Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

L'ennesima vittima della crisi

  • 91


suicidio_crisi.jpg

"Si è ucciso con un colpo di fucile. L'ennesima vittima della crisi è un imprenditore edile di 55 anni che si è tolto la vita sabato pomeriggio davanti alla sua casa a Fiesole (Firenze). Per gli investigatori non ci sono dubbi: sarebbero state le difficoltà economiche legate al lavoro a spingerlo a un simile gesto. L'uomo, secondo la prima ricostruzione, ha chiamato il 113 per avvertire delle sue intenzioni. Quindi avrebbe parlato a lungo con gli agenti che hanno tentato di dissuaderlo dall'estremo gesto. Niente da fare. Dopo alcuni minuti l'imprenditore ha chiuso la conversazione, ha preso il fucile e si è sparato davanti alla porta d'ingresso di casa. Secondo quanto riporta il Corriere Fiorentino l'imprenditore "avrebbe lasciato anche un biglietto con le accuse a chi avrebbero portato al fallimento la sua ditta": nel mirino soprattutto le banche con le quali lavorava." Segnalazione da Today

19 Gen 2014, 13:37 | Scrivi | Commenti (91) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 91


Tags: crisi, emergenza, Fiesole, Firenze, imprenditore, imprenditore edili, PMI, suicidio, vittima

Commenti

 

Il 27 gennaio sara' la commemorazione dello schoah...sara' il festival del buonismo ipocrita...Io vorrei far notare una cosa:con tutto il rispetto che ho per le vittime di questo crimine contro l'umanita'..,vorrei capire che differenza fa causare la morte di milioni di persone o di alcune centinaia??forse quello a cui stiamo assistendo nn è un crimine contro l'umanita'??persone per bene,messe in condizioni dallo stato di togliersi la vita??è qui cari amici che dobbiamo trovare la forza di combattere!!dobbiamo farlo per chi sta peggio di noi,perchè fra qualche tempo potremo essere nelle stesse condizioni!

roberto valle, verona Commentatore certificato 24.01.14 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Finchè una fascia di popolazione è garantita, tranquilla e mantenuta dall'altra non accadrà nulla.
Quando si invertisse in modo terrificante la tendenza autodistruttiva in collera verso l'apparato allora avremo decine di suicidi che però coinvolgeranno nella loro estrema decisione dirigenti di banche e impiegati di esattorie.
Quando un po'troppa gente non farà più ritorno a casa la sera questo genere di notizie interesseranno di più la classe politica e l'apparato burocratico. Triste dirlo, ma è così.
E secondo me non manca molto a questa inversione di tendenza purtroppo. La gente è stanca di sentirsi inascoltata (basta vedere quanto poco eco c'è di questo fenomeno e quanto invece risalto per i pazzi che piombano in qualche ufficio) e quindi chi non ha nulla da perdere opterà sempre più per questa seconda drammatica ipotesi. Se la politica non fa nulla prepariamoci a un rischio molto alto.

Mario S. Commentatore certificato 22.01.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento

FORZA M5S SEMPRE.
IL RESTO E' CORROTTO.

Marco M., TORINO Commentatore certificato 21.01.14 01:19| 
 |
Rispondi al commento

Giancarlo Tronci le tue idee sono ottime, peccato che in Italia non esista un partito in cui qualcuno non abbia assunto un amico, un parente, un parente di un amico, il cugino dell'amante della sorella del nonno, e chi più ne ha più ne metta. È nel nostro dna.

Fabry 20.01.14 17:13| 
 |
Rispondi al commento

La mia ricetta per uscire dalla crisi:
FASE UNO: CREARE UNA SINERGIA TRA PUBBLICO E PRIVATO:
1) vietare la presenza dei politici dai CDA delle aziende pubbliche, vietare le assunzioni raccomandate e punire penalmente i trasgressori. 2) Statalizzare le aziende strategiche, energia, telefonia, l'industria pesante, la viabilità, i trasporti e l'acqua, il gioco d'azzardo. 3) Regolamentare le aziende pubbliche in modo severo indipendente e che premi il merito, mettere un limite agli stipendi dei dirigenti e al perdurare della carica in funzione dei risultati ottenuti. 3) Incoraggiare l'attività della piccola e media impresa con una nuova tassazione semplice ed essenziale che esenti tutte le nuove imprese giovanili per tre anni da qualsiasi imposta,e che comunque per quelle esistenti , non superi mai
il 25% sino a 200 mila euro di utili e 30% oltre i 200 mila euro. (modello USA). La tassazione deve essere NULLA per le imprese in perdita e per quelle che non superano i 10 mila euro di utile a socio(reddito di sopravvivenza). In questo modo si dà vitalità all'iniziativa privata evitando che gravi sulle casse dello Stato.

Giancarlo Tronci, Cagliari Commentatore certificato 20.01.14 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un piccolo imprenditore , anche la mia attività quasi tentennale è oggi allo stremo delle forze. Ormai da due anni siamo in perdita, perché le imprese sono costrette a chiudere o scappare all'estero per sopravvivere. La piccola e media impresa italiana è alla stregua degli emigrati africani sui barconi,in balia delle onde e degli umori delle nuove terre.Gli studi di settore del genio Bersani mi vietano di avere perdite , quindi devono risultare degli utili anche quando non ci sono aggravando tra l’altro la situazione debitoria con le banche. Altro aspetto; non ci sono utili ma bisogna ugualmente pagare imps e inail dei soci. Anche quando si ha un bilancio in perdita bisogna pagare il pizzo allo Stato. Ad un certo punto , si da fondo a tutti i risparmi per fare fronte ad Equitalia e alle banche. In famiglia si ritirano tutti i risparmi accumulati in anni con le assicurazioni e si cerca di essere solventi con tutti i creditori. Nel frattempo i Comuni pagano quando gli pare e se ne fottono degli imprenditori, l'importante per gli amministratori e i funzionari pubblici è prendere il proprio stipendio. Le banche poi, abbiamo scoperto che negli ultimi 10 anni hanno fregati mediamente 100 mila euro per anatocismo ad ogni piccola media azienda CHIEDO : i fondi a garanzia dei parlamentari M5S, accantonati per la piccola e media impresa , come si possono utilizzare??? CREDO CHE BISOGNI ACCELERARE IL PROCESSO A DIFESA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA ATTUANDO UNO SCIOPERO FISCALE. Non credo che ci sia un altro mezzo per salvare la piccola e media impresa italiana. Il processo democratico attuato dal M5S , per quanto sia l'unico degno di fiducia, è troppo lento e inconcludente rispetto alle emergenze attuali. Noi continuiamo ad essere vessati dall'agenzia delle entrate, da equitalia, dalla finanza. Ci hanno già portato via tutto, non abbiamo più niente da perdere, ora sono loro che devono perdere tutto! Stipendi e beni per sopravvivere.

Giancarlo Tronci, Cagliari Commentatore certificato 20.01.14 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma che bella notizia. UN IMPRENDITORE SI È TOLTO LA VITA PER COLPA DELLA CASTA POLITICA. Tanto domani nessuno ci farà più caso. BEPPE, MA TU LEGGI I MESSAGGI DI DISPERAZIONE E DI RABBIA CHE LA GENTE SCRIVE SUL BLOG ???, OPPURE FAI FINTA DI NIENTE COME IL RESTO DELLA CASTA?. SONO QUESTI I PROBLEMI CHE DEVI PORTARE IN FACCIA A QUEI DELINQUENTI DELLA CASTA.
Leggevo alcuni commenti sul blog e devo dire che non c'è nulla di di più crudele che aizzare la gente contro direttori di banca o dirigenti che fanno solo il lavoro che viene loro ordinato. Il marcio viene dall'alto e non dai piccoli dipendenti costretti ad eseguire gli ordini della Casta.
Certo vien voglia di spaccare la testa a qualcuno, ma vediamo di distinguere con precisione il buono dal cattivo.
DI QUEL POVERO DISGRAZIATO CHE SI È UCCISO DOVREBBERO FARE DEI DIBATTITI PER GIORNI E GIORNI E INVECE DI CHE SI PARLA ???. SI PARLA DI BERLUSCA,RENZI,LETTA,COALIZIONI,NOI ABBIAMO DETTO,NOI ABBIAMO FATTO,BISOGNA FARE COSÌ,BISOGNA FARE COLLA'ecc...ecc... MA ANDASSERO A FARE IN CULO TUTTI QUANTI. I VERI PROBLEMI NON VENGONO RISOLTI PERCHÉ LA CASTA È UN BRANCO DI MAFIOSI CORROTTI E SENZA SCRUPOLI. LORO SONO LA CAUSA DI TUTTO E LORO DOVREBBERO STARE NEL MIRINO. NON UN POVERO DISGRAZIATO SPREMUTO DI QUEL SANGUE SERVITO AD ALIMENTARE LE VENE DELLA CASTA MALEDETTA.

vaffa......... 20.01.14 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SINCERAMENTE NON CAPISCO come si possa pensare di risolvere i propri problemi uccidendosi, abbandonando la propria famiglia i propri interessi. Avrebbe molto più logica se ognuno di questi suicidi sparasse al direttore di una banca o un politico (e non è istigazione a delinquere)

ant s., torino Commentatore certificato 20.01.14 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un anno di suicidi da quando queste NULLITA' DELLO SPIRITO ci hanno riempito la testa di ripresa-crescita-sviluppo,
finchè la massoneria controllerà l'emissione del DENARO
TRAMITE I BANCHIERI INTERNAZIONALI USURAI
nulla cambierà in meglio.
Saluti.

Carlo Pandolfini, Catania Commentatore certificato 20.01.14 09:58| 
 |
Rispondi al commento

siamo pecore da macello, ci indignamo, bla bla, e poi ci ammazziamo nella solitudine della disperazione mentre i nostri assassini vivono da nababbi con il nostro sangue.
Non c'è libertà senza rivoluzione.
un grande abbraccio alla famiglia di questa ennesima vittima della nostra codardia. Alla fine, è colpa di tutto noi se continuano ad accadere queste cose.

Samuele Q., Bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 20.01.14 09:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quelli al "governo" sono malati mentali, fumati, pieni di coca e di soldi (i nostri): non credo che le cose cambieranno da sole...

Tony Di Dietro Commentatore certificato 20.01.14 09:40| 
 |
Rispondi al commento

Vivo con una misera pensione di inabilità, sono un ex dipendente della Polizia di Stato, ho sempre lavorato per l'incolumità del cittadino rischiando la mia vita, ora mi ritrovo con debiti da pagare. Ogni fine mese resto solo con 200 euro o, magari nemmeno quelli. La mia compagna due anni fà rimase incinta di nostro figlio mentre frequentava il corso da O.S.S, a nostre spese naturalmente, si è dovuta ritirare. Il suo datore di lavoro da quando venne a conoscenza dello stato di gravidanza non gli ha rinnovato il contratto.Con la nuova legge, per lavorare da O.S.S devi avere l'attestato ha detto. Dopo cinque mesi dalla nascita, il mio bimbo ha subito un intervento durato quattro ore. Da quel momento sono dietro a tutte le visite richieste, in attesa di una guarigione. In questo periodo mi sono indebitato a tal punto, con Banca e INPDAP, che solo DIO sa come andrà a finire. Sarò costretto a lasciare l'Italia per un paese vivibile. Il suicidio, non riesco a crederci o a pensare di fare un gesto del genere, cosa ne sarà del mio bimbo di appena 14 mesi. Cercherò di andare avanti nella ricerca di un lavoro per sua madre, nella speranza di un futuro migliore. Ho persino scritto un libro intitolato PROSPETTIVA dove viene raccontato la nostra storia. Sono amareggiato per questi suicidi dovuti alla CRISI. Sono indignato per tutto questo spreco di denaro da parte dei politici che non hanno mai conosciuto LA CRISI DELL'ITALIA.

Antonio Tarantino 20.01.14 09:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

avete notato come queste notizie vengano sistematicamente censurate dalla informazione di regime ? cose come queste sono all'ordine del giorno, eppure nulla compare nei tolksciò o teleminkiate di regime !!!

ina ghigliot 20.01.14 08:48| 
 |
Rispondi al commento

PRIMUM VIVERE, DEINDE PHILOSOPHARI

Il poverino si è suicidato per la crisi?
Ma siamo sicuri?
Eppure ciò che h24 ci ripetono in tv, radio, giornali etc è che gli italiani sentono il bisogno della nuova legge elettorale.

Ma quando ci renderemo conto che STIAMO VIVENDO IN MATRIX!!

Sui mezzi pubblici non sento nessuno parlare di legge elettorale. Tutti parlano delle rate del mutuo, delle rate spazzatura, di ciò che si può pagare e di ciò che non si potrà.
Eppure senti questi caxxoni continuare a blaterare sul bisogno di nuova legge elettorale degli italiani.
Maria Antonietta, di cui tutti abbiamo sorriso per l'aneddoto delle brioches, almeno rispondeva con esse alla mancanza di pane. Sempre cibo è.
Era meno scollata dalla realtà di quanto lo siano questi qui!!!

Turandomi il naso dico "Ok alla democrazia rappresentativa".
Ma quando è evidente che i rappresentanti non hanno la percezione neppure dei bisogni primari, è ancora ok?

Stefano A., Tremestieri Etneo Commentatore certificato 20.01.14 07:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"L'Italia è in preda alle allucinazioni" scrive Grillo in merito a Renzi / Berlusconi seguendo oltre 1000 commenti.
Invece in merito a "L'ennesima vittima della crisi" leggo poco piu' di 50 commenti e non e' la prima volta che vedo pochi commenti a questo genere di notizie.
Si e' vero caro Grillo, "L'Italia è in preda alle allucinazioni", se non peggio, e gli italiani sono i primi ad essere gli 'allucinati', per lo meno Grillo pone in home page, seppure a lato anche se dovrebbero essere poste come prima notizia in maniera cubitale, e questo genere di notizie, gli altri quotidiani invece, chi lo fa, le pongono ormai in pagine interne, giusto come trafiletti. Atroce pensare che la morte di una persona infine si riduce a due righe!
Ma il problema non e' questione dei quotidiani, dei politici, degli amministratore pubblici o altri bensì il problema e' l'italiano e gli italiani ormai assuefatti e disinteressati. Qualcuno scrive italiani pecora, ha ragione!.

Bepi 20.01.14 04:54| 
 |
Rispondi al commento

la pover gente continua a morire
(le mie più sentite condoglianze alla famiglia)
e loro continuano ad ingrassare e fare accordi a chi si deve spartire questi miseri resti di un Italia allo sfascio.
Ma cosa stiamo aspettando a caciarli via questa banda di malfattori, ladri e collusi.
Mi fa tanta rabia sentire queste brutte notizie
mentre loro se la ridono a spese della povera gente ITALIANI SVEGLIATEVI MANDIAMOLI TUTTI A CASA SENZA PENSIONE E CON LE PEZZE AL CULO

CARMINE FRUSCIANTE, salerno Commentatore certificato 20.01.14 01:51| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che più mi manda in bestia è che questa serie interminabili di VITTIME DI ECONOMICIDIO sul mainstream mediatico NON FA NOTIZIA. Per nulla.

Fate il confronto tra il clamore mediatico zero dei suicidi per DISPERAZIONE DA CRISI e la celeberrima vicenda di JAN PALACH, lo studente e patriota cecoslovacco che si diede fuoco nel 1969 come atto supremo di resistenza antisovietica. E che per questo è -giustamente- passato alla storia. Sta sui libri, nei documentari. Si studia a scuola.
Ma perché Jan Palach è celebre? No, adesso ne ho la certezza: non è per il suo indubbio eroismo patriottico, ma solo perché FACEVA COMODO STRUMENTALIZZARE LA SUA VICENDA in chiave di propaganda anti-URSS.

L'atto supremo del SUICIDIO finisce per smuovere l'opinione pubblica e suscitare una diffusa commozione SOLO SE SI PRESTA AD ESSERE STRUMENTALIZZATO.

Non riesco a immaginare come il Potere possa strumentalizzare l'atto supremo di chi lancia una DISPERATA DENUNCIA CONTRO UN SISTEMA DISUMANO che pretende di mercificare in tutto e per tutto le nostre vite, salvo poi togliere a molti (sempre di più) le risorse minime per una vita dignitosa.
Per questo le vittime della crisi e le loro famiglie vengono lasciate sole.
Il Potere teme che questi atti possano suscitare SDEGNO e COMMOZIONE tra la gente. E i media asserviti del mainstream sono anch'essi COMPLICI dell'economicidio. Quegli stessi media che si scandalizzano gridando alla "lista di proscrizione" per la rubrica "Giornalista del giorno".

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 20.01.14 01:32| 
 |
Rispondi al commento

Personalmente ho vissuto tale situazione ma ho cercato con tutte le mie firze di resistere e Rialzarmi spero di potere avere la forza di continuare a resistere qualora non ce la facessi più vorrei che il Signore mi possa dare la forza di reagire e ammazzare questi Bastardi di banchieri strozzini.

Alberto Sanapo 20.01.14 01:08| 
 |
Rispondi al commento

...e la signora Boldrini aumenta le spese del vitto!

patrizia 20.01.14 01:08| 
 |
Rispondi al commento

Ma quei vigliacchi dell'informazione pubblica e i giornali non danno queste notizie e i politici pensano solo alle poltrone e rapinare chi lavora fino al suicidio,,, fate schifo,, ma un giorno pagherete il conto e sarà salato.. SONO DECENNI CHE RAPINATE GLI ITALIANI,,

RENZO D., riva presso chieri Commentatore certificato 20.01.14 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Portate via i vostri soldi dalle banche.....da subito e tutti, e saranno loro a preoccuparsi....arrivare a gesti così estremi e' inammissibile.....se mai dovessi arrivare ad un pensiero così vado a Roma e faccio un opera di bene....elimino un po' di immondizia dal governo così non sarò morto invano.....che schifo di paese e' mai diventato questo?abitato da pecore capaci solo di belare e seguire il gregge.....solo che i pastori delle pecorelle smarrite non vi portano a mangiare l'erbettina fresca ma vi stanno portando al macello.....e' ora di macellare i pastori....sveglia pecore facciamo almeno una volta i leoni

Carmine delle cave 20.01.14 00:14| 
 |
Rispondi al commento

E' già tardi, è già tardi...
L'Italia è a pezzi, gli italiani sono alla disperazione e chi ci governa banchetta e festeggia e si diletta in discussioni vuote, inutili.
Dobbiamo fare qualcosa davvero, credo che l'unica cosa possibile adesso per andare velocemente a nuove elezioni e fermare le assurdità che siamo costretti a vedere sia lo sciopero fiscale. non Non vedo altre soluzioni pacifiche se non questa.

Rossella P. 19.01.14 23:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pubblicare nomi e cognomi dei direttori ed impiegati di queste banche assassine significherebbe renderli finalmente meno arroganti e....costringerli a guardarsi le spalle.

Enzo Zappalà , Roma Commentatore certificato 19.01.14 23:04| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un invalido con gravi problemi economici e a volte è venuto anche a me il pensiero di farla finita, ma poi ho pensato che se proprio dovrò morire morirò combattendo.
Dico a tutti quelli che si trovono in difficoltà economiche di non pagare più nulla ( io non ho pagato ne l'affitto ne la Tares e sto pensando di non pagare più il Canone Rai ).
Sarebbe buono se il M5S volesse promuovere e appoggiare una lotta fiscale.

" Rifiutarsi di pagare le tasse è uno dei metodi più rapidi per sconfiggere un governo "

Luca p. 19.01.14 22:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è poco da fare.
Bisogna liberare il Paese.
Con la forza.O diamo dei segnali FORTI
alla classe dirigente, o andrà
sempre peggio, il M5S è gran cosa,
ma purtroppo è troppo poco eforse nato
troppo tardi.

gianmaria benevelli 19.01.14 22:42| 
 |
Rispondi al commento

lo sanno benissimo. Ogni 50 anni ci vuole un po di pulizia, dato che siamo troppi. Una guerra ne ammazzerebbe troppi, tutti assieme e magari ci scapperebbe il morto laddove non ci deve scappare. Una bella crisi, abilmente pilotata, genera una bella selezione naturale e chi rimane ne beneficia.
Ovviamente sono il primo a non volere questo, ma ho la sensazione che sia proprio così.

Daniel 19.01.14 22:40| 
 |
Rispondi al commento

C'è poco da dire posso solo dire che mi dispiace vorrei fare qualcosa ma chi veramente può fare pensa ad altro,spero che noi italiani nel voto siamo uniti solo così possiamo cambiare le cose.

Angelo Scacciante 19.01.14 22:40| 
 |
Rispondi al commento

dove andremo a finire la pensione dopo 40 anni di lavoro contribuitivi sara sicura con un classe politica che abbiamo io commincio a preocuparmi ...

dessi luigi 19.01.14 21:57| 
 |
Rispondi al commento

DITELO A RENZI, APPENA TERMINA L'INCIUCIO CON IL CONDANNATO.

Carmine s., caserta Commentatore certificato 19.01.14 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Non fate questi gesti cercate di reagire perché chi rimane in famiglia soffrirà tantissimo!anche mio marito si e'suicidato e ha lasciato 2bambini piccoli;non se ne po più di questa vita ma chi deve pagare?

ila pucciarelli 19.01.14 21:44| 
 |
Rispondi al commento

Qui urge una riflessione. Ora o tutti gli imprenditori sono diventati incapaci per non riuscire a tirare avanti l'azienda o una cazzo di domanda se fossi al governo io me la farei. Ma non è che stiamo sbagliando? Ma come cazzo è possibile che non c'è un'azienda di cuoi un politico ha delle partecipazione ad essere in crisi? Perché il punto è questo se sono cosi bravi a far quadrare i loro cazzo di conti, come mai fanno cosi schifo ad amministrare i soldi pubblici? Che cazzo di trasformazione accade da imprenditori lungimiranti a mani bucate?

Sergio Silvestri, Veruno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.14 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste cose doverebbero apparire sulle prime pagine di tutti i quotidiani nazionali. E' inaccettabile tutto questo, ma alla fine chi ci governa? Gli amici di questi aguzzini ed assassini.

Carlo G. Commentatore certificato 19.01.14 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Le banche sono feudatari che dominano il paese.
Provate ad andare a chiedere se vi fanno un mutuo prima casa sotto i 50000 euro e vedete cosa vi dicono.
Per mantenersi nella legalità ed aggirare la legge anti-usura, strozzano i cittadini più deboli mettendo paletti creati da loro stesse.
Le spese di istruttoria e di perizia in alcuni casi sono sproporzionate rispetto al valore degli immobili, che in alcuni casi vengono sopravvalutati dal mercato immobiliare proprio per questi condizionamenti delle banche.
Impedendo fra l'altro di accedere alle agevolazioni fiscali, offerte dallo stato che sono misere, ma su piccole cifre comunque importanti per i piccoli e miseri lavoratori.
Siamo diventati tutti un popolo di ricchi evidentemente....

filippo t., lugo Commentatore certificato 19.01.14 21:16| 
 |
Rispondi al commento

Quello che maggiormente mi intristisce è il pensiero che queste vittime dell'aggressione che il potere politico e la finanza hanno scatenato contro la gente qualunque, saranno presto dimenticate.
Certo rimarranno nel cuore delle persone che li amavano e li stimavano.
Ma, passato non molto tempo, per la cosiddetta opinione pubblica sarà come se non fossero mai esistite.
Credo che sarebbe doveroso aprire un sito internet che sia come un monumento virtuale e perenne alla loro memoria.
Non so quanto potrebbe consolare i parenti e gli amici, ma certamente sarebbe un monito perenne per tutti quelli che credono che ci si possa salvare senza cambiare il sistema.

Torquato Apreda 19.01.14 20:59| 
 |
Rispondi al commento

nello stesso momento la santanchè stava comprando l'ennesima borsa da 6000 euro.
e l'odio aumenta.

mister x, ravenna Commentatore certificato 19.01.14 20:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PREGHIERA IN GENNAIO
(Fabrizio de André - 1967)

Lascia che sia fiorito
Signore il suo sentiero
quando a te la sua anima
e al mondo la sua pelle
dovra' riconsegnare
quando verra' al tuo cielo
la' dove in pieno giorno
risplendono le stelle
Quando attraversera'
l'ultimo vecchio ponte
ai suicidi dira'
baciandoli alla fronte
venite in Paradiso
la' dove vado anch'io
perche' non c'e' l'inferno
nel mondo del buon Dio
Fate che giunga a voi
con le sue ossa stanche
seguito da migliaia
di quelle facce bianche
fate che a Voi ritorni
fra i morti per oltraggio
che al cielo ed alla terra
mostrarono il coraggio
Signori benpensanti
spero non vi dispiaccia
se in cielo in mezzo ai Santi
Dio fra le sue braccia
soffochera' il singhiozzo
di quelle labbra smorte
che all'odio e all'ignoranza
preferirono la morte
Dio di misericordia
il tuo bel Paradiso
lo hai fatto soprattutto
per chi non ha sorriso
per quelli che han vissuto
con la coscienza pura
l'inferno esiste solo
per chi ne ha paura
Meglio di lui nessuno
mai ti potra' indicare
gli errori di noi tutti
che puoi e vuoi salvare
Ascolta la sua voce
che ormai canta nel vento
Dio di misericordia
vedrai sarai contento.
Dio di misericordia vedrai
sarai contento

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.01.14 20:26| 
 |
Rispondi al commento

Io persi il lavoro nel 95 per aver denunciato alla procura della repubblica ed al giudice del lavoro, il comparaggio farmaceutico. Ora sono precaria nella scuola,perlopiù disoccupata. Ipovedente. Non posso pagare le tasse. Pago Equitalia a rate,ma non x molto ancora. Ho pensato al suicidio. Ora ho mandato a fanculo tutti e amo la vita più di prima.
ps ho mandato la mia storia con copia dell'interrogazione parlamentare anche alla Taverna del M5S...tutto tace!

lella fassina 19.01.14 20:09| 
 |
Rispondi al commento

Cazzo!!!!!
è da un anno che predico che c'è il sistema per evitare questi drammatici eventi.
Dovrò essere io il prossimo?
Se ne avete voglia aprite il link, in una foto si parla di possibile disponibilità di € 150 milioni/anno:
https://www.facebook.com/pages/AIPE/307786159289065?ref=digest_email

Giorgio B., Genova Commentatore certificato 19.01.14 19:35| 
 |
Rispondi al commento

Spiacente, si può capire le vostre esigenze e gli obietti delle comunicazioni e commenti in rete.
Non tutti sono esperti di IT & email message technology. Però censurare/cancellare un commento non va bene. Con è accettabile da cittadini liberi,richiama alla memoria brutti periodi storici.

Redcloud ncr 19.01.14 19:22| 
 |
Rispondi al commento


Caro Beppe
Sappiamo bene chi sono i mandanti e i killer dell'ennesima vittima dela crisi. I saccheggiatori e gli estorsori delle nomenclature oscene dei palazzi del potere dei partiti feudatari e schiavisti e dei loro padroni comitati d'affari-bancarottieri-banchieri sono gli autori di questo crimine e di tutte le altre migliaia di suicitati da queste bande di estorsori succhiasangue.
Sono loro che hanno premuto il grilletto del fucile e versato il sangue di questa povera vittima, non questo nostro cittadino tribolato. Basta con il politically correct,basta con le censure e la mordacchia, rivendichamo almeno la nostra libertà di urlare la nostra rabbia, il nostro furore.
Caro Beppe, dear Mr Casaleggio, ogni cittadino libero e non ancora "cloroformizzato" dagli osceni stregoni dei media del regime e dalle tremps TV dei talk show-bordelli politicanti a sinistra, vi è sinceramente grato per avergli dato una grande speranza di libertà e di affrancamento dalla soggezione sociale e politica a questi mostruosi partiti feidatari-killer. Però vi prego, vi prego coralmente, cercate di far prevalere la ragione e la dura realtà contingente in tanti del M5S e in molti dei parlamentari del M5S perchè si occupino a pieno tempo della nostra misera umanità sofferente e di quella dei morituri per suicidi indotti prossimi venturi, perchè ce ne saranno ancora a migliaia, è già un genocidio.Consigliateli, esortateli a tralasciare per un po le istanze universali, e di ocuparsi
invece a pieno tempo dei miseri e sofferenti della porta accanto.Sono vecchio stanco e sofferente, però rivendico con forza, ostinazione e rabbia il lavoro di consulente (a cottimo) fatto sul campo, con tanti colleghi, per progetti di sviluppo (e progetti labor intensive) di enti ONU e UNDP in così detti PVS.Così, ci sentiamo tra noi vecchi colleghi, scampati alla bilarzia ed altro,e constatiamo....ecco son come ciechi e sordi...non non sanno un c. e pontificano urbi et orbi. Ma il M5S deve andare avanti, forza.

Redcloud ncr 19.01.14 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Lo ripeto, credo, per la terza o la quarta volta:
Che cosa aspetta il Movimento 5 Stelle a proporre in Parlamento l'ABOLIZIONE DEL DEBITO EQUITALIA per tutte le famiglie con basso reddito e per tutte le imprese in difficoltà reali, oggettive, comprovabili? Ricordate l'indulto del 2006 e chi ne beneficiò? Non avrebbero più diritto ad un'amnistia, ad una tregua, le persone oneste?
Aspettiamo che lo proponga Renzi? Che lo proponga Berlusconi?
Non è ora che sia il M5S a creare un Movimento di Solidarietà Nazionale?
E aggiungo: è venuto il tempo di fare della Solidarietà preventiva!!! Di quella postuma s'arricchiscono solo le agenzie dei necrologi!

Paolo Buzi, Brescia Commentatore certificato 19.01.14 18:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo non è il solo, ma spero che tutti quelli che le banche per un verso e i tribunali per un altro hanno fatto fallire negli ultimi anni (compreso me e le mie aziende)abbiano la forza di resistere e combattere. Mio fratello ed io, come tutti quelli che lavoravano CON noi (circa 250 persone in sicilia, abbiamo dovuto reinventarci una nuova vita. A 45 anni, senza fondi e con una "pessima" reputazione per il credito è veramente duro, ma vi prego bisogna resistere, resistere, resistere.

alessandra marziano 19.01.14 18:52| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Letta, grazie governo falso, quel pover'uomo che si è ucciso avrebbe dovuto sparare a voi malfattori e non a sé stesso.

Cippotto 19.01.14 18:51| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi lo stato è troppo impegnato per preoccuparsi dei suoi cittadini, ci sta Renzi, Berlusconi, Ruby, tutto passa in second'ordine...
Rassegniamoci che qualcosa cambi...

Francesco Ceccarilli, Monza Commentatore certificato 19.01.14 18:37| 
 |
Rispondi al commento

E' una tristezza,naturalmente la punta di un iceberg del quale vediamo il grigiore stampato nelle facce della gente. Le dovranno pagare tutte, lo dobbiamo soprattutto a persone come questa. R.I.P.

Paolo Zurlo, Cittadella Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.01.14 18:25| 
 |
Rispondi al commento

COL CORDOGLIO NEL CUORE DICO CHE SIAMO A 20 SUICIDI NEI PRIMI 19 GIORNI DEL 2014.
GOVERNO DI SCIACALLI E MISERABILI!!!!!

alessandro montanari, codogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.01.14 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Essendo capitata la stessa cosa alla ditta per cui lavoravo l'anno scorso (ad eccezione del suicidio del titolare), perchè non rendere pubblici quali sono le banche che portano le persone a questi estremi gesti?

Gianpaolo Buosi 19.01.14 18:14| 
 |
Rispondi al commento

I delitti di stato continuano,non possiamo permetterlo,dove vogliono far arrivare la disperazione della gente?!!

Luciana Lucarellai 19.01.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sono commenti da fare casomai e il tempo di agire ma agire non più democraticamente perché democraticamente ci hanno perforato l'ano distrutto i Ns valori,fatto a pezzi la Ns dignità,
ci hanno resi schiavi delle loro follie, chiedendo a Noi di rimediare alle loro Follie chiedendo al popolo un sacrificio che va oltre le forze allora assistiamo a questi episodi e siamo inermi Allora Io mi chiedo cosa aspettiamo ancora a buttare al diavolo questa pseudo Dittatura travestita da Democrazia Tu Beppe al quale abbiamo dato voce dacci una spiegazione oppure togliti di mezzo stai semplicemente facendo il loro gioco
Ora Puoi anche non rispondermi come fanno tutti questi politici di Merda che mi stanno facendo VERGOGNARE DI ESSERE ITALIANO
Catracchia Nicolò

Nicolo Catracchia 19.01.14 17:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...E NON CHIAMATELO SUICIDIO...

QUEST' ULTIMO ENNESIMO DRAMMATICO CASO (SPERO SEMPRE CHE SIA L' ULTIMO) VERRA', COME SEMPRE, DERUBRICATO COME IL TIPICO SUICIDIO LEGATO ALLE DIFFICOLTA' ECONOMICHE CAUSATE DALLA CRISI!
IN REALTA' QUESTO TRAGICO EVENTO NON E' ALTRO CHE L' ENNESIMO OMICIDIO DI STATO, STATO ASSENTE E INCAPACE DI AIUTARE I SUOI CITTADINI IN DIFFICOLTA', TROPPO IMPEGNATO A DIFENDERE PRIVILEGI E IMPUNITA' DEI SOLITI NOTI (CASTA, LOBBIES, ETC.), COSI' INDIFFERENTE AI PROBLEMI DELLA POVERA GENTE!
CHISSA' SE UN GIORNO CI SARA' LA POSSIBILITA' DI PRESENTARE UN CONTO?

VIVA L' ITALIA!

ANTONINO CRISCUOLO, TORINO Commentatore certificato 19.01.14 17:39| 
 |
Rispondi al commento

se invece di spararsi avesse fatto una strage di coloro che lo avevano ridotto così i toni oggi sarebbero diversi, sono vicina alla famiglia per la dolorosa perdita e sono lontana miglia dagli squali che non hanno pietà di nessuno...r.i.p. imprenditore di fiesole

patrizia gabrielli 19.01.14 17:38| 
 |
Rispondi al commento

Oltre il dolore per l'estremo gesto di un normalissimo imprenditore è la totale assenza dell' attuale Governo che non pensa minimamente alla crisi e come risolverla. Cercano solo in qualsiasi modo mettere in un angolo il M5S vedi l'incontro anormale tra FI e PD di nuovo a braccetto. Ma chi ha dato i due € e preso per il culo per l'ennesima volta non può chiedere il rimborso ?. Dov'è il rinnovamento e l'intenzione di sollevare il Paese da una crisi profonda ma perfettamente voluta.

Renzo Grillo 19.01.14 17:29| 
 |
Rispondi al commento

Questa notizia sotto la pubblicità di una compagnia di assicurazioni, fa ribrezzo.... Ma da che parte state???

bruno deligia, Belvi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 19.01.14 17:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è Renzi quando si riferiva a cambiar rotta del partito o saremo spazzati via complimenti per la sincerità.

montaldi ermanno 19.01.14 17:09| 
 |
Rispondi al commento

NON DOBBIAMO FARE NESSUNA NUOVA NORMA
In Italia non c'è prescrizione per il reato di strage. E' il reato che contesteremo a tutti i Presidenti della Repubblica e del Consiglio che hanno governato negli ultimi 8 anni. Lo faremo nei nostri tribunali, pubblici o clandestini che siano.

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.01.14 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 19.01.14 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe,e'la nostra trincea ad aver permesso ad un somaro di correre come una gazzella.Pensa,che agl'occhi della gente il pacco di Firenza e usto come l'uomo del fare.Per giornalisti televisivi poi e'come il nuovo Messia capace di moltiplicare anche l'audience.
Finiamola con le guerre di trincee rispondiamo colpo su colpo in modo,che ogni bestia agl'occhi della gente apparirà per quello che è

Fabrizio 19.01.14 16:35| 
 |
Rispondi al commento

...Nn ho letto tutti i commenti ma, mi accingo a dire la mia, rinunciando al riposo settimanale...nn riesco a resistere... all'incontro tra Renzi e l'immortale il Ns ex Presidente...dicevo e dico...ma si può? La Sx andava contro Berlusconi, quest'ultimo era contro la Sx, che facevano e fanno sempre parte dei CATTIVI COMUNISTI, quelli che MANGIAVANO i BAMBINI, ora hanno fatto l'incontro STORICO...TUTTO x cercare di tenere la BARCA a GALLA...che, a sentire Renzi...ora si CAMBIA TUTTO...questa la la STORICA BATTUTA (PALLA)...che CONTINUA la sua STORIA...dolce ILLUSIONE per I CREDULONI...Renzi...a sentirlo parlare, sembra che abbia RAGIONE ci CREDE anche LUI...ma che facciano il PIACERE di raccontare PALLE...le sento dall'inizio della fondazione della Repubblica...hanno sempre più AGGIORNATO la POLITICA, il MODO di PARLARE...MOLTO PIU' (FURBESCO), per CONFONDERE MEGLIO COLORO che nn HANNO PIU' (L'ANELLO AL NASO)...Questo commento nn sarà diffuso a carattere Nazionale...per cui...mi auguro e spero che BEPPE sia con le ANTENNE ben sintonizzate sulle cazzate diffuse nelle TV ed Organi di STAMPA dal POPOLO pagate...Beppe nn ti ammalare, vi è il vacino contro l'influenza...fai funzionare il computer di (bordo)...tanto cercano solo di raccontare palle...leggi sempre la vita del comportamento che hanno adottato negli anni...e ci provano ancora...ci sono 20 anni nel transatlantico, nn sono stati capaci e hanno dimostrato di nn essere affidabili...Forza M5s

Mario Ghironi 19.01.14 16:11| 
 |
Rispondi al commento

CIAO BEPPE,
E' UN MERGENZA SOCIALE,DOBBIMAO FARE QUALCOSA,AL PIU' PRESTO ALVISE

alvise fossa 19.01.14 16:07| 
 |
Rispondi al commento

un'altro unto dal signore.

Baby F., Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 19.01.14 15:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Emergenza sociale anche nel giornalismo italiano. Serve un M5S anche in questo potere che inganna quotidianamente noi cittadini ed elettori.

pino 19.01.14 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Sono andato ad una pizzata con otto vecchi amici d'infanzia
Solo due galleggiano lavoratori del pubblico impiego
Noi sei un parchettista un autista un idraulico un tecnico un operaio metalmeccanico un commerciale siamo allo sbando tutti cinquantenni tutti con moglie e figli e relativi mutui , dove andremo a sbattere la testa ??

Riccardo Garofoli 19.01.14 14:54| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori nomi e cognomi!! Quali sono queste banche?? È l'ora di farla finita di trincerar di dietro il generico LE BANCHE. Dietro ogni banca c'è sempre una o più persone, direttori, funzionari che agiscono e creano spesso disastri. Molte volte ci sono funzionari, incapaci e senza professionalità, che trincerando si dietro "la procedura" o "il rating" non si assumono le responsabilità cui sarebbero chiamati e non approfondiscono le dinamiche di un azienda, con la conseguenza che prima le strangolano, le dissanguano e poi le uccidono. È ora che queste persone, a cominciare dal basso per arrivare fino al vertice si assumano le loro responsabilità morali. È ora che funzionari e direttori dal loro interno si ribellino a questo sistema. Fuori nomi e cognomi di queste banche e funzionari. Se non cominciamo da qui LE BANCHE saranno sempre un identità senza volto.

Stefano faver 19.01.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quali sono queste banche??? Basta riferimenti generici dietro il comportamento della banca ci sono sempre persone, direttori, funzionari con nomi e cognomi. È l'ora che si assumano le loro responsabilità morali, e che vengano pubblicati i nomi. Spesso dietro a molti di questi problemi c'è molta superficialità, ottusità e la mancanza di capacità di fare il proprio lavoro e di saper valutare le situazioni.

Stefano faver 19.01.14 14:12| 
 |
Rispondi al commento

E' la fine che faremo in molti....

Mario Pisani 19.01.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Propongo a tutti gli iscritti al M5S di attivare assistenza porta a porta ognuno nelle proprie zone.

Franco Losini 19.01.14 14:00| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori