Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

In Grecia si torna al cavallo

  • 30


grecia_targe.jpg

"Dall'inizio della crisi in Grecia l'automobile è diventata un lusso. Molti cittadini hanno deciso di restituire le targhe di circolazione. Come un antico Centauro: a cavallo, a ricordare i guerrieri mezzi uomini e mezzi equini che scorrazzavano da queste parti tremila anni fa, almeno secondo i miti, ma con la targa della sua automobile in mano. Così il signor George Panutsopulos, agricoltore del paesino di Marathià, sul lungomare della regione Elide nel Peloponneso, non lontano da dove un tempo si svolgevano gli antichi giochi olimpici, si è presentato all’inizio dell’anno al locale ufficio delle tasse. Nostalgia delle antiche gare equestri? No, impossibilità a mantenere la propria quattroruote. "Il cavallo sarà d’ora in poi il mio mezzo di trasporto", ha esclamato agli impiegati attoniti il signor Panutsopulos. George forse può permetterselo, perché si deve spostare nei dintorni campestri e boschivi di Olimpia. Ma attraversare Atene, Salonicco o Patrasso, le più grandi città greche, in sella a un destriero o a un ronzino è complicato. Quindi gli almeno 100mila greci che fra la fine del 2013 e l’inizio del 2014 hanno restituito agli uffici della Motorizzazione civile le targhe delle loro auto, perché non riescono a sostenerne i costi, dovranno accontentarsi di metropolitana, autobus e lunghe scarpinate a piedi. Forse si abbasseranno i tassi d’inquinamento da polveri sottili, ma l’umore dei greci è nero." segnalazione da Balcanicaucaso.org - leggi tutto

22 Gen 2014, 12:00 | Scrivi | Commenti (30) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 30


Tags: automobile, balcanicaucaso.org, cavallo, crisi, Grecia, targhe, trasporti, Troika

Commenti

 

E' vero che tantissimi Greci hanno restituito le targhe per non pagare le tasse sull'automobile, ma è anche vero che gli stessi se ne fregano beatamente e circolano senza o con targhe false in barba alla legge e alla sicurezza altrui.
Quello del Sig. Panutsopulos è un caso molto raro e che non è indicativo per un intera nazione.
Tanti saluti dalla Grecia :)

Galizzi 24.01.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento

aCIAO BEPPE,
GRAZIE EURO E GRAZIE EUROPA PER COME STATE RIDUCENDO LA GRECIA
ALVISE

alvise fossa 23.01.14 14:23| 
 |
Rispondi al commento

******************************
******************************

HAI UN SITO sul MoVimento?
Inserisci subito la nuova radio a 5 stelle!
www.moviradio.org/embed/
e visita www.m5snews.it

******************************
******************************

Francesco Lisi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 23.01.14 12:55| 
 |
Rispondi al commento

In Danimarca vanno tutti in bicicletta e non inquinano. Dovremmo farlo tutti senza essere costretti dalla crisi.

Maria-Rossella maccolini, treviso Commentatore certificato 23.01.14 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Albania al tempo del comunismo c'erano i soldi ma non c'era merce da comprare.... in italia c'è tutto ma non ci sono i soldi per comprare...


Evidentemente al tempo del comunismo i soldi c'erano ma siccome gli albanesi non facevano un cazzo ed era una economia chiusa... non c'erano beni di consumo......

In italia invece c'è tutto (economia aperta) ma mancano i soldi perché non possiamo più stamparli in proprio......

Se ne deduce che i soldi e i beni di consumo non possono uno sostituire l'altro ma devono lavorare in sinergia.....

Posso anche immaginare che un vestito taglia S non può andare bene per chi ha una taglia XXL e che non si può risolvere il problema con una taglia unica media dei 2 estremi ..... parimenti un EURO che va bene per tutti i paesi della UE non può andare bene nel senso che se lo adattano alla germania non va per la grecia o se lo adattano per la spagna non va per malta.......


allora cosa possono fare?

fanno un euro medio che va male per tutti e poi compensano con i contributi europei che sono im mezzo più semplice......

Solo che i contributi a fondo perduto UE portano con se 2 problemi...

A) i soldi vanno sempre e solo agli amici degli amici e non arrivano mai a chi lavora e produce seriamente.

B) se non sai come spenderli non arrivano


Ora io non sono un economista ma quete cose fanno riflettere.... siccome che ne avete 100 la a prendere lo stipendio ...e sono lautamente pagati e sotto utilizzati..... che riflettano loro.

PS: agli italiani stano un po sul caxxo i greci perciò è inutile che ogni 2 gioni mettete un post sulla grecia che riceve quasi zero commenti......sarà anche vero che parte della puglia e sicilia hanno origini greche ma.... non sono amati i greci in italy....anche perché ci sono stato e ne ho compreso le ragioni.

bruno bassi ex iscritto e felicemente dissidente 23.01.14 03:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anche nella nostra bella Italia ma quasi come nell'antica Grecia: li i centauri avevano metà corpo di cavallo e poi l'altra metà umana compresa la testa. Da noi invece, i centauri si ci sono ancora oggi ma non si distinguono dagli altri umani, in quanto hanno in copro umano e di equino - del somaro e non del cavallo - hanno il cervello!!! E' per questo che i nostri politici si possono permettere di cavalcarli o di cavalcarci perché anche noi non riusciamo a disarcionarli.

stefano 23.01.14 01:37| 
 |
Rispondi al commento

Stramaledetto EURO !!!
In Inghilterra non sono mai stati così bene e hanno un debito pubblico mostruoso!!
Solo un mentecatto non capisce che tutto ciò che ci ha distrutto si chiama EURO.
Abbiamo perso tutto:
Libertà ( cash, redditometri , privacy..)
Soldi ( prima dimezzati col marco e ora ridimezzati con l'inflazione da EURO)
Leggi fatte dal nostro parlamento senza che Bruxelles interferisca
Ci stiamo impoverendo a vista d'occhio
Siamo deindustrializzati!!!!! Senza industrie ma che cavolo di crescita vuoi avere , l'Italia non e'solo turismo!
Siamo dei cazzari ci distruggono e parliamo di legge elettorale . .
A me sembra di vivere in Matrix

Lara 22.01.14 23:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la repubblica di weimar
deja-vu

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.01.14 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S per la prima volta mi sento ascoltato ...GRAZIE ed ancora GRAZIE Beppe!

francesco palummo (ing.palummo), FIRMO Commentatore certificato 22.01.14 19:53| 
 |
Rispondi al commento

Tranquilli, se succede anche in Italia metteranno la tassa sugli zoccoli.

caputo mauro, palermo Commentatore certificato 22.01.14 19:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e adesso come faranno i verdi senza i loro bei suvvoni?

fracatz 22.01.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
SEMPRE
GRAZIE AD EURO ED EUROPA PER COME STANNO RIDUCENDO LA GRECIA
ALVISE

alvise fossa 22.01.14 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Magri e famelici.

arnaldo ., roma Commentatore certificato 22.01.14 16:49| 
 |
Rispondi al commento

Non c'entra niente.....ma diamo un po' di visibilità almeno sul web...

“Fare il poliziotto in Calabria non è la stessa cosa che farlo nel resto d'Italia. Qui siamo in guerra e la differenza tra le forze in campo è abissale. La 'ndrangheta viaggia ad un'altra velocità”. Lo afferma all'AGI il segretario regionale del Coisp, Sindacato indipendente di polizia, Giuseppe Brugnano, commentando il triplice omicidio di Cassano allo Jonio, dove è stato bruciato anche il corpicino di un bimbo di soli tre anni.

“Mi chiedo con quale coraggio i nostri politici – aggiunge Brugnano – possano guardare il volto ed il sorriso di quel bimbo. Spero si facciano un esame di coscienza rispetto a quello che hanno realmente fatto per contrastare la criminalità organizzata in una terra così difficile. Spiace dirlo, ma qui la polizia di Stato si sente sempre meno di Stato. Otteniamo solo proclami, ma non è mai cambiato nulla né rispetto agli organici, né per i mezzi né per gli strumenti a disposizione delle forze dell'ordine. Semmai si va sempre peggio”.

Secondo il Coisp Calabria, “davanti ad una 'ndrangheta che non guarda più in faccia niente e nessuno, ci aspettiamo una presa di posizione netta da parte del Governo. Non possiamo pensare di combattere l'organizzazione criminale più forte del mondo con un apparato di polizia assolutamente insufficiente e inadeguato. Non c'è più tempo – ha concluso Brugnano – le risposte devono essere immediate, senza aspettare le prossime campagne elettorali e le ennesime promesse che poi non saranno mantenute”. (AGI)

giuseppe lucisano, catanzaro Commentatore certificato 22.01.14 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Piove!

Stefano Passacantilli, viterbo Commentatore certificato 22.01.14 15:14| 
 |
Rispondi al commento

È vergognoso come abbiamo accettato che pochi eletti gestiscano l'economia mondiale. Tra un pò toccheranno anche i nostri bisogni primari... Sarebbe il caso di prendere coscienza che la banca mondiale è nata per aiutare i paesi in deficit e questo non è mai avvenuto anzi è sempre avvenuto il contrario nei fatti. Le ricche sempre più ricche le povere in recessione. Il mes e il fiscal compat sono le più grosse prese in giro.

Simone Cavallaro 22.01.14 14:28| 
 |
Rispondi al commento

provate ad immagginare di non avere reddito per mesi,per un anno o due......AUTO,LUCE E GAS METANO,TELEFONO...Io per adesso ho totalmente abolito vestiario,pizza,tecnologia,regali,ho svitato tutte le lampadine...L auto ce l ho ancora,Una punto del 2003,compro detersivo sfuso e pasta aiuto ue....Il bagno ed il lavandino,l attaccapanni Li ho riparati da me,I soldi Li ho rimediati con qualche lavoretto saltuario da falegname....Ma il tempo passa e non ci sono prosperrive...Ripero,reddito pari a zero,ho moglie e figlio.....Di 5 anni....Ho lavorato fino a novembre2012...

Carlo D., Casoria(Na) Commentatore certificato 22.01.14 14:25| 
 |
Rispondi al commento

In Italia se si continua con questi fanfaroni ci vorrà ancora poco per fare la fine della Grecia..

Alessandro M., Uta Commentatore certificato 22.01.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

caro Beppe lo SCONVOLGENTE BEPPE GRILLO molti nemici, molto ONORE mav

maria VESCUSO , roma Commentatore certificato 22.01.14 13:04| 
 |
Rispondi al commento

Per drammatizzare, anche se la riconsegna delle auto è anche qui in corso...
In Italia anche se in forma indiretta c'è anche il "bollo" su cavalli e asini... Perché uno pensa al cavallo ma é anche lui dispendioso: ASINI, putroppo anche in questo primeggiamo: c'è uan sorta di "bollo" di circolazione: devi farli un tagliando sanitario anche se per una cosa che agli asini non è mai venuta mentre è una patologia dei cavalli. Ovviamente per la burocrazia tutti sono "equini" quindi...

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 22.01.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi siamo sullo stesso inesorabile destino. Per scaldarsi ad Atene usano i copertoni.
Ma da noi non va mica molto meglio, per molta gente l'orto è diventata una salvezza. C'è una fuga dalle metropoli perché se ieri attiravano manodopera e si viveva bene oggi i costi sono troppi e il lavoro troppo poco e sottopagato, non ve ne accorgete? D'altronde un Paese non regge sul terziario. Molti emigrano all'estero oppure ritornano nelle zone agricole da cui sono partiti. Se non altro con un camino ci si scalda. Insomma stiamo andando verso un nuovo medioevo.Il passo successivo sarà davvero il ritorno ai cavalli, meno costosi delle auto.

Mario S. Commentatore certificato 22.01.14 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Fonti?
Puzza di bufala.

Eritreo 22.01.14 12:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori