Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

La finta abolizione delle province: #SfiduciamoRenzie

  • 83


santaprovince.jpg

"Sono anni e anni che i partiti dicono di volere abolire le Province ma poi il risultato è sempre un nulla di fatto. Il 14 di maggio del 2013, appena insediato il governo Letta, il M5S presenta un disegno di legge costituzionale che prevede l'abolizione VERA delle province. Ma il parlamento ignora colpevolmente questo disegno di legge e la sua discussione non viene mai calendarizzata. Delrio dice di voler abolire le province e non le abolisce. Dice di voler semplificare gli apparati istituzionali e non li semplifica. Dice di voler ridurre il numero delle poltrone e invece lo aumenta. Dice di voler ridurre i costi della politica e invece non li riduce. Attualmente nei comuni con popolazione fino a 1.000 abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da 6 consiglieri. Col disegno di legge Delrio invece abbiamo 10 consiglieri e 2 assessori. E le poltrone aumentano! Attualmente nei comuni con popolazione da 1.000 a 3.000 abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da sei consiglieri e due assessori. Col disegno di legge Delrio invece abbiamo 10 consiglieri 2 assessori. E le poltrone aumentano! Attualmente nei comuni da 3.000 a 5.000 abitanti, il consiglio comunale è composto, oltre che dal sindaco, da sette consiglieri e 3 assessori. Col disegno di legge Delrio invece abbiamo 12 consiglieri 4 assessori. Il Movimento 5 Stelle voterà, ovviamente e convintamente, NO a questo provvedimento farlocco!" Maurizio Santangelo, capogruppo M5S Senato


26 Mar 2014, 17:41 | Scrivi | Commenti (83) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 83


Tags: Delrio, fiducia, M5S, privilegi, province, province abolite, Renzie, Santangelo, sfiducia, sprechi, voto

Commenti

 

salve ragazzi,ho bisogno di un aiuto..... sto visionando la legge ma non riesco a trovare i punti in cui specifica l'aumento dei consiglieri e assesori nei comuni.mi potete aiutare?anche con un link.grazie a tutti.
e ricordate col passa parola vinciamo noi...

fabio rizzo 28.04.14 16:10| 
 |
Rispondi al commento

Grazie M5S


Forza M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 29.03.14 20:07| 
 |
Rispondi al commento

un'ultima cosa, poi vi lascio in pace: state facendo il gioco di renzi. Voi siete in buona fede ma lui vi sta copiando i temi per portarvi via voti; provate a ribaltare il tavolo: via le regioni fonti di enormi sprechi e distanti da gran parte dei cittadini, torni tutto allo stato per quanto riguarda la legislazione e province e comuni si occupino dell'amministrazione.
p.s. io non lavoro in provincia, quindi non ne ricavo un soldo dalla loro sopravvivenza ma abito in una terra che verrà devastata dall'autostrada tirrenica con il tracciato previsto e approvato dalla regione e solo la provincia si è opposta

rossano m. Commentatore certificato 29.03.14 19:55| 
 |
Rispondi al commento

uno spunto di riflessione, se veramente, come dite, volete il bene del paese
http://www.linkiesta.it/abolizione-province

rossano m. Commentatore certificato 29.03.14 14:53| 
 |
Rispondi al commento

consiglierei a tutti i fautori dell'abolizione delle province, compresi i parlamentari del movimento 5 stelle, di ragionare su questi aspetti:
gli sprechi sono nelle province o nelle regioni?
perchè abolire un ente vicino al territorio e lasciarne uno "capoluogocentrico", vivete tutti nei capoluoghi di regione?
perchè tutti i partiti sono d'accordo nell'abolire un ente che rappresenta solo l'1,6% della spesa? forse perchè per loro è un danno marginale, accettabile?
come faranno i comuni dei territori marginali ad essere coordinati quando il capoluogo è a 300 Km e la regione si deve occupare di tutti?
come faranno i comuni a occuparsi di problemi sovracomunali (es. difesa del suolo), non mi si dica se ne occupa la regione (vedi autostrada in maremma)
a chi pensate che verranno date le risorse che ora vanno alle province? alle regioni che le gireranno ai territori con più alto bacino elettorale.
Facciamo una bella battaglia per abolire le regioni, lasciare competenze legislative allo stato e amministrative a province e comuni (ognuno per la sua competenza), siamo ancora in tempo oppure edvo pensare che anche il M5S ragioni come PD e ex PD(L)-L?

rossano m. Commentatore certificato 29.03.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Ma è ovvio che PD+-L non potranno mai toccarle sul serio le provincie... senza un serbatoio di voti di assessori e consulenti e i loro parenti/amici mangia-pane a tradimento come quello, alle prossime elezioni anche con le intese più "larghe" del mondo e lo psico-martellamento mediatico non arriverebbero comunque neppure al 10% tutti uniti appassionatemente e trasversalmente con tutte le alleanze e gli inciuci di questo mondo

Henry Gale, Vercelli Commentatore certificato 29.03.14 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Disegno di legge Delrio, ovvero (falsa) abolizione delle province. Infatti, le province vengono abolite solo apparentemente dato che, in realtà, continueranno a sopravvivere al ddl Delrio (se verrà approvato) e lo faranno con un altro nome. Il ddl consentirà un risparmio di 2 miliardi circa, ma questa è una informazione diramata dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio. Mentre, il più autorevole parere della Corte dei Conti non è affatto dello stesso avviso. I dati parlano, semmai, di un risparmio che raggiunge appena i 35 milioni. E questa era la notizia buona, ma ce n'è per tutti. La riforma delle province dovrà essere necessariamente approvata dal Parlamento prima del 5 aprile per non correre il rischio di dovere andare ad elezioni in 73 province, 21 delle quali commissariate di recente. E' una vera e propria corsa ad ostacoli. Il tempo stringe a tal punto da non sembrare affatto pro-Renzi. Eppure, fresco di nomina presidenziale aveva lanciato il suo ambizioso programma di governo: quasi un pronostico che non mancherà di rivelarsi una scommessa persa già in partenza.

Nausica S., catanzaro Commentatore certificato 29.03.14 02:22| 
 |
Rispondi al commento

Così ci fu insegnato: ...Quali sono, o figlio di famiglia, i quattro cattivi elementi da eliminare? La distruzione della vita, o figlio di famiglia, è cattivo elemento, il prendere il non dato è cattivo elemento, il non retto comportamento per brame è cattivo elemento, il dire menzogna è cattivo elemento. Questi sono i quattro cattivi elementi da eliminare.
Così sta accadendo oggi oppure è proprio l'esatto opposto degli antichi insegnamenti?
Chi trasmise quegli insegnamenti non è più rappresentato da secoli nelle debite sedi.
Oggi constatiamo che: ...anni or sono si diceva che quel partito era del popolo e avrebbe tutelato i lavoratori e le classi sociali meno abbienti... ma oggi chi rappresentano costoro?
E quegli italiani che per anni e anni hanno ciecamente creduto in loro, oggi che cosa pensano?
Chi sono realmente costoro? Dai fatti appaiono governanti non ligi al dovere ed ancor meno del rispetto della giustizia di cui si son sempre fatti paladini!
Il lavoro nobile che fu svolto dagli uomini di buona volontà non è stato forse calpestato sino a portare il nostro Paese alla svendita totale dei tesori che appartengono allo nostro Stato?
Le attività umane improntate al merito ed all'onestà nel lavoro furono distrutte dal potere espletato nella corruzione ordita dalle istituzioni di potere che ancor oggi, accorpano moltitudini di esseri al soldo in cambio di lavori sicuri e remunerati oltre ogni limite umano.
Buona cosa è il rispetto della Costituzione Italiana che è alla base di una società civile e democratica ed è quanto si evince nelle azioni illuminate del Movimento 5 Stelle.
Infatti operando con la rettitudine si governa un Paese mentre più vi sono leggi e divieti più il popolo precipita in miseria e con tanto più il governo di un Paese è corrotto con tanto più il Popolo si fa scaltro e più ci sono grassatori e ladri.
Ma tutto ciò conduce forzatamente ad una fine.

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 28.03.14 23:51| 
 |
Rispondi al commento

Ma quali provincie?
se davvero volete risparmiare e non solo a parole eliminate le prefetture che sono dei doppioni delle questure , i tagli vanno fatti al quirinale ma i veri sprechi si annidano nei ministeri e negli uffici della capitale.

angelo 27.03.14 21:52| 
 |
Rispondi al commento

ER BUCIA continua a prendere per i fondelli i suoi elettori che in modo acefalo non riescono a capire quello che sta combinando il loro presidente contro il popolo italiano e solo a favore di coloro che pur di mantenere privilegi econo0mici falsificano le decisioni che dovrebbero abbattere i costi della politica invece in modo subdolo e vergognoso aumentano le uscite. Per permettere ai pesci pilota dei squali polititci di poter continuare tranquillamente a mangiare i rimasugli del cibo mangiato dal loro padrone.

giancarlo 27.03.14 19:18| 
 |
Rispondi al commento

..li cacceremo tutti!
..in alto i cuori!

pasquino 27.03.14 19:02| 
 |
Rispondi al commento

Il provvedimento sull' abolizione delle province, l' istituzione delle città metropilitane e l' accorpamento dei comuni più piccoli mi sembra una gran porcata.
Un guazzabuglio perchè le province non verranno abolite e per fortuna dico io ma il risultato di ciò che prevede del Rio è sconcertante.
Qualcuno pensa che questa sia una specie di prova
per poi rimetterci mano più poderosamente.
Non hanno voluto shockarci ma l' hanno fatto.
Uno schifo in una parola.

combattiva 27.03.14 16:44| 
 |
Rispondi al commento

La gente pensa che Renzie abbia davvero abolito le provincie, faccio appello ai nostri rappresentanti nei loro incontri di spiegare come stanno invece le cose, noi parliamo con le persone ma anche loro se in televisione spiegare per filo e per segno come stanno le cose altrimenti signori con tutta l ingnoranza che c e la gente pensa che Renzie sia l uomo della provvidenza e che sta cambiando le cose quando non è vero aiutateci per favore!!!!

Emiliano Argenziano, Roccalumera Commentatore certificato 27.03.14 13:12| 
 |
Rispondi al commento

Le Provincie sono un serbatoio di posti di lavoro per gli amici degli amici per cui sarà una lotta dura sconfiggere e abolire una serie di poltrone infinite. In Piemonte c'è Saitta da una vita ma ha fatto veramente poco di utile e come un paracarro serve solo in caso di necessità ... per concludere nulla di buono. Sarebbe fantastico poter eliminare un po' di clientelismo. Con le prossime elezioni regionali in Piemonte e le Europee con una svolta si potrebbe rivoltare la politica come un calzino e finalmente ricostruire un Paese distrutto da politici incapaci e affamati di POTERE, poltrone, € rubati a tanti cittadini.

Renzo Grillo 27.03.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Da sembre il politicante a fatto politica per soli scopi personali ( arricchimento,privilegi,potere,ecc..) l'ignoranza e la disinformazione li a aiutati tanto adesso BASTA ...vinciamo noi M5S per sempre

Giuseppe Minnelli 27.03.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

Bellissimo e puntuale intervento di Santangelo.
La ritmica siciliana lo rendono unico.
Tutte le TV lo stanno trasmettendo in continuazione.

Servirà nuovamente rivederlo tra 2 mesi. Noi l'avevamo detto che la proposta Renzi era una strunzata!

Marco16 F., Torino Commentatore certificato 27.03.14 11:42| 
 |
Rispondi al commento

Una pia illusione! Il PD e affini, come possono abrogare le provincie se in seno a quest'enti, si trovano, prostituti/e nonché dipendenti del medesimo partito e affini? Serbatoi di poteziali elettori! Per prostitute\i s'intende, senza offendere, chi pratica questo antico "mestiere", sono quei comportamenti, che solitamente si trovano, nell'essere, per sopravvivere e che pratica, non avendo altro di che svolgere. Quindi si rivolge, agli amici degli amici, che vivono di politica in loco, e con dovizia e salamalecchi varie, trova di che fare; vedasi Renzie, nella provincia di Firenze, chi h'assunto? Infatti, gli è costato una condanna per reato erariale. Caro Santangelo, il M5S, per capovolgere questo sistema corrotto e mafioso, necessita una strategia di tipo analogo, però al contrario, per incastrare quest'accozzaglia, che vi concorre, diversamente sarà dura a stanarli e chi paga? E' il popolo italiano, oramai, purtroppo, quasi ridotto alla fame!

Lorenzo Morganti, Firenze Commentatore certificato 27.03.14 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Santangelo,complimenti,GRAZIE x ciò che fate,colgo l'occasione x complimentarmi anche con Endrizzi x l'intervento con la trasmissione della Pannella,presente la Micheli e Repetti,da esterno,conduzione discutibilissima sempre a danno M5S,come la Bignardi,trasmissioni che si guardano solo se vi è un ospite interessante anche se si mette a dura prova la pazienza e uno si arrabbia e trova conferma che solo con una rivoluzione si possa cambiare.Grazie a TUTTI voi che con tanto impegno e pazienza,forse io non resistrei a prenderli a calci,tanto x essere buono,da cittadini onesto ora non ne posso più,cercate di cambiare le cose,FORZA,saluti a TUTTI

luciano borghi 27.03.14 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Ma non sarebbe piu' semplice accorpare i comuni sotto i 5000 abitanti. E lasciare due rappresentanti comunali in ogni comune accorpato
facenti anche la funzione di consigliere o assessore nel Comune principale per tutelare il Comune che rappresentano.

ROBERTO GHIDONI, Andora Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.03.14 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Salve,
sono finiti, vanno avanti solo a forza di spot pubblicitari aiutati dai media di regime. Ecco perchè il loro "capo" è Renzye un esperto venditore di pentolame ecc... era proprio quello di cui avevano bisogno.... Saluti e tutti a casa...

Domenico Laurenza 27.03.14 10:25| 
 |
Rispondi al commento

Bene, bene, bene. Da Mariolino Cannuli a Nicoletta Orsomando. Cambia l'annunciatore, cambiano gli annunci, ma il risultato è peggio del nulla, IL PEGGIO ASSOLUTO.

anna sono, olbia Commentatore certificato 27.03.14 09:02| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

anna sono, olbia Commentatore certificato 27.03.14 08:44| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna abolire le regioni a statuto speciale, che non hanno ragione di esistere , dove i privilegi e le spese della casta non hanno veramente dei limiti, dove ad esempio in un comune fino a tre mila abitanti i consiglieri di maggioranza sono 8, di minoranza sono 4 e gli assessori oltre il sindaco sono 4!!!!!!!

vincenzo ferrantelli 27.03.14 08:20| 
 |
Rispondi al commento

lo capisce anche un bambino che alla fine che alla fine le provincie diventeranno un estensione dei comuni e ciò vorrà dire "presenze" di politici in missione=gettone di presenza e trasferta....quindi i costi si amplificheranno..
L'ennesima "presa di culo" visto che la supplenza costerà soldi ugualmente....ma tanto l'italioti si bevano tutto e di più...4 anni di governi tecnici e non sono riusciti a riformare le istituzioni...non solo emerge sempre di più in modo evidente che i comuni stanno in piedi, facendo cassa su multe e parcheggi semafori trappola..appena saremo nei comuni noi in modo massiccio esigo che si spulci e si analizzi dove sono andati a finire tutti questi soldi..in base alle disposizioni previste dal CDS....

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 27.03.14 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Tutti i giornali e tutte le tv pubblicano l'abolizione delle provincie anche il fatto quotidiano , non capisco questo quotidiano nel quale scrivono persone intelligenti e preparate come Gómez e Travaglio come possa cascare nelle trappole di PD e FI e il resto della ciurmaglia. Viva sempre m5s e chiunque abbia capito che bisogna uscire dall'euro e realizza l'energia solare per avere indipendenza energetica. Pitoni franco

frank pit 27.03.14 07:29| 
 |
Rispondi al commento

Errori su errori principalmente commessi da Matusalemme (Quirinale), con la scelta di Renzi e dei suoi mini ministri l'Italia ha definitivamente perso la faccia in Europa. Se non c'è un colpo di reni potente l'Italia vivrà in cono d'ombra per i prossimi decenni.

Angelo B., Napoli Commentatore certificato 27.03.14 07:29| 
 |
Rispondi al commento

http://www.tgcom24.mediaset.it/politica/2013/notizia/il-m5s-aderisce-al-gruppo-parlamentare-piu-europeista_2013050.shtml


CONFERMATE LA NOTIZIA, SE E VERA ...LA SCONFITTA E ASSICURATA !

luciano n., aprilia Commentatore certificato 27.03.14 06:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

le provincie non sono un problema....il problema è quello scimpanzé telecomandato dai tizi dell'unione atlantica (leggi nuovo ordine mondiale) che vorrebbero spingerci alla 3 guerra mondiale per piegare putin...fortuna che sono diventati così poco credibii con il 90% dell'esercito ucraino che passa con i russi... che chiunque dotato di un intelletto medio......non credo riusciranno...

ora si spiega tutta questa volontà di fare fuori il nano le religioni e i nazionalismi...per questo hanno costruito una falsa sinistra e l'hanno foraggiata....non mi sembrano poi così illuminati se dopo il nero non troppo nero cercheranno di fare una presidente degli usa e getta donna...è programmato da anni

b_r_u_n_o_ex 27.03.14 06:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PARLANO, PARLANO, PARLANO, PARLANO, e ancora PARLANO E NIENTE DI BUONO FANNO:
Tanto il popolo a cui si rivolgono è stato ben rincoglionito dalle menzogne millenarie messe su ad arte dai furbacchioni del vaticano.

In Italia c'è una grossa fetta di gente che è realmente convinta che niente si possa cambiare.

M5S INTELLIGENCE, INTELLIGENCE,INTELLIGENCE deve essere la nostra bandiera !!!

andrea cotza 27.03.14 03:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

maporcocattocomunistaladrobastardofigliodiunascoriaazotatainfame

Vittorio DIncaLevis, Pordenone Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 27.03.14 02:44| 
 |
Rispondi al commento

Questa "abolizione" delle Province in salsa renziana è aberrante per vari motivi: che le poltrone anziché diminuire aumentano è già una cosa grave, ma è ancora niente a confronto del principio ispiratore di tutto l'ambaradàn: IN CAMBIO DI UN "RISPARMIO" (che poi di fatto nemmeno c'è) TAGLIAMO GARANZIE DEMOCRATICHE.

Si tratta dello stesso principio che ispira la riforma renziana del Senato che, in nome di un supposto "risparmio" elimina la garanzia democratica del bicameralismo perfetto (una delle architravi previste dai Padri Costituenti a garanzia degli equilibri istituzionali: il bicameralismo perfetto permette che il pubblico dibattito possa fermare le leggi-porcata tra un'Assemblea e l'altra, prima di trovarsele belle e pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale).

Così come per il Senato della progettata riforma renziana, anche per le nuove Province non viene abolito l'Ente (nel caso delle Province sarebbe invece auspicabile, e del resto era l'intendimento del legislatore quando nel 1970 vennero istituite le Regioni, per le quali sarebbe comunque opportuno recedere dalle modifiche al Titolo V della Costituzione attuate unilateralmente nel 2001 da un centrosinistra malamente improvvisatosi "federalista"), bensì la Provincia -con le sue poltrone di Casta- viene trasformata in Ente NON ELETTIVO.

L'idea di "DEMOCRAZIA" dei sinistri "Democratici" è quella di ALLONTANARE IL CITTADINO DAL GOVERNO. Napolitano ha portato tale approccio al parossismo (tanto che preferirebbe non mandarci mai più a votare): lui ritiene il Popolo non già titolare della Sovranità nazionale come costituzionalmente intesa, bensì un impiccio, una massa di idioti da tenere a bada per non intralciare "quelli che sanno", nella sua idea un Direttorio di "ottimati".

Non a caso Napolitano e il PD sono arcieuropeisti, paladini del "più Europa" contro ogni evidenza. Così funziona l'UE: gli enti decisionali non sono elettivi. Non è più "governo", è "GOVERNANCE". Ma è anche una ben strana idea di democrazia.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 27.03.14 02:11| 
 |
Rispondi al commento

I falsi hanno sempre inciampato nella loro miseria umana e questo è esattamente quello che capitera' a te, ducetto da 4 soldi non eletto da nessuno. Ti accopperemo coi voti dei cittadini e tornerai a raccontare minchiate al bar di pontassieve o dove cazzo abitavi.

Carlo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 27.03.14 00:34| 
 |
Rispondi al commento

"Che tutto cambi perché nulla cambi!"
Dopo la finta abolizione del finanziamento ai partiti ora la storia si ripete in modo analogo!
Naturalmente se il M5S vota contro, meglio!
Ecco un argomento da modellare, lisciare, addomesticare e fornire come propaganda elettorale contro "Grillo" !
La tecnica è ormai consolidata e parte dal famoso streaming con Bersani!
Purtroppo queste cose ce le diciamo tra di noi e qualcuno che viene a spulciare queste pagine!
Da Vespa o dalla Bignardi temo che cose simili non saranno evidenziate!

Hivon T., Spinea Commentatore certificato 27.03.14 00:22| 
 |
Rispondi al commento

giornalista del giorno (in realta Redazione Online).
Da Corriere.it
http://www.corriere.it/politica/14_marzo_26/province-oggi-voto-decisivo-governo-autorizza-fiducia-cc891bc2-b4b9-11e3-a6d7-e7d475c5f9ab.shtml

In questo articolo si racconta quanto successo al senato relativamente al DDL del Rio. Vi e' una sezione intitolata "Le Reazioni Favorevoli" ed una intitolata "I contrari". In tutto l'articolo il M5S non viene mai menzionato, nemmeno tra i contrari, viene detto che alcuni senatori dei Popolari per l'italia hanno votato contro, si riferisce la posizione della Puppato, ma non si riferisce niente sulla posizione del m5s. Mi sembra la pravda!!!!!!!

Nicola P., Brescia Commentatore certificato 27.03.14 00:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fatevi una cortesia . Il giorno dopo la pubblicazione della cosiddetta "abolizione delle province" andate su http://www.governo.it/Governo/Costituzione/2_titolo5.html
E' la Costituzione italiana online. Vedrete che le province sono ancora lì , altro che abolite !

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 23:52| 
 |
Rispondi al commento

Ma che fine ha fatto la proposta di legge costituzionale di M5S per l'abrogazione delle province ? Non riesco a capire per quale misterioso meccanismo ci sia qualcuno che possa decidere se mettere ai voti una proposta di legge e abbandonarne un'altra presentata molto tempo prima. Che razza di democrazia è questa ?!

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Continua la serie delle balle sparate da questo governo e dai suoi ministri. Ma cosa potevamo pensare riguardo all' abolizione delle provincie... Certamente aumentano a dismisura le cariche politiche di Assessori e consiglieri comunali.... Sono posti pronti per gli amici degli amici, tanto per poter gestire meglio e con maggior forza il potere... Ma presto finirà, mi sento molto "veggente"....

raffaello raffaelli, arezzo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 23:29| 
 |
Rispondi al commento

...Bhè...se chiudono le provincie...da qualche parte, i compagni devono metterli...che fanno?...per il sindacato hanno già dato....ma...già!!!...non ci avevo pensato...nei comuni! Certo!!! Grande Del Rio! Avanti compagni e amici!!! Nei Comuni!!!
NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE, TUTTO SI TRASFORMA...
A. L. de Lavoisier, detto il chimico...

luxveniente 26.03.14 23:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Pd con la complicità della stampa prende per l'ennesima volta per il culo i cittadini.

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 26.03.14 23:03| 
 |
Rispondi al commento

Buona cosa è il rispetto della Costituzione Italiana che è alla base di una società civile e democratica ed è quanto si evince in queste azioni illuminate del Movimento 5 Stelle.
Infatti operando con la rettitudine si governa un Paese mentre più vi sono leggi e divieti più il popolo precipita in miseria e con tanto più il governo di un Paese è corrotto con tanto più il Popolo si fa scaltro e più ci sono grassatori e ladri.
Ma tutto ciò conduce forzatamente ad una fine e ad un mutamento, non si ripeterà più il Medio Evo e infatti oggi, è giunto il tempo dell'avvio verso il cambiamento.
Purtroppo avverso alla Costituzione Italiana è quanto sta accadendo in questo tempo e i governanti corrotti diffondono l'indigenza nel popolo e ci domandiamo, per quanto tempo ciò si protrarrà ancora nei giorni che verranno?

Pier Luigi Tenci, Torino Commentatore certificato 26.03.14 22:16| 
 |
Rispondi al commento

Grande Maurizio!!!!!!

Antonino Cavallaro 26.03.14 22:14| 
 |
Rispondi al commento

e' un altro governo fasullo, di risparmiare non gliene importa nulla, tanto i soldi li prendono ai cittadini

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 26.03.14 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Santangelo Meraviglioso!

Massimo C., Fucecchio Commentatore certificato 26.03.14 22:01| 
 |
Rispondi al commento

L'abolizione delle province dev'essere fatta xchè è un risparmio strutturale x gli italiani e cioè costi estinti x sempre.

Il M***** deve assolutamente denunciare ai cittadini, attraverso l'informazione, se questo risparmio non ci sarà, ovvero verranno creati posti per politici.

M***** onestà + coerenza = credibilità

un saluto a "er fruttarolo" che sembra essere la pistola + veloce del blog momentaneamente
Frutta vai a leggere il sottocommento che ti ho scritto al tuo "one"

ed un saluto a tutti i commentatori/trici del blog

da nessun copy
prossimo elettore ✩✩✩✩✩

nessun copy 26.03.14 21:54| 
 |
Rispondi al commento

se non o capito male tolgono le province e mettono le citta metropolitane e poi aumentano tutti questi consiglieri nei comuni ma qui continuano a dire bugie al popolo italiano questi politici non sono venditori di pentole ma peggio ti vendono le bugie ilche e' niente si paga di piu' per avere niente...

roberto fiaschi, tavarnelle val di pesa Commentatore certificato 26.03.14 21:35| 
 |
Rispondi al commento

Questi sono tre link di articoli scritti sul mio Appello rivolto al Premier Renzi, all’Ambasciatore degli Stati Uniti a Roma, John R. Phillips e al Presidente Barack Obama per scongiurare il rischio crollo per i lavori della Metro C sotto il Colosseo e ai Fori Romani: http://www.cinquequotidiano.it/territori/disagi/2014/03/25/colosseo-roma-obama
http://www.di-roma.com/index.php/ultime/item/920-barack-obama-a-roma-in-visita-anche-al-colosseo
http://www.affaritaliani.it/roma/atterra-obama-appello-per-il-colosseo-aiuto-la-metro-c-cancella-la-storia-26032014.html

PAOLA gIANNONE 26.03.14 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Stavo per lanciarmi a scrivere una filippica noiosa. Si fa prima a dire che hanno proprio la faccia come il culo. La sberla, stavolta, sarà un poco più consistente di quella "per l'acqua" (Ricordate il silenzio smarrito dei tromboni di regime? Durò diversi giorni). Stavolta ci vogliono levare l'aria... Se la cercano: masochisti.

renato unti, marsala Commentatore certificato 26.03.14 21:05| 
 |
Rispondi al commento

P.S.parlando seriamente.
In una azienda produttiva se si chiude un reparto vanno tutti a casa;si chiude il capannone e non si paga più l'affitto o lo si mette in vendita.
Qua và a finire che che qualche migliaio di inutili consiglieri provinciali se ne stanno in stan-by per la prossima carica ma la parte grossa ,cioè i dipendenti altrettanto inutili,dove và a finire ? sembra li spostino in regione:Ergo costeranno di più e a fare che ?
Poi mancano i soldi e ,soprattutto,organici per i vigili del fuoco,le forze di polizia.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 26.03.14 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Le Province furono istituite e inventate da Napoleone e sono la base di uno stato moderno. Abolirle è una follia assurda. Vanno semplicemente ridotte. Ad un massimo di 60 rispetto alle attuali 108 aggregandole. Idem per i Comuni che da 8000 potrebbero tranquillamente diventare 2000. Idem le regioni. QUINDI È UNA FOLLIA ASSURDA CONTINUARE A MENARLA CON I PRESUNTI RISPARMI. I RISPARMI SI FANNO RIDUCENDO IL NUMERO.

Luigi Previtera 26.03.14 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mentre stavo ascoltando il discorso di santangelo su rai news al punto cruciale che stava spiegando il bluff delle province improvvisamente la conduttrice è ritornata in studio(mancavano pochi minuti alle 18)l'ho notato perchè non è la prima volta che proprio nel momento in cui m5s spiega in diretta i motivi per cui vota o meno un provvedimento succede ciò.Sembra fatto apposta. infatti quando ritorna alla diretta c'è già un altro partito.Ritorsione verso Fico?spero che questo mio post gli arrivi all'orecchio.m5s vi adoro

marianna sepe 26.03.14 20:05| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Renzieeee.......getta fumo negli occhi dei dementi che guardano mediarai......loro ti crederanno......in noi aumenterai il disprezzo che abbiamo per voi insulsi burocrati......

Max ., Trieste Commentatore certificato 26.03.14 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Suvvia ragazzi ve la prendete con del rio.Tiene famiglia e,se non sbaglio, è molto prolifico .
dovrà pure pensare ai giovani(quelli suoi).

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 26.03.14 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Le province devono essere eliminate dalla Costituzione!

Gianluca P., mitico_gianni@hotmail.com Commentatore certificato 26.03.14 19:25| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito. Moltiplicano le poltrone per lasciare un posto a sedere ai politici trombati. La proposta di Renzi pare sia questa : " Vi cancello i senatori, ma poi faccio risorgere il Senato per i vostri Consiglieri regionali più una spruzzata di sindaci. Non avranno stipendio,ma i rimborsi per la carica se li potranno votare a piacimento. Intanto, nel DDl Del Rio, aggiungo anche qualche migliaio di nuovi consiglieri comunali ed assessori. Fatevi i conti,cari politici, e vedrete che avrete più poltrone dei senatori che andremo ad eliminare. "
Chiarissimo no ?

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 19:20| 
 |
Rispondi al commento

Se qualcuno, a maggio, troverà in busta paga dei soldi in più, sappia che 57 euro provengono dalla pensione di mio marito. Io sono ben felice di fare beneficenza, ma i miei soldi preferirei scegliere io a chi darli, con tutto il rispetto per chi, incolpevole li riceverà.
Intanto, amici del blog, beccatevi questo:
SSSSMMMMMAAAAACCCCKKKKKKKKKK

anna sono, olbia Commentatore certificato 26.03.14 19:15| 
 |
Rispondi al commento

perchè non riesco a postare?

anna sono, olbia Commentatore certificato 26.03.14 19:10| 
 |
Rispondi al commento

Il sospetto (legittimo) che mi viene é che i media diranno che il m5***** é contro l'abolizione delle province,senza spiegare il perché e quei BOCCALONI di italioti penseranno che noi siamo sempre quelli che fanno solo ostruzionismo.

alfonsina p. Commentatore certificato 26.03.14 18:50| 
 |
Rispondi al commento

PROPRIO COME LA SUPERCAZZOLA PD PROTOCOLLO N°6.126 ANNO 2014

---------------85.000 "PREPENSIONAMENTI" NELLA P.A.----------------

Tenendoci "molto bassi" è verosimile ipotizzare un costo mensile di Euro 2.500 (1.200 netti) per dipendente da moltiplicare per solo 13 mensilità da calcolare all'80% per i successivi due anni, abbiamo:

2.500*13*80/100= 26.000*85.000= non meno di 2.210.000.000 all'anno di costo

Detto da quelli che non hanno 90 milioni per gli alluvionati della Sardegna (ovviamente dopo le elezioni).
Detto da quelli che attuano l'esaurimento automatico delle risorse per la cassa integrazione con scadenza puntuale prima delle elezioni perché non trovano il solito mezzo miliardo necessario.

QUESTI SONO TRAFFICANTI DI SAPONETTE (cit. De Andrè) ESSI, PER IL MOMENTO, RIESCONO A SOPRAVVIVERE SOLO GRAZIE AI PROSTITUTI DI STATO CHE SI VENDONO NEI MERCATINI DELLA TV


vinciamo noi !

W IL M5S
Coraggio Ragazzi/e
GRAZIE BEPPE

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 18:47| 
 |
Rispondi al commento

il problema e che i tg e giornali di regime dicono il contrario cioè mentono!

MASSIMILIANO VETRO, bologna Commentatore certificato 26.03.14 18:44| 
 |
Rispondi al commento

I sudditi piddini che l'hanno votato sono contentissimi quando Renzi dice dice dice e non si sognano neanche lontanamente di controllare se ha fatto fatto fatto.

Moltiplicare le poltrone significa aumentare i costi della politica e quindi impoverire chi non è in politica al prezzo di aumenti di tasse.

I cittadini non possiedono reale sovranità poichè al momento di votare non hanno le informazioni giuste nè l'abitudine ad elaborarle per scegliere chi fa davvero i loro interessi (poi ci sono gli scemi recidivi e quelli che vendono il voto e non vengono mai sanzionati) ma soprattutto non esiste nessun recall in italia quindi chi ti frega resta beatamente in poltrona fino alla fine del mandato

p.s. l'abuso di credulità popolare si applica solo in caso di venga turbato l'ordine pubblico (anche indirettamente) quindi nel caso di Renzi sarebbe più applicabile il reato di truffa poichè c'è guadagno personale e danno per la collettività ottenuti con l'inganno di false promesse (ovviamente i politici sono superiori alla legge quindi non verrà mai incriminato ma se un comune cittadino fa un centesimo di quello che ha fatto Renzi finisce in galera alla velocità della luce).

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 18:36| 
 |
Rispondi al commento

OBAMA, QUANDO VEDRA' IL RENZIE DIRA' ''...NON LO CONOSCO, MA I SUOI CONCITTADINI LO CHIAMANO =EBETINO=, CHISSA' CHE DIRA' MAI A CENA..''.
CHE VERGOGNA ANDARE IN GIRO PER 'ITALIA E ESSERE
ADDITATO CON EPITETI PER NIENTE DIGNITOSI.!!!

cres 26.03.14 18:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi e il suo governo sono proprio dei venditori di pentole e basta..fanno una propaganda ingannevole a dir poco con le province stanno facendo la stessa cosa che hanno fatto con le auto blu,dicendo che ne mettono all'asta 100,intanto ne stanno acquistando 200 nuove...incredibile.

Franco D., verbania Commentatore certificato 26.03.14 18:28| 
 |
Rispondi al commento

Questo schifo deve finire al più presto. Purtroppo questo intervento così illuminante non verrà riportato da nessun giornale e tantomeno da TV e, mi dispiace constatarlo, la rete non basta per darne ampia divulgazione. In teoria servirebbe un canale TV nazionale a cui affidare dibattiti very e info vere con giornalisti veri.

Mario B., Roma Commentatore certificato 26.03.14 18:25| 
 |
Rispondi al commento

SE AVESSIMO AVUTO meno ladri che ogni giorno la magistratura scopre e collusioni politiche, voti di scambio,faccendieri,collusi ecc. avremmo RAGGIUNTO IL 51% senza dubbio !
Non resta che aspettare e SCOVARLI !!!!!

pier p., acqui terme Commentatore certificato 26.03.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento

Non vorrei far sempre il bastion contrario ma quel che devo dire lo dico.
Ma come c. vi viene in mente di voler abolire le province!
Non vi rendete conto di cosa significa.
Di cosa comporta.
Tra tanti tagli che si possono fare andate a toccare proprio un settore che andrebbe rivisto nel numero delle poltrone ma non nella cancellazione di province.
Se volete rendere difficile la vita al cittadino questo è il modo.
Resto felicemente sorpresa che Renzi abbia fatto un passo indietro.

red tiger 26.03.14 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capito a Pimpa...

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Renzi a casa subitoooooooooooooooo............... vinciamo noi!!!!!!!!!!!!!!

davide cella 26.03.14 17:56| 
 |
Rispondi al commento

One??

er fruttarolo Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 26.03.14 17:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori