Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Tasse anticipate come prima, più di prima

  • 151


letta_tasse_alte.jpg

"Non tutti sanno che le tasse che imprenditori e professionisti pagano ogni anno non sono solo quelle relative all’anno precedente. Nossignore. E' in vigore una legge demenziale per cui queste categorie devono pagare IN ANTICIPO le tasse dell’anno venturo. In altre parole, è come se lo Stato dicesse: “Guarda, siccome ho bisogno di soldi, per cortesia versami in anticipo le tasse anche per l’anno prossimo”. Se poi il contribuente l’anno successivo guadagna di più del previsto, verserà un conguaglio (ovviamente immediato). Se invece guadagna meno del previsto sarà lo Stato a versarlo (manco a dirlo, non immediatamente, ma negli anni successivi; in alcuni casi per avere i rimborsi occorrono anni). Nessuno fino ad oggi ha mai impugnato questa assurda legge davanti alla Corte Costituzionale o alle Corti Europee, dove non reggerebbe il tempo di un minuto, tanto è demenziale, ingiusta e incostituzionale. Ma non è solo questo il punto. Se negli anni precedenti l’acconto da versare sul reddito non ancora guadagnato dell’anno futuro era del 99%, Letta oggi l’ha portato al 102%. In periodo di crisi, il governo dà per scontato che professionisti e imprenditori l’anno prossimo guadagneranno di più, quindi possono tranquillamente versare in anticipo un importo per le tasse superiore a quello di quest’anno. Non c’è che dire, una trovata coerente con la crisi attuale. Considerando che questo provvedimento farà diminuire la liquidità di imprese e professionisti, non è difficile prevedere le conseguenze di tale normativa: un aumento del 3% circa delle imprese costrette a chiudere; minori entrate fiscali per lo stato di circa il 12% rispetto all’anno precedente." orlando g., torino

14 Gen 2014, 10:55 | Scrivi | Commenti (151) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 151


Tags: imprenditori, Letta, PMI, pressione fiscale, tasse

Commenti

 

Invio, se volete, questa petizione

https://www.change.org/p/al-presidente-del-consiglio-e-ai-politici-italiani-basta-tasse-anticipate-su-redditi-futuri-ipotetici?utm_source=guides&utm_medium=email&utm_campaign=petition_created

giovanna giordani 29.04.16 09:11| 
 |
Rispondi al commento

MA ALLORA COSA ASPETTIAMO PER RICAVARE LE FIRME E FARE UN RICORSO (ANCHE IN SEDE EUROPEA) CONTRO QUESTO FURTO LEGALIZZATO DAI POLITICI LADRONI...

Nicky P., Avellino Commentatore certificato 29.05.15 17:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao a voi del movimento 5 stelle,
come mai non avete fatto alcun passo per proporre l'eliminazione dei fatidici e veramente ingiusti acconti IRPEF e IVA? Ho letto alcuni articoli sul vostro blog ma in pratica nessuno ha fatto mai nulla per portare alle corti europee la proposta di abrogazione ed eliminazione definitiva di questo furto di stato...
Grazie per l'attenzione

Mario De Virgilio 06.05.15 17:45| 
 |
Rispondi al commento

....ma lo Stato si rende conto che con questa strada guadagnerà sempre di meno??... chiunque sia lo Stato??

Michael Leonardi 06.11.14 13:27| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra criminale dover pagare in anticipo le imposte dell'anno successivo, oltrettutto considerando che il redditto dichiarato dai piccoli imprenditori non sempre corrispondere alla liquidità realmente prelevata. Ad esempio: apro un bar, investo per ristrutturarlo e riesco a pagare i lavori con i soldi incassati nel primo anno ( e sarebbe un gran successo). A bilancio mi posso dedurre solo gli ammortamenti e quindi risulta comunque un utile ma in realtà non ho liquidità perché l' ho utilizzata per pagare la ristrutturazione. Come cavolo faccio a pagare lo stesso anno il 70% di tasse su un reddito che non sono riuscito ad intascare! Tutto ciò sta distruggendo la nostra economia!

Angelo Grosso 16.07.14 10:08| 
 |
Rispondi al commento

Il nemico è fra noi!! Ma il vero nemico è chi consente

Mario Donnini 17.01.14 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Il nemico è fra noi

Mario Donnini 17.01.14 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Gia è un assurdo dover Pagare prima che vengono retribuiti i proventi del lavoro, poi aumentarlo è una mera Assurdità. In piu se si Lavora per settori di stato lo è ancor Piu , addirittura 3 4 5 anni con cause vinte e rivinte contro lo stato , e poi costretto a Pagare di ri tassa e elude i completi Pagamenti. mentre i denari sporchi della funzionalità distributiva senza motivi di elargizione non vengono nemmeno elencati e distribuiti senza obbgo di Tasse.

Alessandro P., Roma Commentatore certificato 16.01.14 23:30| 
 |
Rispondi al commento

domanda: perché il popolo delle partite Iva non s'è mai incazzato con il proprio idolo Tremonti quando anni fa ha fatto loro questo bellissimo regalo degli incassi anticipati delle imposte (trasformando contemporaneamente la funzione degli Studi di settore da consultiva ad "inquisitoria")?
Oggi si piange, ma ieri per partigianeria si sorrideva di fronte a queste modifiche: il solito approccio da stadio verso la politica (acriticità vs chi si vota)?
Un po' di "mea culpa" no?
Responsabilità da parte delle PMI nessuna?
Sono davvero in grado di rappresentare il tessuto socio-economico italiano o fanno solo da ostacolo ai giovani che vogliono innovare costituendo micro-cartelli, piangendosi addosso e ignorando di essere fuori mercato da almeno 20 anni?
grazie

mario sormani Commentatore certificato 16.01.14 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Proliferazione delle Autority, dilatazione dei posto apicali dirigenziali nella p.a. e delle posizioni dirigenziali e applicazione della legge Brunetta sulle performance per i pubblici dipendenti condannati senza criteri oggettivi ad andare a casa dopo tre volte consecutive di scarso rendimento, basta con la demonizzazione degli impiegati...il sistema doveva essere modulato da un D.P.C.M. Che è stato più volte trasmesso per l'approvazione a taluni dirigenti di M vertice che si sono guardati bene da dare il previsto parere quindi il mancato inseinento nel mille proroghe della proroga appunto di questa Normativa è la prova della collusione tra amministrazione e governance!!!

Giovanna Pellegrini 16.01.14 00:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anch'io sono un povero sfigato della partita IVA, che paga un botto insostenibile di tasse.
Bisogna riformare il sistema; la tassazione non va corretta di qualche punto, ma drasticamente ridotta.
Bisognerebbe stabilire una percentuale tra il 25 ed il 28 % (e guardate che ci sono paesi che funzionano dove si versa molto meno) e pagare le tasse. Guadagni 100, paghi 25, punto e basta. Ma bisogna poi togliere tutte quelle altre tasse indirette e balzelli vari che ci sono su ogni cosa (marche da bollo, passaporto, IMU, ici, tares e compagnia bella e tutte le tasse che si versano per ogni sciocchezza).
Ma l'unico modo per far quadrare il bilancio sarebbe tagliare drasticamente le inutili spese dello Stato. Forse in una percentuale del 30 %...ma questa è un'utopia perchè non ci sarà mai nessuno che dirà che una miriade di impiegati pubblici non servono a nulla e potrebbero andarsene tranquillamente a casa.

Francesco Palla 15.01.14 18:37| 
 |
Rispondi al commento

Perché non si fa ricorso?!?

Simone Penazzi 15.01.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non so dove postare questo articoletto di un fatto vero avvenuto in Inghilterra e che riguarda la dichiarazione dei redditi. Lo faccio qui. tanto riguarda in qualche modo l'informazione.
Leggetelo bene perché dovremmo fare tutti così!!!

*Oggetto:*I: DICHIARAZIONE DEI REDDITI

Alla domanda: "avete delle persone a vostro carico?" un cittadino inglese ha risposto:
-2,3 milioni di immigrati clandestini
-5,4 milioni di disoccupati
-950.000 criminali distribuiti in 85 prigioni
-650 cretini in parlamento
+ la totalità della Commissione Europea.

L'amministrazione non ha accolto la sua dichiarazione dicendo che la risposta era inaccettabile.
La persona allora ha chiesto:
**PERCHE', HO DIMENTICATO QUALCUNO?*

luxveniente 15.01.14 10:20| 
 
  • Currently 4.8/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Allora perché non ricorrere alla corte costituzionale ??? Sai quante sottoscrizioni ci sarebbero ? Milioni !!!!!
C'è qualcuno che scaglia la prima pietra ? Io ci sono !

Claudio 15.01.14 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Un tempo si usava fare un bel rog,finivano tutti i problemi.

andrea fanni 15.01.14 08:37| 
 |
Rispondi al commento

non dimentichiamoci che subiamo anche l'acconto dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) che si applica su valori ancora da esprimere..........
in Italia al popolo non rimane nessun valore, nessuna speranza, rimane una una sola certezza: il Medio Evo!

Fabio Miconi 15.01.14 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Non dimentichiamoci che per l'acconto non vengono riconosciuti neanche gl' interessi. Visto che stiamo parlando di in vero e proprio prestisto, sotto minaccia se non paghi ti applico il 3%, ci dovrebbero riconoscere loro a noi gli stessi tassi che ci chiedono le banche quando stipuliamo un finanziamento.

Piero Clemente 15.01.14 07:33| 
 |
Rispondi al commento

Questi romano contro di noi non sono Italiani o se lo sono della peggio specie. Ci stanno S premendo come limoni in nome di chi? Forse in nome di un Europa altrettanto farabutti? Cacciatori a pedate ma prima devono pagare tutti...

roberto 15.01.14 07:25| 
 |
Rispondi al commento

Sto scrivendo col cellulare perciò non ho una visione grafica completa del blog. Leggevo però i commenti di questo post su fb e qualcuno notava che, nel blog appunto, ci sarebbe la pubblicità di sisal match point... Beppe non mi piace per niente sta cosa, lotti contro il gioco d'azzardo perchè crea dipendenza patologica e poi lo sponsorizzi sul tuo blog? Ti prego rimedia a questa gaffe.
Con immutata stima
Tiziano


Come prima...!! Più di prima Pagheròòò!!!!
Questo è il ritornello che gli imprenditori saranno costretti a cantare grazie a questo modo di governare..!!

Alessandro Iodice 15.01.14 07:00| 
 |
Rispondi al commento

A parte questo articolo che solleva un "tumore" del meccanismo erariale verso TUTTE le imprese italiane. Quello dell' acconto al 99 o 102 che sia deve diventare una battaglia quitidiana. Un martello che rintocca 365 volte all'anno. È la fine di tutto, è peggio dell'IRAP e deve diventare un cardine. Perchè sennò altro che "nero di sopravvivenza"!!!! C'hanno i buffi che glii escono dar c**** !!!!!

Fabio 15.01.14 01:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E poi, per noi che lavoriamo con le rinnovabili e il risparmio energetico, c'è una trattenuta alla fonte del 4% DEL FATTURATO! Ovvero circa il 60% dello sperato guadagno sul quale pago le tasse!!! Come si può pensare di sopravvivere?

Maurizio Munarin 15.01.14 00:55| 
 |
Rispondi al commento

cercano di coprire il vuoto di bilancio che ci hanno fatto con un imbroglio ci fanno pagare prima,guai a chi non lo fa!

Luciana Lucarellai 14.01.14 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Sono socio di una piccola ditta di impianti elettrici a Prato , quest'anno siamo stati costretti a prendere un finanziamento in banca x poter pagare le tredicesime agli operai , proprio x una mancanza di liquidità dovuta oltre che ai ritardati pagamenti da parte dei clienti anche da questa legge assurda che mi obbliga a pagare le tasse per gli incassi che FARÒ il prossimo anno , se mai gli farò , così non si va avanti ma chiudiamo come tutti gli altri, che dispiacere

Alessio ciofi 14.01.14 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questi sono uno peggio dell'altro!!!!!!

Emiliano Candotti 14.01.14 22:09| 
 |
Rispondi al commento

Chi, come me, paga le tasse conosce bene questa porcata, che poi ti fanno pagare in base all'adeguamento agli studi di settore, ma in realtà ogni anno il fatturato diminuisce quindi paghi sempre più del dovuto.
Se le cose non cambiano chiudo i miei negozi e mi trasferisco in sud America, lontano da questa Europa corrotta e vediamo se equitalia viene a prendermi

Angelo Drago 14.01.14 21:19| 
 |
Rispondi al commento

Hanno la faccia come il culo ! Povero paese !

Francesco DISSEGNA, Mussolente Commentatore certificato 14.01.14 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Sono iscritto al movimento da più di un anno e sono convinto della necessità di un rinnovamento culturale nel nostro paese.
Proprio per questo mi sembra giusto che anche noi del M5S non possiamo vendere chiacchiere per una facile propaganda.
Infatti,chi ha scritto questo articolo sull'anticipazione delle tasse sa bene che, in realtà, quando si parla di acconto, che non è stato certamente introdotto da Letta, questo è relativo alle imposte dovute per i redditi prodotti nell'anno in corso e non un anticipo per l'anno futuro.


Sul reato di immigrazione clandestina avete perso tutta la credibilità.
Siete asserviti a questo governo irresponsabile quanto vi hanno pagati? Anche perchè io non credo assolutamente al referendum via internet.
Vi ho votati ma non vi voterò più perchè la gente come voi e come il governo di questo stato mette in pericolo i cittadini Italiani e le forze dell'ordine.
Voterete anche per l'amnistia e l'indulto.
Fuori tutti i delinquenti...
Vi riservo una sola parola....VERGOGNA!!!!!!

Giuseppe Massimo Villa 14.01.14 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Ah :) questa non la sapevate eh!

Ormai la davo per scontato...certe cose ormai sono così abitudinarie che quelli colpiti non ci fanno più caso...

Un paese delle libertà...ma anche delle vessazioni!!!

Alessandro D., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 19:31| 
 |
Rispondi al commento

Dateci una mano se potete fate qualcosa.
Sto ancora aspettando soldi versati allo stato dal 2007.


Grazie

marcello semola 14.01.14 19:16| 
 |
Rispondi al commento

E quindi...non sarebbe, appunto, il caso di impugnarla "davanti alla Corte Costituzionale o alle Corti Europee"?!? Vi prego...aiutateci anche in questo. Sarebbe un altro enorme passo avanti verso la normalizzazione di questo disastrato paese. Crediamo in voi.

Piero Feletti 14.01.14 18:57| 
 |
Rispondi al commento

Mi sembra che si sia scoperta l'acqua calda. In primis deve dirsi che questa norma vale anche per chi non è ne professionista ne imprenditore.In secundis gli acconti del 102% sono dovuti solo dalle società, infine, non scatta in automatico il rimborso ma certamente viene riconosciuto al contribuente un credito immediatamente utilizzabile in compensazione con altre imposte e/o contributi. Sulla legittimità o meno dell'iter impositivo si potrebbe discutere ampiamente e certamente il meccanismo potrebbe essere migliorato. Sono notevolmente dispiaciuto e contrariato per la possibilità data al relatore in quanto pubblicare un articolo su di un argomento in gran parte sconosciuto allo stesso sia solo un grave errore.

Renato D'Angelo 14.01.14 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forse che i privati non pagano gli acconti (es: Irpef) per l'anno futuro?

Enrico Richetti, Carmagnola (To) Commentatore certificato 14.01.14 18:23| 
 |
Rispondi al commento

Non credo esista in nessun'altra parte del mondo una classe politica più cialtrona ed incapace di quella che abbiamo noi. Una banda di venditori di fumo e parassiti, interessati solo ad arricchirsi a spese del popolo. Intrallazzatori e faccendieri di ogni specie dei quali ogni giorno si scopre qualche porcheria. Loro imperterriti si coprono le spalle l'uno l'altro indipendentemente dal partito al quale appartengono.
Non se ne può più. Dobbiamo reagire pesantemente se non vogliamo che questi sciacalli ci portino alla catasfrofe.Se non lo fa il Movimento sarà l'Apocalisse.

Jano P. Commentatore certificato 14.01.14 18:16| 
 |
Rispondi al commento

ho votato e voterò il M5S per un motivo semplicissimo: per provocare qualcosa che rendesse la vita di tutti i partiti (destra sinistra centro) talmente dura da costringerli a sparire per sempre. Poi quando tutti i delinquenti saranno andati a casa, si vedrà.

mauro c., genova Commentatore certificato 14.01.14 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Caro Grillo, su Fb l'avrò scritto non so quante volte ma non ho capito se la cosa non si recepisce oppure non la si vuole recepire......anche perchè non si può dire che la pressione fiscale balla il valzer dei numeri dal 45% al 75% ma siamo ben oltre il 100%, insomma non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire....

Roberto Fort 14.01.14 17:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

beh mai frase di lettamente fu più profetica :
adesso le aziende non hanno più scuse ....per abbandonare l'Italia ....

andreaB B. Commentatore certificato 14.01.14 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Vota pd

Alessandro Ranuncolo, La Spezia Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Sono pienamente d'accordo e mi indigno anch'io soprttutto per quel 102%! Vorrei però far presente che anche i lavoratori dipendenti pagano l'acconto per l'anno successivo alla dichiarazione! Ma ancora più scandaloso è il fatto che le rendite finanziare pagano meno imposte dei redditi da lavoro (dipendente o autonomo che sia)! Per non parlare dell'evasione fiscale!

Donato Paradiso 14.01.14 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Bene Politi incapaci lo dicono il 100 x% degli italiani ,ma poi li votano il 75x% e allora andate a quel paese....pecoroni voi vi lamentate e loro ci fottono tanto poi li votate,perché non dovrebbero prendere x il culo italioti!

sabatino amoruso 14.01.14 16:57| 
 |
Rispondi al commento

sono anni e anni che esiste il meccanismo degli acconti di imposta di questi anticipi di imposta sul reddito futuro o meglio lo conosco da quando lavoro ( 27 anni x essere piu' precisa ). e' possibile che ce ne accorgiamo solo ora? in tutti questi anni ne ho viste di cosa ma mai come quelle combinate da questo governo di mer... ne sanno una piu' del diavolo se ne inventano una al giorno, non ho mai visto porcellate come queste, veramente rivoltante solo il pensioero di letta boldrini renzi ecc. ecc. uno schifo tale credo che sia piu' unico che raro.

monica c. Commentatore certificato 14.01.14 16:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Nauseato e incazzato dico BASTA! Liberiamoci da
questi insulsi,incapaci e grotteschi politicanti.
Non c'è più tempo. Siamo alla fame, alla
disperazione.Paghiamo migliaia di affama popolo
che senza ritegno mettono le mani nelle nostre
tasche,gonfiando a dismisura le loro.

Gianfranco Panizzo 14.01.14 16:29| 
 |
Rispondi al commento


BASTA! Non se ne può più. Le parole sono come foglie trascinate ovunque dal vento.Ma chi sono
questi zombi che hanno il potere di affamare il
popolo?Chi permette loro di vessare quotidianamente
la povera gente. BASTA! Liberiamocene

Gianfranco Panizzo 14.01.14 16:04| 
 |
Rispondi al commento

"Ma a che scuola hanno studiato i politici italiani?? Che università hanno
frequentato? Il sistema formativo italiano non funziona ma qui siamo al
paradosso! Lo sanno tutti che la repressione fiscale uccide!
Maniere forti!! Contro chi vuole governare reprimendo!
Aggioniamo il modo di fare politica!!
È un dovere!
Togliamo il vecchiume che c'è al potere che governa senza testa!

Laura Sciacca 14.01.14 15:57| 
 |
Rispondi al commento

Pienamente in accordo con quanto scritto nel minipost, se il movimento decidesse di proporre una modifica alla legge odierna sarei felicissimo.

fabio pizzamiglio 14.01.14 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Visto che non sanno più dove grattare il fondo del barile sti delinquenti non sono capaci a ridurre drasticamente le spese ?. Abbiamo un deficit statale per quattro o cinque generazioni.
Incapaci e ladri. A casa subito.

Renzo Grillo 14.01.14 15:48| 
 |
Rispondi al commento

ci sono delle cose aberranti del sistema italiano : per esempio se un lavoratore dipendente e' disoccupato non paga piu' l'inps , perche' invece se un imprenditore non ha lavoro deve pagare lo stesso il fisso di 3000 euro circa all'anno? un 'altra cosa e' l'anticipo delle tasse , mi puo' stare bene pagarle "anticipate" , da conguagliare in quanto sono redditi costruiti nell'anno in corso e quindi la dichiarazione dei redditi e' fatta 6 mesi dopo la fine dell'anno . Quello che non mi sta bene e' che devo guadagnare per legge ,con gli studi di settore mi impongono di ppagare tasse anche su quello che non ho guadagnato. Io verso un anticipo del 102% ben sapendo che quei soldi non mi verranno mai piu' restituiti , con un adeguamento dei parametri degli studi di settore mi trovero' ad aver guadagnato anche se in realta' avro' perso. Infine il giochino delle varie tasse indetraibili , cioe' dove si pagano le tasse sulle tasse. con una tassazione del 60% , se io potessi detrarle , per lo stato sarebbe una partita di giro cioe' incasserebbe il 60% in meno. questo pero' e' come segare il ramo su cui si e' seduti , perche' cosi' le ditte chiudono e lo stato incassa sempre meno. L'ecatombe delle ditte ormai ha raggiunto il punto di non ritorno e ormai si sta desertificando il paese.

angelo 14.01.14 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Io la vedo cosi' !
In Italia abbiamo dei politici che non sarebbero in grado di gestire neanche un bilancio famigliare.
Ma non per incapacità, semplicemente perché tutto il loro impegno è concentrato al reperimento di denaro per finanziare se stessi ed il loro partito.
Anche le leggi approvate in parlamento non servono per far progredire il paese ed a migliorare il tenore di vita degli italiani.
Le leggi approvate sono solo quelle che favoriscono le attività economiche in un qualche modo collegate ai parlamentari, non solo ai parlamentari del governo in carica, ma anche di quelli dell'opposizione.
In questo modo non importa chi è al governo. Sia che governi la destra o la sinistra certe attività economiche sono sempre le privilegiate sia da sgravi fiscali sia da finanziamenti .
Ma tutti questi soldi dove li prende il governo. Fino a qualche "decennio" fa i soldi venivamo reperiti tassando chi aveva un reddito fisso o una pensione (solo pensioni basse,naturalmente), poi la cerchia dei "politici bisognosi" si è allargata, servivano piu' soldi e quando "i soliti noti " sono stati ridotti in povertà, si è iniziato a tartassare le famose PIM (piccole e medie imprese).
Non e' tutta dell'Euro la colpa della crisi italiana, la colpa e' soprattutto dei partiti italiani e degli italiani stessi che non hanno avuto e non hanno, ancora oggi ( vedi i sondaggi) il coraggio di combiare voto!
Al momento non esistono alternative,
L'unico partito che non ha mai "raccontato balle" e che ci puo' fare uscire da questa situatione, e' il M5S !

giordano 14.01.14 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi quì c'è da fare una sola cosa...scendere in piazza tutti indistintamente!!!

Carmine Saggese 14.01.14 15:19| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo faccio parte di quella categoria di sfigati, che è composta dall'esercito delle partite iva. In Italia paghiamo le tasse non
in rapporto a quanto si guadagna, altrimenti pagheremmo molto meno, ma in funzione di quanti soldi servono per far muovere la macchina pubblica compresa l'elargizione di maxi stipendi a parassiti, per lo più incapaci
fino ad arrivare alle spese pazze, fatte con tributi "estorti" a noi cittadini.
Io quest'anno non sono riuscito a pagare ne l'accento IRPEF di novembre ne quello IVA di dicembre. Purtroppo i guadagni si riducono sempre di più a fronte di costi che aumentano in maniera sistematica. Se proprio devo essere sincero non ho perso il sonno per questo, visto che mi sento a posto con la mia coscienza. Dovrebbero invece cominciare a preoccuparsi i nostri politici visto che le casse statali si stanno progressivamente svuotando che è poi quanto accaduto ai nostri cugini Greci. Meditate "disonorevoli", meditate..........

Marcio24 14.01.14 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Maniere forti! Contro chi vuole governare reprimendo!!!

Laura Sciacca 14.01.14 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Ma a che scuola hanno studiato i politici italiani?? Che università hanno frequentato? Il sistema formativo italiano non funziona ma qui siamo al paradosso! Lo sanno tutti che la repressione fiscale uccide!
Maniere forti!! Contro chi vu

Laura Sciacca 14.01.14 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Quello che non vedo giusto è il pagamento ANTICIPATO su qualcosa che non ha certezza, qualsiasi persona prima compra poi paga. Noi paghiamo le tasse x i servizi e x quei papponi della politica e porcate varie che siedono nelle ISTITUZIONI.Esempio: Come comprare il biglietto x il treno e il treno non arriva. PRESENTARE UN TESTO DI LEGGE ALTERNATIVA IN COMMISSIONE AFFARI& FINANZA. PRESTO

Crescenzo Crispino, Orta di Atella Commentatore certificato 14.01.14 15:07| 
 |
Rispondi al commento

non c'è solo questo, è il fatto che vogliono toglierti la possibilità di scaricare appieno dalla denuncia dei redditi i mutui, le spese mediche, ecc.ecc.!
Ma che governo è mai questo: è il primo nemico del cittadino!!!

dante z., curtatone Commentatore certificato 14.01.14 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Io sono un artigiano edile e per carenza di lavoro e per l'elevatissime tasse,da pagare sono stato costretto a fare la cancellazione.Questi,porci non sanno neanche cosa voglia dire tenere aperta una partita iva. Sai che ti dico Letta: Ma andatevene tutti affanculo.

giuseppe lizzi 14.01.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma a che minkiate abnormi credete? è il semplice anticipo dell'irpef che viene fatto sempre da anni ormai dai professionisti. Ignoranti informatevi

alfonso signorino 14.01.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

non vedo l'ora di prendere la mia famiglia e andarmene da questo stato di MERDA!!!!!
andatevene tanto non cambierà mai un cazzo!! se non usate la forza non si cambierà...

a grillo dico è ora di andare in televisione!! ci sono milioni di anziani che non sanno neanche cos'è un computer!! e votano sempre gli stessi!!!
GRILLO VAI IN TV E METTITI DIRETTAMENTE TU IN PARLAMENTO!!
Belin!

Alessandro 14.01.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento

CHE IDDIO POSSA INFIERIRE SULLE LORO SPORCHE ANIME DI QUESTI INVERTEBRATI. AUGURO A LORO IL PEGGIORE TRATTAMENTO ALL'INFERNO!!!!!! ALLA FINE L'onesta' andrà di moda.

Salvatore molinaro 14.01.14 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Hanno rotto i coglioni! Che dobbiamo fare per farlo capire signor Grillo!?!

Aloisi Maurizio 14.01.14 14:11| 
 |
Rispondi al commento

Letta ti farei fare una bella gita a te e a tutto il GOVERNO ad ASCHUWITZ BIRKENAU vitto e alloggio pagato per sempre

frank pit Commentatore certificato 14.01.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ho votato alle scorse elezioni il movimento in quanto in campagna elettorale beppe grillo era contrario allo ius soli. visto come stanno andando le cose a questo proposito, e viste le dichiarazioni
dei vostri esponenti che stanno in parlamento, non vi voterò mai più.
e sapete come me quanti!!!!
siete diventati come un altro classico partito della solita sinistra!!!

erminia magnoni 14.01.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Una delle tante truffe legalizzate dallo stato per lo stato

Danyda bologna Commentatore certificato 14.01.14 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Perche' questi continuano indisturbati a rovinarci?
Perche' continuiamo a sopportare soprusi di ogni genere?
Perche' dobbiamo arrivare al suicidio?
Perche' chi parla contro questa casta viene punito?
Perche' sopportiamo una vessazione burocratica che non ha eguali al mondo?
Perche' loro possono prenderci in giro e farla franca?
Perche' ogni nostro elementare diritto di dignita' e sopravvivenza viene calpestato ogni giorno di piu' ?
Perche' nessuno ci difende?
Perche' veniamo calpestati e derisi ogni giorno di piu' di piu'?
Perche'

alessandra p., bologna Commentatore certificato 14.01.14 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fate qualcosa,perché è giusto che chi lavora, abbia più tranquillità economica.. Appoggerò ogni iniziativa a riguardo!

michele sperandio 14.01.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Io che non ho incassato un €. in tutto lo scorso anno che Kaiser dovrei anticipare????
Basta con queste vessazioni!!!

PAOLO M. Commentatore certificato 14.01.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non basta darle in anticipo. Poi ci si mette pure la confusione (imu, tares, tasi, iuc o luc, iva, irpef, inps, inail, cciiaa, etc.etc). Ma anche la beffa: ho perso un'oretta per versare il "saldo" TARES di 4,5 euro: gentilmente l'AMA ha mandato il modulo F24 semplificato precompilato. SBAGLIATO. E' assurdo. Ho dovuto fare perder tempo a me, commercialista, e l'assistenza della banca. Siamo un popolo di imbecilli in mano a rappresentanti altrettando deficenti. Perdiamo tempo invece di vivere. Sono colpevole di foraggiare un sistema così pagando le tasse onestamente e foraggiando questi incompetenti. Bisognerebbe smettere di avere, di possedere, non esistere: morirebbero scarnificandosi da soli. Purtroppo significa semplicemente fuggire dall'Italia. No no no! Non bisogna accontentarsi. Bisogna mandarli a casa!

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Sarebbe esilarante se non fosse tragico, mi meraviglio in continuazione di come i nostri cosidetti governanti trovino sempre il modo di fotterci allegramente...
Italy rest in pieces

Matteo Giacomoni 14.01.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che tutti fate riferimento ai "Nostri rappresentanti", trascurando il fatto che questa gente non l'abbiamo scelta noi, nessuno di loro, quindi perché ci dovrebbero rappresentare?

Andrea Cessel 14.01.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento

E' allucinante!
pensate se la stessa cosa la facessero i cittadini nei confronti dello Stato: immaginate se un pensionato, allo sportello delle poste, ritirando la pensione chiedesse anche l'intero ammontare della stessa per l'anno successivo (ke gli spetta di diritto)..lo caccerebbero fuori con un calcio in culo! come dovremmo fare noi a quelli ke siedono in Parlamento (fatti salvi i 5*) ^_^

Manuele V., Marche Commentatore certificato 14.01.14 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Fermate sto scempio! Assurdo pagare in anticipo queste tasse! Che inizino ad anticiparle loro di tasca propria per tutti visto che la "brillante idea" e' la loro! Possibilmente ridando prima tutti i soldi che in quest'anni si sono intascati a discapito di noi cittadini onesti!

Monica Ferraris 14.01.14 13:28| 
 |
Rispondi al commento

Perchè il Movimento non la impugna nelle sedi dovute?

Non sarebbe ora?

Impugnatela ora 14.01.14 13:18| 
 |
Rispondi al commento

Io infatti ho chiuso tutto e sono migrato.
Niente più anticipi ne conguagli per mantenere le loro ostriche e caviale.
Dove ho aperto la situazione è questa:
1) Tempo per apertura attività: una mattinata e 15E di spesa (per chiuderla in Italia 1497,50 di notaio...).
2) Tempo per codice VAT europeo con iscrizioni annesse: 3gg e 0E di spesa.
3) Anticipi sulle imposte: ???? non sanno cosa sono; il nuovo commercialista quando gli spiego del 102% italiano dice che racconto balle.
4) Tasse sull'attività: 5% annuo secco, senza sorprese.
5) Pagamento imposte: dopo 9 mesi da chiusura bilancio.
6) Adempimenti: vedo il commercialista 3 volte l'anno (la terza è per gli auguri di Natale).
7) Calcolo buste paga: una riga di Excel in cui si mette sulla prima casella il lordo e vengono in automatico i versamenti in percentuali fisse.
8) ...
Potrei andare avanti mezz'ora ma non serve.
Abituato qui non ci credevo finchè non ho trasferito l'attività.
Ora dico solo "perchè non l'ho fatto prima!!!!"
Andiamocene tutti e lasciamoli alla fameeee.
Si dovranno finalmente trovare un lavoro (vero) sempre ammesso che siano in grado di fare qualcosa.

Dalia Grybauskaite 14.01.14 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avrei una domanda tanto assurda quanto logica: ma se io decidessi di non pagare le tasse anticipate impugnando la costituzione di fronte all'agenzia delle entrate che cosa succederebbe?

Niccolo pucci 14.01.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

ma non dovrebbe costare nulla non pagare anticipatamente presentando una dichiarazione di prevedibile riduzione di lavoro, e di introiti, comunque è pazzesco siamo alla frutta lo stato non riesce piu ad essere solvibile e pretende il pagamento anticipato delle tasse senza fare realmente niente per ridurre la spesa pubblica che di fatto a oltrpassato i tremila miliardi

graziano ., pisa Commentatore certificato 14.01.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

E che dire in merito ALL'INPS per le partite IVA?
Nessuno ne parla, i contributi fissi devono essere pagati obbligatoriamente.
Se una ditta individuale o piccola impresa, a prescindere dalla crisi economica di questi anni, non riesce a far fronte alle spese ricorrenti e a malapena riesce a sfamare la propria famiglia, é o non é ANTICOSTITUZIONALE?
I contributi pensionistici sono soldi nostri, che se Dio vuole si tramuteranno in vecchiaia in pensione e a che pro viene assillato il cittadino, nel caso non riesca a far fronte ad un versamento trimestrale, peraltro oneroso di circa 870,00 Euro?
Un governo giusto e una politica attenta, porrebbe subito dei correttivi in merito.
A mio parere, i versamenti Inps per le partite IVA devono essere liberati da vincoli assurdi.
É nell'interesse del cittadino versare i contributi, ma se non puó deve essere lasciato in pace di amministrare le spese che ritiene essere piú prioritarie.
Poi la cosa che fa incazzare di brutto é che l'INPS deleghi Equitalia al recupero forzato dei miei soldi con aggravio oltretutto degli interessi usurai. Be dopo questo sfogo, spero che venga letto presto dai ragazzi del M5S e soprattutto confido nella forza espressiva della sig.ra Paola Taverna, di cui nutro profonda stima, se ne faccia carico per una prossima battaglia parlamentare, ponendo nell'immediato un emendamento.
Per capire meglio cosa significa versare i contributi Inps per le partite IVA, vuol dire togliersi circa € 300,00 tutti i mesi di ogni anno.
Sperando di essere stato compreso e di avere dato un mio piccolo contributo, saluto tutti i ragazzi del M5S.
P.S. Un'altro quesito che é da includere ad un eventuale emendamento per sbloccare il FIRR. Oggi lo si puó ottenere solo se sei licenziato. Anche qui é opportuno dare la possibilità, soprattutto a chi ne ha bisogno, di poterne beneficiare.

Oscar Caiazzo 14.01.14 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come si fa ad impugnarla? E chi dovrebbe farlo?

Matteo r 14.01.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

PAZZESCO !!!!!!!!

Andrea Camillo 14.01.14 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Questo vale anche per i lavoratori precari che compilano il modello Unico. Gli acconti per l'anno successivo vanno pagati altrimenti scatta una sanzione. Che bellezza eh?

Jnka Palombi 14.01.14 12:50| 
 |
Rispondi al commento

E richiesta di finanziamenti alle banche per pagare improbabili redditi futuri (a tassi vicini all'usura).
Chissà chi avrà suggerito al politico una tale legge.

giorgio peruffo Commentatore certificato 14.01.14 12:47| 
 |
Rispondi al commento

dirlo ai politicanti della casta era come scrivere sull'acqua !

.. grazie al M5S le cose giuste è possibile dirle e spero un domani attuarle !

BRAVI !!!

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 12:43| 
 |
Rispondi al commento

Desidero far presente ai nostri portavoce di Camera e Senato ed a voi tutti che, pur nella difficoltà generale, un pazzo che oggi decidesse di aprire una nuova attività, deve immediatamente pagare l'Iva che solo dopo diversi anni riuscirà a recuperare. Per cui anche se con 1000 difficoltà riesce ad avviare la sua attività non solo deve avere i soldi per farla realizzare ma deve anche anticipare il 22% ad uno Stato che non fa nulla nè per aiutarti a trovare i soldi per farla nè nel posticipare IVA e tasse da pagare. Da imprenditore non posso che sperare in una prossima fine della partitocrazia.

Franco Nicotra 14.01.14 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno finalmente si è accorto di questa assurda legge quindi io essendo artigiano chiedo nostri rappresentanti alla camera e al senato di fare qualcosa io nel mio piccolo lascio a casa due operai se va avanti così chissà gli altri sarebbe ora di agire non di continuare a parlare e basta siamo tutti stufi e delusi ciao

Ale.t 14.01.14 12:34| 
 |
Rispondi al commento

Ma di cosa stiamo parlando? In un paese che ha il 65% di tassazione e con servizi 0...io direi di partire da un Reset totale... Ma tanto ci saranno i moralisti che diranno di fare proposte....ma quali proposte se poi non vengono puntualmente considerate...quindi reset e basta...ciaoo a tutti

ivo zoni 14.01.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

ma ke faccia ha in quel fermo immagine? sembra Pluto con lo sguardo del vekkio Leland Gaunt di "Cose Preziose" (ke poi è il diavolo in persona..) di Stephen King! O.o

Manuele V., Marche Commentatore certificato 14.01.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Non capisco come fa' (Letta) a parlare usando tutta questa terminologia da super intellettuale e riuscire alla fine a non dire nulla!
Ma c'e' ancora gente che ascolta questa gente?

Italiano scappato 14.01.14 12:15| 
 |
Rispondi al commento

SPERIAMO CHE I PROFESSIONISTI MILITONTI SI SVGLINO

nazzario tomassetti 14.01.14 12:12| 
 |
Rispondi al commento

...la soluzione si chiama sciopero fiscale non ci sono sommosse non ci sono danni non ci sono facinorosi ecc. quando gli imprenditori (quei pochi rimasti) capiranno questo in due mesi si ribalta tutta questa gentaglia..la bestia va affamata!!!!
NON BISOGNA PAGARE PIU' NULLA!!

Patrizio C., Follonica Commentatore certificato 14.01.14 12:06| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 5)
 |
Rispondi al commento

per la precisione gli acconti li si chiede nella stessa misura anche ai lavoratori e ai pensionati, se la loro dichiarazione dovesse risultare a debito.

donato stoppini, gioia del colle Commentatore certificato 14.01.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

mantenere una disposizione capestro , come questa norma, passa per il fatto che gli ipocriti abbondano, fanno finta di niente , l'ho trovata e la mantengo, intanto chi lavora veramente si dissangua. Il demenziale è che un'imbecille l'abbia ideata, e poi altri compagni di cotolengo l'hanno votata, ma non si potrebbe sapere il nome di questo campione?

oscar cusin 14.01.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento

cos vuoi dire siamo allo sfacelo totale.i ns politici sanno solo parlare senza dire niente di costruttivo, i giornalisi non fanno mai domande precise, hanno paura di perdere i privilegi, mai nessuno chiede a questi politici, come si fa!!!! quando dicono qualcosa, l'unica speranza e' quella dei politici stessi, prima o poi cambiera' e' sempre successo, speriamo di esserci noi al potere in quel momento e intanto le famiglie muoiono nella fame e nei rapporti, purtroppo i ns politici hanno una faccia come il ... e non pensano di stare un po' zitti, senza soldi e senza abbattimento delle tasse non si andra' da nessuna parte

mauro lazzaro, borgoricco (pd) Commentatore certificato 14.01.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Vi è una montagna di cose senza senso.
Avere una attività comporta inevitabilmente una incertezza sulle entrate ma una certezza sulle uscite. Rettifico, comportava una certezza sulle uscite, ma dopo l'altalena del 2013 sulle tasse anche questa certezza è andata a farsi benedire.
Uno stato degno di questo nome dovrebbe occuparsi del buon uso del diritto, ma se lui per primo ci fa quel che vuole (tipo leggi retroattive)e quel che impone ai cittadini non lo impone a se stesso (vedi crediti verso lo stato non esigibili come i debiti) alla fine anche il più masochista dei cittadini si arrende.
E dall'unione dell'Italia che i vari governi si impegnano a far pagare scelte e errori fatti alle
classi meno forti vuoi con la tassa sul macinato vuoi con la svalutazione vuoi con la stampa di moneta non chiaramente garantita da depositi in oro, ora siamo in un periodo nuovo dove si sta cercando di far sparire il denaro con la appropriazione indebita tramite il cosiddetto bollo che preleva direttamente sul capitale e non più sulla rendita da interesse.
Se fino a ieri una strategia per resistere era non fare niente, ora non c'è scelta, bisogna scappare e questo le aziende piccole e medie private lo hanno capito bene.

Silvano B., (Vicenza) Commentatore certificato 14.01.14 11:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma quando si sveglieranno questi italiani ottusi ed ignoranti e capiranno che non andare a votare o votare per le destre è come suicidarsi? ma anche votare questo ectoplasma di partito presunto di sinistra ormai èdiventato un suicidio:w il M5S!

gianfranco negri 14.01.14 11:49| 
 |
Rispondi al commento

sono d'accordo! è proprio una legge demenziale!
sottoprodotto da una politica economica demenziale, come le 100.000 leggi burocratiche che bloccano qualsiasi iniziativa privata.
ci vuole una ripulitura di fondo, più libertà economica e imprenditoriale...
abbasso le nuove leggi!
evviva l'abrogazione del 50% di quelle esistenti!

meccojoni 14.01.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Ormai non siamo più cittadini ma dei vasalli.

Stefano Munarin, Savogna d'Isonzo-GO- Commentatore certificato 14.01.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento

Un'Italia malata dove la gente cammina a testa bassa con i vestiti e le scarpe di qualche anno fa e lo sguardo pensieroso,qualcuno si ferma al caffè ma prende solo quello,si lamenta il barista, il macellaio che non vende,vanno tutti al supermercato,ragazzi alle slot a denti stretti e un vecchio nella bisca del boss di quartiere,le tasse aumentano,non si possono pagare,le entrate sono la metà delle uscite e si apre la cassetta delle poste con un'ansia indicibile,le bollette e le tasse,le tasse e le bollette,dove prendiamo i soldi?e continuano a infierire e di notte non si dorme più!

Luciana Lucarellai 14.01.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Evidentemente nella legge sarà assicurata la certezza di vivere.....

Mrio Lupo 14.01.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

E che dire dell'IVA versats per fatture non pagate? Intanto lo Stato la esige dall'imprenditore anche se questi non l'ha ancora incassata, poi se il debitore paga, tutto bene, altrimenti l'imprenditore ce la rimette. Infatti se dopo un anno la fattura non è ancora stata pagata non é più possibile recuperare l'IVA, al massimo é consentito portare la fattura come perdita. Lo Stato dovrebbe esigere l'IVA solo a fattura incassata. Sono stufo di fare da banca a quei cialtroni.

Ivan Z. Commentatore certificato 14.01.14 11:40| 
 |
Rispondi al commento

Siamo un paese da barzelletta! La gente si indebita e accende finanziamenti per pagare le tasse allo stato. DEMENZA CRIMINALE!
poi hanno anche il coraggio di dichiarare che per la prima volta lo stato italiano non ha difficoltà finanziarie

marco e Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 14.01.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Lupus in fabulas: esiste anche da noi infatti stamattina ho ricevuto quanto devo pagare per il 2014 da pagare in 11 rate mensili.

Attilio Disario, R'dam Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.01.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Questa è la tecnica dei buchi.
Si prende dal futuro, dando per scontato che qualcosa accada. Si rimanda il passato, sperando che qualcosa non accada.
E così i buchi diventano voragini.
Questa condotta come ogni arma di distruzione e saccheggio ha i suoi effetti collaterali.
E cioè blocca l'entrata nel mercato di nuovi "player". Infatti l'esborso finanziario diventa così insormontabile.
Anche gli aumenti di fatturato in se stessi porsitivi e auspicati dagli stessi governanti, possono mettere in crisi un'attività che viene svolta in queste condizioni. Basta qualche inchiodata importante negli incassi e il gioco è fatto. Un'azienda sana ma sotto capitalizzata potrebbe entrare in una spirale di crisi finanziaria, e se il sistema bancario non risponde, peggiorare notevolmente i propri risultati pur essendo sana.
Insomma il buco c'è, s'ingrandisce, non si fa niente per fermarlo e quando scoppierà saranno
brutti momenti per tutti .....

Pantomima Rossa Commentatore certificato 14.01.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento

Questo vale anche per migliaia di lavoratori frontalieri che devono fare la dichiarazione dei redditi e versare le tasse come fanno i liberi professionisti. Lavoratori frontalieri che oggi versano le tasse in anticipo per l'anno venturo e domani potrebbero essere licenziati in tronco senza nemmeno un preavviso.

Alessandro Casagrande 14.01.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

REDDITO PRESUNTO <---I

VA CAMBIATO IN :

REDDITO PRODOTTO <---I

CAMBIATE LA LEGGE !!!!

FATELO SUBITO !!

REDDITO PRESUNTO <---I

VA CAMBIATO IN :

REDDITO PRODOTTO <---I

CAMBIATE LA LEGGE !!!!

FATELO SUBITO !!


REDDITO PRESUNTO <---I

VA CAMBIATO IN :

REDDITO PRODOTTO <---I

CAMBIATE LA LEGGE !!!!

FATELO SUBITO !!


REDDITO PRESUNTO <---I

VA CAMBIATO IN :

REDDITO PRODOTTO <---I

CAMBIATE LA LEGGE !!!!

FATELO SUBITO !!


REDDITO PRESUNTO <---I

VA CAMBIATO IN :

REDDITO PRODOTTO <---I

CAMBIATE LA LEGGE !!!!

FATELO SUBITO !!


REDDITO PRESUNTO <---I

VA CAMBIATO IN :

REDDITO PRODOTTO <---I

CAMBIATE LA LEGGE !!!!

FATELO SUBITO !!


REDDITO PRESUNTO <---I

VA CAMBIATO IN :

REDDITO PRODOTTO <---I

CAMBIATE LA LEGGE !!!!

FATELO SUBITO !!

Z G 14.01.14 11:30| 
 |
Rispondi al commento

Ma lavoravo ancora ( sono in pensione da 21 anni...povero stato...quanto dovrà pagare ancora...corna e bicuorna!!!) che misero questa legge demenziale e non ricordo chi governasse...Chiunque sia stato e chiunque lo abbia sostituito si è guardato bene dal toglierla è sempre stata incrementata. Ma noi siamo un popolo sempre con il sorriso sulle labbra...come i dementi...

Pierangela Benedetti (pierangela benedetti), Lucca Commentatore certificato 14.01.14 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Il pagamento anticipato delle imposte è presente anche in altri paesi, come la Gran Bretagna, perché sennò uno potrebbe spendersi tutto durante l'anno e poi dichiararsi nullatenente! Quello che è sbagliato sono ovviamente il 102% e soprattutto i rimborsi ritardati.


E perché il M5S non lo porta davanti alla Corte Costituzionale o alla Corte Europea?
Tra poco qualche parlamentare in Europa ce lo dovremmo avere.

Luca Veronese 14.01.14 11:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

abracadabra, e se usce di qui u ciamemu mandrake! una sega col preservativo, disse il segaiolo contento

fernando savorana 14.01.14 11:24| 
 |
Rispondi al commento

abracadabra, e se usce di qui u ciamemu mandrake! una sega col preservativo

fernando savorana 14.01.14 11:22| 
 |
Rispondi al commento

Far pagare tasse su ipotetici guadagni futuri non ancora percepiti è veramente una furfanteria. Sarebbe come se quando compri un cellulare ti facessero pagare l'iva anche del cellulare successivo, quello che forse comprerai chissà quando.

Mario M. 14.01.14 11:21| 
 |
Rispondi al commento

qui veramente serve un ricorso presso le sedi piu appropriate contro questa ingiustizia perpetrata sulle aziende e artigiani gia fortemente in difficolta, gia da anni vado dicendo che non dobbiamo pagare le tasse sul guadagno futuro e non riuscire a recuperare neppure l'iva pagain piu del dovuto
io contadino vendo con un aliquota iva del 10 e pago tutte le forniture il 22

graziano ., pisa Commentatore certificato 14.01.14 11:08| 
 |
Rispondi al commento

verissimo, imprenditori e professionisti lo sanno bene e soprattutto cosa comportava prima ma soprattutto cosa comporta ora l'aumento delle imposte riferite all'anno successivo. sono certa che, nel caso in cui l'attivita' x l'anno 2013 ha guadagnato meno, avendo anticipato il 102 delle imposte sull'anno matureranno un credito di imposta, quindi meno entrate nei mesi di luglio e giugno x cui mi aspetto sicuramente una nuova manovra sanguisuga vampiresca x annullare questi crediti o meglio per non perdere quelle entrate. governo criminale.

monica c. Commentatore certificato 14.01.14 11:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori