Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Discutiamo: Abolizione della carica di senatore a vita #LEX

  • 272


abolizione_sena_vita.jpg

Il Disegno di Legge costituzionale che prevede l'abolizione dell'Istituto dei Senatori a vita è in discussione online sull'applicazione LEX per 60 giorni. Possono partecipare alla discussione e inserire integrazioni, modifiche, obiezioni, suggerimenti e vizi di forma tutti gli iscritti certificati al M5S entro il 1 luglio 2013. Partecipate!

"Il 12 dicembre la Giunta per le Elezioni del Senato ha convalidato l'incarico dei 4 senatori a vita, recentemente nominati dal Presidente Napolitano. Il gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle, non entrando nel merito dei requisiti di "altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario" dei 4 "nominati" si è astenuto dal voto in quanto da sempre contrario all'istituto dei senatori a vita. La loro presenza distorce la rappresentanza parlamentare e in particolare quella del Senato della Repubblica in quanto integrata con soggetti aventi una legittimazione deliberatamente non democratica che oggi non trova più alcun motivo di esistere. Emerge in tutta evidenza, la pressoché totale assenza dai lavori - sia di Aula che di Commissione - dei senatori a vita, pur mantenendo tutti i privilegi e le prerogative, economiche e non, legate alla carica di senatore. Il Disegno di Legge costituzionale che prevede l'abolizione dell'Istituto dei Senatori a vita è in discussione online su LEX per 60 giorni. Dite la vostra, partecipate e aiutateci a migliorare il testo." Vito Crimi, M5S Senato

Per scaricare il calendario Santi Laici 2014 clicca il banner:
santi_2014_banne.gif

13 Dic 2013, 11:27 | Scrivi | Commenti (272) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 272


Tags: abolizione dei senatori a vita, democrazia diretta, lex, partecipazione, Senato, Sistema Operativo M5S, Vito Crimi

Commenti

 

Sono d`accordo nell`abolizioni dei senatori a vita.

Luigi Di Maggio 13.01.14 19:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Altro che senatori a vita, io abolirei il Senato!
Un sistema !bicamerale perfetto! come il nostro è un doppione inutile e uno spreco doppio di tempo e risorse.

Stefano C., Lecce Commentatore certificato 19.12.13 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Non sono d'accordo con l'abolizione. È giusto che vi sia una piccola parte di seggi riservati a personalità che abbiano il massimo interesse artistico,scientifico e tutti i Premi Nobel italiani viventi.
Perciò oltre Rubbia anche Dario Fo.

vincenzo salvi 19.12.13 02:54| 
 |
Rispondi al commento

Anche per l'istituto del "senatore a vita", non é l'istituto in sé il problema quanto invece l'uso che se ne fa. Infatti nella sua concezione istitutiva l'intenzione era quella di togliere dalla povertá persone che nella loro vita avevano contribuito a rendere lustro all'Italia e che per loro storie personali si trovavano in estrema difficoltá sociale ed economica: tutto quá, il resto sono chiacchere ed abusi politici di basso profilo.

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 18.12.13 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente d'accordo per abolire i senatori a vita

Daniele P., Roma Commentatore certificato 18.12.13 18:08| 
 |
Rispondi al commento

trovo più giusto eliminare del tutto il Senato, per rendere più celere la approvazione di leggi, quindi il problema dei senatori a vita non esiste.
Non sono d'accordo con chi vuol fare il senato delle autonomie, capisco che in questo momento questa è una strada possibile per eliminare le spese per eletti ed elezioni, mentre per eliminare del tutto il senato occorre una legge costituzionale e la via sarebbe molto in salita.

maria t., olbia Commentatore certificato 18.12.13 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente questo paese non puo' assicurare una carica a vita, per qualsiasi categoria.
Dato che come abbiamo ben vissuto , l'occasione fa l'uomo ladro, non puo' essere sufficiente un periodo di 5 anni lavorativi per assicurarsi una rendita a vita.

E' INACCETTABILE !!!!!!!!

GRAZIE M5S !!!!!!!

Barbara Anfossi 18.12.13 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Fate in modo che vi ascoltino Grazie

Rita Arnod 18.12.13 14:25| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Grillo ti appoggio! Altro che spending review. Perchè dare soldi a chi non ne ha bisogno? Neanche rimescolarli nel calderone del debito pubblico sarebbe un'alternativa efficace ma creare un fondo per la ricerca, per l'innovazione e per lo sviluppo, dare nel concreto quei soldi per incentivare le menti italiane, che tanto duramente hanno costruito una loro professionalità, a restare qui senza neanche valutare l'idea di andarsene all'estero.

PIERFRANCESCO DE LUCA 18.12.13 13:35| 
 |
Rispondi al commento

BASTA CON I SENATORI A VITA E LE LORO PENSIONI!!!!!!

Monica Tafani, Genova Commentatore certificato 18.12.13 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido l'idea sull'onorificenza, è giusta; ma solo quella: senza privilegio alcuno ( non hanno certo bisogno di compensi e/o prebende ) e senza poter essere l'ago della bilancia per un qualsivoglia governo: SENZA DIRITTO DI VOTO !!!!!!!

Maurizio Baratella 18.12.13 10:51| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente si è subito

angelo cangemi, roma Commentatore certificato 18.12.13 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Lo spirito deve essere solo il riconoscimento per aver dato onore e lustro alla Nazione,( Con ASSEGNO ECONOMICO unica soluzione E SENZA DIRITTO AL VOTO), Il numero dei parlamentari, io proporrei un numero in percentuale 1 per ogni 1.000.000 di elettori quindi parlamentari con una sola camera parlamentare

Gioacchino Secondin 18.12.13 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Io invece terrei questa carica,ma introducendo una differenza. Poiché si tratta di un'onorificenza, un premio se vogliamo, il titolo resta perché giusto che siano riconosciuti i meritevoli, ma senza paga! Niente pensiobe, niente stipendio, niente di niente... non é giá un premio il riconoscimento stesso?
Non bisogna trasformarlo in winforlife! Anche perchécertamente il senatore a vita non ha bisogno di quei soldi...


Sono pienamente d accordo PEPPE , io e la prima volta in vita mia che mi sento parte della politica Grazie peppe e tutti i grillini.

Giancarlo N., Catania Commentatore certificato 18.12.13 04:12| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo!

Giovanni Bove 18.12.13 03:15| 
 |
Rispondi al commento

in pratica dei parassiti. FAVOREVOLE FINO ALLA FINE DEI TEMPI.

vito scicutella 18.12.13 01:20| 
 |
Rispondi al commento

Se lo spirito di questa elezione deve essere il riconoscimento per aver dato onore e lustro alla Nazione, potrebbe essere eletti (SENZA ASSEGNO ECONOMICO E SENZA DIRITTO AL VOTO), eventualmente solo con parere.
Inoltre, per quanto riguarda il numero dei parlamentari, io proporrei un numero in percentuale di elettori che hanno davvero votato. Ad esempio, se sono andati a votare il 60% degli elettori aventi diritto, dovrebbero essere eletti soltanto il 60% degli attuali 930 parlamentari, e quindi circa 540. Se vanno a votare il 40%, dovrebbero essere soltanto 390 parlamentari; IN UNA SOLA CAMERA!

Gioietta Ferroni 18.12.13 00:37| 
 |
Rispondi al commento

Dimezzare parlamentari camera e senato pagarli come un operaio, nominare un tot di senatori a vita che verranno pagati a gettone di presenza senza nessun privilegio, tagli alle auto blu, tagli alle pensioni d'oro, ogni anno di legislatura contarlo come un anno di lavoro ai fini pensionistici, se un politicante deve essere arrestato subito in galera senza voto e senza immunità

Marco c 18.12.13 00:18| 
 |
Rispondi al commento

Si all'abolizione a Senatore a vita

immacolata ., genova Commentatore certificato 18.12.13 00:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il senatore a vita non ha ragione di esistere. I motivi possono essere diversi. Uno tra tanti che con l'avanzata età non siamo più lucidi come dovremmo essere per poter giudicare un provvedimento e votare.
Altro motivo non meno importante è che i politici devono essere eletti con i consensi del popolo sovrano.

Francesco De Marco 17.12.13 23:58| 
 |
Rispondi al commento

che intanto si specifichi il limite di 5 senatori come previsto dalla Legge!

michele f., Roma Commentatore certificato 17.12.13 23:56| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente favorevole!

Come ad abbassare il numero degli onorevoli e dei senatori.
Dimezzarli é più che sufficiente!!

Danila C., Roma Commentatore certificato 17.12.13 23:56| 
 |
Rispondi al commento

sono daccordo va abolito...deve essere solo se eletto

Massimo Cinotti 17.12.13 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Favorevole

Antonio Carito 17.12.13 23:48| 
 |
Rispondi al commento

FAVOREVOLE!!!!!!
Proponetelo in fretta!!!

Paolo Fraccaro 17.12.13 23:44| 
 |
Rispondi al commento

d'accordo!

danilo 17.12.13 23:44| 
 |
Rispondi al commento

noi comuni mortali si va' in pensione,se tutto va per il meglio,con una stretta di mano.Sono d'accordo per l'abolizione della carica di Senatore a vita.Una bella stretta di mano e via in pensione. P.S. PENSIONE EQUA per capirsi.

fabio di giacomo 17.12.13 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Andrebbe abolita la carica di senatore a vita e abolito anche il titolo di onorevole...
perchè definire onorevole chi non ha meriti che ne giustifichino l'espressione?
Poi di questi tempi il titolo di onorevole è proprio un controsenso.

Massimo Allegri 17.12.13 23:41| 
 |
Rispondi al commento

Aboliamo completamente il senato. Una sola Istituzione"la camera" per discutere e rielaborare le leggi è più che sufficiente, si ridurrebbero sopratutto i tempi.

Florindo Acciardi 17.12.13 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente d'accordo, tanto a parte votare mezza volta qualche fiducia altro non fanno e non servono

Marco . (mark75) Commentatore certificato 17.12.13 23:39| 
 |
Rispondi al commento

Io sono favore al 100% all'abolizione della carica dei senatori a vita. Essi sono una carica obsoleta, non servono a niente e non eletti dal popolo. Si ai tagli alla politica. W MOVIMENTO 5 STELLE

Marcus M., Tortolì - Ogliastra Commentatore certificato 17.12.13 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Abolire assolutamente i senatori a vita ..... Soldi buttati al vento e sono inutili.......

Giuseppe Nic 17.12.13 23:35| 
 |
Rispondi al commento

io potrei essere d'accordo in virtù del fatto che i senatori a vita tendono all'assenteismo...ma non a levare qualunque tipo di riconoscimento per persone che hanno elevato l'onore della patria, come leggo scritto da qualcuno!

Christian Dalenz Commentatore certificato 17.12.13 23:32| 
 |
Rispondi al commento

Sono favorevole all'abolizione dei senatori a vita e dei loro stipendi, aggiungo, favorevole ad indagini e recupero di capitali anche sui vecchi senatori e familiari. W M5S forza ragazzi stanno cadendo 1 a 1 come i birilli.

pierlu s., foggia Commentatore certificato 17.12.13 19:55| 
 |
Rispondi al commento

Invece di senatori a vita.. Senatori honoris causa in carica per 5 anni e un numero massimo di 6 persone. Chiarimente però i ex presidenti della Repubblica invece si che siano senatori a vita.

Davide Carbonaro 17.12.13 19:41| 
 |
Rispondi al commento

abbiamo abolito il carcere a vita,aboliamo anche il Senatori a vita...

enrico ecca 17.12.13 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Sempre troppo tardi. Sarebbe come chiedere a qualcuno: Vuoi non fare più un cazzo per tutta la vita che ti resta da vivere e prendere milioni di euro per questo????????????????????? Credo che la domanda non sia molto pertinente......

luca moioli 17.12.13 18:45| 
 |
Rispondi al commento

ABOLIRE TUTTA LA CAMERA DEI SENATORI....

Francesco Timpanaro 17.12.13 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei sapere quanto partecipano alle sedute, questi senatori "parassiti" a vita.

angelo v., carrara Commentatore certificato 17.12.13 17:51| 
 |
Rispondi al commento

Signor Crini io sono un vostro votante e credo che alle volte il movimento esagera, e i toni di linguaggio forti credo che allontanino dalla vera essenza dei problemi e danno solo scusanti a chi va contro il vostro meraviglioso operato fino a ora svolto scrupolosamente.parlare sole dei problemi sarebbe cosa migliore.per i senatori a vita credo che la costituzione parli chiaro e aggiungerei solo chi ha contribuito notevolmente al cambiamento culturale e di benessere per gli Italiani.inoltre aggiungerei che chi gia percepisce un 730 netti di 5000 euro il senatorato a vita viene svolto a gratis altrimenti gli italiani non sanno che farsene dell'eventuale ulteriore contributo che gli stessi potrebbero apportare tutto questo come valore etico,morale,laico insostituibile. Grazie

nicola pellegrino 17.12.13 17:03| 
 |
Rispondi al commento

L'abolizione delle nomine a senatori a vita la considero superflua nel senso che è assurdo che delle persone non elette siedano in Parlamento. Se fosse solamente peer onorificenza si potrtebbe tollerare, ma questi prendono tanti eurini!!! Fuori dalle palle!

Gianni Turco 17.12.13 16:57| 
 |
Rispondi al commento

I Senatori a vita andrebbero immediatamente aboliti, ma ce lo vediamo un domani Napolitano ??
Non ha già fatto abbastanza danni ??
A casa per l'amor del cielo !!!!!
Ma non ha dei nipotini da portare ai giardinetti ??

Giuseppe Massimo Villa 17.12.13 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Senatore a VITA,assolutamente stride con lo scopo e gli obiettivi del movimento e soprattutto è poco utile anche al destinatario di tale "riconoscenza" perchè si presume che siano persone di altissimo ceto sociale e quindi persone NON bisognose della enorme remunerazione che andrebbero a ricevere con quella onorificenza. Assolutamente da abolire.

Carmelo T., Sesto San Giovanni Commentatore certificato 17.12.13 16:22| 
 |
Rispondi al commento

bisogna eliminare i senatori a vita e mandarli in pensione con la minima!!!!!

antonella zanetti, volpiano To. Commentatore certificato 17.12.13 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente, non sono i senatori a vita che vanno tagliati anche perchè sono persone che hanno fatto conoscere il valore dell'italiano e della cultura italiana all'estero, grazie alle loro scoperte o ai loro valori.
Vedi Rita Levi Montalcino o Montale o l'attuale Renzo Piano, magari abbassare lo stipendio si.
Secondo me sono altri i costi della politica da tagliare, come già voi proponete!

Elisa Turi 17.12.13 15:41| 
 |
Rispondi al commento

Non solo i senatori a vita, eliminiamo il senato: costi inutili, anzi dannosi.

Paolo Anoè 17.12.13 14:21| 
 |
Rispondi al commento

Prima di pensare a i 4 senatori penserei a eliminare tutte le scorte a Berlusconi che ci costano di più.Inoltre un paese che scorta i pregiudicati.....un minimo di serietà. Poi discuteremo sui senatori o sul conflitto d'interessi.

piero musso 17.12.13 12:56| 
 |
Rispondi al commento

Il 30/8/13 quando Giorgio II ne nominó ben 4: Renzo Piano, Carlo Rubbia, Claudio Abbado ed Elena Cattaneo, scrissi questo post:

Io sono contrario in principio alla nomina di Parlamentari perché ritengo che in una DemoCrazia i Rappresentanti del Potere Legislativo dovrebbero essere TUTTI eletti dal Demo.

A dir la veritá, faccio anche fatica a digerire il fatto che il Potere Esecutivo venga nominato dal Potere Legislativo, e mi domando se non sia meglio eleggerli i Ministri invece che lasciare che vengano nominati.

Poi, il concetto di incarico pubblico "a vita" mi sembra pura follia istituzionalizzata.

Infatti, a mio parere si tratta solo di una istituzione Reazionaria se non Nobiliare e Monarchica che mantiene, legittima e foraggia lo status quo e le solite caste.

Mi domando quanto tempo potranno dedicare al Senato questi signori? Non metto in dubbio le loro competenze, ma credo che queste vadano retribuite a "cottimo" cercando di misurare il valore del ritorno che generano, e non certamente con una spesa fissa "forfettaria" sempre e comunque esosa e, per giunta, per il resto delle vite dei nominati!

Ad maiora!

Gino Camillo

CIRCOLO 2.0 ITALIANI all'ESTERO
www.facebook.com/groups/Circolo2.0/permalink/624405127580967/
(Circolo Culturale Indipendente ed A-partitico, e Piazza Italiana @Londra & onLine)

Luigi (Gino) Camillo, Londra UK Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.12.13 12:15| 
 |
Rispondi al commento

...come far diventare dei senatori numeri...piuttosto attenzione alla cancellazione del senato! E' lì che puntano. Il dito e la luna. Vogliono eliminare il senato per indebolire la "STRUTTURA" DELLO STATO. E' già diverso dimezzare i parlamentari su due camere. Attenzione. Stato sono le istituzioni oltre alla categoria che le governa. E' questa che va tolta. Occorre rimuovere la burocrazia incrostata che fa raccolta di ministri che passano e vanno via...Chi non darebbe la carica al Fò? Ma una nomina che sia d'ascolto e di memoria, che discuta con i giovani. Altra cosa è una nomina per ottenerne un voto!...Brutte, le figure di Rubbia mentre Abbado è malato. Auguri. Per carità, tutte persone che danno lustro al paese, ma che hanno ancora molto da fare, nei campi specifici,ma che non si usino per scopi "esterni"...

Andrea Pisciotta, palermo Commentatore certificato 17.12.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono per l'eliminazione

Mattia Danieli 17.12.13 10:48| 
 |
Rispondi al commento

eliminare i senatori a vita non serve, secondo me basta che il presidente della repubblica si limiti a segnalarli al senato.....e per essere eletti abbiano l'80 dei voti di tutti i senatori....e togliere il potere di elezione al presidente della repubblica...

giuseppe maniezzo 17.12.13 10:12| 
 |
Rispondi al commento

non capisco il perché esistano ancora. questa gente per niente produttivi e del tutto inutile, è piena di privilegi, ed a noi che siamo il motore del nostro paese tolgono dignità e diritti. devono essere parificati a noi. niente privilegi, pensioni da fame, stipendi appena sufficienti per tirare fine mese e trasparenza sui conti, in più essendo loro i rappresentanti nel mondo del nostro paese, pene doppie in caso di frode ed il legalità. Sembra di essere in Libia con Gheddafi dove pochi hanno tutto e il popolo niente. VIA TUTTI I PRIVILEGI E DENTRO ETICA 3 AMOR DI PATRIA

cesare Levizzani 17.12.13 06:29| 
 |
Rispondi al commento

La costituzione ne prevedeva un numero non superiore a 5, cosa sconvolta e non rispettata a partire dal ex presidente Sandro Pertini, io penso che come l'evoluzione delle cose cambia situazioni e contesti anche l'articolo 59 andrebbe rivisto e adeguato ma se questo urterebbe la sensibilità dei grandi uomini operosi Italiani almeno per coerenza ai tempi che stiamo vivendo non paghiamoli, fatto salvo naturalmente se si tratta di uomini caduti in disgrazia finanziaria, quindi io dico basta senatori a vita pagati.

antonello cominu Commentatore certificato 17.12.13 05:49| 
 |
Rispondi al commento

Abolizione subito non servono a niente.

ilir burgija 17.12.13 04:33| 
 |
Rispondi al commento

Non dovrebbe essere una carica ma solo un nobile titolo come quello di cavaliere o altro, con nulla a che fare con stipendi o pensioni d'oro creati con la sottrazione di soldi provenienti dal pagamento delle tasse da parte del popolo italiano.

Emanuele Alescio 17.12.13 00:12| 
 |
Rispondi al commento

assolutamente si. Inutili e dispendiose.servono solo a tenere in piedi governi illegittimi.

fabrizio la vita 16.12.13 23:49| 
 |
Rispondi al commento

Sono favorevole per l'abolizione dei senatori a vita.

franco ferrari 16.12.13 23:47| 
 |
Rispondi al commento

abolire i senatori a vita perch'è non sono stati eletti dal popolo

alfio d'agosta, truccazzano Commentatore certificato 16.12.13 23:36| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo con l'abolizione dei senatori a vita, sono una figura istituzionale inutile e costosa

antonino curcio 16.12.13 23:00| 
 |
Rispondi al commento

La carica di senatori a vita, amio avviso, così com'è, deve essere abolita. Dovrebbe essere conferita solo per onorificenza, per i servizi prestati al paese. Non deve essere una carica effettiva con poteri di nessun genere, nè deve comportare ulteriore remunerazione finanziaria.

Antonio ., Roma Commentatore certificato 16.12.13 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Migliaia di esseri hanno dato la vita per salvarne altri, migliaia di ricercatori hanno dato la vita senza ricevere nulla in cambio, migliaia di uomini di buona volontà hanno operato per il bene dell'umanità e non hanno ottenuto nulla.
Chi s'arroga l'arbitrio di beneficiare questo e non quello? La miglior cosa è nell'antico detto popolare:..."o tutti o nessuno"...!

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 16.12.13 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Si all'abolizione a Senatore a vita

Roberto M. Commentatore certificato 16.12.13 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente favorevole all'abolizione della carica da senatore a vita!!! Abolissero anche tutto il resto sarebbe un sogno.

Barbara 16.12.13 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Possono anche lasciarli, ma senza remunerazione! In questo modo se ne andranno via da soli!!! :-)

Francesca Ferrero 16.12.13 21:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io direi che nulla è per sempre, per cui sono a favore dell'eliminazione di questa carica, a meno che non sia totalmente ed esclusivamente onoraria, un titolo di riconoscimento per meriti particolari a personaggi che hanno avuto un ruolo importante o simbolicamente importante per il Paese. Insomma
Sì alla nomina di senatori a vita, NO ai privilegi che prevede attualmente questo titolo.

Marco Di Antonio 16.12.13 20:50| 
 |
Rispondi al commento

senatori a vita? a che servono? che serve il senato se non ad essere un doppione della camera?
via tutti i senatori e sfoltiamo i deputati non più di 200 e con una paghetta che non superi i 5.000e... le spese rimborsate solo se sono documentate, via i porta borse o in alternativa solo quelli assunti dalla camera a contratto

dan morel 16.12.13 20:32| 
 |
Rispondi al commento

SI all'abolizione di tutti i privilegi.....ne hanno avuti fin troppi sti ladroni insaziabili !

Andrea Vitale 16.12.13 20:32| 
 |
Rispondi al commento

La carica di senatore a vita di prerogativa del capo dello stato va abolita. Ma permane il fatto che persone di particolare genio nelle arti e nelle scienze hanno dedicato la loro vita per il bene dell'umanità. Il POPOLO SOVRANO sarebbe irriconoscente se non dedicasse una categoria a queste valenti persone. Propongo che a loro memoria venga loro attribuito il riconoscimento di POPOLARE e questo attributo entri a far parte dei dati anagrafici di quella specifica persona. Ma niente altro.

Rudy Dessi 16.12.13 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono assolutamente favorevole all'abolizione dei vitalizzi e dell'"incarico" stesso.

Antonino M., Palermo Commentatore certificato 16.12.13 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Senatore a vita? a cosa serve? Vi farei rispondere da mia nonna che avendo una pensione minima ma un cuore immensamente grande, dopo aver pagato il canone rai e tutte le tasse possibili e inimmaginabili, da mesi, e dico da mesi, vive di stenti per regalare qualcosa a tutti i suoi 9 tra nipoti e pronipotini. Senatore a vita? spero di non trovarmene mai uno davanti!!!! VERGOGNATEVI, mi fate schifo! LADRI!

Salvatore Agosta 16.12.13 20:19| 
 |
Rispondi al commento

è uno schifo che gente che ha goduto nella vita di tanti benefici economici e che magari ha una pensione d'oro debba godere per tutta la vita di un compenso spropositato . O la pensione o il vitalizio da senatore. Poi oltre 2000€ di pensione nessun adeguamento al costo della vita. Sti figli di padre scapolo vogliono la morte civile

alfonso negri 16.12.13 20:10| 
 |
Rispondi al commento

I senatori a vita servono solo ad un ulteriore sperpero di denaro pubblico, non è una figura rilevante per il paese, se non al solo scopo personale di vari partiti per far votare le leggi che gli interessano. Inoltre, vogliamo che la camera del senato scompaia definitivamente.

elisa modesto 16.12.13 19:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa è una carica da abolire oppure va svolta GRATUITAMENTE!!!!!

davide torti, desio Commentatore certificato 16.12.13 19:54| 
 |
Rispondi al commento

Abolizione della carica di senatore a vita in questo momento, va abolito un senatore non può ricevere stipendi da favola oltre i vitalizi e poi,con che titolo si da questa onorificenza non conosco senatori, che si sono impegnati per questa nazione ma solo dei magna- magna e favoritismi tra politici è l'ora di finirla...........

alberto macchetta 16.12.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Primo: non sono eletti dal popolo il che è assurdo, secondo: hanno un costo esorbitante, terzo: perchè a vita, finito il mandato te ne vai (2 anni).

saguto donatella 16.12.13 19:40| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordissimo con l'abolizione della carica di senatore a vita. Se ci sono sempre al governo le stesse persone, come certi politici da più di vent'anni, è come se diventassero dei "Re".

Vincenzo Di Gennaro 16.12.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento

vanno senza dubbio
aboliti!!!
gli ultimi quattro eletti per volere del RE si son o dimostrati persone ingrate del dono che hanno ricevuto, e non hanno partecipato se non molto raramente alle sedute..
il senato stesso ha il compito di rendere ancora più complicato le promulgazione di una legge.. tutta la struttura istituzionale va rivisitata da un parlamento eletto legalmente con voti con preferenze..

alberto V., valgrana Commentatore certificato 16.12.13 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Abolire, of course.
Vogliamo solo una camera, che senso avrebbero dei senatori a vita?

Mariano G 16.12.13 19:32| 
 |
Rispondi al commento

via i senatori a vita, via Napolitano che ha gia' violato la costituzione con il secondo mandato e di conseguenza il 2 governi che ha formato Monti prima Letta poi......gli eversivi sono loro e sono persone che abusano di potere!!

carla costanzo 16.12.13 19:29| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei scrivere a quelle persone che sono pro Senatori a vita ma voi sul vostro posto di lavoro siete Calzaturieri, Muratori, Elettricisti Onoris cause perse che credete ancora alle favole del Sig, Senatore una volta c'erano dei politici importanti che sapevano cosa era, L'ONESTA' parola diventata nel mondo politico PALEOLITICA, se ora non truffi non sei un politico in gamba sei out sei demodè

davide franchin (davide franchin treviso), treviso Commentatore certificato 16.12.13 19:27| 
 |
Rispondi al commento

ritenevo inutile e ingiusta questa carica istituzionale, sopratutto perché è a vita, se si vuol premiare l'eccellenza Italiana, si trovi un'altro sistema, ovviamente non legato alla politica. potrebbe essere un onorificenza, che so, una sorta di premio, qualora fosse utile, un incentivo, ad esempio, una borsa di studio per aiutare un ricercatore. detto questo, dopo aver letto e visto il video di Crimi, sono perfettamente d'accordo e pertanto credo non ci sia nulla da aggiungere.

stefano biotto, Collegno Commentatore certificato 16.12.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Napolitano è stato eletto da un parlamento illegittimo,le sue nomine dovrebbero esserle di conseguenza.

Diego P., elledy@libero.it Commentatore certificato 16.12.13 19:25| 
 |
Rispondi al commento

la carica del Senatore a vita è di per se la più inutile delle cariche...

Non metto in dubbio che chi gode di tale "privilegio" sia stato un grande personaggio italiano, ma ha pur sempre fatto il suo tempo, ha schemi mentali spesso obsoleti e alle volte magari anche un po di demenza senile ...

volete dargli un encomio fatelo pure, non chiamateli a decidere della nostra vita per gli anni a venire, tra l'altro strapagandoli

Nicolas G., Canelli Commentatore certificato 16.12.13 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Queste persone pretendono di tenere un titolo di onore che mi da di mafioso.
preferirei molto di gran lunga si decidesse una volta per tutte mettere i piedini per terra e scendere dall'olimpo,tra i politici che persone ci sono?
ci sono Laureati Diplomati ecc persone normalissime che hanno fortuna loro un po studiato se non si sono comprati la laurea che qualche dubbio su qualcuno c'è l'ho.
quindi messa la fortuna di entrare in politica e messo che questi lavorino bene e non in maniera truffaldina come ora, al massimo gli darei una pensione di 5000 euro al mese ma senatori a vita nessuno.
E' un privilegio che secondo me serve solo a permettere loro di usare il loro Titolo a pro di ottenere ingressi gratuiti ecc ecc ecc.

davide franchin (davide franchin treviso), treviso Commentatore certificato 16.12.13 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che si ha una distorsione oltrechè un abuso del concetto di Senatori a Vita. La nomina dovrebbe essere un sorta di riconoscimento onorifico a persone che con le loro azioni, hanno valorizzato il paese ITALIA nel mondo o che si sono distinti per i loro meriti nel sociale.. e per questo onore, non c'è necessità che vengano pagati...oggi invece sembra che si debbano avere per forza 4 o 5 senatori a vita che poi vengono scelti per votare a favore o contro il governo..insomma, il solito abuso italiano di un concetto che dovrebbe invece essere "nobile"..

Roero Sancisi 16.12.13 19:19| 
 |
Rispondi al commento

d'accordissimo

Maria L. Commentatore certificato 16.12.13 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Revocare la legge sui senatori a vita, i loro compensi e le oro funzioni. Massimo due legislature per i politici eletti e poi fuori dalle camere e ritornassero ai loro lavori e che siano ineleggibili e incandidabili per le future elezioni.

Fabrizio 16.12.13 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Abolire, senza esitazioni...

Carmelo Broccoli, Roma Commentatore certificato 16.12.13 19:17| 
 |
Rispondi al commento

No all'abolizione. Che resti ma solo come titolo onorifico che non dia conseguentemente ad una remunerazione continua ma solo una tantum alla nomina, che non preveda il loro voto per l'attività parlamentare ma l'obbligatorietà della presenza e del voto solo per la nomina del Presidente della Repubblica. Insomma deve essere un alto riconoscimento, una carica onorifica, perché dovrebbe essere un onore essere nominato Senatore della Repubblica Italiana, anche se ormai, vista la presenza di personaggi d'infima categoria, è diventato tutt'altro (a parte i meravigliosi ragazzi del Movimento).

Achille Nuccorini 16.12.13 19:17| 
 |
Rispondi al commento

penso che abbado piano e la montalcini e personaggi di questo genere siano stati gli unici personaggi degni di entrare nei luoghi istituzionali,sicuramente i migliori quindi non é proprio questo il problema della politica italiana,anzi questa é una delle virtù.

marco c 16.12.13 19:15| 
 |
Rispondi al commento

DIMEZZARE TUTTI GLI STIPENDI DEI PORCI POLITICI,ABOLIRE LA CARICA DI SENATORE A VITA E PENSIONI D'ORO,ELIMINARE IL FINANZIAMENTO PUBBLICO,ORA TOCCA A LORO PAGARE TUTTO NON PIU' NOI,AL GOVERNO DUE PARTITI E BASTA!!!!!TUTTI GLI ALTRI A CASA A CERCARE LAVORO!!!!!

Alessandro Liotta 16.12.13 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che i senatori devono essere aboliti tutti,figuriamoci quelli a vita, sfalsano il voto dei senatori in aula, ricordiamoci in governo Prodi tirava avanti con i senatori a vita.Basta con gli amici e compari, solo con elezioni nominali dei cittadini .

nicola saccà 16.12.13 19:11| 
 |
Rispondi al commento

ma che senatori a vita sono uomini come noi è già tanto che percepiscano una pensione visto il continuo ladrocinio del paese

davide franchin (davide franchin treviso), treviso Commentatore certificato 16.12.13 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Favorevole, ma non credo sia tra le priorità...

Andrea R., Catanzaro Commentatore certificato 16.12.13 19:11| 
 |
Rispondi al commento

La nomina di questi senatori,é un retaggio delle nomine monarchiche.Anche il re nominava cavalieri e tante altre categorie di nobili e dignitari di corte.E' giusto che siano abolite non ce n'é proprio bisogno.Vorrei anche un presidente nominato dal popolo.

Carmelo Catanese 16.12.13 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Ma mi faccia il piacere a parte il movimento 5 stelle dei politici che sono li non c'è ne neanche uno di lustro

davide franchin (davide franchin treviso), treviso Commentatore certificato 16.12.13 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Io non ho mai visto malissimo il concetto dei senatori a vita ma secondo me va cambiato:
ad esempio
dovrebbero avere più di tot anni (ad esempio 60)
dovrebbero essere a stipendio basso (non dico proprio zero ma a poco...)
dovrebbero esserci dei criteri per la loro scelta e che questi criteri siano davvero rispettati.

Fabio R., Roma Commentatore certificato 16.12.13 19:09| 
 |
Rispondi al commento

giusto concedere la carica a chi si è distinto, dando lustro al nostro paese, in campo letterario e scientifico, ma che non sia estesa a nessun'altro, neanche agli ex presidente della repubblica.

Ciro Laezza, Giugliano in Campania Commentatore certificato 16.12.13 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Secondo il mio punto di vista, abolirei non solo la voce Senatore a vita, ma retroattivamente toglierei tutti i privilegi comprese le pensioni d'oro non eticamente giuste.
poi vorrei porre una domanda visto il poco momentaneamente successo dei blocchi del 9 Dicembre,
proporrei un altro referendum urgente popolare con su scritto chi vuole ancora questo governo si o no se no tutti i politici se ne devono andare è ricominciamo da Zero pericoli anenssi e connessi di restare indietro un periodo in europa sempre meglio di stare sotto questa merda di Governo poi uno come Brunetta perchè si è trovato bloccato a Belluno dai manifestanti è uscito dalla macchina insultando e dicendo andate a lavorare ma se sono li per protestare che lavoro non c'è ne che cavolo li mandi a lavorare ignorante.

davide franchin (davide franchin treviso), treviso Commentatore certificato 16.12.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento

non sono d'accordo.
i senatori a vita sono legittimi e importanti.
l'idea è quella che persone di altissimo rango culturale e prestigio danno il loro contributo alla causa Italia.
se proprio vogliamo fare qualcosa, cerchiamo di regolamentare meglio, che abbiano senso, che possano operare negli ambiti che conoscono. ma toglierli mi sembra stupido e inutile.

bruno galli 16.12.13 19:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gli diamo una bella targa per meriti se ce l'hanno,se l'appendono a casa e tornano a fare il lavoro per cui hanno preso quella targa.basta senatori a vita a 20 mila euro al mese.

vincenzo p., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.12.13 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente daccordo,sono inutili.

paolo ruggiero 16.12.13 19:06| 
 |
Rispondi al commento

IO SONO FAVOREVOLE ALL'ABOLIZIONE DELLA CARICA... MA SE PROPRIO QUESTI BEI SIGNORI CI TENGONO A QUESTA CARICA, TAGLIAMO IL 60% DEL LORO STIPENDIO..... SE CAMPIAMO NOI ITALIANI CON 700€ AL MESE, CHE DITE.... LORO CE LA FARANNO CON 4-5 MILA EURO AL MESE(E SECONDO ME SONO ANCORA TROPPI)?

Luigi R. 16.12.13 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Se certificaste anche tutti gli altri iscritti ancora in attesa...

Giorgio Manieri 16.12.13 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Istituzione dei senatori a vita - un classico all'italiana , una variante de "gli Amici degli Amici", frutto di cultura camorrista o mafiosa. I Furbetti del quartierino si coprono le spalle l'un l'altro. Spazziamo via questa "istituzione/ associazione di stampo sporca-politica". Basta senatori a vita , diamogli una medaglia di riconoscimento pubblico e mandiamoli a casa !

marco duzz Commentatore certificato 16.12.13 10:56| 
 |
Rispondi al commento


Favorevole! Peraltro, poiché è documentata la loro quasi assoluta assenza in seno al Senato, potremmo invitarli a restituire quanto percepito,nonché a destinare il tutto alla ricerca medica!

marilena de ciantis 14.12.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Sono totalmente a favore di eliminare questo spreco di denaro pubblico, le nomine così come sono vanno pure bene, nessuno toglie niente a nessuno, in occasione colgo anche che le pensioni d'oro, i megastipendi di funzionari pubblici, l'eliminazione delle regioni, province, consiglieri, consulenze e i mille rivoli che la politica continua furbascamente a depredare, deve essere costituito un decreto attuattivo che i soldi risparmiati,servono per finanziare devono essere girati alle PMI che investono nelle tecnologie di biocarburanti, come etanolo di canapa, o delle biomasse di canapa. Tutto il denaro che può essere risparmiato deve proseguire il percorso ad incentivare le coltura per il rilancio del ritorno della canapa autoprodotta in Italia.

nello1 14.12.13 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Grande Vito, grazie per l'impegno e la pazienza :)

Alessandro Ranuncolo, La Spezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.12.13 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Vito!..il disegno di legge per eliminare i senatori a vita e' una priorita'..il loro numero non lo so' ma senza dubbio vanno a incidere notevolmente sul bilancio familiare ITALIA..l'unica ricetta che posso suggerire e denunciare i colpevoli di queste nomine di sperpero di denaro pubblico ...sempre che si possa fare,in alternativa,che si mantenga pure la nomina, ma senza il becco di un euro,che senso ha PAGARE DEI MILIARDARI DI SUCCESSO? E PIU' CHE SUFFICENTE L'ONOREFICENZA.....A COSTO ZERO!!!
..buon lavoro Vito!!

francesco salis 14.12.13 18:07| 
 |
Rispondi al commento

La nomina a senatore a vita non deve comportare di avere in alcuna maniera le stesse prerogative e competenze proprie di un senatore eletto dal popolo mediante democratiche procedure. Se si vuole riconoscere a qualcuno tale titolo per aver illustrato il nome della patria , che questo rimanga solo un titolo onorifico con nessuna specificità senatoriale ordinaria. Non potrà votare , non deve avere l' obbligo della presenza parlamentare ma non potrà in alcuna maniera avere anche la minima rappresentatività politica. Non dovrà avere alcun riconoscimento economico e non potrà scrivere sulla sua carta intestata il termine " senatore" Deve essere in tutto equiparato a chi ha ottenuto una laurea ad honorem per cui se si diventa ingegnere ad honorem nulla cambia nello status della persona ma rimane solo una patacca di titolo messo lì che a ben poco serve.e non abilita di certoalla professione di ingegnere iscritto all' albo professionale. Il parassita napolitano entrerà "di diritto" al senato dopo che sarà scaduto il suo secondo terzo e forse quarto mandato e continuerà ad imperversare parassitandoci a noia. Tralascio solo il nominare gli ultimi quattro dell' ave maria nominati dal nostro che mai si sono presentati al loro senato se non per assicurare con il loro prezzolato voto una stampella alla maggioranza molto traballante in numero. Tra di essi l'unico degno , e forse potrebbe essere il Rubbia che tra l' altro è giudicato in ambito internazionale e nel suo campo di ricerca persona controversa. Degli altri meglio tacere

renato brandolese (cherev), noventa padovana Commentatore certificato 14.12.13 14:23| 
 |
Rispondi al commento

Ok va bene all'abolizione dei senatori a vita. In questo momento l'Italia sta bruciando e i senatori a vita sono un fatto marginale.
Mi sembra che anche i c5 sono un scollati dalla realtà

Domenico D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.12.13 13:14| 
 |
Rispondi al commento

Questa proposta è un'offesa all'intelligenza. In questo momento è proprio l'ultimo dei problemi, inoltre questo parlamento incostituzionale non può fare nessuna legge costituzionale, bisogna andare al voto il prima possibile, proporre discussioni simili significa solo voler perdere tempo.

Giorgio S. Commentatore certificato 14.12.13 12:25| 
 |
Rispondi al commento

IL FASCISTOMETRO GRILLINO
Tutto è incentrato sul pragmatismo. Un onanismo senza sollievo, dove l'atto freudiano dell'essere soggiace all'apparire e così iniziano a sorgere i primi interrogativi dell'Uomo qualunque.
1) Perchè non fare le Parlamentarie a scrutinio palese? Il voto è segreto quando si ha paura di ritorsioni, ma il M5S reclama ogni dove VOTI PALESI!!!
2) Che fine ha fatto il Parlamento elettronico: strumento autentico della democrazia grillesca?
3) Che fine hanno fatto i 18.000 Curriculum Vitae inviati per le selezioni ad assistente parlamentare al M5S?
4) Che fine hanno fatto i soldi che il M5S ha preso per il Gruppo comunicazione in Parlamento? Dove sono i rendiconti?
5) Che fine hanno fatto i rendiconti dei singoli Parlamentari a 5 Stelle?
6) Se la Base non può compiutamente esprimersi attraverso il Parlamento elettronico, Chi scrive le proposte di legge del M5S?
7) Perchè si continua a cambiare dominio eletttronico sotto la falsa egida di "Efficienza&Produttività"? Forse che tecnocrazia sia sinonimo di Democrazia? Ovvero è il contratio!!!
8 ) Chi ha scritto i 7 Punti per l'Europa enunciati dal Capo tribù a Genova? Chi li ha decisi?
Ecco perchè sorge "il Fascistometro". Tutto viene da una necessità di capire le cose e gicosamente aprire una classifica per appurare dunque come e quanto in quest'Italia gente di sinistra possa essere alla stregua di gente di destra, fatti salvi i mezzemezz che un tempo chiamavamo democristiani ma che oggi se ne guarderebbero bene dal definirsi tali e restano appunto "mezzemezz" privi di una qualsivoglia pseudoidentificazione politica, dimentichi del fatto che comunque destri, sinistri e mezzemezz alla fine votano e "fanno politica".

bello dinotte (chediocelamandibona), Addavenì Commentatore certificato 14.12.13 10:57| 
 |
Rispondi al commento

Si proponga la abolizione totale dei senatori a vita, si utilizzi anche la retroattività con il recupero di quanto percepito. Siamo un segnale forte al popolo oppresso. Vai Crimi!!!

Andrea Danesin 14.12.13 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Si teniamoci gli acefali come i vostri idoli Gasparri e brunetta che infatti dicono la stessa cosa sui senatori a vita, sparatevi populisti ignoranti

Livio di blasio 14.12.13 08:53| 
 |
Rispondi al commento

Tutta Italia e con noi...
Li vogliamo licenziare.
Ci vergogniamo di essere rappresentati da questi ladri, bugiardi, inefficienti, incapaci , ecc...
Ma bravissimi a fare i loro Interessi.
A CASA!!!!!
E poi.......
RADIOGRAFIA


testo ok ma l'unica proposta che può portare il movimento alla vera vittoria è il reddito di cittadinanza.é pronta,iniziamo iter e contemporaneamente tutti in piazza ad appoggiarla.
è il momento giusto, Beppe,per favore dai il via
e se dicono non ci sono i soldi risponderemo fateci governare e i soldi li troviamo noi.Non è una cosa personale mia (sono quasi pensionato e lavoro)- NOn l'approveranno mai e andranno a casa-
Ogni movimento politico storico ha lottato per il proprio primo obiettivo,la vittoria subito dopo è sempre stata automatica

franco cervini 14.12.13 01:59| 
 |
Rispondi al commento

A riguardo delle nomine a senatore a vita, se tale abitudine tutta italiana di onorare alcune personalità, non entrando nel merito dei requisiti di "altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario" dei 4 "nominati" a costoro gli basta solo un titolo onorifico - senza portafoglio - quindi non a suon di decine di migliaia di euro al mese per tutto il resto della loro vita. Ce ne sono di altri italiani meritevoli per il loro grande impegno sociale ed umana, ma costoro sono schivi da tali riconoscimenti.

Stefano 13.12.13 23:24| 
 |
Rispondi al commento

Nel post di prima dimenticavo di aggiungere che nella legge elettorale avvenire andrebbe aggiunta l'abolizione della legge sul voto degli italiani all'estero. Ogni iscritto all"AIRE voti nel collegio del suo comune per corrispondenza. Si ristabilirebbe cosi il legame del cittadino emigrato al sui territorio di provenenza e si eviterebbero il mare di imbrogli che caratterizza il voto all'estero. Per memoria l'eletto all'estero delle nostre liste è stato eletto dopo la furbata dell'operazione scorretta e contraria al non statuto di mailing alle spese dei contribuenti italiani

Nicolo C., Bron (Francia) Commentatore certificato 13.12.13 23:09| 
 |
Rispondi al commento

Niente senatori a vita, camera delle regioni con seggi assegnati in base alla estensione territoriale e non al numero di abitanti, niente governo, niente presidente della repubblica, e camera dei deputati eletta col proporzionale puro. Il parlamento è fatto per discutere, discutano di ogni proposta, la votino a maggioranza, e la applichino. Questo si potrebbe fare per ogni regione e comune, niente più giunte e governatori ma solo consiglieri.

Francesco Calzolari 13.12.13 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente d'accordo. E' una carica inutile e irrispettosa verso i cittadini che sgobbano tutti i giorni e non hanno neanche un soldo per il comprarsi un pezzo di pane. Come se non bastasse prendono pure più di uno stipendio. Spero sia solo una delle tante cose che cambieranno.

loris b., foligno Commentatore certificato 13.12.13 22:57| 
 |
Rispondi al commento

La più urgente modifica della Costituzione è la riduzione del parlamento a dimensioni americane (Congress 440 membri; Senate 110 membri). Se bastano all'America, basteranno a noi?

Allora, caro Vito Crimi, ecco la prossima legge costituzionale da proporre.


L'articolo 56 dirà inter alia:

Il numero dei deputati è al massimo quattrocentoquaranta, di cui al meno la metà donne. Dieci deputati sono eletti nella circoscrizione Estero.


L'articolo 57 dirà inter alia:

Il numero dei senatori elettivi è al massimo centodieci, di cui almeno la metà donne. Cinque senatori elettivi sono eletti nella circoscrizione Estero.


simon boliv 13.12.13 22:37| 
 |
Rispondi al commento

Per me finiti i due mandati si deve tornare ad essere persone comuni dedite al lavoro ed alla quotidianità

AleTop 13.12.13 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un passo in più : aboliamo il Senato ( senza rimpiazzarlo con abominevoli istituzioni quali l'assemblea delle regioni )
Palazzo Madama all'asta, internazionale e ad offerta libera. Forse così qualcuno ci fa un bell'hotel a 5 stelle e vengono più turisti

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 22:14| 
 |
Rispondi al commento

dico fermamente " NO " alla carica dei senatori a vita! Noi poveri mortali andiamo in pensione all'età di 65/67 anni,nn vedo xkè qst nn dev'essere applicato anke a loro,politici compresi!

Rasaria Suvio 13.12.13 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciao a tutti.
Innanzitutto, a parere mio , siamo in una situazione talmente drammatica, da non poterci pi permettere "lussi" su nulla. Quindi, abolizione MINIMA di metà dei deputati e/o senatori, abrogazione immediata di vitalizi,privilegi,spese inutili di qualsiasi tipo (comprese manifestazioni sportive se necessario..).Licenziamento immediato di deputati e senatori assenteisti,quindi pesi morti. Massimo due mandati , e il secondo mandato eventualmente solo su valutazione meritocratica, altrimenti a casa, taglio delle pensioni milionarie, quindi massimo 5000 euro di pensione a chi le merita, con aumento sostanzioso delle pensioni minime, prive di dignità alla vita. Da qui almeno il dimezzamento delle tasse su tutto, riportare l'Iva a valori cristiani ( vedi Svizzera..), legge elettorale sul modello Svizzero. Ricostruzione del sistema politico. Ricostruzione del sistema previdenziale. Ridiscussione di tutti i contratti di lavoro, in modo da ridare dignità alle famiglie, e ritornare ad un minimo di consumi, ed infine USCITA DALL'EURO, perchè è l'unico modo per riotenere la sovranità del nostro paese e rinascere dalle macerie. Se dobbiamo soffrire, che si soffra tutti..non solo i poveracci, non è giusto..

carlo colombara 13.12.13 19:12| 
 |
Rispondi al commento

Come non essere d'accordo ? Sono un istituzione inutile, una carica che dovrebbe premiare una vita dedicata al benessere del Paese, ma non mi sembra esistano casi del genere fra i nostri geriatrici senatori, quindi perché continuare a pagare ? Di cosa dovremmo ringraziare ?

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 19:03| 
 |
Rispondi al commento

..si aboliscono, sic et simpliciter...

pasquino 13.12.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono un sostenitore del M5S ma non mi sono iscritto al movimento entro il 30 giugno, come posso fare a partecipare alla discussione online dei provvedimenti che intendete portare in parlamento?
Troverei molto più giusto ampliare la platea di pareri magari a centinaia di migliaia di cittadini anzichè a poche decine di migliaia.
Sono tantissimi anni che abbraccio le cause del movimento e immagino come me tantissimi altri che purtroppo non possono esprimersi in tal senso.
Grazie

paolo mosca 13.12.13 18:38| 
 |
Rispondi al commento

perfettamente d'accordo , tutti a casa compreso chi lo ha nominati... bell'esempio di padre di famiglia,, direi invece padre dei furbi...amen !!!!

valter l., capralba Commentatore certificato 13.12.13 18:30| 
 |
Rispondi al commento

Io abolirei il senato, tout court. Una sola camera: Assemblea Nazionale composta da 400 membri eletti con sistema proporzionale a sbarramento (sistema die elezione tedesco). e non mi si venga a dire che si metterebbe in crisi l'alternanza e la stabilità. La Germania, che manca forse di senso di solidarietà e d'europeismo, non mi sembra che manchi di questo! Abolizione degli stipendi ai parlamentari. I parlamentari verrebbero pagati sulla base di una diaria legata alla presenza fino a un importo massimo di 5000 euro, abolizione dei vitalizi e licenziamento, per cessate funzioni del personale della Camera dei deputati e del Senato.

Nicolo C., Bron (Francia) Commentatore certificato 13.12.13 18:02| 
 |
Rispondi al commento

E' un conto un riconoscimento come fanno in Francia con la Legione D'Onore..ogni carica elettiva deve essere ratificata dal voto popolare.
Anche la Presidenza della Repubblica dovrà essere rivista personalmente sono favorevole all'elezione diretta dello stesso,ivi compreso la nomina di un vice presidente che dovrebbe essere il 1° dei non eletti.
Ridisegnare le proprie competenze tese solo a vigilare sul regolare funzionamento della Camera unica e altre competenze.

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 13.12.13 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono favorevole all'abolizione dei senatori a vita.
Caro Presidente Napolitano, in questo momento di crisi e numerosissime problematiche da dover risolvere, come ti è venuto in mente di nominare ben 4 senatori a vita (magna magna). Queste sono le cose
che fanno incazzare noi italiani e non capiamo proprio le motivazioni !!! Saluti, Andrea B.

Andrea Bruscino 13.12.13 17:48| 
 |
Rispondi al commento

E' SEMPRE IL SOLITO DISCORSO ... SE QUALCUNO LO MERITA ( E AD OGGI NON LO MERITA NESSUNO ) SONO ANCHE D'ACCORDO , IL PROBLEMA E' L'ONESTA' DI CHI DA L'OK .

FORZA RAGAZZI NON MOLLATE LA CAMBIEREMO!!!

vincenzo durante 13.12.13 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Con un sistema politico popolato da deputati e senatori nominati dai segretari di partito, i quattro senatori a vita nominati dal Presidentente della Repubblica, nominato anch'egli dai segretari di partito, ci possono stare. Se cambierete le norme che regoleranno l'elezione dei parlamentari italiani introducendo primarie per la scelta dei candidati, le preferenze ed il maggioritario di collegio per la elezione dei parlamentari allora no i senatori a vita non avrebbero una collocazione logica in Parlamento

1bravo 13.12.13 17:10| 
 |
Rispondi al commento

Sono contrario all'abolizione in se dei senatori a vita, ma va rivisto il trattamento economico.
Può essere nominato SENATORE un oggetto che ha dato contributo alla vita economica, sociale, culturale... etc del paese, e che quindi può essere importante ascoltare il suo parere in campo politico. Però non è giusto che venga retribuito con gli stipendi di cui sappiamo l'entità. Un senatore a vita dovrebbe esserlo non per lavoro, ma per onore, una onorificenza che la naziione gli riconosce per merito.

Marcello Mazzelli, Capurso Commentatore certificato 13.12.13 17:01| 
 |
Rispondi al commento

Perche' voi del M5S volete eliminare i Senatori a vita? I nuovi 4 nominati e' vero che non sono mai presenti al Senato ma sono stati presenti, aiutandiovi, a votare quella "porcata" della decadenza di Berlusconi a Senatore. Dai... un po' di riconoscenza...

Zio Pino 13.12.13 17:00| 
 |
Rispondi al commento

i senatori a vita e' dal tempo dei romani che esistono.....possono essere utili a livello di rappresentanza (come un medagliere),per limitarli basterebbe che la persona proposta avesse il voto minimo dell'80% dei senatori....

giuseppe maniezzo 13.12.13 16:53| 
 |
Rispondi al commento

i sei senatori a vita vanno aboliti perché neanche Napolitano comunista non ha mai proposto un lavoratore che ha lavorato quarant'anni senza un giorno di malattia ( l'italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro )

bruno olivieri, VERONA Commentatore certificato 13.12.13 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Anzi, unifichiamo le due camere, abbassiamo il numero dei deputati e rendiamo un compenso commisurato alle presenze in aula.

Walter Ganda 13.12.13 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Posso dire? Mi sembra l'ultimo dei problemi

Augusto Vico 13.12.13 16:20| 
 |
Rispondi al commento

In aggiunta al mio precedente commento:Kiudere subito tutti gli enti inutili ancora in essere.Defiscalizzare le assunzioni a tempo indeterminato,per due anni.Portare le attuali pensioni più alte a un importo massimo di 6000 euro e con il risparmio aumentare del 50% le pensioni ke attualmente vanno da 400 euro a 2000 euro.In alternativa defiscalizzare tutte le pensioni di importo inferiore a 3000 euro.

pippo consolo, bagheria Commentatore certificato 13.12.13 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi, ma l'AGICOM? Ce la siamo persa di vista? Nonostante le tantissime firme contrarie oggi hanno votato all'unanimità a favore della censura sul web dietro la solita pretestuosa difesa dei diritti d'autore. L'ente preposto al controllo fa riferimento a MediaSet. Va da sé che hanno votato a favore di un provvedimento che consegna a Berlusconi il controllo dei contenuti su internet. Che facciamo?

ilmorsodizenone 13.12.13 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Abolizione senza se è senza di questa anomalia per nulla democratica....

Enrico Vassalli 13.12.13 15:52| 
 |
Rispondi al commento

concordo..ma se dovessimo trovare persone oneste e capaci di far ripartire l'italia , garantire il posto di lavoro con uno stipendio che ti permetta nn solo di mangiare ma anche darti la possibilità di vivere degnamente il tempo libero... BEH A LORO LASCEREI LA CARICA DI SENATORE A VITA ( con stipendio ridotto ...logicamente )

Archimede Corvino 13.12.13 15:36| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta, sarebbe ora

Armando ., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 15:14| 
 |
Rispondi al commento

sarebbe ora che, grazie alla sempre maggiore disponibilità di informazioni e grazie al fatto che fortunatamente ormai tutti o quasi abbiamo un'istruzione, la si finisca con questa enorme presa per il culo ai danni di noi cittadini contribuenti..è ora che il volere del popolo non venga più oscurato dal volere di pochi che grazie ad immunità clientelismi e inciuci si fanno i cazzacci propri arricchendosi non solo ai danni di noi poveri lavoratori ma anche a danno del paese più bello del mondo, quel paese in cui tutto è nato 2766 anni fa...abbiamo dato i natali ai più grandi personaggi mai esistiti, abbiamo tutto il meglio per vivere dalle tecnologie all'ingegno e alle materie prime...dobbiamo mandare via i corrotti e ridare all'Italia il posto che merita nel panorama mondiale...e tutto questo è possibile anteponendo il bene comune al bene personale, il bene dell'Italia al bene del proprio orticello... W L'ITALIA E W GLI ITALIANI. non abbiamo di nessuno né tantomeno di maiali corrotti nelle stanze dei bottoni..solo gente onesta che lavora e vuole il meglio per tutti

Marco Macchelli 13.12.13 15:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono contraria all'abolizione della carica di Senatore a vita, mi piacerebbe che questa carica fosse ridefinita. In breve, dovrebbe essere un titolo(solo un titolo senza retribuzione) da dare alle personalità che si sono distinte per meriti e che abbiamo portato reali benefici alla nazione con le proprie idee ed azioni. Della serie "ti sei distinto e ci interessa la tua opinione, pertanto la nazione ti elogia cono un titolo e chiedendoti pareri sulle decisioni", niente di più!

Cleo Damiani 13.12.13 14:57| 
 |
Rispondi al commento

io sono d'accordo al 100%

L.P P.L, Da qui Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Abolire subito immediatamente, questi non sono altro che schifosi papponi amici degli amici
Spero che una volta al potere il MS5 ce li tolga dai coglioni

Fabrizio Mio 13.12.13 14:24| 
 |
Rispondi al commento

L'Istituto dei senatori a vita è un retaggio monarchico che va a intaccare la già discutibile democraticità di una Camera per cui si vota solo dai 21 anni in poi, e che dunque lascia fuori dall'elettorato una fetta consistente di cittadini. Deve essere abolito.

Kevin Gumiero 13.12.13 14:11| 
 |
Rispondi al commento

subito, cominciamo a schiacciare questi parassiti!!!!!!!!!!!!!!!!

Maria Marcianò 13.12.13 14:11| 
 |
Rispondi al commento

In questo Parlamento, in ogni caso, il M5S dovrà rifiutarsi di sedere. Questa è una vittoria del MoVimento: è il riconoscimento del cancro dei partiti, della loro natura antidemocratica, dell’illegittimità del loro sistema. Il M5S non sarà, proprio adesso, loro complice.
Pertanto mi sembra a dir poco inopportuno, continuare a presentare proposte di legge anche perché, depositate le motivazioni della Corte Costituzionale, che dichiarano illeggittima la legge elettorale e di conseguenza i non ancora nominati Parlamentari(148) chi dovrebbe votarle? Quindi per fare una cosa seria ABBANDONATE QUEL CAZZO DI POSTO INCOSTITUZIONALE.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato 13.12.13 14:09| 
 |
Rispondi al commento

Abolizione. A-S-S-O-L-U-T-A-M-E-N-T-E

Emanuela Cantoni 13.12.13 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Tra le tante cose da riformare o da eliminare ci mettiamo anche questa abnorme abitudine di nominare parlamentari non eletti dal popolo . Abbiamo anche constatato che può essere manipolata per aumentare artatamente i numeri di un solo partito modificando la volontà popolare . Non va bene , non serve a niente , è solo un arcaismo senza garanzie . Si può onorare in tanti altri modi le eccellenze italiane . Bisogna sfrondare bosco e sottobosco di questa politica fin troppo articolata e complicata per renderla più semplice e moderna .

vincenzo di giorgio 13.12.13 13:41| 
 |
Rispondi al commento

c'è poco da discutere , eliminare a priori le cariche dei senatori a vita , passate , presenti e future ....

the1fabio 13.12.13 13:38| 
 |
Rispondi al commento

è togliere la nomina hai senatori che già ci sono no?...facciamo una bella pulizia grillooooo!!!

emanuele m. Commentatore certificato 13.12.13 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Niente parassiti, solo gente che ha dato lustro alla nazione con referendum e a 2000 € mese solo se si presentano al lavoro

lucreziano bonanno 13.12.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento

unico paese del mondo civile ad avere l'istituzione dei senatori a vita, una anomalia che va rimossa al piu' presto...in questo tempo di crisi e con le famiglie che tirano la cinghia, va dato un segnale di austerita' anche da parte della politica...

mannocci giacomo 13.12.13 13:30| 
 |
Rispondi al commento

I senatori a vita sono un "non senso": i senatori TUTTI devono essere eletti. Quindi anche gli ex presidenti della repubblica, come succede negli Stati Uniti, devono andarese dal parlamento

Gian Carlo Dalto 13.12.13 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Io esprimo il mio umile dissenso per i Senatori a vita, per me sono inutili e devono sparire dal Parlamento...

Massimo Grande (massimo 7), Frattamaggiore (NA) Commentatore certificato 13.12.13 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Io dico, non solo abolire l'istituto del Senatore a vita ma, anche, prevedere che ogni altra carica istituzionale possa essere rivestita soltanto per un massimo di due legislature.

Antonio Di Cosola 13.12.13 13:18| 
 |
Rispondi al commento

FAVOREVOLE ALL'ABOLIZIONE DELLA CARICA DI SENATORE A VITA!

elisabetta ferriani, genova Commentatore certificato 13.12.13 13:17| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
IO DO' IL MIO CONTRIBUTO DIRETTAMENTE QUI SUL BLOG:TROVO CHE FAR PARTECIPARE I SENATORI ALLA VITA PUBBLICA,NELLA POSSIBILITA' DI POTER INTERVENIRE O CONTRIBUIRE QUALCHE LEGGE,NON SAREBBE UNA CATTIVA IDEA
ALVISE

alvise fossa 13.12.13 13:15| 
 |
Rispondi al commento

solo quelli a vita? non si puo' abolirli tutti? tanto magnano e non servono a niente , dimezzare i deputati , a quelli che rimangono lasciargli uno stipendio di 2000 euro al mese (e sono gia' generoso) e gli altri a casa. la politica deve essere una parentesi nella vita di una persona e all servizio della comunita' , se poi lo stipendio non piace possono dimettersi e togliersi dalle palle. Mi viene in mente la dichiarazione di un consigliere regionale piemntese , inquisito per i rimborsi "allegri" che , tradotto dal politichese , diceva terra-terra cosi' " se non si puo' piu' rubare cosa stiamo a fare qui , meglio dimettersi.
Nell'antica grecia le cariche erano a sorte ed erano un rompimento di palle tale che molti si davano malati per non andare al senato ... ecco la politica deve diventare cosi'

angelo 13.12.13 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Trovo assolutamente inutile, ma dispendiosissimo tenere in vita questa istituzione dei Senatori!
Basta guardare che i 4 nominati da Napolitano, NON HANNO MAI PRESENZIATO!
Non vedo perché costoro ci debbano rubare tanti soldi e, le leggi debbano seguire un iter così lungo passando al vaglio di due camere!
Debbono essere aboliti questi parassitiiii!!!

Anna Favarolo 13.12.13 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono favorevole all'eliminazione della carica di senatore a vita non per Rubbia, che stimo moltissimo, ma perchè così Eugenio Scalfari la smetterà di fare marchette al Quirinale per avere la nomina.

giorgio peruffo Commentatore certificato 13.12.13 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Decisamente d'accordo! Si è perso solo tempo a non pensarci prima.

Pietro Ferro, Castelvetrano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Non solo si dovrebbe eliminare la carica di senatore a vita, andrebbe DEPENNATA anche L'IMMUNITÀ PARLAMENTARE a tutti i politici, al fine di garantire una giustizia sociale uguale per tutti i cittadini senza discriminazioni.

Milko Tranchese 13.12.13 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo! sono daccordo!

Gina Errico 13.12.13 12:47| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo per l'abolizione.Tale istituto ha sempre falsato,condizionato,determinato,nei momenti "topici"delle camere,l'esito del voto,fungendo da vero e proprio ago della bilancia:cosa orribile che se ne fotte degli eletti dai cittadini,roba da africa.Non mancano l'istituto delle alte onorificenze,basta e avanza.semmai si potrebbe dare una pensione=a quella media di un operaio,a personaggio,insignito di onorificenza che non abbia i mezzi per vivere,capita,no?

gianfranco antognetti 13.12.13 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto il mio lavoro con dedizione e coscienza, mi è stata data l'onorificenza di CAVALIERE DEL LAVORO e in tutta coscienza devo dire che la cosa mi ha fatto piacere, ma soltanto perché come per tutti gli appartenenti ai corpi dello Stato, questo coincideva con il mio ex gruppo di appartenenza di cui ero e sono tutt'ora orgoglioso. ...tutto qui!

Se uno vale uno, il trattamento dev'essere lo stesso per tutti!

Il titolo di "SENATORE A VITA" ci può stare ma non può essere retribuito come un'integrazione extra sulla già corposa pensione dei lor signori!

Walter Z. Commentatore certificato 13.12.13 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Sostengo M5S da inizio ma:

Sei d'accordo sull'abolizione della carica di senatore a vita? Partecipa alla discussione! http://www.beppegrillo.it/2013/12/discutiamo_abolizione_della_carica_di_senatore_a_vita_lex.html … #Lex #M5S @beppe_grillo

.@CSilvagni @FmMosca @beppe_grillo
NN d'accordo. Anziani: la ns Storia.
Eliminare furfanti, NN Istituzioni (P2).
Diff capire lo so :)
#M5S

Cristina Silvagni ‏@CSilvagni
@BCRedway @FmMosca @beppe_grillo
io invece favorevole: carica inutile e costosa

.@CSilvagni @FmMosca @beppe_grillo
Qst è esatt Piano P2 Gelli.
Su 800 MLD/anno spesa pubbl costo parlam è strumentale solo x distruggere.
loggiap2.com/piano_di_rinascita.htm
leggi => aboliz Province, riduz Parlam, delegitt Magistratura, sist elett
#M5S

Se eliminare furfanti o Istituzioni È Centrale. Se NN compreso #M5S rischia spaccarsi.
E mi spiacerebbe...

Barclay Cooper Redway 13.12.13 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Non ho i requisiti per accedere al S.O, quindi lo scrivo qui: istituto senatori a vita assolutamente da ABOLIRE perché ha un senso nei sistemi monarchici (ove in genere spetta a membri della famiglia reale o nobili), non ne ha alcuno in quelli repubblicani. Oltre tutto, contraddice il principio costituzionale dell'uguaglianza del voto, perché i senatori a vita hanno piena parità di diritti coi senatori elettivi, e non sono espressione del voto popolare. La maggioranza di Prodi 2006-2008 si è retta assurdamente sul voto dei senatori a vita pur non avendo una maggioranza di rappresentanti eletti in Senato.

Alberto R., Cagliari Commentatore certificato 13.12.13 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Confermo con un NO secco ai senatori a vita.

Amelia Rosa Dernardi 13.12.13 12:38| 
 |
Rispondi al commento

a vita non esiste nulla, a merito se ne può parlare

gianni rosso 13.12.13 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Revoca immediata e retroattiva di tutte le cariche di senatore a vita

Corrado Tartabini 13.12.13 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe ora di togliere a tutti queste persone che già godono di innumerevoli benefici la carica di senatore a vita e rinvestire questi soldi nella solidarietà di chi ha perso il lavoro causa legge Fornero/Monti. Poi bisogna togliere anche molti degli altri privilegi primo tra tutti le auto blu e le scorte a persone che non sono più politici.

Maralberto Ronchi 13.12.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento

vogliamo democrazia dal basso , a casa i nominati dall'alto.

alessandro v., tradate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 12:29| 
 |
Rispondi al commento

Sono favorevole all'abolizione dei senatori a vita la trovo una carica inutile e anticostituzionale .

amedeo rossi 13.12.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento

D' accordissimo, nessun cittadino può avere privilegi a vita, perché in una sana democrazia, siamo, dal più stupido al più intelligente, cittadini in egual modo

Gaetano Licatese 13.12.13 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Forse altri l'avranno già scritto, ma poiché non l'ho letto, chiedo agli iscritti del M5S:
"Perché vi negate i suggerimenti di chi, per uno dei molti possibili motivi, non si iscrive?Potrebbe offrirvi qualche ottima idea che, poi, gli iscritti valuterebbero e se approvassero, potrebbero far propria e del Movimento?

Mau 13.12.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Non riesco ad entrare,eppure sono registrato,qualcuno puo aiutarmi?Sono iscritto al movinento ma non riesco ad esprimere il Mio voto.Sono a favore dell abolizione del senato e Dei senatori a vitae del risparmio in generale.Chi Una lira non cura,Una lira non va.Adesso bisogna risparmiare ed allo stesso tempo dare aiuto a chi non riesce a trovare lavoro.Buoni pasto sociali?si possoni fare?Non sento alcuna proposta per combattere la disperazione...Niente.Attuate proposte per attenuate la diaperazione della gente.La costituzione e importante,ma chi e disperato,troppe persons ormai,pensa ad altro.....Il m5s si deve spenders di piu per aiutare la gente....

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 13.12.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bravissimo Vito e d'accordissimo con la proposta che son andato subito a leggere nell'applicazione!!!grazie!!personalmento ho solo messo un ringraziamento!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 12:21| 
 |
Rispondi al commento

FAVOREVOLISSIMO.

Antonio Palermo 13.12.13 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Abolizione? SUBITO! IMMEDIATAMENTE! ORA! Diamo la carica di senatori a vita a dei lavoratori che si sono distinti per particolari meriti o perchè hanno subito un gravio infortunio nel lavoro! Questi e non altri meritano di rimanere seduti in quelle poltrone perchè veramente hanno contribuito alla crescita della nostra repubblica!

Massimo S., Jesolo Commentatore certificato 13.12.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo camera e senato a cosa servono i senatori a vita? ?? Aboliamo quest'altro magnamagna.

rosario de Pandi 13.12.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo senza se e senza ma.

E' assurdo dare uno stipendio per tutta la vita a una persona solo perché è amica di qualcuno, è una roba da mafiosi.

Chi vuole fare una azione del genere che la paghi di tasca sua, non vedo perché debba accollare gli "amici degli amici" al popolo italiano.

Lorenzo D., Milano Commentatore certificato 13.12.13 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo la carica di senatore a vita un'istituzione inutile, quindi appoggio l'idea di toglierla.

sandro fainozzi 13.12.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe partecipare... ma sono stato certificato proprio il 1o luglio! pazienterò...

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.12.13 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo x l'abolizione.

Pantaleo Galiotta 13.12.13 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe capire quali dei nostri senatori a vita, parlo dei vivi nel rispetto dei morti, quali hanno dei meriti nel campo sociale ,scientifico , artistico o letterario...
ABOLIAMO QUESTA CARICA DA MEDIOEVO!!

LORENZO 13.12.13 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Abolire la figura del senatore a vita = vitalizi e stipendi sarebbe un primo segno oltre naturalmente l'applicazione dei risultati del referendum sul finanziamento ai partiti. La propaganda contingente di Letta sull'Abolizione dei finanziamenti finchè non la vedo applicata non ci credo.

stefania de benetti 13.12.13 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Decisamente d'accordo!!!

Luca Alfio Befumo 13.12.13 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente si, secondo me una carica inutile da abolire!!!!!

Valentino Clementi 13.12.13 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Favorevole alla abolizione....ex presidenti compresi

stefano argenta 13.12.13 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Ok per i senatori a vita, ma che sia solo un titolo con una pensione che consenta una vita dignitosa, cosi da permettere al resto del popolo la stessa vita, uguaglianza - fratellanza - libertà

Mr apples 13.12.13 12:07| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo per l'abolizione, in ultima istanza si potrebbe riconoscere un titolo onorifico e gratuito da valutarsi con o senza potere di voto, ed approvato dall'80% dei senatori e dei deputati. Ciao ed a riveder le stelle.

Vittorio Tersigni 13.12.13 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Un riconoscimento a Italiani MERITEVOLI va assolutamente dato, che partecipino attivamente sedendo in senato apportando alla cittadinanza ciò di cui sono capaci lo trovo positivo, e sarebbe anche motivo d'orgoglio per loro stessi, ma non devono assolutamente essere iscritti o vicini ad alcun partito, ad alcuna lobby, ad alcun potere forte. Inoltre sarebbe opportuno anche mettere un limite minimo di assenze in senato, sotto al quale gli si revoca l'incarico.
Per ciò che riguarda la retribuzione non sono d'accordissimo sul non fargli percepire alcuna retribuzione, darei piuttosto un rimborso spese minimo per il tempo che dedicherebbero

Simone Borghesi 13.12.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che sia giunta l'ora(e forse è già passata) che in Italia si inizi a CAMIARE METODO!!!! ossia BASTA FARE LE SOLITE CAZZ...!!!!!!!

Giovanni Marchi Musicaealtro 13.12.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

assolutissimamente favorevole all'abolizione della carica di senatori a vita!il popolo deve tornare ad avere il potere decisionale.sarei contento se si metterebbe ai voti questa proposta.via gli ineletti dal parlamento.......

michele morvillo 13.12.13 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo ad abolire subito i senatori a vita e,successivamente,tutto il senato.E bisogna abolire,oltre alle Province,anke le Regioni,ke sono soltanto centri di potere e di distribuzione di danaro e di favori agli amici.Quindi centri puramente clientelari.Bisogna dimezzare il numero dei Deputati della camera e fissare un massimo di stipendio di 5000 euro.Bisogna ridurre al minimo il numero dei consiglieri comunali ke non dovrebbero percepire più di 2000 euro.Limitare le auto blu solo alle quattro carike dello Stato e ai ministri.Stabilire un tetto massimo allo stipendio dei manager pubblici ke non superi i 100000 euro annui,legati ai risultati ottenuti.I parlamentari non devono andare oltre le due legislature.Il presidente della Repubblica deve essere anke il capo dell'esecutivo.Copiamo gli USA, e copiamoli anke per il loro sistema fiscale e quello dell'organizzazione giudiziaria.E'l'unica nazione veramente democratica con istituzioni pubblike ridotte al minimo.ke però funzionano perfettamente.Ritiramo subito tutti i nostri militari dall'estero e non partecipiamo più ad alcuna missione militare cosiddetts di pace.Forza M5S!!!!!!!!!

pippo consolo, bagheria Commentatore certificato 13.12.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo all'abolizione di senatore a vita

strazzeri santo 13.12.13 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno deve poter fare il parassita, ne a tempo determinato tantomeno a vita

Cristiano Zuin 13.12.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Trovo giusto eliminare questo privilegio antidemocratico, il cittadino vuole poter cambiare idea!!!

Giordano Di Giovannantonio 13.12.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Favorevole alla abolizione

PAOLO SCARANO 13.12.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me non serve a nulla.
Una carica politica deve avere una scadenza, per i mille motivi di cui qui (ed in altre sedi) si è parlato ampiamente. Personalità di spicco nei propri campi specifici potrebbero benissimo fornire linee guida in ambito di scelte difficili, cioè affiancare temporaneamente i legislatori quando la specificità del tema in oggetto lo richiedesse. Si possono premiare con onoreficenze, trovo giusto premiare l'eccellenza, ma legiferare e governare sono altre cose, e vanno al di là delle competenze della singola eccellenza. Già il rispetto della legge dovrebbe essere un requisito minimo indispensabile per accedere a ruoli di legislatore, mentre direi che competenze specifiche lo dovrebbero essere per ruoli settoriali di rilievo, a puro titolo d'esempio avere competenze in ambito medico per poter fare il ministro della sanità... Poi io vorrei il limite delle assenze. Chi viene insignito di una carica politica DEVE garantire la propria presenza entro un limite umanamente accettabile (80%?) Se no la carica decade... l'assenteismo al lavoro è chiaramente regolamentato e sanzionato, giustamente.

Andrea Bordin 13.12.13 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo non posso entrare nell'applicazione LEX, quindi lo dico qui.Perfettamente d'accordo.

Gabry ., Grottaglie Commentatore certificato 13.12.13 11:59| 
 |
Rispondi al commento

ok per i senatori a vita ma con stipendio di un operaio se partecipano all'attività parlamentare. altrimenti nada

daniela pierri 13.12.13 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Le nomine di senatore a vita dovrebbero essere limitate ad un numero molto ristretto e conferite a chi effettivamente ha dato provato lustro al nostro paese, detta nomina dovrebbe avere comunque un valore simbolico, pertanto al neo senatore non sarà consentito partecipare alle operazioni di voto per il semplice motivo di non essere stato direttamente eletto dal popolo, conferirgli un premio in danaro una tantum non superiore a € 100.000,00

Giuseppe Unali 13.12.13 11:59| 
 |
Rispondi al commento

abolire!

simone grazioli 13.12.13 11:58| 
 |
Rispondi al commento

eliminiamo senatori a vita, compensi esagerati, pensioni cumulative, che chiunque vada in politica percepisca un normale salario, così ci andranno solo quelli che hanno intenzione di proteggere gli interessi del paese e non i personali!

anna cappello 13.12.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

in questo momento di crisi abolire le cariche di senatore a vita è moralmente piu' che giusto

paolo serafini 13.12.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono completamente d'accordo con l'iniziativa. Quando Napolitano nominò i 4 senatori a vita non volevo crederci; è stata una presa in giro arrivata in un momento in cui si parla tanto di spending review. Come di dice? Predica bene e razzola male.
Volevo sapere perché non possono accedere alla discussione gli iscritti certificati dopo il 30 giugno 2013 come il sottoscritto.

Gregorio Costa 13.12.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

via i senatori a vita e via il Senato, inutile e dispendioso! le leggi si votano in una camera e basta!

ROBERTA FRANCO 13.12.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Abolizione....al massimo la riconoscenza a Senatore a vita, solo ed esclusivamente per i Senatori eletti per due volte a capo dello Stato con un Parlamento legittimato da elezioni in regola con la Costituzione.

Aparecido Versolato 13.12.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

ciao alfredo
io ho solo detto la mia opinione.
cosi come e ' solo una mia opinione che non si possono giudicare le cose in base al fatto se le fanno all ' estero oppure no. un altro mio sogno e' quello di vivere in un paese che faccia cose che non sono mai state fatte.
e poi perche' uscire pazzo questo e' un tema secondario e le opinioni all' interno del movimento possono essere divergenti.

massimo x 13.12.13 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Io, oltre alla carica dei senatori a vita, abolirei completamente la figura del senatore... Inutile e non votata dai cittadini, per cui aboliamola. Qualcuno dirà, ma è l'unica carica onorifica della Repubblica, non è vero, abbiamo le medaglie d'onore e il titolo di cavaliere, per cui non serve la figura del senatore, specie se poi è a vita.

Francesco 13.12.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo a togliere, anche quelle già concesse, la carica di senatore a vita oppure lasciamola ma solo "nominativa" togliendo TUTTI i benefit..

laura Nodari 13.12.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Completamente d'accordo con l'abolizione della figura del senatore a vita.

Alfredo Rago 13.12.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente si,perchè devo pagare uno a vita

Daniele De Santo 13.12.13 11:53| 
 |
Rispondi al commento

...se è per dare lustro all'Italia e agli italiani si!!!!..ma senza oneri...i soldi risparmiati debbono andare a chi ha un minimo di pensione e a chi non arriva a fine mese,anziani e padri di famiglia,a chi non può pagare neanche le medicine!

teresa capone 13.12.13 11:51| 
 |
Rispondi al commento

Per me carica di senatori onorari a vita, come alta riconoscenza al loro operato politico, sociale, culturale, scientifico ecc.. Senza possibilità di voto, nessuno stipendio a vita, senza possibilità di far parte di commissioni. Con possibilità di partecipare alle attività parlamentari, come loro contributo alla discussione di leggi e proposte.

Gi 13.12.13 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono d'accordo all'abolizione dei senatori a vita. devono andare tutti a casaaaaaaa.
voglio un parlamento che sia formato dai grillini.
riprendiamoci il paese.

anna barbagallo 13.12.13 11:51| 
 |
Rispondi al commento

come non essere daccordo??e aggiungo con effetto retroattivo e senza che gli venga riconosciuta buon uscita e pensioncina

matteo n., teo1488@alice.it Commentatore certificato 13.12.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente SI! ma io continuo a dire che quello che si deve fare è l'ABOLIZIONE DEL VITALIZIO!

Mauro Fadda, Alessandria Commentatore certificato 13.12.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Penso che ne possiamo fare volentieri a meno!
Ci possono essere altri mezzi e strumenti per dare riconoscimento ad eventuali personaggi che danno lustro alla nazione ... di parassiti che vivono alle spalle della gente rendendo tanto, si, ma in negativo, considerate le condizioni dell'Italia, ne abbiamo fin troppe!
In un momento in cui si parla di riduzione drastica, ritengo anacronistico nominare a vita qualcuno che pur con le caratteristiche di elevazione culturale, potrebbero essere inutili in parlamento ... e dovremmo comunque mantenerli a vita!!! No, grazie!
Per me si possono tranquillamente eliminare ... compresi gli ex presidente della repubblica!!!!

G.M.C. 13.12.13 11:50| 
 |
Rispondi al commento

Credo che non ci sia molto da discutere, se vogliamo onorare queste persone troviamo un altro modo. La politica l'hanno fatta diventare una questione di soldi e potere, meglio che sia la più limpida possibile senza nominare persone di parte che possono essere solo interessate a fare l'interesse di chi le nomina.

fabio pistone 13.12.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

si va benissimo a che servono questi senatori a vita.. Anche i Stipendi a 900 euro , a tutti i politici, Togliere tutte le auto Blu , e agevolazioni, stiamo in crisi ..

Franck 13.12.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Il senatore a vita è una bella carica ma secondo me un po' inutile, perchè purtroppo e dico purtroppo ad si prendono decisioni un po' da grande re e padrone perchè da alito a poca umiltà. Poi con gli anni a venire il senatore a vita si stacca totalmente dalla società e vive negli agi e privilegi che il parlamento gli ha disegnato staccandosi completamente dalla realtà dei cittadini... Meglio evitare altri bigotti e ottusi viva la discussione viva la democrazia.

Tanozzi Davide 13.12.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

No alla carica di senatore a vita !!! solo se ciò servisse dovrebbe essere a numero chiuso e molto ristretto e con alti meriti .. No comunque

silvana chiera 13.12.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Subito!!

milva zaccari 13.12.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

favorevole all'abolizione di senatori a vita, non ha senso.

baron daniela 13.12.13 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente favorevle!!

Sabina Maiorana 13.12.13 11:46| 
 |
Rispondi al commento

MA SOLO SUBITO

VITTORIO MODESTI 13.12.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Mi unisco semplicemete dicendo che sono d'accordo all'abolizione dei senatori a vita con effetto retrattivo......

Giampiero Rispoli, cava de' tirreni Commentatore certificato 13.12.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento

D'accordissimo... Anche perché questi arrivano almeno a 100 anni d'età... Non muoiono mai

Giuseppe scaramuzzo 13.12.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Il problema non è tanto avere quattro senatori a vita per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario, che ci può anche stare.. Il problema è quanto questi guadagnino, chi li sceglie, per quale motivo e se effettivamente hanno altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario.

Marco Galassi 13.12.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Ovviamente NO alla carica di senatore a vita.
In realtà è un premio, un riconoscimento che viene dato a qualcuno.... ma in tempi di vacche magre (e non solo) questo sborsare denaro pubblico non è per niente quello di cui abbiamo bisogno, nemmeno una priorità in discussione.

leonardo toscano 13.12.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Non solo....abolizione di tutti i titoli e titoletti.... Cavalieri, Cavalieri Ufficiali, Commendatori, Grandi Ufficiali e Cavalieri di Gran Croce, Commendatori. Hai fatto qualcosa PER IL bene del Paese? BRAVO! STRETTA DI MANO AIUTO economico per te o per la tua azienda o per la tua ricerca STOP! Grazie! Albo dei giusti.

roberto astolfi 13.12.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

L'IDEA CHE I (POCHI) CITTADINI ITALIANI CHE "ABBIANO (VERAMENTE) ILLUSTRATO LA PATRIA PER MERITI NEL CAMPO SOCIALE, SCIENTIFICO, ARTISTICO E LETTERARIO" DIVENTINO SENATORI A VITA NON E' SI PER SE SBAGLIATA; CIO' CHE PROPONGO E' CHE LA CARICA DI SENATORE A VITA NON SIA UNA CARICA RETRIBUITA.

Simone Panzeri 13.12.13 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente si; per onorare una carriera nel nome dell'italianità basta e avanza una medaglia. Un cavalierato (semmai ce ne siano i presupposti). Quello di insignire uno scienziato un artista o che so io, è un retaggio da monarchia medievale. Se si ritengono bravi e di competenza, o con idee innovative, si candidassero, probabilmente verrebbero eletti, ed avrebbero modo di farsi valere anche in un campo nel quale non avevano mai operato. Ultimamente poi, i senatori a vita eletti, non è che si siano qualificati per interventi o capacità politiche propositive di qualche livello. Quindi abolizione della carica di senatore a vita assolutamente si.

Ercole Bravi 13.12.13 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

vorrei sapere come mai non posso esprimere il mio parere essendo io già iscritto da un anno e mezzo al movimento 5 stelle ?
grazie per la risposta che mi verrà comunicata .

alberto magnani 13.12.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento

DACCORDISSIMO !!! TOGLIAMO QUESTA GENTE INUTILE DA MANTENERE A VITA !!!!

Marco 13.12.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nomina senatore a vita ad honorem senza partecipazione al senato e nessun compenso inoltre direi che tutta la classe ploitica max 70 anni e poi fuori dai coglioni..
perchè un lavoratore in pensione a 65 anni e questi papponi col culo sulla sedia fino a che morte non li separa??

leandro rambelli 13.12.13 11:42| 
 |
Rispondi al commento

io sono del parere che la carica di senatore a vita, se proprio è necessario averli, debba essere a numero chiuso.
E che non abbiano privilegi ulteriori, che diventi un' onoreficenza puramente simbolica.
Senza alcun ritorno economico ulteriore, quanti soldi verrebbero risparmiati?

Vittorio Sanna 13.12.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento

all'abolizione non sono daccordo. A dare la carica per motivi VERAMENTE riconoscibili, e valorizzanti si. Mi piacerebbe diventasse una carica data a italiani meritevoli davvero.. quelli che si chiamano eroi. Non imprenditori lecchini o ruffiani di partito

Padre Brown, Toscana Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.12.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Aboliamo il Senato e otteniamo tre piccioni con una fava: riduzione del numero dei parlamentari, abolizione dei senatori a vita e maggiore velocità nei lavori parlamentari.

Michele 13.12.13 11:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...già l'idea che una cosa in politica possa essere "a vita" é di una pesantezza esagerata.
"no" alla carica di senatore a vita .... grazie

raffaele p., portici Commentatore certificato 13.12.13 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Quando c'era la monarchia era prerogativa del sovrano attribuire alte cariche ai dignitari di corte. Come dite? Adesso c'e' la repubblica? Scusate, non me ne ero accorto.

Adolfo Treggiari 13.12.13 11:34| 
 |
Rispondi al commento

l'idea di alcuni senatori che diano lustro all' Italia non e' di per se sbagliata.
pero andrebbe eletti tramite referendum online e sembra tramite referendum online deve esserci la possibilita di revocarli.
io credo in uno stato che sia capace di fare un referendum online al giorno . i mezzi ci sono gia adesso quello che difetta e' la voglia.

massimo x 13.12.13 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori