Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Quinta domanda a De Benedetti

  • 80


debenedetti_olivetti.jpg

Continua il ciclo di dieci domande all'ingegner Carlo De Benedetti, tessera numero uno del pdexmenoelle.
Quinta domanda: "L'ingegner Carlo De Benedetti entrò come presidente in Olivetti nel 1978, quando ne uscì l'azienda era in profonda crisi e oggi è quasi inesistente. E' lecito porsi una domanda. Di quale patrimonio disponeva l'Ingegnere prima del suo ingresso nell'azienda di Ivrea e quale patrimonio aveva quando ne uscì dovuto alla sua talentuosa gestione? Quanto, insomma, ha guadagnato per la mirabile impresa di aver rilanciato la più grande impresa di computer e di informatica del Paese? Risponda per cortesia anche se si trova in Svizzera."

Prima domanda a De Benedetti
Seconda domanda a De Benedetti
Terza domanda a De Benedetti
Quarta domanda a De Benedetti

10 Feb 2014, 12:47 | Scrivi | Commenti (80) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 80


Tags: De Benedetti, dieci domande a De Benedetti, Olivetti, quinta domanda a De Benedetti

Commenti

 

Non commento gli aspetti "politici"; mi permetto solo uno sfogo personale, per quel che vale, sul soggetto in questione. Quando il sig. CDB venne ad Ivrea, ero responsabile di un gruppo di progetto; lui decise che bisognava comprare i progetti fuori, perchè noi ci mettevamo troppo tempo a completarli. Io, per dignità personale,
mi dimisi da responsabile di progetto e feci altro; l'azienda era (ancora) grande. Successivamente, decise che conveniva comprare "all'esterno", oltre al progetto anche le "aziende" e far produrre a loro, perchè il prodotto finito, così sarebbe costato meno. A questo punto, dopo quasi 20 anni, lasciai l'Olivetti (ormai praticamente senza R&D e Produzione), la Bella Ivrea e gli amici e le
conoscenze che mi ero fatto. Dopo qualche anno seguii, da fuori, la fine della Olivetti.

A. Livio 21.03.14 09:16| 
 |
Rispondi al commento

Una volta c'era una monarchia che governava un regno florido e bellissimo, in francia si sono susseguiti molti re e regine... fino al collasso. affamarono il popolo fino alll sfinimento, la gente moriva letteralmenre di fame e i ricchi accumulavano beni e danaro, quel popolo mise a tacere i proprio sovrani... gli tagliarono la testa!
Adesso in italia ditemi, sta forse succedendo qualcosa di diverso? La gente si ammazza x le cartelle di Equitalia,spende meno x mangiare e i nostri "sovrani" che fanno? Aumentano tutto e ci tassano anche le mutande? Quando faremo cadere le teste anche noi?? Quando votiamo ed eleggiamo il M5S come nostri rappresentanto e nn più governatori? Quando ci renderemo conto che siamo sotto dittatura e nn in democrazia? Che poi gente come De Benedetti che ha smerciato e distrutto un'azienda fiorente come la Olivetti ma che se ne dovrá mai fare di tutti sti maledetti soldi?? Un giorno morirá anche lui e i soldi nn lo salveranno.

ida laquintana 12.02.14 00:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

De Benedetti ? Un affarista, un vampiro che non ha costruito nulla ma ha distrutto tutto ciò che ha comprato arricchendosi però a dismisura.
Quando si pensa al lato peggiore del capitalismo viene in mente De Benedetti un succhia sangue padrone del PD e di un giornale scritto da servi e leccapiedi dei potenti di sinistra.
De Benedetti e' il peggio che l'Italia ha prodotto negli ultimi 50 anni.

Don Rigoberto Lopez Commentatore certificato 11.02.14 20:48| 
 |
Rispondi al commento

x i pochi commenti scritti , capisco come la maggioranza degli Italiani non conosca veramente chi sia questa persona presente nella nostra vita politica ormai da anni , lo si può paragonare al presidente Napolitano.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 11.02.14 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Vista la facilità con cui mette le mani sulle industrie Italiane regalategli dai suoi amici politici del pD, inizia a venirmi un dubbio, ma siamo sicuri che De Benedetti sia un IMPRENDITORE ?
Da come abbia svolto questo lavoro non lo definirei tale , e se fosse sempre stato un POLITICO , come dice la sua tessera , il partito gli procurava gli affari e lui spolpava per dividere tutto con il suo partito e i suoi colleghi.
Mi chiedo ma la tessera n 2 a chi appartiene ?
La tessera n 3 , e cosi via.
Dal n 1 al n 20 , vorremmo sapere chi sono i nomi di queste persone ma SPECIALMENTE i PATRIMONI di questi signori e come li abbiano guadagnati.
C'è qualcosa che non torna , perchè i miliardi trafugati in Italia sono tanti , per finire a gli ultimi di MPS .
Vi ricordate il famoso partito comunista sovietico , loro gestivano tutto .
La politica in italia si è data molto da fare per regalargli tante aziende statali , tutte puntualmente spolpate .
Quindi la domanda è De Benedetti tu sei un politico , il pd crea leggi , tu politico travestito da imprenditore svendi tutto quello che gli amici di partito ti mettono sul piatto per poi dividersi il TUTTO.
Visto da questo punto di vista la cosa può essere anche vera e si spiegherebbe la sua enorme fortuna da imprenditore.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 11.02.14 14:46| 
 |
Rispondi al commento

Leggete ciò che ho appena trovato:

http://napoli.repubblica.it/
cronaca/2014/02/11/
news/compravendita_di_parlamentari_
berlusconi_dica_la_verit-78260222/

Francesco Cagliari 11.02.14 12:17| 
 |
Rispondi al commento

Consiglio di vedere la aggiornatissima pagina di:

www.antimafiaduemila.it

Francesco Cagliari 11.02.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

ve lo dicevo già molti anni fa.
Berlusconi vs/ de benedetti alias PD alias repubblica alias boiaro di stato.
bisognava pensare al contrappeso molti anni fa.
oggi il mucchio selvaggio aumenta; Monti, prodi, de benedetti, friedmann, BCE, EURO, pil, spread, ecc.
E' riuscito ad inserirsi anche Grasso, che sarebbe anche divertente se lavorasse nel teatro.
ciao a tutti.
Giuseppe aulenti

giuseppe aulenti 11.02.14 11:00| 
 |
Rispondi al commento

Il presidente delle Corte Costituzionale invece è..niente meno che il super pensionato d'oro Signor Onorevole AMATO!!!! Evviva.. Uno veramente Preparato, Super Partes, Che ci ha dato lustro... gira che ti rigira..meditate gente. Sembra che in Italia ci siano solo cerebrolesi, visto che sono sempre i soliti noti a fare e disfare.

Ale P. 11.02.14 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Notizia che circola su internet uno dei legali di De Benedetti e' stato eletto membro della Corte Costituzionale.. Può essere al di sopra delle parti uno così o è un altro modo per mettere la "persona giusta" al posto giusto...e cioè in una delle stanze dei "bottoni". Perché in Italia se non abbiamo Berlusconi dobbiamo avere De Benedetti? E viceversa?

Ale.p 11.02.14 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

con quella faccia li no non risopnde. Ve lo dico io no no no, nonri sponde ha troppo la faccia come il cu---- di scro

raffaele mancini, termoli Commentatore certificato 11.02.14 09:40| 
 |
Rispondi al commento

E' un bieco affarista che ha fatto i soldi grazie alle alleanze politiche. Se utile si sarebbe alleato pure col diavolo!
A queste persone, come diceva giustamente un commento, i soldi vanno fatti restituire e pure pagare i danni enjormi che hanno fatto.
La democrazia in Italia non c'è più; bisogna allora cambiare rotta.
In Svizzera i referendum sono legge, in Italia il presidente stesso della repubblica trama per sostituire un premier eletto con uno che piace lui!
Anche l'ultimo, Letta, non è stato eletto!

Joe Zaccaria 11.02.14 09:39| 
 |
Rispondi al commento

Lascia che sia....

Vittorio E., Roma Commentatore certificato 11.02.14 09:04| 
 |
Rispondi al commento

questa domanda o indagine dovrebbe essere posta a tutti quelli, politici e manager, che si sono succeduti negli ultimi trenta annie cosi' da avere un quadro completo del perché una nazione florida come l'Italia fino agli anni settanta con un debito pubblico accettabile e' arrivata a questa situazione: tutti hannomunto la vacca????

aldo abbazia 11.02.14 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Ma certo! A Ivrea, se De Benedetti si fa vedere in giro sparano a vista! Vendette in america i brevetti Olivetti, tra cui Pers onal Computer, transistor e sistema del bancomat... La Silicon Valley potrebbe essere in Canavese e invece... Altro che imprenditore! Un affarista che si è fatto i soldi a suon di operazioni di compra vendita aziende e brevetti e, perché no, di cause di risarcimento!

ALESSANDRO CARMAZZI 11.02.14 08:46| 
 |
Rispondi al commento

E' bastato un granello di sabbia nell'ingranaggio (ed è per quello che molti, tra kasta e servitori nonchè dipendenti e militanti lo odiano quel granello) per mandare in tilt un intero sistema. Pian piano, nei modi e nei tempi più disparati, i nodi verranno tutti al pettine.
Se non ora quando?
Attendo con ansia la caduta di questo sistema, mi riserbo il beneficio del dubbio per ciò che ci sarà dopo, ma se domani fossi chiamato alle urne a decidere se fare un salto nel buio o continuare in questo stantio non avrei alcuna esitazione: che buio sia.

Roberto B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 11.02.14 06:59| 
 |
Rispondi al commento

...Come cittadino Italiano, anche se la curiosità è "donna", la domanda mi spinge ad essere curioso...posso immaginare ma...sono curioso di sapere se...quando ha terminato il suo ruolo di Presidente...ne è uscito con i "pantaloni" roti?
Come mai una Azienda florida, nn abbia continuato nel suo cammino di successo?

Mario Ghironi 11.02.14 06:56| 
 |
Rispondi al commento

chiedetelo a casaleggio, che di olivetti se ne intende. e già che ci siete chiedetegli come è diventetato AD di logicasiel-webegg e come ha fatto a fvarla chiudere dopo aver tentato inutilmente di piazzarla in borsa. E chiedetegli pure quali erano i suoi rapporti con colannino e a chi chiedeva gli aumenti di capitale .. ne scoprirete delle belle

Giuseppe knecht 10.02.14 23:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Oggi tutti noi osserviamo quanto sta accadendo in Italia e ci domandiamo:
Perché i nostri governanti mirano solo alla loro ricchezza che è un accessorio?
Loro fanno mostra del diritto e della giustizia mentre tra loro non bramano forse solo ciò che sazia il loro ventre?
Ma così non si genera il conflitto con il popolo e la decadenza del Paese?
I beni che hanno così malamente accumulato in modo altrettanto malvagio saranno dispersi.
Ciò che si sta annunciando in questi ultimi tempi non indica forse di già l'inizio di un tracollo di questo loro anomalo sistema?
Per ottenere il rispetto della popolazione retta nell'agire è necessario allontanare i disonesti dalle loro blasfeme cattedre del potere istituzionale. Oggi i corrotti sono innalzati sulla loro scrannaccia calpestando la rettitudine e la giustizia.
Dalla corruzione si diffonde il male che si manifesta sempre più negli squilibri del tessuto sociale e quindi del lavoro.
Gli insegnamenti impartiti per secoli dai pulpiti delle cattedrali sono serviti solo a produrre questa abnorme bestemmia che è prima di tutto manifesta nella corruzione e poi nella diffusione della menzogna al popolo da parte dei governanti?
Ciò che sta accadendo in questi tempi ne è la drammatica conferma, come avremo la capacità di salvarci nell'oscuro futuro che ci si palesa ai sensi?
Quale diritto e quale giustizia regnano nel nostro attuale paese?
Se tutto questo putridume non sarà rimosso come si potrà risalire la china della produttività dell’Italia intesa come espressione del lavoro onesto svolto dal popolo?

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 10.02.14 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Perchè, caro Beppe, solo domande sulle attività imprenditoriali di Di Benedetti e nulla sulla sua attività di manovratore politico, credo che ce ne siano molte da fargli ed anche di importanti !!!!

enea GIANCATERINO, acciano (AQ) Commentatore certificato 10.02.14 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Vi segnalo una interessante intervista sul caso De Gregorio:

www.romanoprodi.it/interviste/il-caso-de-gregorio-e-un-attacco-al-fondamento-dello-stato-letta-rischia-di-piu_8123.html

Francesco Cagliari 10.02.14 22:17| 
 |
Rispondi al commento

si e anche inventato i registratori di cassa per ambulanti che funzionavano come quella zoccola di sua madre......bastardo rimani li e meglio

salvatore li greci, salerano s/l Commentatore certificato 10.02.14 20:37| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre tutta la ricchezza accumulata, il sig. De Benedetti è riuscito a trasferirla ai figli senza pagare le imposte di successione grazie alla formula della "Società Semplice" e alle leggi del suo amico Berlusconi!
Forza Mov. 5 Stelle mandiamoli tutti a casa.
G.Mazz.

Gianpiero Mazzoleni 10.02.14 19:08| 
 |
Rispondi al commento

Mi dite come faccia uno a rifiutare un finanziamento di un milione di dollari a steve jobs fondatore della Apple, questo animale se non avesse avuto la politica dalla sua , non avrebbe azzeccato una , infatti ha solo depredato tutto quello che la politica gli ha regalato.
Tu sia maledetto in eterno.
Gli Italiani non sanno che la colpa del fallimento Italia è la tua e del tuo nemico a trucco Berlusconi.
Penso che quando lo capiranno finalmente saranno guai per te.
Dato che avete distrutto due generazioni di Italiani , neanche Mussolini era riuscito a farlo con una guerra mondiale, rimarrai nella storia dei pezzi di me..... Italiani.
Ecco perchè ti sei rifugiato in Svizzera.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 10.02.14 18:30| 
 |
Rispondi al commento

ma che razza di domanda è? saranno catzi dei proprietari dell'Olivetti che lo pagavano per fare il capo maximo.
Se poi la ditta è fallita è importante che il mercato sia tenuto sgombero da ostacoli e che qualcuno possa aprire una nuova ditta molto più efficiente sul mercato, se questo non avviene, significa che il prodotto è diventato preda dei cinesi o chi per loro globalizzato


Queste sono cose che ti fanno ripudiare il fatto di essere italiani.
Non c'è nessun interesse che qualcosa possa essere vanto di un popolo, basta solo abbuffarsi, fare il gruzzolo e scappare.
Che tristezza.

john f. Commentatore certificato 10.02.14 18:11| 
 |
Rispondi al commento

Già che ci siete chedetegli anche di cdb web tech...

annibale 51 10.02.14 18:07| 
 |
Rispondi al commento

Quando parlate della grande Olivetti dovete sempre farmi incazzare ...

Roberto 10.02.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Proviamo a farsi restituire i soldi quando vinceremo gli tocchiamo il tempo come un orologio svizzero ciao a tutti del movimento

emanuele mura, cairomontenotte Commentatore certificato 10.02.14 18:04| 
 |
Rispondi al commento

La sesta domanda potrebbe essere: caro signor de benedetti a fronte di quello che è successo all Olivetti come si sente come uomo?

Maria farina 10.02.14 17:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanti de benedetti ci sono stati in Italia e ci saranno ancora? I primi sono in parlamento e con la promessa di migliorare le sorti del nostro paese stanno arricchendo solo le loro tasche!!!!

Maria farina 10.02.14 17:43| 
 |
Rispondi al commento

Tanto non risponde :(

stefano landi 10.02.14 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo conosco bene la vicenda Olivetti.
Quando l'era degli Olivetti finì e costoro ne presero le sorti, una delle prime cose che fecero fu eliminare il centro ricerche e sviluppo. Inizialmente sostenendo che sarebbero stati creati tanti piccoli CR settoriali, cosa che di fatto mai avvenne.
Successivamente dicendo che l'Olivetti sarebbe diventata una sorta di azienda che assemblava computer. Risultato: quando in USA l'Intel forniva ad IBM il 486, Olivetti proponeva il 386.
Comunque a De Benedetti dell'Olivetti non gli è mai importato nulla. Era solo un mezzo per arricchirsi per poi entrare nell'editoria, che era il suo vero obiettivo.
Poi c'è stata Omnitel, dove gli è stata data la licenza come secondo operatore senza vere garanzie. Nuovamente nulla di serio sviluppato ma solo soldi a palate sulla nostra pelle.
Siamo un paese che se avesse investito bene i soldi della telefonia mobile oggi potremmo avere in loco aziende come Nokia, Motorola, LG, ecc.
Nulla ci mancava, Ingegneri qualificati e soldi a palate dato che da noi i telefonini vanno a ruba.
Con un vero imprenditore, in stile Adriano Olivetti, avremmo avuto tutte le risorse per inventarlo noi l'iPhone e dare benessere a tutti.
Tutto ciò comunque è successo con il benestare della classe dirigente.

Roberto Gilli, Pino Torinese Commentatore certificato 10.02.14 17:27| 
 |
Rispondi al commento

QUESTI PERSONAGGI RIESCONO A GUADAGNARE SIA CHE L'AZIENDA PROSPERI O CHE L'AZIENDA CROLLI, IL PROBLEMA È CHE NON GLIENE FREGA NIENTE DI LASCIARE SENZA LAVORO MIGLIAIA DI OPERAI E RELATIVE FAMIGLIE..................E ANCHE AZIONISTI...........

meriss g 10.02.14 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Ma perchè c'è l'avete con lui ha fatto il suo dovere,Gli hanno ordinato di distruggere l'olivetti ( Olivetti delanda est) e lui ha ubbidito la grande finanza mondiale ordina e politici / imprenditori eseguono,semplice. se si fosse rifiutato l'avrebbero fatto sparire.Invece ora è in Svizzera.Spero non gli diano un'altro incarico....

Davide Brogio 10.02.14 16:42| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti, al pari di tutti i così detti grandi capitalisti italiani degli ultimi 40 anni, non ha fatto altro che trasformare l'oro altrui in sterco e lo sterco proprio in oro. Una delle principali ragioni per cui l'Italia è ridotta così male è dovuta al comportamento di questi soggetti. Una rivoluzione, pertanto, dovrebbe portare, tra le varie e più importanti cose da attuare, all'esproprio forzato del 95% dei patrimoni di costoro, che hanno spogliato il paese. Già con questa manovra oltre mille miliardi di euro si recupererebbero. Avv. Claudio Cagnoli-L'Aquila

claudio cagnoli 10.02.14 16:34| 
 |
Rispondi al commento

Forse, per rispondere, aspetterà la decima domanda
Hahahahahah!!!

pier p., acqui terme Commentatore certificato 10.02.14 16:04| 
 |
Rispondi al commento

#POLITOMETRO urgente per favore, sopratutto al burattinaio! #vinciamonoi

Frediano L., Gallipoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.14 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Un benefattore (del suo conto!)

Massimiliano Princigalli, Roma Commentatore certificato 10.02.14 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Ha distrutto tutto ciò che di buono fecero gli Olivetti, in particolare Adriano e si è intascato un bel pò di quattrini che chi sa dove si trovano!

Matteo Tusa 10.02.14 15:06| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Ve beh, dal momento che la prima, la seconda e la quinta sono la stessa domanda, sarebbe stato meglio chiamare il ciclo: otto domande da porre....

massimo 10.02.14 14:52| 
 |
Rispondi al commento

PIÙ GRAVI SONO I PROBLEMI, MAGGIORE È IL NUMERO DI INCAPACI CHE LA DEMOCRAZIA CHIAMA A RISOLVERLI
(Nicolas Gomez Davila)

luxveniente 10.02.14 14:48| 
 |
Rispondi al commento

la casta locusta...forza GRILLO E GRILLINI...

alberto orru, cagliari Commentatore certificato 10.02.14 14:40| 
 |
Rispondi al commento

Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 10.02.14 14:39| 
 |
Rispondi al commento

Questo ipocrita , nefasto personaggio non risponderà mai...Ma voi non desistete
: continuate a porre le 10 domande , in modo che tutti i cittadini italiani ne vengano a conoscenza ... Quel verme dovrà avere gli incubi ...

Bergamo Giuseppina 10.02.14 14:37| 
 |
Rispondi al commento

L'ing. de benedetti (ing. quattro stagioni perchè sta sempre dalla parte del più forte) è uno di quei soggetti a cui non frega niente e nessuno se non dei caXXi suoi... un buon esempio di italiano moderno...

Massimo Vannucci 10.02.14 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Ma che domande fai! Questo l' Articolo Quinto l'ha già modificato: chi c'ha i soldi in mano ha vinto!!!

Massimo Flumeri 10.02.14 14:30| 
 |
Rispondi al commento

chiedete al Dott. De Benedetti se hai tempi conosceva il Dott.Franco Reposi…perché un po' di operazioni sono passate da Reposi Agente di Cambio di Genova

Valter Mariotti (valmariotti ), Trezzano Rosa Commentatore certificato 10.02.14 14:28| 
 |
Rispondi al commento

La domanda che forse più mi preme è quella sui danni da inquinamento prodotti dalla centrale di Vado Ligure.
Io vivo all'estero da circa 7 anni e negli ultimi periodi a Grugliasco,piccolo comune nei pressi della mia città Torino, è stato costruito un inceneritore. Ora io non sono un tecnico e nemmeno uno scienziato sò solo però che quando ho le ferie rientro ovviamente in Italia, bene nel giro di un paio di giorni prendo sempre una fortissima tosse che mi passa magicaemente come rientro a casa.
E' mai possibile avvelenare l'ambiente e la salute delle persone per scopi di lucro? in Italia si ed abbiamo la triste realtà di chi ha sotterrato rifiuti altamente tossici avvelenando tutto e tutti.
In Italia ci sono tantissimi conflitti di interesse in gioco anche peggiori di quello che il giornale La Repubblica ha particolarmente enfatizzato, perchè le ricadute di tumori e cancri portano alla morte delle persone, per non parlare degli aspetti legati alle vicende personali di Berlsuconi e il bunga bunga eutte le asfissianti domande che in nome di una libertà di informazione sacro santa sono state poste al presidente del consiglio in quanto figura istituzionale e quindi chiamato ad avere un atteggiamento esemplare e onesto. Il Signor De Benedetti non sarà una figura istituzionale ma non per questo può lasciare che la libertà di informazione e quindi di rivolgere delle domande cada nel vuoto ne tantomeno presumere che debba esserci il tesserino da giornalista e un altisonante giornale dietro a poter supportare e legittiamare al tempo stesso tale diritto di porre delle domande, sopratutto quando in ballo c'è la salute delle persone.

Giovanni Barbieri 10.02.14 14:27| 
 |
Rispondi al commento

De Benedetti, quando morirari verrò a ballare sulla tua tomba.

carlo 10.02.14 14:22| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDA GIA' FATTA, ci mettete mesi a formulare una domanda, pardon... a copiare...

chiediamogli quando smetterà di sporcare le edicole con quella carta straccia comunista

Marco Vennetti 10.02.14 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Il consueto finale: "Risponda per cortesia anche se si trova in Svizzera", mi piace troppo.

Ivan Bentivegna, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.14 14:17| 
 |
Rispondi al commento

DE BENDETTI RISPONDI,RISPONDI!!!!!!!!
ALVISE

alvise fossa 10.02.14 14:16| 
 |
Rispondi al commento

Ci vuole Meritocrazia nel nostro paese.
E invece i Top Manager in Italia sono sempre quei nomi che girano da anni e la cosa piu' grave e' che , anche quando fanno danni irreversibili , non pagano per i propri sbagli e probabilmente tali sbagli eseguiti volontariamente per chissa' quali oscuri interessi!

Simone M., Bologna Commentatore certificato 10.02.14 14:15| 
 |
Rispondi al commento

Pochi conoscono l'operato di questi veri grandi guru che vivono in svizzera e lucrano sulle nostre spalle...ma il conto arriva anche per loro...

Gabriele B., Lucca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.14 14:14| 
 |
Rispondi al commento

Grande! Quest'onestuomo con le mani in pasta in tutti i grandi affari italiani e esteri è un genio della finanza ! Dove è andato ha guadagnato , l'Olivetti , la fiat , la Cir , La SME , l'OMNITEL , il banco Ambrosiano , ecc.... Peccato che tutte queste aziende ne sono uscite spolpate o quasi , chissà perchè ! Tessera n 1 del PD , in effetti è un vero socialista sempre preoccupato del bene del popolo ! E' riuscito a scucire 500 milioni di euro al suo grande avversario quel Berlusconi che gli soffiò la Mondadori pagandola molto più della sua offerta ! In effetti è il numero uno del PD !

vincenzo di giorgio 10.02.14 14:10| 
 |
Rispondi al commento

dove ha messo le mani questo squalo ha distrutto, chiedetegli della holding sanitaria che ha costruito sulla pelle dei malati. Sono una sua ex dipendente, le sue strutture sono al limite della legalità ma, naturalmente, nessuno ne parla. Io ho parlato ma sono stata licenziata.
Grazie squalo

selmi mary 10.02.14 14:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'editore di Repubblica, giornale ormai ridotto ad organo di propaganda di partito, non ha tempo per rispondere alle domande, lui risponde solo a quelle di Monti a Sankt Moritz consigliandolo su come fare il colpetto di stato delle banche e dei poteri sovra-nazionali, ai danni degli italiani, avallato e già deciso dal Colle nell'estate 2011

Massimo Lafranconi, Lecco Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.14 14:02| 
 |
Rispondi al commento

Neoliberismo e come si è sviluppato con le politiche
- Il neoliberismo è emerso dopo il fallimento delle lotte degli anni Settanta e con esso è iniziato il progressivo smantellamento dello Stato sociale. Quanto più neoliberismo tanto più malessere sociale, dal quale, se vi è intelligenza e volontà, può anche emergere un’alternativa. Se non tocchiamo il fondo, non riusciremo a sollevarci: purtroppo siamo fatti così. Il vero problema è come spezzare la catena dei corsi e ricorsi. Dobbiamo darci delle garanzie minime per non ricadere negli stessi errori e di sicuro non le troveremo nell’economia di mercato.

Come vede l'omogeneizzazione politica di questo momento con PD PDL e Centro piegati al volere del potere economico?

- Nei paesi capitalisti la politica non è in grado di gestire l’economia, anzi, di regola avviene il contrario. La politica serve ai poteri forti dell’economia e della finanza per farli diventare ancora più forti e per tenere sotto controllo chi non accetta lo status quo.

Vincenzo Sciarra 10.02.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Questa 5° domanda è esattamente identica alla 2°....

Andrea Cova 10.02.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Intanto morirà anche lui e nessuno lo rimpiangerà ma nel fra tempo lui ha fatto piangere milioni di italiani . Il suo compare "666" tlo trascinerà per i piedi con una grande risata Haaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!.

giorgio roveda, genova Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.02.14 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Partiamo da Mani Pulite . De benedetti se non fosse stato per un certo GREGANTI , anche lui avrebbe fatto una brutta fine PECCATO .
Dopo il 94 l'Italia fu divisa in due Pd a De benedetti, pdl a berlusconi.
Questi signori in 20 anni hanno saccheggiato il paese , hanno sperperato enormi risorse , hanno fatto aumentare la corruzione a livelli che tutti sappiamo , hanno affossato le energie rinnovabili, infrastrutture di rete, si sono comprati le aziende dello stato al primo round delle privatizzazioni e adesso ci riprovano con il secondo round.
Questi signori sono i nemici della NAZIONE , gli ITALIANI non si rendono conto che in 20 anni hanno minato le fondamenta dello stato .
Se avremo una guerra civile la colpa sarà per troppa negligenza e menefreghismo nostro ma principalmente di Berlusconi e De Benedetti.

GIOVANNI I., Padova Commentatore certificato 10.02.14 13:52| 
 |
Rispondi al commento

NON CORRIAMO DIETRO AI PORTATORI DI MORTE.....RICERCHIAMO I PORTATORI E DIFENSORI DELLA VITA.......OGNUNO VADA PER IL PROPRIO DESTINO!!!!

terenzio eleuteri 10.02.14 13:51| 
 |
Rispondi al commento

MA DAVVERO CREDETE O ANCHE SOLO SPERATE CHE RISPONDA A QUESTE DOMANDE???? E'UNA BELLA PROVOCAZIONE MA RIMANE TALE E IN QUANTO A UTILITA': ZERO........
UN GRANDE FRZA RAGAZZI PER I PARLAMENTARI E I SENATORI DEL M5S, SIETE GRANDI E POTETE SICURAMENTE FARE DI PIU'........ SO' CHE LO FARETE!!!!
GRAZIE

Emiliano Valente 10.02.14 13:42| 
 |
Rispondi al commento

Debenedetti è la tessera n. 1 del pd immaginatevi quelli che lo seguono.

giacomo piccirillo 10.02.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Essere ITALIANI
significa AMARE IL POPOLO DI CUI SI FA PARTE
combattere per i propri dipendenti
avere L'ORGOGLIO DI PORTARE AVANTI LA PROPRIA PATRIA,

....................

chi si considera un cittadino del mondo (vedi Marchionne Italo-canadese-svizzero, o gli Elkann o magari potrebbe essere forse pure l'eventuale caso dell'Ingegnere De Benedetti) questo AMOR PATRIO non lo possiede,
soprattutto se fa già parte di altri gruppi molto coesi, compatti, e granitici.

Carlo Pandolfini, Catania Commentatore certificato 10.02.14 13:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori