vitto e alloggio gratuiti per gli stessi in alberghi e ristoranti convenzionati nelle immediate vicinanze del Parlamento.

MonicaMonica M., Parma Commentatore certificato 05.09.13 00:35| 
 |
Rispondi al commento

9) Potenziamento degli strumenti di partecipazione politica e democrazia diretta con studi preparatori all’utlizzo del Web come strumento di consultazione dell’elettorato. Studio sull’impatto stocacastico dei fattori di disturbo (interferenze, hackeraggi, manipolazioni, diffamazioni etc) sulla manifestazione Web dell’opinione dei cittadini. E questo al fine di maturare parametri statistici di temperamento dei risultati di un possibile voto espresso tramite Web e al fine di ridefinire l’impatto della diffamazione sul Web che deve essere pesata come risultante dell’interazione di informazione lesiva e informazione promozionale.

MonicaMonica M., Parma Commentatore certificato 05.09.13 00:34| 
 |
Rispondi al commento

4) Potenziamento degli strumenti di democrazia diretta con abrogazione art. 75 Cost nella parte relativa alla partecipazione al voto. Abolizione della soglia di partecipazione per la validità dei referendum abrogativi.


5) Potenziamento degli strumenti di democrazia diretta con abrogazione art. 75 Cost nella parte relativa ai trattati internazionali. Abolizione del divieto costituzionale di sottoporre a referendum patti e trattati internazionali.


6) Disciplinare per legge la vita interna dei partiti. Attuazione dell’art.39 Cost. con prescrizioni obbligatorie circa la democraticità interna dei partiti. Su questo Grillo non è d’accordo ma non si può in nome del suo movimento trascurare che partiti e sindacati, veri snodi della partecipazione politica e della vita democratica, non abbiano standard di democraticità interna prefissati per legge.


7) Abolizione finanziamento pubblico ai partiti e contribuzione volontaria. Abolizione del finanziamento pubblico dei partiti e inserimento di un 8 per mille irpef da potersi destinare come contributo volontario a partiti di propria scelta che abbiano recepito le indicazioni di legge circa la disciplina interna (vedi punto8).


8) Potenziamento degli strumenti di trasparenza e controllo del lavoro politico e istituzionale. Trasmissione in streaming online e ondemand di tutti i lavori di tutte le articolazioni parlamentari: camere e commissioni.

Segue...

MonicaMonica M., Parma Commentatore certificato 05.09.13 00:33| 
 |
Rispondi al commento

Io propongo:

1) Bicameralismo con calmierazione dei voti. I voti di Camera e Senato vengono conteggiati insieme e cumulati al fine del calcolo dei favorevoli e dei contrari alle delibere in oggetto. In attesa di superare il bicameralismo eliminando il Senato se ne può profittevolmente beneficiare sfruttando l’opportunità che esso offre di caratterizzare sociologicamente la rappresentanza. Oggi la differenziazione dell’elettorato attivo fa premio sulla dialettica generazionale (Senato come camera degli “anziani”). Nulla vieta che queste scatole vengano invece predisposte per far premio su una dialettica di genere o altro a tutela di un contributo sociale che si vuole particolarmente prezioso, il senato può diventare l’assemblea delle donne, o dei territori, o dei lavoratori etc… L’idea però di avere l’apporto rafforzato di una fascia sociale in un momento congiunturale in cui ve ne sia bisogno è una dinamica democratica molto interessante che andrebbe sfruttata in modo più produttivo dell’attuale.


2) Potenziamento della decisionalità popolare sulla scelta di rappresentanti e Governo. Maggioritario all’inglese o a voto multiplo Einaudi. Abolizione del Porcellum e introduzione del sistema uninominale maggioritario secco all’inglese con apertura e discussione sulla possibilità di adottare la proposta Einaudi dell’indicazione di un secondo nominativo. Ovviamente in questo contesto sparisce del tutto l’attuale premio di maggioranza.


3) Cittadinanza europea come strumento di istituzionalizzazione del conflitto sociale. Istituzionalizzazione del conflitto sociale con l’introduzione di forme alternative di cittadinanza non legate alla nazione ma all’Europa. Se per esempio, faccio un’ipotesi accademica, venisse data la grazia a Berlusconi, io voglio potermene andare dall’Italia non fisicamente ma riconsegnando la mia cittadinanza italiana e rivendicando la mia cittadinanza europea.

Seguono altri punti:

MonicaMonica M., Parma Commentatore certificato 05.09.13 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che ci voglia un sistema elettorale misto che riduca i difetti sia del proporzionale (troppi partiti)che del maggioritario (scadimento del parlamento)sarebbe meglio se il Parlamento avesse una unica camera per poter essere più spedito nel fare le leggi

giancarlo sartoretto (giankazzo da velletri), Rocca Priora Commentatore certificato 04.09.13 15:24| 
 |
Rispondi al commento

DATO CHE LE COALIZIONI, proprio perché disomogenee, a volte una vera accozzaglia recalcitrante, producono ingovernabilità, DOVREBBERO ESSERE ABOLITE. OGNUNO CORRE DA SOLO E CHI HA PIU' VOTI GOVERNA!

E I PARLAMENTARI LI DOVREBBERO SCEGLIERE I CITTADINI CON IL LORO VOTO.

NON CI SAREBBERO PIU' INCIUCI, NE' RICATTI, NE' INDUGI.
CHE NE PENSATE?

m. a., empoli Commentatore certificato 04.09.13 13:50| 
 |
Rispondi al commento

DATO CHE LE COALIZIONI, proprio perché disomogenee, a volte una vera accozzaglia recalcitrante, DOVREBBERO ESSERE ABOLITE. OGNUNO CORRE DA SOLO E CHI HA PIU' VOTI GOVERNA!

E I PARLAMENTARI LI DOVREBBERO SCEGLIERE I CITTADINI CON IL LORO VOTO.

NON CI SAREBBERO PIU' INCIUCI, NE' RICATTI, NE' INDUGI.
CHE NE PENSATE?

m. a., empoli Commentatore certificato 04.09.13 13:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel dopoguerra in Grecia c'era la dittatura dei Colonnelli, in Portogallo la dittatura di Salazar, in Spagna la dittatura di Franco, in Italia la dittatura del proporzionale che ha mantenuto al governo lo stesso partito per oltre 50 anni: la Dc.
Vogliamo tornare alla dittatura?

I maggioritario non ha funzionato perché hanno sempre mantenuto un po' di seggi eletti con il proporzionale e questo non ha permesso la scomparsa dei partiti minori.

Con il successo di M5S, avere un sistema a doppio turno è obbligatorio altrimenti votare non serve a scegliere chi ci governerà.

MonicaMonica M., Parma Commentatore certificato 04.09.13 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Elezioni 2013:camera M5S voti 8.688.545,PD voti 8.642.700, PDL voti 7.332.121. Senato PD voti 8.399.991, M5S voti 7.285.648, PDL voti 6.829.135.Ne risulta che il M5S è il primo partito alla Camera ed il secondo al Senato, il PD è il primo partito al Senato ed il secondo alla Camera, il PDL è il terzo in tutte e due le camere. Il PD comanda alla Camera dove ha vinto il M5S, il PDL comanda al Senato dove ha vinto il PD. C'è qualcosa che non và.

Marco Lacchin 04.09.13 09:39| 
 |
Rispondi al commento

agnellini indifesi

Roberto M. Commentatore certificato 04.09.13 09:07| 
 |
Rispondi al commento

Una volta abbandonato il proporzionale, l'unico sistema che io, nonostante sappia di trovarmi in minoranza troverei onesto, ci siamo avviluppati in un vortice dal quale è quasi impossibile staccarsi.
Non dimentichiamo che il tanto controverso porcellum è stato fatto da una maggioranza creata ed artefatta dal mattarellum!
Ed infatti i referendum che chiedevano l'abolizione del porcellum non hanno mai avuto successo e, personalmente, andare a respingere il porcellum per trovarmi in un sistema dove spuntavano le liste ad personam, dove non si potevano comunque dare preferenze e dove non si poteva nemmeno votare un partito, ma ci si sarebbe dovuti affidare ad una specie di podestà, che praticamente nessuno conosce mi faceva vomitare più di adesso!
IO HO NOTATO CHE LE MAGGIORANZE BULGARE PRODUCONO TANTE LEGGI MALFATTE E SPESSO DESTINATE AD ESSERE STRAVOLTE AL TURNO ELETTORALE SUCCESSIVO!
QUESTO CON SPESE PER LA LORO MESSA IN ATTO E SPESE PER IL LORO SMANTELLAMENTO!
La costituzione stessa che prevede maggioranze qualificate in alcuni casi, è in assoluta contraddizione con sistemi al di fuori del proporzionale!
SONO SEMPRE STATO DELL'IDEA CHE IL PROPORZIONALE PURO CON UNA SOLA CAMERA (e si prenderebbe l'occasione per eliminare l'altra abusata ed antidemocratica istituzione dei senatori a vita) AVREBBE POTUTO GARANTIRE IL "MASSIMO" DELLA DEMOCRAZIA ED UN ALTO GRADO DI GOVERNABILITÀ!
Purtroppo la mia idea è che non si possono far ritornare in Italia le industrie che sono emigrate in Cina e non si ritornerà più al precedente livello di benessere e di democrazia.
Ho lasciato ogni speranza ancor prima di entrare!

Hivon T., Spinea Commentatore certificato 04.09.13 02:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Giannulli una domanda.
Ma perchè il PDL dovrebbe accettare un'abborracciatura come quella proposta da Violante se, come tu dici, a vincere sarebbe Il PD?

E' ovvio che non se ne farà niente.
Il Punto è che per fregare l'M5S debbono inventarsi qualcosa.
Ma non la vedo facile.

Forza M5S.

mulholland drive Commentatore certificato 04.09.13 00:29| 
 |
Rispondi al commento

da molti anni, la politica del nostro Paese non è più diretta dalla volontà popolare, ma dalle volontà delle grandi imprese, industriali e finanziarie, nazionali e straniere.
a queste entità servono decisioni politiche rapide, flessibili, obbedienti
a queste entità non servono le discussioni, le mediazioni, il confronto, la rappresentatività

per questo motivo, a partire dai primi anni '80, è iniziata la spinta alle riforme istituzionali, cadenzata dagli slogan sulla governabilità, sull'efficienza, efficacia ed economicità dell'azione amministrativa, sulle competenze

insomma, si è cominciato a parlare dell'Italia come un'azienda, invece di uno Stato

non potevano mancare, per la realizzazione del progetto, una serie di riforme elettorali che, poco alla volta, ci portassero alla direzione, da parte di un ristrettissimo numero di persone, della politica nazionale e locale, rendendo superflui il Parlamento ed i consigli regionali, provinciali e comunali

dall'eliminazione delle preferenze multiple, al maggioritario, al porcellum, siamo passati da un sistema democratico ad un sistema che potesse essere diretto facilmente dall'esterno

per questo motivo ritengo che il miglior sistema elettorale possibile, sia quello che avevamo in principio

giovanni 04.09.13 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Il porcellum, paradossalmente, oggi sarebbe utile proprio a noi M5S.

Daniele Vania 03.09.13 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei esporre il mio lapidario pensiero a riguardo di una paventata legge elettorale che veda prevalere il doppio turno, come da qualche parte è stato proposto, nella modifica del porcellum. Io vedrei di buon grado, benché non sia un giurista avezzo a trattare queste tematiche, una legge senza il doppio turno, dal momento che ritengo che tutte le elezioni(politiche, regionale, amministrative) debbano prendere in considerazione, prima di tutto, gli umori e le valutazioni dei cittadini per cosi'dire: "A caldo", che sono quelle non ancora o del tutto influenzate dalle prospettive predisposte per un secondo turno dai partiti, che in questo caso hanno il vantaggio di un possibile "feed back" di rivincita. Un secondo turno, a seconda del punto di vista, potrebbe assumere un significato di riabilitazione pilotato dell'"establishment" uscente, che, personalmente non ritengo rigorosamente democratico. Io ritengo che se i cittadini hanno ritenuto di volere un cambiamento, è solo giusto e doveroso che lo abbiano subito, senza dover assistere a un mea culpa riabilitativo.
Giuseppe Fanni.

Giuseppe Fanni, Carbonia Commentatore certificato 03.09.13 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Come simpatizzante del M5S ho ritenuto di intervenire in questo particolare momento per esprimere il mio pensiero, che per quello che può valere, come di persona che fin dall'inizio ne ha condiviso in larghissima parte il programma, si chiede ora in quale misura, i rappresentanti che ha eletto nelle 2 camere, ne condividano e credano nei principi ispiratori che ne hanno decretato il successo elettorale nelle ultime elezioni politiche e che realmente avrebbero potuto cambiare questo paese, imbrigliato da troppo tempo nei "dictat" dei 2 principali partiti tradizionali. Nell'attuale contesto della vita politica del paese, questo italiano si domanda, con giustificata preoccupazione, se in prossimo futuro si potrà parlare e scrivere di un M5S frantumato e diviso in diverse frazioni, confluenti ciascuna, in altri movimenti autonomi per ampliarne ulteriormente il numero o nell'ambito di altri partiti maggiori, assorbiti fisiologicamente dalle dinamiche consolidate delle lusinghiere promesse e dai calcoli, in prospettiva, di personale interesse.
E dire che il M5S si era prefisso obiettivi di cruciale importanza nell'ottica del cambiamento di un certo costume della politica italiana, nei quali milioni di elettori si erano riconosciuti e illusi. Ma si sa, il contesto reale, col tempo, sconfessa e disillude quasi sempre molti propositi e altrettanti ideali e, ancor peggio, molti principi ideali nei quali le persone hanno creduto, a torto o a ragione. Allora esse si possono domandare: "ci troviamo, anche questa volta, di fronte all'ennesimo bluff elettorale che, come tantissimi altri, terminerà come esso ha avuto inizio?" Ovvero, tanto per usare la solita frase fatta: "Tutto rimane immutabile come prima!"
Giuseppe Fanni.

Giuseppe Fanni, Carbonia Commentatore certificato 03.09.13 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Raga guardate che grande idea hanno avuto questi!!
http://bit.ly/1eaJCDM
Si puó anche donare 50cent come ho fatto io, immaginatevi se tutti noi diamo 1 euro che bell'aiuto, per me lo meritano!!qua ragioniamo sempre di miliardi..gli diamo una mano a questi?
:) un sorriso non si nega a nessuno, lasciategli il commento insieme alla donazione che vi rispondono!

Andrea T., Firenze Commentatore certificato 03.09.13 16:58| 
 |
Rispondi al commento

La proposta di legge di Violante non è una truffa, nell'ottica del M5S. Il M5S è in gara per il primo posto, quindi i calcoli del PD potrebbero anche ritorcersi contro di lui.
Più che altro il PD trova sempre degli alleati in coalizione, mentre il M5S non fa coalizioni. La vera truffa è la 'coalizione', è il modo in cui i partitelli insignificanti riescono ad otterere qualche poltrona per i propri leader.

Tutte le riforme che sono state fatte hanno non solo non ottenuto i risultati che si proponevano, ma hanno peggiorato la situazione.
Per esempio si voleva eliminare il potere 'ricattatorio' dei piccoli partiti. Il risultato è stato di eliminare esclusivamente quei piccoli partiti con minore propensione al compromesso (e cioè al 'ricatto'..). Quelli con forte propensione al ricatto sono restati, perché da un lato hanno messo la soglia al 5%, ma dall'altro hanno ridotto la soglia al 2% se stai in coalizione....
Cioè una presa per il culo gigantesca...

Anche molto importante è l'UNIFORMITÀ' delle leggi elettorali, cioè comunali, regionali e nazionali devono avere sistemi simili, e le regioni fra di loro devono avere sistemi simili. Invece i politicanti hanno fatto l'esatto opposto, creando un pateracchio senza alcun senso.

Per quanto riguarda le elezioni nazionali, la formula più logica mi sembra questa: innanzitutto la legge non deve riconoscere la 'coalizione' come è adesso, sulla scheda compariranno solo i simboli delle liste, e non saranno raggruppati in coalizione.
Poi due turni, al primo turno i partiti ottengono certe percentuali,
solo i primi due partecipano al secondo turno. Il primo partito prenderà seggi in proporzione alla percentuale ottenuta al secondo turno. Tutti gli altri partiti si divideranno proporzionalmente i seggi rimanenti, secondo i risultati del primo turno.

Questa SEMPLICE legge consente di ottenere TUTTI i risultati voluti:

1) Un partito, e non una coalizione, vincerà le elezioni.
2) La rappresentanza è rispettata.

Za Stalinu 03.09.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente, considero il doppio turno, l'ipotesi elettorale più omogenea alla conformazione del nostro paese.
Se mi ricordo bene, l'esigenza del maggioritario o bipolarismo nacque proprio sulle ceneri di un sistema proporzionale che per cinquant'anni ha durato si, ma che ha prodotto anche molta corruzione e frammentazione partitica.
Quando si fa una legge elettorale, bisogna tener conto di tutte le rappresentanze politiche fissando però dei paletti, giusto per non creare troppe frammentazioni che non garantirebbero la governabilità o la durata dell'esecutivo.
Ad esempio, se una formazione politica ha ottenuto il 4/5% dei voti complessivi, non può questa diventare l'ago della bilancia, danneggiando magari quella parte di elettorato che pur non vincendo ha comunque ottenuto un largo consenso popolare.
Quindi uno sbarramento non è di per sè democratico ma si rende necessario, a causa di questo problema.
Io farei un doppio turno nel quale chi raggiunge almeno il 20% dei voti nel primo turno, potrà poi andare al ballottaggio al secondo turno, siano questi due o cinque partiti.
Al secondo turno chi ottiene la maggior percentuale dei voti governa. Punto.

PAOLO PETRAROLO, RAVENNA Commentatore certificato 03.09.13 15:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me piacerebbe molto (e lo troverei anche molto DEMOCRATICO!) un sistema elettorale in cui oltre a dare il voto per chi vogliamo in parlamento, ci desse la possibilità di votare anche chi NON vogliamo! Non il partito (che rappresenta in fondo un'idea di politica, e anche se non mi piacesse andrebbe comunque rispettata) ma la persona in sè! Vorrei vedere poi come certi personaggi che si vantano di essere votati da 8-10 milioni di persone come commenterebbero il fatto di essere rifiutati assolutamente da 20 milioni di italiani!! Chi prende il 50%+1 di voti negativi deve essere tenuto fuori dalla politica! Tutti gli italiani avrebbero una buona possibilità di selezionare i politici e chi sgarra, chi ruba, chi non si rivela degno potrebbe essere cacciato! Ora come ora purtroppo è impossibile, l'unico modo per avere una svolta sembra dare il 51% al M5S e non lo vedo fattibile...

Giuliano A., Urbino Commentatore certificato 03.09.13 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo comprare il libro?
Dopo, diventeremo esperti!
L'esperienza dell'insabbiamento ostinato è già stata sperimentata.
Buona fortuna e un particolare saluto affettuoso alle persone di buona fede, affinchè trovino interlocutori degni della loro onestà e fiducia.

teodora i. Commentatore certificato 03.09.13 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Discussione interessante. Ma chi mai può ancora illudersi che il Parlamento approvi una nuova legge elettorale ?

Paolo C., Roma Commentatore certificato 03.09.13 15:21| 
 |
Rispondi al commento


con la faccia di Grillo
Grazie di aver inviato il tuo commento
Il tuo commento è stato inviato.
DOVE? X BEN 10 VOLTE.
cHE MAGNIFICA TRASPARNZA E LEALTà.

teodora i. Commentatore certificato 03.09.13 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto tutto l'articolo ma non riesco a capire il senso della conclusinoe finale sul discorso che una legge elettorale con doppio turno sarebbe espressamente pensato per essere ostile al movimento cinque stelle quando viene dichiarato apertamente che: "Partito Democratico e PDL nonostante tutto riescono a avere il primo e secondo posto". Voglio dire che se si parte dal presupposto che PD e PDL prenderanno comunque più voti del movimenti cinque stelle, ma allora quale razza di sistema elettorale protrebbe mai garantire il governo (e con quale diritto si pretenderebbe di governare, aggiungo) al terzo partito per numero di voti?
Nella più rosea delle ipotesi, se si è il terzo partito per numero di voti significa aver preso meno del 33% delle preferenze. Questo ipotizzando che i partiti tra cui scegliere siano appunto tre. Ma visto che in italia i partiti sono più di tre il terzo partito probabilmente ha ben meno del 33% e quindi come può ipotizzare chi ha meno di un terzo delle preferenze pretendere di essere al governo?
Qui non c'è un problema di sistema elettorale, e nemmeno di trappola tesa al movimento cinque stelle. Il problema sono i voti per il movimento cinque stelle che, stando a quando dice l'articolo, minori di quelli di PD e PDL. E qui non esiste sistema elettorale che tenga o che consenta di governare chi non viene votato. O meglio... un sistema ci sarebbe: in un sistema elettorale ci si potrebbe alleare con altri partiti in modo da avere più del 50% delle preferenze. Ma il movimento cinque stelle non vuole fare alleanze. I voti per governare da soli (lo dice lo stesso Gianulli) non ci sono. E un sistema a doppio turno con ballottaggio che prevede un unico vincitore non lo si vuole perchè è visto come un complotto ai danni del movimento. E allora? Come caspita si può pensare di andare al governo?

Daniele B. 03.09.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'amore del censore.
Saggio sull'ordine dogmatico.
P. Legendre.

t.o. 03.09.13 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto tutto intero il post di Giannulli e…posso dire che mi fa male la testa ?
Al di là del fatto che, per quel poco che ho capito, fare una legge elettorale strutturata, equa e democratica è alquanto difficile e pressoché impossibile, tutto il resto mi sembra un gran casino.
Inoltre una domanda mi sorge spontanea: quando anche decidessimo di comprare il suo libro e ci mettessimo di buona volontà a capirne i contenuti, saremo forse chiamati ad esprimere la nostra scelta cosciente e informata tramite un referendum popolare ?? Non mi pare proprio. E allora ? Il titolo del post è “Legge elettorale: non farti fregare”. In che modo potremmo evitare di farci fregare se come sempre non veniamo interpellati e le decisioni vengono prese solo ed unicamente dai soliti noti ?
Una risposta di Giannulli sarebbe altamente gradita.

Patrizia C., Milano Commentatore certificato 03.09.13 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a LUCA M, DI RHO,innanzitutto caffe' a 5 stelle anche a te.SONO PIENAMENTE D'ACCORDO CON TE E' ORA DI USARE ANCHE NOI LA SCATOLA MAGICA PER FAR SENTIRE IL NOSTRO GRIDO....BEPPE ASCOLTATI SMENTIAMOLI E DICIAMO CIO' CHE I NOSTRI RAGAZZI STANNO FACENDO PER NOI.....W5STELLE

amalia t., san salvo abruzzo Commentatore certificato 03.09.13 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=tVItaxLOsEc

Luca M., Rho Commentatore certificato 03.09.13 12:18| 
 |
Rispondi al commento

buongiorno blog.lascio qui caffè a 5 Stelle per tutti.ma oggi son io sconfortato perchè ogni giornale scrive falsità su di noi ed ogni tv parla solo di cose inutili e manda in onda rappresentanti di ogni partito a blaterare.e noi dove siamo??qui.
non basta più adesso.dobbiam andare in tv,ovunque e a muso duro.è triste ma dobbiam usare anche noi l arma televisiva.altrimenti si sta fermi.beppe ed i nostri si faccian vivi qui,sul blog e ne parlino!!!so bene che è uno schifo l impianto mediatico italiano ma in questo caso penso serva un cambio di strategia.noi della base incontriam troppa difficoltà di còmunicazione con le persone,perchè molti legati solo alle info televisive maledette.dateci una mano azzo!!!basta poco per vincere ma sta a voi fare uno sforzo diverso.nessuna alleanza ma andate a dire perchè in tv!!!qui abbiam bisogno di nuove munizioni!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 03.09.13 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per dire tante banalità, non occorreva essere professori Universitari. IN ITALIA, con QUESTA CLASSE POLITICA, statica, inamovibile e corrotta, qualsiasi legge elettorale sarà INUTILE se, con questa si spera di risolvere il "Problema Elettorale". Questo è il vero nodo della questione. Crede, qualcuno che Berlusconi sarebbe meno "delinquente" di quello che è con altra legge? E Bersani? Per non parlare di Dalema, Finocchiaro e tantissimi altri "padrini padroni" della Segreteria PD., veri Boss o Capi Famiglia con tanto di burattini seguaci disposti a tutto, anche a votare alla sera,contrariamente a quello che avevano deciso/promesso al mattino. Con questa "bridaglia" credi di trovare una legge elettorale FAVOREVOLE ALL'ITALIA? Assurdo, qualsiasi legge elettorale deve contenere la possibilità per QUESTI POLITICI, di continuare a saccheggiare il paese in totale impunità. Questa legge, è perfetta, tutti rubano, dai politici alle criminalità, e NESSUNO viene punito. Qualche poveraccio, si potrà suicidare, come quel dirigente del Monte Dei Paschi. Fa parte del gioco, evidentemente, non aveva capito come funziona. Se lo conosci, salutami Tanzi, Lusi, Penati, Bersani, Cosentino ecc.ecc.ecc.ecc.

mario.brandani 03.09.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Articolo molto interessante, ma di criticare le proposte degli altri sono capaci tutti. Mi aspettavo una proposta di possibile legge elettorale da parte del Professore. Si legge sempre di critiche a questo critiche a quello, ma mai una proposta invece di una critica.

Francesco Padovani 03.09.13 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Repubblica ha rotto le balle.
Una servile accozzaglia di pecore che, puntualmente, ogni mattina, prende ordini ripetendo false notizie al suono di un belato unanime.
Beeeeee, beeeee, beeeee......
I lettori del papier ma^ché, per meglio dire del "papier pour le paté du papier ma^ché", sono penosi.
'Revoir.
Ros

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 03.09.13 11:07| 
 |
Rispondi al commento

adesso voglio vedere il vincente Renzie, fare da tappeto alla Finocchiaro,
qualcuno del m5s chiedere scusa alla Bindi a nome di tutti,
gli eletti del m5s esaurirsi nelle diatribe su quale direzione prendere, e prenderanno quella delle scuse ovvio
scusateci tanto, :)

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 03.09.13 11:01| 
 |
Rispondi al commento

lo sappiamo che noi abbiamo vinto ?


Per chi non conosce il francese
E' GUERRA Obama attacca la Siria.

Secondo il giornale Oklahoman Post, citando fonti militari statunitensi ci racconta che l'F-22 Raptor si è schiantato nel nord della Giordania, fonti dicono che c'è una possibilità che ad abbattere l'F-22 Raptor sia stato un missile Siriano, visto che cosa è accaduto e dove, ovvero molto vicino al confine Siriano. Un esperto Militare di nome John Blu Reed ha detto al giornale che ad abbattere L'F-22 Raptor sia stata la Siria che ha un sistema di difesa aggiornato con gli S-300, missili S-400 e razzi variegati. L'esperto Americano ha anche affermato che le relazioni USA - Russia sono ancora più tesa, se si conferma che la Russia ha fornito alla Siria missili S-400. D'altro canto, secondo il Los Angeles Times, le forze di difesa siriane hanno abbattuto quattro missili lanciati dagli americani di tipo Tomahawk. Le fonti ci dicono che è stato il sistema di difesa (Bentsr 1) missili anti-aerei che hanno fatto si che i missili americani venissero centrati e colpiti. Le fonti di di Washington riferiscono che quattro missili sono stati lanciati per testare il grado di difesa delle forze siriane, le fonti hanno anche confermato che una delle ragioni principali di fermare l'aggressione contro La Siria è il rovesciamento della situazione con lo schianto del F-22 Raptor caduto ieri nel nord della Giordania. Inoltre anche avere a che fare con i missili di difesa aerea siriana, non è semplice, basti ricordare i quattro Tomahok abbattuti. Da ricordare, inoltre, che la Giordania ha ancora in casa sul suo territorio cinque F-22. Anche questo è stato uno dei principali motivi per rinviare il processo di aggressione contro la Siria.

eleonora . Commentatore certificato 03.09.13 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sappiamo per esempio con certezza che alle primarie del pd Renzie ha perso, che Bersani ha perso, che Napolitano ha vinto


eeeeeeehhhh, si sa chi vince, altroché

Alex Scantalmassi Commentatore certificato 03.09.13 10:55| 
 |
Rispondi al commento

a proposito dei pensieri di Renzie,

"La riforma della legge elettorale andrebbe fatta subito. Gli italiani hanno detto fate la legge elettorale, e' l'unico Paese dove non si sa chi vince" (giugno 2013).

è un'impressione sbagliata, in realtà è il paese dove vincono sempre gli stessi, in un modo o nell'altro

BG

(Buona Giornata)


o.t.

buondì!

socrate oggi ha parlato con lo pseudonimo di:

""Diritti tv: Maroni, legge Severino non sia retroattiva, utile vaglio Consulta""

Gazzada (Varese), 3 set. (Adnkronos) - "La legge va rispettata, ma non puo' violare i principi cardine dell'ordinamento costituzionale, come il principio della irretroattivita' della legge penale". Cosi' il segretario federale della Lega Nord, Roberto Maroni, commenta gli effetti della legge Severino in vista del voto alla giunta delle elezioni al Senato sulla decadenza di Silvio Berlusconi.


anche la località...

:)

paoloest21 03.09.13 10:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

------------ INCENTIVI PER LA ROTTAMAZIONE -----------

Renzi è pronto a guidare il carrozzone del PD... vuole gestire lui il V(i)olante...
però avrebbe dovuto pensarci prima... dovrebbe sapere (visto che proprio lui e i suoi "101 compari dalmata" hanno portato il "carrozzone" allo scasso) che il PD è stato "rottamato" insieme a Prodi quando c'è stata l'elezione del Presidente della Repubblica.

Ma con quello che costa oggi la benzina hanno fatto bene a rottamare il PD... "consumava" troppo e "rendeva" poco. È ora di tornare al caro, vecchio e "democratico asinello" che meglio si addice alla personalità di Renzi.

Mago Merlino 03.09.13 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Con le preferenze riuscivano a controllare i nostri voti.
Per la Calabria è un serio problema.
Nessuna legge, per quanto perfetta possa essere, riuscirà mai ad arginare il liquame prodotto da una certa categoria di individui.
Per la Calabria ci vogliono sistemi diversi.
Bisognerebbe prima educare il popolo alla legalità e alla democrazia, anche con l'AUTORITA'.
Il sistema elettorale usato è irrilevante.
Beati voi che non vedete! Questo vuol dire che non vivete certe realtà.
Ros

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 03.09.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' GUERRA Obama ha attaccato la Siria lo riporta il giornale francese http://allainjules.com/2013/09/02/exclusif-syrie-la-dca-syrienne-aurait-abattu-un-avion-f-22-raptor-et-4-tomahawk/

Un attacco deliberato senza autorizzazione Onu né del Congresso

eleonora . Commentatore certificato 03.09.13 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si dovrebbe parlare ai cittadini esattamente come fanno gli altri politici, promettendo le cose che più si aspettano. Aumento pensioni minime, riduzione dei politici, eliminazione privilegi ecc. Non è sufficiente dire cosa non va bene. E' necessario fare promesse concrete, dire a chiare lettere cosa si farebbe se si andasse al governo. Il programma non lo conosce chi non frequenta il blog o non è iscritto.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato 03.09.13 10:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STAMANE ALLA RADIO ,HO ASCOLTATO LA DOMANDA DI UN RADIO ASCOLTATORE SULLA SIRIA E SUI VARI CONFLITTI.."SAREBBE COSI'DIFFICILE ISTITUIRE ,2-3-4 MEGA GOVERNI MONDIALI(TIPO ONU MA MOLTO PIU EFFICACI)UNO EUROPEO,UNO DELLE AMERICHE,UNO ASIATICO E UNO AFRICANO,CON TUTTI GLI STATI CHE ADERISCONO,E SOLO I SUDDETTI GOVERNI POTREBBERO DECIDERE,SENZA INTERFERENZE ESTERNE?PRENDIAMO LA SIRIA,GUERRA CIVILE(AL DI LA DELLA RAGIONE O TORTO)CARNEFICINE ORRIBILI..TUTTI STANNO A GUARDARE,QUALCHE POTENZA MINACCIA EMBARGHI ECONOMICI(??)ALTRE DI NON VENDERE PIU ARMI(??),CHI STA DA UNA PARTE E CHI DALL'ALTRA,INTANTO LE POPOLAZIONI CONTINUANO A MORIRE..POI INTERVIENE UNA POTENZA STRANIERA(GIUSTO?)E DA LI INIZIANO PRESE DI POSIZIONI,MINACCE DI TERZA GUERRA MONDIALE ECC.ECC...MENTRE SE VI FOSSE UN GOVERNO UNICO ARABO,FORSE I CONFLITTI NON INIZIEREBBERO NEPPURE,E NON VI SAREBBERO NEPPURE INTERFERENZE..ORA, CAPISCO BENISSIMO CHE è GIA DIFFICILE FARE UN GOVERNO DURATURO DI UNO STATO(VEDI ITALIA)E CON DECINE DI STATI ANCORA DI PIU..MA SI POTREBBE PER LO MENO TENTARE..

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 03.09.13 10:41| 
 |
Rispondi al commento

Lottiamo tutti, ognuno come può ma LOTTIAMO
non dobbiamo mai più dare in mano le Nostre Madri ai politicicriminali.


https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=kbLmW18UGfo

anib roma Commentatore certificato 03.09.13 10:41| 
 |
Rispondi al commento


Valentina Vezzali in parlamento? Campionessa di assenteismo

Presente, come dicono i dati di Openpolis, a due votazioni su 1043. E lei si difende: Posso lavorare anche lontano dal parlamento. Con 1040 missioni all'attivo era l'unica risposta credibile. Meno presente di lei? Il senatore Silvio Berlusconi. BISOGNEREBBE INIZIARE A METTERE IN PARLAMENTO PERSONE CHE VOGLIONO FARE POLITICA,CAPACI,E PRESENTI ,O LO FANNO SOLO PER PRENDERE QUALCHE MANCIATA DI VOTI?MA L'ASSENTEISMO IN PARLAMENTO,NON C'E'? IMMAGINATE QUALSIASI OPERAIO,CHE SU 1000 GIORNI DI LAVORO SI PRESENTA SOLO DUE VOLTE..

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 03.09.13 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non riusciamo a trovare soldi per abbassare le tasse?Ma continuiamo ad avere dei mega galattici stipendi d'oro per i dirigenti pubblici, per esempio il capo della polizia continua a incassare 700 mila euro l'anno ( Obama ne guadagna la metà).

l'oracolo 03.09.13 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Trovo interessante, ma alla fine fuorviante tutto questo discutere sul denaro, sulla moneta e sulla sua circolazione. Potrei facilmente dimostrare, ad esempio, che il discorso sul signoraggio è un falso problema. Detto ciò, ritorno a puntare il dito sulla creazione del LAVORO come UNICA possibilità uscita dalla situazione terribile in cui stiamo sprofondando ogni giorno di più. Per entrare in argomento la prima domanda che vi pongo è:

PERCHE' UN IMPRENDITORE DOVREBBE DARE UN LAVORO SE NON CI GUADAGNA NIENTE? Per aiutarvi a cambiare punto di vista: VOI ASSUMERESTE QUALCUNO SE NON CI POTETE GUADAGNARE NULLA?

Per oggi mi fermo qui, vi vorrei lasciar riflettere su questo punto fondamentale, siate obbiettivi e non pregiudiziali.

www.laforzamotrice.it

Ruggero B., Brescia Commentatore certificato 03.09.13 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La verità sul MOVIMENTO

Al momento le ipotesi sul tavolo sono 2, ovviamente si spera nella prima, per saperlo però dovremo attendere il giudizio della storia:

1) Il Movimento è sincero. Beh, mi spiace dirlo, ma la carenza programmatica, le difficoltà elevate all'iscrizione e partecipazione, l'assenza della promessa piattaforma di discussione del programma, la mancanza di volontà di approfondimento di certi temi e una certa demagogia da mercato fanno sorgere qualche dubbio.

Sia chiaro, sono dubbi che mi auguro scompaiano presto, ad esempio con la promessa realizzazione di un sistema di partecipazione con una piattaforma on-line.

2)Il Movimento è un guscio inconsistente e vuoto, fatuo e sterile, creato ipocritamente secondo quanto più volte dichiarato (con molto cattivo gusto) da Grillo, che dice: "senza di me ci sarebbe la rivoluzione violenta".
Insomma, l'ennesimo specchietto per tener buone le masse e fargli digerire i "sacrifici necessari per il nostro bene" impostici dai signori come Monti, Lagarde, Blackfein, etc...

Se guardate bene la mimica di questa gente, guardate ad esempio Monti e Lagarde, potrete notare come guardino a noi (il popolino) con occhi spalancati, teneri e buoni, un po' come l'allevatore si rallegra benevolo con i suoi manzi...

Stefano P., Torino Commentatore certificato 03.09.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul Corriere Berlusconi piange per i suoi figli, l'onore perso, francamente di questi spudorati miliardari che chiedono elemosina per aver perso l'onore perchè delinquenti non me ne può fregare di meno, ma questi vedono l'Italia che sta affondando grazie anche e soprattutto a loro padre?

l'oracolo 03.09.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Elezioni separatamente per:
- una sola camera con proporzionale ove i cittadini scrivono nome, cognome, data e località di nascita del prescelto. Parlamento in carica per 6 anni;
- un governo preconfigurato separato dal parlamento che duri in carica solamente ma sicuramente per 3 anni.

Mau 03.09.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Obama in una scuola, spiega ai bambini:
"Facciamo guerra alla Siria perchè avvelenano i bimbi."

Una bambina gli chiede:
"Ma allora perchè non la fai alla Monsanto Company?"

Alessio F., roma Commentatore certificato 03.09.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.
POSTO che l'IMU è una tassa immorale soprattutto per coloro che non sono ancora ultimi proprietari,
POSTO che nell'eventualità che fosse ripristinata, andrebbero preventivamente regolarizzate le rendite catastali,
IL GOVERNO sta veramente superando ogni limite alla decenza: questa rischia di diventare una guerra tra poveri!!!!
""tolta l'IMU, meno soldi al lavoro ed alla lotta all'evasione!!!!!!!"""

INCREDIBILMENTE SCHIFATA!!!!!!

alnair gru, roma Commentatore certificato 03.09.13 10:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una cosa. la costituzione non serve a niente se i primi ad interpretarla sono quelli della Corte. difendono i loro privilegi. mi vengono dubbi su Rodotà, Zagrebelski in silenzio sulle cazzate dei loro colleghi. Grillo prova a fare qualcosa.

angelo b., udine Commentatore certificato 03.09.13 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente sono per un sistema elettorale proporzionale alla tedesca, con sbarramento almeno al 5% per ogni schieramento, partito o movimento che si dichiara "prima" delle elezioni. Che nessun premio di coalizione posteriore si consentito, che i cittadini possano scegliere i loro rappresentanti e siano reintrodotte le preferenze.
I nuovi rappresentanti avranno il compito di introdurre gli strumenti per giungere ad nuova forma di partecipazione attiva dei cittadini alle scelte della politica nazionale grazie alle nuove tecnologie di cui è possibile disporre già ora e soprattutto nel prossimo futuro, con l’obiettivo di giungere alla vera RIFORMA ELETTORALE PERMANENTE, la cui funzione sarà quella di:
"permettere ai cittadini di votarsi le leggi che li governeranno, nelle scelte: locali, nazionali, europee, mondiali".

Paolo Besso, Vercelli Commentatore certificato 03.09.13 09:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buona agonia a tutti.
Leggo che tale Fassina ha dichiarato: "E' chiaro che vogliamo evitare l'aumento dell'IVA, ma è altrettanto chiaro che aver dato priorità al taglio dell'Imu per il 10 per cento delle abitazioni di maggior valore, con i conseguenti 2 miliardi di costo, rende il raggiungimento dell'obiettivo più complicato ". Che fare? "Rivedere quel passaggio. Per esempio basterebbe reintrodurre l'Imu sul 5 per cento di quelle abitazioni per recuperare un miliardo di risorse da destinare alla deducibilità dell'Imu per le imprese. Anche questo sarebbe un messaggio importante da dare: fra rendita e produzione va privilegiata la seconda".
Sono incompetenti, utili idioti.... mentre i capitali dei milionari italiani e di mezza europa stanno passando il confine dell'area "Euro", (stanno andando in Inghilterra come ha chiarito ieri sera IACONA) la politica "spara" sciocchezze subito dopo aver decretato e meso nero su bianco provvedimenti che accelerano il NOSTRO fallimento tipo abolizione dell'IMU ai Brunetta e al 10% degli italiani che detengono il 50% della ricchezza della nazione.
Buona agonia a tutti (ELETTORI DEL PDL E -L COMPRESI).

vito b. Commentatore certificato 03.09.13 09:51| 
 |
Rispondi al commento

Chi cazzo è Enza Blundo?

Nello Squillante Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 03.09.13 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SIRIA
Peace and love,
fate l'amore non la guerra!
mettete dei fiori nei vostri cannoni!
Obama:" I have a nightmare!"

Wiu@m@o -, Firenze Commentatore certificato 03.09.13 09:37| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA BLOG!!!
¡¡¡HOLA BEPPE GRILLO!!!
¡¡¡HOLA MOVIMENTO!!!

O.T. OKKYO!

Giorgio Squinzi (presidente di Confindustria)
e i segretari nazionali di Cgil, Cisl e Uil,
Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti (che Dio non li perdoni),
hanno sottoscritto a Genova
(beffardamente città natale del nostro Beppe nazionale)
un documento condiviso con le priorità per la crescita del Paese (oh no!) in vista della legge di Stabilità.
Secondo Squinzi e i tre leader confederali,
che hanno preso parte a un dibattito ALLA FESTA NAZIONALE DEL PD,
le priorità sono: fisco, ammodernamento della pubblica amministrazione,
e politica industriale; quì Landini si prepari!

Ecco il link della notizia (se verrà conservato):

http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/accordo-confindustria-sindacati-a-letta-misure-per-la-crescita-20130902_180849.shtml

Mio supporto:

il 31 luglio 1992 venne definitivamente soppressa
la scala mobile con la firma del protocollo triangolare di intesa
tra il governo Amato, Bettino Craxi e le parti sociali.
In questi 21 anni ho assistito continuamente
a grandi sconfitte per i lavoratori; ...grandi sconfitte che
sono partite da documenti simili al suddetto in quel di Genova.

Ai destinatari amici io dico:
ATTENZIONE ATTENZIONE,
ci hanno fatto un'altra sorpresina!!!
Ci attende una prossima legge biagi?
Ci attende il prossimo disastro annunciato?
Le Nuove Brigate Rosse sono un film che ho già visto
o qualcuno già pensa ad una nuova strategia della tensione?
Ce ne accorgeremo quando sarà troppo tardi? (otra vez?).
Mettiamo un pò le mani avanti.
Per cortesia gli addetti del Movimento prendano saggia visione e
preparino il POST utile al contro-accerchiamento.
Egregi Signori spero di esser stato chiaro.

Avviso di servizio:
sarò costretto a lanciare questo allarme muchas veces (molte volte).

Hasta Pronto.

Ernesto - La Habana 03.09.13 09:35| 
 |
Rispondi al commento

E' finita, i nostri politici continuano a blaterare, pensano solo alla loro poltrona, il sistema è al collasso, le industrie chiudono o delocalizzano, non esite più futuro, siamo arrivati al capolinea.
Ci raccontano solo bugie o distorgono le notizie.
Ci vuole un colpo di reni e cambiare subito, non domani , oggi, anzi era meglio farlo ieri.
Credetemi sono un esperto di cantieri pubblici, le aziende (quelle che cercano di resistere) sono decotte, arrancano ma tutte concordano che non resistono più, l'effetto domino sarà terribile, dovremo aggiungere disoccupazione a disoccupazione, ci sarà un collasso generale.
Salviamo l'Italia.
Non voglio lasciare a mio figlio lo squallore assoluto.

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato 03.09.13 09:29| 
 |
Rispondi al commento

Credo, e lo penso veramente che il problema delle elezioni non sia il modo con cui si va ad eleggere i nostri rappresentanti.
Devono candidarsi persone oneste e colte sapendo a-priori di guadagnare €.........(per esempio non più di 3.000,00 euro)

maria t., potenza Commentatore certificato 03.09.13 09:26| 
 |
Rispondi al commento

Xche la finanza non fa mai blitz alle feste di partito x verificare se tutto è in regola? se non ci sono lavoratori in nero sottopagati e merce contraffatta in vendita? E SE SONO state pagate tutte le tassè di occupazione di suolo pubblico?
ma la legge è uguale x tutti?

Wiu@m@o -, Firenze Commentatore certificato 03.09.13 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Scusate, ho letto attentamente il post, ma perché NON viene MAI preso in considerazione il sistema elettorale UNINOMINALE MAGGIORITARIO A TURNO UNICO (Lo stesso che vige in Inghilterra e U.S.A. da più di 2 secoli)
E' semplice (chi vince VINCE e chi perde PERDE)
E' comprensibile da parte degli elettori
Facilita il ricambio (finchè vinci rimani, quando perdi, difficilmente il tuo partito ti ripresenta la prossima volta)
Chi vince GOVERNA (senza subire ricatti da minoranze del 2-3%) chi perde controlla (realmente) l'operato del governo
E' interesse dei partiti presentare persone almeno oneste (altrimenti non verrebbero votati)

Ma forse questo sistema appunto per le sue caratteristiche, non piace alla classe politica italiana (dove anche i perdenti devono trovare posto al tavolo delle spartizioni)

Maurizio B., cerea Commentatore certificato 03.09.13 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia nessun sistema elettorale può funzionare. Anche quando si sono raggiunte maggioranze significative c’erano problemi. Siamo troppo individualisti e inquieti e insofferenti e sensibili e in definitiva creativi. La creatività è innovazione e cambiamento, ma in politica genera instabilità, in legislazione genera complessità. La complessità legislativa aumenta la burocrazia. I governi fanno i decreti (e rischiano la caduta) perché c’è “urgenza”, in realtà l’urgenza deriva dalla “lentezza” nel produrre leggi col parlamento, per eccesso di discussione e divergenza di opinioni (se si vuole di emendamenti). Il punto nodale allora è la riduzione drastica dei parlamentari, sia nazionali che regionali. Si discuterebbe meno, anche maggioranze risicate basterebbero, si farebbero più leggi e meno decreti. Ma quando mai i partiti tradizionali vorranno rinunciare a posti ben retribuiti per gente che non sa fare altro che chiaccherare?

carlo vallini 03.09.13 09:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT - Siria
Buongiorno Blog!
Come possiamo non ammettere che i veri nazisti vivono in America?

http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=85153&typeb=0&Syrialeaks-come-dare-la-colpa-ad-Assad

Apartheid-Italia invece continua con la sua disinformazione di regime!


Monica R., PR Commentatore certificato 03.09.13 08:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si è vero che è pensata contro il M5S, però vi è da dire che questo Movimento è lì lì per sovrastare sia il PD che il PDL.

56vinci 03.09.13 08:56| 
 |
Rispondi al commento

HO LETTO CON ATTENZIONE TUTTO IL TRATTATO SULLA LEGGE ELETTORALE MA NON TROVO TRACCIA DEL FATTO CHE DOPO IL REFERENDUM SUL MAGGIORITARIO IL PARLAMENTO DI ALLORA INSERI' IL 25% DI PROPORZIONALE.............STRAVOLGENDO IL RISULTATO DEL REFERNEDUM. MI SBAGLIO O è GIUSTO?
ATTENDO COMMENTI. BRUNO.

Bruno Z., Roma Commentatore certificato 03.09.13 08:54| 
 |
Rispondi al commento

I re delle slot beffano Letta
di Mauro Munafò

Il governo aveva deciso un mega condono sulle sanzioni ai boss dell'azzardo. Che però non vogliono pagare neanche quello e annunciano ricorsi. Risultato: il premier fa una brutta figura e rischia di non incassare un euro

Alla fine la sanatoria sulle slot machine rischia di trasformarsi nel disastro perfetto per il governo Letta.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/i-re-delle-slot-beffano-letta/2214173

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 03.09.13 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Europa da suicidio

Beria-Letta e' pericoloso.

Dice: Rimettere la finanza al proprio posto.

Come se i debiti fossero colpa dei banchieri e non
dei politici che li hanno fatti per rubare.

Come Stalin vorrebbe non pagarli magari facendoli fuori?

Da quando c' e' lui ed Hollande scappano anche dalla Svizzera per andare ad Est...
Ed 1 milione di germanici sono desaparecidos dai dati IMF...

Occhio agli elicotteri.

Fabrizio Salvini 03.09.13 08:44| 
 |
Rispondi al commento

In un paese civile per favorire integrazione e rispetto reciproco è d'obbligo rispettare le diverse culture e non costringere gli immigrati o in un ghetto oppure ad abbracciare usi, costumi e religione degli "autoctoni".
Al mondo dovrebbe esserci posto per tutti meno che per la feccia razzista.

mario45 massini, roma Commentatore certificato 03.09.13 08:35| 
 |
Rispondi al commento

TUTTO QUESTO PER DIRE CHE VOLETE VOTARE COL PORCELLUM...CHE MINCHIONI..PERCHE' NON CI PARLATE DELL'ASSEMBLEA DEI PARLAMENTARI GRILLINI IERI? PARE SE LE SIANO DATE DI SANTA RAGIONE EH

giorgino d., bologna Commentatore certificato 03.09.13 08:28| 
 |
Rispondi al commento

Non essendo uno studioso in materia di legge elettorale,ma un modesto cittadino che esprime il proprio parere in base alle sue conoscenze ed esperienze di vita dico che il sistema per l'elezione dei sindaci a me non dispiace.Sembra che funzioni,garantendo la governabilita',da' rappresentanza alle opposizioni e con piccole modifiche potrebbe essere applicata a tutte e due i rami del parlamento.Tutto questo andrebbe fatto definendo in maniera chiara quale dovrebbe essere la funzione delle due camere.Naturalmente ho espresso la mia opinione sul tema elettorale senza fare calcoli personali cosa che non accadra' quando la politica se ne occupera'(se si degnera' di farlo).Come si dice da anni dopo ogni elezione :ogni popolo ha il governo che si merita.Non credo che la classe politica di oggi abbia intenzione di partorire una legge elettorale che possa non favorirli!!!!!!.

stefano 03.09.13 08:20| 
 |
Rispondi al commento

so che Blondet non è perfetto in tutto, ma ho trovato su fb questo testo che secondo me è straordinario e dice molto bene tutto quel che va detto sul fisco italiano, io sottoscrivo ogni parola e penso che valga la pena di leggerlo e pubblicarlo
***

Sono i risultati dell’incompetenza. Questi non hanno studiato, non sanno lavorare né vogliono faticare. Pensate ad una fabbrica di auto che producesse il 60% dei veicoli difettosi, sarebbe fallita. Pensate ad uno studio legale che perdesse 6 cause su 10, o un medico che sbagliasse il 60% delle diagnosi: sarebbero già da tempo chiusi. No: Equitalia permane e non cambia i metodi, non fa un’analisi dei suoi scacchi, non mette in discussione il personale e la sua incapacità. Di essere incompetenti ed incapaci lo sanno benissimo. Tanto bene che si sono fatti regalare dai politici i poteri di retroattività, di arbitrio, e soprattutto di rovesciamento dell’onere della prova. Così la vita è facilissima, per dei fancazzisti: io ti accuso di aver sottratto soldi all’Erario; adesso dimostrami tu che non è vero. Io non voglio fatica. Portami tu i documenti, mettimi qui sul tavolo i tuoi movimenti bancari dal 2009, gli acquisti e le vendite; «noi», poi, giudicheremo se quei documenti sono «validi», quale documentazione non riteniamo «sufficiente» né «congrua» col redditometro, con gli studi di settore, con la nostre paturnie persecutorie.

Quanto costa questa incompetenza arrogante?

qui il post completo:
http://barraventopensiero.blogspot.it/2013/09/questo-fisco-efficiente-danno-per-lo.html

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 03.09.13 08:19| 
 |
Rispondi al commento


Jesolo: vietato assumere donne per non offendere gli immigrati islamici

JESOLO — Grave episodio di discriminazione sessuale a Jesolo. In vista dell’estate 2013 nessuna donna potrà lavorare come beach steward. La sicurezza in spiaggia dovrà essere garantita da soli uomini in quanto gli immigrati islamici non accettano di essere rimproverati da donne. Non si vuole offendere la religione islamica, quindi niente donne. E’ stato Renato Cattai, presidente di Federconsorzi, associazione che raggruppa i gestori dell’arenile jesolano, a darne notizia il giorno di presentazione del servizio di spiaggia lanciato un anno fa.

In sostanza non è cambiato molto. Le donne potranno lavorare ma solo se accompagnate da colleghi uomini, i quali dovranno quindi difenderle dai “migranti” aggressivi. La pattuglia mista dovrebbe anche servire ad ”evitare ogni tipo di suscettibilità”: tradotto in italiano significa probabilmente che solo i maschi della pattuglia potranno redarguire gli abusivi islamici, sono molto suscettibili e non accettano di essere rimproverati da donne.

Una nazione nella quale gli autoctoni modellano le proprie decisioni sulla base dei comportamenti degli immigrati non è una nazione civile, e non è abitata da persone sane di mente

http://voxnews.info/2013/05/30/jesolo-vietato-assumere-donne-per-non-offendere-gli-immigrati-islamici-2/

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 03.09.13 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Putin: “In Russia leggi russe. Chi preferisce leggi islamiche vada da un’altra parte”


Putin: “In Russia leggi russe. Chi preferisce leggi islamiche vada da un’altra parte”
Pubblicato da ImolaOggi ESTERI, NEWS set 2, 2013

2 sett – Vladimir Putin: “Chi non vuole parlare russo e rispettare leggi russe può tranquillamente andarsene da qualche altra parte. La Russia non ha bisogno di queste minoranze e non abbiamo intenzione di cambiare le nostre leggi per loro”


In Russia vivono i russi. Qualsiasi mino­ranza, da qualsiasi luogo, se vuole vivere in Russia, per lavorare e mangiare in Russia, dovrebbe parlare russo, e dovrebbe rispet­tare le leggi russe. Se preferiscono la legge della Sharia, allora noi li consigliamo di an­darsene in quei Paesi dove questa è la legge dello Stato. La Russia non ha bisogno di minoranze. Le minoranze hanno bisogno della Russia, e noi non concederemo loro privilegi speciali, o provare a cambiare le nostre leggi per soddisfare i loro desideri: non importa quanto forte urleranno ‘ discr­i-minazione’.

Noi apprendiamo dai suicidi in America, In­ghilterra, Olanda e Francia, se vogliamo so­pravvivere come nazione. Gli usi e le tradizioni russe non sono compatibili con la mancanza di cultura o dei modi primitivi della maggior parte delle minoranze.

Quando questo onorevole corpo legislativo pensa di creare nuove leggi, dovrebbe avere in mente prima l’interesse nazionale, osse­rvando che le minoranze non sono russi.

I politici della Duma hanno tributato a Putin una standing ovation di cinque minuti!

http://www.imolaoggi.it/2013/09/02/putin-in-russia-leggi-russe-chi-preferisce-leggi-islamiche-vada-da-unaltra-parte/

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 03.09.13 08:15| 
 |
Rispondi al commento

È arrivato il momento di avere VISIBILITÀ!
Ma non vi siete accorti che i media non menzionano il movimento ,Beppe Grillo,il lavoro dei nostri parlamentari?
C è un vero attacco al movimento 5S attraverso i media con la tattica del renderci invisibili,quindi non esistenti,quindi non più votabili.Beppe cosa si fa per porre rimedio?
Dacci una risposta per favore.

Terry,mi 03.09.13 08:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buondi'a tutti,ciao Luciano P-Adria e G.Spedicato,Lecce...si,lo diciamo da tempo qui sul Blog,quasi meta'della ricchezza italiana e'nelle mani di...4 milioni scarsi di contribuenti (si fa per dire)italiani,non 6 milioni,ma va bene..e il bello e' che questo dato risale al 2011,estratto e pubblicato dall'ANNUARIO STATISTICO ISTAT !!...qualcuno almeno ce lo ricorda,bravo R.Iacona....perche'tutti gli altri Media,TV,giornali sono troppo impegnati a gestire questo INFAME TRUMAN SHOW,a spiegare e costringere la gente a credere che la realta'di questo Paese e'rappresentata dalle gloriose vicende del
BAMBOLOTTO EBETINO di Firenze,e dalle...tremende preoccupazioni di un farneticante puttaniere,quattrinaro in arte noto come il CAIMANO....CHE SQUALLORE....MA QUANDO CI LIBEREREMO DI QUESTI PERSONAGGI FARSESCHI E TRAGICI CHE HANNO AMMORBATO E QUASI SPENTO IL NOSTRO MERAVIGLIOSO PAESE.

PD,PDL,Media,Tv,giornali di regime,cariche istituzionali,ecco li vedi che son tutti li'
a brigare perche' il disgraziato ventennio trascorso si perpetui all'infinito......
Caro Giannulli,che questi lordi individui si muovano sistematicamente per...inculare il M5S e Beppe Grillo e'cosa ormai chiara anche ai due gattini che ho in casa..........allora...
CACCIAMOLI UNA VOLTA PER TUTTE,E'UNA QUESTIONE ORMAI DI SOPRAVVIVENZA FISICA,PER NOI,PER I NOSTRI FIGLI,PER IL FUTURO DI MILIONI E MILIONI DI BRAVI E ONESTI ITALIANI.

franco graziani-torino.

franco graziani 03.09.13 08:11| 
 |
Rispondi al commento

Bella notizia..nei primi 8 mesi del 2013 aumenta il fabbisogno statale di 60 mld rispetto allo stesso periodo del 2012....!
Insomma "veleggiamo" verso destinazione Crack..."la luce in fondo al tunnel" è solo un miraggio!l'unica cosa certe è l'avanzata dei Fallimenti e dei conti che non quadrano..senza contare le aziende in "sofferenza"....infondere ottimismo va bene...ma non dire la verità è "diabolico"....
Qualcuno si deve prendere la responsabilità di predisporre un PIANO B..non vedo altra alternativa ad un uscita pianificata dall'euro..la strada degli eurobond è impraticabile..viceversa una programmazione per un uscita soft dall'euro sarebbe l'unica strada percorribile..iniziando con la reintroduzione di una moneta locale...o nuova LIRA..viggiando in parallelo con l'EURO...per un periodo di 5 anni...poi vediamo..se studiamo bene la cosa evitiamo "scossoni" e incognite che potrebbero manifestarsi se il cambio avvenisse in modo repentino..

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 03.09.13 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Il sindaco Tosi, dalla triplice espressione di un soggetto appena svegliato, che ha sbattuto contro una vetrata e dedito esageratamente al dio Bacco se la prende con Roma intera perché un gruppetto di teppisti romanisti dopo la gara Roma-Verona di domenica scorsa "hanno assaltato e distrutto il pullman dell'Hellas Verona".
Addirittura se la prende con la polizia (anch'essa romana?Boh!) che invece a Verona non avrebbe consentito l'agguato (idiota e da condannare, certo) che in realtà ha causato la rottura di un finestrino del pullman.
Pensare che pochi anni fa un gruppetto di neonazisti ultrà del Verona ha ammazzato a forza di botte un ragazzo che pare non avesse voluto offrire delle sigarette al gruppo di gentiluomini noti alla polizia e alla Digos per continui episodi di razzismo e violenza negli stadi. Che a Verona sono d'obbligo.

Sindaco, prenda un caffè triplo, eviti le vetrate e soprattutto vada a acqua per qualche mesetto. E magari ripassi anche un po' di grammatica.

mario45 massini, roma Commentatore certificato 03.09.13 08:04| 
 |
Rispondi al commento

stiamo tutti sperando che alle tante, troppe parole sulla materia fiscale, il governo faccia seguire i fatti. E che la tanto attesa deducibilità sugli immobili industriali, per mesi annunciata come sicura e che autorevoli membri dell’esecutivo giudicavano elemento irrinunciabile per favorire la timida ripresa attesa a fine anno, diventi una misura stabile all’interno della legge di stabilità». È il commento del Presidente del Veneto, Luca Zaia, alla scomparsa nel decreto Imu della misura che avrebbe dovuto sancire lo sconto fiscale sui capannoni.«La verità è - continua Zaia - che si naviga a vista e che a Roma non sanno neppure cos’è un capannone».

Clemente Martignoni Commentatore certificato 03.09.13 08:03| 
 |
Rispondi al commento

Ad iniziare da quello che favorisce gli studenti del Sud rispetto a quelli del Nord. Per esempio, la differenza di voto di maturità per accedere al bonus tra Milano e Catanzaro è di dodici punti: in un liceo scientifico di Milano serve, in media, una votazione di 84/100, a Catanzaro invece di 96/100. È chiaro che nelle scuole del Sud le commissioni d’esame hanno generalmente attribuito voti più alti, garantendo quindi anche bonus più elevati

Clemente Martignoni Commentatore certificato 03.09.13 08:03| 
 |
Rispondi al commento

mi sorprendo sempre di piu' del blog: "obiettivi falliti"?
La legge elettorale ha centrato al 100% l'obiettivo unico di non far contare una mazza il voto degli elettori a favore delle scelte del capo di partito di turno. Questo e' l'obiettivo ultradichiarato di Berlusconi fin dal 1994 e i suoi elettori non solo lo sanno perfettamente, ma lo hanno votato e continuano a votarlo proprio per questo. Il PD ha gentilmente concordato.
In secondo luogo in questo blog nell'ultimo anno e mezzo o due ho letto solo ed esclusivamente affermazioni del tipo: "Berlusconi e' meglio del PD". Mai una volta che abbia letto il contrario, per cui non capisco da cosa deriverebbe l'idea che la maggior parte degli elettori del M5S voterebbe PD anziche' PDL, quando dal mio punto di vista e' ovvio il contrario, visto che il M5S non avrebbe potuto avere alcun successo se ad esso non avessero aderito in misura massiccia (oserei dire maggioritaria) ex belusconiani pentiti, che pero' di fronte alla scelta se rivotare il loro amato ex capo Silvio o PD non avrebbero dubbi e tornerebbero a scegliere il loro ancora amatissimo ex capo (e il PD, come al solito, riperderebbe le elezioni). E infine mi tocca anche ricordare quello che piu' volte ha detto Renzi (guarda te cosa mi tocca fare, difendere perfino Renzi! Mi vergogno): e' vero che la legge elettorale non ha prodotto ne' stabilita' ne' bipartitismo ne' altro, ma e' assolutamente vero che, per quanto ne so io, la legge con cui vengono eletti i sindaci non ha prodotto grandi "crisi di meta' legislatura" (sempre per quanto se ne sa, io mi ricordo piu' di comuni sciolti per mafia, che non comuni sciolti per crisi di maggioranza. Poi alcuni comuni sono tornati a votare perche' il sindaco si e' dimesso, tipo Veltroni, ma questo e' un altro discorso ). E il M5S mi pare aver vinto qualche elezione anche nei comuni. Se poi si punta al 100% si e' in grado di superare anche questo scoglio. Altrimenti si e' promettitori del niente, proprio come Silvio.

Marco G. 03.09.13 07:56| 
 |
Rispondi al commento

ALLORA,, dal momento chè, noi siamo completamente oscurati , è ignorati, è disarmati ..ovviamente, in quale modo pensate che gli italiani ci diano il 51% dei voti se nemmeno sanno che esistiamo ancora...?
malgrado il lavoro di beppe e dei parlamentari, noi cosi non combineremo nulla niente di niente.
fino a che non usiamo una (leva ho un passagio) per entrare al governo nella stanza dei bottoni saremo solo un blog .
se invece visto la nostra percentuale spiazziamo il pd offrendo un governo alternetivo , è una volta nella stanza dei bottoni siamo inmensamente piu visibili ai cittadini italiani ,è saremo noi nella possibilita di (dettare il passo)( ho meglio riccatare) ho si fanno i punti che saranno concordati ho faremo noi cadere il governo uscendo, non prima di avere cambialo la legge elettorale ,è vedremo se davanti agli italiani rifiuteranno .
in quanto a renzi ,
io lo prenderei in giro molto poco ,perchè sara lui a catalizzare il massimo dei voti, e abbastanza giovane , abbastanza simpatico con le sue battute paesane ,viso innoquo,è dalla sua un ( giovane pd inferrocito dalle schifezze fatte dai vecchi) .
ORA SE SU QUESTO VOGLIAMO FARE FINTA DI NIENTE è RIDERCI Sù... ASPETTANDO IL 51% DEI VOTI AL M5S...
POI ..MAGARI LO SI SPIEGHERA à QUELLI RIMASTI NEL M5S che si era preferito ATTENDERE..
,,à QUEI POCHI RIMASTI..

gasparotto marino

marino g., vicenza Commentatore certificato 03.09.13 07:37| 
 |
Rispondi al commento

allora dal momento che noi siamo completamente oscurati , è ignorati è disarmati ..ovviamente, in quale modo pensate che gli italiani ci diano il 51% dei voti se nemmeno sanno che esistiamo ancora...?
malgrado il lavoro di beppe e dei parlamentari, noi cosi non combineremo nulla niente di niente.
fino a che non usiamo una (leva ho un passagio) per entrare al governo nella stanza dei bottoni saremo solo un blog .
se invece visto la nostra percentuale spiazziamo il pd offrendo un governo alternetivo , è una volta nella stanza dei bottoni siamo inmensamente piu visibili ai cittadini italiani ,è saremo noi nella possibilita di (dettare il passo)( ho meglio riccatare) ho si fanno i punti che saranno concordati ho faremo noi cadere il governo uscendo, non prima di avere cambialo la legge elettorale ,è vedremo se davanti agli italiani rifiuteranno .
in quanto a renzi ,
io lo prenderei in giro molto poco ,perchè sara lui a catalizzare il massimo dei voti, e abbastanza giovane , abbastanza simpatico con le sue battute paesane ,viso innoquo,è dalla sua un ( giovane pd inferrocito dalle schifezze fatte dai vecchi) .
ORA SE SU QUESTO VOGLIAMO FARE FINTA DI NIENTE è RIDERCI Sù... ASPETTANDO IL 51% DEI VOTI AL M5S...
POI ..MAGARI LO SI SPIEGHERA à QUELLI RIMASTI NEL M5S che si era preferito ATTENDERE..
,,à QUEI POCHI RIMASTI..

gasparotto marino

marino g., vicenza Commentatore certificato 03.09.13 07:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beppe, quanto ci costano i nuovi senatori a vita?Invece di diminuire i parlamentari aumentano,certo non per volere del popolo,gridiamo alla vergogna finche ci restano le forze

lidia r. Commentatore certificato 03.09.13 07:29| 
 |
Rispondi al commento

HAARP + SCIE CHIMICHE
l'atomosfera viene irrorata con una miscela di
sostanze chimiche e polvere di alluminio.
trasformandola in una gigantesca parabola,
l'azione combinata di trasmissioni a frequenze
variabili e l'inalazione di tali sostanze,
trasforma gli abitanti della zona interessata
in ROBOTTINI.
chiedo che venga rimosso il segreto di stato
posto sulla mia persona, questa storia deve
finire, o mi uccidete o mi dite che cazzo sta
succedendo.
ALFIO TROLESE!

il realista 03.09.13 07:03| 
 |
Rispondi al commento

a bilancio, a fine anno, la Provincia per Sant'Orsola ha stanziato la miseria di un milione di euro. E' un esempio del suo continuo modo di
mentire.

4) Renzi in questi 5 anni ha utilizzato la Provincia allo scopo di promuovere la propria immagine personale coi soldi nostri. A questo servono manifestazioni inutili e costose come "Il Genio fiorentino" e "Riciclabilandia". Attraverso l'utilizzo delle consulenze, degli uffici
stampa, della commissione di sondaggi, pubblicazioni e pubblicità ha creato una vasta rete clientelare di giornalsti che non ne contraddicono
mai le posizioni.

5) L'inchiesta di Castello: Matteo Renzi, come presidente della Provincia,
è molto più coinvolto del sindaco Domenici. Infatti, le opere oggetto
dell'inchiesta sono quasi tutte commissionate dalla Provincia: tre scuole,
una caserma nonché naturalmente il nuovo (e che bisogno c'è?) palazzo
della Provincia. Eppure sui giornali ci è finito Domenici.

6) Il braccio destro di Ligresti, patron della Fondiaria, Rapisarda, lo si
vede bene nelle intercettazioni telefoniche, pretende che per le
commissioni di Castello la Provincia faccia una gara d'appalto. "sennò ci
accusano di fare noi il prezzo", spiega Rapisarda al telefono
all'assessore Biagi.
Pochi giorni dopo quella telefonata, compare questo titolo su Repubblica:
"Renzi contro la Fondiaria: per Castello si farà la gara d'appalto".
Ovvero: Renzi è colui che meglio esegue le volontà della Fondiaria e poi
appare addirittura come quello contro i poteri forti!

7) Nel 2004 come prima cosa taglia i fondi della Provincia per la raccolta
differenziata. Risultato, i Verdi si arrabbiano (giustamente) e lui li
espelle dalla Giunta.

DAl 2004 Renzi ha creato un'infinità di società alle quali la Provincia
commissiona eventi culturali, indagini di mercato e così via. Il caso più
clamoroso è quello di "Noilink" che, durante le primarie del PD, diventa
il suo vero e proprio comitato elettorale!

mariluuu barbera, Dar es Salaam Commentatore certificato 03.09.13 07:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL NUOVO CHE AVANZA: CURRICULUM.
Matteo Renzi è figlio di Tiziano Renzi, ex membro della DC e gran
signore della Margherita e della Massoneria in Toscana. Il feudo incontrastato della famiglia Renzi è il Valdarno, dal quale si stanno allargando a macchia d'olio. Il padre di Matteo controlla dalla metà degli
anni '90 la distribuzione di giornali e di pubblicità in Toscana. Questo, unito agli affari con la Baldassini-Tognozzi, la società un po' edile e un po' finanziaria che controlla tutti gli appalti della Regione, spiega
l'ascesa di Matteo Renzi.

Le prime 10 cose che non vanno di Matteo Renzi:

1) Da presidente della Provincia, tra il 2004 e il 2009, ha acquisito il
controllo di tutta la stampa locale, radio e tv, in Toscana. L'ultimo
giornale che un po' gli era ostile era "La Nazione". Per questo, in
occasione dei 150 anni di questo giornale, ha fatto ospitare dai locali
della Provincia, in via Martelli, una mostra che, naturalmente, è stata
pagata coi soldi di noi contribuenti. In questo modo, La Nazione è
divenuta renziana.

2) Renzi per controllare ancora meglio l'informazione locale, ha trovato
un secondo lavoro a moltissimi giornalisti: gli uffici stampa degli eventi
organizzati dalla Provincia, come il Genio fiorentino, il suo stesso
portavoce, tutta una serie di riviste inutili e costossime per la
collettività (Chianti News, InToscana, ecc.) servono a lui e a Martini, il presidente della Regione, a tenersi buoni i cronisti locali. Inoltre, trasmissioni come "12 minuti col Presidente", che va in onda su RTV 38 e
Rete 37, gli sono servite a dare delle tangenti legalizzate alle redazioni di queste emittenti che ormai, in lui, riconoscono il vero datore di
lavoro.

3) Tra le cose di cui più si vanta Renzi, vi è il recupero di Sant'Orsola.
Il grande complesso situato in San Lorenzo, chiuso e abbandonato da molti decenni, sarebbe stato recuperato dalla Provincia -così dice Renzi- con un
investimento iniziale di 20 milioni di euro. E questo non è vero. Infatti,

mariluuu barbera, Dar es Salaam Commentatore certificato 03.09.13 07:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perche' solo noi . SOLO NOI possiamo farlo e ne abbiamo il diritto

FABIO B., bologna Commentatore certificato 03.09.13 05:30| 
 |
Rispondi al commento

Riccardo Iacona merita un riconoscimento ed un ringraziamento - almeno da noi del blog

FABIO B., bologna Commentatore certificato 03.09.13 05:24| 
 |
Rispondi al commento

Ma in questo paese dove tutto è stato sporcato e corrotto, siamo sicuri di poterci fidare di una cosa sola, cioè l'esito delle votazioni?


Daniela M.: "Il pensiero può guardare nel fondo dell'abisso e non
...................aver timore....dobbiamo finirla con la paura".
...................Bertrand Russell.........................................................


Eh no, signora Daniela M., così non vale: Lei ha mancato dalla citazione - del tutto involontariamente voglio pensare - la parte focale, sostituendola con dei puntini:

.................."Ma se il pensiero diventa proprietà di molti e non
...................privilegio di pochi", dobbiamo finirla con la paura.

Dobbiamo essere in molti - dice Russell -, vale a dire, la maggioranza ad essere PROPRIETARI di pensiero affinché possiamo superare la nostra paura. Per il momento, tuttavia, il pensiero è solo privilegio di pochi, e questo è esattamente il problema che noi tutti IGNORIAMO.

Abbiamo maledettamente bisogno di una Rivoluzione Culturale che promuova molti al conseguimento del pensiero, ma avviene purtroppo che l'attenzione di noi tutti è erroneamente concentrata sulle comparse sul palcoscenico, mentre nemmeno il vertice del M5S - da Movimento rivoluzionario quale si proclama di essere - sembra essere consapevole di quanto Bertrand Russell ha portato alla nostra attenzione.

Bisogna essere CREDENTI nella Democrazia VERA per iniziare e sostenere quella Rivoluzione Culturale che trasformi la grande massa di persone di PANCIA in persone di TESTA capaci di produrre pensiero. E questo in un contesto sociale dove l'intero panorama PARASSITARIO - quello politico, quello imprenditoriale, quello mafioso, quello intellettuale, quello della Massoneria ed affini Società occulte, quello della Comunicazione, quello religioso, quello economico-finanziario, quello lobbistico a tutti i livelli, e via discorrendo - VUOLE che le persone di PANCIA rimangano TALI, affinché il loro parassitismo possa perpetuarsi indisturbato all'infinito.

Mica un'impresa facile, signora Daniela M.! Specialmente quando non se ne ha una cristallina consapevolezza!!!

jb Mirabile-caruso Commentatore certificato 03.09.13 03:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è da dire una cosa: io, come tanti altri posso parlare su Facebook, dal vivo con amici e conoscenti di quanto fa il M5S, di leggi elettorali e quant'altro, ma, ahimé! Sappiamo anche che abbiamo i media tradizionali contro, come appunto la televisione. Come risolvere la questione? Mandando più gente a fare face to face? Io spero che Casaleggio ha ragione quando parla di M5S al 51%. Spero bene...

Antonino S., Genova Commentatore certificato 03.09.13 03:02| 
 |
Rispondi al commento

Si va bene... ma tutto cio' non vi pare una implicita ammissione di sconfitta alle prossime elezioni? Tornare a votare con questa legge sarebbe comunque un disastro, quindi qualsiasi alternativa che garantisca una stabilita' mi pare piu' accettabile. Sono decenni che parlano di doppio turno e non lo hanno mai fatto, proprio perche' danneggia i piccoli partiti che comunque contano, non credo che lo faranno neppure ora. Si inventeranno qualche altra porcata piena di balzelli incomprensibili al citadino comune, ma che gli garantisca la nomina dei soliti lacche' Signor-Si. Viva l'italia.

Simone Maccanti, Pisa Commentatore certificato 03.09.13 02:58| 
 |
Rispondi al commento

La materia é molto complessa, e le proveranno tutte per neutralizzare il M5S, ma la soluzione c’é: basta che un 70-75% degli aventi diritto voti per il MoVimento. Come minimo!!! É possibilissimo che ció accada, altro che arrivare terzi. Dopo lunghi anni di malgoverno puó tranquillamente accadere un miracolo elettorale del genere, basta che la gente sia consapevole dei malefatti dei partiti che avevano governato prima, e della validitá cristallina delle proposte del M5S.
A proposito del tricolore e della coccarda della foto, nel Paese rosso-bianco-verde, dopo 8 anni di governi di ladri e incapaci, tre anni fa é arrivato un risultato elettorale cosí: su un totale di 386 parlamentari, la coalizione ora al governo ha ottenuto 173 deputati eletti al primo turno nei collegi uninominali a cui si sono aggiunti 90 deputati dalle liste, mentre quelli che avevano governato per 8 anni hanno ottenuto 57 deputati dalle liste e solo 2 nei collegi uninominali.
Ogni Paese é diverso e l’Italia, alle prossime elezioni avrá davvero la possibilitá di scrollarsi di dosso molti anni di marciume e iniziare a vivere un nuovo Rinascimento grazie a BEPPE e al M5S.

Francesca B., Ovada Commentatore certificato 03.09.13 02:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quanto si prospetta nel post, il M5S è destinato alla soccombenza.
Inoltre, per quanto annunciato dalla RAI, perderà il 6% ed aumenterà l’astensionismo.
Il Blog, con tutte le sue incongruenze e stupide manifestazioni reazionarie, sono sicura, è seguito dai politici, che apprendono e si muovono silenziosamente di conseguenza.
Buon senso vuole che il nemico non debba conoscere le mosse dell’avversario.
Qui, non solo si sbandiera, ma si offre uno spettacolo non proprio edificante, con stupide diatribe e linguaggi. volgari e cafoneschi, che fanno tanto comodo agli incanutiti politici furboni.
Tra senatori che, già in partenza, si vendono al nemico; sterili denunce bisbigliate all’orecchio del Blog. La violazione e negazione della trasparenza da parte della Rai, soprattutto quando si tratta di pubblici introiti, va denunciato nelle sedi opportune, posto che esista una giustizia al di sopra delle parti.
Ma se taluni grillini ad una critica, che, per chi è in buona fede, comprende subito che è e vuole essere costruttiva, reagiscono in modo scalmanato o, se facenti parte dello staff, bannano… dove si pensa di arrivare?!
E’ logico che non può che crescere l’astensionismo. Già m’aspetto qualche sciocco, solito commento:”meglio pochi e buoni” tralasciando il peggio. Buoni, chi? In pochi, dove si va?
Meditate. Sproloquiate meno e agite con cautela e concretezza. Altrimenti il destino è segnato.
E significa che è esattamente ciò che volete.

teodora i. Commentatore certificato 03.09.13 01:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.
Oramai è chiaro che NOI POVERI DISGRAZIATI ITALIANI abbiamo una sinistra che ragiona nell'esatto opposto rispetto ai ragionamenti che dovrebbero essere linea guida per uno schieramento che tale si definisce.
Ci troviamo di fronte ad una stortura che io non capisco come possano leggere dall'esterno.
In pratica qui in ITALIA abbiamo uno governo (sedicente di sinistra) che opera come un moderno ROBIN HOOD al contrario, PRENDENDO AI POVERI PER SOSTENERE LE SPESE DEI RICCHI.
Prendendo, infatti, in considerazione le ultime decisioni di governo questo è ciò che ne traggo.
Allora, si BULLANO per aver eliminato l'IMU (che avrebbe fatto pagare maggiormente coloro che ne hanno le possibilità) salvo poi introdurre la SERVICE TAX che colpirà anche chi NON HA CASE DI PROPRIETA' (GRANDIOSO, che genialata).
Pochio giorni fa la decisione di fare un "sconto" del 60% alla sanzione comminata per evasione ed elusione fiscale ai concessionari delle slot machine (pagheranno infatti 600 milioni invece della sanzione piena di 2,5 miliardi, pochi maledetti e subito certo, ma quando finiscono?).
Infine per cercare altre coperture cosa fanno, "segano" letteralmente le gambe ad una delle più usate forme di risparmio ed investimento delle famiglie italiane portando la detrazione per polizze vita da un tetto massimo di 1.200 euro circa a poco più di 600 euro.
ALTRA GENIALATA, mi chiedo se questi GRANDI GENI hanno studiato in una scuola di indirizzo economico o se sono andati al CEPU.
RIPETO, TOGLIERE IL PIU' POSSIBILE AI POVERI PER COPRIRE LE SPESE DEI RICCHI.
INCREDIBILE, NON CI SONO PAROLE.

mario 03.09.13 01:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe
i tuoi argomenti sono giusti peccato che il M5S e´in ombra
perche nessuno vi vede piu,
perche´anche i capogruppi di senato e parlamento non li intervistano neanche
e tu capo e fondatore del movimento non fai altro che scrivere un post al giorno sempre piu incazzato
ma forse non hai capito che questo non basta
la tua presenza cosi e´ridicola
non vai neanche in parlamento
e il corso di comunicazione di Casaleggio????
bho !!
non si vedono i portavoce in nessuna trasmissione in nessun telegiornale a parte qualche sporadica intervistina
e´ora che ti muovi
che esci dalla tana
che usi il mezzo televisivo nella maniera migliore
hai preso 2 punti nei sondaggi quando ti sei fatto vedere a Montecitorio
non te ne sei accorto???
o lo fai a posta a rimanere nella grotta?
se usasi la televisione andrebbe tutto a vantaggio del movimento
o forse e´quello che vuoi?
insomma oltre alla tua politica gandiana dovresti anche cambiare questa politica informativa
ma chi legge i tuoi blog?
la maggior parte degli italiani neanche sa usare internet
senza parlare di quelli che neanche leggono un giornale
la storia insegna che senza una campagna mediatica elettorale non si arriva in nessun posto
si cé´ l hai fatta con internet senza televisione
ma adesso e´diverso perche´la televisione ti sta distruggendo
loro sanno come fare..

Fabio g., Russia Commentatore certificato 03.09.13 00:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LETTERA a PresaDiretta

Io vi stimo … e molto ! … ma … mi sembra di essere preso per il culo .
VI SPIEGO & PENSO :
Mi spiegate come mai, la rai ! … che è proprietà dei partiti … i quali partiti … e i loro politucoli CORROTTI & incapaci ! … CHE SONO STATI LA CAUSA DELLO SFACELO dell’italietta … vi fanno trasmettere questi servizi … della REALE ! … REALTà ! … del paesucolo italiese … dunque … MI DOMANDO ! … ma … non sarà mica che … fate come gli inglesi & americani … ( Dai quali dipendiamo … DA SEMPRE ! … ) che … PRIMA DISTRUGGONO IL PIANETA ! … LA NATURA ! … L’ECOSISTEMA ! … I POPOLI INTERI ! … e poi … SE LA FILMANO & SE LA RACCONTANO ? … ( Suvvia ! … quella dei ricchi … è minestra riscaldata … LO SANNO TUTTI ! … chi sono … come sono … come hanno fatto ad avere … i loro amici … e … gli amici degli amici … etc. etc. … UNA SITUAZIONE … semplicemente … VOMITEVOLE !!! … che incita alla … VERA ! … & … SANGUINARIA … rivoluzione post francese … amen

Romy Beat, Pietrasanta Commentatore certificato 03.09.13 00:49| 
 |
Rispondi al commento

ma se l'obiettivo dei cattivi e' rendere irrilevante 5* non lo ha gia raggiunto grillo mettendolo fuori da un possibile governo con il pd e imponendo il ritorno in scena di silvio e l'isolamento a doppia mandata dei senatori 5* ?
e l'imu tolta dalle case di lusso era un altro obiettivo di 5* ? Di Grillo forse ? Non ho sentito molto sull'argomento in questo blog, forse perche' non erano case del signor bilberg ... buonanotte cari!!

maurizio . Commentatore certificato 03.09.13 00:44| 
 |
Rispondi al commento

LA GUERRA IN SIRIA CI COSTA 1 MILIARDO

di Redazione Cadoinpiedi.it - 28 Agosto 2013
Servono 700 milioni solo per la missione. E poi ci sono i profughi da accogliere, le basi da mettere a disposizione. E la reazione sui mercati.
LA GUERRA IN SIRIA CI COSTA 1 MILIARDO
Send to Kindle
Redazione Cadoinpiedi.it Non ci vuole solo l'Onu. Per entrare accanto agli Stati Uniti nel conflitto contro Assad servono anche i soldi. E L'Italia, stretta com'è nei vincoli di bilancio, fa fatica a trovarli. Servirebbero almeno un miliardo di euro, la stessa cifra impegnata nella legge di Stabilità del 2012 per finanziare le missioni all'estero nel quarto trimestre. Senza contare i soldi che servono a rimpiazzare le entrate dell'Imu.

Roma, dunque, non può che appellarsi a Bruxelles e sperare che i costi per la partecipazione alle operazioni in Siria possano esssere escluse dal calcolo del deficit di bilancio. In ogni caso, anche se l'Italia decidesse di restare fuori dal conflitto, difficlmente potrebbe negare l'uso delle proprie basi militari a una coalizione che andrebbe a formarsi in seno alla Nato.

Se si fa un parallelo con l'intervento in Libia nel 2011, una missione molto simile a quella che si prospetta in Siria, l'appoggio al fianco degli Usa ci è costato circa 700 milioni, in tre mesi. Senza contare che in Siria si potrebbe pensare anche a un contingente di terra, che possa avviare il Paese verso una fase di transizione democratica. Con le spese pronte a impennarsi.

E ancora, i profughi. Gli sbarchi sulle nostre coste sono destinati a decuplicare. Se si pensa che solo adesso, secondo i dati della Caritas, l'Italia spende circa mezzo miliardo per le attività di accoglienza e la gestione dei centri di espulsione. E altri 2 per la repressione della criminalità.
http://www.cadoinpiedi.it/2013/08/28/la_guerra_in_siria_ci_costa_almeno_1_miliardo.html#anchor

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 03.09.13 00:36| 
 |
Rispondi al commento

Quindi le feste le sagre che organizza il PD sono regolari
BISOGNA CONTROLLARE 2002/2014
Certo e' che i contributi dei lavoratori non si versano
E uala con un cavicchio la chiamano volontariato

luca cappilli, cavallino lecce Commentatore certificato 03.09.13 00:30| 
 |
Rispondi al commento

Mr. Worf: "La RAI avrebbe offerto 470 mila euro per portare in tv
................l'ex campione alcolizzato Paul Gascoigne, come ................concorrente dello show di Milly Carlucci "Ballando con le
................stelle"....Ecco come si spendono i soldi del Servizio ................Pubblico".......................................................................


Mr. Worf,

Paul Gascoigne è un attore sul palcoscenico pagato per recitare una parte. Come Milly Carlucci, e tutti gli altri attori ed attrici dello spettacolo "Ballando con le stelle".

Adesso, se Lei vuole vedere l'iniziativa della RAI - non più dal punto di vista dello spettacolo - ma da quello "sociale", ponendosi il problema di quanto sia responsabile sperperare - su di un solo concorrente - quasi mezzo milione di euro, allora è bene che Lei distolga il Suo sguardo dal palcoscenico e lo rivolga invece alla Platea che per quello spettacolo PAGA una fortuna, apprezzandolo immensamente.

La RAI paga così tanto perché il personaggio in questione è APPLAUDITO da una numerosissima Platea. Il problema NON è la RAI, ma la Platea la quale - se posta di fronte ad un programma altamente educativo-informativo - cambia canale, andando sicuramente a parare a qualche telenovela.

È la PLATEA che costituisce il nostro problema SOCIALE! È questa stessa PLATEA che è responsabile di aver distrutto la Nazione nell'arco dell'ultimo ventennio. È questa stessa PLATEA che ha trascinato la Nazione al ridicolo internazionale!

È una Platea totalmente INADEGUATA a decidere responsabilmente sulle sorti del Paese. È una Platea allo stato di MASSA AMORFA che disperatamente abbisogna di essere ELEVATA a Cittadinanza.

Cittadini NON si nasce, ma lo si diventa. Lo si diventa conseguendo una COSCIENZA CIVICA che ci sradichi dalla mentalità presente dell' "ognuno per se e Dio per tutti", e ci conduca all'altra mentalità dell' "uno per tutti e tutti per uno".

Abbiamo un lavoro enorme da fare. Affrontiamolo finalmente!!!!!!!!

jb Mirabile-caruso Commentatore certificato 03.09.13 00:29| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Oggi mi sento buono... E' vero: non esiste una legge elettorale perfetta. O meglio, esiste ma sarebbe utopica: la PROPORZIONALE... e a lei dobbiamo "arrenderci" senza romperci di più le cervella.
se 5 vogliono girare a sinistra, 7 vogliono tirare dritto, 4 girare a destra, è stupido che, dopo un eventuale ballottaggio siamo poi tutti costretti a girare a sinistra giusto perche quelli di destra, pur di non tirare dritto, scelgano anche loro di girare (pur dalla parte opposta di cui si erano convinti la volta prima)!
PROPORZIONALE punto e basta! E' anche la regola più semplice da spiegare agli elettori e quella che tra tutte sembra la più pulita!
Altro conto, vedo invece utile, la regola del ballottaggio in un comune a nomina del sindaco... ma non quando al primo turno si presentino risultati tipo che il primo supera i 40 punti percentuali e il secondo è sotto al 20: è assurdo: è uno spreco di denaro!

Alessandro B., brugherio Commentatore certificato 03.09.13 00:29| 
 |
Rispondi al commento

dopo aver visto la tx di Iacona sul tre, Presa Diretta, penso che anche Grillo deve provare a fare qualcosa. mettere con le spalle al muro PD e altri.
sta andando tutto in malora. proporre reddito cittadinanza, diminuizione tasse, condono fiscale, nuova impresa senza costi per tre anni eccetera.
nessuno entra in negozio a comprare....mah....

angelo b., udine Commentatore certificato 03.09.13 00:19| 
 |
Rispondi al commento

Mentre la macchina militare americana accellera il passo dopo l'attacco con armi chimiche della scorsa settimana, gli Stati Uniti e i suoi alleati potrebbero prendere di mira il colpevole sbagliato.
Conduciamo interviste con persone di Damasco e Ghouta, quartiere della capitale siriana, dove l'associazione umanitaria Medici Senza Frontiere ha detto che almeno 355 persone sono morte per quello che sembra un agente neurotossico. Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia - insieme alla Lega Araba - hanno accusato il regime siriano del presidente Bashar al-Assad di aver portato avanti l'attacco con armi chimiche, avendo principalmente per target dei civili. Le navi da guerra statunitensi sono dispiegate sul Mar Mediterraneo per lanciare un attacco militare contro la Siria, come forma di punizione per l'uso di armi chimiche. Gli Stati Uniti non sono interessati ad esaminare prove contrarie: il segretario di Stato John Kerry ha detto lo scorso lunedì che la colpevolezza di Assad è "un giudizio ormai chiaro al mondo".
Tuttavia, dopo varie interviste ai medici, ai residenti di Ghouta, ai ribelli e alle loro famiglie, emerge un quadro diverso. Molti ritengono che alcuni ribelli abbiano ricevuto armi chimiche tramite il capo dell'intelligence saudita, il principe Bandar bin Sultan, e siano responsabili dell'attacco chimico.

http://www.contropiano.org/internazionale/item/18738-fonti-anonime-il-gas-di-ghouta-era-dei-ribelli
Fonti anonime: "Il gas di Ghouta era dei ribelli"
www.contropiano.org
Alcuni residenti e ribelli di Ghouta raccontano una storia diversa da quella ufficiale. Il ruolo dietro le quinte dell'Arabia Saudita. *Mint Press News -&a...

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 03.09.13 00:16| 
 |
Rispondi al commento

buonanotte blog!! e domattina in diretta con la riunione dei senatori!!siate tutti ogni giorno passaparola!!!e speriam bene!!!M5S senza se e senza ma!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 03.09.13 00:11| 
 |
Rispondi al commento

e se il M5S arrivasse al 1°posto? , Si coalizzano il 2° 3° 4° partito e saremmo punto a capo.

antonio noziglia, genova Commentatore certificato 03.09.13 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Vi s'è accesa la Lampadina, ora?
Capito cosa han fatto e come Uscirne?

Non dite di no.
Di piu' non posso espormi...
Bacioni e Coccole.
MAX...

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 03.09.13 00:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete visto Linea Diretta su Rai 3?
Metà della ricchezza italiana è detenuta da 6 milioni di persone. L'altra metà se la contendono i "rimanenti" 54 milioni di italiani. Poveri coglioni che siamo, non ci rendiamo conto che il sistema capitalistico e i nostri politici ci stanno facendo scivolare sempre più verso la povertà.
Quando avremo la coscienza civile di prendere i forconi,..........intanto viva il M5S.

GIUSEPPE SPEDICATO, Lecce Commentatore certificato 02.09.13 23:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=X7NpRMDRBQU

LA BAndiera è giusta.
LA coccArda, meglio non parlarne...
Il Vento...
E' controvento...

grethe garbus (white venus), stockolm Commentatore certificato 02.09.13 23:46| 
 |
Rispondi al commento

Miglior sistema elettorale e' quello cinese.

Niente debiti ed un sacco di crediti.

Non fare elezioni, un solo partito certo e'
un bel risparmio...

Fabrizio Salvini 02.09.13 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Uranio fuori norma nelle acque del bolzanese: l’Ue apre un’indagine

Il Commissario Ue all’Ambiente risponde all’interrogazione dell’eurodeputato Andrea Zanoni che aveva denunciato le alte percentuali di uranio riscontrate negli acquedotti della Provincia autonoma di Bolzano

http://www.ecoblog.it/post/108345/uranio-fuori-norma-nelle-acque-del-bolzanese-lue-apre-unindagine?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+ecoblog%2Fit+%28ecoblog%29

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 02.09.13 23:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e sti cazzi?...voi state male, dietro ogni proposta ci vedete il marcio dietro....BASTA....CAZZO B-A-S-T-A!!!

Eugenio B. Commentatore certificato 02.09.13 23:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io, volontaria Caritas, vi racconto il vero volto dell’immigrazione.

http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/volontaria-caritas-e-xenofila-pentita-noi-li-aiutiamo-e-loro-ci-odiano-si-ubriacano-e-sono-violenti/

mister x, ravenna Commentatore certificato 02.09.13 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Il 5 Stelle prenderebbero i loro seggi nella quota proporzionale, ma sarebbero esclusi dal ballottaggio, questo è il progetto.
Dopodiché gli elettori del Movimento 5 Stelle hanno due scelte o si astengono e probabilmente sarebbe la scelta maggioritaria oppure che votano? Votano PD, è impensabile che votino per Berlusconi e per il PDL, quindi in realtà il calcolo del PD è che una parte dei voti del 5 Stelle comunque se li prendono, non li votano al primo turno e una parte li voterà al secondo.
Così è scritto nel post dell'esimio esperto di sistemi elettorali....
Una ennesima luce sul recente disastro elettorale e sulle ripercussioni che questo avrà per tutti gli italiani.
Chi ha sbagliato se ne deve andare! Anche qui

Luciano 02.09.13 23:38| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente queste continue critiche nei confronti di Beppe Grillo da parte di alcuni senatori del Movimento mi fanno oramai venire la nausea. Anche se sono stati eletti da soli pochi mesi sembrano aver dimenticato che loro sono a Roma grazie a questa persona che improvvisamente scoprono essere piena di difetti. Se non hanno più fiducia in lui almeno siano coerenti e se ne vadano. Per uno come me che era a pochi metri dal palco del primo V-Day a Bologna è davvero un tristissimo spettacolo che non pensavo proprio di dover vedere.

Danilo Sindoni Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 02.09.13 23:36| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA BLOG!!!
¡¡¡HOLA BEPPE GRILLO!!!
¡¡¡HOLA MOVIMENTO!!!

O.T. OKKYO!

Giorgio Squinzi (presidente di Confindustria)
e i segretari nazionali di Cgil, Cisl e Uil,
Susanna Camusso, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti (che Dio non li perdoni),
hanno sottoscritto a Genova
(beffardamente città natale del nostro Beppe nazionale)
un documento condiviso con le priorità per la crescita del Paese in vista della legge di Stabilità.
(e quì Landini si prepari!).

http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/accordo-confindustria-sindacati-a-letta-misure-per-la-crescita-20130902_180849.shtml

Dal 1993 tutte le più grandi sconfitte dei lavoratori
sono partite da accordi come il suddetto.
Ai destinatari amici io dico:
ATTENZIONE ATTENZIONE,
ci hanno fatto un'altra sorpresina!!!
Sarà la prossima legge biagi?
Sarà il prossimo disastro annunciato?
Le Nuove Brigate Rosse sono un film che ho già visto
o qualcuno già pensa ad una nuova strategia della tensione?
Ce ne accorgeremo quando sarà troppo tardi? (otra vez?).
Mettiamo un pò le mani avanti e, per cortesia,
gli addetti del Movimento prendano saggia visione
e preparino il POST adatto al contro-accerchiamento.
Avviso di servizio:
sarò costretto a lanciare questo allarme muchas veces (molte volte).

Hasta Pronto.

Ernesto - La Habana 02.09.13 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vinciamo noi,non c'è alcun dubbio!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato 02.09.13 23:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un esempio di promessa elettorale: aumenteremo le minime del 20%, dimezzeremo i politici e non cacceremo un centesimo alla rai. Non ho fatto i conti ma si potrebbe farne di realistici e promettere. Senza promesse l'elettore non cambia idea. Ricordatevi il milione di posti di lavoro e l'imu. PROMETTIAMO, altrimenti non ci verremo fuori.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato 02.09.13 23:31| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori