Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tirreno Power indagata. De Benedetti rispondi!

  • 20


de_benedetti_carbone.jpg
Dalla terza domanda a De Benedetti: "Perché si ostina a perseverare nel progetto di ampliamento della centrale a carbone di Vado Ligure (da Lei controllata attraverso CIR Sorgenia)? Perché avete tenuto nascosti per 6 anni alla cittadinanza e ai giornali gli inquietanti dati sull'inquinamento ambientale di Savona, studio commissionato da Voi stessi, che ha rilevato valori elevatissimi, mai riscontrati in Italia?"
"Potrebbero arrivare già nel corso della prossima settimana le prime iscrizioni nel registro degli indagati per l’inchiesta aperta due anni fa (giugno 2011) dalla Procura di Savona sulla Tirreno Power. Il fascicolo d’inchiesta, nel quale si ipotizzavano i reati di omicidio colposo e lesioni colpose nei confronti di ignoti, come pure disastro ambientale, era finora - e non è un gioco di parole - "contro ignoti". Nelle ultime settimane l’inchiesta ha avuto un’accelerazione. Si è passati, evidentemente dopo aver consolidato una o più ipotesi di reato, a individuare i possibili responsabili. Oggi come due anni fa, lo snodo di questa vicenda è lo stesso: le emissioni di Tirreno Power hanno o no inciso in maniera determinante sulla qualità della vita del territorio, e più specificamente sulla salute dei suoi abitanti?" fonte

Prima domanda a De Benedetti
Seconda domanda a De Benedetti
Terza domanda a De Benedetti

23 Set 2013, 13:51 | Scrivi | Commenti (20) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 20


Tags: avvisi di garanzia, carbone, De Benedetti, indagati, magistratura, Tirreno Power, tumori

Commenti

 

Questo fariseo ha talmente tanti sicari che è pericoloso persino nominare il suo nome su wikip--!
Ascoltate cosa mi è accaduto:
scrivo una voce su wik--

Procedimenti giudiziari a carico di Carlo De Benedetti. ( c' è una voce identica su Silvio Berlusconi) La voce viene cancellata nel giro di due ore (quella del condannato Silvio sta là da una vita).
La riscrivo e faccio richiesta di protezione. E guardate bene cosa succede:
(Richiesta di protezione: talk • cronologia • registri • proteggi) Mi viene cancellata ingiustamente questa voce— Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Jqprez (discussioni • contributi) .
✔ Fatto visto che la protezione ha gli effetti esattamente opposti a quelli desiderati da te. Wik-- non è un blog politico, gli scorpori si fanno solo se c'è un'utilità *pratica* a farli. --Vito (msg) 10:18, 8 ott 2013 (CEST)
Consiglierei anche di impedire la creazione di un'eventuale Procedimenti giudiziari a carico di Carlo de Benedetti. -- SERGIO

Questi censurano quasi peggio di voi!

Alberto Preziuso, Avellino Commentatore certificato 08.10.13 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Questo è talmente protetto dai suoi sicari che se provate a scrivere una voce su wikipedia, come ho fatto io, "Procedimenti giudiziari a carico di Carlo de Benedetti" ( c' è una voce identica per Berlusconi) ve la cancelleranno quasi subito!
vi faccio leggere le allegre motivazioni per cui lo fanno.
La seconda volta che l' ho postata ho chiesto di proteggerla e guardate un pò cosa è successo:

-Procedimenti giudiziari a carico di Carlo De Benedetti (Richiesta di protezione: talk • cronologia • registri • proteggi) Mi viene cancellata ingiustamente questa voce— Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Jqprez (discussioni • contributi) .
✔ Fatto visto che la protezione ha gli effetti esattamente opposti a quelli desiderati da te. Wikipedia non è un blog politico, gli scorpori si fanno solo se c'è un'utilità *pratica* a farli. --Vito (msg) 10:18, 8 ott 2013 (CEST)
Consiglierei anche di impedire la creazione di un'eventuale Procedimenti giudiziari a carico di Carlo de Benedetti. -- SERGIO

Quindi, per il condannato Berlusconi, è un blog politico, per De Benedetti non è un blog politico.

Tirando le somme, wikipedia è soltanto un almanacco di racconti per giovani, con qualche spunto interessante per dormire, ma il fattaccio resta

Alberto Preziuso, Avellino Commentatore certificato 08.10.13 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Questo im-prenditore a Ivrea è soprannominato INgerier DE MALEDETTIS. Ora è diventato cittadino svizzero. È il 20esimo uomo più ricco della Svizzera. In sintesi è un Genio del Mangiament. Un vero MITO E FARO per gli im-prenditori. Ahahahah

Luigi P. Commentatore certificato 25.09.13 21:57| 
 |
Rispondi al commento

sulla Tirreno Power campana è stata presentata una Interrogazione dal deputato M5S Luigi Gallo per ottenere risposte dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=4531&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+SCRITTA%27

http://galloluigi.wordpress.com/2013/08/01/nuova-centrale-turbogas-una-bomba-sotto-al-vulcano/

Francesco Di Donna 25.09.13 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Come hai detto tu beppe piu volte, moltissime volte, prodi e' esattamente come la casta, anzi e' parte integrante e attiva.
Quindi non lo voglio neanche sentire nominare piu su questo blog. Non che io conto un cazzo, ovvio, semplicemente xche sono coerente. Altrimenti non vado piu a votare finquando campo.
Forza m5s.

Leonardo 24.09.13 10:00| 
 |
Rispondi al commento

Si potrebbe iniziare a proporre come azione seria e concreta da nord a sud, la formazione di class action - azione collettiva , di cittadini coinvolti in queste aree inquinate che, hanno avuto malati e poi deceduti in famiglia, presumibilmente per inquinamento ambientale.
E' molto faticoso come percorso ma, se incominciamo ad imparare a farlo, strutturando una rete , potremmo ottenere soddisfazione almeno in termini morali, incominciando a far impallidire seriamente tutti questi gruppi di potere economico che hanno e stanno continuando ad avvelenare il nostro Paese con comportamenti irresponsabili e immorali.

alessandra mammola 24.09.13 09:57| 
 |
Rispondi al commento

le forze dell'ordine sono troppo impiegatizie

ettore caterino 24.09.13 04:44| 
 |
Rispondi al commento

D'Alessandro : vorrei sapere la fonte dei tuoi dati per favore. Grazie Paolo Sartori

Paolo Sartori 24.09.13 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Non risponde ai magistrati, credi che rispondera' ai cittadini??.
Le pene per disastro ambientali dovrebbero essere tra le piu severe, paragonate a strage e terrorismo.
Bisognerebbe, chi condannato x tale reato, chiuderlo in cella e buttare via le chiavi, ammesso che sopravviva a un eventuale linciaggio nell 'aula del tribunale a sentenza emanata.
Cani morti!!

Leonardo 23.09.13 19:46| 
 |
Rispondi al commento

ltrochè Taranto. Savona è al decimo posto per indice di mortalità per cancro.
Taranto al 78° Posto.
Le prime 15 sono tutte del Nord.
Le Prime 40 , 29 sono del Nord, 11 del Centro.
Le Prime 66 , 43 sono del Nord, 23 del Centro
La prima del Sud è Lecce al 67° Posto .
Fra le prime 77, solo 7 sono del Sud.
Al 78° C’è Taranto .
Forse la Morte per Cancro è maggiore nelle Città d’ITALIA Più RICCHE, E DIPENDE DA MOLTI FATTORI.

Il quartiere Tamburi di Taranto al 34° Posto.
Ma se si prendessero in esame i quartieri più inquinati d’Italia, il Quartire Tamburi scenderebbe oltre il 50° Posto.
Le Indagini vanno fatte in maniera capillare.

PROVINCE
Ordine Decrescente Provincia Indice Mortalità x 10.000 Resid.

1 Trieste 44,16
2 Ferrara 41,37
3 Genova 40,14
4 Alessandria 39,02
5 Gorizia 38,96
6 Belluno 38,55
7 Pavia 38,15
8 Biella 36,94
9 Vercelli 36,64
10 Savona 36,60
11 Imperia 36,43
12 Piacenza 36,20
13 Massa-Carrara 36,03
14 Udine 35,72
15 Parma 35,51
16 Lucca 35,34
17 Livorno 35,31
18 Bologna 35,07
19 La Spezia 34,83
20 Grosseto 34,76
21 Verbano-C.O. 34,59
22 Novara 34,38
23 Cremona 34,26
24 Terni 33,89
25 Asti 33,75
26 Siena 33,36
27 Rovigo 33,34
28 Forli-Cesena 32,88
29 Viterbo 32,61
30 Firenze 32,51
31 Sondrio 32,40
32 Venezia 32,39
33 Ravenna 32,33
34 Pisa 31,49
35 Mantova 31,38
36 Pistoia 31,28
37 Cuneo 31,13
38 Torino 31,05
39 Arezzo 31,04
40 Perugia 30,95
41 Medio Campidano 30,77
42 Ancona 30,71
43 Aosta 30,54
44 Milano 30,41
45 Lodi 30,32
46 Ascoli Piceno 30,31
47 Varese 30,18
48 Pesaro e Urbino 30,07
49 Isernia 30,04
50 Bergamo 29,81
51 Oristano 29,59
52 Como 29,48
53 Modena 29,45
54 Brescia 29,24
55 Rieti 29,12
56 Macerata 56,00
57 Pordenone 28,97
58 Roma 28,54
59 Nuoro 28,25
60 Trento 28,22
61 Prato 28,21
62 L'Aquila 27,92
63 Lecco 27,88
64 Padova 27,86
65 Sassari 27,17
66 Verona 26,93
67 Lecce 26,83
68 Rimini 26,81
69 Reggio nell'Emilia 26,74
70 Carbonia-Iglesias 26,73
71 Treviso 26,40
72 Messina 26,35
73 Campobasso 26,09
74 Frosinone 26,08
75 Teramo 25,92
cont..

Giacomo Dalessandro 23.09.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
DE BENEDETTI, O RISPONDI O VAIA ACASA
ALVISE

alvise fossa 23.09.13 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Che ne dicono i pennivendoli di "Huffington PD"??? Puntano l'indice contro un commerciante, quando il loro padrone è stato condannato per avere evaso 225 MILIONI di EURO!! http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/05/24/commissione-tributaria-multa-milioni-gruppo-espresso-legale-sentenza-illegittima/240818/

gianfranco d. Commentatore certificato 23.09.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento

guarda che De benedetti ti aveva già risposto quest'estate http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/vado-ligure-vai-a-farti-fottere-lingegnere-non-ci-sta-a-farsi-carbonizzare-da-58797.htm

antonello casalini 23.09.13 16:23| 
 |
Rispondi al commento

quando mai hanno fatto qualcosa contro debenedetti è intoccabile superprotetto

giancarlo roberto bosè, chiavari Commentatore certificato 23.09.13 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Mancava il: risponda anche se si trova in Svizzera.

Questo personaggio se ne frega della magistratura, tanto il Pd blocca le inchieste attraverso le procure e i magistrati che controlla

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato 23.09.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento

come al solito chi e' di sinistra e' lecito..fare tutto al contrario della logica...ma solo per interessi propri questo e' il buonismo della sinistra lo fanno per noi..un posto di lavoro.... da vergognarsi.... ma noi siamo bestie da macello.

ercole lambertini, san giorgio sn legnano Commentatore certificato 23.09.13 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è più noto di chi è ignoto, verrebbe da dire

Paolo C., Roma Commentatore certificato 23.09.13 14:39| 
 |
Rispondi al commento

L'ennesimo crimine contro la popolazione. Ma questa gentaglia non paga mai per i propri crimini?
Grazie Beppe e Già Roberto, per aver fatto nascere il m5s. Li manderemo via!!!!

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 23.09.13 14:32| 
 |
Rispondi al commento

ma ha mai risposto a qualcuna?
forse le dovrà rispondere tutte insieme!!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato 23.09.13 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Bene, bene..facciamo girare i soldi. Berlusca a Benedictis. Benedictis agli Italiani. Metteteli entrambi ai domiciliari!

Codelfi 23.09.13 14:02| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori