Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Svizzera e il referendum per gli stipendi equi

  • 409


Guarda il video
(01:30)
svizzera_voto_1_12_.jpg

Video di Easyvote

"Domenica 24 novembre in Svizzera si voterà un'iniziativa di legge popolare che intende fissare a 1:12 il rapporto massimo fra lo stipendio dei manager e quello di impiegati e operai, due punti in più rispetto al limite fissato da Adriano Olivetti per la sua azienda. Un principio di equità che suona come un'eresia nel paese di Marchionne, Scaroni e Cancellieri figlio. Ha promosso l'iniziativa il movimento giovanile socialista. Di seguito l'intervista a un suo esponente, Filippo Rivola." Piero Ricca

Piero Ricca: Filippo Rivola, domenica il popolo svizzero è chiamato a esprimersi sul rapporto fra stipendio massimo e minimo nelle aziende. Come siete arrivati a questa votazione?

Filippo Rivola: L'iniziativa 1:12 è stata lanciata dalla Gioventù Socialista nel 2009. All'epoca vari scandali avevano scosso la piazza finanziaria svizzera. Molte aziende annunciavano dei licenziamenti mentre i bonus per i dirigenti continuavano a salire. Nel nostro piccolo movimento (poco più di 1.000 aderenti all'epoca) è nata quindi l'idea di lanciare questa iniziativa per cercare di far cambiare le cose. Per noi un manager non deve poter guadagnare più di dodici volte quel che percepisce il dipendente meno pagato. Se siamo riusciti a portare questa proposta al voto, è stato grazie all'appoggio del Partito Socialista (i nostri "vecchi"), dei Verdi e dei sindacati. Ma la maggior parte delle firme è stata raccolta dai giovani in strada, davanti alle stazioni, al mercato. All'inizio i partiti di centro e di destra quasi ridevano di noi, pensando che non saremmo mai arrivati alle 100.000 firme necessarie. E invece siamo riusciti a raccogliere 117.000 firme valide in 14 mesi, un exploit per un movimento così piccolo.

PR: Lo scorso marzo, in tema di retribuzioni dei manager era stata sottoposta al voto un'altra iniziativa popolare; quale obiettivo perseguiva e com'è andata?

FR: L'iniziativa "contro le retribuzioni abusive" era stata lanciata da un piccolo imprenditore, Thomas Minder, che aveva rischiato il fallimento a causa del crack della Swissair nel 2001. Scandalizzato dai bonus intascati dai manager dell'ex compagnia aerea, lui aveva deciso d'agire sul fronte dei consigli degli azionisti. In sostanza l'iniziativa conferisce più potere agli azionisti nel determinare le retribuzioni dei top manager. L'iniziativa Minder è stata accettata dal 68% dei cittadini e da tutti i 23 Cantoni. Un vero plebiscito! Noi abbiamo sostenuto l'iniziativa perché va nel senso giusto, però riteniamo che non ponga dei limiti troppi severi e dunque non bisogna farsi troppo illusioni: la maggioranza delle azioni delle multinazionali sono in mano a degli investitori senza scrupoli che non limiteranno mai le retribuzioni dei manager. Un punto efficace resta tuttavia il divieto dei "paracadute dorati": un manager non potrà più ricevere delle buonuscite milionarie.

PR: Com'è la situazione in Svizzera riguardo al rapporto fra stipendi minimi e massimi nelle aziende?

FR: Oggi la quasi totalità delle aziende svizzere rientrano nello scarto 1:12. Solo lo 0,5% supera questo limite, ma si tratta comunque d'aziende importanti. Per esempio le aziende parastatali come La Posta (1:17) o Swisscom (1:35) superano di poco questo scarto. Ci sono poi aziende importanti come Lindt&Sprungli (che produce cioccolato - 1:76)) o Schindler (ascensori – 1:121), per arrivare fino alle multinazionali come Nestlé, Novartis o UBS. Brady Dougan, il CEO di Credit Suisse arriva a 1:191, Severin Schwan di Roche a 1:261, Orcel di UBS a 1:194. Il tutto mentre in Svizzera il 25% della popolazione non riesce a pagare le fatture per tempo e ci sono più di 400.000 lavoratori poveri. Certo, bisogna relativizzare rispetto ai problemi economici che state vivendo in Italia. Però non è accettabile nemmeno in Svizzera vedere il potere d'acquisto delle classi più povere che si erode anno dopo anno, mentre le retribuzioni dei manager esplodono sempre di più.

PR: Com'è andata la campagna elettorale?

FR: Il problema è sentito dalla popolazione e la campagna per la votazione è stata molto intensa. I nostri oppositori hanno investito almeno 12 milioni di franchi per fare campagna contro di noi con delle pubblicità su ogni giornale, quotidianamente da ormai 4 mesi, senza contare i numerosi manifesti che hanno inondato le strade della Svizzera, ma ormai non ci si fa più caso.
Noi invece facciamo campagna con un budget di 800.000 franchi, contando sull'aiuto della gente. Per esempio abbiamo prodotto più di 30.000 bandiere con il logo dell'iniziativa che sono state appese alle finestre dei nostri sostenitori. Se vi è capitato di passare in una città come Zurigo o Berna negli ultimi mesi le avete sicuramente viste. Non è passato giorno senza che vi sia una notizia sulla 1:12, sulle conseguenze della sua accettazione, su quale politico la sostiene o quale vi si oppone. Comunque vada, siamo orgogliosi di quel che abbiamo fatto.

PR: Se passa il referendum cosa succede?

FR: Se l'iniziativa passa, il Governo deve fare una legge d'applicazione. Il testo dell'iniziativa comporta solo qualche linea guida, perché nella Costituzione vengono inseriti solo i principi. L'applicazione, con tutte le regole, sanzioni, competenze, è definita in una legge specifica, che deve essere votata e approvata dal parlamento. Se il testo proposto sarà troppo moderato o se verranno fatte troppe concessioni abbiamo il diritto di lanciare un referendum: abbiamo 4 mesi di tempo per raccogliere 50.000 firme.

PR: Pensa che la volontà di limitare i maxi-stipendi dei manager possa diffondersi anche in altri paesi, tra i quali l'Italia?

FR: Certo! La Gioventù Socialista spagnola è riuscita a far inserire il principio della 1:12 nel programma economico del PS spagnolo! Da molte altre nazioni ci hanno contattato per chiedere informazioni e per "copiare" la nostra iniziativa. Penso che limitare gli eccessi dei top manager sia un buon modo per evitare l'aggravarsi della crisi e per meglio ripartire la ricchezza generata dal lavoro. Se non facciamo nulla continueranno ad arricchirsi a nostro danno e questa è una cosa inaccettabile. L'iniziativa 1:12 non può risolvere tutti i problemi, ma sicuramente è una pista che vale la pena d'essere esplorata anche in Europa e nel resto del mondo.

PR: In Svizzera si può cambiare la Costituzione attraverso iniziative popolari. Quali sono le regole fondamentali?

FR: Il principio dell'iniziativa popolare è che un gruppo di cittadini può chiedere una modifica della Costituzione. Dal lancio ufficiale dell'iniziativa, i promotori hanno 18 mesi per raccogliere le 100.000 firme necessarie tra i circa 5 milioni d'aventi diritto di voto in Svizzera. Può sembrare poco a prima vista, ma in realtà molte iniziative sono state abbandonate a causa di questa soglia. Solo i partiti più grandi o i movimenti cha hanno potuto contare sull'appoggio di numerosi volontari hanno potuto consegnare le firme in tempo. Dopo la convalida delle firme, il governo prende posizione sulla proposta indicando una preferenza per il si o per il no. Può anche preparare un progetto di legge per soddisfare in parte le richieste dei promotori, ma ciò non è avvenuto per la nostra iniziativa 1:12. In seguito sono le due camere del Parlamento che devono prendere posizione. In ogni caso, queste decisioni di Governo e Parlamento sono solo delle indicazioni di voto per il popolo. Infatti, anche se le due istituzioni si oppongono ad un'iniziativa, essa viene comunque votata dal popolo.

PR: Quale esito è necessario per l'approvazione?

FR: Per essere approvata deve avere la doppia maggioranza: non solo la maggioranza del popolo svizzero deve esprimersi a favore, ma è pure necessaria la maggioranza dei Cantoni (le 23 "regioni" che compongono la Confederazione). Se in almeno 12 Cantoni prevale il sì, allora l'iniziativa è approvata (sempre che anche la maggioranza del popolo sia a favore). È raro che un'iniziativa sia approvata, però negli ultimi anni si è notato un aumento delle proposte accettate. Possiamo citare per esempio quella che limita il numero di residenze secondarie nei comuni delle Alpi per proteggere il paesaggio o un'altra che impone un limite nel traffico dei TIR attraverso le Alpi.

Tutte le informazioni su OLTRE V3day. Clicca il banner:
Vday3_oltre

Iscriviti all'evento Facebook e invita i tuoi amici!
Invia i tuoi video su youtube con il tag #OLTREv3day sul tema "Andiamo Oltre!". I migliori saranno pubblicati sul blog.
Partecipa su Twitter con #oltrev3day

Potrebbero interessarti questi post:

Figli di Troika
Le catene del debito
Super manager, super pensioni, super sprechi

22 Nov 2013, 11:00 | Scrivi | Commenti (409) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 409


Tags: 1:12, cittadini, Costituzione, Filippo Rivola, manager, multinazionali, Piero Ricca, referendum, stipendi d'oro, stipendi top manager, Svizzera

Commenti

 

Dopo la decadenza del sig. Berlusconi è diventato a tutti gli effetti un cittadino come gli altri, bene allora mi chiedo non ricoprendo più cariche istituzionali come mai ha ancora la scorta dei carabinieri davanti casa ad Arcore? potremmo a questo punto impiegarle altrove quelle risorse.

natale soligon 28.11.13 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Peccato, referendum non riuscito perché mal impostato: lasciate perdere le aziende private e gli stipendi dei loro manager. Concentratevi invece sugli stipendi nella P.A. e il referendum da voi passerà. Alla condizione di eliminare la puttanata del quorum; finché esisterà non ci sarà una vera DEMOCRAZIA e non ce la farete.
Senza il quorum chi vota vota, gli altri si attacchino al tram, vincerà la maggioranza.
Elvetici saluti e auguri

Silvano B., Bellinzona Commentatore certificato 26.11.13 18:03| 
 |
Rispondi al commento

penso che su questo il Movimento stia prendendo una direzione del tutto sbagliata, il tetto salariale e' roba da Unione sovietica. Equita' sociale non significa regolamentare il libero mercato con leggi come questa. Gli stessi svizzeri lo sanno e difatti non hanno approvato a una legge a dir poco 'suicida' per l'economia nazionale.

Fausto Schiavone (il mago), Ginevra Commentatore certificato 25.11.13 14:59| 
 |
Rispondi al commento

La spirale della povertà continuerebbe a girare ancora più velocemente, fino a quando anche le classi medie, poi quelle ricche e infine forse anche le ricchissime, ne rimarrebbero strangolate.

Un’economia funzionante deve avere una distribuzione dei redditi non troppo distante da quella dei consumi. In concreto: il 20% più ricco delle economie domestiche dovrebbe guadagnare al massimo il triplo del 20% più povero. Come raggiungere questo obiettivo è una questione aperta. Eppure la soluzione di questo problema è decisiva per il futuro dell’economia di mercato. Il mondo non si può più permettere una distribuzione dei redditi antieconomica. Che proprio la ricca Svizzera abbia per prima iniziato questa discussione, è un fatto che ci dovrebbe rendere molto più fieri della medaglia d’argento ai campionati mondiali di Hockey su ghiaccio.

Per seguire il dibattito in Svizzera sulla „Iniziativa 1:12 per salari equi“, in votazione popolare il 24.11.2013:

http://www.admin.ch/ch/i/pore/vi/vis375t.html
http://1a12.ch/
www.workzeitung.ch/
http://1-12-initiative.blog.nzz.ch/ spiralehttp://www.tagesanzeiger.ch/dossiers/schweiz/dossier2.html?dossier_id=2183/
http://www.denknetz-online.ch/spip.php?page=denknetz&id_rubrique=133&design=1&lang=de&var_mode=calcul
http://www.kof.ethz.ch/publikationen/p/kof-studien/2949/
-------- fine --------

Marco Morosini, Zurigo Commentatore certificato 25.11.13 14:06| 
 |
Rispondi al commento

2/3
(CONTINUA:, W. Vontobel "1-12 è ancora troppo):
la spesa dei ricchi e quella dei dei poveri è rimasto essenzialmente invariato. Sembra trattarsi di una sorta di legge naturale.

La crescita dei redditi più alti invece non ha limiti. Di conseguenza il divario dei redditi continua a ingrandirsi: in Svizzera i redditi del 20% più ricco e del 20% più povero (al lordo di tasse e pensioni sociali) distano di un fattore tra 5 e 7. Negli USA il rapporto fra gli stessi redditi pro capite è passato da 7,6 a 8,7 negli ultimi 20 anni. In Svizzera il quoziente tra i redditi netti del 20% più ricco e più povero era nel 1998 ancora intorno a 3,2. Nel 2010 il 20% più ricco ha incassato invece già sei volte di più di quello più povero. Questo è dovuto soprattutto al fatto che i lavoratori più poveri lavorano sempre più spesso a tempo parziale.

LA FORBICE DEI REDDITI
Questo divario nei redditi da 9 a 1 (per es. negli USA) e nei consumi da 2 a 1 è soprattutto un problema macroeconomico. Ciò significa che negli USA i 25 milioni di economie domestiche più povere spendono ogni anno 12 000 dollari in più di quanto guadagnano. E i 25 milioni di economie domestiche penultime nella scala della povertà ne spendono 5000 in più.

LA SPIRALE DELLA POVERTÀ
Negli USA qualcuna di queste economie domestiche povere ha forse vissuto tempi migliori e può ricorrere ai risparmi. Altre ricorrono all’aiuto dei parenti. Ma una volta stabilizzatasi la disuguaglianza, bisogna trovare i 425 miliardi mancanti o attraverso maggiori tasse sui redditi ricchi, oppure, se ciò non è possibile, attraverso mutui. Ma siccome le economie domestiche povere non sono “solvibili” è lo Stato a doversi accollare i loro debiti.

Chiediamoci: cosa succederebbe se le economie domestiche povere consumassero solo quanto esse guadagnano? In tal caso negli USA scomparirebbero ben 400 miliardi di dollari di domanda al consumo e quindi circa 9 milioni di posti di lavoro. La spirale della (CONTINUA in 3/3)

Marco Morosini, Zurigo Commentatore certificato 25.11.13 14:04| 
 |
Rispondi al commento

1 : 12 è ancora troppo

Gli oppositori dell’ “Iniziativa 1:12 per salari equi”, in votazione popolare il 24 novembre in Svizzera, affermano che essa è antieconomica. Hanno ragione: in effetti, il divario salariale dovrebbe essere ancora inferiore.

Werner Vontobel – 6. 6.2013, Work - die Zeitung der Gewerkschaft, 6.06.2013 (workzeitung.ch)
http://workzeitung.ch/tiki-read_article.php?articleId=1916&topic=1
Traduzione di Nadia Sotiriou e Marco Morosini

Nella “Iniziativa 1:12 per salari equi” (http://www.admin.ch/ch/i/pore/vi/vis375t.html ) degli Juso (i giovani socialisti svizzeri) il tema principale è l’equità: si chiede che il salario massimo pagato da un’azienda non sia più di 12 volte il salario minimo pagato dalla stessa. La questione in gioco però è anche macroeconomica: quale è il massimo divario dei redditi sostenibile in una economia? Un divario dei redditi troppo ampio mette in crisi il sistema creditizio e fa rischiare la stagnazione economica e in ultima istanza il collasso. L’attuale crisi finanziaria è la conseguenza proprio di divari di reddito troppo grandi.

LA LEGGE DEL CONSUMO
Il prodotto interno lordo non dovremmo solo produrlo, ma anche consumarlo, per alimentarci, abitare, istruirci, vestirci, spostarci, divertirci e così via. Di fatto il livello di consumo complessivo di una economia domestica non si modifica in misura proporzionale alle variazioni del livello del reddito, nè verso l’alto, nè verso il basso: i redditi elevati consumano molto meno di quanto potrebbero, mentre i redditi bassi consumano spesso molto più di ciò che guadagnano.

In Svizzera, come negli USA, il quinto delle economie domestiche più ricche consuma pro capite “appena” il doppio del quinto di quelle più povere. Chi non lo crede, può leggere le “statistiche delle economie domestiche” o il Consumer Expenditure Survey (Rapporto sulle spese per consumi ) degli USA. Queste statistiche esistono dal 1989, e da allora il rapporto tra la spesa dei ricchi e (CONTINUA…..)

Marco Morosini, Zurigo Commentatore certificato 25.11.13 14:00| 
 |
Rispondi al commento

In Svizzera è andata come è andata, ma l'idea è interessante e responsabilizzante per molti, manager, politici, ma anche gente comune.
Perchè M5S, che ha la forza che ha, non ne lancia uno simile anche in Italia? Magari con un rapporto diverso, anche 1:20, per seguire un principio di equità e non voler sembrare banalmente punitivi.
Sarebbe interessante vedere come va a finire. E se finisce bene, sai che figurone...

fernando pino Commentatore certificato 25.11.13 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Il cambiamento e' complicato difficile ma realizzabile e necessario per un maggior benessere per tutti

Andrea Sprezzola 25.11.13 10:58| 
 |
Rispondi al commento

REFERENDUM BOCCIATO: SIGNIFICA CHE LA MAGGIORANZA DEGLI SVIZZERI GUADAGNA 12 VOLTE PIU' DEL DIPENENDENTE MENO PAGATO?
http://static.writeonit.org/photo/20131124/80b142b7b91977adb12c1f2b79a3c338_545_800.jpg

Vittorio Reho, Noicattaro Commentatore certificato 25.11.13 00:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma dico io,PERCHE'NON LO FACCIAMO ANCHE NOI QUESTO REFERENDUM??Ma lo sai quanto soldi potremmo recuperare dai ricchi?Aspetta,non è che non lo facciamo perchè hai un "conflitto di interessi",caro Beppe?Nooo....

Walter Valentino, Roma Commentatore certificato 24.11.13 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

secondo notizia ansa gli svizzeri hanno bocciato il referendum!!!!!!!!!!!
ma come c...o è possibile.

sandro t. Commentatore certificato 24.11.13 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.reset-italia.net/2013/11/22/chissa-se-fornero-e-mai-stata-in-svizzera/

Paolo Resmini 24.11.13 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Che sogno sarebbe non sentir più parlare di superstipendi e liquidazioni da favola a manager pubblici Italiani a capo di aziende decotte, messi direttamente dai partiti in quanto trombati dalla politica o amici dei capi partito. Non la vogliono proprio capire che un paese al fallimento come siamo noi non se lo può più permettere di scialare i propri soldi in questo modo indegno. Se la pressione fiscale è a questi livelli, è perchè lo spreco è enorme e ingiustificabile, che sommato alla truffa su tutto, dai consigli regionali agli appalti pubblici fà si che ci troviamo in miseria con la valigia da emigranti pronta sull'uscio di casa. Altro che far durare il governo per chissà quanti anni, questi finiscono di spolpare quel pò che rimane e poi scappano nelle isole tropicali. A noi i debiti, le tasse, i fallimenti, equitalia e ogni altra vessazione da farci identici a qualsiasi peggior regime al mondo.

N.G. 24.11.13 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Prima di organizzare un referendum un consiglio... Se volete parlare di vera DEMOCRAZIA eliminate la puttanata del "quorum". La maggioranza vince, punto! Indipendentemente dal numero dei votanti. Chi non va a votare si arrangi. Dopo di che, in Italia, si potrà iniziare a parlare di democrazia. Elvetici saluti

Silvano B., Bellinzona Commentatore certificato 23.11.13 22:55| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe
Ti ricordi quando scrivevo dei Biglietti dell'ATAC di Roma Clonati? , di come da dieci anni vado dietro a questa storia con denunce alla Magistratura? Hai visto che tutto era vero , ancora non riesco a mandare in galera nessuno dei responsabili , ma sono moderatamente ottimista. Debbo dire che con Enrico Stefàno Poratvoce all'Assemble Capitolina abbiamo fatto un buon lavoro e credo che molta sia la strada da percorrere per evitare che anche a Roma si manifesti lo spettro della privatizzazione. nell'ultima audizione di Broggi attuale AD di ATAC davanti alla commissione incaricata dal Sindaco Marino di capire i risvolti della vicenda si è perpetrata nuovamente la farsa della lettura di un documento di 7 pagine scritto da chi ha gestito per anni il sistema di bigliettazione elettronico in poche parole Broggi si è fatto scrivere lo stato dell'arte da chi è in pericolo di arresto. Gli estensori del documento guadagnano mediamente 300.000,00 euro diconsi trecentomila al netto dei benefit l'anno Scusate quante volte più del semplice agente di stazione o dell'autista? bene la nostra lotta deve essere nella direzione svizzera NO MORE THAN TWELVE, non più di dodici.IlSistema di Bigliettazione Elettronico, che elettronico non è mai stato in quanto tutti i POS (circa 2000) che furono istallati nelle edicole e tabaccherie di Roma non sono più abilitati a stampare biglietti quindi non vive lo SBE,quindi Broggi e company hanno mistificato la realta nell'essenza stessa della parola e del significato di cosa sia il Sistema di Bigliettazione Elettronico ,ERGO,la truffa ancora adesso che sto scrivendo si perpetua . In Parlamento cercheremo di essere ancora più chiari: Fermiamo la ZECCA/ATAC dei Partiti. Nel 2008 la giunta Alemanno si insediò, fece la voce grossa ai Dirigentoni ATAC, poco dopo questi seppero ammansirlo ed ancora adesso, in questo momento che leggete, ATAC sforna SOLDI in NERO per la POLITICA.
Si va avanti
grazie Com.te Massimo Cenci

massimo cenci 23.11.13 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo la svizzera e al di la delle alpi, con i furbi imbroglioni e non certo onesti che abbiamo in italia non sara' mai possibile si possa ottenere qualcosa di onesto equo e pulito.Emi dispiace molto.

BATTISTA GETI 23.11.13 20:46| 
 |
Rispondi al commento

meglio sarebbe 1:20.
un buon inizio ma facilmente affirabile se implementata male

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.11.13 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe e cari amici del M5S,prendiamo esempio dalla Svizzera, che ora andrà a votare per un referendum di iniziativa popolare per il rapporto 1/12 fra gli stipendi degli impiegati e quelli dei manager statali e delle grosse aziende, in quanto INIZIATIVE DEL GENERE proposte da noi in Italia sono POLITICAMENTE STRATEGICHE CREANDO MAGGIORE VISIBILITA'PER IL MOVIMENTO oltre ad avere l'APPREZZAMENTO di un' OPINIONE PUBBLICA DISORIENTATA che ci CONOSCE SICURAMENTE ANCORA POCO e tanta carne sulla brace ci sarebbe da cuocere, pensando ad esempio ai referendum per LEGALIZZARE LA PROSTITUZIONE, le DROGHE LEGGERE, la LIBERALIZZAZIONE DELLE SIGARETTE, mettendo così KO la CRIMINALITA' ORGANIZZATA che ne gestisce gli SPORCHI TRAFFICI, o ai referendum per bloccare gli INCENERITORI,la TAV e quanto più di inutile possa trovarsi oggi IN CANTIERE, per SANIFICARE L' AMBIENTE CHE CI CIRCONDA, scongiurando DI NUOVO IL RISCHIO AMIANTO che potrebbe portare ad una MOLTIPLICAZIONE DEI CASI DI TUMORI fra le POPOLAZIONI LOCALI che OSPITANO QUESTI MOSTRI o ancora ai referendum TAGLIA CASTA per DIMEZZARE STIPENDI E PENSIONI D' ORO DEI NOSTRI PARLAMENTARI, INDENNITA' ED AUTO BLU,cose alle quali i nostri rappresentanti hanno già RINUNCIATO PER CHI NON LO SAPESSE ovviamente, ma l' esempio non è stato seguito dagli " ALTRI POLITICI " in quanto come si dice in napoletano " A ZEZZENELLA E' TROPPO DOCE " e che tradotto in italiano significa " IL SENO E' TROPPO DOLCE " per farne a meno,e con tante altre BELLE INIZIATIVE come anche L' ABOLIZIONE DELLE PROVINCE PER VIA REFERENDARIA AUGURANDOMI CHE QUALCUNO RACCOLGA QUESTO MIO CONSIGLIO CHE RAPPRESENTA UN MODESTO CONTRIBUTO AL DIBATTITO E PER L' APPUNTO ALLA NOSTRA MAGGIORE VISIBILTA' POLITICA, FRA LA GENTE, CON TANTI BANCHETTI SU STRADE E PIAZZE PARTENDO DAI COMUNI PIU' PICCOLI PER ARRIVARE A QUELLI PIU' GRANDI. Saluti da Carlo Alaia da Napoli cell 3664587483

Carlo Alaia 23.11.13 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Senza un arma "totale" che metta la classe politica con le spalle al muro, qualunque meccanismo referendario in Italia potrà facilmente essere eluso (vedi i risultati pratici del referendum contro la privatizzazione dell'acqua).
Se però nel nostro ordinamento costituzionale fosse introdotto "il referendum di inizativa popolare per lo scioglimento anticipato delle camere", con l'ovvio corollario che in caso di responso positivo tutti i membri delle camere sciolte sarebbero esclusi da tutte le cariche pubbliche per almeno cinque anni, allora le cose cambierebbero certamente.
Ovviamente come tutte le "armi totali" questa verrebbe usato solo come "estrema ratio" contro una classe politica che si trincera dietro un muro di gomma.
Con una "spada di damocle" di questo genere sulla testa della classe politica, anche tutti gli istituti di democrazia diretta sarebbero protetti.
Detto tra parentesi l'appoggio o meno all'introduzione nel nostro ordinamento di un istituto del genere sarebbe un ottimo test per valutare la "buona fede" delle forze politiche quando fanno discorsi contro la "casta".

Torquato Apreda 23.11.13 15:45| 
 |
Rispondi al commento

In Italia non sarebbe possibile fare un simile Referendum, l'attuale politica non lo consentirebbe poiché è sempre andata a braccetto con i grandi imprenditori, siamo arrivati a questo punto soprattutto grazie a questo e ad un'innata incapacità della classe politica.

Laura Villotti 23.11.13 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prendiamo esempio, senza l'appoggio concreto, fisico e materiale dei Cittadini ogni ottimo proposito naufraghera'contro il muro di gomma del sistema politico-istituzionale e a volte affiancato da sentenze vergognose che si appellanno a motivazioni del tutto formali ma che nel merito tendono a difendere caste e castette.
ES: nella regione Lazio e' stato presentato un emendamento in commisione bilancio dal gruppo portavoce M5S PER L'ABOLIZIONE DEI VITALIZI AI CONSIGLIERI REGIONALI DELLA PASSATA LEGISLATURA, QUELLA DELLA POLVERINI, FIORITO E MARUCCIO ETC...
risultato RESPINTO nel silenzio dei MEDIA...

Pensate se fosse stato presentato accompagnato da migliaia di sottoscrizioni dei CITTADINI LAZIALI..cosa avrebbero fatto i partiti!!! che vivono di consensi?!

iStreet...dal Web alla strada per il diritto alla Verita'!

Daniele ., Roma Commentatore certificato 23.11.13 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Facciamolo subito anche noi, a meno che in italia come al solito i saprofagi da decenni non abbiano scritto nella costituzione che non si possono fare referendum in merito alla retribuzione dei burocrati di stato.Se è cosi non ci restano che i forconi.

giancarlo busso 23.11.13 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Parlando di stipendi vorrei condividere un articolo interessantissimo che ho trovato in rete
che mostra la situazione degli stipendi in tutti i paesi del mondo. Viene mostrata la mappa mondiale degli stipendi: http://www.voglioviverecosi.com/index.php?trovare-lavoro-all-estero-lavorare-all-estero_1295/quali-sono-i-paesi-stati-nazioni-dove-si-guadagna-di-pi-_1558/

Luca Zalone 23.11.13 09:40| 
 |
Rispondi al commento

vogliamo il diritto di voto è preferenza nelle liste vogliamo sciegliere chi ci debba rappresentare nelle istituzioni quali incariche in provincia regione comuni e governo nazionale e votare per il presidente della repubblica i cittadini devono deciderlo e non le lobby di partito delle caste supreme delle convivenze e collusioni di interessi di parti europee...dopo sette anni va cambiato il presidente altrimenti diventa combutta e colluso co poteri affaristici di lobby quello che sta accadendo adesso tutti collusi per interessi di cassa..e appalti....vogliamo il cittadino al centro del sistema italia e mandare a fanculo il sistema equitalia e fisco.ladrocinio legalizzato per la vessazione di imprese e cittadini depredati delle propietà con sistema di espropio esercitato da banche colluse con equitalia e agenzia delle entrate in combutta tra di loro...

antony.gentile 23.11.13 09:32| 
 |
Rispondi al commento

GLI STIPENDI DEI LAVORATORI DAGLI ANNI 1972 IN POI?
AFFARI DELLA CGIL, LUCIANO LAMA E BRUNO TRENTIN!

OTTENEMMO LO STATUTO DEI LAVORATORI NEI PRIMI ANNI 70',GRAZIE AL MINISTRO DEL LAVORO G.BRODOLINI, MA NEL 1972 BRODOLINI MORI' PER UN TUMORE, PURTROPPO.LO STATUTO DEI LAVORATORI ERA SIMILE A QUELLO DEL NORD-EUROPA (Svezia).
ARRIVO' LUCIANO LAMA, CHE DA BUON COMUNISTA diceva che I LAVORATORI ITALIANI DOVEVANO ASSOMIGLIARE A QUELLI DELL'EST-EUROPA(tutti gran signori secondo LAMA).
AD OGNI CONTRATTAZIONE, IL SINDACATO(soprattutto CGIL), andava a contrattare, NON QUELLO CHE I LAVORATORI DOVEVAMO AVERE, ma QUELLO CHE DOVEVAMO RESTITUIRE.
POI ARRIVO' BRUNO TRENTIN (RIFONDAZIONE comunista), CHE NEI PRIMI ANNI 80' CI TOLSE LA CONTINGENZA.
LAMA NEL 1974, A P.ZZA SAN GIOVANNI FU PRESO A SPRANGATE E SCAPPO' con la sua Mercedes.
OGGI i lavoratori italiani sono tra i meno pagati GRAZIE(soprattutto) AI COMPAGNI DELLA CGIL.
QUESTA E' STORIA DEL SINDACATO E DI TUTTI I LAVORATORI ITALIANI (non solo dei CHIMICI).

dina barboni 23.11.13 08:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il referendum svizzero è un segno di coscienza, di coerenza e di democrazia. La Svizzera è sempre la Svizzera e NOI ***** almeno in questo caso, dobbiamo prenderla come riferimento per farne una nostra battaglia sociale.
Manteniamo la nostra coerenza che qualcuno ancora sostiene essere populistica e vediamo se prima o poi i cittadini riusciranno a capire chi sono i veri populisti della politica italiana.

Walter Z. Commentatore certificato 23.11.13 08:37| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

In Italia e' impossibile parlare di queste cose. La parola equita' non esiste nella lingua italiana. Ma i politici non la hanno rimossa dal vocabolario con un atto parlamentare?

Nunzia Rosmini Commentatore certificato 23.11.13 01:44| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ernesto

vedi com'è un blog, ho finito i 2000 caratteri r ho corso il rischio di passare per maleducato non mandandoti i miei saluti

Lo faccio ora con un saluto regalatoci dai Romani antichi e ancora in uso in Spagna.


Vale!


e comunque

www.beppe.siempre

Alfredo Ercole, mjlano Commentatore certificato 22.11.13 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Per Ernesto La Habana,

hola Hombre Vertical, ti domandi que hacer?

Oggi, rispondendo al commento di Vito Asaro, pensavo
come sarebbe stato più semplice e anche più bello
poter discutere intorno a un tavolo.magari davanti
a una buona bottiglia di vino.
Partecipo al blog da circa un mese e non passa giorno che io non posti i miei commenti e punti di
vista. Seguo una regola: penso tutto quello che scrivo e non scrivo tutto quello che penso.
Io non ho il verbo incorporato, ho una solida cultura, una esperienza di vita svolta su vari piani, ho girato il mondo, ho visto, confrontato, discusso con amici stranieri e poi sono sempre rientrato in questo strano paese, che è almeno vent'anni che mi fa solo incazzare. Ho letto e continuo a leggere moltissimo cercando di formarmi
un'idea la più possibile chiara, ma sicuramente intellettualmente onesta, anche perchè io non ho interessi di bottega da difendere. In questo mese
ho avuto la conferma che da noi va riscritto un patto sociale, che oggi non c'è e che produce un'anarchia di pensieri, tutti formalmente leciti,
che non permettono un agire coordinato. Se poi i pensieri sono pesantemente (anche se inconsapevolmente) condizionati da pregiudizi, inquinamenti informativi, ideologie ormai antistoriche, un pò di approsimazione che non serve a definire in poche parole il complesso, sempre più complesso. Quindi io sono "intellettualmente" d'accordo con te, temo però
che una riunione generale dei blogger si trasformi
in un'ammucchiata, magari anche simpatica, dove poi sarà impossibile trovare la famosa SINTESI.
Oggi c'è stato un piccolo post, strepitoso di Daniela H. che in tre parole ti riassume tutto il mio pistolotto. Per quanto mi riguarda, io continuerò a fare quello che posso e mi sembra giusto. Lo faccio per un dovere civico,che sento; per aiutare Beppe a prendere le decisioni strategiche, per tutti quelli che hanno voglia di capire perchè siamo precipitati in questo pozzo senza fine. Sono certo che tu stai facendo lo stesso

Alfredo Ercole, mjlano Commentatore certificato 22.11.13 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Potrà mai,
un delinquente condannato in terzo grado di giudizio in via definitiva,governare in uno Stato come la Svizzera? Mai potrà!
questo dice tutto....

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 21:18| 
 |
Rispondi al commento

La Svizzera che é uno dei paesi più ricchi del mondo si é ribellata ai superstipendi. In italia ? No !
E voi M5S quando proporrete un referendum del genere? O volete solo criticare e fare i "ruffiani di corte".
Fatti, non chiacchiere. E ciò che vuole la stragrande maggioranza degli italiani che con il vostro modo di fare non si sentono rappresentati da voi. Datevi da fare altrimenti i consensi acquisiti si vanificheranno.

Luciano Nicola Casalino 22.11.13 21:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

perché qui è svizzera?

Hooo.... pensavo di essere in un altro paese!

che scemo!

bruno bassi ex iscritto dissidente 22.11.13 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho sempre sostenuto questa idea, solo che il limite lo mettevo a 1:8. hahahahaha

Davide R. Commentatore certificato 22.11.13 19:52| 
 |
Rispondi al commento

la svizzera del mio macellaio è ottima
La Svizzera è ottima solo per gli svizzeri

Esposmail. 13,21 e successivi i miglior ragionamento
logico e realistico mi associo

Più che stipendi andrebbero abbassate le liquidazioni
di certi manager e gli azionisti dovrebbero poter richiedere risarcimenti a quelli che danneggiano le aziende come nel caso Alitalia. Dove sta il decantato merito altrimenti .

Rosa Anna 22.11.13 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Classico esempio di paese civile

Alessandro S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.11.13 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INDAGINI A RAFFICA sui CONSIGLI REGIONALI. la mappa degli scandali.Oltre 350 indagati in tutta Italia. I nostri 'mangers' sulla penisola..

Lazio, Sardegna,Romagna, Campania, Lombardia, Calabria, Friuli Venezia Giulia: difficile tenere il conto degli indagati perché il loro numero cresce ogni giorno. I politici e gli amministratori accusati di aver speso per fini personali fondi pubblici destinati ai gruppi sono ben oltre 350. L'elenco dei casi di peculato è lungo;i quattrini che i Consigli stanziano per l'attività politica sono stati spesi per viaggi, cene, regali, per l'acquisto di opere d'arte.... ( da lettera 43)

ChiaraLuce C. Commentatore certificato 22.11.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento

_
Sapevatelo
La svasti... ehm... la bandiera della Croce Rossa deriva dalla bandiera svizzera, alla quale sono stati invertiti i colori...

http://it.wikipedia.org/wiki/Bandiera_della_Svizzera

Pletoz 22.11.13 19:17| 
 |
Rispondi al commento

salve, "referendum stipendi equi" si sfonda una porta aperta (facciamolo domani stesso), ma si sa che in italia i referendum sono come la politica delle larghe "tese" si fa il referendum se è favorevole al popolo i nostri organi governativi trovano il modo di come insabbiarlo, giusto per citarne qualcuno ( no ai privati l'Acqua) che fine ha fatto, altrimenti contro la politica e i politici non ne parliamo proprio è come far vedere un porno al papa. In tutte queste discussioni mi sembra di leggere un giornale comunista di 40 anni or sono, tutta contestazione, cerchiamo di non cadere nella retorica o demagogia, Bisogna trovare un modo per scardinare questo muro di Berlino invisibile, Beppe bisogna perseverare,perseverare,perseverare.....

Livio S., Santa Maria la Carità Commentatore certificato 22.11.13 19:16| 
 |
Rispondi al commento

state ancora qua? non passate avanti?

psichiatria. 1 22.11.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o t

paoloooo.guarda che nike sfacciatamente ci prende in giro...occhio...:))))

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 19:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La scintilla di Genova si propaga a Roma


ROMA – Nuovi assunti, anzi, mille assunti, e poi nuovi mezzi e arretrati pagati…Se no vi “ammazziamo” il Natale. E’ il succo della protesta dei lavoratori autoorganizzati Atac, l’azienda del trasporto pubblico a Roma....La protesta la guida Micaela Quintavalle, autista 33enne a capo degli autorganizzati Aatac che dichiara:" C’è lo spettro della privatizzazione in tutta Italia – conclude la Quintavalle -, siamo in contatto diretto con i lavoratori di Genova che stanno protestando in maniera grandiosa e vorremmo andare a sostenerli la prossima settimana. Sono stati precettati e noi auto-organizzati di Roma stiamo pensando di organizzare una colletta in tutta Italia per supportarli. Contro la privatizzazione delle municipalizzate risponderemo con un movimento nazionale"

Bene! Lotta alle privatizzazioni... Non so se avete notato, nonostante l'esito del referendum,le prime avvisaglie di un ritorno all'idea di privatizzare l'acqua...

ChiaraLuce C. Commentatore certificato 22.11.13 19:00| 
 |
Rispondi al commento

a noi cittadini senza reddito e problemi di ogni giorno come come sopravivere in una italia di tasse e problematiche di come mettere sul tavolo pranzo o cena cosa difficile che il plurimedagliato e onorato dalle caste sua santità presiente della repubblica napolitanoo non conosce o fa finta di non capire i problemi degli italiani a questo punto lui è una figura invisibile e non serve a nulla a noi italiani semplici deve continuare a fare i suoi proclami solo quello sa fare sono vecchi e ormai i problemi veri rimangono ai giovani...lui ha ormai la penzione doro e altre entrate che gli frega della gente populista......tanto ha i letta e la casta è servita....

antony.gentile 22.11.13 19:00| 
 |
Rispondi al commento

oggi sono distratta.

(ma non è stato il liga a snobbare l'invito al V2Day?)

psichiatria. 1 22.11.13 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Consegna del silenzio sulla “primavera di Genova”
Di ilsimplicissimus

C’è una notizia che i media nazionali ignorano con una pervicacia da larghe intese dell’informazione: lo sciopero ad oltranza che i lavoratori del trasporto pubblico di Genova stanno attuando contro la privatizzazione decisa dal comune con l’inevitabile coda di licenziamenti e aumento di biglietti. Per il quarto giorno consecutivo una delle più importanti città d’Italia è senza bus, preda di ingorghi, arrivano pullman di tranvieri da Milano, Torino e perfino Roma per portare solidarietà, il sindaco privatizzatore, nobiluomo e vendoliano, ha rischiato di prenderle nella sala rossa del consiglio, da decenni non si vedeva una protesta così dura non decisa dai sindacati, ma imposta ai sindacati dai lavoratori. Eppure la regia del potere ordina che non se parli.

“Non parlare, ripeto, non parlare dello sciopero tranvieri Genova” potrebbe essere il dispaccio dell’Agenzia Stefani secondo la formula classica in vigore al tempo di Mussolini. Ma adesso non c’è nemmeno bisogno di ordini e consigli: editori, direttori, governo e alte cariche sanno benissimo che non si deve dare pubblicità a una protesta che potrebbe dare il cattivo esempio e mettere nella bufera il piano di privatizzazioni a tappeto che si immagina per tutta l’Italia, persino mettere in cattiva luce gli utilissimi sindacati padronali . Qui non sono a rischio solo le singole operazioni, ma la lisa immaginetta del privato come taumaturgo che poi regolarmente si traduce in speculazione, in disoccupati, in tagli ai servizi e maggiori costi per gli utenti. Mentre paradossalmente il pubblico deve tirare fuori i soldi per garantire i profitti dei salvatori.

Ah certo, meglio non mostrare che la lotta può essere dura e decisa, senza esaurirsi con il corteo o il sit in, meglio non dire che questo avviene in una città governata dal Pd e da un sindaco della cosiddetta sinistra radicale che non ha rispettato gli accordi presi con i dipenden

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Una legge del genere in Italia suonerebbe come uno scandalo. Me le vedo già quelle vecchie cariatidi da 100 anni in parlamento, sempre gli stessi, abituati a strafogarsi di soldi pubblici che ora dovrebbero votare una legge contro i manager che sono i primi finanziatori dei loro partiti e dei loro intrallazzi nascosti. Piuttosto che votare una legge del genere si fanno incenerire tutti, in base al principio che prima mi imbottisco di soldi del popolo massacrandolo di tasse e poi al limite gli concedo 14 euro al mese di irpef facendo anche la parte del politico generoso. Eppure se ti incazzi ti bollano subito come sovversivo!

N.G. 22.11.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono un 62enne,ho vissuto il 68',ho visto succedersi tantissimi Governi ma una ASSURDITA' come si stà vivendo ora non l'ho mai ne vista ne tantomeno vissuta.Volete spiegarmi ,per favore,dove è la DEMOCRAZIA? Ci stanno togliendo tutto come al tempo di ROBIN HOOD ,quando lo sceriffo su ordine del Principe Giovanni imponeva GABELLE su GABELLE al Popolo impoverito e alla fame, cosa ci trovate di diverso da quel tempo? Spiegatemelo perchè io non lo capisco. Sono DISOCCUPATO e mi mancano 5 anni per raggiungere la Pensione ,più che le parole vorrei potervi trasmettere il mio curriculum da analizzare e pubblicare e vedreste quanto possa io "DETESTARE", voglio usare un eufemismo ,il Sig. Napolitano,Il Sig. Monti ,la Sig. Fornero che reputo alla stregua di "ASSASSINI","VOLGARI LADRI di VITE",VILI e OPPORTUNISTI assimilabili al Principe Giovanni il famoso Inglese.Da questa situazione se ne può uscire solamente con la Guerra Civile,null'altro riuscirà a smuovere dalle loro Poltrone questi Politici che hanno VOLUTAMENTE VOTATO il Governo MONTI con le sue ABBERRAZIONI. Sono altamente deluso che niente e nessuno abbia avuto il coraggio di ABROGARE per INTERO la Legge FORNERO vera ABOMINEVOLE causa di tanta DISPERAZIONE, compresa la mia. Con cosa mangio? Dove trovo Lavoro stabile per 5 anni alla mia età? Sono nato il 9/ febbraio/ 1951 e non posso andare in Pensione perchè grazie ai contratti a termine ho perduto più di 5 anni di contributi ,me ne ritrovo solo 30/31 anni versati e 4 anni di contributi FIGURATIVI validi solo quando avrò raggiunto i 35 anni di contributi versati,mi spiegate come faccio a raggiungerli se non trovo lavoro o se lo trovo a tempo determinato?Avrei da sommergervi di tanta amarezza ed ira nei confronti dei Politici attuali ma a che servirebbe? A niente ,spero che qualcuno ci chiami a raduno ,come fece GARIBALDI,per poter riavere la nostra DIGNITA' e LIBERTA?, ABBASSO LEUROPA ;L?EURO E IL VIGLIACCO CHE CI HA SVENDUTO e chi ci stà Svendendo.

Giordano Biancardi (giordanobiancardi), Verona Commentatore certificato 22.11.13 18:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non si possono dare “aiuti” alle Aziende municipalizzate, che svolgono un LAVORO, anche SOCIALE, ma...... si dà l'aiuto di Stato alle slot-machine , che svolgono un “lavoro” che sta ROVINANDO migliaia di famiglie !!!

Nel 2004 dieci società PRIVATE, concessionarie delle slot-machine, hanno iniziato la loro “attività economica” nel gioco d'azzardo, accettando e sottoscrivendo con l'AAMS ( amministrazione autonoma dei monopoli di Stato),
un “Contratto di Concessione-Convenzione”.
Non avendo rispettato, per circa tre anni, quanto previsto in tale Concessione, la Guardia di Finanza, su richiesta della Corte dei Conti, dopo due anni di inchiesta, ha notificato un ACCERTAMENTO, ineccepibile, di 98 miliardi di euro, sul quale la Corte dei Conti ha iniziato un processo.
Inspiegabilmente, nel 2008, il Parlamento italiano, ha approvato “direttive parlamentari” che sono andate a “modificare RETROATTIVAMENTE” il “Contratto-Concessione” del 2004, praticamente INVALIDANDO l'accertamento di 98 MILIARDI di euro fatto dalla Guardia di Finanza e dando quindi un NOTEVOLE
“aiuto economico-finanziario” di Stato alle dieci società concessionarie PRIVATE.
Secondo noi, così facendo, si è contravvenuto alle direttive EUROPEE, ai sensi dell'articolo 107 TFUE.
http://www.italiaue.esteri.it/Rapp_UE/Menu/Ambasciata/Cosa_facciamo/aiuti.htm
Sarà nostro compito inviare un esposto alla Commissione Europea competente , informandone TUTTI i parlamentari europei italiani, i mezzi di informazione, le Istituzioni, la Corte dei Conti, diverse Procure della Repubblica ed
i Cittadini, affinché siano CONSAPEVOLI dei loro DIRITTI .

Genova 22 novembre 2013 www.comitato98miliardi.altervista.org

vincenzo matteucci 22.11.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Tu sfizzero?
Bonasera blogge....no noi nun stamo nmezzo a la cioccolata....

luis p., roma Commentatore certificato 22.11.13 18:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

""Dopo il via libera del Senato, Napolitano ha firmato il provvedimento: il decreto “SalvaItalia 2.0″ è legge. Le nuove entrate, a cui il governo Letta ha dato il “like”, porteranno una ventata di ricchezza nelle casse dello Stato e garantiranno il pareggio di bilancio già nel 2014.

Non più tasse fittizie, quindi, come le catene da neve anche a Lampedusa o la certificazione energetica obbligatoria anche per i contratti di affitto in un appartamento degli anni ’30, ma tasse mirate che colpiranno fin dentro al reggiseno dei contribuenti.

Sicuramente il provvedimento che ha fatto più discutere è il nuovo bollo sulle carrozzine per disabili. Dal 2014 infatti, le normali sedie a rotelle dovranno circolare obbligatoriamente con il bollo ben esposto ed a revisione biennale, con sequestro e demolizione del mezzo per i trasgressori, provvedimento questo che porterà nelle casse dell’erario circa 2 miliardi di euro secondo i calcoli degli esperti. Questo nuovo bollo, primo in Europa e fortemente voluto dalla Lorenzin (che ha lottato fino all’ultimo anche per introdurre l’assicurazione obbligatoria sulle carrozzine elettriche), è stato votato all’unanimità da PD, PDL e Lega. Astenuto Sel a causa della difficoltà di pronuncia della parola ‘carrozzella’ da parte di Vendola e contrario il M5S che avrebbe voluto estendere l’obbligo alle ‘carrozzine blu’ ed alle badanti che le spingono.""


http://www.lercio.it/bollo-sulle-carrozzine-disabili-ce-lok-del-governo-letta/

paoloest21 22.11.13 18:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

complimenti agli amici elvetici , ma se pensate che la stessa cosa si possa fare da noi non avete capito un punto fondamentale e cioè che noi non siamo la Svizzera .
anche quando una proposta simile verrà accettata , discussa e approvata i nostri politici cambieranno semplicemente il nome alle retribuzioni per dirigenti che percepiranno comunque retribuzioni e buone uscite da nababbi.
ma quello che fa incazzare è che quando succederà nessuno muoverà un dito , nessuno.
italia senza speranza.

dario a., brescia Commentatore certificato 22.11.13 18:43| 
 |
Rispondi al commento

E poi uno dice perché molti vorrebbero trasferirsi in Svizzera ..

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 18:41| 
 |
Rispondi al commento


o.t.

non sanno più cosa inventarsi:

""ASCA) - Roma, 22 - Con lo stop al pagamento della seconda rata dell'Imu potrebbe esserci un aumento delle accise sulla benzina a partire dal 2015. Secondo quanto si apprende, si tratterebbe di una soluzione allo studio determinata dal sistema di coperture che ricorre a una maggiorazione degli acconti per banche e assicurazioni. Con tale maggiorazione, che consisterebbe in un anticipo delle entrate per il 2014 e il 2015, si determinerebbe un mancato gettito proprio per il biennio in questione, a compensazione del quale, se non fossero trovate altre fonti di gettito, potrebbero essere aumentate le accise sulla benzina. Tra le coperture per la cancellazione della seconda rata dell'Imu per il 2013 anche l'acconto sull'imposta del risparmio amministrato."""

arrendersi no eh?

mah...letta , letta ,letta, letta...accidenti mi si sono affaticati gli occhi...
:))

paoloest21 22.11.13 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ecco fatto,aumento benzian per evitare imu...ahahahahaha,volete mica che riducano pensioni d'oro o stipendi parlamentari???
bastardiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Svizzera sono stufi dei 'managers'
In Italia, invece,abbiamo i 'mangers'


Uscire dall'euro è il male assoluto? Ecco la verità (by Claudio Borghi)

http://www.youtube.com/watch?v=ATvq-b5Wsso

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 18:37| 
 |
Rispondi al commento

L'INCUBO DEI BERLUSCONES SI AVVERA .........

http://www.resistenze.org/sito/te/pr/sc/prscdm16-013608.htm

Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 22.11.13 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot
@nando l'americano de roma

non sapevo di ligabue...

mi cospargo il capo di cenere!

:)


paoloest21 22.11.13 18:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo in Italia lo stato se ne frega del parere della gente

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 22.11.13 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Si,proviamo a farlo anche noi e vediamo che succede. Fin'ora, dalle ultime elezioni,la vecchia nomeclatura (perchè, sempre quella è,nonostante le facce siano diverse)cosa ha fatto: sulla riduzione del numero dei parlamentari, sulla riduzione degli stipendi ai palamentari, sulla riduzione delle auto blu ai parlamentari (ma, perchè non usano le loro auto, per esmpio,e non ci mettono la benzina con i loro soldi,anzichè con i nostri, per esempio!?). Mettiamoci bene dentro le nostre teste che nulla cambierà finchè non li manderemo tutti a casa ma, per far questo o, provare a far questo dovremo andare alle urne e, ora che ricordo, che fine ha fatto la riforma elettorale??? ah, ah, ah, evviva, evviva, evviva il governo delle larghe, larghissime intese e, delle riforme. ciao a tuttiiiii......!!!!!!!.........

scuderi danila 22.11.13 18:28| 
 |
Rispondi al commento

la presenza di Beppe a Genova ad offrire solidarietà ai lavoratori AMT contro il rischio privatizzazione
spero serva a smuovere l'attenzione dei media sulla questione
fino ad ora non sono bastati i quattro giorni di sciopero
sarà stato un silenzio casuale?

p.s.
diamo merito alla collaborazione dei cittadini genovesi nonostante il disagio


barbara f. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Perché non lo facciamo anche noi?.
Certo si può fare anzi andiamo oltre. manager max. 10 volte.il minimo degli operai.lordi
Pensioni: max 10 volte il minimo lordi.
Nessun genere di bonus.
Ecco come si trovano i soldi!

Giuseppe L. 22.11.13 18:22| 
 |
Rispondi al commento

SE E' STATA ACCETTATA QUESTA CLAMOROSA BALLA

http://www.youtube.com/watch?v=DcUJQDKQA-w


POTETE ACCETTARE ANCHE LE BALLE DELLA CANCELLIERI!

Concetta Maronnaimmacolata 22.11.13 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Tanto a questi non interessa il pensiero del popolo, faranno sempre ciò che vogliono.

Massimiliano C., Nuoro Commentatore certificato 22.11.13 18:18| 
 |
Rispondi al commento

Genovesi, Italiani tutti !

Esodo, 21:20-21
Per la legge di Dio “se uno bastona il suo schiavo o la sua schiava fino a farli morire sotto i colpi, il padrone deve essere punito” – “ma se sopravvivono un giorno o due, non sarà punito, perché sono denaro suo.”

1 Pietro 2:18-20
18 Schiavi, siate con ogni timore soggetti ai vostri padroni; non solo ai buoni e moderati, ma anche a quelli che son difficili. 19 Poiché questo è accettevole: se alcuno, per motivo di coscienza davanti a Dio, sopporta afflizioni, patendo ingiustamente. 20 Infatti, che vanto c’è se, peccando ed essendo malmenati, voi sopportate pazientemente? Ma se facendo il bene, eppur patendo, voi sopportate pazientemente, questa è cosa grata a Dio.

1 Timoteo 6:1
1 Tutti coloro che sono sotto il giogo della servitù, reputino i loro padroni come degni d’ogni onore, affinché il nome di Dio e la dottrina non vengano biasimati.

Efesini 6:5-9
5 Servi, ubbidite ai vostri signori secondo la carne, con timore e tremore, nella semplicità del cuor vostro, come a Cristo.

Rispettate il volere di Dio.

Valter Conti M5☆ Commentatore certificato 22.11.13 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S dovrebbe proporre una legge simile in parlamento, includendo tutti, privati e pubblici e cercando di studiare come inserire i liberi professionisti, artisti e sportivi, ma escludendo i parlamentari, altrimenti non passerebbe mai. Poi si potrà pensare a loro.

Mau 22.11.13 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Notare e domande circostanziate de Ricca...Piero Ricca...basta a parola...

er fruttarolo Commentatore certificato 22.11.13 18:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

attenzione, anche se i svizzeri sono stanchi dei manager, non siamo in italia qui la gente sta bene. la disocupazione e sotto il 3%...quindi forse domani non funzionera

simone gino piga, simongp@gmx.ch Commentatore certificato 22.11.13 18:07| 
 |
Rispondi al commento

dal leader del M5s Beppe Grillo: "la vostra lotta è un segnale importante. È una battaglia epocale che deve partire da qui per estendersi a tutta Italia. Sarà una lotta all'ultimo sangue: ci giochiamo tutto da Genova. Le autostrade, il gas, trasporti, l'acqua, sono un bene pubblico e nessuno deve arrogarsi il diritto di venderli ai privati".

Read more: http://it.ibtimes.com/articles/59290/20131122/genova-sciopero-amt-grillo-fascicolo-corteo-doria-privatizzazione.htm#ixzz2lOYYqi6i

psichiatria. 1 22.11.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Ho trovato in rete un'articolo interessantissimo
che mostra la situazione degli stipendi in tutti i paesi del mondo. Viene mostrata la mappa mondiale degli stipendi: http://www.voglioviverecosi.com/index.php?trovare-lavoro-all-estero-lavorare-all-estero_1295/quali-sono-i-paesi-stati-nazioni-dove-si-guadagna-di-pi-_1558/

Luca Zalone 22.11.13 18:06| 
 |
Rispondi al commento

pregiatissimo peppe tutto ciò che h
ai fatto, e che stai facendo insieme a noi, è lodevole, pieno di ammirazione e di grande affetto ma, una cosa è certa, l'italia non cambierà mai fintanto che i cittadini, si fa per dire, depensanti non incominciano ad andare a scuola di pensiero libero....una cosa la possiamo fare: imparare a far esplodere la bomba atomica, così tutto cambierà...

aldo delli carri 22.11.13 17:59| 
 |
Rispondi al commento

--------------- O FAMO STRANO? ---------

Come o' famo? Alla maniera svizzera, francese o tedesca?

No all'italiana no! Basta! all'italiana non se ne pò più!
ce semo rotti de prenderlo nel culo...

Mago Merlino 22.11.13 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

questo referendum è una reazione a un malcontento che esiste adesso anche in Svizzera.
la magnifica Svizzera quella da prendere sempre come esempio, le strade pulite..., anche quando sversarono sullo spartiacque italiano rifiuti tossici..

psichiatria. 1 22.11.13 17:56| 
 |
Rispondi al commento

SEGUICI SU V per Vera informazione E CONDIVIDI I NOSTRI POST CON I TUOI AMICI [MR.ORANGE]

Fonsai, superparcelle per La Russa
Dagli atti emergerebbe che quando era ministro della Difesa, tra il 2009 e il 2010, Ignazio La Russa percepì dal gruppo Fonsai 451mila euro come "parcelle spese sinistri" e "altre prestazioni di servizi.

Nell'inchiesta Fonsai, che vede indagati per corruzione Salvatore Ligresti e Giancarlo Giannini, spunta un altro nome eccellente. Dagli atti emergerebbe infatti, secondo il quotidiano Repubblica, che quando era ministro della Difesa, tra il 2009 e il 2010, Ignazio La Russa percepì dal gruppo Fonsai 451mila euro come "parcelle spese sinistri" e "altre prestazioni di servizi".

FONTE: http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/2013/notizia/fonsai-superparcelle-per-la-russa_2011094.shtml

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 17:55| 
 |
Rispondi al commento

MENO CINQUE! SARA' FINALMENTE LA VOLTA BUONA?

marino marquardt, napoli Commentatore certificato 22.11.13 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Dobbiamo andare a lezione dagli Svizzeri, noi e i nostri politici.

PS: Pelù ha ragione su jovanotti
e Ligabue ha ragione sul Movimento5 stelle

Maria P., Bergamo Commentatore certificato 22.11.13 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA SVIZZERA E IL REFERENDUM PER GLI STIPENDI EQUI.

Sapete cosa farai io?

Metterei in piedi un bel referendum sul tema anche qui in Italia!

Solo il parlarne gli farà tremare persino le mutande.

QUANTO TEMPO È CHE NON RACCOGLIAMO FIRME?

Se con i voti siamo arrivati a quasi 9 milioni, vi accontentereste della metà?

Li copriamo di firme se vogliamo, e quando 4/5 milioni di firme ti arrivano addosso, non lo so se puoi più far finta di niente!

Dobbiamo coinvolgere la popolazione, e cosa di meglio di una raccolta di firme per un referendum come quello svizzero?

Questa volta però non facciamocele annullare le firme per i nostri referendum.

RACCOGLIAMO FIRME, RACCOGLIAMO I DISAGI DELLA GENTE.

Per me si può fare.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

p.s.

Cose semplici e chiare, condivise.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 17:45| 
 
  • Currently 3.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

si potrebbe prestare alla svizzera
camusso, bonanni, angeletti

con la supervisione di cofferati

per dare una mano

psichiatria. 1 22.11.13 17:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fonsai: 451mila euro
a La Russa come parcelle.
"Mai preso soldi
quando ero ministro.

Ignazzzzio, tranquillo .....
E' mai successo che un politico ha preso soldi???????

Mindorsar 22.11.13 17:37| 
 |
Rispondi al commento

Ê da tanto che non posto, ma mi sento chiamato in causa oggi.

Ho votato, a favore, ovviamente.

Il fronte delle destre borghesi a parole è graniticamente contro, ma al suo interno i mal di pancia sono tanti, tantissimi.

Pronostico che passerà di poco. La maggioranza dirà sì. Temo però la maggioranza dei cantoni; chi conosce bene la Svizzera, capirà che cosa intendo.

Saluti elvetici

Fernando Vehanen (deietio fetens), Helvetia Aeterna Commentatore certificato 22.11.13 17:34| 
 |
Rispondi al commento

TI HO CENSURATO IO MARONNA PERCHÉ COMMENTO INUTILE ED INSIGNIFICANTE TIPICO DA TROLL "VATTENNE"

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 22.11.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Lady Dody poteva chiamarsi Salta Galline e andare a letto con chi voleva (non erano minorenni )
Mi riferivo ai quattro omicidi eccellenti e gli altri occulti di quegli anni oltreoceano dopo i quali le politiche monetarie ed economiche sono completamente mutate

Rosa Anna 22.11.13 17:28| 
 |
Rispondi al commento

= ALL'ULTIMO SANGUE =

Nonostante tutto i dipendenti della Amt non sembrano intenzionati a cedere e anche venerdì mattina si sono dati 'appuntamento' in piazza (nel frattempo, la Procura di Genova ha aperto un fascicolo contro ignoti per 'interruzione di pubblico servizio'), dove sono stati raggiunti dal leader del M5s Beppe Grillo: "la vostra lotta è un segnale importante. È una battaglia epocale che deve partire da qui per estendersi a tutta Italia. Sarà una lotta all'ultimo sangue: ci giochiamo tutto da Genova. Le autostrade, il gas, trasporti, l'acqua, sono un bene pubblico e nessuno deve arrogarsi il diritto di venderli ai privati".

Sì,Beppe,sì,SI' -
così parla il mio Comandante !

"Chi ha a comandare a altri non debba avere troppa discrezione o rispetto nel comandare; non dico che debba essere senza essa, ma la molta è nociva."
(Francesco Guicciardini)

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.11.13 17:28| 
 |
Rispondi al commento

https://secure.avaaz.org/it/petition/NO_ALLA_VENDITA_DELLE_SPIAGGE_ITALIANE/

FIRMIAMO TUTTI!

davide l., pietrasanta Commentatore certificato 22.11.13 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi ricordatevi di firmare la petizione del MoVimento "No alla vendita delle spiagge" siamo già a quasi 5000 firme. Non lasciamo che pochi furbi continuino a spadroneggiare su un Bene Comune di tutti!

https://secure.avaaz.org/it/petition/NO_ALLA_VENDITA_DELLE_SPIAGGE_ITALIANE/

davide l., pietrasanta Commentatore certificato 22.11.13 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Domanda: perché non possiamo anche in Italia raccogliere delle firme per fare da noi la stessa cosa che stanno facendo in Svizzera?
Ah già, è vero. Perché da noi i referendum vengono aggirati se non addirittura calpestati.
In Italia si sa, "abbiamo problemi di fondo..."

PAOLO PETRAROLO, RAVENNA Commentatore certificato 22.11.13 17:17| 
 |
Rispondi al commento

SI PRESENTA BEPPE DAI FERRO-TRAMVIERI IN SCIOPERO AD "AQUILA SELVAGGIA"A GENOVA E COSA GLI COMMENTANO IN DIQUS SUL FQ, DI ESSERE "UN'AVVOLTOIO" UN "QUALUNQUISTA", CERTO CHE STI PD-EMNTI HANNO LA FACCIA COME UN CULO IMBRATTATO DI MERDA...
L'UNICO, RIPETO L'UNICO, CHE DA ANNI SI BATTE PER UNA MOBILITÁ SOSTENIBILE, CON MILLE RIPETO MILLE PROPOSTE, E QUESTE MERDACCIE PIGLIA-INCULO PIDDINE, GLI DOMANDANO "COSA PROPONI, INVECE DI VERGOGNARSI DI NON CONOSCERE LA VALANGA DI IDEE E PROPOSTE AL RIGUARDO, FATTE IN TEMPI NON SOSPETTI, CIOÉ QUANDO NON ESISTEVA ANCORA IL M5S?
E ANCORA CE CHI HA IL CORAGGIO DI STRIGLIARCI PER NON AVER FATTO L'ACCORDO MAI VOLUTO DA QUESTA CANCRENA CHE NULLA NEMMENO PIÚ IN APPARENZA É DI SINISTRA! MA VAFFANCULO CIALTRONI PIDDINI PIGLIAINCULO...........

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 22.11.13 17:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"scuola università proposte", da condividere, ampliare, diffondere, discutere, modificare.

http://www.youtube.com/watch?v=vg5fzcmkLwI
35 minuti, in più punti.

edoardo spirito, maenza Commentatore certificato 22.11.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

ERNESTO , manu militari sarebbe uno scherzetto, non hanno più di 1000/1300 loro li chiamano "gruppi di fuoco" , in realtà sono persone singole che sappiano maneggiare le armi.
L'ho letto da qualche parte.Mi pare sull'Espresso tempo fa.
Ma ci vuole la VOLONTA' POLITICA.

Lady Dodi 22.11.13 17:09| 
 |
Rispondi al commento

Qui tutto tace, non si tolgono mille euro da tutto quello che si prendono. E dire che pure gli svizzeri ne hanno presi di soldi da tutto il Mondo ma poi, son capaci di fare queste cose.Mi viene un mancamento dal nervoso quando leggo queste notizie, ma come si fa a continuare così?

Alessandra Mammola Commentatore certificato 22.11.13 17:08| 
 |
Rispondi al commento

"Il Movimento 5 Stelle è necessario"

"Anche io,sono uno dei tanti delusi dal Pd e non voterò alle primarie. Movimento 5 stelle? Non so se abbia le risposte che servono all'Italia, ma sicuramente è un movimento necessario a ricordare che così non va e bisogna cambiare"

dixit luciano ligabue

e bravo liga
come cantante sei così-così
(secondo me) ma come uomo
dimostri onestà ed intelligenza

:)

sempre secondo me
questa è la più bella che hai scritto
e la dedico a tutte le fantastiche
donne del M5* :

http://www.youtube.com/watch?v=159R8w4OniU

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.11.13 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui tutto tace, non si tolgono mille euro da tutto quello che si prendono. Mi viene un mancamento dal nervoso quando leggo queste notizie, ma come si fa a continuare così?

Alessandra Mammola Commentatore certificato 22.11.13 17:07| 
 |
Rispondi al commento

Qui tutto tace, non si tolgono mille euro da tutto quello che si prendono. Mi viene un mancamento dal nervoso.

Alessandra Mammola Commentatore certificato 22.11.13 17:06| 
 |
Rispondi al commento

in questi anni i partiti si sono riempiti di uomini senza scrupoli senza controlli, forse l'unica cosa che interessava e che i nuovi, come i vecchi, si facessero i cazzi loro senza rompere i coglioni ai vertici che si facevano anch'essi i cazzi loro.

DA IL CORRIERE DELLA SERA

BOLOGNA - Un viaggio da Napoli ad Amalfi in auto a noleggio, servizio limousine, costato 900 euro e messo tra i rimborsi del gruppo Pd in Regione Emilia-Romagna dai consiglieri Marco Monari (all'epoca capogruppo) e Roberto Montanari. Sarebbe una delle spese, riferita a fine luglio 2011, finita nei rendiconti dei gruppi dell'Assemblea legislativa ed esaminati dalla Guardia di Finanza che indaga per peculato su delega della Procura di Bologna.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 22.11.13 17:06| 
 |
Rispondi al commento

o.t


dal ffatto


""“Renzi è un berluschino, è davvero cresciuto con Mediaset nel sangue. Lui è veramente perfetto per la massa degli italiani“. Lo afferma Piero Pelù ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24. “Renzi di sinistra non ha nemmeno il piede, la mano e il resto della parte sinistra” – continua – “La parte sinistra del corpo gli manca proprio. E’ solamente un grande centro. Bisogna pensare a lui anche come ex presidente della Provincia. Già lì qualche bel disastro l’ha combinato, essendo stato estremamente allegro, con la “a” maiuscola, nella gestione del denaro pubblico. Dicono che sia il male minore, ma questa storia del “male minore” ce la sta mettendo nel culo fino alla gola. Sveglia!“. Il cantante non risparmia una poderosa stoccata a Jovanotti, rinomatamente supporter del sindaco di Firenze: “In questi anni Jovanotti non ha mai smesso di saltare sul carro prima di D’Alema, poi di Veltroni. Ora di Renzi”. E aggiunge: “Il Pd è diventato l’acronimo di moccolo, di bestemmia. L’ho votato per anni e anni e ne sono rimasto estremamente deluso”. E su Beppe Grillo spiega: “E’ una delle cose più interessanti, apparentemente fuori dai giochi, ma quando affronta il problema della Bossi-Fini come un leghista lo prenderei a calci nel culo“. Inevitabile il riferimento a Silvio Berlusconi: “E’ il nuovo Mussolini, non sopporto più questa sua fiction e sono ancora tutti lì a leccargli il culo. Gli italiani sono lobotomizzati. E Berlusconi e la Tv hanno avuto un ruolo primario in questo. Penso sempre di andare via dall’Italia – prosegue – più che altro per i miei figli, è un paese dissestato. Che cavolo di futuro stiamo offrendo loro?”""


paoloest21 22.11.13 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Visto che la nostra classe politica è così incompetente e corrotta perche gli Italiani continuano a prorteggerli con il voto?!

Semplice...E' la cultura media che è marcia, la classe politica è lo specchio della societa' e viceversa.

In Svizzera se hanno una politica efficiente è proprio perche ogni cittadino è onesto ed efficiente...

Questo per di dire di farvi poche illusioni alle prossime elezioni...

Sono troppi i collusi...L'Italia diverra' un paese turistico malgestito e invece di essere un paradiso fiscale sara il paradiso delle trattative illegali!!!

leonardo t., terni Commentatore certificato 22.11.13 16:59| 
 |
Rispondi al commento

NOI ITALIANI DOBBIAMO DEBELLARE LA MAFIA ANCHE CON LE ARMI.

Dappertutto e con ogni mezzo!

ALTRIMENTI É SEMPRE UNA BATTAGLIA PERSA!

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Stipendi equi? Ma siamo pazzi, come è possibile ridurre di 1:12...e poi ce la fanno a "campare", con stipendi da morti di fame!
Diciamolo ai nostri politici, non appena hanno il sentore di tagli, alle loro indennità, alle loro poltrone si trincerano nel sistema a "testuggine"!!

Antonio Marasco, Rogliano (CS) Commentatore certificato 22.11.13 16:57| 
 |
Rispondi al commento

Sfatiamo Anna Rosa, un po' di miti e leggende.In USA mi dicono, non è più considerato un eroe.
Vabbè che noi dobbiamo arrivare sempre vent'anni dopo....

Lady Dodi 22.11.13 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Mondo dei Sogni...la Libera e Democratica Svizzera...l'unica nazione che è il vero esempio di Unione Europea...la Svizzera Federale...
L'italia è unica e "divisibile"....dobbiamo perseguire questo obbiettivo e cioè Uno STATO FEDERALE...!come sul modello svizzero..stop.
Le Tasse rimangono sul Territorio..che in modo autonomo decide il livello di tassazione..è l'unico modo...
Fuori da questa europa e da questo euro..!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 22.11.13 16:54| 
 |
Rispondi al commento

vorrei la classe dirigente di ogni ordine e grado degli ultimi ventanni a casa con solo un sussidio di cinquecento euretti al mese....

poi mi sapranno dire.
vediamo se si pentono:))))


paoloest21 22.11.13 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Si, ma stiamo parlando di un paese (e un popolo) civilizzato, la cosa non ci riguarda...

E come confermato dalle recenti elezioni in Basilicata, noi non lo siamo.
Dobbiamo lavorare duro per civilizzare i restanti 3/4 degli italiani


PS:
un altra chicca letta poco fa...

STRASBURGO - Una televisione olandese ha documentato il tentativo da parte dell'eurodeputato Italiano Raffaele Baldassarre di ottenere i 300 euro di diaria registrando la sua presenza in aula al termine della seduta a cui non aveva preso parte. Colto in flagrante il politico Italiano ha reagito in modo scomposto e volgare.

Da loro lo avrebbero fatto dimettere mezzora dopo.

Qui nemmeno si son posti il problema

Flavio C. 22.11.13 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Aiuto di Stato alle slot-machine ?

Nel 2004 dieci società PRIVATE, concessionarie delle slot-machine, hanno iniziato la loro “attività economica” nel gioco d'azzardo, accettando e sottoscrivendo con l'AAMS ( amministrazione autonoma dei monopoli di Stato),
un “Contratto di Concessione-Convenzione”.
Non avendo rispettato, per circa tre anni, quanto previsto in tale Concessione, la Guardia di Finanza, su richiesta della Corte dei Conti, dopo due anni di inchiesta, ha notificato un ACCERTAMENTO, ineccepibile, di 98 miliardi di euro, sul quale la Corte dei Conti ha iniziato un processo.
Inspiegabilmente, nel 2008, il Parlamento italiano, ha approvato “direttive parlamentari” che sono andate a “modificare RETROATTIVAMENTE” il “Contratto-Concessione” del 2004, praticamente INVALIDANDO l'accertamento di 98 MILIARDI di euro fatto dalla Guardia di Finanza e dando quindi un NOTEVOLE
“aiuto economico-finanziario” di Stato alle dieci società concessionarie PRIVATE.
Secondo noi, così facendo, si è contravvenuto alle direttive EUROPEE, ai sensi dell'articolo 107 TFUE.
http://www.italiaue.esteri.it/Rapp_UE/Menu/Ambasciata/Cosa_facciamo/aiuti.htm
Sarà nostro compito inviare un esposto alla Commissione Europea competente , informandone TUTTI i parlamentari europei italiani, i mezzi di informazione, le Istituzioni, la Corte dei Conti, diverse Procure della Repubblica ed
i Cittadini, affinché siano CONSAPEVOLI dei loro DIRITTI .

Genova 22 novembre 2013

www.comitato98miliardi.altervista.org

vincenzo matteucci 22.11.13 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Si Rosa Anna però Marilyn mi ha detto che non lo rimpiange.
E nemmeno Jaqueline.
E nessuna che ci abbia avuto a che fare.
No lo dico perché si parla continuamente di Ruby, ma in fondo questa almeno è viva!

Lady Dodi 22.11.13 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Si, siamo parlando di un paese (e un popolo) civilizzato, la cosa non ci riguarda...

E come confermato dalle recenti elezioni in Basilicata, noi non lo siamo. Dobbiamo lavorare duro per civilizzare i restanti 3/4 degli italiani

PS:
un altra chicca letta poco fa...

STRASBURGO - Una televisione olandese ha documentato il tentativo da parte dell'eurodeputato Italiano Raffaele Baldassarre di ottenere i 300 euro di diaria registrando la sua presenza in aula al termine della seduta a cui non aveva preso parte. Colto in flagrante il politico Italiano ha reagito in modo scomposto e volgare.

Flavio C 22.11.13 16:50| 
 |
Rispondi al commento

RICORDIAMO John Fitzgerald Kennedy
Il giorno in cui la democrazia fu incrinata per sempre
22 novembre 1963
RICORDINO. I POPOLI .
Da allora è iniziato il declino

Rosa Anna 22.11.13 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

succede solo a me?
prima il post principale era 5 giorni a 5Stelle poi è passato in mini post ed e tornato principale 1:12

che casino...

psichiatria. 1 22.11.13 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un po' di coerenza qualche volta aiuterebbe genova bloccata perché il comune vuol dismettere la sua partecipazione presumo fallimentare, gestita da ex politici trombati con dirigenti superiori x numero agli autisti stessi, dove un buon numero timbra e va x i fatti propri, e se divenisse privata addio, subentrerebbe un controllo più rigido produttività presenze e sindacalisti ridimensionati
ma la vogliamo cambiare questa italia o nò

graziano ., pisa Commentatore certificato 22.11.13 16:36| 
 |
Rispondi al commento

KILL BILL, ricordate il Mamba e il suo morso letale? Il sistema del DIODENARO ne ha allevati migliaia e sono dappertutto.


Da fonte diretta (manager di una grande azienda straniera di mia conoscenza):

"Il management di una grande azienda risponde esclusivamente ad obiettivi di profitto: i dividenti a fine anno e la tenuta al rialzo in borsa oltre il possibile, salvo giochini molto complessi ad hoc. Il manager è' tanto più prezioso per il proprietario o i maggiori azionisti di controllo perché persegue obiettivi oscuri, specifici nell'interesse di pochi, lui compreso. A tale fine si deve, si può e si sacrifica tutto: lavoratori, fornitori, piccoli azionisti, cittadini che non hanno servizi efficienti o prodotti di qualità, fino al punto da affossare la stessa azienda e il suo valore sociale e pilotarne la fine ingloriosa con il minor danno per i responsabili".

E ci credo perché ANCHE SE si finisce in carcere, si esce per motivi di salute o di anoressia, si diventa ospiti-vip televisivi (e la Tv ti rifà il look) … il malloppo è al sicuro nei paradisi fiscali. Da qui i superstipendi (una quota del bottino) per i managers e l'immenso intreccio di complicità e corruzione con il potere politico senza il quale tutto questo non potrebbe accadere. Anzi, la casta dei politici fa esattamente la stessa cosa nella gestione della cosa pubblica: dividendi astronomici per pochi (uso personale o cattura consenso = quotazione alta alle elezioni, sono la stessa cosa) e debito e fallimento vero per tutti gli altri. Il sistema non è solo marcio, è letale. I Mamba sono dappertutto.

maria s., ancona Commentatore certificato 22.11.13 16:35| 
 |
Rispondi al commento

Certamente abbassare gli stipendi a manager,sopratutto pubblici,mi sembra logico.
Ma fatto questo rimangono diversi problemi.
1-Chi li assume i manager?
2-Passano da un ente all'altro
3-Quali sono gli scopi che debbono raggiungere?
4-Se no raggiungono questi scopi come debbono essere trattati?
Per il privato è un altro discorso,ma di privato c'è ben poco....in fondo ...in fondo mi sembra tutto pubblico.!

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

In Italia, questo è fantascienza!!
Forza M5S!!

edoardo sommella, napoli Commentatore certificato 22.11.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento

troppo brava la CITTADINA TAVERNA grande bravissima unica

Giovanna M. Commentatore certificato 22.11.13 16:32| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA BASE/MOVIMENTO!!!

Spero che si muova qualcosa/tutto per
realizzare questo piccolo desiderio
proposto da qualche coraggioso del Blog.

Dateci un numero di conto corrente per sottoporre
ai bloggers quì presenti il seguente spot da inserire
in orario di prima serata nelle televisioni
di maggior audience o sui giornali più venduti(!):

"Cari Italiani, SCUSATECI,

avremmo voluto per Voi un Natale più felice ma
quest'anno le tasse vi hanno sottratto ...% della
Vostra tredicesima, per chi ce l'ha.

Avremmo voluto per Voi più giustizia ma
il voto per la decadenza del ministro della giustizia
ci ha penalizzati in parlamento!

Ci stiamo battendo perchè tutto questo non debba più accadere!

Seguite sempre i nostri stellati in parlamento ed in internet
al sito - Il Blog di Beppe Grillo.it -

Nonostante tutto Buone Feste!

Firmato:

tutti i sostenitori del Blog di Beppe Grillo".

Sempre suscettibile di modifiche!

Hasta pronto.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 16:28| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA BASE/Movimento!!!
ECCO CHE POSTO LE VITAMINE per la Svizzera!
La più grande rapina perpetrata perennemente nei confronti
degli abitanti del pianeta meno abbienti è:
che ogniuno di noi viene costretto a pagare
tasse e spese generali in base ad "una tantum"
prestabilita in denaro ma non percentualizzata
in base al reddito pro-capite!!!
Dovrebbe passare il princìpio che chi possiede 'tanto' dovrà
sborsare 'tanto', cioè somme di denaro commisurate
al tenore di vita personale o familiare dichiarato/verificato
attraverso 'strisciata' con carta elettronica;
altrimenti i milionari o miliardari NON SI RENDERANNO
MAI CONTO del "VALORE INTRINSECO" di una particolare merce o
prestazione. Milionari o miliardari pagheranno sempre
qualsiasi cifra pur di comprare un bene costoso quando le regole
in corso non permettono di fare lo stesso ad una persona
con stipendio popolare... o solo a costo di 'lacrime & sangue"
se non addirittura costringerla spesso & malvolentieri alla rinuncia del bene stesso!
1) Non capisco perchè tutti questi famosi "LUMINARI"
non si accorgano del fatto che ri-proporzionare il tutto
come sopra è già applicato per le multe stradali in stati come la Svizzera
ed in qualche altro paese europeo senza per questo
scomodare chili di neuroni!!! Basta dare un'occhiata in internet!
2) Ovvio che le nuove le regole di spesa e tassazione
dovrebbero essere supportate da
un organismo super partes degno di tale nome
adibito all'INTERO CONTROLLO DELL'EVASIONE FISCALE!!!
3) Eventuali ri-equilibri del sistema saranno vivificati
da indicizzazione bi-direzionale e/o da calmieramento
dei prezzi dei beni di largo consumo!
Allora, CARI CERVELLONI(!)... cosa aspettate ad unirvi per mettere in pratica
questi semplici ma efficaci provvedimenti?
Penso che più aspettate e più potrete essere indicati come
possibili collusi e corrotti dagli stessi poteri forti che,
a parole, dite di combattere!

Vi ringrazio per aver potuto beneficiare
del Vostro spazio/tempo.

Hasta pronto.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA BASE!!! Scusate l'Off Topik:

Mia Adsl bloccata + di 24 ore! Per cui ri-posto
a conforto pure del Post sopra.

Svolgimento.

Beppe Grillo ha dato l'esempio perchè si è messo in gioco;
ha dato l'esempio esattamente da quando si è mostrato
"nudo(!)" davanti a noi tutti. E lui lo ha fatto per anni!
Non l'ha fatto solo con internet!
Noi dovremmo fare lo stesso, nel nostro piccolo;
avere il coraggio di incontrarci PRIMA tra noi (Blog)
e POI scuotere la gente dal torpore; l'informazione è importante ma poi se
tutti restiamo invisibili il sistema trova i suoi 'bugs' (buchi).
Chiediti perchè il Movimento ha incontrato dei traditori
sul suo cammino (perchè nella fretta non hanno potuto
verificare personalmente tutti gli attivisti!).
Chiediti perchè UN FANTASMA SI AGGIRA PER L'ITALIA!
¿Perchè ci sono dei traditori del popolo e perchè un
minuto prima tutti si proclamano a favore di un principio
poi lo tradiscono?
¿Perchè le "fregature" in Trentino-Alto Adige,
in Basilicata? É mancata la copertura approfondita,
sul territorio, capillare, onesta
PRIMA TRA NOI E POI per i nostri elettori! (gli altri l'avevano già fatto, negativamente!).
Non è sufficiente accordarsi a parole quì nel Blog,
o in Facebook o con twitter o con qualsiasi
altro social network esistente, nè in quelli che s'inventeranno!
¿Perchè alla fine nessuno si prende la briga di
stringersi la mano, di conoscersi nei fatti?
¿Ma lo vedi o no? Quì siamo tutti fantasmi che si aggirano per
il Blog, ci scambiamo informazioni e siamo tutti nozionisti,
siamo i migliori giornalisti di noi stessi!
Ma qualcuno ogni tanto, io compreso, si chiede:
"¿Perchè non ci organizziamo NOI DEL BLOG
per CAPIRE MEGLIO CHI SIAMO , incontrandoci?".
Se non si integra l'informazione con il contatto fisico per me è una battaglia persa!
E non crediate che sia così difficile trovarsi assieme perchè se fosse così difficile
tutti noi avremo già perso metà della vita che ci resta.

Saludos con cariño.

Hasta pronto.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Genova dai la scintilla a l'Italia intera.
Morte ai politici
Morte ai giornalisti
Morte ai falsi servitori dello stato.
Come possiamo accettare questa classe politica , fatta di ladri.
La scintilla deve diventare una tempesta per mandarli tutti a casa.
Non si puo vedere in tv dello stato gente che dovrebbe stare in galera.
Non lo capiranno mai se il popolo non si attiva per mandarli non a casa ma in galera, si le galere che ci hanno dato serviranno solo per loro.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 22.11.13 16:16| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

genova in piazza,da giorni!!anche beppe,da cittadino di quella città è in piazza.e poi ci sarà il V.Day a genova:)))) M5S senza se e senza ma!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 16:16| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stipendi equi, al di là del valore di 1 a 12 che mi sembra un range equo, vedo questo referendum come un buon inizio per la decellerazione dello sfruttamento dell'uomo sull'uomo.
Mi sembrerebbe cosa buona e giusta proporlo anche in Italia.

Mi domando ora quale dovrebbe essere il range per una decellerazione dello sfruttamento dell'uomo sulla natura.

Ho visto che c'è un disegno di legge collegato alla Legge di Stabilità:
“DISPOSIZIONI IN MATERIA AMBIENTALE PER PROMUOVERE MISURE DI GREEN ECONOMY E PER IL CONTENIMENTO DELL’USO ECCESSIVO DI RISORSE NATURALI”

Poichè non sono in grado di valutarlo, non mi dispiacerebbe poterne discutere qui sul blog con qualche esperto fra i nostri Portavoce in Parlamento.

Grazie
^__^

Daniela M. Commentatore certificato 22.11.13 16:14| 
 |
Rispondi al commento

Legare lo stipendio dei manager al risultato è corretto, ma se gli obiettivi sono questi allora a che servono?


Palazzo Chigi: ai manager premio di 30 mila euro per un'email

ROMA (WSI) - I dirigenti di Palazzo Chigi sono proprio bravi. Al 99% di loro sono andati i premi di rendimento per aver centrato gli obiettivi: una somma che varia tra i 26mila e i 31.600 euro. Cos'hanno fatto per ricevere tutti questi soldi? Spulciando tra le paginate della "direttiva generale" che dovrebbe stabilire i criteri per i premi, si scopre che bastava usare l'e-mail invece delle lettere per avere i riconoscimenti.

http://www.wallstreetitalia.com/article/1645180/palazzo-chigi-ai-manager-premio-di-30-mila-euro-per-un-email.aspx

eleonora . Commentatore certificato 22.11.13 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Svizzera,è un paese che a tanti non piace (nemmeno a me).Un paese,che fa da forziere per denari di provenienza non etica.Detto questo,sarebbe comunque da copiare, il loro sistema molto democratico che con assoluta chiarezza,invita il popolo a fare scelte su temi importanti.Non certo con referendum,come in Italia inutili, il cui risultato viene sovvertito dal governo!Abbiamo una costituzione che si vorrebbe cambiare,di fatto è stata cambiata,senza referendum,da "repubblica parlamentare" è diventata "repubblica presidenziale",a tutti gli effetti.Auguri di buona vita a tutti! Paolo buon.

paolo r., Pontestura (Al) Commentatore certificato 22.11.13 16:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E ANCHE QUI gli svizzeri si dimostrano tirchi!!!

terenzio eleuteri 22.11.13 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Quando la facciamo una grande manifestazione a ROMA ma non per un giorno ma almeno per un mese fino a quando non se ne andranno e capiranno che questo ns. povero martoriato paese non ne puo' piu di sopportarli In Thailandia ,quando il popolo paventava il ritorno di un certo signore che era stato cacciato, sono andati tutti in piazza e ci sono rimasti per circa un mese ! Dobbiamo imparare da loro ? TRutto si e' svolto democraticamente e democraticamente hanno vinto.

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato 22.11.13 15:55| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe, cosa si aspetta a promuovere un referendum anche in questo nostro strano paese ? Quindi,prego : FATTI e NON CHIACCHIERE !! Anche perche' fino abche si parla di certe ibride schifose situazioni e non si fa niente per cambiare
e' davvero inutile anche PARLARE: Coraggio BEPPE !!
In pochi giorni potremmo raccogliere cinque milioni di firme e vedremo allora cosa faranno .. questi allucinati signorini

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato 22.11.13 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Il tg3 è retoricamente fasullo come il PD di cui esprime la sensibilità
ipocrita e mistificatoria.
Spargono notizie-bersaglio per distrarre e depistare.

Si appuntano medaglie di cartone citando da tutto il mondo presunti
riferimenti etici e politici affini.
La rai va chiusa. Subito!


-----------------------------------------

Non posso esercitare i miei diritti né adempiere ai miei doveri di
cittadino.

La mia etica sta traslando.

Ad ogni azione c'è una reazione uguale e contraria.

Non me ne fotte più un cazzo della legalità né dell'Italia!"

gennaro esposito 22.11.13 15:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non bastava la Germania? Adesso dobbiamo prendere esempio anche dalla Svizzera? Sveglia cittadini, muoviamoci anche noi pur con i miserabili strumenti (referendum abrogativo) che la normativa italiana ci offre. Servira' almeno a sensibilizzare l'opinione pubblica. Meglio ancora con un progetto di legge da presentare in parlamento.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 15:31| 
 |
Rispondi al commento

http://www.repubblica.it/economia/2013/11/22/news/fonsai_451_mila_euro_a_la_russa_quando_era_ministro-71618158/?ref=HREC1-1

Non so a voi, ma a me e' totalmente passata la voglia di parlare, avrei come dire, voglia di fare qualcosa di diverso......

Nicola da Mantova Commentatore certificato 22.11.13 15:26| 
 |
Rispondi al commento

Ma di che ci meravigliamo, non lo sappiamo tutti che questa gente è come zi’ monica che ca..o lo capisce e cotica no?
Quello che gli fa comodo lo dobbiamo fare perché in Europa tutti lo fanno e quello che non gli fa comodo se ne fregano se gli altri paesi lo fanno. E’ una storia vecchia che a questi luridi politicanti non gliene frega un tubo dell’Italia e degli italiani. Non gli frega niente di chi perde il lavoro, di chi si suicida, delle imprese che chiudono, del territorio che crolla, di chi non riesce più a magiare ed è costretto ad elemosinare un pasto alla caritas, della gioventù che emigra in paese con politici più sani moralmente. Non gli frega niente di seminare miseria, disperazione, dolore, rabbia e voglia di imbracciare un mitra, perché sanno che abbiamo troppo rispetto della vita, anche quando si tratta di esseri come loro. Esseri a cui non interessa di niente e di nessuno che non siano le loro chiappe. Figuriamoci se può fregargliene se l’America, pur essendo cento volte più grande dell’Italia, hanno la metà dei parlamentari. Se i politici di tutto il mondo guadagnano un terzo rispetto a loro, se i lavoratori italiani prendono la metà degli stipendi, rispetto ai lavoratori degli altri paesi. Che non gliene può fregar di meno se negli altri paesi, un parlamentare che compie anche uno starnuto fuori posto deve dimettersi, perché essi ritengono del tutto normale, che un criminale detti leggi alle persone oneste.
Mi chiedo se esiste ancora qualcuno tra noi che non abbia capito che se non ci rechiamo tutti insieme a prenderci la… Bastiglia, l’Italia sarà condannata a morte?

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 22.11.13 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Bene si sta parlando di manager più o meno capaci.

Cosa diciamo invece di stenografi della Camera che guadagnano più di Obama, trombati della Politica che infilati in qualche Ente inutile o in qualche Municipalizzata guadagnano cifre iperboliche.

Da qualsiasi parte la affronti o lo giri, da noi il problema è sempre lo stesso: saccheggio premeditato e continuato della ricchezza del Paese. Con tanti, troppi complici.
Da troppo, troppo tempo.

Quale referendum dovremmo proporre? Via i ladri?


www.beppe.siempre

Alfredo Ercole, mjlano Commentatore certificato 22.11.13 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono convinto che i megastipendi pubblici poi vengono spartiti...con altre entità

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 15:06| 
 |
Rispondi al commento

spesso dietro megastipendi e megacompensi si nasconde ricerca di complicità, omertà, presa di responsabilità in luogo di chi non compare, tangenti, estorsioni. Molto spesso non si paga una persona milioni di euro l'anno solo perché e brava, ma per ben altri servizi!

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 22.11.13 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che il manager pubblico o partecipato lo paghiamo anche se ha raggiunto risultati negativi...ed anche perchè non è possibile quantificare a volte un fatturato individuabile in termini di incremento valore di un'azienda di servizi pubblica.
Nell'azienda privata è più semplice legare lo stipendio del manager all'aumento di fatturato reale.

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 15:03| 
 |
Rispondi al commento

il problema è che gli stipendi miliardari dei top manager li paghiamo noi: vuoi perché sono aziende pubbliche o partecipate, vuoi perché attraverso megastipendi e benefit si sottrae valore all'azienda che pagano i piccoli azionisti o gli investitori dei fondi comuni dove finisce tutta la spazzatura, vuoi perché magna oggi e magna domani, saltano come l'alitalia ed il mone dei paschi e paghiamo sempre noi oppure licenziano e la cassa integrazione chi la paga ? Occorre quindi trasparenza sui compensi e sugli investimenti per la tutela dei contribuenti e dei soci di minoranza.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 22.11.13 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Pensa... dovranno essere costretti ad aumentare lo stipendio base in modo da avere un moltiplicatore +sostanzioso.!!! Bravi socialisti svizzeri! Che bello!!!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 14:50| 
 |
Rispondi al commento

C'e' un solo modo per offendere chi sa di non meritare, chiamarlo per nome, ed in questo il Professore e' stato esemplare:

http://www.youtube.com/watch?v=qYpSabxloL8

Rodolfo Mazzagatti 22.11.13 14:50| 
 |
Rispondi al commento

se il danaro e' un mezzo e non un fine
allora non esiste una persona che vale per 12

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Compenso del manager...in base ai risultati.

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Queste cose sono cose possibili in una Svizzera referendaria che ha ampissime forme di democrazia diretta. E la Svizzera è un paese in cui i cittadini sono fra i più ricchi al mondo, le tasse sono bassissime, ampi diritti civili e di libertà, salari molto più alti rispetto al resto d'europa (non parliamo dell'italia), i risparmi dei cittadini non vengono tassati, qualità della vita è altissima. In altre parole l'esatto contrario di un'italia ipocrita, cattolica, socialista, corporativa ed oligarchica. Un'italia in cui la casta sindacale e politica schiavizza e asservisce i cittadini con tasse e vessazioni varie. Io penso che fra svizzera e italia la parola chiave che spiega la differenza si chiama democrazia diretta. Al posto della democrazia diretta in italia c'abbiamo i ladri del sindacato come Bonanni e Camusso e i lobbisti di confindustria come Squinzi: da vent'anni e oltre l'italia segue le politiche dettate da lobby del tutto autoreferenziali, e il tutto sulla testa e a spese dei cittadini.

andrea mincato 22.11.13 14:48| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

per me e' anche troppo 1 a 12
neanche la meta' sarebbe equo

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento

NON si puo' stabilire per legge, la capacità o l'incapacità di un manager.

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 14:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho votato per corrispondenza, ovviamente si al tetto di 1:12. vista però la potenza delle lobby (bancarie, farmaceutiche, alimentari ecc, le più potenti al mondo le abbiamo qua!) non credo passerà. come diceva un mio concittadino, quanto meno la realtà dei fatti si è palesata a tutti. Bastasse questo... va anche detto che il popolo elvetico si fa influenzare soprattutto dal parere del Governo. Ma a voi sembra corretto che il governo dia indicazioni di voto così esplicite? A me infastidisce parecchio questa ingerenza. sono in grado di sentire i pro e i contro e decidere con la mia testa, senza dovermi sorbire l'intervento diretto del Governo che consiglia di votare questo o quello... abbiamo visto molte volte quanto anche in Svizzera il popolo sia bue e influenzabile anche con ipocrite e falsificate argomentazioni.
Auguro all'Italia e agli Italiani di rimanere uniti e forti con il M5S, perchè unica speranza per il futuro. A guardarvi dal di fuori è veramente evidente! Un abbraccio a tutti.

sa-pi 22.11.13 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..Giriamo la frittata,
...se per riscontro un manager fa andare in malora l'azienda.....non si merita nemmeno l' 1:12..ma si merita "zero" anzi dovrebbe dare un risarcimento all'azienda.
Bisogna legare il compenso al risultato...positivo od anche negativo..che sia.

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Contrammiraglio :..conosco un'azienda dalle mie parti che esporta il 95% dei suoi macchinari all'estero.
Tali macchinari risultanti da brevetti del titolare...possono permettere all'azienda di prosperare...senza nulla di oscuro...!
Le prospettive di mercato sono praticamente illimitate.
Se a questa azienda un manager riesce a fargli aumentare a dismisura i fatturati in base al suo talento...il titolare gli può far guadagnare...una valanga di soldi..e sono tutti felici e contenti...il titolare, il manager, e gli operai che si garantiscono il lavoro.
Il rapporto 1:12 in questo caso non centra nulla...centra solo la capacità ed il talento di chi riesce a far aumentare il fatturato.
Solo i risultati possono calmierare o meno i compensi....null'altro e nessuna legge,ed il risultato è a libera trattativa.
Tutto qua!

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

In Italia, invece, una volta che si sono impossessati delle istituzioni per mezzo di leggi elettorali perverse, si impadroniscono delle ricchezze di tutti attraverso i loro sodali che amano definire manager.
E li chiamano pure diritti acquisiti i proventi di queste estorsioni.


art 36
Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionale alla quantità e alla qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa

i due settori maggiormente "in crescita" in Italia, sono quello bancario e quello assicurativo dove addiruittura l'amministratore delegato guadagan 100 vole più del lavoratore normale.....
Ammiraglio,
si chieda ora perchè proprio questi due settori????????

ora,

alnair g., roma Commentatore certificato 22.11.13 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..ma uno è manager perchè ha una medaglia da ostentare o perchè riesce a far guadagnare un'azienda ?
Se vale la seconda...allora non c'è nessun limite al suo guadagno dato che questo può esser stabilito in base al guadagno che fa fare all'azienda con cui collabora.
E' un accordo privato....che nessuno può interferire.....solo i risultati dovranno disciplinare tale accordo.

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa societa' che premia esseri che per il solo fatto di essere chiamati MANAGER pensano di essere degli dei palloni gonfiati che nel 99, 9% dei casi occupano il posto in cui si trovano grazie al fatto di appartenere a famiglie ricche e con agganci politici, paraculati raccomandati e incompetenti!!! Questo e' il ritratto del manager italiano.

alessandra p., bologna Commentatore certificato 22.11.13 13:49| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento

LA RUSSA, NON RUSSA anzi è/sono svegli;
ALTRO CHE SE SONO SVEGLI

antonio d., Carrara Commentatore certificato 22.11.13 13:45| 
 |
Rispondi al commento

provate ad immaginare che un immenso meteorite si diriga sulla terra.la maggior parte della gente,non lo sà.percepisce dei cambiamenti e si affanna a cercare di porre rimedio senza avere nessuna idea di ciò che stà accadendo.alcuni hanno capito ma,incapaci di accettare la realtà cominciano ad elaborare le più svariate teorie per evitare l'impatto.una minoranza,privilegiata e consapevole,sà che l'impatto è inevitabile.che arriverà la fine di tutto e,poichè si trova in una condizione di privilegio cosa fà?riempie la sua casa di caviale,champagne e bellissime donne.chiude fuori il resto del mondo,lasciando al loro destino i poveretti inconsapevoli e gli illusi che si affannano e,attendono in allegria che tutto finisca.in fin dei conti,non è detto che l'impatto ci sarà prima della loro dipartita.

vito asaro 22.11.13 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Secondo i sondaggi l'iniziativa 1:12 dovrebbe essere bocciata dal popolo, ma ci possono sempre essere sorprese.
Benché la proposta basata su criteri di equità cerca di correggere un malcostume (non è giusto che i topmanager abbiano un salario che non sta in rapporto con la loro performance) il metodo è sbagliato perché
1) Si può imporre un tetto nelle imprese pubbliche, ma se lo si fa anche in quelle private, lo stato taglia la libertà contrattuale delle parti sociali
2)I rischi di esodo di imprese, aggiramento dell'iniziativa attraverso bonus ecc. è più grande dei benefici
3) il numero di manager che supera il tetto 1:12 è relativamente esiguo – nessuno delle piccole e medie imprese.
4) Per ottenere simili vantaggi per la collettività si può senza problemi aumentare le imposte sui salari molto alti a beneficio dei salari medio-bassi.
5) Altro metodo più efficace sarebbe chiedere trasparenza salariale e come cittadini/consumatori fare in modo civile ma deciso pressione sulle imprese affinché si autoreglino introducendo stipendi variabili basati sull'utile che un manager da alla sua imprese (oggi sempre più l'immagine conta).
Per tutti questi motivi secondo me l'iniziativa è la medicinia sbagliata a un problme reale perché essendo di matrice ideologica non considera bene gli effetti che può avere.

Carlo S., Basel (Svizzera) Commentatore certificato 22.11.13 13:35| 
 |
Rispondi al commento

SICURAMENTE - al di là del fatto
che poi possa prevalere il sì oppure il no
rimane l'incontestabile evidenza
che il solo aver sottoposto al vaglio dei cittadini
la decisione su una simile questione
è indice di CIVILTA' SUPERIORE
infinitamente superiore alla nostra
e punto !

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.11.13 13:33| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottima iniziativa popolare da imitare immediatamente, sono certo avrebbe un grande consenso anche in Italia, il problema sarà caso mai farla diventare legge, abbiamo davanti agli occhi lo scempio di questi ultimi anni,una infinità di referendum popolari poi disattesi dai parlamenti e dai governi in carica di qualunque colore fossero. Se vogliamo imporre la volontà popolare sancita da un referendum, prima bisognerebbe stabilire per legge che ciò che viene votato dal popolo diventa obbligatoriamente e automaticamente legge dello Stato Italiano. Il M5S si faccia paladino di questa sacrosanta opera di giustizia sociale, inizi a studiarci sopra e lanci l'iniziativa quanto prima reclamizzandola da subito, il rapporto massimo deve essere 1:12, dico massimo se non possibile abbassarlo ulteriormente, andrebbe bene ripristinare il rapporto del grande Olivetti 1:10, sarebbe veramente cosa buona e giusta.

Paolo C., Alghero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

FACILISSIMO!
I dirigenti devono avere lo stesso destino degli operai o dipendenti in generale. Se l'azienda è in attivo e la conducono bene, guadagnano, altrimenti vengono licenziati o vanno in cassa come tutti, senza vantaggi particolari.
Semplice, non esisterebbero stipendi d'oro senza meriti.

adriano 22.11.13 13:27| 
 |
Rispondi al commento


o.t

""Crisi, Letta: “Per alcuni ayatollah Ue rigore non basta mai. Nostri conti in ordine”""

scusi , ma il suo governo non è appoggiato anche dal bocconiano monti?

ps

cos'è?,le hanno cambiato lo spartito?

per me non est credibile , qualsiasi cosa dica...
poniamo dica: oggi est venerdi!bene io non le credo...

voglio che mi dia prove inconfutabili:)))

paoloest21 22.11.13 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravissimi!!! Ridiamo dignità al popolo sovrano!!! Dignità a chi si è fatto un mazzo per tutta la vita ed oggi sopravvive! Dignità a chi ha dovuto portare avanti la famiglia ammazzandosi di lavoro e facendo spesso straordinari o secondi lavori con orari massacranti!!! Dignità a chi merita di vivere gli ultimi anni della sua vita in modo sereno! Dignità a chi riceve pensioni da fame ed è costretto a raccogliere avanzi nei cassonetti! Dignità a chi ha cercato di essere assunto e non ci è mai riuscito! Dignità a chi ha lavorato come casalinga e non ha diritto a pensione per il lavoro che ha fatto! Dignità a tutti quegli uomini e quelle donne che hanno vissuto dei frutti della terra! DIGNITA' questo è che chiede il popolo! Una rivoluzione alla francese dovrebbe mettere alla gogna tutti coloro i quali pur guadagnando "laute" pensioni si rifiutano di fare i sacrifici che sono necessari per riportare DIGNITA'.... Questi dichiarano di avere versato i contributi necessari ad arrivare a queste pensioni! Ma non dichiarano grazie a chi hanno ottenuto posti di rilievo che gli hanno consentito di accumulare pensioni così elevate! E comunque quei contributi erano il costo dei nostri sacrifici! Spariscano tutti.... azzeriamoli!!! Eguaglianza sociale e dignità... questo chiede il popolo. Mai più nessuno "dirigente" dovrà guadagnare più di 10 volte quello che guadagna un operaio. Grazie Alessandro Di Battista... piccoli passi verso la vera democrazia sociale.

domenico b., roma Commentatore certificato 22.11.13 13:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se l'andamento di un'azienda o di un paese, fosse proporzionale al compenso dei suoi menagers, l' Italia, che ha gli stipendi dei menagers pubblici PIU' ALTI AL MONDO, dove dovrebbe essere?
ED INVECE, DOV'E'?

antonio d., Carrara Commentatore certificato 22.11.13 13:22| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

caro (prrrrr) Letta,
adesso parla di cultura come l'unica chance per "poter mangiare".....
bhè di cultura ne avremmo da vendere ma la stiamo riducendo in macerie....vd. Pompei....

ma è un altro l'argomento che vorrei trattare:
quando Lei, il PDR piuttosto che LA PRESIDENTE vi prodigate verso un paese sofferente vittima dell'imprevedibile, che siano Lampedusa o la Sardegna, vorrei sentirvi dire:
Bene, vista l'improrobagile necessità, propongo a tutti i miei Ministri ed ai Signori che siedono alle Camere, di percepire uno stipendio ridotto per i prossimi tot. mesi e di devolvere il restante alla Comunità, piuttosto che alla Regione che ha subito il gravissimo danno......

Vede Letta,
la gente fa quel che può....bollettini, sms, invio di generi alimentari e di capi di abbigliamento.....
V O I
C O S A
F A T E?????????????

alnair g., roma Commentatore certificato 22.11.13 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e vabbé e allora...

se renzi è un sirenetto
se letta è un premier
se quagliarello è un saggio

rivaluto alla grande
la mia persona
ma alla stragrande proprio

evvaiiiiii !!!

o no ?

:)

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.11.13 13:21| 
 |
Rispondi al commento

I Manager pubblici o privati, dovrebbero essere pagati a percentuale in base al guadagno che fanno fare all'azienda.
Zero guadagno = zero compensi.
Molto guadagno = molto guadagno per il manager in proporzione.
Parlando quindi di percentuali...va da sè che i guadagni dell'azienda saranno sempre più alti di quelli del manager.
In questo modo si evita che il talento manageriale ti venga soffiato dalla concorrenza, in quanto di base vengono riconosciuti i suoi meriti professionali..pagandolo in percentuale.
E questo non dovrebbe fare...una grinza.

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Vito Crimi - pagina
Pochi minuti fa al Senato: Alessandra Mussolini prova a dire che sulla decadenza di Berlusconi bisogna rifare tutto perché ci sarebbero irregolarità. Ma la più grande irregolarità non è un tweet durante la riunione della Giunta, bensì un senatore condannato per frode fiscale che una sua stessa legge prescrive debba decadere dalla sua carica pubblica. Paola Taverna ricorda all'onorevole della "neonata" Forza Italia (il nuovo che avanza!) le giuste proporzioni tra le cose, e lo fa con il suo consueto stile pacato.

http://www.youtube.com/watch?v=Hhe3Mzafxjw

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

12 a 1 è TROPPO;
5 a 1 può andare.

antonio d., Carrara Commentatore certificato 22.11.13 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CIAO BEPPE,
ED IN SVIZZERA,COME AL SOLITO SONO PIU' AVANTI DI NOI,ALMENO IMITIAMOLI
ALVISE

alvise fossa 22.11.13 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se si dovessero pagare i politici per quello che rendono, dovrebbero tirare fuori tanti di quei soldi che il debito non esisterebbe !

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Azienda in crisi smonta il capannone
per non pagare 80 mila euro di Imu
Le aziende dell'imprenditore Alberto Locchi sono ferme a causa delle difficoltà economiche: «Non ho scelta: comincio a risparmiare così»


FIRENZE - Ha smontato il suo capannone industriale perchè non ce la faceva a pagare l'Imu, circa 80.000 euro. È la storia di un imprenditore toscano, Alberto Rocchi, consigliere comunale a Cascina (Pisa), che pezzo per pezzo ha tirato giù il prefabbricato di sua proprietà a Ponsacco, vuoto ormai da anni. «Le mie aziende sono ferme - ha spiegato -. Sono in difficoltà economica, avevo un'attività in Romania che non posso più seguire. Non ho scelta, devo cercare di salvare il salvabile. Ho deciso di cominciare a risparmiare sull'Imu».

«Ho smontato il capannone - prosegue Rocchi -, era costruito con materiali prefabbricati. Era molto grande, migliaia di metri quadri. Era affittato ad un'azienda che è fallita e così è rimasto vuoto per cinque anni. Cosa dovevo fare...Ho pensato di renderlo simile a una tettoia. Invece di spendere 80 mila euro ne pagherò un decimo». La vicenda tuttavia sembra non essersi conclusa: l'imprenditore ha infatti stoccato i duecento pannelli del capannone in un'area che non sarebbe di sua proprietà. Sono intervenuti polizia municipale e carabinieri e ora sono in corso verifiche. Rocchi sostiene di essere in regola e di aver presentato una Scia al Comune per comunicare il deposito temporanea dei materiali.

http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2013/21-novembre-2013/azienda-crisi-smonta-capannone-non-pagare-imu-2223680234284.shtml

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Alcuni commentatori, sostengono che se li paghi poco, i manegers se ne vanno e l'azienda va in crisi.
Cimoli alle FS: 6,7 mlioni di buonuscita.
Cimoli ad Alitalia: 6 milioni di buonuscita.
Cimoli Alitalia: 5 volte lo stipendio del menager di Airfrance.
Cimoli Alitalia: 3 volte lo stipendio del menager di British Airway.
UNA COSA VA DETTA, CHE FS ED ALITALIA (o Ali Taglia) VANNO MOLTO PENE (lettura libera).

antonio d., Carrara Commentatore certificato 22.11.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non parlare di retribuzioni e merito? Chi ha fatto fallire Alitalia, chi Fincantieri, chi la sanità pubblica e via dicendo.... Stipendio base ed incrementi per il manager pubblico solo se fa guadagnare lo stato. Nessuna liquidazione fino al compimento dell'età pensionabile ed in base a quanto versato nelle casse dello stato. Semplice no?
Non capisco questa beneficenza a chi già ha tanto, troppo.

Luca 22.11.13 13:01| 
 |
Rispondi al commento

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2013/11/deutchland-uber-alles-angela-merkel.html#comment-form

Ha detto Angela Merkel "La Germania, come nazione, è riuscita a uscire bene dalla grande crisi economica degli anni'90 e ora è sotto sorveglianza a Bruxelles per l'entità del suo surplus commerciale. Possiamo vedere come sono i trend dei consumi e della produzione nel Paese, ma sarebbe assurdo ridurre la produzione e la qualità dei nostri prodotti per andare incontro alle richieste di Bruxelles. Noi non abbiamo nessuna intenzione di farlo e quindi non lo faremo....." (standing ovation durata cinque minuti) "....non è possibile assolutamente ridurre artificialmente il grado di competitività raggiunta dalla Germania ed è un errore non porsi il problema guardando soltanto le cose dal punto di vista europeo ma guardare anche alle grandi sfide della competitività a livello globale, andando al di là dei nostri confini, perchè il mondo oggi è globale e la concorrenza è globale, ed è lì che noi intendiamo vincere la nostra sfida. In Germania abbiamo una situazione molto equilibrata perchè il nostro deficit è molo molto piccolo e di molto inferiore al 3%".
Ci ha tenuto a spiegare che era contraria al reddito di cittadinanza ma lo ha accettato come compromesso con i socialdemocratici, i quali lo avevano posto come conditio sine qua non. Ha aggiunto "Ero contraria e lo sono tuttora, ma l'ho accettato, ho già dato incarico di formulare subito la Legge, la firmerò e l'approveremo in parlamento entro dieci giorni".
Tradotto vuol dire: non rispetteremo la richiesta dell'Europa e non ci interessa.
Applicheranno l'austerità e il rigore in tutta Europa, ad esclusione del territorio della Germania dove, invece, porteranno avanti una politica di sostegno e allargamento del welfare. Il loro obiettivo consiste nell'allargare il benessere dei tedeschi, e il costo lo pagheranno i greci, i portoghesi, gli spagnoli, gli italiani e i francesi.
Più chiaro di così!.
Ha fatto la voce grossa

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 12:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE PAGHETTE MILIONARIE DEI LIGRESTI - ERBETTA E PELUSO RACCONTANO CHE IL PRESIDENTE ISVAP GIANNINI INCASSAVA DA FONSAI TRAMITE UN AVVOCATO - I COMPENSI AI LARUSSA E A CARDIA JR…
L’ex ad Erbetta: “All’avvocato Tuccillo, nel cui studio lavorava il figlio di Giannini, Fonsai pagava parcelle tra i 5 e 15 milioni. Era lui che organizzava gli incontri tra Marchionni (capo di Fonsai) e Giannini” - E poi i compensi al figlio di Cardia (1,3 mln) e alla famiglia La Russa (450mila a Ignazio, 211mila a Geronimo, 300mila a Vincenzo)…


Sandro De Riccardis e Walter Galbiati per "la Repubblica"

Gianni Letta, l'ex sottosegretario del governo Berlusconi e zio dell'attuale presidente del Consiglio, a passeggio con Salvatore Ligresti e Giancarlo Giannini, già presidente dell'Autorità che vigila sulle assicurazioni. La scena avviene durante un evento pubblico nella prima parte del 2011: «In questa circostanza Letta avrebbe preso sotto braccio Giannini e Ligresti affermando che per Giannini sarebbe stato trovato un posto istituzionale».

Sono le parole di Fulvio Gismondi, l'attuario del gruppo Fonsai, che ben ricostruiscono lo scudo politico e la copertura presso l'Autorità di vigilanza di cui godevano i Ligresti. Le frequentazioni con Letta avvengono ogni Natale, a casa dell'avvocato Giuseppe Consolo (ex An), e servivano per trovare un posto a Giannini, dopo il suo incarico presso l'Isvap.


Ligresti aveva chiesto aiuto anche a Silvio Berlusconi per ricollocare "lo sceriffo amico" al quale secondo la ricostruzioni del pm Luigi Orsi potrebbe essere stata versata anche una ingente quantità di denaro. Non direttamente, ma secondo i rumors degli ambienti assicurativi riportati nei verbali dell'inchiesta, attraverso lo schermo di uno studio legale.

È Piergiorgio Peluso, figlio del ministro Annamaria Cancellieri e direttore generale di Fonsai per circa un anno fino a settembre 2012, a riferire i bisbigli alla procura: «All'inter

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la caduta dell'europa potrebbe aprire scenari catastrofici.d'altra parte,questa europa è la morte certa.l'ideale sarebbe un'europa dei popoli con un governo centrale che lavori per il bene dei cittadini.questo,però mi sembra irrelizzabile poichè,l'europa è il frutto di un calcolo ben preciso sviluppato da alcuni uomini.questi non permetteranno mai che la lora creatura finisca nelle mani del popolo.si tratta di gente potentissima in grado di creare il più grande esercito del mondo.gente che ha alle proprie dipendenze le migliori menti ed i peggiori killer del mondo.gente spinta da odio nei confronti di tutti e di tutto.odio che deriva dal fatto che non sopportano l'idea che il mondo sopravviva alla loro morte?come ci salveremo?chi ci salverà?certo ad esaminare la situazione,a sentire certi discorsi in giro ed a leggere certe,poverissime, considerazioni(per fortuna non tutte)dei frequentatori di questo blog che pure dovrebbe essere un luogo di sviluppo di idee,non nutro molte speranze.accidenti,frequento questo blog da un bel pezzo.ogni giorno di piu segue il destino di quei circoli che,nascono come circoli cultarali e poi,pian piano,si trasformano in luogo in cui si gioca a carte e dove,i vecchietti, vanno a fare il pisolino pomeridiano.

vito asaro 22.11.13 12:56| 
 |
Rispondi al commento

L'erba del vicino è sempre più verde....

Neutrino 22.11.13 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cavolo!
Abbiamo pagato Cimoli che ha fatto fallire Alitalia.
Noi non siamo come la Svizzera!
Là sono SERI!

Curto Salvatore 22.11.13 12:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

potremmo fare lo stesso in italia ma dovremmo unirlo ad altri referendum :per un solo reddito,per limiti di età per obbligo di presenze in parlamento,orario di lavoro .....naturalmente anche e per tutte le alte cariche.

loredana lambertini 22.11.13 12:52| 
 |
Rispondi al commento

COME SI FA A DARTI TORTO, E' QUASI IMPOSSIBILE, MA QUELLO CHE TI RIMPROVERO ,COSI' COME ALTRI TANTISSIMI CHE VI HANNO VOTATO, E' CHE HAI LASCIATO FARE CHE IL GRANDE INCIUCIO PD-PDL SI COMPIESSE. LI HAI FATTI FARE E QUESTI SONO I RISULTATI. NOI AVREMMO PREFERITO IL VERO CAMBIAMENTO CHE NON C'E' STATO.

FRANCESCO G. 22.11.13 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Jan Niedzielski...e chi ha parlato di sostenere le extra-tassazioni ?..non certo io,che anzi sarei per salari e stipendi,MA TUTTI,non oltre un x limite...dialogando con Eposmail ricordavo solo il fatto storico di come il Governo Monti avesse varato il classico "provvedimento suicida"con tutte le "carte in regola"per essere bocciato !!
Se puo'essere utile ricordo solo che,prima di poter raggiungere l'utopica prospettive che tu sostieni (e che a grandi linee condivido)varare una robusta patrimoniale,riformare gli assolutamente INIQUI scaglioni IRPEF,imporre il reddito minimo di cittadinanza oltreche'tassare a dovere rendite e interessi finanziari (vedi Francia e Gran Bretagna,tra gli altri)non sarebbe
un buon inizio ?

un saluto,e cerchiamo di leggerci correttamente.
f.g-torino.

franco graziani 22.11.13 12:41| 
 |
Rispondi al commento


o.t.

dal fq.it

letta: "......e io mi trovo nel mezzo, servono spalle solide".

meno male che questa volta ha aggiunto la "s". :))

buona giornata

Path Walker Commentatore certificato 22.11.13 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stimendi ed emolumenti vanno tagliati drasticamente.
I bonus solo se fai profitti (e vanno distribuiti anche ai lavoratori, perchè produci grazie a loro).

Solo così chi è a capo di un ente si mette a lavorare davvero: perchè sa che se fa bene lui ci guadagna, e nel contempo chi sta sotto di lui.

In un periodo di crisi dove i lavoratori subiscono, il fatto che loro stiano sempre bene porta solo in fondo ad un tunnel: per loro continua ad andare bene così, e non cambierà nulla. Mai.

Andrea P., Taranto Commentatore certificato 22.11.13 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sigg. Senatori, Sigg. Deputato Movimento 5 Stelle,
PRESENTARE
UN PROGETTO DI LEGGE CHE SOSPENDA I PAGAMENTI DI TASSE, INPS E QUANT'ALTRO DI PROVENIENZA GOVERNATIVA, SE L'AZIENDA SI TROVA IN GRAVI DIFFICOLTA' "OGGETTIVE" E CON RISCHIO LICENZIAMENTO PERSONALE O CHIUSURA FABBRICA PER DEFAULT. Anzi, possibili aiuti, per la sua rpresa.
INNANZITUTTO, SALVARE I POSTI DI LAVORO.
CI RIUSCIRETE AD IMPORRE QUESTA LEGGE, come è successo per l'impignorabilità della prima casa. BRAVI!

giuseppe macchione 22.11.13 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Svizzeri??

http://youtu.be/Mu5Coy8SdWA

er fruttarolo Commentatore certificato 22.11.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non lo inseriamo anche noi nel programma del nostro MoVimento?

Fabio Fioretti, Roma Commentatore certificato 22.11.13 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno, mi permetto di fare una piccola considerazione solo dal punto di vista matematico.

Il rapporto 1:12 non mi sembra corretto in quanto 1/12 = 0,0833. Bisognerebbe piuttosto parlare di 12:1 (che è =12 in quanto un manager guadagna 12 volte l'operaio, non un dodicesimo).

Questo lo dico solo perché dovremmo ricordarci che siamo in Italia e che, quasi sicuramente, moriremo di italianità.

Non ci vuole molto a capire che se io faccio 2 x 12:1 è l'equivalente di 24:1 e che 5 x 12:1 = 60:1. È matematico.
In pratica basta moltiplicare il numero di incarichi per trovare la via di uscita al problema (qualcosa del tipo io chiamo te nel CDA della mia azienda e tu chiami me nel tuo ed il gioco è fatto).

A parte la bellissima iniziativa del 12:1 che sarebbe già una rivoluzione, siamo sicuri che in Italia si potrà mai mettere un limite al numero di cariche o alla somma degli emolumenti dei manager? Sarò pessimista (e mi piacerebbe sbagliare) ma io credo di no.

Giovanni R., Bologna Commentatore certificato 22.11.13 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TAV:
"DOPO ESSERSI INCULATI TUTTI GLI ITALIANI ADESSO TOCCA ALLE MONTAGNE".

Davide B 22.11.13 12:24| 
 |
Rispondi al commento


Scommettiamo che verrà Bocciato?

Sentito l'altra mattina su Radio 24.

Non pubbliciziamolo troppo che meglio va.

Poi ci facciamo la figura di merda!

Porca puttana, però. Facciamoci furbi una volta tanto anche noi. Non anticipiamo news che poi puntualmente ci si possono ritorcere contro.
Supponiamo come è quasi scontato che venga bocciato il referendum.....
Primo: in Italia NON SE NE PARLERA' MAI PIU'
Secondo: ci daranno addosso sempre più.

SVEGLIAMOCI ogni tanto cazzo!

Ale 69 Commentatore certificato 22.11.13 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un imprenditore come Dio comanda dovrebbe stabilirlo da solo senza l'intervento di una legge
( Olivetti docet )se ha a cuore il buon andamento della sua azienda perchè si sa, la voce nei costi più elevata è quella per gli stipendi e gli emolumenti...
Nel Pubblico dovrebbe essere un MUST!

antonella b., Cremona Commentatore certificato 22.11.13 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non sono completamente d'accordo: sarebbe giustissimo nelle aziende pubbliche, anzi il limite dovrebbe esser ancora più restrittivo, ma in un'azienda privata non credo sia giusto mettere limiti al guadagno di chi comunque gestisce e movimenta grandi quantità di lavoro e soldi, e ne subisce le responsabilità. Se una persona si accontenta di un lavoro dipendente con uno stipendio base per non avere, in cambio, responsabilità, impegni e necessita di competenze ed esperienze e rischi, perchè bisogna limitare chi ha invece voglia o coraggio di farlo? Che poi ci siano manager che non meritano questi stipendi d'oro è un altro discorso, ma porre un tetto di base sicuramente disincentiva chi ha idee o potrebbe contribuire, anche a proprio rischio, ad una crescita.

Daniele Colaci 22.11.13 12:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Energia nucleare - Svizzera - Informazioni - Swissworld
In Svizzera ci sono cinque centrali nucleari. Il Consiglio federale ha deciso l'
abbandono graduale dell'energia nucleare. Alla fine del loro ciclo di vita le
centrali...
http://www.swissworld.org/it/economia/energia/energia_nucleare/

Pletoz 22.11.13 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Nel GDL del programma regionale M5S FVG avevamo proposto una distinzione:
- tetto per le amministrazioni pubbliche
- un sistema fiscale progressivo in funzione del divario (rapporto o scarto medio) tra stipendi top e il minimo (o media) per i privati.
Questo vuol dire non vietare o far scappare i top manager, ma obbligare l'azienda a far partecipi i lavoratori del reddito prodotto. Se si vuole mantenere uno scarto, liberi di farlo ma paghi più tasse rispetto ad un concorrente socialmente più corretto.

Emanuele Romano 22.11.13 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Da buon comunista spero che venga bocciato perché va contro ogni regola morale, se fai bene il tuo lavoro, ripeto se fai bene il tuo lavoro, non deve esserci un limite al guadagno. Se no domani succede che la Nestlé decide che a questo punto conviene spostarsi a 100 km e manda a casa migliaia di persone. E ne è conveniente nelle aziende statali, perché a lungo termine succederà che i manager migliori andranno a lavorare sempre più per i privati lasciando alla comunità gente sempre meno brava e preparata. Tutto questo al meglio dell'onestà ovviamente

gianni alberto passante Commentatore certificato 22.11.13 12:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

buongiorno blog e qui caffè a 5 stelle!!!è ovvio che gli stipendi vanno rivisti e l'iniziativa svizzera è giusta.un insulto che bisogni arrivare ad un referendum per cose del genere che dovrebbero essere di legge!!!bravi gli svizzeri e sarà una cosa da fare anche qui!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 12:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@FRANCO GRAZIANI

NIENTE EXTRA TASSAZIONI, SOLO TETTO MASSIMO DELLE PENSIONI NON RETRIBUTIVE DI 5000€ E ANCHE RETRIBUTIVE, SE VUOI UNA PENSIONE PIU ALTA TE LA PAGHI, MENTRE RETROATTIVAMENTE CHE RINGRAZZINO DIO PER NON AVERLE ABBASSATE A 3000€, VISTO CHE QUELLE NON RETRIBUTIVE NON LE MERITEREBBERO PERCHÉ NELLA MAGGIORANZA NON SE LE SONO "GUADAGNATE" "PAGATE"!
STO VECCHIUME DI "LADRI" "VAMPIRI" INDEGNI, É GIÁ UN'ENORMITÁ GARANTIRGLI 5000€ DA CHI FORSE NON RICEVERÁ UN'EURO DI PENSIONE!

POPOLO DI VECCHI DI MERDA...

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 22.11.13 12:10| 
 |
Rispondi al commento

@lady dodi

ti chiedo , per curiosità e basta,
perchè non usi il "rispondi al commento" ?

paoloest21 22.11.13 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono fiero di vivere in Svizzera e ho votato si per corrispondenza. Sono cosciente che non passerà, ma almeno l'opinione pubblica si è fermata su di un problema serio: la ridistribuzione della ricchezza! Il 5-10% della popolazione mondiale detiene oltre il 50% del patrimonio. Il problema è mondiale e non di un singolo stato, quindi questa dovrebbe essere una legge mondiale! Altrimenti uno stato come la svizzera si vede poi scappare via aziende dirette da manager che vogliono guadagnare milioni...

Dario 22.11.13 12:10| 
 |
Rispondi al commento

@ Game Over 10:04
(post precedente)

"...le manifestazioni si suddividono in due categorie:
Le PACIFICHE (scampagnate coi sindacati o politici in testa) e quelle VIOLENTE, che...
o sono VIOLENTE di per se...o vengono fatte passare per VIOLENTE con infiltrazioni di chi la violenza la condanna.
Quindi non se ne esce e bisognerebbe sciogliere questo nodo:
O MANIFESTAZIONI "DECISE" e PRATICATE DAI MANIFESTANTI o...SCAMPAGNATE!"
----------

Secondo me non se ne esce così.
Se ne esce con un terzo tipo di manifestazione che non richiede fisicità (passeggiate o aggressioni che siano) ma bensì inelligenza e consapevolezza di cosa significhi valere uno.
Questa terza via è semplicemente la manifestazione del proprio pensiero nella consapevolezza che può diventare "dominante" solo dal momento che è condiviso dalla maggioranza dei cittadini.
Tutto il resto mi pare rimanga nel campo del velleitarismo arrogante per cui lo vedo solo un modo per perpetrare la prevaricazione e non per uscirne.
Ciao, ^__^

Daniela M. Commentatore certificato 22.11.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

stipendi equi? 1:12? siete sicuri di conscere il significato della parola "equita"?

l'equita non era 1:1?

questo 12 è come il limite del 3% di deficit pubblico, è uscito da menti malate
i manager svizzeri campioni nel lavare i soldi sporchi hanno già pronto il piano B, C e anche quello D...

jjjb (vinciamo noi) Commentatore certificato 22.11.13 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Piu hai soldi e piu sei forte , piu sei forte e piu hai soldi , o si spezza questa cosa o la si lascia andare , sono scelte , in svizzera stanno cercando di spezzarla , da noi è passata l'ideologia che più ti pago e più mi sei fedele e più mi servi bene in tutto , così pago uno 100 e questo mi tiene schiave 1000 persone e mi fa risparmiare, sono solo scelte , vittorio valletta ( quello che diede il nome alle vallette di torino ) top manager fiat , prendeva 20 volte il salario di un operaio della fiat e faceva immensa la fiat del tempo ... il resto è nebbia

tino p. Commentatore certificato 22.11.13 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Supponiamo che tu sia un megadirigente di una grossa multinazionale e guadagni 194 volte l'impiegato meno pagato.

Un bel giorno ti arriva una lettera in cui ti dice che a causa della nuova legge ti devono pagare 12 volte l'impiegato meno pagato. Ovvero, da oggi prendi MENO DI UN QUINDICESIMO di quanto prendevi fino a ieri.

Che cosa fai? come minimo ti dimetti e mandi il tuo invidiabilissimo CV a qualche multinazionale americana che del tetto 1:12 se ne fotte allegramente.

Quindi l'azienda dovra' trovare qualcuno che ti sostituisca, ma non potra' proporre salari competitivi con gli altri paesi, Avra' quindi difficolta' a reclutare i top manager piu' brillanti.

Quali saranno le conseguenze per gli operai che lavorano in quella azienda?

gp 22.11.13 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando leggo queste cose penso proprio che noi viviamo su un'altra galassia!

antonella b., Cremona Commentatore certificato 22.11.13 12:03| 
 |
Rispondi al commento

LA Svizzera non è l'Italia. Se l'Italia assomigliasse alla Svizzera staremmo come sta la Svizzera e non nei residui della digestione come invece stiamo. Loro, facilmente, hanno avuto ed hanno i governanti. NOI, di certo, abbiamo avuto ed abbiamo pirana, avvoltoi, licaoni, iene e quant'altro. O li facciamo fuori o o continueranno a scotecarsi i residui della nostra carne.

terenzio eleuteri 22.11.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

@ eposmail..ciao,la Corte non potrebbe dichiarla incostituzionale,perche' nella precedente legge volta a tassare le pensioni d'oro per un contributo anti-crisi,il Governo Monti si dimentico' (lo fece apposta,per farsi respingere una legge che non desiderava essere approvata)di estendere il contributo forzoso a TUTTE LE PENSIONI D'ORO,PUBBLICHE E PRIVATE,cosi'dando
alla Corte il motivo supremo ed insuperabile per dichiararne l'incostituzionalita.."Irragionevole ed infondato il principio di escludere alcune categorie da un extra-tassazione,indirizzando il gravame solo sulla categoria delle pensioni pubbliche.."...si spera che se verra'quel giorno
il M5S non faccia un errore cosi'grossolano....
se poi la Corte trovera'qualche gabola per salvare i suoi e dei sodali privilegi...semplicemente si abolira' la Corte,cosa possibilissima con maggioranza qualificata..il nostro problema pero'rimane sempre questo:- con quali numeri e con quale maggioranza ?

f.g-torino


franco graziani 22.11.13 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente ieri sera ho potuto vedere il cuore vero e sincero di Santoro, che stimo tanto e lo reputo uno dei migliori, capacita' sintetiche uniche, pensiero brillante e sempre condito con un pizzico di humor che rende ancor piu' interessante il dibattito. Bravo Travaglio a puntualizzare le incoerenze di Cuperlo. Questo Cuperlo e' identico a tutti gli altri, e' una cosa incredibile, sono tutti uguali, stanno li a sfornare continuamente dati (rigorosamente senza fonte e senza alcuna attinenza al dibattito), non hanno IDEE, cazzo, questi non hanno idee e vengono pagati proprio per questo, che futuro ci attende? che generazioni avremo? non riesco a credere a tutto quello che vedo in televisione. Milioni di persone con l'acqua alla gola e le banche credono davvero di poterci imboccare con questi messaggeri ridicoli, privi di sostanza, senza alcuno zelo o particolare passionalita'. Un esercito di incapaci SUPER PAGATI per farci esasperare, meglio un dittatore, almeno ti risparmi la frustrazione continua del dubbio di aver forse sbagliato a capire quali sono i valori fondamentali della vita. Questo tipo di interdizioni INDUCE ALLA PAZZIA. Almeno Renzi e' da ridere, nel senso che fa vedere esattamente il livello culturale di questi mercenari dello stato. Le banche potrebbero impegnarsi di piu' per realizzare questo controllo sociale pacifico (della moneta), potrebbero essere piu' sincere sullo scopo di questo disegno politico globale, potrebbero tagliare di piu' gli interpreti di questa operazione (effettivamente ne sono davvero tanti), potrebbero scegliere persone migliori e meno costose (vedi M5S), potrebbero darci un taglio con tutte queste associazioni mafiose ed altri tipi di bracci armati non convenzionali ricambiando la generazione fallimentare odierna che ci ha portato a tutto questo. Lo so, sto chiedendo troppo, ma per il sottoscritto UNA SOLA MONETA UNA SOLA REGOLA si realizza se si da esempio da quelle auree stanze, che poi, di aureo non hanno nulla... GIA'

Rodolfo Mazzagatti 22.11.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

...tante parole....

...poche mongolfiere.......

Antonello B., Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

----------- UNA CANZONE PER L'ESTATE... CHE VERRÀ? ----------

Alitalia è un bellissimo "auspicio"... mettere le ali all'Italia è proprio quello che servirebbe in questo momento. Ma non c'è più un soldo... e nemmeno più il sogno di volare. Stormi di passeri, fringuelli, canarini e rondini... privi della loro proverbiale leggerezza son condannati a camminare... facili prede di gatti, volpi, faine e tassi... de interesse di questi se ne farebbe volentieri a meno. I pulcini cadono dai nidi senza neanche la speranza di poter librarsi in volo. Nel cielo c'è posto solo per gli avvoltoi. Per tutti gli altri solo una voliera per le anime.

-----
♪ ♫ Com'è che non riesci più a volare ♪ ♫
♪ ♫ com'è che non riesci più a volare ♪ ♫

Con le tue finestre aperte sulla strada e gli occhi chiusi sulla gente
con la tua tranquillità, lucidità, soddisfazione permanente
la tua coda di ricambio
le tue nuvole in affitto
le tue rondini di guardia sopra il tetto.

Con il tuo francescanesimo a puntate e la tua dolce consistenza
col tuo ossigeno purgato e le tue onde regolate in una stanza
col permesso di trasmettere
e il divieto di parlare
e ogni giorno un altro giorno da contare.

♪ ♫ Com'è che non riesci più a volare ♪ ♫
♪ ♫ com'è che non riesci più a volare ♪ ♫
-----

per l'analisi del testo:
http://www.giuseppecirigliano.it/Canzone_per_estate.htm

http://www.youtube.com/watch?v=xfUr0p--uFI

...alle "anime salve".

Mago Merlino 22.11.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento

1:12 ......

Quì al solo proporre un limite a 1:120 inizierebbero a grattarsi i cojoni...

Antonello B., Napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Il problema, come la vedo io, non è il limitare ex legge la libertà privata ma quello di limitare gli sprechi pubblici. Se i soci della la Fiat vogliono dare a Marchionne quello che desidera lo facciano con gli utili a loro spettanti. Al Pubblico deve interessare che Marchonne paghi le tasse Italiane (ne non Svizzere) se il business è da noi e che il servizio Pubblico paghi i propri amministratori nei limiti di quanto sopra.
Per ultimo devono essere previste adeguate responsabilità penali e civili per il lavoro eventualmente svolto male.
Giancarlo

Giancarlo G., Verona Commentatore certificato 22.11.13 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe una meraviglia.

Aldo Secco 22.11.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento


intanto in italia:

""Palazzo Chigi: ai manager premio di 30 mila euro per un'email""

""ROMA (WSI) - I dirigenti di Palazzo Chigi sono proprio bravi. Al 99% di loro sono andati i premi di rendimento per aver centrato gli obiettivi: una somma che varia tra i 26mila e i 31.600 euro. Cos'hanno fatto per ricevere tutti questi soldi? Spulciando tra le paginate della "direttiva generale" che dovrebbe stabilire i criteri per i premi, si scopre che bastava usare l'e-mail invece delle lettere per avere i riconoscimenti.""


http://www.wallstreetitalia.com/article/1645180/la-casta/palazzo-chigi-ai-manager-premio-di-30-mila-euro-per-un-email.aspx


siamo oltre!, ma davvero...


il resto qui


paoloest21 22.11.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se non si riuscissero a tagliare le pensioni d'oro perche' contro principi costituzionali, al limite si potrebbe applicare lo stesso principio per le pensioni, 1:12! Saluti

Marco P., Torino Commentatore certificato 22.11.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao ragazze e ragazzi!!!

Ue', mi raccomando, domenica prossima piazze italiane a cinque stelle!!! Finalmente l'ANPI si e' mossa, e non va lasciata sola: NON PERMETTIAMO AI NANI CATTIVI DI CAMBIARE LA COSTITUZIONE CHE HANNO FATTO I GIGANTI BUONI!!!
(semplifico, cosi' anche i bimbi capiscono).

Domenica prossima, in 160 piazze d'Italia, facciamogli vedere che il movimento ha le fondamenta salde!!!!

Per chi vuole sapere dove andare nella sua citta', guardi:

www.anpi.it

Per chi invece si trova a Praga: Malostranska, ore 11:00!!

No pasaran.

Abbraccio e buona giornata,
Alfredo

Alfredino Iorio, Praga Commentatore certificato 22.11.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

= VILISSIMA CONDIZIONE =

ieri qualcuno (mi pare travaglio...)
ha esplicato una sacrosanta verità
ovvero che i nostri politici
sono bravi ad indicarci ogni giorno
gli innumerevoli problemi del paese
indicandoceli con sdegno
(come se fossero loro del tutto estranei)
e sfornando infinite e logoranti teorie
su come si POTREBBERO risolvere,mentre
al contempo però non ne risolvono alcuno
anzi,il più delle volte
non se ne occupano nemmeno
dato che impegnati come sono
a far apparire in televisione
le loro truccatissime facce
non ne hanno materialmente il tempo
ecco,tanto per tracciare un paragone:
a differenza dei nostri fanfaroni
gli svizzeri parlano assai poco
ma fanno molto,moltissimo
ed anche di più !

"Se noi dobbiamo risvegliarci una volta, e riprendere lo spirito di nazione, il primo nostro moto dev'essere, non la superbia nè la stima delle nostre cose presenti, ma la vergogna. E questa ci deve spronare a cangiare strada del tutto, e rinnovellare ogni cosa. Senza ciò non faremo mai nulla. Commemorare le nostre glorie passate, è stimolo alla virtù, ma mentire e fingere le presenti è conforto all'ignavia, e argomento di rimanersi contenti in questa vilissima condizione."(Giacomo Leopardi)

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 22.11.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento

BEATI GLI SVIZZERI CHE POSSONO FARSI VALERE, DA NOI I DELINQUENTI POLITICANTI NEMMENO LI CONSIDERANO E RISPETTANO I REFERENDUM, COSE DA MANICOMIO CRIMINALE.
IERI CUPERLO L'EUNUCO TRIESTINO, "CIÓ PICCIO CÓSSA TE RACCONTI MONADE" SCHIACCIATI COME SONO I TRIESTINI MASCHI DA UN MATRIARCATO AUSTRIACO SOFFOCANTE QUANTO ARROGANTE! IERI DA SANTORO, HA FATTO LA "VISPA TERESA":

Perduto l'onore,
sfumata la stima,
la vispa Teresa,
più vispa di prima,
per nulla pentita,
per niente confusa,
capì che l'amore
non è che una scusa.
Per circa tre lustri
fu cara a parecchi:
fra giovani e vecchi,
oscuri ed illustri,
la vispa Teresa
fu presa e ripresa.
Contenta e giuliva
s'offriva e... soffriva.
(La donna che s'offre.
se apostrofa l'esse,
ha tutto interesse
a dire che soffre!)
Ma giunta ai cinquanta,
con l'anima affranta,
col viso un po' tinto,
col resto un po' finto,
per torsi d'impaccio
dai prossimi acciacchi
apriva uno spaccio
di Sali e Tabacchi.
Un giorno un cliente,
chiedendo un toscano
le porse la mano
così... casualmente.
Teresa la prese,
la strinse e gli chiese:
"Mi vuole sposare?
Farebbe un affare!"
Ma lui, di rimando,
rispose: "No, no!...
Vivendo e fumando
che male ti fo'?"
Confusa e pentita
Teresa arrossì,
Dischiuse le dita
e quello fuggì...
QUESTO FETENTE FIGLIO DI DALEMA, AMMETTE "GLI ERRORI" "GLI SBAGLI" MA NONOSTANTE TUTTO SI PROPONE COME "LA SOLUZIONE"? SE PRIMA PROVAVO SOLO RABBIA PER CHI CONTINUA A VOTARE QUESTI BUFFONI, ORA LI ODIO SEMPRE DI PIÚ, CI SARÁ MAI UN LIMITE ALLA STUPIDITÁ DEI PIDDINI, IL FUMO CHE SCATURIVA DALLE VUOTE PROMESSE DI CUPERLO É STATO AGGHIACCIANTE , COME L'APPLAUSO AL TERMINE DELLA PURIFICAZIONE DELL'ANGELICO DALEMA, A QUEL PUNTO HO VOMITATO, QUELL'APPLAUSO A SERVIZIO PUBBLICO ALLA SANTIFICAZIONE DI DALEMA CI DICE CHE SE NON SVEGLIAMO I MORTI NON VOTANTI NON AVREMO MAI I VOTI DI QUESTI MENTECATTI PIGLIA IN CULO RECIDIVI DI PIDDINI, "SÓ PROPRIO SCEMI", ROBBA DA FAMME VERGOGNÁ D'ESSE SEMPRE STATO DE SINISTRA AHIMÉ, MA NDÓ ANNAVI CO STA GENTAGLIA?

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 22.11.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento

PAOLOEST, non ce n'è bisogno.
Adesso il PD ci farà su delle Tavole Rotonde, nonchè Tavole di Confronto che dureranno fino al 2117!

Lady Dodi 22.11.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOMANDONE :..ipotesi...domani il M5***** vince le elezioni ed ha i numeri per governare.
Una volta al governo fa una legge per ridurre le pensioni da 90.000 euro mese ad un massimo di 5.000.
Gli organi preposti , ritengono costituzionalmente inammissibile tale possibilità ..(in quanto colpiti anche nei loro privilegi)....BENE...allora che succede??????

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 22.11.13 11:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche la Svizzera inizia a risentire della crisi, non come da noi in Italia, anche li iniziano a preoccuparsi.
Si DEVE proporre che lo stipendio di un manager non possa essere, al massimo di 10 volte il minimo dello stipendio di un operaio.
Già vedo i nostro incapaci manager delle municipalizzate o affini che storgono il naso (sai loro sono intoccabili).
Per metterli alla prova si propone che l'equivalente importo di tasse pagate, venga redistribuito durante l'anno in parti proporzionali tra le maestranze e i super manager.
Nel caso la ripartizione non avvenga si riducono gli stipendi dei super manager di 1/10 ogni anno.

Cazzo se li vedi correre e lavorare e pensare seriamente, non a grattarsi tutto il giorno.

cosa ne dite? va affinata ma è una buona proposta.


Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato 22.11.13 11:37| 
 |
Rispondi al commento

gli stipendi equi....
ma dai?
noi abbiamo la "politica equa" da 20anni......
allora, siamo all'avanguardia.....ahahah

alnair g., roma Commentatore certificato 22.11.13 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Scommettiamo che verrà Bocciato?

Sentito l'altra mattina su Radio 24.

Non pubbliciziamolo troppo che meglio va.

Poi ci facciamo la figura di merda!

Ale 69 Commentatore certificato 22.11.13 11:31| 
 |
Rispondi al commento

corriere notizia flash

11:21
Fonsai: 451 mila euro a La Russa quando era ministro

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 22.11.13 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per quello che conta ho votato si all'iniziativa(per corrispondenza).Cari amici italiani non voglio moralizzare ma avete dormito e avallato politici nullafacenti per troppo tempo.Non se ne andranno mai.Dovete scacciarli!Votate per il popolo!Votate M5S!!!:-) :) :] =)

renzo antonini Commentatore certificato 22.11.13 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Così vicina, eppur così lontana.

Emanuele Manco Commentatore certificato 22.11.13 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Questo 1:12 della Svizzera, in merito a stipendi, è veramente una lezione a tutti e di a TUTTI! Questa, è giustizia; quindi cosa si aspetta in Italia a fare qualcosa di analogo? Speriamo!

Lorenzo Morganti, Firenze Commentatore certificato 22.11.13 11:26| 
 |
Rispondi al commento


buondì!

adesso lo propongo al piddì:)))

paoloest21 22.11.13 11:25| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
credo che l'Italia sia proprio il primo paese ad avere queste divergenze anzi, in questo paese sono molto ma molto più ampie queste divergenze tra manager e dipendenti sia pubblici che privati.
Sarebbe a mio avviso un'ottima iniziativa se portata avanti nel nostro paese specie in questo periodo di crisi. Tutti a casa, senza pensione ne buon'uscita ! Forza M5S

Domenico Laurenza 22.11.13 11:25| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIEEEEEEE, ho anch'io la mongolfieraaaaaaaaaaaaaa

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 11:24| 
 
  • Currently 2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ammesso e non concesso che in Italia si facesse un referendum analogo, chi lo rispetterebbe poi il risultato?

Lady Dodi 22.11.13 11:23| 
 |
Rispondi al commento

e' una regola di equita' sociale, che il movimento dovrebbe proporre subito, ALMENO per le societa' a partecipazione pubblica. Beppe ne parlava nei comizi delle politiche, ma non era piu' stato menzionato. Questo post quindi ha un'ottima tempistica. Saluti

Marco P., Torino Commentatore certificato 22.11.13 11:23| 
 |
Rispondi al commento

Che abisso senza fondo a leggere questo post e l'articolo che ora si trova nella Home de il F Q :la Kasta non permette alla Corte dei Conti, alla Finanza .alla Magisytrastura di mettere becco in TUUTI gli affari del Partlamento e del quirinale .Le Istituzioni sono uno Stato dentro lo Stato

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.11.13 11:23| 
 |
Rispondi al commento

La differenza tra noi e la svizzara e che loro si danno sempre da fare, mEntre da noi parlano tutti all'infinito ma al governo non fanno mai un cazzo !! è una vita che sono li seduti, fermi in meditazione SUPERPAGATI per cosa ?? mentre noi siamo nella strada verso ad un declino distruttivo...dove non abbiamo speranza
Vediamo spesso alla tv industriali ai quali non basterebbe molto per riprendersi...ma qui in italia le tasse come una peste prevalgono su tutto senza alcona logica o ragionamento.. e non c'è alcun politico che tenta di marginare il preoblema....il loro compito e quello di stare fermi a guardare noi fessi che li votiamo

giovanni.p(vicenza) 22.11.13 11:16| 
 |
Rispondi al commento

Beati gli svizzeri che possono proporre iniziative popolari che saranno poi ascoltate.
Qui da noi in Italia... vi ricordate le nostre 350.000 firme che fine hanno fatto ??
Da noi serve il pugno duro, questi qui al Governo sono peggio delle cozze sullo scoglio...

Roberto Chiappa, Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 22.11.13 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi non sono problemi che ci riguardano, da noi vige il principio del bottino di guerra, ognuno è autorizzato a prendere tutto ciò che può...

fabio martello Commentatore certificato 22.11.13 11:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori