Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La svendita della Banca d'Italia

  • 103


banca_italia_svendesi.jpg

"Il governo sta mettendo le mani sulla Banca d'Italia per fare l'ennesimo regalo alle banche private, forse anche a quelle straniere. E lo fa utilizzando il solito decreto che asfalta il Parlamento e che si occupa di tutt'altro: l'ultima rata Imu 2013. Il decreto IMU serve a dar via la Banca d'Italia all'insaputa dei cittadini. Nel decreto Imu esistono articoli che aumentano il valore delle quote della banca centrale in mano agli azionisti privati, ossia le maggiori banche, assicurazioni, Inps e Inail.
Una rivalutazione arbitraria e contestata da più parti ha portato l'ammontare delle azioni da 156mila euro (era il 1936) a 7,5 miliardi di euro. Pagata dalla stessa Banca d'Italia, che attingerà alle proprie riserve, che sono un bene pubblico perché i profitti di una banca centrale sono ottenuti attraverso le sue funzioni pubbliche in regime di monopolio. Alle banche sarà garantito un dividendo del 6% (remunerazione senza eguali sul mercato per quanto riguarda asset free-risk) e dunque intascheranno sino a 450 milioni di euro sui profitti della Banca d'Italia. Allo Stato invece andranno gli spiccioli. In più, nessuno potrà detenere più del 3%, mentre oggi ci sono gruppi bancari che hanno quote molto più alte (solo Intesa e Unicredit assieme detengono il 64%), quindi molte azioni torneranno in ballottaggio. E potrebbero finire a soggetti controllati da banche straniere. Si rischia un altro colpo alla nostra sovranità economica. Il M5S farà di tutto per evitare questo scandalo." M5S Camera

A partire dalle 11.30 segui la diretta della conferenza stampa del M5S sulla svendita della Banca d'Italia

17 Gen 2014, 11:27 | Scrivi | Commenti (103) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 103


Tags: Banca d'Italia, banche, bankitalia, Imu, Intesa, privatizzazione, Stato, svendita, unicredit

Commenti

 

Dobbiamo riconquistare la sovranita monetaria
ad ogni costo*****

Pierangelo Bettega 08.02.14 23:59| 
 |
Rispondi al commento

SCUSATE MA LA GUARDIA DI FINANZA DOV'E'??? POSSIBILE CHE NON INTERVENGA???

Antonio Salvagno, Fossano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 20.01.14 01:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma le riserve aurre non erano £depositate" in America? o è cambiato qualcosa, da allora?

roberto kolm 19.01.14 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 19.01.14 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Non potete fare niente. La banca d'Italia non è più del tesoro ma delle banche private quindi la rivalutazione delle suo quote arricchisce le banche ma non deprezza lo stato che non ne detiene. Inoltre lo stato sopravvive proprio perché quando emette titoli le banche se li comprano e detengono il debito pubblico. Lo fanno esattamente perché lo stato gli consente profitti di tal fatta e perché le banche depositando a loro volta i titoli in BCE ottengono liquidità all'1%. Quindi è un affare per tutti tranne che per la gente. E lo stato e il governo mettetevi chiaro in testa e scolpitelo nel granito che non sono la gente e non lo saranno mai. La moneta emessa da BCE o come in passato da banca d'Italia è una moneta contraffatta, falsa. Perché non corrisponde a nessun valore sottostante da quando è in vigore il trattato di B.W. che abolisce la convertibilità in oro. Da allora la moneta è falsa e disancorata da beni reali. Infatti la aumentano come e quanto vogliono per salvare le banche, per sanare i deficit di bilancio, per fare le guerre, per aumentare la spesa pubblica. Non vi dicono che l'inflazione non è l'aumento dei prezzi ma che essi sono causa dell'aumento della massa monetaria, che diluisce il valore della moneta in circolazione e abbassa ogni volta il potere d'acquisto. Caro M5S cambia i tuoi economisti di riferimento, Keynes è peggio di Conan il Distruttore, e i neokeynesiani sono graditi ad ogni politico perché gli danno la capacità tramite aumento della spesa pubblica basato su questa moneta falsa di spendere per mantenere consenso. In mondo civile non ha bisogno di banche centrali. Non servono a niente ma fanno solo danno. Il tasso di interesse deve essere fissato dagli operatori: io che presto e tu che hai bisogno. Una pluralità di prestatori in concorrenza per accaparrarsi una pluralità di richiedenti. È la moneta deve essere ancorata all'oro. Finisce l'inflazione. Di più: l'emissione della moneta deve essere libera. La preferenza andrebbe ad una moneta

Marco Diaco 19.01.14 01:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

la rete di delinquenti è più vasta di quanto si possa mai immaginare dobbiamo muoverci tutti insieme e collaborare tutti insieme così come fatto al comune di Monte S'Angelo (FG)

Norberto Lombardi, Monte Sant'Angelo Commentatore certificato 18.01.14 16:03| 
 |
Rispondi al commento

Lo si sapeva da molto io l'ho saputo dal prof.di mio figlio ...come mai lo pubblichi solo ora??Comunque forza M5S sono e sarò sempre cittadina *****!!!!

rosaria caforio 18.01.14 14:20| 
 |
Rispondi al commento

QUAL'È LA PORCATA?
La Banca d'Italia solo di nome, di fatto è interamente privata dal 1981, data in cui Andreatta Ministro del Tesoro, liberalizzò con il suo divorzio, la Banca d'Italia. Non abbiamo nulla all'interno di questa, se non tanto denaro che abbiamo e continuiamo a regalare a questi prendendo in prestito carta straccia e restituendo denaro proveniente da lavoro attraverso le tasse. Non illudiamo ancora gli italiani facendo credere che avessimo una Banca dello Stato.

Francesco P. Commentatore certificato 18.01.14 13:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Lo scandalo, a mio avviso, non è tanto la rivalutazione delle quote, quanto il fatto che la Banca d'Italia sia un ente di diritto privato, una società per azioni controllata dalle banche sottoposte al suo controllo. Un conflitto di interessi inaccettabile che ha prodotto i disastri ce sappiamo. Sarebbe più logico che divenisse un ente di diritto pubblico, controllato dal Ministero dell'economia e delle finanze. Fra l'altro, a tuttoggi, chi parla delle riserve di Bankitalia come fossero un bene pubblico di pertinenza dello Stato italiano, dice una cosa inesatta. Lo ripeto: la Banca d'Italia è una società per azioni, un ente di diritto privato, questo è l'aspetto su cui intervenire.

GIUSEPPE V. Commentatore certificato 18.01.14 13:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fanno bene a rubare ci meritiamo di peggio xrche noi italiani siamo una massa di pecoroni ci devono lasciare in mutande ...........siamo solo buoni a scrivere sui blog ma non ci alziamo x andarci a riprenderci la nostra dignità vergogna italia mi vergogno di essere italiano

Giuseppe Di Simone 18.01.14 12:48| 
 |
Rispondi al commento

la direttiva immigrazione europea dice che si può espellere uno solo in seguito a condanna penale, espulsione come pena accessoria. Senza reato,penale, non ci può essere espulsione. occhio a sbagliare, anche in buona fede.

roberto kolm 18.01.14 11:59| 
 |
Rispondi al commento

il vero obiettivo è rubare, impossessarsi dell'oro e cercare di rendere impossibile la restituzione al popolo italiano della sovranità monetaria. Per mettersi al riparo dalla crisi, gli stati stanno arraffando oro dove è possibile. L'Italia ha/aveva la terza riserva mondiale d'oro. La pochezza della nostra classe politica è come una porta aperta sul forziere.Hanno anche previsto che le quote rivalutate della banca d'Italia devono essere ceduto in ambito europeo e cioè Germania, Francia, Inghilterra.....Altro che ripresa, se non ci muoviamo dovrà ripartire l'emigrazione di massa sia dal sud che dal nord. Per essere presi a calci dove?

cosimo 18.01.14 10:41| 
 |
Rispondi al commento

è scandaloso stanno predisponendo le cose per impedire all'Italia e agli italiani l'eventuale possibilità di decidere di uscire dall'euro!
AGGHIACCIANTE, subdolo, truffaldino....

valeria tasselli 18.01.14 10:30| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusate ma i 4 miliardi di euro che il governo ha prestato a monte paschi sono stati restituiti? quei soldi ci servono per risanare almeno in parte il debito pubblico!!!La bce, sicuramente a conoscenza della cosa non penso rimanga indifferente!!Ho paura che il governo temporeggi per vedere quali risvolti ci saranno dopo le europee,intanto i vari segretari di partito cercano di trovare un'accordo per poter rimanere sui loro seggioloni, ma Renzi che alle primarie diceva tanto riforma del lavoro, abbattimento del cuneo fiscale,eliminazione della camera del senato adesso che è segretario del pd cerca l'aiutino,l'amichetto per poter governare"vedi berlusca". Adesso dovremmo essere noi tutti,5 stelle italiani di qualsiasi parte politica ad invadere roma,come hanno fatto i forconi,ma non in 3000 ma in 3 milioni davanti a montecitorio per dire basta tutti a casa ricostruiamo l'italia con dei giovani per i giovani,i nostri figli,non dobbiamo più aspettare c'è gente che già non ha più niente nemmeno il pane per se e la sua famiglia non ha più una casa un lavoro e un giorno può fare la differenza.Diamoci una mossa o sarà troppo tardi!!!

alessandro a., lesignano dè bagni Commentatore certificato 18.01.14 08:59| 
 |
Rispondi al commento

Basta guardare il Presidente della Repubblica che abbiamo... dopo tutto quello che è stato detto su di lui e poi cancellato, gli ha permesso di ritornare "immacolato" e tutto il marcio che spunta dai palazzi del potere può solo considerarsi una conseguenza. Oramai non mi stupisco più di nulla, di quello che spunta giornalmente da governi e politici. Lavorando non sarebbero in grado di guadagnarsi un pezzo di pane, però "annidati" nella politica si permettono tutto quello che vogliono, alla faccia di tutto il pudore e buonsenso possibile ed immaginabile.

Michele Guerra 18.01.14 01:33| 
 |
Rispondi al commento

molti non sanno che l'Italia dal 1936 è diventata una Società privata iscritta al registro della S.E.C. di Washington D.C.(potete conrollare sul sito del SEC alla voce Italy, Republic of) Ora il M5Stto lo sa benissimo ma nessuno lo dice. Come l'Italia anche quasi tutti i paesi del mondo, compresi gli USA sono Società private e questo è l'atto più grave che è stato fatto a nostra insaputa. Serve un Risveglio collettivo e di corsa perchè è necessario vedere le cose da un punto più ampio per capire cosa stanno facendo e dove vorrebbero arrivare

Manuela 18.01.14 01:00| 
 |
Rispondi al commento

voi non farete proprio nulla, chiacchierate e basta. La svendita dell Italia andrà avanti come deve, e il Nuovo Ordine mondiale arriverà puntuale.. e nel culo la prendero io e anche voi... e non farete proprio un cacchio se non dire menzogne alla gente che crede che farete e salverete, ma non salverete un beneamato... lo sapete anche voi si?

andrew 17.01.14 23:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Banca di italia, esiste come organizzazione privata a garanzia esclusiva delle banche private italiane. Vedi percentuali degli azionisti. L'aumento di capitale ed altre porcate varie sono sotterfugi per poter fare i loro comodi, giochi al di fuori del popolo italiano, che Vi ricordo non ha da anni la sovranità - non vuol dire che non ha il re - vuole significare che ha delegato a dei privati il potere, nel caos specifico le banche. L'Italia è ridotta a codici fiscali e partita iva a totale dipendenza delle lobby bancarie, compresa la BCE ed altro. quando vi raccontano della massoneria o il vaticano è una bufala pazzesca. Il vero potere è di chi emette moneta. "il sovrano" la soluzione di tutte le crisi è nel ripristino dello STATO che spende a debito per il bene del popolo. Ne ha tutti i diritti, ma sono + di 300 anni che chi comanda abusivamente se ne fotte di tutti. come diceva "Rothshild", datemi il controllo della moneta e non mi importa chi è al governo. La Banca di Italia è al momento un affare tra privati, sancito dalla legge e pertanto anche il potenziale oro è dei detentori privati - e ribadisco non degli italiani- popolo soggetto a schiavitù, popolo perdente la II° guerra mondiale. Non dimenticatelo e se possibile ditelo anche ai "partigiani" i cui figli hanno svenduto la mia amata ITALIA

costanzo tononi 17.01.14 22:06| 
 |
Rispondi al commento

i TG ci rincoglioniscono con sta cazzo di legge elettorale,di Renzo che deve incontrarsi con un pregiudicato. e ora che lo vogliate o no di andare in TV e di far focalizzare l'opinione pubblica su questo grosso problema. ci prego fatelo.

Arianna martignago 17.01.14 22:00| 
 |
Rispondi al commento

rivoluzione.........

PASQUALE AGIZZA 17.01.14 21:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma non c'era una legge che impediva ai privati di possedere lingotti d' oro? La banca d'Italia, unico deposito aurifero italiano come può andare nelle mani dei privati?

a T , Trento Commentatore certificato 17.01.14 21:03| 
 |
Rispondi al commento

Si dice che le riserve della Banca d'Italia ammontino a 100 miliardi in lingotti d'oro....pensate che anche questi finiscano nelle sgrinfie delle Banche italiane e straniere o ad altre lobbies finanziarie? Informate al massimo i cittadini ed impedite in ogni modo che ciò avvenga! Baciccia

silvio pellico 17.01.14 19:38| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è un tema in cui apparirebbe NITIDISSIMA la distanza tra cittadini e mondo finanziario. Nessun italiano vuole perdere la Banca d'Italia. Non solo, ma emerge chiaro il motivo per cui il governo Letta resta in piedi: per continuare facilmente a svendere all'estero i pochi gioielli rimasti. Il vero Spread, quello tra cittadini ed istituzioni, è ai massimi storici!
Organizziamo qualcosa di clamoroso, altrimenti dall'informazione asservita non uscirà nulla. In alto i cuori.

Paolo Capezzali 17.01.14 18:54| 
 |
Rispondi al commento

E' comletamente ILLEGALE che i controllati (le banche private) posseggano quote del loro controllore (Banca d'Italia).

E' una truffa colossale che scarica i suoi effetti nefasti su tutto il popolo italiano.

Ci hanno fracassato i maroni con il conflitto di interessi di Berlusconi e le sue tv (MAI RISOLTO) nascondendo tramite tv di regime conflitti di interesse come questo, ancora più pericolosi per la nostra nazione.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 18:09| 
 
  • Currently 4.6/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

Per me monti non vede l'ora di mettere su di nuovo un ministro per fare avanti quello che aveva rovinosamente incominciato !

Lukas Plazotta 17.01.14 17:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

senza tanti giri di parole l'articolo sulle quote della B.D'I. e l'oro che possiederebbe per me fa schifo mi fa venire l'orticaria.....!parla di movimenti, vendite, oro ,spiegate la cosa in modo che si possa comprendere ciò che è stato fatto e ciò che dovrebbe essere fatto secondo voi oppure date dei links dove prendere informazioni ... chi ha scritto il post non si può certo vantare del titolo di chiarissimo.....!

severino turco, bressanvido Commentatore certificato 17.01.14 15:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma non doveva esserci l'impeachment presidenziale a Gennaio?

Che state aspettando, che si svendano anche le sedie?

bin 17.01.14 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Prendi la cassa e scappa! Anzi prima, guarda se c'è altro da prendere. Tanto ti fanno tutti i processi possibi e poi prosegui ad andartene in giro tranquillamente.
Ma se io, Patrizia DF, fossi stata condannata a 7 anni di carcere per frode fiscale, ora potrei andarmene in giro tranquillamente?
Come si fa ad essere tanto impudenti?
Come fa il "candido" Renzi a pensare di fare accordi con un condannato a 7 anni di prigione per frode fiscale, dopo l'ultimo grado di giudizio?
Glielo vogliamo ricordare a quelli del PD che fanno accordi con colui che hanno conssiderato da sempre il male?
Ma forse la frode fiscale non è un reato per la loro coscienza perché sono abituati a spebdere i soldi dello Stato, ovvero i nostri soldi!
POVERA ITALIA IN MANO A QUESTI ITALIANI

Questa è la cultura dei nostri amministratori

patrizia 17.01.14 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Non mi tornano i conti. Se qualcuno potesse spiegare, mi farebbe un piacere.
Allora. Bankitalia (cioè noi, in pure teoria e fina a qualche tempo fa) detiene circa 2500 tonnellate di oro. Terza o quarta riserva aurea mondiale.
Ora se questo oro è solo depositato e rimane proprietà degli italiani, va bene. Ma se, come immagino, l'oro è di Bankitalia, significa che chi compra la banca compra anche l'oro. Ma solo il 10% equivale a circa 250 tonnellate: 2500 quintali di oro.
Due conti.
Un grammo di oro= 29 euro circa.
Un chilo 29.000 euro.
un quintale= 2.900.000 euro.
2500 quintali= 7.250.000.000 di euro.

Se una banca da sola possiede il 30% delle quote, significa possedere il 30% delle riserve aurifere, cioè 7500 quintali di oro: pari a 21 miliardi 750 mila euro.

Qualche anno circa dell'intera economia dell'Italia.
E dove hanno tanti soldi così le banche?

E' così?

Gian A Commentatore certificato 17.01.14 14:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Confidiamo in voi...grazie di esistere

Anna Tropenscovino 17.01.14 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Tratto da "il sussidiario"

articolo di Mario Bottarelli


"Dov’è finito l’oro dell’Italia? Pochi lo sanno, ma il nostro paese detiene la quarta riserva aurea del mondo, dopo Usa, Germania e Fmi. Qualcosa come 2.450 tonnellate di lingotti, pari a 110 miliardi di euro. Bankitalia potrebbe usarli per ridurre il debito e contrastare attacchi speculativi, ma non lo fa. E poi: siamo sicuri di sapere esattamente dove si trovi quella montagna d’oro? E’ il bene-rifugio per antonomasia, quello che «tesaurizza le aspettative di crisi». In suo nome, scrive Mauro Bottarelli su “Il Sussidiario”, sono accadute molte cose strane e in apparenza inspiegabili. Come nella guerra in Libia, trasformatasi in un incredibile Vietnam. Poi, lo stallo militare fu sbloccato in soli tre giorni. Armi dall’Occidente? Servizi segreti? Forze speciali francesi e britanniche a fianco dei ribelli? Ma no: oro. Per la precisione, i lingotti che il Venezuela aveva parcheggiato a Londra: Hugo Chávez chiese il rimpatrio di quell’oro, ma la Banca d’Inghilterra l’aveva “movimentato”, non ce l’aveva più nei suoi caveau. Quale occasione migliore, allora, per arraffare le 150 tonnellate di riserve auree di Gheddafi?"

continua nel sottocommento

nessun copy 17.01.14 14:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

blocchiamo il furto
basta con questi loschi affari

PIER LUIGI CORRADI, GENOVA Commentatore certificato 17.01.14 14:10| 
 |
Rispondi al commento

La truffa del sugnoraggio privato
Il signoraggio della moneta in mano a banche private e non più pubbliche è la più grande truffa legalizzata della storia.
Ora la vicenda Banca d'Italia non è altro che l'ulteriore conferma.
Tutto il sistema banco-centrico italiano è malato.
Inoltre a livello mondiale non c'è stata ancora una vera regolamentazione di tutto il sistema bancario: anzi imperterrite continuano a fare i soliti profitti a scapito dell'economia reale.
1) Sono sovvenzionate dagli stati per evitare i fallimenti, con soldi pubblici di migliaia di miliardi, socializzano le perdite e incamerano i profitti.
2) Non hanno responsabilità e sono l'usura legalizzata a sistema:
Tassi attivi altissimi e tassi passivi irrisori.Quando si va in banca non ti danno più niente, lasciando i soldi sul c/c, mentre loro li usano e bene: a te niente a loro ciccia!
Se li lasci a casa c'è il rischio che ti derubano, se li porti all'estero sei un evasore, se l'investi nella carta straccia di Bot, Bpt rischi il tuo capitale, in uno stato quasi fallimentare con 80 mld di interesse sul debito pubblico e la sciagurata decisione del fiscal compact in costituzione per il pareggio di bilancio, e altresì ogni anno dovremo ridurre il debito per 20 anni di 1/20 del debito che abbiamo! ma dove andiamo?!
3) Con la liquidità che hanno ottenuto dalla Bce a tassi irrisori, invece di prestarli le banche hanno preferito investirli in titoli di stato che rendevano meglio.
Lo "strozza credito" ( chiamato credit crunch, fa più figo scimmiottare i nomi inglesi, veste meglio la fregatura), non dà soldi alle imprese e all'economia in generale. C'è Basilea 3 e gli stress della Bce che devono superare, poverine!
Il prossimo passo sarà far sparire la moneta contante: tutta avverrà con i pagamenti " cartolarizzati" in modo che tutto sia rintracciabile e sotto il dominio non dei cittadini, ma delle banche che avranno loro sì il potere totale del denaro, e noi soggetti succubi e passivi.
Così come noi veniamo

Claudio Vallone 17.01.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Cosa c’è dietro il tetto quote Bankitalia?
Il vero regalo alle banche, insomma, non verrebbe dai maggiori utili distribuiti, ma da una norma approvata al cdm, che fissa al 5% la quota massima per ciascun istituto. La percentuale eccedente deve essere ceduta alla Banca d’Italia, che l’acquista temporaneamente, per rivenderla ad altri soggetti nazionali o stranieri. Da qui, si ha che Intesa (30,3%), Unicredit (21,1%), Generali (6,3%) e CdR di Bologna (6,2%) dovranno cedere complessivamente quote per il 43,9% dell’intero capitale, per una monetizzazione totale di 3,3 miliardi di euro. Soldi, va ribadito, che per questi istituti rappresentano pura plusvalenza, essendo pressoché nullo l’investimento realizzato a suo tempo, anche con tutti gli indici di rivalutazione applicabili al caso.
In parte, lo stesso stato beneficerebbe da queste plusvalenze, perché si applicherebbe su di loro nuovamente l’imposizione fiscale, ma sarebbero gli istituti a giovarsene maggiormente, perché potrebbero riportare a bilancio una voce attiva importantissima, in vista degli stress-test della BCE. E ovviamente, lo stesso potrebbero fare anche gli istituti con quote inferiori al 5%, come MpS, che dalla cessione del suo 2,5% incasserebbe 187,5 milioni. Un maxi-regalo di Natale alle banche e assicurazioni tricolori, altro che rivalutazione indispensabile per coprire il buco dell’IMU sulle seconde case.

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 13:14| 
 |
Rispondi al commento

vi passo questo link:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12110

stefano l. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 13:13| 
 |
Rispondi al commento

perché la Banca d'Italia è dello Stato".
Lo dice la parola stessa, la banca in questione dovrebbe appartenere all'Italia.
Gli azionisti della Banca d'Italia non sono però gli italiani, ma le banche private.
Quali ?
Intesa Sanpaolo S.p.A. con il 30,3%
UniCredito Italiano S.p.A. con il 22,1%
Assicurazioni Generali S.p.A. con il 6,3%
Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A. con il 6,2%
INPS con il 5,0%
Banca Carige S.p.A. con il 4,0%
Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. con il 2,8%
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. con il 2,5%
Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. con il 2,1%
Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A. con il 2,0%

Nei caveau della Banca d'Italia ci sono circa 2.500 tonnellate di lingotti d'oro che si continuano a rivalutare e il cui valore ha raggiunto i 100 miliardi di euro.
Siamo terzi al mondo per depositi.
"Chi si prenderà l'oro della Banca d'Italia?".
A questa domanda qualunque cittadino risponderà senza problemi "Le banche, per evitare un eventuale fallimento, e il Governo come garanzia ai prestiti offerti dal Fondo Monetario Internazionale".

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 13:03| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Da persona semplice ritengo che con la sovranità monetaria in mano allo Stato c'è il RISCHIO che venga gestita male (ma anche la POSSIBILITA' che venga gestita correttamente! Dipende anche da noi cittadini.).
Con la sovranità monetaria in mano ai privati c'è invece la SICUREZZA che verrà gestita CONTRO i nostri interessi.

Le banche sono i maggiori responsabili assieme ai politici(dipendenti delle banche) della crisi economica attuale. Ogni anno diamo miliardi dei contribuenti a banche estere e multinazionali sotto forma di depositi, solo per vedere che il denaro è investito altrove e non viene usato (se non in minima parte e con tassi di usura) per l'economia locale ..

Assisto ad una gestione della sovranità monetaria finalizzata a indebitare gli stati e costringerli a "ripagare il debito" svendendo i beni pubblici, spremendo di tasse i cittadini, spogliarli da qualsiasi diritto sociale e ridurli in schiavitù con l'emergenza continua e il debito.
Questo è ciò che i Padroni della Moneta(privati) volevano e vogliono, e lo hanno ottenuto. Questo è il risultato della gestione della moneta in mano ai privati. E' sempre stato così e sempre così sarà finche la moneta sarà PROPRIETA' PRIVATA della Fed, della BCE, Bank of England o chicchessia.

Naturalmente riconosco di non essere un esperto, ma di ragionare a logica ed a esperienza .. il tema è complesso, ma alle volte le semplificazioni rendono l'idea ..

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 13:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho 21 anni, vivo in Germania da qualche mese per tentare di costruirmi un futuro, ambizione che al mio Paese non posso permettermi di avere data l'attuale situazione e la limitata disponibilità economica della mia famiglia sulle cui spalle non posso e non voglio più, per una questione di dignità, pesare. Ho sempre amato la cultura, e di conseguenza ho impato ad odiare la scuola italiana dove, per lo meno in quella che ho frequentato, l'essere capace di pensare liberamente ed elaborare davvero ciò che tentano di inculcarci fa di uno studente un poco di buono, poiché incapace non tanto nello studio quanto nell'asservirsi ad un sistema al quale non é lecito ribellarsi, anche solo a parole. Perciò ho mollato tutto rendendomi conto della mia mancata furbizia ma non riuscendo a pentirmene. Allo stesso modo non avevo alcuna speranza a livello politico e avevo già capito tutto ciò che stava succedendo da anni.. Seguivo Beppe e i suoi spettacoli, apprezzando non solo le sue idee ma la sua sincera rabbia condita con una sana e illuminante ironia (altro che giullare!). Il mio primo voto l'ho dato al movimento e continuerò a farlo con estrema convinzione. Condivido tutto, anche la scelta di non andare in tv.. Sopratutto quella! Ma sento troppa gente che non conoscendo il blog non sa nulla di tutto questo, ne é completamente all'oscuro... Tanto che parlandogliene li convinco in un attimo della ragionevolezza di ciò. Per questo credo che in qualche modo sia arrivato il momento di aumentare la nostra visibilità, di arrivare davvero a tutti. Non ho le competenze per consigliare il modo ma vi prego di pensarci sul serio per non perdere questa stupenda occasione di riaccendere gli animi e risvegliare le coscienze, ormai abituate allo schifo che purtroppo ci circonda. Vorrei tornare nel mio paese ma vorrei prima vederlo cambiare in meglio.. Ho ancora una speranza e questa siete voi e sono certa che non mi deluderete!Vi stimo tanto ragazzi, grazie di tutto.

Noemi M. Commentatore certificato 17.01.14 13:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui, ora e adesso o si "fanno"(informano) gli ITALIANI o si muore!!!!.. era di pochi giorni or sono l'invito alla prudenza (monito) della commissione europea su questa operazione di rivalutazione e in barba a tutte le raccomandazioni questa manica di impuniti (servirà a poco il buon dio e il giudizio della storia) persevera in modo provocatorio nella sua imbelle azione! mi sento un coglione appeso ma non mi arrendo (ho già girato questo ed altri, precedenti, articoli a quante più persone possibili... fate tutti la stessa cosa prima che il torpore vi colga e le forze si dissolvano.. ci vuole coraggio!

stefano l. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Grillo continua a mandare proclami e messaggi allarmanti via web a un popolo che guarda a malapena il telegiornale della sera. A suo tempo ha avuto l’occasione di cambiare davvero questo Paese e l’ha persa, limitandosi a mandare una cinquantina di damerini, sia pure in buona fede e pieni di buona volontà, ma con scarsa propensione alla lotta, anziché, una volta riempite le piazze, scatenarle contro la casta. Che spreco…

Marco Tiddi 17.01.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo dei perdenti perché non facciamo niente,un gregge di pecore gli italiani e le pecore ci stanno per essere mangiate!!!

Luciana Lucarellai 17.01.14 12:49| 
 |
Rispondi al commento

@ ciro d'urso siamo in due . Con le sole parole contro queste merde poco si fa' . Dovremmo essere milioni e senti quanto scappano!

frank pit Commentatore certificato 17.01.14 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo alle solite ,il governo si gingilla con l'IMU mentre la casa brucia e non fa altro , mentre sottobanco ferve l'attività frenetica dello stesso per portare via le ultime cose rimaste dai saccheggi precedenti . La banca d'Italia è uno dei pochi assett rimasti ,anche se compromessa e malandata ,rimane comunque appetibile ai tanti squali italici e non . Prenderà il volo a breve mentre noi combatteremo per evitarlo nessuno , tranne gli iscritti al Movimento , lo saprà . Strano modo di fare politica ! In mancanza di meglio viva il M5S .

vincenzo di giorgio 17.01.14 12:46| 
 |
Rispondi al commento

avete scoperto l'acqua calda
banca d'italia è sempre stata di privati (come la fed del resto)
la vera ragione per la quale si è divisa (contrariamente a quanto dice il fantoccio letta) dal tesoro (realmente pubblico) è appropriarsi delle riserve auree, ed ora con questo piano di reale dismissione potranno farlo pure "legalmente"...

emilio v., ekaterinburg Commentatore certificato 17.01.14 12:44| 
 |
Rispondi al commento

La funzione è pubblica, ma l'ente è privato: facciano essi quello che gli èare a meno che poi non la dobbiamo nazionalizzare

andy mc tredo 17.01.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Ricordiamoci sempre che la MORTE ECONOMICA dell'Italia fu decisa nel 1981, quando due campioni di quella che sarebbe poi stata la sinistra ulivista, NINO ANDREATTA (ministro del Tesoro) e CARLO AZEGLIO CIAMPI (governatore di Bankitalia) decisero lo scellerato DIVORZIO FRA BANCA D'ITALIA E TESORO.

"Indipendenza della Banca Centrale" sembra una cosa bella a dirsi. Anche la BCE è "indipendente": è uno dei suoi inviolabili capisaldi. "Indipendenza" suona suadente, ma è un eufemismo. Perché significa "sottrazione di sovranità ai Cittadini", significa sottrazione della Banca Centrale agli organi democratici ed elettivi, fine di una politica monetaria funzionale al bene comune e un regalo agli speculatori della finanza.

Ovviamente gli italiani non ci badarono, non compresero affatto la portata di ciò che stava succedendo in quei giorni. Ma ora ne patiscono le conseguenze (e le patiscono anche i loro figli, quelli che nel 1981 non erano ancora nati!)

Tutto quello che è seguito (alla Banca d'Italia, ma soprattutto a noi, incluso il pantano eurocratico) è una conseguenza di quanto accaduto quasi trentatrè anni fa.
Qualcuno un giorno ne risponderà davanti alla Storia.

Le decisioni epocali sono sempre prese nelle Segrete Stanze del Potere. Avvengono sempre "ALL'INSAPUTA DEI CITTADINI", distratti dal teatrino inconcludente che viene messo in scena sui media.

Adesso proviamo a salvare il salvabile.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 17.01.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FUORI LE BANCHE PRIVATE!

BISOGNA ASSOLUTAMENTE PRESENTARE UNA PROPOSTA DI LEGGE IN PARLAMENTO PER RENDERE FUORILEGGE CHE BANCHE PRIVATE DETENGANO IL 95% DELEL QUOTE DELLA BANCA D' ITALIA, CHE DOVREBBE ESSERE DI CAPITALE PUBBLICO, CIOE' STATALE!
MA SI SA', CENTRODESTRA E CENTROSINISTRA HANNO GOVERNATO E CONTINUANO A GOVERNARE IL PAESE COME FOSSE UN BANCOMAT PER I PROPRI APPARATI E DELLE LOBBIES CHE LI SOSTENGONO!

VIVA L' ITALIA!

ANTONINO CRISCUOLO, TORINO Commentatore certificato 17.01.14 12:29| 
 |
Rispondi al commento

fermateli!!!!!!!!!!!!! oppure l'invasione sarà completata.
N.B. è MOLTO IMPORTANTE .

STEFANO 17.01.14 12:28| 
 |
Rispondi al commento

Il m5s sta facendo il possibile per salvare quel po' di sovranita' che ancora esiste. Ma noi popolo italiano e europeo dobbiamo fare di piu'. NON DOBBIAMO ASSISTERE IMMOBILI A QUESTO SFASCIO, DOBBIAMO SCENDERE IN STRADA E PROTESTARE ARRIVARE FINO A BRUXELLES E METTERGLI PAURA . LORO HANNO LA MAGGIORANZA IN TUTTI I GOVERNI DEL SUD-EUROPA E NON SI FERMERANNO MAI NELLO SCEMPIO SE NESSUNO LI FERMA. Questa e' gente che non si ferma difronte a nulla ,per loro ESISTONO SOLO I PROPRI DIRITTI il popolo conta zero, non conta nulla: organizziamoci presto. Attendo risposte e indicazioni

frank pit Commentatore certificato 17.01.14 12:27| 
 |
Rispondi al commento

ma la banca d'italia non è una spa le cui azioni sono in mano ad un'insieme di banche private e solo in piccola parte al tesoro?

sandro becuzzi 17.01.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento

E' una gravissima anomalia che la BANCA NAZIONALE DEL NOSTRO PAESE abbia assunto la forma della SOCIETA' PER AZIONI. E' una follia trasformare un'ISTITUZIONE PUBBLICA in un organismo di natura privatistica.Presidenza della Repubblica, Governo del Paese, Magistratura, Banca centrale,..... sono organismi, la cui origine e persistenza hanno una natura pubblica, non una natura privatistica. Sembra che nel nostro Paese ( che ha una tradizione giuridica di altissimo rilievo ) non ci sia più la consapevolezza che due sono le colonne del DIRITTO : la colonna del DIRITTO PRIVATO (che è la più arcaica) e quella del DIRITTO PUBBLICO. Nella storia degli uomini la nascita del DIRITTO PUBBLICO rappresentò un AVANZAMENTO, un PROGRESSO CIVILE. Non comprendo perchè ci sia la volontà di TORNARE INDIETRO.

FRANCESCO PAOLO MAGNO 17.01.14 12:13| 
 |
Rispondi al commento

Il lavoro che sta facendo M5S è ammirevole e fondamentale per il popolo italiano...grazie a tutti voi!!! Credo comunque che non basti il "tam tam" sul web nel divulgare queste notizie...penso che tali informazioni (se veritiere non contestabili) dovrebbero essere trasmesse in tv, sui giornali...sono sicuro che avremmo una totale visibilità e una maggiore diffusione.

Danilo Monaco 17.01.14 12:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I controllati non possono possedere il controllore. Via da Banca d'Italia le banchette, le assicurazioni e faccendieri vari. Le carriere si fanno solo in Banca d'Italia, no a funzionari provenienti da fuori.
Così andrebbe fatto pure in Consob.

apuo trader Commentatore certificato 17.01.14 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Bravi cittadini!! Continuate a stanare i ladri. Il lavoro non mancherà, ce ne sono a bizzeffe.

giorgio peruffo Commentatore certificato 17.01.14 12:03| 
 |
Rispondi al commento

Subito a denunciare il tutto dappertutto! Prendete pure a schiaffi qualcuno ma per dio gli dovete far vergognare! Quando vedete un giornalista delle tv a Montecitorio gli strappate il microfono di mano r dite quello che dovete dire a costo che vi multino tutti! Poi arriviamo noi! Anche Gandhi avrebbe smesso di essere gandhiano con questi farabutti! Basta pacifismo con questi delinquenti!

Davide Marini 17.01.14 12:02| 
 |
Rispondi al commento

La prima cosa da fare è dare I NOMI E COGNOMI DI QUEI PARLAMENTARI che sicuramente corrotti stanno inserendo queste norme truffa perchè inserite dentro una altro DECRETO LEGGE (Imu).
L'altra cosa da fare e non far passare in SILENZIO QUESTA RAZZIA AL POPOLO ITALIANO.
Quindi come è stato per l'articolo 138 , che sputtanati hanno dovuto a furor di popolo lasciare stare , cosi verrà fatto per la BANCA D'ITALIA dove l'obbiettivo sono i 100 miliardi in oro .
Sono sempre i soliti facciamoli i nomi perchè ormai non fanno più paura a nessuno.
TRADITORI DELLA PATRIA , altro che fascisti e comunisti tutte balle per truffare la gente .

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 17.01.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento

grazie x informarci di quello ke fanno ma diteci cosa fare , non dobbiamo pagare , xke nn organiziamo una bella sommossa ? fatemi sapere io ci sono

ciro d'urso 17.01.14 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

siamo l'unica speranza certa per il futuro del nostro paese. Io sono una grillina dentro. Il grillismo è uno stato mentale da cui è impossibile uscirne :) . Grandi ragazzi ogni vostro intervento mi fa piangere perché le vostre parole sono come lame! Resteranno per sempre nella storia i vostri interventi, ne sono certa!
La vostra/nostra voglia di cambiamento è contagiosa!
Dai che alle Europee VINCIAMO NOI perché siamo il primo movimento in italia, e il "primo movimento sociale del mondo" parola del fondatore di Occupy Wall Street.
(io sono giovane, ma i discorsi di Pertini li ho ascoltati quasi tutti e sono quasi certa che Lui sarebbe dalla nostra parte! )

chiara c. Commentatore certificato 17.01.14 11:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

COME POSSIAMO TORNARE ALLA NOSTRA SOVRANITÀ MONETARIA ALLA NOSTRA SOVRANITÀ PARLMAMENTARE? HANNO MODIFICATO LA COSTITUZIONE!! MA COME SI SONO PERMESSI?

Roberto Burini 17.01.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma se non volete fare compromessi con nessuno ed avete la presunzione di governare da soli, perché scegliete il proporzionale? Al 51% non arriverete mai! Mi sembra che stiate prendendo l'ennesima cantonata. La realtà e che vi piace fare gli oppositori a vita. A presto con i vostri primi scandali che essendo voi come tutti "legno storto" non tarderanno ad arrivare. Inoltre se volete abbattere il sistema, dovreste avere la coerenza di essere rivoluzionari come lo si è quando si abbatte un sistema! Voi non avete le idee chiare ed a proposito della democrazia diretta tramite Web, che facciamo in attesa che il web divenga patrimonio di tutti, facciamo una repubblica elitaria o aspettiamo i tempi che tutti abbiano il web? Certo che non avete risposte, con cordialità Antinolfi Giuseppe

giuseppe 17.01.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento

A parte le polemiche, MA QUANDO NOI DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE ANDREMO AL GOVERNO, POTREMO CAMBIARE LE REGOLE E RIPRISTINARE TUTTO? E QUELLO CHE ERA DEI CITTADINI FARLO TORNARE DEI CITTADINI?

Marcovinicio d., milano Commentatore certificato 17.01.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andiamo subito al voto e cerchiamo di eliminare Questi Farabutti!!

salvatore Privitera 17.01.14 11:44| 
 |
Rispondi al commento

Ma per Dio non si può regolamentare sto schifo? Fare on modo che il titolo delle leggi debba essere per forza inerente ai contenuti? Scrivi la legge sull'IMU? Dentro non puoi inserire articoli che regolamentano le nascite o la borsa o qualsiasi altra cagata non inerente alla casa. Se invece, come spero, questa "regola" già dovesse esistere denunciamo i promotori di questo schifo e mandiamoli in galera!! In questo paese la magistratura è lenta da far paura ma prima o poi qualcosa succede!!

Bob Gandolfi 17.01.14 11:41| 
 |
Rispondi al commento

E l'oro della Banca d'Italia che fine farà ? Non ho trovato notizie chiare in proposito

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 11:40| 
 |
Rispondi al commento

oltre a "svendita bankitalia", chiamatela AUMENTO NASCOSTO DI CAPITALE da parte di noi cittadini alle banche, e senza vincoli di rigiro soldi alle imprese!!

Ayn Rand Commentatore certificato 17.01.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Sì, ma dovete salire sui tetti e farvi sentire, la gente comune il blog non lo legge e non sa cosa sta accadendo.

Mario S. Commentatore certificato 17.01.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Perché non votano spacchettando i provvedimenti???

ALFREDO MARTEL (alfredo65686), SANARICA Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.01.14 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scrivi come mangia! Free-risk significa investimento a rischio libero (un non-sense), forse volevi dire risk free. Un po' d'inglese non farebbe male a nessuno

Riccardo Bufalini 17.01.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori