Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

#ForzaSardegna

  • 28


alluvione_sardegna.jpg

I numeri d'emergenza da utilizzare sono 0789-69502, 0789-52020, 366-6617681

"È inaccettabile che in questo Paese, ogni volta che piove più forte del normale, ci siano sempre morti, feriti e devastazione. Investire sulla messa i sicurezza dei fiumi, del territorio... Questa sarebbe davvero un Grande Opera utile per l'Italia, non TAV o Ponti. Porterebbe forte occupazione in tutto il Territorio, in maniera capillare, eviterebbe disastri e morte, ripeto, inaccettabili. Un abbraccio forte a tutti gli amici della Sardegna." M5S Camera



19 Nov 2013, 11:28 | Scrivi | Commenti (28) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 28


Tags: alluvione, M5S Camera, Sardegna, sardi, tragedia

Commenti

 

Beppe Grillo: Usiamo i forestali per la prevenzione del danno.
Usiamoli tutto l'anno ed evitiamo ulteriori catastrofi!
https://www.youtube.com/watch?v=vZHxNqY6O94

Michele Mogavero
(operaio forestale antincendio)

Michele Mogavero (aspi sicilia), Isnello Commentatore certificato 23.11.13 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto le varie proposte del Movimento Cinque Stelle sul consumo del suolo, ben fatto! Dovreste pubblicarle di più, anzi dovremmo farlo tutti quanti, visto che i canali preposti non sono capaci di informare ma solo di insultare

Davide R. Commentatore certificato 22.11.13 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Dai ragazzi, come possiamo aiutare i fratelli sardi, non potete aprire un conto per donazione?

anche noi dobbiamo provare di fare qualcosa!

Rafaelle 22.11.13 18:22| 
 |
Rispondi al commento

18 morti, siamo riusciti a far peggio dell'America. Come al solito primi quando c'è da fare male. 18 morti inutili! Si potevano evitare! Ma i nostri politici fanno finta di niente e si presenteranno ai funerali per farsiincensare come i salvatori della patria!

Andrea Zanella, Pedavena Commentatore certificato 20.11.13 11:03| 
 |
Rispondi al commento

Verissimo! È la prima cosa che ho pensato appena saputa la notizia. È letta parla di "evento eccezionale" e "lo stato c'è"...
Ma vaffanculo!

Michele Grazzini 20.11.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Iniziamo a riaprire le case cantoniere

Z 20.11.13 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Scusate 20 MLN.

Manca Costantino, Amburgo Commentatore certificato 20.11.13 00:16| 
 |
Rispondi al commento

20.000 Euro contro i 18000000000000000000000000 a Berlusca!! Vergogna!! Dove stanno gli aiuti. Tutta la Sardegna e l' Italia si muove, dove sta' la Politica? Meglio parlare della Cancellieri e dello Scavaliere. FORZA PARIS

Manca Costantino, Amburgo Commentatore certificato 20.11.13 00:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa è la conseguenza di tanti interventi di devastazione del territorio realizzati spesso con finanziamenti pubblici. Spesso si realizzano ancora oggi interventi di "protezione idraulica" che paradossalmente consistono in cementificazione e rettilineizzazione degli alvei fluviali che se a livello locale proteggono una piccola area facendo "correre a valle" l'acqua in caso di forti precipitazioni, a valle causano disastri proprio a causa dell'aumento della velocità dell'acqua e conseguente aumento del rischio di inondazioni. Ma perché si fanno questi interventi? Qualcuno dice che realizzare opere di difesa spondale longitudinale costino molto di più rispetto ad interventi concettualmente opposti, ad esempio creare opere che rallentino lo scorrimento dell'acqua a monte. E più costa l'opera, maggiori sono i guadagni per progettisti imprese e forse per qualcun altro. Forse c'è necessità di una proposta di legge che impedisca la devastazione dei fiumi, la costruzione di opere, edifici e abitazioni in prossimità dei fiumi o addirittura nella piana alluvionale dei corsi d'acqua.

Bruno floris 19.11.13 20:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giusto.

Aldo Secco 19.11.13 16:26| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono messaggi !!!

Fabio ruzzu 19.11.13 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in ginocchio, ancora una volta, ma ce la faremmo, come sempre, soffrendo, silenzio, con la nostra bandiera, i nostri quattro mori in lacrime a mezz'asta per i nostri morti. Il popolo sardo è sempre il popolo dei nuraghi...NON MOLLIAMO MAI!!!

Forza Sardegna....forza Paris....

GIUSEPPE DEIANA 19.11.13 15:13| 
 |
Rispondi al commento

IL CICLO DELLE MESSE IN SICUREZZA: metti la colata a Ceylon
Finora non abbiamo mai sbagliato le nostre previsione su cataclismi. Il problema non è la mancanza di messa in sicurezza. Questi cataclismi provengono dal degrado tecnologico ambientale a cominciare dal disastro del disboscamento in Amazzonia e l'inquinamento da derivati del petrolio. Se disboschi l'Amazzonia lo può denunciare anche un eschimese che si vede sciogliere la "terra sotto i piedi assieme alla casa igloo, allora che fai? chiami gli imprenditori per costruirgli la casa in cemento o di legno (alberi)? Una persona ch'era andata a Ceylon a far del "bene" come volontaria (l'utile al dilettevole) ha dovuto dare 2000 euro per cambiare l'edificio scolastico da costruzione ecologica in paglia compressa (utilizzata molto nel nord europa) in cemento per giustificare la "messa in sicurezza", cioè la colata, per eventuali dissesti ecologici, ciò vale o varrà per ospedali, carceri, caserme, chiese etc.

Mare EXP 19.11.13 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Comunque in basilicata hanno vinto ancora loro, quindi di cosa ci lamentiamo? Va bene così!!! Chiediamo qualche soldo in carità, guardiamo le belle facce televisive che ci chiedono di donare soldi per questo per quello e per quell'altro ancora, mettiamo toppe dappertutto, andiamo avanti così è molto più sicuro perché il M5S potrebbe svegliarci e farci vivere MOLTO MA MOLTO MEGLIO.

Marcovinicio d., milano Commentatore certificato 19.11.13 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Cosa significa messa in sicurezza? Se quando si fa una nuova strada o un nuovo ponte si realizza in modo che debba cedere alla prima pioggia forte?
LE STRADE E I PONTI DELL'IMPERO ROMANO, E NON SOLO, ERANO COSTRUITI IN MANIERA CHE HANNO RESISTITO A TUTTE LE CALAMITA'. ORA SI APPALTA PENSANDO GIA' AGLI APPALTI SUCCESSIVI, QUELLI DI RIMESSA IN SICUREZZA DOPO LA MORTE DI PERSONE INNOCENTI (vedi Basilicata e Sardegna per citare i più recenti casi di disastri procurati).
E i letti di fiumi in secca che sono diventati strade? Dove sono i canali di scolo di una volta? E le cunette?

luciana m. Commentatore certificato 19.11.13 13:00| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
QUELLO CHE E' AVVENUTO ,SARA' RICORDATO,COME L'ENNESIAM VERGOGNA DEL GOVERNO LETTA (DELLE LARGHE INTESE)
ALVISE

alvise fossa 19.11.13 13:00| 
 |
Rispondi al commento

La protezione civile ha tutti i numeri di telefono delle radio e delle televisioni locali del luogo nel quale si sta per verificare l'evento meteorologico avverso di modo che la stessa istituzione possa diramare, attraverso questi media ed anche ad altri, un comunicato ufficiale e tempestivo?
E' prevista questo tipo di procedura di allerta oppure la diffusione dell'allarme e di come mettersi al riparo si ferma ad uno scarno comunicato della protezione civile alla prefettura ed ai sindaci coinvolti i quali poi il più delle volte o non fanno niente o si arrangiano a fare quello che meglio credono?

Oltre al riassetto idrogeologico dei territori ,per prevenire il numero di vittime dovute alla mancata informazione tempestiva dell'allerta verso la popolazione, bisogna prevedere procedure certe per la diramazione di questa.
Penso a comunicati radio, durante i quali si informano i cittadini di quali comportamenti devono tenere durante il perdurare dell'allerta.

Stefano Di Giammarco, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.11.13 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Se costruisci edifici dove non dovresti costruire, se non fai la manutenzione ai fiumi, se progetti e proporzioni le reti fognarie in base a dei dati statistici di mmll di pioggia annui, i risultati sono questi e farete sempre felici tutti coloro che sperano nelle calamità naturali per fare business gestendo le opere di emergenza.
La colpa non è delle opere inutili come la Tav, ma solo degli amministratori locali che ogni 5 anni eleggette nel vostro comune, nella vostra provincia, nella vostra regione. Quindi solo impedendo ai furbetti del quartierino di andare al potere risolverete nel tempo le problematiche territoriali

CLAUDIO 19.11.13 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Se si mandano aiuti economici in Sardegna da parte del m5s, controllate che vadano ai cittadini e non nelle tasche dei soliti politici,come avviene di solito quando ci sono queste catastrofi.

alfonsina p. Commentatore certificato 19.11.13 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Manica di politici ignoranti!... Gli alvei dei fiumi e le arcate dei ponti vanno manutenuti, dragati e puliti, come facevano i nostri nonni e bisnonni e si evitavano gli straripamenti.
Con la ghiaia dei fiumi si costruivano case e strade, con la legna ricavata si scaldavano.
Non era necessario scavare cave di ghiaia con tutto il dissesto che provocano alle falde. Ficcatevelo in testa...! Fanno più comodo le cave di ghiaia per i mafiosi e i politici collusi peró...

Giovanni 19.11.13 12:40| 
 |
Rispondi al commento

SI PUÒ RACCOGLIERE GIUSTAMENTE ALTRI FONDI PER LA SARDEGNA NON PERDIAMO DI VISTA L'OBBIETTIVO DELLE EUROPEE PER NOI E TUTTI GLI ABITANTI D EUROPA È VITALE PROPRIO PER AVERE UNA POLITICA MIGLIORE E NON FARE ACCADERE ANCHE QUELLO CHE È SUCCESSO IN SARDEGNA!!! UN ABBRACCIO AI SARDI E FORZA M5S!!!

Mauro 19.11.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Grillo riduci al massimo le spese x il v day mandiamo i soldi in sardegna visto che lo stato è costituito da pappa e nanna.Un abbraccio a tutti i sardi siamo con voi noi del m5s non vi abbandoneremo grillo procedi è un emergenza

Pescatore 19.11.13 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che queste considerazioni siano più che ovvie, magari lo sono solo per noi ed è questo il grave problema: bisogna sempre piangere dei morti prima di fare qualcosa anzi magari quel qualcosa che è impegnativo non si fa più, perchè tanto la gente dopo un po' si dimentica! DEMENZIALE NON TROVATE?

antonella b., Cremona Commentatore certificato 19.11.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe,
Se posso anch'io una supplica.
Va in televisione e fatti sentire sopratutto da quelli che non smanettano in rete.
Forza 5*****

Adriano Zampieri 19.11.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento

DONIAMO IL RIMANENTE DEL V-DAY AI SARDI! come facemmo per l'Emilia dopo lo tsunami tour... non serve metterli da parte per le europee, metteremo altri soldi! Ora c'è questa urgenza e #nessunodeverimanereindietro... saranno pochi spiccioli ma magari possono servire.

Dario De Marinis, Valenzano (Ba) Commentatore certificato 19.11.13 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori