Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Electrolux e lo Stato pappone

  • 1223


saccomanni_luce.jpg

La svedese Electrolux, che produce elettrodomestici, avrebbe chiesto un taglio dello stipendio dei suoi dipendenti da 1.400 euro a 800. In caso di rifiuto trasferirà la produzione in Polonia e in Ungheria. In seguito è stato comunicato che il sacrificio è di minore entità. L'Electrolux ha 3.900 dipendenti in quattro stabilimenti: Solaro, Forlì, Susegana e Porcia. Quest'ultimo, vicino a Pordenone, sarà chiuso in ogni caso e le 1.200 maestranze licenziate. E' subito partita la canea dei sindacati, dei "ricatti occupazionali", del "comportamento inaccettabile", ma anche della "dittatura dei mercati" e della "Europa matrigna". Un pianto unico, lacrime di coccodrillo. C'è perfino chi si appella al Governo, a Zanonato e a Letta Nipote. Non è ancora partita una supplica a Napolitano reduce dalla Terra dei Fuochi e una raccolta di firme dei radical chic per lo Ius Electrolux. Questione di tempo. L'Electrolux leva le tende e taglia i salari e nessuno si chiede il perché. E' il segreto di Pulcinella e di Saccomanni, quello che passa il suo tempo dentro un tunnel ad aspettare la luce. L'Italia ha tra i più bassi stipendi d'Europa e il costo del lavoro più alto. Non è una contraddizione. Quasi tutto si perde per strada come in una conduttura bucata. Tra l'azienda e le maestranze c'è il pappone: lo Stato. Un'azienda paga circa 2,5 volte lo stipendio reale: 1,5 allo Stato, 1 all'operaio o all'impiegato. Per dare 1.400 netti Electrolux ne sborsa circa 3.500. Sarebbe logico e corretto quindi che in una situazione di difficoltà, lo Stato rinunciasse a parte dei suoi ricchi e ingiustificati introiti e non il dipendente. E sarebbe alquanto meritorio se lo Stato non spolpasse le aziende e i lavoratori con una tassazione immonda e cominciasse immediatamente a diminuirla per dare ossigeno all'economia reale. Perché un'azienda straniera dovrebbe venire, o restare, in Italia? Per pagare più tasse a uno Stato che dilapida buona parte dei suoi incassi di 800 miliardi all'anno? Se altrove il costo del lavoro è più basso, l'azienda andrà in Polonia, in Irlanda, in Romania, in Spagna e perfino in Germania. Quasi ovunque in Europa il costo del lavoro e le tasse sono minori, la burocrazia non è asfissiante come in Italia, la giustizia funziona meglio (in Italia ci sono 9 milioni di processi pendenti) e i servizi, a iniziare da quelli digitali, esistono veramente, non solo nelle pubblicità del governo. Electrolux dovrebbe tagliare lo stipendio allo Stato, non ai lavoratori.

Potrebbero interessarti questi post:

Le imprese che scappano devono ridare i soldi
Il M5S a Fabriano con gli operai
Saccodanni collaterali

28 Gen 2014, 15:01 | Scrivi | Commenti (1223) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1223


Tags: costo lavoro, cuneo fiscale, delocalizzazione, Electrolux, lavoratori, lavoro, radical chic, Saccomanni, tasse lavoro

Commenti

 

Offerta di prestito tra particolare
spadamarilena9@gmail.com
Avete bisogno pronto per costruzione, progetto immobiliare, creazione del proprio business, aumentare la tua attività personale, avete un desiderio da realizzare, Siamo a disposizione per offrirvi un credito che vanno da 5000 a 30.000.000. Tu che sei nei guai, che hanno orari non pagati, voi che ha avuto problema diverso. Io sono
Archiviato un aiuto. È necessario essere in grado di rimborsare e condizioni di pista: spadamarilena9@gmail.com

spada marilena 28.11.15 10:44| 
 |
Rispondi al commento

MI SONO PROPRIO SECCATA DI QUEGLI IDIOTI CHE CONTINUANO A DIRE CHE IL MOVIMENTO DOVEVA ACCORDARSI COL PD DOPO CHE ANCHE LA SERENI DICHIARO' CHE UNICO SCOPO ERANO I VOTI DEI GRILLINI E NON IL LORO PROGRAMMA.IL COMPITO DEL MOVIMENTO ERA "ILLUMINASRE IL LADRO AFFINCHE' NON RUBI PIU'" LO STANNO ASSOLVENDO BENISSIMO.GRILLO HA VISTO E VEDE OLTRE ED ORA "UN VOTO IN PIU'" PER CAMBIARE QUESTO PAESE INSULTATO DEPREDATO DERISO GRAZIE A CHI ORA TANTO SMANIA PER NON PERDERE IL POTERE.A NOI CONTINUARE LA STRADA DEL CAMBIAMENTO

isabella a., milano Commentatore certificato 02.02.14 23:34| 
 |
Rispondi al commento

per francesco de masi : NON CI SI UNISCE CON CHI HA ROVINATO L'ITALIA NON TI E' BASTATO VEDERE CHE FINE HA FATTO LA LEGA? CHE RIFORME HA FATTO CON QUEI DELINQUENTI?LA NOSTRA UNICA SPERANZA E' IL MOVIMENTO E LA SUA OPPOSIZIONE LO DIMOSTRA..A NOI SOSTENERLA SEMPRE PIU' E NON CADERE NEL TRANELLO DEI LADRI DA 30 ANNI

isabella a., milano Commentatore certificato 02.02.14 23:25| 
 |
Rispondi al commento

saccomanni vede la luce e noi popolo la vedremo quando questi furfanti saranno TUTTI FUORI DAL PARLAMENTO.Che aspettate lavoratori UNITEVI TUTTI E PIAZZATEVI DAVANTI A MONTECITORIO

isabella a., milano Commentatore certificato 02.02.14 23:18| 
 |
Rispondi al commento

forse qualcuno inizia a capire a cosa serve veramente quest'euro,serve ai soli pochi NOTI potenti per farsi gli affari propri!!!
aprire le frontiere per delocalizzare le proprie aziende e sfruttare i popoli ignoranti che credono di ottenere dei benefici entrando nel GRANDE monopoli di questo euro-sfruttamento fanculo!!!

marco p., brescia Commentatore certificato 01.02.14 00:12| 
 |
Rispondi al commento

questa è l'europa!
altro che stipendi alla pari dei tedeschi come molti fessacchiotti pensavano di avere prima di entrare e dire che mi prendevano per il culo!che stupidi questi italiani fanculo!!!

marco pantano 31.01.14 23:54| 
 |
Rispondi al commento

Caro M5S avete avuto delle buone possibilità di fare delle riforme vere e non lo avete fatto. Adesso, pur di riconquistare un pò di elettori, sembrate la Lega appena entrata in Parlamento la quale diceva di cambiare tutto e poi sappiamo la fine che hanno fatto(hanno rubato più degli altri).
Alle prossime elezioni se ci sarà il ballottaggio tra PD e FI voi sparirete e vi dividerete verso le due coalizioni. Avevo fiducia nel vostro cambiamento ma mi sembrate solo dei cani che abbaiano senza proposte concrete.

francesco de masi 31.01.14 22:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non ho tempo per aspettare la distruzione e la ricrescita (ma poi chi la farebbe?)cose concrete e subito e non chiacchiericci da gallinaro. Il poco che prendete è pure troppo se urlate solo. Che fregatura che ci avete ammollato!!!!!!

luciano 31.01.14 17:44| 
 |
Rispondi al commento

Non EURO SI o EURO NO, ma EURO COME…(PARTE 1)

Rispondo a chi in maniera molto decisa propone “Fuori dall’Euro” a cuor leggero ricordando l’ultima svalutazione della Lira (insieme al GBP). Il 93 è stato l’anno della mia Laurea e ricordo molto bene l’accaduto.
Purtroppo corrisponde al falso dire che dopo tale operazione il Debito/PIL è sceso. Basta guardare il trend (vede su google) x vedere che è continuato a salire fino al 1996, da li è iniziato a scendere (1° Governo Prodi) guarda caso quando si è beneficiato di una diminuzione dei tassi di interesse con introduzione del’EMU (cosa ovvia per la verità ma oggi taciuta perché abbiamo avuto uno SPREAD medio a 113 per quasi 10 anni e non siamo stati capaci in nulla).Per la verità fu da registrare anche lo “strano” fatto che sono aumentate notevolmente le entrate fiscali. (Vedere “trends entrate fiscali Italia”su google).
Attenzione a vivere di nostalgie, chi propone la realtà del 92/93 come un modello migliore, commette un grave errore.. Quel mondo non esiste più per nessuno ovunque (nel bene che nel male). Faccio alcuni esempi, Carpi era ancora il mega comprensorio del tessile e Sassuolo il polo ceramico n.1 nel mondo.
Ora non è più così anche x tali realtà eccellenze del paese e non perché siamo entrati nell’Euro (i problemi sono iniziati molto prima già si intravvedevano nel passaggio 92/93.
Quindi la DOMANDA è : COSA E’ SUCCESSO realmente? (Globalizzazione!)
Inoltre occorre fare attenzione,DEBITO, LAVORO (Crescita) e WELLFARE (Benessere) sono 3 cose distinte e non si ottengono tutte insieme. Quando vi dicono che FUORI dal’EURO CONVIENE occorre domandarsi subito a CHI? Se siete un lavoratore a reddito fisso e pensionato, vi stanno proprio FREGANDO, il vostro salario in Lire si rosicchierà di anno in anno (forse all’epoca pre92/93 non ve lo ricordavate perché c’era la scala mobile). Se avete un MUTUO poi, la situazione sarà drammatica,la vs. ipoteca andrà alle BANCHE perché non sarete in grado di pagarlo.(2)

Simone B., Rimini Commentatore certificato 31.01.14 07:37| 
 |
Rispondi al commento

Non EURO SI o EURO NO, ma EURO COME…(PARTE 2)

State certi che in Euro è ed in Euro rimane. La cosa per la verità è già successa in passato durante il fascismo, andate a vedere come e perché è nata IRI.
Se siete un PI o artigiano che amate il rischio allora SE NE PUO’ PARLARE.
Se siete un imprenditore che esporta o un operatore del Turismo PROBABILMENTE vi conviene sempre che anche voi non abbiate tanti Euro in Banca. Il problema sta proprio là CHE FACCIAMO DEL DEBITO? (piuttosto il DEBITO inizia a crescere nel mondo a partire dal 72, andatevi a vedere perché).
Tutti i teorici del “Fuori dall’Euro” danno per scontato la ristrutturazione anche parziale del DEBITO (Impossibile).
Ragionate con la vs. testa, l’unico debito che si può RISTRUTTURARE è quello in MANO AI CITTADINI Italiani (Per altro in maniera congrua).
Lo si può fare convertendolo in una Lira svalutata (Diciamo del 20%?) ma questo è esattamente un FURTO del vostro patrimonio. E pensare che x una patrimoniale al 2% fareste la rivoluzione.
Per di più avrebbe un effetto estremamente deleterio per i consumi interni (Commercianti per voi si chiude ..).
Il resto del DEBITO (estero) non potrà che rimanere in EURO. Se osiamo non pagare non esporteremo neppure uno spillo regalandolo in Burundi (vedi Ecuador, Argentina ecc ), altro che super export.
A quel punto con un inflazione al 7-8% (e sono ottimista) il DEBITO comincerebbe a crescere exp.
Morale, il tema è molto più complesso di come ve lo PROPONGONO i nuovi pifferai di oggi (sono in tanti che credono di guadagnarci, accade cosi anche nelle guerre) ma il paese nel suo complesso si svaluta (Impoverisce). Saremmo dei Coglioni se lo permettiamo. E’ vero anche che la maggioranza che oggi lo sbandiera lo dice solo x il consenso (x es Berluscone solo dal giorno dopo la decadenza o fine la fine del governo).

Tutto questo per dire che il M5S può fare MOLTO di più SUL TEMA dell’EURO.

Occorre vincere le elezioni EUROPEE, (Leggi 3)

Simone B., Rimini Commentatore certificato 31.01.14 07:35| 
 |
Rispondi al commento

Non EURO SI o EURO NO, ma EURO COME…( PARTE 3)

questa volta possono essere molto importanti e presentare una NUOVA VISIONE o forse riprendere quella interrotta.
L’Euro è solo una moneta, manca uno Stato e soprattutto una Sovranità (Comune).
Vi siete mai chiesti perché esiste lo SPREAD? (Per quanto in parte falso visto che si riferisce solo mercato secondario).
Gli accordi originali prevedevano un DEBITO/PIL del 60% (da tutti sforato) avendo una moneta in comune sarebbe logico che almeno per quella parte si paghi in comune (EUROBOND), ovviamente x la parte eccedente vale lo SPREAD (sarebbe ingiusto con i meritevoli) ma anche se così fosse l’Italia risparmierebbe almeno 20 miliardi.
Sarebbe ben altro dei promessi 2 dell’ IMU (Tipico esempio di VOTO di SCAMBIO occulto) ma anche dei 42 milioni di rimborsi al partito.
Se ci fosse una Sovranità (Popolare) comune scopriremmo che Euro sarebbe la prima economia nel mondo e potrebbe modificare spostare le forze ed è probabilmente per QUESTO che non si vuole fare (Oltreoceano). Concordo che dell’Euro ci hanno imposto solo la parte che conviene a LORO (Per capire di chi parlo vedere).

(http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=AsoYXIDVQQw).

Per di più aggiungo che in Usa (qua ci vengo spesso) già da tempo c’è un diffuso attacco al modello sociale europeo considerato quasi da tutti molto pericoloso se esportato altrove e pensate al fatto che un M5S in USA non potrebbe mai nascere. Benché governata da banchieri, in Europa (e direi nel mondo) il 99% sono cittadini esattamente come noi, con gli stessi problemi e stessi bisogni.
Teniamoci il 99% e togliamo un po’ al quel 1%.

La conclusione la lascio a voi, vogliamo giocare per lo scudetto o per paura decidiamo di scendere in serie B lasciando il compito ad altri?.

Alzate l’asticella degli obbiettivi, altrimenti cosa serve un movimento così “innovativo”.

FORZA M5S.

.

Simone B., Rimini Commentatore certificato 31.01.14 07:33| 
 |
Rispondi al commento

VEDERE SUBITO:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=AsoYXIDVQQw

Simone B., Rimini Commentatore certificato 31.01.14 06:38| 
 |
Rispondi al commento

Io a sta gente gli sequestrerei tutto cio' che hanno guadagnato negli anni

maurizio v., ciampino Commentatore certificato 30.01.14 20:02| 
 |
Rispondi al commento

L'ELETTROLUX vuole imporre gli stessi stipendi pagati in Polonia agli operai.....ieri un dirigente ha detto chiaramente che "devono abbassare il costo del lavoro" .... OK a patto che anche a loro vengano liquidati gli stessi compensi dati ai dirigenti polacchi

roberto a. Commentatore certificato 30.01.14 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Comincio a chiedermi se in Italia ci sia qualcosa che funziona...probabilmente la risposta definitiva è NO!

Maria R., Carbonia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.01.14 19:33| 
 |
Rispondi al commento

E' per questo che giustamente non si può trattare con la "casta"="mafia". Lo sanno da anni che la "casta" divora più di quello che riusciamo a produrre, non hanno fatto nient'altro che raccontarci balle: come si fa a portare ancora in tv persone come Polverini, Santanchè, Lupi ecc.ecc.

Flavio Carcereri de Prati 30.01.14 18:23| 
 |
Rispondi al commento

ho un ristorante in provincia di Pavia, dicembre tra stipendio tredicesime è contributi ho pagato la bellezza di 35000€ di cui 18800€ solo di contributi
l'analisi del costo reale orario fatto dal mio consulente, ha portato a constatare che tra stipendi, ferie, tfr, contributi e tutte le altre stronzate varie infilate in busta paga, un dipendente mi costa 27,70€ per ora. ditemi voi come è possibile andare avanti così, senza contare che una volta assunti diventa praticamente impossibile licenziarli. cosa che sarebbe giusta per quelli che di lavorare non hanno la minima voglia.
Io ormai sono al limite non ce la faccio più a combattere per tirare avanti.
come potete pretendere che le aziende estere investano in Italia?, al posto di limitarvi a protestare, fate qualcosa per cambiare le cose
tutti bravi a dire non funziona, ma nessuno di Voi politici si tira su le maniche e comincia davvero a fare qualcosa per cambiare, Vi fermate sullo sparlare uno dell'altro, quando poi alla fine siete tutti uguali.
vito giannuzzi

Vito Giannuzzi, jesolo Commentatore certificato 30.01.14 15:02| 
 |
Rispondi al commento

-segue- TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. AL RESTO DEL MONDO E ALL’EUROPA DI NOI ITALIANI NON GLI FREGA PROPRIO UNA BELLA MINCHIA PERTANTO RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE, USCIAMO DA TUTTO E TUTTI E SENZA CHIEDERE UN CAZZO A NESSUNO COMINCIAMO A DIVENTARE PER DAVVERO UNA NAZIONE INDIPENDENTE. SPERO DI NON ESSERE UTOPICO MA E’ MEGLIO CHE GUARDIAMO BENE IN FACCIA ALLA REALTA’. NOI ITALIANI ALLA FIN FINE NON SIAMO COSI’ FURBI COME CREDIAMO DI ESSERE. MA TE LA VEDI UNA B.C.E. CHE CON L'EURO TI FINANZIA UNA TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE IO NO. B.C.E., F.E.D. AGENZIE DI RAITING, GOVERNI, COMPAGNIE PETROLIFERE, BANCHE, COMPAGNIE DI ESTRAZIONE DI MATERIE PRIME ECC. SONO SOLO PARENTI STRETTI TRA LORO. IN ITALIA E' MEGLIO CHE CI CREIAMO UNA ECONOMIA PER CAZZI NOSTRI RISPETTOSA DI QUELLO CHE ABBIAMO. IN AMBITO MONDIALE SARA' CONSIDERATA UNA MICROECONOMIA MA IN FONDO CHI SE NE FREGA. NON VEDO PERCHE' NON COMINCIAMO A RAGIONARE COSI' MA SE OGGI FINISSE IL PETROLIO CHE CAZZO FAI?

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.01.14 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Se anche lo "Stato pappone" mangiasse di meno, resta il fatto che il salario dell'operaio polacco o ungherese (in questo caso) è inferiore di un terzo a quello italiano e, forse, la metà a quello tedesco; e, per quanto lo si possa ridurre quello italiano, ci sarà sempre un altro posto nel mondo dove sarà inferiore. Allora la lotta (internazionalista) è per salario uguale a parità di lavoro in ogni angolo del mondo. Il guaio è che in Italia non abbiamo nè governi nè partiti nè sindacati all'altezza di questo compito. E l'opposizione si comporta in maniera speculare accontentandosi di raccattare consensi cavalcando la protesta contro lo "stato pappone" per coprire la medesima incapacità di proposta.

Donato Paradiso 30.01.14 14:47| 
 |
Rispondi al commento

THE ABSOLUTE DOMAIN.
FORSE QUELLO CHE SCRIVO NON E' ASSOLUTEMNTE NULLA DI NUOVO, PERO' IERI HO AVUTO CONFERMA DI COME FUNZIONA L'INVESTIMENTO AZIONARIO DA PARTE DI TALUNE BANCHE ITALIANE. RACCOLGONO I SOLDI DAI RISPARMIATORI LI DANNO A COLORO CHE SE NON LI PUOI AMMAZZARE E' MEGLIO CHE TE LI FAI AMICI (MORGAN STANLEY, TEMPRETON, CARMIGNAC, PRIMCO, GOLDMANN SACHS ECC.) CHE LI VANNO A INVESTIRE NEI COSIDETTI PAESI EMERGENTI DOVE NON VI E' NESSUN DIRITTO E CONTROLLO E TUTELA DA PARTE DELLO STATO (POI DOPO LO SFRUTTAMENTO CHISSA' IL GROSSO DEI RICAVATI DOVE VA MA TEMO DI INTUIRLO; PARADISI FISCALI). TUTTO CIO E' LEGALE PER RISPARMIATORE, BANCA E COLOSSO FINANZIARIO E AGENZIA DI RAITING. MA DOMANDA VI PARE MORALE? INVESTIRE DOVE SI PUO’ SFRUTTARE TUTTO SINO AL MIDOLLO OSSEO E' MORALE? LA U.E. FA LA STESSA COSA INVESTE TASSE DELL'ITALIA IN PAESI U.E. EMEREGENTI IN IMPRESE CHE ERANO IN ITALIA CHE VANNO A PRODURRE ALTROVE SOLO PER I COSTI MINORI. IL CIRCOLO SI CHIUDE MA SOLO IN PARTE MANCA L'INETTITUDINE (E QUI AHIME' QUI MANCANO GLI AGGETTIVI IN NEGATIVO PER DEFINIRLI) DELLA VECCHIA POLITICA ITALIANA CHE SI E' RESA CORRESPONSABILE DI QUESTE LOGICHE MESSE IN PRATICA E GIUSTIFICATE DAL SOLO FATTO CHE SE CIO’ ACCADE DAPPERTUTTO NOI NON POSSIAMO ESSERE DA MENO. DOMANDA: E' POSSIBILE DIALOGARE CON PERSONE LORDE E SORDE? RISPOSTA: NO. E ALLORA COSA SI VUOL FARE SE UN DOMANI DOVESSIMO STRAVINCERE LE ELEZIONI NAZIONALI COSA CHE SPERO CAZZO. ANDIAMO A TRATTARE CON BRUXELLES ANDIAMO AI G8, G20 E WTO DEL CAZZO A FARE CHE? PER COME LA VEDO IO E’ MEGLIO CHE CI ESTRANEAMO DA BRUXELLES G8, G20 E WTO DEL CAZZO. NON C’E’ SOLUZIONE VANNO SOLO A SENSO UNICO. NEL MONDO SIAMO SOLO L’1% DEL PIL. MA AL DI LA’ DI QUELLO COME FAI A SOPRAVVIVERE IN UNA PISCINA DI SQUALI . SEMPLICE E’ MEGLIO CHE DIVENTI INCOMMESTIBILE. NELLA VASCA GLI SQUALI PRIMA O POI SI MANGIANO TRA LORO. PER ME E’ MEGLIO ANDARE PER PROPRIO CONTO ED IN TUTTI I SENSI MONETA, ECONOMIA, ENERGIA ECC. ECC. E DARE INIZIO ALLA -segue-

Marco R. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.01.14 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari lavoratori Electrolux la vostra riduzione di stipendio serve a pagare i politici, i sindacalisti, i burocrati di stato, i manager pubblici, i parassiti di ogni grado e livello.. e vedrete che non basteranno nemmeno, sono molto famelici.

Marzio M., PIACENZA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 30.01.14 14:36| 
 |
Rispondi al commento

duplice soluzione:
- legge sul salario minimo garantito EUROPEO
- confisca della fabbrica all'imprenditore incapace. fabbrica che viene acquisita da chi ci lavora, che liquida l'industriale inetto.

basta poco, che ce vò?!?

biagio m., avella Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 30.01.14 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe!
Stavolta non sono d'accordo con te. E' vero che lo stato è pappone perchè tanti rubano (corruzione, tangenti, favori vari, ecc.) ma è anche vero che in Italia è un vero far west per gli imprenditori privati.
Fanno quello che vogliono! Va bene il libero mercato ma con le regole......Vuoi andare a produrre all'estero? Pagare tutto quello che hai avuto dallo stato per restare in Italia (e la Electrolux ne ha già avuto una montagna di soldi pubblici quando era Zanussu).
Come mai in Europa non si riesce a regolare questo far west delle delocalizzaioni? Se una cosa del genere succede negli Stati Uniti mettono subito delle barriere doganali tali che l'azienda che delocalizza in Asia fallisce in 1 anno o due. Obama ha le palle e noi Europei no!

Gianfranco Mazzeo, Torino Commentatore certificato 30.01.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Carissimi,
quello che più mi meraviglia è che ancora ci si meraviglia di ciò che succede in Italia. Tutto il mondo, primo secondo e anche terzo, RIDE di noi; io lavoro molto con gli stranieri e non vi dico le risate che si fanno. Per carità: anche loro hanno la loro corruzione e il malaffare, ma quando tutto ciò viene a galla i responsabili e/o colpevoli (e non si aspetta un processo, talvolta farsa, per estromettere i presunti colpevoli, perchè tali sono anche se esisite la presunzione di innocenza),vengono allontanati dal loro partito e dalla cosa pubblica. Se io spiego ad uno straniero che un qualcuno va ad acquistare una casa che costa 100 e paga SOLO 30, è LOGICO CHE QUALCUNO METTA GLI ALTRI 70; lasciamo stare le implicazioni legali su una presunta corruzione o concussione: il dire non so chi ha pagato è da comica di Stanlio e Ollio! Poi ci sono quelli che dicono che l'Italia è il paese di Galileo, di Dante, di leonardo etc.etc., ; se ci vedono si rivoltano nella tomba!Non siamo all'altezza di un passato glorioso, per lo meno con questa classe dirigente. Se il nuovo che avanza è Renzi, spero che Dio ci aiuti !!!
In conclusione volevo solo dire che gli italiani si fanno prendere per il naso facilmente, tanto c'è il calcio e la tv che li tengono a bada, ma queste cose non ci sono anche all'estero? Perchè laggiù è un pò diverso? Oppure sembra solo a me?
Qualcuno ha detto (mi pare sia Gaetano Mosca) che ogni popolo ha il governo che si merita: sarà mica vero ?!
Tutto questo per dire che la battaglia del M 5 S è ammirevole e condivisibile in pieno al 100% : so che è dura andare contro di questi, ma è bene provarci; almeno la storia lo ricorderà (di sicuro non la tv monopolizzata da chi sappiamo noi).
Avanti tutta !
a disposizione.

marco becagli 30.01.14 10:50| 
 |
Rispondi al commento

1.-La Elettrolux, negli ultimi 15 anni, (grazie alla eliminazione del sistema di aggiornamento della retribuzione all'aumento del costo della vita, denominato contingenza) ha conseguito notevoli profitti perchè si è giovata dell'aumento del prezzo di vendita del prodotto.Basta vedere i suoi bilanci.2.- La richiesta di riduzione dei salari è quindi assolutamente insostenibile.3.- Ovviamente la sua richiesta al governo italiano di riduzione del carico fiscale e previdenziale sarà ritenuta ingiustificata.4.- I sindacati "unitari "concertativi si muoveranno su un altro terreno perchè sanno di non avere tutelato in questi anni in modo efficace il potere di acquisto del salario.5.- L'abbattimento del potere di acquisto delle retribuzioni, delle pensioni, degli stipendi al di sotto del limite di povertà ha contagiato la società intera ed è la causa principale della crisi profonda nella quale ci dibattiamo.6.- La concausa principale è rappresentata dal signoraggio bancario dal quale si esce solo nazionalizzando il sistema monetario italiano.7.- Le istituzioni nazionali dipendono da anni dai signori della moneta.8.- Il nostro governo sta svendendo l'Italia.9.-Le dismissioni e privatizzazioni, di cui Letta si va vantando all'estero, equivalgono al dissanguamento o sgozzamento dell'Italia. 10. Il Presidente della Repubblica non può negarlo.Se lo dichiara deve dimettersi. 11.-I mezzi di informazione pubblici e privati- tranne rare eccezioni- operano in modo da impedire che la verità venga alla luce.Sono gli assassini della verità.12.- Il M5S è il loro maggiore pericolo

STEFANO A. Commentatore certificato 30.01.14 09:20| 
 |
Rispondi al commento

Anche il tempo ci si mette Italia finita.

Riccardo benvenuti 30.01.14 09:03| 
 |
Rispondi al commento

Quanti sfaccendati, dai facili, opulenti guadagni, al potere!
La collusione è il lievito indispensabile. Ovviamente, il dissenso è da denigrare e annientare.
La stampa collusa? Bisogna sfidarla energicamente e confutarla sullo stesso campo di battaglia.
Altrimenti è tutto inutile. Non solo, ma rischia di ritorcesrsi contro. IL BLOG NON BASTA.
Siamo già in ritardo e, insistendo con tali “strategie”, si va incontro alla fine.

teodora a Commentatore certificato 30.01.14 08:04| 
 |
Rispondi al commento

CARO DANIELE B.

puoi dipingerti la Storia e Colorarti il Futuro come credi del resto è SPORT tipico degli Italiani.

Tuttavia nella storia ci sono episodi accaduti e non accaduti.

Si possono analizzare e commentare quelli ACCADUTI, x quelli NON ACCADUTI si può solo registrare l'evento come tale.

La Storia spesso viene DISTORTA o CANCELLATA se SCOMODA e avviene spesso.
Tuttavia è degli esseri PENSANTI avere il dono della RAGIONE e SOPRATTUTTO della MEMORIA.

Per tua parziale difesa, ritengo anch’io che quella di BERSANI fosse in parte una PROVOCAZIONE verso il M5S.

Ma è innegabile CHE LO HA FATTO (Tutti ricordano lo streaming) è per la storia conta solo questo.
(Cesare ha passato il Rubicone se rimaneva dov’era probabilmente nessuno avrebbe saputo chi era Cesare)

Credo che x popolo M5S sarebbe stato molto più opportuno chiedersi PERCHE’ LO AVESSE FATTO, forse la provocazione NON ERA SOLO verso il M5S..

Più che quello che dici (non è nelle dinamiche della politica) credo che il governo Bersani con l’appoggio del M5S (anche esterno) NON SAREBBE MAI PARTITO .
I famosi 101 sarebbero saltati fuori molto prima, tuttavia ti lascio valutare le conseguenze.Ben diversa sarebbe stata la storia raccontata oggi .

Chi ha IL POTERE NON HA PERMESSO UN GOVERNO VENDOLA+BERSANI,erano pur sempre 2 ex comunisti x un paese G8,figuriamoci un BERSANI+M5S.

Se non te ne 6 accorto il paese ha già virato a DESTRA.
B &co avranno 38-40% alle prossime votazioni con il bene placido di tutti “Repubblica” compresa.

Per questo è ovvio che si CONTINUI A DOMANDARE PERCHE’ di fronte alla possibilità di chiudere con il ventennio si sia preferito infierire sull’ennesimo leader del centrosinistra già palesemente DEFENESTRATO dal SISTEMA.

TUTTI NEL M5S FAREBBERO BENE A CHIEDERSI realmente PERCHE’ NON SIA STATO FATTO.
Quando le motivazione sono banali(coerenza chi?) è ovvio che la verità si ricerchi ancora, ma forse sei fra quelli che si accontentano di un J.L.OSWALD

Simone B., Rimini Commentatore certificato 30.01.14 07:22| 
 |
Rispondi al commento

BOIA NON E' UN INSULTO, e' una parola della lingua italiana che e' stata usata in senso figurato, creando l'immagine, reale e sacrosanta, di chi vuole tagliare la testa all'opposizione. Altrimenti anche il termine "tagliola" e' offensivo considerato che e' applicato ad una procedura politica. Cio' che ha detto Sorial e' sacrosanto, per nulla offensivo e va sostenuto e difeso.

L'informazione pubblica FA VOMITARE, cio' e' confermato fino ad oggi dal fatto che e' stato fatto credere su scala nazionale che "l'ostruzione" del M5S fosse finalizzata a non far passare il decreto che aboliva l'IMU, dando il messaggio "il M5S vuole far pagare l'IMU agli italiani e si rifiuta di farla togliere", cercando di far passare il piu' possibile inosservata l'ennesima truffa ai danni degli Italiani, come sempre legata alla finanza e alle banche.

E' la solita politica fatta di inganni e di ricatti, che mette nello stesso decreto una legge accettabile e una capestra con lo scopo di approvare quest'ultima o, in alternativa, creare il contenzioso con le opposizioni e poi cavalcarlo a livello mediatico, per far arrivare ai distratti l'informazione che gli fa' piu' comodo. Loro sanno bene che "i distratti" sono tanti, come hanno dimostrato le recenti elezioni. Sono i padroni dei media e sanno bene come manovrarli per manovare le masse.

Dire che tutto cio' da' il vomito e' veramente usare un eufemismo.

Inca Tsato 30.01.14 03:28| 
 |
Rispondi al commento


non sono d' accordo con questo post che mi sembra solo l' altra faccia del capitalismo e che si fonda su un equivoco: la differenza fra costo del lavoro e salario effettivo NON la pagano le imprese, ma i lavoratori. il differenziale lordo sono tasse sul reddito pagate dai lavoratori, se lo stato decide di ridurle (cosa che avrebbe già dovuto fare da tempo) il denaro avanzato deve tornare nelle tasche dei lavoratori, non nelle tasche delle imprese, che fra l' altro, sul proprio reddito, di tasse DI FATTO ne pagano assai poche visto che di riffa o di raffa riescono sempre ad incappare in funzionari statali compiacenti. SMETTIAMOLA DI PRENDERCI IN GIRO. Le grandi imprese non hanno alcun bisogno di avvocati difensori. Qui in rovina c'è soltanto il popolo italiano. E poi qualcuno mi deve anche spiegare perché nessun rappresentante dei governi che si sono succeduti in questi anni ha mai pensato di vietare la delocalizzazione delle imprese, cosa che una volta era vietatissima perché si riteneva che fosse un modo di esportare capitali all' estero. Va bene che con l' Europa c'è la libera circolazione, ma come la mettiamo con le imprese che vanno in Cina? Anche la Fiat ha uno stabilimento in Cina perché glielo abbiamo lasciato fare? Un suggerimento: statalizziamo tutti gli impianti italiani delle aziende che delocalizzano ed affidiamoli a cooperative composte dagli stessi operai licenziati, cambiamo marchio e aiutiamoli a presentarsi sul mercato in concorrenza contro i loro ex padroni. Allo stato costerebbe niente o ben poco.

donatella savasta fiore 30.01.14 01:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe ora che, per cominciare, si riducessero gli stipendi lordi ai parlamentari (camera e senato) e non si parlasse insensatamente di una loro riduzione di numero. 4500 euro al mese sarebbero più che sufficienti. Con questi non potrebbero comprare con mutuo case vicino al colosseo e, non accorgersi che qualcun altro paghi la ulteriore differenza.

Dudu Descartes 30.01.14 00:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non mi pare che sia difficile capire che se il costo del lavoro rappresenta il 40% del costo del frigo e il costo ora-operaio=20 € in italia mentre in polonia(leggi turchia)è 7 € allora incide per 14 % in polonia e i rimanenti 26% me li gioco come sconto o li guadagno. mandiamolo a casa se non è convinto, vuol dire che non capisce. non è colpa sua, è colpa nostra che ce lo teniamo. questi non capiscono, ce li teniamo = le imprese se ne vanno.

il grande roberto 29.01.14 23:42| 
 |
Rispondi al commento

L'utilizzo del termine "boia" da parte di Giorgio Sorial riferendosi a Napolitano ritengo sia stato un grave errore che sta danneggiando moltissimo il M5S. E' evidente che così ha offerto un facilissimo assist a tutti gli ipocriti detrattori del movimento, non aspettano altro!! Non rendersi conto fino a questo punto dei danni che si creano è davvero una espressione di stupidità, secondo me, e anche di "pericolosità". Credo che Sorial farebbe bene a dimettersi e il movimento a prendere le distanze da lui!!! Ma non era capace di trovare altre parole per criticare il capo dello Stato???

Laura M., roma Commentatore certificato 29.01.14 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Direi che stiamo declinando per usare un eufemismo. Se smettessimo di spendere soldi per f35, tav inutili, dirigenti statali penosi e non licenziabili, buchi come il MPS, soldi date alle banche e molto altro di simile avremmo i soldi per investire in ricerca, abbassare il costo del lavoro aumentando i salari netti riducendo i lordi creando un circolo virtuoso e ridando l'Italia al futuro dei nostri figli. #tuttiacasa

IVAN GAMBERINI 29.01.14 22:28| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti , penso che se l'eletrolux riesce ad ottenere una sola delle sue richieste o riduzione salariale o agevolazioni compensative per l'azzienda , sarà l'inizio di un effetto domino , per come la vedo io: la recessione e qui dietro l'angolo, i nostri attuali governanti sono persone deboli, questa debolezza e frutto dell'effetto delle coalizione tra partiti, dove nessuno e responsabile, questa nuova legge elettorale non renderà forte chi governerà dopo , quando noi tutti toccheremo il fondo allora cominceremo capire come votare , io l'ho capito ora e mi rammarico di non averlo capito prima grrrrr

fox Giulyfox 29.01.14 22:19| 
 |
Rispondi al commento

Basta con le pappole che ci vengono propinate dal sistema di potere in essere, mentre il popolo italiano viene depredato di ogni diritto.Bisogna cacciarli via tutti a calci nel sedere e dopo avergli tolto quanto hanno rubato.Che possano essere maledetti in eterno

andrea Int 29.01.14 22:18| 
 |
Rispondi al commento

BYE BYE FIAT!

I DIRIGENTI DELL' ELECTROLUX ALZANO LA VOCE E AVANZANO PRETESE, AVENDO ORMAI CAPITO CHE LA NOSTRA CLASSE DIRIGENTE POLITICA NON VALE NIENTE E CHE TRATTANO CON PURI INETTI
INVECE MARCHIONNE DECIDE DI PAGARE LE TASSE ALL' ESTERO : LA NUOVA SOCIETA' NATA DALLA FUSIONE DI FIAT E CHRYSLER, LA FCA (BERLUSCONI PENSAVA SI PARLASSE DI PATATA) AVRA' SEDE LEGALE IN OLANDA E SEDE FISCALE A LONDRA!
E DELL' ANNUNCIATO PIANO DA 20 MILIARDI DI INVESTIMENTI NEL NOSTRO PAESE NON VE NE E' PIU' TRACCIA ALCUNA.
E SEMPRE IN CULO AGLI ITALIANI!

VIVA L' ITALIA!

ANTONINO CRISCUOLO, TORINO Commentatore certificato 29.01.14 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Mah, le invettive contro lo stato pappone si possono fare in tanti modi, e qualche volta si esagera...

Per esempio, i "suoi ricchi e ingiustificati introiti", per una parte consistente sono le contribuzioni pensionistiche che ora, col metodo contributivo, sono da considerarsi alla stregua di "salario differito".

Pare che il tono del post sia fatto apposta per solleticare la pancia di quelli "di destra", visto che la soluzione proposta non è quella di rendere efficente lo stato riducendo anche la tassazione, ma di tagliare le tasse tout court...

Mario Reni 29.01.14 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo il pappone è solo lo stato senza attenuanti.Ma chi ha creato questo stato? I papponi della politica ed i loro tirapiedi con apparati diffusi in tutto il territorio.A questi vanno aggiunti gli altri centri di potere,quali banche,assicurazioni,ed in ultimo i sindacati.Questa gentaglia opprime il popolo italiano approfittando,tra l'altro ,della lentezza della magistratura,che indirettamente agevola le impunità con interventi intempestivi.Conclusione:
è giunto il momento di agire! Liberiamoci da questi parassiti per restituire all'Italia la propria dignità! Viva il M5S per sempre!

gaetano frassica, messina Commentatore certificato 29.01.14 20:06| 
 |
Rispondi al commento

quando ci libereremo di questa fogna di politici di jurassic park???

Roberto C., Milano Commentatore certificato 29.01.14 19:56| 
 |
Rispondi al commento

...e la FIAT che sposta la sede legale in Regno Unito?

daniele s. catania 29.01.14 19:45| 
 |
Rispondi al commento

Più che stato pappone direi governo coglione dopo Telecom ecco l'Electrolux a cui seguiranno lo sfacelo delle Poste e vogliamo ricordare tutti gli aiuti che lo stato ha elargito alla Fiat ? E quel cazzone di L.Etta che fa ? Bravi, bene portate tutte le sedi all'estero così saranno meno tassate, e non ci vorrà molto che anche gli operai della Fiat. Seguiranno la fine di quelli dell'Electrolux !!!!

Giorgio Tomaso 29.01.14 19:22| 
 |
Rispondi al commento

MILANO – Altro intoppo sul cammino delle riforme per Matteo Renzi. Lunedì scorso (ma la notizia è trapelata solo oggi) il segretario Pd è stato multato al Parco Sempione, mentre portava a spasso Dudù, passeggiando mano nella mano con Silvio Berlusconi. Renzi avrebbe colpevolmente ignorato la cacca lasciata dal cane proprio in mezzo a un vialetto. Il gesto non è però passato inosservato agli occhi attenti di Gualtiero Ganascioni, agente della Polizia Municipale in servizio, che ha prontamente rilevato l’infrazione e compilato il verbale di multa.Renzi avrebbe cercato di giustificarsi davanti al vigile, prima lamentandosi del fatto che ogni giorno vede così tante merde che ormai non sa più se raccoglierle o andarci a pranzo. Poi dichiarando un po’ imbarazzato che la distrazione era causata dal fatto si era perso negli occhi di Silvio. Infine avrebbe conciliato, raccolto le feci del Première Chien e proseguito nella romantica passeggiata.
Fin qui la versione ufficiale. Ma le malelingue insinuano che quella di Dudù sia un’invenzione per nascondere una verità molto più scioccante. Fonti vicine alla Polizia Municipale sussurrano che in realtà Renzi e Berlusconi sarebbero stati sorpresi in atteggiamenti intimi piuttosto spinti, al limite della denuncia per oscenità, mentre firmavano lascivi un accordo sulla legge elettorale.Il caso ha comunque rinfocolato la polemica interna al Pd. Fassina si dice stupito del fatto che Renzi si sia preso la responsabilità al posto del Cavaliere: “Sì è vero, anche io ho fatto parte di un governo con Berlusconi: ma quando ero sottosegretario l’accordo riguardava il raccogliere la sua merda, non anche quella del cane. Renzi sta svendendo il partito”.Sulla stessa linea Cuperlo, che invoca le regole interne al partito: “Nello statuto è scritto chiaramente che gli esponenti del Pd che avvistino una merda devono subito pestarla, non raccoglierla. Renzi sta svendendo il partito”.

Rossana R. Commentatore certificato 29.01.14 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Subito mettere un 60% di IRPEF sui profitti personali che superano quello che non guadagna il 99.9% delle popolazione (attualmente 500.000 euro). Per sapere di cosa si tratta leggete la proposta politica sul sito di roberto albanesi 'Democrazia del Benessere' e 'Limite Sociale del Profitto'. Subito le risorse in più sull'abbattimento delle tasse sulle aziende.

Pincopalla mrc Commentatore certificato 29.01.14 17:19| 
 |
Rispondi al commento

... " SIAMO ALLA FRUTTA " la luce in fondo al tunnel è un treno che ci sta travolgendo ad altissima velocità . Sono un agente di commercio e quindi... autonomo . Non abbiamo nessuna rappresentanza in quanto la categoria è perennemente in concorrenza con i colleghi dello stesso settore merceologico e costretti a correre per produrre fatturati alle aziende , altrimenti a fine mese porti a casa solo spese e quindi perdite.
Il nostro lavoro è importantissimo , vendiamo ciò che le aziende producono facendo "girare" l'intera filiera.
Le case mandanti pagano con bonifico bancario e solo dopo aver ricevuto la fattura provvigioni .
Quindi , tutto tracciato .
... Allora ?
I grandi cervelloni che decidono delle nostre vite e parlano di crescita ci stanno massacrando.Con i soldi che portiamo a casa non riusciamo più a pagare le tasse che vengono imposte . Il mio è un appello , per cortesia se qualcuno può fare qualcosa la faccia .
- Devo produrre 2 milioni di fatturato per le aziende mandanti , per portare a casa un imponibile di 60 mila euro .
Su questo MALEDETTO Imponibile vado a pagare quanto segue :

- 41 % IRPEF ;
- 22 % INPS ; ( dal 2014 sarà 24 % ) ;
- 7,10% ENASARCO ; (fino a 23.mila euro );
- Quota IRAP + Balzelli vari ;

Inoltre :
- Spese per acquisto auto Max €. 25.mila al 80 % prossimamente si potrà dedurre solo il 60 % ;

- Spese carburante ,la deduzione sarà 80% ;
- Versamenti INPS , ci faranno scaricare solo 80 %
- Spese Camera Commercio 80% ;
... e così Via .

Queste sono le tasse dirette ... è quelle indirette ?

Se la gente deve lavorare 10/12 ore al giorno , come faccio io e poi vedersi sfilare i soldi guadagnati con grandi sforzi e sacrifici da questi " Signori " , Vi sembra normale se uno si incazza se senti questi tromboni che ti raccontano cazzate mentre il paese sta morendo ?

F53 29.01.14 17:00| 
 |
Rispondi al commento

Le cose stanno proprio così. Ed invece la colpa sarebbe della Electrolux ? Macchè è il solito Stato che è ingordo all'infinito. Electrolux fa benissimo a spostarsi altrove. Gli operai non dovrebbero scioperare o blindare la Electrolux, ma dovrebbero andare a picchettare i Palazzi del Governo, che si ingrassano le tasche con le migliaia di tasse versate dalla Electrolux, per loro conto.
Scioperate contro lo stato, non contro il datore di lavoro. Tanto, se non lo avete capito, stando così le cose, la Electrolux se ne andrà comunque....ed il cinema è finito !

Francesco Palla 29.01.14 16:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://webtv.camera.it/home
Di Battista in diretta ora

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ragazzi !!!!!!!!!
Voi siete nel giusto, perchè fate i nostri interessi, sono i media e la mala politica che fanno schifo.
SEMPRE E SOLO 5*****

gi s. Commentatore certificato 29.01.14 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Questo articolo è scritto chiaro e preciso,condivido queste parole, non c'è nulla da commentare se non che non ci vuole un genio per capire il PERCHE' UNO STATO NON SI FA LE STESSE DOMANDE CHE CI FACCIAMO TUTTI!!!invece di trattare e trovare soluzioni INUTILI!!!!!

Claudia S. Commentatore certificato 29.01.14 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Invio un articolo dal quale si evince come viene spesa una parte degli introiti dello Stato: per esempio regalando alla Società SEXTNER DOLOMITEN Spa della Provincia Autonoma di Bolzano,presieduta da SENFTER ,ex macellaio , amico dell'ex governatore DURNWALDER e ora potente uomo di affari, 11 MILIONI di EURO dal FONDO BRANCHER (voluto da un ex ministro Pdl indagato) per ampliare il COMPRENSORIO SCIISTICO delle DOLOMITI, parte del PATRIMONIO dell'UMANITA', e permettere a detta SEXTNER DOLOMITEN Spa di SPECULARE ECONOMICAMENTE SENZA RIGUARDO PER LA SICUREZZA DEGLI UTENTI.

Corriere delle Alpi

Una pioggia da 11 milioni sul Comelico

Siglato l’accordo per il fondo Brancher; i soldi andranno per la quasi totalità al collegamento sciistico con la Pusteria

-
di Stefano Vietina

COMELICO SUPERIORE. E' la notizia che tutto il Comelico aspettava: è stato formalizzato il finanziamento del fondo Brancher di 10 milioni per gli impianti sciistici che collegheranno Padola con Passo Montecroce, un tratto fondamentale di quel Giro delle Cime con gli sci (30 km) che sta progressivamente prendendo forma in collaborazione con la Pusteria. Lo conferma il sindaco Mario Zandonella Necca.
«Venerdì», spiega, «ho firmato presso a Verona le convenzioni per due importanti progetti. Uno riguarda il completamento della struttura a servizio degli impianti sportivi e sviluppo dei percorsi ciclabili a San Nicolò per di 980.000 euro, per il quale Comelico Superiore è capofila in quanto comune confinante; l'altro riguarda il collegamento delle aree sciabili Comelico-Alta Pusteria, che vale 16.161.000 euro, di cui 10 di finanziamento pubblico e 6.161.000 di cofinanziamento privato. Ora serve che la Provincia autonoma di Bolzano versi le quote relative alla graduatoria 2012».
E i tempi?
«La convenzione fissa tre anni per concludere i lavori, a far data dal versamento da parte delle Province autonome di Trento e Bolzano. E questo dovrebbe essere imminente considerando che,

Rossella Campiti, Roma Commentatore certificato 29.01.14 16:00| 
 |
Rispondi al commento

L’unica via d’uscita è attuare l'artico 1 della nostra Costituzione, diventando un popolo sovrano, padrone in casa propria, dicendo NO all’EURO della BCE e all’Europa dei grandi banchieri e delle loro società multinazionali, e dicendo SI alla moneta del popolo, libero dalla dittatura dei partiti del centrodestrasinistra che ci hanno venduto e fottuto !!
Da 4 anni costoro raccontano agli italiani che l’anno successivo cambierà tutto e comincerà la ripresa (con i meno bugiardi di loro che ora avvertono: “ripresa delle borse e dei profitti, ma non dell’occupazione”).
Governo, partiti, sindacati, associazioni imprenditoriali e “intellettuali del mainstream”, vanno in giro a dare pacche sulle spalle agli imprenditori, ai lavoratori e ai milioni di famiglie disperate, che si ritrovano sotto la soglia della povertà, o che vi cadranno a giorni, e gli dicono che stanno dalla loro parte e che adesso “loro” ce la metteranno proprio tutta per convincere i governi ed i partiti europei (dipendenti anch’essi, come “loro” da Banche e media della grande finanza che gestiscono “la democrazia”) a decidere insieme di fermare l’austerity e imboccare la strada degli investimenti per creare lavoro.
E mentre raccontano questa nuova balla (una balla poiché sono proprio “loro” i primi a non crederci e perché il potere vero ormai, non è più nei governi ma nella BCE, nel FMI e nelle grandi famiglie della finanza mondiale , che lo esercitano nelle sedi istituzionali proprie operanti in segreto come il Bilderberg, la Trilaterale, il CFR ...), continuano a raccontare anche le balle più vecchie del tipo : non c’è nulla da fare “il Mercato è progresso”, “l’Euro è progresso”. “l’Europa dei banchieri è il nostro presente e il nostro futuro” , …e ci preparano addirittura un bel TTIP (partenariato USA- Europa, su commercio e investimenti, già redatto dalla grande finanza e dalle sue multinazionali) !!

eleonora . Commentatore certificato 29.01.14 15:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non mi aspettavo che anche questi quà che vi posto facessero disinformazione. vi prego di denunciare.

http://www.pclavoratori.it/files/index.php?obj=NEWS&oid=3659

Alberto C., Palermo Commentatore certificato 29.01.14 15:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutti contro il M5S: tutti compatti destra sinistra centro, TG, giornali, radio, giornali on line... Sta passando il messaggio che per colpa del Movimento gli italiani potrebbero essere costretti a pagare la seconda rata dell'IMU. Del fatto di Bankitalia e del regalo alle banche soltanto qualche accenno accidentale. Strategia comunicativa sbagliata del Movimento o forse no? Forse l'insulto a Napolitano e un messaggio così forte ha avuto il merito di gettare un riflettore sulla vicenda che rischiava di passare sotto il silenzio dei media. Quello che emerge però è la mancanza di una strategia comunicativa del Movimento per quel che concerne i media più popolari e diffusi, o forse c'è? Chi lo sa?

andrea duranti, mompeo Commentatore certificato 29.01.14 15:28| 
 |
Rispondi al commento


UNGHERIA / GOVERNO ORBAN ANNUNCIA IL TERZO TAGLIO CONSECUTIVO (-10%) DEL COSTO DI GAS E LUCE. SARA' FATTO AD APRILE

Siamo proprio sicuri che la Sovranità nazionale e Monetaria non c'entri nulla ? Claudio Marconi

BUDAPEST - Il governo ungherese ha varato il terzo taglio delle bollette di luce e gas. Dopo aver tagliato le bollette di luce, acqua, gas e nettezza urbana del 20% nessuno si aspetterebbe che il governo ungherese continuasse ancora a fare dei tagli e invece cio' che per molti rimane qualcosa di impossibile sta diventando realta'.

Pochi giorni fa, nel totale silenzio della stampa di regime ovunque in Europa e specialmente in Italia, il governo ungherese ha deciso di tagliare per la terza volta le bollette di luce e gas. Il taglio entrera' in vigore ad aprile a poche settimane dalle elezioni. Sarà di non meno del 10%

Antal Rogán, leader del Fidesz party (che e' al potere ed i sondaggi danno vincente alle elezioni di Aprile) ha giustificato questa decisione col fatto che in Ungheria i costi delle bollette erano tra i piu' alti in Europa e le compagnie facevano profitti molto elevati sulle spalle dei consumatori e quindi il governo ha deciso di effettuare questi tagli per redistribuire parte di questi profitti alle famiglie ungheresi cosi da poter avere piu' soldi da spendere.

A tale proposito occorre ricordare che il governo ungherese sta lavorando a un piano per rinazionalizzare le societa' produttrici di elettricita' e gas cosi' da tenere i costi energetici al livello piu' basso possibile.

Ovviamente nessuno avrebbe da ridire su queste politiche di buon senso e non e' una coincidenza che i poteri forti globalisti stanno facendo di tutto per attaccare l'Ungheria e anche l'Unione Europea ha criticato questi tagli perchè secondo gli strapagati parassiti che operano a Bruxelles il governo ungherese avrebbe danneggiato la concorrenza nel settore energetico, ma fortunatamente tali attacchi non hanno avuto nessun effetto.

eleonora . Commentatore certificato 29.01.14 15:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo prendere atto che lo Stato, inteso espressione della vecchia politica, non solo non aiuta i cittadini, i lavoratori e le imprese ma è contro di essi. Anche se tutti pagassero le tasse e ne pagassero il doppio, non sarebbero mai abbastanza, perché le spese e gli sprechi sono il pane di una casta numerosissima e vorace!

Vincenzo 29.01.14 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Udite Udite ultime dal fvg
la bella pensata dei ns assessori provinciali....tornare alle urne per abolire le province.....ma non ci siamo già espressi?Perchè sono ancora lì!!!!Serracchiani smantella il popolo si è già pronunciato!!!
Ecco cari operai con voi fuori dalla fabbrica c'e qualche assessore provinciale?

gianna d 29.01.14 15:18| 
 |
Rispondi al commento

.......trattabili?

Milco Fadda 29.01.14 15:10| 
 |
Rispondi al commento

Se il movimento penta stellato Vince le prossime elezioni che sono vicinissime , insegnerebbe al mondo intero che le RIVOLUZIONI TRANQUILLE
sono possibili. BRAVI tanti auguri Mi rmarico che non ci ruiscimmo noi negli anni sessanta. Ma allora
C'erano dei criminali neri , e neri dipinti di rosso che ci inpedi' di realizzarla,

luigi di pietro, Montreal Commentatore certificato 29.01.14 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Inutile fare tante valutazioni tecniche e tecnicismi. Assistiamo a tutto questo ogni giorno
sui giornali e nelle trasmissioni tv.
Argomento utile per fare ascolti tralasciando la necessità di risolverli davvero e rapidamente.
Qualcuno queste persone nella politica le ha votate e continua a voltarle nonstante non ci siano miglioramenti su tutti i settori.
Anzichè disquisire tra tutti noi su opinioni o idee su agromenti specifici e quindi troppo nel dettagli, inutili al lato pratico; si deve cominciare ad assegnare responsabilità sui risultati nel settore pubblico direttivo.
Es. stipendi più bassi d'Europa costo del lavoro
più alto!? risultato negativo e conseguenze pratiche peggiorative;
quindi dimezzamento dello stipendio per tutti i direttivi settore pubblico che gestiscono direttamente o indirettamente questo settore della gestione del lavoro.
Rirpistino dello stipendio intero a pari con le stesse figure nella media Europea SOLO quando si raggiunge gli obbiettivi prefissati (riduzione del costo del lavoro più basso della media Europea e sitpendi più alti della media Europea)
I direttivi pubblici che gestiscono settore contratti e sviluppo del lavoro poi dimostrano che non ne sono in grado?
Sotituirli con chi è meritevole di raccolgiere l'impegno dell'obbiettivo da raggiungere.
Sicuro che in questo modo l'economia riparte senza costi aggiuntivi.
Il trattamento dei direttivi pubblici sarebbe niente di più di quello già applicato al settore privato; che subisce questo schifo oltre doverlo sostenere economicamente!
Se continuiamo a pagare il settore pubblico direttivo più di tutti in Europa e continuano a produrre mancate soluzioni e mancati miglioramenti
con le stesse risorse CONTINUERA' a peggiorare e continuamente a nostre spese.
Una realtà sociale che lascia il 50% delle ricchezze distribuite al 10% della popolazione non ha possibilità di riprenderesi nemmeno a vantaggio dello stesso 10% più ricco
Vorrei risposta concreta di GRILLO

Angelo bertacchini 29.01.14 15:05| 
 |
Rispondi al commento

LE VERGOGNE DEL GIORNO
Due condannati inchiodano la legge elettorale a telefono. Due condannati hanno sostuitito il Parlamento. Questa è la Verità sul PD! Quanto furono intelligenti i nostri di 5 Stelle che senza esitare di un millimetro non vollero saperne niente di collaborare col PD!

Zanonato senza vergogna difende le regole della speculazione degli svedesi contro il diritto al pane degli italiani.
Mandiamo a casa gli svedesi e sequestriamo fabbriche e capitali.

Grasso, Boldrini,Francdeshini, Letta, Renzi, Bruschetta non vogliono che si dica BOIA della Costituzione repubblicana ad un ultraotttontenne
da interdire per ragione di età.

Ma che dirà il giovane figliolo -forse oltre i sessanta- messo da papà in Corte Costituzionale, che al papà si dica BOIA?

luigi francia, luigi@francia.dk Commentatore certificato 29.01.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo, ma dove va a finire tutto quel cuneo fiscale? Va a finire in buona parte in contributi previdenziali assurdi che servono a pagare le pensioni a chi non li ha mai pagati (i contributi), ai baby pensionati (costano ancora 13 mld), a quelli che stanno in cassa integrazione da anni e magari lavorano in nero e manco ci provano a cercare un altro lavoro, ai finti invalidi, ecc ecc... E se provassimo a ragionare su queste cose, su come rimettere in discussione "i diritti acquisiti" invece di lanciare insulti sterili?

Francesco Pratesi 29.01.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in un Paese dove le parole,Ok Sorial!,
fanno più indignare e più rumore dei fatti...
che hanno colpito il Nostro Paese messo in ginocchio da Napolitano e i Casta- partiti!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 14:11| 
 |
Rispondi al commento

http://epp.eurostat.ec.europa.eu/statistics.../index.php... Il lavoro in Italia costa meno che in Germania, Francia, ed altri 8 paesi, compresa quell'Irlanda che Grillo cita com esempio virtuoso. Caso mai, sempre secondo i dati eurostat, in Italia abbiamo un gap per quel che concerne la produttività, gli investimenti in innovazione, la specializzazione produttiva sbilanciata verso produzioni a bassa tecnologia. Quella di Grillo è un'analisi sbagliata nei presupposti e nelle conclusioni, perch mai potrai competere con il costo del lavoro polacco.
File:Average hourly labour costs in the business economy, 2010 (1) (EUR).png - Statistics Explained
epp.eurostat.ec.europa.eu

Diego Ravera 29.01.14 14:03| 
 |
Rispondi al commento

L'attacco al PresidenteNapolitano farà perdere al Movimento 5 Stalle la metà dei consensi!

Sergiocenerini 29.01.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sottoscrivo in pieno.
"
Quasi ovunque in Europa il costo del lavoro e le tasse sono minori, la burocrazia non è asfissiante come in Italia, la giustizia funziona meglio (in Italia ci sono 9 milioni di processi pendenti) e i servizi, a iniziare da quelli digitali, esistono veramente, non solo nelle pubblicità del governo. Electrolux dovrebbe tagliare lo stipendio allo Stato, non ai lavoratori.
"

C'e' solo un problema:

piu' si produce e piu' si inquina

SOLDI SOLDI

BASTA

STAMPATELI

E NON ROMPETE + I MARRONI

OGGI GADUAGNI 1400 EURO E FRA 10 ANNI 14000 EURO CON LO STESSO VALORE DI ACUISTO

MA CHI SE NE FREGA

Fabrizio Centonze Commentatore certificato 29.01.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento

MALEDETTI ......

Tommaso S., Tursi (MT) Commentatore certificato 29.01.14 13:27| 
 |
Rispondi al commento

MALEDETTI TUTTI...
AVETE SVENDUTO L'ITALIA.........

Tommaso S., Tursi (MT) Commentatore certificato 29.01.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Yuppi du...tse...

http://youtu.be/OS15y3T9088

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei anche io essere denunciato per aver detto BOIA a un presidente che si è reso partecipe dell'avvelenamento della Campania e dell'Italia.
con il suo silenzio o addirittura con la sua complicità.
Insieme ai suoi amici BASSOLINO e tutto il Pd che hanno governato insieme ai criminali del Pdl .
Adesso fanno le persone che si offendono per un Boia una parola che milioni di Italiani vorrebbero tatuargli in fronte .
Avete avvelenato le nostre terre, ci avete fatto regredire di 20 anni. Avete rubato e poi privatizzato beni dello STATO che servivano per i bisogni di 60 milioni di persone .
Avete creato la politica più corrotta d'Europa la parola Boia in confronto a quello che voi avete fatto al popolo Italiano è NULLA.
Che siate maledetti in eterno

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 29.01.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento

A tutti, meno che ai mangioni ai posti chiave dello Stato e della politica, è evidente che occorrerebbe ridurre la spesa almeno del 10% (la spending revue, lo farà dello 0, 8! Che indecenza: serve solo a dare soldi ai vari commissari!) e ridurre il costo del lavoro. Che ne è dell'eliminazione dell'IRAP, già promessa da Berlusconi? perché non lanciare un quinquennio di tasse agevolate e di burocrazia sterilizzata? Basterebbe stabilire che ogni domanda diventa esecutiva dopo 15 giorni, nei quali la PA può sollevare obiezioni documentate, esercitando il proprio controllo a-posteriori e non in via preventiva (come è ora): ricordo che la Corte dei Conti appesantiva tutti gli atti amministrativi fino a che esercitava il controllo preventivo; una volta passati al controllo successivo la situazione è rapidamente migliorata.
Dunque chi avanza una richiesta rilascia una dichiarazione di conformità alla legge e, al massimo dopo 15 giorni, procede a realizzare il suo progetto!

Sebastiano TAFARO, BARI Commentatore certificato 29.01.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento

OT Ma non tanto.

Bisognerebbe studiare il modo di sabotare i prodotti delle imprese che delocalizzano all'estero.
Fare in modo di vietare il mercato italiano ai loro prodotti.
Così electrolux, se delocalizza, fare in modo di trovar mille pastoie burocratiche sulla qualità dei prodotti, sulla sicurezza, sull'assistenza.
Escogitare dei marchingegni in modo da fargli perdere il mercato italiano.
Tipo: tutti i componenti dei prodotti che entrano devono essere fabbricati in Italia.
Tipo: aumentare unilateralmente gli anni della garanzia da due a quattro, per chi delocalizza.
Non sono un tecnico, ma credo che i più ferrati possano escogitare qualcosa...
Si dirà :-...Ma, sono normative Europee... Benissimo, Se non possiamo difenderci, usciamo dall'Europa...

Cose di questo genere... altrimenti

nitrato di ammonio 70%
carbonella in polvere

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 29.01.14 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa era successo?
Letta ha tentato di far passare un decreto iniquo, che univa l’Imu all’ennesimo regalo alle banche di ben 7 miliardi e mezzo. Pd e Pdl erano pronti a votarlo. Solo il M5S ha tentato con l’ostruzionismo di porre un freno a questa nuova vergogna. La Boldrini allora ha minacciato di tagliare gli interventi dei 5stelle e di votare il decreto alla svelta. Non è la prima volta che usa il regolamento parlamentare per tagliare i diritti del parlamento. I 5stelle hanno protestato. Ma Nap stava per avallare la procedura d’urgenza chiudendo la bocca al M5S. Allora, in una conferenza stampa, Sorial ha detto che Nap tagliava la testa all’opposizione era ‘ un boia’. Il minimo!
Ora tutti urlano allo scandalo. Ma regalare 7 miliardi e mezzo alle banche cos’era? Un’opera pia?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo elemento, da quando ha preso la poltrona di Ministro, vede la luce nel tunnel. FORSE GLI STANNO FACENDO UNA COLONSCOPIA!!!!! Passando al discorso "BOIA", è ancora molto poco, è una parola gentile quando viene rivolta a tutta quella gentaglia che ha distrutto la nostra società e la nostra gioventù.Fino a quel miserabile Figlioccio di Berlusca ,"Matteuccio". Avendo solo, da sempre ed oggi, pensato a RUBARE, RUBARE e RUBARE la nostra società e la nostra gioventù. DEVONO MORIRE TUTTI BRUCIATI VIVI.Ciao, Carmelo.

carmelo recupero 29.01.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento

I partiti concentrano la loro infame "forza" nel far leva sulle menti fievoli e offuscate dall'inganno indotto dagli stessi ai Cittadini,
che tramite le Tv raccontano megagalattiche balle sul M5S!!( vedi -ultima: è colpa del movimento ....la seconda rata imu....)
per forza il Movimento 5S non può far altrimenti che andare in TV...ha difendersi!!!
ha denudare la natura iper-corrotta dei partiti!
la legge sul conflitto di interesse urge!!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

adellaro
"E quel 'boia' che meraviglio alibi per il Governo più inetto della storia! Non par vero a Letta di parlare di 'punto di non ritorno'! espressione più che calzante che solo si osserva il suo inutile ministro dello sviluppo Zanonato! Uno che passa il tempo a twittare fregnacce e fa finta di non vedere Electoilux uno che persino la Serracchiano considera una calamità (ne ha chiesto le dimissionI!). Punto di non ritorno non è la stupidità espressiva di un 5stelle.. non si torna indietro invece dal fiume di parole ingannatrici, dai mille impegni mancati, dall'insopportabile frastuono del circo politico mentre il silenzio avvolge il cuore della gente. E' difficile ascoltare lezioni di moralità sulle brutte parole per es. da chi aveva promesso uno straccio di legge elettorale e ora affonda nel solito pantano dei veti incrociati. Cosa è peggio?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da persona che cerca di dare lavoro, è la sacrosanta verità: un dipendente costa di più che un figlio. E' normale non volerne, a ciascuno i suoi (di figli)! Basta uno solo che ti dia contro, è la fine. E' un sistema che premia l'industria, penalizza l'artigiano e le partite iva etc. Ovvero proprio le pecore su cui si fonda il fisco e le scuoia invece di tosarle...

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Chi è contro il movimento5stelle fa parte della casta o della mafia,o semplicemente è un idiota che non ha capito nulla della storia del nostro paese.
Vinceremo!!!
IN ALTO I CUORI.

Andrea B., Perugia Commentatore certificato 29.01.14 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DIECI ,CENTO, MILLE SORIAL

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 29.01.14 13:06| 
 |
Rispondi al commento

Segue
Nota personale.andavo orgogliosa di acquistare auto italiane. Televisori italiani. Elettrodomestici italiani.
e non mi sono mai costati di più da aziende come Radio Martelli e Mivar o Lancia o Alfa Romeo Ignis o Zoppas
Tanto per citarne alcune
Fornivano qualità tecnologiche e prezzi imbattibili
Purtroppo oggi fagocitate dalla globalizzazione
Arrestare questo processo sarà la guerra che dovranno combattere le prossime generazioni se non è troppo tardi
UNICA ARMA IL POTERE DACQUSTO

Rosa Anna 29.01.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento

PURE CELENTANO E' UNA CAPARA POLITICA
UN MAGGIORDOMO LECCACULO DEI PIDDINI E DEL PREGIUDICATO

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 29.01.14 13:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta con i SOLDI PUBBLICI AI GIORNALI! (PER TROVARE QUEI SOLDI E SEMPRE...LA PENURIA DEI FONDI NN ESISTE...per certi politicanti del ca...)

Basta foraggiare 'giornali' stampati solo per prendersi il finanziamento pubblico e per incartarci il pesce!

Pure l'Avanti di Lavitola hanno finanziato sti.....

Dino Colombo Commentatore certificato 29.01.14 13:01| 
 |
Rispondi al commento

è necessario chiedersi quanto costa un dirigente inutile.. anziché chiedersi quanto costa un operaio utile... http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 29.01.14 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Ah perché c'abbiamo pure lo stato adesso? Dove andremo a finire...

iena piangens Commentatore certificato 29.01.14 13:00| 
 |
Rispondi al commento

O.T.
celentano: approva accordo renzi-berlusconi.
perfetto: quindi per ora posso solo ascoltare pelù e vedere gli stacchetti di brignano...

nike di samotracia. ., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CARLA RUOCCO FIGURONE all'ARIA che tira sulla 7
sta spiegando al meglio la situazione che si stà verificando.
Grazie CARLA

*****

Eposmail ,. Commentatore certificato 29.01.14 12:57| 
 |
Rispondi al commento

E ora veniamo alla epopea delle aziende come Elettrolux
Apparsa sull'uscio degli italiani con vendite di aspirapolveri a porta a porta all'inizio degli anni settanta
Diventata un colosso negli anni novanta fagocitando le concorrenti italiane.
Uguale a tutte le multinazionali venutesi a creare negli ultimi trent'anni.
Chi ha permesso a questi giganti di crescere e prolificare nel mondo
Noi NOI N O I
NOI UMANI CONSUMATORI
Consumatori di che ? Delle nostre vite
Tarli e locuste hanno il senso della vita infatti non si sono mai estinti
Persino i topi hanno qualcosa da insegnarci
Abbiamo un unico potere UN GRANDE POTERE
Usiamolo quando acquistiamo
Negli anni ottanta quando iniziarono a collassare le prime manifatture della mia regione pensavo, se migliaia di operai non avranno più la paga chi acquisterà abiti e cappotti di quei filati non più prodotti dalle loro mani, Manifattura lane Borgosesia laneria Agnona maglieria Ragno Mi fu detto che ci sarebbero state miriadi di opportunità di riassorbire quella mano d'opera nei nuovi settori di innovazione e ricerca. Per qualche tempo sembrava che il miracolo accadesse era la globalizzazione
Quando compriamo usiamo moneta che ci è stata data in cambio di ore di vita Riflettiamo prima di darla a chi della nostra esistenza fa unicamente merce di scambio.
Ai sindacati italiani ormai impotenti quanto inutili
Chiediamo una riforma che gli ridia dignità e potere di difesa dei lavoratori.
L'Unione Europea a accostato e assemblato stati non omogenei nei salari causando confusione e dissesti di enormi porzioni del settore industriale. Per la solita e errata idea liberale che il mercato avrebbe provveduto a riorganizzarsi da solo. Il prezzo che le popolazioni europee
devono pagare per queste ideologie congiunto a quanto si deve fronteggiare di danno derivante dalla globalizzazione
sarà altissimo. Cerchiamo di difenderci con l'unico potere che abbiamo. IL POTERE DI ACQUISTO
Continua

Rosa Anna 29.01.14 12:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I PROTAGONISTI DEL NULLA, DOPO ANNI DI MEDIA STRARIPANTI DI DETTAGLI SULLA VITA DI CORONA, QUEL DEGNO FIGLIO DI UNO STIVALE MARCIO, PUTRIDO, VOLGARE, ARROGANTE, ANALFABETA, PRESUNTUOSO AI MASSIMI LIVELLI, SENZA AVERNE LA MINIMA VIRTU, TALENTO DIGNITOSO! CORONA LA SINTESI ITALIOTA "DEL COSÍ FAN TUTTI", SFRECCIARE CON BOLIDI UBRIACO E SENZA PATENTE, UNO CHE DOPO I FUMETTI RISPETTOSISSIMI DI DIABOLIK, SUO ISPIRATORE, IL NULLA, SE NON COLLEZIONARE QUELLA CARTA STRACCIA DA STUDI MEDICI, DI ALTRI "PROTAGONISTI DEL NULLA" COME L'ORRENDA "CHECCA" SIGNORINI, SU CUI VENIVANO PUBBLICATE LE FOTO DEL SUO "NOBILISSIMO"DIGNITOSISSIMO" MESTIERE? NELLA CLOACA DEGLI INNUMEREVOLI "PROTAGONISTI DEL NULLA", A CUI GIORNALMENTE SI AFFACCIANO "NUOVI EROI" TIPO RENZIE, ECCO L'INIZIO DEI PIAGNISTEI DEL "RIDIMENSIONATO" CORONA? TRASFORMATO IMMEDIATAMENTE DAGLI "AMICHETTI" SCIACALLI COME LUI, IN UNA NUOVA MACCHIA MACINA DENARO DEL MISEREVOLE, SQUALLIDISSIMO GOSSIP ITALIOTA ALLA SIGNORINI & CO? SIAMO NEL 2014 E COSA FACCIAMO SOPPORTEREMO QUESTA PRESUNTA "RIABILITAZIONE" MEDIATICA, A SUON DI ASSEGNI SONANTI, PER IL CORONA, FINO AL 2015, SALVO INDULGENZE PLENARIE E SCARCERAZIONI MULTIPLE? QUESTA É LA CLOACA DEI DELINQUENTI SEMPRE FIGHI, CHE DELINQUANO O SI PENTANO, QUELLE TRISTESSE! PASSI CHE VIVIAMO IN UNA FOGNA, PER CUI PURE NELLA CIVILISSIMA, RICOLMA DI ANZIANI FASCISTI, LA MIA AUSTRIACA TRIESTE, É FINITA COME IL PAIO CON LE TERRE DEI FUOCHI, A FARE LA SUA BELLA DISCARICA DI RIFIUTI TOSSICI, DA QUELLA PARTE DI ADRIATICO CHE FINO ALLA GRECIA HA ACQUE CRISTALLINE QUASI COME LE MALDIVE, DUBROVNICK DOCET, SPERIAMO CHE TUTTO QUEL CATRAME NON OSCURI TANTA BELLEZZA COSTRINGENDO I CROATI A CHIEDERCI I DANNI?
PER IL PROTAGONISTA DEL NULLA CORONA, BUTTIAMO LA CHIAVE E NON "RIPROPONETECELO" PIÚ, ALMENNO PER I PROSSIMI 10ANNI, FATELO PER I VOSTRI FIGLI!!!

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 29.01.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo stato chiede il sangue delle aziende che per sopravvivere si tengono i lavoratori più flessibili che si adattano a tutto e che costano meno ,e a questi per 2 soldi gli tirano via anche le ossa.
E' una reazione a catena .
Altrimenti risolvono spostando la produzione altrove senza troppi compromessi.

Pippo Depapero Commentatore certificato 29.01.14 12:53| 
 |
Rispondi al commento

PER quelli che pensano dicono che l'inflazione rimarrà bassa...
IO mi aspetto entro uno due anni un inflazione crescente (alle stelle),
se questa ipotesi fosse avvalorata dalla realtà dei fatti ed avessimo una moneta
o un altra + debole... allora sì che sono GUAI seri...Tutti coloro che
(con tutto il rispetto) Hanno la loro mente memorizzata su vecchi parametri
economici rimarranno delusi e forse dalla parte sbagliata.
Se tutto è cambiato, vuol dire tutto, per cui tutte le credenze micro/macro
economiche verranno stravolte inesorabilmente (queste per ora solo teorie
però sempre da tenere in considerazione).

DISTRUTTO il risparmio, distrutto o semi distrutto apparato industriale,
DISTRUTTO il potere d'acquisto, semi disintegrato il posto di lavoro...
IL*PEGGIORE* PIU'*DISTRUTTIVO*è *L'INFLAZIONE alle STELLE*
DISINTEGRATORE DI RICCHI E POVERI anche se comunque i primi sopravvivono
più facilmente e dignitosamente...
JOYKEY

JOY-KEY 29.01.14 12:52| 
 |
Rispondi al commento

F-35, il Pentagono: “Crepe durante i voli di prova, velivoli poco affidabili”
I test condotti sui modelli Air Force e Marine Corps dei caccia hanno permesso di individuare "significative tracce" di cedimenti in cinque diverse occasioni.

Ma li mortacci...................

luigi cottarelli Commentatore certificato 29.01.14 12:51| 
 |
Rispondi al commento

Continuate a perdervi in sterili discussioni su boja e leggi elettorali con cui vi hanno coperto efficacemente LA NOTIZIA:
Il M5S, assieme all'emendamento pro clandestini, ha votato ANCHE LO SVUOTACARCERI. Solo la Lega contraria.
Tutto passato SOTTO SILENZIO: NON VE NE SIETE MANCO ACCORTI!
E adesso? A parte gli eventuali insulti alla cieca, che si dice sul dato di FATTO?

Giano Bifronte 29.01.14 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La privatizzazione della Banca d'Italia e l'abolizione dell'IMO, sono inseriti nello stesso decreto.
Se voti contro la privatizzazione, voti anche contro l'abolizione dell'IMU.
E CHI LI FREGA QUESTI LADRI.

antonio d., Carrara Commentatore certificato 29.01.14 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ITALIA non è una Repubblica Parlamentare in quanto NON HA PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.

L'ITALIA non è una Repubblica Democratica in quanto DEL PARTITO DEMOCRATICO.

L'ITALIA non è una Repubblica fondata sul lavoro MA SULLA RENDITA.
E' l'esatto contrario di quanto previsto da coloro che misero in piedi LA NORMA FONDAMENTALE. Quel "fondata sul lavoro" era il riassunto del seguente concetto: "La Repubblica Italiana si fa nascere e potrà vivere solo nella consapevolezza del contributo di lavoro di tutti i cittadini e che le rendite derivanti da posizioni economiche, di ceto o di grado di istruzione sono il male dal quale essa rifugge e dal quale dovrà essere sempre difesa".

L'ITALIA ATTUALE è una semplice SpA che ha subito una scalata ostile DAL BERLUSCONISMO attraverso l'acquisizione del pacchetto di controllo e la fusione di due società azioniste

QUESTA DI OGGI E' UN' ITALIA DA DISINFESTARE,A COMINCIARE DALLE SUE ISTITUZIONI CORROTTE

W IL M5S

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando mi sono sintonizzato su Ballarò ieri sera ho fatto in tempo ad ascoltare una Donna meravigliosa...una CON DUE PALLE COSI' che certi maschi se le sognano...

Lorenza Carlassare...

Ho sentito solo il suo ultimo intervento...ma n'è valsa la pena...

Ha detto cose che sono anni che sentivo dire in una tv Nazionale...

Sopratutto quando ha sderenato la Polverini che ridendo come un'ebetina che nn aveva capito un cazzo di quello che diceva la Carlassare a proposito dell'intelligenza (malefica) di Berlusconi...ne era rimasta contenta...lei...(e ci credo...l'ha 'riciclata' per i suoi alti meriti amministrativi alla Regione Lazio!)

E la Carlassare con un sorriso di circostanza le ha fatto notare che nn sempre l'intelligenza è sinonimo di un complimento...SE USATA MALE...e che anche Hitler era 'intelligente'...e quindi...

Ma la Polverini fin lì non ci arriva...

Dino Colombo Commentatore certificato 29.01.14 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Celentano sta' con renzie e il nano. ha la roba da difendere e dunque teme il popolo rivoluzionario. Che incominci a capire?

giorgio 29.01.14 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei far notare che una folta schiera di post- commenti pentastellati si perde dietro all'interpretazione - giustificazione del BOIA a Napolitano.
Qui, a casa nostra, sul blog!

Immaginatevi i politici italiani, le TV, la STAMPA: lo fanno non in folta schiera, ma esclusivamente. Per qualche giorno il m5s sarà solo quel BOIA detto a Napolitano.Niente altro, (se non quelli che rivogliono l'IMU).
Senza interpretazioni, decontestualizzato senza se e senza ma. Ma è roba da kamikaze!
Avete dimostrato di tenere testa a chiunque anche in trasmissioni TV faziose.Poi ci sono anche Trasmissioni come la gabbia di Paragone che sembrano fatte per noi.Ma noi; noi rimaniamo chiusi qui a dirci cosa voleva dire Soriel, non vedremo nessuno andare in TV stasera, e ci chiederemo se il m0tivo è la paura che ci facciano la bua;
Concludo sempre con la parola di quattro lettere che vi meritate.
FAVE

Giulio C., Prato Commentatore certificato 29.01.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento

ballarò? fazio? porta a porta del Vespone?...... cosa aspettiamo a lasciare al verde la rai?

giorgio 29.01.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento

RENZIE HAI FATTO LA CACCA? NOOOO? FATTI AIUTARE DAL NANO SPOGLIATO FA CAGARE...

aniello r., milano Commentatore certificato 29.01.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Da floris ieri sera dicevano che grillo (il portavoce m5s) è un condannato in via definitiva ma mica lo dicevano per cosa (omicidio colposo di amici che erano in auto con lui in un incidente stradale dove lui guidava). Ma gli è sfuggito che Renzi ( il segretario del pd ) è un condannato in 1o grado per danno erariale allo stato! Questo è uno scandalo!

jacopo blasso Commentatore certificato 29.01.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

sono 2 giorni che seguo la diretta alla Camera e vi invito a vederla anche a voi tutti e vi chiedo...
avreste voi la pazienza e l'inteletto di sopportare tutto quello che viene fatto contro i nostri parlamentari?
se scappa una parola di troppo "boia" e' scusabile, sopratutto se presa in un intero discorso.
Vorrei vedere voi che dite che ha sbagliato Sorial stare sotto le luci dei riflettori come vi sareste comportati.. ogni media e talk anche stamani sparano cavolate su di noi, siamo senza lavoro io per primo da mesi, fanno decreti incredibili come quello di oggi, legge elettorali colluse a loro piacere fatte da condannati, il PdR e' lui per primo contro la Costituzione.. e voi 5stelle incazz,, come me avete una voce che dice come stanno le cose vere in Italia e vi scandalizzate? io dico solo grazie a Soral e che quella parola avrei avuto IO dirla a Napolitano,., grazie 5stelle
basta buonismi... bisogna dire le cose come stanno punto e basta! loro ci rubano parlando bene da anni e noi li denunciamo parlandone male!
ALOA

Gab Riele Commentatore certificato 29.01.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera ho seguito 'ballarò' solo verso la fine...(vederlo tutto sarebbe stato letale per il mio stato di veglia...è diventato inguardabile..).

Invitare la Polverini poi! Quella che ha imbottito di SOLDI PUBBLICI...quindi NOSTRI!..[TANTO NE ABBIAMO DA SPRECARE!] i consiglieri della Giunta del Lazio..) e che rideva sempre e nn so cosa avesse tanto da ridere...

Ricordo pure en passant che la Polverini...perfetta SCONOSCIUTA prima...è stata fatta copnoscere al grande pubblico PROPRIO DA BALLARO'! del quale era ospite praticamente fissa.

'Poi' ho capito il perchè...quando è stata eletta governatrice del Lazio...

E dalla tv che doveva essere per giunta la tv della cosiddetta 'opposizione'!

Dino Colombo Commentatore certificato 29.01.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento

La globalizzazione ha rovinato lavita di molti Stati. Non si potrebbe tornare indietro?

tiberi Gabriella 29.01.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NEMBO KID RENZIE fa appello ai... "MODERATI DEI 5 STELLE"?

Fate sapere a Renzie che non può esistere un MoVimento 5 Stelle "MODERATO" perché il compito storico che si prefigge il M5S non può essere perseguito altro che con RADICALITÀ e OSTINAZIONE.

-Essere "MODERATO" è stuprare la Costituzione?
-Essere "MODERATO" è cedere la Sovranità nazionale?
-Essere "MODERATO" è negare dignità al cittadino e obbedire alle banche, alla finanza, ai Trattati UE e alla Troika?
-Essere "MODERATO" è abbattere con l'accetta sanità pubblica, welfare, diritti e garanzie?
-Essere "MODERATO" è partecipare alle "missioni di pace"?
-Essere "MODERATO" è spendere sempre più in armamenti, F-35, Eurofighter, portaerei e fregate?
-Essere "MODERATO" è pensare che TAV, Grandi Opere, inceneritori siano "Il Progresso"?
-Essere "MODERATO" è praticare l'economicidio di PMI e lavoratori invocando gli "investitori stranieri"?
-Essere "MODERATO" è continuare a privatizzare, anche servizi pubblici locali e i "monopoli naturali"?
-Essere "MODERATO" è uccidere l'istruzione pubblica e la ricerca?
-Essere "MODERATO" è stare culo e camicia col delinquente frodatore, corruttore e puttaniere?
-Essere "MODERATO" è ricorrere di continuo all'esercizio dell'ipocrisia?
(non continuo la lista solo per carità e/o mancanza di spazio)

Caro Renzie, sai che potete farvene della "moderazione"? Ecco, proprio quello. Ficcatevela esattamente lì.
Avete già le vostre GAMBARO e DE PIN, che volete di più? Godetevele! (btw, mai letto tra le righe tanto disprezzo quanto quello implicito nella pubblica lode che Letta-nipote tributò loro in Aula).

Hanno mille scheletri nell'armadio e hanno anche mille travi davanti a loro. Ma vogliono ostinatamente vedere solo la pagliuzza. Una parolina (neanche troppo) fuori posto per esprimere un concetto più che giusto, e la Casta arroccata finge sdegno e si straccia le vesti.
Sempre spalleggiata dai media e da pennivendoli servizievoli e servili.


*****

PIENA SOLIDARIETÀ AL CITTADINO SORIAL!

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 29.01.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento


BOIA?
Nulla di più vero.

Manlio Di Stefano, deputato del Movimento 5 Stelle, difende su Facebook il collega Sorial, che ha dato del boia a Giorgio Napolitano: "Di cosa dovrebbe scusarsi il M5S Girgis Sorial?".

"Vi è parso eccessivo definire Re Giorgio Napolitano un boia? Beh vediamo di ragionarci su, un boia è colui che uccide il condannato a morte quindi Napolitano è stato accusato di aver ucciso qualcosa o qualcuno. Dunque facendo mente locale, in questi 2 mandati (già qui ci sarebbe da aprire un capitolo a parte), il Re ha ucciso: la democrazia, la Costituzione, il popolo italiano, la giustizia". E, dunque, "se boia vi sembra eccessivo allora trovate voi un aggettivo che racchiuda tutti questi crimini contro il popolo italiano".


La verità, questa sconosciuta alla vecchia politica italiana.

Path Walker Commentatore certificato 29.01.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

paolooo da padellaro son solo x ora:)))

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA GRANDE RAPINA AL TRENO CHIAMATO ITALIA.
Era tutto calcolato dall'UE e dai politici italiani. Prima usciamo dall'Europa e dall'euro, e meglio è. Si faccia referendum, per questo.

COME DISTRUGGERE L'ITALIA IN 3 MOSSE.
1) Fanno entrare gli immigrati e i clandestini in grande quantità, li ingabbiano in attesa di utilizzarli e poi, quando servono, li regolarizzano.
2) Nel frattempo, aziende che hanno collegamenti in politica, ricattano l'Italia con la chiusura delle fabbriche e propongono il loro trasferimento altrove. "Caro operaio italiano, se vuoi lavorare, devi guadagnare meno, perchè io devo arricchirmi!" Questo, in sintesi, il concetto dei manager. Così, le aziende dimezzano gli stipendi degli operai italiani, i quali, per mantenere le famiglie, pagare le bollette o i conti di Iniquitalia, sono ovviamente costretti ad abbandonare quel posto, cioè a cambiare lavoro e ad espatriare.
3) Indovinate un po', secondo voi, chi andrà a rimpiazzare quegli operai italiani nelle fabbriche? Ma bravi, avete indovinato! I clandestini disoccupati.
Voilà, il gioco è fatto! Italia delenda est!

Zampano . Commentatore certificato 29.01.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CHE SCANDALO HA DATO DEL BOIA AL RE..... TUTTI I CAMERIERI E MAGGIORDOMI INDIGNATI.MA COME FANNO A INDIGNARSI SENZA AVERE DIGNITA?

aniello r., milano Commentatore certificato 29.01.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Electrolux 2^
L'uscita dall'euro rappresenta la tassazione più cospiqua e congrua che questo paese può imporre ad un sistema capitalistico che dopo avere dissanguato le casse dello stato, oggi in una logica globalizzante delocalizza impianti produttivi e risorse. 
Diciamo basta, diciamo all'unisono viva l'Italia libera, viva la rivoluzione.

giorgio 29.01.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Il falso crocetta il falso pd
http://it.ibtimes.com/articles/61850/20140127/muos-sicilia-usa-niscemi-caltanissetta-crocetta.htm

vilco 29.01.14 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Obama vuole la scala mobile, e noi invece in ossequio ai Signorotti di Bruxelles l'abbiamo abolita. Questi Signorotti hanno un nome e cognome e sono stati la rovina dell'Italia. C.A. Ciampi e R. Prodi.
Oggi l'electrolux a proprieta' svedese, puo' lasciare l'italia e sbarcare in Polonia. E tutto questo grazie ad una grande differenza di salari , garanzie contrattuali e diversi regimi di tassazione. La cosa strana e' che tutti e tre i paesi menzionati sono nella UE. Unione europea ? Che unione puo' essere questa che vede tali e spropositate differenze? Ce lo spiegasse ora R. Prodi come mai la ciambella e' venuta senza buco. Lui che fu il piu' convinto sostenitore dell'allargamento ad est dell'UE .
Prodi, Ciampi, Draghi ......... ecco i nostri nemici, tutti quelli che ci hanno svenduti per loro personale interesse e guadano.
Ci raccontano ancora che la nostra e’ la piu’ bella costituzione del mondo. FREGNACCE. Una costituzione che non prevede , come quella danese, una consultazione popolare a fronte di una cessione di sovranita’ nazionale e’ una costituzione antipopolare e schiavista. Nessuno ci ha chiesto se lo volevamo questo euro, hanno fatto tutto gli gnomi di Bruxelles. I danesi hanno votato e hanno detto no. Noi invece siamo stati ricattati con lo spettro dell’Argentina. E dopo ci hanno imposto un altro scienziato come M. Monti e ci hanno detto che avremo fatto la fine della Grecia. BASTA, sono 20 e piu’ anni di ignobili ricatti, BASTA.
Aboliamo l'euro, torniamo padroni della nostra moneta, tagliamo le catene della schiavitu' europea. E' nostro interesse oggi , avere un parlamento europeo il piu' antieuropeista possibile. Per questo VOTIAMO M5S.

saffo di lesbo, roma Commentatore certificato 29.01.14 12:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Electrolux 1^
il modello Electrolux e la più plastica esplicitazione di un modello capitalistico fallimentare, già presente e collaudato nel nostro paese.
Il ricatto(metodo)imposto dalle leve del nuovo potere economico, ci é noto e oggi non ci meraviglia più di tanto: "o mangi sta' minestra o salti dalla finestra".
La sinistra italiana in questi ultimi venti anni é venuta meno al mandato elettorale, ha tradito la fiducia concessagli dagli elettori, ha abiurato vergognosamente le proprie origini.
Compagni, cittadini, un modello nuovo di società
é possibile ed auspicabile, ma dipende da noi conquistarlo.
Già agli albori dell'economia capitalistica grandi banche fiorentine sono clamorosamente fallite; la Spagna si é dimostrata insolvente rinnegando gli impegni creditizi assunti con le altre potenze europpe di fatto dunque fallendo, eppure l'europa ha proseguito il suo cammino nella storia. Compagni, cittadini, riconquistiamo l'onore e il diritto a sopravvivere, l'imperativo deve essere FUORI SUBITO DALL'EURO.

giorgio 29.01.14 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Sondaggio Napolitano, dove??

gennaro fu 29.01.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dieci cento mille Giorgio Sorial!


http://donnemanagerdinapoli.com/2013/11/02/dichiarazione-shock-di-antonio-marfella-scoprire-che-giorgio-napolitano-era-il-ministro-dellinterno-allepoca-delle-dichiarazioni-segretate-di-schiavone-e-una-pugnalata-al-petto/

vincenzo assante, napoli Commentatore certificato 29.01.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

OTTIMO POST!!

...E' LA VERITA'!

Stefano B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Mentre vi perdete in sterili discussioni su boja e leggi elettorali...
Il M5S, assieme all'emendamento pro clandestini, ha votato ANCHE LO SVUOTACARCERI. Solo la Lega contraria.
Tutto passato SOTTO SILENZIO. NON VE NE SIETE MANCO ACCORTI! Avete votato la solita zappa sui piedi! Geniali!
E adesso?

Giano Bifronte 29.01.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi politici governano ormai solo per telefono

Abbiamo un capo dello Stato che fa distruggere le proprie intercettazioni telefoniche

La giustizia è amministrata con le telefonate di Berlusconi alla polizia cittadina per liberare una minorenne ladra o con quelle della Cancellieri alla polizia carceraria per liberare un'altra ladra maggiorenne

La legge elettorale si sta facendo, invece che nelle commissioni, nelle telefonate fra Renzi e il pregiudicato Berlusconi

Tanto varrebbe eliminare il parlamento e sostituirlo con call center!!

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Tagliare lo stipendio allo stato dovremmo farlo tutti ma questo si chiama evasione fiscale e lavoro in nero.
I grafici del costo di lavoro per unità prodotta stanno a significare che la produttività è bassa, in alcuni e non limitati casi questo è legato alla poca voglia, avvallato dai sindacati e dalle politiche socialiste dove il posto di lavoro sembra dovuto per legge, un po' come accadeva nei paesi dell'est quando vigeva il detto "lo stato fa finta di pagarti ed in compenso si fa finta di lavorare. Stanno anche a significare che molto tempo lavorativo è destinato all'espletamento di trafile burocratiche ed inutili "aggiornamenti" professionali imposti per legge.
Lo stato perpetua le condizioni attuali, incapace di riformare situazioni dove le clientele politiche hanno posto profonde radici e da cui assorbono ricchezza sottratta ad altri. Nessuno di questi rinuncia a quanto "acquisito" e purtroppo sono queste persone che gestiscono il paese sostenendo con il loro peso elettorale l'attuale classe politica.

Paolo Andrea 29.01.14 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Non si dovrebbe difendere sempre a senso unico, Sorial ha cappellato. Io di cappelle ne ho fatte più di Michelangelo. Quando le ho fatte le ho pagate. E chi mi voleva bene (e me ne vuole tuttora) mi ha dato del mona, non mi ha difeso o è rimasto in silenzio. E io glie ne sono grato.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mai togliere una parola dal suo contesto!
Sorial ha detto che se Nap vuol tagliare la testa all'opposizione è un boia

Qualcuno vuole obiettare anche su questo?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://webtv.camera.it/home

I Parlamentari del Movimento 5 Stelle sono i piu' belli di tutti!
I Parlamentari del Movimento 5 Stelle sono i piu' bravi di tutti!
I Parlamentari del Movimento 5 Stelle sono i piu' preparati di tutti!

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Suggerirei di darci un taglio alla vicenda...Boia
...se qualcuno ha un pregiudizio colossale contro di te,non ci sara'atteggiamento cortese o accondiscendente che gli fara'cambiare idea..anzi ti fara'diventare suo servo e perdere la dignita'
se a quel qualcuno lo chiami per cio'che e'hai tutto da guadagnare..il M5S non cerca il consenso dei farabutti/collusi che hanno ridotto l'Italia in questo stato...e ai PURISTI DEL LINGUAGGIO O TROPPO SUSCETTIBILI chiedo..sapete come hanno pubblicamente definito Barack Obama quelli del TEA-PARTY (la estrema destra repubblicana) ??--------Volgare traditore del sogno americano,fetido meticcio bolscevico,affamatore del buon padre di famiglia americano,boia (si,proprio boia !)liberticida dei sacri principi su cui si fonda la nostra patria,la nostra america,Presidente dei Soviet di staliniana memoria---mi fermo qui,ebbene e'successo niente dopo questo po'di contumelie...no,non e'successo niente,ma li'siamo in America quasi dimenticavo !

f.g-torino.

franco graziani 29.01.14 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Mi è piaciuto molto l'intervento alla Camera di Maria Marzana, nostra cittadina a 5 stelle.
Valuterei l'opportunità di metterlo in Homepage.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 29.01.14 12:14| 
 |
Rispondi al commento

I Parlamentari del Movimento 5 Stelle sono i piu' belli di tutti!
I Parlamentari del Movimento 5 Stelle sono i piu' bravi di tutti!
I Parlamentari del Movimento 5 Stelle sono i piu' preparati di tutti!

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qualcuno sta paventando l'idea di Denunciare Sorial per vilipendio al Capo dello Stato...

Certo...è facile attaccarsi a queste 'boiate' pur di attaccare i parlamentari 5 stelle...(diverso trattamento veniva riservato a Boss(oli) quando minacciava di prendere i fucili contro lo Stato Italiano)...

I giornalai nostrani erano felici di accettare e riportare sui loro giornaletti le stronzate del nano che chiudeva il tutto dicendo che quelle di Bossi erano "solo 'provocazioni' e che il personaggio era quello...sempre un pò sopra le righe"...

Ai nostri ragazzi invece NON FA SCONTI NESSUNO!...

Ma cos'è più VILIPENDIO...una parola a cazzo...o quella di ridurre la GENTE A SUICIDARSI senza fare niente perchè questo nn accada??

O vedere ridurre milioni di famiglie sul lastrico per mancanza di lavoro e senza pane per i figli, le mogli e i vecchi, raccontandoci la puttanata della crisi? Crisi che c'è stata anche PER TUTTE LE ALTRE NAZIONI...ma TUTTE STANNO MEGLIO DELLA NOSTRA!

Queste sono le cose che rappresentano UN VERO VILIPENDIO...MA ALL'INTERA NAZIONE...e non a UNA SOLA persona...

altro che una parola!

Dino Colombo Commentatore certificato 29.01.14 12:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ogni popolo ha il governo che si merita.questa classe politica sono tutti contro tutti pero' tutti sono contro il movimento 5 stelle,a me fa paura.

giuseppe sorce, 69723 oftersheim Commentatore certificato 29.01.14 12:06| 
 |
Rispondi al commento


o.t.

agli ignari elettori del piddi

"""La legge prevede infatti che la coalizione che ottenga il 35% dei voti prenda tutto, e a concorrere alla coalizione possano essere un numero illimitato di liste, sia nazionali che locali. Non solo, dunque, a fianco di “Forza Italia” ci sarebbe la “Lega”, i post-fascisti di “Fratelli d’Italia” e magari i neonazisti delle più svariate “forze nuove”, ma anche una pletora di listarelle che raggiungerebbero percentuali irrisorie, da prefisso telefonico, ma che messe insieme potrebbero accrescere il bottino di un 2,3,4% decisivo: Pensionati per Silvio, Ecologisti per Silvio, Amici di Sgarbi e Santanchè, Con Silvio contro Equitalia, Partito dei consumatori liberali, Liberi Forconi, Rivolta fiscale, Moderati italiani, Precari che sperano, e chi più ne ha più ne metta.""

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/29/legge-elettorale-lettera-aperta-a-renzi-e-al-pd-cosi-fate-un-regalo-a-b/861154/


gia lo ho detto direttamente all'autore dell'articolo, lo ripeto qui:

ma come si fa ad inserire la parola "stimati" nell'incipit?????

vuol dire che non è un buon osservatore:)


paoloest21 29.01.14 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Cosa può fare un operaio davanti ad una richiesta del genere????....bah! o bere o affogare...si parla già che non è proprio un dimezzamento di stipendio...si dice che i sindacati ci sono e ci saranno...si dice che ci saranno grandi agevolazioni....COME QUANDO TI FANNO UNA COLONSCOPIA...uniti si vince... divisi saremo sconfitti INDIVIDUALMENTE!!!!
VOTA PERCHE' TUTTO CAMBI DAVVERO.... IN ALTO I CUORI VERSO LE STELLE!!!! CAMBIAMO L'EUROPA! M5S!

Gabriele B., Lucca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Ora è passato l'intermedio. Bene. Poi credo arriverà la soglia di sbarramento. Spero che ci sia l'opzione 10%. Fuori i partitucoli cacciatori di poltrone fatti per mangiare e foraggiare capetti, vicecapetti e codazzi vari. Se uno è di "destra" che voti berlu, se è di "sinistra" che voti il bimbo se - come me - odia tutti che voti M5S. Poi chi governa sarà responsabile senza scuse.

GIORGIO S., TS Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Metropolis, 01/01/2099.
Ora, verso la fine di questo secolo... (XXI) agli albori del XXII, ci rendiamo
coscienti che l'umanità, con la frenesia al successo del profitto personale, di
masse e di sovranità NAZIONALI in competizione tra loro, ha spinto a dettare
in questo inizio secolo regole che non tennero in considerazione:
La persona umana, fisica, morale, psicologica, spirituale, etica e di classe, annientando così i valori secolari faticosamente acquisiti. Così facendo,
ebbero commesso gli stessi errori dei secoli precedenti... portando
disordini guerre e crisi.
Nei secoli precedenti l'umanità venne schiavizzata per il profitto, succube dell'ignoranza e della paura...

Nei secoli 19esimo e 20esimo, essa venne sfruttata, anche in parte per la sua ignoranza... e per la necessità di sopravvivenza e sussistenza.

Nel 21esimo secolo dopo la grande crisi per riemergere..., il motto era:
"NEW, JOB ACT."
"Produttività-Competitività-Flessibilità-Professionalità-Puntualità-Asservimento
-Devozione e Nuova Schiavitù".

IL "NEW JOBS ACT", sembrò la soluzione immediata per uscire dalla tripla
grande crisi...
Dopo qualche decennio di benessere sfrenato... ripiombarono in una crisi terrificante..., provocata da questi concetti sbagliati, che ebbero come
conseguenza l'annullamento dell'essere umano... disorientandolo...
annientandolo e disgregandolo, senza più nessun valore umano, etico, morale
e spirituale. Proiettandoci nella più grande CRISI/guerra a memoria d'uomo .
Ora... come vogliamo entrare nel XXII secolo? Con gli stessi errori o orrori?!...

*PS: Non teorie... ma probabili ed inevitabili conseguenze se non sapremo
uscire dalla crisi che iniziò nel agosto 2007. Con il punto fermo che l'essere
umano e la sua dignità è al di sopra di tutto. Non vedo la capacità spirituale
per tutto ciò, vecchi concetti, copiati, applicati in un epoca del futuro, che va ripensato... Il nostro PAESE con valori EVANGELICI, dovrebbe guardare oltre,
sia FARO x l'umanità.
JOY-KEY 11.01.14

JOY-KEY 29.01.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Questa mattina su History Channel capitai per caso su un documentario.
"I Sette peccati capitali" Sono banalità che tutti sappiamo già, ma che in parte
delineano i tempi che stiamo vivendo anzi le sue conseguenze...
Per cui vorrei riproporre un commento già scritto... cade a fagiolo con il caso ELECTROLUX
JOYKEY.

JOY-KEY 29.01.14 11:54| 
 |
Rispondi al commento

CURRO' E' ONOMATOPEICO DI UNA SCARICA DIARROICA DI MAIALE

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 29.01.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Condivido perfettamente la tua analisi sui fatti dell'Elettrolux ma come sai meglio di me anche questa e' un'ulteriore goccia che fa traboccare il vaso. Il fatto e' che il vaso non trabocca mai......e fino a quando non ci saranno queste condizioni dovremo tutti noi ingoiare rospi e mastropasque varie.Sembra veramente strano che in questa povera Italia massacrata dai vari tipi di mala società ancora il malaffare e il malgoverno stia saldamente in piedi. Però non bisogna buttarsi la zappa nei piedi con parole eccessive ed improprie nei confronti di figure, che almeno nella carta costituzionale, rappresentano lo stato.Si alla critica ed anche al forte dissenso ma in modo costruttivo per il gruppo di M5S e non deleterio che si ritorce a discapito, perchè purtroppo avviene cosi e dalla ragione si passa al torto e questo sicuramente si contrappone alla possibilità di un vero cambiamento. Credo sia utile come mi pare abbia fatto anche Alessandro Di Battista isolare certi comportamenti contropruducenti.Immagino che questo sia stato fatto, ma bisogna dare a tutti un segnale concreto, ripeto questo per il bene del movimento stesso.Io sono fra quelli che ho preso le distanze dal vecchio..... comunista (ah! ah!)e dal suo recente operato, ma quando ho sentito pronunciare la parola " boia" mi ha fatto un brutto effetto.

domenico s. Commentatore certificato 29.01.14 11:51| 
 |
Rispondi al commento

'Pensalo, ma non dirlo', si dice al mio paese. Anche per me Giorgio Napolitano non è il mio Presidente, ma oramai tutte queste alte cariche non hanno più senso, sono state tutte talmente infangate! Ciò non toglie che il nostro deputato si doveva esprimere in maniera diversa: si sa che tutto il sistema che è contro il Movimento non aspetta altro per attaccarlo (soprattutto in un momento in cui le cose sembravano andar bene), è come un branco di lupi, è gente che ucciderebbe la madre pur di continuare con le stesse nefandezze. In questo senso il termine usato da Sorial è giustificato, ma non doveva, a mio parere, essere così espresso, in questo modo si presta il fianco a chi vuole mettere il M5S fuori dai giochi.
Vorrei proprio in questo senso fare una preghiera a chi ci rappresenta in Parlamento: di essere cauti, lo so che è faticoso con quei miserabili con cui hanno a che fare tutti i giorni, ma davvero, vi prego, non roviniamo tutto. M5S forever!

lorenza m., lorenza m. Commentatore certificato 29.01.14 11:48| 
 |
Rispondi al commento

CURRO' FAI SCHIFO AL CAZZO
SEI UNA MERDA DI CANE, VAI A FANCULO MAIALE

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 29.01.14 11:48| 
 |
Rispondi al commento

il peggior presidente della repubblica mai esistito ha firmato una infinità di leggi vergogna a favore del pregiudicato,da ministro degli interni ha permesso che si inquinasse con rifiuti tossici la campania senza batter ciglio ed ora sostiene questo governo nominato da lui e fa si che il delinquente e il condannato in primo grado facciano una legge elettorale a loro uso e consumo per ufficializzare la dittatura che di fatto c'è già.FORZA m5s

luigina b., Savignano sul Rubicone FC Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il parlamento italiano è un posto in cui si discute del sesso degli angeli.a che serve fare leggi che il popolo non ha la possibilità di rispettare?il governo non esiste.sono solo esattori per conto dei loro padroni.il popolo decida il da farsi.stiamo solo prendendo tempo e ciò va a nostro sfavore:tutte le malattie tendono a cronicizzarsi e,una malattia cronica,diventa normalità.se venti anni fà,in una sola notte,ci fossimo ritrovati nelle condizioni di oggi avremmo reagito:IL TEMPO CRONICIZZA LE MALATTIE E,CON LA MALATTIA CRONICA,SI CONVIVE COME FOSSE NORMALITA.

vito asaro 29.01.14 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Caro Sorial hai toppato oggi tutti parlano della tua frase e non del decreto, gli italiani non sanno della fregatura ma sanno tutto di te.L'informazione che passa è che i pentastellati sono analfabeti della democrazia,sono inadeguati e bla bla bla,please la prossima volta collegare il cervello alla lingua!!Non potete dire certe cose e non sapere che verranno strumentalizzate,contate fino a 10 prima di parlare.grazie.

cinzia c. Commentatore certificato 29.01.14 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il boia e la puttanazza internazionale vogliono cucirci la bocca
forza cittadini, adesso bisogna combattere
noi siamo con voi, sempre e comunque.
FORZA SORIAL , SEI TUTTI NOI.

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 29.01.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Ot

ora va a finire che il decreto sulla cancellazione dell'IMU se non viene approvato è colpa del M***** volevo dire ai sigg.

Laura Boldrini e Dario Franceschini

il M***** è contrario a far pagare l'IMU ma voi mentendo sapendo di mentire gli addossate le colpe.

Voi avete infilato quel decreto insieme ad un'altra cosa e cioè l'ennesimo aiuto alle banche
con l'affare Bankitalia.

La possibilità di votare il decreto sull'IMU? basta spacchettare le due cose ed il decreto IMU viene approvato ma voi esperti ricattatori avete il coraggio di dare la colpa agli unici rappresentanti del popolo che fanno l'interesse della nazione tutta.

Siete vergognosi vi avvalete dei giornali e delle tv per denigrare continuamente questo Movimento
sapendo benissimo quello che state facendo

M***** onestà coerenza credibilità

Hanno paura ed usano ogni mezzo per denigrare
ma non sanno che si stanno dando la zappa sui piedi

Forza ragazzi si va a cambiare la nazione

un saluto a tutti da nessun copy
prossimo elettore ✩ ✩ ✩ ✩ ✩

nessun copy 29.01.14 11:42| 
 |
Rispondi al commento

giustamente il post ha centrato il problema, non sarebbe meglio quindi discutere in parlamento di taglio del cuneo fiscale invece che scartavetrarci i c.... in continuo con la legge elettorale?
Le priorità del paese sono appunto quelle di un riassetto economico/sociale, improntato al miglioramento delle condizioni di vita della classe media, nello specifico si dovrebbe pensare al cuneo fiscale, pensioni, lavoro, lotta alla corruzione, quest'ultima ormai dilagante anche e soprattutto a livello locale.
saluti

paolo matteucci Commentatore certificato 29.01.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

M5s contro Currò per un emendamento firmato con Forza Italia

che kazzo vuole questo curro' tommaso, chi kazzo e' questo curro' tommaso? io gia' lo dicevo subito dopo le elezioni : curro' ma chi cazzo ti ha mai votato ? ma chi cazzo ti avrebbe mai votato ? non ti conosco, non ti voglio conoscere e non ti avrei mai votato. vattene a fare in kulo insieme ai tuoi amici del pci pds ds pd , quello e' il posto tuo traditore bastardo e figlio di puttana.

saffo di lesbo, roma Commentatore certificato 29.01.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

NON CAPISCO UNA COSA,SE CROZZA O QUALUNQUE ALTRO COMICO,PRENDE IL GIRO IL P.D.R. O IL PAPA,E' SATIRA (???) MA SE LO FA BEPPE O UN CITTADINO 5 STELLE E' TACCIATO DI VILIPENDIO O PEGGIO..NON C'è MAI UNA LEGGE CHIARA E DECIFRABILE,MA SEMPRE LA FAMOSA LEGGE INTERPRETABILE..MAHH..E LA BOLDRINI SI VERGOGNI E CHE CAMBI PER LO MENO PARTITO

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 29.01.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Putroppo molti Italiani non sanno o si rifiutano di capire che il m5s sta compiendo per la prima volta nella storia della Repubblica Italiana la vera rivoluzione democratica e civile. Gli strumenti e le idee che ha questo movimento purtroppo sono gli unici in Italia che possono cambiare o meglio cancellare un sistema marcio sin dalle proprie radici e che ha proliferato come funghi per anni in Italia e in parte dell'Europa.Che la grinta,impegno,serietà,legalita,onestà e trasparenza che stà offrendo il m5s possa essere da esempio anche in Europa e non solo....

RAFFAELE FUSCO 29.01.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento

non cedete cittadini, la puttana della partitocrazia non deve averla vinta sulla tagliola
l'ordine di fare cosi gli lo ha impartito il boia

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 29.01.14 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Hey tu, si dico a te.
Pennivendolo pseudo giornalaio teleradiofonico che mangi a sbafo, lo vuoi dire agli italiani che i ragazzi del M5S si stanno battendo contro il decreto BANKITALIA e non contro il taglio dell'IMU?
Lo vuoi dire che l'errore voluto del governo è quello di inserire i due decreti in un unico disegno per far passare entrambe?

Bob C., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


o.t.

non so se i miei calcoli son giusti , ma con questa legge proposta dal rottamtore di se stesso, con il premio al 37, si darebbe all'udc , a casini!,un potere contrattuale enorme!!!

mah...

paoloest21 29.01.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

possibile che non si vede?

partiti che occupano le istituzioni e multinazionali sono perfettamente d'accordo: tutti e due ci spolpano. Se ci dividiamo a difendere l'una o l'altra categoria (è colpa dello Stato, no è colpa delle multinazionali) perdiamo di vista la realtà: sono schifosamente alleati.

Se confondiamo i partiti che occupano lo Stato, con lo Stato stesso, finiamo per tagliarci il pipino per far dispetto alla moglie...

se oggi, che siamo in crisi drammatica, lo Stato riducesse tasse e spesa pubblica, la domanda crollerebbe e finiremmo letteralmente sul lastrico. Gli unici ad investire sarebbero le multinazionali, che però sono disposte a farlo solo se permettiamo loro di tagliare tutti i "costi sociali".

Lo Stato, ora, deve investire anziché sprecare. Questo si. Può e deve farlo.

Solo dopo, a ripresa avvenuta (perché stimolata) potrà iniziare a ritirarsi dal sostegno alla domanda.

Senza questo passaggio, facciamo il gioco dei neoliberisti: lasciateci fare a noi, che ci pensiamo noi a tutto...

Guido Grossi, spoleto Commentatore certificato 29.01.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Una stampa ipocrita ed un Parlamento farisaico si scandalizzano per le parole di Girgis Sorial come fosse l'unico ad aver attaccato duramente il PdR.

Flash back

*** 18 dicembre 2013, Silvio Berlusconi attacca il presidente della Repubblica: «Napolitano non è un arbitro imparziale» e «gli italiani devono capire che è un bolscevico».

*** 10 agosto 2012,Di Pietro su Napolitano:«Prima fa finta di non vedere, e poi briga per impedire di conoscere i fatti, andando oltre i confini costituzionali del suo mandato.

*** 29/dic/2011 - Bossi insulta Napolitano: "Terùn" "...uno che si chiama Napolitano nomen omen. Ah, non sapevo che fosse un terùn”. Aveva poi alzato indice e mignolo a formare il gesto delle corna e aveva definito “coglionazzi” i membri del Governo" ed altre trivialità. Qui sotto il video:

http://www.youtube.com/watch?v=H-bMEYNTU3M

Il parlamento negò l'autorizzazione a procedere contro di lui

*** Net1news.org, 04-Jul-2012
Borghezio: "Le foto di Napolitano? Buone per quando muore..."

N.B.Bossi è stato processato per vilipendio nei riguardi di Oscar Luigi Scalfaro per frasi pronunciate nel 1993; è stato assolto il 7 ottobre 1998 dal Tribunale di Milano, che ha riconosciuto l’insindacabilità delle opinioni espresse.

La vecchia italica abitudine di usare due pesi e due misure, non morirà mai.


ChiaraLuce C. Commentatore certificato 29.01.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

boldrinazza , mai nessuno aveva osato in parlamento imopedire lì'ostruzionismo delle minoranze.
ora abbiamo la proiva che l'italia e' un regime partitocratico fatto di boia , puttane, leccaculo, nani e nallerine.
che iddio possa punirvi severamente per la vostra impudenza.
noi stiamo con sorial e con il movimento, comabttete cittadini siamo con voi, anche in questo momento

Ottaviano Augusto Commentatore certificato 29.01.14 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Il 28 novembre 2006 l'Assemblea straordinaria dei partecipanti al capitale della Banca d'Italia approvano il nuovo statuto. Un articolo abroga il vincolo del controllo pubblico di Banca d'Italia, e dei soggetti che possono possedere delle quote, rimane disciplinata dalla legge la titolarità . Non sono in vigore norme che disciplinano i soggetti ammessi alla partecipazione del capitale.
Adesso ci riempiamo la bocca di parole come sovranità
Nessuno di noi gente comune si è mai interrogato su
queste cose, ci fidavamo ciecamente, come era giusto che fosse. Avevamo delegato a uomini capaci e intelligenti
di amministrarci e certamente, ripeto, erano in buona fede.
Ma la deriva dei governi dei convinti liberalisti ci ha condotti al bivio di oggi.
C'è chi vuole perseverare in queste politiche liberali
Si è messo di proposito un altro ministro proveniente da Bankitalia
C'è chi continua a smantellare gli apparati dello stato
C'è chi vuole vendere le aziende strategiche
C'è chi vuole cedere i pochi risparmi della cassa depositi e prestiti a speculazioni bancarie
Dal tempo della Banca Romana 1893 ad oggi riconfermiamo gli errori.
I grandi economisti del credo privatizzare alla "Margaret Thatcher" Non si sono ancora arresi
Se poi vi si aggiunge tutto lo spreco degli ultimi venti anni delle amministrazioni . Ecco spiegato il debito pubblico
I responsabili siamo noi elettori
Comunque è
qualunque sia la legge elettorale, i responsabili siamo noi in una cabina elettorale.

Rosa Anna 29.01.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento

QUELLA CAMERA DEI DEPUTATI NON E' DEGNA DEI NOSTRI PORTAVOCE.
QUELLA NON E' UN PRESIDENTE DI GARANZIA MA E' LA CARICATURA DI UN REGIME
HANNO STRACCIATO LA COSTITUZIONE E LE ISTITUZIONI E NON POSSIAMO PRETENDERE CHE I NOSTRI LOTTINO DA SOLI CONTRO QUESTA DITTURA

ANDIAMO TUTTI NOI A RIPRENDERCI QUANTO CI SPETTA
ANDIAMO TUTTI NOI A DIMOSTRARE CHE I NOSTRI PORTAVOCE NON SONO SOLI

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:26| 
 |
Rispondi al commento

Ben ritrovato Luciano.P Adria..ho letto solo ora i Tuoi..leggere e postare mentre si e'al lavoro e'un po'dura.Ai signori che fanno gli offesi in nome e per conto del PdR dico candidamente...siete l'ombra pallida del biancore spento di una lapide mortuaria...(spero che non si offendano...e'tratto da A WHITER SHADE OF PALE )

ciao Luciano by f.g-torino.

franco graziani 29.01.14 11:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fin da subito qualcuno disse che era incostituzionale, eppure la legge elettorale entro in vigore la n. 270 del 21 dicembre 2005. Porta il nome del suo relatore, l'allora ministro delle riforme, il leghista Roberto Calderoli.
Ma chi fu ad idearla realmente?
La firma la appose un presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi decimo presidente della Repubblica dal 18 maggio 1999 al 15 maggio 2006. Un economista
Gia governatore della Banca d'Italia dal 1979 al 1993, presidente del Consiglio dei ministri e ministro del turismo e spettacolo anni 1993-1994 ministro del tesoro e del bilancio anni 1996-1999 Dopo la presidenza senatore a vita. Primo presidente del Consiglio e primo capo dello Stato non parlamentare nella storia della Repubblica
Come Capo dello Stato ha conferito l'incarico a tre Presidenti del Consiglio: Massimo D'Alema , Giuliano Amato (2000-2001) e Silvio Berlusconi (2001-2006); ha nominato cinque senatori a vita ha nominato cinque Giudici della Corte costituzionale
Rispettato con deferenza da tutti Ma ...... Eppure .....
Sicuramente fu in buona fede
Mentre era governatore di Bankitalia venne fatta la legge
del 7 febbraio 1992 n. 82, fatta dal Ministro del Tesoro Guido Carli, sul tasso di sconto con competenza esclusiva del Governatore non più concordata con il Ministro del Tesoro. Il precedente decreto del Presidente della Repubblica, viene modificato in relazione alla nuova legge. Il D.LGSv del 10 marzo 1998 n. 43 sottrasse definitivamente la Banca d'Italia dalla gestione da parte del governo italiano, sancendo l'appartenenza della stessa al sistema europeo delle banche centrali. Così la quantità di moneta circolante viene decisa unicamente dalla Banca centrale
Il presidente del Consiglio Romano Prodi, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il ministro dell'Economia Tommaso Padoa Schioppa. Firmarono il provvedimento che modificava eliminandola l'ultima norma che prevedeva la presenza dello stato in Bankitalia
Continua

Rosa Anna 29.01.14 11:26| 
 |
Rispondi al commento

NAPOLITANO BOIA. LA METAFORA E’ UN’ARTE. E NON PER TUTTI…
L’uso della metafora è un’arte. E non è per tutti. La metafora è un gioco, è un artifizio linguistico di seduzione, suggestione o dileggio da usare con intelligenza, eleganza e sensibilità. Altrimenti la metafora si trasforma in sconcezza contenutistica e lessicale. Materia da maneggiare con cautela, dunque. Detto ciò, il deputato del M5S Giorgio Sorial - purtroppo per lui - quest’arte non la conosce. E volendo cimentarsi nonostante la cattiva dimestichezza con l’allusiva forma linguistica ha finito col farla fuori del vaso. Quel ”boia” a Napolitano è tecnicamente un obbrobrio. E’ come dare dell’assassino a una persona che esercita con partigiana discrezionalità il ruolo di arbitro. E’ vero, talvolta accade anche questo, ma è roba da Curva calcistica, da tifosi… Senza dire che quel “boia” è un insulto privo di senso verso una persona che invece meriterebbe di essere destinataria di dure e puntuali critiche politiche. Una sortita, questa del giovanotto Sorial, che inoltre ha finito col mettere in ombra la seria e dura battaglia che stanno conducendo in questi giorni in Aula i suoi compagni di partito contro il decreto Bankitalia, un provvedimento che – come è noto- finisce col favorire assicurazioni e banche. Un errore madornale, insomma, questo del giovanotto Sorial. Inutile dire che sulla scriteriata sortita sarebbe interessante conoscere i pareri di Grillo e Casaleggio…

marino marquardt, napoli Commentatore certificato 29.01.14 11:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Guardate la7.
----------------

Non sottotitolano più, neanche i nomi, degli ospiti, per evitare il più possibile, che vengano pubblicati online, con i loro pacchetti BUGIE!...

DITE SOLO BUGIE. VI FATE SOLO MALE DA SOLI! VI STATE AUTOINFANGANDO!!!

DITE FALSITA' DIFRONTE A MILIONI DI PERSONE, CHE SONO BEN INFORMATE, E SONO ALTRETTANTO BEN CONSAPEVOLI DELLA VOSTRA DISINFORMAZIONE.

INSULTARVI, E' IL MINIMO CHE MERITATE. VERGOGNATEVI!!!

Angelo P. Commentatore certificato 29.01.14 11:24| 
 |
Rispondi al commento

a mio parere questo è il classico caso in cui disonestà, incompetenza e stupidità dello stato vanno a braccetto...se venisse fatta una riduzione delle tasse (magari per un periodo limitato) lo stato ci guadagnerebbe di più che pagare le casse integrazione o sbaglio ? troopo intelligente per i nostri politici...magari qualcunopotrebbe dire che l'europa non lo permette ....allora perchè le altre nazioni (francia, inghilterra, polonia ecc.) lo fanno ?

andreaB B. Commentatore certificato 29.01.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Basta bugie...
No tagliola...
Basta bugie...
No tagliola...
Basta bugie...
No tagliola...
Basta bugie...
No tagliola...
Basta bugie...
No tagliola...

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Inizia la messa in atto dell'ultimo studio di previsione economica fatto dalla UE. Il piano prevede un impoverimento del potere d'acquisto, ovvero una riduzione dello stipendio dei salari dei lavoratori dipendenti,di circa il quaranta per cento. Facendo due conti si arriva subito alla conclusione che quanto proposto da Elettrolux va in linea con con lo studio UE e mi sale il sospetto che più di uno studio sia un indirizzo della trojka. Non è solo il peso burocratico ed istituzionale, che se indirizzato con etica ha dei benefici, ad indurre a questa politica da parte della multinazionale .Credo che conti molto di più la globalizzazione del libero mercato che vede la produzione dei beni solo come profitto individuale e con la scusa della crisi redistribuisce a suo piacimento i miseri profitti che un economia rapace è in grado di realizzare. Tra gli affamati, prodotti dalla crisi, uno stipendio di ottocento euro inizierà a diventare un miraggio per tutti quei miserabili che saranno esclusi del tutto dal mondo del lavoro salariato. Il terreno per legalizzare la miseria in Italia è iniziato da molto tempo con le riforme che hanno prodotto il lavoro precario disattendendo gli ammortizzatori sociali collegati.L'imborghesimento della classe operaia italiana in crescita sino agli anni novanta ha portato alla distruzione delle conquiste sociali in quanto diritto universale permettendo il riaffacciarsi della povertà come norma sociale. Ora l'attacco al progresso sociale vede alleati il libero mercato e una casta politica tesa a mantenere i propri privilegi (quindi borghese).Napolitano esempio del fallimento politico di chi si richiama al progresso e usa il riformismo come leva nell'agenda istituzionale essendosi fatto garante degli impegni presi con l'Europa invece di garantire la costituzione,può essere a ragione considerato un boia. Un boia perché facendosi garante degli impegni ed essendo questi impegni causa di povertà il cappuccio di boia massone calza a pennello.

Stefano Munarin, Savogna d'Isonzo-GO- Commentatore certificato 29.01.14 11:20| 
 |
Rispondi al commento

Scorporare le norme sull’Imu da quelle su Bankitalia...
Scorporare le norme sull’Imu da quelle su Bankitalia...
Scorporare le norme sull’Imu da quelle su Bankitalia...
Scorporare le norme sull’Imu da quelle su Bankitalia...
Scorporare le norme sull’Imu da quelle su Bankitalia...

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:15| 
 |
Rispondi al commento

La discussione che si e' accesa e' sulla parola "Boia"
Penso che sia stato un autogoal e nello stesso tempo ha acceso un riflettore sull'operato di Napolitano.
Credo che la definizione Boia non gli si addica perche' sono convinto che Lui agisca pensando con VIbrante Convinzione e testardaggine di fare il bene del paese , crede di avere di fronte un paese che senza di Lui andrebbe alla deriva quindi affossandolo ancora di piu',non concepisce e non accetta che una forza nuova di cittadini(onesti e puliti grande colpa)possa essere in grado di riformare lo stato per come lui lo conosce uno stato che e' vissuto sempre di inciuci mediazioni clientelismo e cio' facendo si e' incancrenito, ma per lui quello E' la sola Italia possibile in cui ha vissuto prosperato, cibandosi di pane e governo.
Noi sappiamo in quale contesto e' stata usata quella parola , ma e' stato uno sbaglio perche' sara' strumentalizzata a lungo non cercano altro per dire che siamo estremisti manca solo ci diano dei forcaioli.
Una parola uscita dalla mia bocca non ritornera' a me senza effetto.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a questo punto:o decidiamo di combattere seriamente o diamo il si salvi chi può.è guerra vera.loro la stanno facendo.non possiamo più ignorarla.significa morire senza reazione.restare ammucchiati e disarmati favorisce il loro massacro.

vito asaro 29.01.14 11:13| 
 |
Rispondi al commento

ed infatti la poltrini ha fatto il colpo di mano!
HA DECISO MOTU PROPRIO CHE I NOSTRI NON POTEVANO PIU' PARLARE

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:11| 
 |
Rispondi al commento

sto seguendo la diretta dalla Camera con i nostri portavoce che si battono per noi tutti.

La Poldrini, acida come un limone, è sempre più nemica giurata dell'imparzialità

GRAZIE RAGAZZI/E !!!

W IL M5S

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:09| 
 |
Rispondi al commento

a q

vito asaro 29.01.14 11:09| 
 |
Rispondi al commento

o si scende in piazza o è la fine.
io non voglio morire cornuta e mazziata.

nike di samotracia. ., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GAME OVER...!uscire dal Parlamento e cominciare a parlare di come "sbarazzarci" di questi signori..una volta per tutte...!!ti ricordi beppe quando dicevi:...siamo disposti a sacrificarci a perdere qualcosa a rischiare..?bene è arrivato il momento di dire le cose come stanno, se vogliamo cambiare la faccia di questo paese bisogna essere disposti a "rischiare"....oppure subire..!questa democrazia a "sovranità limitata"...quindi uscire dal Parlamento..chi ci vuol bene ci segua..invece di stare li dentro a fare tanti discorsi...e subire continue prese per il culo..!
Chi tra le forze sociali ritiene valido questa proposta si aggrega con dei propri rappresentanti..dando vita ad un Parlamento alternativo..legittimandolo attraverso un voto serio e non riconoscendo più quello attuale..!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 29.01.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

gli indegni s'indignano.


Cari giornalisti che leggete assiduamente questo blog ma non avete un briciolo di onestà intellettuale?
Dire che per colpa del M5S gli italiani dovranno pagare la 2^ rata dell'IMU è una cosa vergognosa.
Siete di una disonestà incredibile......

Massimo C., VERONA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 10:59| 
 |
Rispondi al commento

A chi vede nero e sente di non farcela piu'....io faccio di tutto per campare altri 100 anni,perche'
ogni giorno che passa sento che si avvicina il momento in cui gliene daro'tante,ma tante ,e ancora di piu'ai responsabili di questo sfascio
e delle tragedie umane che si porta dietro...CHI CONTINUA A LOTTARE POTRA'ANCHE PERDERE...CHI SMETTE DI LOTTARE AVRA'PERSO PER SEMPRE.
Forza e in alto i cuori !!

f.g-torino.

franco graziani 29.01.14 10:58| 
 |
Rispondi al commento

http://www.youtube.com/watch?v=IZaI1SWS2HY

qui la Camera in diretta!!ascoltate come si comporta la boldrini col M5S!!!una vergogna inaudita!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 10:57| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io mi chiedo se chi presiede alla comunicazione del m5s sia consapevole che del medesimo in TV e sulla stampa (i media con i quali si vincono le elezioni nel 2014-15 ...)non passa niente di quanto viene detto, fatto di propositivo ma passa TUTTO di quello che viene detto - fatto di negativo. Ecco che tutta l'utenza di tali media sa tutto del BOIA detto a Napolitano e niente di tutto il resto. La rabbia è ancora più grande dopo avere visto all'opera gente come Di Battista e Di Maio in prima serata, in grado di comunicare quanto e meglio dei servi dell'oligarchia PD->PDl.

Per 4 lettere messe in fila gli italiani che non hanno tempo per andare sul web o chi proprio non ci sa andare vengono informati così della nostra esistenza.
L'unica parolina di 4 lettere che vi meritate per consentire una strategia del genere , viene usata dalle mie parti. Chissà se ne conoscete il significato.
FAVE.

Giulio C., Prato Commentatore certificato 29.01.14 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Guardate a lato del Blog " cosa combina la moglie di MASTRAPASQUA" .

Signori, la Casta si è posizionata ed accaparrata tutti i posti di potere e di guadagno, alla faccia degli Italiani, il popolo NON sa nulla dei porci comodi che vengono organizzati, si sono spartiti l'Italia, se non ci fosse stato il M5***** a scoperchiare il pentolone saremmo ancora qui a credere a questa banda di cialtroni arroganti che ci disprezzano.
Anche questa notizia resterà in una ristretta cerchia, pensate ad un padre di famiglia che non sa come pagare una bolletta da €.50,00, cosa può provare leggendo, ma soprattutto sentendo questa notizia.
Mi convinco sempre più, una TV con servizi dettagliati rovescerebbe la situazione in pochi mesi.

Chiediamo a gran voce l'apertura di un canale TV, è per bene dei nostri figli, non facendo nulla li condanniamo ad essere schiavi di un sistema spregevole.

M5***** sempre

Enzo Chiesino 29.01.14 10:54| 
 |
Rispondi al commento

Mi lascia esterrefatto che ci sia anche qualcuno del movimento che dica che Sorial doveva moderare i termini. Questo vuol dire che la stampa e la tv di regime hanno fatto danni gravissimi, boia cari signori è un sinonimo di giustiziere, cioè chi applica la pena capitale secondo una legge. Sorial ha detto che il Re sul Colle è il boia delle opposizioni a cui si vuole mozzare la testa. Trattasi di linguaggio FIGURATO, indubbiamente forte, ma certo non un insulto come invece è stato fatto passare estraendolo dal contesto della frase. Se avesse detto "giustiziere" delle opposizioni invece di boia non sarebbe stato criticato, certo, ma questo dipende dall'ipocrisia della nostra falsa informazione che fa i taglia e cuci per infinocchiare la gente. Inoltre la levata di scudi di tutto il mondo politico dei media contro l'M5S è un chiaro segnale che si sono toccati nel vivo gli interessi dei poteri marci di questo paese, le banche in primis, che se non dovessero ricevere il maxi-regalo di Letta per ricapitalizzarsi e far cassa con soldi pubblici, sarebbero in grave difficoltà. Questa ricapitalizzazione non è altro che un finanziamento statale a fondo perduto alle maggiori banche italiane, peggio dei 4 miliardi regalati ad MPS da Monti

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo all'epilogo della truffa del campionato di calcio, gli stadi sono vuoti e le spese superano sempre i ricavi. non si menano più nemmeno i tifosi, solo dei coglioni possono credere che il campionato sia regolare.

Giorgio J. Commentatore certificato 29.01.14 10:45| 
 |
Rispondi al commento

cari Grillo e Casaleggio , penso che sia giunto il tempo per una grande manifestazione ,che coinvolga tutti gli italiani onesti intellettualmente ,tutti quelli che non possono più tollerare la disinformazione prezzolata delle TV e dei giornali , tutti quelli che pagano il canone per una Tv-farsa lottizzata dai partiti .Lo sdegno verso questa disinformazione dilagante ,fatta di menzogne ed omissioni ,è stato un crescendo continuo per moltissimi di noi. E ora di scendere in piazza e scuotere le coscienze dei dormienti.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 10:41| 
 
  • Currently 2.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

Alla Camera i deputati M5s cercano di salvare la Banca d'Italia dall'attacco concentrato dei nemici della indipendenza della Repubblica. Informarsi e informare è un dovere civico dell'intera cittadinanza.

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2014/01/alla-camera-i-deputati-m5s-cercano-di.html#comment-form

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.01.14 10:39| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Saccomanni vede le...allucinazioni,perche'solo un allucinato puo'affermare ancora che l'Italia resta l'8°potenza economica mondiale ( siamo 11°
a pari merito con il Messico..Russia,Gran Bretagna e Canada ci hanno sorpassato gia'dal 2011 !!!)oppure che c'e'un crescente ottimismo
nei ceti medi e medio-bassi,QUANDO Bankitalia
poche ore fa ha reso pubblico il suo annuario statistico 2012,un bollettino DA PAURA !...
Quando avra'finito e soprattutto smaltito il suo drink,provi Saccomanni a fare una telefonata al prof.Giovanni D'Alessio,responsabile dell'annuario per Bankitalia e membro della Banca Internazionale dei Regolamenti...si schiarira'le idea e forse si chiedera'.."ma chi mi ci ha messo a fare il Ministro dell'economia ?"...
A casaaaaaaa !!

f.g-torino.

franco graziani 29.01.14 10:37| 
 |
Rispondi al commento

Letta e il Pd sono arrivati a ripetere i loro trucchi infami, attaccando nello stesso decreto l’Imu al regalo di 7 miliardi e mezzo fatto alle banche!! Basta vedere come i media hanno attaccato i M5S quando sono insorti all'ennesimo regalo al sistema bancario che ci affama e come hanno detto vilmente e fraudolentemente che il M5S era contro la sospensione dell'IMU e dunque contro gli Italiani!!!!! e poi si arriva ad accusare di ipocrisia proprio i 5stelle!!!!
é il massimo!!! c'è di che insorgere e insultare
questo decreto è una beffa fatta al paese
E Letta risponderà di tutto! Anche di questo!
del resto è un pupazzo messo lì attraverso Napolitano solo per curare gli interessi del sistema bancario affamando i cittadini! Il massimo della spregevolezza e dell’inganno

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 10:35| 
 
  • Currently 1/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

mastrominchia restituisca le pensioni prima che se rubi pure quelle.



** Il Decreto in discussione martedì alla Camera va contro la Costituzione perché:

- I decreti legge devono avere requisiti di necessità e d’urgenza, altrimenti sono incostituzionali. La norma relativa al capitale della Banca d’Italia è evidentemente priva del requisito della necessità e urgenza, e quindi il Decreto 133 è incostituzionale.
- I decreti legge devono trattare materie omogenee altrimenti sono incostituzionali. Il Decreto Legge 133 tratta della tassazione dell’Imu e delle regole per la cessione di immobili pubblici: sono materie che non hanno nulla a che fare con la proprietà della Banca d’Italia!
- I decreti leggi non possono avere come argomento norme ordinamentali altrimenti sono incostituzionali. La norma relativa al capitale della Banca d’Italia invece è proprio una norma ordina mentale, e quindi non può essere oggetto di decretazione d’urgenza.
- A partire dal 2014, grazie al Decreto Legge 133, ogni anno i banchieri potranno impadronirsi di decine di miliardi di euro, derivanti dalla stampa degli euro che invece spettano a noi italiani, se la Banca d’Italia rimane pubblica.
- Mantenere la proprietà pubblica della Banca d’Italia è l’unica possibilità che abbiamo per potere ridiscutere il debito pubblico italiano e poi pagarlo.
- Per tutti questi motivi, da più parti è stata fatta richiesta al Ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni di stralciare la parte relativa alla Banca d’Italia dal Decreto 133, ma l’ex Direttore Generale della Banca d’Italia, in grave e evidente conflitto d’interessi, si è opposto!

* LEGGE 28 dicembre 2005, n.262 - Disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari. TITOLO IV DISPOSIZIONI CONCERNENTI LE AUTORITA' DI VIGILANZA Capo I PRINCIPI DI ORGANIZZAZIONE E RAPPORTI FRA LE AUTORITA'
Art. 19. (Banca d'Italia) … 10. Con regolamento da adottare ai sensi dell'articolo 17 della
legge 23 agosto 1988, n. 400, è ridefinito l'

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.01.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento

M5S senza se e senza ma!!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VOGLIONO REGALARE IL PATRIMONIO DI CENTINAIA DI MILIARDI DELLA BANCA D’ITALIA AI BANCHIERI PRIVATI ITALIANI E STRANIERI
Dopo il Porcellum di Calderoli, Berlusconi e Casini del 2005, domani 21 gennaio 2014 arriva LA PIU’ GRANDE PORCATA di Saccomanni con Letta, Alfano e Renzi.
Se oggi 28 gennaio 2014 la Camera dei Deputati approverà il Decreto Legge n. 133, il ministro dell’Economia Saccomanni, insieme a Letta Alfano e Renzi regaleranno centinaia di miliardi di euro degli italiani ai banchieri che non hanno alcun diritto sull’immenso patrimonio della Banca d’Italia, oro immobili e diritti di signoraggio inclusi.
Il Decreto 133 è in evidente contrasto con la Costituzione Italiana*
Il Decreto 133 è in contrasto con la legge n. 262 del 2005, che stabilisce il ritorno allo Stato Italiano delle quote della Banca d’Italia**
IL PIÙ GRANDE CONFLITTO D’INTERESSI VIENE DAL MINISTRO DELL’ECONOMIA FABRIZIO SACCOMANNI, infatti il Ministro dell’Economia e delle Finanze del Governo Letta è un banchiere, scelto dai banchieri a rappresentarli, e con questo Decreto Legge regalerà la Banca d’Italia e il suo patrimonio di centinaia di miliardi di euro ai banchieri che lo hanno scelto. Il Decreto Legge 133 è incostituzionale, è contro la legge 262 del 2005, va contro la natura pubblica della Banca d’Italia, va contro l’interesse degli italiani per favorire gli interessi dei banchieri privati e delle assicurazioni private italiane e straniere che hanno scelto Saccomanni prima come Direttore Generale della Banca d’Italia e poi come Ministro dell’Economia del Governo Letta. Fabrizio Saccomanni non è mai stato eletto e da decine d’anni è ai vertici del sistema bancario italiano e internazionale. Per questo Fabrizio Saccomanni non può più fare il Ministro dell’Economia e non deve essergli consentito di regalare la Banca d’Italia ai suoi amici banchieri.

Dal sito della Banca d’Italia: la Banca d’Italia è la banca centrale della Repubblica italiana ed è parte del Sistema europeo di banche cent

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.01.14 10:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MASTRAPASQUA SIGNORE E SIGNORA:Non è da meno del marito la signora Mastrapasqua. Se l’uomo di casa ha oggi nove incarichi tra Inps, Equitalia e Autostrade, ma ne ha avuti 25 considerando anche il passato, la moglie, Maria Giovanna Basile, è presente in venti collegi di sindaci: dalla Rai alle controllate Aci, alla municipalizzata romana Acea. Una coppia tutta d’oro, insomma, con residenza ai Parioli, entrata nei giochi di potere della politica dal 2004... E QUI NON SIINDIGNA NESSUNO???

luciano passalacqua, adria (ro) Commentatore certificato 29.01.14 10:33| 
 |
Rispondi al commento

basta con i tromboni nazionalisti, i due marò non sono degli eroi ma bensì degli assassini che devono essere processati secondo giustizia.

giorgio 29.01.14 10:30| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo la classe politica più corrotta d'Europa
ma vogliamo combatterla o ossequiarla?

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento

Ecco, ci mancava solo la "tagliola"!

E questa sarebbe quella che lavora per la fame nel mondo...

Monica R., PR Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 10:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In venti parole

«Berlusconi non avrebbe potuto scrivere una legge elettorale più efficace di questa per le ragioni sue e di Forza Italia».

(Pippo Civati).

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 29.01.14 10:27| 
 |
Rispondi al commento

gli italiani che non si informano in rete e che hanno come informazione solo i giornali e le TV ,è ovvio che non sanno niente delle "boiate" di Napolitano ,che più volte sono state elencate qui sul Blog e che circolano su tutti i blog in rete .Questi italiani "da recuperare" e da sottrarre all'opera di disinformazione dei media , saranno di sicuro influenzati dall'ondata di fango riversata contro il M5S in questi giorni , ma dopo prima o poi si chiederanno come mai il M5S ce l'ha così tanto con Napolitano , e qualcuno di loro forse troverà l'elenco delle "boiate" da qualche parte e capirà che deve scendere al più presto dal carro dei lobotomizzati TV.

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è ancora troppa gente che sta bene. I dipendenti Equitalia, i dirigenti pubblici, strafottenti, arroganti, sicuri del loro stipendio e ladri dai triplici incarichi. E poi tutta la gente imbucata nell'apparato statale. Questa è la vera casta oltre ai politici. Loro non vengono assolutamente toccati da nessuna crisi nè tantomeno si può mettere in discussione il loro operato. Blindati, ipergarantiti, raccomandati.Cosa volete che gliene freghi dell'euro, dei problemi con i mutui, della gente che il lavoro lo perde, delle multinazionali, delle delocalizzazioni?
E il governo se ne guarda bene dal toccarli, altrimenti guai!Come pure viene a perseguitare il pesce piccolo ma i grandi patrimoni, le porcate più indegne perpetrate a danni della collettività, quelle le lascia stare. Quello che forse può aumentare il malcontento e portare seriamente alla rivoluzione come a Kiev (e sarebbe ora) è che per la prima volta nella storia non sono solo gli operai, a soffrire, ma un'intera classe media anche di piccoli imprenditori, artigiani e commercianti che stanno realizzando in che catastrofe ci troviamo. Per un vero cambiamento c'è da auspicare il taglio degli stipendi degli statali, che dovrebbero iniziare a soffrire un po'. Se avessero proposto lo stesso taglio che è stato proposto agli operai della Electrolux ci sarebbero già le piazze piene di gente.

Mario S. Commentatore certificato 29.01.14 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dieci cento mille Giorgio Sorial!
vila l'italia libera viva la rivoluzione


II racconto delle sabbie

Nato da remote montagne, un fiume solcò molte regioni per raggiungere finalmente le sabbie del deserto. Provò a superare questo ostacolo così come aveva fatto con gli altri, ma si accorse che, man mano che scorreva nella sabbia, le sue acque sparivano.
Era convinto, tuttavia, che era suo destino attraversare quel deserto, eppure non ci riusciva ... Fu allora che una voce nascosta, proveniente dal deserto stesso, mormorò: "II vento attraversa il deserto; il fiume può fare altrettanto".
Il fiume obiettò che, sebbene si lanciasse contro la sabbia, l'unico risultato era di essere assorbito, mentre il vento poteva volare e, quindi, attraversare il deserto.
"Lanciandoti nel tuo solito modo, il deserto non ti permetterà di attraversarlo. Potrai solo sparire o diventare una palude. Devi permettere al vento di trasportarti fino a destinazione".
"Ma com'è possibile?".
"Lasciandoti assorbire dal vento".

Era un'idea inaccettabile per il fiume. In fin dei conti, non era mai stato assorbito prima d'ora. Non voleva perdere la sua individualità: una volta persa, come essere sicuri di poterla ritrovare?
La sabbia rispose: "II vento svolge questa funzione: assorbe l'acqua, la trasporta al di sopra del deserto, poi la lascia ricadere. Cadendo sotto forma di pioggia, l'acqua ridiventa fiume".

"Come posso sapere che è la verità?".
"È così. Se non ci credi, potrai solo diventare una palude, e anche per questo ci vorranno anni e anni; e, comunque, non sarai più un fiume".
"Ma non posso rimanere lo stesso fiume?".

(continua in cantina)

^__^

Daniela M. Commentatore certificato 29.01.14 10:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse state parlando con un potenziale suicida perchè vedo nero, molto nero anzi nulla.....12 ore, dalle 3.30 sino alle 15.30, panino al volo. Stipendio medio in 2 anni 800 euro, patti chiari dall'inizio no quattordicesima e metà ferie....ok, senza lavoro mi stà bene. Poi ?...in un giorno da occupato a disoccupato ancora. Con figli a carico, affitto e bollette pari a 550 euro. Avevo tante idee e tanta volontà ma la fame,intendo la fame di giustizia, e stata divorata da quella materiale.
un uomo senza lavoro non ha dignità.
dunque ogni suo gesto e giustificato.
Questo, per me, forse è l'ultimo dignitoso appello lanciato nel nulla.....che dio mi ascolti.

Vito Reale 29.01.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PONZIOLITANO - Definire "Boia" una persona è sicuramente una definizione molto forte è sconcertante! Ciò non toglie che sottintende tante verità scomode (per il cosidetto "offeso") che più di una volta hanno creato il pubblico sconcerto! Non sto a ripetere le argomentazioni del Cittadino 5 stelle, a sostegno alla parola "Boia" che di per sè condivido in pieno!
Qualora per la sua "imprudenza" dovesse subire guai giudiziari ESPRIMO A QUESTO PARLAMENTARE DA SUBITO TUTTA LA MIA SOLIDARIETA'!
La verità è che i nostri governanti CI STANNO AMMAZZANDO!
Il caso Electrolux è una delle tante avvisaglie in tal senso, e non a caso segue la proposta (solo per ora accantonata) DI RIDURRE GLI STIPENDI AGLI INSEGNANTI!
Scommetto che nelle fabbriche svedesi nessun manager si sognerebbe di IMPORRE, dall'oggi al domani, UNA DRASTICA RIDUZIONE DEGLI STIPENDI DEI LAVORATORI SVEDESI!
La verità è che il resto dell'Europa ci tratta GIA' COME UNA COLONIA alla quale è possibile imporre di tutto (Come succedeva con le colonie dei Vecchi Imperi Europei ottocenteschi)!
Di questo passo, DI GOVERNO COLLABORAZIONISTA IN GOVERNO COLLABORAZIONISTA, inizierà presto la tratta degli italiani per la coltivazione del cotone nei latifondi dell'Africa Subsahariana!
Ritornando a Bomba su Napolitano RICORDO L'INCHESTA GIORNALISTICA TEDESCA (e già perchè le inchieste giornalistiche SULLA DISONESTA' DEI NOSTRI RAPPRESENTANTI AL PARLAMENTO EUROPEO le FANNO ANCHE I TEDESCHI anche se son tenute segrete dalla nostra CANONIZZATA (e catechizzata) RAI) TRASMESSA NEL 2004 NELLA TV TEDESCA IN PRIMA SERATA vedasi:

https://www.youtube.com/watch?v=ngWs2j_T6p0

Il Predecessore del COTA (che in fondo si era accontentato solo di un paio di mutande verdi) che lucrava sui rimborsi spese SAREBBE QUELLO CHE CI SCUOTE LE COSCIENZE CON I SUOI VIBRANTI DISCORSI).

EBBENE VI IMMAGINATE I TELESPETTATORI TEDESCHI CHE RISATE SI SARANNO FATTI QUANDO NAPOLITANO E' DIVENTATO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA !

michele barberi, Empoli Commentatore certificato 29.01.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Analisi inappuntabile.Il problema E' quello.Oltre ad una serie di correlati ( burocrazia, infrastrutture,giustizia....) riportabili tutti alla stessa radice.Le imprese delocalizzano in Austria, Svizzera, Francia, Germania.. Non solo nel Bangla Desh. Ma siccome nessun amministratore delegato può intervenire su autostrade, infrastrutture, fisco, burocrazia interviene sulla sola variabile affrontabile. Il costo del lavoro.
Ma il nostro problema (secondo me) è che l'attenzione mediatica oggi, si sposta completamente rispetto a questa analisi o alla fondatezza dell'ostruzionismo su IMU- Banca Italia.
Perchè un coglioncello che non riesce a collegare la lingua al cervello quando parla ha sparato una cazzata. Oltretutto ignorante. Se proprio voleva usare quell'epiteto era molto più appropriato associarlo all ' "In Ungheria l'URSS porta la pace", a suo tempo detto dal nostro, che non all'applicazione della "tagliola". Che non dipende da SAR, ma dalla pseudo vergine delle rocce.
E qualora SAR ne fosse comunque in qualche modo responsabile, se la cosa serve a fare stare zitto il coglioncello, è comunque opera meritoria. Purtroppo il "dagli amici mi guardi Iddio, chè dai nemici mi guardo io" diventa troppo spesso di attualità.
Ma se la smettessero di cercare di fare Grillo, se non lo sanno fare ??

Carlo Nocentini, Firenze Commentatore certificato 29.01.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Camelia Giova
Oggi la politica è gestita da spacciatori di fumo politico creato a DOC per tifosi della cosidetta DX=SX.
I 5 stelle sono l'unica forza politica che coerentemente si oppone a tutto ciò, e ridare dignità e forza politica a tutti i cittadini.
"Politica si faceva nel ’45, nel ’48 e ancora negli anni Cinquanta e sin verso la fine degli anni Sessanta. Grandi dibattiti, grandi scontri di idee e, certo, anche di interessi corposi, ma illuminati da prospettive chiare, anche se diverse, e dal proposito di assicurare il bene comune. Che passione c’era allora, quanto entusiasmo, quante rabbie sacrosante! Soprattutto c’era lo sforzo di capire la realtà del paese e di interpretarla. E tra avversari ci si stimava. De Gasperi stimava Togliatti e Nenni e, al di là delle asprezze polemiche, n’era ricambiato... i partiti hanno degenerato e questa è l’origine dei malanni d’Italia.
“ I partiti di oggi sono soprattutto macchina di potere e di clientela: scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune. La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, non sono più organizzatori del popolo, formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l’iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un “boss” e dei “sotto-boss”." (Enrico Berlinguer)
Re Giorgio non ricorda queste parole di Berlinguer.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Attenzione!
Il costo del lavoro è alto se misurato per unità di prodotto:
http://scenarieconomici.it/leuropa-disunita-la-divergenza-del-costo-del-lav
oro-per-unita-di-prodotto/

Ma se consideriamo il costo orario è in media UE (e un po' più basso della
media euro):
http://www.linkiesta.it/costo-lavoro-italia-europa

Il costo del lavoro per prodotto è più alto solo perché la produttività
italiana è più bassa. Ma è più bassa a causa delle vendite in calo per
colpa della diminuzione della domanda interna causata dall'euro. La
produttività infatti si calcola: valore aggiunto (che a sua volta si
calcola: vendite - costi per acquisti di beni e servizi) / numero di
operatori (cioè dipendenti).

Va bene qualsiasi cosa che aumenti gli stipendi dei lavoratori (anche il
taglio del cuneo fiscale) ma badate bene che il vero problema dei minori
consumi interni è l'euro!

http://www.youtube.com/watch?v=xQZhdbyymrU

Luca 29.01.14 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

intanto basta dare una scorsa ai blog in giro ed è tutto un insorgere di attacchi a Nap
solo i media di regime fingono di indignarsi
ma per chi ha messo in uno stesso decreto Imu e 7 miliardi e mezzo regalati alle banche mentre è povero un Italiano su 2 de non si pende un euro per chi sta male non c'è alcuna indignazione??????

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Lettera aperta 2^ PARTE
Siamo di fronte ad una indiscutibile parentesi economia, che purtroppo (la storia insegna) spesso anticipa e fomenta eventi ancora più drammatici e catastrofici.
In Europa sembrano prevalere politiche ostili avverso solidarietà e sostegno concreto ai paesi mediterranei in difficoltà ma ricchi invece di esperienze culturali e risorse straordinarie.
Rigore, restrizioni e vincoli di ogni genere, colpiscono duramente l’economia già in affanno, e l’euro declina inesorabilmete tutta la sua insostenibilità ed incompiutezza, come moneta unica. Odiato simulacro di aspettative svanite e causa di generale impoverimento del tessuto sociale.
Oggi cittadini , non possoiamo più sottacere questa situazione esplosiva. Non possiamo rimanere idifferenti e inermi allo sfascio, siamo tutti chiamati ad alzare disperatamente la testa, siamo chiamati a dare una corale ed immediata risposta perchè acta est fabula (lo spettacolo è finito).
Il popolo rivoluzionario, le classi sociali più sofferenti, non seguiranno sul terreno del suicidio politico ed economico questa classe dirigente.

giorgio 29.01.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento

Lettera Aperta 1^ PARTE
Con la presente, mi auto denuncio di non aver pagato l’IMU 2013 e pertanto di essere reo (secondo l’Agenzia delle Entrate) di evasione fiscale.
Ma il sottoscritto, avendo invece la coscienza appostissimo, non si ritiene affatto un evasore fiscale. Né si ritiene in alcun modo, debitore dello Stato italiano, almeno così come l’eccezione più fisiocratica del termine intende.
Se non sono riuscito a pagare ciò che l’erario impone è semplicemente perché sono disoccupato e privo dei mezzi per farlo “ mala tempora currunt” .
Mi ritengo semmai persona lesa, oltraggiata nella mia dignità di uomo e cittadino e vittima di un regime fiscale tiranno e profondamente ingiusto, forte con i deboli e debole con i forti.
Vittima inoltre (con diritto di essere risarcito) di un sistema politico corrotto, che dopo avere razziato e dilapidato importanti risorse pubbliche, sconfinando nella illegalità diffusa delle pratiche amministrative e dei costumi, oggi riversa su cittadini disorientati, la propria nevrosi ed il senso di fallimento che si porta dietro.
I diritti essenziali delle nuove generazioni vengono calpestati, così come se ne vanno in fumo le loro più genuine speranze e il diritto alla felicità.
L’italia è sull’orlo del baratro, l’economia è allo sfascio ed il prelievo fiscale divenuto insostenibile per molte fasce sociali più deboli.


L'obiettivo di Renzie e del governo è quello di trasformare l'Italia nella Cina, opera iniziata con Monti.
Questo caso è la prova definitiva.

GABRIELE TINELLI (), carrara Commentatore certificato 29.01.14 10:12| 
 
  • Currently 1.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

già l'aver messo nello stesso decreto l'IMU e 7 miliardi e mezzo di regalo alle banche è un atto di una ipocrisia e malafede incredibile
Molto peggio dell'insulto di Sorial!
e Napolitano dovrebbe firmare questa roba?????

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Genarazione PD parte 2^

Dice Renzi, faremo la rottamazione. Ma quale rottamazione? Ma se stanno ancora tutti lì, solo che se sono nascosti un pochino sotto i banchi per non attirà l‘attenzione e non li vedi. Ma ce stanno. Lasciamolo lavorà . E poi andoove li vuoi mette sti poveri cristi? Mica li puoi rimproverà de qualcosa, fanno il loro mestiere, se rinnovano no? Aspetta un po’ e mo vedi che rinnovamento de partito che te combina Renzi. Fan finta dai è tutto finto, è per ride per andare in televisione.
L’altra sera stavo alla televisione e c’era Renzi che parlava. Parla che te riparla mi son detto, anvedi che da questo finisco per comprà pure le pentole antiaderenti e il folletto per mi suocerà? Te possino…

Dice quell’altro ci stanno le primarie. Quali primarie? E tutti sti poveri ragazzi a sgomità, a corre per votà ancora. Ancora a votà? Ma tu pensi davvero che Civati e Cuperlo li conosce qualcuno? Fan finta è ovvio è per ride. Siccome che se vergognavano tutti a presentarse, e allora hanno estratto a sorte due come questi no! Che male c’e’? Volemo mica fare un altro congresso per sta’ questione delle primarie? Dice, noi ce provamo, aoh male che vada se prendemo giornata, dicci niente. Buttele via te le due euro. Tu mettile in fila: due euro due euro due euro e mo vedi dove arrivi.


Sai che te dico? Che tengo na’ confusione in testa. Vuoi vede che dopo tanti congressi, tante primarie e tanto parlà, a casa de zio Silvio ce tocca tornà? Almeno quello tiene na’ sola cosa in testa e non ce fa confusione.
Son bravi ragazzi, stanno a crede a tutto, tutto se bevono!

giorgio 29.01.14 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Piero Testori
La cosa veramente orribile è che ormai l'ipocrisia regna sovrana. Tutti pronti a condannare (giustamente aggiungerei) Sorial per un termine forte e offensivo ma nessuno che sanzioni o stigmatizzi le offese portate tramite le azioni da molte altre parti politiche. Le parole vengono reputate più gravi dei gesti e dei fatti.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 10:10| 
 |
Rispondi al commento

Generazione PD parte 1^

Sai che te dico, ma sai che sti elettori del PD son davvero bravi? Che carucci, stanno a crede a tutto, se bevono tutto, tutto se bevono!
Anche perché, diciamola tutta,. Sto’ povero partito, prima PCI poi DS e adesso PD non se capisce più chi sono. Ma loro i ragazzi, mica si arrendono sai, mica se chiedono se percaso so sempre gli stessi o se sono cambiati. Noo. Dice quell‘altro, c’è stata la svolta, c’è stata la bolognina, e intanto tutti giù a ride e a darsi de gomito: vuoi vede che se bevono pure questa. Fanno finta de cambià si capisce no? E’ per ride. E invece sti ragazzi sempre a presso a sto partito, sempre a discute de riforme, sempre a vota‘, Credono a tutto poveretti, proprio a tutto e non sentono ragioni. Ma mica è colpa loro. Nooo, vogliono rinnovà, sono per il cambiamento, per le riforme. Oh, ma non sarà che a forza de bevese tutto, son tantino imbriachi? Ma va, son bravi ragazzi, stanno a crede a tutto, tutto se bevono.


Dice Renzi faremo il jobs act. Dice Renzi, non è che se sei già suddito dello stato mi voti e poi in premio diventi anche servo dei padroni del vapore? medioevo? no signori miei globalizzazione!
C’è na’ cosa però che non capisco, é che dopo ogni riforma, me aumentano sempre de qualche anno la pensione, e io in pensione non ce vado più. Me aumentano pure le tasse sulla casa e de ogni tipo e io non ce la faccio più a tirà avanti. Dico, vuoi vede che questi per via delle riforme ce l’hanno con me e me stanno a menà? Stattene zitto no?
L’altra sera me fio dice, ciao pà vado al circolo del partito a discute de riforme. Io che me ne stavo a dormì sul divano, so saltato de sopra den botto, e dico, caro, ma se invece te vai a divertì al cinema o in discoteca , non è forse meio e ce fai pure risparmià?

giorgio 29.01.14 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Calval 1965
Il punto di non ritorno di estremismo lo sta raggiungendo il governo Letta e i partiti per primo il PD di Renzi. La democrazia la stanno calpestando loro. La legge elettorale che stanno approvando è solo l'ultimo di una serie di provvedimenti e azioni che non hanno niente a che fare con la nostra costituzione e la democrazia. Stanno finendo di distruggere il paese e lasciatemelo dire mentre i media continuano a distrarci con i panini mangiati a scrocco dai consiglieri regionali. Comportamenti indegni ma che sono nulla rispetto a quello che sta succedendo (vedi per esempio banca d'Italia). Tutto questo con la benedizione di Napolitano che per primo guida l'operazione di isolamento e linciaggio di chi non si vuole omologare. Che poi certe dichiarazioni e meglio non farle proprio per evitare strumentalizzazioni è un altro discorso. Non ho voluto usare M5S perchè oggi sono loro ad essere attaccati ma domani chiunque non si adeguerà avrà lo stesso trattamento.

Viviana Vi, bologna Commentatore certificato 29.01.14 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Legge elettorale e non solo… 2^ parte
Si vuole mettere il carro davanti i buoi. Creare un meccanismo elettorale che anziché essere semplice, comprensibile agli elettori, e solare strumento atto a generare rappresentanza democratica in tutte le sue legittime declinazioni, sia invece emanazione dall’alto e ancora una volta il malcelato tentativo dei poteri forti politici ed economici sotto il controllo e l’egida dell’Europa, finalizzato allo strategico e definitivo controllo egemonico della società per i prossimi venti anni.
La mancanza di una rappresentanza politica forte che possa esprimere maggioranze democraticamente rappresentative, non è dunque da imputare alla società (che anzi non si senta affatto rappresentata in modo convincente da questa classe politica) ma tuttalpiù è ascrivibile alla politica medesima che rappresenta solo se stessa, i propri particolarismi e non fa abbastanza per generare reali e concrete aspettative di superamento dello stallo in cui versa il paese.
La ineluttabile discussione su ’Europa e l’euro sarà il tema dominante dopo questa estenuante (inutile?) messa in scena.

giorgio 29.01.14 10:05| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Blog
questa di Electrolux e' solo l'ennesimo colpo di mannaia sul collo dei dipendenti.I sindacati sono latitanti come al solito, ma che ci sono a fare? lo stato gira la faccia dall'altra parte e intanto continua a incassare soldi. Non hanno ancora capito che il problema e' il costo del lavoro altissimo, le aziende non ce la fanno piu'ad andare avanti. E intanto si concedono cassa integrazione a multinazionali che hanno un sacco di lavoro ma che vogliono solo aumentare l'ultile gia' altissimo. Inspiegabili queste cose.


Legge elettorale e non solo… 1^ parte
oggi più che mai, vi è la necessità di attuare una legge elettorale che dia piena rappresentanza democratica al corpo elettorale, a prescindere dalla forma di governo che si insedierà a palazzo Chigi.
Questo pertanto dovrebbe essere il conseguente logico obiettivo di una classe politica responsabile..
Le forze politiche di maggioranza, sono impegnate invece in un duro confronto con le minoranze, allo scopo di garantire unicamente un qualche loro vantaggio e col dichiarato scopo di eliminare il dissenso (sale della democrazia), pena l’ingovernabilità e la tenuta dell‘attuale governo Letta.
A tale proposito, la propaganda pidiessina messa in campo e sostenuta pervicacemente dai lacché di partito, è il solito ossessionante format predisposto da telegiornali e talk show di regime, che annunciano, con l’approvazione della nuova legge elettorale, il raggiungimento degli obiettivi di governo, in piena corresponsione, appagamento e di totale empatia verso le attese dei cittadini . L’eliminazione dei partiti minori appunto, il raggiungimento di una fantomatica pax sociale indispensabile alla ripresa economica, l’annichilimento della lotta fra le classi sociali, il modello americano da prendere come esempio vincente, la governabilità, lo snellimento del confronto politico e infine il risparmio dei costi della politica con l’eliminazione a tavolino di forze politiche non gradite,
sono le argomentazioni che portano il segretario pidiessino ad assurgere agli onori della cronaca quale unto del signore e salvatore della patria.

giorgio 29.01.14 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Il paradosso italiano:

da decenni vengono eletti personaggi che vanno ad alimentare un sistema che ha generato enormi sprechi e debiti e cerca di ripararli vessando gli stessi elettori con le più esose forme di tassazione e favoritismi alle banche (non ultimo l'obbligo dei pagamenti bancomat oltre i 30 euro).

Passano immediatamente dallo stato di eletti a quello di rappresentanti di uno Stato affamato di denaro.

Se, chi rappresenta in primis questo Stato, ossia il suo capo fa palesmente orecchie da mercante quando la lingua batte dove il dente duole, allora gli appellativi possono diventare più forti ed incisivi, ma non per offendere ... solo per farsi sentire. Ma questo è solo l'inizio...

Tutta la quinta teatrale montata ad arte per le parole usate dal deputato Borian non fanno altro che dimostrare come il sistema politico-giornalisitico-mafioso cerchi di sfruttare ogni occasione per screditare il Movimento.

Il loro problema è che il loro basso intelletto non gli fa comprendere che questo sistema è ormai irreversibilmente destinato a collassare, è solo questione di tempo, con le buone o con le cattive maniere.

Ma più si ostinano a rimanere lì a promettere e a non far nulla se non assicurarsi i privilegi del ruolo e più la probabilità che le maniere diventino cattive si alza.

Non credano, lor signori, che un padre di famiglia a cui si stringe un cappio al collo (e mi riferisco a tutti i lavoratori ai quali si propongono osceni ricatti di riduzione della retribuzione anzichè della mazza fiscale) rimanga lì a sperare che il politico di turno faccia qualcosa.

Giacomo B. Commentatore certificato 29.01.14 10:04| 
 |
Rispondi al commento

In questo paese sembra di vivere in un gigantesco gioco dell'oca, dove, lanciando i dadi, si capita
SEMPRE nella casella che ti rimanda al via.

Sono vent'anni che ascolto sempre le stesse cose,
diatribe più simili a liti di condominio che a una forte dialettica politica.

La dialettica, peraltro, è composta da tre fasi:
tesi - antitesi - sintesi.

A quando la sintesi??? In più. questi parolai sono
in grado di produrre una sintesi??? Di definire un
minimo comun denominatore da cui ripartire, definire, una volta per tutte, quali devono essere
le regole costitutive di questo paese, che più sminchiato di così non può essere.
O andiamo avanti a raccontare barzellette, o a fare gli scandalizzati per per una parola usata male, a concentrare le attenzioni su questioni assolutamente marginali, mentre tutto cade a pezzi.

Che senso ha la parola realismo? Nel mondo sta imperando il sistema Capitalistico, o meglio la sua mutazione in Turbo Capitalismo. Piace? Non piace? E' così; se poi, qualche nostro fenomeno,
firma gli accordi Internazionali sul libero scambio, ha coscienza a quali rischi espone il nostro paese, che ha regole, strutture, apparati,
mentalità (in gran parte del paese) e cultura politica di tipo ottocentesco, borbonico, con le tipiche ammuine.
Eppure, questo paese ha le intelligenze, le capacità, ma avendo DISTRUTTO il concetto di merito, a partire dalla scuola, si è costretti a
livellarsi in basso per cercare di sopravvivere.

ELECTROLUX?? Disastro annunciato e non sarà l'unico. E il Governo manda in "missione" un nato vecchio che negli USA chiede al capitale di venire
ad investire in Italia dove verranno accolti a braccia aperte. Un vero marziano, che non si rende
conto di quello che dice, ne di dove vive.

Per tutti questi motivi, e non solo mi sento di dire:

Da chi ha prodotto questa società e da chi vive ogni giorno senza alcuna ribellione, non accetto lezioni di concretezza e realismo.

Che pena!!!


Buon (se possibile) giorno blog

www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 29.01.14 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fucili,bocche di fuoco, ttricchitracche e bombe carta, contro il M5S che si è permesso di dire che Napolitano abusa del suo potere.....

Anatema !
Anatema !


Giornalismo italiano,

ma vaffanculo,, vá !


Capisc'a me

Antonio* °Cataldi (capisc'a me), Portici - NA - Commentatore certificato 29.01.14 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Il PdR e'il curatore fallimentare di un'azienda fallita che si e'insinuato nel passivo come creditore chirografario privilegiato pur non avendone alcun titolo.se non essere stato per un bel po'di tempo Amministratore delegato dell'azienda fallita....e' un'offesa anche questa
..o la pura verita' ???

f.g-torino.

franco graziani 29.01.14 10:02| 
 |
Rispondi al commento

Electrolux 2^ parte
L'uscita dall'euro rappresenta la tassazione più cospiqua e congrua che questo paese può imporre ad un sistema capitalistico che dopo avere dissanguato le casse dello stato, oggi in una logica globalizzante delocalizza impianti produttivi e risorse. 
Diciamo basta, diciamo all'unisono viva l'Italia libera, viva la rivoluzione.

giorgio 29.01.14 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Electrolux 1^ parte
il modello Electrolux e la più plastica esplicitazione di un modello capitalistico fallimentare, già presente e collaudato nel nostro paese.
Il ricatto(metodo)imposto dalle leve del nuovo potere economico, ci é noto e oggi non ci meraviglia più di tanto: "o mangi sta' minestra o salti dalla finestra".
La sinistra italiana in questi ultimi venti anni é venuta meno al mandato elettorale, ha tradito la fiducia concessagli dagli elettori, ha abiurato vergognosamente le proprie origini.
Compagni, cittadini, un modello nuovo di società
é possibile ed auspicabile, ma dipende da noi conquistarlo.
Già agli albori dell'economia capitalistica grandi banche fiorentine sono clamorosamente fallite; la Spagna si é dimostrata insolvente rinnegando gli impegni creditizi assunti con le altre potenze europpe di fatto dunque fallendo, eppure l'europa ha proseguito il suo cammino nella storia. Compagni, cittadini, riconquistiamo l'onore e il diritto a sopravvivere, l'imperativo deve essere FUORI SUBITO DALL'EURO.

giorgio 29.01.14 10:00| 
 |
Rispondi al commento

I Parlamentari del M5S, continuano il COSTRUZIONISMO sulla SVENDITA di BANCA D'ITALIA

http://webtv.camera.it/home

Angelo P. Commentatore certificato 29.01.14 09:59| 
 |
Rispondi al commento

la 'spesa pubblica parassitaria' italiana - come vedo spesso scrivere, ricordo che in percentuale di pil e' sotto la media europea e inferiore a paesi presi a immagine come svezia Danimarca francia belgio ecc..percio' prima di parlare bisogna guardare i dati

http://peruneconomiasolidale.wordpress.com/2014/01/04/comparazione-della-spesa-primaria-in-percentuale-del-pil-della-amministrazione-pubblica-italiana-con-quella-di-altri-paesi-europei-dal-2000-al-2011/

anzi dal 2009 e' scesa di 2 punti (causa blocco delle assunzioni e dell'adeguamento degli stipendi).
Poi che ci sia un problema di redistribuzione e' un'altra cosa..

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 29.01.14 09:59| 
 |
Rispondi al commento

parole sante!! Sono un piccolo/medio imprenditore e le condivido in pieno! ma le stesse cose che dico sia alla gente che ai miei dipendenti sembra che vengano ascoltate in modo "assente" quasi per avere una giustificazione al non farci caso... SVEGLIA!!! IL VERO NEMICO E' LO STATO!!! LO VOGLIAMO CAPIRE O NO??

capitan spaventa Commentatore certificato 29.01.14 09:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


o.t.

buondì!

c'è qualcuno che mi può spiegare come mai con firefox digitando www.beppegrillo.it mi indirizza sul sito www.beppegrillo.it/en/

??

grazie!

paoloest21 29.01.14 09:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori