Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Mezza Italia fuori dalla Rete

  • 76


italia_rete.jpg

"Secondo i dati raccolti nel corso dell'anno che si sta chiudendo, oltre la metà della popolazione di 6 anni e più (il 54,8 per cento) naviga su Internet e dei 15 milioni e 13mila di famiglie che dispongono di un collegamento alla rete da casa, sono 14 milioni e 893mila quelle che hanno una connessione a banda larga. Ancora un circa 40 per cento di famiglie senza connessione: all'alba del 2014 non sono numeri così esaltanti per un'economia che vorrebbe puntare alla ripresa attraverso le possibilità del digitale e l'e-ecomony, basti pensare che in Olanda, Lussemburgo, Danimarca e Svezia sono connesse oltre il 90 per cento delle famiglie. Una considerazione che peraltro diventa ancora più eclatante nelle rilevazioni dell'Eurostat, secondo cui il 34 per cento degli italiani non ha mai usato Internet. Inoltre sono ancora forti le differenze di genere, generazione e regione: naviga su Internet il 60,2 per cento degli uomini contro il 49,7 per cento delle donne, il 73,4 per cento degli adulti di 35-44 anni contro il 36,4 di quelli tra 60 e 64 e, mentre le famiglie del Centro-nord connesse sono il 63,3 per cento, nel Sud e delle Isole si fermano al 55 per cento." Leggi il post integrale di Claudio Tamburrino

26 Dic 2013, 09:30 | Scrivi | Commenti (76) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 76


Tags: banda larga, digitale, internet, new economy, Rete

Commenti

 

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 02.01.14 22:28| 
 |
Rispondi al commento

Numeri a parte, si deve riuscire ad ottenere il wifi libero per risolvere il problema cnsentendo a chi apre la connessione il pagamento ridotto ad un terzo del costo attuale.
Si deve letteralmente ricattare gli operatori mobili che se vogliono la licenza per operare (invece di chieder loro i soldi) devono offrire sulle loro reti un servizio di connessione in larga banda anche attraverso i cellulari coprendo tutto il territorio ad un prezzo "politico" e consentire di sharare la connessione fra più utenti.

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 30.12.13 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Non è un dramma. Il dramma è che nessuno vuole essere consapevole

Marco Diaco 28.12.13 16:07| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!
Spiacente ma hai toppato ancora una volta!
I dati a cui ti riferisci riguardano solo gli utenti collegato in ADSL. Ci sono ancora molti che si collegano ad Internet via modem con normale linea telefonica ISDN (52 Kb) Se metti anche questi arrivi sicuramente a più del 70% della popolazione attiva (10-80 anni di età, non pretenderai mica che a 87 anni mia madre si colleghi ad Internet!!!).
Beppe prima di parlare informati...non basta sentire le cazzate che dice Casaleggio...il guru de noantri!!!


Ai nostri politici sta scappando la "loro" rete con tutti i pesci,sono occupati a trattenerla,dentro c'è ciò che nel tempo hanno accaparrato!!!

Luciana Lucarellai 27.12.13 11:58| 
 |
Rispondi al commento

tutto ciò che va a favore dei cittadini viene automaticamente escluso o rinviato,pensano solo ai loro porci comodi e siedono col culo sulle nostre teste,non è sopportabile assolutamente!!

Luciana Lucarellai 27.12.13 11:29| 
 |
Rispondi al commento

molti non si possono permettere di pagare più di 20 euro al mese per internet che in una anno sono 250 euro, cioè più della tassa media dell'imu sulla prima casa.

Ivan L. 27.12.13 02:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'insieme dei 4 paesi con il 90% di collegamento a internet fa 32 .500 .000 abitanti

rodolfo xxxx Commentatore certificato 27.12.13 02:03| 
 |
Rispondi al commento

...oltre la dogana di Ponte Chiasso, la realta' e' questa:

http://www.upc-cablecom.ch/it/internet/prodotti/

yujiza inesilio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.12.13 00:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fatto che in Italia internet sia poco diffuso è da ricondurre a due fattori: il primo sono i 20 anni di berlusconismo politico-mediatico (peculiarità tutta italiana) che ha indotto un tasso d'ignoranza abnorme a cui s'è legata una scarsissima domanda di tecnologia, il secondo sono i 20 anni (anche 30) di capitalismo alla de benedetti-tronchetti-colaninno che ha smembrato le telecomunicazioni fottendosene degli investimenti.
Non a caso oggi telecom è finita in mano spagnola.
Credo che q questi signori vada chiesto conto del danno che ha fatto all'Italia. Olivetti, Telecom Alitalia, tutto distrutto da sti tre fetenti!

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 26.12.13 23:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

altra "truffa" che le compagnie (forse anche gli enti pubblici) fanno credere di avere ogniuna la sua rete indipendente e poi vai a scoprire che sono tutte reti private VIRTUALI e che in realtà di 10 reti ce n'è una sola e se salta quella ....ciaoooo...

non so se capite la differenza tra rete e rete virtuale... la rete virtuale è una finzione!

bruno bassi ex iscritto dissidente 26.12.13 22:44| 
 |
Rispondi al commento

la velocità invece non è esaltante sopratutto in upload ( quello che serve veramente per lavorare ) e poi c'è quel pesantissimo traffic shaping che ti fa credere di avere una 8 mega ... al test sembra una 8 mega .... ma poi se fai tanti di accendere dei programmi tipo il mulo ti ritrovi a 100k di banda effettivi!

allora, siccome i router che ispezionano a livello 7 se la sono presa col protocollo del mulo..... ecco la corsa a trovare altre alternative non ancora filtrate.....qualcosa c'è ancora ma per quanto?

bruno bassi ex iscritto dissidente 26.12.13 22:40| 
 |
Rispondi al commento

la copertura è maggiore dei dati ufficiali.... perché?

perchè c'è da fare un po di nero e poi c'è da prendere qualche contributo statale?

ci sono anche forme alternative di copertura che non sono prese in considerazione...paraboline a 5ghz.

bruno bassi ex iscritto dissidente 26.12.13 22:19| 
 |
Rispondi al commento

A Parma la connessione è gratuita ?

Giovanni 26.12.13 21:55| 
 |
Rispondi al commento

il 24\12\2013 mandato disdetta linea telefonica fissa...prox anno devo vedere cosa altro devo tagliare nel conto famigliare...questo la dice lunga su cosa sara' il futuro prox..buon anno a tutti

uno di voi 26.12.13 20:54| 
 |
Rispondi al commento

Infatti,da noi al lavoro su 12 persone siamo solo in 4 ad utilizzare internet con disinvoltura,la maggior parte lo sa usare poco,e praticamente sono la sola che si fa mandare sulla mail la busta paga ..Assurdo.In 6 non sanno neanche che cosè uno smarthphone,e chi sa usare un po' internet ,non sa utilizzare i social network per diffondere notizie utilissime per il sciale,e siamo in liguria eh ,non nel profondo sud... :(((...w m5s w l Italia libera..un bacio a tutti gli attivisti


il che è un male solo per Beppe Grillo e soprattutto per Casaleggio. Che adesso ci propongono addirittura gli articoli pro Google e pro Europa di Forbes, ve lo sta dicendo in faccia quanto siete fe ssi grillini..

giuseppe gerace 26.12.13 19:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe facile sospettare che alla casta non conviene che i cittadini siano informati attraverso la rete . Ma,visto che il capo della casta è un'ultra ottuagenario e gli altri son vicini alla sua età,il sospetto vien meno e lascia spazio alla conclusione che sono semplicemente rincretiniti incompetenti.

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.12.13 18:25| 
 |
Rispondi al commento

I nostri politici lo hanno capito sin dagli anni 90 che internet metteva in pericolo le loro poltrone , gli interessi dei loro padroni e la loro dittatura spacciata da democrazia.
Berlusconi e DEbenedetti , sapevano benissimo che non sarebbero durati tanto avendo solo in mano editoria e televisioni.
Vi ricordate del digitale terrestre ???
Nel giro di qualche anno si passo dal analogico al digitale, dove ci dicevano che con la nuova tecnologia ognuno da casa poteva interagire con le reti , ricordo ancora Gasparri ministro delle telecomunicazioni che sbraitava per il digitale .
Ci credo ci avevano rimandati nel medioevo.
Oggi i vari tasti gialli, rossi, blu a cosa servono.
Mentre gli altri progettavano reti in fibra ottica.. in America nascevano colossi noi in Italia il cambiamento era i tasti del telecomando.
Il tutto per conservare il potere che oggi con la presenza di un M5S e diventato ancora più evidente .Nella famosa legge di stabilità sfido chiunque ad andare a cercare risorse per le infrastrutture di rete non hanno stanziato un euro e siamo nel 2013.
Sky nemico di Berlusconi fra poco lancerà direttamente su rete l'offerta televisiva , rendendo i decoder superati .
Con i miliardi che ci è costato il digitale in Italia avremmo avuto una rete con fibre in oro isole comprese.
Nessuno lo dice , vi rendete conto che siamo sotto dittatura di due Multinazionali la CIR -Fininvest che a turno prendono le redini del paese e fanno leggi direttamente per i loro interessi.
Come potrebbe il M5s con 9 milioni di voti essere messo all'angolo se l'Italia non fosse sotto DITTATURA.
Questo lo sa l'Europa , lo sanno gli Stati Uniti , ma sarebbe peggio se un paese come l'Italia nella posizione strategica che ha fosse dilaniato da una guerra civile.
Meglio lasciare le cose come stanno , tanto qua chi ci rimette siamo solo noi Italiani.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 26.12.13 18:21| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, diceva il più scaltro uomo di potere della prima Repubblica. E io qui PENSO ASSAI MALE.

Visto che la compagine governativa guidata dall'Innominabile Monarca il BOOM l'ha sentito eccome (anche se si continua a ostentare sordità), temo che non vi sia alcun interesse ad incentivare l'uso della Rete in Italia.
L'avrebbero forse fatto (come tutte le grandi infrastrutture può esserci un bel magna magna) se la Rete fosse servita per tirarsi le seghe guardando i video su YouPorn, per scaricare musica e film possibilmente soddisfando l'esosa SIAE o per guardare la TV (stessi rincoglionenti programmi della tv irradiata, ma on-demand).

Invece, per il Sistema e per la Casta politica che gli fa da palo in cambio di prebende il RISCHIO è... che ATTRAVERSO LA RETE LE PERSONE SI INFORMINO, che saltino la mediazione del mainstream informativo saldamente in mano al Regime, che sentano il bisogno di diventare davvero Cittadini anziché docile gregge di consumatori-elettori.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 26.12.13 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Questo post è un'autocritica di chi vuole che M5S e le sue attività siano propagandate quasi esclusivamente attraverso la rete? MEDITATE

Mau 26.12.13 17:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perchè vi stupite?questo nostro paese è democratico?è sano? No cari amici,dal dopo guerra ad oggi non abbiamo avuto mai un paese democratico,e principalmente politici onesti,che abbiano fatto e fanno gl'interessi del popolo;ma solo i propri o quelli degli'amici,delle lobby a cui sono affiliati,insomma clientelismo politico e civile diffuso in tutto il paese.Per la banda larga in tutto il paese,ci sono ancora tante zone dove non arriva,e poi costa troppo,tante famiglie con la crisi non possono permettersela,questo è il solo motivo della bassa percentuale attuale,insieme all'ignoranza imperante.Poi il governo attuale,non farà mai un favore al m5s,favorendo la banda larga a tutti i cittadini,mica sono fessi!Un saluto a tutti m5s,dobbiamo insistere per migliorare questo nostro splendido paese.ciao

francesco di renzo 26.12.13 16:32| 
 |
Rispondi al commento

a 20 km da milano non cè neanche la banda larga,devi usare la chiavetta come nel burundi.
e và da schifo pure.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 26.12.13 16:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti fanno film più o meno attuali, descrivono fatti molto più veri che di fantasy( vedi, Benvenuto presidente, Bisio. C. ) come si fa a far finta di niente!!! Italia unita contro i politici!! Basta basta !!

Umberto69 26.12.13 15:55| 
 |
Rispondi al commento

Sicurammente non e colpa di popolo italiano!Dunque nel mio paese,Albania,70 km.lontano da Bari,la situazione e pezantissimoooooo!Non ce neanche 5 percento di popolazione che usa internet!...Non pagano governanti di oggi i pensionati perche ex governo mandato a casa,ha fatto un buco criminale ed hanno rubatto anche i rubineti nel WC ed sedie nel uffici dei ministeri...Italia si puo cambiare solo mandarci a casa la CASTA,ma da noi?...Dobbiamo lotare,andare oltre!...OLTRE tutto il Mediterrano!...Si puo fare!...Inssieme,andiamo Oltre!...

Luan Shmilli 26.12.13 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Oddio, va anche detto che conosco decine di persone che hanno la banda larga e pure larghissima, ma navigano giusto su facebook e poi si informano comunque alla tv. Non c'è soluzione nè strumento che possa rendere intelligente un popolo di stupidi.

Simone I. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.12.13 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perchè siamo un paese di pecore indietro di 20 anni tecnologicamente e mentalmente!

Simone I. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.12.13 14:10| 
 |
Rispondi al commento

Se avessimo la banda larga al 80% qui si diventa una repubblica.

Mimmo D. Commentatore certificato 26.12.13 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma che libertà e libertà ! Non ne abbiamo più , abbiamo solo chiacchiere e distintivo . In un Paese in cui un presidente della repubblica fa distruggere le intercettazioni che lo riguardano si stende un velo nero , il velo della menzogna !

vincenzo di giorgio 26.12.13 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Io: femmina ..... Isola sicula.... adsl------- LINEA VOIP ------ Altro che fibra.... :( Pago 35€ che non potrei permettermi. Ma per me è una cosa necessaria!

giusi ., catania Commentatore certificato 26.12.13 13:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cifre gonfiate , inattendibili ; nel Paese sono molto meno . La maggior parte di chi conosco , gente di tutte le età non ha il pc , diciamo il 70 per cento . Molti di quelli che lo hanno non lo usano o lo usano poco . Diamoci una regolata e andiamo nelle televisioni a farci conoscere !

vincenzo di giorgio 26.12.13 13:00| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti e Berlusconi con i loro ministri e lobbisti , HANNO DELIBERATAMENTE AFFOSSATO IL PROGRESSO DEL POPOLO ITALIANO.
Senza questo ritardo i due signori non avrebbero avuto 20 anni di strada spianata di potere che oggi si chiama DITTATURA SPACCIATA DA DEMOCRAZIA.
Dove per fare i loro interessi hanno svenduto e ritardato l'economia di 60 milioni di individui.
De benedetti lo ha capito e a cercato sempre di non apparire, Berlusconi personaggio televisivo e narcisista ancora oggi cerca di farsi passare come un vero Italiano.
IL tutto appoggiati da quei politici che noi idioti abbiamo votato.
Anzi per risparmiare sui costi di corruzione (vedi De gregorio)si sono fatti fare la legge elettorale su misura , mettere in liste elettorali chi era sui libri paga di questi due signori).

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 26.12.13 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Non di meno la nazione modello dell`Italia e proprio la RUSSIA!

B+P=N e D`A+Di=B

X=N+B

Franz M., Everywhere Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.12.13 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia negli anni 90 quando si è capito dell'importanza della rete internet per una informazione libera chi aveva le leve del potere mise in atto una strategia per ritardare il progresso.
Il governo D'alema svendette la telecomm ad un signore che era già proprietario di alcuni mezzi di Informazione(De benedetti) che dopo tangentopoli insieme a Berlusconi avevano il monopolio dell'informazione nazionale.
Il risultato fu fare una marea di miliardi su telecomm, ritardare le infrastrutture , vendere a caro prezzo le connessioni , continuare ad avere il monopolio dell'informazione.
Berlusconi con le tv e giornali sappiamo come abbia influito sull'informazione, De Benedetti sventro telecom, creo la famosa Omnitel che vendette a peso d'oro .
I fatti sono nella storia di questi anni, se qualche magistrato avrebbe la pazienza di ripercorrere il tutto , vedrebbe come leggi, corruzioni sono state fatte a danno del popolo Italiano il reato
TRADIMENTO ALLA PATRIA
PENA DI MORTE.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 26.12.13 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Chi ci governa ha paura del progresso
Del innovazione di girare l espresso al contrario la mattina quando si sveglia.
Vorrebbe che resti tutto così
E non si è accorto del cambiamento in forte evoluzione .
Vi prego siate consapevoli di ciò che fate
Non abbiate paura .
Buttate il vecchio regime

Luca sandionigi 26.12.13 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Libertà di pensiero e di parola non e l'internet.
E un modo perfetto di informarsi ma e la tomba della privacy, quindi va usato al modo e alla quantità giusta.
Sono d'accordisimo che bisogna fare passi da giganti per arrivare i paesi europei e bisogna cominciare dal rinnovare la classe politica e poi ricostruire il paese.

Dritan Ishmaku 26.12.13 12:31| 
 |
Rispondi al commento

..e pensare che di fibra ottica se ne parla da oltre 40 anni, ovvero già negli anni '70 i nostri politici potevano investire su quella tecnologia, ma è stato tutto controllato, strumentalizzato, complicemente e volutamente HANNO VOLUTO TENERE LA POLOLAZIONE ITALIANA nell'ignoranza, nella campana di vetro.
Una campana che è stato sol Beppe in grado di distruggerla con l'aiuto di Casaleggio che Gaia o non Gaia, Massoneria o non, HANNO FATTO QUALCOSA DI SPETTACOLARMENTE ECCEZZIONALE.
Ci hanno dato la possibilità di metterci seduti nei posti decisionali dove vengono decise queste cose appunto, dunque starà a NOI capire e far andar le cose meglio.
Altrimenti, se staremo SOLO a guardare, come alla "indifferenti" di Gramsci, saremo SOLO dei piccoli e miseri complici in grado solo di lamentarci.

Vinciamo NOI! ..anzi ABBIAMO GIA' VINTO!!!

LUIGI P., cusano milanino Commentatore certificato 26.12.13 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se poi aggiungiamo il fatto che la maggioranza di quella metà di italiani collegati alla rete, la usa solo per farsi le pippe davanti a youporn, direi che il quadro è davvero desolante.

Marcella G 26.12.13 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un paese senza informazione diversa, lasciato alla mercè dei giornali di partito e delle tv di partito, si governa meglio. Tutti zitti e sudditi, "l'ha detto lui" oppure "c'è scritto sul giornale". Questi signori (ehm scusate.. porci... i sig.ri siamo noi che li sopportiamo ancora) se fosse per loro, taglierebbero le reti adsl a tutti. Vedrete cosa si inventeranno, pur di boicottare le informazioni diverse da quelle che danno loro.

angelo c., roma Commentatore certificato 26.12.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento

se in Italia avessimo una connessione alla rete del 90 % le cose andrebbero in modo molto diverso.C'è da considerare che molti non sono recuperabili vuoi per età che per addomesticamento del cervello ma certo sarebbe una bella, svolta.

carlo mancuso 26.12.13 12:04| 
 |
Rispondi al commento

ehggià, la faccenda sta proprio così.

Oresteeee....Lucaaa...dove siete?

^__^

Daniela M. Commentatore certificato 26.12.13 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E quelli connessi pagano un costo eccessivo per il servizio dato.

Noè SulVortice Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.12.13 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Buon Natale..........
sappiamo tutti che Gesù non è nato il 25 dicembre, eppure ci ingozziamo di cibo in quel giorno per festeggiarlo peraltro sapendo che Gesù avrebbe voluto tutt' altro, sobrietà e rispetto per chi non ha nemmeno un tozzo di pane con cui sfamarsi.
Tutto è avvolto nell' aleatorietà, anche la nostra religione ricca di fandonie che ci portiamo dietro da secoli, di ignoranza che vorrebbe imporsi come verità assoluta.L' abbiamo manipolata a nostro piacimento, interpretata come più ci faceva comodo. Anche lì occorre un grande cambiamento. Non posso più sentire la p. che Dio ci ha creato con le sue stesse mani, sappiamo che non è così. Sappiamo che non vi fu alcun peccato originale perchè chi studia ed ha cervello, queste cose le sa. Eppure ancora ci viene riproposto ciò. La Bibbia presenta una marea di incongruenze frutto delle nostre mani non certo di quelle di Dio.
Ebbene come occorre un grande cambiamento nella religione ne occorre uno grande nel nostro paese.
Letta non ci venga a raccontare la stratosferica c. che questo è stato (ormai) l' anno della svolta generazionale. Sei patetico.
Possiamo ancora sentire di giudici che fanno pure gli avvocati o di dentisti che hanno anchen altri lavori, di finanzieri altrettanto?
Poi ci chiediamo perchè mancano posti di lavoro?
Mancano per tanti motivi tra cui quelli citati.
Non è un ricambio politico che risolverà i problemi ma la distruzione del sistema marcio dei partiti fonte del male italiano.
L' impresa per italiano di recuperare serietà e dignità è ardua.

red tiger 26.12.13 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo l'Italia è nelle ultime posizioni in tutti i settori, quindi anche sul collegamento a internet, abbiamo politici vecchi che non sanno guardare al futuro.

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 26.12.13 11:02| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
DOBBIAMO ASSOLUTAMENTE COPRIRCI COPLETAMENTE CON LA RETE,CHE LO VOGLIANO O NO
ALVISE

alvise fossa 26.12.13 10:45| 
 |
Rispondi al commento

STANDO COSI' LE COSE NON TI SEMBRA CHE OCCORRE -
ANCHE QUESTA VOLTA SMASCHERARE LE BUFFONATE DEL GOVERNO-FANTOCCIO CHE ABBIAMO ???
STIAMO TALMENTE SPROFONDANDO NELLA MISERIA CHE NON CI E' POSSIBILE NEANCHE VOLENDO PAGARCI UN
'CANONINO' DI UTENZA INTERNET, MA COME POTREMO MAI PENSARE DI CONNETTERCI AL 90% DELLA POPOLAZIONE BELGA O ALTRA NAZIONE ??
SIAMO COSI' ASSORTI A LEGGERE E RILEGGERE LE NUOVE
NORME DEI DECRETI-TASSE DI FINE ANNO CHE INTERNET
RIMANE ANCORA OGGETTO DI LETTERA A BABBO NATALE
(CIOE' A BABBO MORTO): MA UNA BOMBA MEDIATICA,CARI
FRATELLI GRILLINI, NON SI PUO INNESCARE IN QUELLA
OVATTATA SEDE DEL PARLAMENTO ????
ASCOLTATE CASELLI CHE SPROLOQUIA SU RAINEWS24 CONTRO I SOLITI 'PREPOTENTI' (MA QUANDO PRENDE DI STIPENDIO ?): LUI E' UN POTENTE O UN PREPOTENTE ?
GRILLINI-GRILLLINI-GRILLINI, CREDO CHE DOVETE
APPRENDERE L'USO DELL'URLO DI BEPPE, ALTRIMENTI NON VI ASCOLTERA' MOLTA GENTE: IL POPOLO E' ADDORMENTATO,ANESTESIZZATO...!!!!! OCCORRONO SCOSSE DI ENERGIA ELETTRICA A 3000.= VOLTS.
VOGLIO VEDERE QUANDO SI RIPARLERA' DI DARE LA CONNESSIONE A INTERNET GRATUITA LA PROSSIMA VOLTA!!!
AUGURI PER TUTTE LE BOMBE CHE RIUSCIRETE A METTERE
ALLO STRAPOTERE DEGLI INETTI CHE SIEDONO A FIANCO AI VOSTRI SCRANNETTI !!!!!

AUGURONI ANCORA A TAVERNA: E' PROPRIO CARINA (FICO NON TI OFFENDERE !!).
CIAO.

d'addona Crescenzocrescenzodaddona 26.12.13 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno a tutti,
Io abito a soli 4 chilometri da Alessandria, e quando sono andato ad abitare in questo sobborgo (2006) non era prevista la connessione ad internet a banda larga.Ci siamo attivitati con una raccolta firme abbiamo informato "il mondo"ed alla fine ci hanno accontentato, ma con un tipo di connessione un po'particolare (612 kb ).
Sono 7 anni che continuiamo a sperare in un miglioramento della connessione, intanto quello che ci fa stare piu' male e' leggere sulla fattura (che paghiamo a costo pieno):"grazie per aver scelto A.....7 mega".

GiovanniGigantino 26.12.13 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Immaginate il nostro paese che in un solo colpo si dota nuovamente di una compagnia telefonica nazionale (visto che Telecom è notoriamente “andata” da un po’) con tariffe convenienti per i consumatori e, al contempo, aiuta tutti i suoi comuni a fornirsi di una rete wi-fi gratuita grazie all’utilizzo dei ponti di Rai Way e degli hotspot. Impossibile? Lungo da realizzare? Costoso? Nessuna delle tre poco simpatiche ed incoraggianti caratteristiche elencate. Eppure, paradossalmente, proprio per questo, l’idea fa un po’ di fatica a trovare spazio e ad essere presa in seria considerazione. E ciò nonostante, allegati alla proposta, ci siano anche i pareri favorevoli di numerosi ingegneri interrogati sulla fattibilità e sulla sostenibilità del progetto. Ma di cosa si tratta precisamente? Chi l’ha proposto? L’idea è di Leonardo Metalli, caporedattore del TG1 ed è stata presentata all’incontro della nuova corrente sindacale “Giornalisti in Movimento” che si è tenuto la scorsa settimana nella sede di Stampa Romana. Insieme a Metalli, anche il collega Fabrizio De Jorio, membro del direttivo Asr.

In pratica si tratta di creare un servizio in ambito tlc, con un’offerta sia di telefonia che di internet brandizzata e gestita direttamente dalla tv di Stato.

Come spiega Metalli, infatti: “La telefonia è già nelle opzioni della Rai visto che noi affittiamo le nostre linee a operatori del settore. Per questo potremmo essere presenti sul mercato in modo autonomo, oggi, riempiendo quel buco creatosi con la vendita di Telecom agli spagnoli. La cosa assurda è che pur avendo la possibilità di comunicare in autonomia, la Rai invece si obbliga contrattualmente con Telecom e Wind per un servizio il cui costo non solo si potrebbe azzererare ma che ci darebbe anche modo di guadagnare”.

Il meccanismo (assurdo) che esiste al momento, infatti, è essenzialmente questo: la Rai fitta le sue postazioni agli operatori di telefonia mobile (Tim, Wind ecc) e poi, i suoi dipendenti, pagano comunque abbon

leonardo metalli, roma Commentatore certificato 26.12.13 10:15| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
per quanto riguarda l'Olanda non per tesserne le lodi ma il 95% e' connesso e le nuove abitazioni gia' da una decina di anni le dotano di fibre ottiche.
I vantaggi sono tantissimi dalla dichiarazione dei redditi alla facilita' dei servizi, avendo un'attivita' tutta le rendicontazione viaggia via posta elettronica come i rapporti con il fisco.
Per dirne una semplice: vado dal dottore il dottore mi prescrive una ricetta che invia direttamente in farmacia in tempo reale, non mi resta che ritirare.
Riguardo all'accorpamento dei comuni qui' e' stata fatta 6 anni fa , il comune in cui risiedo(2omila abitanti) ha incorpato 4 comuni vicini, morale un solo municipio in cui puoi fare anche il passaporto, la patente e quant'altro richiedendolo via email.
Ci sono dei buoni esempi perche' non adottarli

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.12.13 10:09| 
 |
Rispondi al commento

I 5 stelle sono per Internet gratuito e per l a e mail obbligatoria dalla nascita,la libertà ed il senza veli e in rete...Chi e contro la libertà e contro la rete.....Letta e Napolitano,da come offuscano e manipolano l informazione dai canali tradizionali,sono fascisti veri,altrimenti si batterebbero per diffondere l accessibilità alla rete,si vede che non gli conviene affatto.Liberta di pensiero e di parola non gli appartiene proprio.....

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 26.12.13 09:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori