Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La bufala del canone RAI illegittimo

  • 256


fico_canone_rai.jpg

"In molti mi hanno chiesto lumi sulla questione dell’illegittimità del canone Rai e in molti sanno già che la notizia diffusa nei giorni scorsi non è vera. Non esiste alcuna sentenza del 30 dicembre 2013 della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo che va a trattare l’argomento legittimità del canone in Italia. Una bufala insomma.
Ho invece ricevuto dalla commissione delle petizioni del Parlamento Europeo l’invito come Presidente della Vigilanza Rai per un’audizione pubblica a Bruxelles il 19 marzo. La commissione delle Petizioni si è occupata nei mesi scorsi dell’iniziativa dell’eurodeputata della Lega Nord Mara Bizzotto (14 mila firme per chiedere l’abolizione del canone) e sull’onda della discussione ha deciso di approfondire alcuni temi. Gli europarlamentari vogliono chiarimenti sulla possibilità riconosciuta agli utenti Rai di recedere dal servizio pubblico attraverso la "sigillazione" dell’apparecchio e intendono approfondire il trattamento dei cittadini con disabilità visive e uditive dato il numero ridotto di programmi sottotitolati a loro dedicati. Dovrebbero, poi, affrontare la questione della trasparenza del bilancio dell’azienda, nonché discutere della sentenza del Consiglio di Stato del 30 agosto 2013 che si era espressa sullo squilibrio provocato dalla Rai nel mercato televisivo quando impedì agli utenti Sky di accedere ai programmi della tv pubblica." Roberto Fico, M5S Camera

8 Gen 2014, 11:07 | Scrivi | Commenti (256) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 256


Tags: bufala, canone RAI, M5S Camera, RAI, Roberto Fico

Commenti

 

Aiuto finanziario

Sono spiacente per questo posto, è grazie a signore che ho avuto hanno potuto realizzare il mio negozio, egli mi ha messo il sorriso alle labbra
Ho visitato un sito d'avviso di prestito tra privato serio ovunque nel mondo e sono caduto su signor in nome di Philippe ISER che aiuta la gente a fare i prestiti e mi ha dato un prestito di 105.000 € che devo rimborsato su 20 anni, con un interesse molto basso del 3% sulla durata del mio prestito ed ho ricevuto il mio prestito senza protocollo. Necessità di credito personale per realizzare i vostri progetti o rimborsare i vostri debiti e le vostre banche rifiuta di concedervi un prestito, non esitate a contattarlo.
Per favore parlate ad essa e stringete soddisfa, ma attenzione a voi che non rimborsa i prestiti.
Ecco il suo indirizzo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

paulino ciano Commentatore certificato 17.10.16 15:01| 
 |
Rispondi al commento

PROVA DI PRESTITO TRA PRIVATO
Sono commerciale di prodotti farmaceutici e noto che attualmente sono come il più felice di questo mondo. Vengo in prova di un prestito tra privato che hanno appena ricevuto. Ho ricevuto un prestito di 55000€ ad un tasso di 3% grazie al servizio del signor ISER
Vi consiglio più non di fuorviarsi di nessuno se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasi altro. Pubblico questo messaggio perché signor ISER mi ha fatto bene con questo prestito. È tramite un'amica che ho incontrato questo signore onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito.
vi ricordo che ho dovuto pagare un solo spese che sono le spese di contratto
Ecco il suo e-mail: iserphilippe4@gmail.com

laura tizin Commentatore certificato 09.10.16 19:01| 
 |
Rispondi al commento

oggigiorno si leggono le notizie come si mangia nei fast food: alla svelta e male. Rileggendo oggi 5 agosto 2016 "cosa ne pensate del canone rai obbligatorio" sorridevo amaramente sotto i baffi, e poi a malincuore ho dovuto decidere che questo è veramente troppo. Senza fare niente di eclatante, mi limiterò a ignorare questo divieto di libertà, continuando a guardare trasmissioni e solo quelle che mi interessano senza pagare e/o dichiarare niente. Nessuno mi può mettere le mani in tasca senza il mio consenso e questa signori miei, è una truffa. Pagare per non avere niente in cambio proprio no. E un po' mi vergogno di essere governato da parassiti, cioè politici con un chiaro disagio mentale. Non ha senso per me accettare una simile PRESA PER IL CULO. Per inciso io le tasse le pago tutte e le ho sempre pagate. Quindi ecco cosa propongo io: scorporate l'importo totale della fornitura elettrica pagando solo il consumo vostro. Fate un bonifico bancario della differenza alla Vs società erogatrice. Non cagate minimamente la Rai di Torino o l'agenzia delle entrate. Con un po' di fortuna questa cosa non prenderà piede per i seguenti motivi: PRIMO la Rai non piace a nessuno, SECONDO non si capisce dove finiranno i soldi, non è che l'importo del canone te lo mandi la Rai, TERZO 50 milioni per 113 euro fanno come risultato 5 miliardi 650 milioni di euro OGNI ANNO e allora se vi avessero obbligato a una cosa simile e pagandola si salvavano 250.000 licenziati ultra cinquantenni solo nel 2016, avreste accettato? Ci avreste creduto? Ma qui no, non si salva nessuno, noi siamo noi e loro vogliono 5.650.000.000 di euro ogni anno senza dare niente in cambio e questo signori miei è degno solo delle zecche e dei pidocchi.
Quindi il mio contributo "postumo" a questo forum è il seguente: prendete coraggio, assumetevi la responsabilità e il dovere di contrastare questa legge offensiva e direi pure terroristica, a modo loro, questi vanno tolti dai seggioloni, e prima è meglio è ci rovinano.

TOPO GIGIO 05.08.16 03:16| 
 |
Rispondi al commento

"nota,, questione rai in bolletta,,,,,,,,,,,,,,,,,guarda ,,senti,,,,io,,,
sono disgustato angosciato depresso,,non mi va giu ,,x il canone rai in
bolletta,,e dal 2009 da quando persi i mie i genitori tutti e due nel giro
di 6 mesi,,io ho subito discetto il canone ho staccato l,antenna e buttato
in discarica il tv dall,amiat di torino con previo avviso alla rai di
ritirarlo loro o sigillarlo.l,impiegata mi disse che potevo sbarazzarmene
io,,perche i tempi erano lunghi,,ora come vedete ho solo dei vari pc x
lavorare ,ed informarmi dalla rete ,,ora dico,,con sto casino che si fa x
tutelarci da questa arroganza ,dal furto in bolletta il mese di luglio si
avvicina ,,perche non si fa un contro decreto subitissimo,,,motivando una
volta x tutte x chi vuole la rai e giusto che se la paghi come
skay,criptando sto schifo di trasmissioni rai,,io come altri che tutti gli
anni abbiamo fatto sempre la disdetta in sede rai con autocertificazione
,,,,,,,alessandro dibattista aveva accennato alcuni giorni fa come si
poteva legalmente fare ,,,bisogna andare all,azzienda elettrica e dinuovo
in rai x motivare la questione una volta x tutte ,,oppure x disperazione
mi farei staccare subito oggi la corrente e mi munirei di sole candele o
delle luci del bar o delle piazze ,,e cosi che bisogna fare x contrastare
sta ingiustizzia dittatoriale,,,e poi equitalia la vogliamo far fuori con
un referendum,,meglio x decreto immediato anche tramite rete o meetup,o
nei gazzeby ,,,,sono fiducioso,,,,,,,ciaou avanti tutta forza ,,w,,m5stelle
il vostro cittadino,,, pietro.."

pietro aldo bertino 17.03.16 19:27| 
 |
Rispondi al commento

La RAI deve privatizzarsi e mettersi in concorrenza con SKY e PREMIUM, non si può chiedere un canone (che non è altro che una nuova tassa) a chi come me non segue i programmi da 20 anni (perchè scadenti e non di mia preferenza) ed inoltre non riceve nemmeno i canali RAI se non mi credete venite a casa mia o a marano di napoli i segnali sono inesistenti o di scarsa qualità.
Bisogna smettere di pagare gente che sta sullo stomaco a molti italiani fior di quattrini andassero a zappare. Ho visto i costi di Sanremo sul web ebbene scusatemi, ma, queste spese dovrebbero essere a carico della città che ne ricava di pubblicità e soldi e non dei cittadini italiani che se ne sbattono del festival. Io personalmente invierò una raccomandata AR al mio gestore di energia elettrica comunicandogli che mi rivolgerò alle autorità competenti per violazione della privacy e disdetta immediata del contratto, fatelo tutti gli italiani vi costa euro 3,60.
Vi saluto tutti augurandovi una buona giornata Domenico Galardo

Domenico Galardo 18.02.16 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Perché pagare per sentire e vedere le cazzate che dice ogni giorno su RAI2 Paolo Fox? Quelli che muoiono di fame,di stenti,di malattie,di abusi e via dicendo,di che segni sono?
Dare oltre ottomila € alla Clerici per ogni puntata,è pura vergogna.E la Littizzetto?Cinquemila € e oltre,per dire solamente volgarità?La pubblicità la rai ne fa anche quanto le emittenti private,le quali si mantengono solamente con quei introiti,e di trasmissioni ne fanno migliori della rai.
E allora,perché pagare? Io farei questa proposta:Pagare al massimo 50.-€ all'anno ma questi soldi adoperarli per il bene del Paese,e non per ingrassare tanti raccomandati e scansafatiche della rai.
Almeno in Francia dopo le otto di sera è vietato fare pubblicità.Quando la rai trasmette qualcosa,più passa il tempo e più aumenta la pubblicità con la dicitura "A FRA POCO".
O campano di pubblicità e non si deve pagare "il canone" come la rai continua a dire,oppure pagare ma senza pubblicità.

Galeazzo Montanarini 12.01.16 12:30| 
 |
Rispondi al commento

quindi lei adesso ha la parola presso l'europa, dica racconti gli sperperi che ci sono, perchè obbligare i cittadini a partecipare alle loro,alle vostre follie, io non guardo mai la rai, e sono costretto a pagare? perchè? sono in uno stato libero? democratico? perchè pagare dei buffoni?

Gurrieri Giorgio 11.01.16 12:36| 
 |
Rispondi al commento

ma chi è questo infiltrato della
RAI NEL MOVIMENTO?
al suo confronto quello di quarto è un dilettante (che pure è riuscito a farsi candidare).
MI DICONO CHE E' UN GRANDE AMICO DI BEPPE E CHE HA GRANDI MERITI.
PRECISANDO CHE SECONDO ME NEL MOVIMENTO NESSUNO ACQUISISCE MERITI, DI NESSUNA SPECIE
EVENTUALMENTE se i meriti servono per
PRENDERE IMPUNEMENTE SIMILI POSIZIONI
E' MEGLIO CHE APRIAMO UN PO DI PIU' GLI OCCHI TUTTI.

franco red, palermo Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 10.01.16 14:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perche pagare il canone quando l informazione non e libera e autonoma ma comandata dai politicanti di turno ed inoltre ci sono programmi da schifo e da deficienti? Rivoltiamoci, basta vedere in Tv sti ladroni per non dire altro e sti finti clericali. Che si facciano le loro TV.

mirella c. Commentatore certificato 10.01.16 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Leggendo tutti i risulta chiaro che nessuno vuole la RAI, quindi va eliminata, speriamo che Fico si batta per questo.

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 07.01.16 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordissimo con Montanari, io la RAI non la voglio, non mi serve, non e' un servizio indispensabile, essenziali sono il servizio sanitario, l'educazione, la nettezza. Io voglio pagare per quello, non per mantenere la Litizzetto. Inoltre, e' chiaro che la RAI e' il portavoce del regime che il M5S vuole eliminare quindi chiunque sia d'accordo con lo spirito del Movimento dovrebbe battersi per abolire il canone.

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 07.01.16 13:48| 
 |
Rispondi al commento

In un paese libero un cittadino non puo' essere obbligato a pagare per un servizio non essenziale che non ha scelto di acquistae. Io non pago il canone perche' non voglio la RAI, non la voglio vedere e non mi serve ! e tanto meno voglio dare i soldi guadagnati con il mio sudore per pagare stipendi da capogiro a gente che fa parte di un regime e che non se li merita! Chiunque paghi il canone sta contribuendo con il parassitismo della politica e non ha molto chiara l'idea di liberta'

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 07.01.16 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito il governo fa il gioco delle tre carte

Ferdi Santoro (), santoro.ferdinando@yahoo.it Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 30.12.15 09:46| 
 |
Rispondi al commento

ci tocca pagare un canone forzato per mantenere, gente che prende stipendi da pascià, vedi Fazio e per mantenere l'ente più parentopoli d'Italia e del mondo,là ci trovi moglie,amanti,figli. tata l'amico,il conoscente etc,etc.

lucressio C., mestre Commentatore certificato 29.12.15 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Spero che controllerete che il"nuovo" canone in bolletta venga addebitato solo alle prime case di abitazione, come era fino ad oggi: in caso contrario noi passeremo da 113 euro a 300 euro l'anno, abbiamo infatti una casetta in Sicilia dove andiamo a giugno ogni anno e una serranda del garage della prima casa con contatore autonomo.
Stessa cosa per i contadini che hanno sul campo un contatore per la pompa dell'acqua e per i negozianti.
Insomma, controllate che, con la scusa dei furbetti della TV non facciano pagare per luoghi dove la tv non c'é o dove prima non si pagava.
Un'ultima possibilità: non è che ci faranno pagare per il contatore del fotovoltaico che abbiamo sul tetto? Ha infatti un numero diverso dal contatore di casa.... e sarebbero allora 400 euro!!!

grazie

Claudio Mori, Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 25.12.15 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché anche voi vi ostinate a chiamarlo ancora "canone televisivo o RAI, e non,come si dovrebbe.
TASSA DI POSSESSO ?
Per quale assordo motivo poi,la RAI fa trasmettere ancora delle cagate,tipo Paolo Fox con quelle cazzate a riguardo degli oroscopi? Poi ci si lamenta che tanti vanno a finire nelle grinfie dei guaritori,degli indovini ,presunti maghi e cretini del genere.Non bisognerebbe vietarli?
La Clerici si fotte oltre ottomila euro a trasmissione,la Littizzetto oltre i quattromila (o cinque) per dire stronzate e parolacce,sempre a trasmissione. E noi,poveri fessi dovremmo ancora pagare il "canone" (come la RAI strombazza a dire ancora.
Ma mandiamoli tutti affanculo !

