Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Senza il lavoro, senza la dignità

  • 162


bassi_latterie.jpg

"Vent’anni fa aveva perso il lavoro alla Danieli, ma era riuscito a ripartire, trovando un’occupazione alle latterie friulane di Campoformido. Ora quegli antichi problemi sono riapparsi in tutta la loro gravità. Non ce l’ha fatta a reggere questo nuovo peso e a 54 anni Giuseppe Bassi di Godia, ha deciso di farla finita, togliendosi la vita nel garage della sua abitazione di Udine. E’ morto così un operaio delle latterie friulane, che fino al giorno prima aveva partecipato ai presidi dei sindacati per difendere il posto di lavoro. Secondo la testimonianza di alcuni sindacalisti a lui vicini l’uomo in questi giorni aveva più volte manifestato una forte preoccupazione per il rischio di perdere nuovamente il lavoro. Nello stabilimento la tensione è altissima e i sindacati temono di non riuscire più a gestire la protesta. Dai colleghi dell’uomo è anche arrivato un duro monito ai dirigenti delle Latterie: "Non si presentino ai funerali". Bassi era anche impegnato nel sociale: era presidente della squadra di calcio dilettanti della Fulgor di Godia." Il Messaggero Veneto

29 Dic 2013, 11:40 | Scrivi | Commenti (162) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 162


Tags: crisi, disagio sociale, disoccupazione, Giuseppe Bassi, Godia, latterie

Commenti

 

http://www.articolotre.com/2013/12/stipendi-rai-fazio-guadagna-quasi-5-500-euro-al-giorno/241451

CI RENDIAMO CONTO???

Matteo S., Roma Commentatore certificato 30.12.13 22:18| 
 |
Rispondi al commento

L'ultima goccia

L’ultima goccia tenetela per voi, non dategliela, vi servirà.
Quando vi avranno spremuto per bene
Quando vi avranno torchiato l’anima
Quando avranno spento del tutto l’alba, chiuso l’orizzonte, sprangato le porte.
Quando i lacci saranno serrati, quando ogni passo sarà bloccato e gli occhi sempre più stretti.
Quando v’inchioderanno al muro dicendovi di stare buoni.
Quando, per blandirvi, vi porgeranno un bicchiere d’acqua grigia fingendo condivisione.
Non bevete. E’ un vecchio tranello, la loro assicurazione, il loro antidoto.
E’ l’ultima goccia quella vi serve, non mischiatela con niente, custoditela pura. Infine usatela.
E’ la sola cosa che temono. L’unica vera loro paura.
Che quell’ultima, piccola, inviolata rossa goccia di sangue di chi non ha più nulla da perdere, li annienti.

michele monteleone 30.12.13 17:34| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra vittima sulla coscienza di chi deruba indisturbato la nazione con mille e più espedienti.

Poi venite a scrivere che siete stati minacciati?
Facce di culo a non finire!


TUTTI IN GALERA (esclusi i pochi contrari)! Quello è il posto dove devono stare.

Vulka 30.12.13 16:09| 
 |
Rispondi al commento

ma come è possibile che esistano organizzazioni sindacali, che dovrebbero rappresentare i lavoratori, che di fronte a tragedia come questa non fanno mea-culpa, anzi girano le spalle?...
che, da 50 anni, continuano a chiamare i datori di lavoro i "padroni"in senso spregiativo?...
come è possibile che lo stato tassi e strozzi fino a strangolare, gli imprenditori,che fino a prova contraria sono gli unici seri datori di lavoro?

meccojoni 30.12.13 16:02| 
 |
Rispondi al commento

sincere condoglianze alla famiglia e agli amici,
alla fine pagano sempre gli stessi, che tristezza

who 73 (magicbus), imola Commentatore certificato 30.12.13 16:01| 
 |
Rispondi al commento

Mentre i lavoratori si dibattono tra problemi di sopravvivenza che, purtroppo, talvolta sfociano anche in epiloghi tragici, come nel caso del Sig. Bassi, il nostro ministro del lavoro, con il placet del Sindacato a cui bisogna addebbitare la grande responsabilità di aver svenduto il diritto alla dignità da parte dei lavoratori dipendenti, rimanda alle calende greche la firma su provvedimenti (Cassa Integrazione, Cassa Integrazione in deroga, Mobilità) che riguardano l'unico sostentamento economico di migliaia di famiglie rimaste prive di ulteriori redditi. Non solo ma succede anche che alcuni lavoratori inpegnati nelle attività socialmente utili, in assenza di provvedimenti ufficiali, vengono mandati via dalle amministrazioni pubbliche che finora li hanno utilizzati anche per diversi anni(sarebbe opportuno dire "sfruttati" avendo ottenuto prestazioni regolari pagate con pochi euro) senza alcun considerazione di natura sociale.
Antonio La Piano

antonio la piano Commentatore certificato 30.12.13 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Italia il paese dove non cambia mai nulla.

Per esempio; qualcuno mi sa dire a cosa e servito lo sciopero forconi 9-13 dicembre? A niente. Il governo Attuale non ci ha riso sopra.

Federico Dario 30.12.13 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Continua lo stillicidio di suicidi ! Padri di famiglia non reggono allo spettro della fame , della miseria in cui vedono sprofondare le loro famiglie ! E' terribile la disperazione nei loro cuori , l'impotenza ad agire li spinge verso l'unica apparente azione che pensano di poter fare , togliersi la vita . Non è così , non disperate ! Ci sono altri modi di affrontare la miseria ! Andare alle caritas non è vergognoso , fare i lavori umili e malpagati che fanno gli extracomunitari è meglio di niente ! Al limite rubare pane e companatico , tutto è meglio della morte ! Il dolore che infliggete ai vostri cari è infinitamente peggiore della povertà che prima o poi finirà ! Il grosso equivoco che ci sgoverna , prima o poi sarà compreso da tutti e cacceremo a calci in culo il Pd e tutta questa sinistra anomala !

vincenzo di giorgio 30.12.13 13:44| 
 |
Rispondi al commento

Questa tragedia, come altre simili, conferma se mai ce ne fosse bisogno, che la questione fondamentale e prioritaria per il governo della nazione è di costituire le condizioni perchè ci sia "lavoro per tutti". Può andare il reddito di cittadinanza per situazioni temporanee, ma l'obiettivo deve essere l'occupazione. Il governo Letta e quelli che l'hanno preceduto non hanno neanche tentato risposte in questo senso, probabilmente non possono nemmeno capire la questione in quanto vivono in un contesto di luci, feste, opulenza e soldi pubblici facili. Di certo non hanno la preparazione e la competenza per raddrizzare una situazione così grave. Quello che proprio non riesco a spiegarmi è come, ancora alle elezioni di quasi un anno fa, i partiti PDL e PD-L abbiano avuto così tanti consensi

franco 30.12.13 13:34| 
 |
Rispondi al commento

"La morte non è quando il nostro cuore smette di battere, ma quando la nostra anima cessa di lottare."

Sincere condoglianze alla famiglia.

Bob C., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.12.13 12:19| 
 |
Rispondi al commento

BUON GIORNO SIG /RA SILVANA ROCCA
IL SITO NON E' LO SFOGATOIO MA E' IL SITO DI CHI SI E' RIPRESO LA COSCIENZA CIVICA E NON VUOLE PIU ' SOTTOSTARE AD UNA SITUAZIONE SIMILE . SE LEI HA RINUNZIATO A COMBATTERE , TANTI ALTRI NON SMETTERANNO MAI DI FARLO , CON FATTI E PAROLE . (GUARDI I NOSTRI RAGAZZI IN PARLAMENTO E POI NE RIPARLIAMO ).
GRAZIE ALESSIO ALTIERI

ALESSIO ALTIERI 30.12.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Questo blog è diventato lo "SFOGATOIO" di tanti iscritti (tra l'altro sempre meno).
Tante parole e niente fatti!
Nessun supporto e azioni vere!
Beppe ha detto che il m5s è un freno alla rivoluzione.
"FORSE" è vero !

silvana rocca, genova Commentatore certificato 30.12.13 11:54| 
 |
Rispondi al commento

Eh certo che le latterie friulane chiudono ora il latte in Italia deve arrivare dalla Germania che impera et divide, mozzarelle fiordilatte prodotte in Italia con latte tedesco evviva fessi italioti continuate a farvi prendere per il ...

emilio v., ekaterinburg Commentatore certificato 30.12.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

E' la sola opzione rimasta in Italia per un cinquantenne che perde il lavoro... però occhio che qualcuno penserà bene prima o poi di coinvolgere qualcun altro nel suo insano gesto liberatorio.
Chissèà se in questo caso si preoccuperanno oppure se metteranno una legge che da l'ergastolo per evitare che chi è disperato se la prenda contro chi l'ha messo in questa situazione.

Pierino_La_Peste 30.12.13 11:41| 
 |
Rispondi al commento

Ma dove sono finiti i cosiddetti "FORCONI" ?
Le prese in giro...continuano !!!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 30.12.13 11:40| 
 |
Rispondi al commento

37 anni di contributi e 62 anni d'eta'. quando mi manderanno in pensione mettendo al mio posto un giovane?

antonio via citta spettacolo6 d'andrea, benevento Commentatore certificato 30.12.13 10:40| 
 |
Rispondi al commento

C'e' uno spreco enorme di soldi pubblici: tanto per fare un esempio la sanita' in Campania. Con chiunque parli che lavora in ospedale c'e' una carenza di organico, ma puntualmente al personale vengono pagati straordinari a circa il doppio o il triplo della loro paga oraria. In pratica si parla di stipendi base per i medici che vanno da 2.500 euro (per i medici neoassunti) a 8.000-10.000 euro (per i primari) che si possono triplicare con gli straordinari. In pratica costerebbe mooolto meno assumere nuovi medici con la stessa paga degli altri medici, ma senza ricorrere agli straordinari, cosi' si risparmierebbero tantissimi soldi, e non si farebbero fare gli straordinari a coloro che gia' lavorano. E' una situazione paradossale che ci sono persone che guadagnano mediamente 5.000 euro/mese accanto a persone che se gli va bene portano a casa 500 euro/mese, e se non riescono si arriva al suicidio.
Non e' colpa delle persone che guadagnano poco o tanto, ma del sistema che garantisce privilegi a pochi, la maggior parte delle volte neanche meritati.
Non credo proprio che un medico che guadagna 10 volte lo stipendio di un operaio svolga mansioni con una produttivita' 10 volte tanto, vanno abbassati i loro stipendi, come quelli di altre categorie, e assunte altre persone per dare spazio a tutti, e risparmiare ulteriori soldi pubblici per attuare reddito di cittadinanza

Gerardo Giordano Commentatore certificato 30.12.13 09:32| 
 |
Rispondi al commento

La fila di disoccupati nei Comuni di ogni paese e città si fa sempre più lunga. Oltre a chiedere lavoro queste persone pretendono che sia rispettata la loro dignità di uomini e donne. Non vogliono più elemosine e atteggiamenti pietistici. Quotidianamente Assistenti Sociali e assessori ai Servizi Sociali alzano le braccia per dire che i soldi non bastano per aiutare tutti. Non c’è uno staccio di lavoro da offrire, non hanno più nessun aiuto da dare. Cosa deve fare un disperato con famiglia a carico, con mutui e tasse da pagare? Non ci sono altre possibilità. Decide per una soluzione estrema.
Mi chiedo per quanto tempo ancora dobbiamo assistere impotenti a questi drammi. Cosa diavolo stanno facendo quelli che “governano??” il nostro Paese per dare finalmente dignità a una Nazione che non offre lavoro ai suoi abitanti e che perciò non può essere considerata né rispettabile, né affidabile. Chi non decide per gesti estremi scappa via per cercare altri lidi che accolgono, offrono lavoro e includono realmente. Inclusione che in Italia è obsoleta. Inclusione indispensabile per tutti, sia chiaro, ma in particolare per gli italiani che hanno perso il lavoro o che lo stanno cercando. Una Nazione che integra, non li spinge al suicidio, ma fa tutto il possibile per creare ad ognuno dei suoi abitanti un dignitoso lavoro.

patrizia p lilli, Pompu Commentatore certificato 30.12.13 09:16| 
 |
Rispondi al commento

ecco il vero ruolo dei sindacati, oggi:
"sono preoccupati di non gestire la protesta",
non di difendere i lavoratori che gli pagano il "pizzo" ogni mese con la tessera!

i sindacati sono i kapò della seconda guerra mondiale, i cani dei padroni!

questo è il famoso sindacato giallo
e sono pochi quelli davvero convinti della lotta per una causa.

Claudio76 Nicola76 Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.12.13 06:56| 
 |
Rispondi al commento

Prima di tutto condoglianze alla famiglia!

Un tempo, nella vita reale perche' altra non c'era, anche per molto meno gli italiani erano capaci fino alla rivolta.

Ora con internet, senza che internet in s'e' abbia colpa alcuna, gli italiani sono stati anch'essi 'drogati' ad essere ancor piu' in cattivita', ad essere nella vita reale piu' remissivi e mansueti, lasciando invece che gli italiani si sfoghino nella vita virtuale.

Sicuramente con il tempo anche la vita virtuale sara' sempre piu' regolata cosi' come avviene nella vita reale al fine che gli italiani saranno sempre piu' remissivi e al 100% in cattivita'.

Di quanto sopra i politici e loro servi ne sono consapevoli, facendo affidamento, anzi sono sicuri, continuando sempre piu' a spremere soldi agli italiani e continuando cosi' la loro vita da nababbi, da intoccabili.

E' tutto questione di soldi, coi soldi chi 'dirige l'orchestra' ha il potere potendo pagare i loro servi, quindi forse sarebbe il caso di non dar piu' soldi, una sorte di sciopero fiscale. Piuttosto forse sarebbe meglio che invece, chi puo', si versino direttamente a chi ne ha bisogno e/o al fine della liberazione e alla esiliazione dei parassiti.

E, forse, sarebbe anche il caso che gli italiani facciano nella vita reale quello che dicono scrivono nella vita virtuale.

Andrea G. 30.12.13 06:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.12.13 06:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo è in atto in Italia una repressione che passa attraverso il rendere sempre più precario il "lavoro" e che vede i salariati sottostare alle più sporche angherie. Io da un po di giorni non dormo perché vivo con circa 250 euro al mese. Già prima arrivavo con la lingua a terra al 25 del mese, adesso non sò come fare. Di una cosa son certo, non immolerò la mia vita sull'altare del lavoro, lotterò con le unghie e con i denti contro questi boiardi della politica che ancora non hanno capito il male che ci fanno. Non si può sconfiggere la crisi precariezzando anche chi un lavoro ce l'ha, ma penso invece dando il reddito di cittadinanza ai milioni di non occupati, aumentando gli stipendi dei salariati, e impedire la delocalizzazione delle aziende, tassando meno il lavoro

graziani maximo (maxitaxi), roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.12.13 02:07| 
 |
Rispondi al commento

pagheranno anche per te te lo giuro

fabio spaziani 30.12.13 00:42| 
 |
Rispondi al commento

I nostri politici non si rendono conto , vivono
In un castello fatato, pieno di tutto ciò che
Desiderano.
Per favore basta una volta per tutte.BASTA!!!
Noi italiani cerchiamo di andare avanti ogni
Giorno facendo sacrifici di ogni tipo per
Mandare avanti le nostre famiglie,la società, il
Paese.
Veniamo ridicolizzati da tutta l'Europa, non si
Fidano piu di noi.
Ma ancora quante vittime di scelte dissennate
Dovremo ancora subire?

roberto marrocco 29.12.13 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'ennesimo omicidio di Stato

marcello la scala 29.12.13 23:30| 
 |
Rispondi al commento

Francesco Cinque


caro beppe ho 55 anni e prima di morire vorrei vedere quei porci fuori dal parlamento e solo tu puoi farlo con l'aiuto nostro
ma le tv non ci aiutano quindi ho una proposta:
i finanziamenti pubblici che avete rifiutato perché non li usate per mettere insieme un tv vostra? almeno sarebbero usati per uno scopo chr tutti saranno d'accordo spero grazie e tanti saluti

francesco cinque 29.12.13 22:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi dispiace sinceramente,per questa morte e per tutte quelle che ci sono e non ne veniamo a conoscenza, qualcuno dovrà pur pagarle,non si deve morire in questo modo in un paese dove al primo articolo della propria costituzione dice.. lITALIA E UNA REPUBLICA FONDATA SUL LAVORO.

carlo g., torino Commentatore certificato 29.12.13 22:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condoglianze ai familiari, vi siamo vicini con la mente e con il cuore.
Caro Peppe, stai vicino alla gente che ne ha bisogno. QUESTE TRAGEDIE NON DEVONO PIU' ACCADERE!!!
Cacciare questo "governo" con l'occupazione permanente di tutte piazze della politica e impedire, partecipando a migliaia, le riunioni al Senato e alla Camera.
GRIDALOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!

Antonino Musolino 29.12.13 22:29| 
 |
Rispondi al commento

"i sindacati temono di non riuscire più a gestire la situazione".
i sindacati,la rovina di questo paese,dove sono i loro capoccioni;tutti in politica(cofferati,dantoni,del turco,damiano,epifani,ecc,ecc.)

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 29.12.13 22:24| 
 |
Rispondi al commento

Altra vittima della classe dirigenziale e politica che sta distruggendo la vita delle persone oneste e umili.

ALFREDO DI LORENZO, napoli Commentatore certificato 29.12.13 22:23| 
 |
Rispondi al commento

Metà del Paese è alla disperazione, l'altra metà se ne va in vacanza. C'è qualcosa che non va...

Glicemia Alta Commentatore certificato 29.12.13 22:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono sempre piú convinto che il cervello dell'uomo abbia ha delle grosse deficienze.

La menomazione piú grande é la sua coscienza individuale (quando ce l'ha).

Il giorno che cambierá per una coscienza collettiva, vivremo tutti in pace.

rud skall 29.12.13 21:54| 
 |
Rispondi al commento

C'è la disperazione che devasta metà del Paese mentre l'altra metà sorride in tv partendo per le vacanze

elio v., To Commentatore certificato 29.12.13 21:53| 
 |
Rispondi al commento

La disperazione sta devastando questo Paese mentre la tv ti mostra facce sorridenti di vacanzieri che vanno a farsi 20 giorni ai Caraibi.
C'è qualcosa che non va o è solo un'impressione?

elio vivalda 29.12.13 21:45| 
 |
Rispondi al commento

La politica e'barbara da decenni ma non perché ultimamente si sono alzati i toni,ma principalmente perché con il suo modo di operare favorisce il suicidio dei poveri cristi che perdono il lavoro e con esso tutte le speranze di una vita dignitosa

Giuseppe dessy 29.12.13 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Quello che non si spiega e` la calma dei sindacati dell'esecutivo e la mala informazione dei commercialisti che si limitano a riscuotere la parcella senza preoccuparsi minimamente del proprio assistito. VERGOGNA

enrico 29.12.13 20:51| 
 |
Rispondi al commento

COME MUORE un'EROE

che dire piu'????

chi ha sulla coscienza l'OMICIDIO/SUICIDIO di quest'UOMO????

e chi ha sulla coscienza centinaia di OMICIDI/SUICIDI di LAVORATORI ed IMPRENDITORI????


e chi ha sulla coscienza, MILIONI di DISOCCUPATI ormai nella POVERTA' e nella DISPERAZIONE?????


chi è che ci ha RUBATO la VITA???????


sono stati LORO,i POLITICI,con la complicita' di quelli che stanno BENE o BENISSIMO...

e con la BENEDIZIONE del VATIC-ANO...

una sola parola....

BASTARDI.. prima o dopo la PAGHERETE CARA.


ENZO D., BARI Commentatore certificato 29.12.13 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CI STANNO MASSACRANDO,ORMAI SIAMO ALLA FRUTTA.

lude52 29.12.13 20:17| 
 |
Rispondi al commento

non meriata uccidersi!


mai!

altrimenti tanto vale portare con se qualche decina di stronzi!

bruno bassi ex iscritto dissidente 29.12.13 20:16| 
 |
Rispondi al commento

Non lo fate, non lo fate, lottate lottate , ho fatto anche il bagnino a 40anni non lo fate non dategliela vinta, vivete la vita é meravigliosa

Walter cinotti 29.12.13 20:14| 
 |
Rispondi al commento

facciamo qualcosa,vi prego.non sopporto piu' queste atrocita'.qualcuno dovra pagare prima o poi

antonio d'auria 29.12.13 20:08| 
 |
Rispondi al commento

Quando leggo queste tristi notizie mi ripeto,io non lo faro' mai poi penso alla mia situazione,senza lavoro,tra poco senza casa....e mi chiedo cosa faro'? cosa mi rimane da fare?
Mi aggiungo al dolore della famiglia.
Una piccola cosa per il medico iraniano,tornatene al tuo adorabile e vivibilissimo paese e lascia stare Grillo e sua moglie.

paolo ruggiero 29.12.13 20:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché i sindacati sono dalla parte dei lavoratori? Abcora raccontate queste favole? Difendono solo il loro orto ed interessi pari ai nostri politici...e guarda un po' entrambe le categorie sarebvero rappresentanza e voce del "popolo" oprerai/lavoratori/disoccupati/cassa integrati/esodati/pensionati....ITALIANI famiglie e non...chi arriva a rubare in vecchiaia quando magari durante la guerra stava meno peggio...chi si uccide operaio od imprenditore che sia...con chi dovremmo prendercela?...adesso non puoi venderti nemmeno quella casa che tanto hai sudato x comprare x viverci...che il mercato al punto in cui è stato portato. ..non te la ripaga ma la banca li vuole i soldi eccome!...e che fai?? Come ne esci? Io pure ci sto provando. ..ma sono stanca e frustrata...ma non possono vincere loro!!!! La loro vita ha lo stesso valore della nostra i loro diritti sono i nostri e non se li sono conquistati da soli...no...li abbiamo aiutati con i nostri voti...di questo siamo responsabili. ..a questo dobbiamo e possiamo rimediare....altrimenti è come fare "karakiri"...ancora

Amelia 29.12.13 20:00| 
 |
Rispondi al commento

Che strazio sentire queste notizie. Cosa bisogna fare Beppe? il tempo stringe!!!

vanwynsberghe annn 29.12.13 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Fate una campagno di comunicazione affinche' le persone non si ammazzino, ma si stringano al movimento per raggiungere gli obiettivi a favore delle persone contro le caste e prevediamo che il meraviglioso comportamento degli eletti del movimento che hanno rinunciato ai rimborsi venga utilizzato per i casi piu' gravi creando anche un fondo aperto ai simpatizzanti 5 stelle che venga utilizzato per queste finalita'

Roberto de Blasi 29.12.13 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe ti prego il discorso di fine anno fallo tu non voglio sentire più re Giorgio che continua a dire minchiate condoglianze alla famiglia di questo povero operaio ma siamo alla resa dei conti

Gianni Baione 29.12.13 19:24| 
 |
Rispondi al commento

un'altra triste realtà di questi tempi che non vede soluzioni a portata di mano...non servirà a nulla quello che dico perchè quando la testa ti dice di farla finita altre vie di fuga non le vedi....ma PER FAVORE a tutti quelli che pensano non ci siano più soluzioni o alternative o che non c'è la fanno più,PER FAVORE cercate di non cadere in questo baratro merdoso...PROPONGO di iniziare a stazionare sotto le case dei signori della politica,avviciniamoci in silenzio ma con lo sguardo alto e fiero di esseri umani che pretendono il loro posto in questa società sotto i palazzi della politica,dei ministeri,delle regioni,delle province e facciamo sentire loro che un uomo merita di vivere,non di morire per le loro inefficienze o affaristiche di qualsiasi tipo.
Non si può più fare discorsi da dietro queste tastiere,portiamole sotto le loro case....

Massimo Moda 29.12.13 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Per forza cosa poteva fare altro? guardate che allo stato non gli interessa un cazzo della tua vita.Prendete il mio caso ho aperto la ditta nel 2007 e chiusa nel Dic.2012 e dopo che ho alle spalle 17 anni di operato alle acciaieria che solo DIO sa come si lavorava dentro..adesso non ho diritto a NIENTE.Ho chiuso in passivo di oltre 15.00 mila € volevo chiudere nel 2011 perchè mi fidavo ma purtroppo così non è stato, adesso sto pagando le conseguenze.Sono andato all'INPS per sapere se è possibile non pagare il 2012 per mancanza di fondi/e LAVORO mi hanno detto ARRANGIATI...............VAI A FARE DEI LAVORI SOCIALI AL COMUNE,COMUNE? GRAZIE CI SONO ANDATO ma purtroppo non sanno cosa farmi fare,ho provato di tutto per trovare lavoro ANCHE IN TANTE AGENZIE.Teniamo presente di una cosa ho 49 anni a Gennaio 3 figli minori da mantenere in età scolare,e dopo tanti anni di sacrifici devo avere paura che mi portino via la casa.Cosa ti rimane da fare allora.......io ti voto ti mantengo e tu mi porti via i miei piccoli risparmi? ma ammazzo chiunque entri in casa mia se mi chiedono dei soldi,non nè che non voglio pagare e che non ne o e tu non mi dai neanche la possibilità di vivere lavorando? come si fà a vivere in queste condizioni? in che stato ci hanno messo sti politici?

Alex 29.12.13 19:02| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se si presentano ai funerali spaccategli il deretano...devono sapere che li odiate, l'odio è un bene.

vauro meliconi Commentatore certificato 29.12.13 18:59| 
 |
Rispondi al commento

ecco maledetti un altro omicidio di stato!!!!!!!!!!!!

Maria Marcianò 29.12.13 18:55| 
 |
Rispondi al commento

Un altro omicidio di stato, che Tu possa riposare in pace, ma i Tuoi assassini dovranno rispondere davanti al Popolo Sovrano.
Cordialità

Toto A., Milano Commentatore certificato 29.12.13 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Mio marito è, o meglio era un collega di Giuseppe ed é stato uno dei due colleghi ad arrivare subito dopo lo scempio, lo ha visto, steso, appena oltrepassato ad altro mondo. Potete immaginare cosa si prova in questi momenti? Potete immaginare la rabbia verso un'azienda che a causa di scellerati dirigenti l'ha mandata a scatafascio? Immaginate l'ira verso il presidente e soci conferitori che fino ad ora hanno lasciato carta bianca ai dirigenti che hanno dilapidato tutto ciò che si poteva scialare, preoccupandosi esclusivamente dei propri proventi a fine anno? Io non so parlare di politica, ma tutto ciò era sotto gli occhi di tutti, più volte segnalato ai superiori. Il sistema ti rende impotente, preoccupato, senza che il governo, non me ne vogliate, si renda conto dei problemi della gente comune in difficoltà. Abbiate un minimo di rispetto, non tutti reagiscono allo stesso modo, pensate a questa persona e alla sua famiglia. Passato il periodo cruciale chi può intervenire e fare qualcosa di tangibile lo faccia; è il miglior modo di rispettare e non rendere vana la morte di una persona. Fate sì che i responsabili paghino, di tasca loro, per una volta almeno. Grazie

Lory Zuliani 29.12.13 18:39| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

mando una preghiera alla famiglia
che trovi la forza di superare questi momenti cosi difficili
siamo tanti e ognuno di noi ha un suo pensiero
ma se una roccia arriva a questo gesto
vuol proprio dire che e nera
che ha visto solo porte chiuse davanti a se
in tanti si dovranno interrogare e chiedersi
io che cos ho fatto per evitare ciò
e se capitasse a me ?come mi comporterei
e se fosse la seconda volta?
riuscirei ad andare avanti?
quando si ha la pancia piena e una posizione comoda non si riesce neanche a porsi queste domande
una società fondata sul profitto e la lobby
va oltre all essere umano
dobbiamo far uscire dalla legge e dal pensiero pratico
questi concetti di ricchezza e posizione,ma non con contrapposizioni ideologiche
ma con norme e controlli che vietino l accumulo la posizione dominante la ricchezza ingiustifiata il raggiro l usura la corruzione
sono tanti secoli che queste cose accadono
vuoi che proprio ora si possono risolvere?????
il m5s ci indica un percorso sta a noi aderire
od essere le prossime vittime del sistema
che chiede proprio questo
paura.isolamento.ricatto,vittime da immolare ai loro disegni di comando
non cadiamo in queste logiche ideologiche
onori a quanti hanno immolato la propria vita
per dirci che questo sistema e marcio e va cambiato

umberto vassallo 29.12.13 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un'altra vita persa...e loro intanto stanno pensando se fare o no il rimpasto di governo...non cambieranno mai...dobbiamo cacciarli via a calci nel c@@o!

Gio 66, Roma Commentatore certificato 29.12.13 18:21| 
 |
Rispondi al commento

Eliminare porcata fornero con ripristino totale articolo 18, altrimenti non si puo' parlare di lavoro!


Parole di Beppe "Io non voglio più vivere in un Paese dove le persone si ammazzano per la mancanza di lavoro, dove la gente è costretta a dormire nelle macchine o a mangiare alla Caritas, per questo subito un Reddito di cittadinanza e ripensare al lavoro come una parte importante nella vita di un uomo ma non determinante dal doversi suicidare per la sua mancanza", la storia è andata diversamente. Governo NapoLetta più soldi per tutti......gli amici! Meditate elettori del PD e di SEL!

stefandd 29.12.13 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Non c'è somma di denaro, o guadagno, che possa essere paragonato con la perdita di una vita, un'esistenza, magari vissuta con onestà e dignità, con forti toni sociali. Veramente tutti i corresponsabili(e sono tanti), dovrebbero guardarsi allo specchio ed insultarsi violentemente da soli. Si vergognassero di loro per riuscire a spegnere gli ultimi onesti. Il mio augurio più sincero è che riescano a spendere un po' dei loro guadagni in medicine e la speranza che non facciano loro effetto alcuno.

Emilio Risari, Tricerro Commentatore certificato 29.12.13 17:40| 
 |
Rispondi al commento

SEL, se non ricordo male, è il vecchio partito di rifondazione comunista, riciclatosi (cambiando il nome).
SEL crede di aver acquisito nuova verginità, crede di aver sotterrato elegantemente quel gran signore di Bertinotti-sindacalista, arricchitosi sulla pelle dei lavoratori, portato in parlamento e seduto sulla poltrona istituzionale di presidente della camera dei deputati, pelliccie e campi da golf, ma anche "pass" per i più esclusivi circoli dell'alta società, frequentati e finanziati da quei gruppi di industriali che un tempo erano o dovevano essere la "controparte" ideologica.
Hanno buttato nel cesso tutte le conquiste che da cento anni i lavoratori insieme a personaggi che li difendevano nelle diatribe contro i "padroni", i veri sindacalisti....hanno buttao nel cesso le conquiste per 30 denari.
si sono seduti al tavolo della casta non per rinnovare le richieste che da sempre vengono fatte dal mondo del lavoro, in epoca pre crisi, hanno cosi affidato lo stesso mondo del lavoro alle mani del "lupo", quella classe di imprenditori con le pezze al culo che dagli anni 90 si arroga le sorti del paese, con gli attuali esiti, la colpa infine, non è degli imprenditori che delocalizzano, o sopraffati dal sistema finanziario chiudono mettendo in mezzo alla strada milioni di lavoratori, la colpa è di questi "signori" (SEL inclusi) che per 30 denari hanno vigliaccamente svenduto la "classe Operaia", il mondo del lavoro.

Carmine s., caserta Commentatore certificato 29.12.13 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

purtroppo se queste cose non le diciamo anche in televisione sara tutto inutile staremo sempre allo stallo politico. biagio02

biagio nenna, porto santelpidio Commentatore certificato 29.12.13 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Mentre i "simpatizzanti" e i "parlamentari" di SEL si preoccupano delle "minaccie" che ricevono su questo blog (poi qualcuno mi dirà chi ha invitato i sostenitori di SEL a frequentare questo Blog) minacciando fantomatici "terroristi" (perchè chi minaccia è considerato terrorista se i targhet sono parlamentari o sedi di partito) di essere denunciati alla magistratura....mentre se ne fottono se un operaio si toglie la vita per le politiche che la casta da venti anni persegue (o continua a perseguire deviando la parte economica-finanziaria ai propri fini di sfacelo dello stato).
Cosa importa a SEL se un operaio distrutto dalla crisi, o un imprenditore o una intera popolazione (taranto) muore per le incopentenze (o le risate) dei suoi politici ?
NULLA!
Pagheranno, e questa non è una minaccia.... ma una promessa!

Carmine s., caserta Commentatore certificato 29.12.13 17:18| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo queste cose accadono.....ma i nostri disgraziati governanti non se ne accorgono neppure .....forse i criminali più efferati sono loro, altro che criminalità organizzata........o forse siamo già nelle mani della mafia? Allora l'ingenuo sono io.......

Renzo Doria MIglietta 29.12.13 17:15| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SONO DEGLI INFAMI,QUELLI CHE HANNO FATTO QUESTA COSA A QUESTO OPERAIO.
ALVISE

alvise fossa 29.12.13 17:12| 
 |
Rispondi al commento

Alla fine dello scorso anno ci lasciammo con l’entusiasmante notizia della vittoria referendaria negli Stati di Washington e Colorado, che legalizzava l’uso di cannabis anche a scopo ricreativo, intuendo che stava accadendo una rivoluzione culturale e auspicando che il germe rivoluzionario fosse così tenace e vorace da infestare tutto il globo.

Di sicuro ha colpito il Sud America, che di proibizionismo stava morendo grazie alla famigerata “war on drug”, l’Uruguay, ad esempio, sembra aver adottato una linea saggia ed equilibrata nel voler affrontare il problema della cannabis in modo diverso da quello imposto fino ad ora dagli USA e non c’è motivo di non credere che molti Stati del continente seguiranno l’esempio del coraggioso presidente Mujica.

Il 2013 ha anche fatto registrare il crollo del mercato illegale di hashish dal Marocco verso la Spagna, grazie ai Cannabis Social Clubs, dimostrando che non c’è alcun motivo per rifornire ed arricchire il mercato illegale quando la coltivazione ed il consumo possono essere praticati nella legalità.

E anche nella nostra bistrattata nazione qualcosa si è mosso: in più occasioni dai tribunali è stato invocato il parere della Corte Costituzionale sulla legittimità della legge in vigore e la Commissione Giustizia della Camera, dove abbiamo avuto l’opportunità di illustrare esaurientemente il nostro punto di vista, nelle prossime settimane dovrebbe decidere se inviare alla discussione parlamentare la proposta di legge dell’on. Farina.

Inutile dire che per noi sono due momenti assolutamente importanti, sia per la battaglia che abbiamo condotto tutti insieme in questi anni di becero oscurantismo e sia per poter finalmente reintegrare la canapa nel giusto ruolo che da sempre ha avuto nella storia: una pianta prodigiosa al servizio dell’umanità!

Vi lasciamo quindi con l’augurio che il 2014 possa vederci finalmente soddisfatti e vi invitiamo alla partecipazione attiva in questi pochi mesi che ci separano dagli attesi verdetti, in

Aniello Anzelmo, Nocera inferiore Commentatore certificato 29.12.13 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Tutti a piedi dal 6 Gennaio 2014 fino al 9 del mese stesso.
SCIOPERO GENERALE DEGLI AUTOMOBILISTI, esclusi mezzi di trasporto, taxisti, mezzi ospedalieri, agenti di commercio e chi realmente non può fare a meno dell'automobile.
Richieste: pressione fiscale al 27,8% come in Irlanda.
Margine di contrattazione 0%
Per il mese successivo si inizierà a valutare la rivolta fiscale.

Marco Soderini 29.12.13 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Che non si presenti nessuno dei politici che hanno contribuito allo sfascio di questo Paese, in primis quelli di questo governo di finti responsabili.

Siamo a fine anno, sarebbe necessario ricordare il lungo elenco dei morti suicidi dovuti alla situazione economica in cui versavano e quanto sarebbe invece stato importante proteggere l'esistenza di queste persone col reddito di cittadinanza che questo governo ha ignorato, anzi ha sbeffeggiato con qualche annuncio che assomigli ad un provvedimento simile mai seriamente portato in discussione in parlamento come invece ha fatto il M5S indicando anche le soluzioni per trovare agevolmente i fondi necessari.

Questi morti pesano sulle coscienze di tutti gli europeisti che dimenticano (o fingono di dimenticare) che l'Italia è ormai l'unico paese insieme alla Grecia in cui si lascia indietro chi ha perso il lavoro e il suo reddito per sopravvivere dignitosamente.

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 29.12.13 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve,voglio rispondere a Gabriella Tiberi,mi ritrovo nella stessa situazione di questo poveraccio che non ce l'ha fatta più e chissà quanti altri ancora ce ne saranno,lei non ha la minima idea di cosa significhi trovarsi in questa situazione, mi ritrovo senza lavoro e senza alcun sostegno economico,altro che lo stato non lascia solo nessuno,e poi chi ti prende a lavorare sopra i 50 anni, forse lei è una garantita dello stato........

Kaled R. Commentatore certificato 29.12.13 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi ritrovo nella medesima condizione dal 05 gennaio 2012 cioè da quando dovevo avvedere al PENSIONAMENTO nato il 05 gennaio 1952 con 39 anni di lavoro dipendente con Azienda Fallita ad ottobre 2010 con meno di 100 dipendenti a MILANO e senza NULLA per vivere e con credito privileggiato di 100.000,00 Euro senza prendere un centesimo di euro a tutt'oggi dal fallimento, aperta la stalla fuori i buoi e stalla vuota, dicono bancarotta fraudolenta, ma niente soldi !, niente pagliacciate SALVAGUARDIE perchè non ESODATO/PRIVILEGGIATO ma lavoratore di serie B, è per scontato che E' UTOPIA arrivare al 2018, di chi la responsabilità?: l'anziano signore e bandito monti con zalacana di turno. Sto resistendo già da troppo tempo all'istigazione al suicidio delle istituzioni. Sono VIGLIACCHI, DELINQUENTI, LADRI, CRIMINALI, VERMI SCHIFOSI,e non passerà molto e li CACCEREMO. E' COLPA LORO ma VINCEREMO.Al mio desiderio di non volerli al funerale.email senato e camera, e mi hanno mandato un esercito a casa, vicequestore e sei poliziotti. Oggi risultato sempre ZERO e senza alcun AIUTO nè finanziario nè un pacco di viveri per natale, IGNARATO completamente o già cadavere seppelito.

Emilio C., MILANO Commentatore certificato 29.12.13 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Aumentano i suicidi in maniera esponenziale,è inutile nascondersi dietro il canneto,esistono i responsabili quando succedono queste cose,molti miliardi sono spariti e nessuno va a riprenderli o quando li riprende?e aumentano le tasse ai cittadini che anche se fossero più basse le tasche sono vuote,i mercati fermi!

Luciana Lucarellai 29.12.13 16:19| 
 |
Rispondi al commento

E....... l'Italia resta a guardare! Vergogna, popolo di cialtroni, egoisti, vigliacchi. Quando sapremo passare allo storia come seppero fare il popolo francese, quello russo e tanti altri popoli della terra? Avv. Claudio Cagnoli-L'Aquila

claudio cagnoli 29.12.13 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Perchè uno si uccide? Si, aveva perso il lavoro o lo stava perdendo. La situazione era critica, mi pare di capire, da due-tre anni.Allora mi chiedo perchè il sig. Bassi non ha tentato per esempio di andare in Germania e cercarsi lì un lavoro. Si può dire tutto il male di questa nazione ma so per certo che non lasciano nessuno per strada.Probabilmente il sig. Bassi era depresso ed io mi chiedo se la responsabilità non sia anche del medico curante.Gabriella luce che splende

Gabriella Tiberi 29.12.13 15:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, mi rivolgo pure io al medico iraniano... Non sono razzista anzi, sbircio spesso il web e volevo puntualizzare senza offendere nessuno. ma non tollero il non rispetto delle regole.. Dici che Grillo è maleducato?! Probabilmente ha un linguaggio da palcoscenico, ma diretto con le persone comuni, cioè il popolo cioè laggioranza degli elettori. Ma tu chi sei x giudicarlo? E il sistema marcio che ci comanda allora non è maleducato?! Sai sono Italiano e nel bene e nel male ho un'attività che si tramanda da padre in figlio ... Probabilmente non avrai la minima percezione sul come fare impresa in Italia. Ti invito a contattarmi e darmi le soluzioni per come Continuare a fare impresa in Italia, figurati era una battuta.. Almeno abbia il rispetto per la persona che si è suicidata. Saluti

massimo ch 29.12.13 15:44| 
 |
Rispondi al commento

ora voglio vedere se ai funerali ci saranno tutti quegli ipocriti paperoni che in un mese guadagnano quello che un operaio guadagna in una vita e il tutto pesando sulle nostre tasche perché gli stipendi i benefit e i rimborsi dei parlamentari come quelli dei megadirigenti pubblici e delle partecipate nonché quelli delle alte cariche dello stato li paghiamo noi. Anche la loro corruzione, le loro tangenti che consentono a imprenditori criminali di rubare allo stato denaro per appalti truccati li paghiamo noi. Io non li voglio più sentir parlare ai funerali di questa gente, con li voglio vedere in quelle chiese perché trovo orrida la loro presenza come quella della orchessa che si presentò al palazzo reale della bella addormentata nel bosco. Questi orrendi esseri che si muovono fra noi divorandoci sono come zombi, corpi senza più anima che si cibano di noi. Se non saremo uniti, se non ci stringeremo tutti per mano in uno sforzo comune per liberarci della loro presenza, loro ci prenderanno tutto: il nostro denaro, la nostra casa, il nostro lavoro, la nostra dignità ed infine la nostra famiglia. Dobbiamo trovare il coraggio e l'amore per combatterli perché il male si combatte solo con l'amore.

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 29.12.13 15:42| 
 |
Rispondi al commento

la cattiva politica deve inginocchiarsi e chiedere perdono contemporaneamente devono arrendersi tutti e andare a casa.

Germano c., Chioggia Venezia Commentatore certificato 29.12.13 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chiunque si rispecchi in queste tristissime vicende non si lasci abbattere!! tenete duro, dai che il 2014 è il nostro anno!! e se non ce la fate, non abbiate timore o vergogna a chiedere aiuto! anche qui!! forza!!!!

alessandro v., tradate Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.12.13 15:25| 
 |
Rispondi al commento


La sua opinione è sbagliata, lei dà del vergognoso al M5S e ad uno dei suoi portavoce e inventori, tirando in ballo la nazionalità della moglie di Grillo e giudicandola inappropriatamente. Ma lei ci fà o ci è. Non si meravigli dei giudizi dei frequentatori del blog, vede anch'io ne condivido il senso e la sostanza pur ammettendo che il linguaggio usato dai sostenitori del movimento non sempre risulta "educato e perbenista"anzi, ma sono sicuro che quando il totalitarismo dell?Europa produrrà mostri simili a quelli degli anni 30 in Italia e Germania, non sarà certo gente come lei che ci salverà dalla tragedia, ma gente come quella che passa anche dal blog di Grillo, gente scostumata e sboccata, gente che gira in canottiera d'estate, muratori, fabbri, elettricisti, operai nerboruti, informatici smanettoni, impiegati unti e bisunti, brutti neri arricciulati, gente che decisamente senza troppi ricami letterari la manda AFFANCULO lei e chi crede di rappresentare. Se vuole posso darle qualche consiglio a pagamento, mi contatti le darò gli estremi bancari per il corrispettivo da pagare per un mio consiglio.mail: manuviello@gmail.com
Dispiace per l'operaio, purtroppo è in atto in Italia una repressione che passa attraverso il "lavoro" e che vede i salariati sottostare alle più sporche angherie. Io da un po di giorni non dormo perché il mio datore di lavoro ha disdetto l'accordo di lavoro ed ha uniteralmente ridotto il mio stipendio di circa 250 euro al mese. Già prima arrivavo con la lingua a terra al 25 del mese, adesso non sò come fare. Di una cosa son certo, non immolerò la mia vita sull'altare del lavoro, lotterò con le unghie e con i denti contro questi boiardi della politica che ancora non hanno capito una benemerita fava. Non si può sconfiggere la crisi precariezzando anche chi un lavoro ce l'ha, ma dando il reddito di cittadinanza ai milioni di non occupati, aumentando gli stipendi dei salariati, e impedire la delocalizzazione delle aziende, tassando meno il lavoro

michele m., Pianoro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.12.13 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo anch'io sono in simili condizioni se non peggiori con 53 e 39 anni di bollini versati.
Comunque "per ora" non intendo darla vinta e da tre anni se non di più sono con il M5S e faccio l'attivista come posso se non avrei deciso di crederci magari mi sai tolto la vita anch'io dobbiamo essere una speranza per queste persone che non vedono più alcun futuro davanti a loro e dobbiamo stringere i tempi (sperando che ci sia ancora tempo).
A mio avviso se non ci fosse stato il movimento in questo paese eravamo già in una guerra civile e non so se io avrei retto.
Per questo vi chiedo più impegno di tutti e sopra ogni cosa più visibilità al movimento su ciò che sta facendo che arrivi alle orecchie e agli occhi di queste persone disperate dandogli un minimo di speranza e con loro avere una certezza su un futuro possibile.
Tutti insieme ce la Dobbiamo fare
Ma il tempo è poco

Comunque grazie al M5S

1 Davide 1 Vignati, Merlino Commentatore certificato 29.12.13 14:56| 
 |
Rispondi al commento

Classe 1953, ho visto e vissuto anni difficili in tanti anni, ho conosciuto una classe politica degna di rappresentare il paese, dal 60 agli anni 80. Poi è arrivata la corruzione che ha distrutto tutto in 33 anni di cattiva amministrazione politica. Oggi raccogliamo i frutti marci lasciatoci in eredità da una politica vecchia e corrotta. Mi dispiace tanto vedere un onesto lavoratore suicidarsi, il mio profondo pensiero va a tutti i lavoratori in difficoltà, la disperazione fa fare gesti inconsulti, ma un giorno, sarete vendicati, spazzando via una classe politica che ha le mani sporche di sangue. La mia più profonda speranza va tutta al M5S, unico movimento che rappresenta il POPOLO.

valerio carrirolo 29.12.13 14:32| 
 |
Rispondi al commento

un altro omicidio commesso dai politicanti di larghe intese e soci,voluto dal re.complimenti acclamati assassini,mentre ripetete continuamente con le vostre facce di cazzo che l'italia e'fuori dalla crisi,quella crisi creatasi dai vostri continui furti osceni,senza ritegno sulle nostre spalle,la gente esemplare,gonfia di orgoglio,dignita',onesta',e'costretta ad uccidersi,proprio perche'esattamente opposti al vostro tipo di vita,non volendo rubare niente ad altri,preferiscono morire.complimenti a voi cari politicanti,il natale e le depresse feste siano per voi e i vostri soci criminali,il meritato orgoglio di aver distrutto il paese,e la piena soddisfazione di uccidere tutto il suo popolo.siete l'esempio di lealta',onesta',e soprattutto la magnificente,coerenza dell'auto conclamatosi re,che finalmente a 90 anni e'tracotante di aver raggiunto il massimo potere incostituzionale,leninista,dittatoriale,coronando il suo sogno,l'unico importante,l'unico che conta, ,quell'identico sogno,anch'esso rubato a hitler e lenin,quel tormento che dura da 62 anni,di dover avere il totale dominio su tutto e su tutti,con il supporto di istituzioni corrotte,contro il suo stesso popolo,come un vero re,ed ecco che continuano gl'infiniti suicidi della meravigliosa gente,complimenti,per aver gia'risolto tutti i problemi,creati unicamente dai populisti,demagoghi,dai grillini che presto finalmente porterete tutti alla meritata gogna, tutti gl'italiani sono fieri,del vostro bel lavoro e di avere un presidente di una repubblica stuprata,di governi ladri che uccidono i nostri figli,sicuramente orgogliosi e fieri dei risultati raggiunti dal vostro meraviglioso operato,vi siamo profondamente grati,viva il governo di larghe intese,e vita eterna al re,i soli grandi salvatori della patria.molto presto verrete giudicati da tutti noi,portandovi al trionfo con calore,amore,riconoscenza eterna di massa,considerandovi tutti nostri eroi e nostri padri.
firmato:i vostri figli di nessuno,prossimi suicidi

w 29.12.13 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe!!mandiamoli a casa...basta!! siamo stufi

Greco Giacomo 29.12.13 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Al TROLL iraniano ...Sei pregato di farti un pacco di affari tuoi sulla consorte di Grillo,poi se ci fai la cortesia... se non hai piacere a stare nel nostro paese sei pregato di prendere la via di casa e sarai libero di dire tutto quello che vuoi (se te lo permettono).A casa mia comando io,a casa tua rispetto i tuoi modi le tue usanze se mai ci verrò(ma dubito).Quello che deve provar vergogna sei te. Al vostro paese siete sottomessi ,non potete dire un C***o e qui alzate la cresta e vi cucite la bocca in segno di protesta e ci rubate diritti e abbusate della nostra pazienza e delle nostre leggi...Ripeto se non gradisci il nostro Paese,leggi,modo di fare o dire .VATTENE CHE NON Cè PIù NEANCHE LAVORO PER NOI.

fabrizio p., modena Commentatore certificato 29.12.13 14:12| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro BEPPE credo che come prima cosa dovresti ribadire il tuo disinteresse a ricoprire qualsiasi carica e/o trarre qualsiasi beneficio personale (cosa di cui sono sicuro). questo perchè vedo che la politica qualunquista, tende ad attaccarti cercando di farti passare per un "nuovo politico" ossia uno che comunque aspira a qualcosa di personale (stile Renzi). la gente deve vederti come L'alternativa a questi luridi maiali. capisco che devi lottare contro tutta l'organizzazione politica ma........vai avanti
Sergio Giordani

sergio giordani 29.12.13 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Siamo addolorati ,condoglianze ai familiari. Non dobbiamo mollare,sono loro che se ne devono andare non noi.

andrea zazza 29.12.13 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Ci sarà tempo della rivalsa politica, in cui i cittadini ritroveranno la FORZA DELLA DIGNITÀ E DELL'ONORE, DEI VALORI, DELLA FAMIGLIA, DELLA PATRIA DELLO STATO, DI UNO STATO CAPACE DI DI SALVAGUARDARE I SUOI FIGLI

Paolo Besso 29.12.13 13:54| 
 |
Rispondi al commento

Non comprendo come mai la persone disperate fino a fare gesti estremi che hanno ricevuto innumeroli regali in termini di tasse, non restituisca pan per focaccia consegnando PERSONALMENTE un bel pacco a questa gentaglia.

paolo montiverdi, milano Commentatore certificato 29.12.13 13:53| 
 |
Rispondi al commento

Al medico iraniano,lo schifo sei tu che non specifici nulla in merito a quello che dici.
Piddino di merda...

gianfranco m. Commentatore certificato 29.12.13 13:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i anzi tutto porgo le condoglianze alla famiglia di giuseppe,io credo che il maggior responsabile di questa crisi siano i politici che secondo me prendono delle decisioni sbagliate,e'chiaro che se te aumenti le tasse la gente a meno soldi e di conseguenza aquistano meno e le inprese vendendo meno i loro prodotti e con una tassazione esagerata sono costretti a chiudere,io non capisco cosa vogliono fare questi politici vogliono far chiudere tutte le inprese in italia,e tutte queste persone che si sono tolte la vita non vi pesano sulla coscienza...

roberto fiaschi, tavarnelle val di pesa Commentatore certificato 29.12.13 13:52| 
 |
Rispondi al commento

PER LA CASTA IL PROBLEMA NON C'È. INFATTI.

LEGGE 27 dicembre 2013, n. 147
Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale
dello Stato (Legge di stabilita' 2014).
(GU n.302 del 27-12-2013 - Suppl. Ordinario n. 87)

ART.18 Ai fini del rafforzamento delle strutture della Presidenza del
Consiglio dei ministri ....... e' autorizzata, l'assunzione
a tempo indeterminato di un contingente di personale nel numero
massimo di 120 unita' altamente qualificate, ...........

ART.19 Agli oneri derivanti dall'attuazione del comma 18, pari ad euro
5.520.000 annui a decorrere dall'anno 2014, si provvede ......

IMMAGINATE UN PO' CHI SARANNO I NEOASSUNTI!

Paco 29.12.13 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Se ci fosse stato un reddito DI CITTADINANZA DIGNITOSO come si PARLA E BASTA DA TROPPO TEMPO probabilmente certe cose non succederebbero!!!! Vero?!!!! Quando ci sarà questo reddito ? O una soluzione equivalente ?!!! Quanti morti ancora ?!!! RIP

Lucio Graziani 29.12.13 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono un medico iraniano vi scrivo per l'ennesima volta e penso che il vostro movimento sia vergognoso
Mi dispiace che grillo abbia una moglie iraniana e anche lei dovrebbe vergognarsi di aver sposato un maleducato showman perché sei penoso grilo

Bassirigharb 29.12.13 13:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma storie di pesone che perdono il lavoro e stanno a casa ormai li troviamo in tutte le famiglie. Bisogna dare loro una speranza "certa" altrimenti di casi come questi ne avremo tutti gli anni a migliaia.

enrico corona 29.12.13 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Sono Friulano e abito vicino ad una delle filiali di "Latterie Friulane"....e poco distante dal paese di Giuseppe.Ieri ho appreso la notizia con grande tristezza, ma anche con gran convinzione che qualcosa cambi e dovrà cambiare.Non possiamo lasciar passare ancora tragedie come questa.Dobbiamo rimanere uniti e reagire.ciao Rudy

Rudy BisRo 29.12.13 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ora non è per farci la guerra tra poveri ma se muoiono i clandestini annegati poverini è funerali di stato ,muoiono gli italiani chi si brucia chi si spara ,perche a perso il lavoro o la casa, no questi ultimi non fanno notizia .in fondo i primi e gli ultimi hanno in comune la disperazione e la paura per un futuro nero.basta annegamenti è suicidi.letta è tutto il resto vergognatevi.....

filippo s., agira Commentatore certificato 29.12.13 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho passato sei mesi in Friuli e ho toccato con mano la crisi vedendo i presidi all ideal standard, Electrolux Etc vedendo il tg3 regione sono rimasto colpito dall atteggiamento dei sindacati molto bravi nel prendere atto della situazione, situazione che già due i tre anni fa aveva fatto presagire questa fine. Si devono vergognare loro per primi e tutti i politici che non battono mai i pugni sul tavolo per impedire agli imprenditori di chiudere ed andarsene.Questo paese e' la vergogna della vergogna la situazione e'gravissima e se tutto ciò sta accadendo anche in Friuli siamo proprio al tappeto.

Luigi Viva 29.12.13 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace.È terribile.E ingiusto. Capisco, e come me tanti,la paura e il senso di sconfitta che deve aver provato.Che orribile momento,che brutta situazione! Che disgustosa classe politica! Un sincero abbraccio alla famiglia e agli amici.

Elena Baglieri 29.12.13 12:52| 
 |
Rispondi al commento

se non chiudiamo le frontiere,poi facciamo ritornare tutte le nostre aziende e li trattiamo come all'estero e lavoriamo con prodotti italiani assolutamente,...gli stranieri? basta boiccottarli e se ne vanno via da soli,gli esagerati li mandiamo via noi

antonio lupen 29.12.13 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Fate presto dobbiamo far capire a tutti che il futuro è l'agricoltura e la piccola media impresa ....se aiutate a decollare daranno milioni di posti di veri posti di lavoro...In Italia le piccole medie aziende sono oltre 4 milioni 700 mila....se assumono un dipendente nascono in un attimo 4 milioni e 700 mila posti di lavoro.... se ne assumo due , creano oltre 9 milioni di veri posti di lavoro ,e così via...Mandiamo a casa la malapolitica e il malgoverno ....loro sono i criminali del sistema perverso....

Giuseppe Tamburello 29.12.13 12:45| 
 |
Rispondi al commento

forza m5s

minucci giuseppe 29.12.13 12:44| 
 |
Rispondi al commento

mi dispiace tanto non e più possibile andare avanti cosi in questi casi nessun luto cittadino in altri SI povera italia andiamo al voto prima possibile m5s

minucci giuseppe 29.12.13 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Io sono friulano, apprendo la notizia e sono ancor piu' infuriato in quanto la serracchiani usando il collaudato sistema PD ha riservato nel bilancio regionale pare 14 milioni di euro per sistemare il teatro lirico Verdi di trieste (che non stava per nulla cadendo) mentre non ci sono fondi per la crisi delle latterie del Friuli. BASTA e' ora di finirla con gli sprechi e usare le risorse per non lasciare davvero nessuno indietro.

Edi Duri 29.12.13 12:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo bisogna essere realisti è passato il santo Natale e molti Italiani non hanno avuto la possibilità di festeggiare con la serenità dovuta tutti e dico tutti Politici e coloro che usufruiscono dei vantaggi della politica questi pensieri non rientrano nella loro natura di essere umani sempre se lo sono.
Mi auguro che un giorno paghino per i loro misfatti a discapito delle persone oneste ed umili, ritengo che è stata messa alla prova la dignità delle persone.
PER COLUI CHE RAPPRESENTA L'ITALIA E GLI ITALIANI VERGONSTI

Claudio D'Incecco 29.12.13 12:27| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 29.12.13 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Sono quelle notizie che non vorresti mai leggere, si prova un dolore infinito come perdere un proprio caro, oggi si muore di indifferenza, di solitudine.

Cosa possiamo fare subito di pratico? Perchè la società "latterie friulane" è in crisi?
Non potrà far tornare in vita Giuseppe, ma tutti insieme potremmo rifiutarci di comprare nei supermercati latte e burro tedeschi per esempio e pretendere di trovare nei punti vendita solo prodotti a km zero.

Iniziamo uno sciopero, decidiamo noi cosa comprare, quando i responsabili si troveranno gli scaffali pieni di merce invenduta dovranno cambiare stategia e saremo noi a regolare il mercato, la responsabilità è di tutti, nelle scelte di tutti i giorni.

Svegliamoci chiediamoci dove vanno a finire i nostri soldi, anche con il semplice acquisto di un litro di latte. Ingrassiamo le multinazionali e lasciamo morire le società italiane del territorio, la nostra tradizione.
La politica è assente si limita ad osservare la crisi e allora interveniamo noi, evitate di comprare magari dai cinesi se questi non si integrano nella nostra società, se non assumono personale italiano, redistribuendo economia sul territorio, anzichè spedire tutti i soldi nel loro paese, questo può dipendere anche da noi?

P.S.
Per favore non tacciatemi di razzismo, perchè personalmente amo tutti gli essere umani, di tutte le razze, è solo questione di E T I C A.

roberta mevi 29.12.13 12:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come lo capaisco povero. Quante volte ho pensato anch'io alla stessa cosa, ma per amore della vita e la famiglia mai ci sono riuscito, ho preferito andarmene e mandare tutti a quel paese che non mi sento piu' mio, ma fatto di ladri e corruzione e di maleducazione civile. Le aziende per cui lavoravo mi pronettevano felicita', soldi e carriera e poi dopo aver preso i miei clienti, cambiavano idea, non pagandomi e facendomi innervosire con meccanismi tipici della politica per allontanarti...il mio avvocato alla mia richiesta di giustizia mi ha sempre risposto, NO FABIO NON SI PUO' IL GIUUDICE NON ACCOGLIEREBBE LE TUE RICHIESTE....anche se ti devono soldi e ti hanno rovinato vita e progetti, loro potrebbero non pagarti, tu sei solo un agente...Ma avvocato io devo pagae le tasse, la casa, la scuola ai figli...come faccio...da contratto loro dovrebbere ma non fanno...perche' mai il giudice dovrebbe non accettare le mie richieste....Che paese di merda...ma ora ci siete voi che venite dal basso e che un giorno mi rifarete tornare nella mia citta'....grazie vi appoggero' sempre, ma ci vorrano 30 anni almeno. Intanto io ricostruisco la mia vita in un mondo civile....

Fabio Ciabattini 29.12.13 12:21| 
 |
Rispondi al commento

purtroppo bisogna inizare a riflettere attnentamente e non farsi prendere dallo scontento,se ci si pensa bene illavoro dipendente,come lo conosciamo oggi,è un invenzione del 900,prima,di fatto ,erano tutti lavoratori autonomi,i braccianti,i lavoranti delle botteghe artigiane ecc erano pagati "a cottimo" a risultato e "fissi" erano solo gli statali(insegnanti,tribunali,polizia..militari ecc) ;nei paesi "emergenti" è così e noi stiamo tornando indietro o ,semplicemente,andando avanti in altro modo;bisogna trovare strumenti come sussidi o integrazioni di reddito anche di 200/300/400 euro mensili che diano la possibilità di superare i periodi di difficoltà,non è facile,lo so,ma il tenore e l'impostazione di vita anni '70/'80 dobbiamo scordarcela per diversi decenni...

francesco v. 29.12.13 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Quando una vita si spezza il dolore viene alleviato da molte componenti.
Ma quando una vita si spezza perchè non regge al peso delle responsabilità per colpa di un mondo che non ha pietà di niente e nessuno è inacettabile.
Non c'è giustificazione al tremendo atto compiuto.
La morte di questo fratello è la risposta a questo sistema corrotto dalla politca e dal potere distruttivo dell'economia.
Il suo e stato un gesto eroico che non vedremo mai fare ad un politico o ad un capitano d'industria.
Loro hanno solo un idea quello del potere e del denaro a spese del popolo,adesso non più sovrano!

Alfonso Papaleo 29.12.13 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Senza parole.

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.12.13 12:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Complimenti, hai debosciati che sono al governo, e ai sindacati, prostituti della confindustria..vergognoso..vergognosa la perdita di una vita umana, perdita dovuta ad un governo anti costituzionalista, che ha mandato nel baratro più assoluto un intera nazione...interrogazione al Presidente della Repubblica: che dirai in proposito a questo ennesimo omicidio nel tuo discorso di fine anno..???...o farai come ti ho detto io..???...leggere per tre volte la Carta costituzionale ad alta voce...dopo che avrai bruciato i fogliettini del tuo discorso..???...

Gabriele Enna 29.12.13 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Non ho parole,mentre i nostri politici ci propinano continui sermoni sulla.... siamo fuori dal tunneL,c'e' la ripresina alle porte.....un uomo, un ragazzo del nord est produttivo,un tempo.... nel pieno della vita e delle forze,anche sindacalmente impeganto si toglie la vita!!Forse aveva una compagna,dei figli,una moglie,sicuramente un padre onesto ed una mamma che lo piange!!!
In questo Paese catto comu ista fasc ista apostolico romano,ci si uccide,e la migliore gioventù va sotto.terra!!Prima si moriva in guerra nelle trincee,nelle città liberate dai conquistadores angloamericani,ora si mure di eureori per il Quarto Reiche della Madama MERKEL!

alex mazza 29.12.13 12:07| 
 |
Rispondi al commento

solo una parola...infami

Alekos Firenze, Firenze Commentatore certificato 29.12.13 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Quante di queste morti dovremo ancora vedere? Nessuno che pensa di aiutare veramente chi ha perso il lavoro e non ha nessuna protezione...e sono tanti. lavoratori autonomi, commercianti, artigiani, partite iva ,precari, agenti di commercio, professionisti che a 50 anni ed oltre si trovano senza lavoro, senza reddito e magari con famiglia e figli da mantenere....
Siamo tanti, ve lo garantisco, e saremo purtroppo sempre di più'..senza speranze né certezze, con il solo coraggio di andare avanti a tutti i costi e di non suicidarsi..senza nessun aiuto, cassa integrazione, mobilità e quant' altro, soli con noi stessi a lottare reinventarsi, disponibili a qualsiasi lavoro, duro umile e sottopagato,spesso in concorrenza( persa) con gli extracomunitari che sono più giovani ed agguerriti e che accettano anche le condizioni di lavoro più misere e sottopagate ecc.

Paolo Bini 29.12.13 12:00| 
 |
Rispondi al commento

sono muta.Il mio disprezzo non ha parole La dovranno pagare, per forza, non aspettiamo più

mariuccia rollo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.12.13 11:57| 
 |
Rispondi al commento

chissà se l'uomo del monte est al corrente...

starà preparando i botti...

ps

lo metterei alposto di quella faccia che campeggia in home, oltremodo brutta!

paoloest21 29.12.13 11:48| 
 |
Rispondi al commento

Solo una parola :maledetti!

Pippo 29.12.13 11:45| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori