Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Redditometro bloccato dal Garante

  • 142


redditometro_bloccato_.jpg
Chi stabilisce i criteri per cui 35.000 cittadini devono difendersi dall'accusa di evasione fiscale? Quali sono? Sono attendibili? Non si sa. Per ora il Garante della Privacy ha bloccato i 35.000 controlli previsti dal fisco. Il redditometro va abolito.

"Stop del Garante della Privacy alle lettere dell’Agenzia delle Entrate che invitano i contribuenti al contraddittorio. Avviata l’istruttoria per verificare le modalità con cui sono stati individuati i potenziali evasori e sono state calcolate le relative spese sostenute. Il Garante sta inoltre verificando se i dati presenti all’interno della banca dati dell’Anagrafe tributaria siano o meno congrui e dunque di qualità, non essendoci un metodo standard di raccolta e classificazione degli stessi. Verrebbe quindi messa in discussione anche la Circolare dell’Agenzia dell’Entrate n. 24/2013 la quale afferma che i contribuenti sottoposti a verifica e contraddittorio sarebbero stati selezionati esclusivamente sulla base di "elementi certi". Il blocco del Garante arriva dopo numerose sentenze delle Commissioni tributarie che avevano già dichiarato lo strumento di verifica illegittimo, non solo a causa della violazione della privacy del contribuente ma anche perché si basava anche su medie ISTAT che potevano non corrispondere alla realtà. Bisognerà attendere almeno fino alla metà di ottobre per sapere se il Garante deciderà se dare o meno il via libera." segnalazione da fiscopiù

24 Set 2013, 18:57 | Scrivi | Commenti (142) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 142


Tags: abolizione redditometro, fisco, Garante privacy, reddito, redditometro, Stato, tasse

Commenti

 

Concordo con il politometro
..scusate (rubometro di tutti i cittadini)
.e una bella riforma sulle pensioni che si taglino le pensioni d'oro tetto limite 5000 euro per quelle d'oro...e via col reddito di cittadinanza controllato..il cittadino che ne usufruosce é Dipendente dello stato e qualsiaso cosa gli chieda rombocco di maniche e fatica....x la famiglia e x la propria dignità...

giovanni pettinato 05.10.13 09:29| 
 |
Rispondi al commento

a me mi sta bene, solo ad una condizione ,che si applichi il politometro anche ai politici, con retroattività.Sti figli di.......anno bocciato la ,proposta del M5S perche evidentemente anno lo scheletro nell'armadio sti figli di.....!!!!!!!!!!!!.

carmelo s., ragusa Commentatore certificato 04.10.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

a me è arrivata questa: http://www.montemesolaonline.it/Tassa.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 04.10.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Senti questa Beppe: non è drammatica, potrebbe anche far ridere (a seconda degli euro in cassa)tuttavia è assai significativa dal punto di vista socio-politico-economico...
Nel '95 o '96 acquistavo 2500 finmeccanica 8 euro l'una e una manciatina di Ansaldo. Pochi anni dopo tolgono dalla Borsa Ansaldo, che andava alla grande (ci fu una interrogazione infatti, da parte di AN, che poi finì lì)Così mentre Finmeccanica andava giù, per me, appesantita dalle Ansaldo defunte,aumentava di prezzo. In seguito, a proprio criterio, ridussero le 2500 a 250 :-)
Oggi, in seguito ai fatti che sappiamo, Finmeccanica accenna a salire. "menomale! me la tolgo dalle scatole"! Vado in Banca: "quanto ne ricavo?" "Tremila euro!". Ovvio che non posso ancora venderla! Te lo racconto perché so che le peripezie dei piccoli risparmiatori t'intrigano da sempre! Ciao Ciao!

margherita simoni 04.10.13 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho provato a fare una simulazione di redditometro. Io lavoro come impiegato, mia moglie è part-time e ho due figli, due auto, un cane e casa di proprietà ( pago il mutuo). Faccio due settimane di vacanze d'estate e i miei figli fanno sport, calcio e pallavolo (circa 700€ annui). Sono TRANQUILLAMENTE CONGRUO!! Ora è chiaro che se mi facessi due settimane in albergo 5 stelle e avessi una bmv e un'audi, nonché una villa di 200 mq con giardino, con i miei 35.000 euro annui non lo sarei e sarei soggetto a controllo. Molto probabilmente sarei o un evasore, o avrei vinto alla lotteria oppure avrei avuto un'eredità, per cui dimostrerei il maggior reddito senza pagare niente. SECONDO ME CHI SI LAMENTA DEL REDDITOMETRO E SI TRINCEA DIETRO LA PRIVACY HA QUALCOSA DA NASCONDERE.....REDDITI IN NERO?? POI VI LAMENTATE DI BERLUSCONI....MA NE SEGUITE LE ORME!!

domenico formisano 04.10.13 08:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il redditometro una misura ingiusta ,non solo và bloccato ma annullate e rese nulle le sanzioni sugli accertamenti pregressi. il suo principio di calcolo su un sistema sanzionatorio su redditi presunti risulta essere uguale ad una condanna per omicidio presunto ,è contro un ordinamento di stato di diritto. Quindi da ritenersi nullo.

francesco giganti, carbonia Commentatore certificato 04.10.13 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Spero nell'annullamento del redditometro anche su sanzioni pregresse ,perchè è uno strumento ingiusto basato su accertamento di reddito presunto alla quale vengono applicate sanzioni e tasse ..Ho detto bene presunto!..Sarebbe come finire in carcere per un presunto omicidio , che razza di Stato di diritto è questo!

francesco giganti, carbonia Commentatore certificato 04.10.13 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Benissimo !!! proponiamo pero' anche il redditometro anche per le prostitute straniere che infestano le nostre strade e così , non potendo contestargli il reato di prostituzione almeno gli si potrebbe contestare l'evasione fiscale . Allo stesso modo proviamo a chiedere conto a tutti coloro che possiedono automobili di lusso targate Romania che lavoro fanno o come fanno a mantenere o giustificare tali mezzi . Sarebbero interessanti sorprese . In un momento che gli italiani chiudono e non riescono nemmeno più a pagare l'assicurazione sarebbe interessante scoprire anche queste cose .

fulvio temporin 29.09.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene! un passo alla volta, sperando nel garante, non solo lo blocco del redditomentro ma da eliminare; è una violazione privacy e non soltanto! Se in ciò riesce il garante, il prossimo dovra essere l'eliminazione di Equitalia e di ridurre i poteri dell'ufficio dell'entrate; i suoi dipendenti stanno diventando un problema serio per gli italiani. Avanti così

Lorenzo Morganti, Firenze Commentatore certificato 27.09.13 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Beppe!! se non ti và bene il redditometro proponi tu qualcosa!Ma la lotta all'evasione bisogna farla

Sergio Sanmartini, casalecchio di reno Commentatore certificato 27.09.13 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho il sospetto che attraverso il Garante lo Stato tenga a freno la lotta all'evasione. Del resto da una società poco onesta è probabile che siano poco onesti verso i cittadini sia lo Stato sia i garanti. Giorgio Pellegatti

GIORGIO PELLEGATTI, CITTADELLA Commentatore certificato 26.09.13 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Ki sono i veri evasori!!!! I nostri fottuti politici

Aldo Secco 26.09.13 21:24| 
 |
Rispondi al commento

MA E' POSSIBILE CHE I DENNTISTI,NOTAI, FACCIANO COME GLI PARE

LUCA PETTINARI 26.09.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento

SE LO STATO VOLESSE VERAMENTE COMBATTERE L'EVASIONE FISCALE DOVREBBE PERMETTERE AD OGNI CITTADINO/CONTRIBUENTE DI POTER DEDURRE DALLA DENUNCIA DEI REDDITO OGNI ANCHE MINIMA SPESA EFFETTUATA. ALLORA SAREBBE VERAMENTE UN TRIPUDIO DI SCONTRINI, RICEVUTE FISCALI E FATTURE. TROPPO FACILE?

Lamberto 26.09.13 11:58| 
 |
Rispondi al commento

l'idea del redditometro e' un sintomo di debolezza o menefreghismo dell'apparata dello stato che si occupa delle imposte.Ma che ci vuole il redditometro per sapere dove sta l'evasione?in ogni comune e' noto il ricco o il povero,pertanto......ma c'e' sempre un ma...35,000 famiglie a fronte di milioni??????basta andare a Montecarlo,inghilterra, andorra e chidere ai portieri dei fabbricati di lusso,,,poi.......ma non c'e' la volonta' di chi dovrebbe.....ahi serva Italia...

aldo abbazia 26.09.13 09:04| 
 |
Rispondi al commento

NO NO ADESSO CHE E' FATTO NON LO SPRECHIAMO---
PER CARITA' - SUBITO REDDITOMETRO PER TUTTI I DIRIGENTI EQUITALIA - FUNZIONARI PARTITI- FUNZIONARI PARTECIPATE- AD SPA ISTITUTI BANCARI- FONDAZIONI SINDACALI- COOPERATIVE- E CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA

FABIO B., bologna Commentatore certificato 26.09.13 06:09| 
 |
Rispondi al commento

Non servivano le sentenze delle Commissioni tributarie che avevano già dichiarato lo strumento di verifica illegittimo, chiunque ci poteva arrivare, tranne quei pirla che hanno scritto il redditometro che non è stato bloccato per generosità, ma per evitare milioni di ricorsi in tribunale.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 25.09.13 22:48| 
 |
Rispondi al commento

Premesso che il redditometro viola palesemente la privacy e la cosidetta intimità di ognuno di noi, cosa che anche un bambino capirebbe,tralasciando il fatto che mi piacerebbe sapere chi si intrufola nelle mie spese ed in quelle di mia moglie (sembrerebbe vietato avere amanti o fare una vita un pò sopra le righe pur non avendo nulla da nascondere al fisco...) mi trovo a fare una valutazione da come dire "conti della serva": 35.000 lettere significa che presumibilmente almeno la metà saranno facilmente impugnabili dai destinatari che dimostreranno facilmente la provenienza dei redditi contestati (eredità, vincite, donazioni genitoriali, rendite di bot, btp, obbligazioni, rientro di prestiti ad amici etc etc etc); un quarto dei presunti evasori andrà in contenzioso legale (causa) con il fisco e quindi sarà carta vince e spesso carta perde (per il fisco); un quarto invece aderiranno ad un accertamento con adesione, in pratica chi ha evaso si accorderà con il fisco per importi irrisori, considerando che si parla di un solo anno solare (il 2009 in questo caso), allargandomi immagino che quindi 8.500 cittadini evasori faranno una transazione per circa 2.000 euro a testa che in totale porteranno circa 17.000.000 di euro nelle casse dello stato. Unica cifra ridicola se commisurata a quanto terrorismo psicologico ha ingenerato questo mostro del redditometro, mancati acquisti, mancato gettito, terrore a spendere oltre 1.000 sudatissimi euro. Ah, dimenticavo nel 25% delle cause considerando che carta vince e carta perde, il fisco avrà anche importantissime perdite nelle spese legali che forse a malapena saranno compensate da quanto recuperato dalle vittoriose "battaglie" contro gli evasori.... Intanto i vertici del nostro fisco incassano stipendi monstre e ci terrorizzano...!!!

Marco Camilleri 25.09.13 20:20| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUELLO CHE MOLTI NON CAPISCONO....

e per questo continuano a dire che se uno non ha niente da nascondere non ha nulla di cui aver paura è sostanzialmente giusto....peccato però che se io pago tutte le tasse, ancora lo stato pretende di controllare come spendo i tanti o pochi soldi che mi rimangono, in pratica vuole che io viva come vuole lui sennò sono a rischio sempre di controlli! E no caro stato, il mio modo di vivere lo decido io!! Quando ho pagato tutto quello che ti dovevo, i miei soldi li spendo come cazzo voglio io!!

Gianni B 25.09.13 17:11| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non capite che la ricchezza in Italia è concentrata nelle mani di poche famiglie, sono loro che devono pagare le tasse e se poi preferiscono migrare verso paradisi fiscali che vadano affanculo e ci restino così cominciamo a ripulire la società da questi parassiti succhia sangue

Nicola Ghelardi 25.09.13 17:01| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Lo scorso anno sono stato convocato da equitali per chirimenti su alcuni pagamenti, ho esposto le mie ragioni documentandole e tutto e' finito li'. Non credo che Equitalia o l'Agenzia delle entrate usino strumenti di tortura come quelli della Santa Inquisizione. Neanche mangiano carne umana, persino i comunisti hanno smesso di mangiare i bambini. D'altra parte bisognera' pure trovare un sistema per far pagere le tasse agli italini, altrimenti dalla crisi e dal debito pubblico non usciremo piu'. Personalmente non ho nessuna pieta' per gli evasori fiscali , per i corruttori e per i mafiosi che in fondo fanno lo stesso mestiere , derubano il popolo italiano. E' per questo che mi piacerebbe una leggina di un paio di articoli con la quale si applichino agli evasori fiscalli. e ai corruttori gli stessi metodi investigativi e le stesse pene oggi in vigore per il reato di associazione mafiosa. Oggi in Italia conviene delinquere, evadere, corrompere. Bisogna rendere questi comportamenti antisociali non convenienti per poterli estirpare e adeguarci alle societa' piu' virtuose che, guarda caso, sono tutte al di la' delle Alpi.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato 25.09.13 16:36| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oramai come ditta una cartella al a bimestre di equitalia. Un paio in vari anni mi sono capitate parzialmente esatte e comunque estremamente ridimensionate. Un grande spreco di tempo solo perché neanche controllano se uno provvede da se a piccoli errori o ritardi con il "ravvedimento operoso" come lo chiamano. Di usare la posta elettronica certificata? Manco l'ombra malgrado siamo obbligati ad averla.
Fanno carrellate partendo da 7-8 anni indietro, ci provano prima con migliaia, poi centinaia e poi anche qualche euro (una di 9!). La cosa buffa, è che ora stanno ricominciando dal 2005... che palle!

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato 25.09.13 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma se proprio di deve subire il redditometro, che lo facciano partire considerando le spese da una data presente o futura in modo tale da mettersi in condizione di difendersi..... come pretendono che il cittadino possa dimostrare qualcosa se dal 2009 non ha conservato l'incartamento utile? Per queste cose ci vuole l'abc del ragionamento logico per bimbi da scuola elementare... i Clementoni a questo punto risultano piu complicati... una misura studiata in questo modo può solo far pensare che SI VOGLIA PRETENDERE ENTRATE CERTE, SICURE E IMMEDIATE.. Una sorta di ESTORSIONE la chiamavano una volta...

Angelo T. Commentatore certificato 25.09.13 15:22| 
 |
Rispondi al commento

il redditometro è chiaramente una violazione dei diritti dei cittadini ed in particolare della loro privacy

Bruno Cinque (b5), Trieste Commentatore certificato 25.09.13 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Quanto scommettiamo che il redditometro verrà usato in maniera del tutto discrezionale, quel tanto che basta ad issare la bandiera della lotta all'evasione ? E i controllati, al solito, saranno quei fessi che probabilmente hanno pagato quasi sempre tutto. La storia della ridicola decurtazione delle multe alla concessionarie dei giochi parla da sola : nessuna volontà di prendere nella rete i pesci grossi ! Per inciso, è sufficiente parlare con un qualsiasi impiegato onesto della Agenzia delle Entrate: dirà che sanno benissimo dove sono le sacche di ricchezza evasa ( anche senza redditometro )ma quasi nessun dirigente o responsabile vuole andare a disturbare i compagni di merende. Se poi decidono di farlo, vogliono gestire la faccenda in proprio, come quei galantuomini di Equitalia che hanno ricevuto tangenti per soprassedere o rateizzare i debiti fiscali.

Marc R. Commentatore certificato 25.09.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento

il redditometro spaventa solo gli evasori.Il cittadino onesto non ha nulla da temere,possono fare tutti i controlli che vogliono.A mio modesto avviso il redditometro va migliorato e complementato con altri strumenti; uno di questi potrebbe essere la moneta elettronica utilizzata per tutti gli acquisti e spese che sostniamo,la tracciabilita' e' assicurata

angelo d., adelfia Commentatore certificato 25.09.13 13:53| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dio mio, quante "persone lobotomizzate dalla TV" che ancora non hanno capito che la lotta dello Stato all'evasione fiscale e' l'ennesimo rubare ai poveri per dare ai ricchi.
Il commerciante, il bottegaio, l'artigiano OGGI sono obbligati ad evadere PER MANGIARE.
E tra l'altro l'evasione dei piccoli e' il 5% (10 miliardi) dell'evaso totale (200 miliardi) effettuato dai grandi gruppi e dalle Banche tra Paradiso Fiscale e Paradiso Fiscale, dove il vs. Redditometro di sicuro non arrivera' mai, appunto.
Io non faccio uno scontrino da DIECI euro, la multa e' di 516 EURO.
Le societa' del PD e PDL che controllano le slot machine (quelle che impoveriscono le vs. famiglie, idioti!) hanno evaso 98 MILIARDI, e la vs. cara Agenzia delle Entrate li ha multati a pagare lo 0.7% della somma evasa (ZERO VIRGOLA SETTE %).
Ma non preoccupatevi, son tutte balle le mie, e continuatevi a bere cio' che dice il TG, cioe' che le vs. tasse sono alte perche' il macellaio non fa lo scontrino.
Continuate a dormire pure... e chi vi sveglia piu' ormai!

Andrea 25.09.13 12:05| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se questo paese volesse davvero combattere l'evasione fiscale, non avrebbe regalato 90 miliardi di euro alle concessionarie di slot machine, poi calcolati dalla finanza, ridotti a 2,5 dalla corte dei conti ed infine condonati completamente da Letta.

E adesso sono disperati per trovare 1 miliardo per l'IVA....

Barbara B. Commentatore certificato 25.09.13 12:00| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanti evasori (o aspiranti tali) vedo qui.

A quanto pare i 5S non sono cosi' casti e puri come vogliono far credere... ma in fondo e' normale, sono pur sempre esseri umani anche loro.
E allora meglio un finto onesto che gioca sporco(e fa finta di lavorare per il bene del paese, oltretutto), oppure uno che trae vantaggi dalla sua posizione, come gli attuali politici, ma nel bene o nel male qualche piccolo passetto avanti si spera lo faccia?

Diego Vianello 25.09.13 11:19| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON METTETEVI ANCHE VOI A PARLARE DI PRIVACY!
Se il redditometro va perfezionato va bene, ma i controlli DEVONO essere fatti perchè c'è tanta gente che è benestante alle nostre spalle!

Voglio sapere cosa ne pensa Beppe Grillo in proposito

Marco Davide 25.09.13 10:20| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A 35000 controlli l'anno ci vorranno 1200 anni per controllare tutti

alessio s., roma Commentatore certificato 25.09.13 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vedo che ci sono personaggi che inneggiano al redditometro...questi hanno capito proprio tutto e sono degni di aver votato pd-pdl e porcherie simili. qui non si tratta di non voler pagare le tasse ma vorrei pagarle giuste! adesso si paga tanto per non avere di ritorno niente! sicurezza non ce n'è in quanto i criminali in Italia possono fare quello che vogliono, istruzione siamo messi male e ci dobbiamo pagare tutto, sanità con continui tagli e aumenti dei ticket per gli italiani e con corsia privilegiata per Rom e clandestini. ma a questi idioti che dicono "W il redditometro" ..sapete siete solo patetici .

Riosa Peter 25.09.13 10:14| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A me che sono pensionato e che non ho molto da nascondere il redditometro non fa paura...anzi..spero che serva a qualcosa ad arginare l'evasione fiscale. Non capisco perchè il M5S sia contrario.

Renato Bolognesi 25.09.13 10:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se il redditometro ha dei difetti che venga perfezionato ma dire che i controlli del fisco vanno contro la privacy del cittadino è da folli: come si combatte allora l'evasione fiscale?

Aldo Cappelletti, Zurigo Commentatore certificato 25.09.13 09:56| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile Direttore,
ho esercitato per qualche anno la professione di dottore commercialista nella Provincia di Rovigo.
Con riferimento alla lettera sulle indagini finanziarie (si veda “Le indagini finanziarie superficiali possono portare a effetti devastanti”), volevo dirvi che mi è accaduta la medesima cosa.

Il 14 agosto del 2012 ho ricevuto una raccomandata dall’Agenzia delle Entrate con l’obbligo di dover spiegare rigo per rigo tutti i miei estratti conti correnti bancari. Avevo dieci giorni di tempo per spiegare tutti i movimenti di lavoro come commercialista e come amministratore in diverse società, oltre a tutti i miei movimenti personali. Circa 20 pagine.

La verifica era iniziata nel giugno del 2011, con la richiesta di presentare documenti di lavoro. Dopo più di un anno, senza alcuna contestazione, ecco l’obbligo di dover spiegare rigo per rigo tutti i movimenti indicati negli estratti conti. È palese che, ormai, inviare in prossimità delle vacanze di agosto e natalizie raccomandate “minacciose legalizzate” sia un modo di lavorare dell’Agenzia delle Entrate e, soprattutto, una tecnica psicologica.

Lo Stato di polizia tributaria è diventato una consuetudine da ormai il 2006, ma io non critico questo.
Critico il sistema con cui viene esercitato: verifiche retroattive, raccomandate con scadenze impossibili da rispettare, la normativa fiscale recente utilizzata retroattivamente, poteri discrezionali dei pubblici dipendenti, durata delle verifiche bibliche, spreco di energie fisiche ed economiche necessarie per sottostare alle pretese dell’Agenzia.


Simone Crepaldi

http://www.eutekne.info/Sezioni/Art_435405.aspx?utm_source=einewsletter&utm_medium=link&utm_content=Art_435405.aspx&utm_campaign=articolo

Gilda Caronti, Milano Commentatore certificato 25.09.13 09:56| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

QUANTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA?!?!?!?!??!?!

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 25.09.13 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco una cosa, vogliamo onestà e pulizia dai politici e poi abbiamo paura del redditometro??

massimiliano t. Commentatore certificato 25.09.13 09:08| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

W il redditometro. Solo gli evasori sono interessati a non averlo. Ho fatto diverse simulazioni e per essere fuori dai parametri devi davvero averla fatta grossa!!!!

massimiliano t. Commentatore certificato 25.09.13 09:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il redditometro a disposizione dell'Agenzia delle Entrate è come mettere una pistola carica in mano a un bambino.. Leggi tutto: http://www.montemesolaonline.it/Tassa.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 25.09.13 09:03| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

cortesemente : dove trovo le proposte del movimento 5 stelle per arginare l'evasione fiscale in Italia ?
Nel programma elettorale ?
Esiste un qualsiasi disegno di legge ?
grazie

vincenzoc. 25.09.13 00:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che schifo.
I soliti sondaggi di Ballarò :
800 risposte su 10718 persone contattate.
Ma quanti soldi spesi a vuoto per scoprire cosa ? Mah

vincenzo terlizzi 24.09.13 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Il redditometro, così com'è stato concepito, va contro ogni criterio di logica e di buon senso; gli evasori veri se ne fregano, mentre ai contribuenti onesti ma parsimoniosi viene contestato che si possano permettere certi beni (che riescono a permettersi perché, appunto, persimoniosi) e per essere "scagionati" viene chiesto di dimostrare di NON aver fatto le corrispondenti spese. Tanto varrebbe chiedere di dimostrare che NON hai mai rapinato una banca; semplicemente impossibile da dimostrare.

Mario M. 24.09.13 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori tema
I conti italiani che in tanti di noi sanno essere in una situazione gravissima forse stanno peggio delle più nere previsioni
Il ministro delle finanze Saccomanni pochi giorni fa ha minacciato le dimissioni dichiarando che i cittadini italiani devono essere informati su la situazione
Caro ministro saccomanni lei non può gettare il sasso nello stagno e poi ritirare la mano
Lei ci deve dare le informazioni che questi cialtroni di giornalisti non danno
lei per sua ammissione a detto che per la sua dignità e doveroso
Ora signor ministro ci dica la verità siamo falliti e questo e certo ma andare peggio e un record
Signor ministro le chiedo dica la verità

Riccardo Garofoli 24.09.13 23:13| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
BENE,IL REDDITROMETRO E' STATO BLOCCATO DAL GARANTE,PERCHE' IL GARANTE NON SI PREOCCUPA DI DARE IL VIA AL: POLITROMETRO
ALVISE

alvise fossa 24.09.13 23:08| 
 |
Rispondi al commento

W il redditometro, ha paura chi ha qualcosa da nascondere

Roberto Valia 24.09.13 23:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori tema
La notizia di un ministro delle finanze che minaccia le dimissioni e che dichiara che i cittadini italiani hanno il diritto di sapere come stanno i conti del Italia
E scomparsa nessuno gli dei giornalisti gli si pone davanti
Con un uscita così grave un giornalista avrebbe l'obbligo di inseguirlo braccarlo perfino di dormirgli su lo zerbino
Nulla niente il deserto sempre li sul balletto imu si imu no IVA si IVA no
Ma al ministro saccomanni che andrebbe assediato fino a che non parla niente
I ns ragazzi dovrebbero chiedere una interpellanza parlamentare al ministro saccomanni immediata deve relazionare il parlamento e i cittadini di quanto sa e di quanto è grave la nostra situazione

Riccardo Garofoli 24.09.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento

Fuori tema
Un ministro anzi il ministro più importante per qualsiasi governo delle economia e finanza
Minaccia le dimissioni dichiara che i cittadini hanno il diritto di essere informati su le condizioni dei conti della repubblica italiana
E non c'è un giornalista che dorma su lo zerbino di casa sua anzi la notizia l'hanno messa subito nel dimenticatoio
SACCOMANNI sia leale con noi cittadini ci dica come stanno effettivamente le cose
Siamo falliti non arriviamo alla fine di ottobre
Saccomanni ora lei ha gettato il sasso nello stagno ora ci spieghi c'è lo deve c'è lo meritiamo
Le chiedo a lei e alla sua dignità coscienza di informarci apertamente e senza remore
Difronte alla realtà tutti ne prenderanno atto

Riccardo Garofoli 24.09.13 22:48| 
 |
Rispondi al commento

CONTROLLATEMI COL REDDITOMETRO!!!
TUTTI GLI STRUMENTI PER COMBATTERE L'EVASIONE VANNO USATI.
SE SEI IN REGOLA NON HAI NULLA DA TEMERE.
EVASIONE E SPESA PUBBLICA ERRATA SONO IL CANCRO DELL'ITALIA.

Luca Martinis 24.09.13 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il redditometro non è altro che la zecca dello stato, un modo assolutamente illegale per rubare soldi hai cittadini, senza spendere per stamparli, sti porci son ladri, corrotti, fanno solo i loro sporchi interessi, seminando malumore, sdegno sociale, ecc......

roberto a. 24.09.13 22:33| 
 |
Rispondi al commento

Salve sono l'ispettore della agenzia delle entrate : lei mi dovrebbe dimostrare dove ha preso i 20.000 che ha speso ! li ho vinti al vostro stramaledetto gratta e vinci e pensa che culo tutte botte da 500 euro quindi ahimè non c'è traccia ..prendetevelo in quel posto !

Fabrizio 24.09.13 22:14| 
 |
Rispondi al commento

QUALCUNO C'E' SPERIAMO REGGA

vezio f., montevarcehi Commentatore certificato 24.09.13 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Quando un cittadino guadagna meno del minimo indispensabile per condurre una vita dignitosa ci pensa lo stato a portare il suo reddito al minimo garantito, questo in tutta Europa. In Italia, quando un cittadino guadagna meno del minimo indispensabile per vivere, viene chiamato dalla Agenzia Delle Entrate per spiegare dove egli abbia preso la parte di reddito che manca e quindi per fargli pagare ulteriori tasse, sanzioni e more. Kafka ai nostri governanti gli fa un baffo!

luigi pianese 24.09.13 22:00| 
 |
Rispondi al commento

equitalia crea più perdite che guadagni i suoi dirigenti sono gli unici ad arricchirsi gli imprenditori per colpa di equitalia si suicidano forse è giunto il momento di usare i lampioni stradali come forche a dare degli avvertimenti a coloro che lucrano sulla vita degli altri

ciare 24.09.13 21:55| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti
Questa e una bella notizia che stiamo ricevendo speriamo che continuano di questo passo,ha ragione Bebbe quando dice che non e il cittadino che deve dimostrare dove spende i sui soldi guadagnati con il suo proprio sudore ma e lo stato che deve dimostrare ai cittadini dove spende i soldi che gli diamo, quindi ben venga il redditometro ma solo per i partiti politici e classi dirigenziali per dimostrare hai cittadini che i soldi pagati in varie tipi di parcelle fiscali sono serviti per fare ecc.ecc.in questo caso il cittadino deve e puo ribadire se sono spese giuste o no, invece purtroppo e l'incontrario......E quindi?????
MANDIAMOLI TUTTI A CASA........grazie Giorgio Marrone dal Mexico.....

Giorgio marrone 24.09.13 21:51| 
 |
Rispondi al commento

non posso commentare il sito all'ottava riga me lo proebisce!!! ufff

giuseppe zanardi 24.09.13 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Se si continua così con gli accertamenti a cazzo . Ma chi viene ad investire
C'è bisogno di ridare fiducia ai contribuenti e dare un buon esempio
Ma poi se uno apre il giornale e trova i vari delinquenti vedi l'ex governatrice del Umbria
Trovi che Telecom è stata regalata agli amici vedi Alitalia
Ma la fedeltà fiscale a cosa e servita . A me ha portato un buco da 30.000 ed ora sono in giro a cercar lavoro
Agli amici del potente di turno invece sono serviti eccome io ho pagato una ricchezza ( Telecom ) altri l'hanno svuotata e derubata e poi svenduta
Ma come si concilia la fedeltà fiscale richiesta con questi comportamenti
Una latta di benzina anzi no gasolio evapora meno e non esplode
La mia conciliazione

Riccardo Garofoli 24.09.13 21:46| 
 |
Rispondi al commento

Nun sanno manco fa leggi o decreti
Semo alla fine

Riccardo Garofoli 24.09.13 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Ogni tanto in Italia qualcuno si ricorda di fare il lavoro per il quale è pagato, anche se troppo.
Bene il Garante. Quanto ai controlli, per quello che si è visto in questi ultimi tempi, dovrebbero riservarne una cospicua parte ai loro stessi dipendenti. Ma se uno deve essere pagato per controllare sé stesso, allora a che serve?
Ci sono tanti modi migliori di buttare i soldi.

giuseppe 24.09.13 21:23| 
 |
Rispondi al commento

Si dice che in Italia ci siano soltanto 400000 persone che dichiarano un reddito molto alto tale da giustificare macchine di lusso che, invece, sono quattro volte tanto. L'altra domenica a Pescara si é tenuto il raduno delle Porche d'epoca e non; ce ne erano circa settanta. Bastava annotare le targhe delle bellissime auto, andare al PRA e risalire ai proprietari, verificare la loro dichiarazione dei redditi.Non credo ci voglia molto e tanto meno il redditometro. L'altra domenica a Pescara sono rientrate gran parte delle barche che stazionano in inverno nel bellissimo porto turistico. Basta recarsi un giorno qualsiasi di questo anno per trovarle tutte tristemente in attesa di ritrovare il mare. Farsi dare il registro delle presenze... Soltanto dopo che le autorità preposte hanno mostrato questo giusto approccio per perseguire gli evasori, le stesse si potranno rivolgere serenamente a controllare, tutti gli altri potenziali evasori. Se si inizia da questi ultimi scegliendoli a campione non si dà un buon segnale alle persone che magari hanno presentato una dichiarazione che si discosta del 21% dall'accertato. L'unico settore non in crisi in Italia é quello dei beni di lusso. Forse significa qualcosa, comunque, il redditometro é incostituzionale! Ma ben vengano gli accertamenti veloci come quelli che ho proposto. E non si dica che é invidia ma é soltanto lotta per la sopravvivenza. A Pescara la Guardia di Finanza sta costruendo una mega caserma che é a ridosso del porto turistico. I finanzieri, per controllare il traffico delle bellissime barche, hanno la possibilità di farlo affacciandosi semplicemente dalle finestre dei loro uffici. Speriamo che sia la volta buona ma se si sparge la voce che i finanzieri affacciati stiano lavorando, il porto turistico di Pescara si ritroverà con poche barche, le più piccole e le meno da invidiare.

Gerardo Di Cola Commentatore certificato 24.09.13 21:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'e' il sospetto di EVASIONE FISCALE

FABIO B., bologna Commentatore certificato 24.09.13 21:00| 
 |
Rispondi al commento

CHI HA IL PRIVILEGIO DI ESSERE OD APPARTENERE ALLLA COSIDETTA CLASSE DIRIGENTE - DEVE ESSERE MONITORATA IN CONTINUO- non ci possiamo piu' fidare di 'sti elementi

FABIO B., bologna Commentatore certificato 24.09.13 20:59| 
 |
Rispondi al commento

IL REDITOMETRO VA APPLICATO!! ----MA SOLO ED-- E S C L U S I V A M E N T E -- PER I DIRIGINTI P.A. E PER TUTTI MA TUTTI GLI APPARTENENTI ALLA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA IN PRIMIS POLITICI , MA ANCHE QUADRI GIRIGENZIALI DI PARTITO- CHE USUFRUISCONO DEI RIMBORSI ELETTORALI- OLTRE A DIRIGENTI PARTECIPATE -TITOLARI DI CONCESSIONI PUBBLICHE (DEL POPOLO) LORO DEBBONO ESSERE SOTTOPOSTI A CONTROLLI CONTINUI E APPROFONDITI

FABIO B., bologna Commentatore certificato 24.09.13 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Urca
, una buona notizia, fra le migliaia schifose che
ogni giorno ci mandano i media.

Paolo Ancona 24.09.13 20:53| 
 |
Rispondi al commento

Sembra una battuta ma non lo è.
In Italia chi va a puttane fa beneficenza.
Parola di Silvio

Luca 24.09.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

Il Redditometro e' dittatura!!! I Dittatori vanno passati per le armi!!!

Roberto Durazzi 24.09.13 20:32| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Befera,che il che una scarica elettrica di 1000000 di volt ti fulmini affinche di te non resta nemmeno un granello di polvere!!!!!!!!!!!!!!!

andy 24.09.13 20:29| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io non voglio fare polemiche sulle distinzioni ,penso che in un paese civile chi ricopre ruoli politici (in teoria) dovrebbe godere della massima fiducia dei cittadini che lo hanno votato..se quest'ultimo li tradisce penso che debba avere una punizione esemplare ...io proporrei il carcere a vita(per determinate cifre da stabilire)SENZA LA POSSIBILITà DEI DOMICILIARI O RIDUZIONI DI PENA...se proprio li dobbiamo mantenere..manteniamoli bene...o no?

Marco Bellan 24.09.13 20:27| 
 |
Rispondi al commento

NOI CON I SOLDI CHE SUDIAMO DICO SUDIAMO E NON RUBIAMO FACCIAMO IL CAZZO CHE VOGLIAMO FACCIAMO IL DETTITOMETRO A RENZI CHE E GIA LA TERCA CASA CHE COMPA NEL GIRO DI POCHI MESI.

antonio b., nibionno Commentatore certificato 24.09.13 20:21| 
 |
Rispondi al commento

.... Il Redditometro è ILLEGALE !!!

Lo sanno tutti ( tranne questi cani Che abbiamo al Governo ...).

Se è per questo anche gli "studi di settore" (... che devono studiare poi ... boh... devono studiare COME FREGARCI!!!) sono vessatori ed illegali .

E... se è per questo... anche il calcolo dell'importo dell'Imponibile Irpef è illegale e vessatorio :: Perchè si calcola su una somma virtuale e non effettiva , in quanto non si possomo detrarre neanche le spese di prima necessità e di manutenzione straordinaria ,
così l'imponibile su cui paghiamo (almeno per quanto riguarda le Persone Fisiche ) risulta quasi il doppio di quello vero !!!

Ecc. , ecc. ... in ItaGlia la pressione Fiscale effettiva supera il 70% di media !!!!

Ma da un governo illegale non ci si può aspettare Che decreti leggi illegali e mafiosi .
Se Non facciamo in tempo a cacciarLi tutti Ci spelleranno vivi !!!
... fanculo i Politici , il Loro "Debito Pubblico"... e i Loro privilegi .

Lino Viotti Commentatore certificato 24.09.13 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Il redditometro...prima s'inizia con tutti i politici..e i controlli devono andare almeno 10 anni indietro..+l'anno in corso..!
Poi hanno stabilito un 20% di tolleranza...quindi una persona che ha un redditto di 100.000 euro...può discostarsi dal dichiarato di 20.000 euro...!e un operaio che si e no porta ha un redditto di 20000 euri..solo 4000...!!bella comparazione..VDAY 3 BEPPE ritorniamo in piazza...!!!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 24.09.13 19:49| 
 |
Rispondi al commento

il redditometro che sr ne vadono a fare in culo di piu ci devono distrugere st assassini. ascolta beppe prendiamoli a xalci in culo tutti e fuori dei coglioni ... ma torniamo alla nostra bella lira porco xane come si stava bene... lo odio questo euro del cazzo

salvatore mangone 24.09.13 19:41| 
 |
Rispondi al commento

E' solo un sistema inquisitorio e vessatorio, purtroppo chi ci casca, anche se pulito, deve sudare le classiche 7 camice per essere convincente.
Le grandi società che evadono non hanno problemi di questo tipo.

virus 24.09.13 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Solo l'inquisizione poteva inventare questi sistemi.

virus 24.09.13 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Come si concilia questo sistema ,con i regali a vari lobby bancarie ,multinazionali,e l'affare Corallo con le slot? CON IL GIOCO D'AZZARDO con cui qualche esponente o parlamentare di governo si prende nelle fondazioni qualche regalo? credo che alla vergogna non c'è mai fine. ai cittadini si può fare qualsiasi tipo di vessazione ,se per i corrotti di palazzo non c'è mai giustizia ,a me non sta bene e spero che incominciamo a essere in molti

vezio f., montevarcehi Commentatore certificato 24.09.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Per una volta nella mia vita ....che ricordi....

il garante ha fatto il garante ....

Vediamo se persevera

Tinazzi

tinazzi ., Albano Laziale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 24.09.13 19:16| 
 |
Rispondi al commento

una bella notizia !

Roberto B. Commentatore certificato 24.09.13 19:15| 
 |
Rispondi al commento

il redditometro a disposizione dei funzionari dell'Agenzia delle Entrate è come mettere una pistola carica in mano a un bambino.. Leggi tutto: http://www.montemesolaonline.it/Tassa.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 24.09.13 19:13| 
 |
Rispondi al commento

che peccato che non si possa usare ne il turpiloquio, ne linguaggio offensivo, ne sessista e ne tantomeno si può scrivere un "qualcosa" a un "qualcuno" sapendo di violare la legge italiana....comunque mi accontenterò di un "grazie Sig. Garante"

antonio rizzo 24.09.13 19:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori