Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il M5S vuole cancellare la web tax

  • 75


boccia_webtax.jpg

"La maggioranza di governo mira ad introdurre nel nostro Ordinamento la Web Tax, una sorta di regime fiscale speciale per l'acquisto di alcuni dei servizi commercializzati e forniti online. In particolare i servizi in questione sono quelli di carattere promozionale. La norma imporrebbe agli acquirenti italiani di acquistarli esclusivamente da società che dispongano di una partita iva italiana. Le Internet company straniere che vendono pubblicità e visibilità online saranno obbligate ad aprire partita iva italiana e accettare pagamenti solo tramite bonifico bancario o postale per poter lavorare nei nostri confini. A rimetterci, però, rischiano di essere proprio le nostre imprese che potrebbero rimanere tagliate fuori dal flusso pubblicitario globale. Una previsione di legge incompatibile con l'ordinamento comunitario e con forti dubbi di legittimità costituzionale. Il M5S ha proposto la cancellazione del citato emendamento." Lello Ciampolillo, M5S Senato

24 Dic 2013, 11:30 | Scrivi | Commenti (75) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 75


Tags: Boccia, Lello Ciampolillo, norme comunitarie, UE, web tax

Commenti

 

Questa della web tax è un altra delle trovate "indegne" che solo in Italia si possono avvicinare alla concretizzazione.

Tutto il web è contro la web tax, ed ogni persona con un minimo di senno capisce che davvero, se si attuasse questa politica, per l'Italia sarebbero solo guai ed altre aziende che lavorerebbero fuori.

88 Web Studio - Elio 28.01.14 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei farvi notare una cosa che non tutti sanno. Sono italiano, libero professionista con partita iva e su quello che mi arriva dagli annunci Google ci pago le tasse. Tra i vari siti, ho in gestione un sito di giochi online, non casino/slot/azzardo ma un classico sito di giochi in flash. Essendo una tipologia di siti molto cercata, ci sono moltissimi siti che operano in Italia, ma che sono in mano a società estere. Questo significa che quello che loro guadagnano in Italia, grazie agli annunci cliccati da italiani, se ne va a finire all'estero. Per capire a chi appartiene un sito basta utilizzare un sito “Whois” e digitare l'url. Prendendo i primi 20 siti su Google con la parola giochi abbiamo:

1) gioco.it,Olanda
2) flashgames.it,Italia
3) zulu-giochi.it,Olanda
4) microgiochi.com,Spagna
5) giochixl.it,Olanda
6) giochi.it,stessi proprietari di gioco.it, quindi Olanda
7) paginainizio.com,Canada
8) giochigratisonline.it,Italia
9) yahoo.com,USA
10) girlsgogames.it,stessi proprietari di gioco.it e giochi.it,quindi Olanda
11) disney.it,Italia
12) giochiperragazze.com,Spagna
13) giochi.com,Italia
14) giochi-gratis.eu,proprietà nascosta
15) 1001giochi.it,Germania/Olanda
16) giochi.virgilio.it,Italia
17) giochionline.org,USA
18) giochi123.net,USA
19) giochimatti.it,Olanda
20) zaza-giochi-gratis-online.softonic.it, Spagna

Solo 5 siti su 20 sono italiani, gli altri sono in mano a società straniere. Sarebbe come se l'Italia fosse una colonia. Hanno introiti dall'Italia, ma i guadagni se ne vanno tutti all'estero. Pensateci bene prima di definire la Web Tax incompatibile con l'ordinamento comunitario. Magari quella che è stata studiata lo è, ma bisogna tener conto che ci sono grossi gruppi che operano non solo in Italia, ma in tutto il mondo che hanno monopolizzato certi settori e che guarda caso, risiedono in paesi come l'Olanda, dove il regime di tassazione è molto basso.

Fabio Troietto 04.01.14 16:21| 
 |
Rispondi al commento

prendono i militanti per antidemocratici e che minacciano di morte alcuni deputati.

Alberto C., Palermo Commentatore certificato 28.12.13 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo contesta la web-tax. De Benedetti lo attacca duramente dalla pagine amiche di Huffington Post. Alla meglio, l’ingegnere lo considera un utile idiota che contribuisce a perpetrare iniquità fiscale in Italia. Non ho le competenze per entrare nel merito ma mi sento, con forza, di chiedere all’Ing. De Benedetti di avere almeno la compiacenza di starsene zitto. Grillo potrà anche qualche volta sbagliare, ma al cuore di chi lo segue da tanti anni, lo vota e continuerà a votarlo, e anche a quello di chi invece non lo vota e non lo voterà mai, le sue grida arrivano pulite, ispirate da amore per il nostro Paese, da tutto meno che da interesse personale. Viceversa, anche quando dovesse dire cose sensate, per precauzione, chi ascolta l’ingegnere è portato ad appoggiarsi, di spalla, a un muro.
Dai registratori di cassa, alle operazioni corsare in Olivetti e Banco Ambrosiano, per arrivare, ai giorni nostri, alle vicende di Sorgenia, trovare traccia di sincero interesse per il Paese nelle strategie dell’ingegnere è un’impresa da papirologo alla Medea Norsa.
Perché chiederle di starsene zitto? In fondo, che male ci fa? Mi correggo. Continui pure a parlare ing. De Benedetti. Le sue parole entrano da un orecchio e ci escono dall’altro , oramai anche con poco fastidio. Quando si diventa vecchi o siamo ascoltati quasi con venerazione o siamo compatiti. La compatiamo, ing. De Benedetti.

PIER L., SESTO SAN GIOVANNI Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 28.12.13 10:39| 
 |
Rispondi al commento

Il governo italiano è stato capace di distruggere le industrie che producevano CD e DVD vergini in Italia, imponendo la tassa SIAE anche sui supporti vuoti, ora vuole distruggere pure il web in Italia.

Emy S., Palermo Commentatore certificato 28.12.13 09:57| 
 |
Rispondi al commento

ma come... prima sbraitate tanto dell'evasione mostruosa di questi gruppi che solo FORMALMENTE operano fuori dei confini italiani e dunque esentati da qualsiasi tassa, e poi rompete i coglioni se provano ( con successo o meno non so ) a frenare questa marea di evasione ??? va andate a fanculo va!

ales sandro 27.12.13 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sanno più dove trovare i fondi per mantenere il sistema politico tuttiAcasa!!!!

Giovanna Pellegrini 26.12.13 23:28| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre questi signori ci provano, meno male che ci siete voi a sorvegliare.
Grazie

giuseppa L'Episcopo 26.12.13 21:06| 
 |
Rispondi al commento

Buon Natale e felici tassa nuove, per questo governo di ladri fra un poco tasseranno anche l'aria, mi sa che l'han già fatto l'importante è di tassare a più non posso, come impone il fondo mondiale e tutto il resto delle lobby

Marco Bonanome, Paderno d'Adda Commentatore certificato 25.12.13 10:50| 
 |
Rispondi al commento

L'idea di una Web Tax non mi dispiace ma se da un lato sarebbe il primo caso al mondo dall'altro è anche giusto che si mettano regole in una zona grigia del mercato.
Il problema e che da un lato abbiamo le multinazionali che non pagano le tasse facendo mercato in Italia e dall'altro gli stessi italiani che guadagnano su questo sistema.
Mettere una web tax significherebbe far pagare l'IVA a google e ai giochi online al 22%? Allora Si perché se vi preoccupate che google non investi in Italia allora non avete capito nulla. Uno google gia non investe più in italia per determinati prodotti , Due per google perdere il mercato italiano potrebbe esssere un grande problema anche perché cederebbe spazio al altro concorrenti e non credo sia nei piani di Google. E certo che si devono mettere dei limiti perché se da un lato aumenterebbe il gettito dell'erario dall'altro lato potrebbe limitare di molto i nuovi/futuri mercati e l'industria digitale italiana.
Possiamo mettere una tassa ma tutelando il nostro mercato interno. Tutte le manovre devono mirare creare un flusso di denaro in circolo nello in Italia e non limitarlo.
Il rischio vero di questa tassa non è la fuga dei colossi internazionali ma la loro consolidazione con effetto di non far crescere il nostro mercato e le piccole medie imprese.
Una soluzione c'è Mettere la Web Tax ma limitare il pagamento dell'imposta ad imprese con utili al disopra del 50.000 euro.
Effetti ?? Semplice le piccole e medie imprese italiano al disotto di questo utile non pagherebbero alcune imposta anche perché localizzate in italia ed avendo in Italia i costi, li detrarrebbero dai loro utili e se non sforano il tetto minimo stanno apposto e non pagano. Le multinazionali con fatturati da miliano pagano e nel lungo / medio periodo saranno costretti a iniziare a localizzare ed investire nel territorio italiano se non vogliono pagare più del dovuto. Ovviamente si può ragionare anche a scaglioni ma qui si entra dei dettagli ... che ne pensate ???


gli ITALIANI che hanno ideato la WEB TAX sono mallati di mente! Comunque, voi italiani non siete capaci di cambiare la classe politica. Solo "bla - bla - bla"

Yok Kuali 25.12.13 02:02| 
 |
Rispondi al commento

Si da cancellare e subito non voglio la web tax

Gerardo p. 25.12.13 01:50| 
 |
Rispondi al commento

Ci dovrebbero essere una regola uguale in tutta europaaa....e anke gli stipendi tutti uguali.....e stesso tenore di vita in tutta europa.....non solo la moneta...altrimenti fuori dall euro....

Vincenzo Tanzarella 24.12.13 21:54| 
 |
Rispondi al commento

certo che il movimento Cinque Stelle ha ragione,tagliano fuori le aziende e producono altra disinformazione,quest'ultima a loro ha sempre fatto molto comodo e in più vogliono spillare denaro ovunque prima che vengano a galla altre magagne,una mossa furba!

Luciana Lucarellai 24.12.13 21:48| 
 |
Rispondi al commento

Bastardi!! e mi contengo ...
La verità fa male avanti così!!!

giuseppe rota 24.12.13 21:45| 
 |
Rispondi al commento

hanno forse battuto ogni record...

Caro Babbo Natale, sotto l'albero fammi trovare un governo nuovo (possibilmente griffato 5 stelle), ma se proprio non ti è possibile almeno paralizza temporaneamente le loro mani quando scrivono leggi così idiote.

Alfio Lo Castro, Carlentini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 20:23| 
 |
Rispondi al commento

La web tax è per prima cosa una cretinata

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Bene l'impegno per cancellare la web tax di Boccia in De Girolamo, ma cerchiamo di mettere anche un freno agli arbitrî dell'AGCOM in materia di web.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 24.12.13 18:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao beppe. Sono un tuo elettore. e in occasione di queste feste, rifletto e ti scrivo. Dopo la protesta e la lotta, penso sia venuto il tempo delle proposte. Bisogna sì, stare sempre con le antenne dritte, però penso che sia il tempo di abbassare un pò i toni e passare alla parte propositiva. se non facciamo così, rischiamo di perdere consensi. Il vento della protesta è stato cavalcato bene, ora è tempo di proporre e costruire. Altra cosa. Non mollate sulla questione degli affitti dorati a roma: improponibile! Teniamo duro e avanti tutta. Dino

Mario Dino Filippelli 24.12.13 18:16| 
 |
Rispondi al commento

...il m5s sta difendendo le imprese italiane o vuole sostenere avaaz.org?
se i social network e i motori di ricerca aprono una partita iva in italia a me sembra che semplicemente si sottopongono alle stesse regole dei loro omologhi italiani che sono pur sempre imprese!
queste società anonime quotate alla borsa di new york hanno già aperto la partita iva in irlanda o lussemburgo dove pagano le tasse (irrisorie) che dovrebbero pagare da noi...

Gabriele Alfano (gabriele alfano), Perugia Commentatore certificato 24.12.13 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma una CAZZO di consultazione online per questa cosa NON potevate farla ?
E che diavolo...
Io, ad esempio, (e non pochi con me) non sono d'accordo.
E potrei anche articolare le motivazioni e servisse a qualcosa, se ci fosse un dibattito. Ma qui non c'è NIENTE: avete deciso e basta.
Cercate di tenere fede a questo principio.
Non vi si chiede di consultarci anche per un finanziamento di 200 euro alla Festa del Lambrusco, ma per certe cose... MA POSSIBILE CHE NON LO CAPIATE ?

franco 24.12.13 18:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La web tax va cancellata come vanno cancellati i nostri politici succhia sangue...nn molliamo ragazzi avanti m5s ;-)

marco marchese., Roma Commentatore certificato 24.12.13 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Adesso si inventano pure la "web-tax". Politicanti sempre più farabutti ...sempre più coglioni! Non vedo l'ora che arrivino le ELEZIONI europee ...un altra bella "X" al MOVIMENTO 5 STELLE!!!

Dario M., Lentini Commentatore certificato 24.12.13 17:00| 
 |
Rispondi al commento

BOCCIA E' UN COGLIONE...

angelo c., roma Commentatore certificato 24.12.13 16:44| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
AVANTI COSI' 5 STELLE,WEB TAX VA' ELIMINATA
ALVISE

alvise fossa 24.12.13 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma questo post a me sembra un pò superficiale.
Avete idea di quanto aziende, negozi e altre attività sono fallite o stanno per fallire grazie al price dumping operato da aziende come Amazon ecc.che possono permettersi di vendere lo stesso prodotto al 20-30-40% meno del negoziante tradizionale grazie alla tassazione più leggera?

Avete idea di quante persone sono rimaste a casa per questo motivo?
Migliaia e migliaia.

In pratica chi diligentemente paga le tasse in Italia è squalificato sul mercato europeo oramai in qualunque settore merceologico che amazon o simili decidano di aggredire.

La chiusura delle piccole attività porta alla diminuzione del gettito iva, alla desertificazione dei centri urbani per ciò che concerne le piccole attività sotto casa e all'incremento esponenziale dei disoccupati.

E secondo voi lo stato non dovrebbe essere super -severo con queste aziende che distruggono il nostro tessuto sociale, sfruttano i nostri connazionali con contratti da fame cercando di eludere le nostre imposte ma utilizzando le nostre infrastrutture (trasporti, suolo pubblico, energia ecc?)

E' ovvio che la rete sia indiscutibilmente un qualcosa da proteggere e sviluppare senza indugi, ma, allo stesso tempo, le regole fiscali DEVONO VALERE PER TUTTI.

lub 24.12.13 16:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

***** -- AUGURI A TUTTO IL MOVIMENTO 5 STELLE -- *****

Luigi ., Avezzano Commentatore certificato 24.12.13 15:46| 
 |
Rispondi al commento

A livello di parlamento Europeo penso ci riderebbero dietro oltre che sanzionarci.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stanno impazzendo? Fiscalmente già esistono accordi e convenzioni Intra ed Extra EU oltre accordi bilaterali internazionali, quindi non e' assolutamente giustificabile la Web Tax, fatto salvo che l'Italia voglia uscire dalla U.E. oltre rompere ogni convenzione ed ogni accordo bilaterale.

Gino 24.12.13 15:02| 
 |
Rispondi al commento

concordo con la cancellazione dell'emendamento, grazie.

alberto c., monza Commentatore certificato 24.12.13 14:57| 
 |
Rispondi al commento

E' SEMPLICEMENTO L'ENNESIMO TENTATIVO DI IMBAVAGLIARE IL MOVIMENTI E TUTTI I DISSIDENTI.
CHE CI FARANNO DI TUTTI QUESTI SOLDI (QUESTO DIRA'
IL BAMBINO CHE ANCORA NON E' NATO,SALUTATO DA BEPPE) IL PARTITO DEMOCRATICO...CHISSA' ! FORSE HA IN ANIMO DI FINANZIARE LE PMI,FORSE VUOLE RIASSUMERE NEL MPSIENA GLI ESTERNALIZZATI DEL 21-12-2013,FORSE OMAGGIARE I 'FORCONI' NELLE LORO RICHIESTE: ANDARSENE A .....AL PAESE A FIANCO...
COL TEMPO SONO SICURO CHE TASSERANNO TUTTI COLORO CHE SUPERERANNO 1,5 MT DI ALTEZZA (CONSUMANO TROPPO),TUTTI QUELLI CHE FARANNO ALL'AMORE PIU' !DI UNA VOLTA A SETTIMANA...CHISSA' ! QUA TUTTO
ORMAI E' POSSIBILE...
UE', GRILLINI, NON FATEVI FOTTERE....MI BRACCOMANDO !!!!!!!

d'addona Crescenzocrescenzodaddona 24.12.13 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Legge assurda e facilmente eludibile!

Solo chi non ha competenza della Rete può pensare che funzioni! Servirà invece a spostare ulteriormente il baricentro degli affari esternamente all'itaglia!

webtax 24.12.13 14:46| 
 |
Rispondi al commento

...ma come è potuto succedere di permettere a stà gente dannosa, dolosa, inconpetente di stare nelle istituzione cosi tanti anni e il drammatico è che se non c'era il M5S chissà quando sarebbe uscito fuori tutto sto' sfacelo!!

sentite quest'altra cosa ha il coraggio di dire:

"Titti Di Salvo, deputata Sel: “Siamo ai lavori forzati”
L’onorevole alla Camera lancia un appello ai colleghi: “Si stabilisca un calendario delle sedute che dia certezze, si rispetti l’umanità di ciascuno di noi e la cura dei nostri cari”

http://bastacasta.altervista.org/p8046/

anib roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il 2013 ha visto la nascita del M5S come realtà politica democraticamente insediata in parlamento con numeri che non hanno eguali nella storia d'Italia per un movimento nato dal nulla. Se non ci fossero i nostri a guardia delle istituzioni nemmeno sapremmo quanto è grave la situazione, dai burattini posti al comando vengono solo moniti assurdi per un dialogo più civile e rassicurazioni che tutto va bene. Se riusciranno a danneggiare la rete sarà un brutto colpo per tutti noi e una catastrofe per gli Italiani onesti quindi esorto tutti a prendere a cuore questo tentativo di tagliare il canale preferito da chi lotta con le istituzioni corrotte.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Ma perché, se il contratto è regolare, il cliente di una Banca deve firmare una liberatoria di questo tipo...????

http://www.umarcocali.com/2013/12/la-legge-e-uguale-per-tutti-tranne-che.html

Leopoldo Leopo Commentatore certificato 24.12.13 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Potrebbero incentivare nuovi progetti web invece di tassare quelli esistenti.. o comunque creare una agenzia italiana che faccia da tramite tra le aziende italiane che acquistano e quelle straniere che vendono.. una cosa equa ovviamente.. sennò si rischia veramente di trovarci isolati

Francesco Chessa, Perugia Commentatore certificato 24.12.13 14:05| 
 |
Rispondi al commento

Voi avete la partita IVA per la fatturazione delle promozioni che ospitate in Italia??

Bruno Gramiccia 24.12.13 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Ma non so sarebbe da capire bene perché è giusto che chi lavora in o con l Italia paghi le tasse qui come fanno già anche in altri paesi d europa ciao

Ale.t 24.12.13 14:00| 
 |
Rispondi al commento

Iniziativa "LIBERATE L'INFORMAZIONE"

A NATALE REGALATE INTERNET A CHI NON CE L'HA

Si combatte il regime più efficacemente convincendo chi non ha ancora internet a farselo, piuttosto che protestando contro le menzogne di tv e giornali. Le denunce contro l'opera di diffamazione e censura operata dai vecchi media cadono nel vuoto perché le autorità di garanzia sono colluse con il potere che controlla anche i partiti. Internet è la sola cosa che non possono controllare. L'unica speranza per l'Italia è che per le prossime elezioni "il popolo della rete" sia divenuto più numeroso del "popolo delle tv e dei giornali".
A Natale se potete regalate abbonamenti internet e tablet a chi non li ha... e convincete altri a fare lo stesso.... passate parola..

Emanuele Sabetta, Roma Commentatore certificato 24.12.13 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
a me pare che stiate perdendo colpi.

Se si esercita una attività in Italia, che ci piaccia o no, ci sono delle tasse da pagare e degli adempimenti da svolgere.

L'attività online non fa eccezione: se hai un cliente QUI, anche se è tutto basato su un sito online, l'acquisto avviene QUI, con le regole di qui ovvero Italiane!

Altrimenti io che sono consulente web potrei allegramente aprire una microsocietà in Irlanda e offrire servizi alle aziende italiane schivando tasse e adempimenti... Ovviamente non si può!

Se uno vuol aprire una azienda in Irlanda e fare business in Irlanda nessuno ha da ridire, ma se deve fare business qui, allora valgono le tasse di qui. (e se non deve pagare le tasse Google, basta saperlo, m'attrezzo pure io!)

ma fatemi capire, voi chi difendete: le aziende italiane o quelle straniere?


Boccia e' sempre un sciocco mistificatore della realta', ricordiamoci la pessima figura che ha fatto parlando di mafia smerdato da travaglio in diretta tv. Ma lui non e' altro che un marchettaro insieme alla consorte di girolamo , tutti a casa presto : la storia ci ha gia' dato ragione.

frank pit Commentatore certificato 24.12.13 13:45| 
 |
Rispondi al commento

D'acchito non saprei se sia davvero sbagliato. Un esempio sono i casinò online esteri che se vogliono operare qui devono avere la partita iva. Ma forse non c'entra, vedrò di documentarmi meglio.
Di una cosa sono sicuro. Gli eventuali proventi non andrebbero a beneficio dell'erario e di conseguenza della gente ma arricchirebbero solo la torta da spartire. Cercano nuove fonti perchè la solita - noi - sta per esaurirsi.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 13:34| 
 |
Rispondi al commento

Da Boccia-re con i suoi autori per manifesta inettitudine. A proposito, che fanno gli F35 oggi escono in soccorso o no?!


Questa legge per chi non lo avesse capito serve a cercare di monopolizzare la pubblicità via web.
Chi è quella persona che in Italia ha fatto la stessa cosa con la pubblicità televisiva?????

Dai Italiani che ci siete arrivati, chi potrebbe mai avere delle persone che gli scrivono leggi fatte come dei vestitini per le varie esigenze?????
Non parlo di quei lobbisti nei corridoi, parlo dei lobbisti-deputati nelle commissioni.
Per chi si chiedeva per quale motivo fosse stata creata una legge elettorale come il porcellum,
ve lo dico io, mettere nelle liste elettorali tutte le persone utili(anche le soubrette)che servissero a questo scopo, occupare le commissioni e fare leggi ad lobbies
dato che si sono fatti prendere la mano , fanno leggi a chiunque possa pagare , preferibile estero su estero come fa un altro padron (DE BENEDETTI).

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 24.12.13 13:21| 
 |
Rispondi al commento

mi chiedo.
e se i siti italiani diventassero siti esteri?
o ancor di più. se le aziende italiane aprissero la sede all'estero?
a questo punto nessun obbligo di p.IVA sarebbe richiesto.
mi correggete?

Max Nob 24.12.13 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si stanno autodistruggendo.....lasciamoli fare è solo questione di tempo.
in alto i cuori

Paolo A., cesano maderno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 12:56| 
 |
Rispondi al commento

resto veramente basito dall'ignoranza e dalla poca lungimiranza dei politicanti\mestieranti italiani che si spacciano per politici capaci!!

gianluca carnevali (elianto72), roma Commentatore certificato 24.12.13 12:44| 
 |
Rispondi al commento

PD in paranza, andate a fare in culo.

john f. Commentatore certificato 24.12.13 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Cari parlamentari e senatori a cinquestelle.

Non bisogna assolutamente dar credito alle proposte insensate e piene di VERGOGNA che arrivano dalla vecchia politica. Questi signori sono la vergogna del paese ITALIA e non ne azzeccano una giusta!

Se siete confusi dalle troppe chiacchiere, VI BASTA SOLO GUARDA IL RISULTATO OTTENUTO DA QUESTI DILETTANTI.

L`ITALIA È IN ROVINA.

QUESTO È IL RISULTATO DEL LORO "LAVORO".

NON VANNO PRESI SUL SERIO!

Buon Natale a tutti!


Franz M., Everywhere Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 24.12.13 12:28| 
 |
Rispondi al commento

prima di tutto è un modo per raccogliere molti soldi che andrebbero evasi... infatti se compri un prodotto estero paghi l'iva al 22% perché sei in italia ma loro non pagano l'iva al 22% perché il paese stranoero ne ha un altra.. questo significa che io pago di più e loro non pagano le tasse e nemmenol'iva... non male secondo me chi vuole bloccare la web tax dovrebbe cambiare spacciatore

paolo a. Commentatore certificato 24.12.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa non si inventano pur di cercare di fare cassa, pur di non fare veri tagli ai costi della politica. Ma il web non dovrebbe essere libero per tutti? Se delle aziende decidessero di non voler pagare questa tassa e di non proporsi sul mercato italiano, viene a mancare la libera informazione, anche se commerciale, per gli utenti. Oggi una "tassa sulle pubblicità" e domani? Intanto i telegiornali ci raccontano che con quest'ultima finanziaria arriveranno 2 miliardi di nuove tasse. Dopo tutti i "abbiamo fatto", "stiamo facendo", "faremo", "abbiamo in progetto" di Letta e compagnia, sanno sempre e solo imporre nuovi balzelli, o tagliare servizi ai cittadini. Mentre la democrazia diventa un concetto sempre più lontano dal paese Italia.

P.S. Un augurio sincero di un felice Natale e buone feste a Beppe Grillo, a Gianroberto Casaleggio, a tutti i componenti e i parlamentari del M5S e alle vostre famiglie. Grazie per il vostro insostituibile lavoro e all'impegno profuso.

Ermes V., Gossolengo (PC) Commentatore certificato 24.12.13 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena acquistato un prodotto da un produttore tedesco via internet: vuoi vedere che Boccia vuole che paghi le tasse in Italia? Spero non arrivino al punto di dire che dovrà essere l'acquirente a pagarle per loro! Ma ci si può aspettare di tutto da questi, e per fortuna che sono i grillini a essere presentati come quelli senza esperienza!
Non ci sarebbe più da stupirsi di nulla, però devo ammettere che di sorprese (e falsità) ne escono ormai tutti i giorni.

Antonio F. Commentatore certificato 24.12.13 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BOCCIA E TUTTO IL PD DIMOSTRANO ANCORA UNA VOLTA DI ESSERE DEI DEBUTTANTI ALLO SBARAGLIO; STANNO INANELLANDO UNA FIGURA DI MERDA DIETRO L'ALTRA, VEDIAMO ORA IL FULMINE RENZI QUALI PRESE DI POSIZIONE ASSUMERA'....SONO VERGOGNOSI, LA VERA ROVINA DELL'ITALIA

nazzario tomassetti 24.12.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori