Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Giornalista del giorno: Francesco Merlo, la Repubblica

  • 591


merlo_foto.jpg

Dall'articolo di Francesco Merlo, giornalista de la Repubblica, "Il manganello di Grillo":
" [...] Certo anche io sono un giornalista e non mi fa piacere che già domani potrei essere esposto (ancora una volta) alla gogna. Ma è giusto ricordare che gli ultimi elenchi di giornalisti, le ultime schedature di "obiettivi sensibili", le hanno fatte in Italia quelli che poi, dopo qualche anno, aspettarono in via Solferino Walter Tobagi. E, a ritroso, i camorristi che inseguirono la Mehari di Giancarlo Siani e i mafiosi che pedinarono Pippo Fava sino alla sede del teatro stabile di Catania. È vero che Grillo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso. Sempre più però il suo codice di violenza, i suoi roghi, le sue scomuniche, i suoi avvertimenti, i suoi manganelli foscamente rimandano alla "sgrammatica" dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi."

8 Dic 2013, 11:33 | Scrivi | Commenti (591) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 591


Tags: giornalista del giorno, giornalisti, Grillo, informazione, media, Merlo, repubblica

Commenti

 

Il problema vero e' uno solo

BISOGNA EPURARE BEPPE GRILLO

Sta portando il movimento 5 Stelle

ALLA ROVINA.....

SVEGLIATEVI PENTASTELLATI

Claudio G., 40068 - San Lazzaro di Savena - Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.03.14 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Vergogna!!!!!!!!!

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.14 13:32| 
 |
Rispondi al commento

SOLO I FESSI CREDONO ALLE VOSTRE MENZOGNE AFFINCHE ACCETTATE IL FINANZIAMENTO CHE QUESTI SPORCHI PARTITI VI ELARGISCONO NON POTETE MAI ESSERE CREDUTI PERCHE' RACCONTERETE SEMPRE LE MENZOGNE DETTATE DA CHI VI TIENE IN VITA. NON SIETE CHE POVERI MESCHINI SENZA DIGNITA APPROFITTATORI DEL DENARO DEL POPOLO. ANDATEVI A NASCONDERE PEZZENTI MENDICANTI.

mario Salassa 08.02.14 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Quanta paura incute il M5S a questi menzogneri
che sono i soli che ci hanno fatto ritrovare al fanalino di coda paese corrotto con la partigianeria esercitata a favore di questi due partiti corrotti che hanno rovinato l'Italia ben consci che se il M5 Stelle venisse al potere per loro questa cuccagna a spese del popolo sarebbe finita. Questo finanziamento e' una infamia ed andrebbero processati i fautori perche induce i giornali ad essere partigiani di chi le tiene in vita con grande danno alla nazione.

mario Salassa 08.02.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

ma come puoi nominare persone che si rivolterebbero nelle tombe per come la figura del giornalista in Italia sia in caduta libera.
I numeri parlano chiaro, nove milioni di voti per portare avanti una battaglia politica , di questi viene data una misero 2% ai loro portavoce.
Se questa è informazione libera , se non è in atto un colpo di stato che tu e i tuoi padroni siate maledetti.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 18.12.13 15:05| 
 |
Rispondi al commento

ragazzi, leggetevi il bellissimo articolo di Travaglio sul FQ di 3-4 giorni fa; in quello splendido editoriale Travaglio definisce benissimo Merlo, e la grandezza di Travaglio consiste nell'avere riportato svariate dichiarazioni di Merlo nel corso di questi anni, che fanno capire benissimo quale sia l'etica e i dis-valori di questo pennivendolo in forza a Repubblica. Merlo ha gettato valanghe di fango su Grillo ma anche su Travaglio e perfino su Tabucchi. Merlo è sempre stato un cameriere molto zelante del PD, dei banchieri, delle corporation e in generale delle lobby di potere. l'articolo scritto da Merlo e riportato qui sul blog è un crescendo rossiniano di deliri. solo una persona molto disturbata, oppure profondamente malevola, può fare un farneticante parallelo tra Grillo e i mafiosi, i camorristi e le BR come ha fatto questo leccapiedi da strapazzo. Merlo ma dove li ha visti i roghi di Grillo??? i manganelli??? il codice di violenza??? Merlo, per favore, la supplichiamo, ci dica subito chi è il suo fornitore perché noi la invidiamo tantissimo: la roba che lei si fuma dev'essere buonissima. la verità, signor Merlo, è che lei ha sempre detestato Grillo, sono lustri che l'ha preso in fortissima antipatia, prova ne è la famosa polemica epistolare tra Montanelli ( che stimava e ammirava Grillo e in quell'occasione lo difese dalle sue contumelie ) e lei di parecchi anni fa. il M5S è un movimento pacifico, come il suo fondatore. l'unica persona piena di odio mi pare proprio e soltanto lei, signor Merlo. con nessuna stima.

manuel barone 13.12.13 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Smentisco totalmente per la parte che mi riguarda il contenuto dell' articolo di Francesco Merlo apparso su Repubblica Martedi 10 Dicembre 2013 dal titolo "Cosa significa finire nella gogna di Grillo", gravissimamente diffamante nei miei confronti.

Non solo non conosco ne' ho mai incontrato il sig. Francesco Merlo, ma non ho mai utilizzato espressioni che lo stesso mi attribuisce nel virgolettato del suo articolo. Mi riservo infatti il diritto di discutere in altra sede la questione, anche per quanto riguarda gli appellativi usati nei miei confronti.

victorio pezzolla, Milano Commentatore certificato 13.12.13 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Co il Merlo e quell'altra ci stanno campando alla grande. Perfino "faccia di bronzo” in tutta la "maestà” della Camera riunita per la fiducia ha pensato di usare il Merlo come fosse una Sparviero da caccia...

In realtà, chi ha seguito per davvero la vicenda sa bene che delle personali opinioni di un Merlo (e di quell'altra) non interessa niente a nessuno, e meno che mai agli attivisti di Cinque Stelle. Il fatto è invece un altro...

Questi signori sono ben lungi dal praticare quel giornalismo che una volta era sintetizzato nella espressione "i fatti separati dalle opinioni". Questi signori non hanno il benché minimo "fatto" su cui "informare" i cittadini, che ancora comprano i loro giornali, ahimé stampati con i soldi di TUTTI i contribuenti, non con i soldi di quelli che comprano la loro "carta straccia" (così Pansa, ex giornalista de "La Repubblica”).

Costoro hanno soltanto loro "opinioni" senza contraddittorio e con le quali denigrano, per non dire diffamano, il Movimento con una intenzione ben precisa:

mettere in cattiva luce il Movimento presso le fasce di popolazione non criticamente avvertite.

La loro strategia è ben chiara:
- erodere all'esterno le basi del consenso
- incrinare all'interno la coesione del Movimento.

Nessuno pensa minimamente di attentare alle Eccelse Opinioni di questi Splendidi Signori.

Si dice loro: le vostre opinioni tenetele pure, non ci interessano. Ma se queste "opinioni" sono degli attacchi premeditati, con finalità politiche, che nulla hanno a che fare con l'onesta informazione, allora esiste il principio della legittima difesa oltre che il principio del contraddittorio.

È di questi principi che noi ci serviamo, se e quando riteniamo di doverlo fare.

"Faccia di bronzo” ha dato piena conferma ad un giudizio di John Pilger in un Forum londinese proprio sulla natura dell'informazione, che è "una emanazione del potere".

Merlo e la Oppo sono infatti una "emanazione di Faccia di Bronzo", ai cui interessi servono.

Antonio Caracciolo 12.12.13 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Molto esilarante, of course.

ricchi marco, viterbo Commentatore certificato 11.12.13 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Lasciamo perdere questi giochetti da bambini.
Pensiamo alle cose serie e cerchiamo di guadagnare tempo. Appoggiamo in parlamento le richieste di Renzi, rifiutiamo tutto quello che rigurda F.I col suo capo.Diamoci da fare.

piero musso 11.12.13 12:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francesco Merlo mi ha citato in un suo articolo del 10 Dicembre scorso "Cosa significa finire nella gogna di Grillo" http://www.repubblica.it/politica/2013/12/10/news/cosa_significa_finire_nella_gogna_di_grillo-73191943/?ref=fbpr dicendo: ...Quindi mi è tornato agli occhi l'ancheggiare spavaldo di un teppista mafiosetto, che avevo conosciuto quando lavoravo al giornale l' Ora, leggendo Victorio Pezzolla da Milano: "Non si tratta di usare le pallottole, ma ai giornalisti che mentono, come agli stronzi di regime, una qualche rappresaglia un mio amico - non io - dice che la farebbe. Tipo strisciare le loro macchine con la chiave. Non bisogna farlo però. Però però …".

Tengo a precisare che non mi sono mai nemmeno sognato di scrivere niente del genere. Non e' nel mio stile. Questo dimostra la veridicità di quello che scrive Francesco Merlo, che nemmeno conoscevo ( ne' per sentito nominare ) prima d' ora e che si permette di citare cittadini "illustri" sconosciuti come me, credendo di non essere da essi smentito. Prego la redazione di codesto blog di verificare la fonte, (giacche' il "giornalista" in questione afferma sia questa) ed informarmi di eventuali sviluppi che abbiano, beninteso, un benchè minimo fondo di verità.

victorio pezzolla, Milano Commentatore certificato 11.12.13 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo squadrismo non è mai una bella cosa. E' molto più elegante difendersi attenendosi al merito della questione.

Comunque è anche vero che alle volte fanno saltare i nervi.

Avevo segnalato sulla pagina prncipale, già ieri, il link di un sito di autopublicazione dove c'è uno che si diverte a pubblicare libri di poesie stiriche contro il Movimenti...Lo risegnalo anche qui (alla url della form) per chi volesse rispondergli "per le rime" come merita.

Giovanni D'Ulivo 11.12.13 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, posso darti un consiglio guarda meno TV, leggi meno giornali, non commentare più ne articoli ne programmi, andiamo per la nostra strada non diamo pretesti agli avversari, i nostri Rappresentanti in parlamento stanno facendo un ottimo lavoro non mettiamoli a disagio con uscite del cazzo.Un abbraccio.

claudio pizziconi, marino Commentatore certificato 10.12.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Perfettamente d'accordo con Merlo. Grillo è la versione all'amatriciana di Alba Dorata e titilla i pegiori istinti della peggiore Italia. Non basta trattare bene temi sacrosanti se poi ci si innesta su la pianta dell'intolleranza e della violenza.

adalberto belfiore 10.12.13 15:50| 
 |
Rispondi al commento

Ho subìto per venti anni la prepotenza del berlusconismo; ho lottato per venti contro di esso nella speranza di una svolta culturale di questo paese. Là novità espressa dal M5S mi faceva ben sperare. Ma la speranza è stata tradita. Mi arrabbiavo per gli editti contro i giornalisti del fu Berlsuconi. Perchè ci sono giornalisti in gamba oppure in mala fede, ma non ci possono essere giornalisti in gabbia , messi alla berlina o processati dalla politica. Mai. Odiavo gli editti di Berlusconi. Nessun argomento renderà legittimo a miei occhi la gogna mediatica proposta da Grillo.

daniele gaudenzi 10.12.13 15:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Subito dopo le elezioni di febbraio, il M5S è stato messo "all'indice" e aggredito con un'"informazione" che lo ha sempre presentato come "il movimento che fa casino", "fascita" e "autoritario", in modo che la gente poi l'avrebbe dovuto, un pò alla volta, percepire così.
Perciò, l'apparato dei media ha fatto sempre quadrato intorno al vecchio e classico sistema esistente, criticandolo sì ma sempre in maniera soft, difendendolo da interfenze e che cercano di portare alla luce la realtà dei fatti, il vero volto del potere costituito.

L'impresa dei parlamentari è titanica: non è facile quando hai tutti contro.
Sì, toni accesi e volgari, nei commenti di questo blog esistono: ma esisterebbero ugualmente anche in blog equivalenti di altre forze poliche, solo che verrebbero soppressi o nascosti o non evedenziati da stampa e media perché sarebbero "sconvenienti per l'immagine del partito"...ma estisterebbero ugualmente!

E' Internet che da la possibilità di dare voce a tutti: poi ognuno di noi, leggendo, filtra gli argomenti più intelligenti e sensati.
Chi preferisce ascoltare la "sirene" ed essere coccolato da notizie false e tendenziose riguardo la situazione attuale dell'Italia, ha sbagliato blog e movimento politico.
Il PD-PDL VI ASPETTA A BRACCIA APERTE.

Si tratta di fascimo quando una MAGGIORANZA cerca di delegittimare ed eliminare una MINORANZA.
Il più "forte" che elimina il più "debole".
Questa sì che è la vera radice del fascismo.

Stefano B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.12.13 14:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GIORNALISTA de GIORNO ..anche all'opposto.
Occorrerebbe uno spazio anche per evidenziare i giornalisti che fanno il loro dovere imparziale.
Ci sono anche di quelli...che evidenziano i ns positivismi.
Anche loro meritano un'attenzione...ma in positivo.

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 10.12.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno ho seguito Beppe fin dagli albori del lontano 2002,sono amareggiata di trovarmi di fronte ad un movimento a cui avevo creduto ed, altresi carpito la fiducia dei miei familiari Beppe sara il cambiamento lui ci rappresentera'......
No!!!! Beppe ti ricorderai le assemblei a Sestri a Pegli quando avido e curioso di cio che la gente pensava ti mischiavi tra la folla tra sbragi e risate chiedevi opinioni e confronti.
Tu stesso non avevi esperienze e soluzioni alternative ad un modus vivendo italiano,mi ricordo che un giorno mi chiesi (avendo vissuto pertanti anni all'estero)quale fossse la cosa che sarebbbe dovuta cambiare per potere cambiare tutto ed io ti risposi "sarebbe rivoluzionario pensare che gli italiani capissero il senso e l'importanza della parola comunita"Mi sono ritrasferita dinuovo all'estero ma ti ho sempre seguito tramite il tuo blog ,che non leggo quasi piu perche se come tu affermi il cambiamento arrivera attraverso la rete ne sono delusa ed amareggiata .
Sproloqui e degenerazioni verbali di ogni tipo degni solo di una masnada di perditempo che non avendo argomenti solidi offendono.
Tu sei cambiato e purtroppo con quel modo collerico e offensivo hai fatto si che una armata brancaleone ti si agregasse.
Non so che fine fara il tuo movimento che una volta mi faceva sognare e pensare finalmente un Italia degna di stare alla pari con altri paesi rispettosi .Al V day di Genova hai fatto parlare il Signore Norvegese che portava la sua esperienza di vita, ovviamente in Norvegia mettendo a fuoco l'essenza stessa della parola comunita e portando ad esempio come l'evasore fosse codannato ancora prima che da un giudice dalla intera comunita tra tutti quelli che si spellavano le mani avrei voluto contare I non evasori. Beppe come ho sempre detto per cambiare l'Italia ci vuole una rivoluzione interiore.Non si spiega perche tutti e dico tutti tendenzialmente siano ladri, anche nel loro piccolo,abbiamo insito in noi la furberia dell'onorevole(sic)RAZZI

rosy morello 10.12.13 11:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Poi sarebbe Beppe Grillo a fare le liste di proscrizione?
Leggete quest'articolo e sparatelo ovunque nella rete.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/09/regione-sicilia-bavaglio-sui-quotidiani-online-per-aver-i-contributi-devono-schedare-i-lettori-che-commentano/806721/

Maurizio D., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.12.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici 5stelle, ma i giornalisti indipendenti e obiettivi sono solo quelli che parlano bene di Grillo? Io ho votato due volte per il 5stelle, ma se posso esprimere la mia opinione senza essere investito dai vostri insulti, ora sono molto pentito e sicuramente non lo voterò più. Pensavo che col mio voto avrei contribuito al cambiamento e invece ho solo aiutato a dare una poltrona a quattro presuntuosi e unti dal Signore teleguidati da un santone e un piccolo duce che nulla hanno fatto di concreto se non dare ancora potere a Berlusconi. Continuate così...

VINCENZO PIRRONE, PALERMO Commentatore certificato 10.12.13 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io la Oppo nemmeno la conoscevo. Non avevo mai letto un suo articolo e nel caso mi sarei fermato alla seconda riga. Scriverà per sua opinione? Lo fa perché glielo chiedono dalla direzione o da chi l'ha aiutata a passare da precaria a dipendente? Perché regalargli visibilità e farne una martire?. Togliere il finanziamento ai giornali è sacrosanto, liberiamo dalla schiavitù dei partiti questi poveri cristi, gli consentiamo di esprimersi finalmente per la gente. Se non ne sono capaci andranno a fare un altro mestiere. Sul fatto che la Oppo abbia tutte le colpe e che abbia senso prendere di mira le persone io la penso come Scanzi sul Fatto. E' anche controproducente per un movimento che si fonda sulla trasparenza.

Peter Amico 10.12.13 08:27| 
 |
Rispondi al commento

Leggere al bar la stampa t fai ben chiara la situazione di come sono i giornalisti, fanno falsi propositi per riempire i titoloni di questi partiti formati da condannati ladri e altro. Sono contento di nn spenderne nemmeno un euro a un informazioni falsa idiologica. Grazie Beppe tu sei il nostro Oltre con quello che hai creato e grazie a tutti del movimento 5 stelle.

Aldo Secco 10.12.13 06:29| 
 |
Rispondi al commento

E' la perfetta dimostrazione che Francesco Merlo del giornalista ha solo la tessera. Scrive opinioni, non notizie

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.12.13 01:57| 
 |
Rispondi al commento

Questi giornalisti che si indignano contro Grillo e che esaltano la loro missione per la difesa della democrazia e della libertà, sono gli stessi che alla morte di Mandela hanno scritto:
"A 95 anni muore Mandela, il padre dell' apartheid" ...... ehhhh si perchè diversi giornali sono usciti con questo titolo!!! Sembra una barzelletta ma è la triste realtà di chi scrive gli articoli col copia e incolla da Google translator!!! A zappare devono andare !!!!!!

gesualdo antani 09.12.13 21:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

un pochino di calci in culo a sti scribacchini raccomandati pagati da noi in maniera abusiva non guasterebbero

Maurizio Campigotto 09.12.13 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Lasciateli scrivere come vogliono tanto nessuno li legge più . Consiglio di leggere con attenzione l'articolo di Travaglio sulla prima pagina del Fatto quotidiano.
Lasciateli perdere tanto sono riconoscibili anche senza foto per la loro mediocrità linguistica e di appartenenza.
Lasciateli divertire a dire falsità a tamburo battente tanto non sono credibili e in ogni caso devono difendere la PAGNOTTA e buon appettito.

giovanni cagiano 09.12.13 20:03| 
 |
Rispondi al commento

Io non capisco il senso di queste segnalazioni che ritengo controproducenti per il movimento stesso. Se dovessi segnalare tutti i giornalisti che scrivono contro il M5S o diffamano il M5S dovrei segnalare il 99,8% dei giornalisti. Ritengo più utile segnalare ed apprezzare pubblicamente i giornalisti veramente indipendenti e che spendono parole a favore del movimento. Queste azioni sono soggette ancor di più alle strumentalizzazioni mediatiche che non vedono l'ora di sputtanre il movimento e di abffibbiargli un epiteto qualsiasi tra nazisti e stalinisti o weimar ecc. ecc. Senza oarlare poi di chi si diverte a dare libero sfogo alle proprie emozioni a briglia sciolta, insultando in maniera tanto divertente (per me) quanto bieca (per tutti gli altri) e perciò un ulteriore aggravante alla già inutile questione. ppi non ci lamentiamo se Renzi resuscita qualche indeciso tra quel 50% di popolazione che non è più convinto del M5S. Un saluto a tutti e Viva il M5S

stefano sensi 09.12.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sandro Ricci comevoi " giornalisti?" sapete bene, se oggi, dopo tutto ciò che i gangsters che ci governano ( da troppo tempo ormai) hanno ordito per portare al collaso il nostro paese, ancora non sono avvenuti atti terroristici è perchè c'è un MoVimento di cittadini onesti che fa da argine. smettetela di essere semplicemente dei copiatori di veline e cominciate a scrivere una cosa molto semplice, la verità, anche se non vi piace. allora la musica cambierà e non dovrete più vergognarvi del pane che porterete a casa

sandro ricci (rik sanders), pitigliano Commentatore certificato 09.12.13 17:35| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Questi giornalisti mercenari hanno anche il coraggio di giustificare le loro nefandezze paragonandosi a degli eroi che facevano esattamente l'opposto.. che schifosi.

Bruno P., Guidonia Montecelio Commentatore certificato 09.12.13 16:41| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Far passare per martiri i giornalisti mi sembra che sia infantile e controproducente.Poi quelli che si
prendono di mira di solito sono quelli più liberi che non guardano in faccia a nessuno.
Quelli venduti ( e sono la maggioranza)si nascondono e non vedono non sentono e non scrivono.
Cambiate registro non poggiatevi solo sull'ignavia e l'ignoranza ma lottate per la giustizia.

gigi d., cosenza Commentatore certificato 09.12.13 16:32| 
 |
Rispondi al commento

In verità, io non riesco a comprendere da dove scaturisce l'indignazione di giornalisti, a mio parere, pennivendoli e gossipari dediti all'arte del bacio della pantofola, qualora di stampo debenedettiano, che definiscono con termini campati per aria quali "squadrismo" o "liste di proscrizione" quello che è un esercizio di democrazia. Gente che, sempre a mio discreto parere, è priva di onore e dignità, e dunque falsa. Non ce la faccio più, vivo in un clima da bombola preconfezionata, non libero, non individuo, inquinato dalla continua e costante disinformazione perpetuata dai mass media a danno di tutti noi. Verrebbe anche a me di insultare la Oppo, ma non lo faccio. E sapete perché? Non voglio abbassarmi al suo livello.

Antonio S. Commentatore certificato 09.12.13 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Il M5S è il bersaglio preferito dei media!
E' facile da colpire perché non ha banche e "cosche finanziarie" che lo proteggono.

Ma questa è anche la sua forza!...che lo rende libero di dire ciò che vuole!...e, giustamente, di fare lo "stronzo" con gli stronzi!

Stefano B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 15:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Esiste un albo? bene.

Che venga radiato sto pirlotto.

Legge 63/1969

2. Diritti e doveri.
È diritto insopprimibile dei giornalisti la libertà di informazione e di critica, limitata dall'osservanza delle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui ed è loro obbligo inderogabile il rispetto della verità sostanziale dei fatti, osservati sempre i doveri imposti dalla lealtà e dalla buona fede.

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.12.13 15:09| 
 |
Rispondi al commento

È giusto segnalare gli articoli falsi e scorretti, non è giusto offenderli. È vero che grazie a loro siamo una democrazia mascherata, è vero che grazie a loro il M5s non ha il 90%, è chiaro che sono i servi dei partiti, ma che altro possono fare, devono guadagnare la pagnotta anche loro, tengono famiglia.

ANGELO V., Merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un gruppo di giornalisti di Modena ha preso una serie di commenti sul web rivolti alla giornalista faziosa (che ha scritto peste e corna contro Grillo, Casaleggio e i portavoce in Parlamento) che potrebbero essere stati scritti da chiunque: li hanno letti, registrati e messi in fila per dimostrare che chi segue il M5S è un violento, un fascista, un fustigatore, un pericoloso individuo.
Il risultato del video è quello di attribuire quelle parole volgari a tutto il M5S.
Repubblica.it ovviamente lo ha messo in prima pagina, non pteva farsi scappare l'occasione. Qualcuno addirittura ha scritto che lo avrebbe commissionato proprio lei ma non ci voglio credere.
Sul web si sa che l'anonimato regala a tanti vigliacchi quella forza che altrimenti non avrebbero.
Questi insulti, per la maggior parte, non hanno un nome e cognome e chiunque può averli scritti.
Ma non fa nulla: l'importante è dipingere Grillo e il M5S come squadristi e agitare antichi spettri contro questa forza politica indecifrabile, che gli ha rotto il giochino.
La Oppo, come tanti altri, non è una giornalista che critica (sacrosanto è criticare): è una tifosa di parte che insulta e scrive falsità senza contraddittorio.
E questi giovani giornalisti precari che hanno realizzato il video, continuano a non capire che la battaglia non è CONTRO IL GIORNALISMO: da una parte c'è chi vuole liberare l'informazione in Italia e chi invece continua a sostenere i disinformatori professionisti a libro paga dei partiti politici.
Questi giornali sono ormai ORGANI di partito che prendono soldi pubblici per continuare a pagare migliaia di euro vecchi tromboni prezzolati, mantenendo invece nel precariato più assoluto centinaia di migliaia di giovani con la passione di scrivere.
Chi lavora nella stampa italiana sa benissimo che questa è la pura verità.
Non potete stare nel mezzo, dovete schierarvi. (fonte: ResetRadio)

Sandro Ciccarese (sacicc), Copertino Commentatore certificato 09.12.13 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

poveretto sto merlo ! fa schifo e pena leggere le argomentazioni ed i paragoni tra i m5s e organizzazioni brigatistiche e mafiose ....
La repubblica è proprio un giornale che serve per raccogliere la merda dei cani! senza offesa per i cani naturalmente!

marco c., milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 13:56| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

I giornalisti hanno un potere immenso ma sono teleguidati. Lascerei fare un commento a Gaber da "Io se fossi DIO" :
Io se fossi Dio
maledirei davvero i giornalisti
e specialmente tutti
che certamente non sono brave persone
e dove cogli, cogli sempre bene.
Compagni giornalisti avete troppa sete
e non sapete approfittare delle libertà che avete
avete ancora la libertà di pensare
ma quello non lo fate
e in cambio pretendete la libertà di scrivere
e di fotografare.
Immagini geniali e interessanti
di presidenti solidali e di mamme piangenti.
E in questa Italia piena di sgomento
come siete coraggiosi, voi che vi buttate
senza tremare un momento.
Cannibali, necrofili, deamicisiani e astuti
e si direbbe proprio compiaciuti.
Voi vi buttate sul disastro umano
col gusto della lacrima in primo piano.
Sì, vabbe', lo ammetto
la scomparsa dei fogli e della stampa
sarebbe forse una follia
ma io se fossi Dio
di fronte a tanta deficienza
non avrei certo la superstizione della democrazia!

Domenico C., Vasto Commentatore certificato 09.12.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Beh, vedo che nemmono lo staf è così sicuro che nessuno, tra i molti microcerebri che commentano, farà la fesseria di aggredirlo, infatti hanno evitato la foto... megli che niente, ma meglio evitare (IMHO, ovviamente).
Ci sono tanti argomenti importanti su cui vorrei vedere i commenti, perché indipendentemente da tutti, presto si andrà al voto. L'ultima volta, pur con qualche perplessità, ho votato m5s, ma ho l'impressione che qualcosa sia cambiato. Qualche tempo fa, dopo il patetico post sulle "percentuali da prefisso telefonico", avrei fatto ancora la stessa scelta, ma turandomi il naso. Ora mi domando: esiste un altro "posto" dove capire cosa fa e dove vuole andare 'sto movimento? No perché, a leggere i post di questo blog, per non parlare dei commenti, si scappa a gambe levate! Se per voi è giusto mettere alla gogna una persona, liberissimi, ma io mi chiamo fuori (sarò sincero, stavo pensando di cancellare l'autenticazione). Nel paese che vorrei se un giornalista racconta frottole lo si denuncia alla magistratura, non al branco di iene sbavanti che hanno inserito certi commenti, anche perché, per quanto vi siate montati la testa, una denuncia vale molto più di dieci blog.

Saluti.

Giancarlo Fontana Commentatore certificato 09.12.13 13:48| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

i pennivendoli de unita' sono delle merde a prescindere.
hanno preso soldi da culatello, da penati.....da tutti i porci piddini per fare da megafono ai loro padroni politici, alleati allo sporcaccione di arcore, con cui hanno fatto fallire l'italia .

a loro il nostro disprezzo, ai loro padroni la nostra rabbia sincera

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 09.12.13 13:24| 
 |
Rispondi al commento

l'uccello di repubblica fa schifo anche al mio uccello.
la carta di quel giornale e' buona per la merda di cane

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 09.12.13 13:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo un popolo di pecore che devono SOLO SUBIRE
TUTTO SENZA REAGIRE??
Leggo tanti commenti che consigliano a beppe di
smettere di attaccare i giornalai vili e bugiardi!
Cioè i VERMI PARASSITI,le IENE e tutti i perfidi
animali (senza offesa per gli animali)devono poter
insultare,minacciare,offendere,denigrare Beppe,
gli ONOREVOLI ed i sostenitori 5* senza REAZIONE,
ANZI! Ma vi rendete conto delle violenze, NON SOLO
VERBALI, che tutti i giorni i cittadini onesti ed
alla disperazione ricevono da quel BRANCO DI VERMI
puzzolenti, servi e prostituti PRIVILEGIATI delle
CASTE MAFIOSE E MASSONICHE al servizio dei clan
e lobbies dei MALAFFARI??
Si arricchiscono alla faccia VOSTRA ed a VOSTRE
SPESE e dite di NON REAGIRE?
MA VERGOGNATEVI se siete i grillini a dirlo!
Ma penso che a parte qualche IMBECILLE VENDUTO del
M5*, la maggior parte sono VILI TROLLS a cui dico:
ANDATE A SCARICARVI NELLE FOGNE E SIGILLATEVI!
AMEN!

peppino . Commentatore certificato 09.12.13 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciate stare i giornalisti (faranno come i polipi si cuoceranno nella loro stessa acqua).
E' più opportuno che Grillo, il m5s si occupi dei problemi reali della gente...
Lo staff di comunicazione: individui giornalisti obiettivi e comunichino con loro.
Dare importanza ad alcuni giornalisti significa farli conoscere e far parlare di loro e il m5s ci fa la figura della lista da...(dargli l'olio di ricino.
Merlo, ha ragione cose del genere lo ha fatto il fascismo, la mafia, i terroristi: "le hanno fatte in Italia quelli che poi, dopo qualche anno, aspettarono in via Solferino Walter Tobagi. E, a ritroso, i camorristi che inseguirono la Mehari di Giancarlo Siani e i mafiosi che pedinarono Pippo Fava sino alla sede del teatro stabile di Catania".
Il m5s non ha paura e non deve avere paura di qualche pennivendolo venduto e scribacchino a prescindere.

Altrimenti nei media classici e non tutti gli italiani possiedono internet passa che il m5s e Grillo fa la schedatura dei giornalisti e qualche mente debole potrebbe diventare il braccio opertivo (o anche i servizi segreti potrebbero inventare qualche attentato) e dare la colpa a Grillo e al m5s.

Domenico D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 12:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vergogna!!!!!Se i giornali non sanno essere imparziali è meglio che chiudano.

matteo paoletti 09.12.13 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Le cose sopra dette da Merlo sono autentiche calunnie. Nessuno è andato a malmenarlo e nessuno ha qui manifestato una siffatta intenzione. Forse lo vorrebbe, per inscenare poi l'ennesima campagna diffamatoria ed un ulteriore giro di vite repressivo.

In questo paese, fondato su un positivismo dei valori, appannaggio di giudici e stampa, si va sempre di più togliendo ai comuni cittadini il diritto di esprimere il proprio pensiero e lo si assegna unicamente ai giornalisti con l'obbligo per tutti i cittadini di riconoscersi nelle loro c.... La chiamano "opinione pubblica”, ma è in realtà solo l'"opinione pubblicata” di singoli biasimabili giornalisti...

Antonio Caracciolo 09.12.13 12:45| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

La vera violenza non è quella verbale di Grillo ma quella che subiamo quotidianamente da 20 anni da questa classe politica.
Tutti a casa.

Carlo C., Milano Commentatore certificato 09.12.13 12:20| 
 |
Rispondi al commento

@ Giorgio Flaccavento CONCORDO con te COMPLETAMENTE RISCHIAMO DI MORIRE PRIMA DI ESSERE NATI SOPRATTUTTO ORA CHE RENZI HA VINTO LE PRIMARIE!!!!

Ornella Raanaas 09.12.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Rimango esterefatto da alcuni commenti qui sotto, "Beppe smettila con le liste di proscrizione, questa rubrica è un'errore, lascia stare i giornalisti, ecc.... .
Dunque riportare fedelmente le espressioni di un giornalista, senza peraltro nessun commento negativo, senza peraltro la sua foto, sarebbe un comportamento scorretto????!!!
Dunque non si possono neppure citare gli articoli che si ritengono diffamatori??? Ma vi siete rimbecilliti tutti? siete andati a scuola dalla Boldrini?

Giorgio S. Commentatore certificato 09.12.13 11:47| 
 |
Rispondi al commento

repubblica e' un giornale di merda......e l'uccello che ci vive dentro e' merda anche lui

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 09.12.13 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, smettila con i giornalisti. Lasciali stare. Non esiste la censura in nessun caso. Ognuno deve poter dire quello che vuole. Se poi sono stupidaggini, ce ne accorgiamo. Per favore, basta fare figure di questo genere. E già che ci siamo. Io Casaleggio non lo conosco personalmente, sarà un bravo manger e tutto quello che vuoi. Come comunicatore è ridicolo. Riesce solo a dire banalità da assemblea del liceo. Farebbe meglio ad autocensurarsi e smettere di parlare in pubblico definitvamente. C'è chi lo sa fare e chi no. Lui no.

Francesco Bacigalupo, Milano Commentatore certificato 09.12.13 11:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe, prendo spunto da quest'ultima idea di scomunicare i giornalisti per segnalarti (a mio modesto parere) che SUI PROBLEMI DI COMUNICAZIONE stiamo leggermente cannando. Basta coi dissensi interni, COMUNICHIAMO per comunicare soluzioni ai problemi !
La COMUNICAZIONE perfetta di Grillo ci ha permesso di prendere il 25,5% di voti e adesso vogliamo perire di COMUNICAZIONE ? Vogliamo continuare a COMUNICARE aspetti marginali (come all’inizio) quali discussioni sugli scontrini, struttura interna e dinamiche di democrazia, diretta streaming, voto segreto o palese, restituzione soldi stipendi o commettere errori di strategia comunicazionale che diventa autolesionista , come la proposta di cancellazione del reato di “immigrazione clandestina”, le convocazioni ultim’ora dei Parlamentari per “verifiche fuori porta” con Grillo e Casaleggio o ancora la prima proposta di legge M5S sul reddito di cittadinanza inserita sul nuovo sistema operativo (prima fatta oggetto di comunicazione come primo caso al mondo di discussione in rete fra cittadini e poi sconfessata da Casaleggio).
Invece di SCOMUNICARE il "Fatto Quotidiano" (unico quotidiano degno di essere letto oggi in Italia) , è forse ora di cambiare strategia sulla COMUNICAZIONE !
Non possiamo più permetterci attacchi indiscriminati senza più rispondere o limitarci a rispondere attraverso il Blog che è visitato SOLO DA UNA PICCOLA MINORANZA di chi ha votato M5S ! Dobbiamo cominciare a contrattaccare utilizzando i media: TV in primis, facendo partecipare i nostri Parlamentari ai talk-show (visto che ormai hanno ampiamente dimostrato di avere gli "attributi" per poterlo fare !). Le Europee sono vicine !!!! Grazie per l'attenzione.

alberto d'anna 09.12.13 11:06| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Berlusconi mette all'indice i magistrati (quelli che indagano su di lui, ovvio); Grillo mette all'indice i giornalisti (quelli che parlano male di lui, ovvio). Un governo Grillo-Berlusconi sarebbe un regime. Brrrrrrr...........!

Donato Paradiso 09.12.13 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma chi è sto cretino di Merlo?
io rispondo agli idioti, con il loro linguaggio.

"Caro Merlo, è vero che Lei, non è ancora nè terrorista nè camorrista nè mafioso, ma le faccio notare che idiota e incompetente lo è senza dubbio, oltre che istigatore. Le ricordo altresì che gente come Lei, che gioca sul significato delle parole (a mio avviso senza cognizione di causa: le va solo di cuxo, se si riesce a capire cosa voleva dire) e sulla semantica, fa parte dello pseudo giornalismo pagato dai cittadini per fare campagne dittatoriali, e non informazione. Questo Paese è al 70° posto per libertà di stampa: i fascisti siete voi che continuate a scrivere putxanate al servizio di interessi privati e contro il Popolo Sovrano."
Firmatio, io.

Claudio M., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 09.12.13 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco (o forse si) questi titoloni anche sul “il fatto quotidiano” come “Grillo, nuovo attacco alla stampa: Giornalista del giorno”.

Si nomina il nome del giornalista (si cita la fonte), si mette il link all'articolo PUBBLICO, si copia e incolla una parte dell'articolo quindi, . . . . diffusione e pubblicità GRATIS . . . e ancore c'è da lamentarsi??

Loro ci fanno pubblicità e noi contro cambiamo. . . che problemi ci sono???

Non è che ora viene fuori che i giornalisti hanno paura delle proprie oppinioni e non vogliono assumersi le responsabilità degli articoli che scrivono pubblicamente.

Anna L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Questa rubrica la condivido, ma ci fa male mediaticamente.
Propongo di sospenderla: presta il fianco alle strumentalizzazioni.

Ora diranno che fanno bene i giornalisti a screditarci. Direi di chiuderla...

Manuel V. Commentatore certificato 09.12.13 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come al solito questi inchiostratori, specie se al soldo del capitale di sinistra, stillano verità ed essudano cultura, pertanto non ammettono critiche e ricorrono alle usuali accuse già abbondantemente obsolete.
Non compriamo più nulla: nè le falsità nè le accuse che ci propinate; la carta di giornale (rigorosamente "scaduto") è indicata per attizzare la stufa o il caminetto, ecc...., sempre per USO ESTERNO...

Max M., Torino 09.12.13 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Stiamo solo dando motivi per screditare gli attivisti e i votanti o simpatizzanti del NOSTRO movimento… per favore abbassiamo i toni e evitiamo di perdere voti, è importante e dobbiamo distinguerci dagli altri… per favore.

Giovanni U. Commentatore certificato 09.12.13 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Merlo ha ragione !

Sebastiano Tilloca, Alghero Commentatore certificato 09.12.13 10:07| 
 |
Rispondi al commento

C'è veramente di che vergognarsi ad avere un sedicente gionalista come questo sul libro paga di una qualsiasi testata gionalistica. Ma "la repubblica" (il nome è volutamente minuscolo) ormai lo sappiamo ha scelto di mettersi in tasca i soldi dei contributi all'editoria, solo per fare disinformzione all'ennesima potenza. Diciamolo pure, un giornale di questa levatura morale, al massimo andrebbe riservato a raccogliere le feci dei cani.
Ma veniamo al sedicente giornalista... I casi sono 2:
1) Non ha capito niente e parla forte della sua presuntuosa e abissale ignoranza, insomma è l'elettore ideale per quei partiti come PD e PDL, responsabili del collasso dell'Italia.
2) Ha capito benissimo che Grillo rappresenta un pericolo per la politica del malaffare, e al pari di tanti suoi degni colleghi ha scentemente deciso di entrare a far parte di quella vergognosa macchina del fango pagata con i soldi estorti agli italiani onesti, e quindi agitando lo spauracchio del fascismo della mafia e di quant'altro la sua derelitta mente abbia potuto concepire nel maldesto tentativo di confondere le idee a quanti non hanno ancora capito che Il Grillo congiuntamente al M5Stelle è l'unica alternativa ad un sistema politico incapace, corrotto, e marcio fino al midollo, capace di fare solo enormi disastri che ricadono sulle spalle e sulle tasche di tutti gli Italiani.

Paolo (Roma) 09.12.13 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
ti ho sempre sostenuto e difeso dagli attacchi di chiunque, anche quando hai avuto qualche scivolone, condivido il tuo progetto, continuo a votarti e a elargire micro contributi x le tue iniziative, MA....non puoi permetterti di schiaffare un giornalista, seppur di parte, in copertina con la scritta wanted, il diritto di critica è un imprescindibile pilastro della democrazia e tu non puoi calpestarlo.
Tu puoi controbattere alle argomentazioni con cui vieni attaccato ma non puoi uscirtene dicendo solo che il giornalista o l'avversario di turno, è un corrotto e tu no. Tu devi dimostrare le tue tesi, non liquidare l'avversario con un'etichetta. Sostengo il tuo coraggioso progetto, sono fermamente convinto della tua buona fede in assoluto ma non voglio trovarmi nella condizione di non poterti difendere davanti a infelici uscite come questa.

Buon lavoro a tutti

Giorgio

Giorgio Flaccavento 09.12.13 10:01| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guarda Merlo che nessuno ti vuole picchiare o rubare niente, stai tranquillo. Grillo non è ancora terrorista o mafioso? Ma di cosa scrivi? Cosa vuoi dire con il tuo articolo? Sei più ipocrita o più stupido? Ti rendi conto che sei in totale malafede? Ti rendi conto che il tuo giornale e rai 3 hanno parlato ore e ore delle primarie (una simpatica pagliacciata) e non avete minimamente degnato il v day di Genova dove si è parlato di temi ben più importanti? Non fate le vittime perché non siete delle verginelle, il vostro problema è che sapete che è finita la cuccagna e che non avete la forza per risollevarvi dal vostro baratro.

GIOVANNI . Commentatore certificato 09.12.13 10:01| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Che nessuno si dia del distratto rispetto al fiume di letame che da mesi cola sul M5S e sugli otto milioni e seicentomila cittadini, ad opera di una 'gioiosa informazione' all'italiana, in servizio permanente effettivo, presso i soliti poteri forti e la solita politica di conservazione.

Per favore, basta!
Basta con l'ipocrisia.

Il mestiere del giornalista è dare le notizie, raccontare la verità, lasciare il più ampio margine possibile al fruitore perché si formi un'opinione.
Non c'è alcuna necessità di servirsi della realtà, disarticolarla, ricomporla e miscelarla con sapienti menzogne per poi riabbatterla addosso all'avversario di turno con la speranza di fargli il peggior male possibile.

E non parlo del sacrosanto diritto alla critica, parlo delle falsità composte ad arte.

Il giornalista che del proprio mestiere fa un atto di mistificazione né è consapevole e responsabilità. Non gridi alla 'schedatura fascista' perché risulterebbe ridicolo. Il nostro giornalista tipo sa bene che così non è. Non si indigni se poi la parte lesa, il demolito, l'oggetto preferito del suo fango mediatico chiede almeno di ricordarselo nel proprio Blog.

Facciamoci (tutti) una domanda, è peggio rilasciare pubbliche menzogne per danneggiare e umiliare scientemente la propria vittima o, da parte della vittima, ricordare pubblicamente il proprio untore?

Maurizio D., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 09:57| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento


concita degregorio:
un giornalista può dire LA QUALUNQUE ma i cittadini non hanno diritto di replica ne di critica

giustamente Bagnai ci dice : fatelo sapere...

anib roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 09:56| 
 |
Rispondi al commento

merlo o passero , sempre un pezzo di merda sei.
questi leccaculo piddino sono corresponsabili del fallimento del paese

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 09.12.13 09:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mangiapane a tradimento, sei pagato da un editore che vive grazie ai nostri lauti versamenti per buttare gratuitamente fango su un movimento popolare.
Avanti gente, continuiamo così, diffondiamo sempre più il verbo, lottiamo per la libertà e la rinascita del nostro paese

Fabio Giarratana 09.12.13 09:45| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, smettiamola con questi metodi da caccia alle streghe e listre di proscrizione che non ci appartengono. Non devono.
Riflettiamo un pò di più sulle iniziative che prendiamo.
Così ci facciamo male da soli.

vincenzo a. Commentatore certificato 09.12.13 09:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non mi piace che le prese di posizione sui giornalisti da parte di Grillo siano un pretesto per alcuni di parlare di "liste di proscrizione" ed attacchi alla libertà di espressione. Se questo succede il buon Grillo, a cui vanno molti meriti, ha una grossa responsabilità. Non capisco perché insista a dare del Movimento una visione negativa di eversione e non quella positiva (sempre di eversione, nel senso di cambiamento del sistema). Mandela è un esempio di vittoria politica senza violenza, senza nemici da abbattere; la fine della dittatura in Cile è stata fatta con il sorriso...Perché dobbiamo presentarci con la faccia brutta che non corrisponde ai nostri sentimenti ed alle nostre aspirazioni. Perché dobbiamo dare alibi ed occasioni per attaccarci?
Mi sta bene difenderci dalle bugie e dalla propaganda contro di noi, ma dobbiamo andare "oltre", gli anatemi e le minacce (vere o finte) invece non mi piacciono affatto.

Luigi Mancuso 09.12.13 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Basta con questo autolesionismo, stiamo facendo del male al M5S. Questo atteggiamento è controproducente. Non ne posso più! Basta!!! Prima il post "Reato di clandestinità", poi "I falsi amici" e ora Oppo e Merli. Ma perchè questo masochismo??? Questo atteggiamento serve solo a creare un alibi ai giornalisti che ci potranno attaccare e dire che il movimento è fascista. Eliminate questa rubrica o distruggerete il movimento.

Emanuela D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Gent.mo sig. Merlo, ognuno è libero di scrivere ciò che vuole come ha fatto la sig.ra Maria Novella Oppo, sono partiti da quest'ultima gli insulti e quindi è normale la difesa di Grillo, ma non il suo intervento. Lei ha scelto di prendere le difese perché sa benissimo che voi giornalai tra poco tempo dovrete guadagnarvela la vendita dei giornali perché vi verranno tolti i finanziamenti pubblici.

Massimo Consolino, Vizzini Commentatore certificato 09.12.13 09:38| 
 |
Rispondi al commento

Questi mercenari di repubblica sotto la direzione di scalfari(caporedattore di roma fascista,fondatore di nuovo occidente,giornalista dei gruppi universitari fascisti..(vedere Wikipedia)...sanno bene come diffondere paure per mantenere le cose immutate e continuare a predare l italia.basta finanziamenti alla editoria derva dei partiti

fra riotto 09.12.13 09:36| 
 |
Rispondi al commento

Questo articolo è una trappola: dopo quanto è successo con la Oppo, il servo Merlo, per compiacere i suoi amici piddimenoellini, butta fango sul movimento per poi aspettare la replica e denunciare le "liste di proscrizione grillina".
Come si diverte!

Marco Billa, Bergamo Commentatore certificato 09.12.13 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe, non devi prendertela con quello che dicono i giornalisti, noi che ti abbiamo votato e che seguiamo tutti i nostri parlamentari M5S sappiamo benissimo quello che fanno e non ci importa proprio nulla dei giornalisti di altre parti politiche! Evitiamo di essere messi in evidenza per cose inutili come articoli scritti su Repubblica ed Unita, chi li Legge??!! Non aumentiamo focolai che fanno bene solo a questi ignoti giornalisti!

Clara R., Brescia Commentatore certificato 09.12.13 09:34| 
 |
Rispondi al commento

Leggere e riflettere su quanto scritto da Ferrara sul foglio di oggi a proposito di Oppo e dintorni: semplicemente perfetto

berti da empoli 09.12.13 09:23| 
 |
Rispondi al commento

ai cosiddetti giornalisti alla merlo fa più paura che tolgano le sovvenzioni statali ai giornalai del potere anziché qualcuno gli possa fare del male

renato r., roma Commentatore certificato 09.12.13 09:21| 
 |
Rispondi al commento

ANDARE OLTRE
PER SAPERE QUALCOSA SULLA DEVASTAZIONE DEL SUOLO C'E' STATO BISOGNO DI SCHIAVONE E DEI DATI-USA.
L'INFORMAZIONE DEL GIORNALISMO DOV'ERA ??
C'E' BISOGNO DI ANDARE OLTRE QUESTO GIORNALISMO DI PENNIVENDOLI E LA PUNTUALE DENUNCIA E' UN DOVERE CIVICO ..

marcello giappichelli 09.12.13 09:18| 
 |
Rispondi al commento

...non vedo la sua foto, ma già immagino il suo grifo e vi chiedo : secondo voi quando ha avuto l'ultimo rapporto sessuale ?

FRANCESCO CASTAGNARO 09.12.13 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Merlo non ha nulla di cui preoccuparsi: Primo perche lui con giornalisti come Tobagi non ha nulla da spartire, secondo lui non ha nulla da spartire nemmeno con I giornalisti e terzo Beppe è tante cose ma per sua fortuna non è un capobranco in cerca di affermazioni. Perciò dico a lui ed a tutti quei pennivendoli da 4 soldi come lui che dormano tranquilli sognando il martirio se vogliono e se la loro coscienza lo permette, nessuno vuole pedinarvi per gambizzarvi o peggio vogliamo semplicemente informare, democraticamente, il "grande pubblico" del vostro comportamento spudoratamente falso e di parte. Per le pistolettate chiedete altrove!

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,
Hai tutta la mia stima ma davvero non riesco a capire questa iniziativa.

Tutto ciò ha solo l’esito di attirare critiche, seppur sterili, che comunque fanno male ai ragazzi che in quel manicomio stanno cercando di far attirare consensi positivi nonostante tutte le difficoltà che incontrano e tu lo sai bene. Ed è proprio questa la mia difficoltà nell’intendere queste tue azioni.

Piuttosto che mettere alla gogna questi giornalisti con metodi un po’ dubbi io penso sia più efficace smentirli e dimostrare che mentono, elencando le cose fatte dai ragazzi e le lotte portate avanti. Senza dimenticare la restituzione dei soldi elettorali, il dimezzamento degli stipendi e tutto il resto.
Anche fino alla noia, ma siccome questi non hanno argomentazioni allora penso sia il modo più efficace per smentirli.
Questo metodo invece ha il solo scopo di ripercuotersi sui ragazzi che stanno lì a lottare ogni giorno contro avversità e stupidità. Loro hanno bisogno di sostegno da tutti noi e comprensione da parte dei cittadini ancora dubbiosi e non di ulteriori ostacoli da schivare che rendono ancora più difficile il loro compito.

Sempre grazie ma pensaci ancora.

Emiliano Raio 09.12.13 09:09| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Come dice Scanzi,ci hanno etichettato come squadristi-fascisti e questo perchè Grillo fà queste cose.
Il m5s non è Grillo i nostri parlamentari non sono le sue marionette e noi non siamo fanatici.
IO HO VOTATO M5S un sogno,un'utopia,una voglia di abbattere il sistema e non Grillo che sapevo che in parlamento non ci sarebbe andato.
Caro Bebbe non rovinare tutto,lasciali parlare,al massimo apri una rubrica o ci si compra una pagina del Fatto e si smentiscono punto per punto gli articoli allucinanti e di parte contro di noi.
Un saluto

vincenzo d. Commentatore certificato 09.12.13 09:09| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

...

ina ghigliot 09.12.13 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Caro testa di c...,
i modi mafiosi e camorristi li usi tu e i tuoi compagni di merende, manipolando l'informazione tutti i giorni e distorcendo la realtà. Questo lo facevano i fascisti...
Vergognati!!! Tu e il tuo giornale di m...

Roberto G. Commentatore certificato 09.12.13 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Il giornalista che scrive menzogne nei confronti di chichessia non è degno di questo nome poi se lo fa nei confronti e nei termini del suo articolo contro il M5s è da considerare un terrorista e quindi radiato dall'albo e mandato a fare un lavoro più consono alla sua attitudine ovvero scopare le strade dove solo li può fare pulizia.

pistoia franco 09.12.13 08:51| 
 |
Rispondi al commento

Piu' che merlo sei un perfetto allocco, che le tue cazzate che scrivi su repubblica anche perche' gli unici mafiosi terrorisi e ladri siete voi giornalisti tipo oppo , scalfari , e i suoi editori che vivono di finanziamento pubblico. Ladri!

frank pit Commentatore certificato 09.12.13 08:42| 
 |
Rispondi al commento

sig merlo si guadagni da vivere lavorando onestamente e non leccacndo il culo al padrone politico di turno

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 09.12.13 08:21| 
 |
Rispondi al commento

tanto per malignare un po


stavo pensando a quale sarebbe il modo migliore per tarokkare le primarie del piggì...mettiamo di avere un candididato al 25% su di un bacino di votanti stimato di 1 milione ....e che volessimo tarokkare per farlo arrivare oltre il 60%....il modo piu semplice sarebbe di aumentare il bacino di utenti inserendone 1 milione fasulli.... dopo ci sarebbe una affluenza boom e però un mulione in piu tutti che votano il solito tizio puzzerebbe troppo....allora meglio 2 milioni in più con 2 su 3 che votano il tizio e 1 su tre a caso ....

mamma quanto sono maligno oggli...a pensare male si fa peccato e si finisce all'inferno,

bruno bassi ex....dissidente 09.12.13 08:21| 
 |
Rispondi al commento

questi pseudogiornalisti hanno rotto le scatole.
senza di loro questa casta politica di predatori e parassiti sarebbe a casa da tempo.
sono i pennivendoli che in cambio di mezzo milione di euro leccano il culo e difendono la casta.
se non ci fossimo stati noi i predatori ed i loro pennivendoli la avrebbero fatta franca.
dalla reazione dei politicanti e dei pennivendoli questa rubrica ha raggiunto il suo scopo.
aggiungerei che ad ogni pennivendoli indivato gli dobbiamo tirare secchiate di merda di porco

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 09.12.13 08:19| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna andare a lavorare per guadagnarsi da vivere e non vivere da parassiti. Io con le tassa che pago voglio che l'Italia migliore e ci diano più sevizi e non che siano distribuiti per scialarsi questi della casta. DOVETE ANDARE VIA NON VI SOPPORTIAMO PIÙ, COME BISOGNA FARVELO CAPIRE?

Francesco De Marco 09.12.13 08:16| 
 |
Rispondi al commento

Pietro Ancona
Il suicidio del PD

Non credo per niente ai tre milioni di voti che nessuno esterno al PD può verificare. A giudicare da quello che ho visto a Palermo ha votato meno gente delle ultime primarie. Può darsi che i tre candidati abbiano deciso di aggiungere un milione di voti o più a quelli effettivamente votati per dare maggiore autorevolezza all'evento ed alla investitura di Renzi. Come si fa a saperlo c on certezza?

Credo che ieri il PD abbia concluso la sua vita e si sia "rottamato". Per attutire l'impatto dell'evento sui militanti inconsapevoli di questo significato del voto e che ha votato per lui Renzi ha pronunziato la parola "sinistra" dicendo che questa non è morta ma è finito soltanto un suo gruppo dirigente. Questa rassicurazione non richiesta è davvero la prova che tutto il gruppo dirigente proveniente dal PCI è stato definitivamente sconfitto e messo fuori scena. Il lungo cupio dissolvi iniziato alla Bolognina è finito.
Il movimento o partito che è nato ieri è soltanto un seguito personale di Renzi. Proprio come Forza Italia è un seguito personale di Berlusconi ed il Movimento Cinque Stelle un seguito di Beppe Grillo. Non si voterà mai più per una idea ma per una persona. Le idee sono state abolite. Apparentemente tutte. Nella realtà sono state abolite soltanto quelle della sinistra.
Intanto pare che ieri il Congresso di Rifondazione Comunista non sia riuscito ad eleggere un Segretario.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 09.12.13 08:13| 
 |
Rispondi al commento

ah beppe... ha ragione Scanzi quando dice che così facendo ti tiri la zappa sui piedi.. crei pretesti per attaccarci ulteriormente e soprattutto metti in difficoltà i nostri deputati e senatori che tanto stanno facendo bene con coraggio.. tanto coraggio!! Non rendergli il compito più difficile e attenzione.. in questi giorni i media non mancano di accostare il decaduto Berlusconi (è lui stesso a farlo) a Mov5S e non importa cosa noi pensiamo o facciamo.. il messaggio che arriva alla gente è che ce la filiamo con lo psiconano!! Ti prego stai attento alle prossime mosse che farai o perdiamo credibilità anche se ingiustamente ma perdiamo voti e non ce lo possiamo permettere!!

angelo mazzacani 09.12.13 08:05| 
 |
Rispondi al commento

Questa rubrica è giù diventata autoreferenziale. Si mette all'indice il giornalista che difende un altro giornalista da questa rubrica. La prossima riguarderà un giornalista che difende un giornalista che difendeva un giornalista da questa rubrica. I giornali fanno già abbastanza schifo anche senza che ci mettiate questo blog a provocarli per far scrivere cazzate. Per favore smettetela. Pensate all'ecologia, alla tanta carta e inchiostro che vengono sprecati ad ogni nuovo post, al tempo che le persone perdono a sentire autodifese come questa. Piuttosto segnalate chi scrive cose sensate, fate prima ed è utile al prossimo. Basta liste, ci vuole la concorrenza. BASTA. Fateci leggere qualcosa che abbia la precisione graffiante di un pezzo di Travaglio o di una inchiesta della Gabanelli. Finché si leggono cazzate, qualcuno avrà il dubbio che non c'è nulla intorno ed M5S sia solo la brutta copia della lega. M5S è un partito nato ieri da istanze reali di cui tutti stanno prendendo atto, compresi i partiti più incrostati. Di questo dovete prenderne atto altrimenti il rinnovamento, del tutto necessario, lo faranno altri. In fondo agli italiani interessa il cambiamento, non chi aspetta il 100% dei consensi su un Paese che va in cenere. Tornate a essere rilevanti! Non importa se con il 50 o il 5%. Non perdete altro tempo, altrimenti il cambiamento lo farà qualcun altro.

Peter Amico 09.12.13 07:07| 
 |
Rispondi al commento

Dopo mesi di propaganda pro M5S in piazza Duomo Milano, fra pensionati, dopo aver fatto il post
seguente: “Pertini sicuramente uomo onesto; però, intanto Craxi faceva i suoi affari. Forse un altro Presidente, meno onesto, si sarebbe accorto di cosa succedeva alle sue spalle. La Moglie, che non si è mai vista insieme, forse aveva capito il gioco”.
Sono stato bannato dalla comminity M5S di google. Ti chiedo: Se M5S ha 51%, devo preoccuparmi?

vincenzo positano 09.12.13 06:44| 
 |
Rispondi al commento

si certo! -.-' Grillo Montana (Tony Montana)
Poi si lamentano che i giornali non si vendono più! e per forza,scrivono certe idiozie.. c'è mo grillo rincorre i giornalisti per fucilarli!! MA DAI! è anche uno spreco di carta e di energia,nonché di inchiostro (che è altamente inquinante perché pieno di solventi chimici) stampare certe idiozie.. pensate a quanta energia risparmieremmo ogni anno se evitassero di scrivere certe cose.. e pensate a quanti alberi risparmieremmo..
Poi perché non fanno giornali e libri (anche scolastici) con carta riciclata? (BO(!?)
*****
Perché nelle scuole non raccolgono la carta per portarla al riciclo dove potrebbe essere lavorata e trasformata in nuovi libri di testo a costo sicuramente inferiore,nonché altamente ecologici!! CHE IDEA!! Xd
*****

Domenico G., cardito Commentatore certificato 09.12.13 05:23| 
 |
Rispondi al commento

Al caro, "giornalista" Francesco Merlo, e al 99% dei media italiani di fatto organo di stampa dei vari partiti politici ...

Questa si chiama legittima difesa...

Welcome to the internet age...

da w., estero Commentatore certificato 09.12.13 04:31| 
 |
Rispondi al commento

Con le "liste di proscrizione" avete messo la ciliegina sulla torta di m**** di questo letamaio.
Vergognatevi!

Beppe Rossi 09.12.13 04:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono provocazioni trappola:
se cerchi di difenderti da queste assurdità metti alla gogna; se non ti difendi rincarano la dose.

E' il gioco sporco che hanno imparato benissimo a fare in ogni fazione politica quello in cui si cerca di far perdere voti all'avversario parlandone male, e poi parlandone peggio quando si difende.
Non ci sono contromosse efficaci a questo tipo di attacco se non forse quella di ringraziare questi giornalisti per il loro magnifico lavoro, a mo di sfottò, che ben si intenda!

Antonino Di Bella, Catania Commentatore certificato 09.12.13 03:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma il delirio dello psiconano?

ilmorsodizenone 09.12.13 03:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Francesco, ( sempre diffcile spiegare le cose semplici ), se Lei difende dei Signori di cui NESSUNO è responsabile --ma-- per cui io percepisco 480 Euro mese di pensione e le pongo un quesito... provi Lei a vivere con questo sostegno, e lasci perdere i doppi sensi == il M5 Stelle che è l'unico che non ha preso 42.000.000 di Euro di rimborsi... Elettorali!
al contrario con le mie trattenute "finanzio" anche il giornale "La REpubblica" senza mai averlo approvato...
Buona fortuna per quando finiranno i finanziamenti, per cui anche io che sono poco brillante per l'età - ho capito da dove arrivano le Sue affermazioni -- mi vorrà scusare = e perciò siamo seri == NESSUNO la Obbliga a rimanere al Giornale La REpubblica...o NO!? si sa che tutto è ciclico.

Rip Kirby, Castelleto d'Orba AL Commentatore certificato 09.12.13 03:23| 
 |
Rispondi al commento

Merlo, Lei mi ha completamente convinto. Ognuno deve poter esprimere le proprie opinioni e, nonostante le Sue non le condivida, deve poterle stampare. Però mica si può fare a spese degli italiani. Perciò pregherei il Suo direttore di restituire gli ultimi 10 anni di contributi pubblici al giornale su cui scrive. Per il resto, Lei sarà sempre libero di continuare a scrivere quel che vuole. Ma non a nostre spese, ovviamente

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 03:14| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento

Forse all'illustre giornalista di Repubblica.pd sfugge che la richiesta di "segnalazioni" sui suoi simpatici colleghi, non riguarda la loro eliminazione fisica, ma il semplice e ironico sputtanamento che il nostro blog si divertirebbe a compiere, visto il vergognoso boicottaggio, la menzogna e la disinformazione ridicola che vengono esercitate quotidianamente a nostro danno. E senza alcuna differenza tra quotidiani di sinistra e di destra, tutti uniti dall'interesse di casta per spazzare via ogni possibile alternativa.
Per quanto riguarda l'arte di indicare a dito i bersagli, nella quale La Repubblica è maestra, vorrei ricordare, piuttosto, gli articoli di fuoco di Giorgio Bocca contro Marco Biagi, che guardacaso anticiparono di poche settimane la sua esecuzione... Meditate gente di scarsa memoria. Grazie per l'ospitalità.

alessandromag 09.12.13 01:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Caro" Merlo (o Cornacchia? ^.^) secondo me lei straparla!..paragonare le invettive (anke rabbiose a volte..giustamente x la caccia alle streghe contro il M5S) d Grillo ai metodi usati dai fascisti (ke spaccavano teste, fucilavano..) e dai mafiosi (piedistallo in cemento, scioglimento nell'acido ecc..) per mettere a tacere nemici o oppositori è abnorme..nn ha il senso del ridicolo! ^_^
detto questo, condivido in pieno quel ke scrive Ileana B. d Savona..questo tiro al piccione (pappagallo) pennivendolo nn porta da nessuna parte..
I giornalacci d regime (come il "giornalismo" televisivo) sn talmente marci e faziosi ke cadranno da soli come 1 pera matura!..e poi sn talmente tanti i pennivendoli a libro paga della Casta ke nn basterebbe 1 post al giorno x "zittirli" ! ^-^

Manuele V., Marche Commentatore certificato 09.12.13 01:23| 
 |
Rispondi al commento

E il Merlo disse al Corvo:
"Come sei nero!"

Wendy Carnemoll, Roma Commentatore certificato 09.12.13 01:19| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente si può segnalare! Invece di ricorrere a scrivere ai parlamentari, era l'ora!

Gloria V., Sesto Fiorentino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 01:16| 
 |
Rispondi al commento

Questo Merlo è obbligato dai suoi capi a scrivere queste cose altrimenti sarebbe licenziato. Non può scrivere diversamente lo lasciano a casa. Lui è sotto obbligo, sotto stalking dai suoi padroni. E' uno che diversamente non saprebbe ricollocarsi anche a causa delle sue scarse capacità perchè l'errore è a monte quando lui è stato messo li dentro il giornale da una raccomandazione di un politico.

Luca 5 Stelle Commentatore certificato 09.12.13 00:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL GIORNALE REPUBBLICA è il giornale che non leggo più da un pezzo ossia quando ho capito che provano a fare il lavaggio di cervello a chi lo legge. è normale che il giornalista che vi lavora si deve guadagnare la pagnotta assecondando il suo direttore politico in questo caso di sinistra .però oggi sono cambiati i tempi anche se le maggioranze sono convinte di essere dei super cervelli e non solo, perché non ragionano col suo cervello ma elaborano quello che scrivono e dicono altri. purtroppo per noi italiani questa è la verità. stanno cambiando i tempi e le gente vuole essere informata ,e si accorge se gli raccontano balle.ecc. operai che qualche anno fa erano in sciopero per motivi politici. oggi hanno strappato tessere. e non è facile sottometterli ai voleri dei sindacati e dei riferenti partiti.si stanno svegliando .tant è che chi si è preso il potere ha paura della gente che si ribella e vuole i suoi diritti. stai tranquillo Grillo più che parlano male di te più si fregano da soli. facci caso. B. R. RENZO BENEDETTI VIAREGGIO / CARRARA

renzo benedetti (b.r. o cabalo), viareggio Commentatore certificato 09.12.13 00:47| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di questo comportamento allucinante di certi giornalisti, mi viene in mente un episodio personale, risalente a un’altra epoca e a un altro pianeta, l’Ungheria dei primi anni ‘70. Mio padre era uno scrittore e personaggio pubblico che oltre a scrivere narrativa, si occupava anche di temi sociali e nei suoi articoli spesso andava controcorrente.

In un’occasione l’inviato a Budapest del noto settimanale tedesco Der Stronzen, tratto in errore dal cognome di mio padre che potrebbe anche essere un nome femminile, in un articolo l’ha apostrofato come: “quella vecchia scrittrice stalinista”. Mio padre all’epoca aveva 40 anni circa, era maschio e aveva diversi difetti, ma non certo quello di essere stalinista :-))

Francesca B., Ovada Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.12.13 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Certo la faccia di culo come la tua non ce l'hanno! Ma la prima cosa da fare è togliere il finanziamento pubblico all'editoria così vediamo a chi vai a leccare il culo

cicciopgt 09.12.13 00:27| 
 |
Rispondi al commento

Caro giornalista io credo che questi giornalisti sono morti perchè hanno lottato da soli e lasciati soli anche dalla stessa categoria giornalistica. E' ancora oggi tanti giornalisti sono ancora soli a rischiare la vita mentre voi fate altro!
Adesso invece tutta la vostra categoria attacca
Massicciamente contro un movimento di nove milioni di idee trasparente.
Io spero x un paese migliore e bravi giornalisti che lavorano x la verità e la giustizia.

claudio a., verona Commentatore certificato 08.12.13 23:58| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sig. Merlo, sappia che di violenza nel M5S non c'e' neanche l'ombra. Rabbia si', tanta soprattutto quando voi tutti giornalisti non alzate la penna per scrivere le angherie a cui sono sottoposti i Parlamentari 5 Stelle e il ricorso ai saggi per deleggittimare le commissioni dove tanti coperchi sarebbero stati levati per denunciare gli inciuci fra PD-L e PDL e il sistematico ricorso ai decreti-legge se non alla fiducia per escludere ogni intervento parlamentare. Un esempio recente la furbata di inserire nella legge vs il "femminicidio"l'art. che escludeva l'abolizione deel province. Atto non certo appartenente al repertorio dei "Grillini. Dove e' finita la sua onesta' professionale?

NUCCIO N., MONZA Commentatore certificato 08.12.13 23:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mamma mia. Questo è proprio in gamba sto giornalista. Chissà la casta quanto gli pagherà al mese

aniello grauso 08.12.13 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'sto merlo deve avere seri problemi mentali.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.12.13 23:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonostante abbia votato Grillo per la ventata di novità, adesso sono già da parecchio tempo pentito sia di Beppe ma ancor di più dai modi (suggeriti dal grillo Casalecchio).
Non si può pensare solo a sparare nel mucchio senza proporre qualcosa! Totale delusione e questa delusione la condivido con altri amici che come me si erano entusiasmati per la ventata di novità iniziale di Beppe (ma non sapevamo dei suggeritori e di altro).

Giuseppe Bacchetta 08.12.13 23:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si vabbè
Intanto però i Pentastellati sono menati in parlamento da sti quattro cialtroni che rappresenti, caro Merlo.

Ric Res 08.12.13 23:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OCCHIO BEPPE CHE ADESSO QUESTI GIORNALISTI FIGLI DI PUTTANA SI STANNO INVENTANDO UN' ALLEANZA CHE NON AVVERRA' MAI TRA IL M5S E FORZA ITALIA DI BERLUSCONI, LA CHIAMANO ASSE M5S FORZA ITALIA E L' HO LETTO SULLA GAZZETTA DI PARMA OGGI 8 DICEMBRE 2013, L' ARTICOLO E' STATO SCRITTO DA SERENELLA MATTERA A PAGINA 2.

SIMONE FALBO (slayer '79), Salsomaggiore Terme (Parma) Commentatore certificato 08.12.13 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Un grande grazie a tutti i "giornalisti" italiani per questo grande risultato, PARTLY FREE, onore e gloria: http://www.freedomhouse.org/country/italy

siamo tra quelli che rappresentano il 15% , peccato: http://www.freedomhouse.org/regions/western-europe

Franz M., Everywhere Commentatore certificato 08.12.13 23:27| 
 |
Rispondi al commento

Terroristi, camorristi,mafiosi. Pover'uomo,quanto deve essere disperato questo Francesco Merlo per dover reagire con epiteti così. Quanta violenza nelle sue parole,quanta paura nel suo cuore. Quale potenza di fuoco,sfoderata dalle pagine del secondo quotidiano italiano, per allontanare quello che evidentemente soffre come un movimento che rischia di compromettere la sua culla sociale di benessere,privilegio e stabilità. Sono questi i giornalisti che incancreniscono, da decenni, la dialettica e impediscono il fiorire della democrazia. Occultano i problemi, sfuggono al confronto sulle cose, incendiano tutto pur di non mettere in forse la propria coscienza e sopravvivenza economica, sociale,culturale.

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 23:13| 
 |
Rispondi al commento

MI AUGURO CHE INTERVENGA L'ORDINE DEI GIORNALISTI PER SANZIONARE QUESTA VIOLENZA VERBALE DEL GIORNALISTA CHE NON NULLA A CHE FARE CON UN LEGITTIMO DIRITTO DI CRITICA.
ANCHE IN QUESTO CASO CI SONO GLI ESTREMI PER UNA QUERELA SIA PER IL GIORNALISTA CHE PER LA TESTATA.

domenico c., cerda Commentatore certificato 08.12.13 23:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ragazzi,
ma cosa vi fà pensare che voi possiate scrivere tutto di tutti e gli altri non si devono minimamente permettere?
cioè negli articoli di questo blog vengono derisi persone, cose e fatti, con pigliate per il culo estreme e pesci in faccia.
Gli altri però devono stare zitti.
NO critiche, no menzioni, no domande
( che sembrano fatte tra l'altro in modo decente)
.

mie cari, a me sembra che state imbestialendo l'educazione a ricevere e dare critiche.
in questo modo vengono attratte solo persone come voi, meschine e semplicemente arrabbiate.
ormai non vedo più qui un commento decente, vedo che quasi tutti i commenti vengono scritti da persone ottuse e piene di rabbia.
e inoltre mi sembra di capire che questi post vengono messi solo per dare sfogo a loro, a questo tipo di gente.

mi viene da pensare che se andaste al governo, come vi comportereste con le critiche?
con l'olio di ricino?
in quanti lo hanno capito?

bòh, riflettiamoci un attimo.

(sono automaticamente diventato troll? :) )

dario gasparro 08.12.13 23:07| 
 |
Rispondi al commento

STO CON GRILLO, certi giornalisti allineati con il Palazzo PD se fossero seri e corretti non eviterebbero di scordare palesemente o ignorare certe notizie scomode . . Ecco alcuni esempi: La presidente della regione Umbria del PD agli arresti, la sig.ra Sindaco calabrese del PD agli arresti, l ex presidente della regione Abruzzese Del Turco del PD condannato, la segretaria di Bersani rinviata a giudizio, l aeroporto di Rimini fallito e amministrato dal sig Sindaco del PD riminese, la vicenda scomoda di Penati da Pavia . . . . . Ricordo molto bene la vicenda delle ville di Grillo in Costarica, tutti i giornalisti servitori-lecchini-lacchè hanno ricamato a lungo senza vergogna su questa non/notizia e ora fanno gli offesi , . .FORZA GRILLO non mollare un centimetro a questi viscidi informatori di regime.

Carlo nizzola 08.12.13 23:04| 
 |
Rispondi al commento

grandissima idea quella di segnalare i giornalisti....unico risultato altro fango e notorietà a giornalisti ed articoli che avrebbero letto in due...complimenti..una strategia alle comunicazioni no? dai non roviniamo tutto il lavoro fatto..finitela subito

dino a. Commentatore certificato 08.12.13 22:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma perchè ci stiamo occupando di questa c.z.a.a con tutti i problemi che abbiamo?
Beppe ma non ti sembra che ci siano cose + serie da discutare? E POI FINCHè NON AVRAI IL CORAGGIO DI DIRGLIELO IN FACCIA GUARDANDOLI NEGLI OCCHI LA DOVE LO CONTINUANO A DIRE... beh per me non hai voce in capitolo...una GRILLONA CHE NON E' DACCORDO!!!!!!

cinzia biondi, roma Commentatore certificato 08.12.13 22:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La risposta alla OPPO-bugiarda di Crimi, che da gran SIGNORE si è da subito dissociato da qualsiasi insulto personale da parte della rete nei suoi confronti:

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=566344610112550&set=a.447215738692105.1073741829.440987599314919&type=1

Franz M., Everywhere Commentatore certificato 08.12.13 22:17| 
 |
Rispondi al commento

Sig. Merlo, lei è veramente fuori tema, che cosa sta temendo? Le ricordo che il M5S è perfettamente democratico, accetta le idee di tutti ed è pronto a discutere con tutti, ma vogliamo gente intellettualmente onesta, non prevenuta, non in mala fede, che si confronti con noi civilmente, senza demonizzare e soprattutto senza diffamare l'unico movimento che rappresenta per noi italiani che lo votiamo, e sempre più lo voteremo, l'unica e ultima speranza di vero cambiamento di questo paese corrotto e marcio fino al collo a causa della pessima politica dei due partiti che lo hanno mal governato da venti anni a questa parte, uno dei quali è quello che detta la linea editoriale del giornale per il quale lei lavora prendendo uno stipendio ancora pagato con finanziamenti pubblici, fino a quando non riusciremo a fare eliminare anche questo ignobile finanziamento. Quindi, comprendo bene che, essendo lei un dipendente a libro paga del PD che "possiede" La Repubblica, lei debba scrivere su questo giornale ciò che le viene ordinato, ma qui casca l'asino, lei deve scrivere cose vere non falsità e non avrà nulla da temere dal M5S perché siamo democratici, le critiche le accettiamo democraticamente, come è giusto che sia in un paese civile, se non diffamatorie. L'aspettiamo con fiducia al prossimo suo articolo e da li capiremo che strada vuole seguire, se quella dell'onestà intellettuale e della verità, o se quella dettata e imposta dall'alto del PD collegato al suo giornale della falsità e della diffamazione verso un movimento che vuole cambiare L'Italia democraticamente non con i manganelli da lei evocati

Paolo Camba 08.12.13 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Scanzi è un altro "giornalista" dal quale occorre prendere le distanze. La sua natura subdola di radicata partitocrazia, si evince dai suoi articoli che scrive con la presuzione di un dotto politologo che spesso è presente nei talk show televisivi, lui preferisce la rete, ma la sostanza non cambia. Il suo ultimo articolo:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/12/08/caso-oppo-lautogol-di-beppe-grillo-e-i-giornalisti-resi-martiri/805201/

M S., Roma Commentatore certificato 08.12.13 22:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hanno la bava alla bocca i tenutari della tessera n1 del pdmenoelle, la stessa bava che hanno i politici anticostituzionalmente eletti.
PROBLEMA: restare non violenti, nella maniera più assoluta, poichè questi tizi qua andrebbero a nozze, come d'altronde è parzialmente successo in Val di Susa: qualsiasi forma di ancorchè minima violenza scatenerebbe e giustificherebbe la repressione del sistema e soprattutto darebbe allo stesso una ragione 'ideale' del tipo: 'per fortuna ci siamo noi'. Azione e reazione. NON caschiamo in questa trappola e stiamo attenti all'infiltrazione di soggetti manipolati o meno in future manifestazioni.
Ciaoooooooo

claudio 08.12.13 22:02| 
 |
Rispondi al commento

FAVOLOSO . Uno dei tanti tentacoli della piovra, uno degli ormai molteplici crampi del sistema crollante..

FAVOLOSO perché nel analizzare la tipologia degli attacchi che si sferrano verso il M5S si evince che LA PAURA ormai è fuori controllo. Ormai non sanno più cosa inventarsi per abbattere ormai un avversario incontrollabile. Un avversario politico che per la sua natura, indipendente, non ha nessun legame con MAFIA e CRIMINALITÀ. Un movimento politico che a breve taglierà tutti i cordoni ombelicali che sostengono il sistema perverso, di stampo mafio-criminale.

FAVOLOSO percepire che i loro crampi si intensificano esponenzialmente con il passar del tempo.

Siamo sulla strada giusta!

In alto i Cuori, senza mai fermarsi.

Franz M., Everywhere Commentatore certificato 08.12.13 21:57| 
 |
Rispondi al commento

"pasar la monesa par quel che'a val" proverbio veneto.in questo modo tutte le mezze se... penne faranno a gara per diventare famose almeno per un giorno e in più potranno vantarsi di essere state appese al blog di grillo.

severino turco, bressanvido Commentatore certificato 08.12.13 21:45| 
 |
Rispondi al commento

La stupidità di certi giornalisti è oltre ogni limite! Non comprendono una semplice realtà che è sotto gli occhi di tutti. Il M5S e Beppe Grillo hanno sempre e incovertibilmente adottato la Non-Violenza nel portare avanti il proprio programma, e soprattutto sono riusciti ad intercettare un pericoilosissimo malcontento generale che altrimenti sarebbe stato facile preda di estremismi incontrollabili. E la stupidità di questi informatori di partito oltrettutto, non so ancora se volutamente o stupidamente, tentano in tutti i modi, con mille falsità e ipocrisie, di incattivare gli animi. L'opposizione del M5S è sacrosanta, anche nelle forme utilizzate da Grillo, sempre democratica e soprattutto coerente e appoggiata da milioni di italiani. Alla faccia di coloro che temono un cambiamento di onestà e equità in questo paese.

Claudio ., Verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 21:38| 
 |
Rispondi al commento

E' vero che i cosiddetti "giornalisti" stanno sparando a fuoco incrociato sul moVimento e sui suoi rappresentanti sin dall'inizio. Però credo che con questa "butade" della messa all'indice dei giornalisti, Grillo e di conseguenza tutto il moVimento, si é fatto un autogol pazzesco. Si può ribattere e confutare con i fatti quello che i pennivendoli scrivono. E' come voler eliminare lo spaccio di droga senza liberalizzarne la vendita. Per quei giornalistucoli ci vuole una cura "omeopatica", ovvero dare loro in pasto soltanto cose buone, così che sia sempre più difficile per loro farle risultare cattive. Questa faccenda della lista dei giornalisti "ostili" é una cazzata, scusate il termine, perché sono talmente tanti che faremmo prima a far l'elenco di quelli intelligenti.

Davide Longoni Commentatore certificato 08.12.13 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Beppe,non ragioniam di lor ma guarda e passa.si addice bene a Mario Merlo fra gli ignavi.(VILI)

aldo barone 08.12.13 21:20| 
 |
Rispondi al commento

...riri,riri,riri,ridicolo,pevero lui è proprio ben pagato per scrivere queste idiozie!!!

Corrado Cherchi 08.12.13 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Dove finiscono tutti i milioni del finanziamento pubblico?
Nei mega stipendi a direttori, capiredattori, amministratori delegati e a tutte quelle penne illustri che si ergono a guide morali che da anni non portano un straccio di notizia, ma commentano, avvertono, monitano.
La libertà di stampa è minacciata dalla miseria in cui vivono e lavorano migliaia di giornalisti sfruttati: dagli editori, dai direttori e, infine, dai loro stessi colleghi assunti con contratto a tempo indeterminato che quando scioperano, protestano, denunciano è solo per i loro privilegi di giornalisti professionisti e assunti mentre gli altri muoiono di fame.

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 21:13| 
 |
Rispondi al commento

Ciò che si critica nel passaggio finale dell'articolo sono i toni esasperati utilizzati dal sig. Beppe Grillo nei suoi comizi, toni che contribuiscono a esasperare le tensioni interne alla società civile italiana, in un periodo in cui si dovrebbe invece cooperare e ispirarsi ad un clima di solidarietà nazionale. Per quanto riguarda la questione generale del finanziamento ai giornali l'autore non si esprime. E' però innegabile che il sistema di schedatura e derisione dei giornalisti qui utilizzato ricordi la metodologia di gruppi ahimè fin troppo noti. Sembra quasi che, essendo la libertà di stampa un valore troppo difficilmente revisionabile, si cerchi di minarne le basi stesse, la credibilità cioè di chi scrive. Con la speranza che qualcuno mi legga con occhio critico e ponderatore, vorrei infine ricordare che la deligittimazione delle istituzioni storicamente non ha mai portato al nuovo eden come si poteva pensare, ma spesso e più facilmente ad abissi NERI e ciechi.

FM 08.12.13 21:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma non sarebbe meglio fare qualche post sulle politiche europee del M5S anziché prendersela con i giornalisti che criticano Beppe o il M5S? Non dimentichiamoci che ci saranno le elezioni tra qualche mese! I giornalisti ignoranti si screditano da soli.

Carmelo Di Stefano 08.12.13 21:10| 
 |
Rispondi al commento

Più che un Merlo mi sembra una cornacchia

Giuliano Pasqualotto 08.12.13 21:00| 
 |
Rispondi al commento

Ad esclusione de Il Fatto Quotidiano, tutti gli altri quotidiani ricevono danaro pubblico, cioè il nostro, ed appartengono per di più ad editori impegnati in politica, nell'industria, nella Sanità, ecc. Tutti editori in un modo o nell'altro interessati a venderci le notizie in un certo modo.
E' qui che casca l'asino: non si può fare affidamento su alcun giornalista al soldo di un editore. Sono tutti polarizzati e fanno un danno alla buonafede di tantissimi lettori quando raccontano fatti in modo non asettico nè cristallino oppure quando non le raccontano affatto perché non conviene al loro editore.
Sono i giornalisti che aggiungendo veleno al veleno messo in campo dai politici hanno esacerbato i rapporti tra tutti e con tutti creando questa atmosfera irrespirabile. Non c'è più onestà intellettuale e quindi qualcosa bisogna fare per rinnovare anche il settore editoriale dalle fondamenta. Forza M5S fate proposte in Parlamento, siete gli unici che possono farle e vedremo chi vi seguirà e chi non.

Giancarlo Milani 08.12.13 21:00| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 9)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Davvero ottima l'idea del giornalista del giorno (che da come siamo mesi in Italia offrirà spunti per i prossimi 20 anni)!

Noto con piacere che piddini, pseudodifensori della libertà e troll non dicono una parola sui contenuti espressi e la loro ovvia falsità ma continuano a cianciare concetti completamente scorrelati (cambiare argomento è la classica difesa di chi viene colto in fallo).

La difesa più divertente che viene usata è "i giornalisti possono parlare male di chi vogliono in base alla libertà di espressione ma se lo fa Grillo additando le metodiche diffamazioni di cui è vittima allora è un fascista che emette liste di proscrizione";
la libertà di espressione è molto elastica e relativa :)
Ovviamente se i cittadini son tutti uguali non si capisce perchè dei giornalisti anche famosi non si possa parlare: casta di intoccabili? (la casta dei giornalisti è nata con il fascismo....)
Insomma i giornalisti possono parlare per dogma divino ma nessuno osi parlare di loro!
anzi, tutti a difenderli e graziarli anche quando sono dei Sallusti.


È vero che Francesco Merlo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso. Sempre più però il suo codice di violenza, i suoi roghi, le sue scomuniche, i suoi avvertimenti, i suoi manganelli foscamente rimandano alla "sgrammatica" dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi...
una perifrasi fantastica: basta cambiare il nome e va bene per chiunque (ma se lo fate voi vi arriva la polizia a casa).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 20:58| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 11)
 |
Rispondi al commento

e' un'ovvietà ma l'informazione sulla tv di stato Fa schifo! TG IN TESTA! NESSUNO ESCLUSO!

antonella b., Cremona Commentatore certificato 08.12.13 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Non si vuole far fuori nessuno. Il movimento toglierà il finanziamento ai giornali. Punto e basta. Sopravviveranno i giornali che i lettori decideranno di comprare perché pubblicano articoli interessanti e sinceri. La gente è stanca di sentirsi presa in giro o di non aver voce in capitolo.

simona t 08.12.13 20:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto il mondo segue il blog di Beppe e questa rubrica rivelerà al mondo che gli italiani non sono rimbambiti, questa rubrica era indispensabile all'Italia.

Corrado Allegro, Verbania Commentatore certificato 08.12.13 20:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il"..non è ancora.." del sig.Merlo è davvero fantastico,non sanno andare oltre la cattiveria e l'infamia."Se non puoi attaccare un ragionamento,attacca il ragionatore",sosteneva Paul Valery,ed è sempre cosi da parte di certi giornalisti dipendenti,sputtanano il movimento con supposizioni,argomentano tesi inesistenti e concetti spesso basati su balle e manipolazioni.Sono alla frutta,e lo sanno,e son sempre li ad aspettare le occasioni per sputare poi per un'intera settimana,bisogna quindi non dargliele queste occasioni,andiamo OLTRE!

Andrea B., Cadorago Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 20:30| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente ben fatto. Chi è venduto ed ha tradito la professione per una mancia in più va sputtanato. I cittadin devono sapere chi sono coloro che stanno diffondendo menzogne... Per fortuna sempre più gente è preparata ed ha iniziato a ragionare con la propria testa!

raffaello raffaelli, arezzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 20:25| 
 |
Rispondi al commento

..povero Merlo.....non ha ancora capito niente
del M5S...ma forse è un "pennivendolo"???

pasquino 08.12.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...Oggi festeggio....non acquisto più il quotidiano Repubblica da un anno esatto...

caterina c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento

"Il Grillo volò sul nido del merlolo" è il titolo di un film dell'esordiente Valin Qublik. Narra delle vicende di uno stuolo di giornalisti che usando inchiostro pubblico difesero strenuamente i loro lauti stipendi dalla giusta indignazione dei cittadini/insetti. Finalmente dopo aspre e democraticissime battaglie i giornali non ebbero più a disposizione inchiostro pubblico e dovettero usare parte dei lauti stipendi per comperare inchiostro d'impresa. Per fortuna dei giornalisti il venir meno dell'inchiostro pubblico non rovinò i loro datori di lavoro che dopo appena tre mesi restituirono i lauti stipendi beandosi delle grandi vendite di bellissimi ed interessantissimi articoli stampati ed editati elettronicamente.
Fu a questo punto della storia che i giornalisti unitisi in gran congresso decisero di fare una mega edizione unificata che dedicarono ai cittadini/insetti. In questa storica unica edizione essi dettero ad intendere di aver capito che era molto più appagante l'esser remunerati dagli acquisti dei loro fedeli lettori piuttosto che dalle tasse versate da tutti quei cittadini/insetti che non avevano tempo o desideri o di accrescere il loro sapere leggendo i loro articoli.
Certo non furono proprio tutte rose e fiori e qualche giornale dovette chiudere, ma i suoi ex giornalisti furono sostenuti dalla provvidenza pubblica finché non riuscirono a reimpiegarsi.
Parecchi di questi furono assorbiti da quelle straricche testate per rendite pubblicitarie e penne altisonanti e magnetiche per centinaia di migliaia di lettori appassionati.
Non ci furono spargimenti di sangue ma baci e abbracci e grandi cose furono compiute usando quei tanti soldini che fino ad allora erano stati spesi per l'inchiostro pubblico. Tutti ne ebbero a godere, tanto i cittadini/insetti quanto i giornalisti/cittadini
E così vissero tutti felici e contenti.
Prossimamente in tutte le sale cinematografiche virtuali apribili all'occorrenza nelle menti dei cybernauti giovani e vecchi
Valin Qublik

valerio de bei 08.12.13 20:13| 
 |
Rispondi al commento

ma perché perdiamo tempo con questa roba. dedichiamoci a promuovere le Europee e a coinvolgere chi non andrà a votare.

Giulio B. Commentatore certificato 08.12.13 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono i giornalisti pagati con i nostri soldi,di sicuro non hanno la coscienza pulita..........

franco bozzato () Commentatore certificato 08.12.13 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ti preoccupare troppo Merlo.............. se rimani senza lavoro, il reddito di cittadinanza ci sarà anche per te, anche se non meriti ...
mi ricordi quegli operai degli anni 50 60 che non scioperavano ma poi si prendevano anche loro i diritti che gli altri conquistavano lottando...la storia si ripete!!!

caterina c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 20:02| 
 |
Rispondi al commento

Sono daccordo con la linea di Grillo.

Se un giornalaro venduto scrive un articolo fuori deontologia solo per scaricare rabbia senza argomentare su uno che gli sta antipatico, va fermato.

Non penso a gambizzarlo, nè a picchiarlo, nè a sputargli per strada, ma l'idea di avvertire i cittadini che quel giornalista è venduto è giustissima.

Se punti un faro addosso a uno che fa cose brutte, magari smette senza bisogno dell'intervento dei tribunali o dell'ordine dei giornalisti (che ovviamente non esiste).

La levata di scudi non è casuale: si è toccato un collega, e ovviamente diventano tutti particolarmente empatici.

Se si facesse una bacheca per segnalare i farmacisti non deontologici ho il sospetto che verrebbe apprezzata da tutti.

La oppo ha scritto cose vomitevoli, merlo forse anche peggio, io voglio che la cosa venga sottolineata e ricordata a tutti.
Ora non rischio più, aprendo un giornale o un sito, di leggere oppo o merlo senza un pesante e sacrosanto pregiudizio.

fabrizio castellana Commentatore certificato 08.12.13 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avreste ragione se questo vostro timore fosse vero
e non artatamente esagerato ,costruito solo per cercare di metterci in difficoltà.
La gente ,quella vera ,che non si matte in fila per
continuare a scegliere chi li deve continuare a in..
cu....lare (Pippo!ilNuovo Illusionista(Renzino)! il
mio tessoro del signore degli anelli (Cuperlo)!)si è
ormai resa conto che non servite a nulla e che siete
sterili come vecchie baldracche.
Per cui non saremo noi a farvi del male ve ne siete
fatto già da soli non facendo il vostro lavoro,semplicemente il giornalista

angelo 08.12.13 19:51| 
 |
Rispondi al commento

Proviamo a fare un esperimento, sostituiamo il nome di chi questi giornalisti attaccano, nel nome della liberta` di stampa, con il loro,
chissa` se accetterebbero spensieratamente la critica... :

Dall'articolo di Francesco Merlo, giornalista de la Repubblica, "Il manganello di Francesco Merlo":
" [...] Certo anche io sono un giornalista e non mi fa piacere che già domani potrei essere esposto (ancora una volta) alla gogna. Ma è giusto ricordare che gli ultimi elenchi di giornalisti, le ultime schedature di "obiettivi sensibili", le hanno fatte in Italia quelli che poi, dopo qualche anno, aspettarono in via Solferino Walter Tobagi. E, a ritroso, i camorristi che inseguirono la Mehari di Giancarlo Siani e i mafiosi che pedinarono Pippo Fava sino alla sede del teatro stabile di Catania. È vero che Francesco Merlo non è ancora terrorista né camorrista né mafioso. Sempre più però il suo codice di violenza, i suoi roghi, le sue scomuniche, i suoi avvertimenti, i suoi manganelli foscamente rimandano alla "sgrammatica" dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi."

Boris Ricci 08.12.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Pennivendoli, vendete il SUV e iniziate a risparmiare perchè tra un pò la torta di riso finisce per davvero. Siete una delle più grandi vergogne di questo squallido paese.

Alessandro Ranuncolo, La Spezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Questo Merlo è un provocatore , non cadeteci.
Questo Merlo è un puro calunniatore.
Ma come giornalista conosce l'etica di riportare notizie vere ? Sa cosa significa diffamare ?
O meglio ancora sa cosa è la stampa di regime ? Parla proprio lui che fa il giornalista in un paese dove la libertà di stampa è un miraggio , e si colloca negli ultimi posti nella graduatoria mondiale.
Questo giornalista in delirio parla di "Manganelli "????
Il movimento nei fatti è un incontro- scontro di idee,di opinioni, di proposte per migliorare l'Italia . Negli incontri regna sovrana la partecipazione, ci sono famiglie , giovani e vecchi e gli abbracci e l'unione gioiosa sono sovrane.
Parla di "sgrammatica dei terroristi, dei camorristi, dei mafiosi." ??????????????
Ma queste organizzazioni sono nascoste, segrete, delinquenziali e non si conoscono le persone che vi aderiscono, il loro fine è l'arricchimento personale o di un gruppo ristretto non il bene comune.
Il movimento è fatto di persone visibili e reali, alcune sono elette nel Parlamento .

Gli obbiettivi del movimento e di Grillo sono proprio quelli di risanare l'Italia dai mafiosi, dai corrotti, dalle caste parassitarie in modo da draghettare le risorse recuperate per lo sviluppo del paese.

caterina c. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 19:50| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, e caro Beppe, bisogna fare molta attenzione quando si attaccano la stampa ed in genere i media, per due ottime ragioni:
- nel bene e nel male, la stampa è necessaria: dove non c'è, o non è libera, imperano violenza e dittatura (quella vera);
- c'è il giornalista nemico, che travisa o inventa fatti e notizie per diffamare l'avversario (vedi Libero, o il Giornale), e quello anch'esso nemico ma che scrive opinioni, non ha importanza se sue o imbeccate da altri; sono certamente sempre o quasi sempre non condivisibili, perchè viziate dal pregiudizio e dell'interesse personale (o di categoria), ma pur sempre opinioni.
E questo è vero anche nei casi tipo quello di cui si sta discutendo, in cui questo Merlo - nomen omen - richiama fatti veri (Tobagi, Siani, Pippo Fava), per accostarli surrettiziamente a Grillo al fine di denigrarlo.
E' senza dubbio un'operazione ignobile, ma siamo nel campo delle opinioni e dei fatti presentati a sostegno di quelle opinioni.
Non dimentichiamo mai la frase di Voltaire: "non condivido le tue idee, ma mi batterò sempre perchè tu possa manifestarle".

Roberto B., Roma Commentatore certificato 08.12.13 19:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

attacco concentrico dell'"informazione" contro questa ottima proposta di beppe di segnalare gli articoli diffamatori e ingiuriosi, questa è legittima difesa continuiamo così. Leggevo poco fa che secondo Vermigli (Formigli di Piazza Sporca) questa sarebbe un'iniziativa che lede il diritto di critica, anche se non se ne capisce il motivo dato che nessuno impedisce a nessuno di scrivere ma si vuole semplicemente essere informati in maniera tempestiva degli articoli che insultano o raccontano falsità sul movimento. Avanti così beppe non dobbiamo mollare.

Fabrizio Cattani Commentatore certificato 08.12.13 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna riconoscere che in quanto a cazzate siamo quasi pari, tra chi dice che "a novembre l'italia fallisce"...(sarà l'anno prossimo???) e aggiunge "facciamo come l'Equador"... magari poi andremo a lavorare come loro, a cavallo di un ciuccio?.....mi pare che basta ascoltare e leggere per divertirsi.

Marcello Pelosi 08.12.13 19:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Francesco Merlo è riuscito nel suo intento: ha fatto parlare di se a tantissimi italiani che lo sconoscevano.

Stefano Monacò, Trapani Commentatore certificato 08.12.13 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè non ti concentri sulle cose serie - che a volte ne hai - e lasciar perdere le solite buffonate e pagliacciate?
RISPETTA LA DEMOCRAZIA E APPLICALA NEL TUO MOVIMENTO


Stanno perdendo la scodella percio, caro Beppe, ti temono in un modo cosi furioso. Abbasso i finanziamenti ai giornali, cari pennivendoli

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Caro merlo non vorrai dirci che hai bisogno della scorta.Volevamo soltanto dirti che adesso con la rete anche i semplici cittadini possono criticare i tuoi articoli.Possiamo anche capire che tu hai paura ,con la eliminazione del finanziamento pubblico ai giornali,di perdere il tuo lavoro e perciò sappiamo perché sei così accanito contro il movimento 5 stelle.Io ti consiglio di essere più obbiettivo nei tuoi articoli e vedrai che il giornale dove scrivi venderà più copie e tu continuerai a campare anche più felice perché non avrai padroni e dovrai confrontarti solo con i tuoi lettori.

giuseppe d., cagliari Commentatore certificato 08.12.13 19:32| 
 |
Rispondi al commento

massima solidarietà a Beppe e ai suoi post che attaccano i giornalisti.
Ogni giorno assistiamo a trasmissioni televisive dove ci sono giornalisti, conduttori, opinionisti, politologi, schierati apertamente che non avendo in studio nessun esponente del m5s presente, si permettono senza alcun ritegno di emettere sentenze e buttare fango sul m5s perchè prezzolati dai partiti.
Guai invece se uno cerca di difendersi attaccando a sua volta qualche giornalista o conduttore TV, casca il mondo.
Denunciamo pubblicamente queste persone ogni volta che possiamo è ora di passare al contrattacco non possiamo sempre subire passivamente senza poterci difendere perchè non andiamo ai talk show e altre trasmissione di m.

Armando ., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 19:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giornalisti: a condannare non deve essere Beppe Grillo ma l’Ordine
di PRESSappoco | 8 dicembre 2013
Commenti (238)

Più informazioni su: Beppe Grillo, Giornalisti, L'Unità, Movimento 5 Stelle, Ordine dei Giornalisti.
Share on oknotizie Share on print Share on email More Sharing Services 90

Esegesi del pezzo di bravura giornalistica della Oppo (giornalista de L’Unità), da più parti difeso e acclamato come intoccabile emblema del diritto di critica. L’incipit è tutto un programma.

“Ogni giorno una pagliacciata: così gli eletti a 5 stelle pensano di rendersi degni del loro capo”.

Secondo la Oppo tutti i parlamentari pentastellati, nessuno escluso, sono dei pagliacci, cioè persone poco serie. Così come sono poco seri gli oltre 8 milioni di italiani che hanno votato M5S e per “miracolo” hanno trasformato in parlamentari “un brulichio di piccoli fan” di Grillo (parole della democraticissima Oppo). I pentastellati, secondo la Oppo, primeggiano per pagliacciate (una al giorno per nove mesi fanno centinaia di pagliacciate): i dati reali dimostrano invece che i parlamentari M5S primeggiano per numero di presenze in aula, ordini del giorno, proposte di legge, emendamenti, eccetera.

“Sui tetti ci sono già saliti, ora non resta che tentare la via dei sotterranei, dove però le telecamere avrebbero qualche difficoltà a inquadrarli”.
Frase di ardua interpretazione: la Oppo sembra però suggerire che il posto giusto per i pentastellati siano le fogne. Una critica costruttiva.

“Ma, per fare casino in aula e fuori, i soldi pubblici che i deputati grillini si sono tenuti sono comunque troppi, anzi dovrebbero essere loro a pagare noi spettatori contribuenti per il disturbo; per non parlare della pubblicità gratuita che si fanno a spese delle reti tv. Anche se è tutta pubblicità negativa, visto che gli eletti a 5 stelle quotidianamente dimostrano di non saper fare e non aver ancora fatto niente di utile per il popolo italiano”.

Grazie al “casino” che il M5S fa in aula, in particola

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 08.12.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe lasciali perdere, non meritano niente. andiamo avanti con la pdl sul finanziamento all'editoria. li dobbiamo puntare.

Marco C., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 19:23| 
 |
Rispondi al commento

Dedicato a quelle persone che difendono questo tipo di giornalisti.
Andatevi a leggere qui a fianco,cosa scriveva la grande giornalista, pochi mesi fà su Crimi.
...e poi quelli che insultano, sono quelli del movimento? Ma per favore!

adriano 08.12.13 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Non si tratta di usare le pallottole, ma ai giornalisti che mentono, come agli stronzi di regime, una qualche rappresaglia un mio amico - non io - dice che la farebbe.
Tipo strisciare le loro macchine macchine con la chiave...
Non bisogna farlo però.

Però... però....

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 08.12.13 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Egregio sig. Francesco Merlo,
per cortesia non cerchiamo ancora agnelli sacrificali da immolare,o capri espiatori.
Già l'Italiani soffrono e sono offesi da una sporca politica.
Non spargiamo zizzania,ma seminiamo con senso civico per un mondo migliore.
Grazie

marco tuffanelli tuffanelli, Comacchio Commentatore certificato 08.12.13 19:13| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, "non ti curar di lor, ma guarda e passa". I boiardi di stato tra le loro "qualita'", hanno anche la vigliaccheria. Gente che chiama i Neri " uomini di colore" , i ciechi " non vedenti" e gli handicappati "diversamente abili" ( e via dicendo ) non possono che usare lo stesso linguaggio menzognero per screditare il Nuovo, di cui il M5S e' l' unico vero manifesto. Devono andare tutti a casa. E' solo questione di ( poco ) tempo.

victorio pezzolla, Milano Commentatore certificato 08.12.13 19:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il fatto che sguinzaglino i loro cani (per come scrivono ) per dare contro a Beppe ,vuol dire che iniziano a sentire il fiato sul collo !!

paolo b., ancona Commentatore certificato 08.12.13 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Questa del giornalista del giorno é proprio un'emerita cazzata. Dobbiamo dimostrare al popolo il valore ed il senso della democrazia diretta con la forza dei fatti e dei risultati non con queste pagliacciate. Personalmente ritengo che queste iniziative gettino un'ombra su quanto di buono é stato fatto. Dovete dare il tempo alla gente di capire e con queste idozie li allontanerete soltanto.

Piero T. Commentatore certificato 08.12.13 18:57| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Togliere immediatamente il contributo pubblico ai giornali. Buona serata a tutte/i

licia carra (licia, metanopoli), metanopoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 18:56| 
 |
Rispondi al commento

Questo Merlo è un pazzo!!! Ma come fanno ad essere cosi idioti? Ma guarda te che roba ha partorito sto coso

Fabio r. 08.12.13 18:50| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, non hai pubblicato la parte in cui Merlo taglia l'intervista di Dario Fo prendendone solo le parti dove si critica il tuo post e tralasciando (e questo credo si chiami manipolazione dell'informazione) le parti dove viene criticato il modo di scrivere gli articoli da parte di alcuni giornalisti con l'intento di "sputtanare" il M5S.

Maurizio Solazzo 08.12.13 18:46| 
 |
Rispondi al commento

Togliere immediatamente il contributo pubblico ai giornali. Merlo a casa.

stefano bertelli, Latina Commentatore certificato 08.12.13 18:44| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è al 70esimo posto per libertà di informazione anche grazie a Merlo. (leviamo i soldi pubblici ai partiti e ai giornali di partito, ognuno faccia propaganda a spese sue, basta!!!!)

Marco M., Sassari Commentatore certificato 08.12.13 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Replicare o diffondere quanto singoli giornalisti scrivono sul M5S, troppo spesso in modo caricaturale o fazioso, e’ un’espressione di liberta’ di pensiero. Altro che liste di proscrizione. Esiste da anni una lista di giornalisti sgraditi con insulti giornalieri sul sito informazionecorretta.com (sic!)- Quando Grillo e il M5S contesta qualche giornalista per i loro articoli faziosi si scatena il putiferio a cominciare dal quotidiano Repubblica. Ma prima hanno mai detto nulla sulle frasi scritte nel sito di cui sopra?? Mi viene da pensare che l'attacco al M5S e la difesa dei giornalisti sia un poco strumentale, o no ?

Mario Cecere 08.12.13 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma che caspita scrive questo merlo? Quante cazzate.

Michele Crosato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.12.13 18:36| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo solo perché sprecare tempo ed energie con queste persone indegne che usano la loro penna solo per ricavare un po' di attenzione.

Attenti, rischiamo di rendere queste prostitute della carta stampata dei martiri, cosa che non meritano affatto.

Ha ragione Antonio Albanese, quando nei panni di Cetto Laqualunque, sentenzia: "Non ti sputo perché ti profumo, non ti piscio sennò ti lavo, non ti cago sennò ti incenso".

Dobbiamo farli sentire inutili e negletti, ergo, non diamogli corda.

Emanuele Francesco Caputo 08.12.13 18:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi miserabili schiavi non hanno ancora capito che più diffamano Beppe ed il M5S e più il consenso popolare nei nostri confronti cresce...un sentito grazie!
Forza Beppe W il M5S

Gio 66, Roma Commentatore certificato 08.12.13 18:33| 
 |
Rispondi al commento

sarà il Popolo a giudicare...intanto la riduzione delle vendite dei giornali sono significative e indicano che l'informazione di tv e giornali è superata..(un processo commerciale inevitabile).
Io nell'informazione non cerco "l'opinione" dettata dal comitato di redazione...cerco la "verità dei fatti" che deve essere precisa e chiara.
Purtroppo stampa e tv indirizzano l'informazione su un piano dove le "mezze verità" diventano un mezzo per indurre il lettore a fare delle riflessioni che vadano in un certo senso..!
quando si dice che "l'informazione" è uno dei 5 Pilastri del Potere..!!in questo paese se ci fosse stata un informazione più indipendente oggi "forse" non ci troveremmo in questa situazione..
questa è una "guerra"....non l'ha scelta ne Grillo ne chi milita in questo movimento..!!l'ha scelta chi ha ridotto il paese in queste condizioni..!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 08.12.13 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Un giornalista contro di Noi é di sicuro MARCO TRAVAGLIO.
Ecco le evidenze:
1) Scrive per l'Espresso.
2) Ha sempre preferito Daniele Luttazzi a Beppe come comico.
3) L'ho visto andare a caccia di cetacei nell'adriatico insieme a D'Alema e Bersani.
ATTENTI! Il Travaglio si finge amico per carpire i Nostri Segreti.

Giuseppe Lo Dico 08.12.13 18:33| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori