Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La Fiat, i partiti e i miliardi pubblici buttati

  • 154


ariola_fiat.jpg

"La Fiat lascia Torino e l'Italia, è ufficiale. Nuovo Marchio, nuovo Logo, nuova sede legale in Olanda, nuova sede fiscale a Londra. La politica applaude, si scortica le mani come ha sempre fatto senza farsi e senza fare una semplice domanda: cosa ci guadagna il nostro paese? Visti 0 euro in cambio di tanti tanti soldi pubblici: 7,6 MLD di euro dal '77 a oggi. Finora abbiamo finanziato lo smantellamento di un'industria, la perdita di posti di lavoro e di diritti. Ma Fiat, o meglio FCA, si sa, è votata solo al profitto. Dobbiamo guardare a chi glielo ha permesso? Chi glielo ha permesso è la Politica. Fassino, Chiamparino, Cota... a Torino c'è il Pd, in Regione l'alternanza di PD-Lega-PDL, così come i governi nazionali degli ultimi 20 anni. Un po' di dichiarazioni:
"Pronto ad allearmi con Marchionne" (Fassino, 2007)
"Se lavorassi alla Fiat voterei sì al referendum su Mirafiori" (Fassino, 2010)
"Sto dalla parte di Marchionne senza se e senza ma" (Renzi, 2011)
"Marchionne ha confermato l’italianità della Fiat e il piano di investimenti da 20 miliardi" (Chiamparino, 2011)
"Marchionne merita un tappeto rosso" (Chiamparino, 2011)
"Dobbiamo fidarci di Fiat!" (Fassino, 2013)
"Successi di Marchionne sottovalutati" (Fassino, 2013)
"Fiat-Chrysler grande opportunità per Torino" (Fassino e Cota, 2014)
"Complimenti a Marchionne" (Cota, 2014)
"Con Marchionne a scopone scientifico vincevamo sempre io e Dealessandri" (Chiamparino, la settimana scorsa).
Completamente prostrati ai potenti. Forti coi deboli e deboli coi forti. Tranne che a scopone scientifico".
Alberto Airola, M5S Senato

8 Feb 2014, 11:04 | Scrivi | Commenti (154) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 154


Tags: alberto airola, fiat, M5S, marchionne, torino

Commenti

 

Leggete ciò che ho appena trovato:

http://napoli.repubblica.it/
cronaca/2014/02/11/
news/compravendita_di_parlamentari_
berlusconi_dica_la_verit-78260222/

Francesco Cagliari 11.02.14 12:19| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio di vedere la aggiornatissima pagina di:

www.antimafiaduemila.it

Francesco Cagliari 11.02.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Io penso che non sia marchionne a restituire i soldi, anche perché lui è subentrato dopo che la Fiat aveva fatti i comodi suoi trasformando i nostri prodotti in dei cassonetti.....adesso lui ha delle bellissime idee che se portare a termine porteranno nuovamente le nostre auto prime nel mondo ..la colpa non è sua ma di questo paese che fa scappare tutti, imprenditori, laureati, menti e qunt altro ......

Christian santini 11.02.14 11:19| 
 |
Rispondi al commento

Marchionne se ne va? Marchionne fa il suo mestiere e naturalmente insegue il profitto. La colpa non è sua, ma di chi glielo lascia fare. Una politica non asservita e attenta agli interessi del paese, gli direbbe che se ne vuole andare è padronissimo di farlo, ma:
1) Restituisce tutti i finanziamenti pubblici che ha ricevuto da vent'anni a questa parte inclusi gli incentivi per la produzione di auto euro 1 e 2 che erano così "pulite" che adesso non possono neanche più circolare.
2) Smantella completamente tutti gli insediamenti industriali del sud e restituisce i campi puliti come li ha trovati.
3) Le auto che vorrebbe andare a costruire in Serbia o dove gli conviene, le vende là e non qua. e se le vende qua, le vende ai prezzi di là.
Marchionne parlerebbe ancora di andarsene? Ma la politica non c'è, due sindacazzi sono con lui, un sindacato che si oppone è tenuto fuori dal gioco con buona pace di tutti, e avanti sempre verso il profitto.

Valter Robotti, Torino Commentatore certificato 11.02.14 02:02| 
 |
Rispondi al commento

FIAT, ci hai venduto per anni le tue merde di macchine prima perché non c'era quasi nient'altro sull'ultra protetto mercato Italiano, poi perché noi Italiani da bravi campanilisti (compreso il sottoscritto)compravamo sempre e solo FIAT, hai messo periodicamente quasi annualmente in cassa integrazione i tuoi lavoratori dipendenti con costo a carico di tutti i lavoratori (Italiani), hai portato la produzione in polonia mentre i contributi statali li prendevi in Italia, con il contributo della nostra solita malapolitica ti sei intascata i nostri soldi.
Grazie per essertene andata, ma facci solo un ultimo favore, RESTITUISCI TUTTI I SOLDI CHE LO STATO-MAFIA ITALIANO TI HA REGALATO NEL CORSO DI QUESTI ULTIMI CINQUANT'ANNI! Per cortesia...

ROBERTO TORRESAN, PAESE Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.14 20:59| 
 |
Rispondi al commento

Si pero' Marchionne restituisca i miliardi di aiuti ricevuti in questi anni allo stato !!!!
E si porti via anche sti personaggi in America !
Genova5stelle

angelo scanniffio, GENOVA Commentatore certificato 10.02.14 20:51| 
 |
Rispondi al commento

se anche la fiat va all'estero è grazie alle varie leggi e leggine che lo permettono. all'estero si disincentiva il trasferimento all'estero mentre in italia lo si consente grazie all'indecente tassazione sul lavoro. basterebbe che l'ingordo stato italico riducesse le sue pretese. e poi nella fiat quello che comanda davvero è marchionne mica john elkann!!

Salvatore Perna, Boscotrecase Commentatore certificato 10.02.14 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io mi preoccuperei di un intero sistema che sta crollando su se stesso.
Gli aiuti di stato erano sbagliati, ma di sicuro il sistema ipercapitalistico verso cui stiamo andando non porta a nulla di buono se non ulteriore disoccupazione.
Nessuno parla di ciò che sta accadendo in Bosnia in questi giorni....ma c'è una mezza rivoluzione, con proteste di gente delusa, disoccupata. Gente che non ha avuto affatto i benefici sperati da quel sistema che pure tutti ambivano, tutti desideravano e a cui guardavano speranzosi, per il quale hanno combattuto una guerra feroce.Un sistema che a conti fatti ha tradito.
Il malcontento balcanico non ha mai portato bene all'Europa...

Mario S. Commentatore certificato 10.02.14 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Andate a vedere chi fà parte della MASSONERIA in ITALIA e vedete che c è anche il nome di Agnelli e monti ..............riprendiamoci L ITALIA.....SUBITOOOOOOOOOOO

Giancarlo Guarducci 10.02.14 12:27| 
 |
Rispondi al commento

AGNELLI DICEVA
"Quello che va bene per la Fiat, va bene anche per l'Italia"
E allora, visto che la Fiat oggi se ne è andata, per adesso solo fiscalmente e legalmente, fanno bene tutti quegli italiani e tutte quelle imprese che l'hanno preceduta e continueranno a seguirla in questo esodo?
E poiché non è solo la FIAT che sta abbandonando l'Italia, invece di star a distribuire colpe a destra e a manca, che pur esistono e sono enormi, perché non focalizziamo tutti nostri sforzi, ognuno secondo le possibilità e le responsabilità che gli competono, per rimuovere gli ostacoli che rendono difficilissimo oggi fare impresa in Italia?
Minosse facciamolo lavorare dopo aver risolto i problemi! NON C'E' PIU' TEMPO.
DUM ROMAE CONSULITUR, SAGUNTUM EXPUGNATUR.

enzo tofani 10.02.14 12:26| 
 |
Rispondi al commento

Italiano BASTA COMPRARE FIAT... adesso è un'azienda straniera, trattiamola come tale... e poi fa pure schifo!

monica rinaldini Commentatore certificato 10.02.14 11:11| 
 |
Rispondi al commento

bene . continuate a farci sapere come stanno le cose . grazie .

luciana mosconi Commentatore certificato 10.02.14 08:45| 
 |
Rispondi al commento

Signori vi dimenticate che la prima tappa del finanziamento alla fiat è iniziato nel lontano 1970 o giu di li quando si è svenduta l'alfa ( che era statale 9 alla fiat pur di non venderla ai giapponesi che la volevano comperare ...
Quindi il contesto di connivenza tra politica e fiat esiste da che la politica si è accorta che poteva trovarci un tornaconto personale degli " eletti di turno " .
Adesso dopo tanto sfacello ci meravigliamo se un marchionne di turno fa la voce grossa , quando un agnelli ( pace all'anima sua ) non faceva la voce grossa ma sotto banco trescava alla grande per far cadere la fiat sempre in piedi pagati dal sistema italia .
La fiat senza l'italia non esisterebbe e quando marchionne ( lo smemorato di collegno ) afferma che la fiat non ha mai preso un soldo dal governo italiano , mente sapendo di mentire , e in aggiunta si prende anche il lusso di sputare in faccia a chi gli lecca ancora il culo .
Una domanda per tutte .. se ( come dice lui e chi lo sponsorizza ) nulla cambia per l'economia italiana , perche allora questa manovra di "allegerimento" delle sedi di appartenenza della casa torinese , che si vede nell'arco di un decennio , da casa madre della Fiat Spa a outsider della Chrysler ( perche i conti si sono fatti là fidatevi ) , quando la Chrysler era destinata a fallire se non entrava la fiat visto il fiasco della daimler in america , e perche a dettare legge sulla sede legale debba essere soltanto un marchionne che decide come meglio crede su una industria che nemmeno gli appartiene , visto che pare faccia da tutore a jhon elkan ....
signori se tanto mi da tanto questi hanno deciso che passato il bollore la fiat non sara piu tale ma chissa come si chiamera e a perderci saremo solo noi poveri fessi italiani ( come sempre ) ...

lucky s. Commentatore certificato 10.02.14 05:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo un mare di commenti con frasi del tipo "non comprerò mai più un fiat" o "che bello Marchionne se ne va" ... certe volte credo che l'Italia non si salverà mai. Fiat è stata aiutata dallo stato come tutte le industrie automobilistiche, il problema è che gli italiani hanno sempre preferito comperare auto straniere, perchè non si sono mai interessati minimamente di nulla al difuori del proprio orticello. A questo punto Marchionne decide di dislocare solo gli uffici direzionali ma gli stabilimenti restano quì (certo ci sono anche stabilimenti all'estero, perchè tutte le industrie automobilistiche hanno stabilimenti sparsi in tutto il mondo). Marchionne decide di reinvestire alcune linee produttive nuove in italia, acquista la Chrysler, riuscendo ad ottenere anche successi all'estero, ma poco in italia. Infatti l'italiano medio preferisce girare con una coreana, ma poi si lamenta se i propri figli non trovano lavoro. Nessuno di noi ha diritto di lamentarsi perchè è colpa degli italiani se la fiat se ne va, e fa benone: anche io me ne andrei se dove mi trovo non vengo apprezzato. Guardate i francesi, sono forse bellissime le auto francesi? Eppure la maggioranza dei francesi le acquistano a discapito delle tedesche ... noi no, facciamo i favori alla Merkel ... avanti cosi !! Non volete auto italiane? Bene, allora Marchionne quando sposterà anche gli stabilimenti produttivi non potrà essere criticato. La colpa è del governo che non permette alle aziende di essere competitive in italia, e in questo caso anche degli italiani.

Federico Martinoli, Omegna Commentatore certificato 09.02.14 23:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io non comperò più una Fiat. sarebbe bello avere
una lista di tutte le aziende che hanno de localizzato con la scusa della crisi

Orko Rosso, Castelfranco Veneto Commentatore certificato 09.02.14 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perchè non se ne va all'estero anche la RAI?

Jorge C. Commentatore certificato 09.02.14 17:57| 
 |
Rispondi al commento

Ma nei TG ne hanno parlato?
Sappiamo tutti che la FIAT è da anni una mangiasoldi.
Bravo Marchionne sempre onesto tu e tutti quelli che ti hanno fatto i complimenti. Complimenti!!!
Fate schifo!!

Miriam Acquaviva, Rodano Commentatore certificato 09.02.14 16:43| 
 |
Rispondi al commento

i miliardi pubblici buttati?
la fiat finanziata col debito pubblico?
dal post di Alberto Ariola evinco che la fiat ha ricevuto dallo stato italiano dal'anno 1977 ad oggi ben 7,5 miliardi di euro..che corrispondono a circa 200 milioni l'anno..
dato che il debito pubblico solo quest'anno é cresciuto di più di 100 miliardi di euro, mi sapete dire quanto ha inciso la sovvenzione media statale alla fiat ????

meccojoni 09.02.14 16:28| 
 |
Rispondi al commento

Fa piacere leggere un articolo di denuncia, lontano dagli elogi gratuiti fatti a un super-manager che tutto sa fare tranne che produrre auto. Vorrei ricordare a chi è affascinato dalle gesta virtuose di Marchionne, che il signore in causa si comporta al classico modo: forte con i deboli, debole con i forti. Il grande stratega dell'economia per risollevare le sorti di Chrysler si è fatto prestare, ATTENZIONE: prestare soldi da Obama. Soldi che puntualmente ha restituito, ATTENZINE: restituito; fino all’ultimo dollaro.
Evidentemente Obama è un politico forte, che sa farsi rispettare. Obama era alla ricerca di una soluzione per risollevare le sorti dell’industria automobilistica americana. Cosa serviva all’industria americana per risollevarsi? Servivano macchinari? No! Servivano maestranze? No! Serviva tecnologia. Si signori, tecnologia. Per quanto se ne dica, gli Usa sono fortemente arretrati per quello che riguarda ricerca e sviluppo di motori ad alte prestazioni e rispettosi dell’ambiente. FIAT questa tecnologia ce l’ha. FIAT ha venduto ad Obama qualcosa che non gli apparteneva: l’inventiva e la creatività tutta italiana. Un’altra cosa: come si è alimentata finanziariamente Fiat nella sua permanenza in Italia? Lo sappiamo tutti: con le sovvenzioni statali. Da dove arrivavano le sovvenzioni? Dallo stato che racimolava fondi tramite emissione di titoli di stato. Quindi FIAT è stata finanziata con il debito pubblico. Bene: ora che le tasse stanno aumentando per ripianare il debito pubblico, cosa fa FIAT? Invocando il libero mercato: scappa; lasciando l’Italia in balia dei debiti e di politici inetti. Poveri noi, nella nostra disperazione almeno evitiamo di celebrare virtù di chi si appropria di cose altrui senza pagarle (un giro di parole per evitare cancellazioni).

Gianni Travaglia 09.02.14 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

solo i lavoratori dipendenti pagano le tasse?
ripeto un esempio lampante
su uno stipendio medio di 3.000 euro mensili attribuito ad un impiegato, in Europa succede che:
-in Germania riceve il netto di 2.100 euro
-in Francia ne riceve 1.700 euro
-in Italia ne riceve 1.400
é evidente che i vari stati incassano la differenza tra retribuzione lorda-netta in modo differente, quindi lo stato italiano è una vera sanguisuga!
di seguito deriva un'altra considerazione, sempre omessa finora, cioé che i DIPENDENTI PAGANO LE TASSE SOLO IN MODO VIRTUALE, difatti sono totalmente a carico delle aziende!
le aziende in Italia ricevono finanziamenti dallo stato solo sottoforma di abattimento del carico fiscale che attualmente ammonta a circa il 70%, il più alto in Europa


Non finirò mai di ringraziarvi per tutto quello che scrivete: l'informazione scritta sul web ci rende forti e consapevoli. Il M5S non è un partito? è un movimento ? bene così visto lo sfacelo provocato dai partiti W il movimento 5S !
buona domenica a tutti

lena o., san giuliano milanese Commentatore certificato 09.02.14 10:42| 
 
  • Currently 3.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

CARO ALBERTO AIROLA,
QUESTA VOLTA L'ANALISI DEL M5S É ERRATA !!!
ANZI É VERGOGNOSA !!!
LA FIAT FA BENISSIMO A LASCIARE L'ITALIA, ANZI L'AVREBBE DOVUTO FARE GIA' DA MOLTI ANNI !!!
IN UN PAESE IN CUI SI FABBRICA AUTOMOBILI DALLA SUA ORIGINE GLI ITALIANI SONO RIUSCITI, GRAZIE A QUARANT'ANNI DI OSTRUZIONISMO COMUNISTA (QUELLO DI CONTESTARE SEMPRE "IL PADRONE" SENZA MAI CERCARE UNA SOLUZIONE COME AVVENUTO AD ESEMPIO IN SVIZZERA DAL 1937 - QUASI UN SECOLO FA - CON "LA PACE DEL LAVORO") A SOSTENERE "IL PADRONE STRANIERO", OGGI ADDIRITTURA ASIATICO !!!
IL 71% DI AUTOMOBILI ED ALTRI MEZZI SONO STATI ACQUISTATI ALL'ESTERO SU UN TOTALE DI OLTRE 50.000.000 DI VEICOLI PER UN ESBORSO SUPERIORE AI 4-5.000 MILIARDI DI EURO !!!
LE VETTURE ACQUISTATE ALL'ESTERO SONO INOLTRE COSTATE IL PREZZO SBORSATO INCREMENTATO QUASI DEL DOPPIO PER LA SOTTRAZIONE DI CAPITALE ALL'ECONOMIA ITALIANA !!!
NON SI PARLI DI QUALITA' PERCHE UN MEZZO TRA I 10-20 ANNI VIENE RETTAMATO ED EVENTUALMENTE NEI PERIODI DI SCADENZA - ESISTENTI IN TUTTO IL MONDO - SI POTEVANO FARE GLI SCIOPERI PER "LA QUALITA'" !!!
7 AUTO SU 10 ACQUISTATE ALL'ESTERO CORRISPONDONO A 7 AUTO SU 10 NELLE OFFICINE !!!
UN GUASTO PUO' ESSERE ANCHE UN BENE, CORRISPONDE A LAVORO SUL POSTO !!!
IN NESSUNA NAZIONE DOVE SI PRODUCONO VETTURE SI COMPRA ALL'ESTERO COME AVVIENE IN ITALIA !!!
ADDIRITTURA CON LE AUTO DI STATO LA CRIMINALITA' POLITICA SFOGGIA MEZZI STRANIERI !!! BELL'ESEMPIO !!!
BEN FA LA FIAT A LICENZIARE TUTTI TANTO GIA' DA SOLI GLI ITALIANI AVEVANO DA SOLI RIFIUTATO OLTRE 2.000.000 DI POSTI LAVORO CIASCUNO DI 40 ANNI CON LE PROPRIE INTELLIGENTI SCELTE ESTERE !!!
MI MERAVIGLIA CHE LA FIAT NON HA PROVVEDUTO PRIMA ED HA CONTINUATO SINO AD ORA A SOPPORTARE UN POPOLO D'IMBECILLI !!!
STIPENDI E PENSIONI SE LE FACCIANO PAGARE DAL GIAPPONE O DAI TEDESCHI CHE GRAZIE AI FESSI ITALIANI GODONO OTTIMA SALUTE !!!
CH-CUMUN DA VAL MUSTAIR - GRISCHUN !!!

Della Rosa Franco 09.02.14 10:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente ci sbarazzeremo dall'uomo del pullover che tanto danno ha portato agli operai della Fiat! L'unica consolazione è che lo vedremo assai di rado però in compenso continuerà a riscuotere stipendi favolosi e stock action a volontà senza pagare tasse.Abbiamo perso tutti i soldi che negli anni sono stati elargiti alla fiat per salvare il posto di lavoro ai ns. concittadini con la ricompensa che è sotto gli occhi di tutti.Ricordiamoci di ciò e in futuro riflettiamo a lungo allorchè dobbiamo acquistare una nuova auto!

gaetano frassica, messina Commentatore certificato 09.02.14 10:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Leggo, dalle dichiarazioni, che Fassino è il sostenitore di Marchionne più acceso! Forse perché lo lasciava vincere a scopone scientifico? E questa sarebbe la sinistra? E questi sarebbero gli eredi di Berlinguer? A forza di convergere al centro per acquisire i voti dei moderati, sono diventati più DC di Andreotti!

Emilio Risari, Tricerro Commentatore certificato 09.02.14 10:20| 
 |
Rispondi al commento

Visto che gli italiani hanno la memoria corta, io consiglierei tutti i giorni queste memorie che il pdexmenoelle e i suoi alleati, e l'expdl e i suoi alleati che cosa non hanno fatto x gli italiani e che cosa hanno fatto contro i cittadini italiani.
Così i cittadini che non sono convinti della falsità di questi politici si rinfrescano un pò la memoria.

claudio a., verona Commentatore certificato 09.02.14 10:14| 
 |
Rispondi al commento

L’Europa è a un bivio, i suoi cittadini devono riprendersela. Dicono i cultori dell’immobilità che sono solo due le risposte al male che in questi anni di crisi ha frantumato il progetto d’unità nato a Ventotene nell'ultima guerra, ha spento le speranze dei suoi popoli, ha risvegliato i nazionalismi e l’equilibrio fra potenze che la Comunità doveva abbattere. La prima risposta è di chi si compiace: passo dopo passo, con aggiustamenti minimi, l’Unione sta guarendo grazie alle terapie di austerità. La seconda risposta è catastrofista: una comunità solidale si è rivelata impossibile, urge riprendersi la sovranità monetaria sconsideratamente sacrificata e uscire dall’Euro. Noi siamo convinti che ambedue le risposte siano conservatrici, e proponiamo un’alternativa di tipo rivoluzionario. È nostra convinzione che la crisi non sia solo economica e finanziaria, ma essenzialmente politica e sociale. L’Euro non resisterà, se non diventa la moneta di un governo democratico sovranazionale e di politiche non calate dall'alto, ma discusse a approvate dalle donne e dagli uomini europei. È nostra convinzione che l’Europa debba restare l’orizzonte, perché gli Stati da soli non sono in grado di esercitare sovranità, a meno di chiudere le frontiere, far finta che l’economia-mondo non esista, impoverirsi sempre più. Solo attraverso l’Europa gli europei possono ridivenire padroni di sé.

Per questo facciamo nostre le proposte di Alexis Tsipras, leader del partito unitario greco Syriza, e nelle elezioni europee del 25 maggio lo indichiamo come nostro candidato alla presidenza della Commissione Europea. Il suo paese, la Grecia, è stato utilizzato come cavia durante la crisi ed è stato messo a terra: in quanto tale è nostro portabandiera.

giovanni c., Ferrara Commentatore certificato 09.02.14 09:27| 
 |
Rispondi al commento

Intanto gli edifici vanno posti sotto sequestro,poi c'è nè di gentaglia responsabile dei danni fatti all'italia,sono tutti li,si DISLOCANO dove meglio conviene,li si fà LAVORARE,come in genere faceva la gente normale prima che cominciassero questi 20 anni di presa in culo bipartisan:ci han dato dentro tutti,BASTARDI,è ora che ritornino il maltolto,o ci vanno i carabinieri e le fiamme gialle, o troveremo qualche gentile che si propone!!!!!! Buonagiornata.

maurizioo v., aiello del friuli Commentatore certificato 09.02.14 08:44| 
 |
Rispondi al commento

fiat è l'iceberg del problema. tutte le imprese, chi in un modo chi un altro, ricevono aiuti statali, tra cig, mobilità, prepensionamenti, iva agevolata, finanziamenti a fondo perduto, assunzioni interinali ecc..ecc.. tutto offerto da noi con le tasse che versiamo. colpa di tutti noi.
occorrerebbe dare vigore e forza al collocamento inserendo un reddito di cittadinanza per ridare dignità ai lavoratori. dignità persa anche grazie ai sindacati che si prostituiscono per la cig.

carmando 09.02.14 06:32| 
 |
Rispondi al commento

La Fiat pensa solo al profitto come ha sempre fatto, aumentandolo quando c'erano dei governi come quelli di democristiani e socialisti . E' assurdo pensare che costruirebbero in Italia vetture ecologiche. Bisogna boicottate le vetture Fiat punto e basta .vediamo quante 500 comprano i brasiliani o quanto ne cprono i polacchi di panda etc.
Boicottare ci prodotti costruiti fuori dal nostro territorio.

luigi di pietro, Montreal Commentatore certificato 09.02.14 05:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Fiat deve ripagare tutti i prestiti ricevuti dallo stato italiano piu gli interessi dopo moltiplicato per tre , dopo di che se ne può tralquillamentevandare a quel paese.

luigi di pietro, Montreal Commentatore certificato 09.02.14 04:57| 
 |
Rispondi al commento

E negli Stati Uniti la pubblicita' ti fa pensare che la Fiat e' italiana con produzione in Italia. Anzi io trovo la pubblicita' fatta dalla Fiat negli Stati Uniti spesso sessista ed anche stereotipica.

nunzia rosmini 09.02.14 00:54| 
 |
Rispondi al commento

l unica speranza e che se dovesse vincere il m5s
la mia speranza e che si investano con un nuovo NEWDEAL
nuove fabbbriche di autovetture ecologiche e elettriche
visto che il piu antagonista e quello che ha sempre bloccato polticamente le costruzioni delle auto elettriche e sempre stato la fiat ...anche per fare regali ai petrolieri

di sicuro AVREMO IL VOTO DI migliaia di futuri disuccupati
PERCHE LORO sapranno chi NON votare DOPO

E SE POI VOGLIONO FARSI ANCORA DEL MALE
IL PD E IL PDL SARA LA LORO TOMBA

stefano b., rovato Commentatore certificato 09.02.14 00:54| 
 |
Rispondi al commento

tra le cose (poche )
positive vi sara finalmente la fine della totale tolleranza ai rampolli agnelli
(lapo in primis)
e speriamo che le prossime baggianate come ...droga
questa volta finisca in galera come ogni ..umano
e la piu importante di tutte
LA FINE DEL FINANZIAMENTO DELLA FIAT A SENSO UNICO

io per conto mio NON COMPERERO' MAI PIU UN AUTO FIAT
NEPPURE SE ME LA REGALANO
anzi ci metterei un dazio elevato su quel marchio
e visto che gia hanno sperimentato con la caduta libera del marchio fiat
---gia perche il marchio fiat e un marchio comperato dalla maggioranza dei ...operai italiani
e stranamente la caduta si e avuta quando il marchionne ha iniziato a fare il..... padron dalle braghe bianche
e adesso vedremo anche molti partiti che la fiat sosteneva finanzialmente e che i partiti ricambiavano con finanziamenti ...CON SOLDI PUBBLICI
fine della fiat in italia
fine della festa della fiat in italia

stefano b., rovato Commentatore certificato 09.02.14 00:45| 
 |
Rispondi al commento

mettiamoci pure prodi(il prodino sventitore)che gli ha regalato l'alfaromeo.

giorgio p., san vittore olona Commentatore certificato 09.02.14 00:44| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Mio nonno mi diceva sempre: devi combattere e fare male al nemico se vuoi la tua libertá e garantire la tua sopravvivenza!!

Roberto 08.02.14 23:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 08.02.14 23:40| 
 |
Rispondi al commento

in germania si costruiscono quasi 7 milioni di automibili e si vendono in tutto il mondo marchionne non costruisce nuove auto perché non si vendono

gianfranco zaccardi 08.02.14 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Libero mercato:

La Chrysler sta fallendo...

andate in Italia e prendete la Fiat.

Infatti, la Chrysler si è salvata, la Fiat è sparita dall'Italia.

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.14 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre, notare che in Italia non esistono stabilimenti di altre marche d'auto.

Questo perché bisognava "tutelare" la Fiat.

Ora, dopo tante tutele e soldi pubblici, dopo aver fatto gli affari loro nel senso della parola, se ne vanno.

E ancora, quando un'azienda statunitense è in difficoltà, vengono in Italia e "prendono".

Questo deve finire. Voglio anche i responsabili.

F. Masciullo, daGrottaglie Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 08.02.14 22:56| 
 |
Rispondi al commento

E l'Italia che affonda sempre di più... ma bisogna avere proprio una faccia di c***o per fare tutte ste porcate e presentarsi in parlamento il giorno dopo...

Mauro P., Bari Commentatore certificato 08.02.14 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Ma se un giorno la faranno riannettere all'Italia come la chiameranno?
F.I.C.A.?

Marcovinicio d., milano Commentatore certificato 08.02.14 22:23| 
 |
Rispondi al commento

anche io facevo sempre vincere i miei clienti a tennis.....

fausto coppi 08.02.14 22:02| 
 |
Rispondi al commento

...non ci resta che sperare con forza TUTTI INSIEME affinchè "A LIVELLA" faccia presto il suo dovere con tutte le persone che non fanno gli interessi della collettività....

antonio toni 08.02.14 21:39| 
 |
Rispondi al commento

Chi non ha più nulla da perdere reagisce..si vede che italiani pensano che non hanno perso abbastanza...vivono in una bolla..ma quando esploderà..si ritroveranno col culo per terra..pagando tasse e imposte ad ogni angolo per dar da mangiare a questi fantocci della politica, amministrazione pubblica, stampa,"grandi impresari". Un esercito di incapaci senza onore. Giuda sanza senso di patria che si sono svenduti il paese in cambio del loro benestare costringendo alla poverta' la maggior parte del popolo schiavizzato e punito per opporsi ai loro scempi a danno del nostro territorio! Si nascondono dietro frasi altisonanti, che rimbombano nelle orecchie dei poveri cittadini: ce lo chiede l'Europa...dobbiamo rinnovare il paese..c'è bisogno di uno sforzo da parte di tutti, siamo in crisi, siamo in ripresa...quante parole false, solo generate per controllare il popolo e seguire nel loro subdolo parassitismo. I cittadini Italiani cadranno nel baratro senza reagire?? Chi non ha più niente da perdere freme, chi ancora non ha perso abbastanza, abbassa la testa, sperando di proteggere quello che ancora gli è' rimasto...compresa anche la "libertà"..Grillo se ti carcerano diventi un piccolo Mandela..speriamo che poi ti fanno Presidente della Repubblica!! :)

Marco F 08.02.14 21:20| 
 |
Rispondi al commento


...e tutto il can can che ha fatto Letta per obbligare chi vende in italia via web ad avere sede fiscale in Italia? La fiat può dunque avere sede a LOndra e farsi favorire nelle vendite in Italia...spero che qualcuno degli interessati ricorra, spero che i deputati facciano presente questa contraddizione.

emmegieffe 08.02.14 21:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Berlusconi, recuperare gli scontenti del movimento 5 stelle!

Ecco che gli scontenti hanno un abbuona occasione di cambiare casacca. Campanella il primo?

Franz M., Everywhere Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.14 21:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma cosa vuoi commentare,e' sempre la stessa musica ,da nord a sud ,da est a ovest isole comprese.L'obbiettivo e' divorarsi l'Italia un po alla volta, solo che ora son rimaste solo le ossa da spolpare,ma s'attaccano pure quelle.I caimani sono degli agnelli al loro confronto. Povera Italia e poveri noi se non troviamo la maniera di mandarli tutti a casa.La Ostra unica speranza e' il M5S,ma qualche magistrato sta cercando di dare un aiutino a questi corrotti per far fuori chi non si adegua al sistema.

Francesco F., francescofadda52@gmail.com Commentatore certificato 08.02.14 20:24| 
 |
Rispondi al commento

Mi spiace ma io sono d'accordo con marchionne sulle scelte fatte ......la Fiat era in decadenza e se continuava qui tra burocrazia tasse e qunt altro i nostri marchi sarebbero stati un vago ricordo ....ora in Fiat grazie a marchionne hanno delle idee bellissime e se vanno in porto torniamo ad essere i primi nel mondo con i motori .....aspettiamo e vediamo ......la produzione e le idee restano in Italia come hanno dichiarato mentre burocrazia fuori per forza di cose,purtroppo questo paese è morto in tutto e per tutto e anche per questo continuerò a votare sempre 5 stelle ....ma non attaccate Fiat ma questo paese che non gli da la possibilità di operare bene.

Christian santini 08.02.14 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Sono un semplice operaio,tre auto della Fiat ho comperato..mi sono detto;
sono italiano e faccio guadagnare l'Italia,
se si rompe un pezzo,vado in sede e subito ho le garanzie.
Mi dicevo sono orgoglioso di questo.
Ed ora mi sento anche deluso.
Nulla..investimento e political correct ..nulla.
Vaffa…..! Marchionne e chi ti segue ,sei un traditore dell'Italia.

marco tuffanelli tuffanelli, Comacchio Commentatore certificato 08.02.14 20:06| 
 |
Rispondi al commento

..Poltrone Frau in America ..tutti evadono da quest'Italia oramai impoverita svenduta e disgraziata ..ed io mi sono rotta di non riuscire a trovare più oltre l'abbigliamento (oramai Made in China) neppure la verdura Made in Italy..ma dove stiamo andando ?ho due bimbi piccolissimi ...che futuro li attende?Grazie grillini siete la nostra speranza !

Giuseppina Naimoli Commentatore certificato 08.02.14 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Questo Battista Giornalaio( é azzeccato il nome di servo) è un miracolato dal Governo che gli elargisce contributi (a fondo perdere) al giornale dove scrive e manifesta il suo servilismo al Governo ladro di turno;altrimenti se doveva mantenersi con le vendite del giornale era da un bel pò che per mangiare doveva andare alla ricerca di cibo nei bidoni della spazzatura in compagnia di molti chiamati populisti!!APPROFONDIMENTO. E su twitter scoppia la guerra. Battista sfotte Paragone: "Ci fai paura sei il nuovo Gramsci". La risposta: "Pg, sei caduto in basso"

Salvatore i., Cingoli (MC) Commentatore certificato 08.02.14 19:46| 
 |
Rispondi al commento

Egregio Senatore Airola, io sono un semplice cittadino che prende informazioni da giornali, televisione e web.
Nello specifico del suo articolo, voglio considerare solo le sue affermazioni.
sulla base di queste affermazioni Le chido cortesemente di dire cosa intendete fare in merito.
Ci sono proposte?
tipo per esempio perseguire fiscalmente la FIAT o FCA eccetera?
Vogliamo perseguire fiscalmente o giudizialmente le persone che possono essere ritenute partecipi o responsabili di una malversazione, truffa o finanziamento illeggittimo o qualcosaltro?

Ivan I., Genova Commentatore certificato 08.02.14 19:39| 
 |
Rispondi al commento

Ferengi Commerce Authority abbreviated FCA like as Fiat Chrysler Automobiles

Dany 08.02.14 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Scappi chi può. Continua la corsa alla fuga. Dai grandi ai piccini (i giovani "cervelli"). La politica traccheggia per avere il tempo necessario di metter al riparo le finanze. Il voto contro sul politometro non é che una conferma...

Vittorio Pellegrineschi (v.pellegrineschi), v.pellegrineschi@lacab.it Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.14 18:53| 
 |
Rispondi al commento

Che bravi questi politicanti fanno i froci col culo degli altri.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato 08.02.14 18:45| 
 |
Rispondi al commento

La cosiddetta "Sinistra" è al pari della destra è lo zerbino dei poteri forti(multinazionali,banche,lobbies ecc),che hanno illuso gli italiani(e purtroppo sono ancora tanti i fessi che ci credono)sulla falsa e becera propaganda,spacciata per difesa ad oltranza dei lavoratori sottopagati,cassintegrati,giovani disoccupati senza futuro,pensionati ridotti a rovistare tra i rifiuti per rimediare un po'di cibo.Per favore non votiamoli più,non facciamoci prendere per il sedere da questi farabutti traditori della Nazione,che hanno svenduto il patrimonio pubblico agli usurai nazionali e internazionali(De Benedetti,BCE,FMI,Commissione europea),col pretesto di un insanabile debito pubblico,scaturito dalla scellerata svendita della Banca d'Italia da parte del fu' ministro del Tesoro Andreatta con la complicità dell'ex governatore Ciampi, agli insaziabili e spietati banchieri privati.

TINO LISSU, S.MICHELE Commentatore certificato 08.02.14 18:42| 
 |
Rispondi al commento

la colpa non è delle aziende che se ne vanno, la colpa è della nostra classe politica che da oltre 20 anni mette in campo politiche demenziali, sindacati che non hanno nessun interesse nel tutelare i lavoratori e il lavoro,energia che costa il 30% in piu dei paesi confinanti, burocrazie cieche e incapaci, mancanza di un piano di rinnovamento x opere strutturali e potremmo scrivere all'infinito le cause che portano gli imprenditori italiani a delocalizzare

graziano ., pisa Commentatore certificato 08.02.14 18:19| 
 |
Rispondi al commento

Però adesso abbiamo imparato la lezione e qualunque imprenditore potrà fare altrettanto. Solo gli stupidi non imparano dai grandi maestri

Blubibop 08.02.14 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Marchionne,agnelli, fca: BANDITI PER SEMPRE DALL'ITALIA.

amsicora shardana 08.02.14 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Giocavano a scopone
Già che c'erano si sono giocati il culo degli italiani
Solo il fuoco può guarire certe ferite putriscienti

Riccardo Garofoli 08.02.14 18:10| 
 |
Rispondi al commento

Il buco nei conti del Comune di Napoli ammonta a un miliardo di euro.

Napoli è fallita, ma non ditelo a de Magistris: http://uomoqualunque.net/2014/02/napoli-e-fallita-ma-non-ditelo-a-de-magistris/

claudio 08.02.14 18:06| 
 |
Rispondi al commento

Disgraziati tutti!

La pacchia vi si finirà molto presto e allora saremo noi ITALIANI a ridere!

TERESA 08.02.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento

sono cose che già sapevo e che anche un bambino vedrebbe e capirebbe,ma tutte le volte che ritorno su questo argomento e leggo le porcate di fiat-governo,mi viene il voltastomaco. grazie Marchionne...ma vaffanculo va!!!

roberto argelli, vigevano Commentatore certificato 08.02.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento

La Fiat doveva rimanere in Italia con le buone o con le cattive fino alla nazionalizzazione
Per un paese come l'Italia era vitale l'industria pesante che ha bisogno di migliaia di addetti e invece a sentire il questuò ENRICO Letta è un bene
Dove è l'altro statista Napolitano che è riuscito i un settennato a distruggere l'Italia economica e morale

Riccardo Garofoli 08.02.14 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Caro Alberto Airola,il tuo servizio mi è piaciuto ma quello che ha fatto la fiat NO.Dopo tutti quei miliardi a fondo PERDUTO (sono incavolato nero)dati agli agnelli ci dovevano rispettare invece con rammarico NO.Fernando Carboni. Fano

fernando carboni 08.02.14 17:40| 
 |
Rispondi al commento

Fiat fugge dal paese e Letta va in giro per il mondo a cercare investitori
Ma la prima domanda che si pone un investitore , come che la tua più grande azienda scappa di casa ???

Riccardo Garofoli 08.02.14 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E intanto Fiat è riuscita a figure indenne dal paese che ha spremuto per decenni

Riccardo Garofoli 08.02.14 17:34| 
 |
Rispondi al commento

chiamparino,fassino,renzi,cota e reletivo codazzo di servi della fiat/fca vanno cacciati a pedate fuori dall'italia.Che seguano il loro padrone marchionne ,prima però contribuiscano in solido insieme a marchionne a restituire all'italia 7,5 ml di euro,soldi nostri e dei nostri padri ,che si sono spaccati la schiena a lavorare in catena.
FUORI ESILIATI PER SEMPRE.

franco r., torino Commentatore certificato 08.02.14 17:31| 
 |
Rispondi al commento

La domanda sorge spontane: ma perchè tutti questi fan di Marchionne non lo seguono e se ne vanno all'estero?

Claudio Pierantoni Commentatore certificato 08.02.14 17:21| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE AIROLA sei il mio cittadino preferito

domenico C., Chivasso Commentatore certificato 08.02.14 17:07| 
 |
Rispondi al commento

“Siamo colpevoli! Colpevoli di difendere la nostra terra e i beni comuni. Chiediamo a tutti un appoggio e una solidarietà concreta.
Il tribunale ordinario di Torino, sezione distaccata di Susa, il 7 gennaio 2014 ha sentenziato: “dichiara tenuti e condanna Alberto Perino, Loredana Bellone e Giorgio Vair, in solido tra di loro, al pagamento a parte attrice [LTF] di euro 191.966,29 a titolo di risarcimento del danno;” oltre al pagamento sempre a LTF di euro 22.214,11 per spese legali, per un importo totale di euro 214.180,40.

http://www.beppegrillo.it/la_cosa/2014/01/18/colpevoli-di-difenderci/

MA SE LASCIO UN COMMENTO QUI' LO STATO DITTATORIALE ITALIANO PERSEGUE ANCHE ME?

gennaro esposito 08.02.14 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è un paese che pian piano sta morendo,
non ci posso credere che un azienda come la Fiat non esista più.
Un'altro pezzo della nostra cara Italia se ne andata per sempre!

Daniele Arcidiacono 08.02.14 16:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quelli citati pro Marchionne non sono uomini, ma lecca, lecca.

Giuseppe V. Commentatore certificato 08.02.14 16:44| 
 |
Rispondi al commento

ridateci tutti i miliardi che noi, Stato Italiano vi abbiamo dato da decenni a questa parte.

rosa danese 08.02.14 16:35| 
 |
Rispondi al commento

ORA FAREI LA PROPOSTA : NON COMPRARE PIU' AUTO DELLA FIAT E SEQUESTRARE CIO'CHE E' RIMASTO IN ITALIA PER RECUPERARE I SOLDI CHE HANNO PRESO !!!

deu seu (gundar), cagliari Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.14 16:21| 
 |
Rispondi al commento

Arroganti con i più deboli e zerbini con i potenti, sono replicanti , guardali, stanno dietro a maschere e non li puoi distinguere. Come delle lucertole si arrampicano e se poi perdono la coda la ricomprano, fanno quel che vogliono si sappia in giro, spendono spandono è sono quel che hanno.

Giovanni Lunini 08.02.14 16:15| 
 |
Rispondi al commento

Così sono capaci tutti di fare i manager... è come giocare una partita a calcio, quando segni tu il gol vale,quando lo segnano gli avversari l'arbitro lo annulla. E tutti corrono poi a dire che sei tu il vincitore.

Vuole andare via la Fiat? Lo faccia, con tutta la famiglia Agnelli al seguito però. E restituendo quanto intascato dallo Stato per rimanere a produrre in Italia durante questi anni. Non vuoi restituire? Nazionalizzo la fabbrica e i beni dei proprietari in Italia.

paolo66 08.02.14 15:52| 
 |
Rispondi al commento

E' VERAMENTE VERGOGNOSO IL COMPORTAMENTO DEL NOSTRO GOVERNO DIFRONTE ALLA DELOCALIZZAZIONE DELL'INDUSTRIA ITALIANA.
L'ESEMPIO LO DA LA FIAT CHE IN DECENNI E DECENNI DI SOVVENZIONAMENTO PUBBLICO SI E' APPROPRIATA DI MILIARI DI EURO CHE HA POI UTILIZZATO PER ACQUISTARE LA CRAISLER IN FALLIMINTO PER POI TRASFERIRE LA SEDE SOCIALE IN OLANDA E QUELLA FISCALE IN INGHILTERRA. IN ITALIA HA SAPUTO SOLO CHIUDERE LE FABBRICHE CREANDO TANTA DISOCCUPAZIONE E ESODATI. - VERGOGNA - VERGOGNA -
ALLA FIAT E' STATO PERMESSO , OLTRE A SOVVENZIONAMENTI DI STATO , DI ACQUISIRE TUTTA L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA ITALIANA , E TUTTO CON IL CONSENSO DISONESTO DELLA POLITICA - ALFA ROMEO - LANCIA - MASERATI- BERTONE - DE TOMMASO - INNOCENTI BIANCHI - FERRARI .
E I NOSTRI POLITICI ???? SE NE FREGANO.
MA NON BASTA - MIGLIAIA DI AZIENDE ITALIANE HANNO DELOCALIZZATO A CAUSA DELLE ASSURDE E INSOPPORTABILI ENOROSE TASSE - MA NON SOLO, IN NOME DELLA GLOBALIZZAZIONE " COME DICE LA BOLDRINI" HANNO PERMESSO AGLI STRANIERI DI ACQUISTARE MARCHI ITALIANI PRESTIGIOSI PER TRASFERIRE ALL'ESTERO LA RPODUZIONE O ELIMINARE UN CONCORRENTE.
CHI ?? LA FRANCIA HA ACQUISTATO LA PARMALAT - FENDI - GUCCI - BULGARI - PORELLATO - BUITONI . FERRARELLE - NEGRONI - LORO PIANA - PERONI - PERUGINA - MOTTA - ACQUA AGNESI - MARTINI & ROSSI - RINASCENTE - UPIM - SMA - E PERFINO I TURCHI SI SONO COMPRATI PERNICOTTI
E I TEDESCHI ???' LORO SI STANNO APPROPRIANDO DELLE INDUSTRIE SIDERURGICHE VEDI ACCIAI DEL NERD E ACCIAIERIA TERNI.
E I POLITICI ???? A LORO CHE CAVOLO GLE NE FREGA , PENSANO SOLO A RESTARE ANCORATI ALLE LORO POLTRONE E ACCAPARRARSI STIPENDI D'0RO E PENSIONI DORO PARI -- REDDITI MENSILI PARI A DUPLICATI DI ANNI DI LAVORO DI NORMALI E ONESTI CITTADINI. CHE VERGOGNA LA NOSTRA POLITICA.
PER FORTUNA CHE ALMENO 5 STELLE CON I SUOI GIOVANI RAPPRESENTANTI STA EVIDENZIANDO LA DIOSONESTA'DEI POLITICI CHE DA DECENNI GOVERNANO IL NOSTRO PAESE.

GIAN GUTTI 08.02.14 15:22| 
 |
Rispondi al commento

Dal Corriere: Letta: «Da Napolitano per sbloccare
la situazione». Altro argomento per l'IMPEACHMENT. Che c'entra Napolitano con il Governo? Napolitano deve rimanere assolutamente fuori dalla lotta politica dei partiti. Altrimenti viola ancora una volta la Costituzione. Hanno ragione i grillini, assolutamente!

Giuseppe Alù 08.02.14 15:18| 
 |
Rispondi al commento

Il problema x me sta nel fatto che in Italia finché il costo del lavoro resterà il più alto,ci saranno sempre più aziende che cercheranno di andare altrove e sempre meno che verranno qui ad investire. E il fatto che la Fiat abbia sempre preso miliardi di soldi pubblici negli anni,fa sempre parte delle colpe di chi,amministrando lo Stato,decideva di erogarglieli.

Alfio antico 08.02.14 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FABBBRICA CAROZZONI ED AFFINI QUESTA E' OGGI LA FIAT

alvise fossa 08.02.14 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Nessun problema!!! Gli italiani sono grandissimi e pieni di fantasia... Sono sicura che presto un'altra Fiat nascera' ma LIBERA di fare solo il bene per il nostro paese ...

Emma 08.02.14 14:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se è vero quello che dice questo post e cioè lo Stato (che siamo noi) ha investito solo 7,6 MLD di euro dal '77 a oggi, la somma non è così consistente come immaginavo. Solo la settimana scorsa abbiamo dato 7,5 MLD alle Banche, le quali non è che si siano complicate + di tanto l'esistenza per aiutarci. E che dire del regalo che abbiamo fatto per evitare che l'Alitalia cambiasse bandiera? Dai ragazzi, non prendiamoci in giro, queste sono quisquilie rispetto a tutto il resto. Se almeno funzionassero i servizi, io non mi lamenterei. Purtroppo, oltre a dilapidare montagne di soldi, neanche la soddisfazione di avere un posto dove le cose funzionano. Voglio vedere tra qualche anno, quando le poche aziende che contano ancora, avranno emigrato tutte all'estero, come faranno i dipendenti della P.A. a mantenersi ancora in piedi. Ancora qualche mese di autonomia e poi tutti giù per terra!

Paolo G., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.14 14:55| 
 |
Rispondi al commento

impediamo l'import in Italia..creiamo la nuova "GrillinaSport2014" versione berlina, ecc ecc..ma che ci vuole..azienda Made in Italy, e impediamo a tutti di acquistare altre auto, semplicemente applicando una forte franchigia a tutto quello che entra in Italia, affinché tutti gli Italiani quelli veri siano scoraggiati...ma incentivati ad acquistare e soprattutto ne abbiano la possibilità..aiutandoli da parte dello stato quello M5S ovviamente !!! .su ragaaaa..........un po di Patriottismo, ma ci vuole una legge e bisogna vincere !!! e vinceremo... :)

Giuliano Pirredda 08.02.14 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Nuovo nome per FIAT? Ovvio!

FCA ovvero Fan Culo Agnelli

pasquale m., Avellino Commentatore certificato 08.02.14 14:48| 
 |
Rispondi al commento

Rivoglio la Fiat Duna, quelle si che erano macchine.

Tommaso De Palma Commentatore certificato 08.02.14 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Anche gli asini sapevano questo, ma evidentemente nelle istituzioni sono peggio degli asini.

Massimiliano C., Nuoro Commentatore certificato 08.02.14 14:26| 
 |
Rispondi al commento

Grande Airola!
http://www.ildisonorevole.it/litalia-e-la-crisi-alle-spalle-ma-alle-spalle-di-chi/

Qua in tv e sui giornali nei prossimi giorni parleranno solo di Letta e Renzie, nuovo governo, rimpasti e stronzate del genere.
Il tutto per nascondere che l'Italia muore lentamente e in silenzio: la disoccupazione sale, la corruzione al massimo, la FIAT se ne va, Letta fallisce negli Emirati Arabi, regali alle banche, i giornali in crisi, l'INPS prevede un passivo di 4 mld e però Letta (nipote)ha il coraggio di dire che oramai la crisi è alle nostre spalle! Ma alle spalle di chi? Cos'è, una minaccia??

IN ALTO I CUORI!

http://www.ildisonorevole.it/litalia-e-la-crisi-alle-spalle-ma-alle-spalle-di-chi/

Un saluto a 5 stelle da Torino!!

Edoardo C., Chivasso (TO) Commentatore certificato 08.02.14 14:22| 
 |
Rispondi al commento

quante inesattezze miei cari,vi invito ad informarvi meglio sull'argomento e non tramite i soliti canali controllati dai sindacati che a parer mio sono stati la rovina di Fiat e di tutta l'industria italiana.Marchionne sara' antipatico a molti ma ha preso in mano un'azienda fallita e non solo l'ha salvama ma ha risanato e comprato chrysler pagandola alla fine neanche un quarto di quello che avevano sborsato i tedeschi di mercedes fallendo tra l'altro il salvataggio.Riguardo gli stabilimenti italiani con questa mossa sono stati salvati da morte certa e ricordo altresi che la cassa integrazione è in larga parte pagata dai lavoratori stessi con delle trattenute in busta paga ed evitare licenziamenti e assunzioni a tempo.E poi cari italiani un po' di coerenza:vi agitate tutti a difesa(giustamente)dei lavoratori e poi per dispetto non comprate le auto fatte col loro sudore....contenti voi....

armando Giorgio Potenza 08.02.14 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo governo se ha le palle d'acciaio non deve far entrare in Italia neanche un bullone di questo minchione. (fa anche rima) Che vergogna e neanche una parola. Un domani quando faremo i conti ci ridarete tutto con interessi. I cittadini

Paolo Galbiati 08.02.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Chi è andato via,mai più gli rifarei mettere piede sul nostro territorio.
Presunzione???
Nò.
Costatazione di fatto,appena ci liberiamo siamo in grado di ripartire a razzo.
SIAMO TROPPO AVANTI.

salvatore castellano Commentatore certificato 08.02.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Non conosco tutte le sfumature della vicenda ciò che ho capito è che Marchionne ha fatto gli interessi di fiat. sta al governo a far si che le politiche aziendali non ledano interessi nazionali o dei lavoratori. Marchionne ha solo fatto il proprio lavoro è lo stato italiano che stracolmo di incompetenti non ha fatto il suo o seppure l'ha fatto si è prodigato con superficialità inettitudine e condiscendenza.

Gianluca 08.02.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento

CARTUCCE A PARTIRE DA 0,49 EURO
TONER A PARTIRE DA 5,60 EURO
www.ilconsumabile.it

lina 08.02.14 13:46| 
 |
Rispondi al commento

io vi parlo da operaio che lavoro in una piccola impresa,alla fiat mi pare che sia stata fatta una ingiustizzia,la fiat paga le tasse al inghilterra ma quando a bisogno della cassa integrazzione la paghiamo noi cittadini italiani,vi pare giusto o sarebbe meglio se le casse integrazzioni glieli pagasse l'inghilterra...

roberto fiaschi, tavarnelle val di pesa Commentatore certificato 08.02.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Il profitto della fiat se lu è sempre intascata famiglia agnelli, i debiti li pagano coi soldi pubblici, non per niente erano senatori ha vita e stavano a Roma ecco cose la fiat grazie ai sindacati servi dei potenti.

Ermanno Milesi 08.02.14 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Si si sono presi 7,5 miliardi di euro ( io li chiamo 15.000 miliardi di lire , quindicimilamiliardi, si ,avete letto bene .E si sono comprati la Crysler lasciando in Italia 4 stabilimenti che saranno un ulteriore ricatto salariale e varie casse in deroga. Proprio vero che la politica non sa niente di economia e invece vuole dettare legge. In un paese diverso prima di portare capitali alle Americhe e fuori dalla nazione AVREBBERO DOVUTO RISARCIRE LO STATO , CHE POI SIAMO "NOI" NON I POLITICI , "NOI" QUELLI CHE hanno PAGATO LE TASSE PER 60 ANNI PER POI FARCI DERUBARE DALLE "PECORELLE" TRAMUTATESI IN LUPO (io amo i lupi e non amo gli "agnelli").

giorgio roveda, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.02.14 13:29| 
 |
Rispondi al commento

A me va benissimo così: lo stato non da niente alla fiat e la fiat fa quello che vuole. Non é adesso che é sbagliato ma prima.
La domanda vera che dobbiamo porci é perchè vanno via, teniamo presente che vanno in Olanda e Inghilterra, in questo paese è giá un miracolo se resta la produzione perché qui é tutto insostenibile. Quante case automobilistiche hanno qui uno stabilimento di produzione o sede in Italia?

Antonio Sassone 08.02.14 13:26| 
 |
Rispondi al commento

bravo, bravi! continuate così! sbugiardateli! spu.....teli !!!

giancristofaro mariangela 08.02.14 13:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE NON FOSSE VERO TUTTO CIO', DIREI CHE SI STA
SVOLGENDO UN FILM DI TOTO'.
LA DOMANDA E': MA COME FANNO LE PERSONE A NON DESIDERARE DI CAMBIARE QUESTI PERSONAGGI E QUESTO
STATO DI COSE ? FORSE LI DROGANO ?
MI DOMANDO: TUTTI QUEGLI OPERAI IN CASSA INTEGRAZIONE E NON TUTTE QUELLE DONNE CHE VEDIAMO
INCAZZATE DI FRONTE AI MICROFONI DE LA 7 - MEDIASET - RAI, CHE SI FANNO RITRARRE IN COMPAGNIA
DEI PROPRI FIGLI MINORENNI, CHE DICONO CHE NON ARRIVANO A FINE MESE E CHE NON POSSONO PAGARE I MUTUI DELLE LORO ABITAZIONI: MA SI RENDONO CONTO CHE A METTERLI QUELLA SITUAZIONE SONO STATI I
DUCETTI PD E EX-PDL -ORE-FI ?
SECONDO ME SONO DROGATI O MINACCIATI DI MORTE !!
SBRAITANO CONTRO IL GOVERNO E QUANDO BISOGNA VOTARE DUE TERZI DI ESSI DANNO ANCORA IL VOTO
A PERSONAGGI COME I MINISTRI E IL CAPO DEL GOVERNO ! MA E' POSSIBILE CHE DESIDERANO ANCORA
DIVENTARE PIU' SCHIAVI ? CI SI PUO' DARE UNA-DUE-TRE-QUATTRO-MILLE MARTELLATE SUI COGLIONI SENZA
PROVARE DOLORE ?
NO, CARI MIEI, QUI LE COSE NELLA REALTA' STANNO DIFFERENTEMENTE: SECONDO ME QUELLE PROTESTE E QUELLE MALEDIZIONI MANDATE CONTRO I POLITICI SONO PAGATE,
NON SONO VERE...E' TUTTA UNA MESSA IN SCENA PER
FARSI RITRARRE DALLA TV....QUI NESSUNO MUORE DI FAME, TUTTI VANNO IN VACANZA SULLE DOLOMITI, TUTTI
SE LA SPASSANO ALLEGRAMENTE E TUTTO VA BENE !
QUELLE PROTESTE SONO FINTE SONO UNA PRESA IN GIRO
PER NOI CHE CREDIAMO NELLA LUNA.
MARCHIONNE SE NE VA, CHE CE NE FREGA, NOI STIAMO PIU' LARGHI DI PRIMA, L'ELETTROLUX CHIUDE E SE NE VA IN POLONIA,BENE NOI CE LA FCCIAMO DA NOI UN'ALTRA FABBRICA E SFORNEREMO ELETTRODOMESTICI
DA FARE SOLDI A PALATE.... BENE.
SE LE COSE STANNO COSI' MI VADO A FARE UN CICCHETTO E SMETTO DI PERDERE TEMPO...ALLELUIA,ALLELUIA..

cres 08.02.14 13:20| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace contraddirti mio caro Beppe, ma l'italia ha sempre pagato a peso d'oro I'll finto sviluppo Fiat, mi spiego meglio. Lo stato Italiano ha permesso al marocco di esportare le loro arance nel nostro paese distruggendo I'll prodotto siciliano e calabro, in cambio di accordi commerciali con la Fiat. Gli accordi commerciali che la Fiat ha stipulato con la Cina li abbiamo pagati e li stiamo ancora pagando ecc. Ecc. Quindi come vedi sono molto ma molto di piu'. Ora se I'll popolo Italiano non si rendera' conto che per poter sopravvivere dovra' eliminare la tassazione su tutto cio' che e' prodotto in Italia, e tassando tutto cio' che non viene prodotto in Italia.Solo in questo modo possiamo uscire dalla fogna in cui ci hanno infilati. Grazie

salvo oliveri 08.02.14 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Landini aveva ragione.

Mario S. Commentatore certificato 08.02.14 13:16| 
 |
Rispondi al commento

Che dire, per trovar dei pezzi di ricambio per la mia auto, Honda, ho dovuto provvedere su eBay. Questo perché nella concessionaria ufficiale, mi costavano troppo. Dal Giappone, direttamente, la metà! Ma così può starci. No se per quelli Fiat, sempre su eBay, dalla Germania, originali, costano meno! Povera Italia

paolo magni 08.02.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento

Aprire alle altre case automobilistiche

La spagna è il sencondo produttore mondiale di automobili senza un marchio proprio

perchè le altre case non producono in italia ?????

Danyda bologna Commentatore certificato 08.02.14 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La risposta a questo sfacelo è semplice e ciascuno di noi la ha bene in mente (a qualcuno piace la marmellata)
Cosa fare? Un'azione risarcitoria e poi cominciare a mettere insieme quadri, tecnici e maestranze per ricostituire una industria e porla nelle mani di gente seria che lavora. Per far questo ci vuole uno stato diverso, democratico, che basato il futuro dei cittadini sul lavoro, sulla solidarietà e non sulla finanza speculativa e i soldi facili per i disonesti.

PIER LUIGI CORRADI, GENOVA Commentatore certificato 08.02.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Perche non posso leggere i commenti,mi esce sempre la pubblicità di libero.

Maurizio zucchetti 08.02.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

I 5 Stelle saranno purtroppo una meravigliosa giornata di sole in un inverno lurido, fangoso, sporco che durerà sempre. Ricordatevi della Rivoluzione Napoletana del 1799, finita "per troppa virtù". Sono triste.
Giuseppe Alù

Giuseppe Alù 08.02.14 12:58| 
 |
Rispondi al commento

fino a che un azienda a Londra paga la metà di tasse sugli utili e in Olanda le merci pagano dazi bassissimi alla dogana, non stupiamoci per che le sedi le spostano in altri paesi. siamo soi che siamo dei tordi e permettiamo questo. stesso discorso per il corso della mano d opera. Vuoi vendere in Italia? le merci entrano i italia e le tasse sugli utili le paghi in Italia! Oltra alle follia della gestione dell euro c'è molto altro da rivoluzionare in Europa. Fino a che abbiamo curatori fallimentare che pellegrinano per il mondo con il cappello in mano a svendere roba nostra la situazione non può che peggiorare....

Lor C., Milano Commentatore certificato 08.02.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vergogna. Vergogna, maledetti, io lo sapevo già 10 anni fa!!! E lo dicevo ma ero sovversivo , come l'Alitalia, vedrete.........Italiani dove siete e mai possibile farsi uccidere così si morire ... Lenta e lunga agonia... Italiano dove sei??? Italia eravamo un grande popolo!! Già ai tempi dei Romani.... La storia siamo noi!!scriviamo ancora la storia .. Il primo popolo che caccio' i politici corrotti e lobbizzati.. Italiani e un nostro dovere anche per la nostra storia.... Con il movimento tutto possiamo !! Fermiamo il teatrino!!!! Umberto da Roma!!!

Umberto 08.02.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Questi signori "indicati" dovrebbero ,non solo andare a casa, ma non essere mai più nominati!!!!

pier p., acqui terme Commentatore certificato 08.02.14 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Guardo la mia Fiat Tempra SW e penso al valore (non economico ovvio) e all'orgoglio di girare con una delle ultime autentiche purosangue italiche. Marchionne traditore!!!!!!

Cri 08.02.14 12:07| 
 |
Rispondi al commento

18 luglio 2005
"SIAMO PADRONI DI UNA BANCA"
Consorte-Fassino
Consorte: Ciao Piero, sono Gianni.
Fassino: Allora? Siamo padroni della Banca?
Consorte: È chiusa, sì.
Fassino: Siete padroni della banca, io non c'entro niente (ride).
Consorte: Si, sì, è fatta.
Fassino: È fatta.
Consorte: Abbiamo finito proprio cinque minuti fa, è stata una roba durissima però, insomma...
Fassino: E alla fine cosa viene fuori? Fammi un po' il quadro, alla fine.
Consorte: Alla fine viene fuori che noi abbiamo... eh... diciamo quattro banche... dunque, quattro cooperative...
Fassino: Sì..
Consorte: Che sono...
Fassino: Che prendono?
Consorte: Quattro cooperative il 4% (...)
Fassino: Diciamo Adriatica, Liguria...
Consorte: Piemonte... e Modena.
Fassino: E Modena, perfetto. E poi?
Consorte: Poi ci sono, diciamo quattro banche italiane...
Fassino: Sì.
Consorte: Che l'un per l'altra hanno il 12% (...) Poi abbiamo tre banche internazionali, che sono Nomura, Credit Suisse e Deutsche Bank...
Fassino: Uhm...
Consorte: Che hanno l'un per l'altra circa il 14 e 1/2%...
Fassino: 14 e 1/2%...
Consorte: Sì, poi abbiamo Hopa che ha il 4 e 99...
Fassino: Sì
Consorte: Poi abbiamo 2 imprenditori privati: Marcellino Gavio e Pascop, che hanno l'1 e 1/2...
Fassino: Insieme?
Consorte: Insieme. E poi ad oggi c'è Unipol che ha il 15...
Fassino: Chi? Unipol?
Consorte: Unipol. Quindi la prima cosa è che queste quote acquisite sono... sono state acquisite da... non da noi, ma dagli alleati...
Fassino: Uhm
Consorte: Dagli immobiliaristi che sono totalmente fuori...
Fassino: Tu adesso...
Consorte: Io?
Fassino: Che operazione fai dopo questa?
Consorte: Ho lanciato l'Opa!
Fassino: Hai già lanciato l'Opa obbligatoria?
Consorte: Esatto, questa mattina...
Fassino: Sì
Consorte: Allo stesso prezzo...
Fassino: Sì...
continua a leggere:
http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/politica/anto-intercetta/grillo-fiorani/grillo-fiorani.html

Pino D. 08.02.14 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo!! Magari abbiamo finanziato anche la produzione delle felpe di Lapo la sua cocaina e i suoi travestiti!!!!! Mi viene da vomitare!ricordo della Valle che disse che per parlare con loro dovevi andare in discoteca! Da vomito!!!

Marini Davide 08.02.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento

E i sindacati confederali,che hanno penalizzato e umiliato i lavoratori FIAT, con la falsa promessa che avrebbero salvato ciò che ne restava, ora dove sono? Tante parole spese per lo schifoso accordo con Marchionne,non una parola sulla fuga produttiva e fiscale.
Forse a loro sta benissimo che a pagare siano solo gli italiani. Non si sono chiesti e non hanno chiesto quali saranno le
prospettive FIAT in Italia ? La risposta è già chiara a tutti da tempo. Tutte le aziende che se ne vanno dovrebbero restituire il mal tolto, agli italiani e pagar dazio per "importare " i loro prodotti!

Lorena Andiollo 08.02.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sono orgoglioso di non aver mai comprato una fiat

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 08.02.14 11:50| 
 |
Rispondi al commento

L'unica speranza che abbiamo siete voi.
Tutto il resto è uno schifo infinito.
Siamo con voi, avanti cosi'!
Sostegno e ammirazione per il vostro onesto lavoro.
Ciao cittadini

valerio stevanato 08.02.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Chiamparino ha già fatto abbastanza danni alla Città in un decennato e adesso vorrebbe tornare, in Regione. Chi si ostina a dirne bene, lo fa per interesse personale, o non ha scavato nemmeno pochi millimetri sotto la copertina di "ex-sindaco modello d'Italia". Altrimenti avrebbe visto cosa c'è sotto l'intonaco (ricordatevi che tutto ciò che di bello si è visto nelle Olimpiadi del 2006 non era merito suo, che ha rivinto le elezioni; merito suo è il buco di bilancio e gli impatti ambientali).

MarcoL 08.02.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento

La FIAT ha sempre fatto i porci comodi suoi ,facendo il bello e cattivo tempo sul popolo italiano iniziando dal sostenere Mussolini sino ad oggi, mangiandosi i soldi degli italiani con casse integrazioni infinite, gestioni fallimentari, auto dozzinali ed anacronistiche, ecc.
Se la vediamo da un certo punto di vista, meglio se si toglie dalle scatole.Da un altro punto di vista , ci sono migliaia di lavoratori che chissà che fine faranno(La CIG chi gliela paga , l'olanda , l'inghilterra o l'AMERICA?).Oltretutto abbiamo il sistema europa - germania che ci sta annientando.

john f. Commentatore certificato 08.02.14 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Cerca e ricerca, alla fine ho trovato sul web il programma del governo Letta:

http://www.youtube.com/watch?v=zYwtkNRLVS8

Nicola da Mantova Commentatore certificato 08.02.14 11:32| 
 |
Rispondi al commento

L'eccessivo tartassamento del costo del lavoro impone a molti imprenditori il blocco delle assunzioni e costringe quei pochi che hanno ancora la fortuna di lavorare a doversi piegare ad ogni imposizione del proprio datore di lavoro, di sgobbare per 3 / 4 operai ma al prezzo di uno: oramai stiamo diventando come i cinesi, lavoriamo 18 giorni a settimana, Ex-Fiat fa il bello e il cattivo tempo. Aspettiamo solo che ci tolgano anche la ciotola di riso.

Andrea D., Chieti Commentatore certificato 08.02.14 11:14| 
 |
Rispondi al commento

I nostri illustri politici sono grandi veggenti e infatti nel loro futuro hanno visto dei miraggi, poveri piccoli politici venduti.

Aldo Secco 08.02.14 11:09| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori