Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Lo spettro del populismo

  • 479


spettro_populismo.jpg

di Paolo Becchi

"Uno spettro si aggira per l’ Europa. No, non è lo spettro del comunismo di cui parlava Marx nel Manifesto del Partito Comunista. Lo spettro, oggi, è un altro: quello del populismo. Ecco la grande paura dei poteri forti, invisibili (anch’essi, dunque, in un certo modo spettrali), che controllano quella che Ida Magli definisce la Dittatura Europea: la paura che nel Parlamento europeo, alle prossime elezioni, si insinuino – a fianco alle forze dei partiti “tradizionali” – movimenti di aperta e reale opposizione a questa idea d’Europa, a questa oligarchia economico-finanziaria che è stata chiamata Unione Europea. E allora ecco che, una volta individuato il nemico, bisogna dargli un nome e combatterlo: il nome è populismo, e la sua versione italiana è il M5S. Cominciamo a fare un poco di chiarezza. Il “populismo” non esiste. Esistono i populisti, che tra loro non hanno, talvolta, nulla in comune, e che possono esprimere, di volta in volta, movimenti radicali di protesta, forme politiche reazionarie. Cos’hanno a che vedere i populisti russi, i narodniki slavofili, con i populisti della guardia del ferro rumena? Come definire sotto un’unica categoria, il populismo gandhiano, la Jacksonian democracy ed il peronismo? Questa "caccia al populismo" esiste almeno da vent’anni in Europa. Come ricorda Jean-Claude Guillebaud, nell’articolo Populismo scritto nel 1996, il termine ha conosciuto nel corso degli anni novanta "uno straordinario destino mediatico", designando in modo vago "ogni pensiero che si allontanasse dall’ortodossia monetaristica liberale". In questo modo, populismo diventa un’arma retorica da utilizzare contro i gruppi più vari e diversi: dai trozkisti agli ecologisti, dalle destre reazionarie e neo-fasciste ai movimenti di critica sociale e di protesta. Troppo facile e riduttivo pensare, come fa Eco (*), il populismo come "una forma di regime che […] tende a stabilire un rapporto plebiscitario immediato tra il leader carismatico e le folle". In questo modo il termine “populismo” diventa essenzialmente polemico, una marca per stigmatizzare fenomeni ed esperienze del tutto eterogenee (il tatcherismo diventa una forma di "populismo ibrido" comparabile al nazional-populismo dell’estrema destra francese, al telepopulismo berlusconiano al populismo agrario polacco, al socialismo populista di Lumumba, e così via (**). Cosa significa tutto ciò? Che non c’è alcuna dottrina, alcuna teoria politica che possa definire il populismo. Il populismo non è una teoria politica: è, piuttosto, una sindrome – una serie di sintomi, di segni indicativi di una malattia. È ciò che esprime un malessere che cova all’interno della società, che lo porta di volta in volta in forme diverse alla luce. Il “populismo” non è che il nome retorico del malessere di un’Europa malata, l’ Europa dei banchieri della speculazione finanziaria, del partito unico dell’ Euro che sta riducendo alla fame milioni di cittadini europei. Il punto non è, allora, che cosa sia il populismo (il populismo non è niente, non esiste). È, piuttosto, quale Europa vogliamo. È questo il vero tema di discussione, il vero punto critico, la questione reale che forze come il M5S rappresentano sulla scena nazionale ed europea. In Europa il M5S, la sua presenza nel Parlamento Europea, imporrà una ridiscussione dell’idea di Europa che si è costruita, imporrà l’esigenza di un’Europa che deve tornare ad essere quella dei popoli e non delle grandi elites finanziarie. Il “populismo” non c’entra nulla. È di questo che hanno paura i poteri forti. E se in Italia non si avranno elezioni politiche a breve termine, è perché si teme che alla presidenza di turno dell’Italia si presenti una forza a 5 stelle. La rivoluzione cominciata in Italia si estenderebbe allora immediatamente in Europa: è questa la vera ragione perché non ci saranno elezioni politiche in Italia. Ci saranno, però, quelle europee, ed è lì che il M5S potrà e dovrà ripetere il successo delle precedenti politiche. Da cosa cominciare, dunque, per una nuova idea di Europa? Che cosa vogliamo? Che cosa non vogliamo? La discussione deve cominciare, finalmente. Ci piacerebbe che essa fosse ispirata da una riflessione di uno dei più grandi filosofi della seconda metà del novecento, John Rawls, il quale scriveva (***): "Un punto sul quale gli europei dovrebbero interrogarsi riguarda, se mi si concede di azzardare un suggerimento, quanto lontano vogliono che si proceda con la loro unificazione. Mi sembra che molto sarebbe perduto se l’Unione europea diventasse un’unione federale come quella degli Stati Uniti. In quest’ultimo caso, infatti, esiste un linguaggio condiviso del discorso politico e una completa disponibilità a passare da una all’altra forma di Stato. Inoltre, non sussiste un conflitto tra un ampio e libero mercato comprendente tutta l’Europa, da una parte, e dall’altra i singoli Stati-nazione, ciascuno con le proprie istituzioni, memorie storiche, e forme e tradizioni di politica sociale. Sicuramente questi elementi sono di grande valore per i cittadini di tali paesi, poiché danno senso alle loro vite. Un ampio mercato aperto che includa tutta Europa rappresenta l’obiettivo delle grandi banche e della classe capitalista, il cui principale obiettivo è semplicemente quello di realizzare il più alto profitto. L’idea di crescita economica progressiva e indeterminata caratterizza perfettamente questa classe. Quando parlano di redistribuzione, lo fanno di solito in termini di redistribuzione a gocciolamento. Il risultato a lungo termine di questa politica economica — già in atto negli Stati Uniti — conduce ad una società civile travolta da un consumismo senza senso. Non posso credere che ciò è quanto desiderate" Paolo Becchi

(*) U. Eco, Ammazza l’uccellino, in Id., A passo di gambero
(**) Si vedano, a questo proposito, le classificazioni analizzate da P.-A. Taguieff, L’illusione populista
(***) Lettera scritta da Rawls a P. Van Parijs nel 1998, pubblicata in J. Rawls - P Van Parijs, Three Letters on The Law of Peoples and the European Union, in «Revue de philosophie économique», 8, 2003, pp. 7-20; trad. it. Dialogo sull’Europa, in «MicroMega», 2, 2012, pp. 197-220).

Tutte le informazioni su OLTRE V3day. Clicca il banner:
Vday3_oltre

Iscriviti all'evento Facebook e invita i tuoi amici!
Invia i tuoi video su youtube con il tag #OLTREv3day sul tema "Andiamo Oltre!". I migliori saranno pubblicati sul blog.
Partecipa su Twitter con #oltrev3day

Potrebbero interessarti questi post:

Occupazione tedesca - Ida Magli
NON morire per Maastricht
Il tributo di sangue all'Europa

13 Nov 2013, 10:33 | Scrivi | Commenti (479) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 479


Tags: democrazia, elezioni europee, finanza, Ida Magli, M5S, Paolo Becchi, populismo, UE

Commenti

 

ciao tutti mi chiamo roberto e sono nativo della zona così detta della bassa modenese più precisamente di Quarantoli piccola frazione del comune di mirandola zona colpita dal terremeoto nel maggio 2012 e li abitano anche i miei genitori che per fortuna non hanno avuto grossi danni anzi per le riparazioni si sono arrangiati e non hanno chiesto nulla a nessuno orgogliosi di aver fatto questa scielta. veniamo al dunque,a proposito di populismo, qui sta circolando la voce che i soldi raccolti durante la campagana elettorale che grillo in un filmato,che ho visto anche io,ha donato al comune di Mirandola, il quale sindaco avrebbe investito nella nuova palestra che verrà costruita proprio a Quarantoli,non sono arrivati e che era tutta una messa in scena,non vorrei che essendo una comunità notoriamente maggioranza PD questi soldi abbiamo fatto una brutta fine per screditare il m5 stelle. io nel mio piccolo sto cercando di fare propaganda e di co che questo movimento e l'unica alternetiva a questa situazione e che ci serve una forte scossa come quella del maggio scorso naturalmente scossa degli animi per fare cambire l'idea a questa gente, mi dicono che sono un populista tanto per sminuirmi ma a me non interessa anche perchè non è così sono loro che hanno gli occhi chiusi o meglio non vogliono vedere, perciò se qulcuno può verificare se è vero che non sono arrivati e farlo sapere alla gente del posto,se fosse Beppe a farlo a ncora meglio, solo cosi forse cominceranno a vedere che chi è il m5 stelle.
grazie ro50
ps foraza ragazzi io continuo a fare propaganda ho fiducia in voi

robby grossi, modena Commentatore certificato 22.11.13 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Gentilissimi.
E' possibile che per aprire un blog od un sito web per solo scopi divulgativi,ed inserire la pubblicità di Google AdSense, bisogna aprire la partita IVA e non solo, versare il contributo minimo INPS pari a 3800 Euro all'anno: con la pubblicità di AdSense nella migliore delle ipotesi si possono guadagnare forse 100 Euro, per pagarsi le spese di Hosting e dominio. Perchè non viene cambiata questa vergognosa forma di tassazione?
Come si pensa di far ripartire l'economia?
Scusate lo sfogo!
Salvatore
http://www.mareterrasole.it

Salvatore 21.11.13 18:09| 
 |
Rispondi al commento

Preg.mo Prof. Becchi, trovo questo suo articolo molto intreressante, tuttavia uscendo da discorsi teorici sono a chiederle, attraverso questo BlOG di focalizzare la sua attenzione sulle ipotizzate privatizzazioni che costituiscono l'ultimo e definitivo atto della spoliazione deglli asset strategici del sistema Italia. Non è populismo chiedere a questo M5S di levare vigorosamente e con indignazione la voce nei confronti di un governo che non ha in realtà alcun interesse nell'abbassare realmente il debito pubblico ormai deflagrato, ma ha l'esclusivo interesse di svendere ciò che ancora ha un valore in questo Paese ad interessi stranieri. Bisogna ribadire "sicuramente stranieri". Nel mio piccolo vi invito a fare una battaglia politica, che non è certamente populista, in difesa degli interessi vitali di questo Paese. Ricordo soltanto che Enrico Mattei ha sacrificato la sua vita per liberare l'Italia dalla schiavitù delle "Sette Sorelle". Ora i nostri dirigenti e capi di governo vogliono nuovamente legare queste catene di schiavitù ai nostri polsi. Battiamoci perché società come l'ENI, l'ENEL e FINMECCANICA non vengano svendute a capitali stranieri. Mi ricordo dell'incredibile privatizzazione di TELECOM fatta con i soldi di TELECOM o più esattamente pagata facendo indebitare TELECOM. Debito che a lungo andare ha distrutto un gioiello della imprenditoria italiana, facendola ora svendere ad un gruppo straniero. Sono certo che questo problema è già davanti ai vostri occhi.

Marco Z., Milano Commentatore certificato 21.11.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento

una volta quando la vergogna era una virtù e il parcheggio lo si pagava al momento di lasciarla o prenderla la macchina, ora invece no, noi siamo gente per bene che fa del bene, noi non abbiamo niente di che vergognarci siamo italiani è la nostra cultura libertina. La Vergogna gridata dal Santo Padre voi non l'avete nemmeno capita, non fa per voi, voi site gente per bene che fa del bene alla comunità. Torniamo a me sono un Disoccupato ultracinquantenne dimenticato da tutti i parlamentari, mi diletto a fare piccoli lavori in casa di persone giusto per pochi soldi e per non pensare, ieri sera sono andato in via petrelli lontano da piazza mazzini a svolgere un piccolo lavoro, parcheggio la macchina faccio il biglietto di un'euro all'ora e vado a fare questo piccolo lavoro da 10,00 euro, tanto per campare e racimolare la somma giusta per potermi CURARE, ho tardato quasi mezzora oltre l'orario del biglietto, non per rubare voi ma perché non ho pensato all'orario, esco e mi ritrovo la multa di 17,50 euro per scadenza orario,da pagare entro cinque giorni altrimenti è di 25,00 più spese, poco più in là vedo il Sig.Vigile che emetteva altre multe, ho chiesto spiegazioni, ho chiesto di pagare la differenza oraria e non avendo ulteriori risposte, "loro hanno la divisa ed è giusto che siano Superbi", ed ho capito che la Vergogna voi non la conoscete non e di casa vostra, voi siete i Giusti, siete Gli Eletti dal Supremo, quello che voi fate è GIUSTO perché la vostra GIUSTEZZA è sacra.
Poi ti ritrovi sul viale di porta napoli dalle 13,00 alle 13,30 con macchinoni e suv parcheggiati ad aspettare che escano i propri figli dalla scuola intralciando il traffico senza nessuna VERGOGNA e senza nessun vigile. Voi siete sempre la famosa gente per bene che fate del bene alla comunita, sai cosa vi dico? VERGOGNA

fabio n., lecce Commentatore certificato 21.11.13 16:27| 
 |
Rispondi al commento

riusciremo a dire no all'europa?
fino a che saremo i soli in parlamento a volere un referendum su questo io credo di no. quindi i partiti anti-euro come la Lega dovrebbero anche loro accodarsi alla proposta da noi lanciata e iniziare a raccogliere le firme per filarcela a gambe levate dall'euro-zona. ma non credo che mai alcun partito lo farà: i politici aspirano alle poltrone del parlamento europeo.

maria grazia manca, brindisi Commentatore certificato 18.11.13 10:07| 
 |
Rispondi al commento

368 tutti i primati del sud italia, ovviamente prima dell'unità d'Italia
http://quaeram.blogspot.it/2013/07/tutti-i-primati-del-sud-italia.html

369 La vera differenza tra Italia e Stati Uniti
http://www.quaeram.blogspot.it/2013/08/la-vera-differenza-tra-italia-e-stati.html

370 Lettera a Papa Francesco
http://quaeram.blogspot.it/2013/08/lettera-papa-francesco.html

371 La bambola gonfiabile più cara del mondo
http://quaeram.blogspot.it/2013/08/la-bambola-gonfiabile-piu-cara-del-mondo.html

372 Una strada intitolata a SILVIO BERLUSCONI
http://quaeram.blogspot.it/2013/09/una-strada-intitolata-silvio-berlusconi.html

373 La mappa del boss di tua "competenza"
http://quaeram.blogspot.it/2013/11/la-mappa-del-boss-di-tua-competenza.html

374 85 anni ma non li dimostra - Luciano De Crescenzo
http://quaeram.blogspot.it/2013/11/85-anni-ma-non-li-dimostra-luciano-de.html

375 Urlare al proprio figlio è sconsigliatissimo
http://quaeram.blogspot.it/2013/11/urlare-al-proprio-figlio-e.html

376 Il quadro più costoso del mondo
http://quaeram.blogspot.it/2013/11/il-quadro-piu-costoso-del-mondo.html

377 I diamanti più preziosi del mondo
http://quaeram.blogspot.it/2013/11/i-diamanti-piu-preziosi-del-mondo.html

lina 16.11.13 22:15| 
 |
Rispondi al commento

la storia si ripete.
Coloro che hanno il potere fanno di tutto per non perderlo e denigrano con slogan coloro che si oppongono alle ingiustizie del loro agire.
Nei primi del "900 i contadini chiedevano la redistribuzione delle terre in mano ai latifondisti, i contadini lavoravano la terra, il prodotto andava ai padroni proprietari terrieri (la casta di allora) e questi morivano di fame...
Ebbene quando protestavano venivano caricati dalla polizia, ovvero dai carabinieri che venivano indirizzati al sevizio dei latifondisti ...chiaramente...
i contadini analfabeti venivano picchiati e denigrati con il termine " anarchici o socialisti"...ma questi lavoratori sfruttati non sapevano nemmeno chi fossero gli anarchici chiedevano solo pane e giustizia, ma il potere aveva trovato il modo e la scusa per farli tacere e per annientare le loro richieste...anarchici un tempo oggi populisti...

caterina c. Commentatore certificato 16.11.13 17:15| 
 |
Rispondi al commento

il populismo è la via inevitabile che fomenterà la rabbia dei cittadini, e con essa affioreranno persino nuove soluzioni ... perché "raschiare il fondo di un barile comporta sempre la fuoriuscita verso un qualcosa di sconosciuto, e il vino (i soldi) che è stato prosciugato dentro, è il motivo per cui il fondo del barile è stato raschiato"

quando la corruzione, la disonestà, il clientelarismo, l'omertà, la cupidigia e la totale mancanza di etica civile e sociale si ramificano come gramigne tumorali nel profondo tessuto istituzionale (e sociale), significa che non vi sono più rimedi politici per curarne il male e far guarire il paziente (i cittadini italiani) ...

quando c'è un ammanco di 10 mld di €uro per le pensioni e l'INPS fa finta di niente, significa che questo "fondo del barile è ormai stato raschiato, e si rischia di procurare un buco nero incontrollabile" ...

il populismo è solo l'arma nera dei poveri che conservano la rabbia rossa di chi è stanco di ricevere soprusi e di guadagnarsi da vivere onestamente, nel rispetto delle leggi, per poi essere costantemente e ossessivamente buggerato e preso in giro dalle cosiddette istituzioni

L'Italia, se era un paese mafioso prima, oggi lo è ancora di più ...

Per cui ben venga il populismo, a patto che riesca a porre rimedio a questa situazione di irrefrenabile costante caduta di valori etici, umani e civili che la politica degli ultimi 50 anni ha saputo originare dalle illusioni delle loro "ricette di governo" e di promesse mai mantenute ...

Carlo Bordini 16.11.13 10:36| 
 |
Rispondi al commento

L'ACCEZIONE DISPREGIATIVA ARTATAMENTE UTILIZZATA DALLA POLITICA ITALIANA DI "POPULISMO" ALTRO NON è CHE UN DISPREZZO ATAVICO VERSO I MOVIMENTI POPOLARI CHE APPOGGIANO L'IDEALE DELLA POLITICA. OGGI SI è A UNA SVOLTA EPOCALE PER QUANTO ATTIENE LA CONSAPEVOLEZZA POPOLARE, I CITTADINI ASPIRANO AD UNA POLITICA PULITA,D'ESEMPIO,ONESTA. OGGI SI ASPIRA ALLA DEMOCRAZIA COME NON MAI.... FINO PARADOSSALMENTE AD ARRIVARE A PROVAR NOSTALGIA PER I TEMPI PASSATI. TUTTO PERCHE' NON C'è LIMITE AL PEGGIO E OGGI IL CICLONE IMPERVERSA NELLA DITTATURA D'EUROPA. L'"EUROPA DELLE ACCIAIERIE TEDESCHE " HA CHIARAMENTE IL MERO SCOPO DI SOGGIOGARE ECONOMICAMENTE I PAESI PIU' POVERI DEL SUD EUROPA E VENDERE LORO CARISSIMO LA SUA PATACCA "L'EURO". I GRANDI RESPONSABILI DI QUESTO SCEMPIO TERRITORIALE DI QUESTA RESTAURAZIONE CHE LA STORIA CHIAMERA' "IL COLPO DEGLI STATI" CAPITANATA DALLA NUOVA GRANDE GERMANIA,SONO I POLITICI ITALIANI COME DA TRADIZIONE GRANDI E IGNOBILI BURATTINI,IMBROGLIONI SEDICENTI SENZA NE ORGOGLIO, NE PATRIA, SENZA DIGNITA' ALCUNA, MAESTRI DEL FARE NULLA, IGNOBILI VISCIDI MELMOSI LIQUAMI CHE SI INSINUANO TRA LE FESSURE DEL NOSTRO MARTORIATO PAESE. IL TANFO CHE GENERANO è INSOPPORTABILE! L'OLEZZO RIPUGNANTE! PARLANO LORO, I PUTRIDI,OSANO FARE VILIPENDIO DEL POPOLO, ACCUSANDOLO DI "POPULISMO" ETICHETTANDOLO COME UN MOSTRO VORACE, COME UN MOVIMENTO TERRISTICO, CHE ALTRO NON è INVECE, CHE LA VOCE DELLA LORO COSCIENZA CHE PIU' NON HANNO E CHE URLA: "FERMATEVI I VOSTRI FRATELLI STANNO MORENDO....!" E I FRATELLI D'ITALIA (NON IL PARTITO) STAN SOCCOMBENDO SENZA PATRIA,LAVORO,OSPEDALI (TUTTI CHIUSI,TAGLIATI-SFREGIATI-SBRINDELLATI)SCUOLA,INDUSTRIA...MA CHE ITALIA è QUESTA! ATTENTENZIONE "....NON VEDETE CHE TUTTA SI SCOTE DAL CENISIO ALLA BALZA DI SCILLA? NON VEDETE CHE INFIDA VACILLA SOTTO IL PESO DE' BARBARI PIE'?...."

VITTORIO G., PESARO Commentatore certificato 16.11.13 09:04| 
 |
Rispondi al commento

CUPERLO
Dobbiamo riscoprire la bellezza di dire chi siamo. Lo faremo coltivando l’ambizione di parlare a tutti, ma usando le nostre parole da riscoprire e da cercare con la curiosità di chi si apre a un mondo che è già cambiato e dovrà cambiare ancora. Perché non esiste cambiamento vero senza il coraggio e la profezia della sinistra.
ORA A UNO CHE PARLA IN QUESTO MODO, VOI LO PRENDERESTE A PULIRE I CESSI?? IO NO.
QUESTA GENTE VA OLTRE ANCHE ALLA PSICOPATIA ESTREMA. UNA SCORZA DI IMBECILLITA' RIEMPITA DA UN EGO SMISURATO, SONO TALMENTE ENFIATI DI SE' CHE SE GLI TOGLI IL TAPPO DAL CULO VOLANO COME MISSILI.

Gastone Mappini, Firenze Commentatore certificato 15.11.13 17:16| 
 |
Rispondi al commento

art.1 della Costituzione:

L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Giorgia B. Commentatore certificato 15.11.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di nuova Europa, è molto importante, e lo è ancora di più l'idea di nuova Terra, nuovo mondo..... Dobbiamo sforzarci di vivere per un nuovo mondo fin da ora, per una nuova Europa fin da ora, per una nuova Italia fin da ora. Ma cosa vuol dire questo "nuovo". Per trovarlo non possiamo solo basarci sul passato, dobbiamo cercare di essere in questo istante, in questo momento, una consapevolezza nuova in cui siamo conoscenza, consapevolezza, saggezza del passato, vissuto consapevole e cosciente nel presente e capacità di sognare il futuro, di avere visione del futuro, in una consapevolezza del futuro basata su un sentimento di libertà che ci proietta in avanti pur rimanendo nel presente.....
Se guardiamo al nostro passato e all'attuale presente possiamo notare come siamo inondati da un informazione sulla realtà che è dettata da chi gestisce il potere e vuole il potere sulle masse; l'idea di come è la realtà ce la danno coloro che stanno al potere attraverso mezzi di informazione che includono televisioni, giornali e anche internet, tutti i mezzi di informazione. Ricordate che la realtà è informazione e prima ancora di informazione, è Pensiero, al di la del linguaggio e al di la cosa pensiamo sia il pensiero.... Quindi pensare e agire il pensiero e pensare nuovi modi innovativi per pensare e agire il pensiero, al di la di quello che la politica dice, gli organi di informazioni tutti dicono, al di la di quello che la scienza dice, al di là di tutta la conoscenza e consapevolezza del mondo, nella conoscenza e consapevolezza del nostro mondo, nella consapevolezza dello sconosciuto oltre la consapevolezza del mondo.......

Pierluigi Scabini Commentatore certificato 15.11.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi rivolgo a Becchi e a tutti e rispondo.
CERTO CHE QUESTA EUROPA DA ELITE FINANZIARIA CHE MIRA AD ASSOGGETTARE POPOLI, NAZIONI NON SOLO PER IL LORO PROFITTO MA PER IL LORO POTERE E BISOGNO EGOICO DI POTERE (CHE E' UN CONCETTO PIU AMPIO DEL PROFITTO), NON E' NE IL MIO MONDO, NE LA MIA EUROPA.
Il punto è essere presente come uomini pensanti e attivi nella creazione di un mondo alternativo proposto da questi grossi capitalisti e finanzieri, ricchi di denaro e poveri nell'anima.
Loro non possono altro che vedere la liberta del profitto, che poi è la liberta dell'essere predatori che diventa la schiavitù al loro bisogno di potere.
Allora che europa vogliamo?
Io voglio un europa basata sull'obiettivo della crescita della felicità, basata sul rispetto dell'ambiente, basata su una vita umana che tende a evolversi nella coscienza e nella gioia di vivere, basata su un pensiero libero che si rivolge allo sconosciuto per trovare soluzioni di vita per tutti basate sull'amore..... Cosa intendo? Intendo sforzarsi a capire come si puo impostare un modello di sviluppo che non sia questa economia liberista e che possa rispettare il nostro ambiente e che abbia la voglia di realizzare la gioia e la felicita degli uomini e li stimoli all'evoluzione di consapevolezza. Come fare? Gia se iniziassimo a orientare i nostri sistemi di sviluppo energetico totalmente alle fonte di energie alternative faremmo una gran cosa. Consultando scienziati (che ad esempio ci sono in italia) che si sono occupati di ricerche di frontiera e che hanno avuto alcuni successi, come nella fusione a freddo e che molti demonizzano, sminuiscono, non considerano, giudicandola scioccamente cosa senza senso. Le soluzioni per un mondo di produzione di energia compatibile e armonioso ci sono, stanno oltre la nostra paura e nella nostra intelligenza creativa. Poi pensare a un mondo in cui l'importante è sviluppare l'armonia e il benessere anche con investimenti a fondo perduto. Questo è moltiplicatore di energia vitale.

Pierluigi Scabini Commentatore certificato 14.11.13 19:48| 
 |
Rispondi al commento

credo sia manifestazione di irresponsabilità, quella di coloro che ancora oggi giudicano il Movimento "%S" antipolitica! e credo amche che coloro i quali insistono su questa lettura, sono quelli ce hanno sempre rubato, che non hanno problemi nè economici nè di salute, che vivono prassitariamente sulle spalle di quella povera, onesta e pulita abbondantissima fascia di italiani che al contrario non hanno mai rubato, non vivono pasrassitariamente e sopratutto si rodono il fegato e l'anima per l'impotenza di non poter cacciare a calci nel sedere, una classe politica che è totalmente da mabborrire!
Adesso vorrei fare solamente una considerazione: se è vero come è vero, che nelle venti regioni italiane in linea di massima si sperperano a livello di "tangenti" "spese inutili" tornaconti personali" circa un miliardo all'anno, possiamo, se fossimo una "vera DEMOCRAZIA", recuperare 20/25 miliARDI ALL'ANNO DALLE VARIE RUBERIE DI chi gestigle quegli Enti! e se approfondiamo il bisturi nella piaga e ripensiamo alla incapacità dalla politica di amministrare "saggiamente" l'enorme patrimonio artistico-paesaggistico-turistico, posseduto dal Sud.Italia, possiamo già avere un'idea su come uscire dalla attuale crisi! Ma per far questo, occorre una classe politica dirigente ONESTA, in grado di gestire con lealtà, intelligenza, capacità progettuale ed operativa, onestà intellettuale e specifica competenza nei vari settori dell'economia!

giovanni buzzetta, san giovanni gemini Commentatore certificato 14.11.13 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Il cittadino può ancora esprimermi nel bene o nel male nei confronti del politico/cante, dell'istituzione o dei partiti! La loro alta presunzione, indica il voto come l'unica possibilità, deridendo o minimizzando le forme più semplici di critica e addirittura criminalizzando la scelta del NON voto o della protesta. Non voto, ritenuto ancora dai più occasione persa, che in definitiva é diventato in questi ultimi anni vera e propria espressione di volontà politica del cittadino, affermando l'inadeguatezza di chi vorrebbe rappresentarlo e non lo comprende. Ma la politica anziché conquistare, esprimendosi al suo meglio, preferisce colpire. Da una parte abbiamo “paroloni” per avvicinare il potenziale elettore (cerimonie, dibattiti, ecc.) e dall'altra sempre la medesima persona ha altri”paroloni” per disprezzarlo, perché non si piega al pensiero imposto (cerimonie, dibattiti, ecc.) e si fa finta di NON sapere che il problema è colui che vuole rappresentare (politico/partito). In definitiva si spinge molti ad rimanere fuori dall'arco costituzionale, perché non trovano idonea allocazione al proprio pensiero o sono stanchi, per insipienza, e mai si emenda l'errore. Le novità politiche per altro devono avere l'attenzione a non tradire la fiducia accordata, poiché possono essere le prime a subirne le conseguenze ( Italia dei Valori, si faceva portavoce si moralità e legalità ma collassava repentinamente alla mancata parola e al sospetto).

f.d. 14.11.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Vi chiedo avendo molti dubbi e non solo io, ma il m5s non era un movimento di pensiero in un contesto civile e persuasivo con la promessa di persuasione che avreste aperto i palazzi del potere come una scatola di tonno, per far si che avreste ricostruito l'economia, la giustizia, la moralità, di questo nostro povero paese???? Io vorrei ancora credervi ma non vedo come, mi chiedo dove sono finite tutte le promesse tanto decantate??? Una cosa è certa che le regole del diritto di libertà ce le prenderemo noi cittadini.

Sandro 14.11.13 18:34| 
 |
Rispondi al commento

L'Europa può e deve diventare una Grande Confederazione Elvetica. La moneta unica, il multi-linguismo e lo " strapotere economico " della Svizzera Tedesca ( nel nostro caso della Germania ) non hanno mai messo in discussione i " fondamentali " della Svizzera. Poi, per quanto riguarda l'Italia, dobbiamo concentrare le risorse europee ( che non riusciamo a spendere con dignità ) su assistenza sanitaria ed educazione. Scuole ed ospedali a livello europeo per Dio, nella speranza che le buone scuole riescano ad arginare l'infame logica del privilegio.

ENZO GILLI, Granarolo dell'Emila ( BO ) Commentatore certificato 14.11.13 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Questi non esiterebbero a chiamare "populista" a J.F.Kennedy se resuscitasse e si ripresentasse alle elezioni!

Jorge Corona Commentatore certificato 14.11.13 17:54| 
 |
Rispondi al commento

Salve A tutti.Il termine " POPULISMO", e' usato dal Mondo Politico, cioe' dal nostro Governo delle Larghe Intese,compreso il nostro Presidente Napolitano, per indicare un " Borbottìo" del POPOLO ITALIANO che si lamenta e protesta!Usano questo termine con DISPREZZO, per indicare un " CHIACCHERIO,NON CONSENTITO " della PLEBE che non deve lamentarsi ,ma deve solo obbedire ai Padroni, come le pecore fanno col Pastore, cioe' con la Legge in loro favore(che fanno loro direttamente tutti consenzienti, eccetto M5S).Detto cio', posso affermare senza indugio, che sono fiero di essere " POPULISTA ", e mi avvalgo della facolta'NATURALE di lamentarmi e di protestare per le leggi infamanti e non eque che il Governo ci impone, tradotto in denaro , con tasse ingiuste e super -eccessive con le quali l'economia Italiana sta affondando ,ele famiglie sono nel disagio piu infamante,avendo toccato il fondo, gia' raschiato dai mille balzelli dei Signori Politici ,che vivono alle nostre spalle,coi nostri soldi guadagnati con le nostre fatiche e rinunce.IPolitici Italiani non hanno mai lavorato,e non sanno neanche cosa significhi LAVORO.Per loro il lavoro consiste nello svegliarsi la mattina e andare a sedersi sulla loro POLTRONA super-pagata senza fare un cazzo da mattina a sera, per poi dire : oggi e' stata una giornata infernale.Ho tutto il diritto di urlare tutto il mio disprezzo contro POLITICI corrotti, che ci stanno affamando e non stanno facendo niente per migliorare,anzi ci stanno dicendo un sacco di bugie,che la crisi e' finita,che l'economia e' in rialzo...POsso dire solo una cosa: BASTA !Non ce la facciamo piu.Il Borbottìo e' diventato prima una protesta, e continuando cosi' ,i POlitici Italiani devono cominciare a preocupparsi:la situazione sta' degenerando, e credo non manchi molto a diventare GUERRA CIVILE. Il M5S e' l'unico Movimento che ha capito le esigenze importanti da fare immediatamente,ma i Politici non sopportano le verita' che gli vengono dette.LA VERITA' FA MALE


Nella società dello spettacolo il populismo è accarrezzare gli schiavi nel senso delle catene,

Sergio Ghirardi 14.11.13 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Bell'articolo, solo una curiosità, ho visto che si è parlato del M5S come di un partito che gode di un ottimo seguito, ma ultimamente sembra che abbia perso molta della fiducia iniziale degli elettori, posso sapere effettivamente come stanno le cose?
Avete itenzione di arrendervi?

Zalone 14.11.13 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Illudersi aiuta a vivere. L'unione europea è creatura dei poteri forti d'oltremare (residenti in Continente anche in Francia) così come lo fu a suo tempo l'Italia, al di là di tutte le ipocrisie storiche. Il nostro paese in questo gioco conta come il due di briscola. Giusto la Germania, con le sue politiche "sotterranee" (come lo furono quelle per il riarmo con Hitler) sta giocando la sua partita, e per questo ha ricevuto già i primi "avvertimenti". Da noi si pensa solo a come arricchirsi sottraendo laute retribuzioni e scandalose pensioni all'erario, nonchè a come alimentare la corruzione, per cui siamo additati al mondo intero.
Sarà difficile andare in Europa ed imporre certi propri punti di vista. Ormai siamo stati espropriati di buona parte dei nostri diritti, tranne quelli di sottrarre risorse al popolo da parte dei nostri politici ai vari livelli. Al momento li lasciano fare. E' bene, inoltre, da tener presente che "chi tocca i fili muore". Cordialità.

loris cusano 14.11.13 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non è tanto quello delle "elites finanziarie". Discorsi di questo genere ricordano un po' la ricerca di un capro espiatorio inesistente: e sono discorsi che piacciono proprio alla casta politica italiana. In realtà sia negli stati uniti che in europa la finanza è totalmente succube della politica. Non il contrario. Il problema dei mutui subprime americano è nato perchè il sistema bancario statunitense è stato spinto dalla banca centrale (e quindi dal governo) a espandere il credito in misura spropositata. In Europa il problema qual'è stato? I debiti pubblici e la spesa pubblica insostenibile di Grecia , Portogallo, Spagna e Italia: la politica ancora in primo piano. Le fantomatiche elites finanziarie servono solo a coprire le responsabilità della casta. E se poi si aumentano le tasse sul risparmio dei cittadini (quello che chiamano "rendite finanziarie") con la scusa di colpire la finanza si aggiunge al danno anche la beffa finale per i contribuenti. Il movimento si svegli. Le elites finanziarie sono ectoplasmi inesistenti. I responsabili reali in carne ed ossa siedono nel parlamento e continuano imperterriti ad amministrare una sciagurata spesa pubblica clientelare.
C'è comunque un problema nel mondo bancario; ma è meno esoterico delle "elite" e dei circoli chiusi: è un problema di governance. I dirigenti massimi sono autoreferenziali, si decidono gli stipendi e rischiano con il capitale degli azionisti: rischiano i soldi degli altri. Anche per questo il problema dei mutui subprime ha potuto avere luogo negli stati uniti. Se i banchieri avessero avuto come logica quella della ricerca di un profitto sostenibile per i propri azionisti, non avrebbero prestato il denaro in modo così sconsiderato. I problemi veri sono due quindi: l'ingerenza della politica nell'economia; il non allineamento degli interessi degli azionisti delle banche con quello del management. Per il resto i discorsi sulle elites finanziarie sanno molto da ingenui allo sbaraglio.

andra mincato 14.11.13 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo post, che centra il nocciolo del problema, la stupidità dell'elettore italiano. Annemo (andiamo)!

Giulio Cabella (Giulio Cabella), Lerici Commentatore certificato 14.11.13 13:24| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA MATTINA ASCOLTAVO AGORA' DOVE SI DICEVA DI FAVORIRE GLI INVESTIMENTI IN ITALIA DI CAPITALI ESTERI. MA COME SI FA A DIRE CERTE CAZZATE!!!! QUANTO POCO PRIMA HANNO FATTO VEDERE CHE UN IMPRENDITORE ITALIANO SPOSTAVA LA SUA AZIENDA IN AUSTRIA PERCHE' NELL'ARCO DI POCHI GIORNI POTEVA DARE INIZIO ALLA PROPRIA PRODUTTIVITA'

MARIO FALCONNE 14.11.13 13:10| 
 |
Rispondi al commento

LO SPETTRO DEL POPULISMO.

Dopo aver apprezzato il post che spero dia inizio ad un concreto confronto per la stesura del nostro manifesto elettorale per le ELEZIONI EUROPEE che si terranno tra poco più di sei mesi nel maggio 2014 vorrei formulare alcune domande a chi ci etichetta come populisti:

1) RAPPRESENTARE IL MOVIMENTO 5 STELLE NEL PARLAMENTO EUROPEO, che è il movimento più strutturato sul territorio italiano e contemporaneamente il contrario di un partito politico, E’ POPULISMO?
2) CONTRASTARE LE LOBBY E LE ‘ELITE economiche e finanziarie con la mancanza di un professionismo dirigenziale all’interno di movimento politico che agisce essenzialmente con dei portavoce, E’ POPULISMO?
3) CONTRASTARE L’ALTA FINANZA che per effetto della concorrenza dei capitali e di un libero scambio senza etica persegue la formazione di macro imprese internazionali che strangolano la piccola impresa E’ POPULISMO?
4) CONTRASTARE UNA IDEOLOGIA DI EUROPA che tende a formare solo un cittadino consumatore, E’ POPULISMO?
5) CONTRASTARE LA COSTANTE PERDITA DI DIRITTI SOCIALI SUL LAVORO, aggravata dalla più alta percentuale di disoccupazione, E’ POPULISMO?
6) CONTRASTARE UN FALSO CAPITALISMO CHE SI NUTRE DI DEBITO PUBBLICO a carico dei cittadini, E’ POPULISMO?
7) CONTRASTARE ORGANI POLITICI non nominati da cittadini, ma espressione dei governi come la Commissione Europea, che attualmente sta estorcendo le decisioni dei singoli Parlamenti europei in campo economico-finanziario con minacce e ricatti, E’ POPULISMO?

Barone Piovasco, Rondò Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.11.13 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Devo dire che siete gli unici di questi tempi a mostrare argomenti intelligenti, e vi ringrazio e vi incoraggio a continuare nel vostro lavoro anche con articoli come questo che trovo opportuni perchè anche se molti capiscono il disegno nascosto intuitivamente, un supporto culturale aiuta a dare sostanza ai sospetti.
Grazie e buon lavoro.
Uberto Neri

Uberto Neri 14.11.13 10:07| 
 |
Rispondi al commento

Se si introduce un limite al profitto individuale (almeno un 60% sui redditi > di 500.000 euro: quello che non guadagna il 99.9% della popolazione) e nel contempo con le risorse si detassano i soldi che rimangono in azienda (per investire) è chiaro che quasi automaticamente non verrano + create 'aziende' fatte per fare guadagno è basta ma per creare un opportunità anche per la società. Pensate al per esempio a quello che hanno fatto dei personaggi russi con alcune aziende italiane nel fotovoltaico (se c'era un limite al profitto) non avrebbero pensato una cosa del genere e le aziende erano ancora in piedi). Da notare che nel 74 il limite esisteva (c'era un 72% di irpef x redditi > di 500 milioni di lire). Cercate e studiate la 'Democrazia del benessere' è importante capire come bisogna agire altrimenti è solo confusione.

Pincopalla mrc Commentatore certificato 14.11.13 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.Che vita vogliamo?Produrre all infinito per un consumo Infinito e impossibile.Le macchine e pochi uomini riescono a produrre piu del bisogno,poi anche mal distribuito,visto che c e chi ha troppo e chi muore di fame,a livello di singoli e di popoli qual dir si voglia.L egoismo e l ingordigia,uomini ,politici senza vergogna prendono e prendono per sciupare,con tasse da strozzini senza pieta.I dipendenti pubblici,troppi con troppi diritti e nessun covers appoggiano chi flu garantisce la pagnotta senza stento.Io,quando lavoravo,da allestitore fieristico,come tanti altri,mi sono consumato le ossa,a 42 anni ,senza liquidazione e senza prospettive.B A S T A.Abolire tutti I privilegi e garantire a tutti un minimi per sopravvivere.B A S T A!!!!!!!

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 14.11.13 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Il governo attuale non cade, e non cadrà sono uniti come i piselli in un baccello, e i media che si prestano al giochino :"adesso cade", perchè i lealisti..., mentre i governativi vogliono che venga prima il paese... e i falchi sono contro i piccioni dicono vogliono l'assassinio politico .... ai pitoni...sssshh, sono solo e soltanto giochini e canzonette "per distrarre, e lasciare tutto immutato, e non concludere niente, menandola per le lunghe con il governo delle lunghe attese". Perchè dovrebbero far cadere il governo del cambiamento dei nomi alle "tasse"?. Occorre dare atto a questi, che un risultato notevole lo hanno ottenuto, hanno distrutto l'economia dell'Italia, e dobbiamo convenire che come sono bravi loro, non c'è nessuno. Che cosa è il Populismo?.Il populismo è mettere in dubbio e sempre, il potere costituito destra-sinistra o sinistra-destra.. Se si esce fuori dalla schema della faziosità bipolare sei un "populista", chiunque varchi questa linea ideologica e politica "è metta al centro l'uomo con i bisogni primari dell'uomo, è fuori dal sistema".Cogito ergo sum..un populista

Vincent C. 14.11.13 08:22| 
 |
Rispondi al commento

L'Europa dei popoli deve avere uguali leggi per tutti gli stati, uguali stipendi e salari uguali opportunità uguali diritti dove la felicità degli uomini e la democrazia e la trasparenza sono le fondamenta della scelta di vivere.
Siamo stufi di sopportare ingiustizie ed angherie dei politici, dei funzionari loro tirapiedi siamo tornati al 500 ai tempi dei promessi sposi. Mandiamo a casa tutti gli azzecca garbugli (avvocati) che sono in parlamento bisogna azzerare tutto disertare il parlamento stare in mezzo ai maili (con il massimo rispetto per i maili animali) ci si insozza come successo alla lega e all'Italia dei valori.
Perciò occupare la piazza ad oltranza e mandorli a casa, assistere da subito tutti i cittadini in difficoltà con equitàlia, con lo sfratto con difficoltà usiamo i volontari del movimemento di ogni comuni per prendere posizione e difendere le persone in difficoltà creando una vera rete di soccorso reale non solo virtuale.
Solo così all'insegna del gandismo c'è la potremo fare a ridare vita alla vera democrazia popolare.
Forza ragazzi siamo tutti con voi .

Roberto De Togni 14.11.13 07:54| 
 |
Rispondi al commento

Il populismo esiste già e sta nel culto del profitto diffuso, del profitto che uccide e che è diventato la regola dei rapporti tra popoli e genti. Populismo sta nel negare la vita agli altri per il Dio denaro: la terra, il cielo, il mare, l'aria il mondo animale e vegetale da chi subiscono una continua minaccia e non in chi tenta di salvare il mondo intero... a il populismo del profitto di cui è intrisa la società continua la sua strada sordo ad ogni richiamo... Il culto dell'efficienza nazista( il mondo intero è diventato una camera a gas) che soggioga e schiavizza ha fatto strada per sottometterci ogni giorno ad eventi catastrofici. Cambiare rotta è indispensabile, se siamo ancora in tempo, per sottrarre la nostra inciviltà alla sua fine Nei posti giusti si decida senza nascondersi dietro il velo del profitto, dell'economia portatrice di disastri che tutto nasconde e tutti accieca. Perché i potenti non si vogliono salvare dal baratro che ci attende? C'è davvero del diabolico nella loro politica.... Ascoltino le voci di protesta di coloro che vogliono salvare la vita, e sono tantissimi... La camera a gas non può più essere alimentata da vite umane.

almagemme 14.11.13 07:10| 
 |
Rispondi al commento

Lo spettro del populismo.

bella filosofia del M5S, ma purtroppo troppo troppo filantropica. nell'articolo si parla delle grandi lobby finanziarie ed altro. Attenzione!!! voi stessi siete volontariamente involontariamente parte. troppo legati alle nuove tecnologie.. I ragazzi/giovani (la massa in generale,quindi miliari di milioni, non solo pochi milioni ovviamente)dove voi fate leva e io concordo, non hanno più la capacità di essere se stessi,drogati dalla droga, dai cibi artefatti,dalla tecnologia che quest'ultima usano: come unico sistema per socializzare. Oggi è il mezzo per fare l'amore!!.. io la penso diversamente e uso la tecnologia come mezzo non compagna di vita. Forse perché ho studiato sui libri dove si imparavano le poesie a memoria e "68ini" hanno voluto cambiare i libri di storia perché non veritieri..dove la maestra mi metteva dietro la lavagna in ginocchio con i sassolini sotto, dove in tenera età incosciente attraversavo il Po a nuoto e al ritorno trovavo mio padre con il ramoscello di larice pronto a farmi capire la cazzata che avevo fatto sulle gambine nude. Oggi è denuncia, oggi nessuno più è padrone di se stesso. Attenzione!! quindi, nel movimento vedo tanti con un sacco cultura libraria con poca padronanza di se stessi (ma con l'illusione di averla, poco contatto alla "vita" fatta di scelte e regole severessime. A mio parere, State solo usando diversamente la stessa metodologia della "politucola". (non parlo ovviamente delle meritevolissime azioni fatte sino ad oggi, che già per gli intelligenti, sono da lodare).

stefano dagani 14.11.13 06:35| 
 |
Rispondi al commento

sempre molto Bravo

Rip Kirby, Castelleto d'Orba AL Commentatore certificato 14.11.13 02:33| 
 |
Rispondi al commento

Bell'articolo, solo una curiosità, ho visto che si è parlato del M5S come di un partito che gode di un ottimo seguito, tanto da far temere in caso di elezioni una loro più forte presenza,però a vedere la situazione in giro sembra invece che abbia perso molta della fiducia iniziale degli elettori, grazie anche a certe opere diffamatorie, posso sapere effettivamente come stanno le cose?

massimiliano manissero 14.11.13 02:16| 
 |
Rispondi al commento

Viva il populismo!
Sovranita'! No Euro!

Nunzia Rosmini Commentatore certificato 14.11.13 01:58| 
 |
Rispondi al commento

Complimenti professore, i suoi articoli mi piacciono sempre molto perché centrano la questione e la spiegano in parole semplice. Peccato che siano sempre troppo pochi a leggerli.

Davide R. Commentatore certificato 14.11.13 01:49| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace dirlo ma l unico modo e la lotta armata,non vedo altre strade visto la latitanza di "democrazia" (anche di questa parola bisognerebbe rianalizzarne il significato).......

Stefano Buratti (bubupatti), Ravenna Commentatore certificato 14.11.13 00:30| 
 |
Rispondi al commento

http://memmt.info/site/wp-content/uploads/2013/01/Programma_memmt.pdf

Fausto C., Torino Commentatore certificato 13.11.13 23:41| 
 |
Rispondi al commento

La storia va riscritta, va dato il giusto posto a ogni personaggio della storia se si vuole andare avanti. Può sembrare un controsenso guardare indietro per andare avanti ma ciò che è stato fatto negli ultimi quarant'anni per la gente dell'italia è stata una ubriacatura contro quelli che ci hanno preceduto. Anche nella storia dell'italia ci sono i raccomandati, come ce ne saranno nella storia dell'europa, una unione non d'arme, non di lingua, non di altare, non di memorie, non di sangue, di cor solo per chi ci crede veramente per chi ha a cuore l'Unione europea e che con gli USA ha di simile solo la lettera U

luciana m. Commentatore certificato 13.11.13 23:15| 
 |
Rispondi al commento

Cosi' come i Potenti di oggi ( di cui i politici sono il braccio , non proprio la mente) stanno demonizzando e creando come Nemico "il populismo " cioe' un semplice termine lessicale generico con cui categorizzare tutti quelli che cercano di capire le esigenze del popolo e che si scontrano con il " sistema " ( o meglio con i gestori del "sistema") , bisogna coniare un termine disprezzativo per i politici di oggi (dato che quelli sono "il volto del sistema" ) , e che mentono, sapendo di mentire, al popolo .
Senza volere essere troppo offensivi bisogna usare la stessa tecnica per esempio ( senza offesa per il termine che esprimeva in passato i capipopolo ma che nell'accezione attuale comprende la falsita' delle promesse stesse ) chiamarli DEMAGOGHI STIPENDIATI (purtroppo stipendiati realmente da noi, anche se magari in busta paga a carico dei poteri forti del paese ex. vedi la vicenda delle slot machine )

PAOLO C., frosinone Commentatore certificato 13.11.13 23:02| 
 |
Rispondi al commento

tutti i popoli europei devono chiedersi se hanno gli stessi valori, se si, si può andare avanti, se no meglio dividersi.

Edouard Peretti, marciaga Commentatore certificato 13.11.13 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Che tutti gli stati regioni conservino la propria identità e che il meglio fosse a disposizione di tutti per progredire. Tutti imparino l'inglese ma ognuno resti geloso del proprio dialetto. Le migliori regole siano uguali per tutti e fare un unico sforzo per far sparire tutti gli interessi mafiosi. Sentirsi europei per educazione e cultura per confrontarsi con gli altri continenti e dare il meglio di noi stessi

Livio Ponzone 13.11.13 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera blog.

Populismo:raffigurazione idealizzata del popolo,presentato come modello etico positivo.

E' tanto brutta questa definizione?

Io mi ci vedo rappresentata,il M5S mi rappresenta!

Non mi rappresenta questo governo delle larghe intese, dagli occhi foderati di prosciutto e orecchie da mercanti....

Con il PD-L che comunque salverà nel bene o nel male Berlusconi ,gli conviene, perché unico alibi per non fare nulla e proseguire verso il...futuro!!!!


Letta stasera ha comunicato, che ad aprile la democrazia a sbandato ,il successo del M5S colpo al sistema.

Non molliamo blog proprio ora non molliamo!!!!


Monica L., RM Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 22:13| 
 |
Rispondi al commento

TUTTE LE DOMINAZIONI SU POPOLI TERZI HANNO UNA GIUSTIFICAZIONE NEGLI INTENTI DEGLI OCCUPANTI.

Pure di quelli di Nasseria:

Come ti GIUSTIFICO un'INVASIONE DI ALTRI POPOLI:

Il Congresso di Vienna

Vi parteciparono le principali potenze europee allo scopo di ridisegnare la carta dell'Europa e RIPRISTINARE l'Ancien régime dopo gli sconvolgimenti apportati dalla Rivoluzione francese e dalle guerre napoleoniche.

Con il Congresso di Vienna si apre infatti quella che viene definita come l'età della Restaurazione.

Gli ideologi della Restaurazione

La concezione reazionaria politica-religiosa nella Restaurazione la troviamo espressa soprattutto nel pensiero di François-René de Chateaubriand, che nel Génie du Christianisme (Genio del Cristianesimo, 1802) attaccava le dottrine illuministiche prendendo le difese del Cristianesimo, e soprattutto nel pensiero mistico-teocratico di Joseph de Maistre, che arrivava nell'opera Du Pape (Del Papa, 1819), al punto di auspicare un ritorno dell'alleanza tra il trono e l'altare, riproponendo il modello delle comunità medioevali protette dalla RELIGIONE TRADIZIONALE contro le insidie del liberalismo e del razionalismo".


vedete qualche differenza tra le GIUSTIFICAZIONI
di oggi e quelle antiche per INVADERE ALTRI POPOLI?

Dino Colombo Commentatore certificato 13.11.13 21:53| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con FA Rossi. Circa le etimologie, la semantica, e il relativo lessico, mi sono già espresso in precedenti blog e non ho più argomenti se non il cazzeggio.
Crozza, in una delle sue battute fulminanti ha detto: non è che se una prugna la chiami pera, smetta di farti cagare.
Dopo l'eventuale risata, riflettiamo; cosa ci vuol dire l'ennesimo comico?
Forse che il linguaggio, oltre a essere esposto in bella forma, deve far capire i concetti, i problemi, le intenzioni, le volontà, ma deve avere
anche una sua coerenza che si verifica quando dalle parole si passa ai fatti.
Se noi abbiamo una classe politica che ha inventato il "politichese" per poter parlare delle
ore senza farsi capire e quindi poter anche dire niente. In un precedente blog, segnalai il tic che ormai ha contagiato: politici, giornalisti, opinionisti, cioè di usare il termine "diciamo"
come legante di discorsi senza capo ne coda: Oppure l'utilizzo massiccio di termini inglesi, francesi, peraltro con pronunce errate, sfiorando in ceri casi la farsa, Mission? e che cazzo ti costa dire missione, Moralsuasion (ma dai!), bipartisan, location, spending rewieuw, golden share etc. etc.
Perchè lo fanno e a chi si rivolgono? Mi viene in mente una maschera italiana. il Dott. Balanzone che essendo un cialtrone, si esprimeva con un latinorum esilerante per intortare i poveri cafoni.
Ecco, i tanti Balanzone che nel nostro paese imperversano, utilizzano le parole a caso per intortare i più sprovveduti e ottenere il consenso che gli permette di perpetuare il loro potere.
Ed è perciò che i blog come questo dovrebbero moltiplicarsi e chi, più istruito, più padrone del
linguaggio e della semantica, più avvezzo a trattare specifici problemi, trasmette agli altri, non il verbo, ma la conoscenza che è l'unica alleata che
abbiamo per uscire da questo merdaio:
Lo diceva anche Luigi Einaudi: conoscere per deliberare. Un saluto a Ernesto La Habana che mi tiene sempre allegro e a tutti voi:
W Beppe!! siempre.

Alfredo Ercole, mjlano Commentatore certificato 13.11.13 21:22| 
 |
Rispondi al commento

Se si va alla radice,
"è il PD l'artefice del destino di Berlusconi,infatti Berlusconi ancora c'è".....!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 20:33| 
 |
Rispondi al commento

SONO
__________★★★______★★★★★★______★★★★★★★___
__________★★★_____★★_____★★____★★★★★★★___
_________★_★★____★★______★★____★★___
____________★★___★★_______★★___★★★★★★★___
____________★★___★★_______★★___★★★★★★★__ ____________★★___★★_______★★__________★★__
____________★★____★★____:★★____★★★★★★★___
__________★★★★★__★★★★★★______★★★★★★★____

GIORNI CHE BERLUSCONI, CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA SIEDE ANCORA IN PARLAMENTO GRAZIE AL POPOLO DELLA LIBERTA' PARTITO DEMOCRATICO SEL SCELTA CIVICA MOVIMENTO 5 STELLE LEGA NORD LE AUTONOMIE (SVP, UV, PATT, UPT) PSI
GRANDI AUTONOMIE E LIBERTA'.


Dino Colombo Commentatore certificato 13.11.13 19:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vogliamo una Europa che sia Democrazia,
con un parlamento dove si discute di politica europea, col potere di esprimere una Commissione Europea che governi su basi democratiche e non tecnocratiche,
con un apparato burocratico snello, leale verso i cittadini e che non soffochi le aspirazioni politiche dei parlamentari eletti.
Una Europa rivolta alla comune solidarietà ed al rispetto delle regole,
Una Europa con sovranità monetaria ed una Banca Centrale controllata dalla democrazia e non da una oligarchia, che serva per stimolare e coordinare le politiche degli stati aderenti senza opprimerle e sottoporle agli interessi dei mercanti.
Una Europa che condanni il malaffare e la malapolitica e che esalti la libertà, la giustizia e l’uguaglianza.
Una Europa che provveda alla crescita morale, intellettuale e materiale dei suoi abitanti.
In pratica una Europa che sia all'altezza del suo nome e della sua storia.

PIER LUIGI CORRADI, GENOVA Commentatore certificato 13.11.13 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di "populismo", di Marx e di Europa,l'articolo "torna a fagiolo".
Come per l'Italia, ove esiste un "blocco sociale" delle caste, delle supercaste, dei privilegiati,dei beneficiati di parentopoli e del clientelismo, dei pensionati e stipendiati d'oro, di tutti coloro che hanno saccheggiato la Repubblica, dei maneggioni , profittatori e divoratori delle risorse, anche per l'Europa il fenomeno di dominio dei potentati della finanza sembra prevalere.
Dire che questa non è un'Europa dei popoli, è un'amara constatazione.
Anche da ciò scaturisce l'esigenza del ricambio radicale del ceto politico europeo.
Un'Europa che sta sacrificando un'intera generazione di giovani, specie quelli senza "padrini", non può ritenersi un modello del tutto accettabile. Il dominio dei "poteri forti", col supporto ideologico del "liberismo" e della teoria del "mercato autoregolantesi", dà l'idea
dei pescecani dominatori degli oceani.
Se per "populismo" s'intende la voce dei popoli e dell'indignazione che spesso si manifesta anche con rabbia, tocca al ceto politico e alla classe dirigente raccogliere la protesta e interpretare i farmenti che al momento, covano sotto la cenere. Ciò è possibile "cambiando registro". Intanto il M5S, su cui milioni di persone, specie giovani,fanno affidamento,deve elaborare un progetto oragnico di un modello d'Europa ispirato a criteri di equità e giustizia, di lotta alle caste e alle sanguisughe, di libertà e democrazia sostanziale.
Ciò anche non disdegnando di far tesoro delle migliori e compatibili esperienze del passato, ivi comprese quelle del marxismo e delle sue analisi, del '68, degli indignados, ecc; nonchè di quei movimenti politici e religiosi che al centro pongono l'uomo con la sua dignità e i suoi diritti, primo fra tutti, il diritto al minimo vitale, con la consapevolezza che la vera libertà comincia dalla "libertà dal bisogno".
Un saluto, Roel

Roel 13.11.13 19:29| 
 |
Rispondi al commento

vorrei dire a Emanuela Corda, che anche io penso che i militari Italiani vadano alle missioni di "pace" per sola ignoranza e per pagarsi il mutuo.
Ma certamente non lo direi mai in parlamento, facendo cosi' screditare il Movimento. Queste sono solo opinioni personali, che probabilmente sono condivise anche da esponenti di altri partiti, ma noi dobbiamo pensare solo a far crescere il Movimento per salvare questo paese.

Agostina Rengo 13.11.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento

A MANUELA CORDA

Anch'io 'estrapolo' parti del tuo discorso alla Camera...tanto ormai lo fanno in tanti...

Solo che io riporto SOLTANTO frasi che TU hai VERAMENTE ESPRESSE.

TU HAI DETTO:
"Un’ideologia criminale lo aveva convinto che quella strage fosse un gesto eroico e lo aveva mandato a morire - ha detto riferendosi al kamikaze che piombò sulla base italiana(...)

E se i nostri militari furono vittime, non furono solo vittime dell’ideologia TERRORISTICA, ma anche della politica occidentale: la politica dei nostri Governi, che spedirono e continuano a spedire i nostri ragazzi sui fronti di guerra, raccontando loro che è eroico OCCUPARE (dici proprio così...'OCCUPARE'!) i territori DI ALTRI POPOLI (dici proprio così...'DI ALTRI POPOLI'!!) col PRETESTO(dici proprio così...'PRETESTO'!!) che si sta portando la pace, quando invece si fomentano talvolta le ideologie terroristiche, e tutti i drammi che ne conseguono».

Cara Manuela...con la tua logica perchè quindi non chiamare TERRORISTI (ma si...e pure 'CRIMINALI'...và, come dici tu )anche i PARTIGIANI CHE COMPIRONO L'ATTENTATO DI VIA RASELLA?...

e TUTTI GLI ALTRI PARTIGIANI...che, sempre secondo il tuo ragionamento, TERRORISTI PURE LORO, uccisero na caterva di NAZI-FASCISTI (azzz...poveretti!)che tornarono IN TANTE BELLE BARE NELLA LORO GERMANIA DAI PROPRI PARENTI DISPERATI PER LA LORO PERDITA A CAUSA DEI 'TERRORISTI' PARTIGIANI???????

Capisco Manuela Corda esprimere la propria solidarietà ai parenti delle vittime...

MA CALARSI PURE LE BRAGHE DAVANTI ALLE CRITICHE DI COLORO CHE FANNO PASSARE LE 'OCCUPAZIONI' DI ALTRI POPOLI...(parole tue!) per missioni di PACE...ti ha un pò...SQUALIFICATA...

Almeno ai miei occhi.

Dino Colombo Commentatore certificato 13.11.13 19:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fine giustifica i mezzi;
per la Casta: "il mezzo è il Paese e il fine è, camparci sù"!
Machiavellico!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Il blog chiarisce l'uso di una parola (populismo) e` quindi lodevole perche` ci aiuta ad evitare delle trappole mentali.
Il limite della politica sta nell'uso della parola come (quasi) unico strumento per capire e descrivere la realta`. Uno strumento fallace.

Io preferisco la logica/quantitativa, che, ne sono convinto, permette di essere presi in giro un po' meno.

Un esempio: un recente programma TV ha mostrato simpatizzanti di Alba Dorata (AD) ditribuire cibo alla popolazione greca indigente. L'usuale giornalista innumerato (non ricordo chi fosse e non e` importante) ha descritto l'evento in toni drammatici di "populismo". La tesi, era che lo scopo di questa iniziativa e` acquisire una facile popolarita` per un piatto di minestra, per poi passare ad un colpo di stato (come fecero Mussolini e Hitler).
Possiamo immaginare che la descrizione dello stesso evento di un giornalista simpatizzante di AD avrebbe descritto l'iniziativa sottolineando la solidarieta`, e generosita` dei membri di AD. La tesi, era AD e` rispettabile e ci si puo` contare.

ENTRAMBI I COMMENTATORI IMBROGLIANO!
Un cittadino che vuole la verita` fa bene a concentrarsi sugli aspetti quantitativi: quanti piatti caldi? quanti militanti erano mobilizzati? Quanto e` costata l'iniziativa? Chi ha dato i fondi e perche`? Quanti sono stati i greci indigenti che hanno usufruito dei pasti distribuiti? I pasti sono stati distribuiti a tutti o sono state fatte discriminazioni?

Se si scopre che solo poche centinaia di pasti sono stati distribuiti, allora l'intero evento si RIDIMENSIONA AUTOMATICAMENTE confrontandolo con attivita` analoghe di altre iniziative di carita`. Se invece milioni di pasti fossero stati distribuiti gratuitamente da AD (in realta` non era cosi`), allora le attivita` caritatevoli di AD sarebbero piu` rilevanti di quelle politiche.

Morale: conviene astenersi dai giudizi definitivi quando elementi quantitativi dell'informazione mancano e sospettare la malafede del cronista

Fa Rossi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

L'unico populismo in Italia è quello fatto da Berlusconi quando afferma di voler abolire l'IMU

matteo paoletti 13.11.13 18:51| 
 |
Rispondi al commento

I NOSTRI IPOCRITICISISSIMI POLITICAZZI possono condannare tout-court le parole della Parlamentare Manuela Corda ringhiando contro le sue parole come CANI RABBIOSI.

Faccio notare che nella notte tra il 29 e il 30 agosto 1706 – in pieno assedio di Torino da parte dell'esercito francese – (C'è QUALCHE DIFFERENZA tra quei francesi e gli italiani in IRAQ?)forze nemiche entrarono in una delle gallerie sotterranee della Cittadella, uccidendo le sentinelle e cercando di sfondare una delle porte che conducevano all'interno. Pietro Micca – conosciuto con il soprannome di passepartout – era di guardia ad una di queste porte insieme ad un commilitone.

La tradizione narra che i due soldati sentirono dei colpi di arma da fuoco e capirono che non avrebbero resistito a lungo: decisero così di far scoppiare della polvere da sparo (un barilotto da 20 chili posto in un anfratto della galleria chiamata capitale alta) allo scopo di provocare il crollo della galleria e non consentire il passaggio alle truppe nemiche.

Non potendo utilizzare una miccia lunga perché avrebbe impiegato troppo tempo per far esplodere le polveri, Micca decise di impiegare una miccia corta, CONSCIO DEL RISCHIO CHE AVREBBE CORSO.

e senza esitare diede fuoco alle polveri,(...)

Micca morì travolto dall'esplosione e il suo corpo fu scaraventato a una decina di metri di distanza".

Qualcuno dei nostri politicazzi ringhiosi sa spiegarmi perchè (forse) considerano PIETRO MICCA UN EROE ITALIANO e i kamicaze irakeni (che nella loro testa perseguono un intento simile al suo, e cioè la 'liberazione della PROPRIA TERRA DA QUELLI CHE CONSIDERANO DEGLI INVASORI), e non fanno NULLA DI DIVERSO da lui...invece dei TERRORISTI???????

Dino Colombo Commentatore certificato 13.11.13 18:49| 
 |
Rispondi al commento

"Per sottomettere un popolo non mi è necessario scriverne le leggi; mi basta controllarne la moneta". Così diceva il barone De Rotschild che evidentemente non aveva molta impatia per i"populismi".

antonello usai 13.11.13 18:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono veramente soddisfatta perché nonostante i pochi mezzi a disposizione, nonostante gli attacchi dei media e dei mafiosi in genere, il Movimento Cinque Stelle sta aumentando a dismisura.
Sono attivista e vi posso garantire che i dati sono in notevole ascesa. Ormai non devo neanche sforzarmi più di tanto per informare i cittadini, molte volte sono loro che mi anticipano e scopro che sono molto addentro all'attività dei nostri grandi parlamentari cinque stelle.
Un grande ciao agli amici stellati e buona serata !!!!!!

libera p. Commentatore certificato 13.11.13 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Illuminante la definizione del termine populismo che si trova su wikipedia.
Sostanzialmente è un termine utilizzato dai politici per denigrarsi a vicenda utilizzando il termine quasi come un sinonimo di demagogia.
Nella migliore delle ipotesi indica un atteggiamento prepolitico indegno di confrontarsi con la politica con la P maiuscola.
In Italia la politica con la P maiuscola è quella di PDL , PD-L e accessori vari , di quelli che l’hanno spolpata insomma..
Niente paura già un gradino l’abbiamo fatto da antipolitica a prepolitica.
In effetti, come ha dimostrato il professor Becchi , il termine ha storicamente classificato le più disparate realtà e quindi anche noi possiamo dargli il nostro significato.
Bene ha fatto Beppe Grillo a rivendicare il populismo del M5S.
Essere populista vuol dire che si crede che la sovranità debba appartenere al popolo.

La costituzione Italiana
Art.1
L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione

SAURO G., santarcangelo di romagna Commentatore certificato 13.11.13 18:30| 
 |
Rispondi al commento

gli stai uniti d'europa sono un miraggio, l'europa non esiste ma la BCE si, banca centrale europea....quattro USURAI che stampano moneta falsa e la vendono agli stati membro a caro prezzo...è certo che hanno paura dei movimenti, in particolare il 5*****, poichè da movimento guida per gli altri paesi...sapete in questo paese è facile che il bue chiami cornuto l'asino...POPULISTI DI MMERDA SIETE VOI, berluscono, letto e sotterrato e quanti hanno governato, si fa per dire, questo paese....

aldo delli carri 13.11.13 18:25| 
 |
Rispondi al commento

Nel mio commento delle 12.54 come risposta ad un blogger che mi criticava per il mio citare anche i 5 stelle come 'complici', involontari sia chiaro, dell'INCREDIBILE PRESENZA, DOPO 105 GG DALLA CONDANNA DEFINITIVA DEL PREGIUDICATO BERLUSCONI AL SENATO, Danila ha dato questo INTERESSANTE SUGGERIMENTO:

"Sono d'accordo Dino , io fossi nei parlamentari 5S, esporrei OGNI GIORNO, davanti al Palazzo degli Orrori, uno striscione con il count up dei giorni di permanenza del condannato in Parlamento ...sarebbe solo un'azione dimostrativa ...ma di sicura efficacia ...più di una partecipazione ad un inutile talk-show...
ciao..:)

Io la trovo UN'IDEA BELLISSIMA...che nn costerebbe ma di GRANDE IMPATTO MEDIATICO.

Idea che io integrerei suggerendo ai OGNUNO DEI PARLAMENTARI 5 STELLE di trascorrere UN INTERO GIORNO, a turno, singolarmente o a piccoli gruppi, accanto a questo striscione.

Quindi, come sembra, basta poco per marcare la DIFFERENZA TRA I NOSTRI PARLAMENTARI E GLI 'ALTRI'.

Dino Colombo Commentatore certificato 13.11.13 18:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I politici legiferano a comando, accettano (naturalmente per mantenere la propria comoda poltrona), le imposizioni che provengono dall’alto dai gruppi elitari del potere economico internazionale.
E’ inutile negare che nella politica vige il compromesso in tutti i settori, i politici sappiamo tutti che sono i burattini di questo sistema. Detto ciò la sinistra e la destra non esistono più, tutto è in mano a quel potere che gestisce il denaro e che poi fa le leggi.
E’ arrivato il momento di ribellarci tutti insieme , ora o mai più con il M5S!!!!

libera p. Commentatore certificato 13.11.13 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Sull'Unione Europea vorrei fare due riflessioni storiche.
In primo luogo consideriamo che gli Stati Uniti d'America giunsero al'equilibrio attuale dopo una sanguinosissima Guerra di Secessione, che secondo la vulgata fu dovuta al problema della schiavitu'(in realta' secondario), mentre fu dovuta principalmente a problemi economici tra gli Stati, che andavano a diverse velocita', proprio come oggi in Europa. Solo che allora il Sud agricolo, piu' ricco per il cotone, voleva abolire i dazi doganali, mentre il Nord voleva il protezionismo per difendere l'industrializzazione appena nata. Poi c'era il problema della moneta unica e dei conseguente trasferimenti fiscali tra gli Stati, esattamente come adesso in Europa. Il Nord vinse una guerra disastrosa e in pratica assogetto' e colonizzo' il Sud.
In secondo luogo consideriamo l'Unita' d'Italia.
Il Regno di Sardegna conquisto' il Regno di Napoli e realizzo' il Regno d'Italia. Pochi considerano che il Nord depredo' il Sud, chiuse i cantieri navali di Castellamare in favore di quelli del Nord, sequestro' i terreni che furono venduti agli investitori del Nord per una bazzecola, in pratica si tratto' di una speculazione. Si stabili' per decreto un'unica moneta in tutto il Regno. Il Sud tento' una guerra partigiana di liberazione con decine di migliaia di morti e venne schiacciato. Il Sud cadde in una depressione da cui non si riprese piu' ormai da un secolo e mezzo. Sara' questa la fine che fara' il Sud Europa? Si riesce a pensare come sarebbero andate le cose se in Italia si fosse fatta una semplice federazione doganale tra i Savoia, il Papa e i Borbone, ove ognuno avesse mantenuto la propria moneta con opportuno tasso di cambio di mercato? Questo era il pensiero di Gioberti e Cattaneo, che non erano due coglioni. Perche' la Storia non insegna ad evitare gli errori?
Speriamo che il Buon Dio aiuti l'Italia. Buona fortuna a tutti. Marino Riccardi.

Marino Riccardi 13.11.13 18:01| 
 |
Rispondi al commento

A me sembra vergognoso che la rai abbia quella moltitudine di canali ( rai storia, rai 4 rai cinema ecc ecc.) ma perchè non li vendono ai privati invece di pensare a vendere le spiagge degli Italiani?

pazzi gilberto, genova Commentatore certificato 13.11.13 17:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Ho letto il pezzo di articolo di Franco Bechis
giornalista di Libero in un post qui a fianco.

A parte il titolo, (Letta 24.000 € x una sedia) che viene smentito dall'articolo xchè la "sedia" da 24.000 € si tramuta in "sedie", poi Bechis di che si meraviglia abbiamo il presidente del consiglio con le palle d'acciaio, quindi le sedie andavano rinforzate, poi saranno d'epoca, può essere che ci sia una tangente?

E bravo vede la pagliuzza e non vede la trave ed il finanziamento che prende l'informazione non lo scandalizza?

E il finanziamento che prendono i partiti va bene?

Ora con il probabile aumento del canone tv finanziamo anche le tv private, se questo non è uno scandalo come lo chiamiamo.

Solo il M***** ci può portare fuori da questa melma.

saluti a tutti da nessun copy

nessun copy 13.11.13 17:35| 
 |
Rispondi al commento

salve,
per chi non l'avesse visto
da wikipedia,

.......Il largo uso che i politici e i media fanno del termine "populismo" ha contribuito a diffonderne un’accezione fondamentalmente priva di significato: è rilevabile infatti la tendenza a definire "populisti" attori politici dal linguaggio poco ortodosso e aggressivo i quali demonizzano le élite ed esaltano "il popolo"; così come è evidente che la parola viene usata tra avversari per denigrarsi a vicenda – in questo caso si può dire che "populismo" viene talvolta considerato dai politici quasi come un sinonimo di "demagogia".


buona serata........ e........ viva il populismo a 5 stelle!!

Path Walker Commentatore certificato 13.11.13 17:28| 
 |
Rispondi al commento

" La mia idea di vita è la sobrietà. Concetto ben diverso da austerità, termine che avete prostituito in Europa, tagliando tutto e lasciando la gente senza lavoro. Io consumo il necessario ma non accetto lo spreco. Perché quando compro qualcosa non la compro con i soldi, ma con il tempo della mia vita che è servito per guadagnarli. E il tempo della vita è un bene nei confronti del quale bisogna essere avari. bisogna conservarlo per le cose che ci piacciono e ci motivano. questo tempo per se stessi io lo chiamo LIBERTA'. E se vuoi essere libero devi essere sobrio nei consumi. L'alternativa è farti schiavizzare dal lavoro per permetterti consumi cospicui, che però ti tolgono il tempo per vivere.
Lo spreco è funzionale all'accumulazione capitalista che per essere alimentata ha bisogno che compriamo di continuo, ci indebitiamo fino alla morte.
Se si dimezzassero i 2000 miliardi di dollari per spese militari si cancellerebbe la fame dal mondo. I mezzi ci sono, li spendiamo male. si parla da 20 anni di Tobin tax, sulle transazioni finanziarie? Per Wall Street cambierebbe poco, tantissimo invece per il welfare in crisi ovunque: perché non si fa? "
Queste che riporto sono alcuni pensieri di José 'Pepe' Mujica, presidente dell'Uruguaj, 78 anni, presidente con il 52 per cento dei voti, il suo slogan " UN GOVERNO ONESTO. UN PAESE DI PRIMA CLASSE ".
La sua casa una cinquantina di metri quadrati, in cui vive con la moglie e che preferisce alla residenza presidenziale, ha rinunciato del 90 per cento del suo stipendio presidenziale.
Questo è ciò che accade in Sud America che io considero un fantastico laboratorio 'grillino'.
Terra di populisti capaci di premiare l'onestà di un uomo per il cambiamento.
Il più grande errore è pensare a una unione di popoli e nazioni diverse tra loro, giustamente con le proprie idee e tradizioni. Ogni nazione ascolti solo il suo popolo 'lancia un'idea, guarda l'effetto che fa, ascolta le critiche, migliorala o rimangiala '.

Andrej Mussa

Andrej Mussa 13.11.13 17:25| 
 |
Rispondi al commento

Sono una persona con i propri difetti ma sicuramente con un grande pregio di cui vado fiera , l’onestà.
Se trovo chi va dicendo in giro che l’occasione fa l’uomo ladro mi arrabbio moltissimo e mi sento offesa.
Ho avuto moltissime occasioni nell’ambito lavorativo in cui avrei e potrei ottenere vantaggi sia in termini economici che di carriera, non mi ha mai sfiorata l’idea di prenderle in considerazione anzi, ho combattuto e combatto sempre indignata certi sistemi.
Non posso fare a meno di pensare a tutti i farabutti che per il denaro, il prestigio, la carriera, il potere, si vendono anche l’anima. Per questa ragione non riesco a capire chi difende e crede ancora nei politici che hanno distrutto l’Italia.

libera p. Commentatore certificato 13.11.13 17:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono sostanzialmente o ignoranti, o in malafede, in quanto a preparare i regimi è la DEMAGOGIA.
Il populismo, oltretutto, è una concezione di sinistra difficilmente assimilabile dal Fronte Nazionale, per esempio, o da Alba Dorata.
In ogni caso non è sufficiente esaltare i valori di un popolo per essere populisti, così come non basta rivolgersi alle classi meno agiate per essere demagoghi.
Vuol sapere quello che penso, Signor Becchi?
Che vadano tutti aff......!
Saluti
Ros

Rosella F., Cosenza Commentatore certificato 13.11.13 17:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Le "LARGHE INTESE" - 2


Gli appassionati di Crime-fiction, che impazzano nelle TV italiane, scoprirebbero che vivono in un paese dove la realtà supera di gran lunga la fantasia, se solo i TG (che seguono o anticipano le stesse fiction) gliene dessero notizia.
Nell'inchiesta che vede la richiesta di RINVIO A GIUDIZIO DELLA VICE-MINISTRA DE CAMILLIS ad esempio, non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Gli arresti (a suo tempo) del comandante provinciale dei carabinieri di Campobasso, del comandante della Municipale di Termoli, e dell' intera squadra di polizia giudiziaria della procura di Larino, accusata di spiare i magistrati e di riferire agli indagati.

Il maresciallo Priore fece anche di meglio. Inviò un proiettile e una lettera anonima («Bastardo, morirai, ti sc... la tua mogliettina bionda») a suo fratello Matteo, anch' egli carabiniere, ma "colpevole" di ostacolare la consorteria criminale. La prova venne dall' esame del Dna svolta dai Ris di Roma sulla saliva con cui il maresciallo chiuse la busta.

Poi c'è l'ottima Patrizia De Palma, primario dell' ospedale San Timoteo, e di suo marito Remo Digiandomenico, ex sindaco di Termoli e deputato Udc, denominati «i Ceausescu del Basso Molise».
De Palma, obiettrice di coscienza che secondo i giudici praticava aborti clandestini, è stata anche condannata (sentenza definitiva) per aver permesso che un bambino partorito da una donna sposata fosse letteralmente ceduto a un' altra persona. Ma non ha mai scontato né la condanna, né la pena accessoria dell' interdizione per 5 anni dai pubblici uffici.
Con la moglie, DiGiandomenico, per il quale il Parlamento non autorizzò l' arresto, è considerato il perno del «sistema molisano» di appalti truccati E truffe miliardarie ai danni di Regione e Stato.
I «Ceausescu del Molise» erano anche particolarmente infastiditi da un altro carabiniere..

CONTINUA QUI

https://www.facebook.com/pages/L-Incredibile-Parlamento-Italiano/346928668672527

Mario A 13.11.13 17:17| 
 |
Rispondi al commento

o.t.

"C'ho 'na bella notizzia pe' tutti...dedicherò ar blogghe ventiquattrore su ventiquattro...ar giorno...trecentosessantacinque giorni su trecentosessantacinque all'anno...
Okkei...comincerei co' 'n po' de Musica..."

comincia col dire che c'è un nuovo post ,

piuttosto...

paoloest21 13.11.13 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Alla maestrina dalla tastiera differente Sara Paglini che scrive Pino Chet dico che l' on. Corda non ha niente di cui scusarsi, ne rettificare a mio parere, lo ha fatto, bene tanto di capello, non mettere il capello su un argomento che probabilmente non hai mai approfondito.


C'ho 'na bella notizzia pe' tutti...dedicherò ar blogghe ventiquattrore su ventiquattro...ar giorno...trecentosessantacinque giorni su trecentosessantacinque all'anno...
Okkei...comincerei co' 'n po' de Musica...

http://youtu.be/8WOCxlMMrqA

er fruttarolo Commentatore certificato 13.11.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o t
ricordate sempre che quando arrivano i troll,vuol dire che rosicano e quindi qualcuno paga per mandarli qui.sono stupide bestie pagate,non contano!!cliccate commento inappropriato e spariscono.quando ci sono i troll vuol dire che l'argomento spaventa i loro capetti,quindi ben vengano!!!sapete tutti ormai che ci sono i troll di partito,pagati e i semplici ignorantoni,utili idioti in cerca d'autore.in alto i cuori,vinciamo noi!!!
p.s. dico la mia sul caso Corda:finiamola lì.ognuno si è fatto la sua opinione e ora basta no?abbiam ben altri impegni e obiettivi.se ci perdiamo in polemiche nn la finiamo più!!lo stare uniti ci differenzia appunto dai vari partiti con le varie correnti e litigi vari.ora passiamo oltre,altrimenti facciamo il gioco di chi ci vorrebbe dividere,mentre il Paese affonda!!!
zacchete qui il caffè a 5 stelle per tutti!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 17:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

fisiologicamente, purtroppo, non riesco a mettere la crocetta su
PD,PDL e altre porcherie del presente e dei passati 40 anni.
Finalmente ho messo la mia bella croce su 5 Stelle.
Poi sono arrivati gli stro.nzi tipo Antonio Rispoli.
E' più forte di me, meglio evitare questa gentaglia.
Ci arriva Beppe Grillo a capirlo?
E' vero che si vota il programma, ma sacro Dio, si votano anche le persone.
E se io devo votare per la zavorra, non me ne fotte.
Nella mer.da ci sto e ci resto.

Ivan I., Genova Commentatore certificato 13.11.13 17:01| 
 |
Rispondi al commento

...."Non ho fatto l’elogio del kamikaze ma ho al contrario denunciato l’orribile ideologia che sfruttando la disperazione e l’ignoranza lo ha portato a trasformarsi in una bomba umana".....

Emanuela Corda M5S

libera p. Commentatore certificato 13.11.13 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Avevi ragione Luciano.P,quando prima ti allarmavi su nuove incursioni di TROLL,per loro vicende come quella di E.Corda non sono che il pretesto
per mandare in vacca o peggio in rissa il dibattito..vedi anche un riferimento a Max Stirner
( blogger da cui ho avuto occasione di dissentire,ma in totale rispetto e garbo)fatto non so da chi e a quale proposito...la questione di merito che anche tu riproponi "chi si permette di decidere e ache titolo sulle vite altrui.."richiama probabilmente la questione principale,la perdita di sovranita'di x Paesi sull'altare dei poteri forti europei e dell'azionista di maggioranza : la Germania,almeno nelle sue politiche attuali.
Ecco perche'le prossime elezioni europee
sono un banco di prova fondamentale per il M5S.
a presto.

f.g-torino.

franco graziani 13.11.13 16:53| 
 |
Rispondi al commento

Contro la stupidità delle persone che parlano senza sapere, solo per infangare, non c'è rimedio.
La madre dei cretini è sempre incinta.

Movimento Cinque Stelle unica salvezza per l'Italia.

libera p. Commentatore certificato 13.11.13 16:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S è sempre sotto attacco, questa è la dimostrazione che in molti hanno paura che possa affermarsi come l’unico vincente alle prossime elezioni.
La gente ha dormito per decenni adesso si sta risvegliando, vuoi perché si tocca con mano lo sfacelo dell’Italia ma soprattutto grazie a Beppe Grillo e ai nostri eccezionali parlamentari pentastellati che stanno svergognando e smascherando politici corrotti, collusi, mafiosi, indagati, condannati, incompetenti, cretini, buffoni sia del pd che del pdl, scelta civica e company orchestrati da un Presidente della Repubblica che tutto è all’infuori di imparziale e garante della costituzione.
Ebbene si, voteremo in tantissimi per il M5S!!!!
Saremo vincenti nonostante tutti gli attacchi dei media e di tutti i mafiosi messi insieme, banchieri e "potenti" compresi......

libera p. Commentatore certificato 13.11.13 16:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I

peppino . Commentatore certificato 13.11.13 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Non entrò nel merito della dichiarazione ognuno ha le sue opinioni al riguardo, com'è giusto che sia
Discutibili o meno o poco opportune le esternazioni della cittadina Emanuela Corda, Sono espressione di libertà intellettuale
Quello che mi scandalizza è l'uso che ne è stato fatto
di abbrevio volutamente estorto del concetto nei servizi dei telegiornali
Degni di un regime dittatoriale

Rosa Anna 13.11.13 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LE "LARGHE INTESE" - 1


"Qui in Molise non c’è bisogno di clan sanguinari che sparino tutti i giorni, perché a comandare qui, finora, è stato uno dei più temibili centri di potere e di malaffare annidato nelle istituzioni".
Così dichiararono il procuratore di Larino Nicola Magrone e il GIP Roberto Veneziano, all'indomani dello scoppio dell'inchiesta "Black Hole", un enorme scandalo tra politica e sanità, che coinvolse politici della regione (a partire dal governatore Iorio, assessori e consiglieri), dirigenti della sanità, imprenditori, faccendieri, avvocati e uomini delle forze dell’ordine, con accuse che svariano dall’associazione a delinquere, truffa ai danni di regione e stato, appalti truccati, concussione, corruzione, assunzioni truccate ecc.ecc

Dopo anni di placido letargo del Tribunale di Bari, e nel consueto silenzio dei TG del paese al 61 posto nel mondo per libertà di informazione, nei giorni scorsi sono partite per più di un centinaio di indagati le richieste di rinvio a giudizio.
Tra questi, con l'accusa di abuso d'ufficio, l'allora consigliera regionale (ora parlamentare) SABRINA DE CAMILLIS (PDL).

Data quindi la sua esperienza di "larghe intese", la signora è da quest'anno promossa dal governo Letta a VICE-MINISTRO PER I RAPPORTI COL PARLAMENTO

Nel suo eccellente curriculum, la sottosegretaria annovera anche quella dell'aver rivestito illecitamente per mesi una doppia carica, come fece nel 2008 quando da consigliera regionale passò al parlamento nazionale continuando pure a percepire indebitamente la doppia indennità.


Applausi


(Fonte):

https://www.facebook.com/pages/L-Incredibile-Parlamento-Italiano/346928668672527

Mario A 13.11.13 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Proponi fortemente delle idee non in accordo con loro? SEI FASCISTA. Proponi idee che comprendono le persone? SEI POPULISTA (termine abusato e inspiegabilmente negativo). Esiste solo BENE e MALE e PD+-L si scambiano il ruolo di cosa sia e chi sia. Nessuno dei partiti osa definirsi onesto, non riescono a tanto, manco Letta mentirebbe così tanto. Sei del M5S? SEI ONESTO. E gli altri zitti.

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 16:36| 
 |
Rispondi al commento

%%%
nida a Radio24: "Gli stipendi dei giudici sono congrui".

Valerio Onida: “Noi non possiamo cumulare nient’altro, quindi per garantire l’autonomia del giudice è giusto che guadagni in modo da essere indipendente e non a rischio corruzione”

Quindi il giudice se non guadagnasse quelle cifre sarebbe “a rischio corruzione” ecco l'unica discriminante, mica la moralità, il senso del dovere, la giustizia, la paura di essere preso è condannato...no no...la discriminante sono i soldi (quelli che ai fannulloni ingordi non bastano mai). Se non glieli diamo i giudici potrebbero delinquere...già...
Quindi, signori miei, coloro che non guadagnano come il signor Valerio Onida sono legittimati a fare quello che farebbero i giudici se non guadagnassero quelle cifre...solo che loro non vanno mai in galera e non ci andrebbero comunque. Ecco la vera dittatura!

kkk hh 13.11.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Europa il M5S, la sua presenza nel Parlamento Europea, imporrà una ridiscussione dell’idea di Europa che si è costruita, imporrà l’esigenza di un’Europa che deve tornare ad essere quella dei popoli e non delle grandi elites finanziarie.
-----------------
Questo è l'essenziale !
Le elites finanziarie tendono a proteggere se stesse fino anche a forme di razzismo che si incarnano nell'eclusione sociale.
La rivolta degli esclusi è un fenomeno, anzi meglio, l'indice, la cartina al tornasole del fallimento di filosofie politiche e finanziarie gestite da chierici di partito e della finanza.

Lo scopo della politica non è la produzione di filosofie, nemmeno di tesi scientifiche e letterarie, scopo della politica è semplicemente il benessere (non il bene) della popolazione di cui è responsabile.

Si lasci la filosofia ai filosofi, la scienza agli scienziati, la letteratura ai letterati, l'economia agli economisti, ma è meglio che non si occupino di politica.
Se ci fosse un Socrate, un Platone, un Aristotele o Einstein o un Freud o Dante Alighieri o Manzoni al comando giuro che sarebbe meglio cambiare paese.
Facciano il loro, contribuiscano alla crescita civile, sociale, scientifica senza la pretesa di comandare o di fare i consiglieri del re per amor del cielo !

Kasap Aia, Cifre, borgo virtuale Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.13 16:30| 
 |
Rispondi al commento

da Huffington post Intervista a Luciano Gallino:

"Ci vuole una bella dose di umorismo nero per parlare, oggi, di una ripresa imminente". Non ha dubbi Luciano Gallino, sociologo e massimo esperto italiano del mercato del lavoro. Il guaio è se a fare del "black humor" è il primo ministro di un Paese, in questo caso il nostro. Come si fa - si domanda Gallino - a parlare di ripresa con la disoccupazione a livelli record e in assenza totale di politiche per l'occupazione?

Oggi il presidente Letta, parlando al consiglio nazionale del Coni, ha detto che “la ripresa è a portata di mano”, anche se non si vede. È davvero così?

Ci vuole una bella dose di ottimismo per fare un’affermazione del genere. I rapporti e gli studi che si possono leggere a livello internazionale dicono ben altro. È quanto meno paradossale che si parli di sintomi di ripresa con la disoccupazione in aumento. È come se ci si dimenticasse che il parametro più significativo per valutare lo stato di salute di un’economia è il tasso di occupazione. Detto sinceramente, per parlare ora di ripresa ci vuole una bella dose di umorismo nero.

Dagli Stati Uniti all’Europa, in molti prevedono una jobless recovery, ossia una ripresa senza lavoro. Secondo lei, è un ossimoro? Oppure è davvero possibile una ripresa senza lavoro?

Se l’occupazione non cresce, l’economia reale non può che risentirne. Chi parla di ripresa asseconda le teorie economiche neoliberali che hanno conquistato il discorso mediatico. Si guarda solo ed esclusivamente al Pil, e non al modo in cui è prodotto. E il Pil può crescere di qualche punto perché sono ripartite le attività finanziarie. Ma che ripresa è questa?

Quale cambio di passo dovrebbe esserci, in Europa, per invertire la rotta?

Sandro ., Roma Commentatore certificato 13.11.13 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io difendo Emanuela Corda, non prendo le distanze dal suo intervento perché lo condivido in toto, volete aderire alla linea dei giornali di famiglia del caimano ? Bene, accomodatevi pure, per quanto mi riguarda nel M5S non può trovare posto l'ipocrisia, il populista becero, il buonista del cazzo! Dice bene Emanuela, il kamikaze è anch'esso vittima e carnefice, all'indomani della sparatoria a Palazzo Chigi in cui rimase ferito il carabiniere Giangrande dimostrai la solidarietà ad un nostro militare, ma non potei esimermi dall'evidenziare il clima di tensione sociale creatosi in questi decenni nel nostro Paese, situazione che esaspera gli animi.
Piuttosto, nessuno condanna la superficialità con la quale i nostri militari si insediarono a Nassiria, non per colpa loro ben inteso, ma di chi gestiva l'intera operazione, la leggerezza nel predisporre una difesa alla struttura insediata, pochi sacchi di sabbia nessuna garanzia in caso di attacco, convinti come eravamo di rappresentare gli esportatori di democrazia, penosa imitazione delle motivazioni con cui lo Zio Sam continua a portare guerra e distruzione nei Paesi dell'Europa orientale, ma Nassiriya era e rimane tuttora un centro ad alto rischio terrorismo, lo sapevano anche le pietre, non il nostro contingente.
Forza Emanuela hai la mia solidarietà.



"Ci vuole una bella dose di umorismo nero per parlare, oggi, di una ripresa imminente". Non ha dubbi Luciano Gallino, sociologo e massimo esperto italiano del mercato del lavoro. Il guaio è se a fare del "black humor" è il primo ministro di un Paese, in questo caso il nostro. Come si fa - si domanda Gallino - a parlare di ripresa con la disoccupazione a livelli record e in assenza totale di politiche per l'occupazione?

Oggi il presidente Letta, parlando al consiglio nazionale del Coni, ha detto che “la ripresa è a portata di mano”, anche se non si vede. È davvero così?

Ci vuole una bella dose di ottimismo per fare un’affermazione del genere. I rapporti e gli studi che si possono leggere a livello internazionale dicono ben altro. È quanto meno paradossale che si parli di sintomi di ripresa con la disoccupazione in aumento. È come se ci si dimenticasse che il parametro più significativo per valutare lo stato di salute di un’economia è il tasso di occupazione. Detto sinceramente, per parlare ora di ripresa ci vuole una bella dose di umorismo nero.

Dagli Stati Uniti all’Europa, in molti prevedono una jobless recovery, ossia una ripresa senza lavoro. Secondo lei, è un ossimoro? Oppure è davvero possibile una ripresa senza lavoro?

Se l’occupazione non cresce, l’economia reale non può che risentirne. Chi parla di ripresa asseconda le teorie economiche neoliberali che hanno conquistato il discorso mediatico. Si guarda solo ed esclusivamente al Pil, e non al modo in cui è prodotto. E il Pil può crescere di qualche punto perché sono ripartite le attività finanziarie. Ma che ripresa è questa?

Quale cambio di passo dovrebbe esserci, in Europa, per invertire la rotta?

In Europa non si è intrapresa nessuna seria riforma che possa favorire l’occupazione: l’economia reale non è sostenuta, punto. Negli Stati Uniti si è fatto di più. L’Europa, con le sue politiche di austerità, non sta facendo altro che favorire la disoccupazione. Ignorando un altro aspetto fondamentale: la po

Sandro ., Roma Commentatore certificato 13.11.13 16:27| 
 |
Rispondi al commento

Senti ale 69...tu non devi aver paura di NOI,perche'ancora non ti e'chiaro e non puoi sapere con chi hai a che fare,devi aver paura di te stesso..persone che si esprimono come te di solito non fanno una bella fine,giusto per chiarire il mio rif.to anni 80,provare per credere..PROVARE PER CREDERE...

f.g-torino.

franco graziani 13.11.13 16:24| 
 |
Rispondi al commento

o.t.

""Brunetta contro Saccomanni: “Ha preso in giro Berlusconi in trattoria”
Il capogruppo del Pdl alla Camera deposita un'interrogazione al governo su un episodio riportato da Libero. Un testimone, secondo il quotidiano, ha visto il ministro ridere con i suoi commensali per commenti del tipo: "Al Cavaliere stanno facendo un culo come una capanna"""


http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/13/brunetta-contro-saccomanni-ha-preso-in-giro-berlusconi-in-trattoria/776290/

li immagino ospiti di trimalcione:))

paoloest21 13.11.13 16:22| 
 |
Rispondi al commento

Me la vedo brutta !!disse la marchesa camminando sugli specchi!!

C'entra o non c'entra!! disse la marchesa pensierosa seduta sul paracarro!!

Un sorriso non fa mai male!!

W la foca... che dio la benedoca!!!

spuseta 13.11.13 16:21| 
 |
Rispondi al commento

"Il populismo non è una teoria politica: è, piuttosto, una sindrome – una serie di sintomi, di segni indicativi di una malattia. È ciò che esprime un malessere che cova all’interno della società, che lo porta di volta in volta in forme diverse alla luce."

Infatti il problema non è il solo populismo (cioè la reazione scomposta degli ignoranti a problemi complessi) ma anche che poi c'è sempre il populista di turno che approfitta della situazione (e magari lo rivendica).

“Noi parliamo alla pancia della gente. Siamo populisti veri. Non dobbiamo mica vergognarci. [...] Noi siamo la pancia della gente”

https://tinyurl.com/prdngcg

Voi sarete la pancia della gente alla quale parlate. Personalmente io voto solo chi pensa con il cervello e si rivolge a me su quello stesso piano. Bună seara.

mario, fixing pipes online 13.11.13 16:18| 
 |
Rispondi al commento

Corda, ho letto la tua spiegazione. Facevi meglio a ristartene zitta. In cima ai tuoi pensieri, lo dici tu, ci sono le vittime italiane. Non ci credo ma se lo dici tu.
Potevi nominare Adelina Parrillo nel tuo discorso in luogo del kamikaze.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 16:13| 
 |
Rispondi al commento

Io eviterei di sbranarci tra di noi, sbraniamo il nemico!!!!!

spuseta 13.11.13 16:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

""capito niente..

psichiatria.""

ma dai, così est troppo facile...:)))))

paoloest21 13.11.13 16:10| 
 |
Rispondi al commento

QUANTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MANCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA?!?!?!?!??!?!?!!

luca a., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.11.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Becchi, forse dimentica (gli fa comodo) che i populisti più famosi si chiamavano Mussolini, Hitler, Salazar, Peron, Castro ecc. ecc.......................

giulio nicosia 13.11.13 16:04| 
 |
Rispondi al commento

FRANCO GRAZIANI.....

ma va cagher va,. a chi cazzo pensi di fare paura idiotino mentecatto???

Su su......
vai vai a dar via il culo che ti piace su!

Che pagliaccio!

Ale 69 Commentatore certificato 13.11.13 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Ale 69..non sono un genio,ma una normalissima persona,tu solo un MENTECATTO,attento alle parole..il cazzo ficcatelo nel culo o meglio in bocca,persone come te negli anni 80 le facevamo durare 4 secondi...ti e'chiaro il concetto buffone ?..firmati in chiaro,come faccio io,poi vediamo.

f.g-torino

franco graziani 13.11.13 15:57| 
 |
Rispondi al commento

-----LA DEFINIZIONE PIU' SINTETICA DI COSA E' L'INTELLIGENZA-----

L'intelligenza è la capacità di comprendere un certo numero di circostanze, comportamenti, fatti, idee e situazioni, in un certo lasso di tempo, possibilmente breve.

La capacità di comprendere quanto espresso dalla nostra portavoce CORDA, sulla vicenda kamikaze, rientra tra i parametri per definire l'intelligenza di coloro che si esprimono in merito.


ribadisco che il populismo non ha nulla di sbagliato ma che comunque è scomodo alle caste che tacciano di populismo chi cerca di smontarle.è inoltre sinonimo di politico quindi è come se un politico accusasse qualcuno di essere un politico.poi le elezioni si vincono con un numero maggiore di voti quindi ci si rivolge al popolo per reperirli non alle caste quindi le caste vogliono rimanere tali ma per farlo hanno bisogno di tanti voti che dovranno reperire dal popolo che poi tradiranno.

claudio masiello, roma Commentatore certificato 13.11.13 15:54| 
 |
Rispondi al commento

..d'accordo che le guerre non devono esistere ...chi le vuole ?..io NO.
Ma allora quando una nazione o una società viene attaccata o con armi o con azioni dittatoriali..come ci si difende con ...mazzetti di violette ???
Se uno viene in casa tua...e ti punta un'arma per ucciderti (perche' pensa di non aver rubato abbastanza ) ..e tu hai un'arma a portata di mano...che fai ? o lui o te ....chi scegli ?
Così tanto per sapere...........

Paolo B.

Eposmail ,. Commentatore certificato 13.11.13 15:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

aleggia una certa ispirazione a "vendicare" Nassiryia....


psichiatria. 1 13.11.13 15:47| 
 |
Rispondi al commento

il nipote che parla di nuovo di ripresa....
miserabili!!!una sola priorità,come sempre:mandarli a casa tutti!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Invece caro0 Franco Graziani, è meglio che tu te ne vada veramente a gambe levate fuori dal cazzo!

Geni come te che giustificano la Corda non servono, ne tu, ne lei, anzi, fate solo del male al movimento.

FORA DAI BAL!

Ale 69 Commentatore certificato 13.11.13 15:46| 
 |
Rispondi al commento

OT (ma non troppo)

Ho ascoltato il discorso della Carta. Fondamentale per la sua comprensione il passaggio che attribuisce la responsabilità negativa all'ideologia che ha spinto il terrorista marocchino all'attentato. Anche lui vittima e dell'ideologia e dell'attentato.
Una provocazione per il pensiero bidimensionale e banale di chi celebra i propri morti e ne prepara altri dopo aver dedicato ai primi il dovuto celebrativo pubblico cordoglio. Il discorso di Carta è invece un intervento importante perché tridimensionale. Tra le righe, sotto accusa le ideologie e i sistemi che sebbene si differenzino nelle forma, conseguono il comune risultato di trasformare la vita in morte, le persone in vittime "per propria scelta". Il marocchino e i soldati italiani riposino insieme in pace giustamente, perché sul pianeta imperversano potenti ideologie di morte "per propria scelta", da una parte e dall'altra.

maria s., ancona Commentatore certificato 13.11.13 15:41| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Emanuela Corda DEVE RIMANERE nel M5S,ieri ha dato voce all'Italia migliore,che non vuole guerre..anche tu Giorgio.S TS devi rimanere,ma se proprio fossi obbligato a scegliere,PREFERISCO CHE TE NE VADA TU !!...
bravo Dario Del Sogno,operazione verita'.

f.g-torino

franco graziani 13.11.13 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non si può negare però, che TUTTI i regimi (fascismo, nazismo, comunismo, ecc.) siano nati in periodi di decadenza e povertà nei rispettivi paesi dove sono nati, in cui è arrivato l'uomo forte con le risposte a tutti i problemi e che dava la colpa a qualche capro espiatorio.
Questa è storia, la povertà rende incline la gente a credere a qualsasi cosa e a seguire chi grida piu' forte e fa le promesse giuste, pur di uscirne, in Grecia ad esempio, si vedono gli effetti di questo: alba dorata si comporta come i nazisti nei confronti degli immigrati ed ha molto consenso popolare. Attenzione ai capri espiatori e alle promesse di facili soluzioni.

Michele Bene 13.11.13 15:32| 
 |
Rispondi al commento

OT:

Per la serie: " Come ci vede il Mondo"


Il Parlamento italiano è finito nel mirino del celebre cartone animato "I Simpsons".

"Questa scuola è più corrotta del Parlamento italiano"

S'intitola "Yolo" il 534esimo episodio dei Simpson, il quarto della 25esima stagione, andato in onda il 10 novembre sul canale americano Fox. Durante la puntata il giornalista Kent Brockman, mostrando al preside Seymour Skinner una videoregistrazione fatta di nascosto durante le ore di scuola, ha definito l'istituto «più corrotto del Parlamento italiano».....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Movimento Stelle ha un programma.
Io l'ho votato per questo programma.
Non m'importa che discutano o votino nulla che non sia nel programma che di per sè è molto impegnativo.
Dovesse esserci una proposta di legge sull'abolizione delle malattie o per la vita eterna non si dovrebbe votare prima di averne discusso e prima di averla inserita nel programma.
Io non riesco a volare alto. Anzi, non volo proprio.
Me ne sto con i piedi su questa terra perchè non appena cercassi di librarmi in volo mi abbatterebbero. Come regolarmente succede.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 15:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui l'unica cosa che aumenta, non è il populismo ma la povertà.

arnaldo ., roma Commentatore certificato 13.11.13 15:25| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Operazione Antica Babilonia, Iraq
2003
12 novembre, "Strage di Nassiriya"
Cadono in un attentato suicida eseguito con un camion bomba che provoca 28 morti, 19 italiani di cui 2 civili,[12] e 9 iracheni. I militari italiani sono[13]:
Arma dei Carabinieri
Massimiliano Bruno, maresciallo capo[14];
Giuseppe Coletta, vice brigadiere[15];
Giovanni Cavallaro, maresciallo aiutante s.ups[16];
Andrea Filippa, appuntato scelto[17];
Enzo Fregosi, primo maresciallo luogotenente[18];
Daniele Ghione, maresciallo[19];
Ivan Ghitti, vice brigadiere[20];
Domenico Intravaia, appuntato[21];
Horatio Majorana, carabiniere scelto[22];
Filippo Merlino, maresciallo[23];
Alfio Ragazzi, maresciallo capo[24];
Alfonso Trincone, maresciallo aiutante s.ups[25].
Esercito italiano
Alessandro Carrisi, caporale[26];
Emanuele Ferraro, caporale maggiore capo[27];
Massimo Ficuciello, tenente[28];
Silvio Olla, maresciallo[29];
Pietro Petrucci, caporale[30].
European Union Police Mission in Bosnia and Herzegovina, Kosovo[modifica | modifica sorgente]
20 novembre, Sarajevo
percorrendo una strada presso Sarajevo a bordo di una Land Rover dell'EUPM, il mezzo sbandò, probabilmente a causa di una lastra di ghiaccio e delle precarie condizioni del manto stradale, finendo fuori strada da un cavalcavia:
Francesco Niutta, del 1958, sovrintendente della Polizia di Stato
2004
Operazione Antica Babilonia, Iraq
17 maggio, Nassiriya, "battaglia dei due ponti":
In un duro attacco dei miliziani di Moqtada Al Sadr cadde:
Matteo Vanzan, primo caporale maggiore del 1º Reggimento lagunari "Serenissima".
5 luglio, incidente stradale
Caporal Maggiore Scelto Antonio Tarantino
14 luglio, Nassiriya
In un incidente col suo mezzo cade:
Davide Casagrande, sergente del 4º Reggimento alpini paracadutisti "Monte Cervino".
Missione UNIFIL/ITALAIR, Libano[modifica | modifica sorgente]
30 luglio, Beirut
Fabrizio Nasini e Massimo Ballarino carabinier

continua su Wikipedia

psichiatria. 1 13.11.13 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

""Apophis non colpira' la Terra nel 2036: la conferma della Nasa .""

beh allora speriamo che si fermi in qualche autogrill spaziale e si faccia un bicchierino.

reset totale, non vedo altra soluzione..

:)

paoloest21 13.11.13 15:23| 
 |
Rispondi al commento

una buona notizia: un team italiano ha messo a punto un metodo per la decontaminazione dell'acqua radioattiva:

http://www.ilgiorno.it/pavia/cronaca/2013/10/31/974807-strumento-acque-potabili-tecnologia.shtml

eleonora . Commentatore certificato 13.11.13 15:20| 
 |
Rispondi al commento

Un mio amico che ha passato la vita più a lavorare che a studiare ha detto che se populismo significa "che nasce del popolo ed è a vantaggio del popolo" , lui è populista, è a favore del populismo.

franca s. Commentatore certificato 13.11.13 15:19| 
 |
Rispondi al commento

a come ci siamo cascati così bene dentro l'Europa Unita !!! Come volevasi dimostrare, ora ci troviamo in un caos dentro un vortice che trascina i paesi membri verso un disastro economico. A mio avviso perchè, prima di ogni altro passo, bisognava come primo passo ad unificare la lingua parlata. Ovviamente per non discriminare nessun popolo europeo sarebbe scorretto scegliere la lingua inglese come mantenere vivo il loro predominio coloniale ed economico. Come lingua comune, bastava adottare semplicemente l'Esperanto. Guardiamoci intorno per comprenderlo meglio: Tutto il nord America ed oltre, parla inglese; il sud america parla lo Spagnolo (solo in Brasile il portoghese, ma fra di loro si capiscono benissimo); la Cina = ad 1/4 dell'umanità ovviamente parla il cinese. Solo gli europei parlano oltre 30 lingue diverse che io considero come 30 muri che ci separano gli uni dagli altri, ma che senso ha l'incomunicabilità dentro un' Europa Unita?

Stefano Monacò, Trapani Commentatore certificato 13.11.13 15:16| 
 |
Rispondi al commento

...Populismo ?,...razzismo ? fascismo? ..comunismo?...capitalismo?...antipolitica,...demagogia, ?...ecc.. ecc....,
ma basta ,con stè vecchie etichette atte ad identificare una tendenza un comportamento o un qualcuno e renderlo PREVEDIBILE....ma baaaasta.
Facciamo Trionfare il : BUONSENSISMO una volta per tutte....andiamo ..O L T R E ...
Grazie.

Paolo B.

Eposmail ,. Commentatore certificato 13.11.13 15:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' populista chi vuole giustizia per tutti. Per i ricchi e per i poveri. E' populista chi vuole vivere in un paese nel quale si guadagna più di quello che si spende per vivere. E' populista chi non vorrebbe dover lavorare 6 mesi solo per pagare tasse.
Forse esiste un paese nel quale non c'è necessità di essere populista..dobbiamo cercarlo (magari esiste già) o crearlo.
Ho letto un interessantissimo articolo che parla dello stipendio in tutti i paesi del mondo:

http://www.voglioviverecosi.com/index.php?trovare-lavoro-all-estero-lavorare-all-estero_1295/quali-sono-i-paesi-stati-nazioni-dove-si-guadagna-di-pi-_1558/

Confrontando gli stipendi con il costo della vita di ogni paese si capisce che l'Italia è messa proprio male..per questo stiamo diventando tutti populisti..


Stefano Grillino 13.11.13 15:13| 
 |
Rispondi al commento

fosse spinto dalla fame e dalla speranza che quel suo sacrificio sarebbe servito per far vivere meglio i suoi familiari, che spesso vengono risarciti per il sacrificio del loro caro".
-------
questa è la parte più aberrante del discorso. Una giustificazione della giustificazione basata sul compenso postumo.
I martiri non si fanno pagare. Muoiono gridando viva qualcosa.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Manca al post di Paolo Becchi, un po' diciamo euroscettico alla Rawls il suggerimento di questi (contenuto nelle lettere): "in altre parole, è che qualcosa di più simile agli Stati Uniti si renda necessario in termini d’istituzioni politiche (un’unione federale più forte), al fine di evitare che l’Europa sia assimilata agli Stati Uniti in termini sociali e culturali". In questo contesto io credo che s'imponga la trasformazione dell'Unione Europea in democrazia parlamentare dove appunto i poteri del Parlamento Europeo sono aumentati e il cittadino vi ritrovi i suoi portavoce. Il M5S può' dare un ottimo contributo in questo senso alle prossime elezioni.

Giannini Massimo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 15:04| 
 |
Rispondi al commento

CONTINUANO I SUICIDI DI PERSONE SENZA LAVORO O DI PICCOLI IMPRENDITORI,LA COLPA DI QUESTE MORTI E' DA IMPUTARE SOLAMENTE AI NOSTRI POLITICI,CHE PUR DI FAR PIACERE AD UNA EUROPA SEMPRE PIU LONTANA DALLA REALTA'STANNO PROSCIUGANDO TUTTO ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA'..AI NOSTRI POLITICI INTERESSA SOLO IL LORO ORTO( O QUELLO DEGLI AMICI)O ANDARE NEI TALK DOVE CERCANO CON FRASI IPOCRITE DELLE MANCIATE DI VOTI..E L'EUROPA? DOV'E'? VISTO CHE SI COMPORTA COME UNA MADRE VIGILE SULLE SPESE,PERCHE' NON MANDA DEGLI ISPETTORI A CONTROLLARE COME VIVONO I CITTADINI ITALIANI O GRECI? CHI SONO QUESTE PERSONE CHE DECIDONO CHI DEBBA VIVERE E CHI NO?CHI SONO COSTORO DALL'ALTO DEI LORO TRONI A DECIDERE LE GUERRE?BASTA PARLARE DI CAZZATE,MA DI COSA ABBIAMO ANCORA BISOGNO PER CAPIRE COME CI STANNO TRATTANDO?PENSATE A QUELLA BAMBINA VISITATA IERI DAL PAPA,PER COLPA DI BUROCRATI NON PUO AVER DIRITTO AD UNA POSSIBILE CURA(?) MA CHI SONO COSTORO,LORO POSSONO DECIDERE SE UNA BAMBINA POSSA CURARSI OPPURE NO?

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 13.11.13 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Il piu'grande populista italiano,dicono quasi tutti gli storici,e'stato Giuseppe Garibaldi
...siamo in buona compagnia...i piu'grandi populisti dell'antichita'furono i Tribuni della Plebe,nell'antica Roma,i quali verso il 350 a.c
andarono ad un soffio dal prendere il potere in nome della giustizia e dell'uguaglianza...risiamo in buona compagnia (sperando di non fare la loro fine che fu tragica)...il piu'grande e irresistibile oratore populista fu Vladimir Iljic
Ulianov LENIN...non sara'cosi'per tutti,ma io mi sento di nuovo in buona compagnia.....un populista e'anche Ernesto-La Habana h.14.15,cui mi associo per il suo programma in 6-7 punti...e ri-risiamo in ottima compagnia..
Chi ripete ad ogni ora FUORI DA QUESTA EUROPA ED EURO,sara'anche un populista,ma sopratutto uno sano di mente,che vuole salvare la pelle a se',ai suoi cari e a tutti gli italiani..e' un REALISTA.

f.g-torino.

franco graziani 13.11.13 14:56| 
 |
Rispondi al commento

"Signor Presidente, gentili colleghi, l'aspetto più drammatico della strage di Nassiriya è che, a nostro parere, non fu uno scontro tra buoni e cattivi, non fu un attacco di militari che fecero strage di civili inermi", ha esordito Emanuela Corda, deputata eletta in Sardegna per il Movimento CinqueStelle, rivolgendo il discorso in occasione del decimo anniversario della strage di Nassiriya. "Da una parte e dall'altra, infatti, vi erano delle vittime, e i responsabili politici e morali, i mandanti di quella strage non sono mai stati puniti. Tutti noi ricordiamo commossi i 19 italiani deceduti in quell'attacco kamikaze, e oggi siamo vicini ai loro familiari; a volte ricordiamo anche i 9 iracheni che lavoravano nella base italiana, ma non troppo spesso. Nessuno ricorda però il giovane marocchino che si suicidò per portare a compimento quella strage: quando si parla di lui, se ne parla solo come di un assassino, e non anche come di una vittima, perché anch'egli fu vittima oltre che carnefice". Queste le ragioni che dovrebbero preservarne la memoria: "Un'ideologia criminale - ha sottolineato - lo aveva convinto che quella strage fosse un gesto eroico, e lo aveva mandato a morire, e non è escluso che quel giovane, come tanti kamikaze islamici, fosse spinto dalla fame e dalla speranza che quel suo sacrificio sarebbe servito per far vivere meglio i suoi familiari, che spesso vengono risarciti per il sacrificio del loro caro".

Dovete alzarvi in piedi ed applaudire !!!

EMANUELA CORDA DA INCORNICIARE !!!

:)

dario del sogno, trieste Commentatore certificato 13.11.13 14:53| 
 
  • Currently 2.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.
Cronache dall'Abruzzo:

10/100/1000 Nassirya
Questa è l'assurda frase che oggi è apparsa sulla pagina Facebook del movimento 5 stelle in Abruzzo

Subito hanno lasciato il gruppo 2 carabinieri iscritti e ovviamente non ci voteranno.
Ormai nel movimento 5 stelle Abruzzo sono rimasti solo dei personaggi di provenienza partitica che, meticolosamente e. Con costanza, hanno eliminato tutti i puri e tutte le persone competenti che avrebbero potuto fare qualcosa per la nostra regione.
Credo che sarò costretto a emigrare a Parma.
Vi prego non certificate la lista che vi hanno spedito.
Controllate, sono tutte persone, o quasi, già candidate in altri partiti e non rientrari. Uno di loro, il signor Mercante, era consigliere idv nel teramano, si è dimesso e si è candidato con noi.
PER FAVORE NON CERTIFICATE PRIMA DI AVER FATTO UN CONTROLLO APPROFONDITO. I VECCHI VOLPONI DELLA POLITICA HANNO MANDATO I LORO GALOPPINI PER DISTRUGGERE IL MOVIMENTO IN ABRUZZO....DOVETE FARE QUALCOSA VOI DELLO STAFF.
I SIGNORI SONO STATI NOMINATI CON L'INGERENZA DI ALCUNI DEPUTATI E SENATORI E DECISI DENTRO A DELLE STANZE SENZA IL COINVOLGIMENTO DEGLI ISCRITTI.
CONTROLLATE PER FAVORE.

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 13.11.13 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mha!
ho appena ascoltato il discorso di Emanuela Corda

non mi sembra ci sia niente di cui scandalizzarsi, almeno per chi ripudia la guerra.

psichiatria. 1 13.11.13 14:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LO SPETTRO DEL POPULISMO.

Populismo, qualcosa fatta per il Popolo, è questo il problema?

Ecco, a noi ce rode che non si faccia niente per la gente, per il quieto vivere comune e per il miglioramento dello stato sociale della gente.

Arriva un certo punto dove al Popolo gli rode il Cxlo!

La vera rivoluzione del Movimento 5 Stelle è quella di non aver fatto la rivoluzione per strada, ma di aver aperto la strada per farla da dentro una rivoluzione!

Nessuno del M5S parla di rivolte violente, siamo totalmente contro la violenza, e questa è una forza, non una debolezza, mettetevelo bene in testa!

Grazie prof. Becchi, l'analisi è semplice e ben comprensibile, hanno paura che il M5S possa ledere ai loro interessi.

Questo dimostra che la nostra rivoluzione culturale sta dando i suoi frutti e portarla in Europa può essere rischioso, molto rischioso, per loro!

Certo, diventa importante che ogni portavoce si consulti almeno con i suoi colleghi, cerchiamo di evitare episodi che stumentalizzati a dovere rischiano di vanificare anni di lavoro.

Arrivederci e grazie.

Nando da Roma.

Nando Meliconi (in arte "l'americano"), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:50| 
 
  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salvatore Tamburro

Barcellona. "Ci vediamo all’inferno, che sta nelle strade. Il suo inferno è la nostra speranza (...) A presto gangster. Fuori la mafia” così il deputato David Fernández ha risposto al banchiere Rodrigo Rato, ex presidente di Bankia – grande gruppo bancario salvato dal governo spagnolo con miliardi di euro. Un gesto dall’enorme impatto simbolico e politico. —

http://www.youtube.com/watch?v=OMJiIUd5t4I

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 14:48| 
 |
Rispondi al commento


dato che onoriamo un po' tutti

anche questo merita, anzi di più...

non credo sia un volontario!


""Conselve, giovane solo e senza un lavoro decide di farla finita

Ventinovenne trovato privo di vita nel garage della nonna a Conselve. Ha lasciato su facebook il suo ultimo messaggio pieno di delusione ""


http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2013/11/13/news/solo-e-senza-un-lavoro-decide-di-farla-finita-1.8107082


uno con i capelli come i miei una volta diceva :

""Qui sine peccato est vestrum, primus lapidem mittat""

ebbasta!!

paoloest21 13.11.13 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono terrorizzati che questa nuova idea di fare politica cioè movimento 5 stelle si espanda nel restante europa fino a contagiare anche gli stati uniti d'america.
Ma la paura più grande e nel passato, l'italia è stata già capace di influenzare l'europa con l'ideologia di destra.

ECCO ESEMPI DI TERRORE CHE ARRIVANO ANCHE DAGLI STATI UNITI
MOODY'S
Moody's sull'Italia: la situazione migliora.
La Repubblica‎
Bankitalia: ripresa dietro l'angolo. Le banche investono meno in BTp, tornano gli stranieri
Il Sole 24 Ore‎
INIZIA LA CAMPAGNA DI FALSIFICAZIONE E PAURA DA PARTE DEI MASS MEDIA DI TUTTA EUROPA E STATI UNITI.

GIUSEPPE D. 13.11.13 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Dovevano essere i nostri politici di allora a fare una disamina prima di entrare nell'euro, il caro prooodi che sbavava per traghettarci all'inferno, si gode lo spettacolo come fece Nerone.

Maurizio Giannattasio, Vado-Monzuno Commentatore certificato 13.11.13 14:43| 
 |
Rispondi al commento

LA CORDA SE NE DEVE ANDARE VIA DAL M5S.
E CON LEI TUTTI COLORO CHE VOGLIONO OSTENTARE IDEOLOGIE. NESSUNO SAPRA' MAI, FINCHE' SONO ISCRITTO, COME LA PENSO SU QUESTIONI CHE NON ATTENGANO STRETTAMENTE ALLA RIFORMA DELLO STATO.
NIENTE DESTRA, CENTRO, SINISTRA.
IL MOVIMENTO E' UN'ALTRA COSA.
Almeno lo spero.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:42| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 10)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si giustifica il kamikaze si devono giustificare Eichmann, Priebke, la polizia segreta URSS, gli assassini dei figli dei Romanov, Pizarro, Cortez, gli sterminatori degli Indiani d'America la Santa Inquisizione e quanti nel corso della storia hanno perpetrato infamie perchè obbedienti a un ordine o a una ideologia.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

POPULISMO O TERRORISMO SILENZIOSO

Questa settimana ho avuto un attacco isterico mentre pranzavo con i suoceri.
Ero pronto a degustarmi il secondo,quando non curandomi affatto che la TV fosse accesa sul TG1, le mie povere orecchie hanno subito un forte trauma uditivo nel sentire la parola POPULISMO fuoriuscire dalle casse.
Un suono secco e penetrante pronunciato dalla bocca di un inutile Portaborse del Consiglio con lo scroto d'acciaio.
Ho incominciato a diventare paonazzo come se mi stesse andando qualcosa per traverso,preoccupando le persone a tavola.
Dopo una 30' di secondi ho iniziato a riprendere un colorito normale, ma in compenso la rabbia non si è placata. Come nel esorcista ho incominciato a insultare in tutte le lingue conosciute, quel Goblin mentitore e impostore della Democrazia.
Dopo essermi sfogato pensavo di riprendere il mio pranzo tranquillamente e invece come un macigno ho avuto un mancamento al risuonare di codeste parole:

"Perché ti scaldi cosi tanto cosa avrà mai detto di cosi grave il "NOSTRO" Presidente?"

Allorché mantenendo un calma ghandiana gli ho risposto che mi ero leggermente scaldato per colpa del suono "Populismo".
Di come questa parola venisse strumentalizzata in senso negativo quasi fosse sinonimo di fondamentalismo o terrorismo.

Mio suocero senza mezzi termini ha subito rincarato la dose sostenendo che il MS5 essendo contro l'Europa è populista, quindi pericoloso per la pace e la stabilità del paese e del continente stesso. Inoltre non si può uscire dal Euro come è impossibile farsi governare da un comico urlatore.

Mio suocero da "astensionista" si scopre oggi come tanti altri della categoria, giudice e difensore dei cialtroni che in questo progetto europeo ci hanno ficcato e con qualsiasi mezzo vogliono portare a termine

Chi pensa che la parola "Populismo" abbia altri significati,da qui al 2014, oltre quelli sproloquiati da Letta e gli altri terroristi del Euro,ne prenda atto, perché sarà una battaglia etimologica,nulla più

alex r., torino Commentatore certificato 13.11.13 14:34| 
 |
Rispondi al commento

TU QUOQUE ALFANO FILI MII

luciano p., mestre Commentatore certificato 13.11.13 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Quante volte ci ripetono il ritornello " l'Europa ce lo chiede, l'Europa vuole così". Ma l'Europa , quella vera, quella dei popoli, semplicemente non esiste. E' stata costruita solo l'ossatura economica e finanziaria, oltre a regole e regolette su produzione e commercio. Mentre i popoli europei non hanno alcuna reale forma di rappresentanza. Votano unicamente per eleggere un Parlamento europeo che ha dei poteri limitatissimi, salvo quello di approvazione del bilancio. E' come se avessimo costruito il tetto prima delle mura della casa comune; così non sta su. Allora la questione da porsi è : questa casa comune o decidiamo di completarla o è meglio che ciascuno se ne vada per i fatti propri.

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Leggo sempre con piacere Paolo Becchi e alla fine della lettura, quasi sempre condivido in toto le sue analisi che si rivelano semplici (non semplicistiche)quindi comprensibili ai più e che arrivano subito al nocciolo dei problemi. Peccato che in TV il buon Becchi non renda, ma quello è il regno di teleimbonitori, prestidiginformatori, pseudo giornalisti prezzolati, pitbull in gonnella e quant'altro il bestiario dell'informazione spettacolo e di regime ci propone. Non è posto per persone competenti, sincere e ingenue nel senso buono del termine.

Maurizio Narchi 13.11.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento

RAGAZZI ANCHE OGGI ATTENZIONE AI TROLL,STANNO INIZIANDO CON "POPOLO BUE,HO SEMPRE VOTATO GRILLO MA ADESSO BASTA,QUELLI DEL M5S CHE SONO IN PARLAMENTO FANNO SCHIFO, ECC.ECC. UN'ALTRA COSA VORREI PROPORRE;SI POTREBBE PER UN PERIODO LASCIARE DA PARTE LE SOLITE OFFESE SUI VARI POLITICI E CONCENTRARSI UN PO DI PIU (E COMMENTARLE) SULLE VARIE NOTIZIE DI CRONACA? GIUSTO PER CAPIRE COSA STA SUCCEDENDO IN ITALIA? 1) ESEMPIO DELLE BABY PROSTITUTE(O ESCORRT?) 2)IL CASO ORRIPILLANTE DI PAOLINI IL DISTURBATORE TV.3) OGNI GIORNO VENGONO SEQUESTRATI BENI AI MAFIOSI O SOCIETA' CORROTTE,CHE FINE FANNO?4) OGNI ANNO ALL'ARRIVO DELLA BRUTTA STAGIONE,INIZIANO GLI SMOTTAMENTI,GLI ALLAGAMENTI E PURTOPPO SI CONTANO I MORTI E FERITI,SENZA CONTARE GLI ENORMI DANNI STRUTTURALI ED ECONOMICI,NON SI POTREBBE PREVENIRE? MAGARI CON META' DENARI? E VIA DI QUESTO PASSO ,GLI ARGOMENTI NON MANCHEREBBERO..

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 13.11.13 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Debbo purtroppo fare un appello a Beppe Grillo, approfittando di questo spazio!
Non vedo infatti nel Blog alcun riferimento all'agghiacciante discorso tenuto ieri alla Camera dalla parlamentare del M5S Emanuela Corda che paragonava il camikaze di Nassirya ad una VITTIMA (?) ( di chi ?).
Questa dichiarazione CHOC mi ha letteralmente raggelato il sangue proprio mentre apprezzavo la crescita POLITICA della rappresentanza parlamentare del M5S.
HO SEGUITO CON GRANDE COMPIACIMENTO LA GRANDE CRESCITA PROFESSIONALE DEI NOSTRI DI BATTISTA, DI MAJO, DELLA RUOCCO, ECC. tanto per fare alcuni nomi di persone che mi rincuorano con la loro capacità e passione politica di fronte ALLO SQUALLIDO GRIGIUME DELLA POLITICA CHE FA LEVA SULLA GREZZONERIA ECONOMICA DI UN SACCOMANNI E DI UN FASSINA !

La presa di posizione della signora CORDA, oltre che del tutto irragionevole ed insostenibile, mi è risonato davvero come un DISCORSO KAMIKAZE PER IL M5S, in grado di vanificare il lavoro fin qui fatto !

Inviterei pertanto a prendere una posizione netta e chiara che sancisca la distanza ideologica le MOVIMENTO dalla gravità delle affermazioni sostenute in aula ieri a nome del M5S !

michele barberi, Empoli Commentatore certificato 13.11.13 14:28| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

@er piddì o che dirsivoglia
e pc
@enricoletta o chiperesso


dal ffatto


""Ue: "Italia, forte aumento della povertà"

Bruxelles annuncia indagine su rischi legati a debito e disoccupazione: "Allarme esclusione sociale"""

""E’ durato poco l’entusiasmo per l’annuncio di Moody’s, che ha alzato ieri le stime del Pil italiano. La Commissione europea ha rimesso l’Italia tra i Paesi sotto osservazione, sottolineando che la “povertà e l’esclusione sociale sono aumentate in modo significativo”. Bruxelles ha annunciato nel rapporto sugli squilibri macroeconomici la decisione di aprire “un’analisi approfondita” sui rischi per l'Italia connessi al persistere di squilibri come il debito elevato, la disoccupazione e la perdita di quote di mercato""


no reddito di cittadinanza?

ahi ahi...

paoloest21 13.11.13 14:26| 
 |
Rispondi al commento

“HENRY PALLE D’ACCIAIO” E IL TERRORE POPULISMO
Anche “Henry palle d’acciaio” si dice preoccupato per il populismo che potrebbe dilagare nel continente in occasione delle prossime elezioni europee. E invita i partner europei a scuotersi, ad abbandonare ogni timidezza, "perché se i movimenti euro-scettici dovessero ottenere un buon risultato, l’Europarlamento ne uscirebbe azzoppato”. “Henry palle d’acciaio” insomma – ben consapevole di non poter fare un cazzo al di là degli annunci - fa balenare il pericolo “populismo”, una parola che ormai temono soltanto i signori delle Caste. I cittadini comuni non hanno paura di questa definizione. Anzi. I cittadini comuni cominciano ad attribuire ad essa un significato liberatorio. E non hanno tutti i torti. “Populismo" infatti non indica assolutamente niente di negativo o di criticabile. Storicamente e letterariamente non si spiegano dunque i timori di Letta e compagnia bella. Tutta gente – questa - che conferisce al termine “populismo” un significato dispregiativo, confondendolo di fatto con l'espressione “demagogia”, ovvero l’ arte in cui gli esponenti della Casta sono tutti maestri, Enrico Letta incluso. “Demagogia è infatti – secondo il dizionario Treccani - la pratica politica tendente a ottenere il consenso delle masse attraverso lusinghe soprattutto economiche e promesse difficilmente realizzabili”. Il quesito a questo punto è d’obbligo: meglio il liberatorio populismo di Grillo o l’opprimente, asfissiante e bugiarda demagogia di Letta e soci di governo?
P.s: La "demagogia" (grazie agli appelli, alle belle parole e alla diffusione di paure) ha consentito anche la nascita e la sopravvivenza del governo delle larghe intese. Una formula che tra l’altro consente al Grande Inquinatore delle coscienze di conservare voce in capitolo. Non c'è che dire: un bel regalo per i cittadini comuni!

marino marquardt, napoli Commentatore certificato 13.11.13 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Ahooo ...se al mi nonno glie daveno del Populista..se sarebbe incazzato senza sapere perchè!
Se me lo danno adesso a me...me ne sbatto...tanto nun vordì nulla! hahahha...er mi nonno forte era!

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOI, CITTADINI PLEBEI COME ME, PER CHI PARTEGGIATE? CATILINA O CICERONE?

Come non cogliere il parallelo con il tempo attuale?

"Mi sono assunto, com'è mio costume, la cuasa generale dei disgraziati"
Lucio Sergio Catilina - Beppe Grillo

CATILINA VISTO DA MASSIMO FINI; E GRILLO?

Chi è stato veramente Catilina? Quali erano gli scopi della sua congiura?
La figura di Catilina è ben lontana dal personaggio tramandatoci da Sallustio e Cicerone.
Patrizio, di nobilissima origine, Catilina si oppose all'oligarchia dominante da cui proveniva e abbracciò la causa della plebe.
Egli guardava dietro di sè, verso la Roma delle origini, dove i valori erano l'onore, il coraggio fisico e morale, lalealtà, la coerenza e la ricchezza non era ancora l'unico premio.

Una classe dirigente corrotta mascherava dietro nobili parole sul "bene comune" la difesa dei propri privilegi; la ricchezza e il potere avevano preso il posto dei valori morali.

Più volte Catilina tentò la via legale del consolato: ne fu sempre respinto con ogni genere di trucchi e di brogli. Allora prese le armi: affrontò lo scontro con forze enormemente inferiori, sapendo di soccombere. E morì, pagando con la vita la fedeltà a se stesso.

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:23| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 17)
 |
Rispondi al commento

E' successo in Grecia,succede in Italia. Il Parlamento è imbavagliato.

link
http://www.youtube.com/watch?v=-AgwDfzZp6E&feature=player_embedded

Marco C. Commentatore certificato 13.11.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma papa Francesco che parla di giustizia, solidarietà, di corruzione da punire ... è forse populista ? NO è vero !!!

salvatore t., roma Commentatore certificato 13.11.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Il cosiddetto "populismo" altro non è che il prodotto del clamoroso fallimento della classe dirigente politica.

Anna Fideli, Olbia Commentatore certificato 13.11.13 14:22| 
 |
Rispondi al commento

La ripresa è a portata di mano:
SIAMO TUTTI STRONZI CHE NON RIUSCIAMO A PRENDERLA,
IN COMPENSO CE LO PRENDIAMO NEL C***, è lo stesso?

spuseta 13.11.13 14:18| 
 |
Rispondi al commento

certo che la deputata Emanuela Corda mi sa tanto che ha fatto una bella gaffe.....

adamo ed eva Commentatore certificato 13.11.13 14:17| 
 |
Rispondi al commento

¡¡¡HOLA BASE!!!

Quì ci vuole:

1) DITTATURA DEL POPOLO SOTTO UN REDDITO MENSILE
DI € 3000 NETTI (la maggioranza in Italia),

2) NAZIONALIZZAZIONE DI BANCHE, LINEA AEREA DI BANDIERA,
SEQUESTRO PREVENTIVO DEI BENI IMMOBILI PRIVATI OLTRE LA SECONDA CASA, ECC.,

3) ESTENSIONE DI CASE POPOLARI PER REDDITI DAI € ZERO A 3000 NETTI,

4) VOTO PALESE SEMPRE,

5) DIRETTISSIMA IN TRIBUNALE A CHI SGARRA & PENA CERTA
(minimo 6 mesi di galera ALL'ERGASTOLO per tutti),

6) ASSICURAZIONI OBBLIGATORIE PER TRASPORTI, BENI IMMOBILI, SANITÀ,
INFORTUNI,

7) PRECEDENZA ECONOMICO/CULTURALE A SPORT, MUSICA, ARTIGIANATO, INFORMATICA,

Io ho già lasciato il mio indirizzo email per mettere tutto in pratica.
Se nessuno si fa vivo perchè dovrèi rimanere quì A DISTURBARVI??

Hasta pronto, per adesso.

Ernesto - La Habana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Grazie professore.

Da un Populista.

lucifero 13.11.13 14:15| 
 |
Rispondi al commento

E dopo la moneta unica ........

la lingua unica ..........

Chiunque, dopo l'unificazione linguistica, verrà sorpreso a parlare in italiano in italia, e non L'OSTROGOTO DEUTCHLAND , rischfia una condanfa da sei MESEN a tre ANNAUS Das BITTERSTRONKEN !!!!!

michele barberi, Empoli Commentatore certificato 13.11.13 14:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che preoccupa è
il lettismo e l'alfanismo...malattie tipiche degli animali domestici svogliati e con difficoltà respiratorie.

fabio martello Commentatore certificato 13.11.13 14:14| 
 |
Rispondi al commento

MI chiedo come mai, puntulamente, ogni volta che il M5S stà raccogliendo consensi e risalendo nei sondaggi, se ne esce un coglione/una cogliona (definirla diversamente sarebbe troppo gentile) che con il suo fare nuoce gravemente al movimento.

BEPPE, questi vanno cacciati. PUNTO

Ale 69 Commentatore certificato 13.11.13 14:13| 
 
  • Currently 3.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per me il populismo è anche dire al popolo bue quello che vuol sentirsi dire per mero calcolo elettorale.

Un esempio di populismo è "Se durante le elezioni politiche avessimo proposto l'abolizione del reato di clandestinità, presente in Paesi molto più civili del nostro, come la Francia, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, il M5S avrebbe ottenuto percentuali da prefisso telefonico." con l'aggravante che specula sulla sofferenza altrui solo per un mero schifoso calcolo elettorale.

P.S. con la frase sopra Grillo ed il M5S (che ho votato) con me hanno chiuso.

Adriano 13.11.13 14:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Altro che Capitan Findus Letta!
Qui tutti i giorni abbiamo esclusivamente Madama la Marchesa, anzi
" Tutto va bene, Madama la marchesa!"

Ve la ricordate?
http://www.youtube.com/watch?v=jMGanySpxrE

Fabio Mattia Commentatore certificato 13.11.13 14:13| 
 |
Rispondi al commento

da tgcom24--11:35 - Una nomade bulgara è stata arrestata a Roma con l'accusa di tentato sequestro di persona. La donna avrebbe cercato di rapire un bambino di otto mesi in pieno giorno, strappandolo alla madre che lo stava cambiando su una panchina all'interno della stazione della metropolitana di Ponte Mammolo, nella periferia della Capitale.QUESTE SONO NOTIZIE DA DARE A CARATTERI CUBITALI...E TUTTI NOI DOVREMMO AVER PAURA ,IMMAGINATE SE SUCCEDESSE A QUALCUNO DI NOI,IL RAPIMENTO DEL PROPRIO FIGLIO..E QUESTA PERSONA,AL MASSIMO AVRA' GLI ARRESTI DOMICILIARI..POVERA ITALIA,QUANTO BUONISMO PER NULLA..

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 13.11.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

E' ORA DI FARE QUALCOSA!!! STIAMO PERDENDO TEMPO!!! QUI OGNI DICHIARAZIONE VIENE STRUMENTALIZZATA E PERDIAMO CONSENSI!! NON POSSIAMO CONTINUARE A GUARDARE...SERVONO GESTI FORTI!! MOVIMENTAZIONI, INFORMAZIONE, ACCORDI CON GIORNALISTI LIBERI IN TRASMISSIONI "APERTE".
LA GENTE NON SA COSA STATE FACENDO IN PARLAMENTO...
MA CONOSCE BENE LE NOTIZIE SU DI VOI CHE SCHIAFFANO IN PRIMA PAGINA.
SVEGLIA!!!

Giacomo Gasparrini, Ancona Commentatore certificato 13.11.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento

http://www.treccani.it/vocabolario/populismo/

1. Movimento culturale e politico sviluppatosi in Russia tra l’ultimo quarto del sec. 19° e gli inizî del sec. 20°; si proponeva di raggiungere, attraverso l’attività di propaganda e proselitismo svolta dagli intellettuali presso il popolo e con una diretta azione rivoluzionaria (culminata nel 1881 con l’uccisione dello zar Alessandro II), un miglioramento delle condizioni di vita delle classi diseredate, spec. dei contadini e dei servi della gleba, e la realizzazione di una specie di socialismo rurale basato sulla comunità rurale russa, in antitesi alla società industriale occidentale.

2. Per estens., atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Con sign. più recente, e con riferimento al mondo latino-americano, in partic. all’Argentina del tempo di J. D. Perón (v. peronismo), forma di prassi politica, tipica di paesi in via di rapido sviluppo dall’economia agricola a quella industriale, caratterizzata da un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici che possono così più agevolmente controllare e far progredire i processi di industrializzazione.

In ambito artistico e letterario, rappresentazione idealizzata del popolo, considerato come modello etico e sociale: il p. nella letteratura italiana del secondo dopoguerra.
.
.
Faccio notare che il M5S NON racconta letta-frottole (demagogico) ne propone progetti irrealizzabili come ponti su stretto o tav in paesi che non la vogliono (velleitario);
il M5S reputa il popolo sovrano in base alla costituzione che altri partiti NON rispettano: il politico che ignora il popolo è un criminale che insulta per nascondere malefatte.
È demagogico usare la definizione di populista forzando l'etichettatura di pensieri profondamente diversi con un'unica parola

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Questa Europa è stata voluta dal potere finanziario e politico, alle spalle delle popolazioni, con lo scopo di arricchirsi ancor più e mantenere i privilegi delle caste. Questo disegno lo hanno egregiamente realizzato visto di quanto sono lievitati i debiti pubblici (che strangolano le categorie più povere), gli stipendi di questi esseri e i profitti delle banche mondiali. Di conseguenza si è impoverita in maniera terrificante la popolazione europea, dove la classe media non esiste più, mentre la classe operaia muore di stenti e priva non solo del lavoro ma anche di ogni e qualsiasi prospettiva di futuro. Questa “Europa” assassina fondata sulle disgrazie dei popoli, non la vogliamo più, visto che per essere “europei” siamo diventati schiavi, oltre che stranieri in casa nostra. Una Europa feroce gestita da anime dannate, che decretano la morte civile di milioni di esseri umani, per il sadico piacere di privarli dei beni vitali e di tutte le conquiste raggiunte, dopo una sanguinosa guerra mondiale, dove milioni di persone sono morte per assicurare ai propri figli un avvenire migliore. Gente senza coscienza che se ne frega di chi si toglie addirittura la vita, non riuscendo più a nutrirsi. Una barbarie che si deve condannare e combattere anche con le armi, visto che loro non si fanno scrupolo di uccidere gente inerme. E dunque perché dovremmo averne noi nei confronti di questi assassini? Certo che temono il Comunismo come il diavolo l’acqua santa, certo che temono i Movimenti di gente decisa a rispondere a questa guerra a senso unico. basta! Le guerre devono essere combattute su due fronti e con le stesse armi, non con i sassi contro i carri armati! Solo combattendoli come meritano, ritroveremo la gioia di vivere!

Maria Pia Caporuscio, Roma Commentatore certificato 13.11.13 14:09| 
 |
Rispondi al commento

La guerra crea morti e odio, noi crediamo di essere migliori perche andiamo in "missioni di pace" ad esportare la democrazia formato USA?
Esprimo la mia solodarietà ad Emanuela Corda e aggiungo che la responsabilità di quei morti sia da attribuire all'imperalismo americano e ai lecchini del governo italiano che avallano interessi occulti alla faccia della nostra costituzione che recita "L'Italia ripudia la guerra".
E chi vince SEMPRE sono le lobby della guerra e delle armi !

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 14:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ahò populista a chi ?
Populista sarà lei e populistini tutti i suoi bambini !

Giuseppe L. 13.11.13 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la scelta è ; o essere un servo della gleba a favore di un europa elitaria e dittatoriale o essere delle nobili persone che hanno a cuore la democrazia dei popoli e il loro benessere evolutivo e quindi essere un populista....gli italiano ha una certa predisposizione ad essere servi della gleba leccare il culo a chi lo fa campare e non necessariamente ha campare meglio , anzi piè vive nella merda e più è contento di servire chi lo comanda ......per me in questo caso è meglio essere un populista .....io sono un populistaaaaaaaaaaaaaaaaa

the1fabio 13.11.13 14:00| 
 |
Rispondi al commento

La riflessione sicuramente merita e centra uno dei problemi dell'europa, che non è l'eropa dei popoli, che invece magari potrebbe funzionare, ma dei banchieri.
L'analisi sul fatto che non si va ad elezioni e tutto sembra andare per il meglio basta che non c'è M5S tra i piedi invece la condivido in pieno, il terrore che ci sia in europa gente che te la canta tutta e senza sconti non deve certo fare piacere a certa finanza, certe banche, petrolcarbonari, ecc. ecc..

Andrea_ C., Sante Marie Commentatore certificato 13.11.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Toto Riina chiama alla guerra.
Come faccia uno che abbia la 3 elementare e dopo 20 anni di galera , a far tremare un intero stato o semplicemente è una balla.
chi vuole il pm di Matteo morto?????
La scusa di mettere la mafia come protagonista del malaffare non regge piu.
Sappiamo bene chi sta dietro.
Al pm Di Matteo , inizia a fare nomi e cognomi , l'errore di falcone e Borsellino fu di andare cauti , e si portarono i nomi nelle tombe .
Sputtanateli ora che siete vivi , che chi è colluso e si nasconde dietro la mafia , sono persone che vivono di silenzio e la che bisogna insistere.
A chi indaga usate la rete , la mafia è usata come paravento , i mafiosi stanno nei tribunali e nel palazzo dei poteri e non in galera al 41bis.
Riina e stato usato solo per avere qualcuno a cui dare la colpa . non facciamoci fregare un altra volta .Morte ai collusi senza palle che vivono di silenzio e ambiguità

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 13.11.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grillo non parla alla pancia degli italiani, sono i coglioni degli italiani che parlano a Grillo perche' stanno per scoppiare...

Ora se diciamo che quella manica di incompetenti che ci governa da vari lusti ormai sono degli scellerati; ci danno dei populisti. Se diciamo che occorre mandarli a casa, che dobbiamo tagliare i costi della politica; ridimensionare la spesa della P.A. per risollevare l'economia, allora facciamo demagogia...

A questo punto mi sovviene che il concetto stesso di populismo sia da ribaltare radicalmete:

Populismo = Realta'
Politica = Arte di manipolare la realta'.

Questo non lo insegna Grillo... Lo ha insegnato la malapolitica degli ultimi 30'anni...

Vi daremo cosi' tanti calci in culo che non sarete piu' in grado di sedervi su nessun'altra poltrona per il resto della vostra vita.

Dopodiche' come per incanto il populismo svanira'...

da w., estero Commentatore certificato 13.11.13 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Fermiamo il tour bellico della Cavour
Da Gennaro Migliore.
Firma la petizione
20 milioni di euro, di cui 7 a carico dei contribuenti. Tanto ci costerà l'operazione "Sistema paese in movimento", una sorta di tour commerciale che vedrà impegnate da mercoledì la portaerei Cavour della Marina militare insieme ad altre tre navi italiane. La missione, recita il comunicato ufficiale, servirà a "promuovere le eccellenze italiane". Una crociera di 5 mesi, che toccherà i porti di 13 Paesi africani e 7 del golfo Arabico.
Cosa ci sarà a bordo? "30.000 chilogrammi di pasta, 50.000 di farina, 18.000 di pomodori pelati, 27.000 litri di acqua distribuiti in 54.000 bottigliette e 12.000 litri di vino".
E poi?
E poi anche prodotti di Finmeccanica, Blackshape, Beretta, Piaggio Aereo e Gruppo Volo, tra cui 5 caccia intercettori, tre elicotteri da combattimento e un elicottero antinave e antisommergibile.
Le nostre "eccellenze militari" faranno bella mostra di sé in paesi dove sono in vigore regimi autoritari, e in alcuni di questi sono in corso conflitti armati. La chiamano "missione umanitaria". Noi abbiamo moltissimi dubbi in proposito, e abbiamo presentato un'interrogazione per chiedere chiarimenti urgenti al premier Letta, al ministro degli Esteri Bonino e al titolare della Difesa Mauro, il famoso "testimonial" degli F-35.
L'Africa non è un continente qualsiasi, è l'epicentro di guerre sanguinose e di povertà immense. La Somalia, ad esempio, attraversata da venti anni di conflitto, il paese dove Ilaria Alpi ha perso la vita perché alla ricerca delle vie del commercio delle armi, è impegnata in un faticosissimo processo di ricostruzione di una dimensione statuale.
L'impegno dell'Italia dovrebbe andare nella direzione della pace e della diplomazia. Non privilegiare l'industria militare come strumento di politica estera.
Chiediamo che il governo risponda in Parlamento di questa scelta, affinché la Marina Militare non sia trasformata in un supermarket di prodotti militari

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 13:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se non ci fosse il 5S capiterebbe anche in itaglia

Durante le votazioni alla Commissione Giustizia del Parlamento greco, il 12 settembre 2013, senza il numero legale, il presidente Virvikadis ignora puramente e semplicemente tutte le obiezioni di uno dei tre deputati in aula, Zoe Konstantopoulou e riferisce che ogni articolo “è stato votato a maggioranza” sebbene nessuno abbia votato niente. Vivikadis si è anche assicurato che nessuna frase della deputata fosse riportata sul processo verbale ma non ha tenuto conto del fatto che era tutto filmato e che sarebbe trapelato su internet.
guardate!
http://www.stampalibera.com/

spuseta 13.11.13 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Ecco come la Nestlè si appropria delle risorse idriche del mondo, rubando diritti in nome del profitto. In Nord America, in Africa, in Asia, ed anche in Italia...

Leggi tutto: http://coscienzeinrete.net/economia/item/1637-nestlè-alla-ricerca-globale-dell-oro-liquido

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 13:47| 
 |
Rispondi al commento

La portaerei di Comunione e liberazione

Di ilsimplicissimus

Se c’è qualcosa che illustra l’inutilità della portaerei Cavour è il fatto che sia stata adibita a grottesca e patetica fiera navigante per cercare di vendere qualche armamento ai Paesei africani, magari anche a quelli che sarebbero nella lista nera dell’Onu. I nostri concorrenti vanno in giro con tanto di ministri e di banchieri per piazzare i loro ordigni, mentre noi non possiamo che fare la figura dei cioccolatai da guerra grazie alle ideone del ministro della difesa, il trafficone ciellino Mauro, e degli alti papaveri della Marina che su questo tipo di cabotaggio se la cavano meglio dell’ammiraglio Yamamoto.

Naturalmente il tutto avverrà a spese nostre perché la crociera della portaerei, scortata da altre due navi, costerà una trentina di milioni, di cui 13 pagati dagli sponsor della piccola esposizione su pochi metri quadri e il resto sborsati dai cittadini. Certo è strano che il Paese si privi per molti mesi di questo che viene fatto passare per un indispensabile strumento di difesa. Anzi no, è più che ovvio: è il palpabile fallimento di una catena di opacità e di sprechi senza fine. La Cavour che finora è costata una cifra che viaggia fra i 3 e i 4 miliardi, fu impostata 12 anni fa in attesa dei miracolosi F 35 a decollo verticale il cui progetto tuttavia era allora ancora in nuce. Un azzardo incredibile. E infatti adesso si è scoperto che i nuovi aerei tra i più costosi della storia non soltanto sono mediocrissimi, presentano anche dei difetti mica da poco: necessitano di un ponte rinforzato (costato centinaia di milioni) per il decollo ma soprattutto (vedi qui) in alcune condizioni non possono essere usati come veri apparecchi a tecnologia verticale, ma necessitano di un atterraggio semi convenzionale per il quale il ponte della Cavour è al limite. Questo vuol dire in soldoni che l’operatività della portaerei con questi apparecchi è gravemente compromessa, specie con le temperature alte

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Da Virgilio...
"Arrestata a Roma una rom bulgara che avrebbe cercato di rapire un bambino di otto mesi, strappandolo in pieno giorno alla madre che lo stava cambiando su una panchina nella stazione della metropolitana di Ponte Mammolo, nella periferia della Capitale.
L'accusa nei confronti della donna 25enne è di tentato sequestro di persona. Secondo quanto riporta il quotidiano Il Messaggero, la madre del piccolo, in attesa dell'arrivo della metropolitana, stava cambiando il figlio su una panchina della sala d'attesa della stazione: qui la nomade si sarebbe avvicinata e avrebbe trascinato via il bambino, correndo verso l'uscita.
Richiamati dalle grida della madre, alcuni ragazzi si hanno inseguito la rom e l'hanno bloccata. Gli addetti alla sicurezza della metropolitana hanno quindi chiamato i carabinieri e prestato i primi soccorsi alla mamma del bambino sotto shock, tanto da avere bisogno dell'assistenza del 118."

Ma noi simo italiani, italiani brava gente, italiani morti di fame che però hanno Ministri che non si preoccupano dei loro problemi ma dei problemi degli extracomunitari dei rom e dei clandestini. Siamo italiani che si meritano un sindaco della Roma "capitale" che protegge i rom, rom che non rubano ma che lavorano il rame... Ma nonostante tutto per gli italiani in Italia non c'è nulla, anzi quel poco che hanno gli va levato, tolto per favorire i carcerati, i rom, i clandestini, per favorire questa gente che, al contrario degli italiani in Italia, hanno, grazie a questi politicanti, il diritto alla casa, al lavoro (più spesso a sussidi economici), alla sanità, all'istruzione e a tutto. Prima o poi tutto questo finirà perché sarà il popolo italiano stanco a farlo finire... L'Italia deve tornare all'onestà, agli italiani, alla loro cultura, ai loro usi e consumi, alle loro tradizioni. L'Italia agli italiani e gli italiani prima di tutti gli altri...

Renato M. Commentatore certificato 13.11.13 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VERGOGNA PARLAMENTO GRECO
SCANDALOSO
ECCO CHI SONO I POLITICI PAGATI DALLA TROIKA

QUESTO POTRA' SUCCEDERE ALL'ITALIA CON IL GOVERNO LETTA LECCACULO DELL'EUROPA DELLA FINANZA

GUARDATELO


http://www.stampalibera.com/

orlando g., torino Commentatore certificato 13.11.13 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Populismo non è una ideologia!
E' il nulla!
Solo che alcuni lo capiscono come il "tutto" de chè?
Mha!
Demagogo non è una ideologia !
Azzo però è quello che hanno detto a grillo!
Non contenti gli hanno detto: sei fascista,sei un dittatore,sei un comunista...belin ma uno può essere così tante cose che sono in contrasto ?
Azz...non sanno più cosa dire.
Ma non l'anno ancora capito che siamo sopraaaaaa!
Stanno ancora a ragionà con il loro metro superato.
Noi siamo pacifisti,noi siamo onesti,non non rubiamo,noi vogliamo una società diversa,noi non lasciamo indietro nessuno....la volete capire o no?
A noi non interessano le guerre,le armi,i soprusi:noi vogliamo la pace,vogliamo che uno valga uno,non vogliamo caste,lobby,privilegi,denaro vogliamo solo vivere al pari degli altri!
Vogliamo una società diversaaaaaaaaaaaaaaaa !
AFC quelli che continuano a morire lentamente con questo sistema, noi vogliamo cambiarlo!
WWWW5****** ^.^

oreste m******, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 13:40| 
 |
Rispondi al commento

dati dall'estero , di macroeconomia, dicono che vedono la ripresa nel 2014......

in italia, aumento disoccupazione,diminuzione delle entrate delle tasse,aumenti delle tasse, aumento del debito pubblico.......

e qualcuno vede la ripresa?????
ma che roba usano???

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 13.11.13 13:40| 
 |
Rispondi al commento

In ambito letterario per "Populismo" si intende la tendenza a idealizzare il mondo popolare come detentore di valori positivi.

Bene.

Ma quali sono in realtà nostri valori positivi, se ci stiamo facendo togliere di tutto di più, tranne le fredde funzioni vitali (muscolo cardiaco e polmoni) che ci serviranno ad assistere come amebe immobili alla rovina di tutto ciò che è nostro, prima di tutto la dignità?

Tirare fuori i valori del popolo significa compiere azioni positive, che mirino a portare il bene alle nostre vite, togliendo il più possibile energia e soldi al sistema che si sta dimostrando orientato alla nostra rovina.

L'orticello di ognuno, dovrebbe essere unito a quello del prprio vicino, per ritornare ad essere uncampo verde e fertile.

Per realizzare questo, non ci vorrebbero molta fatica né grosse risorse: basterebbe aver voglia di vivere da uomini con un pizzico d'amore, e non come ingranaggi che forniscono sangue, denaro e vita al MOSTRO per essere consumati, masticati e poi sputati via.

Questa, è la differenza fra l'essere o non essere COMPLICI del sistema.

la differenza fra chi spende anche 1 solo euro al gratta e vinci e chi quell'euro lo usa per scopi più nobili, rappresenta la linea netta di confine fra l'essere o non essere COMPLICI di questo sistema.

Non è l'euro in se, è la scelta di idee, che determina l'azione e di conseguenza la reazione che ci potrà colpire alle spalle.

E' troppo banale, troppo da bacchettoni, il mio discorso? Io invece penso che non lo sarà mai.

Per un popolo come quello italiano, sarebbe meglio avere la spina dorsale d'acciaio rinforzato, piuttosto che essere un mollusco. Ci aiuterebbe a resistere alle notevoli forze distruttive del sistema da cui siamo circondati che ci vuole schiacciare in ogni modo; e comunque ci manterrebbe dentro il parapetto di sicurezza, non con i piedi che scivolano perennemente nel precipizio.

Da una piccola idea può fiorire una rinascita, dall'indifferenza avremo SOLO morte!

orlando furioso 13.11.13 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Mi fa sorridere ma anche incavolare il fatto di dare del populismo a un movimento che rappresenta 1/3 degli elettori italiani. Concettualmente "populismo" sarebbe da additare a quei movimenti che rappresentano le idee del popolo. Oggi, però, pseudo rappresentanti del popolo, inseriti in partiti autoreferenziali, cercano di rappresentare i loro interessi di casta a discapito dei reali interessi della gente. Simil cosa sta accadendo in Europa dove una tecnocrazia economica sta dissanguando i popoli più deboli imponendo politiche austere e tenendo sotto stretto controllo la libera attività economico-imprenditoriale delle nazioni. Noi vogliamo una Europa dei popoli in cui non vengano soffocate la storia, le specificità e peculiarità dei singoli popoli. Vogliamo una Europa che abiura la guerra e gli armamenti folli e che crei solo un esercito di difesa sovranazionale. Non ci interessa l'Europa della Merkel e dei suoi cagnolini( vedi Letta), dei faccendieri e del potentato bancario. Noi voteremo contro questa Europa ed è quello che dovranno propugnare Grillo e i Cinquestelle: noi saremo con loro perchè questa è una battaglia da vincere!

Michele Rinella 13.11.13 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Il NYT si schiera per il reddito minimo garantito

anche gli Stati Uniti hanno bisogno di un reddito minimo garantito a tutta la popolazione.

http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=11&pg=6014

anib roma Commentatore certificato 13.11.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento

IO, POPULISTA, VAFFANCULISTA E FORCONISTA
Che mi succede? Più li sento parlare, più li guardo, più ne percepisco la profonda disonestà intellettuale, più ne riconosco il bieco servilismo e più mi sento "populista", "vaffanculista", "forconista". Eppure - mi dico - generalmente sono tollerante anche verso chi spara le più grosse cazzate, quelle solitamente non metabolizzabili dagli umani. Sono un "buono", dunque. Perché allora tanta rabbia, tanto furore? La risposta è semplice. Perché questi signori delle larghe intese - Napolitano e Letta in testa - fanno perdere la pazienza anche ai santi. Un copione, il loro, che mi spinge a diventare sempre più "populista", "vaffanculista" e "forconista"! Ho forse torto?

marino marquardt, napoli Commentatore certificato 13.11.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chissà perchè quelli che ci governano hanno tutti facce da culo. ( anche renzie pero' non scherza)

spuseta 13.11.13 13:29| 
 |
Rispondi al commento

TUTTE LE DOMINAZIONI SU POPOLI TERZI HANNO UNA GIUSTIFICAZIONE NEGLI INTENTI DEGLI OCCUPANTI.

Pure di quelli di Nasseria:

Come ti GIUSTIFICO un'INVASIONE DI ALTRI POPOLI:

Il Congresso di Vienna

Vi parteciparono le principali potenze europee allo scopo di ridisegnare la carta dell'Europa e RIPRISTINARE l'Ancien régime dopo gli sconvolgimenti apportati dalla Rivoluzione francese e dalle guerre napoleoniche.

Con il Congresso di Vienna si apre infatti quella che viene definita come l'età della Restaurazione.

Gli ideologi della Restaurazione

La concezione reazionaria politica-religiosa nella Restaurazione la troviamo espressa soprattutto nel pensiero di François-René de Chateaubriand, che nel Génie du Christianisme (Genio del Cristianesimo, 1802) attaccava le dottrine illuministiche prendendo le difese del Cristianesimo, e soprattutto nel pensiero mistico-teocratico di Joseph de Maistre, che arrivava nell'opera Du Pape (Del Papa, 1819), al punto di auspicare un ritorno dell'alleanza tra il trono e l'altare, riproponendo il modello delle comunità medioevali protette dalla RELIGIONE TRADIZIONALE contro le insidie del liberalismo e del razionalismo.

"Gli ideologi della Restaurazione

La concezione reazionaria politica-religiosa nella Restaurazione la troviamo espressa soprattutto nel pensiero di François-René de Chateaubriand, che nel Génie du Christianisme (Genio del Cristianesimo, 1802) attaccava le dottrine illuministiche prendendo le difese del Cristianesimo, e soprattutto nel pensiero mistico-teocratico di Joseph de Maistre, che arrivava nell'opera Du Pape (Del Papa, 1819), al punto di auspicare un ritorno dell'alleanza tra il trono e l'altare, riproponendo il modello delle comunità medioevali protette dalla religione tradizionale contro le insidie del liberalismo e del razionalismo".

vedete qualche differenza tra le GIUSTIFICAZIONI
di oggi e quelle antiche per INVADERE ALTRI POPOLI?

Dino Colombo Commentatore certificato 13.11.13 13:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senti ti spiego, sei uno schiavo, se ti ribelli hanno armi potenti:
Uno la disinformzaione (TV, Radio, Giornali), fanno in modo che tu appaia ridicolo o non credibile.

Due ti prendi una randellata sui denti.

Tre .... ei!!! dove sei !!?? ....

:(

Giuseppe G., Borgo San Dalmazzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Il populismo non esiste...semmai esiste il popolo!! Hanno coniato un nuovo termine (simile più una malattia infettiva)con una denotazione negativa per demonizzare le richieste del popolo. E' la stessa storia dei comunisti che mangiavano i bambini.. Sanno che gli italiano hanno vissuto per anni nella paura e loro ci provano...così come anche ci aveva provato Monti col suo beneamato spread. E' ora di fargliela venire anche a loro un pò di paura!

Tiziana S., Lecce Commentatore certificato 13.11.13 13:26| 
 |
Rispondi al commento


o.t.

@enricoletta

""(AGI) - Roma, 13 nov. - "Per far ripartire l'economia e i consumi l'elemento di fiducia e' fondamentale". ""

!!!l'elemento di fiducia!!!

???


enriquez! ci vogliono li sordi!!!!

the money per lei che sa ? le lingue...

altro che fiducia...

e poi come diceva carosello, la fiducia est una cosa seria e si da alle....


anvedi aho...

:)

paoloest21 13.11.13 13:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma che importanza ha se,oggi,un ragazzo si è impiccato perche non trovava lavoro.l'importante è che loro continuino il teatrino e,noi,si stia qui a farci le seghe mentali.BASTAAAAAAA.

vito asaro 13.11.13 13:20| 
 |
Rispondi al commento

...come tante altre ETICHETTE,..sembra quasi che, una parola come in questo caso "populismo", serva ad indicare un nemico...od una reazione specifica, determinata da una sommatoria di cause.
Tale etichetta ...sembrerebbe rigorosamente da"combattere" in quanto tale,...senza preoccuparsi minimamente di porre un rimedio...alle motivazioni che ne sono....all'origine.

Paolo B.

Eposmail ,. Commentatore certificato 13.11.13 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La società ed il sistema economico sono complessi e articolati. Qualunque soluzione non può essere che complessa, articolata e necessariamente discussa con moderazione limando qua e là, cercando il confronto, perché le buone idee possono venire da chiunque.

Per cui per il m5s, bene/benissimo la piattaforma per la discussione politica, bene/benissimo la discussione aperta del programma, male/malissimo affidarsi a Beppe Grillo sperando che ci salvi dal disastro. Ma questo tra l'altro non è nemmeno colpa di Beppe ma di chi eventualmente lo segue ciecamente.

A partire dal III secolo a.C., nel mondo ellenistico, che per molti versi ricorda il nostro, un mondo globalizzato, disilluso delle religioni tradizionali e delle ideologie, caratterizzato da un grande sviluppo della scienza , della tecnologia e della potenza militare, si affacciò la speranza in un Salvatore che arrivasse a lenire l'insicurezza e l'incertezza sempre più diffuse.

Tolomeo re d'Egitto, generale di Alessandro, venne chiamato Soter, Salvatore. Fu da questa temperie sociale/economica/culturale, aggravata dalle distruzioni della conquista romana, che nacque il Cristianesimo.

Per cui non affidiamoci a nessuno che si proponga come Salvatore, nemmeno Beppe Grillo. Ognuno pensi con la propria testa e cerchiamo di contribuire a sintetizzare un modello della società e dell'economia efficace e sostenibile che possa funzionare da guida per le scelte politiche.

Carlo Marchiori Commentatore certificato 13.11.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Evito ormai con cura ogni talk show televisivo ma per errore sono finita su La7, dove la Myrta Merlin, con una vera faccia di tolla da lettiana di Vedrò, surrogata da quel bell'esemplare della Polverini e da Cacciari, dichiarava che non si poteva andare a votare per colpa di Grillo che non voleva farci andare a votare e impediva ai partiti di fare le elezioni perché voleva mantenere il porcellum

Io resto senza parole, del tutto basita
va bene essere fatti di merda, ma qui si supera ogni più allargata immaginazione

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 13.11.13 13:14| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stabilità, inammissibile la proposta
di una "no tax area" a 12mila euro ANNUI
Era stata avanzata congiuntamente da Pd e Pdl, ma in Commissione Bilancio del Senato l'emendamento viene respinto perché mancano le coperture".

Faccio rilevare che la Commissione costa al MESE (ripeto al MESE) la bellezza di 600 mila euro SOLO DI COMPENSO ai Componenti che sono 30, il cui presidente tale Azzolini e fino a pochi mesi fa occupava anche la poltrona di sindaco di un comune della provincia di Bari dalla quale non voleva saperne, nonostante la legge glielo imponesse, di alzare il culo. E' un soggettone, c'è un video su youtube ripreso da un meetup locale (fiato sul collo) di una seduta consigliare... IMPERDIBILE.

vito b. Commentatore certificato 13.11.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento

non tax area per redditi sino a 12.000 €.
ora per non pagare tasse su quella cifra, uno dovrebbe vivere di amore e acqua sorgiva, vivere al freddo in una tenda regalata.
ci vogliono ridurre cosi?

spuseta 13.11.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://autismovaccini.org/2013/11/12/allarme-polio-alcune-considerazioni/
I bambini in Siria potrebbero ritrovarsi colpiti da paralisi a causa di proiettili, bombe e prodotti chimici. Stanno sicuramente morendo per malnutrizione, sradicamento sociale, paura e dolore. Ma l’OMS ritiene prioritario vaccinare 20 milioni di bambini.

E’ molto probabile che questi bambini hanno contratto la poliomielite, come è già accaduto in India, Pakistan e Israele, a causa del Vaccino Orale OPV. Immunizzare a tappeto 20 milioni di bambini malandati è davvero triste e rappresenta un’altra farsa colossale.

Quando una società globale, il cui nome è GAVI [Global Alliance for Vaccination and Immunisation], finanzia vaccinazioni antipolio orali che risultano fatali, significa che il programma in cima all’agenda sanitaria è differente dal migliorare le condizioni di vita e attuare programmi che assicurano nutrizione sostenibile, acqua potabile, e strutture igienico-sanitarie adeguate.

Anche in questo caso la guerra è solo un altro affare per i potenti che la provocano.

eleonora . Commentatore certificato 13.11.13 13:11| 
 |
Rispondi al commento

la notizia di oggi: un giovane di 29 anni si è impiccato perché non trovava lavoro. Troppi suicidi e popolazione allo stremo dovuto alle ruberie decennali di politici e sodali di regime. Sarebbe opportuno denunciare i colpevoli alla Corte Europea per i diritti dell'Uomo

luciano p., mestre Commentatore certificato 13.11.13 13:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Marchiori, Gandhi a suo tempo girava tessendo cotone.
Mi domandavo perché questa "stranezza" peraltro da donne.
E' che la Gran Bretagna per mettere in ginocchio l'India le aveva fregato le industrie tessili. E Gandhi "rilanciando" i telai per così dire, passava alle folle il messaggio.
Se si fosse messo a spiegare come e perché c'era questa questione economica, adesso sarebbe ancora lì a parlare al vento.
Parlare "alla pancia", se si è ben intenzionati, a volte semplifica più di mille parole.

Lady Dodi 13.11.13 13:04| 
 |
Rispondi al commento


tutto dal ffatto

""Crisi, Letta: “Nel 2014 la ripresa è a portata di mano”""

""Calabria, la rabbia dei precari vs la Regione: ‘Sei mesi senza paga, Scopelliti vergognati’""


le mani dei calabresi son lunghe?

paoloest21 13.11.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento

I vecchi frequentari del blog, sanno che scrivo da anni con questo nick.
Voto e ho fatto votare M5S anche alle ultime elezioni.

Ma su questi post, caro Becchi, non sono daccordo e credo che state perdendo tempo con armi di distrazione di massa.

Questo discorso lo potrebbe fare (al massimo) un paese serio e progredito come un paese scandinavo.

Ma anche loro sanno che la stessa UE , ormai, al cospetto dei gigante cinese, indiano, brasiliano e USA, già fatica a competere in quanto a peso internazionale.

I singoli stati europei con le loro società vecchie, i loro enormi debiti pubblici e scarsa competitività, da soli sarebbero destinati a un rapido declino, e non COMBINEREBBERO PIU' UN KAZZO, sommersi dalla globalizzazione di chi nel mondo produce tanto e basso costo (con sempre più qualità tecnologica)e con meno spese sociali.

Te lo vuoi mettere in testa Becchi, che di economia non sai nulla, come altri apprendisti stregoni, che impazzano anche nei commenti a questo blog ?


Ma SOPRATUTTO non parliamo poi della mafio-italietta che se non fosse entrata nell'euro sarebbe già in bancarotta da almeno 10 anni.

I governi italiani, hanno beneficiato dell'enorme risparmio da interessi sul debito per 10 anni, ma invece che aprofittarne per ridurlo, hanno continuato a vivacchiare e permettere sprechi e corruzione, oltre che regali a fini elettorali

Per non parlare dell'enorme quantità di finanziamenti ricevuti da Bruxelles negli ultimi 20 anni e sistematicamente inghiottiti a piene mani dai ladroni e mafiosi italiani.

Siamo anche i N.1 nelle truffe alla UE, ma nessuno lo dice mai.

Dovrebbe essere la UE a cacciarci, e a relegarci dove ci meritiamo , tra i paesi nordafricani

Il debito pubblico italiano lo hanno creato (o lasciato crescere con responsabilità criminali) i governi italiani degli ultimi 30 anni, e lo sviluppo economico degli anni 80-90 era in gran parte fittizio perchè drogato dallo stesso accumulo di debito decuplicato da corruzione e sprechi.

ENNIO DORIS 13.11.13 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


La politica, come tutti sanno, ha cessato da molto tempo di essere scienza del buon governo, ed è diventata invece arte della conquista e della conservazione del potere.
(cit)

e' davvero cosi e la conseguenza e' sotto gli occhi di tutti noi.
Tocca a noi , gente onesta, riportare la politica a scienza del buon governo e non scienza del fregare la gente

ema dell Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 13:01| 
 |
Rispondi al commento

L'Onorevole Emanuela Corda ha oggi chiarito, nella stessa aula in cui lo aveva espresso ieri, il suo pensiero in merito ai caduti di Nassirya. Le scuse ai familiari delle vittime, la condanna dell'attentatore kamikaze e dell'ideologia che sta dietro al fanatismo religioso chiudono per me il caso.

P.S.
Studiare le tecniche su come occorre argomentare un discorso sarebbe opportuno per chi, baciato dalla fortuna ,ha ora l'onore di rappresentare i suoi concittadini in parlamento .

Stefano Di Giammarco, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il populismo è molto più antico.

Ne parla Tucidide nella Guerra del Peloponneso (V secolo a.C.) che per molti aspetti viene considerata la prima opera storiografica.

Ne parla per descrivere il cattivo funzionamento della democrazia ateniese, e di altre democrazie.

Visto com'è poi finita Atene (nella totale insignificanza politica/economica/culturale dal IV secolo in poi), c'è da preoccuparsi.

Questo non vuol dire che il sistema attuale vada bene, anzi. Però se si intende come populismo il fatto di rivolgersi all'emotività della gente, invece che all'intelligenza (e anche Beppe Grillo lo fa), sono d'accordo che sia un gravissimo pericolo.

Carlo Marchiori Commentatore certificato 13.11.13 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Questo il discorso della Corda, vorrei capire cosa non quadra. Forse l'inciucio per spartirsi le poltrone? Ecco quello mancava. I mandanti non sono puniti ma siedono nei palazzi del potere.

"Signor Presidente, gentili colleghi, l'aspetto più drammatico della strage di Nassiriya è che, a nostro parere, non fu uno scontro tra buoni e cattivi, non fu un attacco di militari che fecero strage di civili inermi", ha esordito Emanuela Corda, deputata eletta in Sardegna per il Movimento CinqueStelle, rivolgendo il discorso in occasione del decimo anniversario della strage di Nassiriya. "Da una parte e dall'altra, infatti, vi erano delle vittime, e i responsabili politici e morali, i mandanti di quella strage non sono mai stati puniti. Tutti noi ricordiamo commossi i 19 italiani deceduti in quell'attacco kamikaze, e oggi siamo vicini ai loro familiari; a volte ricordiamo anche i 9 iracheni che lavoravano nella base italiana, ma non troppo spesso. Nessuno ricorda però il giovane marocchino che si suicidò per portare a compimento quella strage: quando si parla di lui, se ne parla solo come di un assassino, e non anche come di una vittima, perché anch'egli fu vittima oltre che carnefice". Queste le ragioni che dovrebbero preservarne la memoria: "Un'ideologia criminale - ha sottolineato - lo aveva convinto che quella strage fosse un gesto eroico, e lo aveva mandato a morire, e non è escluso che quel giovane, come tanti kamikaze islamici, fosse spinto dalla fame e dalla speranza che quel suo sacrificio sarebbe servito per far vivere meglio i suoi familiari, che spesso vengono risarciti per il sacrificio del loro caro".

eleonora . Commentatore certificato 13.11.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fonte: di: La nostra ignoranza è la LORO forza.
European Table Round (ERT).
Il Club è nato nel 1982 e fortemente voluto, allora, da Ronald Reagan che ne affidò l’iniziale cura a Licio Gelli; costituisce lo zoccolo duro delle persone che prendono ogni decisione in Europa. Complessivamente è stato calcolato che hanno a disposizione un budget intorno a 1,28 miliardi di euro, utili per pagare (e soprattutto coloro) che si dimostra necessario mettere nella lista della spesa per far varare leggi, dispositivi, spostare capitali, lanciare leader politici, ecc. Il club si chiama ERT EUROPE.
Su http://en.wikipedia.org/wiki/European_Round_Table_of_Industrialists si legge che: Le radici della tavola rotonda europea degli industriali risalgono ai primi anni 1980. Su iniziativa del Pehr G. Gyllenhammar , l’amministratore delegato di Volvo , 17 imprenditori europei si sono incontrati nella Parigi sala del consiglio di Volvo, il 6 e 7 aprile 1983. Hanno immaginato di creare un’organizzazione, che sarebbe in grado di trasmettere il suo messaggio sullo stato dell’economia ai leader politici europei. Il messaggio fondamentale è che l’Europa ha bisogno di modernizzare la propria base industriale, al fine di riconquistare la sua competitività. L’industria percepito la mancanza di una politica comune europea di sviluppo industriale, in contrasto con la politica agricola europea.
PRESIDENTE: Leif Johansson Ericsson Sweden ( ospite Bilderberg)
VICE-PRESIDENTI: Peter Löscher Siemens Germany (ospite Bilderberg), Benoît Potier Air Liquide France (membro Trilateral Commission http://www.trilateral.org/download/file/EU_list_1-12(1).pdf )
TRA GLI ITALIANI FIGURANO COME MEMBRI: Rodolfo De Benedetti (figlio di Carlo, il faccendiere dei Rothschild in Italia http://archiviostorico.corriere.it/2008/settembre/17/Benedetti_tappa_Parigi_Nel_consiglio_co_9_080917128.shtml), Franco Bernabè (altro Bilderberger nostrano e personaggio che figura nel libro paga dei Rothschild), John Elkann (Trilateral, Aspen,

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La nuova parola d'ordine che i potenti stanno per utilizzare al fine di demoralizzare i cittadini e screditare i nuovi movimenti democratici non collusi con i vecchi partiti è "la rivoluzione che non arriva".

Stefano Di Giammarco, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto:

CANCELLIERI,perchè quando era al telefono con Ligresti non le ha detto che suo figlio si deve consegnare visto che è LATITANTE????

simone stellini Commentatore certificato 13.11.13 12:55| 
 |
Rispondi al commento

@ Antonio A, roma in risposta al mio commento delle 23.12 di ieri:

Mi verrebbe facile risponderti che se come tu dici la presenza dei 5 Stelle in Parlamento si riduce a mera e STERILE e INUTILE OPPOSIZIONE, tanto vale che rimettano il mandato e se ne tornino ognuno alla sua 'disoccupazione'.

Ma provo ad 'argomentare' anch'io

ipotesi numero

1) Li fanno passare per rivoltosi?...bhe...e allora...meglio passare per rivoltosi che per 'inutili' se la rivolta è tesa anche solo a risvegliare negli elettori il senso delle porcate della casta.

2)che fine ha fatto la richiesta 'urgentissima' di mettere all'ordine del giorno la decandenza dell'innominabile? Carta straccia...eppure rientra nel regolamento del Senato...e quindi?

3)Mai pensato al 'farlo fuori fisicamente'...per le stesse nmotivazioni da te addotte...

4)I 5 Stelle PER FORZA dovranno 'allearsi' al PD e a Sel per buttarlo fuori dal Parlamento...nessuno da SOLO avrebbe i numeri per farlo...quindi ciò dimostra che quando si vuole e lo si ritiene NECESSARIO un'azione comune sono disposti A FARLA.

E infine per non lasciarti la curiosità del mio citare anche i 5 stelle come 'complici', involontari sia chiaro, della situazione di cui parliamo, ha due obbiettivi: Pungolarli per spronarli A INVENTARSI QUALCOCOSA pure consultando qualcuno che ne sa piu di loro di tecnica parlamentare...e per ricordare loro che sono stati MANDATI là non per decidere del diametro che deve avere la pizza...ma per SCARAVOLTARE QUEL POSTO TETRO E FUNESTO come un CALZINO...

Ti basta come risposta?

Dino Colombo Commentatore certificato 13.11.13 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un europa di "amici di amore"?

psichiatria. 1 13.11.13 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Enorme lo sviluppo di Facebook che, sia pure condizionato in vari modi dai marpioni che lo hanno inventato, è comunque un grande strumento di comunicazione. Ma forse vale la pena di capirne meglio alcuni meccanismi. In particolare la strana questione del "mi piace".
Non è questo un meccanismo innocuo, ma il suo funzionamento è piuttosto sottile.
Quando riceviamo una nota inviata su Facebook, possiamo commentarla, cliccare "mi piace", e condividerla. Il modo più semplice per mostrare approvazione per la nota è quello più istintivo, che dice "mi piace". Un alto numero di "mi piace" esprime il fatto che una nota ha una certa popolarità. E quindi, se concordiamo con quello che viene scritto, con una immagine o con un filmato, diciamo facilmente "mi piace", come ad attribuirle davanti a tutti validità e credibilità
Poi accade che in molti ci sentiamo a disagio quando nella nota o nell'immagine c'è qualcosa di molto negativo, perché noi vorremmo solo dire che concordiamo con il fatto che la nota metta in evidenza un certo aspetto negativo della realtà. Ma questo non significa che quel fatto negativo "ci piace". Anzi non ci piace per niente.

Ma allora perché continuare ad adoperare questo inadeguato "mi piace"? Non si poteva adoperare: sono d'accordo, condivido, concordo o altro?

Cerchiamo di approfondire alcuni aspetti:

Se potessi cliccare su un tasto che dice sono d'accordo, condivido, concordo... metterei in gioco alcune parti dell'anima o psiche, che sono di tipo superiore, e che sono il frutto di una elaborazione interiore di un qualche tipo. Della quale in qualche modo diventiamo consapevoli e responsabili.
Il meccanismo "mi piace" o "non mi piace" è invece una reazione, un risposta che sorge spontaneamente in noi ogni volta che entriamo in relazione con un qualcosa che si presenta alla nostra attenzione.

http://coscienzeinrete.net/spiritualita/item/944-facebook-e-l-anima-mi-piace-o-non-mi-piace

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:53| 
 |
Rispondi al commento

L’EUROPA LEGALIZZA LA PEDOFILIA CON UN TRUCCO: E L’ITALIA ESEGUE GLI ORDINI
Per l’Europa dei banchieri, dei politicanti prezzolati e dei burocrati, la nuova regola - verniciata con un sedicente ideale - da imporre a tutti i popoli del vecchio continente è inquietante: è lecito il sesso tra adulti e bambini. Non ci credete? Allora provate a leggere nell’idioma che preferite la Raccomandazione CM/Rec (2010) 5 del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa. All’articolo 18 c’è scritto testualmente:

«Gli Stati membri dovrebbero assicurare l’abrogazione di qualsiasi legislazione discriminatoria ai sensi della quale sia considerato reato penale il rapporto sessuale tra adulti consenzienti dello stesso sesso, ivi comprese le disposizioni che stabiliscono una distinzione tra l’età del consenso per gli atti sessuali tra persone dello stesso sesso e tra eterosessuali; dovrebbero inoltre adottare misure appropriate al fine di abrogare, emendare o applicare in modo compatibile con il principio di non discriminazione qualsiasi disposizione di diritto penale che possa, nella sua formulazione, dare luogo a un’applicazione discriminatoria».

Leggi tutto...

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/leuropa-legalizza-la-pedofilia-con-un.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando si legge poco si spara molto...quando non c'è poca istruzione ci sono molte pallottole...

LA BALA - Calle 13 (Sub ITA)

http://www.vocidallastrada.com/2013/11/la-bala-calle-13-sub-ita.html

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:50| 
 |
Rispondi al commento

OT http://curiosity2013.altervista.org/sconvolgente-bambini-vaccinati-hanno-da-2-5-volte-piu-malattie-e-disturbi-di-quelli-non-vaccinati-ecco-le-prove-di-un-nuovo-studio/
Lo studio indipendente è auto-finanziato e non è sponsorizzato da una grande e “credibile” organizzazione sanitaria non-profit o del governo con conflitti di interesse politici e finanziari. Ognuno degli 8000 casi, sono casi reali con documentazione medica.
Impressionante. Prima di fare vaccinare un bambino almeno valutiamo i pro e i contro.

eleonora . Commentatore certificato 13.11.13 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


o.t.

""Italiani oppressi dalle tasse. Ma quando arriveranno i tagli alle spese?""


http://www.wallstreetitalia.com/article/1642255/governo/italiani-oppressi-dalle-tasse-ma-quando-arriveranno-i-tagli-alle-spese.aspx


ps

sapete se lo steel est facile da tagliare?

:)

paoloest21 13.11.13 12:48| 
 |
Rispondi al commento

invece di vaneggiare su microchip, sirene, kamikaze da santificare genghi e spatuzza vari che fine ha fatto l'abolizione di equitalia? dove sta il reddito minimo garantito? la tutela delle piccole imprese? la guerra agli sfratti? la nazionalizzazione delle banche? la fine delle municipalizzate? la guerra alla casta? ai vitalizzi, alla disoccupazione???
avete preso milioni di voti di gente che ha questi problemi! ve ne fregate perchè troppo presi tra bowashballe, sedicenti supermicroscopi, deliranti sciechimiche? oppure ve ne fregate perchè sapevate di ingannare fin da subito tutta questa gente?

Sara Sensini (lupa kattiva ), Urbe Commentatore certificato 13.11.13 12:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

--------------- NEL NOME DEL POPOLO ITALIANO ---------------

"...L'Italia è il primo Paese dell'Unione europea con più giornalisti minacciati e intimiditi dalle mafie. Non è un fenomeno solo del nostro Mezzogiorno. Colleghi subiscono pressioni e intimidazioni quotidianamente in ogni regione d'Italia. Segno inconfutabile dell'inarrestabile ascesa dei clan. Dal 2006 a oggi, secondo i dati dell'Osservatorio ossigeno per l'informazione, sono 1554 i giornalisti minacciati in Italia. Dati terribili, amari. Non certamente degni di un Paese occidentale. Il livello è quello della Russia di Putin..."

http://espresso.repubblica.it/attualita/2013/11/12/news/nuove-minacce-a-lirio-abbate-1.140873
----

Che ci siano storture in questa Europa è innegabile, ma cazzo anche su questo blog si continua a lasciar intendere che quasi quasi l'Italia è il paese dei balocchi e l'Europa la matrigna cattiva che ci sta rovinando. Anche prima della crisi c'era gente che svolgeva tre lavori contemporaneamente per raggiungere uno stipendio di neanche 1000€ al mese! Di chi era (ed è) la colpa... dell'Europa?. Al Sud (e sempre + anche al Nord) lo stato non esiste!!! In questo paese l'illegalità è dilagante a tutti i livelli e in tutte le fasce sociali! Di chi è la colpa, dell'Europa? Abbiamo uno Stato che ha stretto accordi con la mafia!!! ha stretto accordi con la mafia cazzo!!! E in parlamento continuiamo ad avere persone che hanno avuto rapporti con mafiosi!!! La colpa di chi è, sempre dell'Europa? E che dire dell'evasione e della corruzione mostruosa!!! Se anche uscissimo dall'Europa, questi problemi continueremmo a portarceli dietro si o no? Qui si continua a filosofeggiare sulle cazzate e non si vede che il paese è una discarica... questo paese è completamente inquinato sia nella terra che nell'anima.

Volete un'Europa dei popoli... ma noi che cazzo di popolo siamo? La verità è che l'Europa dovrebbe cacciarci a calci nel culo prima che la nostra merda sporchi tutto il continente!

Mago Merlino 13.11.13 12:47| 
 |
Rispondi al commento

PIÙ RENZI, PIÙ RICCHI! - IL LIBRO DI GUTGELD, IL CASALEGGIO DEL SINDACO: MENO TASSE TAGLIANDO LA SPESA PUBBLICA (CIAO CORE) E RINGRAZIAMENTI PER I BANCHIERI PROFUMO E NICASTRO (SE VEDEMO)

L'economista di riferimento del sindaco di Firenze nell'ultimo libro mette insieme un intero programma di governo: pochi accenni all'evasione fiscale e molta enfasi sulla riorganizzazione dello stato per ridurre i costi - Un brodino per cui ringrazia banchieri e avversari come Civati e Orfini…

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/pi-renzi-pi-ricchi-il-libro-di-gutgeld-il-casaleggio-del-sindaco-meno-tasse-66416.htm

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
e parliamo anche di "demagogia"; secondo voi quando si può definire una persona o un partito "demagogo" ? Secondo me solo quando ha avuto l'opportunità di fare e non ha fatto ! Vedi PD in merito al conflitto di interessi ecc... Quindi forza il nuovo M5S e fuori il vecchio PDL, PD-L, Lega ecc.....

Domenico Laurenza 13.11.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Per chi ha dimestichezza con l'inglese consiglio a tutti di vedere il documentario "The Brussels Business", c'è anche su youtube.

A me è piaciuto tantissimo, spiega molto bene quali rapporti ci siano tra la Commissione Europea e il sistema lobbistico che vuole questo modello sbagliato di Europa. O, meglio, sbagliato per tutti quelli che non si chiamino De Benedetti, Agnelli, Elkan e tutti gli altri galantuomini multimilionari dell'European Round Table: www.ert.eu/members

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

La celebre casa di tasselli fischer sta organizzando una ricerca presso camera e senato sul tipo di tassello usato dai politici per inchiodarsi alle poltrone.
Ritengono siano tasselli avanzatissimi provenienti dallo spazio esterno al sistema solare e arrivati qui sulla scia delle comete e sono praticamente eterni.

spuseta 13.11.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento


martedì 12 novembre 2013
Morire di cure negate, ammalarsi di vaccini
Come si poteva immaginare, purtroppo è arrivata la prima vittima del divieto alla cura con le cellule staminali; purtroppo l'elenco è destinato ad allungarsi fin quando la gente non prende coscienza del sistema in cui vive.

http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/PRIMOPIANO/morto_raoul_cucovaz_udine_pulfero_stamina/notizie/348380.shtml

È morto oggi il piccolo Raoul Onesti, due anni, da Pulfero (Udine), colpito da una grave malattia neurodegenerativa, da tempo in lotta per ottenere le cure a base di cellule staminali.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi sono un populista e me ne vanto, dicano pure quello che vogliono, mi diano pure del fascista o peggio del nazista non importa, la realtà è che questa gente che ci governa ininterrottamente dalla fine della seconda guerra mondiale (tutti quelli subentrati sono in sostanza cloni dei predecessori da questi instradati ed istruiti a dovere) ha fatto ben più danni a questo paese di quanti non ne fece Mussolini, perciò sì io mi dichiaro populista e sono ben fiero di esserlo, come sono fiero di non essere ricorso a mezzucci e raccomandazioni per ottenere un posticcino fisso, sono fiero della mia coerenza, dote che ritrovo nel M5S, quindi SIGNORI dobbiamo essere fieri del nostro populismo, sono gli italiani 2.0 dei fighetti di stato, col sedere al caldo ed il lavoro sicuro a doversi vergognare ed infine a dover sloggiare, io avrei voluto migrare in Australia, tutto era già pronto ma poi mi sono detto no, non sono io a dovermene andare, sono queste merde (passatemi la volgarità) a doverlo fare, meglio disoccupato con onore che lavorare da paraculo.

Riccardo Parodi, Recco Commentatore certificato 13.11.13 12:38| 
 |
Rispondi al commento

hi hi hi hanno PAURAAAA

http://www.disinformazione.it/brzezinski_alllarme.htm

temono i ribelli, quelli che non si fanno programmare, quelli che diventano padroni della propria vita.
Hanno paura di quelli che non hanno paura!

^__^

Daniela M. Commentatore certificato 13.11.13 12:38| 
 |
Rispondi al commento

La sinossi del libro

Nella crisi attuale tutti i politici avanzano l’ostacolo della reperibilità dei fondi e del pagamento dei debiti, mentre i cittadini chiedono costi dello Stato e sprechi minori. Ma a guardare bene, quelli che chiamiamo costi sono in realtà misurazioni della ricchezza prodotta e sembra illogico che un’unità di misura crei un debito. Questo libro è diviso in cinque parti. Dopo aver riassunto la storia e il funzionamento della moneta nelle prime due parti, nella terza l’autore affronta la questione fondamentale: la definizione giuridica del professor Auriti,e propone un ampliamento applicabile alla Moneta dell’Utopia. La quarta parte parla della moneta canadese di Paul Grignon per risolvere il problema nella quinta parte, con una proposta del tutto innovativa: una nuova forma moneta unica globale di proprietà del portatore, senza debito ed auto-emessa da 7 miliardi di emettitori senza alcun potere centrale a governarla. L’autore, autodidatta, descrive e divulga la sua visione/proposta per la moneta del futuro.

Per acquistare il libro: http://www.lulu.com/shop/daniele-pace/la-moneta-dellutopia/paperback/product-21284517.html;jsessionid=3D11EA15B43BE6A8E4B84589C543AC14

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:37| 
 |
Rispondi al commento


o.t.


@elettori del piddì!!

piuttosto che una imitazione:)

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTgmMHb_OpA-9X5DC5np-Fiiqpl2tB8NhcAWYAz7g2_HZBM2RdT

votate l'originale:


https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQZVgCel-WGVR_fy_0PYSp2ab_IdiPprOagFSIxxuUTIzH2LoiF

enrichettto docet:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/07/13/enrico-letta-il-popolo-della-liberta-e-meglio-di-beppe-grillo/292738/


paoloest21 13.11.13 12:36| 
 |
Rispondi al commento

La definizione di populismo non è questa o meglio non è solo questa:
da wikipedia: Populista, oggi, è piuttosto chi accetta come unica legittimazione per l'esercizio del potere politico quella derivante dal consenso popolare. Tale legittimazione è considerata unica e di per sé sufficiente a legittimare un superamento dei limiti di diritto posti, dalla Costituzione e dalle leggi, all'esercizio del potere politico stesso.
In questo senso il vero populista è il Cav. che si dice legittimato a stare al senato dai voti che ha preso a stare al governo nonostatnte sia condannato e pluriindagato...
in un altro senso può essere: un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici (al fine di controllarle aggiungo io) e qui può esserci il M5S insieme comunque al PDL...

Questo post, se ho capito bene, dovrebbe o vorrebbe essere una dichiarazione di intenti, una linea guida, per la politica europea del M5S...
bene ... o meglio male... se andiamo ad analizzare la frase l' Europa dei popoli... possiamo vedere che ogni forza politica ne ha fatto ciò che ha voluto a cominciare dalla Lega Nord a finire al PD...

E' ridicolo e fuorviante utilizzare questa frase...
come è ridicolo ed ancor più delirante il fatto che non si voglia andare alle elezioni per evitare un semestre di presidenza a 5*... ma davvero pensa egregio dott. Becchi che il M5S potrà (e dovrà???) ripetere il successo (??) delle politiche?
io vivo tra la gente ogni giorno e vedo (con rammarico) che intorno al M5S non c'è più quell'entusiasmo, quella speranza ...

Mi chiedo a che cosa sono servite le batoste delle elezioni provinciali e regionali... se non si impara dagli errori si fallirà miseramente...

A questo punto pongo una domanda che mi frulla nel cervello da un pò di tempo: quali saranno i criteri di scelta dei candidati?

Grazie

Pietro A M 13.11.13 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Mia moglie è russa, ormai residente in italia da molti anni, lei mi diceva che da quando nacque ( figlia di lavoratori)sino all'università, completamente gratuita, non aveva mai supposto che altrove ci fosse un problema di mancanza di lavoro o di abitazione, quelle erano cose normali, di tutti.
Certo non avevano l'automobile, non si mangiava aragosta, ma non esistevano i disoccupati e i senza casa.
Questa era la terribile unione sovietica di cui avevamo tutti paura.

spuseta 13.11.13 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dopo aver ingannato chi vi ha creduto addirittura insultando i Caduti a Nassiriya (morti trucidati a guerra dichiarata finita, su mandato ONU, e spediti senza bombardieri o carriarmati) ora inveite anche contro il "populismo"?
avete preso milioni di voti promettendo la guerra alla Casta e invece esaltate ottuagenari con 3 vitalizi e non parlate mai di MPS, dei biglietti clonati all'ATAC del ritorno di bassuline di marrazzo.... siete dei pezzenti traditori!
vi atteggiate a finti pacifisti e invece siete il rimasuglio di chi si godeva l'invasione Afgana dell'URSS sventolando la loro banderuola e contando i rubli che arrivavano di nascosto... siete i soliti pezzenti, bugiardi, mistificatori, e ladri di consensi... che pena!

Sara Sensini (lupa kattiva ), Urbe Commentatore certificato 13.11.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Matteo Incerti
CONFLITTI D'INTERESSE TRA POLITICI & LOBBY GIOCO D'AZZARDO: questa sera dalle 21 a La Gabbia su La7 una nuova clamorosa inchiesta da non perdere realizzata da: Cristina Scanu con Matteo Iori Giovanni Endrizzi - Portavoce Cinque Stelle Senato e tante sorprese....! Passateparola!

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 13.11.13 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UN MOTIVO IN PIU’ PER DIFFIDARE DI RENZI? LO APPOGGIA ANCHE DE BENEDETTI, QUELLO CHE FA LE PREDICHE, MA RISIEDE FELICEMENTE IN SVIZZERA, ALLA FACCIA DEL FISCO ITALICO

1. AVVISATE IL TRIO SCALFARI-NAPOLITANO-LETTA CHE CARLETTO DE BENEDETTI SI SCHIERA PER L’”AVVENTURIERO” FIORENTINO: “ALLE PRIMARIE DEL PD VOTERÒ PER RENZI” -

2. DI PIÙ: “QUANDO CI SARANNO LE ELEZIONI, SE RENZI SARÀ CANDIDATO ALLA PREMIERSHIP, NON VEDO NEL CENTRODESTRA UNA PERSONA CHE POSSA COMPETERE CON LUI” -

3. “BISOGNA CAMBIARE, SALTARE UNA GENERAZIONE. LA NOSTRA SPERANZA È LEGATA A CHI OGGI HA MENO DI QUARANT’ANNI… HO VOTATO PER BERSANI QUANDO C’È STATO BERSANI-RENZI, PERCHÉ NON AVEVO ANCORA CONOSCIUTO ABBASTANZA RENZI E QUINDI AVEVO UNA CERTA DIFFIDENZA. DISSI ADDIRITTURA AL “CORRIERE” CHE DI BERLUSCONI NE ABBIAMO GIÀ AVUTO UNO. QUINDI AVEVO UN’OPINIONE DI UNA PERSONA MOLTO SUPERFICIALE” -

4. “L’INCHIESTA SULL’AMIANTO? LA COLPA DI QUESTI MORTI È DELL’EPOCA DI ADRIANO (OLIVETTI). NON DI ADRIANO, MA DEGLI ARCHITETTI CHE HANNO LAVORATO PER ADRIANO” -
http://bastacasta.altervista.org/p6364/

eleonora . Commentatore certificato 13.11.13 12:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le dittature non hanno parte politica, son dittature e basta.
Mi si spieghi quale differenza c'è fra la Russia socialdemocratica di Stalin e successivi e la direzione che da anni abbiamo intrapreso noi.

In Russia esistevano aziende statali che davano lavoro.
Noi perdiamo sempre più piccole e medie imprese a fronte di carrozzoni statali o parastatali.

In Russia esistevano due monete: una per il popolo ed una per la classe dirigente. Quella popolare non poteva essere convertita in altre monete. L'obiettivo era quello di tenere il popolo sottomesso.
Da noi la moneta è convertibile ma i più guadagnano sempre meno e quindi l'obiettivo è comunque raggiunto: non puoi permetterti più nulla. In più piano piano si elimina il contante e quindi potranno bloccarci quando vogliono.

In Russia i potenti avevano privilegi a non finire.
Non serve dire cosa accade da noi.

In Russia non potevi manifestare dissenso.
Non serve dire cosa accade da noi, vedi no tav.

Credo che sotto sotto a quel tipo di sistema si miri, con un altro nome, tipo IMU.
Alla nostra classe dirigente basta restare dove è e tramandare i privilegi a discendenti ed amici.
Noi dobbiamo tacere e ringraziare se ancora ci lasciano un tozzo di pane.
Oggi non devono nemmeno spremere le meningi per inventarsi qualcosa che tenga su la baracca perchè tutto è deciso in altre sedi, sono solo esecutori.
Qualcuno nel blog ha scritto come fanno a guardare i propri figli con ciò che stanno facendo.
E' proprio perchè guardano i loro figli in rapporto ai nostri che fanno tutto ciò.
Sono spesso stato criticato perchè guardo trasmissioni tipo Ballarò.
Bisogna guardarle perchè è il modo più immediato per toccare con mano la pochezza di questi individui. E' una balla che le persone si facciano infinocchiare dai Floris di turno, forse qualcuno ma la maggior parte no, ormai non più e le percentuali del M5S lo dimostrano.

Roberto Gilli, Pino Torinese Commentatore certificato 13.11.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

ciao Beppe ! ma quando riorganizziamo una grande manifestazione di protesta contro questi signorini che ci stanno prendendo per il culo ? Siamo stufi di questa gente che si sente sempre piu' ancorata su quelle maledette sedie !

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato 13.11.13 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
quando oggi senti starnazzare un vecchio politicante nelle tv o nelle radio per giustificare le loro azioni errate o malefatte contro i cittadini parlano del prezioso Grillo e del Movimento definendoli "populisti".
Ma populisti secondo me non è affatto un termine dispregiativo anzi; populista è chi fa o vuole fare per il popolo, per i cittadini normali quelli che stentano ad arrivare a fine mese o quelli che addirittura non lavorano, quelli che percepiscono una pensione da fame e che sono costretti a rovistare nell'immondizia o rubacchiare nei super mercati ecc... Se questo vuol dire essere populista allora VIVA IL MOVIMENTO 5 STELLE e VIVA GRILLO !!!! tutti a casa e senza pensione...

Domenico Laurenza 13.11.13 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
dietro questi figuri c'è una
"Spektre" enorme e potentissima, è illusorio limitarsi ad aspettare che
crepino. Come pure è illusorio aspettarci che alle prossime elezioni europee il M5S ripeterà un buon risultato SENZA UNA TELEVISIONE NOSTRA!! Svegliamoci! Purtroppo da febbraio ad oggi l'immane offensiva contro di noi qualche risultato lo sta purtroppo dando. Nella maggioranza degli "Itagliani" sta passando il messaggio bugiardo e infame che i vermi continuano a sputare: le calunnie della TV e giornali!! SENZA UNA TELEVISIONE NOSTRA (o
qualcosa di simile) non si va da nessuna parte. Ricordate la storia, è come
Waterloo, sembra che si vinca si vinca e poi alla fine arrivano i rinforzi
della coalizione avversa, ... e i perdenti saremo noi !!! Attreziamoci,
facciamo una colletta, e facciamo una TV nostra, perchè se no la gente alle
Europee li voterà ancora questi qua se non entriamo nelle case di tutti con
una TV (non dico di andare nelle TV di regime, dico di fare una TV nostra)
Se perdiamo alle europee poi non piangiamoci addosso "Loro erano più potenti e giocavano sporco..". Siamo IN GUERRA? SI??? ALLORA COMBATTIAMO con le armi dei media (nostri)!!!!!
Colletta per TV 5 Stelleeee!!!
PS.: se invece STRA-vinciamo possiamo davvero contagiare TUTTA EUROPA, e allora...

CarloSca 13.11.13 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è qualcosa che non quadra!
sono agente di commercio, mi alzo ogni giorno alle 5 di mattina, torno tardi la sera e lavoro anche sabato e domenica.
ogni volta che mi pagano, le mie provvigioni in qualche modo spariscono tra inps tasse, acconti su acconti, saldi e quanto altro. quello che rimane se ne va tra benzina e autostrada poi se avanza qualcosa si pagano bollette e cibo.
alla fine guardo mia moglie e mi domando se questa è vita, se ne valga vermente la pena.
lei mi dice andiamo via da questo paese di... non fai altro che pagare tasse per quei quattro li e non sai nemmeno se riceverai la pensione
io che amo il mio paese mi chiedo... ma dove sono finite le persone con orgoglio. guardo la classe politica che se ne fotte (scusate) e perde tempo in inutili discussioni.
sono deluso e amareggiato.
nicola

nicola 13.11.13 12:06| 
 |
Rispondi al commento

Cosa significa "un'Europa dei popoli"? Non capisco.
Siamo 28 stati con decine di lingue diverse. Tradizioni che non hanno nulla in comune. Sistemi politici diversi. Corruzione e illegalità diffuse in modo e percentuali diverse. Odi atavici fondati su errori ancora troppo recenti.
Secondo me l'Europa nasce con un ideale nobile e vive per alimentare poltrone.
Non ci verremo mai fuori. In tutti i sensi, sia perchè è un problema irrisolvibile sia perchè troppi ci mangiano. E noi siamo specialisti in questo, credo contamineremo anche i più integerrimi.
Forse, tra qualche decina di anni, quando arriverà un nuovo Napoleone, a patto che non cerchi di invadere la Russia.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.13 12:06| 
 |
Rispondi al commento

in passato ho fatto politica in un partito che viene considerato tra i più democratici.durante un'assemblea mi sono permesso di denunciare gli inganni che venivano perpetrati,dalla direzione,nei confronti della gente e degli stessi aderenti.il mio intervento fù applauditissimo.dall'indomani,però,cominciò,nei miei confronti un boicottaggio che,alla fine,mi costrinse ad andarmene dichiarando che,quella,non poteva essere la mia casa.qui nel blog ho già mandato un paio di volte beppe grillo a quel paese e,più di una volta,ho scritto che,il movimento è inutile.nessuno mi ha mai detto niente.nessuno mi ha cacciato.nessuno mi ha isolato.nessuno mi ha boicottato.sarebbe questo il movimento dove manca la democrazia?sarebbe questo il partito padronale?viva il movimento.gli altri fanno schifo.è polulismo il mio?


Non si può che condividere, andiamo avanti

angelo cangemi, roma Commentatore certificato 13.11.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento

quali sono i meriti di napolitano per essere stato eletto PDR?

spuseta 13.11.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Non si è mai federato un bel niente se non a spese di qualcuno. Storicamente.
Persino in un matrimonio c'è quasi sempre chi ci guadagna e chi ci rimette.
Ma dato l'altissimo tasso di corruzione nel nostro Paese, per noi è bene che venga a governarci qualcuno da fuori.
Scusate, stamattina mi sono alzata "realista".

Lady Dodi 13.11.13 11:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ Luciano.P e a tutti...rassicurati,per fortuna non siamo in pochi,qui sul Blog e nel Movimento a pensarla in maniera condivisa sull'argomento di ieri e su altre cose,nel Tuo hai ben evidenziato cio'che,per mancanza di spazio avrei detto anch'io a chiusura del mio punto di vista...
Bello il Post del prof.Becchi,e favoloso il richiamo a J.Rawls,autore che fui costretto (con piacere) a studiare per 2 esami universitari..ma
...la domanda "quale Europa vogliamo"ne implica forse un'altra,per me fondamentale....
come ci si sta in questa Europa (e nell'Euro !)
oppure COME DOBBIAMO USCIRNE AL PIU'PRESTO,da soli.. in compagnia con altri Stati,uscirne su quale prospettiva ? quella,tanto per semplificare
su cui si resero indipendenti la Slovenia,la Croazia etc.,cioe' SU BASI MERAMENTE NAZIONALISTICHE-IDENTITARIE,perche'questa e'la battaglia che in Francia sta sostenendo M.Le Pen
oppure uscirne per costruire un sistema di Paesi che condividano UN EPOCALE CAMBIO DI PASSO sulle strategie economico-sociali e che fondino un nuovo patto federativo uscendo dalle logiche imperanti del NEOLIBERISMO TURBO CAPITALISTICO E DEL MERCANTILISMO SFRENATO,in ossequio al fallimentare modello del consumismo cieco e indotto,nelle persone, dagli interessi della produzione capitalistica...un'uscita e poi una ricostruzione che metta in discussione definitivamente le teorie e relative applicazioni che HANNO DETERMINATO LA CRISI GLOBALE e che indicano vie d'uscita PEGGIORI DEL MALE che a chiacchiere dicono di voler combattere...PROTEGGONO SOLO I LORO INTERESSI e questa Europa che gli fa da garante...
Concordo,prof.Becchi..vogliamo una nuova Europa
ove NESSUNO DOVRA'RIMANERE INDIETRO,e a nessuno verra'fatta la guerra sotto le false bandiere delle "missioni di pace,per esportare la democrazia.
ciao,a presto...cominciamo intanto a vincere le elez.europee !

f.g-torino.

franco graziani 13.11.13 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Condivido l'intervento di Becchi. E' ora di stabilire che tipo di Europa vogliamo, perché le idee di poterne fare a meno non portano lontano. Da soli siamo troppo piccoli per non farci travolgere dalle grandi potenze mondiali. Io voglio l'Europa dei popoli, dove ogni popolo possa vivere come meglio crede in base ai suoi usi e costumi. E qui mi trovo contrario a coloro che vorrebbero un'Europa con le stesse identiche leggi per ogni stato. Non è sensato pensare che le leggi in vigore in Finlandia possano essere applicate tali e quali al Portogallo. L'Europa deve occuparsi essenzialmente della politica internazionale con un suo ministro degli esteri, di una politica della difesa con sue forze armate (e se si realizzasse ciò potremmo dimezzare a livello continentale le spese relative, coi vantaggi che ne conseguirebbero) di un ministero del commercio che regoli il mercato interno e che difenda le imprese europee a livello internazionale. Tutte le altre competenze devono rimanere ai singoli stati, onde evitare l'esplosione del mostro burocratico che già esiste. Temo che ciò sia utopistico, ma bisogna provare a realizzarlo contro le resistenze che gli si opporranno. Detto ciò credo che bisogni anche avere un piano di riserva. L'eccessiva espansione degli stati aderenti all'unione ha comportato l'assenza di un processo di rafforzamento del gruppo originale degli aderenti. E' forse il caso di pensare a costituire prima delle unioni regionali che possano poi confluire nell'unione europea generale? Come potrebbe essere un'unione tra i paesi mediterranei ora membri: Italia, Spagna, Slovenia, Croazia, Malta, Grecia e Cipro? Io ci ragionerei sopra.

paolo carraro 13.11.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento

se per populismo,s'intende fare gli interessi del popolo,oppure combattere la casta,o ancora dare voce a tutto il malcontento,allora sono anch'io un populista e me ne vanto..se essere un demagogo e' cercare di dare una speranza,una possibilita'di vita migliore allora sono anch'io un demagogo..e comunque coloro che demonizzano queste persone,loro che sono arroccate dietro i loro privilegi,lontani dalla realta' quotidiana,sono gli stessi che hanno portato l'italia(forse anche il mondo intero) allo sfascio..loro vogliono essere la causa del male e la medicina in contemporanea..credo che dovrebbero vergognarsi di chi e come sono..loro sono i falsi dei,sempre pronti a mentire per il loro interesse personale o per gli amici degli amici..ma il m5s e' qusi pronto,il popolo e' stanco,e noi ormai siamo pronti a riprenderci cio ci spetta di diritto,la sovranita'della nostra nazione

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 13.11.13 11:52| 
 |
Rispondi al commento

aggiornamento
come già scrissi, oltre ai due vicini di casa entrati in disoccupazione e due amici anch'essi rimasti senza lavoro, aggiungo, un bar vicino casa, una azienda con sette dipendenti e un conoscente che lavora nell'edilizia, a fine anno chiudono le loro attività.
situazione che mai riscontrai.

comincio a pensare quando toccherà a me.

l'europa che vorrei? è bella domanda.ci penso.

psichiatria. 1 13.11.13 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Letta: Ripresa a portata di mano.

SI, si, certo certo, e come no????????

Cosimo, Crispiano 13.11.13 11:51| 
 |
Rispondi al commento

tutti vorrebbero una Europa potente e di cui potersi fidare ( meglio di questi ladri che abbiamo ora)
Ho letto anche che l'euro nacque per timore che il dollaro non poteva sostenere l'economia mondiale perchè troppo stampato ed alcuni dittatori produttori di petrolio volevano essere pagati in modo diverso e non in dollari.
Sappiamo che fine abbiano fatto ,l' America si invento a questo punto le guerre per esportare democrazia e dollari.
Europa fece la sua parte con l'Euro che è oggi la moneta forte.
Sappiamo che tutto gira intorno al petrolio e penso che ci sia del vero in quello che ho appena scritto.
Quindi la paura dell'economia e non rifare l'errore dello stampare moneta a gogo, quindi ecco le misure di austerita nella difesa della moneta forte.
Che ne pensate di questa teoria ???