Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tasse senza servizi

  • 77


tase_servizi.jpg

"Siamo io, mia moglie e due bambini. La mia azienda è fallita tre anni fa e mia moglie non lavora da quando ha capito che a 350 euro per 12 ore era meglio dedicarsi alla famiglia. Il mio comune concede 100 euro per la spazzatura e sembra quasi scocciato. Offre da due anni voucher - lavoro ma tra punteggi dedicati a famiglie numerose, senza casa, detenuti... resti sempre fuori e poi mettono solo 12 posti su 56.000 abitanti. La casa è mia: costruita con tutti i miei risparmi. 89 metri quadri. Ho pesato la mia spazzatura: 20 kg. E' composta da sola plastica. Non produco altro tipo di spazzatura perché la carta la brucio nel camino e i rifiuti di verdure concimano il mio orto. La poca plastica che producevo da un mese la porto ai distributori posizionati al supermercato che in cambio dà buoni per la spesa. Io quindi produco 0 rifiuti. Non mangio, non produco, ma mi arriva la tassa. Come si fa a non odiare lo Stato? I servizi? Tutti vogliono soldi. Anche la scuola dove oltre ai libri di testo fanno comprare altri libri per favorire un commercio parallelo. Io vedo che tutti pagano. Ma in quale parte del mondo si trovano i poveri italiani?" MASSIMO dd

21 Ott 2013, 15:37 | Scrivi | Commenti (77) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 77


Tags: massimo dd, rifiuti, servizi, Stato, tares, tasse

Commenti

 

Che poi se si pagasse un servizio adeguato ancora ancora. Ma ci aumentano la tassa per un servizio totalmente inadeguato e scadente, prontamente sanzionato dall'Europa! E pagheremo anche le multe che ci stanno infliggendo!
http://www.sassuolo2000.it/2014/12/10/on-tiziano-motti-stangata-sullitalia-maxi-multa-da-428-milioni/

Paolo Remondina Commentatore certificato 12.12.14 13:01| 
 |
Rispondi al commento

La "monnezza" la paghiamo 2 volte, quando la acquistiamo e quando paghiamo la tassa per smaltirla:
quante volte vi è capitato di invitare gente a casa e, per "risparmiare" per non lavare piatti stoviglie ecc ecc avete riempito bustoni e bustoni di immondizia piena di plastiche varie, piatti, bicchieri a malapena per bere un sorso d'acqua, forchette ecc... ma qual'è il problema? L'IMPORTANTE è NON FARE SERVIZI! COSì RISPARMIAMO!!!
ma cosa risparmiamo di grazia!!!
E' meno dispendioso:
PAGARE la multinazionale che deve trivellare un fondale marino uccidendo flora e fauna marina inquinando quello stesso mare in cui porteremo i nostri figli a fare il bagno;
PAGARE la multinazionale che deve raffinare quel petrolio inquinando la stessa aria che sia noi che i nostri figli respiriamo;
PAGARE la multinazionale che sfornerà piatti e bicchieri destinati, il 90% delle volte, a finire nella pattumiera senza neanche essere utilizzata;
PAGARE la multinazionale che ci venderà quel prodotto;
PAGARE la tassa per smaltire i rifiuti, per poi ritrovarseli nell'inceneritore sotto casa che inquina aria, mare, falde acquifere terreni ecc....

oppure usare un di piatto di porcellana, una forchetta inox, un bicchiere in vetro e poi lavarli con una spugnetta vileda?? il cambiamento deve partire anche da noi
..................................................chiedo scusa se ho dimenticato qualche multinazionale!

angela de canio, castellaneta Commentatore certificato 30.03.14 23:06| 
 |
Rispondi al commento

Da leggere

http://www.sicilia5stelle.it/2013/10/m5s-francofonte-la-tassa-sul-depuratore-che-non-funziona-non-si-paga/

M5S Francofonte: la tassa sul depuratore che non funziona, non si paga!
Pubblicato il 29 ottobre 2013 · In Qualcosa in Comune

Aggiungo che in data 13.06.2011 la Giunta Comunale di Francofonte, con delibera n. 102 già aveva preso atto della sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 01.10.2008 sollevando i cittadini dal pagamento del canone per i servizi di depurazione.

Questi politici-amministratori dalla memoria corta.

Giovanni Cassese 29.10.13 10:46| 
 |
Rispondi al commento

sono qui a scrivere questo post con il veleno dato che dal sito di ACEA, la società che gestisce l'acqua a Roma e dintorni,ho appreso dall'area a me riservata che è in arrivo una bolletta di 250 euro da pagarsi entro il 30 dicembre;niente di strano se non fosse che richiedono gli arretrati del canone di depurazione che non solo non è dovuto ma che IO ho richiesto loro di risarcirmi in quanto pagati e non dovuti da quando è attiva l'utenza (sentenza del giudice che ACEA deve eseguire per tutte le utenze esentate dal pagamento di detto canone).visto che siamo sempre alla mercè di questi potentati dalla politica vorrei costituire un'ufficio reclami all'interno del blog aperto a tutti i cittadini vittime di questi o di altri soprusi e che le denunce vengano accorpate a formare delle class-action divise per argomento ,tutto assistito da un team di avvocati pagati pro quota dai fruitori.i cittadini onesti vanno difesi e non spremuti! (le municipalizzate tra l'altro finanziano/corrompono i politici che una volta eletti proteggono i malfattori dagli onesti)
grazie per l'attenzione e il tempo dedicatomi.

claudio masiello 24.10.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Le tasse aumentano e i servizi scarsi anche perchè lo stato NON versa imposte IRPEF e contributi per i propri 3 milioni di dipendenti, decurta il lordo del loro stipendio ma poi non versa nulla. In Italia le tasse dirette le pagano effettivamente per i servizi solo i dipendenti privati, quelli rimasti

Marco Saggio 24.10.13 07:12| 
 |
Rispondi al commento

Per i libri basta non comprarli e convincere con le dovute maniere gli insegnanti ad utilizzare testi gratuiti (già in uso in alcuni istituti superiori) o gli equivalenti appunti da uno o più libri che sono perfettamente legali purchè si citi il testo da cui provengono..... ah già... convincere gli insegnanti..... seeee.. buona fortuna!
Le tasse sui rifiuti sono tasse e quindi si pagano senza discutere poichè sono quasi sempre ingiuste e in questo caso non tengono conto del tenore di vita specifico della famiglia.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato 24.10.13 00:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono omai anni che mi chiedo quando finirà questa storia dei libri da comprare sempre nuovi ogni anno... non capisco come possano gli insegnanti non opporsi a queste politiche di merda e continuare ad approvare sempre nuovi libri ogni anno sapendo di creare problemi enormi alle famiglie che sono obbligate a comprarli.

Allo stesso modo mi chiedo se lo stato di impossibilità per mancanza di reddito a far fronte alle tasse non sia già legalmente un motivo sufficiente per ignorare qualsiasi richiesta da parte del fisco (locale e nazionale)anche se si è possessori della prima casa.
Si riesce a far partire un DL che esonera tutti quelli che vivono con redditi inferiori a mille euro al mese dal pagamento di tasse e ticket?

O dobbiamo arrivare tutti a mettere le bombole di gas pronte ad asplodere fuori dalla porta di casa quando poi arriveranno gli ufficiali giudiziari?

In tal caso si dovrà fare un commercio di bombole di gas... ottimi affari in arrivo purtroppo.

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 23.10.13 01:54| 
 |
Rispondi al commento

@mario Rossi ... Al governo abbiamo i genii ... quelli che li votano sono i coglioni!!

Marcella margiulli 22.10.13 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Hai ragione. Tutti vogliono solo soldi per mandare avanti l'inutile carrozzone. Nessuno vuole veramente cambiare. Se produci zero spazzatura, a loro non frega nulla ! La tassa la devi pagare lo stesso. Non c'è alcuna volontà di fare ecologia in tutto questo. C'è solo la volontà voglia di andare avanti così. Ma d'altronde sembra che una bella fetta di Italiani continui a votare i soliti...Si vede che a loro sta bene così. Forza ! Forza ! Forza ! (Ma non Forza Italia !)

Francesco ., e-carlo@fastwebnet.it Commentatore certificato 22.10.13 15:02| 
 |
Rispondi al commento

TUTTA la mia solidarità e compressione per il SIG. MASSIMO...volevo solo fare notare: nel video il presidente LECCA, cerca in tutti i modi di nascondere i fogli sotto l'impermeabile. La mia domanda è? Visto i recenti episodi in cui i fotografi sono riusciti a carpire informazioni con delle foto, (anche in parlamento) cosa mai avrà voluto celare LECCA?
Quali arcani accordi? Forza M5S forza PARIS

Diego DellaVega, Sennori SS Commentatore certificato 22.10.13 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Il problema dell'Italia è proprio questo!
Se per le tasse che si pagnano si avrebbero dei buoni servizi (ma anche solo decenti) non ci si potrebbe lamentare!
Ma in Italia si fanno TAGLI ALLA SANITA', TAGLI ALLA SCUOLA, TAGLI AGLI STIPENDI DEI LAVORATORI (non dei politici quelli non si possono toccare)
LAVORI INUTILI E SERVIZI SCADENTI (ormai di pubblico rimane solo l'incazzatura e le malattie)
Non si interviene a bloccare discariche abusive,non si bonificano le aree contaminate, non si impedisce alle ditte di non rispettare l'ambiante e soprattutto la sanità....
Allora ste CAVOLO DI TASSE a cosa le si paga a fare?!?!?
Ps.: aumentano di 14€/mese in busta paga e poi mettono la bellissima nuova tassa che te ne frega 4volte tante... Abbiamo i GENI al governo o i COGLIONI?

Mario Rossi 22.10.13 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io credo che per farci ascoltare bisogna colpirli dove fa male e molto la finanza , se domani mattina tuti e dico tutti non paghiamo piu niente di quello che ci viene imposto da questo regime si regime per ancora non lo sapesse vedete che non serve che si muovono i politici italiani ma sarebbero i finanzieri europei e mondiali che imporrebbero al regime di cambiare rotta e di ridiscutere le leggi di austerita ; solo questa secondo il mio modesto parere e la soluzione ai nostri rimedi

vincenzo 22.10.13 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S è l'unica speranza!! Stiamo uniti ragazzi, che possiamo cambiare tutto!!

Valerio D. Commentatore certificato 22.10.13 12:07| 
 |
Rispondi al commento

In primis tutta la solidarieta' al sig.Massimo! Vorrei sollecitare i nostri parlamentari ed il Movimento a prendere ogni sorta di iniziative perche' si arrivi ad una legge per cui quei nuclei familiari al di sotto di un certo rapporto tra reddito totale familiare e numero dei componenti il nucleo familiare siano ESENTATI dal pagamento di alcune imposte quali:tassa rifiuti;tasse prima casa;bollo auto;canone Rai.Questo affinche' famiglie che altrimenti sarebbero "solo" povere,non si ritrovino indigenti o peggio si vedano portar via la casa o quei pochi beni che ancora hanno solo per la colpa di esser troppo poveri per riuscire a pagare queste tasse!!! La Costituzione non diceva forse che il cittadino e' tenuto a partecipare alla spesa pubblica in ragione della sua capacita'contributiva?! Se non e' l'ennesima presa per il culo dei soliti partiti filo-massoni,cio' significa che qualsiasi tassa in vigore in Italia DEVE essere proporzionale al reddito(almeno per scaglioni),prevedendo l'esenzione totale per i redditi piu'bassi!DATEVI DA FARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Silvio Arena, Vulcana Pandele-Romania Commentatore certificato 22.10.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma che razza di Paese siamo?

Ma che razza di paese è quello che si dimentica di fare i funerali alle vittime di Lampedusa e solo dopo settimane dalla tragedia celebra lontano da quei luoghi, ad Agrigento, un funerale solenne senza le bare, senza le persone sopravvissute al naufragio, senza le famiglie delle vittime, e che poi quando la bara c’è, come nel caso di Priebke, la sballotta, in largo e in lungo, giorni e giorni, per tutto lo Stivale, strattonata, presa a calci e sputi, senza trovare una buca dove andarla a nascondere?
Che razza di paese è quello che stende il tappeto rosso ad un evasore fiscale che fa il gesto dell'ombrello ad Equitalia in diretta tv proprio su quella stessa Televisione di Stato che il giorno dopo pretende il canone dagli abbonati Rai?
Che razza di paese è quello che prende per i fondelli lavoratori e pensionati mettendo una questua di appena 14 euro in busta paga per poi chiederne 900 sulla casa?
Ebbene quel paese siamo noi, quel paese è l’Italia! “...ma la cosa dei 14 euro se l'è inventata qualcuno. Non è così. È un'operazione mediatica, una cifra fasulla inventata per farci del male”. Si giustifica il governo.
Va da sè che un siffatto Paese, un Paese che non riesce a decidere nemmeno sui morti, non potrà mai e poi mai prendersi cura dei vivi.
www.freeskipper.it

Free Skipper, Roma Commentatore certificato 22.10.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

da qualche parte dovranno pur tirare fuori i soldi per mantenere zingari e immigrati, no?

mister x, ravenna Commentatore certificato 22.10.13 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Con la parola hanno depredato il popolo Italiano.Una gang di ladri e parassiti che vive sullo stato a nostro discapito.Vi è un solo modo per fermare questo furto di questa banda di criminali

Antonello M. Commentatore certificato 22.10.13 11:07| 
 |
Rispondi al commento

nel 2013 si dovrebbe discutere di calcio se portare i figli in quella o quell'altra scuola di scienza di tutto ma nndi come soppravvivere pur lavorando ....questi discraziati che sono seduti li devono.....andare via subito solidarieta'al sig.del post

marco i., bari Commentatore certificato 22.10.13 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Il fatto è che finché sti porci mettono tasse e noi le paghiamo non cambierà mai nulla .
Basta dobbiamo ribellarci e non pagare piu le tasse ingiuste.

gianluca moretti 22.10.13 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
penso sia istruttivo farvi sapere come funziona in olanda.
Qui hanno piazzato dei contenitori sottoterra in cui tu versi i sacchi dell'immondizia facendo passare una carta magnetica prepagata a ogni sacco corrisponde un euro.
Le bottiglie di plastica cioe' quelle dell'acqua cola o qualsivoglia sono a rendere cioe' paghi 25 centesimi sul vuoto che ti vengono resi al supermercato quando le riporti.
Per i resti organici il comune ha fornito a tutti un contenitore che viene prelevato e svuotato da camion del comune a date stabilite.
Per armadi frigoriferi computer tappezzeria coloranti e tutto il materiale vario vi e' un deposito a cui accedi con la carta magnetica senza pagare nulla basta depositare il tutto nei loro contenitori.
Saluti.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato 22.10.13 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi permetto di commentare perchè quella di Massimo è una testimonianza interessante, che conferma una mia impressione. Non si lavora più per guadagnarsi da vivere, ma per pagare le tasse, esageratamente alte e per servizi dei quali non si sente il bisogno. E' assurdo.

Nicola P. Commentatore certificato 22.10.13 08:34| 
 |
Rispondi al commento

da pasre di famiglua,mi piange il cuore leggere ste crudeltà.....purtroppo questa politica è come l'arca di noe...anzichè salvare le varie coppie per la nuova rinascita, salva solo i più ricchi perchè se salvasse tutti, l'arca affonderebbe!

le manifestazioni pacifiche non servono a nulla e neanche andare a roma serve!.

solo,a mio avviso, una rivoluzione contro i politici e non contro lo stato ci puó salvare
è un mio pensiero forse dettato dalla frustrazione nel leggere cadi del genere...

simone la macchia 22.10.13 04:27| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo i poveri esistono in Italia, e sono, con tutto rispetto, persone dignitose e oneste come lei, gentile signor MASSIMO DD. Mi rammarico tanto quando leggo storie simili alla sua e anche più peggiori della sua. Purtroppo sono sempre più convinto che l'Italia è diventato un Paese assolutamente invivibile, dove le istituzioni sono completamente assenti di fronte a problemi del genere. I colpevoli di questo scempio sono i politici, che non hanno mai provato a migliorare la vivibilità di questa Nazione. Conosco vecchietti che sono costretti a vivere con meno di cinquecento euro mensili, e nonostante tutto devono pagare anche le tasse senza nessuna riduzione o agevolazione. Persone disoccupate costrette a pagare le tasse, come spazzatura (tares), acqua etc etc. Purtroppo, avere una piccola casa di proprietà, costruita o acquistata con tantissimi sacrifici, per il Governo italiano, vuol dire essere benestanti. Non si ha diritto a niente. Tantomeno se si è disoccupati con mogli e figli a carico. A una vergogna del genere soltanto in Italia si può assistere. Il Governo italiano non tutela nessuno, ai nostri politici che ci governano non importa niente se una persona è disoccupata e non può mettere il piatto in tavola per sfamare i propri figli. Se sei vivo e respiri, per loro significa che devi pagare per vivere in questa Nazione, dove tutto non funziona tranne che mettere le mani in tasca dei poveri per rubargli danaro. Purtroppo, parafrasando una celebre canzone del grande Antonello Venditti, i poveri, gentile signor MASSIMO, albergano in questo stramaledetto "mondo di ladri" che è diventata l'Italia. Auguriamoci che nel futuro le cose cambieranno e ci possa essere un miglioramento per tutti, ma non voglio essere pessimista per nessuno, ma credo che questo giorno è ancora molto lontano, perchè ancora tanti sono i LADRI che ci governano, per cui questo cambiamento è destinato a restare ancora una meta irraggiungibile.

Renato Romano (giornalista) Scafati (SA)

Renato Romano 22.10.13 02:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E bastaaaa.... tutti ci lamentiamo, andiamo a votare, assistiamo ai balletti delle poltrone e di fatto non cambia nulla...La tassa, o meglio le tasse tutte, devono essere pagate solo per giustificato motivo, ad esempio, se di fatto non si produce spazzatura, non si deve pagare nessuna tassa per un servizio non fruito.
ITALIANI, questo stato deve fallire per poter risorgere, se non vogliamo fare una sanguinosa rivolta nelle piazze, organizziamo in alternativa una seria rivolta fiscale.
Se qualcuno è interessato all'argomento, mi contatti pure.

Francesco Maurizio 22.10.13 01:49| 
 |
Rispondi al commento

basta discariche e aziende municipalizzate dove si entra con raccomananchedazione (vedi parentopoli) anche io produco il minimo dei rifiuti con un sistema simile dato che ho un piccolo giardino e ci concimo le piante.ma si puó mgliorare con l'uso di un semplice frullatore che riduce i rifiuti in poltiglia e si puó q
uindi scaricare in fogna soluzione valida per chi non ha un giardino rimane la plastica e il metallo che sono riciclabili

claudio masiello, roma Commentatore certificato 22.10.13 00:07| 
 |
Rispondi al commento

Da alcuni anni a questa parte ognuno di noi vive momenti d'angoscia che giorno dopo giorno si trasformano in drammi permanenti e la vita diventa un duro calvario.
Tutto ciò non è forse stato generato da quel...compagno... che non esita a calpestare il prossimo pur di saziare il proprio ventre?
Ma da chi avrà imparato quel...compagno...questa disumana lezione?
Pare che la lezione l’abbia imparata assai bene e la sta anche applicando con gran maestria.
Che guaio, ma quel...compagno...non è della tua stessa terra?
Non è forse un italiano come te?

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 21.10.13 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Grazie ai coglioni degli italiani siamo in mezzo alla merda. Ecco dove siamo.

alberto carosi, ascoli piceno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.10.13 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Quella sui rifiuti essendo una tassa non e' obbligatoria, se non si usufruisce del servizio non si e' tenuti al pagamento, inoltre i proventi devono andare a coprire il costo del servizio e non per altri scopi,utilizzarla per fare "cassetto" costituirebbe un illecito fiscale. Come illecito fiscale, e mi sembra strano che nessuno l'abbia ancora notato, e' il tentativo di unire l'IMU (imposta: ovvero imposizione dovuta senza nessuna erogazione di servizi) e la tassa sui rifiuti (tassa: ovvero pagamento a fronte di un servizio erogato) che per la loro natura economica non sono ne equiparabili ne miscibili questo e'un concetto da economia delle medie nemmeno da scuola superiore. Davanti a una proposta del genere non so se optare nel considerare da parte del promotore incapacita' nell'amministrazione o puro menefreghismo (dolo) delle piu' elementari nozioni di economia

Pier D. 21.10.13 21:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Costituzione prevede che la tassazione sia proporzionata al reddito. Le tasse sono, sostanzialmente, un rimborso delle spese che la Pubblica amministrazione affronta per fornire servizi. Invece abbiamo una P.A. che offre sempre meno servizi e che aumenta le tasse. Incostituzionale ?!

agostino p., pordenone Commentatore certificato 21.10.13 20:56| 
 |
Rispondi al commento

tutti si lamentano per la tassa sui rifiuti, nessuno per le isole ecologiche trasformate in discarica, per quei luamari che non fanno nemmeno la fatica nell'aprire un cassonetto e lasciano i loro sacchi diversamente differenziati per terra, un meridione che, tra turismo e prodotti agroalimentari potrebbe essere la parte piu' ricca del paese e invece schifa i turisti con spazzatura e topi ovunque.. prendiamocela con noi stessi, con la nostra ignoranza perche' non e' vero che dove pago cago...

imbre prischich 21.10.13 20:45| 
 |
Rispondi al commento

I servizi indivisibili, proprio perche` tali devono essere pagati con le tasse generali, come e` sempre stato fino ad oggi. Anche la collezione dei rifiuti e` divisibile con molto costo e fatica e lo smaltimento sicuramente non lo e`! Tutto cio` va finanziato dalla fiscalita` generale. L'introduzione della TARSU (Ora TARSI dentro la TRISTE) e` stata un raddoppio di tasse, dato che non si calo` l'IRPEF (o altra tassa) in misura corrispondente. E l'IRAP che tassa le attivita` produttive quanto male ci fa in termini di reddito e di occupazione? E` un vero schifo. I soldi vanno presi dai larghi bilanci delle amministrazioni a partire da quelle politiche: Consigli regionali, consigli comunali, Parlamento, ecc.

Fa Rossi Commentatore certificato 21.10.13 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Perchè se devi andare dal dentista?

Massimo Megna 21.10.13 19:26| 
 |
Rispondi al commento

Io non uso il frigorifero e da aprile a ottobre mi lavo con l' acqua fredda.... vivo solo in un mini di 56 mq. Di gas spendo meno di 80e all'anno... di corrente sono arrivato a una media di 130e annui , con un minimo di 90.. E di spazzatura 140e all'anno.
E sono fissi , che io produca o non produca spazzatura.....mi sembra assurdo...

stephane schneider 21.10.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao Massimo tieni duro siamo con te... non mollare.

Marco C., roma Commentatore certificato 21.10.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SIAMO DAVVERO UN PAESE "FALLITO",SE AVANTI COSI',CON TASSE SENZA SERVIZI
ALVISE

alvise fossa 21.10.13 18:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Massimo, io, grazie a Dio non sto male ma, vivere in questa Italia mi fa sentire male.
Non c'è giorno che non apprendo notizie laceranti su cittadini di questo sfortunato Paese che soffrono, assieme al loro bambini, una povertà ingiustificata.
Un manipolo di ricchi detiene il 60% delle risorse di questo paese.
Sulla carta, questi, sono di fede cattolica.
Non dico che dovrebbero spogliarsi come S. Francesco e donare tutti i loro beni ai poveri.
Pero dovrebbero avere la sensibilità di non fiatare quando qualcuno propone una tassa di solidarietà.
Questi governanti che starnazzano, senza avere idea di quali provvedimenti adottare per ridurre disoccupazione e sprechi, sanno solo condonare il pagamento delle multe ai gestori dei giochi d'azzardo: 98 mld di euro e fare condoni al 5% sul rientro dei capitali espatriati clandestinamente, mentre gli onesti pagano le tasse fino all'ultimo cent.
Che vergogna! Ogni mattina, quando accendo la radio, pur essendo un non violento, non nascondo che mi aspetto di sentire la voce concitata di un cronista che annuncia: Anche in Italia è iniziata la primavera. A roma, circondato pacificamente il Parlamento. Nessun parlamentare o ministro sarà fatto uscire se non si farà un provvedimento contro l'evasione fiscale con i nomi degli evasori, se non si approverà una legge elettorale degna di un paese civile e democratico, eliminazione dei finanziamenti pubblici ai partiti.
I cittadini che assediano il Parlamento, daranno da mangiare pane ed acqua fino alla approvazione e promulgazione delle suddette leggi.
Per la prima volta le forze dell'ordine partecipano senza armi e manganelli, attenti a che i cittadini non patiscano qualche aggressione da parte dei super scortati. Che bello!

pietro denisi, reggio cal. Commentatore certificato 21.10.13 18:09| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

La Service Tax unisce IMU e TARES.... perchè in realtà ci abbiamo le case costruite sulla monnezza.

fabio martello Commentatore certificato 21.10.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

Gia' mi e' appena arrivato il sollecito della mensa scolastica di mio figlio se non pago entro 20 giorni avverra' la riscossione coattiva,avevo chiesto a milano ristorazione di poter pagare poco x volta poiche' si il reddito di mio marito non ci permette la retta bassa ma con la crisi del lavoro e lo studio di settore nel suo campo paghiamo a fatica le tasse!!!!!!!avendo un mutuo sulla licenza.
Risultato non gliene frega nulla ho tempo 20 g x trovare 750 euro da 650 che erano,peccato che mancano altri mille alla rata del mutuo della licenza e le altre bollette ,non ce la facciamo,abbiamo chiesto alla banca un fido,e' 4anni che ci rimandano di mese in mese promesse nuove proposte fino ad arrivare a dirci no!oraaaaa con tutte le tasse che paghiamo di c.corrente interessi del mutuo etc?
Non ho piu' parole sono rimaste le lacrime


Dai con il vittimismo !! Da tre anni non mangiate ...

Sebastiano Tilloca, Alghero Commentatore certificato 21.10.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo che le tasse su i rifiuti non siano calcolate esclusivamente su quello che si produce. penso che nella tassa sia compresa la pulizia delle strade, il mantenimento dei bidoni per la strada o in ogni caso servizi del genere. se si dovesse calcolare una tassa sulla spazzatura che rispecchi effettivamente quello che una famiglia produce ci sarebbe giustizia ma lascerebbe spazio a molti abusi in perfetto stile italiano. so che molti comuni hanno cominciato ad utilizzare bidoni computerizzati che pesano la spazzatura e fanno il calcolo della bolletta a seconda del peso in questo modo ognuno paga una tassa personalizzata. inutile dire che apparecchi del genere sono molto costosi e richiedono una certa manutenzione il che appesantisce la tassa sulla spazzatura comunque. personalmente li ho visti solo in comuni molto piccoli e penso che un sistema come questo non funzionerebbe nelle grandi città principalmente per mancanza di spazio.

Francesco M. 21.10.13 17:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io personalmente ho anticipato di tasca mia i 14 euro che letta ci dara'(salvo ripensamenti), sono andato in
ferramenta e ho comprato un forcone girafieno a 3 punte. l' ho messo a
portata di mano . FATE LO STESSO ANCHE VOI CHE CONTINUATE A LAMENTARVI
SEDUTI ALLA SCRIVANIA , QUANDO SAREMO ALMENO 1000 SARA' ORA DI AGIRE.
A PRESTO."


IN QUESTO PERIODO, NEGLI ULTIMI 5 ANNI CIRCA E' VERAMENTE FACILE VENDERE CASA, IN QUANTO TUTTI HANNO SOLDI PER COMPRARLA E LE BANCHE FANNO A GARA PER DARTI UN MUTUO..........!!!!!

ALBERTO 21.10.13 17:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E ti dirò di più Massimo. Qualche mese fa, in Radio ascoltai una intervista ad una parlamentare italiana, dove l'intervistatore diceva che appunto in Italia, in tanti stavano chiudendo le loro azinde e scappavano all'estero. La parlamentare, ti giuro, sghignazzando, sottolineava che non era affatto faciule, in Italia, chiudere una posizione imprenditoriale, senza ingenti perdite. Capisci ? E' tutto pianificato. VACCHE DA MUNGERE !

Tipu Zalalito 21.10.13 17:39| 
 |
Rispondi al commento

E vendi la casa, cazzo. Io non capisco come faccia la gente a morire di fame pur di non lasciare la casa di proprietà. Non sarà certo la rata di una tassa (per quanto ingiusta) a cambiare la vita. La casa è un bene come un altro: se non me la posso permettere, o se mi servono i soldi, la vendo. Non ha senso non volerla lasciare. Sarebbe come compare una Ferrari dopo aver accumulato risparmi e, una volta perso il lavoro, rifiutarsi di venderla perché "eh, ormai ci sono affezionato". Per me i problemi non sono questi. E in ogni caso mi fido poco delle cifre: 89mq più orto e camino, mah. E la moglie che lavora 12 ore al giorno per 350 euro al mese? Ma neanche in Nigeria succede... Io non ci credo.

Francesco RS 21.10.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hai ragione Massimo dd ... CI SIAMO SPAPPOLATI I COGLIONI .

nicola lucchesi, pistoia Commentatore certificato 21.10.13 17:24| 
 |
Rispondi al commento

E' quello che mi chiedo anche io!!!!!!

Claudia D. Commentatore certificato 21.10.13 16:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oramai è uno stillicidio quotidiano di situazioni umanamente insostenibili che aumentano geometricamente.
Urge porvi rimedio, il nostro moVimento non può limitarsi a registrare e denunciare questi casi facendoli,pur meritoriamente, passare sul Blog. Che facciamo? Abbiamo visto che quella di ieri e ieri l'altro a Roma era solo una manifestazione innocua e in linea con i "desiderata" del governo fantoccio, tant'è vero che il pesce palla Alfa-no si è subito affrettato a prendersi i meriti perchè tutto è filato liscio. Alla fine ha pure ringraziato i manifestanti, quelli buoni, per il "savoir fare" dimostrato.
Quando e se si muoverà il 5 Stelle sarà tutta un'altra musica. Senza violenza, o con il minimo necessario, noi spazzeremo via questi oppressori affamatori.Mi piace crederlo...in alto i cuori!.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 21.10.13 16:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

89 metri quadri con orto e camino per bruciare la carta... io francamente NON CI CREDO...

NonCiCredo 21.10.13 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Massimo non sei il solo, abito vivo lavoro all'estero e avendo casa in Italia pago la spazzatura che non produco.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato 21.10.13 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Altro ke decadenza d B. qui è l'Italia ad essere in piena decadenza! U.u

Manuele V., Marche Commentatore certificato 21.10.13 15:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori