Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Il Fiscal Compact ammazza l'Italia

  • 1083


fiscal_ammazza.jpg

Le cose importanti in Italia le decidono quattro gatti nelle loro segrete stanze senza coinvolgere i cittadini. Il 19 luglio 2012 con il governo di Rigor Montis, presidente del Consiglio non eletto da nessuno, fu approvata la condanna a morte del nostro Paese detta "Fiscal Compact". La solita parola inglese che dà spessore intellettuale a chi la usa e che non fa capire di che si tratta. Con il Fiscal Compact il nostro (?) Paese si è impegnato ad assestare il rapporto debito/Pil al 60% in linea con gli accordi di Maastricht del 1992. Allora l'Italia, che viaggiava al disopra del 100% di debito/Pil, fu esentata insieme al Belgio pur sapendo che l'obiettivo 60% era irrealizzabile. Nel 1992 era necessario che l'Italia entrasse nella UE e che in seguito adottasse l'euro. Ora la UE non può più fare sconti e il motivo è il nostro debito pubblico. In questi anni gli Stati europei hanno accumulato fino a 1.000 miliardi di titoli italiani, ora in discesa perché ricomprati dall'estero in quantità enormi dalle nostre banche con il meccanismo dell'LTRO, in cui prestiamo i soldi alla BCE che li presta alle banche italiane per ricomprare il nostro debito. Geni, si riportano la spazzatura a casa con i soldi dello Stato. A fine 2013 il rapporto debito/Pil ha raggiunto il 132,6%, il più alto dal 1990. Il rapporto ha un andamento quasi esponenziale, nel 2012 era del 127%. Il nostro debito pubblico marcia ad aumenti di 100/120 miliardi in più all'anno e ha superato i 2.100 miliardi e il Pil è caduto di nove punti dal 2008. Debito in salita verticale, discesa del Pil e aumento costante degli interessi sul debito. In questa situazione il Fiscal Compact, che taglierebbe la spesa pubblica dai 40 ai 50 miliardi all'anno per vent'anni in mancanza di una fortissima crescita, del tutto impossibile, è irrealistico. Consegnerebbe l'Italia alla miseria con tagli neppure immaginabili alla spesa sociale, dalla scuola alla sanità, e ucciderebbe ogni possibilità di ripresa. Il Fiscal Compact lo ha firmato il signor Rigor Montis e lo ha ratificato il parlamento delle larghe intese che lo ha sostenuto. Il Fiscal Compact lo paghino Berlusconi, il pdexmenoelle, Napolitano e Monti se vogliono. Il M5S lo cancellerà.

lasettimanabanner.jpg

Potrebbero interessarti questi post:

Draghi mago Silvan
Le banche italiane e Alien
Il denaro non esiste

9 Mar 2014, 12:00 | Scrivi | Commenti (1083) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 1083


Tags: berlusconi, debito, debito pubblico, fiscal compact, monti, napolitano, pil

Commenti

 

Salve a tutti,
mi chiamo Daniele Parisi e sono un ragazzo di 24 anni che cerca di informarsi e informare nel sul piccolo visto che tiene a cuore il futuro del suo paese e di tutti noi. Premettendo di essere inesperto in materia, di essere un forte sostenitore del movimento e di essere d'accordo sull'abolizione dell'euro, leggendo su Wikipedia mi è sorto un dubbio sulla questione "REFERENDUM EURO":

Noi siamo legati all'euro tramite il TRATTATO DI MAASTRICHT del '92 a quanto ho capito e Beppe vorrebbe indire un referendum per l'abolizione dell'euro.
Informandomi ho letto che secondo l'art. 75 della Costituzione Italiana NON E' POSSIBILE EFFETTUARE REFERENDUM SU TRATTATI INTERNAZIONALI.

Come si può "aggirare" questo punto?
Spero di essere stato abbastanza chiaro, spero in vostre risposte.
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

Cordiali saluti

Daniele Parisi 18.07.14 16:48| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici, Il problema è:
1. Banche private che prestano soldi a debito;

A cavallo del 19° e 20° secolo un certo Keynes ha tirato fupri una teoria strampalata in cui dichiara che uno stato sovrano può stampare tutti i soldi che vuole, questo è profondamente errato.
In seguito un gruppo di volponi, di nascosto è riuscito co9rrompendo con molti soldi a creare un sistema bancario al di fuori dello stato, senza avere alcun controllo. Costoro prestano denaro a debito.
Ecco da dove viene il debito pubblico. Questo è il vero motivo del nostro impoverimento.
Dobbiamo ritornare allo stato che ha una sua banca centrale che emetta la moneta in parità con l'oro.
Quando il denaro non è frutto di produzione è denaro rubato!!!!!!
Tutto il mondo azionario è un'altra grande truffa!

Leggete il Libro i Figli di Matrix di David Icke, vi farete una cultura !!!

Cordialità a tutti voi,

Tommaso Pernarella.

Tommaso Pernarella 06.07.14 18:13| 
 |
Rispondi al commento

Una spiegazione semplice parliamo del fiscal compact.
Lo descrivo terra terra:

Allora l’italia e’ un paese con circa 2100 milardi di debiti; e un paese che pero’ lavora e che quindi produce ricchezza e questa ricchezza vale circa 1600 miliardi, che chiameremo pil (prodotto interno lordo). Qualcuno in sede europea ha aderito ad un patto che prevede, tra i punti più importanti che noi riduciamo il rapporto tra debito e PIL entro il ventesimo anno a partire dal 2015 intorno al 60%
Con il rapporto attuale noi siamo piu o meno a questo punto: 2100/1600=1,31 * 100 = 131%
Quindi dobbiamo arrivare al 60% e abbiamo la possibilita’ di muovere due indici:
-alziamo il pil
-abbassiamo il debito
Alzare il pil significa provare a produrre piu’ ricchezza;sempre se ci riusciamo...... Proviamo ad abbassare il debito ma di quanto?? Considerando gli interessi che ci mangiano.....
Inoltre se il debito scende pero proporzionalmente al PIL siamo ancora più rovinati xke cambia il rapporto .....esempio 2100 mld - 100 Mld = 2000mld
PIL 1600mld - 100mld 1500 mld (2000/1500)= 1,33*100 =133% sempre più in rovina...

Ignazio M., Cosenza Commentatore certificato 06.04.14 04:39| 
 |
Rispondi al commento

si fanno mille commenti : le conclusioni sono logiche e semplici''si stava meglio prima dell'euro? la risposta è si! l'euro è una esperienza fallita! e per ogni fallimento c'è un prezzo da pagare! ma è l'unico modo per risollevare l'economia e le sorti future del paese!si tornerà a lavorare ed investire ,sia pur con gran sacrificio!pensate che con l'entrata dell'euro c'è chi si e arricchito e chi è in miseria! non vi viene in mente che c'è qualcosa che NON và!!!

franco a., roma Commentatore certificato 01.04.14 17:20| 
 |
Rispondi al commento

il fiscal compact è economicamente contro il popolo italiano quindi è un reato anche contro la dignità dei lavoratori,è una conseguenza di regole europee alla scellerata,stupida politica dei nostri governanti.devono pagare ! dobbiamo costringerli a pagare ! grillo,proponi un referendum dove chiedi l'abrogazione e la condanna ai politici responsabili.

mario di genova, orbetello Commentatore certificato 27.03.14 07:19| 
 |
Rispondi al commento


L'elemosina del governo Renzi

Non credo proprio che gli italiani siano tanto ingenui nel credere che con i provvedimenti presi dal governo Renzi, l'Italia possa iniziare a crescere, a cominciare dall'aumento in busta paga di 80 euro circa a favore di una parte di lavoratori e nel modificare la durata dei contratti a termine. Anche se può sembrare a detta di qualcuno, che qualcosa di concreto viene fatto, dopo il vuoto dei precedenti, Berlusconi, Monti e Letta, dire che questi provvedimenti diano lo scossone alla nostra economia malandata è una vera eresia. Questi provvedimenti faranno perdere altro tempo e la crisi si acuirà ancora di più. Non condivido politicamente le ideologie né della Camusso né della Fiom, però condivido pienamente, quanto detto oggi dall'esponente della Fiom che criticando i provvedimenti di Renzi, dice che sono necessari, per poter iniziare a crescere, gli Investimenti sia pubblici che privati. Personalmente ritengo che la parola chiave per la crescita sia “Investimenti, pertanto, devono essere, in primis, gli investimenti pubblici a fare da volano, da motore per dare una risposta al 12% di disoccupati e al 40% della disoccupazione giovanile. L'aumento degli occupati metterà in moto il cosiddetto moltiplicatore, con conseguente aumento dei consumi oltre che un aumento nelle casse dello Stato dell'Irpef e dei contributi all'Inps dei nuovi lavoratori. Ritengo che i dieci miliardi, dovevano essere utilizzati dallo Stato non per fare l'elemosina a una parte di lavoratori, ma come un primo acconto, da utilizzare per gli Investimenti nei diversi e numerosi campi. Solo in un secondo tempo, finito il periodo deflazionistico, e dopo che lo Stato avrà abbassato a un limite sopportabile le tasse, le aziende sopravvissute alla crisi e la nascita di nuove, saranno in grado di Investire, e iniziare ad assumere dipendenti. Il governo, deve, comunque avere il coraggio, in questa prima fase, per il bene degli italiani, se queste manovre non lo

mario bonelli 17.03.14 20:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Candidatura per il Movimento 5 Stelle alle Elezioni Europee del 22 - 25 maggio 2014, circoscrizione meridionale.

GioVanni De ViVo candidato per il Movimento 5 Stelle alle elezioni europee del 22 - 25 maggio 2014, circoscrizione meridionale,
candidatura inviata:
1) via fax allo 02.40.70.87.88,
2) via posta a Beppe Grillo Casella Postale 1757 - 20121 Milano,
3) via mail a info@beppegrillo.it, listeciviche@beppegrillo.it, casaleggio.gianroberto@casaleggio.it, info@casaleggio.it, segnalazioni@beppegrillo.it, info@casaleggio.it, bucchich.mario@casaleggio.it, pittarello.filippo@casaleggio.it, pegorari.paolo@casaleggio.it, staff@beppegrillo.it,

https://www.facebook.com/­GiovanniDeVivo8
https://www.twitter.com/GiovanniDeVivo8
https://plus.google.com/107845822301947865978/posts


Grazie M5S

WORCOM forum Commentatore certificato 16.03.14 17:59| 
 |
Rispondi al commento

ASSOLUTAMENTE D'Accordo...non sono del movimento di grillo, anche se ne condivido IN TOTO parecchie cose, non solo più assolutamente un moderato (CHE OGGI SIGNIFICA , NULLA...!!) son stufo farcio del PD e sinistra italiana...arreso davanti al INMPOTENZA della destra , che continua a prender skiaffi a cottimo e a porgere lÄatra guancia...(BERLUSCA) e intanto nessuno di loro togli e prime e uniche cose che dovrebbero togluere per evitare una guerra civile vuolentissima da noi, OVVERO PRIVILEGI, STIPENDI THE LUXE e PENSIONI D'ORO IN PRIMIS (tutte!!!)
non ci restano che i partiti o movimenti...LEGA compresa...che oggi ee' chiamata pure lei E PER LÄULTIMA VOLTA a dimostrare con i fatti che buisogna reagire, che di primaria importanza non son più le regole "PADANE"...ma la liberazione da sto paese dei DELINQUENTI ALLE ISTITUZIONI ALLA MAGISTRATURA e togliere le catene DI UN EU che ci vuole morti e skiavi...

MA POSSIBILE che ci facciamo MINACCIARE giornalmente da criminali dei stati confinanti...cui PRETENDONO che lavoriamo PER LORO ??? SI DIANO DEGLI UTLIMATUM BEN CHIARI , 4 cartoni sui tavoli erupoei SFONDADANDOLI e non mandandoci le CHECCE.... ; DOPODICHE scaduro il tempo o al rifiuto...SOVRANITA IMMEDIATA AL NOSTRO PAESE...che dal giorno stesso RISTAMPERA' MONETA...VIA LE REGOLE ERUOPEE sull agricoltura , dazi , confini...IMMEDIATE LE DOGANE nei confini...RIMPATRIO DEI CLANDESTINI a nostra totale DISCREZIONE DOPODICHE processo immefiato e requisizioen di tutti i beni a tutti i criminali che oggi impediscono ai cittadini di questo paese di decidere DA SE cosa essi vogliono...NEGANDO dal voto, a qualsiasi altra regooa democratica...PUR DI SUCCHIARE IL LORO SANGUE fino alla fine...NO...LA FINE DEVE ESSER PER LORO! combattiamo insieme per questi obiettivi COMUNI! Grillo, INVOCA IL SCIOPERO FISCALE TOTALE AD OLTRANZA se non tagliano IMMEDIATAMENTE le pensioni d'oro statali dai 5000 euro un su...DEL 70% !!! son 15 miliardi di euro solo li!!! ORA..ADESSO!!

Jimi Zanei 16.03.14 15:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concordo!

Giampero Parpeto 16.03.14 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Io sono d'accordo la si deve finire di spendere più di quello che si guadagna. I governi devono prendersi la responsabilità di dire ai cittadini di fare grandi sacrifici, chiaramente a partire anche dall'alto. Ricordiamoci che l'italia è fallita.

Vincenzo semilia 13.03.14 21:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fiscal compact è un accordo con valenza di trattato istituzionale UE intervenuto in un momento economico estremamente difficile all'interno dei paesi aderenti all'euro e per tutta l'Unione. Le norme che detta hanno lo scopo di assicurare che gli stati rientrino negli impegni di Maastricht. La pecca maggiore è l'assenza di democraticità ma non di ragionevolezza: sebbene draconiano il rispetto del patto è fattibile: Il Belgio, l'unico paese con un rapporto debito-PIL paragonabile all'Italia (escludendo la Grecia) ha già avviato il suo piano di rientro. Eppure in Belgio, in cui il livello di tassazione è simile a quello italiano, i servizi funzionano e nonostante i colpi duri subiti dalla crisi, l'economia è ripartita, come in molti altri paesi della zona euro. L'Italia deve creare assolutamente un consenso tra gli stati europei per rinegoziare il fiscal compact, ma innanzi tutto dovrà fare pulizia di tutti i costi inutili, gli sprechi e la corruzione, altrimenti rinegoziarlo non servirà a nulla. Ecco perchè il M5S potrà essere una reale alternativa al Fiscal Compact.

Tiziana Ruocco 13.03.14 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe e cari amici 5S, dal momento che siamo tutti d' accordo che il fiscal compact, l' obbligo di non sforare il 3% del rapporto deficit/PIL e l' obbligo di pareggio di bilancio in costituzione rappresentano il cappio europeo al quale i poteri finanziari dell' europa ci hanno impiccato, perchè il M5S, da 1 anno in Parlamento, non attiva una azione di incostituzionalità contro l' europa in merito a tali obblighi ? Vi sembra così ovvio che un paese sovrano debba sottostare a vincoli economici mortali e a cessioni di sovranità illegittime, misure peraltro decise da strutture extranazionali non elette direttamente dal popolo e mai sottoposte al vaglio del consenso popolare ?

Claudio Luppi 13.03.14 08:34| 
 |
Rispondi al commento

e perché, invece di commentare tanto, non lo si mette direttamente al muro come traditore della Patria?

SISTO Z., S. Maria La Longa (UD) Commentatore certificato 12.03.14 21:28| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Io lo sapevo grazie a Cladio Messora!

Luciano Siracusano, Marigliano Commentatore certificato 12.03.14 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Con il FISCAL COMPACT, con l'obbligo di pareggio di bilancio, lo Stato non può spendere più di quanto incassa; ciò, ovviamente non danneggia la Germania, che ha un alto avanzo commerciale, ma l'ITALIA dovrà (come sta già facendo) svendere i propri beni e/o alzare le tasse e/o tagliare le spese.
Se NON CI RIUSCIAMO CON I NOSTRI MEZZI si ricorre allo scudo anti-spread, che comporta un vero e proprio "commissariamento", con tanto di memorandum e sorveglianti: Commissione Europea, BCE, FMI in trojka.
L'obbligo di pareggio di bilancio, reso costituzionale dal voto della quasi totalità menefreghista e ignorante del Parlamento Italiano prima di ogni altro parlamento, implica, ad esempio, che in caso di disastro o calamità naturale, lo Stato non potrà indebitarsi per intervenire. In poche parole, lo Stato è costretto a lasciare i terremotati, alluvionati, ecc. a far da sè altrimenti DEVE tagliare pensioni, sanità o imporre maggiori tasse.
Tutto ciò "grazie" alla INDECENTE classe politica italiana...e tutto ciò mentre tutti gli Stati che hanno conservato qualche forma di sovranità monetaria OGGI sono liberi di investire eventualmente anche in passivo quando hanno bisogno di rilanciare l'economia...!!!!
L'Europa sembra una cannibalizzazione coloniale interna, guidata da banchieri, guidata dai tedeschi in cambio di benefici di benessere forse di breve durata, e dai loro Kapò nei paesi indebitati e sottomessi....!!!!
A mio avviso il prossimo maggio bisogna dare una svolta decisa...cercando di mandare in Europa, non i soliti truffatori, venduti e complici, ma qualcuno davvero intenzionato a RINEGOZIARE, RIDISCUTERE, RIVEDERE e METTERE in GIOCO tutta la struttura, le politiche, l'economia, gli equilibri, le regole, le sovranità locali....dell'EUROPA....altrimenti è meglio, FORSE, uscirsene....!!
Un abbraccio "obbligato"
Arch. Leopoldo Esposito

Leopoldo Esposito, Mariglianella (NA) Commentatore certificato 12.03.14 20:32| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

Ciao esprimo il mio pensiero, e spero che moltI capiscano. Renzi ci ha infilato l'ennesima supposta, riguardante l'aumento in busta paga di circa 85€ al mese in più, per tutti coloro che non superano i 1500,00€ mensili di stipendio. certo sicuramente e momentaneamente ha molti può far gola, ma nessuno fa i conti che tutto questo farà aumentare i redditi e perciò aumento di tasse e non solo, perdita dei diritti nella sanità perchè supera la soglia di povertà, perdita di pensioni di invalidità e nn solo , sempre perchèsi supera la soglia di povertà, immaginate solo quante misere pensioni verranno revocate, quanti soldi entreranno in più nella sanità, che se servisse per migliorare ciò che ben venga ma sappiamo benissimo che nn è cosi! perciò cari miei Italani io ho fatto solo pochi esempi ma pensateci bene questa è l'ennesima truffa, ci danno la carota per poi ricevere un bastone riflettete e rifiutate questi 85€ perchè per molti di noi significa perdere altri redditi e diritti.
RIFLETTETE ITALIANI RIFLETTETE!!!!!!!!!!!!!
MARCO ANTONIETTI DISOCCUPATO NN CHE INVALIDO AL 100% E NON MI DANNO NEMMENO UNA PENSIONE DI SOSTEGNO E NN CHIEDETEMI IL PERCHE NN LO SO NEMMENO IO. GRAZIE E SCUSATE.

marco antonietti 12.03.14 20:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Solo una mente malata gli può piacere il " Fiscal Compact "

Massimo C., Fucecchio Commentatore certificato 12.03.14 19:53| 
 |
Rispondi al commento

ma se "noi" siamo così indebitati,che è quel fortunato che guadagna così tanti euro? me lo sapete dire?

SIMONE P., CORRIDONIA Commentatore certificato 11.03.14 22:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che se li paghino loro e chi li vota pure...

Antonino S., Genova Commentatore certificato 11.03.14 18:54| 
 |
Rispondi al commento

Prima ne veniamo fuori dall'euro meglio è, uno stato crea debito per investire poi si trova che, altri stati virtuosi,con un regalo fatto da chi ha investito questo è proprio il colmo, se ha suo tempo lo Stato avesse controllato e tenuto sotto controllo le liberazioni dei servizi che prima erano controllati dai Comuni, facendo si, che si arricchivano ha nostre spese di Cittadini, sono vent'anni di ruberie fatte ha nostre spese, aggiungendo le tasse dei Comuni, logicamente non avendo più soldi in cassa e creando debito del comune stesso, rientrando alzando le percentuali dal 4% al sei %, i paesi stanno morendo perché nessuno investe più sul territorio.

primo brodoloni 11.03.14 17:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La situazione economico-finanziaria dell'Italia la conosciamo tutti. La storia del fiscal compact è stata descritta in mille salse. Beppe, in base a questi argomenti aveva sancito che nell'autunno 2013 l'Italia sarebbe FALLITA ( e invece non è successo !). Che gli accordi con l'Europa fossero duri da ingoiare lo sapevano tutti. Che lo spread a novembre 2012 fosse a 580 e che ora sia sceso a 175 è ugualmente notorio, come i tassi sui BPT che dal 7% sono arrivati al 3,35%. Che la Germania in Europa faccia i propri comodi lo sappiamo in tanti, ma nessuno ancora sa con precisione se dobbiamo uccidere 80 milioni di tedeschi per sancire la nostra autonomia.
E se domani facessimo comunella con madame Le Pen
(la fascista) contro l'Euro folle e sottolineo SE, cosa potrebbe invece succederci ? Nessuno lo dice e nessuno lo sa.
Ciao Giorgio

GIORGIO MATTIOLI 11.03.14 17:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro Grillo e cari colleghi grillini,
credo che serva a poco prendersela con le istituzioni europee per la disastrosa situazione economica in cui versa l'Italia. i primi responsabili del nostro colossale debito pubblico sono i nostri politici e l'essere entrati a far parte di un esperimento folle come quello della moneta unica in assenza di uno stato unico. ma ora siamo in ballo e bisogna cercare di uscirne nel miglior modo possibile.

a tal scopo ho elaborato un progetto per un rivoluzionario buono del tesoro che ci consentirebbe di ripagare tutto il nostro debito pubblico senza nessuna scossa.

Il mio rivoluzionario buono del tesoro sarebbe:

1) infruttifero, cioè lo stato non pagherebbe interessi;
2) monetario, cioè avrebbe la forma della normale carta moneta e circolerebbe come normale moneta, però con una data di scadenza a cui verrebbe ritirato direttamente dalle banche e sostituito con normale moneta, ;
3) naturalmente sarebbe forzoso, cioè tutti i cittadini sono obbligati a riceverlo,
4) avrebbe potere liberatorio, cioè potrebbe pagare qualsiasi bene o debito,
6) lo stato lo darebbe direttamente ai suoi impiegati, pensionati, fornitori,
7) avrebbe una scadenza almeno trentennale.

In questo modo lo stato potrebbe ripagare tutti i suoi debiti senza farne continuamente di nuovi per pagare gli interessi che sono la causa prima della crescita a valanga del nostro debito pubblico.

NON FACCIAMOCI ILLUSIONI: noi siamo un grande paese manifatturiero e non possiamo pensare di non ripagare il debito e continuare poi a vivere nell'attuale mondo economico.

Chi vorrà potrà leggere il mio progetto completo pubblicato sulla rivista Sintesi dialettica ..per l’identità democratica del numero del 5-7-2012 dal titolo: EUROBOND O BUONI DEL TESORO CIRCOLANTI ITALIANI PER SALVARE L’ITALIA?

Mi chiamerà qualche responsabile del M5S?

gabriella bianchini, roma Commentatore certificato 11.03.14 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Assolutamente bisogna mettere un punto su questo scempio, che finirà di portare l'Italia nel baratro!!!bisogna puntare molto su queste Elezioni Europee perchè sarà la nostra ultima possibilità di farci sentire.Forza ragazzi,insieme si può!!!

luca Milano 11.03.14 10:48| 
 |
Rispondi al commento

DIRETTA STREAMING : IL PREMIER CHE VORREI !!!
Quanto mi piacerebbe vedere BEPPE GRILLO, premier del governo italiano, in un confronto streaming, con i Van Rompiglioni, Oli di Rehnna, Barcoso, Merdel ecc. ecc., gridargli in faccia : VOI NON SIETE CREDIBILI !
RIDATECI I NOSTRI 150 MILIARDI DI EURO che abbiamo versato sul fondo salva stati, RAZZA DI ESTORSORI CHE NON SIETE ALTRO !
(Per chi non lo sapesse il FONDO SALVA STATI, TANTO VOLUTO DAL PREMIER AMMAZZA-ITALIA MONTI (SENATORE A VITA ASSENTEISTA DI FERRO, MA SEMPRE CON IL PORTAFOGLIO SEMPRE PRONTO A RICEVERE I LAUTI COMPENSI IMMERITATI) è UNA RISERVA DI DENARO DI 500 miliardi di euro, di cui l'ITALIA, FATTA ZERBINO DI QUESTA BUROEROPA, nonostante i 21 paesi aderenti, LE GRANDISSIME DIFFICOLTA' ECONOMICHE E SOCIALI e' stata considerata UNA ELETTA GRANDE CONTRIBUENTE, FINANZIANDO DA SOLA QUASI UN TERZO, E RIPETO UN TERZO, DI QUESTO MERAVIGLIOSO FONDO !!!
Teniamo inoltre conto che COME RINGRAZIAMENTO, non solo ci viene impedito in tutti i modi di superare anche di poco il fatidico 3%, ma dal prossimo anno con il FISCAL-COMPACT (Che TRADOTTO NELLA NOSTRA LINGUISTICA CRIMINALE vuol dire MAFIA-COMPACT) i primi tre anni di PESANTI TAGLI DELLO STATO SOCIALE E NO serviranno proprio per ripianare QUESTO ULTERIORE BUCO DI 150 MILIARDI FORTEMENTE VOLUTO DAL DUO NAPOLITANO-MONTI !).

Un vero capo di governo è quello che si ribella ai soprusi di QUESTA ACCOZZAGLIA DI SCIAGURATI CRIMINALI PANEUROPEI per affermare la piena e SACROSANTA TUTELA E SOVRANITA' DEL POPOLO ITALIANO, minacciando di fare carta straccia di tutti i trattati capestro passati sulla testa degli IGNAVI CONCITTADINI!

IL FENOMENO RENZI COME ERA PREVEDILE SI STA SGONFIANDO COME UN PALLONCINO, COMPLICE LA SUA GRANDE STRAFOTTENZA UNITA AD UNA PROFONDA IGNORANZA DELLA MATERIA ECONOMICA!

IL PROMESSO SHOC ECONOMICO, MALGRADO I 10 MILIARDI, SI RIDURRA' IN MASSIMA PARTE A FINANZIARE I DEBITI CONTRATTI DALLE FAMIGLIE DURANTE I FOLLI GOVERNI MONTI-LETTA !

michele barberi, Empoli Commentatore certificato 11.03.14 10:04| 
 |
Rispondi al commento

La crisi odierna dipende dalle poche persone,per vari motivi,consumano e chiedono beni.
Beni che possono essere sia essenziali sia di lusso,ma anche beni di investimento come capannoni,server,macchine o semplicemente case.Siamo in presenza di una crisi di consumi generalmente intesi che provoca,a sua volta, una diminuzione della domanda complessiva:il metodo migliore e più rapido e più completo per incentivare i consumi e perciò la domanda non è la riduzione delle imposte.
Con la riduzione delle imposte è vero che aumenta il reddito disponibile,ma si agisce solo indirettamente sulla domanda carente.Perchè?
Perchè chi ha più reddito disponibile,sia esso della classe media o di quella che una volta era chiamata classe proletaria,certamente lo destina a maggiori consumi e incrementa la domanda,ma una parte del suo maggiore deddito lo destina a risparmio e un'altra parte a consumi.
Cioè ridurre le imposte e far aumentare il reddito disponibile non provoca che tutto il maggiore reddito vada a consumi ed ad alimentare la domanda.
Una parte va a maggior risparmio.
Soprattutto in un periodo come questo con aspettative psicologiche negative,se uno ha un pò di più ,prima paga i debiti ,poi risparmia per i tempi grami,poi consuma.
Quindi come incrementare i consumi e la domanda in modo completo e diretto,posto che minori imposte incrementano i consumi e la domanda in modo indiretto ed incompleto?La risposta è quella,bella o brutta che sia,ma sul breve periodo è l'unica efficace, è stata data da Keynes.
Per incrementare consumi e domanda,anzichè ridurre le imposte che agiscono direttamente sul reddito disponibile ed indirettamente sui consumi,bisogna agire sulla spesa pubblica.Lo Stato anzichè rinunciare a 100 riducendo le imposte mette 100,facendo costruire ponti ,strade,reti telematiche per computers,reti di ricerca ecc..(dipende dalla qualità della spesa

FRANCESCO felis, genova Commentatore certificato 11.03.14 09:41| 
 |
Rispondi al commento

Signori soluzioni semplici non esistono...la matematica in politica è un "opinione"..quello che conta sono le "scelte"..troppi discorsi...ci sono due strade ho si monetizza il debito pubblico-oppure si va in "default"tradotto fallimento delloo stato..!a voi la scelta..
per monetizzare il debito,bisogna uscire dall'euro e riprenderci la sovranità monetaria-per stampare moneta domestica e pagare i creditori-altrimenti finiremo per non ripagare mai questo debito ed essere strozzati dagli interessi e politiche fiscali asfissianti come ora.
Ecco i cittadini devono poter scegliere-previo reset di questo sistema di stato e classe politica-
Continuare a farsi le "seghe mentali" su dove reperire le risorse è da malati di mente..quindi 2+2 in politica non fa 4...
La gente deve essere in condizioni di scegliere così come quando deve fare un "intervento chirurgico"-consenso informato- senza se e senza ma!!

napoleone ., Leghorn Commentatore certificato 11.03.14 08:13| 
 |
Rispondi al commento

GRAN MOGOL E GIOVANI MARMOTTE. MA A COSA SERVONO?
Mio malgrado devo ammetterlo. Al di là delle motivazioni politiche c’è un fattore antropologico a scatenare la personale avversione verso il Pupazzetto toscano: non mi piace il suo modo di porsi, non mi piacciono le espressioni del volto tra il ruffiano e il minaccioso, non mi piace il suo gesticolare, non mi piace il suo voler apparire capo scout, non mi piacciono i toni da venditore di pentole. Lo so, il mio è un pregiudizio verso la persona. Ma l’avversione antropologica è così fortemente epidermica da rendere fondati, attendibili i motivi che hanno generato il pregiudizio. Detto ciò, mi spiegate per favore a cosa serve e - soprattutto - a chi serve il Pupazzetto in questione? Io qualche idea in merito l’avrei… E voi? Frattanto, in attesa degli annunciati (scusate il gioco di parole) “annunci choc” di domani, il bilancio dei primi passi del governo non è incoraggiante. I ministri assomigliano al capo scout: belle statuine, ragazzi illusi che sia sufficiente essere investiti di una carica per dimostrare di meritarla. Finora il Gran Mogol e le sue giovani marmotte hanno brillato per assenza. Non ci sono, e se ci sono dormono. Come le marmotte, appunto. Non hanno firmato un solo provvedimento degno di nota. La legge elettorale si è già ridotta a uno scarabocchio. E le quote rosa sono il certificato della generale inettitudine. Champagne!

11/03/2014

marino marquardt, napoli Commentatore certificato 11.03.14 08:09| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe Grillo, riusciresti a spiegare o descrivere con parole semplici, schematizzare, con quali risorse e quale sistema, si riuscirebbe ad abbattere e ridurre notevolmente il debito pubblico?

Si può essere consapevoli che il debito pubblico è inconfutabilmente stato creato da politiche scorrette, disoneste, corrotte e sbagliate degli ultimi decenni, si è meno consapevoli dell'influenza che hanno da sempre avuto i servizi segreti e/o "diplomazie" di Stati esteri per finalità di profitto o cinici e freddi giochi di potere, mafie e organizzazioni criminali di vario genere.
Si potrebbe considerare che il potere della regola o legge è decisamente impotente di fronte alla non regola e alla criminalità economica.
è tutto sbagliato, lo si vede e legge ovunque, tutti quelli che "contano" prima o poi si sporcano le mani e vengono indagati e spesso smascherati eppure... come niente fosse accaduto, continuano a mostrarsi e fingere di contare, palesemente, senza vergogna e sfacciatamente.
Così come adepti pseudo-religiosi di alcuni partiti, che si presentano alle telecamere come se fossero programmati per dire questo o quello e come pena la perdita dello status sociale acquisito chissà come...
In ogni caso Beppe Grillo, aspetterò che prima o poi, pubblichi un tuo post, anche a più mani e consulenze esperte certificate, per spiegarci come intendi risolvere i problemi dell' ormai inesistente ceto medio a partire da una proposta articolata su come levarci la zavorra del Debito Pubblico.
Io proporrei di far restituire allo Stato quindi cittadini, tutti i soldi che Craxi e Poggiolini (ad esempio) avevano rubato. Di far restituire allo Stato tutti i soldi che sono stati dati all' editoria non meritevole che sarebbe fallita se fossero state come le aziende private.
Proporrei che il politico sia un cittadino come gli altri, che viva gli stessi problemi economici e capisca quanto abbia rilevanza un azione di oggi sul futuro dei prossimi anni.
Questa classe politica non vede oltre

Massimo Momento, Treviso Commentatore certificato 10.03.14 23:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Emendamento parità di genere:
le ingenue del PD, impalate dai colleghi del loro stesso partito, ora se la prendono col M5S!!!
Settimane di manifestazioni di unità d'intenti,
dichiarazioni a senso unico su stampa e tv, dimostrazioni tangibili e univoche di compattezza nel partito, scaricate nel cesso alla prima verifica. Questa si, è credibilità!

Danilo S., Brescia Commentatore certificato 10.03.14 22:50| 
 |
Rispondi al commento

QUELLO CHE NON VOGLIONO CAPIRE I NOSTRI GOVERNANTI,LO SBAGLIO E' STATO FATTO DA PRODI CHE SI E' TRASCINATO TUTTO IL PARLAMENTO DIETRO, STARE IN UNA UNIONE EUROPEA E' UNA COSA BELLISSIMA E COMODISSIMA PER TUTTI I POPOLI CHE NE FANNO PARTE, MA IL NOSTRO PAESE NON POTEVA E NON DOVEVA ENTRARE IN UNA UNIONE SI DEVE ESSERE SERI E ONESTI, VIRTU' CHE NON HANNO I NOSTRI DIRIGENTI DI GOVERNO,ENTRANDO IN EUROPA PENSAVANO DI FARE I SOLITI FURBETTI QUELLO DI FOTTERE TUTTI I PAESI CHE NE FANNO PARTE, INVECE SONO STATI FOTTUTI ANZI SIAMO STATI FOTTUTI, FINO A QUANDO I NOSTRI DIRIGENTI DI GOVERNO NON RIFANNO TUTTE LE LEGGI IN MODO CHIARO, SENZA RAMIFICAZIONE DELLE PAROLE CHE POI LE LEGGI VENGONO INTERPRETATE IL NOSTRO PAESE RIMARRA SEMPRE CON IL CULO PER TERRA, SE NON ABOLISCONO DA SUBITO TUTTO IL POTERE BUROCRATE CHE FOTTE UN SACCO DI DENARO PUBBLICO E NON SOLO, MA RALLENTA DRASTICAMENTE IL FARE DEL PAESE,I BUROCRATI TANTISSIMI ANNI FA' FURONO CREATI PER SNELLIRE LA MACCHINA PUBBLICA, OGGI E' ESATTAMENTE IL CONTRARIO INCEPPA LA MACCHINA PUBBLICA CREANDO DEI DANNI ESAGERATI PER TUTTI I SETTORI DEL NOSTRO PAESE, QUINDI A VOI GOVERNATORI, SE NON CACCIATE VIA TUTTA LA BUROCRAZIA CHE SI E' CREATA NEL NOSTRO PAESE, FAREMO E FARETE ANCHE VOI FRA UN PO' LA FAME, MENTRE GLI ALTRI CRESCONO NOI STAREMO A GUARDARE,VEDESI LA POSIZIONE DEL NOSTRO PAESE NELLA CLASSIFICA MONDIALE, ERAVAMO LA QUINTA, O SESTA NAZIONE AL MONDO, OGGI SIAMO LA CINQUANTESIMA, MA QUANDO TOGLIEREMO LA MARCIA INDIETRO E METTIAMO LA PRIMA PER RIPARTIRE? VE LO CHEDO A VOI GOVERNATORI BLA, BLA, BLA TANTO FUMO E NIENTE ARROSTO.

giuseppesollo 10.03.14 22:39| 
 |
Rispondi al commento

vorrei rispondere a chi ha scritto che in italia sono solo a comandare i soliti quattro gatti ,e' proprio vero che il bue dice cornuto all' asino invece nel m5stelle comandano solo due e se provi a dissentire ti buttano fuori.come al solito non pubblicherete queste mie parole .pietro prontofetente.

PIETRO B., CARINI Commentatore certificato 10.03.14 19:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Fiscal Compact un'assurdità che va rimossa perche ci dissangua

Massimo C., Fucecchio Commentatore certificato 10.03.14 18:58| 
 |
Rispondi al commento

OPS Roma. E che non lo so?!
Io ho amato Gheddafi. Anche se non ci avesse fatto tutto quel comodo che ci faceva. Figurati a veder finire le cose in questo modo!

Lady Dodi 10.03.14 18:29| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Claudio!
ma sei scatenato nello scrivere!

A presto!
Andrej (il quasi concittadino)

Andrej Mussa, como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 18:20| 
 |
Rispondi al commento

Sono tante le cose che ammazzano l' Italia....fosse solo il fiscal compact.......
Le nostre classi dirigenti hanno ucciso l' Italia, i suoi cittadini. Ah per dovere di cronaca oggi se ne è ammazzato un altro.
Questi assassini di Stato ora sono a processo e lo sanno. Un altro passo falso e finiscono come Mussolini.
Vedete io vorrei dar credito ad uno come Renzi che si mostra così propositivo, volenteroso.....
sto valutando le sue intenzioni riguardo imprese e lavoro.......
ma quando uno mi ricontinua col classico gioco delle tre carte, sposto qui, rimetto lì, poi ritolgo di là, bè come dargli fiducia?
Come dare credito ad uno che vorrebbe aiutare un settore importante e tralasciare un altro di altrettanta rilevanza?
Mi sembra un cieco che brancola nel buio.
Noi non dobbiamo dare una prolungata indennità ai disoccupati, nessun reddito di cittadinanza, noi dobbiamo creare lavoro e pil!!!!!!!!!!
Dobbiamo finanziare le imprese, son daccordo con Saccomanni. Sono loro il motore della rinascita.
Se non assumono siamo punto a capo.
No Renzi non mi berrò un altro sorso della vostra cicuta, gli italiani non vogliono morire ma rinascere.

red tiger 10.03.14 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Ma il fiscal ammazza solo gl'italiani ? E i Romeni ? Oggi e'caduto un aereo ultraleggero con il pilota Romeno e la passeggera ROMENA !!! Ma i soldi dove li prendono ? Vedo Mercedes, BMW tutte con targa romena o moldava , a questi del "Fiscal" non gliene frega niente !!

Giorgio Tomaso 10.03.14 17:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Recuperare 40 o 50 miliardi di euro all'anno, con il fiscal compact?. E' una missione impossibile, se riusciamo a resistere altri due o tre mesi con queste tassazioni, sarà grasso che cola. Credo invece, che "" ci abbiano portati ad una tassazione crescente"", sul principio della vite senza fine, che succhia la ricchezza dalle tasche degli italiani. Quanto alla questione se abbassare le tasse sui redditi più bassi, con l'abbattimento del cuneo fiscale o dare una mano alle imprese, credo che "ammesso che trovino la copertura dei dieci miliardi previsti, questi siano solo una goccia in un mare di necessità". Tuttavia se sono destinati alle buste paga, queste poche decine di Euro al mese "ai lavoratori", sono così "pochi che non rimetteranno certamente in moto i consumi". Ci potremo al massimo comprare un uovo di Pasqua, per favorire l'industria dolciaria, o semplicemente pagare i debiti contratti dalle famiglie con "finanziarie", con cui si sono indebitati i cittadini. Sarà l'effetto "neve" al SOLLEONE del mese di "AGOSTO". I sindacati fingono "minacce, al governo di sciopero ", in realtà è la solita "manfrina organizzata, per imbonire i tesserati( ricominciano le campagne per il tesseramento)". Il Jobs Acts non so cosa sia, ricorda un farmaco per il mal di testa, spero solo che non sia la solita frase detta in inglese per continuare a portarci a ramengo o peggio per perdere ancora tempo. Nella mia vita ho fatto molti lavori, ma questo mi manca, speriamo che "acts", non stia in Italiano per "attimi o secondi". Cioè un lavoro che duri temporalmente pochi "secondi" e poi, ancora disoccupazione per tutti. Il lavoro è una cosa seria posso darne atto, vorrei sbagliarmi sul mio scetticismo, ma credo che un "prestigiatore",non possa di fatto sostituire "il ceto medio assassinato".

Vincent C. 10.03.14 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei che comprendeste che Beppe Grillo e il M5S non e contro ogni cosa,ma cerca di far comprendere a tutti il significato di certi vincoli che sono stati accettati dai Governi Italiani fino ad ora in ambito Politico Europeo. Comprendere, serve ad illuminare, a creare una opinione sulla base di fatti concreti,di numeri, di verità e non chiacchiere.Fatta una idea si cerca la soluzione, accettare remissivamente con ignoranza porta alla catastrofe. Uscire dall'euro non è obbligatorio,ma ritrattare i patti con l‘EUROPA assolutamente SI. Non farlo significa condannare la nostra Economia e il Nostro Popolo a morte certa. QUESTO E‘ UN FATTO. Per chi non avesse sufficientemente chiaro quali sono i patti con l‘Europa e le conseguenze può leggere un articolo su 1natinon1mission.blogspot.it

RICORDATE TUTTI CHE LA DISINFORMAZIONE PORTA ALLA CATASTROFE CONTROLLATA ( dai Ricchi )


Guardate il film "SESSO & POTERE" co Hoffmann e De Niro

spuseta 10.03.14 15:49| 
 |
Rispondi al commento

Come fate a parlare di cancellazione di fiscal compact se prima non prendete ufficialmente le distanze da europa, euro e follie unitarie massoniche? Senza questo tutto il resto dei discorsi decade e non siete credibili. Prima dovreste dire chiaramente qual è la posizione verso l'unione.Poi con appoggio di altre forze europee si può trovare una via di uscita all'euro ed infine rinegoziare il debito. Finchè tutto questo viene descritto come utopia e non come tangibile realtà è inutile che illudete la gente sulla cancellazione di un accordo che è solo una minima parte del problema macroscopico che c'è.
Andare avanti a soluzioni di breve periodo ci pensa già Renzi.

fosco 1. Commentatore certificato 10.03.14 15:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carissimo Beppe,nel 1993,un certo Amato ci massacrò con quella manovra di 90.ooo miliardi.I buffoni dei sindacati bloccarono i salari e i contributi sociali,per portare la Nazione con poco debito pubblico.Morale,siamo un paese povero,fallito e,stracciato. Conclusione,facciamoli pagare a tutti questi malfattori che hanno portato la Nazione alla miseria,con i fatti. Beppe tu non devi soltanto parlare,ma,agire(cioè far parte della maggioranza di Renzi e chiedere per il bene del Paese.

massimo cusumano 10.03.14 15:01| 
 |
Rispondi al commento

Beppe dove vuoi arrivare?
Ho votato il M5S perche' sono convinto nella sua battaglia politica di poter cambiare questo Paese
mandando a casa l'attuale classe politica.
Noto invece che molti tuoi Post spingono il pensiero politico del M5S oltre al programma del movimento,scusami ma volte mi sembra pura autopia
filosofica, sicuramente stuzzicanti ma pur sempre
autopia come i post sulle macroregioni,il denaro dal nulla ,la piramide del potere e via dicendo.
Dove sembra che il M5S voglia cambiare il mondo
mettendo tutto e tutti in discussione. Certo sarebbe bellissimo non avere piu' bisogno del denaro,sarebbe bellissimo vivere in una altro tipo di societa'dove tutti contiamo uno, sarebbe bellissimo non avere multinazionali che ci impongono qualcosa ma dobbiamo stravolgere il modo di vivere e di pensare di miliardi di persone.
Post invece come quello attuale e tanti altri trattati ci riportano invece ai problemi veri della nostra reale vita sociale dove crediamo e abbiamo la possibilita'di fare qualcosa di concreto e strettamente legato al programma a cui novemilioni di persone hanno riposto la loro fiducia. Non abbiamo bisogno che qualcuno ci faccia credere che il mondo di Pandora potrebbe essere raggiungibile corriamo il rischio di essere scambiati per Avatar e di tutto abbiamo bisogno
in questo momento tranne l'idea di far credere di essere unici a voler salvare il mondo cambiando il suo moto perpetuo.Chi ha dato il voto al M5S lo ha dato per aprire la famosa scatola di tonno e non per portarsela dietro insieme a un sogno.


ROBERTO GHIDONI, Andora Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mai litigare in pubblico con un imbecille, perchè la gente potrebbe NON capire la differenza!
E' di Oscar Wilde mi pare. E la dedico a chi vorrebbe un "confronto" fra il Nostro Di Maio e...quell'altro! Quello NON CREDIBILE!

Lady Dodi 10.03.14 14:47| 
 |
Rispondi al commento

Dall'edizione cartacea del Fatto di oggi:
"CASA DI PERIFERIA
Luigi Di Maio, napoletano e vicepresidente della Camera, spende pochissimo per il canone di locazione e le varie bollette: è uno
dei virtuosi dal punto di vista
della spesa del Movimento"

Quindi il contrario di quello che sosteneva Favia in questo recente articolo sul Fatto online:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/28/m5s-nuova-emergenza-ora-dovranno-espellere-taverna-e-di-maio/897104/

Ma purtroppo il bugiardino stasera sara' da Formigli, ma chi gli crede ormai se non chi ha interesse a spingerlo ?

Ray Kurzweil (h+) Commentatore certificato 10.03.14 14:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non scrive più nessuno qui? E si che ce n'è da dire!Allora parlerò con quello che voleva interloquire con me, mi pare a proposito di qualcosa che ho detto circa le guerre in Irak.
Tra l'altro la geopolitica non solo è la mia passione, ma ritengo che non se ne possa prescindere anche per le cretinate di casa nostra.
Dunque l'Irak. Non è mai esisito davvero. Si trattava di tre ben distinte...popolazioni forzosamente tenute insieme da Saddam direttamente incaricato dagli Stati Uniti. Quando Saddam è venuto " a noia" ai suoi sponsor, l'unica cosa che il malcapitato avrebbe potuto fare, sarebbe stato un "rompete le righe", e quindi dare ai Curdi, che sarebbe ora, uno Stato proprio, agli Sciti, permettergli di riunirsi alla Madre Patria Persia, e ai Sunniti, che restassero per i fatti loro.
Forse, dico forse, avrebbe salvato tutti e tre dalla mosruosa carneficina che ancora, in quelle zone imperversa. Ma in ogni caso, sarebbe stata cosa giusta.

Lady Dodi 10.03.14 14:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Beppe,
che il Fiscal Compact sia un assassinio lo capirebbe anche un bambino. Ma certi politici: no.
Caro Beppe, nel mio libro CUL DE SAC che ho inviato a te e a Casaleggio,l'ho definito un "autoincaprettamento". Nel libro ho proposto alla tua attenzione una "terza via" per uscirne, senza litigare con l'Europa. Poichè non possiamo uscire dall'euro per ovvii motivi (vedi le esperienze negative passate di operazioni con la lira) e non possiamo rimanere in queste condizioni capestro, ho proposto di riprenderci la sovranità nazionale "battendo moneta propria".
Questa terza via non l'ho inventata io: l'ho semplicemente rispolverata studiando le esperienze storiche di successo.
Basta ripassarsi cosa ha fatto Giulio Cesare creando l'Aureo, l'impero britannico con i "Tally Sticks",Lincoln creando il Greenbacks, Schacht con i Mefo che hanno trasformato un paese agonizzante nella prima potenza europea sotto il Terzo Reich, e infine cosa ha fatto Kennedy (prima che lo uccidessero)con gli United States Notes.
L'italia deve battere una propria moneta, l'Eurit (mio copyright)per avviare una potente strategia di intervento pubblico neo-keynesiano.
Solo così potremo sfilarci dal collo il cappio di Maastricht e dell'Euro.
Caro Beppe, dammi un tuo punto di vista, anche se non sei d'accordo con la mia proposta.

Pietro GUIDO

PIETRO GUIDO 10.03.14 14:33| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, cancellare il fiscal combact, è senz'altro cosa buona è giusta oltre che imperativo, ma non può essere sufficiente per risollevare le sorte del paese. Rimarrebbe da cancellare almeno la truffa più grande del mondo, cioè quella dell'euro, causa assoluta di tutti i nostri problemi. Infatti, dopo l'attuazione del progetto delle lobby con la svendita e privatizzazione della banca d'Italia, il governo Prodi, (ricordiamolo: Il Romano Prodi proveniente dalla Goldaman Sachs bank, come Monti e proprio come Monti, legato a doppia mandata alle lobby finanziarie internazionali, club Bilderberg, Commissione Trilaterale etc...), scelse che non dovessimo più stampare in proprio la moneta nazionale, ma che lo dovesse fare per noi la BCE per poi prestarcela ad interessi, un bell'affare, no? Moneta sulla quale paghiamo interessi ed interessi degli interessi, che vanno a costituire il debito pubblico, in una spirale matematicamente senza ritorno. Questo ormai gli italiani lo stanno comprendendo sempre più, nonostante la continua disinformazione politica e dei media, tanto che sempre più cittadini continuano ad infoltire in massa i partiti che chiedono l'uscita dall'euro. allora chiedo il M5S che aspetta a prendere una posizione di lotta chiara e netta contro l'euro, Il MES così come con il Fiscal Combact visto che l'idea del referendum è ormai da tempo superata dagli stessi cittadini??

Giovanni caianiello 10.03.14 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Vai avanti siamo con te. Nessun compromesso appoggiamo solo leggi sensate e significative utili al nostro programma di riforme. Stiamo attenti vogliono fregarci con le false promesse.
Avanti tutta. Ciao.

Giuseppe Montefiori 10.03.14 14:23| 
 |
Rispondi al commento

NUOVO POST

UOMINI SIATE E NON PECORE MATTE…, Ve Commentatore certificato 10.03.14 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Fiscal Compact = Finalmente Collassati
Il 2/3/12 Monti ha firmato assieme ad altri stati UE - ma non Svezia, Inghilterra, Repubblica Ceca e altri - il F. C. cioè il nome informale dato al “Trattato sulla stabilità,ecc“ fortemente voluto dai Paesi, per così dire, più “ricchi” e “virtuosi” (e soprattutto dalla Germania e dalla BCE) con lo scopo di garantire la stabilità dell’euro. Esso comporta che Il bilancio annuale di ogni Stato dell’U.E. deve chiudersi «in pareggio o in avanzo», ed in ogni caso che ciascun Paese dovrà rispettare l’impegno di non superare lo 0,5% di incremento del deficit. Se il rapporto Debito/Pil supera il 60%, il debito deve essere ridotto ogni anno di un ventesimo della differenza da tale valore di riferimento. In caso di mancato raggiungimento degli obiettivi concordati, i singoli firmatari dovranno obbligatoriamente attuare misure correttive entro un tempo definito. La violazione di ciò può comportare sanzioni pecuniarie fino allo 0,1% del Pil degli inadempienti. In pratica, l’UE vuole a tutti i costi azzerare il debito pubblico della maggior parte degli stati membri e per chi come noi ha un debito superiore al 60% del PIL significa impiccarsi all'austerità. Firmando questo Trattato, l’Italia avrebbe l’obbligo di rientrare entro tale soglia nel giro di 20 anni. Attualmente abbiamo un debito pubblico che si aggira intono al 126% e pensare solo minimamente di portarlo al 60% è da pazzi. E’ folle pensarlo, a meno che, nel nostro Paese non si susseguiranno venti anni di povertà, che renderanno permanente la nostra crisi economica. Questo significa che Renzie, uomo della BCE, dell'FMI, delle banche..., non realizzerà le promesse fatte bensì aumenterà vertiginosamente tagli e tasse riducendo il debito pubblico (che in realtà è delle banche private) di circa 40-50 miliardi all’anno puntando principalmente sulla riduzione dei fondi alla sanità, alle scuole, tassando stipendi, abolendo servizi ecc.. Bisogna proprio cancellare il F.C.

Turi L., Palermo Commentatore certificato 10.03.14 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Siamo a marzo diamoci una mossa a quando la selezione dei candidati da inviare in Europa
Vogliamo contrattare il fiscal compact da qui ?
Ci stiamo prendendo in giro o facciamo sul serio
Io non voglio più giocare voglio lavorare
Il debito che lasciamo in eredità ai nostri figli
occorre fare in modo che siano in grado di pagarlo
Ma davvero pensate di scappare con la cassa
Una cassa vuota per di più
Perché quelli che ne sono così convinti invece di perdere tempo col ditino qui non vanno a piazzarsi con una zappa
davanti alle caserme degli americani da quale incominciate
C'è solo l'imbarazzo della scelta Vicenza, Napoli, incominciate zappare come fosse gramigna da estirpare
Se ci riuscite poi potete parlare
Balle balle universali
La Dichiarazione di guerra la fate dal balcone o dalle poltrone ?


.

Rosa Anna 10.03.14 14:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

INTANTO, IN BARBA A TUTTI I TERMINI ANGLOSASSONI COME FISCAL COMPACT E SPENDING REVIEW, NELLA NOSTRA AMATA PENISOLA SI CONTINUA A PARLARE LO STESSO LINGUAGGIO ITALIOTA DI SEMPRE, TANTO CARO ALLA REPUBBLICHETTA NAPOLITANA.

Voti di scambio, in manette consigliere comunale

Tutto è partito da una denuncia su presunte corruzioni elettorali durante le "elezioni politiche" del 24 e del 25 febbraio scorso.
Le indagini sviluppate attraverso acquisizioni documentali, intercettazioni telefoniche e ambientali hanno portato all'arresto di Gennaro Castiello, classe 1975, consigliere comunale di Napoli (Pdl), Mario Maggio, 41enne, consigliere della IV Municipalità, con Domenico De Santis, 62 anni, e Ciro Manna, 41 anni.
Secondo l'accusa i 4 sono responsabili a vario titolo di "voto di scambio", ossia di corruzione elettorale.
Secondo gli inquirenti, il consigliere comunale aveva messo a disposizione "denaro e altre utilità" che Maggio De Santis e Manna "avevano facoltà di promettere e poi corrispondere a quei soggetti che, per effetto della loro attività di procacciamento illecito di voti, si rendevano disponibili a promettere il proprio consenso elettorale in cambio di benefici di natura economica".

(http://www.affaritaliani.it/campania/voti-di-scambio-in-manette-consigliere-comunale.html)

Marco T. Commentatore certificato 10.03.14 14:04| 
 |
Rispondi al commento

NO NO NO !!!!

si continua a paragonare il debito pubblico al debito di una ipotetica famiglia !!!

NO !!!

in teoria non sarebbe così in uno stato sovrano... ora è così perchè non abbiamo sovranità monetaria! siamo come una colonia (o come una famiglia) che non potendo crearsi in autonomia un sistema di scambio di beni e servizi li deve prendere dall'esterno (e pagarli cari). se sono cari potrà averne pochi e di conseguenza scambiare poche cose. potendo scambiare poche cose ci sarà disoccupazione! il lavoro è il vero valore, e di gente pronta a lavorare ce ne sarebbe tanta!!!

in uno stato con sovranità monetaria il debito pubblico è solo una cifra, non corrisponde ad alcun valore reale, è soltanto un indicatore economico come tanti!

NO!!!

OPEN YOUR MIND !!!

se ra 10.03.14 14:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'UE ha imposto il fiscal compact a colpi di spread, così come sta imponendo una politica di austerità che distruggerà tutte le economie del sud europa. Non esiste alcuna possibilità di riformare l'unione monetaria e l'ue. Per far funzionare l'unione monetaria sarebbe necessaria una politica di trasferimenti analoga a quella degli usa, dove gli stati ricchi sostengono quelli poveri sino al 40% delle loro tasse. Immaginate solo cosa succederebbe in Europa se Germania, Austria, Olanda e Finlandia (solo questi stati sembrano funzionare all'interno della moneta unica) dovessero finanziare in quel modo quei brutti e ladri terroni del sud europa. Per quanto riguarda poi più semplicemente l'UE bisognerebbe chuiedersi perchè contribuiamo al bilancio continentale andando a finanziare economie in competizione con noi (vedi agricoltura ad esempio). Il m5s ha il dovere di esporre chiaramente la situazione e prendere una posizione chiara, senza se e senza ma. Di sicuro senza un inequivocabile chiarimento il mio voto non l'avrà più.

Giorgio C., Roma Commentatore certificato 10.03.14 13:58| 
 |
Rispondi al commento

Ma che favole ci stiamo raccontando ?
Non capite che la decadenza è universale
Palliativi e correttivi placebo inutili
Stiamo scherzando con il fuoco
O rimarginiamo gli errori attenti a non pestarci i calli l'un l'altro
Spagnoli, inglesi, finlandesi, italiani, irlandesi, tutti quanti
O i calli ci verranno a tutti sulle ginocchia
Strisceremo come le monache tibetane.
Cinesi permettendo
I cinesi non hanno retoriche. Non pensano con le nostre filosofie etiche. Nessuna remora di carattere cristiano
Loro praticano realisticamente la filosofia del pensiero calcolatore ( Galimberti )
Che ingenui E anche rei
Si rei, a tutti faceva comodo il tempo delle vacche grasse, di da Craxi a Berlusconi I debiti li abbiamo fatti tutti insieme
Ora nessuno vuole pagarli
E come per l'evasione fiscale, si grida al ladro agli evasori però paghiamo idraulici e dentisti senza ricevute fiscali per risparmiare cento euro tutti a parole, solo a parole
Ma andate a ramengo

Rosa Anna 10.03.14 13:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Grillo, è come dici tu, i cari elettori (anzi pseudoelettori e cioè i cittadini)non hanno voce in capitolo, sono sfiatati e vecchi..
Non esiste una democrazia ma solo demagogica farsa inscenata dietro le quinte, dove gli attori accusano sempre il governo precedente scaricando sempre la colpa dai veri responsabili.
Difatti credo che ci sia più falsita politica e una non credibilità sui progetti di qesto paese sia per gli italiani e sia dagli stranieri che ci osservano sempre, ma da lontano.
Soltanto chi non ha nulla da perdere viene in questo paese.
Basta osservare che un governo solitamente resiste sempre poco e non produce mai niente di concreto.
Per i tagli secondo me verranno colpiti soltanto i lavoratori e la brava gente onesta che è costretta sempre a tirarsi su le maniche a farsi in quattro per gli altri e se andiamo avanti così per il NULLA.

Roberto 10.03.14 13:56| 
 |
Rispondi al commento

MI SENTO "POPULISTA" MA AVER VISTO LE BUSTE PAGA DEI MIEI ATTIVISTI MI HA COMMOSSO E FATTO PIANGERE, E LO SCRIVO SENZA VERGOGNA! IL CINISMO E L'INDIFFERENZA DEGLI ITALIOTI E DELLA STAMPA PIÙ CORROTTA D'EUROPA, DI FRONTE AD UN GESTO COSÌ NOBILE, ESEMPLARE, EDUCATIVO, MI PROVOCA ALTRESÌ UNA RABBIA SCONFINATA! L'IPOCRISIA IN CUI SGUAZZA LA CLOACA UMANOIDE ITALIOTA D'EUROPA È TALMENTE SCONFINATA, DA FAR ACCAPPONARE LA PELLE, ITALIOTI INCAPACI DI FORMULARE UN RAGIONAMENTO LOGICO LINEARE, TUTTI OBNUBILATI DALLE VACCATE, DI UN'ORRORE LINGUISTICO DA TOTALE DEMENTE, GIUSTAMENTE ADEGUATE A QUEL 32% DI ANALFABETI CHE LO CAPISCONO A BIMBOMINCHIA, PRIVA DI CONSECUTIO TEMPORUM, CON QUATTRO AGGETTIVI, CICLICAMENTE RIPETUTI, IN UN'ALLINEAMENTO SINTATTICO DA FAR RABBRIVIDIRE IL PIU ASINO DEI FREQUENTATORI DEL LICEO CLASSICO, ED IL TUTTO PASSA QUASI FOSSE UNA NORMALITÀ, GIUSTAMENTE SOLO NELLA CLOACA MAXIMA DI DECEREBRATI ITALIOTI, ITAGLIANI MA VI SCHIFATE, VERAMENTE, MAI ABBASTANZA DI VOI STESSI? NO DI CERTO, SI PASSA DA UNA TRASMISSIONE ALL'ALTRA, AD ASCOLTARE LA FOLLIA ILLOGICA DI AZIENDE FLORIDE CHE DELOCALIZZANO, ED I LORO FRIGNANTI LAVORATORI, CHE CON IL PALO NEL CULO ORA SI SVEGLIANO, AGLI ARTIGIANI CHE DECLAMANO IMPROBABILI SCIOPERI FISCALI RIDICOLI, NESSUNO DI LORO CON UN VERO PESO SPECIFICO IN QUANTO NEI 20ANNI PASSATI SI SONO FATTI INCULARE, VOTANDOLI E RIVOTANDOLI, DAI LORO POLITICANTI DI FIDUCIA, ED ORA ECCOLI SENZA UN PESO SPECIFICO QUELLI DELLA GUERRA FRA POVERI, FRIGNANTI, CHIASSOSI, INUTILMENTE E DIVERSAMENTE INCAZZATI, SENZA CHE SE LI CAGHI DI STRISCIO NESSUNO DI COLORO CHE HANNO VOTATO, MA ANCORA OGGI CI "REGALANO" PREVISIONI DI VOTO DEL PARTITO DEMOCRISTIANO E DEL PARTITO DELLO PSICOPEDONANO A DUE, DICO A DUE CIFRE, MA ANDATEVELO A PRENDERE NEL CULO IDIOTI!

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 10.03.14 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Da oggi rinuncio a parlare con elettori di sinistra, non c'è soddisfazione, sono cocciuti, fanno confusione, sono disinformati, non hanno le palle e infine credono ancora nei dibattiti, in ognuno di loro ho notato pensieri fissi di importanza secondiaria determinata da letture di quotidiani, come se l'abolizione del senato paventata dal boccalone fosse la panacea per risolvere i mali dell'italia, questo secondo loro sarebbe un segnale di cambiamento e di buona volontà. Vi auguro di finire come gli accattoni.
Teste di c....o siete teste di c....o rimanete.

UOMINI SIATE E NON PECORE MATTE…, Ve Commentatore certificato 10.03.14 13:48| 
 |
Rispondi al commento

Quando io e ( vedo con piacere )molti altri insistono nel definire il DEBITO PUBBLICO UN FALSO PROBLEMA,e che se non si cambiano RADICALMENTE I TRATTATI UE,e il funzionamento della moneta unica
non e' che sia meglio,MA SARA'INDISPENSABILE USCIRE DALL'EURO E DAI TRATTATI UE...semplicemente per non morire di inedia...non e' che si vuole insistere ad imporre un proprio punto di vista,e parlo per me,ma solo per ribadire valutazioni che da tempo molti illustri economisti hanno ribadito,dati alla mano...da A.Bagnai a L.Vasapollo,dal premio nobel Pyssarides a J.Stiglitz,P.Krugman.P.Diamond...
una sola considerazione tra le tante altre possibili..cosa e'meglio,svalutare o far fluttuare una moneta o continuare a SVALUTARE IL LAVORO,A TUTTO VANTAGGIO DEL CAPITALE E DELLE RENDITE ?..
per favore,la risposta ci e'gia'nota,vediamo piuttosto come il M5S puo'adottare la strategia migliore per metterla in pratica.

f.g-torino.

franco graziani 10.03.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento

Martin, stiamo arrivando, fatevi da parte il Futuro siamo noi, Grillo avanti tutta, non ci possono fermare noi siamo Oltre, noi non rappresentiamo a parole vane Noi siamo l'evoluzione della realtà contro l'ipocrisia e l'immobilismo degli scaltri politicanti.

noi siamo noi 10.03.14 13:45| 
 |
Rispondi al commento

o.t.

@ matteuccio

le ricordo che la maggioranza può approvare la legge elettorale che lei ha confezionato anche senza l'appoggio di silvio!

quindi non perda tempo, faccia!!!!

se silvio non vuole le quote rosa lei prosegua come da copione, asfalti tutto!!

o ha paura?

paoloest21 10.03.14 13:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori dall'euro, subito! Questo l'obiettivo dichiarato per cambiare trattati e fiscal compact. Se no sarebbe meglio create l'Afro, noi, chi ci sta, e l'Africa. Crescita sostenibile all'Africa e materie prime ai Paesi del Mediterraneo. Gli altri si attacchino al tram, Cina inclusa.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 13:44| 
 |
Rispondi al commento

IL GIOCO SPORCO

La disinformazione la fa sempre da padrona e i media che hanno paura di perdere finanziamenti e privilegi dai 2 principali schieramenti bombardano l'Italiano con notizie assurde e contraddittorie.
E' il solito gioco sporco di questa Italia da operetta che mette gli uni contro gli altri,vecchi contro giovani,famiglie contro imprese.
E' la lotta del nulla con i soldi degli Italiani,tutti,autonomi e dipendenti,imprenditori sul baratro del fallimento e operai cassa integrati che non verranno mai più riassunti.
A chi dare le agevolazioni alle imprese o alle famiglie?Irpef o irap,essere o non essere?
Come se le famiglie e le imprese non fossero una cosa sola,l'una consumatrice di quella produttrice e l'altra unico volano occupazionale in un Italia che si avvia sempre di più a tagliare i servizi fondamentali per non toccare i tasti dolenti degli sprechi pubblici e di programmi industriali scellerati.
Confindustria contro sindacati in quel giro infinito di alibi governativo che regna da almeno 50 anni producendo alla fine debito pubblico e inefficienze crescenti.
Renzi il pagliaccio dietro il quale si nasconde un fallimento conclamato di tutte le strategie manageriali e politiche che ha affossato una nazione con le nomine e la corruzione consegnando il paese nelle mani delle lobby energetiche,delle comunicazioni e delle infrastrutture.
Irap o irpef? ma vaffanculo va.

bruno p., napoli Commentatore certificato 10.03.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mercoledì si ABBASSA le tasse.
E' così che si esprime in lingua italiana il renzi?
Forse tra i giovani si usa così.
Mah, speriamo che me la cavo.

GIANNI PARLANTE, ITALIA Commentatore certificato 10.03.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pensare, Agire, Vivere, tutto il resto sono chiacchere............

immagina nuovi orizzonti 10.03.14 13:43| 
 |
Rispondi al commento

CAPORETTO 2008+6
Tramonti a Nordest
(Bomba! E la legge elettorale?) 025


AMPIO CONSENSO

12 ottobre 2012

Dopo il via libera della Commissione Affari costituzionali a un testo base
di riforma della legge elettorale, il presidente della Repubblica, Giorgio
Napolitano, scrive al presidente del Senato, Renato Schifani.

Mi auguro che stia per esprimersi, con realismo e senso di responsabilità,
un ampio consenso parlamentare, al di là di ogni persistente diversità di
punti di vista.

Occorre dare finalmente esito a lunghe e travagliate polemiche così da
offrire al paese l’indispensabile certezza di un nuovo quadro di
riferimento per l’esercizio del diritto di voto alla scadenza della
legislatura nella prossima primavera.

------------------------------------------


Diritto di voto ?

Abbiamo ancora dei diritti ?

Che c..o !

.

epe pepe 10.03.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

Non sono assolutamente un fan del "mortadella", ma da un po' di tempo a questa parte sono sempre più convinto che, alla luce degli enormi problemi che Napolitano sta causando al MoVimento, con il senno del poi, il mancato appoggio all'elezione di Prodi come presidente della repubblica si sia rivelato un boomerang, al pari del frettoloso consenso dato all'elezione dei presidenti delle camere, fortemente condizionato dalla paura dell'avvento di Schifani come presidente del senato, ripetendo a se stessi che "in fondo sono soltanto figure di rappresentanza istituzionale".
Napolitano e la Boldrini hanno fatto e continuano a fare più danni al M5S e a quel poco che rimane della democrazia italiana, di tutti gli altri partiti dell'arco costituzionale saldamente coalizzati contro il cambiamento.

Marco T. Commentatore certificato 10.03.14 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Voglio spendere due parole per il post “..e se domani…” di Beppe.

Sono convinto che c’è molto più di una provocazione, se non proprio un programma politico ben definito. Ogni volta che il Beppe lancia un discorso, non lo fa mai a caso: dietro ci sarà un intenso esame di ogni probabilità.

Resto dell’idea che qui in Italia, se permanesse la solita classe politica di malfattori, non cambierebbe niente, compresa la gestione delle Macroregioni o Federalismo che dir si voglia.

Ma sono anche convinto, riflettendo, che se ci fosse la possibilità di realizzare in una “Macroregione” un governo PULITO di 5 stelle, ebbene questo potrebbe essere il volano per le altre realtà locali (mi riferisco alla gente che vota….) per avviarsi allo stesso risultato.

Non mi faccio condizionare da idee separatiste o, all’opposto, unitarie. Lasciano il tempo che trovano. Non sta scritto da nessuna parte che l’Italia debba esser fatta in un modo per forza.

Potrebbe essere un nuovo modello per tutto il mondo: basta che regni la DEMOCRAZIA.

Lone Wolf Commentatore certificato 10.03.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

@ le due anime

io la amo, VERAMENTE, mi ha convinto, siamo tutti fratelli.

viva l'euro

se ra 10.03.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!
Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!
Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!
Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!
Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!
Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!
Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!
Forza Grillo.. Forza M5S...!!!!!

Camillo B. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 13:39| 
 |
Rispondi al commento

Ecco perchè in TV non parleranno mai di questo post: https://www.youtube.com/watch?v=ZsGyOVRryeY

Filippo Cerasi, Roseto degli Abruzzi Commentatore certificato 10.03.14 13:35| 
 |
Rispondi al commento

Questo non c'entra niente con la discussione,.
Vi chiedo scusa. Il pregiudicato si sta appropriando
del colore "azzurro" che e' il colore del' italia. Si potrebbe Inpedire che quadri fraudolenti insozzino
anche il colore nazionale?

luigi di pietro, Montreal Commentatore certificato 10.03.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento

M5S senza se e senza ma!!punto.

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 13:30| 
 |
Rispondi al commento

VERO L' EUROPA con Grillo,
Europa stiamo arrivando, AVANTI TUTTA con GRILLO.

stiamo arrivando 10.03.14 13:28| 
 |
Rispondi al commento

E fargli pagare pure gli F-35, Tav etc. a loro e a chi li vota pure.

Antonino S., Genova Commentatore certificato 10.03.14 13:25| 
 |
Rispondi al commento

Debora Billi
Mercoledi "taglio delle tasse"
Giovedì " reintroduzione delle medesime sotto falso nome "
Venerdi "canzoncine a scuola"

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 10.03.14 13:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in caso di sanzioni contro la russia,i primi a pagare sarebbero i paesi europei.principalmente quelli che importano gas e petrolio quindi,l'europa e,soprattutto,l'italia,dovebbe dire:NO.ma poichè siamo una colonia degli americani.......va be.a che serve scriverlo qui?tanto,cosa cambia?forse che,avendo capito questo,siamo ORGANIZZATI per imporre la nostra volontà?

vito asaro 10.03.14 13:15| 
 |
Rispondi al commento

1. FERMI TUTTI! UNA PICCOLA DIMENTICANZA NELL’ORDINE DEL GIORNO DELL’ASSEMBLEA DI BANKITALIA CHE HA DATO IL VIA LIBERA ALLA RIVALUTAZIONE DELLE QUOTE DI VIA NAZIONALE MINACCIA DI INVALIDARE UN’OPERAZIONE DA PARECCHI MILIARDI DI EURO (7,5), PER LA QUALE LEGA E GRILLINI HANNO GRIDATO AL “REGALO DI STATO” PER LE BANCHE AZIONISTE
2. DELLA LACUNA FORMALE (NELL’ORDINE DEL GIORNO NON SI FACEVA IL MINIMO CENNO AD AUMENTI DI CAPITALE) SI SONO ACCORTI GLI AVVOCATI DI ADUSBEF, CHE STANNO PER IMPUGNARE DI FRONTE ALLA CORTE COSTITUZIONALE IL DECRETO DEL GOVERNO, MA INTANTO PARTONO LANCIA IN RESTA ANCHE CONTRO QUELL’ASSEMBLEA STRAORDINARIA CONVOCATA IN TUTTA FRETTA IL 23 DICEMBRE SCORSO, A DUE GIORNI DAL NATALE…

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/1-fermi-tutti-una-piccola-dimenticanza-nellordine-del-giorno-dellassemblea-di-bankitalia-che-ha-73286.htm

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 10.03.14 13:13| 
 |
Rispondi al commento

IL - PROBLEMA - IN - ITALIA - NON - E' - IL - DEBITO - PUBBLICO, E - NON - SARA' - LA - DEBOLEZZA - DELLA - LIRA.
Quando cominceremo a capirlo? E' UN FALSO PROBLEMA, E' SOLO UNA CONSEGUENZA E NON UNA CAUSA.
Fuori dall'Euro, fuori dall'UE, subito, ieri, non domani. Le importazioni petrolifere non c'entrano niente. è solo una voce tra le tante... Se non lo facciamo noi lo farà la Germania, e la prenderemo in quel posto comunque, ma peggio...
Beppe, te lo dico con il cuore. M5S, sempre e comunque, ma STIAMO SBAGLIANDO IL BERSAGLIO.
PENSIAMOCI ANCORA. NON E' TARDI.

Federico Luciani 10.03.14 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ LE DUE ANIME

senza rancore,
ecco la fonte, del resto sei tu che hai tirato fuori Svizzera? Svezia? e hai fatto 'sto casino - IL MIO COMMENTO ERA SU ALTRO, e comunque sappi che, se vai in Svizzera, negli esercizi commerciali puoi comunemente pagare in euro anche se logicamente il cambio sarà a tuo sfavore. se non ci credi vai ed esperisci.
consiglio spassionato: lascia perdere il cicap

"La Svizzera ha depositato una domanda d'adesione all'Unione europea il 20 maggio 1992.

Essa è stata CONGELATA IN SEGUITO AL RIFIUTO,
IN VOTAZIONE POPOLARE,

dell'entrata nello Spazio economico europeo (il 6 dicembre 1992).
Formalmente, la domanda d'adesione all'Ue non è però mai stata ritirata[51]. Il governo federale svizzero per ora si è limitato a firmare accordi specifici con l'Unione europea, in particolare sulle materie della libera circolazione delle persone e del lavoro."

wikipedia

se ra 10.03.14 13:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

o.t.

stanno a menarcela con quote rosa si quote rosa no, per nascondere la cosa più grave...est palesemente una legge truffa ...


giovgio garante supremo non firmerà mai..piuttosto dovranno passare sul suo corpo..

:))

paoloest21 10.03.14 13:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

politiciliquidi

Occorre secondo me chiarire bene che il M5S è fatto di persone e non di personalità!

Quando un cittadino rappresentante di altri cittadini diventa personaggio va cambiato.
Anche i vari Di Maio, Di Battista ecc. (non sto accusando nessuno, ho usato i loro nomi perché sono quelli che secondo me si sono comportati meglio come nostri rappresentanti)
E' l'unica via!
Perché? perché non esistono salvatori!

Sono le istituzioni importanti non chi le impersonifica.

Noi abbiamo un problema culturale profondo: la cultura del proprio tornaconto.

Se c'è un giustificabile tornaconto possiamo passare sopra a tutto.

BASTA

Non andremo da nessuna parte se non penalizziamo i comportamenti che favoriscono tale visione.

i politici, i sindacalisti, i servizi sociali, la polizia municipale e in genere ogni soggetto che riveste un ruolo istituzionale: semplicemente sono diventati soggetti inutili, servono solo a garantire uno stipendio ai parassiti che ricoprono tali figure.
Il cittadino li vive come ostacoli.
Ne ha paura.
Non sono suoi alleati ma nemici!

allora eliminiamoli: lo stato va ridotto ai minimi termini perché è lo stato a dover essere servo dei cittadini!

Il principio: Rivestire una carica pubblica deve essere scomodo, molto scomodo.

Solo così si passerà da una nazione assistenzialista ad una nazione di cittadini consapevoli e padroni.

Occorre aiutare chi è accecato dalla luce della cultura del prenditore!
Occorre forgiare la nuova Italia sulla impresa.

I lavoratori devono essere i padroni della impresa in cui lavorano: caricandosi di onori e oneri.

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.03.14 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Seduta sospesa sulle quote rosa in parlamento

mapperò

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/03/10/sesso-adolescente-vai-male-letto-rovinato-subito/907626/

certo non saranno giudicati per le prestazioni parlamentari

adottano giustamente il "giudizio disgiunto"
come dovremmo fare tutti al voto

Giorgio G. 10.03.14 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Per Sofia Giorgelli. Ma lei ragiona o fa finta?

Lady Dodi 10.03.14 12:59| 
 |
Rispondi al commento

"Penso che per tutti valgano le celebri parole dell'Ulisse dantesco, secondo le quali, alla luce della nostra essenza di uomini, la vita autentica è quella vissuta all'insegna del bene(virtute) e dell'amore per la verità (canoscenza).
Impostare tutte le relazioni sulla base di questi valori è la più grande fortuna che ci possa capitare nella vita."


Vito Mancuso-La vita autentica

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il M5S non si candida alle provinciali perché è contro le province.

Quindi perché si candida alle europee se è contro l'Europa?

Sofia Giorgelli 7 (sofigio_7), Rimini Commentatore certificato 10.03.14 12:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scusatem, prima ho intravisto ma mi è subito sfuggito e non riesco a ritrovarlo, qualcuno che ha risposto ad un mio commento disapprovando di brutto.
Sono qui, se c'è da spiegarsi, Posso essermi espressa male (cosa frequante, purtroppo) oppure può essere un vero disaccordo e mi piacerebbe chiarire.

Lady Dodi 10.03.14 12:48| 
 |
Rispondi al commento

pier p., acqui terme : è vero ho notato anch'io
quello che hai detto.
Pure gli altri si rendono conto che ai grillini...viene riservato un trattamento peggiore.

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 10.03.14 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Dario Nardella a "l'aria che tira" non vuole essere interrotto e dice: POSSO PARLARE? NON SONO UN GRILLINO!
Quindi i "grillini li interrompono sempre e non li lasciano parlare mai. (li scavalcano,li zittiscono,li tagliano).
Come volevasi dimostrare !: Nardella hai ragione e tutti i giornalisti tv. Fanno così, non lasciano parlare i grillini, quando (rarissimamente) si presentano! Vigliaccate. Bravo nardella per la verità vera!

pier p., acqui terme Commentatore certificato 10.03.14 12:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ITALO UNITO, il cui nome è tutto un programma, è chiaramente un trol.
Sa cosa le rispondo? Trikke Trakke e ballakke!
Cosa vuol dire? Non lo so, ma credo le sia appropriato.

Lady Dodi 10.03.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori un milione, mi manda Re Giorgio
Di ilsimplicissimus

Quest’uomo vi renderà ricchi

Basta portare una lettera di Napolitano e le banche vi spalancheranno le porte: niente più noiose pratiche per ottenere un misero mutuo o un prestito di qualche migliaio di euro, ma tappeti rossi e se vi serve un milione eccolo pronto in portafoglio. Questa è l’Italia di Re Giorgio come emerge da una curiosa vicenda che ha per protagonista una dottoressa ciellina del Niguarda, Maria Vicario, che si è inventata una lunga catena di amicizie e che alla fine ha ottenuto il finanziamento a tasso agevolato di tre mutui immobiliari più un milione di euro da Banca Intesa, quella di Bazoli, dopo aver portato al banchiere tre lettere di raccomandazione firmate da Napolitano e dal suo segretario, Marra, in cui si faceva riferimento compiti delicati e segreti svolti dalla dottoressa. La quale per accreditarsi meglio si è anche spacciata per nipote del Presidente.

Le missive ovviamente erano false, così come tutta una serie di rapporti basati sulla bugia e sul millantato credito che la dottoressa aveva costruito prima con Formigoni, facendogli credere di essere in grado di avere notizie riservate sulle inchieste che riguardavano il Celeste, per poi arrivare a inventarsi rapporti con il Colle. Ma il fatto è che il regime di corruttela e di cooptazione che vige nella classe dirigente è talmente radicato che nessuno si è dato la pena di controllare, né le parentela, né l’esistenza reale di rapporti con l’alta carica, né, ovviamente le garanzie che la dottoressa poteva vantare: troppe domande avrebbero potuto infastidire il Quirinale.

Adesso Bazoli sostiene che dopo aver ascoltato la Vicario l’ha mandata da un funzionario, che ha gestito le sue richieste secondo le consuetudini della banca, senza alcun trattamento di favore. E questa è certamente una buona notizia per la nostra economia: ci lamentiamo del fatto che le banche non concedano credito, quando invece a fro

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 10.03.14 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LALLA, credo che questo Ancona abbia detto ancora poco!
Certo che le cose stanno così e inoltre è tutto INTERESSE dell'Italia che l'adesione dell'ucraina alla UE sia stoppata. Senza Ucraina, è più difficile a noi e ai PIG in genere, far digerire cose come il Fiscal Compact e l'euro.
Conto che tu mi capisca senza dilungarmi oltre.
Perchè vedo che c'è uno , nel blog, che mi interpella e devo parlargli.

Lady Dodi 10.03.14 12:30| 
 |
Rispondi al commento

caro "se ra" aldilà dell'insulto personale, delle citazioni dantesche farlocche e della confusione tra la Svezia e la Svizzarea non sai andare, attendo (ridendo) ancora che ci illustri quando si sarebbe tenuto, in Svizzera (ahahahhaahah) il referendum per entrare oppure no nell'euro (ahahahha in Svizzera , ahahahhah che bestialità fondata sull'ignoranza totale della NEUTRALITA' della Svizzera)...

Come mai non fornisci il link alla notizia? Forse perché non esiste la notizia equindi non può esistere il link e, con tutta la pena che ti sei dato per denigrare chi stana le tue menzogne (che dicevi di averci abitato in Sizzera...), adesso fai finta di niente?


LA MAGISTRATURA : Deve essere autonoma e imparziale! Ci sarà bene una magistratura giusta equa e solerte! (spero)
Allora avanti con questi processi ai politici inadagati...celerità e priorità, Grazie!

pier p., acqui terme Commentatore certificato 10.03.14 12:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro Renzi finiscila di prendere in giro gli italiani, sai benissimo che non sono questi i modi per salvare l’Italia, anzi questi sono pericolosi ancor di più perche il rischio è quello di aggravare maggiormente la posizione italiana.
A breve sarai chiamato ad una decisione cruciale per il futuro dell’Italia, quella di continuare a salvaguardare l’azienda Italia ( Fallita da decenni) e/o intervenire veramente sulle imprese italiane.
Caro Renzi i tagli sul pubblico vanno fatti nell’ordine di 300 miliardi, se vuoi salvare il made in Italy, non esiste altra soluzione. E non sono i tuoi programmi che salveranno i nostri figli, o sei ingenuo o sei falso.
Come fai a dire che le imprese italiane non hanno nulla a che invidiare a quelle estere, ma dico dove vivi ??
Caro Renzi , per salvare l’Italia il cuneo fiscale andrebbe abolito per cinque anni, le imposte andrebbero dimezzate, solo in questo modo salverai gli italiani e i loro figli.
Il resto sono tutte chiacchiere di ciarlatani o che vogliono mantenere le loro posizioni acquisite negli ultimi 50 anni.
Corad

corad 10.03.14 12:23| 
 |
Rispondi al commento

USCIAMO DALL'EUROPA PRIMA POSSIBILE !

Massimo Vannucci 10.03.14 12:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Aggiornamento di stato
Di Pietro Ancona
Un professore che non sarà più invitato

Un esperto di politica internazionale convocato oggi da reinew24 per dare torto a Putin ed alla Russia ha lasciato con un palmo di naso la Goracci e la sua collega in studio dicendo che nella vicenda Ucraina la Russia si sta difendendo e che all'origine di tutto sta la forzatura di fare aderiore l'Ucraina alla Unione Europea se nza tenere conto degli interessi russi nell'area e nel mondo.
il professore ha aggiunto che l'atteggiamento psicologico di Mosca è prudente ed è difensivo. Ha citato una deliberazione della Russia del 2004 nella quale si dichiara che nessuna nazione potrebbe essere annessa alla Russia senza la volontà dei suoi abitanti.
Penso che la cosa non sia stata gradita e che il professore non sarà più invitato.

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 10.03.14 12:18| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno si interroga sulle ultime uscite di Grillo?? Se dicesse che gli asino volano, qualcuno si interrogherebbe almeno su quello?
Mah...
Grillo, ti riconosco di aver dato voce ad un Italia che non si riconosce più nella classe politica attuale (è un grande merito, ovviamente), ma adesso fuori dai coglioni...
Sei imbarazzante con i tuoi metodi fascisti... Vattene per il bene del movimento.

Italo Unito 10.03.14 12:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OK

leggete queste
http://www.altrainformazione.it/wp/frasi-celebri/

se ra 10.03.14 12:09| 
 |
Rispondi al commento

siamo come gli ebrei internati nei campi di concentramento.ridotti a larve umane e destinati alla camera a gas.come allora,nessuna vera reazione.soffriamo per paura di soffrire e moriamo per paura della morte.i nazisti hanno deciso il nostro destino.solo i servi ed i ruffiani possono sperare in una sopravvivenza che non può,certo,definirsi vita.non voglio usare la parola schiavo.gli schiavi sognano di liberarsi ed uccidere chi li tiene in catene.hanno una dignità che,noi,abbiamo dimostrato di non avere.ho capito questo la notte in cui fù rieletto napolitano.fu li che ci siamo arresi senza combattere.


Vorrei rispondere aquel Calogero Capuano che si chiede perchè Beppe non parli più tanto di uscita dall'euro.
Grillo è stato il primo che ne ha parlato e di sicuro è un suo "pallino".
Si figuri che io ne sono molto meno convinta perchè temo un'iperinflazione ecc. ecc.
Ma Beppe, stia tranquillo che ci pensa e sicuramente, non racconterà sul blog di "come" intende farlo. Perchè l'operazione, caro Calogero , dev'essere fatta a regola d'arte, e all'improvviso, per evitare macelli!

Lady Dodi 10.03.14 12:05| 
 |
Rispondi al commento


o.t.

""Italicum,non c'è accordo,Sisto chiede rinvio Aula al pomeriggio""

http://www.wallstreetitalia.com/article/1674970/italicum-non-c-e-accordo-sisto-chiede-rinvio-aula-al-pomeriggio.aspx

paoloest21 10.03.14 12:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il debito pubblico, al quale sembra si attribuiscano tutti i mali d'italia, iniziò la sua corsa fuori controllo nell'epoca Craxiana (fine anni '80) quando il miglior Bettino in accordo con le parti sociali ed i sindacati indicò per il nostro Paese una possibile fase di sviluppo determinata all'inizio da un aumento della spesa pubblica e successivamente da una radicale riforma del pubblico impiego che avrebbe consentito "POI" un risparmio negli anni a seguire, in modo da compensare l'esborso iniziale;

La prima fase, quella della spesa, ebbe un successo strepitoso (ultimo ciclo economico positivo che si ricordi), ma quando si trattò di riformare la macchina amministrativa introducendo il concetto di responsabilità personale dei dirigenti, e con esso a cascata i loro sottoposti (per la prima volta in italia si parlò di un reale rischio di licenziamento per mancanza di risultati anche nel pubblico) ecco che all'improvviso i socialisti divennero il diavolo in persona da esorcizzare con tutti i mezzi (mani pulite docet guarda caso) ed il seguito lo conosciamo.

Ma visto che la storia si ripete ecco che con Mario Monti abbiamo assistito allo stesso giochetto: arrivato dalla Bocconi con due obiettivi e cioè primo "STABILIZZARE" i conti attraverso sacrifici che conosciamo (IMU-Esodati-Pensioni-blocco trasferimenti agli Enti Locali); quando come secondo punto si trattava di attaccare i famosi privilegi delle caste (pubbliche e private) ecco che anche l'uomo in loden è diventato all'improvviso il nemico pubblico numero uno da eliminare in più fretta possibile.

in breve senza voler difendere qualcuno, quando si toccano certi argomenti il Sistema si irrigidisce, non si lasci riformare e piuttosto affonda il paese ma non si fa spuntare le unghie.

Luigi dalle Alpi 10.03.14 12:02| 
 |
Rispondi al commento

Invece di ficcarci in queste battaglie populiste vi invito a meditare su un paio di cose:
a) ad oggi 10 marzo 2014 non ho visto scritto una parola su come selezioneremo i portavoce da portare a maggio in europa. Mi auguro sinceramente che non lo si farà con il tour "te la do io l'europa" semplicemente perchè è selezionare i portavoce europei è una cosa molto seria.
b) questa classe politica cialtrona ha avuto 12 anni di moneta euro che ha garantito un notevole risparmio sugli interessi del nostro debito pubblico e che però è stato poi utilizzato per la spesa corrente di questa repubblica di banane. Sostenere che uscire dall'euro, ridando la possibilità a questa classe politica di cialtroni di stampare moneta è un mera follia mentre inviare in europa giovani portavoce incavolatissimi per far cambiare le regole al vecchio continente è la nostra vera missione.

claudio 10.03.14 12:00| 
 |
Rispondi al commento

QUELLE MULTE : Ai piccoli commercianto(vedi eddy)
ecc.ecc. che si suicidano per la chiusura "immediata" dei loro esercizi o attività. o per la multa di 1.550 euro per 0,75 centesimi evasi.
I responsabili (capi-esattori) dicono che è la "legge"!
Veniamo al dunque: Ma questa legge (leggi) chi le ha fatte? IO? Il m5s,che non c'era?
Tutti zitti i "porci"responsabili politicanti.
Tutto tace,nessuno si addossa responsabilità alcuna per aver votato queste infamità dilaganti nel paese.
State tutti zitti (giornaliti e tv. da starapazzo), che il popolo si stà ribellando con lo sciopero fiscale! E allora le modificherete queste leggi infami? O NO ?

pier p., acqui terme Commentatore certificato 10.03.14 11:59| 
 |
Rispondi al commento

Cancellare il fiscal compact non è importante, è solo questione di VITA O DI MORTE !

marco bollin Commentatore certificato 10.03.14 11:58| 
 |
Rispondi al commento

La Boldrini è la terza carica dello Stato.
Ha brontolato e accusato molto i governi e le leggi per le decisioni sui migranti.
Da un annno che cosa HA FATTO per cambiare le cose e tutelare, come lei pensava, i poveri migranti ?
Non ha fatto niente trovando scuse oscene.
E' molto presa dal porre la propria persona al centro del sistema, considerando tutto, crtiche ed insulti, come LESA MAESTA'.
Lei non è criticabile, gli altri tutti si.
Ogni persona "normale" capisce quanto sia vuota di contenuti: come molti di sinistra è "SINISTRATA".
Poverina, fa pena.

claudio renzi 10.03.14 11:55| 
 |
Rispondi al commento

Post perfetto!

Francesco M., Capoterra Commentatore certificato 10.03.14 11:54| 
 |
Rispondi al commento

A FARI SPENTI

Il nostro quotidiano sembra un incubo dal quale non riusciamo a svegliarci ed ogni giorno i media ci rassicurano sul nostro futuro annunciando piani mirabolanti sul lavoro a che dovrebbero dare quel famoso shock alle membra ormai morte della nazione.
Si continua a seguire una strada anti democratica per la rappresentanza Parlamentare per non parlare dei molteplici tentativi fallimentari di eleggere esecutivi con metodi non solo anti costituzionali ma distanti anni luce dagli elettori.
Più si allunga la filiera tra la collettività e le istituzioni che dovrebbero rappresentarla, più si evidenzia la stortura di un sistema che sta generando inefficienze e sta creando squilibri eccezionali tra il debito pubblico e la non crescita.
Quello che è ancora più paradossale è l'assenza totale di informazione per quello che sta avvenendo.La verità è oscurata da un apparato disinformativo che elogia governi fallimentari,non eletti dal popolo e che si inventano le fandonie più assurde per tenere a bada la rabbia che di sicuro esploderà.
Tesoretti nascosti mai esistiti,risorse per attuare programmi economici che brancolano nel buio,annunci di tagli agli sperperi mai avvenuti.
Ogni giorno si vorrebbe agire in una qualche direzione ma poi si fa marcia indietro,tasse sulle rendite finanziarie,patrimoniali esagerate,sforamento del patto di stabilità e non ultimo la figuraccia da incompetente che l'Italia ha fatto verso l'Europa chiedendo di utilizzare fondi destinati allo sviluppo per tagliare il cuneo fiscale.
Il Fiscal Compact è la ciliegina sulla torta della pazzia istituzionale che regna a bordo dove il panico si è impossessato della dirigenza e si procede a fari spenti nel buio della speculazione finanziaria degli stati nell'epoca delle localizzazioni e dei licenziamenti a catena.
Non c'è un euro dietro il governo Renzi e non ce n'erano dietro quello Letta mentre il salvataggio dello spread è avvenuto con i risparmi degli Italiani sempre per non toccare i privilegi

bruno p., napoli Commentatore certificato 10.03.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento


Next step: liberiamoci del Senato, un fastidio in meno | L'ESTREMISTA
www.deborabilli.it
Incredibile il bieco populismo con cui Renzi si attacca al trend "sprechi della politica" per spacciare come straordinaria novitá la proposta di abolizione del

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 10.03.14 11:53| 
 |
Rispondi al commento

...volete sgonfiare supeRenzie?
Basta fargli un controllo antidoping ...ed il gioco è fatto.

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 10.03.14 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fiscal compact va visto in abbinamento con il pareggio di bilancio (tutte e due le norme decise e approvate dalla maggioranza guidata dal governo Monti).
L'idea è quella di non indebitarsi ulteriormente (pareggio di bilancio) e di lasciare che il debito restante si svaluti progressivamente per effetto dell'inflazione. Questo effetto, abbinato ad una moderata crescita del PIL dovrebbe riportare entro 20 anni il parametro DEBITO / PIL al 60%. Scrivo DOVREBBE perché rimane tutto da vedere se funzionerà. In ogni caso il fiscal compact prevede un continuo monitoraggio periodico di questo piano di rientro con eventuali correzioni (nuova austerity).
Il vero problema però, quello di cui nessuno parla, non è il debito pubblico ma il nostro saldo delle partite correnti con l'estero. Nell'euro, questo si regola svalutando il fattore lavoro ad ogni perdita di competitività di prezzo dei nostri prodotti (esportazioni) rispetto a quelli stranieri (importazioni).
Il paradosso è che, in una Repubblica fondata sul lavoro, si crea disoccupazione tramite l'austerità invece di svalutare il fattore capitale (cambio) uscendo dall'euro. E' questa la vera ingiustizia!

Luca 10.03.14 11:48| 
 |
Rispondi al commento

BUON GIORNO CLOACA UMANOIDE ITALIOTA D'EUROPA, I BARZELLETTIERI POLITICANTI SONO GIÀ ALL'OPERA AHINOI?
SUL FQ SCRIVONO DI 20 ANNI "CE LO CHIEDE L'EUROPA"A CUI IO PERSONALMENTE SONO GRATO PER LE JAR E IL JAA CHE HA REGOLAMENTATO IN MANIERA DEGNA L'AVIAZIONE CIVILE ITALIOTA CHE CON L'ENAC ERA LO ZIMBELLO DEL MONDO, MA ANCHE QUESTO RECEPIMENTO IN ITAGLIA SI È PROMULGATO CON UNA LENTEZZA ED UNA CONFUSIONE DEGNA SOLO DI QUESTA MALEODORANTE CLOACA, FRA UN SORRISETTO E L'ALTRO DELLA FECCIA UMANA CHE SI È AVVICENDATA AI SUOI VERTICI, FINO AL PEGGIOR CORROTTO CHE HA COPERTO LO SCANDALO VOLARE E MYAIR, CHISSA SE PER PROPRIO TORNACONTO, UN'INCAPACE ARROGANTE, LA CUI INETTITUDINE FA DA SPECCHIO ALLE CONDIZIONI IN CUI VERSA TUTTO IL SISTEMA AERONAUTICO E AEROPORTUALE ITALIOTA, ARGINATO SOLO GRAZIE ALLE NORMATIVE EUROPEE JAA E JAR! RICORDO BENE LE TANGENTI CHE BISOGNAVA ELARGIRE AL GRUPPO ESAMINATORE ITALIOTA CHE FORMULAVANO I QUESTIONARI PER IL CONSEGUIMENTO DELL'AGOGNATA LICENZA DI PILOTA COMMERCIALE, UN'ESAME CHE FINO CHE È RIMASTO IN MANO AI CALABRESI E COMPAGNIA CANTANTE ERA OGGETTIVAMENTE IMPOSSIBILE DA SUPERARE SENZA VERSARE L'OBOLO DI "LEZIONI" A 60 MILA LIRE IN NERO E A CASA LORO, DI MODO CHE TI SUGGERISSERO GLI ARGOMENTI DELLE FUTURE DOMANDE DELL'ESAME DI STATO! SISTEMA A CUI MI SONO DOVUTO PROSTRARE COME MOLTISSIMI ALTRI, PENA L'INSUPERABILITÀ DELL'ESAME, MA OGGI GRAZIE ALLE MILLE DOMANDE STABILITE DALLE JAR RACCOLTE IN UN TESTO UNICO, PRIMA DOVEVI ACQUISTARE LE PUBBLICAZIONI DI CIASCUN ESAMINATORE, SE LA SONO PRESA IN CULO QUESTE MERDE CONSIDERATE A TORTO I GURU DELLE VARIE SCIENZE AERONAUTICHE, UN SISTEMA MAFIOSO INDEGNO, MAI PUNITO DAGLI APPARATI COMPETENTI! E QUESTA È STATA LA MIA ESPERIENZA, VOMITEVOLE, CHE PERÒ VEDO PERPETUARSI NEL CAMPO DI MOLTRI ALTRI ESAMI DI STATO I QUALI AHIMÈ NON DOVENDO ADEGUARSI ALLE NORMATIVE EUROPEE CONTINUERANNO AD ESSERE LA FARSA INDEGNA, MA ADEGUATA ALLA CLOACA ITALIOTA, CONTINUATE A FARVI PRENDERE PER IL CULO COGLIONI, DEFICIENTI..

Jan Niedzielski, Gallarate Commentatore certificato 10.03.14 11:48| 
 |
Rispondi al commento

BIP BIP BIP

attenzione blog
(premettendo che NON sono del M5S... ma alcuni - solo alcuni - di voi mi stanno simpatici...)

attenzione - codice rosso

tal scrivente che si firma

" LE DUE ANIME "

è il fratello povero del noto debunker paolo indolente

se ra 10.03.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Con i mercati perennemente sull’orlo di una crisi di nervi, parlare oggi di una ristrutturazione del terzo debito pubblico del mondo è come pronunciare la parola bomba su un aereo in fase di decollo. Nel 2012 l’argomento è stato trattato anche in uno studio condotto da professori e alunni della Duke University.
Il loro documento prende in esame la forma più soft di ristrutturazione, ossia il semplice allungamento delle scadenze dei titoli senza ulteriori penalizzazioni per i creditori. Il debito pubblico italiano ha già una scadenza media piuttosto lunga (circa 7 anni contro i 5,7 della Germania o i 5 degli USA) e in tempi normali, sostengono gli autori, l’Italia sarebbe tranquillamente in grado di sopportarne il peso per quanto ingente. Ma questi, aggiungono, non sono tempi normali. L’obiettivo è quello di guadagnare tempo permettendo alle riforme di produrre i loro effetti sulla crescita economica. Con lo spauracchio di una decisione unilaterale, i creditori andrebbero spinti ad aderire all’offerta. Un effetto intimidatorio reso più credibile dal fatto che l’Italia si trova oggi, cosa rara in Europa, in una condizione di avanzo primario. Vale a dire che le entrate fiscali coprono tutte le spese dello Stato, se da queste si escludono gli interessi da pagare sui titoli pubblici. Le nuove emissioni servono in pratica per la gestione del debito e non, ad esempio, per pagare pensioni o stipendi dei dipendenti pubblici.
Le caratteristiche del debito italiano, conclude lo studio, lo rendono particolarmente adatto a questo tipo di operazione. Nel 96% dei casi i titoli sono infatti regolati da leggi italiane e in caso di eventuali contenziosi (che sarebbero giudicati nei nostri tribunali) alcune clausole legislative renderebbero la posizione dello Stato italiano difficilmente attaccabile.

Ma per coloro che hanno la missione di continuare a spolpare il nostro paese per conto terzi è meglio continuare a fare terrorismo psicologico costante sull'argomento.

Marco T. Commentatore certificato 10.03.14 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno ragazzi!
Ieri sera ho scoperto SORIAL. Ottimo! Un altro Di Maio: serietà, competenza e Ragione . Di Battista, anche lui magnifico, per me rappresenta come la Taverna, la Passione.
Per intenderci su come vedo io i nostri 5 Stelle.
Ci sono "Ragazzi" meravigliosi davvero!
Ho anche visto un pezzettino di Renzie da Fazio. Avete notato il nervosismo, lo sguardo divenuto più sfuggente, il calo di "sicurezza"? Che il ragazzetto si sia reso conto di essere finito in un gioco più grande di lui?

Lady Dodi 10.03.14 11:45| 
 |
Rispondi al commento

per quanto riguarda il debito pubblico :
l’Italia ha pagato 3.100 miliardi di interessi in 3 decenni (198% del PIL).
Altro che paese di "spendaccioni che vivono sopra le loro possibilità" come i media ci dipingono.
Comincio fortemente a sospettare che la povertà creata da chi detiene il potere serva per diminuire le nascite.
7.500.000.0000 di individui sono già abbastanza difficili da controllare....

uno di noi 10.03.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento

http://gek60.altervista.org/2014/03/alfano-taglia-1mld-e-800mnl-di-euro-agli-stipendi-delle-forze-dellordine-cancella-11-commissariati-azzera-la-lotta-al-cyber-crimine-e-chiude-perfino-posti-di-frontiera/

Alfano toglie altri soldi alle forze dell’ordine, cancella 11 commissariati, azzera la lotta al cyber-crimine e chiude perfino i posti di frontiera dove sbarcano gli immigrati

Angelino Alfano taglia un miliardo e 800 milioni di euro agli stipendi delle forze dell’ordine e ne riduce la presenza sul territorio. Non bastassero gli ulteriori sacrifici economici chiesti alle forze dell’ordine, infatti, il Ministero dell’Interno dispone anche la chiusura di undici commissariati; la soppressione di due compartimenti e 27 presidi della Stradale; la cancellazione di 73 sezioni di polizia ferroviaria, la chiusura di ben 73 sezioni provinciali della polizia postale, deputata a fronteggiare la nuova frontiera del crimine online. Saranno chiuse anche due zone di frontiera e 10 presidi minori. Tutte le 50 squadre nautiche saranno soppresse, quattro sezioni di sommozzatori, undici squadre a cavallo e quattro nuclei artificieri.

In particolare, niente più commissariati a Osimo (Ancona), Teviglio (Bergamo), Bressanone (Bolzano), Alassio (Savona), Duino (Trieste), Tolmezzo (Udine), Pescia (Pistoia), Colleferro, Frascati e Genzano (Roma), Porto Tolle (Rovigo).

Già mobilitati i sindacati delle forze dell’ordine, senza alcuna distinzione politica, pronti ad iniziative di protesta anche clamorose.

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 10.03.14 11:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

O.T.

Invito lo staff del blog a dare risalto nei prossimi giorni alla discussione che si sta tenendo nelle Commissioni competenti di Camera e Senato sugli schemi DPCM relativi alla PRIVATIZZAZIONE di Poste ed Enav, con l'importante opposizione del M5S (e non solo, visto che l'assurdità e i rischi connessi a queste operazioni sono condivise perfino da alcuni partiti di opposizione).
Leggendo i resoconti dei lavori in commissione, soprattutto nel caso di ENAV, è evidente lo sconcerto espresso in molti interventi circa l'opportunità e le motivazioni affatto chiare di un'operazione del genere che porterà se va bene nelle casse dello Stato 600 milioni di euro a fronte dell'ingresso di non ben definiti privati con ovvi obiettivi di profitto nel capitale di una società che svolge (oltretutto in maniera assolutamente efficiente, come dimostrato dalle relazioni della Corte dei Conti) una funzione così critica e strettamente legata alla safety.
E' altresì evidente l'imperterrita intenzione da parte del Governo di portare avanti un'operazione sulla quale praticamente tutti i partiti di opposizione sollevano forti dubbi assolutamente fondati, evidentemente per motivi non espressi che sarebbe bene chiarire OGGI e non tra qualche anno quando ci renderemo conto degli effetti disastrosi di una decisione presa per favorire non si sa quali interessi privati a scapito di quelli pubblici.
Come del resto abbiamo sempre visto accadere in Italia con tutti i processi di privatizzazione: distruzione di società in salute per favorire interessi privati e infine loro svendita agli stranieri.
Mi aspetto che il M5S ne faccia una battaglia come per la Banca d'Italia, qui si sta continuando a svendere patrimonio pubblico senza alcun criterio e questi banditi vanno fermati finchè si è in tempo.

Evey D. 10.03.14 11:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.versiliatoday.it/2014/03/10/le-dimissioni-di-moretti-respinte-al-congresso-della-cgil-un-fatto-gravissimo-e-inaudito/


Il congresso provinciale della Cgil tenuto il 6-7 marzo a Lucca ha respinto l’ordine del giorno “sulle dimissioni di Moretti da Amministratore delegato delle ferrovie, sulla sicurezza in ferrovia, sul sostegno ai familiari delle Vittime della strage ferroviaria di Viareggio”. L’OdG è stato respinto con 76 voti contrari, 49 a favore e 19 astensioni.

Le associazioni dei familiari delle vittime del disastro ferroviario del 29 Giugno (Il Mondo che vorrei onlus e l’Assemblea 29 Giugno) e l’associazione “Il Sindacato è un’altra cosa hanno commentato la decisione della Cgil come un “fatto gravissimo e inaudto”.

“Prima hanno fatto di tutto per non metterlo in votazione adducendo sciocchi e stupidi “vizi di forma”: mancava la firma. Lo stesso OdG era stato presentato il giorno prima (6 marzo) nella commissione politica con il riferimento al “VI congresso Filt-Cgil provincia di Lucca” per evidenziare il fatto che nel congresso della Filt del 27 febbraio in località Carignano (Lu), era stato assunto e fatto proprio.

L’OdG veniva messo ai voti su proposta del commissario della Camera del lavoro di Lucca, Chiriaco, che “motivava” però la sua bocciatura. E così è stato …

Questo grave fatto non ha bisogno di alcun commento. Poi, per rimediare, alla lettura del documento finale, lo stesso commissario ha proposto che fosse inserita la richiesta di giustizia per Viareggio.

Cosa dire? C’è da dire che ancora una volta è prevalsa la burocrazia e l’ipocrisia. Rimane, però, il fatto che il congresso provinciale Cgil nel respingere l’OdG si è assunto la grave responsabilità di mostrare la propria sudditanza e subalternità nei confronti del cav. Moretti e dei governi (Berlusconi, Letta e Renzi) che lo hanno rinominato Amministratore delegato di fronte alle pesanti accuse per la strage ferroviario di Viareggio (e per questo rinviato a giudizio) e, addirittu

Mr Worf ., VG Commentatore certificato 10.03.14 11:41| 
 |
Rispondi al commento

I nostri politici chissà come mai quando devono prendere ordini dall'europa su rigore di bilancio e tasse è sempre favorevole, per inserire invece il reddito minimo garantito che è un aiuto economico per chi ha un reddito troppo basso e che l'unione europea ha inserito nel proprio modello sociale lo stato italiano non ascolta.

Paolo M5S, Palermo Commentatore certificato 10.03.14 11:39| 
 |
Rispondi al commento

Per gli "emissari" del regime che vengono a scrivere sul Blog, è sufficiente abbinare all'espressione "ristrutturazione del debito pubblico" parole come "default" "fallimento" che nell'ignoranza dell'italiota medio risuonano come moniti terrificanti di sciagura e rovina.
Esistono molti approcci anche soft alla ristrutturazione del debito pubblico italiano.
A mio avviso una via interessante è indicata in uno studio della Duke University (http://av.r.ftdata.co.uk/files/2012/05/ITALYDECREEBONDS.pdf), ma sicuramente è meglio stare ad ascoltare gli insigni economisti italici che non ne hanno azzeccata mai una ed hanno ridotto il nostro paese e la nostra economia a livelli da terzo mondo.

Marco T. Commentatore certificato 10.03.14 11:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

c'e' ancora qualcuno che pensa che uscendo un solo paese (che sia italia francia spagna o finlandia non importa) da questa gabbia eurista, la moneta unica resista. E' utopia.

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento

@ le due anime

mi sa tanto che la confusione ce l'hai tu mon cher

a) in Svizzera circolano gli euro. e lo so perchè ci ho abitato

b) in Svizzera hanno fatto il referendum per entrare nell'area euro e hanno votato saggiamente no

... ma già, da chi si informa presso i debunker che ti vuoi aspettare...

se ra 10.03.14 11:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui c'è un tarlo mentale. Che cosa è uno Stato se non una mega impresa? La differenza è che mentre tutte le imprese cercano di avere un rapporto fatturato/capitale investito che superi uno (perché così incrementa la redditività degli investimenti, uno Stato ha un rapporto fisiologico PIL /capitale investito molto basso.
E soprattutto tale rapporto è assai diverso tra stati perché il patrimonio degli stati è assai diverso. Ora il peso dei debiti di una impresa si valuta anche rispetto al fatturato, ma soprattutto rispetto al capitale investito. Perché quello degli stati va valutato solo in base al PIL? Rispetto ai loro patrimoni (intesi in senso lato, con tutte le ricchezze paesaggistiche, artistiche e culturali) Italia e Spagna hanno un debito del piffero. Ebbene la fregatura sta nell'uso della contabilità finanziaria: dove il capitale investito non si rileva! Si adottasse la contabilità economica si ragionerebbe in maniera diversa.
A chi non conviene? La risposta è la solita.

carlo vallini 10.03.14 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il DEBITO ...

Tanti commenti (anche di diverso tenore) sull'argomento debito ...

Una cosa è certa ... se tutti i politici degli ultimi 50 anni avessero usato "l'accortezza del buon padre di famiglia" nel loro operare (e uso un eufemismo .. si dovrebbe dire altro) non saremmo certo nell'attuale drammatica situazione ...

Finiamola di pensare che la causa del debito sia da ricercare nella spese per la Sanità e per il Pubblico Impiego (e che sia lì il posto dove "tagliare") ... nei passi fatti più lunghi della gamba ... nell'aver vissuto per anni al di sopra delle proprie possibilità ... è solo retorica spicciola ...

La verità è invece che sono stati gli sperperi connessi a queste sacrosante spese, gli assurdi privilegi concessi ad alcuni, le tante "marchette" elettorali ed i voti di "scambio", le ruberie politiche e le decisioni (e spese a volte assurde) assunte che hanno provocato un debito di tali proporzioni (non fisiologiche) ...
Costruire un ponte costa ma è utile ... ma solo se ai due lati c'è una strada ...
In Italia ci sono troppe "cattedrali nel deserto" (costruite e poi lasciate all'abbandono) ... troppe cose costruite senza una logica e senza un ritorno di utilità per il Paese ...

Le tasse sarebbero state sufficienti, nel corso degli anni, a coprire le spese correnti mentre non lo sono state per ripagare anche gli interessi sul debito stesso ...

... segue nel sottocommento ...

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 11:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' lunga la lista di quelli che... "non fanno niente, non hanno proposte, vogliono solo distruggere." E ale'. Cosi' impariamo. C'e' gente, area sinistra intellettuale, e ne conosco tanta, che ci guarda dall'alto in basso, e' diffidente con Grillo, e' disponibile a prestare un orecchio alle balle invereconde dell'Unita' e di Repubblica, al massimo, ogni tanto, conoscendo me e altri che stima, si chiede come mai ci facciamo plagiare da Grillo. Come se loro non fossero plagiati da una vita dai loro miti radical chic che li prendono per il culo e poi stazionano nel Piddi' votando col Berlusca e facendosi mantenere dai suoi media. Poi, un attacco troppo forte, spudorato persino per loro, una simpatia no Tav, il voto sul proporzionale, sul reato di immigrazione, la presenza di uno dei nostri migliori sui media... sembrano commossi, propensi a ricredersi, persino a votarci. E tu dici: stavolta capiscono, stavolta ce l'abbiamo fatta. Macche'. Una prova non basta. Alla prima ristrombazzata dei media ( razzisti! leghisti! fascisti! le espulsioni! Grillo dittatore pericoloso!) siamo di nuovo punto a capo. Per un Perino, un don Gallo, un Erri de Luca obiettivi con noi, ci sono mille snob sprezzanti e/o in malafede, magari vecchi idoli duri a morire di alcuni di noi, quando speravamo in certi ideali, di legalita', di giustizia sociale, o che so io, che ci sparano addosso e si rimpannucciano nel loro ristretto ovile della sinistra e le loro listine di sangue blu marca Espresso, con leader estero che fa figo. Anche quando abbiamo condiviso battaglie, magari vinte grazie a noi, da opportunisti ci scaricano e perdono la memoria. Ebbene, noi saremo ingenui e inesperti, ma se non abbiamo il loro prestigio e meriti non abbiamo neanche i loro compromessi, ne' i debiti. E' ora di liberarci della zavorra e avere il coraggio di essere noi, senza soggezione di nessuno e senza cercare sponde in chi e' rimasto inerte e ben pasciuto a pontificare e tollerare l'intollerabile.

milena d., savona Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.03.14 11:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che ammazza l'Italia, non sono gli innumerevoli, inutili politici e tutti i loro costi, gli innumerevoli inutili e dannosi enti parassitari di ogni genere, gli innumerevoli inutili dirigenti statali e tutti i loro sovracosti, i megastipendi RAI e di tutte le inutili e dannose e sempre in perdita controllate e partecipate, le Opere inutili, inutilizzate, mai terminate, i sovracosti delle Pubbliche Amministrazioni, le ricette false, le pensioni d'oro, le corruzioni di ogni genere, i nepotismi, gli sprechi e sperperi, le improduttività, le inefficienze, le aprogettualità di Partiti e Stato solamente PARASSITARI ed OPPRESSORI ed assolutamente insostenibili, le cassintegrazioni d'oro, le indennità di servizio, le pensioni baby, le truffe e frodi, le totali inadeguatezze di produttività e controlli e provvedimenti in ogni apparato statale......che ammazza l'Italia, non è tutto questo...che ammazza l'Italia è il Fiscal Compact...Grazie Grillo e...grazie a tutti i tuoi Messora e Bagnai, Becchi e Fò, Keynes e C.....Voi, ci illuminate....

han van, monaco Commentatore certificato 10.03.14 11:19| 
 |
Rispondi al commento

NO NO NO !!!!

si continua a paragonare il debito pubblico al debito di una ipotetica famiglia !!!

NO !!!

in teoria non sarebbe così in uno stato sovrano... ora è così perchè non abbiamo sovranità monetaria! siamo come una colonia!

in uno stato con sovranità monetaria il debito pubblico è solo una cifra, non corrisponde ad alcun valore reale, serve solo ad equilibrare i vari fattori della politica economica!

NO!!!

OPEN YOUR MIND !!!

se ra 10.03.14 11:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Debito pubblico...quanti equivoci e'capace di suscitare qeusta dizione ? TROPPI..se l'Italia fosse stata fuori dall'Euro ( e dai trattati UE )
del suo debito pubblico NON SAREBBE FREGATO NIENTE A NESSUNO,chiaro ?..dove incide il debito pubblico a livello di conpresenza nell'Euro e nei trattati UE ?..nel fatto che un elevato debito di x Paese aderente alla moneta unica svaluta potenzialmente il valore nominale della moneta stessa...e'come se essa fosse il numeratore di una frazione con denominatori diseguali e tendenti a crescere,non solo...un debito pubblico alto di x Paese costringe detto Paese ad una politica di auto-austerity e disinteresse per crescita,stato sociale investimenti infrastrutturali,MA SOLO NEL CASO IN CUI VENGA AD ESSO IMPEDITA LA POSSIBILITA'DI FLUTTUARE CON UNA CERTA LIBERTA'SIA IN CAMPO MONETARIO CHE NELLA SCELTA DI POLITICHE ESPANSIVE ( chiamatele pure di deficit spending e disavanzo controllato )..senza i vincoli ASSURDI di pareggio di bilancio,di non-sforamento dal deficit,e soprattutto di rispetto intransigente del valore unico dell'Euro a prescindere del peso specifico delle singole economie dei Paesi aderenti,IL DEBITO PUBBLICO IN SE'E'UN FALSO PROBLEMA...
credo che chiunque non sia ottenebrato dai falsi MANTRA dei poteri forti europei e internazionali
ci possa arrivare,sono le stesse conclusioni che celebrati premi nobel per l'economia ci ricordano da tempo...un'ultima domanda,ma se gli USA ( e la stessa Germania)finita la seconda guerra mondiale avessero privilegiato il contenimento " a prescindere "del debito pubblico e della stabilita'monetaria AVREBBE MAI DECOLLATO IN BENESSERE O VARATO PIANI MARSHALL O FATTO INVESTIMENTI COME IN EFFETTI FECE ?..NO,SAREBBERO MORTI DI INEDIA E CON ESSI BUONA PARTE DEL MONDO.

f.g-torino.

franco graziani 10.03.14 11:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io direi che la questione è semplice:
chi vuole rinegoziare il debito e liberarsi dalle pastoie errate dell'unione europea voterà M5S.sapendo bene che il debito pubblico mostruoso non lo abbiamo creato noi ma chi ha governato fino ad ora!!chi invece vuol credere alle favole,voterà altro e vedrà morire il Paese!!!bisogna osare e crederci!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 11:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://webtv.camera.it/home

si comincia!!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Ma signori, vogliamo tenerci un debito pubblico insostenibile, per rinviare il problema ai figli dei nostri figli? Ho una notizia, questo è già stato fatto per 50 anni, adesso bisogna pagare!
L'unico modo per ridurre il debito è col pareggio di bilancio, il limite del 3% non basta.

Non mi si venga a far discorsi sulla ristrutturazione del debito, che mi viene la pelle d'oca. Per chi non lo sapesse, la ristrutturazione consiste nel rifiuto di pagare una parte del debito pubblico di uno Stato (di solito si parla di metà), che equivale praticamente al default. Ci sarebbe da capire chi sarebbe ancora disposto a comprare dei titoli, col rischio di ottenere meno soldi di quelli investiti, per finanziare il deficit dell'Italia.

Al Cos 10.03.14 11:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Purtroppo è proprio così ... il fiscal compact ci ucciderà se non sarà cancellato cosa improbabile vista l'inflessibilità con cui si atteggiano a Bruxelles.
Non ho votato M5S ... ne ho criticato l'impostazione iniziale ma ora inizio a capire e credo lo voterò alle prossime elezioni.

Luca C. 10.03.14 11:02| 
 |
Rispondi al commento

Continuo a non capire questi post.

Il debito pubblico è sostanzialmente il finanziamento di tutte quelle opere infrastrutturali (investimenti pubblici in strade, porti, aeroporti...), o servizi per le generazioni future (istruzione), o servizi per le generazioni correnti (sanità, difesa, politica, sistema pensionistico...) che una generazione effettua e che lascia a debito delle generazioni future.
Le generazioni future usufruiranno degli investimenti senza sostenere il costo di realizzazione, ma solo il costo di manutenzione.
In Italia la generazione corrente ha usufruito di questi servizi e/o li ha strapagati scaricando il costo sulle generazioni future, aumentando il debito.
Quello che occorrerebbe fare è focalizzare il fiscal compact sui servizi che la generazione corrente paga per usufruirne direttamente (sanità, pensioni, difesa...) e modulare correttamente gli investimenti/i servizi volti alle generazioni future (infrastrutture, scuola...) in modo che siano sostenibili.

oreiPiero 10.03.14 10:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io di economia non me ne intendo, ma una doppia moneta (lira in Italia ed euro fuori i confini) non sarebbe possibile?

uno di noi 10.03.14 10:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ le due anime

ti ho risposto,
se a te va, io gradisco riscontro.

se ra 10.03.14 10:53| 
 |
Rispondi al commento

Ma lo volete capire che ai parassiti burocrati dell'Amministrazione Pubblica non gliene potrebbe fregare di meno? Avete forse sentito i gloriosi Sindacati appellarsi ad una qualsiasi forma di solidarieta' da parte dei suddetti nei confronti di disoccupati e quant'altro? Il Sistema è marcio e prima di soccombere ci ridurra' in miseria!

l.d. l., BOLZANO Commentatore certificato 10.03.14 10:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perfettamente d'accordo!! Il Fiscal Compact, deciso da un'elite di finanzieri ignorando completamente le istanze dei cittadini, è un mostro che ci dissanguerà senza pietà...

Riprendiamoci il nostro diritto di decidere NOI riguardo al nostro futuro!!

Avanti così fantastici concittadini a 5 stelle!!

Valerio D. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 10:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri sera, ospite da Fabio Zerbino Fazio, Matteo Renzi detto "il bomba" ha dichiarato, senza specificare come, che mercoledì taglierà le tasse di 10 miliardi di euro.
Manca soltanto il solito milione di posti di lavoro e "chiù pilu pe' tutti" e sembra di essere ritornati indietro di 20 anni.
Le europee si avvicinano, la campagna elettorale si intensifica e le bombe di Renzie confezionate dall'uomo del Colle si fanno sempre più grosse.
Italiani, imparate a leggere le lettere piccole sull'etichetta, perché qui come al solito c'è soltanto merce avariata.

Marco T. Commentatore certificato 10.03.14 10:49| 
 |
Rispondi al commento

...prepariamoci, per contrastare il MoVimento 5 Stelle l'aiuto arriverà dall'europa...pensate che a Bruxelles non faranno un piccolo sacrificio, magari anticipando qualche soldo per poi riprenderselo con gli interessi dopo le elezioni?
Il Bomba deve portare a casa uno straccio di riforma, qualunque essa sia, serve per prendere voti alle europee ...e arriverà in soccorso, magari sottotraccia, l'europa con a capo Draghi...vedrete.
Il solito giochetto della politica, non fanno un cazzo per tutta la legislatura e sotto elezioni, un mese prima, rifanno le strade o mettono qualche lampione...e la gente ci casca!!!

Maurizio C., lecce Commentatore certificato 10.03.14 10:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il debito pubblico si è formato in Italia alla fine degli anni Sessanta-Settanta, con l'avvio delle grandi riforme che portarono ad una più estesa legislazione sociale. Se è necessario riprendersi la spazzatura in casa, nel contempo dobbiamo rivedere il Fiscal Compact firmato da Rigor Mortis. Tutti dobbiamo fare la nostra parte ma mica possiamo morire per l'Euro.

M. Mazzini 10.03.14 10:44| 
 |
Rispondi al commento

Restare in EUROPA così in miseria e derubati di DENARO e DIGNITA' UMANA, NON HA SENSO....per me

Marc Svetava Commentatore certificato 10.03.14 10:36| 
 |
Rispondi al commento

Il Fiscal Compat o come cavolo si chiama,palla al collo del popolo italiano, ad eccezione di quella accozzaglia di traditori, senza alcuna generalizzazione, i nomi sono noti, perchè tacciono ai loro elettori di quanto hanno commesso? Queste accozzaglie di politici, di era Monti, ricordano cosa hanno combinato, firmando una cambiale ventennale,fiscal compat, che toccherà pagare, non certo a loro, ma al restante e maggioritario popolo italiano? Come hanno osato a fare questo, cioè di nascosto, politici, giornali e televisione, negare di comunicare e spiegare cosa comportava l'approvazione del Fiscal Compat? Senza pietà, a tal punto, annullare tutti i trattati, europei, non conformi alla nostra Costituzione, è un delitto. Cosa si deve aspettare ancora? I magistrati, avevano l'onere d'intervenire, previo accertamento, nell'avvisare violazioni costituzionali, cosa mai ha impedito loro di fare, quanto è in loro potere?

Lorenzo Morganti, Firenze Commentatore certificato 10.03.14 10:33| 
 |
Rispondi al commento

O.T.


A tutti gli "Ulisse" del blog (a uno in particolare), che non si fanno fuorviare dal
conto delle Sirene:


Mi sento di dire che gli uomini migliori che ho
conosciuto, sono caratterizzabili per una fedeltà
assoluta a se stessi, cioè per non essere esistenzialmente relativisti, per avere dentro di sé un nucleo non negoziabile, per non essere in
vendita, a nessun prezzo.

- Vito Mancuso -


www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 10.03.14 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dobbiamo riconoscere ai Grandi Maestri Burattinai la bravura nel trovare sempre argomenti di attualità che servono a distogliere l’attenzione dalla grave crisi in cui ci troviamo e così dopo le madonne Escort e governative piangenti,ecco la trovata di riqualificare le donne a parole.Altro che che credere in un Dio immaginario,nei valori del Vangelo,o nei valori Etico-Morali.Si deve credere al nuovo Vangelo insegnatoci con i fatti dai fedeli Discepoli del vero Dio gestito dai padroni del mondo.Proprio per questo motivo il popolo italiano è stato scelto prediletto e il Dio della pace in persona si è congratulato con il capo Discepoli eletto,aprendogli i Forzieri del FMi-BCE.Dobbiamo rallegrarci e aspettare mercoledì sera che tutti i mezzi d’informazione annunceranno la fine di tutti i problemi degli italiani e il Gran Trionfo della Casta,sostenuta dall’ammucchiata che ha dissanguato la Nazione per cederla agli americani che ne hanno fatto la loro base strategica militare-politica.Adesso i premiati di Dio che si sono ritrovati favolosi regali a loro insaputa:Case,Vacanze da Nababbi,figli-parenti sistemati pagati a peso doro,potranno essere venerati dal popolo.Perciò,preso atto che i politici sono i Discepoli del nuovo Vangelo della Globalizzazione e che la Crociffissione e Risurrezione del Messia era necessaria persalvare la finta sinistra promotrice e sostenitrice delle guerre mascherate in Missione di Pace,iniziate con la vittoriosa guerra contro la Serbia che è servita staccarla dalla Russia e fare lo Stato simbolo della UE che rappresenta la forza Divina del potente esercito di Dio.”Nato & Alleanza Atlantica”.Noi popolo dobbiamo edifiace un grande Tempio per poter venerare e supplicare gli Illuminati del vero Dio che sono riusciti a non dimezzare i Parlamentari,le Faroniche Pensioni,gli stipendi pagati a peso doro,le Auto Blu,le Scorte,a non fare il Senato Federale,a non sopprimere le Province,le Partecipate,gli Enti Inutili,i privilegi con tutti i carozzoni creati

agostino nigretti 10.03.14 10:29| 
 |
Rispondi al commento

o.t.


sto organizzando una crociata per salvare dalle mani degli infedeli la cassa depositi e prestiti...

cerco volontari , ben equipaggiati:))))

basta qualche jammer anti tvdigitale:)))))))))

paoloest21 10.03.14 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta! il potere torni ai popoli! abbiamo uno Stato che ordina e impone al cittadino determinate scelte obbligatorie, e il cittadino ha sempre ubbidito! Ora basta! Voglio un cittadino di qualsiasi nazione, voglio il cittadino italiano che determini e imponga al proprio Stato delle scelte ben precise da prendere, e che lo Stato ubbidisca al cittadino realizzando leggi che non dovranno essere controproducenti al proprio popolo. REFERENDUM POPOLARE e MACROREGIONI. Cancellare un centralismo opprimente che opera attraverso un metoto di strozzinaggio verso il proprio cittadino. Voglio una grande COMUNITA' chiamata Italia, dove onestà, coerenza e metodo produttivo territoriale possano garantire al cittadino dignità e operosità quotidiana.
Andrej Mussa

Andrej Mussa, como Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 10:25| 
 |
Rispondi al commento

ot
buongiorno a tutti
scusate
sono stata fuori alcuni giorni
qualcuno sa dirmi cos'è questa storia delle 5 macroregioni??????
:)

al nair gfr Commentatore certificato 10.03.14 10:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

@ le due anime

fai mica paolo di nome e attivissimo di cognome?

se ra 10.03.14 10:21| 
 |
Rispondi al commento

Il segreto del demagogo è di rendersi stupido quanto i suoi ascoltatori, così che questi credano di essere intelligenti quanto lui.

- Karl Krauss -


www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 10.03.14 10:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Anzi dico di più
perche non occupare lo stato della svizzera?
Il 30% della moneta che circola è nostra portata in svizzera clandestinamente
tutti i titolari di prestigiosi immobili sono di italiani
in alcune zone viene chiamata svizzera italiana
OCCUPIAMO LA SVIZZERA MANDATE L'ESERCITO non dobbiamo fare nemmeno molta strada la teniamo accanto

luca cappilli, cavallino lecce Commentatore certificato 10.03.14 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buongiorno blog e caffè a 5 stelle qui!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FATTI NON FOSTE A VIVER COME BRUTI,
MA PER SEGUIR VIRTUTE E CONOSCENZA

FUORI DALL'EURO

se ra 10.03.14 10:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E tu, Beppe, piccolo traditore, tu che sai quanto sia devastante questo sistema monetario, tu che vai in giro a spiegare la portata criminale dei trattati europei, com'è che non hai trovato il coraggio di dire che l'Italia DEVE ABBANDONARE L'EURO. Lo dicono Lega e Fratelli D'Italia, ma tu e il tuo movimento non avete il coraggio di dirlo. Hai tradito chi come me ti aveva votato con fiducia, convinto che attraverso il tuo movimento si potesse lasciare la moneta maledetta.

calogero capuano 10.03.14 09:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Giappone ha un debito pubblico al 247 %..e'il secondo Paese al mondo per ricchezza privata pro-capite ( Ma noi siamo al 4°posto,non ce lo dimentichiamo)ha una liquidita'interna tra i primi 3 al mondo ( noi con il 42% di 8600 miliardi di euro per ricchezza privata siamo i primi in Europa testa a testa con la Gran Bretagna )...ALLORA,DOVE STA IL PROBLEMA ? semplice....se il Giappone fosse stato all'interno di una ipotetica UE ASIATICA,mettiamo con Cina,India,Korea d.Sud,Indonesia etc.e con TRATTATI E REGOLE che l'Europa si e'imposta,IL GIAPPONE SAREBBE GIA'FALLITO da un pezzo...non dimentichiamo tra l'altro che non e'l'Italia il paese dell'occidente ad essere cresciuto meno in questi ultimui 20 anni,ma proprio il Giappone,che ha segnato il record di SEMI-STAGNAZIONE consecutiva per ben 18 anni !
IL NOSTRO PROBLEMA,ALLORA,STA PROPRIO NELL'APPARTENENZA ALL' EUROPA ED ALLA MONETA UNICA
ALLE CONDIZIONI CHE CI HANNO IMPOSTO,E CHE GOVERNI GAGLIOFFI HANNO SOTTOSCRITTO NEGLI ANNI....ALTRO CHE DEBITO PUBBLICO !!!!!!!!!!!!!!!

f.g-torino.

franco graziani 10.03.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera alla Gabbia il solito bravo Sorial. Ma non fa più notizia.
Paragone ha dato voce a un barista che è stato multato e costretto a chiudere 3 giorni per degli scontrini non emessi. C'era l'autodifesa e anche Paragone lo sosteneva.
Grave errore.
Non si deve difendere chi non emette lo scontrino. Le scuse del tipo "arriva l'amico, beve e mi dice che paga dopo perchè ha fretta" è banale, senza senso. Tu emetti lo scontrino comunque, semplice.
Frequento diversi bar. In alcuni lo scontrino è praticamente obbligatorio, dove la cassa è distante dal banco. Negli altri lo scontrino è un fantasma. Lo si vede qualche volta al mese.
Poi ci sono gli artigiani. Ho dovuto cambiare le serrature. Volete sapere com'è finita? Immaginatelo. Io complice ma con un centone in più in tasca. Avrei altri esempi -idraulico ecc - ma non credo di poter insegnare nulla a nessuno.
E' tutto fatto apposta affinchè i grandi evasori non paghino. Come può un artigiano avere a magazzino due serrature che può scaricare senza toglierle da un inventario? Vuol dire che conviene a qualcuno.
Lavoravo in un magazzino di forniture per artigiani. Chi non è del ramo nemmeno si immagina che giro di vendite sottobanco ci sia. E non solo ad artigiani. A pensionati, dopolavoristi.
Non serve la difesa ma gli altri evadono tanto e non vengono presi. Bisogna pagare e incazzarsi perchè i grossi evasori non vengono puniti. Ma giustificare il piccolo (e non so quanto piccolo) è sbagliato.

GIANNI PARLANTE, ITALIA Commentatore certificato 10.03.14 09:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa volta “quelli che andranno in Europa sono bravi e preparati (sanno parlare le lingue dei colonizzatori)”...Li ha certificati Grillo. Quindi se salta fuori un Orellana potete andare direttamente a Genova a fare il culo al para-guru. Questa volta non ha scuse.

Comunque grazie per la risposta alla mia domanda di ieri.
“Il M5S lo cancellerà”...Come?

SILENZIO TOTALE O CAGATE-COMMENTO TERRIFICANTI.

Ci dobbiamo affidare a quello che vuole fare muovere l'economia italiana dando due mani di bianco ai cessi delle scuole cosi i mantenuti delle coop vanno a votarlo?

Tremenda depressione... abbiamo toccato il fondo e stiamo scavando.

Sim Salabin 10.03.14 09:52| 
 |
Rispondi al commento

@ STAFF o chi per esso:
Qualcuno, gentilmente, si prenderebbe la briga di spiegare, UNA VOLTA PER TUTTE, cosa è questo DEBITO PUBBLICO E A COSA SI RIFERISCE?
Perchè in casa mia si sa che il debito pubblico lo stato lo ha contratto con il popolo italiano, quindi cosa c'entrano gli stati europei, in primis la germania, sulle nostre cose interne?
E soprattutto, se lo strozzinaggio e l'anatocismo sono illegali e punibili per legge perchè si continua a pagare ugualmente?

antonella b., Cremona Commentatore certificato 10.03.14 09:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

caro grillo,

è ora di prendere una posizione netta e senza fraintendimenti (altrimenti che facciamo, parliamo politichese?)

sull'euro

fuori dall'euro

la rinegoziazione del debito è una cosa senza senso perché il debito non esiste


se ra 10.03.14 09:45| 
 |
Rispondi al commento

"In Italia c'è un economista, allievo del grande economista Federico Caffè: si chiama Nino Galloni e fu chiamato nel 1989 da Giulio Andreotti al Ministero del Bilancio per mettere mano al corso del Debito Pubblico e dell'economia italiana, con un grande progetto di risanamento e aggiustamento fiscale.
Egli fu nominato Dirigente Generale del Ministero per impostare una virtuosa politica economica e di bilancio ma fu immediatamente defenestrato da chi remava contro l'Italia.
Chi erano ? I nomi sono quelli che ci hanno venduto all'europa: De Mita, Carlo Azeglio Ciampi, Beniamino Andreatta, il cui pupillo era quel Romano Prodi che privatizzò e svendette tutto il possibile, quel Romano Prodi che impose la tassa per l'Europa, ossia la patrimoniale sui conti correnti, quel Romano Prodi che vorrebbe salire al Quirinale per dirigere e condizionare tutta la produzione legislativa parlamentare per i prossimi 7 anni.
L'economista Nino Galloni aveva, già nel 1989, previsto che il Debito Pubblico Italiano sarebbe esploso e avrebbe superato il PIL, non tutte le conseguenze che oggi conosciamo.
Mr. Mario Monti, nominato da Re Giorgio Napolitano, è stato colui che ha chiuso il cerchio incatenando l'Italia al Fiscal Compact che non potrà altro che impoverire ulteriormente famiglie ed imprese, poiché il cosi detto risanamento del Bilancio dello Stato avviene esclusivamente con aggiustamenti fiscali: IMU, TASI, TARI, aliquote IVA, accise sui carburanti, imposta di bollo sugli strumenti di risparmio e chissà quanto altro ancora.
Per maggiori dettagli vedi: http://www.byoblu.com/post/2013/04/29/nino-galloni-come-ci-hanno-deindustrializzato.aspx

Josef 10.03.14 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Prima abbiamo fabbricato con il diplomificio educativo, una LUMPENINTELLIGENCIJA, un proletariato intellettuale di nessuna consistenza intellettuale.
Questo proletariato del pensiero è stato a lungo tenuto ai margini, ma a forza di crescere e moltiplicarsi ha penetrato man mano la scuola, ha rotto tutti gli argini con la rivoluzione culturale (la nostra, non quella di Mao) e ha trovato il suo terreno di cultura ideale nella rivoluzione MASS-MEDIALE.
Questa rivoluzione è oramai quasi interamente tecnologica, di innovazione tecnologica.
Non richiede sapienti, non sa che farsene di Menti pensanti.
I media, e soprattutto la televisione, sono ormai gestiti dalla sottocultura, da persone senza cultura. E siccome le comunicazioni sono un formidabile strumento di autopromozione, comunicano ossessivamente e senza sosta che dobbiamo comunicare.
Sono bastati pochi decenni per creare il pensiero brodaglia, un clima culturale di melassa mentale,
e la crescita di armate di azzerati mentali.

- Giovanni Sartori -


Queste cose che io vi scrivo, sono a conoscenza degli spin doctor, dei sondaggisti, di tutti i manipolatori che cercano di convincerci che la verità è il verosimigliante.
Un vero intellettuale mette a disposizione di tutti quello che sa quello che ha capito. Non ne fa un'operazione di marketing, per ingraziarsi una parte, per intortarne un'altra-
Attenzione dunque alle trasmissioni televisive,
anche a quelle che - nominalmente - sembrerebbero
a nostro favore. E soprattutto attenzione a chi,
fiutando l'aria, cerca di imbarcarsi - come topi
nella stiva - salvo poi sbarcare precipitosamente
al primo pericolo.
La giornalista Amurri è una di queste, Para-gone
ha un prefisso inquietante. Informatevi sui pregressi, valutate l'originalità dei pensieri che
producono. Fare gli sviolinatori, siam capaci tutti.

A U G H !

Buon giorno blog

www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 10.03.14 09:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Rispondo a Jb Mirabile -Caruso.

L’ipotesi di una rinascita in Europa di una dittatura imperiale mossa dagli euro-panzer–division non è da prendere alla leggera, anzi, è quella che sembra profilarsi all’orizzonte. Ma l’Europa rimarrà sempre unita e pacifica? Stiamo assistendo a una rinascita di un moderno impero romano a guida germanica? La storia ( anche recente) dell’Europa ha troppe pagine macchiate di sangue per non dubitare di un simile spettro pronto a risalire dall’abisso.

Fin dalla caduta dell’impero romano (V sec. d. C.), re e imperatori hanno cercato di riunificare i popoli europei sempre mediante la guerra. Mai come in altri luoghi, L’Europa è stata teatro dei più tremendi conflitti e di un susseguirsi di rinascite imperiali, subito dopo e sullo stesso modello dell’antico impero romano: l'imperatore Giustiniano, Carlo Magno, Ottone primo,Carlo V d'Asburgo, Napoleone,Hitler e Mussolini.

Aldo B. TN 10.03.14 09:37| 
 |
Rispondi al commento

o.t.

dal ffattonline

""La Boldrini: ‘La politica non è ritenersi migliori o superiori ad altri’. ‘Ma io so’ io e voi non siete un cazzo’""

paoloest21 10.03.14 09:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quanti pur volendo combattere non ne sono piu' in grado?
Quanti sono ancora sono in grado di sopravvivere non avendo piu' nulla?

spuseta 10.03.14 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il debito pubblico è il miglior modo che hanno trovato i padroni del mondo (tramite il FMI) per controllare i popoli.Basta vedere le nazioni africane.
Il fiscal compact è un cappio intorno al collo per una ventina d'anni.
Pochi lo hanno capito.

Bob C., Rieti Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 09:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Beppe & amici del M5S , anche se avete pienamente ragione su quello che scrivete e sulla strada che state percorrendo c'è un discorso da fare a riguardo dell'esaltazione simbolica e mitica che stanno facendo sulle informazioni giornalistiche e televisive in questi giorni a riguardo della figura di Renzi, anche se non so se realmente sta recitando la partitura teatrale che gli ha preparato il suo caro amico Berlusca o sta facendo delle manovre sensate (con molto dubbio) per coprire tutte le cazzate che hanno fatto precedentemente.
La comunicazione purtroppo è che la brutta arma che stanno usando ogni giorno al nostro governo per coprire la realtà nella quale stiamo vivendo. Sembra quasi che si siano tuffati tutti in una manovra biblica per la quale non so nella piscina ci sia rimasta ancora acqua a sufficienza per ammortizzare il loro grande tuffo. Non dimentichiamo poi che stanno facendo tutto il possibile al fine di sputtanare Beppe e il movimento per tentare di recuperare i voti perduti. Ho la strana sensazione che regni lo stato di disordine mentale da qualche parte a Roma.
P.s. Nonostante la Rai stessa abbia fatto una bellissima trasmissione “il sesto senso” per farci capire la fragilità del nostro carattere con le informazioni visive, ci vorrebbe un piccolo corso di psicologia per molte persone che non hanno ancora capito il vero senso della reale idendità dei partiti e i loro componenti che governano ora in Italia

giovanni.p(vicenza) 10.03.14 09:32| 
 |
Rispondi al commento

.

Er caca, er caca, er caciara ....... Commentatore certificato 10.03.14 09:31| 
 |
Rispondi al commento

NULLUTA VIVENTI DOC.

La politica italiana come negli stati ad economia avanzata, è connessa alla finanza mondiale. In un sistema eterodiretto, la politica non ha più il primato operativo. Pur impotente contro i mali della società, la politica nostrana ha occupato l’apice della popolarità e del benessere. La politica fine a se stessa ha permesso ad alcune nullità viventi l’acquisto di frigoriferi gratis ed il consumo di ostriche, mozzarelle, prosciutti e pesce fresco per tutto l’anno. In alcuni politici c’è miseria morale, fatta di champagne e crociere a spese dello Stato. Alcuni hanno usato benzina gratis e sconti assicurativi per auto fuoriserie. Altri hanno affidato false consulenze alla moglie, o procurato il posto di ruolo per il figlio, in cambio di appalti pilotati. Forse dalla loro parte, c’è la mala giustizia. Accusati di frode, tre emeriti sono sottosegretari nel governo Renzi.

Giuseppe C. Budetta 10.03.14 09:28| 
 |
Rispondi al commento

Mi capita spesso quando sento parlare di una cosa che può sembrare sensata, gli viene subito accostato il termine populismo.
Per ritornare ai debiti, mi viene in mente la Germania, che accumolati debiti dopo la prima guerra e il conto salato, dopo la seconda guerra, chiesto dai Paesi vincitori agli sconfitti, avrebbe reso impossibile al Paese di avviare la rinascita. Il debito stimato in 23 miliardi di dollari di allora (circa 1000 di oggi) fu dimezzato del 50% dal trattato di Londra. Infatti l'ultima rata di questo debito fu pagata nel 2010.
Se mai ci fosse stato il Trattato del 53, la Germania, avrebbe perso molte opportunità di riorganizzarsi per la sua forte crescita del dopo guerra.
Questo significa, che qualsiasi debito può essere riformulato, quando sia il creditore che il debitore lavorano per un interesse comune.

Angelo S., Catania Commentatore certificato 10.03.14 09:22| 
 |
Rispondi al commento

Sondaggі e fattore M%(S)corretto

L'errore deі sondaggіstі dі consіderare іl M5S ancora un soggetto unіco e non, іnvece, spaccato іn due componentі la cuі seconda sі accresce, a dіscapіto della prіma, anche dopo le elezіonі...

Tra un po' sarà tempo dі elezіonі. Adesso, come sempre, è tempo dі sondaggі. Quello che mі sorprende è che sі consіderі ancora neі sondaggі іl M5S come soggetto unіco e sі trascurі del tutto la sua spaccatura іn 2 M2-½S,

uno dі destra xenofoba, autorіtarіa, leaderіstіco, con un capo supremo che fa e dіsfa, a suo pіacіmento, un gіà lacunoso NON programma, e non ottempera, per nulla, al NON statuto che, formalmente, sarebbe stato perfіno abolіto da un altro statuto іn cuі sі è auto-іncoronato pREsіdente ed ha dіstrіbuіto aі suoі famіglі le altre carіche, pratіcamente tutte solo formalmente elettіve (con elezіonі maі tenute però), redatto dal notaіo Fіlіppo D'Amore іl 18-12-2012, dі cuі però la quasі totalіtà del seguіto acrіtіco grіllіno іgnora l'esіstenza...

contіnua al lіnk


Ecco come pagare il 19% di tasse sulla tua attività. Astenersi perditempo (o meglio, GREGGE)

Ah, ti premetto subito che questo argomento non ha nulla a che vedere con i mercati finanziari ed il trading.


Facciamo un breve esempio.

I dipendenti sono tassati al 50%.

Le imprese e le partite iva sono tassate da un 50% ad un 70%.

Ora chiediamo:


"E' possibile svolgere un'attività di impresa pagando

REGOLARMENTE

le tasse ad una % del 19%?"

Certo.

http://www.umarcocali.com/2014/03/ecco-come-pagare-il-19-di-tasse-sulla.html

Leopoldo Leopo Commentatore certificato 10.03.14 09:21| 
 |
Rispondi al commento


o.t.

buondì!

""Il presidente del Consiglio annuncia l’intervento:
«Questa è l’ultima chance, rischio l’osso del collo.""

lui rischia???

mah...

il mondo alla rovescia...

paoloest21 10.03.14 09:19| 
 |
Rispondi al commento

lancio il mio slogan

O . L . T . R. E

oltre...

se ra 10.03.14 09:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA VOI LO SAPETE CHE LA GRAN BRETANIA NON HA L'EURO?

leonardo g. Commentatore certificato 10.03.14 09:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il debito, come l'età, è una convenzione umana!
Bisogna passare e guardare OLTRE!
Cari GIOVANI, buona giornata a tutti!
E buon inizio settimana!

antonella b., Cremona Commentatore certificato 10.03.14 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


è MATEMATICAMENTE IMPOSSIBILE

che IL DEBITO PUBBLICO scenda, anzi, è vero semmai l'esatto contrario, poiché:

per pagare gli interessi sul debito
dobbiamo prendere altri soldi a prestito che generano
ULTERIORI INTERESSI!!!

questa è l'unica cosa che conta veramente e che andrebbe spiegata e rispiegata alla gente per fargli capire che senza emissione di una moneta sovrana siamo solo una COLONIA!

se ra 10.03.14 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nonostante si siano suceduti tanti governi siamo ancora paralizzati, impotenti ad un cambiambiamento che vada nell'ordine delle cose giuste da fare :una legge sul conflitto di interessi per metterci al riparo dagli abusi di potere , un rapporto con l'apparato religioso che ci metta in linea con gli altri paesi europei, e poi l'informazione :l'architetto dei nostri pensieri ,il braccio il prolungamento dei poteri nel senso delle lobby che vive una sorta di zona Franca al riparo dalla concorrenza che attanaglia i comuni mortali , il paradosso più umiliante se pensiamo alla funzione della Rai pagata dai cittadini per garantire un monopolio che fa il gioco delle multinazionali.

Gianpaolo olianas 10.03.14 09:05| 
 |
Rispondi al commento

O.T
Riassumendo, le promesse di matteuccio sono:

Entro febbraio: leggi elettorale OFF causa pizzini e impegni a Treviso BOCCALONE

Entro marzo : riforma del lavoro.
Entro aprile :riforma sulla pubblica amministrazione.
Entro maggio :riforma fiscale.

matteù non dimenticarlo...

per la seconda mancano 21 giorni, datti da ffare!!!
paoloest21 22.02.14 14:15

UOMINI SIATE E NON PECORE MATTE…, Ve Commentatore certificato 10.03.14 08:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' finita l'ora dei commenti e delle valutazioni, bisogna andare subito a votare, se gli Italiani lo capiscono bene, in caso contrario pagheranno per la loro scemenza.
W M5*****

Enzo Chiesino, Imperia Commentatore certificato 10.03.14 08:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

bisogna andare

O . L . T . R . E

volare alto

guardare lontano

abbandonare tutti questi concetti (vedi "debito") che ci hanno inculcato affinché fossimo schiavi innanzi tutto dei nostri stessi pensieri

se ra 10.03.14 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Uno stato che spende 800 miliardi di euro all'anno, in buona parte spesi in attività che non rientrano nei canoni di quella che dovrebbe essere la "spesa sociale", un taglio del 10-15% potrebbe anche effettuarlo visto che ha costretto quasi tutti i cittadini ad economizzare in modo molto più sostanzioso. Il paese è diventato senz'altro più povero, da lustri le cassandre dell'economia ammonivano che l'Italia aveva un tenore al di sopra delle proprie possibilità. Allora bisogna anche tagliare le pensioni sopra i 2000 euro, le spese militari (in particolare quelle all'estero), le spese di rappresentanza, gli incarichi politici e subpolitici con un tetto retributivo rapportato alle analoghe situazioni europee, una razionalizzazione delle opere pubbliche fino alla loro militarizzazione (Salerno-Reggio C.).

Paolo Andrea 10.03.14 08:45| 
 |
Rispondi al commento

E' ormai certo che la morsa fiscale, portata avanti per anni ed anni da questi disonorevoli disamministratori da qualunque parte provengano (nord, sud, centro, isole, italiani o non italiani, stranieri o non stranieri) ci sta ammazzando tutti, sia a livello italiano che europeo. La crisi avanza inesorabile e non tiene conto di nessuno, non ha rispetto di nessuno, avanza e basta e falcia prima i più poveri fino ad arrivare ai medi e poi ai più ricchi, cosa che sta accadendo agli stati di questa presunta farsa della comunità europea. Copiamo, scimmiottiamo i pesci più grossi ad di là dell'oceano, senza pensare che lì sono ormai un solo Popolo, mentre noi, in europa continuiamo da secoli e secoli a combatterci e scannarci egoisticamente a vicenda. Siamo troppo diversi l'uno dall'altro sia a livello europeo che a livello nazionale. Anche lì la farsa dell'unità nazionale e poi ci scanniamo l'un l'altro senza conoscere le verità storiche e senza, cosa ancora più grave, rispettare, sia gli uni che gli altri i propri morti, con atti di razzismo inauditi. ognuno si crede superiore all'altro. Gli invasori impongono i loro presunti eroi, anche se carnefici sono stati, le loro leggi idiote e impongono ai vinti di denigrare le proprie famiglie, le proprie terre e i propri avi.
E che altro posso dire?
Ah, per non essere subito linciato dalla massa allora è meglio onorare gli altri, onorare i carnefici dei miei avi...
Viva l'Italia burlona, pazza, sprecona, festaiola, viziosa, chiacchierona ed esibizionista.
Già, se parli bene del tuo assassino, ricevi anche l'elemosina nella bustarella, proveniente dai potentati esteri.
Quest'Italia più viene presa per il culo e più gode e grida pomposa e saccente: Oh, lì c'ero anche io ad essere preso per il culo!.
UN MISCUGLIO AMORFO DI PECORONITE, MASOCHISMO ED ESIBIZIONISMO. SIAMO L'UNICO PAESE AL MONDO AD ONORARE, VENERARE, CELEBRARE I PIU' TREMENDI CARNEFICI INVASORI, PORTANDOLI IN TRIONFO E PONENDOLI NELLE PIU' ALTE CARICHE DELLO STATO.

Andrea Cammarota, Caserta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 10.03.14 08:42| 
 |
Rispondi al commento

... quello che dice la boldrini :
--------------------------------------------------
..."«il populismo è una minaccia che tocca la politica in generale». «Quando in suo nome si mette in discussione lo stato di diritto - è la sua stoccata - lo Stato ha il dovere di respingere queste minacce»."
---------------------------------------------------
..lo "stato di diritto" a cui si riferisce la boldra è quello
del referendum IGNORATO 20 anni fà , che aboliva il finanziamento ai partiti..che il governo trasformava con magia ......... in rimborso agli stessi ?

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 10.03.14 08:33| 
 |
Rispondi al commento

@ john f

@ gabriella

non sono per niente d'accordo... il problema dell'italia non è berlusconi, sono le elites occidentali alle quali berlusconi non ha mai partecipato realmente... infatti era amico di putin e gheddafi... ed è stato fatto fuori... attenzione, io non sono per niente berlusconiana, e neppure craxiana, ma penso a craxi... che sinceramente trovavo detestabile e che sì, è vero, rubava, ma che non era filoamericano, ed infatti è stato fatto fuori anche lui... poi è logico che poteri ed interessi si intrecciano ma... attenzione... la realtà è qualcosa di molto complesso e prima di arrivare ad una sintesi bisogna procedere in modo meticoloso all'analisi...

se ra 10.03.14 08:23| 
 |
Rispondi al commento

Presidente Napolitano, anche in un giorno dedicato alla donna lei ha approfittato per strumentalizzarla a favore dei suoi intenti cioè quello di attaccare il Movimento 5S sempre e comunque a prescindere.
Stia sereno e si rassegni,nonostante la sua chiusura mentale verso ogni rinnovamento (forse dovuta alla sua veneranda età noi andremo avanti ad ogni costo contro tutti e tutto perché siamo puliti e onesti e vogliamo e dobbiamo ridare un futuro ai nostri figli!!

Terry E. (), Mi Commentatore certificato 10.03.14 08:23| 
 |
Rispondi al commento

le solite bgie della sinistra dare denari ha chi ha gia un lavoro ma invace chi non ha reddito e lavoro parecchi genitori e ragazzi nessuno si occupa il teatro di renzi da fazio era evidente tanto gli italiani io compreso faremo fuori tutti coloro che non aiutano i deboli senza reddito......ma aiutano lobby farmaceutiche per tiucchi corruttivi...tangenti di lobby contro altri.....comparti il magna magna al governo continua.........e napolitano è contento....

antony gentile (antonelli), pavona Commentatore certificato 10.03.14 08:12| 
 |
Rispondi al commento

innanzi tutto se continuiamo a parlare di DEBITO PUBBLICO
in questi termini la gente continuerà a credere che sia una ENTITÀ REALE, mentre invece sappiamo che è solo un
ARTIFICIO CONTABILE per fregarci la ricchezza vera fatta di beni e conoscenze

molto interessante questo articolo su renzi, che tra l'altro spiegherebbe pure il perché del FALSO SCOOP di friedman e la sua presenza massiccia su tutti i media poche settimane or sono

http://giuliettochiesa.globalist.it/Detail_News_Display?ID=99064&typeb=0&Renzi-Voluto-dagli-USA-per-svendere-l-Italia

se ra 10.03.14 08:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E... RIMANERE in Europa, nel parlamento Europeo, significherà avallarne la legittimità! E questo significherà il sicuro "sfascio" dell'Italia, non certo faciliterà l'USCITA "integra" della nazione. Insomma, quel Salvini, che non bisogna per niente assecondare nella sua ipocrisia, l'USCITA dall'Europa non la vuole proprio! Per Salvini e i traditori legacci, l'unico modo per avere un riconoscimento d'autonomia è ESSERE Europeista. Chi vuole l'Italia UNITA la vuole fare uscire tutta intera dall'Europa. Ed il processo deve iniziare SUBITO. Anche perchè è più semplice di quanto ne danno a vedere. Marchionne docet! Chiacchiere non se ne devono più fare!

HappyFuture 10.03.14 08:11| 
 |
Rispondi al commento

JOB ACT

Lo avevate praticamente “chiuso”
beccato con le mani nel sacco
ma da Lassù è giunto un ordine
e a Quelli si sa, non importava niente...
ringhia signor tenente!

Era proprio un grande evasore
palazzi enormi in ogni città
anni e anni di stupri alla natura
mille progetti per imbrogliare la gente....
ringhia signor tenente!

Già immaginavi ai ricavi per lo Stato
milioni e milioni in un solo recupero
un altro furfante alla Giustizia assicurato
uno che era stato solo un cittadino fetente...
ringhia signor tenente!

Avevi immaginato il tuo lavoro premiato
ti immaginavi citato a grandi titoloni
giornali e tv a commentare le tue buone azioni
mai avresti pensato di esser trattato da...deficiente.... ringhia signor tenente!

Così, invece di esser premiato
alla guardia di un faro ti hanno mandato
quella non era la tua Guardia di Finanza
non di sicuro quella Lassù, con quel fendente...
ringhia signor tenente!

Eppure si sapeva dove stava il marcio
ma il Potere era entrato dappertutto
un'invasione di mosconi schifosi
tutti a ingozzarsi alla faccia della gente....
ringhia signor tenente!

Questa l'eterna lotta tra Bene e Male
dove ci si accorge che la vita proprio non vale
un alveare di insetti frenetici e impazziti
pronti solo a divorare ogni essere vivente....
ringhia signor tenente!

Lunedì, buon inizio settimana a tutti! :-)

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 10.03.14 08:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..SOLO chi E' in GRADO di RINUNCIARE ai PROPRI PRIVILEGI,...PUO' mettere in DISCUSSIONE quelli degli ALTRI...

*****
Eposmail

Paolo B. Commentatore certificato 10.03.14 08:05| 
 |
Rispondi al commento

Le nostre vite stanno andando alla deriva.
Quando quei pochi risparmi finiranno, e non sapremo più non cosa mangiare o cosa far mangiare ai nostri figli, ma come pagare tasse e bollette, allora il nostro istinto di sopravvivenza, se ne è rimasto qualcosa, ci dirà cosa fare.
O morire o combattere.

Giampaolo Ricci 10.03.14 08:01| 
 |
Rispondi al commento

a quando i processi sommari a questi noti politicanti collusi colla 'troika' che hanno il criminale progetto di depredarci del benessere grazie ai nostri nonni colle 2 guerre poi dai nostri genitori ricostruendo l'italia dalle macerie e poi noi sfruttando queste basi abbiamo creato il 'miracolo italiano' 80/2000 anche indebitandoci diventando paese in crisi che va attribuita ai nostri politicanti ancor'oggi corrotti ed incapaci di difenderci perché collusi coi poteri forti mondiali,la troika.è come mettere una volpe a guardia del pollaio !

mario di genova, orbetello Commentatore certificato 10.03.14 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Aldo B.: "In discussione non è la necessità dell'unificazione
……………….europea, ma quale tipo di UE sta per nascere: quella
……………….della sovranità dei popoli o quella di un forte potere
……………….centrale che sempre più sta facendo uso di pseudo
……………….democrazie nazionali per schiavizzare i vari popoli
……………….sotto una nuova dittatura imperiale monetaria?"…….


Signor Aldo B.,

sta per nascere una nuova dittatura Europea per la precisa ragione a cui Lei stesso fa riferimento, senza, però, comprenderne appieno la sua reale oggettività.

Lei definisce, infatti, come "pseudo" le democrazie nazionali Europee perché - suppone Lei - ritenute e trattate come tali dai poteri finanziari, mentre erroneamente ignora la verità che - se mai quelle democrazie nazionali fossero VERE - mai alcun gruppo di poteri finanziari o d'altro genere si avventurerebbe a schiavizzare i loro rispettivi Popoli.

Noi continuiamo, cioè, a presupporre VERE democrazie che, nella realtà, sono FALSE e passiamo - da questa nostra erronea supposizione - alla inevitabile pur essa erronea conclusione che siano i poteri forti a considerarle e trattarle come FALSE.

Penso che sarebbe scelta di gran lunga più intelligente e coraggiosa, da parte delle Avanguardie Rivoluzionarie dei Paesi dell'Europa meridionale, quella di RICONOSCERE l'inesistenza fattuale delle loro Democrazie, e, da questa presa di coscienza, impegnarsi a lanciare - e supportare nel tempo - una Rivoluzione Culturale mirata alla creazione di VERE DEMOCRAZIE!

Non sono i dittatori a crearsi gli schiavi, ma - proprio al contrario - sono gli schiavi a crearsi i dittatori.

jb Mirabile-caruso 10.03.14 07:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è un errore di fondo sull'anti-Europeismo, che potrebbe renderlo "inefficace": partecipare alle elezioni Europee. Bisogna che fin da ora ci sia la volontà politica di rifiutare l'Europa. Acconsentire a partecipare all'elezioni europee, farà del M5s un partito di opposizione con valore "contrattuale" di "zero"! L'Europa dev'essere sfasciata "uscendo dall'Eurozona", è il primo step! Abbiamo due macro-esempi di rifiuto dell'EURO. Uno, veramente MACROSCOPICO è l'esempio dell'INGHILTERRA. Nazione di un'ipocrisia unica. E' in Europa per i benefici e per essere leader, ma per quanto riguarda il coinvolgimento nell'EURO ne è stata saggiamente fuori! Secondo ESEMPIO, colpevolmente non seguito: MARCHIONNE-FIAT! Viene prima il nome poi il logo, per l'abilità "volpina" del manager abruzzese! Gli Italiani rimasti a fare "sacrifici", e inspiegabilmente Europeisti, ludibrio dell'Europa e di Madame Anghela Merkel, che ereditando un paese disastrato per metà, peggio del Meridione Italiano, riesce inspiegabilmente a compattare la nazione e instaurare un 4° Reich dominante su tutta l'Europa! Lo sfascio dell'Europa non può iniziare dopo le elezioni europee, sarà troppo tardi.

HappyFuture 10.03.14 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Vomitevole apertura dell'Unità, sempre più simile a "Libero": è dai tempi dell'esaurimento della "spinta propulsiva" di occhettiana memoria, che assisto costernato all'involuzione di quel che rimaneva del PD, da allora sino all'attuale mutazione genetica che lo rende indistinguibile dal Nano delle origini: gli unici paragoni che possono reggere, son quelli con la Lega degli albori, prima che questa venisse a contatto col virus Berluscone facendola diventare il tradizionale bordello cui ci ha abituati il nostro piccolo amico, uno specialista nel mandare gli altri a puttane riuscendo a trarne sempre un qualche tipo di profitto....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 07:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Finalmente Beppe un commento davvero convincente, non altrettanto posso dire di quello sul federalismo, anzi è proprio il trasferimento di competenze con la riforma del titolo v della costituzione che, in alcuni casi, ha favorito l'esplosione del deficit pubblico.
Spesa pubblica finita in tangenziali, rotatorie e nuovi palazzi pubblici non sempre utili, in genere brutti (citando Sgarbi), invece che in ricerca, formazione, servizi alle persone.
Senza crescita economica il fiscal compact è un obiettivo irraggiungibile, è come voler correre i 100 metri in 7 secondi, e quindi o la germania e l'europa aumentano salari, consumi e investimenti(di roba utile, si intende, ad es. un grande piano per l'autosufficienza energetica da energie rinnovabili), oppure tolti gli sprechi dovremo incidere la carne viva di quelli che già pagano le loro tasse in questo bel paese e tagliare pensioni e stipendi. La deflazione è una creatura stupida e mostruosa, ma è quella che ci viene propinata dato che i tedeschi non collaborano. Non sarà il caso di parlargliene a muso duro in vista delle elezioni europee?

franco parisi 10.03.14 07:15| 
 |
Rispondi al commento

Renzi:
I Sindacati, mettano le spese on line.
Giusto, però, cominciano sempre dai sindacati dei lavoratori, dalle pensioni di legno, dai salari degli operai.
Mettano on line anche le spese ed i FINANZIAMENTI dei partiti, i LORO compensi ed emolumenti vari, le LORO spese!
No, cominciano sempre dalla coda.

Matteo V., Carrara Commentatore certificato 10.03.14 07:10| 
 |
Rispondi al commento

Chissa' se gli elettori che hanno votato e mandato in parlamento a febbraio 2013 i loro rappresentanti politici ,sono a conoscenza che gli stessi hanno votato il fiscal compact la legge fornero eccc eccc eccc....sempre per il bene dell'Italia,questo ritornello per convincerci che impoverendo una nazione si fa il bene della stessa e dei suoi abitanti.Personalmente ho difficolta' a capire come si possa dare fiducia a persone che ti fanno impoverire ,tagliano i servizi ,mentre i loro privilegi rimangono inalterati!!!!!Incomprensibile.Tuttavia ho paura che il M5s non riuscirà' da solo in parlamento a far cancellare il fiscal compact.Mi auguro che a maggio alle elezioni europee il M5s riesca a ottenere un'alta percentuale di voti per incidere in modo decisivo nel parlamento europeo.

Stefano 10.03.14 06:55| 
 |
Rispondi al commento

IL precursore dell’Unione Europea è stato il cosiddetto Mercato Comune Europeo, creato a Roma il 25 marzo 1957. Non dobbiamo dimenticare la storia: La Germania ha tentato di dominare l’Europa due volte nell’arco di 30 anni e sferrato tre attacchi contro la Francia nel 1871, nel 1914 e nel 1940 che si conclusero con un trattato di non belligeranza siglato nei primi anni del 1960…Il dominio Germanico sull’Europa è comunque uno spettro che può ancora risalire dall’abisso.

Aldo B. TN 10.03.14 06:33| 
 |
Rispondi al commento

In discussione non è la necessità dell’unificazione europea, ma quale tipo di UE sta per nascere: quella della sovranità dei popoli o quella di un forte potere centrale che sempre più sta facendo uso di pseudo democrazie nazionali per schiavizzare i vari popoli sotto una nuova dittatura imperiale monetaria?

Aldo B. TN 10.03.14 06:14| 
 |
Rispondi al commento

Avanti movimento!!!

Tindaro 10.03.14 04:41| 
 |
Rispondi al commento

il papa ad ariccia per.... esercizi spirituali????
cos'è.. una specie di olimpiadi per papi?
voglio vedere il papa in tuta da ginnasta!
spero faccia prima un pò di riscaldamento, visto l'età.
comunque ora il curling non mi sembra così male.

mister x, ravenna Commentatore certificato 10.03.14 02:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ripudio del Fiscal Compact è doveroso, ma non sufficiente.
Solo con la riconquista della SOVRANITÀ POLITICA E MONETARIA (il ripudio unilaterale dei Trattati UE siglati alla chetichella senza pubblico dibattito e con l'inganno; il ritorno a una moneta nazionale -possibilmente *emessa dallo Stato*- previa ridenominazione nella nuova valuta del debito) sarà possibile fermare l'economicidio dell'Italia e invertire il ciclo.
Altrimenti, come la giri la giri, sarà un massacro sociale (e il peggio deve ancora venire).

Alessandro B., Torino Commentatore certificato 10.03.14 02:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' TUTTA QUESTIONE DI PALLE
Nei palazzi del potere i politici sono ancora convinti che il popolo sia bue. E' un termine che loro usano per definire una massa politicamente ignorante che crede a qualsiasi palla gli racconti.
Letta è stato eliminato perche le palle le raccontava male. Ora hanno messo Renzi che le palle le racconta molto meglio. Sono palle gigantesche ed il fatto che la maggioranza degli italiani vi creda ed abbia fiducia è davvero imbarazzante. Nonostante le falsità e le bugie vengano ormai clamorosamente smentite quasi quotidianamente , la maggior parte degli italiani continua incredibilmente a credere nelle palle sempre più grandi del giorno seguente. Continuiamo anche a credere di essere in un paese democratico e continuiamo ad avere fiducia nel premier.
Hanno ragione loro. Il popolo bue è molto più semplice fregarlo che fargli comprendere le cose.
Quando capiremo?? Non lo so. Probabilmente non capiremo mai.
Ma perchè il popolo viene definito bue?
E soprattutto perchè piace tanto ai politici?
Perchè il bue ha ben poca intelligenza e soprattutto non ha più le palle.
Il bue ha subito la castrazione chirurgica, noi quella mediatica.
Il bue non ha speranza, continuerà per tutta la vita ad essere asservito al giogo e a fare quello che il padrone comanda. Perchè se avesse ancora un minimo di palle si sarebbe già ribellato.

Fulvio Quinto, BS Commentatore certificato 10.03.14 01:44| 
 |
Rispondi al commento

"Il Fiscal Compact ammazza l'Italia"

impariamo dal "Fiscal Compact"


Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 00:48| 
 |
Rispondi al commento

Renzie dappertutto, ma il presidente del consiglio chi lo fa?
BERLUSCONE!!!

john f. Commentatore certificato 10.03.14 00:46| 
 |
Rispondi al commento

In un paese normale Formigoni sarebbe già stato abolito.

simone calligaris Commentatore certificato 10.03.14 00:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.youtube.com/watch?v=XsD0CLzFVcY

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Metafora del Potere e il Fiscal compact

"Ciao,perchè sei così triste e piangi?"

"Mi è morto l'asino!"

"Forse l'avrai fatto lavorare troppo!"

"No,no, sicuramente non è questo"

"Beh, dai, succede alle volte..."

"Sì, però perchè proprio adesso che lo avevo
abituato a non mangiare?"

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 10.03.14 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Renzie il "rottamatore"????!!!
ma dè che??!!
con la vecchia ciurma che ti porti dietro di politicanti,indagati,condannati pregiudicati,ladri incalliti corrotti e corruttori...brutto bugiardo menzognero neanche l'epiteto corrisponde al vero!!
Bamboccio!! questo si!!

Morena ., ferrara Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 00:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

'round midnight

ilmionomeènessuno

Nella prima fase della vita ha sofferto
ha sofferto per anni, eppure...
eppure lo stesso è stato fortunato
e ancora adesso si sente così
non sono stati patimenti materiali
aveva poco sì, ma erano in tanti uguali
le privazioni erano principalmente emotive
sentimenti coltivati male forse
distorti o ricevuti nel modo sbagliato
Ma forse infine a questo deve dire grazie
proprio al fatto di averlo forgiato
Sicuro che il buono le prende quasi sempre
ma incapace di mutare la propria essenza
Ascoltava i nonni, le loro vite
che nutrivano con le loro esperienze
anche lì i beni erano pochi
però la ricchezza era star con loro
a conoscere il semplice vissuto
poi è arrivata l'età del lavoro
i primi guadagni, l'autonomia
una casa e una famiglia
le prime responsabilità
Sì, è stato fortunato
di più lui che i figli
hanno avuto tutto, ma stranamente niente
un grande vuoto in questa società
l'amicizia che non dura
i sentimenti al mercato
l'amore è di un giorno
ed è questo che gli fa paura
un futuro di sabbie mobili
un lascito che non passa
nessun erede in grado di vivere
solo granchi morenti chiusi in una nassa

P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 10.03.14 00:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...per anime raffinate, quando la poesia diventa musica......per me senzazioni ed emozioni amate e vissute....sicuramente per Voi della mia eta' non sarà difficile indovinare, per i piu' giovani, cliccate sul link....


Quante strade deve percorrere un uomo
Prima che lo si possa chiamare uomo?
Sì, e quanti mari deve sorvolare una bianca colomba
Prima che possa riposare nella sabbia?
Sì, e quante volte le palle di cannone dovranno volare
Prima che siano per sempre bandite?
La risposta, amico, sta soffiando nel vento
La risposta sta soffiando nel vento

Quante volte un uomo deve guardare verso l'alto
Prima che riesca a vedere il cielo?
Sì, e quante orecchie deve avere un uomo
Prima che possa ascoltare la gente piangere?
Sì, e quante morti ci vorranno perchè egli sappia
Che troppe persone sono morte?
La risposta, amico, sta soffiando nel vento
La risposta sta soffiando nel vento

Quanti anni può esistere una montagna
Prima di essere spazzata fino al mare?
Sì, e quanti anni la gente deve vivere
Prima che possa essere finalmente libera?
Sì, e quante volte un uomo può voltare la testa
Fingendo di non vedere?
La risposta, amico, sta soffiando nel vento
La risposta sta soffiando nel vento

Serena Notte...a tutti i liberi pensatori..

M5S Forever

http://www.youtube.com/watch?v=UB5XoBjSoP8

Nico C., Porto Sant'Elpidio Commentatore certificato 10.03.14 00:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che bravo il nostro Sorial alla Gabbia!!!!e una grandissima Amurri!!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 10.03.14 00:09| 
 |
Rispondi al commento

PARAGONE de "La Gabbia" COMINCIA A PERDERE COLPI.

Quando parlava (per giunta da fuori dello studio televisivo quindi svantaggiato)SORIAL la prima volta non ha mosso un dito quando FORMIGONI gli impediva di parlare dandogli sulla voce.

(riconoscenza verso il PAPAVERO dei tempi in cui conduceva quell'insulsa trasmissione para-leghista?)

La seconda volta IDEM quando, sempre PARAGONE non ha mosso una ciglia per impedire al PD FIANO di contrastare un'altra volta SORIAL dandogli pure lui sulla voce per NON FAR CAPIRE NULLA A CASA,con argomentazioni che dire INSULSE è dire poco.

(stavolta debito di riconoscenza verso i nuovi capetti nazionali?...)

A PARAGO'...se hai palle, TIRALE FUORI CON TUTTI...e non solo contro quelli del Movimento 5 Stelle.

Dino Colombo new Commentatore certificato 10.03.14 00:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ebbene sì, ieri sera ho "bigiato" perché in altre faccende affaccendato.
Cerco di rifarmi questa sera con un'altra poesia di una delle poetesse più amate dalle donne e non solo.


Poteva accadere
Doveva accadere
E' accaduto prima. Dopo
Più vicino. Più lontano
E' accaduto non a te.

Ti sei salvato perché eri il primo
Ti sei salvato perché eri l'ultimo
Perché da solo. Perché la gente.
Perché da sinistra. Perché a destra.
Perché cadeva la pioggia. Perché cadeva un'ombra.
Perché splendeva il sole.

Per fortuna là c'era un bosco.
Per fortuna non c'erano alberi.
Per fortuna c'era una rotaia, un gancio,
una trave, un freno,
un telaio, una curva, un millimetro, un secondo.
Per fortuna sull'acqua galleggiava un rasoio.

In seguito a, poiché, eppure, malgrado
Che sarebbe accaduto se una mano, una gamba,
a un passo, a un pelo
da una coincidenza.

Dunque ci sei? Dritto all'attimo ancora socchiuso?
La rete aveva un solo buco, e tu proprio da lì?
Non c'è fine al mio stupore, al mio tacere.
Ascolta
come mi batte forte il tuo cuore.


OGNI CASO - Wislawa Szymborska -

Buona notte e sogni stellati

www.beppe.siempre

Alfredo E., Milano Commentatore certificato 10.03.14 00:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MOVIMENTO 5 STELLE NOI SIAMO PRONTI CHIAMACI
FAREMO CIO CHE DEVE ESSERE FATTO
MOVIMENTO 5 STELLE NON Cè PIU TEMPO DA PERDERE
QUESTI POLITICI INFAMI E DISONOREVOLE SONO SENZA COSCENZA E SENZA VERGOGNA
Cè UN SOLO MODO
PRIMA CHE CI RENDANO COMPLETAMENTE SCHIAVI

leonardo g. Commentatore certificato 10.03.14 00:02| 
 |
Rispondi al commento

OT.


200 miliardi ANNUI di EVASIONE FISCALE...

60 miliardi ANNUI di CORRUZIONE...

23 miliardi ANNUI il COSTO della CASTA...

34 miliardi ANNUI di FONDO PERDUTO alle IM-PRESE...

12 miliardi ANNUI di PENSIONI D'ORO..

10 miliardi ANNUI il COSTO degli ENTI INUTILI...


TOTALE di...


340 MILIARDI di EURO ANNUI

ps.


escludendo la PATRIMONIALE su' BANCHE e ASSICURAZIONE....


e tantissimo altro ancora...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.03.14 23:37| 
 |
Rispondi al commento

Beppe....siamo già morti.....

filippo t., lugo Commentatore certificato 09.03.14 23:34| 
 |
Rispondi al commento

Alfred....chi ?
:(

http://www.youtube.com/watch?v=TUHMTVBP5ek

Buonanotte!

^__^

Daniela M. Commentatore certificato 09.03.14 23:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

dedicato ai lupi

Solo in un bosco, nel manto invernale
un folto pelo a sicura difesa
nel silenzio di una luna piena
e un clima che sembra teso, infernale

L'aria si muove leggera tra i rami
quasi un alito ormai dopo la bufera
memore di orge cruente di sangue
che i lupi hanno unito nei richiami

L'abbondanza dell'uomo era stata un'offesa
in quella stagione così fredda ancora di più
quasi un insulto a chi cacciava solo per fame
ed era stato questo a render l'aria tesa

Vaga nell'aria l'odore cruento del sangue
mentre occhi chiari e fermi scrutano nel buio
solo, nella calma ritrovata in quel bosco
e con lo stomaco sazio e finalmente pingue

Troppo alettanti quegli scarti buttati
solo l'inizio di una strage importante
ora sono tutte carcasse immobili e inermi
come foglie secche adagiate nei fossati

Non c'era stato scampo a cambiare reazione
snaturato ogni rapporto con le altre creature
privo di equilibrio il suo malefico destino
perchè l'uomo era l'uomo, solo una delusione

Ma la Natura non ammette questi errori
prima o poi porta il suo conto preciso
a volte anche sotto forma di un lupo
verso un uomo demente e i suoi mille orrori


P. S. (ilmionomeènessuno27) Commentatore certificato 09.03.14 23:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La vita finisce, occorre cambiare subito.

le chiacchiere stanno a zero.

O si fa la Rivoluzione o ce ne andiamo da un Paese di mafiosi, ladri e papponi.

Chi non vuole il medioevo prossimo venturo, o si ribella adesso, o mai più. perché la seconda occasione non ci sarà.

La vita è ora, domani è tardi.

gennaro esposito 09.03.14 23:11| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 13)
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT.

scusate...


ma fate appelli agli ITAGGGGLIANI di merda che votano RENZUSCONI????

certo che siete forti pure voi...


META' sono COLLUSI...gli altri sono COGLIONI CONCLAMATI...


vedrete che alla fine o VINCIAMO NOI....

cosa quasi iMPOSSIBILE con la LEGGE ELETTORALE ITALICUM..


o si va' alla GUERRA CIVILE...

o si va alla FAME, a RUBARE, e alla PROSTITUZIONE...

ENZO D., BARI Commentatore certificato 09.03.14 23:04| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3