Galeazzo Montanarini 18.12.15 12:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Se si da la gestione dei soldi a terzi bisogna assicurarsi che paghino le tasse in Italia e secondo le regole italiane.

Savio1 30.11.15 06:12| 
 |
Rispondi al commento

'0

ROBERTO BOTTAZZO 27.11.15 04:17| 
 |
Rispondi al commento

Chi volesse pagare il contributo alla RAI dovrebbe essere padronissimo di farlo... e perché limitarsi al canone? Meglio mandare donazioni in più per mostrare il proprio supporto! :)

Allo stesso modo chi non volesse vedere la programmazione RAI dovrebbe essere altrettanto padrone di poter fare l'esatto inverso, ovvero non ricevere i canali RAI e non pagare il balzello che oggi viene imposto per semplice possesso di un apparecchio televisivo che, mentre forse era in qualche modo giustificabile quando la RAI era la sola emittenza, non lo é più in un'epoca di video on demand in cui si possono scegliere i canali che si vogliono ricevere.

Oggi l'utenza usa decoders satellitari per vedere i canali televisivi (RAI inclusa), quindi basta semplicemente oscurare i canali per gli utenti che non vogliono ricevere canali RAI e quindi non pagare l'estorsione chiamata canone che a tale punto verrebbe rimossa come tassa da pagare per mero possesso di una TV.

Parimenti si potrebbero attivare i canali RAI per chi volesse riceverli e dunque tali utenti pagherebbero il canone in bolletta col decoder... sarà la compagnia (sky o altro fornitore di servizio satellitare) a raccogliere le quote canone che potrebbero essere adesso denominate come sottoscrizione ai canali RAI. La RAI rimarrebbe servizio pubblico a pagamento con la possibilità per ogni utente (cittadino del pubblico televisivo) di fare un opt-in o opt-out come e quando credesse opportuno.

In tal modo, si metterebbe fine all'estorsione legalizzata, effettuata tramite il racked della burocrazia montata intorno a controlli e riscossione, risparmiando anche su i costi connessi a tale racket d'estorsione. Fine della storia

Salvatore Fanara 18.11.15 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Non sono un costituzionalista, ma ho paura che stabilire per legge il pagamento del "canone RAI", sia pure attraverso l'inserimento in bolletta, sia contro ogni sistema libertario e quindi contro ogni Costituzione Democratica. E' vero che esiste una legge per le Concessione sulle radio audizioni e telecomunicazioni; è vero anche che la RAI è un Ente a protezione statale sotto la tutela del Ministero dell'Economia; perché per fronteggiare i costi si istituisce un canone e non si tagliano le enormi spese dell'Ente? Perché insieme al taglio delle spese non si privatizzano uno o due delle tre reti RAI? Perché i cittadini devono pagare qualcosa che non desiderano? Non si tratta di pagare di meno e pagare tutti, ma bensi di pagarla: NESSUNO

Bruno Loffredo 17.11.15 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il giorno che la Rai mi pagherà per la pubblicità che mi propina, io sarò d'accordo sul canone.
Ora col decoder e tutti i nuovi canali, della rai ne faccio proprio a meno, grazie!

Wlad d. Commentatore certificato 13.11.15 08:17| 
 |
Rispondi al commento

Vedi tu se dobbiamo pagare il canone tv come se fosse il bollo dell'auto (altra tassa stile Imu). Uno paga una tassa e in cambio riceve un servizio; per il bollo dicono che ti paghi le strade (piene di buche) per l'imu prima casa non so, visto che te la sei già pagata la casa, e per la TV gli interessantissimi programmi che ti propina la rai. Ma se ad uno non interessano questi programmi? Perché si deve far sigillare l'intero apparecchio? Oscurategli i canali Rai paga per ciò che decide di vedere. Forse mi sbaglio...sono ignorante in materia.

a 09.11.15 18:02| 
 |
Rispondi al commento

A prescindere dalle Sentenze che esistono o meno, Il Canone Rai aveva senso quando la Rai era in regime di monopolio, c'era solo la Rete 1 fino al 1977, poi la Rete 2 e per ultima Rai Tre.
Dato che la Rai fa passare in tutte le Reti pubblicità ( come le Tv commerciali ), dovrebbero abolire del tutto il canone Rai, o dimezzarlo oppure la cosa piu' sensata forse trasformare l'abbonamento Rai ( ma con costo ridotto rispetto al canone attuale) con la tessera come premium, sky ecc ( con i vari pacchetti ) cosi risolvono una volta per tutte il problema che cè chi non lo paga, e si ristabilisce un principio paghi per quello che vedi, usi, e non per quello che non ti serve. Io la Rai la vedo come le altre, la mia famiglia prima ( ora deceduti tutti ) ed io paghiamo da quando è nata la Tv a momenti, ma per me la cosa principale che non mi va di pagare qualcosa che come ha anticipato Enzo Tortora nel 1969, è un azienda lottizzata dai partiti.

ENRICO M., PARMA Commentatore certificato 07.11.15 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tassa, canone, imposta, tecnicismi vari per definire un pagamento di un balzello. Premetto che da anni non vedo la tv, probabilmente ho il cervello disintossicato ��. Cambiamo prospettiva e chiediamoci: Chi trae beneficio dalla tv? Loro, oppure noi? La mia opinione è che dovrebbero pagare loro un (risarcimento per danni biologici) da intossicazione da tv. *Jurgen

Jürgen Gremm 03.11.15 19:07| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

come ci dobbiamo comportare quando il canone RAI verrà inerito nella bolletta ENEL ed è accreditata nella banca?
Gradirei se è posible una risposta apadell@libero .it
Grazie

mario dell'apa 25.10.15 10:04| 
 |
Rispondi al commento

IL CANONE RAI LA DEVONO PAGARE CHI FA PUBLICITA'IN RAI. PERCHE' LA RAI NON E COME UNA VOLTA , ADESSO E TUTTO COMMERCIALE.
NOI ITALIANI CI SENTONO FREGATI DA QUESTE INGIUSTIZIE ASSURDE. VI SALUTO MARIO.

Mario Mosca 23.10.15 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Dopo aver letto tutti i vari commenti sulla questione canone RAI sono arrivato a questa conclusione: scusate ma se noi tutti insieme non guardiamo la tv per 1 mese tutti i loro introiti pubblicitari, tutte le notizie che ci vogliono propinare, tutte le informazioni fuorvianti e tendenziose a chi le propinano??? Abbiamo noi il coltello dalla parte del manico , abbiamo un grande potere dobbiamo solo appropriarcene. Autooscuriamoci e poi vediamo cosa dicono gli sponsor ai vertici RAI:

albano buso 22.10.15 09:19| 
 |
Rispondi al commento

E' una cosa talmente contorta, che non si sa nemmeno se è definibile come tassa, imposta, canone, e in questa confusione la rapina regna sovrana. Io sono più che in regola con la TV: ho persino fatto la voltura dell'abbonamento l'altr'anno, quando è morta mia madre (l'abbonamento era intestato a lei, abitavamo insieme). Per me sarebbe stato facile fare la furbetta italica e dire che la TV la guardava lei, che non ce l'avevo più, che l'avevo buttata via... Invece, scema scema, ho pagato, e ora aspetto che arrivi 'sta tegola. Da notare che ho fatto richiesta al mio Comune per l'esenzione Tares (spero di ottenerla), che sono disoccupata, ragazza-madre, campo solo perché e finché ho qualche risparmio in banca e poi sarà la bancarotta totale, se non trovo uno straccio di lavoro, per cui per me quelle 113 euro sono una stilettata al cuore! E oltretutto, non guardiamo MAI la Rai!! E' una TV come le altre, ha un sacco di pubblicità, ma mentre le altre si arrangiano con le loro forze, lei è "più uguale" delle altre, vuole il "canone"! Ma non è un "aiuto di stato" che altera la concorrenza, non è vietato? Pensavo di disfarmi della TV e smetterla, ma ora sento che stanno pensando di infilare il canone nella bolletta della luce, ma siamo matti?! Tanti pensieri, tanti problemi, e questi che ti si attaccano alla gola come vampiri!... Li odio

C A. Commentatore certificato 21.10.15 12:40| 
 |
Rispondi al commento

In realta' il canone rai e' giusto pagarlo pero' non sento nessuno di voi dire l'esasperata pubblicita' che continua a crescere in modo scorretto e senza parlare dei programmi che ci propinano tra film vecchi fiction da quattro soldi cuochi a non finire Gli organi di controllo che noi paghiamo cosa fanno in proposito.Non parliamo sempre di uscire dall'euro ma facciamo le cose concrete semplici e necessarie.La rai non trasmette piu' eventi sportivi calcio,tennis etc. pero' mette doppi cronisti su una diretta senza contare poi il teatrino dei giornalisti sportivi .Fate qualcosa vi prego

fiorenzo colusso 30.06.15 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vi ringrazio per gli approfondimenti e le notizie utili che i media di massa non diffondono con facilità. Vorrei però anche sottoporre il mio caso...
Mi è arrivata per la prima volta il bollettino del pagamento del canone Rai e dove sono residente, da una mia amica con la sua famiglia, questo pagamento viene già da lei effettuato. Non capisco perchè mi si richiede un pagamento presso un'abitazione che già paga il canone e dove peraltro io non guardo mai la tv (e non mi interessa più da tempo ormai) e perdipiù non avendo mai comprato nei miei 38 anni di vita una sola televisione. Vi ringeazio se vorrete darmi una risposta o un indirizzo per comunicare a questa Rai che io non devo a loro proprio un bel nulla. Grazie.

Giovanna Moresco 04.11.14 19:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi scuso per la mia ignoranza su ciò che concerne la tassa detta "canone RAI", tale tassa in realtà penso che sarebbe più opportuno chiamarla tassa sul diritto di ricezione delle comunicazioni che avvengono attraverso le onde elettromagnetiche che si propagano nella nostra atmosfera, a mio avviso, tale tassa dovrebbe essere versata al ministero delle Poste e Telecomunicazioni dato che il governo ne ha il monopolio come tempo addietro lo aveva per il sale.Io sono stato residente all'estero regolarmente iscritto all'A.I.R.E. dal 2002 al 2007, non ritengo mio dovere pagare un servizio che non mi è stato fornito. Dove ho lavorato ho pagato il canone televisivo in base al mio stipendio e questo lo posso dimostrare con le buste paga. Qui in Italia dove dovremmo dare l'esempio che " chi più prende più paga", in realtà è praticamente il contrario. Se c'è qualcuno che condivide"oppure no" il mio commento sarei molto grato di ascoltare altre opinioni.

renzo brusotti 04.10.14 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Ho messo insieme una guida su come evitare di pagare il canone RAI, senza incorrere in sanzioni.

Dal 2012 infatti la RAI ha rinunciato a far pagare il canone per chi possiede pc, tablet o smartphone. Allo stesso tempo sono nati molti siti dove e' possibile guardare i programmi preferiti gratis online.

In sintesi: guardate i vostri programmi preferiti online su pc, tablet o smartphone e fate la disdetta del canone RAI (seguendo la procedura). Voila', non dovrete piu' pagare il canone!

Leggete il link per avere ulteriori informazioni.

http://www.risparmiareconviene.it/esonero-o-disdetta-canone-rai/


E' la risposta della RAI al proposito espresso dal Governo di tagliare 150 milioni di finanziamento.
A meno che, volendo pensar male, non sia stato il Governo stesso a suggerire alla RAI il modo di fare cassa ....

Virgilio Anselmo 28.06.14 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe giusto pagare il canone per un servizio vero e pubblico nel caso della RAI ma, come tutti sappiamo, è solo un altro posto dove la politica va i suoi porci comodi.Non ho mai pagato il canone, e ogni tanto arriva la richiesta del pagamento;anche io posso fare la richiesta di oscuramento o c'è un'altra procedura visto che non avendolo mai pagato non ho nulla da disdire?Grazie e forza M5S :)

Bruno Mandaliti 06.05.14 14:01| 
 |
Rispondi al commento

La soluzione è molto semplice: ormai tutti i tv hanno lettore di smart card quindi che la rai fornisca smart-card abilitata da inserire nel lettore del tv SOLO a chi paga il canone. La card costa 1€ e ne recupera 110€ ...economico ed efficace

carlo maletta 29.04.14 02:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quello che bisogna sostenere di fronte alla Commissione Europea è che il canone non è un abbonamento a un servizio ma una "imposta di possesso". E già questa è una forzatura.
Il grave è che anche chi non possiede un apparecchio televisivo ma solo un computer, dovrebbe pagare il "canone" in quanto apparecchio che potrebbe diventare "atto a ricevere".
E' questa una condizione veramente "vessatoria" che travalica ogni regola.
Teoricamente anche chi ha solo un tablet dovrebbe pagare pure il "canone".
Ma i burocrati di Bruxelles lo capiranno mai?
E chi farà sentire la voce dei cittadini vessati?
Enzo Gardenghi

enzo gardenghi 21.03.14 11:15| 
 |
Rispondi al commento

ciao a tutti!
l'altra mattina si è presentato a casa della mia ragazza una persona che le ha fatto firmare un bollettino di pagamento, lei ha firmato ed ha sbagliato... ma adesso le tocca pagare il canone anche se non ha televisione o altri apparecchi? se si, come si fa a dare la disdetta e non pagare? lei adesso ha in mano solo il bollettino e non il libretto dell'abbonamento...
grazie

nicola b., verona Commentatore certificato 14.03.14 09:08| 
 |
Rispondi al commento

RIVOGLIO RIVOGLIO indietro tutti i soldi che ho pagato per il canone rai per almeno 30 anni, o al limite con quello che ho versato essere azionista con tanto di dividendo annuale.(Come mai la rai non è quotata in borsa italiana?????. questo sarebbe creare valore per i Cittadini)Non regalare soldi a pseudo intellettualoidi fancazzisti,artisti del menga, ecc ecc..

PAOLO P., pesaro Commentatore certificato 06.02.14 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho scoperto oggi che la RAI non trasmettera' nulla sulle Olimpiadi di Sochi , se non una sintesi serale dopo le ore 23 : complimenti sign.ra Tarantola , si vergogni per questo servizio pubblico !! e poi viene a chiedere di pagare il canone anche con pubblicita' orrende .
Almeno NON si faccia piu' vedere in pubblico

Roberto Ratti 21.01.14 12:45| 
 |
Rispondi al commento

PER CHI NON VUOLE PAGARE IL CANONE RAI , C'è UNA SENTENZA DEL TAR LAZIO , che ha dato ragione ad un cittadino che aveva CHIESTO L'OSCURAMENTO DEI CANALI RAI .
La sentenza n 597/2013 dice che se si richiede l'oscuramento dei canali rai , nulla è dovuto .

RICHIEDIAMOLO TUTTI QUESTO OSCURAMENTO IO CON ALTRI LO ABBIAMO GIA FATTO E PIU SIAMO MEGLIO E' . LA RAI NON PUO OSCURARE TUTTI

salvatore tesauro 20.01.14 19:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sentenza della Cassazione: il canone è dovuto anche da chi, pur non avendo la televisione, possiede in casa mezzi che possano essere adattati alla ricezione dei programmi televisivi. Oggi, anno 2014, significa che se ho in casa una presa di corrente devo pagare il canone. Per la prima volta nella storia della giustizia mondiale, sei colpevole non solo per quelo che fai ma per la possibilità di farlo.
Il canone serve a mantenere una casta di leccapiedi ampiamente sponsorizzati dai politici. Andrebbe abolito, per puro buon senso: in un panorama in cui ci sono centinaia di emittenti, che senso ha favorirne una solo perché appartiene ai partiti? che infatti non mollano.
A proposito: vi siete mai chiesti come mai nemmeno Berlusconi lo abbia mai toccato? Eppure era la tassa più facile da togliere, e riguardava veramente tutti, ricchi e poveri. Ma non lo ha mai fatto. Chissà perché...

Franco E 13.01.14 12:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il canone tv, che ci dicono non e’ un canone ma una tassa sul possesso, è un paradosso. Per varie ragioni:

1) Una tassa non puo’ essere gravata dall’IVA. Sarebbe una tassa sulla tassa. Illegittimo.
2) Una tassa va allo stato, alla regione, alla provincia, o al comune, non a una societa' o impresa.
3) Una tassa sul possesso deve avere le caratteristiche di tutte le tasse: essere progressiva. Dipendere dalle caratteristiche e dal numeri dei beni tassati.
Esempio la tassa sul possesso dei veicoli a motore. Se hai 4 ferrari in garage, paghi qualcosina piú di uno che possiede una 500 di 30’anni.
4) La tassa sul possesso deve necessariamente gravare su beni specifici e identificabili.

Il canone tv non risulta rispondere ad alcuna di queste condizioni. Dunque si tratterebbe di un canone col nome cambiato.
Peró un canone (esempio canone di abbonamento ad una rivista, un annuario, a una gazzetta, a sky) si paga solo quando si usufruisce del servizio.
Quando si interrompe di pagare il canone di abbonamento, il prestatore del servizio, semplicemente interrompe di prestare il servizio.

Dunque, non essendo un canone e neppure una tassa sul possesso, cos’è?
Nel ricchissimo vocabolario italiano non esiste un termine per definirlo chiaramente? Oppure non c’è il coraggio di chiamarlo col proprio nome: contribuzione obbligatoria.

Rispetto l'affermazione della presenza di una imposta similare in tutti i paesi europei è falso.
In Spagna p.e. non esiste. La televisione pubblica è finanziata dallo stato.
I loro giornalisti in video, è vero, non indossano vestiti firmati come quelli della rai, peró sono piú capaci nell’uso della propria lingua, e piú professionali. I notiziari sono anche piu’ equilibrati.

La tv pubblica spagnola è presente all’estero –es. America Latina- con 2 o 3 canali. Rai con solo 1 canale e con un palinsesto evidentemente improvvisato, se non addirittura ridicolo.


Io credo che le domande da porre siano due, una sulla legittimità
costituzionale del canone ed una sulla etica comportamentale del gestore
dello stesso.
Rispetto alla prima domanda và detto che il canone RAI non è un canone di
servizio, altrimenti dovrebbe esservi la possibilità, come avveniva sino a
20 anni fa, di non pagare facendo bloccare i canali rai sul televisore,
quindi, trattandosi di una tassa di possesso dovrebbe riapettare il dettame
costituzionale sulla giusta proporzione della stessa al bene tassato,
ovvero essere progressiva come ad esempio il bollettino dell'auto, qualcuno
deve quindi spiegarmi come sia possibile che chi possiede un 19" da 120 eu
debba pagare la stessa tassa di chi ha un 60" da 3.000 eu o di chi
possiede, pur nello stesso appartamento 2,3 o più televisori, ma anche mi
si deve spiegare perchè un cittadino dovrebbe pagare una tassa annuale
superiore al valore del bene per cui la corrisponde.
Quanto al secondo quesito, è etico far pagare ad un pensionato da 800 eu
mese o ad un operaio con 1.000 eu di paga un canone per pagare, a casa,
250.000 euro all'anno ad una showgirl per 3 anni (Cuccarini) pur che non
vada a lavorare per altre TV?
Ancora, quale etica ha un servizio pubblico che evita accuratamente di
raccontare quanto accade in parlamento, oscurando, travisando se non
mentendo sui fatti per compiacere una vecchia politica attaccata alla
poltrona, ai privilegi ed impegnata a continuare ogni ladrocinio ai danni
dei propri cittadini?
Perchè io dovrei pagare un servizio che non ho, visto che devo rivolgermi
ad internet e non già alla TV per conoscere le lotte dei nostri
parlamentari, o una tassa iniqua perchè sproporzionata?

Mauro Lazzarini, Casalecchio di Reno, Bologna Commentatore certificato 12.01.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che le domande da porre siano due, una sulla legittimità costituzionale del canone ed una sulla etica comportamentale del gestore dello stesso.
Rispetto alla prima domanda và detto che il canone RAI non è un canone di servizio, altrimenti dovrebbe esservi la possibilità, come avveniva sino a 20 anni fa, di non pagare facendo bloccare i canali rai sul televisore, quindi, trattandosi di una tassa di possesso dovrebbe riapettare il dettame costituzionale sulla giusta proporzione della stessa al bene tassato, ovvero essere progressiva come ad esempio il bollettino dell'auto, qualcuno deve quindi spiegarmi come sia possibile che chi possiede un 19" da 120 eu debba pagare la stessa tassa di chi ha un 60" da 3.000 eu o di chi possiede, pur nello stesso appartamento 2,3 o più televisori, ma anche mi si deve spiegare perchè un cittadino dovrebbe pagare una tassa annuale superiore al valore del bene per cui la corrisponde.
Quanto al secondo quesito, è etico far pagare ad un pensionato da 800 eu mese o ad un operaio con 1.000 eu di paga un canone per pagare, a casa, 250.000 euro all'anno ad una showgirl per 3 anni (Cuccarini) pur che non vada a lavorare per altre TV?
Ancora, quale etica ha un servizio pubblico che evita accuratamente di raccontare quanto accade in parlamento, oscurando, travisando se non mentendo sui fatti per compiacere una vecchia politica attaccata alla poltrona, ai privilegi ed impegnata a continuare ogni ladrocinio ai danni dei propri cittadini?
Perchè io dovrei pagare un servizio che non ho, visto che devo rivolgermi ad internet e non già alla TV per conoscere le lotte dei nostri parlamentari, o una tassa iniqua perchè sproporzionata?

Mauro Lazzarini 12.01.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Luglio 2009 incarto la tv la regalo e da quel giorno ho solo internet, nemmeno il telefono fisso. Cambio residenza e mi arrivano le bollette del canone che puntualmente strappo e cestino, venisse chicchessia gli mostro che non ho tv e non firmo niente.non voglio tv non pago canoni non compro giornali barilla bayer nestlé novartis sandoz aventis cirio ecc dal 1995 sopravvivo con 400 al mese non posso curarmi figuriamoci se regalo soldi a sta gentaglia. Tassa di proprietà? Su un elettrodomestico? Stiamo fuori di testa?!! La rai si sovvenziona con i milioni delle pubblicità? Allora niente canone, mi frega nulla delle statistiche degli altri paesi.

sabrina moschetti, latina Commentatore certificato 12.01.14 04:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

trovo che sia illecito denominare ancora "CANONE" quella che e', e continuera' ad essere finche' non sara' modificata, un'IMPOSTA istituita con Regio Decreto negli anni 50.
Un canone e' facoltativo, si sceglie se sottoscriverlo o meno, invece questa imposta verrebbe versata (per come e' istituita oggi) anche se la Rai non esistesse piu', in quanto dovuta per la detenzione di apparecchio in grado di ricevere canali televisivi.
Invece propongo, in quanto imposta, di versarla all'erario per interventi utili e non alla Rai che ormai di servizio pubblico ha ben poco.

ROSANNA FUSCHETTO 12.01.14 00:13| 
 |
Rispondi al commento

Giochiamo....
Paragoniamo il Canone RAI al bollo auto (ricordo che si tassa il possesso del bene auto/televisore)
Immaginatevi la faccia dei possessori di Ferrari,Mercedes,Bmw,Volvo,Opel...... che pagano ogni anno il "pizzo" alla FIAT.
No Panda no party !!!!!!
:-)

Giovanni M., Spino d'Adda Commentatore certificato 11.01.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Secondo me il canone va pagato (tranne chi per legge è esente). Tra l'altro il canone RAI costa anche poco rispetto alla media europea e, secondo me, la qualità del servizio è quantomeno buona. Se non ci credete leggete questo articolo, dove sono indicati numeri e statistiche (e non chiacchiere). http://veesualize.it/2014/01/il-canone-si-vede-i-canali-meno/

Marcello Bandierini 11.01.14 21:30| 
 |
Rispondi al commento

NON E' CANONE E' TASSA DI POSSESSO DELL'APPARATO TELEVISIVO, PERCIO' VA PAGATO. CI SAREBBE DA VEDERE SE E' LEGALE E COSTITUZIONALE METTERE UNA TASSA DI POSSESSO OVUMQUE DECIDA IL GOVERNO.

ERMANNO RAHE 11.01.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Preoccuparsi se pagare il canone sia giusto o no non mi sembra per niente costruttivo visto che anche in altri paesi europei lo pagano e non ci sono tutti questi dibattiti che fanno perdere solo tempo ed energie all'unico scopo che dovrebbe avere la protesta: visto che pago decido io chi fa parte della dirigenza rai e non la politica. Nel consiglio di amministrazione ci dovrebbe essere un rappresentate significativo in grado di rappresentare il pacchetto di maggioranza che poi é l'utente.

Daniele Franceschetti 11.01.14 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certamente hai ragione, illusi chi credeva che lo si potesse giudicare illegittimo. Ma a questo punto cosa deve fare chi non lo vuole pagare e ingrassare lo stato? Ho apprezzato sempre Grillo quando consigliava di disdire l'abbonamento..... e moh che facciamo.

Claudio Vincenzo Monaco 11.01.14 08:56| 
 |
Rispondi al commento

il canone R.A.I. per me andrebbe abbolito, scusate ma ci potete dire quante ore di pubblicità vanno in onda in tutte le trasmissioni reciclate che ci fanno vedere .grazie .Tonino. Lecce

degioanto 10.01.14 21:03| 
 |
Rispondi al commento

io avevo capito che la disdetta com'era concepita era contro i diritti dell'uomo,la rai vuole una dichiarazione di non possesso o perdita di possesso dell'apparecchio..cioè degli apparecchi tutti..la ue gli contestava il fatto che lo stato non può avere il diritto di monopolio dell'informazione cioè non ti può imporre un pagamento per un tuo diritto

Pasquale ., (sa) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.01.14 21:02| 
 |
Rispondi al commento

- Vendita ad azionariato diffuso, con proprietà massima del 10%, di due canali televisivi pubblici
- Un solo canale televisivo pubblico, senza pubblicità, informativo e culturale,indipendente dai
partiti

Sta scritto a pagina 7 del programma del Movimento 5 Stelle.

A che punto stiamo sig Roberto Fico ?

Dopo averci informato sulla ineluttabilità del pagamento del canone, ci spiega che è stato fatto al riguardo.

Lei è presidente della comissione di vigilanza RAI, unico "strapuntino" lasciato a M5S sul carrozzone del potere.

Si dia da fare affinchè la RAI sia privatizzata nelle forme e nei modi indicati nel programma.

Se ciò non fosse possibile, SI DIMETTA !!!!

Poppo Gala 10.01.14 15:44| 
 |
Rispondi al commento

Non pago il canone RAI, perché, per purgarmi, uso il vecchio sistema delle prugne cotte. Spendo decisamente meno ed è più salutare.

Ezio Bigliazzi, Bedizzole Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.01.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento

A quando una trasmissione rai settianale in prima serata a 5 stelle?

Daniele Franceschetti 10.01.14 09:08| 
 |
Rispondi al commento

io l' ispettore non l'ho fatto entrare ho detto che non avevo tv e che la "deteneva" (che brutta parola) soltanto mio padre che paga il canone regolarmente. risultato?? Convocato dalla Guardia di Finanza, dove ovviamente trovo un preposto Rai, perchè la G.F. è solo a scopo intimidatorio.
dopo un lungo scambio di opinioni, mi ha detto di mettere per iscritto che non avevo tv e di mandarlo per raccomanfata alla rai di Palermo e di Torino ( sono Siciliano). fatto questo per 5/6 anni non si fanno più sentire, poi ripassa un ispettore stessa solfa e ricominciamo con le lettere minatorie.
questo è tutto.

dimenticavo, qualche ispettore dice di credervi che non avete tv ,ma di firmargli una ricevuta per dimostrare che è passato e poi staccata la vostra copia, sul retro.........sorpresona!! la dicitura " e con questo dichiaro di detenere un apparecchio televisivo. Viva L'Italia

Nino 10.01.14 06:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Cittadino Roberto Fico, il problema della legittimità del Canone e un problema politico, in Italia si deve pagare anche l'aria che respiriamo per garantire i megastipendi della Casta politica e giornalistica che transita alla Rai. Ma la legittimità riguarda anche alle persone disabili come me, sordo pre linguale del 100%, dove da anni mi rifiuto di pagare, e puntualmente mi arrivano le cartelle Equitalia/Serit, e mi chiedo se la Rai che ha sottoscritto un contratto di servizio con l'AGCOM per garantire ai disabili la sottotitolazione dell'85% dei programmi Rai,(solo 3 canali su 18 usano la sottotitolazione, e meno del 70% dei programmi) mai rispettato e mai attuato o attuato male, come si fa poi a chiedere ad un sordo di pagare per programmi che non usufruisce o usufruisce male. Addirittura hanno proposto di pagare il canone rai con la pensione di invalidità di appena 280€ al mese. Mi chiedo a che serve tutto questo??? per pagare i compensi milionari a questi signori della casta rai ???? Vergogna

Filippo Cammarata 10.01.14 06:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo fermamente che il canone RAI non è altro che un furto o truffa,in quanto non cambia niente rispetto gli altri canali,se non quello che se vinci qualche concorso se non hai pagato la cagnotta il pizzo insomma il canone non hai diritto alla vincita.E basta prese in giro.

Adriano 10.01.14 06:23| 
 |
Rispondi al commento

Ho pagato il canone da quando ho preso casa.
Lo pagavo volentieri perché ritenevo che gli introiti potessero servire a migliorare il servizio. Ma nulla di tutto ciò.
Se ora devo proprio continuare a pagarlo Voglio essere considerato al pari di un azionista. Voglio conoscere il bilancio, poter dire la mia sui palinsesti e poter valutare il personale. Attraverso persone scelte da me. Chiedo troppo in cambio?
Il tempo delle...Deleghe è finito!
Se è vero che la Rai si regge col canone (?), coi soldi dei cittadini utenti, perché non rendere tutto trasparente?

NUCCIO N., MONZA Commentatore certificato 10.01.14 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che il dubbio di legittimità eventualmente sollevabile lo abbia rivelato lo scorso governo Monti, quando aveva tentato di far applicare il canone speciale alle imprese in possesso di mezzi idonei a ricevere, per cui pc o cellulari; la cosa era stata fermata perchè sembrava pura follia, nella situazione economica in cui ci trovavamo(mentre adesso...). Eppure a rigor di legge dovrebbe essere proprio così. Per cui o si estende il canone speciale, oppure il canone normale non può essere applicato ai mezzi idonei a ricevere. Fico, spiegami tu com'è sto casino.

Giacomo Regazzo, Venezia Commentatore certificato 10.01.14 00:04| 
 |
Rispondi al commento

salve Beppe vorrei sapere se sia vero che a Caserta il 94 per cento dei residenti non paga il canone Rai dati emersi in rete

alberto bottos 09.01.14 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Imposta chiamata Canone RAI: stabilita con Regio Decreto vigente e ribadita e regolamentata dalla
Legge 6 agosto 1990, n. 223 Disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato. Pubblicata nella G.U. della Repubblica italiana del 9 agosto 1990, n. 185, Supplemento Ordinario
Art.27(Norme sul canone di abbonamento)
1. A decorrere dal 1° gennaio dell'anno successivo a quello di entrata in vigore della presente legge è soppresso il canone di abbonamento suppletivo dovuto dai detentori di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni televisive a colori previsto dall'articolo 15, quarto comma, della legge 14 aprile 1975, n. 103.
2. Il pagamento del canone di abbonamento alla televisione consente la detenzione di uno o più apparecchi televisivi ad uso privato da parte dello stesso soggetto nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora.
Da Wikipedia:
L'imposta è un tipo di tributo, ovvero una delle voci di entrata del bilancio dello Stato, costituita da un prelievo coattivo di ricchezza dal cittadino contribuente non connesso ad una specifica prestazione da parte dello Stato o degli altri enti pubblici per servizi resi al cittadino e destinata alla copertura della spesa pubblica.
Nei paesi eredi del diritto romano è distinto dalla tassa, che è invece legata a una specifica prestazione. La parte delle entrate statali costituita dalle imposte è detta gettito fiscale.
Natura giuridica del Canone RAI
Si basa su quanto disposto dal regio decreto legge 21 febbraio 1938, n.246 relativo alla Disciplina degli abbonamenti alle radioaudizioni (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.78 del 5 aprile 1938). Questo provvedimento non è stato abrogato dal cosiddetto decreto Taglia-Leggi (con cui nel marzo 2010 il Ministro della Semplificazione Normativa R. Calderoli ha provveduto ad abrogare circa 375.000 leggi poiché è stato incluso fra le norme non suscettibili di abrogazione nella detta forma.


Il canone RAI è il Pizzo che ormai si paga da sessanta anni, approfitta dei più deboli e timorosi con continue minacce,"non lo paghi veniamo a casa tua a verificare se sei in possesso di un TV". Vorrei precisare che per entrare e controllare se si è in possesso di un apparecchio TV, gli addetti Rai devono essere in possesso di un mandato di perquisizione firmato da un Giudice. Al Sud e nel Triveneto, 80% circa non paga il canone. Pensate che un Giudice con tutto quello che ha da fare si metterebbe a emettere milioni di mandati di perquisizione per verificare se in casa vostra avete un TV?
Il problema più grosso siamo noi Italiani, che nei nostri Geni abbiamo anche quello del Coniglio.
Mamma RAI con i soldi dei contribuenti, paga fior di Milioni gente viscida come De Fazio e la Littizzetto, senza dimenticare che non ha mai smesso e continua a pagare un lauto stipendio a quel padre di famiglia, non che culatone e cocainomane di Marrazzo, senza dimenticare che i Trans amici di quel galantuomo di Marrazzo sono passati a miglior vita. PS: Comunque il Canone RAI è meglio pagarlo, altrimenti ti fanno saltare la casa...

Francesco Licata 09.01.14 15:29| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei intervenire sulla questione. Secondo me il canone Rai è una tassa assurda perchè, cosi come è impostata, non si può associare uno specifico individuo ad un'apparecchiatura atta alla ricezione come invece avviene per le automobili dove esiste il PRA che certifica la proprietà dell'auto. Se non possiedi un certificato di proprietà e se nessuno può emettere questo certificato come si fa a possedere un bene?? La questione poteva essere risolta con il passaggio al digitale creando una struttura (simile al PRA)per gestire la vendita dei decoder e il relativo certificato di proprietà. Cosi poteva avere anche senso ed a pagare era anche quella persone che acquistava più decoder come avviene per le automobili. cosi com'è adesso non ha senso (e quindi è assurda) e sarebbe meglio abolirla!

Diego Langellotti 09.01.14 13:42| 
 |
Rispondi al commento

scusate ma perché non fate come me? CHIEDETE LA DISDETTA ALLA RAI COSÌ FACENDO DITE CHE NON AVETE PIÙ IL TELEVISORE O CHE NON ABITATE PIÙ IN QUELLA CASA (15 ANNI FA L'HO FATTO ED ERA POSSIBILE ORA NON SO) E COSÌ NON ARRIVERÀ PIÙ IL CANONE! SE ARRIVA L ISPETTORE RAI NON LO FATE ENTRARE NON FIRMATE NIENTE E OVVIAMENTE DICHIARATE DI NON AVERE IL TELEVISORE... Per entrare a loro serve un mandato altrimenti é violazione domiciliare.. E la polizia di certo non darà un mandato per un televisore, ammenoché non é presente droga in casa o é stato compiuto un grave reato.. SVEGLIAAAAA!!!

Andrea Bruno 09.01.14 13:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Salve, a proposito di CANONE RAI, ho appena terminato di conversare con una addetta agli abbonamenti rai, alla signora ho chiesto: come posso fare per farmi oscurare i canali rai? non può fare oscurare i canali rai, è una bufala messa in rete - ho chiesto: se era legittimo pagare un abbonamento rai, mi ha risposto lei signore non paga per i programmi che vede o non vede ma paga per la detenzione dell'apparecchio, ho chiesto se era possibile che nel mio condominio sono l'unico a pagare il canone mentre le altre famiglie se ne fregano di pagarlo, mi ha risposto ci mandi un fax con i nominativi che poi ci pensiamo noi, premetto che al signore sotto il mio appartamento sono 13 anni che gli srivono e sono 13 anni che questo straccia la lettera e se ne frega, infine ho chiesto: ho mio padre 79 anni con un reddito famigliare di 1000 euro mensile , invalido al 100/% e mia suocera che per vedere la tv a fatto abbonamento skay con un reddito di 650 euro mensile, possono loro usufruire dall'esenzione del canone: risposta possono usufruire di tale esenzione solo se il loro reddito è pari a 516 ero mensili per 13 mensilità. Detto ciò, secondo me bisognerebbe non pagare più il CANONE RAI e poi vedere cosa fanno.
Termino dicendo NON HO PAROLE.

luca 09.01.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché la RAI non diventa come Sky o Mediaset Premium? ovvero ricezione della frequenza (RAI) tramite DECODER O CAM in abbonamento....

enrico c. Commentatore certificato 09.01.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Condizioni per il pagamento CANONE RAITV
1)NO A MISTIFICAZIONI DEI FATTI!
2)NO A FALSE NOTIZIE!
3)PARITA' DI RAPPRESENTANZA E DI SPAZI SECONDO RISULTATI ULTIME ELEZIONI
4)CAMBIO PRESIDENZA, A.D. E DIREZIONE GENERALE di TUTTI i TG OGNI 2 (DUE) ANNI, CON CONCORSO PROGETTO ESAMINATO DA APPOITA COMMISSIONE PARITARIA 50% GIORNALISTI E 50% UOMINI DI CULTURA ELETTI DAL PARLAMENTO OGNI 2 (DUE) ANNI
5)Palinsesto d'impatto visivo simile a SKY, con possibilità di intervento su sondaggi quotidiani (con controllo veridicità) come si addice ai tempi odierni
6)POSSIBILITA' DI COLLEGAMENTO WiFi PER MEZZO DI APPOSITO DECODER, VISIBILE E GESTIBILE CON TELECOMANDO UTILE ANCHE per coloro che non hanno dimestichezza con INTERNET - INTERLOCUZIONE CON P.A.

Paolo Besso, Vercelli Commentatore certificato 09.01.14 12:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto quello che fanno è illegittimo,si sono goduti i nostri soldi in mille modi,si sono comprati dalle ville alle mutande,li hanno distribuiti in mille rivoli clientelari,non vengono puniti,dov'è la legge?

Luciana Lucarellai 09.01.14 11:05| 
 |
Rispondi al commento


ATTENZIONE:

cliccate su WWW.CLIRT.IT per informazioni sulla disdetta e la richiesta di suggellamento del televisore a termini di legge del cosiddetto CANONE RAI TV, questa associazione ha fatto migliaia di disdette, tutte regolari, con assistenza legale.

vauro meliconi Commentatore certificato 09.01.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Gentile signor Roberto Fico
Nel giugno del 1995 fu indetto un referendum sulla privatizzazione della RAI, presupposto ineludibile per l'abrogazione del canone.
Il quesito proposto era il seguente:
Quesito: Volete Voi l'abrogazione: a) dell'art. 2, comma 2, della legge 6 agosto 1990, n. 223, recante "Disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato", limitatamente alle parole "a totale partecipazione pubblica"; b) dell'art. 1 del decreto legge 19 ottobre 1992, n. 408, convertito, con modificazioni, nella legge 17 dicembre 1992, n. 483, recante "Disposizioni urgenti in materia di pubblicità radiotelevisiva"?

Fu raggiunto il quorum (50% degli aventi diritto al voto) ed una significativa maggioranza si espresse a favore della privatizzazione ed dunque, seppur implicitamente, per l'abrogazione del canone.

A dicianove anni di distanza da quel referendum, nulla è stato fatto e la RAI rimane saldamente in mano pubblica o forse meglio in mano ai partiti robustamente foraggiata con denaro pubblico e quello privato derivante dal canone.

Nel mentre apprezziamo la "solerzia" con cui ci rende nota la legittimità di quel tributo, e la premura con cui ci informa della "bufala" fatta circolare sulla sentenza della corte europea, non possiamo non confidare che in occasione dei futuri "approfondimenti" in sede comunitaria abbia modo di riferire in merito alla illegittima personalità giuridica (pubblica) dell'azienda su cui ella ha l'alto compito di vigilare.

Auspicheremmo inoltre che ella si facesse carico di sollecitare le autorità competenti ad assumere i provvedimenti necessari a corrispondere alla volontà espressa dalla popolazione nel referendum del 1995.

Francesco Pinto 09.01.14 09:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una legge che non ha senso . Un pagamento del niente . Questo canone va abolito . La RAI puo' sostenersi benissimo con le pubblicita' . Quando finiranno le pubblicita' e ci saranno programmi culturalmente apprezzabili ed informazione attendibile ne potremmo riparlare .

Paolo Pastacaldi 09.01.14 09:19| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno io non posso capacitarmi del fatto che nonostante io debba acquistare la tv pagare la corrente debba pagare una tassa per avere l apparecchio in casa ma stiamo scherzando? E poi lo chiamano canone ma per un canone bisogna stipulare un contratto ed io non ricordo di avere firmato nessun contratto con la signora RAI! Poi programmi inguardabili e oltretutto di parte, ma per cosa dovrei pagare per cosa! Io purtroppo vivo in una situazione difficile e non ho la possibilità si lasciare questo paese, si dico proprio di lasciarlo ai politici, agli immigrati ( per i quali non nutro nessun astio) che sono più degli italiani così magari lo pagano loro il canone RAI e vorrei andarmene via pk questo paese non mi rappresenta più in nessun modo, anzi ogni giorno si scoprono sempre più schifezze dove a rimetterci si scopre siamo sempre noi del popolo. Ah! Un altra cosa secondo me i leader sono leader se concludono qualcosa per coloro che li seguono quindi basta con parole e paroloni passiamo ai fatti, grazie.

D'Elia Giuseppe 09.01.14 09:12| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti.La soluzione del problema canone RAI mi pare semplice. Visto che la RAI è di fatto una Società per Azioni. basta versare un corrispettivo di azioni RAI ad ogni utente, in cambio dei 113 euro che questi paga ogni anno. Dopo 30 anni l'utente possiede un certo gruzoletto di azioni che può anche immettere sul mercato. La cosa più importante, però, è che ogni utente/azionista riceva ogni anno (va bene l'e mail) il resoconto finanziario dell'Azienda, con utili, spese, resoconto e costo dei contratti ai vari soggetti, nonchè le motivazioni per le quali il CDA ha deciso un nome anzichè un altro. Vi garba? Oggi neppure Fico riesce a sapere quanto la RAI paga a Endemol (Berlusconi) o quanto prende Fazio. Segreto di Stato!!!

jurijivago 09.01.14 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lasciatelo in pace: da quando è su quella poltrona non trova più tanto ingiusto il canone!

Mauro Visigalli 09.01.14 09:04| 
 |
Rispondi al commento

salve ,l'argomento del canone,e stato e sarà sempre oggetto di contrasto,io vorrei darvi una soluzione per tutti questi problemi,perchè non fate come le tv a pagamento,per poter vedere un canale,o una serie di canali tipo rai, mediaset,lo si vede solo se si paga,come sky,chiaramente dovrebbero essere tutti i canali così.a quel punto quelli che vogliono vedere la rai o mediaset o atri canali,pagano e li vedono.

pietro de marco 09.01.14 08:41| 
 |
Rispondi al commento

La colpa è degli elettori......

Roby Laga 09.01.14 06:18| 
 |
Rispondi al commento

Non comprendo gli italiani. Lagnano per tutto, anche se non gli do torto, ma per lo meno ribellatevi! Ho visto la vostra RAI, e' pura noia oltre che falsificare molte notizie, quindi perche' pagare? Paghereste chi ogni giorno e' falso con voi?

Ricordo un pensiero di Martin Luther King Jr.:

"In no sense do I advocate evading or defying the law ... That would lead to anarchy. An individual who breaks a law that his conscience tells him is unjust, and who willingly accepts the penalty of imprisonment in order to arouse the conscience of the community over its injustice, is in reality expressing the highest respect for law."

Ma noi abbiamo palle, e voi?

David 09.01.14 02:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro beppe Il movimento è grande, la maggior parte delle persone con cui parlo pensa non stia facendo niente, io so che non è così. Con questa idea di non intervenire sui media raccoglieremo forse il 2% di voti in più (di internauti probabilmente paranoici)ma ne perderemo forse il 7,8% che voteranno a cappella... Abbiamo la vigilanza sulla rai perché non rendiamo la nosta televisione finalmente pubblica con pari condizionie ugualianza almeno su i canali per cui siamo costretti a pagare il canone?

Un saluto da un'attivista quasi ex per questo e altri motivi

Fabio Gianolla 09.01.14 02:40| 
 |
Rispondi al commento

stamattina é arrivato il bollettino del canone rai e ad avere quel bollettino in mano mi ha fatto venire l'orticaria come sinceramente me la fanno venire i programmi rai e chi conduce per la rai! il mio telecomando non li vede proprio i canali 123 e via dicendo! mi fanno schifo! e mi fa ancora più schifo essere obbligata a regalare i miei soldi per pagare quelle nullitá! fate qualcosa togliete sta tassa ma io non lo so ma é normale avere la tassa per la tv? mettetene una pure per andare al cesso dai..poco ci manca. e per informazione non tutte le regioni pagano!! a me vengono i controlli ma al sud a me mi hanno dato della cogliona perché la pago capito?? a belli ma svegliatevi va

kari s., genova Commentatore certificato 09.01.14 02:33| 
 |
Rispondi al commento

MA CHI LE GUARDA QUEI CESSI DI RETI TELEVISIVE .....MA QUELLO CHE MI FA VERAMENTE INCAZZARE E CHE DEVO CACCIARE FUORI 113 EURI PER PAGARE QUEI PARASSITI DEI SCIUSCIÀ. VERMONI E SCHIUMA DEI CAVALLI QUANDO VANNO A FARE PIPÌ
LI ABBIAMO TRA LE PALLE DA 30/40 ANNI ....IO AI SCIUSCIÀ GLI FAREI RIMBORSARE IL. CANONE A TUTTI GLI ITALIANI CON I LORO DENARI E PROPRIETÀ E POI LI CACCEREI A PEDATE NEL SEDERE

Pietro.d 09.01.14 02:19| 
 |
Rispondi al commento

ho visto che Marrazzo tornerà in tv. Con che faccia si presenterà?Sono morte delle persone nella sua torbida vicenda, mai chiarita del tutto. Ora mi chiedo perché devo pagare il canone RAI per vedere questo condannato dalla legge un'altra presa per i fondelli?

Luisa Gambato 09.01.14 02:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho capito,ma secondo me caro il mio Fico dovresti leggere molto attentamente il regolamento della tassa sul possesso del televisore e dire alla Commissione RAI che non si può più pagare la tassa se non si riceve il segnale.Chi abita in zone dove non si riceve il segnale se non spendendo delle cifre tra tecnico e impianto satellitare si dovrebbe fare una battaglia logica,e così pure se si coabita una casa di famiglia con un parente o un compagno/a non si devono pagare due tasse per il solo fatto di vivere insieme.Il fatto di non av ere la stessa ragione fiscale con il coabitante non deve essere un motivo per pagare doppia tassa come è successo a me che abito con una parente dalla nascita per motivi familiari.Questo dovrebbe essere un bel motivo di lotta per far valere diritti che come tanti altri vengono calpestati in nome di uno stupido e arrogante profitto da parte della Rai.

Massimo Caronti, Como Commentatore certificato 09.01.14 02:13| 
 |
Rispondi al commento

Si chiama "canone Rai" , ma cosa è in realtà ,un'imposta oppure una tassa ?
Se è un'imposta allora significa che deve essere pagata da tutti indipendentemente dal ricevimento della prestazione ( cioè anche se non accendi mai la televisione )
Se è una tassa allora deve essere pagata solo se utilizzi il servizio ( cioè solo se utilizzi la televisione sincronizzandoti sui canali Rai )
Non esistono altre forme di prelievo fiscale nella nostra Costituzione. Deve per forza essere una di queste due forme di prelievo.
Per come è concepita, allora, visto che è obbligatoria e legata al semplice possesso di un'apparecchio televisivo,deve per forza essere una imposta, giacché si paga anche se non ci si sintonizza sui canali Rai. Cioè si paga comunque, sia che si usi il televisore per vedere la Rai che no.
Ma le imposte, a differenza delle tasse, che sono il corrispettivo di un servizio, hanno un limite preciso nella Costituzione , che stabilisce che ciascuno debba partecipare alla spesa pubblica in ragione della propria capacità contributiva.
Allora l'Imposta denominata erroneamente " canone Rai " è costituzionalmente illegittima, in quanto non corrisponde in alcun modo alla capacità contributiva.

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 09.01.14 01:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cari amici del Movimento ! Vi prego, fate in modo che questa tassa ingiusta iniqua e scandalosa venga al piu' presto eliminata. Vi prego inoltre di intervenire presso gli Organi competenti,sempre della RAI, affinche' se la finiscano con quelle continue notizie di cronaca nera durante il telegiornale.Ma non sanno parlare di altro ? E' un continuo annuncio funerario impastato con omicidi, suicidi, e svariati incidenti stradali a non finire,Basta perche' non ne possiamo piu' con questo tipo di telegiornale.

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato 09.01.14 00:20| 
 |
Rispondi al commento

debbo pensare a mangiare non ho niente per pagare la RAI e poi nessuno li obbliga a trasmettere e poi perché pagare una cosa che da quando esiste il mondo , ovvero le onde radio , anche se sono elaborate e trasmesse per utilità di informazione. Quando voglio una cosa la pago e la RAI non la voglio e con le nuove tecnologie possono oscurare i loro canali a chi non paga..... o gli debbo fare un progetto per questo?

Riccardo 08.01.14 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Tassa di possesso del televisore (che include anche radio)! Ormai non è più canone alla RAI. Non servirebbe a nulla chiedere il sigillo ai canali RAI, se si possiede la TV c'è da pagare comunque. Allora chiediamo anche l'abolizione del bollo ACI! Anche se non si guida l'auto, è da pagare! Facciamo sigillare le portiere per non pagare il bollo auto? Anche se uno non vuole la TV e tenere solo la radio, c'è canone per possesso radio! Le tasse sono da pagare per avere i servizi. Non discuto sul giusto o non giusto. Da qualche parte dovranno entrare i soldi. Magari andrebbero rivisti gli importi ma non si può cancellare tutto e poi lamentarsi anche dei servizi mancanti.

Lorenzo 08.01.14 23:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ha ragione Elvio Muretta quando dice ke il canone ormai è equiparabile ad una tassa di possesso del TVC..non a caso, nell'inguardabile spot sul canone Rai, quando il marito accartoccia il bollettino di pagamento (bravo bis! ^-^) s'accartoccia pure la TV..e la moglie dà di matto xkè non può più vedere i bellissimi, educativi e ricreativi programmi Rai! ^_^

Manuele V., Marche Commentatore certificato 08.01.14 22:51| 
 |
Rispondi al commento

Avvolte mi meraviglio di alcuni italiani che affermano ... "è normale pagare la tassa RAI "! Mi chiedo quanta gente vorrebbe eliminare questa tassa ingiusta...!?! Penso più del 80% ...ci sarà un motivo...! Grillo tu che sei x il popolo...cosa ne pensi effettivamente. La gente spera che il m5s abolisca questa inutile TASSA.

Angelo Federico 08.01.14 22:39| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo perche debbo pagare il canone RAI , DOVREBBERO FARE COME SKY O PREMIUM , VEDI CIO CHE PAGHI . NON OBBLIGARTI A PAGARE X VEDERE PUBBLICITA

giovanni contorno 08.01.14 22:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

peppe se tu vuoi puoi farlo .non deludere chi ti vota.

antonio martone 08.01.14 22:30| 
 |
Rispondi al commento

Michael..giusto..ecco ancora una volta il classico modo di fare disonesto tipicamente italiano. Quindi o togli il canone o riduci al minimo la pubblicità. Non puoi obbligare a pagare il canone e poi mettere un sacco di pubblicità.

Fabrizio P. 08.01.14 22:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si chiama canone o abbbonamento e solitamente queste cose sono da pagare se l'interessato richiede il servizio. NON MI INTERESSA VEDERE LA RAI QUINDI VORREI NON ESSERE COSTRETTO A PAGARE PER QUALCOSA CHE NON VOGLIO VEDERE.

Stefano Sergi 08.01.14 22:16| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

ci sono delle cose poco chiare. La RAI è una azienda privata, l'ufficio che invia i bollettini fa parte del ministero delle finanze, quindi sono pagati dallo stato per fare gli interessi di una azienda privata. Dicono che il canone è una tassa, non è vero, perchè la tassa di possesso è "collegata" (così dicono) al canone, e pagando il canone si paga anche la tassa per le audizioni. Se non si vuole vedere i programmi RAI TV bisogna chiedere la sigillatura del televisore dentro un sacco nero. Questo tuttavia non viene fatto perchè è illegale. Pertanto se la RAI TV vuole il canone perchè non trasmette un segnale criptato visibile solo da chi paga l'abbonamento? Risposta : le trasmissioni RAI sono un veicolo di propaganda politica governativa pertanto meglio aumentare il canone ai pochi che pagano e lasciare perdere gli altri. LA RADIO è GRATIS, ascoltate la radio.

LUIGI VERARDO, VENEZIA-MESTRE Commentatore certificato 08.01.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento

Come M5S si era promessa l'abolizione del canone rai o per lo meno pagare un piccolo balzello per un canale di sola informazione. Il canone rai è una tassa fascista e inutile proprio come il bollo auto. Perché dovrei pagare il parcheggio a pagamento dei comuni visto che pago il bollo allo stato? Ricordatevi cari cittadini 5 stelle che anche voi, se pur vi siete dimezzati lo stipendio state vivendo alle nostre spalle, quindi dovete almeno provare ad abolire certe tasse ingiuste. Discorsi come questo lasciano il tempo che trovano. Si deve togliere e basta.

Pier M., Sassari Commentatore certificato 08.01.14 22:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

R.A.I.,SE VUOI SOLDI PER CANONE,,TI LI DIAMO ANCHE,PERO COSA CI OFFRI IN CAMBIO?????ADESSO NEANCHE F1,,NO MOTO GP,NO CALCIO,PERCHE NON CE SERIE A??FAI UN SONDAGGIO A VEDERE COSA VOGLIAMO!!!SPENDI I NOSTRI SOLDI PER QUELLO CHE VOGLIAMO NOI,,CHIEDI, QUANTI PERSONE SONO CONTENTE DI QUELLO CHE CI OFFRI,,PERO I SOLDI LI VUOI USANDO ANCHE IL POTERE.....LIBERTA, DEMOCRAZIA,,ITALIA,,HA-HA

bologna 08.01.14 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma come avete fatto a guardare la puntata di Ballarò di ieri sera..c'era Gasparri! ^.^

Ps. i demenziali e faziosi mass media di regime stanno facendo il loro sporco lavoro: se il sondaggio di Paperog..ehm Pagnoncelli è vero il 66% degli Italioti pensa ke l'azione politica del M5S sia inutile perché "si limita a criticare senza fare alcuna proposta" Coome? O.o
Beppe..ma cosa cavolo aspettiamo ad andare in televisione a rendergli pan x focaccia? questi ci cuocciono a fuoco lento -.-

Manuele V., Marche Commentatore certificato 08.01.14 22:00| 
 |
Rispondi al commento

Io continuerò a non pagarne perché non guardo quel cesso di televisione. E la rai è la peggiore di tutte. Che vengano a controllare.

Pier M., Sassari Commentatore certificato 08.01.14 21:59| 
 |
Rispondi al commento

Il canone rai non dovrebbe sussistere inquanto ci bombardano di pubblicità. .in Inghilterra il canone è di 145 sterline per la tv nazionale cioè bbc ma non trasmettono pubblicità. ..piccolo chiarimento

lorenzo michael 08.01.14 21:54| 
 |
Rispondi al commento

Come elettore iscritto al M5S dichiaro che non voterò loro se non sarà abolita o per lo meno regolamentata la tassa della RAI. Segnale via cavo o criptato. per chi desidera vedere gli spettacoli pornopubblicitari di Stato. E farò opera di convincimento presso altri affinchè si comporteranno di conseguenza come me. Grillo aveva affermato, due anni fa in un'intervista, che lui il Canone non lo pagava, o per lo meno pagava solo la tassa di possesso, di 5,60 euro. Perchè quel vostro video non circola più? Cominciate a ravvedervi, rivoluzionari delle mie ciabatte? Sentite il profumo dei soldi? Se no ditemi perchè non siete piu risoluti come prima. Ed allora vi dico : ad amici ambigui, preferisco nemici palesi. Meglio mille volte il Berlusca. Per lo meno è responsabile delle cazzate che racconta.

Pino Ottonello 08.01.14 21:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non sto dicendo che sia una cosa giusta e a parte la qualità del servizio, ma ad esempio anche nel Regno Unito si paga una sorta di canone; si chiama TV licence e costa ben 145,50 sterline. Se "l'Europa" dovesse rendere illegittimo il canone RAI, allora questo varrebbe anche per il suo equivalente in tutti gli altri paesi europei o No?

Fabrizio P. 08.01.14 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe utile che la Rai utilizzi lo stesso sevizio che offre Mediaset Premium; se vuoi vedere la Rai paghi il canone e inserisci la scheda. chi non vuole vedere la Rai non paga il canone. io sono per la seconda ipotesi

michele silvestri 08.01.14 21:02| 
 |
Rispondi al commento

Non ho il televisore,quindi non si paga!!! Dimenticavo per mia fortuna non vivo piu in italia!!!!che fortuna!!!!

edoardo de rosa 08.01.14 20:52| 
 |
Rispondi al commento

Il canone Rai è già scandaloso di suo, ancora di più quando non mi fanno vedere le reti su sky. Schifosi manager della Rai ora c'è il mitico Fico che vi controlla!

Michele squillante 08.01.14 20:47| 
 |
Rispondi al commento

Ma scusate il canone Rai è una tassa messa 70 anni fa Xchè era l unica tv in Italia visto che ora ci sono sia sky che mediaset la Rai dovrebbe fare un pacchetto a pagamento suo e chi vuole guardarlo lo compra chi non lo vuole non lo compra proprio come gli altri 2 gestori.invece il canone lo dobbiamo pagare anche se neanche arriva il segnale della Rai solo Xchè abbiamo il televisore e questa mi sembra una grossa cazzata.ogni persona dovrebbe avere il diritto almeno in TV di guardare e di pagare cosa vuole mentre in questo stato del cavolo bisogna sempre e solo pagare e ripagare tutto e non è giusto.

Emiliano mancuso 08.01.14 20:42| 
 |
Rispondi al commento

il canone RAI è un po' come il passaggio pedonale delle autostrade.... delle tasse sul costo della benzina... e di tante altre truffe per cui gli ITALIANI ... Non ricordano neppure ....oppure non sanno di cosa si tratta !!! paghiamo "BENETTON" PER LE AUTOSTRADE SOLO PERCHE' HANNO I DIRITTI D'AUTORE... COME SI DICE NEL MONDO SOUND-UNDERCOVER - "MA ANNATEVELA A PIA' N'TAR CULO MONDOOOOO !!!!.... IO SO' IO!!!! E VOI SIETE NIENTE !!!! IL MIO "KI" SARA' SEMPRE "MIO" !!!! CHIARO STU FATTO !!!!! ?????? !!!!!!!!!!!!!!!!!! ;)

Mikele Rinaldi RSP 08.01.14 20:29| 
 |
Rispondi al commento

Se si abolisse il Canone Rai sarebbe un bene per tutti perché è una tassa ingiusta e molti italiani si rifiutano di pagarla. Sarebbe opportuno innanzitutto vedere dove sono finiti i soldi dei contribuenti visto che la RAI ha un palinsesto molto scadente e a mio avviso ci vorrebbe una riforma che permetterebbe TUTTI di pagare "volentieri" un servizio pubblico se ci fosse una contropartita di programmi culturali e non solo calcio.
Mi spiace che Matteo Ponzano non c'è più nella Cosa. MI è sempre stato simpatico e ha preso sicuramente a cuore il M5S. Non vorrei che il M5S iniziasse a perdere colpi. La Sardegna, La Cosa non sono un buon segno della vitalità del M5S che è sempre stata la sua caratteristica.

Renzo Grillo 08.01.14 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi associo al commento poco sopra:
s'ha da pagare oppure no ??
da quando ho casa ho sempre pagato, ma farmi prender continuamente per il c**o mi inizia a pesare

Cmq grazie per quanto fate

fabio f., Forlì Commentatore certificato 08.01.14 20:26| 
 |
Rispondi al commento

FRANCAMENTE, io non ho capito quello che vuole dire
il portavoce del m5s presidente della commissione di vigilanza della rai roberto fico.
se c'è qualcuno che ha capito è vuole spiegarmelo o se il portavoce roberto fico vuole chiarire gli sarei grato.
sono invece felicissimo di aver letto la pantomima
SCHERZI A PARTE, OGGI, QUI, AL QUALE PAGO VOLENTIERI IL "CANONE" COME LA MONGOLFIERA QUI SOTTO DIMOSTRA.
franco rosso

antonio l., palermo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.01.14 20:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bé, possiamo dire che il canone RAI fa parte dei costi della politica, o meglio dei politici italiani. Dovremmo confrontarci con altri sistemi televisivi oltreconfine, ad esempio seguendo le trasmissioni della BBC avremmo molto da apprendere su di un corretto modello di TV sovvenzionata dallo Stato.
Il problema del canone è lo stesso delle nostre tasse: il fine è finanziare questo sistema di legami con la politica, anzi politici, che giunge a piazzare il barista amico nell'ospedale: figuriamoci quale possa essere l'indipendenza dei giornalisti considerando il sistema di reclutamento. Al riguardo chiedo conforto al nostro Fico.
Non sconfortiamoci troppo.

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.01.14 20:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.ritacoltelleselibripoesie.com/2013/12/canone-tv-in-realta-unimposta-superata.html

Roberto Fico, le invio il link al mio post sull'argomento perché, al di là delle scemenze e delle "bufale", le cose lei le deve dire precise: non lo chiami "canone" proprio lei che, come M5S, è l'ultima speranza di legalità che gli italiani hanno. Affronti il problema per quello che è: un'imposta sulla detenzione di apparecchi atti a ricevere le emissioni istituita con un Decreto Regio! Fatto quando avevamo il Re! La sigillazione, poi, impedisce l'uso dell'apparecchio a chi ha lettori di cassette VHS, DVD e, come me, anche Superotto.

Rita Coltellese 08.01.14 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Roberto...

la RAI sta' facendo sempre piu' schifo nei NOSTRI CONFRONTI....

che dire di piu'???

Tu sei il Presidente della Commissione di Vigilanza RAI...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 08.01.14 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno si impegni ad abolire le societa' massoniche deviate infiltrate nelle istituzioni che soffocano questo paese compresa la Rai che da pubblica e' diventata di casta.Sono riusciti a manipolare tutto e questo dispiace molto.
Pasquale Montilla

pasquale montilla 08.01.14 19:52| 
 |
Rispondi al commento

Fate come me che non ho la TV e non pago un C..O! Ho un PC e mi sembra che ancora non si pagano tasse per averne uno.
Quindi cara mamma rai di sto cavolo i soldi da me non li prenderai MAI!

Giorgio Pettenello 08.01.14 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Dai commenti si riscontra una certa superficialità nel leggeere il post ed una grande disinformazione che mi auguro vogliate continuare a curare, raccomandando ai lettori di prestare attenzione.
1) Il cosiddetto canone è una TASSA istituita per legge e mai tolta
2) NON si possono fare referendum per chiedere l'abolizione di una tassa
3) Per aggirare l'ostacolo i radicali nel 93? indirono un referendum per la privatizzazione TOTALE della rai, vinto alla grande come quello per la soppressione dei finanziamenti ai partiti
4) La casta risolse alla grande il divieto di finanziare i partiti, mentre per la RAI le cose dopo grandi discorsi auspicanti viva e vibrante soddisfazione come sempre non ne parlò più nessuno, neanche gli stessi radicali quando andarono al governo prima col nano e poi coi comunisti
5) Per questo smisi di votare radicale e smetterò pure di votare 5 stelle se non mettete nel programma la vendita TOTALE della RAI


Ogni anno la solita storia, il canone rai non è da pagare e basta, ogni anno da onesto cittadino pago se pur in ritardo il canone rai, e ogni anno ricevo lettere dalla rai che mi invita a versare la quota altrimenti è denuncia. Dicono che bisogna pagarlo perche si è in possesso dell'apparechio tv, mi domando? ma per caso me lo hanno pagato loro? dovremmo pagare il canone pure per portare le mutande o un vestito visto che gli undumenti di cui sopra sono di mia proprietà.
Apparte le battute mi auguro che il M5S riesca a far cessare questa truffa.

luca 08.01.14 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Se non riuscite a togliere il canone Rai..e allora?

Lucio Di mare 08.01.14 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Il canone RAI è una truffa..perchè è una tassa di possesso tv..tra l'altro il popolo si era già espresso con un referendum nel '93, per la sua abolizione..soltanto questi teppisti l'anno sempre eluso..giocando sulle parole...trasformandola nella tassa di possesso.
Il M5S deve presentare la proposta per l'abrogazione della tassa di possesso tv e contestualmente presentare la proposta di legge per la vendita in blocco della RAI...quindi non stiamo a perdere tempo su cosa fanno alla RAI..(lo sanno anche i muri che questi s'ingoiano 1,6 miliardi e riesco pure a perdere soldi)...

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 08.01.14 18:29| 
 |
Rispondi al commento

La "tassa" RAI è solo una truffa di stato. Deve essere abolita e chi non paga non deve essere tacciato di "evasore fiscale", come tu hai dichiarato a "Radio 24" da Minoli.

angelo v., carrara Commentatore certificato 08.01.14 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Il canone rai è una tassa vera e propria e costringe i cittadini a pagarla con l'ausilio mafioso di equitalia e dell'agenzia delle entrate, questo balzello che va ad assommarsi al resto delle tasse è a dire poco vergognoso e addirittura antidemocratico, in quanto lede la libertà dei cittadini di essere in possesso di un bene in grado di ricevere i loro programmi, è assurdo solo il pensare che per potere ricevere programmi messi in onda gratuitamente da altre emittenti il cittadino debba pagare una tassa alla rai, il canone rai va eliminato senza ma e senza se e il più velocemente possibile. Invito il M5s di proporre in parlamento l'abolizione immediata di questa tassa che rasenta il limite della rapina di stato.

pistoia franco 08.01.14 18:07| 
 |
Rispondi al commento

ABOLIZIONE DEL CANONE RAI SENZA SE E SENZA MA!!!!
Tutto il resto son chiacchiere e aria fritta. Se la rai vuol fare "servizio pubblico" per bene, lo potrà anche fare, ma senza costi per i cittadini. Può sempre smettere di fare San Remo e michiate varie e dedicarsi ha cose più seri senza clichet milionari per i conduttori. Volendo la cara Mamma Rai può fare in modo di usare un segnale criptato - con una smartcard a pagamento, così chi se la vuol vedere...paga all'istante e l'agenzia delle entrate eviterà di rompere le scatole ai cittadini onesti con le richieste assurde di pagamento, non di una tassa, ma di un "pizzo".

pierluigi c., campi bisenzio Commentatore certificato 08.01.14 17:52| 
 |
Rispondi al commento

Privatizzare tutto, 40 ore di lavoro come il privato, e con i soldi incassati reddito minimo a tempo indeterminato

luca morello 08.01.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento

perchè mi devono sigillare il televisore ? Il televisore è mio e se voglio vedere canali non Statali (RAI) lo posso fare senza pagare un centesimo, così come devo potere pagare per vedere trasmissioni a pagamento.
Io non voglio vedere la RAI (che non offre granchè) e basta ! Pertanto non voglia pagare il canone RAI, perchè non usufruisco di alcun servizio.
Le motivazioni che sono alla base del pagamento del canone sono solo forzature, ma in verità non hanno alcuna logica. Non ci vuole molto a capirlo.

Francesco Palla 08.01.14 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Per i grillini sardi delusi dalla mancata presentazione della lista M5S partecipate al sondaggio sul mio blog e dite come voterete (o vi asterrete) alle prossime elezioni. È anonimo!

www.corradolai.wordpress.com


La tassa si paga per un servizio non per un possesso. Lo stato deve garantire i servizi. I cittadini pagano la tassa. Una tassa.

raoul romano Commentatore certificato 08.01.14 16:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

abbiamo la merda sotto il naso, e non sentiamo neanche la puzza.ormai siamo assueFATTI, piu' o meno da 30 anni. sto perdendo la voglia di PAGARE LE TASSE. un saluto a chi ancora crede in questo paese di sanguemisto!

marco fumagalli 08.01.14 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Io il televisore lo uso come secondo schermo del pc, perchè dovrei pagare il canone rai?

Bartolo Carnemolla 08.01.14 16:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io voglio poter recedere liberamente dal canone RAI come qualsiasi contratto che offra un servizio.

Detto ciò, si può anche pensare di estendere il canone alla linea internet e farne un pacchetto unico.
Come propongono qui,https://www.facebook.com/WifiCanoneRai

Il meetup di Roma ne sta già discutendo.

lucifero 08.01.14 16:10| 
 |
Rispondi al commento

è comico che i bar, luogo pubblico, pagano la stessa imposta sull'apparecchio di servizio pubblico novecento euro invece di cento e rotti. invece i bar che offrono la connessione ad internet gratuita ai propri clienti pagano il canone sul servizio invece che sull'apparecchio, seicento euro.

http://www.esaway.it/Internet/Serviziwifigratuiti/tabid/3699/Default.aspx

cellnetx 08.01.14 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei capire, come mai i giornali cosi attenti ai vari fatti quotidiani non si sono accorti dell'aumento del canone TV. Nessuno ne parla. Ci siamo accorti i fessi che lo pagano. E' una vergogna e lascia trasparire un interesse da parte dei giornalisti.
Ma quando verrà abolito?

Sebastiano Corpaci 08.01.14 15:44| 
 |
Rispondi al commento

la Rai e' una tassa di possesso del televisore che viene introitata dal ministero delle Finanze come la tassa di possesso dell'auto che la paghi solo perche' hai l'auto, la Rai gestisce il servizio di riscossione del tributo per conto dello Stato e si paga semplicemente perche si possiede il televisore e nn per i contenuti che si guardano.....visto che ci si trova chiediamo di abolire l'irpef l'imu ecccccc

lucia pellegrino 08.01.14 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi chiedo se una persona ha il televisore e gioca alla PlayStation e basta.... che deve pagare il canone? vediamo di non essere ridicoli ... tra poco ci tasseranno il b--- del c---- perchè sicuramente mangiamo dunque lo usiamo.....

nina conti 08.01.14 15:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il canone è da abolire e basta. Siamo nell'era digitale e, se vogliono i soldi, che facessero una tessera con i loro set di canali... altrimenti, oscurateli pure!
Conosco persone che hanno solo la parabola e gli oscurano i canali che trasmettono all'estero.
Io ne visualizzo soo alcuni e cambiano sempre di canale (o 1 o 101.. gli HD nemmeno si prendono).
Priima avevo SKY che avevo scelto ma, pur pagando il canone, i loro programmi era no oscurati (se non vedendoli con una chiavetta Digitale Terrestre collegata a questo)... perché?
Ora ho deciso di non avere più SKY perché chiedevano troppo ed era una mia scelta... ma la RAI NO! E' un obbligo, anche se io NON la vedo!
Allora, facesse lei questa benedeta scheda prepagata e e non la voglio vedere, faccio come SKY o Mediaset... non pago e non vedo.
Uno dovrebbe essere libero di vedere ciò che si vuole.
Una volta, quando la RAI era l'unica rete, allora si che il canone era e doveva essere obbligatorio... ma oggi, si ha la scelta di seguire qualsiasi canale anche solo estero e quindi, il canone non ha più senso.

Massimo L. 08.01.14 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Canone televisivo in Italia

http://it.wikipedia.org/wiki/Canone_televisivo_in_Italia

Natura giuridica del
canone
Si basa su quanto disposto
dal regio decreto legge 21
febbraio 1938, n.246 relativo
alla Disciplina degli
abbonamenti alle
radioaudizioni (pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n.78
del 5 aprile 1938)...

cellnetx 08.01.14 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono il più sfortunato di tutti, da quando e sul digitale sono anni che non vedo neppure un canale della rai. Ovviamente pagando il canone, ma adesso sono stanco di dare soldi gratis, e quindi ho scaricato dal sito rai i documenti per suggellare il televisore vedremo se verranno con il sacco di iuta, se ci riesco condividerò il video, e dopo vendo il televisore come reperto raro.

Roberto Santi 08.01.14 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ski non lo voglio e non lo pago... la RAI non la voglio ma la devo pagare... hanno raggirato l'ostacolo chiamandola tassa di possesso la stessa presa per il culo per chi possiede l'auto o la casa... ma si può sapere perché in Italia per possedere qualcosa bisogna pagare?

Diego De La Vega 08.01.14 15:08| 
 |
Rispondi al commento

network ed emittenti

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/12/08/far-west-in-tv-la-rai-mediaset.html

cellnetx 08.01.14 15:07| 
 |
Rispondi al commento

Il televisore non lo suggellano mai altrimenti come fanno a entrarti in casa a raccontarti cazzate?

Inoltre televisore suggellato = un utente-spettatore-consumatore in meno da vendere sul mercato pubblicitario.

vauro meliconi Commentatore certificato 08.01.14 15:06| 
 |
Rispondi al commento

L'abbonamento RAI non dovrebbe esistere, è una rapina ai danni del cittadino, il M5S deve fare di tutto per farlo abolire, vi abbiamo votato per far cambiare le cose non per confermare le schifezze che hanno fatto è continuano ha fare i partiti tradizionali.

antonino morena 08.01.14 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Avete dimenticato che la TV entra nelle nostre case come un cavallo di Troia e ci spia, convince e ci brucia le menti. Ci induce a consumi inutili e ad acquistare le merci sulle quali paghiamo almeno un rincaro del 20% per pubblicità.Ci spaventa e terrorizza e non parla mai del potere reale che oltre ad opprimerci ci sta riducendo in povertà.Mette i giovani contro i vecchi perchè i giovani non hanno visto i tempi migliori dei loro genitori e,in tal modo,li rende più malleabili e assoggettabili.E molto altro ancora.Quindi è la TV in debito con tutti noi.Il servizio RAI TV è pubblico.Le sue struture all'avanguardia non possono essere nè cedute nè privatizzate perchè appartengono a tutti quanti noi. "Checchè" ne abbia detto o ne dirà la Unione Europea.Il canone in conclusione non è dovuto.Altro che privatizzazione di uno due o tre canali quando i cittadini sono costretti a tacere e sono cancellati come cittadini.Abbiamo tutte le ragioni per "invadere" le sedi Rai TV e promuovere un vero servizio pubblico della infotmazione e della conoscenza.

STEFANO A. Commentatore certificato 08.01.14 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Caro ROberto Fico, approfitto di questo spazio dedicato al canone RAI per richiamare la tua attenzione sulla necessità di fare giustizia circa gli spazi dati dai telegiornali ai vari partiti e movimenti, dove è palese che il M5S non ha lo spazio che gli si deve... Puoi fare nulla per rimediare a questo boicottaggio o dobbiamo seguitare a subire in silenzio?

raffaello raffaelli, arezzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.01.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Io sarei favorevole al canone Rai, ma contrario alla pubblicità inserita riservata a tv private x sostenere le spese, nonchè le scene di fumo, già vietate, contrario all'indegno metodo di raggranellare milioni con le votazioni telefoniche, contrario ai programmi schifosamente indirizzati allo share! L'è tt da rifare.!

Lopa 08.01.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Scusa, ma io stesso tra il 2009 e 2010 ho letto su un quotidiano online che un utente che non voleva pagare fu portato sin davanti alla Corte Europea che stabilì l'obbligo di pagamento in quanto erano forniti servizi d'importanza nazionale. Forse era scritto su La Repubblica o sul Corriere, che allora seguivo solo per notizie di risalto (oggi non più...). Ricordo però che c'era una sentenza con tanto di n. legge e articolo e l'utente fu obbligato a corrispondere anche canone non pagato in precedenza. Io stesso mi imbestialii perché un giudice europeo prima di emetterla avrebbe dovuto monitorare per almeno 1 anno, e non attenersi a balle raccontate da un politico italiano! E' naturale che in tale situazione il gidice sarebbe stato corrotto!
Non pensate a questo punto che sarebbe il caso di informarsi per bene?
Da parte mia sostengo che essendo il governo ormai semplice partecipato minimo di RAI e non più possessore in pieno, ecco che la privatizzazione porta a non dover più versare detto canone, altrimenti cade il geoverno in sè perché non ha potere decisionale.

3mendo 08.01.14 14:50| 
 |
Rispondi al commento

Il canone RAI serve per finanziare una struttura che faccia servizio pubblico e non siparietti con Bruno vespa, reality e altre bufale; pura informazione e cultura, io direi un mix tra sky arte, tg, meteo, eventi sportivi e culturali di rilievo ed educativi. Per il business ci posso includere anche i film.
Po che ad oggi faccia ciò è discutibile ed è per questo motivo che in molti non vogliono + pagare il canone; visti i vari appalti clientelari che R. Fico ha tirato fuori.
O smettiamo di pagarlo o la RAI torna a fare servizio pubblico.

Federico Sandretti 08.01.14 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Se l'euro è una FIAT Corrency (quindi non è aggrappata a un valore REALE , tipo l'oro), e le banche (PRIVATE) questi Euro li stampano con un clic al computer ..
COME PUO ESSERE LEGALE PAGARE IL CANONE (in EURO)?
considerando che la tassa esisteva in un tempo dove non c'erano tv private e quindi pagavi per vedere la rai e basta(tassa sull'apparecchio , e non sul trasmesso) , ma ADESSO non ha piu legittimità , perche la realta che descriveva quella legge non è piu la realta di questo tempo.
Non possono obbligare NIENTE all'ESSERE UMANO.
Al CITTADINO possono obbligare TUTTO anche l'inesigibile
SOVRANITà INDIVIDUALE..

Essere umano, sei chiamato a testimoniare all'azione legale di legge basata sui fatti che ti riguardano.
L'azione sara ripresa in audio-video e trasmessa in streaming al mondo intero.
L'azione legale assicurerà alla giustizia in modo corretto e universalmente riconosciuto i colpevoli della creazione della grande crisi finanziaria mondiale e scioglierà tutti i patti fraudolenti da loro sottoscritti che tutti gli esseri umani hanno dovuto subire fino ad oggi.
Il video della diretta sarà reso diponibile a tutti attraverso ogni possibile canale di diffusione ,
sarà un documento che farà comprendere le motivazioni dell'arresto dei colpevoli di crimini attuati ai danni del popolo italico e di conseguenza a tutta l'umanità che verrà cosi chiamata attraverso la visione in streaming ad esserne testimone ufficiale.
Questo renderà possibile realizzare il nostro degno ed onorevole destino di esseri umani , quello di donne e uomini liberi dalla dominazione fraudolenta .
L'Italia se desta davanti agli occhi del mondo
www.SOVRANITAINDIVIDUALE.IT

Alberto G 08.01.14 14:45| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione la deputata della lega anche per me la tassa sulla tv e' illegittima la tv e' scandalosa non la vedo mai.

frank pit Commentatore certificato 08.01.14 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Per non sentire le litanie di mia moglie e subire la tracimazione annuale delle mie palle, lo pagherò obtorto collo
ma in tre rate a costo di fare la fila alle poste

Giorgio Di Giacomo 08.01.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento

non ho mai visto uno stato democratico possedere televisioni, giornali, auto.... questo succede anke a cuba...

luisa righini 08.01.14 14:30| 
 |
Rispondi al commento

Puó essere anche una bufala, ma ció che viene trasmesso è fazioso quindi preferiisco pagare il canone ad una tv libera meditate gente

Pescatore 08.01.14 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Il canone RAI va abolito senza tante chiacchiere.. senza se e senza ma. E' una frode come tante che ci sono in Italia alla faccia del contribuente. E' uno dei tanti modi per fare cassa.
Tenete anche conto che pagano sempre i soliti.. la gente che l'ha sempre pagato da una vita. C'è un sacco di gente, tantissima, che pure avendo l'apparecchio non paga niente. Allora, o lo fate pagare a tutti o a nessuno.

Fiorella Vagnoni 08.01.14 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Amico, la stai menando per lungo e in largo. Dì chiaramente che la tassa del televisore è quella di possesso, e corrisponde ad una minima parte di quel che è definito "Canone". Chi non desidera pagare quella gente è sufficiente che paghi la tassa all'Erario direttamente, decurtata di quello che andrebbe all'Azienda RAI. Un pò come uno che non vuol pagare più l'Energia elettrica perchè se la fa da solo. Non per questo deve buttare via i suoi elettrodomestici. Negli altri Paesi, chi vuole il servizio televisivo di Stato, glie lo mandano VIA CAVO. Per cui è obbligato a fare l'abbonamento, SE LI VUOLE VEDERE. Qui possono benissimo inviarti la tesserina da inserire nella CAM Card. Perchè han voluto il DTT? E se non hai la tesserina, non li vedi. Perchè non lo fanno? Perchè sono sicuri della pecoronaggine della gente, e tu che ti sei assurto a difensore dei poveri, stai pian piano diventando come glui altri, come i Radicali, fecero a suo tempo quello che fate voi. Aoh, sembra impossibile, ma tutti sti rivoluzionari una volta che varcano la porta diventano subito tutti possibilisti.

Pino Ottonello 08.01.14 14:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E poi, se è vero come è vero che il canone è stato trasformato in una tassa di possesso, perché l'importo lo incassa solo la RAI??????

Mors tua vita mea 08.01.14 14:09| 
 |
Rispondi al commento

esiste il segnale criptato come per la televisione per adulti che trasmette i film porno volendo. la microsoft x esempio vende i computer e fa pagare il sistema operativo ma se uno preferisce linux che è gratuito paga solo il pc e si fa restituire i soldi della licenza di windows. la rai non vende i televisori quindi che ciazzecca a sigillare i ricevitori? al massimo potrebbe pretendere la licenza del software che interpreta il segnale rai, il programma per ricevere il segnale... e basta. non esiste più l'abbonamento obbligatorio per una licenza. è la rai che deve pagare le frequenze per trasmettere se vuole fare la pubblicità come i privati. casomai. ecc.

cellnetx 08.01.14 14:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate, leggo di proposte del tipo: paga soli chi vuol vedere la rai, tipo premium.
Ma se la Rai è una tv di Stato e dello Stato, allora che sia gratuita e libera a prescindere!! Dove sta scritto ke sarebbe giusto pagarlo x intero o anke solo in parte? Nella foresta di Sherwood c'era più giustizia

Claudio bonaffini 08.01.14 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 08.01.14 13:52| 
 |
Rispondi al commento

Abito in un paese dove i canali RAI visibili sono: RAI1, RAI2, RAI3, RAI News 24 e le stazioni radio in digitale sono RADIO1 e RADIO2.

Ora, visto che la RAI ha al suo attivo 14 canali tv e 6 radio e DOVREBBE offrire un servizio publico, mi chiedo se sono tenuto a pagare in proporzione a ciò che vedo...

Alessio 08.01.14 13:51| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che il canone RAI abbia la stessa natura del bollo auto ovvero è una tassa sul possesso dell'oggetto. Nessun commento o giustificazione per non pagare se hai uno strumento per vedere i programmi TV devi pagarlo, anche se hai un PC con scheda per TV o tablet o smartphone ...... insomma non hai scampo. Fabio Fazio, Giovanni Floris e gli altri 10.000 dipendenti attendono. Da ultimo ricordiamoci che la RAI ha effettuato una ricerca di personale, con contratto di procacciatore, per intercettare coloro che non pagano il canone; mors tua vita mea con il 41% di giovani disoccupati i cacciatori di evasori saranno molti ed arrabbiati!!
Sempre forza Beppe

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.01.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Scheda accesso "servizi RAI" agli abbonati con segnale criptato, per chi vuol vedere la RAI il resto è solo fuffa per giustificare la tassa!

Ora con il DDT (Digitale Terrestre si può fare) altro che sigilli e suggelli!

Se ti piace vedere la RAI pagatela!

Leo A., Ancona Commentatore certificato 08.01.14 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Sigillazione dell'apparecchio !!!!!come si fa a fare una cosa simile....la fai se almeno avevi dato il decoder almenoooo!!!come manda la letterina.. poteva mandarlo!!invece i cittadini pagano il canone per programmi del c....!e come se nn bastasse se chiedi l'annullamento viene il tizio e ti sigilla il telavisore mah!!abolizione del canone SUBITO facessero vedere Beppe forse uno lo pagherebbe un tantino piu volentieri CREDO mmmhhh!!!e poi sono sicuro che c'è una soluzione migliore che ne so se paghi il canone ti danno una tessera ovviamente nn comprata dal cittadino e vedi la rai nn la possiedi nn vedi la Rai si può fare?? volere è potere tipo Premium

marco marchese., Roma Commentatore certificato 08.01.14 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Non posseggo nessuna TV radio o apparecchi simili...per anni mi hanno frantumato le palle con le raccomandate minacciandomi di pagare pena sanzioni....l' ultima raccomandata che ho mandato io riportava:non posseggo nessuna TV e non pago un canone x vedere degli stronzi a sparare cazzate....piuttosto che pagare una simile porcheria mi faccio un abbonamento ad una rivista pornografica.......schifo x schifo......

Carmine delle cave 08.01.14 13:05| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Suggellazione? La soluzione è molto più semplice: con il digitale la Rai può criptare tutti i propri canali e dotare, solo per chi paga il canone, di una scheda da inserire nel decoder. Così ogni cittadino sarà libero di decidere se pagare o no l'abbonamento annuale. Ma è una soluzione troppo democratica per l'Italia...

Lamberto Ambrosio 08.01.14 13:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ROBETO ; quando andiamo in tv. al pari degli altri partiti? Ci va più Casini di noi!
Ma li leggi questi post?
Tutti chiedono di andare in TV. anche nei
talk show...ma niente.
Volete o no asoltare la base,come avete sempre detto ????

pier p., acqui terme Commentatore certificato 08.01.14 12:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Urge il cambio del primo articolo della costituzione:
L'italia è una repubblica basata sulle tasse e sulle imposte.

Franco Losini 08.01.14 12:33| 
 |
Rispondi al commento

E come la mettiamo con chi riceve solo parzialmente il servizio? Io ricevo solo 3 reti rispetto a tutte quelle nuove che la rai vanta dall'arrivo del "fantastico" digitale. e cosi tutti i 5000 abitanti del mio paese. Come la mettiamo? perchè devo pagarlo per intero?

Stefano A., Dogliani Commentatore certificato 08.01.14 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Dagli ultimi dati circa il 40% di chi possiede un televisore non paga il canone. Quindi perché non rifiutarsi di pagarlo fino a quando lo stato non lo fa pagare a tutti?

Fabio Troietto 08.01.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Ma cosa cavolo ci stai a fare lì, in qualità di "presidente" se poi non sei capace di dar battaglia di farti valere? E che fine hanno fatto le ventilate minacce di Grillo contro la faziosità dei conduttori RAI? MA NON BISOGNAVA MANDARLI TUTTI A CASA? E allora forza! La prima cosa da fare è sostenere proprio la battaglia contro quel maledettissimo canone RAI, sostenendo la posizione della Lega e quella dell'Europa. DATEVI UNA MOSSA, O ALLE PROSSIME ELEZIONI GLI UNICI A "TORNARE A CASA" SARETE SOLO VOI.

giorgio mennoia 08.01.14 12:16| 
 |
Rispondi al commento

Io è da anni che ho chiesto il suggellamento del televisore e fino ad ora non è avvenuto, ma mi chiedo perchè dobbiamo accettare la chiusura di un'apparecchio che NOI abbiamo pagato. Non mi è stato concesso dalla rai o dallo stato per usufruire dei suoi servizi che sempre NOI paghiamo. Perchè devono rendermelo non funzionante? Allora che rimborsino il costo dell'apparecchio.

Roberto G. 08.01.14 12:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La RAI NON SODDISFA LE ESIGENZE DI PALINSESTO EQUAMENTE DEMOCRATICO E SONO STUFO DI
SUBIRE PROPAGANDA FALSA E TENDENZIOSA ESSENDO ANCHE COSTRETTO A PAGATE UN CANONE ANNUO, QUINDI QUEST'ANNO NON PAGHERÒ IL CANONE PER PROTESTA E NON PERCHÉ NON VOGLIA

Paolo Besso 08.01.14 12:00| 
 |
Rispondi al commento

allora lo dobbiamo pagare?
oppure no!

giovanni la bua 08.01.14 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Chi vuole uscire da questa spirale senza fine e senza senso del canone rai può fare domanda di "suggellazione" della vostra TV. Trovate più info qui: http://www.associttadini.org/canonerai/

Emanuele Manco Commentatore certificato 08.01.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento

Quindi a Bruxelles sosterrete il referendum della lega? io vorrei smettere di agare il canone

Leonarrdo Brilli 08.01.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento

MA VA.......
E CHI PAGA SKY 29.00€ AL MESE, QUESTO VA BENE?
SEMPRE VOI DEL M5S A DISPREZZARE TUTTO.

ALESSANDRO C., TREVISO Commentatore certificato 08.01.14 11:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"ABBONAMENTO" Rai puntuale paradigma inizio ANNO ITALIOTA

Come ogni inizio anno simboleggia il paese con la maggioranza della
popolazione tapina,succube,ignorante e per gli eventi che,in base a questa
maggioranza,lo caratterizzeranno.
Ancora una volta viene mistificata una "tassa erariale obbligatoria" con
l'inesistente sinonimo nella lingua italiana di "abbonamento (o
canone,identico nel significato) volontaria corresponsione di denaro per
ricevere servizi e/o contraccambi di varia natura consumistica" .
Un vero sfregio e disprezzo della capacità intellettiva del cittadino
italiano credendolo tanto beota da meglio sopportare la tassa impostagli x
il possesso di un accessorio domestico camuffandola come abbonamento
liberamente sottoscritto per servizi di una emitente televisiva.

In nessun paese del mondo viene attuata una simile deformazione linguistica ed una truffaldina pubblicità su tutti i media del paese (televisione in primis) !!

E tale oscena deformazione informativa di inizio anno è l'incipit di tutto
un anno in cui l'impronta per tutti gli eventi che in esso si verificheranno
sarà la stessa !

E il popolo bue, che si sottomette ad un tale abuso di deformazione della sua lingua, non ricorda che ci fu Nel Giugno 1995 un referendum
"Abrogazione della norma che definisce pubblica la RAI, in modo da avviarne la privatizzazione" :
"Quesito: Volete Voi l'abrogazione: a) dell'art. 2, comma 2, della legge 6 agosto 1990, n. 223, recante "Disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato", limitatamente alle parole "a totale partecipazione pubblica"; b) dell'art. 1 del decreto legge 19 ottobre 1992, n. 408, convertito, con modificazioni, nella legge 17 dicembre 1992, n. 483, recante "Disposizioni urgenti in materia di pubblicità radiotelevisiva?"

per il quale,raggiunto il quorum, se ci fosse stata una maggioranza di SI si doveva avviare la privatizzazione della RAI.

ed il quorum fu raggiunto con il seguente risultato : 56% SI

vito a., Milano Commentatore certificato 08.01.14 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io il Canone Rai lo abolirei del tutto..se la Rai facesse un'informazione libera dai partiti&lobbies, corretta e imparziale (verificando le fonti delle notizie..nn dandole per "sentito dire"! ho sentito interi "servizi" di TG parlare dall'inizio alla fine usando il condizionale..ma come si fà? O.o) solo in quel caso lo ripristinerei! nel frattempo ke andasse avanti con gli introiti pubblicitari ^_^

Manuele V., Marche Commentatore certificato 08.01.14 11:49| 
 |
Rispondi al commento

E quindi si paga o no questa usura legalizzata?

Cristian a 08.01.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati da Beppe Grillo e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi. Per poter postare un commento invece, oltre all'email, è richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, savol quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121. I dati acquisiti verranno condivisi con il "Blog delle Stelle" e, dunque, comunicati alla Associazione Rousseau, con sede in Milano, Via G. Morone n. 6 che ne è titolare e ne cura i contenuti la quale, in persona del suo Presidente pro-tempore, assume la veste di titolare del trattamento per quanto concerne l'impiego dei dati stessi nell'ambito delle attività del predetto Blog delle Stelle; modalità e finalità del trattamento nonchè ambito di diffusione e comunicazione dei dati da parte della Associazione Rousseau sono i medesimi sopra e di seguito descritti.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori