Cerca il meetup della tua città
Iscriviti al M5S
Partecipa alla scrittura delle leggi del M5S

Beppe Grillo a Piombino sabato 26 aprile

  • 39


grillo_piombino.jpg

Domani alle 16 sarò a Piombino davanti ai cancelli della portineria (Largo Caduti sul Lavoro,21), per parlare con gli operai della fabbrica e i cittadini. La diretta sarà trasmessa in streaming sul blog.

"Giovedì il cuore dell'Acciaieria di Piombino ha smesso di battere. L'ultima colata è stata come un sipario che si chiude su una vicenda tutta italiana. Una tragedia del lavoro e dell'ambiente annunciata da anni. E il governo risponde con un tardivo piano di risanamento che è solo slogan e pochi spiccioli. Duemila lavoratori tra diretti e indotto saranno messi a cassa integrazione a zero ore, senza prospettiva di rientro e nella peggiore delle ipotesi (fallimento completo) possono superare i quattromila. Per i lavoratori diretti c'è quantomeno la garanzia degli ammortizzatori sociali per tre anni, per l'indotto sarà tutto da definire. Sabato alle 16 Beppe Grillo sarà a Piombino, davanti ai cancelli della portineria (Largo Caduti sul Lavoro,21), per un'agorà con gli operai della fabbrica. Con lui ci sarà Daniele Pasquinelli, candidato sindaco M5S a Piombino, i cittadini portavoce Sara Paglini, Massimo Artini, Laura Bottici, Nunzia Catalfo, Alfonso Bonafede, Sergio Puglia, e i candidati toscani per le Europee 2014. Il Movimento 5 Stelle ha proposte concrete e chiede bonifica, riconversione. Riteniamo che uno Stato degno di questo nome abbia il dovere morale di provvedere ad una riconversione certa del sito industriale di Piombino." M5S Camera e Senato - Leggi tutto

Scarica il volantino

donazioni-europee.jpg

25 Apr 2014, 12:03 | Scrivi | Commenti (39) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 39


Tags: acciaierie, Beppe Grillo, disoccupati, europee, fabbrica, lavoro, M5S, Piombino, vinciamonoi

Commenti

 

Domanda; industrie inquinanti in Italia... è un caso o si è preferito confinarle qui, come soluzione più facile e meno dispendiosa? La strategia industriale va ripensata? Un tema da proporre alla UE,

almagemme 27.04.14 07:12| 
 |
Rispondi al commento

E questo ve lo lascia vedere Beppe?
Oppure è meglio tagliare?
Eh?
AHAHAHAHAHAH
http://video.repubblica.it/edizione/firenze/grillo-a-piombino-e-lo-striscione-censurato/163882/162373?ref=twhv&utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

Ciro Piro Giro Biro 26.04.14 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piombino (e non solo) ... ascolta ...

" ... Non sarà il dèmone a scegliere voi, ma voi il dèmone.
La virtù non ha padroni; quanto più ciascuno di voi la onora, tanto più ne avrà; quanto meno la onora, tanto meno ne avrà.
La responsabilità, pertanto, è di chi sceglie.
Il dio non ne ha colpa”.

Platone

Troppo facile lamentarsi "dopo" le elezioni o tra una elezione e l'altra ...

Molto meglio riflettere bene (e con onestà intellettuale) prima ...

(^_^)

Claudio C., Albavilla Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 26.04.14 17:16| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno Beppe,
ti sarei grato se oggi a Piombino tu volessi ricordare almeno il numero dei lavoratori morti all'interno dell'acciaieria e volessi commentarlo.
Dopo il passaggio da Italsider a Lucchini ci fu un massacro, ma non mi risulta che qualcuno abbia pagato per quelle morti, non c'è mai nessuno responsabile.

Grazie in anticipo.

Lupo Mnnaro 26.04.14 11:10| 
 |
Rispondi al commento

salve vorrei che non vi scordiate di chi gia sta vivendo questo dramma, PORTOSCUSO SULCIS , e di bonifiche si parla solo, non vogliono far ripartire nulla. l'economia immobile!!!

giovanni natale 26.04.14 10:17| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, vorrei farti una proposta.
Dato che l'"informazione" continua ad essere asservita ai soliti poteri e che giustamente, l'hai esclusa dalla tua comunicazione, che ne diresti di convocare una conferenza stampa, prima delle Europee, dove Tu fai le domande e loro rispondono ?!
Pensa che bello sarebbe chiedere loro merito di quanto scritto/detto in questi anni, di quanto occultato e di quanto manipolato....
Sì, per favore, convoca un question time dove sono ammessi solo giornalisti disposti a rispondere alle tue domande !!!!
Non mi stupirei non venisse nessuno, ma sarebbe comunque anche questo un forte segnale per chi ancora crede alla montagna di merda che continuano a spacciare questa categoria di servi e lacchè.

sergio ., giovitgio@gmail.com Commentatore certificato 26.04.14 09:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ICH BIN EIN PIOMBINER!

Alessandro B., Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 26.04.14 01:56| 
 |
Rispondi al commento

I lavoratori di Piombino (della Lucchini e dell'indotto) non vedranno mai i "mitici 80 euro" dell'elemosina elettorale renziana.
Anche se i media cercano di distrarre il resto dell'Italia con altre notizie. Peccato che ormai in ogni angolo d'Italia c'è una piccola (o grande) Piombino.

Grazie Beppe, avanti così per i lavoratori di Piombino e per tutti quelli che non vogliono arrendersi affondando.

Alessandro B., Torino Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 26.04.14 01:53| 
 |
Rispondi al commento

Piombiamo tutti a Piombino..

davide casadei, forli Commentatore certificato 26.04.14 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Il mio pensiero va a tutti coloro i quali hanno sacrificato la vita per poi dar vita alla nostra carta Costituzionale. Oggi difendiamo la carta e onore a loro che difendono la nostra unica via. L'unico faro, l'unica essenza della ragion d'essere cittadino, avanti con forza, avanti con convinzione, avanti con lo sguardo verso l'alto.
Avanti con la consapevolezza di chi si ha contro, e non perché te lo sei scelto, ma perché era prima di te. Oggi siamo quelli che siamo, oggi possiamo fare la differenza, non solo nelle urne ma anche all'interno del nostro io della nostra appartenenza.
Con collaborazione, condivisione, commistione d'intenti, per l'amore del prossimo; per l'amore degli altri e non per l'amore di noi stessi. Oggi siamo qui a ricordare, ed il
ricordo non può rimanere tale.
Per ciò, per quello che ho scritto, per il dolore inflitto, per il male che arranca, per l'amore che non mi stanca a voi tutti vi auguro un magnifico e profondo 25 Aprile.


Beppe sei rande e come te grandi tutti i ragazzi in Parlamento. Ho due figli di 37 e 33 anni ancora a casa perchè non possono metter su famiglia per la disoccupazione. Mio figlio è sempre stato un precario in tutti i sensi ed ha avuto solo due esperienze lavorative regolari, poi solo nero e molto saltuario. Da un anno neanche più in nero. Ha ripreso gli studi universitari. Mia figlia ( 33 anni ) due laureee ( una conseguita in Grecia ) ha avuto esperienze lavorative solo in Grecia come insegnante di lingue in scuole private per sei anni fino al 2012. In Italia nulla e non ha potuto neanche partecipare al maxi concorso nella scuola perchè laureata dopo il 2004 quindi non abilitata al'insegnamento in Italia. Il Movimento 5 Stelle è la nostra ultima speranza. Sono un attivista nel Meetup Castelli Romani e la settimana prossima manderò il mio contributo economico. Dajè Beppe. VINCIAMO NOI

FEDERICO PESOLI 25.04.14 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Beppe domani anche io sarò a Piombino lavoro alla Piaggio di Pontedera e anche noi fra delocalizzazioni precariato ricatti continui sulla produttività tempi di lavoro salario ecc mentre l'azienda abusa del contratto di solidarietà prendendo aiuti di stato che magari gli servono per investirli nei paesi asiatici e nell'est europeo Abbiamo già presentato tramite nostri portavoce che sono nelle commissioni lavoro camera e senato una interrogazione parlamentare proprio sull'uso dei contratti di solidarietà e il loro effettivo bisogno ora andremo avanti sulle delocalizzazioni e il made in Italy visto che noi assembliamo gran parte delle componenti che vengono da fuori con un indotto ridotto a macerie.Beppe se mi leggi visto che come sai Pontedera e la casa del nostro governatore Rossi e l'azienda e di colaninno col figlio che era responsabile economico del PD E col padre che fa parte dei capitali coraggiosi di ALITALIA il quadro e completo loro il PD-L e i sindacati complici di questa situazione ci stanno facendo diventare carne da macello se verresti magari con la Paglini che e già stata da noi sarebbe importante per i lavoratori ti ringrazio per quello che fai e vinciamo noi non ci sono dubbi

tecce silvio 25.04.14 21:40| 
 |
Rispondi al commento

......ci siamo forza! Siamo stremati non ne possiamo più di sopportare e siamo sempre di più a spaccare il muro!!! #vinciamonoi

Gabriele B., Lucca Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.04.14 21:14| 
 |
Rispondi al commento

Beppe, domani vengo a Piombino a sentirti con i miei familiari.
Spero che ci sia la possibilità di poter offrire il mio contributo per la campagna elettorale.

Voglio darti una mia impressione su questa vicenda.

C'è nei dipendenti e nella cittadinanza una strana calma, quasi un'abulia, pare che siano tutti rassegnati per quello che sta loro cadendo addosso in queste ore.
Non riesco a spiegarmi l'assoluta mancanza di rabbia, l'assenza di una protesta urlata.

Non capisco.

Eppure tutti sanno che lo spegnimento dell'altoforno avrà gravi conseguenze per i
piombinesi tutti e per la condizione economica del comprensorio.
I sindacati e il governo praticamente non hanno fatto niente per scongiurare il fermo dell'attività produttiva, ma non si sono sentite voci forti di protesta da parte dei dipendenti.
Ripeto, non riesco a spiegarmi questo comportamento.

Ciao Beppe, a domani.
Ti ascolterò con sommo piacere.

Lupo Mannaro 25.04.14 21:12| 
 |
Rispondi al commento

rispondo circa la storia dei maro'.
esistono prove certe che i nostri maro' non hanno ucciso! innanzitutto il calibro dell'arma diversa da quella in dotazione fino alle mille perizie che accertano la presenza di molte navi in quella posizione quel giorno !! gli indiani hanno fermato una nave rossa ( erika lexie) a fronte di molte navi rosse presenti che se ne sono altamente fregate ed hanno continuato sulla loro rotta!!
i maro'sono innocenti ma l'italia non ha il potere di opporsi all'india per questioni economiche. ora spostando il processo alla corte internazionale, rimanderanno a casa i maro' completamente innocenti come è giusto che sia !!!!

luca saccomandi 25.04.14 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Da anni ormai i politici non si fanno più vedere in piazza, tanto meno davanti ai cancelli delle fabbriche.
Questa volta devono capire che la bella vita è finita davvero.
Ci hanno portato con corruzione e inadeguatezza alla chiusura e svendita di interi settori della nostra industria, come si fa non capire che senza materie prime,energia e settore alimentare in proprio si è venduti ad altri paesi? Non possiamo avere solo la moda come industria trainante, lo ripeto ancora in germania e austria 20 anni fa l'industria pesante ha fatto accordi con gli ecologisti del paese per produrre inquinando il meno possibile.
Qui si vede l'incapacità e la corruzione dei nostri politici, inoltre Thyssen e Krupp si unirono in un solo gruppo ca. 40 anni fa, quando i nostri invece si dividevano, inoltre non è che, per esempio, l'acciaio da minerale per il quale è famosa la germania sia meglio di quello da rottame che producevamo noi, anzi nel tempo si è rilevato peggiore per certe lavorazioni.
A Terni i tedeschi hanno acquistato la AST, si sono portati a casa il brevetto del lamierino magnetico e mi sembra hanno solo licenziato.
Fa bene Grillo ascoltare le maestranze nelle fabbriche , ma gli eletti dovrebbero avere, o procurarsi infarinature delle porcherie che nei vari settori hanno combinato questi mascalzoni e banchieri che ci governano.

carla g., padova Commentatore certificato 25.04.14 19:58| 
 |
Rispondi al commento

Oggi 25 Aprile festa della Liberazione, ma chi di voi ha la sensazione di vivere in uno stato di cittadini liberi? L’informazione che ci arriva non è libera, non abbiamo la percezione reale di quello che accade, ma è filtrata al vertice da dipendenti del potere che hanno tutto l’iteresse di mantenere lo stato attuale e i propri privilegi. Chi è realmente libero di loro?
E’ libero chi è costretto a lavorare come apprendista a 350 euro mensili? E’ libero chi è schiavo del consumismo moderno dove la possibilità di comprarsi una casa è diventato un miraggio mentre le magliette prodotte in Bangladesh non costano nulla? La domenica italiana famosa per la gita fuori porta si è trasformata nella fila infinita per entrare nel nuovo centro commerciale dove commessi sono costretti a lavorare il 25 aprile, a pasqua e a natale, in pieno stile consumismo sfrenato americano, senza possibilità di dissentire per non rischiare il trasferimento ad una sede a centinaia di chilometri da casa. E’ questa la liberazione che tutti aspettavano? Schiavi del precariato o senza lavoro, che libertà vi è concessa? Piccoli imprenditori e piccoli artigiani in difficoltà strozzati da interessi vicini all’usura, mentre ai ricchi signori della casta industriale italiana si concedono sconti fiscali sanatorie aiuti di stato e in qualche caso la presidenza dell’ENI. E’ questa la libertà che ci è concessa in Italia? Tutti quelli che non ce la fanno ad arrivare a fine mese sono liberi? Chi lavora in acciaieria e non ha alternative lavorative nella propria città o chi abita nei pressi dell’acciaieria e non ha alternative nel scegliere che aria respirare, chi è libero di loro?
Oggi 25 aprile si festeggia la liberazione dal nazifascismo, e di questo dobbiamo rendere omaggio ai nostri padri costituenti ed a ogni singolo caduto che ha donato la propria vita perchè oggi noi potessimo godere della libertà. Ma ci sono ancora infinite battaglie che ci aspettano, ed oggi, ogni singolo cittadino di buona volontà si d

marco barbon Commentatore certificato 25.04.14 18:49| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Davanti a quei CANCELLI si presenta "solo" il m5s, con grillo! Nessun parlamentare degli altri partiti si presenterà (giovane o vecchio è lo stesso), perche rischierebbe GROSSO !!!!

pier p., acqui terme Commentatore certificato 25.04.14 17:15| 
 |
Rispondi al commento

concretezza e realismo, non fuffa radiotelevisiva!

ETTORE L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.04.14 15:54| 
 |
Rispondi al commento

conretezza e realismo, non fuffa radiotelevisiva!

ETTORE L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.04.14 15:54| 
 |
Rispondi al commento

Oggi è la festa della liberazione. Quanta falsità e ipocrisia aver visto Renzi e il Presidente della non sovrana Italia d'innanzi all'altar della Patria a Commemorare chi ha contribuito con la propia vita a far si che oggi non Parlassimo Tedesco. Oggi non siamo liberi e non vedo alcun motivo perchè questa commemorazione continui ad esistere. L'italia non è una Nazione sovrana perchè il nostro parlamento e sovrastato da quello Europeo a sua volta capitanato da quello Tedesco, ha una moneta che si chiama Euro ma non è altro che il Marco, e tutto ciò è stato volutamente permesso dai Governi che si sono alternati uno dopo l'altro da 20 anni a questa parte lasciando il Popolo in braghe di tela in balia dei cruchi! ora penso che sarebbe almeno rispettoso che questi ipocriti servi della Troika non mettano piedi all'altar della Patria facendo solo passerella come in una sfilata di moda, propio loro che la Patria l'hanno venduta allo straniero facendo si che le morti di chi ha data la vita siano state invane.

Giulio Salamone 25.04.14 15:49| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

SPERO CHE TUTTA LA CITTA' DI PIOMBINO SI PRESENTI DAVANTI A QUEI CANCELLI

Lello Marino (marins) Commentatore certificato 25.04.14 15:05| 
 |
Rispondi al commento

Piombino,Taranto,e prima ancora l'Italsider di Bagnoli,sono la dimostrazione lampante della mancanza di una programmazione industriale del nostro paese,che grazie alla impreparazione della sua classe dirigente vive alla giornata.Il fallimento della politica industriale è sotto gli occhi di tutti,il Quinto Centro siderurgico di Gioia Tauro ne è un esempio mostruoso.L'Italia non ha saputo o voluto scegliere,i politici hanno preferito "galleggiare",affidando a gruppi privati la siderurgia nazionale.Gruppi poi finiti sotto la lente di ingrandimento della magistratura per le loro infinite irregolarità nella conduzione degli stabilimenti.Piombino,per ora,in ordine di tempo è l'ultimo caso.Ma se si continua in questo modo,ci saranno altri stabilimenti industriali a chiudere i battenti e migliaia di lavoratori messi in mezzo alla strada.Alto che l'elemosina degli 80 euro in busta paga.Non ci saranno più buste paga!!
Siamo al collasso strutturale,dobbiamo scegliere quale debba essere il futuro dell'Italia,che tipo di sistema integrato industriale dobbiamo proporre per il futuro della Nazione.Industrie,servizi,turismo settori bloccati dalla politica miope,che pensa solo a mantenere il potere.Il Popolo è esasperato,esausto,non ha più la forza di lottare.L'unica speranza di riscatto viene dal M5S,che riceverà valanghe di voti dagli elettori delusi dalla sinistra e dalla destra.Utilizzateli per il bene del Popolo Italiano.

placidodomenico di falco 25.04.14 14:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

immenso!grazie Beppe!

Luca M., Rho Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.04.14 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Grande Beppe!
Sempre a fianco dei lavoratori, anche se ho visto, oggi, alla manifestazione di quei lavoratori la bandiera del PD, mi ha fatto ribrezzo. Ma questi vermi lo capiranno mai che li stanno inculando a sangue?

Francesco L. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 25.04.14 14:36| 
 
  • Currently 4.2/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 6)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Speriamo che si rendano conto che votare la brodaglia PD - SEL e compagnia sia stato uno sbaglio. Speriamo che votino se stessi, come staimo facendo noi dal 2010.

Beppe Da Monaco (odio la mafia) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 25.04.14 14:07| 
 |
Rispondi al commento

cARO beppe !
vorrei tanto che si facesse un po piu' di chiarezza su questa storiella dei MARO'. E' una storia davvero lunga e che detto sinceramente fa anche un po'schifo, Non si riesce infatti a comprendere : Se questi due signori hanno sparato a due poveri pescatori indiani - pare accertato che erano senza armi - ma perche' li stanno tanto difendendo ? Pare,oltretutto che non avevano avvisato i due pescatori di allontanarsi dalla nave: Come stanno davvero le cose ? Basta a parlare di questo argomento. Il DE NISTURA, dopo due anni di villeggiatura a spese del popolo italiano se ne e' ritornato a casa. Era ora !!!!!

gianfranco ferroni, macerata Commentatore certificato 25.04.14 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Bravo Beppe
Vicino alla gente , vicino ai lavoratori , vicino a chi soffre , ma , soprattutto contro la casta e i loro privilegi.
PIOMBINO NON DEVE CHIUDERE

Forza e sempre Movimento 5 Stelle
VINCIAMO NOI

Paolo L. 25.04.14 13:51| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

AVANTI COSI' BEPPE, AVANTI COSI',FAI BENE AD ANDARCI
ALVISE

alvise fossa 25.04.14 13:45| 
 
  • Currently 3/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento

bravo grillo! bisogna andare sui posti del malessere . altrimenti diventa tutto un teatrino.Vieni anche all?italcementi di vibo marina in calabria dove il gruppo pesenti ha deciso di chiudere una realtà produttiva con l'avallo di tutti. Vieni a dire che Pesenti non puo' scappare via e nello stesso tempo che la soluzione non è l'inceneritore. Parla con gli operai che si sentono abbandonati da tutti

pino tassi 25.04.14 13:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post.
Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o  diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ .
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Beppe Grillo, mentre il responsabile del trattamento dei dati è Casaleggio Associati s.r.l. , con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori