Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il M5S va in India dai marò

  • 318


m5s_maro.jpg

"Adesso basta!! Sono passati 21 mesi e per i due marò italiani detenuti-sequestrati in India nulla è cambiato. Dopo mille promesse, tutte disattese, M5S andrà direttamente in India a conoscere i fatti, così come per il "caso Shalabayeva". Il nostro viaggio in Kazakistan è stato fondamentale, tanto che Alma è venuta a ringraziarci personalmente una volta rientrata in Italia. Il governo invece ancora tentenna sui due Marò, il M5S lo sfida e prepara la partenza per Nuova Delhi prevista per il 20 gennaio.
Su Latorre e Girone oggi incombe nuovamente il rischio della pena di morte. Nonostante le promesse dell'inviato del governo De Mistura che di fronte alle nostre richieste aveva garantito la non applicabilità della pena di morte da parte del Governo Indiano. Governo Letta ancora una volta, "solo chiacchiere e distintivo". In Commissione affari esteri abbiamo cercato una soluzione a questa brutta storia. Il 20 partiremo per raggiungere l'ambasciata dove sono detenuti per ottenere informazioni chiare e precise. Il governo indiano deve parlare con noi, noi siamo il futuro governo di questo Paese. E' una questione di giustizia e di orgoglio nazionale." Commissione affari esteri M5S Camera

13 Gen 2014, 12:06 | Scrivi | Commenti (318) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 318


Tags: affari esteri, India, M5S, marò

Commenti

 

Ciao a tutti
Perche M5S non propone "I Maro" per parlamento Europeo?

Leahu Ovidiu 16.05.14 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Vi ricordate il caso della funivia tranciata in trentino da un pilota americano un po "esuberante"
.....ecco in quella occasione come anche in altre...vedi caso Calipari ecc. eravamo tutti indignati da un'america che voleva processare i propri militari in casa loro,pur avendo commesso un reato in terra straniera.
Ora la mia domanda è,perchè dovrebbero gli indiani riconsegrarci due persone che hanno commesso un crimine nel loro paese?...critichiamo gli altri e poi siamo pronti a fare come loro....italiani con la i minuscola.!!

angelo menga 28.03.14 21:27| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me non c'entra se i maro' erano in servizio oppure no, io quando sbaglio nel mio lavoro pago, perche' loro non dovrebbero pagare per avere sbagliato?

claudiocesena 01.03.14 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Cao Di batista stattene in italia e lavora per risolvere i problemi per cui sei stato votato.
Questa vicenda fa acqua da diverse parti. Quando questi due rientreranno in Italia per giunta con tutti gli onori, questo avverrà solo per il pagamento di ingenti somme di danaro in un verso o nell'altro direttamente e indirettamente.
Sei uomini della marina erano a bordo di una nave mercantile che pagava militari italiani, versando compensi nelle casse statali. per difendersi da eventuali attacchi di pirateria. Una barca isolata stava pescando a un centinaio di metri dalla rotta della nave. I due fucilieri che sono stati fermati perchè dai loro fucili dopo la perizia balistica è risultato sian partiti i colpi che hanno assassinato due pescatori indiani. Tra i sei militari sono stati arrestati solo i due responsabili, non tutto il reparto militare.
Una barca da sola mai e poi mai avrebbe potuto attaccare una nave con delle murate di oltre quindici metri e nel caso sei uomini armati fino ai denti avrebbero potuto immediatamente uccidere all'istante e con estrema facilità i poveri pazzi che avrebbero tentato di inerpicarsi verticalmente per salire sulla nave. Ma di cosa stiamo parlando??

luciano 23.02.14 08:48| 
 |
Rispondi al commento

Il comportamento dell'ONU che se ne lava le mani mi sembra alquanto scorretto, finche' rischiamo uomini e paghiamo un sacco di soldi per le missioni militari all'estero va tutto bene, poi quando c'e' un problema "ve la vedete da soli...", si tirano indietro, sarebbe il caso allora che anche noi cominciamo a tirarci indietro da tutte le missioni militari all'estero se e' cosi', oltre al danno la beffa. L'india vuole dimostrare che l'Italia non conta un cacchio e l'ONU conferma... Al prossimo incidente con militari indiani li prendiamo in ostaggio come fanno loro e facciamo loro il processo con i nostri tempi, ovvero in 20 anni.
Saluti,
Stefano.

Stefano 12.02.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento

Non so se sono solo io che la penso cosi' ma tutta questa vicenda mi sembra una follia: quei soldati agivano sotto il comando della marina italiana per combattere la pirateria e quindi che senso ha che rispondano personalmente e privatamente di un incidente in servizio peraltro con l'accusa di terrorismo? Allora gli americani stessi in moltissime operazioni hanno commesso errori, uccidendo pure soldati italiani o addirittura i loro stessi compagni!!! Allora che dovevamo fare? Prenderli in ostaggio e processarli come cani sciolti? In passato cosa sarebbe successo? Se un soldato austriaco invadeva l'Italia lo mettevamo in galera come terrorista o lo consideravamo rappresentativo di tutta la sua nazione?
Il fatto di tenere in ostaggio soldati italiani lo ritengo un atto di guerra e come minimo l'india dovrebbe risponderne presso l'ONU.
Se ci sono responsabilita' sara' la giustizia militare italiana a sanzionarle.
Saluti,
Stefano

Stefano 10.02.14 22:22| 
 |
Rispondi al commento

Forza ragazzi siete il meglio che una nazione può auspicare

federico sorrentino 29.01.14 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Ma quando si parte per l'India, non doveva essere il 20 Gennaio? mi sono perso qualcosa? perchè non ho più letto aggiornamenti in merito. Grazie

Alessandro Massa 28.01.14 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Io la merce indiana e l'india la boicotto già dall'inizio della vicenza Marò. Non si può continuare a fare le pecore dopo "appena" 2 anni. C'è un diritto Internazionale palesemente disatteso dall'India è l'ora di farsi rispettare iniziando anche a ritirare i nostri soldati da tutte le missioni internazionali se l'Onu non interviene a far rispettare detto diritto. E' incredibile anche come il nostro "bravo" Letta gestisce la vicenda.

Gianni Volpi 25.01.14 14:28| 
 |
Rispondi al commento

Ecco ora sarebbe interessante capire e sapere se siete in India o avete dovuto rimandare...

3mendo 21.01.14 16:43| 
 |
Rispondi al commento

A Ubaldo P. in risposta al mio precedente commento


Il problema è che non è assolutamente certo che quelli che definisci gli individui armati che hanno sparato su due pescatori inermi siano stati i due marò, anzi ormai è proprio certo che non siano stati loro! Ti invito a leggere questa ormai non più nuova ricostruzione che da quando uscita ha di fatto paralizzato il processo farsa in India http://opinioneitalia.blogspot.it/2013/09/lodissea-dei-maro-girone-e-latorre.html

Non è un caso se ad aggi, dopo due anni non esistano ancora presentati dei capi d'accusa contro i marò.

A Lucio P. invece rispondo

Forse la tua stessa purezza (cecità) ideologica che ti fa ritenere improprio visitare, leggere e discutere su pagine di chi non la pensa magari come te, ma che possono comunque aiutare a capire meglio i termini di una vicenda che stai seguendo è proprio la ragione che rende arido il tuo pensiero.
La prossima volta, anzichè rispondere nel merito, ti consiglio di scrivere che sono inattendibile magari perchè ho gli occhi scuri od i capelli biondi ...... Farai un grande scoop e sicuramente un figurone!!!!

S T 19.01.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Sono davvero incredibili i numerosi interventi che danno per acquisita una colpevolezza dei marò quando a distanza di due anni le autorità indiane non sono ancora riuscite a presentare dei capi d'accusa su cui avviare un processo. La cosa non dovrebbe suggerire per lo meno maggiore cautela nei giudizi e far sospettare che ci si trovi davvero davanti ad un'enorme montatura messa in piedi da una classe politica indiana notoriamente tra le più corrette e con meno scrupoli al mondo. Viene poi spesso citato il cosiddetto libro di Miavaldi che, come dallo stesso autore orgogliosamente rivendicato, è basato sul copia ed incolla di articoli apparsi sulla stampa indiana. Sarebbe come scrivere un libro mettendo assieme gli articoli pubblicati da Il Giornale e poi spacciarla come verità accertata. Ben venga un intervento del M5S per capire come sono davvero andate le cose in questa vicenda.

S T 17.01.14 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non dimentichiamoci che ci sono grosse pressioni da parte di grossi gruppi economici italiani che operano in India sul governo italiano affinchè risolvano positivamente (ovviemente per i loro interessi)la questione.

LOREDANA B., Santo Stefano di Magra Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.01.14 21:45| 
 |
Rispondi al commento

E' giusto andare e verificare come sono veramente andate le cose, non mi fido per niente di quello che ci raccontano, per quanto riguarda il risarcimento lo addebiterei ai responsabili, anche se i due marò fanno parte delle forze dell'ordine (ingaggiati da un privato), non vedo perchè deve farsene carico lo stato quindi tutti noi.Hanno sbagliato quindi che paghino di tasca propria.

LOREDANA B., Santo Stefano di Magra Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.01.14 21:37| 
 |
Rispondi al commento

Io concordo pienamente!
Siete bravi e preparati, ogni tanto facciamoci rispettare!
www.storiaisterica.blogspot.it

Matteo foggi 16.01.14 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Siete veramente il futuro grazie non mollate mai Enrico

Enrico de Fazio 16.01.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento

IL VIAGGIO IN INDIA
A prescindere dalla loro colpevolezza, condivido che dei rappresentanti politici vadano sul posto per informarsi meglio della situazione. L'ambasciata italiana filtra sempre le notizie manipolandole a proprio piacimento. Sul caso Shalabayeva non sapevo che fosse venuta a ringraziare il M5S. Come al solito l'informazione taroccata non ha certo dato risalto alla cosa.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 16.01.14 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravi come sempre coraggiosi!
Sono strafiero di avervi votato e sono veramente orgoglioso di voi. L'Italia ha bisogno di credibilità!!!! Altrimenti siamo all'estero bollati con una nota di diprezzo "pizza e mandolino" e parlo conoscendo la cosa avendo lavorato in paesi europei.
Sono sbalordito da alcuni post di commento : chi si indigna contro di voi (sono solo troll o lo pensano veramente?) non ha capito l'importanza della vostra azione per la nazione intera..... SI TRATTA DI FARE CHIAREZZA E NON DI SCHIERARSI DA INNOCENTISTI O COLPEVOLISTI...

Stefano Colombo11 (stefanocolombo), Milano Commentatore certificato 15.01.14 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe il caso che vi interessiate di come vengono trattati gli italiani onesti in italia anzichè di interessarvi di come vengono trattati i nostri delinquenti all'estero. Dei marò hanno voluto farne dei santi anche se la realtà dei fatti è ben diversa e vi invito a leggere: http://www.libreidee.org/2013/01/la-vera-storia-dei-due-maro-colpevoli-e-mai-incarcerati/

Beppe Mammino, Aci Sant' Antonio (Catania) Commentatore certificato 15.01.14 08:26| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna fare come gli israelianicon un blitz a Entebbe in Uganda dove c'erano I loro ostaggi vittime di un dirottamento.

enrico d'ermo 15.01.14 07:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi del M5s perché' non siete all'Aquila? Un grido di dolore arriva da questa città dove molta povera e dignitosa gente continua a versare lacrime di sangue tanto sta soffrendo!!! Ladri e corrotti dello stato fantasmi invisibili si aggirano tra le macerie... Voi dovete essere li con la vostra bandiera per iniziare una pulizia dalla quale l'Aquila e gli aquilani sperano di rivedere sole ...

Emma di giovanni 14.01.14 16:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho una proposta da fare .... ma un bel acool test prima di pubblicare un post ??? ma leggo delle considerazioni che solo gente gravemente alterata per evidente abuso di sostanze poco salutari può scrivere !! senza considerare i depositari del verbo gente che sulla nave c'era e sa esattamente come sono andati i fatti. Alla fine, visto come funziona la giustizia in questo paese, va a finire che forse é meglio che vengano giudicati lì !! Solo una considerazione: ma perche gli altri militari che sono ancora in giro per il mondo non hanno già presentato tutti domanda di rinpatrio e lascino che siano i figli dei politici a difendere gli interessi nazionali fuori dai nostri confini ?? Vi assicuro che so di cosa sto parlando !! L'importante é che poi non siano i MARO' che ancora non sono in India a proporre una soluzione.... !!!

RICCARDO M. Commentatore certificato 14.01.14 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Ci lamentiamo che in Italia ci stanno togliendo la dignità, poi però lasciamo che l'Europa e non solo faccia del nostro paese carne da macello. L'economia è morta perché vincolata dalle direttive europee, i nostri diritti Sono limitati in favore di quelli agli stranieri... (Donne italiane In gravidanza a rischio fanno La fila alla asl e sono costrette a prenotare visite private perché "i comunitari" hanno la precedenza) e poi quando si tratta di invocare in diritto di giudicare due italiani secondo le leggi Italiane COSÌ COME PREVISTO DAL DIRITTO INTERNAZIONALE c'è pure chi offende... Ma se non cambiano gli italiano come facciamo a cambiare l'Italia????

Valeria 14.01.14 15:08| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei esprimere una opinione controcorrente:
Visto che in un'altra questione, riguardante sempre temi di politica estera, il Popolo del M5S (vero Signore e Padrone, e Lider Maximo del Movimento) si è espresso in maniera difforme dal portavoce occulto (bellicapelli GianRoby, per chi non avesse capito), è ora che bellicapelli e suoi sostenitori si rendano conto che su temi così delicati è il caso di chiedere il parere VINCOLANTE di Noialtri, che, ricordatevi, siamo l'unica ragione della tua visibilità, caro bellicapelli, sennò cambia mestiere e fai la pubblicità per uno shampoo, in questo si hai davvero un talento naturale.
Quindi se proprio vuoi fare il tronfio nazionalista, come il tuo maestro di 70 anni fa che aveva come unica differenza con te solo la capigliatura, fallo altrove, hai solo l'imbarazzo della scelta fra cacapound vari e albe dorate o marroni per restare in tema, non nel M5S che a quando pare, su un tema importantissimo come il reato di clandestinità, si è espresso in maniera forte e chiara.
Per quanto mi riguarda: vengono prima i poveracci che languono sul "sacro suolo" (per bellicapilli) della nostra "beneamata patria" (ibidem), poi due presunti assassini di pescatori che comunque, se colpevoli, non devono farla franca, salvo una eventuale condanna a morte. Ma per questo ci sono le Convenzioni Internazionali che dovrebbero scongiurare questa esecrabile soluzione.

Valentina Vlahovic, Nice (France) Commentatore certificato 14.01.14 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

i marò hanno ucciso due pescatori disarmati, che paghino così come dovrebbero pagare tutti coloro che fanno parte delle forze dell'ordine e che hanno torturato e ammazzato impunemente numerosi e incolpevoli cittadini.

gerardo gridelli 14.01.14 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so cosa pensare sui marò, ma fanno bene i deputati ad andare, almeno si saprà qualcosa perché dalla stampa non si capisce nulla. Ma mi chiedo, in un'epoca dove tutto va su internet non hanno filmato l'intervento armato? Penso che abbiano avuto il tempo per vedere ed organizzarsi, un peschereccio che va verso una nave senza rispondere ai segnali non ha dato il tempo per filmare qualcosa? Se sono colpevoli hanno diritto ad un processo (ma anche in Italia non si scherza al riguardo), se sono innocenti stanno pagando ingiustamente il nostro "buonismo". Altro è la lotta alla pirateria che se si fa va fatta seriamente. I russi che hanno semplicemente mitragliato pirati somali hanno mandato a quel paese l'Onu e chi per esso che protestava.

oronzo barberio 14.01.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento

I nostri soldati in mano a una nazione ancora in buona parte primitiva e con la pena di morte,potevamo mandarli nell'Uganda Burundi,forse era meglio,e adesso facciamo la figura del paesello,ma al di sopra di tutto questo c'è la vita di due ragazzi italiani che tocca andare a riprendere!!!

Luciana Lucarellai 14.01.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

All'estero, come italiani, valiamo ZERO.
La mia situazione, simile a molti altri genitori italiani (ed europei) verso la GERMANIA della è ancora peggio. E lo stato non fa nulla mentre persiste il RAPIMENTO dei nostri figli verso quel paese. Giudizi falsi, false traduzioni .. tutte uguali, tutte volte ad annullare il genitore NON TEDESCO, violando i principali diritti umani.
http://www.italiachiamaitalia.net/news/148/ARTICLE/18512/2009-11-10.html
Questa la mia storia, uguale identica a molte molte altre.
Lo stato italiano cosa fa? NULLA. Anzi: aiuta la Germania!!!
Beppe, aiutaci tu!

massimo moltoni 14.01.14 11:07| 
 |
Rispondi al commento

che non debbano essere condannati a morte è una questione di civiltà e non posso che sostenerlo, ma non sono d'accordo sul fatto che non debbano essere condannati per aver ucciso i pescatori che, almeno a quanto si sa finora, non stavano arrembando la nave ma si erano solo avvicinati. Ci siamo indignati, e faccio solo due esempi, per gli assassini del Cernis e di Calipari che gli stati uniti hanno sottratto alla nostra giustizia e ora vorremmo comportarci come loro?

gianni bozzi, roma Commentatore certificato 14.01.14 11:03| 
 |
Rispondi al commento

candidiamoli alle elezioni europee e copriamoli con l'immunitá europea, ne usufruiscono fior di lestofanti, per una volta una cosa giusta.

gianni gusai 14.01.14 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Giornalisti e direttori di testate di carta straccia e televisive (ruffiane) siete le persone che direttamente e indirettamente avete distrutto il paese .
Se verrebbe una guerra civile , voi insieme ai politici sareste in prima fila a prendere piombo.
In nome di una falsa democrazia vi rendete complici ogni giorno del REATO DI TRADIMENTO ALLA PATRIA.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 14.01.14 10:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OK! perfettamente d'accordo con voi, però vi do un consiglio non proponete un referendum anche sui due Marò altrimenti correreste il rischio di avvallare la loro condanna a morte. Guardate come il putridume di sinistra sta gestendo questa disgraziata vicenda, complice anche il silenzio del pdl (fi) tutto preso a difendere le chiappe del padrone.

Maurizio G. Commentatore certificato 14.01.14 10:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono contenta che finalmente qualcuno voglia fare qualcosa. I governi succedotosi in Italia hanno fatto solo chiacchiere. Ritengo però che i cittadini italiani debbano essere messi al corrente della cosa. Non si può agire in sordina altrimenti diventa una dittatura.

Ivana Biasio 14.01.14 10:46| 
 |
Rispondi al commento

Se fossero stati maro' tedeschi, inglesi, francesi, sarebbero a casa propria da un bel pezzo.
Il problema è che abbiamo una classe dirigente e diplomatica che ha la stessa importanza e influenza che puo' esercitare il Congo.
Vedrete che alla fine daremo all'india gli elicotteri che hanno ordinato da Finmeccanica a costo zero, soldi che deruberanno ulteriormente al popolo italiano.
Subito al voto e se perdiamo ci trasferiamo tutti in svizzera.

NOVECENTO SULL'OCEANO Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 10:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io penso che la prima cosa da fare per la delegazione M5S in missione in India sia quella di presentare al popolo e al governo indiano le SCUSE formali del popolo italiano.

Ubaldo Paschini 14.01.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso che uno stato debba avere il prestigio la rilevanza la forza di "difendere" i suoi cittadini incriminati all'estero. Questo allo scopo di garantire un giusto processo e la relativa sentenza con le leggi del proprio paese. Riflettete su quello che comporta per tutti gli italiani nel mondo l'incapacità di essere salvaguardati nel giusto dal proprio paese.

renato vaccaro Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.01.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Benissimo mi domando perche non è stato fatto prima visto che questo governo non ha alcun interesse di salvaguardare l'incolumità dei nostri soldati, mandati in missioni improprie che non riguardano la difesa del nostro territorio. E'forse l'unica soluzione visto ciò che è avvenuto per la signora shalabayeva che grazie all'intervento del M5s abbia potuto avere giustizia e soddisfazione riguardo all'intervento falloso e criminale da parte del governo italiano Adesso non si può più aspettare è necessario porre fine a questa palese ingiustizia.

pistoia franco 14.01.14 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Lungi da me il gettar fango su un'iniziativa a favore dei marò, ma un parlamentare rappresenta i suoi elettori, come non vengono rappresentati tutti gli altri, anche quelli del M5S, a mio avviso, prima di partire, dovrebbero spiegare le loro vere motivazioni, sedare i colpevolisti a tutti i costi (letti in questo blog). Grillo è la prima volta che lo sento parlare della vicenda..... ritengo vadano date le motivazioni.... non capisco se la missione sia informativa o altro. Se fosse informativa, vorrei capire quali siano le informazioni che vanno cercando, se fosse per portare le ragioni dell'innocenza, vorrei comunque capire le carte che hanno in mano o quali utilizzeranno. Se la missione è solo quella di scongiurare l'applicazione della Sua Act 2002..... non credo che sia la loro presenza che influenzi le decisioni della Nia. http://opinioneitalia.blogspot.com/2014/01/enrica-lexie-analisi-tecnica-di-luigi.html?spref=fb

Nicola Marenzi 14.01.14 10:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dato che ci siete fate anche una visita a Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni, rinchiusi dal febbraio 2010 in un carcere indiano e condannati all'ergastolo. Grazie ragazzi.

http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/263194/trincia-italiani-allergastolo-in-india.html

http://www.levocidelsilenzio.com/?p=313

Saverio S. Commentatore certificato 14.01.14 10:02| 
 |
Rispondi al commento

E vabbé, in fin dei conti, erano solo due poveri pescatori, per giunta Indiani. E poi, tanto, sono quasi un miliardo, due più due meno.

antonio d., Carrara Commentatore certificato 14.01.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno a tutti,
era meglio se nel 2013 i Marò rimanevano in Italia, poi ci avrebbe pensato il più grande potere mondiale "l'economia" a mettere a posto la situazione..
Mi limito solo nel dire questo..
Buona giornata
RA

Roberto Attanasio, Vicenza Commentatore certificato 14.01.14 09:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per una buona informazione (che Grillo predilige) è necessario dire che i due eroi non sono detenuti nell'ambasciata di nuova delhi, pur essendo accusati di un crimine efferrato (da provare naturalmente nella giusta sede), sono liberi a Delhi e scorazzano e se la godono.Non dimentichiamo che i due comunque sono indiziati in Italia per vari reati ed infatti hanno ricevuto avvisi di garanzia. Per quanto riguarda "il governo indiano deve ascoltarci perché saremo noi il futuro governo" mi suona proprio da politici arroganti vechio stile, un peccato per un movimento innovatore quale M5.

Piero Cerri 14.01.14 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Bene fanno i rappresentanti del m5s ad andare in India per sentire come stanno le cose. Ma ciò che dovranno ottenere è solo che venga impedito che i due marò vengano giustiziati.Perché se i reati loro ascritti sono confermati, confortati da prove, non si può far altro.
Qualche anno fa hanno giustiziato un italiano in USA; un caso che lasciava molta perplessità sui motivi che lo avevano portato ad una sentenza di pena capitale.
L'Italia non si è mossa granché e ha lasciato fare. Non è che ora con i due marò succederà la stessa cosa?

Francesco L. Commentatore certificato 14.01.14 09:42| 
 |
Rispondi al commento

I processi ai nazisti che hanno commesso crimini in Italia, li hanno processati in Germania, o li abbiamo(o quanto meno, avemmo voluto) processati in italia?

antonio d., Carrara Commentatore certificato 14.01.14 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ben fatto , andate a riscattare la liberta , l' immagine e la dignità del' Italia, questi quattro ladri di galline del Governo Monti hanno barattato la libertà dei Marò contro la vendita degli elicotteri Agusta Bell , ora vorrei che "loro" si recassero in India a consegnarsi quali sostituti dei nostri soldati . Monti,Fornero,Cancellieri e compagnia li vedrei proprio bene nelle carceri Indiane.

giorgio roveda, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 09:25| 
 |
Rispondi al commento

La Alexia può viaggiare a una velocità di 18 kn (1kn = 1 miglio marino = 1856 metri.
La barca da pesca dei 2 pescatori, la Anthony, può raggiungere al massimo 8 kn (nodi).
La Alexia, è lunga 250 metri e alta 27 metri, la Anthoni, 11metri e alta 4 metri.
Dicono che la Alexia era in acque internazionali, comunque, basta controllarne la scatola nera.
Peccato che la scatola nera, è stata cancellata.
Siamo rimbambiti, o ci vogliono fare passare da tali?
O meglio, vogliamo fare passare da rimbambiti 1 miliardo di Indiani?

antonio d., Carrara Commentatore certificato 14.01.14 09:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo i bacetti a Bersani di Grillo adesso Di Battista si prodiga per due palestrati, montati e viziati che hanno fatto i rambo contro due pescatori e cioè dall'alto del loro coraggio hanno sparato dalla nave a ben adeguata distanza colpi di mitraglia per uccidere...
Bene di battista dopo i bacetti a bersani e la vostra umanità nei confronti dei marò mentre qui state facendo marcire gente in miseria, la prossima vostra mossa quale sarà, quella di fare la grande coalizione con PD e NC e FORZA ITALIA ?
Aspettiamo con ansia le vostre prossime mosse, anzi un'altra bella e vigorosa virata verso DESTRA anzi verso quel placido e platinato ma puzzolente "paradiso" che voi chiamate CASTA !!!
BUON VIAGGIO ONOREVOLE DI BATTISTA PORTI I NOSTRI SALUTI ALLE FAMIGLIE DEI PESCATORI MORTI.

Paolo Bianchi 14.01.14 09:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grandi! Finalmente! Ci vogliono i fatti e non le sole parole!!!!!!

Lucy Cerry 14.01.14 09:18| 
 |
Rispondi al commento

Vedo che in molti ancora danno per scontato che i due militari siano colpevoli. Non è così, ogni elemento che si raccoglie sulla vicenda conferma che da parte indiana c'è stata una ignobile montatura, e che per tenere in vita la montatura hanno dovuto agire incartandosi sempre di più contro i diritti della difesa, producendo prove fasulle etc. arrivando ormai a pretendere l'incriminazione in base alla legge Sua Act che non solo prevede la pena di morte, ma rovescia l'onere della prova a carico dell'accusato.
E quindi un processo di stampo medievale, come quelli della caccia alle streghe.
Solo l'inerzia e l'ignavia dei governi italiani gli hanno permesso di farlo, perchè c'era e c'è da proteggere interessi miliardari della Prima Tessera, dei Vicepresidenti di partito e di ragionieri dal losco passato.
Dimostratemi il contrario se ne siete capaci, oppure piantatela con questa buffonata di andare a leggere la verità sui giornali indiani.

http://www.seeninside.net/piracy/pdf/inizio_vicenda_100114.pdf


Per quanto mi riguarda potete farvi tutte le gite all'estero che volete, a patto che non sia Pantalone a pagarvele.
Relativamente al caso Shalabayeva, non c'è nulla da vantarsi, per una persona che ha più di un passaporto e che è sposata con un soggetto che ha problemi con la giustizia europea.
Relativamente ai Marò, premesso che qualcuno prima o poi ci dovrà spiegare perchè erano stati "noleggiati" a una nave privata visto che nel golfo di Oman ci sono dei Mercenari che lo fanno di professione, è un problema di Politica estera con un ex colonia Britannica(non sarebbe il caso di chiedere aiuto alla gran bretagna ) che non ha mai rispettato i diritti umani. Quindi buona gita in india, godetevi il paesaggio

Claudio 14.01.14 09:15| 
 |
Rispondi al commento

Due "fucilieri di marina" (E.I.) impegnati a difesa di una nave privata contro la pirateria (sarebbe interessante sapere se il proprietario della nave paga per questo servizio)sotto processo in uno Stato Estero presumibilmente "amico" dell'Italia : che c'è di anormale? Non fa parte del diritto internazionale svolgere i processi laddove vengono compiuti i reati? Pretendere l'impunità fa parte di una concezione di sudditanza nei rapporti fra alleati, come nel caso della tragedia del CERMIS dove i nostri "alleati" USA hanno preteso ed ottenuto l'improcessabilità in Italia degli aviatori coinvolti. Pretendiamo di fare la stessa cosa noi con l'India ? Peraltro mi sembra di aver capito da notizie di stampa che la vicenda si sia complicata per l'intreccio con una storia di forniture militari dell'Italia (AGUSTA?) all'India, o mi sbaglio? Il mio parere è che si dovrebbe lasciar celebrare il processo e poi intervenire (sempre nel rispetto del diritto internazionale) Per riportarli in Italia a scontare l'eventuale condanna (come è avvenuto per Silvia Baraldini e Pietro Venezia, ad esempio).Perciò mi chiedo cosa vanno a fare i parlamentari Italiani di qualsiasi appartenenza in India? I nazionalisti dell'ultima ora?

Donato Paradiso 14.01.14 09:14| 
 |
Rispondi al commento

Che siano Colpevoli o Innocenti,devono essere Giudicati con un giusto processo e la garanzia dei loro diritti.Lasciarli in India è lasciarli in mano ad un Paese che libera i Violentatori e Seviziatori di Bambine e Donne e che si arroga il diritto di Giudicare azioni commesse in Acque Internazionali e quindi fuori dal loro territorio e competenze.Tutto il resto è Ideologia e Aria Fritta..!!

Samuele Samperi (samsampei), pesaro Commentatore certificato 14.01.14 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace leggere una molteplicità di commenti dove si pensa che i due maró debbano pagare senza una valida difesa.Attenzione,io sono stato a bordo di mercantili italiani in acque infestate da pirati..scortati dai Maró da Djibuti fino alle coste dello Sri Lanka.Questi ragazzi non sono addestrati ad avere il grilletto facile,ma devono prendere delle decisioni per portare a termine il loro lavoro.. trall altro non percepiscono indennizzi validi per queste missioni,lo stipendio a fine mese per i militari è praticamente lo stesso di quando sono a casa.. se sono colpevoli pagheranno,ma vorrei solidarietà..movimento 5 stelle buon lavoro

andrea cancellerini 14.01.14 09:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma chissenefotte dei marò, per favore...

Gianmaria Valente (cu chulaìnn) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.01.14 08:58| 
 |
Rispondi al commento

Innanzi tutto grazie ai parlamentari del M5S che con vero coraggio affrontano questa triste vicenda!
Vorrei ricordare ai tanti perbenisti e puristi,che su questa pagina hanno scritto i loro commenti,che i nostri Marò sono Persone e Italiani non delinquenti comuni e in missione per conto del Governo e della Comunità Internazionale al quale l'India ha aderito per difesa contro la pirateria.
Se esiste la pirateria è certamente per fame e il Governo Indiano o le Multinazionali pensino a sfamarli invece di straguadagnare e permettere il fenomeno piratesco.
Se i Marò sono ancora in India è anche per volere di certi produttori Italiani.
I Passi Storici sul Battaglione San Marco non c'entrano un fico secco,la storia è di oggi.
I Denari,€ 150.000,sono troppo pochi per risarcire le famiglie,se gli avessero dato € 1.000.000 a famiglia sarebbe stato più giusto,anche se questo non li riporterà in vita.
Con assoluto rispetto per le famiglie dei pescatori,se dei denari fossero stati dati anche al governo indiano come riparazione e come risarcimento i Marò probabilmente sarebbero a casa,ma i nostri Politici preferiscono aumentarsi i loro stipendi.
Fosse toccato a un Monti rimanere in ostaggio, tempo poche ore sarebbe stato già a casa,ma la vita dei Marò evidentemente è meno importante.
Non si rendono conto questi nostri politici,mollicci rappresentanti dell'Italia,che rendono ridicola l'immagine del Paese,sempre pronto a calare le brache a chi gli mostra i denti ma pronti a sbranare i cittadini onesti soverchiandoli di tasse e lasciando dell'Italia un'immagine ridicola.
Per quanto riguarda i Marò non ci sono prove ma sembra che a sparare siano stati da una nave greca e anche se fossero stati i nostri Marò dubito abbiano sparato intenzionalmente su dei pescatori,probabilmente con le giuste regole d'ingaggio o forse per errori umani da una parte o dall'altra,ma da quelle parti accadono molte cose che dall'Italia sono difficili da giudicare.
In Bocca al Lupo M5S e Buon Lavoro!!!

Tebaldo Di Sabatino 14.01.14 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma voi siete pazzi... ma come sequestrati' quei due esaltati hanno ucciso due innocenti di cui uno era un giovane che per mantenere le sue due sorelle faceva il pescatore. Questo M5s sta diventando peggio della Lega. Prima la stupidaggine sulla bossi fini ( e la rete vi ha dato torto) ora questa ma datevi un regolata!

gaetano de roberto 14.01.14 08:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BraVi. AVanti così . Forza Beppe, forza ragazzi e ragazze sincere del MoVimento.

Marcello G., Milano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 08:14| 
 |
Rispondi al commento

Leggittimo far chiarezza sulla vicenda, ma non mi pare giusto il volerli liberi a priori.. se hanno sbagliato devono pagare. Non c'è scusa che tenga. E se hanno sbagliato in un'altro paese devono essere giudicati in base alle leggi di quel paese purtroppo..
(Chissà che gli passi la voglia di obbedire cecamente agli ordini e che imparino ad usare la LORO testa come dovrebbero fare tutte le forze dell'ordine Italiane, dai carabinieri alla polizia)

Michael Girotto 14.01.14 08:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non so' se questa area e' idonea x risolvere un problema
circa 1 anno fa' iscrivevo mia madre al blog ma avendo la casella postale inattiva l'ho registrata con la mia email.
ora che volevo iscrivermi anche io non posso accedere x l'iscrizione xche' mi da error
come posso fare x cancellare mia madre e riiscriverci tutti e due?
un abbraccio a tutti

marco salerno 14.01.14 08:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono del parere che chi sbaglia paga , hanno ammazzato dei pescatori ? bene , allora si meritano quantomeno l ergastolo , certo non la pena di morte in quanto non è prevista in italia , ad ogni modo non erano in missione di pace o a fare del bene , sono soldati , se avessero seguito le regole d' ingaggio non sarebbe morto nessuno , chiari è bene perche il nostro governo no farà mai niente , ma sono contrario del rimandarli a casa senza essere puniti , vogliamopensare a come si sono trovati i famigliari delle vittime , o non importa perche sono solo pescatori indiani ???

Piero Mazzoni, raxpieros@gmail.com Commentatore certificato 14.01.14 07:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo che la pena di morte sarebbe un crimine. Anche perché i nostri due baldi "eroi" si spera non avessero - se sono loro che hanno sparato - l'intenzione di uccidere.
Gli spetta un regolare processo con l'esposizione chiara di tutte le prove in mano ai giudici indiani.
Lasciamo al camerata La Russa - ideatore delle scorte armate militari su navi di armatori privati - il nazionalismo da quattro soldi.

mario45 massini, roma Commentatore certificato 14.01.14 07:26| 
 |
Rispondi al commento

Voglio richiamare l'attenzione sulla natura diversa dei due casi.
Vi Sono commenti condivisibili tipo quello di Andrea Fiorito, Marco Biti, Johnni Gaspari, Marco P.Civitavecchia.

Pensate che due sentinelle possono sparare a piacimento? Non è così.

Voglio credere che nessuno di tutti quelli che hanno lasciato un commento avrebbe sparato come i due marò assassini. Io avrei giustamente monitorato il comportamento della barca con i due pescatori. In ultima analisi se fosse rimasto in me qualche dubbio avrei aperto un fuoco di sbarramento ad una distanza di sicurezza davanti la barca che sarebbe servito di avviso ai due poveri cristi che, a casa loro e onestamente al lavoro, hanno avuto l'ingenuità di pensare che la nave, grande e grossa, fosse condotta con la responsabilità dovuta. Il fuoco di sbarramento avrebbe reso noto, attraverso l'inversione di rotta e fuga dei due sventurati, ai due marò che non si trattava di pirati. Cari cittadini non si tratta di tifare per chi sa rirare il calcio di rigore per la propria squadra. Consiglierei alla delegazione del M5S che vuole recarsi in India di andare a trovare le famiglie dei due pescatori assassinati assicurandogli un equo risarcimento del danno subito. Credo che tutti dovremmo considerare che la vita dei due padri famiglia, anche se solo pescatori non ha prezzo, specie per i propri familiari. Con questa consapevolezza bisogna informarsi dello sviluppo di tutta la vicenda provocata senza alcuna necessità dai due marò. La compagnia proprietaria della nave deve risarcire il danno, ha già provveduto? Questo credo che dovrebbe essere il compito primo di una civile delegazione di un movimento politico che si candida per il governo dell'Italia.

antonio 2014 14.01.14 03:26| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungo una postilla a quanto già da me scritto in un commento precedente: non mi piace molto che il M5S (e qui segnatamente la "Commissione affari esteri M5S Camera") chiami confidenzialmente col nome di battesimo ALMA la signora Shalabayeva.
La vicenda triste e squallida di cui è stata vittima assieme alla sua bambina di 6 anni ha gettato un grave discredito sul nostro Paese e sul suo governo (ripeto: il colmo è il ministro degli Interni Alfano che "non ha colpa perché NON SAPEVA", il che è anche molto PEGGIO!). E mi sta bene anche che la delegazione del M5S si sia recata in Kazakistan per conoscere meglio i dettagli del pasticciaccio brutto con cui le nostre Istituzioni hanno permesso ad un ambasciatore straniero di abusare della nostra sovranità nazionale.
Tuttavia non mi pare opportuno fraternizzare con una persona che, pur nella fattispecie vittima di abuso istituzionale, resta la consorte di un personaggio discusso e discutibile (Mukhtar Ablyazov) che solo un eccesso di benevolenza filoatlantica può gratificare con la qualifica di "dissidente".

Non vorrei che, al ritorno dalla missione in India del M5S (iniziativa certamente lodevole) i rappresentanti del MoVimento, conosciuti personalmente Latorre e Girone (certamente vittime di una concezione quantomeno creativa del "diritto internazionale" e meritevoli di un giusto processo), facessero sfoggio di indebita confidenza con i cosiddetti "nostri due Marò" (sospetti assassini di due pescatori padri di famiglia) riferendosi a loro come Massimiliano e Salvatore.
Per favore, queste cose lasciatele a Fratelli d'Italia.

Mi sembra opportuno distinguere (quantomeno nelle sedi ufficiali e nei comunicati del MoVimento) tra il Diritto e la persona.
Un abuso istituzionale resta tale a prescindere dalla rettitudine o dalla simpatia della persona che ne è stata vittima, così come il diritto a un giusto processo è dovuto a chiunque sia l'imputato.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 14.01.14 02:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aspettavo questa Vostra presa di posizione e azione in merito a questa vicenda che presenta dei lati oscuri, o perlomeno forse non resi noti da chi sa bene come sono andate le cose.
È giusto che si sappia la Verità.
Buona missione ragazzi del M5S.

Carlo 14.01.14 01:14| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dirà che i "grillini" sono matti, degli illusi, che si sono montati la testa ecc. ecc.
Io trovo che questi attivisti siano dei creativi, dei coraggiosi, uomini e donne determinati, che non si lasciano smontare dalle difficoltà, per i quali i problemi non sono mai ne troppo grossi ne irrisolvibili. Auguro a loro il successo che finora è venuto a mancare ai rinunciatari, a quelli che vorrebbero ma non possono, a quelli che sanno tutto loro. Coraggio ragazzi, tutti vi saranno grati per averci almeno provato. GRAZIE

Rodolfo Bolla 14.01.14 01:10| 
 |
Rispondi al commento

Il dilettantismo con cui è stata gestita l'intera vicenda dei cosiddetti "nostri due marò" fa ribrezzo sotto ogni punto di vista e resterà una macchia indelebile a carico dei due governi alla napolitana (Monti prima e Letta-nipote dopo).
Tuttavia, tra le cose che fanno ribrezzo, vi è anche la stessa missione antipirateria in cui Latorre e Girone operavano, fucilieri militari su navi civili (a quale catena di comando rispondevano -comandante della nave o quale comando militare?- e con quali regole di ingaggio?... boh!), un accrocchio approvato frettolosamente da un parlamento guerrafondaio ansioso di impiegare un'Italia con le pezze al culo nell'ennesima "missione internazionale".
Cosa dire della versione sostenuta inizialmente dall'Italia (senza opportune verifiche) e della perizia tecnica redatta da tale Luigi Di Stefano, un neofascista finto ingegnere che più screditato non si può?
E parliamo poi del rientro a casa dei due militari per lo scorso Natale: accolti come Eroi Nazionali (raccapricciante la scena all'aeroporto dove fu allestito un pulpito per dar sfogo alle esibizioni di orgoglio famigliare e patriottico dei parenti), e ricevuti come Eroi financo al Quirinale, sebbene il sospetto che si tratti di due squallidi assassini -nonostante siano certamente vittime di un diritto internazionale assai labile- permane! Avevamo dato la nostra parola, ce la siamo rimangiata, anzi no... e poi pretendiamo serietà dall'India?
E che dire della strumentalizzazione di Latorre e Girone in chiave elettoral-fascistoide, con la candidatura tenuta in caldo da Fratelli d'Italia?

Questa storiaccia ricorda tanto quella di Alma Shalabayeva e della sua bambina: il ministro Alfano assolto dalle sue responsabilità perché "non sapeva" (ma non è peggio?) A nulla serve che la "cocciutaggine" di Emma Bonino serva ora a dare asilo alla moglie di un ladro e truffatore internazionale. Resta che, a casa nostra, un ambasciatore straniero l'avrebbe fatta sotto il naso al ministro degli Interni.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 14.01.14 01:02| 
 |
Rispondi al commento

Bravi avanti così

aurelio m., genova Commentatore certificato 14.01.14 00:54| 
 |
Rispondi al commento

forza M5s. la giustizia seguira il suo corso .sono colpevole di un crimine ovvio,ma se questa storia avra una fine questa dovra essere almeno dignitosa nelle patrie galere.

bruno l., milano Commentatore certificato 14.01.14 00:41| 
 |
Rispondi al commento

ben detto ma speriamo sia ben fatto, non per Voi ma per quel che troverete là in India. Prestate attenzione alle chiacchiere degli Indiani ma maggiormente vi raccomando le kazzate che vi verranno propinate alla nostra Ambasciata, ci sono già passato io. Sicuramente cercheranno di farvi credere che loro hanno fatto il possibile, che si sono mossi andando a visitare, a trovare e altro, solo kazzate, penso sicuramente che vi faranno parlare con gli avvocati Titus che hanno dapprima difesi i marò, certo ottimi avvocati ma amici dell'Ambasciata, chissà perchè intervengono solo e sempre loro chiamati espressamente. In tanti altri avvocati vorrebbe intervenire nella difesa di casi che si verificano e invece sempre loro. UN CONSIGLIO, CHIEDETE DI PRENDERE VISIONE DELLE FATTURE INVIATE FINO AD OGGI PER LA DIFESA, SPESE TRASPORTO E MOVIMENTO IN INDIA E PER ITALIA, SPESE MANTENIMENTI DI DEMISTURA E ALTRI FUNZIONARI IN INDIA insomma cosa è stato speso fino ad oggi per questo caso, penso sarà una cosa impressionante. Chi ha ordinato alla nave di fare rientre in India dalle acque internazionali e chi ha autorizzato la polizia indiana a salire sulla nave trattandosi di extraterritorialità, il console o chi??? e l'amatore da Napoli che parte ha avuto?????? sono a vostra disposizione.... ho fatto 3 anni di battaglia con l'India, VINTA..... senza l'aiuto dell'Ambasciata...

giovanni falcone 14.01.14 00:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma vai a leggere un po' di diritto internazionale e poi parla...

Valeria 14.01.14 00:38| 
 |
Rispondi al commento

Giacché andate in India a trovare i maro ' fate anche un salto a trovare le famiglie dei due pescatori morti ammazzati ( probabilmente dagli stessi fucilieri ) .
Non dimenticate che non si tratta di militari di leva bensì sono professionisti ben pagati consapevoli delle proprie responsabilità in campo militare ! Smettiamola quindi con questa falsa e ipocrita costruzione artificiosa di eroi da Italietta Umbertina ........... Se questi due risulteranno colpevoli al processo dovranno pagare scontando la pena che meritano in qualsiasi modo !
Bisognerebbe invece rimanere in Italia a parlare di lavoro andando a trovare le famiglie di quei lavoratori che lo hanno perduto ..........i viaggi in India lascerei fare alla Bonino o a Mauro .......

Maurizio Bottaro 14.01.14 00:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

x fortuna, cercate di fare qualcosa perchè con la credibilità di questo governicchio i due poveri ragazzi l'Italia non la vedono più!!!!!!!!

Maria Marcianò 13.01.14 23:42| 
 |
Rispondi al commento

Questo governo non perde occasione per dimostrare la sua nullità e inconsistenza...oggi ascoltavo alfano che si vantava che giustizia era stata fatta perchè sono riusciti ad arrestare 4 malviventi rumeni....non si può più accettare questa odiosa propaganda spicciola!Vomitevole!
E la Bonino?Da quando è ministro degli esteri non ho ancora avuto il piacere di ascoltare una sua dichiarazione sulla questione....per non parlare poi dell'immagine di paese senza palle che diamo all'estero,umiliati in modo assurdo...insomma acqua da tutte le parti!

Rita Zingaro 13.01.14 23:28| 
 |
Rispondi al commento

l'unica è un'azione di forza: alla rambo. ah già, gli itaGliani nun semo cosa... volemo fa le cose "arregolàri"...

Biagio C. Commentatore certificato 13.01.14 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ed ecco che pure il M5S va a far un po di campagna elettorale ...

Personalmente il voto ve lo do a prescindere dai marò ... anzi a mio parere sarebbe giusto che venissero giudicati in India visto che in ogni caso han sbagliato più di una volta:
- han ucciso 2 pescatori credendoli pirati
- se come dicono erano in acque internazionali, avevano solo da non andar ad attraccare nelle acque territoriali indiane

lasciateli giudicare agli indiani evitate di portarli qui per dargli una medaglia a dimostrazione dello schifo italiano

Nicolas G., Canelli Commentatore certificato 13.01.14 22:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...finalmente ora , con questa delegazione 5*,succedera' qualcosa di positivo per i nostri militari.

ETTORE L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 22:31| 
 |
Rispondi al commento

Sono molto contento di sentir parlare di onore di bravi ragazzi e di eroi. Manca solo Dio e la patria poi siamo al completo. Forse La Russa ci ha anticipato perché magari poteva il M5S candidarli a qualche elezione. Penso che questi militari professionisti sappiano anche quali siano i rischi che corrono nelle loro missioni. La pena di morte è inaccettabile per chiunque, anche per i due poveri pescatori.

fabio sartor 13.01.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei far notare a tutti coloro che hanno commentato che il fatto che siano o meno innocenti e che abbiano o meno commesso i fatti di cui sono accusati è del tutto irrilevante.
M. Latorre e S. Girone sono due militari della Marina Militare Italiana e operavano per conto dello Stato. Inquanto tali, la convenzione di Ginevra e in genere tutto il diritto internazionale prevede che siano giudicati O dal proprio paese O da un tribunale internazionale. In nessun caso, in NESSUN CASO possono essere giudicati da un tribunale straniero perché NON SONO COMUNI CITTADINI MA MILITARI.

Bruno Pacini 13.01.14 22:13| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al governo italiano non interessa cosa succede agli italiani all'estero, infatti al governo italiano non interessa cosa succede agli italiani in Italia! Solo l'Italia manda i propri cittadini all'estero per essere processati, cosa che gli Stati Uniti non faranno mai!

Nunzia Rosmini Commentatore certificato 13.01.14 22:12| 
 |
Rispondi al commento

Se hanno sbagliato, essendo militari, devono pagare in patria.
Riportateli a casa, ragazzi.
Tanto finchè non ci pensano i 5Stelle in Italia tutto dorme.

Massimiliano C., Nuoro Commentatore certificato 13.01.14 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Dò per scontato che andrete a sentire anche la contro-parte, i due pescatori uccisi,voglio dire. Cercate la Verità, qualunque essa sia è solo una. Se i marò sono colpevoli è giusto che paghino, le loro vittime non torneranno mai più a casa.

claudio n., desenzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.01.14 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siete grandi, Non c'è altro da aggiungere!

Roberto Cigala 13.01.14 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ragazzi. Ovviamente la siatuazione è doversa rispetto a quella kazaka. Il Kerala contro il governo centrale, le prove di muscoli, e l'inesistenza dell'Italia nel panorama sono elementi a sfavore. Quello che porterete a casa è comunque guadagnato.
Se poi aggiungiamo alcuni commenti che ho letto, cadono davvero le palle. Qualsiasi altro paese minimamente dignitoso avrebbe mandato le portaerei, noi che non contiamo un cazzo ... se non interviene l'europa siamo persi.
Ma autori dei post del caxxo, vi siete informati sulle regole di ingaggio? Vi siete informati sul fatto che quella grande mente di la russa (le minuscole sono d'uopo) ha fatto accordo con le compagnie armatoriali per cui sulle navi a rischio assalto pirata (nelle aree in cui il riscio esiste) lo Stato avrebbe fornito militari a difesa delle navi come fossero mercenari privati?
Chi si è informato sul fatto che in questo caso i militari svolgono azione propria delle forze armate e quindi di difesa del suolo nazionale (questo sono le navi battenti bandiera italiana quando sono in acque internazionali!!), ma con la piccola differenza che il cogl...ne di la russa ha "dimenticato" di specificare la linea di comando in caso di incidente. Il comandante civile della nave, quindi comanda le forze armate, in quel caso, senza averne la minima competenza!!! E non ci si dimentichi che i pirati non è che battano il jolly joker. Utilizzano proprio barchette di pescatori (a proposito, che si avvicina a fare un piccolo peschereccio a una petroliera? stende le reti o vuole vendere il pesce?)
Da qui il casino dell'attracco in porto. La farsa del rientro, non tornano in India ... e invece si perché così hanno comandato i potentati economici a quel bastardo di monti. E il balletto continua con quella insulsa della bonino e quell'inesistente di letta.
Andate ragazzi. Spero, ma temo che non finisce bene

Stefano A., Tremestieri Etneo Commentatore certificato 13.01.14 21:47| 
 |
Rispondi al commento

La vicenda dei Marò è una vicenda torbida perche i vertici Italiani della difesa e il ministro di allora, hanno peggiorato una situazione già grave.
Con l'arroganza e il pressapochismo che li distingue pretendevano di portare i panni sporchi subito a casa, per poter gestirli all'italiana.
Ancora oggi non viene ufficialmente informata l'opinione pubblica italiana sui fatti realmente accaduti ( ricordiamo che sulla nave erano presenti altri Marò ) questo perchè non si vuole ammettere di fronte l'opinione pubblica, che i due Marò hanno commesso certamente in modo involontario un'omicidio. E' stato sicuramente un errore anche se ciò ha provocato la morte di due persone, ma sono convinto che le autorità indiane ammettendo subito ciò, avrebbero gestito la situazione in modo molto diverso.
Sicuramente l'atteggiamento delle autorità italiane e il messaggio che le stesse facevano diffondere ai media italiani ( li descrivevano eroi ) ha indisposto non poco le autorità indiane e ha portato a questa situazione di stallo che alla fine ha danneggiato soprattutto i due Marò.
Sono convinto che la missione della delegazione del M5S, saprà ricucire questo strappo e risolvere in modo positivo la questione, ciò perchè il M5S quando dialoga lo fa in modo sincero e costruttivo senza doppi fini e per il bene comune.

Marco Pezzin 13.01.14 21:40| 
 |
Rispondi al commento

Se 2 militari indiani su una nave mercantile indiana, al largo della sicilia, avessero sparato su ciccio e franco pescatori siciliani. Acchiappati i militari indiani , che direbbero oggi i ns. italioti a proposito.

vanni . p... catania 13.01.14 21:34| 
 |
Rispondi al commento

Molto interessante, ottime basi ed idea, tutto bello, poi arrivo a: > e scusate, mi cadono le palle. E tiratevela un po' di meno, che cavolo!

ps. ho votato m5s e sono un sostenitore del movimento, credo nelle vostre capacità e vi rivoterei... ma non sopporto chi se la tira e già si sente l'alternativa, il vincitore, il salvatore dell'umanità, è più forte di me. Fatevi un favore

Marco Bortone 13.01.14 21:30| 
 |
Rispondi al commento

BRAVI, fatevi consegnare la Scatola nera della nave!
Cooosaaaa? la scatola nera è stata cancellata?

antonio d., Carrara Commentatore certificato 13.01.14 21:12| 
 |
Rispondi al commento

Era ora. Non so cosa stavate aspettando. Bene cosi.

salvio manno, milano Commentatore certificato 13.01.14 21:05| 
 |
Rispondi al commento

I dati registrati nella scatola nera dell' Alexia, dovevano essere conservati per 24 ore, poi cancellati, salvo avvenimenti importanti.
Ma che importanza volte avessero, la morte per fucilazione di due poveri pescatori, per giunta, indiani.

antonio d., Carrara Commentatore certificato 13.01.14 21:00| 
 |
Rispondi al commento

I mai rò, hanno detto di aver sparato in aria per intimidazione. Poveracci, come facevano a sapere che i pescatori indiani usano barche volanti?

antonio d., Carrara Commentatore certificato 13.01.14 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Si faranno consegnare la scatola nera della nave, così, potranno constatare che la nostra nave era in acque internazionali.
Acc. peccato! La scatola nera è guasta.
CHE JELLA!

antonio d., Carrara Commentatore certificato 13.01.14 20:49| 
 |
Rispondi al commento

VOI SIETE SPLENDIDI !!
Riassumete le qualità dei giovani: azione, grinta, decisione, buona volontà, problem solving, capacità di sdrammatizzare, tenacia nella giustizia e nell'onestà.

VOI SIETE SPLENDIDI !!!

Silvia P. Commentatore certificato 13.01.14 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Dei due marò non me ne frega un cazzo... comunque starò attento a non pescare vicino alle navi militari italiane.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 20:33| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ragazzi! Siamo sempre con voi!

piovesan marco (spaccolasfalto), padernello Commentatore certificato 13.01.14 20:15| 
 |
Rispondi al commento

NON E' CAMBIATO NULLA "ED IO PAGO".

giuseppe maietti 13.01.14 20:08| 
 |
Rispondi al commento

E pensare che alcuni di noi hanno portato avanti la candidatura, a Presidente della Repubblica, di quella vecchia, decrepita (che Napolitano ha voluto come ministro, sic!) della Bonino!!!
Questa deficiente (da deficiere= mancanza di...) è sempre in piedi, come quella vecchia réclame di "ercolino sempre in piedi", con qualsiasi governo di centrodestra o di centrosinistra ha sempre fatto parte della compagine di governo!
Ora vengo al punto! Che cosa ha fatto, questa inetta ministro, per i due marò...risulta solo passarelle, come per la faccenda Kazaka, dov'era lei, eppure è stata premiata come ministro per gli affari esteri
Questi radicali, con lo 0,7, sono una lobby, sono infilati ovunque, esempi a iosa: quagliarello, bonino, della vedova, capezzone, giachetti etcc...
Andate voi a parlare con gli indiani, perché questi ne fregano di quei due poveri ragazzi e pensare che sono lì da 2 anni!!!
Il governo alfaletta si deve solo Vergognare!!!

Antonio Marasco, Rogliano (CS) Commentatore certificato 13.01.14 20:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUESTO E' UN PAESE CHE NON HA ORGOGLIO.
SE FOSSE CAPITATO AI FRANCESI IL COSO MARO'
COME AVREBBERO REAGITO ? (SONO STATI PRESI IN ACQUE INTERNAZIONALI) SICURAMENTE NON AVREBBERO PERMESSO DI FARLI ARRESTARE E PORTARLI IN INDIA.
IL NOSTRO PAESE HA DIMENTICATO COS'E' L'ONORE !
UNO STATO CHE NON DIFENDE I PROPRI MILITARI CHE STATO E' ?
MI VIENE IN MENTE IL PRESIDENTE PERTINI, A QUEST'ORA SI RIVOLTA DALLA TOMBA, IN CAMBIO NAPOLITANO SI PREOCCUPA DI TENERE IN PIEDI UN GOVERNO CHE NON GOVERNA.
BRUNO VESPA PENSA A LITIGARE CON BAUDO E FESTEGGIA I 60 ANNI DELLA RAI, INVECE DI PENSARE A COSE PIU' SERIE E URGENTI, (VEDI I DUE MARO') IN MANO A UN PAESE CHE IN QUESTO MOMENTO HA LE ELEZIONI POLITICHE, CHE SICURAMENTE FARANNO A GARA PER FARLI CONDANNARE.
ITALIA, ITALIA DI TERRA BELLA UGUALE NON C'E' NE', MA DI GENTE DI M.... C'E' NE TROPPA.
4

umberto balsamo 13.01.14 19:59| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Esprimo la mia opinione da ignorante in materia quale sono e ignorando eventuali accordi tra i due paesi, trovo indecente che due militari in missione, ammesso ma non concesso che possano aver sbagliato (Ho forti dubbi in merito), in base a quale strano principio vengono processati in un paese straniero? Fatti accaduti palesemente in acque internazionali e a bordo di nave italiana. La soluzione a parer mio è semplice espulsione immediata di tutti i dipolomatici Indiani, nonchè dei cittadini che per qualsiasi motivo si trovino sul territorio Italiano, rompere i coglioni a Bruxell per concordare in sede comunitaria una strategia e rompimento m,assimo alle nazioni unite, oppure dobbiamo pagare sti due baracconi solo per farci rompere le balle su scemenze colossali? Scusate se mi sono espresso male ma a sentire parlare ancora dei nostri militari mi fa infuriare.

MRoberto (Udine) 13.01.14 19:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

BRAVI ANDATE E PORTATECI LA VERITA'...POI GIUDICHEREMMO....W IL M5S

deu seu (gundar), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Giusto che i nostri parlamentari si rechino in India.La visita si deve basare su due principi fondamentali.Il principio che chi è accusato venga processato in tempi brevi con tutte le garanzie, secondo le leggi dove è stato commesso il reato.
Il secondo principio è che chi è stato ucciso ottenga giustizia.
Certo su una cosa non sono daccordo,l'India aveva garantito che non avrebbe permesso la pena di morte anche se il suo ordinamento la prevede,adesso non sembra così sicura di mantenere la parola data.

Una considerazione soltanto,se i nostri marò avessero ucciso due marinai Francesi le considerazioni dell'opinione pubblica sarebbero state uguali?Non credo.La vita umana deve avere sempre lo stesso valore

tommaso carichino Commentatore certificato 13.01.14 19:22| 
 |
Rispondi al commento

va bene così

corrado 13.01.14 19:13| 
 |
Rispondi al commento

A noi non è dato di sapere come siano andate realmente le cose.
Se erano in acque internazionali o in acque territoriali indiane.
Se hanno rispettato le regole di ingaggio, oppure no.
E di certo “non mi fido” delle notizie fatte trapelare dagli organi di informazione di regime i quali, a mio parere, sono asserviti alle lobby politico mediatiche, sempre e comunque.
E non solo quando fanno disinformazione ai danni del Movimento 5 Stelle.
Ciò premesso, vi sono alcune conclusioni incontrovertibili che si possono trarre sulla vicenda.
1. Innanzitutto, non è ammissibile che personale della marina italiana vada in giro per gli oceani a sparacchiare su una barca di pescatori inermi e non accetto giustificazioni di stampo nazionslista secondo cui tali operazioni sono giustificate “a prescindere”.
2. Se vi sia stato da parte dei due marò dolo o colpa grave non lo sapremo mai con certezza; quel che è certo è che hanno commesso “errori” che sono costati la vita ad altre persone, di cui trovo giusto debbano rispondere, nelle forme e nei modi previsti dal diritto internazionale (che non prevede la pena di morte).
3. Le modalità secondo cui è stata gestita la vicenda dalle autorità governative italiane sono, a dir poco raccapriccianti; una rappresentazione plastica della inettitudine della governance che ha guidato il paese negli ultimi anni.
4. La camorosa spirale di anatemi, contumelie, minacce, deplorazioni, furbismi italioti, farsesche capriole nazionaliste, hanno di fatto complicato la posizione dei due marò.
Ben venga dunque questo viaggio dei rappresentanti di M5S, nella speranza che segni una rottura nella sequenza di “idozie politiche” fatte finora.
A cominciare dal riconoscimento delle responsabilità dei due marò e delle strutture che li hanno impiegati in operazioni paramilitari per le quali non erano evidentemente preparati e facendo prevenire al governo indiano la scuse di una nazione che non si riconosce nella classe politica che li governa.

Ubaldo Paschini 13.01.14 18:30| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

buon giorno cari amici portavoce, il mio nome, e' rajinder singh. Faccio parte del meetup di reggio emilia. Ho appreso, che avete in progetto di andare in india, per effettuare colloqui con i membri del governo e politici locali, per quanto riguarda i nostri maro' e per tentare in tal modo, di intraprendere la strada giusta, per liberare i nostri latorre e girone. Vi scrivo, perche' ho contatti, con politici molto influenti, con i quali, si puo' intentare un colloquio profiquo e fruttuoso. E' un senatore e fa' parte, del partito che presumibilmente avra' la maggioranza per formare il futuro governo. Offro la mia collaborazione come interprete se lo desiderate. Fiducioso in una vostra risposta, vi saluto e ti ringrazio per il lavoro infaticabile che state svolgendo con cosi' grande forza d'animo, coraggio e determinazione. Siamo tutti con voi. in alto i cuori!

rajinder singh 13.01.14 18:20| 
 |
Rispondi al commento

mi sembra del tutto illogico e superficiale, per non dire altro, parlare di sequestro per i due parà della folgore, senza minimamente tener presente che hanno ucciso, per errore imperizia o chissa' cosa, due poveri pescatori indiani nel mentre pescavono nelle loro acque territoriali. Senza aver chiaro questo a me sembra che l'iniziativa dei parlamentari in questione sia nient'altro che subdola propaganda patetica e sciovinista.

giuseppe musico' 13.01.14 18:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condivido in pieno il vostro atteggiamento,non ci scordiamo che i due marò sono stati fatti ritornare in India dall'allora primo ministro Prof. Monti,cedendo alle lobby affaristiche italiane che dovevano concludere grossi appalti con il governoINDIANO.Sarebbe bene che approfondiate anche questo aspetto.Con stima
Arturo Archibusacci

Arturo ARCHIBUSACCI 13.01.14 18:15| 
 |
Rispondi al commento

questo tizio mi scrive in un sottocommento:


.....

una trollata magnifica ! il mare in cui hanno sparato ai due pirati non era indiano ,pirati che come nei film dei bambini portano sempre la bandiera col jolly roger e un pappagallo sulla spalla . non fidatevi del governo , nemmeno dei trolls....

giustino merolli

.....


cioè io sarei un TROLL?
io scrivo su questo blog da quando portavi la merendina all'asilo, pupo.

davide lak (davlak) Commentatore certificato 13.01.14 18:08| 
 |
Rispondi al commento

È sacrosanto che cittadini italiani nei guai all'estero ricevano dalla madrepatria un doveroso ausilio. Non solo questi due: tutti.
Ciò posto, penso che a processo bisognerebbe mandare per primi quelli che hanno noleggiato il nostro esercito - quasi fosse una compagnia mercenaria - a privati soggetti che potevano ben pagarsi guardie private a protezione dei propri traffici. Con un esercito di leva sarebbe stato più difficile, come sarebbe stato più difficile mandare i nostri ragazzi a crepare in Irak e in Afghanistan nell'interesse di quelle stesse Corporation che vorrebbero immiserire e schiavizzare noi e gli altri popoli del mondo.
Comunque due innocenti sono stati uccisi in circostanze poco chiare e a quanto si sa a sparare sarebbero stati militari italiani. Pesando le rispettive sorti che si contrappongono, la tutela dell'interesse di quelle vittime e delle loro famiglie mi sembra dovrebbe avere una qualche priorità. In un certo senso si potrebbero definire "vittime" anche i militari trattenuti in India, ma ciò a mio avviso non toglie che vadano giudicati in quel paese secondo le sue Leggi, pur con le dovute garanzie giuridiche. E a sentire chi in queste ore propone di boicottare i prodotti dell'India mi viene voglia di andare al ristorante indiano per solidarietà.
Un risvolto nauseabondo di questa vicenda, se quanto dichiarato oggi dal sig. Terzi di Qualcosa fosse appena vero, starebbe in quelle "forti pressioni" esercitate sulle istituzioni da gruppi economici, evidentemente interessati a non compromettere profittevoli relazioni commerciali con l'India, affinché i due militari in licenza tornassero laggiù. Tornare mi pare significasse semplicemente mantenere la parola d'onore, ma se il denaro avesse esercitato la sua lercia influenza anche qui nonostante il rischio di pena capitale ci vorrebbe una commissione d'inchiesta.

Marco Signori – attivista M5S Milano

Marco S., Milano Commentatore certificato 13.01.14 17:52| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Vorrei dire a tutti coloro che esprimono commenti in merito alla colpa o non colpa... ne ma voi che c+++o ne sapete? "secondo me sono stati loro" "ma non gli danno il cannocchiale" "come possono esserci pirati su una piccola barca" "di sicuro sono innocenti"... cos'è il mercato? la sagra di chi la dice più grossa? Per carità, ognuno ha diritto alle proprie opinioni, ma secondo voi è utile giudicare non essendo a conoscenza dei fatti reali? PERTANTO, si dovrebbe parlare, possibilmente con qualche background di diritto internazionale, della facoltà o meno del paese straniero di giudicare cittadini italiani (o giudicarli in Italia) (ad ogni modo il giudizio è qualcosa di successivo al problema attuale)...Errare è umano ed è ovvio che un errore fatto da chi ha un fucile (o una bomba) possa risultare più grave e se fosse così, sarebbero giustificabili perchè nell'esercizio delle loro funzioni // laddove si trattasse di una violazione (dolo), allora il discorso sarebbe opposto. In conclusione, colpevoli o non, a mio avviso li si dovrebbe giudicare in Italia.

Francesco Monetti 13.01.14 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Nel febbraio del 1992 quando fu firmato il trattato di Maastricht con il quale si volle ampliare la visione del’Europa, si stabilirono tre pilastri fondamentali e , il terzo di questi è proprio la cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale. Quest’ultimo punto induce subito ad una riflessione relativamente al caso dei marinai tenuti prigionieri in India daue anni ormai e la cooperazione terzo pilastro fondamentale dell’Europa Unita non c'è stata, non si è interessata, non ha risolto la faccenda, una situazione che offende l'Italia paese membro dell'Europa, allora questo terzo pilastro non funziona. Passiamo al diritto internazionale secondo il quale le acque dei mari ad una certa distanza dal porto sono acque internazionali e tutto ciò che succede li in quelle acque non può essere di libero arbitrio di una singola Nazione. Oltre tutto ciò si può semplificare considerando che i due marinai vestono una divisa e al momento dell’accaduto vestivano una divisa, questo significa che avevano una missione da compire per conto dello Stato lo stesso che oggi li lascia soli. Sono in India da due anni ormai ed è davvero un ingiustizia, le armi in mano ai marinai le ha messe lo Stato, lo stesso che gli ha detto di fare fuoco contro i pirati mal intenzionati evidentemente nello svolgere il loro compito, ciò che gli era stato comandato hanno commesso un errore. Sono nostri cittadini dobbiamo riportarli a casa e srà la nostra giustizia a decidere. Vengo in India con voi.

luigina de simone 13.01.14 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Io non sò cos'è successo, davvero, in merito ai due marò. Ho letto che avrebbero ucciso 2 persone. Ovviamente io non c'ero e non posso confermare né smentire. Su una cosa, però, sono assolutamente convinto. Se c'è un criminale tale dev'essere punito nel paese, e secondo la legge, in cui ha commesso il crimine. In questo caso è la legge indiana a dover stabilire la punizione e non certo quella italiana. Così come se un albanese, un marocchino, un romeno, un inglese o uno di qualsiasi altra nazionalità, nel momento in cui commettesse un crimine in Italia, vorrei che fosse punito secondo le leggi italiane. Le leggi bisognerebbe solo farle rispettare

adriano perrone 13.01.14 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sul fatto che fossero innocenti vedo che siamo molto sicuri... Sul resto invece si discute parecchio????

Valeria 13.01.14 17:21| 
 |
Rispondi al commento

HANNO UCCISO 2 INNOCENTI

In questo momento in Itaglia ci sono ben altri problemi

Emiliano Zapata, Mexico City Commentatore certificato 13.01.14 17:16| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il vero colpevole di tutto è che li ha messi a vigilare sulle navi private,ovverosia l'on.le ministro (minuscolo)Ignazio La Russa. Lui dovrebbe andare in galera al posto loro. Comunque dopo che la frittata è fatta ,bisogna riportarli in Italia e se hanno sbagliato devono avere la giusta punizione, come per qualsiasi altro cittadino, Il fatto di avere una divisa non dà il diritto di uccidere chiunque esso sia.

Vincenzo Esposito 13.01.14 17:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I due fucilieri in servizio anti pirateria hanno agito nell'esercizio delle loro funzioni e come organi dello Stato Italiano prima di tutto. Qui si sta violando sia il diritto internazionale sia quanto sancito dalla Commissione della Nazioni unite sul Diritto del mare che sancisce "il diritto di applicare sulle navi, se si trovano in acque internazionali, la giurisdizione dello stato di cui battono bandiera». Informiamoci prima di aprir bocca!

Valeria 13.01.14 17:14| 
 
  • Currently 4.3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

gesto doveroso a fronte di uno stato italiano evanescente e smidollato

nazzario tomassetti 13.01.14 17:13| 
 |
Rispondi al commento

Importante. Come ho segnalato allo staff, un nuovo partito politico che si ispira al M5stelle poco fa ha vinto le elezioni amministrative a New Delhi e governera' la capitale indiana con una giunta monocolore. Si prevede per quel partito un successo simile alle elezioni politiche indiane del 2014. Potrebbe essere interessante e utile contattarli tramite l'ambasciata italiana. Magari potrebbero anche fare qualcosa di utile nella questione dei due maro'. Buon viaggio.

Adolfo Treggiari 13.01.14 17:08| 
 |
Rispondi al commento

per me sono colpevoli come il peccato. chi ha seguito il caso oltre le insignificanti notizie dei tg sa che di prove a loro carico ce ne sono piu' che a sufficenza.

e' giusta ed ammirevole comunque l'iniziativa. dimostrazione che il m5s e' realmente diverso dagli altri.
si deve far chiarezza e spiegare a tutti gli Italiani come sono andate le cose.
se si puo' farli tornare in Italia, processarli sul serio e condannarli sul serio, ben venga ( per omicidio intenzionale).
ma il problema e' appunto che in Italia una cosa simile e' impossibile.
verrebbero immediatamente liberati.

andrea giordano 13.01.14 17:05| 
 |
Rispondi al commento

cari M5S proponete uno scambio agli indiani...4 politici in cambio dei 2 marò !! dategli letta , monti , la bonino , e napolitano in blocco...in cambio dei 2 marò....e gli dite che possono applicare la pena di morte senza remore x 4 quattro !!! tanto nessuno in italia avrà da ridire se fanno fuori quei 4 !!! ma i marò devono tornare a casa interi e subito !!!

angelo 13.01.14 16:58| 
 |
Rispondi al commento

ecco fate chiarezza..per esempio è vero che le armi dei due sono state fatte sparire ???

adriano d., trieste Commentatore certificato 13.01.14 16:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono assassini e vanno giudicati in india.

Gabriele Nicolini 13.01.14 16:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ahimè anche su questo blog tanta gentaglia accusa i due Fucileri, addirittura dicendo che vanno puniti in india senza sapere nulla di come siano andate le cose...per favore tacete e vergognatevi di sputare addosso a delle persone che non conoscete minimamente, e cosa più grave rischiano la pena di morte......

giuseppe i., brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.01.14 16:29| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io credo che siano colpevoli, ma ancor più colpevole è averli messi in mano a un Paese in cui si va incontro alla pena di morte. Ancora una cosa, basta con "chiacchiere e distintivo", questa frase la diceva chi in quel momento veniva arrestato prorpio dai "chiacchiera e distintivo". Il paragone non è azzeccato

Claudia C. Commentatore certificato 13.01.14 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi del M 5 S dimostrate che anche in questa occasione avete gli attributi visto che i ministri imbelli che ci sono stati illegalmente imposti, in due anni non hanno saputo cavare un ragno dal buco. Hanno saputo soltanto commettere la vigliaccheria di farli tornare in India al solo sopo di voler tutelare i loro sporchi interessi.

giulio ciuffini 13.01.14 16:23| 
 |
Rispondi al commento

Chi ha deciso la consegna dei nostri militari ad una nazione dove vige la pena di morte? Il presidente del Consiglio dei ministri (Mario Monti),e il ministro della Difesa che, per ironia della sorte non solo era un ex militare, l'ammiraglio Di Paola, ma anche un ex Capo di stato maggiore della Marina e della Difesa e che, quindi, aveva fino a poco tempo prima la stessa uniforme dei due fucilieri.
I responsabili di un'omissione tanto grave porteranno per sempre nella propria coscienza il peso della vergogna soprattutto se, Dio non voglia, nei confronti dei militari italiani sarà emesso un verdetto di condanna alla pena capitale.

giuseppe i., brindisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.01.14 16:21| 
 |
Rispondi al commento

la pena di morte non si auspica per nessuno, ma chiamarli eroi, mi sembra esagerato.. facevano il lavoro per cui erano pagati (condividerlo o no non spetta purtroppo a me) ma non dimentichiamoci che hanno ucciso due uomini...se questi ultimi fossero stati italiani avremmo gridato a morte lo straniero.. GIUSTIZIA PER TUTTI ITALIANI O NO


Se fossero stati uccisi due pescatori italiani i colpevoli sarebbero sicuramente tornati a casa loro in attesa di un processo accanto alle loro famiglie e nel rispetto delle leggi del loro Stato prima di tutto. Perché signori miei l'Italia si fa prendere per il culo non solo dall'Europa, ma dal mondo intero!!! E non dimentichiamo che i due Marò stavano lavorando e soprattutto non dimentichiamo chi li aveva mandati lì a fare quel
Lavoro... Gente che ora se ne sbatte il c... Di farli tornare a casa o
Quanto meno di farli processare secondo leggi giuste e di COMPETENZA!!!!!!

Valeria 13.01.14 16:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono con voi, il 15 gennaio 2014 sono a trivandrum , fatemi sapere qualcosa su loro
Grazie

Mauro Muccini 13.01.14 16:02| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che non si dimenticasse mai che due pescatori indiani sono stati uccisi.
Se fossero stati uccisi due pescatori italiani, cosa avremmo voluto?????????

Luigi Peduto 13.01.14 15:52| 
 
  • Currently 3.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciateli dove sono,hanno ucciso due pescatori senza motivo ed e' giusto che vengano giudicati in india o facciamo come gli americani che i loro militari possono essere giudicati a casa propia?Ma forse qualcuno pensa che la vita di un indiano non valga niente....vergogna!!che buttino anche la chiave

Gabriele Nicolini 13.01.14 15:51| 
 
  • Currently 2.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi ragazzi sono i nostri eroi.Mentre la bonino va a fare gossip a parigi,ridicolizzata in foto dagli altri Ministri Europei; NOSTRI parlamentari (seri)vanno a vederci ancora piu chiaro su una situazione non sufficentemente chiara.Bonino ti aspettiamo fuori dalla tana.!!!!

vla red, latina Commentatore certificato 13.01.14 15:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco che salta fuori, alla prima occasione utile, il più becero nazionalismo di destra e si sfrutta una questione che interessa a poche persone perchè la maggior parte di esse ha ben altri c...i per la testa.
Quei due hanno sbagliato ed è giusto che vengano giudicati o ci vogliamo comportare anche noi come gli americani (Cermis docet)che se ne fottono della giustizia e della sovranità degli altri paesi pur di salvare il culo ai proprii connazionali anche quando sono consci della loro colpevolezza?
Ripeto: sono ben altri i problemi che affliggono gli italiani, per risolvere i quali anch'io vi ho votato e mandato a Roma. Non fatemi ricredere!!!

Spartaco II° () Commentatore certificato 13.01.14 15:44| 
 
  • Currently 3.4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Il governo indiano deve parlare con noi, noi siamo il futuro governo di questo Paese..."
India incomincia a tremare..., arriva Super De Battista, lui si che Vi mette tutti posto.
Alessandro ricordati di prenotare due posti in più per il ritorno.

Pippo65 13.01.14 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Con tutta la sofferenza, la disperazione, la povertà che c'è qui e nel mondo, dovrei preoccuparmi di due ebeti che hanno scelto di fare la carriera militare e che, secondo le testimonianze indiane e le autorità locali, sono accusati di aver ucciso due pescatori indiani Valentine Jelestine e il suo collega Ajesh Binki? Perché non un post sui pescatori uccisi? basta stronzate nazionaliste e militari!

Ozaru M., roma Commentatore certificato 13.01.14 15:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non posso dire altro: SIETE GRANDI e, per quello che conta, vi stimo e vi ammiro, state dando una grande speranza a moltissime persone oneste.Forse i marò sono colpevoli (forse, non so) ma la pena di morte è pura follia medioevale.

fabio pizzamiglio 13.01.14 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Certo che Alessandro e amici tutti siete dei LEONI!! Bravissimi! un grazie di cuore
luisa

luisa l., roma Commentatore certificato 13.01.14 15:13| 
 |
Rispondi al commento

A gli str.onzi che in questo blog chiamano assassini i Marò voglio ricordare che ancora non sono stati processati e che sono ostaggi della politica campanilistica di un paese del terzo mondo che si appresta a usarli nella prossima tornata elettorale come trofei del loro nazionalismo. Poi chi li chiama mercenari è un ignorante e basta.

Giuliano D'Oronzo, Cellino San Marco Commentatore certificato 13.01.14 15:13| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 14)
 |
Rispondi al commento

Bravi! E' giusto e condivido!
I nostri non devono essere lasciati soli e ritengo che siano innocenti. Non si sarebbero permessi di sparare se fossro stati in acque indiane! Più di una volta l'India si è dimostrata corrotta e in genere si comporta così per avere soldi o altro in cambio. Addirittura so che fanno sconfinare per poi catturare ed avere tali riscatti.

Portate onore d'Italia e se potete, incontrate chi in India sta mettendo in atto il M5S indiano, fatto proprio su misura a quello nostro. Facciamo sentire la nostra presenza anche là.

Siamo tutti con voi!

3mendo 13.01.14 15:09| 
 
  • Currently 4.9/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento

Sinceramente....era ora !!! Meglio tardi che mai.

valerio b. Commentatore certificato 13.01.14 15:02| 
 |
Rispondi al commento

"Il governo indiano deve parlare con noi, noi siamo il futuro governo di questo Paese. E' una questione di giustizia e di orgoglio nazionale."
Trovo questa frase molto arrogante. In ogni caso, la giustizia la devono amministrare i giudici e l'orgoglio nazionale è solo una malattia.

Mario Errico, Firenze Commentatore certificato 13.01.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre tra i commenti c'è qualcuno che scrive senza sapere quel che dice... L'ignoranza è una brutta bestia! Fateli tornare a casa , fate qualcosa almeno voi!!!

Valeria 13.01.14 14:54| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento

I marò hanno fatto una grossa cappella sbagliando completamente la valutazione della situazione, è dimostrato (senza ombra di dubbio inquanto alla posizione del mercantile ) che hanno ammazzato cittadini indiani entro le acque territoriali di quel paese ,… e vi meravigliate che vengano processati ? Devono ringraziare chi li ha messi lì sopra da militari agli ordini dell'armatore della nave , senza una catena di comando e responsabilità definite senza ombra di dubbio .

antonio c., latina Commentatore certificato 13.01.14 14:53| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

In primo luogo, sembrerebbe non siano stati loro.
Ci sono dubbi sul fatto che sia stata la nostra nave a far fuoco, ed in seconda battuta, quand anche così fosse, oltre a loro c erano altri 6 militari.
Fermo il cordoglio per le vittime, e' di tutta evidenza che il problema e' giuridico soltanto per i 2 soldati e le loro famiglie, mentre , per quanto ci riguarda, e' soprattutto un problema politico.
Fossero anche stati i nostri militari, erano comandati per questo e non ne dovrebbero rispondere loro.
Ben venga il vostro viaggio in India, serve una parola di verità

raimondo c., verona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.01.14 14:53| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Sono da sempre convinto che i due marò italiani non siano esenti da colpe,inquanto se hanno creduto che la barchetta da pescatori con a bordo gente disarmata fosse stata una lancia di pirati,si sono fatti evidentemente prendere dal panico ed hanno sparato uccidendo ma non per colpa di quei poveri indiani che erano li a guadagnare un pezzo di pane. In questo caso la loro imperizia la pagano con le leggi che vigono nel posto in cui si è commesso il reato. Io penso che in Italia vi state tutti concentrando per stupido campanilismo della domenica sui nostri marò (MERCENARI CHE PAGHIAMO UN SACCO DI SOLDI PER DIFENDERE MERCI PRIVATE) mentre non pensate alla vita perduta da dei poveri innocenti che hanno solo sbagliato a passare d'avanti a questi due,incapaci di riconoscere o di guardare con un semplice cannochiale prima di sparare,che a bordo delle barchette da pescatore non ci fossero stati fucili o mitragliatori,mortai o bazuka o come caspita si chiamano. A noi Stato italiano questa storia sta costando milioni di euro. Voglio vedere se avessero ucciso uno dei nostri amici più cari o fratelli,ci sarebbe stata tutta questa premura nazionale? Quei due sono comunque colpevoli di aver ucciso due innocenti,o perchè presi dal panico o per imperizia personale,comunque hanno sparato addosso ad innocenti. Mettiamoci l'anima in pace e lasciate che la giustizia faccia il suo corso;d'altronde si parla della giustizia indiana in maniera diffidente,neanche se la nostra italiana fosse la migliore al mondo...Un giudice è un giudice ovunque e o lo si rispetta ovunque o ne si dubita OVUNQUE.

andrea fiorito 13.01.14 14:49| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

bravissimi, abbracciateli da parte nostra e chiedetegli perdono per il governo di incapaci che abbiamo

marco 13.01.14 14:47| 
 |
Rispondi al commento

SAREBBE BELLLO FAR PARTE DI QUESTA DELEGAZIONE, MI PIACEREBBE MOLTO, ANCHE IN VIRTU' DEI MIEI TRASCORSI NELLA M.M. A CUI SONO RIMASTRO PROFONDAMENTE LEGATO. QUESTA VICENDA CHE RIGUARDA I NOSTRI FUCILIERI DEL GLORIOSO BATTAGLIONE SAN MARCO, MI RATTRISTA MOLTO, FARE QUALCOSA PER LA LORO LIBERAZIONE, SAREBBE QUALCOSA DI FANTASTICO.

GIORGIO DI STEFANO 13.01.14 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Grazie per l'interessamento, fate di tutto per riportare a casa quei due ragazzi abbandonati dalla stessa bandiera su cui avevano giurato fedeltà...

Pasquale Tarantino 13.01.14 14:45| 
 |
Rispondi al commento

questi due hanno ucciso e per questo devono essere giudicati. Il fatto quotidiano dovrebbe andare a vedere come se la passano le famiglie dei pescatori indiani, o forwse credono che vivano di stipendi dorati e hotel come i due votri "eroi"?

marco biti 13.01.14 14:36| 
 
  • Currently 2.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 7)
 |
Rispondi al commento
Discussione

se non sbaglio, l'ordine di rientro l'ha dato il funzionario del ministero italiano,dalla padella alla brace,era quello che aspettavano gli indiani,il rientro in acque territoriali,e da li sappiamo tutto.Quello che non si sa, è perchè gli è stato dato ordine alla nave di entrare in a.t.quando il fatto è successso in a.extra territ.? Che pressione hanno esercitato gli indiani? C'è stato qualche ricatto tipo ritorsione a ditte italiane in india? Forse si...? Per me i militari sono stati "abbandonati",per chissà che cazzo.Immaginate GERM.o GB o US o FRA.abbandonare all'arresto civile due militari dei corpi speciali? Neanche da immaginare.....W M 5 STAR

tony-desen. 13.01.14 14:34| 
 |
Rispondi al commento

bravi! ma fate in fretta e riportateli a casa

WILMA PRATO, biella Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 14:32| 
 |
Rispondi al commento

È ovvio che ci si preoccupi di due Italiani detenuti all'estero.
È ovvio che un governo serio si deve impegnare anche dei criminali che sono all'estero. Ma ricordiamoci che, all'estero, sono allergici a cow boy che se ne vanno sparando in giro ai pescatori.
A me la situazione puzza tantissimo. 2 militari del battaglione tuscania che si confondono pensando che 2 pescatori erano dei pirati?
La marina non fornisce cannocchiali?
Controllare prima se c'erano armi?
Non si dovrebbe rispondere al fuoco prima di scatenare l'inferno?
Boh.
Sicuramente da li tornerete con notizie più chiare.

Johnny Gaspari, Cepagatti Commentatore certificato 13.01.14 14:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non vorrei fare il solito contestatore, ma quanto ci costa il viaggio e quante sono le probabilità di migliorare anche di poco la situazione ? Qui in Italia ci sono le famiglie dei marò, certamente informate della situazione, ma c'è anche il suicidio di un piccolo imprenditore che si è impiccato dalla disperazione. Quanto sarebbe servito per salvarlo ?

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco tutte le colpe che possono o non possono avere!! Ma sono Italiani e come fanno tutte le grandi nazioni difendono e proteggono il loro popolo! Chi per interesse o per spirito solo di opposizione pensasse il contrario e degno di uscire dall'Italia !! Visto che qui gli altri fanno il loro porco comodo!! Vergognatevi!!! Italiaverawm5s

Umberto 13.01.14 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

finalmente qualcuno serio che si prende questa situazione non piu' sopportabile a cuore.
forza ragazzi riportiamo a casa i nostri soldati!!!

robert p., ferrara Commentatore certificato 13.01.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma ci fate capire esattamente cosa è successo ovvero che hanno fatto i due marò? Quali erano le regole di ingaggio? La barca che si voleva avvicinare è rimasta là o è scomparsa per poi tornare successivamente potendo cambiare passeggeri a bordo in quel lasso e quant'altro?

Efstathios Varvarigos Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Quando sarete in india andate anche a trovare le famiglie dei due pescatori uccisi !! Personalmente ho avuto la possibilità di incontrare in paesi africani ( Eritrea e Mozambico ) italiani in divisa che erano delle brave persone, ma anche alcuni che somigliavano molto a Rambo !!

walter bassani 13.01.14 14:13| 
 |
Rispondi al commento

l’estradizione può essere esclusa per reati puniti dallo Stato richiedente o ricevente con la pena di morte, in quanto l’art. 27 Cost. pone il divieto assoluto del ricorso a tale sanzione, salvo nei casi previsti dalle leggi militari di guerra. In quest’ottica è significativa la pronuncia della Corte Costituzionale (sent. 21-6-1979, n. 54) con la quale è stato dichiarato incostituzionale il r.d. 30-6-1870, n. 5726, sull’estradizione tra l’Italia e la Francia nella parte in cui consentiva l’estradizione per i reati sanzionati con la pena di morte nello Stato richiedente, e ciò a prescindere dalle garanzie offerte dal paese richiedente di non eseguire la pena capitale (Corte cost. 27-6-1996, n. 223

Luigi Lacci 13.01.14 14:12| 
 |
Rispondi al commento

Negativo, gli M5S non dovrebbero andare da nessuna parte, il vostro compito è di influenzare dall'interno il Governo a fare la cosa giusta. In India ci va l'Italia rappresentata dal Governo e basta... senò come al solito facciamo la figura dei peracottari. Una voce.

Francesco Monetti 13.01.14 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonostante se ne sia parlato molto, questa vicenda non è ancora chiara: "Sulla Enrica Lexie c'era un plotone di 6 militari italiani? Che fine hanno fatto? Di fronte ad un presunto pericolo, perchè non sono stati chiamati sul ponte? Dalle foto pubblicate, vista la differenza di stazza tra il mercantile e la minuscola imbarcazione indiana, come si poteva temere un arrembaggio? Chi si è preso l'iniziativa di sparare sui pescatori? Quando si uccidono delle persone, non ci si può giustificare con la scusa delle acque internazionali." Ci sono troppi interrogativi su questo grave fatto. Se i 2 "Marò" hanno sbagliato, devono pagare, ma non con la pena di morte, tra l'altro vigente in una nazione dove muoiono quotidianamente per fame, per violenza ed incuria, migliaia di persone.

virgilio moroni, bolzano Commentatore certificato 13.01.14 14:07| 
 |
Rispondi al commento

BRAVI,BRAVI E ANCORA BRAVI. è ORA CHE QUESTO PAESE SI TOLGA UNA VOLTA PER TUTTE QUESTO MANTELLO D'IPOCRISIA CHE CI AVVOLGE ORMAI(PURTROPPO) DA TROPPO TEMPO. DOBBIAMO FARLA FINITA UNA VOLTA PER TUTTE CON QUESTA POLICA DI TECNOCRATI INCAPACI BUONI SOLO A PRENDERCI PER IL CULO. ALE,CARLO E TUTTI VOI,IL CITTADINO MARCO STEFANA è CON VOI. IN ALTO I CUORI E ANDIAMO OLTRE.UN ABBRACCIO

Marco Stefana 13.01.14 14:04| 
 |
Rispondi al commento

Bravi! Ma piantatela con 'sto WEB !!!! Milioni di persone ancora non sanno cosa sia! Altri sono pigri! SCEGLIETE le GIUSTE PERSONE con cura e COERENZA !!!! Quelle che daranno credibilità al movimento ... E arriverete All maggioranza assoluta!!! MA...
USCITE DAL BUIO !!!!!!!!
Mandate gente INTELLIGENTE IN TELEVISIONE!!!!!
Cosi perdete STUPIDAMENTE milioni di voti !!!
In bocca al lupo!

Claudio Ravera 13.01.14 14:04| 
 |
Rispondi al commento

mi auguro che vi portiate dietro la web cam
e ci trasmettiate on line la situazione con quello che riuscite a scoprire
diretta dall india
grande scoop
per le traduzioni si facciano avanti traduttori della lingua
la mia benedizione e solidarietà
grazie cittadini deputati
(non portate donne)

roberto v., parma Commentatore certificato 13.01.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Come il governo sta ed ha affrontato il caso dei MARO è un'autentica vergogna: i maro se hanno sbagliato,perchè se è vero che sono stati loro a sparare ai pescatori, lo hanno fatto perchè erano lì per il contrasto alla pirateria e forse neanche ci sarebbero dovuti essere.
Che dire poi di questo ministro degli esteri? Meglio non dire!
Che dire poi del loro ritorno in India? Quale mente sottile ha voluto questo? Quali interessi bisognava salvaguardare per passare,forse, sulla pelle dei MARO? La politica si voleva salvare il proprio culo sulla pelle degli altri?

vincenzo s., lamezia terme Commentatore certificato 13.01.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

fatti valere diba

mattia aramu 13.01.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

C è un processo al termine del quale un giudice dovrà emettere sentenza...a quanto pare non sono solo Berlusconi e Napolitano che non conosco il principio di divisione dei poteri..c è chi tenta di scarcerare i Ligresti, c'è chi tenta di scarcerare maro

alex piu 13.01.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

I due Maro' rappresentano fieramente il vero italiano.

I nostri politici sono solo chiacchiere inconcludenti .

O tornano in Italia quanto prima o tutti gli indiani in Italia se la vedranno veramente brutta prossimamente.

Lino Morano 13.01.14 13:56| 
 |
Rispondi al commento

non sto a discutere se i marò abbiano agito secondo le disposizioni ricevute o hanno abusato dei loro poteri,ma una cosa la sò devono tornare a casa e basta,io farei uno scambio li diamo Monti e Igazio La Russa e poi se vogliono condannarli facciano pure lo so che è una mia fantasia e non può essere realizata,ottima e l' iniziativa del M5S di recarsi in India in modo da capire realmente la posizione dei nostri soldati e schiarirci le idee,perchè il tutto è avvolto da un mistero inspiegabile,la confusione è totale

giancarlo di bacco, pratola peligna (aq) Commentatore certificato 13.01.14 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Tu come fai ad esserne certo? Approfondisci l'argomento e vedrai che non dovrebbero essere lì per norme sul diritto internazionale e non hanno neanche avuto un processo equo. Inoltre sono soldati italiani non solo italiani, rappresentano lo stato e li abbiamo messi noi li. Vergognati perché hai dimostrato di essere ignorante, ottuso, con pregiudizi e anti italiano.

Nicola D'Amato 13.01.14 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Monti dovrà rendere conto ! Quando andremo al governo dovremmo istituire una commissione d'inchiesta sull'operato di Monti Mario che in spregio alle leggi nazionali e internazionali ha voluto fortemente rimandare i marò in India , dove è presente la pena di morte . Sorge spontanea una domanda : non essendo uno stupido ed essendo sicuramente al corrente dell'eventuale pericolo della pena capitale , perchè Monti Mario ha rimandato i marò , non è che sotto c'è una specie di ricatto da parte indiana sulle commesse a Finmeccanica ? Se così fosse sarebbe doppiamente colpevole ! Una commessa da 560 milioni di euro ,una tangente da una cinquantina di milioni valgono la vita di due bravi militari italiani ? Per certa gente si!

vincenzo di giorgio 13.01.14 13:51| 
 |
Rispondi al commento

http://www.articolotre.com/2014/01/chi-tocca-re-giorgio-muore/245866

Matteo S., Roma Commentatore certificato 13.01.14 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Sono andati fino in india a trovare due assassini??!! Prima o poi doveva succedere che i m5s facessero una cazzata...siamo esseri umani

Ale S., Roma Commentatore certificato 13.01.14 13:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fossi io al governo li farei rientrare per le votazioni alle europee, e poi tanti a saluti a Nuova Dehli... che scoppi pure il caso diplomatico. Gli italiani che venissero giudicati in Italia, a casa loro.

DAVIDE MASTROMAURO 13.01.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Fantastici ragazzi ! L'italia e' con voi liberiamoli !

frank pit Commentatore certificato 13.01.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

GRANDIIIIII,VOI SI CHE SALVERETE L'ITALIA E GLI ITALIANI

aline pilato 13.01.14 13:46| 
 |
Rispondi al commento

Capisco e spero che i due Marò possano rientrare in italia in breve tempo, ma vi ricordo che in India abbiamo anche aziende italiane e fare la voce grossa adesso non mi pare molto sensato.


I marò sono due assas*ini.
Hanno sparato senza necessità e contro bersagli civili.

Per quel che mi riguarda, possono scontare la pena nel paese dove l'hanno commessa e di cui facevano parte le loro vittime.

Qualcuno, oltre a spargere lacrime per i due pistoleri, vorrebbe gentilmente ricordarsi che questi hanno ammazzato due pescatori innocenti?

Tutto questo protestare perchè l'India non "cede" a noi il diritto di fare un processo farsa è veramente disgustoso.

damiano rama, Dresden Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 13.01.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dibattista & co, condivido il vostro impegno sulla faccenda ma personalmente mi permangono grossi dubbi sulla presenza d due militari in divisa a bordo di una nave civile a tutti gli effetti; so che c'è un accordo governativo dell'italia con gli armatori privati ma così si crea un limite nel capire chi deve dare ordini in momenti particolari; un privato per la sua sicurezza deve ingaggiare un privato appunto un contractor non un carabiniere o un marinaio in divisa; gli equivoci in italia sono all'ordine del giorno, a volte creati senza riflettere un minimo ma questo è di problematica risoluzione; poi comunque hanno sparato e ucciso per difesa o per offesa? hanno rispettato le regole d'ingaggio? e comunque l'india è uno stato sovrano e non si può dire che siano retrogradi; il governo deve far chiarire un po' di cose; letta doveva andare in india, se gli interessava la cosa, il messico poteva aspettare.

barlafuss 13.01.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

So puo fare Una lista m5s in tutti I paesi europei?
L I S T A U N I C A NEI 28 PAESI UE

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 13.01.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

E'legittimo l'interesse per quei due cittadini italiani, ma ricordatevi allo stesso modo anche degli altri cittadini italiani detenuti in India!
Ma soprattutto, spero che si discuta al più presto del perchè su navi commerciali ci siano soldati dell'Esercito Italiano e non contractor privati.
Questo mi aspetto dai deputati e senatori 5Stelle!

Massimo Stoppa 13.01.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma l'Europa dov'è ? Una Europa che non riesce a difendere dalla condanna a morte un suo cittadino e che consente che non sia fatta giustizia subito, quale essa sia, non può chiamarsi Europa. L'Europa non c'è se non per le banche, l'alta finanza e le multinazionali che ora sono più forti di fronte a stati non più sovrani e senza sovranità sovrannazionale. Era questo che volevano e l'hanno ottenuto per fare grossi affari e gestire con i politici ed il sistema finanziario la speculazione gonfiando e sgonfiando le bolle con tasse e manovre di apertura e chiusura del credito, ora la ribasso ed ora al rialzo. A proposito, la garanzia sui conti correnti bancari di 100.000 euro è venuta meno grazie a questo governo. Ne sapete qualcosa ?

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 13.01.14 13:31| 
 |
Rispondi al commento

Bene!minacciate di ritirare tutti i militari italiani che fanno da scorta alle navi(che oltretutto non capisco perché l'esercito italiano faccia da scorta ai mercantili)e ditegli che gli rimandiamo in patria tutti gli indiani che vivono in Italia!

Lorini franca 13.01.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Va bene che andiate in india cercando di farci rispettare come nazione. Ma si vorrebbe sapere chi a fatto in modo che i nostri soldati venissero arrestati e chi a dato ordine di rientrare nel porto Perché e stato un errore gravissimo che in qualche modo va pagato. Immaginiamo se fossero stati americani o inglesi L india non l'avrebbero vista neanche col binocolo Buon lavoro

gian solo, genova Commentatore certificato 13.01.14 13:28| 
 |
Rispondi al commento

fa bene il M5S a interessarsi della vicenda, perché pur sempre di due cittadini italiani si tratta.
tuttavia io dico dal primo momento che secondo me questi due hanno fatto una bravata o quanto meno una leggerezza che ha portato alla morte due civili indiani.
e come avrei voluto fortemente che i 4 piloti USA colpevoli di aver ammazzato 20 persone sulla funivia del Cermis, venissero processati in Italia, per coerenza altrettanto dico che pure i due marò devono essere processati in India.
io ho il sospetto, anche se nessuna certezza, che questi due non ce la contino giusta.


Bravi, bravi e bravi, per questo e per mille altre imprese che conducete quotidianamente nel silenzio dei media, (se non addirittura nelle calunnie dei media).
Il M5S è oggi l'unico spiraglio che mi fa ricredere su un possibile recupero della razza italiana. Ma la strada è lunga, in alto i cuori sì, ma anche "in forza gambe" perché la salita è ripidissima con ostacoli giganti di ignoranza e stupidità e corruzione che ci rotolano contro.
Buona missione e portate notizie...vere.
Grazie e coraggio

emmanuela courlios, parma Commentatore certificato 13.01.14 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Mi aspetto il meglio da voi!
....E sono sicura che non mi deluderete!
IN ALTO I CUORI......A 5 STELLE!

Laura Prinzis, MOGORO Commentatore certificato 13.01.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravi ragazzi, l'azione in kazakisthan è stata davvero efficace, ed è sacrosanta e giustissima anche questa.
Solo cercate di fare delle delegazioni contenute, perchè non credo che tra essere in 3 o essere in 10 cambi molto, di mezzo ci sono sempre i nostri soldi.

Matteo Olivieri Reggio 5 Stelle, reggio emilia Commentatore certificato 13.01.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Che un'azione diplomatica sia necessaria anzi doverosa non c'è dubbio.E non c'è dubbio nemmeno sulla scarsa consistenza mostrata dal governo italiano sulla vicenda.Detto questo questo leggo commenti che appellano i Marò in questione come "eroi" "persone coraggiose"ecc.Ora non è possibile dimenticare che sono accusati di aver trucidato due poveri pescatori e il fatto che fossero indiani non cambia niente.Per cui ciò che il movimento deve fare è "piena luce"sulla vicenda.Ci devono dire cosa facevano quei militari su una nave commerciale, a chi rispondevano,chi li pagava,quali erano le regole d'ingaggio e cosa veramente è accaduto su quella nave che è costata la vita a quei poveri pescatori,le vere vittime di questa brutta storia.La retorica lasciamola alla propaganda di governo.

Piero C., Irpinia Infelix Commentatore certificato 13.01.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Non mi piace. Mi sembra di sentire gli estremisti di fratelli d'italia.

Michele Crosato Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non seguito la cosa e non so se sono colpevoli o no. se è vero che sembra non lo siano spero riusiate a trovare una soluzione per questa faccenda. portategli gli auguri di un presto ritorno a casa da parte di tutti gli italiani.ditegli che gli siamo vicino in rete,che i post per loro non si contano tanti ce ne sono

domenico musci 13.01.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Se veramente farete questo per i nostri maro' sarete dei grandi. Questo governo in merito,e'solo un "quaquaraqua". Gia' all'inizio di questa storia il governo italiano doveva prendere una posizione seria, perche' l'India con iganno fece entrare nel porto la nave italiana. Inoltre, l'anno scorso che i maro' avevano avuto il permesso di venire a passare le feste di natale in itelia non dovevano farli ripartire per l'India. Per il nostro governo e' piu' importante il lato commerciale che i nostri maro'. Vergogna.

michelle.zeolla 13.01.14 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Siete semplicemente grandi,solo Voi rappresentate degnamente l'Italia e gli italiani,e ci associamo tutti nel dire che il M5S e'il FUTURO GOVERNO DEL PAESE PERCHE'E'L'UNICO FUTURO PER IL PAESE.

f.g-torino.

franco graziani 13.01.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

I due militari sono solo "merce di scambio" nei rapporti economici ITALIA/INDIA ed in particolare tra l'INDIA e la FINMECCANICA. In questa situazione chi è più forte fa la voce più grossa e tra i due questa non è certo la insignificante ITALIA. Se vogliamo iniziare a farci ascoltare dobbiamo BOICOTTARE qualsiasi prodotto provenga dall'India e se riusciremo ad essere in tanti tanto da far vacillare l'export indiano in Italia i due militari italiani torneranno a casa.

Massimiliano Pitardi 13.01.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Siete Meravigliosi.

Rita Mita Bellini 13.01.14 13:09| 
 |
Rispondi al commento

Finalmente qualcuno con gli attributi che fa la cosa più sensata e giusta! Se il M5S riuscirà, e sono convinta che ci riuscirà, in questa impresa vincerà alle Europee e l'anno prossimo finalmente saremo (tutti noi italiani) in grado decide realmente del nostro futuro e migliorare questo bellissimo Paese che tutti ci invidiano per Cultura, Arte, Cibo, Mare ecc... Fiera di essere italiana!

Monica Ferraris 13.01.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Bravi ottima idea perché colpevoli o innocenti sono italiani e vanno tutelati da noi come farebbe qualunque altro stato sono passati 21 mesi e non si sa più nulla questo e un bel esempio da portare in tv così magari gli italiani ci pensano può succedere a chiunque va all estero ed è nello sapere di essere protetti dal proprio stato ciao

Ale.t 13.01.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Siete meravigliosi..

Rita Mita Bellini 13.01.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Ottima decisione che nessun altro parlamentare si è preso la briga di sistemare una volta per tutte questa faccenda. Non è possibile che i due marò siano ostaggio di una Nazione. Se hanno colpe, tutto da dimostrare, potranno scontare la pena in un nostro carcere con le nostre leggi. Punto. Bravi a compiere questa missione.

Renzo Grillo 13.01.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo tutti ben chiaro che i due militari non hanno ucciso proprio nessuno. Tant'è vero che gli indiani vogliono usare la legge Sua Act che prevede il rovesciamento della prova a carico dell'imputato, come l'Inquisizione ai tempi della caccia alle streghe.
Tutto conferma che non sono loro i colpevoli della morte dei due pescatori, e in due anni gli indiani non hanno portato "una" prova di colpevolezza.
http://www.seeninside.net/piracy/pdf/sintesi_lexie_290713.pdf

Luigi Di Stefano 13.01.14 13:00| 
 |
Rispondi al commento

Chiamate la ndrangheta,quelli sono rispettati e ritenuti affidabili più di qualunque politico italiano.Due giorni e lo riportano a casa

Fabrizio 13.01.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi siete dei grandi e non vi stancate di perorare le giuste cause.Noi in tanti vi siamo vicini.
Il governo?solo un ammasso di sfruttatori e tante chiacchere che da noi si dice fanno i pidocchi, ma li stiamo avendo solo noi poveracci.FORZA RAGAZZI PORTATECELI A CASA E SE NECESSARIO LI GIUDICHIAMO DA NOI.
Se un indiano da noi uccide dopo due anni è già libero,da loro si rischia la pena di morte.ASSURDO

Benigno Capodaglio 13.01.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Ricordo a marco p. di Civitavecchia, che idue Maro erano lì per lavorare, Per garantire la sicurezza dell'equipaggio della nave e della merce trasportata, E soprattutto che è' tutto da dimostrare che abbiano ucciso due pescatori indiani

Luca andreozzi 13.01.14 12:55| 
 |
Rispondi al commento

Bravi. Tornate con i ragazzi ,perché la vecchia politica non ha mai capito il valore della famiglia -ci sono mogli e figli che vivono quotidianamente lo stess della pena sulle teste dei loro filiari

m.rigillo 13.01.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento

sono indagati? si ma non colpevoli! è giusto che DEVONO TORNARE, la pena di morte è una cosa inaccettabile!

Alfredo Senatore 13.01.14 12:51| 
 |
Rispondi al commento

l'india aveva commissionato all'italia(finmeccanica) 20 elicotteri che, dopo aver scoperto di comprarli altrove a molto meno, li ha annullati.....ma l'italia non ci sta.....l'india tiene in ostaggio i 2 maro' per questi motivi.....e' una notizia attendibile??????

massimo buscetta 13.01.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento

Questi ragazzi sono stati rimandati indietro per tutelare i rapporti commerciali fra India e Italia.Con altri paesi seri l'India non si sarebbe mai permessa di fare questa commedia.

antonio v 13.01.14 12:46| 
 |
Rispondi al commento

Quando uno o più stati non sono in grado (o non vogliono) di tutelare la sicurezza delle loro acque e costringono ad armare delle navi mercantili sono comunque loro i primi colpevoli...

Andrea Viacava 13.01.14 12:46| 
 |
Rispondi al commento

...Bravi, un tassello importante che, nn possono fare a meno di parlarne a carattere Nazionale...ancora bravi...il M5s "spulciando" dove gli altri dormono...o (fanno finta di dormire), è importante...come sarà importante la dove gli "organi Statali" che devono controllare, rifiuti, appalti e tutto dove vi è da "arraffare", e portare alla luce le malefatte, perchè si sa...dove ci sono "movimento" di capitali...li si va a colpo "sicuro" per incastrare i "corrotti"...datevi da fare,questi sono punti veri...Auguri per i "Marò"...

Mario Ghironi 13.01.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Orgoglioso di far parte del movimento a 5stelle !!!siete l'unica salvezza dell'Italia .....grazie x tutto quello che fate......

Pietro Leuci 13.01.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

Una vicenda assurda,sempre derivata dal fatto che scoperti gli altarini e in stato di panico per ciò che ancora deve venire alla luce,molti dei nostri politici non sanno che pesce prendere come con le tasse,ma quì si tratta della vita di due persone!!

Luciana Lucarellai 13.01.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Perché non interviene la nato? Non abbiamo più dignità di nazione. Abbiamo gli F 35 a che servono?Se aspettiamo che i nostri politici facciano qualcosa, stiamo freschi. Quei ragazzi saranno condannati a morte sicuramente.

salvatore ., palermo Commentatore certificato 13.01.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Era ora! Vergogna nazionale! Ci stiamo facendo mettere i piedi in faccia! Riportateli a casa.

Giuseppe Noto 13.01.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Ricordate che i due marò non sono degli eroi ma indagati per omicidio, hanno ucciso due poveri pescatori padri di famiglia.
Se fossero stati due cittadini normali (senza divisa) nessuno si sarebbe "lacerato le vesti" per loro.
Non fate come gli altri partiti, i cittadini con la divisa devono avere diritti e doveri come tutti gli altri cittadini senza divisa che lottano ogni giorno per sbarcare il lunario.

Marco P., Civitavecchia Commentatore certificato 13.01.14 12:41| 
 
  • Currently 4.5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 8)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io vorrei anche capire perché erano su quella nave e chi ha dato loro ordini di fare fuoco.

Gian Paolo Pelosi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.01.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento

Bravi cittadini!

Fabrizio Falco 13.01.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento

E' il vostro dovere, perche' se stiamo ad aspettare Angelino pane e vino quei poveri ragazzi li macellano.

Alfredo di gianvincenzo 13.01.14 12:39| 
 |
Rispondi al commento

Meno male che qualcuno cinpensa . Fate di tutto x provare a smuovere acque. Dobbiamo riportarli a casa! Bravi

Matteo bottai 13.01.14 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Ben venga la vostra azione diplomatica.

Marco Diaco 13.01.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento

Bravi Ragazzi! Sono fiera che mi rappresentiate. Almeno si capirà cosa c'é di losco. Buon Viaggio!

Luci Pava, Carpi Commentatore certificato 13.01.14 12:13| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori